L'industria italiana dell'imballaggio. Parte generale

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "L'industria italiana dell'imballaggio. Parte generale"

Transcript

1 L'industria italiana dell'imballaggio Parte generale

2 Nota metodologica Tutti i dati che costituiscono questa pubblicazione sono indicativi del peso e si riferiscono al mercato italiano degli imballaggi vuoti. In particolare vengono riportati per le diverse filiere di imballaggio: la produzione italiana; il commercio estero; l'utilizzo apparente nazionale (Produzione Export + Import). Tutti i grafici dell'anno in corso relativi alla ripartizione dell'utilizzo sono realizzati su dati preconsuntivi, pertanto, ogni edizione di Imballaggio in Cifre sostituisce quella precedente, a meno di diversa indicazione riportata vicino a ciascun grafico. 8

3 Il quadro economico italiano L'economia italiana, così come quella europea, nel 2012 ha evidenziato una profonda recessione iniziata nel quarto trimestre 2011 e aggravatasi nel corso dell'anno. Anche le economie dei paesi emergenti hanno registrato una sensibile riduzione dei loro tassi di sviluppo. Principali indicatori economici Variazioni % su anno precedente 2012 Fonte PIL -2,4% Istat Produzione industriale -6,4% Istat di cui industria manifatturiera -6,2% Prometeia Prezzi al consumo 3,1% Istat Prezzi alla produzione 1,1% Istat Consumi interni delle famiglie -3,5% Istat Investimenti totali -8,3% Prometeia Costi dell'industria manifatturiera materie prime e semilavorati 2,6% Prometeia servizi 1,2% Prometeia lavoro 1,3% Prometeia costo medio 2,1% Prometeia 9

4 Previsioni evoluzione del PIL Valori % tendenziali Fonte: OCSE 2013 Stati Uniti 1,8% Giappone 2,5% Europa a 27-0,7% di cui Italia -1,5% Cina + India 3,8% America Latina 3% Russia 3,5% Medio Oriente + Africa 3,3% PIL MONDIALE -3.3%% 10

5 Introduzione Il consolidato 2012 della produzione mondiale di imballaggi è valutata in 490 miliardi di euro, di cui le principali aree sono: l'asia con uno share del 30,5% tendenzialmente in aumento, il Nord America con il 26% e l'europa Occidentale con uno share del 25%. Nord America e Europa occidentale per due anni di seguito hanno ridotto la loro share di mercato. Seguono l'area dell'europa dell'est (compresa la Russia) con una partecipazione del 9%, il Sud Centro America con uno share complessivo del 5,7%, l'africa con il 2,2% e l'oceania con l'1,6%. L'Italia, con un fatturato di circa 29,3 miliardi di Euro, rappresenta il 6% della produzione mondiale, collocandosi tra i dieci paesi maggiori produttori di packaging. Nel 2012, il settore nazionale dell'imballaggio ha rappresentato il 3,6% del fatturato dell'industria manifatturiera e l'1,8% del PIL (valori a prezzi correnti). La produzione (inclusi i sacchi RSU) espressa in peso è stata di tonnellate, segnando una flessione del 5,1% rispetto al Il fatturato è ammontato in milioni di Euro evidenziando un aumento rispetto al 2011 dello 0,7%. A partire dall'edizione del 2011 di Imballaggio in cifre, l'istituto Italiano Imballaggio dedica un intero capitolo alle quotazioni delle principali materie prime per il packaging. Il commercio estero è risultato in flessione del 5,1% in merito alle esportazioni e dello 0,1% per quanto riguarda le importazioni. La destinazione delle esportazioni nel 2012 risultano essere così suddivisa: 67% nell'area UE e il restante 33% verso il resto del mondo, di cui i maggiori flussi hanno interessato la Turchia ed i paesi del Nord Africa. Resta confermata una sostanziale correlazione tra trend evolutivo dell'industria manifatturiera e produzioni di imballaggi. 11

6 Nel 2012 l'industria manifatturiera ha segnato una flessione del 2,7% a fronte di un arretramento del 5,4% del settore degli imballaggi. Il settore degli imballaggi ha evidenziato un maggiore tasso di flessione rispetto a quanto emerso per l'attività manifatturiera, questo perché si è verificata una maggiore contrazione di utilizzo di imballaggi di peso medio superiore a parità di capacità di contenuto. 12

7 A Scheda monografica del settore imballaggi in Italia Fonte: elaborazioni Istituto Italiano Imballaggio Fatturato (Mln. di Euro c.a.) (Stime) Addetti n c.a. (Stime) Aziende operanti in Italia (Stime) Produzione* (t/000) inclusi sacchi RSU Produzione* (t/000) esclusi sacchi RSU Esportazione* (t/000) Importazione* (t/000) Utilizzo apparente* (t/000) inclusi sacchi RSU Utilizzo apparente* (t/000) esclusi sacchi RSU * dati dell acciaio rettificati da ANFIMA a Andamento della produzione di imballaggi in Italia (inclusi sacchi RSU) Valori in t/000 Fonte: elaborazioni Istituto Italiano Imballaggio

8 ,3 104,0 104,4 105,3 105,1 106,1 109,1 105,9 99,4 97,2 95,9 96,1 96,7 95,5 93,9 93,2 76,4 Attività Manifatturiera (1) Produzione Imballaggi (2) ,0 98,8 80,8 98,2 80,9 Imballaggio in Cifre 2013 B Trend evolutivo della produzione di imballaggi (inclusi sacchi RSU) rispetto all attività manifatturiera Valori riferiti a n indice 2000= Fonti: (1) ISTAT (2) elaborazioni Istituto Italiano Imballaggio Attività Manifatturiera (1) Produzione Imballaggi (2) 106,1 104,3 104,4 104,0 109,1 105,3 105,1 99,4 97,2 95,9 96,1 96,7 95,5 93,9 93,2 105,9 94,0 98,8 98,2 93, ,9 76,4 80,8 74, L'industria dell'imballaggio manifesta un andamento abbastanza in linea con quello dell'industria manifatturiera. 14

9 C Trend evolutivo del fatturato nel settore imballaggio rispetto all'inflazione Variazioni % sull anno precedente Fonte: (1) ISTAT (2) elaborazioni Istituto Italiano Imballaggio Inflazione (1) +0,7 +1,5 +2,9 +3,1 Fatturato imballaggi (2) -5, ,7 +2,6 Il recupero del fatturato, superiore al tasso evolutivo dell'inflazione negli anni 2010 e 2011, deve tenere conto nel biennio in esame si è verificato un significativo aumento delle materie prime. 15

10 D Incidenza del fatturato del settore imballaggio sul fatturato dell'industria manifatturiera Fonti: elaborazioni Istituto Italiano Imballaggio per analisi presentata al convegno organizzato a Venezia '"# &"'$% &"'$% &"($% &")$% &"#!"#$%!"#$% %"# $"#!"# %!!(# %!!)# %!!*# %!$!# %!$$# %!$%# L'incidenza del costo degli imballaggi sul fatturato globale dell'industria manifatturiera risulta contenuto. Si ritiene quindi errata l'opinione emersa in certi sondaggi rivolti al consumatore in merito al prezzo elevato di molti prodotti causato dall'impiego degli imballaggi. 16

11 E Ripartizione dell utilizzo di imballaggi per settori finali di impiego. Valori % riferiti alle quantità in peso Fonte: elaborazioni Istituto Italiano Imballaggio * Non food 28,3% Food 37,6% Non food 28,5% Food 38,1% Bevande 34,1% Bevande 34,0% * preconsuntivo NOTA: I grafici si riferiscono ad un panel di settori che l Istituto Italiano Imballaggio monitorizza ogni anno e che stima rappresentino circa l 80% dell utilizzo effettivo globale di imballaggi pieni in Italia (compresi imballaggi a rendere). La composizione del panel è riportata in allegato. 17

12 F Andamento delle principali filiere dell'imballaggio: produzione e fatturato. Fonte: elaborazioni Istituto Italiano Imballaggio Mln t/000 Mln t/000 Acciaio imballaggi leggeri Fusti in acciaio (1) Alluminio (2) , ,3 Imballaggi cellulosici Contenitori rigidi poliaccoppiati Legno Plastica (3) inclusi sacchi RSU Plastica (3) esclusi sacchi RSU Imballaggi flessibili da converter Vetro Altro (4) TOTALE inclusi sacchi RSU TOTALE esclusi sacchi RSU Nella tabella F e nella successiva tabella G nelle voci ALLUMINIO e PLASTICA sono compresi anche il foglio sottile di alluminio e la pellicola in plastica per avvolgere e confezionare, utilizzati dagli operatori economici (distribuzione, ristorazione, ecc.) e dal consumatore finale (uso domestico). Tanto per il foglio di alluminio quanto per il film in plastica, destinati agli usi suddetti, è possibile rilevare solo un dato globale, senza scindere le sue destinazioni d'uso. Note: (1) Contenitori con capacità da 50 a 200 litri. (2) Escluso foglio di alluminio per converter. (3) Nel 2010 sono state tolte tonnellate di film, in particolare tonnellate utilizzate per la produzione di contenitori cellulosici poliaccoppiati, e 283. tonnellate destinate al settore imballaggi flessibili da converter. (4) Ceramica, sacchi in tela, sacchi in raffia, reggetta metallica, cristallo ecc. RSU: raccolta solida urbana 18

13 G Bilancio del mercato dell'industria italiana dell'imballaggio Valori in t/000 Fonte: elaborazioni Istituto Italiano Imballaggio Produzione Esportazione Importazione Utilizzo apparente Acciaio imballaggi leggeri Fusti in acciaio Alluminio 99,9 103, ,4 10,7 16, ,7 Imballaggi cellulosici Contenitori rigidi poliaccoppiati Legno Plastica inclusi sacchi RSU Plastica esclusi sacchi RSU Imballaggi flessibili da converter Vetro Altro TOTALE inclusi sacchi RSU TOTALE esclusi sacchi RSU RSU: raccolta solida urbana 19

14 H Serie storiche e correlazioni h.1 Andamento della produzione (inclusi sacchi RSU) delle principali filiere dell'imballaggio dal 2002 al 2011 Valori in t/000 Fonte: elaborazioni Istituto Italiano Imballaggio Acciaio Fusti acciaio Alluminio ,2,3 102,1 99,9 103,3 Imballaggi cellulosici Carta accoppiata Legno Plastica Imballaggi flessibili da converter Vetro Altro Totale

15 h.2 Imballaggi in acciaio: andamento della serie storica indicizzata Valori riferiti a n indice 2000= Fonti: (1) elaborazioni Istituto Italiano Imballaggio su dati ISTAT (2) elaborazioni Istituto Italiano Imballaggio Attività Manifatturiera + Alimenti e bevande (1) Imballaggi in acciaio (2) 102,4 102,9 103,8 104,3 104,5 105,5 105,7 97,7 96,6 103,0 102,9 98,7 96,6 99,9 103,4 105,0 98,4 96,5 103,0,5 98,8, ,1 92,2 Il trend evolutivo della produzione di imballaggi in acciaio è stato confrontato con un indice composto da quello relativo all'andamento dell'industria alimentare e delle bevande, al quale è stato attribuito un peso del 60% e quello dell attività manifatturiera, al quale è stato dato un peso del 40%. Le percentuali sono state attribuite tenendo conto del peso delle aree di utilizzo degli imballaggi in acciaio. Il trend dell'indice produttivo degli imballaggi in acciaio è strettamente condizionato dall andamento del settore dei derivati del pomodoro, che ha forti connotati di stagionalità e che incide mediamente per oltre il 22% sull utilizzo di imballaggi in acciaio. Nel 2012 a fronte di una flessione del 6,6% dell'indice dell'attività manifatturiera + alimenti e bevande, il settore imballaggi in acciaio ha segnato una flessione del 5,3%. 21

16 h.3 Imballaggi in alluminio: andamento della serie storica indicizzata Valori riferiti a n indice 2000= Fonti: (1) ISTAT (2) elaborazioni Istituto Italiano Imballaggio Alimenti e bevande (1) Imballaggi in alluminio (2) 119,6 113,6 116,0 121,9 125,9 126,1 123,9 126,1 123,3 127, ,4 104,9 103,7 103,7 107,4 107,9 109,0 109,5 109,5 110,0 107,8 109,0 107,3 104, Il trend evolutivo della produzione del settore imballaggi in alluminio è stato confrontato con l indice ISTAT della produzione di alimenti e bevande. Storicamente il settore degli imballaggi in alluminio è cresciuto mediamente a tassi superiori rispetto all indice ISTAT. Il 50% circa della produzione è costituita da lattine per bevande e chiusure per bottiglie. Nel 2012 a fronte di una flessione del 2,2% del settore alimenti + bevande, la produzione di imballaggi in alluminio ha segnato un aumento del 3,4%. Tale aumento è stato determinato dalla crescita delle vaschette e dei fogli da incarto. Sostanzialmente stabili le altre tipologie di imballaggi. 22

17 ,1 99,4 97,2 h.4 Attività Manifatturiera (1) Imballaggi cellulosici (2) 104,1 104,5 104,7 104,5 Imballaggi cellulosici: andamento della serie storica indicizzata Valori riferiti a n indice 2000= Fonti: (1) ISTAT (2) elaborazioni Istituto Italiano Imballaggio 106,7 107,4 102,9 95,5 95,9 93,9 96,1 96,7 93,2 95,3 101,4,0 95, ,8 80,9 76,4 74, Il trend evolutivo della produzione di imballaggi cellulosici è stato confrontato con l'indice ISTAT relativo all'attività manifatturiera italiana. L'indice della produzione di imballaggi cellulosici, storicamente presenta un trend migliore rispetto a quello delle attività manifatturiere. La ragione è da ricercare nell'aumento della diffusione degli imballaggi da trasporto in cartone ondulato, che rappresentano il 72% circa della produzione di imballaggi cellulosici, a scapito di altri imballaggi competitors e dal loro utilizzo con altre funzioni d'uso, ad esempio come espositori, e a seguito dell aumento dell'e-commerce che necessita, per la movimentazione, di imballaggi in cartone ondulato. Nel 2012 a fronte di una flessione dell'attività manifatturiera del 6,2% gli imballaggi cellulosici hanno segnato una contrazione del 4,4%. 23

18 h.5 Contenitori rigidi poliaccoppiati: andamento della serie storica indicizzata Valori riferiti a n indice 2000= Fonti: (1) ISTAT (2) elaborazioni Istituto Italiano Imballaggio ,4 99,2 Bevande (1) Contenitori rigidi poliaccoppiati (2) 106,3 108,1 107,4 105, 104,9 99,2,8,8 101,6 104,9 111,7 107,3 107,3 109,8 111,4 106,5 104,9 103,0 104,5, ,9 94,2 Il trend evolutivo dell'attività produttiva del settore dei contenitori rigidi in cellulosa accoppiata è stato confrontato con l'andamento dell indice ISTAT della produzione del settore bevande. Oltre l 80% dell impiego dei contenitori in cellulosa riguarda infatti le bevande (compreso il latte). Le migliori performance del trend evolutivo dei contenitori rigidi poliaccoppiati cellulosici, rispetto a quanto rilevato in altri settori, deriva da un loro aumento di partecipazione al mercato anche al di fuori dell'area delle bevande. 24

19 h.6 Imballaggi in plastica (inclusi sacchi RSU): andamento della serie storica indicizzata Valori riferiti a n indice 2000= Fonti: (1) ISTAT (2) elaborazioni Istituto Italiano Imballaggio Attività Manifatturiera (1) Imballaggi in plastica (2) 113,3 103,7 105,7 107,6 109,2 110,5 109,1 103,9 99,4 97,2 96,1 95,5 95,9 93,9 96,7 93,2 97,9 95,9 93,9 90,8 76,4 80,8 80,9 74, Il trend evolutivo della produzione di imballaggi in plastica è stato confrontato con l'indice ISTAT relativo all'attività manifatturiera italiana. Rispetto all'indicatore di riferimento, però, la filiera della plastica continua a presentare un trend migliore anche nell'attuale negativa fase congiunturale. Tale evoluzione è spiegabile considerando che gli imballaggi in plastica aumentano la loro share in molti settori di utilizzo a scapito di altre tipologie di packaging e dalla tendenza al porzionamento (es. confezioni monodose) e al preconfezionamento che riguarda in particolare gli alimenti freschi da banco. Il calo del 2012 deriva in particolare dalla crisi generale dell'economia, ma anche da altri due fattori quali un sensibile calo nell'impiego degli shopper, e la riduzione dei pesi medi di alcuni imballaggi. 25

20 ,7 106,3 103,7 105,4 h.7 Alimenti e bevande (1) Imballaggi flessibili da converter (2) 113,1 117,2 122,2 Imballaggi flessibili da converter: andamento della serie storica indicizzata Valori riferiti a n indice 2000= Fonti: (1) ISTAT 109,0 109,5 109,5 107,4 107,9 (2) elaborazioni Istituto Italiano Imballaggio 146,6 129,4 135,7 134,4 110,0 129,9 107,8 137,6 109,0 107,3 146,6 104, Il trend evolutivo della produzione di imballaggi flessibili da converter è stato messo a confronto con l indice ISTAT della produzione di bevande e alimenti poiché l'90% circa dell'utilizzo riguarda l'area agro-alimentare. Le esportazioni in questo settore giocano un importante ruolo, infatti rappresentano il 42% circa della produzione. Nel 2012 il calo della domanda interna è stato compensato dalla crescita delle esportazioni. L'indice evolutivo del settore imballaggi flessibili da converter resta decisamente migliore rispetto al trend del settore alimenti e bevande. Le potenzialità di sviluppo restano sempre interessanti. 26

21 h Bevande (1) Imballaggi in vetro (2) Imballaggi in vetro: andamento della serie storica indicizzata Valori riferiti a n indice 2000= Fonti: (1) ISTAT (2) elaborazioni Istituto Italiano Imballaggio 111, ,3 108,1 107,4 105,1 107,4 104,9 103,4 105,8 104,6 102,8 103,5 103,5 103,7 102,2 104,9 103,0 97,4 104,5 104,3 102,5,0,5 94, Il trend evolutivo della produzione del settore imballaggi in vetro è stato confrontato con quello dell'indice ISTAT della produzione di bevande. Il 73% circa della produzione del comparto viene, infatti, utilizzata proprio in quest'area. Dal grafico si può notare una sostanziale correlazione tra i due indici. 27

22 h.9 Imballaggi in legno: andamento della serie storica indicizzata Valori riferiti a n indice 2000= Fonti: (1) ISTAT (2) elaborazioni Istituto Italiano Imballaggio Attività Manifatturiera (1) Imballaggi in legno (2) 113,6 113,5 107,5 111,5 103,4 104,4 105,7 105,4 99,4 97,2 95,5 95,9 93,9 96,1 96,7 93,2 83,9 86,7 86,0 80,9 79,3 76,4 80,8 74, Il trend evolutivo della produzione di imballaggi in legno è stato confrontato con l indice ISTAT relativo all industria manifatturiera italiana, dato il diffuso impiego dei pallet e degli imballaggi industriali. 28

23 I Previsioni Le previsioni al 2013 della produzione italiana di imballaggi sono state messe a punto utilizzando le ipotesi evolutive dell'attività manifatturiera, sia in termini quantitativi che di fatturato elaborati da Prometeia. evolutive i 1 Previsioni evolutive della produzione italiana di imballaggi al 2013 Valori in t/000 Fonti: elaborazioni Istituto Italiano Imballaggio per analisi presentata al convegno organizzato a Venezia!'#)%%& 456+7$!'#'%%& 8$#697$!'#(%%& 4!6!7$!'#%%%&!"#$%%&!"#!$ %&'()$!"#*$ %&'()$!"#+$ %&,-./0,1'$2,113"""$ #+)+!"$ #+)#"*$ #+)*+"$ La ripresa, secondo Prometeia, sarà molto lenta. 29

24 i 2 Previsioni evolutive della produzione italiana di imballaggi al 2013 Valori in mln euro Fonti: elaborazioni Istituto Italiano Imballaggio per analisi presentata al convegno organizzato a Venezia (%#%%%& 9$!:8;$!'#$%%& 9!:8;$!'#%%%& <#:8;$!"#$%%&!"#!$ %&'()$!"#*$ %&'()$!"#+$,-./&-01$234$'/&1$!5)*""$!6)67#$!5)86!$ 30

L'industria italiana dell'imballaggio. Parte generale

L'industria italiana dell'imballaggio. Parte generale L'industria italiana dell'imballaggio Parte generale Nota metodologica Tutti i dati che costituiscono questa pubblicazione sono indicativi del peso e si riferiscono al mercato italiano degli imballaggi

Dettagli

Imballaggio in Cifre 2015. Consuntivo generale 2014 dell'industria italiana dell'imballaggio

Imballaggio in Cifre 2015. Consuntivo generale 2014 dell'industria italiana dell'imballaggio anno 2015 dati 2014 Imballaggio in Cifre 2015 Consuntivo generale 2014 dell'industria italiana dell'imballaggio A cura di Barbara Iascone Plinio Iascone Copyright 2015 by Istituto Italiano Imballaggio

Dettagli

Imballaggio in Cifre 2011. Consuntivo generale 2010 dell'industria italiana dell'imballaggio

Imballaggio in Cifre 2011. Consuntivo generale 2010 dell'industria italiana dell'imballaggio anno 2011 dati 2010 Imballaggio in Cifre 2011 Consuntivo generale 2010 dell'industria italiana dell'imballaggio INDICE A cura di Barbara Iascone Plinio Iascone Daniela Aldrigo Copyright 2011 by Istituto

Dettagli

Imballaggio in Cifre 2013. Consuntivo generale 2013 dell'industria italiana dell'imballaggio

Imballaggio in Cifre 2013. Consuntivo generale 2013 dell'industria italiana dell'imballaggio Imballaggio in Cifre 2013 Consuntivo generale 2013 dell'industria italiana dell'imballaggio A cura di Barbara Iascone Plinio Iascone Daniela Aldrigo Copyright 2013 by Istituto Italiano Imballaggio Ogni

Dettagli

Milano, 11 luglio 2013. Congiuntura, trend e investimenti nel settore cosmetico

Milano, 11 luglio 2013. Congiuntura, trend e investimenti nel settore cosmetico Milano, 11 luglio nel settore cosmetico Lo scenario macroeconomico BRICS e NEXT 11 trainano l export internazionale; Eurozona in recessione per tutto il Deficit ancora in aumento nel biennio -2014; USA

Dettagli

Internazionalizzazione delle imprese

Internazionalizzazione delle imprese Internazionalizzazione delle imprese italiane: contesto ed opportunità 3 Marzo 2015 Business Analysis Pio De Gregorio, Responsabile Anna Tugnolo, Senior Analyst Dopo un 2013 difficile, le esportazioni

Dettagli

Il riciclo e il recupero

Il riciclo e il recupero 22 Rapporto di sostenibilità Conai 213 Il riciclo e il recupero Conai si fa carico del conseguimento degli obiettivi fissati dalla normativa europea e nazionale in materia di gestione ambientale dei rifiuti

Dettagli

Congiuntura (dati aggiornati al 2 ottobre 2015)

Congiuntura (dati aggiornati al 2 ottobre 2015) La Congiuntura (dati aggiornati al 2 ottobre 2015) 1 ECONOMIA IN ITALIA In Italia, dopo tre cali annuali consecutivi (2012-2,8%, 2013-1,7%, 2014-0,4%), il CSC prevede una crescita del PIL dell 1%. quest

Dettagli

INDUSTRIA METALMECCANICA ITALIANA INDAGINE CONGIUNTURALE. Sintesi per la stampa

INDUSTRIA METALMECCANICA ITALIANA INDAGINE CONGIUNTURALE. Sintesi per la stampa INDUSTRIA METALMECCANICA ITALIANA INDAGINE CONGIUNTURALE Sintesi per la stampa Roma, 11 settembre 2014 Sintesi per la Stampa L attività produttiva del settore metalmeccanico, dopo la fase recessiva protrattasi

Dettagli

Prospettive del settore farmaceutico: riflessi economici ed occupazionali

Prospettive del settore farmaceutico: riflessi economici ed occupazionali Prospettive del settore farmaceutico: riflessi economici ed occupazionali Massimo Scaccabarozzi, Presidente Farmindustria 52 Simposio AFI -1 giugno 2012 La farmaceutica è la prima industria hi-tech per

Dettagli

Il mercato spagnolo del riciclaggio

Il mercato spagnolo del riciclaggio Nota settoriale Il mercato spagnolo del riciclaggio Agenzia ICE Ufficio di Madrid Data di realizzazione: aprile 2013 Agenzia ICE ufficio di Madrid Il settore del riciclaggio 1 CENNI SUL MERCATO SPAGNOLO

Dettagli

2008, UN ANNO DIFFICILE: LE PREVISIONI E I RISCHI

2008, UN ANNO DIFFICILE: LE PREVISIONI E I RISCHI Centro Studi 2008, UN ANNO DIFFICILE: LE PREVISIONI E I RISCHI Luca Paolazzi Direttore Centro Studi Confindustria 10 INDICATORE ANTICIPATORE OCSE (Variazioni % su sei mesi annualizzate) 8 6 4 2 0-2 -4-6

Dettagli

passione make-up energia make beauty beauty Fabio Rossello energia ergia passione Presidente Cosmetica Italia passione beauty make energia well

passione make-up energia make beauty beauty Fabio Rossello energia ergia passione Presidente Cosmetica Italia passione beauty make energia well essere passione beauty s make-up energia passione ile Fabio Rossello make benessere beauty energia ergia Presidente Cosmetica Italia well beauty make passione energia well-being benessere Il quadro macroeconomico

Dettagli

INDUSTRIA ELETTROTECNICA ED ELETTRONICA ITALIANA

INDUSTRIA ELETTROTECNICA ED ELETTRONICA ITALIANA INDUSTRIA ELETTROTECNICA ED ELETTRONICA ITALIANA Hannover Messe 2014 Walking Press Conference, 8 Aprile 2014 L industria Elettrotecnica ed Elettronica in Italia ANIE rappresenta da sessant anni l industria

Dettagli

Congiuntura, trend e investimenti nel settore cosmetico

Congiuntura, trend e investimenti nel settore cosmetico Milano, 18 luglio 2011 Congiuntura, trend e investimenti nel settore cosmetico Fabio Rossello Presidente Unipro Gli scenari dell indagine: Mondo Ripresa globale delle economie, in particolare delle tre

Dettagli

L industria dentale italiana e il mercato di riferimento Maggio 2015

L industria dentale italiana e il mercato di riferimento Maggio 2015 Maggio 2015 L industria dentale italiana e il mercato di riferimento Maggio 2015 Presentazione Rapporto UNIDI definitivo sul mercato 2013 e stima 2014 Il progetto KEY-STONE Presentazione rapporto sul periodo

Dettagli

Flash Industria 3.2011

Flash Industria 3.2011 08 novembre 2011 Flash Industria 3.2011 Nel terzo trimestre 2011, sulla base dell'indagine VenetoCongiuntura, la produzione industriale ha registrato una crescita del +2,0 per cento rispetto allo stesso

Dettagli

Osservatorio 2. L INDUSTRIA METALMECCANICA E IL COMPARTO SIDERURGICO. I risultati del comparto siderurgico. Apparecchi meccanici. Macchine elettriche

Osservatorio 2. L INDUSTRIA METALMECCANICA E IL COMPARTO SIDERURGICO. I risultati del comparto siderurgico. Apparecchi meccanici. Macchine elettriche Osservatorio24 def 27-02-2008 12:49 Pagina 7 Osservatorio 2. L INDUSTRIA METALMECCANICA E IL COMPARTO SIDERURGICO 2.1 La produzione industriale e i prezzi alla produzione Nel 2007 la produzione industriale

Dettagli

VARIABILI MACROECONOMICHE Graf. 2.1 La provincia di Modena è notoriamente caratterizzata da una buona economia. Ciò è confermato anche dall andamento del reddito procapite elaborato dall Istituto Tagliacarne

Dettagli

2.1.3 Inquadramento: numeri, sviluppo storico, previsioni per il futuro

2.1.3 Inquadramento: numeri, sviluppo storico, previsioni per il futuro 2.1.3 Inquadramento: numeri, sviluppo storico, previsioni per il futuro Nel 2004 (dopo 3 anni di crescita stagnante dovuta principalmente agli effetti degli attacchi terroristici dell 11 settembre e all

Dettagli

INTERNAZIONALIZZAZIONE: Opportunità di crescita per le PMI

INTERNAZIONALIZZAZIONE: Opportunità di crescita per le PMI INTERNAZIONALIZZAZIONE: Opportunità di crescita per le PMI Mercoledì 18 marzo 2015, ore 17.00 Camera di Commercio, Sala Arancio, Via Tonale 28/30 - Lecco Materiale a cura di: Direzione Studi e Ricerche,

Dettagli

BANCA D ITALIA E U R O S I S T E M A

BANCA D ITALIA E U R O S I S T E M A BANCA D ITALIA E U R O S I S T E M A L economia del Veneto Venezia, 17 giugno 2014 Le imprese L'eredità della crisi Indice del PIL (2007=100) Nel Nord Est la riduzione cumulata del PIL è di 8 punti percentuali.

Dettagli

L agro-alimentare italiano e la sfida dell internazionalizzazione

L agro-alimentare italiano e la sfida dell internazionalizzazione Dies Academicus 2014-2015 in occasione del trentennale della sede di Cremona e della SMEA Lectio L agro-alimentare italiano e la sfida dell internazionalizzazione Prof. SMEA, Alta scuola in economia agro-alimentare

Dettagli

Il mercato internazionale del macero: confronto tra India ed Europa. Jori Ringman, Responsabile del Riciclo, CEPI COMIECO, 12 ottobre 2006

Il mercato internazionale del macero: confronto tra India ed Europa. Jori Ringman, Responsabile del Riciclo, CEPI COMIECO, 12 ottobre 2006 Il mercato internazionale del macero: confronto tra India ed Europa Jori Ringman, Responsabile del Riciclo, CEPI COMIECO, 12 ottobre 2006 Confederazione delle Industrie Cartarie Europee I soci della CEPI:

Dettagli

IL SETTORE DEI BENI STRUMENTALI NEL 2014

IL SETTORE DEI BENI STRUMENTALI NEL 2014 FEDERAZIONE NAZIONALE DELLE ASSOCIAZIONI DEI PRODUTTORI DI BENI STRUMENTALI E LORO ACCESSORI DESTINATI ALLO SVOLGIMENTO DI PROCESSI MANIFATTURIERI DELL INDUSTRIA E DELL ARTIGIANATO IL SETTORE DEI BENI

Dettagli

Annuario Istat-Ice 2008

Annuario Istat-Ice 2008 Le informazioni statistiche sul Commercio estero e sulle Attività Internazionali delle imprese Luigi Biggeri 1 Struttura della presentazione 1. L Annuario e lo sviluppo delle informazioni statistiche sul

Dettagli

IL VINO ITALIANO ALLA LUCE DEI NUOVI SCENARI EVOLUTIVI: OPPORTUNITÀ E PROSPETTIVE FUTURE

IL VINO ITALIANO ALLA LUCE DEI NUOVI SCENARI EVOLUTIVI: OPPORTUNITÀ E PROSPETTIVE FUTURE IL VINO ITALIANO ALLA LUCE DEI NUOVI SCENARI EVOLUTIVI: OPPORTUNITÀ E DENIS PANTINI Direttore Area Agricoltura e Industria Alimentare Nomisma spa PROSPETTIVE FUTURE I temi di approfondimento I consumi

Dettagli

L ANDAMENTO DEL SETTORE IN SINTESI CONSUNTIVO 2014 E PRIMO TRIMESTRE 2015

L ANDAMENTO DEL SETTORE IN SINTESI CONSUNTIVO 2014 E PRIMO TRIMESTRE 2015 L ANDAMENTO DEL SETTORE IN SINTESI CONSUNTIVO 201 E PRIMO TRIMESTRE 201 1 FOCUS CONSUNTIVO 201 Il 201 si è chiuso con un bilancio complessivamente soddisfacente: il quadro di sintesi riferito agli indicatori

Dettagli

L INDUSTRIA VENETA AFFRONTA LO SHOCK FINANZIARIO

L INDUSTRIA VENETA AFFRONTA LO SHOCK FINANZIARIO Venezia, 10 novembre 2008 COMUNICATO STAMPA Indagine congiunturale di Unioncamere del Veneto sulle imprese manifatturiere III trimestre 2008 L INDUSTRIA VENETA AFFRONTA LO SHOCK FINANZIARIO Trimestre negativo

Dettagli

L internazionalizzazione del sistema economico milanese

L internazionalizzazione del sistema economico milanese L internazionalizzazione del sistema economico milanese Il grado di apertura di un sistema economico locale verso l estero rappresenta uno degli indicatori più convincenti per dimostrare la sua solidità

Dettagli

Flash Industria 4.2011

Flash Industria 4.2011 15 febbraio 2011 Flash Industria 4.2011 Nel quarto trimestre 2011, sulla base dell'indagine VenetoCongiuntura, la produzione industriale ha registrato una flessione del -1,4 per cento rispetto allo stesso

Dettagli

LA CASSETTA DEGLI ATTREZZI

LA CASSETTA DEGLI ATTREZZI Aggiornamento del 29 maggio 2015 I CONTENUTI IL SISTEMA ECONOMICO LA FINANZA PUBBLICA LA SANITA IL SISTEMA ECONOMICO LA CASSETTA DEGLI ATTREZZI IL PIL PIL: DINAMICA E PREVISIONI NEI PRINCIPALI PAESI UE

Dettagli

Agricoltura Bio nel mondo: la superficie

Agricoltura Bio nel mondo: la superficie Agricoltura Bio nel mondo: la superficie L agricoltura biologica occupa una superficie di circa 37,04 milioni di ettari nel 2010. Le dimensioni a livello globale sono rimaste pressoché stabili rispetto

Dettagli

Rapporto di sostenibilità Conai 2013 12,5 12,2 11,4 10,9

Rapporto di sostenibilità Conai 2013 12,5 12,2 11,4 10,9 14 Rapporto di sostenibilità Conai 2013 La prevenzione Nella lista di priorità per la gestione dei rifiuti definita dall Unione europea al primo posto c è la prevenzione. Per il rifiuto di imballaggio

Dettagli

Contesto economico e caratteristiche del sistema industriale italiano. Roberto Calugi Direttore - Consorzio Camerale per il credito e la finanza

Contesto economico e caratteristiche del sistema industriale italiano. Roberto Calugi Direttore - Consorzio Camerale per il credito e la finanza Contesto economico e caratteristiche del sistema industriale italiano Roberto Calugi Direttore - Consorzio Camerale per il credito e la finanza Agenda ANALISI DEGLI SCENARI MACROECON OMICI I. Analisi degli

Dettagli

CONSUMI E DIMENSIONI DEL

CONSUMI E DIMENSIONI DEL CONSUMI E DIMENSIONI DEL BIOLOGICO IN ITALIA FABIO DEL BRAVO ISMEA 12 settembre 2015 www.ismea.it www.ismeaservizi.it AGENDA Il contesto Le dinamiche recenti Il valore del mercato bio Il ruolo della GDO

Dettagli

TRA ASPETTATIVE DI RECUPERO ED INCERTEZZE

TRA ASPETTATIVE DI RECUPERO ED INCERTEZZE TRA ASPETTATIVE DI RECUPERO ED INCERTEZZE (febbraio 2015) Il ciclo internazionale, l area euro ed i riflessi sul mercato interno Il ciclo economico internazionale presenta segnali favorevoli che si accompagnano

Dettagli

LA CRISI DELLE COSTRUZIONI

LA CRISI DELLE COSTRUZIONI Direzione Affari Economici e Centro Studi COSTRUZIONI: ANCORA IN CALO I LIVELLI PRODUTTIVI MA EMERGONO ALCUNI SEGNALI POSITIVI NEL MERCATO RESIDENZIALE, NEI MUTUI ALLE FAMIGLIE E NEI BANDI DI GARA I dati

Dettagli

Un analisi storica e comparativa dell apertura internazionale delle imprese venete

Un analisi storica e comparativa dell apertura internazionale delle imprese venete Il modello di internazionalizzazione del Veneto Gli argomenti trattati Il commercio estero le esportazioni e le importazioni Gli investimenti diretti esteri le partecipazioni delle imprese venete all estero

Dettagli

L ECONOMIA REGGIANA alle soglie del 2015

L ECONOMIA REGGIANA alle soglie del 2015 Osservatorio economico, coesione sociale, legalità L ECONOMIA REGGIANA alle soglie del 2015 i principali indicatori A cura dell Ufficio Studi della Camera di Commercio di Il contesto internazionale Stime

Dettagli

IL SETTORE LEGNO-MOBILE-SEDIA IN PROVINCIA DI UDINE ANALISI STATISTICA. (aggiornamento maggio 2015)

IL SETTORE LEGNO-MOBILE-SEDIA IN PROVINCIA DI UDINE ANALISI STATISTICA. (aggiornamento maggio 2015) IL SETTORE LEGNO-MOBILE-SEDIA IN PROVINCIA DI UDINE ANALISI STATISTICA (aggiornamento maggio 2015) Il Sistema Legno-Mobile Sedia costituisce uno degli assi portanti del manifatturiero in Provincia di Udine

Dettagli

CONGIUNTURA FRIULI VENEZIA GIULIA Consuntivo 3 trimestre 2015 e previsioni 4 trimestre 2015

CONGIUNTURA FRIULI VENEZIA GIULIA Consuntivo 3 trimestre 2015 e previsioni 4 trimestre 2015 CONGIUNTURA FRIULI VENEZIA GIULIA Consuntivo 3 trimestre 2015 e previsioni 4 trimestre 2015 Udine, 20 novembre 2015 Corso Vittorio Emanuele II, 47-33170 Pordenone - Tel. +39 0434 381211 - fax +39 0434

Dettagli

Il mercato internazionale dei prodotti biologici

Il mercato internazionale dei prodotti biologici Marzo 2014 Il mercato internazionale dei prodotti biologici In sintesi Il presente Report sintetizza i principali dati internazionali diffusi di recente in occasione della Fiera Biofach di Norimberga.

Dettagli

Il turismo incoming: situazione attuale e prospettive. Fabrizio Guelpa Direzione Studi e Ricerche

Il turismo incoming: situazione attuale e prospettive. Fabrizio Guelpa Direzione Studi e Ricerche Il turismo incoming: situazione attuale e prospettive Fabrizio Guelpa Direzione Studi e Ricerche Milano, 10 febbraio 2016 Turismo incoming in crescita progressiva Arrivi di turisti negli esercizi ricettivi

Dettagli

L Italia. in Russia. I numeri della presenza italiana in Russia. Esportazioni (2008): 10,5 miliardi (3% del totale export Italia)

L Italia. in Russia. I numeri della presenza italiana in Russia. Esportazioni (2008): 10,5 miliardi (3% del totale export Italia) L Italia in Russia I numeri della presenza italiana in Russia Esportazioni (2008): 10, miliardi (3% del totale export Italia) La Russia è il 7 paese cliente dell Italia (dopo Germania, Francia, Spagna,

Dettagli

Congiuntura, trend e investimenti nel settore cosmetico

Congiuntura, trend e investimenti nel settore cosmetico Milano, 20 dicembre 2011 Congiuntura, trend e investimenti nel settore cosmetico Fabio Rossello Presidente Unipro Scenario mondiale Rallentamento dell economia americana e difficile ripresa per le altre

Dettagli

TABACCO IN ITALIA Impatto socioeconomico ed aspetti di politica fiscale

TABACCO IN ITALIA Impatto socioeconomico ed aspetti di politica fiscale XV Rapporto LA FILIERA DEL TABACCO IN ITALIA Impatto socioeconomico ed aspetti di politica fiscale DENIS PANTINI Nomisma Roma, 4 aprile 2012 LE VALENZE DELLA FILIERA (2010) Economica Valore delle vendite

Dettagli

- 2 trimestre 2014 -

- 2 trimestre 2014 - INDAGINE TRIMESTRALE SULLA CONGIUNTURA IN PROVINCIA DI TRENTO - 2 trimestre 2014 - Sommario Riepilogo dei principali risultati... 2 Giudizio sintetico sul trimestre... 3 1. Il quadro generale... 4 1.1

Dettagli

8 Consumer & Retail Summit Un autunno pieno di incognite

8 Consumer & Retail Summit Un autunno pieno di incognite 8 Consumer & Retail Summit Un autunno pieno di incognite Gregorio De Felice Servizio Studi e Ricerche Milano, 9 ottobre 214 Agenda 1 Italia: in lento recupero dal 215 2 Consumi: il peggio è alle spalle?

Dettagli

Il valore dell export del comparto elettro-meccanico nelle regioni del Nord Italia Working paper

Il valore dell export del comparto elettro-meccanico nelle regioni del Nord Italia Working paper Il valore dell export del comparto elettro-meccanico nelle regioni del Nord Italia Working paper 2013 1 Dati rilevanti 1 Questo settore vale il 34% dell intero export italiano; Il Nord genera l 8 del valore

Dettagli

L ATLANTE DEL MADE IN ITALY LE ROTTE DELL EXPORT ITALIANO PRIMA E DURANTE LA CRISI

L ATLANTE DEL MADE IN ITALY LE ROTTE DELL EXPORT ITALIANO PRIMA E DURANTE LA CRISI L ATLANTE DEL MADE IN ITALY LE ROTTE DELL EXPORT ITALIANO PRIMA E DURANTE LA CRISI Ottobre 2012 1 L ATLANTE DEL MADE IN ITALY Le rotte dell export italiano prima e durante la crisi La crisi dell economia

Dettagli

Quadro economico e prospettive dell industria grafica e cartotecnica

Quadro economico e prospettive dell industria grafica e cartotecnica Quadro economico e prospettive dell industria grafica e cartotecnica Dott. Claudio Covini Direttore Generale Assografici 13 Digital Printing Forum, 13 Febbraio 2008 I SETTORI INDUSTRIALI RAPPRESENTATI

Dettagli

FATTURATO E ORDINATIVI DELL INDUSTRIA

FATTURATO E ORDINATIVI DELL INDUSTRIA 23 dicembre 2015 Ottobre 2015 FATTURATO E ORDINATIVI DELL INDUSTRIA A ottobre il fatturato dell industria, al netto della stagionalità, registra un incremento del 2,0% rispetto a settembre, con variazioni

Dettagli

RECUPERO E RICICLO DEI RIFIUTI DI IMBALLAGGIO RISULTATI 2008

RECUPERO E RICICLO DEI RIFIUTI DI IMBALLAGGIO RISULTATI 2008 RECUPERO E RICICLO DEI RIFIUTI DI IMBALLAGGIO RISULTATI 2008 Quadro economico Ricavi e costi del Sistema Attività industriale Risultati di riciclo e recupero degli imballaggi Attività sul territorio Accordo

Dettagli

Ripresa in vista ma a passo lento: previsioni CSC per l Italia nel biennio 2013-2014

Ripresa in vista ma a passo lento: previsioni CSC per l Italia nel biennio 2013-2014 Ripresa in vista ma a passo lento: previsioni CSC per l Italia nel biennio 2013-2014 Indagine Confindustria sul mercato del lavoro nel 2012 Francesca Mazzolari In Italia segnali di fine caduta e ripresa

Dettagli

RAPPORTO RIFIUTI URBANI ISPRA 2013 Sintesi dei dati

RAPPORTO RIFIUTI URBANI ISPRA 2013 Sintesi dei dati RAPPORTO RIFIUTI URBANI ISPRA 2013 Sintesi dei dati Contesto europeo Secondo i dati resi disponibili da Eurostat, integrati con i dati ISPRA per quanto riguarda l Italia, nel 2011 i 27 Stati membri dell

Dettagli

L INTERSCAMBIO DI PRODOTTI AGROALIMENTARI TRA I PAESI AGRONET : STATO DELL ARTE, TREND E PROSPETTIVE FUTURE

L INTERSCAMBIO DI PRODOTTI AGROALIMENTARI TRA I PAESI AGRONET : STATO DELL ARTE, TREND E PROSPETTIVE FUTURE L INTERSCAMBIO DI PRODOTTI AGROALIMENTARI TRA I PAESI AGRONET : STATO DELL ARTE, TREND E PROSPETTIVE FUTURE Direttore Area Agricoltura e Industria alimentare Nomisma spa I TEMI DI APPROFONDIMENTO Gli scambi

Dettagli

Report trimestrale sull andamento dell economia reale e della finanza

Report trimestrale sull andamento dell economia reale e della finanza Report trimestrale sull andamento dell economia Perché un report trimestrale? A partire dal mese di dicembre SEI provvederà a mettere a disposizione delle imprese, con cadenza trimestrale, un report finalizzato

Dettagli

UMBRIA Import - Export. caratteri e dinamiche 2008-2014

UMBRIA Import - Export. caratteri e dinamiche 2008-2014 UMBRIA Import - Export caratteri e dinamiche 2008-2014 ROADSHOW PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE ITALIA PER LE IMPRESE Perugia, 18 dicembre 2014 1 Le imprese esportatrici umbre In questa sezione viene proposto

Dettagli

agroalimentare I trimestre 2014

agroalimentare I trimestre 2014 AGRItrend Evoluzione e cifre sull agro-alimentare La bilancia commerciale agroalimentare I trimestre 2014 A 8 LA BILANCIA COMMERCIALE AGROALIMENTARE A differenza di quanto riscontrato nel corso del 2013,

Dettagli

Febbraio 2016. market monitor. Analisi del settore edile: performance e previsioni

Febbraio 2016. market monitor. Analisi del settore edile: performance e previsioni Febbraio 2016 market monitor Analisi del settore edile: performance e previsioni Esonero di responsabilità I contenuti del presente documento sono forniti ad esclusivo scopo informativo. Ogni informazione

Dettagli

L ESPORTAZIONE DI VINO 1

L ESPORTAZIONE DI VINO 1 L ESPORTAZIONE DI VINO 1 Premessa L Italia, come è noto, è uno dei principali produttori di vino, contendendo di anno in anno alla Francia, a seconda dell andamento delle vendemmie, la leadership mondiale.

Dettagli

TORINO CONGIUNTURA 1 SEMESTRE 2007

TORINO CONGIUNTURA 1 SEMESTRE 2007 TORINO CONGIUNTURA 1 SEMESTRE 2007 (fonte: Camera di Commercio di Torino) 1 ANDAMENTO PRODUZIONE INDUSTRIALE La produzione industriale torinese nel 2 trimestre del 2007 ha avuto un tasso di crescita del

Dettagli

RICICLO ECO EFFICIENTE

RICICLO ECO EFFICIENTE RICICLO ECO EFFICIENTE L industria italiana del riciclo tra globalizzazione e sfide della crisi Duccio Bianchi Istituto di ricerche Ambiente Italia I temi del rapporto L industria del riciclo e la green

Dettagli

ASSOFOND ASSOFOND. Fonderia e nuovi scenari: competitività e tecnologia, le sfide del futuro. ASSOFOND Federazione Nazionale Fonderie

ASSOFOND ASSOFOND. Fonderia e nuovi scenari: competitività e tecnologia, le sfide del futuro. ASSOFOND Federazione Nazionale Fonderie Federazione Nazionale Fonderie XXXI Congresso di Fonderia Fonderia e nuovi scenari: competitività e tecnologia, le sfide del futuro Roma 4-5 Ottobre 2012 PRESIDENTE : Enrico Frigerio 1 La Fonderia in Italia

Dettagli

FATTURATO E ORDINATIVI DELL INDUSTRIA

FATTURATO E ORDINATIVI DELL INDUSTRIA 22 luglio 2015 Maggio 2015 FATTURATO E ORDINATIVI DELL INDUSTRIA Allo scopo di fornire informazioni statistiche integrate, a partire dalla diffusione odierna, il comunicato è arricchito di un paragrafo

Dettagli

Export alimentare italiano: opportunità di crescita nei partner storici e nei nuovi mercati

Export alimentare italiano: opportunità di crescita nei partner storici e nei nuovi mercati Export alimentare italiano: opportunità di crescita nei partner storici e nei nuovi mercati Associazione Industriali delle Carni e dei Salumi «La crescita dell industria alimentare passa necessariamente

Dettagli

CONGIUNTURA FRIULI VENEZIA GIULIA Consuntivo 4 trimestre 2015 e previsioni 1 trimestre 2016

CONGIUNTURA FRIULI VENEZIA GIULIA Consuntivo 4 trimestre 2015 e previsioni 1 trimestre 2016 CONGIUNTURA FRIULI VENEZIA GIULIA Consuntivo 4 trimestre 2015 e previsioni 1 trimestre 2016 Trieste, 19 febbraio 2016 Corso Vittorio Emanuele II, 47-33170 Pordenone - Tel. +39 0434 381211 - fax +39 0434

Dettagli

RAPPORTO TRENDER - I SEMESTRE 2008 -

RAPPORTO TRENDER - I SEMESTRE 2008 - RAPPORTO TRENDER - I SEMESTRE 2008 - L analisi congiunturale di TRENDER: indicatori di domanda fatturato totale - totale settori fatturato interno - totale settori 115 105,00 113,74 102,97 115,55 108,51

Dettagli

Tendenze in atto e prospettive per il futuro. Luca Zanderighi (Università di Milano)

Tendenze in atto e prospettive per il futuro. Luca Zanderighi (Università di Milano) Tendenze in atto e prospettive per il futuro Luca Zanderighi (Università di Milano) Milano, 6 giugno 2012 Schema dell intervento La situazione internazionale L Italia di fronte a una svolta: prospettive

Dettagli

CRISI DELLE COSTRUZIONI E MERCATO DEL CALCESTRUZZO PRECONFEZIONATO

CRISI DELLE COSTRUZIONI E MERCATO DEL CALCESTRUZZO PRECONFEZIONATO CRISI DELLE COSTRUZIONI E MERCATO DEL CALCESTRUZZO PRECONFEZIONATO Costruzioni: all illusione del 2011 fa seguito un nuovo calo produttivo nel 2012 Verona 21 giugno 2012 - Dopo tre anni di profondo declino,

Dettagli

ARTIGIANATO E PICCOLA IMPRESA NEL VENETO

ARTIGIANATO E PICCOLA IMPRESA NEL VENETO Ufficio Comunicazione&Studi Confartigianato del Veneto ARTIGIANATO E PICCOLA IMPRESA NEL VENETO INDAGINE CONGIUNTURALE ANDAMENTO 2 SEMESTRE 2010 PREVISIONE 1 SEMESTRE 2011 In collaborazione con INDAGINE

Dettagli

Turchia paese emergente dalle grandi prospettive

Turchia paese emergente dalle grandi prospettive Turchia paese emergente dalle grandi prospettive Questo rapporto è stato redatto da un gruppo di lavoro dell Area Studi, Ricerche e Statistiche dell Ex - ICE Coordinamento Gianpaolo Bruno Redazione Antonio

Dettagli

Costa Rica Congiuntura Economica

Costa Rica Congiuntura Economica Costa Rica Congiuntura Economica Il PIL del Costa Rica è cresciuto del 3.8% durante il 2011, dato inferiore alla crescita del 4.2% registrato tra il 2009 ed il 2010. Per quanto riguarda il 2012 si prevede

Dettagli

EvoluzionE E cifre sull agro-alimentare CredIto I trimestre 2014

EvoluzionE E cifre sull agro-alimentare CredIto I trimestre 2014 AGRItrend Evoluzione e cifre sull agro-alimentare Credito I trimestre 2014 A 4 CREDITO impieghi per il settore agricolo. In particolare, tutte le circoscrizioni hanno mostrato una tendenza all aumento

Dettagli

La congiuntura. italiana. Confronto delle previsioni

La congiuntura. italiana. Confronto delle previsioni La congiuntura italiana N. 3 FEBBRAIO 2014 Il Pil torna positivo nel quarto trimestre ma il dato è sotto le attese. La crescita si prospetta debole, penalizzata della mancanza di credito e per ora sostenuta

Dettagli

LA PUBBLICITA IN SICILIA

LA PUBBLICITA IN SICILIA LA PUBBLICITA IN SICILIA Quadro produttivo, articolazione della spesa e strategie di sviluppo Paolo Cortese Responsabile Osservatori Economici Istituto G. Tagliacarne Settembr e 2014 Gli obiettivi del

Dettagli

Il mercato della cosmesi

Il mercato della cosmesi Milano, 23 gennaio 2013 Gian Andrea Positano Responsabile Unipro Lo scenario macroeconomico Nuove opportunità nei paesi BRICS, Stati Uniti e paesi arabi; difficile ripresa in Europa La crisi economico-finanziaria

Dettagli

Costruzioni: mercato interno sempre più debole. Niente ripresa nel 2014

Costruzioni: mercato interno sempre più debole. Niente ripresa nel 2014 Costruzioni: mercato interno sempre più debole. Niente ripresa nel 2014 Roma 28 novembre 2013 - Nel 2012 il volume economico generato dal sistema italiano delle costruzioni, compresi i servizi, è stato

Dettagli

Lo scenario socio-economico del Mezzogiorno: l effetto della crisi su famiglie, giovani e imprese

Lo scenario socio-economico del Mezzogiorno: l effetto della crisi su famiglie, giovani e imprese Lo scenario socio-economico del Mezzogiorno: l effetto della crisi su famiglie, giovani e imprese Salvio CAPASSO Responsabile Ufficio Economia delle Imprese e del Territorio Napoli, 12 maggio 2015 Agenda

Dettagli

Principali risultati e criticità nella raccolta dei dati

Principali risultati e criticità nella raccolta dei dati Euro P.A. Turismo cercasi dati L ANNUARIO del TURISMO e della CULTURA 2009 Principali risultati e criticità nella raccolta dei dati Fabrizio Lucci, Centro Studi Rimini, 2 aprile 2009 INDICE DELL ANNUARIO

Dettagli

La congiuntura. internazionale

La congiuntura. internazionale La congiuntura internazionale N. 1 GIUGNO 2015 Il primo trimestre del 2015 ha portato con sé alcuni cambiamenti nelle dinamiche di crescita delle maggiori economie: alla moderata ripresa nell Area euro

Dettagli

Mercato e crediti: evoluzione e prospettive Fiorenzo Dalu

Mercato e crediti: evoluzione e prospettive Fiorenzo Dalu Mercato e crediti: evoluzione e prospettive Fiorenzo Dalu Milano, 14 aprile 2011 La crisi finanziaria e i suoi riflessi sull economia reale La crisi internazionale Riflessi sull economia Italiana 2008

Dettagli

LA STRUTTURAZIONE ATTUALE DELLE IMPRESE DEL VINO ITALIANO PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE

LA STRUTTURAZIONE ATTUALE DELLE IMPRESE DEL VINO ITALIANO PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE 6 novembre 2015 LA STRUTTURAZIONE ATTUALE DELLE IMPRESE DEL VINO ITALIANO PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE DENIS PANTINI Direttore Area Agroalimentare Nomisma Responsabile Wine Monitor Outline Evoluzione dei

Dettagli

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2011

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2011 SCENARI IMMOBILIARI ISTITUTO INDIPENDENTE DI STUDI E RICERCHE COMUNICATO STAMPA CRESCE DEL 4,3 PER CENTO IL RISPARMIO GESTITO IN IMMOBILI TOTALE MONDIALE A 1.450 MILIARDI DI EURO OBIETTIVO 100 MILIARDI

Dettagli

IL VINO ITALIANO NEL MERCATO MONDIALE: OPPORTUNITÀ ALLA LUCE DEI NUOVI SCENARI EVOLUTIVI DENIS PANTINI

IL VINO ITALIANO NEL MERCATO MONDIALE: OPPORTUNITÀ ALLA LUCE DEI NUOVI SCENARI EVOLUTIVI DENIS PANTINI IL VINO ITALIANO NEL MERCATO MONDIALE: CRITICITÀ ED OPPORTUNITÀ ALLA LUCE DEI NUOVI SCENARI EVOLUTIVI DENIS PANTINI Direttore Area Agricoltura e Industria Alimentare Nomisma spa I temi di approfondimento

Dettagli

Industria farmaceutica. Istat: a maggio in crescita fatturato (+6,3%) e ordinativi (+9,7%)

Industria farmaceutica. Istat: a maggio in crescita fatturato (+6,3%) e ordinativi (+9,7%) Industria farmaceutica. Istat: a maggio in crescita fatturato (+6,3%) e ordinativi (+9,7%) Pubblicato dall Istituto di Statistica il bollettino di maggio. Crescono su base annua i numeri delle aziende

Dettagli

Osservatorio sulla Finanza. per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT

Osservatorio sulla Finanza. per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT Osservatorio sulla Finanza per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT Volume 16 DICEMBRE 2010 Microimprese ancora in affanno ma emergono i primi timidi segnali di miglioramento negli investimenti Calano

Dettagli

Il ruolo del CONAI nella filiera del recupero

Il ruolo del CONAI nella filiera del recupero Il ruolo del CONAI nella filiera del recupero Latina, 28 maggio 2009 Giancarlo Longhi Direttore Generale CONAI Adempimenti nella gestione degli imballaggi e dei rifiuti di imballaggio 1 Prevenire la formazione

Dettagli

RAPPORTO ECONOMICO SULLA PROVINCIA DI MODENA NELL ANNO 2013

RAPPORTO ECONOMICO SULLA PROVINCIA DI MODENA NELL ANNO 2013 RAPPORTO ECONOMICO SULLA PROVINCIA DI MODENA NELL ANNO 2013 Modena, aprile 2014 La struttura del sistema produttivo modenese Lo stock di imprese L aggregato delle imprese nella provincia di Modena nel

Dettagli

Crisi economica e prospettive dei consumi

Crisi economica e prospettive dei consumi Crisi economica e prospettive dei consumi Le difficoltà di una filiera estremamente importante Angelo Massaro Amministratore Delegato - Italia e Grecia 11 Dicembre, 2013 Il Largo Consumo Confezionato:

Dettagli

L economia italiana: tra rischi di declino e opportunitàdi crescita

L economia italiana: tra rischi di declino e opportunitàdi crescita L economia italiana: tra rischi di declino e opportunitàdi crescita Facoltàdi Economia, Università degli studi di Trento 19 novembre 2009 Anagni, Istituto Tecnico Commerciale G. Marconi IL MONDO E CAMBIATO

Dettagli

il settore Legno Arredo nell Economia della provincia di Udine

il settore Legno Arredo nell Economia della provincia di Udine il settore Legno Arredo nell Economia della provincia di Udine settembre 2015 Via Morpurgo 4-33100 Udine - tel. +39 0432 273 223 / 224 - fax +39 0432 512408 - cciaa@ud.legalmail.camcom.it Macrosistema

Dettagli

Gli acquisti domestici di prodotti biologici confezionati in Italia nella GDO

Gli acquisti domestici di prodotti biologici confezionati in Italia nella GDO Maggio 2012 In sintesi Il quadro internazionale dell agricoltura biologica Nel 2010, secondo gli ultimi dati disponibili, l agricoltura biologica a livello mondiale ha sostanzialmente confermato l estensione

Dettagli

OSSERVATORIO SANA 2015

OSSERVATORIO SANA 2015 Progetto promosso da: Progetto realizzato da: Progetto realizzato con il patrocinio di: OSSERVATORIO SANA 2015 A CURA DI NOMISMA L AGROALIMENTARE BIOLOGICO ITALIANO ALL ESTERO La filiera biologica italiana

Dettagli

Dalla lettura dei dati pubblicati lo scorso primo

Dalla lettura dei dati pubblicati lo scorso primo LE ESPORTAZIONI ITALIANE A LIVELLO TERRITORIALE Nel corso dei primi nove mesi del 2015, l 80% delle regioni italiane ha conosciuto incrementi su base tendenziale delle proprie esportazioni. % 150 130 110

Dettagli

Il mercato dell olio di oliva in Russia Analisi delle opportunità commerciali per le imprese italiane

Il mercato dell olio di oliva in Russia Analisi delle opportunità commerciali per le imprese italiane Il mercato dell olio di oliva in Russia Analisi delle opportunità commerciali per le imprese italiane Roberto Cassanelli - Responsabile Commerciale Corporate Nord Est Verona, 8 aprile 2013 INDICE IL QUADRO

Dettagli

INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE AZIENDE ITALIANE DELLA MODA E DEL LUSSO E DRIVER PER LA CRESCITA DELL EXPORT

INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE AZIENDE ITALIANE DELLA MODA E DEL LUSSO E DRIVER PER LA CRESCITA DELL EXPORT Ricerca INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE AZIENDE ITALIANE DELLA MODA E DEL LUSSO E DRIVER PER LA CRESCITA DELL EPORT Sintesi dell intervento di David Pambianco 6 novembre 2012 La ricerca è preceduta da due

Dettagli

IL MERCATO ITALIANO DEI POLIMERI COMPOSTABILI. Preparato per: Assobioplastiche

IL MERCATO ITALIANO DEI POLIMERI COMPOSTABILI. Preparato per: Assobioplastiche IL MERCATO ITALIANO DEI POLIMERI COMPOSTABILI Preparato per: Assobioplastiche Plastic Consult Le due anime aziendali Dal 1979 Consulenza e business intelligence nel settore petrolchimico / materie plastiche

Dettagli

6 marzo 2015. Andamento del valore aggiunto totale e dei servizi (Numero indice I trim. 2008 = 100, valori concatenati)

6 marzo 2015. Andamento del valore aggiunto totale e dei servizi (Numero indice I trim. 2008 = 100, valori concatenati) Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 00187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 159/2002 del 9/4/2002 Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della

Dettagli