Ai genitori di Pierluca

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Ai genitori di Pierluca"

Transcript

1 Ai genitori di Pierluca Questa pubblicazione deriva dalla volontà di rendere visibile quel grande patrimonio umano che Pierluca Pancotto ha lasciato per sempre in noi.

2 Le emozioni non si fermano mail UN LIBRO VERITÀ SU CHI VIVE CON L HIV. A cura di PATRIZIA SGARZINI e PAOLO NANNI

3 In ordine rigorosamente alfabetico, si ringraziano: Comitato Scientifico (in ordine alfabetico): Dott. Fabio Biondi ex Consulente dell AUSL 9 di Macerata; Dott. Giuliano Centioni Resp.le del Servizio Qualità Marketing e Formazione AUSL 9 di Macerata; Dott. Piero Ciccarelli Commissario Straordinario dell AUSL 9 di Macerata; Dott.ssa Anna Menghi Biblioteca Scientifica dell Ospedale di Macerata; Dott.ssa Patrizia Offidani Medico curante di Pierluca Pancotto ; Avv. Gennaro Picarelli Presidente Regionale dell Associazione ANLAIDS Onlus sezione Marche; Dott. Carlo Urbani Medico World Health Organization; Dott. Giancarlo Veronesi ex Direttore Generale dell AUSL 9 di Macerata; il Personale dell Ospedale di Aviano; il Personale dell Ospedale di Pordenone; il Personale dell Unità Operativa Dipendenze Patologiche dell AUSL 9 di Macerata; il Personale dell Unità Operativa Malattie Infettive dell AUSL 9 di Macerata; il Comitato Scientifico della pubblicazione e in particolare tutti coloro che hanno reso possibile la realizzazione di questo libro. Dott.ssa Francesca Caldarelli Psicologo convenzionato U.O. Malattie Infettive AUSL 9 di Macerata; Dott. Giampiero Carosi Direttore Clinica Malattie Infettive e Tropicali Università di Brescia; Dott.ssa Paula Castelli Medico U.O. Malattie Infettive AUSL 9 di Macerata; Dott. Alessandro Chiodera Primario U.O. Malattie Infettive AUSL 9 di Macerata; Dott.ssa Laura Germani Psicologo responsabile Gruppo C AUSL 9 di Macerata; Dott. Gianni Giuli Direttore Unità Operativa Dipendenze Patologiche AUSL 9 di Macerata; Sig. Paolo Nanni Esperto in comunicazione convenzionato con l AUSL 9 di Macerata; Dott.ssa Patrizia Sgarzini Responsabile del Servizio Progetti Speciali AUSL 9 di Macerata.

4 Introduzione Questo libro è stato realizzato per tutti noi. Per chi vive a stretto contatto con l HIV, per chi non ci vive, per chi si illude di starci a chilometri di distanza. È un libro che corre sul filo delle emozioni certo, ma che dà notizie e consigli pratici scritti da specialisti della AUSL 9 di Macerata. L obiettivo finale è arrivare tanto a chi vive a contatto con l HIV (malati, familiari, amici, partners ecc.) quanto a quella vasta platea che ha un idea generica dell Aids, vulnerabile a false informazioni e pregiudizi. Le che leggerete sono testimonianze reali. Sensazioni, vissuti, sfoghi che in Internet hanno trovato il mezzo ideale, capace di arrivare in ogni angolo del Paese, capace di dare protezione all identità di chi appartengono. Sono arrivate a noi, e ora a voi. Come ciò sia successo è giusto ripercorrerlo. Le premesse derivano dalla competenza che l Azienda AUSL 9 ha acquisito lavorando per anni nella prevenzione dell HIV oltre che per la cura dell Aids, coinvolgendo tutte le professionalità e i reparti, venendo incontro con elasticità ai bisogni della popolazione. Dal 97 agisce il Gruppo C, un unità che si occupa di screening e counselling dell HIV, in parole povere permette di fare il test in modo anonimo e gratuito, fornendo inoltre consulenza e sostegno. Dal 2000 ci siamo dotati di una Biblioteca scientifica, all interno della quale è stato inserito (grazie ad una convenzione con L Anlaids) Pierluca Pancotto, una persona malata di Aids, una persona che per le sue qualità umane si è pensato bene di utilizzare nel rapporto con i malati ricoverati per Aids. Spesso l impatto con l Ospedale può essere problematico, ancor di più lo è per un sieropositivo che si trova catapultato all improvviso nella fase conclamata della malattia. È difficile entrare nella dimensione delle terapie, creare un rapporto di empatia e fiducia con il personale medico e paramedico. Eppure anche queste sono premesse importanti perché le cure siano efficaci. È così che a Pierluca è stato affidato un ruolo da mediatore, capace di filtrare le situazioni, i rapporti con il personale medico, e trasmettere agli ammalati di Aids il suo ottimismo terapeutico (come egli stesso l ha chiamato). Anche grazie al suo ruolo è stato poi possibile attivare gruppi di autoaiuto. La collaborazione si è sviluppata fino al salto più innovativo e ambizioso, quando il ruolo da mediatore è stato rivestito da Pierluca anche nel suo sito internet (www.pierluca.net) che, a dif- ferenza di tanti altri, aveva già un impronta spiccatamente umana oltre che informativa, il che ne aveva determinato il successo. Cosicché il supporto della AUSL si trasformava in servizi per comunicare (forum, chat, mailing list), in strumenti di ascolto e sostegno. Attraverso questi Pierluca ha risposto a centinaia di contenenti richieste, opinioni, sfoghi, con la sua carica di umanità ed empatia unita alla competenza dei nostri medici e psicologi. Tra le tante ne abbiamo selezionate 36, all interno delle quali ci sono tutte le tematiche che ruotano attorno alla sieropositività, all Aids. Esse sono servite ai nostri esperti per sviluppare ogni tema in modo semplice, pratico, immediatamente fruibile; l obiettivo finale è dare consigli a chi vive a contatto con l HIV, e informare adeguatamente tutti gli altri. L Aids è ancora oggi una malattia che troppo spesso invece che ispirare solidarietà, emargina. È anche il sieropositivo che frequentemente pensa questo dell Aids, e così deve lottare con sé stesso per uscire allo scoperto, e ancora di più deve lottare per capire che la sua vita in mezzo agli altri non è finita. Invece chi non ha l HIV vive indifferente verso un virus che spesso sembra una minaccia solo per pochi, svogliato nell imparare e applicare comportamenti adeguati per evitare il pericolo di trasmissione salvo poi vivere grandi paure nell attesa del test. Purtroppo Pierluca è venuto a mancare prima che potesse vedere pubblicato questo libro. Le emozioni non si fermano mail è il traguardo meritato del suo coraggio, il tentativo concreto di realizzare il suo sogno di vedere sieropositivi e sieronegativi dalla stessa parte della barricata.

5 Guida alla lettura 1. Le parti del libro Le che abbiamo selezionato per questa pubblicazione sono alcune brevissime e senza risposta, altre molto articolate. Solitamente sono inviate direttamente a Pierluca, ma ve ne sono anche alcune spedite alle mailing list alle quali Pierluca è iscritto. Le risposte nascono dalla sua naturale empatia, affiancata dai pareri dei professionisti dell AUSL. I tre capitoli in cui sono raggruppate le sono il frutto di un tentativo di dividere gli argomenti nelle tre tappe salienti della vita del sieropositivo: 1. Ora so - la scoperta di essere HIV-positivo, con tutte le problematiche che ne conseguono; 2. La cura - le terapie e le precauzioni, il rapporto con i medici; 3. Mai solo - il problema delle relazioni con gli altri che diventano difficili, apparentemente impossibili. Alla fine di ogni capitolo sono presentati gli esperti che hanno preso spunto dalle tematiche affrontate nelle per tracciare un percorso di commenti, spiegazioni, consigli pratici riuniti in brevi capitoli, nei quali il lettore può trovare risposte, per quanto possibile nette, ai quesiti che possono emergere dal testo. Chi legge si troverà spesso di fronte a ripetizioni nelle risposte di Pierluca, visto che egli è spesso costretto a ripercorrere alcuni temi, come la descrizione della sua storia personale o dei servizi del suo sito, ma d altro canto ciò favorisce una lettura casuale delle parti del libro, che non obbliga quindi a leggere in modo sequenziale. Inoltre c è da dire che per non snaturare lo stile a getto che caratterizza il linguaggio dell , abbiamo tendenzialmente lasciato inalterati messaggi e risposte, anche nei casi in cui punteggiatura o sintassi non fossero proprio perfette. Tutti i nomi di luoghi e persone sono stati cambiati per evidenti motivi di tutela della privacy. Spesso si troveranno le abbreviazioni s+ e s- che nel linguaggio della rete significano rispettivamente sieropositivo e sieronegativo. Ci sono anche le classiche abbreviazioni ed emoticons (faccette) che frequentemente sono utilizzate da chi chatta o utilizza la posta elettronica. I commenti che seguono ad alcune sono a cura della Dott.ssa Francesca Caldarelli, Psicologo convenzionato presso l Unità Operativa Malattie Infettive di Macerata. Infine, capiterà in qualche di trovare a posto di Pierluca altri nomi con cui è conosciuto in rete: Luca, Panko o Panco. 2. Come sono state costruite le risposte? Molti addetti ai lavori noteranno che il modo con il quale Pierluca risponde alle è quello tipico che caratterizza una disciplina clinica estremamente efficace nella gestione di queste problematiche che è la RET, la Terapia Razionale Emotiva. Abbiamo infatti creduto che seguire questo approccio nella stesura delle risposte potesse risultare estremamente utile ed efficace. La Terapia Razionale Emotiva (RET) è stata fondata da Albert Ellis nel 1955, ed è una terapia cognitivo-comportamentale che si basa sull idea che tanto le emozioni, quanto i comportamenti, siano il prodotto delle convinzioni di un individuo e della sua interpretazione della realtà (Ellis, 1962). Il quadro fìlosofìco della RET si basa principalmente sulla premessa che: il disturbo emotivo non è creato dalle situazioni, ma dalle interpretazioni di tali situazioni (Epicteto, I sec. d.c., citato da Lega, 1995). Se si osserva da vicino il modo con il quale sono state costruite le risposte ci si renderà conto che il modello utilizzato ha come fulcro principale il modo di pensare della persona, la maniera in cui la persona interpreta il suo ambiente, e le connessioni e le convinzioni che ha sviluppato su se stesso, sulle altre persone e sul mondo in generale (Ellis, 1975). Si è cercato pertanto di tenere il più possibile in considerazione la meta principale della RET che consiste nell assistere la persona nell identificazione dei suoi pensieri irrazionali e dei disturbi, aiutarlo a rimpiazzare tali pensieri con altri più razionali o reali, che gli permettano di raggiungere con più efficacia, obiettivi di tipo personale, quali essere felice, stabilire relazioni con altre persone.

6 Mi presento Mi chiamo Pierluca Pancotto, sono un neo quarantenne nato e residente a Montecosaro. Ho una qualifica professionale come elettricista. Ho svolto molti lavori nella mia vita. Così come mi sono sempre interessato del sociale. Nella mia vita c è stata anche una parentesi con le droghe. L Aids invece arriva nel luglio del 1989, data in cui faccio il test, per poi evolvere nel 1997 in Aids conclamato. Io credevo che di Aids si potesse solo morire, e non bene. Io come molti, nascosi la mia malattia a tutti, compresa famiglia, che poi è la prima a poterci aiutare se fosse messa a conoscenza della realtà. Ho nascosto a tutti (salvo pochi intimi amici) la mia malattia fino a quando, in Aids conclamato, non potei più farlo. Così come evitai meticolosamente di essere coinvolto in relazioni sentimentali e/o sessuali. Ma inaspettatamente, anche se lo desideravo, con il conquistare la mia visibilità (come dicevo costretto dalle circostanze), mi accorsi di ricavarne solo vantaggi e contribuì a migliorare la mia qualità di vita e le relazioni sociali. Nella mia esperienza vissuta in un paesino di 5000 abitanti, Montecosaro, mi resi conto che le persone normali non fuggivano né si lasciavano andare ad atteggiamenti di panico. Piuttosto notai un grosso bisogno di conoscere, di sapere. Riuscito a buttare alle ortiche il fardello dell anonimato sono riuscito anche ad avere una relazione sentimentale, che oramai è finita per mille motivi indipendenti della malattia. Superare il bisogno di nascondersi non è stato comunque un processo indolore, né semplice, ma grazie anche agli immediati successi, riuscii a farlo. L essere divenuto malato di Aids conclamato (che brutta parola, forse anche anacronistica) fu una svolta della mia vita. Dovevo ricominciare, cercare di progettare la mia vita, cosa potevo fare fino a che punto potevo osare, erano i pensieri che affollavano la mia mente. La prima cosa che mi venne spontanea fare, fu cercare di dare il mio contributo a qualche associazione di volontariato e possibilmente che si occupasse di Aids. Così a Macerata costituimmo l Unità Provinciale dell ANLAIDS. Ciò fu possibile grazie all impegno della dottoressa Paula Castelli, attuale dirigente nonché mio medico. In seguito divenni rappresentante delle Marche nel Gruppo Nazionale Persone Sieropositive di ANLAIDS. Il mio impegno come volontario si esplica nel collaborare alle iniziative dell Unità Provinciale, svolgo consulenze presso il reparto di Malattie Infettive, facendo visita ai pazienti ricoverati e non. La mia figura funge in ospedale nel fare da mediatore tra pazienti e operatori. Inoltre collaboro con la Biblioteca Scientifica dell ospedale di Macerata, fin dalla sua nascita. Sono appassionato di computer e Internet. Questa mia passione per il computer mi ha portato a scoprire e a capire l importanza che Internet può avere. Internet fonte di informazioni a volte incontrollate, ma anche luogo di incontri. Chi ha l HIV o vive vicino a persone con HIV sa quanto è importante mantenere l anonimato, quanta paura c è a parlarne e anche a chiedere aiuto. Internet dà la possibilità di parlare di sé restando anonimi. Su Internet ho scoperto molti servizi per sieropositivi, e devo dire che sono ottimi. Per le persone sieropositive poter comunicare LIBERAMENTE con altre persone che hanno la stessa malattia aiuta molto. Pensando che la creazione di gruppi omogenei sia un primo passo importante, ma non definitivo, ho immaginato che ci fosse bisogno di nuovi servizi che potessero completare il percorso di crescita e consapevolezza delle persone con HIV, ma anche delle persone normali verso l HIV. Così, d accordo con medici e dirigenti dell AUSL di Macerata nasce l idea di realizzare servizi che abbiano come obbiettivo il far incontrare persone sieropositive con persone sieronegative, favorire e contribuirne alla conoscenza, della malattia, abbattere i grandi o piccoli muri di pregiudizi eretti sia da un lato che dall altro. Iniziai a sviluppare l idea di un sito che potesse offrire un opportunità di incontro tra persone sieronegative e sieropositive. Il progetto si concretizzò con il sito che un po alla volta si è arricchito di servizi, con la costante proficua collaborazione con la AUSL 9 di Macerata, sensibile a questi temi e lungimirante nel cogliere le opportunità che Internet offre. Il mio operare presso la AUSL 9 a Macerata è stato reso possibile grazie alla creazione di modalità operative non convenzionali per un ente pubblico, che ha formalizzato il mio rapporto di lavoro attraverso la stipula di una convenzione con L AN- LAIDS della Regione Marche.

7 Nasce come sito personale, una sorta di diario in cui annotare le varie esperienze del vissuto di una persona con HIV. Mi sono accorto che al fianco di siti ricchi di informazioni scientifiche (seri e meno) c era l'esigenza di raccogliere il vissuto quotidiano, di offrire al navigatore informazioni pratiche del vivere di tutti i giorni. Essendo l'aids una malattia che porta a nascondere la propria condizione da parte di chi ne è stato contagiato, il sito offre l'opportunità, spesso per la prima volta, di comunicare la propria condizione o quella di un conoscente, garantendo la propria e altrui privacy. E se è vero che servizi di aiuto per persone con HIV già se ne trovano, è vero pure che a differenza di altri io ho intenzione di fare del mio sito un punto di incontro non solo tra s+, ma anche tra persone s+ e persone s-. Convinto come sono che il confronto aiuti a capire, a conoscere, a evitare comportamenti a rischio così come a evitare stupidi comportamenti di esclusione (spesso auto-esclusione) o emarginazione. E un progetto del genere non poteva essere completo ed efficace se non si affiancava al mio vissuto un supporto medico-scientifico. Questo supporto è arrivato grazie alla collaborazione dell'ausl 9 di Macerata. Attualmente il progetto si sta realizzando senza snaturare il mio sito (www.pierluca.net) che rimane per sua natura il diario di una persona sieropositiva, bensì ampliando i servizi che offre, grazie, come detto, alla fattiva collaborazione con l'azienda AUSL e l'associazione ANLAIDS. Il sito ad oggi dispone di servizi quali chat e forum, e possibilità di scrivere all'autore, e in più ci sono vari documenti da poter scaricare. La chat del sito sta vivendo un momento di crescita. Dopo vari tentativi e opzioni ho deciso per l'uso di un canale IRC e in specifico il canale #pierlucachat accessibile dai maggiori server IRC italiani e non solo. La scelta è maturata per favorire l'accesso al canale indipendentemente dal sito (favorendone la fruizione). Al canale è possibile accedere tramite programmi appositi per IRC o direttamente da Browser. Nel sito si trovano le istruzioni dettagliate per come accedere al canale con le varie modalità. Inizialmente invitavo i navigatori ad accedere al canale in giorni determinati e proponendo temi alle serate. Ma ben presto dalle serate dedicate si è passati all'accesso quotidiano, serale 22/24 senza temi prestabiliti. La necessità e la voglia di comunicare, di parlare di sé e non necessariamente della malattia favorisce la comprensione tra persone diverse tra loro, centrando l'obbiettivo generale del sito. Attualmente il canale vede una frequentazione media di 8/10 persone. L'accesso è essenzialmente serale. Ci sono frequentatori abituali e non. I frequentatori abituali della chat stanno organizzando un incontro per potersi finalmente conoscere e consolidare il rapporto istauratosi. Alla chat si affianca il forum. Anche per il forum sono state fatti vari tentativi, decidendo per l'uso di un Forum offerto dal sito Il forum ha come caratteristica di essere totalmente in italiano, è semplice da usare e completo di funzioni quali ricerca dei messaggi archiviati. Non richiede iscrizioni, garantendo in questo modo l assoluto anonimato. Il sito ha una frequentazione giornaliera mediamente di circa 10 contatti. Io ricevo decine di mail giornaliere di varia natura. Nei primi tre mesi del 2002 ho risposto a circa 300 mail. Pierluca Pancotto. (n.d.r. Pierluca scrisse questa presentazione prima della sua morte avvenuta a causa di un tumore non direttamente correlato all Aids il 17 ottobre 2002.)

nostre «certezze» sul fatto che senza di lui non potremo mai più essere felici, che durano fino a una nuova... relazione!) continueremo a infilarci

nostre «certezze» sul fatto che senza di lui non potremo mai più essere felici, che durano fino a una nuova... relazione!) continueremo a infilarci Pensieri. Perché? Cara dottoressa, credo di avere un problema. O forse sono io il problema... La mia storia? Stavo con un ragazzo che due settimane fa mi ha lasciata per la terza volta, solo pochi mesi

Dettagli

Presentazione Mai Soli.

Presentazione Mai Soli. Presentazione Mai Soli. Libretto per genitori in Oncoematologia Pediatrica presso la Sede della Fondazione Cassa di Risparmio Di Ferrara Via Cairoli, 13 - Ferrara Rassegna Stampa Associazione di Volontariato

Dettagli

30 anni di HIV/AIDS. La parola delle persone con HIV. A cura di NPS Emilia Romagna Onlus

30 anni di HIV/AIDS. La parola delle persone con HIV. A cura di NPS Emilia Romagna Onlus 30 anni di HIV/AIDS La parola delle persone con HIV A cura di NPS Emilia Romagna Onlus Chi siamo NPS Emilia Romagna si è costituita come associazione Onlus il 13-03-2010 a Faenza, ma già da anni era attiva

Dettagli

Piano regionale di lotta alla diffusione delle infezioni sessualmente trasmesse e dell HIV/AIDS

Piano regionale di lotta alla diffusione delle infezioni sessualmente trasmesse e dell HIV/AIDS ALLEGATO A Piano regionale di lotta alla diffusione delle infezioni sessualmente trasmesse e dell HIV/AIDS LE INFEZIONI SESSUALMENTE TRASMESSE E L INFEZIONE DA HIV/AIDS IN PIEMONTE Con l introduzione dei

Dettagli

IL SORRISO TELEFONO GIOVANI Uno sguardo sul presente e un ponte verso il futuro 1

IL SORRISO TELEFONO GIOVANI Uno sguardo sul presente e un ponte verso il futuro 1 IL SORRISO TELEFONO GIOVANI Uno sguardo sul presente e un ponte verso il futuro 1 di Maria Pia Bianchi 2 Il Sorriso - Telefono Giovani, è un centralino di ascolto ed aiuto telefonico rivolto alle nuove

Dettagli

La rete che contagia. Internet e HIV: com era e com è cambiato l impatto con la diagnosi di contagio grazie alle nuove tecnologie.

La rete che contagia. Internet e HIV: com era e com è cambiato l impatto con la diagnosi di contagio grazie alle nuove tecnologie. La rete che contagia Internet e HIV: com era e com è cambiato l impatto con la diagnosi di contagio grazie alle nuove tecnologie. Origini L origine di internet risale agli anni sessanta in particolare

Dettagli

Chi ha conosciuto Daniele non ha potuto far altro che amarlo.

Chi ha conosciuto Daniele non ha potuto far altro che amarlo. 1 LA STORIA DI DANIELE: TESTIMONE DELLA LOTTA CONTRO L AIDS La storia di un bambino speciale che ha lottato coraggiosamente contro la terribile malattia e che anche dopo la sua morte continua ad essere

Dettagli

IL SUPPORTO DOMICILIARE AL PAZIENTE: IL RUOLO DELL INFERMIERE

IL SUPPORTO DOMICILIARE AL PAZIENTE: IL RUOLO DELL INFERMIERE VI Incontro Formativo LA VISIONE OLISTICA DELLA CURA: IL MALATO LA LESIONE CUTANEA CRONICA IL SUPPORTO DOMICILIARE AL PAZIENTE: IL RUOLO DELL INFERMIERE Coordinatore Infermieristico Cure Domiciliari ASL

Dettagli

Via Belzoni 80 Via Belzoni 80 35121 Padova 35121 Padova tel +39 049 8278464 tel +39 049 8278458 fax +39 049 8278451 fax +39 049 8278451

Via Belzoni 80 Via Belzoni 80 35121 Padova 35121 Padova tel +39 049 8278464 tel +39 049 8278458 fax +39 049 8278451 fax +39 049 8278451 La.R.I.O.S. Laboratorio di Ricerca ed Intervento per l Orientamento alle Scelte DPSS Dipartimento di Psicologia dello Sviluppo e della Socializzazione Centro di Ateneo di Servizi e Ricerca per la Disabilità,

Dettagli

Voci da dentro fotolibro emozionale

Voci da dentro fotolibro emozionale Voci da dentro fotolibro emozionale Xvii Convegno Gruppo di Studio di Dialisi Peritoneale Montecatini Terme, 20-22 marzo 2014 Voci da dentro fotolibro emozionale Volume realizzato in occasione del Xvii

Dettagli

AUTO MUTUO AIUTO cos è?

AUTO MUTUO AIUTO cos è? AUTO MUTUO AIUTO cos è? L Auto Mutuo Aiuto è un processo, un modo di trattare i problemi concreti che ciascuno si trova a fronteggiare nella propria vita: malattie, separazioni, lutti, disturbi alimentari,

Dettagli

La Sieropositività come condizione cronica

La Sieropositività come condizione cronica La Sieropositività come condizione cronica Alcune parti sono state tratte da: Vivere con HIV: malattia e terapia, nuove speranze e nuove difficoltà Di Maria Bolgiani Centro psicoanalitico di studio dei

Dettagli

Fondazione Ariel. 2003-2013: da 10 anni stella guida delle famiglie con bambini disabili

Fondazione Ariel. 2003-2013: da 10 anni stella guida delle famiglie con bambini disabili Fondazione Ariel 2003-2013: da 10 anni stella guida delle famiglie con bambini disabili La Paralisi Cerebrale Infantile Una malatti a non prevenibile In Italia, un bambino su 500 nuovi nati è affetto da

Dettagli

UNA COMUNITA IN CRESCITA

UNA COMUNITA IN CRESCITA UNA COMUNITA IN CRESCITA Proposte di formazione per bambini, ragazzi, insegnanti e genitori 2008-2009 2009 La Bottega dei Ragazzi Cooperativa Sociale Onluss Via Tintoretto 41 35020 Albignasego (PD) Tel.

Dettagli

GRUPPI DI INCONTRO per GENITORI

GRUPPI DI INCONTRO per GENITORI Nell ambito delle attività previste dal servizio di Counseling Filosofico e di sostegno alla genitorialità organizzate dal nostro Istituto, si propone l avvio di un nuovo progetto per l organizzazione

Dettagli

"Macerie dentro e fuori", il libro di Umberto Braccili

Macerie dentro e fuori, il libro di Umberto Braccili La presentazione venerdì 14 alle 11 "Macerie dentro e fuori", il libro di Umberto Braccili "Macerie dentro e fuori" è il libro scritto dal giornalista Umberto Braccili, inviato della Rai Abruzzo, insieme

Dettagli

all improvviso nella vita la dialisi peritoneale

all improvviso nella vita la dialisi peritoneale all improvviso nella vita la dialisi peritoneale Ivo SaglIettI Un ringraziamento ai medici e infermieri del gruppo della dialisi peritoneale e a tutti i pazienti che con fiducia mi hanno aperto la loro

Dettagli

INDICE. Nella Programmazione Didattica, suddivisa per campi di esperienza, si potranno trovare: - L INTRODUZIONE, che motiva le scelte educative;

INDICE. Nella Programmazione Didattica, suddivisa per campi di esperienza, si potranno trovare: - L INTRODUZIONE, che motiva le scelte educative; INDICE Nella Programmazione Didattica, suddivisa per campi di esperienza, si potranno trovare: - L INTRODUZIONE, che motiva le scelte educative; - LE LINEE DI METODO, che individuano le esperienze di apprendimento,

Dettagli

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana 1. LA MOTIVAZIONE Imparare è una necessità umana La parola studiare spesso ha un retrogusto amaro e richiama alla memoria lunghe ore passate a ripassare i vocaboli di latino o a fare dei calcoli dei quali

Dettagli

a cura di Doriana Scocco e Giulia Linguanti - 2 -

a cura di Doriana Scocco e Giulia Linguanti - 2 - a cura di Doriana Scocco e Giulia Linguanti - 2 - CORRADO RACCONTA LA SUA STORIA In concomitanza con la giornata mondiale di lotta all AIDS nel dicembre 2008, abbiamo assistito alla testimonianza di Corrado,

Dettagli

Casi pratici di comunicazione per il farmacista

Casi pratici di comunicazione per il farmacista Casi pratici di comunicazione per il farmacista 1 Premessa e Punti di vista Un futuro farmacista viene addestrato, ma vuol dire la sua opinione La storia Farmacia lunedì mattina ore 8.15 Buon giorno. Si

Dettagli

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO 1. Il bambino sviluppa il senso dell identità personale, è consapevole delle proprie esigenze e dei propri sentimenti, sa controllarli ed esprimerli in modo adeguato

Dettagli

Dott.ssa GIULIA CANDIANI. (Coordinatore Settore Sanità Associazione Altroconsumo)

Dott.ssa GIULIA CANDIANI. (Coordinatore Settore Sanità Associazione Altroconsumo) Dott.ssa GIULIA CANDIANI (Coordinatore Settore Sanità Associazione Altroconsumo) Innanzitutto due parole di presentazione: Altroconsumo è una associazione indipendente di consumatori, in cui io lavoro

Dettagli

Un incontro significativo con l autore: motivazioni e obiettivi fondamentali per la realizzazione di un progetto di lettura per le scuole

Un incontro significativo con l autore: motivazioni e obiettivi fondamentali per la realizzazione di un progetto di lettura per le scuole Un incontro significativo con l autore: motivazioni e obiettivi fondamentali per la realizzazione di un progetto di lettura per le scuole Mi presento Mi chiamo Lisa Cappellazzo, ho 35 anni e son un insegnante

Dettagli

PRINCIPI DI TERAPIA COGNITIVA

PRINCIPI DI TERAPIA COGNITIVA PRINCIPI DI TERAPIA COGNITIVA Secondo la terapia cognitiva, l uomo possiede la chiave della comprensione e soluzione del suo disturbo psicologico entro il campo della sua coscienza. I problemi dell individuo

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

DIECI ANNI DI AUTO MUTUO-AIUTO PER SORELLE E FRATELLI DI PERSONE CON DISABILITA

DIECI ANNI DI AUTO MUTUO-AIUTO PER SORELLE E FRATELLI DI PERSONE CON DISABILITA DIECI ANNI DI AUTO MUTUO-AIUTO PER SORELLE E FRATELLI DI PERSONE CON DISABILITA Relazione presentata al convegno I gruppi di auto-mutuo aiuto organizzato dalla Cooperativa Agape in collaborazione con il

Dettagli

Il telefono in Pediatria:

Il telefono in Pediatria: Il telefono in Pediatria: criteri di efficacia nella comunicazione e nella relazione Mario Maresca mario.maresca@nexolution.it www.nexolution.it Relazione e Comunicazione La comunicazione è un processo

Dettagli

Regolamento del volontario

Regolamento del volontario Regolamento del volontario PREMESSA La particolarità e la complessità delle situazioni, nelle quali il volontario può venire direttamente o indirettamente coinvolto, rendono necessaria la costituzione

Dettagli

L Arte della Felicità si fa Centro e diventa un servizio stabile per la città, prendendo sede a Montecalvario.

L Arte della Felicità si fa Centro e diventa un servizio stabile per la città, prendendo sede a Montecalvario. L Arte della Felicità si fa Centro e diventa un servizio stabile per la città, prendendo sede a Montecalvario. Il Centro nasce come naturale approdo de l Arte della Felicità-incontri e conversazioni, manifestazione

Dettagli

L APPRENDIMENTO AL TEMPO DI INTERNET TRA NUOVI LINGUAGGI E APPARTENENZE VIRTUALI

L APPRENDIMENTO AL TEMPO DI INTERNET TRA NUOVI LINGUAGGI E APPARTENENZE VIRTUALI Workshop n. 10 L APPRENDIMENTO AL TEMPO DI INTERNET TRA NUOVI LINGUAGGI E APPARTENENZE VIRTUALI Introducono il tema e coordinano i lavori - Simona Cherubini, Lega delle Cooperative - Giancarlo Pasinetti,

Dettagli

IMPARARE A DIRSI ADDIO

IMPARARE A DIRSI ADDIO IMPARARE A DIRSI ADDIO Quando la vita volge al termine: guida per familiari, operatori sanitari, volontari Se avete paura, leggete questo libro. Questo libro parla di un argomento proibito. Parla di una

Dettagli

L esperienza clinica di un Ser.T.

L esperienza clinica di un Ser.T. L esperienza clinica di un Ser.T. Gioacchino Scelfo Con questo mio intervento vorrei tentare di offrirvi qualcosa che possa esservi utile nella vostra attività clinica. Vorrei provare a raccontare quanto

Dettagli

CONVERSAZIONE CLINICA. Classe VA

CONVERSAZIONE CLINICA. Classe VA CONVERSAZIONE CLINICA Classe VA 1) Che cosa ti fa venire in mente la parola ''volontariato''? -Una persona che aiuta qualcuno in difficoltà. (Vittoria) -Una persona che si offre per aiutare e stare con

Dettagli

RUOLO E PROBLEMATICHE DEL CAREGIVER

RUOLO E PROBLEMATICHE DEL CAREGIVER RUOLO E PROBLEMATICHE DEL CAREGIVER CONVEGNO La Malattia di Alzheimer: gli aspetti clinici e l alleanza terapeutica Sabrina Spaggiari Centro Delegato Disturbi Cognitivi Distretto Sud/Est Lunedì, 24 settembre

Dettagli

Un percorso formativo per supportare il confronto tra insegnanti e bambini adottati

Un percorso formativo per supportare il confronto tra insegnanti e bambini adottati Un percorso formativo per supportare il confronto tra insegnanti e bambini adottati Il presente Percorso Formativo è riconosciuto dal CSA di Bologna Scuola Elementare M. Longhena (BO) 14-22 2006 Premessa

Dettagli

Presentazione Nunziata Francesco 3^ A MERCURIO

Presentazione Nunziata Francesco 3^ A MERCURIO Presentazione Nunziata Francesco 3^ A MERCURIO INTRODUZIONE Con l invenzione della stampa e il suo progressivo miglioramento la cultura e il sapere hanno potuto circolare più facilmente. Ma la storia,

Dettagli

Donna Ì : un milione di no

Donna Ì : un milione di no Ì : un milione di no IL NOSTRO TEAM Siamo un trio ma siamo anche una coppia di fidanzati, due fratelli, due amici che da qualche anno convive e condivide esperienze di vita ma anche interessi sociali e

Dettagli

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di gioco d azzardo patologico Testo redatto sulla

Dettagli

Caro Donatore / Cara Donatrice,

Caro Donatore / Cara Donatrice, ASSOCIAZIONE VOLONTARI ITALIANI DEL SANGUE VIA LIVIO BORRI 40-41122 MODENA (MO) TEL. 059 36 84 911 www.avis.it/modena Caro Donatore / Cara Donatrice, Ti ringraziamo della tua adesione alla nostra Associazione

Dettagli

Che cos è?? Come si manifesta e come gestirlo e curarlo fino alla sua completa scomparsa. Prima di parlare del panico vorrei dire due parole sulla

Che cos è?? Come si manifesta e come gestirlo e curarlo fino alla sua completa scomparsa. Prima di parlare del panico vorrei dire due parole sulla La Paura questa ben nota sconosciuta ovvero l attacco di panico. Un segnale spaventoso e terrificante Ma, a ben vedere, altrettanto vitale e tonificante!! Che cos è?? Come si manifesta e come gestirlo

Dettagli

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST -

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - INIZIO Ricominciare una nuova vita da zero mi spaventa peró so che tante persone ce la fanno, posso farcela anch io! preferirei continuare

Dettagli

associazione per il bambino in ospedale Amico ABIO

associazione per il bambino in ospedale Amico ABIO associazione per il bambino in ospedale numero 34 maggio 2015 Amico ABIO UDINE Periodico quadrimestrale di informazione di ABIO Udine Onlus Direttore Responsabile: Paola Del Degan Redazione: Paola Caselli,

Dettagli

Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013

Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013 Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013 Obiettivi: - informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara - dare alcune indicazioni pratiche - suggerire alcuni

Dettagli

I GRUPPI DI AUTO MUTUO AIUTO

I GRUPPI DI AUTO MUTUO AIUTO I GRUPPI DI AUTO MUTUO AIUTO Origine Nel 1908 il filosofo, zoologo russo Kropotkin, diceva: esiste in natura la legge del mutuo aiuto, che, in un' ottica di lotta per la sopravvivenza e di evoluzione della

Dettagli

Le azioni di advocacy delle donne nel mondo con particolare riferimento al tumore del seno

Le azioni di advocacy delle donne nel mondo con particolare riferimento al tumore del seno Le azioni di advocacy delle donne nel mondo con particolare riferimento al tumore del seno A cura di Francesca Merzagora Ginevra, 5-6 febbraio 2010 Contenuti della presentazione 1. Le origini dei movimenti

Dettagli

I dati al 30 settembre 2008 hanno registrato un leggero calo delle telefonate che sono arrivate ai nostri centralini (- 2%).

I dati al 30 settembre 2008 hanno registrato un leggero calo delle telefonate che sono arrivate ai nostri centralini (- 2%). Dati del Centralino telefonico LILA 2008 I centralini telefonici della LILA continuano la loro opera di informazione e sensibilizzazione rispondendo a domande di ogni tipo e confrontandosi, giornalmente,

Dettagli

CHI SI CURA DI NOI? Sviluppare atteggiamenti di attenzione e cura nei confronti degli altri.

CHI SI CURA DI NOI? Sviluppare atteggiamenti di attenzione e cura nei confronti degli altri. CHI SI CURA DI NOI? Nel libro della Bibbia si narra come da sempre Dio si prende cura dell uomo. Con l aiuto di alcune immagini riflettiamo su chi si preoccupa di noi e in che modo. Proviamo anche noi

Dettagli

ASCOLTO Secondo noi l ascolto è la necessaria premessa per l accoglienza e la comprensione dei bisogni della persona malata e dei suoi familiari.

ASCOLTO Secondo noi l ascolto è la necessaria premessa per l accoglienza e la comprensione dei bisogni della persona malata e dei suoi familiari. LA CARTA DEI VALORI ASCOLTO Secondo noi l ascolto è la necessaria premessa per l accoglienza e la comprensione dei bisogni della persona malata e dei suoi familiari. DIGNITÀ Ci impegniamo ogni giorno per

Dettagli

Health Care Proxy (delega per assistenza sanitaria) Nomina del proprio fiduciario per la salute nel New York State

Health Care Proxy (delega per assistenza sanitaria) Nomina del proprio fiduciario per la salute nel New York State 1 Health Care Proxy (delega per assistenza sanitaria) Nomina del proprio fiduciario per la salute nel New York State La New York Health Care Proxy Law vi permette di nominare una persona di fiducia, ad

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Non mi resta che augurarvi buona lettura, sperando di aiutarvi a diventare tanti Papà Ricchi! 1. IL RICCO NON LAVORA PER DENARO

Non mi resta che augurarvi buona lettura, sperando di aiutarvi a diventare tanti Papà Ricchi! 1. IL RICCO NON LAVORA PER DENARO Credo che nella vita sia capitato a tutti di pensare a come gestire al meglio i propri guadagni cercando di pianificare entrate ed uscite per capire se, tolti i soldi per vivere, ne rimanessero abbastanza

Dettagli

Informazioni per utenti e familiari

Informazioni per utenti e familiari LA DEPRESSIONE MAGGIORE Informazioni per utenti e familiari In questa dispensa parleremo di depressione e dei problemi che può dare nella vita di una persona. Nella vita, è comune attraversare periodi

Dettagli

Il Centro CASA: un servizio socio-sanitario per le persone affette da HIV/AIDS

Il Centro CASA: un servizio socio-sanitario per le persone affette da HIV/AIDS Il Centro CASA: un servizio socio-sanitario per le persone affette da HIV/AIDS Maria Bona Venturi CENTRO C.A.S.A. AIDS Dipartimento delle Cure Primarie Azienda USL di Bologna 1 Il Centro C.A.S.A. (Centro

Dettagli

XXV Convegno Nazionale, Torino, gennaio febbraio 1998. Guido Maura 1

XXV Convegno Nazionale, Torino, gennaio febbraio 1998. Guido Maura 1 XXV Convegno Nazionale, Torino, gennaio febbraio 1998 Telefono amico e le contraddizioni della società della comunicazione Guido Maura 1 Telefono Amico, come altri servizi dedicati a favorire contatti

Dettagli

IL COUNSELLING NEL CONTESTO SANITARIO

IL COUNSELLING NEL CONTESTO SANITARIO IL COUNSELLING NEL CONTESTO SANITARIO Danilo Toneguzzi Psichiatra, psicoterapeuta direttore dell Istituto Gestalt di Pordenone "INformazione Psicologia Psicoterapia Psichiatria", n 41-42, settembre - dicembre

Dettagli

Gruppi di sostegno alla persona ed alla comunità: strategie di promozione del benessere esistenziale

Gruppi di sostegno alla persona ed alla comunità: strategie di promozione del benessere esistenziale Gruppi di sostegno alla persona ed alla comunità: strategie di promozione del benessere esistenziale Psicologia di comunità La Psicologia di comunità nasce nel 1965 in America, ad opera di docenti universitari

Dettagli

Dal Profilo dello studente a I discorsi e le parole Inglese e seconda lingua Comunitaria

Dal Profilo dello studente a I discorsi e le parole Inglese e seconda lingua Comunitaria Dal Profilo dello studente a I discorsi e le parole Inglese e seconda lingua Comunitaria Profilo dello studente Lo studente al termine del primo ciclo, attraverso gli apprendimenti sviluppati a scuola,

Dettagli

QUESTIONARIO DI EFFICACIA DELL INCONTRO. La valutazione dovrà essere espressa in scala da 1 (per niente) a 5 (pienamente).

QUESTIONARIO DI EFFICACIA DELL INCONTRO. La valutazione dovrà essere espressa in scala da 1 (per niente) a 5 (pienamente). QUESTIONARIO DI EFFICACIA DELL INCONTRO Gentile genitore, le sottoponiamo il presente questionario anonimo al termine dell incontro a cui ha partecipato. La valutazione da lei espressa ci aiuterà a capire

Dettagli

IL COUNSELING NELLE PROFESSIONI D AIUTO

IL COUNSELING NELLE PROFESSIONI D AIUTO IL COUNSELING NELLE PROFESSIONI D AIUTO Obiettivi: Conoscere le peculiarità del counseling nelle professioni d aiuto Individuare le abilità del counseling necessarie per svolgere la relazione d aiuto Analizzare

Dettagli

Una guida per avviare il tuo business e guadagnare online. chi non ha un lavoro, è precario, è in condizioni economiche difficili

Una guida per avviare il tuo business e guadagnare online. chi non ha un lavoro, è precario, è in condizioni economiche difficili COME PARTIRE Una guida per avviare il tuo business e guadagnare online Questo report si pone l obiettivo di dare una concreta speranza a chi non ha un lavoro, è precario, è in condizioni economiche difficili

Dettagli

Dimmi che è solo un sogno!

Dimmi che è solo un sogno! Mariuccia FADDA Istituto Tecnico Commerciale G. Dessì, classe 4 a E Dimmi che è solo un sogno! Tutto è iniziato con uno stupido intervento alla gamba, in quello stupido ospedale, con quello stupido errore

Dettagli

PROGETTO SOSTEGNO PSICOLOGICO scuola aquilana continua a volare. per le scuole primarie e secondarie

PROGETTO SOSTEGNO PSICOLOGICO scuola aquilana continua a volare. per le scuole primarie e secondarie PROGETTO SOSTEGNO PSICOLOGICO scuola aquilana continua a volare. per le scuole primarie e secondarie Premessa Il trauma non cessa con il cessare della violenza esterna ma continua imperterrito nel mondo

Dettagli

4USA IL PRESERVATIVO 4SE HAI AVUTO RAPPORTI NON PROTETTI FAI IL TEST HIV

4USA IL PRESERVATIVO 4SE HAI AVUTO RAPPORTI NON PROTETTI FAI IL TEST HIV 4USA IL PRESERVATIVO 4SE HAI AVUTO RAPPORTI NON PROTETTI FAI IL TEST HIV conosci 1/2 Ho 21 anni, sono una ragazza carina Con l ultimo ragazzo è durata tre mesi e, ahimè, ci sono stati rapporti non protetti...ora

Dettagli

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B Il Quotidiano in Classe Classe III sez. B Report degli articoli pubblicati Dagli studenti sul HYPERLINK "iloquotidiano.it" Ilquotidianoinclasse.it Allestimento di Ottavia Ferrannini Supervisione di Chiara

Dettagli

MINI GUIDA PER NAVIGARE SICURI NEL WEB CLASSI 5 A 5 B SCUOLA PRIMARIA DI LIBANO ANNO SCOLASTICO 2012-2013

MINI GUIDA PER NAVIGARE SICURI NEL WEB CLASSI 5 A 5 B SCUOLA PRIMARIA DI LIBANO ANNO SCOLASTICO 2012-2013 MINI GUIDA PER NAVIGARE SICURI NEL WEB CLASSI 5 A 5 B SCUOLA PRIMARIA DI LIBANO ANNO SCOLASTICO 2012-2013 1 CHE COS È INTERNET? INTERNET (connessione di rete) E' la "rete delle reti" perché collega fra

Dettagli

I Centralini Telefonici della LILA: 22 anni di informazione, counseling, orientamento ai servizi. ISS - Roma, 20 giugno 2012

I Centralini Telefonici della LILA: 22 anni di informazione, counseling, orientamento ai servizi. ISS - Roma, 20 giugno 2012 I Centralini Telefonici della LILA: 22 anni di informazione, counseling, orientamento ai servizi ISS - Roma, 20 giugno 2012 LILA Lega Italiana per la Lotta contro l Aids Associazione senza scopo di lucro

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI I.R.C. CON LA PARABOLA DELLA PECORELLA SMARRITA

PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI I.R.C. CON LA PARABOLA DELLA PECORELLA SMARRITA PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI I.R.C. CON LA PARABOLA DELLA PECORELLA SMARRITA Questa è una programmazione di una scuola d infanzia statale. Un ora e mezza alla settimana i bambini hanno un insegnante specifica

Dettagli

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B Il Quotidiano in Classe Classe III sez. B Report degli articoli pubblicati Dagli studenti sul HYPERLINK "iloquotidiano.it" Ilquotidianoinclasse.it Allestimento di Lorenzo Testa Supervisione di Chiara Marra

Dettagli

Giacomo Papasidero. Formazione INDIRIZZO: DATA DI NASCITA: 30/04/1983 EMAIL: TELEFONO:

Giacomo Papasidero. Formazione INDIRIZZO: DATA DI NASCITA: 30/04/1983 EMAIL: TELEFONO: Giacomo Papasidero Informazioni generali INDIRIZZO: Corso.. NAZIONALITÀ: Italiana DATA DI NASCITA: 30/04/1983 EMAIL: giacomo@diventarefelici.it TELEFONO: 34.. PROFILI SOCIAL: http://it.linkedin.com/pub/giacomo-papasidero/2a/9a2/276

Dettagli

Pensieri suicidi nelle persone affette da demenza: prese di posizione

Pensieri suicidi nelle persone affette da demenza: prese di posizione Pensieri suicidi nelle persone affette da demenza: l Associazione Alzheimer Svizzera chiede un accompagnamento e un assistenza completi per i malati di demenza. Pensieri suicidi nelle persone affette da

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2011-2012. PROGRAMMAZIONE della SCUOLA DELL INFANZIA La Pellegrina

ANNO SCOLASTICO 2011-2012. PROGRAMMAZIONE della SCUOLA DELL INFANZIA La Pellegrina ANNO SCOLASTICO 2011-2012 PROGRAMMAZIONE della SCUOLA DELL INFANZIA La Pellegrina I BAMBINI I GENITORI CONOSCENZA dei COMPAGNI CONOSCENZA degli INSEGNANTI CONOSCENZA del PERSONALE DELLA SCUOLA CONOSCENZA

Dettagli

CAPITOLO UNO AUTOVALUTAZIONE DELLE ABITUDINI DI GIOCO D AZZARDO

CAPITOLO UNO AUTOVALUTAZIONE DELLE ABITUDINI DI GIOCO D AZZARDO CAPITOLO UNO AUTOVALUTAZIONE DELLE ABITUDINI DI GIOCO D AZZARDO Sommario Questo capitolo tratta di gioco d azzardo e di gioco d azzardo problematico. Le esercitazioni di questo capitolo le consentiranno

Dettagli

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile Novembre 2011 Nel primo incontro di questo giornalino ognuno di noi ha proposto la sua definizione di lavoro minorile e ha raccontato la sua esperienza. personale.

Dettagli

Progetto per la realizzazione di Corsi di Parent Training sul Disturbo da Deficit di Attenzione/Iperattività ADHD

Progetto per la realizzazione di Corsi di Parent Training sul Disturbo da Deficit di Attenzione/Iperattività ADHD Progetto per la realizzazione di Corsi di Parent Training sul Disturbo da Deficit di Attenzione/Iperattività ADHD Progetto AIFA Onlus /AIDAI Onlus A cura di: Consiglio Direttivo, AIFA Onlus Erica Menotti,

Dettagli

Internet istruzioni per l uso. Marcallo, 29 Aprile 2015

Internet istruzioni per l uso. Marcallo, 29 Aprile 2015 Internet istruzioni per l uso Marcallo, 29 Aprile 2015 Conoscere per gestire il rischio La Rete, prima ancora di essere qualcosa da giudicare, è una realtà: un fatto con il quale bisogna confrontarsi Internet

Dettagli

PRIMO VOLUME: DIVENTARE GENITORI

PRIMO VOLUME: DIVENTARE GENITORI PRIMO VOLUME: DIVENTARE GENITORI Il concepimento, la gravidanza, il primo anno: la formazione di un legame profondo e le difficoltà del percorso a cura di Emanuela Quagliata e Marguerite Reid Presentazione

Dettagli

Congresso Regionale A.N.I.M.O.

Congresso Regionale A.N.I.M.O. Congresso Regionale A.N.I.M.O. Qualità e responsabilità Applicazione in medicina interna IL DOLORE Valutazione e strumenti Inf. Montaniero Roberto U.O. Medicina Interna P.O. S. Maria del Popolo degli Incurabili

Dettagli

ALZHEIMER. Interventi a sostegno delle persone affette da malattia di Alzheimer e dei loro familiari

ALZHEIMER. Interventi a sostegno delle persone affette da malattia di Alzheimer e dei loro familiari PROGETTO ALZHEIMER Interventi a sostegno delle persone affette da malattia di Alzheimer e dei loro familiari L ALZHEIMER E IL PROGETTO DI VERONA L assistenza agli anziani affetti da demenza tipo Alzheimer

Dettagli

Progetto pilota ROMAINFORMA: Sportello Informativo per la tutela della salute e per la prevenzione delle epatiti B e C.

Progetto pilota ROMAINFORMA: Sportello Informativo per la tutela della salute e per la prevenzione delle epatiti B e C. Progetto pilota ROMAINFORMA: Sportello Informativo per la tutela della salute e per la prevenzione delle epatiti B e C. Data inizio: Novembre 2006 Durata: 2 anni Dove: Comune di Roma Soggetto proponente:

Dettagli

L importanza delle cose semplici. La natura come maestra, risorsa, stimolo Cesena, 10 Maggio 2014

L importanza delle cose semplici. La natura come maestra, risorsa, stimolo Cesena, 10 Maggio 2014 L importanza delle cose semplici. La natura come maestra, risorsa, stimolo Cesena, 10 Maggio 2014 Partendo da lontano: appunti di viaggio di Beatrice Vitali Berlino è così: c è sempre qualcuno scalzo c

Dettagli

I N D I C E. 1. Trasforma Le Tue Passioni In Un Brand Di Valore. 4. L'Importanza dei Social Network per il Tuo Brand

I N D I C E. 1. Trasforma Le Tue Passioni In Un Brand Di Valore. 4. L'Importanza dei Social Network per il Tuo Brand I N D I C E 1. Trasforma Le Tue Passioni In Un Brand Di Valore 2. Crea il Tuo Blog Con Wordpress 3. Blogging: Come Puoi Fare la Differenza e Catturare L'Attenzione del Lettore? 4. L'Importanza dei Social

Dettagli

Corso di Counseling Emozionale

Corso di Counseling Emozionale Centro di Solidarietà di Belluno - Onlus Organismo di Formazione Corso di Counseling Emozionale Anno Primo Sede operativa Via Mazzini 1 - Via Marconi 110 Serravalle di Vittorio Veneto (TV) 1 2 Il Counseling

Dettagli

Il tema del credito è stato affrontato più volte dalla rivista Microimpresa

Il tema del credito è stato affrontato più volte dalla rivista Microimpresa Banchese Focus 1 Introduzione 2 Il tema del credito è stato affrontato più volte dalla rivista Microimpresa (si rimanda, in particolare, ai numeri 35 e 36 relativi ai alle imprese è un argomento ancora

Dettagli

La polizia è presente anche su Internet

La polizia è presente anche su Internet Pedopornografia La polizia è presente anche su Internet La polizia identifica chi possiede, produce o distribuisce materiale pedopor nografico, indaga sui casi sospetti, vuole proteggere i giovani dalle

Dettagli

Rischi e pericoli del mondo virtuale: accorgimenti per navigare sicuri

Rischi e pericoli del mondo virtuale: accorgimenti per navigare sicuri Incontro 3: Corso di aggiornamento sull uso di internet Rischi e pericoli del mondo virtuale: accorgimenti per navigare sicuri Istituto Alberghiero De Filippi Via Brambilla 15, 21100 Varese www.istitutodefilippi.it

Dettagli

Violenza sui minori: i professionisti si interrogano

Violenza sui minori: i professionisti si interrogano Violenza sui minori: i professionisti si interrogano Focus territoriale Modalità di intervento a favore di minori vittime di violenza: come gli psicologi del Servizio Psicologico della Azienda Sanitaria

Dettagli

Una ricerca sulla Menopausa Precoce

Una ricerca sulla Menopausa Precoce Una ricerca sulla Menopausa Precoce PREMESSA Le D.sse Ann Bises (psicoterapeuta) e Giovanna Testa (ginecologa specialista in endocrinologia ginecologica) del sito www.menopausaprecoce.it e l Associazione

Dettagli

SCUOLA MEDIA STATALE F. GUARINI SOLOFRA

SCUOLA MEDIA STATALE F. GUARINI SOLOFRA SCUOLA MEDIA STATALE F. GUARINI SOLOFRA I. Introduzione COUNSELING E COUNSELOR Attualmente nella sua definizione più ampia, il termine Counseling indica la relazione d aiuto che si instaura tra una persona

Dettagli

Codice Deontologico del Volontario adottato dalla Federazione Cure Palliative

Codice Deontologico del Volontario adottato dalla Federazione Cure Palliative Art.5. Agisce senza fini di lucro anche indiretto e non accetta regali o favori, se non di modico valore. ASSOCIAZIONE VOLONTARI ASSISTENZA PAZIENTI ONCOLOGICI Codice Deontologico del Volontario adottato

Dettagli

Internet Addiction Disorder : la terapia in tempi brevi

Internet Addiction Disorder : la terapia in tempi brevi Internet Addiction Disorder : la terapia in tempi brevi di Chiara Ratto Un ossessione vissuta alla sazietà si annulla nei suoi stessi eccessi. E. M. Cioran Al giorno d oggi, leggendo le riviste, i quotidiani,

Dettagli

PAROLE CHIAVE - Classe I - Classe II - Classe III - Classe IV

PAROLE CHIAVE  - Classe I - Classe II - Classe III - Classe IV INTRODUZIONE L interesse verso l argomento che intendo affrontare con questo elaborato, è maturato nel corso di questo triennio di studi, attraverso le conoscenze a me apportate dalle lezioni teoriche

Dettagli

Brain Italia. Pronti a ricominciare? Contenuti. Associazione. Newsletter n. 2 08.09.2014

Brain Italia. Pronti a ricominciare? Contenuti. Associazione. Newsletter n. 2 08.09.2014 Associazione Brain Italia 08.09.2014 Newsletter n. 2 Pronti a ricominciare? Contenuti Logopedia e Brain Gym Insieme per costruire un successo pedagogico Un libro da leggere Elenco dei corsi 2 3 5 6 E arrivato

Dettagli

PROGETTO YOGA IN CLASSE. Scuola Primaria Di Massino Visconti. classe seconda. Anno scolastico 2011-2012

PROGETTO YOGA IN CLASSE. Scuola Primaria Di Massino Visconti. classe seconda. Anno scolastico 2011-2012 PROGETTO YOGA IN CLASSE Scuola Primaria Di Massino Visconti classe seconda Anno scolastico 2011-2012 Responsabili: Maria Pillitteri insegnante di Scuola Primaria Paola Faini insegnante Yoga PRESENTAZIONE

Dettagli

CYBERBULLISMO è un tipo di bullismo che si verifica attraverso i mezzi elettronici: social network, chat, sms, email...

CYBERBULLISMO è un tipo di bullismo che si verifica attraverso i mezzi elettronici: social network, chat, sms, email... Dott.ssa Vera Blasutti 1 FIGLI ALLE PRESE COI SOCIAL NETWORK: COME SENTIRSI AL SICURO Come i genitori possono educare i figli ad un utilizzo attento della rete COSA SONO I SOCIAL NETWORK Si tratta di siti

Dettagli

Possa tu costruire la scala che conduce alle stelle e percorrerne ogni gradino (Bob Dylan)

Possa tu costruire la scala che conduce alle stelle e percorrerne ogni gradino (Bob Dylan) PROGETTO: Una vita, tante storie Possa tu costruire la scala che conduce alle stelle e percorrerne ogni gradino (Bob Dylan) Introduzione: Il racconto della propria vita è il racconto di ciò che si pensa

Dettagli

Corso di Formazione. Introduzione al counseling

Corso di Formazione. Introduzione al counseling Corso di Formazione L infermiere e la Psicologia dell Emergenza. Le reazioni dei soccorritori negli eventi critici: fattori di rischio e protezione Introduzione al counseling Dott.ssa Concetta Crisanti

Dettagli

Linee guida per i diritti dei malati di cancro in Europa

Linee guida per i diritti dei malati di cancro in Europa LEGA ITALIANA PER LA LOTTA CONTRO I TUMORI Linee guida per i diritti dei malati di cancro in Europa A cura della Rete europea per i diritti e i doveri dei pazienti e degli operatori sanitari della Association

Dettagli

Questionario conoscitivo ALSO

Questionario conoscitivo ALSO Questionario conoscitivo ALSO Nello scorso mese di giugno è stata costituita a Gravedona un organizzazione di volontariato denominata : ASSOCIAZIONE LARIANA SOSTEGNO ONCOLOGICO (ALSO) camminiamo insieme.

Dettagli

Che cos è? UN AZIONE DI MARKETING SU SE STESSI

Che cos è? UN AZIONE DI MARKETING SU SE STESSI Self- Marketing Che cos è? UN AZIONE DI MARKETING SU SE STESSI Quando ci si mette alla ricerca di una nuova occupazione, la prima cosa da fare è quella che potremmo definire un azione di marketing su se

Dettagli