Fast Procurement Acquisti agili in contesti turbolenti. Prof. Giuseppe Stabilini SDA Bocconi School of Management

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Fast Procurement Acquisti agili in contesti turbolenti. Prof. Giuseppe Stabilini SDA Bocconi School of Management"

Transcript

1 Fast Procurement Acquisti agili in contesti turbolenti Prof. Giuseppe Stabilini SDA Bocconi School of Management 1

2 Fast Procurement Acquisti agili in contesti turbolenti A cura di Giuseppe Stabilini SDA Bocconi School of Management

3 Prof. Giuseppe Stabilini Sda Professor, Operations & Technology Management Unit, SDA Bocconi School of Management Lecturer, Department of Management, Bocconi University. His areas of expertise include Procurement and Supply Management, Operations Management, Supply Chain Management Coordinator of the Executive Program in Procurement and Supply Management Responsible for the course Global Operations & Supply Chain Management, Master of Science in International Management, and Operations Management and Supply Chain Management, Master in Logistics, Operations and transportation, Bocconi University. Faculty member Master Division MBA, executive MBA, Global MBA, Master in Food and Beverage, He conducted numerous researches, in-house training and consulting projects with ABB, Anas, Ansaldo Energia, Artsana, Avanade, BigMat, Binda Group, Boheringer Ingelheim, Candy Hoover Group, Cefla, Chiesi Farmaceutici, E.On, Esprinet, Fiat Purchasing, Fiat Automobiles Sud America (FIASA), Finmeccanica, Granarolo, H3G, IBM, I-Faber (Unicredit Group), Il Sole 24 Ore, Indena, Luxottica Group, Nokia Italia Network, Prysmian, Renco, Shell, Sinv, Solvay, TeamSystem, Tetra Pak Carton Ambient, Tiscali and many others. Author of Acquistare prodotti e servizi. Processi, logiche e soluzioni operative, ETAS. 3

4 Il contributo della Direzione Acquisti 4

5 Agenda Gli obiettivi del Procurement Manager Fast Procurement Organizzare il Procurement Global Category Buyer «E tu, che buyer sei?» 5

6 Il contributo della Direzione Acquisti Conto Economico Ricavi Stato patrimoniale Costi Rendiconto finanziario CPO SCM CFO CEO Impieghi Fonti Shareholder Cash IN Cash OUT Internal Stakeholder 6

7 L ambito di analisi e di gestione Innovazione Brand Riduzione di costo Fornitori Fornitori Azienda Clienti Q Q Q Q Q Q Q Prezzo Capex Altri costi (logistica, controllo) Stabilità del parco fornitori Supply Chain Risk management Stabilità nei prezzi Termini di Pagamento Lead Lead Time Time CCN Stockout Post Vendita Flessibilità Volume, Mix, Prodotto e Servizio Governance, Policy Cost Avoidance 7

8 L ambito di presidio della Direzione Acquisti Direzione Acquisti Marketing d acquisto Order processing Internal Customer Specification Supplier selection Contracting Ordering Expediting and evaluation Follow up and evaluation Supplier Sourcing Supply Procurement 8

9 Purchasing Maturity Value creation Functional Focus Orientamento transazionale Orientamento commerciale Coordinamento degli acquisti Focus Servire il plant Ridurre il prezzo di acquisto Saving attraverso sinergie Activities Operativa, di ufficio Gestione RDA e ordini Commerciale Gestione delle richieste di offerta Negoziazione Gestione di una vendor list approvata Consolidamento dei volumi Contratti quadro Internazionalizz azione della vendor list 9

10 L ambito di presidio della Direzione Acquisti Direzione Acquisti Marketing d acquisto Order processing Internal Customer Specification Supplier selection Contracting Ordering Expediting and evaluation Follow up and evaluation Supplier Sourcing Supply Procurement Chi prende decisioni di «acquisto» in azienda? 10

11 Purchasing Maturity Value creation Functional Focus Cross Functional Focus Orientamento transazionale Orientamento commerciale Coordinamento degli acquisti Integrazione interna Integrazione esterna Value chain integration Focus Servire il plant Ridurre il prezzo di acquisto Saving attraverso sinergie Total Cost of Ownership Ottimizzazione della Supply Chain Total customer satisfaction Activities Operativa, di ufficio Gestione RDA e ordini Commerciale Gestione delle richieste di offerta Negoziazione Gestione di una vendor list approvata Consolidamento dei volumi Contratti quadro Internazionalizz azione della vendor list Team di acquisto crossfunzionali Integrazione dei sistemi informativi Vendor rating Contratti con sistemi bonus/malus Outsourcing Co-development Condivisione di costi e investimenti Programmi di sviluppo fornitore Ottimizzazione della supply chain Attività guidate dal cliente Co-sviluppo di tecnologie Integrazione di un network di fornitori internazionali 11

12 L ambito di presidio della Direzione Acquisti Direzione Acquisti Marketing d acquisto Order processing Internal Customer Specification Supplier selection Contracting Ordering Expediting and evaluation Follow up and evaluation Supplier Sourcing Supply Procurement Team e coordinamento!!! 12

13 Il marketing d acquisto: la filosofia MARKETING D ACQUISTO 1. Analisi dei bisogni del cliente/pcs interno MARKETING 1. Analisi dei bisogni del cliente Sviluppo della strategia di sourcing idonea 2. Offerta conforme ai bisogni del cliente

14 Il trade-off efficacia vs. efficienza Direzione Acquisti Marketing d acquisto Order processing Internal Customer Specification Supplier selection Contracting Ordering Expediting and evaluation Follow up and evaluation Supplier Sourcing Supply Procurement Rilevanza della fase 20% 80% 80% 20% Tempo dedicato 14

15 Le responsabilità (e co-responsabilità) degli acquisti Innovazione Definizione della specifica tecnica Analisi dei mercati di fornitura Value Management Acquisti Qualità, sicurezza, ambiente, persone Selezione e sviluppo della base fornitori Contract management 15

16 Le responsabilità (e co-responsabilità) degli acquisti Analisi dei mercati di fornitura Acquisti Selezione e sviluppo della base fornitori Contract management 16

17 Dove siete? Value creation Functional Focus Cross Functional Focus Orientamento transazionale Orientamento commerciale Coordinamento degli acquisti Integrazione interna Integrazione esterna Value chain integration Focus Servire il plant Ridurre il prezzo di acquisto Saving attraverso sinergie Total Cost of Ownership Ottimizzazione della Supply Chain Total customer satisfaction Activities Operativa, di ufficio Gestione RDA e ordini Commerciale Gestione delle richieste di offerta Negoziazione Gestione di una vendor list approvata Consolidamento dei volumi Contratti quadro Internazionalizz azione della vendor list Team di acquisto crossfunzionali Integrazione dei sistemi informativi Vendor rating Contratti con sistemi bonus/malus Outsourcing Co-development Condivisione di costi e investimenti Programmi di sviluppo fornitore Ottimizzazione della supply chain Attività guidate dal cliente Co-sviluppo di tecnologie Integrazione di un network di fornitori internazionali 17

18 Agenda Gli obiettivi del Procurement Manager Fast Procurement Organizzare il Procurement Global Category Buyer «E tu, che buyer sei?» 18

19 Il contesto attuale Difficile o ridotto accesso alle fonti di finanziamento Volatilità nei mercati e nei prezzi Variabilità della domanda Valle Monte Incertezza sulla disponibilità e sulla continuità dell offerta Volatilità e fluidità delle tecnologie Eventi macro-economici avversi Aumento delle interconnessioni internazionali Stabilizzare la Supply Chain Rendere agile la Supply Chain Fast Procurement

20 Fast Procurement Acquisti agili in contesti turbolenti Capacità di costruire relazioni «flessibili» Agilità e adattamento a eventi poco probabili, non prevedibili Capacità di rendere i processi insensibili a fattori esterni di difficile governo Capacità di rinnovare rapidamente la propria Supply Chain Sostenibilità Processi veloci e cicli di feedback rapidi 20

21 Fast Procurement Velocità nel cambiare la Supply Chain Sistemi di Vendor Rating veloci e affidabili Processo di scouting continuo e attività di qualifica veloci e integrate Parco fornitori ampio e qualificato Bassa dipendenza dei fornitori attivi Flessibilità e agilità Contratti flessibili (prezzi, volumi) Prassi collaborative Condivisione di informazioni ricche, non solo ordini Misurazione e mitigazione collaborativa dei rischi, anche quelli dei fornitori Capacità di differenziare le strategie di acquisto Governo della spesa sin dalla definizione della specifica di prodotto/servizio Category Management esteso, con strategie specifiche per ogni categoria merceologica e linea di business Da costo a TCO a valore per il business (savings?) 21

22 I fattori critici per il presente e per il futuro Completezza informativa Visibilità Risk Management Fast Procurement Velocità Semplicità Collaborazione Responsabilità Obiettivi Category Management Organizzazione Competenze delle persone Sistema informativo integrato 22

23 I fattori critici per il presente e per il futuro Completezza informativa Visibilità Risk Management Fast Procurement Velocità Semplicità Collaborazione Responsabilità Obiettivi Category Management Organizzazione Competenze delle persone Sistema informativo integrato 23

24 Fast Procurement Organizzazione Grande concentrazione su ogni categoria di spesa Investimento di tempo e risorse sulla fase di definizione delle specifiche di acquisto Coinvolgimento del procurement e dei fornitori sin dalle prime fasi del processo Regole comuni, processi comuni, sistemi IT comuni Responsabilità del processo di acquisto end-to-end Trasparenza Sistemi di reporting complessi Organizzazione «centro periferia» 24

25 Fast Procurement Organizzazione Omogeneità dei business Grado di centralizzazione delle attività di gruppo Bassa Coerenza a livello di gruppo Alta 25

26 Le soluzioni Acquisti periferici staff HQ BU BU BU staff HQ Acquisti Centralizzati BU BU BU 26

27 Fast Procurement Organizzazione Product/Service Life-Cycle Design Introduction Growth Maturity Decline Renewal Acquisti periferici Acquisti centralizzati Velocità, vicinanza al business, nessuna sinergia Controllo e gestione centralizzata Bassa Coerenza a livello di gruppo Alta 27

28 Fast Procurement Organizzazione Alta Livello di professionalità degli acquisti (ruolo, posizione, competenze; livello di coinvolgimento delle decisioni di business) Maturità degli acquisti Acquisti periferici Acquisti centralizzati Velocità, vicinanza al business, nessuna sinergia Controllo e gestione centralizzata Bassa Bassa Coerenza a livello di gruppo Alta 28

29 Le soluzioni (2/3) HQ HQ HQ staff BU BU BU staff BU BU BU staff BU BU BU Struttura di acquisto federativa (Local-led) Struttura di acquisto coordinata Network di acquisti centralizzato Periferia Centro 29

30 Fast Procurement Organizzazione Alta Struttura di acquisto federativa (local-led) Network di acquisti centralizzato Maturità degli acquisti Piattaforma di supporto alle possibili sinergie Struttura di acquisto coordinata Coordinamento light Visione corporate e professionalità di business Acquisti periferici Acquisti centralizzati Velocità, vicinanza al business, nessuna sinergia Controllo e gestione centralizzata Bassa Bassa Coerenza a livello di gruppo Alta 30

31 Alcuni esempi 31

32 Alcuni esempi 32

33 Alcuni esempi 33

34 Alcuni esempi 34

35 I fattori critici per il presente e per il futuro Completezza informativa Visibilità Risk Management Fast Procurement Velocità Semplicità Collaborazione Responsabilità Obiettivi Category Management Organizzazione Competenze delle persone Sistema informativo integrato 35

36 Fast Procurement Category Management Global Category Buyer Conoscenza complete della categoria di spesa Capacità di sviluppare una commodity strategy e diffonderla globalmente Capacità di collaborare con gli stakeholder interni ( BU ; R & S ; Operations ) e i buyer locali Capacità di influenzare gli internal stakeholder e i buyer locali Vista 360 / competenze Tecniche Economia / finanza Competitive intelligence Struttura dei costi / struttura dei prezzi Analisi strategica (proprio business e mercato di fornitura) legale Processi, logiche, strumenti Team Leadership / approccio collaborativo Negoziazione Risk management Unico difetto: strabismo" Agire nel presente Pensare al futuro 36

37 Agenda Gli obiettivi del Procurement Manager Fast Procurement Organizzare il Procurement Global Category Buyer «E tu, che buyer sei?» 37

38 «E tu, che buyer sei?» A cura di Giuseppe Stabilini

39 «E tu, che buyer sei?» Quale è lo stile di acquisto della tua organizzazione? Quali sono i benefici ricercati nelle scelte di acquisto?

40 Regole del gioco Le risposte non sono trattate per dare un giudizio sulla qualità o sulla competenza del management, ma solo per descrivere l atteggiamento dell azienda rispetto a varie alternative di gestione della spesa e delle relazioni di fornitura Ogni domanda rappresenta una situazione «tipo» che può essere ricondotta al vissuto aziendale Per ogni domanda vi sono 4 alternative di risposta Scegliere una sola risposta, quella che più si avvicina alla decisione che verrebbe intrapresa nella tua azienda («più frequente così») Ogni executive dovrebbe agire e rispondere come se fosse nel suo ufficio, nella sua azienda, di fronte ad un suo problema concreto Non vi sono risposte «giuste» o «sbagliate», ma risposte «diverse» Ogni domanda rimane attiva per 1 minuto e 30 secondi

41 «E tu, che buyer sei?» Risultati

42 Che buyer sei?

43 Che buyer sei? Prospettiva Orizzonte considerato nella presa di decisione Orientamento Vantaggio competitivo ricercato

44 Direzione acquisti e performance ricercate Prospettiva integrata Governo degli obiettivi sia di Conto Economico, sia di Stato patrimoniale e Cash Flow Allineamento con obiettivi strategici e dell azionista Obiettivi comprensivi dei costi accessori Visione oltre i costi e il budget, comprendendo il TCO e i valori finanziari Obiettivi legati alla sfera «classica» di presidio della Direzione Acquisti Visione principalmente di «prezzo» Prospettiva operativa

45 Direzione acquisti e performance ricercate Minimizzazione dei costi Ricerca di efficienza operativa Ottimizzazione delle scelte dal punto di vista economico/finanziario Supporto completo alla crescita aziendale Collaborazione e integrazione con i clienti interni/processi di business Ricerca del valore per clienti e mercato, oltre i costi Cutting & optimization Growth & value proposition Gestione dei rischi connessi alla fornitura Orientamento al cliente interno / processi di business Co-gestione del processo di acquisto e delle decisioni

46 Direzione acquisti e performance ricercate Il profilo del buyer Prospettiva integrata Cutting & optimization Growth & value proposition Prospettiva operativa

47 Direzione acquisti e performance ricercate Il profilo del buyer Prospettiva integrata Cutting & optimization Growth & value proposition Prospettiva operativa

48 Direzione acquisti e performance ricercate Il profilo del buyer Prospettiva integrata Cutting & optimization Growth & value proposition Buyer negoziatore e largo impiego del potere d acquisto Efficienza e capacità di ridurre i costi Focus su obiettivi concreti e tangibili Velocità del processo decisionale Barbiere Prospettiva operativa

49 Direzione acquisti e performance ricercate Il profilo del buyer Prospettiva integrata Buyer con visione sistemica, ottimizzatore Visione completa dei costi Capacità analitica, analisi del TCO e Life Cycle Cost Partner del vertice aziendale/cfo Chef Cutting & optimization Growth & value proposition Barbiere Prospettiva operativa

50 Direzione acquisti e performance ricercate Il profilo del buyer Chef Prospettiva integrata Cutting & optimization Growth & value proposition Barbiere Prospettiva operativa Medico Buyer «customer centric» Visione di business line Processi decisionali veloci e al servizio della «linea» Focus primario su «valore per il cliente»

51 Direzione acquisti e performance ricercate Il profilo del buyer Cutting & optimization Chef Prospettiva integrata Direttore d orchestra Buyer imprenditore Visione completa e equilibrata tra costi e benefici Obiettivi di medio-lungo termine Capacità di leadership e collaborazione con tutti gli enti interni /esterni Growth & value proposition Barbiere Prospettiva operativa Medico

52 Grazie per l attenzione Giuseppe Stabilini SDA Professor SDA Bocconi School of Management Operations and Technology Management Unit 58

EXECUTIVE PROGRAM IN PROCUREMENT & SUPPLY MANAGEMENT

EXECUTIVE PROGRAM IN PROCUREMENT & SUPPLY MANAGEMENT MILANO ITALY GESTIONE DEGLI ACQUISTI, DELL INNOVAZIONE, DELLE OPERATIONS E DELLA SUPPLY CHAIN EMPOWER YOUR VISION EXECUTIVE PROGRAM IN PROCUREMENT & SUPPLY MANAGEMENT 2016 SDABOCCONI.IT/PROCUREMENT Executive

Dettagli

IT PURCHASING BUSINESS PRACTICES: un analisi delle prassi correnti, con un occhio al lungo periodo

IT PURCHASING BUSINESS PRACTICES: un analisi delle prassi correnti, con un occhio al lungo periodo IT PURCHASING BUSINESS PRACTICES: un analisi delle prassi correnti, con un occhio al lungo periodo 07/07/2011 Sommario Verbale... 3 Presentation: IT PURCHASING BUSINESS PRACTICES : un analisi delle prassi

Dettagli

CRM E GESTIONE DEL CLIENTE

CRM E GESTIONE DEL CLIENTE CRM E GESTIONE DEL CLIENTE La concorrenza è così forte che la sola fonte di vantaggio competitivo risiede nella creazione di un valore superiore per i clienti, attraverso un investimento elevato di risorse

Dettagli

MARIANNA CARBONARI CHI SIAMO MISSION E VALORI

MARIANNA CARBONARI CHI SIAMO MISSION E VALORI MARIANNA CARBONARI Presidente e Amministratore Delegato di Value for Talent. Ha maturato più di dieci anni di esperienza nella gestione di progetti di Executive Search articolati e complessi. Ha condotto

Dettagli

ExEcutivE program in procurement & SuppLY management

ExEcutivE program in procurement & SuppLY management milano italy gestione degli acquisti, dell innovazione, delle operations E della SuppLY chain empower Your ViSioN ExEcutivE program in procurement & SuppLY management 2015 SdaboCCoNi.iT/proCuremeNT Executive

Dettagli

LA FUNZIONE APPROVVIGIONAMENTI E IL RUOLO IN AZIENDA DEGLI APPROVVIGIONATORI

LA FUNZIONE APPROVVIGIONAMENTI E IL RUOLO IN AZIENDA DEGLI APPROVVIGIONATORI Edizione fuori commercio - Vietata la riproduzione anche parziale www.adaci adaci.itit A JOB RIGHT NOW! Anno accademico 2008-2009 2009 LA FUNZIONE APPROVVIGIONAMENTI E IL RUOLO IN AZIENDA DEGLI APPROVVIGIONATORI

Dettagli

COMPANY PROFILE. A cura di: ing. G. Graziadei Founder VALUEPro Tel.: 3939881243 E-mail: gianni.graziadei@valuepro.it

COMPANY PROFILE. A cura di: ing. G. Graziadei Founder VALUEPro Tel.: 3939881243 E-mail: gianni.graziadei@valuepro.it COMPANY PROFILE A cura di: ing. G. Graziadei Founder VALUEPro Tel.: 3939881243 E-mail: gianni.graziadei@valuepro.it 1 1 Il valore che offriamo FORMAZIONE IN AZIENDA - Personalizzazione - Applicazione sul

Dettagli

EXECUTIVE PROGRAM IN SUPPLY CHAIN MANAGEMENT

EXECUTIVE PROGRAM IN SUPPLY CHAIN MANAGEMENT MILANO ITALY GESTIONE DEGLI ACQUISTI, DELL INNOVAZIONE, DELLE OPERATIONS E DELLA SUPPLY CHAIN EMPOWER YOUR VISION EXECUTIVE PROGRAM IN SUPPLY CHAIN MANAGEMENT 2016 SDABOCCONI.IT/SUPPLY Executive Program

Dettagli

III Global Supply Chain Forum - Programme

III Global Supply Chain Forum - Programme III Global Supply Chain Forum - Programme Accelerare la crescita attraverso la Supply Chain in vista della ripresa supplychain.businessinternational.it 20/ 05 / 2010 8.45 Registrazione dei partecipanti

Dettagli

STRATEGIE DI SOURCING E PROCUREMENT

STRATEGIE DI SOURCING E PROCUREMENT STRATEGIE DI SOURCING E PROCUREMENT CICLO BUYER Date e Sedi Milano, sede da definire 20/02/2014 dalle ore 10:30 alle ore 17:30 21/02/2014 dalle ore 09:30 alle ore 16:30 Roma, sede da definire 06/03/2014

Dettagli

Tendenze del mercato e loro impatto nella innovazione della Supply Chain

Tendenze del mercato e loro impatto nella innovazione della Supply Chain TRACE-ID 2011 Tendenze del mercato e loro impatto nella innovazione della Supply Chain Milano, 10 novembre 2011 Agenda Scenario macroeconomico: alcuni spunti Fare clic sull'icona per inserire una tabella

Dettagli

Sostenibilità nella Supply Chain end-to-end: innovazione e competitività

Sostenibilità nella Supply Chain end-to-end: innovazione e competitività Sostenibilità nella Supply Chain end-to-end: innovazione e competitività Davide Barbato, A&S Board Provincia di Milano, 12 Luglio 2011 1 Chi è e cosa propone Acquisti & Sostenibilità è una organizzazione

Dettagli

controllo finanziario Colmare la distanza tra le strategie di mercato e i risultati attesi GIBELLINI & ROSSI STUDIO ASSOCIATO

controllo finanziario Colmare la distanza tra le strategie di mercato e i risultati attesi GIBELLINI & ROSSI STUDIO ASSOCIATO La Laricerca ricercadell equilibrio dell equilibriotra traobiettivi obiettivicommerciali commerciali eecontrollo finanziario controllo finanziario Colmare la distanza tra le strategie di mercato e i risultati

Dettagli

La Business Intelligence per competere e governare il cambiamento Vittorio Arighi Practice Leader Netconsulting

La Business Intelligence per competere e governare il cambiamento Vittorio Arighi Practice Leader Netconsulting La Business Intelligence per competere e governare il cambiamento Vittorio Arighi Practice Leader Netconsulting 9 ottobre 2014 L andamento del PIL a livello mondiale: l Italia continua ad arretrare Mondo

Dettagli

L informazione in azienda Problema o fattore di successo? Giorgio Merli Management Consulting Leader - IBM Italia. 23 Ottobre 2007 Milano Area Kitchen

L informazione in azienda Problema o fattore di successo? Giorgio Merli Management Consulting Leader - IBM Italia. 23 Ottobre 2007 Milano Area Kitchen L informazione in azienda Problema o fattore di successo? Giorgio Merli Consulting Leader - IBM Italia 23 Ottobre 2007 Milano Area Kitchen Il contesto di riferimento: le aziende devono far fronte ad un

Dettagli

Come gestire supply chain complesse nel mondo del fashion: prassi adottate e risultati conseguiti

Come gestire supply chain complesse nel mondo del fashion: prassi adottate e risultati conseguiti Come gestire supply chain complesse nel mondo del fashion: prassi adottate e risultati conseguiti Raffaele Secchi Operations & Technology Management Unit Agenda Il progetto di ricerca Fashion e SCM: gli

Dettagli

Business Design Strategia Organizzazione Controllo di Gestione

Business Design Strategia Organizzazione Controllo di Gestione Lo studio Ronchi & Partners opera nella consulenza di strategia d'impresa con particolare attenzione al settore industriale ad alto contenuto di innovazione. Specializzato in interventi strategici ed operativi

Dettagli

Nuove sfide per gli acquisti del settore bancario: scenari, opportunità, ruolo delle tecnologie

Nuove sfide per gli acquisti del settore bancario: scenari, opportunità, ruolo delle tecnologie Nuove sfide per gli acquisti del settore bancario: scenari, opportunità, ruolo delle tecnologie Paolo Chiaverini Amministratore Delegato i-faber S.p.A. MAGGIORE CENTRALITÀ DEGLI ACQUISTI NELLE AZIENDE:

Dettagli

Osservatorio Business Intelligence

Osservatorio Business Intelligence Divisione Ricerche Claudio Demattè Osservatorio Business Intelligence 3 Ciclo di ricerca 2010 Filone di ricerca BI Governance nel Settore dell Energy, Utility e servizi di pubblica utilità In collaborazione

Dettagli

Cybertec: high performance Supply Chain dal 1991

Cybertec: high performance Supply Chain dal 1991 Cybertec: high performance Supply Chain dal 1991 Fondata dall'ing. Kirchner nel 1991 Sede principale a Trieste. Filiali a Milano, Bologna, Padova e Udine Fornisce soluzioni per una Supply Chain ad alte

Dettagli

Il Check-up dell innovazione, edizione 2008-09

Il Check-up dell innovazione, edizione 2008-09 Il Check-up dell innovazione, edizione 2008-09 Paolo Pasini Professore di Sistemi Informativi Direttore Osservatorio Business Intelligence e Performance Management Filippo Fabrocini Business Development

Dettagli

Le soluzioni SAP al servizio del processo di acquisto

Le soluzioni SAP al servizio del processo di acquisto Le soluzioni SAP al servizio del processo di acquisto Antonio Costa SAP Italia Agenda 1. Introduzione 2. Panoramica sulla soluzione SAP 3. Perché SAP? SAP Italia 2010 / Pagina 2 Cosa significa questo per

Dettagli

Creazione e distribuzione del valore della sostenibilità

Creazione e distribuzione del valore della sostenibilità Workshop Responsabilità Sociale d Impresa Creazione e distribuzione del valore della sostenibilità Luiss Business School, Roma, 2 maggio 2011 Professor Francesco Perrini SIF Chair of Social Entrepreneurship

Dettagli

Il gruppo è composto da:

Il gruppo è composto da: Comprensione, condivisione ed ottimizzazione. Offrire alle aziende un servizio mirato, innovativo e di eccellenza per l organizzazione dei propri sistemi produttivi. Il gruppo è composto da: Wiit la capogruppo,

Dettagli

Soluzioni efficaci per gli acquisti della vostra azienda CONSULENZA SUPPORTO OPERATIVO RIDUZIONE DEI COSTI

Soluzioni efficaci per gli acquisti della vostra azienda CONSULENZA SUPPORTO OPERATIVO RIDUZIONE DEI COSTI Soluzioni efficaci per gli acquisti della vostra azienda CONSULENZA SUPPORTO OPERATIVO RIDUZIONE DEI COSTI VPS IN SINTESI VPS - Value Purchasing Solutions dal 2005 offre alle imprese un supporto specializzato,

Dettagli

Le nuove professioni nella Banca che cambia: Agenda dell intervento

Le nuove professioni nella Banca che cambia: Agenda dell intervento Le nuove professioni nella Banca che cambia: Agenda dell intervento L evoluzione del contesto e le forze trainanti Le nuove professioni nel settore bancario Le sfide per il settore A caccia di talenti

Dettagli

2006 IBM Corporation

2006 IBM Corporation La polarizzazione del mercato Polarizzazione del mercato consumer Bell Curves Crescita e valore percepito Well Curves Mass Competitive Spectrum Targeted Gli specialisti di settore devono possedere value

Dettagli

1. STRUTTURA, CLASSIFICAZIONI E CONFIGURAZIONI DEI COSTI

1. STRUTTURA, CLASSIFICAZIONI E CONFIGURAZIONI DEI COSTI INTRODUZIONE 1. La visione d impresa e il ruolo del management...17 2. Il management imprenditoriale e l imprenditore manager...19 3. Il management: gestione delle risorse, leadership e stile di direzione...21

Dettagli

To The Board Short master per diventare Board Member

To The Board Short master per diventare Board Member Sistema di qualità conforme allo standard ISO 9001:2008 certificato n 9175.AMB3 Autorizzazione Ministero del Lavoro n 13/I/0015692/03.04 per Ricerca e Selezione del Personale Autorizzazione Ministero del

Dettagli

CAPIRE LA FINANZA IN AZIENDA

CAPIRE LA FINANZA IN AZIENDA FINANCE CAPIRE LA FINANZA IN AZIENDA Come le scelte operative, commerciali, produttive impattano sugli equilibri finanziari dell azienda CORSO EXECUTIVE CUOA FINANCE 1 fondazione cuoa Da oltre 50 anni

Dettagli

Divisione Ricerche Claudio Demattè. Osservatorio Business Intelligence

Divisione Ricerche Claudio Demattè. Osservatorio Business Intelligence Divisione Ricerche Claudio Demattè Osservatorio Business Intelligence SDA Bocconi School of Management SDA Bocconi School of Management è nata nel 1971 dall'università Bocconi per essere una scuola di

Dettagli

I valori distintivi della nostra offerta di BPO:

I valori distintivi della nostra offerta di BPO: Business Process Outsourcing Partner 3M Software è il partner di nuova generazione, per la progettazione e la gestione di attività di Business Process Outsourcing, che offre un servizio completo e professionale.

Dettagli

Consulenza Direzionale www.kvalue.net. Presentazione Società. Key Value for high performance business

Consulenza Direzionale www.kvalue.net. Presentazione Società. Key Value for high performance business Key Value for high performance business Consulenza Direzionale www.kvalue.net KValue Srl Via E. Fermi 11-36100 Vicenza Tel/Fax 0444 149 67 11 info@kvalue.net Presentazione Società L approccio KValue KValue

Dettagli

L outsourcing nei processi di Marketing & Sales

L outsourcing nei processi di Marketing & Sales L outsourcing nei processi di Marketing & Sales Eventi & Congressi Milano 18 novembre 2010 Copyright 2010 CWT CWT nel settore Healthcare Con un esperienza più che trentennale, CWT affianca alle attività

Dettagli

Creatori di Eccellenza nella Supply Chain

Creatori di Eccellenza nella Supply Chain Creatori di Eccellenza nella Supply Chain Chi siamo Essere innovativi ma concreti, scommettere assieme sui risultati. Fare le cose che servono per creare valore nel miglior modo possibile. Questa è Makeitalia.

Dettagli

CORPORATE GOVERNANCE. Implementare una corporate governance efficace

CORPORATE GOVERNANCE. Implementare una corporate governance efficace CORPORATE GOVERNANCE Implementare una corporate governance efficace 2 I vertici aziendali affrontano una situazione in evoluzione Stiamo assistendo ad un cambiamento senza precedenti nel mondo della corporate

Dettagli

AGENDA. Modelli di gestione del supply network per fronteggiare la variabilità della domanda. A. F. De Toni, Università di Udine

AGENDA. Modelli di gestione del supply network per fronteggiare la variabilità della domanda. A. F. De Toni, Università di Udine Modelli di gestione del supply network per fronteggiare la variabilità della domanda A. F. De Toni, Università di Udine AGENDA > Introduzione: i supply network > Effetti della variabilità della domanda

Dettagli

PROTEO srl Consulenti di Direzione ed Organizzazione

PROTEO srl Consulenti di Direzione ed Organizzazione La missione Affiancare le aziende clienti nello sviluppo e controllo del loro business Servire il suo Cliente con una offerta illimitata e mirata a risolvere le Sue principali esigenze Selezionare Partners

Dettagli

Obiettivi conoscitivi

Obiettivi conoscitivi Corso di International Accounting Università degli Studi di Parma - Facoltà di Economia (Modulo 1 e Modulo 2) LAMIB Strumenti avanzati di management accounting. Profili internazionali. Anno Accademico

Dettagli

GIOVANI IMPRENDITORI

GIOVANI IMPRENDITORI GIOVANI IMPRENDITORI Master executive in business administration Anno 2011 Presentazione L executive Master in Business Administration è stato ideato e progettato interamente sulla base della richiesta

Dettagli

Supply Chain nell azienda estesa della conoscenza. L'E-Procurement nell'azienda estesa della conoscenza. Agenda. Il Gruppo Snaidero

Supply Chain nell azienda estesa della conoscenza. L'E-Procurement nell'azienda estesa della conoscenza. Agenda. Il Gruppo Snaidero BICOCCA PER LE IMPRESE seminario Tecnologie Informatiche e Supply Chain Management (SCM), Università di Milano Bicocca 18.09.2003 Milano, 18 Settembre 2003 Supply Chain nell azienda estesa della conoscenza

Dettagli

Organizzazione e pianificazione delle attività di marketing

Organizzazione e pianificazione delle attività di marketing Organizzazione e pianificazione delle attività di marketing Il continuum delle strutture tra efficienza ed efficacia Struttura funzionale Struttura divisionale Struttura a matrice Struttura orizzontale

Dettagli

Il Business Plandi Rete

Il Business Plandi Rete Il Business Plandi Rete 30 Settembre 2015 Agenda Perché redigere un business plan di Rete? Obiettivi e destinatari della Guida Gruppo di lavoro Rapporto Rete d Impresa Banche Progetto d Impresa VS Progetto

Dettagli

L ECCELLENZA NEGLI ACQUISTI Sei moduli efficaci per migliorare il processo di acquisto e accrescere le competenze dei buyers

L ECCELLENZA NEGLI ACQUISTI Sei moduli efficaci per migliorare il processo di acquisto e accrescere le competenze dei buyers L ECCELLENZA NEGLI ACQUISTI Sei moduli efficaci per migliorare il processo di acquisto e accrescere le competenze dei buyers MODULO 2 MODULO 1 L'organizzazione degli acquisti e il ruolo del Buyer Firenze,

Dettagli

Si Fides R7. Il top della tecnologia. Su misura per la tua azienda. Una metodologia consolidata. Un ERP completo per gestire tutta la tua azienda

Si Fides R7. Il top della tecnologia. Su misura per la tua azienda. Una metodologia consolidata. Un ERP completo per gestire tutta la tua azienda Si Fides R7 Si Fides è un extended ERP realizzato interamente da Sinfo One. Si Fides nasce dalla conoscenza e dal monitoraggio dei processi dei nostri clienti e con i quali interagiamo in maniera proattiva.

Dettagli

La potenza di Ariba per i clienti SAP. I vantaggi del Collaborative Commerce

La potenza di Ariba per i clienti SAP. I vantaggi del Collaborative Commerce La potenza di Ariba per i clienti SAP I vantaggi del Collaborative Commerce Contenuti 4 9 10 12 14 18 20 22 24 Potenziare il Networked Business Una combinazione efficace Collaborative Commerce con Ariba

Dettagli

Anteprima Estratta dall' Appunto di Trade e marketing e business

Anteprima Estratta dall' Appunto di Trade e marketing e business Anteprima Estratta dall' Appunto di Trade e marketing e business Università : Università degli studi di Bologna Facoltà : Economia Indice di questo documento L' Appunto Le Domande d'esame e' un sito di

Dettagli

Le prestazioni della Supply Chain

Le prestazioni della Supply Chain Le prestazioni della Supply Chain L ottenimento dell adattamento strategico e la sua portata Le prestazioni della Supply Chain 1 Linea guida Le strategie Competitiva e della supply chain L ottenimento

Dettagli

Il nostro concetto di business

Il nostro concetto di business Il nostro concetto di business Il concetto di business GOANDPLY ruota attorno a tre elementi principali: la volontà di mettere a disposizione delle aziende le proprie idee, creatività, knowledge ed esperienza

Dettagli

Confini del business e supply chain management

Confini del business e supply chain management Confini del business e supply chain management Roberta Bocconcelli a.a. 2011/2012 DESP Dipartimento di Eonomia, Società, Politica 1/27 La soddisfazione del cliente e la qualità totale Il cliente e la sua

Dettagli

INDICE. Prefazione... XIII

INDICE. Prefazione... XIII INDICE VII INDICE SOMMARIO Prefazione... XIII CAPITOLO PRIMO IL NUOVO MERCATO (THE NEW MARKET)...1 1. I cambiamenti del mercato...1 2. La concentrazione del potere d acquisto...4 3. La frammentazione dei

Dettagli

executive master www.cspmi.it General Management Modena, aprile - dicembre 2014 Sempre un passo avanti.

executive master www.cspmi.it General Management Modena, aprile - dicembre 2014 Sempre un passo avanti. executive master COURSE www.cspmi.it General Management Modena, aprile - dicembre 2014 Sempre un passo avanti. EXECUTIVE MASTER COURSE General Management PREMESSA Le figure al timone di un azienda hanno

Dettagli

Lexmark Favorisce la Trasformazione dell IT con le Soluzioni CA Service Assurance

Lexmark Favorisce la Trasformazione dell IT con le Soluzioni CA Service Assurance CUSTOMER SUCCESS STORY Febbraio 2014 Lexmark Favorisce la Trasformazione dell IT con le Soluzioni CA Service Assurance PROFILO DEL CLIENTE Settore: servizi IT Società: Lexmark Dipendenti: 12.000 Fatturato:

Dettagli

Shared Services Centers

Shared Services Centers Creating Value Through Innovation Shared Services Centers IBM Global Business Services Definizione di Shared Services Center (SSC) I Centri di Servizio Condivisi (Shared Services Center SSC) sono: Organizzazioni

Dettagli

L approccio MESA alla Business Intelligence e al Performance Management

L approccio MESA alla Business Intelligence e al Performance Management L approccio MESA alla Business Intelligence e al Performance Management Agenda 2 MESA Analitica: una nuova visione Le nuove metodologie per la BI e il CPM Perché MESA: la nostra visione, la nostra value

Dettagli

IT Service Management

IT Service Management IT Service Management ITIL: I concetti chiave ed il livello di adozione nelle aziende italiane Matteo De Angelis, itsmf Italia (I) 1 Chi è itsmf italia 12 th May 2011 - Bolzano itsmf (IT Service Management

Dettagli

Corporate Social Responsibility lungo la Supply Chain. Concretezza, misurabilità e valore. Improving performance, reducing risk

Corporate Social Responsibility lungo la Supply Chain. Concretezza, misurabilità e valore. Improving performance, reducing risk Corporate Social Responsibility lungo la Supply Chain Concretezza, misurabilità e valore Improving performance, reducing risk La CSR secondo LRQA La CSR è una modalità di gestione dell azienda attraverso

Dettagli

PA Digitale: do more with less

PA Digitale: do more with less PA Digitale: do more with less Gli acquisti elettronici della PA: stato dell arte e prospettive Dott. Domenico Casalino, Amministratore Delegato Roma, 30 maggio 2013 Consip èuna società del 1 Procurement

Dettagli

PURCHASING MANAGEMENT PROGRAM

PURCHASING MANAGEMENT PROGRAM PURCHASING MANAGEMENT PROGRAM BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

ACCELERARE LO SVILUPPO

ACCELERARE LO SVILUPPO ACCELERARE LO SVILUPPO Metodi e strumenti operativi per il sostegno e lo sviluppo d impresa Novembre - Dicembre 2012 Il percorso si pone l obiettivo di fornire una formazione tecnica di alto livello, di

Dettagli

Corso di Strategie d impresa

Corso di Strategie d impresa Corso di Strategie d impresa A.A. 2009/2010 Prof. Tonino Pencarelli - Dott. Simone Splendiani CASO J- BasicNet strategy Un sistema innovativo basato su tecnologia e stile A cura di: Sara Barone e Alessandra

Dettagli

work force management

work force management nazca work force management UN UNICO PARTNER PER MOLTEPLICI SOLUZIONI Nazca WFM Un unica piattaforma che gestisce le attività e i processi di business aziendali, ottimizzando tempi, costi e risorse Nazca

Dettagli

Nell'era della Business Technology: il business e la tecnologia allineati per migliorare i risultati dell'azienda

Nell'era della Business Technology: il business e la tecnologia allineati per migliorare i risultati dell'azienda Nell'era della Business Technology: il business e la tecnologia allineati per migliorare i risultati dell'azienda Giovanni Vecchio Marketing Program Manager - Hewlett Packard Italiana S.r.l. Treviso, 13

Dettagli

*oltre ad essere un acronimo, MESA ha molti significati: una montagna, un tavolo per questo abbiamo scelto il nome MESA, perché per i nostri clienti

*oltre ad essere un acronimo, MESA ha molti significati: una montagna, un tavolo per questo abbiamo scelto il nome MESA, perché per i nostri clienti *oltre ad essere un acronimo, MESA ha molti significati: una montagna, un tavolo per questo abbiamo scelto il nome MESA, perché per i nostri clienti significa soprattutto un supporto professionale concreto!

Dettagli

Indice. Autori Prefazione Ringraziamenti dell Editore XIII XV XIX

Indice. Autori Prefazione Ringraziamenti dell Editore XIII XV XIX Autori Prefazione Ringraziamenti dell Editore XIII XV XIX Capitolo 1 Il marketing nell economia e nella gestione d impresa 1 1.1 Il concetto e le caratteristiche del marketing 2 1.2 L evoluzione del pensiero

Dettagli

Zerouno Executive Dinner

Zerouno Executive Dinner Zerouno Executive Dinner Business e IT per la competitività Annamaria Di Ruscio diruscio@netconsulting.it Milano,18 novembre 2010 Cambia il ruolo dell azienda e dell IT 18 novembre 2010 Slide 1 La New

Dettagli

SUPPORTO OPERATIVO, CONSULENZA, SOLUZIONI EFFICACI PER GLI ACQUISTI E PER LA RIDUZIONE DEI COSTI

SUPPORTO OPERATIVO, CONSULENZA, SOLUZIONI EFFICACI PER GLI ACQUISTI E PER LA RIDUZIONE DEI COSTI SUPPORTO OPERATIVO, CONSULENZA, SOLUZIONI EFFICACI PER GLI ACQUISTI E PER LA RIDUZIONE DEI COSTI 0 VPS in sintesi VPS - dal 2005 offre alle imprese un supporto specializzato, consulenza e soluzioni efficaci

Dettagli

La ISA nasce nel 1994 DIGITAL SOLUTION

La ISA nasce nel 1994 DIGITAL SOLUTION La ISA nasce nel 1994 Si pone sul mercato come network indipendente di servizi di consulenza ICT alle organizzazioni nell'ottica di migliorare la qualità e il valore dei servizi IT attraverso l'impiego

Dettagli

RSA ED ACQUISTI Nuove strategie per il 2013. Spa. Logisan. Giacomo Bagni. Centro Geriatrico San Pietro - Monza

RSA ED ACQUISTI Nuove strategie per il 2013. Spa. Logisan. Giacomo Bagni. Centro Geriatrico San Pietro - Monza RSA ED ACQUISTI Nuove strategie per il 2013 Logisan Spa Giacomo Bagni Centro Geriatrico San Pietro - Monza Logisan Spa Il nostro miglior prodotto è il servizio Operiamo sul mercato dal 2005 Copriamo tutto

Dettagli

SOLUZIONI PERSONALIZZATE PER LA MASSIMA EFFICIENZA DI FLOTTA E MOBILITÀ

SOLUZIONI PERSONALIZZATE PER LA MASSIMA EFFICIENZA DI FLOTTA E MOBILITÀ SOLUZIONI PERSONALIZZATE PER LA MASSIMA EFFICIENZA DI FLOTTA E MOBILITÀ ARVAL CONSULTING ITALY UN TEAM DI PROFESSIONISTI A DISPOSIZIONE Il Team Arval Consulting è composto da professionisti costantemente

Dettagli

VII Forum Politeia. Supply Chain sostenibile end-to-end. Angelo Spina

VII Forum Politeia. Supply Chain sostenibile end-to-end. Angelo Spina VII Forum Politeia Supply Chain sostenibile end-to-end Angelo Spina 1 www.acquistiesostenibilita.org 4 ACQUISTI &SOSTENIBILITA - Vietata la riproduzione anche parziale ed il ri-editing ad hoc Vers.1.0

Dettagli

Temporary Manager Short master per il ruolo di T.M.

Temporary Manager Short master per il ruolo di T.M. Sistema di qualità conforme allo standard ISO 9001:2008 certificato n 9175.AMB3 Autorizzazione Ministero del Lavoro n 13/I/0015692/03.04 per Ricerca e Selezione del Personale Autorizzazione Ministero del

Dettagli

DCR consulting email: info@dcrconsulting.it website: www.dcrconsulting.it - cellulare: 345.502.0019 - telefono: 0824.42.969 Partiva iva 01559270622

DCR consulting email: info@dcrconsulting.it website: www.dcrconsulting.it - cellulare: 345.502.0019 - telefono: 0824.42.969 Partiva iva 01559270622 PROGRAMMA CORSO MARKETING ED INNOVAZIONE NEL MERCATO FARMACEUTICO TITOLO RAZIONALE PRINCIPALI ARGOMENTI ORE Modulo 1 Modulo 2 Marketing strategico Marketing operativo Questo modulo introduce gli aspetti

Dettagli

Sfera Organizzazione, risorse, attività. Roma, 4 novembre 2009

Sfera Organizzazione, risorse, attività. Roma, 4 novembre 2009 Sfera Organizzazione, risorse, attività Roma, 4 novembre 2009 Excursus storico di Sfera Le origini Sfera nasce nel 1999 come società del Gruppo Enel con il ruolo di fornire al mercato interno ed esterno

Dettagli

lavoratore e così via.

lavoratore e così via. Dal Dire al Fare Sesto Salone delle Responsabilità Sociale d Impresa Milano, 28 settembre 2009 Fondazione Marco Vigorelli La Corporate Family Responsibilitycome vantaggio competitivo nella gestione delle

Dettagli

Soluzioni per la tua crescita

Soluzioni per la tua crescita Soluzioni per la tua crescita Sviluppiamo il tuo business Una storia di successi Co.Mark nasce a Bergamo nel 1998 come studio di consulenza professionale nel campo dei servizi di temporary management per

Dettagli

INDICOD-ECR Istituto per le imprese di beni di consumo

INDICOD-ECR Istituto per le imprese di beni di consumo INDICOD-ECR Istituto per le imprese di beni di consumo GLOBAL SCORECARD Uno strumento di autovalutazione, linguaggio e concetti comuni Versione base - Entry Level Introduzione Introduzione La Global Scorecard

Dettagli

Executive Master in Logistica e Supply Chain

Executive Master in Logistica e Supply Chain Executive Master in Logistica e Supply Chain Management Governa l'insieme delle attività organizzative, gestionali e strategiche che governano nell'azienda i flussi di materiali e delle relative informazioni

Dettagli

QUESTIONARIO FLEET ITALY AWARDS 2013

QUESTIONARIO FLEET ITALY AWARDS 2013 QUESTIONARIO FLEET ITALY AWARDS 2013 Il presente Questionario è composto di più sezioni. Il fine è quello di raccogliere le informazioni sui progetti dei concorrenti e fornire quindi alla Giuria il mezzo

Dettagli

ELENCO INVESTITORI. MOTIVI INVESTIMENTO ATTIVITA Pubblicità stradale e arredo urbano

ELENCO INVESTITORI. MOTIVI INVESTIMENTO ATTIVITA Pubblicità stradale e arredo urbano ELENCO INVESTITORI SETTORE SETTORE DI MOTIVI INVESTIMENTO ATTIVITA INTERESSE Pubblicità stradale e arredo urbano Pubblicità stradale e arredo urbano Acquisizione di aziende operanti nel settore per ampliamento

Dettagli

TRASPORTI FERROVIARI - LA FERROVIA NELL ATTUALE SISTEMA DEL TRASPORTO DELLE MERCI. Il PIANO GENERALE 310/01/2015 sabato 9,00-13,00

TRASPORTI FERROVIARI - LA FERROVIA NELL ATTUALE SISTEMA DEL TRASPORTO DELLE MERCI. Il PIANO GENERALE 310/01/2015 sabato 9,00-13,00 Titolo seminario Data e orario RIUNIONE E INTRODUZIONE ALLA LOGISTICA SISTEMI INTERPORTUALI E VISITA AL QUADRANTE LOGISTICA E SCM-CONCETTI BASE E STRATEGIE VISITA QUADRANTE EUROPA STUDI E RICERCHE SULLA

Dettagli

Policy La sostenibilità

Policy La sostenibilità Policy La sostenibilità Approvato dal Consiglio di Amministrazione di eni spa il 27 aprile 2011. 1. Il modello di sostenibilità di eni 3 2. La relazione con gli Stakeholder 4 3. I Diritti Umani 5 4. La

Dettagli

LO SVILUPPO MANAGERIALE DELLA PICCOLA E MEDIA IMPRESA

LO SVILUPPO MANAGERIALE DELLA PICCOLA E MEDIA IMPRESA Milano Italy LO SVILUPPO MANAGERIALE DELLA PICCOLA E MEDIA IMPRESA Febbraio 2013 www.sdabocconi.it/arcadia Empower your vision significa confrontarsi e acquisire prospettive differenti e qualificate per

Dettagli

Innovazione in produzione e logistica nell era dell economia digitale

Innovazione in produzione e logistica nell era dell economia digitale Innovazione in produzione e logistica nell era dell economia digitale Andrea Sianesi 17 maggio 2010 L innovazione ICT, una leva strategica per la competitività del sistema Italia I benefici della banda

Dettagli

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy CST Consulting è una azienda di Consulenza IT, System Integration & Technology e Servizi alle Imprese di respiro internazionale. E

Dettagli

EXECUTIVE MASTER IN BUSINESS ADMINISTRATION (110 ore, 3 ottobre 2009 22 maggio 2010)

EXECUTIVE MASTER IN BUSINESS ADMINISTRATION (110 ore, 3 ottobre 2009 22 maggio 2010) EXECUTIVE MASTER IN BUSINESS ADMINISTRATION (110 ore, 3 ottobre 2009 22 maggio 2010) 1. Contabilità finanziaria 2. Contabilità manageriale 3. Diritto commerciale Elementi chiave dell amministrazione La

Dettagli

M.A.San. Management degli Approvvigionamenti in Sanità

M.A.San. Management degli Approvvigionamenti in Sanità Milano Italy M.A.San. Management degli Approvvigionamenti in Sanità Da giugno 2010 a febbraio 2011 www.sdabocconi.it/masan Empower your vision significa confrontarsi e acquisire prospettive differenti

Dettagli

Value proposition RETAIL

Value proposition RETAIL Value proposition RETAIL La problematica Con il perdurare della crisi economico-finanziaria, le aziende di tutti i settori si stanno focalizzando nella ricerca prioritaria di soluzioni che consentano la

Dettagli

CRESCERE IN SICILIA CON PRIVATE EQUITY E MINI BOND: QUALI OPPORTUNITA PER LE IMPRESE

CRESCERE IN SICILIA CON PRIVATE EQUITY E MINI BOND: QUALI OPPORTUNITA PER LE IMPRESE Fabrizio loiacono CRESCERE IN SICILIA CON PRIVATE EQUITY E MINI BOND: QUALI OPPORTUNITA PER LE IMPRESE Selezione, ingresso e gestione del partner nella prospettiva dell imprenditore: un caso di successo

Dettagli

Marketing & Sales: le reazioni alla crisi

Marketing & Sales: le reazioni alla crisi Marketing & Sales: le reazioni alla crisi I risultati di un indagine empirica 1 1. IL CAMPIONE ESAMINATO 2 Le imprese intervistate Numero imprese intervistate: 14 Imprese familiari. Ruolo centrale dell

Dettagli

Affianchiamo l imprenditore ed i suoi collaboratori nella gestione della complessità nella quale l azienda quotidianamente si muove

Affianchiamo l imprenditore ed i suoi collaboratori nella gestione della complessità nella quale l azienda quotidianamente si muove Dr. Mario Venturini Professionista operante in conformità alla Legge n. 4 del 14 /01/2013 Certified Management Consultant - Socio qualificato APCO-CMC n 2003/0042 Affianchiamo l imprenditore ed i suoi

Dettagli

Your mission, our passion

Your mission, our passion Your mission, our passion Corporate Profile Reggio Emilia, marzo 2014 Il Gruppo Il Gruppo Movi finance Accounting & Lean Six Sigma Consulting (prossima attivazione) Movin log scarl Logistics & Recruitment

Dettagli

IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER

IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER Alessio Cuppari Presidente itsmf Italia itsmf International 6000 Aziende - 40000 Individui itsmf Italia Comunità di Soci Base di conoscenze e di risorse Forum

Dettagli

Il profilo dell Ingegnere Gestionale di Palermo. Un analisi dei profili LinkedIn

Il profilo dell Ingegnere Gestionale di Palermo. Un analisi dei profili LinkedIn Master Degree in Management Engineering Il profilo dell Ingegnere Gestionale di Palermo Un analisi dei profili LinkedIn Prof. Ing. Giovanni Perrone Agenda I dati I tempi di attraversamento Formazione post

Dettagli

Matteo Restelli Direttore Commerciale gruppo esprinet

Matteo Restelli Direttore Commerciale gruppo esprinet Matteo Restelli Direttore Commerciale gruppo esprinet 2002: LE PROMESSE MANTENUTE Cosa ci eravamo detti VI AVEVAMO PARLATO DI: Focalizzazione Company in Company Bit Technology Servizi Crescita per acquisizioni

Dettagli

L intervento pubblico nell economia locale per lo sviluppo dei territori: le imprese pubbliche locali. giovanni.valotti@sdabocconi.

L intervento pubblico nell economia locale per lo sviluppo dei territori: le imprese pubbliche locali. giovanni.valotti@sdabocconi. L intervento pubblico nell economia locale per lo sviluppo dei territori: le imprese pubbliche locali giovanni.valotti@sdabocconi.it 1. Il rilievo del tema Lo sviluppo delle imprese pubbliche locali Crescente

Dettagli

Il Project Management a supporto del percorso di trasformazione di una Banca

Il Project Management a supporto del percorso di trasformazione di una Banca Il Project Management a supporto del percorso di trasformazione di una Banca Clément PERRIN / Daniela TAVERNA - Senior Project Manager Milano, 20 Aprile 2012 Con l acquisizione da parte di BNPP 6 anni

Dettagli

The ex tended ERP platform. Gamma ENTERPRISE

The ex tended ERP platform. Gamma ENTERPRISE The ex tended ERP platform Gamma ENTERPRISE GAMMA ENTERPRISE The extended ERP platform La realizzazione di una piattaforma ERP estesa nasce dall'esigenza delle Aziende di ottimizzare l'intero flusso dei

Dettagli

Supply Chain Management

Supply Chain Management Supply Chain Management Cosa è la Supply chain "il Supply Chain Management è un approccio integrato, orientato al processo per l'approvvigionamento, la produzione e la consegna di prodotti e servizi ai

Dettagli