REGOLAMENTO DEI PARCHEGGI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "REGOLAMENTO DEI PARCHEGGI"

Transcript

1 AMTPG20 REGOLAMENTO DEI PARCHEGGI Rev /08/2014 Pagina 1 di 13 AMTPG20 REVISIONE 1.0 REGOLAMENTO DEI PARCHEGGI Norma UNI EN ISO 9001: 2008 DOCUMENTO REDATTO DA Azienda Mobilità e Trasporti SpA Via F. Torbido, 3/a Verona (VR) - Italy Telefono Telefax Codice Fiscale Partita IVA web: DOCUMENTO VALIDO SOLO SE COMPLETO DI FIRME DI VERIFICA ED APPROVAZIONE COPIA DIFFUSA CON MODALITA' CONTROLLATE Proprietà AMT SpA. Tutti i diritti riservati. E' vietata la riproduzione, la diffusione e l'uso all'esterno senza autorizzazione scritta e firmata del R.D.Q. R.D.Q.-OPER R.D.Q. DIREZIONE STESURA VERIFICA APPROVAZIONE COPIA DESTINATARIO

2 AMTPG20 REGOLAMENTO DEI PARCHEGGI Rev /08/2014 Pagina 2 di 13 VERSIONI DI REVISIONE Numero Data Paragr. Agg. Descrizione Variazioni apportate I=inserimento; V=variazione; D=eliminazione 00 28/10/2011 Prima stesura /08/2014 Nuova revisione

3 AMTPG20 REGOLAMENTO DEI PARCHEGGI Rev /08/2014 Pagina 3 di 13 INDICE 1.SCOPO CAMPO DI APPLICAZIONE RIFERIMENTI PREMESSE E PRESCRIZIONI GENERALI PARCHEGGI A PAGAMENTO GIORNALIERO... 5 Validità e tariffe... 5 Modalità generali... 6 Sistemazione autovettura... 6 Divieti e sanzioni... 6 Tagliandi di ingresso e sanzioni... 7 Parcheggi automatizzati, esclusione di responsabilità da custodia... 7 Danneggiamento veicoli... 7 Riserva temporanea stalli... 7 Modalità di esposizione PARCHEGGI A PAGAMENTO CON PARCOMETRO O CASSA AUTOMATICA... 8 Dispositivi a tempo, parcometri, esposizione ricevute... 8 Durata sosta, tariffe, fasce orarie e orari di apertura... 8 Tipologia stalli PARCHEGGI A PAGAMENTO CON ABBONAMENTO... 9 Abbonamenti... 9 Dati richiesti... 9 Duplicazione abbonamenti... 9 Mancato pagamento... 9 Modalità rilascio, preferenza in caso di soprannumero iniziale... 9 Divieto di cessione, di subaffitto e di usi impropri Rimozione autovettura Qualificazione e colorazione degli stalli... 10

4 AMTPG20 REGOLAMENTO DEI PARCHEGGI Rev /08/2014 Pagina 4 di 13 7.NORME PARTICOLARI Parcheggi CITTA DI NIMES Lato Est, Lato Ovest Parcheggio PORTA VESCOVO Via Bassetti Parcheggio TRIBUNALE Parcheggio AREA CAMPER Parcheggio ARSENALE Parcheggio "CENTRO" SUCCESSIVE MODIFICHE ED INTEGRAZIONI RESPONSABILITA'... 13

5 AMTPG20 REGOLAMENTO DEI PARCHEGGI Rev /08/2014 Pagina 5 di SCOPO Il regolamento descritto in questa procedura definisce i criteri utilizzati da AMT S.p.A. - Azienda Mobilità e Trasporti Verona al fine di assicurare la regolamentazione dei parcheggi a pagamento giornaliero, con parcometro e con abbonamento, nonché norme particolari applicabili ai singoli parcheggi. Il presente regolamento è valido per tutti i parcheggi gestiti da AMT SpA. 2. CAMPO DI APPLICAZIONE I processi identificati per questa procedura sono i seguenti: pianificazione, gestione e verifica dei procedimenti di erogazione del servizio; procedimenti di regolamentazione dei parcheggi. Costituiscono gli " input " dei processi identificati: la documentazione contrattuale stipulata con il cliente / committente; gli elaborati e la documentazione relativi alla fase di pianificazione del servizio; le informazioni relative alla efficienza generale degli impianti; le informazioni relative alla efficacia di funzionamento di impianti ed attrezzature. Costituiscono gli " output " dei processi identificati: l'organizzazione dell'erogazione del servizio; la regolamentazione del servizio. 3. RIFERIMENTI Si vuole garantire la conformità con i seguenti paragrafi della norma UNI EN ISO 9001:2008: 7.1 Pianificazione della realizzazione del prodotto Tenuta sotto controllo della produzione e dell'erogazione del servizio 4. PREMESSE E PRESCRIZIONI GENERALI PARCHEGGI A PAGAMENTO GIORNALIERO Validità e tariffe Il servizio di parcheggio è reso alle condizioni che seguono e con l applicazione delle tariffe esposte al pubblico (vedasi Norme Particolari ). Con l accesso del veicolo all area di parcheggio, l utente stipula il contratto e accetta il presente regolamento e le tariffe ivi applicate.

6 AMTPG20 REGOLAMENTO DEI PARCHEGGI Rev /08/2014 Pagina 6 di 13 Modalità generali L utilizzazione degli spazi per la sosta a pagamento è a tariffa su base oraria o frazione, giornaliera o per abbonamento. Le modalità di abbonamento sono contenute nel presente regolamento, disponibile presso i parcheggi gestiti da AMT SpA o presso gli uffici della medesima Azienda, salvo convenzioni con specifici enti o categorie di utenti. Sistemazione autovettura È fatto obbligo di lasciare il proprio veicolo nelle aree di parcheggio adottando gli accorgimenti idonei ad evitare incidenti e ad impedire l uso del veicolo senza il consenso del proprietario/conducente. Il veicolo dovrà quindi essere collocato all interno degli appositi stalli, con il motore spento e con il freno a mano perfettamente azionato. Il personale AMT provvederà alla rimozione dei veicoli parcheggiati in modo irregolare o costituenti intralcio; l onere dell intervento sarà a carico dell utente. Divieti e sanzioni All interno del parcheggio l utente è tenuto ad osservare le norme di comportamento dettate dalla segnaletica stradale e dalla cartellonistica predisposte da AMT, in funzione della sicurezza e della fruizione corretta ed ordinata dell area. La circolazione pedonale avviene all interno degli appositi corridoi. All interno dei parcheggi è vietato (elenco esemplificativo e non esaustivo): stazionare con il motore acceso effettuare travasi di carburante e la pulizia del veicolo usare le luci abbaglianti sostare lungo le corsie di scorrimento scaricare a terra materiali e liquidi che possano insudiciare e/o danneggiare la pavimentazione alloggiare nei veicoli parcheggiati materiali/sostanze infiammabili o esplosive, oppure oggetti pericolosi eseguire manovre pregiudizievoli ai fini della sicurezza delle persone e dell integrità delle cose. Nel caso di parcheggi in struttura posti a livelli interrati: è vietato l accesso ai veicoli dotati di impianti a gas; è vietato fumare; è fatto obbligo di osservare le prescrizioni di sicurezza rese note al pubblico mediante affissione agli ingressi della struttura. In caso di inosservanza degli obblighi o dei divieti comunque resi noti all utente, AMT potrà procedere all attuazione dei provvedimenti consentiti dall ordinamento (bloccaggio delle ruote, la rimozione forzata del veicolo irregolarmente lasciato in sosta), ferma restando la responsabilità dei trasgressori per gli eventuali danni arrecati ad AMT e/o a terzi.

7 AMTPG20 REGOLAMENTO DEI PARCHEGGI Rev /08/2014 Pagina 7 di 13 Tagliandi di ingresso e sanzioni Il titolo di ingresso al parcheggio, la tessera di abbonamento o lo scontrino del parcometro, consentono la sosta negli stalli liberi, contrassegnati dal colore BLU (utenti normali) o dal colore GIALLO (utenti abbonati abilitati a posti speciali e riservati). Tali tagliandi di ingresso costituiscono gli unici documenti validi per il ritiro della vettura in sosta, da parte di chiunque ne sia il detentore, con conseguente esonero di responsabilità per AMT. Le autovetture poste in sosta negli spazi riservati ad altri utenti (es.: abbonati) o a particolari categorie di utenza segnati tramite strisce di colore GIALLO, ai sensi del vigente codice della strada - saranno soggette alla sanzione della rimozione coatta del veicolo, fatto salvo il recupero delle evasioni tariffarie e dei mancati pagamenti, ivi compresi il rimborso delle spese e le penali. Alle stesse sanzioni sarà soggetto: il veicolo che non esponga il contrassegno o l autorizzazione che legittima l occupazione dello stallo riservato; il veicolo che occupi abusivamente più stalli di parcheggio, anche parzialmente. Parcheggi automatizzati, esclusione di responsabilità da custodia I parcheggi non sono né custoditi né presidiati. L esazione della tariffa ha luogo esclusivamente mediante dispositivi automatizzati, a cura dell utente. La fruizione dei parcheggi avviene mediante tessere plastificate di prossimità, o tramite appositi gettoni di tipo contactless o dotati di codice a barre, oppure a mezzo parcometri. Il personale occasionalmente presente all interno del parcheggio svolge esclusivamente attività di controllo e manutenzione degli impianti e non riceve in consegna, custodia o affidamento temporaneo l autovettura e gli oggetti in essa contenuti. AMT non potrà quindi essere ritenuta responsabile: di qualunque danno subito dai veicoli; del furto degli stessi; del furto di oggetti o beni lasciati al loro interno. Danneggiamento veicoli Fermo quanto previsto all articolo precedente, e per i soli danni che l utente abbia provato essere stati causati esclusivamente da difettosa manutenzione degli impianti, AMT risponderà esclusivamente nel caso in cui l utente abbia sporto regolare denuncia presso gli uffici della Società e comunque prima della rimozione del veicolo in sosta. Riserva temporanea stalli In ogni area destinata a parcheggio, è facoltà insindacabile di AMT o dell Amministrazione Comunale riservare temporaneamente, per eventi eccezionali, manifestazioni, ordine pubblico od altro, tutti o parte degli stalli presenti. Se essi sono in aree di cui al Capo III in abbonamento ed il tempo necessario all evento è superiore a 1 giorno, il relativo importo dell abbonamento sarà decurtato per la percentuale di cui non si è potuto beneficiare dell occupazione dello stallo sul primo pagamento successivo utile.

8 AMTPG20 REGOLAMENTO DEI PARCHEGGI Rev /08/2014 Pagina 8 di 13 Modalità di esposizione Il tagliando di parcheggio automatizzato, ritirato all ingresso dell area, dovrà essere conservato con cura e non esposto all interno dell auto, in quanto dovrà essere utilizzato per pagare la sosta prima del ritiro del mezzo. Smarrimento titolo di ingresso Le conseguenze dello smarrimento del titolo di ingresso, sono ad esclusivo carico del cliente. In caso di smarrimento del biglietto di un parcheggio automatizzato, è possibile l uscita dall area di sosta premendo il tasto Ticket smarrito presente sulla cassa automatica e pagando la somma indicata. 5. PARCHEGGI A PAGAMENTO CON PARCOMETRO O CASSA AUTOMATICA Dispositivi a tempo, parcometri, esposizione ricevute La sosta dei veicoli è subordinata al pagamento mediante l utilizzo di appositi dispositivi ( parcometri o cassa automatica) di controllo della durata degli stazionamenti. Il parcometro prevede il rilascio di ricevuta, che l utente provvederà a porre in modo ben visibile all interno della vettura, sulla parte anteriore del cruscotto. La cassa automatica prevede il pagamento della sosta utilizzando il ticket ritirato all accesso dell area di parcheggio che dovrà essere inserito con il codice a barre rivolto verso l alto. Durata sosta, tariffe, fasce orarie e orari di apertura La sosta mediante parcometro o cassa automatica non è soggetta a limitazione della durata nell ambito della fascia oraria determinata, eccetto nei casi espressamente prescritti e pubblicizzati mediante cartello esposto nelle immediate vicinanze del parcometro. Le tariffe, le fasce orarie di pagamento e gli orari di apertura dei parcheggi vengono stabilite con provvedimenti della Giunta Comunale di Verona, disponibili sul sito Tipologia stalli I parcheggi a pagamento con parcometro o cassa automatica, al pari degli altri parcheggi, non sono né custoditi né presidiati. All interno dei parcheggi gestiti da AMT sono presenti stalli di diverso colore: di colore BLU: destinati all utenza di abbonati mensili a tariffa agevolata e/o ad utenza che effettua il pagamento dello stesso su base oraria o frazione e giornaliera; di colore GIALLO: destinati all utenza di abbonati mensili a tariffa intera o parcheggi per utenza disabile, in quest ultimo caso evidenziati con apposito simbolo. AMT avrà facoltà di prevedere l istituzione di un abbonamento mensile, che consenta di parcheggiare negli stalli non occupati dotati di parcometro, indifferentemente in quali aree siano posizionati e senza limiti temporali di sosta. È facoltà della Giunta Comunale o di AMT stabilire un numero massimo di abbonamenti da rilasciare ed il relativo importo.

9 AMTPG20 REGOLAMENTO DEI PARCHEGGI Rev /08/2014 Pagina 9 di 13 Durante la sosta, sarà obbligatorio esporre in modo ben visibile il contrassegno all interno della vettura nella parte anteriore del veicolo. 6. PARCHEGGI A PAGAMENTO CON ABBONAMENTO Abbonamenti La sosta dei veicoli è subordinata al pagamento di un canone mensile anticipato, da effettuarsi con le stesse modalità sopra previste per l attivazione degli abbonamenti. All atto della sottoscrizione verrà rilasciata una card magnetica (ad eccezione del Parcheggio PORTA VESCOVO che avrà un tesserino da esporre all interno dell abitacolo nella parte anteriore dell auto). Tutte le richieste di abbonamenti dovranno essere effettuate: presso la sede di AMT SpA, in via Campo Marzo, 10 a mezzo del sito Dati richiesti La stipula dell abbonamento del posto auto richiede l indicazione da parte dell utente delle proprie generalità, dell indirizzo, del numero di targa del veicolo e del numero dell utenza telefonica. Questi dati, necessari per il buon funzionamento del rapporto con l utente, saranno comunque trattati con la debita riservatezza, in conformità alle norme in materia di tutela dei dati personali. AMT rilascerà le tessera di abbonamento in conformità al presente regolamento ed in base alla disponibilità di posti, previa informativa ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196/2003 e consenso scritto al trattamento dei dati personali. Duplicazione abbonamenti In caso di furto, smarrimento o deterioramento della tessera di abbonamento dimostrante l abilitazione alla sosta, dovrà essere richiesto il duplicato presso gli Uffici di AMT al costo di 5,00. Mancato pagamento In caso di mancato pagamento entro il termine di cinque giorni precedenti alla scadenza, o per la perdita delle priorità che hanno determinato l assegnazione, o per altri gravi motivi, AMT potrà revocare qualunque forma di abbonamento, senza che debba corrispondere alcun risarcimento o indennità, salva la corretta regolazione dei rapporti economici tra le parti. Modalità rilascio, preferenza in caso di soprannumero iniziale I criteri preferenziali nelle assegnazioni, in caso di soprannumero iniziale di richieste, consiste nell ordinare le richieste in ordine di data di presentazione della domanda stessa.

10 AMTPG20 REGOLAMENTO DEI PARCHEGGI Rev /08/2014 Pagina 10 di 13 Divieto di cessione, di subaffitto e di usi impropri È in ogni caso vietato cedere o subaffittare lo stallo ottenuto, pena la risoluzione di diritto del contratto di abbonamento ai sensi dell art Codice civile, con incameramento - a titolo di penale di quanto già versato. Lo stallo locato può essere utilizzato esclusivamente per la sosta del veicolo, con esclusione di qualsiasi altro uso diverso. Rimozione autovettura In caso di eventuale accesso e sosta abusivi o impropri, nonché di fruizione nonostante l avvenuta decadenza, AMT potrà procedere alla rimozione e trasporto del veicolo all esterno delle aree con spese a carico del soggetto proprietario del veicolo abusivamente introdotto o parcheggiato, fatto salvo il recupero delle evasioni tariffarie e dei mancati pagamenti, ivi compresi il rimborso delle spese e le penali. Qualificazione e colorazione degli stalli I parcheggi a pagamento con abbonamento non sono né custoditi né presidiati. Le delimitazioni degli stalli riservati agli abbonati nei parcheggi a pagamento sono in tinta gialla o blu in base alla tipologia di abbonamento. Il pagamento dell abbonamento non garantisce l esclusività del posto. 7. NORME PARTICOLARI Parcheggi STAZIONE Est e Ovest I parcheggi sono forniti di cassa automatica (accetta banconote da 50,00 solo per rinnovo abbonamenti) e sono accessibili 24 ore su 24: 1,50 per la sosta fino a 2 ore; 5,00 per la sosta di 5 ore; 7,00 per sostare 24 ore E previsto il rilascio di abbonamenti a lavoratori dipendenti o studenti (anche pendolari): - a TARIFFA INTERA: 60,00 mensili. Senza limiti di accesso. Per questa tipologia Il posto auto è garantito solo al parcheggio STAZIONE OVEST (l'accesso rimane subordinato allo smaltimento della coda d'ingresso) - a TARIFFA RIDOTTA: 45,00 mensili. Accesso nei soli giorni lavorativi dal lunedì al venerdì dalle ore 7 alle ore 21; il sabato dalle ore 7 alle ore 14 A questi importi vanno aggiunti 5,00 a titolo di cauzione e solo alla prima attivazione, per la tessera magnetica di accesso al parcheggio. È previsto un servizio di reperibilità notturna, su chiamata. All utente che ne farà richiesta, sarà addebitato, oltre l importo derivante dalla sosta, anche la cifra fissa di 60,00 quale diritto di chiamata.

11 AMTPG20 REGOLAMENTO DEI PARCHEGGI Rev /08/2014 Pagina 11 di 13 Parcheggio PORTA VESCOVO I parcheggi sono forniti di parcometri (funzionanti solo con monete da 10 centesimi a 1 euro) e sono accessibili 24 ore su 24: 1,00 per la sosta fino a 2 ore; 3,00 per la sosta di 5 ore; 5,00 per sostare 24 ore E previsto il rilascio di abbonamenti: - a LAVORATORI DIPENDENTI RESIDENTI - DIMORANTI: 30,00 mensili - a STUDENTI: 20,00 Per tutte le categorie di abbonati l accesso è consentito nei soli giorni lavorativi dal lunedì al venerdì dalle ore 7.30 alle ore 20; il sabato dalle ore 7.30 alle ore 15. Il 50% dei posti auto è a disposizione per abbonamenti a tariffa agevolata, 30 euro mensili, da rilasciare a lavoratori dipendenti, residenti, dimoranti e 20 euro mensili per studenti. Si ricorda che il lato sud del parcheggio, essendo provvisto di cancello, ha il seguente orario: da lunedì a venerdì dalle ore 7.30 alle ore 20; il sabato dalle ore 7.30 alle ore 15; la domenica chiuso. È previsto un servizio di reperibilità notturna, su chiamata. All utente che ne farà richiesta, sarà addebitato, oltre l importo derivante dalla sosta, anche la cifra fissa di 60,00 quale diritto di chiamata. È previsto un servizio di reperibilità notturna, su chiamata. All utente che ne farà richiesta, sarà addebitato, oltre l importo derivante dalla sosta, anche la cifra fissa di 60,00 quale diritto di chiamata. Parcheggio TRIBUNALE Gli utenti potranno accedere al parcheggio tutti i giorni 24 ore su 24, con pagamento tramite cassa automatica (accetta banconote da 50,00 solo per rinnovo abbonamenti). Le nuove tariffe si adeguano a quanto stabilito del Comune di Verona e sono le seguenti: dalle ore 7 alle 15: 1,50 l ora dalle ore 15 alle ore 7 del giorno successivo: 1,50 fino a 2 ore 5,00 fino a 5 ore 7,00 fino a 16 ore Come da deliberazione del Comune è prevista la possibilità di rilasciare abbonamenti a lavoratori dipendenti al costo di 45,00 mensili. Gli abbonati potranno accedere al parcheggio nei soli giorni lavorativi (dal lunedì al venerdì dalle ore 7 alle ore 21; il sabato dalle ore 7 alle ore 14) A questo importi vanno aggiunti 5,00 a titolo di cauzione e solo alla prima attivazione, per la tessera magnetica di accesso al parcheggio.

12 AMTPG20 REGOLAMENTO DEI PARCHEGGI Rev /08/2014 Pagina 12 di 13 È previsto un servizio di reperibilità notturna, su chiamata. All utente che ne farà richiesta, sarà addebitato, oltre l importo derivante dalla sosta, anche la cifra fissa di 60,00 quale diritto di chiamata. Parcheggio AREA CAMPER Gli utenti potranno accedere al parcheggio tutti i giorni 24 ore su 24, con pagamento da effettuare prima dell uscita tramite cassa automatica (solo monete). Le tariffe sono le seguenti: solo carico e scarico - 3,00; sosta 4 ore compreso carico e scarico - 5,00; sosta 24 ore (da a 00.00) compreso carico e scarico - 10,00. La sosta massima consentita è di 48 ore. Dopo le 24 ore il sistema in automatico conteggia un altro giorno pari ad 10,00. È previsto un servizio di reperibilità notturna, su chiamata. All utente che ne farà richiesta, sarà addebitato, oltre l importo derivante dalla sosta, anche la cifra fissa di 60,00 quale diritto di chiamata. Parcheggio ARSENALE Il parcheggio è automatizzato e consente l accesso all area di sosta agli abbonati in possesso di tessera magnetica. E previsto il rilascio di abbonamenti: - a LAVORATORI DIPENDENTI che prestano la propria attività nel comparto di Borgo Trento e della ZTL: 35,00 mensili. Accesso nei soli giorni lavorativi dal lunedì al venerdì dalle ore 7 alle ore 21; il sabato dalle ore 7 alle ore 22 - ai TITOLARI DI PARTITA IVA del comparto di Borgo Trento: 30,00 mensili. Accesso nei soli giorni lavorativi dal lunedì al venerdì dalle ore 7 alle ore 21; il sabato dalle ore 7 alle ore 14 A questi importi vanno aggiunti 5,00 a titolo di cauzione e solo alla prima attivazione, per la tessera magnetica di accesso al parcheggio. Il Comune ha stabilito infine che il parcheggio dovrà osservare un periodo di chiusura estiva. È previsto un servizio di reperibilità notturna, su chiamata. All utente che ne farà richiesta, sarà addebitato, oltre l importo derivante dalla sosta, anche la cifra fissa di 60,00 quale diritto di chiamata. Parcheggio CENTRO Il parcheggio è automatizzato e consente l accesso all area di sosta agli abbonati in possesso di tessera magnetica. E previsto il rilascio di abbonamenti: - a LAVORATORI DIPENDENTI che prestano la propria attività nel comparto della ZTL - a RESIDENTI in ZTL - a STUDENTI UNIVERSITARI

13 AMTPG20 REGOLAMENTO DEI PARCHEGGI Rev /08/2014 Pagina 13 di 13 Le diverse tipologie di abbonamento riguardano esclusivamente le fasce orarie di accesso: FASCIA 7-19 / FASCIA 8-20 / FASCIA 9-21 L importo è uguale per tutte le suddette tipologie: 50,00 mensili. Accesso consentito per 12 ore (diurne) nei soli giorni lavorativi dal lunedì al venerdì. Ad essi vanno aggiunti 5,00 a titolo di cauzione e solo alla prima attivazione, per la tessera magnetica di accesso al parcheggio. 8. SUCCESSIVE MODIFICHE ED INTEGRAZIONI Le successive modifiche ed integrazioni a questa procedura entreranno in vigore, previa approvazione da parte del C.d.A. di AMT. 9. RESPONSABILITA' L'ambito delle responsabilità per l'attuazione di questa procedura e' il seguente: FINALITA' RUOLO RESPONSABILE Organizzazione servizio gestione parcheggi Area Operativa Verifiche, controlli ed informazioni sul servizio Area Operativa Accertatori della Sosta Comunicazioni con Enti Committenti Responsabile Area Operativa Consuntivo dati gestione parcheggi Responsabile Area Operativa Organizzazione magazzino ricambi Direzione Generale Area Operativa Aggiornamento procedura Rappresentante Direzione Qualità Verifica procedura Rappresentante Direzione Qualità Approvazione procedura Direzione Generale Verifica attuazione ed efficacia procedura Rappresentante Direzione Qualità

REGOLAMENTO DEI PARCHEGGI

REGOLAMENTO DEI PARCHEGGI AMTPG20 REGOLAMENTO DEI PARCHEGGI Rev. 1.0 01/08/2014 Pagina 1 di 13 AMTPG20 REVISIONE 1.0 REGOLAMENTO DEI PARCHEGGI Norma UNI EN ISO 9001: 2008 DOCUMENTO REDATTO DA Azienda Mobilità e Trasporti SpA Via

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DEI PARCHEGGI PUBBLICI A PAGAMENTO NON CUSTODITI. Allegato alla deliberazione di Consiglio Comunale n.

REGOLAMENTO PER L USO DEI PARCHEGGI PUBBLICI A PAGAMENTO NON CUSTODITI. Allegato alla deliberazione di Consiglio Comunale n. REGOLAMENTO PER L USO DEI PARCHEGGI PUBBLICI A PAGAMENTO NON CUSTODITI Allegato alla deliberazione di Consiglio Comunale n. 33 del 28/07/2011 ESECUTIVO DAL 01/10/2011 INDICE ART. 1. Oggetto ART. 2. Utilizzo

Dettagli

CITTÀ di SAVONA REGOLAMENTO DI GESTIONE DEI POSTEGGI COMUNALI

CITTÀ di SAVONA REGOLAMENTO DI GESTIONE DEI POSTEGGI COMUNALI CITTÀ di SAVONA REGOLAMENTO DI GESTIONE DEI POSTEGGI COMUNALI ADOTTATO DAL CONSIGLIO COMUNALE CON DELIBERAZIONE N. 7 DEL 27 FEBBRAIO 2007 1 INDICE CAPO I OGGETTO DEL REGOLAMENTO Art. 1 Oggetto del regolamento

Dettagli

COMUNE DI COMO REGOLAMENTO PER RILASCIO ABBONAMENTI ANNUALI PER SPAZI DI SOSTA AGEVOLATI RESIDENTI SENZA RISERVA DI POSTO AUTO (STALLI BLU).

COMUNE DI COMO REGOLAMENTO PER RILASCIO ABBONAMENTI ANNUALI PER SPAZI DI SOSTA AGEVOLATI RESIDENTI SENZA RISERVA DI POSTO AUTO (STALLI BLU). COMUNE DI COMO REGOLAMENTO PER RILASCIO ABBONAMENTI ANNUALI PER SPAZI DI SOSTA AGEVOLATI RESIDENTI SENZA RISERVA DI POSTO AUTO (STALLI BLU). (Approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 24 del

Dettagli

REGOLAMENTO D USO DEL PARCHEGGIO SOTTERRANEO DI PIAZZA VITTORIO VENETO

REGOLAMENTO D USO DEL PARCHEGGIO SOTTERRANEO DI PIAZZA VITTORIO VENETO COMUNE DI GALLIATE Provincia di Novara REGOLAMENTO D USO DEL PARCHEGGIO SOTTERRANEO DI PIAZZA VITTORIO VENETO (entrato in vigore il 26/02/2011 - approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 52

Dettagli

Art. 1) Oggetto del contratto. Il presente contratto disciplina la concessione del

Art. 1) Oggetto del contratto. Il presente contratto disciplina la concessione del COMUNE DI LECCO SETTORE LAVORI PUBBLICI SCHEMA DI CONTRATTO PER L AFFIDAMENTO DELLA CONCESSIONE DI SERVIZIO RELATIVA ALL AREA DI PARCHEGGIO PUBBLICO DI PIAZZA SASSI. Art. 1) Oggetto del contratto. Il presente

Dettagli

COMUNE DI LAGLIO Provincia di Como REGOLAMENTO SPAZI DI SOSTA RISERVATI A TITOLO ONEROSO PER VEICOLI PRIVATI DEI SOLI RESIDENTI

COMUNE DI LAGLIO Provincia di Como REGOLAMENTO SPAZI DI SOSTA RISERVATI A TITOLO ONEROSO PER VEICOLI PRIVATI DEI SOLI RESIDENTI COMUNE DI LAGLIO Provincia di Como REGOLAMENTO SPAZI DI SOSTA RISERVATI A TITOLO ONEROSO PER VEICOLI PRIVATI DEI SOLI RESIDENTI 1 Regolamento Art.1 La riserva di spazi di sosta lungo strada per veicoli

Dettagli

REGOLAMENTO DI LOCAZIONE D AREA NON CUSTODITA CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO EX ART. 1341 C.C.

REGOLAMENTO DI LOCAZIONE D AREA NON CUSTODITA CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO EX ART. 1341 C.C. REGOLAMENTO DI LOCAZIONE D AREA NON CUSTODITA CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO EX ART. 1341 C.C. Il servizio è offerto al pubblico ex art. 1336 codice civile alle seguenti condizioni: ART. 1. La sosta

Dettagli

CITTA' di GARDONE VAL TROMPIA (Provincia di Brescia) REGOLAMENTO COMUNALE PER L'USO DEI PARCHEGGI NON CUSTODITI

CITTA' di GARDONE VAL TROMPIA (Provincia di Brescia) REGOLAMENTO COMUNALE PER L'USO DEI PARCHEGGI NON CUSTODITI CITTA' di GARDONE VAL TROMPIA (Provincia di Brescia) REGOLAMENTO COMUNALE PER L'USO DEI PARCHEGGI NON CUSTODITI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 28 del 27/06/2013 esecutiva il 05/08/2013

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DEI PARCHEGGI PUBBLICI A PAGAMENTO NON CUSTODITI

REGOLAMENTO PER L USO DEI PARCHEGGI PUBBLICI A PAGAMENTO NON CUSTODITI C O M U N E D I B U S S E R O PROVINCIA DI MILANO P.IVA c.f. 03063770154 C.A.P. 20060 Piazza Diritti dei Bambini n. 1 TEL. 02 / 953331 - FAX. 02 / 9533337 REGOLAMENTO PER L USO DEI PARCHEGGI PUBBLICI A

Dettagli

COMUNE DI CAMPIONE D ITALIA. Regolamento Piano Urbano parcheggi Parcheggio a pagamento non custodito strisce blu

COMUNE DI CAMPIONE D ITALIA. Regolamento Piano Urbano parcheggi Parcheggio a pagamento non custodito strisce blu COMUNE DI CAMPIONE D ITALIA Regolamento Piano Urbano parcheggi Parcheggio a pagamento non custodito strisce blu 1 REGOLAMENTO PIANO URBANO PARCHEGGI PARCHEGGIO A PAGAMENTO NON CUSTODITO - STRISCE BLU INDICE

Dettagli

REGOLAMENTO DI LOCAZIONE D AREA NON CUSTODITA CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO EX ART. 1341 C.C.

REGOLAMENTO DI LOCAZIONE D AREA NON CUSTODITA CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO EX ART. 1341 C.C. REGOLAMENTO DI LOCAZIONE D AREA NON CUSTODITA CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO EX ART. 1341 C.C. Il servizio è offerto al pubblico ex art. 1336 codice civile alle seguenti condizioni: ART. 1. La sosta

Dettagli

REGOLAMENTO DI UTILIZZO DEL PARCHEGGIO COMUNALE NON CUSTODITO PICCOLO TORINO IN LOCALITÀ BAS VILLAIR

REGOLAMENTO DI UTILIZZO DEL PARCHEGGIO COMUNALE NON CUSTODITO PICCOLO TORINO IN LOCALITÀ BAS VILLAIR COMUNE DI QUART VALLE D AOSTA COMMUNE DE QUART VALLÉE D AOSTE REGOLAMENTO DI UTILIZZO DEL PARCHEGGIO COMUNALE NON CUSTODITO PICCOLO TORINO IN LOCALITÀ BAS VILLAIR Approvato con deliberazione della Giunta

Dettagli

REGOLAMENTO SULL USO E LA GESTIONE DEI PARCHEGGI COMUNALI A PAGAMENTO IN CONCESSIONE A TERZI

REGOLAMENTO SULL USO E LA GESTIONE DEI PARCHEGGI COMUNALI A PAGAMENTO IN CONCESSIONE A TERZI REGOLAMENTO SULL USO E LA GESTIONE DEI PARCHEGGI COMUNALI A PAGAMENTO IN CONCESSIONE A TERZI Settore Finanziario Dr.ssa Stefania Cufaro Approvato con D.C.C. n. 21 del 26/02/2009 Modificato con D.C.C. n.

Dettagli

REGOLAMENTO PARCHEGGIO STAZIONE

REGOLAMENTO PARCHEGGIO STAZIONE PARCHEGGIO STAZIONE 1. Per accedere al parcheggio l utente deve ritirare il tagliando di entrata alla colonnina di ingresso o essere in possesso di una tessera d abbonamento. Tali documenti autorizzano

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO E LA GESTIONE DEI PARCHEGGI COMUNALI A PAGAMENTO

REGOLAMENTO PER L USO E LA GESTIONE DEI PARCHEGGI COMUNALI A PAGAMENTO Comune di Desenzano del Garda REGOLAMENTO PER L USO E LA GESTIONE DEI PARCHEGGI COMUNALI A PAGAMENTO Approvato con deliberazione di C.C. n. 108 del 28/12/2012 I N D I C E TITOLO I PRINCIPI GENERALI...

Dettagli

Regolamento. aree di sosta a pagamento. Allegato alla deliberazione di C.C. n. 10 del 26/03/2013. Esecutivo dal 30/03/2013. Il Segretario Generale

Regolamento. aree di sosta a pagamento. Allegato alla deliberazione di C.C. n. 10 del 26/03/2013. Esecutivo dal 30/03/2013. Il Segretario Generale Documento Sistema di Gestione Qualità ISO 9001:2008 norma 7.3.3 Certificato CSQ N. 9159.CMPD del 27/05/2010 T P51 MD01 Rev. 3 www.comune.paderno-dugnano.mi.it Processo trasversale a tutti i settori Regolamento

Dettagli

REGOLAMENTO PER RILASCIO ABBONAMENTI ANNUALI PER SPAZI DI SOSTA RISERVATI A TITOLO ONEROSO PER VEICOLI PRIVATI DEI SOLI RESIDENTI (STALLI GIALLI).

REGOLAMENTO PER RILASCIO ABBONAMENTI ANNUALI PER SPAZI DI SOSTA RISERVATI A TITOLO ONEROSO PER VEICOLI PRIVATI DEI SOLI RESIDENTI (STALLI GIALLI). COMUNE DI COMO REGOLAMENTO PER RILASCIO ABBONAMENTI ANNUALI PER SPAZI DI SOSTA RISERVATI A TITOLO ONEROSO PER VEICOLI PRIVATI DEI SOLI RESIDENTI (STALLI GIALLI). (Approvato con Deliberazione del Consiglio

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ACCESSO, CIRCOLAZIONE E SOSTA DEI VEICOLI ALL INTERNO DEL PARCHEGGIO FONTANAROSSA

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ACCESSO, CIRCOLAZIONE E SOSTA DEI VEICOLI ALL INTERNO DEL PARCHEGGIO FONTANAROSSA AZIENDA METROPOLITANA TRASPORTI CATANIA S.p.A Via Sant Euplio, 168 95125 - Catania REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ACCESSO, CIRCOLAZIONE E SOSTA DEI VEICOLI ALL INTERNO DEL PARCHEGGIO FONTANAROSSA 1.

Dettagli

COMUNE di PADERNO D'ADDA

COMUNE di PADERNO D'ADDA COMUNE di PADERNO D'ADDA c.a.p. 23877 PROVINCIA DI LECCO Allegato A File: RegolparcheggioTAMBORINI\2013 REGOLAMENTO PER L USO DEL PARCHEGGIO COMUNALE DI PALAZZO TAMBORINI Approvato con delibera C.C. n.

Dettagli

CITTÀ DI FOLIGNO. Regolamento per la sosta dei veicoli a servizio delle persone invalide

CITTÀ DI FOLIGNO. Regolamento per la sosta dei veicoli a servizio delle persone invalide CITTÀ DI FOLIGNO Regolamento per la sosta dei veicoli a servizio delle persone invalide Approvato con D.C.C. n. 51 del 18/05/2010 Art. 1 - Oggetto del regolamento Il presente Regolamento ha per oggetto

Dettagli

COMUNE DI NETTUNO PROVINCIA DI ROMA REGOLAMENTO DEI PARCHEGGI PUBBLICI A PAGAMENTO. DELIBERA DI ADOZIONE n.12 C.C. del 24 aprile 2011

COMUNE DI NETTUNO PROVINCIA DI ROMA REGOLAMENTO DEI PARCHEGGI PUBBLICI A PAGAMENTO. DELIBERA DI ADOZIONE n.12 C.C. del 24 aprile 2011 COMUNE DI NETTUNO PROVINCIA DI ROMA REGOLAMENTO DEI PARCHEGGI PUBBLICI A PAGAMENTO DELIBERA DI ADOZIONE n.12 C.C. del 24 aprile 2011 AGGIORNAMENTO Delibera n.9 C.C. del 12 marzo 2012 RACCOLTA STATUTI E

Dettagli

REGOLAMENTO SERVIZIO VAN SHARING. Van Shering Imola Servizio di Van Sharing Città di Imola in Convenzione col Comune di Imola e gestita da:

REGOLAMENTO SERVIZIO VAN SHARING. Van Shering Imola Servizio di Van Sharing Città di Imola in Convenzione col Comune di Imola e gestita da: Pagina 1 di 6 Van Shering Imola Servizio di Van Sharing Città di Imola in Convenzione col Comune di Imola e gestita da: AREA BLU S.P.A REGOLAMENTO Indice 1. Tariffe pag. 1 2. Modalità di prenotazione pagg.

Dettagli

Regolamento per l utilizzo dei parcheggi di proprietà comunale

Regolamento per l utilizzo dei parcheggi di proprietà comunale Comune di Lavis PROVINCIA DI TRENTO REGOLAMENTI COMUNALI Regolamento per l utilizzo dei parcheggi di proprietà comunale Approvato con deliberazione consiliare n. 57 di data 11/08/2011 1 ARTICOLO 1 OGGETTO

Dettagli

COMUNE DI CELLAMARE Provincia di Bari

COMUNE DI CELLAMARE Provincia di Bari COMUNE DI CELLAMARE Provincia di Bari REGOLAMENTO PER IL RILASCIO DEL CONTRASSEGNO DI DEROGA ALLA SOSTA E ALLA CIRCOLAZIONE STRADALE ALLE PERSONE DIVERSAMENTE ABILI Approvato con deliberazione di C.C.

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L USO DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L USO DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI COMUNE DI CASALBUTTANO ED UNITI (Prov. di Cremona) REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L USO DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 31 del 14.9.2006 INDICE DEGLI

Dettagli

Università degli Studi di Ferrara REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEL PARCHEGGIO UNIVERSITARIO A CONA

Università degli Studi di Ferrara REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEL PARCHEGGIO UNIVERSITARIO A CONA Università degli Studi di Ferrara REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEL PARCHEGGIO UNIVERSITARIO A CONA STRUTTURA COMPETENTE RIPARTIZIONE EDILIZIA SENATO ACCADEMICO 25/01/2016 CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE 29/01/2016

Dettagli

COMUNE DI PESCHIERA DEL GARDA CITTA TURISTICA E D ARTE REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L USO TEMPORANEO DEI LOCALI SCOLASTICI

COMUNE DI PESCHIERA DEL GARDA CITTA TURISTICA E D ARTE REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L USO TEMPORANEO DEI LOCALI SCOLASTICI COMUNE DI PESCHIERA DEL GARDA CITTA TURISTICA E D ARTE REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L USO TEMPORANEO DEI LOCALI SCOLASTICI approvato con deliberazione di C.S. n. 50 del 19/3/2004 1 Art. 1 Oggetto Il presente

Dettagli

Regolamento per l'utilizzo della CARTA STAROIL CARBURANTI

Regolamento per l'utilizzo della CARTA STAROIL CARBURANTI Regolamento per l'utilizzo della CARTA STAROIL CARBURANTI 1. Introduzione Il presente documento ( Regolamento ) regola l'utilizzo della carta fedeltà denominata STAROIL CARBURANTI che dà accesso ad attività

Dettagli

REGOLAMENTO RECANTE CRITERI PER LA CIRCOLAZIONE E ASSEGNAZIONE DEI POSTI - AUTO NELLA ZONA A TRAFFICO LIMITATO (Z.T.L.).

REGOLAMENTO RECANTE CRITERI PER LA CIRCOLAZIONE E ASSEGNAZIONE DEI POSTI - AUTO NELLA ZONA A TRAFFICO LIMITATO (Z.T.L.). Città di Sondrio REGOLAMENTO RECANTE CRITERI PER LA CIRCOLAZIONE E ASSEGNAZIONE DEI POSTI - AUTO NELLA ZONA A TRAFFICO LIMITATO (Z.T.L.). Approvato con deliberazione di Consiglio comunale n. 75 del 31.10.2008

Dettagli

COMUNE DI TREMEZZINA (Provincia di Como)

COMUNE DI TREMEZZINA (Provincia di Como) COMUNE DI TREMEZZINA (Provincia di Como) REGOLAMENTO COMUNALE PER L ASSEGNAZIONE DI POSTI AUTO A TITOLO ONEROSO. Testo approvato dal Commissario Prefettizio con i poteri del Consiglio Comunale con deliberazione

Dettagli

CORPO POLIZIA MUNICIPALE

CORPO POLIZIA MUNICIPALE C I T T À D I P R O V I N C I A D I C A R I N I P A L E R M O CORPO POLIZIA MUNICIPALE REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DEL CONTRASSEGNO DI PARCHEGGIO PER INVALIDI E PER L ISTITUZIONE DEI PARCHEGGI

Dettagli

Polizia Municipale Cervia P.zza Garibaldi n 21 - e mail:pm@comunecervia.it Tel. 0544/979251 - Fax. 0544 970476

Polizia Municipale Cervia P.zza Garibaldi n 21 - e mail:pm@comunecervia.it Tel. 0544/979251 - Fax. 0544 970476 DISCIPLINA PER L ACCESSO E LA CIRCOLAZIONE DEI VEICOLI NELLE ZONE A TRAFFICO LIMITATO E NELLE AREE PEDONALI URBANE PERMANENTI e RILASCIO CONTRASSEGNI (approvato con D.G. nr.95 del 19/06/2012) ART. 1 OGGETTO

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DI POSTEGGI COPERTI FRAZIONI LA CRETAZ E LES GALLIANS, LE VOISINAL, CHEZ LES BREDY E LE BOUYOZ DI PROPRIETA DEL COMUNE DI

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DI POSTEGGI COPERTI FRAZIONI LA CRETAZ E LES GALLIANS, LE VOISINAL, CHEZ LES BREDY E LE BOUYOZ DI PROPRIETA DEL COMUNE DI REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DI POSTEGGI COPERTI FRAZIONI LA CRETAZ E LES GALLIANS, LE VOISINAL, CHEZ LES BREDY E LE BOUYOZ DI PROPRIETA DEL COMUNE DI OYACE 1 2 Art. 1 Oggetto....3 Art. 2. Divieti ed obblighi....3

Dettagli

COMUNE DI ROCCAGORGA (Provincia di Latina)

COMUNE DI ROCCAGORGA (Provincia di Latina) COMUNE DI ROCCAGORGA (Provincia di Latina) REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DEL CONTRASSEGNO DI PARCHEGGIO PER INVALIDI E PER L ISTITUZIONE DEI PARCHEGGI RISERVATI (Simbolo e contrassegno redatto

Dettagli

Regolamento Parcheggio Multipiano

Regolamento Parcheggio Multipiano Regolamento Parcheggio Multipiano Il parcheggio non è custodito ed è riservato alle sole autovetture, prive di rimorchi di qualsiasi genere. Per tutti gli automezzi di altezza superiore ai due metri, a

Dettagli

Approvato con deliberazione del CC nr. del

Approvato con deliberazione del CC nr. del CITTA DI MARTINENGO Provincia di Bergamo CORPO DI POLIZIA LOCALE Piazza Maggiore, 1-24057 MARTINENGO Tel: 0363/986011 fax: 0363/987765 protocollo@comune.martinengo.bg.it protocollo@pec.comune.martinengo.bg.it

Dettagli

OGGETTO: Regolamento per richiesta tessera a scalare da parte di soggetti autorizzati all attività di noleggio con conducente.

OGGETTO: Regolamento per richiesta tessera a scalare da parte di soggetti autorizzati all attività di noleggio con conducente. OGGETTO: Regolamento per richiesta tessera a scalare da parte di soggetti autorizzati all attività di noleggio con conducente. La tessera a scalare permette l accesso alla viabilità aeroportuale e l accesso

Dettagli

Regolamento parcheggio Easy Parking Comfort (multipiano) ART.1 Il parcheggio non è custodito ed è riservato alle sole autovetture, prive di rimorchi

Regolamento parcheggio Easy Parking Comfort (multipiano) ART.1 Il parcheggio non è custodito ed è riservato alle sole autovetture, prive di rimorchi Regolamento parcheggio Easy Parking Comfort (multipiano) Il parcheggio non è custodito ed è riservato alle sole autovetture, prive di rimorchi di qualsiasi genere. Per tutti gli automezzi di altezza superiore

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI BICICLETTE PUBBLICHE NEL COMUNE DI FERRARA

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI BICICLETTE PUBBLICHE NEL COMUNE DI FERRARA REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI BICICLETTE PUBBLICHE NEL COMUNE DI FERRARA Approvato con delibera del Consiglio Comunale del 10/07/2006 n. 15/41098 1 INDICE ART. 1 OGGETTO DEL SERVIZIO 3 ART.

Dettagli

Comune di Roccaromana

Comune di Roccaromana Comune di Roccaromana Provincia di Caserta REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEI POSTI AUTO COPERTI DI PROPRIETA COMUNALE Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n 37 del 29/09/2014 INDICE ART. 1

Dettagli

COMUNE DI PONTOGLIO. Provincia di Brescia REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO

COMUNE DI PONTOGLIO. Provincia di Brescia REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO COMUNE DI PONTOGLIO Provincia di Brescia REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO Indice Art. 1 Servizio di Economato Art. 2 Economo Comunale Art. 3 Funzioni del Servizio di Economato Art. 4 Indennità

Dettagli

schema di CONTRATTO DI LOCAZIONE IMMOBILE AD USO STUDIO MEDICO SABBIONARA, STUDIO MEDICO N. 2

schema di CONTRATTO DI LOCAZIONE IMMOBILE AD USO STUDIO MEDICO SABBIONARA, STUDIO MEDICO N. 2 COMUNE DI AVIO Provincia di Trento Rep. n. - Atti Privati soggetti a registrazione schema di CONTRATTO DI LOCAZIONE IMMOBILE AD USO STUDIO MEDICO SABBIONARA, STUDIO MEDICO N. 2 omissis Tutto ciò premesso

Dettagli

Gelsia ambiente S.r.l. Soggetta a Direzione e Coordinamento di Gelsia Srl. Socio Unico Gelsia srl. Sede Sociale: Via Caravaggio26/a.

Gelsia ambiente S.r.l. Soggetta a Direzione e Coordinamento di Gelsia Srl. Socio Unico Gelsia srl. Sede Sociale: Via Caravaggio26/a. CAPITOLATO SPECIALE PER L APPALTO DELLA FORNITURA DI CARBURANTI (BENZINA VERDE E GASOLIO) PER LE AUTOVETTURE E AUTOMEZZI DI GELSIA SRL, AEB SPA E GELSIA AMBIENTE SRL TRAMITE CARTE MAGNETICHE Gelsia ambiente

Dettagli

TRA. - l Azienda Regionale per il Diritto allo Studio Universitario, Codice Fiscale n. 94164020482 e Partita Iva n. 05913670484, con sede

TRA. - l Azienda Regionale per il Diritto allo Studio Universitario, Codice Fiscale n. 94164020482 e Partita Iva n. 05913670484, con sede CONTRATTO DI LOCAZIONE L anno duemila e questo dì del mese di in Firenze CON LA PRESENTE SCRITTURA PRIVATA FATTA IN TRE ORIGINALI TRA - l Azienda Regionale per il Diritto allo Studio Universitario, Codice

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DELLA PALESTRA COMUNALE

REGOLAMENTO PER L USO DELLA PALESTRA COMUNALE REGOLAMENTO PER L USO DELLA PALESTRA COMUNALE Art. 1. PRINCIPI GENERALI E FINALITA 1) Il presente regolamento ha lo scopo di salvaguardare le strutture e identificare chiaramente le modalità per l utilizzo

Dettagli

CONTRATTO DI ADESIONE PER LA CONCESSIONE DI UN POSTO AUTO IN ABBONAMENTO TIPOLOGIA ORDINARIO ALL INTERNO DEL PARK COSTA - VENEZIA TRA

CONTRATTO DI ADESIONE PER LA CONCESSIONE DI UN POSTO AUTO IN ABBONAMENTO TIPOLOGIA ORDINARIO ALL INTERNO DEL PARK COSTA - VENEZIA TRA allegato a CONTRATTO DI ADESIONE PER LA CONCESSIONE DI UN POSTO AUTO IN ABBONAMENTO TIPOLOGIA ORDINARIO ALL INTERNO DEL PARK COSTA - VENEZIA TRA Azienda Veneziana della Mobilità S.p.A., con socio unico

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DA PARTE DELLE ASSOCIAZIONI DEI LOCALI DELL EX MAGAZZINO IDRAULICO

REGOLAMENTO PER L USO DA PARTE DELLE ASSOCIAZIONI DEI LOCALI DELL EX MAGAZZINO IDRAULICO COMUNE DI VILLANOVA MARCHESANA Provincia di Rovigo Piazza Marconi, 2 45030 Villanova Marchesana (RO) REGOLAMENTO PER L USO DA PARTE DELLE ASSOCIAZIONI DEI LOCALI DELL EX MAGAZZINO IDRAULICO CENTRO RICREATIVO

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO E L ACCESSO AL SERVIZIO DEL SISTEMA MI MUOVO IN BICI NEL COMUNE DI FERRARA

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO E L ACCESSO AL SERVIZIO DEL SISTEMA MI MUOVO IN BICI NEL COMUNE DI FERRARA Servizio Mobilità e Traffico REGOLAMENTO PER L UTILIZZO E L ACCESSO AL SERVIZIO DEL SISTEMA MI MUOVO IN BICI NEL COMUNE DI FERRARA Approvato con delibera di Consiglio Comunale n. 7/20543/13 dell'8 aprile

Dettagli

VIA MONS CAZZANIGA PIAZZA DE GESPERI VIA ARGENTIA

VIA MONS CAZZANIGA PIAZZA DE GESPERI VIA ARGENTIA REGOLAMENTO DEL PARCHEGGIO MULTIPIANO INTERRATO CITTA di GORGONZOLA MILANO Ver2 del 20_2_2014 VIA SERBELLONI VIA MARCONI VIA MONS CAZZANIGA PIAZZA DE GESPERI VIA ARGENTIA Proprietà: DOMUSNORD s.r.l. &

Dettagli

Comune di COLONNA Ufficio Polizia Locale 00030 COLONNA (RM) Il sottoscritto nato a ( )il / / e residente a Colonna (RM) in via n. recapito telefonico

Comune di COLONNA Ufficio Polizia Locale 00030 COLONNA (RM) Il sottoscritto nato a ( )il / / e residente a Colonna (RM) in via n. recapito telefonico Protocollo Al Comune di COLONNA Ufficio Polizia Locale 00030 COLONNA (RM) Oggetto: Richiesta/o Rinnovo contrassegno di parcheggio per disabili. Il sottoscritto nato a ( )il / / e residente a Colonna (RM)

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI UFFICIO PATRIMONIO MANUALE DI UTILIZZO DEI PARCHEGGI NON CUSTODITI DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI 1 INDICE TITOLO I - NORME COMUNI 4 ARTICOLO 1 ACCESSO E SOSTA

Dettagli

Art. 1 Finalità. Art. 2 Oggetto del disciplinare

Art. 1 Finalità. Art. 2 Oggetto del disciplinare Disciplinare per la concessione in uso gratuito alle autoscuole e/o centri di istruzione della provincia di Agrigento di autovettura multiadattata, di proprietà dell ente, per le esercitazioni pratiche

Dettagli

CITTA' DI ALCAMO ************

CITTA' DI ALCAMO ************ ALLEGATO B CITTA' DI ALCAMO PROVINCIA DI TRAPANI ************ REGOLAMENTO SULL ORGANIZZAZIONE E RAZIONALIZZAZIONE DELL AUTOPARCO (allegato alla delibera di C.C. n. 92 del 21/7/2011) Art. 1 Principi generali

Dettagli

ALLEGATO 1. al Regolamento del servizio Car Sharing Firenze

ALLEGATO 1. al Regolamento del servizio Car Sharing Firenze ALLEGATO 1 al Regolamento del servizio Car Sharing Firenze Condizioni assicurative Penali per inadempienze e indennità amministrative Prenotazioni oltre 3 giorni - Tariffe - Rimborsi In vigore dal 14 marzo

Dettagli

L Art.1 messo a votazione viene votato Favorevolmente all unanimità dei presenti.

L Art.1 messo a votazione viene votato Favorevolmente all unanimità dei presenti. COMUNE DI ALCAMO Provincia di Trapani I ^ COMMISSIONE CONSILIARE PERMANENTE DI STUDIO E CONSULTAZIONE AFFARI GENERALI E DEL PERSONALE; CULTURA E SCUOLA;SPORT E TURISMO; PROBLEMI GIOVANILI; SOLIDARIETA

Dettagli

PACCHETTI OPERATORI ALBERGHIERI

PACCHETTI OPERATORI ALBERGHIERI PACCHETTI OPERATORI ALBERGHIERI La Società di Gestione aeroportuale crede fermamente nella filiera turistica come opportunità di far conoscere ad un pubblico sempre più vasto l Aeroporto Valerio Catullo

Dettagli

REGOLAMENTO ESPOSITORI

REGOLAMENTO ESPOSITORI REGOLAMENTO ESPOSITORI ART.1 Denominazione e organizzazione Il festival internazionale dell ambiente e dell ecologia Ecocity Expo 2014 è organizzata dall associazione no profit Città Ecocompatibile. La

Dettagli

ALLEGATO Proposta di modifica unilaterale ai sensi dell art. 126 sexies del Testo Unico Bancario

ALLEGATO Proposta di modifica unilaterale ai sensi dell art. 126 sexies del Testo Unico Bancario ALLEGATO Proposta di modifica unilaterale ai sensi dell art. 126 sexies del Testo Unico Bancario La Sezione CARTA DI DEBITO delle Condizioni Economiche che disciplinano il servizio di Conto Corrente Arancio

Dettagli

COMANDO POLIZIA MUNICIPALE

COMANDO POLIZIA MUNICIPALE COMUNE DI COMUNE ALL IONIO ( Provincia di COSENZA ) COMANDO POLIZIA MUNICIPALE REGOLAMENTO DEI PASSI CARRABILI proposta elaborata da : Ten. Pietro Atene : Responsabile del Corpo di P.M. 1 INDICE Art. 1

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO ex art. 2, comma 1, l. 09.12.1998, n. 431

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO ex art. 2, comma 1, l. 09.12.1998, n. 431 A) LOCATORE CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO ex art. 2, comma 1, l. 09.12.1998, n. 431 COGNOME E NOME, nato a Luogo (CO) in data data e residente in Luogo(CO), Indirizzo e n. civico, C.F. Se società:

Dettagli

L anno duemila e questo dì del TRA. Codice Fiscale n. 94164020482 e Partita Iva n. 05913670484, con sede

L anno duemila e questo dì del TRA. Codice Fiscale n. 94164020482 e Partita Iva n. 05913670484, con sede CONTRATTO DI LOCAZIONE L anno duemila e questo dì del mese di in Firenze CON LA PRESENTE SCRITTURA PRIVATA FATTA IN TRE ORIGINALI TRA - l Azienda Regionale per il Diritto allo Studio Universitario, Codice

Dettagli

` Ç áàxüé wxääx \ÇyÜtáàÜâààâÜx x wx gütáñéüà

` Ç áàxüé wxääx \ÇyÜtáàÜâààâÜx x wx gütáñéüà ` Ç áàxüé wxääx \ÇyÜtáàÜâààâÜx x wx gütáñéüà UFFICIO CIRCONDARIALE MARITTIMO DI SANTA MARGHERITA LIGURE O R D I N A N Z A N. 196 / 2004 Il Capo del Circondario Marittimo di Santa Margherita Ligure; VISTA

Dettagli

COMUNE DI TREVISO. Settore Ragioneria e Finanze Servizio Patrimonio RELAZIONE (EX ART. 34, COMMA 20, D.L. 179/2012)

COMUNE DI TREVISO. Settore Ragioneria e Finanze Servizio Patrimonio RELAZIONE (EX ART. 34, COMMA 20, D.L. 179/2012) COMUNE DI TREVISO Settore Ragioneria e Finanze Servizio Patrimonio RELAZIONE (EX ART. 34, COMMA 20, D.L. 179/2012) CONCESSIONE DEL SERVIZIO DI GESTIONE DELLA SOSTA A PAGAMENTO, A DISCO ORARIO E CARICO

Dettagli

C O M U N E DI O P E R A

C O M U N E DI O P E R A C O M U N E DI O P E R A PROVINCIA DI MILANO REGOLAMENTO RELATIVO ALLE MODALITA DI RILASCIO ED UTILIZZO DEL CONTRASSEGNO PER LA CIRCOLAZIONE E LA SOSTA DELLE PERSONE CON DIVERSE ABILITA PREMESSE - RIFERIMENTI

Dettagli

Gestione Patrimonio Agricolo - Forestale Regionale BANDITE DI SCARLINO

Gestione Patrimonio Agricolo - Forestale Regionale BANDITE DI SCARLINO AFFIDAMENTO SERVIZIO GESTIONE PARCHEGGIO A PAGAMENTO CON CUSTODIA LOC. VAL MARTINA NEL COMUNE DI SCARLINO CAPITOLATO D ONERI 1) Oggetto appalto : servizio di gestione del parcheggio pubblico a pagamento

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEI MINI ALLOGGI PROTETTI PER ANZIANI

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEI MINI ALLOGGI PROTETTI PER ANZIANI CITTÀ DI ALZANO LOMBARDO PROVINCIA DI BERGAMO ASSESSORATO ALLE POLITICHE SOCIALI REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEI MINI ALLOGGI PROTETTI PER ANZIANI Articolo 1: Oggetto Il presente regolamento disciplina

Dettagli

COMUNE DI CASTELLANA SICULA PROVINCIA DI PALERMO

COMUNE DI CASTELLANA SICULA PROVINCIA DI PALERMO COMUNE DI CASTELLANA SICULA PROVINCIA DI PALERMO SETTORE TECNICO P.zza Avv. P. Miserendino snc - 90020 tel.: 0921558232 Fax 0921762007 PEC: tecnico@pec.comune.castellana-sicula.pa.it e-mail: pconoscenti@comune.castellana-sicula.pa.it

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO. Regolamento per l accesso e l uso del parcheggio del Campus Universitario Luigi Einaudi

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO. Regolamento per l accesso e l uso del parcheggio del Campus Universitario Luigi Einaudi Regolamento per l accesso e l uso del parcheggio del Campus Universitario Luigi Einaudi Approvato dal Cda il 16/04/2014 Art. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina l accesso e l uso delle aree destinate

Dettagli

SOSTE A PAGAMENTO NEL COMUNE DI SAN BONIFACIO.

SOSTE A PAGAMENTO NEL COMUNE DI SAN BONIFACIO. MULTISERVIZI S.B. S.R.L. Sede legale: Piazza Costituzione, 4 37047 SAN BONIFACIO (VR) Sede amministrativa: Via Camporosolo, 119 37047 SAN BONIFACIO (VR) Iscritta al R. I. VR C.F. e n. iscrizione 03457850232

Dettagli

C O M U N E D I T O R R I T A D I S I E N A

C O M U N E D I T O R R I T A D I S I E N A C O M U N E D I T O R R I T A D I S I E N A Provincia di Siena REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE VOTIVA NEI CIMITERI COMUNALI Allegato alla D.C.C. n. 29 del 27/06/2005 1 INDICE ART.1 ART.2 ART.3

Dettagli

Città di Lecce. Regolamento per l utilizzo della Sala Conferenze di Palazzo Turrisi-Palumbo

Città di Lecce. Regolamento per l utilizzo della Sala Conferenze di Palazzo Turrisi-Palumbo Città di Lecce Regolamento per l utilizzo della Sala Conferenze di Palazzo Turrisi-Palumbo Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 72 del 7 settembre 2009 PRINCIPI GENERALI Art. 1. FINALITA

Dettagli

COMUNE DI TRIGGIANO Provincia di Bari

COMUNE DI TRIGGIANO Provincia di Bari COMUNE DI TRIGGIANO Provincia di Bari REGOLAMENTO PER LA CIRCOLAZIONE E LA SOSTA DEI VEICOLI AL SERVIZIO DI PERSONE DISABILI (Approvato con Delibera di C.C. n. 2 del 28 Gennaio 2005) Art. 1 (Oggetto) -

Dettagli

Comune di Imola Provincia di Bologna Via Mazzini n. 4 40026 Imola Tel. 0542-602111-Fax 602289

Comune di Imola Provincia di Bologna Via Mazzini n. 4 40026 Imola Tel. 0542-602111-Fax 602289 Comune di Imola Provincia di Bologna Via Mazzini n. 4 40026 Imola Tel. 0542-602111-Fax 602289. DISPOSIZIONI PER L ACCESSO AI SERVIZIO INTERNET - Approvato con delibera C.C. n. 294 del 25.11.1999 CO.RE.CO.

Dettagli

2 - Il carattere della mobilità dell attrezzatura non è escluso dalla circostanza che la medesima sia collegata al suolo in modo non precario.

2 - Il carattere della mobilità dell attrezzatura non è escluso dalla circostanza che la medesima sia collegata al suolo in modo non precario. 1 Regolamento per la concessione delle aree disponibili per l installazione dei Circhi, delle Attività dello spettacolo viaggiante e dei Parchi di divertimento. ART. 1 - SCOPO DEL REGOLAMENTO 1- Il presente

Dettagli

REGOLAMENTO DELL AUTOPARCO DEL CONSIGLIO REGIONALE DEL LAZIO 1

REGOLAMENTO DELL AUTOPARCO DEL CONSIGLIO REGIONALE DEL LAZIO 1 REGOLAMENTO DELL AUTOPARCO DEL CONSIGLIO REGIONALE DEL LAZIO 1 (Approvato con deliberazione dell Ufficio di presidenza 28 luglio 2010, n. 66) TESTO VIGENTE Il testo qui riportato, coordinato con le modifiche

Dettagli

CITTA DI PISTICCI. (Approvato con deliberazione di Giunta Comunale nr. 138 del 20 maggio 2004) (Provincia di Matera)

CITTA DI PISTICCI. (Approvato con deliberazione di Giunta Comunale nr. 138 del 20 maggio 2004) (Provincia di Matera) CITTA DI PISTICCI (Provincia di Matera) R E G O L A M E N T O O R A R I O D I S E R V I Z I O E D I A C C E S S O D E L P U B B L I C O (Approvato con deliberazione di Giunta Comunale nr. 138 del 20 maggio

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO DELLA SALA RIUNIONI DELLA RESIDENZA SITA IN CORTE MADDALENE N. 5.

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO DELLA SALA RIUNIONI DELLA RESIDENZA SITA IN CORTE MADDALENE N. 5. REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO DELLA SALA RIUNIONI DELLA RESIDENZA SITA IN CORTE MADDALENE N. 5. ART. 1 - OGGETTO DEL REGOLAMENTO Il presente regolamento disciplina la concessione in uso della sala

Dettagli

6. COORDINAMENTO E VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE

6. COORDINAMENTO E VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE Pagina 1 di 5 1. PREMESSA Il presente documento è parte integrante della documentazione contrattuale viene allegato alla documentazione inviata agli offerenti in fase di selezione e deve essere firmata

Dettagli

MODALITÀ DI UTILIZZO DELLA SALA PROVE MUSICALE del Centro d Aggregazione Giovanile Via Giardini n. 31- Zoppola

MODALITÀ DI UTILIZZO DELLA SALA PROVE MUSICALE del Centro d Aggregazione Giovanile Via Giardini n. 31- Zoppola MODALITÀ DI UTILIZZO DELLA SALA PROVE MUSICALE del Centro d Aggregazione Giovanile Via Giardini n. 31- Zoppola (approvate con delibera della Giunta Comunale n. 190 del 28.09.2009) Premessa Il Comune di

Dettagli

NORME REGOLAMENTARI PER IL PARCHEGGIO E LA SOSTA TEMPORANEA DI AUTOMEZZI ALL INTERNO DELL A.O.U. SAN GIOVANNI BATTISTA DI TORINO

NORME REGOLAMENTARI PER IL PARCHEGGIO E LA SOSTA TEMPORANEA DI AUTOMEZZI ALL INTERNO DELL A.O.U. SAN GIOVANNI BATTISTA DI TORINO NORME REGOLAMENTARI PER IL PARCHEGGIO E LA SOSTA TEMPORANEA DI AUTOMEZZI ALL INTERNO DELL A.O.U. SAN GIOVANNI BATTISTA DI TORINO 1) MODALITA DI UTILIZZO DEI POSTI AUTO PER DIPENDENTI a) Norme generali

Dettagli

COMUNE DI CAPOTERRA PROVINCIA DI CAGLIARI DISCIPLINARE CONCESSIONE IN USO TEMPORANEO DI LOCALI COMUNALI

COMUNE DI CAPOTERRA PROVINCIA DI CAGLIARI DISCIPLINARE CONCESSIONE IN USO TEMPORANEO DI LOCALI COMUNALI COMUNE DI CAPOTERRA PROVINCIA DI CAGLIARI DISCIPLINARE CONCESSIONE IN USO TEMPORANEO DI LOCALI COMUNALI 1 INDICE GENERALE: Art. 1 OGGETTO DEL DISCIPLINARE Art. 2 STRUTTURE Art. 3 SOGGETTI Art. 4 RICHIESTA

Dettagli

Regolamento sull organizzazione e funzionamento dell autoparco

Regolamento sull organizzazione e funzionamento dell autoparco COMUNE DI PISA Regolamento sull organizzazione e funzionamento dell autoparco (approvato con Deliberazione della G.C. n. 124 del 2009) Art. 1 - Principi generali e definizioni 1. Le presenti norme disciplinano

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE IMMOBILE ADIBITO AD USO DIVERSO DA QUELLO DI ABITAZIONE POSTI AUTO SITI

CONTRATTO DI LOCAZIONE IMMOBILE ADIBITO AD USO DIVERSO DA QUELLO DI ABITAZIONE POSTI AUTO SITI CONTRATTO DI LOCAZIONE IMMOBILE ADIBITO AD USO DIVERSO DA QUELLO DI ABITAZIONE POSTI AUTO SITI IN REGISTRO SCRITTURE PRIVATE N REP. N. L anno duemila, il giorno del mese di, in Novate Milanese presso e

Dettagli

COMUNE DI SAN GIORGIO DI PIANO PROVINCIA DI BOLOGNA

COMUNE DI SAN GIORGIO DI PIANO PROVINCIA DI BOLOGNA COMUNE DI SAN GIORGIO DI PIANO PROVINCIA DI BOLOGNA REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE IN CONCESSIONE DI SPAZI ALLE ASSOCIAZIONI PER SEDI O PER LO SVOLGIMENTO DELLA PROPRIA ATTIVITA Approvato con Deliberazione

Dettagli

COMUNE DI PREONE. Provincia di Udine REGOLAMENTO PER L'UTILIZZO DELL AREA ATTREZZATA PER LA SOSTA TEMPORANEA DI CAMPERS CARAVAN AUTOCARAVAN

COMUNE DI PREONE. Provincia di Udine REGOLAMENTO PER L'UTILIZZO DELL AREA ATTREZZATA PER LA SOSTA TEMPORANEA DI CAMPERS CARAVAN AUTOCARAVAN COMUNE DI PREONE Provincia di Udine REGOLAMENTO PER L'UTILIZZO DELL AREA ATTREZZATA PER LA SOSTA TEMPORANEA DI CAMPERS CARAVAN AUTOCARAVAN Approvato con delibera C.C. n. 30 del 29 giugno 2012 REGOLAMENTO

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE DELLE LUCI VOTIVE

REGOLAMENTO COMUNALE DELLE LUCI VOTIVE ---- -- - - REGOLAMENTO COMUNALE DELLE LUCI VOTIVE (Appro~l(I con la dcllberft,10:1 COI1IIIi110 Comw1IIIe 1001J) 123 d~1 30 PUf\II'\ Slodaeo On.le AdrilU1a Poli-Bortone A.'~ét'I!iQre rag Ange\o Tondo J)lretto~

Dettagli

COMUNE DI CENATE SOTTO Provincia di Bergamo

COMUNE DI CENATE SOTTO Provincia di Bergamo COMUNE DI CENATE SOTTO Provincia di Bergamo REGOLAMENTO DISCIPLINANTE LA CONCESSIONE IN USO DELLA SALA POLIVALENTE PALAINCONTRO IN VIA A. MORO Approvato con delibera di Consiglio Comunale n. 16 del 21.06.2007

Dettagli

Regolamento sull organizzazione e funzionamento dell autoparco

Regolamento sull organizzazione e funzionamento dell autoparco 1 COMUNE DI PISA Regolamento sull organizzazione e funzionamento dell autoparco (approvato con Deliberazione della G.C. n. 124 del 1/09/2009) 2 Art. 1 Principi generali e definizioni 1. Le presenti norme

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO AI SENSI DELLA NORMATIVA IN MATERIA DI TRASPARENZA. Foglio Informativo n. 2 del 1 aprile 2010 SERVIZIO TELEPASS CON VIACARD

FOGLIO INFORMATIVO AI SENSI DELLA NORMATIVA IN MATERIA DI TRASPARENZA. Foglio Informativo n. 2 del 1 aprile 2010 SERVIZIO TELEPASS CON VIACARD Società per azioni soggetta all attività di direzione e coordinamento di Autostrade per l Italia S.p.A. Capitale Sociale: Euro 26.000.000, 00 interamente versato Codice Fiscale e numero di iscrizione al

Dettagli

Riferimenti normativi. D.L.vo n. 285 del 30 aprile 1992; D.P.R. n. 495 del 16 dicembre 1992; D.L.vo n. 267 del 18 agosto 2000 T.U.E.L.

Riferimenti normativi. D.L.vo n. 285 del 30 aprile 1992; D.P.R. n. 495 del 16 dicembre 1992; D.L.vo n. 267 del 18 agosto 2000 T.U.E.L. Linee Guida per l attribuzione di Permessi per la sosta riservata ai residenti delle Vie Valverde, Marocco, Vic. Ghiaccio, Prof. Pozzone, S.to Stefano, Visconti Riferimenti normativi D.L.vo n. 285 del

Dettagli

C O M U N E D I P I A N O R O

C O M U N E D I P I A N O R O CAPITOLATO RELATIVO ALLA GESTIONE DELLE ATTIVITA DI ASSISTENZA PER ALUNNI DISABILI Art. 1 - Oggetto e modalità di svolgimento del servizio Oggetto del presente capitolato è la gestione delle attività di

Dettagli

Verona Bike GUIDA ALL UTENTE

Verona Bike GUIDA ALL UTENTE Verona Bike GUIDA ALL UTENTE Come funziona Verona Bike Entra a far parte di Verona Bike è facile, come andare in bicicletta: 1. Scegli uno degli abbonamenti a tua disposizione, annuale, mensile, settimanale

Dettagli

AMTPG16 REVISIONE 00. Norma UNI EN ISO 9001: 2008 DOCUMENTO REDATTO DA

AMTPG16 REVISIONE 00. Norma UNI EN ISO 9001: 2008 DOCUMENTO REDATTO DA Rev. 00 28/10/2011 Pagina 1 di 11 AMTPG16 REVISIONE 00 DISCIPLINARE DEGLI INCARICHI DI MISSIONE, PER IL SOSTENIMENTO DI SPESE ISTITUZIONALI E DI RAPPRESENTANZA, PER IL SOSTENIMENTO DI SPESE DI SPONSORIZZAZIONE

Dettagli

Eurocontratto di NOLEGGIO AUTO

Eurocontratto di NOLEGGIO AUTO Eurocontratto di NOLEGGIO AUTO 1 Pistoia, Contratto N La Società/Impresa di autonoleggio (Locatrice) concede in noleggio al/alla Sig/Società che sottoscrive il presente contratto, in nome proprio/in qualità

Dettagli

Comune di SAINT-MARCEL

Comune di SAINT-MARCEL Comune di SAINT-MARCEL Regione Autonoma Valle d Aosta REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEI POSTI AUTO COPERTI DI PROPRIETA COMUNALE Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n 13 del 11.04.2011 INDICE

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DELLE ATTIVITA DEI CIRCHI EQUESTRI, DEI PARCHI DI DIVERTIMENTO E DEGLI SPETTACOLI VIAGGIANTI (Legge 18 marzo 1968, n.

REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DELLE ATTIVITA DEI CIRCHI EQUESTRI, DEI PARCHI DI DIVERTIMENTO E DEGLI SPETTACOLI VIAGGIANTI (Legge 18 marzo 1968, n. COMUNE DI FARA GERA D ADDA Provincia di Bergamo REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DELLE ATTIVITA DEI CIRCHI EQUESTRI, DEI PARCHI DI DIVERTIMENTO E DEGLI SPETTACOLI VIAGGIANTI (Legge 18 marzo 1968, n. 337) Approvato

Dettagli

COMUNE DI NOLA Provincia di Napoli REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLE PALESTRE SCOLASTICHE COMUNALI IN ORARIO EXTRASCOLASTICO

COMUNE DI NOLA Provincia di Napoli REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLE PALESTRE SCOLASTICHE COMUNALI IN ORARIO EXTRASCOLASTICO COMUNE DI NOLA Provincia di Napoli REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLE PALESTRE SCOLASTICHE COMUNALI IN ORARIO EXTRASCOLASTICO ART. 1 - OGGETTO E FINALITA 1. Il presente Regolamento disciplina l utilizzo

Dettagli

COMUNICAZIONE MESSA IN ESERCIZIO ASCENSORI

COMUNICAZIONE MESSA IN ESERCIZIO ASCENSORI SETTORE POLIZIA LOCALE E CONTROLLO DEL TERRITORIO COMUNICAZIONE MESSA IN ESERCIZIO ASCENSORI Ogni volta che viene messo in esercizio un ascensore o un montacarichi non destinati ad un servizio pubblico

Dettagli

Allegato alla delibera n. del

Allegato alla delibera n. del Allegato alla delibera n. del Articolo 1 Campo di applicazione II presente regolamento disciplina le modalità di gestione, impiego ed uso degli automezzi dell Azienda Sanitaria Provinciale di Vibo Valentia.

Dettagli