MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO SIAE. Società Italiana Autori ed Editori. (ex Decreto Legislativo n. 231/2001)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO SIAE. Società Italiana Autori ed Editori. (ex Decreto Legislativo n. 231/2001)"

Transcript

1 Mdell di Organizzazine, Gestine e Cntrll Parte Speciale B Reati Infrmatici e Trattament illecit dei dati e delitti in MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO di SIAE Scietà Italiana Autri ed Editri (ex Decret Legislativ n. 231/2001) PARTE SPECIALE B REATI INFORMATICI, TRATTAMENTO ILLECITO DEI DATI E DELITTI IN VIOLAZIONE DEL DIRITTO D AUTORE 1

2 INDICE 1. Le fattispecie dei reati Premessa I reati di cui all'art. 24-bis del Decret Legislativ n.231/ I reati di cui all'art. 25-nvies del Decret Legislativ n.231/ Funzine della Parte Speciale Prcessi Sensibili nell'ambit dei reati infrmatici, trattament illecit dei dati e delitti in materia di Ruli e Respnsabilità Principi generali di cmprtament Principi di riferiment relativi alle prcedure aziendali specifiche I cntrlli dell Organism di Vigilanza

3 1. Le fattispecie dei reati 1.1 Premessa Ai fini di una miglire cmprensine della nrmativa in materia di respnsabilità amministrativa degli enti, di seguit sn descritti, per tratti essenziali, i reati la cui cmmissine da parte dei sggetti ricnducibili alla Scietà può ingenerare respnsabilità della scietà stessa. La presente Parte Speciale B è dedicata alla trattazine delle attività di gestine ed utilizz dei sistemi infrmativi aziendali ptenzialmente a rischi strumentali per la realizzazine dei reati infrmatici e trattament illecit dei dati, csì cme previsti dai reati rilevanti ai sensi dell art. 24-bis del Decret, nnché di delitti in materia di vilazine dei diritt di autre ex art. 25-nvies del Decret. Nei due paragrafi successivi sn illustrate in dettagli le fattispecie di reat cntemplate nei citati articli, cn l indicazine (mediante sttlineatura) la cui cmmissine ptenziale è emersa durante l analisi di SIAE. Per una trattazine cmpleta delle iptesi di reat previste dal D.Lgs. 231/2001, cmprensiva del test e di una casistica sintetica, si veda SIAE MOGC Parte Generale, allegat 1 I reati e gli illeciti amministrativi per i quali trva applicazine il D.Lgs. 231/ I reati di cui all'art. 24-bis del Decret Legislativ n.231/2001 Access abusiv ad un sistema infrmatic telematic (art 615-ter c.p.) Art. 617-quater c.p. Intercettazine, impediment interruzine illecita di cmunicazini infrmatiche telematiche Art. 617-quinquies c.p. Installazine di apparecchiature atte ad intercettare, impedire d interrmpere cmunicazini infrmatiche telematiche Danneggiament di infrmazini, dati e prgrammi infrmatici (art. 635-bis c.p.) Art. 635-ter c.p. Danneggiament di infrmazini, dati e prgrammi infrmatici utilizzati dall Stat da altr ente pubblic cmunque di pubblica utilità Danneggiament di sistemi infrmatici telematici (art. 635-quater c.p.) Art. 635-quinquies c.p. Danneggiament di sistemi infrmatici telematici di pubblica utilità Detenzine e diffusine abusiva di cdici di access a sistemi infrmatici telematici (art. 615-quater c.p.) Art. 615-quinquies c.p. Diffusine di apparecchiature, dispsitivi prgrammi infrmatici diretti a danneggiare interrmpere un sistema infrmatic telematic Falsità in un dcument infrmatic pubblic privat (art. 491-bis c.p.) Frde infrmatica del sggett che presta servizi di certificazine di firma elettrnica (art quinquies c.p.) 3

4 1.3 I reati di cui all'art. 25-nvies del Decret Legislativ n.231/2001 Vilazine del diritt d autre. (art. 171-bis L. 633/41) 4

5 2. Funzine della Parte Speciale Obiettiv della presente Parte Speciale è cnsentire che i cmpnenti degli Organi Sciali, i Dipendenti, i Cnsulenti e Mandatari, cinvlti nei Prcessi Sensibili, mantengan cndtte cnfrmi ai principi di riferiment di seguit enunciati, al fine di prevenire la cmmissine dei reati indicati nel paragraf precedente. Si è già dett nella Parte Generale che il perseguiment delle finalità di prevenzine dei Reati richiede una ricgnizine dei meccanismi di funzinament e di cntrll dell'azienda, nnché la verifica dell'adeguatezza dei criteri di attribuzine delle respnsabilità all'intern della struttura. In tal sens, si sn individuati in generale i presidi principali per l'attuazine delle vigenti previsini nrmative, cstituiti da: a) Mdell di rganizzazine, gestine e cntrll; b) Cdice di Cmprtament; c) sistema sanzinatri; d) sistema di cmunicazine. All stess md, sn stati individuati gli elementi caratteristici di ciascun presidi principale ed in particlare: a) l'istituzine di un Organism di Vigilanza autnm ed indipendente cui è affidat il cmpit di cntrllare il grad di effettività, adeguatezza, manteniment ed aggirnament del Mdell, la predispsizine di meccanismi prcedurali vlti a razinalizzare le fasi di assunzine ed attuazine delle scelte decisinali, in un'ttica di dcumentabilità e verificabilità delle varie fasi del prcess, l'adzine di un sistema chiar di ripart dei cmpiti e delle respnsabilità, l'peratività di un sistema di flussi infrmativi tra le diverse strutture aziendali e dalle stesse all'organism di Vigilanza, l'adzine di un sistema di reprting dell'organism di Vigilanza vers gli Organi Sciali, la predispsizine di validi strumenti di cntrll (a titl esemplificativ, schede infrmative, database dei rischi, criteri di selezine di Dipendenti e dei Mandatari); b) l'adzine di un Cdice di Cmprtament che cstituisce la carta dei valri della scietà, debitamente diffus a tutti i cmpnenti della struttura aziendale, ai Mandatari ed alle cntrparti cntrattuali, cstantemente aggirnat e mnitrat; c) l'adzine di un sistema disciplinare vlt a garantire efficacia ed effettività alle prescrizini interne; d) la predispsizine di un sistema di cmunicazine capillare, efficace, dettagliat, cmplet e cstante, attravers ad esempi manuali perativi, piani di frmazine del persnale, reti intranet, numeri verdi interni. In questa Parte Speciale sn invece individuati i principi specifici relativi ai Prcessi Sensibili, in relazine ai reati di cui al paragraf precedente. Verrann quindi indicati: 5

6 le aree e/ i prcessi aziendali definiti "sensibili" vver a rischi di specific reat; i principi fndamentali di riferiment in attuazine dei quali dvrann essere adttate le prcedure aziendali ai fini della crretta applicazine del Mdell; i principi di riferiment che dvrann presiedere alle attività di cntrll, mnitraggi e verifica dell'organism di Vigilanza e dei respnsabili delle altre strutture aziendali che cn l stess cperan, debitamente reglate in appsite prcedure e/ reglamenti interni da adttare ai fini della crretta applicazine del Mdell. 6

7 3. Prcessi Sensibili nell'ambit dei reati infrmatici, trattament illecit dei dati e delitti in materia di Le fattispecie di reat indicate sub par. 1 si applican, in via ptenziale, a tutte le Divisini / Uffici / Servizi di SIAE (sian essi dipendenti cllabratri) che, nell espletament delle attività di prpria cmpetenza, sian cinvlte a qualsiasi titl nell ambit delle attività di gestine e utilizz dei sistemi infrmativi aziendali al fine di prevenire la cmmissine delle fattispecie di reat realizzabili previste dai spraccitati articli del Decret. I prcessi aziendali di SIAE per i quali emerge un rischi ptenziale di cmmissine di reati in quest ambit sn: Servizi Infrmativi e Sicurezza. Anche se tutti i prcessi e le strutture aziendali sn ptenzialmente cinvlti, data la pervasività nell us dei sistemi infrmatici. In particlare, in tale ambit di respnsabilità della Direzine Sistemi Infrmativi e Svilupp Prcessi, le aree di attività ritenute più specificamente a rischi, quali sn state individuate in sede di identificazine dei Prcessi Sensibili (c.d. as-is analysis, per la quale si veda il cap. 7 della Parte Generale), sn le seguenti: 1. Gestine degli accessi lgici ai dati e ai sistemi; 2. Gestine dei backup; 3. Gestine di sftware, apparecchiature, dispsitivi prgrammi infrmatici (change management); 4. Gestine della sicurezza della rete; 5. Gestine della sicurezza fisica. 7

8 4. Ruli e Respnsabilità I prcessi relativi alle suddette aree di attività fann riferiment alle seguenti unità rganizzative aziendali: Direzine Sistemi Infrmativi e Svilupp Prcessi che detiene la respnsabilità gestinale sul prcess e gestisce gli applicativi ed i sistemi per tutta la scietà. Tutte le Divisini / Uffici / Servizi di SIAE (sian essi dipendenti cllabratri) che, nell espletament delle attività di prpria cmpetenza, sian cinvlte a qualsiasi titl nell ambit delle attività di gestine e utilizz dei sistemi infrmativi aziendali al fine di prevenire la cmmissine delle fattispecie di reat realizzabili previste dai spraccitati articli del Decret. 8

9 5. Principi generali di cmprtament Ai fini della Parte Speciale B, sn stati individuati i Principi di Cmprtament cui il persnale della SIAE (cfr. Cap. 4, Destinatari, Parte Generale), a qualsiasi titl cinvlt nelle attività di gestine e utilizz dei sistemi infrmativi, deve attenersi. Pertant, i destinatari devn: utilizzare le risrse infrmatiche assegnate esclusivamente per l espletament della prpria attività; utilizzare gli strumenti aziendali nel rispett delle prcedure e delle plicies aziendali definite; custdire accuratamente le prprie credenziali d'access ai sistemi infrmativi della SIAE e aggirnare peridicamente le passwrd, evitand che terzi sggetti pssan venirne a cnscenza; utilizzare beni prtetti dalla nrmativa sul diritt d autre nel rispett delle regle ivi previste; limitare la navigazine in internet e l utilizz della psta elettrnica attravers i sistemi infrmativi aziendali alle sle attività lavrative. Ciascun Respnsabile di Divisine / Uffici / Servizi, per la prpria unità di pertinenza, deve gestire l abilitazine degli accessi ai siti di enti pubblici privati che richiedan credenziali di access (user-id, passwrd e/ Smart Card). Il persnale della Direzine Sistemi Infrmativi e Svilupp Prcessi, in base al prpri rul ed alla prpria respnsabilità, deve: verificare la sicurezza della rete e dei sistemi infrmativi aziendali e tutelare la sicurezza dei dati; identificare le ptenziali vulnerabilità nel sistema dei cntrlli infrmatici; valutare la crretta implementazine tecnica del sistema deleghe e pteri aziendale a livell di sistemi infrmativi ed abilitazini utente al fine di rendere pssibile la crretta segregazine dei cmpiti; garantire, sui diversi applicativi aziendali, l applicazine delle regle atte ad assicurare l aggirnament delle passwrd dei singli utenti; installare a tutti gli utenti esclusivamente sftware riginali, debitamente autrizzati e licenziati; mnitrare l infrastruttura tecnlgica al fine di garantirne la manutenzine e la sicurezza fisica; effettuare le attività di backup e prvvedere al crrett manteniment dei file di lg generati dai sistemi; garantire la manutenzine sftware e hardware dei sistemi e un prcess di change management segregat; 9

10 vigilare sulla crretta applicazine di tutti gli accrgimenti ritenuti necessari al fine di frnteggiare, nell specific, i delitti infrmatici e il trattament dei dati suggerend gni più pprtun adeguament. Inltre, le attività svlte da parte di frnitri terzi in materia di: netwrking; gestine applicativi; gestine sistemi hardware. devn rispettare i principi e le regle aziendali, al fine di tutelare la sicurezza dei dati ed il crrett access da parte dei sggetti ai sistemi applicativi ed infrastrutturali. È fatt esplicit diviet di: utilizzare le risrse infrmatiche (es. persnal cmputer fissi prtatili, dispsitivi di memrizzazine prtatile ecc.) assegnate dalla SIAE per finalità diverse da quelle lavrative; prre in essere cndtte, anche cn l ausili di sggetti terzi, miranti all access a sistemi infrmativi altrui cn l biettiv di: acquisire abusivamente infrmazini cntenute nei suddetti sistemi infrmativi; danneggiare, distruggere dati cntenuti nei suddetti sistemi infrmativi; utilizzare abusivamente cdici d access a sistemi infrmatici e telematici nnché prcedere alla diffusine degli stessi; prre in essere cndtte miranti alla distruzine all alterazine dei dcumenti infrmatici aventi finalità prbatria ai sensi del D.Lgs. 231; utilizzare installare prgrammi diversi da quelli autrizzati dalla Direzine Sistemi Infrmativi e Svilupp Prcessi; effettuare dwnlad illegali trasmettere a sggetti terzi cntenuti prtetti dal diritt d autre; utilizzare imprpriamente i sistemi per la prduzine di smart card (Card Management System) per i titlari delle biglietterie; accedere ad aree riservate (quali server rms, lcali tecnici, ecc.) senza idnea autrizzazine, tempranea permanente; aggirare tentare di aggirare i meccanismi di sicurezza aziendali (antivirus, firewall, prxy server, ecc.); lasciare il prpri persnal cmputer altri dispsitivi di memrizzazine prtatile incustditi e senza prtezine; rivelare ad alcun le prprie credenziali di autenticazine (nme utente e passwrd) alla rete aziendale anche ad altri siti/sistemi; 10

11 detenere diffndere abusivamente cdici di access a sistemi infrmatici telematici di terzi di enti pubblici; intercettare, impedire interrmpere illecitamente cmunicazini infrmatiche telematiche; utilizzare in md imprpri gli strumenti di firma digitale assegnati; alterare in qualsiasi md il funzinament di un sistema infrmatic telematic della Pubblica Amministrazine, intervenire senza diritt cn qualsiasi mdalità su dati, infrmazini prgrammi cntenuti in un sistema infrmatic telematic della Pubblica Amministrazine, al fine di prcurare un vantaggi per SIAE; entrare nella rete aziendale e nei prgrammi cn un cdice d identificazine utente divers da quell assegnat. Di seguit sn espsti i principi generali di cntrll, relativi alle prcedure aziendali, vlti alla prevenzine dei reati infrmatici, del trattament illecit dei dati e dei delitti in materia di. 11

12 6. Principi di riferiment relativi alle prcedure aziendali specifiche Al fine di frnire la necessaria infrmativa all OdV circa l aderenza alle nrme di cmprtament sancite dal Mdell e le evidenze di funzinalità dei meccanismi di cntrll svlte, le strutture cinvlte nelle single aree di rischi garantirann la dcumentabilità (cmprvante il rispett della nrmativa e delle regle di cmprtament e di cntrll previste dal Mdell) dei prcessi seguiti, frnend all Organism di Vigilanza la dcumentazine necessaria. Le Unità Organizzative cinvlte nella gestine delle attività ptenzialmente a rischi sn tenute a frnire adeguata cmunicazine all Organism di Vigilanza secnd le mdalità e le tempistiche indicate nel dcument di reglamentazine dei Flussi infrmativi vers l Organism di Vigilanza. In questa sezine si riprtan i principi di cntrll vlti a prevenire i cmprtamenti illeciti previsti dagli artt. 24, 24-bis e 25 nvies del D.Lgs. 231/2001. Le mdalità perative per la gestine delle attività in ggett sn disciplinate anche nei seguenti dcumenti: Dcument Prgrammatic sulla Sicurezza; Cdice di Cmprtament/Cdice Etic; Infrmatin Security Plicy; Specific Security Plicy - Classificazine delle Infrmazini; Specific Security Plicy - Cntrll degli accessi; Specific Security Plicy - Gestine dei supprti rimvibili. I principi di cntrll sn di seguit elencati: svlgiment peridic di attività di valutazine dei rischi nell ambit della gestine dei sistemi infrmativi; l attivazine, la mdifica la cessazine di un prfil utente sn autrizzate da parte del Respnsabile di Divisine/ Uffici / Servizi; verifica peridica, da parte di ciascun Respnsabile di Divisine / Uffici / Servizi, delle credenziali utente al fine di prevenire eventuali errnee abilitazini ai sistemi applicativi; tutti i dati trattati in azienda sn classificati e il lr access è prfilat; la cmunicazine della prima passwrd di access ai sistemi infrmativi avviene in mdalità cnfidenziale ed è cura di gni dipendente la successiva sstituzine, custdia e nn divulgazine; la Scietà ha implementat meccanismi di sicurezza lgica, tra cui a titl esemplificativ e nn esaustiv: utilizz di accunt e passwrd; 12

13 accessi prfilati alle cartelle di rete; le credenziali di autenticazine ai sistemi infrmativi sn gestite cn criteri equipllenti a quant previst dal D.Lgs. 196/2003 e s.m.i. (tra cui la previsine di vincli di sicurezza alfanumerici della passwrd, plitiche di rinnv peridic delle passwrd, ecc.); L access ai sistemi infrmativi avviene tramite autenticazine univca dell utente; Gli indirizzi di psta elettrnica di cui sn dtati i dipendenti sn nminativi e a esclusiv us lavrativ; l access ai sistemi per la prduzine di smart card è cnsentit ad un grupp limitat di dipendenti appartenenti alla Funzine CMS (Card Management System); la prtezine cntr ptenziali attacchi esterni di tutti i server e le wrkstatins della SIAE (pstazini fisse e prtatili) è garantita attravers l utilizz di sftware antivirus (aggirnat in md autmatic,che effettua cntrlli in entrata e in uscita); prtezine cntr ptenziali attacchi esterni attravers l utilizz di firewall, IPS e segregazine delle reti. gli asset IT (desktp, prtatili, ecc.), sn ggett di censiment e sn dtati di un respnsabile di riferiment; la Direzine Sistemi Infrmativi e Svilupp Prcessi effettua tutti gli aggirnamenti dei sistemi perativi e degli applicativi suggeriti dai prduttri al fine di limitare i pssibili rischi legati a vulnerabilità riscntrate negli stessi; la SIAE rilascia certificati elettrnici e di firma digitale aventi validità esclusiva per i sistemi di biglietterie autmatizzate; slamente il persnale della Direzine Sistemi Infrmativi e Svilupp Prcessi è autrizzat ad installare sftware sulle pstazini di lavr dei dipendenti; tutti i prgrammi installati sulle pstazini di lavr sn dtati di licenza; il persnale della Direzine Sistemi Infrmativi e Svilupp Prcessi effettua il cntrll dei sftware installati sulle pstazini di lavr dei dipendenti attravers un sistema di sftware inventry della macchina (LAN Desk); il persnale della Direzine Sistemi Infrmativi e Svilupp Prcessi effettua una verifica annuale dei sftware presenti sulle pstazini dei vari utenti, rimuvend i sftware vietati privi di licenza; sn effettuati cntrlli peridici dei sftware installati sui server; la Direzine Sistemi Infrmativi e Svilupp Prcessi definisce dei piani di backup peridici di dati, file, prgrammi e sistemi perativi, al fine di garantire la salvaguardia del patrimni infrmativ; 13

14 i backup sn pprtunamente cnservati e sn eseguiti i relativi test di restre all scp di verificare l integrità dei dati archiviati; sn predispsti specifici ambienti di svilupp e test fisicamente e/ lgicamente separati dall ambiente di prduzine; slamente le persne autrizzate pssn rilasciare aggirnamenti hardware e sftware in ambiente di prduzine; quand necessari (ad esempi, quand sn richieste mdifiche funzinali) è previst il cinvlgiment dell utente nelle attività di test; sn previste delle regle di gestine e mnitraggi dei lg relativi alla tracciatura degli accessi ai sistemi e alle infrmazini critiche, cn particlare riferiment alle attività degli amministratri di sistema; l access ad internet è reglamentat e risulta essere filtrat da un sistema di web filtering; l access tramite VPN è cnsentit, tramite USB internet key e/ tken, al sl persnale abilitat e pprtunamente identificat; esecuzine di attività di mnitraggi sugli apparati di rete; esecuzine peridica di attività di vulnerability assessment e penetratin test; l access al Data Center è cnsentit tramite badge al sl persnale autrizzat. sn presenti prcedure di abilitazine e disabilitazine dei badge per l access al Data Center; esecuzine di cntrlli peridici del persnale autrizzat ad accedere alle aree tecniche e al Data Center; il server dedicat alla Funzine CMS per i servizi di biglietteria autmatizzata è ubicat in un lcale divers dal Data Center; l access al lcale CMS è cnsentit tramite badge al sl persnale autrizzat; l access alle aree riservate di siti di enti pubblici privati è cnsentit sl a persnale preventivamente autrizzat (tramite nme utente e passwrd, tken di autenticazine e smart card). 14

15 7. I cntrlli dell Organism di Vigilanza Ferm restand il ptere discrezinale dell'organism di Vigilanza di attivarsi cn specifici cntrlli a seguit delle segnalazini ricevute, l'organism di Vigilanza effettua peridicamente cntrlli a campine, diretti a verificare la crretta esplicazine delle attività cnnesse ai Prcessi Sensibili relativi ai reati infrmatici, al trattament illecit dei dati ed ai delitti i materia di, anche in relazine ai principi espressi nel presente dcument (esistenza e adeguatezza della prcura, limiti di spesa, reglare effettuazine del reprting vers gli rgani deputati, ecc.) e, in particlare, alle prcedure interne in essere. A tal fine, si ribadisce che all'organism di Vigilanza deve essere garantit, da parte di tutta la struttura della SIAE, liber access a tutta la dcumentazine aziendale rilevante. Di detti cntrlli l'organism di Vigilanza riferisce al Cnsigli di Gestine ed al Direttre Generale. 15

Aggiornamento remoto della chiave hardware

Aggiornamento remoto della chiave hardware AMV S.r.l. Via San Lrenz, 106 34077 Rnchi dei Leginari (Grizia) Italy Ph. +39 0481.779.903 r.a. Fax +39 0481.777.125 E-mail: inf@amv.it www.amv.it Cap. Sc. 10.920,00 i.v. P.Iva: IT00382470318 C.F. e Iscriz.

Dettagli

Sconti e agevolazioni speciali in CONVENZIONE em.01 14

Sconti e agevolazioni speciali in CONVENZIONE em.01 14 Sigeim Energia srl Ftvltaic Veicli elettrici Batterie slari Scnti e agevlazini speciali in CONVENZIONE em.01 14 Negli ultimi 6 anni la Sigeim Energia si è dedicata alla prgettazine e installazine di impianti

Dettagli

D.P.G.R n in data Eventi eccezionali del/dal..al (gg/mese/anno). MODULO PER PRIVATI

D.P.G.R n in data Eventi eccezionali del/dal..al (gg/mese/anno). MODULO PER PRIVATI Md. 1 - Privati D.P.G.R n in data Eventi eccezinali del/dal..al (gg/mese/ann). MODULO PER PRIVATI Cn il presente mdul pssn essere segnalate anche vci di dann nn ricmprese nella LR 4/97 Da cnsegnare al

Dettagli

Silk Enterprise Content Management Collaboration, content, people, innovation.

Silk Enterprise Content Management Collaboration, content, people, innovation. Cllabratin, cntent, peple, innvatin. The Need fr an Enterprise Cntent Management System In un mercat knwledge riented, estremamente cmpetitiv e dinamic, le Imprese di success sn quelle che gestiscn in

Dettagli

REGOLAMENTO del CONCORSO A PREMI denominato Scopri l'azerbaijan e vinci un biglietto per Expo2015.

REGOLAMENTO del CONCORSO A PREMI denominato Scopri l'azerbaijan e vinci un biglietto per Expo2015. REGOLAMENTO del CONCORSO A PREMI denminat Scpri l'azerbaijan e vinci un bigliett per Exp2015. 1. SOCIETA PROMOTRICE Simmetric SRL Via V. Frcella 13, 20144 Milan P.IVA 05682780969 (di seguit la Prmtrice

Dettagli

Università degli Studi di Messina Anno Accademico 2014/2015. Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali, Ambientali e Metodologie Quantitative

Università degli Studi di Messina Anno Accademico 2014/2015. Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali, Ambientali e Metodologie Quantitative Università degli Studi di Messina Ann Accademic 2014/2015 Dipartiment di Scienze Ecnmiche, Aziendali, Ambientali e Metdlgie Quantitative I MASTER UNIVERSITARIO DI PRIMO LIVELLO IN ECONOMIA BANCARIA E FINANZIARIA

Dettagli

Manuale Amministratore. Edizione Ottobre 2008

Manuale Amministratore. Edizione Ottobre 2008 Manuale Amministratre Edizine Ottbre 2008 Manuale Amministratre PaschiInTesreria - Ottbre 2008 INDICE 1. Intrduzine 3 2. Access Amministratre 4 3. Funzini Amministrative 6 3.1. Gestine Azienda 6 3.2. Gestine

Dettagli

PROPOSTA DI LEGGE N. 4091. D iniziativa dei deputati

PROPOSTA DI LEGGE N. 4091. D iniziativa dei deputati PROPOSTA DI LEGGE N. 4091 D iniziativa dei deputati SANTULLI, ARACU, BIANCHI CLERICI, CARLUCCI, GALVAGNO, GARAGNANI, LICASTRO SCARDINO, ORSINI, PACINI, PALMIERI, RANIERI Statut dei diritti degli insegnanti

Dettagli

LA FATTURAZIONE ELETTRONICA VERSO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

LA FATTURAZIONE ELETTRONICA VERSO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE DATALOG ITALIA SRL LA FATTURAZIONE ELETTRONICA VERSO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE La Finanziaria 2008 ha stabilit che la fatturazine nei cnfrnti delle amministrazini dell stat debba avvenire esclusivamente

Dettagli

MODELLO RI2 DOMANDA DI RILASCIO/RINNOVO AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO IN CORPO IDRICO SUPERFICIALE PER IMPIANTI A SCAMBIO TERMICO

MODELLO RI2 DOMANDA DI RILASCIO/RINNOVO AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO IN CORPO IDRICO SUPERFICIALE PER IMPIANTI A SCAMBIO TERMICO MODELLO RI2 DOMANDA DI RILASCIO/RINNOVO AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO IN CORPO IDRICO SUPERFICIALE PER IMPIANTI A SCAMBIO TERMICO Riepilg dcumentazine 1 2 Istanza di autrizzazine all scaric in crp idric

Dettagli

Curriculum Vitae Europass

Curriculum Vitae Europass Curriculum Vitae Eurpass Infrmazini persnali Cgnme(i/)/Nme(i) Gentili Marc Cittadinanza italiana Sess Occupazine desiderata/settre prfessinale Maschile Espert Senir Esperienza prfessinale Date Lavr psizine

Dettagli

Cos è il Master Essere HR Business Partner?

Cos è il Master Essere HR Business Partner? Cs è il Master Essere HR Business Partner? Un percrs che aiuta i prfessinisti HR ad andare ltre in termini di autrevlezza e fcalizzazine sul cliente e sui risultati. Quali biettivi permette di raggiungere?

Dettagli

Nota tecnica riferita alla nota M.I.U.R. prot. n. 8409 del 30 luglio 2010

Nota tecnica riferita alla nota M.I.U.R. prot. n. 8409 del 30 luglio 2010 Nta tecnica riferita alla nta M.I.U.R. prt. n. 8409 del 30 lugli 2010 Oggett: Istruzini amministrativ-cntabili per le istituzini ggett di dimensinament. Le Istituzini sclastiche, per quant attiene all

Dettagli

Alto Apprendistato 2011-2013

Alto Apprendistato 2011-2013 Alt Apprendistat 2011-2013 Dcente: 2010 - CEFRIEL The present riginal dcument was prduced by CEFRIEL fr the benefit and

Dettagli

Condizioni Generali sito SOSartigiani.it

Condizioni Generali sito SOSartigiani.it Cndizini Generali sit SOSartigiani.it 1. Premesse 1.1 Il presente accrd è stipulat in Italia tra il Dtt. Lrenz Caprini, via Garibaldi 2, Trezzan Rsa 20060 Milan, ideatre di SOSartigiani.it di seguit denminat

Dettagli

Chi è il soggetto che procede ad erogare il servizio di scambio sul posto? Quali sono i vantaggi di aderire al regime di scambio sul posto?

Chi è il soggetto che procede ad erogare il servizio di scambio sul posto? Quali sono i vantaggi di aderire al regime di scambio sul posto? Mdalità di access alla cnvenzine (13) Csa si intende per servizi di scambi sul pst? L scambi sul pst [Deliberazine ARG/elt 74/08, Allegat A Test integrat dell scambi sul pst (TISP)], è un meccanism che

Dettagli

Understanding VMware HA. Le meccaniche di ridondanza dei cluster VMware vsphere (v5.x)

Understanding VMware HA. Le meccaniche di ridondanza dei cluster VMware vsphere (v5.x) Understanding VMware HA Le meccaniche di ridndanza dei cluster VMware vsphere (v5.x) 1 «Chi sn?» Rcc Sicilia, IT Manager e Virtualizatin Architect. Attualmente sn respnsabile del team di Design di un System

Dettagli

MARTINA ZIPOLI. Curriculum Vitae Martina Zipoli INFORMAZIONI PERSONALI. Sesso Femmina Data di nascita 14/12/1986 Nazionalità Italiana

MARTINA ZIPOLI. Curriculum Vitae Martina Zipoli INFORMAZIONI PERSONALI. Sesso Femmina Data di nascita 14/12/1986 Nazionalità Italiana INFORMAZIONI PERSONALI MARTINA ZIPOLI Sess Femmina Data di nascita 14/12/1986 Nazinalità Italiana ESPERIENZA PROFESSIONALE Archelga press cantieri di scav prgrammat ed emergenza, cn ruli di respnsabile

Dettagli

Guida alla Convenzione TELEFONIA MOBILE 5

Guida alla Convenzione TELEFONIA MOBILE 5 TELEFONIA MOBILE 5 Realizzat da azienda cn sistema di gestine per la qualità certificat ISO 9001:2008 Smmari 1. PREMESSA... 4 1.1 CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE SIM IN CONVENZIONE AI DIPENDENTI DELLE AMMINISTRAZIONI...

Dettagli

PREMESSA PREMESSA PREMESSA PRE

PREMESSA PREMESSA PREMESSA PRE PREMESSA PREMESSA I Servizi via internet, cellulare e telefn le permettn di perare in md semplice e dirett cn la Banca, dvunque lei sia, a qualsiasi ra del girn, scegliend di vlta in vlta il canale che

Dettagli

Abstract: una versione sintetica della tua relazione. Il lavoro di ricerca e progettazione svolto prima di cominciare gli esperimenti.

Abstract: una versione sintetica della tua relazione. Il lavoro di ricerca e progettazione svolto prima di cominciare gli esperimenti. COME SCRIVERE LA RELAZIONE DEL PROGETTO La tua relazine finale deve includere le seguenti sezini: Titl Abstract: una versine sintetica della tua relazine. Indice. Dmanda, variabili e iptesi. Il lavr di

Dettagli

Progettare l ambiente di apprendimento. Valorizzare l esperienza e le conoscenze degli alunni

Progettare l ambiente di apprendimento. Valorizzare l esperienza e le conoscenze degli alunni Rendiam prduttive le riunini Per prgettare un mdell di scula: un apprcci culturale e filsfic un elabrazine pedaggica una prgettazine didattica frti cnscenze disciplinari L autnmia è: respnsabilità innvazine

Dettagli

I SERVIZI DI CUI AVETE BISOGNO OVUNQUE VOI SIATE

I SERVIZI DI CUI AVETE BISOGNO OVUNQUE VOI SIATE I SERVIZI DI CUI AVETE BISOGNO OVUNQUE VOI SIATE La direttiva Servizi mira a ffrire ai cnsumatri più scelta, più qualità e un access più facile ai servizi in tutt il territri dell UE PERCHÉ LE NUOVE NORME

Dettagli

Dopo 30 giugno. Totale. TASSA D ISCRIZIONE 30 giugno RICHIESTE E CONDIZIONI DI PRENOTAZIONE SPAZI. DOPO QUANTITÀ 30 GIUGNO x mq

Dopo 30 giugno. Totale. TASSA D ISCRIZIONE 30 giugno RICHIESTE E CONDIZIONI DI PRENOTAZIONE SPAZI. DOPO QUANTITÀ 30 GIUGNO x mq Rma, 29-30-31 ttbre 2003, EUR, Palazz dei Cngressi DOMANDA DI AMMISSIONE A BIBLIOCOM BIBLIOTEXPO 2003 cmpilare in gni sua parte Dati aziendali DATI DELL AZIENDA TITOLARE DELLO STAND DATI PER LA FATTURAZIONE

Dettagli

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI FIRENZE FACOLTA' DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE CORSO DI LAUREA IN. Formatore Multimediale

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI FIRENZE FACOLTA' DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE CORSO DI LAUREA IN. Formatore Multimediale UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI FIRENZE FACOLTA' DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE CORSO DI LAUREA IN Frmatre Multimediale METODOLOGIA METACOGNITIVA DEI SISTEMI INTEGRATI PER LA GESTIONE DELL APPRENDIMENTO E DELLA

Dettagli

MINISTERO DELLA DIFESA UFFICIO CENTRALE DEL BILANCIO E DEGLI AFFARI FINANZIARI

MINISTERO DELLA DIFESA UFFICIO CENTRALE DEL BILANCIO E DEGLI AFFARI FINANZIARI MINISTERO DELLA DIFESA UFFICIO CENTRALE DEL BILANCIO E DEGLI AFFARI FINANZIARI II REPARTO- COOPERAZIONE INTERNAZIONALE 2 Uffici- Trattamenti ecnmici del persnale all'ester All.8 Indirizz Pstale: Via XX

Dettagli

Dati dai questionari. Report preliminare. Maggio 2015

Dati dai questionari. Report preliminare. Maggio 2015 Dati dai questinari Reprt preliminare Maggi 2015 Dati Scule Regine Abruzz 3,9% 16 Basilicata 0,5% 2 Calabria 2,4% 10 Campania 3,9% 16 Emilia Rmagna 4,6% 19 Friuli Venezia Giulia 3,4% 14 Lazi 4,1% 17 Liguria

Dettagli

VERBALE DELLA COMMISSIONE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA E DISINFEZIONE DEI LOCALI CAMERALI CIG N. 1310739808

VERBALE DELLA COMMISSIONE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA E DISINFEZIONE DEI LOCALI CAMERALI CIG N. 1310739808 VERBALE DELLA COMMISSIONE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA E DISINFEZIONE DEI LOCALI CAMERALI CIG N. 1310739808 L ann duemilaundici il girn 11 del mese di Aprile alle re 10:00, press la sede della

Dettagli

A chi si rivolge: a coloro che già svolgono o svolgeranno mansioni di amministratore di sistemi o ingegnere di sistemi in strutture medio-grandi

A chi si rivolge: a coloro che già svolgono o svolgeranno mansioni di amministratore di sistemi o ingegnere di sistemi in strutture medio-grandi Via Renat Cesarini, 58/60 00144 Rma Via Scrate 26-20128 - Milan P. IVA: 01508940663 CCIAA: 11380/00/AQ Cisc, Juniper and Micrsft authrized Trainers Esame 70 291: (Btcamp Crs MS-2276 e crs MS-2277 ) Crs

Dettagli

referente e-mail PEC referente identificatore titolo descrizione

referente e-mail PEC referente identificatore titolo descrizione referente e-mail PEC referente identificatre titl descrizi Avv. Pal Brgia - resp. cmu.mnterdibisacciacb@legalmail.it Settre Affari Gerali Avv. Pal Brgia - resp. cmu.mnterdibisacciacb@legalmail.it Settre

Dettagli

Manuale d uso. Manuale d uso EPIC 10 codice articolo 5400321-03 Rev. H

Manuale d uso. Manuale d uso EPIC 10 codice articolo 5400321-03 Rev. H Manuale d us Manuale d us EPIC 10 cdice articl 5400321-03 Rev. H INDICE Indice... 1 Intrduzine... 4 1. Cnfezine... 5 1.1 Elenc dei cmpnenti del sistema... 5 1.2 Dati Tecnici... 5 2. Descrizine dell apparecchiatura...

Dettagli

RELAZIONE PROGETTO Breve descrizione del problema trattato

RELAZIONE PROGETTO Breve descrizione del problema trattato RELAZIONE PROGETTO Irene Maria Girnacci Fndamenti di prgrammazine I ann laurea triennale Breve descrizine del prblema trattat Il prblema assegnat cnsiste nell svilupp di una agenda elettrnica, cmpsta da

Dettagli

GLI AMMORTIZZATORI SOCIALI

GLI AMMORTIZZATORI SOCIALI GLI AMMORTIZZATORI SOCIALI Ringraziamenti Diverse persne hann cntribuit a quest lavr. Tra queste ringrazi l Avv. Rsari Salnia, che nel nstr ambiente, è cnsiderat il miglir giuslavrista di Rma ed il su

Dettagli

SOAP qwerty Manuale Utente. Ver.1.0.20101105. Contenuti

SOAP qwerty Manuale Utente. Ver.1.0.20101105. Contenuti Ver.1.0.20101105 Cntenuti SOAP QWERTY 1. Per la Vstra Sicurezza... 4 2. Prfil del telefn... 7 3. Prim utilizz... 9 Installare la SIM Card... 9 Installare la Memry card... 11 Installare la Batteria... 12

Dettagli

Allegato all'articolo Taglialeggi

Allegato all'articolo Taglialeggi Allegat all'articl Taglialeggi Tip att Titl dispsizi ni da abrgare 1 R.D. 773 18/06/1931 Apprvazine del test unic delle leggi di Le persne che hann l'bblig di prvvedere all'istruzine art. 12, elementare

Dettagli

1. Microsoft Power Point: costruire una presentazione

1. Microsoft Power Point: costruire una presentazione Dtt. Pal Mnella Labratri di Infrmatica Specialistica per Lettere Mderne 2 semestre, A.A. 2009-2010 Dispensa n. 3: Presentazini Indice Dispensa n. 3: Presentazini...1 1. Micrsft Pwer Pint: cstruire una

Dettagli

Carta dei Servizi CARTA DEI SERVIZI

Carta dei Servizi CARTA DEI SERVIZI CARTA DEI SERVIZI SERVIZIO RELATIVA AL TRASPORTO PUBBLICO LOCALE INDICE 1. Elenc mduli richiamati... 4 2. Riferimenti... 4 3. Scp e generalità... 5 4. Camp di applicazine... 5 5. Standard specifici...

Dettagli

CONTENUTO INTRODUZIONE. Descrizione della piattaforma Servizio di ricezione di dati Servizio di trading Materiale di supporto.

CONTENUTO INTRODUZIONE. Descrizione della piattaforma Servizio di ricezione di dati Servizio di trading Materiale di supporto. CONTENUTO INTRODUZIONE Descrizine della piattafrma Servizi di ricezine di dati Servizi di trading Materiale di supprt INIZIARE A LAVORARE CON VISUAL CHART V Requisiti del sistema Cme ttenere i dati di

Dettagli

(Fonte: Vademecum Nextville 2013, Efficienza energetica, gli incentivi per il risparmio energetico, le rinnovabili termiche e la cogenerazione )

(Fonte: Vademecum Nextville 2013, Efficienza energetica, gli incentivi per il risparmio energetico, le rinnovabili termiche e la cogenerazione ) CERTIFICATI BIANCHI (TITOLI DI EFFICIENZA ENERGETICA TEE) (Fnte: Vademecum Nextville 2013, Efficienza energetica, gli incentivi per il risparmi energetic, le rinnvabili termiche e la cgenerazine ) 1) MECCANISMO

Dettagli

Becomingossola.com. Politica della riservatezza

Becomingossola.com. Politica della riservatezza Becmingssla.cm Plitica della riservatezza Infrmativa per prentazini Aurive scietà cperatva sciale, sede legale Crs Cavallt 26/B Nvara, P.IVA 02101050033 Numer REA: NO 215498, e-mail inf@becmingssla.cm,

Dettagli

Ingegneria, Qualità e Servizi Engineering Process Owner

Ingegneria, Qualità e Servizi Engineering Process Owner Engineering Prcess Owner ING. FABIO GIANOLA Dati Anagrafici Nat a Milan il 25/11/1968. Nazinalità: Italiana Residenza: Milan Prfessine: Da Nvembre 2013 Amministratre Unic di I.Q.S. Ingegneria Qualità e

Dettagli

PARTE SPECIALE 3 Altri reati

PARTE SPECIALE 3 Altri reati MODELLO ORGANIZZATIVO ai sensi del D.Lgs. 231/2001 PAGINA 1 DI 13 - SOMMARIO 1. TIPOLOGIA DI REATI... 3 1.1 DELITTI CONTRO LA PERSONALITA INDIVIDUALE... 3 1.2 SICUREZZA SUL LAVORO... 3 1.3 RICETTAZIONE,

Dettagli

Deliberazion G.C. n. 14 dai 23 de jené 2014 Tachèda fora te l albo de Comun ai 31 de jené 2014

Deliberazion G.C. n. 14 dai 23 de jené 2014 Tachèda fora te l albo de Comun ai 31 de jené 2014 Deliberazine G.C. nr. 14 dd. 23.01.2014 Pubblicata all'alb cmunale il 31.01.2014 OGGETTO: Adzine pian triennale di prevenzine della crruzine (p.t.p.c.) ai sensi della legge n. 190 del 06.11.2012. Deliberazin

Dettagli

Scheda di sintesi Armenia

Scheda di sintesi Armenia VI. Prgramma prmzinale 2006: ARMENIA SCHEDA DI SINTESI ATTIVITA ne altri 1. EVENTI DI PROMOZIONE TURISTICA 1.1 Manifestazini fieristiche diffusine di ntizie tramite e-mail e Sit Internet dell Ambasciata

Dettagli

Annual General Meeting AGM 3-6 Aprile 2014

Annual General Meeting AGM 3-6 Aprile 2014 Annual General Meeting AGM 36 Aprile 2014 Erasmus Student Netwrk Annual General Meeting 2014 Milan Italia COS'E' ESN? Erasmus Student Netwrk (ESN) è una delle più grandi assciazini studentesche in Eurpa.

Dettagli

anno scolastico/school YEAR 2015/2016

anno scolastico/school YEAR 2015/2016 MODULO D ISCRIZIONESERVIZIO TRASPORTO ALUNNI PER LE FAMIGLIE DELLA CANADIAN SCHOOL OF MILAN SCHOOL BUS APPLICATION FORM FOR THE STUDENTS OF CANADIAN SCHOOL OF MILAN ann sclastic/school YEAR 2015/2016 SCRIVERE

Dettagli

Università degli Studi di Lecce Facoltà di Ingegneria Informatica N.O. A.A. 2003/2004. Tesina Esame di Elettronica Analogica II

Università degli Studi di Lecce Facoltà di Ingegneria Informatica N.O. A.A. 2003/2004. Tesina Esame di Elettronica Analogica II Università degli Studi di Lecce Facltà di Ingegneria Infrmatica N.O. A.A. /4 esina Esame di Elettrnica Analgica II Studentessa: Laura Crchia Dcente: Dtt. Marc Panare INDICE Presentazine del prgett del

Dettagli

PREVENZIONE DEL TROMBOEMBOLISMO VENOSO NEL PAZIENTE NEUROLOGICO ALLETTATO

PREVENZIONE DEL TROMBOEMBOLISMO VENOSO NEL PAZIENTE NEUROLOGICO ALLETTATO PREVENZIONE EL TROMBOEMBOLISMO VENOSO NEL PAZIENTE NEUROLOGIO ALLETTATO 1. Intrduzine ed biettivi 3 2 Sinssi delle raccmandazini 4 3. Ictus cerebri ischemic acut 10 3.1 Prfilassi meccanica 10 3.2 Prfilassi

Dettagli

SPINE PER GLI IMPIANTI ELETTRICI

SPINE PER GLI IMPIANTI ELETTRICI SPINE PER GLI IMPIANTI ELETTRICI Una spina elettrica è un cnnettre elettric che può essere inserit in una presa di crrente cmplementare. Per mtivi di sicurezza, il lat cstantemente stt tensine è sempre

Dettagli

1. Lessicologia vs terminologia... 4 2. Lessico comune e lessico specialistico... 4 3. I linguaggi speciali... 6 4. Cenni storici... 6 5.

1. Lessicologia vs terminologia... 4 2. Lessico comune e lessico specialistico... 4 3. I linguaggi speciali... 6 4. Cenni storici... 6 5. 1. Lessiclgia vs terminlgia... 4 2. Lessic cmune e lessic specialistic... 4 3. I linguaggi speciali... 6 4. Cenni strici... 6 5. La nrmazine terminlgica... 7 6. Dalla lessicgrafia alla termingrafia, dai

Dettagli

MINIGUIDA SULLA CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI ORDINARIA NELL'INDUSTRIA (ESCLUSO SETTORE EDILE)

MINIGUIDA SULLA CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI ORDINARIA NELL'INDUSTRIA (ESCLUSO SETTORE EDILE) MINIGUIDA SULLA CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI ORDINARIA NELL'INDUSTRIA (ESCLUSO SETTORE EDILE) "per la nzine di "industria" ai fini del trattament di cig ccrre fare riferiment alla legge 9 marz 1989 n. 88

Dettagli

TURISMO MARITTIMO E COSTIERO SOSTENIBILE,

TURISMO MARITTIMO E COSTIERO SOSTENIBILE, TURISMO MARITTIMO E COSTIERO SOSTENIBILE, CHIAVE PER LA CRESCITA BLU COM & CAP MARINA-MED #5 SEMINARIO DI CAPITALIZZAZIONE 12 &13 Maggi, 2015 Firenze (Regines Tscana- Italia) Luca Girdan Hall, Palazz Medici

Dettagli

Non vuoi disegnare a mano libera? Preferisci usare il computer? Nessun problema! Puoi...

Non vuoi disegnare a mano libera? Preferisci usare il computer? Nessun problema! Puoi... Idee per nn far fatica Nn vui disegnare a man libera? Preferisci usare il cmputer? Nessun prblema! Pui... Utilizzare gli emticn In quest blg ci sn numersi emticn a tua dispsizine. Clicca semplicemente

Dettagli

Soci. Posteggio barche/canoa. Categoria Socio Tassa base Uso barche Uso natante Uso tutto. Socio attivo 150 350 550 800

Soci. Posteggio barche/canoa. Categoria Socio Tassa base Uso barche Uso natante Uso tutto. Socio attivo 150 350 550 800 TARIFFARIO 2015 Valid dal 01.02.2015 Sci Categria Sci Tassa base Us barche Us natante Us tutt Psteggi barche/cana Sci attiv 150 350 550 800 Sci attiv famiglia 160 400 600 800 Sci attiv Junir 50 *1) 100

Dettagli

Approcci quantitativi per l Energy Trading & Risk Management: Gestione rischio asset rinnovabili

Approcci quantitativi per l Energy Trading & Risk Management: Gestione rischio asset rinnovabili Mercati energetici e metdi quantitativi: un pnte tra Università e Aziende 22-23 Maggi, Padva Apprcci quantitativi per l Energy Trading & Risk Management: Gestine rischi asset rinnvabili Manuele Mnti, Ph.D.

Dettagli

Quadri fissi con interruttore automatico tipo NXPLUS C fino a 24 kv, isolati in gas

Quadri fissi con interruttore automatico tipo NXPLUS C fino a 24 kv, isolati in gas www.siemens.cm/medium-vltage-switchgear Quadri fissi cn interruttre autmatic tip NXPLUS C fin a kv, islati in gas Quadri di media tensine Catalg HA 5. 0 Answers fr infrastructure and cities. R-HA5-6.tif

Dettagli

Programma di Compliance Antitrust. Allegato B al Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo ex D. LGS. 231/2001

Programma di Compliance Antitrust. Allegato B al Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo ex D. LGS. 231/2001 Programma di Compliance Antitrust Allegato B al Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo ex D. LGS. 231/2001 Approvato dal Consiglio di Amministrazione in data 19 febbraio 2015 Rev 0 del 19 febbraio

Dettagli

rigenerazione urbana volti a promuovere la riqualificazione Pulsano, viale dei Micenei n.70. PREMESSA

rigenerazione urbana volti a promuovere la riqualificazione Pulsano, viale dei Micenei n.70. PREMESSA RELAZIONE TECNICA OGGETTO: Prgett di un intervent sit in Pulsan, lc. La Fntana, viale dei Micenei n.70 inserit nei prgrammi integrati di rigenerazine urbana vlti a prmuvere la riqualificazine di città

Dettagli

EMERGENZA MEDITERRANEO E MIGRAZIONI: COME PUÒ RISPONDERE L EUROPA?

EMERGENZA MEDITERRANEO E MIGRAZIONI: COME PUÒ RISPONDERE L EUROPA? Analysis N. 284, Aprile 2015 EMERGENZA MEDITERRANEO E MIGRAZIONI: COME PUÒ RISPONDERE L EUROPA? Stefan M. Trelli La tragedia avvenuta nel Canale di Sicilia, cn circa 700 persne che si teme abbian pers

Dettagli

IL TESTO ARGOMENTATIVO

IL TESTO ARGOMENTATIVO IL TESTO ARGOMENTATIVO 1. LA STRUTTURA DI UN TESTO ARGOMENTATIVO La struttura base del test argmentativ può essere csì schematizzata: PROBLEMA TEMATICA CONFUTAZIONE DELLE SIN CONCLUSIONE Questa struttura,

Dettagli

Modello di organizzazione, gestione e controllo ex d.lgs. 231/01 PARTE SPECIALE- REATI SOCIETARI. Art. 25 Duodecies Impiego di cittadini di paesi

Modello di organizzazione, gestione e controllo ex d.lgs. 231/01 PARTE SPECIALE- REATI SOCIETARI. Art. 25 Duodecies Impiego di cittadini di paesi Modello di organizzazione, gestione e controllo ex d.lgs. 231/01 PARTE SPECIALE- REATI SOCIETARI. Art. 25 Duodecies Impiego di cittadini di paesi terzi il cui soggiorno è irregolare Adozione con delibera

Dettagli

3) MECCANISMI DI RILASSAMENTO

3) MECCANISMI DI RILASSAMENTO 3) MECCANSM D RLASSAMENTO nuclei eccitati tendn a cedere l'energia acquisita ed a ritrnare nella "psizine" di equilibri. meccanismi del rilassament sn mlt cmplessi (sprattutt nei slidi) e pssn essere classificati

Dettagli

1. CORRENTE CONTINUA

1. CORRENTE CONTINUA . ONT ONTNUA.. arica elettrica e crrente elettrica e e e e P N NP e e arica elementare carica dell elettrne,6 0-9 Massa dell elettrne m 9, 0 - Kg L atm è neutr. Le cariche che pssn essere spstate nei slidi

Dettagli

La retta è il luogo geometrico dei punti che soddisfano la seguente relazione

La retta è il luogo geometrico dei punti che soddisfano la seguente relazione RETTE Definizine intuitiva La retta linea retta è un dei tre enti gemetrici fndamentali della gemetria euclidea. Viene definita da Euclide nei sui Elementi cme un cncett primitiv. Un fil di ctne di spag

Dettagli

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

10. Risorse umane coinvolte nella prima fase del progetto Ceis comunità.

10. Risorse umane coinvolte nella prima fase del progetto Ceis comunità. 0. Risrs uman cinvl nlla prima fas dl prg Cis cmunià. funzini n. n. r Oprari di Prg Prgazin, pianificazin dl prg O p r a ri d l p r g prari di bas prari cnici cn qualifica prfssinal prari spcializzai Op.

Dettagli

Per risolvere le equazioni alle differenze si può utilizzare il metodo della Z-trasformata.

Per risolvere le equazioni alle differenze si può utilizzare il metodo della Z-trasformata. 8.. STRUMENTI MATEMATICI 8. Equazini alle differenze. Sn legami statici che legan i valri attuali (all istante k) e passati (negli istanti k, k, ecc.) dell ingress e k e dell uscita u k : u k = f(e 0,

Dettagli

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA D.LGS 231/01 DI GALA S.P.A. DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE 2013 INDICE ARTICOLO 1 SCOPO E AMBITO DI APPLICAZIONE..3

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE

Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE SOMMARIO 1 POLITICHE DELLA SICUREZZA INFORMATICA...3 2 ORGANIZZAZIONE PER LA SICUREZZA...3 3 SICUREZZA DEL PERSONALE...3 4 SICUREZZA MATERIALE E AMBIENTALE...4 5 GESTIONE

Dettagli

PER IMPIEGHI SPECIALI FINO A 1000 VOLT PROGRAMMA. T Giraviti VDE. T Assortimenti VDE. T Pinze VDE. T Cricchetti VDE

PER IMPIEGHI SPECIALI FINO A 1000 VOLT PROGRAMMA. T Giraviti VDE. T Assortimenti VDE. T Pinze VDE. T Cricchetti VDE ER IMIEGHI SECIALI FINO A 1000 VOL ROGRAMMA Giraviti VDE inze VDE Cricchetti VDE Assrtimenti VDE 1 2 UENSILI GEDORE VDE utti gli utensili i sicurezza GEDORE mlgati VDE in plastica mrbia sn tati i islament

Dettagli

Requisiti per la firma di un'iniziativa dei cittadini europei

Requisiti per la firma di un'iniziativa dei cittadini europei Requisiti per la firma di un'iniziativa dei cittadini eurpei REQUISITI GENERALI Per pter sstenere un'iniziativa dei cittadini eurpei ccrre essere cittadini dell'ue (cittadini di un Stat membr) e aver raggiunt

Dettagli

Approvato in sede di Consiglio di Amministrazione del 26 settembre 2013

Approvato in sede di Consiglio di Amministrazione del 26 settembre 2013 MAGNETI MARELLI S.P.A. MODELLO DI ORGANIZZAZIONE GESTIONE E CONTROLLO EX D.LGS. 231/2001 INDICE DEFINIZIONI... 5 SEZIONE I... 7 INTRODUZIONE... 7 1. Il decreto legislativo n. 231/01 e la normativa rilevante...

Dettagli

Servizi di consulenza e soluzioni ICT

Servizi di consulenza e soluzioni ICT Servizi di consulenza e soluzioni ICT Juniortek S.r.l. Fondata nell'anno 2004, Juniortek offre consulenza e servizi nell ambito dell informatica ad imprese e professionisti. L'organizzazione dell'azienda

Dettagli

GENERAL MOTORS ITALIA S.R.L.

GENERAL MOTORS ITALIA S.R.L. GENERAL MOTORS ITALIA S.R.L. Modello di Organizzazione Gestione e Controllo ex art. 6, 3 comma, Decreto legislativo 8 giugno 2001, n. 231, Disciplina della responsabilità amministrativa delle persone giuridiche,

Dettagli

Strategia Energetica Nazionale: per un energia più competitiva e sostenibile

Strategia Energetica Nazionale: per un energia più competitiva e sostenibile Strategia Energetica Nazinale: per un energia più cmpetitiva e sstenibile Marz 2013 Premessa Il cntest nazinale e internazinale di questi anni è difficile ed incert. La crisi ecnmica ha investit tutte

Dettagli

DISCIPLINARE PER L UTILIZZO DEGLI STRUMENTI E SERVIZI INFORMATICI PER GLI ENTI IN GESTIONE ASSOCIATA DEL NUOVO CIRCONDARIO IMOLESE

DISCIPLINARE PER L UTILIZZO DEGLI STRUMENTI E SERVIZI INFORMATICI PER GLI ENTI IN GESTIONE ASSOCIATA DEL NUOVO CIRCONDARIO IMOLESE SIA Sistemi Informativi Associati DISCIPLINARE PER L UTILIZZO DEGLI STRUMENTI E SERVIZI INFORMATICI PER GLI ENTI IN GESTIONE ASSOCIATA DEL NUOVO CIRCONDARIO IMOLESE (approvato con delibera di Giunta n.

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI DIRITTI IN INTERNET

DICHIARAZIONE DEI DIRITTI IN INTERNET DICHIARAZIONE DEI DIRITTI IN INTERNET Testo elaborato dalla Commissione per i diritti e i doveri in Internet costituita presso la Camera dei deputati (Bozza) PREAMBOLO Internet ha contribuito in maniera

Dettagli

REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi

REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi GIUNTA REGIONALE Atto del Dirigente: DETERMINAZIONE n 597 del 23/01/2012 Proposta: DPG/2012/462 del 13/01/2012 Struttura proponente: Oggetto: Autorità emanante:

Dettagli

Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo

Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo Approvazione del CDA del 06/08/2014 Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo (ai sensi del D.Lgs. 231/2001) Indice PARTE GENERALE... 3 1 INTRODUZIONE... 4 1.1 DEFINIZIONI... 4 1.2 IL DECRETO LEGISLATIVO

Dettagli

DDL 1345-S in materia di delitti ambientali. (Approvazione in Senato 4 marzo 2015)

DDL 1345-S in materia di delitti ambientali. (Approvazione in Senato 4 marzo 2015) DDL 1345-S in materia di delitti ambientali. (Approvazione in Senato 4 marzo 2015) Il testo inserisce nel codice penale un nuovo titolo, dedicato ai delitti contro l'ambiente, all'interno del quale vengono

Dettagli

Il Modello 231 e l integrazione con gli altri sistemi di gestione aziendali

Il Modello 231 e l integrazione con gli altri sistemi di gestione aziendali RESPONSABILITA D IMPRESA D.lgs. 231/01 L EVOLUZIONE DEI MODELLI ORGANIZZATIVI E DI GESTIONE 27 maggio 2014 ore 14.00 Il Modello 231 e l integrazione con gli altri sistemi di gestione aziendali Ing. Gennaro

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI

DOCUMENTO DI SINTESI DOCUMENTO DI SINTESI relativo al MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO DI WYETH LEDERLE S.r.l. aggiornato il 1 Dicembre 2014 INDICE PARTE GENERALE 1. IL QUADRO NORMATIVO DI RIFERIMENTO: IL DECRETO

Dettagli

REGISTRO DELLE PERSONE CHE HANNO ACCESSO A INFORMAZIONI PRIVILEGIATE

REGISTRO DELLE PERSONE CHE HANNO ACCESSO A INFORMAZIONI PRIVILEGIATE REGISTRO DELLE PERSONE CHE HANNO ACCESSO A INFORMAZIONI PRIVILEGIATE OVS S.P.A. Approvato dal Consiglio di Amministrazione di OVS S.p.A. in data 23 luglio 2014, in vigore dal 2 marzo 2015 1 1. PREMESSA

Dettagli

LA CORRUZIONE TRA PRIVATI:

LA CORRUZIONE TRA PRIVATI: LA CORRUZIONE TRA PRIVATI: APPROFONDIMENTI In data 18 ottobre 2012, dopo un lungo iter parlamentare, il Senato ha approvato il maxi-emendamento al Disegno di Legge recante Disposizioni per la prevenzione

Dettagli

Norme di riferimento del modello generale di organizzazione, gestione e controllo ai sensi del d.lgs. 231/01

Norme di riferimento del modello generale di organizzazione, gestione e controllo ai sensi del d.lgs. 231/01 ISTITUTO POLIGRAFICO E ZECCA DELLO STATO Norme di riferimento del modello generale di organizzazione, gestione e controllo ai sensi del d.lgs. 231/01 Sintesi Approvato dal Consiglio di Amministrazione

Dettagli

La nuova Strategia Energetica Nazionale per un energia più competitiva e sostenibile DOCUMENTO PER CONSULTAZIONE PUBBLICA

La nuova Strategia Energetica Nazionale per un energia più competitiva e sostenibile DOCUMENTO PER CONSULTAZIONE PUBBLICA La nuva Strategia Energetica Nazinale per un energia più cmpetitiva e sstenibile DOCUMENTO PER CONSULTAZIONE PUBBLICA Settembre 2012 La Nuva Strategia Energetica Nazinale Premessa Il cntest nazinale e

Dettagli

CERVED RATING AGENCY. Politica in materia di conflitti di interesse

CERVED RATING AGENCY. Politica in materia di conflitti di interesse CERVED RATING AGENCY Politica in materia di conflitti di interesse maggio 2014 1 Cerved Rating Agency S.p.A. è specializzata nella valutazione del merito creditizio di imprese non finanziarie di grandi,

Dettagli

MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO

MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO Società Italiana Dragaggi S.p.A. MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO Ex DECRETO LEGISLATIVO 8 giugno 2001 n. 231 e successive integrazioni e modificazioni INDICE PARTE GENERALE 1. IL DECRETO

Dettagli

REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI

REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Allegato A alla delibera n. 129/15/CONS REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Articolo 1 Definizioni 1. Ai fini del presente

Dettagli

Procedura per l uso dell informatica aziendale

Procedura per l uso dell informatica aziendale Marsh S.p.A. - Marsh Risk Consulting Services S.r.l. Procedura per l uso dell informatica aziendale (Personal computer e altri dispositivi elettronici aziendali, internet e posta elettronica) Doc. Id.:

Dettagli

6. Registri delle persone che hanno accesso a informazioni privilegiate

6. Registri delle persone che hanno accesso a informazioni privilegiate Direttiva livello 1 Direttiva livello 2 (2004/72/CE) TUF Regolamento Proposto Articolo 6, paragrafo 3, comma 3, Articolo 115-bis (Registri delle persone che hanno accesso a informazioni privilegiate) Gli

Dettagli

Payment Card Industry (PCI) Data Security Standard

Payment Card Industry (PCI) Data Security Standard Payment Card Industry (PCI) Data Security Standard Procedure per la scansione di sicurezza Versione 1.1 Release: settembre 2006 Indice generale Finalità... 1 Introduzione... 1 Ambito di applicazione dei

Dettagli

1. Premessa. Il contesto generale.

1. Premessa. Il contesto generale. Linee di indirizzo del Comitato interministeriale (d.p.c.m. 16 gennaio 2013) per la predisposizione, da parte del Dipartimento della funzione pubblica, del PIANO NAZIONALE ANTICORRUZIONE di cui alla legge

Dettagli

Art.1 (Oggetto) Art.2 (Definizioni)

Art.1 (Oggetto) Art.2 (Definizioni) REGOLAMENTO SULLA TUTELA DELLE PERSONE E DI ALTRI SOGGETTI RISPETTO AL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI emanato con decreto direttoriale n.220 dell'8 giugno 2000 pubblicato all'albo Ufficiale della Scuola

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA di CONDUCENTE Cognome Nome 1 a EMISSIONE RINNOVO Per scadenza

Dettagli

Tale comma 6-bis dell art. 92 del codice è stato abrogato in sede di conversione (cfr. infra). www.linobellagamba.it

Tale comma 6-bis dell art. 92 del codice è stato abrogato in sede di conversione (cfr. infra). www.linobellagamba.it Il nuovo incentivo per la progettazione Aggiornamento e tavolo aperto di discussione Lino BELLAGAMBA Prima stesura 4 ottobre 2014 Cfr. D.L. 24 giugno 2014, n. 90, art. 13, comma 1, nella formulazione anteriore

Dettagli

Codice di Comportamento Genesi Uno. Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza

Codice di Comportamento Genesi Uno. Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza Codice di Comportamento Genesi Uno Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza Caro Collaboratore, vorrei sollecitare la tua attenzione sulle linee guida ed i valori di integrità e trasparenza che

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Villanova d Asti (AT) Scuola dell Infanzia, Primaria, Secondaria di 1

Istituto Comprensivo Statale Villanova d Asti (AT) Scuola dell Infanzia, Primaria, Secondaria di 1 Pagina 1 di 8 REGOLAMENTO SULL USO DI INTERNET E DELLA POSTA ELETTRONICA MESSO A DISPOSIZONE DEI DIPENDENTI PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI D UFFICIO () Approvato con deliberazione del Consiglio di Istituto

Dettagli

AREA INNOVAZIONE E TERRITORIO SETTORE ASSETTO TERRITORIALE, PARCHI E VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE

AREA INNOVAZIONE E TERRITORIO SETTORE ASSETTO TERRITORIALE, PARCHI E VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE AREA INNOVAZIONE E TERRITORIO SETTORE ASSETTO TERRITORIALE, PARCHI E VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA PER ATTIVITA

Dettagli