Capitolato speciale di appalto relativo alla digitalizzazione di documenti dell archivio anagrafico e di stato civile del Comune di Livorno.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Capitolato speciale di appalto relativo alla digitalizzazione di documenti dell archivio anagrafico e di stato civile del Comune di Livorno."

Transcript

1 Capitolato speciale di appalto relativo alla digitalizzazione di documenti dell archivio anagrafico e di stato civile del Comune di Livorno. Art. 1 Oggetto dell appalto Il presente capitolato ha per oggetto la digitalizzazione di documenti filmati e cartacei dell archivio anagrafico e di stato civile del Comune di Livorno. Tutte le informazioni di carattere tecnico e le caratteristiche dei beni e dei servizi richiesti sono in esso specificate. Art. 2 Prestazioni Con la realizzazione del presente progetto, il Comune di Livorno intende: Per l anagrafe: recuperare, trasferendoli su supporto informatico, i documenti contenuti in 89 bobine di microfilm dei fogli di famiglia privi di cartaceo; digitalizzare, completando l archivio dei documenti microfilmati, il restante archivio cartaceo di 364 contenitori dei fogli di famiglia secondo le specifiche riportate all art. 5 tab. 1. Per lo stato civile: digitalizzare, recuperandoli, i documenti cartacei di nascita e matrimonio a decorrere dal 1866, gli indici decennali degli atti di nascita e matrimonio per gli anni conteggiati, gli atti di nascita e di matrimonio secondo le quantità e i periodi indicati nel successivo art. 5 tab. 2. Relativamente a quanto premesso si intende creare un archivio indicizzato di immagini di alta qualità. Tale archivio dovrà essere integrato con l attuale piattaforma software di gestione INFOR dell ufficio anagrafe e di stato civile in maniera tale che l accesso alle immagini digitalizzate dei documenti e il loro utilizzo sia trasparente al personale dell ufficio. Per i documenti relativi a cittadini non ancora presenti nei data base dei due uffici dovrà essere fornita una opportuna interfaccia software che permetta le normali operazioni di gestione. Art. 3 Soggetti abilitati Possono partecipare alla gara i soggetti di cui all art. 34 del decreto legislativo 163/2007. Art. 4 Adempimenti Viene richiesta la realizzazione di: Servizio di scansione dei documenti e relativa indicizzazione secondo le modalità di seguito specificate con i relativi servizi di controllo di qualità dell immagine e della correttezza dei dati inseriti; Fornitura del software di gestione dell archivio senza limitazioni di utilizzo. Tale software dovrà prevedere per i due servizi, in termini di gestione, la ricerca, la consultazione e la stampa delle immagini dei documenti scansionati, nonché l inserimento, l acquisizione e l aggiornamento di posizioni non ancora presenti nel data base informatico.

2 Dovrà inoltre prevedere: l integrazione dell archivio delle immagini con il gestionale attualmente in uso presso i servizi demografici del Comune, l attività di installazione e configurazione, l attività di installazione tecnico sistemistica sulla fornitura, i servizi di manutenzione del software per i dodici mesi successivi alla data di collaudo, inteso come periodo di garanzia, infine la formazione del personale addetto del Comune, in modo da renderlo autonomo sull utilizzo del software gestionale. Art. 5 Caratteristiche e quantità dei documenti da digitalizzare I documenti da digitalizzare e da indicizzare sono conservati in archivi raccolti in contenitori quali bobine microfilm, contenitori cartacei in armadi metallici o registri posizionati su scaffali murali. La tipologia e le quantità sono indicate nelle tabelle seguenti. Tab. 1- Anagrafe Fogli di Famiglia (valori stimati) Descrizione Supporto N contenitori N documenti per contenitore N documenti da digitalizzare Recupero bobine Bobine microfilm FF (1) al 1972 da A a GU Recupero bobine Bobine microfilm FF da anno 1973 a 1981 (da A a Z) (1) Recupero bobine Bobine microfilm FF da anno 1982 a 1984 (da A a MA) (1) FF eliminati al Raccoglitore (2) da GUC a Z FF da anno 1982 Raccoglitore ad anno 1984 (da MA a Z) Stati di famiglia Raccoglitore da anno 1985 a 2005 Totale (1) Di questi documenti non esiste il cartaceo.

3 Tab. 2 - Stato Civile valori stimati Descrizione Numero atti N documenti Atti da recuperare a fini conservativi (1) Indici decennali atti di nascita e matrimonio per gli anni considerati Atti di nascita dal 1930 p. 1/A e 2/B dal 1997 Atti di matrimonio dal 1950, p. 1 e /A Totale (1) Documenti risalenti al solo anno1866 I concorrenti che intendono partecipare hanno l obbligo di prendere parte al sopralluogo ricognitivo che si terrà nei modi e nei tempi indicati nel bando di gara. Art. 6 Qualità della scansione Le immagini dei documenti scansionati dovranno conservare la leggibilità dell originale e dovranno essere eventualmente raddrizzate e ruotate per il giusto verso di lettura indipendentemente dall orientamento che avranno avuto nell inserimento allo scanner. Le stesse dovranno avere una risoluzione idonea a mantenere la leggibilità dell originale, in ogni caso non inferiore a 200 x 200 dpi. Inoltre dovranno essere archiviate nel formato che ne permetta il migliore utilizzo sia per la consultazione a video che per la stampa. Tale formato dovrà altresì garantire la compatibilità tra diverse applicazioni (anche di terzi), nonché assicurare un supporto esteso nel tempo. Art. 7 Indicizzazione dei documenti Ogni immagine dovrà essere indicizzata per consentire l integrazione con il data base dell Anagrafe e dello Stato Civile, nonché con il software gestionale attualmente in uso. Per i Fogli di famiglia e i registri di stato civile l indicizzazione andrà effettuata per ogni nominativo presente sul foglio o sul registro. La fase dell indicizzazione dovrà essere eseguita con la massima cura e da personale adeguatamente formato. Al fine, poi, di garantire la massima qualità e correttezza di corrispondenza tra indici e immagini dovranno essere previste attività di verifica e controllo utilizzando anche il data base in uso per i servizi demografici che verrà fornito dal Comune. Dovrà inoltre essere fornita un interfaccia software che permetta la ricerca, la consultazione e l utilizzo delle immagini in maniera indipendente, a prescindere dal gestionale in uso presso i due uffici. Art. 8 Modalità di esecuzione del progetto I documenti cartacei e i microfilm dovranno essere trattati con la massima cura e attenzione per garantire la migliore conservazione degli stessi e la tutela dei dati personali.

4 Per il trasferimento su base informatica dei microfilm la ditta aggiudicataria potrà prelevare e portare presso il proprio luogo di lavorazione copia dei medesimi. Di tale materiale documentale dovrà essere redatto e sottoscritto dettagliato verbale di consegna. Per la digitalizzazione del materiale cartaceo, invece, l acquisizione e l indicizzazione dei documenti dovrà avvenire esclusivamente in appositi spazi interni messi a disposizione dal Comune di Livorno. Nessun documento potrà uscire dalla sede comunale. Lo storage per l archiviazione delle immagini sarà messo a disposizione dal Comune che garantirà il necessario affiancamento ai tecnici dell appaltatore nell installazione, configurazione del software, lato server necessario. Andranno digitalizzati prima i documenti d anagrafe e, in primo luogo, le bobine dei microfilm. Di seguito o contemporaneamente verranno scansionati e indicizzati i fogli di famiglia come specificato all art. 5. Completati tali archivi d anagrafe si proseguirà con la digitalizzazione degli atti di stato civile secondo la sequenza di priorità riportata nelle apposite tabelle all art. 5. I documenti che durante la lavorazione fossero richiesti dagli uffici di anagrafe e di stato civile per la consultazione dovranno essere resi disponibili entro 1 ora dalla richiesta. Tutte le attrezzature necessarie per l espletamento del servizio saranno a totale carico dell appaltatore che ne dovrà garantire l installazione, la configurazione del software lato server necessario. Il personale del Comune di Livorno dovrà essere opportunamente formato in modo da essere reso autonomo nella consultazione e, ove richiesto, nell inserimento di nuovi documenti in archivio. Art. 9 Modalità di redazione dell offerta tecnica L offerta dovrà contenere le seguenti informazioni idonee a illustrare il servizio di acquisizione delle immagini: Modalità di ritiro, di lavorazione e di restituzione dei microfilm digitalizzati; Specifiche tecniche di elaborazione delle immagini contenute nei supporti e prestazioni in sede gestionale; Modalità di segnalazione e gestione delle anomalie sistemabili da parte degli operatori comunali; eventuali servizi aggiuntivi rispetto alle richieste del capitolato che si ritiene utile offrire in quanto atti a produrre significativi miglioramenti complessivi e qualitativi nella gestione dell'archivio storico dell'anagrafe e dello stato civile; piano di fornitura con indicazione dei tempi di consegna dei pacchetti di lavoro, del tipo e quantità dei supporti su cui si intende fornire la copia master delle immagini. Il lavoro dovrà essere suddiviso in quattro pacchetti rispettivamente per l anagrafe e lo stato civile e, nella fattispecie: Anagrafe: il primo pacchetto dovrà essere pari al 10% del totale dei documenti contenuti nelle bobine dei microfilm ( ), nonché al 10% del totale fogli di famiglia (materiale cartaceo) per come indicato all art. 5 tab. 1 (in tutto documenti); Stato civile: il primo pacchetto sarà formato dal 10% del numero complessivo degli atti da digitalizzare (totale ).

5 I restanti tre pacchetti saranno pari, ognuno, al 30% delle variabili quantitative sopra indicate per i rispettivi settori. Il soggetto concorrente dovrà redigere un calendario dei tempi di inizio e fine per ogni settore tenendo conto della sequenza temporale che dovrà essere conferita all esecuzione del progetto, a partire prioritariamente dal settore anagrafe e, a seguire, con lo Stato civile. L'elemento "tempo" sarà preso in considerazione quale elemento di valutazione. Si specifica che per "esecuzione lavori" si deve intendere il lavoro eseguito, controllato ed eventualmente corretto, perciò valutato positivamente al collaudo. Art. 10 Collaudo della fornitura 1. Al completamento di ogni pacchetto parziale di esecuzione del servizio di acquisizione e indicizzazione sarà eseguito il collaudo dal dirigente del Settore Servizi Demografici o da suoi delegati, alla presenza e con l'assistenza di personale qualificato e rappresentativo dell'appaltatore. Le operazioni di collaudo verranno descritte in apposito verbale, sottoscritto dai partecipanti. 2. Il sistema deve essere reso perfettamente funzionante ed operativo in rispondenza a quanto specificato nel presente capitolato. 3. Il collaudo viene valutato come positivo ove le prove pongano in evidenza malfunzionamenti o errori con percentuale inferiore al 5 per mille. 4. Il collaudo di ogni pacchetto di lavoro avverrà mediante tecnica statistica campionaria. L analisi avrà come oggetto la verifica degli errori (una scheda errata = 1 errore) presenti in un campione. Per ogni campione verrà calcolato un valore soglia definito come numero massimo di errori rilevabili affinché il pacchetto di lavoro sia positivamente collaudato. Nella fattispecie, per il collaudo di ogni singolo pacchetto di lavoro vengono fissate: Numero di schede del campione: 600 Valore soglia: 6 Ricordando, come già descritto nel precedente articolo, che i pacchetti di lavoro sono 4, le schede che come minimo saranno oggetto di collaudo sono Ove le prove di collaudo pongano in evidenza malfunzionamenti o errori con percentuale superiore al 5 per mille, la Ditta aggiudicataria si impegna ad eliminarli nel più breve tempo possibile e comunque non oltre 10 giorni dalla data del verbale di accertamento. Le prove di collaudo potranno essere ripetute ove permangano le cause di non conformità, ma se entro 30 giorni dalla data del collaudo (parziale o definitivo) lo stesso non avesse un esito positivo, l'ente ha facoltà di risolvere il contratto, fatto salvo il risarcimento dei danni. Art. 11 Caratteristiche del sistema di acquisizione e di archiviazione Il sistema dovrà essere compatibile con tutti gli scanner documentali e altre periferiche di acquisizione con la possibilità di estrarre i dati tramite motori di riconoscimento quali: Barcode (1D - 2D), OCR (Caratteri stampati), ICR (caratteri manoscritti), OMR (Check Box) e con la possibilità di riconoscere l'intero contenuto del documento per poi essere trasformato in formato PDF+Testo indicizzabile. Il sistema dovrà esportare i dati verso qualsiasi database ODBC-compatibile e/o in un file ASCII delimitato e dovrà analizzare automaticamente il contenuto di ciascun documento scansionato e correggere l'orientamento delle immagini, con la possibilità di scansione mista con documenti in bianco e nero e documenti a colori.

6 Il sistema dovrà rilevare automaticamente i documenti che devono essere in bianco e nero da quelli che dovrebbero rimanere a colori. Soppressione dei rumori di fondo e ombreggiature, riduzione delle dimensioni del file per il recupero e la visualizzazione sulla rete. La piattaforma documentale si dovrà basare preferibilmente su tecnologia open-source (Direttiva del Ministro per l'innovazione e le tecnologie del 19 dicembre G.U. 7 febbraio 2004, n.31) con le seguenti principali caratteristiche: 1. Architettura scalabile con software e hardware in commercio; 2. Interfacce per CIFS, WebDav e FTP; 3. Sicurezza: gestione utenti e sicurezza tramite utenti di active directory microsoft, gruppi e ruoli, che assicuri conformità almeno alle misure minime di sicurezza previste dal D.Lgs.196/2003. Sicurezza a livello di singolo documento, single-sign-on mediante NTLM o LDAP. 4. Sviluppo di contenuto controllato e verificato tramite creazione, revisione, approvazione, lancio pianificato, scadenza, mantenimento e archiviazione. 5. Autenticazione (l accesso al sistema da parte degli utenti dovrà avvenire con un normale browser internet tramite una connessione sicura e dovrà essere garantito almeno mediante l inserimento di userid e password). 6. Amministrazione (questa funzionalità dovrà permettere di effettuare tutte le operazioni necessarie alla gestione e all utilizzo dell applicazione: dalla definizione di utenti e gruppi, alla configurazione dei relativi profili, alla gestione delle password di accesso e dei certificati). 7. Ricerca documenti (possibilità di ricercare dei documenti introducendo/eliminando specifiche chiavi di ricerca). 8. Gestione dei log (tutte le attività effettuate dagli utenti all interno del sistema dovranno essere registrate ed archiviate in un database con possibilità di visualizzazione, da parte degli utenti autorizzati, dei file di log per conoscere la storia di un documento, di un utente, di una sessione di utilizzo della procedura o semplicemente per controllare chi ha avuto accesso al sistema o ad un documento in un dato giorno). 9. Sarà considerata preferenziale una piattaforma WEB BASED, ambiente client leggero cioè con la necessità di installazione del solo browser Internet oltre il sistema operativo. 10.II Database Oracle versione 9 dovrà prevedere la possibilità di migrare a versioni superiori.. I posti di lavoro sono PC con windows Xp o superiori, connessi in rete locale con protocolli TCP/IP. Nell'offerta tecnica si dovranno precisare in modo chiaro i prerequisiti dell ambiente (ove con ambiente si intende tutte le componenti software a partire dal S.O. necessarie per il funzionamento del software applicativo offerto) e di configurazione software e hardware (es. tipo processore, velocità, Ram, capacità hard disks, ecc... ) sia del posto di lavoro che del/dei server. La Ditta nell'offerta dovrà specificare in modo esaustivo e dettagliato tutte le caratteristiche del software di ambiente necessarie al corretto funzionamento del sistema applicativo inteso in numero, tipo, denominazione, versione dei componenti, tipologia e numero delle licenze d'uso sia per la parte Client che per la parte server. L appaltatore dovrà inoltre indicare le specifiche tecniche dell'eventuale strumento di teleassistenza che comunque dovrà essere compatibile con le architetture, le strutture e le regole di sicurezza adottate presso Il Comune di Livorno. II sistema proposto dovrà essere quotato e dimensionato per essere utilizzato da numero iniziale di 30 utenti e dovrà essere specificato il costo di ogni utente aggiuntivo o gruppi di utenti, sia per le componenti client che server. Il software di gestione documentale adottato sarà infatti unico ed esteso agli altri settori dell ente.

7 Art. 12 Integrazione del software di gestione documentale con la procedura informatica in uso presso i servizi demografici. La ditta offerente, come parte integrante dell offerta, dovrà impegnarsi ad integrare, il prodotto di gestione documentale con la procedura Demografico Infor usando la tecnologia dei web-services che sarà fornita all APPALTATORE. Il metodo di accesso al gestionale Infor potrà essere: A. metodo diretto ed univoco Demografico Infor, a fronte di una richiesta di visualizzazione di un documento digitalizzato, effettuata dall operatore utilizzando uno specifico tasto a video, inoltra una chiamata verso il software di gestione documentale, contenente i parametri per una ricerca puntuale ed univoca del documento stesso. Tale ricerca ha esclusivamente due esiti: 1. esito positivo il documentale restituisce una ed una sola immagine ed un messaggio codificato di esito positivo; 2. esito negativo il documentale restituisce un messaggio codificato di non trovata corrispondenza tra il valore del parametro di ricerca e gli indici dei documenti presenti; B. metodo di accesso con chiave parziale Il gestionale anagrafico e di stato civile, a fronte di una richiesta di visualizzazione di un documento digitalizzato effettuata dall operatore utilizzando uno specifico tasto a video, inoltra una chiamata verso il software di gestione documentale, contenente i parametri per una ricerca che può generare una risposta multipla, restituendo più di un documento. Tale ricerca ha tre possibili esiti: 1. esito positivo univoco la chiave fornita al documentale è sufficiente per il reperimento di un unico documento - il documentale restituisce una ed una sola immagine ed un messaggio codificato di esito positivo, 2. esito positivo multiplo la chiave fornita al documentale è associabile a più documenti in quanto ad esempio parziale rispetto ai dati di ricerca possibili il documentale deve poter ricercare, attraverso l interpretazione dei propri indici, il set di documenti che rispondono alla chiave di ricerca fornita, restituendo al gestionale anagrafico le corrispondenti immagini. Il documentale restituisce un messaggio codificato che attesta la presenza di una risposta multipla; 3. esito negativo il documentale restituisce un messaggio codificato di non trovata corrispondenza tra la chiave fornita e quelle archiviate nel proprio DB il documentale restituisce un messaggio codificato di non trovata corrispondenza tra il valore del parametro di ricerca e gli indici dei documenti presenti. Art. 13 Manutenzione del software 1. Sulla soluzione software fornita dovrà essere effettuata assistenza e manutenzione, compresa nel prezzo dell'offerta, per dodici mesi dalla data di collaudo eseguito con esito positivo; tale periodo di dodici mesi è detto periodo di garanzia. 2. L'assistenza e la manutenzione ordinaria del software comprese nella fornitura, durante il periodo di garanzia, dovrà includere i seguenti servizi: - Help Desk telefonico dal lunedì al venerdì dalle ore 7.30 alle ore 19.00; - Interventi di correzione delle anomalie segnalate ed eventuale rilascio di aggiornamenti correttivi; - adeguamento del software alle variazioni di norme e regolamenti in materia a livello centrale e locale;

8 - Rilascio di nuovi aggiornamenti migliorativi alla release acquistata. 3. Alla scadenza del periodo di garanzia la ditta dovrà essere in grado di fornire un servizio di assistenza e manutenzione inclusivo dei servizi descritti al punto 2 del presente articolo. Gli interventi dovranno essere effettuati nei giorni non festivi, entro 8 ore lavorative dalla chiamata e dovranno essere completati nei tempi di seguito specificati: per guasti bloccanti entro 24 ore solari dall'inizio dell'intervento, per guasti non bloccanti entro 3 gg lavorativi dall'inizio dall'intervento. La manutenzione straordinaria comprenderà: 1. Manutenzione migliorativa del software in relazione a eventuali richieste di nuove funzionalità avanzate dal Comune di Livorno (non comprese nella manutenzione ordinaria) 2. Personalizzazioni del software al fine di recepire le specifiche istanze del Comune di Livorno anche a suo unico uso, purché non in contrasto con l'architettura generale del prodotto. 3. Realizzazione di procedure estemporanee atte a completare la messa a punto della banca dati. 4. Realizzazione di interventi applicativi e sistemistici su specifica richiesta del Comune di Livorno Gli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria dovranno essere effettuati alle tariffe precisate nell'offerta e dovranno essere effettuati nei tempi e nei modi stabiliti o di volta in volta pattuiti. Per gli anni successivi al periodo di garanzia le stesse potranno essere incrementate applicando l indice ISTAT del prezzi al consumo (FOI). Art. 14 Messa in esercizio dell applicazione La Ditta dovrà presentare, insieme all'offerta, un piano di messa in esercizio dell'applicazione: installazione, formazione del personale utente (circa 30 persone), avviamento e collaudo. L'installazione del software sui posti di lavoro dell'utente e sul/sui server, previa verifica di rispondenza delle caratteristiche di configurazione necessarie, è a carico della Ditta e dovrà ritenersi conclusa quando tutti i componenti siano operativi. Le attività di cui al comma precedente si intendono comprensive anche di tutte le operazioni di configurazione dei client, delle periferiche e del/dei server, della predisposizione dei protocolli di sicurezza dei dati, della predisposizione e del popolamento di almeno un 10% delle basi di dati. Art. 15 Collaudo del software di gestione documentale Al completamento di quanto sopra detto, e precisamente a l m o m e n t o delle installazioni e del popolamento della basi di dati con il primo pacchetto di lavoro, verrà effettuato il collaudo dell'applicazione, in modo da verificare: 1. la corrispondenza tra le caratteristiche dichiarate e quelle riscontrate; 2. la correttezza delle installazioni, delle configurazioni, dei sistemi di sicurezza, del popolamento delle basi di dati; 3. la qualità delle immagini dei documenti; 4. il generale buon funzionamento e le prestazioni complessive dell'applicativo, compresa l integrazione con la piattaforma Demografico Infor. In caso di collaudo non positivo il Comune di Livorno ha facoltà di risolvere in tutto o in parte la fornitura salvo il diritto al risarcimento dei maggiori danni. In ogni caso il collaudo, anche se favorevole, non esonera la Ditta dalle responsabilità sancite dal vigente Codice Civile.

9 Art. 16 Presentazione dell offerta tecnica L offerta, redatta in lingua italiana, dovrà essere predisposta e formulata secondo le indicazioni del presente capitolato e dovrà contenere le soluzioni tecniche e organizzative per l esecuzione del progetto e delle attività oggetto dell appalto. Art. 17 Offerta economica L importo complessivo posto a base di gara è di ,00 (leggasi novantottomila) oltre iva al 20% di ,00 per un totale complessivo di ,00. Nel prezzo di offerta dovranno essere specificate anche le tariffe di manutenzione ordinaria e straordinaria secondo quanto indicato al precedente art.13. Sull importo posto a base di gara è richiesta l offerta al ribasso. L amministrazione si riserva di valutare eventuali anomalie dell offerta sulla base del disposto di cui all art.86 e ss. del Codice dei contratti. L offerta dovrà essere inserita in busta chiusa e sigillata, da tenersi distinta da quella contenente l offerta tecnica. Non sono ammesse offerte in aumento. Art. 18 Criteri di valutazione dell offerta e affidamento Le offerte presentate saranno valutate dall apposita commissione giudicatrice nominata ai sensi di legge. La commissione procederà alla valutazione secondo i criteri di seguito descritti, attribuendo complessivamente il punteggio massimo di 100 punti così ripartiti: a) Qualità dell offerta tecnica: 60 punti b) Prezzo: 40 punti La valutazione della qualità dell offerta tecnica sarà articolata sulla base dei seguenti punteggi: a) Illustrazione del progetto di digitalizzazione distinto per i due settori di anagrafe e di stato civile in conformità alle prescrizioni contenute nel presente capitolato con le specifiche tecniche dell elaborazione delle immagini e del tipo di prestazioni finali in sede di gestione per i due settori. Massimo 45 punti. b) Piano di fornitura con indicazione dei tempi di consegna dei pacchetti di lavoro di cui al precedente articolo 9, nonché del tipo e quantità di supporto su cui si intende fornire la copia master delle immagini. Massimo 10 punti. c) Eventuali servizi aggiuntivi e migliorativi rispetto alle richieste del capitolato che si ritengono offrire per una migliore gestione qualitativa nella gestione degli archivi storici. Massimo 5 punti. Per l offerta economica si procederà alla valutazione secondo i criteri sotto descritti attribuendo il punteggio massimo di 40 punti sulla base della formula sotto indicata: Pi = P max X O.min. O iesima dove: P i indica il punteggio assegnato all offerta economica i esima P max indica il punteggio assegnato all offerta economica più bassa pari a 40 punti. O min indica l offerta economica più bassa O i indica l offerta economica del fornitore i - esimo

10 L appalto sarà aggiudicato al soggetto che avrà ottenuto il maggior punteggio sommando i punti conseguiti sulla qualità dell offerta tecnica e sull offerta economica. Nel caso in cui due o più soggetti partecipanti alla gara ottengano lo stesso punteggio complessivo, l aggiudicazione è disposta a favore dell offerta che ha ottenuto il maggior punteggio in relazione alla qualità dei progetti. L Amministrazione Comunale ha facoltà di non aggiudicare l appalto (art. 81 Dlgs 163/2006) se nessuna offerta risulti conveniente o idonea in relazione all oggetto del capitolato. I prezzi di aggiudicazione resteranno fissi e invariabili per tutta la durata dell appalto. Art. 19 Piano della sicurezza Il soggetto aggiudicatario, prima dell aggiudicazione del servizio, dovrà produrre il documento di valutazione dei rischi connessi alla propria attività per la sicurezza e la salute durante il lavoro del personale da esso dipendente specificando, nell offerta economica, la quota parte del prezzo contrattuale complessivo da destinare allo scopo. Una copia, entro quaranta giorni dall attivazione del presente appalto, dovrà essere trasmessa all Amministrazione Comunale la quale si riserva di indicare ulteriori adempimenti ai quali l impresa dovrà adeguarsi entro il termine stabilito. La stazione appaltante, fermo restando gli obblighi di cui all art. 7 del d.lg.vo 626/94, comma 3, così come modificato dall art. 3 c. 1 lettera a) della legge 123/2007 ed in ottemperanza all art. 26 del decreto legislativo 81/2008, ha redatto in via preliminare, il Documento Unico di Valutazione dei Rischi qui allegato, nel quale si individuano le interferenze e le misure da adottare per eliminare o ridurre i relativi rischi in relazione alle prestazioni di servizio da svolgere nelle sedi comunali con presenza di organici dipendenti da più datori di lavoro. Nel documento preliminare si individuano anche interferenze e relative misure da adottare, che non comportano costi per l appaltatore. L aggiudicatario, nel caso in cui individui misure migliorative per la sicurezza del lavoro, sulla base della propria esperienza, potrà chiedere di integrare il DUVRI entro 30 giorni dall aggiudicazione. Il documento, integrato come sopra, costituisce il Documento Unico di Valutazione dei Rischi definitivo e comprensivo delle interferenze. Art. 20 Tempi e modalità di esecuzione dell appalto Il presente appalto dovrà, in ogni caso, essere eseguito secondo le modalità, le specifiche tecniche e gli standard qualitativi presentati nell offerta tecnica nonché secondo i criteri seguenti: La ditta risultata aggiudicataria dell appalto dovrà inviare all Amministrazione Comunale prima dell inizio del progetto, l elenco nominativo, completo con i dati anagrafici, del personale che svolgerà il servizio, con eventuali sostituti. Ogni variazione dovrà essere comunicata all Amministrazione prima che il personale non compreso nel suddetto elenco sia avviato all espletamento del servizio; Il personale addetto al servizio dovrà essere a conoscenza delle modalità di espletamento dello stesso e dovrà essere consapevole dell ambiente in cui è tenuto ad operare; La ditta dovrà altresì garantire la presenza di un responsabile e coordinatore referente per la corretta esecuzione del progetto. Il personale della ditta è tenuto anche a mantenere il segreto d ufficio sui fatti e sulle circostanze di cui sia venuto a conoscenza nell espletamento dei propri compiti;

11 La ditta è tenuta ad incaricare per il servizio in oggetto persone in grado di mantenere un contegno decoroso ed irreprensibile, riservato, corretto e disponibile alla collaborazione con altri operatori; E facoltà dell Amministrazione Comunale chiedere alla ditta di allontanare dal servizio i dipendenti che durante lo svolgimento del servizio abbiano dato motivo di lagnanza o abbiano tenuto un comportamento non consono all ambiente di lavoro. Art. 21 Ulteriori obblighi L aggiudicatario è sottoposto a tutti gli obblighi verso i propri dipendenti come risulta dalle disposizioni legislative e regolamentari in materia di lavoro e assicurazioni sociali ed assume a proprio carico tutti gli oneri relativi, comprese polizze contro gli infortuni valide anche per le attività che saranno svolte presso le sedi oggetto del presente capitolato. L aggiudicatario è obbligato altresì ad attuare, nei confronti dei propri dipendenti occupati nelle prestazioni oggetto del contratto, condizioni normative e retributive non inferiori a quelle risultanti dai contratti collettivi di lavoro di categoria e dagli accordi integrativi contrattuali. Inoltre la ditta aggiudicataria dovrà essere in possesso di idonea polizza assicurativa per la responsabilità civile verso terzi, sollevando il Comune di Livorno da qualsiasi responsabilità derivante da fatti avvenuti durante l espletamento del servizio in parola; Qualora la ditta non risulti in regola con gli obblighi assicurativi, contributivi e previdenziali, l Amministrazione Comunale procederà alla sospensione del pagamento delle fatture, previa comunicazione con ricevuta di ritorno, assegnando alla ditta un termine entro il quale procedere alla regolarizzazione. In caso contrario il Comune procederà alla risoluzione del contratto. Per la sospensione e conseguente ritardo di pagamento la Ditta non potrà opporre eccezioni, né avrà titolo al risarcimento dei danni. Art. 22 Inadempienze e penalità Qualora si verifichino inadempienze dell'impresa nell'esecuzione delle prestazioni contrattuali, potrà essere applicata dall'amministrazione comunale in relazione alla loro gravità, una penale fino al massimo del 20% del valore dell'appalto. Nel caso di inadempienze gravi o ripetute il Comune avrà la facoltà, previa lettera raccomandata con ricevuta di ritorno, di comunicare all'impresa l intenzione di risolvere il contratto, con preavviso di 30 (trenta) giorni, con tutte le conseguenze di legge che la risoluzione comporta, ivi compresa la facoltà di affidare l'appalto a terzi salva l'applicazione delle penali prescritte e il risarcimento del danno. In ognuna delle ipotesi sopra previste, l'amministrazione non compenserà le prestazioni non eseguite ovvero non esattamente eseguite, salvo il suo diritto al risarcimento dei maggiori danni Per l'applicazione delle disposizioni contenute nel presente articolo, l'amministrazione potrà rivalersi su eventuali crediti dell'impresa, nonché sulla cauzione, senza bisogno di diffide o di formalità di sorta. Art. 22 bis - Corrispettivi La ditta affidataria potrà emettere la prima fattura a seguito di collaudo positivo del primo pacchetto, come meglio specificato agli artt. 9 e 10 e le fatture successive sempre al collaudo positivo di ogni pacchetto.

12 Le imprese che cambieranno ragione sociale, ovvero nel caso di trasformazione, fusione o incorporazione, dovranno documentare con copia conforme dell'atto notarile il cambiamento della ragione sociale medesima. I pagamenti delle fatture avverranno a 60 giorni dalla data della fattura e sono subordinati alla verifica di permanenza di regolarità contributiva e assicurativa del soggetto aggiudicatario ai sensi di legge. Art. 23 Brevetti e diritti d autore Il Comune non assume nessuna responsabilità nel caso in cui l'appaltatore abbia usato nell'esecuzione della fornitura dispositivi o soluzioni tecniche, di cui altri abbiano ottenuto la privativa. Il Comune, inoltre,valuterà con particolare interesse soluzioni aperte e riutilizzabili, in conformità a quanto previsto dalla Direttiva del Ministro per l'innovazione e le tecnologie del 19 dicembre 2003 (G.U. 7 febbraio 2004, n. 31). L'appaltatore assume l'obbligo di tenere indenne il Comune da tutte le rivendicazioni, le responsabilità, le perdite e i danni pretesi da qualsiasi persona, nonché da tutti i costi, le spese o le responsabilità ad essi relativi a seguito di qualsiasi rivendicazione di violazione di diritti di autore o di marchio, derivante, o che si pretendessero far derivare, dalla fabbricazione, vendita, gestione d'uso di uno o più apparecchiature oggetto della presente fornitura. Ciascuna parte si obbliga a dare immediato avviso all'altra di qualsiasi azione di rivendicazione di cui al precedente comma della quale sia venuta a conoscenza. 5. Nel caso di sentenza provvisoria o definitiva contro l'uso o la gestione da parte del Comune delle apparecchiature a causa di pretesa violazione, ovvero, nel caso in cui a parere del medesimo appaltatore vi siano possibilità che le apparecchiature siano oggetto di rivendicazione per violazione, lo stesso appaltatore a sua scelta e a sue spese potrà: a) modificare le apparecchiature in modo tale da eliminare la violazione; b) ottenere per il Comune il diritto di continuarne l'uso; c) sostituire le apparecchiature e relativi accessori in violazione con altre aventi le stesse capacità minime e che soddisfino le esigenze del Comune, garantendo tutte le possibili prestazioni svolte o da svolgere con esse sino alla data in cui verranno esercitate tali rivendicazioni, secondo la soluzione meno impegnativa. Art. 24 Cessione del contratto e subappalto E vietata la cessione del contratto. Il subappalto è consentito nei limiti e nei termini disciplinati dall art. 118 del Codice degli appalti (D. lgs. 163/2006). Art. 25 Consegna del prodotto Il termine per il completamento di quanto previsto dal presente capitolato è stabilito in 12 (dodici) mesi dalla data di sottoscrizione del verbale di consegna del servizio a seguito dell aggiudicazione definitiva. Eventuali necessità di proroga dei tempi dovranno essere preventivamente richieste all Amministrazione comunale con almeno 30 (trenta) giorni di anticipo rispetto alla scadenza concordata e dalla stessa valutate e, all occorrenza, autorizzate.

13 Art. 26 Cauzioni Per la partecipazione alla gara, i soggetti candidati dovranno provvedere alla costituzione di una cauzione provvisoria pari al 2% dell ammontare complessivo posto a base di gara al netto d IVA. In caso di aggiudicazione la cauzione sarà pari al 10% dell importo di aggiudicazione al netto d iva. In entrambi i casi la cauzione potrà essere effettuata tramite fidejussione bancaria o anche tramite polizza assicurativa, Tale garanzia è ridotta del 50% qualora l esecutore del contratto sia in possesso della certificazione di sistema di qualità conforme alle norme europee UNI EN ISO La cauzione è svincolata a seguito di regolare verifica di tutti gli adempimenti e obblighi contrattuali. Nel caso di mancato o inesatto adempimento da parte dell aggiudicatario, l A.C. avrà facoltà di determinare l incameramento in tutto o in parte della cauzione. Art. 27 Recesso L Amministrazione può in ogni momento recedere dal contratto stipulato per sopraggiunti motivi di interesse pubblico con preavviso scritto (anche via fax) di almeno 15 (quindici) giorni. In caso di recesso al contraente sarà riconosciuto il pagamento dei servizi forniti fino a quel momento, purché correttamente effettuati, secondo il corrispettivo e le condizioni pattuite, rinunciando lo stesso ad ogni ulteriore ed eventuale pretesa, anche di natura risarcitoria o compenso, indennizzo o rimborso spese. Art. 28 Trattamento dei dati Ai sensi e per gli effetti della normativa in materia di protezione dei dati personali di cui al D.lgs. 196/2003 e in relazione alle operazioni che vengono eseguite per lo svolgimento delle attività previste dall appalto in oggetto, il Comune di Livorno nominerà il soggetto aggiudicatario responsabile esterno del trattamento. Tale nomina avrà validità solo per il tempo necessario per eseguire le operazioni affidate dal titolare del trattamento. L aggiudicatario, in quanto responsabile esterno, dovrà assicurare la riservatezza delle informazioni, dei documenti e degli atti amministrativi dei quali venga a conoscenza durante l esecuzione della prestazione, impegnandosi a rispettare rigorosamente tutte le norme relative all applicazione del decreto legislativo citato. In particolare si impegna a: utilizzare i dati solo per le finalità connesse allo svolgimento dell attività oggetto del contratto con divieto di qualsiasi altra utilizzazione; vigilare e dichiarare di non trattenere alcuna copia delle informazioni anagrafiche o di Stato civile del Comune; nominare per iscritto gli incaricati del trattamento, fornendo loro le necessarie istruzioni; adottare idonee e preventive misure di sicurezza atte ad eliminare o, comunque, a ridurre al minimo qualsiasi rischio di distruzione o perdita, anche accidentale, dei dati personali trattati, di accesso non autorizzato o di trattamento non consentito o non conforme; adottare tutte le misure di sicurezza previste dalla normativa sopra richiamata che configurano il livello minimo di protezione richiesto in relazione ai rischi di cui alla rt. 31, e specificati nell allegato B al decreto stesso. Art. 29 Responsabilità La ditta riconosce a suo carico tutti gli oneri inerenti l'assicurazione del proprio personale occupato nella lavorazione oggetto del contratto e dichiara di assumere in proprio ogni responsabilità in caso di infortuni e danni arrecati eventualmente da detto personale alle persone ed alle cose, sia dell'amministrazione che di terzi, in dipendenza di negligenza, imperizia o imprudenza nella esecuzione delle prestazioni stabilite.

14 La responsabilità della ditta si estende anche a danni a cose e persone causati dal difettoso funzionamento delle apparecchiature messe a disposizione dalla ditta per le attività richieste nel presente capitolato, tenendo presente che ogni attività deve tener conto delle norme vigenti in materia di sicurezza nei luoghi di lavoro e disciplinanti le regole tecniche standard relative all'installazione di impianti elettrici e di trasmissione dati. Art. 30 Controversie Qualora insorgano controversie relative all'interpretazione e/o all'esecuzione del contratto, il Comune e l appaltatore procederanno ad un tentativo di accordo bonario. Qualora le parti non raggiungano tale accordo entro 15 giorni, la soluzione verrà deferita al giudice competente. Per ogni controversia inerente o conseguente al contratto di appalto è competente, in via esclusiva, l'autorità giudiziaria del Foro di Livorno. Art. 31 Spese Tutte le spese, imposte e tasse inerenti al contratto, quali quelle di bollo, di quietanza, i diritti di Segreteria e di scritturazione, sono a carico dell'aggiudicatario. Art. 32 Obblighi dell appaltatore relativi alla tracciabilità dei flussi finanziari L appaltatore assume tutti gli obblighi di tracciabilità dei flussi finanziari di cui all art. 3 della legge 13 agosto 2010, n. 136 e successive modifiche. In caso di ricorso al subappalto ai sensi e nei limiti dell art. 118 del Codice dei Contratti, si impegna, inoltre, a dare immediata comunicazione alla stazione appaltante e alla Prefettura di riferimento della notizia di eventuale inadempimento della propria controparte (subappaltatore) agli obblighi di tracciabilità finanziaria, qualora intenda avvalersi della facoltà prevista all art.26 del presente capitolato. Art. 33 Norme di rinvio Per quanto non espressamente previsto nel presente capitolato si rinvia a quanto disposto nelle norme del codice civile.

CAPITOLATO SPECIALE. Fornitura ed installazione di Personal Computer ed attrezzature hardware per il VI settore del Comune di Portici

CAPITOLATO SPECIALE. Fornitura ed installazione di Personal Computer ed attrezzature hardware per il VI settore del Comune di Portici CAPITOLATO SPECIALE Fornitura ed installazione di Personal Computer ed attrezzature hardware per il VI settore del Comune di Portici ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO L appalto ammonta ad. 10250 oltre IVA al

Dettagli

ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DEL LAZIO E DELLA TOSCANA M. ALEANDRI

ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DEL LAZIO E DELLA TOSCANA M. ALEANDRI ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DEL LAZIO E DELLA TOSCANA M. ALEANDRI ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTAL ALLEGATO 4 CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO PER ANNI 3 DEL SERVIZIO DI BROKERAGGIO

Dettagli

SERVIZIO DI RISONANZA MAGNETICA

SERVIZIO DI RISONANZA MAGNETICA Presidio Ospedaliero Nord S.MARIA GORETTI DI LATINA SERVIZIO DI RISONANZA MAGNETICA GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA DI UNA RM 1,5 T, L AFFIDAMENTO DEI LAVORI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA

Dettagli

COMUNE DI CREMONA. Settore Economato

COMUNE DI CREMONA. Settore Economato Allegato A) COMUNE DI CREMONA Settore Economato Capitolato speciale d oneri relativo a: FORNITURA CON CONSEGNE RIPARTITE DI CARTA NATURALE E RICICLATA PER LE FOTOCOPIATRICI DEGLI UFFICI COMUNALI ANNO 2014

Dettagli

ALLEGATO B. Capitolato Speciale d Appalto (C.S.A.) relativo a FORNITURA IMBARCAZIONE AD USO DI POLIZIA LOCALE

ALLEGATO B. Capitolato Speciale d Appalto (C.S.A.) relativo a FORNITURA IMBARCAZIONE AD USO DI POLIZIA LOCALE ALLEGATO B Capitolato Speciale d Appalto (C.S.A.) relativo a FORNITURA IMBARCAZIONE AD USO DI POLIZIA LOCALE 1 INDICE ART. 1 ART. 2 ART. 3 ART. 4 ART. 5 ART. 6 ART. 7 ART. 8 ART. 9 ART. 10 ART. 11 ART.

Dettagli

N. Rep... SCHEMA DI CONTRATTO

N. Rep... SCHEMA DI CONTRATTO SCHEMA DI CONTRATTO N. Rep.... LAVORI PER LA NUOVA PAVIMENTAZIONE IN CALCESTRUZZO STAMPATO COME ESISTENTE NEL CORTILE INTERNO DELLA SEDE DI PIAZZA CARDINAL FERRARI DELL AZIENDA OSPEDALIERA ISTITUTO ORTOPEDICO

Dettagli

ALLEGATO B COMUNE DI ORBETELLO

ALLEGATO B COMUNE DI ORBETELLO ALLEGATO B COMUNE DI ORBETELLO Capitolato tecnico per l'affidamento della fornitura di creazione di una banca dati, tramite digitalizzazione delle schede individuali e dei fogli di famiglia del servizio

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO Acquisto di n. 1 mini escavatore da impiegare nei lavori di manutenzione delle strade SALERNO, 10 ottobre 2012 IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO (ing. Bernardo Saja) Oggetto

Dettagli

GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO DEL COMUNE DI CINISELLO BALSAMO

GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO DEL COMUNE DI CINISELLO BALSAMO COMUNE DI CINISELLO BALSAMO Via XXV Aprile n. 4 SETTORE ECONOMICO FINANZIARIE E AZIENDE PARTECIPATE SERVIZIO ECONOMATO Tel. 0266023226-Fax 0266023244 e-mail alessia.peraboni@comune.cinisello-balsamo.mi.it

Dettagli

ROMA CAPITALE Municipio 18 Roma Aurelio U.O.S.E.C.S. Servizi Sociali Il Dirigente

ROMA CAPITALE Municipio 18 Roma Aurelio U.O.S.E.C.S. Servizi Sociali Il Dirigente CONVENZIONE Attività di ballo e ginnastica presso i Centri Anziani del Municipio 18 CIG n. 5110477308 Il giorno. del mese di. dell anno 2013 presso la sede del Servizio Sociale del Municipio 18 Roma Aurelio,

Dettagli

AZIENDA TERRITORIALE DI EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI VERONA CONTRATTO DI APPALTO

AZIENDA TERRITORIALE DI EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI VERONA CONTRATTO DI APPALTO AZIENDA TERRITORIALE DI EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI VERONA CONTRATTO DI APPALTO mediante scrittura privata per l affidamento del servizio triennale di brokeraggio assicurativo a favore dell

Dettagli

OGGETTO: servizio di pulizia e sanificazione degli immobili di proprietà o pertinenza del Comune di Trieste periodo dal 1.06.2014 al 31.05.

OGGETTO: servizio di pulizia e sanificazione degli immobili di proprietà o pertinenza del Comune di Trieste periodo dal 1.06.2014 al 31.05. OGGETTO: servizio di pulizia e sanificazione degli immobili di proprietà o pertinenza del Comune di Trieste periodo dal 1.06.2014 al 31.05.2017 IMPRESA: (denominazione e codice fiscale) REPUBBLICA ITALIANA

Dettagli

Friuli Innovazione Condizioni generali di contratto Applicabili ai lavori, servizi e forniture Rev.1 21/9/2012

Friuli Innovazione Condizioni generali di contratto Applicabili ai lavori, servizi e forniture Rev.1 21/9/2012 Friuli Innovazione Condizioni generali di contratto Applicabili ai lavori, servizi e forniture Rev.1 21/9/2012 INDICE Art. 1 - Ambito di applicazione e principi generali Art. 2 - Decorrenza e durata del

Dettagli

26/03/2015. MODALITÀ DI FORMULAZIONE DELLA PROPOSTA

26/03/2015. MODALITÀ DI FORMULAZIONE DELLA PROPOSTA AVVISO ESPLORATIVO Oggetto: Fornitura di energia elettrica e servizi connessi per sessantacinque utenze intestate all EFS. - Importo complessivo annuo stimato 37.000,00 oltre iva di legge. - Procedura

Dettagli

Comune di Adelfia Comune di Capurso Comune di Triggiano Comune di Cellamare Comune di Valenzano Comune Capofila

Comune di Adelfia Comune di Capurso Comune di Triggiano Comune di Cellamare Comune di Valenzano Comune Capofila Comune di Adelfia Comune di Capurso Comune di Triggiano Comune di Cellamare Comune di Valenzano Comune Capofila A M B I T O T E R R I T O R I A L E N. 5 - Ufficio di Piano - All. A CAPITOLATO SPECIALE

Dettagli

IL COMUNE DI GENOVA, di seguito per brevità, denominato Comune, con sede in via Garibaldi 9, Codice Fiscale 00856930102, rappresentato

IL COMUNE DI GENOVA, di seguito per brevità, denominato Comune, con sede in via Garibaldi 9, Codice Fiscale 00856930102, rappresentato CONTRATTO FRA IL COMUNE DI GENOVA E... PER L ESECUZIONE DEL SERVIZIO DI ACCOMPAGNAMENTO EDUCATIVO A FAVORE DI MINORI E NUCLEI DI NAZIONALITÀ STRANIERA SEGUITI DALL UFFICIO CITTADINI SENZA TERRITORIO PERIODO...

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Consorzio per lo Sviluppo Industriale della Provincia di Potenza Centro Direzionale Zona Industriale 85050 TITO SCALO (PZ) Tel.0971/659111 Fax 0971/485881 Sito internet: www.consorzioasipz.it E-mail: asi@consorzioasipz.it

Dettagli

AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA, GARANZIA, MANUTENZIONE E GESTIONE IN MODALITA HOSTING DELL ALBO PRETORIO ON-LINE DEL COMUNE DI TRIESTE

AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA, GARANZIA, MANUTENZIONE E GESTIONE IN MODALITA HOSTING DELL ALBO PRETORIO ON-LINE DEL COMUNE DI TRIESTE SCHEMA DI CONTRATTO per L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA, GARANZIA, MANUTENZIONE E GESTIONE IN MODALITA HOSTING DELL ALBO PRETORIO ON-LINE DEL COMUNE DI TRIESTE OGGETTO: Affidamento del servizio

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO CITTA DI VITTORIO VENETO Provincia di Treviso Comando Polizia Locale e Protezione Civile CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SERVIZI DI PREVIDENZA COMPLEMENTARE PER IL PERSONALE DELLA POLIZIA LOCALE ART. 1 OGGETTO

Dettagli

C O M U N E DI A S S E M I N I PROVINCIA DI CAGLIARI. ************* AREA DIREZIONALE Servizio SIC

C O M U N E DI A S S E M I N I PROVINCIA DI CAGLIARI. ************* AREA DIREZIONALE Servizio SIC allegato B C O M U N E DI A S S E M I N I PROVINCIA DI CAGLIARI ************* AREA DIREZIONALE Servizio SIC DISCIPLINARE TECNICO Per l espletamento del Servizio di assistenza alla rete informatica Comunale

Dettagli

PROVINCIA DI PRATO CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER LA FORNITURA DI AUTOVETTURE PER L AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE.

PROVINCIA DI PRATO CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER LA FORNITURA DI AUTOVETTURE PER L AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE. PROVINCIA DI PRATO CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER LA FORNITURA DI AUTOVETTURE PER L AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE. Articolo 1 OGGETTO DELLA FORNITURA Le prestazioni richieste al soggetto appaltatore

Dettagli

)2*/,2&21',=,21, $33$/72 3(5 / $)),'$0(172 '(/ 6(59,=,2 ', 6200,1,675$=,21( ', /$9252 $ 7(50,1(

)2*/,2&21',=,21, $33$/72 3(5 / $)),'$0(172 '(/ 6(59,=,2 ', 6200,1,675$=,21( ', /$9252 $ 7(50,1( )2*/,2&21',=,21, $33$/72 3(5 / $)),'$0(172 '(/ 6(59,=,2 ', 6200,1,675$=,21( ', /$9252 $ 7(50,1( ART.1 OGGETTO Il presente appalto ha ad oggetto il servizio di somministrazione di lavoratori a termine,

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA DI RILIEVO NAZIONALE "SANTOBONO-PAUSILIPON" VIA DELLA CROCE ROSSA N 8-80122 NAPOLI CF/p. IVA 06854100630

AZIENDA OSPEDALIERA DI RILIEVO NAZIONALE SANTOBONO-PAUSILIPON VIA DELLA CROCE ROSSA N 8-80122 NAPOLI CF/p. IVA 06854100630 AZIENDA OSPEDALIERA DI RILIEVO NAZIONALE "SANTOBONO-PAUSILIPON" VIA DELLA CROCE ROSSA N 8-80122 NAPOLI CF/p. IVA 06854100630 CONTRATTO RELATIVO ALL AFFIDAMENTO ANNUALE (PROROGABILE DI UN ULTERIORE ANNO)

Dettagli

C O M U N E D I L U Z Z A R A

C O M U N E D I L U Z Z A R A CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI GESTIONE, MANUTENZIONE E VALORIZZAZIONE DEL PORTO LE GARZAIE E DELL AREA GOLENALE CIRCOSTANTE PERIODO ANNO 2009-2022 CUP J19E08000080004 - CIG 0249871810

Dettagli

C O M U N E D I P I A N O R O

C O M U N E D I P I A N O R O CAPITOLATO RELATIVO ALLA GESTIONE DELLE ATTIVITA DI ASSISTENZA PER ALUNNI DISABILI Art. 1 - Oggetto e modalità di svolgimento del servizio Oggetto del presente capitolato è la gestione delle attività di

Dettagli

Comune di Forlì Servizio ENTRATE TRIBUTARIE BILANCIO INVESTIMENTI

Comune di Forlì Servizio ENTRATE TRIBUTARIE BILANCIO INVESTIMENTI Racc. Contr / BOLLO ALLEGATO C Comune di Forlì Servizio ENTRATE TRIBUTARIE BILANCIO INVESTIMENTI Schema di A: c.f. p.iva LETTERA CONTRATTO PER AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA CONTABILE/FISCALE E

Dettagli

- CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SOMMINISTRAZIONE DI LAVORO A TEMPO DETERMINATO MEDIANTE PROCEDURA SEMPLIFICATA.

- CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SOMMINISTRAZIONE DI LAVORO A TEMPO DETERMINATO MEDIANTE PROCEDURA SEMPLIFICATA. Azienda Ospedaliera Ospedale San Carlo Borromeo Via Pio II 20153 Milano - CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SOMMINISTRAZIONE DI LAVORO A TEMPO DETERMINATO MEDIANTE PROCEDURA SEMPLIFICATA.

Dettagli

APPALTO PER IL SERVIZIO DI CONSULENZA ED ASSISTENZA ASSICURATIVA BROKERAGGIO ASSICURATIVO CAPITOLATO SPECIALE

APPALTO PER IL SERVIZIO DI CONSULENZA ED ASSISTENZA ASSICURATIVA BROKERAGGIO ASSICURATIVO CAPITOLATO SPECIALE APPALTO PER IL SERVIZIO DI CONSULENZA ED ASSISTENZA ASSICURATIVA BROKERAGGIO ASSICURATIVO CAPITOLATO SPECIALE ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO Il presente capitolato ha per oggetto l appalto del servizio professionale

Dettagli

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI Capitolato speciale d Appalto per il servizio di manutenzione da effettuarsi mediante somministrazione - di tutti gli estintori

Dettagli

COMUNE DI FIRENZE. Direzione Patrimonio Immobiliare CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER L AFFIDAMENTO DI SERVIZI DI REGOLARIZZAZIONE CATASTALE DI BENI

COMUNE DI FIRENZE. Direzione Patrimonio Immobiliare CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER L AFFIDAMENTO DI SERVIZI DI REGOLARIZZAZIONE CATASTALE DI BENI ALLEGATO A COMUNE DI FIRENZE Direzione Patrimonio Immobiliare CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER L AFFIDAMENTO DI SERVIZI DI REGOLARIZZAZIONE CATASTALE DI BENI IMMOBILI DI PROPRIETA COMUNALE ART. 1 Oggetto

Dettagli

Articolo 1. Oggetto dell appalto... 3 Articolo 2. Oggetto della fornitura... 4

Articolo 1. Oggetto dell appalto... 3 Articolo 2. Oggetto della fornitura... 4 ALLEGATO 2 Capitolato d appalto per la fornitura di apparati di rete e materiale necessario al collegamento delle sedi della seconda fase di Lepida nel Comune di Carpi Pagina 1 di 9 Articolo 1. Oggetto

Dettagli

CAPITOLATO AMMINISTRATIVO PER LA FORNITURA DI PRODOTTI SURGELATI

CAPITOLATO AMMINISTRATIVO PER LA FORNITURA DI PRODOTTI SURGELATI ART.1 OGGETTO DELL APPALTO Oggetto del presente documento sono le clausole amministrative relative al contratto di appalto per la fornitura di prodotti alimentari surgelati per le esigenze delle mense

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO Prot. 9770 del 09/11/2012 CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO Fornitura in Full Rent di n. 2 autovetture 4x4 SALERNO, 09/11/2012 IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO ing. Bernardo Saja Oggetto dell appalto Qualità

Dettagli

Spett. le. Oggetto: Affidamento fornitura di n. 2 autobus interurbani di linea CIG [4772112765]

Spett. le. Oggetto: Affidamento fornitura di n. 2 autobus interurbani di linea CIG [4772112765] Spett. le.. Inviata a mezzo fax. Vs. rif. Protocollo n. Ns. rif. Protocollo n. Verbania,. Oggetto: Affidamento fornitura di n. 2 autobus interurbani di linea CIG [4772112765] La presente per comunicarvi

Dettagli

CAPITOLATO PRESTAZIONALE GENERALE D APPALTO PER LA FORNITURA DI SERVIZI ASSICURATIVI TRIENNIO 2016-2019

CAPITOLATO PRESTAZIONALE GENERALE D APPALTO PER LA FORNITURA DI SERVIZI ASSICURATIVI TRIENNIO 2016-2019 CAPITOLATO PRESTAZIONALE GENERALE D APPALTO PER LA FORNITURA DI SERVIZI ASSICURATIVI TRIENNIO 2016-2019 LOTTO 1 CIG. 634030378C Responsabilità civile terzi Responsabilità civile verso prestatori d opera

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO ATTREZZATURE INDICE

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO ATTREZZATURE INDICE CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO ATTREZZATURE INDICE Art. 1 Oggetto della fornitura Art. 2 Importo dell appalto Art. 3 Caratteristiche della fornitura Art. 4 Criteri di aggiudicazione Art. 5 Termini e luoghi

Dettagli

Prot. n.5130/c14q Brescia 07 novembre 2013 /le. Il Dirigente scolastico dell Istituto Istruzione Superiore di Stato Andrea Mantegna di Brescia

Prot. n.5130/c14q Brescia 07 novembre 2013 /le. Il Dirigente scolastico dell Istituto Istruzione Superiore di Stato Andrea Mantegna di Brescia Istituto di Istruzione Superiore di Stato Andrea Mantegna Sede legale Via Fura, 96 C.F. 98092990179-25125 Brescia Tel. 030.3533151 030.3534893 Fax 030.3546123 e-mail: iabrescia@provincia.brescia.it sito

Dettagli

COMUNE DI FIAMIGNANO P.ZZA G. D Annunzion. 2, Fiamignano (RI)

COMUNE DI FIAMIGNANO P.ZZA G. D Annunzion. 2, Fiamignano (RI) COMUNE DI FIAMIGNANO P.ZZA G. D Annunzion. 2, Fiamignano (RI) CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO OGGETTO: Procedura aperta per la progettazione, fornitura e installazione di impianti solari termici e fotovoltaici,

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE PER IL SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO

CAPITOLATO SPECIALE PER IL SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO CAPITOLATO SPECIALE PER IL SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO CIG 50773444D0 OGGETTO DELL'INCARICO L affidamento ha per oggetto lo svolgimento del servizio di brokeraggio assicurativo professionale,

Dettagli

COMUNE DI GOLFO ARANCI PROVINCIA DI OLBIA TEMPIO CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

COMUNE DI GOLFO ARANCI PROVINCIA DI OLBIA TEMPIO CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Affidamento dell incarico esterno di Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione (RSPP) anni 2015 2016 ai sensi dell art. 81 del D.Lgs. 81/2008. CIG ZDC1420648 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Art.

Dettagli

Allegato B. Spett. le. Via Cap - Città

Allegato B. Spett. le. Via Cap - Città Prot. n. Cagliari, Spett. le Via Cap - Città OGGETTO: Procedura di affidamento diretto del servizio in economia inerente all imputazione sul SIL Sardegna dei dati relativi allo stato di attuazione degli

Dettagli

BOZZA DI CONTRATTO. tra

BOZZA DI CONTRATTO. tra BOZZA DI CONTRATTO tra la società TRM SpA, con sede legale in Torino, via P. Gorini, n. 50, Partita Iva e Cod. Fisc. 08566440015, in persona del proprio legale rappresentante pro tempore, (qui di seguito

Dettagli

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA L Amministrazione Comunale di Palermo deve procedere, ai sensi della L.R. 7/2002 e successive modifiche ed

Dettagli

CAPITOLATO D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO. periodo dal 01/03/2016 al 31/12/2018

CAPITOLATO D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO. periodo dal 01/03/2016 al 31/12/2018 SEUS SICILIA EMERGENZA-URGENZA SANITARIA SCpA Sede Legale: Via Villagrazia, 46 Edificio B - 90124 Palermo Registro delle Imprese di Palermo Codice Fiscale e Partita Iva. 05871320825 CAPITOLATO D APPALTO

Dettagli

SCHEMA CONTRATTO DI APPALTO

SCHEMA CONTRATTO DI APPALTO SCHEMA CONTRATTO DI APPALTO REPUBBLICA ITALIANA L anno duemila. il giorno. del mese di. nella sede della stazione appaltante sita.., alla via.. n..., avanti a me dott, autorizzato a ricevere atti e contratti

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO Art. 1 OGGETTO DELL INCARICO Il presente capitolato disciplina l'incarico inerente il servizio professionale di

Dettagli

Comune di Prato. Concorso di progettazione in fase unica: Parco Cimiteriale e Tempio Crematorio a Chiesanuova, nel Comune di Prato

Comune di Prato. Concorso di progettazione in fase unica: Parco Cimiteriale e Tempio Crematorio a Chiesanuova, nel Comune di Prato Comune di Prato Servizio Edilizia Pubblica e Cimiteri Concorso di progettazione in fase unica: Parco Cimiteriale e Tempio Crematorio a Chiesanuova, nel Comune di Prato Allegato 11 - Schema disciplinare

Dettagli

COMUNE DI AREZZO DIREZIONE SERVIZI FINANZIARI SERVIZIO GARE E PATRIMONIO DISCIPLINARE DI GARA

COMUNE DI AREZZO DIREZIONE SERVIZI FINANZIARI SERVIZIO GARE E PATRIMONIO DISCIPLINARE DI GARA COMUNE DI AREZZO DIREZIONE SERVIZI FINANZIARI SERVIZIO GARE E PATRIMONIO DISCIPLINARE DI GARA PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE 1 In esecuzione della deliberazione di Consiglio

Dettagli

BANDO DI GARA PER PROCEDURA APERTA

BANDO DI GARA PER PROCEDURA APERTA Prot. n. 000961/2015 Tolentino, li 11/03/2015 BANDO DI GARA PER PROCEDURA APERTA a) Stazione appaltante: COSMARI Srl - Località Piane di Chienti - 62029 Tolentino (MC) - tel. 0733/203504 - fax 0733/204014

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO PER L AFFIDAMENTO DELLA COPERTURA ASSICURATIVA COMUNALE DEL SERVIZIO PROFESSIONALE DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO

SCHEMA DI CONTRATTO PER L AFFIDAMENTO DELLA COPERTURA ASSICURATIVA COMUNALE DEL SERVIZIO PROFESSIONALE DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO SCHEMA DI CONTRATTO PER L AFFIDAMENTO DELLA COPERTURA ASSICURATIVA COMUNALE DEL SERVIZIO PROFESSIONALE DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO L appalto ha ad oggetto l affidamento del

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER L INDIVIDUAZIONE DI UN SOGGETTO CUI AFFIDARE IL SEGUENTE SERVIZIO:

AVVISO PUBBLICO PER L INDIVIDUAZIONE DI UN SOGGETTO CUI AFFIDARE IL SEGUENTE SERVIZIO: AVVISO PUBBLICO PER L INDIVIDUAZIONE DI UN SOGGETTO CUI AFFIDARE IL SEGUENTE SERVIZIO: REALIZZAZIONE COLLEGAMENTI INTERNET FRA LE SEDI COMUNALI, FRA LE SEDI COMUNALI E SITI ESTERNI OVVERO FRA SITI ESTERNI

Dettagli

CONVENZIONE D INCARICO PROFESSIONALE PER LA DIREZIONE LAVORI E COORDINAMENTO DELLA SICUREZZA IN FASE DI ESECUZIONE DEI

CONVENZIONE D INCARICO PROFESSIONALE PER LA DIREZIONE LAVORI E COORDINAMENTO DELLA SICUREZZA IN FASE DI ESECUZIONE DEI CONVENZIONE D INCARICO PROFESSIONALE PER LA DIREZIONE LAVORI E COORDINAMENTO DELLA SICUREZZA IN FASE DI ESECUZIONE DEI LAVORI DI Manutenzione della rete idrica e fognaria a servizio dell intero territorio

Dettagli

FORNITURA BUONI PASTO. L anno 2012, il giorno del mese di, TRA

FORNITURA BUONI PASTO. L anno 2012, il giorno del mese di, TRA Contratto n. /2012 FORNITURA BUONI PASTO L anno 2012, il giorno del mese di, TRA.. con sede legale in vi., partita IVA, in persona del legale rappresentante., in seguito denominata Committente E con sede

Dettagli

CONTRATTO PER GLI INTERVENTI MIRATI AL RISPARMIO ENERGETICO PRESSO LA REGGIA DI VENARIA REALE FORNITURA DI CORPI ILLUMINANTI A

CONTRATTO PER GLI INTERVENTI MIRATI AL RISPARMIO ENERGETICO PRESSO LA REGGIA DI VENARIA REALE FORNITURA DI CORPI ILLUMINANTI A CONTRATTO PER GLI INTERVENTI MIRATI AL RISPARMIO ENERGETICO PRESSO LA REGGIA DI VENARIA REALE FORNITURA DI CORPI ILLUMINANTI A BASSO CONSUMO PER LE SCUDERIE JUVARIANE CODICE C.I.G... - CUP.. Importo netto:

Dettagli

Capitolato speciale d oneri Procedura aperta per la fornitura di n. 8 autoveicoli con prodotti assicurativi e finanziari connessi

Capitolato speciale d oneri Procedura aperta per la fornitura di n. 8 autoveicoli con prodotti assicurativi e finanziari connessi Capitolato speciale d oneri Procedura aperta per la fornitura di n. 8 autoveicoli con prodotti assicurativi e finanziari connessi Pagina 1 di 8 INDICE ART. 1 OGGETTO ART. 2 QUALITÀ E CARATTERISTICHE ART.

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO. OGGETTO: Affidamento del servizio di. all' IMPRESA: (DENOMINAZIONE E CODICE FISCALE / P.IVA)

SCHEMA DI CONTRATTO. OGGETTO: Affidamento del servizio di. all' IMPRESA: (DENOMINAZIONE E CODICE FISCALE / P.IVA) SCHEMA DI CONTRATTO OGGETTO: Affidamento del servizio di. all' IMPRESA: (DENOMINAZIONE E CODICE FISCALE / P.IVA) L anno DUEMILA... il giorno del mese di in una sala del Comune di Trieste. Premesso che:

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D ONERI PER LA FORNITURA DI ARREDI PER GLI ASILI NIDO COMUNALI DI PALERMO

CAPITOLATO SPECIALE D ONERI PER LA FORNITURA DI ARREDI PER GLI ASILI NIDO COMUNALI DI PALERMO C O M U N E D I P A L E R M O PUBBLICA ISTRUZIONE CAPITOLATO SPECIALE D ONERI PER LA FORNITURA DI ARREDI PER GLI ASILI NIDO COMUNALI DI PALERMO Pagina 1 di 7 CAPITOLATO SPECIALE D ONERI PER LA FORNITURA

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI MANUTENZIONE TRIENNALE DEL SERVOSCALE SITO PRESSO IL SETTORE RISORSE IMMOBILIARI DI VIA ASTORINO 36. Importo complessivo 6.840,00 oltre iva di cui : 3.564,00

Dettagli

C o m u n e d i B a r i

C o m u n e d i B a r i C o m u n e d i B a r i DISCIPLINARE DI GARA Servizi assicurativi polizze rischi: incendio, furto, rca/ard/infortuni, responsabilità civile patrimoniale dell ente, tutela legale, dal 1 gennaio 2012 al

Dettagli

La Società con sede e domicilio fiscale in rappresentata da in qualità di, di seguito identificata come Fornitore da una parte

La Società con sede e domicilio fiscale in rappresentata da in qualità di, di seguito identificata come Fornitore da una parte CONTRATTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PRELIEVO, CARICO, TRASPORTO IN REGIME ADR (SE PREVISTO DALLE NORME), CONFERIMENTO AD IMPIANTO AUTORIZZATO PER RECUPERO E/O SMALTIMENTO DEI RIFIUTI PRODOTTI PRESSO

Dettagli

Pagina 1 di 5. Codice fiscale 04334860485 > Partita IVA 02926170230 > C.C.I.A.A. VR-1999-04334860485 > R.E.A. 296199 > Cap. Soc. 10.

Pagina 1 di 5. Codice fiscale 04334860485 > Partita IVA 02926170230 > C.C.I.A.A. VR-1999-04334860485 > R.E.A. 296199 > Cap. Soc. 10. CONTRATTO DI LICENZA D USO DI SOFTWARE ddaattaa Hyphen-Italia srl sede legale ed amministrativa: Verona > Via Marconi, 14 > 37010 Affi > Tel. +39 045.62.03.200 > Fax +39 045 62.03.250 Codice fiscale 04334860485

Dettagli

ASSISTENZA, MANUTENZIONE CORRETTIVA ED EVOLUTIVA DEL SISTEMA INFORMATIVO PER LA GESTIONE DEL PATRIMONIO IMMOBILIARE IN DOTAZIONE ALL ATER DI VERONA

ASSISTENZA, MANUTENZIONE CORRETTIVA ED EVOLUTIVA DEL SISTEMA INFORMATIVO PER LA GESTIONE DEL PATRIMONIO IMMOBILIARE IN DOTAZIONE ALL ATER DI VERONA A.T.E.R. Azienda Territoriale per l Edilizia Residenziale della Provincia di VERONA Piazza Pozza 1/c,d,e - 37123 VERONA telefono 045-8062411 telefax 045-8062432 E-mail: info@ater.vr.it www.ater.vr.it.,

Dettagli

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA L amministrazione Comunale di Palermo deve procedere, ai sensi della L.R. n.7/2002 e successive modifiche ed

Dettagli

COMUNE DI ANZIO. Provincia di Roma c.f. 82005010580 P.IVA 02144071004 SERVIZIO DI PRELIEVO E RECAPITO POSTALE CIG Z511544602 CAPITOLATO D ONERI

COMUNE DI ANZIO. Provincia di Roma c.f. 82005010580 P.IVA 02144071004 SERVIZIO DI PRELIEVO E RECAPITO POSTALE CIG Z511544602 CAPITOLATO D ONERI COMUNE DI ANZIO Provincia di Roma c.f. 82005010580 P.IVA 02144071004 SERVIZIO DI PRELIEVO E RECAPITO POSTALE CIG Z511544602 CAPITOLATO D ONERI Art. 1 - OGGETTO L appalto ha per oggetto il servizio di prelievo

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA. Repertorio: n. I.N.R.C.A. AMMINISTRAZIONE CENTRALE

REPUBBLICA ITALIANA. Repertorio: n. I.N.R.C.A. AMMINISTRAZIONE CENTRALE REPUBBLICA ITALIANA Repertorio: n. I.N.R.C.A. AMMINISTRAZIONE CENTRALE OGGETTO: Contratto estimatorio per la fornitura di dispositivi medici occorrenti al servizio di radiologia interventistica e vascolare

Dettagli

COMUNE DI. Capitolato d Oneri per la Fornitura di contatori di energia elettrica BT monofase e trifase

COMUNE DI. Capitolato d Oneri per la Fornitura di contatori di energia elettrica BT monofase e trifase COMUNE DI FRANCAVILLA DI SICILIA P R O V I N C I A D I M E S S I N A Ente del Parco Fluviale dell Alcantara Area Tecnica Lavori Pubblici Servizio Idroelettrico Piazza Annunziata n. 3 98034 Francavilla

Dettagli

ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO ART. 2 CORRISPETTIVO ART. 3 MODALITA ATTUATIVE 3. 3 EROGAZIONE E GESTIONE DELLE ATTIVITA FORMATIVE

ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO ART. 2 CORRISPETTIVO ART. 3 MODALITA ATTUATIVE 3. 3 EROGAZIONE E GESTIONE DELLE ATTIVITA FORMATIVE CAPITOLATO D ONERI PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI FORMAZIONE IN MATERIA DI SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO PER IL PERSONALE DIPENDENTE DELLA PROVINCIA REGIONALE DI TRAPANI ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO

Dettagli

COMUNE DI SESTO ED UNITI

COMUNE DI SESTO ED UNITI COMUNE DI SESTO ED UNITI Provincia di Cremona Gestione RSA Casa Soggiorno Nolli-Pigoli Allegato alla delibera G.C. n. 184 del 27.10.2009 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI

Dettagli

IL DIRIGENTE SCOLASTICO

IL DIRIGENTE SCOLASTICO ISTITUTO COMPRENSIVO DI SUSEGANA 31058 SUSEGANA - Via Carpeni, 7 - Tel. 0438/73256 Fax 0438/ 435393 - C.F.: 91026780261 email: tvic85200c@istruzione.it PEC: tvic85200c@pec.istruzione.it Sito: HTTP://www.icsusegana.it

Dettagli

CAPITOLATO D'ONERI PER SERVIZI DI INTERPRETARIATO E TRADUZIONE

CAPITOLATO D'ONERI PER SERVIZI DI INTERPRETARIATO E TRADUZIONE CAPITOLATO D'ONERI PER SERVIZI DI INTERPRETARIATO E TRADUZIONE 1. Oggetto della gara Oggetto del presente capitolato è la fornitura di servizi di interpretariato e traduzione per le attività della Provincia

Dettagli

AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SORVEGLIANZA SANITARIA E MEDICO COMPETENTE AI SENSI DEL D.LGS 81/2008 PER IL PERIODO 1/1/2014 31/12/2014.

AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SORVEGLIANZA SANITARIA E MEDICO COMPETENTE AI SENSI DEL D.LGS 81/2008 PER IL PERIODO 1/1/2014 31/12/2014. AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SORVEGLIANZA SANITARIA E MEDICO COMPETENTE AI SENSI DEL D.LGS 81/2008 PER IL PERIODO 1/1/2014 31/12/2014. CAPITOLATO D ONERI Art. 1 Oggetto del servizio, durata e compenso.

Dettagli

CONTRATTO DI FORNITURA TRA

CONTRATTO DI FORNITURA TRA REPUBBLICA ITALIANA Repertorio: n. I.N.R.C.A. AMMINISTRAZIONE CENTRALE Oggetto: Contratto d appalto per l affidamento del servizio di manutenzione ed assistenza del sistema informatico contabile dell Istituto

Dettagli

CITTÀ di AVIGLIANA Provincia di TORINO

CITTÀ di AVIGLIANA Provincia di TORINO Oggetto: Affidamento del servizio di ritiro e recapito diretto della corrispondenza comunale nell ambito del Comune. FOGLIO PATTI E CONDIZIONI Art. 1 OGGETTO DELL'APPALTO L'appalto ha per oggetto: -il

Dettagli

Tra l Agenzia Regionale per lo Sviluppo e i Servizi in Agricoltura Gestione Liquidatoria ex Art. 5

Tra l Agenzia Regionale per lo Sviluppo e i Servizi in Agricoltura Gestione Liquidatoria ex Art. 5 SCHEMA CONTATTO D APPALTO - art. 279 D.P.R. 207/2010 CONTRATTO D APPALTO Tra l Agenzia Regionale per lo Sviluppo e i Servizi in Agricoltura Gestione Liquidatoria ex Art. 5 L.R. 11.05.2007 n. 9 - e la Società,

Dettagli

AVVISO PUBBLICO CUP C83D15001140005 CIG 63626511B5 1) OGGETTO DELL APPALTO

AVVISO PUBBLICO CUP C83D15001140005 CIG 63626511B5 1) OGGETTO DELL APPALTO AVVISO PUBBLICO UNIONCAMERE LAZIO: AVVISO PUBBLICO DI PROCEDURA IN ECONOMIA A MEZZO DI COTTIMO FIDUCIARIO PER L AFFIDAMENTO IN ECONOMIA DEL SERVIZIO STUDIO, ANALISI, MONITORAGGIO, ASSISTENZA TECNICA, COMUNICAZIONE

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D'APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE D'APPALTO COMUNE DI CERRETO D ESI PROVINCIA DI ANCONA ASTA PUBBLICA ACQUISTO DI PANNELLI FOTOVOLTAICI ED INVERTER PER LA REALIZZAZIONE DI N 2 IMPIANTI FOTOVOLTAICI CAPITOLATO SPECIALE D'APPALTO Art. 1 OGGETTO DELL

Dettagli

Disciplinare di conferimento dell incarico per pratica S.C.I.A. Vigili del Fuoco del nuovo asilo nido di Via Alfieri (edificio

Disciplinare di conferimento dell incarico per pratica S.C.I.A. Vigili del Fuoco del nuovo asilo nido di Via Alfieri (edificio Disciplinare di conferimento dell incarico per pratica S.C.I.A. Vigili del Fuoco del nuovo asilo nido di Via Alfieri (edificio Alpen Rose s.r.l.) STAZIONE CONFERENTE: COMUNE DI BORGOMANERO (C.F. 82001370038);

Dettagli

PROVINCIA di MANTOVA DISCIPLINARE D INCARICO DI COLLABORAZIONE AUTONOMA per.. in esecuzione della Determinazione n. PREMESSO che:

PROVINCIA di MANTOVA DISCIPLINARE D INCARICO DI COLLABORAZIONE AUTONOMA per.. in esecuzione della Determinazione n. PREMESSO che: PROVINCIA di MANTOVA DISCIPLINARE D INCARICO DI COLLABORAZIONE AUTONOMA per.. in esecuzione della Determinazione n PREMESSO che: vista la Delibera di Giunta Provinciale n. 198 del 04/12/2008 recante: Modifiche

Dettagli

CAPO I OGGETTO, IMPORTO, DURATA E DESCRIZIONE DELLE OPERE. Art.6 Descrizione delle componenti del Software

CAPO I OGGETTO, IMPORTO, DURATA E DESCRIZIONE DELLE OPERE. Art.6 Descrizione delle componenti del Software Intervento 3: Fornitura,installazione garanzia e manutenzione software GIS a servizio del sistema informativo territoriale regionale- misura 5.05 POR-Sicilia 2000-2006; valore massimo EURO 172.651,54+

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO SUB A 2 SETTORE: RAGIONERIA-FINANZA-PROVVEDITORATO CED SERVIZIO ECONOMATO-PROVVEDITORATO CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO SERVIZIO DI MANUTENZIONE, VERIFICA E RICARICA DEL PARCO ESTINTORI INSTALLATI NEGLI

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA PER L'AFFIDAMENTO DELLA REVISIONE DEL SITO WEB DEL PARCO NATURALE MONT AVIC (CIG: 3935753E1B - cod.

DISCIPLINARE DI GARA PER L'AFFIDAMENTO DELLA REVISIONE DEL SITO WEB DEL PARCO NATURALE MONT AVIC (CIG: 3935753E1B - cod. DISCIPLINARE DI GARA PER L'AFFIDAMENTO DELLA REVISIONE DEL SITO WEB DEL PARCO NATURALE (CIG: 3935753E1B - cod. gara: 3922528) Art.1 Oggetto Il Parco Naturale Mont Avic ha approvato con deliberazione del

Dettagli

C I T T A D I G A L A T I N A PROVINCIA DI LECCE Via Umberto I n. 40 Tel. 0836/633111 Fax 0836/ 561543

C I T T A D I G A L A T I N A PROVINCIA DI LECCE Via Umberto I n. 40 Tel. 0836/633111 Fax 0836/ 561543 C I T T A D I G A L A T I N A PROVINCIA DI LECCE Via Umberto I n. 40 Tel. 0836/633111 Fax 0836/ 561543 ******** I Settore Servizio Segreteria CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO DEL SERVIZIO DI REGISTRAZIONE,

Dettagli

Condizioni contrattuali per lo sviluppo sito web Fondo Comuni Confinanti * * *

Condizioni contrattuali per lo sviluppo sito web Fondo Comuni Confinanti * * * Parte integrale e sostanziale di cui al punto 3) della determinazione del Presidente del Comitato paritetico per l'intesa n. 4 del 25 novembre 2015 Allegato A Condizioni contrattuali per lo sviluppo sito

Dettagli

ALLEGATO 5 Schema di Contratto

ALLEGATO 5 Schema di Contratto ALLEGATO 5 Schema di Contratto Allegato 5: Schema di contratto Pag. 1 SCHEMA DI CONTRATTO GARA A PROCEDURA APERTA, INDETTA AI SENSI DEL D. LGS. N. 163/06, PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PROGETTAZIONE

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI E TERMINI DI UTILIZZO. Art.1 Oggetto dell accordo

CONDIZIONI GENERALI E TERMINI DI UTILIZZO. Art.1 Oggetto dell accordo CONDIZIONI GENERALI E TERMINI DI UTILIZZO Art.1 Oggetto dell accordo a- Le parti stipulano alle condizioni descritte un contratto della durata di un anno per i servizi espressamente scelti dal CLIENTE,

Dettagli

AREA RISORSE FINANZIARIE DIREZIONE SERVIZI A RETE E PATRIMONIO Servizio Patrimonio P.zza Matteotti n. 3-24121 Bergamo Tel. 035.399412 / fax 035.

AREA RISORSE FINANZIARIE DIREZIONE SERVIZI A RETE E PATRIMONIO Servizio Patrimonio P.zza Matteotti n. 3-24121 Bergamo Tel. 035.399412 / fax 035. AREA RISORSE FINANZIARIE DIREZIONE SERVIZI A RETE E PATRIMONIO Servizio Patrimonio P.zza Matteotti n. 3-24121 Bergamo Tel. 035.399412 / fax 035.399050 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER IL SERVIZIO DI GESTIONE

Dettagli

COMUNE DI SASSARI Sistemi informativi, Statistica e Protezione Civile

COMUNE DI SASSARI Sistemi informativi, Statistica e Protezione Civile COMUNE DI SASSARI Sistemi informativi, Statistica e Protezione Civile A V V I S O P U B B L I C O Affidamento incarico di Responsabile esterno del Servizio di Prevenzione e Protezione di cui al D.Lgs.vo.

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D ONERI relativo al noleggio con riscatto di n. 1 gascromatografo, con rivelatore massa CIG:32821335D4 PREMESSA

CAPITOLATO SPECIALE D ONERI relativo al noleggio con riscatto di n. 1 gascromatografo, con rivelatore massa CIG:32821335D4 PREMESSA CAPITOLATO SPECIALE D ONERI relativo al noleggio con riscatto di n. 1 gascromatografo, con rivelatore massa CIG:32821335D4 PREMESSA Le prescrizioni del presente capitolato disciplinano il contratto di

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO PER LA FORNITURA E POSA IN OPERA DELLE SALE RIUNIONE E DI AREE RISERVATE ALL ACCOGLIENZA DELLA NUOVA SEDE DELL AIFA

SCHEMA DI CONTRATTO PER LA FORNITURA E POSA IN OPERA DELLE SALE RIUNIONE E DI AREE RISERVATE ALL ACCOGLIENZA DELLA NUOVA SEDE DELL AIFA Allegato D SCHEMA DI CONTRATTO PER LA FORNITURA E POSA IN OPERA DELLE SALE RIUNIONE E DI AREE RISERVATE ALL ACCOGLIENZA DELLA NUOVA SEDE DELL AIFA CIG 0456191CB5 Agenzia Italiana del Farmaco 1 Agenzia

Dettagli

REGIONE DEL VENETO ISTITUTO ONCOLOGICO VENETO I.R.C.C.S.

REGIONE DEL VENETO ISTITUTO ONCOLOGICO VENETO I.R.C.C.S. REGIONE DEL VENETO ISTITUTO ONCOLOGICO VENETO I.R.C.C.S. Servizio per la fornitura di prestazioni di radioterapia su pazienti in trattamento presso l Istituto Oncologico Veneto. * * * * * * CIG N.1136442D97

Dettagli

CAPITOLATO D APPALTO PER I SERVIZI INERENTI AL TRATTAMENTO DELLA CORRISPONDENZA DEL COMUNE DI LIVORNO

CAPITOLATO D APPALTO PER I SERVIZI INERENTI AL TRATTAMENTO DELLA CORRISPONDENZA DEL COMUNE DI LIVORNO CAPITOLATO D APPALTO PER I SERVIZI INERENTI AL TRATTAMENTO DELLA CORRISPONDENZA DEL COMUNE DI LIVORNO Durata : Dal 1 MAGGIO 2012 AL 30 APRILE 2015 PRESCRIZIONI SPECIFICHE E TECNICHE ART. 1 - OGGETTO L

Dettagli

COMUNE DI PISA. Capitolato speciale d appalto per la fornitura e posa in opera di arredi per l asilo nido di Via Puglia in Pisa

COMUNE DI PISA. Capitolato speciale d appalto per la fornitura e posa in opera di arredi per l asilo nido di Via Puglia in Pisa COMUNE DI PISA Direzione Finanze e Politiche Tributarie Ufficio Economato-Provveditorato U.O. Provveditorato Capitolato speciale d appalto per la fornitura e posa in opera di arredi per l asilo nido di

Dettagli

cooperativa sociale... per la fornitura dei servizi culturali (distribuzione, prestito e assistenza al pubblico) per le sedi del Servizio;

cooperativa sociale... per la fornitura dei servizi culturali (distribuzione, prestito e assistenza al pubblico) per le sedi del Servizio; ALLEGATO A SCHEMA DI CONVENZIONE OGGETTO: Convenzione tra Il Comune di Trieste Servizio Biblioteche Civiche e la cooperativa sociale.... per la fornitura dei servizi culturali (distribuzione, prestito

Dettagli

INDICE. Art. 1 - Oggetto dell'appalto...2. Art 2 Sede e durata dell Appalto...2. Art. 3 Personale e organizzazione...2

INDICE. Art. 1 - Oggetto dell'appalto...2. Art 2 Sede e durata dell Appalto...2. Art. 3 Personale e organizzazione...2 CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI ASSISTENZA ALLE DICHIARAZIONI ISEE, DATA ENTRY E CATALOGAZIONE DOCUMENTALE PER IL SERVIZIO COMUNALE DIRITTO ALLO STUDIO E GESTIONE SISTEMA QUOTE CONTRIBUTIVE

Dettagli

AZIENDA TERRITORIALE EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA DEL COMUNE DI ROMA

AZIENDA TERRITORIALE EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA DEL COMUNE DI ROMA AZIENDA TERRITORIALE EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA DEL COMUNE DI ROMA DISCIPLINARE DI ASTA PUBBLICA PER LA LOCAZIONE DI N. 53 IMMOBILI EXTRARESIDENZIALI IN ROMA DI PROPRIETA DELL A.T.E.R. DEL COMUNE DI

Dettagli

CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO REGIONALE DELLA TOSCANA

CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO REGIONALE DELLA TOSCANA CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO REGIONALE DELLA TOSCANA BANDO DI GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI MANUTENZIONE DEI VEICOLI DEL COMITATO REGIONALE CRI DELLA TOSCANA CIG: 28951999C9

Dettagli

copia informatica per consultazione SERVIZIO POLITICHE SOCIALI - GIOVANILI - PARI OPPORTUNITA'

copia informatica per consultazione SERVIZIO POLITICHE SOCIALI - GIOVANILI - PARI OPPORTUNITA' SERVIZIO POLITICHE SOCIALI - GIOVANILI - PARI OPPORTUNITA' Determinazione n. 239 data 05/02/2014 Proposta n. S0503 273/2014 Oggetto: AFFIDAMENTO, MEDIANTE PROCEDURA APERTA AD EVIDENZA PUBBLICA, PREVIA

Dettagli

Rio Marina AVVISO PUBBLICO

Rio Marina AVVISO PUBBLICO Rio Marina Comune elbano AVVISO PUBBLICO OGGETTO : Avviso di gara di licitazione privata per l affidamento del servizio di assistenza domiciliare agli anziani non autosufficienti. Si rende noto che con

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA 1. Campo di applicazione Qualsiasi contratto stipulato tra Nossa Elettronica s.a.s (d ora in poi Nossa) per la fornitura dei propri Prodotti/Servizi (d ora in poi Prodotto)

Dettagli

Art. 1. Definizioni. Art. 2. Ente Aggiudicatore.

Art. 1. Definizioni. Art. 2. Ente Aggiudicatore. CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DI SERVIZI DI AUTORIMESSA PROVINCIALE RELATIVI AL TRASPORTO DI FUNZIONARI E AMMINISTRATORI PROVINCIALI PER IL PERIODO DAL 1 AGOSTO 2007 AL 31 DICEMBRE 2012

Dettagli