GENERALITA' E DESCRIZIONE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "GENERALITA' E DESCRIZIONE"

Transcript

1 GENERALITA' E DESCRIZIONE Il BAT Water Monitoring System é in un sistema integrato per la misurazione di parametri geotecnici e per il prelievo di campioni indisturbati di acque e gas presenti nel terreno. Il sistema BAT WMS consiste in una semplice cella (diametro 33 mm e area di 1000 mm 2 ), dotata di filtro poroso in plastica o ceramica e chiusa superiormente da una membrana di gomma rigida e resiliente. La cella, che è l'unico elemento che rimane fisso nel terreno e che viene collegata alla superficie da un tubo di metallo, é messa in opera nel sottosuolo in un foro di sondaggio o spinta nel terreno mediante infissione. L'apparato di connessione è costituito da un sistema di aghi che mettono in comunicazione l'interno della cella con un serbatoio e/o un trasduttore di pressione presente nella sondina mobile calata attraverso il tubo di raccordo. Il serbatoio é costituito da una provetta di vetro completamente sigillata che, a seconda delle necessità, può venire messa in pressione o depressione e/o riempita di acqua o gas. Il doppio sistema di aghi garantisce un contatto perfetto senza contaminazioni con l'ambiente esterno. Tipologie di punte piezometriche BAT Pag 1 di 1

2 USI E APPLICAZIONI DEL WATER MONITORING SYSTEM Il sistema permette un monitoraggio relativo ai parametri geotecnici ed ecologici soprattutto nei terreni fini e può essere usato sia nella zona satura che in quella aerata. In particolare nel caso specifico: 1. Misura della pressione neutra e la permeabilità nei terreni a grana fine 2. Permette il campionamento indisturbato dei liquidi e dei gas presenti nel terreno 3. Consente l immissione ed il rilevamento di sostanze traccianti nel terreno INSTALLAZIONE L'installazione del BAT Water Monitoring System è semplice anche se deve essere inquadrata con sufficiente chiarezza: Il tipo di prelievo o la misura geotecnica, Il tipo di terreno interessato, La presenza o meno di falda, La natura della sostanza che si vuole prelevare o monitorare nel tempo, l'area totale da indagare, La scelta del tipo di cella piezometrica da installare é il primo problema da affrontare: la dimensione, il tipo di setto poroso e i materiali con cui é costruita sono fondamentali per le successive operazioni. Un altro aspetto fondamentale è costituito dalla installazione dell'apparato nel terreno. La punta BAT viene connessa a una tubazione di raccordo che ha la funzione di collegarla all'esterno e di garantire un facile e continuo passaggio delle sondine di misura. L operazione più corretta è di eseguire un sondaggio geognostico nell'area designata per identificare la quota di installazione e quindi inserire il sistema punta-tubi. La perforazione é arrestata circa 50 cm prima della quota prescelta per l'installazione, il fondo del foro viene pulito e indi posta in opera la colonna di tubi con alla base la cella BAT. Il foro di sondaggio sarà rivestito ed non saranno usati fanghi bentonitici almeno nei metri precedenti la quota di posa della cella piezometrica. Se il terreno lo consente, la cella BAT è affondata nel terreno indisturbato per circa mezzo metro o più, usando l'attrezzatura di perforazione, oppure, in altri casi, può essere utile costituire un filtro nel foro di sondaggio con del ghiaietto. Dopo la posa in opera della cella, il foro del sondaggio viene riempito con materiale di risulta miscelato con cemento e/o bentonite a seconda delle necessità. Pag 2 di 2

3 Anche se nello stesso foro possono essere inseriti teoricamente più di un piezometro BAT, l'esperienza sconsiglia tale pratica. In terreni fini, poco addensati, è possibile installare celle BAT usando un penetrometro statico di tipo olandese con l'accortezza di usare tubi d allungamento d adeguato spessore: in questo caso, prima di eseguire misure della pressione dei pori e della permeabilità, è necessario attendere il re equilibrio delle sovrapressioni indotte al terreno dall'infissione della punta e annotandone i valori in funzione del tempo. DETERMINAZIONE DELLA PRESSIONE NEUTRALE E DELLA PERMEABILITA Il sistema BAT permette di effettuare con un'unica cella piezometrica posta in opera nel terreno sia la misura della pressione neutra sia quella della permeabilità. In particolare il sistema permette di creare, attraverso un contenitore d acqua e/o gas in pressione collegato temporaneamente alla cella, condizioni d afflusso o di deflusso dalla cella stessa al terreno o viceversa. Questa tecnologia si adatta soprattutto ai terreni a grana fine, ove per ovviare ai lungi tempi di risposta quando i coefficienti di permeabilità sono bassi si tende ad evitare il movimento di grandi flussi d acqua che sono alla base delle misure in mezzi porosi. La cella di misura è posta in opera nel terreno naturale in un foro di sondaggio e la misura della pressione neutrale è effettuata semplicemente inserendo nella cella, attraverso i tubi di collegamento, una sondina dotata d ago ipodermico collegato ad un trasduttore di pressione elettrico. Il sistema di doppi aghi fora e mette in comunicazione il tappo di gomma della provetta nella sondina con quello della cella BAT nel terreno. Il coefficiente di permeabilità è determinato creando un afflusso o deflusso d acqua dalla cella ad un contenitore di volume noto in cui si creano preventivamente condizioni di pressione o depressione e misurandone nel tempo le variazioni con un trasduttore elettrico. Le misure possono essere eseguite più volte ed in qualsiasi momento nella cella BAT e una sola apparecchiatura di misura può essere usata per più celle piezometriche. Una centralina digitale esterna o un sistema automatico d acquisizione dati con l'uso di uno specifico programma permettono un facile editing dei risultati. Pag 3 di 3

4 Particolare della provetta per prove di permeabilità Esecuzione di prove di permeabilità in sito Pag 4 di 4

5 PRELIEVO DI CAMPIONI DI FLUIDI E GAS NEL TERRENO Il sistema BAT permette di effettuare il campionamento di fluidi e gas dispersi nel terreno, disciolti nei fluidi o confinati sopra o sotto di essi. La particolare tecnica del campionamento non permette la dispersione o la contaminazione dei campioni prelevati e ne garantisce il trasporto a destinazione senza manomissioni. Il volume della sostanza da campionare può variare dai 35 ml ai 500 ml ed il campione può essere singolo o doppio per ogni operazione. La tecnica di prelievo é semplice: il contenitore prescelto (provetta di vetro con capacità di 35 ml.150 ml o 500 ml o in acciaio inox per particolari sostanze o grandi profondità) viene depressurizzato con una siringa o una pompa a mano e successivamente inserito in una sondina e calato attraverso il tubo di collegamento fino alla quota dove é stata posta in opera la cella piezometrica. Il collegamento tra le due entità é garantito dal doppio ago e la depressione creata nel contenitore fa entrare in esso i fluidi e i gas o solamente i gas se sopra il livello di falda. Appena si ha la certezza che il campionatore é pieno, (il tempo necessario dipende dalla natura del terreno) si recupera il campionatore con la provetta. Quest'ultima viene quindi identificata con un etichetta adesiva dove viene annotata la data e l'ora del prelevamento, la stazione e il numero progressivo di campionamento, la profondità e gli altri dati utili all identificazione. Posto in un apposita custodia di legno antishock esso viene trasportato al laboratorio dove può essere aperto svitando il tappo ermetico o inserendo nella sua parte centrale di gomma un ago ipodermico Nel caso si preveda la presenza di gas quest ultimo sistema deve essere adottato: applicando all'ago ipodermico un tubo di gomma si può far defluire la miscela acqua-gas direttamente nel gas-cromatografo. Non sono possibili come si vede contaminazioni o dispersioni di sostanze durante lo stoccaggio, il trasporto e l'apertura delle provette che possono venire usate innumerevoli volte. Il lavaggio e la manutenzione é assai semplice e dipende dalle sostanze campionate:sterilizzazione a caldo, lavaggio con solventi ecc. Pag 5 di 5

6 SEP POLLUTION Città di Padova Pag 6 di 6

7 Prelievo di campioni d acqua in sito Particolare della provetta per prelievo di campioni d acqua in sito Pag 7 di 7

8 USO DI SOSTANZE TRACCIANTI Il BAT Water Monitoring System può venire usato anche per l'immissione e il successivo controllo di sostanze traccianti nel terreno. Il tracciante é immesso nel terreno per mezzo di una cella piezometrica BAT inserendo la sostanza scelta nella sondina dove successivamente viene indotta una sovrapressione, adatta al tipo di suolo da investigare, prestando attenzione a non incorrere nella frattura idraulica del terreno. La sondina viene connessa con la cella Bat e la soluzione si espande nel terreno. La sua presenza viene rilevata con il monitoraggio delle stazioni poste sul territorio e le relative concentrazioni, tempi e altri parametri possono venire facilmente correlati. SISTEMA DI MONITORAGGIO PER POZZI E PIEZOMETRI DI VARIO DIAMETRO "HYPOPROBE" HYPOPROBE Water Monitoring System consente di prelevare campioni d'acqua anche in pozzi e piezometri già installati nel terreno a determinate profondità scelte dagli operatori. Al posto della cella piezometrica BAT si usa il campionatore Hypoprobe che é del tipo sospeso ed é progettato per pozzi, piezometri a tubo aperto di piccolo diametro o fori di sondaggio. E'altresì efficace, per campionamenti mirati, in acque aperte, anche a grandi profondità (fino a 1000 m con l'uso di provette d acciaio inox). La caratteristica principale di questo campionatore é data dalla tecnologia d acquisizione dei fluidi e dei gas disciolti in essi: il sistema é del tutto simile a quella già illustrato per il BAT Water Monitoring System. Infatti alla profondità voluta attraverso un tubo flessibile che serve anche a calare lo strumento viene attivata dall'esterno una pressione per mezzo di una pompa a mano che agendo sul pistone all'interno del campionatore mette in contatto - per mezzo dei soliti aghi ipodermici - la provetta depressurizzata con la parte aperta e quindi con i fluidi. Appena il prelievo la pressione viene scaricata e il contatto ipodermico si stacca. automaticamente separando i mezzi. A questo punto il campionatore viene fatto risalire e la provetta porta campioni recuperata. Sono possibili differenti allestimenti nella stessa attrezzatura: possono essere ad esempio accoppiate due provette per il prelievo in contraddittorio o per levare l'eventuale acqua stagnante dal foro, possono essere applicati filtri di varia porosità per impedire o permettere il passaggio di determinati soluti, e come per le altre attrezzature BAT Water Monitoring System, le capacità di prelievo variano da 35 ml a 500 ml secondo i diametri del campionatore e delle necessità d'uso. (1",1"1/2,2") Pag 8 di 8

9 SERVIZI DI INSTALLAZIONE E MONITORAGGIO La VICENZETTO srl - è licenziataria per l'italia dei prodotti BAT Water Monitoring System e ne cura l installazione e la vendita garantendo agli acquirenti tutta l'assistenza necessaria; - interviene nella fase di progettazione per ottimizzare l'uso del sistema BAT di monitoraggio proponendo la sua vasta esperienza nel settore; - dispone di risorse tecniche per installare ovunque le attrezzature BAT secondo le specifiche messe a punto dal consulente; - opera misure e prelievi e provvede le analisi dei campioni attraverso laboratori convenzionati o strutture di servizio pubbliche e private; - progetta, fornisce materiali e dirige lavori di installazione e monitoraggio del Water Monitoring System; - garantisce assistenza tecnica, pezzi di ricambio e materiali di usura originali. Pag 9 di 9

10 NOTIZIE BIBLIOGRAFICHE ESSENZIALI BAT WATER MONITORING SYSTEM For presentation at the ASTM Symposium on Field Methods for Ground Water Contamination Studies and Their Standardisation, 2-7 February 1985, Cocoa Beach, Florida Bengt-Arne Torstensson and Andrew Petsonk A HERMETICALLY ISOLATED SAMPLING METHOD FOR GROUND WATER INVESTIGATIONS Abstract Ground water studies are often associated with use of actions which can lead to introduction of errors or contamination. For instance, transfer of liquids from a bailer to a laboratory vial can permit volatile chemicals sampled from water in open well to escape, or can give rise to external contamination or human contact whith fluids. A set of devices, the BAT Groundwater Monitoring System, has been developed which specifically eliminates these and other difficulties. All individual elements of the system are hermetically sealed, permitting in situ conditions (eg. pressures and dissolved gases) to be mainteined. Hydraulic interconnections and fluid transfers are achieved through use of hypodermic needles, flexibile septa and internally generated pressure gradients. The system permits pressurized sampling of both liquids and gases from virtually any depth in ground waters, open or sectioned-off wells, and piping systems as well as directly from surface waters. Ground water may be extracted in situ from either the saturated or vadose zones of soil or rock formations. Samples are taken in the field with the same presterilized and preevaquated vials that will be sent to the lab; no further transfers, pumps or piping mechanism are required. Since the samples are sealed and presurized, the total gas content will remain the same as that the sampling site, and the samples can truly be said to be rapresentative of the in situ conditions. The in situ system also contains additional above-ground components for use in ground water investigations. These measure ground water pressures or soil suctions, perform tests of hydraulic conductivity, and allow tracer tests to be run. All these devices use needles and septaa to access the only below-ground piece of equipment. This, a permanently installed and sealed filter tip, contains no electronics, and only a single moving part: a flexibile septum. KEYWORKS Ground water, surface water, sampling, monitoring representative samples. INTRODUCTION Standardization of ground water studies require attainment of a hight degree of control over as many phases of the studies as possible. The developements of large body of protocols for specific chemical analyses performed in the laboratory (eg.epa methods 601, 602 "1" etc.) has provided a much needed boost in this direction. Similar protocols are sorely lacking in other areas of ground water investigation, although some progress has been made in preparing guidelines for ground water monitoring point location, construction and sampling procedures. This paper presents a family of devices, the BAT Groundwater Monitoring System (2), which was developed specifically to address many of the above concerns. In particular this system allows to: 1) use simple, standard, reliable, in-ground ports for performing ground water studies: 2) install test ports using standardized, controlled procedures; 3) use of the ports for a variety of different tests, using a range of temporarily connected adapters: 4) perform all tests in a hermetically isolated enviroment, allowing exacting control over most test variables; and 5) transfer samples and/or other test data directly to the laboratory, using techniques analogous to those used to do the test in field. DESCRIPTION OF THE METHOD Pag 10 di 10

11 Tests which may be performed using the ermetically isolated method include sampling of pore liquid and gas, measurementof pore pressures and tensions, in situ measurement of hydraulic conductivity, and tracer testing. The manner in whic the system is applied is illustrated in Fig.1. It may be seen that all links in the chain connecting ground water via a test adapter to the laboratory are isolated from the external physical, chemical and human envirnment. Note that the technique shown in Fig.1 allows use of several kinds of access ports, test adapters, laboratory procedures and transfer devices. However, all of these are interconnected using the same types of standardized mechanisms. The means by which this is accomplished is shown in Fig.2. It may be seen that the equipment facilitates transfer of liquids, gases and pressures via a system of hypodermic needles and septa located in the various devices. As mentioned above, a variety of test adapters have been developed for use with this system, and these are discussed in the section whic follow.as well, two different means of providing an access port to ground water have been utilized, and these are also described below. EQUIPMENT Components of the ermetically isolated system have been designed to use one of two types of ground water access ports. One port is a sealed filter tip placed in situ in soils at the end of an extension pipe; the other is a conventional (monitoring) well or other borehole. Certain adapters have been developed for use with each of these access methods. In situ sampler The in situ ground water sampling mechanism fits into the system concept as shown in figure 3. It consists of three basic components: (cf.figure 4) A) a permanently installed, sealed filter tip wihich is the attached to an extension pipe: B) a disposable, double-anded hypodermic needle: and C) a presterilized, evacuated sample vial of glass. Both the filter tip and the sample vial are sealed with a specially developed septum.the vial is mounted in a portable sampling probe together with the needle. When lowered down the extension pipe ( Fig.5.), the probe connects the cap of the filter tip, causing the ends of the needle to penetrate the septa in the tip and the sample vial, respectively. The hypodermic needle provides a temporary, leakproof hydraulic connection between the filter tip and the sample vial. Due to the vacuum in the vial, ground water and/or gas is therefore drawn from the formation via the filter tip into the vial. Some fluid must be purged from the system prior to actual sampling. However, since the tip is in direct contact with formation fluids, and contains only a wery small volume itself, the amount required to be purged is also minimized. When the probe is disconnected from the filter tip, the septa in both the filter tip and the sample vial automatically reseal. A special mechanism causes the needle to first be disconnected from the sample vial, ensuring no loss of sampled fluid and/or pressure.tests have shown that the septum in the filter tip can be pierced hundreds of times without loss of its automatic selfsealing capability. The basic in situ system is designated for one-inch nominal inside diameter extension pipes, and permits use of sample vials having a volume of 35 ml. By use of larger diameter pipes (eg.1-1/2 and 2 inch ) the sample volume can be increased to between 150 and 500 ml. There are also a number of special add-on adapters which facilitate use of the in situ sampler. For instance, sample vials may be cascaded using double-ended vials.both two-and three-vial chains have been tested. (This technique is described below for the well "Hypoprobe" sampler). To aid metal analysis, an adapter carrying a 0,2 or 0,45 um pore-size Millipore filter may be inserted between the transfer device and the sample vial. Injection of a minute amount of acid into the evacuated vial just prior to sempling can also aid sample preservation for such analyses. Filter tips BAT filter tips have been developed in a variety of configurations and materials (Fig.6): a) The standard filter tip has been designed with special consideration given to requirements for both (i) high chemical inertness and (ii) adeguate mechanical strenght. It has a body of thermoplastic and a filter of higt density polyetilene, sintered ceramic or porous PTFE. The Pag 11 di 11

12 ceramic filter has an air entry value which permits sampling and pressure measurement in the vadose zone. b) The stainless steel (ASTM 316 H ) tip provides additional installation strenght c) The eavvy duty tip has its filter moulded inside the body of stainless steel or brass. This tip is designed for use in coarse soils like gravels,t ills etc. d) The probe tip is used for special purposes, e.g. sampling and pressure measurement in thin soil layers. As mentioned above, a filter tip is attached to an extension pipe, and is normally installed by pushing it under a static load down to the desired depth. The heavvy duty tip can be driven into the soil using a light hammer. Installations can of course also be made in predrilled holes. Well Hypoprobe sampler The ermetically isolated method also encompasses a sempler for wells as shown in Fig.7. A detail of the sempling apparatus itself appears in Fig.8. In use an evacuated,prestesterilized sample vial is placed into the sampler housing. This housing also contains a septum at its lower end, and a double ended hypodermic needle. A piston at the upper end of the housing is connected by a lenght of tubing to a hand pump at the surface. When a small air pressure is applied through the tubing, the piston expands, forcing the ends of the needle to penetrate the septa in the vial and at the base of the sampler housing Flow is initiated immediately, and continues until the vial is filled and pressurized. By opening the tubing at the surface, the piston contracts, allowing the vial to reseal. Using a vial that has been sufficently evacuated, it will be visibly filled by the sampled liquid.if, however, total elimination of head space is desired, a configuration similar to that mentioned for the in situ sampler may be used (Fig.9). Two sample vials are cascaded together using an additional hypodermic needle and septum. Upon completion of sampling (Fig.10 ), the lower vial (A) will be entirely full, with all head space restricted to the upper vial (B). This tecnique may also be utilized when it is desiderable to obtain simultaneous, duplicate samples. Two versions of the well sampler are currently in use, one for "shallow" ( up to 200 meters below the water table level) and one for "deep" (down to 200 meters) applications. Where appropriate, these samplers may be used in either open or sectioned-off wells, or in surface waters. The difference between the models is mainly based on the materials used in construction of the device. Other applications The in situ BAT system allows connection to the filter tip a host of devices for performing a variety of tests other than sampling. Adapters has been developed for: a) measurement of pore pressures and tensions, b) in situ measurement of hydraulic conductivity (2,5,7,). The latter device may also be used for tracer and hudraulic fracture testing. The pore pressure adapter is seen in Fig.11. It uses a silicon strain gauge type pressure transducer, connected to a singleended hypodermic needle via a liquid-filled chamber. By lowering this adapter down the extension pipe to the filter tips, pressures and/or tensions may be sensed almost instantaneously, with a resolution of 0,001 m.h2o. The permeameter (Fig.12), performs rapid discrete measurements of both saturated and unsaturated hydraulic conductivities. It uses a transducer to measure the rate of change in gas pressure as liquid flows into or out of the otherwise closed test chamber. This rate reflects the flow rate in accordance with Boyle's low. A detailed discussion of the theory and application of this device is found in (7). Data required for computing the hydraulic conductivity may be collected either manually or automatically. The results are usually initially analyzed in the field simultaneously with data generation. (Fig.13) Pag 12 di 12

13 EXPERIMENTAL RESULTS Field testing of sampling devices The sampling mechanism described above have been field tested at a number of sites. Deep well sampler Tests of the deep well sampler are being carried out within the framework of the Swedish programme for disposal of high level nuclear waste in cristalline rock. These tests are part of a project to characterize the chemistry of deep ground waters. The ability to analize for dissolved gases at great pressures was a preliminary factor motivating selection of this instrument (3). n use, two deep samplers are employed within a packer section, which is part of a package of downhole test equipment. The packers seal off a test section which is then pumped. After pression recovery,the samplers are activated,and pressurized water samples are recovered. The two samplers are activated simultaneously, or separately at different test sections. Data from this project has not yet been released for publication. Shallow well sampler Tests with the shallow well sampler were conducted under the auspices of The Earth Tecnology Corporation at two facilities in California being investigated for limited subsurface contamination by various organic compounds.parallel,duplicated samples were obtained from purged monitoring wells using both a conventional Teflon bailer and an Acrylic versioin of the BAT sampler. These samples were analyzed using EPA methods 601 and 602 for volatile and aromatic organics. Results for the detected compounds of interests are listed in Tables 1 and 2. It may be seen that in all cases, samples taken using the 35 ml. size BAT well sampler led to analysis result comparable to those for bailed samples (40 ml.size). Most interesting, however, are the results from Site P (Table 1). Here the BAT samples showed levels of most detected volatile compounds were 20 to 35 percent higher than would have been assumed from the bailed samples. For one parameter, the increase was 77 percent. This data therefore verifies the ability of the ermetically isolated method to reduce loss of volatile organics due to atmospheric contact. Actual levels of volatiles are probably even higher than those detected here, since the sample vials contained some head space ( a result of incomplete evacuation), and no head space analysis was performed. In situ sampler The in situ sampler was also used at both of these sites. Prior to installation at Site P, determinations of stratigraphy were done using a static cone penetration test The selected positions of the filter tips relative to the wells and generalized lithologies are shown in Fig.14. Samples were analyzed using EPA methods 601 and 602, and these results are also indicated in Tables 1 and 2. There are obvious differences between the samples gathered in situ and those extracted from well water. While in general many of the same parameters were detected,the levels of material identified are not in good agreement. This discrepancy is due primarily to the discrete nature of the in situ filter tips compared to the integrated effect of a screened well. In the heterogeneous type of soil at Site P shown in Fig.14, additional filter tips or "chemical sounding" would be required to accurately locate the source of each of the contaminant constituents This effect can become even more pronounced in highly stratified soils. It is also interesting to note that the slight contamination of the soil at Site S was only diascovered using the hermetically isolated sampling methodology, and that similar levels where noted at two different locations (see fig.14) Again this is most probably due to soil heterogenities. The ability of the in situ sampler to extract water from the clay soil at this site underscores its usefulness in locating what was probably a remnant of an older, single occurrence spill.a number of other testing programs using the in situ sampler have published results. Torstensson (2) used the device to analyze flow conditions in a glacial clay sequence at Verka, Sweden. This data was used to verfy assumptions about the age of pore water in the clays, and confirmed that wery little flow had occurred since deposition of the sediment some 6000 years ago. Chloride levels in samples from various depths correlated well with other data for rates of deposition and times of transgression/regression of the proto-baltic sea waters. (cf.fig.15.) Pag 13 di 13

14 The Swedish State Power Board has used the in situ system to investigate the content of methane in the pore water in several peat bogs in Sweden. This study (4) concluded that in situ system provided reliable and highly reproducibile results. Haldorsen (5) have used the in situ device to obtain samples from unsaturated agricoltural soils in Norway. This work, together with pore tension and unsaturated hydraulic conductivity measurements, is intended to, among other things,provide data for a model of nitrogen migration. Laboratory testing of sampling devices The in situ filter tips have undergone a large body of lab tests to determine the degree, if any, of their influence on sampled waters. Both the raw materials composing the tip have been tested, as well as the assembled system. Tests related to inorganic constituents were carried out at the Royal Institute of Technology of Stockholm, Sweden (6). These tests have demonstrated that for properly prepared filter tips: 1) most simulated ground water solutions do not leach material from the tip. 2) components of the solutions are not attenuated by the filter or tip in significant amounts, and 3) backflushing the filter tip with distilled water, in the lab or in the field, removes all traces of previously sampled material. Stevens Institute of Technology in Hoboken, New Jersey is currently investigating organic materials in this regard. Extensive tests of different septa have also been carried out,in order to determine a material composition which will have optimum characteristics with respect to both chemical inertness and self-sealing capability. CONCLUSIONS The above description has illustrated the underlying principles and benefits associated with use of a hermetically isolated sampling methodology. Such a technique allows great control over factors which could influence sampling results, and inhibits the introduction of additional factors. In the comparative case study presented above, the result of use of this tecnique is dramatically seen. The isolated sampling methodology clearly identified the more extensive degree of contamination present, and showed that to minimize costs associated with possible cleanup operations, the location of the strata which contributed to this situation needed to be more clearly defined. ACKNOWLEDGMENTS The authors wish to acknowledge the efforts of the numerous individuals and organizations who have been and continue to be involved with evaluation of the ermetically isolated sampling method. In particular, we would like to thank The Earth Technology Corporation for contributing field data to this report. Pag 14 di 14

15 REFERENCES (1) U.S. Enviromental Protection Agency, "Methods for Chemical Analysis of Water and Wastes". EPA-600/ ,March (2) Torstensson, B. A., "A New System for Ground Water Monitoring", Ground Water Monitoring Rewiew, vol.4. no.4, 1984, pp (3) Wickberg, P., "Characterization of Deep Ground Water Chemistry; Equipment for Gas Sampling", Presentation to Annual Meeting of Geologic Association of Canada, Fredricton, New Brunwick, 1985, 11 pp (4) Sandstedt, H.and Brolin, L., "Vyrmentan Projektet.Sammnstallning av Analysresultat fran Gasprovtagniigar", Internal Report (in Swedish), The Swedish State Power Board, Stockholm, (5) Haldorsen, S.,Petsonk, A.M. and Torstensson, B.A., "An Instrument for In Situ Monitoring of Water Quality and Movement in the Vadose Zone," Proceedings NWWA Conference on Characterisation and Monitoring of The Vadose Zone, Denver, 1985, 15 pp. (6) Seman, P-O., "Landfill Leachate Attenuation in Soil and Ground Water; 1 :Soil Water Sampling by Suction-Evaluation of Current Methods", Research Report Trita-Kut 1039, Dept.of Land Improvement and Drainage, Royal Institute of Technology,Stockholm, Sweden,1985, 42 pp. (7) Petsonk A.M., "The BAT Method for In Situ Measurement of Hydraulic Conductivity in Saturated Soils," Thesis in Hydrogeology, University of Uppsala, Sweden, 1984, 54 pp. Pag 15 di 15

electric lifting trolley Dimensioni 220 cm 42 (183) cm 72 cm Portata 175 kg Art. -CEAC041 Carrello elevatore Con rulli Altre VerSIONI OTHER VERSIONS

electric lifting trolley Dimensioni 220 cm 42 (183) cm 72 cm Portata 175 kg Art. -CEAC041 Carrello elevatore Con rulli Altre VerSIONI OTHER VERSIONS Elevatore elettrico electric lifting trolley 175 kg Art. -CEAC041 Lifting trolley with rolls Il carrello elevatore elettrico viene utilizzato sia per il trasporto delle salme su barelle, sia in abbinamento

Dettagli

REGISTRATION GUIDE TO RESHELL SOFTWARE

REGISTRATION GUIDE TO RESHELL SOFTWARE REGISTRATION GUIDE TO RESHELL SOFTWARE INDEX: 1. GENERAL INFORMATION 2. REGISTRATION GUIDE 1. GENERAL INFORMATION This guide contains the correct procedure for entering the software page http://software.roenest.com/

Dettagli

NEWS 68. Valves and Solenoid valves Poppet system N776 Series

NEWS 68. Valves and Solenoid valves Poppet system N776 Series NEWS 68 Components for pneumatic automation Valves and Solenoid valves Poppet system N776 Series www.pneumaxspa.com Valves and solenoid valves Poppet system 2/2-3/2 for compressed air and Vacuum - G1 1/2"

Dettagli

QUALITAL. Purpose of the document. Scopo del documento. Scheda Tecnica

QUALITAL. Purpose of the document. Scopo del documento. Scheda Tecnica Via privata Ragni 13/15 28062 Cameri (NO) Tel.: 0321-51.05.78 fax: 0321-51.79.37 e-mail: qualital@qualital.org - web-site: www.qualital.org ISTITUTO DI CERTIFICAZIONE INDUSTRIALE DELL ALLUMINIO N 1 M a

Dettagli

Manuale Handbook. Via Torino 16-15020 Piagera di Gabiano (AL) - ITALIA Tel.+ 39 0142 xxxxxx - fax +39 xxxxx. E-mail: support.race@dimsport.

Manuale Handbook. Via Torino 16-15020 Piagera di Gabiano (AL) - ITALIA Tel.+ 39 0142 xxxxxx - fax +39 xxxxx. E-mail: support.race@dimsport. DIMA 555PRO Manuale Handbook Via Torino 16-15020 Piagera di Gabiano (AL) - ITALIA Tel.+ 39 0142 xxxxxx - fax +39 xxxxx E-mail: supporto.race@dimsport.it E-mail: support.race@dimsport.it http://www.dimsport.it

Dettagli

VALVOLE IDROPNEUMATICHE IN MATALLO / METAL DIAPHRAGM VALVES LINEA DI PRESSIONE LINE PRESSURE CAMERA SUPERIORE UPPER CHAMBER

VALVOLE IDROPNEUMATICHE IN MATALLO / METAL DIAPHRAGM VALVES LINEA DI PRESSIONE LINE PRESSURE CAMERA SUPERIORE UPPER CHAMBER VALVOLE IDROPNEUMATICHE IN MATALLO / METAL DIAPHRAGM VALVES CARATTERISTICHE GENERALI: Le valvole nella versione standard sono normalmente aperte. Il coperchio ed il corpo valvola sono in ghisa. La membrana

Dettagli

Sezione 1 / Section 1. Elementi d identità: il marchio Elements of identity: the logo

Sezione 1 / Section 1. Elementi d identità: il marchio Elements of identity: the logo Sezione 1 / Section 1 2 Elementi d identità: il marchio Elements of identity: the logo Elements of identity: the logo Indice 2.01 Elementi d identità 2.02 Versioni declinabili 2.03 Versioni A e A1, a colori

Dettagli

User Guide Guglielmo SmartClient

User Guide Guglielmo SmartClient User Guide Guglielmo SmartClient User Guide - Guglielmo SmartClient Version: 1.0 Guglielmo All rights reserved. All trademarks and logos referenced herein belong to their respective companies. -2- 1. Introduction

Dettagli

SEGATO ANGELA. Progettazione, costruzioni stampi per lamiera Stampaggio metalli a freddo conto terzi

SEGATO ANGELA. Progettazione, costruzioni stampi per lamiera Stampaggio metalli a freddo conto terzi SEGATO ANGELA Progettazione, costruzioni stampi per lamiera Stampaggio metalli a freddo conto terzi Designing and manufacturing dies for sheet metal and metal forming for third parties. Segato Angela,

Dettagli

TEST REPORT INDICE - INDEX

TEST REPORT INDICE - INDEX Test Report Number: 10/11/2015 Sesto San Giovanni (MI) Data Emissione - Issuing date Luogo Emissione - Issuing place Verifica della conformità al capitolato prove di KIDS P.A. S.r.l secondo EN 12266-1:2012

Dettagli

TUBO PIUMA 100 Presa d aria silenziata per fori di ventilazione nelle facciate degli edifici Air intake silencer for air intakes of building façades

TUBO PIUMA 100 Presa d aria silenziata per fori di ventilazione nelle facciate degli edifici Air intake silencer for air intakes of building façades ISOLAMENTI ACUSTICI DEI SILENZIATORI ACUSTICI DI FACCIATA PER ENTRATA ED ESPULSIONE ARIA CERTIFICATI DAL CSI Modello: TUBO PIUMA 100 L = 300 mm L = 400 mm Dn,e,w = 41 db Dn,e,w = 47 db L Passaggio aria

Dettagli

Combinazioni serie IL-MIL + MOT

Combinazioni serie IL-MIL + MOT Combinazioni tra riduttori serie IL-MIL e MOT Combined series IL-MIL + MOT reduction units Combinazioni serie IL-MIL + MOT Sono disponibili varie combinazioni tra riduttori a vite senza fine con limitatore

Dettagli

ARIA & ACQUA - AIR & WATER

ARIA & ACQUA - AIR & WATER DROP-STOP ECOPLAST 23 DROP-STOP è un prodotto in moduli componibili aventi differenti dimensioni e materiali: POLIPROPILENE LUNGHEZZA = 215 MM LARGHEZZA = 205 MM ALTEZZA = 198 MM SUPERFICIE UTILE = 0,043

Dettagli

Pentair ensures that all of its pumps (see Annex) affected by the above mentioned Regulation meet the 0,1 MEI rating.

Pentair ensures that all of its pumps (see Annex) affected by the above mentioned Regulation meet the 0,1 MEI rating. DIRECTIVE 29/125/EC - REGULATION EU 547/212 Pentair informs you about the new requirements set by Directive 29/125/EC and its Regulation EU 547/212 regarding pumps for water. Here below you find a brief

Dettagli

Copyright 2012 Binary System srl 29122 Piacenza ITALIA Via Coppalati, 6 P.IVA 01614510335 - info@binarysystem.eu http://www.binarysystem.

Copyright 2012 Binary System srl 29122 Piacenza ITALIA Via Coppalati, 6 P.IVA 01614510335 - info@binarysystem.eu http://www.binarysystem. CRWM CRWM (Web Content Relationship Management) has the main features for managing customer relationships from the first contact to after sales. The main functions of the application include: managing

Dettagli

Ccoffeecolours. numero 49 marzo / aprile 2011. edizione italiano /english. t h e i t a l i a n c o f f e e m a g a z i n e

Ccoffeecolours. numero 49 marzo / aprile 2011. edizione italiano /english. t h e i t a l i a n c o f f e e m a g a z i n e Ccoffeecolours t h e i t a l i a n c o f f e e m a g a z i n e numero 49 marzo / aprile 2011 edizione italiano /english P r o f e s s i o n i s t i d e l c a f f e Sirai e Fluid-o-Tech: l eccellenza italiana

Dettagli

POMPA PNEUMOIDRAULICA PNEUMOHYDRAULIC PUMP VERSIONE PER OLIO E PER ACQUA OIL AND WATER WORKING APPLICATION

POMPA PNEUMOIDRAULICA PNEUMOHYDRAULIC PUMP VERSIONE PER OLIO E PER ACQUA OIL AND WATER WORKING APPLICATION POMPA PNEUMOIDRAULICA PNEUMOHYDRAULIC PUMP VERSIONE PER OLIO E PER ACQUA OIL AND WATER WORKING APPLICATION VERSIONE MANUALE CON VOLANTINO MANUAL VERSION WITH HANDWHEEL VERSIONE CON COMANDO PNEUMATICO A

Dettagli

MANUALE UTENTE MODULO ESPANSIONE TASTI MANUALE UTENTE MANUALE UTENTE Descrizione Il modulo fornisce al telefono VOIspeed V-605 flessibilità e adattabilità, mediante l aggiunta di trenta tasti memoria facilmente

Dettagli

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso doc.4.12-06/03 Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso A belaying plate that can be used in many different conditions Una piastrina d'assicurazione che può essere utilizzata in condizioni diverse.

Dettagli

GSM WATER CONTROL TELECONTROLLO REMOTO DI IMPIANTI, GESTIONE ACQUA SERBATOI, CONDUTTURE

GSM WATER CONTROL TELECONTROLLO REMOTO DI IMPIANTI, GESTIONE ACQUA SERBATOI, CONDUTTURE GSM WATER CONTROL TELECONTROLLO REMOTO DI IMPIANTI, GESTIONE ACQUA SERBATOI, CONDUTTURE REMOTE CONTROL SYSTEM, MANAGEMENT OF WATER, TANKS AND PIPELINE TELELETTURA REMOTA DI INVASI, ACQUEDOTTI, CONDUTTURE,CONTATORI

Dettagli

Guida utente User Manual made in Italy Rev0

Guida utente User Manual made in Italy Rev0 Guida utente User Manual Rev0 made in Italy Indice/Index Informazioni generali General Info... 3 Guida Rapida per messa in funzione Start Up procedure... 3 Login Login... 3 Significato dei tasti Botton

Dettagli

Generatori di Vapore Steam Jet Generator

Generatori di Vapore Steam Jet Generator 9 0. 2 0 6. 11 0 0 1 GENERATORE DI VAPORE Versione senza serbatoio. Compatta e facile da usare, questa macchina è dotata di un esclusivo sistema di controllo del livello acqua in caldaia che interrompe

Dettagli

componenti per Magazzini dinamici components for Material handling

componenti per Magazzini dinamici components for Material handling componenti per Magazzini dinamici components for Material handling Dispositivo separatore Separator System 294-295 296-298 Ruote deceleranti Brake wheels 300-303 Rulli deceleranti tipo 80 Type 80 brake

Dettagli

BUILT-IN HOODS COLLECTION

BUILT-IN HOODS COLLECTION BUILT-IN HOODS COLLECTION COLLECTION BUILT-IN Fabula 10 Heaven 2.0 11 Heaven Glass 2.0 11 SkyLift 6 SkyPad 10 BUILT-IN CABINET Inca Lux 13 Inca Lux Glass 13 Inca Plus HCS 14 Inca Smart HCS 14 Intra 18

Dettagli

Replacement of hose carrier chain

Replacement of hose carrier chain 3 1. Bring the boom in horizontal position and make the extension completely retract. 2. Remove the rear panel. 3. Remove the front guard on the boom hood. 4. In case of machine with basket pre-arrangement,

Dettagli

We take care of your buildings

We take care of your buildings We take care of your buildings Che cos è il Building Management Il Building Management è una disciplina di derivazione anglosassone, che individua un edificio come un entità che necessita di un insieme

Dettagli

OSI I INDUSTR T IAL A E

OSI I INDUSTR T IAL A E OSMOSI INDUSTRIALE La linea Euroacque di dissalatori ad osmosi inversa attualmente in produzione è il naturale risultato di oltre trenta anni di esperienza maturata nel trattamento delle acque primarie.

Dettagli

ENPCOM European network for the promotion of the Covenant of Mayors

ENPCOM European network for the promotion of the Covenant of Mayors ENPCOM European network for the promotion of the Covenant of Mayors Censimento e monitoraggio dei consumi energetici e comportamento dei cittadini Controllo Energetico dei Consumi degli Edifici Monitoraggio

Dettagli

ELCART. Manuale di istruzioni/scheda tecnica SPECIFICATION

ELCART. Manuale di istruzioni/scheda tecnica SPECIFICATION PAGINA 1 DI 7 SPECIFICATION Customer : ELCART Applied To : Product Name : Piezo Buzzer Model Name : : Compliance with ROHS PAGINA 2 DI 7 2/7 CONTENTS 1. Scope 2. General 3. Maximum Rating 4. Electrical

Dettagli

RAPPORTO DI PROVA TEST REPORT. KONTROLDRY mod. 20. KONTROLDRY mod. 20

RAPPORTO DI PROVA TEST REPORT. KONTROLDRY mod. 20. KONTROLDRY mod. 20 RAPPORTO DI PROVA TEST REPORT Verifica dei campi magnetici ed elettrici non ionizzanti su KONTROLDRY mod. 20 EMF tests on KONTROLDRY mod. 20 Richiedente (Customer): - Ente/Società (Dept./Firm): S.K.M.

Dettagli

Guide line for projects and managmenet of the geologic monitoring systems

Guide line for projects and managmenet of the geologic monitoring systems Guide line for projects and managmenet of the geologic monitoring systems Dr. Geologo Luca Dei Cas Dirigente U.O. Centro Monitoraggio Geologico di ARPA Lombardia The Geologic Monitoring Center (CMG) started

Dettagli

ATTESTATO DELL ATTIVITÀ DI VOLONTARIATO CERTIFICATE OF VOLUNTARY ACTIVITIES

ATTESTATO DELL ATTIVITÀ DI VOLONTARIATO CERTIFICATE OF VOLUNTARY ACTIVITIES ASSOCIAZIONE CONSORTI DIPENDENTI MINISTERO AFFARI ESTERI ATTESTATO DELL ATTIVITÀ DI VOLONTARIATO CERTIFICATE OF VOLUNTARY ACTIVITIES ASSOCIAZIONE CONSORT I DIPENDENTI MINISTE RO AFFARI ESTER I ATTESTATO

Dettagli

COMECO Macchine Trattamento Acque s.r.l.

COMECO Macchine Trattamento Acque s.r.l. PACCHI LAMELLARI PL VERSIONE STANDARD (a nido d ape autoportante) VERSIONI SPECIALI (lastre e struttura metallica di sostegno) spessore lastre: 2.5 mm interasse lastre: a richiesta struttura di sostegno:

Dettagli

Controllo delle Vibrazioni mediante l uso di PAC (Programmable Automation Controller)

Controllo delle Vibrazioni mediante l uso di PAC (Programmable Automation Controller) Unione Europea Università degli studi di Salerno Dipartimento di Ingegneria Industriale Dottorato di Ricerca in Ingegneria Meccanica X Ciclo N.S. (2008-2011) Controllo delle Vibrazioni mediante l uso di

Dettagli

UNI EN ISO 12944-6. Corrosion protection of steel structures by protective paint systems. Laboratory performance test for

UNI EN ISO 12944-6. Corrosion protection of steel structures by protective paint systems. Laboratory performance test for via di Marmiceto, 6/C-56016 Ospeetto PISA P.IVA 01115340505 CCIAA Pi 101169 Report n 2050451/5 UNI EN ISO 12944-6 Corrosion protection of steel structures by protective paint systems Laboratory performance

Dettagli

produzione filtri per oleodinamica idrosanitaria ed applicazioni industriali GENERAL CATALOG

produzione filtri per oleodinamica idrosanitaria ed applicazioni industriali GENERAL CATALOG produzione filtri GENERAL CATALOG per oleodinamica idrosanitaria ed applicazioni industriali Born to create filtering systems for liquids and gas present in systems or machinery, by studying them down

Dettagli

A dissertation submitted to ETH ZURICH. for the degree of Doctor of Sciences. presented by DAVIDE MERCURIO

A dissertation submitted to ETH ZURICH. for the degree of Doctor of Sciences. presented by DAVIDE MERCURIO DISS. ETH NO. 19321 DISCRETE DYNAMIC EVENT TREE MODELING AND ANALYSIS OF NUCLEAR POWER PLANT CREWS FOR SAFETY ASSESSMENT A dissertation submitted to ETH ZURICH for the degree of Doctor of Sciences presented

Dettagli

RAPPORTO DI PROVA TEST REPORT

RAPPORTO DI PROVA TEST REPORT RAPPORTO DI PROVA TEST REPORT Titolo (Title): VIBRATION TEST ON FRIGOBOX T0056 Richiedente (Customer): Ente/Società (Dept./Firm): Sig. (Mr.): Indirizzo (Address): EUROENGEL S.R.L. C. SCAMARDELLA Via Ferrini,

Dettagli

RAPPORTO DI CLASSIFICAZIONE CLASSIFICATION REPORT 0614\DC\REA\12_5

RAPPORTO DI CLASSIFICAZIONE CLASSIFICATION REPORT 0614\DC\REA\12_5 RAPPORTO DI CLASSIFICAZIONE CLASSIFICATION REPORT 014\DC\REA\12_5 Rapporto di classificazione di reazione al fuoco del prodotto : Reaction to fire classification report of product 4W Descrizione : Description

Dettagli

C.B.Ferrari Via Stazione, 116-21020 Mornago (VA) Tel. 0331 903524 Fax. 0331 903642 e-mail cbferrari@cbferrari.com 1. Cause di squilibrio a) Asimmetrie di carattere geometrico per necessità di progetto

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Conversano, 10 luglio 2014. Prosegue Windows of the World, la rubrica di Master ideata per

COMUNICATO STAMPA. Conversano, 10 luglio 2014. Prosegue Windows of the World, la rubrica di Master ideata per COMUNICATO STAMPA Conversano, 10 luglio 2014 Dott. Pietro D Onghia Ufficio Stampa Master m. 328 4259547 t 080 4959823 f 080 4959030 www.masteritaly.com ufficiostampa@masteritaly.com Master s.r.l. Master

Dettagli

Hard Disk Drive Duplicator Dock USB 3.0 to SATA HDD Duplicator. StarTech ID: SATDOCK22RU3

Hard Disk Drive Duplicator Dock USB 3.0 to SATA HDD Duplicator. StarTech ID: SATDOCK22RU3 Hard Disk Drive Duplicator Dock USB 3.0 to SATA HDD Duplicator StarTech ID: SATDOCK22RU3 The SATDOCK22RU3 USB 3.0 to SATA Hard Drive Duplicator Dock can be used as a standalone SATA hard drive duplicator,

Dettagli

AVVISO n.12437. 03 Luglio 2014 --- Mittente del comunicato : Borsa Italiana. Societa' oggetto dell'avviso

AVVISO n.12437. 03 Luglio 2014 --- Mittente del comunicato : Borsa Italiana. Societa' oggetto dell'avviso AVVISO n.12437 03 Luglio 2014 --- Mittente del comunicato : Borsa Italiana Societa' oggetto dell'avviso : -- Oggetto : Modifiche al Manuale delle Corporate Actions - Amendment to the Corporate Action -

Dettagli

Calcolo efficienza energetica secondo Regolamento UE n. 327/2011 Energy efficiency calculation according to EU Regulation no.

Calcolo efficienza energetica secondo Regolamento UE n. 327/2011 Energy efficiency calculation according to EU Regulation no. Calcolo efficienza energetica secondo Regolamento UE n. 327/2011 Energy efficiency calculation according to EU Regulation no. 327/2011 In base alla direttiva ErP e al regolamento UE n. 327/2011, si impone

Dettagli

Settori Applicativi Field of Application

Settori Applicativi Field of Application ERIMAKI Brochure_23 Luglio_okDEFINITIVO_Layout 1 23/07/12 12.51 Pagina 1 Settori Applicativi Field of Application Trattamento Plastica Plastic treatment Legno e Vetro Wood and glass Stoccaggio Storage

Dettagli

QUESTO DOCUMENTO E DA INTENDERSI UN APPENDICE AL MANUALE DI INSTALLAZIONE USO E MANUTENZIONE RIDUTTORI SERIE RE GB PAGINA 1 DI 10

QUESTO DOCUMENTO E DA INTENDERSI UN APPENDICE AL MANUALE DI INSTALLAZIONE USO E MANUTENZIONE RIDUTTORI SERIE RE GB PAGINA 1 DI 10 APPENDICE AL MANUALE DI INSTALLAZIONE USO E MANUTENZIONE. FRENI IDRAULICI NEGATIVI APPENDIX TO THE INSTALLATION, OPERATION AND SERVICE MANUAL. NEGATIVE BRAKE PAGINA 1 DI 10 Freni idraulici negativi Negative

Dettagli

LA SIMULAZIONE NUMERICA COME STRUMENTO DI ANALISI DEL MOTO ONDOSO SULLE BARRIERE SOFFOLTE

LA SIMULAZIONE NUMERICA COME STRUMENTO DI ANALISI DEL MOTO ONDOSO SULLE BARRIERE SOFFOLTE DOTTORATO DI RICERCA IN INGEGNERIA CIVILE PER L AMBIENTE ED IL TERRITORIO X Ciclo - Nuova Serie (2008-2011) DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA CIVILE, UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SALERNO LA SIMULAZIONE NUMERICA

Dettagli

su efficienza ed etichettatura dei prodotti ErP e Labelling - guida ai regolamenti UE on EU efficiency and product labelling

su efficienza ed etichettatura dei prodotti ErP e Labelling - guida ai regolamenti UE on EU efficiency and product labelling ErP e Labelling - guida ai regolamenti UE su efficienza ed etichettatura dei prodotti ErP and Labelling - quick guide on EU efficiency and product labelling Settembre 2015 September 2015 2015 ErP/EcoDesign

Dettagli

BVBA POMAC-LUB-SERVICES SPRLKorte Bruggestraat 28 B-8970 Poperinge Tel. 057/33 48 36 Fax 057/33 61 27 info@pomac.be internet: www.pomac.

BVBA POMAC-LUB-SERVICES SPRLKorte Bruggestraat 28 B-8970 Poperinge Tel. 057/33 48 36 Fax 057/33 61 27 info@pomac.be internet: www.pomac. BVBA POMAC-LUB-SERVICES SPRLKorte Bruggestraat 28 B-8970 Poperinge UNITA LUBETOOL MC-EL-3P-4P-5P-6P-7P, MC-EL-3M-4M-5M-6M-7M, MC-EL-2P E MC- EL-2M Sono forniti completi di scatola di protezione metallica

Dettagli

COMPOSTING FACILITIES AND BIOAEROSOLS AS SOURCES OF LEGIONELLA AND AMOEBAE

COMPOSTING FACILITIES AND BIOAEROSOLS AS SOURCES OF LEGIONELLA AND AMOEBAE DISS. ETH NO. 21679 COMPOSTING FACILITIES AND BIOAEROSOLS AS SOURCES OF LEGIONELLA AND AMOEBAE A thesis submitted to attain the degree of DOCTOR OF SCIENCES of ETH ZURICH (Dr. sc. ETH Zurich) presented

Dettagli

no. SIC04053.03 Rev. 00 Dated 2008.10.02

no. SIC04053.03 Rev. 00 Dated 2008.10.02 TECHNICAL REPORT RAPPORTO TECNICO no. SIC04053.03 Rev. 00 Dated 2008.10.02 This technical report may only be quoted in full. Any use for advertising purposes must be granted in writing. This report is

Dettagli

ISAC. Company Profile

ISAC. Company Profile ISAC Company Profile ISAC, all that technology can do. L azienda ISAC nasce nel 1994, quando professionisti con una grande esperienza nel settore si uniscono, e creano un team di lavoro con l obiettivo

Dettagli

Gruppo di lavoro 1 Metadati e RNDT. Incontro del 22 luglio 2014

Gruppo di lavoro 1 Metadati e RNDT. Incontro del 22 luglio 2014 Gruppo di lavoro 1 Metadati e RNDT Incontro del 1 Piano di lavoro 1. Condivisione nuova versione guide operative RNDT 2. Revisione regole tecniche RNDT (allegati 1 e 2 del Decreto 10 novembre 2011) a)

Dettagli

Guida all installazione del prodotto 4600 in configurazione plip

Guida all installazione del prodotto 4600 in configurazione plip Guida all installazione del prodotto 4600 in configurazione plip Premessa Questo prodotto è stato pensato e progettato, per poter essere installato, sia sulle vetture provviste di piattaforma CAN che su

Dettagli

4th International Conference in Software Engineering for Defence Applications SEDA 2015

4th International Conference in Software Engineering for Defence Applications SEDA 2015 me Ho CALL FOR PAPERS: 4th International Conference in Software Engineering for Defence Applications SEDA 2015 Software Engineering aims at modeling, managing and implementing software development products

Dettagli

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process)

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) All data aquired from a scan position are refered to an intrinsic reference system (even if more than one scan has been performed) Data

Dettagli

GIUNTO MODULARE - ALGAFLEX TM - MODULAR SYSTEM JOINT

GIUNTO MODULARE - ALGAFLEX TM - MODULAR SYSTEM JOINT Algaflex TM rappresenta l ultimo sviluppo nel campo dei giunti dilatazione, di una tecnologia ampiamente sperimentata da Alga, per le medie e grandi escursioni. La grande versatilità dei giunti Algaflex

Dettagli

CEDMEGA Rev 1.2 CONNECTION TUTORIAL

CEDMEGA Rev 1.2 CONNECTION TUTORIAL CEDMEGA Rev 1.2 CONNECTION TUTORIAL rev. 1.0 19/11/2015 1 www.cedelettronica.com Indice Power supply [Alimentazione]... 3 Programming [Programmazione]... 5 SD card insertion [Inserimento SD card]... 7

Dettagli

New, Classic & Old, History, Concept car, Meeting Day, Lifestyle, for fans and members in the world

New, Classic & Old, History, Concept car, Meeting Day, Lifestyle, for fans and members in the world MercedesRoadster.IT New, Classic & Old, History, Concept car, Meeting Day, Lifestyle, for fans and members in the world Newspaper supplement Emmegi Magazine Independent unaffiliated / funded by Daimler

Dettagli

Nuova camera di prova ventilatori in accordo agli standard EN ISO 5801 e AMCA 210 New test chamber according standards EN ISO 5801 and AMCA 210

Nuova camera di prova ventilatori in accordo agli standard EN ISO 5801 e AMCA 210 New test chamber according standards EN ISO 5801 and AMCA 210 Nuova camera di prova ventilatori in accordo agli standard EN ISO 5801 e AMCA 210 New test chamber according standards EN ISO 5801 and AMCA 210 La ha costruito una nuova camera di prova per il collaudo

Dettagli

CODI/21 PIANOFORTE II // CODI/21 PIANO II

CODI/21 PIANOFORTE II // CODI/21 PIANO II MASTER di II livello - PIANOFORTE // 2nd level Master - PIANO ACCESSO: possesso del diploma accademico di II livello o titolo corrispondente DURATA: 2 ANNI NUMERO ESAMI: 8 (escluso l esame di ammissione)

Dettagli

La Sua banca dovrá registrare il mandato di addebito nei propri sistemi prima di poter iniziare o attivare qualsiasi transazione

La Sua banca dovrá registrare il mandato di addebito nei propri sistemi prima di poter iniziare o attivare qualsiasi transazione To: Agenti che partecipano al BSP Italia Date: 28 Ottobre 2015 Explore Our Products Subject: Addebito diretto SEPA B2B Informazione importante sulla procedura Gentili Agenti, Con riferimento alla procedura

Dettagli

M/S CERAMICA SCARABEO Località Pian del Trullo 01034 Fabrica di Roma (VT), ITALY. 01034 Fabrica di Roma (VT), ITALY. C. A. Sig.

M/S CERAMICA SCARABEO Località Pian del Trullo 01034 Fabrica di Roma (VT), ITALY. 01034 Fabrica di Roma (VT), ITALY. C. A. Sig. M/S C. A. Sig. Calisti Giampaolo RAPPORTO DI PROVA del LABORATORIO TECNOLOGICO N 65d/2013 in accordo con la norma UNI EN 14688 sul lavabo LUNA TECHNOLOGIAL LABORATORY TEST REPORT N 65d/2013 in compliance

Dettagli

Misure di.. FORZA. P = F v

Misure di.. FORZA. P = F v Misure di.. FORZA In FISICA prodotto di una massa per una F = m a accelerazione In FISIOLOGIA capacità di vincere una resistenza o di opporsi ad essa attraverso una contrazione muscolare POTENZA P = F

Dettagli

THINKING DIGITAL SYNCHRONIZING WITH THE FUTURE PENSIERO DIGITALE: SINCRONIZZARSI COL FUTURO

THINKING DIGITAL SYNCHRONIZING WITH THE FUTURE PENSIERO DIGITALE: SINCRONIZZARSI COL FUTURO THINKING DIGITAL SYNCHRONIZING WITH THE FUTURE PENSIERO DIGITALE: SINCRONIZZARSI COL FUTURO A STEP FORWARD IN THE EVOLUTION Projecta Engineering developed in Sassuolo, in constant contact with the most

Dettagli

Aggiornamento dispositivo di firma digitale

Aggiornamento dispositivo di firma digitale Aggiornamento dispositivo di firma digitale Updating digital signature device Questo documento ha il compito di descrivere, passo per passo, il processo di aggiornamento manuale del dispositivo di firma

Dettagli

Le cellule staminali dell embrione: cosa possono fare Embryonic stem cells are exciting because they can make all the different types of cell in the

Le cellule staminali dell embrione: cosa possono fare Embryonic stem cells are exciting because they can make all the different types of cell in the 1 2 3 Le cellule staminali dell embrione: cosa possono fare Embryonic stem cells are exciting because they can make all the different types of cell in the body scientists say these cells are pluripotent.

Dettagli

Estendere Lean e Operational Excellence a tutta la Supply Chain

Estendere Lean e Operational Excellence a tutta la Supply Chain Estendere Lean e Operational Excellence a tutta la Supply Chain Prof. Alberto Portioli Staudacher www.lean-excellence.it Dipartimento Ing. Gestionale Politecnico di Milano alberto.portioli@polimi.it Lean

Dettagli

ISA ti proietta nel futuro!

ISA ti proietta nel futuro! Design evolution L evoluzione della specie. Non è importante dove siamo arrivati, quello che conta è riuscire a spingersi oltre. Dalla normalità all avanguardia, da materiali esclusivi ed ecologici alla

Dettagli

On Line Press Agency - Price List 2014

On Line Press Agency - Price List 2014 On Line Press Agency - Price List Partnerships with Il Sole 24 Ore Guida Viaggi, under the brand GVBusiness, is the official publishing contents supplier of Il Sole 24 Ore - Viaggi 24 web edition, more

Dettagli

Pubblicazioni COBIT 5

Pubblicazioni COBIT 5 Pubblicazioni COBIT 5 Marco Salvato CISA, CISM, CGEIT, CRISC, COBIT 5 Foundation, COBIT 5 Trainer 1 SPONSOR DELL EVENTO SPONSOR DI ISACA VENICE CHAPTER CON IL PATROCINIO DI 2 La famiglia COBIT 5 3 Aprile

Dettagli

FLORIM CERAMICHE SPA Via Canaletto, 24 41042 Fiorano Modenese (MO)

FLORIM CERAMICHE SPA Via Canaletto, 24 41042 Fiorano Modenese (MO) FOOD PACKAGING MATERIALS MATERIALI 0077\FPM\MATs\14 07/02/2014 1 TEST SYSTEM SLIM/4+ ( MULTILAYER WITH FINISH OF CERAMIC PORCELAIN GRESS + FLEXIBLE FOAM FLESSIBILE BASED ON A CLOSED CELL POLYETHYLENE )

Dettagli

ITALTRONIC CBOX CBOX

ITALTRONIC CBOX CBOX 61 Contenitori per la Building Automation Materiale: PC/ABS autoestinguente Colore: Grigio scuro È un nuovo sistema PER L EQUIPAGGIAMENTO DI APPARECCHIATURE ELETTRONICHE su scatole elettriche a parete

Dettagli

Dichotomy Works nasce nel 2015 a Milano come collaborazione creativa tra l architetto Adolfo Martinez e l artista grafica Ivana Serizier Moleiro.

Dichotomy Works nasce nel 2015 a Milano come collaborazione creativa tra l architetto Adolfo Martinez e l artista grafica Ivana Serizier Moleiro. -1- SCHEDA DI PRESENTAZIONE Nome e cognome / Nome del gruppo Adolfo Martinez, Ivana Serizier Moleiro / Dichotomy Works Città Milano Provincia MI Biografia Dichotomy Works nasce nel 2015 a Milano come collaborazione

Dettagli

Impresa e innovazione nel settore energetico europeo: il contributo della conoscenza alla creazione di valore Silvia Bruzzi

Impresa e innovazione nel settore energetico europeo: il contributo della conoscenza alla creazione di valore Silvia Bruzzi ÉTUDES - STUDIES Impresa e innovazione nel settore energetico europeo: il contributo della conoscenza alla creazione di valore Silvia Bruzzi Polo Interregionale di Eccellenza Jean Monnet - Pavia Jean Monnet

Dettagli

NORME E GUIDE TECNICHE PROGRAMMA DI LAVORO PER INCHIESTE PRELIMINARI TECHNICAL STANDARDS AND GUIDES PROGRAMME OF WORKS FOR PRELIMINAR ENQUIRY

NORME E GUIDE TECNICHE PROGRAMMA DI LAVORO PER INCHIESTE PRELIMINARI TECHNICAL STANDARDS AND GUIDES PROGRAMME OF WORKS FOR PRELIMINAR ENQUIRY NORME E GUIDE TECNICHE PROGRAMMA DI LAVORO PER INCHIESTE PRELIMINARI TECHNICAL STANDARDS AND GUIDES PROGRAMME OF WORKS FOR PRELIMINAR ENQUIRY Il presente documento viene diffuso attraverso il sito del

Dettagli

2" GAS 2" GAS 2" GAS 2-1/2" GAS 2-1/2" GAS 85 (1P) 150 (1P) 150 (1P) 190 (1P) 250 (1P)

2 GAS 2 GAS 2 GAS 2-1/2 GAS 2-1/2 GAS 85 (1P) 150 (1P) 150 (1P) 190 (1P) 250 (1P) RACA PLUS ENERGY Le unità RACA PLUS ENERGY sono studiate per soddisfare in modo completo qualunque esigenza ed applicativa grazie ad una gamma completa di modelli e configurazioni. Sono disponibili con

Dettagli

AVVISO n.17252 25 Settembre 2007

AVVISO n.17252 25 Settembre 2007 AVVISO n.17252 25 Settembre 2007 Mittente del comunicato : Borsa Italiana Societa' oggetto : dell'avviso Oggetto : Modifiche alle Istruzioni al Regolamento IDEM: Theoretical Fair Value (TFV)/Amendments

Dettagli

Valvole a sfera INOX

Valvole a sfera INOX Valvole a sfera INOX Pag. Note sulla Direttiva 94/9/EC-ATEX 2.2 2 pezzi FF a passaggio totale SF2 SF2T comando a leva basic 2.3 3 pezzi FF e SW SF3T 2.4 Wafer SFW 2.5 3vie FF SFMV 2.6 Split body SFSB 2.7

Dettagli

AVVISO n.14114 08 Settembre 2009

AVVISO n.14114 08 Settembre 2009 AVVISO n.14114 08 Settembre 2009 Mittente del comunicato : Borsa Italiana Societa' oggetto : dell'avviso Oggetto : Modifiche alle Istruzioni: Codice di Autodisciplina/Amendemnts to the Instructions: Code

Dettagli

Sistema di conduzione

Sistema di conduzione Catalogo/listino Catalogue/Price List L02-281/2 QULITY FOR PLUMING Sistema di conduzione Pipes and fittings for gas conveyance Installazione: Installation: grande velocità rispetto ai sistemi tradizionali

Dettagli

IP TV and Internet TV

IP TV and Internet TV IP TV e Internet TV Pag. 1 IP TV and Internet TV IP TV e Internet TV Pag. 2 IP TV and Internet TV IPTV (Internet Protocol Television) is the service provided by a system for the distribution of digital

Dettagli

Mod. 1067 INTERFACCIA USB/KEY USB/KEY INTERFACE. Sch./Ref.1067/003

Mod. 1067 INTERFACCIA USB/KEY USB/KEY INTERFACE. Sch./Ref.1067/003 Mod. 1067 DS1067-019 LBT8388 INTERFACCIA USB/KEY USB/KEY INTERFACE Sch./Ref.1067/003 ITALIANO DESCRIZIONE GENERALE L interfaccia 1067/003 consente di collegare alla Centrale 1067/032 o 1067/042 (ver. 2.00

Dettagli

Prova finale di Ingegneria del software

Prova finale di Ingegneria del software Prova finale di Ingegneria del software Scaglione: Prof. San Pietro Andrea Romanoni: Francesco Visin: andrea.romanoni@polimi.it francesco.visin@polimi.it Italiano 2 Scaglioni di voto Scaglioni di voto

Dettagli

up date basic medium plus UPDATE

up date basic medium plus UPDATE up date basic medium plus UPDATE Se si potesse racchiudere il senso del XXI secolo in una parola, questa sarebbe AGGIORNAMENTO, continuo, costante, veloce. Con UpDate abbiamo connesso questa parola all

Dettagli

T H O R A F L Y. Sistemi di drenaggio toracico Thoracic drainage systems. Catalogo 2009 - Catalogue 2009 GRUPPO C GROUP C

T H O R A F L Y. Sistemi di drenaggio toracico Thoracic drainage systems. Catalogo 2009 - Catalogue 2009 GRUPPO C GROUP C T H O R A F L Y Sistemi di drenaggio toracico Thoracic drainage systems Catalogo 2009 - Catalogue 2009 GRUPPO C GROUP C SOMMARIO GRUPPO C (SUMMARY C GROUP) 1/C II SISTEMI DI DRENAGGIO TORACICO COMPLETI

Dettagli

COLLARI CLAMPS. Serie Standard Standard Series. Serie Doppia Tipo CF Double Series Tipe CF. Serie Standard Tipo CTG Standard Series Type CTG

COLLARI CLAMPS. Serie Standard Standard Series. Serie Doppia Tipo CF Double Series Tipe CF. Serie Standard Tipo CTG Standard Series Type CTG La praticità di montaggio, la versatilitàdi impiego, le innumerevoli combinazioni, la vasta gamma di produzione, il basso costo di istallazione, fanno del collare Alfa Tecnica un elemento indispensabile

Dettagli

LABORATORIO CHIMICO CAMERA DI COMMERCIO TORINO

LABORATORIO CHIMICO CAMERA DI COMMERCIO TORINO LABORATORIO CHIMICO CAMERA DI COMMERCIO TORINO Azienda Speciale della Camera di commercio di Torino clelia.lombardi@lab-to.camcom.it Criteri microbiologici nei processi produttivi della ristorazione: verifica

Dettagli

PRESENTAZIONE AZIENDALE ATTIVITA E SERVIZI TECNOLOGIE PERSONALE OBIETTIVI ESPERIENZE

PRESENTAZIONE AZIENDALE ATTIVITA E SERVIZI TECNOLOGIE PERSONALE OBIETTIVI ESPERIENZE PRESENTAZIONE AZIENDALE ABOUT US ATTIVITA E SERVIZI ACTIVITY AND SERVICES TECNOLOGIE TECHNOLOGIES PERSONALE TEAM OBIETTIVI OBJECTIVI ESPERIENZE PRESENTAZIONE AZIENDALE B&G s.r.l. è una società di progettazione

Dettagli

Microscopi digitali con Tablet PC B-190TB

Microscopi digitali con Tablet PC B-190TB Microscopi digitali con Tablet PC B-190TB La serie B-190 è il risultato di una perfetta fusione tra anni di esperienza nel settore microscopia e uno studio di design raffinato. Questa serie rappresenta

Dettagli

Dogma F8 Disk Dogma F8 Disk is disk brake version of Dogma F8. Dogma F8 Disk è la versione con freno a disco del Dogma F8.

Dogma F8 Disk Dogma F8 Disk is disk brake version of Dogma F8. Dogma F8 Disk è la versione con freno a disco del Dogma F8. Dogma F8 Disk è la versione con freno a disco del Dogma F8. Le caratteristiche principali sono tutte invariate: abbiamo mantenuto le stesse geometrie ed il materiale, la rigidezza e l aerodinamica. Il

Dettagli

Learning session: costruiamo insieme un modello per una campagna di marketing

Learning session: costruiamo insieme un modello per una campagna di marketing Learning session: costruiamo insieme un modello per una campagna di marketing Roberto Butinar Cristiano Dal Farra Danilo Selva 1 Agenda Panoramica sulla metodologia CRISP-DM (CRoss-Industry Standard Process

Dettagli

I T A L I A N ITG 090

I T A L I A N ITG 090 I T A L I A N ITG 090 I T A L I A N Duty table ITG 090 - Tavola delle prestazioni ITG 090 DIFFERENZE DI TIRO (Kg) - OUT OF BALANCE LOADS (Kg) POTENZA POWER 1,1 Kw MOTORE 1500 (giri/min.) MOTOR 1500 (r.p.m.)

Dettagli

ENVIRONMENTAL CONTROL & LEAK DETECTION SYSTEM

ENVIRONMENTAL CONTROL & LEAK DETECTION SYSTEM ENVIRONMENTAL CONTROL & LEAK DETECTION SYSTEM YEAR: 2011 CUSTOMER: THE PROJECT Il Progetto S.E.I.C. developed the Environmental Control & Leak Detection System (ecolds) for Ferrera - Cremona Pipeline which

Dettagli

Macchine ad Impatto Impact machines

Macchine ad Impatto Impact machines Macchine ad Impatto Impact machines Macchine ad impatto S6 S5 S4 Queste macchine sono idonee per marcare, rivettare, ribadire, cianfrinare, numerare, fustellare, tranciare ecc. ed in tutte quelle operazioni

Dettagli

star Antighiaccio - Antifrost PATENT PENDING

star Antighiaccio - Antifrost PATENT PENDING Antighiaccio - Antifrost il rubinetto d erogazione a sfera ha riscosso un successo a livello internazionale grazie agli indubbi vantaggi tecnici qualitativi proposti rispetto ai modelli tradizionali. Successo

Dettagli

Pezzi da ritagliare, modellare e incollare nell ordine numerico indicato.

Pezzi da ritagliare, modellare e incollare nell ordine numerico indicato. La nuova Treddì Paper è un prodotto assolutamente innovativo rispetto ai classici Kit per il découpage 3D. Mentre i classici prodotti in commercio sono realizzati in cartoncino, la Treddì è in carta di

Dettagli

INDICE nuovi prodotti abbigliamento pelletteria new products clothing leather

INDICE nuovi prodotti abbigliamento pelletteria new products clothing leather Catalogo generale Le chiusure, sono presenti sul mercato della pelletteria dalla nascita del prodotto e sono contraddistinte dalla famosa scatola marrone. Il marchio e la qualità, non necessitano di particolare

Dettagli

RED RESOURCES ENGINEERING DESIGN

RED RESOURCES ENGINEERING DESIGN RED RESOURCES ENGINEERING DESIGN Per affrontare al meglio le problematiche relative al settore delle costruzioni, abbiamo ritenuto più sicura e affidabile la soluzione di costituire un consorzio stabile

Dettagli

monitoraggio odorizzazione odorization monitor

monitoraggio odorizzazione odorization monitor monitoraggio odorizzazione odorization monitor EDOR monitoraggio odorizzazione Applicazione EDOR è il nuovo sensore per il monitoraggio del tasso di odorizzazione del gas naturale, utilizzato come stazione

Dettagli