Lupi e Palozzi, i Re dei Castelli

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Lupi e Palozzi, i Re dei Castelli"

Transcript

1 n dal 19 maggio all 1 giugno tel GRATUITO Per leggere il giornale su internet. Tutte le edizioni e l archivio degli articoli già pubblicati Il Caffè rispetta l ambiente Il nostro giornale viene stampato utilizzando carta riciclata al 100% POSTE ITALIANE S.p.A. - Spedizione in abbonamento postale 70% - tassa pagata - DCB Latina Lupi e Palozzi, i Re dei Castelli Lupi è il nuovo sindaco di Ciampino mentre Palozzi straccia tutti e resta saldo alla guida di Marino A Ciampino Simone Lupi, in corsa con Pd, Udc, Psi Sel e La Città che Vorrei, è il nuovo Primo Cittadino, al posto di Walter Enrico Perandini. Con il 59,32% di voti già al primo turno, il neo Sindaco Lupi manda a casa la diretta avversaria Anna Maria Contestabile, del centrodestra, che ha ottenuto il 27,49% dei voti. A Marino Adriano Palozzi, Sindaco uscente e candidato del centrodestra, straccia tutti i suoi avversari al primo turno con il 60,80% di voti. Amara la sconfitta per l ex Sindaco Ugo Onorati, candidato del centrosinistra che è stato scelto solo dal 24,94% dei votanti. All interno tutti i risultati lista per lista a Ciampino, Marino, Ariccia, Rocca di Papa e Genzano. da pag. 6 e 8 Elezioni Amministrative Genzano e Ariccia corrono al ballottaggio Enzo Ercolani Emilio Cianfanelli Flavio Gabbarini Roberto Di Felice Vince ancora il centrosinistra Rocca di Papa conferma Boccia Votato da elettori 59,32% Genzano Il Sindaco uscente Ercolani in sfida contro Gabbarini a pag. 11 Ariccia Cianfanelli non sfonda, tutto in gioco con Di Felice a pag. 11 a pag. 8 Simone Lupi 60,80% Il San Sebastiano di Frascati perde i pezzi e rischia di perdere il reparto di Psichiatria Alti e bassi nella sanità locale Ospedale San Giuseppe di Albano Il 22 maggio la squadra di Frascati gioca contro il Sora La Lupa pronta a graffiare Le due squadre pronte a vincere il titolo di campione di Eccellenza nel Girone B Adriano Palozzi Al San Giuseppe di Albano invece vengono aperti nuovi reparti con attrezzature all avanguardia e verrà anche potenziato il Pronto Soccorso a pag. 24 e 33 Colombo di Velletri: parola agli imprenditori L ospedale civile veliterno cade a pezzi, intonaci e cornicioni pericolanti. Intanto l Aiv si incontra per cercare soluzioni a pag. 38 REFERENDUM I REFERENDUM DEL 12 E 13 GIUGNO SI FARANNO a pag. 17 Velletri, quel parcheggio può indebitare il Comune Sul multipiano dubbi finanziari oltre che ambientali a pag. 12 FRASCATI SU ACQUA E NUCLEARE SI VOTA Centrale Nucleare di Latina a pag. 36 SONO FINITI I LOCULI AL CIMITERO COMUNALE ALBANO PIANO VIABILITÀ E PARCHEGGI AL VARO a pag. 22 a pag. 32

2 2 BALNEABILITÀ n dal 19 maggio all 1 giugno 2011 Le acque costiere diventano quasi tutte buone, grazie alle nuove regole. Ma si vuole davvero valutare o solo rassicurare? Non si analizzano più importanti parametri... neanche la torbidità Roberto Lessio È come se avessero deciso di abbassare l'asticella per consentirne il superamento a tutti i partecipanti di una gara di salto in alto. E, se qualcuno non ce la fa, comunque lo tolgono d'ufficio dalla competizione, anche se risultava regolarmente iscritto. Siamo all'inizio di una nuova stagione balneare e, come di consueto, arrivano messaggi ottimistici, con annessa assegnazione di bandiere e riconoscimenti vari, rispetto alla qualità delle acque del nostro mare. Qualità che, quasi miracolosamente, anno dopo anno diventa sempre più pulita. Almeno sulla carta. L'ultimo annuncio è quello dell'assessore all'ambiente della Regione Lazio, il medico Marco Mattei: in base alle nuove disposizioni pee, il 93% delle coste laziali ha un grado di balneazione eccellente. Mare ripulito... dalle nuove normative SCARICO DI ACQUE NON TRATTATE DIRETTAMENTE IN SPIAGGIA Presso il depuratore di Cavallo Morto, ad Anzio. Si crea un piccolo lago di liquami SOLO 6 LOCALITÀ SCARSE? Il resto è poca cosa, visto che solo 6 punti di campionamento sui 411 individuati, risultano avere una balneabilità scarsa. Contestualmente la FEE Italia (Foundation for Environmental Education Fondazione per l'educazione ambientale) ha assegnato le annuali bandiere blu ai Comuni rivieraschi che risulterebbero tra i più capaci nel tenere pulite le proprie acque costiere e spiagge. Nel Lazio queste bandiere sono state assegnate solo a 4 località: Sabaudia, San Felice Circeo e Sperlonga per la provincia di Latina, e Anzio per quella di Roma. Quest'ultimo Comune è rientrato in classifica dal 2010, mentre nella stessa classifica ne è uscita Gaeta senza alcun apparente motivo. Anche in questo caso, per le assegnazioni delle bandiere per il 2011, si faceva riferimento alle nuova normativa pea introdotta dallo scorso anno in Italia. Incuriositi, come sempre, siamo andati ad indagare. ANALISI AL MINIMO Risulta che da luglio 2010 i campionamenti sulle acque di balneazione nel periodo estivo non si effettuano più ogni due settimane circa, come avveniva prima. Ora, con la nuova normativa, basta un prelievo e relativa analisi al mese: l'arpa Lazio, l'agenzia regionale per la protezione ambientale, si è prontamente adeguata. Ma la cosa più importante sta nel fatto che al posto dei 19 parametri che dovevano essere analizzati fino alla scorsa estate (anche se poi in realtà erano 11), ora ce ne sono solo due: enterococchi intestinali ed escherichia coli. Che poi sono i più pericolosi: infatti sono i patogeni responsabili delle infezioni intestinali e altre malattie connesse. Non è più necessario analizzare la torbidità dell'acqua, il ph, i tensioattivi (residui di detergenti), gli oli minerali, il livello di ossigeno disciolto, ecc. Questi parametri non sono più analizzati e non è dato di saperne il motivo. Ma non basta. COME TI RENDO NON PIÙ DIMOSTRABILE L INQUINAMENTO Ora è previsto anche l inquinamento temporaneo. Vale a dire che, se un campione fuori norma non viene confermato dalle analisi successive nei giorni seguenti, quel campione sarà scartato da quelli previsti nel calendario. In tal caso, deve essere prelevato un campione supplementare, dopo la fine dell'inquinamento temporaneo, per sostituire quello scartato: una sorta di gioco delle tre carte. La balneabilità in questo modo diventa alla portata di tutti. Non a caso tra gli interventi citati dall'assessore Mattei che ci hanno regalato l'innalzamento della percentuale di costa regionale balneabile, ce ne sono alcuni che sono solo sulla carta, tipo l'avviata progettazione del depuratore di Aprilia. Come dire: basta il pensiero. Se poi gli impianti esistono solo sulla carta, l'importante è far risultare che il mare è sempre più blu. Se lo si vedrà di un altro colore, pazienza, comunque è tutto nella norma.

3 BALNEBILITÀ Le verifiche sono ridotte ad un periodo di soli 5 mesi l anno. Le foci di fossi e fiumi inquinati non vengono più analizzate n dal 19 maggio all 1 giugno La balneabilità è sempre meno controllata Dalla valutazione sono esclusi i punti più compromessi. E così migliora il voto BANDIERE BLU 2011 In 4 località nel Lazio Per far saltare a tutti l'asticella collocata ad altezza opportuna, cioè far rientrare nei limiti di legge, occorre comunque eliminare dalla competizione coloro che proprio non ce la fanno a rispettare anche i nuovi parametri. Infatti, dalle indicazioni fornite dal sito internet dell'agenzia regionale per la protezione ambientale, ARPA Lazio, risulta che in tutte le foci dei fiumi e dei canali che risultavano e risultano perennemente inquinanti, ora non viene più effettuato alcun campionamento. Per così dire sono fuori gioco. Come mai spariscono dalle analisi certi tratti di costa? Per far risultare una balneabilità complessiva che in realtà non esiste? Del resto è anche logico: se si sa che proprio da quelle foci arriva l'inquinamento, perché continuare a spendere soldi per campionare una realtà ormai scontata? Forse è meglio spendere soldi per rassicurare i bagnanti che quell'inquinamento non c'è nel resto delle nostre coste? LA NUOVA CLASSIFICAZIONE DELLE ACQUE La nuova normativa pea infatti prevede quattro tipi di classificazione delle acque di balneazione: eccellente, buona, sufficiente e scarsa. Tutti e quattro riferiti alla presenza nei campionamenti mensili di diverse percentuali di enterococchi intestinali ed escherichia coli. Il parametro di eccellenza deve attestarsi rispettivamente sotto i 100 e 250 UFC (unità fecali campionate) per millilitro. Man mano che ci si allontana da questo parametro, si Analisi solo tra maggio e settembre. Quel che succede negli altri mesi non interessa ha una classificazione peggiorativa della qualità delle acque. Entro il 2015 tutte le spiagge italiane dovranno raggiungere almeno la classificazione "sufficiente": in teoria le acque di balneazione con qualità "scarsa", dovranno scomparire, almeno sulla carta. Tutti i campionamenti, tranne il primo (da eseguirsi nella fase di avvio della stagione balneare), saranno prelevati rigorosamente tra il 1 maggio e il 30 settembre di ogni anno. Quello che succede negli scarichi a mare in tutti gli altri mesi non interessa più. E, se poi qualcuno va a farsi il bagno ad ottobre perché fa ancora caldo, sono affari suoi. BANDIERE SENZA RISCONTRI E SENZA CAMPIONAMENTI A questi criteri, dallo scorso anno, si è adeguata anche la fondazione FEE nell'attribuire le sue ormai famose bandiere blu. Questa procedura di assegnazione per la verità pone dunque qualche domanda. Infatti, la relativa classifica annuale viene effettuata senza riscontri sul territorio, ma solo sulla carta, sulla base di questionari inviati ai Comuni interessati: sono cioè gli stessi enti interessati ad ottenere la bandiera a dichiarare come e quali parametri vengono rispettati. Un'operazione d'immagine? La veridicità delle risposte viene analizzata a campione, ma solo negli anni successivi all'assegnazione. Intanto ti dò la mitica bandiera blu prendendo per buono quello che dichiari tu; poi, forse, verifico quello che hai dichiarato. R. L. Occhio non vede... Presso tutte le foci di fossi, canali e fiumi nel tratto di spiaggia tra Pomezia e Terracina non vengono più eseguite le analisi sulla qualità delle acque di balneazione. L Agenzia regionale per la protezione ambientale, Arpa, svolge campionamenti ed analisi solo in pochi punti della costa, come ad esempio Rio Martino, tra Latina e Sabaudia. Tutto ovviamente a norma di legge, in applicazione delle nuove regole pee. In questo modo si escludono proprio quei punti più critici. In modo tale che la pagella sulla balneabilità risulta migliore a tavolino.

4 4 ELEZIONI AMMINISTRATIVE n dal 19 maggio all 1 giugno 2011 Latina, Marino e Ciampino al 1 turno. Ballottaggio per Pomezia, Terracina e Ariccia. Rischia Ercolani a Genzano Reggono sindaci e maggioranze uscenti LATINA Di Giorgi (PDL) vince al 1 turno ed evita il ballottaggio per soli 754 voti Giovanni Di Giorgi 50,96% PDL, Città nuove con te, Lista Di Giorgi Sindaco, Progetto per Latina, UDC, Lega Federalista, La Destra Claudio Moscardelli 35,51% PD, Sì per Latina, IDV, SEL, API, Agricoltura mare turismo, PSI Marco Gatto 2,94% Latina Capitale Marco Fioravante 2,82% Il Patto Giuseppe Vacciano 1,34% Movimento 5 stelle Delio Redi 1,32% Alleanza di Centro Francesco Autieri 1,21% Movimento delle Province del Lazio, MSI-DN Filippo Cosignani 1,05% Futuro e Libertà Giancarlo Nardin 0,99% Latina Futura Ruggero Mantovani 0,69% Partito di Alternativa Comunista Sergio Sciaudone 0,60% Sinistra per Latina Danilo Calvani 0,40% Comitati Riuniti Agricoli Giampiero Oddi 0,11% Libertà e Autononomia - Noi Sud Adriano Palozzi brinda per la riconferma a Sindaco di Marino POMEZIA Ballottaggio De Fusco - Celori. Decisivo il 3 Polo Enrico De Fusco 37,67% PD, Forza Pomezia, IDV, PSI, Rif. Comunista-Comunisti italiani Luigi Celori 20,55% PDL, La Destra, Nuovo PSI, Lista Luigi Celori sindaco Giorgio Puggioni 17,30% UDC, PSDI, FLI, API, Sport e Cultura, Cristiano Riformisti, Democrazia Forza Italiana, Forza del sud Alba Rosa 9,25% SEL, Ecologisti Società Civile Fabio Fucci 7,41% Movimento 5 Stelle Maricetta Tirrito 3,16% Città Nuove con te, Lista Maricetta Tirrito sindaco Francesco Cefalo 2,72% Lista per far rinascere Pomezia Massimi Ciccolini 1,90% Movimento Comunale Italiano, No!!! al nucleare MARINO Palozzi vince al 1 turno, col centrodestra unito Adriano Palozzi 60,80% PDL, Lista Idee Nuove, API, Futuro e Libertà, Lista Costruiamo il decentramento, UDC, Lista Uniti per Marino, Forza del Sud Ugo Onorati 24,94% PD, Lista Onorati Sindaco, SEL- Rifondazione Comunista-Comunisti Italiani, IDV, Fed. Verdi, PSI Marco Rapo 6,32% Lista Marco Rapo Sindaco, Lista Azione cittadina, Lista Marino Viava Adolfo Tammaro 4,94% Lista Tammaro, Lista Donne e Giovani, Lista Marino pulita Giuseppe Panella 2,04% Lista per il Comunicipio Alessandro Lioi 0,93% Lista Sindaco Alessandro Lioi

5 n dal 19 maggio all 1 giugno 2011 ELEZIONI AMMINISTRATIVE 5 CIAMPINO Lupi al 1 turno, nel segno della continuità Simone Lupi 59,32% PD, Lista La Città che vorrei, UDC, PSI, SEL Anna Rita Contestabile 27,49% PDL, Lista Cambiare si può, Lista Realtà ciampinesi, Lista Riformisti per Ciampino, Socialisti riformisti Elio Santoro 4,20% IDV Carmen De Sanctis 2,71% Lista Città attiva Sergio Pede 2,49% API Alessandro Porchetta 2,44% Rifondazione comunista - Comunisti italiani Massimo Zito 1,31% Futuro e Libertà NORMA Mancini confermato per soli 66 voti Sergio Mancini 51,22% Lista civica Per Norma (centrodestra) Mario Cassoni 48,77% Sinistra - Democratica Popolare PONTINIA Tombolillo riconfermato sindaco a larga maggioranza Eligio Tombolillo 66,19% Insieme per Pontinia (centrosinistra) Ernesto Bilotta 20,91% PDL Luigi Subiaco 12,88% La Destra GENZANO Ballottaggio Ercolani-Gabbarini: sfida tutta a sinistra Enzo Ercolani 33,72% PD, SEL, IDV, Lista Noi Insieme, Lista Infiorata Flavio Gabbarini 30,38% Lista Genzano Democratica, Lista Città Futura, Rifondazione Comunista-Comunisti Italiani, Lista Per Genzano, API Vittorio Barbaliscia 29,68% Lista UDC, PDL, Forza del Sud Emanuele Menicocci 3,85% Movimento 5 Stelle Daniele Viti 2,33% Lista Progetto Genzano ARICCIA Ballottaggio Sinistra e 3 Polo Emilio Cianfanelli 43,51% PD, Lista Alleanza per Ariccia, SEL-Rif.Com.-Com. Ital., IDV Roberto Di Felice 38,31% Lista Patto sociale, Lista Uniti per cambiare, UDC, Lista Forza Ariccia, Futuro e Libertà Pierluigi Fortini 13,47% PDL, Lista Area Democratica, La Destra Vittorioso Frappelli 4,69% Lista Insieme per Ariccia ROCCA DI PAPA Riconfermato Boccia (centrosinistra) Pasquale Boccia 53,79% Lista Uniti per Rocca di Papa (centrosinistra) Enrico Fondi 27,85% PDL, UDC, FLI, liste civiche centrodestra Maurizio De Santis 13,21% Lista Rocca Futura Alvaro Fondi 5,13% La Destra TERRACINA Duello a destra: Procaccini e Sciscione al ballottaggio Nicola Procaccini 44,78% PDL, Lista Sindaco Nicola Procaccini, UDC, PRI, La Destra Gianfranco Sciscione 21,71% Città nuove con te, Forza Terracina, Lista Sciscione Sindaco, PSI Vincenzo Coccia 12,31% SEL, Lista Vincenzo Coccia per Terracina, Rif. Comunista-Comunisti Italiani, IDV, Domenico Zappone 9,87% PD Gianni Percoco 4,16% Nuova Area Antonio Mazzucco 3,58% Moderati per Mazzucco, Alleanza di Centro Fabio Caiazzo 3,56% Futuro e Libertà, Terracinarte, Terracina per il Sociale BALLOTTAGGI Si torna al voto a Pomezia, Terracina, Genzano e Ariccia Nei Comuni di Pomezia, Terracina, Genzano e Ariccia nessun candidato a Sindaco ha ottenuto almeno il 50%+1 dei voti, quota che avrebbe permesso la vittoria al 1 turno. Questi 4 Comuni quindi dovranno tornare alle urne domenica 29 e lunedì 30 maggio. Ecco un po di cose da sapere sul ballottaggio: - si vota la domenica dalle ore 8 alle ore 22 e il lunedì dalle ore 7 alle 15; - l elettore deve avere sempre la scheda elettorale e un documento d identità; - la scheda contiene solo 2 nomi: il voto si esprime con una X sul candidato a sindaco prescelto; non bisogna scrivere nomi di candidati o partiti (schede annullata); - può votare anche chi eventualmente non si fosse recato alle urne al 1 turno. Lo spoglio inizierà subito dopo la chiusura del seggio e i risultati si prevedono entro la sera, visto che lo scrutinio della scheda risulta piuttosto semplice. Verrà proclamato Sindaco chi tra i 2 contendenti avrà ottenuto il maggior numero di preferenze (questo a prescindere da quanti elettori torneranno alle urne).

6 6 ELEZIONI MARINO n dal 19 maggio all 1 giugno 2011 Confermato il Sindaco uscente con il 60,80%. Deludente il risultato di Onorati Palozzi oltre il 60% Palozzi stravince al 1 turno Stracciati tutti i contendenti, il Primo Cittadino si riprende la poltrona a Palazzo Colonna Voti ADRIANO PALOZZI ,80% % seggi PDL ,04% 10 Marco Montini Lunedì 16 maggio Adriano Palozzi è stato eletto nuovamente Primo Cittadino di Marino. Il candidato Sindaco del centrodestra ha riconquistato per la seconda volta la poltrona di Palazzo Colonna, trascinato da un dato netto quanto sorprendente, strappando oltre il 60% del voto popolare (60,80%). Nettamente battuta la schiera degli altri cinque candidati: ben al di sotto delle attese Ugo Onorati, prescelto del centrosinistra, con appena il 24,94%, più staccati tutti gli altri candidati delle liste civiche con Adolfo Tammaro attestatosi al 4,9% (ottimo risultato il suo), Marco Rapo al 6,2%, Giuseppe Panella all 2,4% e Alessandro Lioi allo 0,9%. Non c è stata gara, dunque, con la coalizione dei Moderati che ha scongiurato ogni ipotesi di ballottaggio ed è andata oltre le più rosee aspettative, come confermato da un sorridente Palozzi: «Credevamo di vincere al primo turno, ma non con questi risultati quasi plebiscitari. Il 60% rappresenta un dato che testimonia il nostro ottimo lavoro sul territorio in questi cinque anni di mandato. Sono emozionato, felice e ringrazio di cuore la comunità». La vittoria, ufficializzatasi in tarda notte, era già nell aria un paio d ore dopo la chiusura dei seggi, intorno alle 17 e il segnale è arrivato direttamente dal profilo facebook del neoeletto: «Grazie, amici miei, abbiamo stravinto - ha scritto il moderato dalla sua bacheca rivolgendosi ai cittadini -. Ho dato l anima e tutto l amore possibile alla nostra città. Mi avete ripagato in modo inaspettato. Grazie ancora». Verso l ora di cena le altre dichiarazioni ufficiali, con un pensiero particolare ai suoi avversari politici: «Questa sconfitta - ha rimarcato - dovrà far riflettere coloro che hanno inscenato una campagna elettorale all insegna della menzogna e delle bugie, fondata totalmente nell infangarmi». Il Pdl è stato il partito sovrano delle elezioni marinesi con il 35% dei voti ANALISI DEL VOTO AMMINISTRATIVO Come predetto, è stata una tornata elettorale eloquente, che ha mandato all aria qualsiasi idea di un remake al secondo turno tra Onorati e Palozzi, con quest ultimo che ha trionfato omogeneamente su tutti e 31 i seggi marinesi: il picco la coalizione del sindaco lo ha toccato a Frattocchie, dove ha raggiunto il 70%, a Cava dei Selci, storicamente frazione rossa, a Castelluccia, dove in un caso ha accalappiato il 74% delle preferenze complessive; ottimi risultati anche a Santa Maria delle Mole e a Marino centro. Quasi un plebiscito, quello del centrodestra, testimoniato anche dai risultati dei singoli partiti: a fare la parte del leone il Pdl con il 35% e la lista civica Idee nuove per Palozzi con l 11,6%; sopra ogni UGO ONORATI Votato dal 24,94% degli elettori MARCO RAPO Ha preso il 6,32% dei voti aspettativa le affermazioni dell Api che raccatta ben 1177 voti e il 5,5% delle preferenze, e dell Udc, che rimedia 871 voti e si attesta al 4,09%. Si conferma, invece, la lista per il decentramento con oltre mille voti e il 5,12%. Dall altra parte della barricata politica, invece, è stato un pianto greco: sprofonda il Pd con appena 2685 voti e una percentuale del 12,6%. Sotto gli standard amministrativi precedenti anche la lista Onorati con 1200 preferenze e il 5,63%, più giù il resto della coalizione di centrosinistra: 2,53% La Sinistra per Marino, 2,43% Idv e 0,58% i Verdi. Chiude la disfatta socialista con appena 74 preferenze e lo 0,32%. Uno sguardo agli altri candidati: molto bene Adolfo Tammaro, sostenuto da tre liste civiche, che conquista una poltrona in Consiglio comunale grazie ai suoi 1108 voti, pari al 4,94%. Stessa antifona anche per Marco Rapo, avvocato già consigliere, che acchiappa un posto tra l opposizione con il suo 6,32% e 1416 preferenze. Il rovescio della medaglia della società civile è rappresentato da Alessandro Lioi e Giuseppe Panella: il primo con la Lista per Santa Maria delle Mole ha acquisito appena 209 voti e nemmeno l 1%, il secondo, con la lista per il Comunicipio, è andato un po meglio ricevendo 458 preferenze, pari al 2%. Dati importanti, infine, quelli sull affluenza alle urne: GIUSEPPE PANELLA Ha ottenuto il 2,04% dei voti PALOZZI SI RIPRENDE MARINO Il Primo Cittadino governerà la città per altri 5 anni ADOLFO TAMMARO Conquista il 4,94% dei voti ALESSANDRO LIOI Conquista solo lo 0,93% dei voti i votanti su aventi diritto, pari al 74,7%. UGO ONORATI, DELUSO MA GRAN SIGNORE Al quartiere generale di Onorati tanta delusione e amarezza: si sapeva che sarebbe stato difficile, ma una sconfitta di siffatte dimensioni nessuno poteva aspettarsela. In casa del centrosinistra ora è tempo di riflessioni, ci saranno cinque anni per recuperare il terreno perduto e le basi sono comunque buone con la coalizione finalmente unita e coesa. Ai partiti ora il compito di mantenere questa direzione. Anche Onorati lo sa ed ha commentato così i risultati elettorali: «È stata una campagna elettorale dura dove tutti ci siamo impegnati al massimo, raccogliendo un consenso elettorale non trascurabile. Tuttavia va riconosciuto il successo del candidato sindaco del centrodestra: ciò vuol dire che l elettorato ha riconosciuto nell Amministrazione un governo che noi abbiamo contestato per anni nelle scelte operate, non sempre nell interesse dei meno abbienti e della vivibilità. È probabile - ha continuato - che la nostra coalizione non sia riuscita a far percepire le proposte innovative». Infine le note positive: «Resta la soddisfazione di aver riunito tutte le forze del centrosinistra, che saprà e dovrà svolgere un sereno ma deciso confronto con la maggioranza di centrodestra. Ripartiremo per riconquistare la fiducia della gente con serietà e umiltà. Ringrazio tutti quanti, molte donne, giovani, candidati e volontari che si sono adoperati con spirito di abnegazione nel corso della campagna elettorale». IDEE NUOVE ,64% 3 ALLEANZA ,53% 1 PER L'ITALIA COSTRUIAMO IL ,12% 1 DECENTRAMENTO UDC 871 4,09% 1 FUTURO E LIBERTÀ 267 1,25% - UNITI PER MARINO 119 0,55% - FORZA DEL SUD 21 0,09% - Totale ,35% 16 UGO ONORATI ,94% PD ,61% 4 ONORATI ,63% 1 SINDACO SIN.ECOL.LIB ,53% - RIF.COM-COM.IT IDV 519 2,43% - FED.VERDI 124 0,58% - PSI 70 0,32% - Totale ,14% 5 MARCO RAPO ,32% MARCO RAPO 658 3,09% - SINDACO AZIONE 474 2,22% - CITTADINA MARINO VIVA 161 0,65% - Totale ,07% - ADOLFO TAMMARO ,94% LISTA 410 1,92% - TAMMARO DONNE 340 1,59% - E GIOVANI MARINO 73 0,34% - PULITA Totale 823 3,86% - GIUSEPPE PANELLA 458 2,04% PER IL 363 1,70% - COMUNICIPIO ALESSANDRO LIOI 209 0,93% SINDACO ALESSANDRO LIOI 182 0,85% -

7

8 8 ELEZIONI AMMINISTRATIVE n dal 19 maggio all 1 giugno 2011 Il candidato di centrosinistra, appoggiato anche da UDC, PSI e SEL, vince al 1 turno ed evita le insidie del ballottaggio Simone Lupi nuovo sindaco di Ciampino Maggioranza con 17 consiglieri Voti % Seggi Voti % Seggi SIMONE ,32% LUPI ELIO 913 4,20% SANTORO IDV 732 3,56% - Marco Montini Ciampino ha scelto: Centrosinistra trionfatore e Simone Lupi Primo Cittadino a furor di popolo. Il risultato amministrativo rispecchia il coronamento di una campagna elettorale dura ma convincente, condotta casa per casa, strada per strada e la comunità locale sembra proprio avergliene riconosciuto il merito: già a metà pomeriggio, infatti, l ex assessore al bilancio della giunta Perandini viaggiava intorno al 55% e la speranza cresceva istante dopo istante. Speranza concretizzatasi all ora di cena, quando, chiusi oltre la metà dei seggi, il giovane candidato sindaco si era attestato al 59,15%: un dato diventato poi ufficiale in tarda notte, una volta che i 35 seggi scrutinati avevano decretato il 59,32% finale. Un trionfo quello del neo sindaco di Ciampino che ha sopraffatto tutti i diretti avversari. Anna Rita Contestabile si è fermata al 27,49%, Elio Santoro al 4,2%, Sergio Pede al 2,49%, Alessandro Porchetta al 2,44%, Carmen De Sanctis al 2,71% e Massimo Zito all 1,31%. L esponente del centrosinistra, dunque, avrà nei prossimi cinque anni l opportunità di trasformare Ciampino da un Polo di servizi a un polo di attrazione, continuando la linea programmatica intrapresa da diciotto anni a questa parte dall Amministrazione comunale Rugghia, prima, e da quella del sindaco uscente Perandini poi. IL NUOVO SINDACO A CALDO Sono le 22 di lunedì 16 maggio e Simone Lupi è ormai il nuovo sindaco di Ciampino: per scaramanzia non lo dice subito a chiare lettere, ma le urne hanno quasi decretato la fatidica LUPI FESTEGGIA Ha vinto col 59,32% sentenza. Ed è lì che il primo cittadino si lascia coinvolgere dalla folla festante che lo attende all ingresso del casa comunale. Lui arriva, saluta tutti, baci e abbracci e poi le prime dichiarazioni a caldo. Allora le tue sensazioni da neo Primo Cittadino? «Sono molto emozionato, non riesco a spiegare quello che provo. Gli obiettivi sono tanti e trasformeranno Ciampino da un polo di servizi a un polo di attrazione, continuando sulla scia dei precedenti buon governi di centrosinistra». Qual è la prima tematica su cui punterà la tua Amministrazione? «Sicuramente far ripartire una macchina amministrativa che in questi mesi è stata molto impegnata in una intensa attività legata alle elezioni amministrative, nonché di ordinaria amministrazione. Quindi questo è il primo obiettivo: mettere un po di ordine.» Tu sei sempre stato quello più diplomatico nel credere alla vittoria al primo turno. A spingersi oltre ci hanno pensato gli altri. Ma in cuor tuo cosa pensavi? «C era la consapevolezza di potercela fare sin dal primo turno. Detto questo, è chiaro che i candidati sindaci erano sette e quindi le difficoltà potevano essere molteplici. Sono stato sempre fiducioso, poiché avevo con me una grande squadra e, se abbiamo vinto, il merito è anche loro. È ovvio che tutti non potranno far parte della squadra di governo, ma sono sicuro che nel loro piccolo potranno dare un grande apporto per la futura amministrazione». Un programma, un progetto di PD ,04% 9 LA CITTÀ ,48% 4 CHE VORREI UDC ,43% 2 PSI ,66% 1 SEL 846 4,12% 1 Totale ,75% 17 ANNA RITA ,49% CONTESTABILE PDL ,81% 5 CAMBIARE 966 4,7% 1 SI PUO' REALTA' 312 1,52% - CIAMPINESI RIFORMISTI 136 0,66% - PER CIAMPINO SOCIALISTI 92 0,44% - RIFORMISTI Totale ,15% 6 città. In queste ore ancora impazza la festa, ma tra qualche giorno Lupi dovrà davvero pensare al futuro alla comunità. Lo farà coadiuvato da un programma elettorale importante, con tanti progetti in ballo, finalizzati a rendere Ciampino una città più bella, accogliente e vivibile. Tra le priorità c è la proposta Rifiuti zero e il potenziamento della differenziata; poi la difesa della salute dei cittadini con il rigido rispetto del limite massimo dei 60 voli giornalieri per l aeroporto Pastine. E ancora la vivibilità con un piano di riqualificazione urbanistica, il Wi Fi gratuito in tutti i quartieri e l allargamento dei confini comunali. Non si dimentica nemmeno la cultura e l istruzione con il tentativo di rendere l Igdo un polo universitario, nonché la creazione di un nuovo teatro CARMEN 588 2,71% DE SANTIS CITTÀ ATTIVA 529 2,57% - SERGIO 541 2,49% PEDE API 552 2,69% - ALESSANDRO 530 2,44% PORCHETTA RIF. COM 414 2,01% - COM. IT. MASSIMO 285 1,31% ZITO FLI 251 1,22% - cittadino e la costruzione di una scuola e un asilo nido. Per Lupi, inoltre, Ciampino sarà una città in movimento, tramite l incremento della qualità e della frequenza del trasporto pubblico e l inserimento di Ciampino nel sistema metropolitano di Roma Capitale. Vedremo presto se il nuovo Sindaco ciampinese sarà in grado di passare dalle parole ai fatti. La lotta tra ex sindaci ha visto prevalere il candidato di centrosinistra Rocca riconferma Boccia Le strutture sportive, l emergenza scolastica e soprattutto la spinosa questione del bilancio comunale sono i temi più urgenti su cui già si è rimesso al lavoro il sindaco Pasquale Boccia, riconfermato per il suo secondo mandato alla guida di Rocca di Papa. Che lunedì scorso fosse un bel giorno per la formazione di Boccia si era capito fin dai primi minuti dello spoglio, quando le prime sezioni a scrutinare gli voti validi davano la lista Insieme per Rocca di Papa, Boccia sindaco avanti di circa il doppio delle preferenze rispetto al Pasquale Boccia doppia (quasi) l avversario Enrico Fondi PASQUALE BOCCIA ENRICO FONDI Voti ,79% % Seggi LISTA CIVICA UNITI PER 11 ROCCA DI PAPA ,85% PDL, UDC FLI, CIVICHE 4 CENTR DES (CONTR.UFF.) MAURIZIO DE SANTIS ALVARO FONDI Voti ,28% LISTA CIVICA ROCCA 1 FUTURA 446 5,13% % Seggi LA DESTRA - candidato di centrodestra Enrico Fondi. Un trend confermato poi, più o meno ampiamente, in tutte e 12 le sezioni della città. «Rocca di Papa ha scelto di continuare questo cammino insieme e ha detto inequivocabilmente che non si può tornare al passato», è stato il primo commento del visivamente emozionato sindaco, davanti a una platea accorsa spontaneamente in piazza della Repubblica per festeggiare il grande risultato. Con ben voti, pari al 53,79% delle preferenze, Pasquale Boccia ha travolto la lista del già tre volte sindaco di Rocca di Papa Enrico Fondi, rimasta ferma a voti (27,85%). Il rivale di casa invece, l ex vice-sindaco Maurizio De Santis con la lista Rocca futura, porta a casa un magro 13,22% delle preferenze, per un totale di voti. Ad Alvaro Fondi l amara sconfitta di non esser riuscito ad arrivare tra i banchi del consiglio comunale registrando un marginale 5,14% BOCCIA STAPPA LA BOCCIA Ha vinto col 53,79% delle preferenze. A conti fatti alla lista di Boccia vanno 11 consiglieri, in ordine di preferenza: Roberto Barbante, Silvia Sciamplicotti, Maurizio Querini, Valentina Trinca, Mauro Fei, Roberto Sellati, Luigi Ferazzoli, Simone Pizziconi, Monia Lucatelli, Giorgio Serafini e Luca Santangeli. Per la lista di centrodestra, insieme a Enrico Fondi, passano Mario Gatta, Romei Danilo ed Emanuele Crestini. Maurizio De Santis è l unico invece che siederà in consiglio comunale in rappresentanza di Rocca futura. La città di Rocca di Papa, che per l ultimo anno ha votato a turno unico, ha espresso così la sua volontà attraverso il 72,94% della popolazione votante, un punto percentuale in meno rispetto alle scorse elezioni. Nei prossimi giorni l ardua scelta della composizione della giunta. Michela Emili

9

10

11 ELEZIONI AMMINISTRATIVE Sarà Gabbarini (c.sinistra) a sfidare il sindaco uscente, che rischia perché a decidere saranno gli elettori di c.destra n dal 19 maggio all 1 giugno Genzano: Ercolani costretto al ballottaggio Il 28 e 29 maggio derby all interno del centrosinistra PD SFIDATO DALLE CIVICHE Voti % ENZO ERCOLANI ,72% PD ,02% Voti % FLAVIO GABBARINI ,38% GENZANO ,4% DEMOCRATICA CITTA' FUTURA 978 7,79% SEL 577 4,6% IDV 456 3,63% RIF. COM ,89% COM.. ITALIANI PER GENZANO 437 3,48% Stefano Corradi A Genzano si andrà al ballottaggio. Una sfida tutta interna al centrosinistra, spaccato tra i due candidati a Sindaco che hanno preso più consensi, Enzo Ercolani e Flavio Gabbarini, i cui risultati hanno relegato in terza posizione il candidato di centrodestra Vittorio Barbaliscia. Intorno all'una di lunedì sono arrivati i risultati definitivi, dopo qualche problema in diverse sezioni sul conteggio delle preferenze. Sin dall inizio si era delineato un derby all interno del centrosinistra, con il sindaco uscente che teneva a distanza gli altri due candidati più quotati. Alla fine Ercolani (Pd, Sel, Idv, Noi per Genzano e Lista Infiorata) ha ottenuto 33,7% con 4656 voti, mentre Gabbarini (Città Futura, Genzano Democratica ex Pd, Federazione della Sinistra, Api, Lista per Gabbarini Sindaco) ha ricevuto 4194 voti con una percentuale del 30,3%. Per vincere Ercolani dovrà mettere in campo tutte le sue capacità politiche Vittorio Barbaliscia (Pdl, Lista civica Barbaliscia, Forza del Sud) invece si ferma al 29,6% superando di 98 voti la quota dei voti. Seguono a molta distanza gli altri due candidati outsider: Daniele Viti di Progetto Genzano ha preso 325 voti fermandosi a 2,3% di preferenze, mentre il por- NOI INSIEME 439 3,49% INFIORATA 368 2,93% Totale ,69% VITTORIO ,68% BARBALISCIA UDC ,93% PDL ,12% FORZA 566 4,51% DEL SUD Totale ,57% tavoce del Movimento a 5 stelle, Emanuele Menicocci, ha ottenuto un discreto successo incassando la preferenza di 532 votanti che lo porta al 3,8%. Tra delusione e amarezza per non essere riuscito a passare al secondo turno, Vittorio Barbaliscia ha lasciato il suo quartier generale in lacrime, ma è il candidato che ha ottenuto più preferenze come Sindaco, rispetto alla somma dei voti ottenute dalle liste che lo sostenevano: ben 765 rispetto alle 220 di Gabbarini e alle 179 del Sindaco uscente. Ercolani che ha commentato: «sarebbe stato meglio andare al ballottaggio con Barbaliscia, per dare ai cittadini un panorama politico più delineato, ma io continuo a tirare dritto, sicuro del sostegno dei cittadini di Genzano». Gabbarini invece ha commentato così la notizia del suo approdo al secondo turno: «I cittadini hanno dimostrato la loro grande voglia di cambiamento. Voglio ringraziare tutti perché ci hanno dimostrato una grande fiducia. All'inizio della campagna elettorale noi eravamo visti come la terza forza e nessuno ci vedeva come possibili candidati al ballottaggio. Invece siamo qui ha affermato ancora Gabbarini grazie al nostro impegno, grazie al sostegno dei cittadini, che sempre abbiamo ascoltato per costruire il nostro programma elettorale. Adesso occorre un ultimo sforzo, tra due settimane, per far ripartire questa città che è rimasta ferma per troppo tempo. Per API 388 3,09% Totale ,68% EMANUELE 532 3,85% MENICOCCI MOVIMENTO 466 3,71% 5 STELLE DANIELE 325 2,35% VITI PROGETTO 293 2,33% GENZANO quanto riguarda Ercolani l'unica costatazione che posso fare ha concluso Flavio Gabbarini è che in questi cinque anni ha perso il 40% dei consensi, sintomo che non ha amministrato bene la nostra città». L'ultimo pensiero è per chi è rimasto fuori dal secondo turno: «Adesso c'è bisogno di tutti quelli che hanno a cuore Genzano, che hanno a cuore il vero cambiamento». A contendergli la poltrona di sindaco sarà Roberto Di Felice (3 Polo). Ballottaggio: a chi andranno i voti di Fortini e Frappelli? Ariccia: Cianfanelli non sfonda, tutto rimandato Tutto come da previsioni. I rumors pre-elettorali alla fine sono risultati azzeccati. Emilio Cianfanelli ha la maggioranza relativa, è il più scelto dagli ariccini, ma non supera il 50% dei consensi al 1 turno. L attuale sindaco, supportato da un ampia coalizione di centro-sinistra, ha raggiunto il 43,52%, equivalente a 4949 voti, circa seicento in più del suo principale sfidante, Roberto Di Felice. Il rappresentante delle forze del terzo polo (Udc e Fli) e di alcune liste civiche (Patto per Ariccia, Uniti per Cambiare, Protagonisti del cambiamento), ha totalizzato infatti 4357 (38,31%) preferenze. Molto più staccati gli altri due contendenti: il giovane Pier Luigi Fortini, candidato per il Popolo della Libertà, la Destra, Area Democratica, ha ricevuto 1532 (13,47%) consensi, mentre l ex sindaco Vittorioso Frappelli, a capo della lista civica Insieme per Ariccia, ha superato di poco il 4%, con 534 voti. La battaglia si deciderà dunque al 2 turno dove potrebbero aprirsi scenari estremamente interessanti. Gran parte della campagna elettorale è stata incentrata da parte dell attuale opposizione, su un acceso contrasto nei confronti di Cianfanelli. Difficile dunque pensare un alleanza al ballottaggio fra l esponente Pd e uno fra Fortini e Frappelli. Più probabile una vicinanza, per quanto implicita, fra il consigliere azzurro e il terzo polo. Una parte del Pdl, quella che fa capo all area Imago, ha già scelto nella prima fase Di Felice come suo candidato: possibile che a ruota venga anche il resto del partito di Berlusconi che, Palozzi a parte, non governa molti comuni nella zona. Già con questo apparentamento, al momento non confermato da nessuna delle parti in corsa, il 50% sarebbe già oltrepassato. Cianfanelli dovrebbe tentare di portare alle urne soprattutto chi non ha votato o chi l ha fatto in modo poco convinto. Discorso a parte merita Vittorioso Frappelli. L ex sindaco porta in dote un utilissimo 4,3%, che alla fine della corsa potrebbe risultare utilissimo sia a Cianfanelli che a Di Felice. Frappelli a suo tempo aveva anche invitato gli altri due oppositori a firmare un documento programmatico che prevedesse un accordo anti-cianfanelli a priori. Richiesta caduta nel vuoto; difficile credere a questo punto che si tuffi nelle braccia di Di Felice, politico con il quale ha avuto in passato più di qualche ruggine. Insomma, è praticamente impossibile capire adesso dove andranno a finire i voti di Frappelli, dal quale, non è da escluderlo, ci si può aspettare anche qualche colpo di teatro o di circo! Tra i partiti c è chi sale e chi scende. Molti schieramenti hanno contraddetto le aspettative o le tendenze nazionali, riservando più di qualche sorpresa agli analisti politici. Cominciando dai successi, non si può non notare come l Udc abbia sfiorato il 10% una percentuale molto alta, che è stata fondamentale per il risultato di Di Felice. Molto buona anche l affermazione dei due partiti di sinistra, uniti nella stessa lista: 9,42% per Federazione della Sinistra e Sel. Qualche nuvola invece per quanto riguarda il risultato del PDL che si ferma al 12,76% e dell IDV che rimane molto al di sotto del risultato nazionale, fermandosi al 2,84%. Neanche FLI impressiona particolarmente, con un 2,6%. Non pervenuta la Destra che ottiene lo 0,57%. Il PD, senza lode e senza infamia, raggiunge il 21,46%. Gianni Galleri IL 3 POLO BATTE IL C.DESTRA E SFIDA CIANFANELLI EMILIO CIANFANELLI Voti % ,51% PD ,46% ALLEANZA ,37% PER ARICCIA SIN.ECOL.LIB ,41% RIF.COM-COM.IT IDV 302 2,83% Totale ,09% PIERLUIGI FORTINI ,47% PDL ,76% AREA 76 0,71% DEMOCRATICA LA DESTRA 61 0,57% Totale ,04% ROBERTO DI FELICE Voti % ,31% PATTO SOCIALE ,91% UNITI PER 985 9,24% CAMBIARE UDC 962 9,03% FORZA ARICCIA 403 3,78% FUTURO 277 2,60% E LIBERTA' Totale ,57% VITTORIOSO FRAPPELLI 534 4,69% INSIEME 456 4,28% PER ARICCIA

12 12 VELLETRI n dal 19 maggio all 1 giugno 2011 Un opera controversa da oltre 25 anni e mai realizzata. Oltre agli aspetti ambientali, c è il grosso nodo finanziario Velletri, la strana storia del parcheggiomultipiano Vogliono farlo con il project finance, metodo rischioso per le casse comunali Andrea Palladino Per qualcuno sarà una vera cattedrale nel deserto, un ecomostro. Per i supporter del progetto nel nuovo parcheggio multipiano nella centrale Piazza Donatori di sangue a Velletri, i cinque piani interrati - che la giunta vuole realizzare saranno la vera salvezza per gli automobilisti. Di certo si tratta della principale opera pubblica nella storia recente della città, con un impatto sul centro storico che non può lasciare indifferenti. Un opera che, nel bene o nel male, è destinata a cambiare il volto della città. Vale la pena, dunque, ricostruire la storia del progetto. È un opera che viene da lontano. Era il 1985 quando l area compresa tra il mercato di piazza Metabo e l Ospedale Colombo franò, probabilmente a causa della pessima consistenza del terreno. Nasce allora la prima idea di realizzare un parcheggio multipiano in grado di ospitare le automobili dei residenti e di chi dalla campagna raggiunge il centro cittadino. Poi l idea fu scartata, anche se i giornali dell epoca non raccontano il perché. La passata Giunta Cesaroni nel 2000 decide di recuperare il progetto, inserendolo all interno del piano regolatore Ripescato dalla Giunta Cesaroni nel 2000, è stato approvato da Servadio sul filo di lana, spaccando la maggioranza PIAZZA DONATORI DI SANGUE Qui è previsto il parcheggio per 435 posti su 5 piani interrati (Foto Astrid Lima) e, di conseguenza, nel piano parcheggi. Il problema che nasce immediatamente era come trovare le risorse necessarie per la costruzione del multipiano. Dagli archivi spunta una lettera del marzo del 2007, quando appare per la prima volta uno dei nomi più controversi di questa vicenda. L allora assessore ai lavori pubblici Giancarlo Righini oggi all opposizione chiedeva ai dirigenti di dar seguito alla proposta avanzata dalla Cornacchini srl, nome di una società che farà non poco discutere. In quel dossier veniva poi inserito il famigerato strumento della finanza di progetto ( project financing, su cui Il Caffè da tempo pubblica inchieste), ovvero il complesso meccanismo che ha già inguaiato non pochi Comuni italiani. «È l unica maniera per reperire le risorse necessarie», commentarono all epoca gli amministratori del centrodestra. Durante la gestione commissariale il Comune indice il primo bando di gara, che è servito ad individuare i promotori (ovvero i privati che si propongono per la realizzazione e gestione del parcheggio) e il progetto preliminare. Un solo concorrente si presenta, come spesso avviene per questo genere di opere in project financing: oltre alla Cornacchini che aveva in qualche modo stimolato la Giunta Cesaroni a procedere con l opera, poi si aggiungono le CCC (cooperative di costruzione di area centrosinistra) e la Aj Mobilità, mettendosi insieme in una apposita associazione d imprese. Maggio 2008: la nuova Giunta guidata da Fausto Servadio aggiudica quella gara e, dopo alcune osservazioni, approva il progetto preliminare. Tutto è dunque pronto per la fase finale, la gara pea che dovrà individuare il pool d imprese incaricate della costruzione e della gestione trentennale dei 435 parcheggi. Nei disegni presentati dalle tre società che si avvalgono di due progettisti locali, lo studio Quattrocchi-Simonetti spuntano due torri sopraelevate, con una superfice complessiva di metri quadri. Il problema è che i due edifici chiuderanno per sempre l ultimo scorcio panoramico verso i monti Lepini e verso il Circeo, in una zona che anticamente faceva parte dell immenso parco di Villa Ginnetti. La scelta è giustificata proprio dal ricorso alla finanza di progetto, che prevede la redazione di un piano economico-finanziario il vero cuore della gestione in grado di ripagare il finanziamento fornito dalle banche d affari. Le torri, che avranno una destinazione d uso commerciale e artigianale, sono la parte più ghiotta della torta, la cui vendita servirà a coprire abbondantemente i capitali investiti. In altre parole per i privati, supportati dai capitali finanziari, senza quegli edifici non vale la pena costruire neanche un solo singolo posto auto. L accelerazione arriva con la delibera di Giunta su proposta dell assessore ai lavori pubblici Roberto Leoni del 6 febbraio scorso. Passano pochi giorni e il bando è pubblicato, con scadenza per la fine di maggio. In città si scatena un vero e proprio putiferio politico, che culmina con un consiglio comunale all Ok Corral: la Giunta Servadio riceve la fiducia per un solo voto, quello dello stesso Sindaco. Ma la storia sembra non essere ancora finita. Leoni: «Opera importante» Un No trasversale Roberto Leoni, assessore ai lavori pubblici ed esponente del Pd, è il principale fautore del parcheggio multipiano di piazza Donatori del Sangue. «È un'opera importante, che servirà per liberare dalla macchine il centro storico», ripete in tutte le occasioni. In Consiglio comunale ha difeso con un lungo discorso la sua scelta, sostenendo che in realtà il progetto e la convenzione sono solo delle bozze. Accordi, questi, che solo dopo la gara saranno discussi tra l Amministrazione e le aziende. Ha ricevuto l appoggio del Pd (meno tre consiglieri dissidenti), dei Moderati per Velletri e del consigliere Luigi Crocetta, per un totale di quindici voti. Decisivo è stato il voto del Sindaco Fausto Servadio. ROBERTO LEONI Assessore ai Lavori Pubblici Servirà per liberare dalla macchine il centro storico A guidare il fronte del no al parcheggio multipiano c è in prima fila la rete dei beni comuni Raffaele Marchetti, gruppo di associazioni che include lo storico circolo La Spinosa. Gli ambientalisti hanno sempre sostenuto la necessità di realizzare i parcheggi al di fuori del centro cittadino, per evitare che le strette vie della città storica s intasino ancora di più di veicoli. In Consiglio comunale il fronte del no è stato decisamente trasversale: tre consiglieri dissidenti del Pd (De Santis, Taddei e Bagaglini), il rappresentante della Sinistra Arcobaleno Sergio Andreozzi e l opposizione di centrodestra. Un fronte che ha raggiunto l esatta metà dei voti. CORRADO BISINI Presidente del Circolo "La Spinosa" Partiti ed associazioni mettono da parte le differenze e focalizzano i loro sforzi per fermare l Ecomostro TRUCCHI FINANZIARI Cosa cela il project finance? Il Comune rischia di dover pagare COSÌ SARANNO I 2 EDIFICI COMMERCIALI Sopra i posti auto, sono previsti 2 piani con negozi su metri quadri più controverso del progetto del parcheggio L aspetto multipiano è racchiuso nelle parole finanza di progetto ( project finance ). È uno strumento che dovrebbe permettere la realizzazione di opere pubbliche attraverso finanziamenti bancari, affidati interamente ai privati, erogati per coprire titti i costi di realizzazione. In sostanza le amministrazioni comunali mettono a disposizione l area dove costruire, con relativa concessione edilizia, i privati realizzano l opera con i soldi delle banche, per poi recuperare l investimento con la gestione (la tariffa del parcheggio e la vendita degli spazi commerciali). Sembra semplice, ma in realtà può diventare una trappola mortale. Nel caso del multipiano di Velletri il cuore dell operazione è contenuto in due documenti: la convenzione e un allegato di cui si conosce solo il titolo, Garanzie offerte dalla amministrazione. L articolo 15 della convenzione si occupa delle varianti. Che succede se il costo dovesse aumentare per cause impreviste ed imprevedibili? Si prepara una variante del progetto, che verrà sottoposta al Comune. Chi paga? La risposta la possiamo leggere nell articolo 26: quei costi dovranno essere coperti mediante corrispondente contributo. Cioè dai cittadini. Non solo. Il Comune proprio per far salvo l investimento del privato s impegna a non fare concorrenza al multipiano nel raggio di un chilometro. Secondo alcune stime questa parte della convenzione comporterebbe per l Amministrazione una rinuncia a un introito compreso tra i 6 e i 10 milioni di, nell arco dei 30 anni di concessione. Un vero affare, soprattutto per chi ha dichiarato lo stato di dissesto finanziario. A.P.

13

14 14 GIOCO DʼAZZARDO n dal 19 maggio all 1 giugno 2011 Tra Latina e Roma si gioca una media di al mese a testa. Le due province scalano la classifica nazionale Nel Lazio crescono scommesse e azzardo Oltre 5 miliardi di giocati tra Roma e Latina nel 2010 Maurizio Targa I consumi degli italiani sono praticamente fermi, ma la loro voglia di azzardare gode di ottima salute: gratta e vinci e slot machine insieme a scommesse, lotto e schedine hanno assorbito nel 2010 una quota pari al 7% della spesa complessiva dei cittadini e, se lo scorso anno i consumi totali delle famiglie sono cresciuti del 2,5% rispetto all'anno precedente, il gioco pubblico d'azzardo ha registrato un impennata del 12%: si è passati da 54,4 miliardi a 61,4 investiti (si fa per dire) dagli scommettitori tricolori in giochi e macchinette. Si punta sempre di più, quindi, con una predilezione per i giochi "a bassa soglia" (le slot machine e i gratta e vinci), quelli che garantiscono una maggiore frequenza di piccole vincite, che però non vanno ad alimentare i consumi personali, ma finiscono per essere puntualmente "reinvestite" nella ruota della (s)fortuna. E il Lazio non si tira certo indietro in questa speciale classifica di demerito, se è vero che la provincia di Latina è al sesto posto assoluto in Italia per soldi spesi nel gioco, secondo quanto risulta da una classifica stilata dal quotidiano economico Il Sole 24 Ore e resa pubblica all inizio del mese di maggio, e Roma col suo hinterland seguono alla non lontana diciottesima Ho visto donne andarsene in lacrime perché si erano giocate i soldi della spesa piazza. Nonostante la crisi occupazionale che così drammaticamente preoccupa, il dato allarmante e spesso sottaciuto è che nella provincia pontina si spendano ben pro capite all anno in giochi e lotterie, pari al 5,81% del Pil, cioè la ricchezza prodotta, dell intera provincia latinense, per un totale di Un vero tesoro, persino sottostimato se si pensa che dal calcolo sono escluse le forme online di scommesse, dal poker alle roulette varie, in quanto svolgendosi sul web risultano difficilmente localizzabili le ubicazioni geografiche dello scommettitore. Dopo Latina, nella top ten compaiono Terni, Pescara, Reggio Emilia e Frosinone; non lontana come detto Roma e la sua provincia rintracciabili alla piazza numero 18, con i capitolini che tuttavia si dimostrano meno dilapidatori dei cugini pontini: i romani (compresi Castelli e litorale) spendono pro capite 1.160, destinando al gioco il 3,56% del Pil provinciale. Niente a che vedere con le tombolette familiari, dove se proponi la puntata di un solo già vieni visto con occhi storti un po' da tutti; niente a che spartire neanche con il pokerino tra amici, sin dove la posta in gioco resti aperta a tutte le borse: le cronache sono piene di giocatori compulsivi che cercano di cambiare la propria vita grazie alle mille e una possibilità che vengono offerte nell anno di grazia 2011, come riferisce il gestore di un bar/ricevitoria del capoluogo pontino che preferisce per proprie ragioni restare anonimo. «In tempi di crisi si gioca di più, è conclamato, e Latina è diventata una delle città italiane che dilapida più soldi. Ultimamente si è ancora più tentati ci racconta - dato che ogni settimana nasce un nuovo Gratta e Vinci: l'ultimo della serie è il Maximiliardario, dove un biglietto costa ben 20 e consente vincite sino a 5 milioni di. Ovviamente rarissime». In generale, a farla da padrone sono proprio loro, i Gratta e Vinci di tutti i prezzi, tra cui il Tesoro di Cleopatra, in Alto La Coppa, il Miliardario, Scala Reale e Briscola, a seguire dalle puntate dove sono in palio i vitalizi per 20 anni, ad esempio il Win for Life. «Non solo grattini e schedine, però, perché sono arrivate in tante sale giochi le Videolottery, dove con solo mezzo se ne possono vincere anche e in ogni bar attrezzato si continua a puntare migliaia di sul Superenalotto, specie quando il jackpot raggiunge (molti insinuano ad arte) vette inimmaginabili. Solo il Totocalcio confida l addetto ai lavori - va sempre più giù. Ormai non ci gioca più nessuno». Il volume di affari è in crescita anche nelle sale delle scommesse sportive. «Nei punti Snai o similari le entrate crescono continuamente continua il nostro interlocutore -, e giocano tutti: ragazzi di 20 anni e anziani sino ad 80 e oltre. Italiani doc, ma anche tanti stranieri, in primis cinesi e nigeriani. E molte donne. Ne ho viste uscire in lacrime perché si erano giocate i soldi della spesa». Cresce l ipocrisia: da una parte si invita alla responsabilità e prudenza, ma poi si stimola la gente a giocare sempre di più Sempre più giocatori compulsivi e lo Stato biscazziere ci sguazza Attendere soccorso dal gioco non è una novità, ma di questi tempi sta assumendo sempre più caratteristiche di regola, se si dà retta ai numeri forniti dall Istituto di Fisiologia Clinica del Cnr di Pisa. Secondo i ricercatori gli italiani che corrono il rischio di diventare giocatori patologici sono tre milioni. Dall immaginario dei pacchi televisivi al miraggio di un jackpot online il passo è breve, e la cultura di fondo la stessa. I dati messi a disposizione ci aiutano a rappresentare un quadro di desolazione (o eccitazione, a seconda dei punti di vista): il numero dei nostri connazionali che si lasciano tentare dal gioco cresce infatti a ritmi sostenuti, e con esso il mercato dei giochi, con l irruzione del demone del gioco online (neppure la Gran Bretagna, dalle grandi tradizioni nel settore, ha sdoganato così ampiamente e senza limiti i giochi in rete). Il mercato italiano delle scommesse via web è diventato ricchissimo, passando dall inezia di circa fatturati nel 2007 ai 60 miliardi del 2010, con previsione di crescita a ben 80 miliardi alla fine del Tanto che secondo Mediobanca il gioco d azzardo (ovviamente il gioco d azzardo legale, quindi autorizzato dallo Stato italiano) è la terza industria del Paese dopo Eni e Fiat. Per aiutare il settore ed evidentemente incentivarlo, i Monopoli di Stato hanno progressivamente abbassato il prelievo fiscale fino al 3 per cento sugli skill games, ovvero i giochi su internet come il poker. Euro giocati nel Lazio Provincia giocati a testa totali giocati Latina (6)* Frosinone (10) Roma (18) Rieti (76) Viterbo (81) * Tra parentesi la posizione nella classifica nazionale Fonte Il Sole 24 Ore su dati Mef, AAMS e Agicos

15

16 16 LE AZIENDE INFORMANO n dal 19 maggio all 1 giugno 2011 Al di là dei gusti, ci sono alcuni requisiti che migliorano notevolmente il valore estetico e la vivibilità di una abitazione Quando una casa può dirsi bella davvero? Sta sorgendo ad Aprilia un nuovo elegante quartiere con molto verde e appartamenti di grande qualità In casa si vive una parte troppo importante della propria vita per non pretendere, nel momento dell'acquisto, tutta una serie di requisiti che ne incrementano il valore e la 'vivibilità'. Perché una casa deve essere sì bella, ma anche 'intelligente'. Il Complesso Residenziale Trentastelle offre, ad un prezzo conveniente, questa serie di caratteristiche che qualificano un appartamento, aumentandone non solo la bellezza, ma anche il valore d'uso. LUMINOSITÀ Ogni appartamento ha un grande finestrone nel soggiorno che dà su un grande terrazzo e permette di vivere in una casa piena di luce, in palazzine sufficientemente distanziate da lasciare sempre anche ottime vedute. GRANDE TERRAZZO Il terrazzo è grande, coperto e abbastanza riparato ai lati così da poterlo vivere quasi tutto l'anno come fosse una stanza in più della casa e in cui è possibile pranzare comodamente in almeno otto persone. Inoltre, è dotato di vani chiusi che fungono da ripostiglio e, lungo tutto il suo sviluppo, è corredato da fioriere dotate di impianto di irrigazione. FINITURE DI QUALITÀ Le vasche idromassaggio sono Jacuzzi, le caldaie sono Vaillant, i condizionatori Daikin, i pavimenti Impronta Ceramiche, i parquet Corà, i sanitari Hatria, le rubinetterie Mamoli, le finestre in douglas massello sono Fratoni Serramenti, le porte interne Cormo, i portoncini blindati Dierre. Una casa deve essere sì bella, ma anche intelligente ELEGANTE QUARTIERE Un quartiere nuovo con molto verde, parcheggi, belle palazzine, servizi a portata di mano: supermercato, scuole, parco pubblico, chiesa, stadio, fermata autobus, stazione ferroviaria, impianti sportivi e confinante con una magnifica area di centinaia di ettari di vera campagna. IN UNA CITTÀ CON TUTTI I SERVIZI APPARTAMENTO MEDIO Aprilia è la quarta città del Lazio per dimensioni, non troppo grande né troppo piccola, perché offre tutti i servizi caratteristici di un capoluogo di provincia. Il mare ed i Castelli Romani distano 15 km ed il centro di Roma è raggiungibile in 30 minuti con un comodo servizio ferroviario. Il Complesso Residenziale Trentastelle è realizzato all interno della città e risponde per caratteristiche costruttive e rifiniture alle esigenze di chi cerca una splendida sistemazione ad un prezzo conveniente. ALTRE CARATTERISTICHE Facciata in cortina di prima qualità per evitare costose manutenzioni, doppio isolamento termico e acustico, doppi ascensori, spazi comuni attrezzati e zone verdi comuni recintate e controllate dal servizio di portineria. ATTICO Contatti Per ulteriori informazioni oppure TEL APPARTAMENTO GRANDE APPARTAMENTO PICCOLO

17 n dal 19 maggio all 1 giugno REFERENDUM Il 12 e 13 giugno si vota sulla privatizzazione dei servizi idrici e sull energia atomica. A meno che non cada il Governo Acqua e nucleare, i referendum ci saranno Perché tanta omertà e disinformazione? Comunque è in atto una grossa mobilitazione Francesco Buda Non ne parlano quasi più: i Tg ormai tra una prova costume e varia umanità, sono presi da altro. La carta stampata pare aver dimenticato la catastrofe atomica di Fukushima, ancora in pieno corso, e i disastri sui nostri acquedotti in mano a multinazionali capaci solo di spremere quattrini agli utenti senza risolvere i problemi e migliorare i servizi come promettono da anni.basti pensare alle acque all'arsenico ancora in molti Comuni dopo 10 anni da quando è scattato l'obbligo di eliminarlo dalle reti. Ora si aggiunge la contaminazione politico-disinformativa: si vuol far credere che i referendum del 12 e 13 giugno non si terranno più. Falso. A meno che non giochino il tutto per tutto facendo cadere il Governo (vedi riquadro in alto a destra). Di fatto, mentre andiamo in stampa, la realtà è questa: siamo chiamati a decidere in prima persona sull'acqua, sul bidone nucleare e sul legittimo impedimento. Nel dettaglio, è bene ricordare la sostanza dei 4 quesiti referendari. 2 SCHEDE SULL ACQUA Due schede ci chiamano a decidere se cedere definitivamente il controllo sulle acque a pochi mercanti svincola- Crisi di Governo Così possono sabotare i referendum La casta ansima, inseguita dalle lobby che vogliono a tutti i costi accaparrarsi gli acquedotti privatizzati, gestire affari e poteri immensi coi reattori nucleari e la possibilità di sottrarsi ai processi. Per far saltare i referendum del 12 e 13 giugno, potrebbero far cadere il Governo. In tal caso automaticamente vanno sciolte le camere, costringendo il Paese a votare per il rinnovo del Parlamento. Questo trucchetto farebbe slittare i referendum al Infatti la legge prevede che, se si vota per Camera e Senato, nello stesso an- ti dal controllo pubblico e se continuare a garantirgli un guadagno automatico del 7% di quanto investono, anche se la loro gestione è pessima. UNA SCHEDA SUL NUCLEARE Una scheda per scegliere se farci rifilare altri reattori nucleari. Se vincono i Sì, si abroga la legge che ha imposto nuovamente questa forma di energia agli italiani, che da quasi 25 anni ininterrottamente bocciano l'energia atomica, attraverso referendum e molti sondaggi. L'ultima batosta per il bidone nucleare e i gruppi di potere politico-affaristici che vogliono reintrodurlo, arriva ora dal re- ferendum consultivo del 15 maggio in Sardegna, dove il 97% dei votanti si è espresso contro l'installazione di centrali nucleari e depositi di rifiuti radioattivi sull'isola. LEGITTIMO IMPEDIMENTO : IL GOVERNO E I PROCESSI Una scheda per dire se ci sta bene che il Presidente del Consiglio dei Ministri e i Ministri possano evitare di andare davanti ai giudici giustificando le assenze in nome dei propri impegni istituzionali. Di fronte alla casta c'è un popolo migliore della casta, gente che può davvero celebrare il 150 dell'unità d'italia in modo sano, democratico ed utile ai propri figli. Fondamentale è Vescovi, fedeli, sacerdoti, associazioni uniti per la tutela dell acqua di tutti La Chiesa: Sì al referendum referendum del 12 e 13 giugno stanno mobilitando le forze migliori del Paese, in un moto di solidarietà tra persone, associazioni, comitati, realtà di tutti i colori. Compresa la Chiesa cattolica, con moltissimi fedeli, laici, suore, sacerdoti a tutti i livelli. «L'acqua, per la sua stessa natura, non può essere trattata come una mera merce tra le altre e il suo uso deve essere razionale e solidale», dice il Compendio della Dottrina Sociale della Chiesa, n Una trentina di Diocesi e vari Uffici diocesani hanno aderito alla campagna Acqua dono di Dio e be- I ne comune : chiedono che le reti idriche italiane restino agli italiani e non finiscano privatizzate una volta per tutte. Per questo, in tutta Italia stanno invitando le persone ad andare a votare al referendum. Lo stesso Papa Benedetto XVI afferma nell'enciclica Caritas in Veritate n. 27 che l'acqua è un diritto universale di tutti gli esseri umani. Monsignor Mariano Crociata, segretario della Conferenza Episcopale Italiana, spiega che «in questo scenario, conservano tutto il loro peso i processi di privatizzazione, che vedono poche multinazionali trasformare l'acqua in affare, a detrimento no non si può votare per i referendum. E le date per votare devono per legge cadere nel periodo tra il 15 aprile e il 15 giugno. Dunque si arriverebbe alla primavera del Nel frattempo, completerebbero la spartizione delle reti idriche italiane, ci rifilerebbero progetti atomici fasulli e costosissimi e si aggiusterebbero le regole dei processi. Sul nucleare, poi, appare molto improbabile che sortisca effetti l'emendamento furbetto con cui il 20 aprile al Senato hanno tentato di sabotare il referendum sull'energia atomica. non rinunciare a questo appuntamento che chiama ad informarsi e quindi esprimersi su questioni così importanti. È necessario partecipare a questi referendum, innanzitutto per non lasciare in mano a pochi burattinai decisioni così strategiche per il Paese e per i bambini anche di domani. Parliamo della risorsa essenziale alla Vita e di centrali che producono scorie radioattive eterne, grossi debiti difficlmente calcolabili, danni imprevedibili e irreversibili. dell'accesso alle fonti e quindi dell'approvvigionamento, con conseguente perdita di autonomia da parte degli enti governativi». Parola di Mons. Mariano Crociata, segretario della Conferenza Episcopale Italiana, che ricorda anche l'appuntamento dei referendum del 12 e 13 giugno su questo «bene strategico Libro verità All ombra dell acqua Come si è arrivati a svendere l'acqua italiana a pochi, oscuri mercanti? Perché la vogliono privatizzare a tutti i costi? Chi c'è veramente dietro? Cosa c'entrano i rifiuti? E i partiti? E la finanza creativa? Il libro di Roberto Lessio All'ombra dell'acqua Inchiesta sui predoni dell'ultima merce racconta vicende inedite sconcertanti, nomi, cognomi, indirizzi, meccanismi che hanno portato al disastro delle attuali privatizzazioni idriche in Italia. Info e acquisti: attorno al quale si gioca una delle partite decisive del prossimo futuro». Il 9 giugno sacerdoti, missionari e missionarie si sono dati appuntamento a Roma, in Piazza San Pietro per un digiuno a favore dell'acqua pubblica, bene di tutti. «I processi di privatizzazione vedono poche multinazionali trasformare l'acqua in affare. Attorno a questo bene strategico si gioca una delle partite decisive del prossimo futuro» Mons. Mariano Crociata (Segretario della Conferenza Episcopale Italiana)

18 NOTIZIE DALLA REGIONE n dal 19 maggio all 1 giugno 2011 AGRICOLTURA La Regione vuole aprire una coltivazione di Torymus, l insetto antagonista del Cinipide che attacca i nostri castagni Un insetto difenderà i castagneti del Lazio Il Lazio è al quinto posto in Italia per superficie coltivata a castagno da frutto (5.648 ettari), poco più del 7,44% della superficie nazionale. Le aziende sono La produzione media regionale è di 82,4 mila quintali per un valore medio di 13,5 milioni di. Nella Provincia di Roma sono attive 2102 aziende, il 34% del Lazio. La produzione media annua è di 12 mila Nel Lazio si contano aziende che producono castagne per 82,4 mila quintali Addio al Cinipide con il Torymus La Regione Lazio intende difendere la produzione regionale di castagni dall'attacco del Cinipide, l'insetto di origine cinese che si è diffuso in tutto il territorio regionale colpendo la produzione nei castagneti da frutto e da legno. L'assessore regionale alle Politiche Agricole Angela Birindelli ha annunciato l'apertura del primo centro nel Lazio di moltiplicazione e allevamento del Torymus sinensi a Caprarola, l'insetto antagonista del Cinipide. L'apertura del centro servirà per allevare questo insetto antagonista del Cinipide, da introdurre poi nei castagneti regionali. Nell'azienda sperimentale Arsial di Caprarola sono state impiantate oltre 150 nuove piante di castagno e introdotte 110 coppie di Torymus, ed è stato allestito un laboratorio di moltiplicazione che dovrebbe dare vita a oltre mille coppie di Torymus in circa due anni. quintali per un valore medio della produzione di 2 milioni di. Nella Provincia di Latina ci sono 385 aziende, il 6% del Lazio; produzione media annua di 2,7 mila quintali per un valore medio corrispondente di 360 mila. Il Lazio esporta poco più di 8mila quintali di castagne per un valore di circa 2,2 milioni di. I punti di forza del settore sono la qualità e la tipicità del prodotto e l avanzamento tecnologico nella produzione. CARCERI Continua il sovraffollamento nelle celle reclusi in più nelle carceri laziali Continuano ad aumentare i detenuti nelle carceri del Lazio. Nelle 14 carceri del Lazio sono i detenuti, in più rispetto ai posti realmente disponibili. Nonostante la Legge svuota-carceri che avrebbe dovuto sgravare gli istituti di tutta Italia di oltre reclusi, i detenuti continuano a crescere in maniera impressionante. Solo ad aprile nella Regione Lazio è stata sfondata quota presenze e, ad oggi, i detenuti sono aumentati ancora di più, di 173 unità. Una situazione sempre più insostenibile, che mette in difficoltà i dipendenti delle carceri e gli stessi detenuti. TRUFFE Carrozzieri, avvocati, periti in manette per aver dichiarato il falso Falsi incidenti stradali, 23 arresti sono state arrestate in 23persone tutto il Lazio per aver dichiarato falsi incidenti stradali. Tra questi anche un subagente, carrozzieri, avvocati, medici, periti e liquidatori, mentre 172 persone sono state denunciate in stato di libertà: una truffa alle assicurazioni che vale 6 milioni di. I reati contestati sono associazione per delinquere finalizzata alle truffe in danno delle compagnie di assicurazione, attraverso atti pubblici e certificati falsi, simulazione di incidenti stradali mai avvenuti o alterazione delle reali dinamiche.

19

20 NOTIZIE DALLA REGIONE n dal 19 maggio all 1 giugno 2011 SALUTE La proposta di Federazione della Sinistra accende dissensi. L on. Tarzia dichiara: «Sarebbe una scelta pericolosa» «Cannabis per uso terapeutico». È polemica La cannabis terapeutica potrebbe essere presto legale anche nel Lazio. Questa è la proposta di legge presentata dalla Federazione della Sinistra, che prevede infatti l'agevolazione nell'erogazione dei cannabinoidi per le terapie del dolore e per una serie di patologie gravi, che rispondono agli effetti dei derivati della canapa indiana. Il provvedimento, però, ha acceso non poche polemiche. L'iniziativa del partito trova il sostegno del capogruppo della lista Polverini Mario Brozzi che, da medico, si dice favorevole a ogni farmaco che possa alleviare la sofferenza. Ma c'è chi, come Olimpia Tarzia, si dice contraria a questa ipotesi: «Il sì a quella terapeutica aprirebbe un varco pericoloso alla cannabis». «In realtà la legge italiana - spiegano Ivano Peduzzi e Fabio Nobile, i consiglieri promotori dell iniziativa - consente da anni la prescrizione con ricetta medica dei farmaci derivati dalla cannabis per finalità terapeutiche. Tuttavia l'assenza di protocolli attuativi regionali rendono impossibile per i pazienti accedere a tali farmaci, negando così a molti malati il legittimo diritto alla cura». Il Lazio si è ispirato alla Toscana, dove sono due le proposte di legge sui cannabinoidi, ora in discussione. Già accordato in Puglia e nelle Marche l'uso dei cannabinoidi. Ma la polemica sembra ancora lontana dallo spegnersi. FLORICOLTURA Un modo per valorizzare il settore Il Lazio celebra la produzione di fiori Rilanciare il florovivaismo e l'agricoltura, ampliare l'offerta formativa e creare nuova occupazione, avvicinare i giovani all'attività agricola: sono questi gli obiettivi di Lazio in Fiore, iniziativa voluta dalla Regione e presentata a Viterbo in occasione della manifestazione florovivaistica. Lazio in Fiore nasce per mettere a sistema le attività del settore florovivaistico: coltivazione, commercializzazione e formazione professionale degli operatori, promozione dei territori rurali, turismo enogastronomico, culturale e religioso. Il progetto, che vuole avvicinare anche i giovani all'attività di floricoltura e vivaismo, prevede anche la collaborazione degli studenti degli istituti agrari e delle scuole del Lazio. CULTURA Cartiera Latina nel parco dell Appia Antica Un museo in ricordo delle vittime del terrorismo La Regione Lazio vuole istituire un Museo delle vittime del Terrorismo, proprio per far sì che non vengano mai dimenticate le terribili azioni di un'epoca. La struttura dovrebbe sorgere negli spazi restaurati dell ex Cartiera Latina nell'area del parco dell Appia Antica. Ad annunciarlo è stata la stessa Presidente della Regione Lazio Renata Polverini. Il Museo servirà a diffondere la conoscenza di quel tragico passato che ha caratterizzato parte della storia della nostra Repubblica, soprattutto tra i giovani. SICUREZZA Giroguidando nelle scuole I corsi per l educazione stradale nei licei laziali Partirà un importante progetto educativo rivolto agli studenti delle scuole superiori laziali tra i 14 e i 20 anni, denominato Giroguidando nelle Scuole. GIUSEPPE E. CANGEMI Assessore agli Enti Locali e Sicurezza della Regione Lazio Promosso dall' Osservatorio regionale per la sicurezza e per la legalità da, si tratta di un programma con cui la Regione Lazio vuole puntare ad incrementare la sicurezza nelle strade e a sensibilizzare i giovani per una guida responsabile. A presentare il progetto la Presidente della Regione Lazio Renata Polverini con l'assessore agli Enti Locali e Sicurezza della Regione Lazio, Giuseppe Cangemi. Ecco le sue parole in merito: «Un primo modulo, svoltosi al Foro Italico, si è appena concluso ed ha coinvolto circa 4 mila studenti, ma il progetto proseguirà in diverse scuole delle province della nostra regione sia prima della chiusura delle scuole che a settembre con l'inizio del nuovo anno scolastico. L'obiettivo è quello di arrivare a responsabilizzare quanti più ragazzi possibile. Sono diverse le tematiche affrontate, l'educazione stradale e i principi generali del nuovo codice della strada, gli aspetti giuridicosociali rispetto alle alterazioni degli stati di coscienza nella circolazione stradale causati dall'alcol e dall'assunzione di sostanze stupefacenti. Ma non solo, perché questo progetto non è l'unico che abbiamo messo in campo, è infatti inserito in un programma di azioni che stiamo portando avanti con i giovani e non, per diffondere la cultura della legalità ed accrescere il senso di responsabilità delle persone». Il programma prevede: lezioni su minicar, lo studio del codice della strada e dimostrazioni sull'uso dell'etilometro; educazione stradale, principi generali del codice della strada, gli aspetti sia giuridici sia sociali che scaturiscono dall'uso dell'alcol e delle droghe, ma anche dimostrazioni sull'uso dell'etilometri e indicazioni sulle sanzioni per chi guida in stato di alterazione. «Divertirsi va bene, ma in sicurezza - ha sottolineato Polverini -, perché la vita è la cosa più importante. In queste lezioni vengono insegnate ai ragazzi le norme che devono rispettare, e questo è un messaggio non solo dal punto di vista della prevenzione, ma anche della legalità - ha aggiunto la presidente della Regione Lazio -, perché spesso le stragi del sabato sera sono frutto di un divertimento eccessivo». SERVIZI SOCIALI 127 milioni di per il sociale La Regione Lazio ha in previsione un finanziamento di 127 milioni di in favore dei distretti e dei Comuni riservato ai servizi sociali per il L'assessore regionale alle politiche sociali Aldo Forte ha annunciato che a questi fondi si aggiungono 15 milioni per l'abbattimento delle tariffe degli asili nido. LAVORO Finanziamenti 3 milioni per assumere 448 disabili La Regione Lazio ha firmato delle convenzioni con le amministrazioni cittadine per assumere ed impiegare 448 persone diversamente abili. Le proposte approvate e già sottoscritte sono 21, per un costo totale di 3 milioni di finanziati dalla Regione stessa e grazie ai quali saranno creati 142 nuovi posti di lavoro e qualificate le attività di altri 306 lavoratori disabili. Tra gli interventi finanziati c è l eliminazione di barriere architettoniche, l accompagnamento e la formazione, il trasporto casa-lavoro. Un'iniziativa importante per inserire nel mondo del lavoro anche le categorie più svantaggiate.

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione Nel nostro Paese il gioco ha sempre avuto radici profonde - Caratteristiche degli italiani in genere - Fattori difficilmente riconducibili a valutazioni precise (dal momento che propensione al guadagno

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ...

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ... LA CITTÀ VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE 1. Parole per capire Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: città... città industriale... pianta della città...

Dettagli

Le schede di Sapere anche poco è già cambiare

Le schede di Sapere anche poco è già cambiare Le schede di Sapere anche poco è già cambiare LE LISTE CIVETTA Premessa lo spirito della riforma elettorale del 1993 Con le leggi 276/1993 e 277/1993 si sono modificate in modo significativo le normative

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Dov eri e cosa facevi?

Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Produzione libera 15 marzo 2012 Livello B1 Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Descrivere, attraverso l uso dell imperfetto, azioni passate in corso di svolgimento. Materiale

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

GLI ITALIANI E LO STATO

GLI ITALIANI E LO STATO GLI ITALIANI E LO STATO Rapporto 2014 NOTA INFORMATIVA Il sondaggio è stato condotto da Demetra (sistema CATI) nel periodo 15 19 dicembre 2014. Il campione nazionale intervistato è tratto dall elenco di

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

I Militari possono far politica?

I Militari possono far politica? I Militari possono far politica? Il personale in servizio attivo delle Forze Armate (Esercito, Marina, Aeronautica, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza) può fare politica? Siccome ci sono tanti mestatori,

Dettagli

Una storia vera. 1 Nome fittizio.

Una storia vera. 1 Nome fittizio. Una storia vera Naida 1 era nata nel 2000, un anno importante, porterà fortuna si diceva. Era una ragazzina come tante, allegra, vivace e che odiava andare a scuola. Era nata a Columna Pasco, uno dei tanti

Dettagli

Tesi per il Master Superformatori CNA

Tesi per il Master Superformatori CNA COME DAR VITA E FAR CRESCERE PICCOLE SOCIETA SPORTIVE di GIACOMO LEONETTI Scorrendo il titolo, due sono le parole chiave che saltano agli occhi: dar vita e far crescere. In questo mio intervento, voglio

Dettagli

Il Sindaco presenta la sua Giunta

Il Sindaco presenta la sua Giunta Comunicato stampa Il Sindaco presenta la sua Giunta Il primo cittadino ha svelato i nomi e le deleghe degli assessori che comporranno la Giunta. «Scelte condivise ha commentato Checchi, adottate sulla

Dettagli

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore!

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! oppure La Pubblicità su Google Come funziona? Sergio Minozzi Imprenditore di informatica da più di 20 anni. Per 12 anni ha lavorato

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

La cooperativa Fai compie 30 anni

La cooperativa Fai compie 30 anni Anziani e assistenza La cooperativa Fai compie 30 anni TRENTO Fai, la prima cooperativa sociale che si occupa di assistenza domiciliare in Trentino, si prepara a festeggiare ben 30 anni di attività. Sabato

Dettagli

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può!

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! Pag. 1/3 Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! (Articolo tratto da ALCER n 153 edizione 2010) Conoscere posti nuovi, nuove culture e relazionarsi con persone di altri paesi, di altre città

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum La prima operazione da fare, una volta ricevuti i moduli per la raccolta, è quella della Vidimazione. La vidimazione. Viene effettuata dal

Dettagli

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO La riorganizzazione dell ospedale dev essere affrontata in Consiglio In Consiglio comunale si parlerà ancora di riorganizzazione ospedaliera.

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

IL LUNEDÌ SCOMPARSO. Dai 5 anni

IL LUNEDÌ SCOMPARSO. Dai 5 anni PIANO DI L ETTURA IL LUNEDÌ SCOMPARSO Silvia Roncaglia Dai 5 anni Illustrazioni di Simone Frasca Serie Arcobaleno n 5 Pagine: 34 (+ 5 di giochi) Codice: 978-88-384-7624-1 Anno di pubblicazione: 2006 L

Dettagli

Opere di urbanizzazione

Opere di urbanizzazione Opere di urbanizzazione di Catia Carosi Con il termine opere di urbanizzazione si indica l insieme delle attrezzature necessarie a rendere una porzione di territorio idonea all uso insediativo previsto

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

OPERAZIONE TAVINA. gli 8 motivi per cui pensiamo sia senza senso CEMENTO E SOLO CEMENTO

OPERAZIONE TAVINA. gli 8 motivi per cui pensiamo sia senza senso CEMENTO E SOLO CEMENTO CEMENTO E SOLO CEMENTO Il futuro di Salò non può essere ancora di mattoni, di seconde case, di case vuote e di case invendute. La volumetria approvata (oltre 250 appartamenti) corrisponde a circa il 10%

Dettagli

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!!

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!! IL TUO CORPO NON E STUPIDO Avrai sicuramente sentito parlare di postura corretta e magari spesso ti sei sentito dire di stare più dritto con la schiena o di non tenere le spalle chiuse. Nonostante se ne

Dettagli

GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE

GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE un indagine demoscopica svolta da Astra Ricerche per Telefono Amico Italia con il contributo di Nokia Qui di seguito vengono presentati i principali risultati

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

conquista il mondo in pochi minuti!

conquista il mondo in pochi minuti! conquista il mondo in pochi minuti! Il gioco di conquista e sviluppo più veloce che c è! Il gioco si spiega in meno di 1 minuto e dura, per le prime partite, non più di quindici minuti. Mai nessuno ha

Dettagli

*è stato invitato a partecipare; da confermare

*è stato invitato a partecipare; da confermare 1 *è stato invitato a partecipare; da confermare 8.30 Registrazione Partecipanti GIOVEDÌ 30 OTTOBRE - Mattina SESSIONE PLENARIA DI APERTURA (9.30-11.00) RILANCIARE IL MERCATO DELLA PA: STRATEGIE ED AZIONI

Dettagli

Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo.

Concorso La Fiorentina che vorrei. Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Mi chiamo Chiara abito a Sesto Fiorentino e per iniziare voglio fare una premessa. Io di calcio ci capisco

Dettagli

VERBALE DELLE OPERAZIONI

VERBALE DELLE OPERAZIONI 1 ELEZIONE DEL PRESIDENTE DELLA PROVINCIA del 12 ottobre 2014 PROVINCIA DI POTENZA VERBALE DELLE OPERAZIONI DELL UFFICIO ELETTORALE 2 VERBALE DELLE OPERAZIONI DELL UFFICIO ELETTORALE 1. INSEDIAMENTO DELL

Dettagli

Garanzia Giovani a un anno dall'avvio: dalle voci dei giovani emergono tante criticità

Garanzia Giovani a un anno dall'avvio: dalle voci dei giovani emergono tante criticità Garanzia Giovani a un anno dall'avvio: dalle voci dei giovani emergono tante criticità Affidati al monitoraggio di ADAPT e Repubblica degli Stagisti ben 3mila racconti: il problema principale sono i lunghi

Dettagli

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Seconda PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI MATEMATICA Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana Edizione giugno 2014 IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 perchè diventare cittadini italiani?

Dettagli

abbonamenti 2015.2016

abbonamenti 2015.2016 abbonamenti 2015.2016 FARE DEL NOSTRO STADIO UNA FORTEZZA Caro Interista, San Siro e piu bello quando ci sei tu, io lo so bene. L ho visto vibrare nelle sue notti piu belle. Ho sentito la spinta, la voglia

Dettagli

Guido Candela, Paolo Figini - Economia del turismo, 2ª edizione

Guido Candela, Paolo Figini - Economia del turismo, 2ª edizione 8.2.4 La gestione finanziaria La gestione finanziaria non dev essere confusa con la contabilità: quest ultima, infatti, ha come contenuto proprio le rilevazioni contabili e il reperimento dei dati finanziari,

Dettagli

TRIBUTO AL GRAN PREMIO PARCO VALENTINO

TRIBUTO AL GRAN PREMIO PARCO VALENTINO TRIBUTO AL Fai sfilare la tua passione tra le strade di Torino. Iscrivi la tua vettura al DOMENICA, 14 GIUGNO 2015 la parata celebrativa delle automobili più importanti di sempre PARCO VALENTINO - SALONE

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco?

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Le elezioni per il prossimo Parlamento europeo sono state fissate per il 22-25 maggio 2014. Fra pochi mesi quindi i popoli europei

Dettagli

Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012

Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012 Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012 Qualche giorno dopo la fine della competizione olimpica di judo è venuto il momento di analizzare quanto successo a Londra. Il mondo del

Dettagli

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT SEGUI LE STORIE DI IGNAZIO E DEL SUO ZAINO MAGICO Ciao mi chiamo Ignazio Marino, faccio il medico e voglio fare il sindaco di Roma.

Dettagli

Frisch. unità 1. 1 Leggi il testo

Frisch. unità 1. 1 Leggi il testo unità 1 1 Leggi il testo Frisch Frisch era un abitudinario, come lo sono del resto quasi tutte le persone della sua età. Ogni mattina nei tre giorni che passava alla villa si alzava puntualmente alle sette

Dettagli

al via 1 Percorsi guidati per le vacanze di matematica e scienze UNITÀ CAMPIONE Edizioni del Quadrifoglio Evelina De Gregori Alessandra Rotondi

al via 1 Percorsi guidati per le vacanze di matematica e scienze UNITÀ CAMPIONE Edizioni del Quadrifoglio Evelina De Gregori Alessandra Rotondi Evelina De Gregori Alessandra Rotondi al via 1 Percorsi guidati per le vacanze di matematica e scienze per la Scuola secondaria di primo grado UNITÀ CAMPIONE Edizioni del Quadrifoglio Test d'ingresso NUMERI

Dettagli

La Sua Salute e il Suo Benessere

La Sua Salute e il Suo Benessere La Sua Salute e il Suo Benessere ISTRUZIONI: Questo questionario intende valutare cosa Lei pensa della Sua salute. Le informazioni raccolte permetteranno di essere sempre aggiornati su come si sente e

Dettagli

Un gioco da brividi per 8 24 giocatori, da 8 anni in su. Contenuto. (Prima della prima partita rimuovete con cura i segnalini dalle fustelle.

Un gioco da brividi per 8 24 giocatori, da 8 anni in su. Contenuto. (Prima della prima partita rimuovete con cura i segnalini dalle fustelle. Un gioco da brividi per 8 24 giocatori, da 8 anni in su Nello sperduto villaggio di Tabula, alcuni abitanti sono affetti da licantropia. Ogni notte diventano lupi mannari e, per placare i loro istinti,

Dettagli

Svolgimento del gioco. Un gioco di Matthias Cramer per 2-5 persone dai 10 anni

Svolgimento del gioco. Un gioco di Matthias Cramer per 2-5 persone dai 10 anni Un gioco di Matthias Cramer per 2-5 persone dai 10 anni Anno 1413 Il nuovo re d'inghilterra, Enrico V di Lancaster persegue gli ambiziosi progetti di unificare l'inghilterra e di conquistare la corona

Dettagli

Ciao!! Un cielo stellato così come lo puoi vedere con i tuoi occhi. Il cielo visto da un potente telescopio molto lontano dalle città

Ciao!! Un cielo stellato così come lo puoi vedere con i tuoi occhi. Il cielo visto da un potente telescopio molto lontano dalle città 1 Ciao!! Quando guardi il cielo ogni volta che si fa buio, se è sereno, vedi tanti piccoli punti luminosi distribuiti nel cielo notturno: le stelle. Oggi si apre l immaginario Osservatorio per guardare...

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U.

REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U. REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U. DISCIPLINA DEI LIMITI E DEI RAPPORTI RELATIVI ALLA FORMAZIONE DI NUOVI STRUMENTI URBANISTICI

Dettagli

Regolamento Nazionale Specialità "POOL 8-15" ( Buche Strette )

Regolamento Nazionale Specialità POOL 8-15 ( Buche Strette ) Regolamento Nazionale Specialità "POOL 8-15" ( Buche Strette ) SCOPO DEL GIOCO : Questa specialità viene giocata con 15 bilie numerate, dalla n 1 alla n 15 e una bilia bianca (battente). Un giocatore dovrà

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

*è stato invitato a partecipare; da confermare

*è stato invitato a partecipare; da confermare 1 8.30 Registrazione Partecipanti GIOVEDÌ 30 OTTOBRE Mattina SESSIONE PLENARIA DI APERTURA (9.30 11.00) RILANCIARE IL MERCATO DELLA PA: STRATEGIE ED AZIONI Il settore della PA è tra le priorità dell agenda

Dettagli

Come si fa un giornale

Come si fa un giornale Come si fa un giornale COME SI FA UN GIORNALE dall idea alla distribuzione Un giornale è una struttura complessa composta da un gruppo di persone che lavorano insieme che chiameremo LA REDAZIONE Al vertice

Dettagli

Sono gocce, ma scavano il marmo

Sono gocce, ma scavano il marmo Sono gocce, ma scavano il marmo di Alberto Spampinato G occiola un liquido lurido e appiccicoso. Cade a gocce. A gocce piccole, a volte a goccioloni. Può cadere una sola goccia in due giorni. Possono caderne

Dettagli

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ====================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO www.lachiesa.it/liturgia ====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

Dettagli

EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 RAPPORTO NAZIONALE

EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 RAPPORTO NAZIONALE Standard Eurobarometer European Commission EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 Standard Eurobarometer 63.4 / Spring 2005 TNS Opinion & Social RAPPORTO NAZIONALE ITALIA

Dettagli

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale.

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione - CNR progetto internazionale "La città dei bambini" Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Non mi mancava la memoria o l intelligenza,

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere!

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Anna La Prova Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Chi sono i bambini Oppositivi e Provocatori? Sono bambini o ragazzi che sfidano l autorità, che sembrano provare piacere nel far

Dettagli

TCS Carta Aziendale: assistenza su misura per la Sua azienda

TCS Carta Aziendale: assistenza su misura per la Sua azienda TCS Carta Aziendale Soccorso stradale e protezione giuridica circolazione per veicoli aziendali TCS Carta Aziendale: assistenza su misura per la Sua azienda Un problema in viaggio? Ci pensa il Suo pattugliatore

Dettagli

III.8.2 Elementi per il bilancio idrico del lago di Bracciano

III.8.2 Elementi per il bilancio idrico del lago di Bracciano III.8.2 Elementi per il bilancio idrico del lago di Bracciano (Fabio Musmeci, Angelo Correnti - ENEA) Il lago di Bracciano è un importante elemento del comprensorio della Tuscia Romana che non può non

Dettagli

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Per la quarta annualità ho ricoperto il ruolo di Responsabile del Piano dell'offerta Formativa e dell Autovalutazione di

Dettagli

TABELLA DEI COMPLEMENTI

TABELLA DEI COMPLEMENTI TABELLA DEI COMPLEMENTI REALIZZATA CON LA COLLABORAZIONE DELLA CLASSE II B DELLA SCUOLA SECONDARIA DALLA CHIESA E RUSSO DI BUSNAGO (MB) A. s. 2011/ 12 COMPLEMENTO DOMANDA A CUI RISPONDE ESEMPIO OGGETTO

Dettagli

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO Il disegno di legge 1212 Disposizioni sulle Città metropolitane, sulle Province, sulle unioni e fusioni di Comuni approvato dal Senato ha

Dettagli

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 Cari catechisti, buonasera! Mi piace che nell Anno della fede ci

Dettagli

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE Volume VIII manuali campi volontariato Il fare e il dire di Legambiente nei campi Dal 1991 ad oggi sono stati oltre 3.000 i campi di volontariato che Legambiente

Dettagli

CONCORSO A PREMI DENOMINATO #MilionidiNomi CL 141/2015

CONCORSO A PREMI DENOMINATO #MilionidiNomi CL 141/2015 CONCORSO A PREMI DENOMINATO #MilionidiNomi CL 141/2015 SOGGETTO PROMOTORE: F.C. Internazionale Milano Spa, Corso Vittorio Emanuele II 9, 20122 Milano P.IVA 04231750151 (di seguito Promotore ). SOGGETTO

Dettagli

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM XXVIII TEMPO ORDINARIO 11 ottobre 2009 VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM Mc 10, 17-30 [In quel tempo], mentre Gesù andava per la strada, un tale gli corse incontro

Dettagli

2013-2018 ROMA CAPITALE

2013-2018 ROMA CAPITALE 2013-2018 ROMA CAPITALE Proposte per il governo della città Sintesi stampa IL VINCOLO DELLE RISORSE ECONOMICO-FINANZIARIE Il debito del Comune di Roma al 31/12/2011 ammonta a 12,1 miliardi di euro; di

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA

SENATO DELLA REPUBBLICA 10^ COMMISSIONE INDUSTRIA SENATO DELLA REPUBBLICA AUDIZIONE MARTEDI 8 MAGGIO 2012 ORE 14,30 I CONTRATTI D AREA ED I PATTI TERRITORIALI UN ESPERIENZA DI VALORE PER LO SVILUPPO DEL TERRITORIO Via degli Uffici

Dettagli

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste.

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste. FIGLI DI DIO Cosa significa essere un figlio di Dio? E importante essere figli di Dio? Se sono figlio di Dio che differenza fa nella mia vita quotidiana? Queste sono questioni importanti ed è fondamentale

Dettagli

L ARTE DI VINCERE AL FANTACALCIO

L ARTE DI VINCERE AL FANTACALCIO Matteo Freddi L ARTE DI VINCERE AL FANTACALCIO Youcanprint Self-Publishing Titolo L arte di vincere al fantacalcio Autore Matteo Freddi Immagine di copertina a cura dell Autore ISBN 978-88-91122-07-0 Tutti

Dettagli

Discorso diretto e indiretto

Discorso diretto e indiretto PERCORSI DIDATTICI di: Mavale Discorso diretto e indiretto scuola: Cremona area tematica: Lingua italiana pensato per: 8-11 anni scheda n : 1 OBIETTIVO DIDATTICO: Saper riconoscere ed usare il discorso

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli

Fin dove andrà il clonaggio?

Fin dove andrà il clonaggio? Fin dove andrà il clonaggio? Mark Post, il padrone della sezione di fisiologia dell Università di Maastricht, nei Paesi Bassi, ha dichiarato durante una conferenza tenuta a Vancouver, in Canada, che aveva

Dettagli

CALENDARIO DELLE OPERAZIONI ELETTORALI

CALENDARIO DELLE OPERAZIONI ELETTORALI PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO PROGETTO PER LO SVILUPPO DELLA RIFORMA ISTITUZIONALE ELEZIONE DEGLI ORGANI DEL COMUN GENERAL DE FASCIA COMUNI DI CAMPITELLO DI FASSA/CIAMPEDEL-CANAZEI/CIANACEI- MAZZIN/MAZIN-MOENA/MOENA-

Dettagli

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 Comitato Italiano per l UNICEF Onlus Direzione Attivita` culturali e Comunicazione Via Palestro, 68-00185 Roma tel. 06478091 - fax 0647809270 scuola@unicef.it pubblicazioni@unicef.it

Dettagli

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA EDUCARE OGGI/9 A CURA DI ANNA TERESA Borrelli PREFAZIONE DI MATTEO Truffelli Amare e far AMARE GESÙ CONTRIBUTI DI: Marco Ghiazza Luca Marcelli Paolo e Rita Seghedoni Marcello Semeraro Lucio Soravito De

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

LISTE REGIONALI LISTE PROVINCIALI

LISTE REGIONALI LISTE PROVINCIALI LISTE REGIONALI SEZ. 1 SEZ. 2 SEZ.3 SEZ.4 SEZ. 5 SEZ. 6 SEZ. 7 SEZ. 8 SEZ. 9 SEZ. 10 SEZ. 11 SEZ. 12 SEZ. 13 TOTALE LISTA N. 1 CANCELLERI Giovanni Carlo 72 103 104 106 70 53 90 91 59 86 77 89 96 1096 LISTA

Dettagli

Meno carte più sicurezza. Procedure semplificate per la prevenzione incendi C O R P O N A Z I O N A L E

Meno carte più sicurezza. Procedure semplificate per la prevenzione incendi C O R P O N A Z I O N A L E FUOCO DEL VIGILI Meno carte più sicurezza Procedure semplificate per la prevenzione incendi C O R P O N A Z I O N A L E Premessa La semplificazione per le procedure di prevenzione incendi entra in vigore

Dettagli

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà.

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà. NATALE SARA Su nel cielo che gran movimento, su tra gli angeli del firmamento: quelli addetti agli effetti speciali si rimboccano tutti le ali. C'è chi pensa ai fiocchetti di neve, chi compone una musica

Dettagli

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO Art. 1 - L, con sede sociale in Villaricca (Napoli), alla

Dettagli

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare 1 Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare.. 1. LA RAPPRESENTAZIONE DEI MEDIA Dal 23 aprile 2010 dai mezzi di comunicazione italiani, tramite: Agenzie stampa;

Dettagli

GIORGIO MOTTOLA Chiedo scusa, io avevo preso il biglietto ad Alta Velocità per il treno delle 14.20. Posso prendere questo?

GIORGIO MOTTOLA Chiedo scusa, io avevo preso il biglietto ad Alta Velocità per il treno delle 14.20. Posso prendere questo? IL BIGLIETTO INFLESSIBILE di Giorgio Mottola CLAUDIA DI PASQUALE Tutto si gioca sull Alta Velocità. Intanto i pendolari si devono arrangiare perché sembra che non interessino a nessuno. Ma i passeggeri

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli