GENERALITA' E DESCRIZIONE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "GENERALITA' E DESCRIZIONE"

Transcript

1 GENERALITA' E DESCRIZIONE Il BAT Water Monitoring System é in un sistema integrato per la misurazione di parametri geotecnici e per il prelievo di campioni indisturbati di acque e gas presenti nel terreno. Il sistema BAT WMS consiste in una semplice cella (diametro 33 mm e area di 1000 mm 2 ), dotata di filtro poroso in plastica o ceramica e chiusa superiormente da una membrana di gomma rigida e resiliente. La cella, che è l'unico elemento che rimane fisso nel terreno e che viene collegata alla superficie da un tubo di metallo, é messa in opera nel sottosuolo in un foro di sondaggio o spinta nel terreno mediante infissione. L'apparato di connessione è costituito da un sistema di aghi che mettono in comunicazione l'interno della cella con un serbatoio e/o un trasduttore di pressione presente nella sondina mobile calata attraverso il tubo di raccordo. Il serbatoio é costituito da una provetta di vetro completamente sigillata che, a seconda delle necessità, può venire messa in pressione o depressione e/o riempita di acqua o gas. Il doppio sistema di aghi garantisce un contatto perfetto senza contaminazioni con l'ambiente esterno. Tipologie di punte piezometriche BAT Pag 1 di 1

2 USI E APPLICAZIONI DEL WATER MONITORING SYSTEM Il sistema permette un monitoraggio relativo ai parametri geotecnici ed ecologici soprattutto nei terreni fini e può essere usato sia nella zona satura che in quella aerata. In particolare nel caso specifico: 1. Misura della pressione neutra e la permeabilità nei terreni a grana fine 2. Permette il campionamento indisturbato dei liquidi e dei gas presenti nel terreno 3. Consente l immissione ed il rilevamento di sostanze traccianti nel terreno INSTALLAZIONE L'installazione del BAT Water Monitoring System è semplice anche se deve essere inquadrata con sufficiente chiarezza: Il tipo di prelievo o la misura geotecnica, Il tipo di terreno interessato, La presenza o meno di falda, La natura della sostanza che si vuole prelevare o monitorare nel tempo, l'area totale da indagare, La scelta del tipo di cella piezometrica da installare é il primo problema da affrontare: la dimensione, il tipo di setto poroso e i materiali con cui é costruita sono fondamentali per le successive operazioni. Un altro aspetto fondamentale è costituito dalla installazione dell'apparato nel terreno. La punta BAT viene connessa a una tubazione di raccordo che ha la funzione di collegarla all'esterno e di garantire un facile e continuo passaggio delle sondine di misura. L operazione più corretta è di eseguire un sondaggio geognostico nell'area designata per identificare la quota di installazione e quindi inserire il sistema punta-tubi. La perforazione é arrestata circa 50 cm prima della quota prescelta per l'installazione, il fondo del foro viene pulito e indi posta in opera la colonna di tubi con alla base la cella BAT. Il foro di sondaggio sarà rivestito ed non saranno usati fanghi bentonitici almeno nei metri precedenti la quota di posa della cella piezometrica. Se il terreno lo consente, la cella BAT è affondata nel terreno indisturbato per circa mezzo metro o più, usando l'attrezzatura di perforazione, oppure, in altri casi, può essere utile costituire un filtro nel foro di sondaggio con del ghiaietto. Dopo la posa in opera della cella, il foro del sondaggio viene riempito con materiale di risulta miscelato con cemento e/o bentonite a seconda delle necessità. Pag 2 di 2

3 Anche se nello stesso foro possono essere inseriti teoricamente più di un piezometro BAT, l'esperienza sconsiglia tale pratica. In terreni fini, poco addensati, è possibile installare celle BAT usando un penetrometro statico di tipo olandese con l'accortezza di usare tubi d allungamento d adeguato spessore: in questo caso, prima di eseguire misure della pressione dei pori e della permeabilità, è necessario attendere il re equilibrio delle sovrapressioni indotte al terreno dall'infissione della punta e annotandone i valori in funzione del tempo. DETERMINAZIONE DELLA PRESSIONE NEUTRALE E DELLA PERMEABILITA Il sistema BAT permette di effettuare con un'unica cella piezometrica posta in opera nel terreno sia la misura della pressione neutra sia quella della permeabilità. In particolare il sistema permette di creare, attraverso un contenitore d acqua e/o gas in pressione collegato temporaneamente alla cella, condizioni d afflusso o di deflusso dalla cella stessa al terreno o viceversa. Questa tecnologia si adatta soprattutto ai terreni a grana fine, ove per ovviare ai lungi tempi di risposta quando i coefficienti di permeabilità sono bassi si tende ad evitare il movimento di grandi flussi d acqua che sono alla base delle misure in mezzi porosi. La cella di misura è posta in opera nel terreno naturale in un foro di sondaggio e la misura della pressione neutrale è effettuata semplicemente inserendo nella cella, attraverso i tubi di collegamento, una sondina dotata d ago ipodermico collegato ad un trasduttore di pressione elettrico. Il sistema di doppi aghi fora e mette in comunicazione il tappo di gomma della provetta nella sondina con quello della cella BAT nel terreno. Il coefficiente di permeabilità è determinato creando un afflusso o deflusso d acqua dalla cella ad un contenitore di volume noto in cui si creano preventivamente condizioni di pressione o depressione e misurandone nel tempo le variazioni con un trasduttore elettrico. Le misure possono essere eseguite più volte ed in qualsiasi momento nella cella BAT e una sola apparecchiatura di misura può essere usata per più celle piezometriche. Una centralina digitale esterna o un sistema automatico d acquisizione dati con l'uso di uno specifico programma permettono un facile editing dei risultati. Pag 3 di 3

4 Particolare della provetta per prove di permeabilità Esecuzione di prove di permeabilità in sito Pag 4 di 4

5 PRELIEVO DI CAMPIONI DI FLUIDI E GAS NEL TERRENO Il sistema BAT permette di effettuare il campionamento di fluidi e gas dispersi nel terreno, disciolti nei fluidi o confinati sopra o sotto di essi. La particolare tecnica del campionamento non permette la dispersione o la contaminazione dei campioni prelevati e ne garantisce il trasporto a destinazione senza manomissioni. Il volume della sostanza da campionare può variare dai 35 ml ai 500 ml ed il campione può essere singolo o doppio per ogni operazione. La tecnica di prelievo é semplice: il contenitore prescelto (provetta di vetro con capacità di 35 ml.150 ml o 500 ml o in acciaio inox per particolari sostanze o grandi profondità) viene depressurizzato con una siringa o una pompa a mano e successivamente inserito in una sondina e calato attraverso il tubo di collegamento fino alla quota dove é stata posta in opera la cella piezometrica. Il collegamento tra le due entità é garantito dal doppio ago e la depressione creata nel contenitore fa entrare in esso i fluidi e i gas o solamente i gas se sopra il livello di falda. Appena si ha la certezza che il campionatore é pieno, (il tempo necessario dipende dalla natura del terreno) si recupera il campionatore con la provetta. Quest'ultima viene quindi identificata con un etichetta adesiva dove viene annotata la data e l'ora del prelevamento, la stazione e il numero progressivo di campionamento, la profondità e gli altri dati utili all identificazione. Posto in un apposita custodia di legno antishock esso viene trasportato al laboratorio dove può essere aperto svitando il tappo ermetico o inserendo nella sua parte centrale di gomma un ago ipodermico Nel caso si preveda la presenza di gas quest ultimo sistema deve essere adottato: applicando all'ago ipodermico un tubo di gomma si può far defluire la miscela acqua-gas direttamente nel gas-cromatografo. Non sono possibili come si vede contaminazioni o dispersioni di sostanze durante lo stoccaggio, il trasporto e l'apertura delle provette che possono venire usate innumerevoli volte. Il lavaggio e la manutenzione é assai semplice e dipende dalle sostanze campionate:sterilizzazione a caldo, lavaggio con solventi ecc. Pag 5 di 5

6 SEP POLLUTION Città di Padova Pag 6 di 6

7 Prelievo di campioni d acqua in sito Particolare della provetta per prelievo di campioni d acqua in sito Pag 7 di 7

8 USO DI SOSTANZE TRACCIANTI Il BAT Water Monitoring System può venire usato anche per l'immissione e il successivo controllo di sostanze traccianti nel terreno. Il tracciante é immesso nel terreno per mezzo di una cella piezometrica BAT inserendo la sostanza scelta nella sondina dove successivamente viene indotta una sovrapressione, adatta al tipo di suolo da investigare, prestando attenzione a non incorrere nella frattura idraulica del terreno. La sondina viene connessa con la cella Bat e la soluzione si espande nel terreno. La sua presenza viene rilevata con il monitoraggio delle stazioni poste sul territorio e le relative concentrazioni, tempi e altri parametri possono venire facilmente correlati. SISTEMA DI MONITORAGGIO PER POZZI E PIEZOMETRI DI VARIO DIAMETRO "HYPOPROBE" HYPOPROBE Water Monitoring System consente di prelevare campioni d'acqua anche in pozzi e piezometri già installati nel terreno a determinate profondità scelte dagli operatori. Al posto della cella piezometrica BAT si usa il campionatore Hypoprobe che é del tipo sospeso ed é progettato per pozzi, piezometri a tubo aperto di piccolo diametro o fori di sondaggio. E'altresì efficace, per campionamenti mirati, in acque aperte, anche a grandi profondità (fino a 1000 m con l'uso di provette d acciaio inox). La caratteristica principale di questo campionatore é data dalla tecnologia d acquisizione dei fluidi e dei gas disciolti in essi: il sistema é del tutto simile a quella già illustrato per il BAT Water Monitoring System. Infatti alla profondità voluta attraverso un tubo flessibile che serve anche a calare lo strumento viene attivata dall'esterno una pressione per mezzo di una pompa a mano che agendo sul pistone all'interno del campionatore mette in contatto - per mezzo dei soliti aghi ipodermici - la provetta depressurizzata con la parte aperta e quindi con i fluidi. Appena il prelievo la pressione viene scaricata e il contatto ipodermico si stacca. automaticamente separando i mezzi. A questo punto il campionatore viene fatto risalire e la provetta porta campioni recuperata. Sono possibili differenti allestimenti nella stessa attrezzatura: possono essere ad esempio accoppiate due provette per il prelievo in contraddittorio o per levare l'eventuale acqua stagnante dal foro, possono essere applicati filtri di varia porosità per impedire o permettere il passaggio di determinati soluti, e come per le altre attrezzature BAT Water Monitoring System, le capacità di prelievo variano da 35 ml a 500 ml secondo i diametri del campionatore e delle necessità d'uso. (1",1"1/2,2") Pag 8 di 8

9 SERVIZI DI INSTALLAZIONE E MONITORAGGIO La VICENZETTO srl - è licenziataria per l'italia dei prodotti BAT Water Monitoring System e ne cura l installazione e la vendita garantendo agli acquirenti tutta l'assistenza necessaria; - interviene nella fase di progettazione per ottimizzare l'uso del sistema BAT di monitoraggio proponendo la sua vasta esperienza nel settore; - dispone di risorse tecniche per installare ovunque le attrezzature BAT secondo le specifiche messe a punto dal consulente; - opera misure e prelievi e provvede le analisi dei campioni attraverso laboratori convenzionati o strutture di servizio pubbliche e private; - progetta, fornisce materiali e dirige lavori di installazione e monitoraggio del Water Monitoring System; - garantisce assistenza tecnica, pezzi di ricambio e materiali di usura originali. Pag 9 di 9

10 NOTIZIE BIBLIOGRAFICHE ESSENZIALI BAT WATER MONITORING SYSTEM For presentation at the ASTM Symposium on Field Methods for Ground Water Contamination Studies and Their Standardisation, 2-7 February 1985, Cocoa Beach, Florida Bengt-Arne Torstensson and Andrew Petsonk A HERMETICALLY ISOLATED SAMPLING METHOD FOR GROUND WATER INVESTIGATIONS Abstract Ground water studies are often associated with use of actions which can lead to introduction of errors or contamination. For instance, transfer of liquids from a bailer to a laboratory vial can permit volatile chemicals sampled from water in open well to escape, or can give rise to external contamination or human contact whith fluids. A set of devices, the BAT Groundwater Monitoring System, has been developed which specifically eliminates these and other difficulties. All individual elements of the system are hermetically sealed, permitting in situ conditions (eg. pressures and dissolved gases) to be mainteined. Hydraulic interconnections and fluid transfers are achieved through use of hypodermic needles, flexibile septa and internally generated pressure gradients. The system permits pressurized sampling of both liquids and gases from virtually any depth in ground waters, open or sectioned-off wells, and piping systems as well as directly from surface waters. Ground water may be extracted in situ from either the saturated or vadose zones of soil or rock formations. Samples are taken in the field with the same presterilized and preevaquated vials that will be sent to the lab; no further transfers, pumps or piping mechanism are required. Since the samples are sealed and presurized, the total gas content will remain the same as that the sampling site, and the samples can truly be said to be rapresentative of the in situ conditions. The in situ system also contains additional above-ground components for use in ground water investigations. These measure ground water pressures or soil suctions, perform tests of hydraulic conductivity, and allow tracer tests to be run. All these devices use needles and septaa to access the only below-ground piece of equipment. This, a permanently installed and sealed filter tip, contains no electronics, and only a single moving part: a flexibile septum. KEYWORKS Ground water, surface water, sampling, monitoring representative samples. INTRODUCTION Standardization of ground water studies require attainment of a hight degree of control over as many phases of the studies as possible. The developements of large body of protocols for specific chemical analyses performed in the laboratory (eg.epa methods 601, 602 "1" etc.) has provided a much needed boost in this direction. Similar protocols are sorely lacking in other areas of ground water investigation, although some progress has been made in preparing guidelines for ground water monitoring point location, construction and sampling procedures. This paper presents a family of devices, the BAT Groundwater Monitoring System (2), which was developed specifically to address many of the above concerns. In particular this system allows to: 1) use simple, standard, reliable, in-ground ports for performing ground water studies: 2) install test ports using standardized, controlled procedures; 3) use of the ports for a variety of different tests, using a range of temporarily connected adapters: 4) perform all tests in a hermetically isolated enviroment, allowing exacting control over most test variables; and 5) transfer samples and/or other test data directly to the laboratory, using techniques analogous to those used to do the test in field. DESCRIPTION OF THE METHOD Pag 10 di 10

11 Tests which may be performed using the ermetically isolated method include sampling of pore liquid and gas, measurementof pore pressures and tensions, in situ measurement of hydraulic conductivity, and tracer testing. The manner in whic the system is applied is illustrated in Fig.1. It may be seen that all links in the chain connecting ground water via a test adapter to the laboratory are isolated from the external physical, chemical and human envirnment. Note that the technique shown in Fig.1 allows use of several kinds of access ports, test adapters, laboratory procedures and transfer devices. However, all of these are interconnected using the same types of standardized mechanisms. The means by which this is accomplished is shown in Fig.2. It may be seen that the equipment facilitates transfer of liquids, gases and pressures via a system of hypodermic needles and septa located in the various devices. As mentioned above, a variety of test adapters have been developed for use with this system, and these are discussed in the section whic follow.as well, two different means of providing an access port to ground water have been utilized, and these are also described below. EQUIPMENT Components of the ermetically isolated system have been designed to use one of two types of ground water access ports. One port is a sealed filter tip placed in situ in soils at the end of an extension pipe; the other is a conventional (monitoring) well or other borehole. Certain adapters have been developed for use with each of these access methods. In situ sampler The in situ ground water sampling mechanism fits into the system concept as shown in figure 3. It consists of three basic components: (cf.figure 4) A) a permanently installed, sealed filter tip wihich is the attached to an extension pipe: B) a disposable, double-anded hypodermic needle: and C) a presterilized, evacuated sample vial of glass. Both the filter tip and the sample vial are sealed with a specially developed septum.the vial is mounted in a portable sampling probe together with the needle. When lowered down the extension pipe ( Fig.5.), the probe connects the cap of the filter tip, causing the ends of the needle to penetrate the septa in the tip and the sample vial, respectively. The hypodermic needle provides a temporary, leakproof hydraulic connection between the filter tip and the sample vial. Due to the vacuum in the vial, ground water and/or gas is therefore drawn from the formation via the filter tip into the vial. Some fluid must be purged from the system prior to actual sampling. However, since the tip is in direct contact with formation fluids, and contains only a wery small volume itself, the amount required to be purged is also minimized. When the probe is disconnected from the filter tip, the septa in both the filter tip and the sample vial automatically reseal. A special mechanism causes the needle to first be disconnected from the sample vial, ensuring no loss of sampled fluid and/or pressure.tests have shown that the septum in the filter tip can be pierced hundreds of times without loss of its automatic selfsealing capability. The basic in situ system is designated for one-inch nominal inside diameter extension pipes, and permits use of sample vials having a volume of 35 ml. By use of larger diameter pipes (eg.1-1/2 and 2 inch ) the sample volume can be increased to between 150 and 500 ml. There are also a number of special add-on adapters which facilitate use of the in situ sampler. For instance, sample vials may be cascaded using double-ended vials.both two-and three-vial chains have been tested. (This technique is described below for the well "Hypoprobe" sampler). To aid metal analysis, an adapter carrying a 0,2 or 0,45 um pore-size Millipore filter may be inserted between the transfer device and the sample vial. Injection of a minute amount of acid into the evacuated vial just prior to sempling can also aid sample preservation for such analyses. Filter tips BAT filter tips have been developed in a variety of configurations and materials (Fig.6): a) The standard filter tip has been designed with special consideration given to requirements for both (i) high chemical inertness and (ii) adeguate mechanical strenght. It has a body of thermoplastic and a filter of higt density polyetilene, sintered ceramic or porous PTFE. The Pag 11 di 11

12 ceramic filter has an air entry value which permits sampling and pressure measurement in the vadose zone. b) The stainless steel (ASTM 316 H ) tip provides additional installation strenght c) The eavvy duty tip has its filter moulded inside the body of stainless steel or brass. This tip is designed for use in coarse soils like gravels,t ills etc. d) The probe tip is used for special purposes, e.g. sampling and pressure measurement in thin soil layers. As mentioned above, a filter tip is attached to an extension pipe, and is normally installed by pushing it under a static load down to the desired depth. The heavvy duty tip can be driven into the soil using a light hammer. Installations can of course also be made in predrilled holes. Well Hypoprobe sampler The ermetically isolated method also encompasses a sempler for wells as shown in Fig.7. A detail of the sempling apparatus itself appears in Fig.8. In use an evacuated,prestesterilized sample vial is placed into the sampler housing. This housing also contains a septum at its lower end, and a double ended hypodermic needle. A piston at the upper end of the housing is connected by a lenght of tubing to a hand pump at the surface. When a small air pressure is applied through the tubing, the piston expands, forcing the ends of the needle to penetrate the septa in the vial and at the base of the sampler housing Flow is initiated immediately, and continues until the vial is filled and pressurized. By opening the tubing at the surface, the piston contracts, allowing the vial to reseal. Using a vial that has been sufficently evacuated, it will be visibly filled by the sampled liquid.if, however, total elimination of head space is desired, a configuration similar to that mentioned for the in situ sampler may be used (Fig.9). Two sample vials are cascaded together using an additional hypodermic needle and septum. Upon completion of sampling (Fig.10 ), the lower vial (A) will be entirely full, with all head space restricted to the upper vial (B). This tecnique may also be utilized when it is desiderable to obtain simultaneous, duplicate samples. Two versions of the well sampler are currently in use, one for "shallow" ( up to 200 meters below the water table level) and one for "deep" (down to 200 meters) applications. Where appropriate, these samplers may be used in either open or sectioned-off wells, or in surface waters. The difference between the models is mainly based on the materials used in construction of the device. Other applications The in situ BAT system allows connection to the filter tip a host of devices for performing a variety of tests other than sampling. Adapters has been developed for: a) measurement of pore pressures and tensions, b) in situ measurement of hydraulic conductivity (2,5,7,). The latter device may also be used for tracer and hudraulic fracture testing. The pore pressure adapter is seen in Fig.11. It uses a silicon strain gauge type pressure transducer, connected to a singleended hypodermic needle via a liquid-filled chamber. By lowering this adapter down the extension pipe to the filter tips, pressures and/or tensions may be sensed almost instantaneously, with a resolution of 0,001 m.h2o. The permeameter (Fig.12), performs rapid discrete measurements of both saturated and unsaturated hydraulic conductivities. It uses a transducer to measure the rate of change in gas pressure as liquid flows into or out of the otherwise closed test chamber. This rate reflects the flow rate in accordance with Boyle's low. A detailed discussion of the theory and application of this device is found in (7). Data required for computing the hydraulic conductivity may be collected either manually or automatically. The results are usually initially analyzed in the field simultaneously with data generation. (Fig.13) Pag 12 di 12

13 EXPERIMENTAL RESULTS Field testing of sampling devices The sampling mechanism described above have been field tested at a number of sites. Deep well sampler Tests of the deep well sampler are being carried out within the framework of the Swedish programme for disposal of high level nuclear waste in cristalline rock. These tests are part of a project to characterize the chemistry of deep ground waters. The ability to analize for dissolved gases at great pressures was a preliminary factor motivating selection of this instrument (3). n use, two deep samplers are employed within a packer section, which is part of a package of downhole test equipment. The packers seal off a test section which is then pumped. After pression recovery,the samplers are activated,and pressurized water samples are recovered. The two samplers are activated simultaneously, or separately at different test sections. Data from this project has not yet been released for publication. Shallow well sampler Tests with the shallow well sampler were conducted under the auspices of The Earth Tecnology Corporation at two facilities in California being investigated for limited subsurface contamination by various organic compounds.parallel,duplicated samples were obtained from purged monitoring wells using both a conventional Teflon bailer and an Acrylic versioin of the BAT sampler. These samples were analyzed using EPA methods 601 and 602 for volatile and aromatic organics. Results for the detected compounds of interests are listed in Tables 1 and 2. It may be seen that in all cases, samples taken using the 35 ml. size BAT well sampler led to analysis result comparable to those for bailed samples (40 ml.size). Most interesting, however, are the results from Site P (Table 1). Here the BAT samples showed levels of most detected volatile compounds were 20 to 35 percent higher than would have been assumed from the bailed samples. For one parameter, the increase was 77 percent. This data therefore verifies the ability of the ermetically isolated method to reduce loss of volatile organics due to atmospheric contact. Actual levels of volatiles are probably even higher than those detected here, since the sample vials contained some head space ( a result of incomplete evacuation), and no head space analysis was performed. In situ sampler The in situ sampler was also used at both of these sites. Prior to installation at Site P, determinations of stratigraphy were done using a static cone penetration test The selected positions of the filter tips relative to the wells and generalized lithologies are shown in Fig.14. Samples were analyzed using EPA methods 601 and 602, and these results are also indicated in Tables 1 and 2. There are obvious differences between the samples gathered in situ and those extracted from well water. While in general many of the same parameters were detected,the levels of material identified are not in good agreement. This discrepancy is due primarily to the discrete nature of the in situ filter tips compared to the integrated effect of a screened well. In the heterogeneous type of soil at Site P shown in Fig.14, additional filter tips or "chemical sounding" would be required to accurately locate the source of each of the contaminant constituents This effect can become even more pronounced in highly stratified soils. It is also interesting to note that the slight contamination of the soil at Site S was only diascovered using the hermetically isolated sampling methodology, and that similar levels where noted at two different locations (see fig.14) Again this is most probably due to soil heterogenities. The ability of the in situ sampler to extract water from the clay soil at this site underscores its usefulness in locating what was probably a remnant of an older, single occurrence spill.a number of other testing programs using the in situ sampler have published results. Torstensson (2) used the device to analyze flow conditions in a glacial clay sequence at Verka, Sweden. This data was used to verfy assumptions about the age of pore water in the clays, and confirmed that wery little flow had occurred since deposition of the sediment some 6000 years ago. Chloride levels in samples from various depths correlated well with other data for rates of deposition and times of transgression/regression of the proto-baltic sea waters. (cf.fig.15.) Pag 13 di 13

14 The Swedish State Power Board has used the in situ system to investigate the content of methane in the pore water in several peat bogs in Sweden. This study (4) concluded that in situ system provided reliable and highly reproducibile results. Haldorsen (5) have used the in situ device to obtain samples from unsaturated agricoltural soils in Norway. This work, together with pore tension and unsaturated hydraulic conductivity measurements, is intended to, among other things,provide data for a model of nitrogen migration. Laboratory testing of sampling devices The in situ filter tips have undergone a large body of lab tests to determine the degree, if any, of their influence on sampled waters. Both the raw materials composing the tip have been tested, as well as the assembled system. Tests related to inorganic constituents were carried out at the Royal Institute of Technology of Stockholm, Sweden (6). These tests have demonstrated that for properly prepared filter tips: 1) most simulated ground water solutions do not leach material from the tip. 2) components of the solutions are not attenuated by the filter or tip in significant amounts, and 3) backflushing the filter tip with distilled water, in the lab or in the field, removes all traces of previously sampled material. Stevens Institute of Technology in Hoboken, New Jersey is currently investigating organic materials in this regard. Extensive tests of different septa have also been carried out,in order to determine a material composition which will have optimum characteristics with respect to both chemical inertness and self-sealing capability. CONCLUSIONS The above description has illustrated the underlying principles and benefits associated with use of a hermetically isolated sampling methodology. Such a technique allows great control over factors which could influence sampling results, and inhibits the introduction of additional factors. In the comparative case study presented above, the result of use of this tecnique is dramatically seen. The isolated sampling methodology clearly identified the more extensive degree of contamination present, and showed that to minimize costs associated with possible cleanup operations, the location of the strata which contributed to this situation needed to be more clearly defined. ACKNOWLEDGMENTS The authors wish to acknowledge the efforts of the numerous individuals and organizations who have been and continue to be involved with evaluation of the ermetically isolated sampling method. In particular, we would like to thank The Earth Technology Corporation for contributing field data to this report. Pag 14 di 14

15 REFERENCES (1) U.S. Enviromental Protection Agency, "Methods for Chemical Analysis of Water and Wastes". EPA-600/ ,March (2) Torstensson, B. A., "A New System for Ground Water Monitoring", Ground Water Monitoring Rewiew, vol.4. no.4, 1984, pp (3) Wickberg, P., "Characterization of Deep Ground Water Chemistry; Equipment for Gas Sampling", Presentation to Annual Meeting of Geologic Association of Canada, Fredricton, New Brunwick, 1985, 11 pp (4) Sandstedt, H.and Brolin, L., "Vyrmentan Projektet.Sammnstallning av Analysresultat fran Gasprovtagniigar", Internal Report (in Swedish), The Swedish State Power Board, Stockholm, (5) Haldorsen, S.,Petsonk, A.M. and Torstensson, B.A., "An Instrument for In Situ Monitoring of Water Quality and Movement in the Vadose Zone," Proceedings NWWA Conference on Characterisation and Monitoring of The Vadose Zone, Denver, 1985, 15 pp. (6) Seman, P-O., "Landfill Leachate Attenuation in Soil and Ground Water; 1 :Soil Water Sampling by Suction-Evaluation of Current Methods", Research Report Trita-Kut 1039, Dept.of Land Improvement and Drainage, Royal Institute of Technology,Stockholm, Sweden,1985, 42 pp. (7) Petsonk A.M., "The BAT Method for In Situ Measurement of Hydraulic Conductivity in Saturated Soils," Thesis in Hydrogeology, University of Uppsala, Sweden, 1984, 54 pp. Pag 15 di 15

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso doc.4.12-06/03 Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso A belaying plate that can be used in many different conditions Una piastrina d'assicurazione che può essere utilizzata in condizioni diverse.

Dettagli

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process)

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) All data aquired from a scan position are refered to an intrinsic reference system (even if more than one scan has been performed) Data

Dettagli

T H O R A F L Y. Sistemi di drenaggio toracico Thoracic drainage systems. Catalogo 2009 - Catalogue 2009 GRUPPO C GROUP C

T H O R A F L Y. Sistemi di drenaggio toracico Thoracic drainage systems. Catalogo 2009 - Catalogue 2009 GRUPPO C GROUP C T H O R A F L Y Sistemi di drenaggio toracico Thoracic drainage systems Catalogo 2009 - Catalogue 2009 GRUPPO C GROUP C SOMMARIO GRUPPO C (SUMMARY C GROUP) 1/C II SISTEMI DI DRENAGGIO TORACICO COMPLETI

Dettagli

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE edizione/edition 04-2010 HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE DESCRIZIONE GENERALE GENERAL DESCRIPTION L'unità di controllo COBO è una centralina elettronica Multiplex Slave ; la sua

Dettagli

Il test valuta la capacità di pensare?

Il test valuta la capacità di pensare? Il test valuta la capacità di pensare? Per favore compili il seguente questionario senza farsi aiutare da altri. Cognome e Nome Data di Nascita / / Quanti anni scolastici ha frequentato? Maschio Femmina

Dettagli

Mod. VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES

Mod. VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES Mod VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES Mod VS/AM 65 1 2 VS/AM 65 STANDARD VS/AM 65 CON RACCORDI VS/AM 65

Dettagli

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011]

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] 2 Esegui il login: ecco la nuova Home page per il portale servizi. Log in: welcome to the new Peg Perego Service site. Scegli il servizio selezionando

Dettagli

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM ALLEGATO 2 FULL PROJECT FORM FORM 1 FORM 1 General information about the project PROJECT SCIENTIFIC COORDINATOR TITLE OF THE PROJECT (max 90 characters) TOTAL BUDGET OF THE PROJECT FUNDING REQUIRED TO

Dettagli

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Versione 04 1/28 INTRODUZIONE La Guida ai Parametri contiene la disciplina relativa ai limiti di variazione

Dettagli

Principali prove meccaniche su materiali polimerici

Principali prove meccaniche su materiali polimerici modulo: Proprietà viscoelastiche e proprietà meccaniche dei polimeri Principali prove meccaniche su materiali polimerici R. Pantani Scheda tecnica di un materiale polimerico Standard per prove meccaniche

Dettagli

24V DC ±10% 0.5... 1 W. Fluido Fluid. 15 Nl/min

24V DC ±10% 0.5... 1 W. Fluido Fluid. 15 Nl/min elettropiloti 0 mm 0 mm solenoids Elettropilota Solenoid valve 0 mm 00.44.0 ACCESSORI - ACCESSORIES 07.049.0 Connettore per elettropilota 0 mm con cavetto rosso/nero, lunghezza 400 mm - connector for 0

Dettagli

PEP Pompe centrifughe di processo a norme API 610 - XI edizione Centrifugal process pumps according to API 610 - XI edition Norms

PEP Pompe centrifughe di processo a norme API 610 - XI edizione Centrifugal process pumps according to API 610 - XI edition Norms PEP Pompe centrifughe di processo a norme API 610 - XI edizione Centrifugal process pumps according to API 610 - XI edition Norms Campo di selezione - 50 Hz Selection chart - 50 Hz 2950 rpm 1475 rpm Campo

Dettagli

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07.

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07. Istruzione N 62 Data creazione 18/ 12/2009 Versione N 00 Ultima modifica TIPO ISTRUZIONE ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING MODIFICA TEST FUNZIONALE RIPARAZIONE/SOSTITUZIONE IMBALLO TITOLO DELL ISTRUZIONE

Dettagli

Informazioni su questo libro

Informazioni su questo libro Informazioni su questo libro Si tratta della copia digitale di un libro che per generazioni è stato conservata negli scaffali di una biblioteca prima di essere digitalizzato da Google nell ambito del progetto

Dettagli

Rilascio dei Permessi Volo

Rilascio dei Permessi Volo R E P U B L I C O F S A N M A R I N O C I V I L A V I A T I O N A U T H O R I T Y SAN MARINO CIVIL AVIATION REGULATION Rilascio dei Permessi Volo SM-CAR PART 5 Approvazione: Ing. Marco Conti official of

Dettagli

Zeroshell come client OpenVPN

Zeroshell come client OpenVPN Zeroshell come client OpenVPN (di un server OpenVpn Linux) Le funzionalità di stabilire connessioni VPN di Zeroshell vede come scenario solito Zeroshell sia come client sia come server e per scelta architetturale,

Dettagli

Narrare i gruppi. Rivista semestrale pubblicata on-line dal 2006 Indirizzo web: www.narrareigruppi.it - Direttore responsabile: Giuseppe Licari

Narrare i gruppi. Rivista semestrale pubblicata on-line dal 2006 Indirizzo web: www.narrareigruppi.it - Direttore responsabile: Giuseppe Licari Narrare i gruppi Etnografia dell interazione quotidiana Prospettive cliniche e sociali ISSN: 2281-8960 Narrare i gruppi. Etnografia dell'interazione quotidiana. Prospettive cliniche e sociali è una Rivista

Dettagli

ENERGY-EFFICIENT HOME VENTILATION SYSTEMS

ENERGY-EFFICIENT HOME VENTILATION SYSTEMS SISTEMI DI RECUPERO RESIDENZIALE HOME RECOVERY SYSTEMS RECUPERO DI CALORE AD ALTA EFFICIENZA HIGH EFFICIENCY HEAT RECOVERY VENTILAZIONE A BASSO CONSUMO LOW ENERGY VENTILATION SISTEMI DI RICAMBIO CONTROLLATO

Dettagli

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam.

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam. Laurea in INFORMATICA INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 Dynamic Host Configuration Protocol fausto.marcantoni@unicam.it Prima di iniziare... Gli indirizzi IP privati possono essere

Dettagli

DDS elettronica srl si riserva il diritto di apportare modifiche senza preavviso /we reserves the right to make changes without notice

DDS elettronica srl si riserva il diritto di apportare modifiche senza preavviso /we reserves the right to make changes without notice Maccarone Maccarone Maccarone integra 10 LED POWER TOP alta efficienza, in tecnologia FULL COLOR che permette di raggiungere colori e sfumature ad alta definizione. Ogni singolo led full color di Maccarone

Dettagli

PENDII NATURALI E ARTIFICIALI

PENDII NATURALI E ARTIFICIALI PENDII NATURALI E ARTIFICIALI Classificazione del movimento, fattori instabilizzanti, indagini e controlli 04 Prof. Ing. Marco Favaretti Università di Padova Facoltà di Ingegneria Dipartimento di Ingegneria

Dettagli

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 SECCOTECH & S 8 SeccoTech & Secco Tecnologia al servizio della deumidificazione Technology at dehumidification's service Potenti ed armoniosi Seccotech

Dettagli

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE APPLICATION FORM Thank you for your interest in our project. We would like to understand better your motivation in taking part in this specific project. So please, read carefully the form, answer the questions

Dettagli

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls Information Technology General Controls Indice degli argomenti Introduzione agli ITGC ITGC e altre componenti del COSO Framework Sviluppo e manutenzione degli applicativi Gestione operativa delle infrastrutture

Dettagli

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Under the Patronage of Comune di Portofino Regione Liguria 1ST INTERNATIONAL OPERA SINGING COMPETITION OF PORTOFINO from 27th to 31st July 2015 MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Direzione artistica

Dettagli

OO.PP. Puglia 2008. Unità Misura. Prezzo DESCRIZIONE

OO.PP. Puglia 2008. Unità Misura. Prezzo DESCRIZIONE IG 01.001 IG 01.002 IG 01.003a Approntamento dell' attrezzatura di perforazione a rotazione compreso il carico e lo scarico e la revisione a fine lavori. Per ogni approntamento dellattrezzatura cad 667,35

Dettagli

SOL terra Marco Zanuso Jr, Christophe Mathieu 2014

SOL terra Marco Zanuso Jr, Christophe Mathieu 2014 SOL terra Marco Zanuso Jr, Christophe Mathieu 2014 MADE IN ITALY SOL - Marco Zanuso Jr, Christophe Mathieu 2013 Sol è un sistema basato interamente sull interpretazione di innovativi principi di calcolo

Dettagli

CATENE E COMPONENTI DI GRADO 8-10-INOX, BRACHE DI POLIESTERE E ANCORAGGI, BRACHE DI FUNE

CATENE E COMPONENTI DI GRADO 8-10-INOX, BRACHE DI POLIESTERE E ANCORAGGI, BRACHE DI FUNE CATENE E COMPONENTI DI GRADO 8-10-INOX, BRACHE DI POLIESTERE E ANCORAGGI, BRACHE DI FUNE L esperienza e la passione per l ingegneria sono determinanti per la definizione della nostra politica di prodotto,

Dettagli

Il Form C cartaceo ed elettronico

Il Form C cartaceo ed elettronico Il Form C cartaceo ed elettronico Giusy Lo Grasso Roma, 9 luglio 2012 Reporting DURANTE IL PROGETTO VENGONO RICHIESTI PERIODIC REPORT entro 60 giorni dalla fine del periodo indicato all Art 4 del GA DELIVERABLES

Dettagli

valvole 18 mm ad azion. elettropneumatico solenoid actuated valves - 18 mm

valvole 18 mm ad azion. elettropneumatico solenoid actuated valves - 18 mm valvole 8 mm ad azion. elettropneumatico solenoid actuated valves - 8 mm Valvole a spola 3/2-5/2-5/3 con attacchi filettati G/8 3/2-5/2-5/3 spool valves with G/8 threaded ports Spessore della valvola:

Dettagli

ACQUAVIVA. design Antonio Bongio. Marco Poletti. Vegni Design concept Roberto Niccolai engineering Antonio Bongio. Fabio Frattini ACQUAVIVA

ACQUAVIVA. design Antonio Bongio. Marco Poletti. Vegni Design concept Roberto Niccolai engineering Antonio Bongio. Fabio Frattini ACQUAVIVA design Antonio Bongio. Marco Poletti. Vegni Design concept Roberto Niccolai engineering Antonio Bongio. Fabio Frattini 56991/12 Bocca incasso da cm. 12 su piastra Built-in 12 cms. spout on plate 56991/18

Dettagli

Lezione 12: La visione robotica

Lezione 12: La visione robotica Robotica Robot Industriali e di Servizio Lezione 12: La visione robotica L'acquisizione dell'immagine L acquisizione dell immagine Sensori a tubo elettronico (Image-Orthicon, Plumbicon, Vidicon, ecc.)

Dettagli

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese CMMI-Dev V1.3 Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3 Roma, 2012 Agenda Che cos è il CMMI Costellazione di modelli Approccio staged e continuous Aree di processo Goals

Dettagli

BOSCH EDC16/EDC16+/ME9

BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 pag. 16 di 49 BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 Identificare la zona dove sono poste le piazzole dove andremo a saldare il connettore. Le piazzole sono situate in tutte le centraline Bosch

Dettagli

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA IL PRIMO GIORNO CON LA FAMIGLIA OSPITANTE FIRST DAY WITH THE HOST FAMILY Questa serie di domande, a cui gli studenti risponderanno insieme alle loro famiglie, vuole aiutare

Dettagli

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 SECCOASCIUTT 16 SeccoAsciutto EL & SeccoAsciutto Thermo Piccolo e potente, deumidifica e asciuga Small and powerful, dehumidifies and dries Deumidificare

Dettagli

Manuale BDM - TRUCK -

Manuale BDM - TRUCK - Manuale BDM - TRUCK - FG Technology 1/38 EOBD2 Indice Index Premessa / Premise............................................. 3 Il modulo EOBD2 / The EOBD2 module........................... 4 Pin dell interfaccia

Dettagli

valvole ad azionamento meccanico mechanically actuated valves

valvole ad azionamento meccanico mechanically actuated valves Valvole a spola /-5/ con attacchi filettati G/8 /-5/ spool valves with G/8 threaded ports Installazione in qualsiasi posizione Installation in any position Ampia gamma di azionamenti a comando diretto

Dettagli

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Microsoft Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Profile Redirezione dei documenti Offline files Server Presentation Management Desktop Windows Vista Enterprise Centralized Desktop Application

Dettagli

PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS

PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS La domanda di partecipazione deve essere compilata e

Dettagli

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import definizione L operazione presuppone l emissione di una lettera di credito IMPORT in favore dell esportatore estero, con termine di pagamento differito (es. 180 gg dalla data di spedizione con documenti

Dettagli

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR MANUALE DI ISTRUZIONI ACCENSIONE / SPEGNERE DEL TAG HOUND Finder GPS Il TAG HOUND

Dettagli

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tipo: Type: 5 cabine (1 main deck+ 4 lower deck) 5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tessuti: Dedar Fanfara, Paola Lenti Fabrics: Dedar Fanfara,

Dettagli

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO Lo Spallanzani (2007) 21: 5-10 C. Beggi e Al. Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO IL GRADIMENTO DEI DISCENTI, INDICATORE DI SODDISFAZIONE DELLE ATTIVITÀ FORMATIVE

Dettagli

Present Perfect SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D

Present Perfect SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D Present Perfect Affirmative Forma intera I have played we have played you have played you have played he has played

Dettagli

KERMESSE 20 sospensione / suspension lamp Giulio Iacchetti 2012

KERMESSE 20 sospensione / suspension lamp Giulio Iacchetti 2012 KERMESSE 20 sospensione / suspension lamp Giulio Iacchetti 2012 CLASSE I - IP20 IT Avvertenze La sicurezza elettrica di questo apparecchio è garantita con l uso appropriato di queste istruzioni. Pertanto

Dettagli

il materiale e Le forme evocano direttamente il corpo celeste, lo riproducono in ogni venatura. Proprio come avere una piccola luna tutta per sé.

il materiale e Le forme evocano direttamente il corpo celeste, lo riproducono in ogni venatura. Proprio come avere una piccola luna tutta per sé. il materiale e Le forme evocano direttamente il corpo celeste, lo riproducono in ogni venatura. Proprio come avere una piccola luna tutta per sé. COLLECTION luna material and shapes evoke the celestial

Dettagli

ACQUAVIVA. design Antonio Bongio. Marco Poletti. Vegni Design concept Roberto Niccolai engineering Antonio Bongio. Fabio Frattini

ACQUAVIVA. design Antonio Bongio. Marco Poletti. Vegni Design concept Roberto Niccolai engineering Antonio Bongio. Fabio Frattini A C Q U A V I V A ACQUAVIVA design Antonio Bongio. Marco Poletti. Vegni Design concept Roberto Niccolai engineering Antonio Bongio. Fabio Frattini 10 11 56991/12 Bocca incasso da cm. 12 su piastra. 12

Dettagli

ISOZAKI TOWER (CITYLIFE COMPLEX): A NEW

ISOZAKI TOWER (CITYLIFE COMPLEX): A NEW Technical-scientific seminar on Analysis and design of tall building structures University of Patras 16 May 214 h. 11:-18: ISOZAKI TOWER (CITYLIFE COMPLEX): A NEW OFFICE BUILDING IN MILAN (21-214) Structural

Dettagli

Finecorsa di prossimità con kit di montaggio Proximity limit switches with mounting kit

Finecorsa di prossimità con kit di montaggio Proximity limit switches with mounting kit Finecorsa di prossimità con di montaggio Proximity limit switches with mounting Interruttori di prossimità induttivi M12 collegamento a 2 fili NO Tensione di alimentazione: 24 240V ; 24 210V. orrente commutabile:

Dettagli

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki Conférence des Régions Périphériques Maritimes d Europe Conference of Peripheral Maritime Regions of Europe ANALYSIS PARTICIPATION TO THE FP THROUGH A TERRITORIAL AND REGIONAL PERSPECTIVE MEETING WITH

Dettagli

INSTRUCTION MANUAL Air-Lock (AL)

INSTRUCTION MANUAL Air-Lock (AL) DESCRIZIONE Il dispositivo pressostatico viene applicato su attuatori pneumatici quando è richiesto l isolamento dell attuatore dai dispositivi di comando (posizionatore o distributori elettropneumatici),

Dettagli

MOD. 506 Termostato bimetallico Bimetallic Thermostat

MOD. 506 Termostato bimetallico Bimetallic Thermostat MOD. 506 Termostato bimetallico Bimetallic Thermostat with cap. 3015001 with cap. 3900001 with connector 3900200 with cable A richiesta disponibile la versione certifi- Version available on request 124

Dettagli

I l Cotto Nobile Arrotat o

I l Cotto Nobile Arrotat o I l Cotto Nobile Arrotat o RAPPORTO DI PROVA N. 227338 Data: 25062007 Denominazione campione sottoposto a prova: NOBILE ARROTATO UNI EN ISO 105454:2000 del 30/06/2000 Piastrelle di ceramica. Determinazione

Dettagli

Materia: INGLESE Data: 24/10/2004

Materia: INGLESE Data: 24/10/2004 ! VERBI CHE TERMINANO IN... COME COSTRUIRE IL SIMPLE PAST ESEMPIO e aggiungere -d live - lived date - dated consonante + y 1 vocale + 1 consonante (ma non w o y) cambiare y in i, poi aggiungere -ed raddoppiare

Dettagli

Official Announcement Codice Italia Academy

Official Announcement Codice Italia Academy a c a d e m y Official Announcement Codice Italia Academy INITIATIVES FOR THE BIENNALE ARTE 2015 PROMOTED BY THE MIBACT DIREZIONE GENERALE ARTE E ARCHITETTURA CONTEMPORANEE E PERIFERIE URBANE cured by

Dettagli

INFRASTRUCTURE LICENSING WINDOWS SERVER. Microsoft licensing in ambienti virtualizzati. Acronimi

INFRASTRUCTURE LICENSING WINDOWS SERVER. Microsoft licensing in ambienti virtualizzati. Acronimi Microsoft licensing in ambienti virtualizzati Luca De Angelis Product marketing manager Luca.deangelis@microsoft.com Acronimi E Operating System Environment ML Management License CAL Client Access License

Dettagli

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of "typical tuscan"

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of typical tuscan Il vostro sogno diventa realtà... Vicinanze di Volterra vendita di porzione di fabbricato "tipico Toscano" realizzate da recupero di casolare in bellissima posizione panoramica. Your dream comes true...

Dettagli

1. Che cos è. 2. A che cosa serve

1. Che cos è. 2. A che cosa serve 1. Che cos è Il Supplemento al diploma è una certificazione integrativa del titolo ufficiale conseguito al termine di un corso di studi in una università o in un istituto di istruzione superiore corrisponde

Dettagli

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 SECCO PROF SE 2 SeccoProf, SeccoProf EL, SeccoUltra, SeccoMust Tolgono l umidità dappertutto Removing humidity everywhere Un intera gamma professionale

Dettagli

Mario Sbriccoli, Ercole Sori. Alberto Grohmann, Giacomina Nenci, UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELLA REPUBBLICA DI SAN MARINO CENTRO SAMMARINESE

Mario Sbriccoli, Ercole Sori. Alberto Grohmann, Giacomina Nenci, UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELLA REPUBBLICA DI SAN MARINO CENTRO SAMMARINESE copertina univ. 21 11-04-2005 16:30 Pagina 1 A State and its history in the volumes 1-20 (1993-1999) of the San Marino Center for Historical Studies The San Marino Centre for Historical Studies came into

Dettagli

Il colore Mapei nel progetto. The Mapei colour in the project. Effetti Estetici Decorative Effects

Il colore Mapei nel progetto. The Mapei colour in the project. Effetti Estetici Decorative Effects Il colore Mapei nel progetto The Mapei colour in the project Effetti Estetici Decorative Effects Marmorino Marmorino Effetto Classico Marmorino Classical Effect Effetti Estetici Decorative Effects 3 Applicazione

Dettagli

Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti

Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti Sede di Rappresentanza: Castello di San Donato in Perano 53013 Gaiole in Chianti (Si) Tel. 0577-744121 Fax 0577-745024 www.castellosandonato.it

Dettagli

ATEX CERTIFIED. Iso 9001 - Cert. N 0633 DEX. Pompe per vuoto ad anello liquido monostadio Single stage liquid ring vacuum pumps

ATEX CERTIFIED. Iso 9001 - Cert. N 0633 DEX. Pompe per vuoto ad anello liquido monostadio Single stage liquid ring vacuum pumps Iso 9001 - Cert. N 0633 ATEX CERTIFIED DEX Pompe per vuoto ad anello liquido monostadio Single stage liquid ring vacuum pumps DESCRIZIONE CARATTERISTICHE Le pompe per vuoto ad anello liquido serie DEX

Dettagli

La rilevazione del radon e del toron con strumenti attivi ad elevata risoluzione

La rilevazione del radon e del toron con strumenti attivi ad elevata risoluzione La rilevazione del radon e del toron con strumenti attivi ad elevata risoluzione 1 Carlo Sabbarese Gruppo di ricerca: R. Buompane, F. De Cicco, V. Mastrominico, A. D Onofrio 1 L attività di ricerca è svolta

Dettagli

zanzariera per porte - finestre flyscreen for french - doors

zanzariera per porte - finestre flyscreen for french - doors zanzariera per porte - finestre flyscreen for french - doors ZANZAR SISTEM si congratula con lei per l acquisto della zanzariera Plissè. Questa guida le consentirà di apprezzare i vantaggi di questa zanzariera

Dettagli

Aggiornamenti CIO Rivista ufficiale del Club Italiano Osteosintesi

Aggiornamenti CIO Rivista ufficiale del Club Italiano Osteosintesi Aggiornamenti CIO Rivista ufficiale del Club Italiano Osteosintesi Istruzioni per gli Autori Informazioni generali Aggiornamenti CIO è la rivista ufficiale del Club Italiano Osteosintesi e pubblica articoli

Dettagli

CARATTERISTICHE GENERALI / GENERAL FEATURES

CARATTERISTICHE GENERALI / GENERAL FEATURES OPZIONI» otori i versioe flagia;» Coessioi laterali o posteriori;» Albero: cilidrico o scaalato;» Coessioi metriche o BSPP;» Altre caratteristiche speciali OPTIONS» Flage mout;» Side ad rear ports;» Shafts-

Dettagli

DIPARTIMENTO DI FISICA E CHIMICA, LABORATORI prof. M. Brai PROGETTO DIMESA: TRATTAMENTI OLII NEI NOSTRI LABORATORI

DIPARTIMENTO DI FISICA E CHIMICA, LABORATORI prof. M. Brai PROGETTO DIMESA: TRATTAMENTI OLII NEI NOSTRI LABORATORI DIPARTIMENTO DI FISICA E CHIMICA, LABORATORI prof. M. Brai PROGETTO DIMESA: TRATTAMENTI OLII NEI NOSTRI LABORATORI scopo del lavoro: Confronto tra oli EVO addizionati con estratti di capperi campionati

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Business Process Management Come si organizza un progetto di BPM 1 INDICE Organizzazione di un progetto di Business Process Management Tipo di intervento Struttura del progetto BPM Process Performance

Dettagli

Process automation Grazie a oltre trent anni di presenza nel settore e all esperienza maturata in ambito nazionale e internazionale, Elsag Datamat ha acquisito un profondo know-how dei processi industriali,

Dettagli

tmt 15 Rimozione ecologica di metalli pesanti da acque reflue

tmt 15 Rimozione ecologica di metalli pesanti da acque reflue tmt 15 Rimozione ecologica di metalli pesanti da acque reflue Rimozione ecologica di metalli pesanti da acque reflue Il problema: metalli pesanti nelle acque reflue In numerosi settori ed applicazioni

Dettagli

Antonio Motisi. Dipartimento di Colture Arboree Università degli Studi di Palermo

Antonio Motisi. Dipartimento di Colture Arboree Università degli Studi di Palermo Giornate di Studio: Un approccio integrato allo studio dei flussi di massa e di energia nel sistema suolo pianta atmosfera: esperienze e prospettive di applicazione in Sicilia Tecniche di misura dei flussi

Dettagli

Componenti per illuminazione LED. Components for LED lighting

Componenti per illuminazione LED. Components for LED lighting 2014 Componenti per illuminazione LED Components for LED lighting Legenda Scheda Prodotto Product sheet legend 1 6 3 7 4 10 5 2 8 9 13 11 15 14 12 16 1673/A 17 2P+T MORSETTO Corpo in poliammide Corpo serrafilo

Dettagli

Lezione 20: Strutture di controllo di robot. avanzati

Lezione 20: Strutture di controllo di robot. avanzati Robotica Mobile Lezione 20: Strutture di controllo di robot Come costruire un architettura BARCS L architettura BARCS Behavioural Architecture Robot Control System Strategie Strategie Obiettivi Obiettivi

Dettagli

Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche

Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche Versione 12.6.05 Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche 1 Il contesto del discorso (dalla lezione introduttiva)

Dettagli

Workshop sulla revisione della Direttiva MIFID 11 giugno 2014

Workshop sulla revisione della Direttiva MIFID 11 giugno 2014 Workshop sulla revisione della Direttiva MIFID 11 giugno 2014 Plateroti Fabrizio Head of Regulation and Post Trading Page 1 Elenco dei temi La nuova architettura dei mercati MR, MTF e OTF Algo e high frequency

Dettagli

R/GB-I/3 Esemplare n.1 per l'amministrazione fiscale italiana Sheet nr.1 for the Italian tax authorities

R/GB-I/3 Esemplare n.1 per l'amministrazione fiscale italiana Sheet nr.1 for the Italian tax authorities R/GB-I/3 Esemplare n.1 per l'amministrazione fiscale Sheet nr.1 for the Italian tax authorities DOMANDA DI RIMBORSO PARZIALE-APPLICATION FOR PARTIAL REFUND * applicata sui canoni pagati da residenti dell'italia

Dettagli

L OPPORTUNITÀ DEL RECUPERO DI EFFICIENZA OPERATIVA PUÒ NASCONDERSI NEI DATI DELLA TUA AZIENDA?

L OPPORTUNITÀ DEL RECUPERO DI EFFICIENZA OPERATIVA PUÒ NASCONDERSI NEI DATI DELLA TUA AZIENDA? OSSERVATORIO IT GOVERNANCE L OPPORTUNITÀ DEL RECUPERO DI EFFICIENZA OPERATIVA PUÒ NASCONDERSI NEI DATI DELLA TUA AZIENDA? A cura del Professor Marcello La Rosa, Direttore Accademico (corporate programs

Dettagli

Delta. Centro di progettazione e sviluppo. Research & Development Department. Controllo resistenza alla corrosione Corrosion resistance testing.

Delta. Centro di progettazione e sviluppo. Research & Development Department. Controllo resistenza alla corrosione Corrosion resistance testing. Delta PATENT PENDING Sistema di apertura per ante a ribalta senza alcun ingombro all interno del mobile. Lift system for doors with vertical opening: cabinet interior completely fittingless. Delta Centro

Dettagli

Piccoli mostri nell armadio

Piccoli mostri nell armadio Piccoli mostri nell armadio Gennaio 2014 Uno studio di Greenpeace rivela sostanze chimiche pericolose nei vestiti per bambini di note marche. greenpeace.it Piccoli mostri nell armadio - Gennaio 2014 3

Dettagli

HIGH SPEED FIMER. HSF (High Speed Fimer)

HIGH SPEED FIMER. HSF (High Speed Fimer) HSF PROCESS HSF (High Speed Fimer) HIGH SPEED FIMER The development of Fimer HSF innovative process represent a revolution particularly on the welding process of low (and high) alloy steels as well as

Dettagli

Synthesis and Reactivity of Silica-Grafted Iridium Pincer Complexes

Synthesis and Reactivity of Silica-Grafted Iridium Pincer Complexes DISS. T N. 21754 Synthesis and eactivity of lica-grafted idium incer Complexes A dissertation submitted to T ZUIC for the degree of DCT F SCINCS resented by MATIN IMLDI Dottore magistrale in Scienze Chimiche,

Dettagli

LA DIFFERENZA È NECTA

LA DIFFERENZA È NECTA LA DIFFERENZA È NECTA SOLUZIONI BREVETTATE PER UNA BEVANDA PERFETTA Gruppo Caffè Z4000 in versione singolo o doppio espresso Tecnologia Sigma per bevande fresh brew Dispositivo Dual Cup per scegliere il

Dettagli

Declaration of Performance

Declaration of Performance Roofing Edition 06.06.2013 Identification no. 02 09 15 15 100 0 000004 Version no. 02 ETAG 005 12 1219 DECLARATION OF PERFORMANCE Sikalastic -560 02 09 15 15 100 0 000004 1053 1. Product Type: Unique identification

Dettagli

DISTRIBUTORI PER RIBALTABILI DISTRIBUTOR VALVES FOR DUMPERS DEVIATORI E DISTRIBUTORI/VALVE AND DISTRIBUTOR

DISTRIBUTORI PER RIBALTABILI DISTRIBUTOR VALVES FOR DUMPERS DEVIATORI E DISTRIBUTORI/VALVE AND DISTRIBUTOR 07 DISTRIBUTORI PER RIBALTABILI DISTRIBUTOR VALVES FOR DUMPERS DEVIATORI E DISTRIBUTORI/VALVE AND DISTRIBUTOR INDICE INDEX DISTRIBUTORI/DISTRIBUTORS 5 D125 2 SEZIONI/2-WAY VALVES 5 D126 3 SEZIONI/3-WAY

Dettagli

SISTEMA DI FOGNATURA IN DEPRESSIONE VACUUM SEWAGE SYSTEM

SISTEMA DI FOGNATURA IN DEPRESSIONE VACUUM SEWAGE SYSTEM SISTEMA DI FOGNATURA IN DEPRESSIONE VACUUM SEWAGE SYSTEM Azienda con sistema di qualità certificato ISO 9001:2000 Company with ISO 9001:2000 certified quality system VANTAGGI DEL SISTEMA ADVANTAGES OF

Dettagli

AGLI OPERATORI DELLA STAMPA E attiva la procedura di accredito alle Serie WSK 2014. La richiesta di accredito deve pervenire entro il 9 febbraio 2014

AGLI OPERATORI DELLA STAMPA E attiva la procedura di accredito alle Serie WSK 2014. La richiesta di accredito deve pervenire entro il 9 febbraio 2014 AGLI OPERATORI DELLA STAMPA E attiva la procedura di accredito alle Serie WSK 2014. La richiesta di accredito deve pervenire entro il 9 febbraio 2014 Per la richiesta di accredito alla singola gara, le

Dettagli

BOLLETTINO TECNICO TECHNICAL BULLETIN BT 010 MODULAZIONE DI FREQUENZA CON INVERTER FREQUENCY VARIATION WITH INVERTER

BOLLETTINO TECNICO TECHNICAL BULLETIN BT 010 MODULAZIONE DI FREQUENZA CON INVERTER FREQUENCY VARIATION WITH INVERTER BOLLETTINO TECNICO TECHNICAL BULLETIN BT 010 MODULAZIONE DI FREQUENZA CON INVERTER FREQUENCY VARIATION WITH INVERTER Indice / Table of contents / Inhaltsverzeichnis Sommario / Summary Generalità / General

Dettagli

PRESENT SIMPLE. Indicativo Presente = Presente Abituale. Tom s everyday life

PRESENT SIMPLE. Indicativo Presente = Presente Abituale. Tom s everyday life PRESENT SIMPLE Indicativo Presente = Presente Abituale Prerequisiti: - Pronomi personali soggetto e complemento - Aggettivi possessivi - Esprimere l ora - Presente indicativo dei verbi essere ed avere

Dettagli

RIF 101 TECNA, MECA MULTINEEDLE ROTATIVE HOOK LOCK STITCH QUILTER

RIF 101 TECNA, MECA MULTINEEDLE ROTATIVE HOOK LOCK STITCH QUILTER RIF 101 TECNA, MECA MULTINEEDLE ROTATIVE HOOK LOCK STITCH QUILTER Price ExWorks Gallarate 60.000,00euro 95 needles, width of quilting 240cm, 64 rotative hooks, Pegasus software, year of production 1999

Dettagli

Windows Compatibilità

Windows Compatibilità Che novità? Windows Compatibilità CODESOFT 2014 é compatibile con Windows 8.1 e Windows Server 2012 R2 CODESOFT 2014 Compatibilità sistemi operativi: Windows 8 / Windows 8.1 Windows Server 2012 / Windows

Dettagli

M16FA655A - Mark V. Manuale dell Utente - User Manual SIN.NT.002.8. Regolatore di Tensione per Generatori Sincroni Trifase

M16FA655A - Mark V. Manuale dell Utente - User Manual SIN.NT.002.8. Regolatore di Tensione per Generatori Sincroni Trifase M16FA655A - Mark V Manuale dell Utente - User Manual Regolatore di Tensione per Generatori Sincroni Trifase Automatic Voltage Regulator for Three-phase Synchronous Generators (Issued: 09.2010) SIN.NT.002.8

Dettagli

CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 1

CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 1 CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 1 CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 2 BUFALO MEDITERRANEO ITALIANO Mediterranean Italian Buffalo RICONOSCIUTO

Dettagli

These data are only utilised to the purpose of obtaining anonymous statistics on the users of this site and to check correct functionality.

These data are only utilised to the purpose of obtaining anonymous statistics on the users of this site and to check correct functionality. Privacy INFORMATIVE ON PRIVACY (Art.13 D.lgs 30 giugno 2003, Law n.196) Dear Guest, we wish to inform, in accordance to the our Law # 196/Comma 13 June 30th 1996, Article related to the protection of all

Dettagli

Lavorazione artigianale Italiana Handmade in Italy. da noi ogni sapone è unico. Authentically Made in Italy Florence

Lavorazione artigianale Italiana Handmade in Italy. da noi ogni sapone è unico. Authentically Made in Italy Florence Lavorazione artigianale Italiana Handmade in Italy da noi ogni sapone è unico alveare soap gori 1919 soap factory lavorazione artigianale italiana Handmade in Italy I nostri saponi sono il frutto di un

Dettagli

Percorsi di qualità e trasparenza nell organizzazione, la gestione e il controllo interno delle ONG

Percorsi di qualità e trasparenza nell organizzazione, la gestione e il controllo interno delle ONG Lotta alla povertà, cooperazione allo sviluppo e interventi umanitari Percorsi di qualità e trasparenza nell organizzazione, la gestione e il controllo interno delle ONG Con il contributo del Ministero

Dettagli

Process mining & Optimization Un approccio matematico al problema

Process mining & Optimization Un approccio matematico al problema Res User Meeting 2014 con la partecipazione di Scriviamo insieme il futuro Paolo Ferrandi Responsabile Tecnico Research for Enterprise Systems Federico Bonelli Engineer Process mining & Optimization Un

Dettagli

La soluzione completa per l irrigazione The real, complete solution for irrigation

La soluzione completa per l irrigazione The real, complete solution for irrigation La soluzione completa per l irrigazione The real, complete solution for irrigation difendi il made in Italy, scegli un azienda italiana La soluzione completa per l irrigazione Irritec realizza prodotti

Dettagli