TUTTO VOLLEY SAN GIOVANNI IN MARIGNANO - DISTRIBUZIONE GRATUITA ANNO 2011/2012 N 12 del 18/04/12

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "TUTTO VOLLEY SAN GIOVANNI IN MARIGNANO - DISTRIBUZIONE GRATUITA ANNO 2011/2012 N 12 del 18/04/12"

Transcript

1 Volle Volley Volley TUTTO VOLLEY SAN GIOVANNI IN MARIGNANO - DISTRIBUZIONE GRATUITA ANNO 2011/2012 N 12 del 18/04/12 A tre giornate dal termine il Cervia è giunto a un passo dal traguardo. Con la vittoria nello scontro diretto contro il Lugo, la formazione di mister Briganti si è praticamente assicurata la vittoria finale del campionato. Sono quattro, infatti, i punti che dividono la prima dalla seconda in classifica e solo un improbabile miracolo può stravolgere la graduatoria, considerato anche che al Lugo spetta un calendario, sulla carta, più arduo. Per un posto ai play off è lotta aperta fra Banca San Marino e Stella Rimini, mentre gli atri due sono ormai appannaggio di Lugo e Sammartinese. Le nostre ragazze, prima di affrontare la difficile sfida di sabato 21 aprile con il sestetto di San Martino in Strada, terza fora del campionato, hanno giocato due gare che sulla carta apparivano facili, ma così non si ì è rivelato. Purtroppo, quest - anno, il termine agevole è bandito dal nostro vocabolario. Nella partita casalinga di fine marzo siamo riusciti a fare vincere un set al fanalino di coda del campionato, il Bagnacavallo, mentre nella trasferta di Bellaria le nostre ragazze, sconfitte per tre set a due, nel quarto set, sono riuscite a conquistare solo nove punti, contro la terzultima squadra del torneo! Ciò che maggiormente colpisce è la rassegnazione, la sufficienza con cui si entra in campo, che mortificano gli sforzi, il lavoro quotidiano svolto dai dirigenti per sostenere l intero assetto societario. Ormai il nostro sestetto può scendere in campo con grande serenità, poiché non deve confrontarsi con i patemi che affliggono la lotta per la promozione o per la retrocessione. Le ragazze in queste gare possono fare tesoro dei progressi tecnici personali, osando quando è il caso, adoperando l acume tattico nei confronti dell avversario in altre situazioni, manifestando la solidarietà e il sostegno alle compagne durante l arco di tutta la partita. Non si riesce a trovare, pertanto, spiegazione alle battute inefficaci che si vedono in ogni incontro, alle difese molli, alla scarsa concentrazione in ricezione, alle sconsiderate scelte in certe situazioni di attacco. Nelle prossime sfide la LAR incontrerà prima il Flamigni Panettone, successivamente affronterà la trasferta di Argenta, per chiudere con il match casalingo contro l ottima Stella Rimini. Riusciremo a giocare con un po di serenità, di gioia, di entusiasmo? Se fosse per noi, abituati in altri tempi a rapportarci in maniera molto diversa con lo sport, l interrogativo avrebbe una sola risposta. Ora dobbiamo aspettare. Poiché abbiamo un indole ottimista, auspichiamo riscontri positivi che, in ogni modo, avranno grande rilevanza sul futuro di questa squadra. UNDER 12 Via Vivare San Giovanni in Marignano Tel Fax Lavanderia industriale, Noleggio biancheria, Leasing biancheria Via Brenta S. GIOVANNI IN M. (RN) Tel. 0541/ fax 0541/

2 LAR I SET: Godenzoni, Niccolai, Tonucci, Rovinelli, Cesarini, Cecchini; II SET: Pierleoni, Niccolai, Tonucci, Rovinelli, Cesarini, Cecchini; III SET: Pierleoni, Niccolai, Tonucci (Rossi), Rovinelli, Cesarini, Cecchini (Armatura); IV SET: Pierleoni (Godenzoni), Niccolai, Rossi, Rovinelli (Bandieri), Cesarini, Armatura; LIBERO: Mariotti: A DISP.: Zaghini ALL: Palazzi; V. ALL.: Lazzarini; DIR.: Gamboni. TEMPI: ; SOSTIT.: Durata totale incontro 2 h 09 min. S. Giovanni 31 marzo 2012 N ella gara contro il Fulgor Bagnacavallo, fanalino di coda della classifica del girone C, mister Palazzi schiera la formazione tipo, con l unica variante nel ruolo di opposto, dove la prescelta è Jessica Cecchini. Le ragazze marignanesi inseguono una vittoria per allontanare il periodo negativo che ormai ha pervaso l ambiente da diverse settimane. La gara, anche questa sera, riserva sorprese poiché la formazione di casa con un primo set deludente, giocato con scarsa concentrazione e sicurezza, consente al sestetto ospite di tagliare il primo traguardo della serata. Purtroppo i problemi ormai sono sempre gli stessi: battuta inefficace, difficoltà in ricezione, mancanza di determinazione in difesa e attacchi impulsivi, in alcune fasi. Fortunatamente la LAR si riprende nei giochi successivi e senza trascendere si aggiudica l incontro per tre set a uno. Quando le ragazze giocano con concentrazione, sono accorte, ragionano, nessun traguardo è precluso, ma è sufficiente il manifestarsi di alcune problematicità e non c è atleta che riesca ad emergere dai guai causati. Anche in questa gara è stata sufficiente una battuta efficace per mettere in difficoltà l avversario che non è andato oltre gli undici, tredici e diciotto punti. Il Bagnacavallo sceso in campo questa sera a San Giovanni non merita gli ultimi posti in classifica, diverse altre formazioni hanno evidenziato maggiori problematicità. Pur non essendo potente in attacco, la formazione ospite ha mostrato tanta grinta e una discreta difesa. CRONACA : 1 SET: la partenza è equilibrata poiché dopo il sei a tre, grazie a tre attacchi di Sissy e ai punti di Benny, Jessica capitan Tosca, il sestetto avversario recupera e raggiunge il sei pari, aiutato, nel recupero, da ingenuità delle nostre atlete. La gara mantiene un sostanziale equilibrio fino a quando, inaspettatamente il Bagnacavallo riesce nel sorpasso (11/13). Il vantaggio accresce di altre due lunghezze (13/17) così mister Palazzi chiama il primo time out per la sua squadra. Al rientro in campo Giada Godenzoni conquista il punto con un attacco dalla seconda linea, vanificato dalla successiva battuta scagliata nella rete da parte di Rovinelli, seguita da altri due errori (attacco in rete di Godenzoni e muro subito da Cesarini) (14/20). L allenatore marignanese chiama il secondo time out che sembra non apportare i miglioramenti sperati poiché alla ripresa del gioco Tonucci commette fallo di palleggio e la difesa non riesce a contrastare gli attacchi avversari. Un pallonetto assegna al Bagnacavallo la palla del set point. E solo a questo punto che le atlete marignanesi rammentano che per vincere occorre uscire dal torpore e con una scatenata Niccolai mettono a segno tre punti consecutivi (un attacco dal centro e due punti ace). E la volta di Sissy Rovinelli a compiere il miracolo mettendo a segno una palla su un rimando sbagliato di Niccolai. Se la fortuna e il mestiere una volta graziano, alla seconda occasione castigano. Sull azione successiva, dopo un primo intervento di Tonucci, viene in possesso della palla Cesarini che, invece di servire all atleta che ha di fronte, senza rischiare, con un bagher tenta un servizio a retro. La palla è proibitiva e Sissy Rovinelli la scaraventa sulla stecca (23/25). Peccato poiché con l uso di maggior ponderazione si poteva recuperare un set giudicato ormai per perso. II SET: la parziale sconfitta non demolisce le pur fievoli certezze delle nostre atlete. L inizio di gioco fa ben sperare, anche se sui primi sei punti, tre sono frutto di errori degli avversari (due attacchi fuori dal rettangolo di gioco e uno scagliato nella rete). Le atlete di casa impongono la maggior classe e il sestetto avversario riesce a contrastare l azione decisa delle marignanesi. L allenatore avversario sfrutta i due time out, esegue una sostituzione (Diop con Guerra), ma il risultato non cambia: la differenza tecnica in campo è evidente; il sestetto ospite realizza solo undici punti. III SET: ormai la LAR ha trovato le certezze per concludere una gara che era partita nel peggiore dei modi. L allenatore ospite cambia strategia nella richiesta dei tempi, chiamandoli ad inizio set e a poca distanza l uno dall altro, ma senza ottenere risultati concreti. Il set si chiude con un punto ace di Cesarini (25/13). IV SET: nessuno crede più alla capacità di reazione del sestetto avversario. La partenza di set, comunque, è equilibrata (10/10). Alle sviste degli avversari rispondiamo con due sbagli i n attacco, due ace subiti e un errore in battuta. Finalmente la LAR riesce a spingere sull acceleratore e con due bombe di Valentina Bandieri, due punti di Rossi e un primo tempo di Cesarini, intervallati da due errori avversari, allunga vistosamente (17/10). Ormai solo un miracolo può rovesciare le sorti della gara e con questi periodi di magra anche i prodigi sono scomparsi. La gara volge al termine è un ace di Giada Godenzoni suggella la vittoria della LAR. Finalmente si può festeggiare. Laboratorio artigianale di maglieria su misura

3

4 Via Bellini CATTOLICA Tel Fax Via Della Produzione, 4 (Zona artigianale Pirano) TAVULLIA (PU) Tel Fax RISULTATI 08/03 SANTARCANGELO BVOLLEY /03 PGS OMAR B&P VOLLEY /03 KONKA VOLLEY SANTARCANGELO /03 KONKA VOLLEY BVOLLEY /03 STELLA VISERBA VOLLEY /03 KONKA PROJECT MORCIANO /03 STELLA MORCIANO 2 3 2DFB - Seconda Divisione Femminile Girone B SQUADRE punti G V P BVOLLEY VOLLEY SANTARCANGELO B&P VOLLEY SAN MARINO PGS OMAR VISERBA VOLLEY KONKA VOLLEY PEOJECT STELLA S.G. B VOLLEY MORCIANO SUB. AGENZIA S. GIOVANNI IN M. NICOLINI MAURICIO TEL La Pizza. e i Buoni Sapori della Tradizione! IVANO Via Pianventena S. GIOVANNI IN MARIGNANO Tel. e fax chiuso il martedì -

5 RISULTATI 22/03/2012 B&P VOLLEY - RIMINI A 2-1 (25/22 26/28 25/12) 22/03/2012 ROMAGNA EST 12-SANTARCANGELO 3-0 (25/19 25/11 25/16) 26/03/2012 VISERBA - ROMAGNA EST RUBICONE 2-1 (19/25 25/17 25/22) 31/03/2012 RIMINI - B&P VOLLEY 0-3 (14/25 07/25 08/25) 01/04/2012 CATTOLICA - VISERBA A 0-3 (05/ /25) 27/03/2012 SANTARCANGELO - B&P VOLLEY 1-2 (25/23 22/25 19/25) 29/03/2012 BATTISTELLI ROMAGNA EST U12F 1-2 (21/25 18/25 25/16) 05/04/2012 B&P VOLLEY - SANTARCANGELO 3-0 (25/18 25/18 27/25) 10/04/2012 SANTARCANGELO - BATTISTELLI 1-2 (17/25 12/25 25/23) 02/04/2012 RIMINI A - CATTOLICA 0-3 (06/25 03/25 03/25) 04/04/2012 ROMAGNA EST- CATTOLICA 2-1 (25/18 25/12 24/26) U12XA Under 12 Misto Girone A SQUADRE PUNTI G V P Romagna Est Rubicone Viserba Volley A Romagna Est U12F Cattolica Volley Battistelli Compressori B&P Volley Volley Santarcangelo Rimini Pallavolo A FILIALE DI SAN GIOVANNI IN MARIGNANO Via Roma 69 S. Giovanni in M. Tel Fax

6 ROMAGNA EST BELLARIA I SET. Rondini (Pironi), Zucchini, Magnani (Raschi), Rinaldini, Vannucci, Antini (Ambrosini); II SET: Rondini (Pironi), Zucchini, Magnani (Raschi), Rinaldini, Vannucci, Antini (Sacchetti); III SET: Rinaldini, Vanucci, Sacchetti (Ambrosini), Rondini (Pironi), Zucchini (Albertini), Magnani (Raschi); IV SET: Rondini, Albertini, Magnani, Rinaldini (Sacchetti), Vanucci, Antini; V SET: Rondini, Albertini, Magnani, Rinaldini, Vanucci, Antini. LAR I SET: Armatura, Pierleoni, Godenzoni, Niccolai, Tonucci, Rovinelli; II SET: Godenzoni, Niccolai, Tonucci, Rovinelli, Armatura (Cesarini), Pierleoni; III SET: Godenzoni (Bandieri), Niccolai, Tonucci (Cecchini), Rovinelli, Cesarini, Pierleoni (Rossi); IV SET: Bandieri, Niccolai, Tonucci (Rossi), Rovinelli (Godenzoni), Cesarini, Pierleoni (Armatura); V SET: Godenzoni, Niccolai, Tonucci, Rovinelli (Bandieri), Cesarini, Pierleoni.. LIBERO: Mariotti; A DISP.: Zaghini; ALL.: Palazzi; DIR.: Gamboni. PUNTI: Rovinelli 23, Niccolai 18, Godenzoni 8, Pierleoni 6, Cesarini 5, Tonucci 3, Armatura 2, Bandieri 1 TEMPI: ; SOST.: ; DURATA TOTALE INCONTRO: 2 h 00 min. Bellaria, lì 14 aprile /04/2012 BELLARIA VS LAR /22 18/25 19/25 25/09 15/10 L a LAR esce dal Palazzetto di Bellaria con un punto e tanto rammarico. Ancora una volta le nostre ragazze hanno avuto black out paurosi che alla fine le hanno precluso il successo finale. Dopo aver buttato alle ortiche il primo set, le nostre atlete hanno ben giocato il secondo e terzo set e nulla faceva presagire quanto sarebbe successo nel quarto gioco, nel quale le atlete marignanesi sono apparse smarrite, incapaci di qualsiasi reazione. La battuta, che era stata la prima arma per mettere in difficoltà le bellariesi, non è stata più potente e ficcante come nei set precedenti, il resto lo hanno fatto le grandi difese del Bellaria con il libero Elisa Farabegoli sugli scudi che con il passare del tempo si esaltava con le sue difese, trasmettendo alle compagne tutto il suo entusiasmo e determinazione. Tutta la squadra di casa cresceva ma la miseria dei nove punti a fine set messi a segno dalle nostre ragazze, non si giustificano comunque con gli indubbi meriti delle ragazze del Bellaria. Non si può entrare in campo completamente scarichi dopo aver vinto due set mettendo le avversarie alle corde, avendo la possibilità di chiudere e aggiudicarsi l intera posta! Alla roulette del tie break prevalevano ancora le bellariesi che con le loro strenue difese aiutate da qualche nostro attacco sconsiderato, finito in rete. Alla fine la maggior determinazione del sestetto di casa, con l obiettivo della salvezza, è stato senz altro il carburante giusto per raggiungere la vittoria. Complimenti a loro, a noi la meditazione!!!! Ora ci attende sabato 21 aprile l incontro con la Sammartinese, terza fora del campionato, e l augurio è che la LAR corsara all andata sappia ripetere quella che secondo lo scrivente è stata la prestazione più bella, intensa dell intera stagione agonistica. Ed allora, raga, resettiamo e buttiamo il cuore oltre l ostacolo. Duri!!!! e chi vivrà vedrà! Via Montalbano 1377/ S. Giovanni in Marignano Tel , Fax

7 RISULTATI SERIE C FEMMINILE Girone C 22^ GIORNATA 31/03/2012 PALLAVOLO LUGO COMACO FORLI 3 0 (25/22; 25/20; 25/19) RICCIONE VOLLEY BANCA SAN MARINO 1 3 (23/25; 25/18; 18/25; 20/25) IDEA VOLLEY ROMAGNA EST BELLARIA 0 3 (17/25; 20/25; 11/25) CERVIA VOLLEY BITLINE COMPUTERS 3 0 (25/14; 25/18; 25/16) FLAMIGNI PANETTONE ARGENTA VOLLEY 3 0 (25/20; 25/23; 25/20) STELLA RIMINI PALLAVOLO ALFONSINE 3 1 (25/19; 20/25; 25/17; 25/20) LAR FULGOR BAGNACAVALLO 3 1 (23/25; 25/11; 25/13; 25/18) 23^ GIORNATA 14/04/2012 BANCA SAN MARINO COMACO FORLI 3 1 (20/25; 25/20; 25/21; 25/21) ARGENTA RICCIONE VOLLEY 1 3 (20/25; 25/23; 18/25; 17/25) PALLAVOLO ALFONSINE IDEA VOLLEY 3 0 (25/18; 25/23, 25/22) BITLINE COMPUTERS PALLAVOLO LUGO 0 3 (19/25; 06/25; 14/25) FLAMIGNI PANETTONE STELLA RIMINI 3 2 (20/25; 23/25; 25/23; 25/16; 15/6) BAGNACAVALLO CERVIA VOLLEY 0 3 (11/25; 11/25; 11/25) ROMAGNA EST BELLARIA LAR 3 2 (25/22; 18/25; 19/25; 25/9; 15/10) S. Giovanni in Marignano Via Montalbano 1377 Tel Fax IMPIANTI ELETTRICI DE LUCA PIERGIORGIO Impianti elettrici; Porte Automatiche; Impianti di Sicurezza; Rilevazione incendio; Impianti fotovoltaici; Illuminazione pubblica di grandi aree. Via S. Maria S. Giovanni in M. Tel./Fax 0541/ Via G. Leopardi MORCIANO DI R. Tel. 0541/ Fax Internet:

8 SERIE C FEMMINILE - GIRONE C P G GV GP SV SP PF PS SCOZZOLI CERVIA VOLLEY SHOESY PALLAVOLO LUGO FLAMIGNI PANETTONE CAF ACLI RIMINI STELLA S.G BANCA SAN MARINO LAR RICCIONE VOLLEY BITLINE COMPUTERS LIBERTAS COMACO VOLLEY FORLI PALLAVOLO ALFONSINE GESCAD SISTEMI ARGENTA ROMAGNA EST BELLARIA IDEA VOLLEY FULGOR BAGNACAVALLO /04/2012 PALAZZETTO COMUNALE ORE 18,30 PROSSIMO TURNO (28/04/2012) PALL. ALFONSINE BANCA SAN MARINO BAGNACAVALLO IDEA VOLLEY STELLA RIMINI PALLAVOLO LUGO BELLARIA RICCIONE VOLLEY BITLINE COMPUTERS COMACO FORLI ARGENTA VOLLEY LAR FLAMIGNI PANETTONE CERVIA VOLLEY 24^ GIORNATA 21/04/2012 FLAMIGNI PANETTONE COMACO FORLI - BELLARIA RICCIONE VOLLEY PALL. ALFONSINE IDEA VOLLEY BITLINE COMPUTERS PALLAVOLO LUGO BANCA SAN MARINO CERVIA VOLLEY ARGENTA VOLLEY STELLA RIMINI BAGNACAVALLO Temellini Assicurazioni Agenzia di Cattolica Via Massimo D Azeglio, Cattolica Telefono Fax

METODO PER LA COMPILAZIONE DELLE CLASSIFICHE FEDERALI 2014

METODO PER LA COMPILAZIONE DELLE CLASSIFICHE FEDERALI 2014 METODO PER LA COMPILAZIONE DELLE CLASSIFICHE FEDERALI 2014 PERIODO TEMPORALE CONSIDERATO Viene considerata tutta l attività svolta dalla prima settimana di novembre 2012 (5 11 novembre 2012 ), all ultima

Dettagli

COME ALLENERO QUEST ANNO?

COME ALLENERO QUEST ANNO? COME ALLENERO QUEST ANNO? Io sono fatto così!!! Io ho questo carattere!!! Io sono sempre stato abituato così!!!! Io ho sempre fatto così!!!!!! Per me va bene così!!!!! Io la penso così!!! Quando si inizia

Dettagli

Una Grande Famiglia per il Volley

Una Grande Famiglia per il Volley Una Grande Famiglia per il Volley il Notiziario della Settimana n.30 di lunedì 18 Maggio 2015 SOMMARIO : : Campionato Nazionale: Terminato!! : Campionato Regionale: 30a giornata pag.2,3 : Campionato Provinciale:

Dettagli

Uno contro uno in movimento attacco

Uno contro uno in movimento attacco Uno contro uno in movimento attacco Utilizzando gli stessi postulati di spazio/tempo, collaborazioni, equilibrio analizziamo l uno contro uno in movimento. Esso va visto sempre all interno del gioco cinque

Dettagli

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio.

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio. articolo N.40 MARZO 2007 RIVISTA ELETTRONICA DELLA CASA EDITRICE WWW.ALLENATORE.NET REG. TRIBUNALE DI LUCCA N 785 DEL 15/07/03 DIRETTORE RESPONSABILE: FERRARI FABRIZIO COORDINATORE TECNICO: LUCCHESI MASSIMO

Dettagli

COMUNICAZIONE DEL COMITATO PROVINCIALE

COMUNICAZIONE DEL COMITATO PROVINCIALE C o m i t a t o P r o v i n c i a l e M e s s i n a Via Rossini, 4-98076 Sant'Agata Militello (Me) Tel. / Fax 0941/721948 e-mail: segreteria@pgsmessina - www.pgsmessina.it COMUNICATO UFFICIALE N 49 Stagione

Dettagli

REGOLAMENTO DI GIOCO MASTER 2015

REGOLAMENTO DI GIOCO MASTER 2015 REGOLAMENTO DI GIOCO MASTER 2015 Art. 1 PRINCIPI GENERALI Il football a 9 contro 9 Master (o 7 contro 7) verrà giocato secondo le regole del regolamento ufficiale NCAA per i campionati a 11 giocatori,

Dettagli

Under 14/12/10/ 8/ 6 REGOLAMENTO DI GIOCO CATEGORIE PROPAGANDA INDICE PREMESSA 3. TABELLA RIASSUNTIVA n. 1 5. TABELLA RIASSUNTIVA n.

Under 14/12/10/ 8/ 6 REGOLAMENTO DI GIOCO CATEGORIE PROPAGANDA INDICE PREMESSA 3. TABELLA RIASSUNTIVA n. 1 5. TABELLA RIASSUNTIVA n. INDICE pag. FEDERAZIONE ITALIANA RUGBY PREMESSA 3 REGOLAMENTO DI GIOCO CATEGORIE PROPAGANDA Under 14/12/10/ 8/ 6 TABELLA RIASSUNTIVA n. 1 5 TABELLA RIASSUNTIVA n. 2 6 REGOLAMENTO U14 8 REGOLAMENTO U12

Dettagli

VADEMECUM GARE. Fipav Monza Brianza CAMPIONATI PROVINCIALI DI SERIE E DI CATEGORIA NORME GENERALI VALIDE PER LA STAGIONE AGONISTICA 2013/14

VADEMECUM GARE. Fipav Monza Brianza CAMPIONATI PROVINCIALI DI SERIE E DI CATEGORIA NORME GENERALI VALIDE PER LA STAGIONE AGONISTICA 2013/14 Fipav Monza Brianza VADEMECUM GARE CAMPIONATI PROVINCIALI DI SERIE E DI CATEGORIA NORME GENERALI VALIDE PER LA STAGIONE AGONISTICA 2013/14 Il presente fascicolo è parte integrante delle Circolari di Indizione

Dettagli

UTILIZZO DELLA PSICOCINETICA NELLA SCUOLA PRIMARIA E IN AMBITO SPORTIVO

UTILIZZO DELLA PSICOCINETICA NELLA SCUOLA PRIMARIA E IN AMBITO SPORTIVO UTILIZZO DELLA PSICOCINETICA NELLA SCUOLA PRIMARIA E IN AMBITO SPORTIVO Le capacità cognitive richieste per far fronte alle infinite modalità di risoluzione dei problemi motori e di azioni di gioco soprattutto

Dettagli

CORSO ALLIEVO ALLENATORE

CORSO ALLIEVO ALLENATORE CORSO ALLIEVO ALLENATORE GUIDA DIDATTICA 2013 1. Introduzione La presente guida vuole essere uno strumento a disposizione del Formatore del Corso Allievo Allenatore. In particolare fornisce informazioni

Dettagli

IMPARARE GIOCANDO A 9/10 ANNI

IMPARARE GIOCANDO A 9/10 ANNI IMPARARE GIOCANDO A 9/10 ANNI appunti dalla lezione del 19 maggio 2002 al Clinic di Riccione relatore Maurizio Cremonini, Istruttore Federale Set. Scol. e Minibasket I BAMINI DEVONO SCOPRIRE CIO DI CUI

Dettagli

CSI Varese Corso Allenatori di Calcio

CSI Varese Corso Allenatori di Calcio Lo sport è caratterizzato dalla RICERCA DEL CONTINUO MIGLIORAMENTO dei risultati, e per realizzare questo obiettivo è necessaria una PROGRAMMAZIONE (o piano di lavoro) che comprenda non solo l insieme

Dettagli

Indice INDICE. Introduzione... 3. Metodologia. Unità didattiche

Indice INDICE. Introduzione... 3. Metodologia. Unità didattiche INDICE Introduzione... 3 Dall educazione motoria al Minivolley 10 Unità didattiche: momenti di un percorso... 4 Metodologia...7 Elementi base del Gioco Minivolley....8 Metodologia Progressione didattica

Dettagli

Regolamento Nazionale Specialità "POOL 8-15" ( Buche Strette )

Regolamento Nazionale Specialità POOL 8-15 ( Buche Strette ) Regolamento Nazionale Specialità "POOL 8-15" ( Buche Strette ) SCOPO DEL GIOCO : Questa specialità viene giocata con 15 bilie numerate, dalla n 1 alla n 15 e una bilia bianca (battente). Un giocatore dovrà

Dettagli

FULGOR ACADEMY 2014-15

FULGOR ACADEMY 2014-15 PRIMI CALCI 2009-2010 OBIETTIVI: Conoscenza del proprio corpo (giochi ed esercizi coordinativi) Rispetto delle regole e del gruppo di cui si fa parte Conoscenza del pallone Capacità di eseguire un gesto

Dettagli

L ARTE DI VINCERE AL FANTACALCIO

L ARTE DI VINCERE AL FANTACALCIO Matteo Freddi L ARTE DI VINCERE AL FANTACALCIO Youcanprint Self-Publishing Titolo L arte di vincere al fantacalcio Autore Matteo Freddi Immagine di copertina a cura dell Autore ISBN 978-88-91122-07-0 Tutti

Dettagli

Soluzione degli esercizi sul moto rettilineo uniformemente accelerato

Soluzione degli esercizi sul moto rettilineo uniformemente accelerato Liceo Carducci Volterra - Classe 3 a B Scientifico - Francesco Daddi - 8 novembre 00 Soluzione degli esercizi sul moto rettilineo uniformemente accelerato Esercizio. Un corpo parte da fermo con accelerazione

Dettagli

Esercizi sul moto rettilineo uniformemente accelerato

Esercizi sul moto rettilineo uniformemente accelerato Liceo Carducci Volterra - Classe 3 a B Scientifico - Francesco Daddi - 8 novembre 010 Esercizi sul moto rettilineo uniformemente accelerato Esercizio 1. Un corpo parte da fermo con accelerazione pari a

Dettagli

Riflessioni a margine dei Campionati Italiani di kendo, Novara 2010

Riflessioni a margine dei Campionati Italiani di kendo, Novara 2010 Riflessioni a margine dei Campionati Italiani di kendo, Novara 2010 di Luca Navaglia Campionati Italiani dunque. Saprete già i risultati (Serena Ricciuti, Giuseppe Giannetto e Kodokan Alessandria). Per

Dettagli

D: QUALI SONO I REQUISITI DI RESIDENZA PER CHI VUOLE COMPETERE? R: Questo evento è limitato ai residenti in Italia, quindi:

D: QUALI SONO I REQUISITI DI RESIDENZA PER CHI VUOLE COMPETERE? R: Questo evento è limitato ai residenti in Italia, quindi: FAQ D: QUANTE PARTITE VERRANNO GIOCATE PER DETERMINARE I VINCITORI DI OGNI SCONTRO? R: Il torneo prevede dei 5v5 nella Landa degli evocatori in stile "sudden death" (ossia a eliminazione diretta, al meglio

Dettagli

FIN - Comitato Regionale Ligure

FIN - Comitato Regionale Ligure FIN - 1. 0 NORMATIVE GENERALI Iscrizioni alle gare 1. Le iscrizioni alle gare vanno effettuate tramite procedura online dal sito http://online.federnuoto.it/iscri/iscrisocieta.php utilizzando il software

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07 GRUPPO ANNI 3 Novembre- maggio Documentazione a cura di Quaglietta Marica Per sviluppare Pensiero creativo e divergente Per divenire

Dettagli

DELL UNO CONTRO UNO DIFENSIVO

DELL UNO CONTRO UNO DIFENSIVO M A G A Z I N E PRINCIPI BASE DELL UNO CONTRO UNO DIFENSIVO w w w. a l l f o1 o t b a l l. i t IL TUTOR MARIO BERETTA 1959 Milano, è ex calciatore e attuale allenatore professionista. Diplomato Isef e

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO Settore Giovanile e Scolastico GUIDA AI REGOLAMENTI DEI TORNEI GIOVANILI ORGANIZZATI DA SOCIETÀ

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO Settore Giovanile e Scolastico GUIDA AI REGOLAMENTI DEI TORNEI GIOVANILI ORGANIZZATI DA SOCIETÀ FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO Settore Giovanile e Scolastico GUIDA AI REGOLAMENTI DEI TORNEI GIOVANILI ORGANIZZATI DA SOCIETÀ Stagione Sportiva 2014/2015 Tornei organizzati da società Norme, disposizioni

Dettagli

1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO

1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO 1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO Sono molte le definizioni di allenamento: Definizione generale: E un processo che produce nell organismo un cambiamento di stato che può essere fisico, motorio, psicologico.

Dettagli

www.noinoncilasceremomai.it

www.noinoncilasceremomai.it www.noinoncilasceremomai.it Chi siamo: la storia Il progetto trae ispirazione dalla vita di Vigor Bovolenta e sua moglie Federica Lisi che hanno, con il loro amore, sfidato il destino e la vita stessa.

Dettagli

LA PALLAVOLO, UNO SPORT DI SQUADRA

LA PALLAVOLO, UNO SPORT DI SQUADRA LA PALLAVOLO, UNO SPORT DI SQUADRA Doug Beal, direttore generale di USA Volleyball, ex-capo Allenatore della nazionale degli Stati Uniti Prima di provare ad analizzare i sistemi, la teoria, la tattica

Dettagli

lanzo torinese Gran Fondo Internazionale del Punt del Diau - 25 km (D+ 1450) 4 ottobre 2014 prova A PRENDERmi gara femminile - 1 a EDIZIONE

lanzo torinese Gran Fondo Internazionale del Punt del Diau - 25 km (D+ 1450) 4 ottobre 2014 prova A PRENDERmi gara femminile - 1 a EDIZIONE lanzo torinese Gran Fondo Internazionale del Punt del Diau - 25 km (D+ 1450) 4 ottobre 2014 prova A PRENDERmi gara femminile - 1 a EDIZIONE l originale www.casadelcammino.it for SI RINGRAZIANO IN MODO

Dettagli

programmazione didattica modulo 1 OBIETTIVI PRINCIPALI DEL MESE: FATTORE TECNICO-COORDINATIVO: passaggio/ricezione colpire la palla al volo

programmazione didattica modulo 1 OBIETTIVI PRINCIPALI DEL MESE: FATTORE TECNICO-COORDINATIVO: passaggio/ricezione colpire la palla al volo Schede operative categoria Esordienti CATEGORIA ESORDIENTI società: istruttore: stagione sportiva: RICORDATI CHE In questo mese inizia l attività didattica programmata dopo che nel periodo precedente si

Dettagli

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Il baseball, uno sport. Il baseball, uno sport di squadra. Il baseball, uno sport che non ha età. Il baseball, molto di più di uno sport, un MODO

Dettagli

Gran Fondo PUNT DEL DIAU

Gran Fondo PUNT DEL DIAU LANZO TORINESE - SABATO 04 OTTOBRE 2014 Gran Fondo PUNT DEL DIAU REGOLAMENTO LA GARA GRAN FONDO DI CORSA IN MONTAGNA PUNT DEL DIAU avrà una lunghezza di circa km.25 e un dislivello positivo di circa 1450

Dettagli

LA PROGRAMMAZIONE NEL SETTORE GIOVANILE PROGRESSIONI DIDATTICHE, SCHEDE DI ALLENAMENTO E ESERCITAZIONI SPECIFICHE

LA PROGRAMMAZIONE NEL SETTORE GIOVANILE PROGRESSIONI DIDATTICHE, SCHEDE DI ALLENAMENTO E ESERCITAZIONI SPECIFICHE LA PROGRAMMAZIONE NEL SETTORE GIOVANILE PROGRESSIONI DIDATTICHE, SCHEDE DI ALLENAMENTO E ESERCITAZIONI SPECIFICHE La programmazione nel settore giovanile P R O G R E S S I O N I D I D A T T I C H E, S

Dettagli

STAGIONE SPORTIVA 2014/2015. CONTRIBUTI A CARICO DELLE SOCIETÀ NON PROFESSIONISTICHE E CENTRI MINIBASKET Consiglio federale n. 6 del 10 maggio 2014

STAGIONE SPORTIVA 2014/2015. CONTRIBUTI A CARICO DELLE SOCIETÀ NON PROFESSIONISTICHE E CENTRI MINIBASKET Consiglio federale n. 6 del 10 maggio 2014 STAGIONE SPORTIVA 2014/2015 CONTRIBUTI A CARICO DELLE SOCIETÀ NON PROFESSIONISTICHE E CENTRI MINIBASKET Consiglio federale n. 6 del 10 maggio 2014 COMUNICATO UFFICIALE N. 1097 del 10 maggio 2014 Indice

Dettagli

Quali dati potremmo modificare? Impostazioni sul campionato, risultati, designazioni, provvedimenti disciplinari, statistiche e tanto ancora.

Quali dati potremmo modificare? Impostazioni sul campionato, risultati, designazioni, provvedimenti disciplinari, statistiche e tanto ancora. WCM Sport è un software che tramite un sito web ha l'obbiettivo di aiutare l'organizzazione e la gestione di un campionato sportivo supportando sia i responsabili del campionato sia gli utilizzatori/iscritti

Dettagli

SOGGETTO PROMOTORE RCS Mediagroup SpA divisione Quotidiani- con sede in via Rizzoli 8 20132 Milano (di seguito: Promotore )

SOGGETTO PROMOTORE RCS Mediagroup SpA divisione Quotidiani- con sede in via Rizzoli 8 20132 Milano (di seguito: Promotore ) REGOLAMENTO ART.11 D.P.R. 26 OTTOBRE 2001,430 CONCORSO A PREMI DENOMINATO MAGIC+3 CAMPIONATO 2014-2015 PROMOSSO DALLA SOCIETA RCS MEDIAGROUP SPA MILANO CL 410/2014 SOGGETTO PROMOTORE RCS Mediagroup SpA

Dettagli

REGOLAMENTO NOTTI SUL GHIACCIO Aggiornato al 21 gennaio 2015

REGOLAMENTO NOTTI SUL GHIACCIO Aggiornato al 21 gennaio 2015 REGOLAMENTO NOTTI SUL GHIACCIO Aggiornato al 21 gennaio 2015 Notti sul ghiaccio è una gara di pattinaggio a coppie ad eliminazione in cui alcune celebrità hanno accettato di far coppia con altrettanti

Dettagli

La guerra delle posizioni

La guerra delle posizioni www.maestrantonella.it La guerra delle posizioni Gioco di carte per il consolidamento del valore posizionale delle cifre e per il confronto di numeri con l uso dei simboli convenzionali > e < Da 2 a 4

Dettagli

Ufficio Attività Agonistica Giudice Sportivo Territoriale

Ufficio Attività Agonistica Giudice Sportivo Territoriale F E D E R A Z I O N E I T A L I A N A G I U O C O H A N D B A L L P a l l a m a n o AREA TERRITORIALE LIGURIA PIEMONTE LOMBARDIA - VENETO - FRIULI V. G. Ufficio Attività Agonistica Giudice Sportivo Territoriale

Dettagli

Prossime gare ECCELLENZA - Girone UNICO Giorn Squadre Data Ora Campo R 8. A.S.D.POL. TIRLI IN MAREMMA - POL. TORNIELLA lun ROCCASTRADA

Prossime gare ECCELLENZA - Girone UNICO Giorn Squadre Data Ora Campo R 8. A.S.D.POL. TIRLI IN MAREMMA - POL. TORNIELLA lun ROCCASTRADA ultati ECCELLENZA - GIRONI - Girone UNICO R 5 A.S.D.POL. TIRLI IN MAREMMA - ATLETICO GROSSETO 2012 1-1 R 6 GAVORR TIRRENO CARRELLI SER - C.C. e SPORT POLVEROSA 1-2 Squadra P.Ti G V N P RF RS DR CD Pen

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

SCHEMA SETTIMANA TIPO CON TRE SEDUTE DI ALLENAMENTO

SCHEMA SETTIMANA TIPO CON TRE SEDUTE DI ALLENAMENTO U.S. ALESSANDRIA CALCIO 1912 SETTORE GIOVANILE ALLENAMENTO PORTIERI SCHEDA TIPO DELLA SETTIMANA ALLENATORE ANDREA CAROZZO GRUPPO PORTIERI STAGIONE 2009/2010 GIOVANISSIMI NAZIONALI 1995 ALLIEVI REGIONALI

Dettagli

CONCORSO A PREMI DENOMINATO #MilionidiNomi CL 141/2015

CONCORSO A PREMI DENOMINATO #MilionidiNomi CL 141/2015 CONCORSO A PREMI DENOMINATO #MilionidiNomi CL 141/2015 SOGGETTO PROMOTORE: F.C. Internazionale Milano Spa, Corso Vittorio Emanuele II 9, 20122 Milano P.IVA 04231750151 (di seguito Promotore ). SOGGETTO

Dettagli

Al giorno d oggi per dare un significato alla nostra vita, occorre dedicare + spazio e + tempo per pensare a noi stessi perché come ci suggerisce il

Al giorno d oggi per dare un significato alla nostra vita, occorre dedicare + spazio e + tempo per pensare a noi stessi perché come ci suggerisce il Al giorno d oggi per dare un significato alla nostra vita, occorre dedicare + spazio e + tempo per pensare a noi stessi perché come ci suggerisce il pensiero di Enzo Bianchi conosciamo più cose fuori di

Dettagli

UISP Toscana www.uisp.it/toscana/pallacanestro CUR 03-2013 COMUNICAZIONI

UISP Toscana www.uisp.it/toscana/pallacanestro CUR 03-2013 COMUNICAZIONI COMUNICAZIONI Si comunica che al fine di disporre in tempo utile dei risultati delle gare per poterli trasmettere in tempo a giornali e televisioni locali, si invitano i responsabili delle società che

Dettagli

UISP Toscana www.uisp.it/toscana/pallacanestro CUR 04-2013 COMUNICAZIONI

UISP Toscana www.uisp.it/toscana/pallacanestro CUR 04-2013 COMUNICAZIONI COMUNICAZIONI Si comunica che al fine di disporre in tempo utile dei risultati delle gare per poterli trasmettere in tempo a giornali e televisioni locali, si invitano i responsabili delle società che

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale.

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione - CNR progetto internazionale "La città dei bambini" Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Non mi mancava la memoria o l intelligenza,

Dettagli

WWW.JUNIORGOLFCADDIE.IT. L organizzazione e la gestione economica, didattica e agonistica dei Club dei Giovani

WWW.JUNIORGOLFCADDIE.IT. L organizzazione e la gestione economica, didattica e agonistica dei Club dei Giovani WWW.JUNIORGOLFCADDIE.IT L organizzazione e la gestione economica, didattica e agonistica dei Club dei Giovani Il programma ideato da Luigi Pelizzari con il Patrocinio del Comitato Regionale Lombardo della

Dettagli

CAMPIONATI GIOVANILI 2014-2015 COMUNICATO UFFICIALE N 20 del 28 MAGGIO 2015

CAMPIONATI GIOVANILI 2014-2015 COMUNICATO UFFICIALE N 20 del 28 MAGGIO 2015 CAMPIONATI GIOVANILI 2014-2015 COMUNICATO UFFICIALE N 20 del 28 MAGGIO 2015 Si comunica a tutte le società dei campionati giovanili che a partire dal 12.05.2015 NON sono più accettati spostamenti via posta

Dettagli

CAMPIONATO ITALIANO CURLING STAGIONE 2014-15

CAMPIONATO ITALIANO CURLING STAGIONE 2014-15 Pagina 1 CAMPIONATO ITALIANO CURLING STAGIONE 2014-15 FINALI NAZIONALI SERIE B MASCHILE DOCUMENTO INFORMATIVO PER IL TEAM MEETING Team Meeting Finali B Maschili Pagina 1 Pagina 2 Sommario 1 INTRODUZIONE...3

Dettagli

REGOLE DI TENNIS. Approvate dalla ITF International tennis federation (1) edizione 2015 (A.A.U.U. 11/12 di novembre - dicembre 2014)

REGOLE DI TENNIS. Approvate dalla ITF International tennis federation (1) edizione 2015 (A.A.U.U. 11/12 di novembre - dicembre 2014) REGOLE DI TENNIS Approvate dalla ITF International tennis federation (1) edizione 2015 (A.A.U.U. 11/12 di novembre - dicembre 2014) INDICE Prefazione pag. 2 Regola 1 Il campo pag. 3 Regola 2 - Arredi permanenti

Dettagli

1^A - Esercitazione recupero n 4

1^A - Esercitazione recupero n 4 1^A - Esercitazione recupero n 4 1 In un cartone animato, un gatto scocca una freccia per colpire un topo, mentre questi cerca di raggiungere la sua tana che si trova a 5,0 m di distanza Il topo corre

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

OBIETTIVI DELL ATTIVITA FISICA DEI BAMBINI DAI 6 AGLI 11 ANNI SECONDA PARTE LA CORSA

OBIETTIVI DELL ATTIVITA FISICA DEI BAMBINI DAI 6 AGLI 11 ANNI SECONDA PARTE LA CORSA OBIETTIVI DELL ATTIVITA FISICA DEI BAMBINI DAI 6 AGLI 11 ANNI SECONDA PARTE LA CORSA Dopo avere visto e valutato le capacità fisiche di base che occorrono alla prestazione sportiva e cioè Capacità Condizionali

Dettagli

Tesi per il Master Superformatori CNA

Tesi per il Master Superformatori CNA COME DAR VITA E FAR CRESCERE PICCOLE SOCIETA SPORTIVE di GIACOMO LEONETTI Scorrendo il titolo, due sono le parole chiave che saltano agli occhi: dar vita e far crescere. In questo mio intervento, voglio

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

REGOLE DI TENNIS Approvate dalla International tennis federation

REGOLE DI TENNIS Approvate dalla International tennis federation REGOLE DI TENNIS Approvate dalla International tennis federation (1) (1) NOTA. Eccetto quando è diversamente stabilito, ogni riferimento di queste Regole ai giocatori include anche le giocatrici. ... schema

Dettagli

UN MONDO MIGLIORE: ne abbiamo il diritto

UN MONDO MIGLIORE: ne abbiamo il diritto Provincia di Ravenna Album fotografico UN MONDO MIGLIORE: ne abbiamo il diritto CONSIGLI/CONSULTE DEI COMUNI PARTECIPANTI SCUOLA Consulta ragazzi di Alfonsine Michelacci Andrea Scuola Primaria "Matteotti

Dettagli

LIBRO DELLE REGOLE UFFICIALI Versione 8.0

LIBRO DELLE REGOLE UFFICIALI Versione 8.0 EDIZIONE IN ITALIANO LIBRO DELLE REGOLE UFFICIALI Versione 8.0 Indice Informazioni sul gioco... 1 1 2 3 Come Iniziare Per duellare hai bisogno delle seguenti cose... 2 Carte del Gioco Carte Mostro... 6

Dettagli

dall introduzione dell Assessore Luppi

dall introduzione dell Assessore Luppi Presenti: Giulia Luppi Assessore alla scuola Alessandra Caprari pedagogista Maurizia Cocconi insegnante Scuola Primaria De Amicis Giuliana Bizzarri insegnante Scuola d infanzia A.D Este Tondelli Rita insegnante

Dettagli

Lun 18/05. Ven 22/05 COLORNO. Mer 20/05. Gio 21/05. Mer 20/05. Ven 22/05. Gio 21/05 20.30 170. Gio 21/05. Ven 22/05 21.00 PRO CELLA.

Lun 18/05. Ven 22/05 COLORNO. Mer 20/05. Gio 21/05. Mer 20/05. Ven 22/05. Gio 21/05 20.30 170. Gio 21/05. Ven 22/05 21.00 PRO CELLA. CENTRO SPORTIVO ITALIANO CENTRO SPORTIVO ITALIANO COMITATO PROVINCIALE DI P A R M A P.le Matteotti, 9-43100 PARMA Telefono 0521281226-0521289870 Fax 0521.236626 e-mail: csi@csiparma.it web: www.csiparma.it

Dettagli

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE 66 Bologna, 11 febbraio 2015 MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE Per dare feste non serve sempre un motivo. Ma quelle di Meglio Così, il ciclo di eventi che si terrà a Bologna tra febbraio

Dettagli

Cenni sul calcolo combinatorio

Cenni sul calcolo combinatorio Cenni sul calcolo combinatorio Disposizioni semplici Le disposizioni semplici di n elementi distinti di classe k con kn sono tutti i gruppi di k elementi scelti fra gli n, che differiscono per almeno un

Dettagli

CAMPIONATO REGIONALE AICS 2013 TOSCANA GINNASTICA RITMICA

CAMPIONATO REGIONALE AICS 2013 TOSCANA GINNASTICA RITMICA CAMPIONATO REGIONALE AICS 2013 TOSCANA GINNASTICA RITMICA 1 CONCORSI Concorso individuale LIVELLO A Categorie: ALLIEVE: un attrezzo a scelta e Corpo libero obbligatorio JUNIOR: 2 attrezzi a scelta SENIOR:

Dettagli

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI MATEMATICA Scuola Primaria Classe Quinta Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Scuola secondaria di primo grado: Educazione fisica

Scuola secondaria di primo grado: Educazione fisica Ufficio XVI - Ambito territoriale per la provincia di Reggio Emilia Ufficio Educazione Fisica e Sportiva Scuola secondaria di primo grado: Educazione fisica Prof. CRONISTORIA DELLA DISCIPLINA DAL 1979

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

I tiri principali nel badminton

I tiri principali nel badminton I tiri principali nel badminton 4 2 3 5 6 1 Drop a rete 2 Pallonetto (lob) 3 Drive 4 Clear 5 Drop 6 Smash (schiacciata) 1 Traiettoria Definizione Impugnatura 1 Drop a rete Rovescio Sequenza fotografica

Dettagli

In base alla formula di torneo adottata i tornei possono pertanto prevedere lo svolgimento di una o più partite.

In base alla formula di torneo adottata i tornei possono pertanto prevedere lo svolgimento di una o più partite. Formule di gioco La successione di mani necessarie per l eliminazione del penultimo giocatore o per la determinazione dei giocatori che accedono ad un turno successivo costituisce una partita. In base

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

Presentazione Prologo all edizione francese

Presentazione Prologo all edizione francese INDICE Presentazione Prologo all edizione francese IX XVIII PARTE PRIMA CAPITOLO I Finché portiamo noi stessi, non portiamo nulla che possa valere 3 CAPITOLO II Non dobbiamo turbarci di fronte ai nostri

Dettagli

Ufficio studi IL LAVORO NEL TURISMO

Ufficio studi IL LAVORO NEL TURISMO Ufficio studi I dati più recenti indicano in oltre 1,4 milioni il numero degli occupati nelle imprese del turismo. Il 68% sono dipendenti. Per conto dell EBNT (Ente Bilaterale Nazionale del Turismo) Fipe,

Dettagli

EDUCARE. TRA ALLENATORI, GENITORI E DIRIGENTI

EDUCARE. TRA ALLENATORI, GENITORI E DIRIGENTI PER INIZIARE EDUCARE. TRA ALLENATORI, GENITORI E DIRIGENTI Dicesi dirigente un signore che dovrebbe non dirigere ma animare; non solo animare ma testimoniare, non solo testimoniare, ma motivare. Insomma,

Dettagli

Parte Prima Il censimento del calcio italiano. Sezione 1 Statistiche

Parte Prima Il censimento del calcio italiano. Sezione 1 Statistiche Parte Prima Il censimento del calcio italiano Sezione 1 Statistiche 17 La Federazione Italiana Giuoco Calcio Settori Settore tecnico Settore Giovanile e Scolastico Società 14.90 di cui: Professionistiche

Dettagli

Ricerca Operativa Esercizi sul metodo del simplesso. Luigi De Giovanni, Laura Brentegani

Ricerca Operativa Esercizi sul metodo del simplesso. Luigi De Giovanni, Laura Brentegani Ricerca Operativa Esercizi sul metodo del simplesso Luigi De Giovanni, Laura Brentegani 1 1) Risolvere il seguente problema di programmazione lineare. ma + + 3 s.t. 2 + + 2 + 2 + 3 5 2 + 2 + 6,, 0 Soluzione.

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Ufficio di Segreteria: Viale Liguria Rozzano (MI) Tel. 02 57501074 Fax. 028255740 e-mail: segreteria@medialuinifalcone.it sito: www.icsliguriarozzano.gov.it Recapiti

Dettagli

LE VALVOLE PNEUMATICHE

LE VALVOLE PNEUMATICHE LE VALVOLE PNEUMATICHE Generalità Le valvole sono apparecchi per il comando, per la regolazione della partenza, arresto e direzione, nonché della pressione e passaggio di un fluido proveniente da una pompa

Dettagli

Tip #2: Come siriconosceun leader?

Tip #2: Come siriconosceun leader? Un saluto alla Federazione Italiana Tennis, all Istituto Superiore di Formazione e a tutti gli insegnanti che saranno presenti al SimposioInternazionalechesiterràilprossimo10 maggio al ForoItalico. Durante

Dettagli

FAI IL PIENO DI CALCIO

FAI IL PIENO DI CALCIO REGOLAMENTO INTEGRALE DEL CONCORSO A PREMI FAI IL PIENO DI CALCIO La Beiersdorf SpA, con sede in Via Eraclito 30, 20128 Milano, promuove la seguente manifestazione, che viene svolta secondo le norme contenute

Dettagli

1 Campionato Provinciale 2012-13 C7. Calendario incontri UNICO

1 Campionato Provinciale 2012-13 C7. Calendario incontri UNICO 1 Campionato Provinciale 2012-13 C7 Calcio a 7 Calendario incontri UNICO Squadre partecipanti AMICI DEL LIDER-UDINESE AUGURESE-SAMPDORIA BOSETTI BOYS-MILAN DARIO-JUVENTUS 2 MAGLIA DREAM TEAM-LAZIO VENI

Dettagli

MEZZI E METODI PER LO SVILUPPO DELLA FORZA (link PAGINA La Forza e PAGINA AREA SPORTIVA)

MEZZI E METODI PER LO SVILUPPO DELLA FORZA (link PAGINA La Forza e PAGINA AREA SPORTIVA) MEZZI E METODI PER LO SVILUPPO DELLA FORZA (link PAGINA La Forza e PAGINA AREA SPORTIVA) L allenamento della Forza come capacità condizionale, è oggi di rigore anche nelle discipline sportive in cui era

Dettagli

SETTORE NUOTO CALENDARIO ATTIVITA REGIONALE REGOLAMENTO MANIFESTAZIONI REGIONALI ANNO NATATORIO 2014 2015 BOZZA

SETTORE NUOTO CALENDARIO ATTIVITA REGIONALE REGOLAMENTO MANIFESTAZIONI REGIONALI ANNO NATATORIO 2014 2015 BOZZA SETTORE NUOTO CALENDARIO ATTIVITA REGIONALE REGOLAMENTO MANIFESTAZIONI REGIONALI ANNO NATATORIO 2014 2015 BOZZA Agg. al 31/10/2014 1 INDICE Calendario Attività Agonistica 2014-2015 e scadenze pag. 3 Norme

Dettagli

REGOLAMENTO DEL GIUOCO DEL CALCIO REGOLA 5 DECISIONI UFFICIALI FIGC

REGOLAMENTO DEL GIUOCO DEL CALCIO REGOLA 5 DECISIONI UFFICIALI FIGC REGOLAMENTO DEL GIUOCO DEL CALCIO ALL. D) REGOLA 5 Persone ammesse nel recinto di gioco 1) Per le gare organizzate dalla LNP, dalla Lega PRO e dalla Lega Nazionale Dilettanti in ambito nazionale sono ammessi

Dettagli

OSSIGENO. Perché un ennesimo osservatorio

OSSIGENO. Perché un ennesimo osservatorio OSSIGENO Osservatorio Fnsi-Ordine Giornalisti su I CRONISTI SOTTO SCORTA E LE NOTIZIE OSCURATE Perché un ennesimo osservatorio Alberto Spampinato* Il caso dei cronisti italiani minacciati, costretti a

Dettagli

ALLENARSI CON LA FASCIA CARDIO

ALLENARSI CON LA FASCIA CARDIO ALLENARSI CON LA FASCIA CARDIO Come effettuare il monitoraggio dei nostri allenamenti? Spesso è difficile misurare il livello di sforzo di una particolare gara o sessione di allenamento. Come vi sentite?

Dettagli

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo?

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? In Italia, secondo valutazioni ISTAT, i nonni sono circa undici milioni e cinquecento mila, pari al 33,3% dei cittadini che hanno dai 35 anni in su. Le donne

Dettagli

Linea 11. Rimini via Dante à Riccione p.le Curiel à Riccione Terme

Linea 11. Rimini via Dante à Riccione p.le Curiel à Riccione Terme Rimini via Dante à Riccione p.le Curiel à Riccione Terme, Feriale Zona Località 1 1 1 900 Rimini v. Dante Cap. 06:30 06:43 06:55 07:08 07:22 07:36 07:49 08:00 08:10 08:20 08:30 08:42 900 Rimini FS (pens.a)

Dettagli

Unità uno. barche e vento. I colori. Le parti del corpo. I numeri. da 11 a 20 La casa Chi è? La casa (2) Gli animali.

Unità uno. barche e vento. I colori. Le parti del corpo. I numeri. da 11 a 20 La casa Chi è? La casa (2) Gli animali. Unità uno I numeri da 0 a 10 Che tempo fa? 1 I colori Le parti del corpo I numeri da 11 a 20 La casa Chi è? La casa (2) Gli animali Gli animali (2) I giorni, i mesi, le stagioni barche e vento Da dove

Dettagli

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ)

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) La musica è l'armonia dell'anima Alessandro Baricco, Castelli di rabbia Premessa L insegnamento di uno strumento musicale nella

Dettagli

Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012

Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012 Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012 Qualche giorno dopo la fine della competizione olimpica di judo è venuto il momento di analizzare quanto successo a Londra. Il mondo del

Dettagli

PRIMI DATI SULLA SPERIMENTAZIONE DEL SOSTEGNO PER L INCLUSIONE ATTIVA (SIA) NEI GRANDI COMUNI

PRIMI DATI SULLA SPERIMENTAZIONE DEL SOSTEGNO PER L INCLUSIONE ATTIVA (SIA) NEI GRANDI COMUNI DIREZIONE GENERALE PER flash 29 L INCLUSIONE E LE POLITICHE SOCIALI PRIMI DATI SULLA SPERIMENTAZIONE DEL SOSTEGNO PER L INCLUSIONE ATTIVA (SIA) NEI GRANDI COMUNI Roma, 1 settembre 2014 Il punto di partenza:

Dettagli

Tavola n. 20 Titolo: Peccato che sia una puttana Anno di produzione 2014 Tecnica mista su cartoncino Dimensioni: 55 cm x 34,5 Costo: 2850 euro

Tavola n. 20 Titolo: Peccato che sia una puttana Anno di produzione 2014 Tecnica mista su cartoncino Dimensioni: 55 cm x 34,5 Costo: 2850 euro Tavola n. 20 Titolo: Peccato che sia una puttana Dimensioni: 55 cm x 34,5 Costo: 2850 euro Tavola n. 30 Titolo: Presunte avventure di Lucrezia e Cesare Dimensioni: 50 cm x 35 cm Costo: 2625 euro Tavola

Dettagli

SOCIETA' 1 ZACCARO Vittorio 83 1804025 C. S. GEMELLI 56.84 1.5427 --- 125 10 192.85

SOCIETA' 1 ZACCARO Vittorio 83 1804025 C. S. GEMELLI 56.84 1.5427 --- 125 10 192.85 MASCHILE INDIVIDUALE CLASSE / CATEGORIA SE69 ASSOLUTI DISTENSIONE PARALIMPICA Vedano Olona (VA) 23//203 Gara: Luogo: Data: COGNOME e NOME CODICE FEDERALE RISULT. PT SOC. TOT. PUNTI ZACCARO Vittorio 83

Dettagli

Pensieri per un genitore che non c è

Pensieri per un genitore che non c è Campus AIPD - Formia 16-22 giugno 2013 Pensieri per un genitore che non c è In questo Campus mi sembra di essere fuori dal mondo, perché qui la normalità è avere un figlio con la sdd... sono i fratelli

Dettagli

In collaborazione con:

In collaborazione con: In collaborazione con: DAY CAMP Peschiera del Garda dal 15 al 20 giugno / dal 22 al 27 giugno / dal 29 giugno al 4 luglio Centro Sportivo Parc Hotel Paradiso Borgo Roma dal 15 al 20 giugno Centro Sportivo

Dettagli

Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive

Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive Dipartimento della Pubblica Sicurezza Stagione sportiva 2011/2012 Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive Determinazione n. 26/2012 del 30 maggio 2012 L Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni

Dettagli

La cooperativa Fai compie 30 anni

La cooperativa Fai compie 30 anni Anziani e assistenza La cooperativa Fai compie 30 anni TRENTO Fai, la prima cooperativa sociale che si occupa di assistenza domiciliare in Trentino, si prepara a festeggiare ben 30 anni di attività. Sabato

Dettagli

Andiamo più a fondo nella conoscenza del Sistema Solare

Andiamo più a fondo nella conoscenza del Sistema Solare Andiamo più a fondo nella conoscenza del Sistema Solare Come abbiamo visto nelle pagine precedenti il Sistema Solare è un insieme di molti corpi celesti, diversi fra loro. La sua forma complessiva è quella

Dettagli