Giornata della Sicurezza nei cantieri V Edizione. CREMONA, 28 Novembre 2014 Sala Maffei - Camera di Commercio

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Giornata della Sicurezza nei cantieri V Edizione. CREMONA, 28 Novembre 2014 Sala Maffei - Camera di Commercio"

Transcript

1 Giornata della Sicurezza nei cantieri V Edizione CREMONA, 28 Novembre 2014 Sala Maffei - Camera di Commercio

2 AMIANTO: RISCHIO ANTICO, PROBLEMATICA ANCORA ATTUALE. L ATTIVITA DELL ASL DI CREMONA PER LA PREVENZIONE E PER LA TUTELA DEGLI AMBIENTI DI VITA E DI LAVORO Dr.ssa Anna Marinella Firmi e Dr.ssa Daniela Dolara Serv. Prev. Sicurezza Ambienti di Lavoro (SPSAL) Dipartimento di Prevenzione Medica - ASL Cremona -

3 AMIANTO : CARATTERISTICHE ED USI L amianto è un minerale naturale a struttura fibrosa, che è stato diffusamente utilizzato per la versatilità: è resistente al calore, al fuoco, agli agenti chimici, allo stiramento ed all attrito, è molto flessibile, filabile ed è dotato di proprietà fonoassorbenti e termoisolanti.

4 AMIANTO : CARATTERISTICHE ED USI Tali caratteristiche, insieme al basso costo di lavorazione, ne hanno favorito l impiego in : Edilizia( pannelli, tettoie e pavimenti); produzione di tessuti, nastri, trecce, corde, funi; in sostituzione di carta o cartone in lastre, tubi o manufatti in genere.

5 AMIANTO : EFFETTI PATOGENI I materiali contenenti amianto,se degradati, possono rilasciare fibre che, se inalate, provocano gravi patologie, per lo più dell apparato respiratorio. Tutte le lavorazioni, quindi, che ne hanno previsto l uso possono essere considerate a rischio. A differenza delle fibre vetrose, l amianto persiste nei tessuti per decenni. Il periodo di latenza tra esposizione e manifestazioni cliniche è molto lungo, con una media di circa 30 anni.

6 AMIANTO ED INCIDENZA 2015 l anno con il picco dei malati secondo le stime e le previsioni!!!

7 INQUADRAMENTO GENERALE Legge 27 marzo 1992 n. 257 Norme relative alla cessazione dell impiego dell amianto Art. 12 comma 5 i proprietari degli immobili devono comunicare alle Unità sanitarie locali i dati relativi alla presenza di amianto floccato o in matrice friabile (presente in intonaci, controssoffitti, guarnizioni, isolamenti termici di tubazioni, caldaie, ecc.)

8 INQUADRAMENTO GENERALE Legge 27 marzo 1992 n. 257 Norme relative alla cessazione dell impiego dell amianto Ha attribuito alle Regioni compiti di pianificazione e di controllo delle attività di protezione dell ambiente, di decontaminazione, di smaltimento e di bonifica ai fini della tutela della popolazione e del territorio.

9 INQUADRAMENTO GENERALE Legge Regionale 29 Settembre 2003 n.17 Norme per il risanamento dell ambiente, bonifica e smaltimento dell amianto L obbligo di comunicazione previsto per Legge 27 marzo 1992 n. 257 viene esteso all amianto compatto (coperture, tubature, canne fumarie in fibrocemento) Tale Legge disciplina anche l adozione e l articolazione del Piano Regionale Amianto

10 INQUADRAMENTO GENERALE Deliberazione Giunta Regionale del 22 Dicembre 2005 n. VIII/ 1526 Approvazione del Piano Regionale Amianto Lombardia (PRAL) di cui alla Legge Regionale n.17 Azioni, strumenti e risorse per realizzare la salvaguardia della popolazione dall esposizione a fibre di amianto www. sanita.regione.lombardia.it

11 PIANO REGIONALE AMIANTO LOMBARDIA (PRAL) Si prefigge come obiettivo l eliminazione dal territorio regionale dell amianto entro il gennaio 2016 e prevede un insieme di azioni: 1. Censimento / mappatura della presenza di amianto sul territorio 2. Regolazione di bonifica e smaltimento 3. Tutela della salute 4. Informazione e coinvolgimento della popolazione

12 PRAL : DATI IN PILLOLE Al 28 febbraio 2013, in Regione Lombardia, risultano: Siti censiti: n Strutt. Pubbliche con presenza di amianto: (18%) Strutt. Private con presenza di amianto: (82%) Volume di amianto censito: oltre 1.9 milioni di metri cubi Siti bonificati o in fase di bonifica (confinamento/sovra copertura/incapsulamento/rimozione) : 46%

13 PRAL: L ATTIVITA DELL ASL DI CREMONA 1. Il Censimento, è stato attivato dall ASL, a partire da Giugno 2006: I soggetti Pubblici e Privati proprietari hanno l obbligo di comunicare all ASL la presenza di amianto negli edifici, nelle strutture, negli impianti e nei mezzi di trasporto. I dati raccolti ( Mod. NA1 di cui all ALL. 4 del PRAL) vengono inseriti in registri informatici istituiti presso l ASL. I dati vengono, poi, elaborati a livello regionale con produzione di report periodici.

14 PRAL:L ATTIVITA DELL ASL DI CREMONA 2. La mappatura ed il monitoraggio ambientale delle attività di bonifica sono stati affidati all ARPA. La predisposizione e la disponibilità delle discariche per lo smaltimento sono state demandate alle PROVINCE. 3. La tutela della salute, che prevede la sorveglianza sanitaria dei lavoratori esposti ed ex esposti all amianto e il Registro dei Mesoteliomi, è affidata all ASL.

15 TUTELA DELLA SALUTE Presso il Servizio PSAL dell ASL di Cremona è stato istituito il Registro dei Lavoratori esposti ed ex esposti all amianto. Si tratta di un iniziativa con finalità epidemiologica e prevenzionale volta a supportare chi, nel corso della vita, è venuto a contatto direttamente o indirettamente con l amianto.

16 TUTELA DELLA SALUTE I lavoratori che si iscrivono ottengono un profilo personale di quale sia stato il loro rischio espositivo, tramite colloquio mirato. Gli iscritti interessati vengono inviati all Unità Operativa Ospedaliera di Medicina del Lavoro (UOOML) dell Ospedale di Cremona, per la sorveglianza sanitaria. Ad oggi più di 200 Lavoratori risultano inseriti nel Registro e sottoposti a sorveglianza sanitaria.

17 SEGNALAZIONI MAL PROF IPOACUSIA NEOPLASIE 73 ALLERGIA 40 PATOLOGIE DEGENERATIVE DEL RACHIDE E AA INF. 60 ASBESTOSI E PLACCHE 25 SILICOSI : 3 PATOLOGIE AA. SUP. 97 DISTURBI ADATTAMENTO 6 ALTRE 27

18 MAL PROF : RIPARTIZIONE PERCENTUALE PATOLOGIE AA. SUP. 20% DISTURBI DELL'ADATTAMENTO 1% ALTRE 5% NEOPLASIE 15% SILICOSI 1% ASBESTOSI E PLACCHE 5% IPOACUSIA 33% PATOLOGIE DEGENERATIVE DEL RACHIDE E AA INF 12% ALLERGIA 8%

19 DATI ASL IN PILLOLE ANNO 2013 PATOLOGIE SEGNALATE PATOLOGIE INDAGATE MESOTELIOMI PLEURICI MESOTELIOMI PERITONEALI 1 1 PLACCHE PLEURICHE/ ASBESTOSI 10 8

20 PRAL: L ATTIVITA DELL ASL DI CREMONA 4. Le azioni di informazione e di sensibilizzazione, realizzate dall ASL, sono state indirizzate all Amministrazione Provinciale e alle Amministrazioni Comunali, mirando, in particolare, a favorire l autodenuncia obbligatoria ( mod. NA1) della presenza di amianto negli edifici, strutture. Sono state adeguatamente informate, circa le azioni poste in capo al PRAL, anche le Associazioni di Categoria e le Associazioni degli Amministratori Condominiali, individuando i referenti ASL, a cui fare riferimento, nei casi di difficoltà, per chiarimenti, per indicazioni varie relative alla compilazione ed all invio della modulistica da compilarsi.

21 PRAL: L ATTIVITA DELL ASL DI CREMONA 4. La campagna informativa sul territorio ha visto anche la produzione di intervista televisiva su Rete Locale, al fine di attuare opportuna opera di divulgazione sull argomento e sulla materia amianto. Nel 2012, a Cremona, è stato organizzato un Convegno Regionale Amianto: conoscere per gestire, a cui ha partecipato anche l ASL, per la realizzazione di un approfondimento tecnico e normativo in tema di neutralizzazione e corretto smaltimento dell amianto.

22 AGGIORNAMENTI NORMATIVI Legge Regionale 31 Luglio 2012 n.14 (che ha modificato al L. R. 17/2003) Art.2 c.3 : La Regione attua il programma di sorveglianza sanitaria degli ex esposti. Art. 2 c.4 : Per accedere alla sorveglianza sanitaria il soggetto ex esposto si rivolge all ASL di appartenenza. Allo scopo di sollecitare l autonotifica obbligatoria della presenza di amianto e quindi di completare il censimento, nel 2012 è stata introdotta una sanzione amministrativa per la mancata segnalazione di manufatti contenenti amianto in matrice non friabile.

23 AZIONI REGIONALI La Giunta Regionale, con Delibera n. 4777/2013, ha definito i criteri per l applicazione delle sanzioni differenziandole sulla base dell indice di degrado e della quantità di amianto segnalato. Le sanzioni si applicano a partire dal 1/2/2013 e le verifiche vengono svolte dai Comuni e dalle ASL. Nel caso venga rilevata la presenza di amianto non censito, il proprietario dovrà provvedere a stimarne lo stato di conservazione ed inviarne comunicazione all ASL.

24 IL PROBLEMA DELLE REGOLE La normativa, di fatto, ha imposto ai propietari di segnalare alle ASL la presenza di manufatti in amianto: non tutti però hanno provveduto ed il censimento non è ancora stato completato!

25 Ge.M.A. AMIANTO e Ge.M.A. NUOVE REGOLE PER LA TRASMISSIONE INFORMATIZZATA DELLA NOTIFICA E DEL PIANO PER I LAVORI DI BONIFICA DEI MANUFATTI CONTENENTI AMIANTO ( ARTT. 250 E 256 D. LGS. 81/08) E DELLA RELAZIONE ANNUALE ( ART. 9 L.257/92). In attuazione della d.g.r. IX/3913 del 6/8/2012, è stato progettato e realizzato l applicativo denominato Ge.M.A., acronimo di Gestione Manufatti in Amianto, che consente al Datore di Lavoro delle Imprese esercenti attività di bonifica amianto ( iscritte all Albo Nazionale Gestori Ambientali categoria 10A e 10B) di rendere immediatamente fruibili notifiche e piani per i lavori di bonifica, artt. 250 e 256 D. Lgs. 81/08, all organo di vigilanza territorialmente competente. L invio telematico di questi documenti alimenta, peraltro, senza soluzione di continuità, la composizione informatica della relazione annuale prevista dall art. 9 L.257/92 per un facile assolvimento dell obbligo di trasmissione posto a suo carico. LA MODALITÀ DI INVIO INFORMATIZZATA È OBBLIGATORIA, A PARTIRE DAL 1 APRILE 2014, PER LE NOTIFICHE ART. 250 D. LGS. 81/08 E I PIANI DI LAVORO ART. 256 D. LGS. 81/08 MENTRE, PER LA RELAZIONE ANNUALE EX ART. 9 L.257/92, RELATIVA ALLE ATTIVITÀ REALIZZATE NEL 2013, A PARTIRE DALL ANNO In Regione Lombardia l utilizzo di tale modalità di invio è possibile accedendo all indirizzo Web: LINK L assistenza alle imprese sarà erogata da SPOC con i seguenti riferimenti : Oggetto : GEMA Tel. :

26 Ge.M.A. ASL PDL COMPLETATI APRILE PDL COMPLETATI MAGGIO PDL COMPLETATI GIUGNO PDL COMPLETATI LUGLIO PDL COMPLETATI AGOSTO PDL COMPLETATI SETTEMBRE PDL COMPLETATI OTTOBRE PDL COMPLETATI NOVEMBRE PDL COMPLETATI DICEMBRE A.S.L. DELLA PROVINCIA DI BERGAMO A.S.L. DELLA PROVINCIA DI BRESCIA A.S.L. DELLA PROVINCIA DI COMO A.S.L. DELLA PROVINCIA DI CREMONA A.S.L. DELLA PROVINCIA DI LECCO A.S.L. DELLA PROVINCIA DI LODI A.S.L. DELLA PROVINCIA DI MANTOVA A.S.L. DELLA PROVINCIA DI MILANO A.S.L. DELLA PROVINCIA DI MILANO A.S.L. DELLA PROVINCIA DI PAVIA A.S.L. DELLA PROVINCIA DI SONDRIO A.S.L. DELLA PROVINCIA DI VARESE A.S.L. DI MILANO A.S.L. DI VALLECAMONICA-SEBINO A.S.L. PROVINCIA DI MONZA E BRIANZA T0TALE TOTALE GENERALE 12515

27 PREVENZIONE PRIMARIA Un efficace riduzione del rischio si ottiene evitando l esposizione a fibre di amianto, indipendentemente dalle dimensioni. Già il DPR 303/56 all art. 21 disponeva una serie di azioni, a carico del datore di lavoro, al fine di impedire o ridurre lo sviluppo e la diffusione delle polveri di qualunque specie nell ambiente di lavoro, adottando procedimenti lavorativi in macchinari chiusi, muniti di sistema di aspirazione e di raccolta delle polveri, atti ad impedirne la dispersione.

28 NORMATIVA AMBIENTI DI LAVORO D. Lgs. 81/ 2008 Titolo IX Capo III Protezione dei rischi connessi all esposizione ad amianto : Valutazionedel rischio (art. 249) Notifica (art. 250) Misure di prevenzione e protezione (art. 251) Misure Igieniche (art. 252) Controllo dell esposizione (art. 253) Valore Limite (art. 254) Operaz. Lavorative particolari (art. 255)

29 NORMATIVA AMBIENTI DI LAVORO D.Lgs. 81/ 2008 Titolo IX Capo III Protezione dei rischi connessi all esposizione ad amianto : Lavori di demolizione o rimozione dell amianto (art. 256) Informazione dei Lavoratori (art. 257) Formazione dei Lavoratori (art. 258) Sorveglianza Sanitaria (art. 259) Registro di esposizione (art. 260)

30 CONCLUSIONI 1. Sono trascorsi oltre otto anni dall approvazione del PRAL ed i dati sulla presenza di amianto in R.L. e sullo stato di avanzamento delle bonifiche restituiscono una situazione in divenire ma ancora critica. 2. L obiettivo strategico di eliminazione dell amianto entro il gennaio 2016 non può prescindere da un esauriente conoscenza della sua reale presenza sul territorio. 3. Il completamento del censimento rappresenta uno snodo decisivo per l intervento regionale; l attività di informazione ed il coinvolgimento della popolazione sulla problematica amianto sono passaggi fondamentali per il successo del censimento.

31 CONCLUSIONI 4. A differenza di molte altre tipologie di Malattie Professionali, per le quali esiste un evidente sotto notifica, le patologie amianto correlate vengono sostanzialmente tutte notificate al Servizio PSAL. 5. I LAVORI sono tuttora IN CORSO!!!

GIORNATA DELLA SICUREZZA NEI CANTIERI VI^ EDIZIONE. CREMA, 23 Ottobre 2015 Sala Polenghi - Ospedale Maggiore di Crema -

GIORNATA DELLA SICUREZZA NEI CANTIERI VI^ EDIZIONE. CREMA, 23 Ottobre 2015 Sala Polenghi - Ospedale Maggiore di Crema - GIORNATA DELLA SICUREZZA NEI CANTIERI VI^ EDIZIONE CREMA, 23 Ottobre 2015 Sala Polenghi - Ospedale Maggiore di Crema - «PROGETTO LAVORARE SICURI: L ESPERIENZA DELL ASL DI CREMONA PER LA PREVENZIONE DEL

Dettagli

Circolare N.15 del 24 Gennaio 2013. Lombardia. Censimento amianto entro il 30 gennaio 2013

Circolare N.15 del 24 Gennaio 2013. Lombardia. Censimento amianto entro il 30 gennaio 2013 Circolare N.15 del 24 Gennaio 2013 Lombardia. Censimento amianto entro il 30 gennaio 2013 Lombardia: censimento amianto entro il 30 gennaio 2013 Gentile cliente con la presente intendiamo informarla che,

Dettagli

CONSIGLIO REGIONALE ATTI 1979 VI COMMISSIONE CONSILIARE AMBIENTE E PROTEZIONE CIVILE PROGETTO DI LEGGE

CONSIGLIO REGIONALE ATTI 1979 VI COMMISSIONE CONSILIARE AMBIENTE E PROTEZIONE CIVILE PROGETTO DI LEGGE REGIONE LOMBARDIA IX LEGISLATURA CONSIGLIO REGIONALE ATTI 1979 VI COMMISSIONE CONSILIARE AMBIENTE E PROTEZIONE CIVILE PROGETTO DI LEGGE Modifiche e integrazioni alla legge regionale 9 settembre 2003, n.

Dettagli

AMIANTO Gestione del rischio negli edifici pubblici e privati

AMIANTO Gestione del rischio negli edifici pubblici e privati DESENZANO DEL GARDA 9 APRILE 2015 Sala Pelèr Palazzo Todeschini AMIANTO Gestione del rischio negli edifici pubblici e privati Cos è l amianto Con il termine amianto, o asbesto, si intende un gruppo di

Dettagli

PROGETTO DI LEGGE N. 0056. di iniziativa del Consigliere regionale Villani, Pesato, Ciocca, Bossetti, Bottari

PROGETTO DI LEGGE N. 0056. di iniziativa del Consigliere regionale Villani, Pesato, Ciocca, Bossetti, Bottari PROGETTO DI LEGGE N. 0056 di iniziativa del Consigliere regionale Villani, Pesato, Ciocca, Bossetti, Bottari Modifiche ed integrazioni alla legge regionale 29 settembre 2003 n. 17 Norme per il risanamento

Dettagli

L.R. Lombardia 31 luglio 2012 n. 14

L.R. Lombardia 31 luglio 2012 n. 14 L.R. Lombardia 31 luglio 2012 n. 14 venerdì 7 settembre, 2012 NOTA E stata pubblicata sul B.U.R.L. 3 agosto 2012 n. 31 ed è in vigore dal 4 agosto, la legge con la quale la Regione Lombardia ha inteso

Dettagli

Norme per il risanamento dell ambiente, bonifica e smaltimento dell amianto

Norme per il risanamento dell ambiente, bonifica e smaltimento dell amianto LEGGE REGIONALE 29 settembre 2003, N. 17 Norme per il risanamento dell ambiente, bonifica e smaltimento dell amianto (BURL n. 40, 1º suppl. ord. del 03 Ottobre 2003 ) urn:nir:regione.lombardia:legge:2003-09-29;17

Dettagli

LAVORI DI BONIFICA DA AMIANTO: REQUISITI DEL COORDINATORE 494

LAVORI DI BONIFICA DA AMIANTO: REQUISITI DEL COORDINATORE 494 Associazione Italiana fra Addetti alla Sicurezza DOCUMENTO D INDIRIZZO CONGIUNTO N. 1 LAVORI DI BONIFICA DA AMIANTO: REQUISITI DEL COORDINATORE 494 Emissione 15 ottobre 2003 SOMMARIO 1. Premessa 2. Gli

Dettagli

Verona, 13 dicembre 2014 ASPETTI NORMATIVI, AMBIENTALI, SANITARI E MEDICO LEGALI NELLA GESTIONE DEL RISCHIO AMIANTO

Verona, 13 dicembre 2014 ASPETTI NORMATIVI, AMBIENTALI, SANITARI E MEDICO LEGALI NELLA GESTIONE DEL RISCHIO AMIANTO Verona, 13 dicembre 2014 ASPETTI NORMATIVI, AMBIENTALI, SANITARI E MEDICO LEGALI NELLA GESTIONE DEL RISCHIO AMIANTO La tutela della popolazione dal rischio amianto Dr.ssa Fiorini Cristina SPISAL ULSS 20

Dettagli

NOTA. - la promozione di finanziamenti agevolati per la bonifica di edifici con presenza di manufatti contenenti amianto;

NOTA. - la promozione di finanziamenti agevolati per la bonifica di edifici con presenza di manufatti contenenti amianto; L.R. Lombardia 31 luglio 2012 n. 14 venerdì 7 settembre, 2012 NOTA E stata pubblicata sul B.U.R.L. 3 agosto 2012 n. 31 ed è in vigore dal 4 agosto, la legge con la quale la Regione Lombardia ha inteso

Dettagli

PRAL= PIANO REGIONALE AMIANTO

PRAL= PIANO REGIONALE AMIANTO PRAL= PIANO REGIONALE AMIANTO La Regione Lombardia, attraverso l'approvazione del Piano Regionale Amianto Lombardia (PRAL), avvenuta con Decreto di Giunta Regionale n. 8/1526 del 22/12/2005, si è posta

Dettagli

Roberto Cecchetti ASL Monza e Brianza

Roberto Cecchetti ASL Monza e Brianza Roberto Cecchetti ASL Monza e Brianza Il censimento in regione Principali azioni per la corretta gestione della presenza di amianto La Legge Regionale n.17/2003 e successive modifiche introdotte dalla

Dettagli

Materiali contenenti amianto. Le novità normative

Materiali contenenti amianto. Le novità normative Dipartimento di Prevenzione Medico Materiali contenenti amianto Le novità normative Eugenio Ariano Marzia Soresini Il Piano Regionale Amianto A fine 2005 in applicazione della norma nazionale è stato varato

Dettagli

Sito nazionale di documentazione e informazione sul Problema Amianto

Sito nazionale di documentazione e informazione sul Problema Amianto The Italian Association of Asbestos Remediation and Disposal Contractors & Consultants www.assoamianto.it Sito nazionale di documentazione e informazione sul Problema Amianto Sedi: MILANO - CIVATE (LECCO)

Dettagli

Comune di Montevecchia Provincia di Lecco. Vasto utilizzo nell edilizia dal 1950 al 1992 per via di basso costo e buona resistenza.

Comune di Montevecchia Provincia di Lecco. Vasto utilizzo nell edilizia dal 1950 al 1992 per via di basso costo e buona resistenza. Comune di Montevecchia Provincia di Lecco L AMIANTO Vasto utilizzo nell edilizia dal 1950 al 1992 per via di basso costo e buona resistenza. Utilizzato per: Coperture (ETERNIT) cemento-amianto; Isolanti

Dettagli

1785 04/03/2014 DIREZIONE GENERALE SALUTE. Identificativo Atto n. 130

1785 04/03/2014 DIREZIONE GENERALE SALUTE. Identificativo Atto n. 130 1785 04/03/2014 Identificativo Atto n. 130 DIREZIONE GENERALE SALUTE TRASMISSIONE INFORMATIZZATA DELLA NOTIFICA E DEL PIANO PER I LAVORI DI BONIFICA DEI MANUFATTI CONTENENTI AMIANTO (ARTT. 250 E 256 D.LGS

Dettagli

DECRETO LEGISLATIVO 9 APRILE 2008 N. 81. Riferimenti normativi. L. 257/92 D. Lgs. 277/91 L. 257/06. Norme attuative

DECRETO LEGISLATIVO 9 APRILE 2008 N. 81. Riferimenti normativi. L. 257/92 D. Lgs. 277/91 L. 257/06. Norme attuative amiantomianto DECRETO LEGISLATIVO 9 APRILE 2008 N. 81 Novità?? Riferimenti normativi L. 257/92 D. Lgs. 277/91 L. 257/06 Tutela dei lavoratori D. Lgs 81/08 L. 1124/65 Norme attuative Disciplinari tecnici

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI UDINE

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI UDINE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI UDINE Corso di formazione per i Rappresentanti del Lavoratori per la sicurezza eireferentiperlaprevenzione e sicurezza dei dipartimenti SICUREZZA AMBIENTE IENE IG SERVIZI INTEGRATI

Dettagli

LEGGE N. 11 DEL 04/08/2009 Norme per la protezione dell'ambiente, decontaminazione, smaltimento e bonifica ai fini della difesa dai pericoli

LEGGE N. 11 DEL 04/08/2009 Norme per la protezione dell'ambiente, decontaminazione, smaltimento e bonifica ai fini della difesa dai pericoli LEGGE N. 11 DEL 04/08/2009 Norme per la protezione dell'ambiente, decontaminazione, smaltimento e bonifica ai fini della difesa dai pericoli derivanti dall'amianto. BURA N. 44 DEL 26/08/2009 Art. 1 Finalità

Dettagli

AMIANTO. Censimento e rimozione Aspetti normativi, sanitari e tecnici Procedure, obblighi e sanzioni. Mercoledì 6 marzo 2013. In collaborazione con

AMIANTO. Censimento e rimozione Aspetti normativi, sanitari e tecnici Procedure, obblighi e sanzioni. Mercoledì 6 marzo 2013. In collaborazione con AMIANTO Censimento e rimozione Aspetti normativi, sanitari e tecnici Procedure, obblighi e sanzioni 1 Mercoledì 6 marzo 2013 In collaborazione con Ufficio di Sanità Pubblica Bonate Sotto AGENDA 2 L Evoluzione

Dettagli

www.assoamianto.it Sito nazionale di documentazione e informazione sul Problema Amianto

www.assoamianto.it Sito nazionale di documentazione e informazione sul Problema Amianto The Italian Association of Asbestos Remediation and Disposal Contractors & Consultants www.assoamianto.it Sito nazionale di documentazione e informazione sul Problema Amianto Sedi: MILANO - CIVATE (LECCO)

Dettagli

CONVEGNO GESTIONE E BONIFICA DELL AMIANTO 20 OTTOBRE 2004 CONSIGLIO NAZIONALE DELLE RICERCHE BOLOGNA IL PIANO REGIONALE AMIANTO

CONVEGNO GESTIONE E BONIFICA DELL AMIANTO 20 OTTOBRE 2004 CONSIGLIO NAZIONALE DELLE RICERCHE BOLOGNA IL PIANO REGIONALE AMIANTO CONVEGNO GESTIONE E BONIFICA DELL AMIANTO 20 OTTOBRE 2004 CONSIGLIO NAZIONALE DELLE RICERCHE BOLOGNA IL PIANO REGIONALE AMIANTO Dr.ssa Marinella Natali Dr.ssa Mariella Riefolo Assessorato Sanità REGIONE

Dettagli

Grazie per l attenzione

Grazie per l attenzione Servizio Prevenzione e Sicurezza degli Ambienti di Lavoro Legge Regionale 17 del 29 settembre 2003 Aggiornata con le modifiche apportate della Legge Regionale 14 del 31 luglio 2012 Grazie per l attenzione

Dettagli

AMIANTO: RISCHI PER LA SALUTE, INTERVENTI DI BONIFICA E MODALITA DI SMALTIMENTO

AMIANTO: RISCHI PER LA SALUTE, INTERVENTI DI BONIFICA E MODALITA DI SMALTIMENTO AMIANTO: RISCHI PER LA SALUTE, INTERVENTI DI BONIFICA E MODALITA DI SMALTIMENTO Martedì 15 maggio 2012 miniera di amianto di Balangero, (Torino) Eternit di Casale Monferrato (Alessandria) febbraio 2012

Dettagli

Gestione della presenza amianto in ambienti urbani

Gestione della presenza amianto in ambienti urbani Gestione della presenza amianto in ambienti urbani Convegno organizzato dal Ministro della Salute Balduzzi, Verso la II Conferenza Governativa su amianto e patologie correlate Casale Monferrato -17 Settembre

Dettagli

Ing. Fabio Fabbri Ing. Patrizia Cinquetti Settore Qualità Urbana Comune di Sesto San Giovanni

Ing. Fabio Fabbri Ing. Patrizia Cinquetti Settore Qualità Urbana Comune di Sesto San Giovanni Giovedì 22 Aprile 2010 Ing. Fabio Fabbri Ing. Patrizia Cinquetti Settore Qualità Urbana Comune di Sesto San Giovanni Fonti normative regionali e monitoraggio Legge Regionale 29 settembre 2003 n. 17 norme

Dettagli

Articolo 2 Integrazioni alla L.R. 17/2003 in materia di politiche di sostegno.

Articolo 2 Integrazioni alla L.R. 17/2003 in materia di politiche di sostegno. Pagina 1 di 6 Leggi Regionali d'italia Lombardia L.R. 31-7-2012 n. 14 Modifiche e integrazioni alla legge regionale 29 settembre 2003, n. 17 (Norme per il risanamento dell'ambiente, bonifica e smaltimento

Dettagli

Censimento Amianto: perché farlo?

Censimento Amianto: perché farlo? Ing. Maurizio Villa MINUS ENERGY - NETWORKENERGIA Censimento Amianto: perché farlo? MINUS ENERGY NETWORKENERGIA Group Via Meda, 2-20020 Dairago CENSIMENTO AMIANTO: Rif. Normativi Legge 257/92, comma 5:

Dettagli

- di disporre la pubblicazione della presente deliberazione sul Bollettino Ufficiale della Regione Puglia.

- di disporre la pubblicazione della presente deliberazione sul Bollettino Ufficiale della Regione Puglia. 15489 - di disporre la pubblicazione della presente deliberazione sul Bollettino Ufficiale della Regione Puglia. Il Segretario della Giunta Teresa Scaringi Il Presidente della Giunta Dott. Nichi Vendola

Dettagli

AMIANTO CENSIMENTO E PROCEDURE DI SMALTIMENTO

AMIANTO CENSIMENTO E PROCEDURE DI SMALTIMENTO AMIANTO CENSIMENTO E PROCEDURE DI SMALTIMENTO E stato approvato in Consiglio regionale, nella seduta del 24 luglio 2012, il provvedimento che modifica e integra la legge 17/2003 relativa al risanamento

Dettagli

GLI INTERVENTI IN PRESENZA DI MATERIALI CONTENENTI AMIANTO

GLI INTERVENTI IN PRESENZA DI MATERIALI CONTENENTI AMIANTO GLI INTERVENTI IN PRESENZA DI MATERIALI CONTENENTI AMIANTO ROVIGO 29 OTTOBRE 2010 Trattazione Dott. Ermanno Sarti Tecnico della Prevenzione AMIANTO ex D.L.gs. n 257/06 ora D.Lgs integrato dal D.L.gs 03/08/2009

Dettagli

Il monitoraggio delle bonifiche dell amianto mediante l analisi dei dati art. 9 L. 257/92: l esperienza nella Regione Lazio e nella Regione Toscana

Il monitoraggio delle bonifiche dell amianto mediante l analisi dei dati art. 9 L. 257/92: l esperienza nella Regione Lazio e nella Regione Toscana Il monitoraggio delle bonifiche dell amianto mediante l analisi dei dati art. 9 L. 257/92: l esperienza nella Regione Lazio e nella Regione Toscana ISS - Roma, 12/12/2013 Dott. Fulvio Cavariani direttore

Dettagli

AMIANTO. a cura di Antonella Regonesi Università degli studi di Dalmine Maggio 2008

AMIANTO. a cura di Antonella Regonesi Università degli studi di Dalmine Maggio 2008 AMIANTO a cura di Antonella Regonesi Università degli studi di Dalmine Maggio 2008 AMIANTO: La legislazione fondamentale D. Lgs.. N 257/2006 Legge n. 257/92 D.P.R. 8 agosto 1994 D.M. 6 settembre 1994 D.M.

Dettagli

Coperture in cemento amianto - situazione locale ed adempimenti dei detentori

Coperture in cemento amianto - situazione locale ed adempimenti dei detentori ADEMPIMENTI NORMATIVI E PROCEDURALI SUL TEMA DEL CEMENTO AMIANTO COMUNE DI BRESCIA INCONTRO PUBBLICO INFORMATIVO VENERDI 15 MARZO 2013 ore 15.00 C/O AUDITORIUM MUSEO DI SCIENZE NATURALI Via Ozanam, 4 -

Dettagli

CAMPAGNA ETERNIT FREE

CAMPAGNA ETERNIT FREE CAMPAGNA ETERNIT FREE PRESENZA ed AZIONI in TEMA di AMIANTO in REGIONE LIGURIA contributo di Alberto Verardo Regione Liguria - Via Fieschi 15 - Genova - Sala di Rappresentanza, 11 piano torre A ha l obiettivo

Dettagli

Ing. Maurizio Villa Seminario Formativo APAC

Ing. Maurizio Villa Seminario Formativo APAC AMIANTO «Il Rischio di un Respiro» Ing. Maurizio Villa Seminario Formativo APAC Ing. Maurizio Villa MINUS ENERGY - NETWORKENERGIA Classificazione e Identificazione dell Amianto Dove Trovarlo e Pericoli

Dettagli

La pericolosità dell amianto e quadro normativo

La pericolosità dell amianto e quadro normativo Dipartimento di Prevenzione S.P.I.S.A.L La pericolosità dell amianto e quadro normativo Dott. Gianfranco Albertin - Medico del Lavoro Terrassa 10 Aprile 2015 Cos è l amianto Materiale di origine minerale,

Dettagli

promuove e organizza il Seminario Nazionale

promuove e organizza il Seminario Nazionale Pagina 1 di 6 promuove e organizza il Seminario Nazionale "LO STATO DELL ARTE DELLA GESTIONE DEL RISCHIO AMIANTO IN ITALIA A 16 ANNI DALL EMANAZIONE DELLA LEGGE N. 257/92 E ALLA LUCE DEGLI ULTIMI AGGIORNAMENTI

Dettagli

LA GESTIONE DEI MATERIALI CONTENENTI AMIANTO

LA GESTIONE DEI MATERIALI CONTENENTI AMIANTO LA GESTIONE DEI MATERIALI CONTENENTI AMIANTO 1 RIFERIMENTI NORMATIVI L. 257/92, art. 9, 10 Norme relative alla cessazione dell impiego dell amianto. D.M. 06/09/94 Normative e metodologie tecniche di applicazione

Dettagli

Conferenza Regionale Amianto 2008

Conferenza Regionale Amianto 2008 Conferenza Regionale Amianto 2008 Monitoraggio ambientale delle fibre di amianto aerodisperse normate e ultrafini in attuazione del punto 3 del PRAL Anni 2007-2008 Relatore: Dr.ssa Anna Somigliana 1 Il

Dettagli

Servizio Ciclo Rifiuti e Bonifica. Codice CIFRA: RIF / DEL / 2012 / 00006

Servizio Ciclo Rifiuti e Bonifica. Codice CIFRA: RIF / DEL / 2012 / 00006 R E G I O N E P U G L I A Proposta di Deliberazione della Giunta Regionale Area Politiche per la Riqualificazione, la Tutela e la Sicurezza ambientale e per l Attuazione delle Opere pubbliche Servizio

Dettagli

AMIANTO: quali effetti sulla salute ieri e oggi

AMIANTO: quali effetti sulla salute ieri e oggi Aggiornamenti in Medicina del Lavoro AMIANTO: quali effetti sulla salute ieri e oggi Aldo Todaro U.O.C. Promozione e protezione salute lavoratori. Fondazione IRCCS CA Granda Ospedale Maggiore Policlinico

Dettagli

COMUNE DI CARUGO PROVINCIA DI COMO

COMUNE DI CARUGO PROVINCIA DI COMO COMUNE DI CARUGO PROVINCIA DI COMO AVVISO CENSIMENTO PRESENZA AMIANTO (ETERNIT) Il Sindaco Ufficiale di Igene Pubblica e L Amministrazione Comunale di Carugo, con delibera della Giunta Comunale n del ha

Dettagli

Regione Lombardia. Legge Regionale n. 17 del 29-09-2003. Norme per il risanamento dell'ambiente, bonifica e smaltimento dell'amianto.

Regione Lombardia. Legge Regionale n. 17 del 29-09-2003. Norme per il risanamento dell'ambiente, bonifica e smaltimento dell'amianto. Regione Lombardia. Legge Regionale n. 17 del 29-09-2003 Norme per il risanamento dell'ambiente, bonifica e smaltimento dell'amianto. (B.U.R. Lombardia n. 40 del 3 ottobre 2003 - S.O. n.1) IL CONSIGLIO

Dettagli

AMIANTO: aggiornamenti normativi. AMIANTO: Documentazione, procedure e metodologie operative

AMIANTO: aggiornamenti normativi. AMIANTO: Documentazione, procedure e metodologie operative AMIANTO: aggiornamenti normativi AMIANTO: Documentazione, procedure e metodologie operative COS E L AMIANTO? L amianto è un minerale che si trova in natura, in diverse parti del globo terrestre, e si ottiene

Dettagli

RELAZIONI ART 9 D.Lgs. 257/92

RELAZIONI ART 9 D.Lgs. 257/92 Sezione Prevenzione e Sanità Pubblica RELAZIONI ART 9 D.Lgs. 57/9 Anno fonte: Relazioni inviate dalle ditte che eseguono interventi di bonifica e trasporto amianto riferimento: attività svolte nel territorio

Dettagli

P.R.A.L. Piano Regionale Amianto Lombardia

P.R.A.L. Piano Regionale Amianto Lombardia P.R.A.L. Piano Regionale Amianto Lombardia Il Piano Regionale Amianto della Lombardia prevede che i soggetti proprietari di immobili effettuino il censimento amianto contenuto nei manufatti di copertura

Dettagli

ANACI Varese Associazione Nazionale Amministratori Condominiali e Immobiliari. Ediltek 2009

ANACI Varese Associazione Nazionale Amministratori Condominiali e Immobiliari. Ediltek 2009 Ediltek 2009 La presenza di AMIANTO in CONDOMINIO: : adempimenti dell'amministratore, anche a tutela della salute dei condomini. 1 - La normativa regionale vigente e il PRAL. 2 - Problematiche di gestione

Dettagli

La Prevenzione dei Tumori Occupazionali. il Registro di Esposizione ad Agenti Cancerogeni e Mutageni

La Prevenzione dei Tumori Occupazionali. il Registro di Esposizione ad Agenti Cancerogeni e Mutageni La Prevenzione dei Tumori Occupazionali il Registro di Esposizione ad Agenti Cancerogeni e Mutageni La prevenzione dei tumori occupazionali Premessa L Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro (IARC)

Dettagli

GUIDA INFORMATIVA AMIANTO

GUIDA INFORMATIVA AMIANTO GUIDA INFORMATIVA AMIANTO CHE COS E L AMIANTO L amianto o asbesto è un minerale presente in natura costituito da silicati a struttura cristallina e fibrosa; di esso esistono giacimenti e miniere in numerosi

Dettagli

DELIBERAZIONE N IX / 3913 Seduta del 06/08/2012

DELIBERAZIONE N IX / 3913 Seduta del 06/08/2012 DELIBERAZIONE N IX / 3913 Seduta del 06/08/2012 Presidente ROBERTO FORMIGONI Assessori regionali ANDREA GIBELLI Vice Presidente VALENTINA APREA DANIELE BELOTTI GIULIO BOSCAGLI LUCIANO BRESCIANI RAFFAELE

Dettagli

AMIANTO. L'amianto è un minerale naturale a struttura fibrosa della classe dei silicati

AMIANTO. L'amianto è un minerale naturale a struttura fibrosa della classe dei silicati AMIANTO L'amianto è un minerale naturale a struttura fibrosa della classe dei silicati L'amianto resiste al fuoco e al calore, all'azione di agenti biologici, agenti chimici, all abrasione e usura fonoassorbente

Dettagli

INTERVENTI URGENTI SUGLI EDIFICI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA PER LA BONIFICA DELL AMIANTO

INTERVENTI URGENTI SUGLI EDIFICI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA PER LA BONIFICA DELL AMIANTO PROGETTO DI LEGGE 2 INTERVENTI URGENTI SUGLI EDIFICI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA PER LA BONIFICA DELL AMIANTO Di iniziativa dei Consiglieri: Franco Mirabelli Sara Valmaggi Carlo Borghetti Francesco

Dettagli

COMUNE DI SCORDIA. ASSESSORATO ALL AMBIENTE Area 3 Servizio Territorio e Ambiente AVVISO PUBBLICO

COMUNE DI SCORDIA. ASSESSORATO ALL AMBIENTE Area 3 Servizio Territorio e Ambiente AVVISO PUBBLICO COMUNE DI SCORDIA ASSESSORATO ALL AMBIENTE Area 3 Servizio Territorio e Ambiente AVVISO PUBBLICO CENSIMENTO OBBLIGATORIO PRESENZA AMIANTO/ETERNIT NEL TERRITORIO COMUNALE IL SINDACO VISTA la Legge 27 Marzo

Dettagli

www.assoamianto.it Sito nazionale di documentazione e informazione sul Problema Amianto

www.assoamianto.it Sito nazionale di documentazione e informazione sul Problema Amianto The Italian Association of Asbestos Remediation and Disposal Contractors & Consultants www.assoamianto.it Sito nazionale di documentazione e informazione sul Problema Amianto Sedi: MILANO - CIVATE (LECCO)

Dettagli

AMIANTO: RICONOSCERLO CONSERVARLO BONIFICARLO. Scheda tematica per la gestione dei PAVIMENTI IN VINILAMIANTO

AMIANTO: RICONOSCERLO CONSERVARLO BONIFICARLO. Scheda tematica per la gestione dei PAVIMENTI IN VINILAMIANTO Scheda tematica per la gestione dei PAVIMENTI IN VINILAMIANTO AMIANTO: RICONOSCERLO CONSERVARLO BONIFICARLO Questa scheda tematica vuole fornire informazioni utili per l individuazione, la gestione e la

Dettagli

AMIANTO: DA FEBBRAIO 2013 SANZIONI PER CHI NON NE DENUNCIA IL POSSESSO

AMIANTO: DA FEBBRAIO 2013 SANZIONI PER CHI NON NE DENUNCIA IL POSSESSO AMIANTO: DA FEBBRAIO 2013 SANZIONI PER CHI NON NE DENUNCIA IL POSSESSO A partire da febbraio 2013 sono previste sanzioni da 100,00 a 1.500,00 per i soggetti interessati (proprietari / detentori) di manufatti

Dettagli

La formazione degli addetti alle attività che comportano esposizione ad amianto

La formazione degli addetti alle attività che comportano esposizione ad amianto La formazione degli addetti alle attività che comportano esposizione ad amianto 1 Riferimenti normativi Decreto Legislativo 19 settembre 1994 n. 626 capo VI Decreto Ministeriale 16 gennaio 1997 Decreto

Dettagli

VERSO UN PIANO NAZIONALE DELL AMIANTO FERRARA, 16 NOVEMBRE 2013 ROSSELLA ZADRO

VERSO UN PIANO NAZIONALE DELL AMIANTO FERRARA, 16 NOVEMBRE 2013 ROSSELLA ZADRO VERSO UN PIANO NAZIONALE DELL AMIANTO FERRARA, 16 NOVEMBRE 2013 ROSSELLA ZADRO Campagna Asbestus Free a Ferrara, maggio 2013 Linee di intervento per un azione coordinata delle amministrazioni statali e

Dettagli

NOTA INFORMATIVA PER I PIANI DI LAVORO PER LA RIMOZIONE DI MATERIALI EDILIZI IN CEMENTO-AMIANTO E IN VINIL-AMIANTO

NOTA INFORMATIVA PER I PIANI DI LAVORO PER LA RIMOZIONE DI MATERIALI EDILIZI IN CEMENTO-AMIANTO E IN VINIL-AMIANTO NOTA INFORMATIVA PER I PIANI DI LAVORO PER LA RIMOZIONE DI MATERIALI EDILIZI IN CEMENTO-AMIANTO E IN VINIL-AMIANTO In base all art. 256 del D. Lgs. 81/2008, così come modificato dal D. Lgs. 106/2009, i

Dettagli

Il mio contributo di oggi:

Il mio contributo di oggi: Assessorato politiche per la salute Direzione Generale Sanità e Politiche Sociali Servizio Sanità Pubblica Assessorato politiche per la salute Direzione Generale Sanità e Politiche Sociali Servizio Sanità

Dettagli

Allegato n. 4 (punto 2.2 del PRAL) Censimento amianto, registri e sistema informativo

Allegato n. 4 (punto 2.2 del PRAL) Censimento amianto, registri e sistema informativo Allegato n. 4 (punto 2.2 del PRAL) Censimento amianto, registri e sistema informativo Modulo NA/1 - pag. 1 di 2 Modulo NA/1 - NOTIFICA PRESENZA DI AMIANTO IN STRUTTURE O LUOGHI Al Dipartimento di Prevenzione

Dettagli

Norme per il risanamento dell'ambiente, bonifica e smaltimento dell'amianto (2).

Norme per il risanamento dell'ambiente, bonifica e smaltimento dell'amianto (2). Lombardia L.R. 29-9-2003 n. 17 Norme per il risanamento dell'ambiente, bonifica e smaltimento dell'amianto. Pubblicata nel B.U. Lombardia 3 ottobre 2003, n. 40, I S.O.. L.R. 29 settembre 2003, n. 17 (1)

Dettagli

Tuttavia tale pregio comporta anche la capacità di rilasciare fibre che, suddividendosi, possono essere potenzialmente inalabili.

Tuttavia tale pregio comporta anche la capacità di rilasciare fibre che, suddividendosi, possono essere potenzialmente inalabili. AMIANTO La caratteristica principale che ha visto l asbesto o, come più spesso viene chiamato, l amianto utilizzato in numerosissime produzioni è quella della sua consistenza fibrosa. Tuttavia tale pregio

Dettagli

NON E STATA ABROGATA LA LEGGE 257 / 92 E TUTTI I RELATIVI DECRETI APPLICATIVI

NON E STATA ABROGATA LA LEGGE 257 / 92 E TUTTI I RELATIVI DECRETI APPLICATIVI Azienda Unità Sanitaria Locale di Reggio Emilia Dipartimento di Sanità Pubblica SERVIZI PREVENZIONE SICUREZZA AMBIENTI DI LAVORO D. Lgs. 81 del 30.04.2008 TITOLO IX CAPO III : Amianto cosa cambia William

Dettagli

Dipartimento Politiche dell Ambiente. Dipartimento Tutela della Salute e Politiche Sanitarie

Dipartimento Politiche dell Ambiente. Dipartimento Tutela della Salute e Politiche Sanitarie Dipartimento Politiche dell Ambiente Dipartimento Tutela della Salute e Politiche Sanitarie A cura di Unità Speciale Amianto (U.S.A.) 2013 Unità Speciale Amianto (U.S.A.) Ing. Salvatore Epifanio Dirigente

Dettagli

RAPPORTO DI RICERCA MISSIONE VALUTATIVA L INFORMAZIONE AI CITTADINI E LA RIDUZIONE DELL AMIANTO IN LOMBARDIA SINTESI

RAPPORTO DI RICERCA MISSIONE VALUTATIVA L INFORMAZIONE AI CITTADINI E LA RIDUZIONE DELL AMIANTO IN LOMBARDIA SINTESI RAPPORTO DI RICERCA MISSIONE VALUTATIVA L INFORMAZIONE AI CITTADINI E LA RIDUZIONE DELL AMIANTO IN LOMBARDIA SINTESI GENNAIO 2014 TER14015/001 Il rapporto di ricerca è stato redatto per incarico del Consiglio

Dettagli

RIEPILOGO PROGETTO MAPPATURA SCUOLE PROVINCIA RIETI

RIEPILOGO PROGETTO MAPPATURA SCUOLE PROVINCIA RIETI RIEPILOGO PROGETTO MAPPATURA SCUOLE PROVINCIA RIETI L INAIL, in collaborazione con il Centro Regionale Amianto della Regione Lazio (CRA), il Ministero della Salute e l Istituto Superiore di Sanità (ISS),

Dettagli

Compiti istituzionali dell ARPACal ai sensi della L.R. 14/2011

Compiti istituzionali dell ARPACal ai sensi della L.R. 14/2011 Seminario sul tema: La gestione del rischio Amianto in Calabria: problematiche e soluzioni 27 Aprile 2015, EDILEXPO 2015 Parco Commerciale le Fontane, CATANZARO Compiti istituzionali dell ARPACal ai sensi

Dettagli

AMIANTO INCONTRO DI AGGIORNAMENTO PER COORDINATORI ADDETTI ALLE BONIFICHE AMIANTO

AMIANTO INCONTRO DI AGGIORNAMENTO PER COORDINATORI ADDETTI ALLE BONIFICHE AMIANTO AMIANTO INCONTRO DI AGGIORNAMENTO PER COORDINATORI ADDETTI ALLE BONIFICHE AMIANTO Gennaio 2012 Regonesi Antonella Linee Guida Regione Lombardia DELIBERAZIONE GIUNTA REGIONALE 12 MARZO 2008 N 8/6777 Linee

Dettagli

Allegato n. 9 (punto 6 del PRAL) Corsi di formazione

Allegato n. 9 (punto 6 del PRAL) Corsi di formazione Allegato n. 9 (punto 6 del PRAL) Corsi di formazione A. Programma del corso per addetti delle imprese di da amianto (30 ore) TEMA 1. Aspetti introduttivi 2. Aspetti sanitari 2. Dispositivi di Protezione

Dettagli

AMIANTO. Pericoli e rischi

AMIANTO. Pericoli e rischi AMIANTO. Pericoli e rischi per la salute e per la sicurezza Pietro Gino Barbieri Direttore Servizio Prevenzione e Sicurezza Ambienti di Lavoro ASL Brescia Cemento-amianto: togliamocelo dalla testa I (principali)

Dettagli

Preliminarmente all allestimento della zona confinata, il materiale viene incapsulato e confinato

Preliminarmente all allestimento della zona confinata, il materiale viene incapsulato e confinato Preliminarmente all allestimento della zona confinata, il materiale viene incapsulato e confinato L aria del confinamento è costantemente ricambiata mediante estrazione e filtrata con grado di filtrazione

Dettagli

Il problema amianto, tra ritardi delle Regioni e carenza di incentivi per le bonifiche

Il problema amianto, tra ritardi delle Regioni e carenza di incentivi per le bonifiche SICUREZZA. Il problema amianto, tra ritardi delle Regioni e carenza di incentivi per le bonifiche INFORMAZIONE 103 SONO TANTE LE INCERTEZZE ANCHE A PROPOSITO DELLA QUALIFICAZIONE DEI TECNICI Attualmente

Dettagli

SORVEGLIANZA SANITARIA PER LAVORATORI ESPOSTI AD AMIANTO. Dott. Massimo Caironi Servizio Prevenzione e Sicurezza negli Ambienti di Lavoro (SPSAL)

SORVEGLIANZA SANITARIA PER LAVORATORI ESPOSTI AD AMIANTO. Dott. Massimo Caironi Servizio Prevenzione e Sicurezza negli Ambienti di Lavoro (SPSAL) SORVEGLIANZA SANITARIA PER LAVORATORI ESPOSTI AD AMIANTO Dott. Massimo Caironi Servizio Prevenzione e Sicurezza negli Ambienti di Lavoro (SPSAL) SORVEGLIANZA SANITARIA PER LAVORATORI ESPOSTI AD AMIANTO

Dettagli

COMUNE DI MEDOLAGO. ASSEMBLEA PUBBLICA AUDITORIUM A. ROSMINI Lunedi 28 gennaio 2013. www.sottoilmontesolare.org

COMUNE DI MEDOLAGO. ASSEMBLEA PUBBLICA AUDITORIUM A. ROSMINI Lunedi 28 gennaio 2013. www.sottoilmontesolare.org COMUNE DI MEDOLAGO ASSEMBLEA PUBBLICA AUDITORIUM A. ROSMINI Lunedi 28 gennaio 2013 www.sottoilmontesolare.org CHI SIAMO Siamo nati nel 2007 nella Città di Sotto il Monte Giovanni XXIII. Siamo semplici

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 7 aprile 1997, n. 71-18113

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 7 aprile 1997, n. 71-18113 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 7 aprile 1997, n. 71-18113 D.P.R. 24 maggio 1988, n. 203 artt. 6, 7 e 8 e D.C.R. n. 964-17595 del 13 dicembre 1994. Autorizzazioni di carattere generale per le emissioni

Dettagli

DELIBERAZIONE N X / 3494 Seduta del 30/04/2015

DELIBERAZIONE N X / 3494 Seduta del 30/04/2015 DELIBERAZIONE N X / 3494 Seduta del 30/04/2015 Presidente ROBERTO MARONI Assessori regionali MARIO MANTOVANI Vice Presidente VALENTINA APREA VIVIANA BECCALOSSI SIMONA BORDONALI MARIA CRISTINA CANTU' CRISTINA

Dettagli

OGGETTO: "CENSIMENTO DEI MANUFATTI CONTENENTI AMIANTO PRESENTI NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI TOLENTINO"

OGGETTO: CENSIMENTO DEI MANUFATTI CONTENENTI AMIANTO PRESENTI NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI TOLENTINO AL SIGNOR PRESIDENTE DEL CONSIGLIO AL SIGNOR SINDACO MOVIMENTO 5 STELLE TOLENTINO CONSIGLIERE: GIAN MARIO MERCORELLI TOLENTINO, 12 DICEMBRE 2012 OGGETTO: "CENSIMENTO DEI MANUFATTI CONTENENTI AMIANTO PRESENTI

Dettagli

Aggiornamento su censimento presenza amianto edifici territorio Distretto Isola Bergamasca

Aggiornamento su censimento presenza amianto edifici territorio Distretto Isola Bergamasca Aggiornamento su censimento presenza amianto edifici territorio Distretto Isola Bergamasca Ponte San Pietro 20-02-2013 Dalzano Dr. Marcello Responsabile Settore di Prevenzione di Bonate Sotto Diparetimento

Dettagli

VALORE INDICATORE AL 31.12.2012 VALORE INDICATORE FONTE DI

VALORE INDICATORE AL 31.12.2012 VALORE INDICATORE FONTE DI 1) Regione: Regione Liguria 2) Titolo del progetto: 2.7.1 Attuazione del Piano Regionale Amianto 3) Identificativo della linea di intervento generale: Macroarea 2 Prevenzione universale 2.7 Prevenzione

Dettagli

AMIANTO : che fare. Sezione provinciale di Reggio Emilia Specializzazione Amianto e Fibre

AMIANTO : che fare. Sezione provinciale di Reggio Emilia Specializzazione Amianto e Fibre AMIANTO : che fare Sezione provinciale di Reggio Emilia Specializzazione Amianto e Fibre AMIANTO : che fare gli impieghi la pericolosità dei materiali gli interventi possibili DOVE E STATO IMPIEGATO L

Dettagli

Lo stato della bonifica da

Lo stato della bonifica da LE RECENTI E FUTURE DISPOSIZIONI LEGISLATIVE IN MATERIA DI AMIANTO: RISCONTRI POSITIVI E NEGATIVI ASSOAMIANTO Milano, 17 Aprile 2007 Lo stato della bonifica da amianto a Casale Monferrato Dott. Angelo

Dettagli

IL RISCHIO AD ESPOSIZIONI AMBIENTALI AD AMIANTO

IL RISCHIO AD ESPOSIZIONI AMBIENTALI AD AMIANTO IL RISCHIO AD ESPOSIZIONI AMBIENTALI AD AMIANTO Dr. Stefano Galavotti Servizio Igiene Pubblica Medolla, 28 febbraio 2015 1 Amianto nelle Scuole 2 Amianto sui giornali 3 EPIDEMIOLOGIA in Italia nei Siti

Dettagli

Il Consiglio regionale ha approvato Il Presidente della Giunta promulga. la seguente legge:

Il Consiglio regionale ha approvato Il Presidente della Giunta promulga. la seguente legge: 4 25.9.2013 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 45 porto multiprofessionale degli operatori è valorizzato anche in funzione dell esercizio delle attività di cui al comma 1. 3. I soggetti

Dettagli

dove si trova Usi dell amianto nei mezzi di trasporto Usi dell amianto nell industria

dove si trova Usi dell amianto nei mezzi di trasporto Usi dell amianto nell industria amianto L amianto rappresenta un pericolo per la salute umana. Nel corso degli scorsi decenni se ne è fatto un abbondante uso per via dei suoi bassi costi. Proprio per questo occorre conoscere bene le

Dettagli

PROGETTO SUB-AREA VALENZANA AMIANTO

PROGETTO SUB-AREA VALENZANA AMIANTO PROGETTO SUB-AREA VALENZANA AMIANTO La proposta dell Amministrazione Comunale della Città di Valenza per bonificare il territorio dai manufatti in amianto ancora presenti. I LIMITI TERRITORIALI Proposti

Dettagli

Comune Caronno P.lla Incontro Pubblico 12/06/2012 RISCHIO AMIANTO. ASL VARESE - SISL UO SUD EST Dott.ssa Emilia Chiurco

Comune Caronno P.lla Incontro Pubblico 12/06/2012 RISCHIO AMIANTO. ASL VARESE - SISL UO SUD EST Dott.ssa Emilia Chiurco Comune Caronno P.lla Incontro Pubblico 12/06/2012 RISCHIO AMIANTO ASL VARESE - SISL UO SUD EST Dott.ssa Emilia Chiurco SERVIZIO IGIENE E SICUREZZA SUL LAVORO chi siamo? un gruppo di operatori: medici,

Dettagli

Aggiornamento su censimento presenza amianto edifici territorio Distretto Isola Bergamasca

Aggiornamento su censimento presenza amianto edifici territorio Distretto Isola Bergamasca Aggiornamento su censimento presenza amianto edifici territorio Distretto Isola Bergamasca Ponte San Pietro 20-02-2013 Dalzano Dr. Marcello Responsabile Settore di Prevenzione di Bonate Sotto Diparetimento

Dettagli

Piano di Governo del Territorio del Comune di Buscate

Piano di Governo del Territorio del Comune di Buscate Piano di Governo del Territorio del Comune di Buscate VAS Valutazione Ambientale Strategica del Documento di Piano integrazione al rapporto ambientale in merito alle osservazioni pervenute in seguito all

Dettagli

Conferenza Regionale Amianto 2008

Conferenza Regionale Amianto 2008 Conferenza Regionale Amianto 2008 Le linee guida amianto A cura di: Dott.ssa Zulejka Canti - Medico del Lavoro - ASL Milano Città Alberto Righi - T.d.P. - ASL Mantova Deliberazione della Giunta Regionale

Dettagli

Questo argomento è trattato nel Titolo IX «Sostanze pericolose», al Capo III «Protezione dai rischi connessi all esposizione all amianto»

Questo argomento è trattato nel Titolo IX «Sostanze pericolose», al Capo III «Protezione dai rischi connessi all esposizione all amianto» Amianto Questo argomento è trattato nel Titolo IX «Sostanze pericolose», al Capo III «Protezione dai rischi connessi all esposizione all amianto» (artt. da 246 a 265). Fermo restando quanto previsto dalla

Dettagli

CANCEROGENI IN AMBIENTI DI LAVORO. 28/01/2016 - REGIONE LOMBARDIA - Dott. Battista Magna

CANCEROGENI IN AMBIENTI DI LAVORO. 28/01/2016 - REGIONE LOMBARDIA - Dott. Battista Magna CANCEROGENI IN AMBIENTI DI LAVORO 28/01/2016 - REGIONE LOMBARDIA - Dott. Battista Magna PREMESSE Fino al 31/12/2015 la Lombardia era suddivisa in: - 15 ASL (Aziende Sanitarie Locali), in ognuna delle quali

Dettagli

COMUNE di MADONE. Provincia di Bergamo

COMUNE di MADONE. Provincia di Bergamo COMUNE di MADONE Provincia di Bergamo Regolamento comunale n. 87 REGOLAMENTO PER LO STANZIAMENTO DI CONTRIBUTI VOLTI ALLA RIMOZIONE E ALLO SMALTIMENTO DI MATERIALI IN FIBROCEMENTO E CONTENENTI AMIANTO

Dettagli

U.C.A.M.P. UFFICIO CENTRALE ANTIFRODE DEI MEZZI DI PAGAMENTO «IL SISTEMA SIRFE NELLA GESTIONE DEL CONTANTE»

U.C.A.M.P. UFFICIO CENTRALE ANTIFRODE DEI MEZZI DI PAGAMENTO «IL SISTEMA SIRFE NELLA GESTIONE DEL CONTANTE» U.C.A.M.P. UFFICIO CENTRALE ANTIFRODE DEI MEZZI DI PAGAMENTO «IL SISTEMA SIRFE NELLA GESTIONE DEL CONTANTE» Milano, 27 maggio 2014 ORDINAMENTO GERARCHICO MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE DIPARTIMENTO

Dettagli

Consiglio Regionale della Calabria IV Commissione Assetto e utilizzazione del territorio - Protezione dell ambiente

Consiglio Regionale della Calabria IV Commissione Assetto e utilizzazione del territorio - Protezione dell ambiente Consiglio Regionale della Calabria IV Commissione Assetto e utilizzazione del territorio - Protezione dell ambiente Proposta di legge Interventi urgenti per la salvaguardia della salute dei cittadini:

Dettagli

L informazione ai cittadini e la riduzione dell amianto in Lombardia

L informazione ai cittadini e la riduzione dell amianto in Lombardia Consiglio Regionale della Lombardia Seduta congiunta Comitato paritetico di Controllo e Valutazione e Commissione VI L informazione ai cittadini e la riduzione dell amianto in Lombardia Presentazione dei

Dettagli

Metodologie di bonifica di elementi con presenza di amianto

Metodologie di bonifica di elementi con presenza di amianto Metodologie di bonifica di elementi con presenza di amianto Se l amianto è COMPATTO non esistono particolari rischi per la salute. Se l amianto è FRIABILE c è il pericolo di inalarne fibre. COMPATTO, materiale

Dettagli

Istruzione Operativa SISPC-Amianto

Istruzione Operativa SISPC-Amianto REGIONE TOSCANA Direzione Diritti di Cittadinanza e Coesione Sociale Coordinamento Tecnico Sistema Informativo Sanitario della Prevenzione Collettiva https://www.prevenzionecollettiva.toscana.it Istruzione

Dettagli

Iscrizione all Albo Nazionale delle imprese esercenti servizi di smaltimento dei rifiuti

Iscrizione all Albo Nazionale delle imprese esercenti servizi di smaltimento dei rifiuti Iscrizione all Albo Nazionale delle imprese esercenti servizi di smaltimento dei rifiuti Categoria 10: Bonifica dei beni contenenti AMIANTO Dott.ssa Anna Bosi Dipartimento di Sanità Pubblica AUSL di Piacenza

Dettagli