Banche dati molti dati sulle proteine derivano dalle banche dati primarie

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Banche dati molti dati sulle proteine derivano dalle banche dati primarie"

Transcript

1 Banche dati

2 Banche dati Si possono raggruppare in varie categorie in base al tipo di dato biologico che raccolgono e organizzano, ma ce ne sono alcune che sono da considerarsi fondamentali: - banche dati di sequenze nucleotidiche (dette anche primarie) - banche dati di espressione genica - banche dati proteiche Su queste se ne impiantano molte altre, che articolano le varie informazioni a seconda dei casi e degli scopi della banca dati e su cui è possibile effettuare ricerche in modo molto mirato. In questo corso verranno trattate le banche dati proteiche anche se non bisogna dimenticare che molti dati sulle proteine derivano dalle banche dati primarie, cioè quelle nucleotidiche.

3 Banche dati: un po di storia Inizio anni 70: nasce la tecnologia del DNA ricombinante, che permette di manipolare le sequenze nucleotidiche e di capire la struttura, la funzione e l organizzazione del DNA. Fine anni 70: pubblicazione dei primi dati genomici, con le prime sequenze nucleotidiche codificanti liberamente accessibili attraverso i rudimenti della rete disponibili a quel tempo tra le varie università. 2001: il Consorzio Pubblico Internazionale e la Celera Genomics forniscono dati del genoma umano completo, aprendo la strada ai progetti di sequenziamento a tappeto. Successivamente, l approccio biotecnologico ha fornito una serie imponente di dati di natura proteomica grazie all analisi spettrometrica e all elettroforesi 2-D, ed una serie altrettanto vasta di dati di trascrittomica grazie alla tecnologia dei microarray.

4 Banche dati: significato Insieme ai dati nasce l esigenza di sistemi di archiviazione e di ritrovamento facili e esaustivi, in modo da averli a disposizione in ogni istante, dato che sebbene ci siano tantissime informazioni, ognuna deve essere convalidata e confermata, essendo per la maggior parte dati grezzi non rielaborati. Conoscere il dato non significa capire il dato, serve sempre un approccio sperimentale classico perché questo sia veramente utile. una banca dati è il posto dove cercare i dati da cui partire per una ricerca, non il suo punto di arrivo.

5 I pionieri 1965: Margareth Dayhoff compila un atlante di proteine omologhe studiando le relazioni tra le sequenze primarie 1970: l atlante viene reso pubblico in versione elettronica nella banca dati NBRF => nasce la prima banca dati proteica. Ancora non ci sono dati di sequenziamento nucleotidico nella banca, sono tutti dati di natura biochimica classica, ma l idea di rendere disponibili in modo libero dei dati accumulati e organizzati è alla base del concetto che muove gli organizzatori e i curatori delle banche dati, e che muove anche i fondi per la loro gestione.

6 Banche dati: infrastrutture EMBNet, nata nel 1988 come rete europea a supporto della ricerca biomolecolare, oggi conta 41 nodi nazionali in paesi europei ed extraeuropei (in Italia il nodo è a Bari). APBioNet (Asian-Pacific Biologic Network), gemelleta con EMBNet, con un organizzazione analoga. Oggi le due banche dati primarie più importanti sono accessibili dai centri EBI (Cambridge, UK) : EMBL data-library NCBI (USA) : GenBank

7 Banche dati primarie 1981: nasce nel Laboratorio Europeo di Biologia Molecolare ad Heidelberg (Germania) l EMBL-datalibrary, 519 entries con sequenze di DNA e RNA, autore Kurt Stueber 1982: nasce una banca dati simile negli USA, darà vità alla GenBank, autore Walter Goad 1986: nel National Institute of Genetics in Mishima (Giappone) nasce un mirror della GenBank, la DDBJ 1992: i tre centri si consorziano nell INSDC (International Nucleotide Sequence Database Collaboration) stabilendo regole comuni per la gestione delle banche dati.

8 Banche dati primarie: i numeri DDBJ release 80.0 GenBank release 176 Entries Base Pairs 1.40E E+11 Entries 1.20E E E E E E+07 1E+11 8E+10 6E+10 4E+10 2E+10 Base Pairs 0.00E Release - Date EMBL release 102

9 Organizzazione di un database biologico L oggetto principale è la ENTRY, una unità riconoscibile grazie ad un identificatore univoco, che possiede una descrizione organizzata in campi standardizzati riconoscibili grazie ad HEADERS (o qualifiers) univoci nella banca dati. es. Identificatore Autore Data ecc. Ogni banca dati presenta 2 versioni delle entries: Flat-file: un file di testo semplice, formattato, non interattivo. HTML : pagina web interattiva, di facile consultazione.

10 Banche dati primarie Le banche dati primarie sono la sorgente di tutte le altre banche dati, servono regole ferree e condivise affinché si possano sincronizzare on a daily basis. Per questo nasce il concetto di Feature Table

11 La feature table INSDC Niente è lasciato al caso (almeno nelle intenzioni) nel definire uno standard condiviso per la condivisione delle informazioni tra banche dati: oltre che ai campi (Feature keys) e ai valori (qualifiers) anche il numero di spazi e la formattazione del testo ha una definizione rigorosa. Qualifiers (/xxx=) (154) Feature keys (66)

12 L importanza dei qualifier I qualifier indicano che tipo di informazione si trova in un dato campo. Ne esistono attualmente 154, alcuni davvero curiosi In 2005 the International Nucleotide Sequence Database Collaboration (INSDC) introduced the lat_on qualifier that allows to describe precisely where the sequenced specimen was collected. The map above shows the geographical distribution of samples annotated so far.

13 Formattazione dei flat files Una formattazione così rigorosa assicura il corretto funzionamento dei programmi che eseguono il cosiddetto parsing dell informazione. EMBL GenBank

14 Interattività e dati incrociati L interattività ha un ruolo centrale per una banca dati, perché permette di navigare tra le sue entries e quelle di altri database. Sia i flat-file sia le pagine web sono ricchi di cross-references, riferimenti che mandano ad altre banche dati generiche o specializzate.

15 Incrociare i dati: il qualifier /db_xref Al fine di mantenere una uniformità rigorosa, anche le cross-references sono pre-classificate: il campo /db_xref serve a puntare banche dati esterne affidabili e verificate (es. non si può puntare wikipedia ). Detto questo però ogni consorzio però è libero di puntare ciò che vuole: le /db_xref sono ufficiali, le altre no Qualifier: /db_xref="database:identifier" Definition: database cross-reference: pointer to related information in another database Scope: all feature keys Value format: "database:identifier" where database is the name of the database containing related information, and identifier is the internal identifier of the related information according to the naming conventions of the cross-referenced database. Examples: cross reference to GDB identifier: /db_xref="gdb:39999" cross reference to Swiss-Prot entry: /db_xref="swiss-prot:p12345"

16 Banche dati EMBL

17 Banche dati DDBJ

18 Banche dati NCBI

19 Banche dati nucleotidiche più utilizzate

20 Banche dati genomiche più utilizzate

21 Uso delle guide, fondamentale Le banche dati non possono essere relegata ad una lezione: sono entità complesse e ognuna ha le sue peculiarità. Non è nemmeno possibile mandare a memoria i dettagli di utilizzo di ogni banca dati. La cosa più utile è abituarsi a consultare le guide online, ogni banca dati che si rispetti ne ha una

22 Genome browser EMBL Molto complesso, piuttosto intuitivo, fornisce delle mappe clickabili dei cromosomi che vengono zoomati fino ad arrivare al dettaglio dei geni, sei CDS e delle sequenze, che alla fine possono essere scaricate.

23 Genome browser NCBI Relativamente semplice, tramite lo zoom è possibile aumentare o diminuire il dettaglio. Clickando sui link si aggiungono dettagli e si punta alla sequenza o al contesto cromosomico.

24 Genome browser DDBJ Il più semplice (e il meno annotato), forse troppo semplice. Muovendosi sulla mappa grafica si scorre il cromosoma evidenziando CDS, RNA e altro utilizzando un utile legenda a blocchi colorati.

25 Banche dati tassonomiche

26 Banche dati proteiche più utilizzate UniProt raccoglie le informazioni dei database Swiss-prot, TrEMBL e PIR. Offre la possibilità di effettuare Text Search o Blast Search. Viene curato anche un database NON RIDONDANTE (UniRef). Molto curato e dattagliato, con annotazioni circa funzione, struttura, modificazioni e altre informazioni utili E la traduzione in silico di ogni entry codificante del database primario dell EMBL, non è accurato, ma è ricchissimo E il discendente diretto del database della Dayhoff, è curato a mano e le annotazioni sono molto ricche e precise

27 Ma quante proteine sono note oggi? > verificate (Swiss-Prot) > predette (TrEMBL)

28 Banche dati proteiche più utilizzate E un database di famiglie e domini proteici comprensiva di pattern e motivi (signatures) che identificano e rendono riconoscibili e classificabili le proteine. La ricerca in prosite comprende anche altri database strutturali e di classificazione. una signature formattata, definita anche pattern, permette di indicare con precisione le sequenze tipiche e le loro varianti.

29 Banche dati proteiche più utilizzate Pfam è una raccolta di proteine allineate e di profili generati con i modelli nascosti di Markov (HMM) che descrivono quasi tutte le famiglie e i domini proteici conosciuti. Da qui è possibile una analisi dettagliata sfruttando le risorse disponibili nel server del Sanger Institute per l analisi familiare delle proteine. Integr8 è una immensa raccolta di proteine catalogate per organismo di appartenenza e permette analisi inter-proteomiche mediante opportuni programmi di confronto.

30 Banche dati proteiche più utilizzate Database di Protein Fingerprints, cioè pattern caratteristici di certe famiglie proteiche Database di domini proteici generato in modo automatico da Swiss-Prot e TrEMBL Database di strutture tridimensionali di proteine altre componenti proteiche Database di architetture proteiche annotate per organismo e per famiglia

Laboratorio di Metodologie e Tecnologie Genetiche ESERCITAZIONE DI BIOINFORMATICA

Laboratorio di Metodologie e Tecnologie Genetiche ESERCITAZIONE DI BIOINFORMATICA Laboratorio di Metodologie e Tecnologie Genetiche ESERCITAZIONE DI BIOINFORMATICA Bioinformatica - Scienza interdisciplinare coinvolgente la biologia, l informatica, la matematica e la statistica per l

Dettagli

Il progetto Genoma Umano è iniziato nel E stato possibile perchè nel 1986 era stato sviluppato il sequenziamento automatizzato del DNA.

Il progetto Genoma Umano è iniziato nel E stato possibile perchè nel 1986 era stato sviluppato il sequenziamento automatizzato del DNA. Il progetto Genoma Umano è iniziato nel 1990. E stato possibile perchè nel 1986 era stato sviluppato il sequenziamento automatizzato del DNA. Progetto internazionale finanziato da vari paesi, affidato

Dettagli

Laboratorio di Bioinformatica I. Parte 2. Dott. Sergio Marin Vargas (2014 / 2015)

Laboratorio di Bioinformatica I. Parte 2. Dott. Sergio Marin Vargas (2014 / 2015) Laboratorio di Bioinformatica I Banche dati Parte 2 Dott. Sergio Marin Vargas (2014 / 2015) Google Scholar https://scholar.google.it/ E un motore di ricerca di Google, specializzato nella ricerca di articoli

Dettagli

Banche Dati. Docente: Dr. Antinisca DI MARCO

Banche Dati. Docente: Dr. Antinisca DI MARCO Docente: Dr. Antinisca DI MARCO Email: antinisca.dimarco@di.univaq.it La biologia molecolare produce una grande mole di dati che può essere memorizzata in database general-purpose o specialized (es. immunological):

Dettagli

Corso di Elementi di Bioinformatica

Corso di Elementi di Bioinformatica Corso di Elementi di Bioinformatica Laurea Triennale in Informatica I dati e le banche dati in Bioinformatica Anno Accademico 2015-2016 Docente del laboratorio: Raffaella Rizzi 1 Il DNA (oggetto biologico)

Dettagli

Modello computazionale per la predizione di siti di legame per fattori di trascrizione

Modello computazionale per la predizione di siti di legame per fattori di trascrizione Modello computazionale per la predizione di siti di legame per fattori di trascrizione Attività di tirocinio svolto presso il Telethon Institute of Genetics and Medicine Relatori Prof. Giuseppe Trautteur

Dettagli

Una proteina nella rete: Introduzione alla bioinformatica

Una proteina nella rete: Introduzione alla bioinformatica Una proteina nella rete: Introduzione alla bioinformatica L era genomica ha assistito ad una crescita esponenziale delle informazioni biologiche rese disponibili dai progressi nel campo della biologia

Dettagli

RELAZIONE di BIOLOGIA MOLECOLARE

RELAZIONE di BIOLOGIA MOLECOLARE NOME: Marini Selena MATRICOLA: 592330 RELAZIONE di BIOLOGIA MOLECOLARE CHE ORGANISMO MODELLO È DICTYOSTELIUM? CHE RISORSE BIOINFORMATICHE AGEVOLANO I RICERCATORI CHE LO STUDIANO? Dictyostelium è un genere

Dettagli

Laboratorio di Elementi di Bioinformatica

Laboratorio di Elementi di Bioinformatica Laboratorio di Elementi di Bioinformatica Laurea Triennale in Informatica (codice: E3101Q116) AA 2016/2017 I dati in Bioinformatica Docente del laboratorio: Raffaella Rizzi 1 Il DNA (oggetto biologico)

Dettagli

Bioinformatica. Analisi del genoma

Bioinformatica. Analisi del genoma Bioinformatica Analisi del genoma GABRIELLA TRUCCO CREMA, 5 APRILE 2017 Cosa è il genoma? Insieme delle informazioni biologiche, depositate nella sequenza di DNA, necessarie alla costruzione e mantenimento

Dettagli

EVOLUZIONE MOLECOLARE. Silvia Fuselli

EVOLUZIONE MOLECOLARE. Silvia Fuselli EVOLUZIONE MOLECOLARE Silvia Fuselli silvia.fuselli@unife.it TESTI Organizzazione del corso Graur and Li, Fundamentals of molecular evolution, Sinauer 2000 Michael Lynch, The Origins of Genome Architecture,

Dettagli

Introduzione alla Genomica

Introduzione alla Genomica Laboratorio di Bioinformatica I Introduzione alla Genomica Dott. Sergio Marin Vargas (2014 / 2015) Il Genoma umano Gene codificanti proteine Gene non codificanti proteine Geni codificanti proteine 3 Il

Dettagli

GENOMA. Analisi di sequenze -- Analisi di espressione -- Funzione delle proteine CONTENUTO FUNZIONE. Progetti genoma in centinaia di organismi

GENOMA. Analisi di sequenze -- Analisi di espressione -- Funzione delle proteine CONTENUTO FUNZIONE. Progetti genoma in centinaia di organismi GENOMA EVOLUZIONE CONTENUTO FUNZIONE STRUTTURA Analisi di sequenze -- Analisi di espressione -- Funzione delle proteine Progetti genoma in centinaia di organismi Importante la sintenia tra i genomi The

Dettagli

Genomica, proteomica, genomica strutturale, banche dati.

Genomica, proteomica, genomica strutturale, banche dati. Genomica, proteomica, genomica strutturale, banche dati. Alcune pietre miliari della biologia anno risultato 1866 Mendel scopre i geni 1944 il DNA è il materiale genetico 1951 prima sequenza di una proteina

Dettagli

Modulo Laboratorio A.A. 2014/2015

Modulo Laboratorio A.A. 2014/2015 Biochimica - Laboratorio di Bioinformatica I (CdL. Bioinformatica) Bioinformatica e banche dati biologiche (CdL. Biotecnologie) Modulo Laboratorio A.A. 2014/2015 Docente: Dr. Sergio Marin Vargas Mail:

Dettagli

Informatica e Bioinformatica: Basi di Dati

Informatica e Bioinformatica: Basi di Dati Informatica e Bioinformatica: Date TBD Bioinformatica I costi di sequenziamento e di hardware descrescono vertiginosamente si hanno a disposizione sempre più dati e hardware sempre più potente e meno costoso...

Dettagli

Bioinformatica ed applicazioni di bioinformatica strutturale!

Bioinformatica ed applicazioni di bioinformatica strutturale! Bioinformatica ed applicazioni di bioinformatica strutturale! Bioinformatica! Le banche dati! Programmi per estrarre ed analizzare i dati! I numeri! Cellule nell uomo! Geni nell uomo! Genoma umano Il dogma

Dettagli

Relatrice: dott.ssa Ilaria Pegoretti

Relatrice: dott.ssa Ilaria Pegoretti Relatrice: dott.ssa Ilaria Pegoretti IL LABORATORIO DI BIOLOGIA MOLECOLARE: introduzione alle tecniche e alle loro applicazioni 26 Novembre 2011 Auditorium Presidio Ospedaliero S.Chiara, Trento Scoperta

Dettagli

BIOINFORMATICA: Cosa è?

BIOINFORMATICA: Cosa è? BIOINFORMATICA: Cosa è? THE DEFINITIONS OF BIOINFORMATICS Bioinformatics is an integration of mathematical, statistical and computer methods to analyse biological, biochemical and biophysical data (Georgia

Dettagli

Strategie di annotazione di geni e genomi

Strategie di annotazione di geni e genomi Strategie di annotazione di geni e genomi Dr. Giovanni Emiliani giovanni.emiliani@unifi.it Bioinformatica A.A. 2011-1012 Concetti generali Le nuove tecnologie consentono l ottenimento di una grande mole

Dettagli

Tesina di Biologia Molecolare II

Tesina di Biologia Molecolare II MELATO GIULIA 595033 Tesina di Biologia Molecolare II Mostra un albero filogenetico con la relazione tra Uomo, Topo e Ratto. Che banca dati è disponibile per quest'ultimo organismo? Descrivi alcune caratteristiche

Dettagli

Laboratorio di Bioinformatica I. Parte 1. Dott. Sergio Marin Vargas (2014 / 2015)

Laboratorio di Bioinformatica I. Parte 1. Dott. Sergio Marin Vargas (2014 / 2015) Laboratorio di Bioinformatica I Banche dati Parte 1 Dott. Sergio Marin Vargas (2014 / 2015) Introduzione a NCBI National Center for Biotechnology Information (NCBI) http://www.ncbi.nlm.nih.gov/ NCBI Databases

Dettagli

LA BIOLOGIA MOLECOLARE E UNA BRANCA DELLA BIOLOGIA CHE STUDIA LE BASI MOLECOLARI DELLE FUNZIONI BIOLOGICHE, PONENDO UNA PARTICOLARE ATTENZIONE A QUEI

LA BIOLOGIA MOLECOLARE E UNA BRANCA DELLA BIOLOGIA CHE STUDIA LE BASI MOLECOLARI DELLE FUNZIONI BIOLOGICHE, PONENDO UNA PARTICOLARE ATTENZIONE A QUEI CONCETTI DI BASE LA BIOLOGIA MOLECOLARE E UNA BRANCA DELLA BIOLOGIA CHE STUDIA LE BASI MOLECOLARI DELLE FUNZIONI BIOLOGICHE, PONENDO UNA PARTICOLARE ATTENZIONE A QUEI PROCESSI CHE COINVOLGONO GLI ACIDI

Dettagli

ANALISI BIOINFORMATICA DELLE PROTEINE. Matteo Ramazzotti matteo.ramazzotti@unifi.it

ANALISI BIOINFORMATICA DELLE PROTEINE. Matteo Ramazzotti matteo.ramazzotti@unifi.it ANALISI BIOINFORMATICA DELLE PROTEINE Matteo Ramazzotti matteo.ramazzotti@unifi.it Programma Banche dati proteiche. Interrogazione delle banche dati. Allineamento di sequenze proteiche. Matrici di sostituzione.

Dettagli

Banche Dati Secondarie. geni trascritti proteine profili strutture

Banche Dati Secondarie. geni trascritti proteine profili strutture Banche Dati Secondarie geni trascritti proteine profili strutture definizione Banca dati il cui contenuto deriva da una banca dati primaria DB sec DB primario informazione PROSITE SWISS Prot patterns Profiles

Dettagli

Gasparini Alessandra BIM

Gasparini Alessandra BIM Gasparini Alessandra 592026-BIM Pfam è una banca dati di famiglie proteiche creata dal Wellcome Trust Sanger Institute a partire dal database Pfamseq basato su Uniprot. Le famiglie proteiche di Pfam sono

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO. Bioinformatica. A.A semestre I. Allineamento veloce (euristiche)

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO. Bioinformatica. A.A semestre I. Allineamento veloce (euristiche) Docente: Matteo Re UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO C.d.l. Informatica Bioinformatica A.A. 2013-2014 semestre I 3 Allineamento veloce (euristiche) Banche dati primarie e secondarie Esistono due categorie

Dettagli

Sommario. Presentazione dell opera Ringraziamenti

Sommario. Presentazione dell opera Ringraziamenti Sommario Presentazione dell opera Ringraziamenti XI XII Capitolo 1 Introduzione alla bioinformatica 1 1.1 Cenni introduttivi 1 1.2 Pietre miliari della bioinformatica 2 1.3 Infrastrutture bioinformatiche

Dettagli

Biochimica. Prof. Alessandro Tossi Edificio Q 1 piano lab 106 Dip. Scienze della Vita

Biochimica. Prof. Alessandro Tossi Edificio Q 1 piano lab 106 Dip. Scienze della Vita Biochimica Prof. Alessandro Tossi Edificio Q 1 piano lab 106 Dip. Scienze della Vita Biochimica: Definizioni: Chimica dei sistemi viventi Chimica: studio della struttura, interazioni e reazioni delle molecole.

Dettagli

Esercitazioni Informatiche e Telematiche

Esercitazioni Informatiche e Telematiche Esercitazioni Informatiche e Telematiche Scuola di Farmacia e Nutraceutica Università Magna Graecia di Catanzaro I Anno, I Semestre, A.A. 2015/2016 Ing. Alessia Sarica 2 Informazioni Docente Ing. Alessia

Dettagli

BANCHE DATI GIURIDICHE IN RETE D ATENEO breve guida all uso di HeinOnline

BANCHE DATI GIURIDICHE IN RETE D ATENEO breve guida all uso di HeinOnline BANCHE DATI GIURIDICHE IN RETE D ATENEO breve guida all uso di HeinOnline Le banche dati si raggiungono dal portale del Centro Servizi Bibliotecari. Per accedervi, a partire dal sito principale dell Università

Dettagli

C O R O - Network Co-Ordinamento della Ricerca Oncologica

C O R O - Network Co-Ordinamento della Ricerca Oncologica C O R O - Network Co-Ordinamento della Ricerca Oncologica A. OBIETTIVI GENERALI DEL NETWORK ATTIVITÀ I. Stabilire una rete di risorse per le applicazioni cliniche della ricerca oncologica II. Fornire supporto

Dettagli

Spettrometria di Massa applicata alla PROTEOMICA

Spettrometria di Massa applicata alla PROTEOMICA Spettrometria di Massa applicata alla PROTEOMICA 1. MALDI-TOF: Determinazione di mappe peptidiche mediante digestione in gel di spot separati su E-2D E da estratti proteici totali Identificazione rapida

Dettagli

Metodologie citogenetiche. Metodologie molecolari. Formulare la domanda Utilizzare la metodica appropriata

Metodologie citogenetiche. Metodologie molecolari. Formulare la domanda Utilizzare la metodica appropriata In base al potere di risoluzione della tecnica Metodologie citogenetiche Metodologie molecolari Formulare la domanda Utilizzare la metodica appropriata 1 DNA RNA PROTEINE DNA Cromosomi (cariotipo, FISH,

Dettagli

Attività didattica. Banche dati biologiche

Attività didattica. Banche dati biologiche Attività didattica Banche dati biologiche TEMPI: durata totale dell attività 3 ore di lezione + 1 ora di attività a casa (1 ora di lezione nell'ambito del corso laboratorio didattico di biologia e scienze

Dettagli

Librerie digitali. Cos è una libreria digitale? Introduzione. Cos è una libreria digitale? Cos è una libreria digitale? Cos è una libreria digitale?

Librerie digitali. Cos è una libreria digitale? Introduzione. Cos è una libreria digitale? Cos è una libreria digitale? Cos è una libreria digitale? Librerie digitali Introduzione William Arms "An informal definition of a digital library is a managed collection of information, with associated services, where the information is stored in digital formats

Dettagli

SRS (Sequence Retrieval System) della EBI che mette a disposizione anche dello spazio sul server per memorizzare le richerche.

SRS (Sequence Retrieval System) della EBI che mette a disposizione anche dello spazio sul server per memorizzare le richerche. I due centri maggiori, EBI e NCBI hanno sviluppato sistemi dedicati di RETRIEVAL allo scopo di ottenere il massimo delle informazioni con il minimo sforzo da parte dell utente SRS (Sequence Retrieval System)

Dettagli

Ricevimento Studenti: Lunedì previa prenotazione. Cenci lab

Ricevimento Studenti: Lunedì previa prenotazione. Cenci lab Cenci lab Giovanni Cenci Dip.to Biologia e Biotecnologie C. Darwin Sezione Genetica Piano 2 -Citofono 3/4 0649912-655 (office) 0649912-843 (lab) giovanni.cenci@uniroma1.it Ricevimento Studenti: Lunedì

Dettagli

MODELLO SCHEDA INSEGNAMENTO

MODELLO SCHEDA INSEGNAMENTO Corso di Laurea Denominazione insegnamento: Numero di Crediti: Anno: Semestre: Docente Titolare: MODELLO SCHEDA INSEGNAMENTO Triennale in Scienze Biologiche Biologia molecolare 9 CFU II II Lina Sabatino

Dettagli

MEDICINA E CHIRURGIA ANNO ACCADEMICO 2012/2013 CORSO DI LAUREA (o LAUREA

MEDICINA E CHIRURGIA ANNO ACCADEMICO 2012/2013 CORSO DI LAUREA (o LAUREA FACOLTÀ MEDICINA E CHIRURGIA ANNO ACCADEMICO 2012/2013 CORSO DI LAUREA (o LAUREA Biotecnologie Mediche e Medicina Molecolare MAGISTRALE) INSEGNAMENTO/CORSO INTEGRATO Genetica ed Epidemiologia molecolare

Dettagli

Applicazione della biologia molecolare nella valutazione del benessere del cavallo

Applicazione della biologia molecolare nella valutazione del benessere del cavallo UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA FACOLTA DI MEDICINA VETERINARIA Centro di Studio del Cavallo Sportivo Applicazione della biologia molecolare nella valutazione del benessere del cavallo Andrea Verini

Dettagli

L accesso al full text dei periodici elettronici universitari: come muoversi fra cataloghi e strumenti di ricerca avanzati

L accesso al full text dei periodici elettronici universitari: come muoversi fra cataloghi e strumenti di ricerca avanzati L accesso al full text dei periodici elettronici universitari: come muoversi fra cataloghi e strumenti di ricerca avanzati maurizio florio Abstract: Partendo da una panoramica dei periodici elettronici

Dettagli

Nozioni base di Biologia

Nozioni base di Biologia Nozioni base di Biologia Ripercorriamo velocemente i principali concetti di biologia indispensabili per capire la Bioinformatica: verranno approfonditi in altri corsi. Gli organismi viventi possiedono

Dettagli

Progetto Cluster. Sottoprogetto Bioinformatica

Progetto Cluster. Sottoprogetto Bioinformatica Progetto Cluster Sottoprogetto Bioinformatica CRS4 (Centro di Ricerca, Sviluppo e Studi Superiori in Sardegna) Società costituita nel 1990 svolge attività di ricerca e sviluppo basate sulle tecnologie

Dettagli

Riconoscimento e recupero dell informazione per bioinformatica

Riconoscimento e recupero dell informazione per bioinformatica Riconoscimento e recupero dell informazione per bioinformatica Clustering: introduzione Manuele Bicego Corso di Laurea in Bioinformatica Dipartimento di Informatica - Università di Verona Una definizione

Dettagli

Le biotecnologie. Sadava et al. Biologia La scienza della vita Zanichelli editore 2010

Le biotecnologie. Sadava et al. Biologia La scienza della vita Zanichelli editore 2010 Le biotecnologie 1 Cosa sono le biotecnologie? Le biotecnologie sono tutte quelle tecniche utilizzate (fin dall antichità) per produrre sostanze specifiche a partire da organismi viventi o da loro derivati.

Dettagli

CONOSCENZE / COMPETENZE STRUMENTI E METODI LABORATORIO COLLEGAMENTI VERIFICHE ORE

CONOSCENZE / COMPETENZE STRUMENTI E METODI LABORATORIO COLLEGAMENTI VERIFICHE ORE PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DEL CORSO DI BIOLOGIA,MICROBIOLOGIA E TECNOLOGIE DI CONTROLLO SANITARIO CLASSE 5 D ANNO SCOLASTICO 2015-2016 Proff ELENA ZACCHIA, RAFFAELE FIORINI MODULI MODULO 1 Modulo di raccordo

Dettagli

1 Utilizzo di GFI MailEssentials

1 Utilizzo di GFI MailEssentials Guida utente finale Le informazioni e il contenuto del presente documento vengono forniti esclusivamente a scopi informativi e come sono, senza garanzie di alcun tipo, sia espresse che implicite, ivi incluse,

Dettagli

Quarta lezione. 1. Ricerca di omologhe in banche dati. 2. Programmi per la ricerca: FASTA BLAST

Quarta lezione. 1. Ricerca di omologhe in banche dati. 2. Programmi per la ricerca: FASTA BLAST Quarta lezione 1. Ricerca di omologhe in banche dati. 2. Programmi per la ricerca: FASTA BLAST Ricerca di omologhe in banche dati Proteina vs. proteine Gene (traduzione in aa) vs. proteine Gene vs. geni

Dettagli

CAPITOLO 3 ASSOCIAZIONE, SCAMBIO E MAPPE GENETICHE LIGUORI EDITORE

CAPITOLO 3 ASSOCIAZIONE, SCAMBIO E MAPPE GENETICHE LIGUORI EDITORE CAPITOLO 3 ASSOCIAZIONE, SCAMBIO E MAPPE GENETICHE LIGUORI EDITORE 1 Questa opera è protetta dalla Legge sul diritto d autore (Legge n. 633/1941: http://www.giustizia.it/cassazione/leggi/l633_41.html).

Dettagli

Vai al sito: Incolla nel box vuoto la sequenza nucleotidica

Vai al sito:  Incolla nel box vuoto la sequenza nucleotidica Identificare il gene a cui appartiene la sequenza (sonda) e la sua posizione sul cromosoma. Per raggiungere l obiettivo della prima parte dell attività devi usare il software BLAT (BLAST- Like Alignment

Dettagli

Laboratorio di Elementi di Bioinformatica

Laboratorio di Elementi di Bioinformatica Laboratorio di Elementi di Bioinformatica Laurea Triennale in Informatica (codice: E3101Q116) AA 2015/2016 Parsing di un file in formato EMBL (parte I) Docente del laboratorio: Raffaella Rizzi 1 Esercizio

Dettagli

InfoBioLab I ENTREZ. ES 1: Ricerca di sequenze di aminoacidi in banche dati biologiche

InfoBioLab I ENTREZ. ES 1: Ricerca di sequenze di aminoacidi in banche dati biologiche InfoBioLab I ES 1: Ricerca di sequenze di aminoacidi in banche dati biologiche Esercizio 1 - obiettivi: Ricerca di 2 proteine in ENTREZ Salva i flat file che descrivono le 2 proteine in formato testo Importa

Dettagli

Basi di dati biologiche

Basi di dati biologiche Basi di dati biologiche Seminario per il corso di Basi di Dati II Luana Rinaldi luana.rinaldi@gmail.com AGENDA: Introduzione alla bioinformatica; Concetti Biologici; Banche dati biologiche; Collaborazioni

Dettagli

Marcatori molecolari per l analisi genica, genetica e genomica

Marcatori molecolari per l analisi genica, genetica e genomica Marcatori molecolari per l analisi genica, genetica e genomica (RFLP e PCR-derivati, inclusi SSR e SNP) DNA fingerprinting DNA genotyping DNA haplotyping cp/mtdna barcoding MG/QTL mapping MAS breeding

Dettagli

Importanza della genetica dei microrganismi

Importanza della genetica dei microrganismi Importanza della genetica dei microrganismi 1.I microrganismi rappresentano un mezzo essenziale per comprendere la genetica di tutti gli organismi. 2.Vengono usati per isolare e duplicare specifici geni

Dettagli

Genomi vegetali Da 7x10 7 bp per genoma aploide (130Mbp diploide, 5 cromosomi) di Arabidopsis thaliana alle 1,5x10 11 bp ( Mbp=150Gbp) di una

Genomi vegetali Da 7x10 7 bp per genoma aploide (130Mbp diploide, 5 cromosomi) di Arabidopsis thaliana alle 1,5x10 11 bp ( Mbp=150Gbp) di una Genomi vegetali Da 7x10 7 bp per genoma aploide (130Mbp diploide, 5 cromosomi) di Arabidopsis thaliana alle 1,5x10 11 bp (150.000Mbp=150Gbp) di una Liliacea. Tra le graminacee il frumento ha un genoma

Dettagli

Ricerca nel Catalogo Unito. Gdp Formazione e Promozione Sistema Bibliotecario d Ateneo

Ricerca nel Catalogo Unito. Gdp Formazione e Promozione Sistema Bibliotecario d Ateneo Ricerca nel Catalogo Unito Gdp Formazione e Promozione Sistema Bibliotecario d Ateneo Indice I. La ricerca semplice II. Lo Spazio personale III. La ricerca avanzata 16/06/2011 GdP Formazione e Promozione

Dettagli

Basi Teoriche e Applicazioni delle Nuove Tecnologie Genomiche

Basi Teoriche e Applicazioni delle Nuove Tecnologie Genomiche Corsi di laurea magistrale in: Biotecnologie agrarie e ambientali (LM-7) Biologia cellulare e molecolare (LM-6) Sicurezza e qualitàagroalimentare (LM-69 & LM-70) insegnamento di Basi Teoriche e Applicazioni

Dettagli

Nursing Reference Center

Nursing Reference Center Nursing Reference Center Guida di utilizzo support.ebsco.com Guida all utilizzo di Nursing Reference Center (NRC) Questa guida mostra le opzioni di ricerca e di consultazione della banca dati. Se vi servissero

Dettagli

Universita` di Verona Laura Specialistica in Biotecnologie Agro-Industriali Corso di Bioinformatica A.A. 2005-2006

Universita` di Verona Laura Specialistica in Biotecnologie Agro-Industriali Corso di Bioinformatica A.A. 2005-2006 Universita` di Verona Laura Specialistica in Biotecnologie Agro-Industriali Corso di Bioinformatica A.A. 2005-2006 Docente: Dr. Nicola Vitulo Dipartimento di Biologia, CRIBI Viale G.Colombo3, 35131 Padova

Dettagli

Whole genome SNPs comparison: SNPtree, NDtree, CSI Phylogeny and kmer-based analysis

Whole genome SNPs comparison: SNPtree, NDtree, CSI Phylogeny and kmer-based analysis Whole genome SNPs comparison: SNPtree, NDtree, CSI Phylogeny and kmer-based analysis Valeria Michelacci NGS course, June 2016 Webserver-based free pipelines available NCBI pipeline FDA GenomeTrakr CGE/DTU

Dettagli

microrna Struttura e Funzione

microrna Struttura e Funzione microrna Struttura e Funzione Cinzia Di Pietro Università degli Studi di Catania Dipartimento di Scienze Biomediche e Biotecnologiche Sezione di Biologia e Genetica G. Sichel I MicroRNAs (mirnas) sono

Dettagli

TRE PAROLE CHIAVE DELLA GENETICA

TRE PAROLE CHIAVE DELLA GENETICA TRE PAROLE CHIAVE DELLA GENETICA Questo documento è pubblicato sotto licenza Creative Commons Attribuzione Non commerciale Condividi allo stesso modo http://creativecommons.org/licenses/by-nc-sa/2.5/deed.it

Dettagli

Evoluzione delle molecole biologiche

Evoluzione delle molecole biologiche Evoluzione delle molecole biologiche Un video (in inglese): clic Evoluzione delle emoglobine (I) Un esempio classico di evoluzione delle macromolecole biologiche è dato dall emoglobina(hb), la molecola

Dettagli

Sperimenta il BioLab Attività di Bioinformatica Caccia al gene

Sperimenta il BioLab Attività di Bioinformatica Caccia al gene Sperimenta il BioLab Attività di Bioinformatica Caccia al gene Università degli Studi di Milano Settore Didattico, via Celoria 20, Milano Laboratorio 105 INTRODUZIONE Questa attività pratica ha come scopo

Dettagli

GENOMICA STRUTTURALE: GENOMICA FUNZIONALE: 1. Anatomia dei genomi. 8. Funzionamento dei genomi Il genoma dei procarioti

GENOMICA STRUTTURALE: GENOMICA FUNZIONALE: 1. Anatomia dei genomi. 8. Funzionamento dei genomi Il genoma dei procarioti GENOMICA STRUTTURALE: GENOMICA FUNZIONALE: 1. Anatomia dei genomi 8. Funzionamento dei genomi Il genoma dei procarioti Modificazioni della cromatina e l espressione del genoma Il genoma degli eucarioti

Dettagli

Milano Geo Knowledge Discovery. Milano Geoportale. (il portale geografico del Comune di Milano) Versione 1.0 DATA 20/07/2016

Milano Geo Knowledge Discovery. Milano Geoportale. (il portale geografico del Comune di Milano) Versione 1.0 DATA 20/07/2016 Comune di Milano Direzione Generale SIT Centrale Comune di Milano Direzione Centrale Entrate e Lotta all Evasione Settore Gestione Occupazione Suolo, Catasto e SIT Servizio SIT e Toponomastica Milano Geo

Dettagli

Reti informatiche. 2. Internet e navigazione

Reti informatiche. 2. Internet e navigazione Reti informatiche 2. Internet e navigazione Un po di storia Il 1969 viene considerato l anno di nascita di Internet, quando l Università del Michigan e quella di Wayne stabilirono la prima connessione

Dettagli

Il Genoma Umano e La Bioinformatica. Marin Vargas, Sergio Paul

Il Genoma Umano e La Bioinformatica. Marin Vargas, Sergio Paul Il Genoma Umano e La Bioinformatica Marin Vargas, Sergio Paul Gennaio 2014 L'acido desossiribonucleico o deossiribonucleico (DNA), che si trova nel nucleo della cellula, è un acido nucleico che contiene

Dettagli

GENETICA E LA SCIENZA CHE STUDIA:

GENETICA E LA SCIENZA CHE STUDIA: GENETICA E LA SCIENZA CHE STUDIA: La variabilità biologica degli organismi viventi La trasmissione dei caratteri da un organismo ad un altro o da una cellula ad un altra Il ruolo del genoma (patrimonio

Dettagli

Informatica e Bioinformatica A. A

Informatica e Bioinformatica A. A GQuery (http://www.ncbi.nlm.nih.gov/gquery/) è il punto di partenza per eseguire query su tutti o parte dei database dell NCBI: si basa sul sistema di interrogazione ENTREZ Informatica e Bioinformatica

Dettagli

Esercizio: Ricerca di sequenze in banche dati e allineamento multiplo (adattato da una lezione del Prof. Paiardini)

Esercizio: Ricerca di sequenze in banche dati e allineamento multiplo (adattato da una lezione del Prof. Paiardini) Esercizio: Ricerca di sequenze in banche dati e allineamento multiplo (adattato da una lezione del Prof. Paiardini) Collegatevi al sito www.ncbi.nlm.nih.gov/blast. Apparirà una pagina nella quale le versioni

Dettagli

Corso di BioMedicina Molecolare Genomica e dei Sistemi Complessi

Corso di BioMedicina Molecolare Genomica e dei Sistemi Complessi Corso di BioMedicina Molecolare Genomica e dei Sistemi Complessi CFU: 6 Anno accademico 2010-2011 Logica del Corso Il completamento del Progetto Genoma di Homo sapiens e di molti altri organismi e virus

Dettagli

Pagina intenzionalmente lasciata bianca.

Pagina intenzionalmente lasciata bianca. Pagina intenzionalmente lasciata bianca. Come funziona un motore di ricerca Ing. Luigi Luongo v. 0.1 Introduzione Con questo modulo approfondiamo i concetti di base che sono dietro ad un motore di ricerca

Dettagli

http://biocloud.unica.it biocloud@unica.it Emanuele Pascariello emanuele.pascariello@gmail.com

http://biocloud.unica.it biocloud@unica.it Emanuele Pascariello emanuele.pascariello@gmail.com Giornate sugli sbocchi professionali Del corso di Laurea in Biotecnologie Industriali (BIOTIN) Oristano 23/24 Aprile 2013 URL email http://biocloud.unica.it biocloud@unica.it Emanuele Pascariello emanuele.pascariello@gmail.com

Dettagli

Strumenti freeware/open source per l'insegnamento delle discipline scientifiche

Strumenti freeware/open source per l'insegnamento delle discipline scientifiche PLS-Fisica e AIF-Liguria - formazione/specializzazione rivolto per gli insegnanti Strumenti freeware/open source per l'insegnamento delle discipline scientifiche con applicazioni a problemi concreti GESTIRE

Dettagli

Allineamenti a coppie

Allineamenti a coppie Laboratorio di Bioinformatica I Allineamenti a coppie Dott. Sergio Marin Vargas (2014 / 2015) ExPASy Bioinformatics Resource Portal (SIB) http://www.expasy.org/ Il sito http://myhits.isb-sib.ch/cgi-bin/dotlet

Dettagli

Lab.1 - Excel. Prof. De Michele e Farina

Lab.1 - Excel. Prof. De Michele e Farina Lab.1 - Excel Prof. De Michele e Farina 1 - Che cos è un foglio elettronico - Formule e funzioni - Riferimenti - Grafici 2 Un foglio elettronico è uno strumento che combina potenzialità di calcolo, formattazione,

Dettagli

Perché considerare la struttura 3D di una proteina

Perché considerare la struttura 3D di una proteina Modelling Perché considerare la struttura 3D di una proteina Implicazioni in vari campi : biologia, evoluzione, biotecnologie, medicina, chimica farmaceutica... Metodi di studio della struttura di una

Dettagli

MODELLO SCHEDA INSEGNAMENTO II MARIA MORENO

MODELLO SCHEDA INSEGNAMENTO II MARIA MORENO Corso di L/LM/LMCU Denominazione insegnamento: MODELLO SCHEDA INSEGNAMENTO Numero di Crediti: 8 Semestre: Docente Titolare: LM LABORATORI AVANZATI DI SCIENZE E TECNOLOGIE GENETICHE II MARIA MORENO Dottorandi/assegnisti

Dettagli

Principi di proteomica. Elettroforesi bidimensionale e spettrometria di massa: determinazione del proteoma

Principi di proteomica. Elettroforesi bidimensionale e spettrometria di massa: determinazione del proteoma Principi di proteomica Elettroforesi bidimensionale e spettrometria di massa: determinazione del proteoma Proteoma: Proteome = Proteins encoded by the genome Il proteoma comprende tutte le proteine espresse

Dettagli

ADPSS-SOCIODATA. e gli. archivi di dati per le scienze sociali

ADPSS-SOCIODATA. e gli. archivi di dati per le scienze sociali ADPSS-SOCIODATA e gli archivi di dati per le scienze sociali ADPSS-Sociodata è un archivio dati che ha come obiettivo principale quello di promuovere lo scambio, la condivisione e l analisi di basi dati

Dettagli

Provate rispondere alle domande, se ci riuscirete, sarete pronti a superare l esame per quanto riguarda la parte di bioinformatica.

Provate rispondere alle domande, se ci riuscirete, sarete pronti a superare l esame per quanto riguarda la parte di bioinformatica. Per aiutarvi ho elaborato (frettolosamente) questi quesiti che dovrebbero aiutarvi ad individuare gli argomenti importanti del corso ed a darvi un idea delle domande che potrebbero esservi poste all esame.

Dettagli

Botanica (CFU 5+1) Martedì 11:00-13:00 Venerdì. scienza della diversità I turno 14:00-16:00 2 turno 16:00-18:00. aa

Botanica (CFU 5+1) Martedì 11:00-13:00 Venerdì. scienza della diversità I turno 14:00-16:00 2 turno 16:00-18:00. aa Botanica (CFU 5+1) Botanica o Biologia vegetale: Lezioni Morfologia vegetale Anatomia vegetale * Citologia vegetale * Martedì 11:00-13:00 Venerdì Fisiologia vegetale * Genetica dei vegetali Biologia molecolare

Dettagli

Dalla medicina quantistica al DNA quantico

Dalla medicina quantistica al DNA quantico Dalla medicina quantistica al DNA quantico Le immagini fanno parte della collezione provata dell autore. Edilio Giannazzo Giuseppina Di Prima DALLA MEDICINA QUANTISTICA AL DNA QUANTICO Dalla sperimentazione

Dettagli

La mappatura dei geni umani. SCOPO conoscere la localizzazione dei geni per identificarne la struttura e la funzione

La mappatura dei geni umani. SCOPO conoscere la localizzazione dei geni per identificarne la struttura e la funzione La mappatura dei geni umani SCOPO conoscere la localizzazione dei geni per identificarne la struttura e la funzione Un grande impulso alla costruzione di mappe genetiche è stato dato da le tecniche della

Dettagli

ENDNOTEBASIC, MENDELEY E ZOTERO

ENDNOTEBASIC, MENDELEY E ZOTERO ENDNOTEBASIC, MENDELEY E ZOTERO I principali strumenti a supporto dello studio e della ricerca per la gestione e il recupero dei riferimenti bibliografici e dei documenti per l elaborazione di bibliografie

Dettagli

GENETICA MOLECOLARE E BIOTECNOLOGIE MICROBICHE

GENETICA MOLECOLARE E BIOTECNOLOGIE MICROBICHE DIPARTIMENTO DI SCIENZE BIOLOGICHE, GEOLOGICHE E AMBIENTALI Corso di laurea magistrale in Biologia Sanitaria e Cellulare- Molecolare Anno accademico 2016/2017-1 anno - Curriculum Biologia cellulare e molecolare

Dettagli

Integrated Communications

Integrated Communications La comunicazione integrata in modalità collaboration è al cuore della struttura aziendale. WebTop 5 è un unica applicazione, fruibile via web, per differenti tipologie di comunicazione e collaborazione.

Dettagli

Buone Prassi Farnesina che innova

Buone Prassi Farnesina che innova Buone Prassi Farnesina che innova BILANCIO TRASPARENTE Responsabile del Progetto: Riccarda Giulia Pietrasanta Referenti per successivi contatti con l Amministrazione: Riccarda Giulia Pietrasanta Maria

Dettagli

V Facoltà di Ingegneria Laurea in Ingegneria Informatica Dipartimento di Elettronica e Informazione

V Facoltà di Ingegneria Laurea in Ingegneria Informatica Dipartimento di Elettronica e Informazione POLITECNICO DI MILANO V Facoltà di Ingegneria Laurea in Ingegneria Informatica Dipartimento di Elettronica e Informazione Architetture per l'importazione automatica di dati genomici e proteomici in un

Dettagli

LE BASI DI DATI. Seconda parte La progettazione di database Relazionali SCHEMA LOGICO e SCHEMA FISICO Costruzione delle tabelle

LE BASI DI DATI. Seconda parte La progettazione di database Relazionali SCHEMA LOGICO e SCHEMA FISICO Costruzione delle tabelle LE BASI DI DATI Seconda parte La progettazione di database Relazionali SCHEMA LOGICO e SCHEMA FISICO Costruzione delle tabelle LA PROGETTAZIONE LOGICA Lo scopo della fase di progettazione logica è quello

Dettagli

Dal gene alla proteina

Dal gene alla proteina Dal gene alla proteina Il collegamento tra geni e proteine La trascrizione e la traduzione sono i due principali processi che legano il gene alla proteina: uno sguardo panoramico Le informazioni genetiche

Dettagli

Informatica per la comunicazione" - lezione 11 -

Informatica per la comunicazione - lezione 11 - Informatica per la comunicazione" - lezione 11 - Una pagina web si dice pubblicata quando è accessibile tramite internet" Per accedere a una pagina occorre localizzarla nella rete" A questo scopo ogni

Dettagli

Prof. Pagani Corrado HTML

Prof. Pagani Corrado HTML Prof. Pagani Corrado HTML IPERTESTI E MULTIMEDIALITÀ Un ipertesto è un insieme di documenti messi in relazione tra loro per mezzo di parole chiave sensibili (link). Può essere visto come una rete; i documenti

Dettagli

LE BANCHE DATI INTRODUZIONE

LE BANCHE DATI INTRODUZIONE Guide all uso di banche dati LE BANCHE DATI INTRODUZIONE di Lucia Antonelli 27 luglio 2016 Indice Obiettivi della guida Cos è una banca dati Struttura Elementi Tipologie Interrogare una banca dati Visualizzare

Dettagli

piccoli e semplici procarioti, distinti dal punto di vista fenotipico (dagli

piccoli e semplici procarioti, distinti dal punto di vista fenotipico (dagli 1. INTRODUZIONE 1.1 Generalità sui micoplasmi I micoplasmi (dal greco muces, fungo; plasma, forma ) sono i più piccoli e semplici procarioti, distinti dal punto di vista fenotipico (dagli altri procarioti)

Dettagli

e-science Bioinformatics

e-science Bioinformatics Luciano Milanesi Luciano Milanesi Institute of Biomedical Technology CNR ABSTRACT. The Bioinformatics community was an early adopter of the Internet and contributed to the e-science development by publishing

Dettagli