Arricchirsi davvero con le SCOMMESSE SUL CALCIO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Arricchirsi davvero con le SCOMMESSE SUL CALCIO"

Transcript

1 Progetto Saper Vincere Arricchirsi davvero con le SCOMMESSE SUL CALCIO Guadagnare legalmente - come un bookmaker senza doversene assumere gli oneri, le spese ed i rischi. Comprendere a fondo i meccanismi del gioco per valorizzare la propria abilità. Rischiare poco per guadagnare tanto. Fare (molto) meglio del sure bet. 1

2 Premessa Questo piccolo libro elettronico (e-book) si prefigge il compito di guidare il lettore a una comprensione generale (e a un fruttuoso uso) delle strategie più adatte per contrastare e magari invertire a proprio favore il vantaggio del Banco nell ambito delle Scommesse Sportive. Mi rendo conto che i concetti esposti per quanto io abbia tentato di semplificarli al massimo possono in alcuni casi risultare complicati per chi non ha una mente predisposta alla matematica. Ma sono concetti veri che, come tali, funzionano e se correttamente utilizzati - fanno vincere davvero. Più precisamente: fanno guadagnare giocando! Non è tuttavia necessario approfondire tutti gli argomenti trattati (per i quali saranno peraltro previsti altri e-book specifici): anche il semplice apprendimento dei concetti più generali rappresenterà una sorta di marcia in più alla quale sarebbe sciocco rinunciare. La strada che io propongo può davvero portare alla ricchezza, a patto che si abbia la volontà e la costanza di percorrerla per intero, partendo, appunto, dai concetti più generali per poi arrivare ai più sofisticati livelli di perfezionamento, quelli che effettivamente possono consentire di trasformare la propria passione per il gioco in un vero e proprio lavoro, appassionante e redditizio. Attenzione: un lavoro piacevole ma pur sempre un lavoro! Buona lettura Vincenzo Carchidi 2

3 INTRODUZIONE Con le scommesse si può guadagnare davvero. E anche tanto! Scommettere sul calcio è dunque, per gli appassionati, un esperienza bellissima, che, già in quanto tale, può ben valere il prezzo del biglietto. A patto, naturalmente, che il prezzo non sia eccessivo e che lo scopo del gioco sia il puro divertimento. Ma cominciamo subito con una precisazione: i miei consigli non sono adatti a coloro che giocano con la giusta moderazione - per puro diletto, e verso i quali nutro, beninteso, un sentimento di profondo rispetto, in omaggio al detto popolare dove c è gusto non c è perdita. E non sono adatti sia ben chiaro! ai giocatori d azzardo, i quali sono destinati inevitabilmente a perdere, per la loro stessa struttura psicologica, quale che sia il gioco a cui partecipano e il metodo che adottano. Infine, possono essere piuttosto frustranti per coloro che ritengono (e qui sto parlando di alcune decine di milioni di italiani) di essere assoluti intenditori di calcio ; tutta gente che, naturalmente, pensa di saperne molto più di tutti gli altri perché loro a calcio ci hanno giocato (magari in 3.a categoria!). Aggiungo una considerazione che dimostrerò più avanti: il metodo più sicuro per perdere alle scommesse è quello di affidarsi alla logica (o presunta tale) del calcio. Ho detto dimostrerò perché, trattandosi di considerazioni rigorosamente matematiche (anche se mi asterrò categoricamente da ogni riferimento 3

4 specifico ai calcoli), non mi limiterò ad esporre delle semplici opinioni, ma delle considerazioni oggettive e indiscutibili. Anche semplicemente attenersi, in modo generico, ai suggerimenti che proporrò in questa pubblicazione significherà certamente giocare meglio (e quindi vincere di più o, se preferite perdere di meno); approfondire ed applicare i concetti esposti con grande dedizione e serietà significa avere nelle situazioni in cui ciò è possibile - la possibilità di guadagnare scientificamente, ossia di mettere in piedi un attività assolutamente legale in qualche modo simile a quella (lucrosissima!) dei bookmakers, senza doversene assumere gli oneri, le spese ed i rischi. Tutto ciò nonostante i pesantissimi limiti imposti dalla legislazione italiana al gioco effettuato tramite i ben più appetibili gestori stranieri; limiti verso i quali sono personalmente molto critico (ritenendo che dalla concorrenza bisognerebbe difendersi con la competitività e non con questo grottesco protezionismo), ma che chiaramente siamo tutti obbligati a rispettare. A rendere ancora più marcata la similitudine del nostro gioco con quello che fa prosperare i bookmakers concorre un altro elemento essenziale (e generalmente poco gradito) : noi non dobbiamo fare pronostici, ma, al contrario, speculare sui pronostici degli altri, ossia monetizzare gli errori di valutazione a cui normalmente vanno incontro quasi tutti gli scommettitori (e qualche volta anche gli stessi bookmakers). Vi ricordo che il nostro compito non è scommettere ma speculare 4

5 1 La scelta delle quote In un gioco in cui l entità della vincita è determinata dalla quota è veramente assurdo che molti giocatori dedichino scarsa attenzione proprio a questo elemento importantissimo (anzi come vedremo decisivo ) della scommessa. Questo atteggiamento può essere certamente più che comprensibile per lo scommettitore occasionale, il cui solo obiettivo è il divertimento, ma diventa evidentemente irrazionale e controproducente per il giocatore abituale, nonché assolutamente proibito per chi ha come obiettivo il guadagno. Nonostante le regolamentazioni assurdamente restrittive che ne attenuano enormemente i vantaggi e la portata, esiste comunque anche in Italia un regime di concorrenza fra i bookmakers (soprattutto stranieri), i quali si contendono il mercato a suon di quote, determinando soprattutto su alcune tipologie di esiti delle differenze tali da non poter essere sottovalutate da nessuna mente pensante. Uno scommettitore abituale che non si preoccupa di spuntare le quote migliori è come un imprenditore (tant è che di solito fa la stessa fine!) che non si preoccupa del costo delle forniture e acquista a qualunque prezzo dal primo che passa. Sotto questo profilo sono forse più furbi (o meglio un po meno autolesionisti ) quei (tanti) giocatori che scommettono cifre folli su una sola partita con la prospettiva di vincere le briciole: praticano un gioco 5

6 irrimediabilmente perdente, ma solitamente almeno si preoccupano di cercare l offerta migliore, sia pure fra un limitato numero di bookmakers. Decisamente più ingenui (è un eufemismo, ovviamente) sono quelli che abbinano più partite a volte anche più di 10 minimizzando le differenze delle quote (e dell eventuale bonus ) e trascurando il fatto che il processo di moltiplicazione può portare a differenze letteralmente abissali fra la quota complessiva ottimale e quella di cui essi si accontentano. Accontentarsi è forse una buona norma per chi intende condurre una vita tranquilla e priva di ambizioni, ma non certo per chi si cimenta in un gioco/lavoro con il proposito dichiarato (e purtroppo quasi mai reale ) di voler guadagnare. La realtà è che chi ritiene che una quota vale l altra farebbe bene a smettere di giocare o, come ripeto, ad acquisire la consapevolezza di quanto gli costa divertirsi, facendo poi una serena valutazione del rapporto fra costi e benefici (ricordate? dove c è gusto non c è perdita ma bisogna sempre valutare quanto gusto c è e di che perdita si tratta). L obiezione più comune è che non vale la pena di aprire più conti di gioco, e che tanto vale scegliere un gestore generoso che di solito offre buone quote. Ma di che stiamo parlando? Non vale la pena? Tanto vale? Buone quote? Siamo completamente fuori strada. Oggi aprire un conto on line presso un bookmaker è un operazione semplicissima e generalmente a costo zero (anzi: di solito si hanno anche dei bonus molto interessanti); anche il versamento minimo è solitamente 6

7 più che accessibile a chiunque abbia l abitudine (spero non il vizio) di scommettere, sia pure in piccola scala. Anzi: soprattutto in piccola scala, dal momento che questa pubblicazione non si rivolge prevalentemente a un pubblico di grandi scommettitori. Al contrario, è proprio chi dispone di risorse economiche piuttosto limitate che può (anzi: deve, altrimenti non sopravvive) trarre i vantaggi più evidenti da un gioco intelligente e scientifico. Togliamoci dalla testa, infatti, che si possa vincere grazie a una superiore abilità nei pronostici, o che per impostare un gioco matematicamente vincente sia necessario disporre di ingenti capitali. E, prima ancora, cerchiamo di capire, una volta per tutte, che una cosa è vincere nel senso più generico del termine, un altra cosa è vincere nel senso preciso di guadagnare nel tempo, che è quello a cui io amo fare quasi sempre esclusivo riferimento. Il cosiddetto intenditore di calcio vince (relativamente) spesso puntando sugli esiti più scontati, ma certamente non guadagna alla lunga, anzi, è il pollo preferito dai bookmakers. E il fatto di vincere (relativamente) spesso consolida la sua idea di superiore capacità di analisi sportiva, facendogli dimenticare di essere in buona compagnia con qualche altra decina di milioni di intenditori altrettanto capaci (e altrettanto perdenti!). L idea di poter guadagnare in base a chissà quale esclusiva dote magica, naturale o acquisita che sia, è alla base di un delirio molto ricorrente e non per questo meno illusorio all interno del genere umano e, in maniera piuttosto accentuata, fra gli scommettitori. 7

8 Ed è un delirio piuttosto costoso, perché porta a sopravvalutare, appunto, le illusioni, e a sottovalutare le più elementari realtà. In questo caso, la più elementare realtà indica in tutta la sua evidenza quanto sia importante aprire diversi conti gioco e confrontare le quote offerte di volta in volta dai vari bookmakers per approfittare - senza altri condizionamenti che la logica e la convenienza - delle occasioni migliori. Mi rendo conto che, in base al livello di professionalità che si intende dare alla scommessa intelligente, possa essere in qualche caso eccessivo aprire un conto presso tutti i bookmakers presenti sul mercato, ma disporre di una gamma adeguata di possibili scelta deve essere considerato un imperativo categorico, la condicio sine qua non del gioco speculativo. Anche perché non esiste tanto meno in Italia - un bookmaker che possa offrire le quote migliori in senso assoluto. Per ragioni che comprenderemo meglio più avanti alcune quote saranno migliori a volte anche di tanto presso un dato Gestore e altre lo saranno presso un suo concorrente. Dirò di più: quando su una stessa partita si registra una differenza significativa di quota per un certo esito da parte di un bookmaker, è assai probabile che si possa trovare altrove una maggior valutazione per uno degli esiti diversi. E questo, come vedremo, è molto importante (non a caso ritengo la doppia chance un sintomo evidente della sottovalutazione di cui parlavo: molto meglio è giocare i due segni su gestori separati perché quasi certamente si arriva a spuntare una quota complessiva assai più conveniente). 8

9 Ma adesso non voglio confondervi le idee. Mi limito a dire che questo concetto è alla base di quello che viene definito il sure bet, ossia il gioco sicuro, di cui tanto si parla ma poco, evidentemente, si sa. Il metodo del sure bet consiste nella ricerca diligente delle migliori quotazioni presso una gamma molto ampia di bookmakers, sì da trovare quelle situazioni in cui, ad esempio, giocando una certa somma sul segno 1 di un certo Gestore, un altra cifra sul segno x di un secondo Gestore e un altro importo ancora sul segno 2 di un terzo Gestore si ha la certezza matematica e anticipata di incassare più di quanto si è giocato, quale che sia l esito dell incontro. Il sure bet (molto praticato all estero ma difficilmente attuabile in Italia per via delle citate limitazioni) sembra, a chi lo mette in essere, il migliore dei mondi possibili ma non lo è, e comunque ci interesserebbe solo come curiosità visto che sarebbe pressoché impossibile pensare di attuarlo nel territorio nazionale (salvo situazioni talmente rare e poco redditizie da non poter essere seriamente considerate). Noi cercheremo di fare qualcosa di più conveniente e, soprattutto, di farlo alla luce del sole, nel rispetto delle normative vigenti in Italia, per assurde che siano 9

10 2 La scelta delle partite Un elemento altrettanto importante della scommessa speculativa consiste nell evitare il gioco sugli incontri più equilibrati, dove la quotazione dei diversi esiti (poniamo 1, x e 2 ) non evidenzia particolari scostamenti fra minimo e massimo. Puntare sulle partite dominate dall incertezza è, quasi sempre, un vero e proprio suicidio probabilistico. Mentre scrivo ha qui davanti a me due esempi tipici e reali! - di partite dall esito incerto (e c è anche di peggio), con le relative quotazioni di Totosì. Basta un analisi alquanto sommaria per capire che: a) Le quotazioni sono molto lontane dal gioco equo ; b) La seconda partita è molto meno conveniente dalla prima; c) Recuperare lo svantaggio è un operazione difficilissima; Vediamo perché: Incontro 1 x 2 Atletico Madrid Real Madrid 2,90 3,15 2,40 Nigeria Costa d Avorio 2,90 3,10 2,25 10

11 Bene: intanto bisogna riflettere sul fatto che la quota equa (ossia calcolata matematicamente) di 3 segni aventi ipoteticamente la stessa probabilità dovrebbe essere pari a 300 per ciascun segno, laddove invece i primi due segni grosso modo si compensano, ma sul terzo segno emerge chiara l entità dello svantaggio complessivo. Inoltre basta un occhiata alquanto superficiale, e niente affatto matematica, per capire che i primi due segni ( 1 e x ) ruotano intorno al valore matematicamente equo (3,00) mentre il terzo segno ( 2 ) nella fattispecie racchiude in sé tutto lo svantaggio della situazione complessiva dei tre segni (più frequentemente tale svantaggio viene distribuito sui diversi esiti e non concentrato su uno soltanto, ma la situazione non cambia, anzi peggiora perché è ancora più problematico cercare di recuperare i valori equi approfittando delle differenze fra gestori). C è di più: in questo caso anche il quotista viene colto in fallo, perché, a parità di quotazione del segno 1 (290), il primo incontro assegna agli altri due esiti ( x e 2 ) quote entrambe superiori (315 e 240) rispetto a quelle del secondo incontro (310 e 225). E si tratta dunque di una situazione (in questo caso particolarmente chiara) in cui si coglie bene l importanza di preferire alcuni incontri (e di scartarne altri). Vi risparmio il calcolo, ma ve ne voglio comunicare il risultato: il primo incontro assegna al banco un vantaggio (e quindi al giocatore uno svantaggio) pari al 7,9%, mentre il secondo evidenzia una percentuale dell 11,1%. 11

12 Errore del quotista o semplice valutazione opportunistica da parte del bookmaker (di Nigeria-Costa d Avorio cosa può interessare al Gestore? Le offerte concorrenziali si concentrano sugli incontri più gettonati che, per ciò stesso, rappresentano un rischio minore e una prospettiva di maggior guadagno )? Il motivo per cui si determinino queste abissali differenze tutto sommato ci interessa ben poco. Fatto è che puntare 100 volte 100 su un qualunque esito della prima gara porterebbe matematicamente parlando a una perdita media di 790 ; fare la stessa cosa sulla seconda partita significherebbe perdere : a mio parere non è la stessa cosa! Per contro, sappiamo bene che al giocatore d azzardo di questi calcoli non importa un fico secco: egli è sempre convinto che la sua bravura conti molto più di queste banalissime percentuali di svantaggio. Fatto è che i bookmakers si arricchiscono anche con percentuali molto più modeste, perché la matematica di solito è più brava e più precisa degli intenditori di calcio. In parole povere, puntare su situazioni equilibrate significa esasperare l elemento casuale, e consegnarsi mani e piedi a una situazione di pesante svantaggio matematico che rende inesorabile la perdita. Alcune particolari tipologie di puntate (come quelle del tipo under/over o gol/no gol ), rientrando inevitabilmente nella categoria degli esiti equilibrati, sono pesantemente ed irrimediabilmente svantaggiose, eppure incontrano il favore della gran massa degli scommettitori perdenti (che, evidentemente, sono tali per una serie di ragioni ben precise). 12

13 Ribadisco infatti il concetto: ogni situazione equilibrata ci consegna, assolutamente indifesi, nelle grinfie di una situazione nettamente sfavorevole, contro la quale ogni lotta è già persa in partenza. Per avere ragione di un avversario (il Banco) così forte e agguerrito, bisogna dunque agire d astuzia, provvedendo a mettere a nudo i suoi punti deboli e ad approfittarne sapientemente. E allora cominciamo a valutare dove si trovano questi punti deboli, di cui il Banco è perfettamente consapevole ma, giustamente, non ha ragione di preoccuparsi troppo, forte della consapevolezza che il suo vantaggio non può essere intaccato da uno sparuto gruppetto di professionisti, che anzi sono addirittura graditi in quanto contribuiscono a far diminuire il rischio complessivo del Gestore. Probabilmente avrete già intuito la risposta: il punto debole del Banco può essere costituito dalle partite molto sbilanciate, quelle in cui, cioè, un dato esito è molto, molto più probabile degli altri. Un osservazione superficiale potrebbe far supporre che le partite facili siano nemiche del Banco, dal momento che il verificarsi di troppi risultati scontati fa vincere molti scommettitori, e quindi costringe talvolta il bookmaker a pagare più di quanto ha incassato. Ma è vero esattamente il contrario (se così non fosse i Gestori non incoraggerebbero a suon di bonus il gioco su lunghe sfilze di partite facili ): a fronte di qualche inevitabile piccolo esborso, la prospettiva si ribalta clamorosamente quando ci sono molte sorprese, e il Banco arriva a fare letteralmente piazza pulita di tutte (o quasi) le puntate. Con 13

14 l ulteriore e non secondario vantaggio di aver rischiato (relativamente) poco per vincere tanto! Il guadagno del Banco, del resto, è sempre sostanzialmente uguale (a parità, evidentemente, di vantaggio matematico ), ma si concretizza in modo diverso: sulle partite equilibrate, di cui abbiamo parlato prima, tende a dipendere poco dall esito effettivo dell incontro: qualunque segno venga fuori la mietitura è sempre tendenzialmente in linea con i coefficienti stabiliti; sulle partite facili, invece, il venir meno del segno più probabile (o, meglio, più giocato : i concetti sono assai diversi, ma nel caso di incontri molto sbilanciati tendono a coincidere) opera quasi immancabilmente un severo taglio sulle potenziali vincite degli scommettitori, e quindi rende un grosso servizio al Banco. Infatti, la massa degli scommettitori ( intenditori di calcio in prima fila) punta quasi sempre sbagliando - sugli esiti nettamente più probabili, sicché i bookmakers giustamente (dal loro punto di vista) tendono ad abbassarne le quote, per due ottime ragioni: 1) Il contenimento del rischio; 2) La consapevolezza del fatto che catturare scommesse a prezzi stracciati è il primo grande segreto delle loro fortune. Utilizzando l ottimo programma Scommesse Calcio 5.0 di Totoproject (funzione pronostico Magic Pro ), che analizza tutte le quote SNAI degli ultimi anni, ho potuto verificare che raramente il segno più conveniente presenta una quota inferiore a 1,35. E si tratta di un riscontro importante, perché senza entrare nei dettagli matematici del metodo di calcolo - sta lì a testimoniare che i bookmakers, come già si era intuito, non usano 14

15 assegnare agli esiti molto probabili una quota conveniente, e verosilmente neanche una quota equa, bensì una quota tale da scoraggiare senza peraltro riuscirci - un eccessiva concentrazione delle puntate (che potrebbe esporli ad esborsi più frequenti, ma non certo ad un maggior rischio di perdita, anzi!). Attenzione, però: i discorsi fatti non devono essere intesi in senso assoluto, ma, come sempre, in termini relativi. Il menzionato software di analisi non ci garantisce che i segni selezionati dal suo Magic Pro (la maggior parte dei quali tende ad essere normalmente compresa fra 1,35 e 2,50) siano in assoluto convenienti, ma semplicemente che sono più convenienti (ma meglio sarebbe dire: meno svantaggiosi ) degli altri. Dovremmo dedurne che le altre quote quelle inferiori a 140 o superiori a 250 sono tendenzialmente ancora più svantaggiose delle altre, e quindi assolutamente da evitare. Con una precisazione: mentre le quote molto elevate sono più difficili da catalogare (perché non è facile inquadrarle all interno di segmenti omogenei) e quindi le statistiche ad esse relative sono meno solide, le quote molto basse dimostrano invece di essere quasi inevitabilmente svantaggiose, in linea con quanto già si era detto prima. C è però un rovescio della medaglia: a causa dei coefficienti massimi di vantaggio per il Banco imposti dalla legge (o spesso anche semplicemente da evidenti ragioni di competitività), abbassare troppo la quotazione di un dato esito significa, quasi automaticamente, dover alzare a volte smisuratamente quelle degli esiti opposti (ad esempio, proporre un segno 15

16 1 a 1,11 può comportare la necessità o la scelta di quotare un segno x a 8,00, o un segno 2 a 20,00). Ho scelto volutamente la quota 1,11 perché questa è la quota quasi equa che dovrebbe spettare, matematicamente parlando, a un esito che abbia il 90% di probabilità. Infatti se io gioco 10 volte 100 su un esito con quota 1,11 e, in linea con una probabilità del 90%, vinco 9 volte su 10, alla fine mi trovo a incassare (9 x 111 =) 999, avendo però speso per effettuare le 10 giocate; quindi arrotondamenti a parte ho pareggiato i conti, così come è giusto che accada quando si opera, nel tempo, su una quota equa. Ma in realtà 1,11 non esprime necessariamente la probabilità effettiva; esprime semplicemente la necessità del Banco di adeguarsi alla pressione insostenibile delle scommesse caricate su quel dato evento. Ma quasi sempre (potremmo anche togliere il quasi ) la valutazione fatta dagli scommettitori (specie se intenditori di calcio o tifosi) è di tipo emotivo, e si presta ad esasperazioni a volte assurde. Mettiamo (e non credo affatto di esagerare!) che la probabilità tecnica oggettiva (ammesso che sia possibile calcolarla) sia non del 90%, bensì dell 80%. In questo caso, la quota equa avrebbe dovuto essere 1,25 e non già 1,11: una differenza enorme! Infatti, vincendo 125 in 8 occasioni su 10 si incasserebbero esattamente 1.000, tanti quanti occorrerebbe spenderne per effettuare le 10 giocate. Invece con una quota a 1,11 il Banco può reggere una scommessa, poniamo, di rischiando non già di perderne 250 (si ricordi che la 16

17 probabilità effettiva di tale perdita è dell 80% e non del 90%), bensì soltanto 110 (molto meno della metà),! E al banco non interessa troppo di dover pagare volte su 10 se può contare di vincere volte su 10. Vediamo così che lo scompenso fra la presunta quota equa (1,25) e la quota proposta (1,11) determina per il Banco un guadagno (e per il giocatore una perdita) di in media ogni 10 giocate da 100. Scusate se è poco! Per contro esasperando il concetto ci può essere il fatto che il segno 2 dell esempio precedente, sia pagato a 20,00 (come se avesse il 5% di probabilità), avendone invece, in realtà, un 8% (nel qual caso avrebbe dovuto essere pagata a 12,50). In questo caso il giocatore che scommettesse proprio su questo evento (il meno probabile) vincerebbe è vero solo una volta su 12,5 tentativi, ma in compenso incasserebbe 20 volte la posta (anziché, appunto 12,5), e guadagnerebbe in media ogni 20 giocate (senza considerare che a quel punto per fare un buon guadagno non sarebbe più necessario fare puntate di importo elevato ). Resta il fatto che la probabilità oggettiva non può essere calcolata con certezza, nemmeno dagli stessi bookmakers, ma resta un dato in buona misura opinabile (altrimenti potremmo conoscere sempre con assoluta esattezza il margine di guadagno o di perdita che si determinerebbe, alla lunga, su ciascuno degli esiti quotati). Per contro, è assolutamente oggettiva la quota offerta, ed è su questa che dobbiamo poggiare le basi di tutto il ragionamento. 17

18 3 La scelta degli esiti Da quanto è stato appena detto, dovrebbe essere facile trarre un immediata e fondamentale conclusione: giocare l esito più probabile è svantaggioso, ed è tendenzialmente tanto più svantaggioso quanto più squilibrate sono le quote dei diversi esiti; viceversa, scommettere contro l esito più probabile significa aver intrapreso (ma non ancora completato) la strada giusta per invertire a proprio favore i rapporti di forza fra scommettitore e Banco. Per inciso, voglio aggiungere che ciò che sto scrivendo, anche se corrisponde a una sacrosanta e dimostrabile - verità, non disturberà affatto i bookmakers, i quali, dall alto della loro esperienza nel settore, sono ben consapevoli che la massa continuerà a giocare gli esiti più svantaggiosi; e quindi, paradossalmente, saranno inclini a fare il tifo per quei pochi scommettitori intelligenti che daranno loro una mano a calmierare l esposizione finanziaria eccessiva sui risultati facili. Del resto, conosco personalmente diverse persone ( giocatori d azzardo conclamati) che scommettono anche migliaia di Euro su under/over, doppia chance o altri esiti a bassissima remunerazione (puntando anche su quote inferiori a 1,20), o, peggio ancora, che giocano 15 o 20 partite facili, mentre ne conosco poche (a parte il sottoscritto ed altri pochissimi matti che gli hanno dato retta e che guarda caso non hanno più cambiato idea) che sia disposto a giocare 10 Euro su un esito meno probabile con la prospettiva di intascarne 200 o anche di più! 18

19 Il problema è che le strutture mentali che ci caratterizzano risultano poco adatte a comprendere intuitivamente la probabilità. Peggio ancora: sono evidentemente portate ad avallare valutazioni assolutamente fuorvianti e spesso opposte alla realtà delle cose. Nel caso specifico, il giocatore che scommette Euro per vincerne magari 150, tanto per cominciare non è consapevole del fatto che quella vincita è calcolata in base a una netta sopravvalutazione della probabilità dell evento (non sarebbe un male in sé scommettere per vincere 150 se la probabilità dell evento stesso fosse del 95%, ma lo è certamente se invece corrisponde a un 75%); ma, soprattutto, non è consapevole del fatto che nel tempo sta perdendo (almeno finché non arriva l estratto conto della banca). Al contrario, spesso ritiene qualche volta addirittura ne è convinto di aver trovato un metodo infallibile per guadagnare soldi a palate Incredibile ma vero! L equivoco nasce dal fatto che giocare su una probabilità favorevole aiuta, effettivamente, a vincere spesso, sicché anche nel caso di un 75% effettivo si andrà alla cassa mediamente 3 volte su 4 (il che aiuterà a consolidare la pericolosissima illusione di essere un pronosticatore infallibile ). Non si fa quasi caso al fatto che in 3 di queste 4 volte si incassano 150 Euro (in totale, dunque, 450), mentre la quarta se ne perdono 1.000! 19

20 Ovviamente gli oltranzisti delle pie illusioni ritengono di essere talmente bravi da riuscire a farsi beffe di queste insulse regole matematiche grazie al loro superiore intuito. Ma c è ancora di peggio! Di fronte alle mie obiezioni (che cadono quasi sempre a vuoto, come se fossero dei deliri anziché dei calcoli ovvii ed elementari), molti di questi scommettitori autolesionisti tirano fuori il loro asso nella manica, affermando che quando capita (sempre per una serie di circostanze sfortunate ) di perdere i Euro è facile rimediare scommettendone sull evento successivo e che spesso questo trucco funziona. Sono convinto del fatto che spesso questo trucco (per di più anche mal calcolato, perché per recuperare sulla base di quanto si era puntato occorrerebbe di solito almeno triplicare la puntata) possa andare a segno: dal momento che abbiamo ipotizzato una probabilità del 75% posso dire che, alla lunga, andrà a segno, anch esso, 3 volte su 4. Già! Ma la quarta volta? Raddoppiamo o triplichiamo ancora? I conti fateli voi Equivalente a questa situazione (al peggio non c è mai limite, ma quanto meno si ritarda considerevolmente il momento della rovina) c è un altro geniale stratagemma, ossia quello di legare più partite. Anche in questo caso conosco tante persone che mettono in gioco addirittura 10 o più esiti dalla quota infinitesimale (comprese quelle a 1,05), magari incoraggiati anche da eventuali bonus offerti generosamente dal Gestore (che non è scemo, ma invece sa bene come spennare i suoi polli ). Evidentemente c è chi crede in cuor suo che i bookmakers siano dei Istituti di beneficenza che offrono champagne a chi è più simpatico: questi 20

21 bonus in realtà premiano la dabbenaggine dei giocatori più scarsi, quelli che non vogliono capire che moltiplicare le probabilità di più eventi matematicamente svantaggiosi significa esasperare questo svantaggio fino all estremo limite, riducendo, per giunta, anche la probabilità di vincere (non certo quella di guadagnare, che era già esclusa in partenza). Il punto sostanziale è che il giocatore istintivo che punta sugli esiti più probabili tende a confondere la vincita con il guadagno. Puntare sulla probabilità sarebbe la scelta giusta se l obiettivo fosse, genericamente, quello di vincere una qualsiasi somma a fronte di un qualsiasi rischio; dal momento che l obiettivo invece è (o almeno dovrebbe essere) quello di guadagnare e guadagnare alla lunga, nel tempo, per metodo e non per fortuna la strada da percorrere è un altra: la convenienza, non la probabilità. Tornando al solito vecchio esempio: che vantaggio ho se vinco 3 volte su 4 ma complessivamente incasso meno della metà di quello che ho speso? E, per contro, che mi importa di vincere solo una volta su 12 se incasso 20 volte la posta giocata? Certo, sarebbe bello se i risultati più probabili fossero anche i più convenienti! Purtroppo non viviamo nel paese del bengodi, e la convenienza (quando c è!) risiede quasi sempre dove la probabilità non è molto elevata Ciò nonostante, abbiamo la possibilità riequilibrare in maniera decisiva la situazione iniziale di svantaggio matematico, e in qualche caso a ribaltarla a nostro favore, fino alle estreme conseguenze. 21

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi il risparmio, dove lo ora? metto le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi Vademecum del risparmiatore le principali domande emerse da una recente ricerca di mercato 1

Dettagli

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi ONDI OMUNI: AI A CELTA IUSTA Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi CONOSCERE I FONDI D INVESTIMENTO, PER FARE SCELTE CONSAPEVOLI I fondi comuni sono

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione Nel nostro Paese il gioco ha sempre avuto radici profonde - Caratteristiche degli italiani in genere - Fattori difficilmente riconducibili a valutazioni precise (dal momento che propensione al guadagno

Dettagli

Indovinelli Algebrici

Indovinelli Algebrici OpenLab - Università degli Studi di Firenze - Alcuni semplici problemi 1. L EURO MANCANTE Tre amici vanno a cena in un ristorante. Mangiano le stesse portate e il conto è, in tutto, 25 Euro. Ciascuno di

Dettagli

La fattoria delle quattro operazioni

La fattoria delle quattro operazioni IMPULSIVITÀ E AUTOCONTROLLO La fattoria delle quattro operazioni Introduzione La formazione dei bambini nella scuola di base si serve di numerosi apprendimenti curricolari che vengono proposti allo scopo

Dettagli

Capitolo 9: PROPAGAZIONE DEGLI ERRORI

Capitolo 9: PROPAGAZIONE DEGLI ERRORI Capitolo 9: PROPAGAZIOE DEGLI ERRORI 9.1 Propagazione degli errori massimi ella maggior parte dei casi le grandezze fisiche vengono misurate per via indiretta. Il valore della grandezza viene cioè dedotto

Dettagli

I beni pubblici come causa del fallimento del mercato. Definizioni e caratteristiche

I beni pubblici come causa del fallimento del mercato. Definizioni e caratteristiche I beni pubblici come causa del fallimento del mercato. Definizioni e caratteristiche (versione provvisoria) Marisa Faggini Università di Salerno mfaggini@unisa.it I beni pubblici rappresentano un esempio

Dettagli

Scelta sotto incertezza

Scelta sotto incertezza Scelta sotto incertezza 1. Introduzione Nei capitoli 1 e 2 della microeconomia standard si studia la scelta dei consumatori e dei produttori, che hanno un informazione perfetta sulle circostanze che caratterizzano

Dettagli

Il mondo in cui viviamo

Il mondo in cui viviamo Il mondo in cui viviamo Il modo in cui lo vediamo/ conosciamo Dalle esperienze alle idee Dalle idee alla comunicazione delle idee Quando sono curioso di una cosa, matematica o no, io le faccio delle domande.

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli

GRUPPO DI CONTINUITA' 12 V - BATTERIA BACKUP

GRUPPO DI CONTINUITA' 12 V - BATTERIA BACKUP GRUPPO DI CONTINUITA' 12 V - BATTERIA BACKUP Salve, questo circuito nasce dall'esigenza pratica di garantire continuità di funzionamento in caso di blackout (accidentale o provocato da malintenzionati)

Dettagli

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Crescere un bambino Indaco o Cristallo è un privilegio speciale in questo momento di turbolenze e cambiamenti. Come genitori, state contribuendo

Dettagli

LA PROGETTAZIONE SECONDO LA ISO 9001: 2000 (Giorgio Facchetti)

LA PROGETTAZIONE SECONDO LA ISO 9001: 2000 (Giorgio Facchetti) LA PROGETTAZIONE SECONDO LA ISO 9001: 2000 (Giorgio Facchetti) Uno degli incubi più ricorrenti per le aziende certificate l applicazione del requisito relativo alla progettazione in occasione dell uscita

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

UN NUOVO ASSETTO DELLE APERTURE A LIVELLO 2

UN NUOVO ASSETTO DELLE APERTURE A LIVELLO 2 Lezione 14 LE APERTURE A LIVELLO 2 UN NUOVO ASSETTO DELLE APERTURE A LIVELLO 2 Tutto parte da una considerazione statistica: 4 aperture (da a ) per descrivere mani di 21+ Punti rappresenta uno spreco in

Dettagli

IL SENSO DELLA CARITATIVA

IL SENSO DELLA CARITATIVA IL SENSO DELLA CARITATIVA SCOPO I Innanzitutto la natura nostra ci dà l'esigenza di interessarci degli altri. Quando c'è qualcosa di bello in noi, noi ci sentiamo spinti a comunicarlo agli altri. Quando

Dettagli

Clienti davvero fedeli ecco come fare

Clienti davvero fedeli ecco come fare Clienti davvero fedeli ecco come fare Che avere clienti fedeli sia un balsamo per i risultati aziendali nessuno lo mette in dubbio. Il problema è che la fedeltà dei clienti, soprattutto quelli migliori,

Dettagli

Q84 A1073 K92 J65 VALENTINO DOMINI

Q84 A1073 K92 J65 VALENTINO DOMINI VALENTINO DOMINI L attacco iniziale, prima azione di affrancamento della coppia controgiocante, è un privilegio e una responsabilità: molti contratti vengono battuti o realizzati proprio in rapporto a

Dettagli

GUIDA OPZIONI BINARIE

GUIDA OPZIONI BINARIE GUIDA OPZIONI BINARIE Cosa sono le opzioni binarie e come funziona il trading binario. Breve guida pratica: conviene fare trading online con le opzioni binarie o è una truffa? Quali sono i guadagni e quali

Dettagli

Distribuzione dei redditi e povertà nei Paesi OCSE: una crescita diseguale?

Distribuzione dei redditi e povertà nei Paesi OCSE: una crescita diseguale? Growing Unequal? : Income Distribution and Poverty in OECD Countries Summary in Italian Distribuzione dei redditi e povertà nei Paesi OCSE: una crescita diseguale? Riassunto in italiano La disuguaglianza

Dettagli

IMPRENDITORIALITA E INNOVAZIONE

IMPRENDITORIALITA E INNOVAZIONE Università degli studi di Bergamo Anno accademico 2005 2006 IMPRENDITORIALITA E INNOVAZIONE Docente: Prof. Massimo Merlino Introduzione Il tema della gestione dell innovazione tecnologica è più che mai

Dettagli

(accuratezza) ovvero (esattezza)

(accuratezza) ovvero (esattezza) Capitolo n 2 2.1 - Misure ed errori In un analisi chimica si misurano dei valori chimico-fisici di svariate grandezze; tuttavia ogni misura comporta sempre una incertezza, dovuta alla presenza non eliminabile

Dettagli

Volare low cost LA NOSTRA INCHIESTA

Volare low cost LA NOSTRA INCHIESTA Volare low cost Q uanto tempo prima della partenza bisogna acquistare il biglietto aereo, per assicurarsi la tariffa più bassa? La domanda ce la siamo posta tutti, innumerevoli volte, senza capire nulla

Dettagli

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio.

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio. articolo N.40 MARZO 2007 RIVISTA ELETTRONICA DELLA CASA EDITRICE WWW.ALLENATORE.NET REG. TRIBUNALE DI LUCCA N 785 DEL 15/07/03 DIRETTORE RESPONSABILE: FERRARI FABRIZIO COORDINATORE TECNICO: LUCCHESI MASSIMO

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

Fin dove andrà il clonaggio?

Fin dove andrà il clonaggio? Fin dove andrà il clonaggio? Mark Post, il padrone della sezione di fisiologia dell Università di Maastricht, nei Paesi Bassi, ha dichiarato durante una conferenza tenuta a Vancouver, in Canada, che aveva

Dettagli

L ARTE DI VINCERE AL FANTACALCIO

L ARTE DI VINCERE AL FANTACALCIO Matteo Freddi L ARTE DI VINCERE AL FANTACALCIO Youcanprint Self-Publishing Titolo L arte di vincere al fantacalcio Autore Matteo Freddi Immagine di copertina a cura dell Autore ISBN 978-88-91122-07-0 Tutti

Dettagli

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali LA RICERCA DI DIO Gradi della fede in Dio La maggior parte delle persone non sospetta nemmeno la reale esistenza di Dio, e naturalmente non s interessa molto a Dio. Ce ne sono altre che, sotto l influsso

Dettagli

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE Volume VIII manuali campi volontariato Il fare e il dire di Legambiente nei campi Dal 1991 ad oggi sono stati oltre 3.000 i campi di volontariato che Legambiente

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

Non appena chiudi gli occhi comincia l avventura del sonno. Al posto della solita penombra nella stanza, volume oscuro che si interrompe qua e là,

Non appena chiudi gli occhi comincia l avventura del sonno. Al posto della solita penombra nella stanza, volume oscuro che si interrompe qua e là, Un uomo che dorme Non appena chiudi gli occhi comincia l avventura del sonno. Al posto della solita penombra nella stanza, volume oscuro che si interrompe qua e là, dove la memoria identifica senza sforzo

Dettagli

GUIDA PER ORGANIZZARE IL TRASLOCO

GUIDA PER ORGANIZZARE IL TRASLOCO GUIDA PER ORGANIZZARE IL TRASLOCO Consigli e trucchi da esperti del settore IN QUESTA GUIDA: I. COME ORGANIZZARE UN TRASLOCO II. PRIMA DEL TRASLOCO III. DURANTE IL TRASLOCO IV. DOPO IL TRASLOCO V. SCEGLIERE

Dettagli

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore!

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! oppure La Pubblicità su Google Come funziona? Sergio Minozzi Imprenditore di informatica da più di 20 anni. Per 12 anni ha lavorato

Dettagli

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna...

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna molto probabilmente avrei un comportamento diverso. Il mio andamento scolastico non è dei migliori forse a causa dei miei interessi (calcio,videogiochi, wrestling ) e forse mi applicherei

Dettagli

12 ATTIVARE LE RISORSE DEL GRUPPO CLASSE. Figura 1 OTTO STRATEGIE PER VALORIZZARE IL GRUPPO CLASSE COME RISORSA EDUCATIVA E DIDATTICA

12 ATTIVARE LE RISORSE DEL GRUPPO CLASSE. Figura 1 OTTO STRATEGIE PER VALORIZZARE IL GRUPPO CLASSE COME RISORSA EDUCATIVA E DIDATTICA 12 ATTIVARE LE RISORSE DEL GRUPPO CLASSE Figura 1 OTTO STRATEGIE PER VALORIZZARE IL GRUPPO CLASSE COME RISORSA EDUCATIVA E DIDATTICA LE CARATTERISTICHE PEDAGOGICHE DEL GRUPPO CLASSE 13 1 Le caratteristiche

Dettagli

PRESENTARE UN IDEA PROGETTUALE

PRESENTARE UN IDEA PROGETTUALE PRESENTARE UN IDEA PROGETTUALE LINEE GUIDA PER UNA EFFICACE PRESENTAZIONE DI UN BUSINESS PLAN INTRODUZIONE ALLA GUIDA Questa breve guida vuole indicare in maniera chiara ed efficiente gli elementi salienti

Dettagli

LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto. LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto

LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto. LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto LA PROGETTAZIONE 1 LA PROGETTAZIONE Oggi il raggiungimento di un obiettivo passa per la predisposizione di un progetto. Dal mercato al terzo settore passando per lo Stato: aziende, imprese, organizzazioni,

Dettagli

Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week

Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week Maggio 2015 Scusi presidente, ma il commercio equo e solidale è profit o non profit? La

Dettagli

«Abbiamo un margine di manovra sufficiente»

«Abbiamo un margine di manovra sufficiente» Conferenza stampa annuale del 17 giugno 2014 Anne Héritier Lachat, presidente del Consiglio di amministrazione «Abbiamo un margine di manovra sufficiente» Gentili Signore, egregi Signori, sono ormai trascorsi

Dettagli

Algoritmo euclideo, massimo comun divisore ed equazioni diofantee

Algoritmo euclideo, massimo comun divisore ed equazioni diofantee Algoritmo euclideo, massimo comun divisore ed equazioni diofantee Se a e b sono numeri interi, si dice che a divide b, in simboli: a b, se e solo se esiste c Z tale che b = ac. Si può subito notare che:

Dettagli

GLI OGRIN. Eh, sì, lo sappiamo: gli Ogrin sono semplici, ma ci vuole un po di tempo per spiegare il loro funzionamento!

GLI OGRIN. Eh, sì, lo sappiamo: gli Ogrin sono semplici, ma ci vuole un po di tempo per spiegare il loro funzionamento! GLI OGRIN Il sistema di Punti scambiabili nei servizi ANKAMA Eh, sì, lo sappiamo: gli Ogrin sono semplici, ma ci vuole un po di tempo per spiegare il loro funzionamento! Si tratta, in primo luogo, di un

Dettagli

Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA

Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA PREMESSA A tutt oggi i documenti ufficiali a cui ogni docente di lingue straniere è chiamato a far riferimento nel suo lavoro quotidiano,

Dettagli

TUTTO QUELLO CHE SAI SUGLI ZINGARI È FALSO

TUTTO QUELLO CHE SAI SUGLI ZINGARI È FALSO TUTTO QUELLO CHE SAI SUGLI ZINGARI È FALSO L ITALIA È PIENA DI ZINGARI FALSO. In Italia rom, sinti e camminanti sono circa 170mila cioè lo 0,25% della popolazione complessiva, UNA DELLE PERCENTUALI PIÙ

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA DI MONTE VIDON COMBATTE CLASSE V INS. VIRGILI MARIA LETIZIA

SCUOLA PRIMARIA DI MONTE VIDON COMBATTE CLASSE V INS. VIRGILI MARIA LETIZIA SCUOLA PRIMARIA DI MONTE VIDON COMBATTE CLASSE V INS. VIRGILI MARIA LETIZIA Regoli di Nepero Moltiplicazioni In tabella Moltiplicazione a gelosia Moltiplicazioni Con i numeri arabi Regoli di Genaille Moltiplicazione

Dettagli

LAVORO DI GRUPPO. Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali

LAVORO DI GRUPPO. Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali LAVORO DI GRUPPO Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali Esistono molti manuali e teorie sulla costituzione di gruppi e sull efficacia del lavoro di gruppo. Un coordinatore dovrebbe tenere

Dettagli

Gli indici per l analisi di bilancio. Relazione di

Gli indici per l analisi di bilancio. Relazione di Gli indici per l analisi di bilancio Relazione di Giorgio Caprioli Gli indici di solidità Gli indici di solidità studiano il rapporto tra le parti alte dello Stato Patrimoniale, ossia tra Capitale proprio

Dettagli

Logica fuzzy e calcolo delle probabilità: due facce della stessa medaglia?

Logica fuzzy e calcolo delle probabilità: due facce della stessa medaglia? Logica fuzzy e calcolo delle probabilità: due facce della stessa medaglia? Danilo Pelusi 1 Gianpiero Centorame 2 Sunto: Il seguente articolo illustra le possibili analogie e differenze tra il calcolo delle

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 7 maggio 2015 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 Nel 2015 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,7% in termini reali, cui seguirà una crescita dell

Dettagli

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!!

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!! IL TUO CORPO NON E STUPIDO Avrai sicuramente sentito parlare di postura corretta e magari spesso ti sei sentito dire di stare più dritto con la schiena o di non tenere le spalle chiuse. Nonostante se ne

Dettagli

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI Indice 1 Introduzione 2 2 Come ERA collabora con i fornitori 3 Se siete il fornitore attualmente utilizzato dal cliente Se siete dei fornitori potenziali Se vi aggiudicate

Dettagli

ALLENARSI CON LA FASCIA CARDIO

ALLENARSI CON LA FASCIA CARDIO ALLENARSI CON LA FASCIA CARDIO Come effettuare il monitoraggio dei nostri allenamenti? Spesso è difficile misurare il livello di sforzo di una particolare gara o sessione di allenamento. Come vi sentite?

Dettagli

Quando troncare uno sviluppo in serie di Taylor

Quando troncare uno sviluppo in serie di Taylor Quando troncare uno sviluppo in serie di Taylor Marco Robutti October 13, 2014 Lo sviluppo in serie di Taylor di una funzione è uno strumento matematico davvero molto utile, e viene spesso utilizzato in

Dettagli

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di gioco d azzardo patologico Testo redatto sulla

Dettagli

Corso di Matematica e Statistica 4 Calcolo combinatorio e probabilità. Le disposizioni semplici di n elementi di classe k

Corso di Matematica e Statistica 4 Calcolo combinatorio e probabilità. Le disposizioni semplici di n elementi di classe k Pordenone Corso di Matematica e Statistica 4 Calcolo combinatorio e probabilità UNIVERSITAS STUDIORUM UTINENSIS Giorgio T. Bagni Facoltà di Scienze della Formazione Dipartimento di Matematica e Informatica

Dettagli

Enrico Persico, Il Giornale di Fisica, 1, (1956), 64-67. 1

Enrico Persico, Il Giornale di Fisica, 1, (1956), 64-67. 1 Che cos è che non va? Enrico Persico, Il Giornale di Fisica, 1, (1956), 64-67. 1 Mi dica almeno qualcosa sulle onde elettromagnetiche. La candidata, che poco fa non aveva saputo dire perché i fili della

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

Capitale raccomandato

Capitale raccomandato Aggiornato in data 1/9/212 Advanced 1-212 Capitale raccomandato da 43.8 a 6.298 Descrizioni e specifiche: 1. E' una combinazione composta da 3 Trading System automatici 2. Viene consigliata per diversificare

Dettagli

ALGEBRA: LEZIONI DAL 13 OTTOBRE AL 3 NOVEMBRE

ALGEBRA: LEZIONI DAL 13 OTTOBRE AL 3 NOVEMBRE ALGEBRA: LEZIONI DAL 13 OTTOBRE AL 3 NOVEMBRE 1 DIPENDENZA E INDIPENDENZA LINEARE Se ho alcuni vettori v 1, v 2,, v n in uno spazio vettoriale V, il sottospazio 1 W = v 1,, v n di V da loro generato è

Dettagli

PROBLEMI PSICOLOGICI NEI DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO

PROBLEMI PSICOLOGICI NEI DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO PROBLEMI PSICOLOGICI NEI DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO Enrico Ghidoni Arcispedale S.Maria Nuova, UOC Neurologia, Laboratorio di Neuropsicologia, Reggio Emilia La situazione psicologica dei bambini

Dettagli

Supervisori che imparano dagli studenti

Supervisori che imparano dagli studenti Supervisori che imparano dagli studenti di Angela Rosignoli Questa relazione tratta il tema della supervisione, la supervisione offerta dagli assistenti sociali agli studenti che frequentano i corsi di

Dettagli

Regolamento Nazionale Specialità "POOL 8-15" ( Buche Strette )

Regolamento Nazionale Specialità POOL 8-15 ( Buche Strette ) Regolamento Nazionale Specialità "POOL 8-15" ( Buche Strette ) SCOPO DEL GIOCO : Questa specialità viene giocata con 15 bilie numerate, dalla n 1 alla n 15 e una bilia bianca (battente). Un giocatore dovrà

Dettagli

La disponibilità di tecnologie informatiche per favorire l apprendimento scolastico

La disponibilità di tecnologie informatiche per favorire l apprendimento scolastico Quando è opportuno proporre agli alunni con DSA l uso di tecnologie compensative? Ricerche e proposte italiane Quando è opportuno proporre agli alunni con DSA l uso di tecnologie compensative? Flavio Fogarolo

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

Guido Candela, Paolo Figini - Economia del turismo, 2ª edizione

Guido Candela, Paolo Figini - Economia del turismo, 2ª edizione 8.2.4 La gestione finanziaria La gestione finanziaria non dev essere confusa con la contabilità: quest ultima, infatti, ha come contenuto proprio le rilevazioni contabili e il reperimento dei dati finanziari,

Dettagli

COME ALLENERO QUEST ANNO?

COME ALLENERO QUEST ANNO? COME ALLENERO QUEST ANNO? Io sono fatto così!!! Io ho questo carattere!!! Io sono sempre stato abituato così!!!! Io ho sempre fatto così!!!!!! Per me va bene così!!!!! Io la penso così!!! Quando si inizia

Dettagli

Questa lettera informativa è quindi dedicata a tutti gli imprenditori che vogliono aumentare le vendite della loro azienda.

Questa lettera informativa è quindi dedicata a tutti gli imprenditori che vogliono aumentare le vendite della loro azienda. [D q Una delle domande più frequenti è: Cosa può fare la mia azienda per generare più richieste, avere più clienti e aumentare le vendite? Quasi tutte le aziende, anche le più piccole, oggi investono in

Dettagli

La mobilità sociale tra Stato e mercato

La mobilità sociale tra Stato e mercato La mobilità sociale tra Stato e mercato di Carlo Lottieri, Università di Siena Nella cultura contemporanea si tende a guardare alla mobilità sociale intesa quale possibilità di ascendere da una posizione

Dettagli

Unità 1. I Numeri Relativi

Unità 1. I Numeri Relativi Unità 1 I Numeri Relativi Allinizio della prima abbiamo introdotto i 0numeri 1 naturali: 2 3 4 5 6... E quattro operazioni basilari per operare con essi + : - : Ci siamo però accorti che la somma e la

Dettagli

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori ABC degli investimenti Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori I vantaggi di investire con Fidelity Worldwide Investment Specializzazione Fidelity è una società indipendente e si

Dettagli

I Militari possono far politica?

I Militari possono far politica? I Militari possono far politica? Il personale in servizio attivo delle Forze Armate (Esercito, Marina, Aeronautica, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza) può fare politica? Siccome ci sono tanti mestatori,

Dettagli

Le schede di Sapere anche poco è già cambiare

Le schede di Sapere anche poco è già cambiare Le schede di Sapere anche poco è già cambiare LE LISTE CIVETTA Premessa lo spirito della riforma elettorale del 1993 Con le leggi 276/1993 e 277/1993 si sono modificate in modo significativo le normative

Dettagli

Lezioni di Matematica 1 - I modulo

Lezioni di Matematica 1 - I modulo Lezioni di Matematica 1 - I modulo Luciano Battaia 16 ottobre 2008 Luciano Battaia - http://www.batmath.it Matematica 1 - I modulo. Lezione del 16/10/2008 1 / 13 L introduzione dei numeri reali si può

Dettagli

EDUCARE. TRA ALLENATORI, GENITORI E DIRIGENTI

EDUCARE. TRA ALLENATORI, GENITORI E DIRIGENTI PER INIZIARE EDUCARE. TRA ALLENATORI, GENITORI E DIRIGENTI Dicesi dirigente un signore che dovrebbe non dirigere ma animare; non solo animare ma testimoniare, non solo testimoniare, ma motivare. Insomma,

Dettagli

STRUMENTI DI ANALISI E DI INTERPRETAZIONE DEI PROBLEMI: LE TECNICHE DI PROBLEM SOLVING

STRUMENTI DI ANALISI E DI INTERPRETAZIONE DEI PROBLEMI: LE TECNICHE DI PROBLEM SOLVING STRUMENTI DI ANALISI E DI INTERPRETAZIONE DEI PROBLEMI: LE TECNICHE DI PROBLEM SOLVING Gianna Maria Agnelli Psicologa Clinica e Psicoterapeuta Clinica del Lavoro "Luigi Devoto Fondazione IRCCS Ospedale

Dettagli

Che cos è un focus-group?

Che cos è un focus-group? Che cos è un focus-group? Si tratta di interviste di tipo qualitativo condotte su un ristretto numero di persone, accuratamente selezionate, che vengono riunite per discutere degli argomenti più svariati,

Dettagli

ELASTICITÀ. Sarebbe conveniente per il produttore aumentare ulteriormente il prezzo nella stessa misura del caso

ELASTICITÀ. Sarebbe conveniente per il produttore aumentare ulteriormente il prezzo nella stessa misura del caso Esercizio 1 Data la funzione di domanda: ELASTICITÀ Dire se partendo da un livello di prezzo p 1 = 1.5, al produttore converrà aumentare il prezzo fino al livello p 2 = 2. Sarebbe conveniente per il produttore

Dettagli

1. non intraprendere trattative di affari con operatori senza prima aver raccolto informazioni sull esistenza e l affidabilita della controparte;

1. non intraprendere trattative di affari con operatori senza prima aver raccolto informazioni sull esistenza e l affidabilita della controparte; CAUTELE NELLE TRATTATIVE CON OPERATORI CINESI La Cina rappresenta in genere un partner commerciale ottimo ed affidabile come dimostrato dagli straordinari dati di interscambio di questo Paese con il resto

Dettagli

Benvenuto nello straordinario mondo del Trading in opzioni!

Benvenuto nello straordinario mondo del Trading in opzioni! TRADING in OPZIONI Benvenuto nello straordinario mondo del Trading in opzioni! Justagoodtrade è il nome di uno yacht che ho visto durante uno dei miei viaggi di formazione sul trading negli USA. Il milionario

Dettagli

i tassi di interesse per i prestiti sono gli stessi che per i depositi;

i tassi di interesse per i prestiti sono gli stessi che per i depositi; Capitolo 3 Prodotti derivati: forward, futures ed opzioni Per poter affrontare lo studio dei prodotti derivati occorre fare delle ipotesi sul mercato finanziario che permettono di semplificare dal punto

Dettagli

Se si insiste non si vince

Se si insiste non si vince Se si insiste non si vince Livello scolare: 2 biennio Abilità interessate Valutare la probabilità in diversi contesti problematici. Distinguere tra eventi indipendenti e non. Valutare criticamente le informazioni

Dettagli

CHE COS'È UNA BANCA? PARTE 2 Le banche al centro della crisi finanziaria

CHE COS'È UNA BANCA? PARTE 2 Le banche al centro della crisi finanziaria Crisi bancarie L'attività bancaria comporta l'assunzione di rischi L'attività tipica delle banche implica inevitabilmente dei rischi. Anzitutto, se un mutuatario non rimborsa il prestito ricevuto, la banca

Dettagli

Libro gratuito di filosofia

Libro gratuito di filosofia Libro gratuito di filosofia La non-mente Introduzione Il libro la non mente è una raccolta di aforismi, che invogliano il lettore a non soffermarsi sul significato superficiale delle frasi, ma a cercare

Dettagli

LA PENSIONE DI VECCHIAIA

LA PENSIONE DI VECCHIAIA Le pensioni di vecchiaia e di invalidità specifica per i lavoratori dello spettacolo (Categorie elencate nei numeri da 1 a 14 dell art. 3 del Dlgs CPS n.708/1947) Questa scheda vuole essere un primo contributo

Dettagli

EQUAZIONI E DISEQUAZIONI POLINOMIALI E COLLEGAMENTI CON LA GEOMETRIA ELEMENTARE

EQUAZIONI E DISEQUAZIONI POLINOMIALI E COLLEGAMENTI CON LA GEOMETRIA ELEMENTARE EQUAZIONI E DISEQUAZIONI POLINOMIALI E COLLEGAMENTI CON LA GEOMETRIA ELEMENTARE 1. EQUAZIONI Definizione: un equazione è un uguaglianza tra due espressioni letterali (cioè in cui compaiono numeri, lettere

Dettagli

IL RAPPORTO CON GLI ALTRI

IL RAPPORTO CON GLI ALTRI IL RAPPORTO CON GLI ALTRI Cos è la vita?, è una domanda che molti si pongono. La vita è rapporto, amici miei. Possono essere date altre risposte, e tutte potrebbero essere valide, ma al di là di tutto,

Dettagli

Potrei dire a quell attimo: fermati dunque, sei così bello! Goethe (Faust)

Potrei dire a quell attimo: fermati dunque, sei così bello! Goethe (Faust) IL TEMPO DI MENTINA Potrei dire a quell attimo: fermati dunque, sei così bello! Goethe (Faust) E tempo di occuparci di Mentina, la mia cuginetta che mi somiglia tantissimo; l unica differenza sta nella

Dettagli

UTILIZZO DELLA PSICOCINETICA NELLA SCUOLA PRIMARIA E IN AMBITO SPORTIVO

UTILIZZO DELLA PSICOCINETICA NELLA SCUOLA PRIMARIA E IN AMBITO SPORTIVO UTILIZZO DELLA PSICOCINETICA NELLA SCUOLA PRIMARIA E IN AMBITO SPORTIVO Le capacità cognitive richieste per far fronte alle infinite modalità di risoluzione dei problemi motori e di azioni di gioco soprattutto

Dettagli

IL MONOPOLIO NATURALE E LA GESTIONE DEI SERVIZI PUBBLICI LOCALI

IL MONOPOLIO NATURALE E LA GESTIONE DEI SERVIZI PUBBLICI LOCALI IL MONOPOLIO NATURALE E LA GESTIONE DEI SERVIZI PUBBLICI LOCALI SOMMARIO 1. COS E IL MONOPOLIO NATURALE 2. LE DIVERSE OPZIONI DI GESTIONE a) gestione diretta b) regolamentazione c) gara d appalto 3. I

Dettagli

Il Principio di non Contraddizione

Il Principio di non Contraddizione Formulazione Il Principio di non Contraddizione Nel libro IV della Metafisica, Aristotele prende in esame quello che lui stesso chiama il principio più saldo di tutti (bebaiotáte archè), intorno a cui

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

Che diavolo sono le gare di rally (e altri argomenti interessanti!)?

Che diavolo sono le gare di rally (e altri argomenti interessanti!)? Che diavolo sono le gare di rally (e altri argomenti interessanti!)? Molti di voi avranno sentito parlare di gare in cui i cani concorrono in esercizi di olfatto, come la ricerca, o gare di agility e di

Dettagli

Dall italiano alla logica proposizionale

Dall italiano alla logica proposizionale Rappresentare l italiano in LP Dall italiano alla logica proposizionale Sandro Zucchi 2009-10 In questa lezione, vediamo come fare uso del linguaggio LP per rappresentare frasi dell italiano. Questo ci

Dettagli

Introduzione alla probabilità

Introduzione alla probabilità Introduzione alla probabilità CAPITOLO TEORIA Il dilemma di Monty Hall In un popolare show televisivo americano il presentatore mostra al concorrente tre porte chiuse. Dietro a una di esse si cela il premio

Dettagli

Sono gocce, ma scavano il marmo

Sono gocce, ma scavano il marmo Sono gocce, ma scavano il marmo di Alberto Spampinato G occiola un liquido lurido e appiccicoso. Cade a gocce. A gocce piccole, a volte a goccioloni. Può cadere una sola goccia in due giorni. Possono caderne

Dettagli

Partenariato transatlantico su commercio e investimenti. Parte normativa

Partenariato transatlantico su commercio e investimenti. Parte normativa Partenariato transatlantico su commercio e investimenti Parte normativa settembre 2013 2 I presidenti Barroso, Van Rompuy e Obama hanno chiarito che la riduzione delle barriere normative al commercio costituisce

Dettagli

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO PRINCIPI FONDANTI 1. Volontario è la persona che, adempiuti i doveri di ogni cittadino, mette a disposizione il proprio tempo e le proprie capacità per gli altri, per

Dettagli

FULGOR ACADEMY 2014-15

FULGOR ACADEMY 2014-15 PRIMI CALCI 2009-2010 OBIETTIVI: Conoscenza del proprio corpo (giochi ed esercizi coordinativi) Rispetto delle regole e del gruppo di cui si fa parte Conoscenza del pallone Capacità di eseguire un gesto

Dettagli

ALGEBRA I: CARDINALITÀ DI INSIEMI

ALGEBRA I: CARDINALITÀ DI INSIEMI ALGEBRA I: CARDINALITÀ DI INSIEMI 1. CONFRONTO DI CARDINALITÀ E chiaro a tutti che esistono insiemi finiti cioè con un numero finito di elementi) ed insiemi infiniti. E anche chiaro che ogni insieme infinito

Dettagli

DailyFX Strategies. Il metodo dei 4 punti. How to Analyze and Trade Ranges with Price Action (Title) Matteo Paganini, Chief Analyst DailyFX

DailyFX Strategies. Il metodo dei 4 punti. How to Analyze and Trade Ranges with Price Action (Title) Matteo Paganini, Chief Analyst DailyFX DailyFX Strategies Il metodo dei 4 punti Matteo Paganini, Chief Analyst DailyFX How to Analyze and Trade Ranges with Price Action (Title) Il metodo dei 4 punti Matteo Paganini INTRO Dopo anni di ricerca

Dettagli