CAMERA PENALE DI RIMINI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CAMERA PENALE DI RIMINI"

Transcript

1 Il Consiglio Direttivo della Camera Penale di Rimini premesso - che l Assemblea degli Iscritti della Camera Penale di Rimini, tenutasi in data 13 giugno 2014, deliberava la proclamazione dello stato di agitazione; - che il Consiglio Direttivo della Camera Penale di Rimini, comunicava in data 02 luglio 2014, il documento in cui era proclamato lo stato di agitazione al Presidente del Tribunale, al Procuratore della Repubblica, al Presidente della Sezione Penale e al Coordinatore della Sezione GIP-GUP; - che il documento nel riprendere i punti già indicati in analogo documento dell Assemblea degli Iscritti della Camera Penale di Rimini del 19 marzo 2013, evidenziava che: Il Dirigente non ha impartito le disposizioni che aveva preannunciato, sicché le cancellerie e le segreterie continuano ad essere aperte per poche ore ed a macchia di leopardo; Il protocollo viene rispettato solo dal presidente di Sezione e da alcuni magistrati e non da tutti (in particolare i punti 2.1, 7.2, 7.3, 8.2, 8.3, 9, 10, 11.1 sono spessissimo e talvolta dichiaratamente disattesi); Nonostante la buona volontà di qualche cancelliere, esistono gravissimi problemi con le cancellerie e con l ufficio copie del Tribunale: agli Avvocati sono frapposti continui ostacoli per la consultazione dei fascicoli del dibattimento, per le informazioni sul deposito delle sentenze, per il rilascio in tempi certi e congrui delle copie di verbali, trascrizioni ed atti, con sostanziale impossibilità di ottenere le copie su supporto informatico (che, nel 2014, dovrebbe essere la via ordinaria), pagando i minori diritti previsti dalle tabelle ministeriali e senza applicazione del diritto d urgenza; Presso la Procura della Repubblica, il servizio ex art. 335 c.p.p. telematico è sostanzialmente bloccato, tanto che moltissimi Avvocati dichiarano di non utilizzarlo più, non avendo ricevuto per mesi risposte alle proprie istanze; contestualmente il registro generale non rilascia più i certificati ex art. 335 c.p.p. in forma cartacea, invitando gli Avvocati ad inserire richieste in via telematica; in relazione al singolo procedimento il registro generale fornisce indicazione soltanto in merito all iscrizione ed al numero di RG NR, invitando gli Avvocati a rivolgersi alle segreterie dei singoli PM per ogni successiva E mail: 1

2 informazione; le segreterie dei singoli PM, al contrario, invitano gli Avvocati a rivolgersi al registro generale; Con riferimento alla liquidazione delle note del patrocinio a spese dello Stato, ovvero per la difesa di irreperibili e latitanti, sussistono numerosi e grossissimi problemi: Esiste un grande numero di note depositate anche da due o tre anni senza che il Giudice competente abbia mai provveduto alla liquidazione; 1. Numerose fatture emesse in conformità a note redatte secondo le linee guida, già oggetto di provvedimento di liquidazione emesso dal Giudice e non impugnato nei termini, sono state inopinatamente rispedite al mittente dal competente ufficio della Corte d Appello di Bologna, con un sostanziale, inammissibile, blocco dei pagamenti. Il fatto, già inaccettabile in sé, potrebbe avere conseguenze ancora più gravi tenuto conto che nel mese di settembre entrerà in vigore l obbligo di fatturazione elettronica, con conseguente rischio di dover annullare tutte le fatture cartacee non pagate; 2. Alla luce dei nuovi parametri introdotti dal DM 55/2014, si rende assolutamente necessaria l adozione di nuove linee guida, onde consentire la liquidazione delle nuove note, ora sostanzialmente bloccata; 3. Nonostante l espressa previsione contenuta nelle linee guida (peraltro inserita su specifica indicazione della Magistratura, con l intento di evitare inutili passaggi di carte e di fascicoli), diversi magistrati non consentono al difensore di depositare la nota in udienza affinché si provveda alla liquidazione contestualmente alla sentenza, invitando il difensore al successivo deposito in cancelleria; atteso Il documento del Presidente del Tribunale di Rimini del 30 settembre 2014 con il quale: s impegnava a una soluzione immediata che consenta, obbligatoriamente, la liquidazione delle note pendenti entro il 5 novembre 2014 ; indicava l interlocuzione del Dirigente con i colleghi dei Tribunali vicini al fine di risolvere la questione del tempestivo rilascio delle copie delle trascrizioni per via telematiche; s impegnava ad un rinnovato confronto con tutti i Magistrati del Settore Penale sul rispetto del protocollo delle udienze penali inviando nuovamente loro copia del documento; E mail: 2

3 s impegnava ad un confronto con il personale di cancelleria riguardo alla questione della consultazione dei fascicoli penali osservato che, l Assemblea degli Iscritti della Camera Penale di Rimini, alla luce dell impegno assunto dal Presidente del Tribunale di Rimini e formalizzato nel documento sopra evidenziato, decideva in data 2 ottobre 2014, di sospendere ogni forma di protesta, pur mantenendo lo stato di agitazione proclamato in data 13 giugno 2014 con comunicazione del documento in data 2 luglio 2014, e di rinviare la propria assemblea al 21 novembre 2014 per valutare il rispetto degli impegni assunti; considerato che, da quel giorno, purtroppo, le cose non sono mutate rispetto al documento in cui l Assemblea degli Iscritti, in data 13 giugno 2014 (documento comunicato il 2 luglio 2014), proclamava lo stato di agitazione; che non è più accettabile il mancato rispetto da parte dei Magistrati di impegni formali presi anche per iscritto dal Presidente del Tribunale di Rimini, vedi comunicazione del 30 settembre 2014; che, la gravità della situazione, stante la mancata soluzione ai problemi stigmatizzati nel documento del 2 luglio 2014 (sia quanto al mancato rispetto del protocollo di gestione delle udienze, sia quanto alla mancata risoluzione dei problemi attinenti alla liquidazione dei compensi professionali, sia quanto alle problematiche relative agli orari, all ufficio copie e al servizio 335 c.p.p. telematico, riguardanti le cancellerie e le segreterie), l Assemblea degli Iscritti della Camera Penale di Rimini, in data 21 novembre 2014, deliberava ad unanimità di proclamare l astensione dalle udienze e da ogni altra attività in ambito penale, nel solo Circondario del Tribunale di Rimini, per una durata pari a tre giorni consecutivi, mandando al Direttivo per determinare il giorno di inizio della stessa nelle seconda metà del mese di gennaio 2015 (all.1); denuncia l attuale situazione di inaccettabile pregiudizio al corretto e concreto svolgimento della funzione dell avvocato penalista nel Tribunale di Rimini in ragione di quanto già apertamente evidenziato nella dichiarazione dello stato di agitazione di cui al documento del 2 luglio 2014 e segnatamente: mancato rispetto del protocollo sulla gestione delle udienze del 15 giugno 2012, documento sottoscritto dall Avvocatura associata, dall Ordine degli Avvocati di Rimini, dalla Procura della Repubblica e dal Presidente del Tribunale; E mail: 3

4 mancato rispetto dell impegno formale assunto dal Dirigente circa l apertura e la chiusura delle cancellerie e delle segreterie non più a macchia di leopardo ma nel rispetto di fasce orarie omogenee per tutti gli uffici; mancata liquidazione delle note spese penali arretrate entro il termine del 5 novembre 2014, nonostante l impegno apertamente manifestato dal Presidente del Tribunale di Rimini, con ciò determinando il grave pregiudizio all attività del difensore e, prima ancora, al diritto di difesa, in particolare dei soggetti maggiormente deboli, tutelati dalla difesa d ufficio e dal patrocinio a spese dello Stato. Ricordo che l istituzione del patrocinio a spese dello Stato per i non abbienti nel processo penale ha realizzato nell ordinamento giuridico la garanzia, contemplata nella Carta Costituzionale all art. 24, che, in particolare al comma 3, assicura al cittadino economicamente indigente un efficace difesa tecnica in ogni fase, stato o grado di giurisdizione, rimuovendo ogni ostacolo di ordine economico che condiziona, di fatto, la possibilità di perseguire l obiettivo del riconoscimento giudiziale dei diritti della persona. Tale garanzia dell esercizio del diritto di difesa del non abbiente, infatti, è diretta a soddisfare il dovere sociale delle nostre istituzioni di assicurare condizioni d eguaglianza sostanziale a tutti i cittadini, anche sotto il profilo giurisdizionale. Non può porsi alcun ragionevole dubbio in ordine all osservanza decisiva del principio secondo cui un autentica democrazia non può contentarsi di proclamare in astratto i diritti fondamentali del cittadino, ma deve preoccuparsi di garantire i mezzi concreti per il loro esercizio, riconoscendo realmente a tutti, nelle forme di un diritto di libertà positiva, la possibilità di tutela giudiziaria, mediante una conveniente assistenza degli indigenti (cfr. I lavori della I sottocommissione della Costituente, intervento dell On. L.P. Camogli in relazione all art. 24 Cost. in Commentario alla Costituzione, a cura di G. Branca, Bologna, 1981, 120). Ora, tali alti valori costituzionali, cui noi tutti avvocati penalisti guardiamo con assoluta rispetto, non ci consentono più di accettare la forzosa convivenza con l umiliante prassi invalsa nel Tribunale di Rimini per cui la liquidazione del compenso per lo svolgimento della funzione difensiva non ha un termine certo e ragionevole. Da ultimo, non certo per importanza, il diniego manifestato da diversi Magistrati al deposito della richiesta di liquidazione in udienza nonostante l espressa previsione nelle linee guida, peraltro inserita su specifica indicazione della Magistratura, con l intento di evitare inutili E mail: 4

5 passaggi di carte e fascicoli, come d altra parte avviene presso la Corte d Appello Distrettuale; permanenza delle disfunzioni circa il rilascio delle copie dei verbali d udienza con tempi certi e congrui anche per via telematica. Permane incomprensibilmente il diniego da parte delle cancellerie di avere copia delle trascrizioni d udienza per via telematica nonostante che Tribunali limitrofi, assai più piccoli del nostro, già da diverso tempo trasmettono con tale modalità agli avvocati richiedenti le trascrizioni; permanenza delle disfunzioni circa il servizio 335 c.p.p. telematico nonché continui e mai chiariti palleggiamenti tra l ufficio registro generale e le segreterie dei singoli PM circa la competenza di fornire informazioni sullo stato del procedimento. Quanto ai verbali di identificazione redatti dagli ufficiali ed agenti di PG e nonostante le precedenti interlocuzioni sul punto con l Ufficio di Procura, tutt ora è presente l abitudine in molta parte delle forze dell ordine di omettere l indicazione del numero del procedimento e del PM incaricato: tenuto conto di quanto previsto dal Codice di Autoregolamentazione delle Astensioni dall attività giudiziaria degli Avvocati, adottato da OUA, UCPI, AIGA e UNCC, che ai sensi della legge 146/90, come modificata dalla legge 83/2000 e delle relative procedure- è stato valutato come idoneo e dunque operante dalla Commissione di Garanzia dell attuazione della legge sullo sciopero nei servizi pubblici essenziali, mediante la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale n. 3 del 4 gennaio 2008, ai sensi della legge 146/90 come modificata dalla legge 83/2000; il Consiglio Direttivo della Camera Penale di Rimini proclama l astensione collettiva dalle udienze penali degli Uffici Giudiziari di Rimini per i giorni gennaio 2015, ai sensi e per gli effetti del combinato disposto dell art. 2 del Codice di Autoregolamentazione delle astensioni dall attività giudiziaria degli Avvocati e dell art. 2 legge 146/90 come modificata dalla legge 83/2000, garantendo le prestazioni indispensabili in materia penale previste dall art. 4 del Codice di Autoregolamentazione; E mail: 5

6 rileva che, in data 1 dicembre 2014, il Consiglio dell Ordine degli Avvocati di Rimini, condividendo le ragioni della protesta espressa dall Assemblea degli Iscritti della Camera Penale di Rimini, ha deliberato di aderire alla proclamazione delle astensioni dalle udienze per la durata di giorni tre (all.2); dispone che sia divulgata con ogni mezzo opportuno la proclamazione dell astensione, al fine di fornire corretta informazione agli operatori e alla cittadinanza; che la presente delibera con i documenti allegati sia comunicata a: Consiglio Nazionale Forense: via Del Governo Vecchio, Roma fax 06/ ; Unione delle Camere Penali: via Del Banco di Santo Spirito, Roma fax 06/ ; Ministero della Giustizia: via Arenula, Roma fax 06/ ; Commissione di Garanzia dell Attuazione della legge sullo sciopero nei servizi pubblici essenziali: P.zza Del Gesù, Roma fax 06/ ; Presidente della Corte di Appello di Bologna: piazza dei Tribunali, Bologna; fax 051/ Procuratore Generale presso la Corte di Appello di Bologna; Piazza dei Tribunali, Bologna; fax 051/201768; Consiglio dell Ordine degli Avvocati di Rimini: sede; Presidente del Tribunale di Rimini: sede; Procuratore della Repubblica di Rimini: sede. Presidente della Sezione Penale del Tribunale di Rimini: sede; Coordinatore dell Ufficio GIP/GUP del Tribunale di Rimini: sede; Coordinatore dei Giudici di Pace di Rimini: sede; Rimini, lì 5 gennaio 2015 Per il Direttivo della Camera Penale di Rimini Il Presidente Avv. Paolo Gasperoni E mail: 6

7 E mail: 7

PER LA RIORGANIZZAZIONE DEGLI ORARI DI APERTURA E DEI SERVIZI EROGATI DALLA SEZIONE PENALE DELL UFFICIO DEL GIUDICE DI PACE DI MONZA

PER LA RIORGANIZZAZIONE DEGLI ORARI DI APERTURA E DEI SERVIZI EROGATI DALLA SEZIONE PENALE DELL UFFICIO DEL GIUDICE DI PACE DI MONZA Giudice di Pace di Monza Ordine degli Avvocati di Monza Camera Penale di Monza PROTOCOLLO D INTESA PER LA RIORGANIZZAZIONE DEGLI ORARI DI APERTURA E DEI SERVIZI EROGATI DALLA SEZIONE PENALE DELL UFFICIO

Dettagli

Camera Penale di Firenze

Camera Penale di Firenze Camera Penale di Firenze Il Presidente Al Signor Presidente dell Ordine degli Avvocati di Firenze via e.mail a: segreteria@ordineavvocatifirenze.eu presidenza@ordineavvocatifirenze.eu a mezzo fax al n.

Dettagli

Il direttivo della Camera Penale della Romagna

Il direttivo della Camera Penale della Romagna Il direttivo della Camera Penale della Romagna In conformità alla deliberazione resa dalla assemblea dei soci data in Ravenna il 21 ottobre 2016, cui la presente si richiama integralmente, premesso - Che

Dettagli

LINEE GUIDA OPERATIVE PER LA SOSPENSIONE DEL PROCESSO CON MESSA ALLA PROVA DELL IMPUTATO NEL FORO DI BOLZANO

LINEE GUIDA OPERATIVE PER LA SOSPENSIONE DEL PROCESSO CON MESSA ALLA PROVA DELL IMPUTATO NEL FORO DI BOLZANO LINEE GUIDA OPERATIVE PER LA SOSPENSIONE DEL PROCESSO CON MESSA ALLA PROVA DELL IMPUTATO NEL FORO DI BOLZANO PARTI FIRMATARIE: Presidente del Tribunale di Bolzano; Presidente della Sezione Penale del Tribunale

Dettagli

PROCESSO CIVILE TELEMATICO

PROCESSO CIVILE TELEMATICO PROCESSO CIVILE TELEMATICO BASE NORMATIVA E PROFILI PRATICI Avv. Fabio Valguarnera Palermo, 13 gennaio 2 15 Il documento informatico Tutto il processo telematico si fonda innanzi tutto sull'evoluzione

Dettagli

TARIFFA PENALE NORME GENERALI

TARIFFA PENALE NORME GENERALI TARIFFA PENALE TARIFFA PENALE NORME GENERALI 1. 1. Per la determinazione dell onorario di cui alla tabella deve tenersi conto della natura, complessità e gravità della causa, del numero e della importanza

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI NEI CONFRONTI DEL DEPUTATO FINI. per il reato di diffamazione (articolo 595 del codice penale) PERVENUTA DAL TRIBUNALE DI ROMA

CAMERA DEI DEPUTATI NEI CONFRONTI DEL DEPUTATO FINI. per il reato di diffamazione (articolo 595 del codice penale) PERVENUTA DAL TRIBUNALE DI ROMA Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati XVI LEGISLATURA DISEGNI DI LEGGE E RELAZIONI DOCUMENTI CAMERA DEI DEPUTATI Doc. IV-ter N. 12 RICHIESTA DI DELIBERAZIONE IN MATERIA DI INSINDACABI- LITÀ, AI SENSI

Dettagli

Procura della Repubblica di Lecce

Procura della Repubblica di Lecce Le parti sono: Procura della Repubblica di Lecce NEGOZIAZIONE ASSISTITA: NOTA DI DEPOSITO DELL ACCORDO RAGGIUNTO (art. 6 D.L. 132/2014 conv in legge 162/2014) Cognome e Nome C.F. Assistita dall Avv. PEC

Dettagli

Spett.li Commissione di Garanzia Sciopero Legge 146/90 e successive mod.

Spett.li Commissione di Garanzia Sciopero Legge 146/90 e successive mod. Spett.li Commissione di Garanzia Sciopero Legge 146/90 e successive mod. Ministero Infrastrutture e Trasporti Osservatorio Scioperi Trasmissione tramite e-mail PEC ALITALIA S.A.I. S.p.A. Amministratore

Dettagli

Ministero della Giustizia Dipartimento per gli affari di Giustizia Circolare 29 luglio 2015

Ministero della Giustizia Dipartimento per gli affari di Giustizia Circolare 29 luglio 2015 Ministero della Giustizia Dipartimento per gli affari di Giustizia Circolare 29 luglio 2015 OGGETTO: Art. 6, comma 2, della legge 10 novembre 2014, n. 162, (Convenzione di negoziazione assistita da uno

Dettagli

C O N S I G L I O D E L L O R D I N E D E G L I A V V O C A T I D I B O L O G N A

C O N S I G L I O D E L L O R D I N E D E G L I A V V O C A T I D I B O L O G N A C O N S I G L I O D E L L O R D I N E D E G L I A V V O C A T I D I B O L O G N A RICHIEDENTE L OPINAMENTO AVV.: NEI CONFRONTI DI: TIPO DI ATTIVITA Penale Civile Amministrativo Altro Difesa d ufficio Difesa

Dettagli

TRIBUNALE CIVILE E PENALE DI VERONA

TRIBUNALE CIVILE E PENALE DI VERONA TRIBUNALE CIVILE E PENALE DI VERONA Prot. n. 3061/7.4.3/1 Verona, 23 giugno 2010 Ai Alle Signori Magistrati Cancellerie Sede e Sezioni distaccate di Legnago e Soave All Ordine degli Avvocati di Verona

Dettagli

CORTE DI APPELLO DI BOLOGNA

CORTE DI APPELLO DI BOLOGNA CORTE DI APPELLO DI BOLOGNA Oggetto: Istanza web - Disposizioni ed istruzioni operative. Nell obiettivo di semplificare e sveltire i tempi, oltre che per uniformare le modalità presso gli uffici giudiziari

Dettagli

L Avvocatura Nolana si mobilita in difesa dei diritti dei cittadini!!

L Avvocatura Nolana si mobilita in difesa dei diritti dei cittadini!! C O M U N I C A T O S T A M P A L Avvocatura Nolana si mobilita in difesa dei diritti dei cittadini!! Il Consiglio dell Ordine degli Avvocati di Nola, con delibera del 4 febbraio scorso, ha aderito all

Dettagli

Commissione di Garanzia dell Attuazione della Legge sullo Sciopero nei Servizi Pubblici Essenziali

Commissione di Garanzia dell Attuazione della Legge sullo Sciopero nei Servizi Pubblici Essenziali Commissione di Garanzia dell Attuazione della Legge sullo Sciopero nei Servizi Pubblici Essenziali Codice di autoregolamentazione delle astensioni dalle attività giudiziarie dei magistrati tributari approvato

Dettagli

INDICE. Capitolo I COSTITUZIONE E ALTRE DISPOSIZIONI FONDAMENTALI

INDICE. Capitolo I COSTITUZIONE E ALTRE DISPOSIZIONI FONDAMENTALI Presentazione... Avvertenza... pag VII XI Capitolo I COSTITUZIONE E ALTRE DISPOSIZIONI FONDAMENTALI 1. Costituzione della Repubblica Italiana... 3 2. Convenzione per la salvaguardia dei diritti dell uomo

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA Ufficio studi

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA Ufficio studi Il PCT nel decreto legge 24 giugno 2014, n. 90 Semplificazione e Trasparenza (Misure urgenti per la semplificazione e la trasparenza amministrativa e per l efficienza degli uffici giudiziari) Roma, 25

Dettagli

Il Presidente relatore, sulla base delle risultanze istruttorie come

Il Presidente relatore, sulla base delle risultanze istruttorie come 1 2 Il Presidente, sulla base dell'istruttoria espletata dall Avv. regionale titolare della P.O. e Responsabile del procedimento, confermata dal Coordinatore dell'avvocatura, riferisce quanto segue: In

Dettagli

LE MODIFICHE AL PROCESSO ESECUTIVO PER ESPROPRIAZIONE MOBILIARE d.l. 132/2014 conv. L. 162/14

LE MODIFICHE AL PROCESSO ESECUTIVO PER ESPROPRIAZIONE MOBILIARE d.l. 132/2014 conv. L. 162/14 LE MODIFICHE AL PROCESSO ESECUTIVO PER ESPROPRIAZIONE MOBILIARE d.l. 132/2014 conv. L. 162/14 Art. 518, 6 comma c.p.c. modificato dall'art. 18, 1 comma, lett. a), Compiute le operazioni di pignoramento

Dettagli

DIRITTO DI COPIA E DIRITTO DI CERTIFICATO NEL PROCESSO PENALE, CIVILE, AMMINISTRATIVO E CONTABILE

DIRITTO DI COPIA E DIRITTO DI CERTIFICATO NEL PROCESSO PENALE, CIVILE, AMMINISTRATIVO E CONTABILE DIRITTO DI COPIA E DIRITTO DI CERTIFICATO NEL PROCESSO PENALE, CIVILE, AMMINISTRATIVO E CONTABILE la normativa previgente decreto legislativo 9/4/1948 n 486 (per come modificato dalle leggi 9/4/1953 n

Dettagli

In bollo Al Consiglio dell Ordine degli Avvocati di Chieti

In bollo Al Consiglio dell Ordine degli Avvocati di Chieti In bollo Al Consiglio dell Ordine degli Avvocati di Chieti Io sottoscritto Avv. iscritto all Albo degli Avvocati dal con domicilio professionale in via, n., tel fax dichiaro che il dott. nat_ a il ha iniziato

Dettagli

Bologna, lì 15 giugno Ill.mo Presidente del Tribunale di Sorveglianza di Bologna

Bologna, lì 15 giugno Ill.mo Presidente del Tribunale di Sorveglianza di Bologna Bologna, lì 15 giugno 2016 Ill.mo Presidente del Tribunale di Sorveglianza di Bologna tribsorv.bologna@giutizia.it Ill.mo Sig. Procuratore Generale della Repubblica Presso la Corte di Appello di Bologna

Dettagli

Commissione di Garanzia dell Attuazione della Legge sullo Sciopero nei Servizi Pubblici Essenziali

Commissione di Garanzia dell Attuazione della Legge sullo Sciopero nei Servizi Pubblici Essenziali Commissione di Garanzia dell Attuazione della Legge sullo Sciopero nei Servizi Pubblici Essenziali SETTORE AVVOCATI Commissione di Garanzia dell Attuazione della Legge sullo Sciopero nei Servizi Pubblici

Dettagli

OBIETTIVI FUTURI CREAZIONE DEL FASCICOLO ELETTRONICO (SISTEMA TIAP)

OBIETTIVI FUTURI CREAZIONE DEL FASCICOLO ELETTRONICO (SISTEMA TIAP) IL PORTALE OBIETTIVI IMMEDIATI IMMEDIATA IMPORTAZIONE DATI RELATIVI ALLA NOTIZIA DI REATO DIGITALIZZAZIONE DELLE NOTIZIE DI REATO RISPARMIO FORZE DELL ORDINE INTERAZIONE CON «ATTI E DOCUMENTI» OBIETTIVI

Dettagli

Processi di riorganizzazione e reingegnerizzazione dei servizi e delle procedure di lavoro

Processi di riorganizzazione e reingegnerizzazione dei servizi e delle procedure di lavoro Processi di riorganizzazione e reingegnerizzazione dei servizi e delle procedure di lavoro Forum PA 2013 Roma 28 Maggio 2013 Dott. Salvatore De Luca Procura della Repubblica di Barcellona Pozzo di Gotto

Dettagli

PROPOSTA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE

PROPOSTA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE PROPOSTA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE Codice CIFRA: AVV/DEL /2015/ OGGETTO: Cont. 314/14/LO costituzione di parte civile della REGIONE PUGLIA nel giudizio di appello innanzi alla Corte di Appello

Dettagli

Valore medio di liquidazione

Valore medio di liquidazione INDICE TABELLE PARAMETRI IN MATERIA PENALE REGOLAMENTO MINISTERO GIUSTIZIA ( Decreto n. 55, firmato dal Ministro Orlando in data 10 marzo 2014, pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 77 del 2 aprile 2014)

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA CORTE DI APPELLO DI ANCONA, seconda sezione civile, composta dai seguenti Magistrati: dott. Bruno Castagnoli PRESIDENTE rel. dott. Stefano Formiconi CONSIGLIERE

Dettagli

AUTORELAZIONE DI AI FINI DELLA VALUTAZIONE DI PROFESSIONALITA 1

AUTORELAZIONE DI AI FINI DELLA VALUTAZIONE DI PROFESSIONALITA 1 AUTORELAZIONE DI AI FINI DELLA VALUTAZIONE DI PROFESSIONALITA 1 1. Dati generali del magistrato. Cognome e nome: ; Luogo e data di nascita:, ; Decreto di nomina a magistrato ordinario (già uditore giudiziario):

Dettagli

Schema di ricorso per Cassazione avverso sentenza straniera in tema di divorzio

Schema di ricorso per Cassazione avverso sentenza straniera in tema di divorzio STUDIO LEGALE INTERNAZIONALE AVV. ALFONSO MARRA GIURISTA LINGUISTA ABILITATO AL BILINGUISMO TEDESCO - ITALIANO DALLA PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO IDONEO ALL ESAME DI STATO DI COMPETENZA LINGUISTICA CINESE

Dettagli

Università degli Studi Roma Tre Facoltà di Scienze Politiche

Università degli Studi Roma Tre Facoltà di Scienze Politiche Università degli Studi Roma Tre Facoltà di Scienze Politiche lo stato della Giustizia nei nuovi Paesi della Comunità Europea Roma, 14 marzo 2008 IL FUNZIONAMENTO DELLA GIUSTIZIA IN BULGARIA Avv. Vesselina

Dettagli

LE MODIFICHE AL PROCESSO ESECUTIVO PER ESPROPRIAZIONE PRESSO TERZI d.l. 132/2014 conv. L. 162/14

LE MODIFICHE AL PROCESSO ESECUTIVO PER ESPROPRIAZIONE PRESSO TERZI d.l. 132/2014 conv. L. 162/14 LE MODIFICHE AL PROCESSO ESECUTIVO PER ESPROPRIAZIONE PRESSO TERZI d.l. 132/2014 conv. L. 162/14 Art. 26 bis c.p.c. modificato dall'art. 19, 1 comma, lett. b) D.L. 132/14 conv. L. 162/14 LA COMPETENZA

Dettagli

Struttura didattica territoriale della Corte di Appello di Napoli Le notificazioni telematiche nel processo civile PARTE SECONDA

Struttura didattica territoriale della Corte di Appello di Napoli Le notificazioni telematiche nel processo civile PARTE SECONDA Struttura didattica territoriale della Corte di Appello di Napoli Le notificazioni telematiche nel processo civile PARTE SECONDA dott. Pietro Lupi Giudice del Tribunale di Napoli Avv. Roberto Arcella Componente

Dettagli

PROGRAMMA DELLE LEZIONI DEONTOLOGIA FORENSE

PROGRAMMA DELLE LEZIONI DEONTOLOGIA FORENSE Scuola di Formazione Avvocati della Camera Penale di Santa Maria Capua Vetere Consiglio dell Ordine degli Avvocati di Santa Maria Capua Vetere FORMAZIONE PENALISTICA DI BASE CORSO DI PRIMO LIVELLO DI FORMAZIONE

Dettagli

inserire come atto introduttivo l atto nativo PDF che è stato redatto sul computer

inserire come atto introduttivo l atto nativo PDF che è stato redatto sul computer * 1 REQUISITI DELLA BUSTA TELEMATICA PER L ISCRIZIONE A RUOLO : a) Atto introduttivo: Se nativo PDF: inserire come atto introduttivo l atto nativo PDF che è stato redatto sul computer dell avvocato e:

Dettagli

VADEMECUM AVVOCATI GESTIONE DEPOSITO ATTI DEL CONTENZIOSO ATTRAVERSO PIATTAFORMA PCT

VADEMECUM AVVOCATI GESTIONE DEPOSITO ATTI DEL CONTENZIOSO ATTRAVERSO PIATTAFORMA PCT TRIBUNALE ORDINARIO DI MILANO UFFICIO DELL INNOVAZIONE VADEMECUM AVVOCATI GESTIONE DEPOSITO ATTI DEL CONTENZIOSO ATTRAVERSO PIATTAFORMA PCT Gli avvocati possono inviare per via telematica CON VALORE LEGALE,

Dettagli

La riforma costituzionale della giustizia. Roma, 10 marzo 2011

La riforma costituzionale della giustizia. Roma, 10 marzo 2011 La riforma costituzionale della giustizia Roma, 10 marzo 2011 Art. 1 Modifica art.87 della Costituzione Nell articolo 87 della Costituzione, al comma decimo, dopo la parola: «magistratura» sono aggiunte

Dettagli

COMUNE DI GRAGNANO Provincia di Napoli DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

COMUNE DI GRAGNANO Provincia di Napoli DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COPIA COMUNE DI GRAGNANO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 113 del 14-11-2014 ANAGRAFE del Comune di Gragnano. Approvazione schema di Convenzione. L anno DUMILAQUATTORDICI, il giorno QUATTORDICI del

Dettagli

PROVINCIA DI VICENZA

PROVINCIA DI VICENZA DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO nell'esercizio dei poteri della Giunta Provinciale N. 263 DEL 02/10/2012 L anno DUEMILADODICI, il giorno DUE del mese di OTTOBRE alle ore 10:45 il Commissario

Dettagli

Comune di Parma DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N DD DEL 21/09/2017. Centro di Responsabilità: SERVIZIO AVVOCATURA MUNICIPALE

Comune di Parma DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N DD DEL 21/09/2017. Centro di Responsabilità: SERVIZIO AVVOCATURA MUNICIPALE Comune di Parma DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N DD-2017-2396 DEL 21/09/2017 Inserita nel fascicolo: 2007.V/1.407 Centro di Responsabilità: 10 0 0 0 - SERVIZIO AVVOCATURA MUNICIPALE Determinazione n. proposta

Dettagli

TRIBUNALE CIVILE DI BOLOGNA ATTO DI PIGNORAMENTO PRESSO TERZI. Il Signore (Creditore) CF rappresentato e difeso. dall Avv. (Cf )fax, indirizzo

TRIBUNALE CIVILE DI BOLOGNA ATTO DI PIGNORAMENTO PRESSO TERZI. Il Signore (Creditore) CF rappresentato e difeso. dall Avv. (Cf )fax, indirizzo TRIBUNALE CIVILE DI BOLOGNA ATTO DI PIGNORAMENTO PRESSO TERZI Il Signore (Creditore) CF rappresentato e difeso dall Avv. (Cf )fax, indirizzo pec nel cui Studio, in Bologna,, ha eletto domicilio come da

Dettagli

Capitolo I Normativa tariffa forense

Capitolo I Normativa tariffa forense Capitolo I Normativa tariffa forense D.M. 8 aprile 2004, n. 127 - Regolamento recante determinazione degli onorari, dei diritti e delle indennità spettanti agli avvocati per le prestazioni giudiziali,

Dettagli

Art. 25. (Impiego della posta elettronica certificata nel processo civile) 1. Al codice di procedura civile sono apportate le seguenti modificazioni:

Art. 25. (Impiego della posta elettronica certificata nel processo civile) 1. Al codice di procedura civile sono apportate le seguenti modificazioni: Art. 25. (Impiego della posta elettronica certificata nel processo civile) 1. Al codice di procedura civile sono apportate le seguenti modificazioni: a) all articolo 125, primo comma, le parole: «il proprio

Dettagli

2. L inquadramento giuridico dell astensione degli avvocati dalle udienze penali.

2. L inquadramento giuridico dell astensione degli avvocati dalle udienze penali. DIRITTO COSTITUZIONALE DI ASTENSIONE COLLETTIVA DEGLI AVVOCATI DALLE UDIENZE PENALI E PROCEDIMENTI CAMERALI A PARTECIPAZIONE EVENTUALE DEL DIFENSORE 1. Premessa. Come noto, l astensione collettiva degli

Dettagli

TABELLA CONTRIBUTO UNIFICATO 2013

TABELLA CONTRIBUTO UNIFICATO 2013 Processo Civile 1) Procedimenti ordinari per i quali il contributo è determinato sulla base del valore della contesa (art. 13 DPR 115/2002 aggiornato con le leggi di stabilità 2012 e 2013). Valore fino

Dettagli

A) PREMESSE SUL QUADRO NORMATIVO DI RIFERIMENTO

A) PREMESSE SUL QUADRO NORMATIVO DI RIFERIMENTO Istituzione di un "protocollo" per la liquidazione degli onorari dovuti ai difensori (d'ufficio o di fiducia) di soggetti ammessi al patrocinio a spese dello Stato, nonché ai difensori d ufficio di soggetti

Dettagli

TRIBUNALE CIVILE DI BOLOGNA ATTO DI PIGNORAMENTO PRESSO TERZI. e difeso dall Avv. (C.F.) fax., indirizzo PEC nel cui PREMESSO

TRIBUNALE CIVILE DI BOLOGNA ATTO DI PIGNORAMENTO PRESSO TERZI. e difeso dall Avv. (C.F.) fax., indirizzo PEC nel cui PREMESSO TRIBUNALE CIVILE DI BOLOGNA ATTO DI PIGNORAMENTO PRESSO TERZI Il Sig. (Creditore) (C.F.) rappresentato e difeso dall Avv. (C.F.) fax, indirizzo PEC nel cui Studio, in Bologna,, ha eletto domicilio come

Dettagli

Processo civile telematico e Ctu: cosa cambia dal 30 giugno

Processo civile telematico e Ctu: cosa cambia dal 30 giugno Processo civile telematico e Ctu: cosa cambia dal 30 giugno Il Processo civile telematico (Pct) è il sistema del ministero della Giustizia che si pone l obiettivo di automatizzare i flussi informativi

Dettagli

PARAMETRI IN AMBITO CIVILE. ISTRUZIONI PER L USO

PARAMETRI IN AMBITO CIVILE. ISTRUZIONI PER L USO PARAMETRI IN AMBITO CIVILE. ISTRUZIONI PER L USO Monza, 15 luglio 2014 (Avv. Giorgio Galbiati) Camera Civile di Monza Art.8 DM 55/2014 Pluralità di difensori e società professionali 1. Quando incaricati

Dettagli

SITUAZIONE AL 30 GIUGNO 2014

SITUAZIONE AL 30 GIUGNO 2014 ATTI DEPOSITABILI TELEMATICAMENTE CON VALORE LEGALE PRESSO I TRIBUNALI CIVILI ITALIANI SITUAZIONE AL 30 GIUGNO 2014 Presso il Tribunali Civili del territorio nazionale - OBBLIGO ai termini della normativa

Dettagli

Sentenze interessanti N.29/2012 IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Lombardia. (Sezione Seconda) SENTENZA

Sentenze interessanti N.29/2012 IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Lombardia. (Sezione Seconda) SENTENZA N. 02867/2012 REG.PROV.COLL. N. 03024/2011 REG.RIC. R E P U B B L I C A I T A L I A N A IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Lombardia (Sezione Seconda) ha pronunciato

Dettagli

CORSO DI ABILITAZIONE PER L ISCRIZIONE NELLE LISTE DEI DIFENSORI D UFFICIO DAVANTI AL TRIBUNALE DEI MINORENNI (ex art. 15 del D.Lgs 28/7/89 n.

CORSO DI ABILITAZIONE PER L ISCRIZIONE NELLE LISTE DEI DIFENSORI D UFFICIO DAVANTI AL TRIBUNALE DEI MINORENNI (ex art. 15 del D.Lgs 28/7/89 n. ORDINE AVVOCATI FIRENZE in collaborazione con Camera Penale di Firenze Scuola per la formazione degli avvocati penalisti CORSO DI ABILITAZIONE PER L ISCRIZIONE NELLE LISTE DEI DIFENSORI D UFFICIO DAVANTI

Dettagli

PARTE I Diritti e Doveri dei Cittadini. TITOLO I Rapporti Civili

PARTE I Diritti e Doveri dei Cittadini. TITOLO I Rapporti Civili Alcuni Articoli della Costituzione della Repubblica Italiana Norme costituzionali sulla giurisdizione in genere e sulla responsabilità civile dei funzionari dello stato Testo coordinato dall avv. Nicola

Dettagli

Le attestazioni di conformità nel processo

Le attestazioni di conformità nel processo Le attestazioni di conformità nel processo telematico aggiornate al 22.08.2015 (cioé alla L. 132/2015) Cosa devi fare? Attestazione occorrente Vedi il fac simile Notificare via Pec un documento scansionato

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA DIFESA DI UFFICIO

REGOLAMENTO DELLA DIFESA DI UFFICIO REGOLAMENTO DELLA DIFESA DI UFFICIO IL SISTEMA A) Il Consiglio dell Ordine predispone i seguenti elenchi separati per le difese di ufficio (penale), dinanzi al: 1) Tribunale ordinario ed uffici Gip 2)

Dettagli

che nel presente processo la Pubblica Accusa era sostenuta in giudizio dal VPO Dr. Guido Piazzano

che nel presente processo la Pubblica Accusa era sostenuta in giudizio dal VPO Dr. Guido Piazzano La difesa dell imputato, rilevato: che nel presente processo la Pubblica Accusa era sostenuta in giudizio dal VPO Dr. Guido Piazzano alle udienze del, come risulta dai relativi verbali che, come risulta

Dettagli

GUIDA BREVE AL CONTRIBUTO UNIFICATO PER LE SPESE DEGLI ATTI GIUDIZIARI

GUIDA BREVE AL CONTRIBUTO UNIFICATO PER LE SPESE DEGLI ATTI GIUDIZIARI GUIDA BREVE AL CONTRIBUTO UNIFICATO PER LE SPESE DEGLI ATTI GIUDIZIARI 1 Questa guida è disponibile gratuitamente all'indirizzo: http:// 2 GUIDA PER LA DETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO UNIFICATO PER LE SPESE

Dettagli

ISTANZA PER LA LIQUIDAZIONE DEGLI ONORARI PROFESSIONALI

ISTANZA PER LA LIQUIDAZIONE DEGLI ONORARI PROFESSIONALI ISTANZA PER LA LIQUIDAZIONE DEGLI ONORARI PROFESSIONALI Il sottoscritto Avv.., iscritto presso Codesto Ordine, avendo svolto attività giudiziale civile e/o amministrativa e/o tributaria e/o, penale o attività

Dettagli

Delibera: 168 / 2015 del 18/12/2015

Delibera: 168 / 2015 del 18/12/2015 Allegato alla deliberazione LINEE INDIRIZZO per la costituzione, la disciplina e la tenuta dell elenco delle persone disponibili a svolgere su delega dell Assessore, dell Assessorato o del Servizio alle

Dettagli

CONTRIBUTO UNIFICATO ANCHE PER IL GIUDIZIO TRIBUTARIO

CONTRIBUTO UNIFICATO ANCHE PER IL GIUDIZIO TRIBUTARIO CONTRIBUTO UNIFICATO ANCHE PER IL GIUDIZIO TRIBUTARIO SOMMARIO: 1) Applicazione del contributo unificato al processo tributario. 2) Quantificazione del contributo unificato. 3)Omesso versamento. 4)Prenotazione

Dettagli

firme elettroniche (artt. 1) documento informatico (artt. 1, 20-25) Posta elettronica certificata (artt. 1 e 6,48) Pagamenti con modalità telematiche

firme elettroniche (artt. 1) documento informatico (artt. 1, 20-25) Posta elettronica certificata (artt. 1 e 6,48) Pagamenti con modalità telematiche ART. 15 Rilevanza non più solo a documento cartaceo, ma a documento informatico stabilendone la rilevanza a tutti gli effetti di legge Demanda a successiva emanazione regolamentare le modalità di applicazione

Dettagli

Associazione Nazionale Commercialisti 19/03/2015

Associazione Nazionale Commercialisti 19/03/2015 19/03/2015 CODICE DI AUTOREGOLAMENTAZIONE DELLE ASTENSIONI COLLETTIVE DALLE ATTIVITA SVOLTE DAGLI ISCRITTI ALL ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI Adottato in data 02 luglio 2014

Dettagli

IL DEPOSITO TELEMATICO DI ATTI E MEMORIE ENDOPROCESSUALI presso il Tribunale di Pordenone

IL DEPOSITO TELEMATICO DI ATTI E MEMORIE ENDOPROCESSUALI presso il Tribunale di Pordenone IL DEPOSITO TELEMATICO DI ATTI E MEMORIE ENDOPROCESSUALI presso il Tribunale di Pordenone A cura della Commissione Informatica. Autore: Avv. Stefano Corsini Rev. 01/2015 PREMESSA Il presente documento

Dettagli

Provincia Regionale di Caltanissetta ora Libero Consorzio Comunale di Caltanissetta (L. R. n. 08/2014)

Provincia Regionale di Caltanissetta ora Libero Consorzio Comunale di Caltanissetta (L. R. n. 08/2014) Provincia Regionale di Caltanissetta ora Libero Consorzio Comunale di Caltanissetta (L. R. n. 08/2014) Codice Fiscale e Partita IVA: 00115070856 2 Sett. SEGRETERIA GENERALE - AFFARI LEGALI - CONTRATTI

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Presentazione... pag. 7 Annotazioni...» 9 Avvertenza...» 13

INDICE SOMMARIO. Presentazione... pag. 7 Annotazioni...» 9 Avvertenza...» 13 INDICE SOMMARIO Presentazione..................................................... pag. 7 Annotazioni...» 9 Avvertenza........................................................» 13 Atti processuali 1. Ricorso

Dettagli

OSSERVATORIO SULLA GIUSTIZIA CIVILE PRESSO LA CORTE D APPELLO DI BOLOGNA

OSSERVATORIO SULLA GIUSTIZIA CIVILE PRESSO LA CORTE D APPELLO DI BOLOGNA OSSERVATORIO SULLA GIUSTIZIA CIVILE PRESSO LA CORTE D APPELLO DI BOLOGNA VADEMECUM PER I DEPOSITI TELEMATICI 1) Codici oggetto Sono stati coordinati i "codici oggetto" ministeriali con le materie della

Dettagli

riforma della Giustizia Federale Sportiva schemi riassuntivi

riforma della Giustizia Federale Sportiva schemi riassuntivi Segreteria Federale Roma, 17 febbraio 2015 Circolare n. 32/2015 A tutte le Società affiliate Organi Centrali e Territoriali Ufficiali di Gara LORO INDIRIZZI OGGETTO: riforma della Giustizia Federale Sportiva

Dettagli

Il sistema di cancelleria telematica in Regione Toscana

Il sistema di cancelleria telematica in Regione Toscana Cancelleria Telematica Il sistema di cancelleria telematica in Regione Toscana 12 maggio 2009 www.e.toscana.it 1 Modello della Regione Toscana Programma Regionale della Società dell Informazione servizi

Dettagli

LA RIFORMA ORLANDO SULLA GIUSTIZIA PENALE MODIFICHE AL CODICE PENALE E AL CODICE DI PROCEDURA PENALE

LA RIFORMA ORLANDO SULLA GIUSTIZIA PENALE MODIFICHE AL CODICE PENALE E AL CODICE DI PROCEDURA PENALE STRUTTURA TERRITORIALE DEL DISTRETTO DI ANCONA LA RIFORMA ORLANDO SULLA GIUSTIZIA PENALE MODIFICHE AL CODICE PENALE E AL CODICE DI PROCEDURA PENALE LE MODIFICHE introdotte dalla L. 103/2017 con particolare

Dettagli

sul ricorso iscritto al NRG. 1522/08, proposto dal Ministero della giustizia, in persona del Ministro in

sul ricorso iscritto al NRG. 1522/08, proposto dal Ministero della giustizia, in persona del Ministro in R E P U B B L I C A I T A L I A N A IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Quarta) N.1377 /2008 Reg. Dec. N. 1522 Reg. Ric. Anno 2008 ha pronunciato la seguente

Dettagli

Dati Processo Civile Telematico al 30/04/ MINISTERO DELLA GIUSTIZIA

Dati Processo Civile Telematico al 30/04/ MINISTERO DELLA GIUSTIZIA Elaborazione dei dati rilevati sui server dell Amministrazione negli ultimi 12 mesi (dal 1 maggio 2013 al 30 aprile 2014) Comunicazioni e notificazioni Attivate in tutti i tribunali e le corti d appello

Dettagli

LE GARANZIE GIURISDIZIONALI

LE GARANZIE GIURISDIZIONALI LE GARANZIE GIURISDIZIONALI La funzione giurisdizionale La giurisdizione ordinaria e le giurisdizioni speciali Autonomia e indipendenza della magistratura Il consiglio superiore della magistratura Il giusto

Dettagli

DIRITTO DELL UNIONE EUROPEA. Il rinvio pregiudiziale

DIRITTO DELL UNIONE EUROPEA. Il rinvio pregiudiziale Dipartimento di Giurisprudenza DIRITTO DELL UNIONE EUROPEA Il rinvio pregiudiziale IL CONTROLLO GIURISDIZIONALE INDIRETTO Giudice nazionale = giudice del diritto comunitario In virtù dei principi della

Dettagli

Diritto di copia autentica Allegato n 7 articolo 268. e 3 conformità ,77 8,85

Diritto di copia autentica Allegato n 7 articolo 268. e 3 conformità ,77 8,85 DIRITTO DI COPIA E DIRITTO DI CERTIFICATO NEL PROCESSO PENALE, CIVILE, AMMINISTRATIVO E CONTABILE la normativa previgente decreto legislativo 9/4/1948 n 486 (per come modificato dalle leggi 9/4/1953 n

Dettagli

INDICE. Parte I PROCESSO CIVILE TELEMATICO, DOCUMENTO INFORMATICO E FASCICOLO INFORMATICO

INDICE. Parte I PROCESSO CIVILE TELEMATICO, DOCUMENTO INFORMATICO E FASCICOLO INFORMATICO INDICE Parte I PROCESSO CIVILE TELEMATICO, DOCUMENTO INFORMATICO E FASCICOLO INFORMATICO CAPITOLO 1 DOCUMENTO INFORMATICO ED INFORMATIZZAZIONE DEL PROCESSO A) Premessa......................................

Dettagli

UFFICIO UNICO DI AVVOCATURA PUBBLICA

UFFICIO UNICO DI AVVOCATURA PUBBLICA UFFICIO UNICO DI AVVOCATURA PUBBLICA AVVISO PUBBLICO PER LA FORMAZIONE DELL ELENCO DI AVVOCATI DEL LIBERO FORO CUI AFFIDARE IL PATROCINIO DELLA PROVINCIA DI MONZA E DELLA BRIANZA Art. 1 Oggetto Il presente

Dettagli

INDICE-SOMMARIO. Parte I PRINCIPI E SVILUPPI NORMATIVI. Capitolo I PROFILI STORICI E FONDAMENTI COSTITUZIONALI

INDICE-SOMMARIO. Parte I PRINCIPI E SVILUPPI NORMATIVI. Capitolo I PROFILI STORICI E FONDAMENTI COSTITUZIONALI INDICE-SOMMARIO Parte I PRINCIPI E SVILUPPI NORMATIVI Capitolo I PROFILI STORICI E FONDAMENTI COSTITUZIONALI 1. Premessa... 3 2. Il dibattito culturale e le proposte legislative degli anni settanta : gli

Dettagli

ISTANTI. Cognome Nome Nato/a Prov. ( ) il / / Residente in Prov. ( ) CAP Via/piazza n Codice Fiscale Partita Iva Telefono Telefono Cell.

ISTANTI. Cognome Nome Nato/a Prov. ( ) il / / Residente in Prov. ( ) CAP Via/piazza n Codice Fiscale Partita Iva Telefono Telefono Cell. All Organismo di Conciliazione dell Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Vicenza Organismo iscritto al n. 107 del registro degli organismi abilitati a svolgere la mediazione tenuto

Dettagli

Schemi 14A 14B 14C 17A 17B

Schemi 14A 14B 14C 17A 17B INDICE Schemi 1 Le impugnazioni delle sentenze (artt. 323 e ss.)... 3 2 Cosa giudicata formale (art. 324)... 4 3 I termini delle impugnazioni (artt. 325 e ss.)... 5 4 Il termine breve (artt. 325 e ss.)...

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio. - Sezione Seconda Quater - SENTENZA

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio. - Sezione Seconda Quater - SENTENZA REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Sent. n. R.G. 3903/08 Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio composto dai signori magistrati: - Sezione Seconda Quater - Dott. Lucia Tosti Dott.

Dettagli

(Obbligatorietà del deposito telematico degli atti processuali)

(Obbligatorietà del deposito telematico degli atti processuali) Art. 44 (Obbligatorietà del deposito telematico degli atti processuali) 1. Le disposizioni di cui ai commi 1, 2 e 3 dell'articolo 16-bis del decretolegge 18 ottobre 2012, n. 179, convertito, con modificazioni,

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA XIV LEGISLATURA

SENATO DELLA REPUBBLICA XIV LEGISLATURA SENATO DELLA REPUBBLICA XIV LEGISLATURA N. 2049 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa dei senatori PEDRIZZI, BALBONI, KAPPLER e SALERNO COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 27 FEBBRAIO 2003 Modifica di alcune disposizioni

Dettagli

PROCURA DELLA REPUBBLICA DI SALERNO. Linee Guida. (testo modificato ed integrato a seguito della nota ministeriale n. DAG U del 29.7.

PROCURA DELLA REPUBBLICA DI SALERNO. Linee Guida. (testo modificato ed integrato a seguito della nota ministeriale n. DAG U del 29.7. PROCURA DELLA REPUBBLICA DI SALERNO Linee Guida (testo modificato ed integrato a seguito della nota ministeriale n. DAG 111198.U del 29.7.2015) per la convenzione di negoziazione assistita per le soluzioni

Dettagli

Pronuncia n. 7 / 2008

Pronuncia n. 7 / 2008 CORTE DEI CONTI SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA CAMPANIA nell adunanza del 18 giugno 2008 Pronuncia n. 7 / 2008 Composta dai seguenti magistrati: Cons. Francesco Amabile Presidente f.f. relatore

Dettagli

PRIMA LEZIONE. La Costituzione La (Le - art.103) Magistratura/e e la legge di ordinamento giudiziario.

PRIMA LEZIONE. La Costituzione La (Le - art.103) Magistratura/e e la legge di ordinamento giudiziario. PRIMA LEZIONE Trama dell Ordinamento Giudiziario: si sviluppa tra diritto costituzionale, diritto amministrativo (provvedimenti del CSM e dei Dirigenti), diritto processuale civile e penale (le competenze),

Dettagli

Ordine degli Avvocati di Perugia

Ordine degli Avvocati di Perugia REGOLAMENTO 27 marzo 2015 n. 2 REGOLAMENTO DISCIPLINANTE LA RICHIESTA, L ESAME, L OPINAMENTO E IL RILASCIO DEI PARERI DI CONGRUITÀ DEI COMPENSI INDICATI NELLE PARCELLE PRESENTATE PER LA LORO APPROVAZIONE

Dettagli

Calendario di dettaglio dei magistrati ordinari nominati con D.M (Delibera del 27 giugno 2012)

Calendario di dettaglio dei magistrati ordinari nominati con D.M (Delibera del 27 giugno 2012) Calendario di dettaglio dei magistrati ordinari nominati con D.M. 08.06.2012. (Delibera del 27 giugno 2012) " Il Consiglio Superiore della Magistratura - lette le proprie delibere del 13.6.2012 (Nuovo

Dettagli

Testo con le modifiche del disegno di legge costituzionale proposto dal Governo. Testo attuale TITOLO IV LA MAGISTRATURA TITOLO IV LA GIUSTIZIA

Testo con le modifiche del disegno di legge costituzionale proposto dal Governo. Testo attuale TITOLO IV LA MAGISTRATURA TITOLO IV LA GIUSTIZIA Testo attuale Testo con le modifiche del disegno di legge costituzionale proposto dal Governo TITOLO IV LA MAGISTRATURA Sezione I Ordinamento giurisdizionale TITOLO IV LA GIUSTIZIA Sezione I Gli organi

Dettagli

INDICE NOZIONI PRELIMINARI I. LA GIURISDIZIONE

INDICE NOZIONI PRELIMINARI I. LA GIURISDIZIONE INDICE Avvertenza all ottava edizione... Avvertenza alla settima edizione.... Avvertenza alla sesta edizione... V VII IX NOZIONI PRELIMINARI I. LA GIURISDIZIONE 1. La giurisdizione... 1 2. La magistratura....

Dettagli

INDICE SOMMARIO DELLE FORMULE

INDICE SOMMARIO DELLE FORMULE INDICE SOMMARIO DELLE FORMULE Prefazione.................................... Introduzione................................... pag. XI XIII I - Difesa e rappresentanza 001. Procura al difensore...........................

Dettagli

Il Presidente, sulla base dell istruttoria espletata sulla scorta degli atti contenuti nel fascicolo regionale, dall Avv. regionale titolare della

Il Presidente, sulla base dell istruttoria espletata sulla scorta degli atti contenuti nel fascicolo regionale, dall Avv. regionale titolare della 1 2 Il Presidente, sulla base dell istruttoria espletata sulla scorta degli atti contenuti nel fascicolo regionale, dall Avv. regionale titolare della P.O. e Responsabile del procedimento, confermata dal

Dettagli

Le attestazioni di conformità nel processo telematico aggiornate al 27.06.2015

Le attestazioni di conformità nel processo telematico aggiornate al 27.06.2015 Le attestazioni di conformità nel processo telematico aggiornate al 27.06.2015 Cosa devi fare? Attestazione occorrente Vedi il fac simile Notificare via Pec un documento scansionato Attestazione ex art.

Dettagli

ISTITUZIONI DI DIRITTO PUBBLICO. Il sistema della giustizia in Italia

ISTITUZIONI DI DIRITTO PUBBLICO. Il sistema della giustizia in Italia ISTITUZIONI DI DIRITTO PUBBLICO Il sistema della giustizia in Italia Prof. Giovanni Coinu 070.675.3010 - gcoinu@unica.it MAGISTRATURE ORDINARIA E SPECIALI Ordinaria Speciali Civile Giudice di Pace Tribunale

Dettagli

CONSIGLIO DELL'ORDINE DEGLI AVVOCATI AVVISO

CONSIGLIO DELL'ORDINE DEGLI AVVOCATI AVVISO CONSIGLIO DELL'ORDINE DEGLI AVVOCATI AVVISO Essendosi perfezionata solo ora la sottoscrizione del Protocollo allegato da parte di questo Ordine e della Camera penale, si invia agli iscritti il Protocollo

Dettagli

AVVISO DI SELEZIONE PER LA PARTECIPAZIONE DI LAUREATI IN GIURISPRUDENZA AD UNO STAGE

AVVISO DI SELEZIONE PER LA PARTECIPAZIONE DI LAUREATI IN GIURISPRUDENZA AD UNO STAGE AVVISO DI SELEZIONE PER LA PARTECIPAZIONE DI LAUREATI IN GIURISPRUDENZA AD UNO STAGE DI FORMAZIONE TEORICO-PRATICA PRESSO IL TRIBUNALE DI TORRE ANNUNZIATA, AI SENSI DELL ART. 73 DEL D.L. 21 GIUGNO 2013,

Dettagli

COMUNE DI RIMINI. - Segreteria Generale - DELIBERAZIONE ORIGINALE DI GIUNTA COMUNALE. N. : 288 del 24/10/2017

COMUNE DI RIMINI. - Segreteria Generale - DELIBERAZIONE ORIGINALE DI GIUNTA COMUNALE. N. : 288 del 24/10/2017 COMUNE DI RIMINI - Segreteria Generale - DELIBERAZIONE ORIGINALE DI GIUNTA COMUNALE N. : 288 del 24/10/2017 Oggetto : ACCETTAZIONE PROPOSTA DI RISARCIMENTO DANNI A SEGUITO DI DENUNCIA PER OLTRAGGIO A PUBBLICO

Dettagli

ADESIONE RICORSO AVVERSO IL MANCATO SUPERAMENTO DELL ESAME SCRITTO DI ABILITAZIONE ALL ESERCIZIO DELLA PROFESSIONE DI AVVOCATO

ADESIONE RICORSO AVVERSO IL MANCATO SUPERAMENTO DELL ESAME SCRITTO DI ABILITAZIONE ALL ESERCIZIO DELLA PROFESSIONE DI AVVOCATO ALL 1 ADESIONE RICORSO AVVERSO IL MANCATO SUPERAMENTO DELL ESAME SCRITTO DI ABILITAZIONE ALL ESERCIZIO DELLA PROFESSIONE DI AVVOCATO Con la presente, il sottoscritto/a,nato/a il Codice Fiscale: residente

Dettagli

DOMANDA DI MEDIAZIONE

DOMANDA DI MEDIAZIONE ALLA SEGRETERIA di MediaTorino s.r.l. Via Avigliana 39 10138 Torino DOMANDA DI MEDIAZIONE Il sottoscritto ( 1 ) : Cognome Nome Codice fiscale Nato a il Residente in prov. c.a.p. Indirizzo Telefono fax

Dettagli

Il C.T.U. nel processo penale

Il C.T.U. nel processo penale CORSO PER C.T.U. UNA PROFESSIONE NELLA PROFESSIONE III EDIZIONE - 2017 Il C.T.U. nel processo penale a cura di Donatella Palumbo Sostituto Procuratore Procura della Repubblica presso il Tribunale di Benevento

Dettagli

Informatica giudiziaria

Informatica giudiziaria Operatore Informatico Giuridico Informatica Giuridica A.A 2004/2005 I Semestre Informatica giudiziaria prof. Monica Palmirani Informatica giudiziaria Settore dell informatica giuridica Si occupa di: Informatizzare

Dettagli