Guida di installazione e configurazione

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Guida di installazione e configurazione"

Transcript

1 Guida di installazione e configurazione

2 Le informazioni e il contenuto del presente documento vengono forniti esclusivamente a scopi informativi e come sono, senza garanzia di alcun tipo, sia espressa che implicita, ivi incluse, in via esemplificativa, tutte le garanzie implicite di commerciabilità, idoneità a soddisfare uno scopo particolare e non violazione dei diritti altrui. GFI Software non sarà ritenuta responsabile di nessun danno, inclusi danni consequenziali, che possano derivare dall uso del presente documento. Le informazioni sono state ottenute da fonti pubblicamente disponibili. Nonostante siano stati compiuti sforzi ragionevoli al fine di garantire la precisione dei dati forniti, GFI non garantisce, promette né tantomeno assicura la completezza, la precisione, l aggiornamento o l adeguatezza di tali dati e non sarà ritenuta responsabile di errori di stampa. GFI non fornisce garanzie, né espresse né implicite e non si assume la responsabilità legale della precisione o della completezza delle informazioni contenute nel presente documento. Se si ritiene che vi siano errori effettivi nel presente documento, contattarci. Provvederemo a risolvere la cosa quanto prima. Tutti i nomi di prodotti e società riportati possono essere marchi registrati dei rispettivi proprietari. GFI LanGuard è un copyright di GFI SOFTWARE Ltd GFI Software Ltd. Tutti i diritti riservati. Versione documento: 11.3 Ultimo aggiornamento (mese/giorno/anno): 09/05/2014

3 Elenco tabelle Tabella 1: Termini e convenzioni utilizzati nel presente manuale 4 Tabella 2: Componenti di GFI LanGuard 6 Tabella 3: Requisiti hardware - GFI LanGuard Server 11 Tabella 4: Requisiti hardware - GFI LanGuard Agente 11 Tabella 5: Requisiti hardware - GFI LanGuard Agente relay 12 Tabella 6: Sistemi operativi supportati 12 Tabella 7: : >Funzioni supportate per dispositivo, sistemi operativi e applicazioni 13 Tabella 8: Database back-end supportati 15 Tabella 9: Requisiti software - Componenti aggiuntivi 15 Tabella 10: Porte e protocolli 16 Tabella 11: Opzioni di sostituzione di importazione 23 Tabella 12: Opzioni di ricerca 30 Tabella 13: Azioni Dashboard 33 Tabella 14: Informazioni software dal controllo 35 Tabella 15: Visualizzazione in base alle informazioni dei computer 37 Tabella 16: Azioni Dashboard 40 Tabella 17: Azioni 44 Tabella 18: GFI LanGuard Problemi comuni 48 Tabella 19: Opzioni di raccolta informazioni 51

4 1 Introduzione GFI LanGuard è una soluzione di gestione delle patch e di controllo della rete che consente una facile gestione della protezione endpoint dei dispositivi presenti nella LAN. Funge da consulente di sicurezza virtuale e offre gestione patch, valutazione delle vulnerabilità e supporto del controllo di rete per i computer basati su Windows, Linux e MAC, oltre che per i dispositivi mobili. GFI LanGuard fornisce la protezione LAN attraverso: Identificazione delle debolezze del sistema e della rete tramite un database completo di controlli delle vulnerabilità. Ciò comprende test basati su OVAL, CVE e sulle linee guida di valutazione delle vulnerabilità della Top 20 del SANS Controllo di tutte le risorse hardware e software della rete in uso, con la possibilità di creare un inventario dettagliato delle risorse. Il sistema è in grado di enumerare le applicazioni installate e le periferiche connesse alla rete. Download automatico e installazione remota dei service pack e delle patch per i sistemi operativi Microsoft Windows, Linux e MAC, oltre che per i prodotti di terze parti. Disinstallazione automatica del software non autorizzato. Argomenti del presente capitolo: 1.1 Informazioni sulla presente guida Funzionamento di GFI LanGuard Funzionamento degli agenti di GFI LanGuard Funzionamento degli agenti relay di GFI LanGuard Componenti di GFI LanGuard Informazioni sulla presente guida Lo scopo della presente Guida di installazione e configurazioneè di aiutare gli amministratori di sistema a installare e verificare GFI LanGuard con il minimo impegno Termini e convenzioni utilizzati nel presente manuale Tabella 1: Termini e convenzioni utilizzati nel presente manuale Termine Descrizione Ulteriori informazioni e i riferimenti essenziali per il funzionamento di GFI LanGuard. Notifiche e avvertenze importanti riguardo i potenziali problemi rilevati di frequente. > Istruzioni di navigazione dettagliate per accedere a una funzione specifica. Testo in grassetto Elementi da selezionare quali nodi, opzioni di menu o pulsanti dei comandi. Testo in corsivo Parametri e valori da sostituire con valori applicabili, quali percorsi personalizzati e nomi file. Codice Indica i valori di testo da immettere, come comandi e indirizzi. GFI LanGuard 1 Introduzione 4

5 1.2 Funzionamento di GFI LanGuard Figura 1: Funzionamento di GFI LanGuard Quando viene installato, GFI LanGuard esegue due operazioni: prima di tutto determina i computer raggiungibili. Inoltre tenta di raccogliere le serie di informazioni dai computer di destinazione nell ambito delle proprie operazioni di individuazione di rete, utilizzando un sottoinsieme di protocolli SMB, NETBIOS e ICMP. Nelle destinazioni supportate sono inclusi l host locale, l IP, il nome computer, l elenco di computer, l intervallo IP, l intero dominio/gruppo di lavoro e/o l unità organizzativa. In secondo luogo, una volta identificate le destinazioni, GFI LanGuard effettua una scansione approfondita per enumerare tutte le informazioni relative al computer di destinazione. GFI LanGuard Utilizza una varietà di tecniche per ottenere accesso a queste informazioni, a partire dai controlli di proprietà di file e cartelle, i controlli del registro, i comandi WMI, i comandi SMB oltre ai controlli di scansioni delle porte (TCP/UDP) e altro ancora. 1.3 Funzionamento degli agenti di GFI LanGuard GFI LanGuard può essere configurato per la rilevazione e la distribuzione automatica degli agenti nei nuovi computer. Gli agenti riducono al minimo l utilizzo della larghezza di banda della rete. Questo avviene perché, nella modalità senza agente, il componente server GFI LanGuard esegue controlli in rete; mentre con la modalità agente i controlli vengono eseguiti utilizzando le risorse delle destinazioni della scansione e solo un file XML dei risultati viene trasferito nella rete. Gli agenti inviano i dati di scansione a GFI LanGuard tramite la porta TCP La porta viene aperta per impostazione predefinita al momento dell installazione di GFI LanGuard. Gli agenti non impiegano le risorse del computer di destinazione della scansione a meno che questo non esegua una scansione oppure operazioni di riparazione. Se un agente non risponde per 60 giorni, viene automaticamente disinstallato dal computer di destinazione. GFI LanGuard 1 Introduzione 5

6 Nota Per impostazione predefinita, gli agenti vengono disinstallati automaticamente dopo 60 giorni. Per personalizzare l intervallo di tempo, accedere alla scheda Configurazione> Gestione agenti e dal riquadro di destra fare clic su Impostazioni agenti. Specificare il numero di giorni nella scheda Generale della finestra di dialogo Impostazioni agenti. Nota Gli agenti possono essere solo installati su computer che eseguono sistemi operativi Microsoft Windows e richiedono all incirca 25 MB di memoria e 350 MB di spazio libero su disco. 1.4 Funzionamento degli agenti relay di GFI LanGuard GFI LanGuard consente di configurare qualsiasi computer in cui è installato un agente GFI LanGuard affinché funga da server GFI LanGuard. Tali agenti sono denominati agenti relay. Gli agenti relay riducono il carico del server GFI LanGuard. I computer configurati come agenti relay scaricano le patch e le definizioni direttamente dal server GFI LanGuard e le inoltrano ai computer client come se fossero il componente server. 1.5 Componenti di GFI LanGuard La presente sezione fornisce le informazioni relative ai componenti installati per impostazione predefinita al momento in cui si installa GFI LanGuard. Una volta installato il prodotto, è possibile gestire la gestione delle patch e le attività di riparazione dalla Console di gestione. La Console di gestione è considerata anche la componente server di GFI LanGuard, come descritto nella tabella seguente: Tabella 2: Componenti di GFI LanGuard Componente Server GFI LanGuard Agenti di GFI LanGuard Aggiornamento del sistema GFI LanGuard GFI LanGuard Attendant Service Editor dei profili di scansione GFI LanGuard Strumenti riga di comando GFI LanGuard Descrizione Nota anche come Console di gestione. Consente di gestire gli agenti, eseguire le scansioni, analizzare i risultati, riparare i problemi di vulnerabilità e generare rapporti. Gli agenti consentono di eseguire l elaborazione e il controllo dei dati nei computer di destinazione: una volta completato il controllo, il risultato viene inviato a GFI LanGuard. Consente di configurare GFI LanGuard affinché scarichi automaticamente gli aggiornamenti rilasciati da GFI al fine di migliorare la funzionalità del programma. Tali aggiornamenti comprendono anche il controllo del sito Web di GFI per verificare la presenza di build più recenti. Il servizio di background che gestisce tutte le operazioni pianificate comprese le scansioni di sicurezza pianificate sulla rete, la distribuzione di patch e le operazioni di riparazione. L editor consente di creare profili di scansione nuovi e di modificare quelli esistenti. Consentono di lanciare scansioni sulle vulnerabilità della rete e sessioni di distribuzione delle patch, nonché di importare ed esportare profili e vulnerabilità senza caricare la console di gestione GFI LanGuard. GFI LanGuard 1 Introduzione 6

7 2 Installazione di GFI LanGuard Il presente capitolo guida l utente nella scelta della soluzione più appropriata che risponde ai propri requisiti oltre a fornire le informazioni relative a una distribuzione corretta di un istanza pienamente funzionale di GFI LanGuard. Argomenti del presente capitolo: 2.1 Scenari di distribuzione Requisiti di sistema Aggiornamento da versioni precedenti Nuova installazione Azioni post-installazione Scenari di distribuzione GFI LanGuard può essere installato su qualsiasi computer che soddisfi i requisiti minimi di sistema. Utilizzare le informazioni contenute in questa sezione per determinare se si desidera monitorare un pool senza agente o basato su agente oppure una combinazione dei due, a seconda di quanto segue: Numero di computer e dispositivi che si desidera monitorare Carico del traffico in rete durante i periodi di funzionamento normale. Nelle sezioni seguenti vengono fornite le informazioni sui diversi scenari di distribuzione supportati da GFI LanGuard: Distribuzione di GFI LanGuard in modalità mista Distribuzione di GFI LanGuard con agenti relay Distribuzione di GFI LanGuard in modalità senza agente Distribuzione di GFI LanGuard in modalità mista GFI LanGuard può essere configurato per la distribuzione automatica di agenti sui computer appena rilevati o su quelli selezionati manualmente. Gli agenti consentono di eseguire l elaborazione e il controllo dei dati nei computer di destinazione: una volta completato il controllo, il risultato viene inviato a GFI LanGuard mediante un file XML. Scansioni basate sull agente: Migliori prestazioni, poiché il carico è distribuito tra i computer client. Possono operare in ambienti con poca larghezza di banda perché la comunicazione tra agenti e server è ridotta. Sono ideali per i portatili. I computer verranno scansionati anche se il computer non è connesso alla rete aziendale. Sono più precise delle scansioni manuali, gli agenti possono accedere a maggiori informazioni sull host locale. La seguente schermata mostra in che modo è possibile distribuire le variabili di GFI LanGuard mediante agenti in una LAN (Local Area Network): GFI LanGuard 2 Installazione di GFI LanGuard 7

8 Figura 2: Modalità agente/mista Distribuzione di GFI LanGuard con agenti relay Gli agenti relay vengono utilizzati per ridurre il carico dal server GFI LanGuard. I computer configurati come agenti relay scaricheranno le patch e le definizioni direttamente dal server GFI LanGuard e le inoltreranno ai computer client. I vantaggi principali nell utilizzo degli agenti relay includono: Risparmio della larghezza di banda della rete nelle reti locali o distribuite geograficamente. Se l agente relay è configurato su ciascun lato, una patch viene scaricata una sola volta e distribuita ai client Il carico viene rimosso dal componente server di GFI LanGuard e distribuito negli agenti relay Poiché i computer vengono gestiti da più agenti relay, aumenta il numero di dispositivi che possono essere protetti contemporaneamente. In una rete è possibile suddividere i computer in gruppi assegnare ciascun gruppo a un agente relay, come mostrato di seguito. GFI LanGuard 2 Installazione di GFI LanGuard 8

9 Figura 3: Modalità agente relay Nota Per ulteriori informazioni, fare riferimento a Configurazione degli agenti relay dalla Guida dell amministratore Distribuzione di GFI LanGuard in modalità senza agente Il controllo senza agente viene avviato dalla console di gestione di GFI LanGuard. GFI LanGuard crea una sessione remota con le destinazioni di scansione specificate controllandole in rete. Al termine, i risultati vengono importati nel database relativo e la sessione remota viene terminata. È possibile controllare singoli computer, una gamma di computer specifici e un intero dominio/gruppo di lavoro. GFI LanGuard 2 Installazione di GFI LanGuard 9

10 Nota Le scansioni in modalità senza agente utilizzano le risorse del computer in cui è installato GFI LanGuard e impiegano una larghezza di banda della rete maggiore poiché il controllo viene eseguito in remoto. Se si dispone di una rete notevole di destinazioni di scansioni, questa modalità può diminuire considerevolmente le prestazioni di GFI LanGuard oltre a compromettere la velocità della rete. Nelle reti più grandi distribuire gli agenti/agenti relay in modo da bilanciare equamente il carico. Figura 4: Modalità senza agente GFI LanGuard 2 Installazione di GFI LanGuard 10

11 2.2 Requisiti di sistema Per garantire prestazioni eccellenti, i computer che eseguono il server/agente/agente relay GFI LanGuard devono soddisfare i requisiti di sistema descritti di seguito. Nota Se state cercando una soluzione di gestione patch per o più computer, vi consigliamo di contattarci per i prezzi e altre indicazioni in merito alla corretta distribuzione e procedura di gestione per una soluzione simile. Per ulteriori informazioni, fare riferimento alle seguenti sezioni: Requisiti hardware Requisiti software Porte firewall e protocolli Autorizzazioni gateway Applicazioni antivirus/antispyware supportate Requisiti hardware Assicurarsi che, per i computer che eseguono i componenti elencati di seguito, vengano soddisfatti i requisiti hardware specificati in basso: GFI LanGuardServer GFI LanGuardAgente GFI LanGuard Agente relay GFI LanGuardServer I computer che ospitano GFI LanGuard server devono soddisfare i requisiti hardware seguenti: Tabella 3: Requisiti hardware - GFI LanGuard Server Componente Da 1 a 100 computer Da 100 a 500 computer Da 500 a computer Processore 2 GHz Dual Core 2.8 GHz Dual Core 3 GHz Quad Core Archiviazione fisica 5 GB 10 GB 20 GB RAM 2 GB 4 GB 8 GB Larghezza di banda della rete 1544 Kbps 1544 Kbps 1544 Kbps GFI LanGuardAgente I computer che eseguono un agente GFI LanGuard devono soddisfare i requisiti hardware seguenti: Tabella 4: Requisiti hardware - GFI LanGuard Agente Componente Processore Archiviazione fisica RAM Larghezza di banda della rete Requisiti 1 GHz 1,5 GB 25 MB 1544 Kbps GFI LanGuard 2 Installazione di GFI LanGuard 11

12 GFI LanGuard Agente relay Un computer può essere configurato come agente relay quando: Il computer è in linea e ha un buon tempo di attività (un agente relay offline rende inabili i propri client). Dispone di un accesso rapido ai computer connessi ad esso Dispone dello spazio su disco richiesto per consentire la memorizzazione nella cache. I computer configurati come agente relay devono soddisfare i requisiti hardware seguenti: Tabella 5: Requisiti hardware - GFI LanGuard Agente relay Componente Da 1 a 100 client Da 100 a 500 client Da 500 a client Processore 2 GHz Dual Core 2 GHz Dual Core 2.8 GHz Dual Core Archiviazione fisica 5 GB 10 GB 10 GB RAM 2 GB 2 GB 4 GB Larghezza di banda della rete 100 Mbps 100 Mbps 1 Gbps Requisiti software I componenti GFI LanGuard possono essere installati in qualsiasi computer che soddisfi i requisiti software elencati in questa sezione. Per ulteriori informazioni, fare riferimento a: Sistemi operativi supportati Funzioni supportate per dispositivo, sistemi operativi e applicazioni Database supportati Componenti computer di destinazione Altri componenti software Sistemi operativi supportati (32-bit/64-bit) Nella tabella che segue vengono elencati i sistemi operativi in cui può essere installato GFI LanGuard server/agente/agente relay: Tabella 6: Sistemi operativi supportati Sistema operativo GFI LanGuard GFI LanGuardAgente GFI LanGuard Agente relay Windows Server 2012 (compreso R2) Windows Server 2008 (incluso R2) Standard/Enterprise Windows Server 2003 Standard/Enterprise Windows 8 Professional/Enterprise (compreso Windows 8.1) Windows 7 Professional/Enterprise/Ultimate Windows Vista Business/Enterprise/Ultimate Windows XP Professional (SP2 o versioni successive) Windows Small Business Server 2011 GFI LanGuard 2 Installazione di GFI LanGuard 12

13 Sistema operativo GFI LanGuard GFI LanGuardAgente GFI LanGuard Agente relay Windows Small Business Server 2008 Standard Windows Small Business Server 2003 (SP1) Windows 2000 Professional/Server/Advanced SP4 Internet Explorer 6 SP1 o versioni successive Windows Installer 3.1 o versioni successive Funzioni supportate per dispositivo, sistemi operativi e applicazioni. La tabella seguente elenca le funzioni, i sistemi operativi e le applicazioni che sono supportati: Tabella 7: : >Funzioni supportate per dispositivo, sistemi operativi e applicazioni Identificazione dispositivi e scansione porte Valutazione delle vulnerabilità Gestione patch Controllo software Verifica hardware Windows Server 2012 (compreso R2) Windows Server 2008 (incluso R2) Standard/Enterprise Windows Server 2003 Standard/Enterprise Windows Small Business Server 2011 Windows Small Business Server 2008 Standard Windows Small Business Server 2003 (SP1) Windows Server 2000 Versione del client di Windows Windows 8 Professional/Enterprise (compreso Windows 8.1) Windows 7 Professional/Enterprise/Ultimate Windows Vista Business/Enterprise/Ultimate Windows XP Professional (SP2 o versioni successive) Windows 2000 Professional (SP4) Applicazioni Windows di terze parti Microsoft Office Microsoft Exchange Microsoft SQL Server Microsoft Visual Studio Altre applicazioni Microsoft (fare clic per un elenco completo) GFI LanGuard 2 Installazione di GFI LanGuard 13

14 Identificazione dispositivi e scansione porte Valutazione delle vulnerabilità Gestione patch Controllo software Verifica hardware Java Runtime Environment Adobe Flash Player Adobe Reader Adobe AIR Adobe Shockwave Player Mozilla Firefox Apple Safari Apple QuickTime Apple itunes Opera Browser Altri fornitori (http://go.gfi.com/?pageid=lan_ WindowsThirdPartyApplications >Per un elenco completo, fare clic qui) Distribuzioni Linux Mac OS X 10.5 e versioni successive Red Hat Enterprise Linux 5 e versioni successive CentOS 5 e versioni successive Ubuntu e versioni successive Debian 6 e versioni successive SUSE Linux Enterprise 11.2 e versioni successive OpeSUSE 11 e versioni successive Altre distribuzioni Macchine virtuali (con sistemi operativi supportati) Vmware Microsoft Hyper-V Microsoft Virtual PC Oracle Virtual Box Citrix Xen Parallels GFI LanGuard 2 Installazione di GFI LanGuard 14

15 Identificazione dispositivi e scansione porte Valutazione delle vulnerabilità Gestione patch Controllo software Verifica hardware Dispositivi di rete Cisco (http://go.gfi.com/?pageid=lan_ SupportedDevices >Per un elenco completo, fare clic qui) HP (Per un elenco completo, fare clic qui) Altri fornitori Dispositivi mobili Google Android Apple ios Windows phone Database supportati GFI LanGuard utilizza un database per archiviare le informazioni dai controlli di sicurezza della rete e dalle operazioni di riparazione. Il back-end database può essere uno dei seguenti componenti: Tabella 8: Database back-end supportati Database Microsoft Access Edizione MSDE/SQL Server Express. SQL Server 2000 o versione successiva Uso consigliato Consigliato solo per la valutazione e per un massimo di 5 computer. Consigliato per le reti con un massimo di 500 computer. Consigliato per reti più grandi con 500 computer o oltre. Componenti computer di destinazione Nella tabella che segue vengono fornite le informazioni sui componenti necessari per essere installati/abilitati sui computer da sottoporre a scansione in remoto da GFI LanGuard: Tabella 9: Requisiti software - Componenti aggiuntivi Componente Secure Shell (SSH) Strumentazione gestione Windows (WMI) Condivisione file e stampanti Registro di sistema remoto Descrizione Necessario per le destinazioni di scansione basate su UNIX/Linux/Mac OS. Normalmente incluso in tutte le principali distribuzioni Unix/Linux. obbligatoria per la scansione delle destinazioni di scansione basate su Windows. Presente in tutti i sistemi operativi con Windows 2000 o più recenti. obbligatoria per enumerare e raccogliere le informazioni sulle destinazioni di scansione. obbligatorio per GFI LanGuard per eseguire un servizio temporaneo per la scansione di una destinazione remota. Componenti GFI LanGuard server aggiuntivi Il componente seguente è obbligatorio per il computer in cui è installato il componente server GFI LanGuard: Microsoft.NET Framework Porte firewall e protocolli Nella sezione seguente vengono fornite le informazioni sulle impostazioni di protocolli e porte firewall obbligatori: GFI LanGuard 2 Installazione di GFI LanGuard 15

16 GFI LanGuard Server e agenti relay GFI LanGuard Computer agente e senza agente GFI LanGuard e agenti relay Configurare il firewall per consentire le connessioni In entrata sulla porta TCP 1070 nei computer che eseguono: GFI LanGuard Agenti relay Questa porta viene utilizzata automaticamente quando è installato GFI LanGuard e gestisce tutta la comunicazione in entrata tra il componente server e i computer monitorati. Se GFI LanGuard rileva che la porta 1070 è già in uso da un altra applicazione, ricerca automaticamente una porta disponibile nell intervallo Per configurare manualmente la porta di comunicazione: 1. Avviare GFI LanGuard. 2. Fare clic sulla scheda Configurazione> Gestione agenti. 3. Dal riquadro di destra fare clic su Impostazioni agenti. 4. Dalla finestra di dialogo Impostazioni agenti specificare la porta di comunicazione nella casella di testo Porta TCP. 5. Fare clic su OK. GFI LanGuard Computer agente e senza agente GFI LanGuard comunica con i computer gestiti (agenti e senza agente), utilizzando le porte e i protocolli seguenti. Il firewall dei computer gestiti deve essere configurato per consentire le richieste In entrata sulle porte: Tabella 10: Porte e protocolli Porte TCP Protocollo Descrizione 22 SSH Controllo sistemi operativi Linux in corso. 135 DCOM Porta assegnata in modo dinamico. 137 NetBIOS Individuazione dei computer e condivisione di risorse. 138 NetBIOS Individuazione dei computer e condivisione di risorse. 139 NetBIOS Individuazione dei computer e condivisione di risorse. 161 SNMP Individuazione dei computer. 445 SMB Utilizzato durante: controllo dei computer gestione degli agenti Distribuzione delle patch Autorizzazioni gateway Per scaricare gli aggiornamenti delle definizioni e di sicurezza, GFI LanGuard si connette ai server di aggiornamento di GFI, di Microsoft e di terze parti tramite HTTP. Assicurarsi che il computer dove è installato GFI LanGuard consenta le connessioni a: *software.gfi.com/lnsupdate/ *.download.microsoft.com GFI LanGuard 2 Installazione di GFI LanGuard 16

17 *.windowsupdate.com *.update.microsoft.com Tutti i server di aggiornamento dei fornitori di terze parti supportati da GFI LanGuard. Nota Per ulteriori informazioni, fare riferimento a: Applicazioni supportate di terze parti: Bollettini di applicazioni supportate: Applicazioni Microsoft supportate: Bollettini Microsoft supportati: Applicazioni antivirus/antispyware supportate GFI LanGuard rileva i file di definizione scaduti di una serie di software antivirus e antispyware. Per un elenco completo del software antivirus e antispyware supportato, consultare: 2.3 Aggiornamento da versioni precedenti GFI LanGuard conserva tutte le impostazioni e le informazioni sui risultati di qualsiasi versione precedente di GFI LanGuard. Ciò consente di: Installare GFI LanGuard senza disinstallare la versione precedente. Importare in GFI LanGuard le impostazioni di altre istanze. Distribuire agenti negli stessi computer dove è installata una versione precedente di GFI LanGuard. Nota Non è possibile effettuare aggiornamento software da versioni precedenti a GFI LanGuard 9. Nota I codici di licenza delle versioni precedenti di GFI LanGuard non sono compatibili e devono essere aggiornati per poter eseguire GFI LanGuard. Per eseguire l aggiornamento a una versione più recente: GFI LanGuard 2 Installazione di GFI LanGuard 17

18 1. Accedere al computer dove sarà installato GFI LanGuard utilizzando le credenziali dell amministratore. 2. Avviare l installazione di GFI LanGuard. Schermata 1: Finestra di dialogo Controllo prerequisiti 3. La finestra di dialogo del controllo prerequisiti visualizza una panoramica dello stato dei componenti necessari al funzionamento di GFI LanGuard. Per avviare l installazione, fare clic su Installa. 4. Per completare l aggiornamento, seguire le istruzioni su schermo. GFI LanGuard 2 Installazione di GFI LanGuard 18

19 Schermata 2: Importazione ed esportazione delle impostazioni di un istanza precedente 5. Una volta installato GFI LanGuard, il programma rileva l installazione precedente e avvia in automatico la procedura guidata Importa ed esporta configurazioni. Ciò consente l esportazione delle varie configurazioni dalla versione precedente e la successiva importazione in una nuova. 6. Selezionare le configurazioni da importare e quindi fare clic su Avanti per finalizzare la procedura. 2.4 Nuova installazione 1. Accedere al computer dove sarà installato GFI LanGuard utilizzando le credenziali dell amministratore. 2. Avviare l installazione di GFI LanGuard. 3. Nella finestra di controllo prerequisito, fare clic su Installa per scaricare e installare eventuali componenti necessari. 4. Nella schermata di benvenuto di GFI LanGuard, fare clic su Avanti per procedere. GFI LanGuard 2 Installazione di GFI LanGuard 19

20 Schermata 3: Contratto di licenza con l utente finale 5. Leggere attentamente il contratto di licenza. Per procedere con l installazione, selezionare Accetto i termini del contratto di licenza e fare clic su Avanti. Schermata 4: Specifica dei dati dell'utente e della chiave di licenza 6. Specificare i dati dell'utente e inserire la chiave di licenza relativa. Fare clic su Avanti. GFI LanGuard 2 Installazione di GFI LanGuard 20

21 Schermata 5: Credenziali servizio attendant 7. Digitare le credenziali dell amministratore e la password. Verranno utilizzate dal servizio che eseguirà le operazioni pianificate. Per continuare l installazione, fare clic su Avanti. 8. Fare clic su Installa per installare GFI LanGuard nella posizione predefinita o fare clic su Sfoglia per modificare il percorso. 9. Per completare l installazione, fare clic su Fine. Al primo avvio, GFI LanGuard abilita in automatico il controllo sul computer locale e lo scansiona alla ricerca di vulnerabilità. Una volta completata tale procedura, la pagina Home di GFI LanGuard visualizza il risultato delle vulnerabilità. Nota È necessaria la connessione a Internet per scaricare i componenti mancanti. Nota Se le credenziali non sono valide, verrà visualizzato un messaggio che indica la possibilità di ignorare questa opzione. Si consiglia di inserire un nome utente e password validi e di non ignorare questa opzione. Nota GFI LanGuardPer ulteriori informazioni, fare riferimento alla sezione Configurazione opzioni di manutenzione database. GFI LanGuard 2 Installazione di GFI LanGuard 21

22 Nota Una volta installato il prodotto, eseguire una verifica dell installazione. Per ulteriori informazioni, fare riferimento a Verifica dell installazione (pagina 24). 2.5 Azioni post-installazione GFI LanGuard può essere installato in un computer con una versione precedente di GFI LanGuard senza necessità di disinstallare questa versione. In questo modo verranno mantenute le impostazioni di configurazione e verranno riutilizzate nella nuova versione. Per importare le impostazioni da una versione precedente: 1. Avviare la console di gestione di GFI LanGuard da Start > Programmi > GFI LanGuard 2014> GFI LanGuard Fare clic sul pulsante GFI LanGuard > File > Importa ed esporta configurazioni per avviare la procedura guidata Importa ed esporta configurazioni. Schermata 6: Importazione ed esportazione configurazioni 3. Selezionare Importa le configurazioni desiderate da un'altra istanza, quindi fare clic su Avanti. 4. Per selezionare la cartella di installazione di GFI LanGuard, fare clic su Sfoglia. Il percorso predefinito è: GFI LanGuard 2 Installazione di GFI LanGuard 22

23 Computer a 64 bit (x64) - <Disco locale>\programmi (x86)\gfi\ LanGuard <Versione> Computer a 32 bit (x86) - <Disco locale>\programmi\gfi\ LanGuard <Versione> 5. Fare clic su Avanti. 6. Selezionare le impostazioni da importare, quindi fare clic su Avanti. 7. Durante l importazione, GFI LanGuard chiederà all utente se desidera sostituire o mantenere le impostazioni correnti. Selezionare: Tabella 11: Opzioni di sostituzione di importazione Opzione Sì No Rinomina automaticamente Descrizione Sostituisce l impostazione corrente con quella importata. Mantiene l impostazione corrente e ignora quella importata. Rinomina le impostazioni correnti e mantiene quelle attuali. 8. Al termine, fare clic su OK. GFI LanGuard 2 Installazione di GFI LanGuard 23

24 3 Verifica dell installazione Una volta installato GFI LanGuard, verificare l installazione eseguendo una scansione locale per assicurare che l installazione sia andata a buon fine. 1. Avviare GFI LanGuard. Schermata 7: Avvia una scansione 2. Dalla homepage di GFI LanGuard, fare clic su Avvia una scansione. Schermata 8: Proprietà di Avvia una scansione 3. Dal menu a discesa Scansiona destinazione, selezionare localhost. 4. Dal menu a discesa Profilo, selezionare Scansione completa. 5. Per iniziare la scansione del computer locale, fare clic su Scansiona. 6. L avanzamento della scansione viene visualizzato nella scheda Scansiona. GFI LanGuard 3 Verifica dell installazione 24

25 Schermata 9: Riepilogo risultati di scansione 7. Al termine dell operazione, la sezione Avanzamento riporterà una panoramica dei risultati di scansione. 8. Utilizzare le sezioni Dettagli risultati di scansione e Panoramica risultati di scansione per analizzare il risultato della scansione. GFI LanGuard 3 Verifica dell installazione 25

26 4 Dashboard GFI LanGuard La sezione Dashboard fornisce informazioni di sicurezza complete basate sui dati acquisiti durante le scansioni. La sezione Dashboard consente inoltre di individuare il livello attuale di vulnerabilità della rete, i computer più vulnerabili e il numero di computer nel database. Argomenti del presente capitolo: 4.1 Ottenimento dei risultati dal dashboard Utilizzo del Dashboard Utilizzo della struttura computer Utilizzo attributi Azioni Dashboard Esportazione elenco problemi Visualizzazioni Dashboard Ottenimento dei risultati dal dashboard Il dashboard è una funzionalità importante di GFI LanGuard. Come punto centrale dell applicazione, consente l esecuzione di tutte le attività comuni supportate da GFI LanGuard, tra cui: monitoraggio di tutti i computer gestiti da GFI LanGuard; gestione delle destinazioni di scansione; aggiunta, modifica o rimozione di computer, domini e gruppi di lavoro; distribuzione di agenti nei computer di destinazione e configurazione delle impostazioni agente; Configurazione delle credenziali del computer Configurazione delle opzioni di riparazione automatica Configurazione dell individuazione di rete ricorrente nei domini gestiti/gruppi di lavoro/unità organizzative Attivazione di scansioni di protezione/aggiornamento informazioni di scansione analisi dello stato di sicurezza dei computer e controllo dei dettagli. Passaggio alle posizioni pertinenti tramite selezione dei sensori di protezione e dei grafici. 4.2 Utilizzo del Dashboard Questa sezione fornisce le informazioni necessarie su come utilizzare il Dashboard di GFI LanGuard. Per visualizzare il Dashboard: 1. Avviare GFI LanGuard e fare clic sulla scheda Dashboard. GFI LanGuard 4 Dashboard GFI LanGuard 26

27 Schermata 10: Visualizza dashboard 2. Dall elenco computer, selezionare un computer o un dispositivo mobile. Le informazioni del dashboard vengono aggiornate in base alla selezione effettuata. 4.3 Utilizzo della struttura computer GFI LanGuard include opzioni di filtro e raggruppamento che consentono l individuazione rapida di un computer o dominio e la visualizzazione immediata dei risultati. Una volta selezionato un computer o un gruppo dalla struttura computer, i risultati vengono aggiornati automaticamente nel dashboard. Premere CTRL e selezionare più computer per visualizzare i risultati di computer specifici. Seguono le funzioni supportate dalla struttura di computer: Filtro semplice Filtro avanzato Raggruppamento Ricerca Filtro semplice Per filtrare in base a un computer o gruppo specifici: 1. Dal riquadro di sinistra selezionare Filtro. 2. Configurare i criteri, quindi fare clic su Attiva filtri. GFI LanGuard 4 Dashboard GFI LanGuard 27

28 Schermata 11: Filtro semplice Filtro avanzato Per filtrare in base a un computer o un gruppo con il filtro avanzato: 1. Dal riquadro di sinistra fare clic su Filtro e su Filtro avanzato Dalla finestra di dialogo Filtro avanzato, fare clic su Aggiungi. Schermata 12: Aggiungi proprietà filtro GFI LanGuard 4 Dashboard GFI LanGuard 28

29 3. Selezionare la proprietà filtro da limitare, quindi fare clic su Avanti. 4. Selezionare la condizione e immettere il valore della condizione. Fare clic su Aggiungi. 5. Ripetere i passaggi da 2 a 4 per ciascuna condizione. Fare clic su OK Raggruppamento Per raggruppare i computer in base ad attributi specifici: 1. Dal pannello di sinistra, selezionare Gruppo. Schermata 13: Raggruppamento 2. Fare clic su una delle seguenti schede e selezionare un attributo specifico: Schede Computer Attributi Dominio e unità organizzativa Sistema operativo Ruolo di rete Distribuzione relay Dispositivi mobili Attributi Account utente Sistema operativo Modello dispositivo Attributi Nota Se è selezionato Attributi, selezionare l attributo dall'elenco a discesa. Per ulteriori informazioni, fare riferimento a Utilizzo attributi (pagina 30). 3. Se è selezionato Attributi, selezionare l attributo dall'elenco a discesa. 4. Fare clic su Applica raggruppamento Ricerca GFI LanGuard 4 Dashboard GFI LanGuard 29

30 La scheda Cerca all interno della struttura computer consente di effettuare la ricerca e visualizzare i risultati per un computer o gruppo specifici. Per visualizzare i risultati per un computer specifico: 1. Dalla struttura computer, selezionare Cerca. Schermata 14: Ricerca di computer e gruppi specifici 2. Digitare i criteri di ricerca e utilizzare le seguenti opzioni: Tabella 12: Opzioni di ricerca Opzione Raggruppa risultati per categoria di informazioni Descrizione I risultati di ricerca sono raggruppati per categoria. Il risultato contiene le informazioni del computer più aggiornate. Inoltre, i risultati di ricerca sono raggruppati per: Informazioni computer Dispositivi hardware Utenti connessi Processi Raggruppa risultati per computer Ricerca nella cronologia Ricerca avanzata Tecnologia virtuale Risultati di ricerca raggruppati in base al nome del computer. Il risultato contiene le informazioni del computer più aggiornate. I risultati di ricerca includono le informazioni di scansioni precedenti. Configurare le opzioni di ricerca avanzate. Nota Per ulteriori informazioni, fare riferimento alla sezione Ricerca nel testo completo della Guida dell amministratore. 4.4 Utilizzo attributi Gli attributi consentono il raggruppamento e la configurazione di computer singoli o multipli in un unica operazione. Gli attributi consentono inoltre la riparazione di vulnerabilità o la distribuzione di software su computer specifici sulla base dell attributo assegnato. Le seguenti sezioni contengono informazioni relative a: Assegnazione attributi a un computer Assegnazione attributi a un gruppo Configurazione attributi Assegnazione attributi a un computer Per assegnare gli attributi a un singolo computer: GFI LanGuard 4 Dashboard GFI LanGuard 30

31 1. Fare clic sulla scheda Dashboard. 2. Dalla struttura computer fare clic con il pulsante destro del mouse su un computer e selezionare Assegna attributi. Schermata 15: Assegnazione attributi: Computer singolo 3. Dalla finestra di dialogo Proprietà, scheda > Attributi, fare clic su Aggiungi. 4. Configurare le impostazioni dei nuovi attributi, quindi fare clic su OK. 5. Fare clic su OK per salvare le impostazioni selezionate Assegnazione attributi a un gruppo GFI LanGuard consente di assegnare attributi a specifici gruppi, domini, unità organizzative e reti. Una volta assegnati gli attributi, ciascun membro del gruppo selezionato eredita le impostazioni degli attributi. Per assegnare gli attributi a un gruppo: 1. Fare clic sulla scheda Dashboard. 2. Dall elenco dei computer, fare clic con il pulsante destro del mouse sulla rete e selezionare Assegna attributi. 3. Dalla procedura guidata Aggiungi altri computer, selezionare la rete, quindi fare clic su Avanti. GFI LanGuard 4 Dashboard GFI LanGuard 31

32 Schermata 16: Assegnazione attributi: Più computer 4. Fare clic su Aggiungi e configurare i rispettivi attributi. Per modificare o rimuovere gli attributi selezionati, utilizzare i pulsanti Modifica e Rimuovi. 5. Per salvare le impostazioni, fare clic su Fine Configurazione attributi Per configurare gli attributi: 1. Dalla finestra di dialogo Proprietà, fare clic sulla scheda Attributi. 2. Per avviare la finestra di dialogo Nuovo attributo, fare clic su Aggiungi. Schermata 17: Finestra di dialogo Nuovo attributo 3. Dal menu a discesa Nome, selezionare un attributo o immettere un nome per crearne uno nuovo. GFI LanGuard 4 Dashboard GFI LanGuard 32

33 4. Nel campo Valore, specificare un valore per l attributo. Fare clic su OK. 5. Ripetere i passaggi da 2 a 4 fino all aggiunta di tutti gli attributi richiesti. 6. Fare clic su OK per salvare le impostazioni selezionate. 4.5 Azioni Dashboard La sezione Azioni consente di gestire e riparare le vulnerabilità e le patch mancanti rilevate nella rete. Per accedere alla sezione Azioni: 1. Selezionare la scheda Dashboard. 2. Fare clic sulla scheda Vulnerabilità o Patch. Schermata 18: Sezione Azioni del Dashboard 3. Selezionare una delle seguenti azioni: Tabella 13: Azioni Dashboard Azione Riparazione Riconosci Ignora Modifica gravità Gestione regole Descrizione Per distribuire e gestire le patch mancanti, avviare il Centro riparazioni. Avviare la finestra di dialogo Regola - Riconosci patch. Consente di riconoscere i problemi affinché non interessino il livello di vulnerabilità della rete. Configurare il computer a cui si applica questa regola. Avviare la finestra di dialogo Regola-Ignora patch. Consente di ignorare le patch mancanti o le vulnerabilità, affinché non vengano segnalate come errori in futuro e di includere le motivazioni per cui ignorare tali vulnerabilità. Configurare i computer a cui si applica questa regola e l intervallo di tempo in cui il problema verrà ignorato. Avviare la finestra di dialogo Regola-Modifica gravità. Ciò consente di modificare il livello di gravità di una vulnerabilità. Configurare i computer a cui si applica questa regola e il livello di gravità. Avviare la finestra di dialogo Gestione regole. Ciò consente di cercare e rimuovere le regole configurate e di visualizzare i motivi per ignorare le patch mancanti e le vulnerabilità. 4.6 Esportazione elenco problemi GFI LanGuard consente di esportare gli elenchi dei problemi in Portable Document Format (PDF), Microsoft Office Excel (XLS) o Hyper Text Markup Language (HTML). Quando un elenco supporta l esportazione, queste icone vengono visualizzate nell angolo superiore destro dell elenco. Selezionare l icona rispettiva e configurare le impostazioni di esportazione. GFI LanGuard 4 Dashboard GFI LanGuard 33

34 4.7 Visualizzazioni Dashboard Il dashboard di GFI LanGuard è costituito da visualizzazioni multiple. Esse consentono un monitoraggio in tempo reale delle destinazioni di scansione e permettono di eseguire operazioni di segnalazione e riparazione istantanee. Le seguenti sezioni contengono informazioni relative a: Panoramica Dashboard Visualizzazione Computer Visualizzazione Cronologia Visualizzazione vulnerabilità Visualizzazione Patch Visualizzazione Porte Visualizzazione Software Visualizzazione Hardware Visualizzazione Informazioni di sistema Panoramica Schermata 19: Panoramica Dashboard GFI LanGuard 4 Dashboard GFI LanGuard 34

35 La panoramica Dashboard è una rappresentazione grafica del livello di sicurezza/vulnerabilità di un computer singolo, dominio o dell intera rete. Una volta selezionato un computer o dominio, i risultati relativi al computer/dominio selezionato vengono aggiornati automaticamente nel dashboard. Segue una descrizione di ciascuna sezione presente nel dashboard: Tabella 14: Informazioni software dal controllo Sezione Livello di sicurezza di rete Distribuzione vulnerabilità del computer Computer più vulnerabili Stato agente Descrizione Questa valutazione indica il livello di vulnerabilità di un computer/una rete, in base al numero e al tipo di vulnerabilità e/o patch mancanti trovate. Un livello di vulnerabilità elevato è il risultato di vulnerabilità e/o patch mancanti la cui gravità media viene classificata come elevata. Questo grafico è disponibile solo quando si seleziona un dominio o gruppo di lavoro e visualizza la distribuzione delle vulnerabilità nella rete. Questo grafico individua quanti computer hanno una valutazione di vulnerabilità elevata, media e bassa. Questo elenco è disponibile quando si seleziona un dominio o gruppo di lavoro e visualizza i computer più vulnerabili rilevati durante la scansione. Il colore dell icona a sinistra indica il livello di vulnerabilità. Quando si seleziona un dominio o gruppo di lavoro, viene visualizzato un grafico che riporta lo stato generale dell agente di tutti i computer all interno del dominio/gruppo di lavoro. Ciò consente di individuare il numero di agenti installati o con installazione in sospeso nel dominio/gruppo di lavoro selezionato. Quando si seleziona un computer singolo, questa sezione visualizza un icona che rappresenta lo stato dell agente. Le icone sono descritte di seguito: Non installato: l agente non è installato sul computer di destinazione. Installazione in sospeso: l installazione è in sospeso. Uno stato può essere in sospeso quando il computer non è in linea o l agente è in fase di installazione. Disinstallazione in sospeso: la disinstallazione è in sospeso. Uno stato può essere in sospeso quando il computer non è in linea o l agente è in fase di disinstallazione. Installato: l agente è installato sul computer di destinazione. Stato controllo Tendenze della vulnerabilità nel tempo Computer in base al ruolo di rete Agente relay installato: i computer selezionati sono agenti relay. Questo grafico è disponibile solo quando si seleziona un dominio o gruppo di lavoro e consente di identificare quanti controlli sono stati eseguiti sulla rete, suddivisi in gruppi temporali. Quando si seleziona un dominio o gruppo di lavoro, questa sezione visualizza un grafico a linee che indica la modifica del livello di vulnerabilità nel tempo, raggruppato per numero di computer. Quando si seleziona un computer singolo, questa sezione visualizza un grafico che indica il cambiamento del livello di vulnerabilità nel tempo per il computer selezionato. Questo grafico è disponibile solo quando si seleziona un dominio o gruppo di lavoro e visualizza il numero di computer sottoposti a controllo, raggruppati in base al ruolo di rete. Tra gli altri ruoli, questo grafico identifica il numero di server e workstation per il dominio selezionato. GFI LanGuard 4 Dashboard GFI LanGuard 35

36 Sezione Computer in base al sistema operativo Dettagli computer Attività di scansione Attività di riparazione Primi 5 problemi da risolvere Statistiche risultati Sensori di protezione Descrizione Questo grafico è disponibile solo quando si seleziona un dominio o gruppo di lavoro e visualizza il numero di computer sottoposti a controllo, raggruppati in base al sistema operativo installato. Questa sezione è disponibile quando si seleziona un computer singolo e consente di visualizzare i dettagli del computer selezionato. Questo grafico a linee è disponibile solo quando si sceglie un computer singolo e consente di visualizzare il numero di scansioni/controlli eseguiti sul computer selezionato. Inoltre, consente di controllare che le scansioni pianificate siano effettuate. Questo grafico a linee è disponibile solo quando si sceglie un computer singolo e consente di visualizzare il numero di attività di riparazione eseguite sul computer selezionato. Inoltre, consente di verificare che sia eseguita la riparazione automatica. Questa sezione è disponibile solo quando si seleziona un computer singolo e visualizza i primi cinque problemi da risolvere per il computer selezionato. Questa sezione è disponibile solo quando si seleziona un computer singolo e visualizza una panoramica dei risultati del controllo. Inoltre, il risultato consente di identificare il numero di patch mancanti, di applicazioni installate, di porte aperte e di servizi in esecuzione. Questa sezione consente un identificazione immediata dei problemi. Fare clic su un sensore per esplorare e visualizzare i problemi e le vulnerabilità per un computer o gruppo specifico. I sensori consentono di identificare: Aggiornamenti software mancanti Service pack mancanti Vulnerabilità Problemi firewall Applicazioni non autorizzate Stato controllo Impostazione credenziali Problemi protezione antimalware Problemi integrità agente. GFI LanGuard 4 Dashboard GFI LanGuard 36

37 4.7.2 Visualizzazione Computer Schermata 20: Analisi risultati per computer Per raggruppare i risultati di controllo in base al computer, selezionare questa visualizzazione. Dall elenco a discesa, selezionare una delle opzioni descritte di seguito: Tabella 15: Visualizzazione in base alle informazioni dei computer Opzione Dettagli agente Vulnerabilità Descrizione Per visualizzare lo stato dell agente, selezionare questa opzione. Questa opzione consente di identificare se un agente è installato in un computer e in tal caso, visualizza il tipo di credenziali utilizzate dall agente. Visualizzazione del numero di vulnerabilità rilevate nel computer raggruppate per gravità. Il livello di gravità di una vulnerabilità può essere: Alto Medio Basso Stato dell applicazione di patch Potenziale Visualizzazione del numero di: Aggiornamenti di sicurezza/non di sicurezza mancanti Service pack e aggiornamenti cumulativi mancanti Aggiornamenti di sicurezza/non di sicurezza installati Service pack e aggiornamenti cumulativi installati. GFI LanGuard 4 Dashboard GFI LanGuard 37

38 Opzione Porte aperte Descrizione Visualizzazione del numero di: Porte TCP aperte Porte UDP aperte Software Backdoor Visualizzazione del numero di: Motori antiphishing Motori antispyware Motori antivirus Applicazioni di backup Applicazioni di prevenzione perdita di dati Applicazioni di accesso a periferiche e di crittografia disco Firewall Applicazioni installate Messenger istantanei Applicazioni peer to peer Applicazioni non autorizzate Macchine virtuali Client VPN Browser web Hardware Visualizzazione di informazioni relative a: Numero di unità disco Spazio libero su disco Dimensioni memoria Numero di processori Informazioni di sistema Altro hardware. Visualizzazione di informazioni relative a: Numero di cartelle condivise Numero di gruppi Numero di utenti Utenti registrati Attributi Stato criterio di controllo Aggiunge una colonna Attributi e raggruppa le destinazioni di scansione in base all attributo assegnato. Nota Per aprire la scheda Panoramica e visualizzare maggiori dettagli su un computer specifico, fare doppio clic su un computer dall elenco. GFI LanGuard 4 Dashboard GFI LanGuard 38

39 Nota Per raggruppare i dati in base a criteri, trascinare l intestazione di una colonna nell area designata Visualizzazione Cronologia Per raggruppare i risultati di controllo in base alla data per un computer specifico, selezionare questa visualizzazione. Per configurare la data di inizio della cronologia o il periodo della cronologia, fare clic sul collegamento fornito. Schermata 21: Visualizzazione Cronologia nel Dashboard GFI LanGuard 4 Dashboard GFI LanGuard 39

40 4.7.4 Visualizzazione vulnerabilità Visualizzazione di più dettagli sulle vulnerabilità rilevate nella rete e sul numero di computer interessati. Quando una vulnerabilità è selezionata dall Elenco vulnerabilità, la sezione Dettagli fornisce ulteriori informazioni sulla vulnerabilità selezionata. Dalla sezione Dettagli, fare clic su Computer interessati o Computer non interessati, per visualizzare un elenco di computer interessati e non. Schermata 22: Visualizzazione Vulnerabilità nel Dashboard Nota Per raggruppare i dati in base a criteri, trascinare l intestazione di una colonna nell area designata Configurazione azioni Dalla sezione azioni, scegliere una delle azioni descritte di seguito per la gestione e la riparazione delle vulnerabilità e delle patch mancanti rilevate nella rete. Tabella 16: Azioni Dashboard Azione Riparazione Riconosci Descrizione Per distribuire e gestire le patch mancanti, avviare il Centro riparazioni. Avviare la finestra di dialogo Regola - Riconosci patch. Consente di riconoscere i problemi affinché non interessino il livello di vulnerabilità della rete. Configurare il computer a cui si applica questa regola. GFI LanGuard 4 Dashboard GFI LanGuard 40

41 Azione Ignora Modifica gravità Gestione regole Descrizione Avviare la finestra di dialogo Regola-Ignora patch. Consente di ignorare le patch mancanti o le vulnerabilità, affinché non vengano segnalate come errori in futuro e di includere le motivazioni per cui ignorare tali vulnerabilità. Configurare i computer a cui si applica questa regola e l intervallo di tempo in cui il problema verrà ignorato. Avviare la finestra di dialogo Regola-Modifica gravità. Ciò consente di modificare il livello di gravità di una vulnerabilità. Configurare i computer a cui si applica questa regola e il livello di gravità. Avviare la finestra di dialogo Gestione regole. Ciò consente di cercare e rimuovere le regole configurate e di visualizzare i motivi per ignorare le patch mancanti e le vulnerabilità. GFI LanGuard 4 Dashboard GFI LanGuard 41

42 4.7.6 Visualizzazione Patch Visualizzazione di più dettagli sulle patch installate/mancanti e sui service pack individuati durante un controllo di rete. Quando una patch/service pack è selezionato dall Elenco, la sezione Dettagli fornisce ulteriori informazioni sulla patch/service pack selezionato. Dalla sezione Dettagli, fare clic su Mancante in per visualizzare un elenco di computer dove manca la patch selezionata. Schermata 23: Visualizzazione Patch nel Dashboard Nota Per raggruppare i dati in base a criteri, trascinare l intestazione di una colonna nell area designata. GFI LanGuard 4 Dashboard GFI LanGuard 42

43 4.7.7 Visualizzazione Porte Visualizzazione di maggiori dettagli sulle porte aperte rilevate durante un controllo di rete. Quando una porta è selezionata da Elenco porte, la sezione Dettagli fornisce maggiori informazioni sulla porta selezionata. Dalla sezione Dettagli, selezionare Visualizza computer con questa porta aperta per visualizzare un elenco di computer con la porta aperta. Schermata 24: Visualizzazione Porte nel Dashboard Nota Per raggruppare i dati in base a criteri, trascinare l intestazione di una colonna nell area designata. GFI LanGuard 4 Dashboard GFI LanGuard 43

44 4.7.8 Visualizzazione Software Visualizzazione di maggiori dettagli sulle applicazioni installate che sono state rilevate durante un controllo di rete. Quando un applicazione è selezionata dall Elenco applicazioni, la sezione Dettagli fornisce ulteriori informazioni sull applicazione selezionata. Schermata 25: Visualizzazione Software nel Dashboard Dalla sezione azioni, scegliere una delle azioni descritte di seguito per la gestione e la categorizzazione delle applicazioni software. Tabella 17: Azioni Opzione Aggiungi alla categoria Categorie software Descrizione Aggiunge le applicazioni a una categoria specifica. Configurare le regole per categorie e applicazioni software particolari. Per maggiori informazioni, consultare Configurazione categorie software Nota Per raggruppare i dati in base a criteri, trascinare l intestazione di una colonna nell area designata. GFI LanGuard 4 Dashboard GFI LanGuard 44

45 Nota Le scansioni senza agente devono temporaneamente eseguire un servizio sul computer remoto. Per abilitare questo servizio in tutti i profili di scansione senza agente, selezionare Abilita il controllo completo applicazioni di sicurezza. GFI LanGuard 4 Dashboard GFI LanGuard 45

46 4.7.9 Visualizzazione Hardware Visualizzazione di maggiori informazioni sull hardware rilevato durante un controllo di rete. Per visualizzare altri dettagli, selezionare hardware dall elenco. Schermata 26: Visualizzazione Hardware nel Dashboard Nota Per raggruppare i dati in base a criteri, trascinare l intestazione di una colonna nell area designata. GFI LanGuard 4 Dashboard GFI LanGuard 46

47 Visualizzazione Informazioni di sistema La scheda Informazioni di sistema visualizza informazioni associate al sistema operativo delle destinazioni di scansione. Schermata 27: Visualizzazione Informazioni di sistema nel Dashboard Nota Per raggruppare i dati in base a criteri, trascinare l intestazione di una colonna nell area designata. GFI LanGuard 4 Dashboard GFI LanGuard 47

48 5 Risoluzione dei problemi e supporto In questo capitolo viene spiegato come risolvere i problemi che si possono verificare durante l utilizzo di GFI LanGuard. Questi problemi possono essere risolti utilizzando i contenuti di questa Guida di installazione e configurazione. In caso di problemi irrisolti anche dopo aver esaminato il manuale, controllare se il problema è incluso nell elenco che segue. Per ulteriori informazioni in merito alla risoluzione dei problemi comuni e per contattare il nostro team di supporto, fare riferimento alle seguenti sezioni. Argomenti del presente capitolo: 5.1 Risoluzione di problemi comuni Utilizzo della risoluzione guidata dei problemi GFI SkyNet Forum Web Richiesta di supporto tecnico Risoluzione di problemi comuni La tabella in basso fornisce le soluzione ai problemi più comuni che possono essere riscontrati quando si utilizza GFI LanGuard: Tabella 18: GFI LanGuard Problemi comuni Problema rilevato Errore di connessione al database viene riscontrato quando si cerca di configurare il database back-end. La struttura del database non è corretta. Procedere all eliminazione e ricreazione del data base? Questo avviso viene riscontrato quando si cerca di configurare il database back-end. Soluzione/Descrizione Descrizione Questo problema può verificarsi in presenza delle seguenti due condizioni: 1. GFI LanGuard è installato su Windows 2000 SP4 con MDAC 2.5 SP 3 2. Il database back-end è SQL Server, dove il nome istanza database è diverso dal nome del computer SQL Server. Soluzione Installare Microsoft Data Access Components (MDAC 2.6 o versioni successive) sul computer GFI LanGuard e riprovare. È possibile scaricare MDAC dall'indirizzo: mdac Descrizione Il problema si verifica quando la struttura del database è danneggiata. Oppure Il database restituisce un timeout perché non è possibile stabilire la connessione. Soluzione Quando si riceve questo messaggio: Verificare che tutte le credenziali SQL siano corrette e che non vi siano problemi di connettività tra il computer dove si trova GFI LanGuard e il SQL Server. È importante notare che la selezione di OK comporterà la perdita di tutte le scansioni salvate. GFI LanGuard 5 Risoluzione dei problemi e supporto 48

49 Problema rilevato Durante la configurazione di un database SQL, quando si tenta di accedere alla scheda Modifica database si riceve il messaggio Impossibile connettersi al data base. Soluzione/Descrizione Descrizione Questo problema può verificarsi in presenza delle seguenti due condizioni: GFI LanGuard è installato su Windows 2000 SP4 con MDAC 2.5 SP 3. Il database back-end è SQL Server, dove il nome istanza database è diverso dal nome del computer SQL Server. Soluzione Installare Microsoft Data Access Components (MDAC 2.6 o versioni successive) sul computer GFI LanGuard e riprovare. Nota È possibile scaricare MDAC dall'indirizzo: Risultati incompleti ed errori durante la scansione di computer remoti Descrizione È possibile riscontrare errori simili ai seguenti: Impossibile aprire chiave di test per il registro remoto. La scansione viene interrotta. Accesso negato Impossibile connettersi al server SMB remoto. Questi errori possono essere riscontrati per i seguenti motivi: Il computer remoto dispone di un account simile a quello utilizzato da GFI LanGuard per accedere come amministratore. L'account utente utilizzato da GFI LanGuard non dispone di privilegi amministrativi. Soluzione Per risolvere questo problema eseguire una delle seguenti operazioni: Accedere al computer dove si trova GFI LanGuard e configurare GFI LanGuard affinché utilizzi un account amministratore di un dominio alternativo. Eliminare l'account utente locale dal computer remoto. Avviare l'eseguibile di GFI LanGuard con il comando "Esegui come" di un account amministratore di dominio. Nota Per maggiori informazioni, consultare: ProbScanningRM Impossibile eseguire gli aggiornamenti del programma GFI LanGuard Descrizione Gli aggiornamenti non funzioneranno se il computer dove è presente GFI LanGuard non dispone di connessione diretta a Internet. Soluzione Per risolvere questo problema eseguire una delle seguenti operazioni: Configurare il computer GFI LanGuard affinché disponga di accesso diretto a Internet. Installare un'altra istanza di GFI LanGuard su un computer con accesso a Internet e configurare GFI LanGuard per il controllo degli aggiornamenti dalla nuova installazione. Nota Per ulteriori informazioni, fare riferimento a GFI LanGuard 5 Risoluzione dei problemi e supporto 49

50 Problema rilevato Il firewall installato su GFI LanGuard blocca la connessione ai computer di destinazione Soluzione/Descrizione Descrizione La scansione potrebbe rallentare o essere bloccata se il firewall è installato sul computer dove è presente GFI LanGuard. Soluzione Configurare il firewall per consentire ai seguenti componenti le connessioni in uscita: <..\Program Files\GFI\LanGuard>\*.exe <..\Program Files\GFI\LanGuard Agent>\*.exe Nota Per maggiori informazioni, consultare: SetBestPerformance GFI LanGuard non riesce a recuperare i computer del gruppo di lavoro quando si utilizza la funzione Enumera computer Descrizione GFI LanGuard utilizza il meccanismo di Windows per recuperare i computer da un gruppo di lavoro. Grazie a questo meccanismo, un computer Master Browser crea e archivia un elenco di tutti i computer. In alcuni casi, il ruolo di Master Browser può non riuscire, di conseguenza GFI LanGuard non è in grado di recuperare le informazioni dei computer. Nota Per risolvere questo problema, fare riferimento a GFI LanGuard ha trovato delle porte aperte che un altro scanner delle porte ha rilevato come chiuse Descrizione GFI LanGuard utilizza un approccio diverso rispetto ad altri scanner delle porte per il rilevamento delle porte aperte. Soluzione Per visualizzare lo stato di una porta e determinare se è chiusa o aperta: 1. Fare clic su Start > Tutti i programmi > Accessori > Prompt dei comandi. 2. Digitare netstat -an e premere Invio. 3. L'elenco generato visualizza tutte le connessioni attive del computer. 5.2 Utilizzo della risoluzione guidata dei problemi La risoluzione guidata dei problemi GFI LanGuard è uno strumento concepito per assistere gli utenti quando si verificano problemi tecnici relativi all'utilizzo di GFI LanGuard. Questa procedura guidata consente di rilevare e correggere automaticamente problemi comuni nonché raccogliere le informazioni e i registri da inviare al team di supporto tecnico. Per utilizzare la risoluzione guidata dei problemi: 1. Avviare la risoluzione guidata dei problemi da Start > Tutti i programmi > GFI LanGuard 2014 > GFI LanGuard 2014 Strumento di risoluzione dei problemi. 2. Fare clic su Avanti nella pagina di introduzione. GFI LanGuard 5 Risoluzione dei problemi e supporto 50

51 Schermata 28: Risoluzione guidata dei problemi - Dettagli sulle informazioni 3. Nella pagina Dettagli sulle informazioni, selezionare una delle seguenti opzioni descritte di seguito: Tabella 19: Opzioni di raccolta informazioni Opzione Rileva e risolvi automaticamente i problemi noti Raccogli solo le informazioni e i registri delle applicazioni Descrizione (Consigliato) Configurare GFI LanGuard per la rilevazione e risoluzione automatica dei problemi. Raccoglie registri da inviare all'assistenza GFI. 4. Per continuare, fare clic su Avanti. GFI LanGuard 5 Risoluzione dei problemi e supporto 51

52 Schermata 29: Risoluzione guidata dei problemi - Raccolta delle informazioni sui problemi noti 5. La risoluzione guidata dei problemi recupererà tutte le informazioni necessarie per risolvere i problemi comuni. Per continuare, fare clic su Avanti. 6. Il programma di risoluzione dei problemi risolverà qualsiasi problema noto che si presenterà. Selezionare Sì se il problema è stato risolto o No se il problema non è stato risolto per cercare informazioni nella Knowledge base di GFI. 5.3 GFI SkyNet GFI cura la gestione di una Knowledge Base completa contenente le risposte ai problemi più comuni. GFI SkyNet contiene sempre l'elenco più aggiornato delle domande e delle patch fornite dal supporto tecnico. Se le informazioni contenute nella presente guida non risolvono i problemi, fare riferimento a GFI SkyNet all indirizzo: 5.4 Forum Web L assistenza tecnica tra utenti è disponibile sul forum Web di GFI. Il forum Web è disponibile all indirizzo: 5.5 Richiesta di supporto tecnico Se nessuna delle risorse precedenti ha permesso di risolvere i problemi, contattare il personale di assistenza tecnica di GFI compilando il modulo di richiesta online o telefonando. Online: Compilare il modulo di richiesta di supporto e seguire rigorosamente le istruzioni indicate nella pagina per inviare la richiesta: Telefono: Per ottenere il numero telefonico corretto dell assistenza tecnica della regione competente, visitare il sito: GFI LanGuard 5 Risoluzione dei problemi e supporto 52

Installazione di GFI Network Server Monitor

Installazione di GFI Network Server Monitor Installazione di GFI Network Server Monitor Requisiti di sistema I computer che eseguono GFI Network Server Monitor richiedono: i sistemi operativi Windows 2000 (SP4 o superiore), 2003 o XP Pro Windows

Dettagli

FileMaker Server 12. Guida introduttiva

FileMaker Server 12. Guida introduttiva FileMaker Server 12 Guida introduttiva 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento sono marchi di FileMaker,

Dettagli

Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition. Guida introduttiva

Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition. Guida introduttiva Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition Guida introduttiva Questo documento descrive come installare e iniziare a utilizzare Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition.

Dettagli

2 Requisiti di sistema 4 2.1 Requisiti software 4 2.2 Requisiti hardware 5 2.3 Software antivirus e di backup 5 2.4 Impostazioni del firewall 5

2 Requisiti di sistema 4 2.1 Requisiti software 4 2.2 Requisiti hardware 5 2.3 Software antivirus e di backup 5 2.4 Impostazioni del firewall 5 Guida introduttiva Rivedere i requisiti di sistema e seguire i facili passaggi della presente guida per distribuire e provare con successo GFI FaxMaker. Le informazioni e il contenuto del presente documento

Dettagli

Guida dell amministratore

Guida dell amministratore Guida dell amministratore Maggiori informazioni su come poter gestire e personalizzare GFI FaxMaker. Modificare le impostazioni in base ai propri requisiti e risolvere eventuali problemi riscontrati. Le

Dettagli

2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto

2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto 2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto previsto in Avvisi legali. 23 giugno 2014 Indice 3 Indice...5

Dettagli

Guida dell amministratore

Guida dell amministratore Guida dell amministratore Le informazioni e il contenuto del presente documento vengono forniti esclusivamente a scopi informativi e come sono, senza garanzie di alcun tipo, sia espresse che implicite,

Dettagli

Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option

Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option Il software descritto nel presente

Dettagli

Manuale di installazione. Data Protector Express. Hewlett-Packard Company

Manuale di installazione. Data Protector Express. Hewlett-Packard Company Manuale di installazione Data Protector Express Hewlett-Packard Company ii Manuale di installazione di Data Protector Express. Copyright Marchi Copyright 2005 Hewlett-Packard Limited. Ottobre 2005 Numero

Dettagli

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Indice 4 Introduzione 5 Cosa ti occorre 6 Panoramica dell installazione 6 Passo 1: verifica la presenza di aggiornamenti. 6 Passo 2: apri Assistente

Dettagli

Agilent OpenLAB Chromatography Data System (CDS)

Agilent OpenLAB Chromatography Data System (CDS) Agilent OpenLAB Chromatography Data System (CDS) EZChrom Edition e ChemStation Edition Requisiti hardware e software Agilent Technologies Informazioni legali Agilent Technologies, Inc. 2013 Nessuna parte

Dettagli

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 5 1.1 Informazioni sul software... 5 1.2 Informazioni sul

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

Acronis Backup & Recovery 10 Server for Windows Acronis Backup & Recovery 10 Workstation

Acronis Backup & Recovery 10 Server for Windows Acronis Backup & Recovery 10 Workstation Acronis Backup & Recovery 10 Server for Windows Acronis Backup & Recovery 10 Workstation Guida introduttiva 1 Informazioni sul documento Questo documento descrive come installare e iniziare ad utilizzare

Dettagli

TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto Rev 8.0-12/2012 TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen www.teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 6 1.1 Informazioni sul software... 6

Dettagli

Rational Asset Manager, versione 7.1

Rational Asset Manager, versione 7.1 Rational Asset Manager, versione 7.1 Versione 7.1 Guida all installazione Rational Asset Manager, versione 7.1 Versione 7.1 Guida all installazione Note Prima di utilizzare queste informazioni e il prodotto

Dettagli

Guida alla scansione su FTP

Guida alla scansione su FTP Guida alla scansione su FTP Per ottenere informazioni di base sulla rete e sulle funzionalità di rete avanzate della macchina Brother, consultare la uu Guida dell'utente in rete. Per ottenere informazioni

Dettagli

Client di Posta Elettronica PECMailer

Client di Posta Elettronica PECMailer Client di Posta Elettronica PECMailer PECMailer è un semplice ma completo client di posta elettronica, ovvero un programma che consente di gestire la composizione, la trasmissione, la ricezione e l'organizzazione

Dettagli

Guida all Uso. L a t u a i m p r e s a, c h i av e i n m a n o. Guida_BusinessKey.indd 1 18-05-2007 10:53:34

Guida all Uso. L a t u a i m p r e s a, c h i av e i n m a n o. Guida_BusinessKey.indd 1 18-05-2007 10:53:34 Guida all Uso L a t u a i m p r e s a, c h i av e i n m a n o. Guida_BusinessKey.indd 1 18-05-2007 10:53:34 Cos è la Business Key La Business Key è una chiavetta USB portatile, facile da usare, inseribile

Dettagli

ApplicationServer XG Versione 11. Ultimo aggiornamento: 10.09.2013

ApplicationServer XG Versione 11. Ultimo aggiornamento: 10.09.2013 ApplicationServer XG Versione 11 Ultimo aggiornamento: 10.09.2013 Indice Indice... i Introduzione a 2X ApplicationServer... 1 Cos'è 2X ApplicationServer?... 1 Come funziona?... 1 Su questo documento...

Dettagli

MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO

MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO Precisione del riconoscimento Velocità di riconoscimento Configurazione del sistema Correzione Regolazione della

Dettagli

Presentazione del prodotto Easy-TO versione 5.1

Presentazione del prodotto Easy-TO versione 5.1 Presentazione del prodotto Easy-TO versione 5.1 Easy-TO è il software professionale per il Tour Operator moderno. Progettato e distribuito in Italia e all estero da Travel Software srl (Milano), un partner

Dettagli

Parallels Plesk Panel

Parallels Plesk Panel Parallels Plesk Panel Notifica sul Copyright ISBN: N/A Parallels 660 SW 39 th Street Suite 205 Renton, Washington 98057 USA Telefono: +1 (425) 282 6400 Fax: +1 (425) 282 6444 Copyright 1999-2009, Parallels,

Dettagli

Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente

Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente 2015 Seagate Technology LLC. Tutti i diritti riservati. Seagate, Seagate Technology, il logo Wave e FreeAgent sono marchi depositati o marchi registrati

Dettagli

TeamViewer 8 Manuale Meeting

TeamViewer 8 Manuale Meeting TeamViewer 8 Manuale Meeting Rev 8.0-12/2012 TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen www.teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 5 1.1 Informazioni sul software... 5 1.2 Informazioni

Dettagli

Corso di Alfabetizzazione Informatica

Corso di Alfabetizzazione Informatica Corso di Alfabetizzazione Informatica Scopo di questo corso, vuole essere quello di fornire ad ognuno dei partecipanti, indipendentemente dalle loro precedenti conoscenze informatiche, l apprendimento

Dettagli

Come installare e configurare il software FileZilla

Come installare e configurare il software FileZilla Come utilizzare FileZilla per accedere ad un server FTP Con questo tutorial verrà mostrato come installare, configurare il software e accedere ad un server FTP, come ad esempio quello dedicato ai siti

Dettagli

Esiste la versione per Linux di GeCo? Allo stato attuale non è prevista la distribuzione di una versione di GeCo per Linux.

Esiste la versione per Linux di GeCo? Allo stato attuale non è prevista la distribuzione di una versione di GeCo per Linux. FAQ su GeCo Qual è la differenza tra la versione di GeCo con installer e quella portabile?... 2 Esiste la versione per Linux di GeCo?... 2 Quali sono le credenziali di accesso a GeCo?... 2 Ho smarrito

Dettagli

Guida alla configurazione della posta elettronica. bassanonet.com

Guida alla configurazione della posta elettronica. bassanonet.com Guida alla configurazione della posta elettronica bassanonet.com 02 Guida alla configurazione della posta elettronica I programmi di posta elettronica consentono di gestire una o più caselle e-mail in

Dettagli

Manuale Utente. S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i!

Manuale Utente. S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i! Manuale Utente S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i! INDICE INDICE... 3 INTRODUZIONE... 3 Riguardo questo manuale...3 Informazioni su VOLT 3 Destinatari 3 Software Richiesto 3 Novità su Volt...3

Dettagli

Guida al nuovo sistema di posta. CloudMail UCSC. (rev.doc. 1.4)

Guida al nuovo sistema di posta. CloudMail UCSC. (rev.doc. 1.4) Guida al nuovo sistema di posta CloudMail UCSC (rev.doc. 1.4) L Università per poter migliorare l utilizzo del sistema di posta adeguandolo agli standard funzionali più diffusi ha previsto la migrazione

Dettagli

SOLUZIONI PER ANOMALIE RISCONTRATE NELL USO DELLA PROCEDURA ON-LINE IMPOSSIBILITA DI ACCEDERE NELLA PROCEDURA ON-LINE

SOLUZIONI PER ANOMALIE RISCONTRATE NELL USO DELLA PROCEDURA ON-LINE IMPOSSIBILITA DI ACCEDERE NELLA PROCEDURA ON-LINE SOLUZIONI PER ANOMALIE RISCONTRATE NELL USO DELLA PROCEDURA ON-LINE IMPOSSIBILITA DI ACCEDERE NELLA PROCEDURA ON-LINE ESEGUIRE: MENU STRUMENTI ---- OPZIONI INTERNET --- ELIMINA FILE TEMPORANEI --- SPUNTARE

Dettagli

FileMaker Server 13. Guida di FileMaker Server

FileMaker Server 13. Guida di FileMaker Server FileMaker Server 13 Guida di FileMaker Server 2010-2013 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 Stati Uniti FileMaker e Bento sono

Dettagli

Istruzioni per l uso Guida software

Istruzioni per l uso Guida software Istruzioni per l uso Guida software Leggere subito Manuali per questa stampante...8 Preparazione per la stampa Installazione rapida...9 Conferma del metodo di connessione...11 Connessione di rete...11

Dettagli

Gestione posta elettronica (versione 1.1)

Gestione posta elettronica (versione 1.1) Gestione posta elettronica (versione 1.1) Premessa La presente guida illustra le fasi da seguire per una corretta gestione della posta elettronica ai fini della protocollazione in entrata delle mail (o

Dettagli

Simplex Gestione Hotel

Simplex Gestione Hotel Simplex Gestione Hotel Revisione documento 01-2012 Questo documento contiene le istruzioni per l'utilizzo del software Simplex Gestione Hotel. E' consentita la riproduzione e la distribuzione da parte

Dettagli

Di seguito sono descritti i prerequisiti Hardware e Software che deve possedere la postazione a cui viene collegata l Aruba Key.

Di seguito sono descritti i prerequisiti Hardware e Software che deve possedere la postazione a cui viene collegata l Aruba Key. 1 Indice 1 Indice... 2 2 Informazioni sul documento... 3 2.1 Scopo del documento... 3 3 Caratteristiche del dispositivo... 3 3.1 Prerequisiti... 3 4 Installazione della smart card... 4 5 Avvio di Aruba

Dettagli

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a:

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a: Lab 4.1 Utilizzare FTP (File Tranfer Protocol) LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) In questa lezione imparerete a: Utilizzare altri servizi Internet, Collegarsi al servizio Telnet, Accedere

Dettagli

FileMaker Server 13. Guida introduttiva

FileMaker Server 13. Guida introduttiva FileMaker Server 13 Guida introduttiva 2007-2013 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 Stati Uniti FileMaker e Bento sono marchi

Dettagli

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Indice Indice Introduzione...3 Guida al primo accesso...3 Accessi successivi...5 Amministrazione dei servizi avanzati (VAS)...6 Attivazione dei VAS...7

Dettagli

ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA

ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA Avvio di Atlas 2.x sul server CONTESTO La macchina deve rispecchiare le seguenti caratteristiche MINIME di sistema: Valori MINIMI per Server di TC con 10 postazioni d'esame

Dettagli

Manuale di Remote Desktop Connection. Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci

Manuale di Remote Desktop Connection. Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci Manuale di Remote Desktop Connection Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci 2 Indice 1 Introduzione 5 2 Il protocollo Remote Frame Buffer 6 3 Uso di Remote Desktop

Dettagli

NAS 208 WebDAV Un'alternativa sicura per la condivisione di file su FTP

NAS 208 WebDAV Un'alternativa sicura per la condivisione di file su FTP NAS 208 WebDAV Un'alternativa sicura per la condivisione di file su FTP Eseguire il collegamento al NAS tramite WebDAV A S U S T O R C O L L E G E OBIETTIVI DEL CORSO Al termine di questo corso si dovrebbe

Dettagli

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE 1 ANALYSIS.EXE IL PROGRAMMA: Una volta aperto il programma e visualizzato uno strumento il programma apparirà come nell esempio seguente: Il programma

Dettagli

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1-1/9 HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1 CARATTERISTICHE DI UN DATABASE SQL...1-2 Considerazioni generali... 1-2 Concetto di Server... 1-2 Concetto di Client... 1-2 Concetto di database SQL... 1-2 Vantaggi...

Dettagli

Installazione ed attivazione della "SUITE OFFIS" versione SERVER

Installazione ed attivazione della SUITE OFFIS versione SERVER Installazione ed attivazione della "SUITE OFFIS" versione SERVER Premessa La versione server di OFFIS può essere installata e utilizzata indifferentemente da PC/Win o Mac/Osx e consente l'accesso contemporaneo

Dettagli

Guida. Vista Live. Controllo. Riproduzione su 24 ore. Ricerca avanz. Le icone includono: Mod. uscita. Icona. Un sensore di allarme.

Guida. Vista Live. Controllo. Riproduzione su 24 ore. Ricerca avanz. Le icone includono: Mod. uscita. Icona. Un sensore di allarme. Guida operatore del registratore TruVision Vista Live Sull immagine live dello schermo vengono visualizzati laa data e l ora corrente, il nome della telecamera e viene indicato se è in corso la registrazione.

Dettagli

Boot Camp Guida di installazione e configurazione

Boot Camp Guida di installazione e configurazione Boot Camp Guida di installazione e configurazione Indice 3 Introduzione 4 Panoramica dell'installazione 4 Passo 1: Verificare la presenza di aggiornamenti 4 Passo 2: Per preparare il Mac per Windows 4

Dettagli

Per Iniziare con Parallels Desktop 10

Per Iniziare con Parallels Desktop 10 Per Iniziare con Parallels Desktop 10 Copyright 1999-2014 Parallels IP Holdings GmbH e i suoi affiliati. Tutti i diritti riservati. Parallels IP Holdings GmbH Vordergasse 59 8200 Schaffhausen Svizzera

Dettagli

Manuale installazione KNOS

Manuale installazione KNOS Manuale installazione KNOS 1. PREREQUISITI... 3 1.1 PIATTAFORME CLIENT... 3 1.2 PIATTAFORME SERVER... 3 1.3 PIATTAFORME DATABASE... 3 1.4 ALTRE APPLICAZIONI LATO SERVER... 3 1.5 ALTRE APPLICAZIONI LATO

Dettagli

COPERTURA WI-FI (aree chiamate HOT SPOT)

COPERTURA WI-FI (aree chiamate HOT SPOT) Wi-Fi Amantea Il Comune di Amantea offre a cittadini e turisti la connessione gratuita tramite tecnologia wi-fi. Il progetto inserisce Amantea nella rete wi-fi Guglielmo ( www.guglielmo.biz), già attivo

Dettagli

Nella sezione del sito come partecipare sono presenti tutte le istruzioni utili ad un nuovo utente di Obiettivo Infermiere.

Nella sezione del sito come partecipare sono presenti tutte le istruzioni utili ad un nuovo utente di Obiettivo Infermiere. Istruzioni esemplificate per Iscrizione e fruizione Corsi ECM FAD La nuovissima piattaforma proprietaria FAD Ippocrates3 adottata a partire da gennaio 2013 da SANITANOVA S.r.l., è in grado di dimensionare

Dettagli

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6 Manualino OE6 Microsoft Outlook Express 6 Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito,

Dettagli

Conferencing Services. Web Meeting. Quick Start Guide V4_IT

Conferencing Services. Web Meeting. Quick Start Guide V4_IT Web Meeting Quick Start Guide V4_IT Indice 1 INFORMAZIONI SUL PRODOTTO... 3 1.1 CONSIDERAZIONI GENERALI... 3 1.2 SISTEMI OPERATIVI SUPPORTATI E LINGUE... 3 1.3 CARATTERISTICHE... 3 2 PRENOTARE UNA CONFERENZA...

Dettagli

SISSI IN RETE. Quick Reference guide guida di riferimento rapido

SISSI IN RETE. Quick Reference guide guida di riferimento rapido SISSI IN RETE Quick Reference guide guida di riferimento rapido Indice generale Sissi in rete...3 Introduzione...3 Architettura Software...3 Installazione di SISSI in rete...3 Utilizzo di SISSI in Rete...4

Dettagli

AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata

AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata Giampiero Carboni Davide Travaglia David Board Rev 5058-CO900C Interfaccia operatore a livello di sito FactoryTalk

Dettagli

File Leggimi relativo a Quark Licensing Administrator 4.5.0.2

File Leggimi relativo a Quark Licensing Administrator 4.5.0.2 File Leggimi relativo a Quark Licensing Administrator 4.5.0.2 INDICE Indice File Leggimi relativo a Quark Licensing Administrator 4.5.0.2...4 Requisiti di sistema: QLA Server...5 Requisiti di sistema:

Dettagli

Guida all utilizzo del dispositivo USB

Guida all utilizzo del dispositivo USB Guida all utilizzo del dispositivo USB 30/04/2013 Sommario - Limitazioni di responsabilità e uso del manuale... 3 1. Glossario... 3 2. Guida all utilizzo del dispositivo USB... 4 2.1 Funzionamento del

Dettagli

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it il server? virtualizzalo!! Se ti stai domandando: ma cosa stanno dicendo? ancora non sai che la virtualizzazione è una tecnologia software, oggi ormai consolidata, che sta progressivamente modificando

Dettagli

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC 5 giugno 09 IT-BOOK Configurazioni e cartatteristiche tecniche possono essere soggette a variazioni senza preavviso. Tutti i marchi citati sono registrati dai rispettivi proprietari. Non gettare per terra:

Dettagli

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 MANUALE UTENTE DN-16100 SALVAGUARDIA IMPORTANTE Tutti i prodotti senza piombo offerti dall'azienda sono a norma con i requisiti della legge Europea sulla restrizione per l'uso

Dettagli

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A Leggere attentamente questo manuale prima dell utilizzo e conservarlo per consultazioni future Via Don Arrigoni, 5 24020 Rovetta

Dettagli

ADOBE READER XI. Guida ed esercitazioni

ADOBE READER XI. Guida ed esercitazioni ADOBE READER XI Guida ed esercitazioni Guida di Reader Il contenuto di alcuni dei collegamenti potrebbe essere disponibile solo in inglese. Compilare moduli Il modulo è compilabile? Compilare moduli interattivi

Dettagli

MANUALE DI INSTALLAZIONE GESTIONE FLOTTE /REMIND

MANUALE DI INSTALLAZIONE GESTIONE FLOTTE /REMIND Progettisti dentro e oltre l impresa MANUALE DI INSTALLAZIONE GESTIONE FLOTTE /REMIND Pag 1 di 31 INTRODUZIONE Questo documento ha lo scopo di illustrare le modalità di installazione e configurazione dell

Dettagli

WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati.

WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati. WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati. La prima colonna indica il tasto da premere singolarmente e poi rilasciare. La seconda e terza colonna rappresenta la combinazione dei i tasti da premere

Dettagli

Ambienti supportati. Configurazione della stampante di rete. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi.

Ambienti supportati. Configurazione della stampante di rete. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi. I server di stampa vengono utilizzati per collegare le stampanti alle reti. In tal modo, più utenti possono accedere alle stampanti dalle proprie workstation, condividendo sofisticate e costose risorse.

Dettagli

Guida all'installazione rapida di scansione su e-mail

Guida all'installazione rapida di scansione su e-mail Xerox WorkCentre M118i Guida all'installazione rapida di scansione su e-mail 701P42705 Questa guida fornisce un riferimento rapido per l'impostazione della funzione Scansione su e-mail su Xerox WorkCentre

Dettagli

Sportello Telematico CERC

Sportello Telematico CERC Sportello Telematico CERC CAMERA DI COMMERCIO di VERONA Linee Guida per l invio telematico delle domande di contributo di cui al Regolamento Incentivi alle PMI per l innovazione tecnologica 2013 1 PREMESSA

Dettagli

Samsung Data Migration v2.6 Introduzione e Guida all'installazione

Samsung Data Migration v2.6 Introduzione e Guida all'installazione Samsung Data Migration v2.6 Introduzione e Guida all'installazione 2013. 12 (Revisione 2.6.) Esclusione di responsabilità legale SAMSUNG ELECTRONICS SI RISERVA IL DIRITTO DI MODIFICARE I PRODOTTI, LE INFORMAZIONI

Dettagli

Introduzione ad Access

Introduzione ad Access Introduzione ad Access Luca Bortolussi Dipartimento di Matematica e Informatica Università degli studi di Trieste Access E un programma di gestione di database (DBMS) Access offre: un supporto transazionale

Dettagli

GESTIRE LA BIBLIOGRAFIA

GESTIRE LA BIBLIOGRAFIA GESTIRE LA BIBLIOGRAFIA STRUMENTI DI GESTIONE BIBLIOGRAFICA I software di gestione bibliografica permettono di raccogliere, catalogare e organizzare diverse tipologie di materiali, prendere appunti, formattare

Dettagli

Manuale d uso. Congratulazioni per aver scelto e-tab. Ti ringraziamo per la Tua fiducia e la decisione di comprare il nostro prodotto!

Manuale d uso. Congratulazioni per aver scelto e-tab. Ti ringraziamo per la Tua fiducia e la decisione di comprare il nostro prodotto! Manuale d uso Congratulazioni per aver scelto e-tab. Ti ringraziamo per la Tua fiducia e la decisione di comprare il nostro prodotto! Giacchè noi costantemente aggiorniamo e miglioriamo il Tuo e-tab, potrebbero

Dettagli

Manuale - TeamViewer 6.0

Manuale - TeamViewer 6.0 Manuale - TeamViewer 6.0 Revision TeamViewer 6.0 9947c Indice Indice 1 Ambito di applicazione... 1 1.1 Informazioni su TeamViewer... 1 1.2 Le nuove funzionalità della Versione 6.0... 1 1.3 Funzioni delle

Dettagli

Software per l archiviazione e la gestione conforme delle email

Software per l archiviazione e la gestione conforme delle email MailStore Server 7 Software per l archiviazione e la gestione conforme delle email MailStore Server Lo standard nell archiviazione delle email MailStore Server consente alle aziende di trarre tutti i vantaggi

Dettagli

Plesk Automation. Parallels. Domande tecniche più frequenti

Plesk Automation. Parallels. Domande tecniche più frequenti Parallels Plesk Automation Primo trimestre, 2013 Domande tecniche più frequenti Questo documento ha come scopo quello di rispondere alle domande tecniche che possono sorgere quando si installa e si utilizza

Dettagli

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone Paragrafo 1 Prerequisiti Definizione di applicazione server Essa è un servizio che è in esecuzione su un server 1 al fine di essere disponibile per tutti gli host che lo richiedono. Esempi sono: il servizio

Dettagli

Windows Mail Outlook Express 6 Microsoft Outlook 2003 Microsoft Outlook 2007 Thunderbird Opera Mail Mac Mail

Windows Mail Outlook Express 6 Microsoft Outlook 2003 Microsoft Outlook 2007 Thunderbird Opera Mail Mac Mail Configurare un programma di posta con l account PEC di Il Titolare di una nuova casella PEC può accedere al sistema sia tramite Web (Webmail i ), sia configurando il proprio account ii nel programma di

Dettagli

Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10

Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10 Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10 Le informazioni contenute in questo manuale di documentazione non sono contrattuali e possono essere modificate senza preavviso. La fornitura del software

Dettagli

Testi della Guida introduttiva a cura di Martin Ley. Revisione e controllo qualità: Cristina Bachmann, Heiko Bischoff, Marion Bröer, Sabine Pfeifer,

Testi della Guida introduttiva a cura di Martin Ley. Revisione e controllo qualità: Cristina Bachmann, Heiko Bischoff, Marion Bröer, Sabine Pfeifer, Guida Introduttiva Testi della Guida introduttiva a cura di Martin Ley. Revisione e controllo qualità: Cristina Bachmann, Heiko Bischoff, Marion Bröer, Sabine Pfeifer, Heike Schilling. Data di rilascio:

Dettagli

Setup e installazione

Setup e installazione Setup e installazione 2 Prima di muovere i primi passi con Blender e avventurarci nel vasto mondo della computer grafica, dobbiamo assicurarci di disporre di due cose: un computer e Blender. 6 Capitolo

Dettagli

Per iniziare con Parallels Desktop 9

Per iniziare con Parallels Desktop 9 Per iniziare con Parallels Desktop 9 Copyright 1999-2013 Parallels Holdings, Ltd. and its affiliates. All rights reserved. Parallels IP Holdings GmbH. Vordergasse 59 CH8200 Schaffhausen Switzerland Tel:

Dettagli

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software.

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software. Generalità Definizione Un firewall è un sistema che protegge i computer connessi in rete da attacchi intenzionali mirati a compromettere il funzionamento del sistema, alterare i dati ivi memorizzati, accedere

Dettagli

Problema: al momento dell autenticazione si riceve il messaggio Certificato digitale non ricevuto Possibili cause: 1) La smart card non è una CNS e

Problema: al momento dell autenticazione si riceve il messaggio Certificato digitale non ricevuto Possibili cause: 1) La smart card non è una CNS e Problema: al momento dell autenticazione si riceve il messaggio Certificato digitale non ricevuto Possibili cause: 1) La smart card non è una CNS e non contiene il certificato di autenticazione: è necessario

Dettagli

Guida Dell di base all'acquisto dei server

Guida Dell di base all'acquisto dei server Guida Dell di base all'acquisto dei server Per le piccole aziende che dispongono di più computer è opportuno investire in un server che aiuti a garantire la sicurezza e l'organizzazione dei dati, consentendo

Dettagli

NetMonitor. Micro guida all uso per la versione 1.2.0 di NetMonitor

NetMonitor. Micro guida all uso per la versione 1.2.0 di NetMonitor NetMonitor Micro guida all uso per la versione 1.2.0 di NetMonitor Cos è NetMonitor? NetMonitor è un piccolo software per il monitoraggio dei dispositivi in rete. Permette di avere una panoramica sui dispositivi

Dettagli

GUIDA DELL UTENTE IN RETE

GUIDA DELL UTENTE IN RETE GUIDA DELL UTENTE IN RETE Memorizza registro di stampa in rete Versione 0 ITA Definizione delle note Nella presente Guida dell'utente viene utilizzata la seguente icona: Le note spiegano come intervenire

Dettagli

Come configurare un programma di posta con l account PEC di GLOBALCERT.IT

Come configurare un programma di posta con l account PEC di GLOBALCERT.IT Come configurare un programma di posta con l account PEC di GLOBALCERT.IT Il Titolare di una nuova casella PEC può accedere al sistema sia tramite Web (Webmail i ), sia configurando il proprio account

Dettagli

CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA

CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA Supponiamo di voler eseguire una istantanea del nostro desktop, quella che in gergo si chiama Screenshot (da screen, schermo, e shot, scatto fotografico).

Dettagli

MEGA Process. Manuale introduttivo

MEGA Process. Manuale introduttivo MEGA Process Manuale introduttivo MEGA 2009 SP4 1ª edizione (giugno 2010) Le informazioni contenute nel presente documento possono essere modificate senza preavviso e non costituiscono in alcun modo un

Dettagli

Outlook Express 6 Microsoft Internet Explorer, Avvio del programma Creare un nuovo account

Outlook Express 6 Microsoft Internet Explorer, Avvio del programma Creare un nuovo account Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito, semplice da utilizzare e fornisce

Dettagli

Guida del client per Symantec Endpoint Protection e Symantec Network Access Control

Guida del client per Symantec Endpoint Protection e Symantec Network Access Control Guida del client per Symantec Endpoint Protection e Symantec Network Access Control Guida del client per Symantec Endpoint Protection e Symantec Network Access Control Il software descritto nel presente

Dettagli

Guida del prodotto. McAfee SaaS Endpoint Protection (versione di ottobre 2012)

Guida del prodotto. McAfee SaaS Endpoint Protection (versione di ottobre 2012) Guida del prodotto McAfee SaaS Endpoint Protection (versione di ottobre 2012) COPYRIGHT Copyright 2012 McAfee, Inc. Copia non consentita senza autorizzazione. ATTRIBUZIONI DEI MARCHI McAfee, il logo McAfee,

Dettagli

GESTIONE ATTREZZATURE

GESTIONE ATTREZZATURE SOLUZIONE COMPLETA PER LA GESTIONE DELLE ATTREZZATURE AZIENDALI SWSQ - Solution Web Safety Quality srl Via Mons. Giulio Ratti, 2-26100 Cremona (CR) P. Iva/C.F. 06777700961 - Cap. Soc. 10.000,00 I.V. -

Dettagli

Ministero dell Interno Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali Direzione Centrale per i Servizi Demografici

Ministero dell Interno Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali Direzione Centrale per i Servizi Demografici Sommario Sommario... 1 Parte 1 - Nuovo canale di sicurezza ANPR (INA-AIRE)... 2 Parte 2 - Collegamento Client INA-SAIA... 5 Indicazioni generali... 5 Installazione e configurazione... 8 Operazioni di Pre-Installazione...

Dettagli

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC Introduzione a emagister-agora Interfaccia di emagister-agora Configurazione dell offerta didattica Richieste d informazioni Gestione delle richieste d informazioni

Dettagli

Schema Tipologia a Stella

Schema Tipologia a Stella Cos'e' esattamente una rete! Una LAN (Local Area Network) è un insieme di dispositivi informatici collegati fra loro, che utilizzano un linguaggio che consente a ciascuno di essi di scambiare informazioni.

Dettagli

Manuale di configurazione per iphone

Manuale di configurazione per iphone Manuale di configurazione per iphone Notariato.it e.net (Iphone 2G e 3G) 2 PREMESSA Il presente manuale ha lo scopo di fornire le indicazioni per la configurazione del terminale IPhone 2G e 3G per ricevere

Dettagli

iphone in azienda Guida alla configurazione per gli utenti

iphone in azienda Guida alla configurazione per gli utenti iphone in azienda Guida alla configurazione per gli utenti iphone è pronto per le aziende. Supporta Microsoft Exchange ActiveSync, così come servizi basati su standard, invio e ricezione di e-mail, calendari

Dettagli

GESTIONE DELLA E-MAIL

GESTIONE DELLA E-MAIL GESTIONE DELLA E-MAIL Esistono due metodologie, completamente diverse tra loro, in grado di consentire la gestione di più caselle di Posta Elettronica: 1. tramite un'interfaccia Web Mail; 2. tramite alcuni

Dettagli