IL CONSIGLIO COMUNALE DELIBERA

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "IL CONSIGLIO COMUNALE DELIBERA"

Transcript

1 ESTRATTO DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N 13 DEL COME MODIFICATA DALLA D.C.C. N. 73 DEL E DALLA D.C.C. N. 5 DEL A IN RIFERIMENTO AL D.P.G.R. N. 373/98 IL CONSIGLIO COMUNALE...omissis... DELIBERA 1A di fare propri i contenuti di cui al D.P.G.R , n. 373, relativi all aggiornamento delle tabelle parametriche per la determinazione della incidenza degli oneri di urbanizzazione primaria e secondaria; 2A di stabilire, ai sensi del art. 1 lett.h) del D.P.G.R. n. 373/98, in rapporto alla qualità e quantità dei servizi già esistenti e alle future previsioni di sviluppo, che sussistono le condizioni per operare, come opera, una riduzione del 25 % del contributo derivante dalla applicazione delle tabelle G) ed H) allegate al richiamato D.P.G.R. n. 373/98, sull intero territorio comunale, considerato il carattere di omogeneità del territorio stesso; 3A di approvare, ai fini della determinazione del contributo dovuto per i casi previsti dall art. 5 e dal 2 comma dell art. 10 della legge n. 10, le allegate tabelle parametriche che quantificano i valori unitari espressi in /mc (tabelle G1, G2, G3 ) e gli allegati parametri correttivi (TABELLA H ) delle incidenze delle opere di urbanizzazione primaria e secondaria conseguenti le trasformazioni urbanistico-edilizie assoggettate a concessione edilizia, differenziate in relazione ai tipi di intervento ed alle zone omogenee di cui al D.M. n. 1444/68, tabelle che sono parte integrante della presente deliberazione. 4A di stabilire che la riduzione del 90% del contributo risultante dall applicazione delle tabelle G1 e H per gli interventi di ristrutturazione edilizia di interi edifici destinati o da destinare a residenza e relativi accessori, che prevedano un adeguamento delle strutture comportante una riduzione del rischio sismico maggiore del 50% sulla base di una asseverazione del progettista e del direttore dei lavori è esclusa per quegli interventi che implicano la totale demolizione, ed inoltre, che l applicazione della riduzione deve essere espressamente richiesta dall interessato ed è subordinata alla produzione, al momento della presentazione della istanza di concessione o, comunque, prima del rilascio della concessione edilizia, dell asseverazione del progettista attestante e comprovante i lavori di adeguamento in base alle disposizioni vigenti in materia, e di una fideiussione bancaria o assicurativa di cui all art. 13 della legge n. 1/78, per un importo pari al doppio della riduzione (2 x 90% del contributo calcolato per intero) che garantisca il pagamento degli oneri dovuti, più le sanzioni per ritardato pagamento, nel caso di non avvenuta esecuzione dei lavori di adeguamento; l asseverazione del Direttore dei Lavori, attestante l avvenuta realizzazione delle opere di adeguamento e, conseguentemente la riduzione del rischio sismico maggiore del 50%, dovrà essere prodotta contestualmente alla comunicazione di ultimazione totale dei lavori oggetto della concessione edilizia o, al massimo, entro e non oltre 30 giorni dalla data di tale ultimazione e costituirà titolo per lo svincolo della fideiussione. La mancata presentazione della asseverazione del D.L. nel termine sopraindicato e/o, comunque, l accertata non avvenuta esecuzione dei lavori di adeguamento o la non riduzione del rischio sismico nella misura prevista nel DPGR n. 373/98, comporterà la decadenza dal beneficio ed il pagamento per intero del contributo concessorio, al netto della quota già versata, integrato dalle sanzioni per ritardato pagamento ai sensi dell art. 3 della legge n. 47/85.

2 5A di approvare, ai fini della determinazione del contributo dovuto per interventi riguardanti costruzioni o impianti destinati ad insediamenti produttivi ai sensi del 1 comma dell art. 10 della legge n. 10, l allegata tabella parametrica L che quantifica i valori unitari - espressi in /mq (2) - delle incidenze delle opere di urbanizzazione primaria e secondaria necessarie per l intervento da insediare, differenziate in relazione ai tipi di attività produttiva, alle tipologie di intervento ed alle zone omogenee di cui al DM n. 1444/68, tabella che è parte integrante del presente atto; Le opere necessarie al trattamento e allo smaltimento dei rifiuti solidi, liquidi e gassosi e di quelle necessarie alla sistemazione dei luoghi ove ne siano alterate le caratteristiche sono a totale carico del concessionario e dallo stesso direttamente eseguite salvo che tali opere siano già esistenti o debbano essere eseguite necessariamente a cura del Comune. In tale ultimo caso l onere relativo è determinato, in sede di rilascio della concessione edilizia, in base all effettivo costo rapportato alla superficie edificabile delle aree servite da dette opere, ed è pagato dal concessionario con le modalità e nei termini stabiliti per il contributo dovuto per urbanizzazioni. 6A di stabilire, al fine di favorire l insediamento di attività produttive nel territorio comunale, una riduzione del 20 % del contributo risultante dalla applicazione della tabella L, fermo restando che l onere relativo alle opere necessarie al trattamento ed allo smaltimento dei rifiuti solidi, liquidi e gassosi e di quelle necessarie alla sistemazione dei luoghi ove ne siano alterate le caratteristiche, è a totale carico del concessionario e dallo stesso direttamente eseguite, 7A di recepire i disposti di cui ai punti 3 e segg. del D.P.G.R. n. 373 del e conseguentemente: a) di stabilire che il diritto di cui al punto 3.1 del D.P.G.R. n. 373/98 può essere esercitato esclusivamente per opere di urbanizzazione primaria, funzionali all intervento proposto, da realizzare, in base allo strumento urbanistico vigente, su aree di proprietà del concessionario o di cui ha titolo (da cedere al Comune ad opere eseguite). Qualora tali opere siano da realizzare su aree di proprietà comunale o di proprietà di terzi da espropriare a cura del Comune il diritto può essere esercitato subordinatamente alla stipula di una convenzione mediante la quale il Comune stesso mette a disposizione dell interessato le aree di sua proprietà o quelle immesse nel suo possesso a seguito di attivazione della procedura espropriativa. b) di stabilire, qualora il concessionario si impegni, ai sensi del punto 3.1 del D.P.G.R. n. 373/98 e dell art. 11 della legge n. 10/77, a realizzare totalmente o parzialmente, su aree di cui al precedente punto 8., le opere di urbanizzazione primaria a scomputo totale o parziale degli oneri relativi, le seguenti procedure in merito alle modalità esecutive, caratteristiche, costi, termini e garanzie: contestualmente alla presentazione della istanza di concessione edilizia dell intervento proposto, od al massimo prima del suo rilascio, l interessato dovrà presentare istanza per la concessione edilizia per la realizzazione delle OO. U. P. corredata della seguente documentazione: titolo comprovante la proprietà delle aree interessate o estremi della convenzione con la quale il Comune mette a sua disposizione tali aree; tipo di frazionamento, approvato dall U. T. comunale, delle eventuali aree di sua proprietà interessate dalle OO. U. P.; progetto esecutivo delle OO. U. P., redatto in base ai capitolati, materiali e tipologie in uso presso il Comune per opere simili, che abbia scontato il parere favorevole dei competenti uffici; computo metrico estimativo delle OO. U. P. redatto in base al vigente preziario regionale, comprensivo del valore delle eventuali aree di sua proprietà sulle quali le medesime insistono;

3 atto di impegno, sulla base dello schema allegato, registrato e trascritto a cura e spese dell interessato, con il quale lo stesso si obbliga a realizzare le opere di U. P. previste nel progetto esecutivo allegato alla concessione edilizia, prima dell ultimazione dei lavori inerenti l intervento della concessione edilizia alla quale sono funzionali e comunque prima del rilascio del certificato di abitabilità o di agibilità, nonché a cedere gratuitamente al Comune le opere stesse e le eventuali aree di sua proprietà sulle quali le medesime insistono; fideiussione bancaria, o assicurativa di cui all art. 13 della legge n. 1/78, per un importo pari al costo delle opere derivante dal computo metrico estimativo, comprensivo del valore delle eventuali aree di sua proprietà, che garantisca la realizzazione a regola d arte delle opere stesse; Ultimati i lavori l interessato dovrà chiedere, al competente ufficio comunale, il collaudo delle OO. U. P., ovvero, per opere di importo inferiore a ECU, presentare un certificato di regolare esecuzione. L esito positivo del collaudo o l acquisizione del certificato di regolare esecuzione comporterà lo svincolo della fideiussione, e la rilasciabilità del certificato di abitabilità o agibilità, e costituirà titolo per l immissione in possesso delle OO. U. P., e delle eventuali aree interessate di sua proprietà, da parte del Comune. Qualora il concessionario non inizi i lavori delle OO.U.P. nel termine di un anno dalla data di adozione della relativa concessione edilizia, ovvero non li concluda a regola d arte nel termine di tre anni da tale data, detti lavori, o il loro completamento e/o adeguamento, saranno realizzati dal Comune previo incameramento dell importo necessario garantito con fideiussione. c) di stabilire che, qualora il costo complessivo di intervento delle OO.PP.UU. sia inferiore all importo del contributo determinato in base ai parametri del presente dispositivo, dovrà essere corrisposta al Comune la somma a conguaglio contestualmente al rilascio della concessione edilizia; d) di stabilire che la corresponsione della quota di contributo di urbanizzazione primaria per adeguamento delle infrastrutture generali per l incremento di utenza (di cui alle tabelle A e I del D.P.G.R. n. 373 del ), opportunamente parametrizzata in base alle corrispondenti tabelle del medesimo decreto, nonché quella di urbanizzazione secondaria risultante dall applicazione delle tabelle di cui al presente provvedimento, sono comunque dovute al Comune nei casi di realizzazione diretta delle opere di urbanizzazione primaria e di quelle ritenute strettamente necessarie dall Amministrazione comunale per l allaccio ai pubblici servizi, previsti ai punti 3.1 e 4.1 del citato decreto. e) di approvare, conseguentemente, ai fini della determinazione della quota di contributo di urbanizzazione primaria per adeguamento delle infrastrutture generali per l incremento di utenza, le allegate tabelle parametriche A1 A2 A3, e I1 che quantificano i valori unitari - espressi in /mc di tali incidenze, tabelle che sono parte integrante del presente atto; f) di stabilire in n. 2 rate di uguale importo non gravate da interessi la possibilità di rateizzazione del contributo per OO.U.P., prevista dal punto 9 del DPGR n. 373/98, in base alle seguenti modalità: la prima rata dovrà essere corrisposta entro la data di rilascio del permesso di costruire o di presentazione della segnalazione certificata di inizio attività; la seconda rata dovrà essere corrisposta entro 12 mesi dalla data di cui al punto precedente; al momento del pagamento della prima rata dovrà essere presentata idonea fideiussione bancaria, o assicurativa di cui all art. 13 della legge n. 1/78, per un importo pari al doppio dell importo residuo (II rata) che garantisca sia il pagamento degli oneri residui

4 dovuti, sia le sanzioni (nella misura massima), previste dall art. 3 della l. 47/85, per l eventuale ritardato pagamento; 8A di prendere atto che, ai sensi dell art. 1 lett.re h) ed o) del D.P.G.R. n. 373/98, il Consiglio Comunale può stabilire oneri diversi da quelli derivanti dalla applicazione delle ipotesi precedenti, soltanto in caso di determinazione degli stessi mediante piani finanziari relativi a piani attuativi di iniziativa pubblica o mista; B IN RIFERIMENTO AL D.P.G.R. N. 374/98 1B di recepire le disposizioni di cui al D.P.G.R. n. 374 del , e, conseguentemente: 2B di non usufruire, vista la omogeneità del territorio comunale, delle riduzioni di cui al punto 11.4 del DPGR n. 374/98; 3B di stabilire che la riduzione allo 0,1 % (di cui al punto 11.6 del DPGR n. 374/98) della aliquota da applicare al costo di costruzione per gli interventi di ristrutturazione edilizia di interi edifici destinati o da destinare a residenza e relativi accessori, che prevedano un adeguamento delle strutture comportante una riduzione del rischio sismico maggiore del 50% sulla base di una asseverazione del progettista e del direttore dei lavori è esclusa per quegli interventi che implicano la totale demolizione, ed inoltre, che l applicazione della riduzione, nei rimanenti casi, deve essere espressamente richiesta dall interessato ed è subordinata alla produzione, al momento della presentazione della istanza di concessione o, comunque, prima del rilascio della concessione edilizia, dell asseverazione del progettista attestante e comprovante i lavori di adeguamento in base alle disposizioni vigenti in materia, e di una fideiussione bancaria, o assicurativa di cui all art. 13 della legge n. 1/78, per un importo pari al doppio della differenza tra il contributo determinato in via ordinaria e quello ridotto (2 x 4.9 % del contributo calcolato per intero) che garantisca il pagamento degli oneri dovuti, più le sanzioni per ritardato pagamento, nel caso di non avvenuta esecuzione dei lavori di adeguamento; l asseverazione del Direttore dei Lavori, attestante l avvenuta realizzazione delle opere di adeguamento e, conseguentemente la riduzione del rischio sismico maggiore del 50%, dovrà essere prodotta contestualmente alla comunicazione di ultimazione totale dei lavori oggetto della concessione edilizia o, al massimo, entro e non oltre 30 giorni dalla data di tale ultimazione e costituirà titolo per lo svincolo della fideiussione. La mancata presentazione della asseverazione del D.L. nel termine sopraindicato e/o, comunque, l accertata non avvenuta esecuzione dei lavori di adeguamento o la non riduzione del rischio sismico nella misura prevista nel DPGR n. 374/98, comporterà la decadenza dal beneficio ed il pagamento per intero del contributo concessorio, al netto della quota già versata, integrato dalle sanzioni per ritardato pagamento ai sensi dell art. 3 della legge n. 47/85; 4B di stabilire in n. 2 rate di uguale importo non gravate da interessi, la possibilità di rateizzazione del contributo per costo di costruzione, prevista dal punto 14 del DPGR n. 374/98, in base alle seguenti modalità: la prima rata dovrà essere corrisposta entro la data di rilascio del permesso di costruire, o entro la data di presentazione della segnalazione certificata di inizio attività; la seconda rata dovrà essere corrisposta entro 12 mesi dalla data di cui al punto precedente; 5B di stabilire che il costo di costruzione per interventi di ristrutturazione edilizia, come definiti all art. 31 della legge , n. 457, è determinato in applicazione del prezziario regionale vigente al momento del rilascio della concessione edilizia; 6B di stabilire che, in applicazione all art. 10, comma 2 della legge , n. 10 il rilascio della concessione edilizia relativa a costruzioni o impianti destinati ad attività turistiche, commerciali e direzionali, oltre agli oneri di urbanizzazione, comporta un contributo pari al

5 10 % del costo documentato di costruzione determinato in applicazione del prezziario regionale vigente al momento del rilascio della concessione edilizia; 7B di prendere atto da ultimo che potranno essere definiti, con successivi atti, le forme di verifica e controllo da effettuarsi sugli interventi realizzati per il risparmio energetico, che danno titolo alle riduzioni del contributo di concessione di cui all art del D.P.G.R. n. 374/98, specificando che l accesso alla riduzione del contributo di concessione, dovrà essere espressamente richiesto dall interessato con le modalità di cui all art del citato D.P.G.R. n. 374/98, contestualmente alla presentazione della istanza di concessione o, comunque, prima del rilascio della concessione edilizia. Entro tali termini dovrà altresì essere presentata idonea fideiussione bancaria o assicurativa a garanzia della esecuzione dei lavori per il risparmio energetico per un importo pari alla riduzione accordata, maggiorato del cento per cento al fine di garantire le sanzioni per ritardato pagamento. La dichiarazione di conformità dei lavori eseguiti, prevista all art del D.P.G.R. n. 374/98, dovrà essere prodotta contestualmente alla comunicazione di ultimazione dei lavori oggetto della concessione edilizia e comunque, entro e non oltre 30 giorni dalla detta ultimazione comunque accertata e costituirà titolo per lo svincolo della fideiussione. La mancata presentazione della dichiarazione di cui sopra comporta la decadenza dal beneficio ed il pagamento della somma non versata aumentata dell importo corrispondente alle sanzioni per ritardato pagamento ai sensi dell art. 3 della legge 47/85; c) di stabilire che le presenti disposizioni si applicano alle concessioni edilizie relative ad istanze presentate a partire dalla data di adozione della presente deliberazione in sostituzione di tutte quelle disposizioni, precedentemente adottate dall ente, che si ponessero in contrasto con le presenti e da intendersi abrogate;

CITTA DI PIAZZA ARMERINA PROV. DI ENNA

CITTA DI PIAZZA ARMERINA PROV. DI ENNA CITTA DI PIAZZA ARMERINA PROV. DI ENNA LINEE GUIDA PER IL PAGAMENTO DEGLI ONERI CONCESSORI PER IL RILASCIO DELLE CONCESSIONI/AUTORIZZAZIONI EDILIZIE LQG Approvate con deliberazione di Giunta Comunale n.

Dettagli

TABELLE ONERI CONCESSORI

TABELLE ONERI CONCESSORI TABELLE ONERI CONCESSORI 1 - INSEDIAMENTI RESIDENZIALI (costi che si applicano per mc.) INTERVENTI Zona A Zona B Zona C Zona D Zona F primaria 1,85 2,12 2,25 2,25 2,25 secondaria 5,60 5,60 5,60 5,60 5,60

Dettagli

REGOLAMENTO REGIONALE N. 2 DEL 18 FEBBRAIO 2015 ADOZIONE PROVVEDIMENTI COMUNALI AI SENSI DELL ART. 141 COMMA 2 DEL R.R. N

REGOLAMENTO REGIONALE N. 2 DEL 18 FEBBRAIO 2015 ADOZIONE PROVVEDIMENTI COMUNALI AI SENSI DELL ART. 141 COMMA 2 DEL R.R. N REGOLAMENTO REGIONALE N. 2 DEL 18 FEBBRAIO 2015 ADOZIONE PROVVEDIMENTI COMUNALI AI SENSI DELL ART. 141 COMMA 2 DEL R.R. N. 2/2015 CONTRIBUTO COSTO DI COSTRUZIONE APPROVATO CON DELIBERAZIONE CONSIGLIO COMUNALE

Dettagli

COMUNE DI CAPANNORI REGOLAMENTO DI APPLICAZIONE DEL CONTRIBUTO INERENTE GLI ONERI DI URBANIZZAZIONE E IL COSTO DI COSTRUZIONE (L.R.

COMUNE DI CAPANNORI REGOLAMENTO DI APPLICAZIONE DEL CONTRIBUTO INERENTE GLI ONERI DI URBANIZZAZIONE E IL COSTO DI COSTRUZIONE (L.R. COMUNE DI CAPANNORI REGOLAMENTO DI APPLICAZIONE DEL CONTRIBUTO INERENTE GLI ONERI DI URBANIZZAZIONE E IL COSTO DI COSTRUZIONE (L.R. 1/05) Approvato con deliberazione di C.C. n.. del esecutivo dal. SERVIZIO

Dettagli

RELAZIONE DI AGGIORNAMENTO ONERI DI URBANIZZAZIONE

RELAZIONE DI AGGIORNAMENTO ONERI DI URBANIZZAZIONE COMUNE DI PREGNANA MILANESE (Provincia di Milano) SETTORE ASSETTO ED USO DEL TERRITORIO UFFICIO URBANISTICA RELAZIONE DI AGGIORNAMENTO ONERI DI URBANIZZAZIONE INTRODUZIONE L art. 43 della legge Regionale

Dettagli

CONTRIBUTI RELATIVI AGLI ONERI DI URBANIZZAZIONE E COSTO DI COSTRUZIONE

CONTRIBUTI RELATIVI AGLI ONERI DI URBANIZZAZIONE E COSTO DI COSTRUZIONE Urbanistica Edilizia privata Comune di Fauglia Provincia di Pisa CONTRIBUTI RELATIVI AGLI ONERI DI URBANIZZAZIONE E COSTO DI COSTRUZIONE DISCIPLINA IN MATERIA DI SANZIONI AMMINISTRATIVE DI CUI L ART. 140

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DETERMINAZIONE DELL INCIDENZA DEGLI ONERI DI URBANIZZAZIONE

REGOLAMENTO PER LA DETERMINAZIONE DELL INCIDENZA DEGLI ONERI DI URBANIZZAZIONE REGOLAMENTO PER LA DETERMINAZIONE DELL INCIDENZA DEGLI ONERI DI URBANIZZAZIONE indice Art. 1 Premessa pag 5 Art. 2 Ambito di applicazione pag 5 Art. 3 Incidenza degli oneri di urbanizzazione: tabella parametrica

Dettagli

Aggiornamento degli Oneri di Urbanizzazione Primaria e Secondaria COMUNE DI VIMERCATE SPORTELLO UNICO TECNICO SERVIZIO EDILIZIA PRIVATA ALLEGATO B

Aggiornamento degli Oneri di Urbanizzazione Primaria e Secondaria COMUNE DI VIMERCATE SPORTELLO UNICO TECNICO SERVIZIO EDILIZIA PRIVATA ALLEGATO B COMUNE DI VIMERCATE SPORTELLO UNICO TECNICO SERVIZIO EDILIZIA PRIVATA Determinazione degli oneri di urbanizzazione ai sensi del D.P.R. 6 giugno 2001 n. 380 e della L.R. 11 marzo 2005 n. 12 ALLEGATO B Aggiornamento

Dettagli

COMUNE DI BELPASSO Provincia di Catania

COMUNE DI BELPASSO Provincia di Catania COMUNE DI BELPASSO Provincia di Catania VII SERVIZIO URBANISTICA SVILUPPO DEL TERRITORIO Dirigente Responsabile : Ing. Sebastiano Leonardi OGGETTO: Comune di Belpasso Art. 17, L.R. 16 aprile 2003, n. 4

Dettagli

COMUNE DI CELLINO SAN MARCO

COMUNE DI CELLINO SAN MARCO COMUNE DI CELLINO SAN MARCO Provincia di Brindisi REGOLAMENTO COMUNALE DETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO RELATIVO AI PERMESSI DI COSTRUIRE E ALLE DENUNCE DI INIZIO ATTIVITA, NONCHE ALLE SANATORIE EX LEGGE

Dettagli

/mc. 16.902 = 8,73. /mc. 51.049 = 26,36. /mq. 22.699 = 11,72

/mc. 16.902 = 8,73. /mc. 51.049 = 26,36. /mq. 22.699 = 11,72 Determinazione dell incidenza degli oneri di urbanizzazione primaria e secondaria di cui agli artt. 3-4- 7 Legge 10/1977 adeguati alle disposizioni di cui alla L.R. 03 Gennaio 2005, n. 1. A TABELLA (COSTI

Dettagli

Comune di Volterra. Provincia di Pisa VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

Comune di Volterra. Provincia di Pisa VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Comune di Volterra Provincia di Pisa VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N 16 del 19/01/2016 OGGETTO: L.R.n 65/2014 Art.184. Adeguamento delle tabelle per la determinazione degli oneri di urbanizzazione

Dettagli

COMUNE DI SCALENGHE S E T T O R E U R B A N I S T I C A

COMUNE DI SCALENGHE S E T T O R E U R B A N I S T I C A COMUNE DI SCALENGHE Provincia di Torino Via Umberto I, 1 C.A.P. 10060 Tel. (011) 9861721 Fax (011) 9861882 Partita IVA 02920980014 - Codice fiscale 85003410017 http://www.comune.scalenghe.to.it e.mail:

Dettagli

TARIFFE RELATIVE AGLI ONERI DI URBANIZZAZIONE PRIMARIA E SECONDARIA CONTRIBUTO COSTO DI COSTRUZIONE

TARIFFE RELATIVE AGLI ONERI DI URBANIZZAZIONE PRIMARIA E SECONDARIA CONTRIBUTO COSTO DI COSTRUZIONE TARIFF RLATIV AGLI ONRI DI URBANIZZAZION PRIMARIA SCONDARIA CONTRIBUTO COSTO DI COSTRUZION (Determinazione dirigenziale n 231 del 14 maggio 2015) Le presenti tabelle sono valide per le richieste di permesso

Dettagli

CITTA DI GORGONZOLA PROVINCIA DI MILANO

CITTA DI GORGONZOLA PROVINCIA DI MILANO CITTA DI GORGONZOLA PROVINCIA DI MILANO SETTORE GESTIONE E PIANIFICAZIONE URBANISTICA SPORTELLO UNICO PER L EDILIZIA Piazza Giovanni XXIII, n. 6 DETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE PREMESSA Ai

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO

DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO COMUNE DI ORISTANO COMUNI DE ARISTANIS COPIA DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO NR. 016 DEL 27.09.2011 OGGETTO: D.P.R. 6 GIUGNO 2001 NR. 380 E SS.MM.II., ONERI RELATIVI ALLE CONCESSIONI EDILIZIE,

Dettagli

Timbro protocollo generale Allo Sportello Unico Attività Produttive/ Edilizia

Timbro protocollo generale Allo Sportello Unico Attività Produttive/ Edilizia Timbro protocollo generale Allo Sportello Unico Attività Produttive/ Edilizia Area Tecnica del Comune di Anzola dell Emilia Via Grimandi, 1 40011 Anzola dell Emilia MODELLO PER IL CALCOLO E LA CORRESPONSIONE

Dettagli

TARIFFE RELATIVE AGLI ONERI DI URBANIZZAZIONE PRIMARIA E SECONDARIA CONTRIBUTO COSTO DI COSTRUZIONE

TARIFFE RELATIVE AGLI ONERI DI URBANIZZAZIONE PRIMARIA E SECONDARIA CONTRIBUTO COSTO DI COSTRUZIONE 1 TARIFF RLATIV AGLI ONRI DI URBANIZZAZION PRIMARIA SCONDARIA CONTRIBUTO COSTO DI COSTRUZION (Deliberazione Consiglio Comunale n 13 del 20 marzo 2012) Le presenti tabelle sono valide per le richieste di

Dettagli

COMUNE DI LAZZATE PROVINCIA DI MILANO

COMUNE DI LAZZATE PROVINCIA DI MILANO DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA (ex regime concessorio) ai sensi dell art. 41 della Legge Regionale 12/05 Il/ La sottoscritto/a Cod. fiscale/partita IVA residente /con sede in via n. CAP tel. in qualità proprietario

Dettagli

COMUNE DI CAMPO NELL ELBA

COMUNE DI CAMPO NELL ELBA ALLEGATO A COMUNE DI CAMPO NELL ELBA Regione Toscana * * * Provincia di Livorno REGOLAMENTO PER LA DETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO DOVUTO PER GLI INTERVENTI SOGGETTI AL PERMESSO DI COSTRUIRE ED A SEGNALAZIONE

Dettagli

COMUNE DI ROCCASTRADA (Provincia di Grosseto)

COMUNE DI ROCCASTRADA (Provincia di Grosseto) COMUNE DI ROCCASTRADA (Provincia di Grosseto) Contributi per gli oneri di urbanizzazione e per il costo di costruzione relativi ai permessi di costruire e alle denunce di inizio attività Marzo 2010 Indice

Dettagli

COMUNE DI LUCIGNANO (Prov. di Arezzo) UFFICIO URBANISTICA

COMUNE DI LUCIGNANO (Prov. di Arezzo) UFFICIO URBANISTICA Oneri di Urbanizzazione I^ e II^ validi dal 05/02/2014 INSEDIAMENTI RESIDENZIALI 1 RESTAURO E RISTRUTTURAZIONE 2,38 /MC 7,01 /MC 2,38 /MC 7,01 /MC 2 SOSTITUZIONE - - 6,37 /MC 18,71 /MC 7,97 /MC 23,40 /MC

Dettagli

(Provincia di Ancona) REGOLAMENTO PER LA DETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE

(Provincia di Ancona) REGOLAMENTO PER LA DETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE Comune di Sirolo (Provincia di Ancona) REGOLAMENTO PER LA DETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE (Approvato con Delibera di Consiglio Comunale n. 42 del 29.11.2010) CAPO I GENERALITA Art. 1 - Oggetto

Dettagli

COMUNE DI VENEZIA DIREZIONE SPORTELLO UNICO EDILIZIA

COMUNE DI VENEZIA DIREZIONE SPORTELLO UNICO EDILIZIA COMUNE DI VENEZIA DIREZIONE SPORTELLO UNICO EDILIZIA Sportello per: Edilizia sede di: Venezia - San Marco 4023 Campo Manin - 30124 (VE) - Fax 041/2747680; Attività Produttive Z.T.O. D sede di: Venezia

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA MONETIZZAZIONE DEI PARCHEGGI PRIVATI di PERTINENZA E DELLE AREE DA DESTINARE A STANDARDS DETERMINAZIONE

REGOLAMENTO PER LA MONETIZZAZIONE DEI PARCHEGGI PRIVATI di PERTINENZA E DELLE AREE DA DESTINARE A STANDARDS DETERMINAZIONE REGOLAMENTO PER LA MONETIZZAZIONE DEI PARCHEGGI PRIVATI di PERTINENZA E DELLE AREE DA DESTINARE A STANDARDS DETERMINAZIONE Approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n. del REGOLAMENTO PER LA MONETIZZAZIONE

Dettagli

(Oneri di Urbanizzazione, Costo di Costruzione, Sanzioni)

(Oneri di Urbanizzazione, Costo di Costruzione, Sanzioni) COMUNITA MONTANA ALTA VALLE SUSA COMUNE DI SAUZE D OULX C.A.P. 10050 Via della Torre n. 11 Tel. 0122859224 Fax 0122858920 PROVINCIA DI TORINO e-mail: ufficio.tecnico@comune.sauzedoulx.to.it REGOLAMENTO

Dettagli

COMUNE DI CAMPODORO Provincia di Padova

COMUNE DI CAMPODORO Provincia di Padova COMUNE DI CAMPODORO Provincia di Padova REGOLAMENTO PER LA DETERMINAZIONE E L APPLICAZIONE DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE Approvato con delibera di Consiglio Comunale nr. 41 del 21.12.2011-1 - INDICE TITOLO

Dettagli

Città di Cologno Monzese VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

Città di Cologno Monzese VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Città di Cologno Monzese VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Copia N. 13 del 25/01/2007 OGGETTO : REGOLAMENTAZIONE DEL PAGAMENTO RATEALE DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE INERENTE IL RILASCIO DEL

Dettagli

1 - DETERMINAZIONE ONERI DI URBANIZZAZIONE E CRITERI APPLICATIVI 3 - MONETIZZAZIONE AREE A STANDARD NEL CENTRO STORICO

1 - DETERMINAZIONE ONERI DI URBANIZZAZIONE E CRITERI APPLICATIVI 3 - MONETIZZAZIONE AREE A STANDARD NEL CENTRO STORICO SOMMARIO 1 - DETERMINAZIONE ONERI DI URBANIZZAZIONE E CRITERI APPLICATIVI 1-1 Variazioni del contributo per l incidenza degli Oneri di Urbanizzazione, rispetto ai valori calcolati con l applicazione delle

Dettagli

Gli oneri concessori

Gli oneri concessori Laboratorio di di Progettazione Esecutiva dell Architettura 2 Modulo di Estimo Integrazione al costo di produzione: gli oneri concessori Proff. Coll. Renato Da Re Federica Di Piazza Gli oneri concessori

Dettagli

CITTÀ DI BIELLA *** *** REGOLAMENtO. per l applicazione del contributo di costruzione

CITTÀ DI BIELLA *** *** REGOLAMENtO. per l applicazione del contributo di costruzione CITTÀ DI BIELLA *** *** REGOLAMENtO per l applicazione del contributo di costruzione Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 128 del 25 ottobre 2011 Pubblicato all Albo Pretorio del Comune

Dettagli

CITTÀ DI IMOLA SERVIZIO INTERVENTI ECONOMICI

CITTÀ DI IMOLA SERVIZIO INTERVENTI ECONOMICI SERVIZIO INTERVENTI ECONOMICI Prot. n. 3722 REGISTRO ON-LINE ATTO UNICO N. 6 DEL 02/02/2015 Il rilascio del presente atto è condizionato all accertamento dell avvenuto pagamento con bonifico bancario di

Dettagli

CITTÀ DI ISCHIA Provincia di Napoli

CITTÀ DI ISCHIA Provincia di Napoli CITTÀ DI ISCHIA Provincia di Napoli ORIGINALE VERBALE DI DELIBERAZIONE DI COMMISSARIO STRAORDINARIO Seduta del 27/04/2007 N. 101 OGGETTO: ADEMPIMENTI RELATIVI ALLA DETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO PER COSTO

Dettagli

COMUNE DI CADONEGHE Provincia di Padova REGOLAMENTO PER LA DETERMINAZIONE E L APPLICAZIONE DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE

COMUNE DI CADONEGHE Provincia di Padova REGOLAMENTO PER LA DETERMINAZIONE E L APPLICAZIONE DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE COMUNE DI CADONEGHE Provincia di Padova REGOLAMENTO PER LA DETERMINAZIONE E L APPLICAZIONE DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE Approvato con DCC 86 del 18.12.2009 TITOLO I...4 DISCIPLINA GENERALE...4 Articolo

Dettagli

COMUNE DI PONTASSIEVE (Provincia di Firenze) Area GOVERNO DEL TERRITORIO U.O.C. ASSETTO DEL TERRITORIO

COMUNE DI PONTASSIEVE (Provincia di Firenze) Area GOVERNO DEL TERRITORIO U.O.C. ASSETTO DEL TERRITORIO COMUNE DI PONTASSIEVE (Provincia di Firenze) Area GOVERNO DEL TERRITORIO U.O.C. ASSETTO DEL TERRITORIO Regolamento sulle modalità di determinazione e versamento del contributo di cui al titolo VII della

Dettagli

IL CONSIGLIO COMUNALE

IL CONSIGLIO COMUNALE C:\Documents and Settings\miki\Documenti\Comune\Delibera Consiglio 5 del 31.01.06.doc DELIBERA DI CONSIGLIO COMUNALE N. 5 DEL 31.01.2006 PUBBLICATA AL N. 130 DEL 15.02.2006 Oggetto: ADEGUAMENTO DEL CONTRIBUTO

Dettagli

TABELLE ONERI DI URBANIZZAZIONE (Delibera di Consiglio Regionale n.850 del 4/3/1998 e Determinazione dirigenziale n.

TABELLE ONERI DI URBANIZZAZIONE (Delibera di Consiglio Regionale n.850 del 4/3/1998 e Determinazione dirigenziale n. TABELLE ONERI DI URBANIZZAZIONE (Delibera di Consiglio Regionale n.850 del 4/3/1998 e Determinazione dirigenziale n.470 del 20/12/01) TABELLA A5 5 A CLASSE DI COMUNI Edilizia residenziale (funzione abitativa)*

Dettagli

CONSIGLIO REGIONALE DI BASILICATA

CONSIGLIO REGIONALE DI BASILICATA CONSIGLIO REGIONALE DI BASILICATA Legge Regionale: Norme sulla sanatoria degli abusi edilizi di cui all art. 32 del Decreto Legge 30.09.2003, n. 269. * * * * * * * * * Articolo 1 Oggetto della legge 1.

Dettagli

Comune di Chiuppano Provincia di Vicenza

Comune di Chiuppano Provincia di Vicenza Comune di Chiuppano Provincia di Vicenza Regolamento per l'applicazione e la determinazione del contributo di costruzione commisurato alla incidenza degli oneri di urbanizzazione e del costo di costruzione

Dettagli

C I T T À DI SURBO Provincia di Lecce ~~~~~~o~~~~~~ Settore Servizi Amministrativi

C I T T À DI SURBO Provincia di Lecce ~~~~~~o~~~~~~ Settore Servizi Amministrativi C I T T À DI SURBO Provincia di Lecce ~~~~~~o~~~~~~ Settore Servizi Amministrativi REGOLAMENTO PER LA MONETIZZAZIONE DEI PARCHEGGI PRIVATI di PERTINENZA E DELLE AREE DA DESTINARE A STANDARDS Approvato

Dettagli

COMUNE DI T O R G I A N O U f f i c i o T r i b u t i REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI RATEIZZAZIONI DI TRIBUTI COMUNALI ARRETRATI

COMUNE DI T O R G I A N O U f f i c i o T r i b u t i REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI RATEIZZAZIONI DI TRIBUTI COMUNALI ARRETRATI COMUNE DI T O R G I A N O U f f i c i o T r i b u t i REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI RATEIZZAZIONI DI TRIBUTI COMUNALI ARRETRATI Approvato con delibera del Consiglio Comunale...2016 n... -----------------------------------------------------------------

Dettagli

Aggiornamento ONERI DI URBANIZZAZIONE

Aggiornamento ONERI DI URBANIZZAZIONE Allegato A alla Delibera Consiglio Comunale n.27 del 07/09/2015 Aggiornamento ONERI DI URBANIZZAZIONE TABELLA A - EDIFICI RESIDENZIALI Zone ZTS (ex P.R.G. Zone omogenee A) (U1) Euro 7,38/Mc Euro 2,95/Mc.

Dettagli

COMUNE DI LOCATE VARESINO PROVINCIA DI COMO

COMUNE DI LOCATE VARESINO PROVINCIA DI COMO timbro protocollo estremi di presentazione (a cura dell Ufficio) n... COMUNE DI LOCATE VARESINO PROVINCIA DI COMO UFFICIO TECNICO SETTORE EDILIZIA PRIVATA del cat. cod. utente AL RESPONSABILE del Settore

Dettagli

COMUNE DI LORENZANA Provincia di Pisa. SETTORE 2 GESTIONE del TERRITORIO, ATTIVITA PRODUTTIVE, POLIZIA MUNICIPALE www.comune.lorenzana.pi.

COMUNE DI LORENZANA Provincia di Pisa. SETTORE 2 GESTIONE del TERRITORIO, ATTIVITA PRODUTTIVE, POLIZIA MUNICIPALE www.comune.lorenzana.pi. COMUNE DI LORENZANA Provincia di Pisa SETTORE 2 GESTIONE del TERRITORIO, ATTIVITA PRODUTTIVE, POLIZIA MUNICIPALE www.comune.lorenzana.pi.it REGOLAMENTO E TABELLE PARAMETRICHE DI CALCOLO PER LA DETERMINAZIONE

Dettagli

Ai sensi D.P.R. n. 380/2001 Ai sensi della Legge Regionale 12/2005. E successive varianti ed integrazioni

Ai sensi D.P.R. n. 380/2001 Ai sensi della Legge Regionale 12/2005. E successive varianti ed integrazioni REGOLAMENTO PER LA DETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO DOVUTO PER GLI INTERVENTI SOGGETTI AL PERMESSO A COSTRUIRE, ALLA SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA ED ALLA DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA. Ai sensi

Dettagli

TABELLE PER IL CALCOLO DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE

TABELLE PER IL CALCOLO DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE File:tabellaONERI_ufficio COMUNE DI BORGOSATOLLO Provincia di Brescia AREA TECNICA URBANISTICA EDILIZIA PRIVATA TABELLE PER IL CALCOLO DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE DATI GENERALI PERMESSO DI COSTRUIRE

Dettagli

COMUNE DI VENARIA REALE REGOLAMENTO COMUNALE IN MATERIA DI DISCIPLINA DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE

COMUNE DI VENARIA REALE REGOLAMENTO COMUNALE IN MATERIA DI DISCIPLINA DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE COMUNE DI VENARIA REALE REGOLAMENTO COMUNALE IN MATERIA DI DISCIPLINA DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE INDICE TITOLO I - DISCIPLINA GENERALE Articolo 1 - Oggetto Articolo 2 - Tempo della determinazione del

Dettagli

Ufficio Tecnico Comunale

Ufficio Tecnico Comunale COMUNE di LEIVI Provincia di Genova Via IV Novembre, n.1 16040 LEIVI Tel.0185.319033 + Fax.0185.319569 ufficio tecnico@comune.leivi.ge.it Ufficio Tecnico Comunale REGOLAMENTO PER LA MONETIZZAZIONE DEI

Dettagli

U1 68.047 35,14346 68.047 35,14346 68.047 35,14346 68.047 35,14346 - - U1 68.047 35,14346 68.047 35,14346 61.242 31,62911 68.

U1 68.047 35,14346 68.047 35,14346 68.047 35,14346 68.047 35,14346 - - U1 68.047 35,14346 68.047 35,14346 61.242 31,62911 68. Tabella A1-1 a classe di comuni - Edilizia residenziale (funzione abitativa)* Zone omogenee A Zone omogenee B Zone omogenee C Zone omogenee D Zone omogenee E CATEGORIA D INTERVENTO ( /mq) ( /mq) ( /mq)

Dettagli

Prospetto di riferimento per determinazione degli oneri di urbanizzazione e del costo di costruzione

Prospetto di riferimento per determinazione degli oneri di urbanizzazione e del costo di costruzione Provincia di Pisa Prospetto di riferim per determinazione degli oneri di urbanizzazione e del costo di costruzione Le tabelle di seguito riportate sono relative ai costi unitari estrapolati dalla normativa

Dettagli

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA in materia di Attività Produttive. ai sensi dell art. 19 della Legge n. 241 del 07.08.1990 e s.m.i.

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA in materia di Attività Produttive. ai sensi dell art. 19 della Legge n. 241 del 07.08.1990 e s.m.i. S.C.I.A. N ANNO Allo Sportello Unico per le Attività Produttive del Comune di GALLARATE SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA in materia di Attività Produttive ai sensi dell art. 19 della Legge n.

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONDONO DEI TRIBUTI LOCALI

REGOLAMENTO PER IL CONDONO DEI TRIBUTI LOCALI REGOLAMENTO PER IL CONDONO DEI TRIBUTI LOCALI Ambito di applicazione Art. 1 Oggetto 1. Il presente regolamento, in forza delle disposizioni contenute nell art. 13 della legge n. 289 del 27 dicembre 2002,

Dettagli

Schema per il Calcolo del Contributo di Costruzione

Schema per il Calcolo del Contributo di Costruzione Schema per il Calcolo del Contributo di Costruzione Suddivisione contributi Oneri di Urbanizzazione U1 - Primaria U2 - Secondaria D - Trattamento e Smaltimento rifiuti (solo per destinazioni produttive)

Dettagli

COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE

COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE DATA 16.02.2015 N 12 OGGETTO: Approvazione delle Linee guida per il pagamento degli oneri concessori per il rilascio delle concessioni e/o autorizzazioni

Dettagli

ASSOCIAZIONE DEI COMUNI DELL UMBRIA

ASSOCIAZIONE DEI COMUNI DELL UMBRIA ASSOCIAZIONE DEI COMUNI DELL UMBRIA Indicazioni ai Comuni per l adozione dei provvedimenti comunali di cui all art.141, comma 2, del R.R. 2/2015 in materia di contributo di costruzione 1. Premessa Ai sensi

Dettagli

SETTORE PIANIFICAZIONE URBANISTICA ED EDILIZIA PRIVATA

SETTORE PIANIFICAZIONE URBANISTICA ED EDILIZIA PRIVATA COMUNE DI CASTELNUOVO BERARDENGA (Provincia di Siena) Pianificazione Urbanistica ed Edilizia Privata Via Garibaldi, 4 Tel. 0577 351308/14/22 - Fax 0577/351328 e-mail: urbanistica.edilizia@comune.castelnuovo-berardenga.si.it

Dettagli

COMUNE DI MENDICINO (Provincia di Cosenza) AREA TECNICA Servizio Urbanistico

COMUNE DI MENDICINO (Provincia di Cosenza) AREA TECNICA Servizio Urbanistico COMUNE DI MENDICINO (Provincia di Cosenza) AREA TECNICA Servizio Urbanistico Segnalazione Certificata di Inizio Attività -S.C.I.A.- ai sensi degli artt. 22 e 23 del D.P.R. n. 380/01 e s.m.i. come modificati

Dettagli

COMUNE DI ARESE Provincia di Milano

COMUNE DI ARESE Provincia di Milano COMUNE DI ARESE Provincia di Milano REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DI FINANZIAMENTI AI PRIVATI PER IL RIFACIMENTO DELLE COPERTURE IN ETERNIT DEGLI EDIFICI E L INSTALLAZIONE DI PANNELLI SOLARI TERMICI REGOLAMENTO

Dettagli

PARAMETRAZIONE DEGLI ONERI DI URBANIZZAZIONE Tabella A4-4 a classe di comuni - Edilizia residenziale (funzione abitativa)*

PARAMETRAZIONE DEGLI ONERI DI URBANIZZAZIONE Tabella A4-4 a classe di comuni - Edilizia residenziale (funzione abitativa)* Tabella A4-4 a classe di comuni - Edilizia residenziale (funzione abitativa)* Zone omogenee A Zone omogenee B Zone omogenee C Zone omogenee D Zone omogenee E CATEGORIA D INTERVENTO ( /mq) (/mq) ( /mq)

Dettagli

COMUNE DI DOLO *** PROVINCIA DI VENEZIA. Verbale di deliberazione del Consiglio Comunale n. 26 del 28.04.2011

COMUNE DI DOLO *** PROVINCIA DI VENEZIA. Verbale di deliberazione del Consiglio Comunale n. 26 del 28.04.2011 COMUNE DI DOLO *** PROVINCIA DI VENEZIA Oggetto: Determinazione del prezzo di prima cessione degli alloggi e.r.p. del Piano urbanistico attuativo PN 15/1 Cà Tron di Dolo - Indirizzi L assessore all urbanistica

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA MONETIZZAZIONE. DEI PARCHEGGI PRIVATI di PERTINENZA E DELLE AREE DA DESTINARE A STANDARDS

REGOLAMENTO PER LA MONETIZZAZIONE. DEI PARCHEGGI PRIVATI di PERTINENZA E DELLE AREE DA DESTINARE A STANDARDS Ufficio Tecnico Settore Urbanistica DEI PARCHEGGI PRIVATI di PERTINENZA E DELLE AREE DA DESTINARE A STANDARDS Approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 13 del 21.01.2010 1 DEI PARCHEGGI PRIVATI

Dettagli

COMUNE DI ORTA DI ATELLA Provincia di Caserta VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE ORIGINALE

COMUNE DI ORTA DI ATELLA Provincia di Caserta VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE ORIGINALE Prot n. 660/S del 14.09.2011 D.Legvo COMUNE DI ORTA DI ATELLA Provincia di Caserta VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE ORIGINALE N. 147 Del 12.09.2011 OGGETTO Aggiornamento ISTAT del costo di

Dettagli

COMUNE DI BODIO LOMNAGO. I... sottoscritt... residente a... via... n... e I... sottoscritt...

COMUNE DI BODIO LOMNAGO. I... sottoscritt... residente a... via... n... e I... sottoscritt... Mod. Urb.31 RESPONSABILE SERVIZIO FINANZIARIO Oggetto : Pratica edilizia n. Richiesta versamento contributo di costruzione. e in qualità di titolar della pratica edilizia in oggetto presentata quale Denuncia

Dettagli

COMUNE DI SASSARI Settore Sviluppo Economico, SUAP e Politiche del Lavoro

COMUNE DI SASSARI Settore Sviluppo Economico, SUAP e Politiche del Lavoro Ing. G. AGATAU COMUNE DI SASSARI Settore Sviluppo Economico, SUAP e Politiche del Lavoro RELAZIONE Articolo 1 PREMESSA La presente Relazione norma il metodo di applicazione e calcolo degli oneri concessori

Dettagli

PIANO CASA FRIULI VENEZIA GIULIA SCHEDA SINTETICA

PIANO CASA FRIULI VENEZIA GIULIA SCHEDA SINTETICA PIANO CASA FRIULI VENEZIA GIULIA SCHEDA SINTETICA (si veda anche la parte normativa, più sotto) Norme L. 11/11/2009 n. 19; L. 21/10/2010 n. 17 Aumenti massimi (salvo casi particolari) + 35% volume con

Dettagli

COMUNE DI VIGNALE MONFERRATO

COMUNE DI VIGNALE MONFERRATO COMUNE DI VIGNALE MONFERRATO Provincia di Alessandria REGOLAMENTO COMUNALE IN MATERIA DI DISCIPLINA DEGLI ONERI CONCESSORI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 42 in data 11.11.2009 Modificato

Dettagli

COMUNE DI SANTO STEFANO LODIGIANO Provincia di Lodi RELAZIONE TECNICA

COMUNE DI SANTO STEFANO LODIGIANO Provincia di Lodi RELAZIONE TECNICA COMUNE DI SANTO STEFANO LODIGIANO Provincia di Lodi RELAZIONE TECNICA D AGGIORNAMENTO DEGLI ONERI D URBANIZZAZIONE, VALORI MINIMI E CRITERI PER LA MONETIZZAZIONE DEGLI STANDARD IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO

Dettagli

C O M U N E D I M A N T O V A LA GIUNTA COMUNALE

C O M U N E D I M A N T O V A LA GIUNTA COMUNALE COPIA C O M U N E D I M A N T O V A SEGRETERIA GENERALE VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 165 Reg. Deliberazioni N. 12579/2012 di Prot. G. OGGETTO: AGGIORNAMENTO ISTAT DEGLI ONERI DI URBANIZZAZIONE,

Dettagli

GIUNTA COMUNALE DI BRESCIA

GIUNTA COMUNALE DI BRESCIA GIUNTA COMUNALE DI BRESCIA Delib. n. 643-17.11.2015 P.G.n. 175278 OGGETTO: Area Pianificazione Urbana e Mobilità. Settore Urbanistica. Approvazione progetto esecutivo e aggiornamento della Bozza modifica

Dettagli

COMUNE DI ARESE Provincia di Milano

COMUNE DI ARESE Provincia di Milano COMUNE DI ARESE Provincia di Milano 2010 REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DI FINANZIAMENTI AI PRIVATI PER IL RIFACIMENTO DELLE COPERTURE IN ETERNIT DEGLI EDIFICI E L INSTALLAZIONE DI PANNELLI SOLARI TERMICI

Dettagli

COMUNE DI CASTELNUOVO RANGONE PROVINCIA DI MODENA

COMUNE DI CASTELNUOVO RANGONE PROVINCIA DI MODENA INDICAZIONI PROCEDURALI PER L APPLICAZIONE ED AGGIORNAMENTO DEGLI ONERI DI URBANIZZAZIONE DI CUI AGLI ARTT. 5 E 10 DELLA L. N. 10/77, AGGIORNATE IN SEGUITO ALLA DELIBERA DEL CONSIGLIO REGIONALE N. 849

Dettagli

INDICE CAPO VIII... 13

INDICE CAPO VIII... 13 INDICE REGOLAMENTO per la determinazione del contributo relativo alle concessioni edilizie, alle autorizzazioni edilzie e alle denunce di inizio dell attività... 3 CAPO I... 3 Norme generali... 3 Art.

Dettagli

PIANO ESECUTIVO CONVENZIONATO Area a destinazione produttiva in Via Sommariva S.U.E. Area 71 D.U. 5.6. - Variante Generale al P.R.G.C.

PIANO ESECUTIVO CONVENZIONATO Area a destinazione produttiva in Via Sommariva S.U.E. Area 71 D.U. 5.6. - Variante Generale al P.R.G.C. CITTA METROPOLITANA DI TORINO COMUNE DI CARMAGNOLA PROPONENTE: PASTA BERRUTO S.p.a. OGGETTO : PIANO ESECUTIVO CONVENZIONATO Area a destinazione produttiva in Via Sommariva S.U.E. Area 71 D.U. 5.6. - Variante

Dettagli

CIRCOLARE SULLA DETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE.

CIRCOLARE SULLA DETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE. Piazza dei Martiri, 5-60010 OSTRA tel. 071.7989417 fax 071.7989776 mailto:urbanistica.ostra@provincia.ancona.it http://www.comune.ostra.an.it/ Orario d apertura ufficio al pubblico: martedì, mercoledì,

Dettagli

CRITERI APPLICATIVI MODALITÀ DI CALCOLO E VERSAMENTO DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE AI SENSI DELL ART. 16 D.P.R

CRITERI APPLICATIVI MODALITÀ DI CALCOLO E VERSAMENTO DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE AI SENSI DELL ART. 16 D.P.R allegato A alla delibera di Consiglio Comunale CITTÀ DI LEGNAGO Ufficio Tecnico Via XX Settembre, 29 37045 Legnago (Verona) CRITERI APPLICATIVI MODALITÀ DI CALCOLO E VERSAMENTO DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE

Dettagli

COMUNE DI TURATE Provincia di Como Via V. Emanuele 2, CAP 22078 --------------------------------------

COMUNE DI TURATE Provincia di Como Via V. Emanuele 2, CAP 22078 -------------------------------------- Prot. N COMUNE DI TURATE Provincia di Como Via V. Emanuele 2, CAP 22078 -------------------------------------- BANDO DI GARA PER L ASSEGNAZIONE IN DIRITTO DI PROPRIETA DEL LOTTO N 1 NELL AMBITO DEL PIANO

Dettagli

COMUNE DI GHEMME Regolamento per la determinazione del contributo di costruzione. Regolamento per la determinazione del contributo di costruzione

COMUNE DI GHEMME Regolamento per la determinazione del contributo di costruzione. Regolamento per la determinazione del contributo di costruzione COMUNE DI GHEMME Regolamento per la determinazione del contributo di costruzione Regolamento per la determinazione del contributo di costruzione APPROVATO CON DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N 142

Dettagli

COMUNE DI PIOSSASCO Provincia di Torino CRITERI PER L'APPLICAZIONE DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE. Aggiornamento 2011

COMUNE DI PIOSSASCO Provincia di Torino CRITERI PER L'APPLICAZIONE DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE. Aggiornamento 2011 COMUNE DI PIOSSASCO Provincia di Torino CRITERI PER L'APPLICAZIONE DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE Aggiornamento 2011 (Legge 28 gennaio 1977 n 10, artt. 3, 5, 6, 7, 9, 10 D.P.R. 6/6/2001 n 380, artt. 16,

Dettagli

EDILIZIA DI CULTO: REGIONE ABRUZZO

EDILIZIA DI CULTO: REGIONE ABRUZZO EDILIZIA DI CULTO: REGIONE ABRUZZO Isabella Bolgiani La Regione Abruzzo ha dedicato specifiche disposizioni legislative alla disciplina urbanistica dei servizi religiosi ed alla materia del finanziamento

Dettagli

RELAZIONE FINANZIARIA A norma dell art. 28 della L.U. nr. 1150/42 e successive modifiche ed integrazioni, l onere della esecuzione delle opere di

RELAZIONE FINANZIARIA A norma dell art. 28 della L.U. nr. 1150/42 e successive modifiche ed integrazioni, l onere della esecuzione delle opere di RELAZIONE FINANZIARIA A norma dell art. 28 della L.U. nr. 1150/42 e successive modifiche ed integrazioni, l onere della esecuzione delle opere di urbanizzazione primaria deve essere assunto dai lottizzanti

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO DI LOCAZIONE. Premessa. Il Comune di Palermo è proprietario di un immobile sito in Palermo Via

SCHEMA DI CONTRATTO DI LOCAZIONE. Premessa. Il Comune di Palermo è proprietario di un immobile sito in Palermo Via SCHEMA DI CONTRATTO DI LOCAZIONE Premessa Il Comune di Palermo è proprietario di un immobile sito in Palermo Via pervenuto al Comune di Palermo giusta confisca ex L. 575/65 e succ. mod. ed integr. in pregiudizio

Dettagli

TABELLE ONERI ANNO 2016

TABELLE ONERI ANNO 2016 TABELLE ONERI ANNO 2016 ALLEGATO A A1) Immobili ad uso residenziale: / mc Urbanizzazione Urbanizzazione Totale Tipo di intervento primaria secondaria oneri 1) Restauro e ristrutturazione edilizia ( ) 6,21

Dettagli

Allegato alla deliberazione della Giunta Comunale n. 30 del 07/05/2015 COMUNE DI SANT ORSOLA TERME PROVINCIA DI TRENTO

Allegato alla deliberazione della Giunta Comunale n. 30 del 07/05/2015 COMUNE DI SANT ORSOLA TERME PROVINCIA DI TRENTO Allegato alla deliberazione della Giunta Comunale n. 30 del 07/05/2015 COMUNE DI SANT ORSOLA TERME PROVINCIA DI TRENTO n scritture private non autenticate Convenzione ai sensi dell'art. 116 della L.P.

Dettagli

COMUNE DI CERVETERI. (Provincia di Roma) Area II^ - Assetto Uso e Sviluppo del Territorio Servizio Urbanistica. Regolamento comunale

COMUNE DI CERVETERI. (Provincia di Roma) Area II^ - Assetto Uso e Sviluppo del Territorio Servizio Urbanistica. Regolamento comunale COMUNE DI CERVETERI (Provincia di Roma) Area II^ - Assetto Uso e Sviluppo del Territorio Servizio Urbanistica Allegato A Regolamento comunale Criteri di applicazione delle sanzioni amministrative pecuniarie

Dettagli

COMUNE DI MONTEVERDI MARITTIMO PROVINCIA DI PISA

COMUNE DI MONTEVERDI MARITTIMO PROVINCIA DI PISA COMUNE DI MONTEVERDI MARITTIMO PROVINCIA DI PISA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE N. 12 DATA 16.03.2011 OGGETTO: L.R.T. N. 1 DEL 03.01.2005 NORME PER IL GOVERNO DEL TERRITORIO ONERI DI URBANIZZAZIONE

Dettagli

MODALITA DI CALCOLO DEI CONTRIBUTI DI COSTRUZIONE Art. 119 - Legge Regionale n. 1 del 3 Gennaio 2005

MODALITA DI CALCOLO DEI CONTRIBUTI DI COSTRUZIONE Art. 119 - Legge Regionale n. 1 del 3 Gennaio 2005 Allegato A alla Deliberazione n. 27/2007 MODALITA DI CALCOLO DEI CONTRIBUTI DI COSTRUZIONE Art. 119 - Legge Regionale n. 1 del 3 Gennaio 2005 CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE. Il contributo di costruzione, di

Dettagli

CONEGLIANO COMUNE DI. Approvato con deliberazione di Giunta Comunale n. 211 del 10.04.2006. Data entrata in vigore: 27 aprile 2006.

CONEGLIANO COMUNE DI. Approvato con deliberazione di Giunta Comunale n. 211 del 10.04.2006. Data entrata in vigore: 27 aprile 2006. COMUNE DI Provincia di CONEGLIANO Treviso REGOLAMENTO COMUNALE PER LA COSTITUZIONE E LA RIPARTIZIONE DELLA SOMMA INCENTIVANTE DI CUI ALL ARTICOLO 18 DELLA LEGGE 11 FEBBRAIO 1994, N. 109 e successive modifiche

Dettagli

Comune di Montebello Jonico Provincia di Reggio Calabria Area Tecnica Sportello Unico edilizia

Comune di Montebello Jonico Provincia di Reggio Calabria Area Tecnica Sportello Unico edilizia Comune di Montebello Jonico Provincia di Reggio Calabria Area Tecnica Sportello Unico edilizia Segnalazione Certificata di Inizio Attività -S.C.I.A.- ai sensi degli artt. 22 e 23 del D.P.R. n. 380/01 e

Dettagli

COMUNE DI SAPRI. Provincia di Salerno

COMUNE DI SAPRI. Provincia di Salerno COMUNE DI SAPRI Provincia di Salerno REGOLAMENTO ATTUATIVO PER LA DETERMINAZIONE DEI PARAMETRI E DELLE MODALITA' PER LA QUANTIFICAZIONE DELLA INDENNITA' RISARCITORIA PER LE OPERE ABUSIVE NELLE AREE SOTTOPOSTE

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA RIPARTIZIONE DEL FONDO PER LA PROGETTAZIONE E L INNOVAZIONE EX ART. 93, D.LGS. N. 163 DEL 12/04/2006 e s.m.i.

REGOLAMENTO PER LA RIPARTIZIONE DEL FONDO PER LA PROGETTAZIONE E L INNOVAZIONE EX ART. 93, D.LGS. N. 163 DEL 12/04/2006 e s.m.i. REGOLAMENTO PER LA RIPARTIZIONE DEL FONDO PER LA PROGETTAZIONE E L INNOVAZIONE EX ART. 93, D.LGS. N. 163 DEL 12/04/2006 e s.m.i. Premessa Ai sensi dell art. 93, comma 7 bis del D.Lgs. 163/2006, l Università

Dettagli

Città di Lecce SETTORE TRIBUTI E FISCALITA LOCALE

Città di Lecce SETTORE TRIBUTI E FISCALITA LOCALE Città di Lecce SETTORE TRIBUTI E FISCALITA LOCALE Regolamento per la Definizione Agevolata dei Tributi locali minori ICP e DPA (Art. 13, Legge 27 dicembre 2002, n. 289 e art.24, D.Lgs. 15 novembre 1993,

Dettagli

REPUBBLICA DI SAN MARINO

REPUBBLICA DI SAN MARINO REPUBBLICA DI SAN MARINO DECRETO DELEGATO 5 maggio 2010 n.87 (Ratifica Decreto Delegato 26 marzo 2010 n.58) Noi Capitani Reggenti la Serenissima Repubblica di San Marino Visto il Decreto Delegato 26 marzo

Dettagli

COMUNE DI PERO REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE ATTIVITA TEMPORANEE NEL PERIODO DI EXPO 2015 INDICE

COMUNE DI PERO REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE ATTIVITA TEMPORANEE NEL PERIODO DI EXPO 2015 INDICE COMUNE DI PERO REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE ATTIVITA TEMPORANEE NEL PERIODO DI EXPO 2015 INDICE 1. Finalità del regolamento 2. Definizione di attività temporanee e tipologie consentite 3. Deroghe

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE SCHEMA DI CONVENZIONE CON IL COMUNE DI TRIGGIANO FINALIZZATO ALL ATTUAZIONE DEL PIANO DI LOTTIZZAZIONE - ZONA DI ESPANSIONE C4-4

SCHEMA DI CONVENZIONE SCHEMA DI CONVENZIONE CON IL COMUNE DI TRIGGIANO FINALIZZATO ALL ATTUAZIONE DEL PIANO DI LOTTIZZAZIONE - ZONA DI ESPANSIONE C4-4 SCHEMA DI CONVENZIONE Allegato alla deliberazione di C.C. n./.. SCHEMA DI CONVENZIONE CON IL COMUNE DI TRIGGIANO FINALIZZATO ALL ATTUAZIONE DEL PIANO DI LOTTIZZAZIONE - ZONA DI ESPANSIONE C4-4 REPUBBLICA

Dettagli

REGOLAMENTO RELATIVO ALL ENTITA, MODALITA E CRITERI DI RIPARTIZIONE DEGLI INCENTIVI PREVISTI DALL ART.92, COMMA 5 DEL D. LGS

REGOLAMENTO RELATIVO ALL ENTITA, MODALITA E CRITERI DI RIPARTIZIONE DEGLI INCENTIVI PREVISTI DALL ART.92, COMMA 5 DEL D. LGS 65 REGOLAMENTO RELATIVO ALL ENTITA, MODALITA E CRITERI DI RIPARTIZIONE DEGLI INCENTIVI PREVISTI DALL ART.92, COMMA 5 DEL D. LGS. 163/06 PER LE OPERE, I LAVORI E GLI ATTI DI PIANIFICAZIONE DI COMPETENZA

Dettagli

PARTE IV - TABELLE INDICI DI DENSITÀ FONDIARIA E ZONE OMOGENEE

PARTE IV - TABELLE INDICI DI DENSITÀ FONDIARIA E ZONE OMOGENEE PARTE IV - TAELLE INDICI DI DENSITÀ FONDIARIA E ZONE OMOGENEE Il parametro della densità fondiaria si riferisce non a quella dello specifico intervento, bensì a quella corrispondente all indice edificabile

Dettagli

Fac Simile Denuncia di inizio attività: Domanda e Relazione (da redigere in carta libera).

Fac Simile Denuncia di inizio attività: Domanda e Relazione (da redigere in carta libera). Fac Simile Denuncia di inizio attività: Domanda e Relazione (da redigere in carta libera). ALLO SPORTELLO UNICO PER L EDILIZIA DEL COMUNE DI CAMINO OGGETTO: denuncia di inizio attività (D.I.A.) ai sensi

Dettagli

L.R. 08 Novembre 2004, n. 12 Disposizioni in materia di definizione di illeciti edilizi (1)

L.R. 08 Novembre 2004, n. 12 Disposizioni in materia di definizione di illeciti edilizi (1) L.R. 08 Novembre 2004, n. 12 Disposizioni in materia di definizione di illeciti edilizi (1) SOMMARIO Art. 1 - Oggetto e ambito di applicazione Art. 2 - Opere abusive suscettibili di sanatoria Art. 3 -

Dettagli

Regolamento per il condono dei Tributi Locali

Regolamento per il condono dei Tributi Locali Regolamento per il condono dei Tributi Locali TARSU ICI TOSAP ( Approvato con delibera consiliare n. 57 del 21/11/2003) Sezione TARSU Articolo 1 Ambito di applicazione ed esclusioni Il presente regolamento,

Dettagli

3(5&2175,%87,&2081$/,),1$/,==$7,$/

3(5&2175,%87,&2081$/,),1$/,==$7,$/ 5(*2/$0(172 3(5&2175,%87,&2081$/,),1$/,==$7,$/ 5(&83(52'(/&(17526725,&2', 021'2/)2 - Approvato con delibera del Consiglio Comunale n. 41 del 01.06.1998 esaminato dal CO.RE.CO. di Ancona nella seduta del

Dettagli