Lezione 2 - Operazioni sugli eventi. Assiomi della probabilità. -Intro ad excel OPERAZIONI SUGLI EVENTI ALETORI ASSIOMI DELLA PROBABILITÀ

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Lezione 2 - Operazioni sugli eventi. Assiomi della probabilità. -Intro ad excel OPERAZIONI SUGLI EVENTI ALETORI ASSIOMI DELLA PROBABILITÀ"

Transcript

1 Lezioe 2 - Operazioi sugli eveti. ssiomi della probabilità. -Itro ad excel 1 OERZIONI SUGLI EVENTI LETORI SSIOMI DELL ROILITÀ GRUO MT06 Dip. Matematica, Uiversità di Milao - robabilità e Statistica per le Scuole Medie -SILSIS

2 GRUO MT06 Dip. Matematica, Uiversità di Milao - robabilità e Statistica per le Scuole Medie -SILSIS Lezioe 2 - Operazioi sugli eveti. ssiomi della probabilità. -Itro ad excel possibili casi favorevoli casi N m CSO 2: la probabilità classica -a priori φ φ φ Ω icompatibili soo eveti gli I I, dove # casi favorevoli di e # casi favorevoli i + # casi favorevoli i

3 Lezioe 2 - Operazioi sugli eveti. ssiomi della probabilità. -Itro ad excel 3 Le tre proprietà della probabilità ssiomi della robabilità 0 1 Ω 1 +, I φ derivao cosiderado ua qualsiasi delle precedeti defiizioi di probabilità. Cosideradole come SSIOMI, seza specificare la defiizioe, si può costruire ua teoria del calcolo delle probabilità. Ci ritoreremo. GRUO MT06 Dip. Matematica, Uiversità di Milao - robabilità e Statistica per le Scuole Medie -SILSIS

4 Lezioe 2 - Operazioi sugli eveti. ssiomi della probabilità. -Itro ad excel Eveti 4 SZIO DEGLI EVENTI W. W è l eveto certo. E 1 E 2 E 1, E 2 W E 1 E 2 èl EVENTO UNIONE E 1 E 2 si verifica se almeo uo dei due si verifica E 1 E 2 E 1 E 2 èl EVENTO INTERSEZIONE E 1 E 2 E 1 E 2 si verifica se etrambi gli eveti siverificao GRUO MT06 Dip. Matematica, Uiversità di Milao - robabilità e Statistica per le Scuole Medie -SILSIS

5 Lezioe 2 - Operazioi sugli eveti. ssiomi della probabilità. -Itro ad excel 5 ESEMI: Lacio di ua moeta: W {T,C} TC1/2 T C W T C 1 T C Ø T C0 estrazioe da 15 umeri: W {1,2,3,4,5,,15} a1/15 Esce u umero > 7 esce u umero pari {2,4,6,8,9,10,11,12,13,14,15} 11/15 0,7 {8,10,12,14} 4/15 0,27 T W C GRUO MT06 Dip. Matematica, Uiversità di Milao - robabilità e Statistica per le Scuole Medie -SILSIS

6 Lezioe 2 - Operazioi sugli eveti. ssiomi della probabilità. -Itro ad excel 6 Eveti E 1, E 2 W E 1 E 2 Ø E 1, E 2 INCOMTIILI o DISGIUNTI E 1 E2 E W E c E EVENTO COMLEMENTRE W E c E GRUO MT06 Dip. Matematica, Uiversità di Milao - robabilità e Statistica per le Scuole Medie -SILSIS

7 Lezioe 2 - Operazioi sugli eveti. ssiomi della probabilità. -Itro ad excel 7 robabilità dell'eveto opposto o complemetare Dato u eveto, defiiamo c si legga o o complemetare l'eveto opposto o cotrario o egazioe di. L'eveto c si verifica tutte le volte i cui o si verifica l'eveto. I pratica, o si verifica l'eveto oppure si verifica l'eveto c, cioè c 1 d esempio, se è"domai pioverà", allora ~è"domai o pioverà". uò sembrare ua baalità, ma capita a talui di commettere qualche errore. d esempio, se si chiede il cotrario di "Vicere sempre", si può avere come risposta "No vicere mai.", metre la riposta corretta è"perdere almeo ua volta". Il cotrario di "ver detto sempre la verità" o è "ver sempre metito", ma "ver detto almeo ua bugia". I ogi caso, poiché e c soo disgiuti + c 1 c 1 GRUO MT06 Dip. Matematica, Uiversità di Milao - robabilità e Statistica per le Scuole Medie -SILSIS

8 Lezioe 2 - Operazioi sugli eveti. ssiomi della probabilità. -Itro ad excel 8 robabilità dell'eveto complemetare Esercizio 2.1 I ua famiglia ci soo due figli. Trova la probabilità che almeo uo sia maschio. Tal eveto èl'opposto di quello i cui si hao due figlie femmie. Quest'ultimo eveto, trascurado la piccola differeza riscotrata ei dati statistici, sui ati maschi e femmie, ha probabilità 1/4 vedi l'esempio delle due moete ell'esercizio 1.1. Duque la probabilità di avere almeo u figlio maschio sarà 1-1/4 3/4. Esercizio 2.2 Lacia ua coppia di dadi. Trova la probabilità che il 6 o compaia su essuo dei due dadi. che quest'eveto può cosiderarsi l'opposto di quello dell'esercizio 1.4 i cui abbiamo trovato che la probabilità di avere almeo u sei era 11/36. L'eveto opposto o avere essu sei ha duque probabilità1-11/36 25/36. Vittorio De etris GRUO MT06 Dip. Matematica, Uiversità di Milao - robabilità e Statistica per le Scuole Medie -SILSIS

9 Lezioe 2 - Operazioi sugli eveti. ssiomi della probabilità. -Itro ad excel 9 robabilità dell'eveto complemetare Esercizio 2.3 Lacia ua coppia di dadi. Trova la probabilità che le due facce presetio umeri diversi tra loro. Questo caso si può cosiderare come opposto dell'eveto "Due facce uguali" che si preseta 6 volte sui 36 casi possibili si osservi lo spazio campioe descritto ella figura dell'esercizio 1.4, co probabilità 1/6. L'eveto opposto avrà duque probabilità 1-1/6 5/6. Esercizio 2.4 toio e ruo decidoo che il coto del ar sarà pagato da colui che pesca la carta più bassa. er evitare la parità, decidoo di usare solo le 13 carte di uo stesso seme. toio pesca u 5. Che probabilitàha ora ruo di o pagare il coto? Le carte iferiori al 5 soo 4 delle 12 rimaste. ruo ha 1/3 di probabilità di pagare il coto. La probabilità di o pagare sarà: 1-1/3 2/3. Vittorio De etris GRUO MT06 Dip. Matematica, Uiversità di Milao - robabilità e Statistica per le Scuole Medie -SILSIS

10 Lezioe 2 - Operazioi sugli eveti. ssiomi della probabilità. -Itro ad excel 10 robabilità dell'eveto icompatili o disgiuti Due eveti si dicoo compatibili quado il verificarsi dell'uo o esclude il verificarsi ache dell'altro. d esempio l'eveto "rosso" è compatibile co l'eveto "pari" alla roulette, poiché fra i umeri rossi ce e soo di pari e di dispari e quidi rosso e pari èu eveto possibile. Soo icompatibili ivece gli eveti i cui il verificarsi di uo dei due esclude il verificarsi dell'altro, come ad esempio el lacio di due dadi cosiderare l'eveto "escoo due facce uguali" e l'eveto "la somma èdispari". Gli eveti icompatibili o vao cofusi co quelli opposti. I questo caso deve verificarsi ecessariamete l'uo o l'altro dei due eveti, metre per gli eveti icompatibili può darsi che o si verifichi é l'uo é l'altro, come ad esempio "ero e dispari" oppure "pari, co due facce diverse" ei due esempi precedeti., eveti icompatibili +, eveti compatibili + Vittorio De etris GRUO MT06 Dip. Matematica, Uiversità di Milao - robabilità e Statistica per le Scuole Medie -SILSIS

11 Lezioe 2 - Operazioi sugli eveti. ssiomi della probabilità. -Itro ad excel 11 robabilità dell'eveto itersezioe èecessario defiire la probabilità dell'eveto composto " ", cioè la probabilità che si verifichio cotemporaeamete gli eveti e. ESEMIO: Immagiiamo di avere due scatole e di aver messo i etrambe 5pallie, 3 biache e 2 ere. Estraiamo ora ua biglia a caso da ciascua scatola. Lo spazio campioe può essere rappresetato da ua tabella, le cui righe rappresetao la biglia estratta ella prima scatola e le coloe quella estratta ella secoda. Le probabilità di estrarre ua sigola biglia biaca o ua era soo rispettivamete 3/5 e 2/5 i etrambe le ure. Si hao i segueti quattro eveti: E' facile verificare che: : 9 casi p9/25 N : 6 casi p6/25 N : 6 casi p6/25 NN : 4 casi p4/25 3/5 3/5 9/25; N 3/5 2/5 6/25; N 2/5 3/5 6/25; NN 2/5 2/5 4/25 Come si vede, le probabilità delle varie coppie di eveti, i tutti e quattro gli esempi, si possoo calcolare moltiplicado quelle dei rispettivi sigoli eveti. Si verifica solo se i due eveti e soo fra loro idipedeti, cioè se il verificarsi o meo del primo eveto o modifica i alcu modo la probabilità che si verifichi o meo il secodo. GRUO MT06 Dip. Matematica, Uiversità di Milao - robabilità e Statistica per le Scuole Medie -SILSIS Vittorio De etris

12 Lezioe 2 - Operazioi sugli eveti. ssiomi della probabilità. -Itro ad excel 12 robabilità dell'eveto itersezioe: idipedeza quado due o più eveti soo tali che la probabilità che si verifichio tutti isieme è data dal prodotto delle rispettive probabilità, gli eveti si defiiscoo fra loro idipedeti. Due eveti si dicoo idipedeti se la probabilità della itersezioe si fattorizza el prodotto delle probabilità GRUO MT06 Dip. Matematica, Uiversità di Milao - robabilità e Statistica per le Scuole Medie -SILSIS

13 Lezioe 2 - Operazioi sugli eveti. ssiomi della probabilità. -Itro ad excel 13 Eveti dipedeti ed idipedeti. L'idipedeza può essere logica o ituitiva quado tra gli eveti o c'èesso plausibile. Immagiiamo due eveti: : "Il primo estratto sulla ruota di Geova èil 65." : " L'quila la temperatura ottura èscesa sotto lo zero." E' del tutto evidete che la temperatura ottura a L'quila èassolutamete idipedete dal umero estratto sulla ruota di Geova e viceversa. I due eveti soo quidi idipedeti fra loro. No sempre le cose soo così chiare. Soo molti i feomei privi di collegameti logici, che si rivelao coessi i qualche misura. Ne soo esempio molte statistiche mediche che mettoo i relazioe alcui tipi di alimeti co il rischio d'ifarto o il fumo di sigarette co il rischio di tumore ai polmoi. Le compagie di assicurazioe hao evidetemete stabilito u esso tra la resideza dell'automobilista e il rischio di provocare icideti o di... dichiararli, se hao fissato premi più costosi per i cittadii di alcue zoe rispetto a quelli di altre. Viceversa, si possoo avere casi i cui due eveti sembrao dipedere l'uo dall'altro, ma il calcolo delle probabilità permette di verificare che soo idipedeti. Vittorio De etris GRUO MT06 Dip. Matematica, Uiversità di Milao - robabilità e Statistica per le Scuole Medie -SILSIS

14 Lezioe 2 - Operazioi sugli eveti. ssiomi della probabilità. -Itro ad excel 14 Esempio. Eveti dipedeti ed idipedeti. Gettiamo due dadi uo rosso ed uo biaco e cosideriamo i segueti due eveti: il dado rosso preseta la faccia 6 1/6 i due dadi presetao facce uguali 6/36 1/6 Nel lacio di due dadi, lo spazio campioe ècostituito da 36 coppie di dadi Tuttavia il verificarsi dell'eveto, riduce lo spazio campioe ai soli sei casi i cui il dado rosso preseta la faccia 6. c'è u solo caso co due facce uguali: 6, 6; quidi la probabilità di, sapedo che si èverificato, è 1/6. Nel caso i cui o si sa se si èverificato l'eveto la probabilità o cambia, poiché lo spazio campioe si riduce a 36 casi e fra essi soo quelli co due facce uguali, quidi 6/36 1/6. Vittorio De etris GRUO MT06 Dip. Matematica, Uiversità di Milao - robabilità e Statistica per le Scuole Medie -SILSIS

15 Lezioe 2 - Operazioi sugli eveti. ssiomi della probabilità. -Itro ad excel 15 Esempio. Eveti dipedeti ed idipedeti. Gettiamo due dadi uo rosso ed uo biaco e cosideriamo i segueti due eveti: il dado rosso preseta la faccia 6 1/6 i due dadi presetao facce uguali 6/36 1/6 Nel lacio di due dadi, lo spazio campioe ècostituito da 36 coppie di dadi E' altrettato facile verificare che o viee modificata la probabilità di suppoedo che si sia verificato oppure o l'eveto. I due eveti soo quidi da cosiderare fra loro idipedeti. U uovo simbolo, che si legge "probabilità dell'eveto oto che sia l'eveto ", cioè la probabilità che assume l'eveto, sapedo o suppoedo che si sia verificato. robabilità codizioata GRUO MT06 Dip. Matematica, Uiversità di Milao - robabilità e Statistica per le Scuole Medie -SILSIS

16 Lezioe 2 - Operazioi sugli eveti. ssiomi della probabilità. -Itro ad excel 16 robabilità codizioata U uovo simbolo, che si legge "probabilità dell'eveto oto che sia l'eveto ", cioè la probabilità che assume l'eveto, sapedo o suppoedo che si sia verificato. I geere si calcola tale probabilità attraverso u restrigimeto dello spazio campioe, idicato dal rettagolo verde, al solo isieme dei casi favorevoli all'eveto isieme biaco ed adado a trovare il rapporto rispetto ad esso della parte di acora favorevole a area aracioe. Nel caso di eveti idipedeti Nel caso di eveti icompatibili si ha Nel caso di eveti dipedeti si ha 0 Vittorio De etris GRUO MT06 Dip. Matematica, Uiversità di Milao - robabilità e Statistica per le Scuole Medie -SILSIS

17 Lezioe 2 - Operazioi sugli eveti. ssiomi della probabilità. -Itro ad excel robabilità codizioata: itersezioe di eveti Esercizio 2.5 redi ua moeta da 1 euro la cifra èscritta da ua sola parte e u dado. Lacia etrambi e calcola la probabilitàdi avere 1 sia sulla moeta che sul dado. 17 bbiamo i segueti due eveti. sulla moeta appare il valore 1 1/2 sul dado appare il valore 1 1/6 I due sigoli eveti soo idipedeti. 1/2 1/6 1/12 Esercizio 2.6 Si predao due carte da u mazzo da poker. Calcola la probabilità di avere ua coppia di assi. L'eveto si compoe dei due eveti sigoli: C la prima carta èu asso C 4/32 1/8 ci soo 4 assi elle 32 carte da poker D la secoda carta èasso I due eveti o soo idipedeti, poiché l'estrazioe della prima carta modifica lo spazio campioe, i cui resta ua carta i meo. D C 3/31 restao solo 3 assi elle 31 carte rimaste. D C D C C 3/31 1/8 3/248 GRUO MT06 Dip. Matematica, Uiversità di Milao - robabilità e Statistica per le Scuole Medie -SILSIS Vittorio De etris

18 Lezioe 2 - Operazioi sugli eveti. ssiomi della probabilità. -Itro ad excel robabilità codizioata: idipedeza 18 Esercizio 2.6 Cosidera lo spazio campioe rappresetato dall'itero rettagolo di area a bdella figura a lato. Fissa due eveti: : "U puto preso a caso ello spazio campioe appartiee alla superficie tratteggiata i blu : "U puto preso a caso ello spazio campioe appartiee alla superficie tratteggiata i verde". I due eveti soo idipedeti? Calcoliamo le probabilità dei due eveti, i base al rapporto tra l'area cosiderata e quella dello spazio campioe: a d/a b d/b c b/a b c/a d/b c/a c d/b a Calcoliamo la probabilità dell'eveto idicato dall'area tratteggiata sia i verde che i blu: c d/b a Vittorio De etris GRUO MT06 Dip. Matematica, Uiversità di Milao - robabilità e Statistica per le Scuole Medie -SILSIS

19 Lezioe 2 - Operazioi sugli eveti. ssiomi della probabilità. -Itro ad excel robabilità codizioata: idipedeza 19 Esercizio 2.6 Cosidera lo spazio campioe rappresetato dall'itero esagoo della figura qui a lato e la cui area misura 168 caselle. Fissa due eveti: : "U puto preso a caso ello spazio campioe appartiee alla superficie tratteggiata i blu : "U puto preso a caso ello spazio campioe appartiee alla superficie tratteggiata i verde". I due eveti soo idipedeti? La superficie blu ha u'area di 42 caselle e quella verde di 55 caselle. Duque 42/168 e p55/168, da cui 42/168 55/168 55/672 0,08. La superficie tratteggiata sia i verde che i blu ha u'area di circa 12,14. Duque 12,14/168 0,07., quidi i due eveti o soo idipedeti. Vittorio De etris GRUO MT06 Dip. Matematica, Uiversità di Milao - robabilità e Statistica per le Scuole Medie -SILSIS

20 Lezioe 2 - Operazioi sugli eveti. ssiomi della probabilità. -Itro ad excel 20 robabilità codizioata Esercizio 2.9 Cosidera i due eveti dell'esercizio 2.8 e calcola le probabilità di e di, cofrotadole co le rispettive probabilità degli eveti e. / 12,14/168/55/168 12,14/55 0,22 < 0,25 / 12,14/168/42/168 12,14/42 0,29 < 0,327 Vittorio De etris GRUO MT06 Dip. Matematica, Uiversità di Milao - robabilità e Statistica per le Scuole Medie -SILSIS

21 GRUO MT06 Dip. Matematica, Uiversità di Milao - robabilità e Statistica per le Scuole Medie -SILSIS Lezioe 2 - Operazioi sugli eveti. ssiomi della probabilità. -Itro ad excel Teoria assiomatica della probabilit Teoria assiomatica della probabilità KOLMOGOROV 1, compatibili soo eveti gli icompatibili soo eveti gli c Ω φ φ φ φ I I I +

22 Lezioe 2 - Operazioi sugli eveti. ssiomi della probabilità. -Itro ad excel 22 STRUMENTO DI LVORO: EXCEL Excel èu applicazioe di foglio elettroico che permette di raccogliere ed elaborare i dati iseriti dall utete. I dati vegoo raccolti i tabelle. Tabella Isieme di celle disposte secodo righe e coloe che costituiscoo i fogli di lavoro Cartelle di lavoro Isieme di fogli di lavoro raccolti isieme come ua rubrica telefoica e idetificati da ua etichetta Riferimeti: Statistica co Excel : apputi D. Morale "Laboratorio di Statistica co Excel" di.m. agaoi e L. otiggia GRUO MT06 Dip. Matematica, Uiversità di Milao - robabilità e Statistica per le Scuole Medie -SILSIS

23 Lezioe 2 - Operazioi sugli eveti. ssiomi della probabilità. -Itro ad excel 23 Selezioare le celle Ua cella : cliccare U itervallo di celle cotigue: cliccaree trasciare iu celle o cotigue: cliccaresulla prima, premere CTRL, cliccare sulle altre Ua riga ua coloa: cliccaresulla itestazioe della riga coloa Tutto il foglio di lavoro: cliccareil pulsate SELEZION TUTTO all icrocio delle itestazioi di riga e coloa GRUO MT06 Dip. Matematica, Uiversità di Milao - robabilità e Statistica per le Scuole Medie -SILSIS

24 Lezioe 2 - Operazioi sugli eveti. ssiomi della probabilità. -Itro ad excel Iserimeto dati 24 Cliccaresu ua cella ed iserire co la tastiera. Se i dati immessi soo umeri magari co la virgola allora vegoo iterpretati come dati umerici, altrimeti soo iterpretati comtesto. Il dato immesso compare sia ella cella sia ella barra della formula. Si da coferma sia co INVIO sia co V. Si cacella sia premedo NNULL dal meu MODIFIC, sia co X. Trovare u dato Dal meù MODIFIC cliccaresu TROV. Salvaggio Dal meù FILE cliccare SLV o SLV CON NOME GRUO MT06 Dip. Matematica, Uiversità di Milao - robabilità e Statistica per le Scuole Medie -SILSIS

25 Lezioe 2 - Operazioi sugli eveti. ssiomi della probabilità. -Itro ad excel Iserimeto fuzioi Cliccaresulla cella ed iserire u. questo puto si puo scrivere ua formula oppure si puo utilizzare ua formula predefiita, cliccadosu INSERISCI e poi FUNZIONE oppure cliccaresu F x dalla barra degli strumeti. Vi è ua luga serie di fuzioi statistiche. 25 Dr. Daiela Morale Sitassi delle fuzioi OERTORI RITMETICI: + DDIZIONE / DIVISIONE - SOTTRZIONE % ERCENTULE * MOLTILICZIONE ^ ELEVMENTO OTENZ OERTORI DI CONFRONTO: UGULE > MGGIORE DI < MINORE DI > MGGIORE 0 UGULE DI < MINORE O UGULE DI <> DIVERSO D GRUO MT06 Dip. Matematica, Uiversità di Milao - robabilità e Statistica per le Scuole Medie -SILSIS

26 Lezioe 2 - Operazioi sugli eveti. ssiomi della probabilità. -Itro ad excel Utilizzo dei riferimeti di cella 26 I riferimeti di celle iseriti i ua formula possoo essere espressi i tre distiti modalita : RIFERIMENTO RELTIVO: idica al programma ua cella e verra modificato automaticamete quado la formula viee copiata i ua posizioe diversa da quella di creazioe RIFERIMENTO SSOLUTO: idica al programma di utilizzare sempre la stessa cella a prescidere da dove verrà spostata la formula, si idetifica la cella di riferimeto assoluto co la seguete scrittura $$1 per idicare la cella di coloa riga 1 RIFERIMENTO MISTO: idica al programma u riferimeto assolto solo per riga o solo per coloa co la seguete scrittura $1 oppure $1. GRUO MT06 Dip. Matematica, Uiversità di Milao - robabilità e Statistica per le Scuole Medie -SILSIS

27 Lezioe 2 - Operazioi sugli eveti. ssiomi della probabilità. -Itro ad excel Esercizio.1: FUNZIONI MEDI E VRINZ 27 Iserire 10 valori umerici elle caselle comprese tra G11 e G20, far comparire la media di questi valori ella casella 8, e la loro variaza ella casella 9 usado le corrispodeti fuzioi del foglio elettroico. Iserire gli stessi dati elle celle 13 e 14 rispettivamete usado solo le operazioi algebriche come elle defiizioi di media e variaza Valor medio dei dati Variaza dei dati Valor medio dei dati Variaza dei dati GRUO MT06 Dip. Matematica, Uiversità di Milao - robabilità e Statistica per le Scuole Medie -SILSIS

28 Lezioe 2 - Operazioi sugli eveti. ssiomi della probabilità. -Itro ad excel 28 Media x 1/ Σ x i Variaza σ 2 1/ Σ i x i - x 2 I EXCEL FUNZIONI fx Fuzioistatistiche: MEDIum1, um2, restituiscela media aritmetica degliargometi umeri, riferimeti coteeti umeri VRum1, um2, restituiscela variaza degliargometi umeri, riferimeti coteeti umeri GRUO MT06 Dip. Matematica, Uiversità di Milao - robabilità e Statistica per le Scuole Medie -SILSIS

29 Lezioe 2 - Operazioi sugli eveti. ssiomi della probabilità. -Itro ad excel Esercizio.2 iserimeto, copia, ordiameto, calcolo di fuzioi 29 Iserire 10 valori umerici elle caselle comprese tra 11 e 20, e poi copiarli ordiadoli el verso decrescete elle caselle dalla C11 alla C20 Nella casella F11 far comparire il massimo tra i valori iseriti e alla casella G11 il miimo Dati Dati ordiati Massimo Miimo ttezioe, ua volta ordiati i valori, è facile "copiare" il massimo e il miimo i ua uova casella. Esistoo però delle fuzioi che idividuao il massimo e il miimo. rovare a utilizzarle! GRUO MT06 Dip. Matematica, Uiversità di Milao - robabilità e Statistica per le Scuole Medie -SILSIS

30 Lezioe 2 - Operazioi sugli eveti. ssiomi della probabilità. -Itro ad excel 30 Ordiameto di dati I EXCEL Tasto ordiameto Fuzioi MXum1, MINum1, um2, um2, GRUO MT06 Dip. Matematica, Uiversità di Milao - robabilità e Statistica per le Scuole Medie -SILSIS

DEFINIZIONE PROCESSO LOGICO E OPERATIVO MEDIANTE IL QUALE, SULLA BASE

DEFINIZIONE PROCESSO LOGICO E OPERATIVO MEDIANTE IL QUALE, SULLA BASE DEFINIZIONE PROCESSO LOGICO E OPERATIVO MEDIANTE IL QUALE, SULLA BASE DI UN GRUPPO DI OSSERVAZIONI O DI ESPERIMENTI, SI PERVIENE A CERTE CONCLUSIONI, LA CUI VALIDITA PER UN COLLETTIVO Più AMPIO E ESPRESSA

Dettagli

Sintassi dello studio di funzione

Sintassi dello studio di funzione Sitassi dello studio di fuzioe Lavoriamo a perfezioare quato sapete siora. D ora iazi pretederò che i risultati che otteete li SCRIVIATE i forma corretta dal puto di vista grammaticale. N( x) Data la fuzioe:

Dettagli

IL CALCOLO COMBINATORIO

IL CALCOLO COMBINATORIO IL CALCOLO COMBINATORIO Calcolo combiatorio è il termie che deota tradizioalmete la braca della matematica che studia i modi per raggruppare e/o ordiare secodo date regole gli elemeti di u isieme fiito

Dettagli

8) Sia Dato un mazzo di 40 carte. Supponiamo che esso sia mescolato in modo

8) Sia Dato un mazzo di 40 carte. Supponiamo che esso sia mescolato in modo ESERCIZI DI CALCOLO DELLE PROBABILITÁ ) Qual e la probabilita che laciado dadi a facce o esca essu? Studiare il comportameto asitotico di tale probabilita per grade. ) I u sacchetto vi soo 0 pallie biache;

Dettagli

CONCETTI BASE DI STATISTICA

CONCETTI BASE DI STATISTICA CONCETTI BASE DI STATISTICA DEFINIZIONI Probabilità U umero reale compreso tra 0 e, associato a u eveto casuale. Esso può essere correlato co la frequeza relativa o col grado di credibilità co cui u eveto

Dettagli

3.4 Tecniche per valutare uno stimatore

3.4 Tecniche per valutare uno stimatore 3.4 Teciche per valutare uo stimatore 3.4. Il liguaggio delle decisioi statistiche, stimatori corretti e stimatori cosisteti La teoria delle decisioi forisce u liguaggio appropriato per discutere sulla

Dettagli

Il confronto tra DUE campioni indipendenti

Il confronto tra DUE campioni indipendenti Il cofroto tra DUE camioi idiedeti Il cofroto tra DUE camioi idiedeti Cofroto tra due medie I questi casi siamo iteressati a cofrotare il valore medio di due camioi i cui i le osservazioi i u camioe soo

Dettagli

Soluzione La media aritmetica dei due numeri positivi a e b è data da M

Soluzione La media aritmetica dei due numeri positivi a e b è data da M Matematica per la uova maturità scietifica A. Berardo M. Pedoe 6 Questioario Quesito Se a e b soo umeri positivi assegati quale è la loro media aritmetica? Quale la media geometrica? Quale delle due è

Dettagli

LA DERIVATA DI UNA FUNZIONE

LA DERIVATA DI UNA FUNZIONE LA DERIVATA DI UNA FUNZIONE OBIETTIVO: Defiire lo strumeto matematico ce cosete di studiare la cresceza e la decresceza di ua fuzioe Si comicia col defiire cosa vuol dire ce ua fuzioe è crescete. Defiizioe:

Dettagli

EQUAZIONI ALLE RICORRENZE

EQUAZIONI ALLE RICORRENZE Esercizi di Fodameti di Iformatica 1 EQUAZIONI ALLE RICORRENZE 1.1. Metodo di ufoldig 1.1.1. Richiami di teoria Il metodo detto di ufoldig utilizza lo sviluppo dell equazioe alle ricorreze fio ad u certo

Dettagli

8. Quale pesa di più?

8. Quale pesa di più? 8. Quale pesa di più? Negli ultimi ai hao suscitato particolare iteresse alcui problemi sulla pesatura di moete o di pallie. Il primo problema di questo tipo sembra proposto da Tartaglia el 1556. Da allora

Dettagli

I numeri complessi. Pagine tratte da Elementi della teoria delle funzioni olomorfe di una variabile complessa

I numeri complessi. Pagine tratte da Elementi della teoria delle funzioni olomorfe di una variabile complessa I umeri complessi Pagie tratte da Elemeti della teoria delle fuzioi olomorfe di ua variabile complessa di G. Vergara Caffarelli, P. Loreti, L. Giacomelli Dipartimeto di Metodi e Modelli Matematici per

Dettagli

Metodi statistici per l'analisi dei dati

Metodi statistici per l'analisi dei dati Metodi statistici per l aalisi dei dati due Motivazioi Obbiettivo: Cofrotare due diverse codizioi (ache defiiti ) per cui soo stati codotti gli esperimeti. Metodi tatistici per l Aalisi dei Dati due Esempio

Dettagli

Test non parametrici. sono uguali a quelle teoriche. (probabilità attesa), si calcola la. , cioè che le frequenze empiriche

Test non parametrici. sono uguali a quelle teoriche. (probabilità attesa), si calcola la. , cioè che le frequenze empiriche est o parametrici Il test di Studet per uo o per due campioi, il test F di Fisher per l'aalisi della variaza, la correlazioe, la regressioe, isieme ad altri test di statistica multivariata soo parte dei

Dettagli

Capitolo 8 Le funzioni e le successioni

Capitolo 8 Le funzioni e le successioni Capitolo 8 Le fuzioi e le successioi Prof. A. Fasao Fuzioe, domiio e codomiio Defiizioe Si chiama fuzioe o applicazioe dall isieme A all isieme B ua relazioe che fa corrispodere ad ogi elemeto di A u solo

Dettagli

Supponiamo, ad esempio, di voler risolvere il seguente problema: in quanti modi quattro persone possono sedersi l una accanto all altra?

Supponiamo, ad esempio, di voler risolvere il seguente problema: in quanti modi quattro persone possono sedersi l una accanto all altra? CALCOLO COMBINATORIO 1.1 Necessità del calcolo combiatorio Accade spesso di dover risolvere problemi dall'appareza molto semplice, ma che richiedoo calcoli lughi e oiosi per riuscire a trovare delle coclusioi

Dettagli

SERIE NUMERICHE. (Cosimo De Mitri) 1. Definizione, esempi e primi risultati... pag. 1. 2. Criteri per serie a termini positivi... pag.

SERIE NUMERICHE. (Cosimo De Mitri) 1. Definizione, esempi e primi risultati... pag. 1. 2. Criteri per serie a termini positivi... pag. SERIE NUMERICHE (Cosimo De Mitri. Defiizioe, esempi e primi risultati... pag.. Criteri per serie a termii positivi... pag. 4 3. Covergeza assoluta e criteri per serie a termii di sego qualsiasi... pag.

Dettagli

4. Metodo semiprobabilistico agli stati limite

4. Metodo semiprobabilistico agli stati limite 4. Metodo seiprobabilistico agli stati liite Tale etodo cosiste el verificare che le gradezze che ifluiscoo i seso positivo sulla, valutate i odo da avere ua piccolissia probabilità di o essere superate,

Dettagli

MATEMATICA FINANZIARIA

MATEMATICA FINANZIARIA Capializzazioe semplice e composa MATEMATICA FINANZIARIA Immagiiamo di impiegare 4500 per ai i ua operazioe fiaziaria che frua u asso del, % auo. Quao avremo realizzao alla fie dell operazioe? I u coeso

Dettagli

1 Metodo della massima verosimiglianza

1 Metodo della massima verosimiglianza Metodo della massima verosimigliaza Estraedo u campioe costituito da variabili casuali X i i.i.d. da ua popolazioe X co fuzioe di probabilità/desità f(x, θ), si costruisce la fuzioe di verosimigliaza che

Dettagli

Verifica d Ipotesi. Se invece che chiederci quale è il valore di una media in una popolazione (stima. o falsa? o falsa?

Verifica d Ipotesi. Se invece che chiederci quale è il valore di una media in una popolazione (stima. o falsa? o falsa? Verifica d Iotesi Se ivece che chiederci quale è il valore ua mea i ua oolazioe (stima utuale Se ivece e itervallo che chiederci cofideza) quale è il avessimo valore u idea ua mea su quello i ua che oolazioe

Dettagli

Capitolo Decimo SERIE DI FUNZIONI

Capitolo Decimo SERIE DI FUNZIONI Capitolo Decimo SERIE DI FUNZIONI SUCCESSIONI DI FUNZIONI I cocetti di successioe e di serie possoo essere estesi i modo molto aturale al caso delle fuzioi DEFINIZIONE Sia E u sottoisieme di  e, per ogi

Dettagli

1. L'INSIEME DEI NUMERI REALI

1. L'INSIEME DEI NUMERI REALI . L'INSIEME DEI NUMERI REALI. I pricipli isiemi di umeri Ripredimo i pricipli isiemi umerici N, l'isieme dei umeri turli 0; ; ; ; ;... L'ide ituitiv di umero turle è ssocit l prolem di cotre e ordire gli

Dettagli

Sistemi LTI descrivibile mediante SDE (Equazioni alle Differenze Standard)

Sistemi LTI descrivibile mediante SDE (Equazioni alle Differenze Standard) Sistemi LTI descrivibile mediate SDE (Equazioi alle Differeze Stadard) Nella classe dei sistemi LTI ua sottoclasse è quella dei sistemi defiiti da Equazioi Stadard alle Differeze Fiite (SDE), dette così

Dettagli

ESERCIZI DI ANALISI I. Prof. Nicola Fusco 1. Determinare l insieme in cui sono definite le seguenti funzioni:

ESERCIZI DI ANALISI I. Prof. Nicola Fusco 1. Determinare l insieme in cui sono definite le seguenti funzioni: N. Fusco ESERCIZI DI ANALISI I Prof. Nicola Fusco Determiare l isieme i cui soo defiite le segueti fuzioi: ) log/ arctg π ) 4 ) log π 6 arcse ) ) tg log π + ) 4) 4 se se se tg 5) se cos tg 6) [ 6 + 8 π

Dettagli

Sommario lezioni di Probabilità versione abbreviata

Sommario lezioni di Probabilità versione abbreviata Sommario lezioi di Probabilità versioe abbreviata C. Frachetti April 28, 2006 1 Lo spazio di probabilità. 1.1 Prime defiizioi I possibili risultati di u esperimeto costituiscoo lo spazio dei campioi o

Dettagli

LEZIONI DI MATEMATICA PER I MERCATI FINANZIARI VALUTAZIONE DI TITOLI OBBLIGAZIONARI E STRUTTURA PER SCADENZA DEI TASSI DI INTERESSE

LEZIONI DI MATEMATICA PER I MERCATI FINANZIARI VALUTAZIONE DI TITOLI OBBLIGAZIONARI E STRUTTURA PER SCADENZA DEI TASSI DI INTERESSE LEZIONI DI MATEMATICA PER I MERCATI FINANZIARI Dipartimeto di Sieze Eoomihe Uiversità di Veroa VALUTAZIONE DI TITOLI OBBLIGAZIONARI E STRUTTURA PER SCADENZA DEI TASSI DI INTERESSE Lezioi di Matematia per

Dettagli

Dimostrazione della Formula per la determinazione del numero di divisori-test di primalità, di Giorgio Lamberti

Dimostrazione della Formula per la determinazione del numero di divisori-test di primalità, di Giorgio Lamberti Gorgo Lambert Pag. Dmostrazoe della Formula per la determazoe del umero d dvsor-test d prmaltà, d Gorgo Lambert Eugeo Amtrao aveva proposto l'dea d ua formula per calcolare l umero d dvsor d u umero, da

Dettagli

Appunti di Statistica Matematica Inferenza Statistica Multivariata Anno Accademico 2014/15

Appunti di Statistica Matematica Inferenza Statistica Multivariata Anno Accademico 2014/15 Apputi di Statistica Matematica Ifereza Statistica Multivariata Ao Accademico 014/15 November 19, 014 1 Campioi e modelli statistici Siao Ω, A, P uo spazio di probabilità e X = X 1,..., X u vettore aleatorio

Dettagli

L OFFERTA DI LAVORO 1

L OFFERTA DI LAVORO 1 L OFFERTA DI LAVORO 1 La famiglia come foritrice di risorse OFFERTA DI LAVORO Notazioe utile: T : dotazioe di tempo (ore totali) : ore dedicate al tempo libero l=t- : ore dedicate al lavoro : cosumo di

Dettagli

Esame di Matematica 2 Mod.A (laurea in Matematica) prova di accertamento del 4 novembre 2005

Esame di Matematica 2 Mod.A (laurea in Matematica) prova di accertamento del 4 novembre 2005 Esame di Matematica 2 ModA (laurea i Matematica prova di accertameto del 4 ovembre 25 ESERCIZIO Si poga a 3 5 + 9 e b 2 4 6 + 6 ( (a Si determii d MCD(a, b e gli iteri m, Z tali che d ma + b co m < b ed

Dettagli

Indagini sui coregoni del Lago Maggiore: Analisi sui pesci catturati nel 2010

Indagini sui coregoni del Lago Maggiore: Analisi sui pesci catturati nel 2010 Idagii sui coregoi del Lago Maggiore: Aalisi sui pesci catturati el 1 Rapporto commissioato dal Dipartimeto del territorio, Ufficio della caccia e della pesca, Via Stefao Frascii 17 51 Bellizoa Aprile

Dettagli

Calcolo delle Probabilità

Calcolo delle Probabilità Calcolo delle Probabilità Il calcolo delle probabilità studia i modelli matematici delle cosidette situazioni di incertezza. Molte situazioni concrete sono caratterizzate a priori da incertezza su quello

Dettagli

Motori maxon DC e maxon EC Le cose più importanti

Motori maxon DC e maxon EC Le cose più importanti Motori maxo DC e maxo EC Il motore come trasformatore di eergia Il motore elettrico trasforma la poteza elettrica P el (tesioe U e correte I) i poteza meccaica P mech (velocità e coppia M). Le perdite

Dettagli

( ) ( ) ( ) ( ) ( ) CAPITOLO VII DERIVATE. (3) D ( x ) = 1 derivata di un monomio con a 0

( ) ( ) ( ) ( ) ( ) CAPITOLO VII DERIVATE. (3) D ( x ) = 1 derivata di un monomio con a 0 CAPITOLO VII DERIVATE. GENERALITÀ Defiizioe.) La derivata è u operatore che ad ua fuzioe f associa u altra fuzioe e che obbedisce alle segueti regole: () D a a a 0 0 0 derivata di u moomio D 6 D 0 D ()

Dettagli

Stim e puntuali. Vocabolario. Cambiando campione casuale, cambia l istogramma e cambiano gli indici

Stim e puntuali. Vocabolario. Cambiando campione casuale, cambia l istogramma e cambiano gli indici Stm e putual Probabltà e Statstca I - a.a. 04/05 - Stmator Vocabolaro Popolazoe: u seme d oggett sul quale s desdera avere Iformazo. Parametro: ua caratterstca umerca della popolazoe. E u Numero fssato,

Dettagli

PENSIONI INPDAP COME SI CALCOLANO

PENSIONI INPDAP COME SI CALCOLANO Mii biblioteca de Il Giorale Ipdap per rederci coto e sapere di piu Mii biblioteca de Il Giorale Ipdap per rederci coto e sapere di piu PENSIONI INPDAP COME SI CALCOLANO I tre sistemi I cique pilastri

Dettagli

La sicurezza sul lavoro: obblighi e responsabilità

La sicurezza sul lavoro: obblighi e responsabilità La sicurezza sul lavoro: obblighi e resposabilità Il Testo uico sulla sicurezza, Dlgs 81/08 è il pilastro della ormativa sulla sicurezza sul lavoro. I sostaza il Dlgs disciplia tutte le attività di tutti

Dettagli

1. MODELLO DINAMICO AD UN GRADO DI LIBERTÀ. 1 Alcune definizioni preliminari

1. MODELLO DINAMICO AD UN GRADO DI LIBERTÀ. 1 Alcune definizioni preliminari . MODELLO DINAMICO AD UN GRADO DI LIBERTÀ Alcue defiizioi prelimiari I sistemi vibrati possoo essere lieari o o lieari: el primo caso vale il pricipio di sovrapposizioe degli effetti el secodo o. I geerale

Dettagli

Metodi d integrazione di Montecarlo

Metodi d integrazione di Montecarlo Metodi d itegrzioe di Motecrlo Simulzioe l termie simulzioe ell su ccezioe scietific h u sigificto diverso dll ccezioe correte. Nell uso ordirio è sioimo si fizioe; ell uso scietifico è sioimo di imitzioe,

Dettagli

Introduzione alla probabilità

Introduzione alla probabilità Introduzione alla probabilità CAPITOLO TEORIA Il dilemma di Monty Hall In un popolare show televisivo americano il presentatore mostra al concorrente tre porte chiuse. Dietro a una di esse si cela il premio

Dettagli

8. Qual è la probabilità di estrarre da un mazzo di 40 carte napoletane una figura?

8. Qual è la probabilità di estrarre da un mazzo di 40 carte napoletane una figura? www.matematicamente.it Probabilità 1 Calcolo delle probabilità Cognome e nome: Classe Data 1. Quali affermazioni sono vere? A. Un evento impossibile ha probabilità 1 B. Un vento certo ha probabilità 0

Dettagli

INTRODUZIONE ALLE SUCCESSIONI E SERIE: ALCUNI ESEMPI NOTEVOLI

INTRODUZIONE ALLE SUCCESSIONI E SERIE: ALCUNI ESEMPI NOTEVOLI INTRODUZIONE ALLE SUCCESSIONI E SERIE: ALCUNI ESEMPI NOTEVOLI Mirta Debbia LS A. F. Formiggii di Sassuolo (MO) - debbia.m@libero.it Maria Cecilia Zoboli - LS A. F. Formiggii di Sassuolo (MO) - cherubii8@libero.it

Dettagli

CORSO DI CALCOLO DELLE PROBABILITÀ E STATISTICA. Esercizi su eventi, previsioni e probabilità condizionate

CORSO DI CALCOLO DELLE PROBABILITÀ E STATISTICA. Esercizi su eventi, previsioni e probabilità condizionate CORSO DI CALCOLO DELLE PROBABILITÀ E STATISTICA Esercizi su eventi, previsioni e probabilità condizionate Nota: Alcuni esercizi sono tradotti, più o meno fedelmente, dal libro A first course in probability

Dettagli

ESERCITAZIONE L adsorbimento su carbone attivo

ESERCITAZIONE L adsorbimento su carbone attivo ESERCITAZIONE adsorbimeto su carboe attivo ezioi di riferimeto: Processi basati sul trasferimeto di materia Adsorbimeto su carboi attivi Testi di riferimeto: Water treatmet priciples ad desi, WH Pricipi

Dettagli

Cos è Excel. Uno spreadsheet : un foglio elettronico. è una lavagna di lavoro, suddivisa in celle, cosciente del contenuto delle celle stesse

Cos è Excel. Uno spreadsheet : un foglio elettronico. è una lavagna di lavoro, suddivisa in celle, cosciente del contenuto delle celle stesse Cos è Excel Uno spreadsheet : un foglio elettronico è una lavagna di lavoro, suddivisa in celle, cosciente del contenuto delle celle stesse I dati contenuti nelle celle possono essere elaborati ponendo

Dettagli

l = 0, 1, 2, 3,,, n-1n m = 0, ±1,

l = 0, 1, 2, 3,,, n-1n m = 0, ±1, NUMERI QUANTICI Le autofuzioi soo caratterizzate da tre parametri chiamati NUMERI QUANTICI e soo completamete defiite dai loro valori: : umero quatico pricipale l : umero quatico secodario m : umero quatico

Dettagli

Introduzione ad Access

Introduzione ad Access Introduzione ad Access Luca Bortolussi Dipartimento di Matematica e Informatica Università degli studi di Trieste Access E un programma di gestione di database (DBMS) Access offre: un supporto transazionale

Dettagli

Calc è il programma per la gestione di fogli di calcolo della suite OpenOffice.org.

Calc è il programma per la gestione di fogli di calcolo della suite OpenOffice.org. Calc è il programma per la gestione di fogli di calcolo della suite OpenOffice.org. Nuovo documento Anteprima di stampa Annulla Galleria Apri Controllo ortografico Ripristina Sorgente dati Salva Controllo

Dettagli

GeoGebra 4.2 Introduzione all utilizzo della Vista CAS per il secondo biennio e il quinto anno

GeoGebra 4.2 Introduzione all utilizzo della Vista CAS per il secondo biennio e il quinto anno GeoGebra 4.2 Introduzione all utilizzo della Vista CAS per il secondo biennio e il quinto anno La Vista CAS L ambiente di lavoro Le celle Assegnazione di una variabile o di una funzione / visualizzazione

Dettagli

DISTRIBUZIONE di PROBABILITA. Si dice variabile aleatoria (o casuale) discreta X una quantità variabile che può assumere i

DISTRIBUZIONE di PROBABILITA. Si dice variabile aleatoria (o casuale) discreta X una quantità variabile che può assumere i DISTRIBUZIONE di PROBABILITA Si dice variabile aleatoria (o casuale) discreta X una quantità variabile che uò assumere i valori: ; ;, n al verificarsi degli eventi incomatibili e comlementari: E ; E ;..;

Dettagli

Introduzione (1) Introduzione (2) Prodotti e servizi sono realizzati per mezzo di processi produttivi.

Introduzione (1) Introduzione (2) Prodotti e servizi sono realizzati per mezzo di processi produttivi. Iroduzioe () Ua defiizioe (geerale) del ermie qualià: qualià è l isieme delle caraerisiche di u eià (bee o servizio) che e deermiao la capacià di soddisfare le esigeze espresse ed implicie di chi la uilizza.

Dettagli

Valutazione delle prestazioni termiche di sistemi con solai termoattivi in regime non stazionario

Valutazione delle prestazioni termiche di sistemi con solai termoattivi in regime non stazionario Valutazioe delle prestazioi termiche di sistemi co solai termoattivi i regime o stazioario MICHELE DE CARLI, Ph.D., Ricercatore, Dipartimeto di Fisica Tecica, Uiversità degli Studi di Padova, Padova, Italia.

Dettagli

LA FINESTRA DI OPEN OFFICE CALC

LA FINESTRA DI OPEN OFFICE CALC LA FINESTRA DI OPEN OFFICE CALC Barra di Formattazione Barra Standard Barra del Menu Intestazione di colonna Barra di Calcolo Contenuto della cella attiva Indirizzo della cella attiva Cella attiva Intestazione

Dettagli

I radicali 1. Claudio CANCELLI (www.claudiocancelli.it)

I radicali 1. Claudio CANCELLI (www.claudiocancelli.it) I rdicli Cludio CANCELLI (www.cludioccelli.it) Ed..0 www.cludioccelli.it Dec. 0 I rdicli INDICE DEI CONTENUTI. I RADICALI... INDICE DI RADICE PARI...4 INDICE DI RADICE DISPARI...5 RADICALI SIMILI...6 PROPRIETA

Dettagli

Ancora sull indipendenza. Se A e B sono indipendenti allora lo sono anche

Ancora sull indipendenza. Se A e B sono indipendenti allora lo sono anche Ancora sull indipendenza Se A e B sono indipendenti allora lo sono anche A e B Ā e B Ā e B Sfruttiamo le leggi di De Morgan Leggi di De Morgan A B = Ā B A B = Ā B P (Ā B) = P (A B) = 1 P (A B) = 1 (P (A)

Dettagli

Le formule possono essere scritte utilizzando un insieme di funzioni predefinite che Excel mette a disposizione, raggruppate per argomento.

Le formule possono essere scritte utilizzando un insieme di funzioni predefinite che Excel mette a disposizione, raggruppate per argomento. Excel: le funzioni Le formule possono essere scritte utilizzando un insieme di funzioni predefinite che Excel mette a disposizione, raggruppate per argomento. DEFINIZIONE: Le funzioni sono dei procedimenti

Dettagli

Esercizi Le leggi dei gas. Lo stato gassoso

Esercizi Le leggi dei gas. Lo stato gassoso Esercizi Le lei dei as Lo stato assoso Ua certa quatità di as cloro, alla pressioe di,5 atm, occupa il volume di 0,58 litri. Calcola il volume occupato dal as se la pressioe viee portata a,0 atm e se la

Dettagli

APPROFONDIMENTI SUI NUMERI

APPROFONDIMENTI SUI NUMERI APPROFONDIMENTI SUI NUMERI. Il sistem di umerzioe deimle Be presto, ll operzioe turle del otre, si è ggiut l esigez di «rppresetre» i umeri. I sistemi di umerzioe possiili soo molti; per or i limitimo

Dettagli

PROBABILITA, VALORE ATTESO E VARIANZA DELLE QUANTITÁ ALEATORIE E LORO RELAZIONE CON I DATI OSSERVATI

PROBABILITA, VALORE ATTESO E VARIANZA DELLE QUANTITÁ ALEATORIE E LORO RELAZIONE CON I DATI OSSERVATI statistica, Università Cattaneo-Liuc, AA 006-007, lezione del 08.05.07 IDICE (lezione 08.05.07 PROBABILITA, VALORE ATTESO E VARIAZA DELLE QUATITÁ ALEATORIE E LORO RELAZIOE CO I DATI OSSERVATI 3.1 Valore

Dettagli

Non tutto, ma un po di tutto

Non tutto, ma un po di tutto ALFREDO MANGIA Non tutto, ma un po di tutto Nozioni fondamentali per conoscere e usare un foglio di calcolo. Corso di alfabetizzazione all informatica Settembre 2004 SCUOLA MEDIA GARIBALDI Genzano di Roma

Dettagli

Guida rapida. Cos è GeoGebra? Notizie in pillole

Guida rapida. Cos è GeoGebra? Notizie in pillole Guida rapida Cos è GeoGebra? Un pacchetto completo di software di matematica dinamica Dedicato all apprendimento e all insegnamento a qualsiasi livello scolastico Riunisce geometria, algebra, tabelle,

Dettagli

USUFRUTTO. 5) Quali sono le spese a carico dell usufruttuario

USUFRUTTO. 5) Quali sono le spese a carico dell usufruttuario USUFRUTTO 1) Che cos è l sfrtto e come si pò costitire? L sfrtto è il diritto di godimeto ( ovvero di possesso) di bee altri a titolo gratito ; viee chiamato sfrttario chi esercita tale diritto, metre

Dettagli

Appunti sulle disequazioni

Appunti sulle disequazioni Premessa Istituto d Istruzione Superiore A. Tilgher Ercolano (Na) Appunti sulle disequazioni Questa breve trattazione non vuole costituire una guida completa ed esauriente sull argomento, ma vuole fornire

Dettagli

Le operazioni fondamentali in N Basic Arithmetic Operations in N

Le operazioni fondamentali in N Basic Arithmetic Operations in N Operzioi fodetli i - 1 Le operzioi fodetli i Bsic Arithetic Opertios i I geerle u operzioe è u procedieto che due o più ueri, dti i u certo ordie e detti terii dell'operzioe, e ssoci u ltro, detto risultto

Dettagli

Lezione 10. La Statistica Inferenziale

Lezione 10. La Statistica Inferenziale Lezione 10 La Statistica Inferenziale Filosofia della scienza Secondo Aristotele, vi sono due vie attraverso le quali riusciamo a formare le nostre conoscenze: (1) la deduzione (2) l induzione. Lezione

Dettagli

FUNZIONI AVANZATE DI EXCEL

FUNZIONI AVANZATE DI EXCEL FUNZIONI AVANZATE DI EXCEL Inserire una funzione dalla barra dei menu Clicca sulla scheda "Formule" e clicca su "Fx" (Inserisci Funzione). Dalla finestra di dialogo "Inserisci Funzione" clicca sulla categoria

Dettagli

aleatoria; se è nota la sua densità di probabilità ad essa si può associare una valore medio statistico. La grandezza così definita: (III.1.

aleatoria; se è nota la sua densità di probabilità ad essa si può associare una valore medio statistico. La grandezza così definita: (III.1. Caitolo III VALORI MEDI. SAZIONARIEÀ ED ERGODICIÀ III. - Mdi tatitich dl rimo ordi. Sia f( ) ua fuzio cotiua i aoci al gal alatorio (, t ζ ) la uatità dfiita dalla y f[(, t ζ )]. Ea idividua, a ua volta,

Dettagli

Dall atomo di Bohr alla costante di struttura fine

Dall atomo di Bohr alla costante di struttura fine Dall atomo di Bohr alla ostate di struttura fie. INFORMAZIONI SPETTROSCOPICHE SUGLI ATOMI E be oto he ogi sostaza opportuamete eitata emette radiazioi elettromagetihe. Co uo spettrosopio, o strumeti aaloghi,

Dettagli

I Grafici. La creazione di un grafico

I Grafici. La creazione di un grafico I Grafici I grafici servono per illustrare meglio un concetto o per visualizzare una situazione di fatto e pertanto la scelta del tipo di grafico assume notevole importanza. Creare grafici con Excel è

Dettagli

ARGOMENTO: MISURA DELLA RESISTENZA ELETTRICA CON IL METODO VOLT-AMPEROMETRICO.

ARGOMENTO: MISURA DELLA RESISTENZA ELETTRICA CON IL METODO VOLT-AMPEROMETRICO. elazoe d laboratoro d Fsca corso M-Z Laboratoro d Fsca del Dpartmeto d Fsca e Astrooma dell Uverstà degl Stud d Cataa. Scala Stefaa. AGOMENTO: MSUA DELLA ESSTENZA ELETTCA CON L METODO OLT-AMPEOMETCO. NTODUZONE:

Dettagli

Esercizi di consolidamento di probabilità e calcolo combinatorio parte 1

Esercizi di consolidamento di probabilità e calcolo combinatorio parte 1 Esercizi di consolidamento di probabilità e calcolo combinatorio parte 1 1. Si lancia una moneta 2 volte: qual è la probabilità che esca TESTA 0 volte? 1 volta? 2 volte? 2. Si lancia una moneta 3 volte:

Dettagli

Esempio di utilizzo di Excel per la gestione delle liste - Predisposizione ed allineamento -

Esempio di utilizzo di Excel per la gestione delle liste - Predisposizione ed allineamento - Esempio di utilizzo di Excel per la gestione delle liste - Predisposizione ed allineamento - Nota preliminare La presente guida, da considerarsi quale mera indicazione di massima fornita a titolo esemplificativo,

Dettagli

Calcolo combinatorio

Calcolo combinatorio Probabilità e Statistica Esercitazioni a.a. 2009/2010 C.d.L.S.: Ingegneria Civile-Architettonico, Ingegneria Civile-Strutturistico Calcolo combinatorio Ines Campa e Marco Longhi Probabilità e Statistica

Dettagli

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 1 Sommario INTRODUZIONE 3 I concetti principali di I.Stat 4 Organizzazione dei dati 4 Ricerca 5 GUIDA UTENTE 6 Per iniziare 6 Selezione della lingua 7 Individuazione

Dettagli

IMPOSTARE UNA MASCHERA CHE SI APRE AUTOMATICAMENTE

IMPOSTARE UNA MASCHERA CHE SI APRE AUTOMATICAMENTE IMPOSTARE UNA MASCHERA CHE SI APRE AUTOMATICAMENTE Access permette di specificare una maschera che deve essere visualizzata automaticamente all'apertura di un file. Vediamo come creare una maschera di

Dettagli

MATRICI E DETERMINANTI

MATRICI E DETERMINANTI MATRICI E DETERMINANTI 1. MATRICI Si ha la seguente Definizione 1: Un insieme di numeri, reali o complessi, ordinati secondo righe e colonne è detto matrice di ordine m x n, ove m è il numero delle righe

Dettagli

ITCG Cattaneo via Matilde di canossa n.3 - Castelnovo ne' Monti (RE) SEZIONE I.T.I. - Corso di Fisica - prof. Massimo Manvilli

ITCG Cattaneo via Matilde di canossa n.3 - Castelnovo ne' Monti (RE) SEZIONE I.T.I. - Corso di Fisica - prof. Massimo Manvilli ITCG C. CATTANEO via Matilde di Canossa n.3 - Castelnovo ne' Monti (Reggio Emilia) Costruzione del grafico di una funzione con Microsoft Excel Supponiamo di aver costruito la tabella riportata in figura

Dettagli

Excel basi e funzioni

Excel basi e funzioni Esercitazione di Laboratorio Excel basi e funzioni Contenuto delle celle 1. Testo 2. Numeri 3. Formule Formattazione delle celle (1) Formattazione del testo e dei singoli caratteri: Orientamento a 45 Allineamento

Dettagli

Analisi dei segnali nel dominio del tempo

Analisi dei segnali nel dominio del tempo Appui di Teoria dei Segali a.a. / Aalisi dei segali el domiio del empo L.Verdoliva I quesa prima pare del corso sudieremo come rappreseare i segali empo coiuo e discreo el domiio del empo e defiiremo le

Dettagli

(accuratezza) ovvero (esattezza)

(accuratezza) ovvero (esattezza) Capitolo n 2 2.1 - Misure ed errori In un analisi chimica si misurano dei valori chimico-fisici di svariate grandezze; tuttavia ogni misura comporta sempre una incertezza, dovuta alla presenza non eliminabile

Dettagli

I NUMERI DECIMALI. che cosa sono, come si rappresentano

I NUMERI DECIMALI. che cosa sono, come si rappresentano I NUMERI DECIMALI che cosa sono, come si rappresentano NUMERI NATURALI per contare bastano i numeri naturali N i numeri naturali cominciano con il numero uno e vanno avanti con la regola del +1 fino all

Dettagli

Comportamento delle strutture in C.A. in Zona Sismica

Comportamento delle strutture in C.A. in Zona Sismica Comportameto delle strutture i c.a. i zoa sismica Pagia i/161 Comportameto delle strutture i C.A. i Zoa Sismica Prof. Paolo Riva Dipartimeto di Progettazioe e ecologie Facoltà di Igegeria Uiversità di

Dettagli

FONDAMENTI DI MECCANICA APPLICATA ALLE MACCHINE

FONDAMENTI DI MECCANICA APPLICATA ALLE MACCHINE DISPENSE DI: FONDAMENTI DI MECCANICA APPLICATA ALLE MACCHINE Testo di riferieto E. Fuaioli ed altri Meccaica applicata alle acchie vol. e - Ed. Patro BOZZA Idice. INTRODUZIONE ALLA MECCANICA APPLICATA

Dettagli

Teoria degli insiemi

Teoria degli insiemi Teoria degli insiemi pag 1 Easy Matematica di dolfo Scimone Teoria degli insiemi Il concetto di insieme si assume come primitivo, cioè non riconducibile a concetti precedentemente definiti. Sinonimi di

Dettagli

EQUAZIONI E DISEQUAZIONI POLINOMIALI E COLLEGAMENTI CON LA GEOMETRIA ELEMENTARE

EQUAZIONI E DISEQUAZIONI POLINOMIALI E COLLEGAMENTI CON LA GEOMETRIA ELEMENTARE EQUAZIONI E DISEQUAZIONI POLINOMIALI E COLLEGAMENTI CON LA GEOMETRIA ELEMENTARE 1. EQUAZIONI Definizione: un equazione è un uguaglianza tra due espressioni letterali (cioè in cui compaiono numeri, lettere

Dettagli

Indici di Posizione. Gli indici si posizione sono misure sintetiche ( valori caratteristici ) che descrivono la tendenza centrale di un fenomeno

Indici di Posizione. Gli indici si posizione sono misure sintetiche ( valori caratteristici ) che descrivono la tendenza centrale di un fenomeno Idc d Poszoe Gl dc s poszoe soo msure stetche ( valor caratterstc ) che descrvoo la tedeza cetrale d u feomeo La tedeza cetrale è, prma approssmazoe, la modaltà della varable verso la quale cas tedoo a

Dettagli

FACOLTA DI INGEGNERIA SCHEDA DIDATTICA N 1

FACOLTA DI INGEGNERIA SCHEDA DIDATTICA N 1 FACOLTA DI INGEGNERIA CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA PER L AMBIENTE ED IL TERRITORIO CORSO DI STATISTICA E CALCOLO DELLE PROBABILITA PROF. PASQUALE VERSACE SCHEDA DIDATTICA N ARGOMENTO: CALCOLO DELLE PROBABILITA

Dettagli

ESERCIZI. x + 3 x 2 1. a) y = 4x2 + 3x 2x + 2 ; b) y = 6x2 x 1. (x + 2) 2 c) y =

ESERCIZI. x + 3 x 2 1. a) y = 4x2 + 3x 2x + 2 ; b) y = 6x2 x 1. (x + 2) 2 c) y = ESERCIZI Testi (1) Un urna contiene 20 palline di cui 8 rosse 3 bianche e 9 nere; calcolare la probabilità che: (a) tutte e tre siano rosse; (b) tutte e tre bianche; (c) 2 rosse e una nera; (d) almeno

Dettagli

Kangourou Italia Gara del 19 marzo 2015 Categoria Student Per studenti di quarta e quinta della secondaria di secondo grado

Kangourou Italia Gara del 19 marzo 2015 Categoria Student Per studenti di quarta e quinta della secondaria di secondo grado Kangourou Italia Gara del 19 marzo 2015 Categoria Student Per studenti di quarta e quinta della secondaria di secondo grado I quesiti dal N. 1 al N. 10 valgono 3 punti ciascuno 1. Angela è nata nel 1997,

Dettagli

(anno accademico 2008-09)

(anno accademico 2008-09) Calcolo relazionale Prof Alberto Belussi Prof. Alberto Belussi (anno accademico 2008-09) Calcolo relazionale E un linguaggio di interrogazione o e dichiarativo: at specifica le proprietà del risultato

Dettagli

Percorsi di matematica per il ripasso e il recupero

Percorsi di matematica per il ripasso e il recupero Giacomo Pagina Giovanna Patri Percorsi di matematica per il ripasso e il recupero 1 per la Scuola secondaria di secondo grado UNITÀ CMPIONE Edizioni del Quadrifoglio à t i n U 1 Insiemi La teoria degli

Dettagli

STUDIO DI UNA FUNZIONE

STUDIO DI UNA FUNZIONE STUDIO DI UNA FUNZIONE OBIETTIVO: Data l equazione Y = f(x) di una funzione a variabili reali (X R e Y R), studiare l andamento del suo grafico. PROCEDIMENTO 1. STUDIO DEL DOMINIO (CAMPO DI ESISTENZA)

Dettagli

Dipartimento del Tesoro

Dipartimento del Tesoro Dipartimento del Tesoro POWER POINT AVANZATO Indice 1 PROGETTAZIONE DELL ASPETTO...3 1.2 VISUALIZZARE GLI SCHEMI...4 1.3 CONTROLLARE L ASPETTO DELLE DIAPOSITIVE CON GLI SCHEMI...5 1.4 SALVARE UN MODELLO...6

Dettagli

MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale

MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale InterWrite SchoolBoard è un software per lavagna elettronica di facile utilizzo. Può essere adoperata anche da studenti diversamente

Dettagli

Tavola 1 - Popolazione italiana residente alle date dei censimenti generali, riportata ai confini attuali - Anni 1861-2001 (migliaia di unità)

Tavola 1 - Popolazione italiana residente alle date dei censimenti generali, riportata ai confini attuali - Anni 1861-2001 (migliaia di unità) 4 Quai eravamo, quai siamo, quai saremo Che cosa si impara el capiolo 4 er cooscere le caraerisiche e l evoluzioe della popolazioe ialiaa araverso u lugo arco di empo uilizziamo il asso di icremeo medio

Dettagli

Siamo così arrivati all aritmetica modulare, ma anche a individuare alcuni aspetti di come funziona l aritmetica del calcolatore come vedremo.

Siamo così arrivati all aritmetica modulare, ma anche a individuare alcuni aspetti di come funziona l aritmetica del calcolatore come vedremo. DALLE PESATE ALL ARITMETICA FINITA IN BASE 2 Si è trovato, partendo da un problema concreto, che con la base 2, utilizzando alcune potenze della base, operando con solo addizioni, posso ottenere tutti

Dettagli

Elementi di Statistica

Elementi di Statistica Elementi di Statistica Contenuti Contenuti di Statistica nel corso di Data Base Elementi di statistica descrittiva: media, moda, mediana, indici di dispersione Introduzione alle variabili casuali e alle

Dettagli

Funzione reale di variabile reale

Funzione reale di variabile reale Funzione reale di variabile reale Siano A e B due sottoinsiemi non vuoti di. Si chiama funzione reale di variabile reale, di A in B, una qualsiasi legge che faccia corrispondere, a ogni elemento A x A

Dettagli