Colpo di fucile accidentale, muore 34enne

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Colpo di fucile accidentale, muore 34enne"

Transcript

1 in edicola 7 giorni su 7 PAVESE FONDATO NEL 1994 ANNO XX - N. 45 (947) - SETTIMANALE INDIPENDENTE - 25 novembre EURO 1,20 - TEL FAX Colpo di fucile accidentale, muore 34enne Sotto shock l amico della vittima che in modo fortuito ha fatto partire il colpo fatale MENCONICO La tragedia è avvenuta attorno alle di ieri pomeriggio in località Carrobiolo, frazione del Comune di Menconico: due cacciatori di origine rumena viaggiavano a bordo di una Ford Galaxy quando Timis Radu, classe 1975 residente a Bascapé, maneggiando la carabina calibro 2 e 70, ha accidentalmente fatto partire un colpo che ha colpito ed ucciso l'amico Timis Dinu Balazs, nato il e residente a Lodi. Secondo le prime ricostruzioni il conducente, spaventato da quanto accaduto, avrebbe perso il controllo della macchina e l'auto è precipitata in un dirupo. Illeso ma sotto shock Timis Radu. Immediato l'intervento dei soccorsi, ma a nulla sono valsi i tentativi di rianimare il 34enne PAG. 6 Pavia, pagina 7 Pavia, tra Cattaneo e Pesato scoppia la pace sulla Tares Vigevano pagina 20 La roulette dei velok non piace a nessuno Comincia la roulette russa dei velok. Le colonne arancioni che possono (o non possono) contenere le macchine fotografiche che rilevano la velocità dei veicoli sono spuntate velocemente in giro per Vigevano. E con loro sono arrivate decine di polemiche, con centinaia di messaggi sui social network. Non piacciono a nessuno. Pavia, pag. 8-9 Lega Nord, a Pavia e provincia è un plebiscito per Matteo Salvini Nelle scorse settimane i due avevano battibeccato sull azione amministrativa del comune di Pavia. Sabato invece hanno presentato insieme le nuove misure a favore dei commercianti in difficoltà. Per loro 250 mila euro per agevolazioni sulla Tares. Speciale Salute I consigli su come evitare raffreddore ed influenza Con l arrivo delle piogge e dei primi freddi, si sa, arrivano anche i primi malanni di stagione. Raffreddori, febbre e acciacchi reumatologi colpiscono tutti. Per cercare di evitarli o, quantomeno, di ridurre al minimo le probabilità di incapparvi, è di fondamentale importanza imparare ad aiutare il nostro sistema immunitario. Per farlo, è impossibile prescindere dall'alimentazione e dalle proprietà naturali dei cibi. Per evitare invece l influenza pochi gesti anche igienici possono aiutare a prevenire. Il semplice gesto di lavarsi le mani è un arma di prevenzione sicura ed efficace, purché le mani vengano strofinate per alcuni secondi con il sapone. Voghera, pagina 26 Voghera dice basta aiuti agli stranieri con il nuovo Isee PAGG Con la modifica del regolamento Isee, Voghera dice basta agli aiuti agli stranieri. Soddisfazione negli esponenti della Lega. Il senatore Centinaio: «Faremo in modo che il modello Voghera sia fatto conoscere in tutti i comuni italiani». Broni pagina 28 Il sindaco Paroni risponde a Vittorio Braga Il primo cittadino di Broni Luigi Paroni risponde per le rime al leghista Vittorio Braga che due settimane fa lo aveva attaccato sulla facilità con il quale vengono concesse le residenze agli stranieri. «Ho sempre rispettato la legge, basta con le battute demagogiche». La Torrefazione di Iacopetta Rita Via XXVI Aprile n Stradella PV Tel Calcio, pag. 31 OltrepòVoghera inarrestabile In Lega Pro pari casalingo per il Pavia che riesce in inferiorità numerica a fermare la corsa della lanciatissima Cremonese. In Eccellenza continua lo strapotere Casteggio, pag. 27 Albani attacca sindaco e giunta dell OltrepoVoghera che a San Giuliano vince 4-0 con una tripletta di Panigada. Con questo successo conserva 4 punti di vantaggio sulla seconda. Volley, pagg Volano Garlasco e Stradella In prima divisione femminile continua la corso del Garlasco e dello Stradella che viaggiano a pieno ritmo. In Seconda divisione nel girone A la Gifra continua a vincere ma viene tallonata dal Tromello. Nel girone B la Virtus Mortara sembra inarrestabile. Il consigliere di minoranza Ettore Albani attacca duramente l amministrazione comunale di Casteggio rea secondo lui di poca trasparenza: «Credo che in nessun comune italiano vengano dati appalti senza aver indetto delle opportune gare. Accade solo qui a Casteggio» Garlasco, pag. 24 L autovelox fa ancora discutere Arrivano altri tre autovelox a Garlasco e dovrebero essere posti all ingresso della città venendo da Pavia, alla frazione Bozzole e a San Biagio. Ormai la città è circondata da questi apparecchi di rilevamento della velocità. LUNEDÌ PROSSIMO PAGINA DI TAGLIANDI Dal lunedì al sabato pranzi di lavoro a 10 Euro CENE AZIENDALI con menù personalizzato a partire da 25 Euro DOMENICA PRANZO TURISTICO Antipasti tre primi a scelta tre secondi a scelta Dolce Vino Acqua Caffè Tutto a 25 Euro

2

3 3 25 novembre 2013 NotiziedalMondo È stato firmato a Ginevra, prevede l'arresto di parti del programma nucleare dell'iran C è un accordo sul nucleare iraniano Israele l'ha definito un «errore storico» che renderà il mondo «molto più pericoloso» GINEVRA L Iran e i paesi del 5+1 cioè i cinque membri permanenti del Consiglio di Sicurezza dell ONU col potere di veto (Stati Uniti, Cina, Regno Unito, Francia e Russia) più la Germania hanno annunciato di aver raggiunto un accordo sulla discussa questione del nucleare iraniano: se rispettato, l accordo dovrebbe bloccare alcune parti chiave del programma nucleare dell Iran in cambio di un alleggerimento delle sanzioni economiche e commerciali imposte all Iran nel corso degli ultimi anni. L accordo è stato firmato al Palazzo delle Nazioni a Ginevra, in Svizzera, dopo diversi giorni di intensi colloqui a cui hanno partecipato anche i ministri degli Esteri degli stati coinvolti: prevede che l Iran blocchi il processo di arricchimento dell uranio oltre il 5 per cento, una soglia sufficiente per garantire la produzione dell energia nucleare ma insufficiente per il processo di produzione della bomba nucleare (per quello è necessario superare il 20 per cento, livello al quale l uranio non viene più usato per scopi legati alla ricerca, principalmente medici, ma anche per gli armamenti). L accordo riguarda inoltre le riserve iraniane di uranio arricchite al 20 per cento che dovranno essere diluite o convertite in ossido, in modo che non possano essere utilizzate con facilità per scopi militari e il divieto di installare nuove centrifughe o di costruire nuovi impianti di arricchimento in giro per il paese. Direzione e redazione Corso Cavour, 20 Palazzo Politeama - 2 piano Pavia Tel Autorizzazione del Tribunale di Pavia n. 432 del 28/6/1994 Amministrazione FV Srl Via Catone Milano Editore FV Srl PAVESE ROC nº 3173 vol. 48 foglio 369 del 20/10/94 Direttore Responsabile Daniele Mari Redazione sportiva Pubblicità Roberto Verbena Marco Verbena Luigi Verbena Redazione Stampa Tipre S.r.L. Borsano di Busto Arsizio (VA) Tariffe pubblicitarie ordinarie Pubblicità a modulo: Commerciale 20 - Ricerca personale 30 - Finanziaria, legale, propaganda Spettacoli 15 - Tariffe economici (per parola) - Necrologie 1,5 - Partecipazioni 3 - Foto 20 - Supplemento colore 30% Associato all Unione Stampa Periodica Italiana La tiratura de Il Punto è denunciata al Garante per la radiodiffusione e l editoria ai sensi della legge 23 dicembre 1996 nº 650 In cambio l Iran ottiene la sicurezza che per sei mesi non verranno approvate nuove sanzioni internazionali legate al suo programma nucleare, oltre a garantirsi un alleggerimento su una serie di sanzioni già esistenti pari a circa 7 miliardi di dollari. Lo scopo dell accordo, che dovrebbe avere una durata di sei mesi, è di dare ulteriore tempo ai negoziatori per raggiungere un patto più ampio e dettagliato che permetta alla comunità internazionale di limitare e monitorare le attività che vengono svolte negli impianti legati alla produzione del nucleare i più importanti sono Natanz, Fordow, Bushehr, Gachin, Isfahan, Parchin e Arak. L accordo è già stato criticato molto da Israele, che si può definire come una terza parte coinvolta in qualsiasi tentativo di dialogo sul nucleare iraniano: Israele, principale alleato L abbraccio alla fine delle trattative degli Stati Uniti in Medioriente, teme infatti che l Iran possa usare l arma atomica contro il suo territorio (il regime iraniano, in passato, ha più volte negato il diritto di esistere di Israele). Il problema, dicono alcuni funzionari israeliani, è che l Iran non ha rinunciato al suo diritto di sviluppare l energia nucleare, e che non ci si può fidare delle recenti aperture diplomatiche del nuovo presidente iraniano Hassan Rouhani, che sono state le basi per riaprire il dialogo sul nucleare. Il nuovo ministro degli Esteri israeliano, Avigdor Lieberman, ha detto un po minacciosamente che l accordo spingerà Israele a prendere decisioni differenti ; il primo ministro Benjamin Netanyahu ha invece definito l accordo come un «errore storico» che rende il mondo «molto più pericoloso» di quanto sia ora. NEWS TASCABILI UCRAINA Corteo pro-ue a Kiev, scontri con polizia Tafferugli tra i militanti del partito ultranazionalista ucraino 'Svoboda' e la polizia in assetto antisommossa sono scoppiati a Kiev durante la manifestazione contro la sospensione dell'accordo di associazione con la Ue da parte del governo. I manifestanti hanno tentato di irrompere nell'edificio sede del governo; le forze dell'ordine hanno respinto l'assalto a colpi di manganello e usando i gas lacrimogeni. La manifestazione dell'opposizione ucraina continuerà a oltranza. Shangai: esplosione oleodotto, 52 vittime E salito a 52 il bilancio delle vittime dell incidente avvenuto nella provincia orientale cinese dello Shandong, con esplosioni seguite ad una perdita in un oleodotto. Quattro delle vittime non sono state identificate, sei sono invece i vigili del Sono 160 i morti in due giorni in scontri Almeno 160 tra ribelli e soldati sono morti nelle ultime 48 ore in violenti combattimenti avvenuti nella regione della Ghuta orientale, a est di Damasco, considerata "la roccaforte" degli insorti. Lo riferisce l Osservatorio siriano dei Diritti Umani CINA SIRIA fuoco periti nell'incidente, mentre 11 persone risultano ancora disperse. Dieci dei 136 feriti che si trovano ancora in ospedale, sono in condizioni definite critiche dai sanitari, per cui si teme che il bilancio dei morti possa aumentare. (Osdh). Di fronte al recente successo dell esercito nella provincia di Damasco, che ha bloccato la fornitura dei ribelli ai quartieri meridionali della capitale, gli insorti cercano di rompere l'assedio imposto da mesi dall'esercito. Hollande: «Tappa importante per le relazioni con l Iran» L'Iran non è la Corea del Nord e con l'intesa raggiunta a Ginevra "Israele è più al sicuro di quanto non fosse ieri": così il segretario di Stato Usa, John Kerry, intervistato dalla Cnn. «Teheran ha accettato il negoziato e non ha prodotto una bomba atomica, come invece ha fatto Pyongyang», rimarca Kerry assicurando che «è stato elaborato un meccanismo che ci permetterà di agire con più tempo e avere una visione del programma nucleare iraniano che non avevamo prima». Tecnicamente l Iran proseguirà nel suo programma nucleare «ma ciò non significa che mantiene il diritto all arricchimento dell uranio», sottolina ancora il segretario di Stato americano. Il presidente del Consiglio Ue, Herman Van Rompuy, accoglie favorevolmente "il coraggio" mostrato dall'iran e dalle grandi potenze per limitare il programma Sicurezza, l Afghanistan attende gli Usa KABUL il Gran Consiglio convocato dal presidente afghano Hamid Karzai, ha dato parere positivo alla firma di un Accordo bilaterale sulla sicurezza (Bsa) con gli Stati Uniti, chiedendone la firma «entro poche settimane». Lo hanno annunciato oggi responsabili del Comitato organizzativo dell Assemblea. Secondo le fonti, la maggior parte dei 50 comitati che hanno esaminato i 26 articoli dell Accordo hanno proposto che esso sia firmato «entro la fine del 2013». Le conclusioni del lavoro svolto nei quattro giorni in cui ha funzionato la Jirga, forte di circa fra delegati e invitati, è già stato esaminato dal presidente Hamid Karzai che oggi a Kabul ha dichiarato che per la firma di un Accordo bilaterale per la sicurezza (Bsa) con gli Usa «ci vuole tempo» per poter «svolgere altri negoziati su consolidamento della pace e garanzie Usa per elezioni libere e trasparenti». Le reazioni dei capi di stato Kerry: «Israele più al sicuro» GINEVRA nucleare di Teheran, ma ha anche sottolineato l'importanza di attuare l'accordo «entro i tempi: ora è cruciale assicurare l'applicazione dell'accordo e di continuare a lavorare, sulla base della fiducia costruita, ad una soluzione definitiva di questo problema». «L accordo sul nucleare iraniano è importante e va nella giusta direzione». Così si esprime invece il presidente francese Francois Hollande, in una nota La storica stretta di mano dell Eliseo. «L intesa - prosegue il presidente francese - rappresenta una tappa verso l arresto del programma militare nucleare iraniano e per la normalizzazione delle nostre relazioni con Teheran». «Tutto il mondo guadagna» dall accordo sul nucleare iraniano raggiunto la notte scorsa a Ginevra e «non ci sono perdenti». E quanto sottolineato dal ministro degli esteri russo Serghei Lavrov sull intesa trovata. DIMINUISCE IL CONTINGENTE IN AFGHANISTAN Rientrano 400 militari italiani Ieri mattina gli ultimi militari italiani della Transition Support Unit South (TSU-S), dopo aver concluso il processo di transizione della responsabilità e della sicurezza della provincia meridionale di Farah alle forze afghane, hanno lasciato definitivamente l'afghanistan per far rientro in Italia. I bersaglieri del 6 reggimento di Trapani, spiega una nota del Contingente militare italiano, con la consegna alla 2 brigata del 207 corpo d'armata afghano delle basi operative avanzate di Farah e Bala Boluk hanno suggellato il rientro in patria di circa 400 militari italiani, come parte del ridimensionamento del contingente italiano che proseguirà fino alla fine del Con l'ulteriore partenza dei bersaglieri di Trapani, il contingente italiano dall'inizio di quest'anno si è ridotto di oltre uomini. Durante il proprio mandato iniziato lo scorso 10 agosto, la Transition Support Unit South ha condotto 187 pattuglie di sicurezza e di ricognizione dell'area di responsabilità e numerose esercitazioni di evacuazione medica con elicotteri italiani e americani per addestrare al soccorso sanitario i colleghi dell'esercito afghano.

4 Notizie dall Italia 4 25 novembre 2013 Il leader del Nuovo Centrodestra conferma il voto contrario alla decadenza del Cavaliere, ma annuncia: «Non partecipiamo alla manifestazione» Alfano: «In piazza per Silvio? No grazie» Il vicepremier precisa: «Meriterebbe di non essere sottoposto ai servizi sociali e meriterebbe la grazia» ROMA Eppure Alfano definisce la prossima espulsione del Cavaliere dal Grillo insulta il Premier «E come Capitan Findus» «Siamo populisti rabbiosi e vi cancelleremo» MILANO «Letta ha detto che 'le primarie sono la risposta al populismo rabbioso'. Finalmente una verità». Beppe Grillo passa al contrattacco, copre di insulti il presidente del Consiglio e, sempre via blog, si fa vanto polemicamente delle critiche arrivate oggi dall'inquilino di palazzo Chigi: «Certo, siamo populisti e riconosciamo nella volonta' popolare la vera democrazia. Certo, siamo rabbiosi verso questi partiti che hanno depredato il Paese e ora si atteggiano a salvatori. Certo, siamo populisti rabbiosi e quando avremo la maggioranza, cancelleremo dalla Storia questa classe politica. Populista rabbioso? Mi piace!». «Questo signore sta perdendo la testa. Lui - incalza - sa che la politica dell'austerita' voluta dalla Bce per salvare i crediti delle banche tedesche e della Germania nei nostri confronti ci portera' a schiantarci contro il muro. Lo sa benissimo. E' come un condannato nel braccio della morte che vuole guadagnare tempo». E, aggiunge, «è il capofila di politici attaccati alle loro poltrone esponendosi a figure di merda colossali». Ed ecco il 'ritratto' di Enrico «Al Senato voteremo contro la decadenza del presidente Berlusconi» La scissione «non sarà una finzione. E' purtroppo tutto molto vero e lo dimostreranno i prossimi giorni quando con molta probabilità le strade si separeranno su un punto fondamentale: il sostegno al governo». Parola di Angelino Alfano che intervistato da Massimo Giletti all Arena di Rai Uno, avvia il processo definitivo di scissione del centrodestra. Il vicepremier annuncia poi che non parteciperà alla manifestazione organizzata da Forza Italia in via del Plebiscito per il 27 novembre in contemporanea con la discussione e il voto sulla decadenza da senatore di Silvio Berlusconi: «Noi non partecipiamo». «Guardiamo al futuro e non siamo coinvolti» dice il vicepresidente del Consiglio. Parlamento «un ingiustizia». Anzi.«Un uomo con la carriera e la biografia di Silvio Berlusconi meriterebbe di non essere sottoposto ai servizi sociali e meriterebbe la grazia», anche se non l ha richiesta, in questo sostenendo dunque lo stesso leader di Forza Italia che ieri aveva lanciato un ultimo appello al Quirinale. Il vice di Letta ha precisato di non volersi addentrare nelle procedure che attengono al Colle. E che la separazione non è stato un artificio, secondo Alfano, si vedrà proprio dal Beppe Grillo Letta visto da Beppe Grillo: «Capitan Findus Letta ha molti meriti, nipote del Gran Ciambellano Gianni Letta, il consigliere di Berlusconi, nipote acquisito di Napolitano che lo ha nominato presidente del Consiglio in una notte tempestosa insieme a Testa d'asfalto, mentitore professionista sul finanziamento dei partiti e sulla legge elettorale, in carriera politica da bambino, non ha mai fatto altro nella vita, pollo di allevamento della democrazia cristiana traslocato nel pdmenoelle, capace pero' di esprimersi in lingua inglese, un merito incommensurabile per un politico italiano, ammiratore di Andreotti, uno dei peggiori figuri della Prima Repubblica, mentore dell'alleanza con il pdl sin da prima delle elezioni quando invito' a votare pdl piuttosto che Il MoVimento 5 Stelle». Angelino Alfano 27 novembre quando Forza Italia passerà automaticamente all opposizione. Il Nuovo Centrodestra si mantiene però coerente nella partita per la decadenza di Berlusconi da senatore: «Penso che la decadenza sia una grande ingiustizia perché nasce dall applicazione retroattiva di una norma penale. Perciò voteremo contro la decadenza del presidente Ancora un suicidio in carcere. Sono 46 da inizio anno BENEVENTO Lo hanno trovato impiccato con una coperta alla finestra della cella nella quale era detenuto. Si sarebbe suicidato così un ventinovenne originario di Taranto detenuto nel carcere di Benevento. Lo riferisce l'associazione Ristretti Orizzonti secondo la quale, con quello avvenuto nella casa circondariale di contrada Capodimonte, salgono a 46 i detenuti suicidi da inizio anno e a 141 il totale dei decessi in carcere. Gli agenti della Polizia penitenziaria del carcere di Benevento durante un normale giro d'ispezione hanno trovato il giovane già morto. Secondo una prima ricostruzione, dopo aver strappato a strisce la coperta che era sul suo letto, il detenuto avrebbe legato un lembo alle sbarre della finestra. A quel punto si sarebbe stretto l'altro capo al collo e si sarebbe lasciato andare. Inutile l'intervento dei medici della struttura detentiva e dell'ambulanza.su disposizione del sostituto procuratore Nicoletta Giammarino, sul posto è intervenuto il medico legale, che ha effettuato il sopralluogo. Il magistrato ha disposto il trasferimento della salma nell'obitorio dell'ospedale Rummo. Nelle prossime ore sarà eseguita l'autopsia che dovrà accertare le cause della morte. Patto da proporre in Parlamento: 5 i punti fondamentali per continuare a governare con Letta eil Pd Berlusconi». Alfano dice poi di avere «un patto da proporre al Parlamento, a Letta e al Pd di Renzi: usiamo il 2014 per fare cinque cose». Ecco i punti: riforma della legge elettorale; via il bicameralismo perfetto; tagliare 10mld di spesa improduttiva da destinare al taglio delle tasse sul lavoro; abbattere il debito pubblico; intervenire su retribuzione di produttività». Renzi a Letta: «Basta farsi dettare la linea. E ora di usare le nostre idee» Cuperlo attacca il sindaco di Firenze: «Deve dire dove vuole portare il Paese» ROMA Si è svolta ieri a Roma la Convenzione nazionale del Pd a Roma. Dopo il messaggio del premier Enrico Letta e del segretario del partito Guglielmo Epifani, l'appuntamento è entrato nel vivo con i discorsi dei tre candidati alla guida del Pd Matteo Renzi, Gianni Cuperlo e Pippo Civati. «Venendo qua leggevo su Twitter i messaggi dei delegati - afferma Matteo Renzi dal palco - e c'era anche un po' di apprensione per questa riunione. Se noi vediamo i giornali, il Pd è lo zimbello della comunicazione, ci considerate come quelli con cui è facile prendersela. Addirittura si passano le settimane a dire che su 7200 circoli, in alcuni casi ci sono state vicende discutibili, ma si ignora un fatto che è politico, e cioè che nell'italia del 2013 a restituire la dignità alla democrazia, siamo rimasti solo noi». Il sindaco di Firenze, poi, fa autocritica: '«Ci siamo fatti dettare l'agenda dalla destra, ci siamo limitati a rincorrerli impauriti. Ora basta, ora tocca a noi». E parla del risultato delle primarie nei circoli del Pd: "Questo giro è capitato a me di essere in testa e vedremo cosa succedera' l'8 dicembre. Questo significa che Il Quirinale: «Per la Grazia non ci sono le condizioni» «Appello a non dar luogo a comportamenti di protesta» ROMA «Su tutti i problemi relativi alla sentenza definitiva di condanna pronunciata l 1 agosto scorso dalla Corte di Cassazione nei confronti del senatore Silvio Berlusconi, il presidente della Repubblica si è in questi mesi sempre espresso e comportato in coerenza con la sua ampia dichiarazione pubblica del 13 agosto». Lo si apprende dall Ufficio stampa del Quirinale. Il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano e Silvio Berlusconi Matteo Renzi lancia anche «un pacato appello a non dar luogo a comportamenti di protesta che fuoriescano dai limiti del rispetto delle istituzioni e di una normale, doverosa legalità». Poi una risposta diretta all intervento di sabato scorso del Cavaliere: «Nulla si dice dal Quirinale è risultato più lontano del discorso tenuto sabato dal senatore Berlusconi dalle indicazioni e dagli intenti che nella dichiarazione del 13 agosto del Capo dello Stato erano stati formulati». questo partito è veramente libero. Se ce la faccio io, ce la può fare chiunque». Sulla riforma della legge elettorale, è chiaro: «Se diventerò segretario del Pd, chieder di portare alla Camera la legge elettorale. «Basta con l'assurdo giochino del Senato». E fissa tre paletti: «Chi vince, vince. Chi vince, governa. Perché in Germania sono due mesi che stanno lì a cercare di fare il governo». Poi Renzi si rivolge all'esecutivo: «E' il momento di dire con forza che il governo che finora ha usato la nostra pazienza, usi le nostre idee, per essere finalmente efficace, altrimenti le larghe intese diventano un passatempo per superare il semestre europeo». Ad attaccare Renzi ci pensa Gianni Cuperlo: «Se tra noi c'è chi pensa che la via, dopo vent'anni, sia privatizzare le ferrovie e la Rai, prelevare 4 miliardi alle pensioni lorde sopra i euro, avere un contratto unico e abolire l'articolo 18, tenersi la riforma Fornero al netto degli esodati, sposare la flessibilità e col sindaco d'italia passare da un regime parlamentare a una Repubblica presidenziale, è giusto che lo dica. Cambiare tutto sì: questa è la sfida. Ma devi dire dove lo vuoi portare questo Paese e questo partito. Noi -aggiunge- siamo la sinistra, non il volto buono della destra».

5

6 Attualità Provinciale Maneggiando una carabina calibro 2.70 è partito un colpo che ha colpito il giovane alla nuca provocandone la morte immediata Colpo di fucile accidentale, muore 34enne Il ragazzo rumeno si chiamava Timis Dinu Balazs, era andato a caccia con l amico Timis Radu MENCONICO Quella che doveva essere uno spensierato pomeriggio tra amici si è ben presto trasformato in una tragedia. L'increscioso fatto è avvenuto attorno alle di ieri pomeriggio in località Carrobiolo, frazione del Comune di Menconico: due cacciatori di origine rumena viaggiavano a bordo di una Ford Galaxy quando Timis Radu, classe 1975 residente a Bascapé, maneggiando la carabina calibro 2 e 70, ha accidentalmente fatto partire un colpo che ha colpito ed ucciso l'amico Timis Dinu Balazs, nato il e residente a Lodi in Via Fatebenefratelli al civico 19 (nonostante l'omonimia tra i due non risulta alcun legame di parentela). Per un crudele scherzo del destino il proiettile esploso ha colpito la vittima all'altezza della nuca causandone con molta probabilità la Il luogo dove è avvenuto il fatto morte immediata. Secondo le prime ricostruzioni il conducente, spaventato da quanto accaduto, avrebbe perso il controllo della macchina che, dopo una serie di sbandate, è precipitata in un dirupo. Miracolosamente illeso, ma sotto shock Timis Radu. Immediato l'intervento dei soccorsi: sono giunti sul posto ambulanza ed auto medica, vigili del fuoco e i Carabinieri di Varzi coadiuvati dalla pattuglia di Voghera. Per la vittima non c'è stato niente da fare, i sanitari non Solo nei prossimi giorni si potrà conoscere con esattezza la dinamica dei fatti hanno potuto nulla, se non constatare il decesso di Timis Dinu. Dalle prime indagini non risultano irregolarità: l'arma, regolarmente denunciata, è stata sequestrata dalle forze dell'ordine, mentre il conducente è stato sottoposto ai controlli di rito. Solo nei prossimi giorni si potrà conoscere con esattezza la dinamica dei fatti; al momento la pista privilegiata dalle forze dell'ordine sembra essere quella dell'incidente, ma non si escludono ulteriori sviluppi. MARTINA PASOTTI Le Idee e le azioni per una nuova Repubblica «Neo repubblicani oggi, mai più con queste tasse» PAVIA Sabato 30 novembre a partire dalle ore 15,30, presso la sala dell Annunciata Piazza Petrarca Pavia, si svolgerà il 4 incontro della rete dei Patrioti. All iniziativa parteciperanno oltre che a numerosi esponenti e dirigenti del centrodestra, Il Sindaco d Verona Flavio Tosi, l On. Maria Stella Gelmini, On. Elena Donazzan assessore al lavoro della regione Veneto, Il Consiglieri Regionali della Lombardia Angelo Ciocca e Claudio Pedrazzini, gli assessori provinciali della provincia di Cuneo e Piacenza, Russo e Paparo, ed infine il Vice Presidente dell ANCI e Sindaco di Pavia Alessandro Cattaneo.Il Tutto sotto la regia del Promotore della Rete dei Patrioti, oggi #Neo- Rep, Vittorio Pesato. Troppe sigle, troppa frammentazione dichiara Pesato ci vuole un messaggio più chiaro ed un partito Neorepubblicano, che sappia coniugare le diverse anime del centrodestra, ovviamente senza prendere in considerazione chi fa da stampella al centrosinistra. Mai più con queste tasse, mai più con la spesa pubblica improduttiva, mai più con questa Europa. Con le imprese, con il lavoro, con gli Italiani e con l Europa dei popoli, del merito e della politica. Da sabato per dare vita agli avamposti Neorepubblicani,#NeoRep. Crediamo in una nuova Repubblica fondata sul merito e sull efficienza. E tempo di tornare alla politica, abbandonando derive populistiche-mediatiche, ritrovando così un forte legame con il territorio e cittadini. Scaletta in via di definizione CONFAGRICOLTURA PAC, fondamentali le scelte del governo Mercoledì 20 novembre il Parlamento europeo, riunito in sessione plenaria, ha approvato a larga maggioranza la nuova Politica Agricola Comunitaria. Un traguardo raggiunto dopo tre anni di lavoro e dopo un negoziato lungo e faticoso come ha dichiarato il presidente della Commissione Agricoltura dello stesso Parlamento Europeo Paolo De Castro. De Castro ha inoltre assicurato un ulteriore forte impegno del Parlamento europeo e della Commissione Agricoltura nel vigilare sull attività demandata alla Commissione di stesura dei regolamenti attuativi, affinché venga pienamente rispettato l accordo politico raggiunto. «Dobbiamo certamente dare atto a De Castro, così come ai relatori dei diversi regolamenti che compongono la nuova PAC, del grande lavoro svolto - commenta il presidente di Confagricoltura Lombardia Antonio Boselli perché è certamente vero che i testi approvati dal Parlamento europeo apportano significativi miglioramenti rispetto alle proposte iniziali della Commissione da cui era partita la discussione. Ciò nonostante, la nuova Politica Agricola Comunitaria non ci soddisfa per molti aspetti. E necessario che il Governo italiano faccia scelte oculate, partendo dalla necessità di un utilizzo mirato delle risorse disponibili, anche in considerazione della loro netta diminuzione rispetto al precedente periodo di programmazione»

7 Pavia& Pavese I due esponenti del centrodestra nelle scorse settimane avevano battibeccato sull azione amministrativa Cattaneo-Pesato, la pace arriva sulla Tares 210mila euro stanziati in favore di attività economiche e commerciali PAVIA Aiuti in arrivo per i commercianti più colpiti dalla Tares. Il passaggio dal vecchio regime della Tarsu alla tassa odierna sui rifiuti e sui servizi segna un cambiamento epocale nella tariffazione relativa all igiene urbana. La normativa imposta dal governo Monti, infatti, costruisce il tributo su elementi fondanti assai diversi rispetto al precedente sistema. Innanzitutto i Comuni hanno l obbligo di recuperare il 100% dei costi del servizio, mentre in precedenza era una libera scelta dell ente locale stabilire quanto far pagare ai cittadini fruitori del servizio e quanto lasciare a carico del bilancio comunale. Lo slogan chi più inquina più paga fa sì che la tariffa non sia più ancorata alla sola superficie dell abitazione o del locale produttivo, ma anche al numero dei componenti del nucleo familiare o alla potenziale produttività dei rifiuti delle singole attività. L aggiunta del prelievo di 30 centesimi a metro quadro prevista dalla norma come sovrattassa statale, poi, è la classica ciliegina sulla torta. il risultato di tutto questo? A rimetterci sono in particolare alcune categorie Dall assemblea generale di Confindustria Pavia un grido d allarme ma anche di speranza per il futuro. Nella relazione del presidente Alberto Cazzani c è tutto questo e molto altro. Proposte che vanno nella direzione di una vera e propria terza rivoluzione industriale per il territorio pavese tutto. «Viviamo la più profonda crisi dal dopoguerra - esordisce Cazzani - e bisogna voltare pagina. Serve un cambiamento profondo e radicale soprattutto per il mercato del lavoro che è diventata un emergenza europea. Nella nostra provincia la situazione è critica: il tasso di disoccupazione è salito di quasi il 30% nel 2012 e quest anno non va meglio. Il lavoro non c è, e comunque costa anche troppo in rapporto a quanto entra nelle tasche dei lavoratori» «Nel nostro territorio - continua Cazzani - la prima condizione per la ripresa economica, e quindi lavorativa, sono le infrastrutture. su quest aspetto da troppo tempo la nostra provincia viene trascurata. Abbiamo progetti da troppo tempo fermi, che davvero renderebbero fortemente commerciali quali fruttivendoli, pescivendoli, bar, ristoranti, pizzerie, mense e fiorai, che hanno subito aumenti che vanno dal 45% al 107%. A spiegarci cosa cambierà per i commercianti da oggi in poi sono intervenuti il sindaco Alessandro Cattaneo e l'ex consigliere regionale Vittorio Pesato, che hanno indetto una conferenza stampa a seguito di un interpellanza presentata in Consiglio Comunale da Carlo Alberto Conti. Il Comune si schiera a favore delle categorie sopra citate per dare un proprio sostegno concreto. Come? CONFINDUSTRIA PAVIA competitivo questo territorio. Come Confindustria Pavia abbiamo purtroppo recentemente denunciato il definanziamento della Vigevano-Malpensa, progetto infrastrutturale troppo importante per la nostra provincia. Non possiamo sempre tornare al punto zero. Non c è più tempo da perdere. E per questo Confindustria Pavia lavorerà ad un vero e proprio piano industriale del territorio. Benchè vi siano segnali di importante vitalità in alcuni Stanziando 250mila euro a loro favore. 210mila euro verranno destinate ad attività economiche e commerciali particolarmente colpite dagli aumenti, 40mila alle attività che hanno subito danni da cantieri stradali che si sono protratti per oltre un mese (come piazza Emanuele Filiberto e corso Cairoli) e per quelle che decideranno di rimuovere le slot machines dai propri esercizi. Da tutto ciò scaturirà per le categorie commerciali in questione un risparmio sulla Tares che potrà arrivare anche al 50%. Asm, inoltre, si impegna a fornire gratuitamente ai «Più industria, più lavoro» Cazzani: «L europa è in crisi, l Italia è ferma, Pavia arretra» PAVIA Pesato: «Soddisfatto del lavoro dei consiglieri e della capacità del sindaco di proporre una via d uscita» Alessandro Cattaneo e Vittorio Pesato Il presidente di Confindustria Pavia Alberto Cazzani settori, noi dobbiamo guardare allo sviluppo dell intera provincia dall Oltrepo, al pavese alla Lomellina. Lavorereo quindi ad un piano industriale di area che riguarderà l Università, le scuole, le pubbliche amministrazioni e le banche.. A Pavia vogliamo essere - conclude il presidente cazzani - in prima fila per dare concretezza ai progetti di rilancio del nostro territorio. Progetti per le imprese, per lo sviluppo e per il lavoro. Piu industria significa più lavoro per tutti». Cattaneo: «L amministrazione ci teneva a dare un segnale forte alle categorie più colpite» commercianti i sacchetti per la raccolta differenziata, che avrebbero un costo di sessanta euro al mese. «Non vi è mai stato sciacallaggio, come alcuni hanno sostenuto assicura Vittorio Pesato occorre che la politica agisca per ridurre le tasse. Sono soddisfatto del lavoro dei consiglieri e della capacità del sindaco di proporre una via d uscita per le categorie più colpite. In questa fase finale del mandato, Cattaneo deve dare un contributo ancora maggiore di quanto fatto finora. Oggi si è aperto un nuovo corso per la nostra maggioranza. Su di esso si basa non solo la campagna elettorale, ma anche buona parte degli interessi dei nostri cittadini». «L amministrazione comunale ci teneva a dare un segnale forte alle categorie più colpite da questi aumenti ha assicurato il sindaco avevamo promesso che l Imu sarebbe calata e abbiamo applicato tre diminuzioni consecutive. Fondamentali sono anche i 40 mila euro destinati ad altro utilizzo: è giusto risarcire i danni dovuti a interventi straordinari ed essere coerenti con la legge regionale anti-slot appena presentata». SERENA BARONCHELLI Gli accordi che fanno riunire tutto il centrodestra pavese Dopo la Tares ci saranno quelli sulla sicurezza e sull Asm PAVIA E inutile negare che in molti hanno pensato che la conferenza di sabato con Cattaneo e Pesato seduti allo stesso tavolo fosse una sorta di ticket tra i due in vista della prossima campagna elettorale. In fin dei conti negli scorsi mesi Pesato non ha mai mancato di attaccare il sindaco e alcuni suoi assessori (Galandra ndr) su alcune scelte fatte dall Amministraizone comunale e dunque vederli insieme pappa&ciccia non poteva non far pensare ad un impegno nella prossima Giunta Cattaneo dell ex assessore regionale. Di questo però, stando ai rumors di palazzo, non sembra esserci ancora traccia. I due sono tornati a dialogare su proposte di azione concrete. In primis dunque la Tares per i commercianti e gli imprenditori in difficoltà. Poi sarà la volta della sicurezza in città e della Asm. Tutti i sindacati di Polizia schierati contro il Governo «Abbiamo pochi mezzi e poche risorse» PAVIA Martedì scorso appuntamento davanti alla Prefettura di Pavia per tutte le sigle sindacali della Polizia di stato e dei Vigili del Fuoco. Obietivo della manifestazione, che si è svolta davanti a tutte le Prefetture di Italia era quello di porre all attenzione del governo Letta le condizioni nelle quali esercitano il proprio dovere le forze dell ordine. «Siamo qui di concerto con tutte le sigle sindacali -ha affermato La Rocca, segretario generale del Siulp - e con i vigili del Fuoco per far capire al governo l importanza che rivestiamo. I fondi per la sicurezza non possono essere dati solo ai militari che per gli stessi progetti: ad esempio i rimpatri. Quelli alla fine li facciamo noi. Da Pavia tutte le settimane portiamo almeno 3 persone fino al confine a 93 euro per 14/15 ore di servizio. Il Governo pensa solamente a darsi servizi di scorta. per i quali comprano anche macchine nuove. Noi invece siamo costretti a fare gli inseguimenti con le auto vecchie e di piccola celindrata. Penso all ultimo inseguimento che abbiamo fatto». «Siamo secondi in Italia come furti in abitazione qui a Pavia. Mancano uomini e mezzi ma sopratutto il dato che ci preoccupa di più è l elevata anzianità degli agenti presenti sul territorio. Abbiamo una media di 45 anni, chi va fuori a fare servizio? Non abbiamo più ragazzi giovani che possano andare a fare servizio volanti. Che sicurezza possiamo garantire così al cittadino?» D.M. I sindacati di Polizia tutti davanti alla Prefettura di Pavia Insomma il centrodestra di Pavia torna ad essere unito e in vista della prossima campagna elettorale per la città di Pavia, torna a confrontarsi su temi specifici e a trovare le giuste soluzioni. D altra parte da sempre Cattaneo aveva detto che qualora gli si proponessero tavoli tematici su azioni concrete lui avrebbe preso in considerazione qualiasi posizione degli esponenti del centrodestra. Con questi ultimi passaggi il sindaco traccia dunque la parte finale del suo mandato e si ripropone per le prossime elezioni comunali con l intento mai negato di raggruppare intorno al suo nome il maggior numero di consensi. Presto, infatti, si siederà al tavolo anche con gli esponenti dell area montiana di Scelta Civica e con tutte le altre personalità pavesi del mondo moderato per creare uno schieramento forte in vista proprio della competizione elettorale del prossimo D.M. LA PRECISAZIONE Pizzocchero: «Non è solo colpa del sindaco» PAVIA Sulla sicurezza in città interviene ancora Gianluca Pizzocchero che precisa rispetto a quanto detto settimana scorsa: «Se il sindaco ha promesso di impegnarsi in una maggior tutela dei commercianti non ho motivo di non credergli sottolinea Pizzochero, titolare del locale Allea 47 Caffè è purtroppo vero che recentemente sono accaduti in città episodi da non sottovalutare. La vicenda del gioielliere è di una gravità pazzesca, ma non va strumentalizzata. Ho notato un assenza delle Forze dell Ordine: non può essere sempre colpa di Cattaneo, occorre una maggior sinergia. Non sono solo i bar a dover essere demonizzati: tutti coloro che vendono alcolici in quantità smodata sono colpevoli. Purtroppo vi è una legge che vieta la somministrazione di alcolici a individui in evidente stato di ebbrezza, ma non sempre viene rispettata. Sono corresponsabili della diminuzione della sicurezza in città».

8 Lente d ingrandimento 8 25 novembre 2013 In vista del congresso nazionale tutti gli esponenti del Carroccio esprimono la loro preferenza per l europarlamentare Lega, a Pavia plebiscito per Salvini Il senatore Gianmarco Centinaio: «E l uomo giusto al momento giusto» PAVIA Come Salvini nessuno mai. La Lega pavese si schiera compatta con il parlamentare europeo Matteo Salvini, vedendo in lui una concreta possibilità di rinascita. Difficile trovare delle contraddizioni nel pensiero degli esponenti pavesi della Lega Nord. Abbiamo posto loro le medesime domande, ottenendo, pressoché in tutti i casi, le medesime risposte. In vista del Congresso, a chi va la sua preferenza e per quale ragione? «A Matteo Salvini perché lo conosco da quando eravamo ragazzini spiega il senatore Gianmarco Centinaio militiamo da 17 anni nella Lega. Ritengo che lui sia la persona giusta al momento giusto». «Mi schiero con Salvini, mio quasi coscritto sottolinea il consigliere regionale Angelo Ciocca avevamo bisogno di un leader che avesse intuito, coraggio ed energia fisica: la politica ti costringe a svegliarti presto e ad andare a letto tardi». «Sono appena andata a firmare il mio sostegno alla candidatura di Salvini racconta Michela Sala, consigliere provinciale è un ragazzo giovane che ha voglia di fare. Al momento dello scandalo ci ha messo la faccia: non è una cosa da poco». «La mia preferenza va a Salvini si accoda Fausto Bazzani, consigliere comunale Umberto Bossi è rimasto invischiato in qualcosa che non mi piace». «Salvini è un giovane preparato pensa anche il consigliere Roberto Stangalino rende possibile un cambiamento all interno della Lega, pur rimanendo fedeli a Bossi. Vedere le sue attuali condizioni mi fa davvero male. Chi gli è vicino dovrebbe consigliargli di rimanere in qualità di simbolo della Lega, senza più scendere in campo». «Salvini è il nuovo riflette il consigliere Blandino Taccuso ma non possiamo dimenticare la vecchia guardia. Ho nel cuore Bossi e quanto ha fatto per il partito, ma i tempi cambiano». «Salvini è il candidato giusto garantisce anche il vicesindaco di Pavia Matteo Mognaschi ha fatto una lunga gavetta e ha un esperienza completa sia nel partito che nelle istituzioni. Ha grinta e capacità sufficienti per traghettarci nella fase 2.0 della Lega». Si è parlato molto di scope del segretario : secondo lei Roberto Maroni è riuscito a ripulire la Lega dai recenti scandali che l hanno coinvolta? «Anche Maroni, mesi fa, è stato la persona giusta replica Centinaio - La Lega aveva bisogno di riacquistare credibilità dopo quanto accaduto negli ultimi anni. E stata fatta pulizia, anche se, a mio avviso, si può fare ancora molto». «Un cambiamento è avvenuto sicuramente riconosce Ciocca e l abbiamo dimostrato con la modifica di varie posizioni all interno della dirigenza, il tesoriere in primis è stato defenestrato. La pulizia, però, deve avere un inizio e una fine, non la si può utilizzare come slogan. Da quando abbiamo ottenuto la Regione Lombardia abbiamo iniziato a dare risposte concrete, come la legge contro le slot machines». Nel Pavese si guarda al futuro con ottimismo «E tempo di cambiare rotta rispetto al passato» PAVESE Se la città di Pavia ripone la massima fiducia nelle mani di Matteo Salvini, i paesini limitrofi, qualora fosse possibile, credono in lui ancora più ciecamente. «Salvini rappresenta il futuro della Lega» conferma Dario Civardi, segretario di Landriano. «Matteo fotografa la mia generazione dichiara Marco Tombola, di Albuzzano noi giovani siamo stati protagonisti nella sua ascesa. E uno di noi». «Salvini rappresenta la barra dritta che abbiamo bisogno di avere per mantenere una direzione univoca dal punto di vista politico» è il pensiero di Tiziano Bergonzi, segretario di sezione a Travacò Siccomario. E se la Lega è ancora il partito che è, il riconoscimento maggiore non può che andare a Maroni. «Il grande merito di Maroni è stato salvare un partito che poteva sprofondare spiega Civardi grazie a lui i disonesti sono stati buttati fuori». «Da quando c è Maroni il movimento è sicuramente più democratico riflette Tombola certi loschi personaggi non sono più in circolazione e sicuramente non possono più condizionare le scelte politiche. Abbiamo fatto pulizia insieme». «Capiremo l importanza del lavoro di Maroni solo fra alcuni anni riflette Bergonzi ai più sfugge che la Lega sta attraversando un passaggio epocale. Abbiamo avuto Bossi e ci siamo riferiti a lui in tutti questi anni, gli dobbiamo gratitudine, ma è tempo di cambiare rotta. Maroni sta gestendo bene la situazione». Se Salvini e Maroni vengono promossi a pieni voti, il governo Letta viene bocciato senza debiti formativi. «Sottomesso a qualsiasi potere lo definisce Civardi questo governo avrebbe dovuto compiere determinate azioni nel campo dell economia e del lavoro, ma ha iniziato a occuparsi dell Imu e dell immigrazione clandestina, che non mi sembra il problema più caldo dell Italia». «Roma assume sempre più le sembianze di una fogna polemizza Tombola come dimostrano le vicende degli ultimi governi che si sono succeduti. In quella sede ci si scambiano favori e si gestiscono poltrone». «Nichi Vendola ha sostenuto che il governo Letta è un insieme di spot pubblicitari cui non segue nulla di pratico cita Bergonzi - è così. Ci stiamo impoverendo a causa di una vite che si continua a stringere intorno alle persone. Letta è una persona rispettabile, ma il governo che rappresenta ha il respiro molto corto».la ricetta per risollevarci? «Ripartire dagli enti locali propone Tombola Tagli drastici agli enti spreconi e massima libertà di spesa per i comuni virtuosi». S.B. «Non parlerei di pulizia o di depennamenti vari li contraddice Michela Sala parlerei di ricostruzione. Non è stato semplice: Maroni ce l ha fatta e ha vinto». «Tutto il movimento ha effettuato un epurazione puntualizza Bazzani anche se, paradossalmente, solo il figlio di Bossi si è dimesso». «Maroni ha portato alla luce i rumours della sezione pensa Stangalino credo in lui e nella macroregione». «Maroni è un grande burocrate considera Taccuso ora lascia l incarico e manda avanti i giovani. Senza di lui, però, non ci sarebbe più la Lega». VOGHERA Angelo Ciocca E sicuramente un leader che ha intuito, coraggio ed energia fisica Dal versante occidentale dell'oltrepò sembra fuoriuscire un nome; Matteo Salvini: dei 5 candidati che si proporranno alla Segreteria del movimento, guai tra i militanti a chiamarlo partito, il Segretario della Lega Lombarda sembra essere quello che raccoglie più consensi: non hanno dubbi Giovanni Palli, neo segretario di Varzi e Matteo Pollini; della stessa opinione Graziano Ghia di Voghera. Più cauti nell'esprimere un giudizio la capogruppo di Voghera Emanuela Pastore che commenta: «Credo che sia prematuro esprimere una preferenza; al di là dei nomi dei papabili, il prossimo Segretario sarà espressione di un pensiero comune e condiviso. Maroni ha svolto un ottimo lavoro, sia come Segretario, ma anche come Governatore della Lombardia: è un esempio del fare». Diplomatico anche il Segretario Marco Sartori: «Credo che la mia preferenza ricadrà su colui che sarà in grado di farsi promotore del cambiamento; la Lega ha necessità di cambiare pelle; ha già dato Michela Sala Al momento dello scandalo ci ha messo la faccia: non è poco «Maroni è riuscito a salvare il movimento spiega Mognaschi e ha dovuto gestire l emergenza; i veri cambiamenti si vedranno con Salvini. Nello stesso giorno in cui sono stato nominato coordinatore federale dei Giovani Padani, Maroni mi ha eletto suo vicesegretario, a soli 26 anni, insieme con Salvini e Tosi, giovani anche loro: gli altri partiti non si comportano così. Sono convinto che la vita sia fatta di segnali, e questo è un ottimo segnale». Quale aggettivo userebbe per definire il governo Letta? «Illusionista prova di essere l'unico movimento in grado di farlo, al contrario di altre forze politiche». Se il giudizio sul nuovo candidato non è unitario, diverso è il consenso trasversale raccolto da Umberto Bossi: «Credo che Bossi sia inimitabile, è il fondatore e non si discute» commenta Palli. Tasto dolente per i leghisti il rimando alla scopa di maroniana memoria: «E' stata fatta pulizia, e chi ha sbagliato ha pagato commenta Emanuela Pastore; di diverso stampo l'opinione di Giovanni Palli: «La Lega è un movimento che si muove sul territorio; l'impegno concreto dei militanti prescinde da quelle che sono le questioni nazionali». Nessuno sconto per quanto riguarda l'attuale Governo: replica Centinaio - tante promesse e tante dichiarazioni, ma di concreto, in particolare per il Nord, non vi è nulla, o quasi». «Pericoloso è l aggettivo di Ciocca racconta alcune cose e ne esegue altre completamente diverse. E un po come mettere la freccia a sinistra in auto e svoltare a destra: estremamente pericoloso». «Inutile è il commento laconico di Michela Sala nel momento in cui ci troviamo ora è sicuramente necessario un atto di coraggio. Non è semplice, certo, ma occorre andare oltre i diktat del proprio partito. Non è possibile far uscire il Paese da questo momento difficile senza atti concreti. I conti sono tutti da rivedere, ma sarebbe apprezzabile far ripartire le aziende». «E un tenersi in piedi lo definisce Bazzani - mentre chi è a Roma guadagna 15mila euro al mese, urlano, strepitano, ma non concludono nulla». «Bossi avrebbe detto: Va a ciapà di rat sorride Stangalino - Sia Pdl che Pd hanno delle beghe interne incommentabili». «Voltagabbana è l aggettivo di Taccuso il Pd è in condizioni disastrose, Berlusconi è stato fatto fuori si andrà a votare nel completo caos». «Dannoso lo definisce Mognaschi le larghe intese non ci sono mai piaciute. Non è possibile agire sull Imu e tassare al massimo tutto il resto». Se dovessimo tornare a breve alle urne, quale sarebbe secondo lei la principale priorità per il nostro Paese? «Occorre occuparsi del rilancio economico e del lavoro sottolinea Centinaio - è questo che ci sta chiedendo la gente. Permettiamo alle imprese di lavorare, spingiamo per la diminuzione delle tasse attraverso il recupero dell evasione fiscale, per poter restituire soldi ai contribuenti». «Ridurre i costi dello Stato risponde sicuro Ciocca con una notevole riduzione della pressione fiscale. Occorre aggredire con coraggio gli sprechi, anche tagliando alcune istituzioni che non ci possiamo più permettere, come la Prefettura e la Camera di Commercio. Ad esempio, in Regione Lombardia stiamo lavorando con impegno sul sostegno del reddito, emaneremo a breve una legge a sostegno delle famiglie in difficoltà e proporremo nuovi criteri per il commercio, che possano restituire equilibrio che non può essere gestito solo da stranieri. Stanzieremo, inoltre, tre milioni di euro per aiutare l editoria lombarda e diffonderemo la legge contro le slot». «Intervenire sulle spese pazze di questa Italia che non sta offrendo alcun servizio ai suoi cittadini» sostiene lapidario Bazzani. «Rilanciare l economia imprenditoriale è la ricetta di Stangalino per restituire gli stipendi alle famiglie». «Io come artigiano piango nel vedere che tutte le imprese chiudono commenta amaro Taccuso si arriva alla fine del mese con fatica, senza contare il problema dell Iva. Le banche sono le prime a non agevolare i cittadini:». «Diminuire la tassazione si accoda Mognaschi la pressione fiscale arriva al 70%, il 40% dei giovani è disoccupato, senza contare i cittadini di mezza età con una famiglia a carico. E tempo di cambiare». SERENA BARONCHELLI In molti ancora non riescono a chiudere totalmente con il passato Voghera, Bossi nel cuore Giovanni Palli: «Il Senatùr inimitabile, è il fondatore e non si discute» Emanuela Pastore L impegno dei militanti prescinde dalle vicende nazionali Marco Sartori Credo che la Lega oggi abbia necessità di cambiare pelle «Credo che questo non sia il Governo delle grandi intese, ma bensì delle grandi attesedisilluse» commenta Sartori. Ancora più drastico il giudizio di Ghia: «E' un governo succube; abbiamo il cappio al collo: se non ti muovi non riesci a respirare, ma nel momento in lo fai, ti strozzi». «Un'accozzaglia che fa acqua da tutti i fronti, un tentativo malriuscito di unire qualcosa che è nato sotto una cattiva stella e che va di male in peggio» questa l'opinione di Emanuela Pastore. Alla domanda: Secondo lei di cosa avrebbe bisogno il Paese? Pollini risponde: «Credo che si debba sbloccare il patto di stabilità, contrastare la disoccupazione, snellire la burocrazia e tagliare i costi della politica». Per Ghia invece la chiave della ripartenza è lo sviluppo e la salvaguardia delle eccellenze italiane, in linea con Sartori che vede nel rilancio delle piccole medie imprese la via d'uscita dalla crisi. Pragmatica la risposta di Palli: «Credo che in primis manchi una legge elettorale, se si tornasse alla urne con il porcellum, nessuna forza politica potrà fare nulla per dare una svolta a questo Paese». MARTINA PASOTTI

9 9 25 novembre 2013 Lente d ingrandimento La maggioranza starebbe con Salvini, ma altri esponenti sono sempre legati al Senatùr Vigevano, alcuni sono ancora indecisi Il segretario cittadino Buffonini: «Bossi politicamente è la mia mamma» VIGEVANO OLTREPO Se la Lega di Stradella si schiera con Matteo Salvinialmeno questo il giudizio di Alessandro Torreggiani e Daniele Moscatelli, a Broni il nome non si fa: «Credo che il favorito sia Salvini, ma, al momento, credo sia prematuro esprimere un giudizio definitivo» commenta Antonio Bernini. In linea con il suo stile, la risposta di Vittorio Braga: «Nessuna preferenza. Aspetto che i candidati si esprimano sull'articolo 1 della Lega che professa l'indipendenza della Padania». Il dente duole in casa Lega quando si rievoca il recente passato: unanimi i giudizi dei militanti sull'operato di Maroni: «Siamo i soli ad aver messo in discussione il fondatore; Bossi rimane comunque una figura fondamentale, credo che dovrebbe ricoprire il ruolo di Presidente Onorario. Ciò che è successo rimane comunque una ferita aperta nel cuore dei militanti» commenta Moscatelli. Più cinico il giudizio di Torreggiani: «Molto è stato fatto, ma bisogna continuare: mi auguro che Salvini sia in questo il degno successore di Maroni». Realista il discorso di Braga: «La Lega è fatta di persone, l'errore del singolo non va però confuso con il giudizio sul movimento». Coeso il giudizio sull'operato del Governo Letta; gli aggettivi- in negativo- si sprecano; si va dal «impresentabile, inqualificabile, un insieme di figuranti della politica» di Braga al «deludente e senza Andrea Ceffa Serve una linea certa e non troppe posizioni variegate La Lega Nord a Vigevano appoggerà soprattutto Matteo Salvini. A parte le tante risposte stereotipate (in cui i vari militanti con incarichi di rilievo ci invitavano a parlare solo con la segretaria di sezione Valeria Fabris, come se ci dovesse essere una presa di posizione unitaria anche sui temi nazionali), qualche distinguo c è. Pollice verso contro il governo Letta e tante idee diverse sulle priorità, segno per fortuna di un movimento assai più vivo di quanto possa sembrare da fuori. «Salvini mi sta benissimo dice Luigi Ferrari Bardile, presidente di Asm Vigevano e Lomellina è sono per i giovani». Diverso il discorso per l ex segretario cittadino Angelo Buffonini. «Sono nato con Umberto Bossi: politicamente è la mia mamma commenta In ogni caso decideremo a livello collegiale come sempre». «Sto con Salvini naturalmente è il commento di Giulio Onori, storico esponente leghista ed attuale vicepresidente di Lomellina Energia In questo momento meglio lui che Bossi». Non manca un po di sano sarcasmo nelle parole del vicesindaco di Vigevano Andrea Ceffa. «Stavo pensando di autocandidarmi anche io sbotta In ogni caso sono ancora indeciso tra Salvini e Bossi. Il primo è molto bravo e si dà da fare, ma non credo abbia l intuito politico di Bossi. Quest ultimo sconta l episodio del figlio. In ogni caso serve una linea certa per il movimento e non troppe posizioni variegate». L altro congresso era nato con il rito spontaneo delle scope, quasi che ci fosse da pulire la Lega Nord. Ma le scope hanno davvero lavorato? Si direbbe ben poco almeno per i pareri dei vigevanesi. «Non sono molto informato commenta Ferrari Bardile ma non mi sembra che siano state troppe espulsioni. In ogni caso, non sarebbe stato il modo corretto di affrontare il problema». In realtà per Buffonini le scope sono servite. «Da quel congresso è partito un po tutto ci dice compresa la presa di coscienza che ci sono più chance all interno della Lega. Ora abbiamo capito che non si possono conciliare troppi incarichi. In ogni caso abbiamo bisogno sia del ragioniere (e Maroni in Lombardia lo sta facendo benissimo) che del manico, cioè di un capo carismatico». Ma per Onori, per esempio, il rito delle scope è stato assai limitato: «La pulizia è stata parziale e solo iniziale prosegue Poi più nulla». Il rischio è che l abbia pagata soprattutto Belsito, insomma. La vicenda delle scope non è piaciuta molto. «Col senno del poi è stato un errore spiega Ceffa La pulizia ha colpito alcune persone che hanno fatto cose strane. Meglio qualcosa di selettivo che sputtanare gratuitamente le persone». I giudizi sul governo Letta sono dal pessimo in giù. Una stroncatura ovvia e totale, insomma. «Il Governo Letta? È fermo. Non sta facendo niente di quello che è stato detto in campagna elettorale». Il commento in punta di fioretto è di Luigi Ferrari Bardile. Più sarcastico e feroce Buffonini: «Bello fare il filantropo con i soldi degli Se la Lega di Stradella si schiera con Matteo Salvini a Broni il nome non si fa L Oltrepò punta il dito contro il Governo Braga: «Pensiamo solo al Nord. Non bisogna barattare i nostri scopi per una poltrona» Antonio Bernini Favorito Salvini ma è prematuro esprimere un giudizio Daniele Moscatelli Ciò che è successo rimane comunque una ferita aperta Giulio Onori In questo momento preferisco Salvini prospettive» di Torreggiani, passando per il fallimentare di Moscatelli sino al ben più drastico: «Suggerirei a tutti un bagnetto in Po, il problema è che inquinerebbero le acque» di Bernini. Le ricette per uscire dal tunnel della crisi sono molte, ma una consapevolezza aleggia nelle parole degli intervistati: «La gente non ne può più della politica- commenta Moscatelli, che prosegue: è fondamentale che i soldi rimangano nelle tasche dei contribuenti; per farlo è fondamentale ridurre la pressione fiscale proprio per dare una possibilità al Paese». Alle sue parole fanno eco quelle di Bernini: «Sarà retorico, ma è tempo che vengano ridotti i costi della politica e non solo: per far ripartire l'economia è necessario aiutare le imprese e lo si fa diminuendo la pressione fiscale ed incentivando nuove assunzioni». Molto più leghiste le risposte di Torreggiani e Braga; mentre per il primo: «E' necessario mettere delle regole- a partire dagli extracomunitari- e difendere in modo concreto il lavoro attraverso manovre serie» per Braga il problema di un'agenda di governo non si pone: «Per quanto mi riguarda c'è un'agenda Braga; la mia è: nessuna alleanza. Al centro per me gli interessi economici, sociali etici e morali del Nord. Abbiamo già avuto un'esperienza- fallimentare- di alleanza con il centrodestra. Non bisogna barattare i nostri scopi per una poltrona». M.P. altri esplode il consigliere comunale, quasi parafrasando un noto e volgare proverbio E dire che per avere la fiducia della gente basta dire chiaramente che vista la crisi i politici si sarebbero ridotti gli stipendi. Ovviamente non è stato fatto». C è anche chi preferisce non esporre aggettivi, ma censura l attuale esecutivo. «Tante parole e pochi fatti dice ancora La Lomellina è parte rilevante dell elettorale leghista. Nella zona ci sono 15 delle trentadue sezioni provinciali, addirittura quattro delle otto che hanno effettivamente una sede, più Vigevano (dove la sede è in fase di allestimento in via Madonna 7 Dolori) il comune con più abitanti in provincia che abbia un primo cittadino espressione del Carroccio. Ne parliamo con Antonio Costantino, consigliere comunale a Gambolò ed ex assessore provinciale, e con Giorgio Guardamagna, ex sindaco di Mede. Quest ultimo, per il momento, si è occupato ancora poco del consiglio federale leghista, al punto che non ha ancora scelto quale dei cinque candidati votare: è probabile che la scelta si ridurrà tanto per cambiare ai due big (Salvini e Bossi) ma non c è ancora un orientamento. Idee più chiare per Costantino. «Salvini è giovane dice ed è un esponente che sa mettere in evidenza quelli che sono da sempre i cavalli di battaglia della Lega: lotta all immigrazione, alla povertà e per permettere agli italiani di lavorare». Il processo di pulizia interna non ha colpito particolarmente in Lomellina. «Non seguo molto l attività nazionale dice ancora Guardamagna Onori Di fatti reali non ne stanno portando avanti». Sempre feroce Ceffa che risponde: «Letta chi?...» Se di dovesse tornare alle urne, la Lega Nord potrebbe dire la sua all interno di una coalizione. Come detto le idee complesse sono quelle legate all individuazione delle priorità dopo voto. «Occorre deburocraticizzare l Italia dice ancora Ferrari Bardile perché gli investimenti scappano dal Paese. Ma di priorità ce ne sono tante e non solo economiche». Per Buffonini è ora di ridurre l impatto dell Unione Europea: «Mi fa piacere conclude che ora Letta dica di non voler dar retta all ayatollah europeo. Se si va a votare vorrei rifare le regole dei rapporti con l Ue, ma in ogni caso occorre accettare quello che esce dalle urne». La burocrazia non piace neanche a Onori, a dire il vero. «Tutto ormai conclude a sua volta in politica finisce con lo sconfinare nell economia. Sperperi e lungaggini inutili sono un male da abolire». Ceffa è invece nello stereotipo classico leghista. «La priorità in caso di voto è il federalismo e pure velocemente: procedere subito verso la costituzione della macroregione del Nord». OLIVIERO DELLERBA In Lomellina 15 sezioni ma ancora poche certezze Costantino: «Ancora non ho deciso chi votare» LOMELLINA Luigi Ferrari Bardile Io sono per i giovani, quindi sosterrò l europarlamentare ma non ho notato tutta questa attività di pulizia». Più filosofico l altro interlocutore. «Credo che si sia cercato di soddisfare il bisogno di dare una sferzata a un certo modo di fare politica dichiara Costantino Non ho mai amato molto un certo tipo di Giustizia, ma già il fatto che ci siano cinque candidati alla segreteria federale è un segno dell ottimo lavoro svolto da Maroni». Commenti ben diversi per il governo Letta. «È un disastro. Raccontano storie ma quello che dicono è smentito dai fatti commenta Guardamagna Soprattutto stanno danneggiando lavoro e impresa». Secondo Costantino l attuale esecutivo «si distingue per essere ossequioso verso il governo tedesco e la commissione europea». Proprio quanto si decide a Bruxelles e a Berlino non piace proprio a Costantino. «Se ci fossero votazioni ha ragione Salvini conclude la priorità è uscire dall Euro»; più astratta la risposta dell ex sindaco di Mede. «Non credo che la Lega Nord debba andare in Parlamento sperando di cambiare qualcosa chiosa Guardamagna inutile stare a Roma e fare opposizione con una percentuale bassa. Meglio non pensare a Roma ma fare molto e bene sul nostro territorio». O.D.

10 VOTA IL TUO SINDACO IDEALE Piergiorgio Maggi (Stradella) ha le idee chiare: ospedale da potenziare, poi manutenzione di strade e istituti scolastici Piergiorgio Maggi, attuale vicesindaco di Stradella e candidato in pectore della lista Torre Civica alla consultazione elettorale della prossima primavera, con la fascia tricolore: sarà un immagine profetica? New entry nelle nostre classifiche di Vota il tuo sindaco ideale. Questa settimana ad entrare in graduatoria è Piergiorgio Maggi, attuale vicesindaco di Stradella. «Sono contento di queste preferenze, è pur sempre un attestato di stima nei miei confronti» commenta Maggi, che si sofferma sulle priorità indicate da coloro che l hanno votato: welfare e sicurezza. «Sul welfare devo dire che Stradella è tradizionalmente sempre attenta ai servizi che si offrono al cittadino. L'indicazione come priorità credo stia a sottolineare come la gente abbia paura che questi servizi vengano meno in futuro. E direi che non hanno tutti i torti visti i tagli che arrivano dal Governo centrale. Noi come amministrazione al momento siamo riusciti a far quadrare i conti e a non far mancare nulla a livello di servizi, ma mi o chiedo fino a quando potremmo durare. Serve di sicuro una bella inversione di tendenza da parte dello Stato centrale». E sulla sicurezza? «Credo che la sicurezza in generale la debbano garantire le forze dell'ordine e non i comuni. Noi come amministrazione possiamo, ed è una cosa che stiamo facendo, aumentare i controlli e la presenza sulle strade della nostra polizia municipale. Poi credo anche che serva un'illuminazione della città migliore. Con il nuovo Pgt puntiamo anche a questo e riscattando la rete elettrica dell'illuminazione possiamo dare più luce in tutta la città, anche nelle zone al momento ancora scarsamente illuminate». Ma se dovesse essere lei ad indicare una priorità? «Di certo l'ospedale. Non è possibile che si pensi a tagli o a disinvestimenti. Chiediamo più anestesisti, servono guardie mediche e reparti ospedalieri importanti. Insomma serve un ospedale che funzioni e che sia efficiente. Poi penso alla manutenzione di strade e scuole». Lei sarà il prossimo candidato a sindaco della lista Torre Civica, avete pensato ad apparentarvi con qualche altra lista? «Assolutamente no. Noi facciamo accordi solo con i cittadini. Il nostro motto sarà: il cittadino al centro di tutto». Modalità di partecipazione Tutti i lunedì nelle pagine de Il Punto si trovano le schede per votare il proprio candidato preferito alla carica di sindaco in ciascuno dei 190 centri della nostra provincia. E possibile esprimere una sola preferenza. La persona votata può appartenere a un partito politico o alla società civile. Ogni settimana verranno pubblicate le graduatorie, mentre una volta al mese è prevista una pagina speciale con più tagliandi. Le ultime schede per la votazione saranno pubblicate trenta giorni prima della data fissata per le elezioni amministrative Saranno considerate valide al fine della compilazione delle classifiche finali tutte le schede pervenute entro il venerdì successivo la data di ultima pubblicazione delle schede. Le cedoline devono essere spedite alla redazione de Il Punto - corso Cavour n Pavia, oppure consegnate personalmente. Per qualsiasi informazione o comunicazione relativa al sondaggio è possibile contattare il Sono valide solo le schede pubblicate su Il Punto, non si accettano fotocopie o riproduzioni di qualsiasi genere. Premi I primi classificati in ciascun comune riceveranno una targa personalizzata e un abbonamento al nostro giornale. Le foto dei vincitori e i momenti della consegna delle targhe saranno pubblicati il lunedì successivo al giorno delle premiazioni. SINDACO COMUNE N. VOTI PRIORITÀ Gabriele Gandini Montebello della Battaglia costruzione palestra Sergio Barbieri Montebello della Battaglia sicurezza, manutenzione verde pubblico, sistemazione cimitero, manutenzione fossi, siepi e strade, aiuto alle associazioni culturali, centro aggregazione giovani, manutenzione reticolo idrico unione, uscita del giornale Montebello Notizie, wi-fi, raccolta differenziata, raccolta di pile, lattine e farmaci scaduti, videosorveglianza Comune, chiesa e cimitero, sistemazione di via del Cortile, incontro amministrazione-cittadini almeno ogni sei mesi, incremento volontari Auser e biblioteca, sistemazione via Maresco, via della Croce e strada Borrone, stazione barometrica, acquisto defibrillatore, nuovi bidoni rsu, mantenimento soggiorno climatico per anziani, viabilità, centralina Arpa, piscina Ennio Tundis Torrazza Coste innovazione, costruzione supermercato, pizzeria in centro, sicurezza, viabilità, servizi sociali efficenti per bambini (2ª sezione asilo nido, scuola) e anziani (casa di riposo), parco giochi, giardini, scuola di ballo, seconda farmacia, agenzia viaggi e assicurazioni, negozi, piscina comunale, tagli ai privilegi e ai costi della politica, pista ciclabile, wi-fi e spazi per i giovani, dialogo cittadini-sindaco, centro sportivo, raccolta differenziata, servizio di linea, riqualificazione pesa pubblica, cimitero ordinato Carlo Belloni Pavia 248 creare nuove opportunità df lavoro per i giovani meritevoli, via gli autobus inquinanti dalle zone pedonali Giovanni Cristiani Codevilla 160 giovani, territorio, centro anziani, raccolra differenziata, ambiente, occupazione, centro sportivo, sicurezza, attivazione biblioteca, manutenzione cimitero, piazzola ecologica, manutenzione strade, solidarietà. centro volontariato, centro aggregazione, centro polivalente, recupero Società Operaia, pulizia fossi Alessandro Cattaneo Pavia 84 completare il programma, sistemare pavè di corso Cavour e strada Nuova, dissociarsi da Berlusconi e creare lista civica Afro Silvio Caleffi Bagnaria 82 risposte al 100% alle esigenze della popolazione Carlo Nola Pavia 80 sicurezza, spazi per i giovani Piergiorgio Maggi Stradella 62 welfare, sicurezza Ernesto Prevedoni Gorone Sartirana Lomellina 58 più ordine e pulizia nei vialetti del cimitero, contrastare l inglobamento del Sartirana calcio nella Medes Fabio Zucca Belgioioso 55 tangenziale, castello, ospedale Maurizio Visponetti Stradella 44 turismo-promozione aziende vitivinicole, sicurezza Ettore Filippi Pavia 42 sicurezza Lorenzo Callegari Casteggio 40 sì alle vele in largo Colombo Fabio Ardemagni Miradolo Terme 40 stop a tasse e balzelli per gli abitanti del paese Ermanno Bonazzi Travacò Siccomario 40 auditorium e sicurezza Daniele Bosone Pavia 40 valorizzare il patrimonio storico artistico Giancarlo Abelli Broni 38 bonifica ex Fibronit Afro Silvio Caleffi Rivanazzano Terme 38 sicurezza, disciplina stradale, coinvolgimento della popolazione Niccolò Fraschini Pavia 34 trasparenza nella pubblica amministrazione, lotta all illegalità, limitazione spesa pubblica Antonio Riviezzi Broni 30 turismo e cultura Anna Corbi Godiasco Salice Terme 24 più iniziative culturali nel periodo estivo in piazza a Godiasco Dante Labate Pavia 22 sicurezza, più attenzione al turismo Roberto Battagin Bereguardo 22 sistemare una volta per tutte il ponte di barche Giovanni Fassina Ferrera Erbognone 18 sviluppo turistico attraverso la valorizzazione delle cascine Giuseppe Chiari Gropello Cairoli 16 più attenzione verso le società sportive Paolo Bremi Trivolzio 16 più sicurezza in paese Gianluigi Bedini Bagnaria 10 più attenzione agli anziani Carlo Colnaghi Miradolo Terme 10 lotta agli sprechi di denaro pubblico Fabio Rubini Mortara 10 mettere fine alla sciagurata guida leghista, bilancio Enzo Padovani Olevano Lomellina 10 ripristino linea Fs Alessandria-Milano Romano Ferrari Rivanazzano Terme 10 Sergio Contrini Pavia 8 Vittorio Pesato Pavia 8 valorizzare turismo e cultura Antonia Meraldi Stradella 8 Roberto Gramegna Montebello della Battaglia 8 dare al paese un sindaco preparato con spiccato senso civico e con conoscenza dei diritti umani, pista di atletica, gattile Marco Malinverni Cura Carpignano 7 costruzione cavalcavia sopra la tangenziale, pista ciclabile da Cura a Pavia, autovelox tratto Cura-Prado Elisabetta Pozzi Montebello della Battaglia 6 teatro Luisa Cavezzale Montebello della Battaglia 3 gattile Alan Ugazio Cilavegna 2 Luigi Cella Lardirago 2 Fiorenza Molinari Massocchi Montebello della Battaglia 2 assistenza domiciliare agli anziani Maurizio Niutta Pavia 2 Vittorio Barella San Martino Siccomario 2 via il campo rom all ingresso del paese Emanuela Pastore Voghera 2 Pietro Carella Casteggio 1 Giordano Arpesella Montebello della Battaglia 1 rivalutazione Genestrello Niccolò Raineri Montebello della Battaglia 1 rinnovamento centro sportivo Daniela Cabrini Montebello della Battaglia 1 Ruggero Gandini Montebello della Battaglia 1 Fabrizio Gandini Montebello della Battaglia 1 Pietro Marchetti Montebello della Battaglia 1 Franco Raineri Montebello della Battaglia 1 Giuliana Tacconi Montebello della Battaglia 1 LUNEDÌ PROSSIMO PAGINA INTERA DI TAGLIANDI VOTA IL TUO SINDACO IDEALE: trovi le schede anche nelle pagine di cronaca COMUNE... NOME E COGNOME SINDACO IDEALE... SUGGERISCI UNA PRIORITÀ Modalità di partecipazione Tutti i lunedì nelle pagine de Il Punto si trovano le schede per votare il proprio candidato preferito alla carica di sindaco in ciascuno dei 190 centri della nostra provincia. E possibile esprimere una sola preferenza. La persona votata può appartenere a un partito politico o alla società civile. Ogni settimana verranno pubblicate le graduatorie, mentre una volta al mese è prevista una pagina speciale con più tagliandi. Le ultime schede per la votazione saranno pubblicate trenta giorni prima della data fissata per le elezioni amministrative Saranno considerate valide al fine della compilazione delle classifiche finali tutte le schede pervenute entro il venerdì successivo la data di ultima pubblicazione delle schede. Le cedoline devono essere spedite alla redazione de Il Punto - Corso Cavour n Pavia, oppure consegnate personalmente. Per qualsiasi informazione o comunicazione relativa al sondaggio è possibile contattare il Sono valide solo le schede pubblicate su Il Punto, non si accettano fotocopie o riproduzioni di qualsiasi genere. Premi I primi classificati in ciascun comune riceveranno una targa personalizzata e un abbonamento al nostro giornale. Le foto dei vincitori e i momenti della consegna delle targhe saranno pubblicati il lunedì successivo al giorno delle premiazioni. COMUNE... NOME E COGNOME SINDACO IDEALE... SUGGERISCI UNA PRIORITÀ Modalità di partecipazione Tutti i lunedì nelle pagine de Il Punto si trovano le schede per votare il proprio candidato preferito alla carica di sindaco in ciascuno dei 190 centri della nostra provincia. E possibile esprimere una sola preferenza. La persona votata può appartenere a un partito politico o alla società civile. Ogni settimana verranno pubblicate le graduatorie, mentre una volta al mese è prevista una pagina speciale con più tagliandi. Le ultime schede per la votazione saranno pubblicate trenta giorni prima della data fissata per le elezioni amministrative Saranno considerate valide al fine della compilazione delle classifiche finali tutte le schede pervenute entro il venerdì successivo la data di ultima pubblicazione delle schede. Le cedoline devono essere spedite alla redazione de Il Punto - Corso Cavour n Pavia, oppure consegnate personalmente. Per qualsiasi informazione o comunicazione relativa al sondaggio è possibile contattare il Sono valide solo le schede pubblicate su Il Punto, non si accettano fotocopie o riproduzioni di qualsiasi genere. Premi I primi classificati in ciascun comune riceveranno una targa personalizzata e un abbonamento al nostro giornale. Le foto dei vincitori e i momenti della consegna delle targhe saranno pubblicati il lunedì successivo al giorno delle premiazioni.

11 11 25 novembre 2013 Cronaca Pavia Il ragazzo rumeno non appena avrà terminato di scontare la pena verrà allontanato dallo Stato Italiano Violentò anziana, condannato ad 8 anni L aggressore 23enne riconosciuto colpevole anche di furto aggravato PAVIA L antica saggezza popolare ha tramandato il detto c è una giustizia, al fine. Forse non sempre è così nel nostro Paese, ma accade anche che la legge italiana si esprima con severità laddove si riveli utile. E a Pavia questa severità si è resa quanto mai necessaria. Martha, la 79enne di Inverno e Monteleone vittima di violenza sessuale qualche mese fa, ha finalmente ottenuto la sua rivincita. Il suo aggressore è infatti stato condannato a otto anni e sei mesi di reclusione, con espatrio immediato non appena scontata la pena. Mihaita, rumeno di 23 anni, si era introdotto nell abitazione della donna utilizzando la futile scusa del gatto smarrito in giardino. A quel punto ha legato Martha con l ausilio della cintura della vestaglia, l ha molestata e derubata. Il bottino consisteva in un computer, un cellulare, un diamante da un carato e duecento euro in contanti. L anziana donna aveva già conosciuto il giovane, in quanto quest ultimo aveva svolto alcuni piccoli lavoretti presso la sua dimora. Secondo quanto sottolineato dalla difesa durante l udienza di mercoledì 20 novembre, Martha, difesa dall avvocato Antonio Savio, non è mai incappata in alcun tipo di contraddittorio, riferendo la medesima versione dei fatti sia ai vicini di casa, che ai Carabinieri in sede di denuncia, che ai medici del policlinico San Matteo, dove era stata trasportata dopo l aggressione. Proprio in questa sede, è stata sottoposta anche a una visita psichiatrica, al fine di conferire veridicità e valore alla sua deposizione. Una volta effettuata la prova Avrebbero evaso 720mila euro Oggi a giudizio in Tribunale Accusati due imprenditori di un azienda di Gropello PAVIA Italiani, popolo di santi, navigatori ed evasori fiscali. L evasione, purtroppo, è una piaga del nostro Belpaese. Ma come fanno gli Italiani a evitare di pagare le tasse? Ce lo ha recentemente spiegato il rapporto 2013 dell Unità di Informazione Finanziaria: il classico spallone sembra fare ancora la spola con la Svizzera, ma i metodi, anzi gli schemi d evasione, sono tanti quanti la fantasia criminale (perché, effettivamente, di un crimine si tratta) può escogitarne. Sono state, dunque, recentemente indicate alcune delle strategie più utilizzate dagli Italiani, come conti correnti privati per i movimenti dell azienda, carte elettroniche e rientri sospetti da scudo fiscale. E poi c è lui, il classico nei manuali del perfetto evasore: false fatturazioni per operazioni mai esistite. La fattura può essere falsa integralmente (nessuna operazione, inesistenza oggettiva, oppure si può parlare di sovrafatturazione o sottofatturazione. Pavia non fa eccezione. Paolo C., 52enne residente a Gropello Cairoli, è accusato, insieme con Stefano B., 67enne di Foggia, di aver consentito, in qualità di amministratore unico della società Alfa Bild Srl, con sede a Gropello Cairoli, l evasione delle imposte sui redditi o sul valore aggiunto alla società stessa. L imputato avrebbe emesso, fra il 2005 e il 2007, sette fatture intestate alla ditta indipendente L avvocato Antonio Savio di Stefano B., fornitegli proprio da quest ultimo su modulo in bianco e sprovviste di ogni indicazione. Le fatture risultavano relative a operazioni inesistenti, per un totale di euro, compresivi di Iva. Oltre a questa cifra, però, occorrerebbe indagare su tutta un altra serie di guadagni non facilmente quantificabili. A dichiararsi parte offesa è l Agenzia delle Entrate di Pavia. Oggi pomeriggio, presso il Tribunale di Pavia, si terrà la prima udienza. Si tratta di un reato gravissimo per la Giurisprudenza italiana. Secondo l articolo 8 del decreto legislativo 74/2000, infatti, è punito con la reclusione da un anno e sei mesi a sei anni chiunque, al fine di consentire a terzi l'evasione delle imposte sui redditi o sul valore aggiunto, emetta o rilasci fatture o altri documenti per operazioni inesistenti. Ai fini dell'applicazione di questa disposizione, l'emissione o il rilascio di più fatture o documenti per operazioni inesistenti nel corso del medesimo periodo di imposta si considera come un solo reato. Se l'importo non rispondente al vero indicato nelle fatture o nei documenti è inferiore a 150mila euro per periodo di imposta, si applica la reclusione da sei mesi a due anni. Si ricorda altresì che, in base all articolo 110 del Codice Penale, Quando più persone concorrono nel medesimo reato, ciascuna di esse soggiace alla pena per questo stabilita. MERCEDES-BENZ A 180 CDI PREZZO AL PUBBLICO EURO IVA DEDUCIBILE CHILOMETRAGGIO KM ANNO 08/2012 CARBURANTE DIESEL CONSUMO 5,0 L / 100 KM POTENZA 80 KW / 109 CV COLORE GRIGIO METALLIZZATO FIAT 500L 1.3 MULTIJET EASY PREZZO AL PUBBLICO EURO IVA DEDUCIBILE CHILOMETRAGGIO 1 KM ANNO 09/2013 CARBURANTE DIESEL CONSUMO 4,2 L / 100 KM POTENZA 62 KW / 84 CV COLORE BIANCO / TETTO NERO METALLIZZATO del dna, estrapolato dai mozziconi di sigaretta lasciati sul pavimento di casa, non vi sono stati dubbi: Mihaita è colpevole. Necessario, ovviamente, tenere conto della minor capacità di difesa della donna in relazione all età avanzata. I Carabinieri sono intervenuti nell abitazione di Miahita per effettuare degli accertamenti e lo hanno sorpreso mentre, senza il minimo senso di rimorso, stava cenando. L accusa ha dunque chiesto nove anni, anche in relazione al reato di rapina aggravata. L articolo 624 bis del Codice Penale prevede infatti che Chiunque si impossessi della cosa mobile altrui, sottraendola a chi la detiene, al fine di trarne profitto per sé o per altri, mediante introduzione in un edificio o in altro luogo destinato in tutto o in parte a privata dimora o nelle pertinenze di essa, è punito con la reclusione da uno a sei anni e con la multa da 309 euro a euro. La difesa ha sostenuto che non fosse possibile fare completamente affidamento sulla deposizione di Martha, in quanto presentava alcune incongruenze, secondo quanto affermato dal maresciallo Luigi Esposito dei Carabinieri di Corteolona, che l ha ascoltata e accompagnata in ospedale. Sul corpo della donna, inoltre, non sarebbero stati presenti segni evidenti di costrizione. Le vicine di casa, altresì, avrebbero sostenuto di non aver udito alcun rumore. La difesa ha pertanto richiesto la SMART FORTWO SMART 1000 MHD COUPÉ PULSE PREZZO AL PUBBLICO EURO CHILOMETRAGGIO KM ANNO 10/2012 CARBURANTE BENZINA CONSUMO 4,2 L / 100 KM POTENZA 52 KW / 71 CV COLORE BIANCO VOLKSWAGEN GOLF 1.6 TDI DPF BLUEMOTION PREZZO AL PUBBLICO EURO IVA DEDUCIBILE CHILOMETRAGGIO 1 KM ANNO 09/2013 CARBURANTE DIESEL CONSUMO 3,8 L / 100 KM POTENZA 77 KW / 105 CV COLORE GRIGIO METALLIZZATO concessione delle attenuanti generiche. Miahita, però, è stato dichiarato colpevole del reato di violenza e di rapina aggravata ed è stato condannato a otto anni e sei mesi, con la condanna accessoria all interdizione perenne dai pubblici uffici. Non appena espletata la pena, inoltre, verrà immediatamente allontanato dallo stato italiano. Questa volta è proprio il caso di ribadirlo a gran voce: c è una giustizia alla fine. SERENA BARONCHELLI LANCIA YPSILON 1.2 DIVA PREZZO AL PUBBLICO EURO CHILOMETRAGGIO KM ANNO 03/2011 CARBURANTE BENZINA CONSUMO 4,9 L / 100 KM POTENZA 51 KW / 69 CV COLORE GRIGIO / BRONZO METALLIZZATO VOLKSWAGEN TIGUAN 2.0 TDI SPORT& STYLE PREZZO AL PUBBLICO EURO CHILOMETRAGGIO 1 KM ANNO 07/2013 CARBURANTE DIESEL CONSUMO 5,3 L / 100 KM POTENZA 81 KW / 110 CV COLORE ARGENTO METALLIZZATO

12 12 25 novembre 2013 Cronaca Pavese Caccia ai finanziamenti dei campanili per un totale di 1 milione di euro Bascapè, c è il progetto per il nuovo municipio Allo studio dell Amministrazione una radicale ristrutturazione del palazzo comunale BASCAPÈ Rifare radicalmente il look della sede municipale. E non potrebbe essere altrimenti visto il preventivo di spesa di un milione di euro ( per la precisione). L amministrazione retta da Emanuela Curti redige il progetto sperando, come tante altre località pavesi sotto i abitanti residenti, di accaparrarsi i finanziamenti resi disponibili dall iniziativa campanili collegata al decreto Del Fare. L ambizioso disegno di riqualificazione dello stabile di piazza della Repubblica, riveste per la giunta bascaprina primaria importanza per garantire una migliore fruibilità degli spazi oltre che servizi ancor più puntuali per i cittadini. E questo anche in virtù del fatto che la località a cavallo delle tre province ha conosciuto nell ultimo decennio una notevole impennata demografica che ha recato con sé un conseguente aumento nella richiesta di prestazioni. L edificio è già stato ampliato una decina di anni fa circa attraverso l acquisizione dei locali di proprietà della banca ma, di fatto, il potenziamento degli spazi non è stato sfruttato che solo in parte mentre è una totale ristrutturazione ciò di cui ha bisogno l immobile. Attualmente, la sede comunale è dislocata all interno di due distinti corpi di fabbrica adiacenti tra loro ma non collegati fisicamente se non da un muro di cinta e da un patio abbandonato. Il progetto approvato prevede tanto una riorganizzazione interna quanto una riqualificazione esterna della sede storica, ovvero della parte appoggiata alla chiesa. Al pianterreno si prevede di collocare la sala giunta, uno spazio dedicato all attività del sindaco, l ufficio del personale e quello di segreteria ed una sala d attesa. Al primo piano invece sono ricavabili quattro uffici per gli assessori. Il Comune di Bascapè Esternamente, la piazza diventerebbe un basamento lastricato ed alberato nella parte prospiciente l ingresso, una sorta di atrio all aperto. Quanto all attuale spazio che funge da cerniera tra i due edifici, all interno del patio è prevista la realizzazione di un volume di collegamento nonché della sala consiliare. Infine l edificio prospiciente la piazza sarà demolito e ricostruito occupando meno spazio volumetrico: ospiterà il protocollo, l ufficio di polizia locale, l ufficio tecnico e la ragioneria, spazi per la cultura e le associazioni. La facciata richiamerà l immagine dei fienili tipici della cascina lombarda con schermatura in cotto. GIANLUCA STROPPA Scuola, accordo tra Marcignago e Vellezzo MARCIGNAGO La giunta capitanata da Lorenzo Barbieri ha messo a punto la convenzione da sottoporre prossimamente al consiglio comunale, che per un triennio disciplinerà i rapporti con il comune di Vellezzo Bellini in tema di utilizzo delle strutture scolastiche e sostegno agli oneri di gestione. Marcignago è proprietario di edifici che ospitano scuola materna, primaria e secondaria di 1 grado, cui fanno riferimento anche i comuni di Battuda e Rognano. Amministrazioni queste ultime con le quali sono già state sottoscritte analoghe convenzioni, Il fondamento delle intese sta nella ripartizione degli oneri per ciascuna amministrazione, basata percentualmente sul numero degli alunni frequentanti. La compartecipazione alle spese sostenute per i progetti scolastici sarà invece concordata annualmente. Siziano, fari puntati sul piano triennale delle opere pubbliche Approvato un elenco di cinque interventi SIZIANO L amministrazione retta dal sindaco Massimiliano Brambilla vara l ultimo piano triennale delle opere pubbliche della legislatura. Se trattasi di un documento pro-forma, visto appunto che i sizianesi torneranno alle urne in primavera per rinnovare il consiglio comunale, oppure di una cartina di tornasole per chi prenderà le redini del governo locale dopo Brambilla, che sta esaurendo il suo secondo mandato consecutivo, lo si scoprirà solo vivendo come cantava qualcuno. Ad ogni buon conto il piano mostra un pokerissimo di operazioni e, non a caso, solo una di esse, in modo peraltro parziale, si colloca nell elenco È la manutenzione delle strade, opera del tutto ordinaria quindi, per la quale è previsto uno stanziamento di euro, pareggiato anche nel biennio successivo ( totale quindi euro). Nel 2015 è annotato il completamento del secondo lotto di lavori presso il campo sportivo ( euro) mentre il botto sarebbe riservato per l anno successivo con la realizzazione del centro policulturale giovanile ( euro) cui farebbero da contorno la manutenzione di piazza Giacomo Negri per mezzo milione e la ristrutturazione del parco del castello per euro. Per l investimento più oneroso, si penserebbe all accensione di un mutuo mentre le restanti coperture deriverebbero da stanziamenti di bilancio. La Bottega dei Balocchi Cartoleria_Articoli Regalo_Bomboniere_ Articoli per Animali Offerte su articoli natalizi palline a 0,50 e 1,00 C.so Repubblica, 27 Rivanazzano Terme (PV)

13

14 14 25 novembre 2013 Cronaca Pavese La località rientra nell iniziativa Fra il Ticino e l Expo: storie d acqua e castelli Variante alla parte chignolese del progetto Expo Una modifica in corso d opera all itinerario che dovrà valorizzare il territorio CHIGNOLO PO L amministrazione chignolese ha approvato una variante agli interventi di costruzione dell itinerario di valorizzazione del territorio e delle sue acque, parte dell'operazione chiamata Fra il Ticino e l Expo. Dopo un sopralluogo condotto dagli ispettori regionali e provinciali, prendendo visione dello stato di avanzamento dei lavori è emersa la necessità di predisporre una modifica. Per sommi capi la perizia riguarda il tratto di percorso che parte dalla frazione Lambrinia e costeggia il Lambro ( circa un chilometro) che presentandosi con un piano viario molto modificato rispetto alle condizioni riscontrate nelle fasi di progettazione ed appalto, richiede ulteriori lavorazioni per sistemare il fondo. Nel tratto di argine che costeggia la roggia Bissina Bissone invece, dopo il disboscamento e la rimozione di sterpaglie e vegetazione infestante che hanno reso percorribile l argine, sono venuti alla luce due manufatti idraulici in cemento per lo scarico delle acque nella roggia. Uno di questi Il Comune di Chignolo Po si presenta lesionato nella struttura portante e richiede un ripristino, senza comunque modificare la sezione idraulica esistente; su ambedue però occorre realizzare un collegamento in legno completo di parapetti, per dare continuità al percorso. Nel sottopasso alla strada provinciale 193, dove era prevista originariamente una passerella in ferro, il disboscamento ha messo in evidenza invece una situazione meno critica del previsto e dunque la possibilità di ricavare un passaggio naturale operando una risagomatura della riva del canale. Si è deciso anche che, a causa della possibile saltuaria presenza lungo l itinerario di mezzi meccanici impiegati per la manutenzione dei cavi e dei terreni, venga aumentato lo spessore del pietrisco fine di sabbia calcarea, al fine di evitare continui interventi di ripristino del fondo del percorso. Per finire si rinuncerà ad alcune opere accessorie, senza sminuire la piena funzionalità dell opera, il cui importo resta altresì invariato attorno ai euro, mentre per le lavorazioni in perizia è stata concordata una proroga di 60 giorni. Quanto proposto non snatura in alcun modo lo spirito di base del progetto il cui fine è fondamentalmente quello di creare un percorso continuo e logico lontano dal traffico, ottenuto sfruttando strade già esistenti e da tempo in parte dimesse e perciò con costi minimi e senza sottrarre terreno alla campagna. La logica del progetto crea un collegamento di mobilità dolce tra il capoluogo, le sue frazioni, le stazioni ferroviarie e l attracco sul Po in località Le Gabbiane, già utilizzato in occasione dei percorsi fluviali organizzati dall amministrazione provinciale e dai comuni rivieraschi. GIANLUCA STROPPA La rubrica del veterinario Allarme obesità nei Pet dottor Angelo Rinaldi Con gli occhi languidi, come capretti posti sull altare sacrificale, che ti guardano, anzi ti fissano con insistenza, la bava che giunge fino a terra ricoprendo quasi interamente le proprie fauci, creando delle enormi chiazze sul pavimento, richiamando l attenzione o strusciandosi col muso sulle gambe o prodigandosi con mille piroette ; sono immagini a cui quotidianamente assisto o 170mila euro per strade e marciapiedi LANDRIANO Un sostanzioso investimento economico che metterà in campo poco più di euro complessivi spalmati su ben cinque progetti. L amministrazione comunale guidata dal sindaco Roberto Aguzzi ha concesso il semaforo verde ad un pokerissimo di piani definitivi-esecutivi per la realizzazione di altrettanti interventi di sistemazione e ripristino di strade e marciapiedi ammalorati in vari punti del territorio. Le zone di intervento scelte dal comune sono via Milano ( marciapiede), via Gramsci ( marciapiede ed asfaltatura della strada di accesso al centro di raccolta dei rifiuti urbani), vie Togliatti, Moro e Nenni, via Cerca, via 1 Maggio. L intero pacchetto di interventi è stato formalizzato allo scopo di prevenire eventuali incidenti e causare danni all incolumità pubblica. assistono tutti i proprietari di animali nel momento in cui ci si accinge ad aprire un qualsiasi sacchetto di cibarie o ci si siede a tavola per mangiare. Spesso si ha la sensazione che nella scala dei valori venga prima il cibo e successivamente noi, ma questo non è vero e non è importante, insomma, questo acquarello appena descritto è solo lo stereotipo del comportamento di molti cani difronte al cibo e noi che non sappiamo resistere alle loro lusinghe, gli doniamo qualche avanzo di cibarie, gli facciamo fare il prelavaggio dei piatti sporchi, o per raccontarla tutta dividiamo fraternamente quello che abbiamo nel piatto. Questi atteggiamenti sono la consuetudine di una vita vissuta a contatto con il proprio cane (molto meno con il gatto) e sono a dir poco altamente diseducativi,dovrebbero essere modificati sia per le ripercussioni comportamentali sia per il rischio obesità. L allarme obesità nei pet dopo gli Stati Uniti, arriva anche in Italia, a dirlo é un'indagine nazionale condotta nel 2008 per conto della Pet obesity task force (gruppo di lavoro che comprende i Medici veterinari italiani a sostegno della task force istituita a livello internazionale) su cani e gatti e coinvolgendo 200 fra ambulatori e cliniche. Rispetto al totale degli animali presi in considerazione, la ricerca rileva che il 33% dei gatti e il 28% dei cani sono in sovrappeso. Il problema è spesso legato sia ad un'alimentazione sbagliata, che allo scarso movimento. Non a caso, i cani obesi che abitano in appartamento sono l'8% (contro il 16% dei gatti) e quelli con un giardino a disposizione il 6%, stessa percentuale dei gatti (Ansa).Come capita per l umano anche gli animali dovrebbero essere messi a dieta, non bisogna utilizzare il cibo sia come gesto d amore verso il nostro compagno che per compensare una nostra anaffettività Visto che loro ci regalano sensazioni e momenti indimenticabili anche noi dovremmo riuscire, almeno, a ritagliare un po di tempo per loro e non liquidare in maniera banale la loro richiesta d attenzioni e d affetto. Facendo così forse potremmo affrontare in maniera positiva anche il nostro soprappeso, senza dimenticarci che la sensazione più bella è vedere i nostri amici felici e in armonia con se stessi e con noi. Ok al progetto preliminare per ampliare la scuola Il comune muove il primo passo dell importante opera CURA CARPIGNANO L amministrazione guidata dal sindaco Ezio Manelli si tuffa sull obiettivo del potenziamento degli edifici adibiti a scuola primaria. Il via libera arrivato dalla giunta carpignanese al progetto preliminare sancisce, di fatto, l avvio dell iter per un opera tanto attesa. Tanto più alla luce del fatto che, nel frattempo, il previsto incremento demografico a Cura, formato prevalentemente da giovani coppie, si è di fatto determinato ed i dati statistici sulla popolazione giovanile residente confermano che nei prossimi anni i bambini in età scolare aumenteranno in modo esponenziale. Ergo, per soddisfare tutte le richieste di iscrizione alla scuola primaria, l amministrazione ritiene assolutamente necessario e prioritario provvedere all ulteriore ampliamento della struttura educativa. Va poi rammentato che la scuola primaria carpignanese è frequentata anche dagli alunni del confinante comune di Roncaro, attraversato anch esso da una marcata espansione demografica. In questo progetto le due amministrazioni procederanno in tandem per definire forme di contribuzione da parte del comune retto da Piermario Bianchi. Il nero su bianco alla progettazione preliminare potrebbe aprire ora eventuali spiragli ad una tempestiva partecipazione ad eventuali finanziamenti pubblici per le strutture scolastiche, recentemente preannunciati e di cui si è in attesa da molto tempo.

15

16 Speciale Salute Alcune indicazioni igieniche possono evitare il contaggio del virus influenzale Come evitare raffreddori e influenza Le proprietà naturali di alcuni cibi aiutano a proteggerci dai malanni stagionali PAVIA PaneRiso è uno dei pochi panifici rimasti fedeli alla tradizione e panifica ancora con il lievito naturale. Si possono trovare pani prodotti con grani antichi mai modificati geneticamente e di origine biologica, pani 100% riso (NON PER CELIACI), al grano saraceno, al mais. Non si usano miglioratori chimici e si lavora secondo tradizione, nel rispetto dei tempi, usando buone tecniche e buone materie prime tanto che nel 2011 PaneRiso ha ottenuto da Regione Lombardia il riconoscimento di Impresa di Eccellenza Lombarda nel comparto panificazione. Il pane, da millenni alimento base della vita dell uomo, è composto da ingredienti semplici: farina, acqua, lievito, sale. La farina tuttavia, con l evoluzione della tecnologia di produzione dei molini da artigiani a industriali, è cambiata influenzando la trasformazione delle abitudini alimentari e la salute delle persone: la raffinazione, dettata da esigenze tecnologiche e di conservazione, ha privato la farina della fibra e degli antiossidanti, presenti nella parte esterna del chicco e nel germe di grano. L influenza, un malanno di stagione Grazie all esclusivo processo brevettato di Integralbianco è possibile trasformare la crusca estratta dal processo di macinazione in una crusca ad elevata biodisponibilità di fibra solubile (pentosani) e antiossidanti (acido ferulico). Il pane che si ottiene è gustoso ed è più salutare, non fa ingrassare come il pane bianco, non dà i picchi glicemici del pane bianco, va bene per gli sportivi, nelle diete dimagranti, per gli ipertesi e in generale per chiunque sia attento a una sana alimentazione senza rinunciare al gusto. Anzi, il pane che si ottiene è più leggero e saporito. Da PaneRiso trovate anche focacce e pizze sempre calde, pane sfornato caldo sino a sera, pasticceria di qualità e un vasto assortimento di alimenti biologici e prodotti locali. Venite a trovarci anche per assaggiare il nostro panettone, realizzato rigorosamente nel rispetto del disciplinare di produzione del Panettone Milanese, oppure i nostri biscotti Lagaccio, per una colazione sana, gustosa e leggera. Con l arrivo delle piogge e dei primi freddi, si sa, arrivano anche i primi malanni di stagione. Raffreddori, influeze e acciacchi reumatologi colpiscono tutti. Per cercare di evitarli o, quantomeno, di ridurre al minimo le probabilità di incapparvi, è di fondamentale importanza imparare ad aiutare il nostro sistema immunitario. Per farlo, è impossibile prescindere dall'alimentazione e dalle proprietà naturali dei cibi. Cominciamo con l'aglio: una volta frantumato, sprigiona una sostanza chiamata allicina con capacità inibenti verso gli enzimi che favoriscono le infezioni batteriche. Inoltre, lo spicchio d'aglio contiene il betaglucano, in grado di stimolare l'azione dei globuli bianchi. Lo yogurt con i lattobacilli probiotici, invece, contiene microorganismi vivi che favoriscono un buon equilibrio intestinale, colonizzandolo, e tenendo così lontani i microorganismi pericolosi. Le patate rappresentano una buone fonte di selenio, minerale che agisce come antiossidante e che, insieme alla vitamina D, va ad attivare le cellule killer del sistema immunitario. Il pesce, la carne rossa, i legumi, i cereali, gli ortaggi e la frutta secca contengono, oltre a svariate vitamine e minerali, anche lo zinco, che contribuisce a proteggere dai raffreddori, fortificando il sistema immunitario. Lo sgombro, ad esempio, è ricco di vitamina D, che aiuta il sistema immunitario attivando i linfociti T che ci proteggono dalle infezioni. Il limone, come molti agrumi, è ricco di vitamina C, per antonomasia potente antiossidante indispensabile per l'ottimale funzionamento del sistema immunitario dell'organismo. Il cioccolato fondente al 100%, grazie al notevole contenuto di cacao, va a stimolare i linfociti T helper, Il limone, potente antiossidante è indispensabile per il funzionamento del sistema immunitario Lavarsi spesso le mani che sono il veicolo privileggiato del contagio cellule importantissime coinvolte nella produzione di anticorpi. Il pollo, con la sua carne bianca, e in particolare con il suo brodo, ci aiuta a ridurre la produzione di muco e l'infiammazione. A questo punto, non ci resta che imparare a conoscere tutte queste proprietà e sfruttarle per difenderci dall'influenza. Perché, come sempre, prevenire è sempre meglio che curare. Per evitare invece l influenza pochi gesti anche igienici possono aiutare a prevenire. Il semplice gesto di lavarsi le mani è un arma di prevenzione sicura ed efficace, purché le mani vengano strofinate per alcuni secondi con il sapone. Lavare le mani dopo essere stati sui mezzi pubblici, soprattutto se poi vi apprestate a mangiare: il cibo toccato con le mani sporche è il veicolo privilegiato del contagio dell influenza. Un gesto da ripetere soprattutto a scuola, vero ricettacolo di virus. Con il freddo usare i guanti di lana e le sciarpe: così si riduce il contatto tra il virus, la pelle e le vie respiratorie. PAVIA CORSO MANZONI 22 (vicino a Piazza Minerva e alle stazioni treni e bus) Tel Lavarsi spesso le mani aiuta ad evitare il contagio

17

18 Speciale Salute 25 novembre Tre italiani su quattro soffrono di emicrania almeno una volta al mese Crisi e social network causano il mal di testa Tra i fattori scatenanti ci sono innanzitutto lo scarso riposo, l ansia e lo stress PAVIA Crisi economica e social network possono dare alla testa. Ci sono anche queste due voci, infatti, fra le nuove cause di un vecchio problema: la cefalea o l'emicrania. Una specie di epidemia, se si considera che tutti gli italiani soffrono di mal di testa almeno una volta all'anno, e che 3 su 4 ci fanno i conti praticamente ogni mese: 1-2 volte per il 46% per cento dei connazionali, ai quali si aggiunge un 27% che è vittima di attacchi tutte le settimane. A scattare la fotografia è un'indagine Doxa Marketing Advice condotta per conto di Dompé, presentata settimana scorsa all'aquila. Il mal di testa si conferma un dolore invalidante, tanto da obbligare a varie rinunce oltre l'80% dei connazionali. E a farne le spese è spesso Un terzo degli italiani ritiene che il mal di testa possa essere figlio della costante connessione in Rete per chattare I social network sono tra le nuove cause del mal di testa l'intimità di coppia: una persona su 3 confessa di avere dato forfait sotto le lenzuola proprio per colpa del disturbo. Ma il 'no' al sesso è solo la punta dell'iceberg. Quasi metà degli italiani, infatti, a causa degli attacchi rinuncia alla propria vita di relazione (ad esempio a uscire con gli amici); uno su 3 ha rinunciato ai propri hobby e passioni (sport, cinema e viaggi), e 2 su 10 hanno rinunciato ad andare al lavoro. Ma cosa accende la crisi? Tra i fattori scatenanti ci sono innanzitutto lo scarso riposo (specie tra chi gestisce un'attività in proprio), l'ansia e lo stress (principalmente tra chi è senza lavoro), le preoccupazioni e le difficoltà economiche (in maggioranza tra le casalinghe) e gli eccessivi impegni quotidiani. Ma per più della metà degli italiani esiste anche il mal di testa 'da prestazione', quello che compare quando bisogna dare il massimo, a scuola o sul lavoro. E per più di uno su 3 (34%) la causa dei dolori è da riferire anche al tempo passato davanti al computer, al lavoro o a casa. Persino dedicarsi al social network preferito può causare il mal di testa. Un terzo dei connazionali ritiene infatti che il mal di testa possa essere figlio della costante connessione in Rete per chattare, condividere e scambiare messaggi con amici e colleghi. Molto spesso gli italiani non conoscono esattamente ciò di cui soffrono: quasi 4 su 10 non sanno identificare il proprio mal di testa (cefalea o emicrania?). Tutti gli italiani soffrono di emicrania almeno una volta all anno Inoltre, la metà di chi dice saltuari, tipici della cefalea di soffrire dell'uno o dell'altro disturbo fatti ricorrere muscolo-tensiva, si può in- non ha mai Esiste anche il mal di all'automedicazione con avuto una testa 'da prestazione', corretta diagnosi da parte bisogna dare il massimo, in caso di at- che compare quando gli analgesici, di un medico. a scuola o sul lavoro tacchi ricorrenti di mal di Questo dato è particolarmente preoccupantegersi al medico per una cor- testa è fondamentale rivol- Infatti se per gli attacchi retta diagnosi e terapia.

19 19 25 novembre 2013 Speciale Salute Tutti i dati raccolti su circa 2000 persone dai medici di famiglia della Società italiana di medicina generale Italiani troppo disattenti alle calorie Lo studio presentato al 30 Congresso della società scientifica in corso a Firenze PAVIA Italiani poco attenti alle calorie: distratti nella scelta dei cibi, ma virtuosi nel consumo di zuccheri, inferiore alla soglia limite dei 75 grammi al giorno. È quanto emerge dai dati dell indagine Liz (Liquidi e zuccheri in Italia), raccolti su circa 2000 persone dai medici di famiglia della Simg (Società italiana di medicina generale), in collaborazione con Nutrition Foundation of Italy (Nfi). Lo studio è stato presentato venerdì scorso al 30 Congresso della società scientifica in corso a Firenze e ha previsto la compilazione di due tipi di questionari, sul livello di informazione e sulle abitudini alimentari dei pazienti. Nel dettaglio i dati indicano che il 40% degli uomini e il 32% delle donne in Italia non fanno mai attenzione alle calorie assunte con il cibo e le Solo poco più dell 1% dell apporto calorico giornaliero deriva dalle bibite gassate In Italia il 40% degli uomini e il 32% delle donne non fa attenzione alle calorie bevande durante la giornata. Solo quando l ago della bilancia si sposta verso destra cambiano idea. Però il livello di zuccheri introdotto con diversi tipi di alimenti (latte, succhi, bevande zuccherate, frutta, zucchero da cucina e dolci) è nettamente inferiore alle cifre raggiunte negli Stati Uniti e negli altri Paesi europei e si mantiene al di sotto della soglia indicata dagli esperti come limite. Gli uomini ne consumano ogni giorno 68 grammi e le donne 66 grammi (il saccarosio aggiunto rappresenta solo il 10% degli zuccheri totali). E solo poco più dell 1% dell apporto calorico giornaliero deriva dalle bibite gassate. «La ricerca sul consumo degli zuccheri spiega Claudio Cricelli, presidente Simg apre la via a un più ampio progetto sui cosiddetti 'determinanti di salute', cioè sui fattori ambientali e sociali, legati agli stili di vita, all attività fisica, all alimentazione e all istruzione». Queste informazioni contribuiscono in maniera significativa alla definizione dello stato di benessere della persona. E, modificando alcuni 'determinanti', si può dunque incidere sulla salute dei pazienti, prima di ricorre ai farmaci. Lo studio Liz, in particolare, ha evidenziato una significativa discrepanza fra ciò che gli italiani dichiarano di fare e come si comportano in realtà. Ad esempio «il 39,6% degli uomini e il 48,6% delle donne sostiene di mangiare molta frutta, in realtà in media ne consumano solo 2 porzioni rispetto alle 3 consigliate», conclude Ovidio Brignoli, vicepresidente Simg.

20 Vigevano& Lomellina Installate una quindicina di colonnine arancioni, ma infuria la polemica su Facebook La roulette russa dei velok non piace a nessuno Alcuni installati sui marciapiedi, prevista una pioggia di nuove sanzioni VIGEVANO Comincia la roulette russa dei velok. Le colonne arancioni che possono (o non possono) contenere le macchine fotografiche che rilevano la velocità dei veicoli sono spuntate velocemente in giro per Vigevano. E con loro sono arrivate decine di polemiche, con centinaia di messaggi sui social network. Non piacciono a nessuno, a parte qualche paladino dell attuale maggioranza, e vengono viste esclusivamente come un metodo di fare cassa sugli automobilisti. Per il momento sono tutti non funzionanti, giacché non sono state ancora poste nell asfalto le spire di calcolo della velocità. Quindi chi inchioda ora lo fa solo perché scarsamente informato. Giova anche ricordare che questi apparecchi non sono previsti dal Codice della Strada, quindi ogni multa che verrà elevata potrà essere oggetto di ricorso, proprio perché non sono a norma. Il censimento delle odiose colonnine arancioni vede in pole position i cavalcavia (cimitero e corso de Gasperi), per poi passare ai rettilinei (via Aldo Moro, corso Novara, corso Brodolini, corso Milano, viale Agricoltura, corso Torino alla frazione Morsella, via Nenni e via Gravellona). Sfugge un po a queste macrocategorie il Un velok a bordo strada velok vicino alla chiesa dei Piccolini. Per chi è pratico delle strade di Vigevano è chiaro come sia stata praticamente riempita la città (sono state stranamente salvate la ex statale 494 nel tratto dei due centri commerciali e i nuovi lotti della circonvallazione esterna), intervenendo dove la velocità media è alta ma le strade riescono in qualche modo a smaltire il traffico veloce senza problema. Dove invece si possono generare veri problemi legati agli acceleratori premuti eccessivamente non si è pensato alla prevenzione: elenchiamo come esempi viale Mazzini, viale Monte Grappa, il primo pezzo di Polemiche a Vigevano per i nuovi sistemi di rilevamento della velocità via Buccella, il corso Genova e il corso Torino. Non vorremmo che si cerchi di spacciare per prevenzione quella che è repressione: parliamoci chiaro, le norme nel Codice della Strada sono precise. Ma un uso eccessivo dei velok serve solo a fare cassa: non c è prevenzione nell andare scientificamente a cercare di multare più auto possibili. L installazione non è stata il piatto forte dei tecnici: sono poste a bordo carreggiata e andrebbero pertanto segnalate come ostacolo permanente, soprattutto a uso dei motociclisti, coloro che potrebbero in caso di incidente avere rischi seri con le perfide colonnine. Alcune sono poste in maniera sufficientemente arzigogolata: non dubitiamo che il velok di via Gravellona sia in regola, ma ci chiediamo che senso abbia aver sfruttato il punto di raccordo dello scivolo del marciapiede per installarla. Una carrozzina a motore difficilmente potrà transitare senza effettuare pericolose manovre, mentre una mamma con un passeggino probabilmente si ritroverà a preferire la strada. Insomma, c è da scommettere che nasceranno pasticci: per il momento quello alla frazione Morsella è già stato verniciato impropriamente. OLIVIERO DELLERBA Venerdì sera nuova seduta a Vigevano Un altro debito fuori bilancio Spunta una fattura del 2012 che non era mai stata pagata VIGEVANO Dal prossimo settembre il corso per i calzaturieri Presso l Istituto Commerciale Luigi Casale VIGEVANO Mentre le nuvole si addensano sul progetto del Polo Calzaturiero c è chi ha intuito e intercettato le esigenze del territorio. L istituto tecnico Casale da settembre partirà con un nuovo piano di studi destinato al settore della moda e della calzatura. La presentazione ufficiale avverrà il 6 dicembre nel corso di un apposita open night dedicata alla moda presso la scuola di via Ludovico il Moro. Nel comunicato della direzione scolastica si legge che il corso «va a intercettare la pressante richiesta da più parti di una formazione rispondente alle esigenze delle realtà produttive del territorio». Verranno così formate le figure base della filiera calzaturiera (collaborazioni nel settore calzature, accessori e moda, con competenze creative, ideative, produttive, comunicative e di marketing. Un bel colpo per la scuola superiore più grande di Vigevano e che soprattutto rischia di dare il colpo di grazie all ipotesi di creare un polo formativo presso l ex macello. Un doppione non servirebbe a nessuno, se non a indebolire i progetti e a sperperare risorse: considerati i tempi biblici del pubblico, avere già presentato con mesi di anticipo il piano formativo equivale ad escludere l altra idea formativa. Il Polo Calzaturiero, comunque, è in una fase di preoccupante stallo. La patata bollente, comunque, è ormai in mano agli avvocati dei vari enti (Comune di Vigevano, AssoCalzaturifici e Fondazione di Piacenza e Vigevano): la Fondazione è obbligata dal suo statuto a seguire i dettami di legge e quindi da agosto non è più possibile perseguire il precedente schema di convenzione. Trattandosi di un opera pubblica, la Fondazione può partecipare solo a patto che si possa allargare a chiunque il coinvolgimento nell operazione. Tanto meglio direte voi avremo un progetto largamente condiviso. Invece a Vigevano di solito questi problemi burocratici rischiano di fermare ogni progetto. Terzo consiglio comunale in un mese a Vigevano. La riunione dell assise cittadina è fissata per venerdì alle 21 con un nutrito ordine del giorno: ben diciannove punti, sempre ammesso che si riesca a discuterne almeno un po. Esaurite le interrogazioni mercoledì scorso, si torna ad affrontare il problema dei debiti fuori bilancio. Questa volta è spuntata una fattura da euro del settembre 2012 emessa dalla Banca Popolare di Sondrio per il pagamento di quasi quattromila Rid della gestione dei pagamenti nei primi sei mesi del La fattura risulta non pagata «in considerazione di un disguido dovuto a modifiche organizzative conseguenti all introduzione del nuovo sistema di pagamento delle rette scolastiche». La cifra è minima, ma è significativo che ci siano problemi simili negli uffici comunali. Si passerà poi alla variazione di assestamento generale bilancio di previsione e alla riclassificazione da vicinali comunali di tratti stradali all interno del nuovo perimetro del centro abitato: un gesto che costerà quasi settecentomila euro alle casse comunali. Infine, viene aggiunto al piano delle alienazioni una porzione di terreno in via Treves di comprensivi settanta metri quadrati al costo di euro. Restano poi quattordici mozioni (di cui sei della Lega Nord) che ben difficilmente saranno discusse. Mercoledì scorso l atteso consiglio dedicato proprio alle mozioni è stato monopolizzato dalla discussione sulle mense. In questo caso si è assistito a un curioso teatrino di colpi di scena, dovuti alla chiara intenzione di Luca Bellazzi di abbandonare la maggioranza se non ci fossero stati segnali di buona volontà. Ad ampia velocità la giunta ha ricevuto l associazione L articolo 3 vale anche per me e ha dato qualche lieve segnale di apertura. Subito vanificati dall intervento Il consiglio comunale di mercoledì scorso dell assessore Brunella Avalle che ha riportato la discussione nei soliti binari degli slogan leghisti. Se effettivamente la situazione cambierà lo scopriremo a breve: sono ben 849 le famiglie vigevanesi che hanno ricevuto o stanno per ricevere le ingiunzioni di pagamento per le rette delle mense scolastiche. Si tratta di debiti che hanno avuto origine dal Da notare che lo stesso sindaco Andrea Sala ha detto che sono solo 76 i casi di esclusione che meritano un supporto dai servizi sociali del Comune. La battaglia sul caso mense continua a Vigevano, senza che le posizioni cambino

21 21 25 novembre 2013 Cronaca Lomellina L allarme è stato dato dal figlio sedicenne, dopo che la sorella minore era svenuta Monossido, altri tre intossicati a Vigevano Allarme sabato notte in via della Pressa, soccorsi i due ragazzi e la madre VIGEVANO Il monossido di carbonio torna a far parlare di sé, con la riaccensione degli impianti di riscaldamento. Il silenzio gas è responsabile di tantissime intossicazioni, complice anche la scarsa manutenzione di stufe e canne fumarie. A Vigevano sabato sera è capitato a una famiglia egiziana, da tempo residente in un abitazione di via della Pressa, una traversa di corso Torino a un paio di chilometri da piazza Ducale. Tre persone sono state soccorse da Vigili del fuoco, 118 (presente con un ambulanza della locale Croce Rossa e con l automedica) e Carabinieri verso le di sabato sera: un ragazzo aveva telefonato proprio al 118 chiedendo soccorso. Il giovane aveva giramenti di testa, mentre la sorella aveva appena avuto un malore. L emergenza sanitaria si è comunque conclusa a lieto fine: la mamma, 44 anni, non presentava sintomi particolari ma era a rischio intossicazione; i figli di 16 e 15 anni erano già sofferenti per il monossido di carbonio. La famiglia è stata soccorsa e trasportata all ospedale milanese di Niguarda, dove sono i tre egiziani sono stati sottoposti a un ANNUNCI ECONOMICI Intossicazione da monossido di carbonio per tre vigevanesi trattamento nella camera iperbarica. Nel corso della giornata sono stati dimessi visto che le loro condizioni di salute erano buone. Il più recente precedente risaliva allo scorso marzo, quando ben sette persone furono intossicate dal monossido di carbonio: una persona dovette essere ricoverata e altre sei visitate per maggiori accertamenti, Anche in quel caso il gas (inodore e incolore) si era sprigionato da una stufa a metano, all interno di un abitazione in vicolo Mezzanabigli. Particolarmente grave era stato questo episodio perché aveva coinvolto anche dei bambini molto piccoli (quattro anni e quindici mesi) e una donna di trentadue anni in stato di gravidanza. Una donna di ottant anni, invece, è rimasta vittima questa settimana di un altro grave incidente domestico per colpa della propria stufa. L apparecchio ha preso fuoco e le fiamme si sono velocemente propagate alla sedia dove la donna riposava. Quando il 118 è intervenuto l anziana era già ustionata sull 80% del corpo: è tuttora ricoverata in condizioni serie presso il Niguarda. Testo: Contro la sordità tutti gli scolari a scuola di... Segni VIGEVANO Continua l impegno del Rotary Club Cairoli per aiutare i bambini con problemi di udito a seguire regolari corsi di studio. Il service è nato un anno fa presso l istituto San Giuseppe di Vigevano, con la consegna di attrezzature specifiche per insegnare la Lingua Italiana dei Segni. Per la prima volta, almeno nella nostra zona, al progetto hanno collaborato fattivamente anche gli alunni senza problemi di udito, in modo di permettere a tutti di comunicare senza problemi. A rafforzare il service sono state anche altre iniziative volte alla sensibilizzazione del grande pubblico nei confronti della sordità e alla raccolta di fondi per finanziare questo importante supporto scolastico. COME PUBBLICARE IL VOSTRO ANNUNCIO Compila, ritaglia e spedisci a: Il Punto - Corso Cavour, Pavia CEDOLA PER GLI ANNUNCI GRATUITI (SOLO PER I PRIVATI - MASSIMO 25 PAROLE) Dal 22 novembre il gran ritorno della pista in Piazza VIGEVANO Dal 22 novembre è tornata in funzione la pista di pattinaggio in piazza Ducale, ormai tipica nei mesi invernali nel centro di Vigevano. Sino al 12 gennaio sarà possibile pattinare all interno dello spazio rinascimentale dalle alle 19 e dalle 21 alle nei giorni feriali e dalle 10 alle 12.30, dalle alle e dalle alle 23 nei festivi. Da quando è stata installata la prima volta, la pista ha spaccato in due l opinione pubblica cittadina, tra coloro che la vorrebbero confinata nel cortile del Castello e chi invece la trovano utile. Di certo è una delle poche attrazioni che nelle fredde serate invernali attira un po di persone in centro, altrimenti condannato a essere poco frequentato. Una quarantina di corsi di studio in Biblioteca VIGEVANO Con l anno nuovo ripartono i corsi della biblioteca civica Lucio Mastronardi, organizzati in collaborazione con l associazione Amici di Palazzo Crespi. Particolarmente nutrita l offerta di corsi di lingue: si può scegliere tra cinese (due livelli), francese, giapponese, inglese (sei livelli in due tipi), russo (due livelli), spagnolo, tedesco. Tra gli altri venti corsi presenti segnaliamo: Egittologia, Bridge, Enneagramma, Informatica, Tarocchi, Probabilità, Recitazione, Programmazione Neuro Linguistica, Pittura giapponese, Scrittura Creativa e numerosi altri, soprattutto a livello di psicologia, giochi e nuovi metodi di cura. Non manca il laboratorio di bambole per gli amanti dei giochi. Lavoro Cercasi Signora italiana seria offresi come baby sitter, colf, badante. Zona Broni e limitrofe. Telefono Italiana volenterosa, si offre per lavori di stiro o pulizia anche saltuariamente ed anche nei giorni festivi nelle zone di Pavia, Voghera e Vigevano. Telefono Cerco lavoro come custode. Sono pratico di giardini, manutenzioni edili e rimessaggi meccanici. Discreto e serio. Chi è interessato telefoni al Ragazza seria cerca lavoro in Pavia per assistenza anziani, colf, stiro e pulizie. Disponibilità immediata. Tel Cerco lavoro come cablatore quadri elettrici bordo macchina o elettricista pluriennale esperienza nel settore. Buona capacità lettura schema elettrico, rientro in dote lavoro. Tel / Coppia 40enne italiana cercano loavoro come custodi badanti giardinieri Sig.ra Paola (esperienza 20ennale infermiera/badante) Roberto (esperienza giardiniere, portiere custode) disponibilità immediata. Cell / Ragazza seria cerca lavoro come baby sitter, assistenza anziani e pulizie. Cell Ragazza Italiana 26 anni con esperienza acquisita come Educatrice,si offre per assistenza anziani/baby sitting in Pavia e Provincia Massima serietà. Cell enne neodiplomato ragioneria programmatori cerca lavoro. Conoscenze informatiche: Access, Word, Excel, Html, Visual Basic. Disponibilità part-time, full-time, stage, apprendistato. Automunito. Zona provincia di Pavia e Alessandria. Tel Cerco lavoro come custode o guardiano notturno-diurno. Pavia e limitrofi. Tel Tel.: Nome e Cognome: Indirizzo: Cap e Città: Testo: Tel.: Ditta: Sede legale: Cap e Città: Partita IVA/Codice fiscale: CEDOLA PER GLI ANNUNCI A PAGAMENTO Tariffario annunci (a parola): Annunci di lavoro 1,5 euro - Cessione/acquisto attività 1,5 euro - Vendita/affitto immobili 1,5 euro - Finanziamenti 2 euro - Matrimoniali 1,5 euro - Vendita animali 1,5 euro. Tariffario annunci (per modulo 43x23 mm): Commerciali 13 euro - Finanziari 50 euro - Aste, appalti, concorsi 60 euro - Ricerca personale 30 euro - Matrimoniali 30 euro. Barrate la casella dell inserzione che avete scelto 1 modulo (43x23 mm) 2 moduli (43x46 mm) 3 moduli (43x69 mm) per i pagamenti contattare il numero:

22 Mortara& Lomellina Dalla ex municipalizzata sono arrivati quasi 1,5 milioni di euro solo quest anno AsMortara, quasi un tesoro per il Comune Sul fronte autostrada, nuovo stop da parte del Ministero. Da rifare la comunicazione MORTARA Si parla sempre di soldi a Mortara. Anche il prossimo consiglio comunale (fissato per domani sera alle 18.45) è dedicato alla contabilità interna. Nel dettaglio ci si occuperà dell assestamento generale di bilancio 2013 e l applicazione di una parte della quota di avanzo del precedente. Una variazione che arriva a neanche un mese dall approvazione del documento contabile. Ma il vero colpo da maestro in termini di casse municipali arriva dall ultima tranche che AsMortara ha versato alle casse comunali: altri seicentocinquantamila euro, con un totale che solo nel 2013 ha sfiorato 1,5 milioni di euro. As Mortara, che ha come socio di riferimento proprio il Comune di Mortara, ha lavorato alacremente per permettere al municipio di superare il complesso momento iniziato con lo sforamento dal Patto di Stabilità nel Uno sforamento che ha automaticamente privato il Comune di alcuni trasferimenti dallo Stato e quindi reso sempre più complessa la situazione economica. Da notare che As Mortara negli ultimi sei bilanci ha versato 2,7 milioni di euro nelle casse comunali, di cui quasi il 55% solo quest anno. Il trasferimento di Il municipio di Mortara fondi verrà approvato, a sua volta, domani mattina dall assemblea dei soci in tempo per entrare a far parte dell ultima variazione di bilancio. Il fatto che AsMortara abbia liquidità a sufficienza per aiutare il Comune è dovuto alla gestione corretta dei vari settori d intervento. Al punto che nonostante l ampia elargizione il bilancio della ex municipalizzata pare tendere verso il pareggio, a poco più di un mese dalla chiusura dell esercizio economico. AUTOSTRADA, UN NUOVO STOP Mentre il Comune festeggia il raggiungimento della tranquillità economica dopo un Il progetto dell autostrada Broni-Mortara anno travagliato, la Sabrom incassa l ennesimo colpo al progetto dell autostrada Broni - Mortara. Il Ministero dell Ambiente ha infatti stabilito che ci sia una discordanza tra la documentazione presentata a corredo degli avvisi pubblici e quella anticipata a giugno. Pertanto Sabrom dovrà nuovamente pubblicare sui quotidiani un nuovo avviso che chiarisca l effettiva documentazione integrativa. Solo dopo questo periodo partiranno nuovamente i sessanta giorni di pubblicazione sul sito del Ministero. Proprio la pubblicazione il 21 ottobre scorso della documentazione aveva sollevato le proteste di LegAmbiente: una protesta legata soprattutto alle tempistiche con cui si sarebbero dovute consegnare le osservazioni in merito al progetto. L aggiorna mento dei documenti sposterà ulteriormente avanti il termine, permettendo così di approfondire maggiormente i complessi carteggi. Tutto in funzione, quindi, della nuova pubblicazione dei dati richiesti. Pare, comunque, che ci saranno moltissime osservazioni che verranno depositate per cercare di stoppare il progetto. OLIVIERO DELLERBA Strana storia di via Cairoli Per Natale riapre alle auto Ma il provvedimento ha spaccato la giunta VIGEVANO Alla fine la giunta ha deciso: nonostante un fronte interno assai contrario, via Cairoli smetterà di essere isola pedonale dal 7 dicembre al 12 gennaio. Un provvedimento abbastanza curioso e che va in controtendenza con quasi tutto il resto del Paese (di solito, chi chiude una strada del centro lo fa per ragion veduta e di certo non la riapre solo per lo shopping natalizio). E che, soprattutto, non permette di sistemare i problemi generati dalla chiusura della strada. Tutti a parole sono ambientalisti e favorevoli alle zone a traffico limitato: un po meno quando capita senza alcuna logica. Chiudere una strada e privare i negozi di un certo numero di parcheggi automobilistici (Vigevano è città dove la macchina viene usata anche su tragitti ridottissimi e senza alcuna logica) e senza neanche posizionare un minimo di arredo urbano corrisponde solo a desertificarla. Ne sanno qualcosa i numerosi negozi che negli ultimi mesi hanno alzato bandiera bianca in via Cairoli: non sempre (o meglio, non solo) per l isola pedonale più inutile della storia della nostra città ma sicuramente messi in ginocchio ulteriormente dal crollo del giro d affari. Essere quindi contenti per la riapertura temporanea è quanto meno bizzarro: ne beneficeranno, forse, i negozi di via Venti Settembre. Il provvedimento prevede la zona a disco due ore (occhio quindi alle multe) e la sosta libera alla domenica: in questo modo possiamo già scommettere che non ci sarà mai uno stallo libero o quasi. Come già preannunciato Asm Vigevano e Lomellina ha deciso di lasciare gratuito l uso del parcheggio sotterraneo di via Trivulzio nelle giornate di sabato e domenica, sempre dal 7 dicembre al 12 gennaio prossimi. Visto lo scarso utilizzo non è che sia un grosso sacrificio per le casse della società di viale Petrarca. PROGRAMMI DI LUNEDÌ 25 NOVEMBRE RASSEGNA STAMPA informazione varietà con Alessio Molla TG CONFARTIGIANATO F.B.I. telefilm TEMPO LIBERO agenda degli appuntamenti LA RADIO A COLORI varietà musicale con Mariarosa Aurelio varietà con Alessio Molla D-SPENSER curiosità dalla rete TEMPO LIBERO agenda degli appuntamenti PRIMA SERATA LIVE attualità VINTAGE CLUB pellicole e videoclip anni 70/ CHARLESTON sitcom F.B.I. telefilm varietà con Alessio Molla EPOCA CHE STORIA rubrica D-SPENSER curiosità dalla rete PAVIA ITALIA quotidiano d informazione TEMPO LIBERO agenda degli appuntamenti varietà con Alessio Molla D-SPENSER curiosità dalla rete PAVIA ITALIA quotidiano d informazione PRIMA SERATA LIVE attualità con Francesco De Luca PAVIA ITALIA quotidiano d informazione varietà con Alessio Molla D-SPENSER curiosità dalla rete CHARLESTON sitcom PROGRAMMI DI MARTEDÌ 26 NOVEMBRE RASSEGNA STAMPA informazione varietà con Alessio Molla F.B.I. telefilm TEMPO LIBERO agenda degli appuntamenti LA RADIO A COLORI varietà musicale con Mariarosa Aurelio varietà con Alessio Molla D-SPENSER curiosità dalla rete TEMPO LIBERO agenda degli appuntamenti PRIMA SERATA LIVE attualità VINTAGE CLUB pellicole e videoclip anni 70/ CHARLESTON sitcom F.B.I. telefilm varietà con Alessio Molla MULTISALA trailers cinematografici PAVIA ITALIA SPECIALE D-SPENSER curiosità dalla rete PAVIA ITALIA quotidiano d informazione TEMPO LIBERO agenda degli appuntamenti varietà con Alessio Molla D-SPENSER curiosità dalla rete PAVIA ITALIA quotidiano d informazione DA CHE PULPITO attualità con don Francesco Cervio GRANDANGOLO attualità TERRE PAVESI magazine PAVIA ITALIA NOPROFIT rubrica PAVIA ITALIA quotidiano d informazione varietà con Alessio Molla D-SPENSER curiosità dalla rete CHARLESTON sitcom PROGRAMMI DI MERCOLEDÌ 27 NOVEMBRE RASSEGNA STAMPA informazione varietà con Alessio Molla F.B.I. telefilm TEMPO LIBERO agenda degli appuntamenti LA RADIO A COLORI varietà musicale con Mariarosa Aurelio varietà con Alessio Molla D-SPENSER curiosità dalla rete TEMPO LIBERO agenda degli appuntamenti TERRE PAVESI magazine PAVIA ITALIA NOPROFIT rubrica DA CHE PULPITO attualità MULTISALA trailers cinematografici VINTAGE CLUB pellicole e videoclip anni 70/ CHARLESTON sitcom F.B.I. telefilm varietà con Alessio Molla TERRE PAVESI magazine D-SPENSER curiosità dalla rete PAVIA ITALIA quotidiano d informazione TEMPO LIBERO agenda degli appuntamenti varietà con Alessio Molla D-SPENSER curiosità dalla rete PAVIA ITALIA quotidiano d informazione SILK film (Horror 2006) PAVIA ITALIA quotidiano d informazione varietà con Alessio Molla D-SPENSER curiosità dalla rete CHARLESTON sitcom PROGRAMMI DI GIOVEDÌ 28 NOVEMBRE RASSEGNA STAMPA informazione varietà con Alessio Molla F.B.I. telefilm TEMPO LIBERO agenda degli appuntamenti LA RADIO A COLORI varietà musicale con Mariarosa Aurelio varietà con Alessio Molla D-SPENSER curiosità dalla rete TEMPO LIBERO agenda degli appuntamenti SILK film (Horror 2006) VINTAGE CLUB pellicole e videoclip anni 70/ CHARLESTON sitcom F.B.I. telefilm varietà con Alessio Molla PAVIA ITALIA NOPROFIT rubrica D-SPENSER curiosità dalla rete PAVIA ITALIA quotidiano d informazione TEMPO LIBERO agenda degli appuntamenti varietà con Alessio Molla D-SPENSER curiosità dalla rete PAVIA ITALIA quotidiano d informazione LA RADIO A COLORI: QUATTRO CHIACCHIERE CON musicale PAVIA ITALIA quotidiano d informazione varietà con Alessio Molla D-SPENSER curiosità dalla rete CHARLESTON sitcom PROGRAMMI DI VENERDÌ 29 NOVEMBRE RASSEGNA STAMPA informazione varietà con Alessio Molla F.B.I. telefilm TEMPO LIBERO agenda degli appuntamenti LA RADIO A COLORI varietà musicale con Mariarosa Aurelio varietà con Alessio Molla D-SPENSER curiosità dalla rete TEMPO LIBERO agenda degli appuntamenti EPOCA CHE STORIA rubrica SU E GIU DA UN PALCO musicale VINTAGE CLUB pellicole e videoclip anni 70/ CHARLESTON sitcom F.B.I. telefilm varietà con Alessio Molla GRANDANGOLO attualità MULTISALA trailers cinematografici D-SPENSER curiosità dalla rete PAVIA ITALIA quotidiano d informazione TG CONFARTIGIANATO varietà con Alessio Molla TEMPO LIBERO agenda degli appuntamenti D-SPENSER curiosità dalla rete PAVIA ITALIA quotidiano d informazione PRIMA SERATA - LIVE attualità con Claudio Micalizio PAVIA ITALIA quotidiano d informazione TG CONFARTIGIANATO varietà con Alessio Molla MULTISALA trailers cinematografici D-SPENSER curiosità dalla rete CHARLESTON sitcom PROGRAMMI DI SABATO 30 NOVEMBRE PAVIA ITALIA quotidiano d informazione PAVIA ITALIA NOPROFIT rubrica TERRE PAVESI magazine varietà con Alessio Molla IL MEGLIO DE LA RADIO A COLORI varietà musicale con Marco Clerici LA RADIO A COLORI: QUATTRO CHIACCHIERE CON varietà musicale con Ricky Renna TEMPO LIBERO appuntamenti varietà con Alessio Molla TG CONFARTIGIANATO DA CHE PULPITO attualità con Don Francesco Cervio PRIMA SERATA - LIVE attualità VINTAGE CLUB pellicole e videoclip anni 70/ CHARLESTON sitcom F.B.I. telefilm PRIMA SERATA - LIVE attualità GRANDANGOLO attualità TEMPO LIBERO rubrica D-SPENSER EXTRALARGE curiosità dalla rete NOTTE VINTAGE CLUB Videoclip e pellicole anni SAINT TROPEZ SAINT TROPEZ film commedia Con Jerry Calà e Alba Parietti CHARLESTON telefilm F.B.I. telefilm L APPUNTAMENTO (DOVE, COME, QUANDO?) Film Commedia Con Barbara Bouchet, Renzo Montagnani NOTTE VINTAGE CLUB Videoclip e pellicole anni PROGRAMMI DI DOMENICA 1 DICEMBRE PRIMA SERATA - LIVE attualità con Claudio Micalizio LA RADIO A COLORI DOMENICA varietà con Marco Clerici ORCHESTRANDO LIVE le serate dal vivo delle migliori orchestre TERRE PAVESI magazine a cura di Coldiretti EXTRALARGE varietà con Alessio Molla TG CONFARTIGIANATO LA RADIO A COLORI: QUATTRO CHIACCHIERE CON varietà musicale con Ricky Renna DA CHE PULPITO attualità con don Francesco Cervio F.B.I. telefilm MULTISALA trailers cinematografici EPOCA CHE STORIA rubrica PAVIA ITALIA NOPROFIT rubrica TERRE PAVESI magazine a cura di Coldiretti PRIMA SERATA - LIVE attualità - replica EXTRALARGE varietà con Alessio Molla D-SPENSER curiosità dalla rete VINTAGE CLUB pellicole e videoclip anni 70/ TELEPAVIA NOTTE

23

24 Garlasco& Lomellina Le illuminazioni saranno gestite da due gruppi separati di commercianti garlaschesi Autovelox e luminarie fanno discutere Verranno posti altri tre apparecchi, per ora hanno dato risultati soddisfacenti Ricerca storica sulla roggia che bagna Valle VALLE LOMELLINA Un serpente d acqua è il curioso titolo della ricerca che verrà presentata sabato prossimo alle 2013 nella ex chiesa di Santa Maria del Castello a Valle Lomellina. Si tratta di un corposo lavoro sulla Roggia Gamerra e sulla Roggia di Valle, due dei numerosi corsi irrigui della Lomellina. I relatori sono i docenti universitari Ezio Barbieri e Stefano Maggi, Viviana Salone (sempre dell Università di Pavia) e Mara Salvione, direttrice dell archivio di Stato di Pavia. La serata sarà moderata da Gianluca Chiesa, del congresso della biblioteca comunale di Valle Lomellina. La ricerca parte dal ritrovamento di alcuni atti notarili che permettono di spiegare l origine della roggia, facendola datare al GARLASCO Le luminarie e i rilevatori di velocità. Sono i due spunti principali di discussione questa settimana a Garlasco. Per le luci natalizie ci sono ben due modi In Piazza della Repubblica verrà posizionato il solito albero (dall 8 dicembre sino all Epifania) e il Comune metterà a disposizione, come al solito, l energia elettrica per le illuminazioni. I commercianti, in compenso, sono divisi ancora in due gruppi. Una parte fa capo all Ascom e alla zona commerciale di via Bozzola (capofila Stefano Albanesi) e un altra a Luigi Scagnelli, già impegnato con il gruppo Pro Shopping e La via del sale. Il Comune provvede anche alle luci nella zona più centrale. Sino a qualche anno fa la Pro loco si faceva da tramite tra commercianti e Comune, raccogliendo i fondi per le luci. Un particolare che è sinonimo della grave crisi che attanaglia i negozi nella nostra zona. L amministrazione, in ogni caso, mette a disposizione la corrente e non prende posizione né per un gruppo né per un altro. CONTRO LA VELOCITA Arrivano altri tre apparecchi di rilevamento della velocità a Garlasco. Dovrebbero essere posti all ingresso della città venendo da via Pavia, alla frazione Bozzole e a San Biagio. Da notare che la popolosa località è letteralmente circondata da sistemi di rilevamento della velocità, giacché prima ci sono già due apparecchi speed check (l altro è in via Bozzola). D altronde San Biagio ha circa cinquecento abitanti ed è attraversata da una pericolosa strada provinciale che PARONA La società con stabilimento a Parona è la prima azienda italiana del proprio settore ad aver ottenuto le certificazioni internazionali per Qualità, Ambiente e Sicurezza. Intals è la nuova denominazione della Vedani Carlo Metalli, l'azienda che da oltre un secolo si occupa di riciclo dell'alluminio e che ha raggiunto il prestigioso traguardo di essere la prima VOTA IL TUO SINDACO IDEALE COMUNE... NOME E COGNOME SINDACO IDEALE... SUGGERISCI UNA PRIORITÀ Modalità di partecipazione Tutti i lunedì nelle pagine de Il Punto si trovano le schede per votare il proprio candidato preferito alla carica di sindaco in ciascuno dei 190 centri della nostra provincia. E possibile esprimere una sola preferenza. La persona votata può appartenere a un partito politico o alla società civile. Ogni settimana verranno pubblicate le graduatorie, mentre una volta al mese è prevista una pagina speciale con più tagliandi. Le ultime schede per la votazione saranno pubblicate trenta giorni prima della data fissata per le elezioni amministrative Saranno considerate valide al fine della compilazione delle classifiche finali tutte le schede pervenute entro il venerdì successivo la data di ultima pubblicazione delle schede. Le cedoline devono essere spedite alla redazione de Il Punto - Corso Cavour n Pavia, oppure consegnate personalmente. Per qualsiasi informazione o comunicazione relativa al sondaggio è possibile contattare il Sono valide solo le schede pubblicate su Il Punto, non si accettano fotocopie o riproduzioni di qualsiasi genere. Premi I primi classificati in ciascun comune riceveranno una targa personalizzata e un abbonamento al nostro giornale. Le foto dei vincitori e i momenti della consegna delle targhe saranno pubblicati il lunedì successivo al giorno delle premiazioni. Il municipio di Garlasco termina (nel tratto comunale) con un altrettanto pericolosa discesa. A differenza della scelta di Vigevano (ne parliamo in altra pagina) gli apparecchi scelti dal comune di Garlasco sono omologati e permessi dal Codice della Strada. Anche in questo caso non sempre la velocità è rilevata, perché l apparecchio fotografico non sempre è presente. I risultati ottenuti sinora sono buoni, al punto che la velocità a San Biagio si è ridotta in maniera drastica. OLIVIERO DELLERBA fonderia di seconda fusione (cioè che fonde rottami di alluminio recuperati) certificata in Italia. Ma cosa significa per un'azienda certificarsi? E cosa significa per un cittadino vivere a fianco o addirittura lavorare in un'azienda certificata? Innanzitutto è opportuno chiarire cosa sono le certificazioni: si tratta di un insieme di regole e di norme, ben più restrittive di quelle di legge, a cui un'azienda decide volontariamente di conformarsi, e rispetto alle quali verrà poi giudicata da un organismo certificatore. Esistono certificazioni in ambiti molto diversi, nel caso di Intals quelle ottenute riguardano tre aspetti fondamentali della propria attività: la qualità, l'ambiente e la sicurezza (rispettivamente ISO 9001, ISO e OHSAS 18001). Quindi rispetto a ciascuno di questi ambiti, Intals ha lavorato a lungo, diversi anni, agendo sulla riorganizzazione della propria struttura e delle proprie procedure, sulla formazione e informazione del proprio personale e in generale sull'adozione a tutti i livelli gerarchici di una cultura improntata alla responsabilità e al miglioramento continuo. Si tratta infatti di obiettivi che non vengono raggiunti una volta per tutte, ma devono essere mantenuti e incrementati, e che il costante monitoraggio dell'ente certificatore - in questo caso Cabaret in Cavallerizza 9 artisti per il tribunale Mercoledì sera lo show per sensibilizzare VIGEVANO il gruppo multinazionale SAI Global - verifica nel tempo. Insomma, un impegno tutt'altro che indifferente, da tanti punti di vista compreso quello economico. Concretamente, avere ottenuto la certificazione della qualità ISO 9001 significa poter garantire che i processi e i prodotti dell'azienda posseggono elevati livelli di affidabilità e quindi di competitività. Con la certificazione ISO si attesta che l'attività aziendale è svolta rispettando rigidi vincoli di tutela dell'ambiente, ben oltre quanto prescritto dalla legge. E infine la OHSAS certifica che gli aspetti della sicurezza e della salute sul posto di lavoro sono tenuti in massima considerazione, anche in questo caso in modo molto più stringente di quanto definito dalle normative vigenti, a tutela non solo dei lavoratori dell'azienda ma anche di tutti gli abitanti del territorio. Lavorare in un'azienda certificata, oppure averla come vicina di casa, significa quindi avere a che fare con un soggetto che ha volontariamente deciso di dedicare tempo, energie e investimenti economici a temi che in una visione più ristretta dell'attività industriale avrebbero potuto essere trascurati, o per lo meno non posti fra le proprie priorità. I lavoratori di Intals e i cittadini di Parona sanno quindi di poter contare su Uno spettacolo di cabaret di livello assoluto per sensibilizzare la cittadinanza sulle sorti del tribunale. Da un idea di Stefano Chiodaroli, star di Zelig e di altre trasmissioni televisive e vigevanese d adozione, è nata l iniziativa di mercoledì sera (inizio ore 21, in Cavallerizza) denominata Comici per un dramma: la soppressione del tribunale. Oltre a Chiodaroli parteciperanno Leonardo Manera, Claudio Batta, Gianluca Impastato, Max Bunny, Max Pieriboni, Sergio Sgrilli, Melania Rota e Alessia Gerardi: tutti uniti per opporsi, in modo simpatico ma diretto, alla chiusura degli uffici giudiziari di via San Pio V. «Mi ero presentato ha detto Chiodaroli all ultima protesta e avevo fatto delle osservazioni da uomo di teatro sulla differenza tra fare una lotta e fare una recita che rappresenti la lotta stessa. Secondo me bisognava fare veramente una lotta perché se si fa la prima diventa possibile farsi rispettare. Ho proposto quello che so fare, uno spettacolo, e ho coinvolto i miei colleghi perché so che sono attenti a questi temi». Lo spettacolo si svolge in collaborazione con l Ordine degli avvocati di Vigevano, del Comune, della Provincia e del comitato Salviamo il tribunale Il presidente dell Ordine Giuseppe Madeo ha invitato i rappresentanti degli altri sette comuni che stanno lottando per mantenere aperto il tribunale (Pinerolo, Rossano, Lucera, Alba, Bassano del Grappa, Chiavari e Sanremo) per proseguire l azione sul fronte comune. Ottenuti gli ambiti riconoscimenti Iso per qualità, ambiente e sicurezza I record della paronese Intals E la prima fonderia di seconda fusione certificata in Italia un'azienda che nei fatti sta dando massima importanza ai temi dell'ambiente, della qualità, della salute e della sicurezza. Intals ha deciso di intraprendere questo percorso delle certificazioni per dare un segno tangibile del proprio impegno e del proprio senso di responsabilità in questi ambiti: dichiarare di avere a cuore i temi dell'ambiente e della sicurezza è una cosa, immettersi volontariamente in un sistema di regole e di controlli ha ben altro valore: significa poter realmente garantire a tutti i propri stakeholders - dai lavoratori agli abitanti del territorio, dai clienti ai fornitori, dalle autorità alla pubblica amministrazione - che qualità, ambiente e sicurezza sono effettivamente i valori cardini della propria attività. Intals S.p.A. è da giugno 2013 la nuova denominazione della Vedani Carlo Metalli, società che si occupa da più di 110 anni di recupero di metalli non ferrosi e lavorazione dell alluminio, con risultati che la pongono all avanguardia nel proprio settore per traguardi raggiunti ed eco-compatibilità. L azienda ha sempre impostato la propria attività secondo i principi della qualità, della sicurezza e del rispetto dell ambiente, coniugando tecnologia ed efficienza con il risparmio energetico e il recupero delle risorse. R.V.

25 GALLARATE (VA) via Buonarroti 10 tel OFFERTE DAL 18 NOVEMBRE AL 1 DICEMBRE OFFERTE VALIDE SINO AD ESAURIMENTO SCORTE GOURMET GOLD TUTTI I GUSTI da 0,65 super offerta 0,49 6,70 4,90 CESAR VASCHETTA 150 gr tutti i gusti da 1,03 offerta 0,79 KIRA ADULT REGULAR 12,5 kg da 14,90 offerta 11,90...E TANTE ALTRE OFFERTE...

26 Voghera& Oltrepò Il segretario della Lega, Sartori: «La mia iniziativa per essere giusti e risparmiare soldi» Aiuti agli stranieri, Voghera non ci sta Modificato il Regolamento Isee, tanti Comuni vogliono fare lo stesso VOGHERA «Faremo in modo che il modello di Voghera sia fatto conoscere in tutti i Comuni italiani». E' il Senatore Gianmarco Centinaio a commentare la modifica del regolamento sugli aiuti economici agli indigenti, che a Voghera ha permesso di tagliare drasticamente l'accesso indiscriminato da parte degli extra-comunitari. Lo scorso giovedì il Senatore Centinaio, il vice segretario federale e vicesindaco di Pavia, Matteo Mognaschi, il vicesindaco di Voghera ed assessore ai Servizi Sociali, Giuseppe Fiocchi, e numerosi esponenti locali del partito si sono trovati alla Sala del Millenario per un incontro pubblico che ha visto una numerosa partecipazione dei cittadini. Argomento della serata il successo dell'integrazione al Regolamento Isee voluta proprio dalla Lega Nord di Voghera, su iniziativa del segretario cittadino, l'avvocato Marco Sartori. In pochi mesi i soldi risparmiati sono già tanti, decine di migliaia di Euro. Chiedendo agli extra comunitari una certificazione patrimoniale del Paese d'origine, molti di loro hanno rinunciato agli aiuti economici del Comune di Voghera: «Evidentemente costoro hanno Anche il senatore Gianmarco Centinaio alla manifestazione della Lega beni a casa propria che non permettono di considerarli indigenti. Soltanto che sino ad ora avrebbero potuto fare i furbi con una autocertificazione mendace ed ottenere aiuti che non sarebbero spettati loro. Tutto questo si traduce in un risparmio annuale per il Comune quantificabile in oltre centomila Euro. Soldi che invece potranno andare a concittadini realmente in difficoltà. Non dimentichiamo che il provvedimento può essere esteso anche ad altri ambiti, come quello delle mense scolastiche». Un risultato ottenuto facendo applicare un Dpr dello Stato, quindi una legge italiana, che riguarda gli atti pubblici. «Non è comunque stato facile -commenta il vicesindaco Fiocchiperchè l'iter è stato lungo, con l'ostracismo prevenuto delle opposizioni e anche qualche sgambetto da parte degli alleati». Ora però il modello Voghera fa scuola. Ne parlano i giornali, il Senatore Centinaio vuole pubblicizzarlo, il vicesindaco di Pavia lo illustrerà in Regione: «Un passo importante, penso a quanto potrebbe risparmiare un Comune come Pavia. Porterò l'esempio di Voghera all'attenzione del Governatore Maroni, perché voglio che questo modello si estenda il più possibile» dice Mognaschi. E intanto diversi Comuni già si sono interessati: «Ho ricevuto richieste di informazioni da Municipalità della nostra provincia -conferma Sartori- ma anche di altre Regioni, persino dalla provincia di Macerata». ALESSIO ALFRETTI di Emanuele Bottiroli Si prevedeva che vendemmia 2013 sarebbe stata da primato e così è stato, al di là di ogni più rosea previsione tra agosto e settembre. A livello nazionale si è registrato un + 15% rispetto alla raccolta del In virtù di questo exploit l Italia dovrebbe ritornare a essere il primo Paese produttore di vino al mondo. I dati diffusi da Assoenologi fotografano quantità tra i 47 e i 48 milioni di ettolitri di vino, vale a dire +6% rispetto alle prime previsioni e +15% rispetto allo scorso anno. I cugini d oltralpe si fermeranno probabilmente a quota 44.5 milioni di ettolitri, ossia il 7% in più rispetto all anno scorso. In Europa, a sorpresa, a contendere il primato all Italia potrebbe essere la Spagna, che secondo le previsioni produrrà trai 46 e i 48 milioni di ettolitri di vino, principalmente bianco: più 38% rispetto alla media quinquennale, con punte di incremento, in alcune regioni, di oltre il 50% rispetto al Cos è successo? Buon clima e 100mila ettari di vigneto interamente rinnovati e portati lentamente a regime. E sempre più il caso di pensare, sullo scenario di un mercato globale e agguerrito, che nel futuro si potrà fare la differenza solo con strategie territoriali condivise, qualità in quantità e tanti investimenti in ricerca e innovazione. Chi sta a guardare non rischia più di essere superato; in un settore economico cruciale come quello del vino tutto avviene con una rapidità disarmante e senza una strategia a lungo termine, oggi, si rischia di essere doppiati in un baleno. Non a caso nei principali Paese produttori i centri di ricerca crescono e assumono un ruolo fondamentale nell orientamento del mondo produttivo. Giornata contro la violenza sulle donne Godiasco celebra la giornata mondiale contro la violenza sulle donne, il 25 novembre: stasera, a partire dalle 21 presso il Teatro Cagnoni andrà in scena lo spettacolo dibattito La Costola (rotta) di Adamo, un occasione per riflettere su un fenomeno allarmante. All incotro parteciperanno la Dott.ssa Anna Corbi, Sindaco di Godiasco Salice Terme, Ilaria Fontana, VicePresidente dell associazione C.H.I.A.R.A di Voghera, la Dott.ssa Micaela GODIASCO Loconte, psicologa e psicoterapeuta ed infine l Avvocato Giuseppe Accolla. Sempre al tema della violenza è dedicato anche l incontro previsto nella sala consigliare del Comune di Lungavilla, a partire dalle 21, Il trucco delle donne- abbellisce, incanta, nasconde, condanna. Durante la serata, tra le altre cose, verranno ripoposti dei brani tratti dal libro di Serena Dandini Ferite a morte cui seguiranno dibattiti sulla condizione femminile. Torna l appuntamento Aperitivo in Biblioteca Paperino: ritratto di un ribelle Rivanazzano si divide tra beneficenza e rivoluzioni RIVANAZZANO TERME Si terrà venerdì 29 novembre alle 21 al Teatro Comunale di Rivanazzano Terme una serata dedicata al mito del transatlantico Rex che ottant anni fa conquistò il record di velocità nell attraversamento dell Oceano Atlantico (il Nastro Azzurro). L iniziativa prende spunto dal libro La leggenda del Rex scritto da Massimo Minella, giornalista di Repubblica che ripercorre a grandi linee la storia del Rex e dà voce ai testimoni che con il Rex si sono confrontati in vario modo e in vari momenti. Il ricavato del volume sarà interamente devoluto in beneficenza alla Onlus Areo che raccoglie fondi per la ricerca da destinare alla direzione di Ematologia dell ospedale San Martino di Genova diretta dal professor Michele Carella. Sempre a Rivanazzano, dopo il grande successo avuto dai primi due incontri dedicati, il primo alla parola nel web, il secondo alla ai fumetti e alla letteratura disegnata, ritorna, anche nel mese di dicembre, l appuntamento con la serie Aperitivo in Biblioteca. Conversazioni aperte su letteratura e dintorni, organizzata dalla Biblioteca Civica Paolo Migliora di Rivanazzano Terme. Domenica 1 dicembre alle ore 17,30 presso la Sala Manifestazioni della Biblioteca si terrà l incontro, l ultimo per quest anno, che ha un titolo, volutamente curioso e provocatorio: Le rivoluzioni e Paperino: Storia e immaginario nella scrittura collettiva di Wu Ming. Presente all incontro Federico Zuolo, filosofo e ricercatore presso l Università di Pavia. Il tema della rivoluzione come momento di rinnovamento della storia umana è presente, sottotraccia, in tutta la produzione del collettivo di scrittura denominato appunto Wu Ming. Persino Paperino prende coscienza della sua condizione di sfruttato e diventa un ribelle. Come è ormai consuetudine, la volontà degli organizzatori è quella di proporre un occasione di incontro e scambio d idee, che vuole anche dare la possibilità ai partecipanti di proseguire la discussione in modo conviviale. Al termine dell incontro sarà quindi offerto un aperitivo a cura del Ristorante Selvatico di Rivanazzano Terme e si potranno degustare i vini della Cantina Storica Il Montù di Montù Beccaria. Tutti i giovedì e venerdì cena trippa Menù alla carta chiuso il lunedì sera merluzzo con polenta Per le società sportive pizza dolce 1 bevanda in omaggio

27 Casteggio& Oltrepò Il consigliere di minoranza si scaglia contro l amministrazione comunale Albani: in questa amministrazione poca trasparenza Così non va: nessuna gara d appalto e poche idee confuse CASTEGGIO Specialmente in questi periodi il termine opposizione sembra avere poco valore in una politica che si riconosce nelle larghe intese; Ettore Albani, consigliere di minoranza del Comune di Casteggio, è l eccezione che conferma la regola: Quasi vent anni di governo Pdl hanno rovinato Casteggio- tuona Albani che prosegue: sono persino riusciti a far venire il Gabibbo; Casteggio dovrebbe essere famosa per i vini e non per la presenza di un pupazzo rosso. Il mio non è e non vuole essere un attacco personale, ma esprimo la mia indignazione rispetto all operato dell attuale Amministrazione, in qualità di cittadino, ancor prina che nel ruolo istituzionale di Consigliere. Nello specifico a cosa si riferisce? Innanzitutto manca la trasparenza: credo che in nessun Comune italiano vengano dati appalti senza aver indetto le gare: per quanto riguarda la mabutenzione del verde pubblico e la gestione della spazzatura, i servizi sono stati affidati alla cooperativa Clastidium Lavora, VERRETTO A seguito della riunione aperta promossa dalla cittadinanza direttamente colpita, tenutasi a Verretto nei locali della sala polifunzionale del comune di Verretto, è stato deliberata la costituzione di un comitato spontaneo di volontariato denominato Comitato Valle Coppa per ottenere dalle pubbliche autorità la risoluzione dei problemi del disagio dei cittadini della Valle Coppa, attraverso il coinvolgimento della cittadinanza e delle istituzioni. Tra il cui Presidente, Piero Bonferoni, faceva parte della lista dell attuale Sindaco Lorenzo Callegari. In tre anni dalle casse del comune sono usciti ben euro a favore della Clastium Lavora. Casteggio ha un debito di ben 8 milioni con le banche e questo genera euro di mutuo annuale. Pensi che solo nel 2038 finiremo di pagare la piscina coperta; ci sono voluti 10 anni per completarla, e, beffa finale, a conclusione dei lavori, abbiamo dovuto subire l umiliazione della banda: mi domando cosa ci fosse da festeggiare; un debito?. Quali sono secondo lei gli altri problemi? Credo che questa Amministrazione abbia le idee confuse; sono appena stati spesi euro per una consulenza; allo studio l eliminazione del vincolo idrogeologico dell area ex Vaseria, quella che va da Casteggio a Verretto; a mio avviso è un assurdo. Assurdo quasi quanto le vele di Largo Colombo: di tre piazze presenti a Casteggio si salva solo quella principale. Di recente ad esmpio è stata sistemata la pavimentazione di Piazza Dante Alighieri, sono stati spesi euro, ma Ettore Albani i problemi rimangono. A fronte di tutti questi sprechi è stato ridotto un servizio fondamentale come quello dello scuolabus: ora ce n è solo uno, ma, in seguito alle proteste della cittadinanza, sembra che l attuale amministrazione stia pensando di tornare sui suoi passi. Credo che le priorità siano altre.; e per saperlo basterebbe confrontarsi con la popolazione. Casteggio è un comune di abitanti: non abbiamo bisogno di grandi opere, ma di salvaguardare e valorizzare quello gli scopi del suddetto comitato anche la promozione di iniziative per la tutela della salute pubblica in ottemperanza alle disposizioni di legge vigenti. A seguito dei disagi subiti dalla popolazione nel mese di agosto, erano state raccolte oltre 800 firme di cittadini esasperati dai miasmi provenienti dal torrente che attraversa i comuni di Casteggio, Verretto, Casatisma e Bressana Bottarone. E una situazione che si protrae da anni ed episodi analoghi a quello occorso la scorsa estate si ripetono ciclicamente- commentano i membri del comitato, che proseguono: stiamo monitorando da tempo la situazione del Coppa, proprio per testimoniare quanto ripetiamo da sempre; il comitato è espressione della volontà degli oltre 800 firmatari della petizione, ci proponiamo come intermediari tra le Istituzioni e la popolazione; vorremmo inoltre poter disporre delle verifiche documentali inerenti il torrente Coppa e per questo ne faremo richiesta. Già nel 2000 c è stata una denuncia per attentato alla salute pubblica contro ignoti, ma da allora nulla è cambiato. Non possiamo dire con certezza quale sia l origine dei miasmi, ma, di sicuro, i problemi cominciano all altezza del depuratore di Casteggio, a riprova ne è il fatto che persino dalle immagini di google earth è visibile il cambiamento del colore delle acque. Le analisi effettuate la scorsa estate dall Arpa, acronimo di Agenzia regionale per la protezione dell'ambiente, non avevano individuato nelle acque la presenza si sostanze nocive per la salute, ma, circa due settimane fa, a seguito della denucia di alcuni cittadini, l Arpa ha effettuato un nuovo prelievo: Al momento non abbiamo ancora i risultati- commenta Luciano Scognamiglio, responsabile del presidio di Polizia Locale del che abbiamo. Penso ad esempio al Pistornile: mi chiedo cosa impedisca di farne un borgo al pari di Fortunago. Vede in sé il problema non è il debito contratto dall amministrazione, ma il motivo, anzi i motivi, per i quali ci siamo indebitati. Credo che una buona politica sia quella che lasci in eredità qualcosa di bello ed importante; tutto il contrario di ciò che avviene e continua ad avvenire a Casteggio. Qualcosa di buono sarà pure stato fatto? Ad esempio, cosa ne pensa dell Area Truffi recentemente ristrutturata? Se penso all area Truffi è inevitabile che il pensiero scivoli ad Oltrevini: delocalizzandola dalla sua sede naturale ha perso molto; a raccontarlo sono i numeri. Credo che la gestione dovrebbe essere affidata a gente con maggiore competenza; penso ad esempio al BirrArt e alla riuscita di questa manifestazione Insomma, dalle sue parole traspare un giudizio piuttosto severo rispetto all operato dell attuale amministrazione ed in particolare del Primo Cittadino Lorenzo Callegari. Il mio giudizio sulla poltica di Casteggio non può che essere negativo. Sembra che negli ultimi anni vi sia stata una gestione che definerei feudale del potere: vorrei vedere un cambiamento non solo nei nomi, ma anche nelle scelte politiche che inevitabilmente coinvolgono la.cittadinanza. Come già detto in precedenza, il mio non vuole essere un attacco ad personam; mi limito semplicemente a sottolineare le mancanze non solo gestionali di questa amministrazione. Tra pochi mesi scade il mandato di Callegari e Casteggio ritorna alle urne: pensa di essere lei il volto del cambiamento a cui ha fatto riferimento? Se mi chiede se intendo candidarmi la mia risposta è si. Detto questo non ho la presunzione di personificare il cambiamento. Di recente ho incontrato alcuni esponenti del Movimento 5 Stelle e sto valutando seriamente l opportunità di farne parte. Al momento non vi è nulla di sicuro, ma come loro, auspico una politica all insegna della trasparenza. I soldi pubblici sono soldi di tutti e vanno spesi nell interesse delle collettività e non per perseguire interessi personali. Ovviamente il riferimento è alla classe politica in generale, ciò che si sente nei telegiornali non fa che allontanare le persone dalla politica e, come conseguenza, dall interesse comune. Se diventasse il nuovo Sindaco di Casteggio, quale sarebbe la prima cosa di cui vorrebbe occuparsi? Sicuramente il Pistornile: credo che sia un sogno condiviso da molti. Credo che sia giunto il tempo che i cittadini si riapproprino degli spazi della città e non subiscano passivamente le scelte di altri. Oltre 800 i cittadini firmatari di una petizione che chiede la risoluzione di un problema che persiste da anni Nasce il comitato spontaneo Valle Coppa Due settimane fa l ultimo prelievo dell Arpa per verificare l eventuale presenza di sostanze nocive nell acqua del torrente Il torrente Coppa all altezza del depuratore di Casteggio VOTA IL TUO SINDACO IDEALE COMUNE... NOME E COGNOME SINDACO IDEALE... SUGGERISCI UNA PRIORITÀ Modalità di partecipazione Tutti i lunedì nelle pagine de Il Punto si trovano le schede per votare il proprio candidato preferito alla carica di sindaco in ciascuno dei 190 centri della nostra provincia. E possibile esprimere una sola preferenza. La persona votata può appartenere a un partito politico o alla società civile. Ogni settimana verranno pubblicate le graduatorie, mentre una volta al mese è prevista una pagina speciale con più tagliandi. Le ultime schede per la votazione saranno pubblicate trenta giorni prima della data fissata per le elezioni amministrative Saranno considerate valide al fine della compilazione delle classifiche finali tutte le schede pervenute entro il venerdì successivo la data di ultima pubblicazione delle schede. Le cedoline devono essere spedite alla redazione de Il Punto - Corso Cavour n Pavia, oppure consegnate personalmente. Per qualsiasi informazione o comunicazione relativa al sondaggio è possibile contattare il Sono valide solo le schede pubblicate su Il Punto, non si accettano fotocopie o riproduzioni di qualsiasi genere. Premi I primi classificati in ciascun comune riceveranno una targa personalizzata e un abbonamento al nostro giornale. Le foto dei vincitori e i momenti della consegna delle targhe saranno pubblicati il lunedì successivo al giorno delle premiazioni. Ci sono voluti dieci anni per completare la piscina coperta e finiremo di pagarla nel 2038 Comune di Casatisma, che prosegue: siamo in attesa di conoscere gli esiti del prelievo, ma non credo che comunque potranno indicare una soluzione definitiva al problema. M.P. FOTONOTIZIA Ex Ecogomme: ci vorranno 3 anni per completare lo smaltimento CASTELLETTO DI BRANDUZZO Dallo scorso 15 luglio sono iniziati i lavori di rimozione del materiale accumulato nei cortili dell ex EcoGomme, la ditta che nel 2009 ha dichiarato fallimento. Una questione questa che aveva suscitato l interesse di Striscia la Notizia: Come eredità ci ha lasciato una bomba ecologica- commenta il Sindaco di Castelletto Luciano Villani, che prosegue: ci vorranno tre anni per ultimare i lavori; mi auguro che i tempi vengano rispettati. Attualmente vengono smaltite circa 1200 tonnellate a settimana: non conosciamo l entità complessiva del desposito, potremo avere le idee più chiare solo al termine dei lavori.

28 Broni& Oltrepò Il Primo Cittadino di Broni risponde alle accuse rivolte alla sua Amministrazione Paroni: basta demagogia, a parlare sono i fatti Entro la fine del mio mandato niente più amianto negli edifici pubblici BRONI Politica ed arte retorica sono due amanti capricciose ed il loro legame rievoca quell Odi et amo di catulliana memoria: impossibile non inciampare nella parola nel raccontare la politica, inevitabile andare oltre per passare dal regno delle idee a quello dei fatti. In equilibrio tra l una e l altra, la verità; soggetto fragile dalle mille sfumature: Credo che certe sterili polemiche non possano che essere derubricate a pura demagogiacommenta il Primo Cittadino di Broni, Luigi Paroni, che prosegue: è l'atteggiamento di chi guarda il dito che indica la luna e non si accorge di ciò che succede attorno. Oggetto del contendere le dichiarazioni dell esponente leghista Vittorio Braga che accusano l attuale Amministrazione di concedere troppo facilmente la residenza a cittadini extracomunitari: Agiamo secondo legge e siamo molto attenti nel valutare ogni richiesta- commenta Paronila popolazione straniera a Broni si aggira attorno al 14%, una percentuale più bassa se paragonata a quella di altre realtà. La questione dell immigrazione è di portata molto più ampia, europea, e non può certo esaurirsi in qualche battuta demagogica fatta in un comune di Provincia; semmai bisogna intervenire a livello normativo e agire su chi è deputato ai controlli atti garantire il rispetto delle regole di soggiorno nel nostro Paese. Detto questo, non credo si possa parlare della presenza di extracomunitari in termini assoluti: come in ogni comunità convivono sia il buono che il cattivo. Tra le polemiche che sono state mosse anche quella riguardante il Carbonetti: in molti hanno visto nella riapertura del teatro un inutile sforzo economico, soprattutto in questi momenti di difficile congiuntura economica. Credo che competa alla parte pubblica la salvaguardia e la promozione del patrimonio culturale. Detto questo penso che sia fondamentale avere una visione d insieme: gli investimenti non sono stati unilaterali; abbiamo provveduto, per esempio, alla sistemazione del sistema fognario che era ridotto ad un colabrodo, e, tra le altre cose, abbiamo attuato opere di prevenzione del rischio idrogeologico; sono state istallate due vasche di laminazione ed è stato costruito un canale di gronda che attraversa la zona collinare; per quanto concerne le politiche sociali, abbiamo ultimato la creazione di 22 nuovi alloggi a canone convenzionato, senza dimenticare, naturalmente, l'avvio della Cittadella dell'enoturismo a Cassino. Per quanto riguarda la viabilità, oltre a mettere in sicurezza vari incroci tra cui quello tra via Circonvallazione e Casalagnello, Luigi Paroni abbiamo realizzato nuovi parcheggi gratuiti nei pressi della stazione e in via Giordano Bruno,mentre tra poco ne saranno pronti altri in via Cairoli. Il problema più grosso resta quello economico, ma il potere delle pubbliche amministrazioni è limitato: a rendere ancora più difficoltose le manovre c è il patto di stabilità che, di fatto, costituisce un forte freno allo sviluppo. L abbiamo sempre rispettato, non senza difficoltà: non farlo comporterebbe infatti ulteriori problemi. Abbiamo cercato di differenziare la fonte dei finanziamenti integrando con i privati; ciò ci ha permesso di realizzare progetti di ampio profilo senza impattare sulle finanze pubbliche. Il patto di stabilità impone scelte ponderate ed un equilibrio che non è sempre facile trovare: specialmente in questo periodo la sfida consiste nel mantenere i servizi senza gravare sulla collettività; ovvero senza alzare tasse ed imposte comunali nonostante i continui tagli unilaterali ai trasferimenti statali. Il teatro Carbonetti, la riqualificazione di un quartiere, con un nuovo spazio per la biblioteca comunale e la nascita di un polo multifunzionale... la città di Broni si sta lentamente trasformando Dopo la fine del suo periodo industriale, se così vogliamo definirlo, Broni doveva in qualche modo reinventarsi. Come detto in precedenza abbiamo una chiara visione del futuro, ma lo sviluppo dell area di certo non potrà dirsi esaurito con il mio mandato (che scadrà nel 2016 n.d.r.). Credo che vivere gli spazi di una città sia fondamentale e che lo sviluppo non possa essere unilaterale, ma che la città debba invece ripartire sotto tanti punti di vista; attualmente sono in corso i lavori per la costruzione della nuova scuola in Viale De Gasperi che si concluderanno nel 2014; ci piacerebbe inoltre recuperare l area di Villa Nuova Italia, attualmente di proprietà del Demanio. Siamo comunque consapevoli che il vero problema è la mancanza di lavoro, e questo, se vogliamo, è la conditio sine qua non per garantire un futuro anche e soprattutto ai giovani, che troppo spesso sono costretti a cercare fortuna altrove Ha accennato al periodo industriale di Broni; inevitabile il rimando alla Fibronit. Cosa può dirci a tal proposito? Entro aprile 2014 la messa in sicurezza dell intera area dovrebbe essere ultimata; per questa operazione sono stati stanziati 5,2 milioni di euro, a mancare all appello quelli per la bonifica. Confidiamo nel fatto che il Ministero finanzi il secondo lotto di bonifica o che Regione Lombardia anticipi i 13 milioni di euro circa necessari per terminare i lavori. Sono ormai 20 anni che la fabbrica ha chiuso ed è ora che il nome Fibronit rimanga solo un Residenza facile agli stranieri? Seguiamo la legge e valutiamo attentamente ogni richiesta brutto ricordo. In questi anni abbiamo lavorato al fine di eliminare l amianto dagli edifici pubblici: ad oggi rimangono da bonificare la palestra di Piazza Italia, la Caserma dei Carabinieri cui si aggiunge una piccola porzione di lastre al cimitero. Entro la fine del mio mandato vorrei che non vi fosse più amianto nelle strutture pubbliche: detto questo si apre la partita che riguarda la rimozione dagli edifici privati. Fermo restando che l amianto sicuro è quello che non c è più, credo che sia fondamentale incentivare anche tra la popolazione opere di bonifica: per questo è stato chiesto l aiuto della Regione Lombardia, perchè l amianto negli edifici privati rimane comunque un problema in prospettiva futura. Da parte nostra, continueremo a lavorare tutti insieme istituzioni, forze politiche, associazioni e cittadini perchè solo rimanendo uniti si potranno cogliere i risultati. Se potesse avere la bacchetta magica, cosa chiederebbe per la città da lei amministrata? E troppo utopistico rispondere: posti di lavoro? Credo di no, visto gli sforzi che abbiamo fatto per creare un'area produttiva attrezzata fuori dal centro abitato e vicino ai principali collegamenti autostradali. Speriamo che qualche altro investitore decida di scommettere sul futuro della nostra città. MARTINA PASOTTI Il 28enne viticoltore è rientrato dopo un lungo periodo all estero Sospeso tra viaggio e realtà Matteo Berté: ecco perchè ho scelto l Italia BRONI Diceva Marcel Proust: Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove terre, ma nell avere nuovi occhi Ogni viaggio in fondo non reca con sé solo il piacere della scoperta, la voglia di conoscenza, ma anche la gioia del ritorno. Un viaggio ti insegna un nuovo approccio, reinventa lo sguardo e getta il mondo sotto una nuova luce. Ho deciso di tornare in Italia nel 2010; diverse le ragioni di questa scelta. Non solo questioni personali, ma anche la voglia di costruire qualcosa di importante nel mio territorio, che è parte della nostra identità comincia con queste parole il racconto di Matteo Bertè, viticoltore di 28 anni, alcuni dei quali trascorsi in quell altrove che spesso rappresenta il sogno proibito dei giovani: Ho vissuto in Francia, sia a Montpellier che a Bordeaux, in Cile, in Canada ed anche negli Stati Uniti, esattamente in California. Credo che per un giovane una parentesi all estero sia quasi diventata una necessità, ma non è scappando dalle nostre possibilità che si può creare qualcosa. L opportunità di continuare il lavoro in un altro Paese non mi mancava, ma ho comunque scelto di rientrare. Pentito della scelta? Pentito non direi, anche se a li- Matteo Bertè vello economico sicuramente i vantaggi sono molti. Ora sono concentrato sul lavoro in Italia, ma non escludo altre parentesi straniere Cos ha imparato viaggiando? Per quanto riguarda il mio lavoro più che imparato, ho capito che non abbiamo nulla da invidiare ad altri Paesi, se non l abilità nel venderci. Non basta vendere il vino, bisogna saper vendere l intero territorio per poter crescere ed occupare il posto che meriteremmo di avere. Ha usato l espressione: vendere il territorio : non solo vino quindi. Credo che sia riduttivo e limitante: bisogna che traspaia l immagine che, però, non è solo forma, ma anche sostanza: dal giugno 2012 ad esempio insieme a Roger Marchi, Giorgio Liberti e Francesco Beghi organizziamo incontri di degustazione in cui la cultura del vino è protagonista: a partire dal vino, ma anche al di là del vino insomma proprio per valorizzare le eccellenze della zona. Annosa questione quella della valorizzazione dell Oltrepò... Credo che negli ultimi anni qualcosa si stia muovendo: insieme ad altri 20 giovani viticoltori abbiamo creato Oltrepò in fermento, proprio per dare una scossa di adrenalina a questa terra spesso troppo bistrattata. Non si tratta di una guerra intestina che vede il nuovo opporsi al vecchio, vogliamo semplicemente essere soggetti e non meri oggetti del nostro futuro, essere in qualche modo artefici e protagonisti di un cambiamento che, alla luce di ciò che sta avvenendo, appare inevitabile. Non si tratta di un rifiuto della tradizione, da cui tra l altro abbiamo attinto il nostro sapere, ma la sfida consiste nell emancipare la tradizione da quell immagine polverosa che spesso l accompagna. La tradizione vive con noi e tra noi; non è un retaggio nostalgico, ma uno strumento indispensabile da cui partire per costruire qualcosa in prospettiva futura. M.P. I ragazzi di elementari e medie gemellati con i coetanei kenyoti Scuola: lo scambio è Italia-Africa L Associazione Amref Broni racconta e si racconta BRONI Era il novembre 2008 quando quattro sognatori, Ornella, Luigi, Massimo e Mirella decisero di dar vita al presidio Amref di Broni: a distanza di qualche anno molti altri hanno condiviso lo stesso sogno ed ora l associazione rappresenta un importante risorsa anche per la comunità locale. Amref nasce nel 1957 e la sua sede è a Nairobi, in Kenia. Opera in oltre 140 zone in Africa ed i suoi interventi sono rivolti principalmente all infanzia, ma non solo: al centro dell attenzione anche la salute e l acqua, un bene dal valore inestimabile: Il futuro dell Africa non può essere in Italia- commenta una delle volontarie, che prosegue: Amref forma il personale in loco proprio per garantire il futuro e non solo un presente a popoli spesso reduci da guerre massacranti. Attualmente è in corso un progetto in Sudan volto alla formazione di ostetrice, sono infatti ancora troppe le donne che muoiono di parto. Noi della sezione di Broni ogni anno, durante la settimana in cui ricorre la festa della mamma, presenziamo nel reparto di Ostetricia dell Ospedale di Stradella, proprio per sensibilizzare anche quelle mamme fortunate: l accoglienza sia delle partorienti che del personale è fantastica; ogni anno è una gioia tornarvi. Quali altre attività svolgete in Italia? C è un progetto rivolto alle scuole; i ragazzi di elementari e medie di Broni sono gemellati con i loro coetanei kenyoti: è bello vedere due mondi così distanti a confronto; credo che per i nostri bambini sia un esperienza unica di crescita anche e soprattutto come cittadini. Per quanto riguarda invece i ragazzi delle scuole superiori di Broni e Stradella, è in atto uno scambio con i ragazzi di Dagoretti, una baraccopoli tra le più povere di Nairobi dove è sorto un centro di raccolta di ragazzi di strada. Le classi stanno realizzando una serie di telegiornali e tutto il lavoro svolto dai ragazzi confluirà in una giornata organizzata con il Comune L Amref Broni di Broni. La data è il prossimo 21 marzo e sarà anche un pretesto per dibattiti ed incontri a tema. Come avviene la raccolta fondi? Diciamo che siamo un po come il prezzemolo; andiamo ovunque ci è possibile. Ad agosto però organizziamo ogni anno la festa Amref: dallo scorso anno una delle due serate è dedicata all Africa ed ai problemi che affliggono il continente. La sezione di Broni ogni anno riesce a raccogliere una cifra che si aggira attorno ai euro, una soddisfazione che ci ripaga di tutte le fatiche. Avete mai visitato le popolazioni per le quali vi date tanto da fare? Quest anno per la prima volta tre di noi partiranno per il Kenia; è davvero emozionante l idea di toccare con mano i risultati del nostro lavoro e incrociare gli sguardi dei tanti bambini che spesso ci limitiamo ad immaginare. Dopo tanti anni di volontariato sono sempre più convinta che il bene ricevuto sia pari se non superiore al bene fatto. M.P.

29 Stradella& Oltrepò Oggi cade la giornata mondiale contro la violenza alle donne, a Stradella è attiva la sede operativa dello sportello Punto Rosa Tante iniziative contro il femminicidio Dalla parte delle donne: parla Katia Danelli, Assessore alle Pari Opportunità STRADELLA In occasione della Giornata Internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne che ricade nel giorno 25 Novembre, L' Assessorato alle Pari Opportunità di Stradella, in collaborazione con i Comuni del Punto Rosa e con l'associazione Culturale ARTE- MISTA di Spessa Po propone una performance teatrale: dal titolo "Alle Kelly - La fatale corsa dell'ambizione..". La piéce andrà in scena venerdì presso la Sala Brambilla del Centro Polivalente di Via Montebello. «Lo spettacolo narra una vicenda realmente accaduta- spiega l'assessore alla Pari Opportunità del Comune di Stradella Katia Danelli, che prosegue: si tratta della storia di Kelly Kelleher, la stagista dell'allora Senatore statunitense Ted Kennedy, è la vicenda di una donna prima violentata e poi dimenticata. Per certi versi questa figura che la storia ignora diventa simbolo della condizione femminile e, nella serata del 29, pretesto per riflettere sul fenomeno dilagante della violenza di genere». La serata è organizzata, tra gli altri, dai Comuni del Punto Rosa: di cosa si tratta? Katia Danelli «Si tratta di uno sportello, attivo dal 2008, che unisce molti comuni della zona: Arena Po, Broni, Canneto Pavese, Castana, Montescano, Zenevredo, Albaredo Arnaboldi, Campospinoso, Portalbera, Cigognola, San Cipriano e Santa Maria della Versa. Nel 2010 è stata data a questo strumento una forma istituzionale, proprio per agevolare gli interventi e migliorarne l'efficacia. Nel 2011 è stato firmato un protocollo d'intesa con le forze dell'ordine; il prossimo venerdì vi sarà un allargamento al suddetto protocollo che coinvolgerà Università, Pronto Soccorso, San Matteo di Pavia, Asl, Provincia e moli altri soggetti. A richiederlo è la cronaca: gli episodi di violenza sulle donne sono aumentati in modo esponenziale negli ultimi anni: molto spesso le violenze rimangono nell'ombra e le donne finiscono con l'essere vittima due volte». Ci può illustrare le attività promosse dallo sportello? «La sede operativa è a Stradella: offriamo assistenza gratuita a quanti ne fanno richiesta; supporto legale e psicologico: lo sportello funge da primo ascolto ed indirizza la donna verso gli organi di competenza accompagnandola in un percorso difficile sotto innumerevoli punti di vista. Spesso vengono segnalati anche rischi di violenza e credo che questo sia un segnale importante da non sottovalutare». Sono molte le richieste pervenute? «Si e negli ultimi anni è cresciuto il numero delle donne che si rivolge allo sportello: non solo italiane, ma anche molte straniere. C'è inoltre anche una sezione dedicata al lavoro: quando si parla di parità tra i sessi spesso si dimentica che l'uguaglianza passa anche attraverso il lavoro: complice la crisi, il numero di donne disoccupate o inoccupate è aumentato in modo esponenziale.» MARTINA PASOTTI Ci sono le parole urlate e poi vi sono quelle sussurrate; ed è proprio in questo silenzio tipico della laboriosità che opera la onlus stradellina La Casa del Sole. Nata nel 2004 dalla volontà di alcuni amici, Sandro Evangelisti, Presidente dell Associazione e i Consiglieri Maurizio Saturno, Bruna Ciardelli e Antonella Civardi, l'associazione persegue esclusivamente finalità di solidarietà sociale, rispondendo così a quelle esigenze che le istituzioni, complice il difficile periodo di congiuntura economica, non riesco ad adempiere. La Casa del Sole non percepisce alcun supporto economico da parte di Istituzioni o Enti privati, ma autofinanzia le proprie attività attraverso manifestazioni di diverso tipo. L ASSOCIAZIONE LA CASA DEL SOLE Dalla parte dei disagiati Il 2 dicembre la cena per raccogliere i fondi necessari per i progetti STRADELLA «Esattamente i progetti e le attività proposte sono frutto dello sforzo volontario dell associazione che continua il suo percorso grazie alla generosità di numerosi amici che ci sostengono; anche quest anno abbiamo deciso di festeggiare il Natale presso la Locanda dei Beccaria a Montù Beccaria. Il prossimo 1 dicembre, a partire dalle 19.30, è appunto prevista una cena che sarà offerta da Franco Casella, Luisa Ghioni, e a cui parteciperà lo chef stellato Enrico Bartolini; l intero ricavato della serata, la cui quota di partecipazione è di 100 euro, verrà destinato al finanziamento delle attività in corso in modo particolare il del progetto Custode Sociale, operatore professionale che si reca al domicilio di anziani, o comunque di persone colpite da grave disagio economico o sociale». Sul vostro sito è presente un rimando ad Oscar Wilde: Vivere è la cosa più rara al mondo... che significato ha per voi? «Le iniziative ed i progetti proposti dall associazione non hanno la pretesa di risolvere i problemi: le nostre attività sono mirate al sostegno delle persone che necessitano di aiuto, interveniamo al fine di mantenere una qualità di vita che sia in linea con i bisogni della società contemporanea. Per farlo è fondamentale l apporto di tutti». L Associazione si chiama La casa del sole: come nasce la scelta del nome? Deriva dal titolo della canzone dei The Animals The house of the rising sun, è un brano del 1964; l ispirazione nasce non tanto dal testo, quanto dalla traduzione del titolo; la casa del sole nascente, una bella immagine per un luogo che si ripropone di illuminare un periodo buio». M.P. Tante gustosità di stagione e non FRUTTA E VERDURA SOLO ITALIANA PRODOTTI TIPICI SICILIANI - PUGLIESI E DI ALTRE REGIONI DIRETTAMENTE DAI PRODUTTORI ALIMENTI BIO E PER INTOLLERANZE DOLCI TIPICI SICILIANI SPECIALIZZATI IN CESTI NATALIZI Inizia la raccolta di arance e clementine non trattate, direttamente dai produttori con ARRIVI GIORNALIERI CONSEGNIAMO CASSETTE A DOMICILIO VIA TORINO CASTEGGIO Per informazioni

30 Cultura Società 25 novembre Un uomo chiamato Gioànn aneddoti breriani di Lino Veneroni 30ª puntata «E cosa c entra Gianni Brera con la S ciankada?». - potrebbe chiedersi l attento lettore. Chi, meglio di lui, cacciatore leale e convinto, avrebbe potuto battezzarne l inaugurazione? Attraverso suoi amici letterati docenti dell Università di Pavia, soci del Circolo, il grande giornalista venne ufficialmente invitato. Accettò di buon grado ma un irrinunciabile impegno improvviso non gli diede la possibilità di intervenire. Per farsi perdonare chiese garbatamente se era possibile ripetere solo per lui la cena in questione. Un uggioso venerdì novembrino del 1991, ricco di una nebbia che si poteva tagliare col coltello, Gianni Brera, accompagnato dal cugino Angelo Roveda, percorso l argine destro del ceruleo Ticino che lambisce il Borgo Basso di Pavia, senza non poche peripezie, raggiunse la sede del Circolo Culturale La Barcéla. Ad attenderlo c erano il presidente Tino Alberico e Gigi Rognoni; i suoi due amici letterati e docenti dell Ateneo pavese avevano informato che sarebbero arrivati non prima delle venti. Dopo i convenevoli Gioànn accettò volentieri di poter curiosare in cucina e nella cantina del ristorante mostrandosi, poi, decisamente soddisfatto. Ad eccitare la sua immaginazione fu la ricchezza delle specie di pregiata selvaggina ma soprattutto una meravigliosa alzavola. «Come mai una sola?» - chiese quasi preoccupato quando si rese conto che ce n era un solo esemplare. «E stato il massimo che siamo riusciti a scovare e abbattere». si giustificò il Gigi. «Fosse stata una cena regale l alzavola era per il re.» - rise di gusto il giornalista. «Perfetto si intromise il presidente della Barcéla Allora questo onore spetta a lei.» «Nemmeno per sogno. replicò Gioànn Quando vado a cena da amici pretendo di essere uguale a tutti gli altri». Non ci fu verso di fargli cambiare idea. Poiché mancava mezz ora prima che arrivassero gli altri due commensali al Roveda venne una fulminea e geniale idea. «Perché non ci sfidiamo a scopa scientifica? La coppia che vince si dividerà l alzavola». «Meglio una scopa d assi ai 31, che é molto più spiccia.» suggerì il Brera. Forse per la soggezione, forse perché Angelo e Gioànn erano una coppia più affiatata, forse perché la fortuna sa fare le sue scelte, la scopa venne gloriosamente vinta da quegli ospiti così prestigiosi. A distanza di tanto tempo, quando Gigi e Tino mi raccontarono questo aneddoto, mi venne da chiedere se, per dovere di ospitalità, avevano giocato male di proposito per favorire Gioànn. Mi risposero che era stata una partita vera e combattuta strenuamente e l alzavola se la papparono, servendosi con le mani, Angiulìn e Gioànn. BIANCO E NERO Quella di martedì 24 gennaio 1984 era una serata uggiosa, sopra lo zero termico e con una discreta visibilità. Al ristorante Il Pino di Mario Musoni, uno dei più conclamati templi sacri della cucina d elite, c era una cena con Spumanti Classici o Charmat dell Oltrepò e Barbacarlo abbinati ai sapienti e sfiziosi piatti del grande cuoco di chiarissime origini sanzenonesi. Da indiscrezioni raccolte pur tantissimi anno dopo, ho saputo che la cena era stata genialmente pensata dallo scultore pavese Carlo Mo, in stretta simbiosi con l industriale Fortunato Fedegari, per festeggiare e celebrare l ultimo romanzo Il mio vescovo e le animalesse, fresco di stampa, del fraterno amico Gianni Brera. Tra i commensali, oltre a Mo e Fedegari, c erano parecchi amici di Gioànn, tra i quali, come sempre quando lo scrittore faceva tappa in Oltrepò, il famoso allergologo prof. Renato Corsico, il celebre giornalista gastronomico Luigi Veronelli, il vignaiolo Lino Maga, il grand gourmet Toto Molina e l affezionato cugino Angelo Roveda. A presentare i vini un giovane ed emergente sommelier, Carlo Aguzzi che, grazie ad una dialettica raffinata e suadente, era entrato nella considerazione degli addetti ai lavori anche per i suoi articoli specifici sempre ineccepibili e, soprattutto, comprensibili. Mario Musoni, come primo, preparò il risotto che, a suo tempo, aveva denominato Gianni Brera come segno di profondo riconoscimento delle sue capacità enogastronomiche. Gioànn, anche in quella occasione, lo lodò chiamandolo affettuosamente Kammamuri II, per distinguerlo da suo padre, suo compagno di scuola e d infanzia a San Zenone Po, che aveva battezzato Kammamuri. Carlo Aguzzi, preventivamente informato, non si dilungò sui pur fragranti, freschi e sapientemente fruttati spumanti Classici o Charmat dell Oltrepò che, in fin dei conti, fan parte della categoria dei bianchi che Gioànn non considerava mai più di tanto. E risaputo infatti, che, per Brera, solo il rosso era vino vero. Elogiò particolarmente il Barbacarlo (ricavato da uva croatina, uva rara, vespolina che gli oltrepadani chiamano ùghéta e con tanto di marchio A Belgioioso serata in ricordo di Brera Nell ambito del Belgioioso Festival 2013, mercoledì 27 novembre nella sala consiliare del comune di Belgioioso verrà presentato proprio il volume Un uomo chiamato Gioànn aneddoti breriani. Alla serata che ricorderà il mitico Gianni Brera interverranno: FABIO ZUCCA Sindaco di Belgioioso, LINO VENE- RONI, l autore, ANDREA BORGHI, critico letterario, FABRIZIO LANA, poeta dei sentimenti, GIGI ROGNONI, Pres. Circ. Cult. Barcèla. Lino Veneroni MANIFESTAZIONE Andrea Borghi registrato) di Lino Maga, dove barba sta per zio e carlo é il suo nome proprio. Ovviamente, lo zelante sommelier, ne approfittò per fare qualche domanda al grande giornalista che era lì in veste di scrittore. «Secondo lei, come si fa giudicare un vino buono?». «Quando un vino lascia pulita la bocca di un fumatore come me é sicuramente buono! E questo Barbacarlo, in proposito, la dice assai lunga!» «Un ultima domanda a lei che se ne intende come pochi. ne approfittò ancora Carlo Aguzzi - Perché si dice vino rosso e non nero come si usa dalle nostre parti?». «Se é per questo, allora rispose prontamente Gioànn - potremmo anche dissentire sul vino che viene chiamato bianco che, invece, é sempre giallo. Ma perché mi fa queste domande?» «Perché, in qualità di sommelier, divinizzo il vino e, da iuventino convinto, mi piacerebbe assai che fosse bianco e nero, come le maglie della vecchia signora». «At sé un bél malnat!» rise di gusto Gianni Brera, contagiando tutti commensali che applaudirono con convinzione. Al termine della serata, Carlo Aguzzi, come tutti gli altri, si mise in fila per farsi porre una dedica sul nuovo romanzo. Gioànn guardandolo fisso e strizzandogli un occhio, velocemente, scrisse questa frase: A Carlo Aguzzi con molta simpatia (sebbene sia juventino) Gianni Brera PV, 24/1/84. Al Castello Visconteo Il successo di Vetrine per Natale La manifestazione continua fino a questa sera Tutti i martedì alla scoperta di cultura e tradizioni dei popoli di varie nazioni mediante il cibo Prenota il tuo tavolo allo: PAVIA Buon successo per In vetrina per Natale, manifestazione che fino a questa sera anima il cortile del Castello Visconteo. La manifestazione giunta alla sua 18esima edizione non ha mancato di stupire i visitatori con la solita affascinante attrazione del villaggio di Santa Klaus. Ricreazione magica dei luoghi di origine di Babbo Natale dove ci sarà anche oggi la possibilità di scattare e ricevere in omaggio la foto ricordo con Babbo Natale. Unico punto ristoro presente all interno della tendostruttura allestita, è gestito dal Baloon cafe' di Corteolona (foto) dove è possibile degustare un eccellente caffe "Sobral" della torrefazione Koban di Belgioioso. Teatro Fraschini Biglietteria tel Altri Percorsi Martedì 26 novembre ore 21 L IMPRESARIO DELLE SMIRNE di Carlo Goldoni adattamento e regia Roberto Valerio con Valentina Sperlì, Roberto Valerio, Antonino Iuorio, Nicola Rignanese, Massimo Grigò scene Giorgio Gori costumi Lucia Mariani luci Emiliano Pona Prosa Venerdì 29 novembre ore 21 Sabato 30 novembre ore 21 ZIO VANJA di Anton Cechov con Sergio Rubini, Michele Placido regia Marco Bellocchio

31 Sport PAVIA - CREMONESE 1-1 L P Buon punto per gli azzurri, soprattutto per il morale De Cenco fa sperare Brighenti disperare Dopo la sconfitta di Vercelli che l ha vista scivolare in ultima posizione, il Pavia cerca di risollevare classifica e morale. Il Pavia pareggia per 1-1 contro la Cremonese, al termine di una partita che ha vissuto i suoi momenti migliori nel secondo tempo, con i ragazzi di mister Pala che hanno assaporato il successo per due minuti intorno alla mezz'ora della ripresa. Inizio di marca grigiorossa, all'8' Palermo calcia da fuori area verso la porta di Facchin, con il pallone che sibila a lato non di molto. Un minuto dopo un azione condotta da Brighenti e Palermo, si conclude con la conclusione violenta di quest'ultimo all'interno dell'area azzurra che si spegne sull'esterno della rete. Al 12esimo si fa vivo per la prima volta nel match il Pavia, con un tiro di Carraro che non impensierisce più di tanto la difesa grigiorossa, spegnendosi sul fondo. La partita vive una fase di stanca con le due squadre impegnate più a non farsi male che a proporre gioco. Ci pensa- Il Pavia resta ultimo ma ha fatto tremare la corazzata Cremonese Tomi al 38esimo con una punizione a ravvivare la contesa ma la palla viene deviata in calcio d'angolo da un difensore ospite. Si arriva cosi all'epilogo di un primo tempo avaro di emozioni da ambodue le parti. Gli azzurri iniziano con un buon piglio la ripresa e grazie ad un buco di Caracciolo al 51esimo, Speziale si presenta in area solo davanti a Galli, ma calcia debolmente il suo diagonale fra le braccia del portiere grigiorosso. Cremonese vicinissima al gol al 63esimo, quando una conclusione potente di Loviso, non trattenuta da Facchin, vede Bergamelli colpire a botta sicura ma Facchin devia miracolosamente sulla traversa, sulla nuova respinta di Brighenti a vedersi negato il gol da Tomi con un prodigioso intervento sulla linea di porta. Al 30esimo il Pavia trova la rete del vantaggio, sugli sviluppi di una puniione battuta da Arrigoni, Galli si fa sfuggire il pallone di mano con la sfera che termina sulla base del palo, Manzoni recupera e crossa al centro, dove De Cenco implacabile trafigge il portiere grigiorosso facendo esplodere il Fortunati. L'illusione dura ben poco e dopo due minuti la Cremonese trova la rete del pareggio. Casoli crossa in area dove Brighenti che è più lesto di tutti e mette indisturbato nell'angolino. Gli ospiti si fanno sempre più arrembanti e il Pavia soffre non poco per mantenere il prezioso pareggio, Loviso dalla distanza sfiora il palo della porta azzurra. Nel recupero l'ultimo brivido con la conclusione di Palermo da fuori area deviata in corner da un difensore pavese. Gli azzurri saranno impegnati, lunedi 2 dicembre alle 20, contro l'albinoleffe allo stadio Azzurri d'italia di Bergamo. PAVIA 1 CREMONESE 1 Pavia ( ): Facchin; Redaelli, Reato, Rinaldi, Tomi; Carraro, Arrigoni, Degeri (81' Sorbo); Manzoni; De Cenco (92' Romero), Speziale (66' Ungaro). In panchina: Rossi, Bandini, Bracchi, Calvetti. Allenatore Alessio Pala. Cremonese (4-3-3): Galli; Avogadri (92' Moi), Caracciolo, Bergamelli, Visconti; Armellino (55' Françoise), Loviso, Palermo; Carlini (64' Caridi), Brighenti, Casoli. In panchina: Quaini, Giorgi, Martina Rini, Baiocco. Allenatore Vincenzo Torrente. Arbitro: Caso di Verona. Marcatori: 77' De Cenco (P), 78' Brighenti (C). Note: espulso Manzoni (C) per doppia ammonizione. Ammoniti Carraro (P), Loviso e Palermo (C). Calci d'angolo 9-5 per la Cremonese. Spettatori 700 circa. LEGA PRO PRIMA DIVISIONE - GIRONE A 11ª giornata Carrarese-Sudtirol 2-1 Como-Reggiana 1-1 Entella-SanMarino 2-0 Feralpisalò-Albinoleffe 2-2 Lumezzane-ProPatria 1-2 PAVIA-Cremonese 1-1 Venezia-ProVercelli 1-1 Vicenza-Savona 4-0 Prossimo turno Albinoleffe-PAVIA Como-Venezia Cremonese-Carrarese ProPatria-Entella ProVercelli-Vicenza Reggiana-Lumezzane SanMarino-Feralpisalò Savona-Sudtirol partite Classifica p.ti G V N P Entella ProVercelli Savona Cremonese Vicenza Venezia Como Albinoleffe Lumezzane Feralpisalò Sudtirol Carrarese Reggiana ProPatria SanMarino PAVIA ª promossa in serie B - Dalla 2ª alla 9ª ai play-off. Penalizzazioni: Vicenza -4; Pro Patria -1 Villanterio recrimina per l arbitraggio. Per Vigevano solo un pari Panigada tris, OltrepoVoghera rullo 13 a giornata SanGiuliano-OLTREPOVOGHERA 0-4 Fenegro-Bustese 0-2 Legnano-Sant'Angelo 2-0 Magenta-Sestese 2-2 Solbiasommese-VIGEVANO 1-1 UnionVilla-Trezzano 1-4 Vergiatese-Verbano 0-3 VILLANTERIO-Arconatese 1-3 ha riposato: PROVIGEVANO Prossimo turno Arconatese-Magenta Bustese-Vergiatese OLTREPOVOGHERA-VIGEVANO Sant'Angelo-PROVIGEVANO Sestese-Atl.SanGiuliano Trezzano-Legnano UnionVilla-Solbiasommese Verbano-VILLANTERIO riposa: Fenegro LA SITUAZIONE partite Classifica p.ti G V N P OLTREPOVOGHERA Trezzano Legnano Verbano VIGEVANO Sestese Arconatese Vergiatese Magenta Fenegro PROVIGEVANO Bustese Sant'Angelo Solbiasommese Atl.SanGiuliano VILLANTERIO UnionVilla ª promossa in Serie D - Dalla 2ª alla 5ª ai play-off - Dalla 13ª alla 16ª ai play-out - 17ª retrocessa in Promozione Sondaggio VOTA IL MIGLIORE 2ª edizione club dirigente allenatore atleta NOME SQUADRA disciplina ruolo categoria SOLBIASOMMESE-VIGEVANO 1-1 Solbiasommese: Catena, Marte (78 Latin), Stilo, Cozza, Moia, Lo Piccolo, Martegani, Paolillo, Beretta, Adzaip, Angelucci (90 Bolognini). All. Ronchetti. Vigevano: Spatafora, Di Mauro, Costescu, Baraldini, Viganò, Niada, Constantin, Graziano (82 Provasio), Giallonardo, Leto Colombo (63 Salusti), Azzalin (89 Lentini). All. Dighera. Arbitro: Di Graci di Como. Marcatori: 40 Constantin (V), 56 Lo Piccolo (S). I padroni di casa della Solbiasommese, presentatìsi in campo occupando una posizione di classifica preoccupante quale può essere un posto tra il quintultimo e il sestultimo, non rappresentava sulla carta un ostacolo insormontabile per il Vigevano. Ma così non è stato. Per 40 il taccuino del cronista è rimasto chiuso. Si è dovuto aspettare la zona Ccsarini per festeggiare il momentaneo vantaggio del Vigevano derivato più da un pasticcio di Catena che dall opportunismo dì Costantin. Il vantaggio degli ospiti non si è mantenuto più del primo quarto d ora della ripresa. Un preciso assist di Adzaip offriva un pallone che Lo Piccolo non aveva difficoltà a mandare in rete. E Spatafora, in altre occasioni della giornata decisivo per salvare risultato, doveva arrendersi. VILLANTERIO-ARCONATESE 0-2 Villanterio: Samaritani, Longhi, Milani (34 Radaelli A.), Mercuri (79 Buscaglia), Radaelli D., Ramundo, Sconfietti, Ochoa, Vieri, Finizza, Lovece (54 Bellani). All. Lombardo. Arconatese: Lovera, Pedotti, Zanardo, Gnaziri, Sala, Mileo, Cundari, Napolitano, Riolo (76 Tosetti), Mariani (62 Riascos), Marin (90 Tisacchi). All. Livieri. Arbitro: Scarciotta di Caltanissetta. Espulsi: 13 Longhi (V) per gioco violento, 30 Sala (A) per fallo da ultimo uomo, 85 Ochoa (V) per doppia ammonizione. Marcatori: 11 Marin (A), 89 Tosetti (A). Partita piacevole tra Villanterio e Arconatese, giocata con intensità e con diverse occasioni da rete, guastata purtroppo dal direttore di gara proveniente da fuori regione che ha indubbiamente esagerato con i cartellini. L Arconatese parte meglio e all 11esimo passa in vantaggio con una deviazione fortunosa di Marin su tiro di Riolo: l incolpevole Samaritani viene spiazzato completamente. Nel secondo tempo all 85esimo il Villanterio rimane in nove per l espulsione di Ochoa (secondo giallo giusto, ma primo eccessivo) e subisce all 89esimo il raddoppio in contropiede da Tosetti, che riceve palla in area e batte l incolpevole Samaritani. Vigevano ATL. SAN GIULIANO-OLTREPOVOGHERA 0-4 Atletico San Giuliano: Gentili, Dugo (56 Carioni), Manzoni, Torboli, Bruno, Paloschi, Corona, Albamonte (58 Arena), Dell'Anna (75 Righini), Cangelosi, Grossetti Marco. All. Ardito. OltrepoVoghera: Gaione, Cigagna, Mauri, Fautario, Balestra (46 Versuraro), Di Placido, Coccu, Pezzotti (62 Vercesi), Panigada (77 Torti), D'Aniello, Di Gennaro. All. Visca. Arbitro: Nicolini di Brescia. Marcatori: 8', 13' e 76 Panigada (O), 11' rig. Di Gennaro (O). In quella che è stata sino ad ora la settimana più difficile, con il grave infortunio capitato all'attaccante Farina (rottura del perone) e lo stiramento sia di Balacchi che di Sciannameo e ancora indisponibilità di Bruscaglia, possiamo dire che l'oltrepovoghera anche dei giovani, ha superato alla grande un esame non facile, sul terreno di una squadra assetata di punti, come l'atletico San Giuliano. Nel primo tempo l'oltrepovoghera attende e poi si scatena. Lascia che sia l'atletico San Giuliano a fare la partire. Preferisce uscire in velocità, sfruttare Panigada in avanti, e colpire. Così è all'8' quando l'attaccante realizza e fa tutto solo. Poi si procura un rigore che Di Gennaro trasforma. Quindi replica (Panigada) in contropiede e tutto solo davanti a Gentili. Questa volta nessuna invenzione, ma un rasoterra che entra nell'angolo più lontano. Tra i primi due gol, anche il San Giuliano ha avuto due palle-gol, sulle quali è stato bravissimo a salvare Gaione, soprattutto nella prima occasione quando Corona eludendo capitan Balestra, si è trovato solo davanti all'estremo difensore rossonero. Nella ripresa l'oltrepovoghera controlla la gara ma fatica anche ad uscire dalla propria metà campo. L'Atletico San Giuliano le prova un po' tutte, ma la difesa rossonera (priva di capitan Balestra, infortunato), non vacilla mai. Alla mezz'ora arriva anche la tripletta personale di Stefano Panigada, a sancire una giornata davvero èarticolare per la punta che rimpiazzava l'infortunato Farina. Poi Coccu e Di Gennaro sfioravano il 5-0.

32 Sport Calcio 25 novembre Ferrera stecca la seconda di fila, per Lomello periodo di crisi Accademia sprint, Siziano diverte FERRERA-BRESSANA 0-1 Ferrera: Barbuto, Maccagnan, Cani L., Cuccu, Magli, Ottone, Buzio (73 Apruzzese), Cani A., Santarlasci, Tondi, Furini (67 Vidili). All. Pochetti. Bressana: Binaschi, Falbo, Montagna, Verdi, Scolari, Morelli, Belmonte, Villa (63 Farina), Zohar (68 Nervetti), Ricci (80 Zambianchi), Greco. All. Truffi. Arbitro: Crevenna di Lecco. Marcatori: 60 Zohar (B). Il Ferrera è pronto a riscattare la sconfitta nella precedente giornata ma l avversario non è però dei più teneri: il Bressana sta crescendo di partita in partita e una vittoria potrebbe portarla a ridosso del Ferrera. La sfida si sviluppa dunque principalmente a centrocampo, dove le due formazioni cercano di prevalere senza correre rischi e sbilanciarsi. Gli spettatori assistono quindi a un primo tempo avaro di occasioni. Nella seconda frazione il Ferrera prova a cambiare marcia e nei primi dieci minuti tenta l assedio; il possesso palla non si concretizza però in azioni pericolose e così il Bressana ne approfitta, grazie a Montagna: il terzino scende sulla fascia e dopo aver dribblato due uomini crossa in mezzo per Zohar che piazza la palla in rete. Il Ferrera pare interdetto e si sveglia forse troppo tardi: allo scadere parte un insidioso tiro da una mischia in area del Bressana ma Binaschi non viene ingannato e permette agli ospiti di conquistare i tre punti. BORNASCOZECCONE-GARLASCO 3-1 Bornasco Zeccone: Verzanini, Sacchi, Marabelli, Lozio, Beretta, De Simone, Necchi, Tacconi, Sozzi (70 De Martino), Baldini, Balzaretti. All. Fiocchi. Garlasco: Calabrese, Strada, Motta, Pedrocchi, Pirini, Gaudio (72 Lombardi), Lazzaroni, Beltrami, Vottari (80 Crotti), Vigatni, Maggi R. (70 Moscardin). All. Maggi P. Arbitro: Tonoli di Treviglio. Marcatori: 58 Sozzi (B), 71 Baldini (B), 85 Crotti (G), 88 Necchi (B). Espulsi: 30 Strada (G), 85 Beretta (B), 90 Tacconi (B). Il Bornasco esce vincitore in una sfida molto impegnativa sia sul piano fisico che nervoso. La partita di Strada dura trenta minuti, durante i quali colleziona due ammonizioni e viene cacciato dall arbitro. Il Bornasco non riesce inizialmente a sfruttare la superiorità numerica ma nel secondo tempo si sblocca, prima con Sozzi, bravo a saltare il marcatore e fulminare il portiere, e poi con Baldini su punizione. A cinque minuti dalla fine la gara si infiamma: prima viene riaperta da Crotti che segna su un tiro deviato; poi Beretta viene cacciato per doppio giallo e ristabilisce la parità numerica. Poco dopo Necchi sancisce il definitivo tre a uno con un gol in contropiede. Il Bornasco infine chiude in nove per l espulsione di Tacconi ma con tre punti in saccoccia. SIZIANO-VERMEZZO 3-2 Siziano: Marchini, Milone, Castagnino, Premoli (75 Soffientini), Giorgi, Setti, Magenis, Besana, Zanaga (72 Mantovani), Gabaglio, Beoni. All. Besana. Vermezzo: Donnarumma, Giulian, Cianfarini, Bassi, Vecchio, Sommavilla, Gullotta (46 Sbrajon), Farina (54 Restelli), Antelli, Garazzini, Fossati (89 Vinci). All. Sciorio. Arbitro: Fiamingo di Monza. Marcatori: 13 Fossati (V), 32 Besana (S), 45 Zanaga (S), 61 Sbrajon (V), 85 Magenis (S). Siziano e Vermezzo confezionano una partita indimenticabile per i tifosi.. In una partita indecisa, gli ospiti passano in vantaggio con Fossati, bravo a recuperare una palla dalla difesa un po addormentata del Siziano e a tirare con decisione. Al 32 Soffientini riesce a liberarsi per il tiro e fa partire una cannonata: Donnarumma respinge in modo sconveniente, facilitando Besana che in ribattuta ristabilisce il pareggio. In seguito Zanaga concede al Siziano di chiudere il primo tempo in vantaggio. Sbrajon al 61 riporta il risultato ancora in pareggio, approfittando dell ennesima distrazione difensiva del Siziano. Seguono numerose occasioni per entrambe le squadre. Il discorso viene però chiuso all 85 con Magenis, che svetta su angolo e buca per la terza e vincente volta il portiere. sulla nostra pagina facebook le foto delle premiazioni della prima edizione di Vota il Migliore ACCADEMIA PAVESE-SEDRIANO 3-1 Accademia Pavese: Sangiorgio, Parlato, Stampinato, Montini, Cozzi, Dragoni, Manzi (74 Comincini), Trabatti, Caputo (82 Nicoletta), Gaudio, Likmeta (63 Scotti). All. Nordi. Sedriano: Druscian, Pasini, Santambrogio (63 Persegoni), Ascione, Imbriago, Pellegrino, Bossi, Moscatelli, Busacchini, Sandrin, Federico(83 Gatta). All. Pecorari. Arbitro: Boggiani di Monza. Marcatori: 8 Montini (A), 45 Busacchini (S), 50 Likmeta (A), 72 Gaudio (A). La capolista Accademia Pavese ospita il Sedriano in una sfida importante per consolidare il primato in classifica. Dopo il sorpasso realizzato ai danni del Ferrera, la squadra di Truffi ha bisogno di certezze per poter cominciare a sognare in vista delle sfide più importanti. L avversario è il Sedriano, una squadra che finora ha condotto un tranquillo campionato da metà classifica e capace di mostrare in campo una solidità convincente. L equilibrio degli ospiti viene però spezzato a pochi minuti dall inizio della gara, quando l Accademia Pavese, dopo un azione manovrata di pregevole fattura, passa in vantaggio con Montini. Il giocatore realizza il gol con una splendida semirovesciata che manda in visibilio gli spettatori. La gara prosegue con un Sedriano poco convincente in fase offensiva e con l Accademia in grado di controllare il risultato. Busacchini scombina i piani dei padroni di casa al 45, realizzando il pareggio completamente smarcato dopo un cambio di gioco. Lo score cambia poco dopo: il giovane Likmeta è bravo a spizzare di testa con precisione il pallone crossato da Trabatti, che si insacca e sancisce il vantaggio. Il risultato diventa più rotondo al 72 con il gol di Gaudio, un piazzato preciso dopo l ennesima buona azione della squadra. L Accademia dimostra così di fare sul serio e consolida la prima posizione. Ciò che impressiona dei ragazzi di mister Truffi è l enorme mole di gioco creata. La giovane età della squadra pavese si manifesta in campo con una vivacità invidiabile. I problemi nascono nel momento di finalizzare le azioni, ma finora i risultati non preoccupano sicuramente. Sondaggio VOTA IL MIGLIORE 2ª edizione club dirigente allenatore atleta NOME SQUADRA disciplina ruolo categoria 12 a giornata ACC.PAVESE-Sedriano 3-1 Assago-Vighignolo 1-2 Bareggio-CorbettaVittuone 2-0 BORNASCOZECCONE-GARLASCO 3-1 FERRERA-BRESSANA 0-1 LOMELLO-CesanoBoscone 0-1 Settimo M.-Corbetta 1-4 SIZIANO-Vermezzo 3-2 Prossimo turno BRESSANA-Settimo M. Corbetta-SIZIANO CorbettaVittuone-ACC.PAVESE FERRERA-LOMELLO GARLASCO-CesanoBoscone Sedriano-Assago Vermezzo-Bareggio Vighignolo-BORNASCOZECCONE LA SITUAZIONE partite Classifica p.ti G V N P ACC.PAVESE ACC.PAVESE Corbetta FERRERA BRESSANA Bareggio Vighignolo BORNASCOZ Settimo M Assago Sedriano SIZIANO LOMELLO Vermezzo CesanoBoscone CorbettaVittuone GARLASCO Prima promossa in Eccellenza- Dalla 2ª alla 5ª ai play-off - 14ª e 15ª ai play-out - Ultima retrocessa in Prima Categoria LOMELLO-CESANO BOSCONE 0-1 Lomello: Irrera, Scuro, Inmberge (66 Fall), Pistocchi, Picco, Bergamini, Primavera, Roncoletta (86 Mancin), Limone, Ventrice, Grandi (77 Borra). All. Cotta Ramusino. Cesano Boscone: Varaldi, Mela, Pergenio, Giongrandi, Palmisano, Gaboardi, Scuteri (70 Drago), Bongiasca, Joderi (61 Basili), Avitabile, Farè (76 Bartomolei). All. Locatelli. Arbitro: Chemmami di Gallarate. Marcatori: 6 Giongrandi (C). Espulsi: 75 Limone (L). La squadra di casa subisce un altra preoccupante sconfitta, in una partita dove in panchina siede Cotta Ramusino a causa di una squalifica del mister titolare, sul quale ora si assembrano minacciose nubi. Il Cesano Boscone sfrutta la confusione del Lomello e porta a casa tre punti fondamentali in chiave salvezza. L unico e decisivo gol viene realizzato dopo soli sei minuti da Giongrandi: il difensore riesce a uscire vincitore da una confusa mischia in area. Gli ospiti non demeritano ma il Lomello non è in campo: mai un azione pericolosa, mai un idea interessante. I padroni di casa escono così sconfitti in una delle più brutte partite della stagione, a detta di un dirigente. Cresce la necessità di un cambiamento che probabilmente arriverà grazie a qualche nuovo innesto e, chissà, a un cambio in cabina di regia. RIDE FOR LIFE OTTOBIANO Melandri, Dovizioso e Nibali protagonisti della kermesse benefica su moto e bici Nibali e Dovizioso impegnati sui pedali a Ottobiano Spettacolo a 360 nella quarta edizione di Ride for Life, la manifestazione organizzata sulla pista South Milano di Ottobiano a scopo benefico con i campioni del ciclismo e quelli del motociclismo che si sono messi a confronto in sella a moto, bici, pitbike e kart. La parte motoristica dedicata al motocross per quanto riguardo la categoria fuoristradisti ha registrato la vittoria di Davide Guarneri (Tm) che l ha spuntata con buon margine su Alex Lupino (Kawasaki) e sul neo iridato enduro Alex Salvini (Honda), mentre per quanto riguarda i velocisti Edgardo Borella (Yamaha) si è lasciato alle spalle il campione Supermoto Ivan Lazzarini (Honda) e Elia Sammartin (Ktm); ottavo l ufficiale Ducati Andrea Dovizioso che ha accusato la sua scarsa pratica sui terreni sabbiosi. Divertentissima la gara in sella alle pitbike, che dopo una serie di manche selettive ha portato alla contesissima finale dove Lupino si è guadagnato a denti stretti la vittoria davanti a Ivo Monticelli e Gianluca Facchetti, mentre la gara al volante dei kart ha registrato l affermazione della squadra formata da Marco Melandri, Filippo Pozzato, Alex Lupino e dal vincitore del Giro d Italia Vincenzo Nibali. Un parterre de rois anche quelle radunato dalla Marina Romoli Onlus con tutti i migliori ciclisti italiani. Ad avere la meglio nella kermesse dedicata esclusivamente a loro e ai vincitori delle prove amatoriali del giorno precedente l'ha spuntata allo sprint Michele Scarponi sul bronzo olimpico Xc Marco Sondaggio VOTA IL MIGLIORE 2ª edizione club dirigente allenatore atleta NOME SQUADRA disciplina ruolo categoria Aurelio Fontana e Valerio Agnoli. Esilarante e allo stesso momento davvero emozionante il 1 Trofeo Andrea Antonelli, la sfida a coppie ciclista-motociclista in bici da strada dedicata allo sfortunato pilota l'anno scorso tra i protagonisti di Ride for Life, che a luglio al Gp di Mosca ha perso la vita a causa di un incidente in gara. Dopo aver ricordato Andrea insieme alla sua famiglia è scoppiata la bagarre con bici da strada. Ad avere la meglio il "Gerva" Luca Paolini, tra gli stakanovisti dell'edizione 2013 di Ride for Life, insieme ad Alex Salvini. Sul secondo gradino del podio sono saliti Fontana e Melandri, al terzo posto ha chiuso l'inedita coppia degli innamorati composta da Elia Viviani ed Elena Cecchini.

33 33 25 novembre Sport Calcio sulla nostra pagina facebook le foto delle premiazioni della prima edizione di Vota il Migliore Il duello Bastida-Rivanazzanese finisce con un pareggio Nord Voghera e Lomellina inseguono TORREVILLESE-VALLEAMBROSIA 1-1 Torrevillese: Scarzanella, Fracchia (75 Massarotti), Marchese, Duilio, Marioli, Casiroli, Averaimo, Papa, Floid, Gandini, Savio (54 Comizzoli)(85 Trevisan). All. Rebecchi. Sporting Valleambrosia: Zoghaib, Elia, Brighina, Pillon, Adami, Landriscina, Guerra, Pruneti (85 Radaelli), Carusi, Del Frate (71 Nicolla), Le Donne (63 Maisto). All. Zanoni. Arbitro: Annoni di Como. Marcatori: 35 Pruneti (S), 76 Comizzoli (T). Espulsi: 30 Landriscina (S), 81 Pillon (S), 90 Marioli (T). Bellissima prestazione per entrambe le compagini in questa dodicesima giornata di campionato, che ha visto affrontarsi i padroni di casa della Torrevillese e gli agguerritissimi ospiti dello Sporting Valleambrosia, entrambe le formazioni pronte a dare spettacolo pur di mantenere la posizione in classifica o, come nel caso dei padroni di casa, pur di recuperare punti per raggiungere gli ospiti in vetta. Il risultato di parità, fermo alla fine del match sull uno a uno, giova poco agli uomini di mister Rebecchi che ce l hanno messa tutta per portare a casa una vittoria, soprattutto nei minuti di gioco in cui si sono trovati in netta superiorità numerica, dovuta all espulsione di due giocatori dello Sporting Valleambrosia. Giusto il pareggio. CASSOLESE-LOMELLINA 1-2 Cassolese: Simonato, Tirrito (85 Pedalà), Bragante, Gabba, Baldi, Maietti, Zago (68 Bracco), El Faria, Palmisano (57 Di Pietro), Ghezzi, Ouattara. All. Scuderi. Lomellina Calcio: Lorenzon, Galli, Casalone, Zampella, Cardinali, Scafidi (77 Saraci), Ferrati, Baratto, Damiano, Grasso (46 Pasino), Zanellati (64 Dodaj). All. Giacomotti. Arbitro: Martone di Monza. Marcatori: 21 Ferrati (L), 35 Gabba (C), 62 Damiano (L). Ottimo match, quello giocato dalla Cassolese contro gli avversari della Lomellina Calcio. La partita entra subito nel vivo sin dai primi minuti di gioco, con gli ospiti che riescono a guadagnare una serie di punizioni dal limite dell area che porteranno successivamente al gol firmato da Ferrati, per il risultato di zero a uno. La risposta da parte dei padroni di casa non tarda ad arrivare e, con uno splendido tiro a girare sul secondo palo, Gabba sorprende Lorenzon per il gol del pareggio. Si deve aspettare, invece, il diciassettesimo minuto del secondo tempo regolamentare per vedere la reazione della Lomellina Calcio che, grazie ad un errore di disimpegno della Cassolese, riesce ad arrivare al gol del vantaggio con un cross in area firmato da Zanellati, e Damiano segna senza problemi. In forma questo numero nove. NORD VOGHERA-CASTEGGIO 1-0 Nord Voghera: Tullo, Giagnorio, Orrico, Panucci, Canzano, Borioli, Mannozzi, Barbieri, Orestano, Gabba, Curcio (81 Ramadani). All. Pagano. Casteggio: Giuliano, Ghia (23 Manenti), Maestri, Mondoni (61 Bruni), Casarini, Terzi, Termine, Brandolini (80 Cavaletto), Mastropietro, Fina, Guerrera. All. Lanzarotti. Arbitro: Nicolò di Milano. Marcatori: 25 Panucci (N). Per disputare una partita di calcio si deve almeno disporre di due squadre, e allora mister Lanzarotti ha da porsi qualche domanda, e si spera trovi presto le risposte. Nell unica occasione di questo match che ha visto protagonista la compagine ospite del Casteggio si è potuto assistere ad un calcio di rigore battuto da Fina e magistralmente parato da Tullo. Spreconi. Tutto il resto della partita è stato ampiamente dominato dai padroni di casa del Nord Voghera che si sono saputi destreggiare benissimo su tutto il terreno di gioco, impostando azioni non di poco conto ma riuscendo ad arrivare al gol solo con una punizione battuta da Panucci che, in questo modo, firma il gol dell uno a zero, valido per poter portare a casa i tre preziosi punti della vittoria. Sondaggio VOTA IL MIGLIORE 2ª edizione club dirigente allenatore atleta NOME SQUADRA disciplina ruolo categoria Lomellina CLASSIFICA MARCATORI 9 reti: Gionikaj (Bastida), Amaro (Varzi); 7 reti: Rossi C. (Atletica del Po), Asprone (Gropello); 6 reti: Petrolà (Rozzano), Falvella (Bastida), Damiano (Lomellina); 5 reti: Grasso (Lomellina), Marchesotti (Rivanazzanese), Carusi (Valleambrosia) e altri 4. PER SEGNALAZIONI: SAN BIAGIO-ROZZANO 1-2 San Biagio: Cantoni, Pozzi, Genovese, Casini, Belli, Belsito, Milone (77 Ghidotti), Carella, Condello (69 Curato), Mandola, Roveda (52 Della Bosca). All. Crespi. Rozzano Calcio: Brunacci, Gibelli K., Nobili, Tocci, Salcone, Gibelli T., Ducoli (58 Zagaria), Busconi, Lombardi (43 Rovere), La Torre, Petrolà (78 Di Modica). All. Gasparotto. Arbitro: El Ouardy di Bergamo. Marcatori: 2 Busconi (R), 75 Zagaria (R), 83 Della Bosca (S). Espulsi: 43 Brunacci (R), 64 Pozzi (S), 71 La Torre (R). Bella partita, quella disputata in questa dodicesima giornata di campionato tra le avversarie del San Biagio e del Rozzano Calcio. Già al secondo minuto del primo tempo regolamentare, un lancio lungo verso l area dei padroni di casa, gli stessi giocatori che si fermano pensando in un fuorigioco, e l azione si conclude con Busconi che segno lo zero a uno. Addormentati. Il San Biangio cerca di riprendersi prima con una serie di tiri poco precisi e poi con delle belle parate del portiere Cantoni. Nel secondo tempo regolamentare, ancora il Rozzano Calcio protagonista con Zagaria che tira da fuori area convinto di battere Cantoni. Il San Biagio non ci sta e inizia un assedio alla porta degli ospiti che si è concluso con il gol firmato da Della Bosca dal limite dell area. ATLETICA DEL PO-VISTARINO 2-1 Atletica del Po 2000: Oliva, Rossi F., Gagliardi, Bortos V., Ritondale, Maierna, Bottoni (85 Bianchini), Piccioni (90 Chini), Orsi, Rossi C., Pacella (75 Orsolini). All. Belloni. Vistarino: Gussoni, Folcato, Maiocchi, Cappelli (46 Centofanti), Intorcia, Sala, Perotta (70 Locatelli), Campari, Vitali, Barbieri, Baldini. All. Forin. Arbitro: Morreale di Sesto San Giovanni. Marcatori: 20 Rossi C. (A), 40 Pacella (A), 75 Baldini (V). Interessante la sfida tra queste due squadre, Atletica del Po 2000 e Vistarino, entrambe agguerrite al punto giusto e con una carica non di poco conto. Il primo tempo regolamentare ha visto il netto dominio dei padroni di casa che in ogni modo hanno provato a battere il portiere Gussoni, e ci sono riusciti in due occasioni, arrivando quindi alla pausa, fischiata dal direttore di gara Morreale, in netto vantaggio. Il secondo tempo regolamentare ha portato alla rinascita del Vistarino che è riuscito ad impostare una serie di azioni da manuale, arrivando al gol al settantacinquesimo con Baldini. Entrambe le compagini arrivano stremate alla conclusione di questo match, sia per la splendida prestazione dei giocatori in campo, sia per lo stress che la partita comportava, essendo le squadre a due punti l una dall altra. ZAVATTARELLO-VARZI 0-2 Zavattarello: Ferrari B., Comin, Nazzeraj, Bogliardi (51 Lazzeraoui), Ferrari A., Rovati, Nobili Fil., Corti (72 Nobili Fra.), Nefzaoui (37 Brichetti), Castagna, Zolo. All. Tondo. Varzi: Boldano, Romagnese, Rebolini, Bernini, Mori, Banfi, Tagliani, Adano, Amaro, Bariani (77 Catenacci), Mancinelli (75 Volpe). All. Landini. Arbitro: Sarnataro di Milano. Marcatori: 46 Mancinelli (V), 58 Banfi (V). Espulsi: Dir. Accoliti (Z). Primo tempo bello e divertente nel match tra Zavattarello e Varzi. I padroni di casa potevano andare in vantaggio con Castagna che preferisce perdere palla invece di lanciare un compagno a rete. Solista incompreso. Dopo una serie di tentativi da parte ancora dei padroni di casa, questa volta con splendide azioni da gioco di squadra, il direttore di gara Sarnataro manda tutti negli spogliatoi e, nella ripresa, ci pensa il Varzi a smuovere la situazione con Mancinelli che insacca nell angolino basso eseguendo un gran diagonale. I padroni di casa cercano quindi il pareggio ma gli avversari impegnano più volte il portiere Ferrari prima con Amaro, poi con Bariani e al cinquantottesimo con Banfi che sfiora quanto basta il pallone per far oltrepassare la linea del gol. 12 a giornata ATL. DEL PO-VISTARINO 2-1 BASTIDA-RIVANAZZANESE 2-2 CASSOLESE-LOMELLINA 1-2 CERTOSA-GROPELLO 1-0 NORDVOGHERA-CASTEGGIO 1-0 SanBiagio-Rozzano 1-2 TORREVILLESE-Valleambrosia 1-1 ZAVATTARELLO-VARZI 0-2 Prossimo turno CASTEGGIO-CERTOSA GROPELLO-CASSOLESE LOMELLINA-Rozzano RIVANAZZANESE-NORDVOGHERA Valleambrosia-ATL. DEL PO VARZI-TORREVILLESE VISTARINO-BASTIDA ZAVATTARELLO-SanBiagio LA SITUAZIONE partite Classifica p.ti G V N P Valleambrosia NORD VOGHERA LOMELLINA Rozzano ATL. DEL PO TORREVILLESE BASTIDA VARZI SanBiagio GROPELLO CERTOSA RIVANAZZANESE VISTARINO CASSOLESE ZAVATTARELLO CASTEGGIO Prima promossa in Promozione - Dalla 2ª alla 5ª ai play-off - Dalla 12ª alla 15ª ai play-out - Ultima retrocessa in Seconda Categoria BASTIDA-RIVANAZZANESE 2-2 Bastida: Zucchella (66 Zuccotti), Torti, Ghioni, Lanati (46 Smoter), Merli, Pozzi, Falvella, Reale, Gjonikaj, Buzzi, Rozzi. All. Castellazzi. Rivanazzanese: Di Poce, Perazzoli (62 Ayoub), Pedretti, Purica, Rainone, Tacconi, Colombo, Brondoni, Cassano (82 Misha), Ogadri (88 Forni), Marchesotti. All. Chiellini. Arbitro: Zumbo di Saronno. Marcatori: 10, 83 Rozzi (B), 27, 63 Cassano (R). Partita molto bella da vedere, giocata a viso aperto da entrambe le squadre impegnate in questa dodicesima giornata di campionato, Bastida e Vistarino. Ringraziano gli spettatori sugli spalti. Trascorsi appena dieci minuti dall inizio del match, vanno in vantaggio i padroni di casa con Rozzi che batte Di Poce con una bella rovesciata. Il compagno di giochi e avversario in campo, Cassano, non ci sta e, volendo recuperare il gol subito, sfrutta un ottimo calcio d angolo per insaccare di testa e riportare il risultato in parità. Nella ripresa, forti del pareggio avvenuto nel primo tempo, gli ospiti della Rivanazzanese partono alla grande e lo stesso Cassano insacca ancora di testa su calcio piazzato. Sembra una battaglia tra due giocatori ed è quindi lo stesso Rozzi a rispondere all avversario con un piatto ben assestato. Due pari. CERTOSA-GROPELLO 1-0 Certosa Marcignago: Vavassori, Magnani, Mazzuoccolo, Laboranti, Rainoldi L., Biondi (69 Marcato), Lentini, Calvi (59 Aguzzoni), De Lillo, Manzo, Vaccaro. All. Cavanna. Gropello San Giorgio: Montagna, Filippini, Castelli, Sambugaro (65 Kanepapa), Giuffrè (61 Martinotti M.), Arrigoni, Ramella, Montis, Asprone, Mazza, Mosca (65 Lazzarin). All. Martinotti C.. Arbitro: Modica di Monza. Marcatori: 66 Manzo (C). Espulsi: 75 Filippini (G), 85 Kanepapa (G). Parte bene il Certosa Marcignago in questo inizio partita che lo vede affrontare gli avversari del Gropello San Giorgio in una sfida emozionante. Dopo un primo clamoroso errore a porta vuota da parte degli uomini di mister Cavanna ed una traversa che salva il pareggio, gli ospiti del Gropello San Giorgio riprendono in mano la situazione e cercano in ogni modo un assedio alla porta avversaria, non riuscendo però a smuovere il risultato. Nel secondo tempo, una mischia in area facilita un azione del Gropello, salvata solo da una deviazione del difensore. Allora ci pensa il Certosa con una bella azione di Biondi che crossa dalla fascia destra e Manzo insacca. Nel finale la partita si è un po incattivita per degli interventi di Montis poco regolari. LA TOP 11 DELLA SETTIMANA ROSSI F. (Atletica del Po) PANUCCI (Nord Voghera) DAMIANO (Lomellina) BANFI (Varzi) CASSANO (Rivanazzanese) BOLDANO (Varzi) BRIGHINA (Valleambrosia) All. ZANONI (Valleambrosia) GABBA (Cassolese) AVERAIMO (Torrevillese) CARUSI (Valleambrosia) ROZZI (Bastida)

34 Sport Calcio 25 novembre sulla nostra pagina facebook le foto delle premiazioni della prima edizione di Vota il Migliore Landriano non molla ed ottiene la seconda vittoria Casorate non guadagna posizioni VALENTINO MAZZOLA-ROSATESE 4-1 Valentino Mazzola: D Ambrosio, Carbone, Salvatore (75 Corsino), Comparone (80 Galati), Mesiano, Carullo, Pozzati, Landini (60 Cozza), Esposito, D Ausilio, Mazzone. All. Grandini. Rosatese: Carreri, Fiori (75 Castelli), Cassano, Cereda, Ravioli, Gerli (70 Ferrante), Topolino, Cairati, De Monte (46 Puddu), Tedesi, Cascarano. All. Dicecca. Arbitro: Martino di Abbiategrasso. Marcatori: 5 Tedesi (R), 15 Carullo (V), 40 Esposito (V), 43 Pozzati (V), 80 rig. Comparone (V). Parte subito bene la Rosatese che, a soli cinque minuti dall inizio della partita, mette a segno un gol con Tedesi, bravo ad approfittare di un errore di D Ambrosio che non riesce a trattenere la palla. Poco dopo il Valentino Mazzola recupera con Carullo, su calcio d angolo. Il gioco delle squadre rimane in equilibrio sino al gol di Esposito, su calcio d angolo, seguito a ruota dal compagno di squadra Pozzati, bravo ad impossessarsi della palla dopo un errore della Rosatese. Durante tutto il corso del secondo parziale la Rosatese cerca di recuperare ma il Valentino Mazzola è bravo a difendersi e non lascia spazio agli avversari. Quasi al termine della partita il Valentino Mazzola segna, su rigore, il quarto gol della giornata grazie a Comparone. LOCATE-ZIBIDO 2-1 Locate: Paoletti, Carozzi, Lella (78 Pagliarulo), Carreri, Gambero, Pezzali, Carpi, Moro, Martini, Santomassimo, Adjibi (81 Galullo). All. Clerici. Zibido: D Alessandro, Girelli (75 Landillo), Spiga (70 Palazzini), Negri, Tantardini, Colapinto, Mantia (80 Falchi), Montesano, Lombardi, Baraldo, Bicchierai. All. Sommella. Arbitro: Di Berardino di Lomellina. Marcatori: 25 Martini (L), 50 Lombardi (Z), 80 Gambero (L). Parte subito bene lo Zibido riuscendo a creare diverse occasioni pericolose che, tuttavia, vengono bloccate dagli avversari sulla conclusione: la prima con Mantia e la seconda con Baraldo, che viene atterrato ma l arbitro decide di non assegnare il rigore. Altrettante occasioni per il Locate, con un bel diagonale uscito di poco di Santomassimo e con il gol di Martini sugli sviluppi di un calcio d angolo. All inizio del secondo parziale la voglia dello Zibido di recuperare è tanta e ci riesce con Lombardi che si incarica degli sviluppi di una punizione procurata da Mantia e segna alla sinistra del portiere. Poco dopo, una bella azione corale dello Zibido con conclusione di Bicchierai viene bloccata da Paoletti: il sogno della vittoria comincia a sfumare e si allontana ancor di più dopo il gol di Gambero che riceve palla da Santomassimo ed infila il portiere avversario. RONCARO-BINASCO 1-1 Roncaro: Schivalocchi, Careddu, Ferrari, Boscolo, Lovato, Russo, Chierichetti (67 Cavuoto G.), Buzzi (80 Maini), Sollami G., Raimondi, Bertaia (65 Cavuoto M.). All. Conti. Binasco: Veggiani, Porro, Repucci, Flore, Busconi, Manco, Grossi, Necchi (78 Resta), Roncacci (70 Pirrone), Pelosi (86 Gentile), Bettinelli. All. Maggi. Arbitro: Mirabelli di Pavia. Marcatori: 69 Ferrari (R), 75 Bettinelli (B). Espulsi: 80 Repucci (B). Il Roncaro, sin da subito, si dimostra un avversario temibile, prima con Bertaia ma Veggiani para e poi, con Raimondi, che segna ma il direttore di gara decide di annullare il gol per fuorigioco. Il primo tempo rimane sullo 0-0 sino alla sua conclusione; ben diverso il secondo parziale, con il Roncaro che si porta in vantaggio poco dopo l inizio di quest ultimo grazie a Ferrari che trattiene una palla avversaria e, dal limite dell area, segna. Il Binasco non perde le speranze e cerca il gol del pareggio, trovandolo poco dopo con Bettinelli, su punizione. Pareggio amaro, dunque, per il Roncaro che, forte del buon gioco portato avanti durante tutto il corso della partita fatica ad accettare di buon grado il risultato con cui la stessa si è conclusa. Sondaggio VOTA IL MIGLIORE 2ª edizione club dirigente allenatore atleta NOME SQUADRA disciplina ruolo categoria CLASSIFICA MARCATORI 10 reti: Pozzati (Valentino Mazzola); 9 reti: Esposito (Valentino Mazzola); 7 reti: Ognissanti (Devils), Grandi (Bereguardo); 6 reti: Evoli (Ceranova), Locati (Ozzero), Santomassimo (Locate), Tedesi (Rosatese); 5 reti: Infantino (Gambolò), Maggioni (Zibido San Giacomo), Pelosi (Binasco) ed altri tre. PER SEGNALAZIONI: CASORATE-LACCHIARELLA 1-0 Casorate: Quintile, Cavaliere, Mollaschi, Fiumarelli, Cortese, Piegari, Giordano (61 Morari), Ortensi, Squeo (72 Foglio), Plachesi (80 Di Vito), Capaci. All. Bestetti. Lacchiarella: Pipitone, Alfano (63 Pupo), Vigo, Bottazzi (56 Baldo), Garoli, Sabattoli, Grecchi (55 Ciriolo), Cannata, Mondini, Lazzari, Lauriola. All. Bruno. Arbitro: Sarcina di Abbiategrasso. Marcatori: 21 Ortensi (C). Partita senza colpi di scena quella giocata questa domenica tra il Casorate, padrone di casa, e l ospite Lacchiarella. Partita che ha decretato vincitore il Casorate che porta, quindi, a casa i tre punti della vittoria. Le poche azioni da brivido in campo hanno comunque contribuito a smuovere il gioco, protrattosi per quasi tutto il corso della partita a centrocampo. Quasi alla mezz ora del primo parziale il Lacchiarella cerca di portarsi in vantaggio ma il Casorate è bravo a sfruttare la situazione: Ortensi, infatti, intercetta la palla e la piazza sul palo opposto al portiere, realizzando l unico gol della partita. Il Lacchiarella cerca di accorciare le distanze ma non ci riesce, lasciando la vittoria agli avversari che, proprio grazie a quest ultima, guadagnano un ulteriore punto in classifica. MOTTESE-LANDRIANO 0-1 Mottese: Di Giovanni, Ettori (66 Reina), Magistroni, Luviè M., Viganò, Luviè L., Ticozzi, Franchi, Marra, Cossiga, Caserini (45 Cucchi M.). All. Conti. Landriano: Siclari, Orsenigo, Galliena, Taffarello, Lacetera, Procopio, Incarnato, Cavenago, Abbiati, Patrini, Salvo (45 Testa). All. Colombi. Arbitro: Garavaglia di Abbiategrasso. Marcatori: 35 Abbiati (L). Brutta domenica per la Mottese che perde in casa contro il Landriano. I padroni di casa non riescono a concentrarsi adeguatamente e la sconfitta giunge impietosa. Il Landriano riesce a portarsi in vantaggio alla mezz ora del primo parziale grazie ad Abbiati, bravo ad impossessarsi di una palla persa a centrocampo e a superare la difesa della Mottese. Questo l unico gol della giornata, all interno di una partita con poche occasioni da una parte e dall altra. La Mottese cerca comunque di accorciare le distanze ma non ci riesce lasciando i tre punti della vittoria agli ospiti che ne fanno tesoro. Si gode, dunque, la vittoria il Landriano, che abbandona l ultima posizione della classifica e comincia ora la propria personale risalita della stessa con uno stimolo in più. DEVILS-GAMBOLÒ 0-2 Devils: Sorasio, Marchisone (75 Astore), Garlaschellli, Monteforte, Giustiniano, Spera (50 Gerico), Ognissanti, Scovino, Colacito, Cerrelli., Lauro (70 Reale). All. Alberti. Gambolò: Vidali, Vicino, Zanfino, Nirchio, Bellanzon, Trevisan, Todaro (65 De Martini), Sfenopo (60 Castelbuono), Gatti, Baiguera, Carnevale (20 Infantino). All. Albertini. Arbitro: Gramigna di Pavia. Marcatori: 60 e 85 Gatti (G). Espulsi: 80 Castelbuono (G). Dura sconfitta per i Devils che non riescono a spuntarla contro il Gambolò. Parte subito in attacco quest ultima formazione, non riuscendo, tuttavia, a sfruttare a dovere diverse palle gol tra cui quella di Todaro che prende una traversa. I Devils giocano più che altro in contropiede ed in un paio di occasioni impensieriscono Vidali senza, purtroppo, riuscire a concludere. Il Gambolò trascorre la maggior parte della partita in attacco e, all inizio del secondo parziale, mette a segno il primo gol con Gatti, bravo ad approfittare di un errore difensivo dei Devils. Nonostante l espulsione di un uomo, il Gambolò non perde vigore e, quando ormai la partita stava per terminare, realizza il secondo gol, grazie nuovamente a Gatti che intercetta un cross di Infantino e, sotto la porta avversaria, concretizza. 12 a giornata BEREGUARDO-Ozzero 2-0 CASORATE-Lacchiarella 1-0 CERANOVA-GIUSSAGO 1-2 Devils-GAMBOLO' 0-2 Locate-Zibido 2-1 Mottese-LANDRIANO 0-1 RONCARO-Binasco 1-1 ValentinoMazzola-Rosatese 4-1 Prossimo turno BEREGUARDO-RONCARO GAMBOLÒ-Binasco GIUSSAGO-Mottese Lacchiarella-Devils LANDRIANO-CASORATE Ozzero-ValentinoMazzola Rosatese-Locate Zibido-CERANOVA LA SITUAZIONE partite Classifica p.ti G V N P ValentinoMazzola Locate Zibido CASORATE GIUSSAGO BEREGUARDO Rosatese RONCARO Lacchiarella Mottese GAMBOLO' Ozzero Binasco LANDRIANO Devils CERANOVA Prima promossa in Prima Categoria - Dalla 2ª alla 5ª ai play-off - Dalla 12ª alla 15ª ai playout - Ultima retrocessa in Terza Categoria CERANOVA-GIUSSAGO 1-2 Ceranova: Marchetti, Teri, Figgiaconi (89 Bolpagni), Schinelli (55 De Servi), Caruso, Biscaldi, Traino, D Aguì, Curti, Lopez (69 Guerci), Colla. All. Quaroni. Giussago: Castoldi, Spallino, Cavalli, Malagò, Acerbi (70 Broglia), Secondi, Reali, Agosti, Pizzolante, Perini (46 Spagnuolo), Zanoni (55 Di Paolo). All. Boschetti. Arbitro: Prestini di Pavia. Marcatori: 49 Spagnuolo (G), 57 Colla (C), 79 Broglia (G). Partita giocata discretamente da entrambe le formazioni ma a spuntarla sono gli ospiti. Il Ceranova perde sul campo di casa, infatti, e lascia il campo con l amaro in bocca per un risultato che forse poteva essere un pareggio. Partita giocata comunque bene, soprattutto a centrocampo. Pochi minuti dopo l inizio del secondo parziale si porta in vantaggio il Giussago con Spagnuolo grazie ad un tiro in diagonale che si infila sul palo opposto al portiere. Il Ceranova cerca da subito il gol del pareggio e lo ottiene grazie a Colla che riceve palla dopo una punizione dal limite ed una mischia in area. L esito della partita rimane incerto sino ad una decina di minuti prima del termine della stessa quando, grazie ad una punizione dal limite calciata nel sette, Broglia realizza il gol della vittoria del Giussago. BEREGUARDO-OZZERO 2-0 Bereguardo: Liberali, Maldifassi, Quattrini, Giuliani, Marioncini, Moretti, Cafà (70 Repossi), Giordano, Vaghi (85 Mihali), Portalupi, Grandi (65 Boudo). All. Orbetelli. Ozzero: Boscarato, Tarantola, Contini, Molinaro, Colace, Bollati (46 Puma), Caravà, Fieni, Vicentini (75 Lucchese), Rossi, Pirotta (60 Alabastri). All. Calabrese. Arbitro: Soresina di Lomellina. Marcatori: 4 Vaghi (B), 12 Grandi (B). Parte subito bene il Bereguardo che si porta immediatamente in vantaggio grazie a Vaghi che, su lancio di Giordano, si infila in mezzo alla difesa avversaria e segna. Poco dopo, sempre per il Bereguardo, su punizione di Giuliani battuta da destra, la palla finisce in mezzo al campo, Cafà tira ma Boscarato la respinge; a questo punto interviene Grandi che prende possesso della palla e segna. L Ozzero cerca di reagire con Pirrotta ma Liberali è bravo a parare. Dal canto suo, il Bereguardo non mostra segni di cedimento e cerca di realizzare altri gol, prima con un lancio di Marioncini per Vaghi che, infine, arriva a Cafà ma che Boscarato è bravo a parare e poi con una punizione di Giuliani respinta sempre da Boscarato. Quasi al termine della partita l Ozzero sfiora il gol con Lucchese che si libera pericolosamente in area ma Liberali è bravo ad evitare il gol avversario. LA TOP 11 DELLA SETTIMANA ORSENIGO (Landriano) LOVATO (Roncaro) SCHINELLI (Ceranova) TOPOLINO (Rosatese) PIZZOLANTE (Giussago) BOSCARATO (Ozzero) TREVISAN (Gambolò) VIGO (Lacchiarella) ORTENSI (Casorate) CERRELLI (Devils) BETTINELLI (Binasco) All. GRANDINI (Valentino Mazzola)

35 35 25 novembre Sport Calcio sulla nostra pagina facebook le foto delle premiazioni della prima edizione di Vota il Migliore Castelletto mette in ginocchio i granata reduci da undici vittorie Robbio interrompe il suo record CASTELLETTO-ROBBIO 2-1 Castelletto: Lombardini, Costa, Ciardiello, Bobbiesi, Maggi, Gandini, Viscione, Tacconi, Ganasi (65 Lanzi), Dabusti, Pasotti (80 Lo Sardo). All. Costa. Robbio: Ferri, Cirdio (70 Castelli), Romanini (80 Formentini), Reali, Ravarelli, Kouasi, Montalenti, Marchesin, Soncìn, Canella (60 Borotti), Santini. All. Pasuino. Arbitro: Aguzzi di Lomellina. Marcatori: 10 Bobbiesi (Rig) (C), 50 Montalenti (R), 75 Ganasi (C). Il Castelletto passa inaspettatamente in vantaggio dopo soli dieci minuti. Il Robbio non si scoraggia e non rinuncia a fare la partita, ma il primo tempo finisce sull 1-0. Il campo è in pessime condizioni e impedisce alla capolista di esprimere il suo calcio abituale. Nonostante le difficoltà ad imbastire azioni ben orchestrate, arriva il pareggio da parte di Montalenti al cinquantesimo minuto. Dieci minuti più tardi il Castelletto ritorna però in vantaggio con un bel gol dall interno dell area di rigore. Prima battuta d arresto per la capolista che ha tutta l intenzione di riprendere subito la sua marcia e di utilizzare come preziosa lezione la sconfitta subita a Castelletto. I padroni di casa invece festeggiano giustamente un importantissima vittoria contro un avversario maggiormente attrezzato. LINAROLO-VALLE LOMELLINA 0-0 Linarolo: Miraldi, Aldi, Arisi, Compagnoni (68 Rota), Mango A., Mango M., Bortolazzi, Gandini (60 Doria), Casagrande M., Oggioni, Casagrande E. All. Daccò. Valle Lomellina: Parino, Gualtieri, Bonfadini M., Caruso, Rutiliano, Marinelli, Franzini, Pellegrini (80 Greppi), Zago (55 Polis), Elfièr, Vicino (65 Bonfadini R.). All. Pvesi. Arbitro: Stevanin di Lomellina. Risultato strettissimo al Linarolo che ha giocato per novanta minuti ma è mancato sottoporta. Migliore in campo Parino che con due parate su Casagrande M. e una su Arisi permette Al Valle Lomellina di mantenere la propria porta inviolata e si guadagna i complimenti anche dei dirigenti avversari. Delude invece nel complesso il Valle che, nonostante la bella classifica, combina ben poco sul campo del Linarolo. I padroni di casa Chiedono anche un rigore che non viene loro concesso. Probabilmente alla vigilia del match a Linarolo il pari sarebbe stato un risultato gradito, ma col senno del poi lo 0-0 sta stretto ad una formazione che ha giocato meglio dell avversario nonostante le diverse ambizioni stagionali. Prova che deve ad ogni modo dare fiducia nei propri mezzi al Linarolo che giocando così potrà certamente togliersi delle soddisfazioni. BELGIOIOSO-PORTALBERESE 3-1 Belgioioso: Nicolini, Fradigrada, Dalessandro, Boneschi, Lazzari, Lo Porto,De Amici, Bottoni (90 Avranescu), Mastropietro, De Franceschi (80 Giorgione), Santella (70 Serialdo). All. Balestra. Portalberese: Cagnoni, Rapetti, Mastelloni, Bailo, Lima, Lavalle, Fontana, Marrazzo (70 Albini), Orlando, Sorce, Cobianchi. All. Marrazzo. Arbitro: Donà di Voghera. Marcatori: 55 e 75 Mastropietro (B), 58 Sorce (P), 85 De Amici (B) Nonostante il risultato possa far pensare diversamente, la partita è stata molto combattuta e giocata sostanzialmente alla pari. Il Belgioioso è stato più cinico degli avversari e ha concretizzato le sue occasioni. La Portalberese invece ha sprecato diverse occasioni da gol, su tutte il rigore sbagliato che poteva consentirle di portarsi sul 2-2. La differenza l ha fatta la maggior lucidità in zona gol dei padroni di casa che vincono così grazie alla doppietta di Mastripietro e alla rete di De Amici nel finale del match. Alla Portalberese resta il rammarico di tornare a casa a mani vuote nonostante la buona prestazione, ma ciò non toglie la consapevolezza di essere sulla strada giusta per ritornare a fare punti. Sondaggio VOTA IL MIGLIORE 2ª edizione club dirigente allenatore atleta NOME SQUADRA disciplina ruolo categoria Robbio CLASSIFICA MARCATORI 11 reti: Mastropietro (Belgioioso). 8 reti: Viola (Albuzzano), Elfièr (Valle Lomellina), Lucchini (Albuzzano), De Amici (Belgioioso), Sorce (Portalberese), Castoldi (Or. Don Bosco). 6 reti: Santini (Robbio), Laino (Dorno). 5 reti: Montalenti (Robbio), Borotti (Robbio), Gentile (Dorno). PER SEGNALAZIONI: STRADELLA-FRASCATORRE 3-0 Stradella: Marcolìn, Antonucci, Truddaiu, Tommasi, Kokai, Paredes (65 Caroprese), Lombardi (75 Milani), Novelli (70 Miai), Bernini, Casella, Livelli. All. Di Sacco. Frascatorre: Zanin (20 Salone), Stocchino, Piparo, Palanca, Dalpedri, Fusè, Ferraro (80 Botta), Cerri, Pampuri, Gherardo, Beccassi (72 Baldini). Arbitro: Pernigotti di Voghera. Marcatori: 20 e 55 Novelli (S), 80 Casella (S). Netta vittoria e ottima prestazione dei padroni di casa dello Stradella. Il primo tempo è in realtà ben giocato anche dal Frascatorre che crea non poche difficolta agli avversari, ma il gol di Novelli permette allo Stradella di rientrare negli spogliatoi in vantaggio. Nella ripresa Gliospiti concedono più spazi, nel tentativo di trovare la rete del pareggio e i padroni di casa ne approfittano per raddoppiare con Novelli che mette a segno la doppietta personale. Nel finale c è spazio anche per la rete di Casella che pone fine alle ostilità e arrotonda il risultato a favore dello Stradella. Oltre alla bella vittoria arriva anche il secondo posto grazie anche al pareggio del Valle Lomellina. Domenica certamente positiva per lo Stradella che ha così doppiamente motivo di festeggiare. CAVESE-ORATORIO DON BOSCO 2-2 Cavese: Stamera, Pasotti, Cortella, Ongaro, Buscone, Lova, Crescenti (70 Guida), Baroncelli, Okudu (70 Suella), Casagrande, Gouaze. All. Pasotti. Or. Don Bosco: Grosso, Cellè, Erba, Mantovani, Diegoli, Travaini, Milanesi, Galli, Moroni, Castoldi, Di Miceli. All. Marchesi Arbitro: Fustilla di Pavia. Marcatori: 15 Casagrande (C), 41 Baroncelli (C), 58 Pasotti (Auto) (C), 85 Castoldi (OD). Il primo tempo è tutto di marca della Cavese, sblocca la partita dopo soli quindici minuti con Casagrande e raddoppia poco prima dell intervallo. La partita sembra incanalata su di un binario favorevole ai padroni di casa, ma un autogol di pasotti riapre il match e nel finale arriva anche il gol di Castoldi che fissa il risultato sul definitivo 2-2 per la gioia degli ospiti e la disperazione della Cavese che perde l occasione di portare a casa tre punti che sembravano ormai certi. Di fatto le due compagini hanno meritato un tempo a testa e il risultato di parità è probabilmente il più giusto anche se per come è venuto ha sicuramente un sapore più dolce per l Oratorio Don Bosco. Anche dal punto di vista della classifica il punto lascia più l amaro in bocca alla Cavese a cui tanto servivano i tre punti. ZINASCO-VILLANOVA 5-0 Zinasco: Prevedini, Paròn A., Ruggero, Lodi, Biasibetti, Caslotti, Cuzzone (82 Salemme), Dallera (69 Darnagda), Re (66 Vicini), Paròn M., Valenti. All. Prevedini. Villanova: Rho, Fiumara, Ndoj, Alberizzi, Di Carlo, Gemma, Pugliese (46 Andi), Treccani (68 Leuteu), Belotti, Tinelli (46 Moriconi), Randisi.All. Marchetti. Arbitro: Covati di Abbiategrasso. Marcatori: 11 Dallera (Z), 35, 37 e 65 Valenti (Z), 77 Tarnagda (Z). Nettissima vittoria dello Zinasco, sia dal punto di vista del risultato che del gioco. Ottime le reti di Dallera e la prima di Valenti. La seconda Dallera la realizza a tu per tu con il portiere avversario e la terza con una conclusione precisa a fil di palo. Tarnagda, per il definitivo 5-0, si gira in area di rigore da spalle alla porta e realizza nell angolino.lo Zinasco sbaglia altri gol, a testimoniare l ottima prestazione messa in mostra in una giornata evidentemente di grazia per i padroni di casa e maledetta per gli ospiti che non sono riusciti a combinare praticamente niente. Da due domeniche lo Zinasco respira con due vittorie che portano ossigeno prezioso alla classifica che rimane comunque in salita. 12 a giornata ALBUZZANO-DORNO 2-1 BELGIOIOSO-PORTALBERESE 3-1 CASTELLETTO-ROBBIO 2-1 CAVESE-DONBOSCO 2-2 LINAROLO-VALLE LOM. 0-0 MORTARA-CILAVEGNA 2-0 STRADELLA-FRASCATORRE 3-0 ZINASCO-VILLANOVA 5-0 Prossimo turno CASTELLETTO-LINAROLO CILAVEGNA-STRADELLA DONBOSCO-MORTARA DORNO-BELGIOIOSO FRASCATORRE-VALLE LOMELLINA PORTALBERESE-CAVESE ROBBIO-ZINASCO VILLANOVA-ALBUZZANO LA SITUAZIONE partite Classifica p.ti G V N P ROBBIO STRADELLA VALLE LOM ALBUZZANO BELGIOIOSO PORTALBERESE LINAROLO DORNO CASTELLETTO MORTARA DONBOSCO ZINASCO FRASCATORRE VILLANOVA CAVESE CILAVEGNA Prima promossa in Prima Categoria - Dalla 2ª alla 5ª ai play-off - Dalla 12ª alla 15ª ai playout - Ultima retrocessa in Terza Categoria ALBUZZANO-DORNO 2-1 Albuzzano: Cattaneo, Mandelli, Cipolla, Garbuglia, Cristiani, Achilli, Sailou, Bianchi (46 Nani), Chiesa, Viola (92 Portinari), Caroprese. All Sacchi Dorno: Pizzasegale, Popovici, Rosa, Lazzaroni L., Dridi (7 Lepre), Baratti, Uasim (75 Doi), Timpanaro, Borlone, Laino, Lazzaroni W. All. Farina. Arbitro: Minervino di Abbiategrasso. Marcatori: 20 Sailou (A), 40 Borlone (D), 75, Viola (Rig.) (A). Bella vittoria dell Albuzzano contro il miglior avversario affrontato fino ad ora. Dopo il vantaggio firmato da Sailou, i padroni di casa creano altre due nette occasioni da gol che non riescono però a concretizzare, ma anche il Dorno va vicino al gol con Laino. L Albuzzano tenta di giocare di rimessa e proprio in contropiede ottiene un calcio di rigore realizzato poi da Viola. Il Dorno chiede un gol non gol che probabilmente non c era. Occasioni da entrambe le parti per due compagini che hanno messo in mostra un buon calcio e fatto divertire gli spettatori presenti. L albuzzano riesce però ad essere più propositivo degli avversari meritando così la sudata vittoria. La classifica sorride sempre di più ai padroni di casa che stanno facendo davvero un ottimo campinato. MORTARA-CILAVEGNA 2-0 Mortara: Sturaro, Cannavacciuolo, Fiocca, Nasello, Gaggianesi, Falco, Mullanu L., Rollo (80 Rollo), Tedesco (85 Procca), Viola (75 Dos Santos), Vidali. All. Ferraresi. Cilavegna: Ambrosi, Ramponi, Minutillo, De Marchi, Cannata, Verderame, Belotti, Calamosca, Labò, Testa, Moro. All. Ruzzoli. Arbitro: Cani di Lomellina. Marcatori: 65 Tedesco (M), 75 Falco (M). Risultato meritato da parte del Mortara che sullo 0-0 colpisce un palo con Rollo. Sempre nel primo tempo i padroni di casa creano due ottime occasioni da gol con Vidali e Rollo che non concretizzano. Nonostante il bel gioco espresso e le tre palle gol, la prima frazione di gara termina sullo 0-0. Le reti arrivano però nella ripresa con Tedesco e Falco che regalano la meritata vittoria ai padroni di casa. Il Cilavegna non tira praticamente mai in porta e dopo un ora è costretto a cedere agli attacchi degli avversari che trovano il meritato gol del vantaggio. Vittoria del Mortara che non è mai stata in discussione e tre punti importanti aggiunti alla classifica. Per il Cilavegna arrivano un altra sconfitta e un altra prestazione piuttosto opaca che di certo non aiutano a migliorarsi dall ultima posizione in classifica. LA TOP 11 DELLA SETTIMANA NASELLO (Mortara) ARISI (Linarolo) MULLANU L. (Mortara) BARONCELLI (Cavese) VALENTI (Zinasco) PARINO (Valle Lom) GUALTIERI (Valle Lom) DE AMICI (Belgioioso) All. PREVEDINI (Zinasco) LODI (Zinasco) NOVELLI (Stradella) MASTROPIET. (Belgioioso)

36 Sport Calcio 25 novembre sulla nostra pagina facebook le foto delle premiazioni della prima edizione di Vota il Migliore Confienza abbatte il fortino dello Zerbolò con un poker Bremese: non gioco più, me ne vado BASIGLIO-BREMESE sosp. Basiglio: Zaccuri, Co, Zanimacchia F., Guagliardi, Basilicata, Ferraroli, Ardore, Bassi, Salem, Zanimacchia D., Maggioni. All. Mare. Bremese: Trivellari, Vassallo, Cerri, Protti, Antona, Milesi, Soldati, Protti A., Russo, Scara, Fanello. All. Russo. Arbitro: Hounkponou di Lomellina. Marcatori: 4, 10 Zanimacchia F. (BA), 15 Zanimacchia D. (BA), 27, 57 Maggioni (BA), 47 Ardore (BA). Primo tempo regolamentare che vede in campo i padroni di casa andare in vantaggio già dai primi minuti, per poi condurre il gioco per il restante tempo, prendendo d assalto la porta avversaria e conquistando il risultato di quattro a zero prima dell intervallo. Nella ripresa arrivano altre due reti a favore del Basiglio, invece per la compagine della Bremese solo guai, oltre al risultato sfavorevole, anche una rosa non in forma con una panchina inesistente e ben cinque giocatori che non riescono a continuare la partita per problemi fisici. Il dirigente di gara si vede costretto così a sospendere la partita piochè la squadra ospite rimane con sei giocatori in campo, e per regolamento non può continuare a giocare. Basiglio che in un modo o nell altro porta a casa altri tre punti continuando a rimanere in vetta alla classifica. TROMELLESE-REAL TORRE 0-1 Tromellese: Iaquinta, Vilardo, Zanetti, Salvadeo, Sarna, Zanetti P., Toso, Faggioni, Torchio, Puma, Squicciarini. All. Ferrante. Real Torre: Bossolesi, Chu, Pischedda, Sacchi (76 D Ambrosio), Anastasi, Cinque, Secci (56 Bonapace), Lucconi, Pè (81 Acquisto), Russo, Renati. All. Repossi. Arbitro: non pervenuto. Marcatori: 65 Renati (R). Espulsi: 55 Cinque (R). Partita sostanzialmente equilibrata, con entrambi gli schieramenti che cercano di non esporsi troppo per non incorrere nella controffensiva del contropiede, rendendo così la prima parte della gara poco entusiasmante per gli spettatori. Nella ripresa invece cambiano i ritmi di gioco, con gli ospiti del Real Torre che cercano di rendersi più offensivi in cerca del vantaggio, ma al cinquantacinquesimo si ritrovano in dieci dopo l espulsione di Cinque, rendendo così il tutto più difficile. Ma trascorrono solo dieci minuti e Renati sconvolge tutti, grazie ad un lancio di Russo, siglando il gol del vantaggio con un pallonetto che rende inutile ogni sforzo del portiere Iaquinta. Ospiti che sfiorano poi il raddoppio replicandosi nella stessa azione, ma il pallone esce di poco. Nel restante tempo il Real cerca di controllare il pallone aspettando il fischio finale. ABBIATENSE-GRAVELLONESE 5-2 Abbiatense: Valenti, Bettoni, Caresani, Mentori, Solinas (33 Barenghi), Buttero, Mikolla (75 Pace), Rushaj, Silipo (70 Raineri), Filograsso (60 Piccolo), Malizia (80 Laineri). All. De Ciechi. Gravellonese: Novaresi, Cardile, Amici D., Manzini, Goffredini, Devivo, Fulle, Marabesi, Calligaris, Tornelli, Sant arcangelo. All. Casari. Arbitro: non pervenuto. Marcatori: 15 Caresani (A), 23, 64 Silipo (A), 52, 75 Calligaris (G), 55 Malizia (A), 87 Piccolo (A). Espulsi: 55 Goffredini. Primo tempo in mano alla virtus con due reti effettuate nei primi venti minuti, e altre occasioni mancate anche se di poco. Nella ripresa escono anche gli ospiti rendendo il gioco difficile all Abbiatense, accorciando le distanze con Calligaris, ma poi la squadra si ritrova in una pessima situazione data l espulsione di Goffredini, subendo così il pressing avversario. Risultato che si fà pesante, dopo un rigore prima respinto ma poi ribattuto in rete da Silipo che sigla così la doppietta. Niente da fare per gli ospiti che subiscono l offensiva avversaria riuscendo solo a segnare un altra rete prima del fischio finale della partita contro i cinque gol totali dei casalinghi. CLASSIFICA MARCATORI 11 reti: Cremonesi (Alagna). 9 reti: Petrarulo D. (Confienza). 8 reti: Russo (Bremese). 7 reti: Grano (Superga), Renati (Real Torre), De Riggi (Pro Cassolo). 6 reti: Guastella (Superga), De Angeli (Basiglio), Di Michele (Pro Cassolo). PER SEGNALAZIONI: ZERBOLÒ-CONFIENZA 0-4 Zerbolò: Gambini, Innocenti (75 Ramponi), Bagarotti, Savà (78 Chiavassa), Quattrini, Lopopolo, Micheli, Apicella Mi., Balliu, Borsato, Graziani F. (78 Apicella Ma.). All. Protti. Confienza: Ardigò, Natalizzi (50 Pardillos), Petrarulo L., Mantovani (60 Gibbin), Legori (60 Firemi), Olivato, Casadei (75 Magarotto), Zublena, Petrarulo D. (77 Rossini), Uccellino, Bazzano. All. Zublena. Arbitro: non pervenuto. Marcatori: 6 Bazzano (C), 25, 75, Petrarulo D. (C), 52 Casadei (C). Padroni di casa che vengono sconfitti da un Confienza in cerca di gloria. Dopo aver vinto la partita di recupero contro il Pro Cassolo, non ancora soddisfatti entrano in campo quest oggi particolarmente carichi, portandosi in vantaggio subito dopo il fischio d inizio della gara con Bazzano. Poi ci pensa Petrarulo D. a fare la differenza, creando un bel gioco per i compagni, e siglando una doppietta rispettivamente al venticinquesimo e al settantacinquesimo. Padroni di casa dello Zerbolò che nella ripresa cercano di riprendersi effettuando dei cambi, ma non riescono ad accorciare le distanze, subendo altri due gol nella seconda metà della gara. LA TOP 11 DELLA SETTIMANA PETRARULO L (Confienza) MENTORI (Abbiatense) BELLETTINI (Castelnovetto) RUSHAJ (Abbiatense) PETRARULO D (Confienza) BOSSOLESI (Real Torre) ZANIMACCHIA F. (Basiglio) ARDORE (Basiglio) All. REPOSSI (Real Torre) ZOPPINI (Pro Cassolo) BURRONE (Alagna) RENATI (Real Torre) 10 a giornata Abbiatense-GRAVELLONESE 5-2 ALAGNA-PROCASSOLO 4-4 Basiglio-BREMESE Prossimo turno BREMESE-ZERBOLO' CONFIENZA-Abbiatense GRAVELLONESE-CASTELNOVETTO Gudo-TROMELLESE PROCASSOLO-Basiglio REALTORRE-SUPERGA riposa: ALAGNA LA SITUAZIONE sosp CASTELNOVETTO-Gudo 3-1 TROMELLESE-REALTORRE 0-1 ZERBOLO'-CONFIENZA 0-4 ha riposato: SUPERGA partite Classifica p.ti G V N P Basiglio REALTORRE SUPERGA CONFIENZA ALAGNA Abbiatense GRAVELLONESE PROCASSOLO CASTELNOVETTO Gudo TROMELLESE BREMESE ZERBOLO' Prima promossa in Seconda Categoria - Dalla 2ª alla 5ª ai play-off ALAGNA-PRO CASSOLO 4-4 Alagna: Sacchi G., Smorta P., Sacchi S, Seva, Valsecchi, Spina, Dallera, Lucci (73 Smosu), Burrone, Stimolo, Schiavi (70 Smorta S.). All. Gandolfi. Pro Cassolo: Contato, Vitiello, Bassi (15 Mazzon), Girobono (72 Pastore), Giurato, Zoppini, Capacchi, Cotta Ramusino, Delfrate (80 Guglielmini), Bubba, De Riggi. All. Tescaro. Arbitro: Giacalone Di Lomellina. Marcatori: 14 Bubba (P), 50 Del Frate (P), 73 Zoppini (P), 80 De Riggi (P), 60, 65, 70 Burrone (A), 85 Smosu (A). Partita entusiasmante per i tifosi, che hanno potuto assistere a ben otto reti, di una partita molto combattuta. Primo tempo regolamentare che vede la compagine ospite andare in vantaggio nel primo quarto d ora con Bubba, per poi rimanere sulla difensiva sino al fischio dell intervallo. Nella ripresa gli ospiti trovano il raddoppio, ma i casalinghi entrati in campo con un altro spirito rispetto al primo tempo, ribaltano il risultato nel giro di dieci minuti, con un Burrone che si supera siglando la tripletta ai danni dell estremo difensore ospite. Ma neanche trascorso il tempo per festeggiare la ribalta e Zoppini riporta il risultato sul pari. Prima del fischio finale altre due reti, una per parte, non cambiano gli equilibri in campo, ma rendono particolarmente felici i tifosi che assistono ad una partita memorabile. CASTELNOVETTO-GUDO 3-1 Castelnovetto: Vettorello, Fraietta, Galbiati (80 Carrubba), Guadagni, Callerio, Bellettini, Fasanelli (83 Ferraris), Comoglio, Pizzimenti (46 Natale), Barbieri (87 Sbardellati), Chiesa. All. Resente. Gudo: Pionni, Giampaolo, Corsini, Bianchi, Testori, Ottoni (68 Zappia), Vilchez, Panighi (76 Vitielo), Paladino (84 Passoni), Fattori, Rainer (53 Roccotiello). All. Gabr. Arbitro: Degrà di Lomellina. Marcatori: 1 Fattori (G), 25, 70 Bellettini (C), 80 Barbieri (C). Scende in campo con la voglia di vincere la compagine ospite del Gudo, che senza perdere tempo si porta in vantaggio al primo minuto con Fattori, cogliendo di sorpresa gli avversari del Castelnovetto. Ma i padroni di casa ci mettono poco a riportare l equilibrio: Bellettini infatti batte il portiere Pionni con un portentoso tiro dalla distanza. Tornati dagli spogliatoi i ragazzi di mister Resente cominciano a condurre il gioco con il possesso palla cercando ripetutamente la rete del vantaggio e trovandola poi nuovamente con Bellettini al settantesimo. All ottantesimo un agguerrito Barbieri chiude la partita facendo sfumare le speranze di un nuovo pareggio per la squadra di mister Gabr. Gli ospiti tornano a casa con l amaro in bocca. VOTA IL MIGLIORE - 2ª edizione LUNEDÌ PROSSIMO PAGINA INTERA DI TAGLIANDI

37 37 25 novembre Sport Calcio sulla nostra pagina facebook le foto delle premiazioni della prima edizione di Vota il Migliore Vallone torna alla vittoria, Sant Alessandro ancora in crisi Folgore, terza vittoria consecutiva BASCAPÈ-SIZIANESE 2-1 Bascapè: Annoni, Ferrara (85 Prandi), Cozzolino, Goria (56 Businello), Ottolini, Cannizzaro, Ambrosetti (75 Gasti), Cornalba, Delia, Taha, Mantoan. All. Ciano. Sizianese: Casoni, Savoldi, Brandinali (64 Belgiovine), Mantovan, Ballori, Longhitano, Simeone (29 Ghini), Ducoli (84 Zanaboni), Pandolfi, Ventura, Di Marco (71 Maraschiello). All. Beretta. Arbitro: Holovatyi di Pavia. Marcatori: 11 Brandinali (S), 20 e 56 Taha (B). Espulsi: 58 Cornalba (B), 58 Zanaboni (S), 58 Ballori (S), 62 Beretta (allenatore, dalla panchina) (S). Dopo il primo stop stagionale, il Bascapè si riscatta immediatamente, vincendo contro la Sizianese una partita combattuta e ricca di errori e rimanendo solitario in vetta alla classifica. A passare in vantaggio sono gli ospiti con Brandinali, che all 11 risolve di sinistro una mischia a pochi metri dalla porta. Il Bascapè pareggia al 20 : Cornalba serve Delia, che lancia sulla sinistra Mantoan, cross in mezzo per Taha che, di punta, anticipa due avversari e mette dentro. Al 28 ancora Taha coglie un palo con un bel tiro da fuori. Nella ripresa il gol decisivo, ancora di Taha, che prende palla sulla trequarti, salta due avversari e poi il portiere, e deposita in rete il decisivo 2-1. Al 62 l ultima vera emozione con un palo di Delia, di testa su corner. SANT ALESSANDRO-OVERSIZIANO 1-4 Sant Alessandro: Contu, Fiumara S. (75 Fiumara B.), Manfredini, Gaddi, Iorio, Imò (38 Myftari), Lombardi, Bramucci (59 Camedda), Solazzo, Bergamini, Abbassi. All. Ciceri. Oversiziano: Passoni, Marulli (43 Cifarelli), Gallotti (57 Bolzoni), Magazzino (85 Broglia), Puleo, Guazzo, Migliavacca, Cozzetto (89 Damasco), Savino, Iorillo, Bandera. All. Ceravolo. Arbitro: Scaldi di Pavia. Marcatori: 1 Savino (O), 13 Lombardi (S), 25, 68 e 88 Migliavacca (O). Espulsi: 57 Passoni (O), 75 Manfredini (S). L Oversiziano vince e si conferma seconda forza del campionato. Padroni di casa in vantaggio dopo soli 15 con Savino, che approfitta di un indecisione della difesa di casa e, ormai solo davanti al portiere, mette dentro. Al 13 arriva il pareggio del Sant Alessandro con Lombardi, che mette dentro un cross dalla destra di Abbassi. Al 25 Migliavacca riporta avanti i suoi, anticipando tutti e mettendo alle spalle del portiere una palla spizzata da Savino al limite dell area con un bel pallonetto. Nella ripresa, dopo una traversa per parte, l Oversiziano allunga ancora con il capocannoniere Migliavacca, che al 68 approfitta di un rinvio maldestro del portiere avversario e lo infila direttamente da metà campo e all 88 trasforma un calcio di rigore. BORGARELLO-FOLGORE 1-3 Borgarello: Massarotti, La Salvia, Nakchi Sa., Rao Lo Feudo, Carò (69 Abbonante), Nakchi Su., Necchi (76 Di Blasi), Bellagente (64 Ingemito), Cervi (57 Donnarumma), Invernizzi, Falzini (80 Calvi). All. De Benedetti. Folgore: Maraschi, Ramaiola (46 Del Corno), Caprino, Lucconi, Poggi, Peroncini R., Lo Bartolo (46 Preda), Dagrada, Peroncini D. (78 Puce), Mirando (56 Valenti), Fugazza. All. Missora. Arbitro: D Angelo di Pavia. Marcatori: 19 Necchi (B), 45 Ramaiola (F), 86 e 90 Dagrada (F). La Folgore, con una prestazione concreta e convincente, vince lo scontro diretto valido per rimanere a stretto contatto con le primissime posizioni col Borgarello, bello solo per la prima mezz ora di partita. A sbloccare il match in favore dei padroni di casa è Necchi, che al 19 da destra raccoglie palla dopo un bel triangolo tra Invernizzi e Cervi e mette dentro con un bel diagonale. Alla mezz ora del primo tempo i padroni di casa, forse convinti di avere la vittoria in pugno, smettono di giocare e subiscono il prepotente ritorno della Frigirola, che sul finire della frazione trova il pareggio con Ramaiola, bravo a raccogliere un rimpallo in area e a mettere alle spalle del portiere. La ripresa è un monologo della Folgore, che però concretizza la propria superiorità solo nei minuti finali con la doppietta di Dagrada, che con due bei tiri da fuori area all 86 e al 90 mette in cassaforte la vittoria. Sondaggio VOTA IL MIGLIORE 2ª edizione club dirigente allenatore atleta NOME SQUADRA disciplina ruolo categoria CLASSIFICA MARCATORI 15 reti: Migliavacca (Oversiziano); 12 reti: Daccò (Carpignanese), Taha (Bascapè); 8 reti: Rizzi (Aquilotti); 7 reti: Daccò (Corteolonese), Peroncini D. (Folgore); 6 reti: Boera S. (Frigirola), Invernizzi (Borgarello), Savino (Oversiziano), Silvestri (Guinzano). PER SEGNALAZIONI: GUINZANO-FRIGIROLA 2-2 Guinzano: Scicolone, Crespiatico (86 Cacciapaglia), Malpasso, Della Volpe, Romano (46 Beltrami), Ceccarelli, Garlaschelli, Granata, Evangelista (65 Zoghaib), Silvestri, Cornalba (80 Zucchetti). All. Rolfini. Frigirola: Poffa, Mussi (65 Marazzi), Ferrari, Boera D., Pozzi, Callea (60 Bonessi), Amaro (83 Delgiudice), Cavalli (77 Preti), Papparella, Boera S., Lunghi. All. Fabbri. Arbitro: Pecchielan di Pavia. Marcatori: 22 Cornalba (G), 38 rig Boera S. (F), 60 Granata (G), 77 rig Boera S. (F). Espulsi: 37 Malpasso (G), 76 Ceccarelli (G). Il Guinzano, pur ridotto in nove uomini a un quarto d ora dalla fine, gioca una gran partita e ferma la rincorsa della lanciatissima Frigirola. I padroni di casa passano al 22 con Cornalba, bravo a ribadire in gol una corta respinta del portiere su conclusione di Silvestri. Al 37 gli ospiti pareggiano con Boera su rigore concesso per fallo di mano di Malpasso (espulso). Nella ripresa, pur con l uomo in meno, il Guinzano si rende pericoloso in numerose occasioni e torna in vantaggio con Granata, che al 60 mette in rete in mischia dopo un salvataggio di Poffa su Beltrami. Al 76 fallo di mano in area di Ceccarelli (espulso a sua volta) e secondo penalty di Boera. Padroni di casa sempre in avanti fino alla fine ma il risultato non cambia più. LA TOP 11 DELLA SETTIMANA FERRARI (Vallone) MANTOVAN (Sizianese) DELLA VOLPE (Guinzano) DACCO (Corteolonese) TAHA (Bascapè) ARMENTANO G. (Carpignanese) LUCCONI (Folgore) GRANATA (Guinzano) All. GENTA (Corteolonese) CARO (Borgarello) BOERA S. (Frigirola) MIGLIAVACCA (Oversiziano) Sondaggio VOTA IL MIGLIORE 2ª edizione club Frigirola Pavia dirigente allenatore atleta NOME SQUADRA disciplina ruolo categoria 10 a giornata ATH. PAVIA-CARPIGNANESE 0-2 BASCAPE'-SIZIANESE 2-1 BORGARELLO-FOLGORE 1-3 CORTEOLONESE-AQUILOTTI 4-2 GUINZANO-FRIGIROLA 2-2 S.ALESSANDRO-OVERSIZIANO 1-4 VALLONE-Carpianese 2-0 Prossimo turno AQUILOTTI-GUINZANO CARPIGNANESE-BASCAPE' FOLGORE-Carpianese FRIGIROLA-ATHLETIC PAVIA OVERSIZIANO-CORTEOLONESE S.ALESSANDRO-VALLONE SIZIANESE-BORGARELLO LA SITUAZIONE partite Classifica p.ti G V N P BASCAPE' OVERSIZIANO CARPIGNANESE GUINZANO FOLGORE FRIGIROLA BORGARELLO CORTEOLONESE AQUILOTTI SIZIANESE VALLONE S.ALESSANDRO Carpianese ATHLETIC PAVIA Prima promossa in Seconda Categoria - Dalla 2ª alla 5ª ai play-off ATHLETIC PAVIA-CARPIGNANESE 0-2 Athletic Pavia: Zanella, Bova, Gambino, Seccia, Iacob, Guastoni, La Forenza (71 Keller), Cacitti, Pellegrino (57 Greco), Montalbano, Abreu. All. Bruzzano. Carpignanese: Armentano G., Cesarini, Fabio (67 Chieppi), Foletti, Janni, Matera, Mastrorocco (70 Armentano L.), Barbieri, Anzalone (78 Cataldo), Mausol, Daccò. All. Dondi. Marcatori: 21 Daccò (C), 89 Mausol (C). La Carpignanese porta a casa non senza fatica i tre punti dal campo dell Athletic Pavia, scavalca il Guinzano al terzo posto e rimane a stretto contatto dell Oversiziano alle spalle del Bascapè, in attesa del big match di domenica prossima contro la prima della classe. Gli ospiti faticano ad imporre il proprio gioco su un Athletic Pavia grintoso e tutt altro che rinunciatario: dopo un tiro fuori di poco per parte, uno di Mausol e uno di Montalbano, al 21 arriva l 1-0 ospite con Daccò, bravissimo a trasformare un calcio di punizione dal limite concesso per fallo su Mausol. Sul finire del primo tempo sono i padroni di casa a rendersi pericolosi prima con Cacitti da fuori, su cui è decisivo il portiere Armentano, poi con Abreu. In una ripresa più sonnolenta, il 2-0 finale della Carpignanese arriva solo all 89 : Mausol scambia con Daccò al limite dell area, palla di nuovo a Mausol che di destro mette la palla sul secondo palo dove Zanella non può arrivare. CORTEOLONESE-AQUILOTTI 4-2 Corteolonese: Chiarella, Acerbi, Galli, Maffi, Daccò, Boninsegna, Gjini (86 Aretusi), Ghisolfi (65 Avanzo), Milkev (90 Sacchi), Balzarelli (47 Ritondale). All Genta. Aquilotti: Lodola, Marzani (15 Tanzi), Di Laora, Cappelletti, Tumiati, Conca (80 Massone), Cacciola, Moretta, Bossi (61 Menini), Rizzi, Castronuovo. All. Limone. Arbitro: Crevani di Pavia. Marcatori: 50 Cacciola (A), 55 Ritondale (C), 58 Milkev (C), 65 Rizzi (A), 82 e 88 Daccò (C). Espulsi: 86 Tumiati (A). La Corteolonese vince e scavalca in classifica proprio gli Aquilotti. Il primo tempo si conclude a reti inviolate, anche in virtù dell errore di Bossi dal dischetto, che si fa parare il penalty da Chiarella. Nella ripresa al 50 vantaggio degli Aquilotti con Cacciola, che raccoglie un lancio in profondità di Conca e, rientra, lascia partire un bolide che si infila tra primo palo e portiere. La Corteolonese prima pareggia al 55 con Ritondale, bravo a finalizzare una bella azione personale di Maffi, poi si porta in vantaggio al 58 con Milkev, con un bel pallonetto dal limite. Al 65 pareggio di Rizzi per gli Aquilotti con un gran tiro da lontano. Il match winner è Daccò, che all 82 su calcio di punizione e all 88 con un tiro da fuori fissa il risultato sul 4-2 finale. VALLONE-CARPIANESE 2-0 Vallone: Vaccarello, Pieri, Ferrari, Costantino, Tramarin, Campanella, Tropea, Martini, Ilario, Modesti, Raffaelli (74 Sette). All. Merlini. Carpianese: Pati, Cislaghi, Biumi (46 Sacchi), Cairoli, Prina, Anelli, Crotti (44 Masoud), Faranda, Gualtieri (57 Belfiore F.), Belfiore S. (46 Belfiore A.), Sbrozzi. All. Biumi. Marcatori: 60 Martini (V), 86 Ilario (V). Espulsi: 46 Cislaghi (C). Dopo cinque sconfitte consecutive (mercoledì si è giocato il recupero contro gli Aquilotti, vinto 4-1 da questi ultimi, con tre reti di Rizzi e una di Castronuovo per i padroni di casa e gol di Modesti per gli ospiti) il Vallone torna alla vittoria contro la Carpianese, raggiungendo in classifica la Sizianese e scavalcando il Sant Alessandro, avversario della prossima settimana. Accade tutto nella ripresa: con gli ospiti rimasti in dieci uomini per la seconda ammonizione a Cislaghi, il Vallone passa in vantaggio al 60 con Martini, che, su calcio di punizione dal limite dell area, lascia partire un rasoterra che si infila sotto la barriera e beffa il portiere. Sul successivo calcio d inizio Faranda tenta di sorprendere il portiere dei padroni di casa, ancora fuori dai pali per festeggiare il compagno appena andato a segno, ma il tiro finisce a lato di poco. All 86 Ilario, lanciato lungo centralmente, giunto a tu per tu col portiere lo scavalca con un preciso pallonetto e chiude il match.

38 Sport Calcio 25 novembre sulla nostra pagina facebook le foto delle premiazioni della prima edizione di Vota il Migliore Nizza e San Martino: nessun perdono per gli avversari Cinquina per il Casei fuori casa LUNGAVILLA-MONTEBELLO 2-1 Lungavilla: Truffi, Villani, Bruni, Odelli, Massoni, Gramegna, Troisi, Sanelli (28 Rossarola), Lovagni (65 Seggio), Vitali (70 Casazza), Molero (80 Molinelli). All. Colli. Montebello: Mezio, Rossi (28 Napolitano), Marioli, Magrassi, Merli, Raineri, La Rosa (70 Barbarini), Fernado, Giannone, Poliano, Poncina. All. Rangon. Arbitro: Brandolini di Voghera. Marcatori: 30 Vitali (L), 80 Fernando (M), 90 Troisi (L). Lungavilla e Montebello giocano una buona partita a metà campo. Il Lungavilla si dimostra superiore in attacco rispetto al Montebello. Nei primi cinque minuti di gioco, infatti, gli ospiti attaccano con Troisi, che tira in diagonale, ma la palla esce di poco. Vitali ci riprova, per il Lungavilla, con un tiro all incrocio dei pali da venti metri e realizza. Il primo tempo termina quindi con i padroni di casa in vantaggio. Al rientro dagli spogliatoi, verso la fine della partita, il Montebello riesce a pareggiare, su rigore siglato da Fernado. Nei minuti di recupero, Troisi segna il gol della vittoria ricevendo la palla posizionato verso il vertice dell area piccola. La partita termina quindi con il risultato con la vittoria dei padroni di casa che riescono, quindi, a guadagnare altri tre punti in classifica. CARBONARA-REAL VIDIGULFO 1-2 Carbonara: Negri, Sarto, Palladino (57 Beniamini), Bonaccossa, Lanterna, Biscaro, Strada, Bosciariri (76 Bessaies), Garnobio, Di Napoli, Alloni (46 D Antuono). All. Negrini. Real Vidigulfo: Marchesi, Bossi, Morandi, Tamani, Ferrari, Timpanaro, Casagrande V., Laneve, Rossi (66 Casagrande A.), Xhelay, Fiocca (61 Cornaglia). All. Pellegrini Arbitro: Mammoliti di Voghera. Marcatori: 37 Xhelay (R), 50 Rossi (R), 63 rig. Di Napoli (C). Espulsi: 70 Casagrande V. (R). Il Carbonara parte forte in questa partita contro il Real Vidigulfo con due azioni da rete che, però, non vanno a buon fine. Il Real Vidigulfo reagisce subito e segna poco dopo la mezz ora del primo parziale su azione di Xhelay. Al rientro dagli spogliatoi, gli ospiti segnano la seconda rete su azione di Rossi. Il Real Vidigulfo continua a schiacciare il Carbonara mettendolo in difficoltà. La squadra di casa subisce un rigore ma gli ospiti non ne approfittano. Poco dopo, un altro rigore, questa volta contro il Carbonara ma l estremo difensore, Negri, riesce a parare il tiro. Gli ospiti si trovano con un uomo in meno a causa dell espulsione di Casagrande V. Il Carbonara guadagna un calcio di rigore trasformato da Di Napoli, il quale poi tenta la doppietta ma Marchesi è bravo a parare. Sondaggio VOTA IL MIGLIORE 2ª edizione club Sondaggio VOTA IL MIGLIORE 2ª edizione club dirigente allenatore atleta NOME SQUADRA disciplina ruolo categoria dirigente allenatore atleta NOME SQUADRA disciplina ruolo categoria CLASSIFICA MARCATORI 11 reti: Mantegazzi (San Martino), Troisi (Lungavilla); 7 reti: Zucca (Vellezzo); 6 reti: Albanini (Nizza) ed un altro. 5 reti: Faccioli (Casei) ed altri cinque. 4 reti: Imperatori (San Martino) ed altri quattro. 3 reti: Pattarini (Casei) ed altri otto. PER SEGNALAZIONI: MARCIGNAGO-RETORBIDO 0-2 Marcignago: Ciniselli, Vernice G. (71 Laccuaniti), Arrigonni (75 Barrile), Bargigia, Sparacino, Berto, Sidoti, Baldini, Bellomi, Minoglia (60 Franzosi), Berri (68 Vernice R.). All. Armari. Retorbido: Fumagalli, Pruzzi (82 Varsiglia), Ganimede, Piccinini, Simone (76 Santoro), Tomasi, Battaglia, Rinaldi (74 Legora), Scrivante (87 Emma), Finardi, Vasta. All. Gabellotti. Arbitro: Borutti di Voghera. Marcatori: 30 Pruzzi (R), 66 Scrivante (R). Espulsi: 75 Franzosi (M). Bella partita quella tra Marcignago e Retorbido, combattuta a centrocampo. La squadra di casa parte forte ma sbaglia un rigore al decimo minuto di gioco. Ci prova Bellomi di testa per il Marcignago ma non realizza. Con una punizione fuori dall area il Retorbido trova il gol con Pruzzi, il quale segna su deviazione della barriera. Al rientro dagli spogliatoi il Marcignago spreca nuovamente un occasione con Bellomi. Il Retorbido su cross dalla sinistra trova il gol con Scrivante che appoggia la palla in rete. Buon match ben interpretato da entrambe le squadre, al Marcignago infatti è mancato solo il gol. Il Retorbido allunga così in classifica e si conferma tra le più serie inseguitrici del primo posto. LA TOP 11 DELLA SETTIMANA MASSONI (Lungavilla) PRUZZI (Retorbido) FERNANDO (Montebello) LUCENTI (Mezzana Corti) SCRIVANTE (Retorbido) ANDANESE (Casei) PANIGAZZI (Silvano Pietra) GHIDOTTI (Broni) TAMANI (Real Vidigulfo) CONTI (Travacò) BETTINELLI (San Martino) All. ZANCATO (San Martino) VELLEZZO-SILVANO PIETRA 2-1 Vellezzo: Gibbini, Facchiano, Scognavilla, Meazza (75 Crespiatico), Rocca, Scano, Ribboni, Cecchetto, Mercurio (65 Zucca), Canevali (70 Bertini), Zahid. All. Lagrotta. Silvano Pietra: Rosina, Bensi, Caldin, Ginestra, Domenichetti, Panigazzi, Gambarin, Scatinio, Aita, Lo Monaco, Belvedere (65 Zito). All. Arpioli. Arbitro: Montagna di Voghera. Marcatori: 60 Zucca (V), 80 Cecchetto Aut (V), 89 Zahid (V). Espulsi: 75 Bertini (V), 80 Rocca (V), 85 Panigazzi (S), 90 Zito (S). Partita equilibrata quella tra Vellezzo e Silvano Pietra. Nel primo tempo, gli ospiti trovano l occasione per il gol ma il tiro viene respinto prontamente dall estremo difensore del Vellezzo, Gibbini. Al rientro dagli spogliatoi, Cecchetto, nel respingere un colpo di testa, insacca nella sua porta segnando un autogol e portando il risultato sull uno pari. Negli ultimi minuti di gioco il Vellezzo trova il gol della vittoria su azione di Zahid. Il Silvano Pietra non riesce a reagire e non trova l occasione per segnare. Il Vellezzo riesce quindi a portare a casa questa partita, nonostante l autogol, aggiudicandosi così tre punti in classifica. 10 a giornata BRONI-CASEI 2-5 CARBONARA-REALVIDIGULFO 1-2 LUNGAVILLA-MONTEBELLO 2-1 MARCIGNAGO-RETORBIDO 0-2 MEZZANA-NIZZA 1-6 TRAVACO'-SANMARTINO 1-5 VELLEZZO-SILVANOPIETRA 2-1 Prossimo turno CASEI-CARBONARA MONTEBELLO-MEZZANA NIZZA-SANMARTINO REALVIDIGULFO-LUNGAVILLA RETORBIDO-BRONI SILVANOPIETRA-MARCIGNAGO VELLEZZO-TRAVACO' LA SITUAZIONE partite Classifica p.ti G V N P LUNGAVILLA REALVIDIGULFO RETORBIDO NIZZA MONTEBELLO BRONI SILVANOPIETRA SANMARTINO VELLEZZO CASEI MARCIGNAGO TRAVACO' MEZZANA CARBONARA Prima promossa in Seconda Categoria - Dalla 2ª alla 5ª ai play-off BRONI-CASEI 2-5 Broni: Colombetti, Zuffada, Ghidotti, Naldi, Torretta, Grossetti, Xhindi, Dellera, Giglio, Jaupi, Brambilla. All. Gazzaniga. Casei: Andanese, Musolino, Tiso, Passariello, Marchese, Chiesa, Pagella, Tarenzi, Pattarini, Balduzzi, Faccioli. All. Vicini. Arbitro: Bolognesi di Voghera. Marcatori: 3 e 30 Faccioli (C), 45 Giglio (B), 46 Dellera (B), 55 e 70 Pattarini (C),82 Pagella (C). Parte forte il Casei in questa partita contro il Broni. Gli ospiti trovano il primo gol a tre minuti dal fischio di inizio su azione di Faccioli, che approfitta della difesa addormentata del Broni. Riparte Faccioli per il Casei e segna, di testa, su calcio d angolo il secondo gol. Il Broni cerca di reagire con Jaupi, il quale passa a Giglio che va in rete. Al rientro dagli spogliatoi, la squadra di casa trova il secondo gol grazie a Dellera che riesce ad anticipare la difesa avversaria. Dopo il secondo gol, il Broni non reagisce più ed il Casei ne approfitta attaccando con Pattarini che sigla una doppietta, portando il risultato sul 2-4. Da segnalare una grande parata di Andanese, che intercetta un tiro violentissimo calciato da Jaupi. Verso la fine della partita gli ospiti segnano in contropiede grazie a Pagella, il quale, con un tiro in diagonale, chiude i conti. MEZZANA CORTI-NIZZA 1-6 Mezzana Corti: Bogui (46 Bisi), Boiocchi (60 Cozzi), Vitrugno, Mariani, Farina, Tarenzi, Lucenti, Morelli (70 Diop), Civardi, Arbusti (55 Neri), Burlini. All. Balzi. Nizza: Agolli, Gullo, Metani, Volpini, Albertotti, Bavosi, Domenichella, Rosti, Albanini, Oldani, Poppi. All. Abeli. Arbitro: Mendola di Voghera. Marcatori: Lucenti (M), Nizza non prevenuti. Partita molto difficile per il Mezzana Corti contro il Nizza. La squadra di casa, infatti, non riesce a giocare bene e subisce due gol nelle prime due azioni realizzate dal Nizza che, prima va in vantaggio e poi raddoppia. La squadra ospite rallenta il gioco, lasciando più respiro al Mezzana Corti. La squadra di casa reagisce bene e approfitta dello spazio lasciato dagli ospiti per segnare su azione di Lucenti. Si presentano poi altre due buone occasioni per il Mezzana Corti, prima con Tarenzi e con Civardi poi, i quali però non riescono a realizzare e a portare in vantaggio la squadra. Al rientro dagli spogliatoi il Nizza trova il terzo gol con un gran bel tiro da fuori area. Qui finisce la partita del Mezzana Corti, che si espone ai contropiedi avversari. Il Nizza riparte all attacco e segna ben tre reti che portano il risultato sull 1-6. TRAVACÒ-SAN MARTINO 1-5 Travacò: Di Salvo, Bordone (50 Maggi), Francalanza, Agnelli (75 Mendez), Ronconi (60 Coccorullo), Lazzarin, Pizzelli (50 Monti), Bomconpagni, Bossoni, Cogni (75 Tuoto), Conti. All. Torri. San Martino: Imparato, Parlati, Masi, Maggi, Avenoso, Mallamace, Ferro, Priscindaro, Mantegazzi, Bettinelli, Imperatori. All. Zancato. Arbitro: Battista di Lomellina. Marcatori:30 Imperatori (S), 35, 45 e 70 Mantegazzi (S), 50 Lazzarin (T), 90 Bettinelli (S). Partita difficile quella tra Travacò e San Martino. La squadra di casa, infatti, è stata rimaneggiata a causa di infortuni e squalifiche. Parte Pizzelli per la squadra di casa ma colpisce il palo. Al quindicesimo minuto di gioco un azione sulla sinistra di Conti per i padroni di casa, il quale sfiora il gol del vantaggio. Al trentesimo minuto Mantegazzi su contropiede appoggia la palla in rete approfittando di un errato disimpegno della difesa del Travacò. Mantegazzi, su calcio di rigore, segna il gol dello 0-2. Riparte ancora Mantegazzi in contropiede e sigla il suo secondo gol. Lazzarin insacca la palla per i casalinghi su passaggio di Monti. Il San Martino colpisce poi con due reti rispettivamente con Mantegazzi e Bettinelli. Esordio amaro per i cinque juniores del Travacò.

39 39 25 novembre Sport Calcio sulla nostra pagina facebook le foto delle premiazioni della prima edizione di Vota il Migliore Csi Pavia - Con il fiato sospeso fino all ultimo istante nel match tra padroni di casa e Travacò Pareggio emozionante a Mezzanino Partita molto equilibrata con condiverse occasioni da rete da una parte e dall altra. Degna di nota la prova dell estremo difensore Cappato. Partita all ultimo sospiro e la prova è la punizione procurata da Casale MEZZANINO-TRAVACÒ che arriva in zona Cesarini e Matiasciuch con una bella conclusione CSI PAVIA 11 GIRONE B 2-2 riporta tutto in parità. Primo gol di Pizzochero che arriva solo davanti Mezzanino: Cappato, Bondesan, Donnetta, Bacchio, Sandolini al portiere e non si fa scrupoli per gonfiare il sacco.nel primo tempo (40 Pulze), Calvi (40 El Fhathi), Tacconi, Ferrarini, Pizzocchero, Casale, Lamagna (36 Matiasciuch). All. Beretta. A di- gioca meglio il Mezzanino, mentre, nel secondo tempo risulta migliore la prestazione del Travacò.Grossa l affluenza del pubblico al sposizione Gritti. campo con almeno un centinaio di tifosi che scaldano l atmosfera, su Travacò: Tessarin, Cambieri, Merlin, Genovese, Delù, Baldiraghi (36 Morini), Pelle, Casini, Verdi, Decca, Maios (36 Dab- un campo pesantissimo. Il Travacò perdeva uno a zero nel primo tempo, poi grazie alle sostituzioni precisissime la formazione ospite bene). All. Premi. riesce a raggiungere il tanto sperato pareggio. Il primo gol per gli Maractori: 20 Pizzocchero (M), 45 Verdi (T), 50 Dabbene ospiti che arriva su un lancio lungo di Genovese e Verdi, sul filo del (T), 70 Matiasciuch (M). fuorigioco, trafigge il portire. Dopo pochi minuti dall inizio del secondo tempo arriva il vantaggio ospite con Dabbene che corona l assist al volo di Morini con un gran bel gol sul filo del fuorigioco. Vernate (Csi Pavia7 girone A) CSI PAVIA OPEN 11 - GIRONE A 11 a partite giornata Classifica p.ti G V N P CUP-CARPIGNANESE 0-1 SANNAZZARO MOGGICATTANEO-TEMPOCAFE' 1-0 TENNIS.PAVIA PANTERAROSA-SANNAZZARO 0-2 REALCASEI REALCASEI-GHIAIE 4-1 MOGGICATTANEO Rozzano-S.PIETRO 0-0 ha riposato: TENNIS PAVIA CARPIGNANESE PANTERAROSA Prossimo turno S.PIETRO CUP-GHIAIE PANTERAROSA-TEMPOCAFE' CUP REALCASEI-TENNIS PAVIA GHIAIE Rozzano-MOGGICATTANEO Rozzano S.PIETRO-CARPIGNANESE TEMPOCAFE' riposa: SANNAZZARO Prime quattro ai playoff Caravaggio Pavia (Csi Pavia7 girone B) CSI PAVIA OPEN 11 - GIRONE B 11 a giornata CASANOVA-VALVERSA 28nov CAVAGNERA-GROPELLO 1-1 LONATESE-NEGRUZZO 3-0 LUNGAVILLA-PENAROL 0-0 MEZZANINO-TRAVACO' 2-2 RIVANAZZANO-PADUS 0-1 SPARTAK-GERENZAGO 4-2 ha riposato: FILIGHERA Prossimo turno FILIGHERA-CASANOVA GERENZAGO-LUNGAVILLA GROPELLO-RIVANAZZANO NEGRUZZO-CAVAGNERA PENAROL-LONATESE TRAVACO'-SPARTAK PINAROLO VALVERSA-MEZZANINO riposa: PADUS Classifica p.ti Prime quattro ai playoff G partite V N P SPARTAK.PINAROLO FILIGHERA LONATESE CASANOVA LUNGAVILLA CAVAGNERA TRAVACO' GERENZAGO VALVERSA NEGRUZZO GROPELLO PADUS RIVANAZZANO MEZZANINO PENAROL CSI PAVIA OPEN 7 - GIRONE A 11 a giornata CALDERARI-PARASACCO 4-2 LANDRIANO B-LANDRIANO A 4-1 Parchetto-S.ROCCO 4-3 Pasturago-TRIVOLZIO 2-9 Rainbow-TROVO 3-3 Vernate-CASORATE 4-2 Prossimo turno CALDERARI-LANDRIANO B PARASACCO-S.ROCCO Parchetto-TROVO Pasturago-LANDRIANO.A Rainbow-CASORATE Vernate-TRIVOLZIO Csi Vige Classifica p.ti partite V N P TRIVOLZIO PARASACCO CALDERARI Vernate LANDRIANO.B Parchetto CASORATE Rainbow TROVO S.ROCCO Pasturago LANDRIANO.A Prime quattro ai playoff - Quinta ai playoff se la migliore dei tre gironi G CSI PAVIA OPEN 7 - GIRONE B 11 a giornata ATL.MIRADOLO-CARAVAGGIO 4-2 JUNIOR K2-SEMIANA 3-6 LINAROLO-SPORTING 0-6 RONCARO-RIVERTICINO 3-4 S.MARTINO-MIRADOLESE 3-3 VALLE LOMELLINA-COUNTRY 4-1 Prossimo turno JUNIOR K2-SPORTING LINAROLO-COUNTRY ALBUZZANO MIRADOLESE-RONCARO OSM CARAVAGGIO-SEMIANA S.MARTINO-RIVERTICINO VALLE LOMELLINA-MIRADOLESE Classifica p.ti partite V N P MIRADOLESE SPORTING S.MARTINO SEMIANA RONCARO JUNIOR.K OSM.CARAVAGGIO VALLE.LOMELLINA RIVERTICINO LINAROLO C. ALBUZZANO ATL.MIRADOLO Prime quattro ai playoff - Quinta ai playoff se la migliore dei tre gironi G CSI PAVIA OPEN 7 - GIRONE C 11 a giornata ARNABOLDI-BRONI7 2-4 CARDINALMAFFI-BARBIANELLO 5-3 S.GIUSEPPE-SBOCCOROSSO 7-5 S.ZENONE-INVERNO 1-1 ZAVAVERDE-OL.TORRE n.d. ZERBO-ROMAGNESE 1-2 Prossimo turno ARNABOLDI-BARBIANELLO MAFFI-ROMAGNESE OL.TORRE-BRONI7 S.ZENONE-SBOCCOROSSO ZAVAVERDE-S.GIUSEPPE ZERBO-INVERNO Classifica p.ti partite V N P INVERNO ROMAGNESE S.ZENONE MAFFI SBOCCOROSSO ZERBO S.GIUSEPPE BARBIANELLO ARNABOLDI BRONI ZAVAVERDE OL.TORRE Prime quattro ai playoff - Quinta ai playoff se la migliore dei tre gironi no - Ottobiano contro tutti: a Lomello si aggiudica una vittoria senza discussione I Legionari conquistano Parona Sconfitto sul campo da gioco il Parona che, questo sabato, ha affrontato I Legionari. Una partita bella e ben arbitrata che termina con la vittoria, per un punto, degli ospiti. Primo tempo tranquillo, con diverse occasioni non sfruttate a dovere da entrambe le formazioni: il Parona attacca spesso e volentieri ma non riesce a concludere. Il secondo parziale è sicuramente più movimentato. A pochi minuti dall inizio di quest ultimo, infatti, I Legionari mettono a segno il primo gol grazie a Monceur che, riceve palla dalla destra e, di piatto, insacca sotto la traversa. Pochi minuti dopo I Legionari raddoppiano, questa volta con Basiricò che, dopo un batti e ribatti, riceve palla da Holguin e, di piatto, segna sul primo palo. Il Parona non ci sta e cerca di accorciare le distanze, riuscendoci poco dopo con Moretti che prende possesso della palla e, in contropiede, segna. A questo punto il Parona comincia a sperare nel gol del pareggio PARONA-I LEGIONARI CSI VIGEVANO OPEN 11 SERIE A ma, fino alla fine, non riesce a realizzarlo. Parona: Colli, Braghin (50 Anselmi), Rubino, Tavernari (50 Granatiero), Bianchi, Manara (55 Purpura), Mantovani (60 Palomba), Beltrame, Lania, Moretti, Coilagu (60 Greco). All. Rizzo. I Legionari: Arniento, Masera (73 Malinverno), Basiricò, Russo, Georgescu, Abdel Nabi, Holguin (55 Giargiana M.), Jouhari, Monceur (55 Dorini), Currao (75 Giargiana C.), Ciobanu. All. Casonati. Arbitro: Polello. Marcatori: 52 Monceur (L), 67 Basiricò (L), 75 Moretti (P). Ammoniti: 10 Bianchi (P), 17 Basiricò (L), 45 Masera (L). Virtus Zeme (Csi Vigevano11 girone A) 1-2 G CSI VIGEVANO OPEN 11 - SERIE A 8 a giornata ALBONESE-SANGIORGIO 0-4 CANDIA-SPARTAK VIG. 1-1 CASSOLNOVO-FANTASY 0-5 CIVITA-PICCOLINI 3-0 PARONA-LEGIONARI 1-2 ROSASCO-IL BORGO 1-1 ZEME-SARTIRANA 6-2 Prossimo turno CANDIA-ROSASCO FANTASY-CIVITA LEGIONARI-CASSOLNOVO PICCOLINI-ALBONESE SANGIORGIO-ZEME SARTIRANA-IL BORGO SPARTAK VIGEVANO-PARONA Classifica p.ti partite V N P SANGIORGIO FANTASY ZEME IL.BORGO SARTIRANA LEGIONARI CIVITA ROSASCO PICCOLINI SPARTAK.VIGEVANO CASSOLNOVO PARONA CANDIA ALBONESE ª campionessa Csi Vigevano - 13ª e 14ª retrocesse in Serie B G San Giorgio (Csi Vigevano11 girone A) CSI VIGEVANO OPEN 11 - SERIE B 8 a giornata BELCREDA-VIGOR VIGEVANO 2-1 BREMESE-OLEVANO 3-2 Bugo-AM.VIGEVANO 1-2 CERGNAGO-GIFRA 0-1 DUCALI-SCALDASOLE n.d. LOMELLO-OTTOBIANO 0-4 REALFERRERA-PIEVESE 4dic Prossimo turno AM.VIGEVANO-SCALDASOLE GIFRA-LOMELLO OLEVANO-Bugo OTTOBIANO-BELCREDA PIEVESE-CERGNAGO REALFERRERA-DUCALI VIGOR VIGEVANO-BREMESE Classifica p.ti G 1ª e 2ª promosse in Serie A partite V N P REALFERRERA CERGNAGO LOMELLO DUCALI GIFRA PIEVESE OTTOBIANO AM.VIGEVANO BREMESE Bugo SCALDASOLE BELCREDA OLEVANO VIGOR.VIGEVANO

40 ADESSO PUOI SCEGLIERE! puoi leggerci così... OPPURE così... in un click Leggi tutto per 1,20 Abbonamento trimestrale 13 Abbonamento semestrale 25 Abbonamento annuale 45

41 41 25 novembre Sport Volley sulla nostra pagina facebook le foto delle premiazioni della prima edizione di Vota il Migliore Stradella però non ha alcuna intenzione di spianare la strada alle lomelline Continua la corsa del Garlasco Virtus Binasco LUNGAVILLA-MORTARA VIRTUS 25-18, 27-25, 26-28, Lungavilla: Benvenuti, Bocchetti, Campagnoli A., Lizzoli, Stevanin, Bono, Prevedini, Campagnoli E., Dacarro, Piccinini, Albini, Sgorlon, Taverna, Barbieri, Dono. All. Maschio-Lucoli. Mortara Virtus: Gatti, Gallo, Rigoli, Mercorillo, Anzani, Colombo, Lupo, Bordin, Guariento, Stroppa, Lasagna.All. Colombo - Baldiraghi. Il Lungavilla mette la freccia e sorpassa i rivali del Mortara Virtus sia in campo che in classifica in quella che è stata una partita combattuta punto per punto. Il signor Rucoli, con molta garbatezza, ammette i meriti della squadra rivale e riconosce la buona prestazione messa in campo sia dal suo Lungavilla, sia dal Mortara Virtus che però ha ceduto all ultimo set. Al primo set parte decisa la formazione di casa che s impone egragiamente sulle ragazze rivali e porta a casa la vittoria. Al secondo set la compagine ospite comincia a dare battaglia a attacca con tutte le proprie forze, però senza successo. Al terzo set la formazione mortarese lancia una massiccia controffensiva e questa volta raccoglie i frutti dei propri sforzi portando a casa la vittoria del terzo set. Al quarto ed ultimo set le ragazze del Mortara Virtus esauriscono il carburante e non riescono più ad opporsi al Lungavilla che mantiene alto il ritmo e conquista i tre punti. SAN GENESIO-GIFRA 15-XX, XX-20, 21-XX, XX-15, San Genesio: Zerbin, Cuollo, Mastria, Erici, Guardamagna, Giordano, Cattaneo, Balzaretti, Poletti, Maida, Volpi, Ricci, Costa. All. Cappelletti. Gifra: Naj, Radaelli, Teodori, Silvia, Del Signore, Santin, rossi, Sartorello, Ambrosino, Bonacossa, Dulio, Gallese, Olgiati, Pavanello, Triaca, Gatti. All. Maffei-Chiesa. Bella partita quella tra San Genesio e Gifra, dalla quale la formazione casalinga nè è uscita vittoriosa. Nonostante la vittoria questo per le ragazze del San Genesio è un mezzo passo falso perchè superano il Mortara Virtus ma perdono un prezioso punto rispetto alle corazzate di testa. Primo set quasi senza storie con la compagine padrona di casa in netta difficoltà che non riesce ad organizzare attacchi decisi e con poca convinzione in difesa. Nonostante il passo falso iniziale la formazione di casa non molla ed al secondo set riesce ad organizzarsi per una controffensiva e porta a casa il secondo set. Al terzo set si assiste ad nuovo crollo locale ed le ragazze del Gifra non perdono l occasione e chiudono il terzo sigillo. Al quarto set, però, il San Genesio si rende conto dell imminente sconfitta e riorganizza tutta la squadra per gli ultimi set, le mosse sono giuste e con grande puntualità arriva una grande e sudata vittoria su un gran Gifra. Sondaggio VOTA IL MIGLIORE 2ª edizione club dirigente allenatore atleta NOME SQUADRA disciplina ruolo categoria CERTOSA-STRADELLA 12-25, 14-25, Certosa: Missora, Pisati, Chinaglia, Carini, Zanoli, Caminiti, Pilotto, Maggi, Franchi, Chiesa, Cermenati, Mezzadra. All. Milanesi- Barisone. Stradella: Codecà, Chiapponi, Marzani M., Riccardi, Maggi, Spiaggi, Cassani, Marzani D., Di Giacomo, Pasqualini, Zambrino, Fiorino, Fumagalli, Maccagni, Mangiarotti, Fiamberti. All. Sacchi-Riccardi. Il Certosa non perde un colpo e mantiene saldo il suo primato in classifica insieme al Garlasco. A farne le spese, questa volta, e il Certosa che, almeno nei primi due set non riesce ad opporre una valida resistenza contro la compagine ospite. Il primo set si chiude con una vittoria in scioltezza per lo Stradella che mette già le mani sulla vittoria finale. nel secondo set ancora una volta la formazione dello Stradelle riesce ad imporsi egregiamente su un timido Certosa, se nel primo set avevano messo le mani sulla vittoria nel secondo l hanno ipotecata. Al terzo set, però, la formazione casalinga tenta in tutti i modi di ostacolare le ambizioni dello Stradella buttando in campo tutte le proprie risorse, tutto ciò però, si rivela inutile perchè ormai le ragazze stradelline hanno già la testa rivolta verso la vittoria e non si lasciano sfuggire l occasione per mettere in cassaforte tre punti pieni. GARLASCO-CASTEGGIO 25-23, 25-18, Garlasco: Negri, Vanzelli, Vidale, Taglietti, Sassi G., Menozzi, Mawed, Valisi, Gilardi, Sassi S., Bertuzzi. All. Cozzi-Mattioli. Casteggio: Crivelli, Bozzetto, Castignola, Ferrari, Morini, Provera, Papavero, Vicini, Fellegara, Fraschini, Molinelli, Lodi, Perduca, Cignoli, Fortunati. All. Barosselli-Ravaglia. Il Casteggio rende più dura del previsto la vita alla capolista Garlasco che all inizio della partita ha sofferto i pochi errori della compagine ospite. Sfortunatamente per le ragazze del Casteggio la prestazione perfetta arriva proprio contro il Garlasco che in qualunque situazione e nonostante gli errori riesce a mantenere sempre il sangue freddo e a conquistare la partita. La vittoria, comunque, arriva grazie al poderoso attacco della formazione locale che con Gilardi, Mawen e Menozzi, ha quasi sempre la vittoria assicurata. Queste tre ragazze rendono la vita facile al loro coach che in caso di necessità sa sempre su chi fare affidamento. Al primo set la compagine ospite non sbaglia quasi nulla, mentre la retroguardia locale vacilla, ma l attacco del Garlasco bilancia tutti gli errori e rimedia ad una difficile situazione. Al secondo set le ragazze ospiti allentano un pò la tesione e le devastanti offensive locali centrano la vittoria. Il terzo set viene vinto in scioltezza dal Garlasco che ringrazia il suo grandioso attacco. Sondaggio VOTA IL MIGLIORE 2ª edizione club dirigente allenatore atleta NOME SQUADRA disciplina ruolo categoria Cus Pavia 6 a giornata LUNGAVILLA-MORTARA V. 3-1 BINASCO-PALL. PAVIA Prossimo turno MORTARA V.-FLORENS PALL. PAVIA-LUNGAVILLA ADOLESCERE-BINASCO CASTEGGIO-CERTOSA STRADELLA-GARLASCO GIFRA-CUS PAVIA LA SITUAZIONE 2 feb CUS PAVIA-ADOLESCERE 2-3 GARLASCO-CASTEGGIO 3-0 CERTOSA-STRADELLA 0-3 SAN GENESIO-GIFRA 3-2 FLORENS-MEZZANA 2-3 partite Classifica p.ti G V P GARLASCO STRADELLA LUNGAVILLA SAN GENESIO MORTARA VIRTUS GIFRA ADOLESCERE CASTEGGIO CUS PAVIA FLORENS CERTOSA MEZZANA BINASCO PALL. PAVIA Prima promossa in Serie D - Seconda ai playoff - Ultime quattro retrocesse in Seconda Divisione MEZZANA-SAN GENESIO CUS PAVIA-ADOLESCERE 15-25, 19-25, 25-18, 25-21, CUS Pavia: Barbera, Guani, Gandini, Tiboni, Bertoletti, Legnani, Cozzi, Bottani, Calonghi, Oddi, Galliera, Franchi, Brandolini, Giordano, Fornasari, Piva. All. Collurage-Veronesi. Adolescere: Barbieri, Gallo, lugano, Nascimbene, Sterpetti, Battaglia, Beretta, Bernardi, Zelaschi, Basha, Gonella, Rebasti, Barzi, Bignotti, Niero, Violante. All. Gazzaniga. Il Cus Pavia perde la sua battaglia casalinga e l adolescere può uscire vittoriosa da un campo ostile. Purtroppo per la compagine pavese la reazione arriva troppo tardi, infatti, nei primi due set il Cus sembra veramente il balia della compagine avversaria e non riesce a rispondere agli attacchi ospiti. Nei successivi due set, il coach tira le orecchie alle sue ragazze che finalmente cominciano a giocare con lo stesso ritmo a cui ci avevano abituato. Nonostante la ripresa morale la rimonta cosa caro alla formazione padrona di casa sul piano fisico e nello scontro finale rimedia una sconfitta pesante. Da ammirare comunque la tenacia messa in campo dalle ragazze casalinghe che nonostante un due a zero pesante sono riuscite a recuperare e per poco non hanno strappato la vittoria. Ottima anche la prova di carattere delle ragazze dell Adolescere che anche quando la situazione si è fatta complicata hanno mantenuto il sangue freddo. FLORENS-MEZZANA CORTI 30-28, 19-25, 25-22, 19-25, Florens: Romano, Ferri, Bessekon, Bertani, Manazza, Felequi, Bettonte, Esposito, Bottaro, Ferrari, Zaverio, Jecai, Montagna, Giolo, Chiodini. All. Gatti. Mezzana Corti: Vai, Saccomani, Caito, Barbieri, Canepari, Badino, Franzoso, Di Mario, Maggi, Gibelli, Mognaschi. All. Capoccia- Moda. La partita tra Florens e Mezzana Corti è stata una vera e propria battaglia nei quartieri bassi della classifica. Le due squadre si sono affrontate senza esclusione dei colpi offrendo micidiali contrattacchi da parte di ambedue le compagini. Il primo set sembrava non voler terminare più e si è andato avanti ad oltranza con nessuna delle due squadre che dava segni di resa finchè le ragazze della Florens hanno alzato il ritmo e strappato la vittoria. Il Mezzana Corti non ci sta e al secondo set organizza una sorpresa alla formazione casalinga molto ben riuscita che assicura la vittoria del secondo set. Al terzo set arriva la risposta della compagine padrona di casa che si riporta in vantaggio grazie ad una grande prestazione. La formazione ospite non ci sta e rilancia con una massiccia controffensiva al quarto set che le permette di riportare la situazione sui binari della parità e al quinto set, con le pile scariche per la Florens, gli ospiti voncono.

42 Sport Volley 25 novembre sulla nostra pagina facebook le foto delle premiazioni della prima edizione di Vota il Migliore Gifra Vigevano A continua a vincere e rimanere in testa Tromello a un passo dalla vetta 6 a giornata SANNAZZARO-SAN MARTINO 0-3 PRO MORTARA-CASORATE Prossimo turno SAN MARTINO-GARLASCO CASORATE-SANNAZZARO CUS PAVIA A-PRO MORTARA SIZIANO-ZIBIDO GIFRA A-TROMELLO ADOLESCERE-GROPELLO riposa: RIVANAZZANO LA SITUAZIONE oggi TROMELLO-CUS PAVIA A 3-0 ZIBIDO-RIVANAZZANO 3-1 GROPELLO-GIFRA A 0-3 ADOLESCERE-GARLASCO A 27 nov ha riposato: SIZIANO Rivanazzano Galilei partite Classifica p.ti G V P GIFRA A TROMELLO ZIBIDO CASORATE SAN MARTINO RIVANAZZANO CUS PAVIA A SANNAZZARO SIZIANO PRO MORTARA GROPELLO ADOLESCERE GARLASCO A Prime due ai playoff - Ultime tre retrocesse in Terza Divisione Sondaggio VOTA IL MIGLIORE 2ª edizione club dirigente allenatore atleta NOME SQUADRA disciplina ruolo categoria GROPELLO-GIFRA A 14-25, 8-25, Gropello: Pizzoccaro, Monti, Moisescu, Prim, Camaroli, Coldesina, Faravelli, Garganese, Gusperti, Trovò, Scalabrin, Codegone, Villani, Sala, Crepaldi, Ferrari. All. Sturini. aaa Gifra A: Schianca, Rubino, Colognese, Ghione, Marcheggiani, Baisini, Moro, Vigone, Pacini, Boccia, Conti, Boldu, Chignoli, Meschia, Colombo. All. Forti. La Gifra continua a vincere e rimane in vetta, solitaria, alla classifica di seconda divisione. Una squadra sicuramente troppo più forte del Gropello che è riuscito a lottare solo per alcuni tratti contro lo strapotere vigevanese. D altra parte gli obiettivi delle due società sono talmente diversi che sul campo si nota ad occhio nudo. Se il Gropello punta alla salvezza la Gifra è ad oggi la più seria candidata al salto di categoria. Centrali come Ghione sono un lusso per la seconda divisione e le sue giocate e i suoi muri sono sempre puntuali contro qualsiasi avversaria. ZIBIDO-RIVANAZZANO 25-19, 25-15, 27-29, Zibido New Eagles: Belloli, Milazzo, Pavesi, Spiga, Trovato, Bellantoni, Caraci, Martinelli, Milone, Intropi, Milone An.,Berri, Colombi, Galli, Cassini. All: Parsinari Rivanazzano: Frattini, Gray, Scarabelli, Costanzo, Dallara, Frattini, Deegan, Gazzaniga, Ferrari, Filippini, Mezzadra, Pria, Vaccari, Vitali. All: Ceccarelli Quarta vittoria consecutiva per le New Eagles di Zibido che con un po di fatica riescono a mettere ko anche Rivanazzano al termine di una partita bella ed entusiasmante. Partono bene le ragazze di casa che riescono a far loro il primo e il secondo set abbastanza agevolmente. Nel terzo parziale arriva però la reazione del Rivanazzano che lottando su ogni pallone riesce a portare avanti il set a lungo finendo poi col vincerlo con un clamoroso Nel quarto periodo la paura delle New Eagles è tangibile. La gara per loro diventa più complicata del previsto anche perchè le ospiti non vogliono proprio saperne di mollare. E allora si prosegue punto a punto fino alle fasi finali dove a prevalere è la maggior tenacia e voglia di portare a casa i tre punti delle New Eagles che adesso volano in classifica. Stemar Casorate TROMELLO-CUS PAVIA A 25-18, 25-12, Tromello: Spina, Negri, Mancuso, Curti, Pisani, Crivellari, Torti, Greco, Fabrizio, Casu, Gardino, Facchini, Caprara, Lanza, Salamone. Cus Pavia A: Biscaro, Cusa M., Marchetti, Milani M., MilaniL., Dolcini, Pascale, Salaroli, Zanotti, Cusa F., Pavanello, Rebecchi, Dragna, Migliavacca. All. Del Bò. Gara a senso unico quella disputata a Tromello ieri pomeriggio. Il Cus Pavia è riuscito a rimanere in partita solo ad inizio del primo set, poi è stato un monologo della squadra di casa. Il sestetto di Tromello non ha lasciato scampo alle pavesi che hanno mostrato la loro inesperienza nel gestire alcuni momenti del match. Le ragazze di coach Del Bo dovranno lavorare sodo per colmare questi gaps con le avversarie più quotate. Il Tromello con questo successo, il quarto del suo campionato, prosegue il suo inseguimento al primo posto occupato dalla Gifra A. SANNAZZARO-SAN MARTINO 10-25, 24-26, Sannazzaro: Sozzi, Fariseo, Lovazzani, Scalzotto, Conti, Patola, Ndoye, Patola J, Garofalo, Comotti, Meraldi, Codazzi, Dellera. All: Isabelli-Barbieri San Martino: Rovati, Zocchi, Vagnini, Donno, Beretta, Mangodi, Firpo, Ferrari, Andreotti, Broglia, Ricciarelli, Rosso, Marchesi, Rossi Successo corsaro per le ragazze di San Martino che in tre set si sbarazza di un rimaneggiato Sannazzaro. Le padrone di casa giocano ancora con troppe assenze. A preoccupare è soprattutto la mancanza di giocatrici di banda che potrebbero dare punti importanti alla squadra in frangenti delicati del match. San Martino dal canto suo approfitta di ogni situazione specie nel primo set per portarsi avanti e chiudere con autorevolezza sul Nel secondo set reazione veemente del sestetto di casa, spinto da un ottima Dellera in palleggio. La giocatrice di casa fa quel che può ma non riesce ad innescare a pieno l attacco sannazzarese che sul 24 pari si lascia sfuggire il set. Nel terzo set è la ricezione che manca alle ragazze di Isabelli-Barbieri e San Martino ha gioco facile nel portare a casa la terza vittoria di quest avvio di campionato. VOTA IL MIGLIORE - 2ª edizione LUNEDÌ PROSSIMO PAGINA INTERA DI TAGLIANDI

43 43 25 novembre Sport Volley sulla nostra pagina facebook le foto delle premiazioni della prima edizione di Vota il Migliore Terzo successo consecutivo per il Garlasco. Mede ok La Virtus Mortara è inarrestabile Rins Mede MORTARA VIRTUS-FLORENS 3-0 Mortara: Pietraroia, Gatti, Borchin, Torrisi, Lupo, Zaccone, De Vincenzi, Colombo L, Colombo R., Lasagna, Marchesin, Barbaglia. All: Baldiraghi Florens: Bonas, Previderè, Vaiani, Cossu, Naturale, Ferro, Previde Massara, Zeccara, Magistrali, Ienzo, Tosi, Bodei, Bracchi, Capè, Malenchini, Vigone. All. Giampiero Ennesimo successo per la Virtus Mortara che continua a macinare le avversarie in ogni gara. Troppo forte la formazione di coach Baldiraghi che punta decisamente al salto di categoria. Questa settimana ad arrendersi al sestetto lomellino è la Florens. Cinque vittorie in cinque gare dunque che lanciano la Virtus a punteggio pieno sempre più in alto in classifica. Al momento le uniche formazioni che potrebbero impensierire le mortaresi sembrano essere il Mede ma soprattutto il Garlasco. Proprio contro il arlasco infatti è la gara più attesa di quest avvio di stagione, ma ci vorrà il 22 dicembre per vedere scontrare queste due formazioni che si daranno battaglia fino all ultimo pallone per l accesso ai playoff com prima classificata del girone. GIFRA B-SCRIVIA 19-25, 21-25, Gifra B: Rossi C., Galbiati, Zucchi, Rossi L., Tohdingui, Gattinara, Asmolovic, Felloni, Clerici, Ghia, De Filippo, Graziotin, Sartino, Savino Scrivia:Sartori, Poggi, Gualdana, Rizzo, Buttafava, Balduzzi, Corbo, Ferrari, Liguori, Gallo, Cappelletti, Gianvesti, Manara, Micheli, Binaschi, Leva. All: Rizzo Vittoria in trasferta per lo Scrivia che punisce severamente le ragazze della Gifra che giocano una buona partita cedendo solo per qualche problema di troppo in ricezione. Parte bene lo Scrivia in avvio di partita conquistando punti di vantaggio importanti riuscendo a sfruttare al meglio le battute. I problemi in ricezione per la Gifra fanno il resto. La gara si accende nel secondo set con le ragazze di casa intente a vender cara la pelle. Ne escono fuori momenti esaltanti con grandi scambi da una parte e dall altra. Ogni volta infatti che il sestetto di casa riesce a rispondere bene in ricezione sulle battute delle avversarie anche lo spettacolo si accende. Ma alla fine le ospiti appaiono più concentrate e riescono a far loro i tre punti della gara. Sondaggio VOTA IL MIGLIORE 2ª edizione club dirigente allenatore atleta NOME SQUADRA disciplina ruolo categoria CASTEGGIO-MEDE 0-3 Casteggio: Mandri, Lai, Arpa, Rocchelli, Melia, Biolcati, Rossi, Baldiraghi, Terzi, Calò R, Calò V, Algeri. All: Castelli- Baroselli Mede: Della Monaco, Moscatello, Veronese, Sunseri, Angeleri, Bonafè, Carlin, Fornaroli, La Terza, Resta A., Resta F., Alghisi, Baldo, Tempella, De Silvestri, Muliedda, Pavanello, Angeleri. All. Franchini. Quarto successo per il Mede che con una bella prestazione passa anche sul campo del Casteggio. Gara intensa con tanti errori specie per le ragazze di casa che giocano sottotono e vanno spesso in difficoltà sugli attacchi, non forti, ma precisi delle avversarie. Troppe disattenzioni fanno il resto spianando la strada alla vittoria esterna del Mede. Con questo successo le ragazze di coach Franchini salgonoa quota 12 in classifica e tallonano la capolista Virtus Mortara. GAMBOLÒ-LUNGAVILLA 25-22, 25-18, 19-25, Gambolò: Colombo, Péigozzo, Scotto, Siani, Ottoneo, Guzzo Tallarico, Biglieri, Manzo, Fonte, Maccagnola, De Lucia, gentile, Rovati, Zucca. All: Davide Mariani Lungavilla: De Carli, Alaimo, Gubernati, Cozzi, Baiguera, Piaggi, Zanolin, Franzosi, Domenichella, Raschioni, Nobile, Dancelli, Rossi, Dicorato, Giovanetti. Il Gambolò con le unghie e giocando una gran partita riesce a battere una mai doma Lungavilla. Nulla da fare per Gubernati e compagne che hanno però lottato fino all ultimo. Una gara giocata pallone su pallone con un primo set fatto di grande intensità conquistato dalle padrone di casa che hanno saputo sfruttare al meglio le occasioni concesse dalle ospiti. Stesso discorso per il secondo set con Gambolò sempre avanti e Lungavilla costretto a rincorrere. nel terzo parziale la musica cambia e il sestetto ospite riesce a ritornare in partita riuscendo a far proprio il parziale con il punteggio di Nel quarto set si lotta su ogni cambio palla. Nessuna delle due squadre sembra voler mollare il colpo. Ma alla fine a spuntarla sono le ragazze di Gambolò che approfittano degli istanti finali di gara per brindare alla terza vittoria stagionale. Sondaggio VOTA IL MIGLIORE 2ª edizione club dirigente allenatore atleta NOME SQUADRA disciplina ruolo categoria Pallavolo Casteggio 6 a giornata BRONI-GARLASCO B 0-3 GIFRA B-SCRIVIA 0-3 CARBONARA-CUS PAVIA B 3-0 MORTARA V.-FLORENS 3-0 GAMBOLÒ-LUNGAVILLA 3-1 CASTEGGIO-MEDE 0-3 ha riposato: SANMAURENSE Prossimo turno GARLASCO B-CASTEGGIO SCRIVIA-BRONI CUS PAVIA B-GIFRA B FLORENS-GAMBOLÒ LUNGAVILLA-MORTARA V. SANMAURENSE-CARBONARA LA SITUAZIONE partite Classifica p.ti G V P MORTARA V MEDE GAMBOLÒ GARLASCO B GIFRA B LUNGAVILLA FLORENS SCRIVIA CARBONARA CASTEGGIO BRONI CUS PAVIA B SANMAURENSE Prime due ai playoff - Ultime tre retrocesse in Terza Divisione riposa: MEDE BRONI-GARLASCO B 18-25, 12-25, Broni: Madama, Gasio, Mognaschi, Lupu, Uberti, Braga, Maringola, A., Rogledi, Maringola F., Sensalari, Raimondi, Soldini, Peberi, Picciol, Marchet, Carbonini. All. Daturi Garlasco: Picone, Strigazzi, Pezzone, Perez, Bordoni, Luise, Andreello, Lepri, Taglietti, Pitasi, Ronconi, Pezzoni VStrigazzi S, Vaiana. All: Strigazzi Silvia Tutto come pronostico, tutto come previsto ampiamente. Il Garlasco continua la sua rincorsa al primo posto in classifica che al momento le manca solo perchè ha giocato meno partite delle altre battistrada. Tre match e tre vittorie lasciando solo le briciole alle avversarie. Anche ieri sera per le ragazze di Silvia Strigazzi è stato tutto fin troppo semplice. Una vittoria in scioltezza per le Sempre giovani ragazze di Garlasco. Da segnalare l ottima prova dell opposto Corinne Pitasi sempre molto attenta e concentrata. Broni dal canto suo nulla ha potuto, troppo grande la differenza di valari in campo sia in termini di esperienza che in termini tecnico-fisico. CARBONARA-CUS PAVIA B 25-20, 25-18, Carbonara: Barbieri, Ostè, Maiolino, Manazza, Maraschi, Pregnolato, Ciprian, Sabbi, Marconi All. Fontana Cus Pavia B: Carabbio, Genta, Viola, Zacconi, Greppi, Pavanello, Marchesoni, Moroni, Arcucci, Capelli, Meraldi, Codazzi, Russo, Tigre. All. Del Bo. E mancato solo un pizzico di esperienza e un po di voglia di crederci fino alla fine al Cus Pavia per far tremare il Carbonara che alla fine con tenacia è riuscito comunque ad avere la meglio sulle giovani pavesi. Gara interessante e molto tirata si dalle prime battute con le padrone di casa però sempre avanti nel punteggio. Nel primo e secondo set infatti il sestetto di coach Fontana non ha lesinato in concentrazione e applicazione, ma nel terzo la musica cambia. Il Cus sembra crederci e riesce ad agguantare le avversarie sul Le ragazze del Cus avrebbero anche la possibilità di vincere il parziale, ma per tre volte si fanno beffare dalle padrone di casa che alla fine con quel pizzico di esperienza in più riescono a portare a casa i tre punti in palio.

44 Sport Volley 25 novembre sulla nostra pagina facebook le foto delle premiazioni della prima edizione di Vota il Migliore Dopo il passo falso del Cus, Binasco diventa la diretta inseguitrice Qualcuno fermerà lo Zibido? 6 a giornata PALL. PAVIA-SAN MARTINO 3-0 MORTARA V.-BINASCO 0-3 CASSOLESE-DORNO 2-3 CILAVEGNA-CUS PAVIA 3-2 ZIBIDO-SANMAURENSE 3-1 FLORENS-GAMBOLÒ 0-3 ha riposato: CASORATE Prossimo turno SAN MARTINO-FLORENS BINASCO-PALL. PAVIA DORNO-MORTARA V. CUS PAVIA-ZIBIDO SANMAURENSE-CILAVEGNA GAMBOLÒ-CASORATE riposa: CASSOLESE LA SITUAZIONE Olimpia Dorno partite Classifica p.ti G V P ZIBIDO BINASCO CUS PAVIA CILAVEGNA DORNO PALL. PAVIA CASORATE CASSOLESE SANMAURENSE SAN MARTINO GAMBOLÒ MORTARA VIRTUS FLORENS Prima promossa in Seconda Divisione Sondaggio VOTA IL MIGLIORE 2ª edizione club dirigente allenatore atleta NOME SQUADRA disciplina ruolo categoria Sondaggio VOTA IL MIGLIORE 2ª edizione club dirigente allenatore atleta NOME SQUADRA disciplina ruolo categoria ZIBIDO-SANMAURENSE 25-18, 25-16, 21-25, Zibido San Giacomo: Ciccotosto, Mazza, Falchi, Milone, Cassini, Dalla Vecchia, Rosa, Bargigia, Bietti, Gaia Cadamosti, Rosa, Cappellari, Toffanello. All. Giuseppe Rosa. Sanmaurense: Paron, Oggianu, Lorenzetti, Rondini, Cortinovis, Arenghi, Garofalo, Ricagno, Galipò, Totaro, Cattaruzza, Simoncello,Pagnucco, Arioli, Lovagnini. All. Malinverni, Rampini. Solo un piccolo passo falso per la corazzata Zibido, che tiene un ritmo sempre perfetto durante le sue gare e merita, indiscutibilmente, il posto da capolista nel campionato di terza divisione, che sembra andargli stretto. Nonostante la grinta messa in campo, la Sanmaurense, formazione ospite, non è riuscita a difendersi dalla perfezione tatticha della compagine casalinga. Non ci sono più aggettivi per descrivere la grinta di queste ragazze che, ormai, ci stupirebbero solo con una sconfitta. Al primo set era già tutto chiaro, Sanmaurense coraggiosa ma impotente contro la formazione casalinga. Al secondo set si ripete la stessa storia del primo solo con uno scarto più ampio per le ragazze di casa, al terzo set arriva il colpo di scena con la compagine ospite che riesce a fare breccia nel muro d acciaio dello zibido. Solo una piccola distrazione però, forse lo Zibido aveva lasciato la porta del muro aperta, al quarto set lo Zibido vince. CILAVEGNA-CUS PAVIA 25-16, 23-25, 23-25, 25-16, Cilavegna: Botticini, Conte, Geddo, De Monte, Trento, Bombonato, De Monte E., Mazzocca. All.Pizzi Cus Pavia: Pisani, Sacchi, Cattaneo, Dieni, Gatti, Bandirali, Scarioni, Repossi, Conca, Moroni, Civitarese. Allenatore Maurizio Paragnani. Una giornata carica di battaglie, anche Cilavegna e Cus Pavia, come le colleghe della partita Cassolese-Dorno, danno vita ad una partita all ultimo set questa volta, però, vinta dalla formazione casalinga. La partita sembra ciclica per entrambe le compagini che alternano momenti di alti e bassi. Al primo set esce vittirioso il Cilavegna, che dopo la vittoria va in letargo e si risveglierà solo al quarto set. Nel frattempo si svegliano le ragazze del Cus Pavia che chiudono con una vittoria al limite il secondo set. Il terzo set sembra essere la fotocopia del secondo, fotocopia anche nel punteggio, e la formazione ospite chiude con una vittoria il terzo sigillo. Il quarto sigillo, invece, è la fotocopia del primo il Cilavegna si sveglia e riporta la partita sui binari della parità. Chi andrà in letargo per il quinto set? Nessuna delle due squadre è la risposta esatta, infatti, il quinto ed ultimo set vede vincere le ragazze del Cilavengna, ma la resistenza opposta dalla formazione del Cus è andata sicuramente oltre la sufficienza. PALL. PAVIA-SAN MARTINO 25-15, 25-17, Pall. Pavia: Bevilacqua, Galotti, Vingiani, Alessio, Raggi, Montani, Annaratone, Bocchiola, Palma, Pocol, Maggi, Astori, Nunez, Meo, Annaratone, Gandolfi. All. Zucca. San Martino: Pezzulla, Carratello, Bonetti, Lorini, Brerra, Lorini, Barili, Cattaneo, Tromanesi, Rabaioli. All. Zucchetti. Le ragazze di mister Zucca non accennano a frenare e ripetono lo stesso messaggio della scorsa volta alle avversarie. Pallavolo Pavia vince, convince e vola ai piani alti della classifica, molto meritatamente. Nonostante gli scivoloni rimediati nelle prime giornate le ragazze della Pallavolo sembrano essere tornate in ottima forma e se continuano di questo passo, presto potrebbero diventare la prima seria minaccia alle ambizioni delle corazzate che guidano il campionato. La formazione casalinga approfitta dei tanti errori delle ragazze del San Martino e nonostante la formazione ospite sia in balia dei suoi errori le ragazze di casa non si rilassano e portano a casa una facile vittoria. Al primo set la Pallavolo s impone egragiamente sulle rivali e vince. Nel secondo set la storia si ripete anche se la compagine ospite da qualche segno di ripresa. Al terzo set Il San Martino sembra reagire ma ormai è troppo tardi, la formazione padrona di casa è sulle ali dell entusiasmo e chiude il terzo sigillo. Cus Pavia MORTARA VIRTUS-BINASCO 15-25, 4-25, Mortara: Poni, Torrisi, Torchia, Tagliani, Barbaglia, Rivolta, Di Gironimo, Furgato, Lazzarin, Botta, All. Colombo-Baldiraghi. Binasco: Scotti, Viterbo, Puliti, Casali, Giardina, Bonafè, Matteoni, Bruschi, Monina, Simoncelli, Daresi, Aquilino, Marzorati. All. Mariangela Delvecchio. Nonostante la volata dello Zibido, le ragazze di Mariangela Delvecchio non perdono la concentrazione e tengono duro per non lasciare punti preziosi per strada. Ormai le due corazzate prendono il largo e sembrano essere davvero le favorite per la vittoria finale e la sfida è tutta da seguire. Al primo set la formazione Mortarese tenta di opporre resistenza al Binasco che non si sbilancia e controlla egregiamente la partita, al secondo set la formazione ospite sembra spinta da un motore a reazione e devasta totalmente la compagine casalinga che, nonostante gli sforzi, esce con le ossa rotte dalla seconda frazione di gioco. Al terzo set le ragazze del Binasco spengono il motore a reazione e vanno avanti con la spinta del secondo set, di per sè sufficiente per chiudere in scioltezza la partita. Poco da dire ormai per il Binasco che, insieme allo Zibido, comanda la classifica e sembrano non avere rivali, almeno per questa stagione, che forse le vedrà lottare solo tra di loro per la conquista del primo posto. CASSOLESE-DORNO 25-22, 30-32, 27-25, 24-26, Cassolese: Bellone, Ferretti, Montanari, Domeneghetti, Fantato, Notaro G., Notaro M., Bove, Marangon, Scavini, Canella, Barcella, Pirro, Zago, Beolchi, Dalsoglio. Allenatore Luca Rutigliano. Dorno: Vai, Raia, Bonfiglio, Mantovani, Carnevale, Roku, Rusu, Romeo, Ascè, Galdangelo, Dellera, Bisio, Bordoni. All. Raia M.- Raia N. L olympia Dorno espugna la Cassolese nella dura battaglia di Cassolnovouna partita all ultimo sangue quella offerta oggi dalle due squadre che si sono affrontate senza esclusione di colpi, regalando al pubblico un grande spettacolo. Nel primo set già si vede la stoffa delle due compagine e la grinta messa in campo da ambedue le parti, ma la formazione del Dorno non passa e la Cassolese vince il primo set. Al secondo si da fuoco alle poveri e comincia la vera battaglia, il set non si chiude al punteggio regolamentare e si procede ad oltranza finchè la formazione locale, forse a corto di energie, allenta la tensione e le ragazze ospiti colgono l occasione per chiudere con una vittoria. La compagine locale non accetta la sconfitta e la vendetta arriva puntuale al terzo set vinto in zona Cesarini. Era l ultima fiammata delle ragazze locali che dopo il terzo set esauriscono le pile, ma non il coraggio, anche se non basta per vincere il match. FLORENS-GAMBOLÒ 19-25, 23-25, Florens: Fortunati, Caccia, Viario, Bucci, Gecaj, Galiani, Cecchi, Di Ciuccio, Vaona, Mattiuzzo, Guardamagna, Mogavino, Stornatne. All. Anna Montani. Gambolò: Dell Acqua, Muntoni, Vignardi, Luce, Travisan C., Denti, Martinello, Bianchi, Dosio, Travisan M., Gioanola, Malandrino, Yvonne, Bertani, Carnevale. All. Siani-Zerbi. Arriva lo scontro nei quartieri poveri della classifica e l ultima ruota del carro agguanta le rivali del San Martino a quota tre punti mandano in crisi le ragazze della Florens. Mentre la compagine ospite mantiene un ritmo costante, quello della formazione casalinga è un crescendo, ma la sveglia arriva quando ormai le ragazze del Gambolò hanno la partita ben stretta nel pugno. Al primo set la squadra ospite controlla egragiamente il match e senza troppe difficoltà porta a casa il set. Al secondo set arriva il primo campanello d allarme per le ragazze ospiti che nonostante ciò non perdono la testa e restano concentrate sul loro gioco portando a casa la vittoria. Al terzo set per poco non arriva il colpaccio della formazione padrona di casa che butta in campo tutta la sua rabbia e tenta in tutti i modi di riaprire il discorso vittoria. Tutti gli sforzi sono vani però, la compagine ospite mantiene la sua compattezza in campo e porta a casa la vittoria.

45 Sondaggio VOTA IL MIGLIORE 2ª edizione LUNEDÌ PROSSIMO PAGINA INTERA DI TAGLIANDI La Diga tracima! Sorpasso al vertice: Nicolò Raineri supera Matteo Zerbinati Il podio di questa settimana Matteo Zerbinati (Torrevillese Calcio) Giovanissimi portiere voti Nicolò Raineri (Montebello Calcio) Terza Categoria difensore voti Deborah Pascale (Cus Pavia Volley) 2ª Divisione centrale voti La classifica generale Rivanazzanese 122 voti Paolo Monastero (Rivanazzanese) 226 voti Claudio Scarzanella (Torrevillese) 102 voti Tino Rebecchi (Torrevillese) 28 voti Gianluca Chiellini (Rivanazzanese) 20 voti Castoldi (Giussago) 36 voti Massimo Boschetti (Giussago) 950 voti Roberto Callegari (Zinasco) 14 voti Marco Viscione (Castelletto) 251 voti Marco Lodi (Zinasco) 14 voti Manuel Cobianchi (Portalberese) 166 voti Viola (Albuzzano) 64 voti Sorce (Portalberese) 22 voti Carlo Pavesi (Valle Lomellina) 42 voti Giorgio Pasquino (Robbio) 26 voti Marco Burrone (Alagna) 213 voti Pischedda (Real Torre) 28 voti Fanello (Bremese) 14 voti Mario Boffino (Superga) 38 voti Angelo Russo (Bremese) 11 voti Annoni (Bascapè) 28 voti Luca Fietti (Vallone) 22 voti Fabio Pezza (Carpignanese) 178 voti Bergamini (Sant Alessandro) 22 voti Bisoni (Sant Alessandro) 14 voti Gianluca Dondi (Carpignanese) 167 voti Diego Fabbri (Frigirola) 11 voti Nicolò Raineri (Montebello) voti Karif Poncina (Montebello) 45 voti Metani (Nizza) 12 voti Stefano Pugliano (Montebello) 14 voti Troisi (Lungavilla) 28 voti Giampi (Broni) 26 voti Zucca (Vellezzo) 20 voti Angelo Colli (Lungavilla) 56 voti Pierangelo Torri (Audax Travacò) 52 voti Montagna (Broni) 22 voti Giuseppe Lagrotta (Vellezzo) 15 voti Marco Rangon (Montebello) 11 voti Giacomazzi (Sannazzaro) 14 voti Lo Sardo (Lungavilla) 14 voti Matteo Zerbinati (Torrevillese) voti : Filippo Pallaroni (Orione Voghera) 105 voti Leonardo Pallaroni (Orione Voghera) 101 voti Matteo Quaglini (Torrevillese) 93 voti Christian Compagnoni (San Martino) 157 voti Alessandro Cucchi (San Martino) 151 voti Lorenzo D Anzieri (San Martino) 70 voti Lorenzo Pallaroni (Torrevillese) 12 voti Ilaria Rebecchi (Cus Pavia) 28 voti Deborah Pascale (Cus Pavia) voti Jessica Patola (Sannazzaro) 14 voti Franco Raineri (Montebello) 71 voti Marchesi (Real Vidigulfo) 14 voti Mezzio (Montebello) 14 voti Alessio Andanese (Casei) 21 voti Imparato (San Martino) 11 voti Mariangela Delvecchio (Binasco) 56 voti Giuseppe Rosa (Zibido) 42 voti Michela Ferrari (Siziano) 818 voti Modalità di partecipazione Il Punto promuove per il secondo anno il sondaggio Vota il Migliore. Tutti i lunedì in ogni pagina della cronaca sportiva troverete i coupon per votare lo sportivo preferito della nostra provincia. Ogni scheda vale 1 voto: si può votare un dirigente, un mister, un atleta oppure un club. E possibile esprimere una sola preferenza specificando il ruolo (per esempio nel calcio: dirigente, mister, portiere, difensore, centrocampista, attaccante; nel volley: dirigente, coach, palleggiatore, centrale, laterale, opposto, libero; nel basket: dirigente, coach, play, guardia, ala, centro). Da settembre ogni settimana pubblicheremo le graduatorie, mentre una volta al mese è prevista una pagina speciale con più tagliandi. Le ultime schede saranno pubblicate nell uscita di lunedì 18 maggio Saranno considerate valide tutte le schede pervenute entro le ore 19 di venerdì 30 maggio Le cedoline devono essere spedite alla redazione de Il Punto - Corso Cavour n Pavia, oppure consegnate personalmente. Per qualsiasi informazione o comunicazione relativa al sondaggio è possibile contattare il Sono valide solo le schede pubblicate su Il Punto, non si accettano fotocopie o riproduzioni di qualsiasi genere. La grande sfida ricomincia: vinca il migliore! Entro la fine di giugno 2014 i primi classificati (atleti di ciascun ruolo - allenatori - dirigenti - club) di ogni disciplina e categoria che avranno totalizzato almeno 500 voti riceveranno una targa personalizzata e un abbonamento al nostro giornale. Ai tre più votati dell intero sondaggio andranno inoltre i fantastici premi consistenti in viaggi e weekend in tre capitali europee. Le foto dei vincitori e i momenti della consegna dei riconoscimenti saranno pubblicati il lunedì successivo al giorno delle premiazioni. I PREMI PER I PRIMI TRE PIÙ VOTATI viaggio di una settimana per due persone a Berlino weekend per due persone a Parigi weekend per due persone a Londra sulla nostra pagina facebook le foto delle premiazioni della prima edizione di Vota il Migliore

46 Sport Calcio Nona puntata sulla nostra pagina facebook le foto delle premiazioni della prima edizione di Vota il Migliore 25 novembre SAN MARTINO PULCINI A 7 Come annunciato, proseguiamo la pubblicazione delle foto delle compagini del settore giovanile del San Martino. PULCINI 7 PULCINI 7 Alessandro Gulmini Christian Vallati Costantino De Marco PULCINI 7 PULCINI 7 PULCINI 7 PULCINI 7 Francesco Malusardo Gabriele Sarfatti Jacopo Ferrari PULCINI 7 PULCINI 7 PULCINI 7 PULCINI 7 PULCINI 7 ALLENATORE Lodovico Chiarucci Lorenzo Orlandi Ludmilla Iezzi Mattia Sanua Samann Arrichiello Andrea Ferrari SAN MARTINO PULCINI A 6 A PULCINI 6 A Andrea Foppa Davide Foppa PULCINI 6 A PULCINI 6 A PULCINI 6 A PULCINI 6 A Gianfranco Annunziata Giovanni Taiani Giovanni Trentini PULCINI 6 A PULCINI 6 A PULCINI 6 A ALLENATORE ALLENATORE ALLENATORE Jordan Nuntejeu Matteo Speranza Riccardo Callegari Luigi Speranza Marco Foppa Matteo Parlati

47 47 25 novembre Sport Calcio Nona puntata sulla nostra pagina facebook le foto delle premiazioni della prima edizione di Vota il Migliore SAN MARTINO PULCINI A 6 B PULCINI 6 B PULCINI 6 B Alessandro Tessera Daniele Di Fraia Daniele Genova PULCINI 6 B PULCINI 6 B PULCINI 6 B PULCINI 6 B Lorenzo Campili Luca Greco Mattia Salvi PULCINI 6 B PULCINI 6 B PULCINI 6 B PRESIDENTE ONORARIO SEGRETARIO DIRIGENTE Nicolò Albicini Samuele Pascale Tommaso Maiorca Osvaldo Comini Giovanni Boneschi Paolo Tessera SAN MARTINO PICCOLI AMICI Amin Benelambra PICCOLI AMICI PICCOLI AMICI PICCOLI AMICI PICCOLI AMICI PICCOLI AMICI DIRIGENTE DIRIGENTE PICCOLI AMICI PICCOLI AMICI PICCOLI AMICI Antonio Del Gaudio Bartolomeo Provini PICCOLI AMICI PICCOLI AMICI PICCOLI AMICI Camilla Taiani Daniele Santaniello Federico Manchini Rayan Nanayakkara Riccardo Magli Simone Genova Stefano Villa Tommaso Sacchi Massimiano Menchini Domenico Del Gaudio

48 TUTTO PER L EDILIZIA

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE Saluto tutti i presenti: iscritti, simpatizzanti rappresentanti dei partiti..

Dettagli

SPECIALE RIENTRO NELLA SCENA POLITICA DI SILVIO BERLUSCONI Il Presidente di Forza Italia alla scuola di formazione politica Forza Futuro, a Calvagese

SPECIALE RIENTRO NELLA SCENA POLITICA DI SILVIO BERLUSCONI Il Presidente di Forza Italia alla scuola di formazione politica Forza Futuro, a Calvagese SPECIALE RIENTRO NELLA SCENA POLITICA DI SILVIO BERLUSCONI Il Presidente di Forza Italia alla scuola di formazione politica Forza Futuro, a Calvagese della Riviera. L intervento del nostro leader in 20

Dettagli

Giuseppe Iosa. Documento programmatico per la candidatura alla segreteria del Circolo Moro-Berlinguer di Peschiera Borromeo

Giuseppe Iosa. Documento programmatico per la candidatura alla segreteria del Circolo Moro-Berlinguer di Peschiera Borromeo Giuseppe Iosa Documento programmatico per la candidatura alla segreteria del Circolo Moro-Berlinguer di Peschiera Borromeo Domenica, 19 aprile 2015 Premessa Il Partito Democratico di Peschiera Borromeo,

Dettagli

Rilevazione 25 Novembre 2013. OSSERVATORIO SOCIO-POLITICO Le due arene: lo stadio della società contro il ring della politica

Rilevazione 25 Novembre 2013. OSSERVATORIO SOCIO-POLITICO Le due arene: lo stadio della società contro il ring della politica Rilevazione 25 Novembre 2013 OSSERVATORIO SOCIO-POLITICO Le due arene: lo stadio della società contro il ring della politica Le notizie della settimana: la Sardegna concentra tutta l attenzione L alluvione

Dettagli

Il PD vuole aprire le porte ai nuovi italiani

Il PD vuole aprire le porte ai nuovi italiani Il PD vuole aprire le porte ai nuovi italiani Autore: Alban Trungu Categoria : Mondo Migrante Data : 15 febbraio 2011 Intervista con Khalid Chaouki, responsabile immigrazione e seconde generazioni dei

Dettagli

MARONI TOGLIE IL BOLLO AI MOTORINI La proposta della Lega Nord ora è realtà

MARONI TOGLIE IL BOLLO AI MOTORINI La proposta della Lega Nord ora è realtà Lombardia Libera Bollettino a cura del Gruppo Lega Nord in Regione Lombardia (Fonti utilizzate: agenzia di stampa Lombardia Notizie e siti web Regione Lombardia) MARONI TOGLIE IL BOLLO AI MOTORINI La proposta

Dettagli

FRANCO DANIELI : NON C'E' CONTINUITA' CON LA POLITICA ESTERA DI BERLUSCONI di Silvia Garnero in collaborazione con http://www.italianosenamerica.

FRANCO DANIELI : NON C'E' CONTINUITA' CON LA POLITICA ESTERA DI BERLUSCONI di Silvia Garnero in collaborazione con http://www.italianosenamerica. FARONOTIZIE.IT Anno II - n 11 Febbraio 2007 Redazione e amministrazione: Scesa Porta Laino, n. 33 87026 Mormanno (CS) Tel. 0981 81819 Fax 0981 85700 redazione@faronotizie.it Testata giornalistica registrata

Dettagli

News da Regione Lombardia. 21 Gennaio 2016-202 edizione - Newsletter a cura di Fabrizio Cecchetti

News da Regione Lombardia. 21 Gennaio 2016-202 edizione - Newsletter a cura di Fabrizio Cecchetti News da Regione Lombardia 21 Gennaio 2016-202 edizione - Newsletter a cura di Fabrizio Cecchetti I Miei Prossimi Impegni Mercoledì 27 Gennaio Ore 10:00, Commissione Bilancio del Consiglio Regionale della

Dettagli

OSSERVATORIO SOCIO-POLITICO L Italia nella bufera: crisi e proteste. Rilevazione 16 Dicembre 2013

OSSERVATORIO SOCIO-POLITICO L Italia nella bufera: crisi e proteste. Rilevazione 16 Dicembre 2013 OSSERVATORIO SOCIO-POLITICO L Italia nella bufera: crisi e proteste Rilevazione 16 Dicembre 2013 Le notizie della settimana: i Forconi COSA RICORDANO GLI ITALIANI Le proteste in piazza/ il movimento dei

Dettagli

Esito del voto elettorale nazionale: nel nuovo Parlamento sarà difficile garantire una stabilità di governo.

Esito del voto elettorale nazionale: nel nuovo Parlamento sarà difficile garantire una stabilità di governo. RINNOVO DEL PARLAMENTO ITALIANO RINNOVO DEL CONSIGLIO REGIONALE : Lombardia Lazio Molise Esito del voto elettorale nazionale: nel nuovo Parlamento sarà difficile garantire una stabilità di governo. La

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un attimo assentarmi, ma è una questione di cinque minuti. Devo uscire,

Dettagli

27/11. Il Mattinale. Al diavolo la decadenza BERLUSCONI: Riconquistiamo l Italia! Speciale Manifestazione. ore 18.00

27/11. Il Mattinale. Al diavolo la decadenza BERLUSCONI: Riconquistiamo l Italia! Speciale Manifestazione. ore 18.00 Il Mattinale Roma, mercoledì 27 novembre 2013 27/11 ore 18.00 a cura del Gruppo Forza Italia-Pdl alla Camera Speciale Manifestazione Al diavolo la decadenza BERLUSCONI: Riconquistiamo l Italia! Mentre

Dettagli

Tutti vogliono le primarie, forza con la Leopolda blu. Dal nostro sondaggio molte sorprese, anche quella di Fini.

Tutti vogliono le primarie, forza con la Leopolda blu. Dal nostro sondaggio molte sorprese, anche quella di Fini. Tutti vogliono le primarie, forza con la Leopolda blu Dal nostro sondaggio molte sorprese, anche quella di Fini. Il nuovo sondaggio politico che abbiamo realizzato nell'universo del nostro indirizzario

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi

La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi Vi avevo anticipato l anno scorso che il Difensore Civico s interessa dei

Dettagli

CASTELLO NEWS N 1 SUBITO AL LAVORO. Cari castellani,

CASTELLO NEWS N 1 SUBITO AL LAVORO. Cari castellani, CASTELLO NEWS N 1 SUBITO AL LAVORO Cari castellani, è la prima occasione utile per sentirci con un po' più di calma dopo queste due settimane, a parte qualche post su Facebook che ha tentato di dar conto

Dettagli

Regionali in Sicilia, Crocetta vince nell Isola degli astenuti. Boom del Movimento 5 Stelle

Regionali in Sicilia, Crocetta vince nell Isola degli astenuti. Boom del Movimento 5 Stelle Regionali in Sicilia, Crocetta vince nell Isola degli astenuti. Boom del Movimento 5 Stelle di Vincenzo Emanuele Che la Sicilia non fosse più l Eden del consenso berlusconiano lo si era capito già alcuni

Dettagli

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 25 ottobre 2013 INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 Audio da min. 12:00 a 20:45 su http://www.radio24.ilsole24ore.com/player.php?channel=2&idprogramma=focuseconomia&date=2013-10-25&idpuntata=gslaqfoox,

Dettagli

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di RACCONTO TRATTO DAL LIBRO DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di Roberta Griffini, Francesca Matichecchia, Debora Roversi, Marzia Tanzini Disegno di Pat Carra Filcams Cgil Milano Margherita impiegata

Dettagli

Elezioni Regionali. A rischio la proclamazione degli eletti in Puglia

Elezioni Regionali. A rischio la proclamazione degli eletti in Puglia Elezioni Regionali. A rischio la proclamazione degli eletti in Puglia Rischia di slittare la proclamazione degli eletti al Consiglio Regionale della Puglia a causa della scorretta trascrizione e conseguente

Dettagli

SINDACATI SVEDESI IL POSTO DELLE FAVOLE

SINDACATI SVEDESI IL POSTO DELLE FAVOLE SINDACATI SVEDESI IL POSTO DELLE FAVOLE Di Alberto Nerazzini MILENA GABANELLI IN STUDIO Di solito quando si è in difficoltà è sempre propositivo andare a vedere come sono organizzati gli altri, non necessariamente

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

La cultura manageriale per il rilancio del Paese Roma, 18 novembre 2013

La cultura manageriale per il rilancio del Paese Roma, 18 novembre 2013 Relazione dei Presidente CIDA, Silvestre Bertolini La cultura manageriale per il rilancio del Paese Roma, 18 novembre 2013 Prima di iniziare, vorrei ringraziare le autorità presenti in sala, che è sempre

Dettagli

COMUNE DI ANZOLA Domenica, 13 aprile 2014

COMUNE DI ANZOLA Domenica, 13 aprile 2014 COMUNE DI ANZOLA Domenica, 13 aprile 2014 Domenica, 13 aprile 2014 Cronaca 13/04/2014 Il Resto del Carlino (ed. Bologna) Pagina 18 Anzola Furti... 1 Politica locale 13/04/2014 Il Resto del Carlino (ed.

Dettagli

DICHIARAZIONE DI VOTO FINALE DELL ON. ANTONIO MAROTTA

DICHIARAZIONE DI VOTO FINALE DELL ON. ANTONIO MAROTTA a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi Presidente 738 DICHIARAZIONE DI VOTO FINALE DELL ON. ANTONIO Disposizioni urgenti in materia

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

Organi di Partito cancellano, modificano, creano nuove leggi e rimuovono politici che non rispettano le regole.

Organi di Partito cancellano, modificano, creano nuove leggi e rimuovono politici che non rispettano le regole. Forza Democratica Foglio 1/5 Oggetto: Bozza per uscire dall attuale crisi Prevenzione. Prevenzione. Prevenzione Staremo bene se anche gli altri stanno bene. Non fare agli altri ciò che non vuoi sia fatto

Dettagli

MANIFESTAZIONE «CONTRO LE MAFIE»

MANIFESTAZIONE «CONTRO LE MAFIE» RASSEGNA STAMPA MANIFESTAZIONE «CONTRO LE MAFIE» A cura di Agenzia Comunicatio COMUNICATO STAMPA MAFIA CAPITALE: DALLE ACLI DI ROMA APPREZZAMENTO PER LA MANIFESTAZIONE DEL 3/9 "CONTRO LE MAFIE" AL TUSCOLANO

Dettagli

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Breve saluto con tre slides. Chi siamo: fondamentalmente siamo genitori per genitori

Dettagli

B- Si, infatti lui non avrebbe mai pensato che avrei potuto mettere un attività di questo tipo

B- Si, infatti lui non avrebbe mai pensato che avrei potuto mettere un attività di questo tipo INTERVISTA 9 I- Prima di svolgere questa attività, svolgeva un altro lavoro B- Io ho sempre lavorato in proprio, finito il liceo ho deciso di non andare all università, prima ho avuto un giornale di annunci

Dettagli

RELAZIONE AL BILANCIO DI PREVISIONE 2011 CONSIGLIO COMUNALE DEL 12/01/2011

RELAZIONE AL BILANCIO DI PREVISIONE 2011 CONSIGLIO COMUNALE DEL 12/01/2011 RELAZIONE AL BILANCIO DI PREVISIONE 2011 CONSIGLIO COMUNALE DEL 12/01/2011 L allarme che qualche mese fa avevamo lanciato sui tagli ai comuni oggi è diventato certezza, e non è stata cosa semplice, per

Dettagli

PRESIDENTE DEL CONSIGLIO ENRICO LETTA IN CONFERENZA STAMPA

PRESIDENTE DEL CONSIGLIO ENRICO LETTA IN CONFERENZA STAMPA DEBITI P.A. decreto del fare Di Emanuele Bellano PRESIDENTE DEL CONSIGLIO ENRICO LETTA IN CONFERENZA STAMPA L impegno che il Ministero dell Economia in particolare sta attuando con grande determinazione

Dettagli

TRATTATIVA AZIENDALE 20.09.2012

TRATTATIVA AZIENDALE 20.09.2012 TRATTATIVA AZIENDALE 20.09.2012 Odg Fondi contrattuali, varie ed eventuali. Per l'azienda sono presenti: dott.ssa Valori, dott.ssa Biancheri, dott.ssa Battistoni, dott.ssa Pellegrini, dott. Orlando Valori

Dettagli

"Macerie dentro e fuori", il libro di Umberto Braccili

Macerie dentro e fuori, il libro di Umberto Braccili La presentazione venerdì 14 alle 11 "Macerie dentro e fuori", il libro di Umberto Braccili "Macerie dentro e fuori" è il libro scritto dal giornalista Umberto Braccili, inviato della Rai Abruzzo, insieme

Dettagli

Cremona2030: una nuova governance locale per costruire territorio e sviluppo sociale

Cremona2030: una nuova governance locale per costruire territorio e sviluppo sociale dalla PROVINCIA al nuovo ENTE di AREA VASTA Cremona2030: una nuova governance locale per costruire territorio e sviluppo sociale a cura della federazione del PD di Cremona La legge 56/2014: limiti, rischi

Dettagli

Le 5 regole per capire DAVVERO come guadagnare da un investimento finanziario

Le 5 regole per capire DAVVERO come guadagnare da un investimento finanziario Le 5 regole per capire DAVVERO come guadagnare da un investimento finanziario Scopri come i grandi investitori hanno posto le basi per il loro successo. Tutto quello che devi assolutamente conoscere prima

Dettagli

Una manovra di rigore ed equità.

Una manovra di rigore ed equità. Una manovra di rigore ed equità. Ispirata all'art. 3 della Costituzione: "È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale che impediscono il pieno sviluppo della persona".

Dettagli

Quirinale, grazia al Cav? 'Segno di analfabetismo'

Quirinale, grazia al Cav? 'Segno di analfabetismo' http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/daassociare/2013/03/19/pd-verso-speranza-zanda-capigruppo-camera-senato_8425205.html Pagina 1 di 5 Il sito Internet dell'agenzia ANSA Speciali Quirinale, grazia

Dettagli

DOSSIER CONFCOMMERCIO MODENA Lunedì, 16 giugno 2014

DOSSIER CONFCOMMERCIO MODENA Lunedì, 16 giugno 2014 DOSSIER CONFCOMMERCIO MODENA Lunedì, 16 giugno 2014 15/06/2014 Gazzetta di Modena Pagina 11 15/06/2014 Il Resto del Carlino (ed. Modena) Pagina 5 15/06/2014 Gazzetta di Modena Pagina 9 DOSSIER CONFCOMMERCIO

Dettagli

Sfatare il mito del posto fisso

Sfatare il mito del posto fisso Intervista Sfatare il mito del posto fisso Gli obiettivi di Daniele Rossi neo presidente del gruppo giovani imprenditori Contribuire a creare una cultura d impresa per dare ad una regione che ancora vive

Dettagli

... La Campania la Cambi mo d vvero con una nuova Regione!

... La Campania la Cambi mo d vvero con una nuova Regione! ... La Campania la Cambimo dvvero con una nuova Regione! La Campania la CambiAmo davvero con una nuova Regione E' finito il tempo della Regione concepita come un posto di potere, che gestisce soldi e poltrone.

Dettagli

Il debutto pubblico del Comitato di Coordinamento del Volontariato lombardo

Il debutto pubblico del Comitato di Coordinamento del Volontariato lombardo Il debutto pubblico del Comitato di Coordinamento del Volontariato lombardo REGIONE LOMBARDIA 38 Con la nascita del CCV-Lombardia, il volontariato PC della Regione compie un importante salto di qualità,

Dettagli

Sindacato Padano - SIN. PA.

Sindacato Padano - SIN. PA. Illustrazione ddl iniziativa popolare "Garanzia delle pensioni di anzianità con quaranta anni di contributi e delle pensioni di vecchiaia" Marzo 2012 Voglio illustrare il disegno di legge di iniziativa

Dettagli

Mobilità del personale, i paletti del SAP

Mobilità del personale, i paletti del SAP 49 Notiziario della Segreteria Generale del Sindacato Autonomo di Polizia Direttore Politico: NICOLA TANZI Direttore Responsabile: MASSIMO MONTEBOVE Registrazione Tribunale Roma n. 98 del 21 febbraio 2000

Dettagli

LA BILATERALITA NEL TERZIARIO: UN MODELLO DI RESPONSABILITA CONDIVISE PER UNA NUOVA STAGIONE DI CRESCITA

LA BILATERALITA NEL TERZIARIO: UN MODELLO DI RESPONSABILITA CONDIVISE PER UNA NUOVA STAGIONE DI CRESCITA LA BILATERALITA NEL TERZIARIO: UN MODELLO DI RESPONSABILITA CONDIVISE PER UNA NUOVA STAGIONE DI CRESCITA Intervento del Direttore Generale Francesco Rivolta Roma, 20 ottobre 2011 Condividere per crescere.

Dettagli

nostre «certezze» sul fatto che senza di lui non potremo mai più essere felici, che durano fino a una nuova... relazione!) continueremo a infilarci

nostre «certezze» sul fatto che senza di lui non potremo mai più essere felici, che durano fino a una nuova... relazione!) continueremo a infilarci Pensieri. Perché? Cara dottoressa, credo di avere un problema. O forse sono io il problema... La mia storia? Stavo con un ragazzo che due settimane fa mi ha lasciata per la terza volta, solo pochi mesi

Dettagli

RINNOVO DEL CCNL PER L INDUSTRIA METALMECCANICA APERTURA DELLA TRATTATIVA DICHIARAZIONI DEL PRESIDENTE MASSIMO CALEARO Roma, 20 giugno 2007

RINNOVO DEL CCNL PER L INDUSTRIA METALMECCANICA APERTURA DELLA TRATTATIVA DICHIARAZIONI DEL PRESIDENTE MASSIMO CALEARO Roma, 20 giugno 2007 RINNOVO DEL CCNL PER L INDUSTRIA METALMECCANICA APERTURA DELLA TRATTATIVA DICHIARAZIONI DEL PRESIDENTE MASSIMO CALEARO Roma, 20 giugno 2007 Il 1 giugno abbiamo ricevuto la Vostra piattaforma per il rinnovo

Dettagli

RASSEGNA STAMPA Sabato, 06.09.2014

RASSEGNA STAMPA Sabato, 06.09.2014 RASSEGNA STAMPA Sabato, Il Sole 24 Ore 1 Partecipate avanti, sanità alt La Repubblica 1 Fecondazione eterologa via libera in Liguria Cerchiamo donatori ticket in base al reddito Il Secolo XIX 1 Eterologa,

Dettagli

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini?

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Lettera alle Mamme_Layout 1 11/09/2015 17:10 Pagina 1 Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Dialogo con le mamme che subiscono violenza in famiglia

Dettagli

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini?

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Priority mom Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Cosa posso fare per interrompere subito la violenza? rivolgiti alle Forze dell Ordine o al Servizio Sociale più vicino chiedi aiuto al Centro

Dettagli

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini?

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Dialogo con le mamme che subiscono violenza in famiglia per conoscere l intervento della giustizia minorile Indice:

Dettagli

IL RISORGIMENTO IN SINTESI

IL RISORGIMENTO IN SINTESI IL RISORGIMENTO IN SINTESI La rivoluzione francese ha rappresentato il tentativo violento, da parte del popolo, ma soprattutto della borghesia francese (e poi anche del resto dei paesi europei) di lottare

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi. pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una

Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi. pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una modifica dell ordine del giorno? (Voci confuse). Io direi che per logica

Dettagli

n. 175 29 settembre/6 ottobre 2015 Periodico iscritto al R.O.C. n.6552

n. 175 29 settembre/6 ottobre 2015 Periodico iscritto al R.O.C. n.6552 n. 175 29 settembre/6 ottobre 2015 Periodico iscritto al R.O.C. n.6552 Inaugurazione dell anno scolastico 2015-2016 a Napoli Qualche attento lettore di ANPInews (in particolare del n. 174 della scorsa

Dettagli

CONSULTA DEI RAGAZZI E DELLE RAGAZZE. Premessa della Dirigente

CONSULTA DEI RAGAZZI E DELLE RAGAZZE. Premessa della Dirigente Allegato n. 1 C.I. del 29.04.2014 ISTITUTO COMPRENSIVO MONTEMARCIANO MARINA Via G. Marotti, 26 60018 MONTEMARCIANO (AN) ic.montemarciano@libero.it - www.icsmontemarciano.it Tel. 071 915239 - Fax 071 915050

Dettagli

Psoprattutto nella fase di informazione,

Psoprattutto nella fase di informazione, UNA VISIONE DALLA PARTE DELL UTENZA DEBOLE, CICLISTI E PEDONI Marco Passigato FIAB, Federazione Italiana Amici della Bicicletta rima di iniziare vorrei ringraziare le associazioni che hanno collaborato,

Dettagli

Capece vs Bernardini

Capece vs Bernardini Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria Segreteria Generale: Via Trionfale, 79/A 00136 Roma Tel. 06.3975901 (6 linee r.a) Fax 06.39733669 Email: info@sappe.it Capece vs Bernardini Comunicato stampa in

Dettagli

Siamo in tanti, oggi, in questa sala e questo è un fatto positivo per il nostro partito e per gli appuntamenti che lo stanno attendendo.

Siamo in tanti, oggi, in questa sala e questo è un fatto positivo per il nostro partito e per gli appuntamenti che lo stanno attendendo. Sintesi del discorso di presentazione della mozione per la candidatura a segretario provinciale di Renato Veronesi, espressosi liberamente, senza l ausilio di una traccia scritta, durante i lavori della

Dettagli

MENO TASSE, SUD E INVESTIMENTI: LA MANOVRA CHE NON VEDRETE MAI

MENO TASSE, SUD E INVESTIMENTI: LA MANOVRA CHE NON VEDRETE MAI 1057 www.freenewsonline.it i dossier www.freefoundation.com MENO TASSE, SUD E INVESTIMENTI: Editoriale de Il Giornale, 1 novembre 2015 1 novembre 2015 a cura di Renato Brunetta 2 Era fine agosto e la confusione

Dettagli

Trascrizione dell intervento di Rino Campioni 17 maggio 2011

Trascrizione dell intervento di Rino Campioni 17 maggio 2011 Trascrizione dell intervento di Rino Campioni 17 maggio 2011 La relazione di Sergio Veneziani contiene tutta la struttura dell idea che noi abbiamo di Auser attraverso gli strumenti per qualificare e migliorare,

Dettagli

Ordine del Giorno. Comune di Agrigento. Seduta del Consiglio Comunale del 27 Dicembre 2013

Ordine del Giorno. Comune di Agrigento. Seduta del Consiglio Comunale del 27 Dicembre 2013 Comune di Agrigento Seduta del Consiglio Comunale del 27 Dicembre 2013 Ordine del Giorno 1. Designazione scrutatori; 2. Relazione previsionale e programmatica 2013 2015. Bilancio di Previsione 2013. Bilancio

Dettagli

CONSIGLIO COMUNALE DEL 27.03.2015 Interventi Sigg. consiglieri Mozione in ordine alla istituzione di un registro dei tumori nel nostro territorio.

CONSIGLIO COMUNALE DEL 27.03.2015 Interventi Sigg. consiglieri Mozione in ordine alla istituzione di un registro dei tumori nel nostro territorio. CONSIGLIO COMUNALE DEL 27.03.2015 Interventi Sigg. consiglieri Mozione in ordine alla istituzione di un registro dei tumori nel nostro territorio. Ultimo punto: Mozione in ordine alla istituzione dei tumori

Dettagli

lettera del Presidente Nazionale AIGA, Avv. Dario Greco lettera del Coordinatore Regionale AIGA, Avv. Mariangela Grillo

lettera del Presidente Nazionale AIGA, Avv. Dario Greco lettera del Coordinatore Regionale AIGA, Avv. Mariangela Grillo IN EVIDENZA: 1) Lettera aperta all avvocatura italiana lettera del Presidente Nazionale AIGA, Avv. Dario Greco 2) Perché iscriversi all AIGA lettera del Coordinatore Regionale AIGA, Avv. Mariangela Grillo

Dettagli

Ministero dell Economia e delle Finanze Sala del Parlamentino Commissione Tecnica per la Finanza Pubblica Avvio del progetto di Spending Review

Ministero dell Economia e delle Finanze Sala del Parlamentino Commissione Tecnica per la Finanza Pubblica Avvio del progetto di Spending Review Ministero dell Economia e delle Finanze Sala del Parlamentino Commissione Tecnica per la Finanza Pubblica Avvio del progetto di Spending Review Intervento del Ministro dell Economia e delle Finanze Tommaso

Dettagli

64ª Giornata Nazionale per le Vittime degli Incidenti sul Lavoro. Discorso del Presidente Territoriale Giacomo Ranieri

64ª Giornata Nazionale per le Vittime degli Incidenti sul Lavoro. Discorso del Presidente Territoriale Giacomo Ranieri i 64ª Giornata Nazionale per le Vittime degli Incidenti sul Lavoro Discorso del Presidente Territoriale Giacomo Ranieri Autorità, Signore e Signori, grazie a tutti per la sentita partecipazione a questa

Dettagli

BENESSERE SUL LAVORO E QUALITA DELLE RELAZIONI Intervista a Christian Boiron. Di Enrico Cheli

BENESSERE SUL LAVORO E QUALITA DELLE RELAZIONI Intervista a Christian Boiron. Di Enrico Cheli BENESSERE SUL LAVORO E QUALITA DELLE RELAZIONI Intervista a Christian Boiron Di Enrico Cheli Cheli: Dott. Boiron, lei è presidente del gruppo Boiron, leader mondiale nel campo dell omeopatia, e da anni

Dettagli

ITANES 1992. Itanes 1992: Original Questionnaire ORIGINAL QUESTIONNAIRE

ITANES 1992. Itanes 1992: Original Questionnaire ORIGINAL QUESTIONNAIRE ITANES 1992 ORIGINAL QUESTIONNAIRE 1. Numero di telefono 2. Sesso maschio 1 femmina 2 La Swg di Trieste sta conducendo un sondaggio in tutta Italia. Vorrei parlare con il signor/la signora. 3. E lei? sono

Dettagli

Smantellata con la II guerra mondiale

Smantellata con la II guerra mondiale Europa dopoguerra I organismo di cooperazione Devastata, sminuito il ruolo centrale del potere economico e politico Nasce a Ginevra, 10/01/1920 Inizialmente scarsi risultati politici Società delle Nazioni

Dettagli

BOZZA NON CORRETTA MISSIONE A FIRENZE 7 FEBBRAIO 2012 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GIOVANNI FAVA

BOZZA NON CORRETTA MISSIONE A FIRENZE 7 FEBBRAIO 2012 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GIOVANNI FAVA 1/7 MISSIONE A FIRENZE 7 FEBBRAIO 2012 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GIOVANNI FAVA La seduta inizia alle 15.50. Audizione della dottoressa Patrizia Rabatti, rappresentante della Camera di commercio di Firenze.

Dettagli

I Militari possono far politica?

I Militari possono far politica? I Militari possono far politica? Il personale in servizio attivo delle Forze Armate (Esercito, Marina, Aeronautica, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza) può fare politica? Siccome ci sono tanti mestatori,

Dettagli

S E N A T O D E L L A R E P U B B L I C A

S E N A T O D E L L A R E P U B B L I C A S E N A T O D E L L A R E P U B B L I C A X I I I L E G I S L A T U R A 8 a COMMISSIONE PERMANENTE (Lavori pubblici, comunicazioni) 4 o R e s o c o n t o s t e n o g r a f i c o SEDUTA DI MARTEDÌ 5 NOVEMBRE

Dettagli

Comune di Priolo Gargallo Corpo di Polizia Municipale

Comune di Priolo Gargallo Corpo di Polizia Municipale Alcune regole per evitare incidenti con i cani Calendario Storico 2015 L a ricorrenza dell ormai tradizionale calendario storico della Polizia Municipale è occasione preziosa per riflessioni meditate ed

Dettagli

COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO Giovedì, 16 giugno 2016

COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO Giovedì, 16 giugno 2016 COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO Giovedì, 16 giugno 2016 COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO Giovedì, 16 giugno 2016 16/06/2016 Pagina 21 PIER LUIGI TROMBETTA Dipendente in prova denuncia il titolare:

Dettagli

SICUREZZA E : CITTADINANZA LEGALITA

SICUREZZA E : CITTADINANZA LEGALITA ISTITUTO COMPRENSIVO G.GALILEI Scuola dell infanzia, primaria, secondaria di primo grado VIA CAPPELLA ARIENZO TEL. 0823/755441 FAX 0823-805491 e-mail ceee08200n@istruzione.it C.M. CEIC848004 Sito web www.scuolarienzo.it

Dettagli

Le slide che Renzi non vi farà vedere sui due anni di governo di Giulio Marcon

Le slide che Renzi non vi farà vedere sui due anni di governo di Giulio Marcon Le slide che Renzi non vi farà vedere sui due anni di governo di Giulio Marcon Ci sono delle slide che Renzi in occasione dei due anni dall insediamento del suo governo (22 gennaio 2014) non vi farà certamente

Dettagli

Amnistia-indulto, sondaggi a confronto

Amnistia-indulto, sondaggi a confronto Amnistia-indulto, sondaggi a confronto Dopo il messaggio del Capo dello stato Giorgio Napolitano alle Camere si è acceso il dibattito sull amnistia e sui provvedimenti di clemenza. Gli istituti di ricerca

Dettagli

Alfredo Bertelli. Sottosegretario alla Presidenza della Giunta Regione Emilia-Romagna

Alfredo Bertelli. Sottosegretario alla Presidenza della Giunta Regione Emilia-Romagna Alfredo Bertelli Sottosegretario alla Presidenza della Giunta Regione Emilia-Romagna Il convegno organizzato oggi dalla Prefettura di Bologna rappresenta un occasione importante di confronto. Proprio per

Dettagli

La Costituzione Italiana per i ragazzi

La Costituzione Italiana per i ragazzi The International Association of Lions Clubs Distretto 108 Ib2 La Costituzione Italiana per i ragazzi www.accademiasantagiulia.it Cari ragazzi, vi domanderete chi sono i Lions e perché distribuiscono opuscoli

Dettagli

CONAPO BOTTA E RISPOSTA TRA IL CONAPO DI PAVIA ED IL COMANDANTE PROVINCIALE ING. VINCENZO GIORDANO SUL FUNZIONAMENTO DEL DISTACCAMENTO DI BRONI.

CONAPO BOTTA E RISPOSTA TRA IL CONAPO DI PAVIA ED IL COMANDANTE PROVINCIALE ING. VINCENZO GIORDANO SUL FUNZIONAMENTO DEL DISTACCAMENTO DI BRONI. CONAPO "nella nostra autonomia la Vostra sicurezza" Sezione Provinciale PAVIA email : conapo.pavia@conapo.it uuu SINDACATO AUTONOMO VIGILI DEL FUOCO BOTTA E RISPOSTA TRA IL CONAPO DI PAVIA ED IL COMANDANTE

Dettagli

VERBALE della Riunione del Tavolo delle AREE OMOGENEE del giorno 16 Settembre 2014 Fossa, USRC

VERBALE della Riunione del Tavolo delle AREE OMOGENEE del giorno 16 Settembre 2014 Fossa, USRC VERBALE della Riunione del Tavolo delle AREE OMOGENEE del giorno 16 Settembre 2014 Fossa, USRC Il giorno martedì 16 settembre 2014, alle ore 15,30, presso la sala delle aree omogenee dell USRC di Fossa,

Dettagli

LAVORARE CON LE FAMIGLIE NELLE COMUNITÀ PER MINORI

LAVORARE CON LE FAMIGLIE NELLE COMUNITÀ PER MINORI Giammatteo Secchi LAVORARE CON LE FAMIGLIE NELLE COMUNITÀ PER MINORI LAVORO SOCIALE IN TASCA COLLANA DIRETTA DA M.L. RAINERI Gli operatori sociali in tutela minori si confrontano ogni giorno con situazioni

Dettagli

Convegno Indicam Contraffazione, abusivismo e amministrazioni locali Milano, 31 gennaio 2001

Convegno Indicam Contraffazione, abusivismo e amministrazioni locali Milano, 31 gennaio 2001 Convegno Indicam Contraffazione, abusivismo e amministrazioni locali Milano, 31 gennaio 2001 Quali strade per il futuro? Il ruolo della regione nell ottica della devolution (*) Guido Della Frera Assessore

Dettagli

Seminario Fiom-Cgil: Riprendere il cammino dello sviluppo si può: serve una. vera Europa sociale ed un altra politica industriale

Seminario Fiom-Cgil: Riprendere il cammino dello sviluppo si può: serve una. vera Europa sociale ed un altra politica industriale Seminario Fiom-Cgil: Riprendere il cammino dello sviluppo si può: serve una vera Europa sociale ed un altra politica industriale Roma Camera dei Deputati 14 Gennaio 2015 Maurizio LANDINI segretario generale

Dettagli

Europee 2014 Analisi del voto In Italia a cura di Ipsos PA

Europee 2014 Analisi del voto In Italia a cura di Ipsos PA Europee 2014 Analisi del voto In Italia a cura di Ipsos PA Europee 2014 - commento La consultazione europea ha avuto l effetto di un terremoto che ha modificato il panorama politico in profondità. La nettissima

Dettagli

PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA

PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA Intervento dell Amministratore Delegato della Fiat, Sergio Marchionne Pomigliano d Arco (NA) - 14 dicembre 2011 h 9:00 Signore e signori, buongiorno a tutti. E un piacere

Dettagli

SPECIALE 2X1000. APPELLO AL CETO MEDIO Destinate il vostro due per mille a Forza Italia entro il 30 settembre!

SPECIALE 2X1000. APPELLO AL CETO MEDIO Destinate il vostro due per mille a Forza Italia entro il 30 settembre! SPECIALE 2X1000 APPELLO AL CETO MEDIO Destinate il vostro due per mille a Forza Italia entro il 30 settembre! PASSAPAROLA! Ti ricordiamo di indicare la quota del 2x1000 Irpef in favore di Forza Italia

Dettagli

CLASSI 5 a A/B GLI ALTRI SIAMO NOI. Percorsi di educazione alla cittadinanza attiva. SCUOLA PRIMARIA BISSOLATI A.S. 2013-14

CLASSI 5 a A/B GLI ALTRI SIAMO NOI. Percorsi di educazione alla cittadinanza attiva. SCUOLA PRIMARIA BISSOLATI A.S. 2013-14 CLASSI 5 a A/B GLI ALTRI SIAMO NOI Percorsi di educazione alla cittadinanza attiva. SCUOLA PRIMARIA BISSOLATI A.S. 2013-14 GLI ALTRI SIAMO NOI Percorsi di educazione alla cittadinanza attiva. PERCORSO

Dettagli

DOCUMENTO DEI CIRCOLI DELLA NUOVA ITALIA Roma, 9 giugno 2012 QUI E ORA

DOCUMENTO DEI CIRCOLI DELLA NUOVA ITALIA Roma, 9 giugno 2012 QUI E ORA DOCUMENTODEICIRCOLIDELLANUOVAITALIA Roma,9giugno2012 QUI E ORA salvareilpopolodellalibertà, lanciareunanuovaalleanzadi centrodestra, rigenerarelapartecipazione politicaconunnuovocivismo. 1. Siamo di fronte

Dettagli

SONO ORMAI PASSATE parecchie settimane dall insediamento

SONO ORMAI PASSATE parecchie settimane dall insediamento LE NUOVE MISURE FISCALI Taglio del cuneo fiscale, riduzione dell Irap e maggiore tassazione delle rendite finanziarie. Questi i tre maggiori interventi del nuovo premier, ma quale effettivo impatto avranno

Dettagli

Testo del questionario utilizzato

Testo del questionario utilizzato Progetto Costruire società inclusive e un Europa globale online: Informazione e partecipazione politica sui social media in prospettiva comparata Coordinatore scientifico dott. Cristian Vaccari http://www.webpoleu.net/

Dettagli

La Rassegna Stampa di FederLab Italia

La Rassegna Stampa di FederLab Italia Rassegna Stampa del 06.06.2011 - a cura dell Ufficio Stampa di FederLab Italia Il ministro; «Modello ai riferimento per il Paese» Fazio ora torna a lodare il sistema sanitario siciliano PALERMO

Dettagli

UN SISTEMA PREVIDENZIALE PIÙ FLESSIBILE

UN SISTEMA PREVIDENZIALE PIÙ FLESSIBILE UN SISTEMA PREVIDENZIALE PIÙ FLESSIBILE ALDO SMOLIZZA* Qualche anno fa svolgevo un attività internazionale e a seguito di quell attività conoscevo molto bene le indicazioni del Fondo Monetario Internazionale.

Dettagli

Governance Gestione locale per la sostenibilità

Governance Gestione locale per la sostenibilità Capitolo 1/2 Governance Gestione locale per la sostenibilità Aalborg Commitment 1 Ci impegniamo a rafforzare i nostri processi decisionali tramite una migliore democrazia partecipatoria. Lavoreremo quindi

Dettagli

Il Fascismo in Italia (1922-1936)

Il Fascismo in Italia (1922-1936) Il Fascismo in Italia (1922-1936) Le fasi del fascismo 1. Fase legalitaria (1922-1924) I Fascisti fanno parte di un governo di coalizione. Termina con le elezioni del 1924 e l uccisione di Matteotti. 2.

Dettagli

GENNAIO CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL SIENA. Giuseppe Di Vittorio 1954 MARTEDÌ MERCOLEDÌ GIOVEDÌ VENERDÌ DOMENICA

GENNAIO CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL SIENA. Giuseppe Di Vittorio 1954 MARTEDÌ MERCOLEDÌ GIOVEDÌ VENERDÌ DOMENICA GENNAIO 1 17 2 3 18 19 4 20 5 6 21 22 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 23 24 25 26 27 28 29 30 31 Vedo davanti a me tante facce, vedo dei neri,...dei bianchi, dei gialli, dei mezzi neri come me, ma tutti insieme,

Dettagli

SOCIAL CARD? NO! SOCIAL TRUFFA. IL PD SMASCHERA CON I NUMERI IL PROVVEDIMENTO-ELEMOSINA DEL GOVERNO.

SOCIAL CARD? NO! SOCIAL TRUFFA. IL PD SMASCHERA CON I NUMERI IL PROVVEDIMENTO-ELEMOSINA DEL GOVERNO. COMUNICATO STAMPA Partito Democratico Febbraio 2009 Gruppo Consiliare Provincia di Torino SOCIAL CARD? NO! SOCIAL TRUFFA. IL PD SMASCHERA CON I NUMERI IL PROVVEDIMENTO-ELEMOSINA DEL GOVERNO. Il nostro

Dettagli

PARTITO DEMOCRATICO ZONA ADDA - MARTESANA

PARTITO DEMOCRATICO ZONA ADDA - MARTESANA La Federazione Metropolitana ha avviato un percorso di coinvolgimento dei territori, in vista della elezione nel 2016 del Sindaco di Milano e di tanti altri Sindaci in Comuni dell area metropolitana (per

Dettagli

L EMENDAMENTO Di Giorgio Mottola

L EMENDAMENTO Di Giorgio Mottola L EMENDAMENTO Di Giorgio Mottola MILENA GABANELLI IN STUDIO Buonasera, l inchiesta di oggi è dedicata al centro unico di spesa di tutti gli uffici pubblici: se invece di comprare una sedia ne compro mille

Dettagli

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile Novembre 2011 Nel primo incontro di questo giornalino ognuno di noi ha proposto la sua definizione di lavoro minorile e ha raccontato la sua esperienza. personale.

Dettagli