REGOLAMENTO PER L ACCESSO, IL PARCHEGGIO, LA CIRCOLAZIONE ED IL CONTROLLO DELLE AREE DI PERTINENZA DELL OSPEDALE S. BASSIANO DI BASSANO DEL GRAPPA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "REGOLAMENTO PER L ACCESSO, IL PARCHEGGIO, LA CIRCOLAZIONE ED IL CONTROLLO DELLE AREE DI PERTINENZA DELL OSPEDALE S. BASSIANO DI BASSANO DEL GRAPPA"

Transcript

1 REGIONE VENETO AZIENDA SANITARIA ULSS n. 3 REGOLAMENTO PER L ACCESSO, IL PARCHEGGIO, LA CIRCOLAZIONE ED IL CONTROLLO DELLE AREE DI PERTINENZA DELL OSPEDALE S. BASSIANO DI BASSANO DEL GRAPPA (Atto Deliberativo n del 31/12/2012) 1

2 * I N D I C E * ART. 1_Disposizioni generali pag. 3 ART. 2_Accesso in Area ospedaliera pag. 3 ART. 3_Contrassegni per le aree di sosta interne... pag. 3 ART. 4_Parcheggio per il personale dipendente. pag. 4 ART. 5_Parcheggi autorizzati... pag. 4 ART. 6_Rimozione forzata dei veicoli.. pag. 6 ART. 7_Rimozione forzata procedura.. pag. 7 ART. 8_Modalità di accesso.. pag. 7 ART. 9_Controllo automezzi in uscita. pag. 8 ART. 10_Tutela del patrimonio dell Azienda pag. 8 ART. 11_Obbligo dell osservanza del regolamento pag. 8 ART. 12_Norma finale pag. 9 2

3 ART. 1_ DISPOSIZIONI GENERALI Il presente regolamento disciplina l entrata e la sosta degli autoveicoli all interno dell area del presidio ospedaliero di Bassano del Grappa, nonché il rilascio delle autorizzazioni/permessi per l accesso. L area ospedaliera e la relativa viabilità sono soggette alle norme del codice della strada (C.d.S.), pertanto i veicoli che transitano e parcheggiano, sono tenuti al rispetto della segnaletica verticale ed orizzontale. La Direzione Generale dell Azienda desidera disciplinare, attraverso l attivazione dei mezzi a sua disposizione, l accesso e la sosta nell area ospedaliera al fine di migliorare la qualità del servizio offerto e di rendere agevole il parcheggio degli Utenti. ART. 2_ ACCESSO IN AREA OSPEDALIERA L accesso in area ospedaliera può avvenire tramite gli ingressi di Via dei Lotti e di Via Carpellina. INGRESSO DA VIA DEI LOTTI L accesso è aperto dalle ore 0.00 alle ore ed è gestito dal servizio di portineria esterna ed interna della Direzione Amministrativa di Ospedale. Possono entrare: - utenti che accompagnano pazienti in ospedale con difficoltà di deambulazione e per il solo carico o scarico del paziente stesso; - utenti che si recano in Pronto Soccorso; - utenti portatori di handicap in possesso del pass rilasciato dalla Polizia Municipale del comune di residenza (ai sensi dell art. 381 del DPR 495/1982); - autoambulanze e mezzi di soccorso, Vigili del Fuoco, Forze dell Ordine e/o Pubblica Autorità; - utenti autorizzati; - Taxi; - i dipendenti delle ditte fornitrici di servizi esternalizzati, allo scopo autorizzati da clausole contrattuali, fino a nuova e diversa indicazione. INGRESSO DA VIA CARPELLINA L accesso è aperto dalle ore 5.00 alle ore Possono entrare: - i dipendenti dell Azienda Sanitaria dotati di badge o di TAG veicolare; - i fornitori e corrieri, limitatamente alle operazioni di carico e scarico delle merci, e i rappresentanti di commercio; - gli utenti portatori di handicap appositamente autorizzati (dialisi, fisioterapia, ecc.) per parcheggiare negli appositi spazi antistanti la centrale termica; - il personale aziendale addetto all assistenza religiosa. I dipendenti che avessero la necessità di accedere all area ospedaliera tra le ore 24,00 e le ore 5,00 del giorno successivo, potranno azionare l apertura del cancello esterno mediante l utilizzo del proprio badge. ART. 3_CONTRASSEGNI PER LE AREE DI SOSTA INTERNE Le aree interne destinate a parcheggio sono delimitate dalla segnaletica orizzontale e verticale e distinte in base alle caratteristiche dell utenza come di seguito riportato. Il conducente autorizzato ad accedere in area ospedaliera con il proprio mezzo è tenuto a rispettare le norme del Codice della Strada che disciplinano la viabilità all interno della area stessa. La sosta è consentita solo alle autovetture munite di regolare autorizzazione da esporsi in modo ben visibile sul cruscotto dell auto. Tale autorizzazione è costituita: a) per il personale dipendente da un contrassegno cartaceo di colore bianco con evidenziato il numero progressivo di attribuzione. Detto contrassegno potrà essere rilasciato dal Servizio di Portineria, previa esibizione del badge per il personale dipendente dell Azienda Sanitaria ULSS n. 3, oppure da autorizzazione sottoscritta del Responsabile della Struttura/Ufficio cui il dipendente afferisce. 3

4 b) per i soggetti di cui all art. 5, sono previsti appositi contrassegni autorizzativi in relazione al tipo di richiesta il cui rilascio è da concordarsi con il Responsabile dell Ufficio Accoglienza Ospiti e Residenti della Direzione Amministrativa di Ospedale. I contrassegni autorizzativi sono strettamente personali, non possono essere ceduti a terzi e quelli relativi ai dipendenti dovranno essere riconsegnati al Servizio per il Personale in occasione della cessazione dal servizio. ART. 4_PARCHEGGIO PER IL PERSONALE DIPENDENTE I dipendenti dovranno accedere ai parcheggi interni all area ospedaliera ed uscire dalla stessa esclusivamente dall accesso da Via Carpellina dalle ore 5.00 alle ore L accesso, sempre da Via Carpellina e dalle ore 24,00 alle ore 5,00, potrà comunque avvenire mediante l utilizzo del proprio badge per l apertura del cancello esterno. Parimenti l uscita sarà garantita, sempre in detto orario e da Via Carpellina, tramite le sbarre elettromeccaniche ed il cancello esterno comandati contemporaneamente in apertura dal sistema di rilevamento di transito. Il parcheggio per i dipendenti è distribuito su di n. 3 livelli ed è così suddiviso: Livello n. 1 (ubicato a sud nelle vicinanze dall accesso da Via Carpellina); Livello n. 2 (centrale); Livello n. 3 (ubicato a nord). Complessivamente viene indicata come nel seguito la capienza massima: Livello n. 1: n. 182 posti auto dedicati al personale dipendente; Livello n. 2: n. 182 posti auto di cui: - n. 156 posti auto dedicati al personale dipendente; - n. 26 posti auto riservati ai mezzi di soccorso delle varie associazioni; Livello n. 3: n. 196 posti auto dedicati al personale dipendente. Il personale dipendente per accedere all area ospedaliera da Via Carpellina dovrà superare le sbarre elettromeccaniche presenti all ingresso, mediante il proprio badge oppure mediante il TAG veicolare rilasciato - previo versamento di deposito cauzionale di 5,00 - dall Ufficio Protocollo del Servizio AA.GG.LL. dell Azienda Sanitaria ubicato al piano terra della Palazzina uffici amministrativi. Il personale dipendente dovrà parcheggiare il proprio veicolo esclusivamente nei posti auto individuati nei parcheggi di cui ai tre livelli sopra indicati. Al di fuori dai posti consentiti, è fatto divieto di parcheggiare il proprio autoveicolo. Non si potrà quindi parcheggiare, per esempio, lungo le vie di transito e lungo la rampa di collegamento dei vari parcheggi. Si precisa che nel caso in cui il dipendente non trovi posti auto liberi regolarmente segnalati, è tenuto a portare la propria auto nel parcheggio pubblico esterno adibito all utenza. Le autovetture parcheggiate irregolarmente potranno essere rimosse senza preavviso con spese a carico del proprietario del veicolo. La spesa verrà addebitata anche in caso di sola chiamata del carro attrezzi, qualora nel frattempo l auto fosse già stata rimossa. Vedi Allegato n. 1 Planimetria n. 1 ART. 5_PARCHEGGI AUTORIZZATI 5.1 _Parcheggio NORD (con accesso da Via dei Lotti): Complessivamente sono presenti n. 122 posti auto con accesso indipendente sito a nord lungo Via dei Lotti. E regolato da una sbarra elettromeccanica programmata con il seguente orario: dalle ore 6.00 alle ore L uscita da tale parcheggio è comunque garantita nelle ore notturne mediante collegamento citofonico con la portineria centrale. Detti posti auto sono assegnati come segue: 4

5 n. 76 posti auto - delimitati con colore giallo e contrassegnati con la lettera R - sono riservati al personale autorizzato e munito di badge (per accesso diretto alla struttura sanitaria mediante cancello pedonale posto nella vicinanza dalla garitta) quale, ad esempio Associazioni di Volontariato, ecc.. Il personale non dipendente dell Azienda Sanitaria dovrà munirsi di badge acquistabile direttamente dal fornitore degli stessi. La successiva abilitazione dello stesso verrà autorizzata dall Ufficio Accettazione Ospiti e Residenti. n. 46 posti auto - delimitati con colore bianco - sono riservati all utenza senza previa autorizzazione. L assegnazione dei posti auto in tale area potrà essere oggetto di ridefinizione da parte della Direzione Strategica, in relazione alle esigenze Aziendali. Vedi Allegato n. 1 Planimetria n _Parcheggio per la Direzione Alla Direzione Strategica Aziendale è stata assegnata un area di parcheggio riservata e posta internamente all area ospedaliera, nelle immediate vicinanze della garrita d ingresso. I predetti n. 4 posti auto sono dotati di dissuasore elettronico comandato da telecomando. Vedi Allegato n. 2 Planimetria n _Parcheggio Utenti Autorizzati e Portatori di handicap con accesso da Via dei Lotti: Complessivamente sono presenti n. 50 posti auto il cui accesso avviene esclusivamente da Via dei Lotti ed autorizzato dalla garitta esterna (tutti i giorni dalle ore 6.30 alle ore 21.00) o dalla portineria interna (tutti i giorni dalle ore alle ore 6.30). Tali posti sono assegnati come segue: n. 12 posti auto delimitati con colore giallo, sono riservati agli utenti portatori di handicap in possesso del pass rilasciato dalla Polizia Municipale del comune di residenza (ai sensi dell art. 381 del DPR 495/1982); n. 38 posti auto delimitati con colore bianco sono riservati all utenza autorizzata (utenza che accede al Pronto Soccorso, portatori di handicap, religiosi non dipendenti, accompagnatori di pazienti autorizzati, ecc.); Le auto autorizzate devono recare sul cruscotto e ben visibile apposita autorizzazione al parcheggio per permettere il monitoraggio e l eventuale rimozione. Vedi Allegato n. 2 Planimetria n _Parcheggio portatori di handicap Gravi: Nell immediata vicinanza della portineria principale, sono riservati n. 3 posti auto esclusivamente per pazienti automuniti disabili gravi. Sono esclusi da tale parcheggio i mezzi privati ed i pulmini utilizzati per l accompagnamento di utenti con disagi o portatori di handicap. Vedi Allegato n. 3 Planimetria n _Parcheggio Pronto Soccorso: Sono presenti n. 14 posti auto con accesso diretto dall ingresso principale da Via dei Lotti. Possono parcheggiare in tale area solo le autovetture di utenti che accedono al Pronto Soccorso. 5

6 I conducenti di tali veicoli dovranno esporre sul cruscotto dell auto e ben visibile l apposito tagliando rilasciato dal Pronto Soccorso che autorizza l utente a sostare in tale area. In caso di non disponibilità di posti auto liberi, il conducente potrà portare l auto: - nel parcheggio adibito ai portatori di handicap ed autorizzati (di cui al precedente punto 5.3); - nel parcheggio pubblico esterno adibito all utenza. Si precisa inoltre che i conducenti portatori di handicap muniti di contrassegno, potranno parcheggiare solo se dotati anche dell apposito contrassegno rilasciato dal Pronto Soccorso. Vedi Allegato n. 3 Planimetria n _Parcheggio per Portatori di Handicap ed Autorizzati con accesso da Via Carpellina Di fronte alla centrale termica (lato nord) sono complessivamente individuati n. 25 posti auto, segnalati con il colore giallo, per utenti portatori di handicap (dialisi, fisioterapia, ecc.) ed autorizzati (assistenti religiosi aziendali, personale autorizzato del territorio per il solo ritiro e consegna materiali, ecc). L accesso di tale utenza avverrà esclusivamente da Via Carpellina utilizzando il varco per i dipendenti n. 2 e annunciandosi tramite il citofono collegato con la Portineria centrale. Le auto autorizzate devono recare sul cruscotto e ben visibile, apposita autorizzazione al parcheggio per permettere il monitoraggio e l eventuale rimozione. Non è previsto l utilizzo di tali parcheggi da parte del personale dipendente aziendale per pausa pranzo o in occasione dei turni notturni. Vedi Allegato n. 4 Planimetria n _Parcheggio per operatori Ditte in Appalto Gli automezzi del personale delle ditte manutentrici stabilmente presenti presso la sede ospedaliera non potranno parcheggiare internamente alla sede. Per tale personale, l Azienda Sanitaria metterà a disposizione l area sita a sud-est del complesso ospedaliero lungo Via Carpellina, recintata e dotata di cancello apribile manualmente. La medesima area potrà essere attrezzata a cura e spese delle ditte manutentrici presenti in ambito ospedaliero, con gestione ed oneri di manutenzione sempre a carico delle medesime ditte; il tutto dovrà essere regolamentato da un apposito regolamento da trasmettere preventivamente per l approvazione dell Azienda Sanitaria. Solamente e qualora le clausole contrattuali lo prevedono espressamente quali oneri per la stazione appaltante, i mezzi di servizio delle ditte manutentrici potranno trovare parcheggio lungo la strada di servizio (a sud della centrale termica) su appositi spazi contrassegnati con strisce orizzontali bianche. Vedi Allegato n. 4 Planimetria n. 2 ART. 6 _ RIMOZIONE FORZATA DEI VEICOLI Potranno essere sottoposti a rimozione forzata (e senza preavviso) in conformità alla normativa indicata all articolo 1 del presente regolamento, tutti i veicoli che all interno dell area ospedaliera di Bassano del Grappa - saranno rinvenuti posteggiati: a) negli spazi riservati allo stazionamento delle ambulanze o dei veicoli di soccorso nonché in prossimità o lungo i percorsi previsti per gli stessi; b) al di fuori delle zone riservate alla sosta o al parcheggio o in presenza di divieto di sosta o comunque quando gli stessi non siano collocati secondo le prescrizioni della segnaletica verticale e orizzontale; c) in modo da ostruire, impedire o comunque ostacolare l accesso agli ingressi carrai e/o pedonali di Pronto Soccorso, area elisoccorso e alla struttura ospedaliera; 6

7 d) in seconda fila, sui marciapiedi, sulle aiuole o zone verdi, lungo o tra i cordoli posti al centro delle carreggiate, allo sbocco dei passi carrai o delle aree di parcheggio, sugli attraversamenti pedonali, sugli incroci, in curva, in corrispondenza dell apposita segnaletica di rimozione e/o di divieto di sosta, disposta anche solo in via provvisoria; e) in prossimità e negli spazi riservati alla fermata o alla sosta dei veicoli degli utenti portatori di handicap e autorizzati; f) davanti o in prossimità di cassonetti dei rifiuti o contenitori analoghi; g) negli spazi destinati al carico e scarico delle merci e/o negli spazi asserviti a impianti o attrezzature destinati a servizi, anche se non di emergenza; h) laddove la sosta costituisca comunque pericolo o intralcio alla circolazione (anche al fine di assicurare condizioni di accesso e libera fuga per la sicurezza ai sensi del D.L.gvo n. 81/2008 e successive modificazioni ed integrazioni) nonché a seguito di disposizioni emanate dall amministrazione per motivi di pulizia delle strade e del relativo arredo; i) in aree di cantiere o laddove debbano essere eseguiti lavori di qualsiasi genere segnalati dall apposita cartellonistica. ART. 7 _ RIMOZIONE FORZATA - PROCEDURA I veicoli che verranno trovati nelle condizioni di cui al precedente articolo potranno essere rimossi - senza preavviso - mediante il carro attrezzi e trasferiti presso il deposito della Ditta incaricata della rimozione con oneri a carico del proprietario dell automezzo. La persona individuata della verifica dei parcheggi oppure la guardia giurata dotata di attrezzatura fotografica qualora dovesse rinvenire la sosta irregolare di un mezzo anche su indicazione di una terza persona, dovrà : - provvedere a scattare una fotografia del mezzo irregolarmente parcheggiato; - provvedere a redigere una breve rapporto indicando gli estremi dell auto (targa e modello) nonché giorno, ora e luogo dove è stata trovata e quindi a motivare la rimozione stessa; - chiedere conferma per la rimozione al Responsabile dell Ufficio Accettazione Ospiti e Residenti o suo delegato; - chiamare tramite la Portineria la Ditta incaricata della rimozione annotandolo sul rapporto predetto. L originale del rapporto verrà depositato in Portineria dove sarà conservato e registrato, una copia dovrà essere apposta da parte della persona incaricata alla verifica dei parcheggi oppure dalla guardia giurata sul parabrezza dell auto e quindi ritirata dalla Ditta incaricata al momento della rimozione. Infine, una copia rimarrà in Portineria a disposizione del proprietario dell auto rimossa. L auto verrà trasportata dalla Ditta incaricata presso il proprio deposito ove la tratterrà in attesa del pagamento delle relative spese e della sua riconsegna. La riconsegna dell auto avverrà solo dopo il pagamento delle spese per l intervento (rimozione, deposito, ricovero e riconsegna) da effettuarsi presso gli uffici della Ditta esterna incaricata della rimozione. Anche in caso di sola chiamata del carro attrezzi senza effettiva rimozione, perché l auto nel frattempo è stata rimossa, comporterà l onere a carico del proprietario dell auto che dovrà essere pagato con le modalità di cui al precedente comma. ART. 8_MODALITA DI ACCESSO 8.1 _Per il pronto soccorso E consentito accedere al Pronto Soccorso con l automezzo seguendo la corsia diretta e riservata. L auto potrà essere parcheggiata sull area antistante il Pronto Soccorso con l obbligo da parte del conducente di apporre sul cruscotto l apposita autorizzazione rilasciata dal personale del Pronto Soccorso incaricato delle attività di triage. In caso di non disponibilità di posti auto liberi, il conducente potrà portare l auto: - nel parcheggio adibito ai portatori di handicap ed autorizzati (di cui al precedente punto 5.3) ricordando di apporre sul cruscotto la autorizzazione rilasciate dal personale del Pronto Soccorso incaricato delle attività di triage.; 7

8 - nel parcheggio pubblico esterno adibito all utenza. Si precisa inoltre che i conducenti portatori di handicap muniti di contrassegno, potranno parcheggiare solo se dotati anche dell apposito contrassegno rilasciato dal Pronto Soccorso. 8.2 _Per i dipendenti I dipendenti dell Azienda non possono parcheggiare l auto all interno dell Ospedale al di fuori dell orario di servizio. Il personale dipendente non potrà utilizzare i parcheggi interni all area ospedaliera, ma dovrà utilizzare i parcheggi pubblici esterni destinati ai visitatori, qualora si debba recare in Ospedale per corsi di formazione, di aggiornamento e quant altro. Si ribadisce che nel caso in cui il dipendente non trovi posti auto liberi regolarmente segnalati, è tenuto a portare la propria auto nel parcheggio pubblico esterno adibito all utenza. 8.3 _Per i fornitori, corrieri e rappresentanti I fornitori possono accedere all area ospedaliera con automezzi propri, ovvero a mezzo corrieri, nei giorni da lunedì al sabato, con esclusione dei giorni dichiarati festivi, per il solo carico e scarico delle merci. All ingresso del varco merci di via Carpellina dovranno, tramite videocitofono, annunciarsi direttamente al Servizio di riferimento indicato a ricevere le merci. ART. 9_CONTROLLO AUTOMEZZI IN USCITA Tutti gli automezzi in uscita dall area ospedaliera potranno essere controllati. Tale controllo, effettuato dal servizio di Sorveglianza, è finalizzato a tutelare il patrimonio Aziendale ed evitare l uscita non autorizzata dei beni dall Ospedale. Le visite personali di controllo, di cui all art. 6 della legge , n.300 relativa allo Statuto dei lavoratori, potranno essere effettuate sui lavoratori dipendenti quando si rendano indispensabili per la salvaguardia del patrimonio aziendale. Le visite personali, al solo fine della tutela del patrimonio ospedaliero, sono da effettuarsi nel rispetto e salvaguardia della dignità e riservatezza del dipendente. Le modalità delle visite personali di controllo sul personale dipendente sono concordate con le Rappresentanze sindacali aziendali. Il dipendente che accede in Ospedale con materiale personale, che a seguito di eventuale controllo in uscita possa comportare dubbi circa la provenienza, è tenuto a dichiararne il possesso agli operatori di portineria al momento dell ingresso. I dipendenti per i quali, durante il controllo dell autovettura, venga accertata la non autorizzata presenza di materiale di proprietà dell Azienda - ferme restando le conseguenze derivanti dall azione penale - saranno sottoposti a procedimento disciplinare. ART. 10_TUTELA DEL PATRIMONIO DELL AZIENDA La funzione di sicurezza esercitata dalle Guardie Giurate incaricate dall Azienda è finalizzata a tutelare il patrimonio dell Azienda e a prevenire comportamenti dannosi per l ambiente Ospedaliero. Ancorché alcune aree di parcheggio siano dotate di un sistema di videosorveglianza, l Azienda Sanitaria U.L.S.S. n. 3 non risponde dei danni subiti dagli automezzi parcheggiati. ART. 11_OBBLIGO DELL OSSERVANZA DEL REGOLAMENTO L accesso in auto costituisce accettazione del regolamento di circolazione e sosta all interno dell Ospedale, nonché delle modalità e possibilità di controlli. 8

9 ART. 12_NORMA FINALE Il presente regolamento modifica e sostituisce i precedenti ed entrerà in vigore dal. Il Direttore Generale Dr Valerio Alberti Il Direttore Sanitario Dr Cristina Beltramello Il Direttore Amministrativo Dr Tiziano Zenere 9

10

11

12

13

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE DI CIRCOLO DI BUSTO ARSIZIO 21052 BUSTO ARSIZIO Piazzale Prof. G. Solaro, 3 (D.P.G.R. n. 70625 del 22.12.

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE DI CIRCOLO DI BUSTO ARSIZIO 21052 BUSTO ARSIZIO Piazzale Prof. G. Solaro, 3 (D.P.G.R. n. 70625 del 22.12. REGOLAMENTO PER LA VIABILITÀ INTERNA DEI PRESIDI OSPEDALIERI DI BUSTO ARSIZIO, SARONNO E TRADATE ARTICOLO 1 Definizione e natura dell area soggetta a regolamentazione -Norme applicabili Il presente Regolamento

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO E LA SOSTA DEGLI AUTOVEICOLI NELL AREA DEL PRESIDIO OSPEDALIERO DI PIOVE DI SACCO

REGOLAMENTO PER L ACCESSO E LA SOSTA DEGLI AUTOVEICOLI NELL AREA DEL PRESIDIO OSPEDALIERO DI PIOVE DI SACCO REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N.16 Dirigenza Medica Presidio Ospedaliero Piove di Sacco PT REGOLAMENTO PER L ACCESSO E LA SOSTA DEGLI AUTOVEICOLI NELL AREA DEL PRESIDIO OSPEDALIERO

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ACCESSO, CIRCOLAZIONE E SOSTA DEI VEICOLI ALL INTERNO DEL PARCHEGGIO FONTANAROSSA

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ACCESSO, CIRCOLAZIONE E SOSTA DEI VEICOLI ALL INTERNO DEL PARCHEGGIO FONTANAROSSA AZIENDA METROPOLITANA TRASPORTI CATANIA S.p.A Via Sant Euplio, 168 95125 - Catania REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ACCESSO, CIRCOLAZIONE E SOSTA DEI VEICOLI ALL INTERNO DEL PARCHEGGIO FONTANAROSSA 1.

Dettagli

INFORMATIVA ALL'UTENZA RIMOZIONE VEICOLI. Si comunica che a partire dal giorno 17 settembre 2013 i veicoli:

INFORMATIVA ALL'UTENZA RIMOZIONE VEICOLI. Si comunica che a partire dal giorno 17 settembre 2013 i veicoli: INFORMATIVA ALL'UTENZA RIMOZIONE VEICOLI Si comunica che a partire dal giorno 17 settembre 2013 i veicoli: parcheggiati al di fuori degli appositi stalli indicati dalla segnaletica o parcheggiati in aree

Dettagli

NORME REGOLAMENTARI PER IL PARCHEGGIO E LA SOSTA TEMPORANEA DI AUTOMEZZI ALL INTERNO DELL A.O.U. SAN GIOVANNI BATTISTA DI TORINO

NORME REGOLAMENTARI PER IL PARCHEGGIO E LA SOSTA TEMPORANEA DI AUTOMEZZI ALL INTERNO DELL A.O.U. SAN GIOVANNI BATTISTA DI TORINO NORME REGOLAMENTARI PER IL PARCHEGGIO E LA SOSTA TEMPORANEA DI AUTOMEZZI ALL INTERNO DELL A.O.U. SAN GIOVANNI BATTISTA DI TORINO 1) MODALITA DI UTILIZZO DEI POSTI AUTO PER DIPENDENTI a) Norme generali

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEI PARCHEGGI

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEI PARCHEGGI OSPEDALE CIVILE B. RAMAZZINI E DISTRETTO DI CARPI REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEI PARCHEGGI A cura di : Dr. Alfonso V Anania - Ospedale di Carpi Dr.ssa Claudia Scacchetti - Ospedale di Carpi OPC Paola Zombini

Dettagli

Ospedale Fatebenefratelli e Oftalmico 20121 Milano, C.so di Porta Nuova, 23 Tel. (+39) 02 6363.1 www.fbf.milano.it Fondato nel 1588

Ospedale Fatebenefratelli e Oftalmico 20121 Milano, C.so di Porta Nuova, 23 Tel. (+39) 02 6363.1 www.fbf.milano.it Fondato nel 1588 Azienda Ospedaliera Ospedale Fatebenefratelli e Oftalmico 20121 Milano, C.so di Porta Nuova, 23 Tel. (+39) 02 6363.1 www.fbf.milano.it Fondato nel 1588 REGOLAMENTO PER LʹINGRESSO, LʹUSCITA, LA CIRCOLAZIONE

Dettagli

REGOLAMENTO PER L'ACCESSO E LA CIRCOLAZIONE DEI VEICOLI NELLA ZONA A TRAFFICO LIMITATO E NELLE AREE PEDONALI DEL CENTRO STORICO

REGOLAMENTO PER L'ACCESSO E LA CIRCOLAZIONE DEI VEICOLI NELLA ZONA A TRAFFICO LIMITATO E NELLE AREE PEDONALI DEL CENTRO STORICO REGOLAMENTO PER L'ACCESSO E LA CIRCOLAZIONE DEI VEICOLI NELLA ZONA A TRAFFICO LIMITATO E NELLE AREE PEDONALI DEL CENTRO STORICO VERSIONE DEFINITIVA (APPROVATA DA CONSIGLIO COMUNALE) ARTICOLI 1 FINALITA'

Dettagli

CORPO POLIZIA MUNICIPALE

CORPO POLIZIA MUNICIPALE C I T T À D I P R O V I N C I A D I C A R I N I P A L E R M O CORPO POLIZIA MUNICIPALE REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DEL CONTRASSEGNO DI PARCHEGGIO PER INVALIDI E PER L ISTITUZIONE DEI PARCHEGGI

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO E LA SOSTA DEI VEICOLI NELL AREA DI PROPRIETA DELLA AZIENDA OSPEDALIERO- UNIVERSITARIA DI MODENA.

REGOLAMENTO PER L ACCESSO E LA SOSTA DEI VEICOLI NELL AREA DI PROPRIETA DELLA AZIENDA OSPEDALIERO- UNIVERSITARIA DI MODENA. REGOLAMENTO PER L ACCESSO E LA SOSTA DEI VEICOLI NELL AREA DI PROPRIETA DELLA AZIENDA OSPEDALIERO- UNIVERSITARIA DI MODENA. Il presente regolamento identifica le zone destinate a parcheggio nell area di

Dettagli

Polizia Municipale Cervia P.zza Garibaldi n 21 - e mail:pm@comunecervia.it Tel. 0544/979251 - Fax. 0544 970476

Polizia Municipale Cervia P.zza Garibaldi n 21 - e mail:pm@comunecervia.it Tel. 0544/979251 - Fax. 0544 970476 DISCIPLINA PER L ACCESSO E LA CIRCOLAZIONE DEI VEICOLI NELLE ZONE A TRAFFICO LIMITATO E NELLE AREE PEDONALI URBANE PERMANENTI e RILASCIO CONTRASSEGNI (approvato con D.G. nr.95 del 19/06/2012) ART. 1 OGGETTO

Dettagli

O.P/lm Prot.Gen.98717 748/2015 IL COMANDANTE

O.P/lm Prot.Gen.98717 748/2015 IL COMANDANTE Corpo Polizia Municipale Terre Estensi DIVISIONE I COMPARTO ATTIVITÀ INTERNE UFFICIO ORDINANZE E MANIFESTAZIONI O.P/lm Prot.Gen.98717 748/2015 IL COMANDANTE Rilevato che nel periodo dal 2 al 24 Ottobre

Dettagli

COMUNE DI NETTUNO PROVINCIA DI ROMA REGOLAMENTO DEI PARCHEGGI PUBBLICI A PAGAMENTO. DELIBERA DI ADOZIONE n.12 C.C. del 24 aprile 2011

COMUNE DI NETTUNO PROVINCIA DI ROMA REGOLAMENTO DEI PARCHEGGI PUBBLICI A PAGAMENTO. DELIBERA DI ADOZIONE n.12 C.C. del 24 aprile 2011 COMUNE DI NETTUNO PROVINCIA DI ROMA REGOLAMENTO DEI PARCHEGGI PUBBLICI A PAGAMENTO DELIBERA DI ADOZIONE n.12 C.C. del 24 aprile 2011 AGGIORNAMENTO Delibera n.9 C.C. del 12 marzo 2012 RACCOLTA STATUTI E

Dettagli

Art. 1) Oggetto del contratto. Il presente contratto disciplina la concessione del

Art. 1) Oggetto del contratto. Il presente contratto disciplina la concessione del COMUNE DI LECCO SETTORE LAVORI PUBBLICI SCHEMA DI CONTRATTO PER L AFFIDAMENTO DELLA CONCESSIONE DI SERVIZIO RELATIVA ALL AREA DI PARCHEGGIO PUBBLICO DI PIAZZA SASSI. Art. 1) Oggetto del contratto. Il presente

Dettagli

AEROPORTO DI LAMEZIA TERME

AEROPORTO DI LAMEZIA TERME Direzione Aeroportuale Lamezia e Reggio Calabria gs Ordinanza n. 1 / 2012 - LMT DISCIPLINA DELLA CIRCOLAZIONE AUTOVEICOLARE SULLE AREE DELL AEROPORTO DI LAMEZIA TERME APERTE ALL USO PUBBLICO. AEROPORTO

Dettagli

COMUNE CAMPI BISENIO. Ordinanza per l istituzione e la disciplina della zona a traffico limitato e del centro storico di Capalle

COMUNE CAMPI BISENIO. Ordinanza per l istituzione e la disciplina della zona a traffico limitato e del centro storico di Capalle COMUNE CAMPI BISENIO Ordinanza per l istituzione e la disciplina della zona a traffico limitato e del centro storico di Capalle Ordinanza del Responsabile del Servizio Mobilità e Traffico n. 262/2005 IL

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DEI PARCHEGGI PUBBLICI A PAGAMENTO NON CUSTODITI

REGOLAMENTO PER L USO DEI PARCHEGGI PUBBLICI A PAGAMENTO NON CUSTODITI C O M U N E D I B U S S E R O PROVINCIA DI MILANO P.IVA c.f. 03063770154 C.A.P. 20060 Piazza Diritti dei Bambini n. 1 TEL. 02 / 953331 - FAX. 02 / 9533337 REGOLAMENTO PER L USO DEI PARCHEGGI PUBBLICI A

Dettagli

CITTÀ DI FOLIGNO. Regolamento per la sosta dei veicoli a servizio delle persone invalide

CITTÀ DI FOLIGNO. Regolamento per la sosta dei veicoli a servizio delle persone invalide CITTÀ DI FOLIGNO Regolamento per la sosta dei veicoli a servizio delle persone invalide Approvato con D.C.C. n. 51 del 18/05/2010 Art. 1 - Oggetto del regolamento Il presente Regolamento ha per oggetto

Dettagli

CITTA DI BARLETTA COMANDO POLIZIA MUNICIPALE Tel. 0883/33 23 70 0883/578 313 Fax : 0883/578 337

CITTA DI BARLETTA COMANDO POLIZIA MUNICIPALE Tel. 0883/33 23 70 0883/578 313 Fax : 0883/578 337 CONTROLLO ZONA A TRAFFICO LIMITATO DEL CENTRO STORICO ( VARCHI ELETTRONICI ) A Barletta sono stati istallati dei varchi elettronici per controllare gli accessi dei veicoli nel centro storico, all interno

Dettagli

COMUNE DI CELLAMARE Provincia di Bari

COMUNE DI CELLAMARE Provincia di Bari COMUNE DI CELLAMARE Provincia di Bari REGOLAMENTO PER IL RILASCIO DEL CONTRASSEGNO DI DEROGA ALLA SOSTA E ALLA CIRCOLAZIONE STRADALE ALLE PERSONE DIVERSAMENTE ABILI Approvato con deliberazione di C.C.

Dettagli

COMUNE di PADERNO D'ADDA

COMUNE di PADERNO D'ADDA COMUNE di PADERNO D'ADDA c.a.p. 23877 PROVINCIA DI LECCO Allegato A File: RegolparcheggioTAMBORINI\2013 REGOLAMENTO PER L USO DEL PARCHEGGIO COMUNALE DI PALAZZO TAMBORINI Approvato con delibera C.C. n.

Dettagli

COMUNE DI LECCO SETTORE LAVORI PUBBLICI Lecco, 21 Maggio 2009 Ufficio Viabilita N 129 R.O. SR.gf

COMUNE DI LECCO SETTORE LAVORI PUBBLICI Lecco, 21 Maggio 2009 Ufficio Viabilita N 129 R.O. SR.gf COMUNE DI LECCO SETTORE LAVORI PUBBLICI Lecco, 21 Maggio 2009 Ufficio Viabilita N 129 R.O. SR.gf OGGETTO: Strade classificate Zone a Traffico Limitato e relativa organizzazione. IL SINDACO Premesso che

Dettagli

Comune di COLONNA Ufficio Polizia Locale 00030 COLONNA (RM) Il sottoscritto nato a ( )il / / e residente a Colonna (RM) in via n. recapito telefonico

Comune di COLONNA Ufficio Polizia Locale 00030 COLONNA (RM) Il sottoscritto nato a ( )il / / e residente a Colonna (RM) in via n. recapito telefonico Protocollo Al Comune di COLONNA Ufficio Polizia Locale 00030 COLONNA (RM) Oggetto: Richiesta/o Rinnovo contrassegno di parcheggio per disabili. Il sottoscritto nato a ( )il / / e residente a Colonna (RM)

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DEI PARCHEGGI PUBBLICI A PAGAMENTO NON CUSTODITI. Allegato alla deliberazione di Consiglio Comunale n.

REGOLAMENTO PER L USO DEI PARCHEGGI PUBBLICI A PAGAMENTO NON CUSTODITI. Allegato alla deliberazione di Consiglio Comunale n. REGOLAMENTO PER L USO DEI PARCHEGGI PUBBLICI A PAGAMENTO NON CUSTODITI Allegato alla deliberazione di Consiglio Comunale n. 33 del 28/07/2011 ESECUTIVO DAL 01/10/2011 INDICE ART. 1. Oggetto ART. 2. Utilizzo

Dettagli

COPIA ORDINANZA SINDACALE n. 48 DEL 09-09-2015

COPIA ORDINANZA SINDACALE n. 48 DEL 09-09-2015 COMUNE DI SAMMICHELE DI BARI Provincia di Bari COPIA ORDINANZA SINDACALE n. 48 DEL 09-09-2015 OGGETTO: ORDINANZA SINDACALE REGOLAMENTAZIONE VEICOLARE Z.T.L. CENTRO STORICO. Premesso che - risulta necessario

Dettagli

COMUNE DI DAONE PROVINCIA DI TRENTO REGOLAMENTO PER LA DETENZIONE E CIRCOLAZIONE DI ANIMALI NEL COMUNE DI DAONE

COMUNE DI DAONE PROVINCIA DI TRENTO REGOLAMENTO PER LA DETENZIONE E CIRCOLAZIONE DI ANIMALI NEL COMUNE DI DAONE COMUNE DI DAONE PROVINCIA DI TRENTO REGOLAMENTO PER LA DETENZIONE E CIRCOLAZIONE DI ANIMALI NEL COMUNE DI DAONE Allegato alla deliberazione consigliare n.29 del 10.05.2001 PARTE PRIMA - NORME GENERALI

Dettagli

` Ç áàxüé wxääx \ÇyÜtáàÜâààâÜx x wx gütáñéüà

` Ç áàxüé wxääx \ÇyÜtáàÜâààâÜx x wx gütáñéüà ` Ç áàxüé wxääx \ÇyÜtáàÜâààâÜx x wx gütáñéüà UFFICIO CIRCONDARIALE MARITTIMO DI SANTA MARGHERITA LIGURE O R D I N A N Z A N. 196 / 2004 Il Capo del Circondario Marittimo di Santa Margherita Ligure; VISTA

Dettagli

CITTÀ di SAVONA REGOLAMENTO DI GESTIONE DEI POSTEGGI COMUNALI

CITTÀ di SAVONA REGOLAMENTO DI GESTIONE DEI POSTEGGI COMUNALI CITTÀ di SAVONA REGOLAMENTO DI GESTIONE DEI POSTEGGI COMUNALI ADOTTATO DAL CONSIGLIO COMUNALE CON DELIBERAZIONE N. 7 DEL 27 FEBBRAIO 2007 1 INDICE CAPO I OGGETTO DEL REGOLAMENTO Art. 1 Oggetto del regolamento

Dettagli

ORDINANZA n 335/2011

ORDINANZA n 335/2011 ORDINANZA n 335/2011 Spett.le Ufficio MANUTENZIONI S E D E Spett.li Stazioni CARABINIERI 52044 CORTONA (AR) 52044 CAMUCIA (AR) 52044 TERONTOLA (AR) 52044 MERCATALE (AR) Spett.le Distaccamento VIGILI del

Dettagli

COMUNE DI FIANO ROMANO

COMUNE DI FIANO ROMANO Allegati N 4 Fiano Romano, lì 20.11.2014 OGGETTO: DISCIPLINA DELLA CIRCOLAZIONE E SOSTA DEI VEICOLI NELLA Z.T.L. ISTITUITA ALL INTERNO DEL CENTRO STORICO COMUNE DI FIANO ROMANO ---------------------------------------

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI UFFICIO PATRIMONIO MANUALE DI UTILIZZO DEI PARCHEGGI NON CUSTODITI DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI 1 INDICE TITOLO I - NORME COMUNI 4 ARTICOLO 1 ACCESSO E SOSTA

Dettagli

COMUNE DI MIRANO Provincia di Venezia

COMUNE DI MIRANO Provincia di Venezia COMUNE DI MIRANO Provincia di Venezia ORDINANZA n. 121 SINDACO Polizia Locale OGGETTO: ATTIVAZIONE DEL SISTEMA DEI VARCHI ELETTRONICI PER IL CONTROLLO DEGLI ACCESSI ALLA ZONA A TRAFFICO LIMITATO - ZTL.

Dettagli

COMUNE DI SIENA DIREZIONE POLIZIA MUNICIPALE

COMUNE DI SIENA DIREZIONE POLIZIA MUNICIPALE COMUNE DI SIENA DIREZIONE POLIZIA MUNICIPALE ORDINANZA N. 27/D INTEGRAZIONE DELL'ORDINANZA SINDACALE N. 40/D DEL 18 GIUGNO 1994 AI FINI DELL'ATTUAZIONE DEL SISTEMA "TELEPASS" PER IL CONTROLLO DEGLI ACCESSI

Dettagli

MODALITÀ DI ACCESSO ALL AEROPORTO ED ALLE SUE AREE OPERATIVE

MODALITÀ DI ACCESSO ALL AEROPORTO ED ALLE SUE AREE OPERATIVE REV. 0 PAG. 1/11 MODALITÀ DI ACCESSO ALL AEROPORTO ED ALLE SUE AREE OPERATIVE INDICE 9.0 SCOPO... 3 9.1 CAMPO DI APPLICAZIONE... 4 9.2 RIFERIMENTI... 5 9.3 ACCESSO DELLE PEONE... 6 9.4 Generalità... 6

Dettagli

COMUNE DI LAGLIO Provincia di Como REGOLAMENTO SPAZI DI SOSTA RISERVATI A TITOLO ONEROSO PER VEICOLI PRIVATI DEI SOLI RESIDENTI

COMUNE DI LAGLIO Provincia di Como REGOLAMENTO SPAZI DI SOSTA RISERVATI A TITOLO ONEROSO PER VEICOLI PRIVATI DEI SOLI RESIDENTI COMUNE DI LAGLIO Provincia di Como REGOLAMENTO SPAZI DI SOSTA RISERVATI A TITOLO ONEROSO PER VEICOLI PRIVATI DEI SOLI RESIDENTI 1 Regolamento Art.1 La riserva di spazi di sosta lungo strada per veicoli

Dettagli

PROVVEDIMENTO DIRIGENZIALE

PROVVEDIMENTO DIRIGENZIALE PROVVEDIMENTO DIRIGENZIALE Numero: 2015/M/09036 Del: 26/08/2015 Esecutiva da: 26/08/2015 Proponente: Direzione Nuove Infrastrutture e Mobilità,Posizione Organizzativa (P.O.) Traffico e Provvedimenti viabilita'

Dettagli

REGOLAMENTO D USO DEL PARCHEGGIO SOTTERRANEO DI PIAZZA VITTORIO VENETO

REGOLAMENTO D USO DEL PARCHEGGIO SOTTERRANEO DI PIAZZA VITTORIO VENETO COMUNE DI GALLIATE Provincia di Novara REGOLAMENTO D USO DEL PARCHEGGIO SOTTERRANEO DI PIAZZA VITTORIO VENETO (entrato in vigore il 26/02/2011 - approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 52

Dettagli

REGOLAMENTO DI LOCAZIONE D AREA NON CUSTODITA CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO EX ART. 1341 C.C.

REGOLAMENTO DI LOCAZIONE D AREA NON CUSTODITA CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO EX ART. 1341 C.C. REGOLAMENTO DI LOCAZIONE D AREA NON CUSTODITA CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO EX ART. 1341 C.C. Il servizio è offerto al pubblico ex art. 1336 codice civile alle seguenti condizioni: ART. 1. La sosta

Dettagli

Città di Potenza Unità di Direzione Polizia Municipale --- * * * * * ---

Città di Potenza Unità di Direzione Polizia Municipale --- * * * * * --- Città di Potenza Unità di Direzione Polizia Municipale --- * * * * * --- REGOLAMENTO PER L INSTALLAZIONE E L UTILIZZO DI IMPIANTI DI VIDEOSORVEGLIANZA NEL TERRITORIO COMUNALE (approvato con Delibera di

Dettagli

AREA CITTA, TERRITORIO E AMBIENTE ORD.PERM. 019/2015

AREA CITTA, TERRITORIO E AMBIENTE ORD.PERM. 019/2015 Trieste, 14 maggio 2015 AREA CITTA, TERRITORIO E AMBIENTE ORD.PERM. 019/2015 SERVIZIO EDILIZIA PRIVATA ED EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA MOBILITÀ E TRAFFICO prot. gen. n. 80573 prot. corr. n. 15-14696/8/15/19-1

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE DEI PASSI CARRABILI. (Artt. 22, 26 e 27 del Codice della Strada Art. 46 del relativo Regolamento di esecuzione)

REGOLAMENTO COMUNALE DEI PASSI CARRABILI. (Artt. 22, 26 e 27 del Codice della Strada Art. 46 del relativo Regolamento di esecuzione) REGOLAMENTO COMUNALE DEI PASSI CARRABILI (Artt. 22, 26 e 27 del Codice della Strada Art. 46 del relativo Regolamento di esecuzione) Testo Approvato con Deliberazione C.C. n. 151 del 18/12/2004 Modificato

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONDUZIONE DEI CANI SUL TERRITORIO DEL COMUNE DI BIENNO

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONDUZIONE DEI CANI SUL TERRITORIO DEL COMUNE DI BIENNO REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONDUZIONE DEI CANI SUL TERRITORIO DEL COMUNE DI BIENNO -TITOLO I - DISPOSIZIONI GENERALI... 3 Art. 1 - Principi ed oggetto del regolamento... 3 Art. 2 Definizioni e Normativa

Dettagli

A.O. Ospedale San Carlo Borromeo

A.O. Ospedale San Carlo Borromeo Pre -Documento Unico di Valutazione dei Rischi Interferenze Servizio di Prevenzione e Protezione Servizio di assistenza infermieristica, tecnica di supporto e dei servizi alberghieri c/o le comunità riabilitative

Dettagli

COMUNE DI COMO REGOLAMENTO PER RILASCIO ABBONAMENTI ANNUALI PER SPAZI DI SOSTA AGEVOLATI RESIDENTI SENZA RISERVA DI POSTO AUTO (STALLI BLU).

COMUNE DI COMO REGOLAMENTO PER RILASCIO ABBONAMENTI ANNUALI PER SPAZI DI SOSTA AGEVOLATI RESIDENTI SENZA RISERVA DI POSTO AUTO (STALLI BLU). COMUNE DI COMO REGOLAMENTO PER RILASCIO ABBONAMENTI ANNUALI PER SPAZI DI SOSTA AGEVOLATI RESIDENTI SENZA RISERVA DI POSTO AUTO (STALLI BLU). (Approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 24 del

Dettagli

Regolamento Comunale d'utilizzo delle aree verdi ed attrezzate

Regolamento Comunale d'utilizzo delle aree verdi ed attrezzate Provincia di Vicenza Regolamento Comunale d'utilizzo delle aree verdi ed attrezzate (approvato con deliberazione consiliare n. 28 del 13.03.2007) FINALITA Il presente regolamento ha lo scopo di salvaguardare,

Dettagli

COMUNE DI VALEGGIO SUL MINCIO. Verbale di deliberazione della Giunta Comunale

COMUNE DI VALEGGIO SUL MINCIO. Verbale di deliberazione della Giunta Comunale C O P I A Verbale di deliberazione della Giunta Comunale OGGETTO: MODIFICHE ALLA DELIBERAZIONE G.C. N. 265 DEL 12/12/2003 RELATIVA ALLA ISTITUZIONE DELLA ZTL DEL CENTRO STORICO E SUCCESSIVE MODIFICHE Oggi

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO ALL AREA PEDONALE DEL COMUNE DI COURMAYEUR

REGOLAMENTO PER L ACCESSO ALL AREA PEDONALE DEL COMUNE DI COURMAYEUR REGOLAMENTO PER L ACCESSO ALL AREA PEDONALE DEL COMUNE DI COURMAYEUR Indice degli articoli Art. 1 Definizioni...2 Art. 2 Oggetto ed ambito di applicazione...2 Art. 3 Deroghe al divieto di circolazione

Dettagli

Isola Pedonale Navigli

Isola Pedonale Navigli Isola Pedonale Navigli Come Lega Nord stiamo studiando una soluzione condivisa, che concili i desideri e le esigenze di residenti, gestori di locali serali e le varie attività diurne, affinché la realizzazione

Dettagli

Comune di Centallo REGOLAMENTO PER L INSTALLAZIONE E L UTILIZZO D IMPIANTI DI VIDEOSORVEGLIANZA

Comune di Centallo REGOLAMENTO PER L INSTALLAZIONE E L UTILIZZO D IMPIANTI DI VIDEOSORVEGLIANZA Comune di Centallo REGOLAMENTO PER L INSTALLAZIONE E L UTILIZZO D IMPIANTI DI VIDEOSORVEGLIANZA APPROVATO CON DELIBERAZIONE DI CONSIGLIO COMUNALE N. 33 DEL 26.07.2006 1 Comune di Centallo REGOLAMENTO PER

Dettagli

PERMESSO DISABILI CATEGORIA F

PERMESSO DISABILI CATEGORIA F PERMESSO DISABILI CATEGORIA F REQUISITI PER IL RILASCIO DEI PERMESSI Il permesso di circolazione per la categoria F (da identificarsi con il contrassegno europeo per disabili di cui al D.P.R. 3 luglio

Dettagli

COMUNE DI NONE Provincia di Torino

COMUNE DI NONE Provincia di Torino COMUNE DI NONE Provincia di Torino REGOLAMENTO PER L INSTALLAZIONE E L UTILIZZO D IMPIANTI DI VIDEOSORVEGLIANZA 1 INDICE Articolo 1 Articolo 2 Articolo 3 Articolo 4 Articolo 5 Articolo 6 Articolo 7 Articolo

Dettagli

MinisterodelleI nfrastruttureedei Trasporti Capitaneria di Portodi Napoli

MinisterodelleI nfrastruttureedei Trasporti Capitaneria di Portodi Napoli Ordinanza CP n. 124 /2004 Ordinanza AP n. 23/2004 Il Presidente dell'autorità Portuale di Napoli e il Capo del Circondario Marittimo e Comandante del Porto di Napoli 9LVWR la legge 28.1.1994 n. 84 e il

Dettagli

REGOLAMENTO ACCESSO E SOSTA CITTA UNIVERSITARIA

REGOLAMENTO ACCESSO E SOSTA CITTA UNIVERSITARIA Università degli Studi di Roma LA SAPIENZA Amministrazione Centrale Disposizione n. 2292/2014 prot. n. 0028262 del 14/05/2014 classif. I/3 UFFICIO SVILUPPO RISORSE UMANE Settore Gestione Presenze e Servizi

Dettagli

L Art.1 messo a votazione viene votato Favorevolmente all unanimità dei presenti.

L Art.1 messo a votazione viene votato Favorevolmente all unanimità dei presenti. COMUNE DI ALCAMO Provincia di Trapani I ^ COMMISSIONE CONSILIARE PERMANENTE DI STUDIO E CONSULTAZIONE AFFARI GENERALI E DEL PERSONALE; CULTURA E SCUOLA;SPORT E TURISMO; PROBLEMI GIOVANILI; SOLIDARIETA

Dettagli

REGOLAMENTO OPERATIVO PER L UTILIZZO DELL IMPIANTO ESTERNO DI VIDEOSORVEGLIANZA

REGOLAMENTO OPERATIVO PER L UTILIZZO DELL IMPIANTO ESTERNO DI VIDEOSORVEGLIANZA REGOLAMENTO OPERATIVO PER L UTILIZZO DELL IMPIANTO ESTERNO DI VIDEOSORVEGLIANZA Approvato con delibera consiglio comunale n. 175 del 22/11/2006 Modificato con delibera consiglio comunale n. 36 DEL 14/03/2013

Dettagli

COMUNE DI ORZINUOVI REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI RIMOZIONE COATTA DEI VEICOLI. Provincia di Brescia

COMUNE DI ORZINUOVI REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI RIMOZIONE COATTA DEI VEICOLI. Provincia di Brescia COMUNE DI ORZINUOVI Provincia di Brescia REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI RIMOZIONE COATTA DEI VEICOLI Adottato con delibera del Consiglio Comunale n. 13 del 22/02/2010 Art. 1 OGGETTO DEL DISCIPLINARE Il presente

Dettagli

REGOLAMENTO SULL USO E LA GESTIONE DEI PARCHEGGI COMUNALI A PAGAMENTO IN CONCESSIONE A TERZI

REGOLAMENTO SULL USO E LA GESTIONE DEI PARCHEGGI COMUNALI A PAGAMENTO IN CONCESSIONE A TERZI REGOLAMENTO SULL USO E LA GESTIONE DEI PARCHEGGI COMUNALI A PAGAMENTO IN CONCESSIONE A TERZI Settore Finanziario Dr.ssa Stefania Cufaro Approvato con D.C.C. n. 21 del 26/02/2009 Modificato con D.C.C. n.

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE DI STALLI DI SOSTA PER IL CARICO E SCARICO MERCI I N D I C E

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE DI STALLI DI SOSTA PER IL CARICO E SCARICO MERCI I N D I C E REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE DI STALLI DI SOSTA PER IL CARICO E SCARICO MERCI I N D I C E - Art.1 OggettO ed ambito di applicazione - Art.2 Definizioni - Art.3 OrariO e sosta dei veicoli riservata al

Dettagli

Università degli Studi di Ferrara REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEL PARCHEGGIO UNIVERSITARIO A CONA

Università degli Studi di Ferrara REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEL PARCHEGGIO UNIVERSITARIO A CONA Università degli Studi di Ferrara REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEL PARCHEGGIO UNIVERSITARIO A CONA STRUTTURA COMPETENTE RIPARTIZIONE EDILIZIA SENATO ACCADEMICO 25/01/2016 CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE 29/01/2016

Dettagli

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (S.C.I.A.)

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (S.C.I.A.) AL COMUNE DI MONTE SAN SAVINO U Sportello Unico per le Attività Produttive - Corso Sangallo, 38 52048 Monte San Savino (Arezzo) Da inoltrare utilizzando il Portale Regionale accessibile dal sito web del

Dettagli

REGOLAMENTO PER RILASCIO ABBONAMENTI ANNUALI PER SPAZI DI SOSTA RISERVATI A TITOLO ONEROSO PER VEICOLI PRIVATI DEI SOLI RESIDENTI (STALLI GIALLI).

REGOLAMENTO PER RILASCIO ABBONAMENTI ANNUALI PER SPAZI DI SOSTA RISERVATI A TITOLO ONEROSO PER VEICOLI PRIVATI DEI SOLI RESIDENTI (STALLI GIALLI). COMUNE DI COMO REGOLAMENTO PER RILASCIO ABBONAMENTI ANNUALI PER SPAZI DI SOSTA RISERVATI A TITOLO ONEROSO PER VEICOLI PRIVATI DEI SOLI RESIDENTI (STALLI GIALLI). (Approvato con Deliberazione del Consiglio

Dettagli

Azienda USL Bologna Ospedale Bellaria. Centro Risonanza Magnetica

Azienda USL Bologna Ospedale Bellaria. Centro Risonanza Magnetica Pagina 1 di 8 Azienda USL Centro Risonanza Magnetica n. 2 IMPIANTI RM da 1,5 T e 3 T Relazione Tecnica Preliminare Relativa agli Aspetti di Sicurezza e Protezione per le schermature Magnetiche e di Radiofrequenza

Dettagli

Dovrà essere consentito il transito ai veicoli di pronto soccorso, di Polizia ed in servizio d emergenza;

Dovrà essere consentito il transito ai veicoli di pronto soccorso, di Polizia ed in servizio d emergenza; Cremona 26 Aprile 2016 Prot. Gen. prec. n. Oggetto: Ordinanza sulla circolazione stradale inerente lo svolgimento della manifestazione denominata Invasioni Botaniche nei giorni 30 Aprile 2016 e 01 Maggio

Dettagli

Istituto d Istruzione Secondaria Superiore. Carlo Emilio Gadda

Istituto d Istruzione Secondaria Superiore. Carlo Emilio Gadda Istituto d Istruzione Secondaria Superiore Carlo Emilio Gadda Presidenza e Segreteria: v. Nazionale 6 43045 Fornovo di Taro (PR) Tel. 0525 400229 Fax 0525 39300 E-mail: pris00800p@istruzione.it Sito web:

Dettagli

IRP INTERMODAL & LOGISTICS SERVICES S.R.L.

IRP INTERMODAL & LOGISTICS SERVICES S.R.L. IRP INTERMODAL & LOGISTICS SERVICES S.R.L. TERMINALE FERROVIARIO INTERPORTO REGIONALE DELLA PUGLIA REGOLAMENTO GENERALE Pagina 1 di 11 INDICE 1. - Premesse 2. - Utilizzo delle aree e modalità 3. - Viabilità

Dettagli

Luogo residenza prov. c.a.p. Indirizzo n. Tel. Fax e-mail

Luogo residenza prov. c.a.p. Indirizzo n. Tel. Fax e-mail Al dirigente del sesto settore del Comune di Termini Imerese Oggetto: Richiesta modifica temporanea della disciplina vigente di circolazione o di sosta. Cognome nome Luogo di nascita Data di nascita Luogo

Dettagli

COMUNE DI CARUGATE Provincia di Milano REGOLAMENTO PER L INSTALLAZIONE E L UTILIZZO DI IMPIANTI DI VIDEOSORVEGLIANZA DEL TERRITORIO

COMUNE DI CARUGATE Provincia di Milano REGOLAMENTO PER L INSTALLAZIONE E L UTILIZZO DI IMPIANTI DI VIDEOSORVEGLIANZA DEL TERRITORIO COMUNE DI CARUGATE Provincia di Milano REGOLAMENTO PER L INSTALLAZIONE E L UTILIZZO DI IMPIANTI DI VIDEOSORVEGLIANZA DEL TERRITORIO Adottato dal C.C. con delibera n. 57 del 28/07/2008 REGOLAMENTO PER L

Dettagli

COMUNE DI ONANO Provincia di Viterbo

COMUNE DI ONANO Provincia di Viterbo COMUNE DI ONANO Provincia di Viterbo REGOLAMENTO PER IL DECORO ESTETICO AMBIENTALE, L ARREDO URBANO, LA SICUREZZA. Approvato con delibera consiliare n. 4 del 11/05/2012 ARTICOLO 1. OGGETTO Il presente

Dettagli

CITTA DI SAN DONATO MILANESE

CITTA DI SAN DONATO MILANESE CITTA DI SAN DONATO MILANESE PROVINCIA DI MILANO REGOLAMENTO PER L INSTALLAZIONE E L UTILIZZO DELL IMPIANTO DI VIDEOSORVEGLIANZA DEL TERRITORIO Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 22 del

Dettagli

Comune di Vicenza DIPARTIMENTO DEI LAVORI PUBBLICI, DELLA MOBILITA E DELLE INFRASTRUTTURE SETTORE MOBILITA E TRASPORTI

Comune di Vicenza DIPARTIMENTO DEI LAVORI PUBBLICI, DELLA MOBILITA E DELLE INFRASTRUTTURE SETTORE MOBILITA E TRASPORTI ORDINANZA P.G.N._13504 DEL 03/03/2009 OGGETTO: Attivazione del sistema dei varchi elettronici per il controllo degli accessi alla Zona a Traffico Limitato ZTL. Periodo di preesercizio. Adeguamento delle

Dettagli

REPUBBLICA DI SAN MARINO

REPUBBLICA DI SAN MARINO REPUBBLICA DI SAN MARINO REGOLAMENTO 31 maggio 2010 n.1 Noi Capitani Reggenti la Serenissima Repubblica di San Marino Visto l articolo 2 della Legge 13 novembre 1987 n.132 così come modificato dall articolo

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA C O M U N E D I B R U I N O PROVINCIA DI TORINO - C. A. P. 10090 REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ALBO PRETORIO DIGITALE Approvato con deliberazione della Giunta Comunale n. 34 del 14/4/2011 Depositato

Dettagli

CITTA DI FINALE LIGURE SETTORE SICUREZZA URBANA

CITTA DI FINALE LIGURE SETTORE SICUREZZA URBANA R E P U B B L I C A I T A L I A N A CITTA DI FINALE LIGURE SETTORE SICUREZZA URBANA Servizio di Polizia Municipale DISCIPLINARE per l accesso e la sosta all interno delle Zone a Traffico Limitato approvato

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA ZONA A TRAFFICO LIMITATO (ZTL) E DELL AREA PEDONALE (AP) ZONA A TRANSITO LIMITATO

REGOLAMENTO DELLA ZONA A TRAFFICO LIMITATO (ZTL) E DELL AREA PEDONALE (AP) ZONA A TRANSITO LIMITATO REGOLAMENTO DELLA ZONA A TRAFFICO LIMITATO (ZTL) E DELL AREA PEDONALE (AP) (approvato con Delibera di Giunta Comunale n. 153 del 31/10/2012) ZONA A TRANSITO LIMITATO ART. 1 INDIVIDUAZIONE DELLA ZONA A

Dettagli

C O M U N E D I B A R D O N E C C H I A Provincia di Torino CAP. 10052

C O M U N E D I B A R D O N E C C H I A Provincia di Torino CAP. 10052 C O M U N E D I B A R D O N E C C H I A Provincia di Torino CAP. 10052 COMANDO POLIZIA MUNICIPALE REGOLAMENTO DI ACCESSO ALLA ZONA A TRAFFICO LIMITATO 1. NORME GENERALI 1) l accesso alla Zona a Traffico

Dettagli

COMUNE DI ROCCAGORGA (Provincia di Latina)

COMUNE DI ROCCAGORGA (Provincia di Latina) COMUNE DI ROCCAGORGA (Provincia di Latina) REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DEL CONTRASSEGNO DI PARCHEGGIO PER INVALIDI E PER L ISTITUZIONE DEI PARCHEGGI RISERVATI (Simbolo e contrassegno redatto

Dettagli

Servizio Polizia Locale

Servizio Polizia Locale Reg. Ord. n. 10 Ord. Resp. 05/09 Prot. n. 2780 Rep. n. 136 Pieve Ligure, 19 maggio 2008 OGGETTO: Istituzione Zone a Sosta Limitata. Periodo 1 giugno 2009-31 agosto 2009.- IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO VISTA

Dettagli

A NORME CONCERNENTI LA DISCIPLINA PER L ACCESSO E IL TRANSITO CON VEICOLI NELLA ZONA A TRAFFICO LIMITATO DEL CENTRO STORICO

A NORME CONCERNENTI LA DISCIPLINA PER L ACCESSO E IL TRANSITO CON VEICOLI NELLA ZONA A TRAFFICO LIMITATO DEL CENTRO STORICO 1 2 Allegato A NORME CONCERNENTI LA DISCIPLINA PER L ACCESSO E IL TRANSITO CON VEICOLI NELLA ZONA A TRAFFICO LIMITATO DEL CENTRO STORICO 3 DISPOSIZIONI DI CARATTERE GENERALE Per tutte le categorie di utenti,

Dettagli

Regolamento sull organizzazione e funzionamento dell autoparco

Regolamento sull organizzazione e funzionamento dell autoparco 1 COMUNE DI PISA Regolamento sull organizzazione e funzionamento dell autoparco (approvato con Deliberazione della G.C. n. 124 del 1/09/2009) 2 Art. 1 Principi generali e definizioni 1. Le presenti norme

Dettagli

D.U.V.R.I. Documento Unico di Valutazione del rischio per l eliminazione delle interferenze.

D.U.V.R.I. Documento Unico di Valutazione del rischio per l eliminazione delle interferenze. SERVIZIO LAVORI PUBBLICI SERVIZIO DI MANUTENZIONE ORDINARIA DEGLI IMPIANTI DI ILLUMINAZIONE PUBBLICA SUL TERRITORIO COMUNALE 2013-2018 D.U.V.R.I. Documento Unico di Valutazione del rischio per l eliminazione

Dettagli

GENNAIO Articoli e Comma Tipo N. Violaz. Tot.. 7 Circolava in c.a. in senso contrario a quello consentito dalla segnaletica verticale Verbali 1 41,00

GENNAIO Articoli e Comma Tipo N. Violaz. Tot.. 7 Circolava in c.a. in senso contrario a quello consentito dalla segnaletica verticale Verbali 1 41,00 GENNAIO 7 Alla guida del veicolo non rispettava le prescrizioni imposte dalla segnaletica verticale indicante il senso rotatorio. Verbali 2 82,00 7 In c.a. lasciava in sosta il veicolo nonostante il divieto

Dettagli

Regolamento. aree di sosta a pagamento. Allegato alla deliberazione di C.C. n. 10 del 26/03/2013. Esecutivo dal 30/03/2013. Il Segretario Generale

Regolamento. aree di sosta a pagamento. Allegato alla deliberazione di C.C. n. 10 del 26/03/2013. Esecutivo dal 30/03/2013. Il Segretario Generale Documento Sistema di Gestione Qualità ISO 9001:2008 norma 7.3.3 Certificato CSQ N. 9159.CMPD del 27/05/2010 T P51 MD01 Rev. 3 www.comune.paderno-dugnano.mi.it Processo trasversale a tutti i settori Regolamento

Dettagli

Regione del Veneto Istituto Oncologico Veneto Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico

Regione del Veneto Istituto Oncologico Veneto Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico Regione del Veneto Istituto Oncologico Veneto Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico SERVIZIO DI VIGILANZA E VERIFICA ACCESSI PER L ISTITUTO ONCOLOGICO VENETO DI PADOVA * * * * * * CAPITOLATO

Dettagli

Bollo A 16,00. il residente a CAP. in Via n tel. E-mail in qualità di : Proprietaria/o Codice fiscale

Bollo A 16,00. il residente a CAP. in Via n tel. E-mail in qualità di : Proprietaria/o Codice fiscale SUA_03_01 Bollo A 16,00 l Spazio riservato al protocollo al Dirigente del Settore Urbanistica, Edilizia, Suap e Sviluppo Economico c.a. Sportello Unico RICHIESTA DI AUTORIZZAZIONE ALLA REALIZZAZIONE /

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ACCESSO, DELLA CIRCOLAZIONE E DELLA SOSTA DEI VEICOLI NEL PORTO DI NAPOLI

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ACCESSO, DELLA CIRCOLAZIONE E DELLA SOSTA DEI VEICOLI NEL PORTO DI NAPOLI REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ACCESSO, DELLA CIRCOLAZIONE E DELLA SOSTA DEI VEICOLI NEL PORTO DI NAPOLI NORME DI CARATTERE GENERALE Art. 1 - Accesso, circolazione e sosta in porto dei veicoli e dei

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE AREE A TERRA DEL PORTO TURISTICO DI ALASSIO

REGOLAMENTO DELLE AREE A TERRA DEL PORTO TURISTICO DI ALASSIO REGOLAMENTO DELLE AREE A TERRA DEL PORTO TURISTICO DI ALASSIO INDIVIDUAZIONE DELLE AREE Articolo 1 La Marina di Alassio S.p.A., con sede presso il porto turistico Luca Ferrari 4, (di seguito denominata

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DELLE ATTIVITA DEI CIRCHI EQUESTRI, DEI PARCHI DI DIVERTIMENTO E DEGLI SPETTACOLI VIAGGIANTI (Legge 18 marzo 1968, n.

REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DELLE ATTIVITA DEI CIRCHI EQUESTRI, DEI PARCHI DI DIVERTIMENTO E DEGLI SPETTACOLI VIAGGIANTI (Legge 18 marzo 1968, n. COMUNE DI FARA GERA D ADDA Provincia di Bergamo REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DELLE ATTIVITA DEI CIRCHI EQUESTRI, DEI PARCHI DI DIVERTIMENTO E DEGLI SPETTACOLI VIAGGIANTI (Legge 18 marzo 1968, n. 337) Approvato

Dettagli

REGOLAMENTO DI LOCAZIONE D AREA NON CUSTODITA CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO EX ART. 1341 C.C.

REGOLAMENTO DI LOCAZIONE D AREA NON CUSTODITA CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO EX ART. 1341 C.C. REGOLAMENTO DI LOCAZIONE D AREA NON CUSTODITA CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO EX ART. 1341 C.C. Il servizio è offerto al pubblico ex art. 1336 codice civile alle seguenti condizioni: ART. 1. La sosta

Dettagli

Allegato 2 BIS CAPITOLATO TECNICO

Allegato 2 BIS CAPITOLATO TECNICO Allegato 2 BIS CAPITOLATO TECNICO Modalità e condizioni di esecuzione dei servizi di vigilanza, portierato/reception e trasporto valori presso l Ufficio Provinciale ACI sito in via Cina, n.413 - Roma a)

Dettagli

DISPOSIZIONI PARTICOLARI SULLA CIRCOLAZIONE URBANA IL DIRIGENTE

DISPOSIZIONI PARTICOLARI SULLA CIRCOLAZIONE URBANA IL DIRIGENTE Ordinanza N. Prot. N. del DISPOSIZIONI PARTICOLARI SULLA CIRCOLAZIONE URBANA IL DIRIGENTE Tenuto conto che, con proprie ordinanze sindacali, sono stati istituiti divieti di transito e di sosta in diverse

Dettagli

DELIMITAZIONE DELLA ZONA A TRAFFICO LIMITATO DELL AREA PEDONALE E DELLE ZONE A RILEVANZA URBANISTICA E LORO DISCIPLINA DI FUNZIONAMENTO

DELIMITAZIONE DELLA ZONA A TRAFFICO LIMITATO DELL AREA PEDONALE E DELLE ZONE A RILEVANZA URBANISTICA E LORO DISCIPLINA DI FUNZIONAMENTO DELIMITAZIONE DELLA ZONA A TRAFFICO LIMITATO DELL AREA PEDONALE E DELLE ZONE A RILEVANZA URBANISTICA E LORO DISCIPLINA DI FUNZIONAMENTO Allegato alla Delibera di Giunta Comunale n. 111 del 13.10.2005 (Art.

Dettagli

COMUNE DI BARLETTA Medaglia d oro al Merito Civile ed al Valor Militare Città della Disfida Criteri di Funzionamento della Zona a Traffico Limitato e delle Aree Pedonali Criteri di funzionamento della

Dettagli

REGOLAMENTO ACCESSO NELLE ZTL

REGOLAMENTO ACCESSO NELLE ZTL REGOLAMENTO ACCESSO NELLE ZTL Comune di ASTI Un lungo e dettagliato elenco dei veicoli che possono accedere nelle zone a traffico limitato nel Comune di Asti, e le tipologie di pass e modalità per richiederlo.

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ATTIVITA DI VIDEOSORVEGLIANZA CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ATTIVITA DI VIDEOSORVEGLIANZA CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ATTIVITA DI VIDEOSORVEGLIANZA CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI ART. 1 OGGETTO Oggetto del presente regolamento è la disciplina del trattamento dei dati personali effettuato

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DEI TRASPORTI FUNEBRI

REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DEI TRASPORTI FUNEBRI Provincia di Cuneo REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DEI TRASPORTI FUNEBRI CAPO I CLASSIFICAZIONE DEL TRASPORTO FUNEBRE ART. 1 (Definizione di trasporto funebre) Per trasporto funebre si intende il

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DEL CONTRASSEGNO DI PARCHEGGIO PER INVALIDI E PER L ISTITUZIONE DEI PARCHEGGI RISERVATI

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DEL CONTRASSEGNO DI PARCHEGGIO PER INVALIDI E PER L ISTITUZIONE DEI PARCHEGGI RISERVATI COMUNE DI CAGLIARI SERVIZI URBANIZZAZIONE E MOBILITA REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DEL CONTRASSEGNO DI PARCHEGGIO PER INVALIDI E PER L ISTITUZIONE DEI PARCHEGGI RISERVATI Approvato con Deliberazione

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE D.U.V.R.I. (art. 26 comma 3 del D.Lgs. 81/2008 e s.m.i.)

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE D.U.V.R.I. (art. 26 comma 3 del D.Lgs. 81/2008 e s.m.i.) SERVIZIO DI MANUTENZIONE HARDWARE E SOFTWARE DEL SISTEMA INFORMATIVO DELL ISTITUTO AUTONOMO CASE POPOLARI DELLA PROVINCIA DI CASERTA DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE D.U.V.R.I.

Dettagli

REGOLAMENTO DI DISCIPLINA DELLA ZONA A TRAFFICO LIMITATO (Z.T.L.)

REGOLAMENTO DI DISCIPLINA DELLA ZONA A TRAFFICO LIMITATO (Z.T.L.) Approvato con deliberazione n. 271 del 29.07.10 del Consiglio Comunale REGOLAMENTO DI DISCIPLINA DELLA ZONA A TRAFFICO LIMITATO (Z.T.L.) Art. 1 Oggetto e finalità Il presente regolamento disciplina la

Dettagli

ALCOOL E DROGHE CAMBI DI DIREZIONE CIRCOLAZIONE IN AUTOSTRADA. Articoli C.d.S Punti Violazioni che comportano la perdita punti

ALCOOL E DROGHE CAMBI DI DIREZIONE CIRCOLAZIONE IN AUTOSTRADA. Articoli C.d.S Punti Violazioni che comportano la perdita punti Articoli C.d.S Punti Violazioni che comportano la perdita punti ALCOOL E DROGHE art. 86, comma e 7 art. 87, comma 7 e 8 Guidare in stato di ebbrezza Guida in condizioni di alterazione fisica e psichica

Dettagli

SCHEMA DI REGOLAMENTO DI GESTIONE. dell esercizio di Bar del parcheggio interrato presso il Parco Novi Sad di Modena.

SCHEMA DI REGOLAMENTO DI GESTIONE. dell esercizio di Bar del parcheggio interrato presso il Parco Novi Sad di Modena. SCHEMA DI REGOLAMENTO DI GESTIONE dell esercizio di Bar del parcheggio interrato presso il Parco Novi Sad di Modena. DISPOSIZIONI PER LA GESTIONE DELL ESERCIZIO INTERNO DI BAR Art. 1. Oggetto del Regolamento

Dettagli