Data Giovedì 18 Ottobre Firenze (Hotel Londra - Via Jacopo da Diacceto, 16/20 - a 150 mt dalla Stazione S. Maria Novella)

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Data Giovedì 18 Ottobre Firenze (Hotel Londra - Via Jacopo da Diacceto, 16/20 - a 150 mt dalla Stazione S. Maria Novella)"

Transcript

1 1 Data Giovedì 18 Ottobre 2012 Orario / Firenze (Hotel Londra - Via Jacopo da Diacceto, 16/20 - a 150 mt dalla Stazione S. Maria Novella) LA RIFORMA IN TOSCANA, DELLA DISCIPLINA DEL PAESAGGIO ED IL RILASCIO DELL AUTORIZZAZIONE PAESAGGISTICA, ALLA LUCE DELLE RECENTI MODIFICHE. Il corso è aggiornato con le modifiche apportate dal decreto sviluppo e con le recenti novità del D.L. 83 del , convertito nella legge n Relatore: Claudio BELCARI Funzionario responsabile con funzioni Dirigenziali, del Servizio Sportello Unico EDILIZIA e S.U.A.P. di Comune. DESTINATARI: Responsabili e loro collaboratori degli uffici Edilizia Privata, Suap, Urbanistica, Ambiente, Polizia Municipale, ecc. di Enti Locali. Liberi professionisti operanti nel settore edilizio-urbanistico (geometri, periti, architetti, ingegneri, notai, avvocati, ecc.). OBIETTIVI: Fornire un quadro complessivo della materia paesaggistica con particolare riferimento al rilascio dell autorizzazione paesaggistica, a seguito delle sostanziali modifiche intervenute recentemente, al fine di consentire agli operatori del settore, pubblici e privati, un utile orientamento, sotto il profilo concreto, pratico ed operativo, per svolgere al meglio il proprio ruolo e le proprie funzioni. Ai partecipanti saranno consegnate le slides del corso, inoltre su memoria mobile, sarà consegnato un archivio di dottrina e giurisprudenza recente, in materia urbanistico-edilizia, suddivisa per specifici argomenti in ordine alfabetico. PROGRAMMA: INTRODUZIONE GENERALE Principi giuridici su cui si fonda l attività della Pubblica Amministrazione e ripartizioni di competenze fra Stato, Regioni, Province e Comuni, in relazione ai principi dell ordinamento (concorrenza-sussidiarità-adeguatezza-differenziazione). Il diritto comunitario. I principi generali di interpretazione di una normativa di legge

2 2 interpretazione letterale ai sensi dell art. 12 delle preleggi, logica ratio-legis, dottrinale e giurisprudenziale, analogica, sistematica, teologica. I VINCOLI URBANISTICI L incidenza dei vincoli urbanistici sui titoli edilizi Principio della cumulabilità del reato penale in caso di abuso edilizio in area a vincolo, tipi e categorie (conformativi ed espropriativi; di pianificazione comunali e sovraordinati; assoluti e relativi). La decadenza dei vincoli espropriativi, la disciplina delle aree non pianificate. IL CODICE DEI BENI CULTURALI ED AMBIENTALI La gerarchia ed i rapporti fra i diversi profili (edilizio-urbanistico, paesaggistico, energie rinnovabili e sismica) che incidono sulla conformità delle opere edilizie. Considerazioni. Le competenze legislative in materia di paesaggio. Fonti: Comunità europea (convenzione europea del paesaggio), Stato (Codice dei Beni Culturali e del Paesaggio, D.P.C.M. 12/12/2005, la L. n 106/2011), Regione L.R. 62/2008 a modifica della L.R. 1/2005. Il rapporto fra la materia di tutela del paesaggio e la pianificazione urbanistica-edilizia afferente al Governo del Territorio. Diversità di interessi tutelati, di disciplina e di definizioni tecniche esempio di volume. L art. 9 della costituzione la sentenza della Corte Costituzionale n 367/2007. Il protocollo d intesa fra il Ministero dei Beni culturali e la Regione Toscana del , integrato in data Gli elementi che caratterizzano il paesaggio gli elementi naturali ed antropici. Normativa vigente che definisce il paesaggio convenzione europea del paesaggio, il Codice dei Beni Culturali e del Paesaggio, la L.R. n 1/2005 e ss.mm.ii., il Piano di Indirizzo Territoriale della Regione, il Piano Territoriale di Coordinamento della Provincia, la pianificazione comunale. Il Codice dei Beni Culturali e del Paesaggio, tipologia di vincoli Il vincolo storicomonumentale sugli immobili e la procedura autorizzativa ed il vincolo paesaggistico. Diversi modi di istituzione del vincolo paesaggistico. La possibilità del Ministero compente, di avviare la procedura di apposizione di vincolo paesaggistico, con apposito decreto su lavori in corso, legittimamente autorizzati sotto il profilo del Governo del Territorio (urbanistico ed edilizio) Atti comunali da intraprendere. LE RECENTI NOVITA IN MATERIA DI AUTORIZZAZIONE PAESAGGISTICA La delega delle funzioni in materia paesaggistica La riforma della L.R. n 1/2005 in materia paesaggistica, con particolare riferimento alla L.R. n 62/2008. La L.R. 1/2005 e ss.mm.ii. Le rilevanti novità introdotte dalla L. n 106/2011 (conversione del decreto sviluppo), in materia paesaggistica. L efficacia dell autorizzazione, il preavviso di diniego, la motivata proposta del comune, il silenzio assenso. L AUTORIZZAZIONE PAESAGGISTICA. L autorizzazione paesaggistica: natura del titolo paesaggistico e relazione con le procedure urbanistiche ed i titoli edilizi.

3 3 La presentazione dell istanza di autorizzazione paesaggistica, con particolare riferimento alla relazione paesaggistica ordinaria o semplificata rapporto con i titoli edilizi. L iter burocratico di rilascio dell autorizzazione paesaggistica, ai sensi dell art. 146 del Codice dei beni Culturali e del Paesaggio. Termine di validità dell autorizzazione paesaggistica. Le funzioni della Commissione Locale per il Paesaggio e del responsabile del procedimento, in materia di rilascio dell autorizzazione paesaggistica la proposta valutativa dell Amministrazione Comunale, alla Soprintendenza. Caso di valutazione negativa dell intervento, da parte del Comune modalità ed adempimenti. Il giudizio di legittimità e di merito della Soprintendenza carattere vincolante per il Comune. I tempi di rilascio. La struttura organizzativa delle Soprintendenze in Toscana. Caso di inerzia o inadempimento della Soprintendenza, conferenza dei servizi, il silenzio devolutivo. L autonomia dell autorizzazione paesaggistica in rapporto ai titoli edilizi ed il coordinamento con gli stessi. Il procedimento semplificato di autorizzazione paesaggistica, ai sensi del D.P.R. 139/2010 le differenze dal procedimento ordinario. Analisi nel dettaglio, sotto il profilo pratico-operativo, della modulistica da utilizzare nell espletamento dell iter di rilascio dell autorizzazione paesaggistica. Il Diniego al rilascio dell autorizzazione paesaggistica, dopo le modifiche della L. 106/2011, la competenza e le modalità di comunicazione del preavviso di diniego, ai sensi dell art. 10 bis della L.R. n 241/1990 e ss.mm.ii. ed il successivo atto di diniego. Gli interventi non sottoposti al rilascio dell autorizzazione paesaggistica ai sensi dell art. 149 del Codice dei Beni Culturali e del Paesaggio presupposti per la verifica. Caso particolare di esclusione per l installazione di pannelli fotovoltaici, limitatamente a determinati ambiti. Relazione fra gli interventi rientranti nell attività edilizia libera e la tutela del paesaggio. La variante in corso d opera, rapporto procedurale con i titoli edilizi. L ABUSO EDILIZIO PAESAGGISTICO L opera realizzata in assenza di titolo edilizio e paesaggistico o non conforme ad esso. Il concetto di abuso edilizio - Profilo pubblicistico e privatistico delle opere edilizie. Possibili punti di interferenza e di contatto fra il profilo pubblicistico e privatistico del titolo edilizio l avente titolo ed il diritto condominiale. I vari profili giuridici che riguardano gli immobili - La conformità urbanisticoedilizia, la commerciabilità degli immobili e la sanzionabilità di opere prive di titolo l uso e l utilizzabilità a fini abitativi La verifica della conformità urbanistico-edilizia di opere datate e prive di titoli edilizi - La La sentenza del T.A.R. Toscana n 92/2009 del il quadro normativo generale cui va riferita la conformità urbanistico edilizia. L iter procedimentale dell accertamento e contestazione dell abuso edilizio di competenza del comune - Casistiche dalle quali scaturisce e si avvia una procedura in materia di abusivismo edilizio. Le segnalazioni dei privati - Gli accertamenti d ufficio - Le autodenunce. Profilo penale ed amministrativo dell abuso edilizio. Modalità di estinzione del reato penale la prescrizione estintiva. Casi di non estinzione. Giurisprudenza.

4 4 LE DIVERSE TIPOLOGIE DI VIOLAZIONI EDILIZIE E LE RELATIVE PROCEDURE SANZIONATORIE Tipologia sanzioni. Le principali novità introdotte dalla L.R. 40/2011 a modifica della L.R. 1/2005. L iter procedimentale per l individuazione della tipologia di sanzione cui risulta sottoposta un opera edilizia abusiva. La lottizzazione abusiva (negoziale e materiale). Interventi eseguiti in assenza di permesso di costruire, in totale difformità o con variazioni essenziali ART. 132 L.R. 1/2005. Il dimensionamento dell area di sedime oggetto di confisca. Interventi di ristrutturazione edilizia eseguiti in assenza di S.C.I.A. o in totale difformità ART. 134 L.R. 1/2005. Interventi eseguiti in parziale difformità dal permesso di costruire ART. 139 L.R. 1/2005. Interventi eseguiti in assenza di S.C.I.A. ART. 135 DELLA L.R. 1/2005. Interventi di attività di edilizia libera realizzati in difformità dalle norme urbanistiche ART. 135 BIS L.R. 1/2005. Regolarizzazione della S.C.I.A. o mancata dichiarazione attinente a variazioni catastali ART. 137 L.R. 1/2005. Il cambio di destinazione d uso senza opere, eseguito in assenza di titolo. Le conseguenze penali - la disciplina dell art. 181 del Codice dei Beni Culturali e del Paesaggio. Il ravvedimento operoso e l estinzione del reato penale. I casi di non estinzione del reato penale anche nel caso di rilascio di sanatoria paesaggistica. L adozione dell ordinanza di rimessa in pristino, contenuto e modalità. LA SANATORIA PAESAGGISTICA L ACCERTAMENTO DI COMPATIBILITA PAESAGGISTICA L accertamento della compatibilità paesaggistica ai sensi dell art. 167 del Codice dei Beni Culturali e del Paesaggio. La definizione di superficie utile o volume ai fini paesaggistici secondo la giurisprudenza. La circolare del Ministero per i Beni e le Attività culturali n 33 del La Nota dell ufficio legislativo del Ministero per i Beni Culturali e le Attività Culturali del La recentissima nota del dell ufficio legislativo del Ministero per i Beni e le Attività Culturali - Conteggio della sanzione pecuniaria il D.M. 26/09/1997 Profilo penale del reato in materia di paesaggio, diversità da quello edilizio. La cumulabilità dei reati. Il rilascio della sanatoria con la realizzazione di opere di adeguamento-presupposti e modalità procedurali. La possibilità di ottenere la sanatoria limitatamente al profilo edilizio, nei casi di impossibilità sotto il profilo paesaggistico. La procedura per il rilascio dell autorizzazione paesaggistica in sanatoria. L applicazione della relativa sanzione amministrativa. Orientamenti giurisprudenziali sull argomento. LA PROCEDURA SANZIONATORIA NEL CASO DI AUTORIZZAZIONE PAESAGGISTICA ILLEGITTIMA L annullamento d ufficio dell autorizzazione paesaggistica in sanatoria nell esercizio del potere di autotutela dell Amministrazione Comunale normativa di riferimento, presupposti, procedure giurisprudenza. Le verifiche da effettuare ai sensi, dell art. 21 nonies della L.. n. 241/1990 e ss.mm.ii., della dottrina e della giurisprudenza, per l annullamento d ufficio del titolo edilizio. La dimostrazione dell illegittimità del titolo edilizio. La valutazione del potere facoltativo di annullamento. Le ragioni di interesse pubblico all annullamento del titolo. I termini ragionevoli entro i quali può avvenire l annullamento. La valutazione degli interessi dei destinatari, dei controinteressati, dell organo che lo ha emanato o altro organo previsto dalla legge. Aspetti procedurali

5 5 dell atto di annullamento la motivazione, l avvio del procedimento, il rispetto del principio del contrarius actus. La parte finale sarà dedicata all analisi dei quesiti dei partecipanti, i quali potranno far pervenire alla Segreteria Organizzativa almeno una settimana prima della data di svolgimento del seminario domande formulate in maniera sintetica ed attinenti il programma promosso.

Seminario di formazione settembre 2012 (orario 09,00-12,30) Hotel Repubblica Marinara -Via Matteucci 81 - PISA

Seminario di formazione settembre 2012 (orario 09,00-12,30) Hotel Repubblica Marinara -Via Matteucci 81 - PISA Seminario di formazione 11-12 settembre 2012 (orario 09,00-12,30) Hotel Repubblica Marinara -Via Matteucci 81 - PISA LA RIFORMA DEI TITOLI EDILIZI NELLA VIGENTE LEGISLAZIONE DELLA REGIONE TOSCANA, ALLA

Dettagli

L ABUSO EDILIZIO, LE PROCEDURE SANZIONATORIE E LA REGOLARIZZAZIONE DI OPERE EDILIZIE GIA REALIZZATE

L ABUSO EDILIZIO, LE PROCEDURE SANZIONATORIE E LA REGOLARIZZAZIONE DI OPERE EDILIZIE GIA REALIZZATE Data 19/05/2017 Dalle ore 15 alle ore 19 sede di svolgimento: HOTEL MINERVA Via Fiorentina n.4 Arezzo L ABUSO EDILIZIO, LE PROCEDURE SANZIONATORIE E LA REGOLARIZZAZIONE DI OPERE EDILIZIE GIA REALIZZATE

Dettagli

Organizzazione: ORDINE DEGLI ARCHITETTI DI LIVORNO E ASSOCIAZIONE ARCHITETTI ELBANI. Data 16/11/2015

Organizzazione: ORDINE DEGLI ARCHITETTI DI LIVORNO E ASSOCIAZIONE ARCHITETTI ELBANI. Data 16/11/2015 1 Organizzazione: ORDINE DEGLI ARCHITETTI DI LIVORNO E ASSOCIAZIONE ARCHITETTI ELBANI Data 16/11/2015 Dalle ore 9,00 alle ore 14,00 pausa coffee break incluso Località: Sala Polifunzionale De Laugier Salita

Dettagli

SEMINARIO TECNICO IN MATERIA URBANISTICAM EDILIZIA E PAESAGGISTICA

SEMINARIO TECNICO IN MATERIA URBANISTICAM EDILIZIA E PAESAGGISTICA SEMINARIO TECNICO IN MATERIA URBANISTICAM EDILIZIA E PAESAGGISTICA LA NORMATIVA PAESAGGISTICA DOPO L ENTRATA IN VIGORE DEL PIANO PAESAGGISTICO REGIONALE, DELLA L.R. 65/2014 E DELLA L. 124/2015. IL RILASCIO

Dettagli

Seminario in materia urbanistico-edilizia e paesaggistica

Seminario in materia urbanistico-edilizia e paesaggistica Seminario in materia urbanistico-edilizia e paesaggistica Giovedì 31 gennaio 2013 ore 14,30-18,30 Giovedì 7 febbraio 2013 ore 14,30-18,30 Presso Sede Ente Livornese Cassa Edile Via Piemonte n. 62 b Livorno

Dettagli

Seminario in materia urbanistico-edilizia e paesaggistica

Seminario in materia urbanistico-edilizia e paesaggistica Seminario in materia urbanistico-edilizia e paesaggistica Date di svolgimento 30/05/2013 e 06/06/2013 Orario 15.00 19.00 Relatore : Claudio Belcari Funzionario responsabile, con funzioni dirigenziali del

Dettagli

SEMINARIO IN MATERIA URBANISTICO-EDILIZIA E PAESAGGISTICA. Date di svolgimento: e Orario:

SEMINARIO IN MATERIA URBANISTICO-EDILIZIA E PAESAGGISTICA. Date di svolgimento: e Orario: Tel. 328-7468933/348-7130501 - Fax 050-502560 e-mail: segreteria@appi-pisa.it C.F. e P.Iva 01972430506 SEMINARIO IN MATERIA URBANISTICO-EDILIZIA E PAESAGGISTICA Date di svolgimento: 26.06.2013 e 03.07.2013

Dettagli

ORDINE INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI PISA organizza. Seminario in materia urbanistico-edilizia e paesaggistica

ORDINE INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI PISA organizza. Seminario in materia urbanistico-edilizia e paesaggistica ORDINE INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI PISA organizza Seminario in materia urbanistico-edilizia e paesaggistica La L.R.T. n 65/2014 e la L. n. 164/2014 c.d. SBLOCCA-ITALIA Il nuovo quadro normativo in Toscana

Dettagli

Enrico AMANTE. Claudio BELCARI. Lorenzo PAOLI

Enrico AMANTE. Claudio BELCARI. Lorenzo PAOLI Relatori: Enrico AMANTE Avvocato del Foro di Firenze, consulente A.N.C.I. Toscana e presidente I.N.U. sezione Toscana Claudio BELCARI Funzionario con responsabilità dirigenziali del S.U.E. e S.U.A.P. del

Dettagli

SEMINARIO IN MATERIA URBANISTICO-EDILIZIA E PAESAGGISTICA. Data di svolgimento: Orario: LA LEGGE DEL FARE

SEMINARIO IN MATERIA URBANISTICO-EDILIZIA E PAESAGGISTICA. Data di svolgimento: Orario: LA LEGGE DEL FARE Tel. 328-7468933/348-7130501 - Fax 050-502560 e-mail: segreteria@appi-pisa.it C.F. e P.Iva 01972430506 SEMINARIO IN MATERIA URBANISTICO-EDILIZIA E PAESAGGISTICA Data di svolgimento: 15.11.2013 Orario:

Dettagli

IL PROCEDIMENTO SANZIONATORIO

IL PROCEDIMENTO SANZIONATORIO SOMMARIO Introduzione... XV PARTE PRIMA LAVIGILANZA CAPITOLO 1 ISOGGETTI di NICOLA CENTOFANTI 1. Il potere di vigilanza del comune... 3 1.1. I poteri di vigilanza del dirigente o del responsabile del procedimento...

Dettagli

Illeciti, sanzioni edilizie, sanatoria

Illeciti, sanzioni edilizie, sanatoria Illeciti, sanzioni edilizie, sanatoria Parte prima Gli illeciti e le sanzioni I soggetti responsabili degli abusi Art. 29, dpr 380/2001 (TUE): titolare del permesso di costruire, committente, costruttore:

Dettagli

INDICE CAPITOLO I EVOLUZIONE NORMATIVA DELLA DISCIPLINA URBANISTICA E PRINCIPI GENERALI. 1. Premessa Cenni sull evoluzione normativa...

INDICE CAPITOLO I EVOLUZIONE NORMATIVA DELLA DISCIPLINA URBANISTICA E PRINCIPI GENERALI. 1. Premessa Cenni sull evoluzione normativa... Premessa........................................... V CAPITOLO I EVOLUZIONE NORMATIVA DELLA DISCIPLINA URBANISTICA E PRINCIPI GENERALI 1. Premessa........................................ 1 1.1. Cenni sull

Dettagli

Seminario in materia urbanistico-edilizia e paesaggistica. Date di svolgimento: e 21 Aprile Orario dalle ore 14,30 alle ore 19,00

Seminario in materia urbanistico-edilizia e paesaggistica. Date di svolgimento: e 21 Aprile Orario dalle ore 14,30 alle ore 19,00 Organizzazione: Seminario in materia urbanistico-edilizia e paesaggistica Date di svolgimento: 10-14 e 21 Aprile 2015 Orario dalle ore 14,30 alle ore 19,00 Presso: Cinema Moderno Via Vittorio Emanuele

Dettagli

EVOLUZIONE NORMATIVA DELLA DISCIPLINA URBANISTICA E PRINCIPI GENERALI

EVOLUZIONE NORMATIVA DELLA DISCIPLINA URBANISTICA E PRINCIPI GENERALI Premessa... V CAPITOLO I EVOLUZIONE NORMATIVA DELLA DISCIPLINA URBANISTICA E PRINCIPI GENERALI 1. Premessa... 1 1.1. Cenni sull evoluzione normativa... 1 1.2. Il Testo Unico.... 3 1.3. La legge 443/2001...

Dettagli

INDICE SOMMARIO CAPITOLO 1

INDICE SOMMARIO CAPITOLO 1 SOMMARIO CAPITOLO 1 EVOLUZIONE NORMATIVA DELLA DISCIPLINA UR- BANISTICA E PRINCIPI GENERALI 1. Premessa... 1 2. Cenni sull evoluzione normativa... 2 3. Il testo unico... 3 4. La legge n. 443/2001... 5

Dettagli

INDICE. Schemi. Prefazione... p. XV

INDICE. Schemi. Prefazione... p. XV Prefazione... Schemi p. XV 1 La nozione di procedimento amministrativo... 3 2A I principi generali del procedimento amministrativo (art. 1)... 4 2B I principi sovranazionali... 5 2C I principi della C.E.D.U....

Dettagli

SEMINARIO IN MATERIA URBANISTICO-EDILIZIA E PAESAGGISTICA. Data di svolgimento: Orario:

SEMINARIO IN MATERIA URBANISTICO-EDILIZIA E PAESAGGISTICA. Data di svolgimento: Orario: Tel. 328-7468933/348-7130501 - Fax 050-502560 e-mail: segreteria@appi-pisa.it C.F. e P.Iva 01972430506 SEMINARIO IN MATERIA URBANISTICO-EDILIZIA E PAESAGGISTICA Data di svolgimento: 25.05.2015 Orario:

Dettagli

FUNZIONIGRAMMA E PROCEDIMENTI COMUNE DI STAZZEMA AREA TECNICA E DELL INNOVAZIONE TECNOCLOGIA SETTORE URBANISTICA ED EDILIZIA PRIVATA

FUNZIONIGRAMMA E PROCEDIMENTI COMUNE DI STAZZEMA AREA TECNICA E DELL INNOVAZIONE TECNOCLOGIA SETTORE URBANISTICA ED EDILIZIA PRIVATA FUNZIONIGRAMMA E PROCEDIMENTI COMUNE DI STAZZEMA AREA TECNICA E DELL INNOVAZIONE TECNOCLOGIA SETTORE URBANISTICA ED EDILIZIA PRIVATA RESPONSABILE Geom. Simone Lorenzi Tel. +39 0584.775208 Mail: lorenzisimone@comune.stazzema.lu.it

Dettagli

OGGETTO: Modifiche al Codice dei beni culturali e del paesaggio ( D.Leg.vo 42/2004). Obbligo della relazione paesaggistica dal 31/7/2006

OGGETTO: Modifiche al Codice dei beni culturali e del paesaggio ( D.Leg.vo 42/2004). Obbligo della relazione paesaggistica dal 31/7/2006 Prot. Gen. 231199 del 6/9/2006 OGGETTO: Modifiche al Codice dei beni culturali Data : Pag. 1 di 5 A tutto il Personale del Settore E,pc. Al Punto Informazione Professionisti LL.SS Il Decreto Legislativo

Dettagli

Adempimenti specifici dell ufficio Edilizia Privata e Urbanistica

Adempimenti specifici dell ufficio Edilizia Privata e Urbanistica UNITA' ORGANIZZATIVA RESPONSABILE ; Servizio Urbanistica, Edilizia Privata e Lavori Pubblici : Geom. Alessandro Salmoiraghi Tel. 0321/996284 E-mail: tecnico@comune.vapriodagogna.no.it Adempimenti specifici

Dettagli

INIZIO DEL PROCEDIMENTO. Istanza di parte. 30 gg. dalla richiesta di. svincolo. Istanza di parte. Istanza dell'ente interessato.

INIZIO DEL PROCEDIMENTO. Istanza di parte. 30 gg. dalla richiesta di. svincolo. Istanza di parte. Istanza dell'ente interessato. SETTORE URBANISTICA - EDILIZIA PRIVATA SERVIZIO SPORTELLO UNICO PER L'EDILIZIA (ufficio a cui rivolgersi per informazioni) Responsabile: ROSSETTO arch. DANILO tel. 049/9697931 e.mail danilo.rossetto@comune.piazzola.pd.it

Dettagli

INDICE. Capitolo 1 Il molteplice mondo del silenzio della Pubblica Amministrazione

INDICE. Capitolo 1 Il molteplice mondo del silenzio della Pubblica Amministrazione INDICE Capitolo 1 Il molteplice mondo del silenzio della Pubblica Amministrazione 1. I silenzi amministrativi significativi e non significativi...1 1.1. Posizione giuridica del privato dinanzi al silenzio.

Dettagli

ORDINE DEGLI AGRONOMI E FORESTALI DI LIVORNO. in collaborazione con l'ordine degli agronomi e forestali di Pisa, Lucca e Massa Carrara

ORDINE DEGLI AGRONOMI E FORESTALI DI LIVORNO. in collaborazione con l'ordine degli agronomi e forestali di Pisa, Lucca e Massa Carrara ORDINE DEGLI AGRONOMI E FORESTALI DI LIVORNO in collaborazione con l'ordine degli agronomi e forestali di Pisa, Lucca e Massa Carrara e con l'ordine degli agronomi e forestali di La Spezia Seminario in

Dettagli

TAVOLA DI CORRISPONDENZA DEI RIFERIMENTI NORMATIVI DEL TESTO UNICO DELLE DISPOSIZIONI LEGISLATIVE E REGOLAMENTARI IN MATERIA DI EDILIZIA

TAVOLA DI CORRISPONDENZA DEI RIFERIMENTI NORMATIVI DEL TESTO UNICO DELLE DISPOSIZIONI LEGISLATIVE E REGOLAMENTARI IN MATERIA DI EDILIZIA D.P.R. 6 giugno 2001, n. 380 Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia edilizia ALLEGATO (G.U. n. 245 del 20 ottobre 2001, s.o. n. 239) (ripubblicazione sul S.o. n. 246 alla

Dettagli

TESTO UNICO DELL EDILIZIA

TESTO UNICO DELL EDILIZIA TESTO UNICO DELL EDILIZIA Decreto del Presidente della Repubblica 6 giugno 2001, n. 380 Testo aggiornato con le modifiche introdotte da: D.L. 12/09/2014, n. 133 (L. 11/11/2014, n. 164) D.L. 28/03/2014,

Dettagli

COMUNE DI ROVIGO. Settore Urbanistica R E G O L A M E N T O

COMUNE DI ROVIGO. Settore Urbanistica R E G O L A M E N T O COMUNE DI ROVIGO Settore Urbanistica R E G O L A M E N T O Criteri e modalità di calcolo delle sanzioni amministrative pecuniarie e delle somme da corrispondere a titolo di oblazione previste in materia

Dettagli

PUEGNAGO DEL GARDA Provincia di Brescia SERVIZIO URBANISTICA EDILIZIA PRIVATA

PUEGNAGO DEL GARDA Provincia di Brescia SERVIZIO URBANISTICA EDILIZIA PRIVATA PUEGNAGO DEL GARDA Provincia di Brescia SERVIZIO URBANISTICA EDILIZIA PRIVATA N DENOMINAZIONE E OGGETTO ATTIVAZIONE RESSABILE 1 Permesso di costruire 2 Permesso di costruire in sanatoria 3 Denuncia di

Dettagli

Comune di OSTIGLIA (Prov. Di Mantova) REGOLAMENTO. corrispondere a titolo di oblazione previste in materia di abusi edilizi dal D.P.R.

Comune di OSTIGLIA (Prov. Di Mantova) REGOLAMENTO. corrispondere a titolo di oblazione previste in materia di abusi edilizi dal D.P.R. Comune di OSTIGLIA (Prov. Di Mantova) REGOLAMENTO "Criteri e modalità di calcolo delle sanzioni amministrative pecuniarie e delle somme da corrispondere a titolo di oblazione previste in materia di abusi

Dettagli

ISBN:

ISBN: Abusi edilizi e titoli abilitativi in sanatoria Contenuti: - Schede operative - Casi e Questioni - Normativa - Riferimenti regionali - Formulario ISBN: 978-88-6219-265-1 Abusi edilizi e titoli abilitativi

Dettagli

SETTORE TECNICO - UFFICIO EDILIZIA PRIVATA E URBANISTICA

SETTORE TECNICO - UFFICIO EDILIZIA PRIVATA E URBANISTICA SETTORE TECNICO - UFFICIO EDILIZIA PRIVATA E URBANISTICA Procedimento Unità organizzativa responsabile istruttoria Breve descrizione procedimenti Normativa Dove ottenere le informazioni Per i procedimenti

Dettagli

COMUNE DI CASTELGUGLIELMO UFFICIO TECNICO

COMUNE DI CASTELGUGLIELMO UFFICIO TECNICO COMUNE DI CASTELGUGLIELMO UFFICIO TECNICO R E G O L A M E N T O Criteri e modalità di calcolo delle sanzioni amministrative pecuniarie e delle somme da corrispondere a titolo di oblazione previste in materia

Dettagli

L autorizzazione paesaggistica. Berbenno 28 settembre 2006 arch. Maria Grazia De Giorgio

L autorizzazione paesaggistica. Berbenno 28 settembre 2006 arch. Maria Grazia De Giorgio L autorizzazione paesaggistica Berbenno 28 settembre 2006 arch. Maria Grazia De Giorgio COSA PROTEGGIAMO? Il Paesaggio è una parte omogenea di territorio i cui caratteri derivano dalla natura, dalla storia

Dettagli

Settore Trasformazione Urbana e Qualità Edilizia

Settore Trasformazione Urbana e Qualità Edilizia Settore Trasformazione Urbana e Qualità Edilizia Modena, 4/03/2010 Protocollo generale n. 28296/2010 DO/do A tutto il personale del Settore Trasformazione Urbana e Qualità Edilizia Agli Ordini e Collegi

Dettagli

REGOLAMENTO REGIONALE n 64/R unificazione dei parametri urbanistici ed edilizi e definizioni tecniche in materia di governo del territorio

REGOLAMENTO REGIONALE n 64/R unificazione dei parametri urbanistici ed edilizi e definizioni tecniche in materia di governo del territorio 1 COLLEGIO GEOMETRI E LAUREATI DELLA PROVINCIA DI MASSA CARRARA Data 19/12/2016 Dalle ore 15,00 alle ore 19,00 Luogo di svolgimento: Castello di Terrarossa, Via Nazionale Cisa 22 54016 Terrarossa (MS)

Dettagli

DPR 380/01 E SUE SUCCESSIVE MODIFICHE ED NTEGRAZIONI

DPR 380/01 E SUE SUCCESSIVE MODIFICHE ED NTEGRAZIONI TESTO UNICO PER L EDILIZIA DPR 380/01 E SUE SUCCESSIVE MODIFICHE ED NTEGRAZIONI PARTE I Attività edilizia TITOLO I - Disposizioni generali Capo I - Attività edilizia Art. 1 (L) - Ambito di applicazione

Dettagli

Comune di Saletto Provincia di Padova REGOLAMENTO COMUNALE SANZIONI AMMINISTRATIVE PECUNIARIE E OBLAZIONI PER ABUSI EDILIZI.

Comune di Saletto Provincia di Padova REGOLAMENTO COMUNALE SANZIONI AMMINISTRATIVE PECUNIARIE E OBLAZIONI PER ABUSI EDILIZI. Comune di Saletto Provincia di Padova --ooooo ooooo-- REGOLAMENTO COMUNALE CRITERI E MODALITA DI CALCOLO DELLE SANZIONI AMMINISTRATIVE PECUNIARIE E DELLE SOMME DA CORRISPONDERE A TITOLO DI OBLAZIONE PREVISTE

Dettagli

Abusi edilizi. Abusi edilizi. segnalato da: Daniele Rallo. pagine: 2199 = equivalenti a 3738 pagine in formato libro. prezzo pieno : 45,00 1 / 9

Abusi edilizi. Abusi edilizi. segnalato da: Daniele Rallo. pagine: 2199 = equivalenti a 3738 pagine in formato libro. prezzo pieno : 45,00 1 / 9 Abusi edilizi segnalato da: Daniele Rallo Raccolta, organizzata in una dettagliata classificazione tematica, di massime giu pagine: 2199 = equivalenti a 3738 pagine in formato libro prezzo pieno : 45,00

Dettagli

PROGRAMMA DEL CORSO DI ALTA SPECIALIZZAZIONE GESTIONE DELLE ISTANZE DI CONDONO EDILIZIO MASTER EXECUTIVE GCE

PROGRAMMA DEL CORSO DI ALTA SPECIALIZZAZIONE GESTIONE DELLE ISTANZE DI CONDONO EDILIZIO MASTER EXECUTIVE GCE PROGRAMMA DEL CORSO DI ALTA SPECIALIZZAZIONE Allegato 2 GESTIONE DELLE ISTANZE DI CONDONO EDILIZIO MASTER EXECUTIVE GCE MODULO A: URBANISTICA E PRATICHE EDILIZIE Cenni generali sul quadro normativo in

Dettagli

ISBN:

ISBN: Il Permesso di costruire e la S.C.I.A. sostitutiva Contenuti: - Schede operative - Casi e Questioni - Normativa - Riferimenti regionali - Formulario ISBN: 978-88-6219-271-2 Il Permesso di costruire

Dettagli

TAVOLA DI CORRISPONDENZA DEI RIFERIMENTI NORMATIVI DEL TESTO UNICO DELLE DISPOSIZIONI LEGISLATIVE E REGOLAMENTARI IN MATERIA DI EDILIZIA

TAVOLA DI CORRISPONDENZA DEI RIFERIMENTI NORMATIVI DEL TESTO UNICO DELLE DISPOSIZIONI LEGISLATIVE E REGOLAMENTARI IN MATERIA DI EDILIZIA D.P.R. 6 giugno 2001, n. 380 Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia edilizia ALLEGATO (G.U. n. 245 del 20 ottobre 2001- s.o. n. 239) TAVOLA DI CORRISPONDENZA DEI RIFERIMENTI

Dettagli

INDICE PARTE PRIMA PRINCIPI, FUNZIONI, SOGGETTI. pag. Prefazione alla Sesta edizione. Prefazioni alle precedenti edizioni. Principali abbreviazioni

INDICE PARTE PRIMA PRINCIPI, FUNZIONI, SOGGETTI. pag. Prefazione alla Sesta edizione. Prefazioni alle precedenti edizioni. Principali abbreviazioni INDICE Prefazione alla Sesta edizione Prefazioni alle precedenti edizioni Principali abbreviazioni XIII XV XXV PARTE PRIMA PRINCIPI, FUNZIONI, SOGGETTI CAPITOLO I NOZIONI GENERALI 1. Cosa si intende per

Dettagli

SETTORE EDILIZIA CENTRO DI RESPONSABILITA : COD. 06 SERVIZI: EDILIZIA PRIVATA SUAPE E AMBIENTE INFORMATIVO TERRITORIALE (SIT) AMMINISTRATIVO

SETTORE EDILIZIA CENTRO DI RESPONSABILITA : COD. 06 SERVIZI: EDILIZIA PRIVATA SUAPE E AMBIENTE INFORMATIVO TERRITORIALE (SIT) AMMINISTRATIVO SETTORE EDILIZIA SERVIZI: EDILIZIA PRIVATA SUAPE E AMBIENTE INFORMATIVO TERRITORIALE (SIT) AMMINISTRATIVO CENTRO DI RESPONSABILITA : COD. 06 FUNZIONI DEI SERVIZI SERVIZIO EDILIZIA PRIVATA - Attività di

Dettagli

IL TEMPO DELL AZIONE AMMINISTRATIVA DOPO LE ULTIME RIFORME

IL TEMPO DELL AZIONE AMMINISTRATIVA DOPO LE ULTIME RIFORME SOMMARIO CAPITOLO 1 IL TEMPO DELL AZIONE AMMINISTRATIVA DOPO LE ULTIME RIFORME 1. Il tempo dell azione amministrativa... 1 2. L inerzia della P.A. dopo la legge n. 80/2005: la generalizzazione del silenzio-assenso

Dettagli

ALLEGATO ALLA DELIBERA DI CONSIGLIO COMUNALE N. 29 DEL 28/09/2009 REGOLAMENTO

ALLEGATO ALLA DELIBERA DI CONSIGLIO COMUNALE N. 29 DEL 28/09/2009 REGOLAMENTO ALLEGATO ALLA DELIBERA DI CONSIGLIO COMUNALE N. 29 DEL 28/09/2009 REGOLAMENTO Criteri e modalità di calcolo delle sanzioni amministrative pecuniarie e delle somme da corrispondere a titolo di oblazione

Dettagli

INDICE - SOMMARIO PARTE PRIMA

INDICE - SOMMARIO PARTE PRIMA INDICE - SOMMARIO Prefazione... pag. VII PARTE PRIMA CAPITOLO I IL DIRITTO DELL AMBIENTE 01. - Il diritto dell ambiente in generale... pag. 3 02. - L evoluzione della normativa ambientale...» 7 03. - Il

Dettagli

La Riforma Madia: il nuovo procedimento nei rapporti tra pubbliche amministrazioni e nei rapporti tra amministrazione e privati

La Riforma Madia: il nuovo procedimento nei rapporti tra pubbliche amministrazioni e nei rapporti tra amministrazione e privati Seminario Le misure di semplificazione amministrativa introdotte dalla Legge 124/2015 e dai provvedimenti attuativi La Riforma Madia: il nuovo procedimento nei rapporti tra pubbliche amministrazioni e

Dettagli

Le sanzioni amministrative in ambito sanitario.

Le sanzioni amministrative in ambito sanitario. EVENTO Le sanzioni amministrative in ambito sanitario. Modalità e tecniche dell accertamento e della redazione degli atti della procedura sanzionatoria EDIZIONE UNICA 13 e 14 luglio 2015 Corso riservato

Dettagli

COMUNE DI VAGLIA città metropolitana di FIRENZE

COMUNE DI VAGLIA città metropolitana di FIRENZE 2017 domanda acc. conf. in sanatoria COMUNE DI VAGLIA città metropolitana di FIRENZE marca da bollo. 16,00 timbro protocollo n. pratica AL RESPONSABILE DEL SETTORE EDILIZIA PRIVATA del COMUNE DI VAGLIA

Dettagli

IL NUOVO CONDONO EDILIZIO: NORMATIVA STATALE E NORMATIVA REGIONALE A CONFRONTO

IL NUOVO CONDONO EDILIZIO: NORMATIVA STATALE E NORMATIVA REGIONALE A CONFRONTO IL NUOVO CONDONO EDILIZIO: NORMATIVA STATALE E NORMATIVA REGIONALE A CONFRONTO ENTRATA IN VIGORE DELL ART. 32 DEL D.L 269/03 CONVERTITO IN LEGGE 326/03: GAZZETTA UFFICIALE 25.11.2003 Recante: misure per

Dettagli

DEPOSITO VARIANTE IN CORSO D OPERA ART. 143 L.R. 65/2014

DEPOSITO VARIANTE IN CORSO D OPERA ART. 143 L.R. 65/2014 COMUNE di SCANDICCI Provincia di Firenze Settore Edilizia e Urbanistica SPORTELLO UNICO PER L EDILIZIA L.r. 65-2014 ver. 1 provv. Data modello 02.12.2014 Cod. modello vf143-0001 (spazio riservato all ufficio

Dettagli

SETTORE PIANIFICAZIONE URBANISTICA

SETTORE PIANIFICAZIONE URBANISTICA SETTORE PIANIFICAZIONE Dati relativi alla struttura organizzativa attualmente previsti: : Arch. Olimpio Di Martino - Sede: C.so Resina n. 39, Palazzo di Città Piano secondo - e.mail: olimpio.dimartino@comune.ercolano.na.it

Dettagli

COMUNE DI ORVIETO. SETTORE SERVIZI URBANISTICI Servizio Edilizia Privata

COMUNE DI ORVIETO. SETTORE SERVIZI URBANISTICI Servizio Edilizia Privata ALLEGATO A DIRITTI DI SEGRETERIA IN MATERIA DI URBANISTICA ED EDILIZIA ANNO 2013 Delibera di G.C. N. 121 del 26/09/2013 N. ordine Tipo atto Importo A. Certificazioni di destinazione urbanistica ed attestazioni

Dettagli

Procedimenti del Comune di MARATEA - Dettaglio per tipologia Settore Lavori Pubblici e Tutela del Paesaggio. Servizio Tutela Del Paesaggio

Procedimenti del Comune di MARATEA - Dettaglio per tipologia Settore Lavori Pubblici e Tutela del Paesaggio. Servizio Tutela Del Paesaggio Procedimenti del Comune di MARATEA - Dettaglio per tipologia Settore Lavori Pubblici e Tutela del Servizio Tutela Del paesaggistica (art. 146 D.Lgs. 42/04) e Compatibilità paesaggistica (art. 167 D.Lgs.

Dettagli

Incontro U.N.I.T.E.L. 21 ottobre Morbegno. dr.ssa Ileana Pisani, Studio Legale Spallino, Como

Incontro U.N.I.T.E.L. 21 ottobre Morbegno. dr.ssa Ileana Pisani, Studio Legale Spallino, Como Incontro U.N.I.T.E.L. 21 ottobre 2004 - Morbegno Quesito - n. 8 - Relatore Ambito Riferimento legislativo Il condono edilizio dopo la sentenza della corte costituzionale. Analisi comparata delle proposte

Dettagli

Regolamento Edilizio del Comune di Taranto approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 325 del 9/9/1974.

Regolamento Edilizio del Comune di Taranto approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 325 del 9/9/1974. Regolamento Edilizio del Comune di Taranto approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 325 del 9/9/1974. Adeguamento, ai sensi dell art. 251 del D.Lgs. n. 267/2000, delle tariffe dei diritti di

Dettagli

ABUSI EDILIZI: quadro normativo, ruolo, compiti e responsabilità della Pubblica Amministrazione

ABUSI EDILIZI: quadro normativo, ruolo, compiti e responsabilità della Pubblica Amministrazione ABUSI EDILIZI: quadro normativo, ruolo, compiti e responsabilità della Pubblica Amministrazione Lezione 1: Quadro normative e competenze A cura di Claudio Belcari Tutti i diritti riservati. Professional

Dettagli

ABUSI EDILIZI E SANZIONI. Mauro Cavicchini Consulente di urbanistica e di edilizia marzo 2015

ABUSI EDILIZI E SANZIONI. Mauro Cavicchini Consulente di urbanistica e di edilizia marzo 2015 ABUSI EDILIZI E SANZIONI Mauro Cavicchini Consulente di urbanistica e di edilizia marzo 2015 CHE COSA È UN ABUSO EDILIZIO Intervento in assenza di titolo edilizio Intervento in difformità dal titolo edilizio

Dettagli

Indice n. 2/2016 SOMMARIO PARTE SECONDA NOTE, CONTRIBUTI E COMMENTI

Indice n. 2/2016 SOMMARIO PARTE SECONDA NOTE, CONTRIBUTI E COMMENTI Indice n. 2/2016 SOMMARIO PARTE PRIMA APPROFONDIMENTO SILENZIO ASSENSO E INTERESSI SENSIBILI Patrizia Marzaro, Il coordinamento orizzontale tra amministrazioni: l art. 17-bis della legge n. 241 del 1990

Dettagli

RELAZIONE TECNICA DI ASSEVERAZIONE

RELAZIONE TECNICA DI ASSEVERAZIONE Prot. Al Comune di Carmignano Ufficio Edilizia e Urbanistica Piazza G. Matteotti n. 1 59015 Carmignano (PO) RELAZIONE TECNICA DI ASSEVERAZIONE DA ALLEGARE ALLA RICHIESTA DI PERMESSO DI COSTRUIRE IN SANATORIA

Dettagli

PREMESSO: CONSIDERATO CHE:

PREMESSO: CONSIDERATO CHE: Oggetto: Parere in merito alla corretta applicazione dell art. 206 bis della L.R. 65/2014 Sanzioni per opere ed interventi edilizi su immobili con destinazione d uso residenziale eseguiti in parziale difformità

Dettagli

Oggetto: domanda accertamento compatibilita' paesaggistica (ai sensi dell art. 181 comma 1 quater D. Lgs n. 42 e s.m.i.

Oggetto: domanda accertamento compatibilita' paesaggistica (ai sensi dell art. 181 comma 1 quater D. Lgs n. 42 e s.m.i. MODULISTICA Città di Casagiove DOMANDA ACCERTAMENTO COMPATIBILITA' PAESAGGISTICA (ai sensi dell art. 181 comma 1 quater D. Lgs. 22.01.2004 n. 42 e s.m.i.) Marca da bollo 16,00 AL COMUNE DI CASAGIOVE Area

Dettagli

COMUNE DI NOLA. Provincia di Napoli UFFICIO TECNICO Settore Urbanistica

COMUNE DI NOLA. Provincia di Napoli UFFICIO TECNICO Settore Urbanistica Prot. n 1392/Urb. del 14 aprile 2010 Oggetto: Delibera di Giunta Comunale n 77 del 02.04.2010. Procedimenti Amministrativi di Edilizia Privata. Tabelle di Aggiornamento dei Diritti di Segreteria e Tabelle

Dettagli

COMUNE DI SAN FRANCESCO AL CAMPO REGIONE PIEMONTE PROVINCIA DI TORINO

COMUNE DI SAN FRANCESCO AL CAMPO REGIONE PIEMONTE PROVINCIA DI TORINO COMUNE DI SAN FRANCESCO AL CAMPO REGIONE PIEMONTE PROVINCIA DI TORINO REGOLAMENTO SUI CRITERI E LE MODALITA DI CALCOLO DELLE SANZIONI AMMINISTRATIVE PECUNIARIE E DELLE SOMME DA CORRISPONDERE A TITOLO DI

Dettagli

INDICE SOMMARIO. URBANISTICA, EDILIZIA, GOVERNO DEL TERRITORIO di Rosario Mario Morelli

INDICE SOMMARIO. URBANISTICA, EDILIZIA, GOVERNO DEL TERRITORIO di Rosario Mario Morelli INDICE SOMMARIO Presentazione........................................... V URBANISTICA, EDILIZIA, GOVERNO DEL TERRITORIO di Rosario Mario Morelli 1. Il governo del territorio nel riparto competenziale

Dettagli

Scia 2: i titoli edilizi e i procedimenti per ogni tipologia di intervento

Scia 2: i titoli edilizi e i procedimenti per ogni tipologia di intervento Scia 2: i titoli edilizi e i procedimenti per ogni tipologia di intervento Nel Decreto di prossima pubblicazione una tabella riassume le procedure da seguire, gli adempimenti successivi e la nuova disciplina

Dettagli

NUOVA NORMATIVA EDILIZIA DAL TITOLO ABILITATIVO AL PROCESSO PENALE : una visione interdisciplinare

NUOVA NORMATIVA EDILIZIA DAL TITOLO ABILITATIVO AL PROCESSO PENALE : una visione interdisciplinare NUOVA NORMATIVA EDILIZIA DAL TITOLO ABILITATIVO AL PROCESSO PENALE : una visione interdisciplinare Novità normativa e giurisprudenziali in tema di interventi edilizi in modo particolare a seguito dell'emanazione

Dettagli

Sue Comune Golfo Aranci via Libertà Golfo Aranci

Sue Comune Golfo Aranci via Libertà Golfo Aranci Numero protocollo 741 del 18/01/2017 Provvedimento unico nº 3 del 18/01/2017 Spett.le GRITTI Francesca Via Liano, 3365 Castel San Pietro Terme - (Bologna) SEZIONE A - DATI GENERALI DEL PROCEDIMENTO Codice

Dettagli

ABUSI EDILIZI E SISTEMA SANZIONATORIO IN EDILIZIA. Semplificazione e ultime misure in materia edilizia.

ABUSI EDILIZI E SISTEMA SANZIONATORIO IN EDILIZIA. Semplificazione e ultime misure in materia edilizia. 0099 SEMINARIO DI STUDIO proposto da: Associazione FEDERAZIONE DEGLI UFFICI TECNICI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Via Monte Pastello 20, 37026 Pescantina VR T 0456888313 F 0458326044

Dettagli

IL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO IL MINISTRO DELL AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE

IL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO IL MINISTRO DELL AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE DECRETO 10 settembre 2010. Linee guida per l autorizzazione degli impianti alimentati da fonti rinnovabili. IL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO DI CONCERTO CON IL MINISTRO DELL AMBIENTE E DELLA TUTELA

Dettagli

COMUNE DI CRESPINA LORENZANA (Provincia di PISA)

COMUNE DI CRESPINA LORENZANA (Provincia di PISA) COMUNE DI CRESPINA LORENZANA (Provincia di PISA) timbro e data di arrivo AREA 3 PIANIFICAZIONE E ASSETTO DEL TERRITORIO SPORTELLO UNICO PER L EDILIZIA (SUE) SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITA PRODUTTIVE (SUAP)

Dettagli

-1- IN BASE ALL ART. 9 DELLA LEGGE REGIONALE TOSCANA 1/2005 E SUCCESSIVE MODIFICHE E INTEGRAZIONI, SONO ATTI DI GOVERNO DEL TERRITORIO:

-1- IN BASE ALL ART. 9 DELLA LEGGE REGIONALE TOSCANA 1/2005 E SUCCESSIVE MODIFICHE E INTEGRAZIONI, SONO ATTI DI GOVERNO DEL TERRITORIO: PROVA N. 2-1- IN BASE ALL ART. 9 DELLA LEGGE REGIONALE TOSCANA 1/2005 E SUCCESSIVE MODIFICHE E INTEGRAZIONI, SONO ATTI DI GOVERNO DEL TERRITORIO: IL PIANO REGIONALE DI INDIRIZZO TERRITORIALE, IL PIANO

Dettagli

Regione Lazio. Leggi Regionali

Regione Lazio. Leggi Regionali 03/07/2012 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 25 Pag. 19 di 510 Regione Lazio Leggi Regionali Legge Regionale 22 giugno 2012, n. 8 Conferimento di funzioni amministrative ai comuni in materia

Dettagli

Esperienze Ing. Pasquale Trento Libero Professionista

Esperienze Ing. Pasquale Trento Libero Professionista Sfondo convegno Esperienze Ing. Pasquale Trento Libero Professionista Argomenti trattati: 1. La semplificazione introdotta con il D.L. Sblocca Italia : esempi; 2. I profili di responsabilità dei tecnici

Dettagli

IL RESPONSABILE DEL SETTORE

IL RESPONSABILE DEL SETTORE COPIA SETTORE 4 : GOVERNO DEL TERRITORIO S.U.E. S.U.A.P. DETERMINAZIONE N 15 DEL 04/04/2013 UFFICIO SEGRETERIA GENERALE PROTOCOLLO GENERALE DETERMINAZIONE N 352 DEL 04/04/2013 OGGETTO: DETERMINAZIONE PER

Dettagli

Settore Edilizia Privata, Territorio E Ambiente

Settore Edilizia Privata, Territorio E Ambiente Edilizia DENOMINAZIONE E OGGETTO 1 Autorizzazione alla riconfigurazione degli impianti per telefonia cellulare PROVVEMENTO 75 gg. per il rilascio dell autorizzazione per quanto di competenza ASSENSO, LA

Dettagli

LA SANATORIA PAESAGGISTICA ERA AMMESSA DAL CONDONO EDILIZIO

LA SANATORIA PAESAGGISTICA ERA AMMESSA DAL CONDONO EDILIZIO LA SANATORIA PAESAGGISTICA ERA AMMESSA DAL CONDONO EDILIZIO (diversa valutazione rispetto alle sentenze giurisprudenziali) Domanda: il dpr n. 139/2010 indica le procedure semplificate per il rilascio delle

Dettagli

AREA TECNICO-MANUTENTIVA

AREA TECNICO-MANUTENTIVA ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI Accesso agli atti amministrativi Accesso civico L. 241/1990 e Regolamento Comunale Modulistica comunale su istanza di parte Dott. Flavio Seculin 30 giorni dalla presentazione

Dettagli

Al Comune di Sospirolo

Al Comune di Sospirolo MARCA DA BOLLO DI VALORE LEGALE Al Comune di Sospirolo ISTANZA DI PERMESSO DI COSTRUIRE IN SANATORIA Ai sensi dell art.36 del D.P.R. 06.06.2001 n.380 e ss.mm.ii. IL/LA SOTTOSCRITTO/A richiedente avente

Dettagli

DECRETO 19 giugno 2015, n certificato il

DECRETO 19 giugno 2015, n certificato il 34 1.7.2015 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 26 Direzione Generale Politiche Ambientali, Energia e Cambiamenti Climatici Settore Energia, Tutela della Qualitìtà dell Aria e dall Inquinamento

Dettagli

RISPETTO DEI TEMPI (media percentuale) RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO. arch. Maria Grazia Chiusa ing. Mario Provenzano

RISPETTO DEI TEMPI (media percentuale) RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO. arch. Maria Grazia Chiusa ing. Mario Provenzano SETTORE 3 SERVIZI AL TERRITORIO Risultati monitoraggio del rispetto tempi procedimenti 20 dicembre 2016 (ex D. Lgs n. 33/2013, art. 24, c. 2 previsto dle linee guida ANAC) n. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 PEEP

Dettagli

Comune di Parma DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N DD DEL 28/11/2016

Comune di Parma DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N DD DEL 28/11/2016 Comune di Parma DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N DD-2016-3017 DEL 28/11/2016 Inserita nel fascicolo: 2016.I/1.1 Centro di Responsabilità: 51 5 0 0 - SETTORE PIANIFICAZIONE E SVILUPPO TERRITORIO - SERVIZIO

Dettagli

1ª Proposta (Dec. G.C. del 30 dicembre 2014 n. 101)

1ª Proposta (Dec. G.C. del 30 dicembre 2014 n. 101) BOZZA DI STAMPA Protocollo RC n. 24214/14 Anno 2015 Ordine del giorno n. 1 1ª Proposta (Dec. G.C. del 30 dicembre 2014 n. 101) Istituzione della Commissione Locale per il Paesaggio di Roma Capitale ai

Dettagli

ISBN:

ISBN: Interventi edilizi in aree di rilievo paesaggistico Contenuti: - Schede operative - Casi e Questioni - Normativa - Riferimenti regionali - Formulario ISBN: 978-88-6219-278-1 Interventi edilizi in aree

Dettagli

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 1964

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 1964 Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 1964 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa del senatore VILLARI COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 19 GENNAIO 2010 Disposizioni in materia di vincolo paesistico e coordinamento

Dettagli

APPROVATO CON DELIBERA DI CONSIGLIO COMUNALE N. 29 DEL 21/12/2015

APPROVATO CON DELIBERA DI CONSIGLIO COMUNALE N. 29 DEL 21/12/2015 COMUNE DI BORGO PRIOLO PROVINCIA DI PAVIA C.A.P. 27040 TEL. (0383) 872214 872265 FAX. (0383) 871371 COD. FISC. 00468890181 ****** Ufficio Tecnico Comunale CRITERI E MODALITA DI CALCOLO DELLE SANZIONI AMMINISTRATIVE

Dettagli

ACCERTAMENTO DI CONFORMITA

ACCERTAMENTO DI CONFORMITA COMUNE DI PISA apple apple Allo Sportello unico dell Edilizia Allo Sportello unico delle Attività Produttive ACCERTAMENTO DI CONFORMITA ai sensi dell art. 209 della LRT 10 Novembre 2014 n 65 Dati relativi

Dettagli

INDICE. Premessa... Capitolo I IL TEMPO DELL AZIONE AMMINISTRATIVA DOPO LA LEGGE N. 80/2005

INDICE. Premessa... Capitolo I IL TEMPO DELL AZIONE AMMINISTRATIVA DOPO LA LEGGE N. 80/2005 INDICE Premessa... XV Capitolo I IL TEMPO DELL AZIONE AMMINISTRATIVA DOPO LA LEGGE N. 80/2005 1. Il tempo dell azione amministrativa... 1 2. L inerzia della P.A. dopo la l. n. 80/2005: la generalizzazione

Dettagli

SERVIZIO CONTROLLO PRATICHE SISMICHE UNIONE RENO GALLIERA

SERVIZIO CONTROLLO PRATICHE SISMICHE UNIONE RENO GALLIERA SERVIZIO CONTROLLO PRATICHE SISMICHE UNIONE RENO GALLIERA San Pietro in Casale, 10 giugno 2010 L. R. 30 ottobre 2008, n. 19 Norme per la riduzione del rischio sismico Il 01 giugno 2010 è entrata in vigore

Dettagli

VADEMECUM LE MISURE DI SEMPLIFICAZIONE DI INTERESSE PER LE IMPRESE

VADEMECUM LE MISURE DI SEMPLIFICAZIONE DI INTERESSE PER LE IMPRESE VADEMECUM LE MISURE DI SEMPLIFICAZIONE DI INTERESSE PER LE IMPRESE Aggiornato al 4 dicembre 2014 MISURA RIFERIMENTI NORMATIVI DESCRIZIONE INDICAZIONI OPERATIVE Agenda per la semplificazione per il triennio

Dettagli

DIRITTO PENALE DELL'AMBIENTE

DIRITTO PENALE DELL'AMBIENTE LUCA RAMACCI DIRITTO PENALE DELL'AMBIENTE Prefazione di ALDO FIALE OTT. CEDAM CASA EDITRICE DOTT. ANTONIO MILANI 2007 INDICE - SOMMARIO Prefazione pag. VII PARTE PRIMA CAPITOLO I IL DIRITTO DELL'AMBIENTE

Dettagli

Regione Umbria. Sessione tematica V: Standardizzazione ed armonizzazione interistituzionale delle informazioni :

Regione Umbria. Sessione tematica V: Standardizzazione ed armonizzazione interistituzionale delle informazioni : DIREZIONE AMBIENTE TERRITORIO E INFRASTRUTTURE Sessione tematica V: Standardizzazione ed armonizzazione interistituzionale delle informazioni : CONDIVIDERE LE INFORMAZIONI DEGLI STRUMENTI URBANISTICI COMUNALI

Dettagli

AUTORIZZAZIONE PAESAGGISTICA

AUTORIZZAZIONE PAESAGGISTICA COMUNE DI PISA apple apple Allo Sportello unico dell Edilizia Allo Sportello unico delle Attività Produttive AUTORIZZAZIONE PAESAGGISTICA ai sensi dell art. 152 della LRT 10 Novembre 2014 n 65 Dati relativi

Dettagli

LE SANZIONI AMMINISTRATIVE: DALL'ACCERTAMENTO AL RICORSO IN OPPOSIZIONE

LE SANZIONI AMMINISTRATIVE: DALL'ACCERTAMENTO AL RICORSO IN OPPOSIZIONE LE SANZIONI AMMINISTRATIVE: DALL'ACCERTAMENTO AL RICORSO IN OPPOSIZIONE RELATORE Carla Franchini, Avvocato. Specialista in studi sull Amministrazione Pubblica (SPISA, Università di Bologna) e in Diritto

Dettagli

Procedimento: Certificato di destinazione urbanistica

Procedimento: Certificato di destinazione urbanistica Procedimento: Certificato di destinazione urbanistica TITOLO DEL PROCEDIMENTO Certificato di destinazione urbanistica (C.D.U.) DESCRIZIONE Verifica domanda, istruttoria, redazione di certificato con allegato

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Piero Ciucci Telefono 0583-428508 Fax 0583-428505 E-mail p.ciucci@comune.capannori.lu.it Nazionalità Italiana

Dettagli

Determinazione Dirigenziale

Determinazione Dirigenziale DIPARTIMENTO PROGRAMMAZIONE E ATTUAZIONE URBANISTICA DIREZIONE EDILIZIA U.O. Permessi di Costruire Attivita' Amministrativa relativa a Permessi di Costruire e DIA - Contenzioso - Contabilita' Servizio

Dettagli

Presentazione della modulistica standard e delle semplificazioni in Edilizia

Presentazione della modulistica standard e delle semplificazioni in Edilizia PON GAS FSE 2007 2013, Obiettivo Convergenza, Asse E - Capacità istituzionale Progetto: Semplifica Italia. Cantieri regionali per la semplificazione Seminario Agenda per la Semplificazione 2015-2017. L

Dettagli

Ministero della Giustizia UFFICIO LEGISLATIVO

Ministero della Giustizia UFFICIO LEGISLATIVO Ministero della Giustizia UFFICIO LEGISLATIVO SCHEMA DI DECRETO LEGISLATIVO RECANTE ATTUAZIONE DELL ARTICOLO 1, COMMA 28, LETTERE A) E C), DELLA LEGGE 20 MAGGIO 2016, N. 76, CHE DELEGA IL GOVERNO AD ADOTTARE

Dettagli

COMUNE DI MAGIONE. PROVINCIA DI PERUGIA AREA URBANISTICA ed ASSETTO DEL TERRITORIO

COMUNE DI MAGIONE. PROVINCIA DI PERUGIA AREA URBANISTICA ed ASSETTO DEL TERRITORIO COMUNE DI MAGIONE PROVINCIA DI PERUGIA AREA URBANISTICA ed ASSETTO DEL TERRITORIO REGOLAMENTO PER IL PAGAMENTO DEI DIRITTI DI SEGRETERIA DI SPETTANZA TOTALE DELL'ENTE (Aggiornato con delibera C.C. n 16

Dettagli