Scommesse e Tabelline

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Scommesse e Tabelline"

Transcript

1 Brunett Pichi e Antni Mr Scmmesse e Tabelline Scmmesse e Tabelline Brunett Pichi e Antni Mr Nucle: Dati e previsini (Numeri. Spazi e Figure) Tematica: Intrduzine alla prbabilità. (Riflessini sulla tavla di mltiplicazine dei numeri. Cstruzini gemetriche)

2 Brunett Pichi e Antni Mr Scmmesse e Tabelline Finalità e biettivi di apprendiment: Obiettivi in relazine alle Indicazini 2007 Rappresentare insiemi di dati, anche facend us di un fgli elettrnic. In situazini significative, cnfrntare dati al fine di prendere decisini, utilizzand le distribuzini delle frequenze e delle frequenze relative. In semplici situazini aleatrie, individuare gli eventi elementari, discutere i mdi per assegnare a essi una prbabilità, calclare la prbabilità di qualche event, decmpnendl in eventi elementari disgiunti. Indicazini per l insegnante Mlti autri segnalan l pprtunità di intrdurre in tempi piuttst anticipati cncetti statistici e prbabilistici, attravers attività che guidin gli alunni vers pssibili scperte e apprfndimenti in entrambe le direzini. Dal punt di vista didattic si pssn prevedere tre casi. 1) il cas in cui si cnsce il mdell classic della prbabilità (per es. lanci di un dad), e si rganizzan prve ripetute per calclare la frequenza relativa dell event (es: prvare 50 lanci del dad e calclare la frequenza relativa della faccia 3 della faccia 6). Quest esperiment può essere fatt in classe da tutti gli allievi cnfrntand i risultati individuali megli ancra smmandli per simulare un unic esperiment cn mlti più casi cnsiderati. Dalla discussine dei risultati può emergere la variabilità delle frequenze relative, ma anche la cnvergenza dei valri alla prbabilità suggerita dal mdell teric. 2) il cas in cui si parte rganizzand un analg esperiment di prve ripetute senza cnscere prima il mdell basat sulla definizine classica (es. cn due più dadi lanciati in cntempranea: è in realtà un cas classic della stria della Prbabilità: la lettera dei gentilumini firentini a Galile Galilei 1 ) Si può prcedere a rappresentare cn un grafic la distribuzine delle frequenze emerse dall esperiment e quindi si passa a cercare una spiegazine (un mdell) di quella distribuzine in md da ptersi riferire alla definizine classica. 3) se i ragazzi avrann affrntat e assimilat cn le esperienze precedenti la relazine che intercrre tra il cncett di frequenza relativa e quell di prbabilità, si ptrà passare ad analizzare situazini in cui nn si può applicare la definizine classica di prbabilità perché si tratta di eventi nn riferibili a una base di eventi elementari equiprbabili (il cas più cmune quand ci si riferisca a eventi della vita cmune, a partire da dati anagrafici). In queste cndizini si può prendere cme prbabilità il valre vers cui le frequenze relative cnvergn. Per esempi si rganizza un indagine sperimentale all intern della scula sulla prbabilità di essere nati in un cert mese. Rilevand la frequenza relativa di quest event in tutte le single classi e cnfrntand i risultati, si ptrà arrivare a iptizzare la legge dei grandi numeri, stabilend il cllegament fndamentale tra il calcl della prbabilità e la statistica. La nstra prpsta intende ripercrrere i primi due passi. 1 Alcuni gentilumini firentini, appassinati del gic cn tre dadi, chiedn a Galile (attrn al 1630): "La lunga sservazine ha fatt da i gicatri stimarsi più vantaggis 'l 10 e 'l 11 che 'l 9 e 'l 12 [ ] ancr che 'l 9 e 'l 12 in altrettante maniere si cmpnghin in quante 'l 10 e 'l 11; perche? " [ ] Galile si ccupò dei prblema, e spiegò ai curisi gentilumini firentini cme mai sia più "vantaggis" il 10 del 9 nel lanci di tre dadi. [cstruend un mdell mediante] il calcl dei casi favrevli a un avveniment, "event" (l'event, nel cas cncret, è un tir di 3 dadi che dà cme risultat 10, ppure...), rispett a tutti gli eventi pssibili (che, nel cas esaminat r ra, sn 216 = 6 3 numer ttale del diversi tiri cn 3 dadi). [Tratt da L.Lmbard Radice e L. Mancini Pria, Il metd matematic nel mnd mdern, ed. Principat, Milan 1988, p.189]

3 Brunett Pichi e Antni Mr Scmmesse e Tabelline Nell svlgiment dell attività prpsta pssn presentarsi alcuni punti di crisi. Alcuni alunni ptrebber trvare nis e ripetitiv il cmpit di eseguire le prve e riprtare i risultati: l insegnante fisserà insieme ai ragazzi il numer minim di prve che la classe dvrà eseguire, da cui scaturirà una raginevle media per gni alunn cppia di alunni. In realtà la nia sarà ben prest superata dalla curisità di cnfrntare i prpri risultati cn quelli altrui e, sprattutt, di cnscere l andament cmplessiv. Le discussini sn un aspett cruciale del metd labratriale. Esse chiaman in causa anche il rul dell insegnante che nn dvrà frnire le sluzini enunciare preccemente la sluzine definizine a cui tende. L insegnante svlgerà il rul di mderatre e regista, pnend dmande, sllecitand interventi, valrizzand le prpste (specie se di alunni debli ) che pssn far avanzare nella direzine vluta. A quest fine stimlerà gli alunni a spiegare megli ad avanzare biezini ai cmpagni, Sl alla fine, si prcederà a sistematizzare i cncetti emersi mediante definizini, prprietà, risultati nti a tutti e da tutti cndivisi. La realizzazine delle tabelle e, ancr di più, dei diagrammi ptrebbe risultare difficile per alcuni alunni. Si ptrà rganizzare il lavr in md che alunni di livell divers cllabrin, dividendsi i cmpiti (ad esempi un detterà i dati e cntrllerà che l altr inserisca crrettamente; l altr curerà la realizzazine grafica, ppure darà istruzini in cas di utilizz di eventuali sftware). Dispnend della LIM, una cppia ptrà realizzare il prttip che pi tutti cpierann incllerann sul quadern. Piché i cncetti cinvlti nn sn affatt semplici, si suggerisce di far tenere ai singli alunni un diari di brd ( almen di relazinare cn sufficiente frequenza in frma preferibilmente scritta) in md che l insegnante pssa verificare cme si evlve l apprendiment di ciascun. In alcuni punti della prpsta si fa riferiment alle percentuali e ai rapprti. A nstr avvis, il richiam alle frazini e alla lr equivalenza è sufficiente a chiarire i cncetti cinvlti. Tuttavia l insegnante ptrà, se l ritiene necessari, psprre l attività qui presentata fin a quant i necessari cncetti nn sian stati sufficientemente trattati. In tal cas la prpsta ptrà presentarsi cme cncret rinfrz dei cncetti stessi. Infine, sserviam cme pssa essere indubbiamente utile, nelle varie attività prpste, un sftware che simuli l estrazine casuale di numeri per tante vlte quant si desideri. Tuttavia, tale prcedura è trasparente all alliev, che nn riesce a cntrllarla. Si raccmanda pertant che, anche se si vlesse realizzare questa pssibilità, l si faccia sl dp aver effettivamente prvat in maniera cncreta, in md che l studente abbia la sensazine dell aiut della macchina in una direzine che cmunque è la sua In tal md si ptrà ntare cme, al crescere del numer di estrazini la frequenza percentuale si andrà ad avvicinare sempre più a quella terica. Metdlgia: La metdlgia sarà quella labratriale, dve l insegnante guida l esplrazine, valrizza le iptesi, crdina discussine e verifica, pnend dmande stiml e prblemi. Si raccmanda in particlare che l insegnante nn anticipi le rispste ai dubbi dei ragazzi ma svlga un rul attiv nel rilanciare le dmande e nell stimlare prpste e iptesi. Sl quand queste sarann in qualche md emerse e cndivise dai ragazzi, l insegnante interverrà per precisare le definizini e puntualizzare i passi del percrs, aiutand gli studenti a sistematizzare crrettamente quant scpert.

4 Brunett Pichi e Antni Mr Scmmesse e Tabelline Bibligrafia di riferiment D Onfri, M. : La prbabilità. Rassegna n.36, peridic dell Istitut Pedaggic, agst 2008 Dacunha-Castelle, D. : La scienza del cas Dedal (1998) Glaymann, M.: Les Prbabilités à L'écle Élémentaire - Educatinal Studies in Mathematics, Vl. 6, N. 4 (1976), pp Hacking, I.: Intrduzine alla prbabilità e alla lgica induttiva Il Saggiatre (2005) Kemeny J.G., Snell J.L. & Thmsn G.: Matematica e attività umane, v. I e II Feltrinelli (1968) Pintacuda, N. : Prim crs di prbabilità - F.Muzi (1983) Rsenthal, J.S.: Le regle del cas Lnganesi (2005)

5 Brunett Pichi e Antni Mr Scmmesse e Tabelline Descrizine dell attività Cndizine, prblema stiml da cui nasce l'attività L intrduzine della prbabilità nella scula secndaria di I grad avviene slitamente perand su insiemi di (pchi) eventi resi vlutamente equiprbabili, cme accade in mlti gichi: lanci di mnete, di dadi, l estrazine di palline da urne, di carte da gic. Si arriva alla definizine classica della prbabilità di un event cme rapprt tra il numer di casi favrevli e il numer di casi pssibili. Si può però seguire un secnd schema, cnsiderand situazini che si ripetn mlte vlte secnd un schema identic: un gicatre che lancia più vlte una mneta un dad, un atleta che ripete un stess esercizi più vlte, ecc. In questi casi si può cnsiderare la frequenza relativa di un cert event: uscire testa per la mneta, un numer minre uguale a 2 per il dad, una fissata perfrmance per l atleta, Ha sens chiederci che relazini hann le frequenze relative di tali eventi cn le rispettive prbabilità. Quest secnd tip di apprcci lega fra lr la statistica e la prbabilità e permette di preparare gli alunni a ulteriri scperte e apprfndimenti in entrambe le direzini. L attività prpsta, inltre, mira a stimlare altre cmpetenze nei ragazzi (manualità e peratività gemetrica, cnscenza di prprietà dei numeri) in md da cinvlgerli in md più glbale. Prerequisiti richiesti ai ragazzi per svlgere l attività La classe di riferiment ptrebbe essere la prima nella secnda parte dell ann sclastic, quand sn stati ripresi e sistematizzati alcuni aspetti dei numeri naturali e della lr rappresentazine. In alcuni punti della prpsta si fa riferiment alle percentuali e ai rapprti. A nstr avvis, il richiam alle frazini e alla lr equivalenza è sufficiente a chiarire i cncetti cinvlti. Tuttavia l insegnante ptrà, se l ritiene necessari, psprre l attività qui presentata fin a quant i necessari cncetti nn sian stati sufficientemente trattati. In tal cas la prpsta ptrà presentarsi cme cncret rinfrz dei cncetti stessi. L Attività 3 (che può cmunque essere anche saltata senza danni per la prpsta principale) richiede alcune cmpetenze perative su cui può essere pprtun cinvlgere l insegnante di Tecnlgia. Strumenti frniti agli allievi E bene disprre di calclatrici tascabile; ptrebbe essere mlt utile pter usare (su pc LIM) un sftware cn fgli elettrnic. Per la Attività 1 è necessari disprre per gni alliev ( cppia di allievi) di un mazz di 10 cartncini uguali, su cui ragazzi stessi scriverann le cifre. Per l Attività 3 servn per gni alliev cppia di allievi: Cmpensat cartne spess; Un chid grss; Una graffetta. Per l Attività 4 sn utili dei set di gettni e dei dadi multi facce. Organizzazine della classe e metdlgia La dispsizine degli alunni può rimanere quella tradizinale della classe, ppure cn una sistemazine dei banchi a gruppi (nn più di 4 per grupp). La metdlgia è labratriale.

6 Brunett Pichi e Antni Mr Scmmesse e Tabelline Fasi e tempi (indicativi) 6 re (I tempi sn puramente indicativi. È pprtun dilatarli cntrarli in base all interesse ed alla rispsta degli studenti.) Attività 1 La Ltteria (2 re) - Fase I Estrazine semplice (½ ra) Fase II Cmplichiam un p le cse Una variante numerica (1 ½ ra) Attività 2 Il mdell teric (1 ½ ra) Attività 3 - La rulette (1 ½ ra) Attività 4 - Raffrzament curriclare e apprfndimenti (1 ½ ra)

7 Brunett Pichi e Antni Mr Scmmesse e Tabelline Indicazini per il dcente Attività 1 - La ltteria Fase I : Estrazine semplice Questa prima fase funge essenzialmente cme richiam della definizine classica di prbabilità e cme intrduzine infrmale della definizine frequentista. C è da aspettarsi che diversi ragazzi abbian già incntrat la prima alla scula primaria: in tal cas vviamente l insegnante ptrà ridurre il temp dedicat alla discussine intrduttiva. Prpniam, magari in vista di attività cme una festa della scula l incntr cn un altra classe, di prvare a rganizzare una ltteria, basata sull estrazine di numeri a cui assciare dei premi. Per fissare le idee, stabiliam che le estrazini avverrann da un insieme cmprendente i numeri da 0 a 9. Ogni studente ( cppia di studenti) riceverà un pacchett di 10 cartncini uguali. Su una faccia di ciascun cartncin segnerem i numeri da 0 a 9. Da tale mazz estrarrem di vlta in vlta in maniera casuale una carta. In alternativa si ptrà utilizzare un dad a 10 facce da lanciare tante vlte quant serve. Una vlta preparati gli strumenti e prvata qualche estrazine, si avvia una discussine cn i ragazzi su quale sia la prbabilità di uscita. In questa fase gli alunni (se il tema nn è stat mai trattat) avanzerann prbabilmente delle definizini ingenue ; è però pssibile che qualcun abbia già vist l argment magari nella scula primaria: in quest cas l insegnante ptrà incraggiare questi a spiegare agli altri il cncett. Al termine della discussine si dvrà giungere alla definizine classica di prbabilità. L insegnante prprrà allra di verificare sperimentalmente se le previsini sn crrette, eseguend una serie di esperimenti: ad gni cppia si prprrà di eseguire un cert numer di tentativi segnand il risultat (da 10 a 20 tentativi sn sicuramente pssibili in un temp ridtt: su una classe di 12 cppie quest permette di avere circa 200 risultati). Alla fine delle prve si smmerann i risultati usciti e scprirem che in realtà i numeri nn sarann cert usciti un numer di vlte pari a 1/10! La seguente tabella è stata realizzata in ccasine di una sperimentazine dell attività: cme si vede c è una discreta variabilità di uscita dei diversi numeri. CIFRA Frequenza Percentuale % ,0% ,5% ,7% ,3% ,6% ,8% ,7% ,7% ,5% ,4% tt Nta didattica: Può essere indubbiamente utile (in questa fase cme nelle successive) un sftware che simuli l estrazine scegliend in maniera casuale un numer fra 0 e 9 per tante vlte quant la classe decide. Tuttavia, tale prcedura è trasparente all alliev, che nn

8 Brunett Pichi e Antni Mr Scmmesse e Tabelline riesce a cntrllarla. Si raccmanda pertant che, anche se si vlesse realizzare questa pssibilità, l si faccia sl dp aver effettivamente prvat in maniera cncreta, in md che l studente abbia la sensazine dell aiut della macchina in una direzine che cmunque è la sua In tal md si ptrà ntare cme, al crescere del numer di estrazini la frequenza percentuale si andrà ad avvicinare sempre più a quella terica. Si ptrà a quest punt tirare in ball il mdell teric del lanci di un dad di due dadi e prevedere le prbabilità di uscita. Ptrem allra parlare di Casinò e Rulette e prprre ai ragazzi di effettuare una ricerca su Internet sul md in cui funzina la rulette classica (cn 36 caselle più l 0). Quest ci darà ccasine di rinfrzare il cncett di prbabilità classica e di parlare di gic equ : il premi viene decis in funzine della prbabilità terica. Nel cas del nstr gic, dunque, i premi sarann uguali per gni puntata. La scperta che in realtà, ad esempi nella rulette, il numer di uscite reali nn cincide cn quell previst dalla teria darà un sens al gic, una base pratica alla trattazine seguente e ptrà anche frnire l spunt per parlare di altri tipi di gichi Fase 2 Cmplichiam un p le cse Una variante numerica Il gic presentat nella Fase precedente, dp un p, diventa ripetitiv e nis. Per renderl più attraente, prpniam di usare due mazzi identici,, da cui effettuare cntempraneamente due estrazini (ppure di usare due dadi a dieci facce). Il numer vincente sarà il numer di unità del prdtt dei due numeri ttenuti. Ad esempi, se escn 7 e 4, il cui prdtt è 28, il numer vincente sarà 8. In questa situazine i ragazzi nn sann quali sian le prbabilità dei diversi numeri da 0 a 9. Se i numeri nn hann la stessa prbabilità di vincere, dbbiam assegnare i premi più cstsi ai numeri cn pche pssibilità di uscita e inversamente attribuire i premi più ecnmici ai numeri che hann più pssibilità di vincere. Cme prcedere? L insegnante inviterà i ragazzi a avanzare prpste. Dalla discussine dvrà emergere che la definizine classica nn si può (in realtà ancra nn si sa ) applicare, per la scarsa prevedibilità dei risultati. L insegnante suggerirà allra di cstruire una tabella sperimentale per vedere se si riesce a individuare un schema. In un prim temp i ragazzi prcedn sperimentalmente: divisi in gruppi, estraggn le cppie di numeri, anntan i risultati e fann delle statistiche. Fin dall inizi delle prve i ragazzi cnstatan che certi numeri escn più spess di altri, e sprattutt l zer vince mlt spess. Dp 2000 prve avrann ttenut risultati cme i seguenti (effettivamente trvati da una classe che ha sperimentat l attività).

9 Brunett Pichi e Antni Mr Scmmesse e Tabelline Tavla delle frequenze asslute e relative (percentuali) su 2000 prve Numer Frequenza Percentuale % , , , , , , , , , ,60 tt ,00 Nta didattica: A quest punt della prpsta, la clnna delle frequenze percentuali può anche essere messa. Tuttavia, senza vler intrdurre esplicitamente le percentuali, si può fare leva ancra una vlta sulla definizine classica di prbabilità: se il numer 5 è uscit 197 vlte su 2000 casi, quante vlte sarebbe uscit se avessim fatt sl 100 tentativi? Vgliam che la prbabilità resti la stessa, dunque il valre del rapprt deve essere uguale: una prprzine anche una semplice equivalenza di frazini pssn aiutarci a trvare la rispsta e cntempraneamente servn di rinfrz ai sttstanti cncetti aritmetici.

10 Frequenza Brunett Pichi e Antni Mr Scmmesse e Tabelline Cstruiam il crrispndente Diagramma a barre Numer Appare mlt chiaramente che l 0 ha una frequenza di uscita mlt più alta di tutti gli altri numeri e che alcuni numeri (1, 3, 7, 9 nella nstra sperimentazine) hann una frequenza di uscita più bassa degli altri. Perché accade quest? Se si cmpin altre 2000 prve, ptrem ttenere gli stessi risultati? N. Perché? Per clpa del cas. I risultati che si trverann sarann vicini ai precedenti? Ci aspettiam che sia csì, anche se certamente cn alcune differenze.

11 Brunett Pichi e Antni Mr Scmmesse e Tabelline Indicazini per il dcente Attività 2 Il mdell teric: la tavla pitagrica mdul 10 La questine che si pne è se sia pssibile trvare un mdell "teric" che permetta di prevedere i risultati ttenuti sperimentalmente. Dp una lunga discussine, emergerà (dai ragazzi eventualmente spinta ma NON ESPLICITAMENTE PROPOSTA DALL INSEGNANTE) l idea di cstruire una tavla pitagrica, per tentare di capire megli csa accade. Infatti l attività prcede per mltiplicazini fra numeri interi Tuttavia, per ttenere un mdell efficace del nstr gic, la tavla andrà cstruita in md da cntenere sl i numeri da 0 a 9: in pratica sarà una Tavla Pitagrica mdul 10 ; ssia, divid per 10 i numeri della tradizinale tavla pitagrica e scriv il rest. Secnd l efficace definizine di un ragazz in questa nn si scrivn le decine

12 Frequenza Brunett Pichi e Antni Mr Scmmesse e Tabelline L analisi di questa tavla è mlt istruttiva dal punt di vista numeric (si pensi a cme si pssn verificare alcuni criteri di divisibilità, ma nn tutti ) e la tavla stessa può essere lasciata a dispsizine per lavrarci ancra. I ragazzi cntan quante vlte ciascuna cifra cmpare nella tavla e cstruiscn la tabella seguente Numer Frequenza Percentuale % Qui la percentuale ha un significat mlt cncret, direttamente cnness alla definizine di prbabilità: quante uscite su 100 estrazini. Gli allievi cnfrntan questi risultati cn i risultati precedenti: Trvan che le frequenze nn sn paragnabili, ma le frequenze relative (espresse in percentuale) cnsentn raffrnti utili. I risultati sn in effetti mlt simili : l 0 ha una frequenza mlt più alta, mentre i numeri 1,3,7,9 l hann effettivamente più bassa degli altri. Per megli rendersi cnt si può suggerire ai ragazzi di disegnare il diagramma a barre teric Numer

13 Frequenza Brunett Pichi e Antni Mr Scmmesse e Tabelline e cnfrntarl cn quell sperimentale: Frequenze sperimentali Frequenze teriche Numer

14 Brunett Pichi e Antni Mr Scmmesse e Tabelline Indicazini per il dcente Attività 3 La rulette della frtuna Questa attività richiede una buna capacità di lavr manuale. Essa serve anche a richiamare alcuni cncetti gemetrici. Si suggerisce all insegnante di cinvlgere eventualmente clleghi di discipline tecnic-artistiche nella sua realizzazine. Essa ptrebbe naturalmente essere saltata, ma si presta bene a discutere ci ragazzi del significat di equiprbabilità e di gic nn truccat : la effettiva equiprbabilità di uscita dei risultati dipende da una cstruzine quant più esatta pssibile dell strument! Per cncretizzare e vivacizzare il gic, si può suggerire di utilizzare una rulette divisa in 10 settri uguali, numerati da 0 a 9. In pratica si tratta di preparare una ruta (cme quella usata in alcuni gichi televisivi) divisa in 10 settri. Naturalmente, per la crrettezza del gic, ccrre che la rulette sia ben equilibrata, in md che ciascun dei numeri da 0 a 9 abbia la stessa pssibilità (prbabilità) di uscire e quest ptrà dar lug a diverse sservazini. Prpniam ai ragazzi di cstruire la rulette magari cinvlgend l insegnante di Tecnlgia. Istruzini per realizzare la rulette 1. Disegnare un cerchi sul cmpensat cn il cmpass. 2. Marcare il centr del cerchi. 3. Prendere una graffetta e raddrizzare un cap 4. Usare il chid per tenere la graffetta sul centr del cerchi. 5. Dividere il cerchi in dieci parti uguali 6. Scrivere sulle parti (spicchi) le cifre da 0 a 9 Un prblema gemetric mlt interessante è cme suddividere il cerchi in dieci parti uguali. Per far ciò, perativamente, frse la csa più semplice è in prim lug capire che gni cerchi è di 360 gradi, nn imprta quale sia il su raggi. Quindi, se si vule dividerl in 10 parti uguali, è necessari cnscere il numer di gradi per ciascuna parte, ssia 360 /10 = 36. Dunque si dvrà tracciare un diametr del cerchi, prendere un gnimetr centrat nel centr del cerchi e appggiat al diametr e individuare un angl di 36 Quindi si dvrà disegnare un raggi dal centr alla circnferenza che individui l angl di 36 gradi e tracciare la crda che unisce i due punti trvati sulla circnferenza. Basta cntinuare a fare quest, per cstruire tutti i segmenti. Suggeriment: per rendere il lavr più velce, una vlta cstruit il vstr prim segment, si può prendere un cmpass e psizinarl sul punt trvat sulla circnferenza, tracciand un cerchi di diametr uguale al lat trvat. Ripetere questa perazine cstruend i segmenti muvendsi intrn al cerchi: infatti in pratica riprterem l stess angl al centr e quest garantisce la stessa lunghezza delle diverse crde. La LIM ptrebbe aiutare mlt in questa attività, dat che permetterebbe di mstrare il lavr nel su farsi, cn l utilizz di strumenti standard a cui i ragazzi sn rmai abituati; essi dvrann pi riprdurre sul cncret il lavr effettuat virtualmente sulla LIM. Per l svlgiment dell attività è asslutamente indispensabile che le uscite dei numeri sian equiprbabili. Invitiam i ragazzi a pensare a cme si ptrebbe verificare la prprietà: dalla discussine dvrà emergere che prpri la frequenza delle uscite dei numeri sulla

15 Brunett Pichi e Antni Mr Scmmesse e Tabelline rulette e il su cnfrnt cn quella elabrata tericamente ci permetterà di verificare men la effettiva equilibratura delle cstruzini. Effettuate allra le misurazini previste, sceglierem le rulette risultate più equilibrate per prprre la nstra ltteria.

16 Brunett Pichi e Antni Mr Scmmesse e Tabelline Indicazini per il dcente Attività 4: Raffrzament curriculare e apprfndimenti A quest punt, i ragazzi sn generalmente sddisfatti della lr ricerca, ma per rinfrzare i cncetti prpniam di ripetere il gic cn l us di un divers meccanism di estrazine, per verificare di nuv i fenmeni sservati e raffrzare per questa via l apprendiment desiderat. Esperienza A Si ptrà far ricrs a due urne cntenenti 10 gettni numerati da 0 a 9. Si estrae un gettne da ciascuna delle due urne, si esegue il prdtt dei numeri ttenuti e dp un sufficiente numer di estrazini si ha una nuva statistica, che si cnfrnta cn le precedenti. Numer Frequenza Frequenza relativa ,5% ,3% ,4% ,1% ,6% ,1% ,3% ,4% ,6% ,7% %

17 Frequenza Brunett Pichi e Antni Mr Scmmesse e Tabelline 30,00% 26,50% 25,00% 20,00% 15,00% 11,40% 12,60% 11,30% 11,60% 10,00% 9,10% 5,00% 5,30% 4,10% 4,40% 3,70% 0,00% Numer Si può cnfrntare quest grafic cn quell delle frequenze teriche ttenut nell attività precedente per verificarne le ntevli crrispndenze. Si nti che il raffrnt avviene qui fra i grafici: abbiam usat le percentuali dell frequenze relative, ma niente vieta di utilizzare quell delle frequenze asslute:

18 Frequenza Brunett Pichi e Antni Mr Scmmesse e Tabelline Numer Cme grafic, ess è vviamente identic al precedente e dunque cnfrtnabile a piacere cn quell delle frequenze teriche. Esperienza B Si ptrann usare un pai di dadi multifacce (del tip in us ad esempi nei gichi di rul) purché vviamente vi sian almen 10 numeri: se le facce sn più di 10, si ptrà cnsiderare null il lanci gni vlta che esca un numer furi del range vlut.

19 Brunett Pichi e Antni Mr Scmmesse e Tabelline Esperienza C (nel cas delle urne cn i gettni) Prpniam di utilizzare una sla urna facend due estrazini cnsecutive. Per rispettare il gic, dvrem vviamente re-immettere gni vlta il gettne estratt, dp avere pres nta del risultat e prima di prcedere all estrazine successiva. E se perassim senza re-immissine? Otterremm gli stessi risultati? Naturalmente qui le uscite pssibili sn 90 e vann eliminate le unità che cmpain sulla diagnale Cme cambian le prbabilità relative? Esperienza D (nel cas dei dadi multi facce, ad esempi cn 12 facce) Cme ntavam spra, per rispettare il gic dbbiam scartare le facce segnate cn i numeri maggiri di 10. Ma se nn le scartiam, csa succede alle frequenze? Ad esempi, per un dad a 12 facce le uscite pssibili sn 144 e vengn aggiunte due nuve righe crrispndenti alla 1 e alla 2. E se invece le facce fsser men di 10? E se mancasse la faccia crrispndente all 0? Cnsideriam i vari dadi (acquistati in cmmerci, ppure crrispndenti ai slidi reglari cstruibili) e i diversi numeri di facce. Frmuliam le tabelle di frequenza relative a questi nuvi casi e cerchiam di predire csa può succedere. Quindi sperimentiam e cntrlliam il risultat Queste prpste di mdalità diverse di lavrare pssn dar lug a situazini nuve, che la classe ptrà studiare sia sperimentalmente che tericamente, utilizzand i cncetti appresi.

20 Brunett Pichi e Antni Mr Scmmesse e Tabelline Indicazini per il dcente Spunti per prve di verifica Piché questa prpsta tratta cncetti nrmalmente presenti nell insegnament curriclare, le verifiche pssn essere frmulate anche in frma standard: prbabilità riguardanti estrazine da mazzi di carte da urne, lanci di dadi, ecc. Inltre, se si vule restare aderenti alla prpsta è pprtun verificare la capacità di cstruire un mdell cn le frequenze relative (fra l altr, quest serve a richiamare la cstruzine di percentuali in un cas assai cncret ) e il relativ diagramma a barre. Tuttavia, è mlt imprtante che il dcente utilizzi, in ccasine di attività labratriali cme queste, strumenti sservativi, i quali a lr vlta pssn frnire una base valutativa dell alliev. Su prpste di quest genere è imprtante sservare (i punti nn sn elencati in rdine di imprtanza): il tip e la qualità della partecipazine alla discussine la crrettezza e la cerenza di quant affermat a prpsit dei calcli l us apprpriat del linguaggi per cmunicare le prprie idee la crrettezza delle sservazini relative a cncetti prbabilistici la precisine delle spiegazini (scritte rali), sprattutt dal punt di vista del rendere la spiegazine cmprensibile agli altri alunni la dispnibilità ad un prgressiv arricchiment del linguaggi, l effettiv sfrz e il prgress in tale direzine la dispnibilità a mdificare le prprie idee a seguit di interventi dei cmpagni Inltre nell Attività 3 interverrann cmpetenze di tip gemetric, grafic e manuale, le quali a lr vlta andrann cnsiderate e sservate.

1. Microsoft Power Point: costruire una presentazione

1. Microsoft Power Point: costruire una presentazione Dtt. Pal Mnella Labratri di Infrmatica Specialistica per Lettere Mderne 2 semestre, A.A. 2009-2010 Dispensa n. 3: Presentazini Indice Dispensa n. 3: Presentazini...1 1. Micrsft Pwer Pint: cstruire una

Dettagli

Cos è il Master Essere HR Business Partner?

Cos è il Master Essere HR Business Partner? Cs è il Master Essere HR Business Partner? Un percrs che aiuta i prfessinisti HR ad andare ltre in termini di autrevlezza e fcalizzazine sul cliente e sui risultati. Quali biettivi permette di raggiungere?

Dettagli

Progettare l ambiente di apprendimento. Valorizzare l esperienza e le conoscenze degli alunni

Progettare l ambiente di apprendimento. Valorizzare l esperienza e le conoscenze degli alunni Rendiam prduttive le riunini Per prgettare un mdell di scula: un apprcci culturale e filsfic un elabrazine pedaggica una prgettazine didattica frti cnscenze disciplinari L autnmia è: respnsabilità innvazine

Dettagli

Dati dai questionari. Report preliminare. Maggio 2015

Dati dai questionari. Report preliminare. Maggio 2015 Dati dai questinari Reprt preliminare Maggi 2015 Dati Scule Regine Abruzz 3,9% 16 Basilicata 0,5% 2 Calabria 2,4% 10 Campania 3,9% 16 Emilia Rmagna 4,6% 19 Friuli Venezia Giulia 3,4% 14 Lazi 4,1% 17 Liguria

Dettagli

Abstract: una versione sintetica della tua relazione. Il lavoro di ricerca e progettazione svolto prima di cominciare gli esperimenti.

Abstract: una versione sintetica della tua relazione. Il lavoro di ricerca e progettazione svolto prima di cominciare gli esperimenti. COME SCRIVERE LA RELAZIONE DEL PROGETTO La tua relazine finale deve includere le seguenti sezini: Titl Abstract: una versine sintetica della tua relazine. Indice. Dmanda, variabili e iptesi. Il lavr di

Dettagli

Aggiornamento remoto della chiave hardware

Aggiornamento remoto della chiave hardware AMV S.r.l. Via San Lrenz, 106 34077 Rnchi dei Leginari (Grizia) Italy Ph. +39 0481.779.903 r.a. Fax +39 0481.777.125 E-mail: inf@amv.it www.amv.it Cap. Sc. 10.920,00 i.v. P.Iva: IT00382470318 C.F. e Iscriz.

Dettagli

Università degli Studi di Lecce Facoltà di Ingegneria Informatica N.O. A.A. 2003/2004. Tesina Esame di Elettronica Analogica II

Università degli Studi di Lecce Facoltà di Ingegneria Informatica N.O. A.A. 2003/2004. Tesina Esame di Elettronica Analogica II Università degli Studi di Lecce Facltà di Ingegneria Infrmatica N.O. A.A. /4 esina Esame di Elettrnica Analgica II Studentessa: Laura Crchia Dcente: Dtt. Marc Panare INDICE Presentazine del prgett del

Dettagli

La retta è il luogo geometrico dei punti che soddisfano la seguente relazione

La retta è il luogo geometrico dei punti che soddisfano la seguente relazione RETTE Definizine intuitiva La retta linea retta è un dei tre enti gemetrici fndamentali della gemetria euclidea. Viene definita da Euclide nei sui Elementi cme un cncett primitiv. Un fil di ctne di spag

Dettagli

IL TESTO ARGOMENTATIVO

IL TESTO ARGOMENTATIVO IL TESTO ARGOMENTATIVO 1. LA STRUTTURA DI UN TESTO ARGOMENTATIVO La struttura base del test argmentativ può essere csì schematizzata: PROBLEMA TEMATICA CONFUTAZIONE DELLE SIN CONCLUSIONE Questa struttura,

Dettagli

I SERVIZI DI CUI AVETE BISOGNO OVUNQUE VOI SIATE

I SERVIZI DI CUI AVETE BISOGNO OVUNQUE VOI SIATE I SERVIZI DI CUI AVETE BISOGNO OVUNQUE VOI SIATE La direttiva Servizi mira a ffrire ai cnsumatri più scelta, più qualità e un access più facile ai servizi in tutt il territri dell UE PERCHÉ LE NUOVE NORME

Dettagli

Università degli Studi di Messina Anno Accademico 2014/2015. Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali, Ambientali e Metodologie Quantitative

Università degli Studi di Messina Anno Accademico 2014/2015. Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali, Ambientali e Metodologie Quantitative Università degli Studi di Messina Ann Accademic 2014/2015 Dipartiment di Scienze Ecnmiche, Aziendali, Ambientali e Metdlgie Quantitative I MASTER UNIVERSITARIO DI PRIMO LIVELLO IN ECONOMIA BANCARIA E FINANZIARIA

Dettagli

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI FIRENZE FACOLTA' DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE CORSO DI LAUREA IN. Formatore Multimediale

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI FIRENZE FACOLTA' DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE CORSO DI LAUREA IN. Formatore Multimediale UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI FIRENZE FACOLTA' DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE CORSO DI LAUREA IN Frmatre Multimediale METODOLOGIA METACOGNITIVA DEI SISTEMI INTEGRATI PER LA GESTIONE DELL APPRENDIMENTO E DELLA

Dettagli

Sconti e agevolazioni speciali in CONVENZIONE em.01 14

Sconti e agevolazioni speciali in CONVENZIONE em.01 14 Sigeim Energia srl Ftvltaic Veicli elettrici Batterie slari Scnti e agevlazini speciali in CONVENZIONE em.01 14 Negli ultimi 6 anni la Sigeim Energia si è dedicata alla prgettazine e installazine di impianti

Dettagli

1. CORRENTE CONTINUA

1. CORRENTE CONTINUA . ONT ONTNUA.. arica elettrica e crrente elettrica e e e e P N NP e e arica elementare carica dell elettrne,6 0-9 Massa dell elettrne m 9, 0 - Kg L atm è neutr. Le cariche che pssn essere spstate nei slidi

Dettagli

Per risolvere le equazioni alle differenze si può utilizzare il metodo della Z-trasformata.

Per risolvere le equazioni alle differenze si può utilizzare il metodo della Z-trasformata. 8.. STRUMENTI MATEMATICI 8. Equazini alle differenze. Sn legami statici che legan i valri attuali (all istante k) e passati (negli istanti k, k, ecc.) dell ingress e k e dell uscita u k : u k = f(e 0,

Dettagli

Manuale Amministratore. Edizione Ottobre 2008

Manuale Amministratore. Edizione Ottobre 2008 Manuale Amministratre Edizine Ottbre 2008 Manuale Amministratre PaschiInTesreria - Ottbre 2008 INDICE 1. Intrduzine 3 2. Access Amministratre 4 3. Funzini Amministrative 6 3.1. Gestine Azienda 6 3.2. Gestine

Dettagli

MINIGUIDA SULLA CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI ORDINARIA NELL'INDUSTRIA (ESCLUSO SETTORE EDILE)

MINIGUIDA SULLA CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI ORDINARIA NELL'INDUSTRIA (ESCLUSO SETTORE EDILE) MINIGUIDA SULLA CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI ORDINARIA NELL'INDUSTRIA (ESCLUSO SETTORE EDILE) "per la nzine di "industria" ai fini del trattament di cig ccrre fare riferiment alla legge 9 marz 1989 n. 88

Dettagli

CONTENUTO INTRODUZIONE. Descrizione della piattaforma Servizio di ricezione di dati Servizio di trading Materiale di supporto.

CONTENUTO INTRODUZIONE. Descrizione della piattaforma Servizio di ricezione di dati Servizio di trading Materiale di supporto. CONTENUTO INTRODUZIONE Descrizine della piattafrma Servizi di ricezine di dati Servizi di trading Materiale di supprt INIZIARE A LAVORARE CON VISUAL CHART V Requisiti del sistema Cme ttenere i dati di

Dettagli

Scheda di sintesi Armenia

Scheda di sintesi Armenia VI. Prgramma prmzinale 2006: ARMENIA SCHEDA DI SINTESI ATTIVITA ne altri 1. EVENTI DI PROMOZIONE TURISTICA 1.1 Manifestazini fieristiche diffusine di ntizie tramite e-mail e Sit Internet dell Ambasciata

Dettagli

3) MECCANISMI DI RILASSAMENTO

3) MECCANISMI DI RILASSAMENTO 3) MECCANSM D RLASSAMENTO nuclei eccitati tendn a cedere l'energia acquisita ed a ritrnare nella "psizine" di equilibri. meccanismi del rilassament sn mlt cmplessi (sprattutt nei slidi) e pssn essere classificati

Dettagli

VERBALE DELLA COMMISSIONE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA E DISINFEZIONE DEI LOCALI CAMERALI CIG N. 1310739808

VERBALE DELLA COMMISSIONE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA E DISINFEZIONE DEI LOCALI CAMERALI CIG N. 1310739808 VERBALE DELLA COMMISSIONE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA E DISINFEZIONE DEI LOCALI CAMERALI CIG N. 1310739808 L ann duemilaundici il girn 11 del mese di Aprile alle re 10:00, press la sede della

Dettagli

Silk Enterprise Content Management Collaboration, content, people, innovation.

Silk Enterprise Content Management Collaboration, content, people, innovation. Cllabratin, cntent, peple, innvatin. The Need fr an Enterprise Cntent Management System In un mercat knwledge riented, estremamente cmpetitiv e dinamic, le Imprese di success sn quelle che gestiscn in

Dettagli

LA FATTURAZIONE ELETTRONICA VERSO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

LA FATTURAZIONE ELETTRONICA VERSO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE DATALOG ITALIA SRL LA FATTURAZIONE ELETTRONICA VERSO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE La Finanziaria 2008 ha stabilit che la fatturazine nei cnfrnti delle amministrazini dell stat debba avvenire esclusivamente

Dettagli

PREVENZIONE DEL TROMBOEMBOLISMO VENOSO NEL PAZIENTE NEUROLOGICO ALLETTATO

PREVENZIONE DEL TROMBOEMBOLISMO VENOSO NEL PAZIENTE NEUROLOGICO ALLETTATO PREVENZIONE EL TROMBOEMBOLISMO VENOSO NEL PAZIENTE NEUROLOGIO ALLETTATO 1. Intrduzine ed biettivi 3 2 Sinssi delle raccmandazini 4 3. Ictus cerebri ischemic acut 10 3.1 Prfilassi meccanica 10 3.2 Prfilassi

Dettagli

REGOLAMENTO del CONCORSO A PREMI denominato Scopri l'azerbaijan e vinci un biglietto per Expo2015.

REGOLAMENTO del CONCORSO A PREMI denominato Scopri l'azerbaijan e vinci un biglietto per Expo2015. REGOLAMENTO del CONCORSO A PREMI denminat Scpri l'azerbaijan e vinci un bigliett per Exp2015. 1. SOCIETA PROMOTRICE Simmetric SRL Via V. Frcella 13, 20144 Milan P.IVA 05682780969 (di seguit la Prmtrice

Dettagli

MARTINA ZIPOLI. Curriculum Vitae Martina Zipoli INFORMAZIONI PERSONALI. Sesso Femmina Data di nascita 14/12/1986 Nazionalità Italiana

MARTINA ZIPOLI. Curriculum Vitae Martina Zipoli INFORMAZIONI PERSONALI. Sesso Femmina Data di nascita 14/12/1986 Nazionalità Italiana INFORMAZIONI PERSONALI MARTINA ZIPOLI Sess Femmina Data di nascita 14/12/1986 Nazinalità Italiana ESPERIENZA PROFESSIONALE Archelga press cantieri di scav prgrammat ed emergenza, cn ruli di respnsabile

Dettagli

1. Lessicologia vs terminologia... 4 2. Lessico comune e lessico specialistico... 4 3. I linguaggi speciali... 6 4. Cenni storici... 6 5.

1. Lessicologia vs terminologia... 4 2. Lessico comune e lessico specialistico... 4 3. I linguaggi speciali... 6 4. Cenni storici... 6 5. 1. Lessiclgia vs terminlgia... 4 2. Lessic cmune e lessic specialistic... 4 3. I linguaggi speciali... 6 4. Cenni strici... 6 5. La nrmazine terminlgica... 7 6. Dalla lessicgrafia alla termingrafia, dai

Dettagli

D.P.G.R n in data Eventi eccezionali del/dal..al (gg/mese/anno). MODULO PER PRIVATI

D.P.G.R n in data Eventi eccezionali del/dal..al (gg/mese/anno). MODULO PER PRIVATI Md. 1 - Privati D.P.G.R n in data Eventi eccezinali del/dal..al (gg/mese/ann). MODULO PER PRIVATI Cn il presente mdul pssn essere segnalate anche vci di dann nn ricmprese nella LR 4/97 Da cnsegnare al

Dettagli

MODELLO RI2 DOMANDA DI RILASCIO/RINNOVO AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO IN CORPO IDRICO SUPERFICIALE PER IMPIANTI A SCAMBIO TERMICO

MODELLO RI2 DOMANDA DI RILASCIO/RINNOVO AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO IN CORPO IDRICO SUPERFICIALE PER IMPIANTI A SCAMBIO TERMICO MODELLO RI2 DOMANDA DI RILASCIO/RINNOVO AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO IN CORPO IDRICO SUPERFICIALE PER IMPIANTI A SCAMBIO TERMICO Riepilg dcumentazine 1 2 Istanza di autrizzazine all scaric in crp idric

Dettagli

Understanding VMware HA. Le meccaniche di ridondanza dei cluster VMware vsphere (v5.x)

Understanding VMware HA. Le meccaniche di ridondanza dei cluster VMware vsphere (v5.x) Understanding VMware HA Le meccaniche di ridndanza dei cluster VMware vsphere (v5.x) 1 «Chi sn?» Rcc Sicilia, IT Manager e Virtualizatin Architect. Attualmente sn respnsabile del team di Design di un System

Dettagli

Chi è il soggetto che procede ad erogare il servizio di scambio sul posto? Quali sono i vantaggi di aderire al regime di scambio sul posto?

Chi è il soggetto che procede ad erogare il servizio di scambio sul posto? Quali sono i vantaggi di aderire al regime di scambio sul posto? Mdalità di access alla cnvenzine (13) Csa si intende per servizi di scambi sul pst? L scambi sul pst [Deliberazine ARG/elt 74/08, Allegat A Test integrat dell scambi sul pst (TISP)], è un meccanism che

Dettagli

Strategia Energetica Nazionale: per un energia più competitiva e sostenibile

Strategia Energetica Nazionale: per un energia più competitiva e sostenibile Strategia Energetica Nazinale: per un energia più cmpetitiva e sstenibile Marz 2013 Premessa Il cntest nazinale e internazinale di questi anni è difficile ed incert. La crisi ecnmica ha investit tutte

Dettagli

rigenerazione urbana volti a promuovere la riqualificazione Pulsano, viale dei Micenei n.70. PREMESSA

rigenerazione urbana volti a promuovere la riqualificazione Pulsano, viale dei Micenei n.70. PREMESSA RELAZIONE TECNICA OGGETTO: Prgett di un intervent sit in Pulsan, lc. La Fntana, viale dei Micenei n.70 inserit nei prgrammi integrati di rigenerazine urbana vlti a prmuvere la riqualificazine di città

Dettagli

Alto Apprendistato 2011-2013

Alto Apprendistato 2011-2013 Alt Apprendistat 2011-2013 Dcente: 2010 - CEFRIEL The present riginal dcument was prduced by CEFRIEL fr the benefit and

Dettagli

SPINE PER GLI IMPIANTI ELETTRICI

SPINE PER GLI IMPIANTI ELETTRICI SPINE PER GLI IMPIANTI ELETTRICI Una spina elettrica è un cnnettre elettric che può essere inserit in una presa di crrente cmplementare. Per mtivi di sicurezza, il lat cstantemente stt tensine è sempre

Dettagli

Soci. Posteggio barche/canoa. Categoria Socio Tassa base Uso barche Uso natante Uso tutto. Socio attivo 150 350 550 800

Soci. Posteggio barche/canoa. Categoria Socio Tassa base Uso barche Uso natante Uso tutto. Socio attivo 150 350 550 800 TARIFFARIO 2015 Valid dal 01.02.2015 Sci Categria Sci Tassa base Us barche Us natante Us tutt Psteggi barche/cana Sci attiv 150 350 550 800 Sci attiv famiglia 160 400 600 800 Sci attiv Junir 50 *1) 100

Dettagli

RELAZIONE PROGETTO Breve descrizione del problema trattato

RELAZIONE PROGETTO Breve descrizione del problema trattato RELAZIONE PROGETTO Irene Maria Girnacci Fndamenti di prgrammazine I ann laurea triennale Breve descrizine del prblema trattat Il prblema assegnat cnsiste nell svilupp di una agenda elettrnica, cmpsta da

Dettagli

PROPOSTA DI LEGGE N. 4091. D iniziativa dei deputati

PROPOSTA DI LEGGE N. 4091. D iniziativa dei deputati PROPOSTA DI LEGGE N. 4091 D iniziativa dei deputati SANTULLI, ARACU, BIANCHI CLERICI, CARLUCCI, GALVAGNO, GARAGNANI, LICASTRO SCARDINO, ORSINI, PACINI, PALMIERI, RANIERI Statut dei diritti degli insegnanti

Dettagli

Dopo 30 giugno. Totale. TASSA D ISCRIZIONE 30 giugno RICHIESTE E CONDIZIONI DI PRENOTAZIONE SPAZI. DOPO QUANTITÀ 30 GIUGNO x mq

Dopo 30 giugno. Totale. TASSA D ISCRIZIONE 30 giugno RICHIESTE E CONDIZIONI DI PRENOTAZIONE SPAZI. DOPO QUANTITÀ 30 GIUGNO x mq Rma, 29-30-31 ttbre 2003, EUR, Palazz dei Cngressi DOMANDA DI AMMISSIONE A BIBLIOCOM BIBLIOTEXPO 2003 cmpilare in gni sua parte Dati aziendali DATI DELL AZIENDA TITOLARE DELLO STAND DATI PER LA FATTURAZIONE

Dettagli

TRASFORMAZIONI: DALL UVA AL VINO

TRASFORMAZIONI: DALL UVA AL VINO Scuola elementare istituto comprensivo Adro Classi seconde a.s. 2003 2004 TRASFRMAZINI: DALL UVA AL VIN BIETTIV: sservare, porre domande, fare ipotesi e verificarle. Riconoscere e descrivere fenomeni del

Dettagli

TURISMO MARITTIMO E COSTIERO SOSTENIBILE,

TURISMO MARITTIMO E COSTIERO SOSTENIBILE, TURISMO MARITTIMO E COSTIERO SOSTENIBILE, CHIAVE PER LA CRESCITA BLU COM & CAP MARINA-MED #5 SEMINARIO DI CAPITALIZZAZIONE 12 &13 Maggi, 2015 Firenze (Regines Tscana- Italia) Luca Girdan Hall, Palazz Medici

Dettagli

Condizioni Generali sito SOSartigiani.it

Condizioni Generali sito SOSartigiani.it Cndizini Generali sit SOSartigiani.it 1. Premesse 1.1 Il presente accrd è stipulat in Italia tra il Dtt. Lrenz Caprini, via Garibaldi 2, Trezzan Rsa 20060 Milan, ideatre di SOSartigiani.it di seguit denminat

Dettagli

EMERGENZA MEDITERRANEO E MIGRAZIONI: COME PUÒ RISPONDERE L EUROPA?

EMERGENZA MEDITERRANEO E MIGRAZIONI: COME PUÒ RISPONDERE L EUROPA? Analysis N. 284, Aprile 2015 EMERGENZA MEDITERRANEO E MIGRAZIONI: COME PUÒ RISPONDERE L EUROPA? Stefan M. Trelli La tragedia avvenuta nel Canale di Sicilia, cn circa 700 persne che si teme abbian pers

Dettagli

PREMESSA PREMESSA PREMESSA PRE

PREMESSA PREMESSA PREMESSA PRE PREMESSA PREMESSA I Servizi via internet, cellulare e telefn le permettn di perare in md semplice e dirett cn la Banca, dvunque lei sia, a qualsiasi ra del girn, scegliend di vlta in vlta il canale che

Dettagli

SOAP qwerty Manuale Utente. Ver.1.0.20101105. Contenuti

SOAP qwerty Manuale Utente. Ver.1.0.20101105. Contenuti Ver.1.0.20101105 Cntenuti SOAP QWERTY 1. Per la Vstra Sicurezza... 4 2. Prfil del telefn... 7 3. Prim utilizz... 9 Installare la SIM Card... 9 Installare la Memry card... 11 Installare la Batteria... 12

Dettagli

(Fonte: Vademecum Nextville 2013, Efficienza energetica, gli incentivi per il risparmio energetico, le rinnovabili termiche e la cogenerazione )

(Fonte: Vademecum Nextville 2013, Efficienza energetica, gli incentivi per il risparmio energetico, le rinnovabili termiche e la cogenerazione ) CERTIFICATI BIANCHI (TITOLI DI EFFICIENZA ENERGETICA TEE) (Fnte: Vademecum Nextville 2013, Efficienza energetica, gli incentivi per il risparmi energetic, le rinnvabili termiche e la cgenerazine ) 1) MECCANISMO

Dettagli

Guida alla Convenzione TELEFONIA MOBILE 5

Guida alla Convenzione TELEFONIA MOBILE 5 TELEFONIA MOBILE 5 Realizzat da azienda cn sistema di gestine per la qualità certificat ISO 9001:2008 Smmari 1. PREMESSA... 4 1.1 CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE SIM IN CONVENZIONE AI DIPENDENTI DELLE AMMINISTRAZIONI...

Dettagli

Non vuoi disegnare a mano libera? Preferisci usare il computer? Nessun problema! Puoi...

Non vuoi disegnare a mano libera? Preferisci usare il computer? Nessun problema! Puoi... Idee per nn far fatica Nn vui disegnare a man libera? Preferisci usare il cmputer? Nessun prblema! Pui... Utilizzare gli emticn In quest blg ci sn numersi emticn a tua dispsizine. Clicca semplicemente

Dettagli

La nuova Strategia Energetica Nazionale per un energia più competitiva e sostenibile DOCUMENTO PER CONSULTAZIONE PUBBLICA

La nuova Strategia Energetica Nazionale per un energia più competitiva e sostenibile DOCUMENTO PER CONSULTAZIONE PUBBLICA La nuva Strategia Energetica Nazinale per un energia più cmpetitiva e sstenibile DOCUMENTO PER CONSULTAZIONE PUBBLICA Settembre 2012 La Nuva Strategia Energetica Nazinale Premessa Il cntest nazinale e

Dettagli

A chi si rivolge: a coloro che già svolgono o svolgeranno mansioni di amministratore di sistemi o ingegnere di sistemi in strutture medio-grandi

A chi si rivolge: a coloro che già svolgono o svolgeranno mansioni di amministratore di sistemi o ingegnere di sistemi in strutture medio-grandi Via Renat Cesarini, 58/60 00144 Rma Via Scrate 26-20128 - Milan P. IVA: 01508940663 CCIAA: 11380/00/AQ Cisc, Juniper and Micrsft authrized Trainers Esame 70 291: (Btcamp Crs MS-2276 e crs MS-2277 ) Crs

Dettagli

MINISTERO DELLA DIFESA UFFICIO CENTRALE DEL BILANCIO E DEGLI AFFARI FINANZIARI

MINISTERO DELLA DIFESA UFFICIO CENTRALE DEL BILANCIO E DEGLI AFFARI FINANZIARI MINISTERO DELLA DIFESA UFFICIO CENTRALE DEL BILANCIO E DEGLI AFFARI FINANZIARI II REPARTO- COOPERAZIONE INTERNAZIONALE 2 Uffici- Trattamenti ecnmici del persnale all'ester All.8 Indirizz Pstale: Via XX

Dettagli

Approcci quantitativi per l Energy Trading & Risk Management: Gestione rischio asset rinnovabili

Approcci quantitativi per l Energy Trading & Risk Management: Gestione rischio asset rinnovabili Mercati energetici e metdi quantitativi: un pnte tra Università e Aziende 22-23 Maggi, Padva Apprcci quantitativi per l Energy Trading & Risk Management: Gestine rischi asset rinnvabili Manuele Mnti, Ph.D.

Dettagli

GLI AMMORTIZZATORI SOCIALI

GLI AMMORTIZZATORI SOCIALI GLI AMMORTIZZATORI SOCIALI Ringraziamenti Diverse persne hann cntribuit a quest lavr. Tra queste ringrazi l Avv. Rsari Salnia, che nel nstr ambiente, è cnsiderat il miglir giuslavrista di Rma ed il su

Dettagli

Annual General Meeting AGM 3-6 Aprile 2014

Annual General Meeting AGM 3-6 Aprile 2014 Annual General Meeting AGM 36 Aprile 2014 Erasmus Student Netwrk Annual General Meeting 2014 Milan Italia COS'E' ESN? Erasmus Student Netwrk (ESN) è una delle più grandi assciazini studentesche in Eurpa.

Dettagli

Requisiti per la firma di un'iniziativa dei cittadini europei

Requisiti per la firma di un'iniziativa dei cittadini europei Requisiti per la firma di un'iniziativa dei cittadini eurpei REQUISITI GENERALI Per pter sstenere un'iniziativa dei cittadini eurpei ccrre essere cittadini dell'ue (cittadini di un Stat membr) e aver raggiunt

Dettagli

Nota tecnica riferita alla nota M.I.U.R. prot. n. 8409 del 30 luglio 2010

Nota tecnica riferita alla nota M.I.U.R. prot. n. 8409 del 30 luglio 2010 Nta tecnica riferita alla nta M.I.U.R. prt. n. 8409 del 30 lugli 2010 Oggett: Istruzini amministrativ-cntabili per le istituzini ggett di dimensinament. Le Istituzini sclastiche, per quant attiene all

Dettagli

FUNZIONE CARATTERISTICA DI UN FENOMENO ALEATORIO

FUNZIONE CARATTERISTICA DI UN FENOMENO ALEATORIO B. DE FINETTI (Rma - ItaKa) FUNZIONE CARATTERISTICA DI UN FENOMENO ALEATORIO 1. - Scp di questa cmunicazine è di mstrare cme il metd deka funzine caratteristica ( l ), già csì vantaggisamente intrdtt neka

Dettagli

Carta dei Servizi CARTA DEI SERVIZI

Carta dei Servizi CARTA DEI SERVIZI CARTA DEI SERVIZI SERVIZIO RELATIVA AL TRASPORTO PUBBLICO LOCALE INDICE 1. Elenc mduli richiamati... 4 2. Riferimenti... 4 3. Scp e generalità... 5 4. Camp di applicazine... 5 5. Standard specifici...

Dettagli

Allegato all'articolo Taglialeggi

Allegato all'articolo Taglialeggi Allegat all'articl Taglialeggi Tip att Titl dispsizi ni da abrgare 1 R.D. 773 18/06/1931 Apprvazine del test unic delle leggi di Le persne che hann l'bblig di prvvedere all'istruzine art. 12, elementare

Dettagli

Manuale d uso. Manuale d uso EPIC 10 codice articolo 5400321-03 Rev. H

Manuale d uso. Manuale d uso EPIC 10 codice articolo 5400321-03 Rev. H Manuale d us Manuale d us EPIC 10 cdice articl 5400321-03 Rev. H INDICE Indice... 1 Intrduzine... 4 1. Cnfezine... 5 1.1 Elenc dei cmpnenti del sistema... 5 1.2 Dati Tecnici... 5 2. Descrizine dell apparecchiatura...

Dettagli

Ingegneria, Qualità e Servizi Engineering Process Owner

Ingegneria, Qualità e Servizi Engineering Process Owner Engineering Prcess Owner ING. FABIO GIANOLA Dati Anagrafici Nat a Milan il 25/11/1968. Nazinalità: Italiana Residenza: Milan Prfessine: Da Nvembre 2013 Amministratre Unic di I.Q.S. Ingegneria Qualità e

Dettagli

Curriculum Vitae Europass

Curriculum Vitae Europass Curriculum Vitae Eurpass Infrmazini persnali Cgnme(i/)/Nme(i) Gentili Marc Cittadinanza italiana Sess Occupazine desiderata/settre prfessinale Maschile Espert Senir Esperienza prfessinale Date Lavr psizine

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO N 1 LANCIANO - SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO CURRICOLO VERTICALE - Classe Prima MATEMATICA a.s. 2014/2015

ISTITUTO COMPRENSIVO N 1 LANCIANO - SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO CURRICOLO VERTICALE - Classe Prima MATEMATICA a.s. 2014/2015 NUMERI. SPAZIO E FIGURE. RELAZIONI, FUNZIONI, MISURE, DATI E PREVISIONI Le sociali e ISTITUTO COMPRENSIVO N 1 LANCIANO - SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO CURRICOLO VERTICALE - Classe Prima MATEMATICA procedure

Dettagli

Gli acciai inossidabili resistenti all'urto alle basse temperature, impiegati nella costruzione di caldareria saldata

Gli acciai inossidabili resistenti all'urto alle basse temperature, impiegati nella costruzione di caldareria saldata Gli acciai inssidabili resistenti all'urt alle basse temperature, impiegati nella cstruzine di caldareria saldata dr. ing- Gabriele DI CAPRIO dirìgente del servizi tecnic del Centr Inx O Le applicazini

Dettagli

ESERCITAZIONI DI STATISTICA BIOMEDICA

ESERCITAZIONI DI STATISTICA BIOMEDICA ESERCITAZIONI DI STATISTICA BIOMEDICA ALCUNE NOTE SU R Matte Dell Omdarme agst 2012 Cpyright c 2012 Matte Dell Omdarme versin 1.3.3 mattdell@fastmail.fm Permissin is granted t cpy, distribute and/r mdify

Dettagli

DIREZIONE REGIONALE FORMAZIONE, RICERCA E INNOVAZIONE, SCUOLA E UNIVERSITA', DIRITTO ALLO STUDIO

DIREZIONE REGIONALE FORMAZIONE, RICERCA E INNOVAZIONE, SCUOLA E UNIVERSITA', DIRITTO ALLO STUDIO Avvis pubblic per la cncessine di cntributi ecnmici a sstegn di prgetti da attuare nelle Scule del Lazi - Presentazine n demand delle prpste prgettuali ALLEGATO A - Prgetti Esclusi - Scadenza 27 febbrai

Dettagli

Grilamid Poliammide 12 Tecnopolimero per le massime prestazioni

Grilamid Poliammide 12 Tecnopolimero per le massime prestazioni Grilamid Pliammide 12 Tecnplimer per le massime prestazini Indice 3 Intrduzine 4 Cnfrnt cn altre pliammidi 5 Nmenclatura Grilamid 6 Esempi di impieghi 8 Caratteristiche tipi Grilamid 10 Prprietà 20 Dati

Dettagli

UNA LEZIONE SUI NUMERI PRIMI: NASCE LA RITABELLA

UNA LEZIONE SUI NUMERI PRIMI: NASCE LA RITABELLA UNA LEZIONE SUI NUMERI PRIMI: NASCE LA RITABELLA Tutti gli anni, affrontando l argomento della divisibilità, trovavo utile far lavorare gli alunni sul Crivello di Eratostene. Presentavo ai ragazzi una

Dettagli

Consigli per la risoluzione dei problemi

Consigli per la risoluzione dei problemi Cnsigli per la risluzine dei prblei Una parte fndaentale di gni crs di Fisica è la risluzine di prblei. Rislvere prblei spinge a raginare su idee e cncetti e a cprenderli egli attravers la lr applicazine.

Dettagli

referente e-mail PEC referente identificatore titolo descrizione

referente e-mail PEC referente identificatore titolo descrizione referente e-mail PEC referente identificatre titl descrizi Avv. Pal Brgia - resp. cmu.mnterdibisacciacb@legalmail.it Settre Affari Gerali Avv. Pal Brgia - resp. cmu.mnterdibisacciacb@legalmail.it Settre

Dettagli

Test d ingresso per i curricula in lingua inglese Coloro che intendono iscriversi ai curricula in lingua inglese Economics of Financial and Insurance

Test d ingresso per i curricula in lingua inglese Coloro che intendono iscriversi ai curricula in lingua inglese Economics of Financial and Insurance Note e istruzioni per i test di ingresso ai Corsi di Studio del Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali, Matematiche e Statistiche (DEAMS) a.a. 2013/2014 Gli insegnamenti relativi ai Corsi di Laurea

Dettagli

Gli eventi sono stati definiti come i possibili risultati di un esperimento. Ogni evento ha una probabilità

Gli eventi sono stati definiti come i possibili risultati di un esperimento. Ogni evento ha una probabilità Probabilità Probabilità Gli eventi sono stati definiti come i possibili risultati di un esperimento. Ogni evento ha una probabilità Se tutti gli eventi fossero ugualmente possibili, la probabilità p(e)

Dettagli

CORSO DI CALCOLO DELLE PROBABILITÀ E STATISTICA. Esercizi su eventi, previsioni e probabilità condizionate

CORSO DI CALCOLO DELLE PROBABILITÀ E STATISTICA. Esercizi su eventi, previsioni e probabilità condizionate CORSO DI CALCOLO DELLE PROBABILITÀ E STATISTICA Esercizi su eventi, previsioni e probabilità condizionate Nota: Alcuni esercizi sono tradotti, più o meno fedelmente, dal libro A first course in probability

Dettagli

Ancora sull indipendenza. Se A e B sono indipendenti allora lo sono anche

Ancora sull indipendenza. Se A e B sono indipendenti allora lo sono anche Ancora sull indipendenza Se A e B sono indipendenti allora lo sono anche A e B Ā e B Ā e B Sfruttiamo le leggi di De Morgan Leggi di De Morgan A B = Ā B A B = Ā B P (Ā B) = P (A B) = 1 P (A B) = 1 (P (A)

Dettagli

DIODO E RADDRIZZATORI DI PRECISIONE

DIODO E RADDRIZZATORI DI PRECISIONE OO E AZZATO PECSONE raddrzzar ( refcar) sn crcu mpega per la rasfrmazne d segnal bdreznal n segnal undreznal. Usand, però, dd per raddrzzare segnal, s avrà l svanagg d nn per raddrzzare segnal la cu ampezza

Dettagli

ANALISI DELLE FREQUENZE: IL TEST CHI 2

ANALISI DELLE FREQUENZE: IL TEST CHI 2 ANALISI DELLE FREQUENZE: IL TEST CHI 2 Quando si hanno scale nominali o ordinali, non è possibile calcolare il t, poiché non abbiamo medie, ma solo frequenze. In questi casi, per verificare se un evento

Dettagli

Introduzione alla Teoria degli Errori

Introduzione alla Teoria degli Errori Introduzione alla Teoria degli Errori 1 Gli errori di misura sono inevitabili Una misura non ha significato se non viene accompagnata da una ragionevole stima dell errore ( Una scienza si dice esatta non

Dettagli

Introduzione alla probabilità

Introduzione alla probabilità Introduzione alla probabilità CAPITOLO TEORIA Il dilemma di Monty Hall In un popolare show televisivo americano il presentatore mostra al concorrente tre porte chiuse. Dietro a una di esse si cela il premio

Dettagli

Esercizi di consolidamento di probabilità e calcolo combinatorio parte 1

Esercizi di consolidamento di probabilità e calcolo combinatorio parte 1 Esercizi di consolidamento di probabilità e calcolo combinatorio parte 1 1. Si lancia una moneta 2 volte: qual è la probabilità che esca TESTA 0 volte? 1 volta? 2 volte? 2. Si lancia una moneta 3 volte:

Dettagli

8. Qual è la probabilità di estrarre da un mazzo di 40 carte napoletane una figura?

8. Qual è la probabilità di estrarre da un mazzo di 40 carte napoletane una figura? www.matematicamente.it Probabilità 1 Calcolo delle probabilità Cognome e nome: Classe Data 1. Quali affermazioni sono vere? A. Un evento impossibile ha probabilità 1 B. Un vento certo ha probabilità 0

Dettagli

I NUMERI DECIMALI. che cosa sono, come si rappresentano

I NUMERI DECIMALI. che cosa sono, come si rappresentano I NUMERI DECIMALI che cosa sono, come si rappresentano NUMERI NATURALI per contare bastano i numeri naturali N i numeri naturali cominciano con il numero uno e vanno avanti con la regola del +1 fino all

Dettagli

Numeri naturali numeri naturali minore maggiore Operazioni con numeri naturali

Numeri naturali numeri naturali minore maggiore Operazioni con numeri naturali 1 Numeri naturali La successione di tutti i numeri del tipo: 0,1, 2, 3, 4,..., n,... forma l'insieme dei numeri naturali, che si indica con il simbolo N. Tale insieme si può disporre in maniera ordinata

Dettagli

Calcolo combinatorio

Calcolo combinatorio Probabilità e Statistica Esercitazioni a.a. 2009/2010 C.d.L.S.: Ingegneria Civile-Architettonico, Ingegneria Civile-Strutturistico Calcolo combinatorio Ines Campa e Marco Longhi Probabilità e Statistica

Dettagli

ESERCIZI. x + 3 x 2 1. a) y = 4x2 + 3x 2x + 2 ; b) y = 6x2 x 1. (x + 2) 2 c) y =

ESERCIZI. x + 3 x 2 1. a) y = 4x2 + 3x 2x + 2 ; b) y = 6x2 x 1. (x + 2) 2 c) y = ESERCIZI Testi (1) Un urna contiene 20 palline di cui 8 rosse 3 bianche e 9 nere; calcolare la probabilità che: (a) tutte e tre siano rosse; (b) tutte e tre bianche; (c) 2 rosse e una nera; (d) almeno

Dettagli

Cenni sul calcolo combinatorio

Cenni sul calcolo combinatorio Cenni sul calcolo combinatorio Disposizioni semplici Le disposizioni semplici di n elementi distinti di classe k con kn sono tutti i gruppi di k elementi scelti fra gli n, che differiscono per almeno un

Dettagli

LA MOLTIPLICAZIONE IN PRIMA ELEMENTARE

LA MOLTIPLICAZIONE IN PRIMA ELEMENTARE LA MOLTIPLICAZIONE IN PRIMA ELEMENTARE E bene presentarla confrontando tra loro varie tecniche: addizione ripetuta; prodotto combinatorio (schieramenti). Rispetto a quest'ultima tecnica, grande utilità

Dettagli

Quadri fissi con interruttore automatico tipo NXPLUS C fino a 24 kv, isolati in gas

Quadri fissi con interruttore automatico tipo NXPLUS C fino a 24 kv, isolati in gas www.siemens.cm/medium-vltage-switchgear Quadri fissi cn interruttre autmatic tip NXPLUS C fin a kv, islati in gas Quadri di media tensine Catalg HA 5. 0 Answers fr infrastructure and cities. R-HA5-6.tif

Dettagli

anno scolastico/school YEAR 2015/2016

anno scolastico/school YEAR 2015/2016 MODULO D ISCRIZIONESERVIZIO TRASPORTO ALUNNI PER LE FAMIGLIE DELLA CANADIAN SCHOOL OF MILAN SCHOOL BUS APPLICATION FORM FOR THE STUDENTS OF CANADIAN SCHOOL OF MILAN ann sclastic/school YEAR 2015/2016 SCRIVERE

Dettagli

Esercizio 1. Svolgimento

Esercizio 1. Svolgimento Esercizio 1 Vengono lanciate contemporaneamente 6 monete. Si calcoli: a) la probabilità che si presentino esattamente 2 testa ; b) la probabilità di ottenere almeno 4 testa ; c) la probabilità che l evento

Dettagli

Calcolo delle Probabilità

Calcolo delle Probabilità Calcolo delle Probabilità Il calcolo delle probabilità studia i modelli matematici delle cosidette situazioni di incertezza. Molte situazioni concrete sono caratterizzate a priori da incertezza su quello

Dettagli

Becomingossola.com. Politica della riservatezza

Becomingossola.com. Politica della riservatezza Becmingssla.cm Plitica della riservatezza Infrmativa per prentazini Aurive scietà cperatva sciale, sede legale Crs Cavallt 26/B Nvara, P.IVA 02101050033 Numer REA: NO 215498, e-mail inf@becmingssla.cm,

Dettagli

Se si insiste non si vince

Se si insiste non si vince Se si insiste non si vince Livello scolare: 2 biennio Abilità interessate Valutare la probabilità in diversi contesti problematici. Distinguere tra eventi indipendenti e non. Valutare criticamente le informazioni

Dettagli

FACOLTA DI INGEGNERIA SCHEDA DIDATTICA N 1

FACOLTA DI INGEGNERIA SCHEDA DIDATTICA N 1 FACOLTA DI INGEGNERIA CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA PER L AMBIENTE ED IL TERRITORIO CORSO DI STATISTICA E CALCOLO DELLE PROBABILITA PROF. PASQUALE VERSACE SCHEDA DIDATTICA N ARGOMENTO: CALCOLO DELLE PROBABILITA

Dettagli

Rilevazione degli apprendimenti. Anno Scolastico 2006 2007 PROVA DI MATEMATICA. Scuola Secondaria di II grado. Classe Terza Tipo A. Codici. Scuola:...

Rilevazione degli apprendimenti. Anno Scolastico 2006 2007 PROVA DI MATEMATICA. Scuola Secondaria di II grado. Classe Terza Tipo A. Codici. Scuola:... Ministero della Pubblica Istruzione Rilevazione degli apprendimenti Anno Scolastico 2006 2007 PROVA DI MATEMATICA Scuola Secondaria di II grado Classe Terza Tipo A Codici Scuola:..... Classe:.. Studente:.

Dettagli

1A ARITMETICA. I numeri naturali e le quattro operazioni. Esercizi supplementari di verifica

1A ARITMETICA. I numeri naturali e le quattro operazioni. Esercizi supplementari di verifica A ARITMETICA I numeri naturali e le quattro operazioni Esercizi supplementari di verifica Esercizio Rappresenta sulla retta orientata i seguenti numeri naturali. ; ; ; 0;. 0 Esercizio Metti una crocetta

Dettagli

COMUNE DI CAMPIONE D ITALIA

COMUNE DI CAMPIONE D ITALIA COMUNE DI CAMPIONE D ITALIA REGOLAMENTO DI GIOCO DELLA ROULETTE (al Casino Municipale di Campione d Italia) adottato con delib. C.C. n. 83 del 2.12.1993 approvata dal CRC con atto n. 13 in data 4.1.1994

Dettagli

INTRODUZIONE ALLA BUSINESS PROCESS MODELING NOTATION (BPMN) 1

INTRODUZIONE ALLA BUSINESS PROCESS MODELING NOTATION (BPMN) 1 ITRODUZIOE ALLA BUSIESS PROCESS MODELIG OTATIO (BPM) 1 1. Prsntazin La ntazin BPM (http://www.bpn.rg) è sviluppata dalla Businss Prcss Managnt Initiativ dall Objct Managnt Grup (http://www.g.rg), assciazini

Dettagli

DISTRIBUZIONI DI VARIABILI CASUALI DISCRETE

DISTRIBUZIONI DI VARIABILI CASUALI DISCRETE DISTRIBUZIONI DI VARIABILI CASUALI DISCRETE variabile casuale (rv): regola che associa un numero ad ogni evento di uno spazio E. variabile casuale di Bernoulli: rv che può assumere solo due valori (e.g.,

Dettagli

Svolgimento della prova

Svolgimento della prova Svolgimento della prova D1. Il seguente grafico rappresenta la distribuzione dei lavoratori precari in Italia suddivisi per età nell anno 2012. a. Quanti sono in totale i precari? A. Circa due milioni

Dettagli

CALCOLO COMBINATORIO

CALCOLO COMBINATORIO CALCOLO COMBINATORIO 1 Modi di formare gruppi di k oggetti presi da n dati 11 disposizioni semplici, permutazioni Dati n oggetti distinti a 1,, a n si chiamano disposizioni semplici di questi oggetti,

Dettagli