INDENNIZZO DIRETTO EX ART. 149 CODICE DELLE ASSICURAZIONI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "INDENNIZZO DIRETTO EX ART. 149 CODICE DELLE ASSICURAZIONI"

Transcript

1 INDENNIZZO DIRETTO EX ART. 149 CODICE DELLE ASSICURAZIONI di Guido Belli Cultore di diritto civile nell Università di Bologna SOMMARIO: 1. Il risarcimento diretto. 2. Ambito di applicazione. 3. Questioni processuali. 4. Segue: la richiesta di risarcimento. 1. Il risarcimento diretto ( 1 ). Il d.lgs. 7 settembre 2005, n. 209 (c.d. «Codice delle assicurazioni»), ha introdotto due diverse procedure per il risarcimento del danno derivante dalla circolazione di veicoli: a) l azione da esercitarsi nei confronti dell assicuratore del responsabile; b) l azione da esercitarsi nei confronti del proprio assicuratore (c.d. sistema di risarcimento o indennizzo diretto). Il sistema di risarcimento diretto si applica in caso di sinistro tra due veicoli identificati e assicurati per la responsabilità civile obbligatoria, dal quale siano derivati danni ai veicoli coinvolti o ai loro conducenti. In questi casi, dunque, la vittima di un sinistro stradale, in luogo di essere risarcito dalla compagnia di assicurazione del responsabile, viene risarcita dall assicuratore del veicolo dalla stessa utilizzato. 2. Ambito di applicazione. 2.1 Per individuare l ambito di applicazione del sistema del risarcimento diretto, occorre far riferimento al combinato disposto dell art. 149, comma 1 e 2, cod. ass.: ( 1 ) Per una trattazione approfondita ed organica dell argomento, si consiglia la consultazione di ROSSETTI, L assicurazione obbligatoria della R.C.A., Torino, 2010.

2 1. In caso di sinistro tra due veicoli a motore identificati ed assicurati per la responsabilità civile obbligatoria, dal quale siano derivati danni ai veicoli coinvolti o ai loro conducenti, i danneggiati devono rivolgere la richiesta di risarcimento all'impresa di assicurazione che ha stipulato il contratto relativo al veicolo utilizzato. 2. La procedura di risarcimento diretto riguarda i danni al veicolo nonché i danni alle cose trasportate di proprietà dell'assicurato o del conducente. Essa si applica anche al danno alla persona subito dal conducente non responsabile se risulta contenuto nel limite previsto dall'articolo 139. La procedura non si applica ai sinistri che coinvolgono veicoli immatricolati all'estero ed al risarcimento del danno subito dal terzo trasportato come disciplinato dall'articolo 141. e degli artt. 3 e 4 del d.p.r. 18 luglio 2006, n. 254: 1. La disciplina del risarcimento diretto si applica in tutte le ipotesi di danni al veicolo e di lesioni di lieve entità al conducente, anche quando nel sinistro siano coinvolti terzi trasportati. 2. Qualora i terzi trasportati subiscano lesioni,la relativa richiesta del risarcimento del danno resta soggetta alla specifica procedura prevista dall'articolo 141 del codice. 2.2 Primo presupposto di applicazione del c.d. indennizzo diretto è che il sinistro ( 2 ) abbia interessato due veicoli, «senza coinvolgimento di altri veicoli responsabili» (art. 1, comma 1, lett. d), d.p.r. 254/2006). La norma esclude, pertanto, la possibilità di ricorrere al risarcimento diretto, ogniqualvolta il sinistro abbia interessato più di due veicoli, ciascuno dei quali abbia contribuito alla causazione dell eventus damni. Analogamente, la dottrina sembra concorde nel ritenere inapplicabile la procedura di risarcimento diretto, all ipotesi di sinistro tra tre o più veicoli, dei quali soltanto due siano i responsabili del danno, così costringendo la vittima incolpevole ad esperire l azione ordinaria (ciò in evidente contrasto con l inciso di cui all art. 1, comma 1, lett. d) del d.p.r. 254/2006, sopra richiamato). ( 2 ) L art. 1, comma 1, lett. b) del d.p.r. 254/2006, definisce il sinistro come «collisione».

3 2.3 Il sinistro deve essersi verificato sul territorio nazionale (art. 1, d.p.r. 254/2006), aver coinvolto veicoli immatricolati in Italia, identificati ( 3 ) ed assicurati ( 4 ). Per quanto attiene, nello specifico, al requisito dell immatricolazione, questo può dirsi soddisfatto in tutti i casi in cui il veicolo sia munito di targa rilasciata dal competente ufficio provinciale della Motorizzazione civile, a nulla rilevando che lo stesso sia di proprietà di uno straniero. Relativamente alla copertura assicurativa, è necessario che, al momento del sinistro, ciascuno dei due veicoli coinvolti, risulti coperto da apposita polizza per la responsabilità civile derivante dalla circolazione stradale ex art c.c., da chiunque contratta. A tal proposito vale la pena ricordare che l art. 144, comma 2, cod. ass. rende inopponibili nei confronti del terzo danneggiato eventuali clausole di limitazione del rischio inserite nella polizza stipulata dal responsabile del sinistro ( 5 ). 2.4 Legittimati a chiedere il risarcimento in forma diretta sono il conducente del veicolo coinvolto, il proprietario (al quale va equiparato l usufruttuario e l acquirente con patto di riservato dominio) e, limitatamente ai danni occorsi alle cose trasportate, l assicurato. 2.5 Per quanto attiene ai danni indennizzabili, occorre distinguere a seconda che si tratti di: ( 3 ) In caso contrario l obbligo di risarcimento graverebbe, ai sensi dell art. 283 cod. ass., sul Fondo di garanzia per le vittime della strada. ( 4 ) La procedura di risarcimento ex artt. 149 e 150 cod. ass. è applicabile ai sinistri che abbiano coinvolto qualsiasi tipo di veicolo soggetto all obbligo di assicurazione per la responsabilità civile, ad eccezione delle macchine agricole (art. 42, comma 2-ter, d.l. 1 ottobre 2007, n. 159, convertito in l. 29 novembre 2007, n. 222). ( 5 ) Ciò con la duplice conseguenza che la vittima ha, comunque, diritto ad essere risarcita dal proprio assicuratore e che la compagnia del responsabile avrà, nei confronti di questo, azione di rivalsa per il recupero di quanto pagato al danneggiato.

4 a) danni alle cose: in tal caso il risarcimento diretto è applicabile in caso di danno al veicolo e di danno alle cose trasportate se di proprietà del conducente, assicurato o proprietario e soggetti equiparati; b) danni alla persona: in tal caso l indennizzo diretto è praticabile solo per quelli subiti dal conducente e purché dal sinistro siano derivati postumi permanenti non superiori al 9% della complessiva invalidità (danno biologico di lieve entità) ( 6 ). Relativamente all indennizzabilità dei danni alla persona mediante il ricorso alla procedura di risarcimento diretto, sussiste una discrasia, non ancora risolta, tra fonti di rango differente: da un lato l art. 149, comma 2, cod. ass. richiede che il soggetto che lamenta il danno non abbia avuto parte alcuna nella causazione del sinistro; mentre l art. 5, comma 1, d.p.r. 254/2006, non fa alcuna distinzione tra ipotesi di concorso di colpa e di irresponsabilità della vittima. 3. Questioni processuali. L art. 149, comma 6, cod. ass. prevede che il danneggiato «può proporre l azione diretta di cui all art. 145, comma 2, nei confronti della propria impresa di assicurazione». Tanto in dottrina, quanto in giurisprudenza, ci si è interrogati sulla esatta interpretazione della norma, in particolare sulla obbligatorietà, o meno, dell esperibilità della procedura di risarcimento diretto. Secondo un primo orientamento, la norma avrebbe esplicitamente limitato la libertà di azione della vittima di un sinistro, obbligandola, là dove sussistono i requisiti esaminati al paragrafo precedente, ad aderire al sistema del risarcimento diretto (ciò in contrasto con gli artt. 3 e 24 Cost.), privandola della facoltà di ( 6 ) Non, quindi, se dal sinistro sia derivata solo una invalidità temporanea, ovvero una invalidità macropermanente.

5 azionare le proprie ragioni nei confronti di soggetti diversi dal proprio assicuratore ( 7 ). Per talaltri l art. 149 cod. ass. non avrebbe, in alcun modo, inciso né sull ordinaria azione prevista dall art c.c., né sull azione diretta spettante al danneggiato nei confronti dell assicuratore del responsabile ex art. 144 cod. ass., con la conseguenza che spetta al primo scegliere se agire, o meno, nei confronti del proprio assicuratore ( 8 ). Altri, ancora, ritengono che l art. 149 cod. ass. non abbia privato il danneggiato della facoltà di agire avverso il responsabile civile del sinistro, ma abbia mutato il legittimato passivo rispetto all azione di cui all art. 144 cod. ass., individuandolo, non già nell assicuratore del responsabile, bensì nella compagnia presso la quale è assicurata la vittima. A dirimere la vexata quaestio è intervenuta la Corte costituzionale, per la quale l art. 149 cod. ass. non avrebbe privato la vittima dell azione di cui all art c.c. nei confronti del proprietario o del conducente del veicolo responsabile ( 9 ), né, tantomeno, dell azione diretta ex art. 144 cod. ass. nei confronti dell assicuratore del responsabile ( 10 ). Alla luce dell interpretazione fornita dalla Consulta sembra potersi concludere che la vittima di un sinistro stradale soggetto alla procedura di risarcimento diretto, continui ad avere due debitori solidali, vale a dire il proprio assicuratore ed il responsabile del sinistro. Il danneggiato, pertanto, può anche scegliere di convenire in giudizio solo il responsabile del sinistro, e non anche il proprio assicuratore, lasciando che sia il convenuto a prendersi la briga di chiamare in causa il proprio assicuratore della r.c.a.; va ( 7 ) Cfr. Giudice Pace Martina Franca, 27 marzo 2008, n. 165, in Arch. giur. circolaz., 2008, 547. ( 8 ) Cfr., ex plurimis, Giudice Pace Frosinone, 11 marzo 2008, n. 358, in Arch. giur. circolaz., 2008, 548. ( 9 ) Cfr. Corte cost., 13 giugno 2008, n. 205, in Foro it., 2008, I, 2742 e Corte cost., 5 novembre 2008, n. 441, in Resp. civ. e prev., 2009, 556. ( 10 ) Cfr. Corte cost., 18 giugno 2009, n. 180, in Assicurazioni, 2009, II, 2, 281.

6 da sé comunque che, in tal caso, l assicuratore del responsabile resta privo di legittimazione passiva sostanziale e processuale rispetto alla pretesa dell attore principale ( 11 ). 4. Segue: la richiesta di risarcimento. 4.1 Così come per l azione diretta nei confronti dell assicuratore del responsabile civile (art. 144 cod. ass.), anche nel sistema del c.d. indennizzo diretto (art. 149 cod. ass.), l azione proposta dal danneggiato nei confronti del proprio assicuratore è improcedibile se non è stata preceduta dalla richiesta di risarcimento del danno di cui all art. 148 cod. ass. 4.2 Primo onere del danneggiato è, pertanto, quello di richiedere il risarcimento del danno subito al proprio assicuratore, mediane lettera raccomandata con avviso di ricevimento (artt. 148, comma 1, e 145 cod. ass.), allegando la denuncia del sinistro ex art. 143 cod. ass., ovvero una minuziosa descrizione delle modalità di verificazione dello stesso (art. 8, comma 2, d.p.r. 16 gennaio 1981, n. 45). L art. 148 cod. ass. detta, in maniera minuziosa, il contenuto della richiesta di risarcimento, vale a dire: a) il codice fiscale degli aventi diritto al risarcimento; b) l indicazione del luogo, dei giorni e delle ore in cui le cose danneggiate sono disponibili per l ispezione diretta ad accertare l entità del danno; c) la descrizione delle circostanze nelle quali si è verificato il sinistro; d) l indicazione dei dati relativi all età, all attività del danneggiato, al suo reddito, all entità delle lesioni subite; e) la dichiarazione, resa dal danneggiato, di non aver diritto ad alcuna prestazione da parte di istituti che gestiscono assicurazioni sociali obbligatorie. Deve, altresì, essere accompagnata da attestazione medica comprovante l avvenuta guarigione con o senza postumi permanenti, o, in caso di decesso, dallo stato di famiglia della vittima. ( 11 ) ROSSETTI, L assicurazione obbligatoria della R.C.A., cit., 320.

7 4.3 La richiesta deve essere inviata, e pena di inefficacia, alla sede legale e direzione generale dell assicuratore, ovvero all agenzia presso la quale è stato concluso o assegnato il contratto, o al centro liquidazione danni incaricato della trattazione e, per conoscenza, anche all assicuratore del responsabile. 4.4 Dalla ricezione della richiesta l assicuratore ha precisi termini, individuati dall art. 145 cod. ass., per formulare l offerta di risarcimento al danneggiato: a) 60 giorni nei casi di sinistri con danni alle sole cose, quando non vi sia stata la costatazione amichevole (ovvero 30 giorni, in presenza di denuncia di sinistro, sottoscritta da ambedue i conducenti); b) 90 giorni nel caso di sinistri con danni a persone. 4.5 Nell ipotesi in cui il danneggiato abbia inviato una richiesta incompleta, l assicuratore dispone di 30 giorni per richiedere le necessarie integrazioni, con la conseguenza che lo spatium deliberandi di cui si è detto, decorre nuovamente dalla ricezione dell integrazione. 4.6 Qualora, ricevuta l offerta risarcitoria, il danneggiato decida di non accettare la liquidazione proposta, ovvero qualora siano decorsi i termini di legge senza che l assicuratore abbia formulato un offerta, la vittima può agire in giudizio per la tutela delle proprie ragioni. L azione diretta va proposta nei confronti dell assicuratore del danneggiato e nei confronti del responsabile del sinistro, quale litisconsorte necessario.

In caso di Incidente da circolazione

In caso di Incidente da circolazione 1. Il Risarcimento Diretto Dal 1 febbraio 2007 è in vigore, a seguito delle modifiche introdotte dal Codice delle Assicurazioni Private, la procedura di Risarcimento Diretto, applicabile a molte tipologie

Dettagli

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 18 luglio 2006, n. 254 1

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 18 luglio 2006, n. 254 1 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 18 luglio 2006, n. 254 1 Regolamento recante disciplina del risarcimento diretto dei danni derivanti dalla circolazione stradale, a norma dell'articolo 150 del decreto

Dettagli

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 18 luglio 2006, n. 254 1

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 18 luglio 2006, n. 254 1 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 18 luglio 2006, n. 254 1 Regolamento recante disciplina del risarcimento diretto dei danni derivanti dalla circolazione stradale, a norma dell'articolo 150 del decreto

Dettagli

PROCEDURA PER IL RISARCIMENTO DIRETTO:

PROCEDURA PER IL RISARCIMENTO DIRETTO: PROCEDURA PER IL RISARCIMENTO DIRETTO: La disciplina del risarcimento diretto si applica in tutte le ipotesi di danni a veicoli immatricolati in Italia e di lesioni di lieve entità al conducente, anche

Dettagli

D.P.R. 18 luglio 2006, n. 254

D.P.R. 18 luglio 2006, n. 254 397 D.P.R. 18 luglio 2006, n. 254 Art. 1 2. D.P.R. 18 luglio 2006, n. 254. Regolamento recante disciplina del risarcimento diretto dei danni derivanti dalla circolazione stradale, a norma dell articolo

Dettagli

Federazione Lavoratori Pubblici e Funzioni Pubbliche. Centro Studi e Documentazione

Federazione Lavoratori Pubblici e Funzioni Pubbliche. Centro Studi e Documentazione Federazione Lavoratori Pubblici e Funzioni Pubbliche Centro Studi e Documentazione 00187 ROMA Via Piave 61 sito internet: www.flp.it Email: flp@flp.it tel. 06/42000358 06/42010899 fax. 06/42010628 Segreteria

Dettagli

RISARCIMENTO DIRETTO: ACCORCIAMO LE DISTANZE

RISARCIMENTO DIRETTO: ACCORCIAMO LE DISTANZE Fonte Ania RISARCIMENTO DIRETTO: ACCORCIAMO LE DISTANZE COSA E IL RISARCIMENTO DIRETTO Il risarcimento diretto è la nuova procedura di rimborso assicurativo che dal 1 febbraio 2007 in caso di incidente

Dettagli

IL RISARCIMENTO DIRETTO IN BREVE

IL RISARCIMENTO DIRETTO IN BREVE IL RISARCIMENTO DIRETTO IN BREVE CHE COSA È IL RISARCIMENTO DIRETTO Il risarcimento diretto è la nuova procedura di rimborso assicurativo che dal 1 febbraio 2007 in caso di incidente stradale consente

Dettagli

1) Risarcimento Diretto

1) Risarcimento Diretto 1) Risarcimento Diretto Cos'è È la nuova procedura di rimborso assicurativo, in vigore dal 1 febbraio 2007, che in caso di incidente stradale ti consente di ottenere il risarcimento direttamente dalla

Dettagli

INDICE. Che cos è l indennizzo diretto? Il modulo blu di constatazione amichevole: ecco cosa scrivere! La richiesta di risarcimento

INDICE. Che cos è l indennizzo diretto? Il modulo blu di constatazione amichevole: ecco cosa scrivere! La richiesta di risarcimento INDICE 03 04 05 06 07 08 Che cos è l indennizzo diretto? Il modulo blu di constatazione amichevole: ecco cosa scrivere! La richiesta di risarcimento Come e quando disdire la polizza rca Esempio di disdetta

Dettagli

CIRCOLARE N. 303 del 2 Giugno 1997

CIRCOLARE N. 303 del 2 Giugno 1997 CIRCOLARE N. 303 del 2 Giugno 1997 OGGETTO: art. 123 del decreto legislativo n. 175 del 17 marzo 1995: obblighi di informativa nei contratti di assicurazione diretta diversa dalla assicurazione sulla vita.

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Capitolo I LA FASE STRAGIUDIZIALE. F004 Denuncia di sinistro ex art. 143 D.Lgs. n. 209/ 2005 (I ipotesi)... Pag.

INDICE SOMMARIO. Capitolo I LA FASE STRAGIUDIZIALE. F004 Denuncia di sinistro ex art. 143 D.Lgs. n. 209/ 2005 (I ipotesi)... Pag. Capitolo I LA FASE STRAGIUDIZIALE F001 Denuncia di sinistro ex art. 143 D.Lgs. n. 209/ 2005 (I ipotesi)... Pag. 3 F002 Denuncia di sinistro ex art. 143 D.Lgs. n. 209/ 2005 (II ipotesi)...» 4 F003 Denuncia

Dettagli

Articolo 1 Definizioni

Articolo 1 Definizioni DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 18 luglio 2006, n.254 Regolamento recante disciplina del risarcimento diretto dei danni derivanti dalla circolazione stradale, a norma dell'articolo 150 del decreto

Dettagli

INDICE. Schemi. Prefazione... XIII VII

INDICE. Schemi. Prefazione... XIII VII INDICE Prefazione... XIII Schemi I IL CONTRATTO DI ASSICURAZIONE... 3 1 Contratto di assicurazione in generale (art. 1882 c.c.)... 15 2 Contratto di assicurazione obbligatoria R.C.A. (art. 1917 c.c.)...

Dettagli

COMUNE DI VALVERDE (Provincia di Catania)

COMUNE DI VALVERDE (Provincia di Catania) REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELLE RICHIESTE DI RISARCIMEN- TO DANNI DERIVANTI DA RESPONSABILITÀ CIVILE VERSO TERZI (Approvato con delibera del Consiglio Comunale n. 9 del 17/03/2014) Sommario

Dettagli

CAMPER CLUB LA GRANDA www.camperclublagranda.it beppe@cnnet.it

CAMPER CLUB LA GRANDA www.camperclublagranda.it beppe@cnnet.it CAMPER CLUB LA GRANDA www.camperclublagranda.it beppe@cnnet.it ASSICURAZIONI:MODELLO AMICHEVOLE DI RISARCIMENTO, IL TESTO DELLA NUOVA CONVENZIONE Dal 1 giugno 2004 modello amichevole per risarcimento danni

Dettagli

POLIZZA AUTO. Nota informativa

POLIZZA AUTO. Nota informativa POLIZZA AUTO Nota informativa La presente nota informativa è stata predisposta dall impresa Credemassicurazioni S.p.A. in conformità alle indicazioni contenute nel D.Lgs. 7 settembre 2005, n. 209, nelle

Dettagli

C O M U N E D I S E N O R B Ì Provincia di Cagliari

C O M U N E D I S E N O R B Ì Provincia di Cagliari C O M U N E D I S E N O R B Ì Provincia di Cagliari REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE RICHIESTE DI RISARCIMENTO DANNI RESPONSABILITA CIVILE VERSO TERZI Approvato con delibera di Giunta Comunale n. 159

Dettagli

DESIGNAZIONE DEL LEGALE DI FIDUCIA PER LA FASE STRAGIUDIZIALE (art. 4, D.L.vo 4 marzo 2010, n. 28)

DESIGNAZIONE DEL LEGALE DI FIDUCIA PER LA FASE STRAGIUDIZIALE (art. 4, D.L.vo 4 marzo 2010, n. 28) Formula 1 LA FASE STRAGIUDIZIALE 75 FORMULA 1 DESIGNAZIONE DEL LEGALE DI FIDUCIA PER LA FASE STRAGIUDIZIALE (art. 4, D.L.vo 4 marzo 2010, n. 28) Io sottoscritto..., nato a... il... e residente in... via...

Dettagli

Condizioni di assicurazione

Condizioni di assicurazione Mod. 5251 RCA - Ed. 08/14 Autovetture Condizioni di assicurazione 1 di 96 2 di 96 1.1 DECORRENZA DELLA GARANZIA E PAGAMENTO DEL PREMIO L assicurazione ha effetto dal giorno e dall ora indicati in polizza

Dettagli

FORMULA 3. RICHIESTA DI RISARCIMENTO DANNI ORDINARIA (sinistro con postumi permanenti superiori al 9%) (art. 148 D.L.vo 7 settembre 2005, n.

FORMULA 3. RICHIESTA DI RISARCIMENTO DANNI ORDINARIA (sinistro con postumi permanenti superiori al 9%) (art. 148 D.L.vo 7 settembre 2005, n. 74 Formulario della circolazione stradale Formula 3 FORMULA 3 RICHIESTA DI RISARCIMENTO DANNI ORDINARIA (sinistro con postumi permanenti superiori al 9%) (art. 148 D.L.vo 7 settembre 2005, n. 209) Vi scrivo

Dettagli

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 2260

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 2260 Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 2260 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa dei senatori SANGALLI, BUBBICO e FIORONI COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 5 LUGLIO 2010 Modifiche al codice delle assicurazioni

Dettagli

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA D.P.R. 18-7-2006 n. 254 Regolamento recante disciplina del risarcimento diretto dei danni derivanti dalla circolazione stradale, a norma dell'articolo 150 del D.Lgs. 7 settembre 2005, n. 209 - Codice delle

Dettagli

RISARCIMENTO DIRETTO

RISARCIMENTO DIRETTO RISARCIMENTO DIRETTO QUELLO CHE SI DEVE SAPERE E FARE DIVISIONE SPECIALE RC AUTO A cura di Andrea Caldirola Responsabile Ufficio Sinistri Gruppo Assiteca indiceindiceindiceindic Andrea Caldirola Responsabile

Dettagli

III 4159, 10.6. 2011 (13.6.2011), GU

III 4159, 10.6. 2011 (13.6.2011), GU Tribunale di Torino, Sez. III Civile, n 4159, 10.6. 2011 (13.6.2011), GU Paola Ferrero. Appellante Real srl (avv. Arcudi), appellata Aurora spa e altri (avv. Fossati). Assicurazione RC Auto. Azione diretta

Dettagli

INDICE SOMMARIO CAPITOLO I CIRCOLAZIONE STRADALE E PROFILI DI RESPONSABILITÀ CIVILE. Sezione I LA FASE STRAGIUDIZIALE

INDICE SOMMARIO CAPITOLO I CIRCOLAZIONE STRADALE E PROFILI DI RESPONSABILITÀ CIVILE. Sezione I LA FASE STRAGIUDIZIALE INDICE SOMMARIO CAPITOLO I CIRCOLAZIONE STRADALE E PROFILI DI RESPONSABILITÀ CIVILE Sezione I LA FASE STRAGIUDIZIALE 1. La denuncia di sinistro... Pag. 3 2. La richiesta di informazioni ai sensi dell art.

Dettagli

RISOLUZIONE N. 124/E. Roma 07 novembre 2006

RISOLUZIONE N. 124/E. Roma 07 novembre 2006 , Direzione Centrale Normativa e Contenzioso RISOLUZIONE N. 124/E Roma 07 novembre 2006 Oggetto: Istanza di interpello Articolo 152 del Testo Unico delle Imposte sul Reddito, approvato con Decreto del

Dettagli

F.A.Q. DOMANDE FREQUENTI (breve guida alle denunce infortuni rimborso spese mediche responsabilità)

F.A.Q. DOMANDE FREQUENTI (breve guida alle denunce infortuni rimborso spese mediche responsabilità) F.A.Q. DOMANDE FREQUENTI (breve guida alle denunce infortuni rimborso spese mediche responsabilità) I N D I C E 1. Cos è l infortunio e quando possiamo dire di essere di fronte ad un infortunio? 2 2. Quando

Dettagli

C O M U N E D I CARAGLIO Provincia di Cuneo REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE RICHIESTE DI RISARCIMENTO DANNI DA RESPONSABILITA CIVILE VERSO TERZI

C O M U N E D I CARAGLIO Provincia di Cuneo REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE RICHIESTE DI RISARCIMENTO DANNI DA RESPONSABILITA CIVILE VERSO TERZI C O M U N E D I CARAGLIO Provincia di Cuneo REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE RICHIESTE DI RISARCIMENTO DANNI DA RESPONSABILITA CIVILE VERSO TERZI Approvato con delibera del Consiglio Comunale n. 33

Dettagli

DECRETO DEL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO 29 ottobre 2008, n. 191 1

DECRETO DEL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO 29 ottobre 2008, n. 191 1 DECRETO DEL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO 29 ottobre 2008, n. 191 1 Regolamento concernente: «Disciplina del diritto di accesso dei contraenti e dei danneggiati agli atti delle imprese di assicurazione

Dettagli

Il risarcimento diretto

Il risarcimento diretto 3 Il risarcimento diretto La legge n. 254/2006 dichiara che per alcuni tipi di sinistri, avvenuti dal 1 febbraio 2007, le assicurazioni sono obbligate ad applicare il risarcimento diretto. Il risarcimento

Dettagli

Le procedure stragiudiziali per il risarcimento del danno

Le procedure stragiudiziali per il risarcimento del danno 115 Capitolo VI Le procedure stragiudiziali per il risarcimento del danno Sommario: 1. La denuncia di sinistro - 2. La procedura di risarcimento ordinario - 3. La procedura di risarcimento a favore dei

Dettagli

AZIONE ORDINARIA E D'INDENNIZZO DIRETTO: POSSIBILE IL CUMULO? Giudice di Pace di Maddaloni, 4 febbraio 2013 commento e testo

AZIONE ORDINARIA E D'INDENNIZZO DIRETTO: POSSIBILE IL CUMULO? Giudice di Pace di Maddaloni, 4 febbraio 2013 commento e testo AZIONE ORDINARIA E D'INDENNIZZO DIRETTO: POSSIBILE IL CUMULO? Giudice di Pace di Maddaloni, 4 febbraio 2013 commento e testo Diritto e processo.com Antonio Spallieri, avvocato del foro di S. Maria C.V.

Dettagli

L urto nella navigazione da diporto Inquadramento della disciplina ed aspetti applicativi

L urto nella navigazione da diporto Inquadramento della disciplina ed aspetti applicativi L urto nella navigazione da diporto Inquadramento della disciplina ed aspetti applicativi Avv. Enrico Mordiglia Studio Legale Mordiglia Genova - Milano Inquadramento normativo > Codice della nautica da

Dettagli

COMUNE DI GARLENDA Provincia di Savona REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE RICHIESTE DI RISARCIMENTO DANNI RESPONSABILITA CIVILE VERSO TERZI

COMUNE DI GARLENDA Provincia di Savona REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE RICHIESTE DI RISARCIMENTO DANNI RESPONSABILITA CIVILE VERSO TERZI COMUNE DI GARLENDA Provincia di Savona REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE RICHIESTE DI RISARCIMENTO DANNI RESPONSABILITA CIVILE VERSO TERZI Approvato con delibera di Consiglio Comunale n. del 1 Sommario

Dettagli

La procedura di risarcimento diretto. Problemi pratici (artt. 1, 5, 6, 9, 11, 13, D.P.R. 18.7.2006, n. 254)

La procedura di risarcimento diretto. Problemi pratici (artt. 1, 5, 6, 9, 11, 13, D.P.R. 18.7.2006, n. 254) La procedura di risarcimento diretto. Problemi pratici (artt. 1, 5, 6, 9, 11, 13, D.P.R. 18.7.2006, n. 254) Norma di riferimento: Art. 1, D.P.R. 18.7.2006, n. 254 Definizioni 1 [1] Ai fini del presente

Dettagli

INDENNIZZO DIRETTO ORDINANZA N. 205 ANNO 2008

INDENNIZZO DIRETTO ORDINANZA N. 205 ANNO 2008 INDENNIZZO DIRETTO ORDINANZA N. 205 ANNO 2008 REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA CORTE COSTITUZIONALE composta dai Signori: Franco BILE Presidente Giovanni Maria FLICK Giudice Francesco

Dettagli

RISOLUZIONE N. 190/E QUESITO

RISOLUZIONE N. 190/E QUESITO RISOLUZIONE N. 190/E Roma, 08 maggio 2008 Direzione Centrale Normativa e Contenzioso OGGETTO: Art. 10, comma 1, nn. 2) e 9), D.P.R. n. 633 del 1972. Esenzioni IVA. Regime dell Intermediazione nell ambito

Dettagli

L ISVAP. (Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo)

L ISVAP. (Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo) REGOLAMENTO N. 4 DEL 9 AGOSTO 2006 REGOLAMENTO CONCERNENTE GLI OBBLIGHI INFORMATIVI A CARICO DELLE IMPRESE IN OCCASIONE DI CIASCUNA SCADENZA ANNUALE DEI CONTRATTI R.C.AUTO DI CUI AL TITOLO XIV (VIGILANZA

Dettagli

INDICE SOMMARIO CAPITOLO I LA SPECIALE DISCIPLINA DELLA RESPONSABILITÀ PER I DANNI DA INFORTUNIO

INDICE SOMMARIO CAPITOLO I LA SPECIALE DISCIPLINA DELLA RESPONSABILITÀ PER I DANNI DA INFORTUNIO Premessa..................................... pag. IX CAPITOLO I LA SPECIALE DISCIPLINA DELLA RESPONSABILITÀ PER I DANNI DA INFORTUNIO 1. Previdenza, prevenzione e responsabilità per il rischio del lavoro.

Dettagli

ISTRUZIONI E ADEMPIMENTI A CARICO DEI PROFESSIONISTI PER LA RICHIESTA DELL ABILITAZIONE AL RILASCIO DEL VISTO DI CONFORMITA

ISTRUZIONI E ADEMPIMENTI A CARICO DEI PROFESSIONISTI PER LA RICHIESTA DELL ABILITAZIONE AL RILASCIO DEL VISTO DI CONFORMITA Direzione Regionale della Toscana Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi ISTRUZIONI E ADEMPIMENTI A CARICO DEI PROFESSIONISTI PER LA RICHIESTA DELL ABILITAZIONE AL RILASCIO DEL VISTO DI

Dettagli

DECRETO LIBERALIZZAZIONI (D.L. 1/2012) E L RCA

DECRETO LIBERALIZZAZIONI (D.L. 1/2012) E L RCA IL DECRETO LIBERALIZZAZIONI (D.L. 1/2012) E L RCA IL DECRETO LIBERALIZZAZIONI E L RCA Il c.d. decreto liberalizzazioni (D.L. 1/2012) interessa anche l RCA e, per essa, tutti gli operatori del settore,

Dettagli

Guida per l assicurato AXA sul RISARCIMENTO DIRETTO

Guida per l assicurato AXA sul RISARCIMENTO DIRETTO Guida per l assicurato AXA sul RISARCIMENTO DIRETTO 1 INDICE - Che cosa cambia in pratica con il risarcimento diretto? - Cosa è utile fare al momento del sinistro? - Come fare a denunciare l incidente?

Dettagli

BENVENUTI LIQUIDAZIONE DEL DANNO IN ITALIA DA INCIDENTE STRADALE CAUSATO DA UN VEICOLO STRANIERO. Ricci

BENVENUTI LIQUIDAZIONE DEL DANNO IN ITALIA DA INCIDENTE STRADALE CAUSATO DA UN VEICOLO STRANIERO. Ricci BENVENUTI LIQUIDAZIONE DEL DANNO IN ITALIA DA INCIDENTE STRADALE CAUSATO DA UN VEICOLO STRANIERO IL BUREAU ITALIANO UCI SCARL FUNZIONAMENTO BUREAU CARTA VERDE - CARTA ROSA CONVENZIONI INTERNAZIONALI EVOLUZIONE

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE ASSICURAZIONE INFORTUNI SINDACO E CONSIGLIO

CAPITOLATO SPECIALE ASSICURAZIONE INFORTUNI SINDACO E CONSIGLIO CAPITOLATO SPECIALE ASSICURAZIONE INFORTUNI SINDACO E CONSIGLIO ENTE CONTRAENTE: COMUNE DI B I B B I E N A Decorrenza: dalle ore 24 del 30 Giugno 2010 Scadenza: alle ore 24 del 30 Giugno 2012 1 DEFINIZIONI

Dettagli

L'ASSICURAZIONE SULLA R.C. AUTO

L'ASSICURAZIONE SULLA R.C. AUTO MARCELLO PSARO L'ASSICURAZIONE SULLA R.C. AUTO CEDAM CASA EDITRICE DOTT. ANTONIO MILANI 2003 INDICE - SOMMARIO Elenco delle principali abbreviazioni Pag. XI Parte prima DELL'OBBLIGO DELL'ASSICURAZIONE

Dettagli

Legge 12 dicembre 2002, n. 273 (S.O. n. 230/L alla G.U. 14 dicembre 2002, n. 293)

Legge 12 dicembre 2002, n. 273 (S.O. n. 230/L alla G.U. 14 dicembre 2002, n. 293) Legge 12 dicembre 2002, n. 273 (S.O. n. 230/L alla G.U. 14 dicembre 2002, n. 293) Misure per favorire l iniziativa privata e lo sviluppo della concorrenza Capo III DISPOSIZIONI IN MATERIA DI RC AUTO 1

Dettagli

ART. 1. (Disposizioni in materia di assicurazione r.c. auto)

ART. 1. (Disposizioni in materia di assicurazione r.c. auto) SCHEMA DI DISEGNO DI LEGGE RECANTE DISPOSIZIONI IN MATERIA DI ASSICURAZIONE R.C. AUTO ART. 1 (Disposizioni in materia di assicurazione r.c. auto) 1. Al decreto legislativo 7 settembre 2005, n. 209, e successive

Dettagli

CIRCOLARE N. 19/E. OGGETTO: Aumento dell aliquota dell imposta sostitutiva sui finanziamenti di cui al decreto legge 12 luglio 2004, n. 168.

CIRCOLARE N. 19/E. OGGETTO: Aumento dell aliquota dell imposta sostitutiva sui finanziamenti di cui al decreto legge 12 luglio 2004, n. 168. Direzione Centrale Normativa e Contenzioso CIRCOLARE N. 19/E Roma, 09 maggio 2005 OGGETTO: Aumento dell aliquota dell imposta sostitutiva sui finanziamenti di cui al decreto legge 12 luglio 2004, n. 168.

Dettagli

Agevolazioni al trasferimento del portafoglio e del personale delle imprese di assicurazione poste in liquidazione coatta amministrativa

Agevolazioni al trasferimento del portafoglio e del personale delle imprese di assicurazione poste in liquidazione coatta amministrativa D.L. 26 settembre 1978, n. 576 convertito, con modificazioni, nella L. 24 novembre 1978, n. 738 (G.U. 28 settembre 1978, n. 272; G.U. 25 novembre 1978, n. 330) Agevolazioni al trasferimento del portafoglio

Dettagli

Decreto-legge sulle liberalizzazioni: le novità in materia di circolazione e trasporti

Decreto-legge sulle liberalizzazioni: le novità in materia di circolazione e trasporti Decreto-legge sulle liberalizzazioni: le novità in materia di circolazione e trasporti Nei giorni scorsi il governo ha approvato in consiglio dei ministri il testo del decreto legge relativo alle liberalizzazioni

Dettagli

a cura di Simone Cattaneo (avvocato)

a cura di Simone Cattaneo (avvocato) a cura di Simone Cattaneo (avvocato) Oggetto: E davvero così onerosa e complessa la materia del risarcimento del danno da circolazione stradale? Note critiche a Cass. n. 11606/05 in tema di spese legali.

Dettagli

RISOLUZIONE N. 211/E

RISOLUZIONE N. 211/E RISOLUZIONE N. 211/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma,11 agosto 2009 OGGETTO: Sanzioni amministrative per l utilizzo di lavoratori irregolari Principio del favor rei 1. Premessa Al fine

Dettagli

VADEMECUM PER OTTENERE L ABILITAZIONE AL RILASCIO DEL VISTO DI CONFORMITA

VADEMECUM PER OTTENERE L ABILITAZIONE AL RILASCIO DEL VISTO DI CONFORMITA Direzione Regionale del Veneto Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi VADEMECUM PER OTTENERE L ABILITAZIONE AL RILASCIO DEL VISTO DI CONFORMITA Il visto di conformità, disciplinato dall

Dettagli

VADEMECUM PER OTTENERE L ABILITAZIONE AL RILASCIO DEL VISTO DI CONFORMITA

VADEMECUM PER OTTENERE L ABILITAZIONE AL RILASCIO DEL VISTO DI CONFORMITA Direzione Regionale del Veneto Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi VADEMECUM PER OTTENERE L ABILITAZIONE AL RILASCIO DEL VISTO DI CONFORMITA Il visto di conformità, disciplinato dall

Dettagli

Circolare n. 4/2013 del 16 luglio 2013. L entrata della Croazia nell Unione Europea e la prova delle cessioni intracomunitarie

Circolare n. 4/2013 del 16 luglio 2013. L entrata della Croazia nell Unione Europea e la prova delle cessioni intracomunitarie Circolare n. 4/2013 del 16 luglio 2013 L entrata della Croazia nell Unione Europea e la prova delle cessioni intracomunitarie Con la presente circolare informativa si intende trattare l ingresso della

Dettagli

La denuncia di sinistro

La denuncia di sinistro Capitolo 1 La denuncia di sinistro Bibliografia: Legislazione: C. BUZZONE-M. CURTI, Formulario RC auto, Ipsoa, Milano 2006. D.P.R. n. 254/2006. La denuncia di sinistro ha lo scopo di portare all attenzione

Dettagli

OPODO int Zero Gap 201012 pag. 1 di 6

OPODO int Zero Gap 201012 pag. 1 di 6 OPODO int Zero Gap 201012 pag. 1 di 6 Caratteristiche del prodotto OPODO e MONDIAL ASSISTANCE sono lieti di offrirvi una copertura assicurativa per il noleggio del veicolo prenotato sul sito web di OPODO.

Dettagli

PARTE ATTIVANTE LA MEDIAZIONE. A) Dati Indirizzo telefono cell. fax e-mail/p.e.c. B) Dati Indirizzo telefono cell. fax e-mail/p.e.c.

PARTE ATTIVANTE LA MEDIAZIONE. A) Dati Indirizzo telefono cell. fax e-mail/p.e.c. B) Dati Indirizzo telefono cell. fax e-mail/p.e.c. pag. 1/4 da inviare a Concormedia S.r.l. Via Alberico II, 4-00193 Roma - via fax al numero +39 06 36002521 o all indirizzo i nfo@concormedia. it o presso una delle sedi secondarie dell'organismo indicate

Dettagli

Redatto da Euroconsul s.r.l.. Tutti i diritti sono riservati

Redatto da Euroconsul s.r.l.. Tutti i diritti sono riservati La Responsabiilliità Verso ii Prestatorii d Opera Studio Assicurativo Redatto da Euroconsul s.r.l.. Tutti i diritti sono riservati La copertura R.C.O. La Ratio della Garanzia RCO Non sempre è chiaro per

Dettagli

POLIZZA NAUTICA. per l assicurazione di unità da diporto

POLIZZA NAUTICA. per l assicurazione di unità da diporto POLIZZA NAUTICA per l assicurazione di unità da diporto Condizioni di Assicurazione Sommario 1 Definizioni 2 Condizioni Generali di Assicurazione valide per tutte le garanzie 3 Garanzie: Responsabilità

Dettagli

Legge 5 marzo 2001, n. 57 (G.U. 20 marzo 2001, n. 66) Disposizioni in materia di apertura e regolazione dei mercati TITOLO I REGOLAZIONE DEI MERCATI

Legge 5 marzo 2001, n. 57 (G.U. 20 marzo 2001, n. 66) Disposizioni in materia di apertura e regolazione dei mercati TITOLO I REGOLAZIONE DEI MERCATI Legge 5 marzo 2001, n. 57 (G.U. 20 marzo 2001, n. 66) Disposizioni in materia di apertura e regolazione dei mercati TITOLO I REGOLAZIONE DEI MERCATI Capo I INTERVENTI NEL SETTORE ASSICURATIVO Art. 1. (Norme

Dettagli

D.LGS. 7 SETTEMBRE 2005, N. 209 CODICE DELLE ASSICURAZIONI PRIVATE

D.LGS. 7 SETTEMBRE 2005, N. 209 CODICE DELLE ASSICURAZIONI PRIVATE INDICE Avvertenza... Elenco delle abbreviazioni.... V XVII D.LGS. 7 SETTEMBRE 2005, N. 209 CODICE DELLE ASSICURAZIONI PRIVATE PARTE PRIMA ASSICURAZIONE OBBLIGATORIA DEI VEICOLI E DEI NATANTI OBBLIGO DI

Dettagli

S.I.S.Di.C. - Commissione Responsabilità civile DISEGNO DI LEGGE. Norme sulla riparazione e prevenzione dei danni da attività sanitaria

S.I.S.Di.C. - Commissione Responsabilità civile DISEGNO DI LEGGE. Norme sulla riparazione e prevenzione dei danni da attività sanitaria S.I.S.Di.C. - Commissione Responsabilità civile DISEGNO DI LEGGE Norme sulla riparazione e prevenzione dei danni da attività sanitaria Art. 1 Responsabilità per danni da attività sanitaria 1. Le aziende

Dettagli

DELIBERA N. 33/12/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA. STUDIO MCM XXX / EUTELIA XXX in XXX IL CORECOM LAZIO

DELIBERA N. 33/12/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA. STUDIO MCM XXX / EUTELIA XXX in XXX IL CORECOM LAZIO DELIBERA N. 33/12/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA STUDIO MCM XXX / EUTELIA XXX in XXX IL CORECOM LAZIO NELLA riunione del Comitato Regionale per le Comunicazioni del Lazio (di seguito, per brevità,

Dettagli

MODULO I TITOLO X CAPI III E IV CODICE DELLE ASSICURAZIONI

MODULO I TITOLO X CAPI III E IV CODICE DELLE ASSICURAZIONI Avv. Filippo Martini MODULO I LE PROCEDURE DI LIQUIDAZIONE DEL DANNO NEL NUOVO CODICE DELLE ASSICURAZIONI LA QUESTIONE DELLA FACOLTATIVITA DELLE AZIONI PER IL RISARCIMENTO DEL DANNO ALLA PERSONA (LA SENTENZA

Dettagli

INDICE SOMMARIO PARTE PRIMA

INDICE SOMMARIO PARTE PRIMA INDICE SOMMARIO Prefazione........................................ 1 PARTE PRIMA TESTO DELLA LEGGE 24 DICEMBRE 1969 N. 990, come modificato dal D.L. 23 dicembre 1976 n. 857, convertito, con modificazioni,

Dettagli

LA FASE STRAGIUDIZIALE

LA FASE STRAGIUDIZIALE INDICE SOMMARIO Presentazione... 5 Normativa di riferimento LA FASE STRAGIUDIZIALE 1. Provv. (Isvap) 13 dicembre 2002, n. 2136. Approvazione del modulo di denuncia di sinistro per l assicurazione obbligatoria

Dettagli

L obbligo del tentativo di mediazione nelle controversie relative al risarcimento del

L obbligo del tentativo di mediazione nelle controversie relative al risarcimento del L obbligo del tentativo di mediazione nelle controversie relative al risarcimento del danno da sinistro stradale: criticità e dubbi interpretativi. Tra le materie per le quali è previsto il tentativo obbligatorio

Dettagli

COMUNE DI BARI SARDO PROVINCIA OGLIASTRA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

COMUNE DI BARI SARDO PROVINCIA OGLIASTRA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COMUNE DI BARI SARDO PROVINCIA OGLIASTRA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 73 di Reg. Data 10/8/2015 OGGETTO: Gestione sinistri stradali. Integrazione deliberazione Giunta Comunale n. 64 del 25.6.2015.

Dettagli

RISOLUZIONE N. 195/E

RISOLUZIONE N. 195/E RISOLUZIONE N. 195/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 16 maggio 2008 OGGETTO: Istanza di interpello - ART.11, legge 27 luglio 2000, n. 212. Modalità di esercizio delle variazioni IVA in

Dettagli

e, per conoscenza, OGGETTO: Computo nella gestione separata - articolo 3 D.M. 2 maggio 1996, n. 282 Riepilogo istruzioni ed ulteriori chiarimenti.

e, per conoscenza, OGGETTO: Computo nella gestione separata - articolo 3 D.M. 2 maggio 1996, n. 282 Riepilogo istruzioni ed ulteriori chiarimenti. Direzione Centrale Pensioni Roma, 18/11/2015 Circolare n. 184 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici dei Rami professionali Al

Dettagli

RISOLUZIONE N. 90 /E

RISOLUZIONE N. 90 /E RISOLUZIONE N. 90 /E Direzione Centrale Normativa Roma, 17 ottobre 2014 OGGETTO: Interpello Acquisto per usucapione di beni immobili Applicabilità delle agevolazioni prima casa. Con l interpello in esame,

Dettagli

LA LIQUIDAZIONE DEI DANNI NELL ASSICURAZIONE R.C. AUTO

LA LIQUIDAZIONE DEI DANNI NELL ASSICURAZIONE R.C. AUTO TRASPARENZA E QUALITÀ LA LIQUIDAZIONE DEI DANNI NELL ASSICURAZIONE R.C. AUTO Edizione 2002 La guida pratica alle procedure di risarcimento per l utente r.c. auto Documento realizzato da: Associazione Indipendente

Dettagli

COMUNE DI TREVIOLO Provincia di Bergamo DISCIPLINARE PER LA GESTIONE DELLE RICHIESTE DI RISARCIMENTO DANNI DA RESPONSABILITA CIVILE

COMUNE DI TREVIOLO Provincia di Bergamo DISCIPLINARE PER LA GESTIONE DELLE RICHIESTE DI RISARCIMENTO DANNI DA RESPONSABILITA CIVILE COMUNE DI TREVIOLO Provincia di Bergamo DISCIPLINARE PER LA GESTIONE DELLE RICHIESTE DI RISARCIMENTO DANNI DA RESPONSABILITA CIVILE Approvato con Deliberazione della Giunta Comunale n. 48 del 9 aprile

Dettagli

L ISVAP. (Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo)

L ISVAP. (Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo) REGOLAMENTO N. 4 DEL 9 AGOSTO 2006 REGOLAMENTO CONCERNENTE GLI OBBLIGHI INFORMATIVI A CARICO DELLE IMPRESE IN OCCASIONE DI CIASCUNA SCADENZA ANNUALE DEI CONTRATTI R.C.AUTO DI CUI AL TITOLO XIV (VIGILANZA

Dettagli

Avv. Sergio Maria Battaglia. Docente AIRA Associazione Italiana Responsabili Antiriciclaggio Roma, 28 marzo 2009

Avv. Sergio Maria Battaglia. Docente AIRA Associazione Italiana Responsabili Antiriciclaggio Roma, 28 marzo 2009 Avv. Sergio Maria Battaglia Docente AIRA Associazione Italiana Responsabili Antiriciclaggio Roma, 28 marzo 2009 I profili di responsabilità nei rapporti banca cliente La violazione degli obblighi Biennio

Dettagli

L ASSICURAZIONE R.C. AUTO PRINCIPI GENERALI

L ASSICURAZIONE R.C. AUTO PRINCIPI GENERALI L ASSICURAZIONE R.C. AUTO PRINCIPI GENERALI Vittorio Verdone Direttore Auto, Distribuzione, Consumatori e Servizi Informatici -ANIA Università LUISS Guido Carli Roma, 25 ottobre 2010 1 PROGRAMMA DEI LAVORI

Dettagli

LA LIQUIDAZIONE DEI DANNI NELL ASSICURAZIONE R.C. AUTO

LA LIQUIDAZIONE DEI DANNI NELL ASSICURAZIONE R.C. AUTO TRASPARENZA E QUALITÀ LA LIQUIDAZIONE DEI DANNI NELL ASSICURAZIONE R.C. AUTO Terza Edizione La guida pratica alle procedure di risarcimento per l utente r.c. auto Documento realizzato da: ADICONSUM Questo

Dettagli

CIRCOLARE N. 8/2007. DESTINATARI: Direzioni Centrali, Direzioni Regionali, Uffici Provinciali CIRCOLARI DELL ENTE MODIFICATE: nessuna

CIRCOLARE N. 8/2007. DESTINATARI: Direzioni Centrali, Direzioni Regionali, Uffici Provinciali CIRCOLARI DELL ENTE MODIFICATE: nessuna CIRCOLARE N. 8/2007 PROT. n. 49031 ENTE EMITTENTE: Direzione Agenzia del Territorio. OGGETTO: Contenzioso tributario - Riassunzione del giudizio a seguito di sentenze della Corte di Cassazione - Effetti

Dettagli

L Istituto Nazionale per l Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro (in seguito denominato, per brevità, INAIL) nella persona del

L Istituto Nazionale per l Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro (in seguito denominato, per brevità, INAIL) nella persona del CONVENZIONE TRA L INAIL E L INPS PER L EROGAZIONE DELLA INDENNITA PER INABILITA TEMPORANEA ASSOLUTA DA INFORTUNIO SUL LAVORO, DA MALATTIA PROFESSIONALE E DA MALATTIA COMUNE NEI CASI DI DUBBIA COMPETENZA

Dettagli

ALCUNE RIFLESSIONI SULLA CIRCOLARE N. 51/E DEL 28 NOVEMBRE 2011 DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

ALCUNE RIFLESSIONI SULLA CIRCOLARE N. 51/E DEL 28 NOVEMBRE 2011 DELL AGENZIA DELLE ENTRATE ALCUNE RIFLESSIONI SULLA CIRCOLARE N. 51/E DEL 28 NOVEMBRE 2011 DELL AGENZIA DELLE ENTRATE E di pochi giorni fa la circolare n. 51/E emessa dall Agenzia delle Entrate, con la quale si chiariscono i requisiti

Dettagli

POLIZZA PER L ASSICURAZIONE DELLA RESPONSABILITÀ CIVILE AUTO LIBRO MATRICOLA

POLIZZA PER L ASSICURAZIONE DELLA RESPONSABILITÀ CIVILE AUTO LIBRO MATRICOLA Contraente / Ente POLIZZA PER L ASSICURAZIONE DELLA RESPONSABILITÀ CIVILE AUTO LIBRO MATRICOLA Partita I.V.A. COMUNE DI GUALTIERI 00440630358 sede legale c.a.p. Località Piazza Bentivoglio 26 42044 GUALTIERI

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELLE RICHIESTE DI RISARCIMENTO DANNI DERIVANTI DA RESPONSABILITÀ CIVILE VERSO TERZI

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELLE RICHIESTE DI RISARCIMENTO DANNI DERIVANTI DA RESPONSABILITÀ CIVILE VERSO TERZI Comune di Palombara Sabina (Provincia di Roma) C.A.P. 00018 COD.FISC. 00998690580 P.IVA 00950621003 c/c 51060002 TEL. 0774/63641 TELEFAX 0774/636469 Mail: comune@comune.palombarasabina.rm.it REGOLAMENTO

Dettagli

ATTO DI PROROGA Tra PREMESSO CHE

ATTO DI PROROGA Tra PREMESSO CHE ATTO DI PROROGA Tra Consip S.p.A., con sede legale in Roma, via Isonzo, 19/E (00198), C.F. e P.IVA 05359681003, in persona dell Amministratore Delegato, Dott. Domenico Casalino (di seguito Consip ) e Telecom

Dettagli

ALLEGATO 2 CONTRATTO DI CONVENZIONE (SCHEMA)

ALLEGATO 2 CONTRATTO DI CONVENZIONE (SCHEMA) ALLEGATO 2 CONTRATTO DI CONVENZIONE (SCHEMA) Contratto di convenzione fra le parti: - Consiglio Nazionale degli Architetti Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori, rappresentato dal.., parte d ora in

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento.

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento. Individuazione degli elementi informativi e definizione delle modalità tecniche e dei termini relativi alla trasmissione degli elenchi di cui all articolo 37, commi 8 e 9, del decreto legge 4 luglio 2006,

Dettagli

IL COLLEGIO DI ROMA. Fatto

IL COLLEGIO DI ROMA. Fatto IL COLLEGIO DI ROMA composto dai signori: Dott. Giuseppe Marziale Presidente Avv. Bruno De Carolis Membro designato dalla Banca d'italia Prof. Avv. Giuliana Scognamiglio Membro designato dalla Banca d'italia

Dettagli

Regolamento n. 13 del 6 febbraio 2008 concernente la disciplina: del certificato di assicurazione e contrassegno e del modulo di denuncia di sinistro

Regolamento n. 13 del 6 febbraio 2008 concernente la disciplina: del certificato di assicurazione e contrassegno e del modulo di denuncia di sinistro Regolamento n. 13 del 6 febbraio 2008 concernente la disciplina: del certificato di assicurazione e contrassegno e del modulo di denuncia di sinistro 1 Consolidamento della disciplina Per la maggior parte

Dettagli

STRALCIO DEI PRINCIPALI ARTICOLI DEL CODICE DELLE ASSICURAZIONI PRIVATE INERENTI L RC AUTO APPENDICE NORMATIVA

STRALCIO DEI PRINCIPALI ARTICOLI DEL CODICE DELLE ASSICURAZIONI PRIVATE INERENTI L RC AUTO APPENDICE NORMATIVA ART. 129 - SOGGETTI ESCLUSI DALL ASSICURAZIONE 1 Non e considerato terzo e non ha diritto ai benefici derivanti dal contratto di assicurazione obbligatoria il solo conducente del veicolo responsabile del

Dettagli

Prot. n. 004/01/E.20/E.20.1

Prot. n. 004/01/E.20/E.20.1 Roma, 16 gennaio 2001 Alle Aziende Associate Prot. n. 004/01/E.20/E.20.1 Circolare n. 16465 L o r o S e d i OGGETTO: Ccnl 23 maggio 2000 per i dirigenti di aziende industriali. Art. 12. Facciamo seguito

Dettagli

Fiscal News N. 111. Cartelle. Eredi obbligati solidali. La circolare di aggiornamento professionale 14.04.2014

Fiscal News N. 111. Cartelle. Eredi obbligati solidali. La circolare di aggiornamento professionale 14.04.2014 Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 111 14.04.2014 Cartelle. Eredi obbligati solidali La notifica è valida ed efficace anche se rivolta a uno soltanto degli eredi Categoria: Accertamento

Dettagli

Diritto Civile Contemporaneo

Diritto Civile Contemporaneo Diritto Civile Contemporaneo Rivista trimestrale online ad accesso gratuito ISSN 2384-8537 Anno I, numero II, luglio/settembre 2014 Le Sezioni Unite sul rapporto tra azione di rivendica ed azione di restituzione

Dettagli

MODULO DENUNCIA SINISTRO Polizza Responsabilità Civile Auto / Garanzie Accessorie

MODULO DENUNCIA SINISTRO Polizza Responsabilità Civile Auto / Garanzie Accessorie RACCOMANDATA A/R CONSEGNATO A MANO Spett.le RCAPOINT Sede di Quartu Sant Elena Via Venezia n. 25/A 09045 Quartu Sant Elena (CA) MODULO DENUNCIA SINISTRO Polizza Responsabilità Civile Auto / Garanzie Accessorie

Dettagli

Le tariffe professionali la normativa attuale e la prassi professionale 16 aprile 2014

Le tariffe professionali la normativa attuale e la prassi professionale 16 aprile 2014 Le tariffe professionali la normativa attuale e la prassi professionale 16 aprile 2014 Dr. Giuseppe Paulato Art. 2233 c.c. Il compenso, se non è convenuto dalle parti e non può essere determinato secondo

Dettagli

Medico (assi)cura te stesso. Milano - 26.3.2011 www.studiolaplacagriva.it. www.studiolaplacagriva.it

Medico (assi)cura te stesso. Milano - 26.3.2011 www.studiolaplacagriva.it. www.studiolaplacagriva.it Medico (assi)cura te stesso. Milano - 26.3.2011 AMBITO ASSICURARSI COME. CIRCA IL PROBLEMA DELLA COLPA GRAVE NELL'ORDINAMENTO GIURIDICO ITALIANO: PROBLEMI DI COPERTURA ASSICURATIVA. Responsabilità del

Dettagli

ROMA, 12 GIUGNO 2014. Gli intermediari iscritti nella sezione B del RUI

ROMA, 12 GIUGNO 2014. Gli intermediari iscritti nella sezione B del RUI ROMA, 12 GIUGNO 2014 1. I reclami concernenti l accertamento dell osservanza delle disposizioni del decreto legislativo 5 dicembre 2005, n. 252 disciplinanti la trasparenza e le modalità di offerta al

Dettagli

REGOLAMENTO n. X del XX / XXXX / 2015 L IVASS

REGOLAMENTO n. X del XX / XXXX / 2015 L IVASS REGOLAMENTO n. X del XX / XXXX / 2015 REGOLAMENTO RECANTE LA DISCIPLINA DELLA BANCA DATI ATTESTATI DI RISCHIO E DELL ATTESTAZIONE SULLO STATO DEL RISCHIO DI CUI ALL ART. 134 DEL DECRETO LEGISLATIVO 7 SETTEMBRE

Dettagli

DISCIPLINARE PER LA GESTIONE DELLE RICHIESTE DI RISARCIMENTO DANNI DA RESPONSABILITA CIVILE

DISCIPLINARE PER LA GESTIONE DELLE RICHIESTE DI RISARCIMENTO DANNI DA RESPONSABILITA CIVILE COMUNE DI FINO MORNASCO Provincia di Como Via Garibaldi n 78 Cap. 22073 codice fiscale/partita IVA 00308110139 tel. 031/ 883811 fax 031/ 8838241 e-mail: info@comune.finomornasco.co.it pec: comune.finomornasco.co@halleycert.it

Dettagli

Incidente con auto non assicurata: cosa fare? Giovedì 28 Giugno 2012 20:20

Incidente con auto non assicurata: cosa fare? Giovedì 28 Giugno 2012 20:20 In Italia circolano circa quattro milioni di vetture senza polizza assicurativa (cioè l'8% del parco auto circolante nel Bel Paese). Questo significa che, se si rimane coinvolti in un incidente stradale

Dettagli