Autotrasporto Controlli su strada dell attività del conducente professionale. Rovigo, 15 marzo 2012

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Autotrasporto Controlli su strada dell attività del conducente professionale. Rovigo, 15 marzo 2012"

Transcript

1 Autotrasporto Controlli su strada dell attività del conducente professionale Rovigo, 15 marzo 2012

2 Andrea Camata Comandante di Polizia Locale

3 Campo di applicazione del cronotachigrafo NORMATIVA DI RIFERIMENTO IN VIGORE PER QUANTO RIGUARDA I PERIODI DI GUIDA DAL 11 APRILE 2007 REGOLAMENTO 561/2006 CE DECRETO MINISTERIALE 20 GIUGNO 2007 DIRETTIVA 2006/22 CE REGOLAMENTO 3821/85 CEE D. L.vo nr. 285 artt LEGGE 13 novembre 1978 nr. 727 REGOLAMENTO 2135/98 CE REGOLAMENTO 1360/2002 CE DIRETTIVA 2003/59 CE DECRETO INTERMINIS. 361/2003 CIRCOLARE 1110 DEL

4 Verbale a Carico autista

5 Verbale a Carico ditta

6 Finalità della normativa europea Migliorare la condizione sociale dei lavoratori cui si applica MIGLIORARE LA SICUREZZA STRADALE Tempo massimo di guida per giornata Tempo massimo di guida per settimana Tempo massimo di guida per due settimane Obbligo di un periodo di riposo regolare settimanale Riposo giornaliero continuo di almeno 9 ore 6

7 Durata della guida a tutela della sicurezza stradale SETTIMANA Periodo compreso tra le ore 00,00 del domenica lunedì e le ore 24,00 della 7

8 Durata della guida a tutela della sicurezza stradale RIPOSO ogni periodo ininterrotto durante il quale il conducente può disporre liberamente del suo tempo; 8

9 Durata della guida a tutela della sicurezza stradale Il periodo di guida giornaliero NON DEVE SUPERARE 9 ORE 9

10 Durata della guida a tutela della sicurezza stradale Il periodo di guida giornaliero può tuttavia essere esteso fino 10 ORE non più di due volte nell'arco della settimana. 10

11 Durata della guida a tutela della sicurezza stradale Il periodo di guida settimanale non deve superare 56 ore e non deve superare l'orario di lavoro massimo di cui alla direttiva 2002/15/CE. 11

12 Durata della guida a tutela della sicurezza stradale IL PERIODO COMPLESSIVO DI GUIDA NON DEVE SUPERARE 90 ORE IN UN PERIODO DI DUE SETTIMANE CONSECUTIVE 12

13 Durata della guida a tutela della sicurezza stradale Dopo un periodo di guida di 4 ore e 30 minuti il conducente deve osservare una INTERRUZIONE di almeno 45 minuti (a meno che non inizi un periodo di riposo) 13

14 Durata della guida a tutela della sicurezza stradale Questa interruzione può essere sostituita da un'interruzione di almeno 15 minuti, seguita da un'interruzione di almeno 30 minuti: le due interruzioni sono intercalate nel periodo di guida in modo da assicurare l'osservanza delle disposizioni di cui al primo comma. 14

15 Durata della guida a tutela della sicurezza stradale I conducenti devono aver effettuato un nuovo periodo di riposo giornaliero nell'arco di 24 ore dal termine del precedente periodo di riposo giornaliero o settimanale. 15

16 Durata della guida a tutela della sicurezza stradale Se la parte di periodo di riposo giornaliero effettuata entro le previste 24 ore è di almeno 9 ore ma inferiore a 11, tale periodo di riposo è considerato un riposo giornaliero ridotto. I conducenti non possono effettuare più di tre periodi di riposo giornaliero ridotto tra due periodi di riposo settimanale. 16

17 Durata della guida a tutela della sicurezza stradale Nel corso di due settimane consecutive i conducenti effettuano almeno: - due periodi di riposo settimanale regolare (= almeno 45 ore) - oppure un periodo di riposo settimanale regolare ed un periodo di riposo settimanale ridotto di almeno 24 ore (riduzione che deve però essere compensata entro la fine della terza settimana successiva alla settimana in questione). 17

18 Durata della guida a tutela della sicurezza stradale I conducenti devono aver effettuato un nuovo periodo di riposo giornaliero nell'arco di 24 ore dal termine del precedente periodo di riposo giornaliero o settimanale. 18

19 Durata della guida a tutela della sicurezza stradale Il periodo di riposo settimanale comincia al più tardi dopo sei periodi di 24 ore dal termine del precedente periodo di riposo settimanale. 19

20 Cronotachigrafo analogico e fogli di registrazione 20

21 Cronotachigrafo analogico e fogli di registrazione Il dispositivo cronotachigrafo definito "analogico deve registrare in modo autonomo distanza percorsa; 21

22 Cronotachigrafo analogico e fogli di registrazione Il dispositivo cronotachigrafo definito "analogico deve registrare in modo autonomo velocità; 22

23 Cronotachigrafo analogico e fogli di registrazione Il dispositivo cronotachigrafo definito "analogico deve registrare in modo autonomo tempo,, ripartito per periodi di guida e periodi di riposo; 23

24 Cronotachigrafo analogico e fogli di registrazione Il dispositivo cronotachigrafo definito "analogico deve registrare in modo autonomo apertura e chiusura della custodia contenente il foglio di registrazione. 24

25 Cronotachigrafo analogico e fogli di registrazione Caratteristiche tecniche che consentono di individuare, distinguere ed accertare la compatibilità del cronotachigrafo con il veicolo su cui è montato. Questi valori devono essere sempre indicati sulla targhetta di montaggio costante dell'apparecchio di controllo. Numero che esprime il valore del segnale necessario per ottenere la registrazione della distanza percorsa di 1 km. In sostanza indica quanti giri o impulsi occorrono perché il dispositivo registri lo spostamento di 1 km sul foglio di registrazione 25

26 Cronotachigrafo analogico e fogli di registrazione Caratteristiche tecniche che consentono di individuare, distinguere ed accertare la compatibilità del cronotachigrafo con il veicolo su cui è montato. Questi valori devono essere sempre indicati sulla targhetta di montaggio coefficiente caratteristico del veicolo. Numero che esprime il valore del segnale all'uscita della presa di forza, che è montata sul veicolo, quando lo stesso percorre la distanza di 1 km. In pratica indica il numero di giri o impulsi emessi dal meccanismo collegato alla presa di forza quando il veicolo ha percorso una distanza di 1 km 26

27 Cronotachigrafo analogico e fogli di registrazione Caratteristiche tecniche che consentono di individuare, distinguere ed accertare la compatibilità del cronotachigrafo con il veicolo su cui è montato. Questi valori devono essere sempre indicati sulla targhetta di montaggio circonferenza effettiva dei pneumatici montati sul veicolo, in pratica la distanza lineare che sviluppa una ruota durante un giro completo. È essenziale ai fini della taratura del dispositivo 27

28 Cronotachigrafo analogico e fogli di registrazione CARATTERISTICHE DEI DISPOSITIVI ANALOGICI Il cronotachigrafo analogico può essere a trasmissione: meccanica o elettronica in base al sistema utilizzato per trasmettere il segnale che consente la registrazione dei dati. Il sistema si compone di tre parti caratteristiche: apparecchio cronotachigrafo: dispositivo dotato di meccanismi in grado di decodificare il segnale proveniente dal trasmettitore e di trasformarlo in movimento delle puntine scriventi; 28

29 Cronotachigrafo analogico e fogli di registrazione CARATTERISTICHE DEI DISPOSITIVI ANALOGICI Il cronotachigrafo analogico può essere a trasmissione: meccanica o elettronica in base al sistema utilizzato per trasmettere il segnale che consente la registrazione dei dati. Il sistema si compone di tre parti caratteristiche: adattatore: apparecchio che adegua il segnale trasmesso dal trasmettitore ( coefficiente( caratteristico del veicolo ) ) alle caratteristiche ("costante") del dispositivo cronotachigrafo. 29

30 Cronotachigrafo analogico e fogli di registrazione CARATTERISTICHE DEI DISPOSITIVI ANALOGICI Il cronotachigrafo analogico può essere a trasmissione: meccanica o elettronica in base al sistema utilizzato per trasmettere il segnale che consente la registrazione dei dati. Il sistema si compone di tre parti caratteristiche: trasmettitore (o presa di forza): ha il compito di inviare il segnale rilevato all'uscita dell'albero motore (o più raramente alle ruote) all'adattatore (o direttamente al dispositivo per cronotachigrafo sprovvisto di adattatore 30

31 Cronotachigrafo analogico e fogli di registrazione Dispositivi elettronici Nei dispositivi elettronici, a differenza di quelli meccanici ormai superati, non sono presenti cavi di trasmissione del moto dalla presa di forza al cronotachigrafo. Viene utilizzato un sistema di trasmissione di impulsi elettrici che consente il movimento delle puntine scriventi. Il segnale diretto al cronotachigrafo proviene e da un trasmettitore posto sulla presa di forza del cambio. Questo trasmettitore (in genere a doppio impulso): "legge" il movimento dell'ingranaggio posto sulla presa di forza e lo trasforma in impulsi elettrici. 31

32 Cronotachigrafo analogico e fogli di registrazione Dispositivo analogico per registrazioni settimanali La normativa comunitaria consente l'utilizzazione ed il montaggio di un dispositivo che effettua registrazioni per più giorni in modo automatico e continuativo senza intervento dell'operatore a condizione che i raccordi dei vari fogli di registrazione collegati fra loro non presentino interruzioni o sovrapposizioni 32

33 Cronotachigrafo analogico e fogli di registrazione Dispositivo analogico per 2 autisti Le norme consente la possibilità di utilizzo di un unico dispositivo per due conducenti che si alternano alla guida, a condizione che le registrazioni siano riportate in fogli separati e che l'avanzamento nto dei vari fogli sia sincronizzato. In questi dispositivi la puntina scrivente è sempre una soltanto; perciò al momento del cambio di conducente è necessario aprire il coperchio ed invertire la posizione dei dischi. Questa operazione sarà documentata sui fogli di registrazione da un segno di apertura e chiusura 33

34 Cronotachigrafo analogico e fogli di registrazione Omologazione del foglio di registrazione Secondo le indicazioni fornite dal regolamento CEE n. 3821/85 ciascun foglio omologato deve recare impressi in modo indelebile i seguenti dati: nome, indirizzo e marchio del fabbricante, marchio di omologazione del modello del foglio, marchio di omologazione dei modelli su cui può essere utilizzato, limite di velocità registrabile stampato in km/h. 34

35 Cronotachigrafo analogico e fogli di registrazione Omologazione del foglio di registrazione Velocità registrabile 35

36 Cronotachigrafo analogico e fogli di registrazione Omologazione del foglio di registrazione 36

37 Cronotachigrafo analogico e fogli di registrazione 37

38 Cronotachigrafo analogico e fogli di registrazione Tracciato velocità: Analisi dei singoli tracciati campo di misurazione: : in genere da 0 a 125 km/h (nei modelli più recenti, soprattutto per autobus, da 0 a 140 km/h); criteri di lettura: : serie di cerchi concentrici tratteggiati a ciascuno dei quali corrisponde la velocità in km/h che figura stampata accanto. (20 Km/h) 38

39 Cronotachigrafo analogico e fogli di registrazione Tracciato velocità: Analisi dei singoli tracciati campo di misurazione: : disco per cronotachigrafo con scala di valori da o a 100 Km/h; criteri di lettura: : serie di cerchi concentrici tratteggiati a ciascuno dei quali corrisponde la velocità in km/h che figura stampata accanto. (10 Km/h) 39

40 Cronotachigrafo analogico e fogli di registrazione Analisi dei singoli tracciati Tracciato dei tempi: pittogrammi Tempo di Guida Altro Tempo di Lavoro Periodo di disponibilità Pausa e Tempo di Riposo

41 Cronotachigrafo analogico e fogli di registrazione Analisi dei singoli tracciati Tracciato dei tempi: commutazione automatica informazione fornita: : periodi di guida, riposo, permanenza sul lavoro o disponibilità e attesa; campo di misurazione: : 24 ore divise sulla corona esterna e riprodotte in quella interna concentrica; criteri di lettura: : ogni intervallo di 1 ora è rappresentato da una serie di intacche (corte = 5 min.; lunghe =15 min.). 41

42 Cronotachigrafo analogico e fogli di registrazione Analisi dei singoli tracciati Tracciato dei tempi: commutazione manuale informazione fornita: : periodi di guida, riposo, permanenza sul lavoro o disponibilità e attesa; campo di misurazione: : 24 ore divise sulla corona esterna e riprodotte in quella interna concentrica; criteri di lettura: : ogni intervallo di 1 ora è rappresentato da una serie di intacche (corte = 5 min.; lunghe =15 min.). 42

43 Cronotachigrafo analogico e fogli di registrazione Analisi dei singoli tracciati Tracciato dei tempi: registrazione manuale 43

44 Cronotachigrafo analogico e fogli di Analisi dei registrazione singoli tracciati Tracciato distanza: informazione fornita: distanze percorse dal veicolo durante il viaggio; criteri di lettura: è un'indicazione relativa solo al movimento del veicolo. In questo settore il pennino del indica: movimento = traccia a zig-zag; zag; fermata = traccia continua. Ogni segmento completo indica un percorso di 5 km. 44

45 Cronotachigrafo analogico e fogli di registrazione Comuni alterazioni PIEGATURA DEL PENNINO DELLA VELOCITA per poter parlare di manipolazione punibile è necessario che la linea del diagramma della velocità parta da un punto che sia al di sotto della linea di tolleranza prevista dal regolamento CEE n. 3821/85 (fissata in un valore pari a 6 km/h) 45

46 Cronotachigrafo analogico e fogli di registrazione Comuni alterazioni PIEGATURA DEL PENNINO DELLA VELOCITA per poter parlare di manipolazione punibile è necessario che la linea del diagramma della velocità parta da un punto che sia al di sotto della linea di tolleranza prevista dal regolamento CEE n. 3821/85 (fissata in un valore pari a 6 km/h) 46

47 Cronotachigrafo analogico e fogli di registrazione Comuni alterazioni LIMITAZIONE DEI MOVIMENTI DELLA PUNTA SCRIVENTE La limitazione dei movimenti della punta scrivente si realizza, di solito, attraverso la frapposizione di oggetti di vario tipo che bloccano la puntina di registrazione della velocità in modo che non possa completare la sua corsa e registri una velocità inferiore a quella reale. 47

48 Cronotachigrafo analogico e fogli di registrazione Comuni alterazioni MARCIA CON CRONOTACHIGRAFO APERTO L'apertura del coperchio del cronotachigrafo comporta la non registrazione dei dati perché le puntine scriventi non sono a contatto con il foglio di registrazione; tuttavia, il foglio, inserito nella sua naturale sede, continua a girare e registra correttamente il tempo durante il quale il dispositivo è stato aperto. 48

49 Cronotachigrafo analogico e fogli di registrazione Comuni alterazioni MODIFICA DEL RAPPORTO DI TRASMISSIONE 49

50 MANOMISSIONE E ALTERAZIONE DEL CRONOTACHIGRAFO O DEL LIMITATORE DI VELOCITA Quando si abbia motivo di ritenere che siano alterati o manomessi ovvero comunque non funzionanti gli organi di polizia stradale, anche scortando il veicolo, possono disporre che sia effettuato l accertamento della funzionalità dei dispositivi stessi. Le spese per l accertamento ed il ripristino della funzionalità sono in ogni caso a carico del proprietario del veicolo. A cura di Giovanni Favaretto e Andrea Camata Comandanti di Polizia Locale 50

51 Articolo 179 commi 2 e 9 del Codice della Strada Alterazione del cronotachigrafo: 1558,00 Decurtazione punti 10 sospensione della patente di guida da 15 giorni a 3 mesi A cura di Giovanni Favaretto e Andrea Camata Comandanti di Polizia Locale 51

52 MANOMISSIONE E ALTERAZIONE DEL CRONOTACHIGRAFO O DEL LIMITATORE DI VELOCITA Alterazione del limitatore di velocità : 1740,00 Decurtazione punti 10 revoca della patente di guida A cura di Giovanni Favaretto e Andrea Camata Comandanti di Polizia Locale 52

53 CRONOTACHIGRAFO DIGITALE Freccia in avanti Chip verso l alto

54 CRONOTACHIGRAFO DIGITALE funzioni svolte registrazione e memorizzazione dei dati sulle carte tachigrafiche 54

55 CRONOTACHIGRAFO DIGITALE funzioni svolte lettura dei dati del conducente riprodotti sulle carte tachigrafiche 55

56 CRONOTACHIGRAFO DIGITALE funzioni svolte visualizzazione e stampa dei dati contenuti nelle carte e nell'apparecchio 56

57 CRONOTACHIGRAFO DIGITALE funzioni svolte verifica delle attività di controllo e delle prove automatiche di funzionalità 57

58 CRONOTACHIGRAFO DIGITALE funzioni svolte trasferimento di dati su dispositivi esterni 58

59 CRONOTACHIGRAFO DIGITALE funzioni svolte registrazione della velocità e della distanza percorsa 59

60 CRONOTACHIGRAFO DIGITALE funzioni svolte registrazione del tempo (inizio e fine viaggio) e dell attività del conducente 60

61 Il Display può mostrare l ora locale o l ora UTC (Universal Time Coordinate ) Il Crono Digitale "pensa" in UTC; Il tempo è riferito all ora di Greenwich 61

62 Ora UTC Nel periodo Ora Solare : Vs. Orologio 1h Nel periodo Ora Legale : Vs. Orologio 2h Ottobre (Ultima Domenica) O N Ora Solare D G F M + 1h su Greenwich Marzo (Ultima Domenica) S A A L G M + 1h su Ora Solare Ora Legale In ITALIA nel periodo Ora Legale = + 2h su Greenwich 62

63 CRONOTACHIGRAFO DIGITALE funzioni svolte registrazione del luogo di inizio e di fine viaggio 63

64 CRONOTACHIGRAFO DIGITALE funzioni svolte registrazione di anomalie e guasti dell'apparecchio 64

65 CARTE TACHIGRAFICHE L'obbligo di dotarsi di una carta tachigrafica è imposto solo ai conducenti che hanno la propria residenza normale ( almeno 185 giorni nell anno) nel territorio comunitario). 65

66 CARTE TACHIGRAFICHE Il conducente può essere titolare di una sola carta valida ed è autorizzato ad usare solo la propria carta tachigrafica. 66

67 CARTE TACHIGRAFICHE La carta del conducente viene rilasciata, su richiesta dello stesso conducente, dalla autorità competente dello Stato membro nel quale il conducente ha fissato la sua residenza normale. In Italia, le funzioni di NCA (National Certification Authority) sono affidate alle C.C.I.A.A. 67

68 CARTE TACHIGRAFICHE In caso di richiesta di sostituzione di una carta (per avaria, smarrimento o furto) viene rilasciata al conducente una nuova carta tachigrafica in sostituzione. (5 giorni) 68

69 CARTE TACHIGRAFICHE Gli utenti dell'apparecchio di controllo di tipo digitale sono identificati per mezzo di carte tachigrafiche sulle quali sono memorizzati i dati registrati ed elaborati dall'apparecchio di controllo stesso. La durata di validità amministrativa di ciascuna carta del conducente non può essere superiore a cinque anni 69

70 CARTE TACHIGRAFICHE L'apparecchio funziona in modo automatico, sia con veicolo fermo sia in movimento. Il conducente deve solo inserire la "carta" nell'apposito spazio ed eventualmente selezionare il campo di registrazione in conformità all'attività che sta effettivamente compiendo in quel momento (guida, lavoro, disponibilità e interruzione - riposo) 70

71 CARTE TACHIGRAFICHE Attraverso l'esame dei dati di sicurezza memorizzati all'interno della carta, si possono desumere: fabbricazione, omologazione e autenticità. 71

72 CARTE TACHIGRAFICHE La carta del conducente è in grado di memorizzare, per ogni giorno di calendario in cui viene usata e per ogni periodo di impiego di un determinato veicolo in tale giorno, i dati seguenti: dati relativi ai veicoli impiegati : -dati identificativi dell'immatricolazione del veicolo utilizzato -data e ora del primo impiego del veicolo e dell'ultimo a cui è associato il valore del totalizzatore del contachilometri in tali momenti; 72

73 CARTE TACHIGRAFICHE La carta del conducente è in grado di memorizzare, per ogni giorno di calendario in cui viene usata e per ogni periodo di impiego di un determinato veicolo in tale giorno, i dati seguenti: dati relativi all'attività del conducente : data; contatore di presenza giornaliera; distanza totale percorsa; condizione del conducente alle ore 0,00; dati relativi ad ogni cambio di attività del conducente; inserimento o estrazione della carta; 73

74 CARTE TACHIGRAFICHE La carta del conducente è in grado di memorizzare, per ogni giorno di calendario in cui viene usata e per ogni periodo di impiego di un determinato veicolo in tale giorno, i dati seguenti: luogo in cui inizia e/o termina i periodo di lavoro giornaliero : data e ora di immissione della carta con l'indicazione automatica del luogo in cui inizia e/o termina il periodo di lavoro giornaliero (o data/ora relativa all'immissione, se effettuata durante la procedura di immissione manuale) 74

75 CARTE TACHIGRAFICHE La carta del conducente è in grado di memorizzare, per ogni giorno di calendario in cui viene usata e per ogni periodo di impiego di un determinato veicolo in tale giorno, i dati seguenti: luogo in cui inizia e/o termina il periodo di lavoro giornaliero: data e ora di immissione della carta con l'indicazione automatica del luogo in cui inizia e/o termina il periodo di lavoro giornaliero tipo di immissione (inizio o termine, condizione di immissione), paese e regione inseriti correlati con il valore del totalizzatore del contachilometri del veicolo; 75

76 CARTE TACHIGRAFICHE La carta del conducente è in grado di memorizzare, per ogni giorno di calendario in cui viene usata e per ogni periodo di impiego di un determinato veicolo in tale giorno, i dati seguenti: dati relativi alle principali anomalie : -inserimento della carta durante la guida, -chiusura errata ultima sessione carta, -interruzione dell'alimentazione di energia, -errore dati di marcia, -tentata violazione della sicurezza; 76

77 CARTE TACHIGRAFICHE La carta del conducente è in grado di memorizzare, per ogni giorno di calendario in cui viene usata e per ogni periodo di impiego di un determinato veicolo in tale giorno, i dati seguenti: dati relativi ai guasti : guasto della carta (se la carta è oggetto del guasto); guasto dell'apparecchio di controllo; 77

78 CARTE TACHIGRAFICHE La carta del conducente è in grado di memorizzare, per ogni giorno di calendario in cui viene usata e per ogni periodo di impiego di un determinato veicolo in tale giorno, i dati seguenti: dati relativi alle attività di controllo : data e ora del controllo, numero della carta di controllo e Stato membro di rilascio, tipo di controllo (visualizzazione, stampa, trasferimento dati carta, ecc.), periodo trasferito sulla carta di controllo, in caso di trasferimento dati nel corso di un'attività ispettiva, 78

79 CARTE TACHIGRAFICHE UTILIZZAZIONE DELLA CARTA TACHIGRAFICA : La carta del conducente è personale.. Non può essere ceduta, neanche in caso di temporanea sostituzione alla guida. La carta del conducente deve essere utilizzata per ciascun giorno di guida, a partire dal momento in cui un conducente prende in consegna un veicolo fino a quando non lo riconsegna. 79

80 CARTA DI CONTROLLO - ATTIVITÀ ISPETTIVA Le forze di polizia, in caso di cronotachigrafo digitale, possono utilizzare una speciale carta (carta( di controllo) per avere accesso ai dati contenuti nell'apparecchio o nelle carte del conducente. Questa carta identifica l'organismo preposto ai controlli e consente di accedere ai dati contenuti nella memoria dei dispositivi digitali o nelle carte del conducente ai fini della lettura, della stampa e/o del trasferimento dei dati stessi. 26/05/10 80

8- IMPIEGO DEL CRONOTACHIGRAFO. Il Regolamento CE n. 561/2006 non si applica ai trasporti stradali effettuati a mezzo di:

8- IMPIEGO DEL CRONOTACHIGRAFO. Il Regolamento CE n. 561/2006 non si applica ai trasporti stradali effettuati a mezzo di: 8- IMPIEGO DEL CRONOTACHIGRAFO ESENZIONI RELATIVE ALL UTILIZZO DEL CRONOTACHIGRAFO Il Regolamento CE n. 561/2006 non si applica ai trasporti stradali effettuati a mezzo di: veicoli adibiti al trasporto

Dettagli

APPROFONDIMENTO I TEMPI DI GUIDA

APPROFONDIMENTO I TEMPI DI GUIDA APPROFONDIMENTO I TEMPI DI GUIDA NORMATIVA E SANZIONI MAGGIO 2013 A cura dell Ufficio Relazioni Industriali Faccioli Chiara - Padovani Carlo 6 SOMMARIO 1. Ambito di applicazione 2. Il tempo di guida 3.

Dettagli

IL TACHIGRAFO DIGITALE

IL TACHIGRAFO DIGITALE IL TACHIGRAFO DIGITALE Treviso 13 aprile 2006 Normativa Regolamento (CEE) 3821/85 Regolamento (CE) 2135/98 Regolamento (CE) 1360/2002 Regolamento (CE) n.../2006 di modifica dei regolamenti 3821/85 e 2135/98

Dettagli

USO DI CRONOTACHIGRAFO E TACHIGRAFO DIGITALE DA PARTE DEL CONDUCENTE

USO DI CRONOTACHIGRAFO E TACHIGRAFO DIGITALE DA PARTE DEL CONDUCENTE USO DI CRONOTACHIGRAFO E TACHIGRAFO DIGITALE DA PARTE DEL CONDUCENTE Sommario: 5075.0 QUADRO GENERALE 5075.1 USO CRONOTACHIGRAFO ANALOGICO IN MODALITÀ CONDUCENTE 5075.1.1 Verifica dell'ora registrata 5075.1.2

Dettagli

IL CONOTACHIGRAFO DIGITALE REGOLAMENTO CEE 561/2006

IL CONOTACHIGRAFO DIGITALE REGOLAMENTO CEE 561/2006 2009 Segreteria Regione Lombardia IL CONOTACHIGRAFO DIGITALE REGOLAMENTO CEE 561/2006 CARTA TACHIGRAFICA; CAMPO DI APPLICAZIONE DEL REGOLAMENTO 561/06; DEFINIZIONI; TEMPI DI GUIDA E DI RIPOSO; CRONOTACHIGRAFO

Dettagli

www.italy-ontheroad.it

www.italy-ontheroad.it www.italy-ontheroad.it Breve glossario per la lettura dei pittogrammi nella stampa del cronotachigrafo digitale. Con il Regolamento CE n 561/2006, in vigore in Italia dall 11 aprile 2007, sono state introdotte

Dettagli

Tachigrafo digitale e tolleranze con prospetto esplicativo di *Giorgio BACILIERI e **Franco MEDRI

Tachigrafo digitale e tolleranze con prospetto esplicativo di *Giorgio BACILIERI e **Franco MEDRI Tachigrafo digitale e tolleranze con prospetto esplicativo di *Giorgio BACILIERI e **Franco MEDRI La Commissione UE con la nota di orientamento n. 4 relativa alle registrazione dei periodi di guida con

Dettagli

TEMPI DI GUIDA E DI RIPOSO

TEMPI DI GUIDA E DI RIPOSO TEMPI DI GUIDA E DI RIPOSO L art. 174 del CDS disciplina, come ben sappiamo, la durata della guida degli autoveicoli adibiti al trasporto di persone o cose. Tale articolo, completamente rinnovato dalla

Dettagli

Sanzione 38 ( 50,67 notturna )

Sanzione 38 ( 50,67 notturna ) Rispetto della normativa CEE in materia di orari di lavoro, tempi di, interruzioni e riposi. Norme precettive ed ipotesi di violazioni ai sensi dell art. 174 c.d.s. modificato con Legge 29 luglio 2010,

Dettagli

Unioncamere Area Formalità per il Commercio Internazionale

Unioncamere Area Formalità per il Commercio Internazionale CRONOTACHIGRAFO DIGITALE Unioncamere Area Formalità per il Commercio Internazionale La normativa di riferimento Regolamento CEE 3820/85, relativo all armonizzazione di alcune disposizioni in materia sociale

Dettagli

TEMPI DI GUIDA E DI RIPOSO

TEMPI DI GUIDA E DI RIPOSO V.le della libertà, 79 33170 PORDENONE TEMPI DI GUIDA E DI RIPOSO Normativa di riferimento: Regolamento CEE 561/06 del 15/03/2006 (sostituisce il precedente Regolamento CEE 3820/85) REGOLAMENTO CEE 561/2006

Dettagli

06 Ottobre 2007 Isp. Sup. Franco Medri. Graphics by M.G.

06 Ottobre 2007 Isp. Sup. Franco Medri. Graphics by M.G. 06 Ottobre 2007 Isp. Sup. Franco Medri Il regolamento CE n.561/2006 del 15 marzo 2006 modifica i regolamenti del Consiglio CEE n.3821/85 e CE n.2135/98 e abroga il regolamento CEE n.3820/85 del Consiglio

Dettagli

Sarà nostra cura tenervi tempestivamente aggiornati non appena la Decisione sarà pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale dell Unione Europea.

Sarà nostra cura tenervi tempestivamente aggiornati non appena la Decisione sarà pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale dell Unione Europea. INDIRIZZI INTERPRETATIVI IN MATERIA DI AUTOTRASPORTO: CIRCOLARI MINISTERO DELL INTERNO E MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE Il Ministero dell Interno congiuntamente al Ministero delle Infrastrutture e dei

Dettagli

PERIODI DI GUIDA E DI RIPOSO DEI CONDUCENTI

PERIODI DI GUIDA E DI RIPOSO DEI CONDUCENTI PERIODI DI GUIDA E DI RIPOSO DEI CONDUCENTI Il Regolamento CE n. 561/2006 relativo ai periodi di guida e di riposo dei conducenti non si applica ai trasporti stradali effettuati a mezzo di: veicoli adibiti

Dettagli

L attività lavorativa degli autotrasportatori

L attività lavorativa degli autotrasportatori L attività lavorativa degli autotrasportatori a cura di Franco Medri cronotachigrafo tempi e di riposo PERIODO DI GUIDA GIORNALIERO Si definisce con il termine : «Il complessivo di guida tra il termine

Dettagli

PRONTUARIO PER MINI CORSO

PRONTUARIO PER MINI CORSO PRONTUARIO PER MINI CORSO TEMPI DI GUIDA E DI RIPOSO CON ALLEGATA RELATIVA TABELLA SIA PER TEMPI CHE PER INFRAZIONI Art. 174 del Codice della Strada modificato dalla Legge 120 del 29/07/2010 in vigore

Dettagli

Presentazione Milano Novembre 2006. I CENTRI TECNICI PER IL TACHIGRAFO DIGITALE Milano, 15-16 novembre 2006

Presentazione Milano Novembre 2006. I CENTRI TECNICI PER IL TACHIGRAFO DIGITALE Milano, 15-16 novembre 2006 I CENTRI TECNICI PER IL TACHIGRAFO DIGITALE Milano, 15-16 novembre 2006 AGENDA RICHIAMI DEL DECRETO MINISTERIALE 11 Marzo 2005 LAYOUT DI UN CENTRO TECNICO LE ATTREZZATURE ATTIVITA METROLOGICHE DEL CENTRO

Dettagli

DECRETO LEGISLATIVO 23 dicembre 2010, n. 245 (G.U. n. 15 del 20.1.2011)

DECRETO LEGISLATIVO 23 dicembre 2010, n. 245 (G.U. n. 15 del 20.1.2011) DECRETO LEGISLATIVO 23 dicembre 2010, n. 245 (G.U. n. 15 del 20.1.2011) Attuazione delle direttive 2009/4/CE e 2009/5/CE, che modificano la direttiva 2006/22/CE, sulle norme minime per l applicazione dei

Dettagli

Gazzetta ufficiale delle Comunità europee. (Atti per i quali la pubblicazione è una condizione di applicabilità) del 13 giugno 2002

Gazzetta ufficiale delle Comunità europee. (Atti per i quali la pubblicazione è una condizione di applicabilità) del 13 giugno 2002 5.8.2002 L 207/1 I (Atti per i quali la pubblicazione è una condizione di applicabilità) REGOLAMENTO (CE) N o 1360/2002 DELLA COMMISSIONE del 13 giugno 2002 che adegua per la settima volta al progresso

Dettagli

Circolare N.53 del 11 Aprile 2012. Imprese di autotrasporto. I controlli correlati al numero di infrazioni commesse

Circolare N.53 del 11 Aprile 2012. Imprese di autotrasporto. I controlli correlati al numero di infrazioni commesse Circolare N.53 del 11 Aprile 2012 Imprese di autotrasporto. I controlli correlati al numero di infrazioni commesse Imprese di autotrasporto: i controlli correlati al numero di infrazioni commesse Gentile

Dettagli

Le nuove sanzioni per la durata della guida e dei riposi degli autoveicoli adibiti al trasporto di persone o cose (aggiornate biennio 2013 2014)

Le nuove sanzioni per la durata della guida e dei riposi degli autoveicoli adibiti al trasporto di persone o cose (aggiornate biennio 2013 2014) Le nuove sanzioni per la durata della guida e dei riposi degli autoveicoli adibiti al trasporto di persone o cose (aggiornate biennio 2013 2014) Tabelle di sintesi con i calcoli delle percentuali e delle

Dettagli

Roma 21 giugno 2007 L ORARIO DI LAVORO E LE NUOVE NORME IN MATERIA DI TEMPI DI GUIDA, INTERRUZIONI E PERIODI DI RIPOSO PER IL PERSONALE VIAGGIANTE

Roma 21 giugno 2007 L ORARIO DI LAVORO E LE NUOVE NORME IN MATERIA DI TEMPI DI GUIDA, INTERRUZIONI E PERIODI DI RIPOSO PER IL PERSONALE VIAGGIANTE Roma 21 giugno 2007 L ORARIO DI LAVORO E LE NUOVE NORME IN MATERIA DI TEMPI DI GUIDA, INTERRUZIONI E PERIODI DI RIPOSO PER IL PERSONALE VIAGGIANTE 1 IL QUADRO NORMATIVO Orario di lavoro, guida, interruzioni

Dettagli

Il cronotachigrafo digitale, che occorre per registrare i tempi di guida dei conducenti di camion, pullman ed autocarri, nasce dall esigenza di

Il cronotachigrafo digitale, che occorre per registrare i tempi di guida dei conducenti di camion, pullman ed autocarri, nasce dall esigenza di Il cronotachigrafo digitale, che occorre per registrare i tempi di guida dei conducenti di camion, pullman ed autocarri, nasce dall esigenza di sostituire il precedente apparato analogico, nel tempo risultato

Dettagli

Autoscuola Marche - http://www.autoscuolamarche.com/ DIRETTIVA 2009/5/CE DELLA COMMISSIONE del 30 gennaio 2009

Autoscuola Marche - http://www.autoscuolamarche.com/ DIRETTIVA 2009/5/CE DELLA COMMISSIONE del 30 gennaio 2009 DIRETTIVA 2009/5/CE DELLA COMMISSIONE del 30 gennaio 2009 che modifica l'allegato III della direttiva 2006/22/CE del Parlamento europeo e del Consiglio sulle norme minime per l'applicazione dei regolamenti

Dettagli

PERIODO DI GUIDA. COMPRESO Guida Da A 9 ore 9 ore e 1 min. 9 ore e 54 min. 10 ore e 1 min. 11 ore

PERIODO DI GUIDA. COMPRESO Guida Da A 9 ore 9 ore e 1 min. 9 ore e 54 min. 10 ore e 1 min. 11 ore ART. 174 COMMA 4 SUPERAMENTO Violazione protratta entro il 10 % del limite consentito ART. 174 COMMA 5 SUPERAMENTO Violazione protratta oltre il 10 % ma entro il 20 % del limite consentito ART. 174 COMMA

Dettagli

I CONTROLLI SU STRADA: COME ESSERE PREPARATI E IN REGOLA

I CONTROLLI SU STRADA: COME ESSERE PREPARATI E IN REGOLA I CONTROLLI SU STRADA: COME ESSERE PREPARATI E IN REGOLA IL CRONOTACHIGRAFO DIGITALE È un apparecchio di registrazione dati, installato su tutti i veicoli adibiti al trasporto di cose di MCPC superiore

Dettagli

Visione d'insieme dei singoli pittogrammi

Visione d'insieme dei singoli pittogrammi Visione d'insieme dei singoli pittogrammi Digital Tachograph Training Tipi di esercizio / Persone Azienda / Management del parco macchine Controllo / Controllore Esercizio di guida / Conducente Calibratura

Dettagli

ORARIO DI LAVORO DEI LAVORATORI MOBILI NEL SETTORE TRASPORTI

ORARIO DI LAVORO DEI LAVORATORI MOBILI NEL SETTORE TRASPORTI ORARIO DI LAVORO DEI LAVORATORI MOBILI NEL SETTORE TRASPORTI Sommario: 5064.0 QUADRO GENERALE 5064.1 ORARIO DI LAVORO 5064.1.1 Durata dell'orario di lavoro settimanale 5064.1.2 Riposi intermedi 5064.1.3

Dettagli

<< {loadposition pos1} >>

<< {loadposition pos1} >> > Il tachigrafo, detto per la precisione cronotachigrafo, è un dispositivo di controllo dei tempi di guida, delle distanze percorse e della velocità sostenuta. Viene installato

Dettagli

Tachigrafo Digitale Aldo VORANO Maurizio PIRAINO SIEMENS VDO

Tachigrafo Digitale Aldo VORANO Maurizio PIRAINO SIEMENS VDO Tachigrafo Digitale Presentazione a cura di: Aldo VORANO Servizio Polizia Stradale Ministero dell Interno Maurizio PIRAINO Sezione Polizia Stradale Genova Si ringrazia la SIEMENS VDO per il materiale fornito.

Dettagli

Il DS dovrà accertarsi che la Ditta che si aggiudica il servizio

Il DS dovrà accertarsi che la Ditta che si aggiudica il servizio Dirigente Scolastico Salvatore Amato IC D. Alighieri Venezia ITIS G. Galilei Conegliano VADEMECUM PER VIAGGIARE IN SICUREZZA Alcune regole importanti per organizzare in sicurezza i viaggi di istruzione

Dettagli

Azienda / Management del parco macchine

Azienda / Management del parco macchine Visione d'insieme dei singoli pittogrammi Digital Tachograph - Training Riva car parts Tipi di esercizio / Persone Azienda / Management del parco macchine Controllo / Controllore Esercizio di guida / Conducente

Dettagli

Autoscuola Marche - http://www.autoscuolamarche.com/ REGOLAMENTO (CE) N. 2135/98 DEL CONSIGLIO del 24 settembre 1998

Autoscuola Marche - http://www.autoscuolamarche.com/ REGOLAMENTO (CE) N. 2135/98 DEL CONSIGLIO del 24 settembre 1998 REGOLAMENTO (CE) N. 2135/98 DEL CONSIGLIO del 24 settembre 1998 che modifica il regolamento (CEE) n. 3821/85 relativo all apparecchio di controllo nel settore dei trasporti su strada e la direttiva 88/599/CEE

Dettagli

Gazzetta ufficiale delle Comunità europee

Gazzetta ufficiale delle Comunità europee 5.8.2002 L 207/33 166 L'apparecchio di controllo deve essere conforme alle specifiche tecniche applicabili in materia di ergonomia. 167 L'apparecchio di controllo deve essere protetto contro i danni accidentali.

Dettagli

IL CONTROLLO DI POLIZIA STRADALE NELL AUTOTRASPORTO

IL CONTROLLO DI POLIZIA STRADALE NELL AUTOTRASPORTO IL CONTROLLO DI POLIZIA STRADALE NELL AUTOTRASPORTO TRASPORTO PER CONTO TERZI NAZIONALE Documenti conducente: Documento di identità; Patente di guida; Cqc; Documento rapporto di lavoro; Fogli di registrazione;

Dettagli

Il tachigrafo digitale

Il tachigrafo digitale Il tachigrafo digitale Il cronotachigrafo digitale, che occorre per registrare i tempi di guida dei conducenti di camion, pullman ed autocarri, nasce dall esigenza di sostituire il precedente apparato

Dettagli

Comitato Unitario dell Autotrasporto della Provincia di Ravenna

Comitato Unitario dell Autotrasporto della Provincia di Ravenna PREMESSA Con la pubblicazione del Regolamento CE n. 561/2006 sono state introdotte importanti novità. A questo si aggiunge la direttiva 2002/15/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, dell 11 marzo

Dettagli

Tachigrafo Digitale: Il controllo. Presentazione CCIAA 13 aprile 2006 PRD060413_001A0LOYD

Tachigrafo Digitale: Il controllo. Presentazione CCIAA 13 aprile 2006 PRD060413_001A0LOYD Tachigrafo Digitale: Il controllo LE ATTIVITA DEL CONTROLLORE Controllare in base alla legislazione sociale europea: Verifica dei tempi di riposo: 4h30, riposo giornaliero riposo settimanale Controllo:

Dettagli

Stoneridge Electronics Ltd

Stoneridge Electronics Ltd Stoneridge Electronics Ltd Il Tachigrafo Digitale Roma 23-24 Novembre Sezione 1 Il Sistema del Tachigrafo Digitale Sistema di Tachigrafo Digitale Unita del Veicolo Sensore di movimento Smartcard dell autista

Dettagli

Il tachigrafo digitale Obblighi dell'officina Elenco delle attrezzature La verifica metrica

Il tachigrafo digitale Obblighi dell'officina Elenco delle attrezzature La verifica metrica Il tachigrafo digitale Obblighi dell'officina Elenco delle attrezzature La verifica metrica Funzioni del DTCO In accordo con la direttiva: Tutti i Tachigrafi Digitali hanno Stesso tipo di funzioni, Struttura

Dettagli

5 da 84,00 a 335,00. 3 da 168,00 a 674,00. 6 da 527,00 a 2.108,00. 10 da 821,00 a 3.287,00. 10 da 318,00 a 1.272,00. 4 da 41,00 a 168,00

5 da 84,00 a 335,00. 3 da 168,00 a 674,00. 6 da 527,00 a 2.108,00. 10 da 821,00 a 3.287,00. 10 da 318,00 a 1.272,00. 4 da 41,00 a 168,00 Art. 141 Comma 9, 3 periodo Articolo Norma violata Punti Velocità non regolata in relazione alle condizioni ambientali Non più operativo abrogato dalla Legge 214/2003 Sanzione amministrava 5 da 84,00 a

Dettagli

Regolamento sull organizzazione e funzionamento dell autoparco

Regolamento sull organizzazione e funzionamento dell autoparco 1 COMUNE DI PISA Regolamento sull organizzazione e funzionamento dell autoparco (approvato con Deliberazione della G.C. n. 124 del 1/09/2009) 2 Art. 1 Principi generali e definizioni 1. Le presenti norme

Dettagli

TEMPI DI GUIDA E DI RIPOSO. ( terza parte )

TEMPI DI GUIDA E DI RIPOSO. ( terza parte ) TEMPI DI GUIDA E DI RIPOSO ( terza parte ) L attività giornaliera dei conducenti professionali è, come ben sappiamo, prevalentemente regolata dal Reg. 561/2006 che ne fissa agli art. 6-7 ed 8 rispettivamente

Dettagli

REGOLAMENTO DI ESECUZIONE (UE) DELLA COMMISSIONE 2016/799 del 18 marzo 2016 (G.U.U.E. n. L 139 del 26.5.2016)

REGOLAMENTO DI ESECUZIONE (UE) DELLA COMMISSIONE 2016/799 del 18 marzo 2016 (G.U.U.E. n. L 139 del 26.5.2016) REGOLAMENTO DI ESECUZIONE (UE) DELLA COMMISSIONE 2016/799 del 18 marzo 2016 (G.U.U.E. n. L 139 del 26.5.2016) che applica il regolamento (UE) n. 165/2014 del Parlamento europeo e del Consiglio recante

Dettagli

Disciplina dell orario di lavoro e dei tempi di guida nell autotrasporto

Disciplina dell orario di lavoro e dei tempi di guida nell autotrasporto Disciplina dell orario di lavoro e dei tempi di guida nell autotrasporto CRONOLOGIA DELLE NORME EUROPEE Regolamento n. 543/69/CE (G.U.C.E. n. L 77 del 29 marzo 1969); Accordo Europeo 1 luglio 1970 (AETR);

Dettagli

Vigilanza e sanzioni nell autotrasporto

Vigilanza e sanzioni nell autotrasporto Vigilanza e sanzioni nell autotrasporto 1 Principali riferimenti normativi D.lgs. 4 agosto 2008 n. 144 sulle norme minime per l applicazione dei regolamenti nn. 3820/1985/CEE e 3821/1985/CEE (attuazione

Dettagli

Vuoi imparare come evitare le multe?

Vuoi imparare come evitare le multe? Page 1 of 20 Manuale per chi opera con il Tachigrafo Digitale Vuoi imparare come evitare le multe? Informati e informa i tuoi colleghi e datore di lavoro su: Ore di guida e di riposo. Obblighi relativi

Dettagli

Regolamento sull organizzazione e funzionamento dell autoparco

Regolamento sull organizzazione e funzionamento dell autoparco COMUNE DI PISA Regolamento sull organizzazione e funzionamento dell autoparco (approvato con Deliberazione della G.C. n. 124 del 2009) Art. 1 - Principi generali e definizioni 1. Le presenti norme disciplinano

Dettagli

CITTA' DI ALCAMO ************

CITTA' DI ALCAMO ************ ALLEGATO B CITTA' DI ALCAMO PROVINCIA DI TRAPANI ************ REGOLAMENTO SULL ORGANIZZAZIONE E RAZIONALIZZAZIONE DELL AUTOPARCO (allegato alla delibera di C.C. n. 92 del 21/7/2011) Art. 1 Principi generali

Dettagli

REGOLAMENTO (UE) N. 1266/2009 DELLA COMMISSIONE

REGOLAMENTO (UE) N. 1266/2009 DELLA COMMISSIONE 22.12.2009 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 339/3 REGOLAMENTO (UE) N. 1266/2009 DELLA COMMISSIONE del 16 dicembre 2009 che adegua per la decima volta al progresso tecnico il regolamento (CEE) n.

Dettagli

(Atti legislativi) REGOLAMENTI

(Atti legislativi) REGOLAMENTI 28.2.2014 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 60/1 I (Atti legislativi) REGOLAMENTI REGOLAMENTO (UE) N. 165/2014 DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO del 4 febbraio 2014 relativo ai tachigrafi nel

Dettagli

QUESITI - Programma comune (merci e viaggiatori) Serie CCN - Elementi di diritto sociale - Nazionale

QUESITI - Programma comune (merci e viaggiatori) Serie CCN - Elementi di diritto sociale - Nazionale QUESITI - Programma comune (merci e viaggiatori) Serie CCN - Elementi di diritto sociale - Nazionale CCN001 Secondo il regolamento comunitario n. 561/2006/CE non possono essere considerati come riposo

Dettagli

Ordinanza sulla durata del lavoro e di riposo dei conducenti professionali di veicoli a motore

Ordinanza sulla durata del lavoro e di riposo dei conducenti professionali di veicoli a motore Ordinanza sulla durata del lavoro e di riposo dei conducenti professionali di veicoli a motore (Ordinanza per gli autisti, OLR 1) Modifica del Il Consiglio federale svizzero ordina: I L ordinanza del 19

Dettagli

REGOLAMENTO CEE N. 3821 DEL 20 DICEMBRE 1985

REGOLAMENTO CEE N. 3821 DEL 20 DICEMBRE 1985 REGOLAMENTO CEE N. 3821 DEL 20 DICEMBRE 1985 RELATIVO ALL APPARECCHIO DI CONTROLLO NEL SETTORE DEI TRASPORTI SU STRADA 1 (Pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 31 dicembre 1985, n. L 370, della CEE)

Dettagli

GITE SCOLASTICHE ORGANIZZAZIONE DELLA GITA IN VIAGGIO

GITE SCOLASTICHE ORGANIZZAZIONE DELLA GITA IN VIAGGIO ORGANIZZAZIONE DELLA GITA IN VIAGGIO Nella scelta della Ditta ossia della società che ha la disponibilità degli autobus, i Dirigenti Scolastici devono accertare con la massima diligenza, eventualmente

Dettagli

POLIZIA LOCALE IL CONTROLLO SU STRADA DEL TRASPORTO MERCI e IL CONTROLLO DEL TACHIGRAFO DIGITALE. Relatore: Saverio ROSSI

POLIZIA LOCALE IL CONTROLLO SU STRADA DEL TRASPORTO MERCI e IL CONTROLLO DEL TACHIGRAFO DIGITALE. Relatore: Saverio ROSSI POLIZIA LOCALE IL CONTROLLO SU STRADA DEL TRASPORTO MERCI e IL CONTROLLO DEL TACHIGRAFO DIGITALE Relatore: Saverio ROSSI Questo documento rappresenta una guida d uso per gli Operatori di Polizia Locale

Dettagli

POSIZIONE (UE) N. 13/2013 DEL CONSIGLIO IN PRIMA LETTURA

POSIZIONE (UE) N. 13/2013 DEL CONSIGLIO IN PRIMA LETTURA C 360 E/66 Gazzetta ufficiale dell Unione europea 10.12.2013 POSIZIONE (UE) N. 13/2013 DEL CONSIGLIO IN PRIMA LETTURA in vista dell adozione del regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio relativo

Dettagli

Periodi di guida e di riposo dei conducenti (Reg. CEE 3821/85). Quesiti e chiarimenti interpretativi

Periodi di guida e di riposo dei conducenti (Reg. CEE 3821/85). Quesiti e chiarimenti interpretativi Circolare 1 giugno 2011, n. 5033 Periodi di guida e di riposo dei conducenti (Reg. CEE 3821/85). Quesiti e chiarimenti interpretativi In esito ai quesiti posti da codesta Associazione con nota del 3 marzo

Dettagli

REGOLAMENTO (CEE) N. 3821/85 DEL CONSIGLIO del 20 dicembre 1985 relativo all'apparecchio di controllo nel settore dei trasporti su strada

REGOLAMENTO (CEE) N. 3821/85 DEL CONSIGLIO del 20 dicembre 1985 relativo all'apparecchio di controllo nel settore dei trasporti su strada 1985R3821 IT 13.03.2004 009.001 1 Trattandosi di un semplice strumento di documentazione, esso non impegna la responsabilità delle istituzioni B REGOLAMENTO (CEE) N. 3821/85 DEL CONSIGLIO del 20 dicembre

Dettagli

Modifiche la CdS. Sanzione 38 conducente che supera la durata dei periodi di guida prescritti dal Regolamento CE 561/2006.

Modifiche la CdS. Sanzione 38 conducente che supera la durata dei periodi di guida prescritti dal Regolamento CE 561/2006. Modifiche la CdS Tempi di guida e di riposo dei conducenti nuove sanzioni previste dall art. 174 c.d.s. Tutti i calcoli e le percentuali delle eccedenze Scheda riassuntiva Comma 4 38 conducente che supera

Dettagli

REGOLAMENTO RELATIVO AI CRITERI PER L APPLICAZIONE DELE SANZIONI DISCIPLINARI ALLE IMPRESE DI AUTOTRASPORTO (ART. 21 LEGGE 298/74)

REGOLAMENTO RELATIVO AI CRITERI PER L APPLICAZIONE DELE SANZIONI DISCIPLINARI ALLE IMPRESE DI AUTOTRASPORTO (ART. 21 LEGGE 298/74) Servizio Protezione Civile, Trasporti e Mobilità REGOLAMENTO RELATIVO AI CRITERI PER L APPLICAZIONE DELE SANZIONI DISCIPLINARI ALLE IMPRESE DI AUTOTRASPORTO (ART. 21 LEGGE 298/74) Con il decreto legislativo

Dettagli

ALCOOL E DROGHE CAMBI DI DIREZIONE CIRCOLAZIONE IN AUTOSTRADA. Articoli C.d.S Punti Violazioni che comportano la perdita punti

ALCOOL E DROGHE CAMBI DI DIREZIONE CIRCOLAZIONE IN AUTOSTRADA. Articoli C.d.S Punti Violazioni che comportano la perdita punti Articoli C.d.S Punti Violazioni che comportano la perdita punti ALCOOL E DROGHE art. 86, comma e 7 art. 87, comma 7 e 8 Guidare in stato di ebbrezza Guida in condizioni di alterazione fisica e psichica

Dettagli

Seminario informativo sabato 25 maggio 2013. a cura di ABRIANI Pier Luigi

Seminario informativo sabato 25 maggio 2013. a cura di ABRIANI Pier Luigi Seminario informativo sabato 25 maggio 2013 a cura di ABRIANI Pier Luigi PATENTI IN GENERALE Art. 116/7 - Si può essere titolari di un'unica patente di guida rilasciata da uno Stato membro dell'unione

Dettagli

Guida di installazione rapida

Guida di installazione rapida FAX-2820 FAX-2920 Prima di poter utilizzare l apparecchio, è necessario predisporne i componenti. Leggere questa Guida di impostazione rapida per garantire una corretta predisposizione all'uso. Guida di

Dettagli

GITE SCOLASTICHE IMPRESA SCUOLA VADEMECUM

GITE SCOLASTICHE IMPRESA SCUOLA VADEMECUM SCUOLA IMPRESA AUTISTA AUTOBUS VADEMECUM SCUOLA TURISMO SCOLASTICO E TRASPORTO CON AUTOBUS SCUOLA L attività di trasporto turistico con autobus è assoggettata ad attenta regolamentazione dalla legge quadro

Dettagli

Speciale Asaps TUTTO SU IL SOVRACCARICO Il calcolo, le sanzioni e i punti da decurtare * di Franco MEDRI

Speciale Asaps TUTTO SU IL SOVRACCARICO Il calcolo, le sanzioni e i punti da decurtare * di Franco MEDRI Speciale Asaps TUTTO SU IL SOVRACCARICO Il calcolo, le sanzioni e i punti da decurtare * di Franco MEDRI Due profili identificano l applicazione dell articolo 167 (Trasporto di cose su veicoli a motore

Dettagli

D.Lgvo 4.8.2008, n.144 su G.U. n.218 del 17.9.2008.

D.Lgvo 4.8.2008, n.144 su G.U. n.218 del 17.9.2008. ORARIO DI LAVORO DELLE PERSONE CHE EFFETTUANO OPERAZIONI MOBILI DI AUTOTRASPORTO PERIODI DI GUIDA E DI RIPOSO DEI CONDUCENTI ATTUAZIONE DIRETTIVA 2002/15/CE ATTESTAZIONE DI ATTIVITA PER LE ASSENZE DEGLI

Dettagli

Tabella dei punti decurtati dalla "patente a punti" secondo il nuovo codice della strada

Tabella dei punti decurtati dalla patente a punti secondo il nuovo codice della strada Tabella dei punti decurtati dalla "patente a punti" secondo il nuovo codice della strada Descrizione Punti Articolo sottratti Art. 141 Comma 9, 2 periodo Gare di velocità con veicoli a motore decise di

Dettagli

ML404 PIANIFICAZIONE + RESOCONTO DELL INSEGNAMENTO CT / SPAI

ML404 PIANIFICAZIONE + RESOCONTO DELL INSEGNAMENTO CT / SPAI ML404 PIANIFICAZIONE + RESOCONTO DELL INSEGNAMENTO CT / SPAI preventivo consuntivo per l anno scolastico classe: 1 SEMESTRE Materia Unità didattiche Rif. reg. Descrizione, capitolo Rif. nota Conoscenze

Dettagli

Regole sulla circolazione. Violazioni alla segnaletica

Regole sulla circolazione. Violazioni alla segnaletica Articoli C. d. S. Punti Violazioni che comportano la perdita punti Velocità art. 141, comma 8 5 Circolare a velocità non commisurata alle particolari condizioni in cui si svolge la circolazione art. 142,

Dettagli

I controlli di polizia stradale degli autobus adibiti al servizio di noleggio con conducente

I controlli di polizia stradale degli autobus adibiti al servizio di noleggio con conducente Polizia Locale del Comune di Trieste Nucleo Tecnologie Stradali I controlli di polizia stradale degli autobus adibiti al servizio di noleggio con conducente Alla luce degli ultimi avvenimenti, riguardo

Dettagli

Autoservizi La Valle SNC Via Matteotti 8/D 25060 Lodrino (BS) tel +39 030850048 fax +39 0308950030 mail info@lavallebus.it pec lavallebus@pec.

Autoservizi La Valle SNC Via Matteotti 8/D 25060 Lodrino (BS) tel +39 030850048 fax +39 0308950030 mail info@lavallebus.it pec lavallebus@pec. Per poter esercitare la professione di trasportatore su strada, un'azienda deve: rispettare le norme in materia di lavoro, ovvero gli addetti alla guida devono: - essere dipendenti, soci o titolari dell'impresa;

Dettagli

Violazioni che comportano la perdita di 5 punti

Violazioni che comportano la perdita di 5 punti Come è ormai noto, alcune e ben precise violazioni del Codice della Strada danno luogo alla sanzione amministrativa ed alla decurtazione dei punti della patente in misura variabile e legata alla gravità

Dettagli

DURATA DELLA GUIDA E DEI RIPOSI DEI CONDUCENTI PROFESSIONALI

DURATA DELLA GUIDA E DEI RIPOSI DEI CONDUCENTI PROFESSIONALI DURATA DELLA GUIDA E DEI RIPOSI DEI CONDUCENTI PROFESSIONALI Sommario: 5071.0 QUADRO GENERALE 5071.1 AMBITO DI APPLICAZIONE DELLE NORME COMUNITARIE IN MATERIA SOCIALE 5071.1.1 Conducenti dei veicoli cui

Dettagli

Oggetto: Compendio di normativa sull autotrasporto. Edizione num. 3 anno 2014.

Oggetto: Compendio di normativa sull autotrasporto. Edizione num. 3 anno 2014. CIRCOLARE N. 056 Bergamo, 28 febbraio 2014 ALLE IMPRESE ASSOCIATE LORO SEDI Oggetto: Compendio di normativa sull autotrasporto. Edizione num. 3 anno 2014. Richiamiamo la nostra circolare n. 079 del 15

Dettagli

Autotrasporto SCHEDA PERIODI DI GUIDA E DI RIPOSO DEI CONDUCENTI

Autotrasporto SCHEDA PERIODI DI GUIDA E DI RIPOSO DEI CONDUCENTI Autotrasporto SCHEDA PERIODI DI GUIDA E DI RIPOSO DEI CONDUCENTI A cura di Franco Medri* Il regolamento CE n. 561 del 15 marzo 2006 (modifica i regolamenti del Consiglio CEE n. 3821/85 e CE n. 2135/98

Dettagli

Gestione moderna delle fl otte

Gestione moderna delle fl otte Gestione moderna delle fl otte con TachoControl DATA Center Uso facile e sicuro dei dati via Internet. Informazioni per spedizionieri. 3 Nuove normative sui tachigrafi Introduzione del cronotachigrafo

Dettagli

* Girolamo Simonato. Premessa

* Girolamo Simonato. Premessa Premessa * Girolamo Simonato Nel settore dei trasporti su strada, il regolamento (CEE) n. 3820/85 del Consiglio, del 20 dicembre 1985, relativo all'armonizzazione di alcune disposizioni in materia sociale

Dettagli

Art. 1461 CELL - GSM. Combinatore telefonico cellulare in combinazione con linea Telecom

Art. 1461 CELL - GSM. Combinatore telefonico cellulare in combinazione con linea Telecom Art. 1461 CELL - GSM Combinatore telefonico cellulare in combinazione con linea Telecom 2 Art. 1461 CELL - GSM Presentazione CELL - GSM Il combinatore telefonico è un dispositivo in grado di inviare l'allarme

Dettagli

Violazioni che comportano la perdita di 10 punti Guida in stato di alterazione da sostanze stupefacenti. art. 142, comma 9 bis

Violazioni che comportano la perdita di 10 punti Guida in stato di alterazione da sostanze stupefacenti. art. 142, comma 9 bis In che modo vengono persi i punti: ll punteggio di ciascun conducente subisce riduzioni ad ogni comunicazione relativa alle violazioni che prevedono decurtazione di punteggio, come descritti nella tabella.

Dettagli

CENTRI TECNICI E TACHIGRAFO DIGITALE: disciplina e problematiche. Falconara Marittima, 11 Aprile 2013

CENTRI TECNICI E TACHIGRAFO DIGITALE: disciplina e problematiche. Falconara Marittima, 11 Aprile 2013 CENTRI TECNICI E TACHIGRAFO DIGITALE: disciplina e problematiche Falconara Marittima, 11 Aprile 2013 Programma dell incontro 1. I punti cardine del D.M. 10/08/2007, il quadro normativo Europeo e la comunicazione

Dettagli

In arrivo le novità per la tempistica di guida nel trasporto di viaggiatori per i servizi occasionali internazionali.

In arrivo le novità per la tempistica di guida nel trasporto di viaggiatori per i servizi occasionali internazionali. In arrivo le novità per la tempistica di guida nel trasporto di viaggiatori per i servizi occasionali internazionali. Il Parlamento europeo ha adottato il Reg. CE 21 ottobre 2009, n. 1073/2009 Regolamento

Dettagli

Punti patente: verifica saldo, decurtazione e modalità di recupero.

Punti patente: verifica saldo, decurtazione e modalità di recupero. SERVIZI ASSICURATIVI in collaborazione con Unipol Assicurazioni Punti patente: verifica saldo, decurtazione e modalità di recupero. Il meccanismo della patente a punti viene definito dall articolo 126

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni di CONDUCENTE Cognome Nome 1 a EMISSIONE RINNOVO Per scadenza

Dettagli

Analisi del Cronotachigrafo

Analisi del Cronotachigrafo 2.0 Analisi del Cronotachigrafo semplice Semplice da comprendere ed utilizzare Lettura ed integrazione dei dati facile e veloce Rappresentazione grafica chiara ed esplicativa conforme alla legge Rispetta

Dettagli

Le recenti modifiche al Codice della Strada: patente a punti e altre implicazioni operative per le imprese

Le recenti modifiche al Codice della Strada: patente a punti e altre implicazioni operative per le imprese Assolombarda - CdS slides 1 1 Le recenti modifiche al Codice della Strada: patente a punti e altre implicazioni operative per le imprese CHIARA SOMARE Avvocato STUDIO LEGALE I - 20122 MILANO - VIA CURTATONE,

Dettagli

Regolamento del Consiglio relativo all'apparecchio di controllo nel settore dei trasporti su strada (2) (3).

Regolamento del Consiglio relativo all'apparecchio di controllo nel settore dei trasporti su strada (2) (3). Reg. (CEE) 20 dicembre 1985, n. 3821/85 (1). Regolamento del Consiglio relativo all'apparecchio di controllo nel settore dei trasporti su strada (2) (3). (1) Pubblicato nella G.U.C.E. 31 dicembre 1985,

Dettagli

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Dipartimento per i trasporti, la navigazione ed i sistemi informativi e statistici Direzione Generale per il trasporto stradale e per l intermodalità DECRETO

Dettagli

Il lavoro nell autotrasporto: illeciti e sanzioni

Il lavoro nell autotrasporto: illeciti e sanzioni Working Paper A s s o c i a z i o n e p e r g l i S t u d i I n t e r n a z i o n a l i e C o m p a r a t i s u l D i r i t t o d e l l a v o r o e s u l l e R e l a z i o n i i n d u s t r i a l i In

Dettagli

Unioncamere, 24 marzo 2006 TACHIGRAFO DIGITALE: SI PARTE

Unioncamere, 24 marzo 2006 TACHIGRAFO DIGITALE: SI PARTE Unioncamere, 24 marzo 2006 TACHIGRAFO DIGITALE: SI PARTE Dati chiave Gruppo Siemens VDO 2003* 2004* 2005* 8.4 9.0 9.6 Risultati ( mil) 418 562 630 R&S ( mil) 692 753 913 Dipendenti 43,900 48,100 50,800

Dettagli

ELABORATO TECNICO AL CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO ALLEGATO 1)

ELABORATO TECNICO AL CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO ALLEGATO 1) COMUNE DI MIRA Provincia di Venezia Via Livorno, 4-30034 Mira (Ve) - Tel. 041/56.28.362 - Fax 041/42.47.77 Indirizzo Internet: www.comune.mira.ve.it - PEC: comune.mira.ve@pecveneto.it Settore Servizi al

Dettagli

Maschera contatori Schermata 1 Reg. CE 561/2006 9. Maschera contatori Schermata 2 Dir. CE 2002/15 11

Maschera contatori Schermata 1 Reg. CE 561/2006 9. Maschera contatori Schermata 2 Dir. CE 2002/15 11 DTCO Display (cod. VDO705) Manuale Utente Indice Introduzione 4 Caratteristiche tecniche 4 Confezione e Installazione 5 Funzionamento 6 Menù Principale 6 Autista1 & Autista2 7 Maschera di riepilogo 7 Maschera

Dettagli

Istituto tecnico commerciale e per geometri Enrico Fermi

Istituto tecnico commerciale e per geometri Enrico Fermi Istituto tecnico commerciale e per geometri Enrico Fermi Argomenti: Il modello logico funzionale i componenti dell'elaboratore; i bus; Relazione svolta dall'alunno/a : GARUFI CARLA della 3 B progr 2011/2012.

Dettagli

Art.1 Oggetto del regolamento

Art.1 Oggetto del regolamento REGOLAMENTO PER L ORARIO DI LAVORO E DI SERVIZIO APPROVATO CON DELIBERA COMMISSARIALE N. 72/2013 MODIFICATA CON DELIBERA COMMISSARIALE N. 89/2013 E DELIBERA COMMISSARIALE N. 138/2013. Art.1 Oggetto del

Dettagli

Telefono multifunzione con riconoscitore del chiamante (CLIP)

Telefono multifunzione con riconoscitore del chiamante (CLIP) FAST 7071 Telefono multifunzione con riconoscitore del chiamante (CLIP) MANUALE D'USO caratteristiche generali pag. 2 display vivavoce memorie identificatore del chiamante memoria di 50 chiamate in entrata

Dettagli

POSTA PRIORITARIA ( UNIONCAMER~ Ai Segretari Generali delle LORO SEDI. Caro Segretario Generale,

POSTA PRIORITARIA ( UNIONCAMER~ Ai Segretari Generali delle LORO SEDI. Caro Segretario Generale, Roma, 27 aprile 2006 ( UNIONCAMER~ CAMERE DI COMMERCIO D'ITALIA POSTA PRIORITARIA AREA FORMALITÀ PER IL COMMERCIO INTERNAZIONALE Il Vice Segretario Generale Pro!. n. 3520 Oggetto: MANI AP IMPLEMENT AZIONE

Dettagli

Incidente con auto non assicurata: cosa fare? Giovedì 28 Giugno 2012 20:20

Incidente con auto non assicurata: cosa fare? Giovedì 28 Giugno 2012 20:20 In Italia circolano circa quattro milioni di vetture senza polizza assicurativa (cioè l'8% del parco auto circolante nel Bel Paese). Questo significa che, se si rimane coinvolti in un incidente stradale

Dettagli

29 Circuiti oleodinamici fondamentali

29 Circuiti oleodinamici fondamentali 29 Circuiti oleodinamici fondamentali Fig. 1. Circuito oleodinamico: (1) motore elettrico; (2) pompa; (3) serbatoio; (4) filtro; (5) tubazione di mandata; (6) distributore; (7) cilindro; (8) tubazione

Dettagli

REGOLAMENTO SOSTAMILANOSMS. Sistema di pagamento della sosta su strada tramite messaggi sms da cellulare

REGOLAMENTO SOSTAMILANOSMS. Sistema di pagamento della sosta su strada tramite messaggi sms da cellulare Milano, 1 febbraio 2010 REGOLAMENTO SOSTAMILANOSMS Sistema di pagamento della sosta su strada tramite messaggi sms da cellulare Premessa Dal 26.06.2006 ATM ha attivato la possibilità di pagare la sosta

Dettagli

COMUNE DI CARLOFORTE Provincia di Carbonia Iglesias

COMUNE DI CARLOFORTE Provincia di Carbonia Iglesias ALLEGATO A COMUNE DI CARLOFORTE Provincia di Carbonia Iglesias REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L USO DEGLI AUTOMEZZI COMUNALI art. 1 - oggetto del regolamento Il presente regolamento disciplina le modalità

Dettagli