Descrizione funzionale ed operativa del programma di protocollo informatico e gestione dei documenti Iride web in uso presso il Comune di Pesaro

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Descrizione funzionale ed operativa del programma di protocollo informatico e gestione dei documenti Iride web in uso presso il Comune di Pesaro"

Transcript

1 del programma di protocollo informatico e gestione dei documenti Iride web in uso presso il Comune di Pesaro Allegato n. 2 al Manuale di gestione e conservazione dei documenti 1/18

2 Indice PREMESSA FUNZIONALITÀ DI ACCESSO LOGIN E PASSWORD RUOLI E ABILITAZIONI IL PROTOCOLLO REGOLE PER LA COMPILAZIONE DELLA MASCHERA DI PROTOCOLLO Campi obbligatori: Mittente/Destinatario: ricerca e inserimento soggetti La funzione Aiuto Valori Altri campi da compilare Registrazione e segnatura del documento I DOCUMENTI INTERNI Protocollazione e trasmissione dei documenti interni Documenti interni indicazione dei casi di trasmissione cartacea FASCICOLAZIONE DEI DOCUMENTI I FASCICOLI INFORMATICI LA SCRIVANIA VIRTUALE GESTIONE DELLA DOCUMENTAZIONE IN ARRIVO GESTIONE DEGLI ATTI INTERNI DA PUBBLICARE ALL ALBO PRETORIO E NELLA BACHECA VIRTUALE GESTIONE DELLE DETERMINAZIONI DIRIGENZIALI DALLA SCRIVANIA DEL PROPONENTE DALLA SCRIVANIA DEL RESPONSABILE LA FIRMA DIGITALE LA VERIFICA DELLA FIRMA RICHIESTA DI DISPONIBILITÀ FINANZIARIA DALLA SCRIVANIA DEL SERVIZIO FINANZIARIO DALLA SCRIVANIA DEL PROPONENTE: PUBBLICAZIONE E ARCHIVIAZIONE Pag. 2

3 Premessa Il presente allegato contiene le modalità operative di dettaglio adottate dal Comune per garantire uniformità di comportamento da parte del personale che deve trattare i documenti con il programma di gestione informatizzata e per un corretto utilizzo dello stesso. Per una completa esposizione delle modalità funzionali del sistema di protocollo informatico adottato dall amministrazione, si rimanda alla guida on line di Iride Web. Pag. 3

4 Capitolo 1 Funzionalità di accesso 1.1 Login e password Per accedere al programma del protocollo informatico e di gestione documentale, selezionare dal menù start/avvio applicativi comune di Pesaro Iride Web. Per l'ingresso in Iride è necessario indicare: Utente: l'identificativo di ingresso in Iride è comunicato dal CED Password: password di Iride Fare click sul bottone Accedi per effettuare l ingresso. Importante: seguire le disposizioni per le password stabilite nel documento programmatico sulla sicurezza: Entrare in Iride sempre con il proprio nome utente e password Non utilizzare mai nome utente e password di altri colleghi o dirigenti Non comunicare mai a nessuno la propria password Cambiare la password al primo ingresso e successivamente ogni tre mesi Utilizzare almeno 8 caratteri alfanumerici che non abbiano alcun riferimento personale. Per inserire/modificare la propria password: dopo aver cliccato su scrivania, compare in alto la barra con i menù selezionare Login poi cambio password. 1.2 Ruoli e abilitazioni Il ruolo indica la funzione con la quale si lavora in Iride. Nel caso in cui un utente possa accedere a più di un ruolo, questo deve essere selezionato tra quelli disponibili. Per cambiare ruolo non occorre uscire dal programma: selezionare dalla barra con i menù login poi cambio ruolo. Ogni ruolo ha le abilitazioni necessarie e non eccedenti ai compiti da svolgere. Pag. 4

5 Capitolo 2 Il protocollo La maschera di protocollo si apre in modalità di ricerca; ciccando sul bottone Protocollo in alto a sinistra, sarà possibile protocollare un nuovo documento. Attraverso la maschera di protocollo è possibile: protocollare nuovi documenti allegare testi e note ai documenti protocollati compiere ricerche sui documenti protocollati 2.1 Regole per la compilazione della maschera di Protocollo La procedura assegna automaticamente l anno, la data e il numero di protocollazione, e il numero dell identificativo. Gli ultimi due elementi vengono visualizzati solo a conferma effettuata Campi obbligatori: L origine documento distingue i documenti in arrivo, in partenza ed interni. Selezionare in arrivo per protocollare i documenti provenienti dall'esterno (pochi servizi sono abilitati alla protocollazione in arrivo) Selezionare in partenza per protocollare i documenti che nascono all'interno dell'ente e sono diretti a soggetti esterni. Del documento in partenza rimane un esemplare all'interno dell'ente (la cosiddetta "minuta") che va a costituire l archivio corrente, del quale è responsabile l ufficio indicato nel campo in carico Selezionare interno per protocollare i documenti che nascono all'interno dell'ente e vi rimangono. Per informazioni su quali documenti interni si debbano protocollare si rimanda al Manuale di gestione e conservazione dei documenti art. 9. Per le modalità operative vedi punto 2.2 del presente allegato. La classifica deve essere assegnata ad ogni documento utilizzando il Piano di classificazione (Titolario) che compare cliccando sulla lentina (per le modalità operative, vedi funzione Aiuto Valori al punto 2.1.3). La classifica è alla base della fascicolazione che è obbligatoria per i tutti i documenti informatici e anche i documenti cartacei non protocollati devono essere classificati. Il tipo documento Ad ogni documento si deve associare una tipologia al fine di avviare un percorso predefinito (iter). Come avviene per le determine e le delibere ecc., il documento a cui è associato un iter si visualizza sulla scrivania di carico e ogni suo movimento rimane tracciato all interno del suddetto percorso. Il tipo documento è un dato obbligatorio. L'oggetto di un documento serve ad identificare in modo certo il contenuto di un documento. Pag. 5

6 L inserimento dell oggetto è una operazione che richiede attenzione, precisione e un giusto grado di sintesi e completezza del contenuto del documento. Attenzione: non è sufficiente riportare l oggetto indicato sulla lettera, ma bisogna sintetizzare il testo desumendone le parole chiave. Non usare: abbreviazioni, acronimi puntati: non circ.ne ma circoscrizione; non D.P.R. ma DPR; non C.G.I.L ma CGIL. Gli allegati specificandone il numero e descrivendone la tipologia. Il mittente /destinatario: vedi il punto Il carico di un documento indica quale unità operativa ha la responsabilità del documento originale o della minuta. Più in dettaglio: nel caso di un protocollo in arrivo il carico individua la U.O.R. al quale un determinato documento è stato consegnato; nel caso di un protocollo in partenza o interno il carico individua chi è depositario del documento (minuta) che ha generato tale protocollo Mittente/Destinatario: ricerca e inserimento soggetti Prima di inserire un soggetto (mittente o destinatario), si deve effettuare una ricerca per verificare se il soggetto sia già presente nella banca dati. Per ricercare un soggetto, inserire parte del nominativo nel campo cognome e cliccare il tasto Aiuto Valori (lentina). Si aprirà una tabella contente l elenco dei record con quel nominativo. All interno dell elenco è possibile effettuare una ulteriore ricerca: cliccare su NOME e selezionare ricerca. Si aprirà la maschera dove indicare, tra asterischi, un altro elemento per restringere la ricerca. Dato l ok, selezionare il nominativo che interessa con un doppio click per trasferirlo automaticamente nel campo mittente/destinatario. Solo nel caso in cui il soggetto da inserire non sia presente nella banca dati si procederà alla registrazione del nuovo mittente/destinatario: cliccare sul bottone Soggetti in basso alla scheda di lavoro; si apre la maschera di ricerca selezionare la sezione Soggetto Inserire i dati (sono obbligatori il nominativo e il comune di residenza. Tutti gli altri dati sono opzionali e devono essere registrati solo se indicati nel documento). Per cercare il comune utilizzare l aiuto valori, come indicato al punto Confermare l inserimento cliccando su aggiorna e dare l ok. Pag. 6

7 I Mittenti Ad ogni documento protocollato in arrivo deve sempre essere associato almeno un mittente. Compilare i campi relativi alla griglia Mittenti seguendo queste indicazioni: Data Protocollo e Numero Protocollo: vanno indicati la data del protocollo attribuita dal mittente e il relativo numero. Se il documento non ha un numero di protocollo non utilizzare il campo data prot. Mezzo: va indicato il mezzo di ricevimento (Brevi Manu = BM; posta prioritaria= PRI, ecc.) da scegliersi nella lista Aiuto Valori. Data di ricevimento: indicare la data in cui il documento è stato ricevuto che può anche essere antecedente alla data di protocollazione. I destinatari Nel caso di un protocollo in partenza è necessario specificare almeno un destinatario del documento. Compilare i campi relativi alla griglia Destinatari seguendo queste indicazioni: Data invio: è la data in cui il documento esce materialmente dall'ente (spedizione). Non è un campo obbligatorio Spese: possono essere indicate le spese di spedizione. Non è un campo obbligatorio Mezzo: va indicato il mezzo di spedizione ( Brevi Manu = BM; posta prioritaria= PRI, ecc.) da scegliersi nella lista Aiuto Valori. Data ricevimento: indicare la data in cui il documento è stato ricevuto dal destinatario. Ciò sarà possibile solo se il mezzo è brevi manu, fax o raccomandata con ricevuta di ritorno ed quando sarà attiva la posta elettronica certificata La funzione Aiuto Valori Queste regole valgono per tutte le tabelle di Aiuto Valori presenti in tutte le maschere. Cliccando sulla lentina si aprirà una maschera con la tabella dei valori da utilizzare per il campo relativo; per ricercare una parola contenuta all interno del campo descrizione è sufficiente un click singolo per evidenziarlo, cliccare poi sul tasto ricerca a destra e inserire la parola chiave utilizzando l asterisco * come tasto jolly per facilitare la ricerca stessa. Attenzione: prima di cliccare la lentina controllare che il campo, relativo al valore da cercare, sia vuoto Altri campi da compilare Quando inserire Numero e Data del Documento: in arrivo Riportare la data del documento nel campo Data Doc. nei seguenti casi: Il documento è protocollato e oltre alla data di protocollo reca una seconda data (= data del documento) Il documento non è protocollato e reca la data (= data del documento) in partenza e interno Riportare la data indicata sul documento. E possibile inserire nel campo num. un eventuale numero che potrà risultare utile in fase di ricerca del documento. Ad esempio numeri di riferimento di cittadini privati o associazioni che non hanno protocollo; numero di fax ecc. Pag. 7

8 La Data di Evidenza E' una data evidenziata nel documento stesso. Ad esempio una scadenza, oppure la data di evento a cui il documento si riferisce, la data di una convocazione ecc. Può essere utile, oltre che per le ricerche, anche per la gestione di certe tipologie documentarie. Nel caso di procedura di gare, selezioni, concorsi, è importante la compilazione di questo campo con la data di scadenza della presentazione di offerte/domande Registrazione e segnatura del documento Terminato l inserimento dei dati, controllare la correttezza di quanto inserito, prima di cliccare sul bottone inserisci nuovo a destra della finestra. Il programma registrerà le informazioni inserite, attribuendo il numero di protocollo che dovrà essere riportato sul documento, utilizzando una penna ad inchiostro rosso. Dopo tale operazione non sarà più possibile modificare gran parte dei dati registrati. Contattare l ufficio protocollo per eventuali problemi in merito. La registrazione di protocollo è terminata; inizia l iter del documento appena protocollato e contestualmente la sua gestione nelle scrivanie virtuali. Pag. 8

9 2.2 I documenti interni Di seguito sono illustrate le regole e le modalità operative per protocollare i documenti di cui all art. 9 c. 1 let. b). I servizi mittenti sono responsabili della conservazione dell atto trasmesso agli altri uffici, come già avviene per la minuta della corrispondenza in partenza. In attesa della archiviazione digitale della documentazione, la conservazione deve essere cartacea; pertanto i Responsabili di U.O.R. dovranno: sottoscrivere il documento cartaceo curare la protocollazione del documento e la trasmissione del file (corrispondente al testo firmato) ai servizi destinatari fascicolare il documento in modalità informatica, in modo da rispecchiare la fascicolazione cartacea curare la conservazione cartacea del documento. Ove la trasmissione informatica non sia possibile per particolari problemi tecnici essa rimarrà cartacea (vedi punto 2.2.2) Protocollazione e trasmissione dei documenti interni Prima di iniziare la registrazione di protocollo, è necessario avere a disposizione il file corrispondente al documento firmato da trasmettere, quindi: aprire la maschera di protocollo; spuntare interno classificare il documento in base al nuovo titolario registrare POINT nel capo tipo documento compilare gli altri campi secondo le consuete regole di protocollo indicare nel campo Mitt. interno il codice della scrivania del proprio servizio indicare nel campo In carico a il codice della scrivania del proprio servizio (come avviene per la posta in partenza) aggiornare e riportare sul documento cartaceo il numero di protocollo generare le copie per il servizio o i servizi destinatari cliccando sul pulsante in basso Copie e attivare il flag a fianco dei codici delle scrivanie di destinazione. Attenzione: utilizzare solo i codici della struttura organizzativa in Iride indicati come scrivanie a cui indirizzare la posta, altrimenti il destinatario non riceverà il documento e il servizio mittente sarà responsabile della registrazione di un codice errato aggiornare e controllare le copie effettuate cliccando sull icona documenti collegati. Per allegare il file del documento: aprire con il pulsante in basso D.M. la funzione di document management e cliccare il pulsante a destra Nuovo All., selezionare l icona di Word e con la funzione copia e incolla inserire il testo del file relativo al documento stampato e sottoscritto. Completare aggiungendo il numero di protocollo appena assegnato dalla procedura e l indicazione di firmato f.to prima del nome e cognome del Responsabile che ha sottoscritto il documento oppure Pag. 9

10 aprire la scheda Esistente e attraverso il browse recuperare il file del documento che deve essere allegato, confermare l inserimento. Selezionare il documento e cliccare il pulsante Agg./Mod. per completare, aggiungendo il numero di protocollo appena assegnato dalla procedura e l indicazione di firmato f.to prima del nome e cognome del Responsabile che ha sottoscritto il documento. In breve: Posta Interna Documenti interni formali aventi rilevanza giuridica indicati all art. 9 c. 1 let. b) del Manuale di gestione e conservazione dei documenti Registrazione di protocollo Il servizio mittente protocollerà il documento, lo registrerà in carico a se stesso e genererà una copia per ogni servizio destinatario Fascicolazione Il documento protocollato sarà fascicolato dal servizio mittente (indicato nel campo In carico a ) che ne curerà la conservazione. I servizi destinatari potranno fascicolare la loro copia (NON è obbligatorio, ciascun servizio ne valuterà l opportunità) Documenti interni indicazione dei casi di trasmissione cartacea Dal confronto con alcuni servizi sono emersi casi nei quali la trasmissione dei documenti interni deve continuare ad essere cartacea; li segnaliamo, per garantire uniformità di comportamento, evitare duplicazioni e semplificare il lavoro di tutti Richiesta NOTIFICA Ogni qualvolta un servizio richieda di eseguire una notifica a cittadini residenti nel Comune, la Polizia Municipale utilizza una procedura di Iride, integrata con il sistema di protocollo, per registrare le notifiche; per questo motivo i servizi devono seguire le indicazioni sotto riportate. La richiesta di notificare un atto deve essere protocollata: Aprire la maschera di protocollo; spuntare interno Usare la tipologia NOT (attenzione: a questa tipologia è legato l iter del procedimento di richiesta di notifica, pertanto deve essere usata solo per trasmettere le notifiche alla Polizia Municipale, non per altri casi!) Compilare gli altri campi secondo le indicazioni riportate al punto 2.1 Indicare nel campo Mitt.interno il codice della scrivania del proprio servizio Indicare nel campo In carico a il codice POL.NOTIF Polizia Municipale Notifiche Aggiornare; riportare sulla richiesta il numero di protocollo Trasmettere la richiesta cartacea e l atto da notificare in duplice copia al Servizio Polizia Municipale Attenzione: Non è corretto utilizzare la copia della comunicazione in partenza per Enti esterni per richiedere di effettuare la notifica alla Polizia Municipale. Pag. 10

11 Corrispondenza per/dal SUAP Lo Sportello Unico Attività Produttive ha necessità di ricevere documenti con firma autografa per poterli consegnare ai cittadini/imprese Aprire la maschera di protocollo; spuntare interno Compilare gli altri campi secondo le consuete regole di protocollo Indicare nel campo Mitt. interno il codice della scrivania del proprio servizio Indicare nel campo In carico a il codice della scrivania del proprio servizio Aggiornare; riportare sul documento cartaceo il numero di protocollo Generare la copia per il SUAP cliccando sul pulsante in basso Copie e attivando il flag a fianco del codice SUA.SEGRET Trasmettere il documento cartaceo allo Sportello Unico Attività Produttive Richieste di pubblicazione all ALBO PRETORIO L ufficio Albo Pretorio ha necessità di ricevere i documenti cartacei con firma autografa per poter effettuare una pubblicazione regolare all Albo Pretorio. Aprire la maschera di protocollo; spuntare interno Compilare gli altri campi secondo le consuete regole di protocollo Indicare nel campo Mitt. interno il codice della scrivania del proprio servizio Indicare nel campo In carico a il codice della scrivania del proprio servizio Aggiornare; riportare sul documento cartaceo il numero di protocollo Generare la copia cliccando sul pulsante in basso Copie e attivando il flag a fianco del codice IST.DIRET e SI.DIRET Allegare il file del documento da pubblicare come indicato al punto Trasmettere il documento cartaceo al servizio Affari Istituzionali, ufficio Albo Pretorio (per la contemporanea pubblicazione nel sito istituzionale del Comune, vedi il punto 5) Altri casi Quando è necessario trasmettere ai servizi documenti non riconducibili a file il conseguente invio del cartaceo deve essere indicato nell oggetto della registrazione di Protocollo, in modo da non creare dubbi ai servizi destinatari nell esame della corrispondenza in arrivo sulla propria scrivania virtuale. Aprire la maschera di protocollo; spuntare interno Compilare gli altri campi secondo le consuete regole di protocollo Inserire alla fine dell oggetto la frase Invio cartaceo per facilitare il servizio destinatario nella gestione della scrivania Indicare nel campo Mitt. interno il codice della scrivania del proprio servizio Indicare nel campo In carico a il codice della scrivania del proprio servizio Aggiornare e riportare sul documento cartaceo il numero di protocollo Generare le copie per il servizio destinatario cliccando sul pulsante in basso Copie e attivando il flag a fianco del codice della scrivania di destinazione Trasmettere il documento cartaceo al servizio destinatario Pag. 11

12 Capitolo 3 Fascicolazione dei documenti 3.1 I fascicoli informatici Per utilizzare la procedura Iride per gestire il fascicolo informatico, presupposto per la archiviazione digitale, è necessario che ogni servizio effettui un analisi dei propri procedimenti e una verifica sulle modalità di conservazione dei fascicoli cartacei, in modo da organizzare un piano di fascicolazione secondo una logica archivistica, in collaborazione con l ufficio Protocollo Archivio. Prima di aprire un nuovo fascicolo occorre stabilire con precisione la classifica di riferimento, in quanto la numerazione dei fascicoli è automatica e progressiva all interno di ogni Titolo/Classe del nuovo Piano di Classificazione adottato con delibera di Giunta n. 146/2006, al quale occorre fare riferimento. Modalità operative È possibile creare i fascicoli in Iride sia partendo dal pulsante fascicola, attivo in molte maschere di gestione (P119 protocollo generale, P189 proposte delibere, P190 inserimento determinazioni, P142 documento generico, ecc.), sia utilizzando la funzione Fascicoli (Pratiche) dal menù protocollazione. In entrambi i casi si apre la maschera P135 Nella maschera P135, scheda Pratica, cliccare inserisci e compilare i seguenti campi: Anno = anno in corso Oggetto = l indicazione deve essere precisa, completa e riconoscibile nel tempo da chiunque Classifica = il titolo e la classe è la base per la gestione dei fascicoli A.D. (altri dati) = utilizzare questo campo per indicare il cognome e nome del responsabile del fascicolo (responsabile del Servizio o del procedimento). Per inserire i documenti in un fascicolo, dopo aver aggiornato il documento da fascicolare, cliccare il pulsante fascicola per aprire la maschera P135. In alto è riportato il documento da inserire; cliccare sulla scheda ricerca per trovare la pratica di riferimento. Nella scheda ricerca è possibile effettuare la ricerca utilizzando tutti i campi indicati, con le consuete regole. Eseguita la ricerca, è sufficiente cliccare su sposta per inserire il documento in questione nel fascicolo; confermare. In caso di errore o comunque per togliere un documento dal fascicolo cliccare su scollega e confermare. Per ricercare le proprie pratiche, dal menù informazioni selezionare Ricerche ed espandere la finestra. Selezionare Ricerca per pratiche e compilare i campi nell area Pratica. Ad esempio digitando il nominativo del responsabile nel campo altri dati, si visualizzeranno tutti i fascicoli corrispondenti, sotto forma di cartelle; cliccandone una, il fascicolo si aprirà mostrando i documenti in esso contenuti. Pag. 12

13 Capitolo 4 La Scrivania virtuale Iride permette di assegnare ad ogni Ufficio o U.O.R. una Scrivania Virtuale sulla quale compiere tutte le operazioni relative ai documenti. Un documento in ciascuna fase attiva del proprio Iter si trova assegnato ad una e una sola Scrivania, sulla quale è possibile compiere le operazioni necessarie. Ogni volta che un documento compare su una Scrivania sono quindi realizzate le seguenti condizioni: il documento è di competenza della Scrivania che lo mostra il documento è di competenza degli Utenti che possono collegarsi a questa Scrivania il documento è in attesa di un passo prestabilito dall Iter: l esecuzione di tale passo è l unico che permette di far procedere il documento nell Iter. 4.1 Gestione della documentazione in arrivo Ogni servizio deve garantire che la scrivania indicata come scrivania a cui indirizzare la posta del proprio servizio nella struttura organizzativa in Iride sia controllata almeno una volta al giorno Per prendere in carico il documento (operazione da farsi appena arriva il cartaceo) entrare in Iride web e cliccare su scrivania (in alto a destra) la scrivania si apre in modalità di carico cliccare Arrivo, il primo bottone in alto a sinistra, per vedere i documenti pervenuti spuntare la casella a sinistra e cliccare la scheda Carico in alto: questa operazione registrerà la presa in carico del documento da parte dell utente della scrivania. Non è possibile movimentare il documento in arrivo senza prenderlo in carico spuntare la casella a sinistra e cliccare il bottone esegui ; si apre la maschera P142 che permette di lavorare il documento cliccare sull icona Pdf o Word, per leggere il documento Attenzione: per leggere un documento di tipologia COP (documento interno o copia di un documento in arrivo trasmesso dal Protocollo): cliccare sul pulsante Informa, a destra, si apre la maschera P140 cliccare sul pulsante All. Orig. (allegati all originale), in basso Spuntare l icona della macchina fotografica e cliccare visualizza Chiudere la maschera P140 Per fascicolare il documento cliccare Fascicola in basso (si apre la maschera P135) e poi cliccare ricerca inserire gli estremi della pratica da ricercare. Ricordare che le pratiche vecchio tipo (create prima del 5 giugno 2007) identificate con un numero di protocollo vanno ricercate inserendo il numero nel campo AD (altri dati) Pag. 13

14 cliccare su Ricerca ; il programma torna sulla maschera di fascicolazione cliccare su Sposta per inserire il documento appena protocollato nella pratica ricercata confermare ed uscire dalla maschera P135 la riga Pratica del documento è ora completata Cliccare su Avvio e confermare termina iter, se il documento non deve essere trasmesso ad altra scrivania. Capitolo 5 Gestione degli atti interni da pubblicare all Albo Pretorio e nella Bacheca Virtuale Le Delibere di Consiglio e di Giunta sono pubblicate all Albo Pretorio in modalità cartacea e nel sito del Comune, in modalità automatica attraverso la bacheca virtuale di Iride come ultimo passo dell iter delle delibere. Per la pubblicazione delle Determinazioni Dirigenziali si rimanda al successivo punto 6.8. Per tutti gli altri atti (ordinanze, bandi, inviti ecc.) il Responsabile che ha emesso il documento deve richiederne la pubblicazione cartacea all Albo Pretorio (vedi punto ) e registrarne la pubblicazione virtuale in Iride secondo le seguenti modalità: La richiesta di pubblicazione all Albo Pretorio deve essere protocollata, secondo le modalità indicate al punto , almeno 2 giorni lavorativi antecedenti il giorno in cui il documento deve essere pubblicato. La data di pubblicazione deve essere registrata in Iride come segue: dalla maschera di protocollo cliccare sul pulsante in basso Pubblica si apre la maschera P123 registrare la data di pubblicazione nel campo dal ed indicare i giorni di pubblicazione e aggiornare dalla maschera di protocollo cliccare su DM, selezionare il documento da pubblicare e cliccare su Dettaglio si apre la maschera P090 spuntare la casella corrispondente a Pubblica e aggiornare. A questo punto il documento sarà visualizzato nella Bacheca di Iride dalla data indicata. Pag. 14

15 Capitolo 6 Gestione delle determinazioni dirigenziali Il nuovo iter per le determine con firma digitale permette la loro totale gestione in formato digitale, evitando l uso della carta. Il soggetto responsabile di ciascuna fase procedimentale potrà firmare digitalmente il testo del documento od i pareri ad esso allegati. L azione di firma, oltre a garantire la sottoscrizione da parte del titolare della firma digitale, renderà assolutamente statici e immodificabili tutti i dati dell atto in questione e di eventuali allegati. Fase1 Predisposizione e composizione dell atto e dei suoi allegati tramite Iride da parte dell ufficio proponente ed invio alla scrivania del responsabile per la sua approvazione. Nel caso siano presenti degli allegati, considerati parte integrante dell atto, procedere come segue: Tipologia di allegati L allegato è in formato digitale ed è possibile inserirlo nell atto della determinazione L allegato è in formato digitale ma non è possibile inserirlo nell atto della determinazione (es. allegato grafico) L allegato non è in formato digitale e non è possibile acquisirlo Metodologia operativa Inserire il documento, testo o immagine, nello stesso documento (file) della determina verrà sottoscritto digitalmente un unico documento (il merge dell atto). Inserire il documento testo o immagine come altro file verrà sottoscritto digitalmente sia il merge dell atto che l allegato Nel testo della determina si dovrà specificare dove è reperibile e consultabile l allegato, indicando il fascicolo archivistico di conservazione e i motivi per cui non è stato possibile ricondurlo a un documento digitale 6.1 Dalla scrivania del proponente Per l inserimento da parte del proponente il procedimento rimane invariato rispetto alla versione con firma autografa. Dalla Scrivania: - cliccare sul pulsante Det per inserire i dati salienti nella maschera P190 - cliccare sul pulsante Ins.Nuovo e inserire il testo della determina dal pulsante D.M. - cliccare su Nuovo All. e scegliendo Word dalla finestra che si apre, è possibile inserire il testo della determinazione, selezionando l opportuno schema. È possibile caricare un documento Word già presente nel file system del proprio pc utilizzando la scheda Esistente nella maschera P090 Inserimento nuovo testo : - scegliere il pulsante Browse e selezionare il file nel proprio disco rigido Pag. 15

16 - inserire il testo e uscire salvando. - Tornando nella maschera principale P190, dal pulsante Impegni si possono inserire i dati relativi all intervento, capitolo, ecc. lasciando a zero il campo Numero dell impegno che verrà compilato dal Servizio Finanziario. - Salvare mediante il pulsante Aggiorna - Dare Avvio. Si apre una maschera dove scegliere se mandare la determina alla Posizione Organizzativa o direttamente al Dirigente; selezionare la voce di interesse e cliccare su Conferma. Se si sceglie la Posizione Organizzativa verrà aperta una finestra con l elenco delle Posizioni Organizzative: selezionare quella desiderata e dare Conferma. La determina verrà spostata alla scrivania selezionata. 6.2 Dalla scrivania del Responsabile A questo punto il Dirigente/Posizione Organizzativa si troverà la determinazione nella sezione Arrivo della sua scrivania: - selezionarla, cliccare Carico e poi Esegui per poterla aprire e controllare. Se ci sono errori: - fare Avvio e rimandarla direttamente al Proponente. Se va bene: - numerarla con il pulsante Numera. Una volta numerata si procede con il Componi Atto. Si apre una maschera con l aiuto valori: scegliere lo schema della firma digitale Una volta concluso il Componi Atto: - dalla sezione D.M. si deve trasformare il testo della determina in PDF affinché non sia ulteriormente modificabile. Per farlo, selezionare la riga nella finestra P090 e cliccare sul pulsante PDF. Una nuova riga comparirà nella maschera P090 con l icona del PDF. 6.3 La firma digitale - Selezionare il documento in pdf per firmarlo digitalmente. - Assicurarsi che il lettore di Smart card sia correttamente collegato al pc ed inserire la Carta Raffaello per la firma digitale (deve accendersi la luce verde nel lettore e il chip deve essere posizionato verso l interno rivolto in alto). - Digitare il codice pin nell apposito campo. Se la firma è stata apposta correttamente, l icona che identificava il pdf viene modificata nella seguente: per evidenziare la presenza della firma. Comparirà anche una coccarda sotto la voce Firma. A questo punto si può dare l avvio alla determina che passerà o al Servizio Finanziario o alla firma del Dirigente se vi è una Posizione Organizzativa. In quest ultimo caso il Dirigente (se la determina è a posto) può procedere alla firma come sopra descritto. Dopo la firma del Dirigente nella finestra P090 comparirà una doppia coccarda a visualizzare che vi è più di una firma digitale collegata al documento. Pag. 16

17 6.4 La verifica della firma Per controllare chi ha firmato digitalmente e controllare i certificati - cliccare sul pulsante Verif. Fr. Per visualizzare un documento firmato digitalmente - selezionare e cliccare sul pulsante Visualizza. Si apre il programma Dike che permette la visualizzazione sia del certificato della firma digitale sia del documento in pdf firmato digitalmente. - Cliccare sul pulsante Visualizza documento per visualizzare il file. 6.5 Richiesta di disponibilità finanziaria Se si utilizzano fondi di un altro Servizio ed è necessario avere il parere di disponibilità finanziaria di un altro Dirigente, è possibile, dopo aver dato l Avvio - scegliere l opzione Verifica Disp. Finanziaria. Si apre l elenco delle scrivanie dei dirigenti, - quindi selezionare quella d interesse e dare Conferma. La determina si sposterà nella scrivania scelta, dove il Dirigente potrà apporre il suo parere favorevole alla disponibilità finanziaria e firmarlo digitalmente come segue. Dalla sezione Arrivo della Scrivania - portare la determina in Carico, cliccare esegui, andare su D.M. per visualizzare come descritto in precedenza - porre il parere, selezionando il PDF firmato e andando nella scheda Pareri. - Cliccare su Nuovo All. : si apre una finestra con gli schemi dei pareri - selezionare quello di disponibilità finanziaria. Terminata la compilazione del parere, il file deve essere trasformato in PDF per essere firmato. - selezionare la riga con il PDF e cliccare sul pulsante Firma - cliccare Avvio, la determina tornerà automaticamente alla scrivania di chi l aveva inviata per il parere. Il Dirigente potrà inviare la determina ad altri dirigenti per eventuali altri pareri di disponibilità finanziaria o al Servizio Ragioneria per l accertamento dell impegno. 6.6 Dalla scrivania del Servizio Finanziario Il Servizio Finanziario, dopo i controlli necessari, può attribuire il numero dell impegno e mandare alla firma per la copertura finanziaria o, eventualmente, rimandare la determina al proponente. In quest ultimo caso, essendo i documenti firmati digitalmente non modificabili, si dovrà procedere ad una nuova versione del testo della determina. Pag. 17

18 6.7 Dalla scrivania del proponente: - andare su D.M., cliccare sull icona di Word con il testo originale della determina e quindi sul pulsante Versione. Si crea così una nuova riga con la versione 1 del testo della determina: - selezionandolo ed aprendolo in Modifica si può procedere alle modifiche. Questa versione modificata dovrà rifare lo stesso percorso della prima versione e riottenere tutte le firme. Quando la scrivania manda la determina alla firma della copertura finanziaria, il dirigente del Servizio Finanziario procede a dare il suo parere di copertura finanziaria: - da Arrivo portare in Carico la determina, - cliccare Esegui, poi D.M. e selezionare la versione corretta (quella con la spunta nella voce Princ. ) - andare sulla scheda Pareri - inserire il parere con Nuovo All. e scegliere il visto di copertura finanziaria dall aiuto valori Una volta pronto il parere: - selezionare il parere - cliccare sul pulsante PDF. La versione in PDF andrà firmata con il solito procedimento. Una volta firmata la determina, con Avvio la si manderà alla pubblicazione. 6.8 Pubblicazione e archiviazione Dalla scrivania del Servizio Affari Istituzionali, si procede a mettere in carico la determina e a stampare tutti i PDF (firmati digitalmente) per essere affissi all Albo Pretorio. Stampato il tutto si dà Avvio e la determina va in Sosta per la pubblicazione. Cliccando sul pulsante, si apre la maschera P191 da dove è possibile selezionare le determine da pubblicare ed impostare la data di pubblicazione. Cliccare Aggiorna e aspettare il messaggio di avvenuta pubblicazione. Dare Avvio: la fase di pubblicazione è terminata. Trascorsi i relativi giorni di pubblicazione, la determina viene visualizzata automaticamente nella sezione Carico della scrivania degli Servizio Affari Istituzionali da dove deve essere eseguita per terminare l iter. Con questo passaggio la determina viene recuperata dal programma della Top Consult per la sua conservazione. L iter della determina è terminato. Pag. 18

Manuale Protocollo Iride Web Manuale Protocollo Iride Web

Manuale Protocollo Iride Web Manuale Protocollo Iride Web Manuale Protocollo Iride Web Pagina 1 IIndice 1. INTRODUZIONE 3 1.1 Contenuti del documento 3 1.2 Obiettivi del documento 3 2. LOGIN E INGRESSO A IRIDE WEB 4 3. INSERIMENTO NUOVO PROTOCOLLO 5 4. LEGGENDA

Dettagli

PROCEDURA DI PROTOCOLLAZIONE CON IL SOFTWARE IRIDE

PROCEDURA DI PROTOCOLLAZIONE CON IL SOFTWARE IRIDE PROCEDURA DI PROTOCOLLAZIONE CON IL SOFTWARE IRIDE Pagina 1 di 25 Per poter protocollare un documento occorre accedere a IRIDE con il proprio username e password e selezionare la voce Protocollo dalla

Dettagli

Affari Generali. Manuale Utente. AGSPR - Produzione Lettere Interne e In Uscita. Sistema di qualità certificato secondo gli standard ISO9001

Affari Generali. Manuale Utente. AGSPR - Produzione Lettere Interne e In Uscita. Sistema di qualità certificato secondo gli standard ISO9001 Sistema di qualità certificato secondo gli standard ISO9001 Indice e Sommario 1 PRODUZIONE LETTERE INTERNE ED IN USCITA 3 1.1 Descrizione del flusso 3 1.2 Lettere Interne 3 1.2.1 Redazione 3 1.2.2 Firmatario

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TRIESTE. Sezione Affari generali e documentali Ripartizione Sistema documentale e procedurale

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TRIESTE. Sezione Affari generali e documentali Ripartizione Sistema documentale e procedurale UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TRIESTE Sezione Affari generali e documentali Ripartizione Sistema documentale e procedurale SISTEMA INFORMATIVO DOCUMENTALE DI ATENEO SID 2 MANUALE TEORICO PRATICO PER LA GESTIONE

Dettagli

Istruzioni per inserire una determina

Istruzioni per inserire una determina Istruzioni per inserire una determina 1. Cliccare sull icona di Iride presente sul desktop 2. Inserire il proprio utente (cognome più iniziale del nome senza spazi) e password (al primo accesso vuota)

Dettagli

1 SOMMARIO... 2 2 ACCESSO AL PROGRAMMA... 3 3 SCHERMATA PRINCIPALE TITULUS... 4 4 GESTIONE DEI DOCUMENTI... 8

1 SOMMARIO... 2 2 ACCESSO AL PROGRAMMA... 3 3 SCHERMATA PRINCIPALE TITULUS... 4 4 GESTIONE DEI DOCUMENTI... 8 1 Sommario Università di Pisa 1 SOMMARIO... 2 2 ACCESSO AL PROGRAMMA... 3 3 SCHERMATA PRINCIPALE TITULUS... 4 3.1 SCRIVANIA PERSONALE... 5 3.2 SCRIVANIA DI UFFICIO... 6 4 GESTIONE DEI DOCUMENTI... 8 4.1

Dettagli

Manuale per l Utente del Protocollo Informatico

Manuale per l Utente del Protocollo Informatico Rif.: HOWTO_Dispensa_Protocollo_essenziale_v10.doc pag. 1 Manuale per l Utente del Protocollo Informatico Rif.: HOWTO_Dispensa_Protocollo_essenziale_v10.doc pag. 2 Accesso al Programma Per accedere al

Dettagli

Data: 28.12.2011. A cura del Polo delle Scienze e delle Tecnologie per la vita. e-mail :polostv@unina.it http://www.praxis.unina.it.

Data: 28.12.2011. A cura del Polo delle Scienze e delle Tecnologie per la vita. e-mail :polostv@unina.it http://www.praxis.unina.it. La gestione digitale dell iter di approvazione e di registrazione dei Decreti Presidente e Direttore del Polo delle Scienze e delle Tecnologie per la Vita: Manuale Operativo Data: 28.12.2011 A cura del

Dettagli

Corrispondenza tra AOO di Ateneo

Corrispondenza tra AOO di Ateneo Corrispondenza tra AOO di Ateneo Sommario Introduzione...2 Situazione attuale...2 Soluzione prospettata...2 Istruzioni per l'uso...4 Inserimento di un destinatario interno all'ateneo...4 Inserimento di

Dettagli

1 Riconoscimento del soggetto richiedente da parte del sistema

1 Riconoscimento del soggetto richiedente da parte del sistema Guida alla compilazione on-line della domanda per il bando Servizi per l accesso all istruzione (Trasporto scolastico, assistenza disabili e servizio pre-scuola e post-scuola) INDICE 1 Riconoscimento del

Dettagli

GUIDA AL PRIMO AVVIO E MANUALE D USO

GUIDA AL PRIMO AVVIO E MANUALE D USO GUIDA AL PRIMO AVVIO E MANUALE D USO Informazioni preliminari Il primo avvio deve essere fatto sul Server (il pc sul quale dovrà risiedere il database). Verificare di aver installato MSDE sul Server prima

Dettagli

Manuale Operativo FER CEL-PAS. Lato Compilatore. Servizio FER - Fonti Energetiche Rinnovabili

Manuale Operativo FER CEL-PAS. Lato Compilatore. Servizio FER - Fonti Energetiche Rinnovabili Manuale Operativo FER CEL-PAS Lato Compilatore Servizio FER - Fonti Energetiche Rinnovabili Revisione del Documento: 06 Data revisione: 13-01-2013 INDICE DEI CONTENUTI Indice 1.1 Scopo e campo di applicazione...

Dettagli

Manuale per la compilazione on-line della richiesta di anticipo. (enti pubblici)

Manuale per la compilazione on-line della richiesta di anticipo. (enti pubblici) Manuale per la compilazione on-line della richiesta di anticipo (enti pubblici) Firenze, 11 maggio 2010 1 INDICE 1. ACCESSO AL SISTEMA... 3 2. ACCESSO ALL ANAGRAFE... 5 3. INSERIMENTO DELLA DUA DI ANTICIPO...

Dettagli

SPIGA Sistema di Protocollo Informatico e Gestione Archivi

SPIGA Sistema di Protocollo Informatico e Gestione Archivi SPIGA Sistema di Protocollo Informatico e Gestione Archivi Modulo Gestione Protocollo Manuale Utente Manuale Utente del modulo Gestione Protocollo Pag. 1 di 186 SPIGA...1 Modulo Gestione Protocollo...1

Dettagli

SICR@WEB PROTOCOLLO MANUALE UTENTE MANUALE UTENTE PROTOCOLLO. Il presente documento illustra le principali funzionalità del Protocollo Informatico.

SICR@WEB PROTOCOLLO MANUALE UTENTE MANUALE UTENTE PROTOCOLLO. Il presente documento illustra le principali funzionalità del Protocollo Informatico. SICR@WEB PROTOCOLLO MANUALE UTENTE Il presente documento illustra le principali funzionalità del Protocollo Informatico. MANUALE UTENTE PROTOCOLLO Revisioni Data Modifiche Versione documento Redatto Versione

Dettagli

ARTEA Agenzia Regionale Toscana per le Erogazioni in Agricoltura

ARTEA Agenzia Regionale Toscana per le Erogazioni in Agricoltura ARTEA Agenzia Regionale Toscana per le Erogazioni in Agricoltura Istruzioni per la compilazione della Domanda di Pagamento della seconda annualità di prepensionamento anno 2010 PSR 2007/13 - Misura 113

Dettagli

PROTOCOLLO E SCRIVANIA VIRTUALE. Protocollazione UMA Documentazione tecnica

PROTOCOLLO E SCRIVANIA VIRTUALE. Protocollazione UMA Documentazione tecnica Pagina 1 di 12 Il link all applicativo che gestisce le richieste pervenute al servizio UMA on line si trova sulla intranet della Provincia. Qui dal menu Strumenti di lavoro, è sufficiente selezionare Ricerche

Dettagli

GUIDA UTENTE FATTURA IMPRESA

GUIDA UTENTE FATTURA IMPRESA GUIDA UTENTE FATTURA IMPRESA (Vers. 4.5.0) Installazione... 2 Prima esecuzione... 5 Login... 6 Funzionalità... 7 Documenti... 8 Creazione di un nuovo documento... 9 Ricerca di un documento... 17 Calcolare

Dettagli

Accettazione e Richiesta dell Aiuto Finanziario MANUALE PER L USO DELLA PROCEDURA ON LINE

Accettazione e Richiesta dell Aiuto Finanziario MANUALE PER L USO DELLA PROCEDURA ON LINE PROGRAMMA ATTUATIVO REGIONALE (PAR) DEL FONDO AREE SOTTOUTILIZZATE (FAS) 2007-2013 D.G.R. VIII/10879 DEL 23 DICEMBRE 2009 AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DI DOMANDE DI ACCESSO A CONTRIBUTI PER L AMMODERNAMENTO

Dettagli

Manuale utente OTTOBRE 2015

Manuale utente OTTOBRE 2015 Manuale utente OTTOBRE 2015 1 1. PROTOCOLLO INFORMATICO DELL AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE... 4 2. COME ACCEDERE AL PROTOCOLLO INFORMATICO... 4 3. COME DARE I COMANDI... 4 3.1 ATTRAVERSO IL NAVIGATORE...

Dettagli

GESTIONE INFORMATICA DOCUMENTALE

GESTIONE INFORMATICA DOCUMENTALE GESTIONE INFORMATICA DOCUMENTALE IRIDE e un sistema integrato ed innovativo di Gestione Documentale. Si presenta come una piattaforma modulare che realizza da un lato il tracciamento e la esecuzione automatica

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL PROTOCOLLO INFORMATICO E DEI FLUSSI DOCUMENTALI

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL PROTOCOLLO INFORMATICO E DEI FLUSSI DOCUMENTALI APPROVATO CON DELIBERA DELLA G.C. N. 209 DEL 12/12/2011 COMUNE DI TORRE PELLICE -------------- PROVINCIA DI TORINO REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL PROTOCOLLO INFORMATICO E DEI FLUSSI DOCUMENTALI INDICE

Dettagli

Manuale d uso del programma IRIDE

Manuale d uso del programma IRIDE Manuale d uso del programma IRIDE Allegato B) Indice Accesso alla procedura Iride... 2 La scrivania di Iride... 2 Gli Strumenti di lavoro... 4 L Iter dei Documenti / Atti... 7 Le Determinazioni d impegno...

Dettagli

Allegato6 - Manuale operativo

Allegato6 - Manuale operativo Allegato6 - Manuale operativo (versione di riferimento: PI 2.00.02) Nel documento: il riferimento ai tasti non contenenti icone è indicato scrivendone la descrizione tra parentesi quadre - es. [Lista trovati]

Dettagli

GUIDA UTENTE PRIMA NOTA SEMPLICE

GUIDA UTENTE PRIMA NOTA SEMPLICE GUIDA UTENTE PRIMA NOTA SEMPLICE (Vers. 2.0.0) Installazione... 2 Prima esecuzione... 5 Login... 6 Funzionalità... 7 Prima Nota... 8 Registrazione nuovo movimento... 10 Associazione di file all operazione...

Dettagli

PEC: istruzioni per l uso

PEC: istruzioni per l uso PEC: istruzioni per l uso Dott.ssa Lucia Maffei Responsabile della Divisione Flussi Documentali e Informativi Posta elettronica certificata - PEC Nasce per offrire una valida e più efficace alternativa

Dettagli

Manuale Operativo FER AU LATO ENTE

Manuale Operativo FER AU LATO ENTE Manuale Operativo FER AU LATO ENTE Servizio FER - Fonti Energetiche Rinnovabili Revisione del Documento: 01 Data revisione: 13-01-2014 INDICE DEI CONTENUTI Indice 1.1 Scopo e campo di applicazione... 3

Dettagli

Suap FE Presentazione pratiche on-line

Suap FE Presentazione pratiche on-line Suap FE Presentazione pratiche on-line Manuale utente Versione 1.1 del 29/03/2011 A cura del Gruppo CoorSA Coordinamento Semplificazione Amministrativa della provincia di Ferrara Pag. 1 di 24 Sommario

Dettagli

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 -

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 - Progetto SINTESI Comunicazioni Obbligatorie Modulo Applicativo COB - Versione Giugno 2013-1 Versione Giugno 2013 INDICE 1 Introduzione 3 1.1 Generalità 3 1.2 Descrizione e struttura del manuale 3 1.3 Requisiti

Dettagli

ISTRUZIONI OPERATIVE PER LA FASCICOLATURA IN TITULUS

ISTRUZIONI OPERATIVE PER LA FASCICOLATURA IN TITULUS ISTRUZIONI OPERATIVE PER LA FASCICOLATURA IN TITULUS 1. Premessa Tutti i documenti, anche quelli non protocollati, devono essere classificati e fascicolati (DPR 445/2000 art. 64, comma 4). Essi non sono

Dettagli

CIRCOLARE 730/2015 N. 1 MAGGIO 2015 SOFTWARE FISCALI CAF 2015

CIRCOLARE 730/2015 N. 1 MAGGIO 2015 SOFTWARE FISCALI CAF 2015 CIRCOLARE 730/2015 N. 1 MAGGIO 2015 SOFTWARE FISCALI CAF 2015 1. Deleghe Modelli 730; 2. Importazione Anagrafiche; 3. Importazione precompilati; 4. Documenti utili; 5. Configurazione dati dello sportello;

Dettagli

Istruzioni per installare EpiData e i files dati ad uso di NetAudit

Istruzioni per installare EpiData e i files dati ad uso di NetAudit Istruzioni per installare EpiData a cura di Pasquale Falasca e Franco Del Zotti Brevi note sull utilizzo del software EpiData per una raccolta omogenea dei dati. Si tratta di istruzioni passo-passo utili

Dettagli

CIRCOLARE 730/2011 N. 1 DEL 30 MARZO 2011 SOFTWARE FISCALI CAF 2011

CIRCOLARE 730/2011 N. 1 DEL 30 MARZO 2011 SOFTWARE FISCALI CAF 2011 DRC Network Srl - Coordinamento Regionale CAF Via Imperia, 43 20142 Milano Telefono 02.84892710 Fax 02.335173151-02.335173152 e-mail info@drcnetwork.it sito: www.drcnetwork.it CIRCOLARE 730/2011 N. 1 DEL

Dettagli

Provincia di Livorno

Provincia di Livorno Provincia di Livorno UFFICIO TURISMO Invio telematico della comunicazione dei prezzi e dei servizi: istruzioni per l uso Per informazioni contattare l Ufficio Turismo http://livorno.motouristoffice.it

Dettagli

MANUALE DELLA PROCEDURA. PI PROTOCOLLO INFORMATICO - versione 4.07.00

MANUALE DELLA PROCEDURA. PI PROTOCOLLO INFORMATICO - versione 4.07.00 SOMMARIO MANUALE DELLA PROCEDURA PI PROTOCOLLO INFORMATICO - versione 4.07.00 SOMMARIO Informazioni generali e scopo del documento Moduli applicativi della procedura Icone utilizzate nella procedura Avviamento

Dettagli

Software di collegamento Dot Com Manuale operativo

Software di collegamento Dot Com Manuale operativo Software di collegamento Dot Com Manuale operativo CAF Do.C. Spa Sede amministrativa: Corso Francia 121 d 12100 Cuneo Tel. 0171 700700 Fax 800 136 818 www.cafdoc.it info@cafdoc.it 1/36 INDICE 1. AVVIO

Dettagli

Progetto di Formazione in rete. La qualità della professione docente.

Progetto di Formazione in rete. La qualità della professione docente. LICEO SCIENTIFICO STATALE G. GALILEI Progetto di Formazione in rete. La qualità della professione docente. ESERCITAZIONE PER L UTILIZZO DELLA WEB-INTRANET DI COLLABORAZIONE ASINCRONA SU RETE INTERNET Ing.

Dettagli

ARTEA Agenzia Regionale Toscana per le Erogazioni in Agricoltura

ARTEA Agenzia Regionale Toscana per le Erogazioni in Agricoltura ARTEA Agenzia Regionale Toscana per le Erogazioni in Agricoltura Istruzioni per la compilazione della Domanda di Pagamento. PSR 2007-2013 Rev. 0 Firenze, Febbraio 2009 Sommario 1. Premessa... 3 2. Sezione

Dettagli

COMUNE DI TURRI PROVINCIA DEL MEDIO CAMPIDANO

COMUNE DI TURRI PROVINCIA DEL MEDIO CAMPIDANO COMUNE DI TURRI PROVINCIA DEL MEDIO CAMPIDANO ALLEGATO 7 AL MANUALE DI GESTIONE DEL PROTOCOLLO INFORMATICO, DEI FLUSSI DOCUMENTALI E DEGLI ARCHIVI IL SISTEMA DOCUMENTALE E DI PROTOCOLLAZIONE ADOTTATO DALL'ENTE

Dettagli

Sistema GEFO Manuale di Gestione dei Progetti Finanziati

Sistema GEFO Manuale di Gestione dei Progetti Finanziati Sistema GEFO Manuale di Gestione dei Progetti Finanziati INDICE 1 INTRODUZIONE...3 1.1 NOTE PER L USO DEL MANUALE...3 1.2 IL MOTORE DI WORKFLOW...4 2 IL MOTORE DI WORKFLOW - PANORAMICA...5 2.1 ACCEDERE

Dettagli

Guida alla Richiesta di Rimborso

Guida alla Richiesta di Rimborso Rimborso ai Datori di Lavoro di Volontari di Protezione Civile ed ai Volontari lavoratori autonomi comandati in servizio dall Autorità di protezione Civile (art.9 del D.P.R. 194/2001) Guida alla Richiesta

Dettagli

MANUALE OPERATIVO COMUNE DI CUNEO PER GLI UTENTI DELLE STAZIONI DI PROTOCOLLAZIONE DECENTRATE MANUALE DI GESTIONE E CONSERVAZIONE DEI DOCUMENTI

MANUALE OPERATIVO COMUNE DI CUNEO PER GLI UTENTI DELLE STAZIONI DI PROTOCOLLAZIONE DECENTRATE MANUALE DI GESTIONE E CONSERVAZIONE DEI DOCUMENTI COMUNE DI CUNEO MANUALE DI GESTIONE E CONSERVAZIONE DEI DOCUMENTI ALLEGATO 5 MANUALE OPERATIVO PER GLI UTENTI DELLE STAZIONI DI PROTOCOLLAZIONE DECENTRATE VERSIONE DEL 21 MAGGIO 2002 1 1. Informazioni

Dettagli

MANUALE DI SUPPORTO ALLA COMPILAZIONE ON-LINE DELLA DOMANDA

MANUALE DI SUPPORTO ALLA COMPILAZIONE ON-LINE DELLA DOMANDA UNIONE EUROPEA REGIONE CALABRIA REPUBBLICA ITALIANA POR CALABRIA FESR 2007-2013 Asse VII Sistemi produttivi Obiettivo Specifico 7.1 Obiettivo Operativo 7.1.3 Linea di Intervento 7.1.3.2 Migliorare le condizioni

Dettagli

Provincia di Siena UFFICIO TURISMO. Invio telematico delle comunicazioni relative alle Agenzie di Viaggio

Provincia di Siena UFFICIO TURISMO. Invio telematico delle comunicazioni relative alle Agenzie di Viaggio Provincia di Siena UFFICIO TURISMO Invio telematico delle comunicazioni relative alle Agenzie di Viaggio Per informazioni contattare: - Annalisa Pannini 0577.241.263 pannini@provincia.siena.it - Alessandra

Dettagli

COMUNE DI PRAMOLLO PROVINCIA DI TORINO

COMUNE DI PRAMOLLO PROVINCIA DI TORINO COMUNE DI PRAMOLLO PROVINCIA DI TORINO ALLEGATO 7 AL MANUALE DI GESTIONE DEL PROTOCOLLO INFORMATICO, DEI FLUSSI DOCUMENTALI E DEGLI ARCHIVI IL SISTEMA DOCUMENTALE E DI PROTOCOLLAZIONE ADOTTATO DALL ENTE

Dettagli

ARCHIVIAZIONE DOCUMENTI

ARCHIVIAZIONE DOCUMENTI ARCHIVIAZIONE DOCUMENTI Introduzione... 2 Archiviazione nella copertina della pratica, nei biglietti e nei servizi top... 2 Archiviazione nelle fatture, nei pagamenti, nelle anagrafiche, nella prima nota...

Dettagli

COMUNE DI PESCARA SETTORE TRIBUTI COMUNICAZIONE ICI PROCEDURA DI COMPILAZIONE

COMUNE DI PESCARA SETTORE TRIBUTI COMUNICAZIONE ICI PROCEDURA DI COMPILAZIONE COMUNE DI PESCARA SETTORE TRIBUTI COMUNICAZIONE ICI PROCEDURA DI COMPILAZIONE INSTALLAZIONE DEL PROGRAMMA Requisisti di sistema L applicazione COMUNICAZIONI ICI è stata installata e provata sui seguenti

Dettagli

COMUNE DI BORGOMANERO MANUALE DI GESTIONE PROTOCOLLO INFORMATICO

COMUNE DI BORGOMANERO MANUALE DI GESTIONE PROTOCOLLO INFORMATICO COMUNE DI BORGOMANERO MANUALE DI GESTIONE PROTOCOLLO INFORMATICO SOMMARIO TITOLO I PRINCIPI GENERALI...4 ART. 1 OGGETTO DELLA DISCIPLINA... 4 ART. 2 FINALITÀ... 4 ART. 3 IL SERVIZIO DEL PROTOCOLLO... 4

Dettagli

Archiflow 8. guida utente WEB

Archiflow 8. guida utente WEB Archiflow 8 guida utente WEB 1 Introduzione Il modulo ArchiflowWEB permette l accesso al database di Archiflow, quindi ai documenti archiviati, ed agli altri moduli utilizzati, tramite browser. L applicazione,

Dettagli

MANUALE DI SUPPORTO ALLA COMPILAZIONE ON-LINE DELLA DOMANDA

MANUALE DI SUPPORTO ALLA COMPILAZIONE ON-LINE DELLA DOMANDA UNIONE EUROPEA REGIONE CALABRIA REPUBBLICA ITALIANA POR CALABRIA FESR 2007-2013 Asse VII Sistemi produttivi Obiettivo Specifico 7.1 Obiettivo Operativo 7.1.3 Linea di Intervento 7.1.3.2 Migliorare le condizioni

Dettagli

Manuale per la compilazione del modulo di rendicontazione delle Spese Elettorali 2014

Manuale per la compilazione del modulo di rendicontazione delle Spese Elettorali 2014 Manuale per la compilazione del modulo di rendicontazione delle Spese Elettorali 2014 Premessa...2 Rendiconto dei comuni...2 Informazioni utili preliminari...2 Modalità di utilizzo e presentazione del

Dettagli

MANUALE DI GESTIONE DEI DOCUMENTI

MANUALE DI GESTIONE DEI DOCUMENTI MANUALE DI GESTIONE DEI DOCUMENTI 1 INDICE SEZIONE I Articolo 1 Articolo 2 SEZIONE II Articolo 3 Articolo 4 Articolo 5 Articolo 6 Articolo 7 SEZIONE III Articolo 8 Articolo 9 Articolo 10 SEZIONE IV Articolo

Dettagli

Servizio di Invio Telem atico Schedine Alloggiati

Servizio di Invio Telem atico Schedine Alloggiati Servizio di Invio Telem atico Schedine Alloggiati Indice Scarico e installazione certificati Pag. 2 Inserimento On Line.. Pag. 13 Invio File... Pag. 18 Informazioni per la Compilazione dei File.. Pag.

Dettagli

ART A Agenzia Regionale Toscana per le Erogazioni in Agricoltura

ART A Agenzia Regionale Toscana per le Erogazioni in Agricoltura ART A Agenzia Regionale Toscana per le Erogazioni in Agricoltura Istruzioni per la compilazione della Domanda di Premio PSR 2007/13 - annualità 2009 Misura 113 Prepensionamento Firenze, Giugno 2009 1 CREAZIONE

Dettagli

SERVIZIO ALBO PRETORIO ON-LINE. Procedura di pubblicazione

SERVIZIO ALBO PRETORIO ON-LINE. Procedura di pubblicazione 241 SERVIZIO ALBO PRETORIO ON-LINE Procedura di pubblicazione A cura di: Redazione - Via Roma, 47 Tel: 0874/401287 - Fax: 0874/411100 Email: redazione@alicomunimolisani.it 242 Accedere al portale : http://www.alicomunimolisani.it

Dettagli

Servizio di Invio Telematico delle Schedine Alloggiati

Servizio di Invio Telematico delle Schedine Alloggiati . Servizio di Invio Telematico delle Schedine Alloggiati 1. Login Fig.1.1: Maschera di Login Per accedere all applicativo inserire correttamente nome utente e password poi fare clic sul pulsante Accedi,

Dettagli

guida all utilizzo del sistema FEGC Front-End Generalizzato Contributivo per la presentazione delle domande

guida all utilizzo del sistema FEGC Front-End Generalizzato Contributivo per la presentazione delle domande Progetti di Azioni Positive degli Enti Locali Servizio lavoro e pari opportunità versione 01/2015 guida all utilizzo del sistema FEGC 2015 Front-End Generalizzato Contributivo per la presentazione delle

Dettagli

Manuale delle funzioni client per lo scambio dei dati tra cassa ed enti esterni

Manuale delle funzioni client per lo scambio dei dati tra cassa ed enti esterni Manuale delle funzioni client per lo scambio dei dati tra cassa ed enti esterni Edilnet Soldo Edilnet Web Sistema On Line Denunce Operai Sportello virtuale per gli utenti aperto h24 Cfp Informatica Srl

Dettagli

MANUALE DELLA PROCEDURA. PI PROTOCOLLO INFORMATICO - versione 4.12.02

MANUALE DELLA PROCEDURA. PI PROTOCOLLO INFORMATICO - versione 4.12.02 SOMMARIO MANUALE DELLA PROCEDURA PI PROTOCOLLO INFORMATICO - versione 4.12.02 SOMMARIO Informazioni generali e scopo del documento Moduli applicativi della procedura Icone utilizzate nella procedura Avviamento

Dettagli

LICEO STATALE CARLO PORTA ERBA

LICEO STATALE CARLO PORTA ERBA LICEO STATALE CARLO PORTA ERBA MANUALE PROCEDURE DI UTILIZZAZIONE REGISTRO ELETTRONICO MESSAGGISTICA INTERNA (aggiornamento del 28 ottobre 2014) REGISTRO ELETTRONICO ACCESSO Da scuola: cliccare sull icona

Dettagli

5. VALIDAZIONE E SCARICO DELLA PRATICA DISTINTA DI ACCOMPAGNAMENTO

5. VALIDAZIONE E SCARICO DELLA PRATICA DISTINTA DI ACCOMPAGNAMENTO 5. VALIDAZIONE E SCARICO DELLA PRATICA DISTINTA DI ACCOMPAGNAMENTO In questo capitolo tratteremo: a) dello scarico della pratica, b) della predisposizione della distinta di accompagnamento e c) di tutte

Dettagli

ARGO DOC Argo Software S.r.l. e-mail: info@argosoft.it -

ARGO DOC Argo Software S.r.l. e-mail: info@argosoft.it - 1 ARGO DOC ARGO DOC è un sistema per la gestione documentale in formato elettronico che consente di conservare i propri documenti su un server Web accessibile via internet. Ciò significa che i documenti

Dettagli

Importare/esportare la rubrica di Webmail Uniba

Importare/esportare la rubrica di Webmail Uniba Centro Servizi Informatici Importare/esportare la rubrica di Webmail Uniba La presente guida ha la finalità di fornire le indicazioni per: Esportare/Importare la rubrica Webmail di Horde pg.2 Rimuovere

Dettagli

Provincia di Siena UFFICIO TURISMO. Invio telematico della comunicazione dei prezzi e dei servizi: istruzioni per l uso

Provincia di Siena UFFICIO TURISMO. Invio telematico della comunicazione dei prezzi e dei servizi: istruzioni per l uso Provincia di Siena UFFICIO TURISMO Invio telematico della comunicazione dei prezzi e dei servizi: istruzioni per l uso Per informazioni contattare: - Annalisa Pannini 0577.241.263 pannini@provincia.siena.it

Dettagli

La gestione della Posta elettronica certificata PEC nel protocollo informatico dei Dipartimenti dell Università degli Studi di Padova PEC CHIUSA

La gestione della Posta elettronica certificata PEC nel protocollo informatico dei Dipartimenti dell Università degli Studi di Padova PEC CHIUSA La gestione della Posta elettronica certificata PEC nel protocollo informatico dei Dipartimenti dell Università degli Studi di Padova PEC CHIUSA Università degli Studi di Padova - Archivio generale di

Dettagli

Regione Lombardia Direzione Generale Commercio, Turismo e Terziario

Regione Lombardia Direzione Generale Commercio, Turismo e Terziario Regione Lombardia Direzione Generale Commercio, Turismo e Terziario GESTIONE INFORMATIZZATA DELLA CARTA D ESERCIZIO ED ATTESTAZIONE PER OPERATORI SU AREE PUBBLICHE MANUALE UTENTE PER COMUNE versione 3.1.1

Dettagli

SICE.NET Servizio Informativo Casse Edili

SICE.NET Servizio Informativo Casse Edili SICE.NET Servizio Informativo Casse Edili http://213.26.67.117/ce_test Guida all uso del servizio Internet On-Line CASSA EDILE NUOVA INFORMATICA Software prodotto da Nuova Informatica srl Pag. 1 Il Servizio

Dettagli

Manuale Utente. Gestione protocollo in uscita. 1 01/12/2014 Vincenzo Pellegrino 2 18/12/2014 Vincenzo Pellegrino

Manuale Utente. Gestione protocollo in uscita. 1 01/12/2014 Vincenzo Pellegrino 2 18/12/2014 Vincenzo Pellegrino Manuale Utente Gestione protocollo in uscita Rev. Data Descrizione Modifiche Emissione 1 01/12/2014 Vincenzo Pellegrino 2 18/12/2014 Vincenzo Pellegrino Pag. 1 1.0 Manuale utente 1.1 Descrizione generale

Dettagli

Manuale per la presentazione della domanda per il Premio Brianza Economica edizione 2014

Manuale per la presentazione della domanda per il Premio Brianza Economica edizione 2014 Manuale per la presentazione della domanda per il Premio Brianza Economica edizione 2014 Istruzioni valide per la presentazione delle domande sia per la sezione A (Imprese), sia per la sezione B (Dipendenti)

Dettagli

Manuale Operativo IL SOFTWARE PER LA GESTIONE CENTRALIZZATA DEL SISTEMA DELLE SEGNALAZIONI E DEI RECLAMI DELL ENTE

Manuale Operativo IL SOFTWARE PER LA GESTIONE CENTRALIZZATA DEL SISTEMA DELLE SEGNALAZIONI E DEI RECLAMI DELL ENTE Manuale Operativo IL SOFTWARE PER LA GESTIONE CENTRALIZZATA DEL SISTEMA DELLE SEGNALAZIONI E DEI RECLAMI DELL ENTE Il presente documento applica il Regolamento sulla gestione delle segnalazioni e dei reclami

Dettagli

R E G I O N E U M B R I A GIUNTA REGIONALE. Direzione Affari Generali della Presidenza e della Giunta regionale. Servizio Segreteria della Giunta

R E G I O N E U M B R I A GIUNTA REGIONALE. Direzione Affari Generali della Presidenza e della Giunta regionale. Servizio Segreteria della Giunta R E G I O N E U M B R I A GIUNTA REGIONALE Direzione Affari Generali della Presidenza e della Giunta regionale Servizio Segreteria della Giunta Disciplinare sull utilizzo della posta elettronica certificata

Dettagli

Programma per la gestione associativa Versione 5.3.x. Gestione SMS

Programma per la gestione associativa Versione 5.3.x. Gestione SMS Associazione Volontari Italiani del Sangue Viale E. Forlanini, 23 20134 Milano Tel. 02/70006786 Fax. 02/70006643 Sito Internet: www.avis.it - Email: avis.nazionale@avis.it Programma per la gestione associativa

Dettagli

REGIONE LOMBARDIA BUONO SCUOLA ON-LINE COMPILAZIONE DELLA DOMANDA AIUTO ALL UTENTE

REGIONE LOMBARDIA BUONO SCUOLA ON-LINE COMPILAZIONE DELLA DOMANDA AIUTO ALL UTENTE REGIONE LOMBARDIA BUONO SCUOLA ON-LINE COMPILAZIONE DELLA DOMANDA AIUTO ALL UTENTE Anno 2006/2007 1 ACCESSO ALLA COMPILAZIONE DELLA DOMANDA Dal portale REGIONE LOMBARDIA: http://www.regione.lombardia.it

Dettagli

Modalità per presentare la domanda di contributo in formato digitale

Modalità per presentare la domanda di contributo in formato digitale Manuale di utilizzo della piattaforma web per la presentazione delle domande on line di contributi per iniziative in ambito culturale a favore dei giovani ai sensi degli articoli 22, commi da 1 a 3, e

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE E LA PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA MISURA 431 COSTI DI GESTIONE GAL

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE E LA PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA MISURA 431 COSTI DI GESTIONE GAL Versione del 18/11/08 - rev. 4 ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE E LA PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA MISURA 431 COSTI DI GESTIONE GAL PREMESSA Le domande della Misura 431 sono presentate con Dichiarazione unica

Dettagli

BARCODE. Gestione Codici a Barre. Release 4.90 Manuale Operativo

BARCODE. Gestione Codici a Barre. Release 4.90 Manuale Operativo Release 4.90 Manuale Operativo BARCODE Gestione Codici a Barre La gestione Barcode permette di importare i codici degli articoli letti da dispositivi d inserimento (penne ottiche e lettori Barcode) integrandosi

Dettagli

I.N.A.I.L. Certificati Medici via Internet. Manuale utente

I.N.A.I.L. Certificati Medici via Internet. Manuale utente I.N.A.I.L. Certificati Medici via Internet Manuale utente CERTIFICATI MEDICI... 1 VIA INTERNET... 1 MANUALE UTENTE... 1 COME ACCEDERE AI CERTIFICATI MEDICI ON-LINE... 3 SITO INAIL... 3 PUNTO CLIENTE...

Dettagli

SIFORM MANUALE PROGETTI FORMATIVI

SIFORM MANUALE PROGETTI FORMATIVI SIFORM MANUALE PROGETTI FORMATIVI AVVIO ATTIVITA GESTIONE DIDATTICA GESTIONE OPERATIVA 1 Amministrazione...3 1.1 Profili utente...3 1.2 Profilazione...4 1.3 Utenti...5 2 Sezione Anagrafica delle Imprese...7

Dettagli

GAS FLUORURATI, OBBLIGO DI DICHIARAZIONE ENTRO IL 31 MAGGIO

GAS FLUORURATI, OBBLIGO DI DICHIARAZIONE ENTRO IL 31 MAGGIO GAS FLUORURATI, OBBLIGO DI DICHIARAZIONE ENTRO IL 31 MAGGIO Vi ricordiamo che anche quest anno è obbligo trasmettere la dichiarazione contenente le informazioni riguardanti la quantità di gas fluorurati

Dettagli

PROTOCOLLO INFORMATICO DPR 445/2000

PROTOCOLLO INFORMATICO DPR 445/2000 PROTOCOLLO INFORMATICO DPR 445/2000 (NOTE DI RELEASE) MODIFICHE APPORTATE NELLE RELEASE 10.2.0 Release 10.2.0 Nella ricerca multipla del protocollo è stata aggiunta la possibilità di ricercare per Presa

Dettagli

ACCREDITAMENTO AI SERVIZI PER LA FORMAZIONE

ACCREDITAMENTO AI SERVIZI PER LA FORMAZIONE ACCREDITAMENTO AI SERVIZI PER LA FORMAZIONE GUIDA ALLA COMPILAZIONE ON-LINE DELLA DOMANDA 1. INTRODUZIONE 2 2. REGISTRAZIONE E PROFILAZIONE 3 1.1 REGISTRAZIONE 3 1.2 INSERIMENTO DEL PROFILO 3 2 COMPILAZIONE

Dettagli

http://arezzo.motouristoffice.it

http://arezzo.motouristoffice.it Istruzioni l invio telematico della DICHIARAZIONE PREZZI E SERVIZI, per l installazione del lettore Smart Card, e l installazione di DIKE http://arezzo.motouristoffice.it 1 Vi sarà sufficiente inserire

Dettagli

MANUALE di GESTIONE del PROTOCOLLO INFORMATICO

MANUALE di GESTIONE del PROTOCOLLO INFORMATICO MANUALE di GESTIONE del PROTOCOLLO INFORMATICO Approvato con Delibera di G.C. n. 164 del 30.12.2004 1 INDICE TITOLO I PRINCIPI GENERALI ART. 1 OGGETTO DELLA DISCIPLINA ART. 2 FINALITA ART. 3 IL SERVIZIO

Dettagli

3. MENU GENERALE - GESTIONE DELLE ANAGRAFICHE - APERTURA DELLA PRATICA

3. MENU GENERALE - GESTIONE DELLE ANAGRAFICHE - APERTURA DELLA PRATICA 3. MENU GENERALE - GESTIONE DELLE ANAGRAFICHE - APERTURA DELLA PRATICA 1. Menù generale Inseriti i dati di configurazione in maniera completa, il sistema presenta una schermata d approccio all applicazione

Dettagli

GUIDA ALL UTENTE PER LA PRESENTAZIONE ON LINE DELLA SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA S.C.I.A.

GUIDA ALL UTENTE PER LA PRESENTAZIONE ON LINE DELLA SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA S.C.I.A. GUIDA ALL UTENTE PER LA PRESENTAZIONE ON LINE DELLA SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA S.C.I.A. INDICE 1) REGISTRAZIONE AL PORTALE REGISTRAZIONE AL PORTALE DELLE PERSONE GIURIDICHE REGISTRAZIONE

Dettagli

nuovi abbonamenti Buddismo e società Il Nuovo Rinascimento

nuovi abbonamenti Buddismo e società Il Nuovo Rinascimento nuovi abbonamenti Buddismo e società Il Nuovo Rinascimento I Guida completa alle nuove modalità di abbonamento Il 1 luglio 2015 sono nate le edizioni digitali del Nuovo Rinascimento e di Buddismo e Società,

Dettagli

Guida Sintetica per l inserimento esiti e la verbalizzazione con firma remota

Guida Sintetica per l inserimento esiti e la verbalizzazione con firma remota Guida Sintetica per l inserimento esiti e la verbalizzazione con firma remota v 4.2 Indice 1. INFORMAZIONI INIZIALI... 3 2. ACCESSO AD ESSE3... 3 3. TEST DI FIRMA DIGITALE... 4 4. VISUALIZZAZIONE APPELLI

Dettagli

GUIDA UTENTE BILLIARDS COUNTER (Vers. 1.2.0)

GUIDA UTENTE BILLIARDS COUNTER (Vers. 1.2.0) ------------------------------------------------- GUIDA UTENTE BILLIARDS COUNTER (Vers. 1.2.0) GUIDA UTENTE BILLIARDS COUNTER (Vers. 1.2.0)... 1 Installazione Billiards Counter... 2 Primo avvio e configurazione

Dettagli

GESTIONE ACQUISTI INFOSCHOOL: NOTE OPERATIVE FILE AVCP

GESTIONE ACQUISTI INFOSCHOOL: NOTE OPERATIVE FILE AVCP GESTIONE ACQUISTI INFOSCHOOL: NOTE OPERATIVE FILE AVCP Versione del 30/01/2014 1. Premessa...1 2. Riferimenti normativi...2 3. Installazione del programma Gestione Acquisti...4 4. Parametri di lavoro...5

Dettagli

AREA AFFARI GENERALI ITER DELIBERE/DETERMINE/ORDINANZE VISUAL. DELIBERE, DETERMINE E ORDINANZE VIA WEB PROTOCOLLO ARCHIVIAZIONE OTTICA DEI DOCUMENTI

AREA AFFARI GENERALI ITER DELIBERE/DETERMINE/ORDINANZE VISUAL. DELIBERE, DETERMINE E ORDINANZE VIA WEB PROTOCOLLO ARCHIVIAZIONE OTTICA DEI DOCUMENTI ITER DELIBERE/DETERMINE/ORDINANZE VISUAL. DELIBERE, DETERMINE E ORDINANZE VIA WEB PROTOCOLLO ARCHIVIAZIONE OTTICA DEI DOCUMENTI ARCHIVIAZIONE SOSTITUTIVA ARCHIVIATORE GLOBALE INTEROPERABILITÀ PROTOCOLLO

Dettagli

STEP 2 di seguito i vari passaggi per la registrazione al Re.G.Ind.E:

STEP 2 di seguito i vari passaggi per la registrazione al Re.G.Ind.E: STEP 1 - Il singolo professionista dovrà: 1. essere in possesso di una mail certificata definita P.E.C. (posta elettronica certificata). Nel caso il professionista sia un ingegnere iscritto all Ordine

Dettagli

RE Registro Elettronico SISSIWEB

RE Registro Elettronico SISSIWEB RE Registro Elettronico e SISSIWEB Guida Docenti Copyright 2013, Axios Italia 1 Voti finali e Scrutini Premessa La gestione Scrutini è ora completamente integrata dentro RE. Sono previste diverse funzioni

Dettagli

1. FUNZIONALITÀ DEL SISTEMA

1. FUNZIONALITÀ DEL SISTEMA Caratteristiche generali del sistema 1. FUNZIONALITÀ DEL SISTEMA inoltro della domanda esclusivamente telematico su Gold, previa sottoscrizione digitale NON È PIÙ PREVISTO L INVIO DELLA DOCUMENTAZIONE

Dettagli

Contributi per iniziative e manifestazioni di rilievo regionale l.r. 50/86 COME RICHIEDERE IL LETTORE DI CRS

Contributi per iniziative e manifestazioni di rilievo regionale l.r. 50/86 COME RICHIEDERE IL LETTORE DI CRS Contributi per iniziative e manifestazioni di rilievo regionale l.r. 50/86 COME RICHIEDERE IL LETTORE DI CRS La richiesta per poter ritirare gratuitamente il lettore di CRS (Carta Regionale dei Servizi)

Dettagli

A destra della Scheda vediamo la sezione dedicata al report RCV, Diabetici e Ipertesi richiesti da alcune ASL lombarde.

A destra della Scheda vediamo la sezione dedicata al report RCV, Diabetici e Ipertesi richiesti da alcune ASL lombarde. Manuale per creare i report RCV, Diabetici e Ipertesi. Per attivare la funzione di report: Selezionare la voce del menu principale: Pazienti e poi la voce Esportazione Dati e quindi la voce Report Ipertesi

Dettagli

GUIDA OPERATIVA PER LA PRIMA FORMAZIONE DEL REGISTRO

GUIDA OPERATIVA PER LA PRIMA FORMAZIONE DEL REGISTRO REGISTRO DEI REVISORI LEGALI DEI CONTI GUIDA OPERATIVA PER LA PRIMA FORMAZIONE DEL REGISTRO PER I REVISORI LEGALI E LE SOCIETA DI REVISIONE Versione 1.0 del 31 maggio 2013 Sommario PREMESSA... 4 LA PROCEDURA

Dettagli

Guida alla compilazione on-line delle domande di Dote Scuola A.S. 2014-2015 - per le Famiglie INDICE

Guida alla compilazione on-line delle domande di Dote Scuola A.S. 2014-2015 - per le Famiglie INDICE Guida alla compilazione on-line delle domande di Dote Scuola A.S. 2014-2015 - per le Famiglie INDICE Introduzione... 2 Riconoscimento del soggetto richiedente da parte del sistema... 2 Elenco dei servizi

Dettagli

Manuale d Uso del sistema di Protocollo. Autorità Portuale di Livorno

Manuale d Uso del sistema di Protocollo. Autorità Portuale di Livorno Manuale d Uso del sistema di Protocollo Autorità Portuale di Livorno Sommario 1- Login... 3 2- WorkArea... 4 Menù Generale... 5 Cambio Pwd... 5 Ricerca Documenti... 6 3- Gestione Protocollo... 7 4- Messaggi...

Dettagli

GUIDA ALLA PRESENTAZIONE DELLE PRATICHE ONLINE ALLO SPORTELLO UNICO ATTIVITA PRODUTTIVE

GUIDA ALLA PRESENTAZIONE DELLE PRATICHE ONLINE ALLO SPORTELLO UNICO ATTIVITA PRODUTTIVE COMUNE DI BARI GUIDA ALLA PRESENTAZIONE DELLE PRATICHE ONLINE ALLO SPORTELLO UNICO ATTIVITA PRODUTTIVE aprile 2013 RIPARTIZIONE SVILUPPO ECONOMICO SUAP Sportello Unico per le Attività Produttive SOMMARIO

Dettagli