Finpiemonte S.p.A. - Torino Avviso ad evidenza pubblica Progetto Creazione di imprese innovative, anche nel sociale, spin off della ricerca pubblica.

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Finpiemonte S.p.A. - Torino Avviso ad evidenza pubblica Progetto Creazione di imprese innovative, anche nel sociale, spin off della ricerca pubblica."

Transcript

1 REGIONE PIEMONTE BU3 22/01/2015 Finpiemonte S.p.A. - Torino Avviso ad evidenza pubblica Progetto Creazione di imprese innovative, anche nel sociale, spin off della ricerca pubblica. AVVISO AD EVIDENZA PUBBLICA PROGETTO SOVVENZIONE GLOBALE Prosecuzione ed implementazione del Progetto: Percorsi integrati per la creazione di imprese innovative spin off della ricerca pubblica estesi anche alle imprese innovative che intendono avviare un attività economica di innovazione sociale a decorrere dell anno AZIONE - Creazione di imprese innovative, anche nel sociale. Spin off della ricerca pubblica LINEA D) 1. Bando L'obiettivo della presente azione è il proseguimento e l'implementazione delle attività e dei servizi posti in essere nel periodo 2009/2013 per stimolare e sostenere la nascita di nuove imprese e spin off della ricerca pubblica estendendo l'attività anche alle imprese innovative che intendono avviare una attività economica di innovazione sociale. Finpiemonte S.p.A., in continuità con il Progetto Spin off 2007/2013, d intesa con gli incubatori universitari pubblici con sede legale ed operativa nel territorio della Regione Piemonte, seleziona, fino ad esaurimento fondi del progetto, sia attività di formazione e consulenza/tutoraggio nei confronti degli aspiranti imprenditori (o team imprenditoriali) finalizzata alla verifica della effettiva validità dell idea e alle sue concrete possibilità di trasformarsi in impresa, fino alla redazione del business model/business plan, sia attività di tutoraggio e accompagnamento imprenditoriale nei confronti degli aspiranti imprenditori (o team imprenditoriali), nel passaggio dal business model/business plan all impresa e delle neo imprese costituite, come necessario complemento ai servizi offerti nella linea precedente. In particolare la linea d) Sostegno alle nuove imprese innovative prevede un sostegno finanziario alle nuove imprese che hanno usufruito dei servizi di attività di tutoraggio e accompagnamento svolte dagli incubatori universitari pubblici. 2. Destinatari Ai contributi della linea d) possono accedere le imprese costituite e attive, insediate nel territorio della Regione Piemonte, nate attraverso i servizi erogati dagli incubatori universitari pubblici. Possono pertanto presentare domanda tutte le imprese aventi le seguenti caratteristiche: Insediate con sede legale e almeno una unità locale nella Regione Piemonte; Costituite e regolarmente iscritte alla CCIAA; attive non saranno ammesse ai contributi previsti le domande di imprese che operano con contratti di affitto di azienda o di ramo di azienda. Potranno inoltre fruire dei predetti contributi le imprese già costituite e attive dal , insediate nel territorio della Regione Piemonte, nate attraverso i servizi erogati dagli incubatori universitari pubblici, tenuto conto che il presente provvedimento rappresenta la continuità dei Percorsi integrati per la creazione d imprese innovative spin off della ricerca pubblica gestiti a norma del PORFSE 2007/2013 Ob. Competitività regionale e occupazione Asse Adattabilità, Obiettivo specifico C.

2 Le imprese devono essere formate nel rispetto dei requisiti previsti in proposito dal presente provvedimento. 3. Natura delle agevolazioni Le agevolazioni previste riguardano la concessione di : > un contributo forfetario in conto esercizio di 3.000,00 alle neo imprese innovative a copertura delle spese relative alla costituzione e alle prime fasi di attività; > un contributo forfetario in conto esercizio di 4.000,00 alle neo imprese innovative formate da soggetti che propongono un progetto di innovazione sociale a copertura delle spese relative alla costituzione e alle prime fasi di attività; > un contributo forfetario in conto esercizio di 4.000,00 per ciascuno dei soggetti target ammissibili, fino ad un massimo di 3 soci esclusi i soci di capitale; > un ulteriore contributo forfetario in conto esercizio di 1.000,00 per ciascuno dei soggetti target che propongono un progetto di innovazione sociale, fino ad un massimo di 3 soci esclusi i soci di capitale; > un ulteriore contributo forfetario in conto esercizio di 1.000,00 per ciascuno dei soggetti target ammissibili, nel caso in cui siano donne. I contributi relativi alla presente Azione verranno erogati in conformità al Regolamento (UE) n. 1407/2013, relativo agli aiuti di importanza minore de minimis di cui infra e pertanto l'erogazione sarà concessa nell'ambito del regime de minimis che verrà preventivamente verificato. Unitamente alla domanda il beneficiario dovrà pertanto trasmettere apposite dichiarazioni in merito. 4. Modalità di presentazione delle domande Le domande per l accesso ai servizi di cui ai precedenti paragrafi devono essere presentate utilizzando il modulo allegato al presente bando. Tali domande possono essere presentate a Finpiemonte S.p.A. a partire dal giorno della pubblicazione sul BUR Piemonte, fino ad esaurimento dei fondi previsti per il progetto, compilando il modulo reperibile sul sito: Il file di testo riepilogativo dei dati della domanda, deve essere stampato, firmato, affrancato con una marca da bollo da 16,00 euro, scansionato in formato pdf ed inviato tramite Posta Elettronica Certificata (PEC) all indirizzo: unitamente a tutti gli allegati obbligatori (indicati nel modulo di domanda), anch essi in formato pdf. 5. Istruttoria delle domande Gli uffici preposti di Finpiemonte S.p.A. con l'ausilio di un Comitato Tecnico, ivi costituito, effettueranno le dovute operazioni istruttorie. Il procedimento di ammissione ai contributi delle domande presentate verrà concluso entro 90 giorni dalla data di ricezione della domanda. Entro tale termine, Finpiemonte S.p.A., responsabile del procedimento, informerà l impresa dell avvenuto superamento dell istruttoria di ricevibilità, ammissibilità/legittimazione. Qualora l Ente gestore nel corso dell istruttoria richieda, l integrazione della documentazione prevista, ovvero dati o chiarimenti necessari ai fini dell istruttoria stessa, il termine per la conclusione dell attività istruttoria si sospenderà, a norma di quanto previsto dalla l. 241/90 e s.m.i., dal momento della richiesta formulata da Finpiemonte S.p.A. e riprenderà a decorrere dalla data in cui perverranno i chiarimenti, le precisazioni e/o le eventuali rettifiche richieste; Finpiemonte S.p.A. provvederà a richiedere le integrazioni a mezzo PEC. Qualora la documentazione prevista nel modulo di domanda di ammissione, i chiarimenti, le precisazioni e/o le eventuali rettifiche richieste non siano inviati dalle imprese all Ente gestore, le

3 domande di ammissione all'agevolazione decadranno d'ufficio entro il termine di 30 giorni dalla data di ricezione della richiesta precedentemente citata. Finpiemonte S.p.A. provvederà a comunicare a mezzo PEC ad ogni richiedente le risultanze del procedimento, concessione dei contributi o reiezione della domanda. 6. Modalità di concessione delle agevolazioni: I contributi in conto esercizio di cui al precedente paragrafo 3 saranno concessi dopo che il beneficiario, ricevuta la comunicazione da parte di Finpiemonte S.p.A. dell ammissione a contributo, invierà: le dichiarazioni de minimis. Redatti in conformità ai moduli reperibili sul sito: ( sezione Finanza Agevolata- Modulistica generale). L erogazione dei contributi avverrà in data successiva rispetto alla concessione dopo aver acquisito la dichiarazione antiriciclaggio prevista dalla normativa antiriciclaggio ( art. 29 e 3 del decreto Legislativo 231/2007); 7.Cause di revoca delle Agevolazioni I I contributi previsti dalla linea d) dell Azione, potranno essere revocati nei casi in cui: a) non vi sia la persistenza dell attività dell impresa e la permanenza sul territorio regionale della sede legale e di una unità locale per almeno sedici mesi dalla data di concessione del contributo; b) non sia stato effettuato il mantenimento della compagine sociale in base alla quale sono stati concessi i contributi per il titolare e per ciascuno socio (soggetti target), per sedici mesi dalla data di concessione del contributo stesso, fatta eccezione per la sostituzione di un soggetto target con un altro soggetto target avente i medesimi requisiti; c) l'eventuale affitto di azienda nell'arco dei sedici mesi successivi alla data di concessione del contributo; d) I contributi forfetari in conto esercizio previsti per ogni soggetto target saranno revocati, pro quota, nel caso in cui si verifichi entro i sedici mesi successivi alla data di concessione delle agevolazioni lo scioglimento del rapporto sociale da parte di soci per i quali è stato percepito il contributo. Le cause di revoca, fatta eccezione per la lettera d), comporteranno la richiesta di restituzione di tutti i contributi forfetari erogati, oltre ai relativi interessi legali. 8. Recuperi degli indebiti In caso di revoca delle agevolazioni precedentemente erogate, Finpiemonte S.p.A. esperirà tentativi di recupero stragiudiziale ed intraprenderà le necessarie azioni giudiziali per il recupero delle stesse e delle somme aggiuntive eventualmente dovute (es. interessi legali ) a qualsiasi altro titolo in dipendenza delle agevolazioni concesse nel rispetto di quanto stabilito dalle Linee Guida per la dichiarazione delle spese delle operazioni e per le richieste di rimborso approvate con D.D. n. 627 del Nei casi in cui, esperito ogni altro tentativo di recupero, si renda necessaria la riscossione coattiva mediante iscrizione a ruolo, Finpiemonte S.p.A. ne farà immediata richiesta all Amministrazione regionale per il tramite della direzione affidante fornendo le indicazioni previste dalla normativa vigente in materia. 09. Durata delle attività: Le domande relative alla linea d), individuata dalla determinazione n. 393 del modificata ed integrata dalla determinazione n. 738 del , possono essere presentate entro il

4 Il bando, i moduli, le determinazioni dirigenziali e la documentazione di riferimento saranno disponibili sul sito e sul sito di ogni incubatore dal giorno della pubblicazione sul BUR Piemonte. Per informazioni: 10. REGIME DI AIUTO E VINCOLI I contributi relativi alla Linea d) verranno erogati in conformità al Regolamento (UE) in materia di aiuti de minimis n. 1407/2013 del 18 dicembre GUUE L 352 DEL L importo complessivo degli aiuti de minimis concessi ad un impresa unica non può superare i ,00 euro nell arco di tre esercizi finanziari; l importo complessivo degli aiuti de minimis concessi ad un impresa unica nel settore del trasporto su strada non può superare i ,00 euro nell arco di tre esercizi finanziari (art. 3 comma 2 del predetto Regolamento). Per impresa unica si intende l insieme delle imprese fra le quali esiste una delle relazioni previste dall art. 2, comma 2, del predetto Regolamento de minimis (vedi dichiarazioni obbligatorie da compilare). Gli aiuti concessi non sono cumulabili con aiuti di Stato concessi per gli stessi costi ammissibili. In considerazione dei vincoli posti da tale regime di aiuto riguardo ai settori di applicazione, non potranno accedere ai finanziamenti le nuove imprese che svolgeranno la loro attività principale, quale risultante dal codice Istat Ateco 2007, nei settori esclusi dal campo di applicazione della vigente normativa di riferimento in materia. Il Responsabile del Procedimento Procedimento di concessione del contributo Fabrizio Gramaglia Il Responsabile del di controlli I livello e di revoca Alessandra Treves Allegato

5 Direzione Coesione sociale Riservato agli Uffici: Protocollo n. del: Marca da Bollo da euro 16,00 ALLA REGIONE PIEMONTE c/o FINPIEMONTE S.p.A. Galleria San Federico, TORINO Progetto Sovvenzione Globale Percorsi integrati per la creazione di imprese innovative spin off della ricerca pubblica estesi anche alle imprese innovative che intendono avviare un attività economica di innovazione sociale a decorrere dell anno Domanda di contributo Linea d) "SOSTEGNO ALLE NUOVE IMPRESE"- ANNO 2014/2015 Incubatore: Sportello Incubatore

6 1. INFORMAZIONI SUL RICHIEDENTE IL/LA SOTTOSCRITTO/A Cognome e Nome Nato/a a Prov.: Stato: Cittadinanza: Sesso: Il Residente in Stato: Via e n. CAP: Tipo Documento di Riconoscimento: N.: Rilasciato da in data: Scadenza: Tel.: Fax: In qualita' di legale rappresentante o titolare dell'impresa individuale (denominazione e ragione sociale) e in qualita' di referente per la domanda Partita IVA Codice fiscale(1) Forma Giuridica (codifica ISTAT) Attivita' prevalente (Ateco 2007) Codice: Descrizione: Iscritta al registro Imprese di: N.: Il: Capitale Sociale: Data ultimo esercizio finanziario chiuso consapevole delle sanzioni penali previste in caso di dichiarazioni non veritiere e di falsita' degli atti di cui all'art. 76 del D.P.R.28 dicembre 2000, n. 445 e s.m.i. e della conseguente decadenza dei benefici di cui all'art. 75 del citato decreto, nella qualita' di Titolare o di Legale rappresentante della impresa sopraindicata, e ai sensi degli artt. 46 e 47 del D.P.R.28 dicembre 2000, n. 445 e s.m.i. richiede, con la presente, la concessione del contributo previsto dall'azione 4 in oggetto e a tal fine fornisce le informazioni che seguono: (1) Per le imprese individuali indicare il codice fiscale del soggetto fisico; diversamente coincide con la Partita IVA.

7 2. DATI ANAGRAFICI SULLA SEDE LEGALE Comun e C.A.P. Prov. Stato: Indirizz Telefon o Fax PEC - posta o 4719 certificata: 3. DATI ANAGRAFICI SULLA SEDE INTERESSATA ALL'INTERVENTO Tipo di sede interessata: Unita locale Sede Legale Indirizzo Comune C.A.P. e Prov. Codice ISTAT Descrizione attivita' Telefono Fax Indirizzo al quale inviare la corrispondenza Sede legale Unita locale 4. REFERENTE PER LA DOMANDA autorizzato a intrattenere contatti con l'ente Gestore FINPIEMONTE SPA (solo se diverso dal titolare o dal legale rappresentante dell'impresa) Codice Fiscale: Cognome: Nome: Telefono: Fax: 5. ESTREMI BANCARI Banca Indirizzo Numero c/c Intest. conto IBAN: BIC:

8 6. INFORMAZIONI SULL'INTERVENTO 6.1 Si richiede il contributo per (indicare tutti i casi interessati): un contributo forfetario in conto esercizio di 3.000,00 alle neo imprese innovative a copertura delle spese relative alla costituzione e alle prime fasi di attività; un contributo forfetario in conto esercizio di 4.000,00 alle neo imprese innovative formate da soggetti che propongono un progetto di innovazione sociale a copertura delle spese relative alla costituzione e alle prime fasi di attività; un contributo forfetario in conto esercizio di 4.000,00 per ciascuno dei soggetti target ammissibili, fino ad un massimo di 3 soci esclusi i soci di capitale; un ulteriore contributo forfetario in conto esercizio di 1.000,00 per ciascuno dei soggetti target che propongono un progetto di innovazione sociale, fino ad un massimo di 3 soci esclusi i soci di capitale; un ulteriore contributo forfetario in conto esercizio di 1.000,00 per ciascuno dei soggetti target ammissibili, nel caso in cui siano donne. 6.2 Notizie sui soci (2) i soci soggetti target: - ricercatori di provenienza accademica - soggetti che propongono un progetto di innovazione sociale. Nelle società di persone e di capitali il numero dei soci soggetti target non deve essere inferiore al 50% del totale dei soci. Sono esclusi dal conteggio i soci finanziatori. Cognome nome contributo (3) sesso (m/f) età soggetti target Socio(4) Codice fiscale Data di nascita Nato/a Prov Cittadinanza Residente in Domicilio (5) Via e n Via e n Cognome nome contributo (3) sesso (m/f) età soggetti target Socio(4) Codice fiscale Data di nascita Nato/a Prov Cittadinanza Residente in Domicilio (5) Via e n Via e n

9 Cognome nome contributo (3) sesso (m/f) età soggetti target Socio(4) Codice fiscale Data di nascita Nato/a Prov Cittadinanza Residente in Domicilio (5) Via e n Via e n TEMPISTICHE Data di validazione del business plan: Data di costituzione della societa'(6): Data di inizio attivita': 2. Per le imprese individuali, riportare i dati riferiti al titolare. 3.Contributo forfettario "In conto esercizio" al titolare dell'impresa / per ciascuno dei soci/e(soggetti target:ricercatori e soggetti progetto innovazione sociale - max.3) 4.S Socio. 5. Il domicilio deve essere indicato solo se diverso dalla residenza 6. Per le imprese individuali, indicare la data di iscrizione al Registro delle Imprese. imprese innovative imprese innovative di innovazione sociale 8. VOCI PER LE QUALI SI RICHIEDE IL CONTRIBUTO Contributo forfetario "In conto esercizio" di 3.000,00 alle neo imprese innovative a copertura delle spese relative alla costituzione e alle prime fasi dell attività Euro Contributo forfetario "In conto esercizio" di 4.000,00 alle neo imprese innovative formate da soggetti che propongono un progetto di innovazione sociale a copertura delle spese relative alla costituzione e alle prime fasi di attività;

10 Contributo forfetario in conto esercizio di 4.000,00 per ciascuno dei soggetti target ammissibili, fino ad un massimo di 3 soci esclusi i soci di capitale; X numero soci Euro Contributo forfetario in conto esercizio di per ciascuno dei soggetti target che propongono un progetto di innovazione, fino ad un massimo di 3 soci esclusi soci di capitale Contributo forfetario in conto esercizio di per ciascuno dei soggetti target ammissibili, nel caso in cui siano donne Totale Complessivo 9. ALLEGATI OBBLIGATORI (la cui assenza comporta l'esclusione della domanda) a. copia fotostatica di un documento di identita' (in corso di validita') del soggetto sottoscrittore; b. copia dell'atto notarile di costituzione (solo per le societa'); c. copia della ricevuta di comunicazione unica per le imprese individuali. 10. ALLEGATO NON OBBLIGATORIO d. dichiarazioni de minimis ( vedi successivo punto 12) 11. ALTRI EVENTUALI DOCUMENTI NECESSARI L'Ente gestore, all'atto di concessione del contributo a fondo perduto, richiedera' l'attestazione di avvenuta identificazione prevista dalla normativa antiriciclaggio utilizzando il modulo da reperire sul sito: sezione finanza agevolata, modulistica generale, modulistica antiriciclaggio. L'Ente gestore si riserva di chiedere qualsiasi ulteriore documentazione eventualmente che si rendesse necessaria per l'istruttoria della pratica. 12. Dichiarazione de minimis LarichiestadiconcessionedelcontributoafondoperdutoèsoggettaalRegolamento(UE)inmateriadiaiuti deminimis n.1407/2013del18dicembre2013guuel352del l importocomplessivodegliaiuti deminimis concessi adun impresaunicanonpuòsuperarei ,00euronell arcoditreesercizifinanziari;l importocomplessivodegli aiuti deminimis concessiadun impresaunicanelsettoredeltrasportosustradanonpuòsuperarei ,00euro nell arcoditreesercizifinanziari(art.3comma2delpredettoregolamento).perimpresaunicasiintendel insiemedelle impresefralequaliesisteunadellerelazioniprevistedall art.2,comma2,delpredettoregolamento deminimis (vedi dichiarazioniobbligatoriedacompilare).gliaiuticoncessinonsonocumulabiliconaiutidistatoconcessiperglistessi costiammissibili.

11 13. DICHIARAZIONI IMPEGNATIVE Il/La sottoscritto/a consapevole delle sanzioni penali, richiamate dall'art.76, nel caso di dichiarazioni non veritiere edi falsita' negli atti e della decadenza dei benefici prevista dall'art. 75 del D.P.R.445/2000 e s.m.i. DICHIARA A. di essere a conoscenza della normativa e delle modalita' per l'accesso ai contributi pubblicate dalla Regione e di accettarle incondizionatamente, unitamente ad usi, norme e condizioni in vigore presso l'ente gestore FINPIEMONTE SPA; B. di essere a conoscenza delle condizioni di ammissibilita' previste dalla D.G.R. n del 03/03/2014 e dalla Determinazione n.393 del 27 maggio 2014 modificata dalla determinazione n. 738 del ; C. di consentire a funzionari regionali e di FINPIEMONTE S.p.A. eventuali ispezioni e controlli presso la propria sede; D. che tutti i dati e le informazioni contenute nella presente domanda e nella documentazione allegata alla stessa sono rigorosamente conformi alla realtà. E. di prendere atto che i contributi previsti dalla linea d) dell Azione potranno essere revocati nei casi in cui: a) non vi sia la persistenza dell attività dell impresa e la permanenza sul territorio regionale della sede legale e di una unità locale per almeno sedici mesi dalla data di concessione del contributo; b)non sia stato effettuato il mantenimento della compagine sociale in base alla quale sono stati concessi i contributi per il titolare e per ciascuno socio ( soggetti target), per sedici mesi dalla data di concessione del contributo stesso, fatta eccezione per la sostituzione di un soggetto target con altro soggetto target avente i medesimi requisiti; c) l eventuale affitto di azienda nell arco dei sedici mesi successivi alla data di concessione del contributo; d) I contributi forfetari in conto esercizio previsti per ogni soggetto target saranno revocati, pro quota, nel caso in cui si verifichi entro i 16 mesi successivi alla data di concessione delle agevolazioni lo scioglimento del rapporto sociale da parte di soci per i quali è stato percepito il contributo. Le cause di revoca comporteranno la richiesta di restituzione di tutti i contributi forfetari erogati, oltre ai relativi interessi legali. E SI IMPEGNA FIN D'ORA A. a comunicare tempestivamente a FINPIEMONTE S.p.A. ogni eventuale variazione della compagine societaria; B. di mantenere a disposizione della Regione Piemonte e di Finpiemonte S.p.A. tutta la documentazione di spesa relativa alla domanda secondo quanto previsto dalle disposizioni regionali; C. a consentire, per eventuale attivita' di ispezione e controllo, l accesso della propria sede agli organi di controllo comunitari, nazionali e regionali nonche' ai funzionari di Finpiemonte S.p.A....li,.../.../... Firma leggibile del legale rappresentante Ai sensi dell'art. 13 del D. Lgs. 196/2003, recante disposizioni sul trattamento dei dati personali, il sottoscritto autorizza la Regione Piemonte e Finpiemonte S.p.A. al trattamento e all'elaborazione dei dati forniti con la presente richiesta, per finalita' gestionali e statistiche, anche mediante l'ausilio di mezzi elettronici o automatizzati, nel rispetto della sicurezza e riservatezza necessarie. Firma leggibile del legale rappresentante Alla presente domanda deve essere allegata copia fotostatica di un documento di identita' (in corso di validita') del soggetto sottoscrittore. La domanda deve essere regolarizzata ai fini della legge sull'imposta di bollo.i benefici eventualmente conseguiti in seguito a provvedimenti emessi sulla base di dichiarazioni non veritiere, ex artt. 75 e 76 del DPR 445/2000 e s.m.i., decadranno.

Progetto Sovvenzione Globale. Domanda di contributo. Linea d) "SOSTEGNO ALLE NUOVE IMPRESE"- ANNO 2014/2015

Progetto Sovvenzione Globale. Domanda di contributo. Linea d) SOSTEGNO ALLE NUOVE IMPRESE- ANNO 2014/2015 Direzione Coesione sociale Riservato agli Uffici: Protocollo n. del: Marca da Bollo da euro 16,00 ALLA REGIONE PIEMONTE c/o FINPIEMONTE S.p.A. Galleria San Federico, 54 10121 TORINO Progetto Sovvenzione

Dettagli

AVVISO AD EVIDENZA PUBBLICA PROGETTO SOVVENZIONE GLOBALE

AVVISO AD EVIDENZA PUBBLICA PROGETTO SOVVENZIONE GLOBALE AVVISO AD EVIDENZA PUBBLICA PROGETTO SOVVENZIONE GLOBALE Prosecuzione ed implementazione del Progetto: Percorsi integrati per la creazione di imprese innovative spin off della ricerca pubblica estesi anche

Dettagli

.LEGGE REGIONALE 18 MAGGIO 2004, N. 12 Articolo 8 sostituito dall articolo 33 della legge regionale 4 dicembre 2009, n. 30

.LEGGE REGIONALE 18 MAGGIO 2004, N. 12 Articolo 8 sostituito dall articolo 33 della legge regionale 4 dicembre 2009, n. 30 .LEGGE REGIONALE 18 MAGGIO 2004, N. 12 Articolo 8 sostituito dall articolo 33 della legge regionale 4 dicembre 2009, n. 30 FONDO DI GARANZIA PER IL MICROCREDITO A FAVORE DI IMPRESE DI NUOVA COSTITUZIONE

Dettagli

AVVISO AD EVIDENZA PUBBLICA PROGETTO SOVVENZIONE GLOBALE. sociale. Periodo 2014/2015

AVVISO AD EVIDENZA PUBBLICA PROGETTO SOVVENZIONE GLOBALE. sociale. Periodo 2014/2015 AVVISO AD EVIDENZA PUBBLICA PROGETTO SOVVENZIONE GLOBALE Percorsi integrati per la creazione d imprese innovative spin off della ricerca pubblica estesi anche alle imprese innovative che intendono avviare

Dettagli

AVVISO AD EVIDENZA PUBBLICA PROGETTO SOVVENZIONE GLOBALE

AVVISO AD EVIDENZA PUBBLICA PROGETTO SOVVENZIONE GLOBALE REGIONE PIEMONTE BU24 12/06/2014 Finpiemonte S.p.A. - Torino Percorsi integrati per la creazione d imprese innovative spin off della ricerca pubblica estesi anche alle imprese innovative che intendono

Dettagli

L.R. 28/99 art. 18 comma 1 lett. b) - L.R. 1/09 e s.m.i. artt. 7 e 10. Fondo regionale per lo sviluppo e la qualificazione delle piccole imprese

L.R. 28/99 art. 18 comma 1 lett. b) - L.R. 1/09 e s.m.i. artt. 7 e 10. Fondo regionale per lo sviluppo e la qualificazione delle piccole imprese Allegato 1 L.R. 28/99 art. 18 comma 1 lett. b) - L.R. 1/09 e s.m.i. artt. 7 e 10 Fondo regionale per lo sviluppo e la qualificazione delle piccole imprese SEZIONE EMERGENZE MODULO DI DOMANDA (da inoltrare

Dettagli

MODULO di PRE-DOMANDA

MODULO di PRE-DOMANDA Convenzione del 31.01.2011 tra Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e Regione Piemonte. Programma sperimentale di interventi straordinari a sostegno di lavoratori e imprese dei settori tessile,

Dettagli

LEGGE REGIONALE 9 GIUGN0 1994, N. 18 E SUCCESSIVE MODIFICHE ED INTEGRAZIONI

LEGGE REGIONALE 9 GIUGN0 1994, N. 18 E SUCCESSIVE MODIFICHE ED INTEGRAZIONI MODULO B LEGGE REGIONALE 9 GIUGN0 1994, N. 18 E SUCCESSIVE MODIFICHE ED INTEGRAZIONI DOMANDA PER INVESTIMENTI IMMOBILIARI/IMPIANTI TECNICI/TITOLO CONCESSIONI DI SERVIZIO Punto 4 lettere b), d) del Programma

Dettagli

REGIONE PIEMONTE BU33 14/08/2014

REGIONE PIEMONTE BU33 14/08/2014 REGIONE PIEMONTE BU33 14/08/2014 Codice DB1512 D.D. 5 agosto 2014, n. 531 Legge regionale 22 dicembre 2008, n. 34, articolo 42, comma 6. Affidamento a Finpiemonte S.p.A. delle funzioni e delle attivita'

Dettagli

I Imposta di Bollo di euro 14,62

I Imposta di Bollo di euro 14,62 Imposta di Bollo di euro 14,62 (contrassegno telematico) Alla Direzione Regionale Istruzione, Formazione Professionale e Lavoro Settore Promozione e sviluppo dell imprenditorialità, della cooperazione

Dettagli

DOMANDA PER LA CONCESSIONE DI AGEVOLAZIONI ALLE IMPRESE PER LA VALORIZZAZIONE DEI DISEGNI E MODELLI

DOMANDA PER LA CONCESSIONE DI AGEVOLAZIONI ALLE IMPRESE PER LA VALORIZZAZIONE DEI DISEGNI E MODELLI ALLEGATO 1 - DOMANDA (I dati riportati nella domanda devono corrispondere a quelli inseriti nel form on line per l assegnazione del numero di protocollo) PROT. N.. DEL.. (Inserire numero e data del protocollo

Dettagli

ALLEGATO B PREMESSO CHE

ALLEGATO B PREMESSO CHE 1 ALLEGATO B SCHEMA DI CONVENZIONE PER REGOLARE I RAPPORTI TRA I CONFIDI/ALTRI FONDI DI GARANZIA E IL GESTORE DEL FONDO DI GARANZIA REGIONALE PO FESR BASILICATA 2007-2013 PREMESSO CHE La Legge Regionale

Dettagli

INTERVENTI PER LA NASCITA E LO SVILUPPO DEL LAVORO AUTONOMO

INTERVENTI PER LA NASCITA E LO SVILUPPO DEL LAVORO AUTONOMO ALLEGATO C INTERVENTI PER LA NASCITA E LO SVILUPPO DEL LAVORO AUTONOMO 1. BENEFICIARI Possono presentare domanda di agevolazione i soggetti, di cui all articolo 29 della l.r. 34/2008 e s.m.i., che abbiano

Dettagli

Bando a favore delle PMI piemontesi per lo smobilizzo dei crediti verso gli Enti locali del Piemonte. MODULO di DOMANDA

Bando a favore delle PMI piemontesi per lo smobilizzo dei crediti verso gli Enti locali del Piemonte. MODULO di DOMANDA Spettabile FINPIEMONTE S.p.A. Galleria San Federico, 54 10121 - TORINO Programma Operativo Regionale "Competitività regionale e occupazione" Asse 1 Innovazione e transazione produttiva F.E.S.R. 2007/2013

Dettagli

(da compilarsi obbligatoriamente in sede di presentazione della domanda in ogni sua voce e nelle Appendici A e B, a pena di esclusione dal contributo)

(da compilarsi obbligatoriamente in sede di presentazione della domanda in ogni sua voce e nelle Appendici A e B, a pena di esclusione dal contributo) Modulo A (da compilarsi obbligatoriamente in sede di presentazione della domanda in ogni sua voce e nelle Appendici A e B, a pena di esclusione dal contributo) Alla Regione Piemonte Direzione Cultura,

Dettagli

DOMANDA PER LA CONCESSIONE DI AGEVOLAZIONI ALLE IMPRESE PER FAVORIRE LA REGISTRAZIONE DI MARCHI COMUNITARI E INTERNAZIONALI

DOMANDA PER LA CONCESSIONE DI AGEVOLAZIONI ALLE IMPRESE PER FAVORIRE LA REGISTRAZIONE DI MARCHI COMUNITARI E INTERNAZIONALI ALLEGATO 2 - DOMANDA (i dati anagrafici riportati nella domanda devono corrispondere a quelli inseriti nel form on line per l assegnazione del numero di protocollo) PROT. N.. DEL.. (Inserire numero e data

Dettagli

Allo Sportello Unico Attività Produttive del Comune di Mondovì

Allo Sportello Unico Attività Produttive del Comune di Mondovì Marca da bollo del valore corrente Allo Sportello Unico Attività Produttive del Comune di Mondovì PEC comune.mondovi@postecert.it Oggetto: Progetto Imprese nel centro storico. Domanda di ammissione all

Dettagli

4) Polizza fidejussoria bancaria e/o assicurativa emessa da istituti all uopo autorizzati per un importo pari al contributo erogabile.

4) Polizza fidejussoria bancaria e/o assicurativa emessa da istituti all uopo autorizzati per un importo pari al contributo erogabile. Allegato n. 1 ELENCO DOCUMENTI OCCORRENTI PER L EROGAZIONE DELL ANTICIPO 1) Dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà ex art. 47 del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445, conforme al facsimile A allegato,

Dettagli

FACSIMILE. Alla FINPIEMONTE S.p.A. Gruppo Tecnico di Valutazione Galleria San Federico, 54 10121 TORINO. Il/La Sottoscritto/a. Codice fiscale.

FACSIMILE. Alla FINPIEMONTE S.p.A. Gruppo Tecnico di Valutazione Galleria San Federico, 54 10121 TORINO. Il/La Sottoscritto/a. Codice fiscale. LR 1/2009, art. 7- DGR n. 63-13339 del 15/02/2010 Fondo per la qualificazione e lo sviluppo delle piccole imprese sezione artigianato Modulo di domanda per i finanziamenti (da inoltrare on-line previa

Dettagli

PEC: ambienteecologia@pec.comune.brescia.it ASSOCIAZIONE E DEI MEZZI IN USO ALLA STESSA.

PEC: ambienteecologia@pec.comune.brescia.it ASSOCIAZIONE E DEI MEZZI IN USO ALLA STESSA. Comune di Brescia DOMANDA DI CONTRIBUTO PER L'ACQUISTO DI MEZZI ED AnREZZATURE PER FRONTEGGIARE EMERGENZE DI PROTEZIONE CIVILE, PER ESERCITAZIONI E ADDESTRAMENTO NONCHÉ' PER MANTENIMENTO DELLA SEDE DELLA

Dettagli

OGGETTO: Domanda di erogazione contributo* Il/la sottoscritto/a... residente a...in via/piazza.. N... tel. n. e mail.. in qualità di (barrare)

OGGETTO: Domanda di erogazione contributo* Il/la sottoscritto/a... residente a...in via/piazza.. N... tel. n. e mail.. in qualità di (barrare) Al Comune di Vimercate Ente capofila del Distretto dell attrattività BRIANTECH, un territorio a portata di smartphone OGGETTO: Domanda di erogazione contributo* Il/la sottoscritto/a... residente a....in

Dettagli

Spett.le COMUNE di Cagliari Servizio Attività Produttive Ufficio Incentivi alle Imprese Via Sonnino 09100 Cagliari

Spett.le COMUNE di Cagliari Servizio Attività Produttive Ufficio Incentivi alle Imprese Via Sonnino 09100 Cagliari ALLEGATO A Spett.le COMUNE di Cagliari Servizio Attività Produttive Ufficio Incentivi alle Imprese Via Sonnino 09100 Cagliari DOMANDA PER LA CONCESSIONE DI AGEVOLAZIONI PER LO SVILUPPO DI PICCOLE E MEDIE

Dettagli

DOMANDA PER LA CONCESSIONE DI AGEVOLAZIONI ALLE IMPRESE PER LA VALORIZZAZIONE DEI DISEGNI E MODELLI - DISEGNI+3

DOMANDA PER LA CONCESSIONE DI AGEVOLAZIONI ALLE IMPRESE PER LA VALORIZZAZIONE DEI DISEGNI E MODELLI - DISEGNI+3 ALLEGATO 2 DOMANDA PER IMPRESE CONTITOLARI DI DISEGNO/MODELLO (I dati riportati nella domanda devono corrispondere a quelli inseriti nel form on line per l assegnazione del numero di protocollo) PROT.

Dettagli

STRUMENTI FINANZIARI A SOSTEGNO DELLE NUOVE IMPRESE NATE DAI SERVIZI FORNITI DAGLI SPORTELLI PROVINCIALI PER LA CREAZIONE D IMPRESA

STRUMENTI FINANZIARI A SOSTEGNO DELLE NUOVE IMPRESE NATE DAI SERVIZI FORNITI DAGLI SPORTELLI PROVINCIALI PER LA CREAZIONE D IMPRESA ALLEGATO A STRUMENTI FINANZIARI A SOSTEGNO DELLE NUOVE IMPRESE NATE DAI SERVIZI FORNITI DAGLI SPORTELLI PROVINCIALI PER LA CREAZIONE D IMPRESA 1. BENEFICIARI Possono presentare domanda per le agevolazioni

Dettagli

GRAZIE AL COFINANZIAMENTO DEL COMUNE DI CASTELFRANCO VENETO ORA PUOI SMALTIRE L AMIANTO! COMUNE DI CASTELFRANCO VENETO

GRAZIE AL COFINANZIAMENTO DEL COMUNE DI CASTELFRANCO VENETO ORA PUOI SMALTIRE L AMIANTO! COMUNE DI CASTELFRANCO VENETO COMUNE DI CASTELFRANCO VENETO GRAZIE AL COFINANZIAMENTO DEL COMUNE DI CASTELFRANCO VENETO ORA PUOI SMALTIRE L AMIANTO! Leggi il bando per sapere come fare Per informazioni: Comune di Castelfranco Veneto

Dettagli

MODULISTICA. Attivo Patrimoniale

MODULISTICA. Attivo Patrimoniale MODULISTICA DOMANDA PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A SOSTEGNO DEGLI INVESTIMENTI E DELL INNOVAZIONE DELLE IMPRESE DELLA PROVINCIA DI COSENZA- EDIZIONE 2015 ALLA CAMERA DI COMMERCIO DI COSENZA Il/la sottoscritto/a

Dettagli

Consorzio UNI.T.I. Modalita attuative FONDO START UP

Consorzio UNI.T.I. Modalita attuative FONDO START UP Consorzio UNI.T.I. Modalita attuative FONDO START UP luglio 2013 1 1. PREMESSA Il Consorzio UNI.T.I. ha come obiettivo la realizzazione di un programma dell Università degli Studi di Genova per il supporto

Dettagli

Il sottoscritto. avente sede legale. in, Via Cap, REA CCIAA di: PG - TR n. P.Iva

Il sottoscritto. avente sede legale. in, Via Cap, REA CCIAA di: PG - TR n. P.Iva Domanda di contributo per la partecipazione a manifestazioni fieristiche in Italia e all estero da inviare almeno 15 giorni prima della data di inizio della manifestazione (Articolo 6 del Regolamento)

Dettagli

Indirizzo della sede / unità locale operativa Via c.a.p. Città Prov.

Indirizzo della sede / unità locale operativa Via c.a.p. Città Prov. Marca da bollo Euro 14,62 Spett.le CAMERA DI COMMERCIO DI ORISTANO SERVIZIO PROMOZIONE ECONOMICA E REGOLAZIONE DEL MERCATO BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ALLE IMPRESE DELLA PROVINCIA DI ORISTANO

Dettagli

Modello di domanda per Enti e Associazioni ALLA PROVINCIA DI MILANO SETTORE SOSTEGNO E PREVENZIONE DELLE EMERGENZE SOCIALI

Modello di domanda per Enti e Associazioni ALLA PROVINCIA DI MILANO SETTORE SOSTEGNO E PREVENZIONE DELLE EMERGENZE SOCIALI Modello di domanda per Enti e Associazioni ALLA PROVINCIA DI MILANO SETTORE SOSTEGNO E PREVENZIONE DELLE EMERGENZE SOCIALI VIALE PICENO, 60 20129 MILANO DOMANDA PER LA PARTECIPAZIONE ALL AVVISO PUBBLICO

Dettagli

DOMANDA DI AMMISSIONE ALLE AGEVOLAZIONI (CONTRIBUTO IN CONTO INTERESSI ex lege 949/52, art. 37)

DOMANDA DI AMMISSIONE ALLE AGEVOLAZIONI (CONTRIBUTO IN CONTO INTERESSI ex lege 949/52, art. 37) DOMANDA DI AMMISSIONE ALLE AGEVOLAZIONI (CONTRIBUTO IN CONTO INTERESSI ex lege 949/52, art. 37) DOMANDA PRESENTATA TRAMITE.. (Banca; Associazione di categoria; CAT; Confidi) Spett.le ARTIGIANCASSA S.p.A

Dettagli

Gli obiettivi del progetto sono dunque molteplici: favorire la diffusione della cultura imprenditoriale dei ricercatori, in modo che la

Gli obiettivi del progetto sono dunque molteplici: favorire la diffusione della cultura imprenditoriale dei ricercatori, in modo che la REGIONE PIEMONTE BOLLETTINO UFFICALE N. 40 DEL 8/10/2009 Finpiemonte S.p.A. - Torino Avviso ad evidenza pubblica - Progetto Sovvenzione Globale "Percorsi integrati per la creazione di imprese innovative

Dettagli

Decreto lgs. 276/ 2003, art. 49 (Apprendistato Professionalizzante) Direttiva Anno 2006- per il finanziamento della formazione formale

Decreto lgs. 276/ 2003, art. 49 (Apprendistato Professionalizzante) Direttiva Anno 2006- per il finanziamento della formazione formale MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI Ufficio Centrale per l Orientamento e la Formazione Professionale dei Lavoratori REGIONE ABRUZZO REGIONE ABRUZZO Direzione Politiche Attive del Lavoro, Sistema

Dettagli

DOMANDA DI AMMISSIONE ALLE AGEVOLAZIONI (CONTRIBUTO IN CONTO CANONI ex lege 240/81, art. 23)

DOMANDA DI AMMISSIONE ALLE AGEVOLAZIONI (CONTRIBUTO IN CONTO CANONI ex lege 240/81, art. 23) Allegato n. 5 DOMANDA DI AMMISSIONE ALLE AGEVOLAZIONI (CONTRIBUTO IN CONTO CANONI ex lege 240/81, art. 23) DOMANDA PRESENTATA TRAMITE.. (Società di locazione finanziaria, Banca; Associazione di categoria;

Dettagli

T Imposta di Bollo di euro 16,00

T Imposta di Bollo di euro 16,00 T Imposta di Bollo di euro 16,00 (contrassegno telematico) TITOLARE PARTITA IVA Al Presidente della Provincia di Settore/Servizio Cognome Nome _ Sede fissa operativa Via n. Città Prov.( ) Cap Tel. Fax

Dettagli

DOMANDA PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI SU MICRO FINANZIAMENTI CONCESSI DA BANCHE CONVENZIONATE

DOMANDA PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI SU MICRO FINANZIAMENTI CONCESSI DA BANCHE CONVENZIONATE ALLA CAMERA DI COMMERCIO DI CROTONE VIA A. DE CURTIS, 2 88900 CROTONE Il/la sottoscritto/a (cognome) (nome) codice Fiscale in qualità di titolare/legale rappresentante della ditta/società con sede in via/piazza

Dettagli

L r. 36/2000 art. 6 Contributi alle associazioni pro loco

L r. 36/2000 art. 6 Contributi alle associazioni pro loco DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO DI NOTORIETA (resa ai sensi dell art. 47 del D.P.R. 28 dicembre 2000 n.445) esente da bollo ai sensi dell art. 37 D.P.R. 445/2000 Rendicontazione dell attivita svolta

Dettagli

LINEE GUIDA DI RENDICONTAZIONE AD USO DEI BENEFICIARI

LINEE GUIDA DI RENDICONTAZIONE AD USO DEI BENEFICIARI Allegato 5 al dds LINEE GUIDA DI RENDICONTAZIONE AD USO DEI BENEFICIARI AVVISO 526 FINANZIAMENTI ON-LINE (GEFO) 1. Premessa Le presenti linee guida sono destinate ai beneficiari dell avviso Generazione

Dettagli

LINEE GUIDA DI RENDICONTAZIONE AD USO DEI BENEFICIARI

LINEE GUIDA DI RENDICONTAZIONE AD USO DEI BENEFICIARI Allegato 5 al dds LINEE GUIDA DI RENDICONTAZIONE AD USO DEI BENEFICIARI 1. Premessa Le presenti linee guida sono destinate ai beneficiari dell avviso Generazione Web Lombardia, di seguito denominata GWL,

Dettagli

DOMANDA PER LA CONCESSIONE DI AGEVOLAZIONI ALLE IMPRESE PER FAVORIRE LA REGISTRAZIONE DI MARCHI COMUNITARI E INTERNAZIONALI - MARCHI+2

DOMANDA PER LA CONCESSIONE DI AGEVOLAZIONI ALLE IMPRESE PER FAVORIRE LA REGISTRAZIONE DI MARCHI COMUNITARI E INTERNAZIONALI - MARCHI+2 ALLEGATO 2 DOMANDA PER IMPRESE CONTITOLARI DI MARCHIO (i dati anagrafici riportati nella domanda devono corrispondere a quelli inseriti nel form on line per l assegnazione del numero di protocollo) PROT.

Dettagli

Modulo di domanda per l attribuzione di un voucher per certificazione QR-Code Campania. Dati identificativi dell impresa

Modulo di domanda per l attribuzione di un voucher per certificazione QR-Code Campania. Dati identificativi dell impresa PAC III DGR 497/2013 Terra dei fuochi Misure anticicliche a salvaguardia dell occupazione azioni a supporto delle imprese agricole ed agroalimentari MISURA B1 CERTIFICAZIONE QR CODE CAMPANIA PROTOCOLLO

Dettagli

Il sottoscritto nato a prov. il, Codice fiscale residente in Via n. C.A.P, in qualità di titolare/legale rappresentante dell impresa -

Il sottoscritto nato a prov. il, Codice fiscale residente in Via n. C.A.P, in qualità di titolare/legale rappresentante dell impresa - Alla Comunità Montana Valtellina di Tirano Via M. Quadrio, 11 23037 - T I R A N O OGGETTO:CONTRIBUTI ALLE IMPRESE COMMERCIALI -(L.r. 13/2000, art. 4, comma 3-ter) - Richiesta di contributi per interventi

Dettagli

Programma Attività produttive. Prestito con la Banca Europea per gli Investimenti (BEI) (Contratto Regione Piemonte Loan for SME S ).

Programma Attività produttive. Prestito con la Banca Europea per gli Investimenti (BEI) (Contratto Regione Piemonte Loan for SME S ). Programma Attività produttive Prestito con la Banca Europea per gli Investimenti (BEI) (Contratto Regione Piemonte Loan for SME S ). Misura Supporto a progetti di investimento e sviluppo delle PMI piemontesi

Dettagli

Bandi di finanziamento

Bandi di finanziamento Bandi di finanziamento per neo -imprese e aspiranti imprenditori 1Mantova 16 ottobre 2015 DUE INTERVENTI DISTINTI 1) BANDO PER IL SOSTEGNO ALLE NUOVE IMPRESE (1508 Bando Neo-Imprese) DOTAZIONE FINANZIARIA:

Dettagli

BANDO per i servizi integrati a supporto dello START-UP D IMPRESA. MODULO DI DOMANDA imprese neo costituite

BANDO per i servizi integrati a supporto dello START-UP D IMPRESA. MODULO DI DOMANDA imprese neo costituite Spett.le Azienda Speciale S.E.I. C.so Risorgimento 302 86170 Isernia aziendasei@is.legalmail.camcom.it NOTA La compilazione dei campi con asterisco è obbligatoria. Se mancanti la domanda verrà considerata

Dettagli

SPETT. CONFIDI TRIESTE 34122 TRIESTE. Domanda concessione finanziamento: prestito partecipativo ex legge regionale 4/2001 art.

SPETT. CONFIDI TRIESTE 34122 TRIESTE. Domanda concessione finanziamento: prestito partecipativo ex legge regionale 4/2001 art. SPETT. BOLLO 14.62 CONFIDI TRIESTE VIA SAN LAZZARO, 5 34122 TRIESTE Oggetto: Domanda concessione finanziamento: prestito partecipativo ex legge regionale 4/2001 art. 7 commi 69-70-71 Il sottoscritto: Cognome

Dettagli

MODULO DI DOMANDA. Codice fiscale Tipo Documento di riconoscimento n. rilasciato da in data con scadenza in data

MODULO DI DOMANDA. Codice fiscale Tipo Documento di riconoscimento n. rilasciato da in data con scadenza in data (Marca da bollo) Allegato 1 BANDO DIRETTO ALLA CONCESSIONE DI PRESTITI AGEVOLATI MEDIANTE FONDO ROTATIVO PER LA REALIZZAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI DI PICCOLA TAGLIA (da 1 a 5 kwp) COLLEGATI ALLA RETE

Dettagli

Incentivi alle Imprese per l assunzione dei lavoratori in esubero della AGILE in amministrazione straordinaria

Incentivi alle Imprese per l assunzione dei lavoratori in esubero della AGILE in amministrazione straordinaria ALLEGATO 1 SU CARTA INTESTATA DELL AZIENDA MARCA DA BOLLO 16,00 Incentivi alle Imprese per l assunzione dei lavoratori in esubero della AGILE in amministrazione straordinaria Spett.le Regione Siciliana

Dettagli

INTERVENTI DI RIASSICURAZIONE AGEVOLATA

INTERVENTI DI RIASSICURAZIONE AGEVOLATA INTERVENTI DI RIASSICURAZIONE AGEVOLATA RICHIEDENTE (denominazione / ragione sociale del Garante): BENEFICIARIO FINALE (denominazione / ragione sociale PMI beneficiaria): LINEA D INTERVENTO PRESCELTA Linea

Dettagli

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE 43 ALLEGATO 6 DOMANDA DI PARTECIPAZIONE Da compilare sul sistema informativo Sigfrido ed inviare in formato digitale mediante Posta Elettronica certificata alla casella PEC regione.marche.innovazionericerca@emarche.it

Dettagli

AVVISO. REGIONE CAMPANIA ART. 6 LEGGE REGIONALE n. 12/2007 INCENTIVI PER IL CONSOLIDAMENTO DELLE PASSIVITA A BREVE

AVVISO. REGIONE CAMPANIA ART. 6 LEGGE REGIONALE n. 12/2007 INCENTIVI PER IL CONSOLIDAMENTO DELLE PASSIVITA A BREVE Decreto Dirigenziale n. 181 del 14 aprile 2008 Area Generale di Coordinamento: Sviluppo Economico n. 12 - L.R. n. 12 del 28.11.2007 - Art. 6 - Incentivi per il Consolidamento delle Passivita' a Breve -

Dettagli

AVVISO PUBBLICO. RISERVATO ai candidati in possesso dei seguenti requisiti:

AVVISO PUBBLICO. RISERVATO ai candidati in possesso dei seguenti requisiti: AZIENDA USL 5 PISA AVVISO PUBBLICO PER L AMMISSIONE A UN PERCORSO COMPLEMENTARE PER IL CONSEGUIMENTO DELLA QUALIFICA DI OPERATORE SOCIO SANITARIO ANNO 2015 RISERVATO ai candidati in possesso dei seguenti

Dettagli

BANDO PREMIO IDEA INNOVATIVA, LA NUOVA IMPRENDITORIALITA AL FEMMINILE QUARTA EDIZIONE ART. 1 FINALITA DELL INIZIATIVA

BANDO PREMIO IDEA INNOVATIVA, LA NUOVA IMPRENDITORIALITA AL FEMMINILE QUARTA EDIZIONE ART. 1 FINALITA DELL INIZIATIVA BANDO PREMIO IDEA INNOVATIVA, LA NUOVA IMPRENDITORIALITA AL FEMMINILE QUARTA EDIZIONE ART. 1 FINALITA DELL INIZIATIVA La Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura di Roma, in collaborazione

Dettagli

il Tar. Piemonte sez. II con sentenza n. 201/2012 del 9.2.2012 ha respinto il predetto ricorso dichiarandolo inammissibile;

il Tar. Piemonte sez. II con sentenza n. 201/2012 del 9.2.2012 ha respinto il predetto ricorso dichiarandolo inammissibile; REGIONE PIEMONTE BU30 26/07/2012 Codice DB1901 D.D. 13 luglio 2012, n. 144 D.G.R. n. 21-807 del 15.10.2010 e s.m.i. "Protocollo per il miglioramento del percorso assistenziale per la donna che richiede

Dettagli

Comunicazione di Fine Progetto e Richiesta Saldo 1

Comunicazione di Fine Progetto e Richiesta Saldo 1 Comunicazione di Fine Progetto e Richiesta Saldo 1 Da inviare (su carta intestata dell ente) a: Dichiarazione di Spesa FINALE numero del / / Oggetto: La concessione del contributo/finanziamento è avvenuto

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DELL'ATTO DI NOTORIETA' (Artt. 46 e 47 del D.P.R. 445/2000)

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DELL'ATTO DI NOTORIETA' (Artt. 46 e 47 del D.P.R. 445/2000) ALLEGATI Al Dirigente scolastico del 3 CIRCOLO San Nicolo Politi Via dei Diritti del Fanciullo, 45 95031 - ADRANO Oggetto: Istanza di candidatura RSPP Il/La sottoscritto/a.., chiede di svolgere il ruolo

Dettagli

COLLOCAMENTO MIRATO All. 1 Via Cesare Battisti, 14 56125 Pisa DOMANDA DI CONTRIBUTO

COLLOCAMENTO MIRATO All. 1 Via Cesare Battisti, 14 56125 Pisa DOMANDA DI CONTRIBUTO Timbro aziendale Bollo 16,00 euro ALLA PROVINCIA DI PISA SERVIZIO FORMAZIONE E LAVORO COLLOCAMENTO MIRATO All. 1 Via Cesare Battisti, 14 56125 Pisa DOMANDA DI CONTRIBUTO Avviso per la Concessione di Contributi

Dettagli

MANUALE PER LE MODALITA GESTIONALI DI ATTIVITA APPROVATE IN REGIME DI DE MINIMIS

MANUALE PER LE MODALITA GESTIONALI DI ATTIVITA APPROVATE IN REGIME DI DE MINIMIS MANUALE PER LE MODALITA GESTIONALI DI ATTIVITA APPROVATE IN REGIME DI DE MINIMIS Formazione Professionale Provincia di Bologna Giugno 2003 AZIONI FORMATIVE ASSOGGETTATE ALLA NORMATIVA SUGLI AIUTI DI STATO

Dettagli

BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTO PER INCENTIVARE LE ATTIVITA AGRICOLE CON FONDO NEL COMUNE DI MALALBERGO.

BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTO PER INCENTIVARE LE ATTIVITA AGRICOLE CON FONDO NEL COMUNE DI MALALBERGO. BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTO PER INCENTIVARE LE ATTIVITA AGRICOLE CON FONDO NEL COMUNE DI MALALBERGO. Obiettivi L Amministrazione comunale di Malalbergo, ponendosi come obiettivo la valorizzazione

Dettagli

BANDO PER L EROGAZIONE DI VOUCHER PER LA PARTECIPAZIONE AD EVENTI FIERISTICI INTERNAZIONALI

BANDO PER L EROGAZIONE DI VOUCHER PER LA PARTECIPAZIONE AD EVENTI FIERISTICI INTERNAZIONALI BANDO PER L EROGAZIONE DI VOUCHER PER LA PARTECIPAZIONE AD EVENTI FIERISTICI INTERNAZIONALI (L.R. Piemonte 4 dicembre 2009, n. 30, articolo 14, comma 1, lett. C) Guida alla compilazione on-line e all invio

Dettagli

ALLEGATO B Dgr n. 1403 del 17 LUGLIO 2012 pag. 1/5

ALLEGATO B Dgr n. 1403 del 17 LUGLIO 2012 pag. 1/5 giunta regionale 9^ legislatura ALLEGATO B Dgr n. 1403 del 17 LUGLIO 2012 pag. 1/5 DOMANDA DI CONTRIBUTO A FAVORE DELLE FAMIGLIE CON PARTI TRIGEMELLARI O CON NUMERO DI FIGLI PARI O SUPERIORE A QUATTRO

Dettagli

considerati i nuovi criteri approvati dalla succitata D.G.R. n. 17-6775 del 28/11/2013;

considerati i nuovi criteri approvati dalla succitata D.G.R. n. 17-6775 del 28/11/2013; REGIONE PIEMONTE BU28 10/07/2014 Codice DB1810 D.D. 22 aprile 2014, n. 216 L.r. 36/00 "Riconoscimento e valorizzazione delle associazioni turistiche pro loco" art. 6 Approvazione della "scheda di rendicontazione

Dettagli

BANDO PER INTERVENTI DI RECUPERO ALLOGGI SFITTI Approvato con determinazione n. 719 del 17/03/2015

BANDO PER INTERVENTI DI RECUPERO ALLOGGI SFITTI Approvato con determinazione n. 719 del 17/03/2015 BANDO PER INTERVENTI DI RECUPERO ALLOGGI SFITTI Approvato con determinazione n. 719 del 17/03/2015 DOMANDA DI AMMISSIONE AL CONTRIBUTO resa sotto forma di dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà

Dettagli

COMUNE DI SOGLIANO AL RUBICONE

COMUNE DI SOGLIANO AL RUBICONE COMUNE DI SOGLIANO AL RUBICONE Provincia di Forlì Cesena REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE AI CITTADINI DI CONRIBUTI PER L INSTALLAZIONE DI SISTEMI DI SICUREZZA PRESSO ABITAZIONI PRIVATE Approvato con deliberazione

Dettagli

BORSA DI STUDIO. 1) Il contributo

BORSA DI STUDIO. 1) Il contributo BORSA DI STUDIO 1) Il contributo Il contributo rappresenta un premio destinato agli studenti, appartenenti a nuclei famigliari con reddito ISEE non superiore ad Euro 20.300,00, con un buon profitto scolastico

Dettagli

DOMANDA DI AMMISSIONE ALLE AGEVOLAZIONI PREVISTE DALLA LEGGE 25/2/1992, N. 215 (Attenersi scrupolosamente alle istruzioni allegate Allegato n.

DOMANDA DI AMMISSIONE ALLE AGEVOLAZIONI PREVISTE DALLA LEGGE 25/2/1992, N. 215 (Attenersi scrupolosamente alle istruzioni allegate Allegato n. Raccomandata A.R. Spett.le MARCA DA BOLLO Euro 10,33 (E necessario apporne una ogni 4 pagine del modulo) Allegato n. 4 DOMANDA DI AMMISSIONE ALLE AGEVOLAZIONI PREVISTE DALLA LEGGE 25/2/1992, N. 215 (Attenersi

Dettagli

BANDO ROTTAMAZIONE CALDAIE 2008/09. Premessa

BANDO ROTTAMAZIONE CALDAIE 2008/09. Premessa DIREZIONE PARCHI, TERRITORIO, AMBIENTE, ENERGIA UFFICIO ATTIVITÀ TECNICHE ECOLOGICHE Servizio Politica Energetica Qualità dell Aria Inquinamento Acustico ed Elettromagnetico Rischio Ambiente SINA Via Passolanciano,

Dettagli

DOMANDA DI CONTRIBUTO

DOMANDA DI CONTRIBUTO Alla CAMERA DI COMMERCIO DI VICENZA Ufficio Promozione, Via Montale, 27 36100 VICENZA da spedire via PEC all indirizzo cameradicommercio@vi.legalmail.camcom.it o tramite raccomandata A.R.(non sono ammesse

Dettagli

LEGGE REGIONALE 13 OTTOBRE 2004, N. 23 E SUCCESSIVE MODIFICHE ED INTEGRAZIONI

LEGGE REGIONALE 13 OTTOBRE 2004, N. 23 E SUCCESSIVE MODIFICHE ED INTEGRAZIONI MODULO B LEGGE REGIONALE 13 OTTOBRE 2004, N. 23 E SUCCESSIVE MODIFICHE ED INTEGRAZIONI DOMANDA PER INVESTIMENTI IMMOBILIARI/IMPIANTI TECNICI Punto 4 lettera a) del Programma r e gionale degli interventi

Dettagli

5. PROCEDURE. PEC innovazione-ricerca@cert.regione.piemonte.it

5. PROCEDURE. PEC innovazione-ricerca@cert.regione.piemonte.it 5. PROCEDURE Le gestione del bando, che comprende le attività di ricezione e istruttoria delle domande, concessione e revoca delle agevolazioni, controllo degli interventi realizzati, è affidata alla Direzione

Dettagli

DOMANDA DI AMMISSIONE AL BANDO PER IL SOSTEGNO ALLA CREAZIONE DI IMPRESE CREATIVE NEL DISTRETTO CULTURALE DELL OLTREPO MANTOVANO

DOMANDA DI AMMISSIONE AL BANDO PER IL SOSTEGNO ALLA CREAZIONE DI IMPRESE CREATIVE NEL DISTRETTO CULTURALE DELL OLTREPO MANTOVANO DOMANDA DI AMMISSIONE AL BANDO PER IL SOSTEGNO ALLA CREAZIONE DI IMPRESE CREATIVE NEL DISTRETTO CULTURALE DELL OLTREPO MANTOVANO Spettabile CONSORZIO OLTREPO MANTOVANO Piazza Italia 24 46020 Quingentole

Dettagli

Piano Giovani 2011/2013 Misura N. 7. Avviso di selezione pubblica per l individuazione di imprenditori o titolari di partita iva giovani (mentees)

Piano Giovani 2011/2013 Misura N. 7. Avviso di selezione pubblica per l individuazione di imprenditori o titolari di partita iva giovani (mentees) REGIONE PIEMONTE BU45 08/11/2012 Comunicato della Direzione Istruzione, formazione professionale e lavoro Piano Giovani 2011/2013 Misura N. 7. Avviso di selezione pubblica per l individuazione di imprenditori

Dettagli

Premessa. Art. 1 Oggetto, importo e spese ammissibili al contributo camerale

Premessa. Art. 1 Oggetto, importo e spese ammissibili al contributo camerale Bando per la concessione di contributi alle imprese per interventi relativi alla progettazione in materia di efficienza energetica con elevati standard di qualità (es. CasaClima, Leed e simili) superiori

Dettagli

Il datore di lavoro potrà inoltrare richiesta di contributi anche per dipendenti già destinatari delle iniziative dei Dispositivi 3.3, 3.4 e 3.5.

Il datore di lavoro potrà inoltrare richiesta di contributi anche per dipendenti già destinatari delle iniziative dei Dispositivi 3.3, 3.4 e 3.5. Provincia di Bergamo 3.6.d ABBATTIMENTO BARRIERE ARCHITETTONICHE 1. Descrizione dell azione L iniziativa finanzia interventi finalizzati a migliorare l accessibilità dei lavoratori disabili nei luoghi

Dettagli

CITTA DI CASTELFRANCO VENETO

CITTA DI CASTELFRANCO VENETO Allegato alla deliberazione della G.C. n. 327 del 12/12/2013 BANDO DIRETTO ALLA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI FINALIZZATI AL RISPARMIO ENERGETICO E ALLA TUTELA DELL ATMOSFERA

Dettagli

FONDO DI GARANZIA PER IL MICROCREDITO MODALITA E PROCEDURE PER LA CONCESSIONE DI GARANZIE A FAVORE DI IMPRESE DI NUOVA COSTITUZIONE

FONDO DI GARANZIA PER IL MICROCREDITO MODALITA E PROCEDURE PER LA CONCESSIONE DI GARANZIE A FAVORE DI IMPRESE DI NUOVA COSTITUZIONE ALLEGATO A FONDO DI GARANZIA PER IL MICROCREDITO MODALITA E PROCEDURE PER LA CONCESSIONE DI GARANZIE A FAVORE DI IMPRESE DI NUOVA COSTITUZIONE 1. FINALITA` E OBIETTIVI L iniziativa prevede l utilizzo del

Dettagli

Data: Spett.le MedioCredito Centrale SPA Area Fondi di Garanzia e interventi per il capitale di rischio

Data: Spett.le MedioCredito Centrale SPA Area Fondi di Garanzia e interventi per il capitale di rischio Allegato 4 Modulo richiesta agevolazione soggetto beneficiario finale Pagina 1 di 7 Data: Spett.le MedioCredito Centrale SPA Area Fondi di Garanzia e interventi per il capitale di rischio FONDO DI GARANZIA

Dettagli

DOMANDA DI ACCESSO ALLE AGEVOLAZIONI DATI IDENTIFICATIVI DELL IMPRESA

DOMANDA DI ACCESSO ALLE AGEVOLAZIONI DATI IDENTIFICATIVI DELL IMPRESA P.O. FESR Campania 2007-2013 OBIETTIVO OPERATIVO 2.4 CREDITO E FINANZA INNOVATIVA - MIGLIORARE LA CAPACITÀ DI ACCESSO E ALLA FINANZA PER L IMPRESA PER GLI OPERATORI ECONOMICI PRESENTI SUL TERRITORIO REGIONALE

Dettagli

BANDO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI PER IL

BANDO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI PER IL Indice ART. 1 (FINALITÀ).......... 2 ART. 2 (INTERVENTI AMMISSIBILI)...... 2 ART. 3 (DESTINATARI)........ 2 ART. 4 (MODALITÀ E TERMINI DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE)...... 2 ART. 5 (COSTI AMMISSIBILI).........

Dettagli

A relazione dell'assessore Pentenero:

A relazione dell'assessore Pentenero: REGIONE PIEMONTE BU51 24/12/2015 Deliberazione della Giunta Regionale 9 dicembre 2015, n. 28-2565 POR FSE 2014/2020, Asse 1"Occupazione", Priorita' 8i, Ob. Specifico 1, Azione 2. Approvazione dell'atto

Dettagli

3.5.c - STABILIZZAZIONE DEGLI INSERIMENTI LAVORATIVI ex. art. 11 co. 1 e 4 L.68/99

3.5.c - STABILIZZAZIONE DEGLI INSERIMENTI LAVORATIVI ex. art. 11 co. 1 e 4 L.68/99 Provincia di Bergamo 3.5.c - STABILIZZAZIONE DEGLI INSERIMENTI LAVORATIVI ex. art. 11 co. 1 e 4 L.68/99 1. Descrizione dell azione L azione eroga contributi finalizzati alla stabilizzazione dei rapporti

Dettagli

Oggetto: L.R. n. 27 del 12.08.1998, art. 6, comunicazione di inizio attività di esercizio saltuario del servizio di alloggio e prima colazione

Oggetto: L.R. n. 27 del 12.08.1998, art. 6, comunicazione di inizio attività di esercizio saltuario del servizio di alloggio e prima colazione Al Comune di Cagliari Servizio Attività Produttive e Turismo Ufficio Turismo Via Roma n. 145 09100 CAGLIARI Oggetto: L.R. n. 27 del 12.08.1998, art. 6, comunicazione di inizio attività di esercizio saltuario

Dettagli

ALLA REGIONE PIEMONTE c/o FINPIEMONTE S.p.A. Galleria San Federico, TORINO. Incubatore: Sportello Incubatore. Riservato agli Uffici:

ALLA REGIONE PIEMONTE c/o FINPIEMONTE S.p.A. Galleria San Federico, TORINO. Incubatore: Sportello Incubatore. Riservato agli Uffici: Riservato agli Uffici: Protocollo n. del: ALLA REGIONE PIEMONTE c/o FINPIEMONTE S.p.A. Galleria San Federico, 54 10121 TORINO POR FSE 2014/2020 Domanda di contributo ASSE 1 OCCUPAZIONE PRIORITÀ 8i - OBIETTIVO

Dettagli

Programma Attività Produttive. Prestito con la Banca Europea per gli Investimenti (BEI) Prestito Regione Piemonte Loan for SMEs.

Programma Attività Produttive. Prestito con la Banca Europea per gli Investimenti (BEI) Prestito Regione Piemonte Loan for SMEs. Programma Attività Produttive Prestito con la Banca Europea per gli Investimenti (BEI) Prestito Regione Piemonte Loan for SMEs. Misura Supporto a progetti di investimento e sviluppo delle PMI piemontesi

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA REGIONE SICILIANA. L ASSESSORE delle RISORSE AGRICOLE E ALIMENTARI

REPUBBLICA ITALIANA REGIONE SICILIANA. L ASSESSORE delle RISORSE AGRICOLE E ALIMENTARI D.A. n. 2740 Dip.Int.Strutt. Servizio III Unità operativa n. 32 REPUBBLICA ITALIANA REGIONE SICILIANA L ASSESSORE delle RISORSE AGRICOLE E ALIMENTARI VISTO lo Statuto della Regione Siciliana; VISTA la

Dettagli

Insight Percorso di validazione dall idea al business model

Insight Percorso di validazione dall idea al business model Sportello Startup BANDO PUBBLICO Insight Percorso di validazione dall idea al business model ALLEGATO 1 DOMANDA DI PARTECIPAZIONE TRATTAMENTO DEI DATI PRESENTAZIONE DELL IDEA D IMPRESA BANDO PUBBLICO Insight

Dettagli

COMPRENSORIO DI PRIMIERO - Via Roma, 19 38054 Tonadico (TN) -

COMPRENSORIO DI PRIMIERO - Via Roma, 19 38054 Tonadico (TN) - COMPRENSORIO DI PRIMIERO - Via Roma, 19 38054 Tonadico (TN) - ANNO SCOLASTICO 2008/2009 BANDO PER LA CONCESSIONE DELLE FACILITAZIONI DI VIAGGIO DI CUI ALL ARTICOLO 9, COMMA 2, LETTERA C) DEL REGOLAMENTO

Dettagli

Comune di Pozzuolo del Friuli

Comune di Pozzuolo del Friuli Comune di Pozzuolo del Friuli INTERNET sito web: www.comune.pozzuolo.udine.it e-mail: protocollo@com-pozzuolo-del-friuli.regione.fvg.it Via XX Settembre, 31 33050 POZZUOLO DEL FRIULI (UD) C.F.: 80010530303

Dettagli

Norme per la concessione di contributi in conto interesse su finanziamenti concessi alle imprese della provincia di Campobasso

Norme per la concessione di contributi in conto interesse su finanziamenti concessi alle imprese della provincia di Campobasso Norme per la concessione di contributi in conto interesse su finanziamenti concessi alle imprese della provincia di Campobasso Art. 1 Finalità e risorse La Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura

Dettagli

BANDO IMPRESA GIOVANI

BANDO IMPRESA GIOVANI BANDO IMPRESA GIOVANI Art. 1 Finalità Scopo della presente iniziativa è lo sviluppo ed il sostegno all imprenditorialità mediante l erogazione di pacchetti integrati di servizi (orientamento, formazione

Dettagli

Dichiara di aver preso visione dell informativa in materia di protezione dei dati personali (ex art. 13 D.lgs 30 giugno 2003, n. 196).

Dichiara di aver preso visione dell informativa in materia di protezione dei dati personali (ex art. 13 D.lgs 30 giugno 2003, n. 196). GIUNTA COMUNALE Del Comune di ARNAD 11020 ARNAD (AO) info@comune.arnad.ao.it; protocollo@pec.comune.arnad.ao.it marca da bollo 16,00 se non ONLUS Domanda di contributo per PROGETTO Il/La sottoscritto/a

Dettagli

Al Comune di Forni Avoltri Corso Italia, 22 33020 Forni Avoltri

Al Comune di Forni Avoltri Corso Italia, 22 33020 Forni Avoltri Marca da Bollo 16.00 Al Comune di Forni Avoltri Corso Italia, 22 33020 Forni Avoltri Oggetto: domanda di concessione di contributi alle attività economiche, ai sensi del Capo III del regolamento comunale

Dettagli

PRATICA N. DENOMINAZIONE DEL DATORE DI LAVORO (Ragione Sociale):

PRATICA N. DENOMINAZIONE DEL DATORE DI LAVORO (Ragione Sociale): DIREZIONE D AREA LAVORO, WELFARE E SVILUPPO SOCIO ECONOMICO INTERVENTI CONTRIBUTIVI A FAVORE DEI DATORI DI LAVORO (LR 18/2005, ART. 39; DGR 431/2015) APPLICARE QUI LA MARCA DA BOLLO DA 16.00 DOMANDA DI

Dettagli

COMUNE DI VALLE MOSSO Provincia di Biella REGOLAMENTO PER ISTITUZIONE E GESTIONE FONDO PER BENEFICI ECONOMICI A FAVORE DI NUOVE ATTIVITA ECONOMICHE

COMUNE DI VALLE MOSSO Provincia di Biella REGOLAMENTO PER ISTITUZIONE E GESTIONE FONDO PER BENEFICI ECONOMICI A FAVORE DI NUOVE ATTIVITA ECONOMICHE COMUNE DI VALLE MOSSO Provincia di Biella REGOLAMENTO PER ISTITUZIONE E GESTIONE FONDO PER BENEFICI ECONOMICI A FAVORE DI NUOVE ATTIVITA ECONOMICHE Art. 1 Istituzione fondo E istituito annualmente, ed

Dettagli

Domanda di contributo STRAORDINARIO

Domanda di contributo STRAORDINARIO GIUNTA COMUNALE Del Comune di ARNAD 11020 ARNAD (AO) info@comune.arnad.ao.it; protocollo@pec.comune.arnad.ao.it marca da bollo 16,00 se non ONLUS Domanda di contributo STRAORDINARIO Il/La sottoscritto/a

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER IL SOSTEGNO E LA CREAZIONE DI NUOVE IMPRESE NELLA PROVINCIA DI TRAPANI

AVVISO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER IL SOSTEGNO E LA CREAZIONE DI NUOVE IMPRESE NELLA PROVINCIA DI TRAPANI AVVISO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER IL SOSTEGNO E LA CREAZIONE DI NUOVE IMPRESE NELLA PROVINCIA DI TRAPANI ARTICOLO 1 - Finalità La Camera di Commercio di Trapani, nell ambito del progetto

Dettagli

AVVISO DI MOBILITA ESTERNA PER LA COPERTURA DI N. 1 POSTO A TEMPO PIENO ED INDETERMINATO DI UN ISTRUTTORE AMMINISTRATIVO - CATEGORIA GIURIDICA C

AVVISO DI MOBILITA ESTERNA PER LA COPERTURA DI N. 1 POSTO A TEMPO PIENO ED INDETERMINATO DI UN ISTRUTTORE AMMINISTRATIVO - CATEGORIA GIURIDICA C AREA ORGANIZZAZIONE Gestione del Personale Tel. 0332 275275/276 - Fax 0332 429035 personale@comune.malnate.va.it Il Responsabile: Antonella Pietri AVVISO DI MOBILITA ESTERNA PER LA COPERTURA DI N. 1 POSTO

Dettagli

BANDO DISEGNI +3 BANDO PER LA CONCESSIONE DI AGEVOLAZIONI ALLE IMPRESE PER LA VALORIZZAZIONE DEI DISEGNI E MODELLI

BANDO DISEGNI +3 BANDO PER LA CONCESSIONE DI AGEVOLAZIONI ALLE IMPRESE PER LA VALORIZZAZIONE DEI DISEGNI E MODELLI BANDO DISEGNI +3 BANDO PER LA CONCESSIONE DI AGEVOLAZIONI ALLE IMPRESE PER LA VALORIZZAZIONE DEI DISEGNI E MODELLI Le agevolazioni sono concesse nella forma di contributo in conto capitale in misura massima

Dettagli

1.1 Come si presenta una domanda?... 3. 1.2 E previsto un termine per la presentazione delle domande?... 3

1.1 Come si presenta una domanda?... 3. 1.2 E previsto un termine per la presentazione delle domande?... 3 INDICE 1. COME PRESENTARE DOMANDA... 3 1.1 Come si presenta una domanda?... 3 1.2 E previsto un termine per la presentazione delle domande?... 3 1.3 Quali sono i documenti obbligatori da allegare alla

Dettagli

ISTITUTI OSPITALIERI DI CREMONA Azienda Ospedaliera

ISTITUTI OSPITALIERI DI CREMONA Azienda Ospedaliera ISTITUTI OSPITALIERI DI CREMONA Azienda Ospedaliera Vista la determinazione dirigenziale n. 289 del 29/08/2013 ; visto l art.7 comma 6 del D.Lgs.165/01; visto il regolamento aziendale per il conferimento

Dettagli