Progetto finanziato con i Contributi regionali per la promozione della cultura della legalità democratica (L. R. 11/99) - Anno 2009

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Progetto finanziato con i Contributi regionali per la promozione della cultura della legalità democratica (L. R. 11/99) - Anno 2009"

Transcript

1 ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE Luca Signorelli - Cortona Progetto finanziato con i Contributi regionali per la promozione della cultura della legalità democratica (L. R. 11/99) - Anno 2009 Scuola capofila: Istituto d Istruzione Superiore Luca Signorelli Cortona Scuole partner: Istituto d Istruzione Superiore A.Vegni Cortona Scuola Media Berrettini Pancrazi Cortona Istituto Comprensivo D. Alighieri Castiglion Fiorentino Istituto Comprensivo Marcelli Foiano della Chiana Istituto Comprensivo Lucignano Altri partner: Comuni di Cortona, Castiglion Fiorentino, Foiano della Chiana, Lucignano, Marciano della Chiana, SERT Valdichiana e Provincia di Arezzo Con il contributo della Banca Popolare di Cortona

2 SOMMARIO Presentazione progetto pag 2 Intervento del Sert... pag 3 Attività scuole superiori : Questionario informativo sui giochi d azzardo. pag 4 Istituto Vegni Analisi grafica delle risposte del questionario pag 6 ITC F.Laparelli di Cortona Studio delle probabilità matematiche dei giochi più diffusi pag 11 ITC F.Laparelli di Foiano. pag 15 Attività scuole secondarie di 1 grado Questionario su stili di vita e consumi responsabili.. pag 18 Scuola Media Berrettini Pancrazi.... pag 20 Istituto Comprensivo D.Alighieri.. pag 28 Istituto Comprensivo Marcelli.. pag 34 Istituto Comprensivo Lucignano.. pag 40

3 ESSERE RESPONSABILI PER NON RISCHIARE!! Il progetto ha riguardato le tematiche del consumo responsabile, del gioco d azzardo e delle facili illusioni. Si sono indagate queste realtà attraverso la somministrazione di due questionari, uno sulle tematiche dei consumi responsabili per le scuole Medie e uno sul gioco d azzardo per gli Studenti delle superiori. I risultati sono stati la base per lavori e riflessioni degli studenti che trovate in questo opuscolo. In un periodo economicamente critico come l attuale, si è ritenuto indispensabile proporre attività di formazione che favoriscano la responsabilità anche come responsabilità all uso del denaro. L educazione dei giovani a selezionare i propri bisogni e desideri in relazione ai mezzi economici a disposizione non può prescindere dalla famiglia e della società intesa come insieme dei cittadini in un territorio. Uno degli scopi del progetto è stato quello di costruire una rete di soggetti capaci di sviluppare nei giovani studenti una riflessione sulle insidie della cultura del facile successo economico e del gioco d azzardo, favorendo un uso consapevole del denaro e delle risorse. Sono stati partner del progetto, oltre all I. I. S. Signorelli con la sede dell ITC Laparelli di Cortona le seguenti scuole Istituto Tecnico Commerciale Laparelli Foiano Istituto d Istruzione Superiore A.Vegni Cortona Scuola Media Berrettini Pancrazi Cortona Istituto Comprensivo D.Alighieri di Castiglion Fiorentino Istituto Comprensivo Marcelli di Foiano della Chiana Istituto Comprensivo Lucignano di Lucignano e Marciano della Chiana Inoltre le seguenti Istituzioni pubbliche e private I Comuni di Cortona, Castiglion Fiorentino, Foiano della Chiana, Marciano della Chiana. La Provincia di Arezzo Il Ser.T Valdichiana della ASL 8 La Banca Popolare di Cortona Lucignano, È sicuramente un progetto di largo respiro perché ha coinvolto direttamente un totale di 250 ragazzi e molti altri indirettamente frequentanti classi parallele, circa 15 docenti, i genitori, il personale non docente delle scuole, il personale degli Enti Locali, del Ser.T e delle Associazioni. Le conclusioni che posso trarre come coordinatrice sono sicuramente positive, non solo riguardo all esperienza didattica, coinvolgente ed innovativa, ma anche per le relazioni umane che si sono create all interno della rete dei soggetti coinvolti. Sicuramente un valore aggiunto per il Progetto. Grazie a tutti, Lorena Tanganelli. 2

4 COLLABORAZIONE SERT Quando è stato chiesto al nostro Servizio di collaborare alla realizzazione del progetto sulla Cittadinanza responsabile presentato da alcune scuole del nostro territorio, mi ha subito interessato la possibilità di avvicinare i giovani ad una riflessione-sui-fondamenti-della-responsabilità. Questo per la centralità che l educazione alla responsabilità assume nel processo di crescita e nella formazione della personalità e che la pone fra i fattori di protezione preventivi dei comportamenti a rischio che possono manifestarsi in adolescenza. Il senso di responsabilità affonda le sue radici nel sentimento primario di appartenenza, si struttura gradualmente nel processo di crescita attraverso la relazione con l altro, e giunge a maturazione nell esercizio di una cittadinanza attiva e consapevole. Nel contesto della contemporaneità questo non può prescindere da una crescita di responsabilità nei confronti dell ambiente, crescita che implica la capacità di prefigurare le conseguenze dei comportamenti individuali e di saperne cogliere le inter-relazioni con il contesto. E a partire da questo approccio sistemico che l' intervento nelle classi a supporto del lavoro degli insegnanti sulle tematiche della legalità, si è sviluppato come una riflessione sugli stili di vita e di consumo. Dove per consumo si intende il complesso degli atteggiamenti di scelta, selezione, modo di utilizzo ed esposizione a comportamenti, prodotti, contenuti culturali, anche tecnologicamente mediati. Si è cercato quindi di mostrare l influenza dei consumi nella formazione dell identità e la ricaduta ambientale e sociale degli stili di vita personali. Questa esposizione dell identità personale al modello consumistico è carica di conseguenze per ognuno di noi, ma in particolare lo è per l adolescente, a causa di una sua particolare fragilità nei confronti dei comportamenti veicolati dal gruppo dei pari. Nel percorso formativo, l induzione, o la resa, ad uno stile di vita fortemente connotato in senso consumistico, si situa all opposto e in contrasto educativo rispetto allo sviluppo di capacità critiche e di partecipazione civile. Lavorando nel campo delle dipendenze in particolare si osserva, accanto al permanere delle problematiche di abuso di sostanze stupefacenti, un progressivo e trasversale emergere di nuove aree comportamentali a rischio di dipendenza, che vanno dal gioco d azzardo alle dipendenze tecnologiche. Una matrice comune di questi fenomeni è lo sganciamento dei consumi dal bisogno reale (fenomeno dell'eccedenza) e il loro riferimento sempre più marcato a motivazioni di status e relazione sociale, che si correlano a facile presa di modelli di vita illusori sulla coscienza dei singoli, conformismo e compulsività. Nello svolgimento del Progetto, i ragazzi, pur nella variabilità delle dinamiche proprie dei diversi gruppi classe e delle diverse età, si sono dimostrati capaci di riflessioni profonde ed articolate rispetto a questi temi La mia osservazione è che essi riconoscono lo spessore personale e sociale del problema e la sua improrogabile attualità. Allo stesso tempo manifestano la difficoltà ad abbandonare stili di consumo che sono divenuti pervasivi della quotidianità. In una strategia territoriale di prevenzione dal disagio è indispensabile un alleanza fra gli adulti che come genitori, insegnanti, operatori dei servizi, si trovano ad essere referenti educativi di una comunità sociale. Questo perché stili di vita maggiormente consapevoli possono avere sviluppo nelle giovani generazioni solo se trovano corrispondenza e coerenza nell ambito delle relazioni che si sperimentano nella famiglia e più in generale nella comunità di appartenenza. Dr.ssa Rossella Cocchi A.S.L 8 (Dipartimento delle Dipendenze) 3

5 Attività scuole superiori QQuueesstti iioonnaarri iioo iinnffoorrmmaatti i iivvoo ssuui ii ggi iioocchhi dd aazzzzaarrddoo ssoommmmi iinni iissttrraattoo aa... aal lluunnnni ii ddeel lll llee ssccuuool llee ssuuppeerri iioorri VVeeggnni ii ee SSi iiggnnoorreel lll lli ii.. 1) Quanti anni hai? 2) Sesso: M F 3) Dove vivi? centro urbano fuori dal centro urbano 4) Conosci le regole di giochi e delle scommesse? Sì No 5) Quanto spesso giochi? ogni giorno più volte a settimana una volta a settimana raramente 6) Dove giochi abitualmente? Camucia Cortona Terontola Castiglion Fiorentino Arezzo Foiano Altro 7) Quanto spendi mediamente alla settimana? da 1 a 5 da 5 a 10 superiore a 10 8) Quale tipo di gioco fai? (Anche più risposte) Gratta & Vinci Snai e Better On-line Lotto, Superenalotto e Win for Life Slot-machines Totocalcio Altro.. 9) Rinunci a qualcosa per giocare? Sì A cosa? No 10) In famiglia, sono informati che giochi? Sì No 11) Usufruisci di un tuo budget o di una paghetta? Sì No 12) La pubblicità ti induce a giocare? 4

6 Sì, abbastanza Sì, molto No, per niente 13) Una possibile perdita può far scaturire in te aggressività? Sì No 14) Una possibile vincita ti invoglia a continuare? Sì No 15) Hai familiari che giocano? Sì No 16) Se sì, quanto spendono mediamente alla settimana? da 1 a 5 da 5 a 10 superiore a 10 17) Secondo te, in tempo di crisi il gioco è un modo per risolvere i problemi economici? Sì No 18) Secondo te, l abitudine al gioco può aggravare le condizioni economiche? Sì No Tempo libero e socializzazione 1) Quali luoghi di aggregazione frequenti? centri per gioco gruppi parrocchiali o scout bar o sale giochi case di amici muretti, piazze, giardini altro. 2) Svolgi attività sportive? Sì Se sì, quali?.. No 3) Usufruisci di un collegamento internet a casa? Sì No 4) Per quali funzioni lo utilizzi prevalentemente? navigazione MSN facebook giochi 5) Quanto tempo trascorri giornalmente al computer? meno di mezz ora un ora più di un ora 5

7 I.S.I.S Angelo VEGNI Capezzine Istituto Tecnico Agrario Classe terza sez. A Agrario Classe terza sez. C Agrario ELABORAZIONE RISULTATI TEST SOMMINISTRATO PRESSO LE SCUOLE SUPERIORI INTRODUZIONE I risultati del test che è stato sottoposto alle classi partecipanti al progetto regionale sono stati inseriti su excel, poi rielaborati in forma grafica e infine trasformati in presentazioni power point. Dall esame dei grafici gli alunni delle classi III sez. A e III sez.c del corso agrario hanno scelto alcuni quesiti che, a loro 6

8 giudizio, potevano rivelarsi più significativi. Su questi gli studenti hanno avviato una discussione, dalla quale sono emerse le seguenti considerazioni. CONOSCI LE REGOLE DI GIOCHI E SCOMMESSE? SI NO VEGNI AGRARIO VEGNI ALBERGHIERO LICEO SEVERINI LAPARELLI & MARGARITONE DOMANDA N. 4 - CONOSCI LE REGOLE DI GIOCHI E SCOMMESSE? Alcuni alunni hanno inteso le regole come procedure del gioco e non come regole in termini di calcolo delle probabilità per cui la maggior parte dei ragazzi sa come si gioca, ma non è a conoscenza delle probabilità statistiche di vincita. Le regole più note fra i ragazzi sono quelle che riguardano le scommesse sportive (es. totocalcio, ). QUANTO SPESSO GIOCHI? capezzine Ogni giorno piu volte a settimana una volta a settmana raramente VEGNI AGRARIO VEGNI ALBERGHIERO LICEO SEVERINI LAPARELLI & MARGARITONE DOMANDA N. 5 - QUANTO SPESSO GIOCHI? Secondo i ragazzi le risposte date non rispecchiano la situazione reale poiché bisogna distinguere due categorie di giocatori: chi gioca regolarmente e chi occasionalmente. Chi gioca con una certa regolarità di solito lo fa una volta alla settimana 7

9 QUANTO SPENDI MEDIAMENTE ALLA SETTIMANA? < 5 E >5 E <10 E > 10 E VEGNI AGRARIO VEGNI ALBERGHIERO LICEO SEVERINI LAPARELLI & MARGARITONE DOMANDA N. 7 - QUANTO SPENDI ABITUALMENTE ALLA SETTIMANA? Dalla discussione è emerso che chi gioca abitualmente spende più di 10 euro alla settimana, mentre chi lo fa occasionalmente sta sempre al di sotto dei 5 euro. Inoltre le piccole vincite vengono quasi sempre rigiocate. IN FAMIGLIA, SONO INFORMATI CHE GIOCHI? SI NO VEGNI AGRARIO VEGNI ALBERGHIERO LICEO SEVERINI LAPARELLI & MARGARITONE DOMANDA N IN FAMIGLIA SONO INFORMATI CHE GIOCHI? Il grafico dei risultati non appare attendibile perché i ragazzi affermano che la maggioranza delle famiglie non sono a conoscenza delle loro scommesse, non perché vogliano nasconderlo, ma semplicemente perché non riferiscono nel dettaglio le piccole spese quotidiane. Un altro gruppo di studenti si meraviglia invece del fatto che, sebbene i genitori siano a conoscenza del fatto che giocano, non cerchino in qualche modo di impedirlo ai figli minorenni 8

10 USUFRUISCI DI UN TUO BUDGET O DI UNA PAGHETTA? SI NO VEGNI AGRARIO VEGNI ALBERGHIERO LICEO SEVERINI LAPARELLI & MARGARITONE DOMANDA N USUFRUISCI DI UN TUO BUDGET O DI UNA PAGHETTA? Spesso i ragazzi non hanno chiaro cosa significa percepire una paghetta; infatti affermano inizialmente di avere una paghetta settimanale, ma che, appena hanno finito tali soldi, i genitori spesso gliene danno degli altri. Quindi non hanno un preciso budget da gestire. In particolare alcuni fanno notare che la paghetta è rigida nelle famiglie con maggior numero di figli, specie se coetanei. LA PUBBLICITA' TI INDUCE A GIOCARE? Si abbastanza Si, molto No, per niente VEGNI AGRARIO VEGNI ALBERGHIERO LICEO SEVERINI LAPARELLI & MARGARITONE DOMANDA N LA PUBBLICITA TI INDUCE A GIOCARE? Anche in questo caso i ragazzi non sono convinti della giustezza del risultato del test. Infatti la pubblicità induce a giocare più di quanto ognuno di noi si renda conto in maniera razionale. Ad esempio, il caso di un grosso montepremi annunciato dai media spinge molte persone non abituate al gioco a tentare la fortuna. Ne consegue che non sempre siamo consapevoli dell effetto della pubblicità, che non è solo quella diretta, ma anche occulta. Alcuni studenti, infatti, fanno notare come i giochi più conosciuti siano proprio quelli menzionati in frequenti spot pubblicitari sui mass media. 9

11 HAI FAMILIARI CHE GIOCANO? SI NO VEGNI AGRARIO VEGNI ALBERGHIERO LICEO SEVERINI LAPARELLI & MARGARITONE DOMANDA N HAI FAMILIARI CHE GIOCANO? La risposta in massima parte negativa è dovuta al fatto che i genitori non sono certamente tenuti ad informare i figli delle loro eventuali abitudini di gioco; esse invece emergono solo se spinte ad un livello che potrebbe diventare problematico per l economia familiare. I ragazzi sono soprattutto informati riguardo alle abitudini di fratelli e sorelle. SECONDO TE, IN TEMPO DI CRISI IL GIOCO E' UN MODO PER RISOLVERE I PROBLEMI ECONOMICI? SI NO VEGNI AGRARIO VEGNI ALBERGHIERO LICEO SEVERINI LAPARELLI & MARGARITONE DOMANDA N SECONDO TE IN TEMPO DI CRISI IL GIOCO E UN MODO PER RISOLVERE I PROBLEMI ECONOMICI? Gli alunni non ritengono molto attendibile il risultato ottenuto nel test, perché sostengono che la maggioranza di coloro che giocano lo fa proprio sperando in cuor suo di migliorare la situazione economica personale e/o familiare. 10

12 Atttti ivvi ittàà ssvvool lttaa ddaal llaa ccl laassssee 33 a A IITCC FF..LLaappaarreel lli ddi i Coorrttoonnaa Ben Koubi Rahma; Bennati Chiara; Billi Aldo; Bruni Federica; Celli Sofia; Faragli Andrea; Galli Andrea; Ion Simona; Laera Martina; Marrini Federica; Mencacci Riccardo; Morinelli Pierpaolo; Nako Ina; Nika Giovanna; Pelucchini Simone; Pop Adriana; Romizi Giulia; Rossi Ilaria; Sabatino Martina; Sguerri Davide; Siciliano Luca. FFAACCIILLEE VVIINCCEERREE?????? Non esistono regole per essere fortunati e non ci possiamo affidare sempre alla fortuna per risolvere i nostri problemi economici. Invece oggi sempre più persone sono attratte dal guadagno facile con i giochi d azzardo. Questo anche perché le vincite promesse con la pubblicità dei giochi sno presentate come la soluzione di tutti i problemi dei giocatori. Essi incrociando le dita e fantasticando in una vincita favolosa spendono molto in quest attività. Noi abbiamo osservato ed esaminato da un punto di vista matematico i giochi d azzardo e possiamo constatare che: la probabilità di vincere è bassissima; sono dei giochi iniqui. Per comprendere bene il meccanismo dei giochi d azzardo abbiamo affrontato con la prof.ssa di Matematica il ramo della statistica che studia le probabilità. Per capire come funzionano veramente i giochi d azzardo e per calcolare le probabilità di vincita dobbiamo considerare tre tipi di probabilità: quella classica, quella frequentista e quella soggettiva. La probabilità classica indica la probabilità che si verifichi un evento, si può calcolare semplicemente dividendo il numero dei casi favorevoli per quello dei casi possibili poiché questi siano equiprobabili e il gioco non sia truccato. La probabilità frequentista, invece, è data dal numero di prove in cui si è verificato l evento, rapportato al numero di prove eseguite. Supponiamo per esempio che lanciando un dado volte il numero 3 sia uscito volte, quindi dividendo per

13 otteniamo 0,15, ovvero la probabilità che ha questo numero di uscire in questo caso. La probabilità soggettiva, a differenza delle altre, è il grado di fiducia che un individuo attribuisce al verificarsi di un evento basandosi sulle sue informazioni ed opinioni. Matematizzando possiamo dire che è dato dal rapporto della somma che si è disposti a pagare e la somma che si incasserà in caso di vincita, ovvero nel caso l evento si verifichi. La nostra classe ha esaminato la probabilità, ovvero la probabilità che si verifichi un evento, di alcuni giochi molto comuni, come: WIN FOR LIFE, SUPERENALOTTO e LOTTO. Win for Life è un gioco numerico che ti permette di aggiudicarsi una vincita che dura nel tempo: al mese per 20 anni. Per giocare bisogna scegliere 10 numeri su 20, e per ogni giocata il terminale assegna il Numerone, un ulteriore numero compreso tra 1 e 20. Il minimo della vincita ( al mese per 20 anni) si ottiene indovinando tutti i 10 numeri + il Numerone (quindi 11 numeri). Molte persone ritengono che sia facile indovinare i 10 numeri su 20, ma in realtà la statistica ci dice che anche in questo gioco la probabilità di vincere è bassissima. Probabilità di vincere a win for life: categoria vincente punti probabilità 1a a a a a 10+ il Numerone Come potete vedere, le combinazioni necessarie per avere la certezza di vincere sono migliaia infatti la probabilità di vincere è molto bassa. Win for life ha distribuito 181 vincite ventennali; dalla prima estrazione del 29/09/2009, in media ci sono stati 1,18 vincitori al giorno ventennali. 12

14 Il Superenalotto entra in vigore il 3 Dicembre 1997 in sostituzione dell'ormai obsoleto Enalotto. Il Superenalotto è un concorso con vincita variabile in funzione del montepremi detto Jackpot. Il jackpot di ogni concorso è suddiviso in 5 categorie di vincita. Al Superenalotto si gioca cercando di indovinare i 6 numeri estratti su 90. Il numero Jolly detto complementare è il Settimo numero ed è utilizzato per la vincita 5+1 (5 estratti più Jolly). E stato poi inserito un ottavo numero detto Superstar che è estratto di nuovo tra i 90 numeri. Esso serve ad aumentare la vincita de oppure dei Vediamo ora la probabilità di fare 6 al superenalotto: Formula: la probabilità di un evento è data dal rapporto dal numero dei casi favorevoli con il numero dei casi possibili. Facendo un calcolo approssimato la probabilità di fare 6 al superenalotto è molto bassa: P = PRATICAMENTE IMPOSSIBILE!!!!!!!!!!!!!! SUPERENALOTTO: probabilità di vincita su una singola colonna 6 numeri esatti: 1 su numeri esatti + 1 jolly 1 su numeri esatti: 1 su ,48 4 numeri esatti: 1 su ,95 3 numeri esatti: 1 su numeri esatti: 1 su 21,51 1 numero esatto: 1 su 3,36 0 numeri esatti 1 su 1,53 Praticamente è più probabile comporre a caso sul cellulare un numero di 10 cifre (del tipo 3xx/xxxxxxx) e sentirsi rispondere da un amico (1 su 100milioni di tentativi). 13

15 Le possibili giocate nel lotto sono:numero secco,ambo,terno,quaterna,cinquina. AMBBO Se gioco 2 numeri i casi possibili sono le cinquine ordinabili con i 90 numeri, i casi favorevoli sono tanti quante le cinquine che contengono i 2 numeri. La probabilità, cioè il rapporto tra i casi possibili e i casi favorevoli,di fare ambo al lotto è di 1 su 400. TTEERRNO La probabilità invece si abbassa se i numeri giocati sono tre (terno), i casi possibili sono le cinquine fattibili con i novanta numeri estraibili; i casi favorevoli sono le cinquine estraibili comprendenti i tre numeri giocati. La probabilità di fare terno al lotto è di 1 su QUUATTEERRNAA Per quanto riguarda la quaterna ovvero,quattro numeri giocati dei novanta possibili i casi possibili sono sempre le cinquine estraibili con i novanta numeri; i casi favorevoli sono le cinquine estraibili comprendenti i quattro numeri giocati. Pertanto la probabilità di fare la quaterna al lotto è di 1 su CCIINQUIINAA La cinquina ovvero 5 numeri giocabili su novanta numeri estraibili, i casi possibili sono sempre le cinquine possibili con i novanta numeri giocabili; a nostro favore invece c è una sola possibilità la cinquina giocata. Allora la probabilità di fare una cinquina al lotto è di 1 su È importante considerare che i numeri che non escono da molto tempo hanno la stessa probabilità di uscire come gli altri. Quindi i numeri ritardatari non vanno giocati con la speranza che sia più probabile che escano visto che al momento dell estrazione tutti e novanta i numeri possono essere estraibili!!! Praticamente è più probabile morire ustionato dall acqua del rubinetto (1 su ). 14

16 CCl llaassssee 33 a AA IITTCC FF..LLaappaarreel lll lli ii ddi ii FFooi iiaannoo ddeel lll laa CChhi iiaannaa PROFILI GIURIDICI ED ECONOMICI DEL GIOCO D AZZARDO Il gioco d azzardo consiste nella scommessa di denaro o di altri beni sul futuro esito di un evento; l evento può essere un gioco di società, l ordine di arrivo di una gara e, in genere, qualsiasi attività che presenti un margine di incertezza sul suo esito. La legge consente il gioco d azzardo in alcuni casi. Sono infatti leciti i giochi basati sulla sola abilità fisica, mentale e strategica - con o senza l uso di apparecchi elettronici- e quelli con l uso di apparecchi collegati alla rete telematica della SISAL. 1 Sono invece proibiti determinati giochi elencati in una tabella prevista per legge, che deve essere obbligatoriamente affissa in tutte le sale da biliardo o da gioco, negli altri esercizi compresi i circoli privati, autorizzati alla pratica del gioco o all istallazione di apparecchi da gioco. Vi sono compresi giochi di carte ( es: poker, ramino, sette e mezzo, bestia), di biliardo ( es: bazzica, buchette) e altri giochi (a es: testa o croce, dadi, roulette, morra). Alcuni giochi vietati negli altri luoghi pubblici sono però consentiti all interno dei casinò, che in Italia si trovano a Venezia, Sanremo, Campione d Italia, Saint-Vincent e Bagni di Lucca ( es: roulette francese, poker, slot machine, baccarà). 1 La Sisal SPA è un azienda privata italiana che ha in concessione dai Monopoli di Stato la gestione dei giochi di azzardo e scommesse, con più di terminali installati in locali pubblici di ogni tipo come bar, tabaccherie, edicole e centri scommesse. Esistono altre società di scommesse: fra le più importanti ci sono la SNAI (Società Nazionale Agenzie Ippiche) e Bwin (società austriaca di scommesse sportive). In seguito alla legalizzazione del poker ondine in Italia, sono sorte anche aziende operanti in questo settore. 15

17 Ai giochi illeciti si applicano le sanzioni previste dal codice penale; l art. 718 punisce con l arresto da tre mesi a un anno e con l ammenda non inferiore a 206 euro chiunque, in un luogo pubblico o aperto al pubblico, o in circoli privati di qualunque specie, tiene un gioco d azzardo o lo agevola; il successivo art. 719 prevede come circostanze aggravanti (con pena raddoppiata) se il colpevole ha istituito o tenuto una casa da gioco, se il fatto è commesso in un pubblico esercizio, se sono impegnate nel gioco poste rilevanti e se fra coloro che partecipano al gioco ci sono persone minorenni. Infine, a norma dell art. 720 è punito anche chi prende parte al gioco d azzardo. In tutti questi casi sono previste (art. 722) la pubblicazione della sentenza e la confisca del denaro esposto nel gioco e degli arnesi od oggetti ad esso destinati. Nel codice civile il gioco e la scommessa sono considerate obbligazioni naturali che, a differenza delle obbligazioni civili in senso stretto, non sono veri e propri obblighi giuridici imposti dalla legge, ma solo doveri di carattere morale o sociale, detti anche debiti d onore. Queste obbligazioni producono i seguenti effetti: se il debitore non adempie spontaneamente l obbligazione, il creditore non può agire in giudizio per ottenere l adempimento ( cosiddetta mancanza di azione ); se tuttavia ha adempiuto spontaneamente l obbligazione ed era capace di agire, il debitore non può pretendere la restituzione di quanto ha pagato. Sono escluse dalla prima delle regole precedenti le competizioni sportive, ma la domanda di pagamento può essere rigettata o ridotta dal giudice, qualora ritenga la posta eccessiva. Anche le lotterie, se legalmente autorizzate, danno diritto alla normale azione in giudizio. Il gioco può diventare una dipendenza per chi lo pratica, al punto che il giocatore d azzardo non è più in grado di provvedere ai propri interessi. La legge include il vizio del gioco fra i casi di prodigalità per i quali è prevista l inabilitazione, con l assistenza di un curatore per il compimento degli atti di straordinaria amministrazione. In alternativa, il giudice può nominare un amministratore di sostegno che assiste la persona in alcuni atti di natura patrimoniale. L Italia è uno dei paesi al mondo in cui si gioca di più, con una spesa annua pro-capite di 790 euro a persona nel In particolare in Sicilia, Campania e Abruzzo, le famiglie investono in gioco d azzardo circa il 6,5% del loro reddito. La spesa in Italia per il gioco è passata da 14,3 miliardi di euro nel 2000 a 47,5 miliardi nel Il gioco coinvolge le fasce più deboli della popolazione: da alcune statistiche risulta che giocano il 47% degli indigenti, il 56% degli appartenenti ai ceti medio-bassi e il 66% dei disoccupati. Dati della raccolta giochi pubblicati dall Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato che regola il comparto del gioco pubblico in Italia attraverso una verifica costante dell operato dei concessionari e una mirata azione di contrasto all irregolarità. 16

18 Anno 2009 Gioco Importo* Apparecchi (provvisorio) 24951,20 Bingo 1454,48 Gioco a base ippica 1978,37 Gioco a base sportiva 4167,23 Lotterie 9435,32 Lotto 5663,46 Giochi numerici a totalizzatore nazionale (superenalotto, win for life, superstar) 3776,21 Skill games (giochi di abilità) 2347,69 Totale 53773,96 (*) importo in milioni di Incidenza dei singoli comparti di gioco sul totale della raccolta Apparecchi Bingo 11% 7% 4% 45% Gioco a base ippica Gioco a base sportiva 18% Lotterie 8% 4% 3% Lotto Giochi numerici a totalizzatore nazionale Skill games 17

19 Attività scuole secondarie di 1 grado Queesstti ionarri io ssu sstti ilii dii vvi ittaa ee conssumi i rreessponssaabi ilii Tempo libero e socializzazione Nel tempo libero frequenti (puoi scegliere più di un'opzione) luoghi di aggregazione organizzati? sì no centri giovani gruppi parrocchiali o scout biblioteca cinema discoteca bar sala giochi altro.. Nel tempo libero frequenti (puoi scegliere più di un'opzione) luoghi di aggregazione informali? sì no case di amici muretti, piazze, giardini altro... Nel tempo libero frequenti attività sportive? sì no se sì, quali?... Gioco I tuoi giochi consueti sono: (se barri la casella esprimi il gradimento da 1 a 4) Giochi all'aperto Video-giochi (PlayStation, Game Boy, Wii..) Giochi per vincere soldi (gratta e vinci, slot machine ) Giochi di abilità manuale o di immaginazione (modellismo, costruzione, disegno ) Altro Lettura Ti piace leggere? sì no Leggi soprattutto: libri fumetti giornali Internet 1) possiedi un computer? sì no TECNOLOGIA: 2) usufruisci di un collegamento internet a casa? sì no 3) Per quali funzioni lo utilizzi prevalentemente: Ricerca Social Network ( facebook, MSN, chat etc) gioco online scaricare musica, film, etc. 4) Ti colleghi ad internet più volte nella stessa giornata? sì no 5) Tendi ad usare il computer quando: hai voglia di comunicare quando sei triste o annoiato contemporaneamente ad altre attività (studio etc) Cellulare 1) Possiedi un telefono cellulare? sì no 18

20 2) Ogni volta che esci lo porti con te? sì no 3) Controlli spesso se sei stato contattato? sì no 4) Lo utilizzi per: sms telefono foto internet telecamera Televisione 1) Hai un televisore in camera? sì no 2) In quali momenti della giornata tieni accesa la TV? Solo nei momenti di relax la mattina appena alzato mentre mangi mentre studi la notte 3) Quanto tempo mediamente stai davanti alla TV? 1 ora 2/3 ore oltre 3 ore Abbigliamento 1) Nella scelta dei tuoi capi d'abbigliamento segui un criterio di : comodità e utilità stile personale attenzione alla marca 2) Nel tuo gruppo di amici condividete uno stile di abbigliamento? sì no 3) Nel tuo gruppo di amici è importante possedere capi d'abbigliamento firmati? sì no Trasporti 1) Nei tuoi spostamenti usi prevalentemente mezzi: pubblici privati 2) E la tua famiglia? pubblici privati 3) Possiedi un motorino? sì no Consumi Alimentari 1) Nella tua famiglia si consumano quotidianamente: frutta e verdura prodotti agricoli locali e stagionali di altra provenienza prodotti cucinati in casa preconfezionati Smaltimento e Riciclaggio dei rifiuti Nella tua famiglia si effettua la raccolta differenziata dei rifiuti? sì no Se sì, di quali? carta plastica vetro organico Rapporto con il denaro 1) Usufruisci di un tuo budget o paghetta? sì no 2) Ricevi denaro dai tuoi familiari all'occorrenza? sì no 3) Decidi autonomamente come utilizzare il denaro a tua disposizione? sì no 4) Ti consulti con i tuoi? sì no 5) Quanto spendi per te giornalmente? 1/2 3 /4 5 o più di 5 6) Riesci a risparmiare qualcosa? sì no 19

QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI. elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013

QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI. elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013 QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013 F= risposta degli alunni/figli G = risposta dei genitori F: 1- Cosa pensi della dipendenza elettronica?

Dettagli

MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI!!

MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI!! MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI Ciao e Benvenuta in questo straordinario percorso che ti permetterà di compiere un primo passo per IMPARARE a vedere finalmente il denaro in modo DIFFERENTE Innanzitutto

Dettagli

Indagine conoscitiva sugli stili di vita dei giovani di terza media a cura di Simone Feder

Indagine conoscitiva sugli stili di vita dei giovani di terza media a cura di Simone Feder Indagine conoscitiva sugli stili di vita dei giovani di terza media a cura di Simone Feder 1. Dati anagrafici Gli studenti che hanno compilato il questionario sono in totale 121 I maschi sono il 43% e

Dettagli

LA RETE SIAMO NOI QUESTIONARIO N

LA RETE SIAMO NOI QUESTIONARIO N LA RETE SIAMO NOI QUESTIONARIO N CIAO! Abbiamo bisogno di te. Vogliamo sapere come i ragazzi e le ragazze della tua età usano il cellulare e la rete Internet. Non scrivere il tuo nome. 1. Sei? 1 Un ragazzo

Dettagli

L ambiente in cui vivi

L ambiente in cui vivi L ambiente in cui vivi 1. Cosa vorresti fare da grande? (indica per esteso il lavoro che ti piacerebbe fare) 2. Potendo scegliere, cosa ti piacerebbe diventare? (1 sola risposta) Un divo televisivo o del

Dettagli

ALLEGATO P. O. F. QUESTIONARI CONOSCITIVI

ALLEGATO P. O. F. QUESTIONARI CONOSCITIVI ALLEGATO P. O. F. QUESTIONARI CONOSCITIVI 1 ISTITUTO COMPRENSIVO ALDO MORO / CAROSINO Anno scolastico 2013-2014 QUESTIONARIO CONOSCITIVO Nota: Il presente questionario è predisposto per gli alunni del

Dettagli

Riepilogo Vedi le risposte complete

Riepilogo Vedi le risposte complete 1 di 11 risposte Riepilogo Vedi le risposte complete 1. Quanti anni hai? 12 anni 77 16% 13 anni 75 16% 14 anni 134 28% 15 anni 150 32% 16 anni 27 6% Other 8 2% 2. Quale scuola stai frequentando? Medie

Dettagli

E ancora un gioco? Dipartimento Dipendenze Az. USL8 AREZZO

E ancora un gioco? Dipartimento Dipendenze Az. USL8 AREZZO E ancora un gioco? Dipartimento Dipendenze Az. USL8 AREZZO Elisa Casini 1, Fiorenzo Ranieri 2 Campione e metodi Il campione di ricerca è costituito da 384 soggetti di età compresa tra i 16 e i 20 anni

Dettagli

- 1 reference coded [3,14% Coverage]

<Documents\bo_min_11_M_16_ita_stu> - 1 reference coded [3,14% Coverage] - 1 reference coded [3,14% Coverage] Reference 1-3,14% Coverage quindi ti informi sulle cose che ti interessano? sì, sui blog dei miei amici ah, i tuoi amici hanno dei

Dettagli

Alcol: sai cosa bevi? Più sai meno rischi! UN PROGRAMMA IN 6 PUNTI PER CAMBIARE LE ABITUDINI DEVI SMETTERE DI BERE? quando smettere di bere

Alcol: sai cosa bevi? Più sai meno rischi! UN PROGRAMMA IN 6 PUNTI PER CAMBIARE LE ABITUDINI DEVI SMETTERE DI BERE? quando smettere di bere quando smettere di bere DEVI SMETTERE DI BERE? Se il bere é una scelta libera e consapevole da parte di un individuo, é anche vero che molti non si trovano nelle condizioni di poter bere e continuare a

Dettagli

ITIS A.Volta Frosinone

ITIS A.Volta Frosinone ITIS A.Volta Frosinone LE DIPENDENZE DA GIOCO Accanto alle tradizionali forme di dipendenza da sostanze (droghe e alcol) è oggi in costante aumento il fenomeno delle nuove dipendenze o new addictions.

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

QUESTIONARI PER GENITORI E BAMBINI

QUESTIONARI PER GENITORI E BAMBINI QUESTIONARI PER GENITORI E BAMBINI UISP SEDE NAZIONALE Largo Nino Franchellucci, 73 00155 ROMA tel. 06/43984345 - fax 06/43984320 www.diamociunamossa.it www.ridiamociunamossa.it progetti@uisp.it ridiamociunamossa@uisp.it

Dettagli

Progetto di educazione al risparmio e all'uso consapevole del denaro

Progetto di educazione al risparmio e all'uso consapevole del denaro Progetto finanziato dalla Progetto di educazione al risparmio e all'uso consapevole del denaro a cura delle associazioni di consumatori Che cos è la moneta? Per gli economisti il termine moneta non ha

Dettagli

Progetto BABY ALCOOL

Progetto BABY ALCOOL COMUNE DI PAVIA Università degli Studi di Pavia Dipartimento di Psicologia CASA DEL GIOVANE PAVIA Progetto BABY ALCOOL RICERCA SUGLI STILI DI VITA e CONSUMO DI ALCOLICI DEGLI STUDENTI DELLE SCUOLE DI PAVIA

Dettagli

Progetto Cittadini della rete,

Progetto Cittadini della rete, Progetto Cittadini della rete, IIS G. Galilei di Crema Scuole Medie Galmozzi di Crema Scuole Medie di Sergnano. Coinvolti: 471 ragazze /i Età: tra i 12 ed i 16 anni, Silvio Bettinelli, 14 novembre 2012

Dettagli

Dr. Alessandra Alberti Ser.T. zona Valtiberina Dip.to Dipendenze A.USL 8

Dr. Alessandra Alberti Ser.T. zona Valtiberina Dip.to Dipendenze A.USL 8 Dr. Alessandra Alberti Ser.T. zona Valtiberina Dip.to Dipendenze A.USL 8 Normalmente azzardo perché il gioco d azzardo è anch esso una forma di gioco normale, ma anche perché possiamo dire che in qualche

Dettagli

I 6 Segreti Per Guadagnare REALMENTE Con Internet... E Trasformare La Tua Vita

I 6 Segreti Per Guadagnare REALMENTE Con Internet... E Trasformare La Tua Vita I 6 Segreti Per Guadagnare REALMENTE Con Internet... E Trasformare La Tua Vita Come Guadagnare Molto Denaro Lavorando Poco Tempo Presentato da Paolo Ruberto Prima di iniziare ti chiedo di assicurarti di

Dettagli

CONSIGLI PER GIOVANI NAVIGANTI (anche già navigati).

CONSIGLI PER GIOVANI NAVIGANTI (anche già navigati). CONSIGLI PER GIOVANI NAVIGANTI (anche già navigati). HEY! SONO QUI! (Ovvero come cerco l attenzione). Farsi notare su internet può essere il tuo modo di esprimerti. Essere apprezzati dagli altri è così

Dettagli

La diffusione del gioco d azzardo tra i giovani. Simone Feder

La diffusione del gioco d azzardo tra i giovani. Simone Feder La diffusione del gioco d azzardo tra i giovani Simone Feder 2004: Fabio Fabio, un ragazzo di 15 anni chiedeva un consiglio per aiutare suo padre, caduto da alcuni mesi in una rete sconosciuta che catturava

Dettagli

Internet istruzioni per l uso. Marcallo, 29 Aprile 2015

Internet istruzioni per l uso. Marcallo, 29 Aprile 2015 Internet istruzioni per l uso Marcallo, 29 Aprile 2015 Conoscere per gestire il rischio La Rete, prima ancora di essere qualcosa da giudicare, è una realtà: un fatto con il quale bisogna confrontarsi Internet

Dettagli

Ambiente/Beni materiali VALORE Crescita personale VALORE Svago VALORE

Ambiente/Beni materiali VALORE Crescita personale VALORE Svago VALORE VALUTA OGNUNA DI QUESTE DIMENSIONI LEGGI BENE LE DOMANDE, PENSA CON TRASPARENZA ED ONESTA CON TE STESSE E COMPLETA CON UN AUTOVALUTAZIONE DA A 0 PER OGNUNA. RIPORTA IL SUL GRAFICO (UTILIZZA QUELLO IN FONO

Dettagli

- 1 reference coded [1,02% Coverage]

<Documents\bo_min_2_M_17_ita_stu> - 1 reference coded [1,02% Coverage] - 1 reference coded [1,02% Coverage] Reference 1-1,02% Coverage Sì, adesso puoi fare i filmati, quindi alla fine se non hai niente da fare passi anche un ora al cellulare

Dettagli

Scommesse e concorsi a pronostico

Scommesse e concorsi a pronostico Scommesse singole ippiche e sportive Scommesse e concorsi a pronostico La percentuale di probabilità di vincita si ricava dal rapporto tra il singolo esito e il numero di esiti possibili, ovvero: (Singolo

Dettagli

Asl8_AW_Azzardo:Layout 1 10/07/12 16.09 Pagina 1. gioco d azzardo, da divertimento a dipendenza

Asl8_AW_Azzardo:Layout 1 10/07/12 16.09 Pagina 1. gioco d azzardo, da divertimento a dipendenza Asl8_AW_Azzardo:Layout 1 10/07/12 16.09 Pagina 1 gioco d azzardo, da divertimento a dipendenza Asl8_AW_Azzardo:Layout 1 10/07/12 16.09 Pagina 2 2 con il gioco? Ecco un breve questionario per valutare la

Dettagli

La rete siamo noi. Uso della rete internet e dei social network. Bologna, 19 maggio 2011

La rete siamo noi. Uso della rete internet e dei social network. Bologna, 19 maggio 2011 La rete siamo noi Uso della rete internet e dei social network Bologna, 19 maggio 2011 Il progetto La Rete Siamo Noi è un progetto nato dalla collaborazione tra il Difensore Civico e il CORECOM Emilia-Romagna.

Dettagli

Come migliorare la tua relazione di coppia

Come migliorare la tua relazione di coppia Ettore Amato Come migliorare la tua relazione di coppia 3 strategie per essere felici insieme I Quaderni di Amore Maleducato Note di Copyright Prima di fare qualunque cosa con questo Quaderno di Amore

Dettagli

- 1 reference coded [0,86% Coverage]

<Documents\bo_min_9_M_18_ita_stu> - 1 reference coded [0,86% Coverage] - 1 reference coded [0,86% Coverage] Reference 1-0,86% Coverage E le altre funzioni, le fotografie, o, non so le altre cose che può offrire il cellulare sono cose che

Dettagli

Vivere il Sogno. Vivere è bello, vivere bene è meglio!!! Diventa fan su Facebook: Tutte le novità da subito

Vivere il Sogno. Vivere è bello, vivere bene è meglio!!! Diventa fan su Facebook: Tutte le novità da subito Vivere il Sogno Vivere è bello, vivere bene è meglio!!! Diventa fan su Facebook: Tutte le novità da subito VIVERE IL SOGNO!!! 4 semplici passi per la TUA indipendenza finanziaria (Il Network Marketing)

Dettagli

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE INTRODUZIONE AL QUESTIONARIO Questo questionario viene usato per scopi scientifici. Non ci sono risposte giuste o sbagliate. Dopo aver letto attentamente

Dettagli

TIMSS & PIRLS 2011. Questionario studenti. Field Test. Classe quarta primaria. Etichetta identificativa

TIMSS & PIRLS 2011. Questionario studenti. Field Test. Classe quarta primaria. Etichetta identificativa Etichetta identificativa TIMSS & PIRLS 2011 Field Test Questionario studenti Classe quarta primaria Istituto nazionale per la valutazione del sistema educativo di istruzione e formazione via Borromini,

Dettagli

Livello A2. Unità 6. Ricerca del lavoro. In questa unità imparerai:

Livello A2. Unità 6. Ricerca del lavoro. In questa unità imparerai: Livello A2 Unità 6 Ricerca del lavoro In questa unità imparerai: a leggere un testo informativo su un servizio per il lavoro offerto dalla Provincia di Firenze nuove parole del campo del lavoro l uso dei

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO MARCONI SCUOLA MEDIA E. FERMI. Consiglio Comunale dei Ragazzi - Venegono Inferiore

ISTITUTO COMPRENSIVO MARCONI SCUOLA MEDIA E. FERMI. Consiglio Comunale dei Ragazzi - Venegono Inferiore ISTITUTO COMPRENSIVO MARCONI SCUOLA MEDIA E. FERMI Consiglio Comunale dei Ragazzi - Venegono Inferiore INTRODUZIONE Il lavoro svolto nel corso dell anno scolastico 2011/2012 da parte del Consiglio Comunale

Dettagli

Batti la crisi col cervello!

Batti la crisi col cervello! Batti la crisi col cervello! 20 suggerimenti per vivere meglio consumando meno alimentazione trasporti economia domestica denaro tempo libero calcola il valore della tua AltraCard! Batti la crisi col cervello!

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo. Alla fine del

Dettagli

il piacere muoversi non ha età Progetto Integrato per la Promozione della Salute nella Popolazione adulta e anziana

il piacere muoversi non ha età Progetto Integrato per la Promozione della Salute nella Popolazione adulta e anziana il piacere di muoversi non ha età Progetto Integrato per la Promozione della Salute nella Popolazione adulta e anziana Muoviti per la salute Scienziati, medici ed esperti di problemi legati all età anziana

Dettagli

Esercizi pronomi indiretti

Esercizi pronomi indiretti Esercizi pronomi indiretti 1. Completate il dialogo con i pronomi dati: Bella la parita ieri, eh? Ma quale partita! Ho litigato con mia moglie e... alla fine non l ho vista! Ma che cosa ha fatto? Niente...

Dettagli

Non mi resta che augurarvi buona lettura, sperando di aiutarvi a diventare tanti Papà Ricchi! 1. IL RICCO NON LAVORA PER DENARO

Non mi resta che augurarvi buona lettura, sperando di aiutarvi a diventare tanti Papà Ricchi! 1. IL RICCO NON LAVORA PER DENARO Credo che nella vita sia capitato a tutti di pensare a come gestire al meglio i propri guadagni cercando di pianificare entrate ed uscite per capire se, tolti i soldi per vivere, ne rimanessero abbastanza

Dettagli

QUESTIONARIO STUDENTE

QUESTIONARIO STUDENTE Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Rilevazione degli apprendimenti Anno Scolastico 2008 2009 QUESTIONARIO STUDENTE Scuola Primaria Classe Quinta Spazio per l etichetta autoadesiva

Dettagli

Livello CILS A2 Modulo bambini

Livello CILS A2 Modulo bambini Livello CILS A2 Modulo bambini MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI

Dettagli

Riporta un recente comportamento della tua famiglia rappresentativo della sua irresponsabilità sociale.

Riporta un recente comportamento della tua famiglia rappresentativo della sua irresponsabilità sociale. VC Ginnasio Riporta un tuo recente comportamento individuale, rappresentativo della tua responsabilità sociale. - Rispettare la raccolta differenziata a scuola e in famiglia. Muovermi a piedi. - Attraversare

Dettagli

Quale pensi sia la scelta migliore?

Quale pensi sia la scelta migliore? Quale pensi sia la scelta migliore? Sul nostro sito www.respect4me.org puoi vedere le loro storie e le situazioni in cui si trovano Per ogni storia c è un breve filmato che la introduce Poi, puoi vedere

Dettagli

PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA

PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA Intervento dell Amministratore Delegato della Fiat, Sergio Marchionne Pomigliano d Arco (NA) - 14 dicembre 2011 h 9:00 Signore e signori, buongiorno a tutti. E un piacere

Dettagli

AL CENTRO COMMERCIALE

AL CENTRO COMMERCIALE AL CENTRO COMMERCIALE Ciao Michele, come va? Che cosa? Ciao Omar, anche tu sei qua? Sì, sono con Sara e Fatima: facciamo un giro per vedere e, forse, comprare qualcosa E dove sono? Voglio regalare un CD

Dettagli

La felicità per me è un sinonimo del divertimento quindi io non ho un obiettivo vero e proprio. Spero in futuro di averlo.

La felicità per me è un sinonimo del divertimento quindi io non ho un obiettivo vero e proprio. Spero in futuro di averlo. Riflessioni sulla felicità.. Non so se sto raggiungendo la felicità, di certo stanno accadendo cose che mi rendono molto più felice degli anni passati. Per me la felicità consiste nel stare bene con se

Dettagli

Questionario Studenti Analisi e Commento dei dati

Questionario Studenti Analisi e Commento dei dati Questionario Studenti Analisi e Commento dei dati 7 Area di indagine: Io e il fumo Analisi e commento dei dati All interno di questa prima area di indagine le asserzioni fra cui gli alunni erano chiamati

Dettagli

A.S. 2007/08 INS. Martinis Margherita Mazza Giuseppina SCUOLA DELL INFANZIA COLLODI

A.S. 2007/08 INS. Martinis Margherita Mazza Giuseppina SCUOLA DELL INFANZIA COLLODI A.S. 2007/08 INS. Martinis Margherita Mazza Giuseppina SCUOLA DELL INFANZIA COLLODI Proseguire il lavoro svolto lo scorso anno scolastico sulle funzioni dei numeri proponendo ai bambini storie-problema

Dettagli

Il Piano Finanziario Parte 2: Equilibrio e Investimento

Il Piano Finanziario Parte 2: Equilibrio e Investimento Il Piano Finanziario Parte 2: Equilibrio e Investimento Non aspettare, il tempo non potrà mai essere " quello giusto". Inizia da dove ti trovi, e lavora con qualsiasi strumento di cui disponi, troverai

Dettagli

Protagonisti le bambine e i bambini della classe dei Delfini

Protagonisti le bambine e i bambini della classe dei Delfini grafica di Gianluigi Protagonisti le bambine e i bambini della classe dei Delfini Anno scolastico 2010_ 2011 Perché questa scelta? Il libro è un contesto abitato dai bambini sin dalla più tenera età; è

Dettagli

Come Lavorare in Rugbystories.it

Come Lavorare in Rugbystories.it Come Lavorare in Rugbystories.it Una guida per i nuovi arrivati IL PUNTO DI PARTENZA PER I NUOVI ARRIVATI E UN PUNTO DI RITORNO PER CHI NON RICORDA DA DOVE E ARRIVATO. 1 Come Lavorare in Rugbystories.it

Dettagli

Tabelle descrittive al tempo zero. Tabella 1. Dati socio-demografici e clinici dei pazienti

Tabelle descrittive al tempo zero. Tabella 1. Dati socio-demografici e clinici dei pazienti Tabelle relative ai pazienti con depressione maggiore e ai loro familiari adulti e minori che hanno partecipato allo studio e sono stati rivalutati a sei mesi - dati preliminari a conclusione dello studio

Dettagli

"Fratello Lupo" Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli

Fratello Lupo Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli Fratello Lupo - 2003 n.2 "Fratello Lupo" Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli Caro Fra Beppe, ti ringrazio della lettera che mi hai scritto, e come vedi ti do mie notizie. Io qui sto lavorando

Dettagli

Come imparare a disegnare

Come imparare a disegnare Utilizzare la stupidità come potenza creativa 1 Come imparare a disegnare Se ti stai domandando ciò che hai letto in copertina è vero, devo darti due notizie. Come sempre una buona e una cattiva. E possibile

Dettagli

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile Novembre 2011 Nel primo incontro di questo giornalino ognuno di noi ha proposto la sua definizione di lavoro minorile e ha raccontato la sua esperienza. personale.

Dettagli

Si informano sulle tariffe, aderiscono alle promozioni (in assenza delle quali la spesa mensile sarebbe molto più che raddoppiata), utilizzano quasi

Si informano sulle tariffe, aderiscono alle promozioni (in assenza delle quali la spesa mensile sarebbe molto più che raddoppiata), utilizzano quasi Ragazzi e telefonino Siamo negli anni novanta, una pubblicità mostra una ragazza che romanticamente chiede al suo fidanzato all altro capo del telefono «Mi ami?...ma quanto mi ami? E mi pensi?...ma quanto

Dettagli

La Domanda Perfetta Scopri Subito Chi ti Mente

La Domanda Perfetta Scopri Subito Chi ti Mente La Domanda Perfetta Scopri Subito Chi ti Mente Una tecnica di Persuasore Segreta svelata dal sito www.persuasionesvelata.com di Marcello Marchese Copyright 2010-2011 1 / 8 www.persuasionesvelata.com Sommario

Dettagli

Introduzione. Gentile lettore,

Introduzione. Gentile lettore, Le 5 regole del credito 1 Introduzione Gentile lettore, nel ringraziarti per aver deciso di consultare questo e-book vorrei regalarti alcune indicazioni sullo scopo e sulle modalità di lettura di questo

Dettagli

ESITI QUESTIONARIO DI GRADIMENTO (01.10.2011)

ESITI QUESTIONARIO DI GRADIMENTO (01.10.2011) 1 ESITI QUESTIONARIO DI GRADIMENTO (01.10.2011) Per favore, rispondi a tutte le domande. Totale Questionari pervenuti 128 1. Le informazioni che hai ricevuto nella giornata di oggi ti hanno permesso di

Dettagli

A chi appartengono questi dispositivi? Televisione Computer Cellulare MP3 Videogiochi Tablet

A chi appartengono questi dispositivi? Televisione Computer Cellulare MP3 Videogiochi Tablet A chi appartengono questi dispositivi? Personale Non posseduto Familiari Senza risposta 12 10 15 17 17 17 18 13 30 55 44 36 268 394 66 99 174 402 347 325 215 189 70 78 Televisione Computer Cellulare MP3

Dettagli

Indice. Imparare a imparare

Indice. Imparare a imparare Indice Imparare a imparare Perché fai una cosa? 8 Attività 1 Il termometro della motivazione 8 Attività 2 Quantità o qualità? 9 Attività 3 Tante motivazioni per una sola azione 10 Organizzare il tempo

Dettagli

Cari bambini, Mi chiamo x02 e arrivo da Ecopolis, un pianeta lontano anni luce. A causa di un guasto alla mia astronave sono atterrato sulla terra.

Cari bambini, Mi chiamo x02 e arrivo da Ecopolis, un pianeta lontano anni luce. A causa di un guasto alla mia astronave sono atterrato sulla terra. Cari bambini, Mi chiamo x02 e arrivo da Ecopolis, un pianeta lontano anni luce. A causa di un guasto alla mia astronave sono atterrato sulla terra. Che puzza extragalattica c è qui!. Il mio mondo è bello,

Dettagli

L APPRENDIMENTO AL TEMPO DI INTERNET TRA NUOVI LINGUAGGI E APPARTENENZE VIRTUALI

L APPRENDIMENTO AL TEMPO DI INTERNET TRA NUOVI LINGUAGGI E APPARTENENZE VIRTUALI Workshop n. 10 L APPRENDIMENTO AL TEMPO DI INTERNET TRA NUOVI LINGUAGGI E APPARTENENZE VIRTUALI Introducono il tema e coordinano i lavori - Simona Cherubini, Lega delle Cooperative - Giancarlo Pasinetti,

Dettagli

CORSO ALLENATORI 2 livello. Fare sport: tra tradizione e innovazione

CORSO ALLENATORI 2 livello. Fare sport: tra tradizione e innovazione Fare sport: tra tradizione e innovazione Lo sai papa, che quasi mi mettevo a piangere dalla rabbia, quando ti sei arrampicato alla rete di recinzione, urlando contro l arbitro? Io non ti avevo mai visto

Dettagli

Università per Stranieri di Siena Livello A1

Università per Stranieri di Siena Livello A1 Unità 15 Telefono cellulare e scheda prepagata In questa unità imparerai: a comprendere testi che danno informazioni su come ricaricare il telefono cellulare con la scheda prepagata parole relative all

Dettagli

UN VIAGGIO NEL VOLONTARIATO

UN VIAGGIO NEL VOLONTARIATO Associazione di Volontariato per la Qualità dell Educazione UN VIAGGIO NEL VOLONTARIATO Esplora con noi il mondo del volontariato! con il contributo della con il patrocinio Comune di Prepotto Club UNESCO

Dettagli

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana 1. LA MOTIVAZIONE Imparare è una necessità umana La parola studiare spesso ha un retrogusto amaro e richiama alla memoria lunghe ore passate a ripassare i vocaboli di latino o a fare dei calcoli dei quali

Dettagli

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA HEAL YOUR LIFE WORKSHOP 4/5 OTTOBRE 2014 PRESSO CENTRO ESTETICO ERIKA TEMPIO D IGEA 1 E il corso dei due giorni ideato negli anni 80 da Louise Hay per insegnare il

Dettagli

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST -

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - INIZIO Ricominciare una nuova vita da zero mi spaventa peró so che tante persone ce la fanno, posso farcela anch io! preferirei continuare

Dettagli

Abitudini e stili di vita degli adolescenti 2005

Abitudini e stili di vita degli adolescenti 2005 Abitudini e stili di vita degli adolescenti 2005 Tu sei: 1 Maschio 2 Femmina In che città abiti? Prov Quanti anni hai? Nella compilazione del questionario leggi attentamente le indicazioni riportate e

Dettagli

1. I VOLONTARI DELLA CRI: UNA COMUNITÀ PER IL

1. I VOLONTARI DELLA CRI: UNA COMUNITÀ PER IL 1. I VOLONTARI DELLA CRI: UNA COMUNITÀ PER IL BENE COMUNE Una comunità di oltre 139 mila soci impegnati, nel quotidiano come nelle emergenze, in attività sociali e sanitarie di aiuto alle persone in difficoltà

Dettagli

Unità 6. Al Pronto Soccorso. Lavoriamo sulla comprensione. Università per Stranieri di Siena Livello A1. In questa unità imparerai:

Unità 6. Al Pronto Soccorso. Lavoriamo sulla comprensione. Università per Stranieri di Siena Livello A1. In questa unità imparerai: Unità 6 Al Pronto Soccorso In questa unità imparerai: a comprendere testi che danno informazioni su come funziona il Pronto Soccorso parole relative all accesso e al ricovero al Pronto Soccorso l uso degli

Dettagli

Cosa ti porti a casa?

Cosa ti porti a casa? 8. L o p i n i o n e d e i r a g a z z i e d e l l e r a g a z z e Cosa ti porti a casa? A conclusione dell incontro di restituzione è stato richiesto ai ragazzi di riportare in forma anonima una valutazione

Dettagli

Il campione regionale

Il campione regionale Difensore Civico Regione Emilia-Romagna CORECOM Regione Emilia-Romagna La Rete siamo noi Iniziative per un uso sicuro della rete Internet e del cellulare da parte dei minori Dati regionali Il campione

Dettagli

RISULTATI DELLA RICERCA

RISULTATI DELLA RICERCA RISULTATI DELLA RICERCA 2011 Ricerca nazionale sul gioco d'azzardo 2011- Ricerca nazionale sulle abitudini di gioco degli italiani - curata dall Associazione Centro Sociale Papa Giovanni XXIII, e coordinata

Dettagli

Riepilogo Vedi le risposte complete

Riepilogo Vedi le risposte complete risposte Riepilogo Vedi le risposte complete Scuola Primaria 155 36% Secondaria 281 64% Classe IV Primaria 68 16% V Primaria 88 20% I Secondaria 101 23% II Secondaria 84 19% III Secondaria 95 22% Comune

Dettagli

Progetto Alcol: andiamoci piano 2014

Progetto Alcol: andiamoci piano 2014 Ser.T. A.S.L. TO 4 Settimo Torinese Istituti Superiori 8 Marzo Galileo Ferraris Progetto Alcol: andiamoci piano 2014 Questionario Maschio Femmina Età. 1) Nel tuo gruppo di amici quali sono i criteri per

Dettagli

Comitato Italiano per l UNICEF Onlus Direzione Comunicazione. pubblicazioni@unicef.it www.unicef.it

Comitato Italiano per l UNICEF Onlus Direzione Comunicazione. pubblicazioni@unicef.it www.unicef.it ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 Comitato Italiano per l UNICEF Onlus Direzione Comunicazione Via Palestro, 68-00185 Roma tel. 06478091 - fax 0647809270 pubblicazioni@unicef.it www.unicef.it Codice

Dettagli

Riepilogo Vedi le risposte complete

Riepilogo Vedi le risposte complete risposte Riepilogo Vedi le risposte complete Scuola Primaria 0 0% Secondaria 281 100% Classe IV Primaria 0 0% V Primaria 1 0% I Secondaria 101 36% II Secondaria 84 30% III Secondaria 95 34% Comune di Cafasse

Dettagli

Riepilogo Vedi le risposte complete

Riepilogo Vedi le risposte complete risposte Riepilogo Vedi le risposte complete Scuola Primaria 155 100% Secondaria 0 0% Classe IV Primaria 68 44% V Primaria 87 56% I Secondaria 0 0% II Secondaria 0 0% III Secondaria 0 0% Comune di Cafasse

Dettagli

Via Belzoni 80 Via Belzoni 80 35121 Padova 35121 Padova tel +39 049 8278464 tel +39 049 8278458 fax +39 049 8278451 fax +39 049 8278451

Via Belzoni 80 Via Belzoni 80 35121 Padova 35121 Padova tel +39 049 8278464 tel +39 049 8278458 fax +39 049 8278451 fax +39 049 8278451 La.R.I.O.S. Laboratorio di Ricerca ed Intervento per l Orientamento alle Scelte DPSS Dipartimento di Psicologia dello Sviluppo e della Socializzazione Centro di Ateneo di Servizi e Ricerca per la Disabilità,

Dettagli

DA IPSOA LA SOLUZIONE PER COSTRUIRE E GESTIRE IL SITO DELLO STUDIO PROFESSIONALE!

DA IPSOA LA SOLUZIONE PER COSTRUIRE E GESTIRE IL SITO DELLO STUDIO PROFESSIONALE! DA IPSOA LA SOLUZIONE PER COSTRUIRE E GESTIRE IL SITO DELLO STUDIO PROFESSIONALE! 1 Web Site Story Scoprite insieme alla Dott.ssa Federica Bianchi e al Dott. Mario Rossi i vantaggi del sito internet del

Dettagli

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B Il Quotidiano in Classe Classe III sez. B Report degli articoli pubblicati Dagli studenti sul HYPERLINK "iloquotidiano.it" Ilquotidianoinclasse.it Allestimento di Lorenzo Testa Supervisione di Chiara Marra

Dettagli

La Rete siamo noi. L uso del cellulare, i rischi del bullismo elettronico

La Rete siamo noi. L uso del cellulare, i rischi del bullismo elettronico Difensore Civico Regione Emilia-Romagna CORECOM Regione Emilia-Romagna La Rete siamo noi L uso del cellulare, i rischi del bullismo elettronico Elena Buccoliero, sociologa Ufficio del Difensore civico

Dettagli

DOMANDA APERTA: COSA TI PIACE DEL CELLULARE a me del cellulare piace tutto a me il cellulare non piace ma in alcune occasioni, per esempio se fai un

DOMANDA APERTA: COSA TI PIACE DEL CELLULARE a me del cellulare piace tutto a me il cellulare non piace ma in alcune occasioni, per esempio se fai un a me del cellulare piace a me il cellulare non piace ma in alcune occasioni, per esempio se fai un incidente è molto utile a me il cellulare piace ma me lo prendono solo a 12 anni. La cosa più bella è

Dettagli

I PRIMI PASSI NEL NETWORK! MARKETING!

I PRIMI PASSI NEL NETWORK! MARKETING! I PRIMI PASSI NEL NETWORK MARKETING Ciao mi chiamo Fabio Marchione abito in brianza e sono un normale padre di famiglia, vengo dal mondo della ristorazione nel quale ho lavorato per parecchi anni. Nel

Dettagli

Perché un libro di domande?

Perché un libro di domande? Perché un libro di domande? Il potere delle domande è la base per tutto il progresso umano. Indira Gandhi Fin dai primi anni di vita gli esseri umani raccolgono informazioni e scoprono il mondo facendo

Dettagli

Alcuni casi interessanti osservati durante esperienze didattiche di tipo cooperativo

Alcuni casi interessanti osservati durante esperienze didattiche di tipo cooperativo Alcuni casi interessanti osservati durante esperienze didattiche di tipo cooperativo Alice (15 anni, II ITIS, 8 sett. Appr. Cooperativo, marzo-aprile 2005) E una ragazzina senza alcun problema di apprendimento

Dettagli

SLOWEAR A SLOW TALE CONTEST GIULIA MENICONZI UN AMORE IMPOSSIBILE PARTNER

SLOWEAR A SLOW TALE CONTEST GIULIA MENICONZI UN AMORE IMPOSSIBILE PARTNER SLOWEAR A SLOW TALE CONTEST GIULIA MENICONZI UN AMORE IMPOSSIBILE PARTNER Idea Una ragazza è innamorata della sua istruttrice, ma è spaventata da questo sentimento, non avendo mai provato nulla per una

Dettagli

PIRLS - ICONA 2006 QUESTIONARIO STUDENTE. Progress in International Reading Literacy Study. Indagine sulla Comprensione della lettura a Nove Anni

PIRLS - ICONA 2006 QUESTIONARIO STUDENTE. Progress in International Reading Literacy Study. Indagine sulla Comprensione della lettura a Nove Anni Ministero dell Istruzione dell Università e Ricerca Istituto Nazionale per la Valutazione del Sistema Educativo di Istruzione e di Formazione Progress in International Reading Literacy Study Indagine sulla

Dettagli

Obiettivo Principale: Spiegare come la stessa cosa possa essere realizzata in molti modi diversi e come, a volte, ci siano modi migliori di altri.

Obiettivo Principale: Spiegare come la stessa cosa possa essere realizzata in molti modi diversi e come, a volte, ci siano modi migliori di altri. 6 LEZIONE: Algoritmi Tempo della lezione: 45-60 Minuti. Tempo di preparazione: 10-25 Minuti (a seconda che tu abbia dei Tangram disponibili o debba tagliarli a mano) Obiettivo Principale: Spiegare come

Dettagli

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript 2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Beginners (Section I Listening) Transcript Familiarisation Text MALE: FEMALE: MALE: FEMALE: MALE: FEMALE: Ciao Monica, vuoi venire al concerto di Cold

Dettagli

GAS Cammino Formativo 2013 14 Scheda Attività Biennio :: OBIETTIVI GENERALI :: :: ATTIVITÀ ::

GAS Cammino Formativo 2013 14 Scheda Attività Biennio :: OBIETTIVI GENERALI :: :: ATTIVITÀ :: GAS Cammino Formativo 2013 14 Scheda Attività Biennio Gruppo Animatori Salesiani www.gascornedo.it info@gascornedo.it Data: ven 17 gennaio 2014 Tema MGS: Verso la Conquista Titolo: La Mia Anima Rimane

Dettagli

ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011

ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011 ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011 Μάθημα: Ιταλικά Δπίπεδο: 2 Γιάρκεια: 2 ώρες Ημερομηνία: 23 Μαΐοσ

Dettagli

!"#$%&%'()*#$"*'' I 3 Pilastri del Biker Vincente

!#$%&%'()*#$*'' I 3 Pilastri del Biker Vincente !"#$%&%'()*#$"*'' I 3 Pilastri del Biker Vincente Il Terzo Pilastro del Biker Vincente La Mountain Bike e la Vita Ciao e ben ritrovato! Abbiamo visto nelle ultime due lezioni, come i dettagli siano fondamentali

Dettagli

- 1 reference coded [1,15% Coverage]

<Documents\bo_min_11_M_16_ita_stu> - 1 reference coded [1,15% Coverage] - 1 reference coded [1,15% Coverage] Reference 1-1,15% Coverage ok, quindi tu non l hai mai assaggiato? poi magari i giovani sono più attratti sono più attratti perché

Dettagli

Vivere il Sogno. Vivere è bello, vivere bene è meglio!!! Diventa fan su Facebook: Tutte le novità da subito

Vivere il Sogno. Vivere è bello, vivere bene è meglio!!! Diventa fan su Facebook: Tutte le novità da subito Vivere il Sogno Vivere è bello, vivere bene è meglio!!! Diventa fan su Facebook: Tutte le novità da subito VIVERE IL SOGNO!!! 4 semplici passi per la TUA indipendenza finanziaria. (Indipendenza finanziaria)

Dettagli

Livello CILS A1 Modulo adolescenti

Livello CILS A1 Modulo adolescenti Livello CILS A1 Modulo adolescenti MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Testi semplificati di tecnologia

Testi semplificati di tecnologia Testi semplificati di tecnologia Presentazione Le pagine seguenti contengono testi semplificati su: materie prime; lavoro; agricoltura; alimentazione; energia; inquinamento. Per ogni argomento i testi

Dettagli

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. (Section I Listening and Responding) Transcript

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. (Section I Listening and Responding) Transcript 2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: Ciao, Flavia. Mi sono

Dettagli

ESSERE FELICI E MEGLIO!

ESSERE FELICI E MEGLIO! ESSERE FELICI E MEGLIO! I 5 MOTIVI PER ESSERLO di Carla Favazza Questo manuale contiene materiale protetto dalle leggi sul Copyright nazionale ed internazionale. Qualsiasi riproduzione senza il consenso

Dettagli