La disciplina delle imprese spin off dell Università del Salento

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La disciplina delle imprese spin off dell Università del Salento"

Transcript

1 arta a cura di Tonia Romano e Cosimo A. Qu 1 La disciplina delle imprese spin off dell Università del Salento Dipartimento Innovazione e Sviluppo Ufficio Rapporti con le Imprese Sintesi del Regolamento per la disciplina dei rapporti tra l Università e le imprese spin-off della ricerca approvato dal Senato Accademico con deliberazione n. 44 del 17/01/2006, con parere favorevole del Consiglio di Amministrazione con deliberazione n. 56 del 18/01/2006, ed emanato con D.R. n. 170 del 7 febbraio 2006, e modificato con D.R. n del 22 novembre 2006

2 Definizione di spin off (1) art. 2 L impresa spin-off è una società di capitali che risponde a due requisiti: 2 Avere come obiettivo primario la valorizzazione dei risultati della ricerca svolta all interno dell Ateneo attraverso lo sviluppo di nuovi prodotti e servizi Essere partecipata dall Università ossia avere nella propria compagine sociale, in qualità di socio l Università e/o uno dei seguenti soggetti: docenti, ricercatori, dipendenti tecniciamministrativi, assegnisti di ricerca o titolari di borsa di studio, dottorandi, nonché laureandi e laureati da non più di 24 mesi

3 Definizione di spin off (2) art. 2 Chi può partecipare come socio ad un impresa spin-off: docenti universitari in servizio presso l Università; ricercatori universitari in servizio presso l Università; personale tecnico-amministrativo in servizio presso l Università; assegnisti di ricerca; titolari di borse di studio post-laurea, post-dottorato o di altre borse di studio di durata almeno biennale, studenti e laureandi dei corsi di laurea triennale e specialistica, laureati che abbiano cessato il loro rapporto con l Università da non più di 2 anni (nel caso in cui l idea dello spin-off sia inerente alla tesi svolto); 3 allievi dei corsi di dottorato di ricerca (compresi quelli operanti stabilmente presso le strutture di ricerca dell Università nell ambito di Convenzioni con altre Università).

4 Definizione di spin off (3) art. 2 Oltre ai soggetti precedenti possono aggiungersi alla compagine sociale delle imprese spin-off in qualità di partecipanti: università, enti di ricerca, ENEA, ASI; società di assicurazione, banche, intermediari finanziari,fondi mobiliari chiusi, società finanziarie per l'innovazione e lo sviluppo, imprese industriali che producono beni e servizi; imprese di trasporto; imprese artigiane; centri di ricerca con personalità giuridica autonoma; consorzi e società consortili costituiti, dai soggetti precedenti; i parchi scientifici e tecnologici. 4 art. 11, comma 3, del D.M. 8 agosto 2000 n. 593

5 Incubazione di spin off (1) art. 3 I Direttori di Dipartimento possono accreditare presso le proprie strutture gruppi di ricerca che abbiano il fine di: - valorizzare i risultati della ricerca - costituire imprese spin-off L accreditamento è approvato con delibera del Consiglio di Dipartimento L accreditamento può durare fino ad un massimo di 12 mesi. 5 L utilizzo di spazi per l incubazione di aziende e progetti industriali presso le strutture dell Università è regolamentata da specifici contratti.

6 Incubazione di spin off (2) art. 7 L impresa spin-off può essere ospitata all interno dei Dipartimenti per un massimo di 3 anni + 2 di proroga NB: nei primi 3 anni va compreso anche il periodo di incubazione di cui all art.3 (massimo 12 mesi) La permanenza nel Dipartimento dell impresa è regolata dalla Convenzione che disciplina i rapporti tra questa e l Università 6 La proroga di 2 anni può essere concessa dal CdA su proposta della Commissione per lo spin-off e sentito il Consiglio di Dipartimento.

7 Costituzione di spin off (1) art. 4 Per ottenere il titolo di impresa spin-off dell Università del Salento il legale rappresentante inoltra DOMANDA al Rettore indicando: 1. composizione societaria (elenco e quote dei soci) 2. business plan aziendale 3. relazione sul ruolo dell Università (incubazione, uso di laboratori, ritorni economici per licenze e brevetti, ecc.) 7 Alla domanda va allegata la Delibera del Consiglio di Dipartimento che riconosce la validità tecnico-scientifica della proposta di spin-off

8 Costituzione di spin off (2) art. 4 Domanda di spin-off + Delibera di Consiglio di Dipartimento sulla validità tecnico-scientifica della proposta RETTORE Consiglio di Dipartimento chiarimenti e/o integrazioni richiesta chiarimenti Ufficio Rapporti con le Imprese ISTRUTTORIA Commissione spin-off relazione 8

9 Costituzione di spin off (3) art. 4 COMMISSIONE SPIN-OFF parere Ufficio Rapporti con le Imprese ISTRUTTORIA DELIBERE Consiglio di Amministrazione parere SENATO ACCADEMICO 9 APPROVA

10 Costituzione di spin off (3) art. 4 Senato Accademico delibera approvazione * diniego motivato 10 * L approvazione vale come autorizzazione per il personale docente e/o ricercatore allo svolgimento di attività a favore dello spin-off con diritto al mantenimento in servizio

11 Costituzione di spin off (4) art. 4 Utilizzo di nomi e marchi Lo spin-off approvato può sottoscrivere con l Università un contratto di licenza per avvalersi del marchio: Impresa spin-off dell Università del Salento 11

12 Partecipazione dell Università (1) art. 8 Azioni e quote La partecipazione dell Università ad uno spin-off deve essere < al 10% del capitale sociale * (anche solo con conferimenti in natura) 12 *(salvo che il Consiglio di Amministrazione dell Università non disponga diversamente ricorrendo particolari motivi di convenienza o opportunità)

13 Partecipazione dell Università (2) Lo STATUTO dello spin-off deve prevedere art. 8 Obblighi statutari Diritto di prelazione ai soci in caso di trasferimento delle quote Postergazione dell Università nelle perdite rispetto agli altri soci 13 Rappresentanza dell Università (almeno 1 membro CdA e almeno 1 Sindaco, se presente il collegio sindacale)

14 Partecipazione dell Università (3) art. 8 Patti parasociali (di durata non superiore a 5 anni) 1. I soci diversi dall Università affrontano perdite e aumenti di capitale mantenendo invariata la quota dell Università 2. Le modifiche dello Statuto o del capitale che pregiudichino la partecipazione dell Università avvengono col preventivo consenso di questa 3. Opzione di vendita delle quote per l Università a prezzi non inferiori al valore nominale di queste 14

15 Articolazione del procedimento (1) 1. Rappresentante legale dell impresa inoltra istanza; 2. Dipartimento esprime parere con Delibera di Consiglio, riconoscendo la validità tecnico-scientifica della proposta; 3. Ufficio Rapporti con le Imprese (D.I.S.) verifica la conformità dell istanza (completa della delibera di Consiglio del Dipartimento) al Regolamento, effettua l analisi del Business Plan e la valutazione economico-tecnica della proposta spin-off, che trasmette alla Commissione per la valorizzazione della ricerca e delle imprese spin-off; 4. Commissione Spin-off propone agli Organi di Governo l approvazione dell istanza, previo parere favorevole sulla valutazione qualitativa del progetto di fattibilità industriale di impresa spin-off; 5. Ufficio Rapporti con le Imprese predispone la delibera di Senato Accademico per l approvazione dello spin-off, e la delibera del Consiglio di Amministrazione che esprime parere sulla costituzione; 6. Consiglio di Amministrazione esprime il parere sulla costituzione dello spin-off 15

16 Articolazione del procedimento (2) 7. Senato Accademico approva la domanda di spin-off 8. Ufficio Affari Legali predispone il provvedimento rettorale per l approvazione degli Atti costitutivi e dei contratti dell impresa spin-off (Statuto, patti parasociali, licenza, brevetti e utilizzo marchio spin-off), previo parere dell Ufficio Rapporti con le Imprese; 9. Ufficio Approvvigionamenti predispone il provvedimento rettorale per l approvazione dei contratti dell impresa spin-off (contratto di comodato, ecc.) previo parere dell Ufficio Rapporti con le Imprese; 10. Rettore approva con decreto i contratti propedeutici alla costituzione dello spin-off 11. Rappresentante legale impresa spin-off e rappresentante legale Università sottoscrivono gli atti costitutivi ed i contratti 12. Costituzione impresa spin-off 16

17 A CHI RIVOLGERSI Per ottenere informazioni o supporto amministrativo nelle procedure: UFFICIO RAPPORTI CON LE IMPRESE Dott.ssa Tonia Romano Tel Sede: Palazzo Carrozzini Viale Oronzo Quarta, LECCE

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEI RAPPORTI TRA L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI LECCE E LE IMPRESE SPIN-OFF DELLA RICERCA

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEI RAPPORTI TRA L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI LECCE E LE IMPRESE SPIN-OFF DELLA RICERCA REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEI RAPPORTI TRA L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI LECCE E LE IMPRESE SPIN-OFF DELLA RICERCA (approvato dal Senato Accademico con deliberazione n. 44 del 17/01/2006, con parere

Dettagli

U N I V E R S I T À D E G L I S T U D I D I P A V I A

U N I V E R S I T À D E G L I S T U D I D I P A V I A Decreto n. 2133 del 12/10/2007 Oggetto REGOLAMENTO PER LA COSTITUZIONE DI SPIN-OFF ALL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA. IL RETTORE VISTO il D. Lgs. n. 297 del 27.07.1999, recante Riordino della disciplina

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL SOSTEGNO DELL UNIVERSITÀ ALLA CREAZIONE DI IMPRESE START UP

REGOLAMENTO PER IL SOSTEGNO DELL UNIVERSITÀ ALLA CREAZIONE DI IMPRESE START UP REGOLAMENTO PER IL SOSTEGNO DELL UNIVERSITÀ ALLA CREAZIONE DI IMPRESE START UP Emanato con Decreto 18 dicembre 2015, n. 1112 Entrato in vigore il 18 dicembre 2015 Via O. Rossi, 9 21100 Varese (VA) Italia

Dettagli

IL REGOLAMENTO SPIN OFF DELL UNIVERSITA DI FERRARA 10 ANNI DOPO. Netval - Ancona febbraio 2012 Prof.ssa Laura Ramaciotti

IL REGOLAMENTO SPIN OFF DELL UNIVERSITA DI FERRARA 10 ANNI DOPO. Netval - Ancona febbraio 2012 Prof.ssa Laura Ramaciotti IL REGOLAMENTO SPIN OFF DELL UNIVERSITA DI FERRARA 10 ANNI DOPO Netval - Ancona 22-24 febbraio 2012 Prof.ssa Laura Ramaciotti 1 Riflessioni generali Primo regolamento approvato in data 24 luglio 2002 Nuovo

Dettagli

Regolamento per la valorizzazione dei risultati della ricerca attraverso la costituzione di società spin-off

Regolamento per la valorizzazione dei risultati della ricerca attraverso la costituzione di società spin-off Regolamento per la valorizzazione dei risultati della ricerca attraverso la costituzione di società spin-off ARTICOLO 1 Finalità 1. L Università degli Studi di Cassino (d ora in avanti Università), in

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO REGOLAMENTO PER LA CREAZIONE DI SPIN OFF DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO Modificato con Decreto rettorale Rep. n. 101 /2012 prot. n. 3096/I/003 del 16.2.2012 1

Dettagli

REGOLAMENTO IN MATERIA DI SPIN OFF UNIVERSITARI (D.R. n.593 del )

REGOLAMENTO IN MATERIA DI SPIN OFF UNIVERSITARI (D.R. n.593 del ) REGOLAMENTO IN MATERIA DI SPIN OFF UNIVERSITARI (D.R. n.593 del 5.11.2012) Art. 1 Principi generali 1. In conformità a quanto previsto dalla legge e dagli articoli 25 e 49 dello Statuto di autonomia, l

Dettagli

ACCADEMICI E INDUSTRIALI)

ACCADEMICI E INDUSTRIALI) REGOLAMENTO PER PARTECIPAZIONE DELL ATENEO A SOCIETÀ DI CAPITALI FINALIZZATE ALLO SVILUPPO DI NUOVI PRODOTTI E SERVIZI E ALL UTILIZZAZIONE INDUSTRIALE DEI RISULTATI DELLA RICERCA ( SPIN- OFF ACCADEMICI

Dettagli

Regolamento Spin-off

Regolamento Spin-off Regolamento Spin-off Emanato con Decreto Rettorale n. 15 del 30 maggio 2014 Approvato dal Consiglio di Amministrazione nella seduta del 22 maggio 2014 Articolo 1 Definizioni 1. L Università Telematica

Dettagli

Regolamento Spin-off UNIVERSITA POLITECNICA DELLE MARCHE

Regolamento Spin-off UNIVERSITA POLITECNICA DELLE MARCHE UNIVERSITA POLITECNICA DELLE MARCHE Regolamento Spin-off Regolamento per la costituzione di Spin-Off dell Università Politecnica delle Marche e per la partecipazione del personale dell Ateneo alle attività

Dettagli

LINEE GUIDA PER IL NUOVO REGOLAMENTO SUGLI SPIN-OFF DELL UNIVERSITA DI PADOVA

LINEE GUIDA PER IL NUOVO REGOLAMENTO SUGLI SPIN-OFF DELL UNIVERSITA DI PADOVA LINEE GUIDA PER IL NUOVO REGOLAMENTO SUGLI SPIN-OFF DELL UNIVERSITA DI PADOVA Corso Le imprese spin-off della ricerca pubblica: come fare ancora meglio dopo le prime 1000? Università Politecnica della

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA COSTITUZIONE DI SPIN-OFF DELL'UNIVERSITA' DEGLI STUDI DELLA TUSCIA

REGOLAMENTO PER LA COSTITUZIONE DI SPIN-OFF DELL'UNIVERSITA' DEGLI STUDI DELLA TUSCIA REGOLAMENTO PER LA COSTITUZIONE DI SPIN-OFF DELL'UNIVERSITA' DEGLI STUDI DELLA TUSCIA ART. 1 PRINCIPI GENERALI 1. L Università degli Studi della Tuscia, di seguito indicata Università, ai sensi dell articolo

Dettagli

REGOLAMENTO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DEL MOLISE IN MATERIA DI SOCIETA DI CAPITALI AVENTI NATURA DI SPIN-OFF O START-UP UNIVERSITARI

REGOLAMENTO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DEL MOLISE IN MATERIA DI SOCIETA DI CAPITALI AVENTI NATURA DI SPIN-OFF O START-UP UNIVERSITARI REGOLAMENTO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DEL MOLISE IN MATERIA DI SOCIETA DI CAPITALI AVENTI NATURA DI SPIN-OFF O START-UP UNIVERSITARI ART. 1 Spin-off o start-up universitari. Definizione e scopi 1. L

Dettagli

Gli obiettivi dello spin-off

Gli obiettivi dello spin-off Gli obiettivi dello spin-off 12 maggio 2003 Vincenzo Pozzolo e UFFICIO CONTRATTI E RELAZIONI INTERNAZIONALI CAR - 1 Perché predisporre il regolamento spin off? Decreto Legislativo n.297/1999 e D.M 593/2000

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Via Ravasi Varese

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Via Ravasi Varese REGOLAMENTO SUGLI SPIN OFF UNIVERSITARI Emanato con D.R. Rep. n. 589/2012 del 22/05/2012 In vigore dalla data del Decreto Rettorale di emanazione Regolamento sugli Spin Off Universitari 1 Regolamento sugli

Dettagli

REGOLAMENTO SPIN OFF SOMMARIO

REGOLAMENTO SPIN OFF SOMMARIO REGOLAMENTO SPIN OFF CONSIGLIO DEGLI STUDENTI SENATO ACCADEMICO 19.03.2013 CONSIGLIO AMMINISTRAZIONE 26.02.2013;26.03.2013; 23.07.2013 DECRETO RETTORALE 576/2013 dd. 29.04.2013; 960/2013 dd. 19.08.2013

Dettagli

REGOLAMENTO DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SIENA IN MATERIA DI SOCIETÀ DI CAPITALI AVENTI CARATTERISTICHE DI SPIN-OFF

REGOLAMENTO DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SIENA IN MATERIA DI SOCIETÀ DI CAPITALI AVENTI CARATTERISTICHE DI SPIN-OFF REGOLAMENTO DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SIENA IN MATERIA DI SOCIETÀ DI CAPITALI AVENTI CARATTERISTICHE DI SPIN-OFF O DI START-UP UNIVERSITARI (Emanato con D.R. 218 del 12.02.2014 pubblicato all Albo

Dettagli

POLITECNICO DI MILANO

POLITECNICO DI MILANO Rep. n. 1026 Prot. n. 9191 Data 28 marzo 2014 Titolo I Classe 3 UOR AG POLITECNICO DI MILANO IL RETTORE VISTO il D.P.R. 11.07.1980, n. 382 Riordinamento della docenza universitaria, relativa fascia di

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELLA BASILICATA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELLA BASILICATA REGOLAMENTO PER LA COSTITUZIONE DI SPIN-OFF DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DELLA BASILICATA EMANATO CON D.R. N. 81 DEL 21 MARZO 2013 IN VIGORE DAL 22 MARZO 2013 MODIFICATO CON D.R. N. 71 DEL 3 MARZO 2015

Dettagli

REGOLAMENTO IN MATERIA DI SPIN OFF DI ATENEO

REGOLAMENTO IN MATERIA DI SPIN OFF DI ATENEO REGOLAMENTO IN MATERIA DI SPIN OFF DI ATENEO (emanato con D.R. n. 410 del 24 marzo 2015) INDICE Pag. Art. 1 - Premesse e definizioni 2 Art. 2 - Soggetti proponenti gli Spin off universitari 2 Art. 3 -

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI REGOLAMENTO PER LA CREAZIONE DI SPIN OFF DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI (Approvato dal Consiglio di amministrazione nella seduta del 21 dicembre 2011 e dal Senato

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MESSINA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MESSINA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MESSINA REGOLAMENTO QUADRO PER LA COSTITUZIONE DI SPIN OFF UNIVERSITARI E PER LA PARTECIPAZIONE DEL PERSONALE UNIVERSITARIO ALLE ATTIVITA DEGLI STESSI ART. 1 DEFINIZIONI 1. L

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE DI SPIN-OFF PRESSO L UNIVERSITÀ EUROPEA DI ROMA

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE DI SPIN-OFF PRESSO L UNIVERSITÀ EUROPEA DI ROMA REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE DI SPIN-OFF PRESSO L UNIVERSITÀ EUROPEA DI ROMA INDICE TITOLO I - DISPOSIZIONI GENERALI... 3 ARTICOLO 1 PRINCIPI GENERALI... 3 ARTICOLO 2 AMBITO DI APPLICAZIONE... 3 ARTICOLO

Dettagli

REGOLAMENTO DEGLI SPIN-OFF DELL UNIVERSITA DI PADOVA

REGOLAMENTO DEGLI SPIN-OFF DELL UNIVERSITA DI PADOVA REGOLAMENTO DEGLI SPIN-OFF DELL UNIVERSITA DI PADOVA Art. 1 Scopo del presente regolamento 1. L Università degli Studi di Padova (di seguito l Università ), coerentemente con le altre iniziative di valorizzazione

Dettagli

Università degli Studi di Bari

Università degli Studi di Bari Università degli Studi di Bari Decreto n. 289 IL RETTORE VISTO VISTI il decreto legislativo n. 297/99 che disciplina l attività di ricerca scientifica e tecnologica estendendo il campo d azione delle Università

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA COSTITUZIONE DI SPIN-OFF

REGOLAMENTO PER LA COSTITUZIONE DI SPIN-OFF REGOLAMENTO PER LA COSTITUZIONE DI SPIN-OFF TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1 - Oggetto della disciplina e ambito di applicazione. 1. Il presente regolamento disciplina la costituzione di società aventi

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO REGOLAMENTO PER LA COSTITUZIONE DI SPIN OFF DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO E DI SPIN OFF ACCADEMICI SENATO ACCADEMICO Delibera n. 26 del 21/06/2016 CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE Delibera n. 18 del

Dettagli

IL RETTORE D E C R E T A

IL RETTORE D E C R E T A Decreto n.1313 IL RETTORE VISTO l art. 42 del Regolamento studenti approvato con R.D. 4 giugno1938 n. 1269; VISTO il D.R. n. 6428 del 03.11.2011 di emanazione del Regolamento cultore della materia dell

Dettagli

Il nuovo Regolamento Spin-off e Start up dell Università di Ferrara in applicazione alla L. 240/2010

Il nuovo Regolamento Spin-off e Start up dell Università di Ferrara in applicazione alla L. 240/2010 Il nuovo Regolamento Spin-off e Start up dell Università di Ferrara in applicazione alla L. 240/2010 Seminario Nuova Impresa da Ricerca dell Università di Ferrara Ferrara - 18 aprile 2013 Prof.ssa Laura

Dettagli

N. o.d.g.: 07.2 C.d.A. 28/07/2017 Verbale n. 7/2017 UOR: Area per la Didattica, l orientamento e i servizi agli studenti

N. o.d.g.: 07.2 C.d.A. 28/07/2017 Verbale n. 7/2017 UOR: Area per la Didattica, l orientamento e i servizi agli studenti Oggetto: Convenzione con il Centro di formazione Aviation English dell Aeronautica militare di Loreto N. o.d.g.: 07.2 C.d.A. 28/07/2017 Verbale n. 7/2017 UOR: Area per la Didattica, l orientamento e i

Dettagli

DELIBERA. Proposta di Regolamento in materia di start up e start up di ricerca

DELIBERA. Proposta di Regolamento in materia di start up e start up di ricerca DELIBERA ORGANO CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE del 30 giugno 2015 Via Calepina, 14 - TRENTO Struttura proponente Direzione Ricerca e Sistema Bibliotecario Divisione Supporto alla Ricerca Scientifica e al

Dettagli

IL RETTORE. la Legge 30/12/2010 n. 240 ed, in particolare, l art. 2 comma 2 lett. a) e b);

IL RETTORE. la Legge 30/12/2010 n. 240 ed, in particolare, l art. 2 comma 2 lett. a) e b); U.S.R. DR/2013/102 del 11/01/2013 Firmatari: MASSIMO MARRELLI IL RETTORE la Legge 30/12/2010 n. 240 ed, in particolare, l art. 2 comma 2 lett. a) e b); lo Statuto dell Ateneo emanato con Decreto Rettorale

Dettagli

qualifica Cognome e nome Presenze Rettore Presidente Luigi Lacchè P

qualifica Cognome e nome Presenze Rettore Presidente Luigi Lacchè P Oggetto: Offerta formativa a.a. 2014/2015 attivazione corsi di studio nuova istituzione N. o.d.g.: 06.2 C.d.A. 28.2.2014 Verbale n. 2/2014 UOR: Area per la didattica, l orientamento ed i servizi agli studenti

Dettagli

Emanato con D.R. n del Pubblicato all Albo Ufficiale dell Ateneo il 28 maggio 2012 In vigore dal 29 maggio 2012

Emanato con D.R. n del Pubblicato all Albo Ufficiale dell Ateneo il 28 maggio 2012 In vigore dal 29 maggio 2012 MODIFICA AL REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLA CHIAMATA DEI PROFESSORI DI RUOLO DI PRIMA E SECONDA FASCIA IN ATTUAZIONE DEGLI ARTT. 18 E 24 DELLA LEGGE 240/2010 Emanato con D.R. n. 12001 del 21.5.2012

Dettagli

LINEE DI INDIRIZZO DI ATENEO PER IL CONFERIMENTO DI TITOLI ONORARI

LINEE DI INDIRIZZO DI ATENEO PER IL CONFERIMENTO DI TITOLI ONORARI LINEE DI INDIRIZZO DI ATENEO PER IL CONFERIMENTO DI TITOLI ONORARI INDICE Titolo I - Titoli onorari dell Università degli Studi di Trento... 2 Art. 1 - Finalità... 2 Art. 2 - Professore onorario dell Università

Dettagli

REGOLAMENTO DEL CENTRO DI RICERCA IN CHIRURGIA TORACICA

REGOLAMENTO DEL CENTRO DI RICERCA IN CHIRURGIA TORACICA REGOLAMENTO DEL CENTRO DI RICERCA IN CHIRURGIA TORACICA Emanato con Decreto 3 marzo 2003, n. 4939 Ultime modifiche emanate con Decreto 10 dicembre 2008, n. 13944 UFFICIO AFFARI GENERALI, ORGANI E RAPPORTI

Dettagli

SISTEMA DI ASSICURAZIONE DELLA QUALITÀ (AQ) DELLA RICERCA E DELLA TERZA MISSIONE DELL UNIVERSITA DI FOGGIA

SISTEMA DI ASSICURAZIONE DELLA QUALITÀ (AQ) DELLA RICERCA E DELLA TERZA MISSIONE DELL UNIVERSITA DI FOGGIA UNIFGCLE - Prot. n. 0007783 - II/7 del 17/03/2017 - Delibera Consiglio di Amministrazione - 57/2017 SISTEMA DI ASSICURAZIONE DELLA QUALITÀ (AQ) DELLA RICERCA E DELLA TERZA MISSIONE DELL UNIVERSITA DI FOGGIA

Dettagli

Regolamento per l approvazione e la costituzione di società di capitali o Spin-off dell Università e accademici

Regolamento per l approvazione e la costituzione di società di capitali o Spin-off dell Università e accademici Regolamento per l approvazione e la costituzione di società di capitali o Spin-off dell Università e accademici emanato con Decreto del Rettore Rep. nr. 281/2014 Prot. 5836 del 13/5/2014 Art.1 Spin-off

Dettagli

PARTE I - DISPOSIZIONI GENERALI

PARTE I - DISPOSIZIONI GENERALI REGOLAMENTO DI ATENEO SULLA PARTECIPAZIONE DELL UNIVERSITÀ A SOCIETÀ DI CAPITALI E A CONSORZI DI DIRITTO PRIVATO E SUGLI SPIN OFF/START UP DELL UNIVERSITÀ IUAV DI VENEZIA (emanato con decreto rettorale

Dettagli

d) durata della carica di rettore per un unico mandato di sei anni, non rinnovabile;

d) durata della carica di rettore per un unico mandato di sei anni, non rinnovabile; LEGGE Norme in materia di organizzazione delle universita`, di personale accademico e reclutamento, nonche delega al Governo per incentivare la qualita` e l efficienza del sistema universitario ORGANI

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA Decreto n.1197 del 1 giugno 2006 Prot. n. 20038 IL RETTORE VISTO lo Statuto dell Università degli Studi di Verona emanato con D.R. n. 6435 del 7.10.1994, modificato con D.R. n. 11448 del 23.06.2000, con

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA COSTITUZIONE DI SPIN-OFF E PER LA PARTECIPAZIONE DEL PERSONALE UNIVERSITARIO DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TERAMO

REGOLAMENTO PER LA COSTITUZIONE DI SPIN-OFF E PER LA PARTECIPAZIONE DEL PERSONALE UNIVERSITARIO DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TERAMO REGOLAMENTO PER LA COSTITUZIONE DI SPIN-OFF E PER LA PARTECIPAZIONE DEL PERSONALE UNIVERSITARIO DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TERAMO Art. 1 Ambito di applicazione e definizioni 1. Il presente Regolamento

Dettagli

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DELL'AQUILA

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DELL'AQUILA Emanato con D.R. n. 721/2005 del 04.03.2005 Modificato con D.R. n. 527/2006 del 09.03.2006 Modificato con D.R. n. 1931/2012 del 20.08.2012 Riformulato con D.R. n. 687/2014 del 22.07.2014 Modificato con

Dettagli

REGOLAMENTO DEL CENTRO SPECIALE DI SCIENZE E SIMBOLICA DEI BENI CULTURALI

REGOLAMENTO DEL CENTRO SPECIALE DI SCIENZE E SIMBOLICA DEI BENI CULTURALI REGOLAMENTO DEL CENTRO SPECIALE DI SCIENZE E SIMBOLICA DEI BENI CULTURALI Emanato con Decreto 23 maggio 2016, n. 361 Entrato in vigore il 9 giugno 2016 UFFICIO AFFARI GENERALI, ORGANI E RAPPORTI SSN Via

Dettagli

Università degli Studi di Ferrara

Università degli Studi di Ferrara Università degli Studi di Ferrara UFFICIO AFFARI GENERALI FINANZIARI Rep. n. 273-2005 Prot. n. 4609 dell 1/03/2005 Titolo VI Classe 5 Fasc. 7 IL RETTORE VISTO lo Statuto dell Università degli Studi di

Dettagli

Pos. AA.GG. decreto n. 878 RETTORE. VISTO il vigente Statuto dell Università degli Studi di Napoli Parthenope ;

Pos. AA.GG. decreto n. 878 RETTORE. VISTO il vigente Statuto dell Università degli Studi di Napoli Parthenope ; Pos. AA.GG. decreto n. 878 IL RETTORE VISTO il vigente Statuto dell Università degli Studi di Napoli Parthenope ; VISTO il DR n 428 del 21 giugno 2006 relativo all emanazione del Regolamento per la creazione

Dettagli

P O L I T E C N I C O D I M I L A N O

P O L I T E C N I C O D I M I L A N O Rep. n. 417 Prot. n. 7519 Data 02 febbraio 2016 Titolo I Classe 3 UOR SAGNI P O L I T E C N I C O D I M I L A N O I L R E T T O R E VISTO il D.P.R. 11.07.1980, n. 382 Riordinamento della docenza universitaria,

Dettagli

ALMA MATER STUDIORUM - UNIVERSITÀ DI BOLOGNA

ALMA MATER STUDIORUM - UNIVERSITÀ DI BOLOGNA ALMA MATER STUDIORUM - UNIVERSITÀ DI BOLOGNA ANNO 2007 REPERTORIO N.869 PROTOCOLLO N.29961 IL RETTORE V I S T O V I S T O lo Statuto Generale dell'università degli Studi di Bologna emanato con D.R. 24/3/93,

Dettagli

Parere in merito all'attivazione del dottorato di ricerca a.a. 2016/17 _ 32 ciclo

Parere in merito all'attivazione del dottorato di ricerca a.a. 2016/17 _ 32 ciclo NUCLEO DI VALUTAZIONE DI ATENEO Parere in merito all'attivazione del dottorato di ricerca a.a. 2016/17 _ 32 ciclo Sommario Premessa... 2 Esiti verifiche del Nucleo di Valutazione... 3 A) Composizione collegio

Dettagli

Università degli Studi di Cagliari Regolamento spin off

Università degli Studi di Cagliari Regolamento spin off Università degli Studi di Cagliari Regolamento spin off Approvazione del S.A. del 27/09/2016 Parere del C.d.A. del 27/09/2016 Emanato con D.R. n. 11 del 06/10/2016 Università degli Studi di Cagliari -

Dettagli

REGOLAMENTO DI ATENEO SUGLI SPIN-OFF

REGOLAMENTO DI ATENEO SUGLI SPIN-OFF REGOLAMENTO DI ATENEO SUGLI SPIN-OFF D.R. 3 luglio 2015, n. 25084 Emanazione regolamento Sezione I - FINALITÀ E REQUISITI DELLA PROPOSTA DI SPIN-OFF Articolo 1 Scopo e requisiti 1. L'Università di Pisa

Dettagli

Regolamento Consigli di Facoltà

Regolamento Consigli di Facoltà Regolamento Consigli di Facoltà (Approvato dal Senato Accademico nelle seduta dell 1.06.1998 B/2 e 14.09.1998 B/1) Norme Generali Lo Statuto dell Università degli Studi di Palermo (Art. 17 comma 3 punto

Dettagli

IL RETTORE DECRETA. di stabilire che il Regolamento di cui all art. 1 entri in vigore alla data del presente decreto;

IL RETTORE DECRETA. di stabilire che il Regolamento di cui all art. 1 entri in vigore alla data del presente decreto; DIREZIONE GENERALE AREA AFFARI GENERALI E COMUNICAZIONE Servizio Atti normativi, Affari istituzionali e Partecipate Decreto Rep. 3280/2016 Prot. n. 401360 Anno 2004 Tit. I Cl. 3 Fasc. 11 OGGETTO Regolamento

Dettagli

Istituto Nazionale di Fisica Nucleare

Istituto Nazionale di Fisica Nucleare Istituto Nazionale di Fisica Nucleare Disciplinare incarichi di associazione alle attività scientifico tecniche dell INFN anno 2016 I N D I C E Disciplinare incarichi di ricerca, collaborazione e associazione

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA SCUOLA DI DOTTORATO DELL UNIVERSITA BOCCONI emanato con decreto rettorale n del 14 ottobre 2004

REGOLAMENTO DELLA SCUOLA DI DOTTORATO DELL UNIVERSITA BOCCONI emanato con decreto rettorale n del 14 ottobre 2004 REGOLAMENTO DELLA SCUOLA DI DOTTORATO DELL UNIVERSITA BOCCONI emanato con decreto rettorale n. 7966 del 14 ottobre 2004 1/ Art. 1 Istituzione della Scuola di Dottorato 1.1 È istituita la Scuola di Dottorato

Dettagli

POLITECNICO DI BARI Gestione Risorse e Servizi Istituzionali Settore Segreterie e Servizi agli Studenti Ufficio Tasse e Diritto allo Studio

POLITECNICO DI BARI Gestione Risorse e Servizi Istituzionali Settore Segreterie e Servizi agli Studenti Ufficio Tasse e Diritto allo Studio POLITECNICO DI BARI Gestione Risorse e Servizi Istituzionali Settore Segreterie e Servizi agli Studenti Ufficio Tasse e Diritto allo Studio D.R. n 287 VISTO lo Statuto del Politecnico di Bari emanato con

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II SEGRETERIA DIREZIONE GENERALE DR/2014/3435 del 20/10/2014 Firmatari: Manfredi Gaetano IL RETTORE

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II SEGRETERIA DIREZIONE GENERALE DR/2014/3435 del 20/10/2014 Firmatari: Manfredi Gaetano IL RETTORE DR/2014/3435 del 20/10/2014 Firmatari: Manfredi Gaetano U.S.R. VISTO IL RETTORE il vigente Statuto dell Ateneo emanato con D.R. n. 2897 del 04/09/2013 e successivamente modificato con D.R. n. 451 del 14/02/2014;

Dettagli

DECRETA. Art. 1 Approvazione atti concorsuali

DECRETA. Art. 1 Approvazione atti concorsuali Decreto n. 2860 IL RETTORE VISTO lo Statuto dell Università degli Studi di Bari Aldo Moro; VISTO il Decreto Ministeriale 22.10.2004, n. 270, Modifiche al Regolamento recante norme concernenti l autonomia

Dettagli

Oggetto: Regolamento sull approvazione degli Spin off dell Università ed Accademici Modifiche. Il Rettore

Oggetto: Regolamento sull approvazione degli Spin off dell Università ed Accademici Modifiche. Il Rettore Direzione Ricerca e Relazioni Internazionali, Biblioteche e Musei Settore Brevetti e Trasferimento di Conoscenze Decreto Rettorale n. 2655 del 6 maggio 2013 Oggetto: Regolamento sull approvazione degli

Dettagli

UNIVERSITA G. D ANNUNZIO CHIETI-PESCARA. Scuola di Dottorato, partecipazioni e brevetti

UNIVERSITA G. D ANNUNZIO CHIETI-PESCARA. Scuola di Dottorato, partecipazioni e brevetti PROPOSTA DI ATTIVAZIONE DI SPIN OFF Al Magnifico Rettore dell Università G. d Annunzio Chieti-Pescara. Alla Commissione per la Valorizzazione della Ricerca e del Trasferimento Tecnologico (CVRTT) Oggetto:

Dettagli

Linee guida strategiche e policy operativa in tema di promozione della nuova imprenditorialità e Spin-off nell Università degli Studi di Brescia

Linee guida strategiche e policy operativa in tema di promozione della nuova imprenditorialità e Spin-off nell Università degli Studi di Brescia Linee guida strategiche e policy operativa in tema di promozione della nuova imprenditorialità e Spin-off nell Università degli Studi di Brescia Allegato maggio 2014 - ver.2.2 Indice 1. Verifiche preliminari

Dettagli

Regolamento del dottorato di ricerca in Diritto amministrativo. Approvato il 1 dicembre 2009

Regolamento del dottorato di ricerca in Diritto amministrativo. Approvato il 1 dicembre 2009 Regolamento del dottorato di ricerca in Diritto amministrativo Approvato il 1 dicembre 2009 Il Collegio dei docenti del dottorato in oggetto si è riunito il 1 dicembre 2009, alle ore 14.00, presso l aula

Dettagli

Università degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli

Università degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli Università degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli REGOLAMENTO SULLE PROCEDURE DI CHIAMATA DEI PROFESSORI DI I E II FASCIA AI SENSI DEGLI ARTT.18 E 24 DELLA LEGGE 240/2010 Il presente Regolamento, emanato

Dettagli

N. o.d.g.: 09 C.d.A. 28/07/2017 Verbale n. 7/2017 UOR: Dipartimento di Giurisprudenza

N. o.d.g.: 09 C.d.A. 28/07/2017 Verbale n. 7/2017 UOR: Dipartimento di Giurisprudenza Oggetto: Commissione di certificazione dei contratti di lavoro Attività conto terzi: schemi contrattuali e tariffario delle prestazioni N. o.d.g.: 09 C.d.A. 28/07/2017 Verbale n. 7/2017 UOR: Dipartimento

Dettagli

Documento per l elezione dei Direttori di Scuola di Specializzazione

Documento per l elezione dei Direttori di Scuola di Specializzazione Documento per l elezione dei Direttori di Scuola di Il Regolamento in materia di Scuole di è consultabile alla seguente pagina di NormAteneo: http://www.normateneo.unibo.it/normateneo/regolamento_scuole_.htm

Dettagli

IL RETTORE D E C R E T A

IL RETTORE D E C R E T A IL RETTORE - visto lo Statuto dell', adottato ai sensi dell art. 2 della legge 30 dicembre 2010 n. 240 ed emanato con decreto rettorale 15 marzo 2012, e in particolare l art. 37, comma 7; - visto il Regolamento

Dettagli

Indice sommario. Parte I

Indice sommario. Parte I Parte I L imprenditore e l impresa Capitolo 1 La nozione di imprenditore 1. Imprenditore e impresa...» 17 2. La nozione di imprenditore...» 17 3. Aspetti controversi...» 22 4. Attività di impresa e scopo

Dettagli

IL RETTORE DECRETA. l emanazione, nel testo allegato, del Regolamento per la disciplina delle afferenze e della mobilità del personale docente.

IL RETTORE DECRETA. l emanazione, nel testo allegato, del Regolamento per la disciplina delle afferenze e della mobilità del personale docente. Università degli Studi di Roma LA SAPIENZA Amministrazione Centrale Decreto n. 2667/2013 prot. n. 0046577 del 29/07/2013 classif. I/3 Area Risorse Umane Ufficio Personale Docente e Collaborazioni Esterne

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CHIAMATA DEI PROFESSORI DI PRIMA E SECONDA FASCIA IN ATTUAZIONE DEGLI ARTT.LI 18 E 24 DELLA LEGGE

REGOLAMENTO PER LA CHIAMATA DEI PROFESSORI DI PRIMA E SECONDA FASCIA IN ATTUAZIONE DEGLI ARTT.LI 18 E 24 DELLA LEGGE REGOLAMENTO PER LA CHIAMATA DEI PROFESSORI DI PRIMA E SECONDA FASCIA IN ATTUAZIONE DEGLI ARTT.LI 18 E 24 DELLA LEGGE 240/2010 (EMANATO CON D.R. N. 638/2012 DEL 5 DICEMBRE 2012 ED INTEGRATO CON D.R. N.202/2013

Dettagli

I L R E T T O R E D E C R E T A

I L R E T T O R E D E C R E T A REGOLAMENTO RELATIVO ALLA DISCIPLINA DELLE PROCEDURE DI MOBILITA INTERNA DEL PERSONALE DOCENTE DEL POLITECNICO DI BARI E DI TRESFERIMENTO AD ALTRO ATENEO Politecnico di Bari Decreto di emanazione D.R.

Dettagli

N. o.d.g.: 07.1 S.A Verbale n. 8/2017 UOR: Dipartimento di Giurisprudenza

N. o.d.g.: 07.1 S.A Verbale n. 8/2017 UOR: Dipartimento di Giurisprudenza Oggetto: Convenzioni con l Ordine degli Avvocati di Ancona e con l Ordine degli Avvocati di Fermo per tirocinio anticipato parere N. o.d.g.: 07.1 S.A. 25.7.2017 Verbale n. 8/2017 UOR: Dipartimento di Giurisprudenza

Dettagli

REGOLAMENTO IN MATERIA DI CREAZIONE DI IMPRESA DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FERRARA

REGOLAMENTO IN MATERIA DI CREAZIONE DI IMPRESA DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FERRARA REGOLAMENTO IN MATERIA DI CREAZIONE DI IMPRESA DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FERRARA SENATO ACCADEMICO 19 ottobre 2016 CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE 26 ottobre 2016 Decreto Rettorale di emanazione Rep.

Dettagli

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELLE SCUOLE DI SPECIALIZZAZIONE DEL POLITECNICO DI BARI

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELLE SCUOLE DI SPECIALIZZAZIONE DEL POLITECNICO DI BARI REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELLE SCUOLE DI SPECIALIZZAZIONE DEL POLITECNICO DI BARI Decreto di Emanazione D.R. n. 183 del 17.05.2016 1 Direzione Gestione Risorse e Servizi Istituzionali Settore Ricerca

Dettagli

Premessa... pag. 5. Parte I

Premessa... pag. 5. Parte I Premessa... pag. 5 Parte I L imprenditore e l impresa Capitolo 1 La nozione di imprenditore 1. Imprenditore e impresa...» 21 2. La nozione di imprenditore...» 21 3. Aspetti controversi...» 26 4. Attività

Dettagli

Rappresentante del personale tecnico amministrativo. Francesco Ferri. Rappresentante del personale tecnico amministrativo.

Rappresentante del personale tecnico amministrativo. Francesco Ferri. Rappresentante del personale tecnico amministrativo. Oggetto: Convenzioni per la didattica Stipula convenzione Centro Studi americani di Roma (CSA) a.a. 2017/2018 Parere N. o.d.g.: 04.2 S.A. 21/02/2017 Verbale n. 2/2017 UOR: Area per la didattica, l orientamento

Dettagli

POLITECNICO DI TORINO

POLITECNICO DI TORINO POLITECNICO DI TORINO REGOLAMENTO DISCIPLINANTE GLI INCARICHI ESTERNI ALL ATENEO PER I PROFESSORI E I RICERCATORI Approvato dal Senato Accademico nella seduta del 26 Luglio 2016 Emanato con D.R. n. 725

Dettagli

Titolario Unico di classificazione Titulus 97 in vigore dal 7 Febbraio 2014

Titolario Unico di classificazione Titulus 97 in vigore dal 7 Febbraio 2014 Titolario Unico di classificazione Titulus 97 in vigore dal 7 Febbraio 2014 Titolo I. Amministrazione 1. Normativa e relativa attuazione 2. Statuto 3. Regolamenti 4. Stemma, gonfalone e sigillo 5. Sistema

Dettagli

Università degli Studi di Ferrara

Università degli Studi di Ferrara AREA AMMINISTRATIVA RIPARTIZIONE AFFARI GENERALI Ufficio Affari Generali Finanziari Rep. n. 928/2007 Prot. n. 14811 del 5/07/2007 Titolo VI Classe 8 Fasc. IL RETTORE VISTO lo Statuto dell Università degli

Dettagli

Schema di regolamento recante criteri generali per disciplina del dottorato di ricerca

Schema di regolamento recante criteri generali per disciplina del dottorato di ricerca Schema di regolamento recante criteri generali per disciplina del dottorato di ricerca VISTI gli articoli 33 e 117, sesto comma, della Costituzione; VISTO l articolo 1, comma 8, del decreto-legge 18 maggio

Dettagli

Università degli Studi di Messina

Università degli Studi di Messina Università degli Studi di Messina REGOLAMENTO RELATIVO ALLA CHIAMATA DEI PROFESSORI DI PRIMA E SECONDA FASCIA Ultima modifica: D.R. n. 2009 del 22 luglio 2014 Titolo I Disposizioni generali Art. 1 Oggetto

Dettagli

La ONLUS per gli Avvocati ex D. Lgs. 4 dicembre 1997 n. 460 Roma 27 maggio 2016

La ONLUS per gli Avvocati ex D. Lgs. 4 dicembre 1997 n. 460 Roma 27 maggio 2016 ex D. Lgs. 4 dicembre 1997 n. 460 Roma 27 maggio 2016 Relatore: Avv. Francesco Tedeschi Natura e composizione La Onlus costituisce una forma di organizzazione di Enti non lucrativi con particolari profili

Dettagli

REGOLAMENTO DI ASSOCIAZIONE AL CENTRO FERMI AI SENSI DELL ARTICOLO 13 DEL REGOLAMENTO DEL PERSONALE

REGOLAMENTO DI ASSOCIAZIONE AL CENTRO FERMI AI SENSI DELL ARTICOLO 13 DEL REGOLAMENTO DEL PERSONALE REGOLAMENTO DI ASSOCIAZIONE AL CENTRO FERMI AI SENSI DELL ARTICOLO 13 DEL REGOLAMENTO DEL PERSONALE Deliberazione Consiglio di Amministrazione 50(16) in data 22 giugno 2016 Il presente regolamento sostituisce

Dettagli

REGOLAMENTO SUGLI INCARICHI ESTERNI A PROFESSORI E RICERCATORI UNIVERSITARI A TEMPO PIENO

REGOLAMENTO SUGLI INCARICHI ESTERNI A PROFESSORI E RICERCATORI UNIVERSITARI A TEMPO PIENO REGOLAMENTO SUGLI INCARICHI ESTERNI A PROFESSORI E RICERCATORI UNIVERSITARI A TEMPO PIENO (emanato con D.R. n. 1689 del 22-9-2003, modificato con D.R. n. 1655 dell 11-8-2009 e successivamente modificato

Dettagli

SCUOLA DI LINGUE E LETTERATURE, TRADUZIONE E INTERPRETAZIONE VICEPRESIDENZA DI FORLI

SCUOLA DI LINGUE E LETTERATURE, TRADUZIONE E INTERPRETAZIONE VICEPRESIDENZA DI FORLI SCUOLA DI LINGUE E LETTERATURE, TRADUZIONE E INTERPRETAZIONE VICEPRESIDENZA DI FORLI IL VICEPRESIDENTE VISTO l art. 23 co. 2 della L. 240/2010; VISTO il Regolamento di Ateneo per la disciplina dei contratti

Dettagli

SCADENZA 30 SETTEMBRE 2006

SCADENZA 30 SETTEMBRE 2006 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA UFFICIO STAGE E ORIENTAMENTO AL LAVORO Decreto n. 1791/06 del 29/08/2006 Prot. n. 30887 Tit. V/8 SCADENZA 30 SETTEMBRE 2006 OGGETTO: Bando per la partecipazione al Progetto

Dettagli

ISTITUTO NAZIONALE DI FISICA NUCLEARE CONSIGLIO DIRETTIVO DELIBERAZIONE N

ISTITUTO NAZIONALE DI FISICA NUCLEARE CONSIGLIO DIRETTIVO DELIBERAZIONE N ISTITUTO NAZIONALE DI FISICA NUCLEARE CONSIGLIO DIRETTIVO DELIBERAZIONE N. 13419 Il Consiglio Direttivo dell Istituto Nazionale di Fisica Nucleare riunito in Roma, in data 24 ottobre 2014, alla presenza

Dettagli

Bando per l attribuzione di contratti di tutorato Rif. Prot. 886 Rep. n. 70/2017 del 12/10/2017

Bando per l attribuzione di contratti di tutorato Rif. Prot. 886 Rep. n. 70/2017 del 12/10/2017 Bando per l attribuzione di contratti di tutorato Rif. Prot. 886 Rep. n. 70/2017 del 12/10/2017 IL PRESIDENTE VISTO l art. 23 co. 2 della L. 240/2010; VISTO il Decreto Rettorale n 418/2011 Regolamento

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ATTRIBUZIONE DELLE RISORSE DI CUI ALL ART. 29, C.19 DELLA LEGGE 30 DICEMBRE 2010, N. 240

REGOLAMENTO PER L ATTRIBUZIONE DELLE RISORSE DI CUI ALL ART. 29, C.19 DELLA LEGGE 30 DICEMBRE 2010, N. 240 REGOLAMENTO PER L ATTRIBUZIONE DELLE RISORSE DI CUI ALL ART. 29, C.19 DELLA LEGGE 30 DICEMBRE 2010, N. 240 Emanato con Decreto 4 marzo 2014, n. 228 Entrato in vigore il 19 marzo 2014 Via Ravasi, n 2 21100

Dettagli

Università degli Studi di Ferrara

Università degli Studi di Ferrara Università degli Studi di Ferrara REGOLAMENTO DEI CENTRI DI ATENEO CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE 28 ottobre 1998 SENATO ACCADEMICO 21 ottobre 1998 D.R. 12 novembre 1998 n. 61 Entrata in vigore: 12 novembre

Dettagli

Linee guida strategiche e policy operativa in tema di promozione della nuova imprenditorialità e Spin off all Università degli Studi di Pavia

Linee guida strategiche e policy operativa in tema di promozione della nuova imprenditorialità e Spin off all Università degli Studi di Pavia Linee guida strategiche e policy operativa in tema di promozione della nuova imprenditorialità e Spin off all Università degli Studi di Pavia Settembre 2014 1. Premessa 2. Panorama normativo Indice 3.

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL TUTORATO. Politecnico di Bari

REGOLAMENTO PER IL TUTORATO. Politecnico di Bari REGOLAMENTO PER IL TUTORATO Politecnico di Bari Decreto di emanazione D.R. n. 64 del 20/03/1998 D.R. n. 64 IL RETTORE VISTA VISTA VISTO la delibera del Consiglio di Amministrazione del 25.11.1997, che

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA. Ufficio Selezione ed Assunzione del Personale. Via Università 4, Modena IL RETTORE

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA. Ufficio Selezione ed Assunzione del Personale. Via Università 4, Modena IL RETTORE UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA Ufficio Selezione ed Assunzione del Personale Via Università 4, Modena AFFISSO ALL ALBO DI ATENEO IL 03/06/2014 Decreto Rep nr. 109/2014 Prot. Nr. 10236

Dettagli

DIVISIONE RISORSE IL RETTORE

DIVISIONE RISORSE IL RETTORE DIVISIONE RISORSE Settore Risorse Umane Reclutamento e Concorsi Via Duomo, 6-13100 Vercelli Tel 0161/261535 Fax 0161/210718 E-mail: concorsi@unipmn.it; Decreto Rettorale Repertorio n. 460-20414 Prot. n.

Dettagli

Linee guida strategiche e policy operativa in tema di promozione della nuova imprenditorialità e Spin off all Università degli Studi di Pavia

Linee guida strategiche e policy operativa in tema di promozione della nuova imprenditorialità e Spin off all Università degli Studi di Pavia Linee guida strategiche e policy operativa in tema di promozione della nuova imprenditorialità e Spin off all Università degli Studi di Pavia Allegato Indice 1. Verifiche preliminari 2. Predisposizione

Dettagli

Il Rettore. Decreto n (896) Anno 2013

Il Rettore. Decreto n (896) Anno 2013 Il Rettore Decreto n. 58500 (896) Anno 2013 VISTI gli articoli 16 e 17 del decreto del Presidente della Repubblica n. 162/82 e l articolo 6 della legge n. 341/90; VISTO l articolo 32 del Regolamento Didattico

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI SCIENZE E METODI DELL INGEGNERIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI SCIENZE E METODI DELL INGEGNERIA Struttura didattica: INGEGNERIA sede di REGGIO EMILIA AVVISO VISTA la legge 240/2010 e in particolare l art. 23; VISTO il Regolamento di Ateneo per il conferimento degli incarichi di docenza nei corsi

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE AFFERENZE E DELLA MOBILITA DEL PERSONALE DOCENTE. Art. 1. Principi Generali. 1.1 Il presente Regolamento, nel rispetto delle norme di cui all art. 6, comma 9, della

Dettagli

Regolamento in materia di spin off dell Università degli Studi Magna Graecia di Catanzaro

Regolamento in materia di spin off dell Università degli Studi Magna Graecia di Catanzaro Regolamento in materia di spin off dell Università degli Studi Magna Graecia di Catanzaro Articolo 1 Definizioni Ai sensi del presente Regolamento le seguenti espressioni hanno il significato di seguito

Dettagli

AVVISO DALLA RICERCA ALL IMPRESA

AVVISO DALLA RICERCA ALL IMPRESA P.O.N. RICERCA SCIENTIFICA, SVILUPPO TECNOLOGICO ED ALTA FORMAZIONE 2000-2006 - Regioni dell Obiettivo 1 azione c) Liaison Office misura II.1 Rafforzamento del sistema scientifico meridionale e misura

Dettagli

La brevettazione all Università di Torino

La brevettazione all Università di Torino La brevettazione all Università di Torino Dott.ssa Chiara Benente Direzione Ricerca e Relazioni Internazionali Sezione Brevetti e Trasferimento di Conoscenze «Temi giuridici per l imprenditore» Corso di

Dettagli