- REGOLAMENTO DI GIOCO

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "- REGOLAMENTO DI GIOCO"

Transcript

1 - REGOLAMENTO DI GIOCO ARTICOLO 1 Generalità 1. Il Campionato viene indetto dal Comitato Sportivo, che ne stabilisce annualmente le date, le regole e ne controlla lo svolgimento in conformità degli specifici regolamenti. 2. Nell anno corrente il campionato inizia nel mese di Ottobre nel giorno stabilito dal Comitato Organizzatore. ARTICOLO 4 Svolgimento delle gare 1. Variazione di data ed orario a. Il Comitato Organizzatore si riserva il diritto di variare data ed orario di gioco informando i responsabili delle squadre tramite comunicazione scritta via e- mail/whatsapp/sms o telefonicamente entro 48 h prima dell inizio della gara. 2. Impraticabilità del campo e cause di forza maggiore a. Il Comitato Organizzatore ha il diritto e dovere di variare il calendario di una o più partite per cause di forza maggiore. Questo tipo di variazioni saranno comunicate alle squadre direttamente sul sito web o tramite unitamente a tutte le squadre coinvolte. b. Il giudizio sulla impraticabilità del campo di gioco spetta unicamente al direttore di gara che, unitamente alla presenza dei due capitani delle compagini che devono disputare la gara in questione, ne decide sospensione e relativo rinvio. Questo si ritiene relativo a situazioni non riferite al punto precedente del presente regolamento. In mancanza di ufficiale comunicazione scritta da parte del Comitato Organizzatore le due formazioni sono obbligate a presentarsi regolarmente al campo per disputare la gara. c. In caso di mancanza di una delle due squadre senza preavviso verrà assegnata la sconfitta a tavolino per 0-6 con relativa ammenda nei confronti della squadra assente di 65 e 1 punto di penalizzazione in classifica. 3. Spostamenti gare a. Una squadra ha la possibilità di richiedere lo spostamento della partita entro e non oltre 7 giorni dall inizio della stessa. b. La procedura per lo spostamento di una partita prevede che la squadra richiedente faccia domanda scritta tramite al Comitato Organizzatore, con Oggetto Richiesta Spostamento Gara ed inviandola via al C.O. nei tempi previsti. c. Il Comitato Organizzatore, entro 2 giorni e comunque non più tardi di 4 giorni prima del previsto svolgimento della gara oggetto di spostamento, risponderà alla richiedente ed in caso di conferma informerà la squadra avversaria in termini di variazione di date ed orari a seconda delle disponibilità di campi e arbitri dell organizzazione. d. La prima richiesta di spostamento non prevede il pagamento dell ammenda che è di e che verrà applicata a partire dalla seconda e addebitata alla squadra richiedente. e. Tutte le richieste pervenute non mediante comunicazione scritta e con meno di 7 giorni di anticipo rispetto alla data della gara, non verranno prese in considerazione. f. Lo spostamento delle gare può essere richiesto solo nella fase a gironi me non nella Fase Finale e e per le partite di Coppa e in ogni caso nelle gare ad eliminazione diretta. g. Ogni squadra ha a disposizione al massimo 2 spostamenti a girone (1 andata + 1 ritorno).

2 h. Tutte le conferme di spostamento, in materia di date ed orari, devono essere accettate e non è possibile effettuare alcuna preferenza in merito. Il Comitato Organizzatore terrà in considerazione solo le eventuali proposte che presentino all interno della richiesta un accordo di massima stipulato tra le due compagini coinvolte. Questo comunque non assicura che la gara venga spostata quando richiesto, sempre a seconda delle disponibilità di campi e arbitri dell organizzazione. 4. Sospensione delle gare a. In caso una gara venga sospesa durante lo svolgimento della stessa per cause di forza maggiore, questa verrà recuperata in data stabilita dal Comitato Organizzatore. i. Se la gara è stata interrotta durante il primo tempo verrà rigiocata dall inizio senza tenere conto di quanto accaduto sino a quel momento. ii. Se la gara è stata interrotta durante la seconda frazione, in occasione del recupero la stessa si giocherà a partire dal minuto in cui è stata sospesa e con lo stesso referto arbitrale stilato sino a quel momento (tenendo quindi conto del risultato, di eventuali sanzioni ai giocatori ecc.), per il corretto svolgersi della ripetizione sarà possibile schierare solo i giocatori presenti in distinta. b. In caso questa venisse sospesa per cause attribuibili, secondo referto arbitrale, ad una delle due squadre per motivi disciplinari o non consoni al regolamento di gioco, verrà data la sconfitta a tavolino a carico della compagine interessata e verrà applicata l ammenda prevista da regolamento ( 65 ) e verrà tolto 1 punto in classifica come sanzione. ARTICOLO 5 Iscrizioni e quote associative Il responsabile della squadra definito all atto di iscrizione della stessa, deve: 1) Versare l iscrizione di partecipazione della squadra pari a ; 2) Versare la cauzione di deposito, pari a 50.00, rimborsabile al termine del campionato corrente e in caso di alcuna pendenza pecuniaria. 3) Versare la quota di iscrizione per il rilascio o per il rinnovo dei cartellini dei giocatori facenti parte della squadra, pari a ciascuno, compilando il modulo tesseramento ed assicurazione reperibile sul sito. ARTICOLO 6 Tesseramento giocatori e organico delle squadre 1. I partecipanti alle nostre manifestazioni hanno l obbligo di tesserarsi presso la nostra associazione. Il tesseramento è valido dal sino al 31 Luglio dell anno successivo all inizio del campionato. 2. Al campionato di Calcio a 5 non potranno essere tesserati giocatori militanti in campionati F.I.G.C. per le serie professionistiche A-B-C, dilettantistiche D, Eccellenza, Promozione, Prima categoria, del calcio a 11 e F.I.G.C. Calcio a 5 serie A1, A2, B, C1. Sono pertanto consentite le iscrizioni, specificandone l appartenenza sul documento iscrizione giocatore, di calciatori militanti in Seconda, Terza Categoria F.I.G.C. Calcio a 11 e Serie C2, D F.I.G.C. Calcio a La regola precedente non si applica al ruolo del portiere che può militare in qualsiasi categoria. 4. Per i giocatori definiti under, militanti nei settori giovanili di squadre F.I.G.C. la regola si applica solo in caso di presenza in prima squadra, resta inteso che se la giovanile fa parte di una squadra militante nelle categorie C11 sino all Eccellenza e per il C5 sino alla C1, questo non possa essere tesserato. 5. Non è previsto un limite di giocatori F.I.G.C. militanti nei campionati consentiti schierabili contemporaneamente in campo. 6. È concessa la deroga alle squadre di tesserare ed inserire in distinta un solo giocatore che militi in categorie superiori rispetto a quelle citate nel punto 2 e nel punto 4, sino alla serie C1 del C5 e la promozione del C11. Questo giocatore verrà evidenziato nella lista di gara in cui viene fatto il riconoscimento con il direttore di gara tramite la sigla ACE nella colonna apposita. 7. In caso una compagine schierasse in campo un ACE, il punto 5 del presente articolo viene sostituito dal presente che ne limita il loro schieramento ad 1 solo ulteriore oltre all ACE.

3 8. In caso di una verifica effettuata dal giudice sportivo e/o dal Comitato Organizzatore e/o in seguito ad una comunicazione per iscritto da parte di un altra squadra emerga che un altra compagine abbia schierato un giocatore non in regola con le norme di cui sopra, la società colpevole sarà punita con la sconfitta per 6-0 a tavolino e 3 punti di penalizzazione nella classifica vigente in ogni gara disputata dove sia presente l irregolarità. Una volta ricevuta la segnalazione è a cura del C.O. verificare tutte le distinte relative alle partite sino a quel momento disputate. 9. Se un calciatore che ha militato in una delle specificate categorie vietate ha ricevuto lo svincolo durante l anno sportivo in corso, è necessario che lo stesso o il responsabile della squadra di cui fa parte, presenti documentazione scritta attestante il fatto. Questa verrà esaminata e solo previa conferma scritta da parte del C.O. il giocatore potrà essere regolarmente tesserato e/o la squadra non sanzionata. 10. Ogni società può iscrivere un numero illimitato di giocatori. 11. Ogni società potrà tesserare giocatori sino al venerdi della settimana coincidente con le ultime partite della fase a gironi del campionato. A partire dal giorno successivo e quindi in ogni caso nella Fase Finale, non è permesso il tesseramento di nuovi giocatori. Potranno prendere parte alla fase finale esclusivamente giocatori che abbiano totalizzato almeno 3 presenze nell arco del campionato. 12. Per poter essere schierato ogni giocatore deve essere in regola con il certificato medico, sana e robusta costituzione fisica è sufficiente, che deve essere trasmesso via preventivamente al C.O. in alternativa è obbligatorio compilare il modulo di scarico responsabilità reperibile sul sito. 13. In caso un giocatore non fosse in regola con la documentazione medica/ scarico di responsabilità la squadra verrà dichiarata sconfitta a tavolino e verrà imposta l ammenda relativa alla società. 14. Un giocatore non può militare in due squadre diverse facenti parte della stessa League, è concesso ad un giocatore di cambiare squadra solo se non ha disputato più di due gare con la stessa compagine. 15. È fatta eccezione esclusivamente in caso le due squadre non militino nella stessa League ed entrambi i responsabili delle stesse siano d accordo. 16. Un giocatore può militare in massimo due leghe a patto che rispetti i seguenti parametri a. Non deve essere un tesserato F.I.G.C., in nessuna categoria; b. I responsabili delle due squadre devono essere a conoscenza della cosa e d accordo; c. Alla fine della League, in caso entrambe le squadre accedessero alla stessa fase (Play-Off o Play-Out), dovrà scegliere con quale squadra disputarli; 17. È consentito ad una squadra di PLATINUM League di poter tesserare e schierare in distinta un massimo di 2 giocatori provenienti dalla altre leghe nella modalità descritta al punto È consentito ad una squadra di GOLD League di poter tesserare e schierare in distinta o 1 giocatore proveniente dalla Platinum League e 1 dalla Silver League o 2 giocatori provenienti dalla Silver League nella modalità descritta al punto È consentito ad una squadra di SILVER League di poter tesserare e schierare in distinta o 1 giocatore proveniente dalla Platinum League o 2 Giocatori della Gold League nella modalità descritta al punto 16

4 ARTICOLO 8 - Durata Gare Tutte le gare avranno durata di 46 minuti totali, suddivisi in 23 minuti per tempo con 3 minuti di pausa tra i due. È possibile richiedere un time-out della durata di 30 secondi per frazione di gioco per ogni squadra a possesso palla della stessa, il tempo trascorso durante il time-out non viene recuperato dal direttore di gara. Il termine ultimo per il quale la squadra può disputare la gara sono i 10 minuti dopo l orario stabilito dal C.O., se una compagine non avesse effettuato il riconoscimento con il direttore di gara entro questo termine la partita viene persa a tavolino per 6-0 e a carico della compagine interessata e verrà applicata l ammenda prevista da regolamento ( 65 ) e un punto in meno in classifica come sanzione. In caso di assenza del direttore di gara per cause non attribuibili al C.O. questa verrà diretta da una persona del C.O. sempre presente al campo. Regolamentazione Classifiche Per decretare la posizione in classifica in uno stesso girone si procederà tenendo conto della classifica avulsa: PUNTI CONSEGUITI NEGLI SCONTRI DIRETTI DIFFERENZA RETI NEGLI SCONTRI DIRETTI CLASSIFICA FAIR PLAY DIFFERENZA RETI TOTALE MAGGIOR NUMERO DI RETI REALIZZATE TOTALI SORTEGGIO Per determinare una classifica tra due o più squadre tra gironi differenti si procederà tenendo conto dei seguenti criteri: PUNTI IN CLASSIFICA CLASSIFICA FAIR PLAY DIFFERENZA RETI MAGGIOR NUMERO DI RETI REALIZZATE SORTEGGIO

5 - Regole di Gioco Nel torneo vige il regolamento FIGC del giuoco del calcio a 5, di seguito alcune modifiche che vengono adottate dal nostro Comitato Organizzatore in accordo con il Direttivo Arbitrale : Regola 1 Retropassaggio al portiere La frequenza del retropassaggio è libera, il portiere tuttavia non può toccare il pallone con le mani pena punizione indiretta dal limite dell area di rigore. Regola 2 Contrasto in scivolata Il contrasto in scivolata è tollerato solo in caso l intervento sia effettuato in totale assenza di un giocatore avversario. In caso di intervento in scivolata, anche sul pallone, ma con la presenza di un giocatore della compagine avversaria verrà fischiato un calcio di punizione diretto a favore di chi ne subisce l azione. Regola 4 Rimessa del portiere L estremo difensore non può calciare direttamente verso la porta avversaria il pallone ed il goal eventuale non viene convalidato. In caso di parata il pallone può essere calciato direttamente in porta (non con le mani) ed il goal è regolare. Regola 5 Rete su calcio d inizio Una rete può essere segnata direttamente dal calcio di inizio. Regola 6 Tempo tecnico del portiere Una volta entrato in possesso del pallone il portiere ha 4 secondi di tempo per liberarsene. Il tempo dei 4 secondi è stabilito dal direttore di gara e la sua valutazione non è contestabile. Se il portiere supera la linea di metà campo questa regola decade ed il portiere diventa un giocatore a tutti gli effetti. Regola 7 Rimesse in gioco Le rimesse in gioco (laterali e calci d angolo) devono essere effettuate con pallone non in movimento e posizionato sulla riga di delimitazione del terreno di gioco o fino a 20 cm esternamente e sulla mezzaluna relativa al calcio d angolo. I piedi del giocatore che effettua la rimessa non devono essere in alcun modo sul terreno di giuoco (calpestare la linea laterale viene tollerato solo in caso il piede non sia sulla parte verde del terreno di gioco). Il tempo tecnico per la battuta delle rimesse è di 4 secondi e decorre da quando la palla viene appoggiata al terreno e vale anche per i calci di punizione e le rimesse dal fondo.

6 Regola 8 Falli cumulativi I falli cumulativi sono 5 per ogni tempo di gioco e sono solo quelli di tipo diretto. Dal sesto fallo cumulativo in poi, l infrazione viene sanzionata con un tiro libero che deve essere calciato direttamente in porta. Il calciatore che esegue il tiro libero deve essere debitamente identificato, dagli avversari e dagli arbitri. Il portiere avversario dovrà restare nella propria area di rigore ad almeno 5 metri dal pallone; i suoi compagni non potranno formare una barriera per ostacolare il tiro. Il pallone è posizionato sul punto del tiro libero, a 10 metri dalla porta. Inoltre tutti i calciatori, ad esclusione del tiratore e del portiere difendente, devono posizionarsi: all'interno del rettangolo di gioco; all'esterno dell'area di rigore; dietro la linea del pallone; ad almeno 5 metri dal pallone. Il tiratore deve calciare il pallone con l'intenzione di segnare una rete, e quest'ultimo è in gioco non appena è calciato e si è mosso in avanti. Ad eccezione del portiere difendente e del tiratore, nessun altro calciatore può toccare il pallone prima che lo stesso sia stato toccato dal portiere difendente, sia rimbalzato dai pali o dalla traversa o sia uscito dal rettangolo di gioco. Se una squadra commette il sesto fallo cumulativo nella propria metà del rettangolo di gioco, fra la linea immaginaria passante per il punto del tiro libero e la propria linea di porta, ma all'esterno della propria area di rigore, la squadra avversaria potrà scegliere se eseguire il tiro libero dal punto del tiro libero o dal punto in cui è stato commesso il fallo. Infrazioni in caso di esecuzione di un tiro libero Il tiratore non deve toccare nuovamente il pallone, una volta che questo entra in gioco, prima che lo stesso sia toccato da un altro calciatore. Se ciò avviene, un calcio di punizione indiretto sarà accordato alla squadra avversaria dal punto del contatto. Se però il pallone viene toccato con le mani, un calcio di punizione diretto sarà accordato alla squadra avversaria. Uguale sanzione se il pallone viene toccato da un calciatore, diverso dal tiratore e dal portiere, prima che questo sia rimbalzato dai pali, dalla traversa o dal portiere o sia uscito dal rettangolo di gioco. Se il tiratore non calcia con l'intenzione di segnare una rete, il gioco sarà interrotto e sarà ripreso con un calcio di punizione indiretto, in favore della squadra avversaria, dal punto in cui è stata commessa l'infrazione. Se il sesto fallo cumulativo viene commesso allo scadere di uno dei tempi regolamentari, la gara deve essere prolungata per consentire l esecuzione o la ripetizione del tiro libero e la rete sarà considerata valida se, prima di oltrepassare la linea di porta, viene toccata dal portiere o tocca una delle parti della struttura della porta stessa. Nel caso il tiro venga respinto dal portiere o dalla struttura della porta la palla non può essere ribadita in rete in quanto il direttore di gara ne fischierà la fine.

7 Regola 9 Regolamentazione Cartellini Durante l arco del campionato vige la regola dei cartellini gialli cumulativi per la quale dopo il terzo giallo, non necessariamente consecutivo, il giocatore salterà per squalifica la partita immediatamente successiva. Per la fase finale e le partite di coppa il conto dei cartellini sarà a se e non terrà conto delle precedenti sanzioni relative al campionato regolare. In caso di espulsione, il giocatore deve lasciare il terreno di giuoco e non può essere schierato in campo nella stessa partita e salterà la partita successiva della sua compagine, salvo ulteriori provvedimenti del consiglio arbitrale che possono prolungare la squalifica a più giornate. Nel momento in cui un giocatore riceve un cartellino rosso la sua squadra dovrà rimanere in 4 uomini in campo fino a quando la squadra avversaria segnerà una rete per un massimo di 2 minuti di giuoco effettivi (escluso time-out eventuale). A seguito di ciò la compagine potrà far entrare in campo un quinto giocatore ma non quelli precedentemente espulsi. - Regole varie - I calci di punizione indiretti sono solo ed esclusivamente relativi a falli di gioco pericoloso senza contatto, tutti gli altri sono da considerarsi diretti compreso il fallo di mano volontario. L uso dei parastinchi è vivamente consigliato ma non obbligatorio. Le sostituzioni dei giocatori sono illimitate come numero e devono essere effettuate a gioco fermo e presso la linea mediana del campo di giuoco. Ogni Squadra è tenuta a portare i palloni per il riscaldamento. Il C.O. fornirà i palloni per le partite. Nel caso che il colore delle divise da gioco sia giudicato dall arbitro non conforme al regolare svolgimento della gara, la squadra ospite sarà tenuta ad indossare le pettorine, fornite dal C.O.. Il riconoscimento dei giocatori deve avvenire prima della disputa dell incontro ed il termine ultimo per poter schierare un giocatore in campo è la fine del primo tempo. Il riconoscimento deve essere effettuato tramite documento di identità con foto. Al fischio di inizio della ripresa non è possibile effettuare ulteriori riconoscimenti da parte del direttore di gara. Il numero minimo di giocatori per permettere la disputa dell incontro è 3. Nel caso una delle due compagini non abbia giocatori regolari per raggiungere questo numero questa verrà decretata sconfitta per 0-6. Le squadre potranno comunque fermarsi al campo per disputare una partita amichevole sino al termine dell ora in cui si sarebbe dovuta svolgere la gara. Nella fase ad eliminazione diretta in caso di pareggio al termine dei due tempi regolamentari verranno calciati 3 rigori per squadra. In caso di ulteriore pareggio si andrà ad oltranza sino a quando una delle due compagini prevarrà sull altra. Possono calciare i rigori solo 5 componenti della squadra compreso il portiere, al termine dei primi 5 si ricomincia dal primo in avanti mantenendo l ordine precedente. È possibile sostituire il portiere con un giocatore solo durante un time out, tra il primo ed il secondo tempo o per eventuale infortunio.

"Sei Bravo a... Scuola di Calcio"

Sei Bravo a... Scuola di Calcio "4c4: un gioco polivalente" PROGETTO TECNICO: REGOLAMENTO 1) Gioco 4c4 + portieri - Partita libera giocata in uno spazio delle seguenti misure minime/massime: lunghezza mt 25/35. larghezza mt 20/25 - Vengono

Dettagli

REGOLAMENTO DI GIOCO CALCIO A 5

REGOLAMENTO DI GIOCO CALCIO A 5 REGOLAMENTO DI GIOCO CALCIO A 5 Emendamenti alle Regole del Gioco REGOLA 1 IL PALLONE Sostituzione di un pallone difettoso Se il pallone scoppia o diviene difettoso nel corso della gara, la gara deve essere

Dettagli

SettoreTecnicoA.I.A. Corso Arbitro di Calcio. Stagione Sportiva 2008/09

SettoreTecnicoA.I.A. Corso Arbitro di Calcio. Stagione Sportiva 2008/09 SettoreTecnicoA.I.A. Corso Arbitro di Calcio Stagione Sportiva 2008/09 Associazione Italiana Arbitri: Corso Arbitro di Calcio Lezione n. 10 10.1. Regola 15 La rimessa dalla linea laterale 10.2. Regola

Dettagli

R E G O L A M E N T O

R E G O L A M E N T O R E G O L A M E N T O Milan School Cup - 11^ Edizione 2016 La Polisportiva Dilettantistica Cimiano e L A.C. Milan - Progetto Giovani, Organizzano la 11^ edizione della MILAN SCHOOL CUP, manifestazione

Dettagli

COMUNICATO UFFICIALE N 1 del 4 Aprile 2012

COMUNICATO UFFICIALE N 1 del 4 Aprile 2012 - 1 - COMUNICATO UFFICIALE N 1 del 4 Aprile 2012 TORNEO REGIONALE LAZIO CALCIO A 5 MASCHILE (stagione sportiva 2011/12) REGOLAMENTO 1. SQUADRE PARTECIPANTI ED ORGANICO DELLA MANIFESTAZIONE Il Fssi organizza

Dettagli

Il fair play o buon senso (nel caso dell'arbitro) norma e regola fondamentale nel nostro campionato.

Il fair play o buon senso (nel caso dell'arbitro) norma e regola fondamentale nel nostro campionato. Regolamento di gioco: 1. Il rettangolo di gioco 2. Il pallone 3. Il numero dei calciatori 4. L'equipaggiamento dei calciatori 5. La durata della gara 6. L'inizio e la ripresa del gioco 7. Pallone in gioco

Dettagli

CITTA di SPOLETO Centro Sportivo M.MONTIONI Flaminio SPOLETO

CITTA di SPOLETO Centro Sportivo M.MONTIONI Flaminio SPOLETO 1 T0RNEO A COLORI DI CALCIO GIOVANILE CITTA di SPOLETO Centro Sportivo M.MONTIONI Flaminio SPOLETO Categoria PICCOLI AMICI 2008/09 PICCOLI AMICI 2008/2009 ART. 1 ORGANIZZAZIONE La Società A.S.D. SPOLETO

Dettagli

PLAY- OFF / PLAY-OUT CAMPIONATO LEGA PRO

PLAY- OFF / PLAY-OUT CAMPIONATO LEGA PRO NOVEMBRE 2008 COMUNICATO UFFICIALE N.159/DIV DELL 8 APRILE 2016 LEGA ITALIANA CALCIO PROFESSIONISTICO 159/389 PLAY- OFF / PLAY-OUT CAMPIONATO LEGA PRO 2015-2016 In relazione alle gare dei Play-off e Play-out

Dettagli

ASSOCIAZIONE TURISTICA PRO LOCO DI CAMPERTOGNO REGOLAMENTO del TORNEO di CALCIO NOTTURNO MARIO GROSSO

ASSOCIAZIONE TURISTICA PRO LOCO DI CAMPERTOGNO REGOLAMENTO del TORNEO di CALCIO NOTTURNO MARIO GROSSO ASSOCIAZIONE TURISTICA PRO LOCO DI CAMPERTOGNO REGOLAMENTO del TORNEO di CALCIO NOTTURNO MARIO GROSSO 1 Articolo 1 OGGETTO Il presente regolamento ha per oggetto la REGOLAMENTAZIONE del TORNEO di CALCIO

Dettagli

COMITATO REGIONALE TOSCANO COMUNICATO UFFICIALE NUMERO 1

COMITATO REGIONALE TOSCANO COMUNICATO UFFICIALE NUMERO 1 COMITATO REGIONALE TOSCANA Via Jacopo Da Diacceto 3/B - Firenze - 50132 Tel. 055/571231 - Fax 055/579918 e.mail: info@aicstoscana.it calcio@aicstoscana.it COMITATO REGIONALE TOSCANO VIA JACOPO DA DIACCETO

Dettagli

REGOLAMENTO UFFICIALE CALCIO A 5

REGOLAMENTO UFFICIALE CALCIO A 5 REGOLAMENTO UFFICIALE CALCIO A 5 1. NUMERO DEI CALCIATORI Calciatori La gara è giuocata da due squadre, formate ciascuna da un massimo di 5 calciatori, uno dei quali nel ruolo di portiere. Procedura di

Dettagli

REGOLAMENTO TORNEO 1^ SQUADRA

REGOLAMENTO TORNEO 1^ SQUADRA 16/17 REGOLAMENTO TORNEO 1^ SQUADRA (indicare la categoria delle squadre partecipanti) ART. 1 : ORGANIZZAZIONE La Società : Matr.FIGC: Sede c.a.p. via Telef. Fax email Dirig.Resp. Sig. telef. Cell. indice

Dettagli

CATEGORIE. Regolamento MEETING Calcio Giovanile

CATEGORIE. Regolamento MEETING Calcio Giovanile CATEGORIE Categoria Primi Calci a 6 nati 2008-2009 Categoria Esordienti a 7 nati 2002-2003 Categoria Piccoli Amici a 6 nati 2006-2007 Categoria Esordienti a 11 nati 2002-2003 Categoria Piccoli Amici a

Dettagli

Comunicato Ufficiale N. 29

Comunicato Ufficiale N. 29 Stagione Sportiva 2016/2017 Comunicato Ufficiale N. 29 1. Comunicazioni della F.I.G.C. 2. Comunicazioni della L.N.D. 3. Comunicazioni della Divisione Calcio a Cinque 3.1. ATTIVITA NAZIONALE FEMMINILE Con

Dettagli

MANIFESTAZIONE PICCOLI AMICI 2008/09/10 PRIMAVERA 2016

MANIFESTAZIONE PICCOLI AMICI 2008/09/10 PRIMAVERA 2016 Federazione Italiana Giuoco Calcio Delegazione Provinciale di Milano Via Riccardo Pitteri, 95/2-20134 MILANO Tel. 02.21722700 - Fax 02.21722702/714 MANIFESTAZIONE PICCOLI AMICI 2008/09/10 PRIMAVERA 2016

Dettagli

Specifica su Interpretazione del gioco del calcio a 5 e Linee guida per arbitri Regola 3.

Specifica su Interpretazione del gioco del calcio a 5 e Linee guida per arbitri Regola 3. Specifica su Interpretazione del gioco del calcio a 5 e Linee guida per arbitri Regola 3. Il presente documento si prefigge di chiarire alcuni aspetti riguardanti le infrazioni alla procedura di sostituzione,

Dettagli

Comunicato Ufficiale N. 436

Comunicato Ufficiale N. 436 Stagione Sportiva 2015/2016 Comunicato Ufficiale N. 436 1. Comunicazioni della F.I.G.C. 2. Comunicazioni della L.N.D. 3. Comunicazioni della Divisione Calcio a Cinque Con riferimento al Comunicato Ufficiale

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO Settore Giovanile e Scolastico. Regolamenti per Tornei a carattere Regionale Provinciale e Locale

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO Settore Giovanile e Scolastico. Regolamenti per Tornei a carattere Regionale Provinciale e Locale FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO Settore Giovanile e Scolastico Regolamenti per Tornei a carattere Regionale Provinciale e Locale Stagione Sportiva 2016/2017 (da redigere su carta intestata della Società

Dettagli

CENTRO SPORTIVO ITALIANO COMITATO PROVINCIALE DI PARMA

CENTRO SPORTIVO ITALIANO COMITATO PROVINCIALE DI PARMA CENTRO SPORTIVO ITALIANO COMITATO PROVINCIALE DI PARMA P.le G. Matteotti n 9 43100 Parma Tel. 0521281226 289870 Fax 0521236626 E-mail: csi@csiparma.it http: www.csiparma.it CENTRO SPORTIVO ITALIANO Comitato

Dettagli

Linee guida per arbitri di calcio a 5

Linee guida per arbitri di calcio a 5 Lega Calcio Uisp Settore Tecnico Regionale Linee guida per arbitri di calcio a 5 Settimo Torinese, Gennaio 2013 Posizionamento generale durante la gara Uno degli arbitri deve essere in linea con il penultimo

Dettagli

Regolamento Torneo di calcio a 5 Valentino Salvatori IV edizione

Regolamento Torneo di calcio a 5 Valentino Salvatori IV edizione Regolamento Torneo di calcio a 5 Valentino Salvatori IV edizione Iscrizione delle Squadre Ogni squadra dovrà compilare il modulo d iscrizione nel quale sarà riportato il nome della squadra, nome e riferimenti

Dettagli

9^ SUPERCOPPA del calcio giovanile torinese Memorial Vladimiro Caminiti

9^ SUPERCOPPA del calcio giovanile torinese Memorial Vladimiro Caminiti Regolamento generale della manifestazione La Società in collaborazione con l A.S.D. Memorial Caminiti indice ed organizza il torneo a carattere provinciale denominato: 9^ SUPERCOPPA del calcio giovanile

Dettagli

CALCIO A 5 - PALLAVOLO - BASKET

CALCIO A 5 - PALLAVOLO - BASKET 2-5 giugno - Sibari LIMITI D'ETA' MICRO E MINI CALCIO A 5 - PALLAVOLO - BASKET SQUADRE PARTECIPANTI GIOCHI PREVISTI PUNTEGGI CALENDARIO ATTIVITA' REGOLAMENTI TECNICI MICRO CALCIO A 5 Limiti di età: 2008

Dettagli

CAMPIONATO NAZIONALE DI PALLANUOTO MASTER / AMATORI Fase Nazionale Riccione Giugno 2016 Stadio del Nuoto Vasca Scoperta 33x25 mt.

CAMPIONATO NAZIONALE DI PALLANUOTO MASTER / AMATORI Fase Nazionale Riccione Giugno 2016 Stadio del Nuoto Vasca Scoperta 33x25 mt. LEGA NUOTO NAZIONALE CAMPIONATO NAZIONALE DI PALLANUOTO MASTER / AMATORI Fase Nazionale 2016 Riccione 18 19 Giugno 2016 Stadio del Nuoto Vasca Scoperta 33x25 mt. REGOLAMENTO TECNICO 1) Programma della

Dettagli

SETTORE GIOVANILE E SCOLASTICO ROMA VIA PO, 36

SETTORE GIOVANILE E SCOLASTICO ROMA VIA PO, 36 SETTORE GIOVANILE E SCOLASTICO 00198 ROMA VIA PO, 36 Stagione Sportiva 2015 2016 COMUNICATO UFFICIALE N 21 S.G.S. del 13 aprile 2016 MANIFESTAZIONI A CARATTERE NAZIONALE Sentiti i componenti del Consiglio

Dettagli

11 FANTACALCIO EL LADIN CAMPIONATO 2016/2017 REGOLAMENTO

11 FANTACALCIO EL LADIN CAMPIONATO 2016/2017 REGOLAMENTO 11 FANTACALCIO EL LADIN CAMPIONATO 2016/2017 REGOLAMENTO 1) LE SQUADRE PARTECIPANTI DOVRANNO ESSERE FORMATE DA CALCIATORI TESSERATI DALLE SOCIETA CALCISTICHE DI SERIE A. 2) LA SQUADRA DOVRA ESSERE COMPOSTA

Dettagli

CALCIO A 7 Il grande fratello minore. Comitato CSI di Imola Settore Arbitrale - Formazione

CALCIO A 7 Il grande fratello minore. Comitato CSI di Imola Settore Arbitrale - Formazione Comitato CSI di Imola Settore Spostamento dell Arbitro Le posizioni proposte nelle illustrazioni seguenti sono di base e vengono raccomandate all ARBITRO. Il riferimento ad una zona tende a porre in risalto

Dettagli

Stagione Sportiva 2014/2015 Comunicato Ufficiale n. 22 del 25 Novembre 2015

Stagione Sportiva 2014/2015 Comunicato Ufficiale n. 22 del 25 Novembre 2015 Federazione Italiana Giuoco Calcio Lega Nazionale Dilettanti DELEGAZIONE PROVINCIALE SALERNO via San Leonardo, 120 Loc. Migliaro 84131 Salerno Tel. (089) 332951 - Fax (089) 331556 Sito: www.figc-sa.it

Dettagli

5 TROFEO SCUOLA & VOLLEY 2014 2015. SCUOLE PRIMARIE: classi 4^ e 5^elementare e SCUOLE SECONDARIE 1 GRADO

5 TROFEO SCUOLA & VOLLEY 2014 2015. SCUOLE PRIMARIE: classi 4^ e 5^elementare e SCUOLE SECONDARIE 1 GRADO 5 TROFEO SCUOLA & VOLLEY 2014 2015 SCUOLE PRIMARIE: classi 4^ e 5^elementare e SCUOLE SECONDARIE 1 GRADO SCUOLE PRIMARIE CLASSI 4^ e 5^ ELEMENTARE 3 contro 3 Dopo aver iscritto la propria scuola, inviando

Dettagli

REGOLAMENTO TORNEO DI CALCIO A 5/6

REGOLAMENTO TORNEO DI CALCIO A 5/6 Via Morelli e Silvati Presso Centro Samantha della Porta 83100 Avellino Tel/Fax 0825 25373 cell 346/8479070 C.F. 92021710642 Part. IVA 02127550644 E-mail avellino@uisp.it REGOLAMENTO TORNEO DI CALCIO A

Dettagli

Art. 1 - Tipologia, disciplina e categorie d età

Art. 1 - Tipologia, disciplina e categorie d età REGOLAMENTO FASI ORATORIALI 2014-2015 Art. 1 - Tipologia, disciplina e categorie d età La Junior TIM Cup 2015 Il Calcio negli Oratori è un torneo di calcio a 7 rivolto a squadre di ragazzi e ragazze degli

Dettagli

TORNEO PROVINCIALE DI CALCIO A SETTE DEI DONATORI DI SANGUE -- EDIZIONE STRAORDINARIA --

TORNEO PROVINCIALE DI CALCIO A SETTE DEI DONATORI DI SANGUE -- EDIZIONE STRAORDINARIA -- TORNEO PROVINCIALE DI CALCIO A SETTE DEI DONATORI DI SANGUE -- EDIZIONE STRAORDINARIA -- San Martino Buon Albergo 24 giugno 2012 2 REGOLAMENTO 1. NORME GENERALI 1.1 La partecipazione è aperta a tutte le

Dettagli

KORFBALL (PALLA CESTO)

KORFBALL (PALLA CESTO) KORFALL (PALLA CESTO) TIPOLOGIA: GIOCATORI: LUOGO: MATERIALE: Gioco a Squadre, una squadra contro l altra. Nella versione originale, 4 maschi e 4 femmine per squadra. È possibile giocare con un numero

Dettagli

COMITATO REGIONALE UMBRIA STRADA DI PREPO N.1 = 06129 PERUGIA (PG) CENTRALINO: 075 5069611 FAX: 075 5069631/34

COMITATO REGIONALE UMBRIA STRADA DI PREPO N.1 = 06129 PERUGIA (PG) CENTRALINO: 075 5069611 FAX: 075 5069631/34 Federazione Italiana Giuoco Calcio Lega Nazionale Dilettanti COMITATO REGIONALE UMBRIA STRADA DI PREPO N.1 = 06129 PERUGIA (PG) CENTRALINO: 075 5069611 FAX: 075 5069631/34 mailbox: cru@figc.it NUMERO COMUNICATO

Dettagli

INDICE UN TORNEO DI CALCIO A 7

INDICE UN TORNEO DI CALCIO A 7 La ASD ANTHROPOS INDICE UN TORNEO DI CALCIO A 7 DA SVOLGERSI PRESSO IL CENTRO SPORTIVO VILLA CONTI IN CIVITANOVA MARCHE NEL PERIODO 18-26 LUGLIO 2015 MINIMO SQUADRE PREVISTE 6 MASSIMO SQUADRE PREVISTE

Dettagli

La Federazione Italiana Pallavolo Comitato Provinciale di Monza Brianza. organizza il. 6 Trofeo Scuola & Volley 2015/2016 SCUOLE SECONDARIE 1 GRADO

La Federazione Italiana Pallavolo Comitato Provinciale di Monza Brianza. organizza il. 6 Trofeo Scuola & Volley 2015/2016 SCUOLE SECONDARIE 1 GRADO La Federazione Italiana Pallavolo Comitato Provinciale di Monza Brianza organizza il 6 Trofeo Scuola & Volley 2015/2016 SCUOLE SECONDARIE 1 GRADO Classi 1^ - 2^ - 3^ media Modalità d iscrizione e Regolamento

Dettagli

SEGNALETICA UFFICIALE DA PARTE DEGLI ARBITRI IN FASE DI PROTOCOLLO, NEL CORSO DELLA GARA E A FINE GARA

SEGNALETICA UFFICIALE DA PARTE DEGLI ARBITRI IN FASE DI PROTOCOLLO, NEL CORSO DELLA GARA E A FINE GARA SEGNALETICA UFFICIALE DA PARTE DEGLI ARBITRI IN FASE DI PROTOCOLLO, NEL CORSO DELLA GARA E A FINE GARA 12 novembre 2012 AREA SVILUPPO E FORMAZIONE SETTORE TECNICO NAZIONALE UFFICIALI DI GARA SEGNALETICA

Dettagli

NORME DI PARTECIPAZIONE TORNEO CALCIO A 5

NORME DI PARTECIPAZIONE TORNEO CALCIO A 5 ART. 1 - QUOTE DI ISCRIZIONE, CAUZIONE, AFFILIAZIONE Le quote sotto riportate sono da versare all'atto dell'iscrizione di persona o tramite bonifico bancario presso l impianto Tennis Comunale di Carpi,

Dettagli

Regole specifiche per tornei

Regole specifiche per tornei Regole specifiche per tornei Minivolley Allievi Misto 98/99/00 Allievi Misto 96/97/98 Allieve Femminile Juniores Femminile Top Junior Maschile Open Misto Amatori Centro Sportivo Italiano Pagina 1 Luglio

Dettagli

CAMPIONATO NAZIONALE D. BERRETTI

CAMPIONATO NAZIONALE D. BERRETTI COMUNICATO UFFICIALE N. 94/TB DEL 1 FEBBRAIO 2014 DEL 1 FEBBRAI LEGA ITALIANA CALCIO PROFESSIONISTICO 94/244 CAMPIONATO NAZIONALE D. BERRETTI FASE FINALE In riferimento al Regolamento di cui al Com. Uff.

Dettagli

Via A. Volta, TORINO - C.P

Via A. Volta, TORINO - C.P Segreteria tel. 0115654670 fax 011543031 Attività Agonistica tel. 0115654671 fax 0115654650 Amministrazione tel. 0115654672 fax 0115654674 Tesseramenti tel. 0115654673 fax 0115654674 Via A. Volta, 3-10122

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca U.S.R. Piemonte - Ufficio V Ambito Territoriale Torino

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca U.S.R. Piemonte - Ufficio V Ambito Territoriale Torino Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca U.S.R. Piemonte - Ufficio V Ambito Territoriale Torino Ufficio Educazione Fisica e Sportiva Tel. 011 5163657/658 Via S.Tommaso 17 10121 Torino

Dettagli

CAMPIONATO PROVINCIALE DI CALCIO A 11 REGOLAMENTO GENERALE

CAMPIONATO PROVINCIALE DI CALCIO A 11 REGOLAMENTO GENERALE ANNO SPORTIVO 2007/08 CAMPIONATO PROVINCIALE DI CALCIO A 11 REGOLAMENTO GENERALE 1. NORME DI PARTECIPAZIONE Il Centro Sportivo Italiano di Napoli indice ed organizza il campionato provinciale CSI di Calcio

Dettagli

CAMPIONATO NAZIONALE GIOVANISSIMI PROFESSIONISTI COMUNICATO UFFICIALE N 14 REGOLAMENTO STAGIONE SPORTIVA Massimo Giacomin i

CAMPIONATO NAZIONALE GIOVANISSIMI PROFESSIONISTI COMUNICATO UFFICIALE N 14 REGOLAMENTO STAGIONE SPORTIVA Massimo Giacomin i CAMPIONATO NAZIONALE GIOVANISSIMI PROFESSIONISTI COMUNICATO UFFICIALE N 14 REGOLAMENTO STAGIONE SPORTIVA 2014-2015 Massimo Giacomin i CAMPIONATO NAZIONALE GIOVANISSIMI PROFESSIONISTI STAGIONE SPORTIVA

Dettagli

XXIV Torneo Internazionale Stefano Gosetto Como 06 07 aprile 2013 5 Memorial ALFREDO LURAGHI

XXIV Torneo Internazionale Stefano Gosetto Como 06 07 aprile 2013 5 Memorial ALFREDO LURAGHI XXIV Torneo Internazionale Stefano Gosetto Como 06 07 aprile 2013 5 Memorial ALFREDO LURAGHI 06 07 APRILE 2013 Il torneo Internazionale Stefano Gosetto è giunto alla sua 24 edizione. Probabilmente il torneo

Dettagli

FESTA REGIONALE PULCINI (già SEI BRAVO A SCUOLA DI CALCIO ) ATTRIBUZIONE PUNTI FAIR PLAY:

FESTA REGIONALE PULCINI (già SEI BRAVO A SCUOLA DI CALCIO ) ATTRIBUZIONE PUNTI FAIR PLAY: FESTA REGIONALE PULCINI 2015 2016 (già SEI BRAVO A SCUOLA DI CALCIO ) ATTRIBUZIONE PUNTI FAIR PLAY: Come noto, al fine di determinare le graduatorie di merito delle Scuole di Calcio, sia per la Festa Regionale

Dettagli

CAUSALE IMPORTO SCADENZA Iscrizione. REGOLE DI GIOCO Si applicano le regole valide per i campionati regionali di serie C e D 2016/2017;

CAUSALE IMPORTO SCADENZA Iscrizione. REGOLE DI GIOCO Si applicano le regole valide per i campionati regionali di serie C e D 2016/2017; INDIZIONE E NOTE ORGANIZZATIVE 34^ COPPA PIEMONTE Trofeo Fratel Giovanni Dellarole PARTECIPAZIONE Possono prendere parte alla COPPA PIEMONTE MASCHILE e FEMMINILE tutte le società iscritte ai Campionati

Dettagli

REGOLA 1 NUMERO DEI CALCIATORI

REGOLA 1 NUMERO DEI CALCIATORI MEMORIAL ARRAPADOR APADOR LE REGOLE DEL GIOCO Regolamento REGOLA 1 NUMERO DEI CALCIATORI 1) Calciatori La gara è giuocata da due squadre, formate ciascuna da un massimo di 5 calciatori, uno dei quali nel

Dettagli

Sintesi del regolamento UFFICIALE del giuoco CALCIO

Sintesi del regolamento UFFICIALE del giuoco CALCIO Sintesi del regolamento UFFICIALE del giuoco CALCIO A CINQUE REGOLA 1 - IL RETTANGOLO DI GIUOCO 1) DIMENSIONI Il campo deve essere rettangolare. La lunghezza delle linee laterali deve essere maggiore della

Dettagli

Il Centro Sportivo Italiano Comitato di Bologna in collaborazione con Circolo Tennis Italia organizza:

Il Centro Sportivo Italiano Comitato di Bologna in collaborazione con Circolo Tennis Italia organizza: Il Centro Sportivo Italiano Comitato di Bologna in collaborazione con Circolo Tennis Italia organizza: Categorie: Calcio a 5 Open Maschile e Femminile Calcio a 7 Open, Over 35 e Over 45 Orari di gioco

Dettagli

mailbox: cru@figc.it NUMERO COMUNICATO 110 DATA COMUNICATO 29/01/2015 STAGIONE SPORTIVA 2015/2016 COMUNICAZIONI... 2109

mailbox: cru@figc.it NUMERO COMUNICATO 110 DATA COMUNICATO 29/01/2015 STAGIONE SPORTIVA 2015/2016 COMUNICAZIONI... 2109 Federazione Italiana Giuoco Calcio Lega Nazionale Dilettanti COMITATO REGIONALE UMBRIA STRADA DI PREPO N.1 = 06129 PERUGIA (PG) CENTRALINO: 075 5069611 FAX: 075 5069631/34 mailbox: cru@figc.it NUMERO COMUNICATO

Dettagli

PROGRAMMA CATEGORIA MINI

PROGRAMMA CATEGORIA MINI POLISPORTIVE ASSOCIAZIONE NAZIONALE DI PROMOZIONE SPORTIVA GIOVANILI SALESIANE Sede nazionale. Via Nomentana 175-00161 ROMA Tel. 06/4462179 - Fax 06/491310 1) LA FORMULA DELL ATTIVITA. PROGRAMMA CATEGORIA

Dettagli

REGOLA 4 - EQUIPAGGIAMENTO dei CALCIATORI (pag. 23 del Regolamento Ufficiale F.i.g.c. Ed. 2015)

REGOLA 4 - EQUIPAGGIAMENTO dei CALCIATORI (pag. 23 del Regolamento Ufficiale F.i.g.c. Ed. 2015) Estratto del Regolamento di Gioco - Edizione 2015/ 16 Per tutte le regole e norme non menzionate in questo documento, farà fede il Regolamento ufficiale di Calcio a Cinque della F.i.g.c. edizione 2015

Dettagli

Regolamento Campionato Serie A Kick Off 2014

Regolamento Campionato Serie A Kick Off 2014 Regolamento Campionato Serie A Kick Off 2014 Art.1 : Ogni gara è giocata da due squadre formate ciascuna da 5 giocatori (di cui un portiere); Art.2 : Ogni gara non può iniziare, o proseguire,se una squadra

Dettagli

CAMPIONATO ITALIANO PROMOTORI FINANZIARI GOLFISTI - INDIVIDUALE -

CAMPIONATO ITALIANO PROMOTORI FINANZIARI GOLFISTI - INDIVIDUALE - CAMPIONATO ITALIANO PROMOTORI FINANZIARI GOLFISTI - INDIVIDUALE - REGOLAMENTO CIRCUITO NAZIONALE 2016 Riservato ai soci ordinari dell Associazione Italiana Promotori Finanziari Golfisti Comprende 9 (nove)

Dettagli

4 TORNEO DI CALCIO A 7 Estate 2016

4 TORNEO DI CALCIO A 7 Estate 2016 4 TORNEO DI CALCIO A 7 Estate 2016 Regolamento Ufficiale ART. 1 - Iscrizione al Torneo L iscrizione al torneo di una squadra viene accettata dall organizzazione dopo che: venga compilata la scheda di iscrizione

Dettagli

Regolamento Green Volley

Regolamento Green Volley INFORMAZIONI GENERALI 1. All attività sportiva possono partecipare atleti di entrambi i sessi e di età maggiore di 15 anni. Per i partecipanti minorenni è necessario che il legale tutore sottoscriva il

Dettagli

REGOLA dei 24 PER TUTTI I CAMPIONATI: Su una rimessa da fuori campo il conteggio dei 24 deve essere avviato o

REGOLA dei 24 PER TUTTI I CAMPIONATI: Su una rimessa da fuori campo il conteggio dei 24 deve essere avviato o REGOLA dei 24 Sintesi delle principali modifiche ed esempi NEWS PER TUTTI I CAMPIONATI: Su una rimessa da fuori campo il conteggio dei 24 deve essere avviato o ripreso quando la palla tocca o è legalmente

Dettagli

TROFEO DEI TRE MARI ^ EDIZIONE INDOOR. Barletta (BT) 23 e 24 maggio Basilicata Calabria Campania Molise Puglia.

TROFEO DEI TRE MARI ^ EDIZIONE INDOOR. Barletta (BT) 23 e 24 maggio Basilicata Calabria Campania Molise Puglia. TROFEO DEI TRE MARI 2015 11^ EDIZIONE INDOOR Basilicata Calabria Campania Molise Puglia Barletta (BT) 23 e 24 maggio 2015 Pagina 1 di 6 PARTECIPAZIONE Al Torneo prenderanno parte 8 squadre, ammesse secondo

Dettagli

REGOLAMENTO TORNEO DI CALCIO A 5 PISCINE SANTINI 4 LUGLIO - 17 LUGLIO 2011

REGOLAMENTO TORNEO DI CALCIO A 5 PISCINE SANTINI 4 LUGLIO - 17 LUGLIO 2011 REGOLAMENTO TORNEO DI CALCIO A 5 PISCINE SANTINI 4 LUGLIO - 17 LUGLIO 2011 ART. 1 Il regolamento di giuoco del torneo Calcio a 5 è quello stilato dalla FIGC (Federazione Italiana Giuoco Calcio) in base

Dettagli

CENTRO SPORTIVO ITALIANO - Comitato Provinciale LECCO COMUNICATO CALCIO n. 05 del 23/09/2015

CENTRO SPORTIVO ITALIANO - Comitato Provinciale LECCO COMUNICATO CALCIO n. 05 del 23/09/2015 CENTRO SPORTIVO ITALIANO - Comitato Provinciale LECCO COMUNICATO CALCIO n. 05 del 23/09/2015 A V V I S O I M P O R T A N T E Sono disponibili sul nostro sito i calendari dei campionati provinciali. Le

Dettagli

SANLORENZIADI 2016 (REGOLAMENTO DELLE GARE)

SANLORENZIADI 2016 (REGOLAMENTO DELLE GARE) SANLORENZIADI 2016 (REGOLAMENTO DELLE GARE) PALLAVOLO FEMMINILE DATA ED ORARIO DI SVOLGIMENTO: martedì 5 luglio ore 21:30 COMPOSIZIONE SQUADRE: 6 titolari + 4 riserve. CAMBI AMMESSI: senza limite. FORMULA:

Dettagli

REGOLAMENTO DEL CAMPIONATO PRIMAVERA TIM 2011/2012 TROFEO GIACINTO FACCHETTI

REGOLAMENTO DEL CAMPIONATO PRIMAVERA TIM 2011/2012 TROFEO GIACINTO FACCHETTI COMUNICATO UFFICIALE N. 12 DEL 29 LUGLIO 2011 REGOLAMENTO DEL CAMPIONATO PRIMAVERA TIM 2011/2012 TROFEO GIACINTO FACCHETTI 1) SOCIETA PARTECIPANTI ED ORGANICO DELLA MANIFESTAZIONE La Lega Nazionale Professionisti

Dettagli

REGOLAMENTO CATEGORIE PULCINI

REGOLAMENTO CATEGORIE PULCINI REGOLAMENTO CATEGORIE PULCINI (estratto delle Norme regolamentari categorie di base del C.U. n. 1 S.G.S, a cui si dovrà fare riferimento per quanto non indicato in merito a norme e regolamenti che caratterizzano

Dettagli

REGOLAMENTO CAMPIONATO PROVINCIALE DI CALCIO A 7 FEMMINILE

REGOLAMENTO CAMPIONATO PROVINCIALE DI CALCIO A 7 FEMMINILE REGOLAMENTO CAMPIONATO PROVINCIALE DI CALCIO A 7 FEMMINILE REGOLAMENTO ORGANICO ART. 1 - DOVERI DELLE SQUADRE E DEI TESSERATI a) Le squadre iscritte al Campionato Provinciale di Calcio a 7 hanno il dovere

Dettagli

Roma, 4 Febbraio 2016. Prot.n. 398/IS

Roma, 4 Febbraio 2016. Prot.n. 398/IS Roma, 4 Febbraio 2016 Prot.n. 398/IS ALLE SOCIETA AFFILIATE AL CONSIGLIO FEDERALE AI COMITATI / DELEGATI REGIONALI ALLA DIREZIONE ARBITRALE CANOA ALLO STAFF TECNICO L O R O S E D I CIRCOLARE N. 17/2016

Dettagli

INTEGRAZIONE INDIZIONE CAMPIONATI DI SERIE B1/M E B2/M E COPPA ITALIA SERIE B1 E B2 2015/2016

INTEGRAZIONE INDIZIONE CAMPIONATI DI SERIE B1/M E B2/M E COPPA ITALIA SERIE B1 E B2 2015/2016 STAGIONE AGONISTICA 2015/2016 GUIDA PRATICA INTEGRAZIONE INDIZIONE CAMPIONATI DI SERIE B1/M E B2/M E COPPA ITALIA SERIE B1 E B2 2015/2016 Per quanto non esplicitamente contemplato nel presente documento,

Dettagli

ESTRATTO REGOLAMENTO DI GIOCO CALCIO A 5

ESTRATTO REGOLAMENTO DI GIOCO CALCIO A 5 ESTRATTO REGOLAMENTO DI GIOCO CALCIO A 5 IL PALLONE Il pallone deve essere necessariamente il nr.4 a rimbalzo controllato. IL NUMERO DEI CALCIATORI La gara è giocata da due squadre, composte ciascuna da

Dettagli

XXVIII Edizione dei Tornei di Calcio a 5 "PAESE DI CASTIGLIONCELLO" VI MEMORIAL GUIDO MARTINELLI Categoria Open II TROFEO MARIO BERTELLI REGOLAMENTO

XXVIII Edizione dei Tornei di Calcio a 5 PAESE DI CASTIGLIONCELLO VI MEMORIAL GUIDO MARTINELLI Categoria Open II TROFEO MARIO BERTELLI REGOLAMENTO XXVIII Edizione dei Tornei di Calcio a 5 "PAESE DI CASTIGLIONCELLO" VI MEMORIAL GUIDO MARTINELLI Categoria Open II TROFEO MARIO BERTELLI REGOLAMENTO ART.1 ) Il Centro Ricreativo e Culturale della Parrocchia

Dettagli

BEACH VOLLEY. Regolamento Festa dello Sport 2015 Albettone (VI) 1-2 agosto 2015

BEACH VOLLEY. Regolamento Festa dello Sport 2015 Albettone (VI) 1-2 agosto 2015 BEACH VOLLEY Regolamento Festa dello Sport 2015 Albettone (VI) 1-2 agosto 2015 REGOLAMENTO GENERALE - BEACH VOLLEY Partecipazione e composizione squadre: La partecipazione è rivolta a squadre nella categoria

Dettagli

Campionato di Calcio a 5 femminile

Campionato di Calcio a 5 femminile Campionato di Calcio a 5 femminile Stagione Sportiva 2013/2014 Comunicato Ufficiale n 31 del 22/04/2014 U.I.S.P. - Lega Calcio Via Catenaia, 12-52100 Arezzo Tel. 0575/27095 - Fax 0575/28157 Sito web: www.uisp.it/arezzo

Dettagli

1 Campionato Italiano di KUBB

1 Campionato Italiano di KUBB 1 Campionato Italiano di KUBB Settembre 2006 Regolamento ufficiale Squadre: Il primo campionato italiano coinvolgerà un massimo di 16 squadre. Incontri: Il torneo si svolgerà con incontri ad eliminazione

Dettagli

Oggetto: Comunicazioni della Commissione Provinciale Prove Alpine per la stagione 2012/2013 parte tecnica -.

Oggetto: Comunicazioni della Commissione Provinciale Prove Alpine per la stagione 2012/2013 parte tecnica -. Brescia, Novembre 2012 Ai Presidenti degli Sci Club Signori allenatori cat. giovanili E p.c. Ai Giudici del C.P. di Brescia Loro indirizzi Oggetto: Comunicazioni della Commissione Provinciale Prove Alpine

Dettagli

Risultati della 5^ GIORNATA: Girone A.

Risultati della 5^ GIORNATA: Girone A. Commissione Tecnica Calcio CSI CARPI 18 TORNEO PRIMAVERA CALCIO A CINQUE ATUTTOCAMPO.COM SERIES 1 trofeo Cav. Dott. Lauro Semellini Comunicato n 7bis del 27/6/2015 DECISIONI IN CASO DI MALTEMPO Si ricorda

Dettagli

4^ EDIZIONE DEL TORNEO DEL BORLENGO 2014

4^ EDIZIONE DEL TORNEO DEL BORLENGO 2014 Dalle 18.30 alle 20.30 di Sabato 17. STOFF SPRITZ PARTY!!! Aperitivo con musica da baracca.. Poi tutti in Sagra ad abbuffarsi di Borlenghi 4^ EDIZIONE DEL TORNEO DEL BORLENGO 2014 Il gruppo dell A Sam

Dettagli

REGOLAMENTO TECNICO CALCIO A 5 SUPERLEAGUE

REGOLAMENTO TECNICO CALCIO A 5 SUPERLEAGUE REGOLAMENTO TECNICO CALCIO A 5 SUPERLEAGUE REGOLA N 1 IL PALLONE I palloni utilizzati per le gare di campionato, di coppa ovvero per tutte le altre manifestazioni organizzate dovranno obbligatoriamente

Dettagli

Regolamenti dell attività a squadre e dei relativi campionati Parte specifica Stagione agonistica 2016/2017

Regolamenti dell attività a squadre e dei relativi campionati Parte specifica Stagione agonistica 2016/2017 Regolamenti dell attività a squadre e dei relativi campionati Parte specifica Stagione agonistica 2016/2017 CAMPIONATI A SQUADRE... 2 Articolo 1.1. - Serie A/1 maschile.... 2 Articolo 1.2. - Serie A/2

Dettagli

DANONE NATIONS CUP NOCETO CENTRO SPORTIVO IL NOCE SABATO 21 - DOMENICA 22 MAGGIO

DANONE NATIONS CUP NOCETO CENTRO SPORTIVO IL NOCE SABATO 21 - DOMENICA 22 MAGGIO DANONE NATIONS CUP NOCETO CENTRO SPORTIVO IL NOCE SABATO 21 - DOMENICA 22 MAGGIO EDIZIONE 2011 NORME TECNICHE GENERALI Gironi all italiana con partite di sola andata. Si qualifica alla fase successiva

Dettagli

XXVII TORNEO INTERNAZIONALE STEFANO GOSETTO

XXVII TORNEO INTERNAZIONALE STEFANO GOSETTO XXVII TORNEO INTERNAZIONALE STEFANO GOSETTO COMO 02-03 APRILE 2016 VII MEMORIAL ALFREDO LURAGHI E ROBERTO GIACÒ 02 03 APRILE 2016 Il torneo Internazionale Stefano Gosetto è giunto alla sua 27 edizione.

Dettagli

Comunicato Ufficiale n. 42 del 28.04.2005 Comitato Provinciale di Roma - Settore Giovanile e Scolastico

Comunicato Ufficiale n. 42 del 28.04.2005 Comitato Provinciale di Roma - Settore Giovanile e Scolastico PRONTO A.I.A. Solo per i Campionati di Calcio a 5 333 68.85.416 Calcio a 5 Comunicato Ufficiale n. 42 del 28.04.2005 Comitato Provinciale di Roma - Settore Giovanile e Scolastico 27 00156 Roma Via Tiburtina

Dettagli

[Il presente Regolamento è un estratto esemplificativo del Regolamento FIGC, valido a tutti gli effetti come Regolamento OPES per le manifestazioni

[Il presente Regolamento è un estratto esemplificativo del Regolamento FIGC, valido a tutti gli effetti come Regolamento OPES per le manifestazioni [Il presente Regolamento è un estratto esemplificativo del Regolamento FIGC, valido a tutti gli effetti come Regolamento OPES per le manifestazioni relative al calcio a 5 nella stagione 2014-15. Per tutto

Dettagli

Campionato di Calcio a 5 femminile

Campionato di Calcio a 5 femminile Campionato di Calcio a 5 femminile Stagione Sportiva 2013/2014 Comunicato Ufficiale n 33 del 29/04/2014 U.I.S.P. - Lega Calcio Via Catenaia, 12-52100 Arezzo Tel. 0575/27095 - Fax 0575/28157 Sito web: www.uisp.it/arezzo

Dettagli

SEI BRAVO A.. SCUOLA DI CALCIO

SEI BRAVO A.. SCUOLA DI CALCIO Federazione Italiana Giuoco Calcio Delegazione Distrettuale di Legnano Mail Attività di Base legnanosgs@lnd.it SEI BRAVO A.. SCUOLA DI CALCIO Stagione Sportiva 2015 / 2016 PREMESSA FONDAMENTALE Si ricorda

Dettagli

CALCIO A 7 Under 12 1 Sq. ai camp.ti Nazionali Ammesse Regionali

CALCIO A 7 Under 12 1 Sq. ai camp.ti Nazionali Ammesse Regionali COMUNICATO UFFICIALE N. 6 del 19.05.2014 FINALI REGIONALI DEI CAMPIONATI NAZIONALI UNDER 10/12 Per le ammissioni alle fasi regionali si è usato il criterio dei campionati nazionali, Due squadre per ogni

Dettagli

CAMPIONATI NAZIONALI DI CALCIO REGOLAMENTO GENERALE FASE INTERPROVINCIALE AV-SA CALCIO A 7

CAMPIONATI NAZIONALI DI CALCIO REGOLAMENTO GENERALE FASE INTERPROVINCIALE AV-SA CALCIO A 7 AREA TECNICA AVELLINO ANNO SPORTIVO 2014/15 CAMPIONATI NAZIONALI DI CALCIO REGOLAMENTO GENERALE FASE INTERPROVINCIALE AV-SA 1. NORME DI PARTECIPAZIONE Il Centro Sportivo Italiano di Avellino indice ed

Dettagli

Il Comitato Regionale della Lombardia della Federazione Italiana Pallavolo

Il Comitato Regionale della Lombardia della Federazione Italiana Pallavolo Circolare di indizione del TROFEO DELLE PROVINCE "MIKASA" BEACH VOLLEY 2015 Domenica 28 giugno 2015 - "ARENA BEACH" - Cellatica (BS) Il Comitato Regionale della Lombardia della Federazione Italiana Pallavolo

Dettagli

Sei Bravo a Scuola di Calcio 2008 4c4: un gioco polivalente

Sei Bravo a Scuola di Calcio 2008 4c4: un gioco polivalente Sei Bravo a Scuola di Calcio 2008 4c4: un gioco polivalente Come nella passata edizione le squadre si affronteranno in due momenti, che per questa stagione sportiva si sintetizzano in: 1) Sei bravo a giocare

Dettagli

quinta edizione 2016 Memorial Massimo Armellini - regolamento -

quinta edizione 2016 Memorial Massimo Armellini - regolamento - PARAGRAFO 1: PARTECIPANTI quinta edizione 2016 Memorial Massimo Armellini - regolamento - Il Torneo di calcio a 8 GAMING CUP è un Torneo riservato alle Società Operatrici di scommesse Eurobet, Codere,

Dettagli

Trofeo Coni 2016 Regolamento Tecnico

Trofeo Coni 2016 Regolamento Tecnico Trofeo Coni 2016 Regolamento Tecnico Premessa Il Trofeo Coni è riservato ai giovani atleti Under 14 tesserati alle ASD regolarmente iscritte al Registro Coni. Entro il 15 luglio i Comitati Regionali dovranno

Dettagli

1 TROFEO CITTA DI BOVEZZO. MODULO ISCRIZIONE DA INOLTRARE A Nome della Squadra. Responsabile squadra Sig.

1 TROFEO CITTA DI BOVEZZO. MODULO ISCRIZIONE DA INOLTRARE A Nome della Squadra. Responsabile squadra Sig. U.S.O. UNITED ASD MODULO ISCRIZIONE DA INOLTRARE A notturno@usounited.it Nome della Squadra Responsabile squadra Sig. Via n Località Documento identità Nr. e data rilascio Richiede l iscrizione al Dichiara

Dettagli

A tutti i Comitati Regionali Loro Sedi CAMPIONATO ITALIANO PER ASSOCIAZIONE SPORTIVA DICEMBRE 2009

A tutti i Comitati Regionali Loro Sedi CAMPIONATO ITALIANO PER ASSOCIAZIONE SPORTIVA DICEMBRE 2009 Roma, 9 novembre 2009 Prot. n. 2215/ER A tutti i Comitati Regionali Loro Sedi CAMPIONATO ITALIANO PER ASSOCIAZIONE SPORTIVA 4-5 - 6 DICEMBRE 2009 ECCELLENZA: BOWLING S.GIULIANO Via Cechov 7 20098 S. Giuliano

Dettagli

IV TORNEO CALCIO A 7 5 STELLE EURO CUP 2016

IV TORNEO CALCIO A 7 5 STELLE EURO CUP 2016 Introduzione. IV TORNEO CALCIO A 7 5 STELLE EURO CUP 2016 REGOLAMENTO TORNEO DI CALCIO A 7 L Asd Roal 2013 vi dà il benvenuto alla IV edizione del Torneo Estivo di Calcio a 7 del Centro Sportivo 5 Stelle

Dettagli

Regolamento Calcio A7 Versione 01-2015/16

Regolamento Calcio A7 Versione 01-2015/16 REGOLAMENTO TORNEO CALCIO A7 SOMMARIO Art. 1 - Partecipazione al Campionato Art. 1.1 - Organizzazione e pendenze economiche Art. 1.2 - Modalità d iscrizione Art. 1.3 - Costi e metodi di pagamento Art.

Dettagli

CIRCOLARE n 3 STAGIONE SPORTIVA 2009/2010

CIRCOLARE n 3 STAGIONE SPORTIVA 2009/2010 FIGC ASSOCIAZIONE ITALIANA ARBITRI Circolare n.3 Stagione sportiva 2009/2010 CIRCOLARE n 3 STAGIONE SPORTIVA 2009/2010 Il Presidente Federale, con provvedimento pubblicato sul Comunicato Ufficiale 92/A,

Dettagli

REGOLA 12 - FALLI E COMPORTAMENTI ANTISPORTIVI

REGOLA 12 - FALLI E COMPORTAMENTI ANTISPORTIVI REGOLA 12 - FALLI E COMPORTAMENTI ANTISPORTIVI I falli ed i comportamenti antisportivi devono essere puniti come segue: Calcio di punizione diretto Un calcio di punizione diretto è accordato alla squadra

Dettagli

52 ORE NON STOP. S. LORENZO Di ALBIGNASEGO

52 ORE NON STOP. S. LORENZO Di ALBIGNASEGO REGOLAMENTO TORNEO di "CALCIO A 5 52 ORE NON STOP S. LORENZO Di ALBIGNASEGO 2011 versione completa A) NUMERO DELLE SQUADRE E DEI GIOCATORI 1) Le squadre partecipanti verranno sorteggiate alla presenza

Dettagli

Torneo composto da 32 squadre suddivise in 4 gironi da 8 (serie a, premier league, liga e bundesliga).

Torneo composto da 32 squadre suddivise in 4 gironi da 8 (serie a, premier league, liga e bundesliga). Torneo composto da 32 squadre suddivise in 4 gironi da 8 (serie a, premier league, liga e bundesliga). Si farà asta in ogni girone per la composizione delle rose. Il torneo sarà suddiviso in Torneo Apertura

Dettagli

Federazione Italiana Giuoco Calcio Lega Nazionale Dilettanti

Federazione Italiana Giuoco Calcio Lega Nazionale Dilettanti Federazione Italiana Giuoco Calcio Lega Nazionale Dilettanti Via Francesco Savini n 25-67100 L AQUILA I TORNEI DELLA CATEGORIA ESORDIENTI SARANNO PUBBLICATI SUI PROSSIMI COMUNICATI PULCINI MISTI 7c7 GIRONE

Dettagli

COMITATO PROVINCIALE MEDIO CAMPIDANO

COMITATO PROVINCIALE MEDIO CAMPIDANO COMITATO PROVINCIALE MEDIO CAMPIDANO REGOLAMENTO CALCIO A 5 2010-11 OPEN Articolo 1 Nell ambito del campionato nazionale il Comitato provinciale del Medio Campidano indice ed organizza la fase provinciale

Dettagli

15.1 DOVE PUÒ AVVENIRE UN PLACCAGGIO

15.1 DOVE PUÒ AVVENIRE UN PLACCAGGIO DEFINIZIONI Un placcaggio avviene quando il portatore del pallone è trattenuto da uno o più avversari e viene messo a terra. Un portatore di pallone che non è trattenuto non è un giocatore placcato e non

Dettagli