Risultati ottenuti. Risultati ottenuti

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Risultati ottenuti. Risultati ottenuti"

Transcript

1 Capitolo XIII : Risultati ottenuti Per testare l inseguitore di forme sono stati realizzati alcuni filmati di oggetti in movimento, e scene in cui è la telecamera a muoversi in un ambiente. L algoritmo è stato inoltre testato anche su filmati in cui sia l oggetto osservato, sia la telecamera sono in movimento. Le sequenze sono state catturate tramite una telecamera Philips E-71335, di tipo web-videoconferenza, per mezzo di un frame grabber basato sul chip BT848, dotato di un bus master PCI e di un DMA controller che permettono alla scheda di trasferire i dati acquisiti direttamente alla memoria del sistema. La scheda permette l acquisizione di immagini fino a 768x576 pixel, anche se nel progetto è stata sfruttata solo circa metà di tale risoluzione (320x240 pixel) per acquisire le immagini. Il chip è dotato anche di un sistema di controllo del guadagno automatico che è possibile disattivare solo modificando la scheda su cui è montato, quindi tale dispositivo è sempre attivo. 132

2 Il frame grabber è stato installato su un PC dotato di microprocessore AMD K6 250MHz, 64Mb Ram, sistema operativo Microsoft Windows 98 e MATLAB 5.2. Sono state catturate delle sequenze video della durata media di 20 con una risoluzione di 320x240 a 16M colori e frame rate 4-5 fms. Le sequenze video catturate sono state salvate in formato avi non compresso e successivamente è stato eseguito lo spanning (1) in immagini fisse salvandole in formato bitmap standard. Non è stata rispettata nessuna particolare regola di illuminazione: alcune riprese sono state eseguite alla luce del giorno, altre illuminando con una lampada ad incandescenza, altre ancora illuminando con lampada a scarica. La scelta di queste condizioni di illuminazione associata alla non idonea messa a fuoco dell obiettivo hanno contribuito significativamente ad accrescere le difficoltà delle prove, arricchendole sicuramente di significato. I tempi di esecuzione del codice Matlab non sono riportati nella presentazione dei dati ottenuti, perché non significativi, in quanto Matlab impiega notevoli quantità di tempo per le visualizzazioni ed il trattamento ciclico dei dati che sono caratteristiche di questo ambiente di simulazione, e non verrebbero riscontrati se il codice fosse compilato in C o in assembler, inoltre durante le prove sono stati salvati su disco grandi quantità di dati utili a misurare la qualità dei risultati ottenuti. (1) I filmati sono stati divisi in sequenze di immagini fisse. 133

3 Test del moto semplice di trascinamento Il primo test eseguito riguarda un oggetto, un caricabatteria da tavolo, ripreso mentre trasla lungo l asse orizzontale in una scena con illuminazione non uniforme, su uno sfondo a basso contrasto. Nei due fotogrammi riportati si possono notare gli effetti di luce sullo sfondo, le ombre e le aberrazioni ottiche introdotte dall obiettivo della telecamera non certo di tipo professionale. Analizziamo il risultato della simulazione riportando alcuni fotogrammi della sequenza originale. 134

4 Nelle figure sono mostrati i fotogrammi 14, 29, 44, 59, 74 e 99 corrispondenti agli istanti 2.8, 5.8, 8.8, 11.8, 14.8 e 19.8 dopo il primo fotogramma. L aurea rossa attorno all oggetto è l output dell algoritmo, la precisione riscontrata nel caso di trascinamento è evidente e non richiede alcuna misura per essere riscontrata. Da notare il fatto che nell ultimo fotogramma mostrato l oggetto continua ad essere perfettamente seguito nonostante sia in parte fuori della scena e quindi non completamente osservabile. Lo stesso esperimento è stato condotto come riscontro cambiando l oggetto in movimento che è stato sostituito con una minicassa acustica da walkman. Le condizioni di illuminazione e lo sfondo sono stati volutamente mantenuti il più possibile simili all esperimento precedente allo scopo di validare i risultati ottenuti, il colore dell oggetto da tracciare è stavolta molto simile al colore dello sfondo. Le immagini a seguire mostrano i fotogrammi 15, 20, 30, 40 e 50 corrispondenti agli istanti 3.75, 5.0, 7.5, 10.0, e 12.5 della sequenza cassa1.avi catturata con frame rate 4fms. 135

5 In questo caso sono presenti delle oscillazioni del bordo inferiore dell oggetto stimate nel 2.4% della lunghezza media con un elongazione massima nel fotogramma 48 di un solo punto, pari al 6.9% della distanza baricentrica media. Le oscillazioni sono dovute al fatto che il colore dell immagine nei punti delle zone d ombra è spesso identico al colore del bordo dell oggetto. Test del moto di rototraslazione con cambiamento del fattore di scala Dimostrato che l algoritmo è in grado di seguire la posizione e la forma di un oggetto che si muove di moto di traslazione lineare, è necessario testarlo con un moto più complesso. 136

6 Le immagini che seguono mostrano un innesto a T per cavo coassiale poggiato su una superficie riflettente (lastra metallica) con parecchie imperfezioni (punti di ruggine, macchie di grasso e irregolarità nella laminazione), illuminata dalla luce del sole che viene riflesso dallo sfondo creando un elemento notevole di fastidio per l inseguitore. Il filmato è stato realizzato spostando la telecamera e lasciando fisso l oggetto. 137

7 In questo caso l oggetto ha un movimento complesso e molto rapido con parecchie oscillazioni, l inseguitore di forma subisce quindi un incidenza dell errore medio locale più alta dei casi precedenti, piuttosto evidente nel secondo, penultimo ed ultimo dei fotogrammi mostrati. Il picco di errore in questa prova però non è più elevato dei casi precedenti e raggiunge al massimo il livello del 7.8% mentre l errore medio si assesta sul valore del 4.4%. Il riscontro di funzionamento è eseguito su una sequenza differente dello stesso oggetto con sfondo differente, illuminato da una lampada ad incandescenza. Anche in questo caso le ombre presenti e l alone dalla lampada contribuiscono a rendere ostiche le condizioni di test. Le immagini a seguire mostrano i fotogrammi 15, 31, 50, 79, 104 e 132 pari agli istanti 3.0, 6.2, 10.0, 15.8, 20.8 e Il movimento dell oggetto in questo caso è più rapido rispetto ai precedenti, ma è possibile notare come ciò non influenzi negativamente l algoritmo. 138

8 Le mattonelle sullo sfondo aiutano a comprendere l entità dello zoom e quindi della variazione del fattore di scala. Un altra prova di funzionamento è stata eseguita sul filmato monitor.avi della durata di 31. La sequenza presenta le medesime difficoltà del caso precedente per quanto riguarda il moto dell oggetto da tracciare, ma in questo caso si aggiunge la difficoltà che l oggetto è appoggiato su un altro dello stesso colore e che i bordi sono spesso evanescenti, inoltre sono presenti nella scena anche altri oggetti che potrebbero influenzare il tracciatore. 139

9 Anche in questo caso sono mostrati solo alcuni fotogrammi della sequenza (per ovvi motivi d esposizione), i frames 10, 35, 60, 90, 115, 145 corrispondenti a 2, 7, 12, 18, 23, 29. Oltre alle sequenze illustrate l algoritmo è stato testato su altre sequenze, meno importanti dal punto di vista dell analisi dei risultati, ma sicuramente utili per verificare l applicabilità generale dell algoritmo. I filmati sono stati prelevati tramite la rete internet dai siti dedicati da altre università allo studio ed all analisi delle immagini di sequenze di traffico. La prima è una ripresa da terra di una colonna di automobili in transito, chiude la colonna un furgone rosso che è stato scelto come oggetto da tracciare. 140

10 In figura sono mostrati i fotogrammi 25, 45 e 70 pari a 5, 9 e 14. Anche in questo caso l algoritmo ha dimostrato di tenere bene la forma dell oggetto. La seconda sequenza riguarda una ripresa di traffico da elicottero in movimento, in questa viene seguita la sagoma del veicolo bianco nella corsia centrale. In figura sono mostrati i fotogrammi 15, 50 e 97 pari a 3, 10 e

11 In conclusione l algoritmo ha dimostrato di funzionare bene con oggetti rigidi in movimento qualsiasi nello spazio. Considerando che, così com è stato concepito, esso funziona su due dimensioni dello spazio, tutte le variazioni di forma non omogenee, derivanti da moti non uniformi e rettilinei, possono essere indubbiamente considerate trasformazioni plastiche della proiezione bidimensionale dell oggetto, a dimostrazione del fatto che l algoritmo ha un buon funzionamento nel seguire oggetti plastici. 142

INDICE. INTRODUZIONE...2 1 Scelta dell ottica...4. 2 Altezza della telecamera...5. 3 Distanza laterale della telecamera dal centro targa...

INDICE. INTRODUZIONE...2 1 Scelta dell ottica...4. 2 Altezza della telecamera...5. 3 Distanza laterale della telecamera dal centro targa... INDICE INTRODUZIONE...2 1 Scelta dell ottica...4 2 Altezza della telecamera...5 3 Distanza laterale della telecamera dal centro targa...6 4 Puntamento dell illuminatore IR...7 5 Installazione...8 6 Parametri

Dettagli

Lezione 15: Animazione

Lezione 15: Animazione Lezione 15: Animazione Informatica Multimediale Docente: Umberto Castellani Sommario Introduzione Origini Produrre animazioni Animazione tradizionale (2D) Animazione digitale 2D Animazione digitale 3D

Dettagli

MANUALE D'USO. NAVIGATOR Primi Passi

MANUALE D'USO. NAVIGATOR Primi Passi NAVIGATOR Primi Passi Guida con i Primi Passi per conoscere il software NAVIGATOR per la visualizzazione, registrazione e centralizzazione degli impianti IP Megapixel Professionali. Versione: 1.0.0.72

Dettagli

X-Sign Basic Manuale Utente

X-Sign Basic Manuale Utente X-Sign Basic Manuale Utente Copyright Copyright 2015 di BenQ Corporation. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte della presente pubblicazione può essere riprodotta, trasmessa, trascritta, salvata in

Dettagli

L analisi video Gli algoritmi più diffusi e interessanti

L analisi video Gli algoritmi più diffusi e interessanti L analisi video Gli algoritmi più diffusi e interessanti Serie vol. 0805/2010 Cos e l analisi Video? Con il termine Analisi Video si intende genericamente la capacità di un sistema di controllo video (detto

Dettagli

Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64

Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64 Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64 telecamere. I sistemi di acquisizione ed archiviazione

Dettagli

PHOTOSTORY 3.0 1. Che cos è? Requisiti di sistema

PHOTOSTORY 3.0 1. Che cos è? Requisiti di sistema PHOTOSTORY 3.0 1 Che cos è? PhotoStory 3 è un programma freeware di Microsoft che permette di animare le foto, creare effetti, zoomarle e aggiungere transizioni, scritte e titoli. Il risultato è un video

Dettagli

HD vs SD: E già ora per l alta definizione?

HD vs SD: E già ora per l alta definizione? HD vs SD: E già ora per l alta definizione? Oggi si parla molto di alta definizione: per qualcuno si tratta già di una realtà quotidiana mentre per altri sembra ancora un concetto lontano nel futuro. Quello

Dettagli

SISTEMA MOTION 5D CINEMA

SISTEMA MOTION 5D CINEMA 24/06/2013 SISTEMA MOTION 5D CINEMA Il sistema sarà costituito da: n 1 pc laptop +joystick per EDITOR n 1 pc desktop per pilotare il motion: la connessione con il PLC avverrà mediante cavo Ethernet n 1

Dettagli

PARAMETRI. Guida all installazione

PARAMETRI. Guida all installazione PARAMETRI Guida all installazione 1 INTRODUZIONE Il prodotto Parametri 2009 consente di determinare i ricavi o compensi realizzabili da parte dei contribuenti esercenti attività d impresa o arti e professioni

Dettagli

VADEMECUM PER RIPRESE VIDEO

VADEMECUM PER RIPRESE VIDEO VADEMECUM PER RIPRESE VIDEO Per promuovere una campagna di ascolto lo strumento migliore è sicuramente il video racconto. Il presente VADEMECUM fornisce alcune indicazioni tecniche e di regia, con l obiettivo

Dettagli

PARAMETRI. Guida all installazione

PARAMETRI. Guida all installazione PARAMETRI Guida all installazione Maggio 2007 1 INTRODUZIONE Il prodotto Parametri 2007 consente di determinare i ricavi o compensi realizzabili da parte dei contribuenti esercenti attività d impresa o

Dettagli

Lettura targhe con telecamere MOBOTIX

Lettura targhe con telecamere MOBOTIX Lettura targhe con telecamere MOBOTIX Premessa Le telecamere MOBOTIX non hanno a bordo un software in grado di effettuare la lettura dei caratteri della targa (OCR Optical Character Recognition) ma possono

Dettagli

Divar - Archive Player. Manual d uso

Divar - Archive Player. Manual d uso Divar - Archive Player IT Manual d uso Divar Archive Player Manuale d uso IT 1 Divar Digital Versatile Recorder Divar Archive Player Manuale d'uso Sommario Guida introduttiva.............................................

Dettagli

Analisi video intelligente

Analisi video intelligente Analisi video intelligente (versione 1.4) pag. 1 di 17 INDICE 1. PRESENTAZIONE ANALISI VIDEO... 3 2. PROSPETTIVA... 4 3. AREE DI INTERESSE... 6 4. PARAMETRI BASE... 7 5. PEOPLE DETECTOR... 10 6. PERCORSI...

Dettagli

TiAxoluteNighterAndWhiceStation

TiAxoluteNighterAndWhiceStation 09/09-01 PC Manuale d uso TiAxoluteNighterAndWhiceStation Software di configurazione Video Station 349320-349321 3 INDICE 1. Requisiti Hardware e Software 4 2. Installazione 4 3. Concetti fondamentali

Dettagli

RILEVATORE DI MOVIMENTO CON TELECAMERA INTEGRATA MANUALE D'USO

RILEVATORE DI MOVIMENTO CON TELECAMERA INTEGRATA MANUALE D'USO Tecnologia wireless facile da installare RILEVATORE DI MOVIMENTO CON TELECAMERA INTEGRATA MANUALE D'USO www.my-serenity.ch Cosa c'è nella Scatola? 1 x Rilevatore di movimento wireless con telecamera integrata

Dettagli

41126 Cognento (MODENA) Italy Via Bottego 33/A Tel: +39-(0)59 346441 Internet: http://www.aep.it E-mail: aep@aep.it Fax: +39-(0)59-346437

41126 Cognento (MODENA) Italy Via Bottego 33/A Tel: +39-(0)59 346441 Internet: http://www.aep.it E-mail: aep@aep.it Fax: +39-(0)59-346437 QUICK ANALYZER Manuale Operativo Versione 5.3 Sommario 1.0 Generalità... 2 CONTRATTO DI LICENZA... 3 2.0 Configurazione dei Canali... 4 2.1 Gestione DataLogger IdroScan... 7 3.0 Risultati di Prova... 9

Dettagli

Modulo DISPOSITIVI DI SICUREZZA E RIVELAZIONE

Modulo DISPOSITIVI DI SICUREZZA E RIVELAZIONE Facoltà di Ingegneria Master in Sicurezza e Protezione Modulo DISPOSITIVI DI SICUREZZA E RIVELAZIONE IMPIANTI DI VIDEOSORVEGLIANZA TVCC Docente Fabio Garzia Ingegneria della Sicurezza w3.uniroma1.it/sicurezza

Dettagli

Photohands. Software di ritocco e stampa per Windows. Manuale di istruzioni. Versione 1.0 K862PSM8DX

Photohands. Software di ritocco e stampa per Windows. Manuale di istruzioni. Versione 1.0 K862PSM8DX I Photohands Versione 1.0 Software di ritocco e stampa per Windows Manuale di istruzioni K862PSM8DX Windows è un marchio di fabbrica di Microsoft Corporation. Altre aziende e nomi di prodotti sono marchi

Dettagli

APERTURA DELLA CONFEZIONE DI IPCAM SECURE300R

APERTURA DELLA CONFEZIONE DI IPCAM SECURE300R Simbolo per la raccolta differenziata nei paesi europei Il simbolo indica che questo prodotto si può raccogliere separatamente. Quanto segue si applica soltanto agli utenti dei paesi europei: Questo prodotto

Dettagli

TypeEdit LaserType. TypeEdit e LaserType: i software artistici CAD/CAM, leader nel mercato, Vi offrono nuove e potenti funzionalità.

TypeEdit LaserType. TypeEdit e LaserType: i software artistici CAD/CAM, leader nel mercato, Vi offrono nuove e potenti funzionalità. TypeEdit LaserType V11 Innovativo Produttivo Ottimizzato TypeEdit e LaserType: i software artistici CAD/CAM, leader nel mercato, Vi offrono nuove e potenti funzionalità. Con la nuova versione V11, ottimizzano,

Dettagli

Archive Player Sommario it 3. 1 Introduzione 4

Archive Player Sommario it 3. 1 Introduzione 4 Archive Player Divar Series it Manuale d'uso Archive Player Sommario it 3 Sommario 1 Introduzione 4 2 Operazione 5 2.1 Avvio del programma 5 2.2 Descrizione della finestra principale 6 2.3 Pulsante Apri

Dettagli

Esposimetro HD450 con registrazione dati INTRODUZIONE AL SOFTWARE

Esposimetro HD450 con registrazione dati INTRODUZIONE AL SOFTWARE Esposimetro HD450 con registrazione dati INTRODUZIONE AL SOFTWARE Questo programma può raccogliere dati provenienti dall HD450 quando l apparecchio è collegato a un PC e anche scaricare dati memorizzati

Dettagli

X-T1. Le nuove funzioni. Versione 4.00 DIGITAL CAMERA

X-T1. Le nuove funzioni. Versione 4.00 DIGITAL CAMERA BL00004720-A02 DIGITAL CAMERA X-T1 Le nuove funzioni Versione 4.00 Alcune funzioni del prodotto possono differire da quelle descritte nel manuale a causa dell aggiornamento del firmware. Per maggiori informazioni

Dettagli

idaq TM Manuale Utente

idaq TM Manuale Utente idaq TM Manuale Utente Settembre 2010 TOOLS for SMART MINDS Manuale Utente idaq 2 Sommario Introduzione... 5 Organizzazione di questo manuale... 5 Convenzioni... Errore. Il segnalibro non è definito. Installazione...

Dettagli

CAPITOLO 1 Impostare progetti, spazio di lavoro, e programma-2

CAPITOLO 1 Impostare progetti, spazio di lavoro, e programma-2 CAPITOLO 1 Impostare progetti, spazio di lavoro, e programma-2 Che cos'è EDIUS EDIUS è un software di editing non lineare per il montaggio video su PC. Questo programma offre una vasta gamma di possibilità

Dettagli

Questa fotocamera digitale compatta, con CCD da 10 megapixel e zoom ottico 5x, attribuisce una notevole importanza alla portabilità

Questa fotocamera digitale compatta, con CCD da 10 megapixel e zoom ottico 5x, attribuisce una notevole importanza alla portabilità Milano, 19. Febbraio 2008 Comunicato stampa Fotocamera digitale Novità: RICOH R50 Questa fotocamera digitale compatta, con CCD da 10 megapixel e zoom ottico 5x, attribuisce una notevole importanza alla

Dettagli

Corso: ADOBE PHOTOSHOP Base

Corso: ADOBE PHOTOSHOP Base Corso: ADOBE PHOTOSHOP Base Codice PCSNET: ADOB-2 Cod. Vendor: - Durata: 3 gg. Obiettivi Rendere operativi sulle funzionalit di base e di comune interesse del prodotto. Dare una informativa sulle funzionalità

Dettagli

L informazione grafica. Le immagini digitali. Esempi. Due grandi categorie. Introduzione

L informazione grafica. Le immagini digitali. Esempi. Due grandi categorie. Introduzione 1 2 L informazione grafica Le immagini digitali grafica a caratteri grafica vettoriale Introduzione grafica raster 3 4 Due grandi categorie Esempi Immagini reali: acquisite da una scena reale mediante

Dettagli

PARAMETRI 2012 P.I. 2011. Guida all installazione

PARAMETRI 2012 P.I. 2011. Guida all installazione PARAMETRI 2012 P.I. 2011 Guida all installazione 1 INTRODUZIONE Il prodotto PARAMETRI 2012 consente di stimare i ricavi o compensi realizzabili da parte dei contribuenti esercenti attività d impresa o

Dettagli

1. Introduzione... 4. 2. Contenuto della confezione... 4. 3. Requisiti minimi di sistema... 5. 4. Descrizione... 6. 5. Installazione...

1. Introduzione... 4. 2. Contenuto della confezione... 4. 3. Requisiti minimi di sistema... 5. 4. Descrizione... 6. 5. Installazione... Guida Rapida 2 Sommario 1. Introduzione... 4 2. Contenuto della confezione... 4 3. Requisiti minimi di sistema... 5 4. Descrizione... 6 5. Installazione... 6 6. Utilizzo... 8 3 1. Introduzione Congratulazioni

Dettagli

GUIDA ALL INSTALLAZIONE DEL SISTEMA GV-LPR IN STRADA

GUIDA ALL INSTALLAZIONE DEL SISTEMA GV-LPR IN STRADA GUIDA ALL INSTALLAZIONE DEL SISTEMA GV-LPR IN STRADA 1. Scopo: lo scopo di questa guida è di fornire alcune indicazioni e suggerimenti sia per l installazione del sistema di controllo basato su PC sia

Dettagli

MODULO 1. 1.1 Il personal computer. ISIS STRINGHER Corso Serale Anno scolastico 2010/11 Classe 1 Commerciale

MODULO 1. 1.1 Il personal computer. ISIS STRINGHER Corso Serale Anno scolastico 2010/11 Classe 1 Commerciale MODULO 1 1.1 Il personal computer ISIS STRINGHER Corso Serale Anno scolastico 2010/11 Classe 1 Commerciale 1.1 Il personal computer Il PC Hardware e software Classificazioni del software Relazione tra

Dettagli

Reference Introduzione al PC

Reference Introduzione al PC Sperlinga Rag. Alessio Reference Introduzione al PC Copyright 2003, Sperlinga Rag. Alessio S.n.c., tutti i diritti riservati. Questa copia è utilizzabile dallo studente soltanto per uso personale e non

Dettagli

Corso Video editing con Pinnacle Studio Lezione n. 17

Corso Video editing con Pinnacle Studio Lezione n. 17 Le immagini statiche Lezione 17: Le immagini statiche All interno di un filmato possono trovare spazio, per diverse ragioni delle immagini statiche, come disegni e, soprattutto, fotografie. Gli utilizzi

Dettagli

CR33 - CR34 GRAFIKSCAN 2200 GRAFIKSCAN 3000 SOFTWARE GRAFIKSCAN

CR33 - CR34 GRAFIKSCAN 2200 GRAFIKSCAN 3000 SOFTWARE GRAFIKSCAN CR33 - CR34 GRAFIKSCAN 2200 GRAFIKSCAN 3000 SOFTWARE GRAFIKSCAN P A C K A G I N G CR33 - CR34 Controllo di registro colori per macchine rotocalco da imballaggio CARATTERISTICHE TECNICHE Il controllo di

Dettagli

Lombardia Integrata S.p.A. Servizi Infotelematici per il Territorio

Lombardia Integrata S.p.A. Servizi Infotelematici per il Territorio blico Dominio MANUALE FOTO TESSERE VOLONTARI PROTEZIONE CIVILE Codice Documento: #01Manuale Foto Tessera_Volontari_PCIV.rtf Revisione del Documento: 4 Stato della revisione del Documento: IN APPROVAZIONE

Dettagli

PhoeniX. Macchina per il controllo dimensionale e dei difetti superficiali

PhoeniX. Macchina per il controllo dimensionale e dei difetti superficiali PhoeniX Macchina per il controllo dimensionale e dei difetti superficiali PhoeniX Macchina per il controllo dimensionale e dei difetti superficiali Phoenix è l ultima evoluzione della macchina d ispezione

Dettagli

Parte Introduttiva Video Digitali

Parte Introduttiva Video Digitali Parte Introduttiva 01 01 Video Digitali Giuseppe Pignatello Eadweard Muybridge L'uomo che fermò il tempo (1830-1904) Pioniere della fotografia in movimento Risolse il dubbio fattogli da Leland Stanford:

Dettagli

La Videosorveglianza e la Salvaguardia degli ambienti

La Videosorveglianza e la Salvaguardia degli ambienti La Videosorveglianza e la Salvaguardia degli ambienti 2015 Un sistema di sicurezza evoluto 01 LA VIDEOSORVEGLIANZA 02 A COSA SERVE? 03 PERCHE GLOBAL SISTEMI La videosorveglianza è un evoluto sistema di

Dettagli

DRU-100C Videocamera Digitale USB Manuale Utente

DRU-100C Videocamera Digitale USB Manuale Utente DRU-100C Videocamera Digitale USB Manuale Utente Rev.01 (Agosto,2000) M20000806 Stampato a Taiwan Indice Generale INTRODUZIONE...1 INSTALLAZIONE DELL'HARDWARE...2 INSTALLARE LA VIDEOCAMERA... 2 INSTALLAZIONE

Dettagli

WHITE PAPER. Perché Sony per la qualità delle immagini?

WHITE PAPER. Perché Sony per la qualità delle immagini? WHITE PAPER Perché Sony per la qualità delle immagini? Introduzione Perché Sony per la qualità delle immagini? Il futuro della videosorveglianza IP punta decisamente verso il Full HD. Molti produttori

Dettagli

MX68-ND No Dumping System

MX68-ND No Dumping System MX68-ND No Dumping System NO DUMPING è l innovativa proposta MICROREX concepita per permettere alla Pubblica Amministrazione, con un modesto investimento, di video controllare porzioni territoriali impropriamente

Dettagli

Corso Fotografia digitale 2008 Seconda lezione: tecnica e caratteri della ripresa analogica e digitale

Corso Fotografia digitale 2008 Seconda lezione: tecnica e caratteri della ripresa analogica e digitale Seconda lezione: tecnica e caratteri della ripresa analogica e digitale Luigi Bernardi Pavia, 17 maggio 2008 1 Schema lezione 2 1. La luce e il soggetto 2. Automatico, scene, controllo manuale di diaframma

Dettagli

PosCon 3D. La nuova dimensione nel rilevamento dei bordi.

PosCon 3D. La nuova dimensione nel rilevamento dei bordi. PosCon 3D La nuova dimensione nel rilevamento dei bordi. Una nuova dimensione. Il PosCon 3D la misura indipendente dalla distanza degli oggetti. L innovativo sensore di bordi PosCon 3D Baumer è il più

Dettagli

Algoritmo per il rilevamento di targhe

Algoritmo per il rilevamento di targhe Algoritmo per il rilevamento di targhe 19 maggio 2008 Nell affrontare il problema del riconoscimento delle targhe sono stati sviluppati due algoritmi che basano la loro ricerca su criteri differenti. Lo

Dettagli

WEBCAM HP - MANUALE DELL UTENTE

WEBCAM HP - MANUALE DELL UTENTE WEBCAM HP - MANUALE DELL UTENTE v4.3.it Part number: 5992-4251 Copyright 2008 2009 Hewlett-Packard Development Company, L.P. Le informazioni contenute in questo documento sono soggette a modifica senza

Dettagli

Guida per l utente dello Scanner

Guida per l utente dello Scanner Guida per l utente dello Scanner Capitolo 1: Esercitazione di scansione Capitolo 2: La finestra di dialogo TWAIN Appendice Indice 2 Esercitazione di scansione Attivazione (Acquisizione) ed utilizzo della

Dettagli

PLATEVIEW ZOOM. Modello con interfaccia Ethernet - IP GUIDA RAPIDA ALL UTILIZZO

PLATEVIEW ZOOM. Modello con interfaccia Ethernet - IP GUIDA RAPIDA ALL UTILIZZO PLATEVIEW ZOOM Modello con interfaccia Ethernet - IP GUIDA RAPIDA ALL UTILIZZO Contenuto Prima di procedere all installazione del dispositivo, verificare che il contenuto della confezione sia tutto presente

Dettagli

COMUNE DI LONGARE. Provincia di Vicenza Area Lavori Pubblici Gestione e Manutenzione Patrimonio Ambiente

COMUNE DI LONGARE. Provincia di Vicenza Area Lavori Pubblici Gestione e Manutenzione Patrimonio Ambiente Provincia di Vicenza Area Lavori Pubblici Gestione e Manutenzione Patrimonio Ambiente Via G. Marconi 26 36023 Longare(VI) cod. fisc. 00415090240 tel. 0444/555444 fax 0444/953441 SERVIZIO DI MANUTENZIONE

Dettagli

CORSO SULL USO DEGLI STRUMENTI MULTIMEDIALI SCUOLA MAZZINI 2006 Pag. 1 di 6 IMMAGINI -

CORSO SULL USO DEGLI STRUMENTI MULTIMEDIALI SCUOLA MAZZINI 2006 Pag. 1 di 6 IMMAGINI - CORSO SULL USO DEGLI STRUMENTI MULTIMEDIALI SCUOLA MAZZINI 2006 Pag. 1 di 6 IMMAGINI E RISOLUZIONE DELLO SCHERMO VIDEO Ogni PC a seconda della scheda video e del tipo di schermo può supportare diverse

Dettagli

PLC Programmable Logic Controller

PLC Programmable Logic Controller PLC Programmable Logic Controller Sistema elettronico, a funzionamento digitale, destinato all uso in ambito industriale, che utilizza una memoria programmabile per l archiviazione di istruzioni orientate

Dettagli

Periscopio QuickView Telecamera Zoom per l ispezione delle infrastrutture. Manuale d uso

Periscopio QuickView Telecamera Zoom per l ispezione delle infrastrutture. Manuale d uso Periscopio QuickView Telecamera Zoom per l ispezione delle infrastrutture Manuale d uso IMPOSTAZIONE Testa della telecamera Il cavo della telecamera deve essere collegato prima dell utilizzo: 1) Fate passare

Dettagli

APP_PIT_Comparazione Pile Dynamics Inc. Rev.01-012015

APP_PIT_Comparazione Pile Dynamics Inc. Rev.01-012015 Pile Integrity Tester PIT Caratteristiche Tecniche Serie PIT-X, PIT-X2, PIT-V e PIT-FV La strumentazione Pile Integrity Tester serie PIT è disponibile in 4 versioni, con 1 (PIT-X e PIT- V) o 2 (PIT-X2

Dettagli

TECNOLOGIE INFORMATICHE

TECNOLOGIE INFORMATICHE I.I.S.S. FOSSATI DA PASSANO LA SPEZIA PROGRAMMA di TECNOLOGIE INFORMATICHE A.S. 2012/2013 CLASSE : 1^ INDIRIZZO: Tecnologico Argomenti richiesti per sostenere l Esame Integrativo per l ammissione alla

Dettagli

INTEGRAZIONE ED ESPANSIONE DEL SISTEMA DI VIDEOSORVEGLIANZA DEL COMUNE DI CASTELLAMMARE DI STABIA TITOLO ELABORATO: MODULO VIDEOSORVEGLIANZA MOBILE

INTEGRAZIONE ED ESPANSIONE DEL SISTEMA DI VIDEOSORVEGLIANZA DEL COMUNE DI CASTELLAMMARE DI STABIA TITOLO ELABORATO: MODULO VIDEOSORVEGLIANZA MOBILE INTEGRAZIONE ED ESPANSIONE DEL SISTEMA DI VIDEOSORVEGLIANZA DEL COMUNE DI CASTELLAMMARE DI STABIA TITOLO ELABORATO: MODULO VIDEOSORVEGLIANZA MOBILE INDICE 1. PREMESSA 4 2. TELECAMERE 4 3. UNITA' DI STORAGE

Dettagli

nstallazione di METODO

nstallazione di METODO nstallazione di METODO In questo documento sono riportate, nell ordine, tutte le operazioni da seguire per una corretta installazione di Metodo. Per procedere con l installazione è necessario avere a disposizione

Dettagli

Manuale riferito alla versione 1.2.0

Manuale riferito alla versione 1.2.0 Manuale riferito alla versione 1.2.0 1 INDICE Pag. 1 INSTALLAZIONE DI XSTREAMING 3 1.1 AZIONI PRELIMINARI 3 1.1.1 OTTENERE UN FILE DI LICENZA 3 1.2 INSTALLAZIONE 3 1.3 VERSIONI 3 1.4 CONFIGURAZIONE HARDWARE

Dettagli

Tipologia dei dati e organizzazione delle informazioni Sistemi di indicizzazione e recupero

Tipologia dei dati e organizzazione delle informazioni Sistemi di indicizzazione e recupero Tipologia dei dati e organizzazione delle informazioni Sistemi di indicizzazione e recupero 2. Approfondimento su immagini e grafica IMMAGINI l immagine digitale è una matrice bidimensionale di numeri,

Dettagli

PC notebook HP Pavilion - Specifiche di memoria e aggiornamento della RAM

PC notebook HP Pavilion - Specifiche di memoria e aggiornamento della RAM » Torna alla pagina originale PC notebook HP Pavilion - Specifiche di memoria e aggiornamento della RAM Istruzioni dettagliate per l'installazione della memoria Risoluzione dei problemi di memoria Acquisto

Dettagli

Manuale di installazione ed utilizzo del software di Controllo MatrixCTLR

Manuale di installazione ed utilizzo del software di Controllo MatrixCTLR Manuale di installazione ed utilizzo del software di Controllo MatrixCTLR Vi preghiamo di leggere attentamente queste istruzioni prima di installare il software e di lavorare con esso. Ver.3.0.0 1 rev.

Dettagli

Librerie digitali. Video. Gestione di video. Caratteristiche dei video. Video. Metadati associati ai video. Metadati associati ai video

Librerie digitali. Video. Gestione di video. Caratteristiche dei video. Video. Metadati associati ai video. Metadati associati ai video Video Librerie digitali Gestione di video Ogni filmato è composto da più parti Video Audio Gestito come visto in precedenza Trascrizione del testo, identificazione di informazioni di interesse Testo Utile

Dettagli

titolo e contenuto della tavola: ELETTRICO CDZ STUDIO ING. MICHELE DESIATI

titolo e contenuto della tavola: ELETTRICO CDZ STUDIO ING. MICHELE DESIATI sezione: ELETTRICO CDZ titolo e contenuto della tavola: VERBALE DI REGOLARE ESECUZIONE IMPIANTO CLIMATIZZAZIONE IMPIANTO ELETTRICO STUDIO ING. MICHELE DESIATI - Energia - Sicurezza luoghi lavoro - Acustica

Dettagli

Time Line: File=>Nuova Chiave Scorciatoia: Nessuna

Time Line: File=>Nuova Chiave Scorciatoia: Nessuna 356 Animare il Progetto del Logo 3D Si aprirà il dialogo della Sequenza. Cambiare la sequenza per farla iniziare al Fotogramma 91 e terminare al Fotogramma 160. Clic su OK. Passo 6. Rotazione Sequenza

Dettagli

Guida per l utente dello Scanner

Guida per l utente dello Scanner Guida per l utente dello Scanner Capitolo 1: Esercitazione di scansione Capitolo 2: La finestra di dialogo TWAIN Appendice Indice 2 Esercitazione di scansione Attivazione (Acquisizione) ed utilizzo della

Dettagli

PARAMETRI 2014 P.I. 2013. Guida all uso ed all installazione

PARAMETRI 2014 P.I. 2013. Guida all uso ed all installazione PARAMETRI 2014 P.I. 2013 Guida all uso ed all installazione 1 INTRODUZIONE Il prodotto PARAMETRI 2014 consente di stimare i ricavi o i compensi dei contribuenti esercenti attività d impresa o arti e professioni

Dettagli

MMSC3 Sistema di calibrazione per guida robot bidimensionale e tridimensionale basato su visione artificiale

MMSC3 Sistema di calibrazione per guida robot bidimensionale e tridimensionale basato su visione artificiale Atti del V Congresso Metrologia & Qualità (Marzo 2007) MMSC3 Sistema di calibrazione per guida robot bidimensionale e tridimensionale basato su visione artificiale M. GALIMBERTI (1), R.SALA (2), N.CAPELLI

Dettagli

Direzione e uffici commerciali Fraz. Venina, 7 Ed. P36 20090 Assago (MI) Tel. 02.89.300.930 r.a. Fax. 02.89.309.104 e-mail plus@plustechnologies.

Direzione e uffici commerciali Fraz. Venina, 7 Ed. P36 20090 Assago (MI) Tel. 02.89.300.930 r.a. Fax. 02.89.309.104 e-mail plus@plustechnologies. FIMA CIEpoint Finalmente la soluzione per ottenere la standardizzazione delle operazioni di acquisizione dei dati biometrici! CIEpoint permette infatti di acquisire in modo univoco ed altamente professionale

Dettagli

MEMORIE MAGNETO- OTTICHE

MEMORIE MAGNETO- OTTICHE MEMORIE SECONDARIE I dati e i programmi devono essere conservati su memorie non volatili, di adeguate dimensioni e di costo contenuto. Occorre utilizzare dispositivi di memoria di massa quali ad esempio

Dettagli

Stazione di ricarica per il robot Tobor

Stazione di ricarica per il robot Tobor UNIVERSITÀ DI BRESCIA FACOLTÀ DI INGEGNERIA Dipartimento di Ingegneria dellʼinformazione Laboratorio di Robotica Avanzata Advanced Robotics Laboratory Corso di Robotica Mobile (Prof. Riccardo Cassinis)

Dettagli

Screening multiparametrico per il controllo sanitario in zone ad alto flusso di persone

Screening multiparametrico per il controllo sanitario in zone ad alto flusso di persone Screening multiparametrico per il controllo sanitario in zone ad alto flusso di persone ing. R. Massari, ISIB-CNR - dott. F. Maiuri, ITC -CNR - arch. A. D'Eredità, ITC -CNR In un mondo globalizzato dove

Dettagli

Prof. A. Bemporad, Ing. S. Di Cairano 26 Maggio 2005. Esercitazione di Tecnologia dei Sistemi di Controllo

Prof. A. Bemporad, Ing. S. Di Cairano 26 Maggio 2005. Esercitazione di Tecnologia dei Sistemi di Controllo Università degli Studi di Siena Prof. A. Bemporad, Ing. S. Di Cairano 26 Maggio 2005 Esercitazione di Tecnologia dei Sistemi di Controllo Implementazione di controllori con xpc target Questa esercitazione

Dettagli

lo 2 2-1 - PERSONALIZZARE LA FINESTRA DI WORD 2000

lo 2 2-1 - PERSONALIZZARE LA FINESTRA DI WORD 2000 Capittol lo 2 Visualizzazione 2-1 - PERSONALIZZARE LA FINESTRA DI WORD 2000 Nel primo capitolo sono state analizzate le diverse componenti della finestra di Word 2000: barra del titolo, barra dei menu,

Dettagli

EzyDrive V I D E O S I C U R E Z Z A P O W E R L I N E

EzyDrive V I D E O S I C U R E Z Z A P O W E R L I N E V I D E O S I C U R E Z Z A P O W E R L I N E Versione 01/10 - In vigore dal 1 GIUGNO 2010 L INNOVATIVO SISTEMA VIDEO E TVCC POWERLINE EzyDrive è l innovativa soluzione per la realizzazione di sistemi

Dettagli

Condivisione pratica dei filmati e supporto della tecnologia più recente

Condivisione pratica dei filmati e supporto della tecnologia più recente Il nuovo Adobe Premiere Elements 7 offre opzioni automatizzate che consentono di creare filmati di grande effetto in modo semplice e veloce. Individuate un argomento, mettetevi comodi e, grazie alla nuova

Dettagli

Ideato per agevolare l analisi della profondità di carbonatazione del calcestruzzo armato, permette in modo automatico di svolgere diverse funzioni:

Ideato per agevolare l analisi della profondità di carbonatazione del calcestruzzo armato, permette in modo automatico di svolgere diverse funzioni: Il Prodotto > Software REPORT carbontest Report è il software per la valutazione della profondità di carbonatazione. Ideato per agevolare l analisi della profondità di carbonatazione del calcestruzzo armato,

Dettagli

Architettura di un calcolatore

Architettura di un calcolatore 2009-2010 Ingegneria Aerospaziale Prof. A. Palomba - Elementi di Informatica (E-Z) 7 Architettura di un calcolatore Lez. 7 1 Modello di Von Neumann Il termine modello di Von Neumann (o macchina di Von

Dettagli

HDTV LA TELEVISIONE AD ALTA DEFINIZIONE

HDTV LA TELEVISIONE AD ALTA DEFINIZIONE HDTV LA TELEVISIONE AD ALTA DEFINIZIONE S HDTV: LA TELEVISIONE AD ALTA DEFINIZIONE In questo articolo cercheremo di spiegare il concetto di HDTV. Prima di tutto, daremo un occhiata alla tecnologia della

Dettagli

istraffic Sistema di monitoraggio Traffico

istraffic Sistema di monitoraggio Traffico istraffic Sistema di monitoraggio Traffico Scopo Lo scopo del sistema è quello di eseguire un analisi automatica del flusso di traffico in modo da rilevare eventi quali rallentamenti, code, veicoli fermi,

Dettagli

IDEA REGALI SPY. Spy bag. euro 62 + IVA. Pen camera. euro 35 + IVA

IDEA REGALI SPY. Spy bag. euro 62 + IVA. Pen camera. euro 35 + IVA Spy bag Borsetta con telecamera a colori e registratore filmati Avi Risoluzione 640*480 25 fps Batteria ricaricabile Porta usb con cavo Oltre 3 ore di registrazione audio e video su 4Gb interni Dimensioni

Dettagli

Esposizione Con Una Reflex Digitale In Situazioni Di Alto Contrasto

Esposizione Con Una Reflex Digitale In Situazioni Di Alto Contrasto Esposizione Con Una Reflex Digitale In Situazioni Di Alto Contrasto Autore: Vitali Shkaruba Traduzione in italiano: Enrico De Santis Nota: prima di affrontare questo articolo sarebbe opportuno conoscere

Dettagli

CSN Industrie S.r.l. AZIENDA CERTIFICATA UNI EN ISO 9001:2000 e UNI CEI EN ISO 13485 www.csn-industrie.it

CSN Industrie S.r.l. AZIENDA CERTIFICATA UNI EN ISO 9001:2000 e UNI CEI EN ISO 13485 www.csn-industrie.it CSN Industrie S.r.l. AZIENDA CERTIFICATA UNI EN ISO 9001:2000 e UNI CEI EN ISO 13485 www.csn-industrie.it Dimensioni notevolmente ridotte Due dimensioni: - Taglia 1 26,3 x 38,7 x 5,7 mm - Taglia 2 30,6

Dettagli

Aggiornamenti Net2. Il Centrafari. Il Centrafari

Aggiornamenti Net2. Il Centrafari. Il Centrafari Aggiornamenti Net2 Il Centrafari Il Centrafari Non si può vedere senza luce E questa regola vale sia per vedere che essere visti I sistemi di illuminazione degli autoveicoli sono parte essenziale della

Dettagli

Conoscere il computer ed il software di base. Concetti base dell ICT TIPI DI COMPUTER. Prof. Francesco Procida procida.francesco@virgilio.it.

Conoscere il computer ed il software di base. Concetti base dell ICT TIPI DI COMPUTER. Prof. Francesco Procida procida.francesco@virgilio.it. Concetti base dell ICT Conoscere il computer ed il software di base Prof. Francesco Procida procida.francesco@virgilio.it Fase 1 Information technology Computer Tecnologia utilizzata per la realizzazione

Dettagli

Architettura di un computer

Architettura di un computer Architettura di un computer Modulo di Informatica Dott.sa Sara Zuppiroli A.A. 2012-2013 Modulo di Informatica () Architettura A.A. 2012-2013 1 / 36 La tecnologia Cerchiamo di capire alcuni concetti su

Dettagli

Sistema di ripresa con fotocamera digitale fissa Calibrazione

Sistema di ripresa con fotocamera digitale fissa Calibrazione Sistema di ripresa con fotocamera digitale fissa Calibrazione TUTORIAL CALIBRAZIONE FOTOCAMERA Sommario 1. Interfacciamento PC... 3 2. Collocamento fotocamera... 4 3. Distanza di ripresa... 5 4. Interfacciamento

Dettagli

MANUALE D USO DEL SW PER PROCEDURE STANDARDIZZATE

MANUALE D USO DEL SW PER PROCEDURE STANDARDIZZATE GENERALITÀ SULL USO DEL SW In tutti gli ambiti in cui è stato possibile farlo, sono stati predisposti menù a tendina o tabelle predefinite (conformi alle indicazioni ministeriali) allo scopo di inserire

Dettagli

DOCTOR LINER. Sistema di misurazione elettronica USO E MANUTENZIONE

DOCTOR LINER. Sistema di misurazione elettronica USO E MANUTENZIONE DOCTOR LINER Sistema di misurazione elettronica USO E MANUTENZIONE 1 INTRODUZIONE 1.1 Oggetto TERMOMECANICA GL è lieta di proporle questo innovativo Sistema di Misura Digitale, frutto dell'esperienza e

Dettagli

SqueezeX. Macchina per il controllo dimensionale e dei difetti superficiali

SqueezeX. Macchina per il controllo dimensionale e dei difetti superficiali SqueezeX Macchina per il controllo dimensionale e dei difetti superficiali SqueezeX Macchina per il controllo dimensionale e dei difetti superficiali SQUEEZEX è una macchina d ispezione visiva per il

Dettagli

11.2 Uso di strumenti informatici nella didattica di tecnologia e informatica

11.2 Uso di strumenti informatici nella didattica di tecnologia e informatica 11.2 Uso di strumenti informatici nella didattica di tecnologia e informatica a cura di Gian Piero Benente Le competenze necessarie al docente di tecnologia e informatica della scuola elementare e della

Dettagli

SRG-120DU. Telecamera PTZ Full HD gestita in remoto con USB 3.0. Presentazione

SRG-120DU. Telecamera PTZ Full HD gestita in remoto con USB 3.0. Presentazione SRG-120DU Telecamera PTZ Full HD gestita in remoto con USB 3.0 Presentazione Telecamera PTZ da tavolo adatta a PC con zoom ottico 12x e High Frame Rate di 60 fps, ideale per i settori corporate, education

Dettagli

HARDWARE. Relazione di Informatica

HARDWARE. Relazione di Informatica Michele Venditti 2 D 05/12/11 Relazione di Informatica HARDWARE Con Hardware s intende l insieme delle parti solide o ( materiali ) del computer, per esempio : monitor, tastiera, mouse, scheda madre. -

Dettagli

Sensori inerziali nei Mobile Mapping Systems. Corso di Metodologie Topografiche per l Ingegneria A.A. 2006/2007

Sensori inerziali nei Mobile Mapping Systems. Corso di Metodologie Topografiche per l Ingegneria A.A. 2006/2007 Sensori inerziali nei Mobile Mapping Systems Corso di Metodologie Topografiche per l Ingegneria A.A. 2006/2007 MOTO DI UN CORPO RIGIDO NELLO SPAZIO: Descritto da 6 parametri: - un vettore posizione - 3

Dettagli

Alimentazione. Compatibilità

Alimentazione. Compatibilità Configurazione Lo scanner Z+F IMAGER 5006h garantisce la massima mobilità. Costruito secondo i criteri di operatività stand-alone, lo scanner è dotato di un display, di batteria ricaricabile, di un hard

Dettagli

C M A P M IONAM A E M NT N O

C M A P M IONAM A E M NT N O IMMAGINE DIGITALE Nelle immagini digitali, il contenuto fotografico (radiometria) viene registrato sotto forma di numeri. Si giunge a tale rappresentazione (RASTER) suddividendo l immagine fotografica

Dettagli

Manuale Software e Hardware Control lights music 1.0. Sommario. Introduzione

Manuale Software e Hardware Control lights music 1.0. Sommario. Introduzione Sommario Introduzione... 1 Installazione del Software... 1 Collegamento Hardware... 2 Descrizione della schermata principale... 3 Impostazione della scheda Audio...4 Editare un gioco di luce... 5 Introduzione

Dettagli

CATALOGO TC 11. Settore ENERGIA ALTERNATIVA. Gruppo UX Unità d energia portatile

CATALOGO TC 11. Settore ENERGIA ALTERNATIVA. Gruppo UX Unità d energia portatile CATALOGO TC 11 Settore ENERGIA ALTERNATIVA Gruppo UX Unità d energia portatile - UNITA PORTATILE DI ENERGIA ACCESSORI OPZIONALI PER IL MULTI POWER 747 Lampada Fluorescente Ideale come lampada da tavolo

Dettagli

Bus di sistema. Bus di sistema

Bus di sistema. Bus di sistema Bus di sistema Permette la comunicazione (scambio di dati) tra i diversi dispositivi che costituiscono il calcolatore E costituito da un insieme di fili metallici che danno luogo ad un collegamento aperto

Dettagli

Corso di Fotografia Centro Iniziative Sociali Roberto Borgheresi

Corso di Fotografia Centro Iniziative Sociali Roberto Borgheresi Corso di Fotografia Centro Iniziative Sociali Roberto Borgheresi Conoscere i tipi di fotocamere Uno dei tanti libri di fotografia che avevo letto iniziava con un detto: Povero è il falegname che accusa

Dettagli