Problem Solving e Innovazione Sistematica

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Problem Solving e Innovazione Sistematica"

Transcript

1 Problem Solving e Innovazione Sistematica Gaetano Cascini Università degli Studi di Firenze Dipartimento di Meccanica e Tecnologie Industriali Laboratorio di Metodi e Tecniche per l Innovazione

2 Ciclo sviluppo prodotto: strumenti 1. Market Needs & Functional Spec s Market research, QFD, Need Assessment etc. 4. Validation & Verification RP, Prototypes, Simulations etc. 2. CONCEPTUAL DESIGN Brainstorming, Trial & Error, Benchmarking etc. 5. Production Material Req s Planning, CIM, Preventive Maintenance 3. Engineering (Product & Process) VP (CAD, CAE, FEA, CAM, CAPP), DOE, etc. 6. Delivery & Cont. Improvement Vincoli di budget e di tempo Cicli di sviluppo di un prodotto sempre più brevi Impiego ottimale delle risorse disponibili Vincoli ambientali Fronteggiare prodotti della concorrenza di elevata qualità e basso costo Maggiori possibilità di scelta per il cliente, personalizzazione del prodotto Complessità crescente dei sistemi ingegneristici e dei problemi associati

3 Creatività, crescita e formazione CREATIVITA Ribaud 1912 Altshuller 1970 Zlotin ETA

4 Inerzia Psicologica È la tendenza a pensare sempre secondo un medesimo schema logico ed a seguire gli stessi percorsi per trovare la soluzione a un problema; per avere un idea di come l inerzia psicologica condizioni la vita quotidiana si pensi a come si percorra la medesima strada per andare al lavoro senza pensarci, o al fatto che si infila per prima sempre la stessa gamba (solitamente la sinistra) nell indossare un paio di pantaloni (provare ad infilare prima l altra per sentire quanto il nuovo percorso risulti strano ). Nel formulare il problema da risolvere, l inerzia psicologica può portare a crearsi obiettivi errati; una tendenza tipica è quella di formulare il problema in una forma che sia strettamente correlata al particolare sistema ingegneristico che si sta analizzando. Molti problemi di questo tipo possono essere risolti spostando la descrizione del sistema ingegneristico ad un più alto grado di astrazione (V. Tsourikov).

5 Strumenti tradizionali (1/2) Brain Storming (Osborn, psicologo americano, 1953) Synectics (William Gordon, ricercatore americano, 1960) Approccio sistematico per analizzare il problema da punti di vista differenti: 1) Direct Analogy (DA): il soggetto è confrontato con soggetti analoghi in natura o in diversi campi della scienza e della tecnica 2) Personal Analogy (PA): le persone che si trovano ad analizzare il problema devono immedesimarsi nel sistema oggetto del loro studio 3) Symbolic Analogy (SA): generalizzazione del problema, analogia ad un livello di astrazione più elevato 4) Imaginary Analogy (IA): introduzione di creature o oggetti immaginari nel problema

6 Strumenti tradizionali (2/2) Six Thinking Hats (Edward De Bono, 1988) A WHITE hat denotes a mode of thinking during which an objective look at data and information is required. A RED hat denotes the mode of thinking associated with feelings, hunches, and intuition. A BLACK hat denotes the mode of thinking associated with caution, judgement, and looking logically at the negative aspects of a problem often described as the devil s advocate mode of thinking. A YELLOW hat - denotes the mode of thinking associated with examining the feasibility and benefits of a given situation, and looking logically at the positive aspects. A GREEN hat denotes the mode of thinking associated with the generation of new ideas, creative and lateral thinking. A BLUE hat denotes the mode of thinking associated with the overall control and organisation of the thinking processes.

7 Existing Intellectual Property Situation Existing process of innovation creation is ineffective: It takes about 3,000 raw ideas to come up with 1 commercial success For 150 patent application, 112 patents issued; 9 of them will be supported by the owners; 1 could be really successful. From 4 projects that enter development stage, only 1 becomes commercially successful From 10 new products 9 fail in the first 4 years From 10 American companies only 1 tried to come up with a new product for the last 10 years From 10 innovations 8 were originated from customers rather than producers Miller, William L. and Langdon Morris. 4th Generation R&D, John Wiley & Sons, Inc, Conclusion: Less than 10% of R&D efforts are properly used and produce substantial results!

8 TRIZ: Teoriya Resheniya Izobreatatelskikh Zadatch Teoria per la Soluzione Inventiva di Problemi E al tempo stesso un metodo ed un insieme di strumenti sviluppati in Russia a partire dal 1946 da Genrich Altshuller ( ), con l obiettivo di catturare il processo creativo in ambito tecnico e tecnologico, codificarlo e renderlo così ripetibile e applicabile: una vera e propria teoria dell invenzione. L approccio di Altshuller allo studio della creatività non si avvalse dei contributi psicologici o sociologici, o almeno si rivolse ad essi solo in minima parte. Il suo fu un approccio squisitamente sperimentale, e come Galileo dedusse le leggi della meccanica dall osservazione dei fenomeni naturali, così Altshuller studiando il risultato dell attività inventiva espressa nei brevetti, dedusse le leggi che governano l evoluzione dei sistemi tecnici.

9 TRIZ: Teoriya Resheniya Izobreatatelskikh Zadatch Teoria per la Soluzione Inventiva di Problemi Il complesso architettonico che costituisce TRIZ si basa su tre osservazioni: 1) i sistemi tecnici evolvono secondo leggi oggettive e tendono a massimizzare il loro grado di idealità, espressa come rapporto tra le funzioni utili fornite dal sistema e le funzioni dannose insite nel sistema; 2) Qualsiasi problema tecnico specifico può essere ricondotto, mediante un processo di astrazione, ad un modello generale, ed i processi logici di risoluzione possono essere raggruppati in un numero finito di principi risolutivi. 3) Dato il numero finito di modelli del problema e di principi risolutivi, soluzioni concettualmente identiche possono essere applicate a problemi tecnici apparentemente diversi. Ne deriva che la conoscenza svolge un ruolo centrale e fondamentale nell attività inventiva.

10 Problemi e soluzioni si ripetono Cosa hanno in comune una nocciolina,, un diamante ed un peperone?!?!?! Per dividere in due metà pure diamanti grezzi che presentano cricche al loro interno andreste mai a cercare la soluzione nel campo delle macchine per l industria alimentare?!? La soluzione: 1. Mettere una certa quantità del prodotto in un recipiente pressione 2. Aumentare lentamente la pressione all interno della camera 3. Abbassare repentinamente la pressione in

11 TRIZ: Teoriya Resheniya Izobreatatelskikh Zadatch Teoria per la Soluzione Inventiva di Problemi In altre parole, qualcuno, da qualche parte nel mondo, ha già risolto un problema analogo a quello che ci si trova ad affrontare. Su questa impalcatura concettuale Altshuller e collaboratori hanno costruito nel corso degli anni un insieme di strumenti per: analizzare un sistema tecnico ed estrarne un modello; applicare al modello del problema i principi risolutivi più efficaci; ricercare fra i modelli di soluzione conosciuti quelli più idonei per il problema analizzato.

12 TRIZ: Teoriya Resheniya Izobreatatelskikh Zadatch Teoria per la Soluzione Inventiva di Problemi Eccellenza Idealità Risorse Funzionalità Contraddizioni Spazio/Tempo/Interfaccia Filosofia Processo completo per la definizione/soluzione di problemi Metodo Principi Inventivi IFR Contraddizioni Trend evolutivi S - Fields Analisi Knowledge Trimming Subversion Funzionale Effetti Analysis Superamento IP Risorse Separazione Strumenti

13 Invention Creativity Levels Level 1 Apparent or Conventional Solutions Level 2 Small Invention Inside Paradigm 45% 40% 35% 30% 25% 20% 15% 10% 5% 0% Level 3 Substantial Invention Inside Technology 32% 45% 18% 4% 1% Level 1 Level 2 Level 3 Level 4 Level 5 Level 4 Invention Outside Technology Level 5 Discovery Gaetano Cascini - 95% of inventive problems in any field have already been solved in some other field

14 Innovations Main Condition for Technological Evolution Level 1 68,3% solutions Level % solutions Level 3 4,3% solutions Level % solutions Level % solutions Dozens σ Hundreds 2σ Thousands 3σ Dozens and hundreds thousands 4σ Millions Number of trails with using Trail-and-Error method for creativity

15 Description of Invention Creativity Levels Level % of solutions 68, Effect on product or process Small cost reduction and/or improvement of current generation Essential improvement of current generation Creation of new generation Creation of brand new generation Creation of brand new products and/or processes Period for implementation (estimation) Months 1 2 years 1 5 years 5 10 years 5 20 years Responsibility and results About 90% of engineers. Profitability and Market Share, short term plans R&D people Intellectual property, middleand long term plans Special individuals in R&D of companies, universities, government, etc.

16 Classical Idea Generation Individual experience Personal talent How Can I Invent Tacit knowledge = Intuition New Ideas, Invention, Innovation Tomas Alva Edison Gaetano Cascini -

17 TRIZ-based Idea Generation Genrich Altshuller Explicit knowledge How to create new ideas for system evolution Tacit knowledge = Intuition Personal talent New Ideas, Concepts, Inventions, Innovations, etc. Individual experience Generalized experience of inventors (patent fond) History of evolution in technology, science, society, art, etc.

18 Directed Evolution vs. Traditional Way of New Product Generations Traditional Way Psychological Inertia Traditionally, evolution goes through Trial & Error method. The majority of trials fail because they are influenced by psychological inertia. Directed Evolution Way Trials Product Evolution Patterns Psychological Inertia In Directed Evolution, the majority of trials are productive because they follow Patterns of evolution. Product Evolution Patterns

19 TRIZ: Fondamenti ANALISI E ASTRAZIONE TRIZ MODELLO GENERALE DEL PROBLEMA PROBLEMA SPECIFICO INERZIA PSICOLOGICA TRIZ SOLUZIONE GENERICA SOLUZIONE SPECIFICA GENERAZIONE SOLUZIONI CONTRADDIZIONI IDEALITÀ FUNZIONALITÀ IMPIEGO DELLE RISORSE SPAZIO TEMPO INTERFACCIA

20 CONTRADDIZIONI La ricerca TRIZ ha mostrato che le invenzioni più rilevanti sono emerse da situazioni in cui l inventore è riuscito ad evitare con successo i compromessi che convenzionalmente vengono accettati come inevitabili. Al contrario è proprio dall individuazione e dal superamento delle contraddizioni che portano all adozione di compromessi che emergono le soluzioni più innovative ed efficaci. Fra i vari strumenti che il TRIZ offre per supportare gli utenti nel superamento delle contraddizioni uno dei più semplici e più utilizzati è la Matrice delle Contraddizioni (v. dopo), una matrice 39 x 39 mediante la quale descrivere a livello astratto la contraddizione presente nel sistema analizzato e che fornisce le tre/quattro strategie più efficaci per il suo superamento

21 CONTRADDIZIONI Problemi differenti in campi di applicazione diversi possono portare ad una medesima contraddizione a livello astratto statisticamente risulta che i percorsi che conducono al superamento di tale contraddizione sono un numero strettamente limitato e non dipendono dal campo di applicazione ES.: velocità veicolo usura pneumatici velocità di trasmissione dati integrità dei dati velocità di elettroplaccatura quantità di materiale SPEED LOSS OF SUBSTANCE

22 IDEALITÀ Dall imponente analisi di brevetti Altshuller constatò che qualsiasi sistema evolve in modo da accrescere la sua idealità e che tale processo ha luogo attraverso una serie di curve evolutive dalla caratteristica forma ad S Valore/ Idealità I = Harmful Concepimento Useful Nascita functions functions + Maturità Costs Infanzia/Crescita Obsolescenza Tempo La transizione da una curva ad S alla successiva è predicibile ed in generale l evoluzione verso l idealità segue tipicamente un numero limitato di percorsi evolutivi tipici che possono quindi essere utilizzati come strumento per la ricerca di soluzioni. Avendo come scopo ultimo il Risultato Finale Ideale (RFI) inteso come quel sistema in grado di fornire tutti i benefici e le funzionalità richieste senza costi o problemi associati, il TRIZ invita ad abbandonare la tradizionale concezione secondo cui è opportuno partire dalla situazione attuale per la soluzione di un problema, suggerendo al contrario di iniziare la ricerca della soluzione proprio a partire dal RFI.

23 IDEALITÀ Don t Start Here Start Here A B CURRENT SITUATION IDEAL FINAL RESULT C. Intermediate solutions Function achieved without cost or harm Number of options increases as we head back in this direction IFR Today s Solution Space Solution search space at any position back from the IFR

24 IDEALITÀ PROBLEMA: Progettare un dispositivo di apertura del tetto di una serra in modo tale che questa sia chiusa al di sotto di una certa temperatura T* ed aperta al di sopra. SISTEMA IDEALE: il tetto della serra si alza e si abbassa da solo in funzione della temperatura PROPOSTA DI SOLUZIONE: realizzare il tetto della serra con un vetrocamera nella cui intercapedine si inserisce un fluido volatile che sotto T* è allo stato liquido e sopra T* è allo stato gassoso

25 IDEALITÀ NON PORRE MAI LIMITI ALL IDEALITA : OTTENERE I BENEFICI DI UNA FUNZIONE SENZA CHE CI SIA ALCUN DISPOSITIVO CHE LA COMPIE Esempio: tessuti self-cleaning!!

26 FUNZIONALITÀ Sebbene sia doveroso riconoscere che l importanza e l efficacia dell analisi funzionale siano emerse a partire dal pionieristico lavoro di Larry Miles sulla Value Engineering, è necessario sottolineare che l approccio TRIZ alla definizione ed all analisi delle funzionalità presenta elementi distintivi di assoluto rilievo: 1) Qualsiasi sistema è caratterizzato da una Funzione Utile Principale (FUP), cosicché qualsiasi componente che non contribuisce al compimento di tale funzione è in ultima analisi dannoso. 2) L analisi funzionale tradizionale è tipicamente focalizzata sulle azioni positive che si scambiano i componenti del sistema. Al contrario l analisi funzionale TRIZ pone l accento sia sulle funzioni utili, sia su quelle dannose, come strumento per identificare contraddizioni, azioni inefficienti, eccessive o dannose. 3) L analisi funzionale è il fondamento su cui basare la condivisione di conoscenza fra diversi settori tecnologici: in questa ottica uno schiaccianoci è una soluzione specifica al problema rimuovere il guscio (della noce), così come un detersivo in polvere non è altro che una soluzione specifica al problema rimuovere particelle solide (di sporco). Una classificazione del sapere su base funzionale è la chiave con cui un produttore di detersivo in polvere può esaminare come altri settori aziendali hanno risolto il medesimo problema ( rimuovere particelle solide ). In altre parole le soluzioni cambiano, le funzioni rimangono invariate.

27 FUNZIONALITÀ PROBLEMA: per effettuare test di resistenza dei materiali alla corrosione di acidi si usa mettere i provini da testare all interno di una vasca placcata in oro e si realizzano prove accelerate in forno per ridurre i costi dell attrezzatura si ricorre a materiali non nobili, ma si corrodono anche i recipienti

28 IMPIEGO DELLE RISORSE La teoria TRIZ più di qualsiasi metodo precedente ha posto enfasi sul massimo impiego di tutto ciò che è interno al sistema. In termini TRIZici, Risorsa è qualsiasi cosa all interno del sistema non sia impiegato al massimo delle sue potenzialità. La ricerca di tali risorse rivela nuove opportunità attraverso le quali migliorare il sistema esaminato. È il caso di segnalare che fra le Risorse bisogna mettere anche gli elementi dannosi del sistema (calore da smaltire, scarti di lavorazione, fenomeni di risonanza, etc.). Ad esempio, una risonanza meccanica, tradizionalmente vista come un fenomeno da evitare accuratamente è attualmente usata in diverse applicazioni innovative quali aspirapolvere, verniciatori, convogliatori etc.

29 ESEMPIO IMPIEGO DELLE RISORSE Le bottiglie dell acqua minerale frizzante usano la pressione della CO2 come risorsa per aumentare la rigidezza del sistema (infatti rispetto a quelle dell acqua naturale hanno uno spessore inferiore ed hanno una geometria più semplice)

30 SPAZIO TEMPO INTERFACCIA L esperienza TRIZ (ma anche di altri metodi di supporto alla creatività) riconosce estrema importanza al guardare o pensare ad un sistema da tutte le angolazioni possibili: modificando la prospettiva del problema, zoomando fino all estremo dettaglio o viceversa allargando l orizzonte all ambiente in cui il sistema è inserito, modificando la scala dei fenomeni temporali, prendendo in esame il passato ed il futuro di un oggetto o di un evento spesso si raggiungono con estrema facilità soluzioni altrimenti inarrivabili per il fatto che la mente umana raramente è portata ad esaminare sistematicamente le diverse alternative nello SPAZIO, nel TEMPO e di INTERFACCIA.

31 I 9 SCHERMI SUPERSYSTEM pen display in shop, user preparing to write user, paper, desk, chair, light, environment storage location, wear effects of environment SYSTEM the pen assemble, pack/deliver, store, prepare to write pen being used to write storing effect re- filling, wear factors, disposal SUBSYSTEM manufacture of individual components component parts, ink flowing through nib re- usability, recyclability of component parts PAST PRESENT FUTURE Before writing Person writing After writing begins has finished

32 PRINCIPI INVENTIVI: esempi N. 1 SEGMENTATION - divide a system into separate parts or sections: - Multiple pistons in an internal combustion engine - Multi-engined aircraft - make a system easy to put together and take apart: - Rapid-release bicycle saddle/wheel/etc fasteners - Quick disconnect joints in plumbing and hydraulic systems - increase the amount of segmentation: - 16 and 24 valve versus 8 valve internal combustion engines - Multi-blade cartridge razors

33 PRINCIPI INVENTIVI: esempi N. 35 PARAMETER CHANGE - change an object`s physical state (e.g. to a gas, liquid, or solid): - Transport oxygen or nitrogen or petroleum gas as a liquid, instead of a gas, to reduce volume - Dry ice - change the concentration or consistency: - Liquid versus bar or powder detergents - Concentrated or de-hydrated orange juice makes transportation easier - change the degree of flexibility; - change the temperature; - change the pressure; - change other parameters.

34 PRINCIPI INVENTIVI: esempi N. 15 DYNAMIZATION - allow a system or object to change to achieve optimal operation under different conditions: - Adjustable steering wheel (or seat, or back support, or mirror position...) - Loose (sand) particles inside a tyre give it self-balancing properties - Gel fillings inside seat allow it to adapt to user - Shape memory alloys/polymers - split an object or system into parts capable of moving relative to each other: - Articulated lorry - Folding chair/mobile phone/laptop/etc - if an object or system is rigid or inflexible, make it movable or adaptable: - Flexible joint - Place sand inside tyre to produce self-balancing properties - Use different stiffness fibres in toothbrush

35 PRINCIPI INVENTIVI: esempi N. 13 INVERSION: the other way around - use an opposite action(s) used to solve the problem (e.g. instead of cooling an object, heat it): - Loose (sand) particles inside a tyre give it self-balancing properties - To loosen stuck parts, cool the inner part instead of heating the outer part - Vacuum casting - make movable objects fixed, and fixed objects movable: - Rotate the part instead of the tool. - Wind tunnels - Moving sidewalk with standing people - Drive through restaurant or bank - turn the object, system or process 'upside down': - Clean bottles by inverting and injecting water from below; the water then drains by itself

36 CONTRADDIZIONI I risultati più efficaci si ottengono quando si superano contraddizioni tecniche o contraddizioni fisiche. Si è in presenza di una contraddizione tecnica quando cercando di migliorare una caratteristica del sistema analizzato, se ne compromette una seconda (es. voglio aumentare la potenza di un motore, ma il suo ingombro/peso cresce). Si è in presenza di una contraddizione fisica quando si desidera che una determinata caratteristica sia aumentata e ridotta al tempo stesso (es. voglio un auto spaziosa per aumentarne le capacità di carico, ma la voglio più piccola per parcheggiarla più comodamente). Weight Cost Volume Environmental Impact Manufacturability Use-ability Efficiency Reliability Performance Durability etc

37 CONTRADDIZIONI TECNICHE bad Parameter B bad Parameter B Traditional Design Strategy good good TRIZ good Parameter A bad good Parameter A bad

38 MATRICE DELLE CONTRADDIZIONI Parameter Which Gets Worse Parameter To Be Improved Length Weight Area Force etc 1,4,7 Inventive Principles

39 ESEMPIO: LAVAGGIO BOTTIGLIE Gaetano Cascini -

40 ESEMPIO: OCCHI ROSSI reducing pupil size reduces opportunity for reflection

41 ESEMPIO: PIZZA BOX US 5,423,477 US 5,472,139

42 ALTRI ESEMPI : Cioccolatini ripieni PROBLEMA: Chocolate candies of the type "chocolate syrup in a chocolate bottle" are produced by first preparing bottles from chocolate paste, then pouring thick chocolate syrup into them. To increase productivity, it would be convenient to heat the syrup before it is poured, thus increasing its fluidity. However, the hot syrup would melt the chocolate bottles. CONTRADDIZIONE TECNICA: Ease of Manufacture VS Stability of Object s Composition PRINCIPI 13 Inversion The Other Way Around SOLUZIONE: the syrup is frozen in molds in the shape of the inner cavity of the bottle, which are then dipped into a melted chocolate paste

43 CONTRADDIZIONI FISICHE Separazione: 1. In spazio 2. In tempo 3. Su condizione 4. Transizione a macro/micro level

44 CONTRADDIZIONI FISICHE: esempio Penna a sfera PROBLEMA: Affinché una penna consenta una scrittura morbida è opportuno che l inchiostro possa fluire agevolmente; d altro canto bisogna evitare che la penna rilasci inchiostro quando non viene usata per scrivere CONTRADDIZIONE FISICA: L inchiostro deve essere poco viscoso per garantire comfort di scrittura e molto viscoso per non imbrattare SOLUZIONE GENERALE: separazione su condizione poco viscoso mentre si scrive SOLUZIONE SPECIFICA: Thixotropy molto viscoso quando la penna è riposta Special sort of substance called 'stir-thickening' liquid: when you stir the slime you are adding kinetic energy to it. This kinetic energy makes it change by becoming thicker and harder. When you stop stirring it changes back and becomes runny again. The chemical name for when things get thicker when you stir them is 'dilatancy'. The opposite of dilatancy is called 'thixotropy' or 'stir thinning'. There are not many stir-thickening substances around your home but there are a lot of stir-thinning substances as you can see below. Your home is full of stir thinning liquids. Tomato ketchup, honey, emulsion paint, toothpaste and mustard are all stir-thinning liquids. If you want to get ketchup out of its bottle you shake it up to stir it and this makes it thinner and runnier. If a big pot of paint has been left a while it will become thick and you cannot get it out of the pot. If you want to get it out of the pot then you have to stir it up and this makes it runny again. The ink in ball point pens is also stir-thinning. If you turn a biro up-side-down the ink will not flow out...so how come you can write with it? Well, at the tip of the biro is a small steel ball which churns up the ink as you write (that's why it's called a 'ball point' pen). Since the ink is stir-thinning it becomes runny and flows out of the pen and onto your paper, but only when you roll the ball in the pen by writing with it...clever eh? Gaetano Cascini -

45 TREND EVOLUTIVI

46 ESEMPI TREND EVOLUTIVI

47 TREND EVOLUTIVI: esempi DYNAMIZATION Immobile System Jointed System Fully Flexible System Fluid or Pneumatic System Field Based System EXAMPLES: steering systems power transmission means doors/security systems ruler/measuring devices chair, desk-lamps sound recording (vinyl to tape to optical)

48 TREND EVOLUTIVI: esempi Generic Problem Generic Solutions DYNAMIZATION Immobile System Jointed System Fully Flexible System Fluid or Pneumatic System Field Based System Specific Problem (Rigid Blade) Specific Solution? Quale sarà il futuro per Siringa Gelatiera

49 CURVE A S Performance

50 S-curve (performance) # Inventions RELATIONSHIP BETWEEN TECHNICAL EVOLUTION CURVES Level of Inventions Profitability Part Count Gaetano Cascini - Time (or effort))

51 Traditional Innovation Process Weak Identify Problem Reliability Study Formulate Problem Cad/Cam Develop Concepts Widely Used Techniques Trial & Error Reliability Analysis Brainstorming Evaluate Market Research Implement Robust Design

52 The Added Value of TRIZ Identify Problem Formulate Problem Develop Concepts Evaluate Implement

53 Innovazione Sistematica FMA, HAZOP Brainstorming QFD TQM Collaborazi oni con altri metodi DFMA Theory of Constraints TRIZ classico Technological Forecasting Morphologi Thinking g Robust Design Value Engineerin Lateral cal Me thod Concurrent Engineering And more Gaetano Cascini -

54 SWOT Analysis: ESEMPI DI INTEGRAZIONE: TRIZ SWOT Analysis Strengths-Weaknesses-Opportunities-Threats SUPERSYSTEM S W S W S W T O T O T O SYSTEM S W S W S W T O T O T O SUBSYSTEM S W S W S W T O T O T O PAST PRESENT FUTURE

55 Eliminare le attività non necessarie (colonne vuote) ESEMPI DI INTEGRAZIONE: TRIZ QFD Risoluzione contraddizioni (parametri in conflitto) Performance Measures Customer Requirements Need 1 Improve Need 2 Need 3 Need 4 Reduce Need 5 Need Targets Company Competitor 1 Technical Competitor 2 Evaluation Competitor 3 Competitor 4 Absolute Importance Importance (1-5) Perf. Meas. 1 Perf. Meas. 2 Perf. Meas. 3 Perf. Meas. 4 Perf. Meas. 5 Perf. Meas. 6 Company Competitor 1 Customer Rating Competitor 2 Competitor 3 Competitor 4 Nuovi modi di soddisfare le esigenze del cliente (righe vuote)

56 ALCUNI ESEMPI (dal passato): SEMINA PATATE (RUSSIA) PROBLEMA: All atto della semina delle patate, per piantarle nel terreno le patate si incidono/tagliano rilasciando nel terreno del liquido che attira le larve fuori dalle uova le patate vengono bacate e solo alcune crescono CONTRADDIZIONE TECNICA: loss of substance VS speed/productivity CONTRADDIZIONE FISICA: le patate devono essere in terra per fare uscire fuori le larve, ma non devono essere in terra per evitare di essere mangiate SOLUZIONE: un mese prima della semina i contadini russi innaffiavano i campi con acqua e patate macinate

57 ALCUNI ESEMPI (dal passato): IDENTIFICAZIONE FUGHE GASDOTTO (ARIZONA) PROBLEMA: Identificare le fughe di gas nei lunghi gasdotti in aree deserte con il minimo dispendio di energie, di tempo e di soldi SISTEMA IDEALE: Le fughe di gas si segnalano da sole nel momento in cui si verificano RISORSE: sole, terra/sabbia/sassi, aria AVVOLTOI SOLUZIONE: piccole percentuali di gas derivante dalla putrefazione di carni avariate venivano aggiunte al gas da trasportare

58 ALCUNI ESEMPI (dal passato): GHIACCIO SUGLI ELETTRODOTTI (ALASKA) PROBLEMA: il ghiaccio che si forma sui cavi di trasmissione dell energia elettrica può portare alla rottura dei cavi stessi; CONTRADDIZIONI TECNICA: ridurre formazione ghiaccio VS dissipazione energia (effetto Joule) ridurre dissipazione VS complessità del sistema RIULTATO IDEALE: Il sistema dissipa calore autonomamente solo quando la temperatura scende sotto lo zero SOLUZIONE: anelli di materiale con il punto di Curie compreso fra 0 e 4ºC

59 ALTRI ESEMPI : Protecting pipe bends from wear PROBLEMA: A pneumatic transport system operating at a cement factory moves sand and a finely-crushed raw material clinker along a pipeline by compressed air. The pipes wear quickly, particularly where they bend and the sand hits the wall. As a result, patches must be repeatedly welded onto the worn areas of the pipe to repair it. PRINCIPI CONTRADDIZIONE TECNICA: 11 Beforehand Compensation Cushion Speed VS Object Stability 27 Cheap Disposable Speed VS Reliability 28 Mechanical Substitution SOLUZIONE: Instead of patching a worn place, a small iron case can be welded to it. The problem disappears: sand immediately fills the case, thereby protecting the pipe

60 1. What is the final aim of the system? Planted seeds 1. What is the Ideal Final Result outcome? Seeds plant themselves ALTRI ESEMPI : Seed Planting 1. What is stopping you from achieving this IFR? Seeds need to be under the ground before they will germinate 1. Why is it stopping you? Currently, we have to drill a hole to drop the seed into 1. How could you make the thing(s) stopping you disappear? If the seed drilled its own hole 1. What resources are available to help create these circumstances? Seeds, ground, air, atmosphere 1. Has anyone else been able to solve this problem? Nature solves the problem itself, but too slow and unreliable for commercial planting.

61 ALTRI ESEMPI : Seed Planting It turns out that a very elegant solution to this self-planting seeds problem definition involves projecting the seeds into the ground at very high speed (via a very simple rotating drum). About 400m/s to be precise. If this sounds counter-intuitive (the seed gets damaged, right?), think again. We like this example for two reasons: 1) it is a great example of finding and using existing resources. In this case, the resource comes in the form of the 400m/s value which happens to be supersonic; which in turn means that as the seed is projected a shock wave is formed immediately in front of it, which then serves to protect the seed during impact with the ground. 2) It is also a good example of the opportunity finding (as opposed to problem solving ) side of problem solving; an industry that has knowledge of high speed projectile motion seeking to apply that knowledge in another sector.

62 ALTRI ESEMPI : A Comfortable Bicycle Seat CONTRADDIZIONE TECNICA: Length Stat. VS Shape CONTRADDIZIONE FISICA: Wide VS Small Dynamization Separation

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011]

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] 2 Esegui il login: ecco la nuova Home page per il portale servizi. Log in: welcome to the new Peg Perego Service site. Scegli il servizio selezionando

Dettagli

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process)

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) All data aquired from a scan position are refered to an intrinsic reference system (even if more than one scan has been performed) Data

Dettagli

Zeroshell come client OpenVPN

Zeroshell come client OpenVPN Zeroshell come client OpenVPN (di un server OpenVpn Linux) Le funzionalità di stabilire connessioni VPN di Zeroshell vede come scenario solito Zeroshell sia come client sia come server e per scelta architetturale,

Dettagli

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE APPLICATION FORM Thank you for your interest in our project. We would like to understand better your motivation in taking part in this specific project. So please, read carefully the form, answer the questions

Dettagli

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07.

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07. Istruzione N 62 Data creazione 18/ 12/2009 Versione N 00 Ultima modifica TIPO ISTRUZIONE ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING MODIFICA TEST FUNZIONALE RIPARAZIONE/SOSTITUZIONE IMBALLO TITOLO DELL ISTRUZIONE

Dettagli

Informazioni su questo libro

Informazioni su questo libro Informazioni su questo libro Si tratta della copia digitale di un libro che per generazioni è stato conservata negli scaffali di una biblioteca prima di essere digitalizzato da Google nell ambito del progetto

Dettagli

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso doc.4.12-06/03 Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso A belaying plate that can be used in many different conditions Una piastrina d'assicurazione che può essere utilizzata in condizioni diverse.

Dettagli

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA IL PRIMO GIORNO CON LA FAMIGLIA OSPITANTE FIRST DAY WITH THE HOST FAMILY Questa serie di domande, a cui gli studenti risponderanno insieme alle loro famiglie, vuole aiutare

Dettagli

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM ALLEGATO 2 FULL PROJECT FORM FORM 1 FORM 1 General information about the project PROJECT SCIENTIFIC COORDINATOR TITLE OF THE PROJECT (max 90 characters) TOTAL BUDGET OF THE PROJECT FUNDING REQUIRED TO

Dettagli

PRESENT SIMPLE. Indicativo Presente = Presente Abituale. Tom s everyday life

PRESENT SIMPLE. Indicativo Presente = Presente Abituale. Tom s everyday life PRESENT SIMPLE Indicativo Presente = Presente Abituale Prerequisiti: - Pronomi personali soggetto e complemento - Aggettivi possessivi - Esprimere l ora - Presente indicativo dei verbi essere ed avere

Dettagli

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 SECCOASCIUTT 16 SeccoAsciutto EL & SeccoAsciutto Thermo Piccolo e potente, deumidifica e asciuga Small and powerful, dehumidifies and dries Deumidificare

Dettagli

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE edizione/edition 04-2010 HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE DESCRIZIONE GENERALE GENERAL DESCRIPTION L'unità di controllo COBO è una centralina elettronica Multiplex Slave ; la sua

Dettagli

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 SECCOTECH & S 8 SeccoTech & Secco Tecnologia al servizio della deumidificazione Technology at dehumidification's service Potenti ed armoniosi Seccotech

Dettagli

Process automation Grazie a oltre trent anni di presenza nel settore e all esperienza maturata in ambito nazionale e internazionale, Elsag Datamat ha acquisito un profondo know-how dei processi industriali,

Dettagli

L OPPORTUNITÀ DEL RECUPERO DI EFFICIENZA OPERATIVA PUÒ NASCONDERSI NEI DATI DELLA TUA AZIENDA?

L OPPORTUNITÀ DEL RECUPERO DI EFFICIENZA OPERATIVA PUÒ NASCONDERSI NEI DATI DELLA TUA AZIENDA? OSSERVATORIO IT GOVERNANCE L OPPORTUNITÀ DEL RECUPERO DI EFFICIENZA OPERATIVA PUÒ NASCONDERSI NEI DATI DELLA TUA AZIENDA? A cura del Professor Marcello La Rosa, Direttore Accademico (corporate programs

Dettagli

T H O R A F L Y. Sistemi di drenaggio toracico Thoracic drainage systems. Catalogo 2009 - Catalogue 2009 GRUPPO C GROUP C

T H O R A F L Y. Sistemi di drenaggio toracico Thoracic drainage systems. Catalogo 2009 - Catalogue 2009 GRUPPO C GROUP C T H O R A F L Y Sistemi di drenaggio toracico Thoracic drainage systems Catalogo 2009 - Catalogue 2009 GRUPPO C GROUP C SOMMARIO GRUPPO C (SUMMARY C GROUP) 1/C II SISTEMI DI DRENAGGIO TORACICO COMPLETI

Dettagli

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import definizione L operazione presuppone l emissione di una lettera di credito IMPORT in favore dell esportatore estero, con termine di pagamento differito (es. 180 gg dalla data di spedizione con documenti

Dettagli

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of "typical tuscan"

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of typical tuscan Il vostro sogno diventa realtà... Vicinanze di Volterra vendita di porzione di fabbricato "tipico Toscano" realizzate da recupero di casolare in bellissima posizione panoramica. Your dream comes true...

Dettagli

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR MANUALE DI ISTRUZIONI ACCENSIONE / SPEGNERE DEL TAG HOUND Finder GPS Il TAG HOUND

Dettagli

Present Perfect SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D

Present Perfect SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D Present Perfect Affirmative Forma intera I have played we have played you have played you have played he has played

Dettagli

40 motivi per cui le puttane sono le mie eroine

40 motivi per cui le puttane sono le mie eroine 40 motivi per cui le puttane sono le mie eroine Le puttane sanno condividere le parti più private e delicate del corpo con perfetti sconosciuti. Le puttane hanno accesso a luoghi inaccessibili. Le puttane

Dettagli

il materiale e Le forme evocano direttamente il corpo celeste, lo riproducono in ogni venatura. Proprio come avere una piccola luna tutta per sé.

il materiale e Le forme evocano direttamente il corpo celeste, lo riproducono in ogni venatura. Proprio come avere una piccola luna tutta per sé. il materiale e Le forme evocano direttamente il corpo celeste, lo riproducono in ogni venatura. Proprio come avere una piccola luna tutta per sé. COLLECTION luna material and shapes evoke the celestial

Dettagli

Lezione 20: Strutture di controllo di robot. avanzati

Lezione 20: Strutture di controllo di robot. avanzati Robotica Mobile Lezione 20: Strutture di controllo di robot Come costruire un architettura BARCS L architettura BARCS Behavioural Architecture Robot Control System Strategie Strategie Obiettivi Obiettivi

Dettagli

Mod. VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES

Mod. VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES Mod VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES Mod VS/AM 65 1 2 VS/AM 65 STANDARD VS/AM 65 CON RACCORDI VS/AM 65

Dettagli

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Under the Patronage of Comune di Portofino Regione Liguria 1ST INTERNATIONAL OPERA SINGING COMPETITION OF PORTOFINO from 27th to 31st July 2015 MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Direzione artistica

Dettagli

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls Information Technology General Controls Indice degli argomenti Introduzione agli ITGC ITGC e altre componenti del COSO Framework Sviluppo e manutenzione degli applicativi Gestione operativa delle infrastrutture

Dettagli

Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche

Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche Versione 12.6.05 Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche 1 Il contesto del discorso (dalla lezione introduttiva)

Dettagli

Narrare i gruppi. Rivista semestrale pubblicata on-line dal 2006 Indirizzo web: www.narrareigruppi.it - Direttore responsabile: Giuseppe Licari

Narrare i gruppi. Rivista semestrale pubblicata on-line dal 2006 Indirizzo web: www.narrareigruppi.it - Direttore responsabile: Giuseppe Licari Narrare i gruppi Etnografia dell interazione quotidiana Prospettive cliniche e sociali ISSN: 2281-8960 Narrare i gruppi. Etnografia dell'interazione quotidiana. Prospettive cliniche e sociali è una Rivista

Dettagli

ENERGY-EFFICIENT HOME VENTILATION SYSTEMS

ENERGY-EFFICIENT HOME VENTILATION SYSTEMS SISTEMI DI RECUPERO RESIDENZIALE HOME RECOVERY SYSTEMS RECUPERO DI CALORE AD ALTA EFFICIENZA HIGH EFFICIENCY HEAT RECOVERY VENTILAZIONE A BASSO CONSUMO LOW ENERGY VENTILATION SISTEMI DI RICAMBIO CONTROLLATO

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

Lezione 12: La visione robotica

Lezione 12: La visione robotica Robotica Robot Industriali e di Servizio Lezione 12: La visione robotica L'acquisizione dell'immagine L acquisizione dell immagine Sensori a tubo elettronico (Image-Orthicon, Plumbicon, Vidicon, ecc.)

Dettagli

UNIVERSITA DI PALERMO

UNIVERSITA DI PALERMO PILLAR OBIETTIVO SPECIFICO MASTER CALL CALL INDUSTRIAL LEADERSHIP LEADERSHIP IN ENABLING AND INDUSTRIAL TECHNOLOGIES (LEIT) H2020-SPIRE-2014-2015 - CALL FOR SPIRE - SUSTAINABLE PROCESS INDUSTRIES H2020-SPIRE-2014

Dettagli

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Microsoft Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Profile Redirezione dei documenti Offline files Server Presentation Management Desktop Windows Vista Enterprise Centralized Desktop Application

Dettagli

Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti

Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti Sede di Rappresentanza: Castello di San Donato in Perano 53013 Gaiole in Chianti (Si) Tel. 0577-744121 Fax 0577-745024 www.castellosandonato.it

Dettagli

Rilascio dei Permessi Volo

Rilascio dei Permessi Volo R E P U B L I C O F S A N M A R I N O C I V I L A V I A T I O N A U T H O R I T Y SAN MARINO CIVIL AVIATION REGULATION Rilascio dei Permessi Volo SM-CAR PART 5 Approvazione: Ing. Marco Conti official of

Dettagli

BOSCH EDC16/EDC16+/ME9

BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 pag. 16 di 49 BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 Identificare la zona dove sono poste le piazzole dove andremo a saldare il connettore. Le piazzole sono situate in tutte le centraline Bosch

Dettagli

Principali prove meccaniche su materiali polimerici

Principali prove meccaniche su materiali polimerici modulo: Proprietà viscoelastiche e proprietà meccaniche dei polimeri Principali prove meccaniche su materiali polimerici R. Pantani Scheda tecnica di un materiale polimerico Standard per prove meccaniche

Dettagli

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA SUZANNE ROBERTSON MASTERING THE REQUIREMENTS PROCESS COME COSTRUIRE IL SISTEMA CHE IL VOSTRO UTENTE DESIDERA

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA SUZANNE ROBERTSON MASTERING THE REQUIREMENTS PROCESS COME COSTRUIRE IL SISTEMA CHE IL VOSTRO UTENTE DESIDERA LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA SUZANNE ROBERTSON MASTERING THE REQUIREMENTS PROCESS COME COSTRUIRE IL SISTEMA CHE IL VOSTRO UTENTE DESIDERA ROMA 20-22 OTTOBRE 2014 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA,

Dettagli

Materia: INGLESE Data: 24/10/2004

Materia: INGLESE Data: 24/10/2004 ! VERBI CHE TERMINANO IN... COME COSTRUIRE IL SIMPLE PAST ESEMPIO e aggiungere -d live - lived date - dated consonante + y 1 vocale + 1 consonante (ma non w o y) cambiare y in i, poi aggiungere -ed raddoppiare

Dettagli

LEZIONE 4: PRESENT SIMPLE / PRESENT CONTINUOUS

LEZIONE 4: PRESENT SIMPLE / PRESENT CONTINUOUS LEZIONE 4: PRESENT SIMPLE / PRESENT CONTINUOUS TEMPO PRESENTE In italiano non vi sono differenze particolari tra le due frasi: MANGIO UNA MELA e STO MANGIANDO UNA MELA Entrambe le frasi si possono riferire

Dettagli

HIGH SPEED FIMER. HSF (High Speed Fimer)

HIGH SPEED FIMER. HSF (High Speed Fimer) HSF PROCESS HSF (High Speed Fimer) HIGH SPEED FIMER The development of Fimer HSF innovative process represent a revolution particularly on the welding process of low (and high) alloy steels as well as

Dettagli

I was not you were not he was not she was not it was not we were not you were not they were not. Was I not? Were you not? Was she not?

I was not you were not he was not she was not it was not we were not you were not they were not. Was I not? Were you not? Was she not? Il passato Grammar File 12 Past simple Il past simple inglese corrisponde al passato prossimo, al passato remoto e, in alcuni casi, all imperfetto italiano. Con l eccezione del verbo be, la forma del past

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Business Process Management Come si organizza un progetto di BPM 1 INDICE Organizzazione di un progetto di Business Process Management Tipo di intervento Struttura del progetto BPM Process Performance

Dettagli

PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS

PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS La domanda di partecipazione deve essere compilata e

Dettagli

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam.

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam. Laurea in INFORMATICA INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 Dynamic Host Configuration Protocol fausto.marcantoni@unicam.it Prima di iniziare... Gli indirizzi IP privati possono essere

Dettagli

LICEO DELLE SCIENZE UMANE LICEO ECONOMICO SOCIALE. PROGRAMMA ESAMI INTEGRATIVI/IDONEITA' DI INGLESE (1, 2, 3 e 4 anno) CLASSE PRIMA

LICEO DELLE SCIENZE UMANE LICEO ECONOMICO SOCIALE. PROGRAMMA ESAMI INTEGRATIVI/IDONEITA' DI INGLESE (1, 2, 3 e 4 anno) CLASSE PRIMA (1, 2, 3 e 4 anno) CLASSE PRIMA Simple del verbo to be in tutte le sue forme Il Present Simple del verbo to have (got) in tutte le sue forme I pronomi soggetto e complemento Gli aggettivi e pronomi possessivi

Dettagli

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL Care Colleghe, Cari Colleghi, prosegue la nuova serie di Newsletter legata agli Schemi di Certificazione di AICQ SICEV. Questa volta la pillola formativa si riferisce alle novità dell edizione 2011 dello

Dettagli

Presentazioni multimediali relative al senso del tatto DIMENSIONI LIVELLO INIZIALE LIVELLO INTERMEDIO LIVELLO AVANZATO

Presentazioni multimediali relative al senso del tatto DIMENSIONI LIVELLO INIZIALE LIVELLO INTERMEDIO LIVELLO AVANZATO PERCORSO DI INSEGNAMENTO/APPRENDIMENTO TIPO DI UdP: SEMPLICE (monodisciplinare) ARTICOLATO (pluridisciplinare) Progetto didattico N. 1 Titolo : Let s investigate the world with our touch! Durata: Annuale

Dettagli

La nostra storia, il vostro futuro.

La nostra storia, il vostro futuro. La nostra storia, il vostro futuro. JPMorgan Funds - Corporate La nostra storia, il vostro futuro. W were e wer La nostra tradizione, la vostra sicurezza Go as far as you can see; when you get there, you

Dettagli

Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing

Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing Claudio Chiarenza (General Manager and Chief Strategy Officer) Italtel, Italtel logo and imss (Italtel Multi-Service

Dettagli

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese CMMI-Dev V1.3 Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3 Roma, 2012 Agenda Che cos è il CMMI Costellazione di modelli Approccio staged e continuous Aree di processo Goals

Dettagli

Mario Sbriccoli, Ercole Sori. Alberto Grohmann, Giacomina Nenci, UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELLA REPUBBLICA DI SAN MARINO CENTRO SAMMARINESE

Mario Sbriccoli, Ercole Sori. Alberto Grohmann, Giacomina Nenci, UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELLA REPUBBLICA DI SAN MARINO CENTRO SAMMARINESE copertina univ. 21 11-04-2005 16:30 Pagina 1 A State and its history in the volumes 1-20 (1993-1999) of the San Marino Center for Historical Studies The San Marino Centre for Historical Studies came into

Dettagli

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Il Framework ITIL e gli Standard di PMI : : possibili sinergie Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008 IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Maxime Sottini Slide 1 Agenda Introduzione

Dettagli

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tipo: Type: 5 cabine (1 main deck+ 4 lower deck) 5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tessuti: Dedar Fanfara, Paola Lenti Fabrics: Dedar Fanfara,

Dettagli

ITIL v3, il nuovo framework per l ITSM

ITIL v3, il nuovo framework per l ITSM ITIL v3, il nuovo framework per l ITSM ( a cura di Stefania Renna ITIL - IBM) Pag. 1 Alcune immagini contenute in questo documento fanno riferimento a documentazione prodotta da ITIL Intl che ne detiene

Dettagli

Lavorazione artigianale Italiana Handmade in Italy. da noi ogni sapone è unico. Authentically Made in Italy Florence

Lavorazione artigianale Italiana Handmade in Italy. da noi ogni sapone è unico. Authentically Made in Italy Florence Lavorazione artigianale Italiana Handmade in Italy da noi ogni sapone è unico alveare soap gori 1919 soap factory lavorazione artigianale italiana Handmade in Italy I nostri saponi sono il frutto di un

Dettagli

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Versione 04 1/28 INTRODUZIONE La Guida ai Parametri contiene la disciplina relativa ai limiti di variazione

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

LA VALUTAZIONE ECONOMICA DEL PORTAFOGLIO BREVETTUALE

LA VALUTAZIONE ECONOMICA DEL PORTAFOGLIO BREVETTUALE LA VALUTAZIONE ECONOMICA DEL PORTAFOGLIO BREVETTUALE Prof. MARCO GIULIANI Docente di Economia Aziendale Università Politecnica delle Marche Socio LIVE m.giuliani@univpm.it Jesi, 11 ottobre 2013 1 Prime

Dettagli

tmt 15 Rimozione ecologica di metalli pesanti da acque reflue

tmt 15 Rimozione ecologica di metalli pesanti da acque reflue tmt 15 Rimozione ecologica di metalli pesanti da acque reflue Rimozione ecologica di metalli pesanti da acque reflue Il problema: metalli pesanti nelle acque reflue In numerosi settori ed applicazioni

Dettagli

LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO. CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com

LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO. CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com VIOLENZE NEI LUOGHI DI LAVORO: COSA SONO? any action, incident or behaviour, that departs from reasonable conduct in which a person

Dettagli

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki Conférence des Régions Périphériques Maritimes d Europe Conference of Peripheral Maritime Regions of Europe ANALYSIS PARTICIPATION TO THE FP THROUGH A TERRITORIAL AND REGIONAL PERSPECTIVE MEETING WITH

Dettagli

TAL LIVELLO A2. Test scritto in 5 parti ( 50 minuti) Prova d ascolto (10 minuti) PARTE I: Comprensione del testo. PARTE II: Cloze test

TAL LIVELLO A2. Test scritto in 5 parti ( 50 minuti) Prova d ascolto (10 minuti) PARTE I: Comprensione del testo. PARTE II: Cloze test TAL LIVELLO A2 Test scritto in 5 parti ( 50 minuti) Prova d ascolto (10 minuti) PARTE I: Comprensione del testo PARTE II: Cloze test PARTE III: Grammatica PARTE IV: Scrittura guidata PARTE V: Scrittura

Dettagli

IT Service Management

IT Service Management IT Service Management L'importanza dell'analisi dei processi nelle grandi e medie realtà italiane Evento Business Strategy 2.0 Firenze 25 settembre 2012 Giovanni Sadun Agenda ITSM: Contesto di riferimento

Dettagli

24V DC ±10% 0.5... 1 W. Fluido Fluid. 15 Nl/min

24V DC ±10% 0.5... 1 W. Fluido Fluid. 15 Nl/min elettropiloti 0 mm 0 mm solenoids Elettropilota Solenoid valve 0 mm 00.44.0 ACCESSORI - ACCESSORIES 07.049.0 Connettore per elettropilota 0 mm con cavetto rosso/nero, lunghezza 400 mm - connector for 0

Dettagli

Per effettuare una chiamata in conferenza, seguire queste semplici istruzioni:

Per effettuare una chiamata in conferenza, seguire queste semplici istruzioni: premium access user guide powwownow per ogni occasione Making a Call Per effettuare una chiamata in conferenza, seguire queste semplici istruzioni: 1. Tell your fellow conference call participants what

Dettagli

PMI. Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008

PMI. Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008 Nuovi standard PMI, certificazioni professionali e non solo Milano, 20 marzo 2009 PMI Organizational Project Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008 Andrea Caccamese, PMP Prince2 Practitioner

Dettagli

DDS elettronica srl si riserva il diritto di apportare modifiche senza preavviso /we reserves the right to make changes without notice

DDS elettronica srl si riserva il diritto di apportare modifiche senza preavviso /we reserves the right to make changes without notice Maccarone Maccarone Maccarone integra 10 LED POWER TOP alta efficienza, in tecnologia FULL COLOR che permette di raggiungere colori e sfumature ad alta definizione. Ogni singolo led full color di Maccarone

Dettagli

General Taxonomy of Planology [Tassonomia generale della Planologia] (TAXOCODE) Reduced form [Forma ridotta] Classification Code for all sectors of

General Taxonomy of Planology [Tassonomia generale della Planologia] (TAXOCODE) Reduced form [Forma ridotta] Classification Code for all sectors of General Taxonomy of Planology [Tassonomia generale della Planologia] (TAXOCODE) Reduced form [Forma ridotta] Classification Code for all sectors of study and research according the Information System for

Dettagli

CALDO SGUARDO GRECO PDF

CALDO SGUARDO GRECO PDF CALDO SGUARDO GRECO PDF ==> Download: CALDO SGUARDO GRECO PDF CALDO SGUARDO GRECO PDF - Are you searching for Caldo Sguardo Greco Books? Now, you will be happy that at this time Caldo Sguardo Greco PDF

Dettagli

Presentazione per. «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto»

Presentazione per. «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto» Presentazione per «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto» Pascal Jansen pascal.jansen@inspearit.com Evento «Agile Project Management» Firenze, 6 Marzo 2013 Agenda Due parole su inspearit

Dettagli

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO Lo Spallanzani (2007) 21: 5-10 C. Beggi e Al. Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO IL GRADIMENTO DEI DISCENTI, INDICATORE DI SODDISFAZIONE DELLE ATTIVITÀ FORMATIVE

Dettagli

Il programma Interreg CENTRAL EUROPE

Il programma Interreg CENTRAL EUROPE Il primo bando del programma Interreg CENTRAL EUROPE, Verona, 20.02.2015 Il programma Interreg CENTRAL EUROPE Benedetta Pricolo, Punto di contatto nazionale, Regione del Veneto INFORMAZIONI DI BASE 246

Dettagli

zanzariera per porte - finestre flyscreen for french - doors

zanzariera per porte - finestre flyscreen for french - doors zanzariera per porte - finestre flyscreen for french - doors ZANZAR SISTEM si congratula con lei per l acquisto della zanzariera Plissè. Questa guida le consentirà di apprezzare i vantaggi di questa zanzariera

Dettagli

Legame fra manutenzione e sicurezza. La PAS 55

Legame fra manutenzione e sicurezza. La PAS 55 Gestione della Manutenzione e compliance con gli standard di sicurezza: evoluzione verso l Asset Management secondo le linee guida della PAS 55, introduzione della normativa ISO 55000 Legame fra manutenzione

Dettagli

PEP Pompe centrifughe di processo a norme API 610 - XI edizione Centrifugal process pumps according to API 610 - XI edition Norms

PEP Pompe centrifughe di processo a norme API 610 - XI edizione Centrifugal process pumps according to API 610 - XI edition Norms PEP Pompe centrifughe di processo a norme API 610 - XI edizione Centrifugal process pumps according to API 610 - XI edition Norms Campo di selezione - 50 Hz Selection chart - 50 Hz 2950 rpm 1475 rpm Campo

Dettagli

La disseminazione dei progetti europei

La disseminazione dei progetti europei La disseminazione dei progetti europei Indice 1. La disseminazione nel 7PQ: un obbligo! 2. Comunicare nei progetti europei 3. Target audience e Key Message 4. Sviluppare un dissemination plan 5. Message

Dettagli

Manuale BDM - TRUCK -

Manuale BDM - TRUCK - Manuale BDM - TRUCK - FG Technology 1/38 EOBD2 Indice Index Premessa / Premise............................................. 3 Il modulo EOBD2 / The EOBD2 module........................... 4 Pin dell interfaccia

Dettagli

Il test valuta la capacità di pensare?

Il test valuta la capacità di pensare? Il test valuta la capacità di pensare? Per favore compili il seguente questionario senza farsi aiutare da altri. Cognome e Nome Data di Nascita / / Quanti anni scolastici ha frequentato? Maschio Femmina

Dettagli

il materiale contenuto nel presente documento non può essere utilizzato o riprodotto senza autorizzazione

il materiale contenuto nel presente documento non può essere utilizzato o riprodotto senza autorizzazione Reliability Management La gestione del processo di Sviluppo Prodotto Ing. Andrea Calisti www.indcons.eu Chi sono... Andrea CALISTI Ingegnere meccanico dal 1995 al 2009 nel Gruppo Fiat Assistenza Clienti

Dettagli

1. SIMPLE PRESENT. Il Simple Present viene anche detto presente abituale in quanto l azione viene compiuta abitualmente.

1. SIMPLE PRESENT. Il Simple Present viene anche detto presente abituale in quanto l azione viene compiuta abitualmente. 1. SIMPLE PRESENT 1. Quando si usa? Il Simple Present viene anche detto presente abituale in quanto l azione viene compiuta abitualmente. Quanto abitualmente? Questo ci viene spesso detto dalla presenza

Dettagli

Il Form C cartaceo ed elettronico

Il Form C cartaceo ed elettronico Il Form C cartaceo ed elettronico Giusy Lo Grasso Roma, 9 luglio 2012 Reporting DURANTE IL PROGETTO VENGONO RICHIESTI PERIODIC REPORT entro 60 giorni dalla fine del periodo indicato all Art 4 del GA DELIVERABLES

Dettagli

Process mining & Optimization Un approccio matematico al problema

Process mining & Optimization Un approccio matematico al problema Res User Meeting 2014 con la partecipazione di Scriviamo insieme il futuro Paolo Ferrandi Responsabile Tecnico Research for Enterprise Systems Federico Bonelli Engineer Process mining & Optimization Un

Dettagli

Riparazione BMW R1150RT 2001 Kit di riparazione gomme aggiornamento febbraio 2007

Riparazione BMW R1150RT 2001 Kit di riparazione gomme aggiornamento febbraio 2007 Riparazione BMW R1150RT 2001 Kit di riparazione gomme aggiornamento febbraio 2007 Procedura ispirata al foglietto istruzioni allegato al kit di riparazione, in dotazione alle moto BMW, riveduto e rimaneggiato

Dettagli

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano www.pwc.com/it Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano giugno 2013 Sommario Il contesto di riferimento 4 Un modello di evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il

Dettagli

Non solo benchmark: le prospettive nei modelli gestionali. Stefania Luzi Mefop Roma, 3 luglio 2013

Non solo benchmark: le prospettive nei modelli gestionali. Stefania Luzi Mefop Roma, 3 luglio 2013 Non solo benchmark: le prospettive nei modelli gestionali Stefania Luzi Mefop Roma, 3 luglio 2013 La cronistoria Pre 2009 Modello a benchmark basato su: Pesi delle asset class Benchmark costituito da indici

Dettagli

RUP (Rational Unified Process)

RUP (Rational Unified Process) RUP (Rational Unified Process) Caratteristiche, Punti di forza, Limiti versione del tutorial: 3.3 (febbraio 2007) Pag. 1 Unified Process Booch, Rumbaugh, Jacobson UML (Unified Modeling Language) notazione

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING UN BUON MOTIVO PER [cod. E603] L obiettivo del corso è fornire le competenze e conoscenze

Dettagli

CATENE E COMPONENTI DI GRADO 8-10-INOX, BRACHE DI POLIESTERE E ANCORAGGI, BRACHE DI FUNE

CATENE E COMPONENTI DI GRADO 8-10-INOX, BRACHE DI POLIESTERE E ANCORAGGI, BRACHE DI FUNE CATENE E COMPONENTI DI GRADO 8-10-INOX, BRACHE DI POLIESTERE E ANCORAGGI, BRACHE DI FUNE L esperienza e la passione per l ingegneria sono determinanti per la definizione della nostra politica di prodotto,

Dettagli

1. Uno studente universitario, dopo aver superato tre esami, ha la media di 28. Nell esame successivo

1. Uno studente universitario, dopo aver superato tre esami, ha la media di 28. Nell esame successivo Prova di verifica classi quarte 1. Uno studente universitario, dopo aver superato tre esami, ha la media di 28. Nell esame successivo lo studente prende 20. Qual è la media dopo il quarto esame? A 26 24

Dettagli

MANUALE CASALINI M10. A number of this manual are strongly recommends you read and download manuale casalini m10 information in this manual.

MANUALE CASALINI M10. A number of this manual are strongly recommends you read and download manuale casalini m10 information in this manual. MANUALE CASALINI M10 A number of this manual are strongly recommends you read and download information in this manual. Although not all products are identical, even people who come from the same brand

Dettagli

Luca Mambella Disaster recovery: dalle soluzioni tradizionali al cloud, come far evolvere le soluzioni contenendone i costi.

Luca Mambella Disaster recovery: dalle soluzioni tradizionali al cloud, come far evolvere le soluzioni contenendone i costi. Luca Mambella Disaster recovery: dalle soluzioni tradizionali al cloud, come far evolvere le soluzioni contenendone i costi. I modelli di sourcing Il mercato offre una varietà di modelli di sourcing, ispirati

Dettagli

STS. Profilo della società

STS. Profilo della società STS Profilo della società STS, Your ICT Partner Con un solido background accademico, regolari confronti con il mondo della ricerca ed esperienza sia nel settore pubblico che privato, STS è da oltre 20

Dettagli

Per i primi tempi era davvero stridente la differenza tra una grande città affollata come Milano, e la

Per i primi tempi era davvero stridente la differenza tra una grande città affollata come Milano, e la Ci sono molti ricordi che rimangono impressi nella memoria, quegli eventi che rappresentano una parte importante della propria vita e di cui non ci si dimentica mai. Tra i miei c è questo viaggio, che

Dettagli

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy IT Service Management: il Framework ITIL Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy Quint Wellington Redwood 2007 Agenda Quint Wellington Redwood Italia IT Service Management

Dettagli

LA DIFFERENZA È NECTA

LA DIFFERENZA È NECTA LA DIFFERENZA È NECTA SOLUZIONI BREVETTATE PER UNA BEVANDA PERFETTA Gruppo Caffè Z4000 in versione singolo o doppio espresso Tecnologia Sigma per bevande fresh brew Dispositivo Dual Cup per scegliere il

Dettagli

Il ciclo di vita del software

Il ciclo di vita del software Il ciclo di vita del software Il ciclo di vita del software Definisce un modello per il software, dalla sua concezione iniziale fino al suo sviluppo completo, al suo rilascio, alla sua successiva evoluzione,

Dettagli

The Verification Process in the ASTRI Project: the Verification Control Document (VCD)

The Verification Process in the ASTRI Project: the Verification Control Document (VCD) The Verification Process in the ASTRI Project: the Verification Control Document (VCD) L. Stringhetti INAF-IASF Milano on behalf of the ASTRI Collaboration 1 1 Summary The ASTRI/CTA project The ASTRI Verification

Dettagli

Scegliere la sostenibilità: decisioni e decisori

Scegliere la sostenibilità: decisioni e decisori Scegliere la sostenibilità: decisioni e decisori Claudio Cecchi Lezioni di Ecoomia del Turismo Roma, 26 novembre 2012 Dall agire al governo delle azioni nella sostenibilità I soggetti che agiscono Individui

Dettagli