Settore: Patrimonio artistico e culturale Area: 1 - Cura e conservazione delle biblioteche LUOGO DI REALIZZAZIONE DEL PROGETTO CODICE SEDE ATTUAZIONE

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Settore: Patrimonio artistico e culturale Area: 1 - Cura e conservazione delle biblioteche LUOGO DI REALIZZAZIONE DEL PROGETTO CODICE SEDE ATTUAZIONE"

Transcript

1 TITOLO DEL PROGETTO IN BIBLIOTECA ANCHE CON UN CLICK SETTORE E AREA D INTERVENTO Settore: Patrimonio artistico e culturale Area: 1 - Cura e conservazione delle biblioteche ENTE TITOLARE DEL PROGETTO Comune di Brandizzo LUOGO DI REALIZZAZIONE DEL PROGETTO COMUNE INDIRIZZO CODICE SEDE ATTUAZIONE N. VOLONTARI TIPO POSTO BRANDIZZO Piazza C. Ala, Con solo vitto DOVE INVIARE LE DOMANDE E RICEVERE INFORMAZIONI REQUISITI OBBLIGATORI EVENTUALI OBBLIGHI Comune di Brandizzo - via Torino n BRANDIZZO - Riferimento Sig.ra Fogliacco Vittorina - Tel /4/5 - mail: Diploma di Scuola Secondaria di II grado Patente di guida B Disponibilità a flessibilità oraria giornaliera, nel rispetto del numero di ore stabilite dal progetto Disponibilità ad essere impegnati eventualmente nelle ore serali, il sabato, la domenica e/o festivi Disponibilità a spostamenti e/o missioni per realizzare gli interventi previsti ai punti 8.1 e 8.3 Disponibilità all utilizzo degli automezzi dell Ente Osservanza del segreto professionale ATTIVITÀ DEL VOLONTARIO (punto 8.3 del progetto) I Volontari del Servizio Civile Nazionale, dopo l iniziale periodo di avvio al servizio, entreranno a far parte del gruppo di lavoro e collaboreranno alla realizzazione degli interventi previsti dal progetto come descritto nella specifica della tempistica al punto 8.1. Le attività previste dal progetto saranno condotte nel rispetto della normativa in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro di cui al decreto legislativo 9 aprile 2008, n.81, così come modificato ed integrato dal decreto legislativo 3 agosto 2009, n.106 e di quella relativa al settore cui si riferiscono. 1

2 OBIETTIVO SPECIFICO 1 Mantenere con continuità la gestione della pagina Facebook per promuovere i servizi offerti dalla biblioteca Comprendere modalità di promozione adottate e i contenuti pubblicati in precedenza dalla biblioteca e da altre biblioteche Migliorare pagina già esistente Aggiornamento costante della pagina Consultare pagine Facebook analoghe per comprendere modalità di promozione adottate e i contenuti pubblicati da altre biblioteche Utilizzare forme e contenuti che possano migliorare la visibilità della pagina Facebook già esistente e mantenere e aggiornare il post Il libro della settimana con foto Mantenere regolarmente aggiornata la sezione informazioni relative alla Biblioteca (es.:orari di apertura, postazioni INTERNET per navigazione e per lettura quotidiani ecc.) Pubblicare tempestivamente post relativamente a informazioni di servizio (a esempio, chiusura estiva), e iniziative della Biblioteca: novità bibliografiche, attività culturali, informazioni relative all Informagiovani Ricerca tramite INTERNET Esegue foto delle copertine dei libri Aggiorna le sezioni a pubblicare i post sulle novità bibliografiche e le singole iniziative Favorire l interazione di utenti Creare eventi e traguardi sulle principali iniziative della Biblioteca e sulle attività culturali del Comune di Brandizzo Individuare e raccogliere il materiale da pubblicare per ciascuna iniziativa suddetta Pubblicare, al termine di ogni iniziativa suddetta, foto e post sia per restituire un riscontro immediato alle persone che hanno partecipato alle iniziative medesime sia per incoraggiare la partecipazione di altri potenziali utenti a creare eventi e traguardi Individua e raccoglie il materiale: foto, depliant Pubblica foto e post 2

3 Favorire l interazione degli utenti con la pagina Facebook affinché incrementino le persone che vedono, cliccano su Mi piace, commentano e condividono foto e post pubblicati dalla Biblioteca; a verificare i commenti degli utenti e eventualmente interagisce con loro Monitoraggio Creazione di una mailing list degli utenti della Biblioteca Monitorare i contenuti pubblicati dalla Biblioteca nonché la portata, i Mi piace, i commenti e le condivisioni. Creare e aggiornare una mailing list degli iscritti alla Biblioteca Registra l accesso ai contenuti pubblicati Crea e aggiorna una mailing list OBIETTIVO SPECIFICO 2 Divulgare l utilizzo dell app BiblioSbam e della piattaforma digitale MLOL Pubblicizzare l utilizzo dell app BiblioSbam a tutti gli utenti Elaborare un volantino esplicativo sulla possibilità di scaricare l app su smartphone e tablet, sulle funzioni e i vantaggi dell utilizzo (ricerca, area lettori, prenotazioni, rinnovi prestiti etc.) Elabora un volantino Pubblicità su Facebook ad ideare un post Informare verbalmente gli utenti Informa gli utenti Pubblicizzazione della piattaforma digitale MLOL (MediaLibraryOnLine) Dimostrazioni pratiche agli utenti e assistenza Elaborare un volantino esplicativo e locandina sulle modalità di accesso al servizio, prestito di e- book e consultazione di quotidiani e riviste italiani e stranieri, filmati, documenti audio in versione esclusivamente digitale Pubblicità su Facebook Fornisce assistenza agli utenti Elabora un volantino ad ideare un post Informare verbalmente gli utenti Informa gli utenti Dimostrazioni pratiche agli utenti e assistenza Fornisce assistenza agli utenti 3

4 OBIETTIVO SPECIFICO 3 Ottimizzare la gestione del patrimonio bibliografico e multimediale, della sua fruizione da parte dell utenza e revisione delle collezioni Preparazione dei volumi e dei DVD acquistati Conservazione del patrimonio librario Gestione del prestito Iscrizioni dei nuovi utenti con tessera unica BiblioCard Revisione delle collezioni Timbrare, etichettare, esporre i libri e i DVD nuovi sui tavoli Sistemare i volumi e i DVD restituiti e riordinare gli scaffali della sala ragazzi, della sala adulti secondo le regole di classificazione DEWEY Ricercare dai cataloghi SBAM online i volumi richiesti e registrare i volumi presi in prestito Richiedere dati personali ai nuovi utenti che vogliono iscriversi al prestito e compilare l iscrizione tramite il sistema informatico ErasmoNet e la Bibliocard Controllare il buono stato fisico dei testi e la modernità dei contenuti in base ai fattori negativi SMUSI: informazione scorretta, documento mediocre, documento usurato, informazioni superate, documento incoerente con le raccolte possedute con conseguente eliminazione dei volumi obsoleti non rispondenti alle necessità degli utenti e predisporre un elenco di libri aggiornati e DVD da acquistare Predisporre un elenco dei volumi scartati in base alla tabella indicata dalla Sovrintendenza ai Beni Librari Timbra ed etichetta i nuovi acquisti librari e li espone sui tavoli espositivi Sistema i libri restituiti sugli scaffali e periodicamente controlla che gli scaffali siano in ordine secondo le regole di classificazione DEWEY a gestire i prestiti con il programma ErasmoNet Registra e iscrive i nuovi utenti con il programma ErasmoNet a revisionare le collezioni controllando i volumi ed eliminando quelli obsoleti (tecnica di revisione SMUSI) Predispone un elenco dei libri scartati OBIETTIVO SPECIFICO 4 Organizzare e promuovere il servizio bibliotecario per i giovani adulti (14-24 anni) Promuovere una indagine tramite un questionario per Studiare un questionario nell individuazione di domande sotto forma di questionario 4

5 identificare i loro Distribuzione questionario a utenti bisogni e reperire i dati fascia anni (indirizzi per creare una mailing list) Elaborazione dei dati ottenuti Creare uno spazio attraente riservato ai giovani adulti Nello spazio riservato reperire testi e altri documenti adeguati Creare uno spazio con divanetto e poltroncine (già esistenti) Allestire uno o più scaffali con libri di vari argomenti: narrativa per giovani adulti, fumetti, graphic novel, romanzi d amore, fantasy, gialli, saggistica su temi adolescenziali, etc. Distribuisce il questionario alla fascia di utenza stabilita e in un determinato periodo nell elaborazione dei dati Sistema in modo accogliente Ricerca tramite ErasmoNet sul catalogo i volumi da esporre ed eventualmente da acquistare Offrire strumenti di reference come supporto all apprendimento scolastico e personale Pubblicizzare l attività rivolta ai giovani adulti su Facebook Pubblicizzare le iniziative culturali della biblioteca tramite la mailing list audiolibri, DVD, e altri prodotti multimediali Schede informative su: formazione, lavoro, esperienze all estero, Servizio civile Nazionale Volontario, tempo libero, iniziative culturali, iniziative delle associazioni locali e non Informare gli utenti sull utilizzo dell app BiblioSbam e della piattaforma digitale MLOL Crea delle schede informative con il materiale informativo da esporre, eventualmente fa ricerche su INTERNET Informa gli utenti ed eventualmente fa assistenza e dimostrazioni pratiche Inserire post con foto su Facebook Crea un post con foto Inviare di invito alle varie iniziative (Brandizzo al cinema, Autunno Musicale, Incontri con scrittori etc.) nell inviare OBIETTIVO SPECIFICO 5 Mantenere e incentivare il servizio di circolazione libraria e dell uso del catalogo on-line della Biblioteca 5

6 Espletare il servizio di circolazione libraria per gli utenti Assistere gli utenti nella ricerca dei volumi Pubblicizzare l utilizzo dei mezzi digitali dalle postazioni personali (casa, ufficio etc.) Dalle richieste degli utenti non evadibili tramite il patrimonio librario della Biblioteca, ricercare tramite il catalogo on-line la disponibilità presso le altre Biblioteche dello SBAM dei volumi richiesti Prenotare i volumi presso le altre Biblioteche tramite il sistema informatico ErasmoNet e avvisare telefonicamente, o tramite sms, o e- mail gli utenti alla ricezione dei volumi richiesti Assistere gli utenti nella ricerca personale dei volumi tramite il catalogo on-line dalle postazioni INTERNET della Biblioteca Incentivare gli utenti ad usufruire dei servizi on-line a disposizione per consultare, prenotare titoli Illustra agli utenti le opportunità che offre la circolazione libraria e cerca sui cataloghi delle altre biblioteche i volumi richiesti dagli utenti Prenota i volumi richiesti e alla ricezione dei volumi avvisa utenti tramite sms o e- mail Dalle postazioni INTERNET della Biblioteca assiste e illustra agli utenti il funzionamento del catalogoon line Illustra agli utenti l opportunità e la comodità di utilizzare i mezzi digitali dalle postazioni personali (casa, ufficio etc.) OBIETTIVO SPECIFICO 6 Ottimizzare il rinnovo del patrimonio bibliografico acquistando: i testi più richiesti dagli utenti, i testi per l aggiornamento delle collezioni, degli insegnanti e dei corsi attivati dall UNITRE, in occasione delle varie ricorrenze e per stranieri Azione Attività Ruolo del volontario Ampliare l offerta libraria con novità editoriali Monitorando: i prestiti degli utenti (dal sistema informatico ErasmoNet), le statistiche mensili, i titoli più letti elaborare dei suggerimenti di orientamento degli acquisti librari predisponendo un elenco di libri per ampliare l offerta libraria con le novità editoriali più richieste Aggiornare le collezioni Visionare le collezioni esistenti e predisporre un elenco di libri da acquistare per ogni classe Dewey con apposite ricerche su INTERNET per un aggiornamento costante Con il programma ErasmoNet monitora i prestiti, statistiche, i titoli più letti. Da INTERNET visiona le novità editoriali e elabora un elenco di suggerimenti per nuovi acquisti librari Da INTERNET visiona le novità editoriali e elabora un elenco di suggerimenti per nuovi acquisti librari 6

7 Visionare il patrimonio bibliografico tramite il catalogo on-line ed estrapolare i testi, già presenti in Biblioteca o nelle Biblioteche SBAM utili alle attività o agli utenti di fianco elencati Visionare il POF e il PEOF e ricercare gli argomenti trattati per produrre un elenco di libri inerenti da mandare alle scuole Ricercare tramite il catalogo online del sistema informatico Erasmo Net i libri presenti nella nostra Biblioteca e nelle Biblioteche dello SBAM degli argomenti di approfondimento per gli insegnanti (es.:metodologie didattiche, dislessia, bullismo, sessualità, ecc.) e stilare una bibliografia da inviare al corpo insegnanti Visionare il programma dei corsi organizzati dall Università della Terza Età per produrre un elenco di libri inerenti Elencare le ricorrenze ( Giorno della Memoria, 25 aprile ) per produrre un elenco e esporre i libri alla ricorrenza Analizzare la nazionalità di provenienza degli stranieri iscritti al prestito librario e residenti a Brandizzo e esporre i libri utili all apprendimento della lingua italiana Utilizza ErasmoNet e elenchi forniti da Uff. Anagrafe per analizzare nazionalità utenti OBIETTIVO SPECIFICO 7 Ampliare la partecipazione delle classi ai laboratori di educazione alla lettura: conoscere la biblioteca, conoscere il libro, prestiti librari, lettura di racconti moderni, il catalogo informatizzato Azione Attività Ruolo del volontario Riunione di programmazione con il gruppo di lavoro Calendarizzazione degli incontri Preparazione della documentazione da utilizzare Partecipare alla riunione con il gruppo di lavoro: bibliotecaria, insegnanti per l organizzazione degli incontri Contatti organizzativi con insegnanti per programmazione incontri re nella scelta dei volumi da leggere agli alunni durante gli incontri tenendo conto delle varie fasce di età dell utenza e preparazione di opuscoli inerenti Partecipa nel predisporre un calendario degli incontri alla preparazione della documentazione e del materiale da utilizzare: libri, opuscoli etc. e suggerisce eventuali miglioramenti 7

8 Iscrizione al prestito librario degli alunni Supporto allo svolgimento pratico delle iniziative Registrazione dei prestiti librari al tema del laboratorio scelto dalle insegnanti Iscrivere gli alunni delle classi Iscrive gli alunni coinvolte nei laboratori e ad ognuno compila e consegna la Bibliocard (tessera di iscrizione alla Biblioteca) Preparare la sala ragazzi, allo svolgimento collaborare nella lettura ad alta pratico delle iniziative e voce dei testi e/o collaborare nelle prepara la sala ragazzi e l dimostrazioni dell utilizzo del riordina a fine attività catalogo informatico, riordinare la sala a fine attività Registrare i prestiti librari effettuati dagli alunni OBIETTIVO SPECIFICO 8 Mantenere un raccordo tra Biblioteca e Scuola nell organizzazione dei laboratori teatrali Azione Attività Ruolo del volontario Riunione di programmazione con il gruppo di lavoro Ricerca del materiale (libri, film, articoli di giornale, disegni) inerente al tema individuato Partecipare alle riunioni con il gruppo di lavoro: attori della Società Cooperativa Faber Teater, insegnanti, bibliotecaria per l individuazione di un tema condiviso per lo studio e l allestimento di uno spettacolo teatrale realizzato dagli alunni delle scuole nell ambito della rappresentazione/festa finale Tuttinpiazza Ricercare tramite il catalogo online del sistema informatico ErasmoNet i libri presenti nella nostra Biblioteca e nelle Biblioteche dello SBAM Partecipa alle riunioni nella ricerca del materiale Stesura bibliografia e elenco Reperimento del materiale Ricercare su INTERNET Ricercare nell archivio dei quotidiani on-line a cui la Biblioteca è abbonata Preparare una bibliografia e elencare il materiale diviso per Scuola dell infanzia, Scuola Primaria e Scuola Secondaria di I Grado Richiedere in prestito i volumi e i film individuati tramite il servizio Prepara una bibliografia ed un elenco del materiale 8

9 di circolazione libraria Consegna del materiale Consegnare il materiale agli attori della Società Cooperativa Faber Teater e alle insegnanti Restituzione libri e film Restituire tramite il servizio di circolazione libraria i libri e i film reperiti Allestire mostra Allestimento di una mostra in concomitanza della rappresentazione/festa conclusiva Tuttinpiazza dei libri presenti nella nostra biblioteca nell allestimento e nella pubblicizzazione della mostra OBIETTIVO SPECIFICO 9 Mantenere e incrementare le attività del progetto Nati per leggere Contatti con il pediatra di base Contattare il pediatra di base per la Partecipa alla riunione collaborazione nelle varie attività Inserire libri nello scaffale Nati per Leggere dell ambulatorio medico Donazione dei volumi per le mini biblioteche situate c/o l Asilo Nido Com.le, e le Scuole dell Infanzia Dono di un volume ai nuovi nati Apertura straordinaria di domenica pomeriggio re nella scelta, nell acquisto e nella preparazione con etichettatura ecc. dei libri da inserire nello scaffale Nati per Leggere dell ambulatorio medico Collocare i volumi nello scaffale dell ambulatorio medico re nella scelta, nell acquisto e nella preparazione con etichettatura ecc. dei libri da donare alle mini biblioteche situate c/o l Asilo Nido Com.le, e le Scuole dell Infanzia re nella scelta, nell acquisto dei libri da donare ai nuovi nati Preparare copie di schede informative per i genitori sull utilità e le modalità di lettura ai bambini piccoli da dare al ritiro del libro dono Consegnare a domicilio i volumi non ritirati dai genitori anche utilizzando l autovettura di servizio del Comune Partecipare alla riunione organizzativa nella scelta dei volumi da acquistare e nella preparazione e collocazione dei volumi nella scelta dei volumi da acquistare e nella preparazione e collocazione dei volumi nelle attività e consegna a domicilio i volumi non ritirati anche con l utilizzo dell autovettura di servizio del Comune Partecipa alla riunione 9

10 Preparazione di bibliografie e esposizione dei testi per i genitori Ora del racconto re all organizzazione e alla gestione dell apertura straordinaria della Biblioteca nel pomeriggio di sabato o domenica in concomitanza con gli spettacoli teatrali del Faber Teater rivolti ai bambini re nel preparare opuscoli per pubblicizzare l iniziativa, inserisce la notizia sulla pagina Facebook della Biblioteca Ricercare tramite il catalogo online del sistema informatico Erasmo Net i libri presenti nella nostra Biblioteca utili ai genitori, preparare bibliografie ed esporre sui tavoli i libri individuati Partecipare alla riunione organizzativa Partecipare alla scelta dei volumi da leggere durante gli incontri re nel preparare opuscoli per pubblicizzare l iniziativa, inserisce la notizia sulla pagina Facebook della Biblioteca re nell allestimento della sala ove si svolgono le letture re nello svolgimento delle letture nell organizzazione e nella gestione dell attività con disponibilità a lavorare di sabato e/o giorni festivi Partecipa alla riunione nella scelta dei volumi nel preparare gli opuscoli e nella gestione della pagina Facebook nell allestimento della sala collabora Si segnala la collaborazione con il negozio di abbigliamento per bimbi BIMBO S di Brandizzo per quanto riguarda le attività di: distribuzione opuscoli informativi dono di un volume ai nuovi nati apertura straordinaria della Biblioteca per attività di lettura per i piccoli (rif. Punto 24 della scheda progetto) OBIETTIVO SPECIFICO 10 re all organizzazione delle attività culturali: Libri e scrittori, Brandizzo al cinema e Autunno Musicale Riunione di gruppo per programmazione delle attività Pubblicizzazione delle iniziative Partecipare alle riunioni di gruppo per la programmazione delle attività re nello studio delle locandine e pieghevoli Partecipa alla riunione 10

11 Esecuzione delle iniziative Customer satisfaction Inserire gli eventi sulla pagina Facebook e sul sito web del Comune Distribuire il materiale promozionale Supporto nell esecuzione delle iniziative: accoglienza del pubblico, distribuzione delle customer, affiancamento durante la proiezione dei film Preparazione delle customer satisfaction Acquisizione delle risposte alle customer satisfaction Affiancamento nell analisi dei risultati delle customer satisfaction Distribuisce il materiale nell esecuzione delle iniziative con disponibilità a lavorare nelle ore serali, di sabato e/o festivi nel registrare le risposte nell analisi dei risultati OBIETTIVO SPECIFICO 11 Mantenere e divulgare il servizio di informazione e orientamento rivolto ai giovani e ai disoccupati Ricerca di esperienze simili Predisposizione di un opuscolo informativo sul servizio Utilizzo di strumenti informatici per la pubblicizzazione del servizio Predisporre uno spazio espositivo per le 38 Associazioni presenti sul territorio Ricercare esperienze simili già effettuate presso altre Biblioteche o centri di informazione e informagiovani Studiare e predisporre un opuscolo informativo sul servizio Ricerca tramite INTERNET Pubblicizzare su pagina Facebook con la creazione di il servizio un post Aggiornare il sito web del Comune Mantenere un aggiornamento su Ogni mese e comunque a pagina Facebook e sul sito web del ricevimento del materiale da Comune relativamente: pubblicizzare collabora nel alle richieste di lavoro, ai corsi di mantenere aggiornate le formazione, opportunità di studio pagine di Facebook e del e lavoro all estero, progetti Comune relativamente ai temi specifici rivolti alla popolazione descritti giovanile, opportunità per lavoratori in mobilità o in cassa integrazione Esporre il materiale delle Associazioni 11

12 Predisposizione di dossier tematici e depliant su bacheca espositiva Predisporre un aggiornamento costante di dossier tematici: richieste di lavoro, corsi di formazione, tempo libero ecc. da aggiornare mensilmente utilizzando l opuscolo Informalavoro, il sito Regione Piemonte banca dati Sistema Piemonte Formazione Professionale, progetto Garanzia Giovani nella predisposizione e nella gestione Aggiornare la bacheca espositiva OBIETTIVO SPECIFICO 12 Accrescere l utilizzo delle postazioni INTERNET con l alfabetizzazione informatica degli utenti Pubblicizzazione del servizio Gestione utilizzo delle postazioni INTERNET Gestione lettura dei quotidiani on-line a cui la Biblioteca è abbonata Organizzazione laboratorio La lettura dei quotidiani on-line Organizzazione di un laboratorio Navigare in INTERNET Pubblicizzare su pagina Facebook Studiare e realizzare opuscoli informativi Registrare gli utenti Assistere gli utenti nelle ricerche dalle postazioni INTERNET della Biblioteca per orientarli sui siti rispondenti alle loro necessità Download dei quotidiani on-line a cui la Biblioteca è abbonata Registrare utenti Assistere gli utenti che ne usufruiscono Individuare gli argomenti da trattare Pubblicizzare l iniziativa su pagina Facebook e con opuscoli Organizzare il laboratorio per utenti della Biblioteca e utenti UNITRE Individuare gli argomenti del laboratorio Pubblicizzare l iniziativa su pagina Facebook e con opuscoli Organizzare il laboratorio per utenti della Biblioteca e utenti UNITRE con la creazione di un post ed eventualmente gestisce direttamente 2 giorni ed eventualmente gestisce direttamente 12

13 Monitorare l utilizzo delle postazioni Monitorare l utilizzo delle postazioni INTERNET tramite il registro iscritti e utilizzo 13

BIBLIOTECA 2.0 TITOLO DEL PROGETTO: SETTORE E AREA D INTERVENTO. Patrimonio artistico e culturale - Cura e conservazione delle biblioteche

BIBLIOTECA 2.0 TITOLO DEL PROGETTO: SETTORE E AREA D INTERVENTO. Patrimonio artistico e culturale - Cura e conservazione delle biblioteche TITOLO DEL PROGETTO: BIBLIOTECA 2.0 SETTORE E AREA D INTERVENTO Patrimonio artistico e culturale - Cura e conservazione delle biblioteche LUOGO DI REALIZZAZIONE DEL PROGETTO ENTE TITOLARE DEL PROGETTO

Dettagli

DOVE TITOLO DEL PROGETTO. una biblioteca da scoprire REQUISITI OBBLIGATORI EVENTUALI OBBLIGHI DOVE INVIARE LE DOMANDE E RICEVERE INFORMAZIONI

DOVE TITOLO DEL PROGETTO. una biblioteca da scoprire REQUISITI OBBLIGATORI EVENTUALI OBBLIGHI DOVE INVIARE LE DOMANDE E RICEVERE INFORMAZIONI TITOLO DEL PROGETTO DOVE CODICE SEDE DI ENTE PROGETTANTE COMUNE INDIRIZZO ATTUAZIONE PROGETTO N. VOLONTARI TIPO POSTO una biblioteca da scoprire AREA D'INTERVENTO REQUISITI OBBLIGATORI Comune di Brandizzo

Dettagli

#Gener@zione Cult LUOGO DI REALIZZAZIONE DEL PROGETTO. Via Lagrange 1 68728 4. Vicolo Gioberti 6 Via Santa Maria 24 Via San Bartolomeo 40

#Gener@zione Cult LUOGO DI REALIZZAZIONE DEL PROGETTO. Via Lagrange 1 68728 4. Vicolo Gioberti 6 Via Santa Maria 24 Via San Bartolomeo 40 TITOLO DEL PROGETTO: #Gener@zione Cult SETTORE E AREA D INTERVENTO Educazione e promozione culturale Animazione culturale verso minori Animazione culturale verso giovani LUOGO DI REALIZZAZIONE DEL PROGETTO

Dettagli

giovedì 03 febbraio - ore Provincia di Pavia sala consiliare Piazza Italia, 2 Catalogo Unico Pavese

giovedì 03 febbraio - ore Provincia di Pavia sala consiliare Piazza Italia, 2 Catalogo Unico Pavese giovedì 03 febbraio - ore 12.30 Provincia di Pavia sala consiliare Piazza Italia, 2 Catalogo Unico Pavese www.biblioteche.pavia.it premessa L Università di Pavia nel 1996 ha approvato un progetto che prevedeva

Dettagli

Profilo Professionale

Profilo Professionale Profilo Professionale Addetto Generico Supporto Uffici Roma 11 Agosto 2016 Organizzazione Sviluppo Risorse Umane e Qualità Certificata ISO 9001:2008 Certificata OHSAS 18001:2007 Finalità L addetto Generico

Dettagli

LEGGERE È UGUALE PER TUTTI

LEGGERE È UGUALE PER TUTTI TITOLO DEL PROGETTO: LEGGERE È UGUALE PER TUTTI SETTORE E AREA D INTERVENTO Patrimonio artistico e culturale Cura e conservazione delle biblioteche LUOGO DI REALIZZAZIONE DEL PROGETTO ENTE TITOLARE DEL

Dettagli

INFORMACITTÀ CARTA DELLA QUALITÀ DEI SERVIZI PORTAVOCE DEL SINDACO, RAPPORTI CON IL CITTADINO E UFFICIO STAMPA.

INFORMACITTÀ CARTA DELLA QUALITÀ DEI SERVIZI PORTAVOCE DEL SINDACO, RAPPORTI CON IL CITTADINO E UFFICIO STAMPA. PORTAVOCE DEL SINDACO, RAPPORTI CON IL CITTADINO E UFFICIO STAMPA CARTA DELLA QUALITÀ DEI SERVIZI www.comune.torino.it/urp/ INFORMACITTÀ 2014 www.comune.torino.it/cartaqualita FINALITÀ DEL SERVIZIO L Informacittà

Dettagli

VERSO LA SCUOLA PRIMARIA

VERSO LA SCUOLA PRIMARIA VERSO LA SCUOLA PRIMARIA 22/01/2014 Istituto Comprensivo di Concorezzo 1 Scopo e articolazione dell incontro Prima attività inserita nell ambito del Progetto Accoglienza, che ha come protagonisti del passaggio

Dettagli

COMUNE DI SIAPICCIA. Provincia di Oristano

COMUNE DI SIAPICCIA. Provincia di Oristano COMUNE DI SIAPICCIA Provincia di Oristano Obiettivi di accessibilità per l anno 2014 Redatto ai sensi dell articolo 9, comma 9, lett. b), punto 7) del decreto legge 18 ottobre 2012, n. 179, convertito

Dettagli

Collegio docenti. Report FF.SS. Floriana Di Renzo (Area 1) Renata Pirozzi (Area 2) Ida Sorrentino (Area 3) 14 gennaio 2016

Collegio docenti. Report FF.SS. Floriana Di Renzo (Area 1) Renata Pirozzi (Area 2) Ida Sorrentino (Area 3) 14 gennaio 2016 Collegio docenti Report FF.SS. Floriana Di Renzo (Area 1) Renata Pirozzi (Area 2) Ida Sorrentino (Area 3) 14 gennaio 2016 PROPOSTA PROGETTUALE (Collegio docenti 10/09/15) AREA ATTIVITA' AREA 1 PROGETTAZIONE

Dettagli

Profilo Professionale

Profilo Professionale Profilo Professionale Addetto alla Biblioteca/ Archivio Roma 14 Marzo 2016 Organizzazione Sviluppo Risorse Umane e Qualità Certificata ISO 9001:2008 Certificata OHSAS 18001:2007 Finalità L addetto alla

Dettagli

Questionario Personale ATA

Questionario Personale ATA Questionario Personale ATA DOMANDE 2 4 5 7 0 % % % % % 4"Parzialmente in accordo parzialmente in accordo % 1 La funzionalità strutturale dell edificio, lo stato di manutenzione e la funzionalità delle

Dettagli

PERCORSO DIDATTICO SPECIFICO PER ALUNNI CON DSA

PERCORSO DIDATTICO SPECIFICO PER ALUNNI CON DSA A.I.D ASSOCIAZIONE ITALIANA DISLESSIA ONLUS Piazza dei Martiri 1/2-40121 Bologna tel. 051242919 Fax 0516393194 P. IVA/cs 04344650371 sito: www.dislessia.it e-mail: info@dislessia.it PERCORSO DIDATTICO

Dettagli

La Biblioteca di Scienze Economiche Marco Fanno e l Emeroteca Ca Borin

La Biblioteca di Scienze Economiche Marco Fanno e l Emeroteca Ca Borin La Biblioteca di Scienze Economiche Marco Fanno e l Emeroteca Ca Borin Risorse e servizi per gli studenti Giornata di accoglienza alle matricole a.a. 2015-2016 a cura di Maria Cristina Vettore 28/09/2015

Dettagli

S C U O L A I T A L I A N A D I M A D R I D. Anno scolastico T E C N O L O G I A

S C U O L A I T A L I A N A D I M A D R I D. Anno scolastico T E C N O L O G I A S C U O L A I T A L I A N A D I M A D R I D Anno scolastico 2012 2013 T E C N O L O G I A P R O G R A M M A Z I O N E C L A S S I T E R Z E: IIIA IIIB IIIC In relazione al Piano di Lavoro Triennale specifico

Dettagli

RIF. CORSO: 2015-GG-32. Scheda progetto

RIF. CORSO: 2015-GG-32. Scheda progetto RIF. CORSO: 205-GG-2 Scheda progetto FIGURA PROFESSIONALE Denominazione corso: Durata: OPERATORE DELLA PROMOZIONE ED ACCOGLIENZA TURISTICA 200 Descrizione della figura professionale: L Operatore della

Dettagli

MAJORANA. www.majoranasanlazzaro.it A.S. 2015/16 INDICAZIONI PER LA FORMAZIONE DEI DOCENTI NEOASSUNTI. Fonti normative

MAJORANA. www.majoranasanlazzaro.it A.S. 2015/16 INDICAZIONI PER LA FORMAZIONE DEI DOCENTI NEOASSUNTI. Fonti normative A.S. 2015/16 INDICAZIONI PER LA FORMAZIONE DEI DOCENTI NEOASSUNTI Fonti normative Legge 107/2015 DM 850/2015 CM 36167/2015 SUDDIVISIONE DELLE 50 ORE DI FORMAZIONE 1. incontro propedeutico formativo dell

Dettagli

- Rilevazione situazioni di disagio e/o di difficoltà di studio e proposta di modalità/strategie didattiche di prevenzione/soluzione

- Rilevazione situazioni di disagio e/o di difficoltà di studio e proposta di modalità/strategie didattiche di prevenzione/soluzione INDIVIDUAZIONE AREE FUNZIONALI E COMPITI FF.SS. AREA 3 Gestione degli interventi e dei servizi per gli studenti 1 ORIENTAMENTO - Coordinamento delle commissioni Orientamento in entrata e in uscita - Predisposizione

Dettagli

CENTRO BAMBINI E GENITORI. Servizio di Ludoteca Comunale

CENTRO BAMBINI E GENITORI. Servizio di Ludoteca Comunale CENTRO BAMBINI E GENITORI Servizio di Ludoteca Comunale REGOLAMENTO Art. 1 Finalità Il Comune di Pianoro sostiene e valorizza nelle famiglie i compiti di cura e di crescita dei figli, assicurando un sistema

Dettagli

PROGETTO INTERCULTURA Anno scolastico 2010/2011

PROGETTO INTERCULTURA Anno scolastico 2010/2011 Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Direzione didattica di Verolanuova Via Verdi 5 25028 Verolanuova ( Bs ) Tel 030931016 Fax 0309921051 e-mail uffici: bsee15300r@istruzione.it PROGETTO

Dettagli

PREMIO LETTERARIO BIBLIOTECHE DI ROMA REGOLAMENTO

PREMIO LETTERARIO BIBLIOTECHE DI ROMA REGOLAMENTO ALLEGATO A PREMIO LETTERARIO BIBLIOTECHE DI ROMA REGOLAMENTO Il Premio Letterario Biblioteche di Roma nel panorama culturale italiano, sottolinea il ruolo insostituibile che le biblioteche di una grande

Dettagli

Progetto. Sito internet per la valorizzazione dei progetti di educazione ambientale

Progetto. Sito internet per la valorizzazione dei progetti di educazione ambientale Progetto Sito internet per la valorizzazione dei progetti di educazione ambientale IL PIANO D AZIONE Promuovere il miglioramento dei processi educativi per favorire la crescita delle persone nella comunità

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA GESTIONE DELLA CONTINUITÀ

LINEE GUIDA PER LA GESTIONE DELLA CONTINUITÀ LINEE GUIDA PER LA GESTIONE DELLA CONTINUITÀ Uno degli obiettivi principali della nostra Scuola è garantire la gradualità e la personalizzazione del percorso formativo di ogni bambino. La scuola dell infanzia,

Dettagli

FUNZIONI STRUMENTALI, ATTIVITA ED INCARICHI AGGIUNTIVI

FUNZIONI STRUMENTALI, ATTIVITA ED INCARICHI AGGIUNTIVI FUNZIONI STRUMENTALI, ATTIVITA ED INCARICHI AGGIUNTIVI FUNZIONI STRUMENTALI compiti Fun. Stru. n 1 P.O.F. forfait Vedi lettera di nomina Fun. Stru. n 2 SOSTEGNO INFORMATICA (lab. Sc. Primaria ) forfait

Dettagli

Protocollo d intesa: Osservatorio sulle situazioni di disagio nel territorio del comune di Civitella in val di chiana

Protocollo d intesa: Osservatorio sulle situazioni di disagio nel territorio del comune di Civitella in val di chiana ISTITUTO COMPRENSIVO DI CIVITELLA IN VAL DI CHIANA Civitella in val di chiana Protocollo d intesa: Osservatorio sulle situazioni di disagio nel territorio del comune di Civitella in val di chiana CONTRAENTI

Dettagli

Per effettuare le ricerche bibliografiche on line nell'opac SBN:

Per effettuare le ricerche bibliografiche on line nell'opac SBN: BIBLIOTECA AFRICANA BORGHERO Biblioteca Africana P. Borghero Via Borghero, 4-16148 Genova Quarto Tel. 010-307011 - biblioteca(chiocciola)missioni-africane.it http://www.missioni-africane.org/209 Biblioteca_Africana

Dettagli

SCHEDA PROGETTO SERVIZIO CIVILE

SCHEDA PROGETTO SERVIZIO CIVILE SCHEDA PROGETTO SERVIZIO CIVILE Dati progettuali ENTE SEDE DI SERVIZIO TITOLO PROGETTO OPERATORE LOCALE DI PROGETTO PRESSO SEDE DI SERVIZIO DURATA PROGETTO TIPOLOGIA/AREA PROGETTO REQUISITI SUPPLEMENTARI,

Dettagli

PIANO TRIENNALE PER L ATTUAZIONE DEL PIANO NAZIONALE SCUOLA DIGITALE ANIMATORE DIGITALE INS. RITA FERRETTI TRIENNIO 2016-2019

PIANO TRIENNALE PER L ATTUAZIONE DEL PIANO NAZIONALE SCUOLA DIGITALE ANIMATORE DIGITALE INS. RITA FERRETTI TRIENNIO 2016-2019 PIANO TRIENNALE PER L ATTUAZIONE DEL PIANO NAZIONALE SCUOLA DIGITALE ANIMATORE DIGITALE INS. RITA FERRETTI TRIENNIO 2016-2019 PREMESSA Il nostro istituto al fine di sviluppare e di migliorare le competenze

Dettagli

SCHEDA DEL PROGETTO N 02

SCHEDA DEL PROGETTO N 02 Allegato 2 PROGETTI MIGLIORATIVI DELL OFFERTA FORMATIVA Anno scolastico 2013/2014 CIRCOSCRIZIONE CONSOLARE: MADRID Scuola/iniziative scolastiche: SCUOLA STATALE ITALIANA MADRID SCHEDA DEL PROGETTO N 02

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI AVIO TERZO BIENNIO-CLASSE QUINTA PRIMARIA DISCIPLINA:GEOGRAFIA. Anno scolastico 2013/2014 INSEGNANTE:FEDERICA REDOLFI

ISTITUTO COMPRENSIVO DI AVIO TERZO BIENNIO-CLASSE QUINTA PRIMARIA DISCIPLINA:GEOGRAFIA. Anno scolastico 2013/2014 INSEGNANTE:FEDERICA REDOLFI ISTITUTO COMPRENSIVO DI AVIO TERZO BIENNIO-CLASSE QUINTA PRIMARIA DISCIPLINA:GEOGRAFIA Anno scolastico 2013/2014 INSEGNANTE:FEDERICA REDOLFI GEOGRAFIA Competenza 1 al termine del 3 biennio (classe quinta

Dettagli

PATTO DI TEAM DELLA SCUOLA PRIMARIA

PATTO DI TEAM DELLA SCUOLA PRIMARIA PATTO DI TEAM DELLA SCUOLA PRIMARIA 1. Il Patto di Team è il documento finale attraverso cui il gruppo docente enuncia la propria condivisione rispetto ad alcuni aspetti fondamentali delle tre dimensioni

Dettagli

Progetto 2: Servizio di prestito a domicilio per i diversamente abili

Progetto 2: Servizio di prestito a domicilio per i diversamente abili Scheda A Progetti di miglioramento per l anno 2012 Progetto 1: Completamento del catalogo elettronico Il patrimonio della Biblioteca Civica è costituito (dato relativo all anno 2010) da circa 280.000 unità

Dettagli

PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO

PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE STATALE ABBA - BALLINI Via Tirandi n. 3-25128 BRESCIA tel. 030/307332-393363 - fax 030/303379 www.abba-ballini.it email: info@abba-ballini.it ANNO SCOLASTICO... PIANO DIDATTICO

Dettagli

LIBRI PARLANTI un progetto per le scuole

LIBRI PARLANTI un progetto per le scuole LIBRI PARLANTI un progetto per le scuole IL PROGETTO IN BREVE Un gruppo di lettori volontari costituito da insegnanti e studenti, segue un ciclo gratuito di lezioni dedicate alla recitazione e alla lettura

Dettagli

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA Processo Sequenza di processo Area di Attività Qualificazione regionale SETTORE ECONOMICO PROFESSIONALE 1 SERVIZI CULTURALI E DI SPETTACOLO

Dettagli

Descrittori sotto ambito a1

Descrittori sotto ambito a1 ALLEGATO 1 Ambiti di Legge e sotto ambiti (Legge 107/15) Indicatori Descrittori Descrittori sotto ambito a1 volti ad evidenziare la qualità dell insegnamento ambito a) l. 107/15: qualità dell insegnamento

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO. Antonio Gramsci Pavona. Piano annuale delle attività di formazione ed aggiornamento. Personale docente

ISTITUTO COMPRENSIVO. Antonio Gramsci Pavona. Piano annuale delle attività di formazione ed aggiornamento. Personale docente ISTITUTO COMPRENSIVO Antonio Gramsci Pavona A.S. 2013-14 Piano annuale delle attività di formazione ed aggiornamento Personale docente Premessa La Funzione strumentale Area 2 Sostegno ai docenti ed Aggiornamento

Dettagli

ISTITUZIONI SCOLASTICHE:

ISTITUZIONI SCOLASTICHE: » LA FIGURA DEL REFERENTE DSA NELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE:» obiettivi e compiti» Padova, 4 settembre 2013 » -FIGURA DI SISTEMA?» - OTTICA MIDDLE MANAGEMENT?» -PROSPETTIVA LEADERSHIP PER» -PROSPETTIVA

Dettagli

PROGRAMMA DELLE OFFERTE DI AGGIORNAMENTO E FORMAZIONE A.S. 2008/2009

PROGRAMMA DELLE OFFERTE DI AGGIORNAMENTO E FORMAZIONE A.S. 2008/2009 PROGRAMMA DELLE OFFERTE DI AGGIORNAMENTO E FORMAZIONE A.S. 2008/2009 Le proposte hanno come sfondo, obiettivi e modalità di formazione, fissati nella direttiva del Sovrintendente Scolastico in materia

Dettagli

Procedura GESTIONE DEI VIAGGI DI ISTRUZIONE

Procedura GESTIONE DEI VIAGGI DI ISTRUZIONE ISTUZIONE Pagina 1 di 11 ev. 1 Indice 1. Scopo e campo di applicazione...2 2. esponsabilità...2 3. Descrizione della procedura...4 3.1. Programmazione dei viaggi di istruzione, visite guidate e scambi

Dettagli

PROGETTO ALLIEVI STRANIERI ARTICOLO 3

PROGETTO ALLIEVI STRANIERI ARTICOLO 3 PROGETTO ALLIEVI STRANIERI ARTICOLO 3 PREMESSARTI L educazione inclusiva è un processo continuo che mira ad offrire educazione di qualità per tutti rispettendo diversità, differenti bisogni ed abilità,

Dettagli

Bando di concorso e Regolamento di Partecipazione del Concorso a Premi IN LUCE indetto da Liceo artistico Istituto d Arte Pino Pascali Bari

Bando di concorso e Regolamento di Partecipazione del Concorso a Premi IN LUCE indetto da Liceo artistico Istituto d Arte Pino Pascali Bari LICEO ARTISTICO ISTITUTO D'ARTE PINO PASCALI Con l'europa, investiamo nel vostro futuro 70123 Bari, Corso Vittorio Veneto 14, tel. 080 5793902 501 BASD01000A serale:basd01050q c.c.p. 12902706 c.f. 80006080727

Dettagli

ISCRIZIONI ONLINE 2014 II FASE Scuole Verifica domande

ISCRIZIONI ONLINE 2014 II FASE Scuole Verifica domande ISCRIZIONI ONLINE 2014 II FASE Scuole Verifica domande II FASE Scuole Verifica delle domande Dal 3 febbraio, fino al 28 febbraio, le scuole destinatarie dell iscrizione o anche quelle di attuale frequenza

Dettagli

I S T I T U T O C O M P R E N S I V O D I P O R T O V I R O

I S T I T U T O C O M P R E N S I V O D I P O R T O V I R O Circ. n. 91 Porto Viro, 18 marzo 2016 OGGETTO: www.aula01.it Alla cortese attenzione dei docenti referenti Aula 01 INVALSI delle classi di Scuola Primaria e Secondaria. degli alunni delle classi di Scuola

Dettagli

VADEMECUM COLLABORATORI/TRICI ALL'INTEGRAZIONE

VADEMECUM COLLABORATORI/TRICI ALL'INTEGRAZIONE VADEMECUM COLLABORATORI/TRICI ALL'INTEGRAZIONE Il/la collaboratore/trice all'integrazione collabora con il personale docente per promuovere, anche in modo autonomo, l'integrazione dei bambini e degli alunni

Dettagli

PRIORITA 1 Miglioramento delle prestazioni nelle prove standardizzate

PRIORITA 1 Miglioramento delle prestazioni nelle prove standardizzate OBIETTIVI DI PRIORITA 1 Miglioramento delle prestazioni nelle prove standardizzate Elaborare una progettazione didattica condivisa, che preveda prove comuni concordate per classi parallele, soprattutto

Dettagli

Corso di formazione nell ambito del Piano di formazione anno 2014 della Scuola Superiore di Protezione Civile

Corso di formazione nell ambito del Piano di formazione anno 2014 della Scuola Superiore di Protezione Civile Corso di formazione nell ambito del Piano di formazione anno 2014 della Scuola Superiore di Protezione Civile Corso per formatori di formatori (Responsabili di eventi di formazione) (Codice: SPC4003/AI-BI

Dettagli

PERCORSO DIDATTICO SPECIFICO PER ALUNNI CON DSA 1 Anno Scolastico 2012/2013

PERCORSO DIDATTICO SPECIFICO PER ALUNNI CON DSA 1 Anno Scolastico 2012/2013 ) UNIONE EUROPEA. Istituto Statale Istruzione Superiore L. Mossa + F. Brunelleschi Via A. Diaz, 70-09170 ORISTANO - cod.fiscale 90008830953 TECNICO COMMERCIALE GEOMETRI - NAUTICO Tel.: 0783/71173-78609

Dettagli

Il software per la gestione del Negozio

Il software per la gestione del Negozio Il software per la gestione del Negozio Semplice Il punto di forza di xpos è l intuitività e la semplicità di utilizzo che consentono un veloce avviamento senza perdere tempo prezioso. Dall utente più

Dettagli

Progetto badanti Io lavoro in casa. Evoluzione 2006-2010

Progetto badanti Io lavoro in casa. Evoluzione 2006-2010 Progetto badanti Io lavoro in casa Evoluzione 2006-2010 Progetto regionale stili di vita 2006-2007 Sottoprogetto Promozione della sicurezza e della salute in ambiente domestico rivolto in particolare a

Dettagli

Istituto Comprensivo Via Casal Bianco

Istituto Comprensivo Via Casal Bianco MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE - Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Istituto Comprensivo Via Casal Bianco Modello di PIANO EDUCATIVO INDIVIDUALIZZATO Scuola Secondaria di I Grado Anno Scolastico

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca ISTITUTO COMPRENSIVO ENEA TALPINO Via Famiglia Riccardi 2 24027 Nembro (Bg) Tel: 035 520709-035 4127675 / Fax: 035 520709 C.F. 95118440163 C.M.

Dettagli

Piano annuale per la formazione del personale operante nei settori particolarmente esposti al rischio di corruzione - Anno 2014 -

Piano annuale per la formazione del personale operante nei settori particolarmente esposti al rischio di corruzione - Anno 2014 - ALLEGATO N.3 Piano annuale per la formazione del personale operante nei settori particolarmente esposti al rischio di corruzione - Anno 2014 - Indice 1. Premessa 2. Linee guida 3. Materie oggetto di formazione

Dettagli

SCUOLA STATALE SECONDARIA DI 1 GRADO GOBETTI-DE FILIPPO - QUARTO (Na)

SCUOLA STATALE SECONDARIA DI 1 GRADO GOBETTI-DE FILIPPO - QUARTO (Na) SCUOLA STATALE SECONDARIA DI 1 GRADO GOBETTI-DE FILIPPO - QUARTO (Na) Progetto triennale di intervento dell animatore digitale Prof. Rossana Marino da inserire nel per il PTOF Premessa L Animatore Digitale

Dettagli

Protocollo per i D.S.A. in pillole. Istituto Comprensivo "Ferrari Maranello" 1

Protocollo per i D.S.A. in pillole. Istituto Comprensivo Ferrari Maranello 1 Protocollo per i D.S.A. in pillole. 1 Istituzione Scolastica Riceve la diagnosi dalla famiglia Protocolla la diagnosi : se da specialista privato indirizza la famiglia all ASL di competenza per la conformità

Dettagli

La Mia Scelta - Almaorientati

La Mia Scelta - Almaorientati La Mia Scelta - Almaorientati Bruno Perazzolo 1 FINALITA GENERALI DEL PERCORSO ALMADIPLOMA Fornire allo studente un percorso di orientamento informativo e formativo Fornire alla scuola alcuni fondamentali

Dettagli

EVENTI 2015 per insegnanti e per studenti delle Scuole Secondarie di secondo Grado

EVENTI 2015 per insegnanti e per studenti delle Scuole Secondarie di secondo Grado EVENTI 2015 per insegnanti e per studenti delle Scuole Secondarie di secondo Grado ISTRUZIONI PER LA PARTECIPAZIONE Le manifestazioni Orientagiovani 2015 di Assolombarda per le Scuole Secondarie di Secondo

Dettagli

Prospetto riepilogativo

Prospetto riepilogativo Comune di Piacenza Prospetto riepilogativo "Customer satisfaction Giornata del Cittadino" Dicembre 2012 1 Presentazione A otto anni dall'avvio della Giornata del Cittadino, iniziativa nata a Piacenza nel

Dettagli

ADDETTA e ADDETTO ALLE RELAZIONI CON IL PUBBLICO

ADDETTA e ADDETTO ALLE RELAZIONI CON IL PUBBLICO ADDETTA e ADDETTO ALLE RELAZIONI CON IL PUBBLICO 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze...

Dettagli

ALTRO LAB CRONOGRAMMA Codice ATTIVITA MESI

ALTRO LAB CRONOGRAMMA Codice ATTIVITA MESI ALTRO LAB CRONOGRAMMA Codice ATTIVITA MESI A1 Presentazione. x A2 Analisi del contesto. x A3 Presentazione finalità. x x A4 Individuazione di uno spazio per incontri x A5 Individuazione dei gruppi di lavoro

Dettagli

VERIFICA PIANO DI MIGLIORAMENTO IC BAGNOLO SAN VITO 2015/16 18 FEBBRAIO 2016

VERIFICA PIANO DI MIGLIORAMENTO IC BAGNOLO SAN VITO 2015/16 18 FEBBRAIO 2016 PRIORITA 1 Miglioramento delle prestazioni nelle prove standardizzate Traguardo : maggior allineamento dei risultati prove INVALSI a quelli di scuole contesti simili OBIETTIVI DI Elaborare una progettazione

Dettagli

Riservazione documenti e gestione conto utente

Riservazione documenti e gestione conto utente Riservazione documenti e gestione conto utente In questo documento è spiegato come riservare i documenti presenti nel catalogo e come gestire il proprio conto utente. 1. Riservazione di documenti tramite

Dettagli

Il Progetto CCM SOCIAL NET SKILLS Il contributo della Regione Lazio

Il Progetto CCM SOCIAL NET SKILLS Il contributo della Regione Lazio Il Progetto CCM SOCIAL NET SKILLS Il contributo della Regione Lazio Dott.ssa Amalia Vitagliano Dirigente Area SanitàPubblica, Promozione della Salute, Sicurezza Alimentare e Screening Regione Lazio, 23

Dettagli

Corso propedeutico alle funzioni di Animatori di Formazione in ambito medico gennaio 2016 FIMP Napoli C.so A. Lucci Napoli

Corso propedeutico alle funzioni di Animatori di Formazione in ambito medico gennaio 2016 FIMP Napoli C.so A. Lucci Napoli Corso propedeutico alle funzioni di Animatori di Formazione in ambito medico 29-30-31 gennaio 2016 FIMP Napoli C.so A. Lucci 121 80142 Napoli OBIETTIVO COMPLESSIVO DEL CORSO Apprendere le basi della didattica

Dettagli

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI LUDOTECA

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI LUDOTECA 40 REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI LUDOTECA ADOTTATO DAL CONSIGLIO COMUNALE CON DELIBERAZIONE N. 82/13199 P.G. NELLA SEDUTA DEL 01/06/1998 Premessa Il presente Regolamento rientra nel più generale Regolamento

Dettagli

SCHEDA di presentazione progetto

SCHEDA di presentazione progetto Mod. A2 PGZ SCHEDA di presentazione progetto 1 Codice Progetto 1 2 Titolo del Progetto 3 Riferimenti del compilatore 2 Nome Cognome Recapito telefonico Recapito e-mail Funzione 4 Soggetto proponente 3

Dettagli

MediaLibraryOnLine Il primo network italiano di biblioteche pubbliche per la gestione di contenuti digitali

MediaLibraryOnLine Il primo network italiano di biblioteche pubbliche per la gestione di contenuti digitali Il primo network italiano di biblioteche pubbliche per la gestione di contenuti digitali Dal marzo 2009 è attivo (http://www.medialibrary.it) il primo network italiano di biblioteche pubbliche per la gestione

Dettagli

BANDO Campioni d impresa:come cogliere le migliori opportunità

BANDO Campioni d impresa:come cogliere le migliori opportunità BANDO Campioni d impresa:come cogliere le migliori SCADENZA 31 GENNAIO 2011 La divulgazione della gestione d impresa negli Istituti di istruzione secondaria di secondo grado del Piemonte e della Valle

Dettagli

Progetto per l attuazione del PNSD nel PTOF 2016-2019

Progetto per l attuazione del PNSD nel PTOF 2016-2019 Premessa Progetto per l attuazione del PNSD nel PTOF 2016-2019 Il Piano nazionale scuola Digitale (PNSD) (D.M. n.851 del 27/10/2015) si pone nell ottica di scuola non più unicamente trasmissiva e di scuola

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale. Rita Levi Montalcini. Fontanafredda

Istituto Comprensivo Statale. Rita Levi Montalcini. Fontanafredda Istituto Comprensivo Statale Rita Levi Montalcini Fontanafredda PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA DI AMBITO PER ALUNNI STRANIERI PREMESSA : Il Protocollo di Accoglienza degli alunni stranieri definisce le procedure

Dettagli

REGOLAMENTO OMNIA VISUAL CONTEST - 4 edizione

REGOLAMENTO OMNIA VISUAL CONTEST - 4 edizione REGOLAMENTO OMNIA VISUAL CONTEST - 4 edizione 1. DENOMINAZIONE DEL CONCORSO Omnia Visual Contest - Il grande concorso creativo per tutte le scuole di Prato 2. PROMOTORI I promotori del concorso sono: -

Dettagli

Indice p. 2 Presentazione del Sindaco p. 3 Descrizione del servizio p. 4 Dove, quando, come p. 5 I servizi offerti p. 6 Informazioni agli utenti p.

Indice p. 2 Presentazione del Sindaco p. 3 Descrizione del servizio p. 4 Dove, quando, come p. 5 I servizi offerti p. 6 Informazioni agli utenti p. Gare e appalti 2 Indice p. 2 Presentazione del Sindaco p. 3 Descrizione del servizio p. 4 Dove, quando, come p. 5 I servizi offerti p. 6 Informazioni agli utenti p. 7 Standard dei servizi offerti p. 8

Dettagli

Presentazione del portale realizzato dall Osservatorio Permanente Giovani-Editori

Presentazione del portale  realizzato dall Osservatorio Permanente Giovani-Editori Presentazione del portale www.ilquotidianoinclasse.it realizzato dall Osservatorio Permanente Giovani-Editori Chi siamo: gli obiettivi Lo scopo dell'osservatorio Permanente Giovani-Editori è quello di

Dettagli

PROCEDURA DI SISTEMA 10 GESTIONE DELLA COMUNICAZIONE

PROCEDURA DI SISTEMA 10 GESTIONE DELLA COMUNICAZIONE Pagina 1 di 5 INDICE 1. SCOPO 2. CAMPO DI APPLICAZIONE 3. RESPONSABILITÀ 4. DESCRIZIONE DELLE ATTIVITÀ 5. INDICATORI DI PROCESSO 6. RIFERIMENTI 7. ARCHIVIAZIONE 8. TERMINOLOGIA ED ABBREVIAZIONI 9. ALLEGATI

Dettagli

Protocollo continuità Scuola dell Infanzia Scuola Primaria Scuola Secondaria di 1. Assemblea di classe (scuola primaria)

Protocollo continuità Scuola dell Infanzia Scuola Primaria Scuola Secondaria di 1. Assemblea di classe (scuola primaria) Protocollo continuità Scuola dell Infanzia Scuola Primaria Scuola Secondaria di 1 Anno scolastico 2012/2013 PERIODO (Prima dell inizio delle lezioni) Assemblea di classe (scuola primaria) Presentazione

Dettagli

Il sito web

Il sito web Il sito web www.irpiniannunci.it Il sito web Cos è il sito web irpiniannunci.it è un sito in cui persone e attività condividono richieste e offerte di prodotti e servizi locali, dove trovi le migliori

Dettagli

RELAZIONE SUL PROGETTO REALIZZATO

RELAZIONE SUL PROGETTO REALIZZATO ALLEGATO N.7 Relazione sul progetto prog. 2010 MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO DIPARTIMENTO PER L IMPRESA E L INTERNAZIONALIZZAZIONE DIREZIONE GENERALE PER IL MERCATO, LA CONCORRENZA, IL CONSUMATORE,

Dettagli

PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE 2014. VI SETTORE Biblioteca, sport, politiche giovanili

PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE 2014. VI SETTORE Biblioteca, sport, politiche giovanili PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE 2014 VI SETTORE Biblioteca, sport, politiche giovanili SETTORE VI: BIBLIOTECA, SPORT, POLITICHE GIOVANILI Programma del servizio Biblioteca DEL SERVIZIO: Il servizio si incarica

Dettagli

Distribuzione oraria delle discipline. Le amministrazioni comunali forniscono su richiesta e a pagamento il servizio di trasporto.

Distribuzione oraria delle discipline. Le amministrazioni comunali forniscono su richiesta e a pagamento il servizio di trasporto. P.O.F. Elaborato dal Collegio Docenti e approvato dal Consiglio d Istituto, esso costituisce il documento fondamentale costitutivo dell identità culturale e progettuale delle istituzioni scolastiche (art.

Dettagli

MANUALE DELLA QUALITA' Rif. norma UNI EN ISO 9004:2009 TAVOLO DI BENCHMARKING

MANUALE DELLA QUALITA' Rif. norma UNI EN ISO 9004:2009 TAVOLO DI BENCHMARKING MANUALE DELLA QUALITA' Rif. norma UNI EN ISO 9004:2009 TAVOLO DI BENCHMARKING ISTITUTO COMPRENSIVO Emanuele Falcetti Apice (Benevento) a. s. 2009/2010 MANUALE DELLA QUALITA' Rif. norma UNI EN ISO 9004:2009

Dettagli

Analisi dei bisogni formativi

Analisi dei bisogni formativi Analisi dei bisogni formativi Presentazione ai colleghi Riunione plenaria 27 settembre 25 Premessa Perché: progettare la formazione per il biennio 25/6 in termini di obiettivi, modalità, contenuti etc.

Dettagli

PIANO FORMATIVO INDIVIDUALE. PFI relativo all assunzione del/la Sig./ra:

PIANO FORMATIVO INDIVIDUALE. PFI relativo all assunzione del/la Sig./ra: PIANO FORMATIVO INDIVIDUALE PFI relativo all assunzione del/la Sig./ra: 1. Azienda Ragione sociale Sede (indirizzo) CAP (Comune) Partita IVA Codice Fiscale Telefono Fax e-mail Legale rappresentante (nome

Dettagli

PERCORSO DI TECNICO DEI SERVIZI DI ANIMAZIONE TURISTICO SPORTIVA IeFP - ISIS MAMOLI BERGAMO

PERCORSO DI TECNICO DEI SERVIZI DI ANIMAZIONE TURISTICO SPORTIVA IeFP - ISIS MAMOLI BERGAMO PERCORSO DI TECNICO DEI SERVIZI DI ANIMAZIONE TURISTICO SPORTIVA IeFP - ISIS MAMOLI BERGAMO AMBITO COMPETENZE DI BASE N. Abilità del triennio 1A Comprendere testi di diversa tipologia e complessità N.1

Dettagli

IO CALCIO A 5 Fabio Ferrari Roberto Menichelli Carmine Tarantino Nicola Bianco

IO CALCIO A 5 Fabio Ferrari Roberto Menichelli Carmine Tarantino Nicola Bianco IO CALCIO A 5 Responsabile Progetto Fabio Ferrari Responsabile Tecnico Roberto Menichelli Referente per l attività agonistica Carmine Tarantino Referente per l attività di base Nicola Bianco PROGETTO

Dettagli

INFORMAZIONE FIGURE SENSIBILI

INFORMAZIONE FIGURE SENSIBILI INFORMAZIONE FIGURE SENSIBILI ASPP: gli addetti al servizio di prevenzione e protezione vengono designati dal Dirigente scolastico, sentito il RLS, tenendo conto delle dimensioni della scuola e della struttura

Dettagli

Aggiornamento: 15 settembre 2015

Aggiornamento: 15 settembre 2015 Aggiornamento: 15 settembre 2015 SIEC è l associazione italiana che riunisce produttori e operatori del settore dell integrazione di sistemi audio, video, illuminazione e controlli. In ogni progetto

Dettagli

RELAZIONE FINALE. Consiglio di Classe

RELAZIONE FINALE. Consiglio di Classe RELAZIONE FINALE Consiglio di Classe Classe Docente Coordinatore: Indice Relazione finale del Consiglio di classe Parte prima (riservata al coordinatore): 1. Discipline e relativo quadro orario del piano

Dettagli

INDAGINE SUI BISOGNI FORMATIVI ANNO 2009

INDAGINE SUI BISOGNI FORMATIVI ANNO 2009 Casa di Cura S. Maria Maddalena INDAGINE SUI BISOGNI FORMATIVI ANNO 2009 Per rispondere sempre di più alle richieste formative degli operatori della Casa di Cura nel 2009 si è costituito un comitato formazione

Dettagli

INTERVISTA "IL WEB CHE VORREI..."

INTERVISTA IL WEB CHE VORREI... INTERVISTA "IL WEB CHE VORREI..." Altrascuola sta realizzando in collaborazione con alcuni ricercatori della Facoltà di Scienze della Comunicazione dell'università di Roma "La Sapienza" una ricerca sulle

Dettagli

Istituto Comprensivo Alba Adriatica Via Duca D Aosta, 13 64011 Alba Adriatica (TE) a.s. 2014-15 Dirigente Scolastico: Prof.ssa SABRINA DEL GAONE

Istituto Comprensivo Alba Adriatica Via Duca D Aosta, 13 64011 Alba Adriatica (TE) a.s. 2014-15 Dirigente Scolastico: Prof.ssa SABRINA DEL GAONE Progettazione delle Attività di Continuità e Istituto Comprensivo Alba Adriatica Via Duca D Aosta, 13 64011 Alba Adriatica (TE) a.s. 2014-15 Dirigente Scolastico: Prof.ssa SABRINA DEL GAONE Referente Continuità:

Dettagli

CURRICOLI DISCIPLINARI SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO

CURRICOLI DISCIPLINARI SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO ISTITUTO COMPRENSIVO di PORTO MANTOVANO (MN) Via Monteverdi 46047 PORTO MANTOVANO (MN) tel. 0376 398 781 e-mail: mnic813002@istruzione.it e-mail certificata: mnic813002@pec.istruzione.it sito internet:

Dettagli

Elenco dei servizi erogati ai fini della redazione della Carta dei Servizi dell Università del Salento Direzione Generale Area Amministrativa

Elenco dei servizi erogati ai fini della redazione della Carta dei Servizi dell Università del Salento Direzione Generale Area Amministrativa Elenco dei servizi erogati ai fini della redazione della Carta dei Servizi dell Università del Salento Direzione Generale Area Amministrativa Capo area Dott. Sebastiano Solidoro Personale tecnico-amministrativo

Dettagli

DOCUMENTI PO FORMAZIONE PER SVILUPPO SITO P.I.T. SAPALP

DOCUMENTI PO FORMAZIONE PER SVILUPPO SITO P.I.T. SAPALP DOCUMENTI PO FORMAZIONE PER SVILUPPO SITO P.I.T. SAPALP Progetto INTERREG - P.O. Formazione partecipata: Saper imparare a vivere sostenibile id. 13773993 Pagina 1 di 5 P.I.T SAPALP - Progetto P.O. Formazione

Dettagli

Metodologie Lezione frontale Lavori a coppie, in gruppo Giochi motori Drammatizzazione. Strumenti Cartelloni Immagini Documentari Oggetti

Metodologie Lezione frontale Lavori a coppie, in gruppo Giochi motori Drammatizzazione. Strumenti Cartelloni Immagini Documentari Oggetti DISCIPLINA: Storia NUCLEO TEMATICO: Uso delle fonti CLASSE: Prima Obiettivo -Riconoscere e ordinare i fatti in successione Ricostruire una situazione, leggendo tracce / Contenuti Successione temporale

Dettagli

UNITA DI APPRENDIMENTO N.1

UNITA DI APPRENDIMENTO N.1 TITOLO: Oh, che bel castello! UNITA DI APPRENDIMENTO N.1 TIPOLOGIA DELL UA:disciplinare ANNO SCOLASTICO:2011/2012 DESTINATARI:classe I E DATI IDENTIFICATIVI fase preattiva ARTICOLAZIONE DELL UNITA DI APPRENDIMENTO

Dettagli

Progetto "Expo Friends" Visual: urbanfile.org

Progetto Expo Friends Visual: urbanfile.org Progetto "Expo Friends" Visual: urbanfile.org Confcommercio Milano Confcommercio Milano ha ideato il progetto Expo Friends che vede gli esercizi commerciali e i pubblici esercizi promotori di Expo 2015

Dettagli

Corso Linguaggi Narrativi e Videomaking ricerca formatori

Corso Linguaggi Narrativi e Videomaking ricerca formatori POLO COMUNICAZIONE - MINIBANDO VIDEOMAKING Corso Linguaggi Narrativi e Videomaking ricerca formatori 1. IL PROGETTO GO! Il progetto GO! Giovani Opportunità, realizzato con il contributo di Regione Lombardia,

Dettagli

informarisorse Torrossa Casalini Full Text Platform InFormare sull uso delle risorse elettroniche Risorse specialistiche.

informarisorse Torrossa Casalini Full Text Platform InFormare sull uso delle risorse elettroniche Risorse specialistiche. informarisorse InFormare sull uso delle risorse elettroniche Torrossa Casalini Full Text Platform Risorse specialistiche. Scienze umane informarisorse informa è il nuovo servizio del Sistema bibliotecario

Dettagli

- UNA RAGAZZA o UN RAGAZZO tra i 18 ed i 28 anni non ancora compiuti - CITTADINO ITALIANO e SENZA CONDANNE PENALI

- UNA RAGAZZA o UN RAGAZZO tra i 18 ed i 28 anni non ancora compiuti - CITTADINO ITALIANO e SENZA CONDANNE PENALI IL SERVIZIO CIVILE E una opportunità per i GIOVANI di impegnarsi nella società ed accrescere le proprie conoscenze 1 ANNO è il tempo di impiego dei giovani volontari 433 EURO è la retribuzione mensile

Dettagli

PERCORSO FORMATIVO IN PREPARAZIONE ALLA PROVA DI PRESELEZIONE DEL CONCORSO PER DIRIGENTI SCOLASTICI

PERCORSO FORMATIVO IN PREPARAZIONE ALLA PROVA DI PRESELEZIONE DEL CONCORSO PER DIRIGENTI SCOLASTICI PERCORSO FORMATIVO IN PREPARAZIONE ALLA PROVA DI PRESELEZIONE DEL CONCORSO PER DIRIGENTI SCOLASTICI IRSEF-IRFED CAMPANIA, in previsione della emanazione del bando di concorso( presumibilmente autunno2010-primavera

Dettagli