DOCUMENTAZIONE TECNICA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "DOCUMENTAZIONE TECNICA"

Transcript

1 DOCUMENTAZIONE TECNICA Standard HL7 Document Management SPECIFICHE DEI MESSAGGI AZIENDA OSPEDALIERA SANTA CROCE E CARLE DI CUNEO Redazione: Bonetto Fabio Data: 14/09/2011 Archivio : STORIA DELLE MODIFICHE APPORTATE Data Versione Autore Note 23/02/ Zanella Gianpaolo Prima versione del documento 14/02/ Bonetto Fabio Aggiornamento specifiche nuovo Document Repository SFW\MD04-02 Documentazione tecnica Pagina 1 di 18

2 INDICE DEGLI ARGOMENTI Standard HL7 Specifiche Document Management CONTENUTO DEL DOCUMENTO...3 MODALITÀ DI COMUNICAZIONE...4 EVENTI GESTITI...5 STRUTTURA MESSAGGI...8 STRUTTURA SEGMENTI...9 TABELLE DI RIFERIMENTO...15 SFW\MD04-02 Documentazione tecnica Pagina 2 di 18

3 CONTENUTO DEL DOCUMENTO Il presente documento riporta le specifiche di integrazione con IE-Repository per la pubblicazione di documenti, la modifica e la cancellazione mediante utilizzo di messaggi HL7. Tale documento descrive esclusivamente la sintassi dei messaggi gestiti, per consultare i contesti di applicazione dei vari messaggi fare riferimento al documento GPI sulle transazioni. 1.1Documentazione e riferimenti HL7 v 2.5 Standards [GPI][HL7][v-2.0] Specifiche Patient Administration.pdf [GPI][HL7][v-2.2] Specifiche Order Entry.pdf 1.2Definizioni Order placer: Order filler: Message: Segment: Data field: Delimiters: l applicazione che origina un messaggio HL7. l applicazione che elabora o che risponde ad un messaggio HL7. unità atomica di dati trasferiti fra due sistemi. E composto da un gruppo di segmenti posti in una determinata sequenza. Ogni messaggio è definito da un tipo che ne determina lo scopo. Ad esempio il messaggio SIU è usato per trasmettere schedulazioni. raggruppamento logico di data fields. I segmenti possono essere obbligatori o facoltativi. Possono apparire in modo ripetuto o essere unici. Ogni segmento è identificato da un codice a tre caratteri. un campo è una stringa di caratteri. Il valore nullo è diverso dall omissione del campo (non presente). I campi hanno una posizione predefinita all interno del segmento. I campi sono separati da un carattere delimitatore e possono avere lunghezza variabile nonostante sia definita una lunghezza massima raccomandata. I campi possono essere obbligatori (R), facoltativi (O), da valorizzare se si desidera compatibilità con versioni precedenti (B) dipende (C). Il carattere che termina un segmento deve essere sempre CR (in ASCII, esadecimale 0D). Gli altri delimitatori sono definiti nel segmento di intestazione (MSH). Delimitatore di campo nel 4 carattere e gli altri come definito nel primo campo dopo il segmento ID. In mancanza di altre considerazioni HL7 raccomanda l utilizzo dei caratteri presenti in tabella. Esempio: MSH ^~\& <cr> L applicazione ricevente dovrà utilizzare i caratteri delimitatori presenti nel segmento di intestazione. SFW\MD04-02 Documentazione tecnica Pagina 3 di 18

4 Delimiter Segment Terminator Suggested Value <cr> hex 0D Encoding Character Position Usage - Terminates a segment record. This value cannot be changed by implementors. Field Separator - Separates two adjacent data fields within a segment. It also separates the segment ID from the first data field in each segment. Component Separator ^ 1 Separates adjacent components of data fields where allowed. Repetition Separator ~ 2 Separates multiple occurrences of a field where allowed. Escape Character \ 3 Escape character for use with any field represented by an ST, TX or FT data type, or for use with the data (fourth) component of the ED data type If no escape characters are used in a message, this character may be omitted. However, it must be present if subcomponents are used in the message. Subcomponent Separator & 4 Separates adjacent subcomponents of data fields where allowed. If there are no subcomponents, this character may be omitted. Modalità di comunicazione Lo scambio dati avverrà attraverso canale di comunicazione socket con protocollo TCP/IP su porte appositamente concordate. Sul server sarà attivo un servizio HL7 costituito da: 1) listener in grado di interpretare i messaggi in arrivo e di fornire il necessario acknowledge. 2) processo in grado di inviare in modo controllato le notifiche di variazioni anagrafiche e le richieste di esami diagnostici. Il sistema gestirà opportunamente l acknowledge o la condizione di errore garantendo l invio successivo del messaggio o la notifica dell eventuale anomalia in apposito log. Il servizio utilizzerà un apposita tabella di configurazione in cui saranno censiti i sistemi destinatari dei messaggi con indirizzo del server di riferimento, porta di comunicazione e versione HL7 in uso per quel sistema. SFW\MD04-02 Documentazione tecnica Pagina 4 di 18

5 Eventi Gestiti Gli eventi di document management gestiti dal middleware HL7Manager sono i seguenti: EVENT DESCRIPTION NOTE CHAPTER HL7 MDM^T02 Original Document Notification and Content Inserimento nuovo documento MDM^T06 Document Addendum Notification and Content Inserimento documento aggiuntivo ad uno precedentemente inviato MDM^T10 Document Replacement Notification and Content Sostituzione di un documento precedentemente inviato MDM^T11 Document Cancel Notification Cancellazione di un documento precedentemente inviato Evento MDM^T02 Il messaggio T02 viene utilizzato per trasmettere la prima versione di un referto. La struttura semplificata di questo messaggio è la seguente: Segmento MSH EVN PID PV1 Message Header Event Type Dati anagrafici assistito Dati relativi all'accesso Descrizione [{ Blocco di segmenti relativi ad ogni prestazione presente all'interno dell'ordine }] TXA ORC OBR Utilizzato per trasmettere dati che risultano comuni per uno o più ordini. Utilizzato per trasmettere specifiche informazioni relative a studi diagnostici o osservazioni, esami o valutazioni. Contiene informazioni specifiche relative al documento [ { OBX } ] Contiene il documento effettivo, codificato in base Evento MDM^T06 Il messaggio T06 viene utilizzato per trasmettere un documento integrativo rispetto ad una versione precedentemente inviata. Il nuovo documento è considerato come un addendum, quindi la versione precedente continua ad esistere ed essere valida, e la totalità dell'informazione è data da entrambi i documenti. La struttura semplificata di questo messaggio è la seguente: SFW\MD04-02 Documentazione tecnica Pagina 5 di 18

6 Segmento MSH EVN PID PV1 Message Header Event Type Standard HL7 Specifiche Document Management Descrizione Dati anagrafici assistito Dati relativi all'accesso [{ Blocco di segmenti relativi ad ogni prestazione presente all'interno dell'ordine }] TXA ORC OBR Utilizzato per trasmettere dati che risultano comuni per uno o più ordini. Utilizzato per trasmettere specifiche informazioni relative a studi diagnostici o osservazioni, esami o valutazioni. Contiene informazioni specifiche relative al documento [ { OBX } ] Contiene il documento effettivo, codificato in base Evento MDM^T10 Il messaggio T10 viene utilizzato per trasmettere un documento sostitutivo rispetto ad una versione precedentemente inviata. Quindi la versione precedente verrà invalidata all'interno di IE-Repository. La struttura semplificata di questo messaggio è la seguente: Segmento MSH EVN PID PV1 Message Header Event Type Dati anagrafici assistito Dati relativi all'accesso Descrizione [{ Blocco di segmenti relativi ad ogni prestazione presente all'interno dell'ordine }] TXA ORC OBR Utilizzato per trasmettere dati che risultano comuni per uno o più ordini. Utilizzato per trasmettere specifiche informazioni relative a studi diagnostici o osservazioni, esami o valutazioni. Contiene informazioni specifiche relative al documento [ { OBX } ] Contiene il documento effettivo, codificato in base Evento MDM^T11 Il messaggio T11 viene utilizzato per invalidare un documento presente all'interno di IE- Repository. La struttura semplificata di questo messaggio è la seguente: Segmento MSH Message Header Descrizione SFW\MD04-02 Documentazione tecnica Pagina 6 di 18

7 Segmento EVN PID PV1 Event Type Standard HL7 Specifiche Document Management Descrizione Dati anagrafici assistito Dati relativi all'accesso [{ Blocco di segmenti relativi ad ogni prestazione presente all'interno dell'ordine }] TXA ORC OBR Utilizzato per trasmettere dati che risultano comuni per uno o più ordini. Utilizzato per trasmettere specifiche informazioni relative a studi diagnostici o osservazioni, esami o valutazioni. Contiene informazioni specifiche relative al documento SFW\MD04-02 Documentazione tecnica Pagina 7 di 18

8 Struttura messaggi Di seguito viene presentata la struttura completa dei messaggi gestiti. Struttura completa MDM MDM General Order Message Chapter HL7 Utilizzato MSH Message Header x [ { STF } ] Software Segment EVN Event Type x PID Patient Identification x PV1 Patient Visit x [{ --- COMMON ORDER begin ORC Common Order x [{ --- TIMING begin TQ1 Timing/Quantity [{ TQ2 }] Timing/Quantity Order Sequence }] --- TIMING end OBR Order Request x [{ NTE }] Notes and comments about the obstervation request (OBR) }] --- COMMON ORDER end TXA Document Notification x { OBX Observation/Result (one or more required) x [{ NTE }] Notes and comments about the obstervation request (OBR) } SFW\MD04-02 Documentazione tecnica Pagina 8 di 18

9 Struttura segmenti Nota sulle tabelle dei segmenti Le tabelle che rappresentano la struttura dei messaggi contengono la seguente classe di informazioni: SEQ: numero di sequenza, ovvero la posizione del campo all'interno del messaggio considerato; LEN: lunghezza massima del campo; DT: Datatype del campo, che descrive quali informazioni contiene al suo interno; OPT: indica se il campo è obbligatorio (R - required) o opzionale (O - optional) all'interno del messaggio; TBL: indica la tabella di riferimento per i valori che può assumere un campo, se si tratta di un dato tabellato; ELEMENT NAME: descrizione del contenuto del campo; VALORE: contenuto atteso del campo. MSH - Message Header (obbligatorio) Segmento di testata del messaggio, contiene le informazioni generali del messaggio (mittente, destinatario tipo di messaggio). SEQ LEN DT OPT RP/# TBL# ELEMENT NAME VALORE 1 1 ST R Field Separator 2 4 ST R Encoding Characters ^~\& HD R 0361 Sending Application <sistema inviante> HD R 0362 Sending Facility <azienda inviante> HD R 0361 Receiving Application <sistema ricevente> HD R 0362 Receiving Facility <azienda ricevente> 7 26 TS R Date/Time Of Message <yyyymmddhhmmss> 9 15 MSG R Message Type MDM^T02^MDM_T ST R Message Control ID <id univoco del messaggio> 11 3 PT R Processing ID P VID R Version ID 2.5 NTE Notes And Comment Segment SEQ LEN DT OPT RP/# TBL# ELEMENT NAME VALORE 1 4 SI O Set ID - NTE 2 8 ID O 0105 Source of Comment FT O Comment CE O 0364 Comment Type NTE-1 Set ID NTE (SI) Questo campo contiene il numero progressivo della nota. SFW\MD04-02 Documentazione tecnica Pagina 9 di 18

10 NTE-2 Source of Comment (ID) Questo campo identifica la sorgente del commento. Per i possibili valori fare riferimento alla tabella [HL7 table 0105]. NTE-3 Comment (FT) Questo campo contiene il testo della nota. NTE-4 Comment Type (CE) Questo campo identifica la tipologia della nota. I fields da considerare sono i seguenti: CE.1 (identifier): contiene il codice della tipologia del commento. Per i possibili valori fare riferimento alla tabella [User-defined table 0364]; CE.2 (text): contiene la descrizione della tipologia del commento; CE.3 (name of coding system): nome del sistema di codifica utilizzato. Per i possibili valori fare riferimento alla tabella [HL7 Table 0396]. PID - Patient Identification Segment Contiene i dati anagrafici del paziente. Per la specifica fare riferimento al documento di Patient Administration. PV1 - Patient Visit Segment Contiene i dati della visita. Per la specifica fare riferimento al documento di Patient Administration. Campi in evidenza: PV1-2 Patient Class (IS) Questo campo rappresenta la classificazione del paziente, riportando la tipologia di accesso. Per i possibili valori fare riferimento all tabella [User-defined Table 0004]. PV1-3 Assigned Patient Location (PL) Questo campo contiene le informazioni della posizione del paziente all'interno della struttura ospedaliera. Le informazioni contenute nei vari fields sono: PL.1 (point of care): codice disciplina; PL.2 (room): codice reparto/ambulatorio; PL.3 (bed): codice letto; PL.4 (facility): codice istituto; PL.9 (location description): descrizione disciplina. In caso di patient class O valorizzare i campi PL4 con l'istituto, PL1 con la disciplina e PL2 con l'ambulatorio. In tutti gli altri casi valorizzare i campi PL4 con l'istituto, PL1 con la disciplina e PL2 con il reparto. SFW\MD04-02 Documentazione tecnica Pagina 10 di 18

11 PV1-19 Visit Number (CX) Standard HL7 Specifiche Document Management Questo campo contiene l'identificativo univoco assegnato ad ogni singola visita o episodio. Per ulteriori dettagli fare riferimento al documento di Patient Administration. Le informazioni contenute nei vari fields sono: CX.1 (id number): identificativo univoco della cartella/episodio; CX.5 (identifyer type code): identificativo del contesto di riferimento ( N in caso di nosologico, C in caso di cartella dea, A in caso di accettazione, P in caso di prericovero, CUP in caso di prenotazione ambulatoriale ed E in casi non classificati). ORC Common Order Segment Contiene i dati dell'ordine collegato al quale è collegato il referto. Per la specifica fare riferimento al documento di Order Entry. Campi in evidenza: ORC-4 Placer Group Number (EI) Contiene il numero della richiesta generata all'interno degli applicativi GPI (in funzione di Placer). OBR Observation Request Segment OBR-4 Universal Service Identifier (CE) Questo campo contiene il codice dell'esame richiesto all'interno dell'ordine (esame prenotato o accettato...) Per ulteriori dettagli fare riferimento al documento di Order Entry. TXA Transcription Document Header Segment Il segmento TXA contiene le informazioni che identificano e classificano il documento trasmesso. SEQ LEN DT OPT RP/# TBL# ELEMENT NAME VALORE 1 4 SI R Set ID - TXA <progressivo TXA, sempre uguale a 1> 2 30 IS R 0270 Document Type 3 2 ID C 0191 Document Content Presentation 6 26 TS O Origination Date/Time <data e ora del referto> XCN O Y Originator Code/Name <autore> XCN O Y Assigned Document Authenticator <responsabile del documento> EI R Unique Document Number <codice univoco del documento + versione> EI C Parent Document Number <codice univoco + versione del documento collegato> EI O Y Placer Order Number EI O Filler Order Number SFW\MD04-02 Documentazione tecnica Pagina 11 di 18

12 SEQ LEN DT OPT RP/# TBL# ELEMENT NAME VALORE ST O Unique Document File Name 17 2 ID R 0271 Document Completition Status TXA-1 Set ID TXA (SI) Il presente campo indica il valore progressivo del segmento all interno della transazione. TXA-2 Document Type (SI) Questo campo specifica la tipologia del documento trasmesso. Per i possibili valori fare riferimento alla tabella [User-Defined table 0270]. TXA-3 Document Type (SI) Questo campo specifica la natura del documento, sulla base del metodo con cui è stato originato. Per i possibili valori fare riferimento alla tabella [HL7 table 0191]. TXA-6 Origination Date/Time (TS) Questo campo contiene la data e l'ora di creazione del documento. TXA-9 Originator Code/Name (XCN) Questo campo contiene il riferimento all'autore del documento. Sono valorizzati i seguenti fields: XCN.1 (idnumber): contiene l'identificato dell'autore (il nome utente del medico refertante); XCN.2 (family name): contiene il cognome dell'autore; XCN.3 (given name): contiene il nome dell'autore. TXA-10 Assigned Document Authenticator (XCN) Questo campo contiene il riferimento del responsabile del documento, ad esempio il medico che ha firmato il referto. Sono valorizzati i seguenti fields: XCN.1 (idnumber): contiene l'identificato del responsabile (il nome utente del medico refertante); XCN.2 (family name): contiene il cognome del responsabile; XCN.3 (given name): contiene il nome del responsabile. TXA-12 Unique Document Number (EI) Questo campo contiene l'identificativo univoco del documento, generato dal sistema inviante. Sono valorizzati i seguenti fields: EI.1 (entity identifier): contiene l'identificativo univoco del documento inviato. Tale identificativo è composto dal codice del documento, assegnato dal sistema inviante, e dal numero di versione sepatato da SFW\MD04-02 Documentazione tecnica Pagina 12 di 18

13 Il nome del documento deve essere costruito nel seguente modo: prefissodocumento + identificativodipartimentale + idunivocodipartimentale +.pdf Il prefisso deve essere ad esempio ro_ per i registri operatori, rx_ per la radiologia, lab_, mn_, ap_, amb_, e cosi via. Quindi ad esempio la versione 1 del documento con codice viene codificato come Nota: la codifica di numero documento e versione non è definita nelle specifiche ufficiali HL7, è semplicemente una convenzione adottata in mancanza di un campo appropriato per il passaggio della versione. TXA-13 Parent Document Number (EI) Nel caso di documento sostitutivo/integrativo, questo campo contiene l'identificativo univoco del documento collegato. Per dettagli sulla struttura fare riferimento al paragrafo [TXA-12 Unique Document Number]. TXA-14 Placer Order Number (EI) Contiene il numero della richiesta generata all'interno degli applicativi GPI (in funzione di Placer). Per ulteriori dettagli fare riferimento al paragrafo [ORC-4 Placer Group Number]. TXA-15 Filler Order Number (EI) Contiene il numero univoco della richiesta assegnato dal filler, al momento della ricezione dell'ordine, al quale è collegato il documento. Per ulteriori dettagli fare riferimento al paragrafo [ORC-3 Filler Order Number]. TXA-16 Unique Document File Name (ST) Questo campo contiene il nome univoco del documento assegnato dal sistema inviante. TXA-17 Document Completition Status (ID) Questo campo contiene lo stato di completamento del documento. Per i possibili valori fare riferimento alla tabella [HL7 table 0271]. OBX Observation Segment Usage Il segmento OBX contiene id documento effettivo, codificato in base64. SEQ LEN DT OPT RP/# TBL# ELEMENT NAME VALORE 1 4 SI R Set ID OBX <numero di sequenza> SFW\MD04-02 Documentazione tecnica Pagina 13 di 18

14 SEQ LEN DT OPT RP/# TBL# ELEMENT NAME VALORE 2 2 ID R 125 Value Type 5 * * C/R Observation Value 11 1 ID R/NA 0085 Observation Result Status OBX-1 Set-ID OBX Il presente campo indica il valore progressivo del segmento all interno della transazione. OBX-2 Value Type Questo campo defisce il datatype utilizzato per comporre il campo OBX-5 (Observation Value). Per i possibili valori fare riferimento alla tabella [HL7 table 0125]. OBX-5 Observation Value Questo campo contiene il documento, formattata secondo il datatype indicato nel campo OBX-2 (value type). Per la trasmissione di documenti viene utilizzato il datatype ED (Encapsuled Data), valorizzato come segue: ED.2 (type of data): indica il tipo di dato presente nel campo ED.5. Per i possibili valori fare riferimento alla tabella [HL7 table 0191]; ED.3 (data subtype): specifica ulteriormente il tipo di dato presente nel campo ED.5. Per i possibili valori fare riferimento alla tabella [HL7 table 0291]; ED.4 (encoding): indica il tipo di codifica utilizzata per trasmettere il documento. Per i possibili valori fare riferimento alla tabella [HL7 table 0299]; ED.5 (data): contiene il documento. OBX-11 Observation Result Status Questo campo riporta lo stato di completamento del documento contenuto nella ripetizione corrente del segmento OBX. Per i possibili valori fare riferimento alla tabella [HL7 table 0085]. SFW\MD04-02 Documentazione tecnica Pagina 14 di 18

15 Tabelle di riferimento HL7 table 0105 Source of comment L Ancillary (filler) department is source of comment Commento generato dal filler P Orderer (placer) is source of comment Commento generato dal placer O Other system is source of comment Commento generato da altri sistemi HL7 table 0085 Observation result status codes interpretation C D F I N O P R S X U W Record coming over is a correction and thus replaces a final result Deletes the OBX record Final results; Can only be changed with a corrected result Specimen in lab; results pending Not asked; used to affirmatively document that the observation identified in the OBX was not sought when the universal service ID in OBR-4 implies that it would be sought Order detail description only (no result) Preliminary results Results entered -- not verified Partial results Results cannot be obtained for this observation Results status change to final without retransmitting results already sent as preliminary. E.g., radiology changes status from preliminary to final Post original as wrong, e.g., transmitted for wrong patient Stato utilizzato per indicare che il referto allegato è firmato digitalmente SFW\MD04-02 Documentazione tecnica Pagina 15 di 18

16 HL7 table 0125 Value Type AD CE CF CK CN CP CX DT Address Coded Entry Coded Element With Formatted Values Composite ID With Check Digit Composite ID And Name Composite Price Extended Composite ID With Check Digit Date ED Encapsulated Data Utilizzato per la trasmissione di documenti FT MO NM PN RP SN ST TM TN TS TX XAD XCN XON XPN XTN Formatted Text (Display) Money Numeric Person Name Reference Pointer Structured Numeric String Data Time Telephone Number Time Stamp (Date & Time) Text Data (Display) Extended Address Extended Composite Name And Number For Persons Extended Composite Name And Number For Organizations Extended Person Name Extended Telecommunications Number HL7 table 0191 Type Of Referenced Data AP AU IM Other application data, typically uninterpreted binary data (HL7 V2.3 and later) Audio data (HL7 V2.3 and later) Image data (HL7 V2.3 and later) multipart MIME multipart package (CDA per 2.5.2) TEXT Machine readable text document (HL7 V2.3.1 and later) SFW\MD04-02 Documentazione tecnica Pagina 16 di 18

17 User-defined table 0270 Document Type REGOP Registro operatorio LAB Referto di laboratorio RAD Referto di radiologia MN Referto di medicina nucleare AMB Referto ambulatoriale EXT Referto esterno Generico HL7 table 0271 Document Completition Status DI DO IP IN PA AU AL Dictated Documented In Progress Incomplete Pre-authenticated Authenticated Legally authenticated HL7 table 0291 Subtype of referenced data BASIC DICOM FAX GIF HTML JOT JPEG Octet-stream PICT PostScript RTF SGML TIFF x-hl7-cda-level-one XML ISDN PCM audio data Digital Imaging and Communications in Medicine Facsimile data Graphics Interchange Format Hypertext Markup Language Electronic ink data (Jot 1.0 standard) Joint Photographic Experts Group Uninterpreted binary data PICT format image data PostScript program Rich Text Format Standard Generalized Markup Language (HL7 V2.3.1 and later) TIFF image data HL7 Clinical Document Architecture Level One document Extensible Markup Language (HL7 V2.3.1 and later) SFW\MD04-02 Documentazione tecnica Pagina 17 di 18

18 HL7 table 0299 Encoding Standard HL7 Specifiche Document Management A Hex Base64 No encoding - data are displayable ASCII characters Hexadecimal encoding - consecutive pairs of hexadecimal digits represent consecutive single octets Encoding as defined by MIME (Multipurpose Internet Mail Extensions) standard RFC Four consecutive ASCII characters represent three consecutive octets of binary data. Base64 utilizes a 65-character subset of US-ASCII, consisting of both the upper and lower case alphabetic characters, digits "0" through 9, +", /", and = Utilizzato per la trasmissione di referti User-defined table 0362 Facility IE-DEGENTI IE-RICHIESTE IE-DEA IPPOCRATE-DEGENTI IPPOCRATE-RICHIESTE IPPOCRATE-DEA User-defined table 0364 Comment Type Value Coding System Description Comment N5 99GPICOMMTYPE Anamnesi DEA [GPI] User-defined table 0004 Patient Class E Emergency Accesso in pronto soccorso I Inpatient Ricovero ordinario O Outpatient Accesso ambulatoriale (accesso diretto da parte di pazienti esterni D Day Hospital Ricovero diurno P Preadmit Prericovero C Postadmit Paziente in regime di prestazioni post ricovero N Not applicable Valore da inserire per I messaggi anagrafici U Unknow Non conosciuto SFW\MD04-02 Documentazione tecnica Pagina 18 di 18

DOCUMENTAZIONE TECNICA

DOCUMENTAZIONE TECNICA DOCUMENTAZIONE TECNICA Standard HL7 Order Entry SPECIFICHE DEI MESSAGGI Redazione: Zanella Gianpaolo Data: 24/02/2010 Archivio : H:\Area_SWSanitari\Progetti\2004-04-03-Standard HL7\[DOCUMENTAZIONE GPI\Order

Dettagli

FSE SPECIFICA DEI REQUISITI DEL PROTOCOLLO DI INTEROPERABILITÀ FRA LA COMPONENTE LOCALE E I DIPARTIMENTALI HL7

FSE SPECIFICA DEI REQUISITI DEL PROTOCOLLO DI INTEROPERABILITÀ FRA LA COMPONENTE LOCALE E I DIPARTIMENTALI HL7 FSE Componente Locale Specifica dei Requisiti del protocollo di interoperabilità fra la Componente Locale e i dipartimentali (modalità HL7 con invio dei documenti clinici) STATO DELLE VARIAZIONI VERSIONE

Dettagli

FSE Componente Locale Specifica dei Requisiti del protocollo di interoperabilità fra la Componente Locale e i dipartimentali

FSE Componente Locale Specifica dei Requisiti del protocollo di interoperabilità fra la Componente Locale e i dipartimentali Pag. 1 di 67 FSE Componente Locale Specifica dei Requisiti del protocollo di interoperabilità fra la Componente Locale e i dipartimentali Pag. 2 di 67 VERSIONE V10 V11 V12 STATO DELLE VERSIONI DESCRIZIONE

Dettagli

DOCUMENTAZIONE TECNICA

DOCUMENTAZIONE TECNICA DOCUMENTAZIONE TECNICA Standard HL7 Patient Administration SPECIFICHE DEI MESSAGGI Redazione: Zanella Gianpaolo Data: 05/07/2011 Archivio : H:\Area_SWSanitari\Progetti\2004-04-03-Standard HL7\[DOCUMENTAZIONE

Dettagli

Documentazione Tecnica di Prodotto

Documentazione Tecnica di Prodotto G.P.I. Gruppo per l Informatica Gestione Query HL7 GPI S.p.A. Via Ragazzi del 99, 13 38100 Trento Tel. 0461-381515 Fax 0461-381599 E-Mail: gpi@gpi.it URL: www.gpi.it Documentazione Tecnica di Prodotto

Dettagli

HL7 Integration Statement. Version: 1.0

HL7 Integration Statement. Version: 1.0 HL7 Integration Statement Version: 1.0 Table of Contents 1 Introduzione...3 1.1 Audience...4 1.2 Nota...4 1.3 Definizioni ed abbreviazioni...4 1.4 Revision History...5 2 Documentazione di riferimento...5

Dettagli

Specifiche integrazione Verticale Erogatore nel SIO

Specifiche integrazione Verticale Erogatore nel SIO Pag.1 ULSS 13 Mirano/Dolo Specifiche integrazione Verticale Pag.2 Versione 1 Variante 13 Modifiche introdotte rispetto a versione precedente 1.13 Aggiunto campo SPM-2 (ID Campione) 1.12 Estesi valori previsti

Dettagli

Servizi Anagrafe Assistiti per MMG/PLS

Servizi Anagrafe Assistiti per MMG/PLS Specifiche Tecniche Servizi Anagrafe Assistiti per MMG/PLS Il presente documento intende fornire la descrizione e le specifiche tecniche necessarie al colloquio fra l Anagrafe Assistiti regionale e i sistemi

Dettagli

Specifiche di Integrazione. HL7 per APC

Specifiche di Integrazione. HL7 per APC Specifiche di Integrazione HL7 per APC Integrazione tramite standard HL7 tra ANAGRAFE PAZIENTI CENTRALIZZATA e sistemi dipartimentali integrati. Versione 4 Gennaio 2011 HL7 per APC v4 Pagina 1 REVISIONI

Dettagli

Il formato MIME. Che cosa è MIME?

Il formato MIME. Che cosa è MIME? Il formato MIME Antonio Lioy < lioy @ polito.it> Politecnico di Torino Dip. Automatica e Informatica Che cosa è MIME? Multipurpose Internet Mail Extensions un formato dati per trasmettere informazioni

Dettagli

A G X S D O C U M E N T. Dafne Portal PRODAT Document Format Flat Version 1.00 27/11/2012. Dafne

A G X S D O C U M E N T. Dafne Portal PRODAT Document Format Flat Version 1.00 27/11/2012. Dafne Dafne Portal PRODAT Document Format Flat Version 1.00 27/11/2012 Dafne IMPORTANT INFORMATION This document is provided to Consorzio Dafne (Dafne) solely for the purpose of its evaluation. The information

Dettagli

La Gestione della Immagini all'interno dei Sistemi Informativi Sanitari

La Gestione della Immagini all'interno dei Sistemi Informativi Sanitari Appuntamenti a Fisica Gestione delle Immagini in Medicina La Gestione della Immagini all'interno dei Sistemi Informativi Sanitari Andrea Bo Sistemi Informativi A.O. Ordine Mauriziano Il Sistema Informativo

Dettagli

1 Premessa. Allegato al capitolato speciale di gara

1 Premessa. Allegato al capitolato speciale di gara Allegato al capitolato speciale di gara Specifiche Funzionali di Integrazione con il Sistema Informativo dell APSS Il presente documento definisce le specifiche funzionali che devono essere soddisfatte

Dettagli

Modulo 1: Posta elettronica

Modulo 1: Posta elettronica Contenuti Architettura di Internet Principi di interconnessione e trasmissione World Wide Web Posta elettronica Motori di ricerca Tecnologie delle reti di calcolatori Servizi Internet (come funzionano

Dettagli

PIATTAFORMA DATI ESTERNI APPLICAZIONE PDE

PIATTAFORMA DATI ESTERNI APPLICAZIONE PDE PIATTAFORMA DATI ESTERNI APPLICAZIONE PDE Implementation Guide INDICE Implementation Guide... 1 1 INTRODUZIONE... 2 1.1 Scopo del documento... 2 1.2 Applicabilità... 2 1.3 Glossario... 2 2 FORMATO DEGLI

Dettagli

FTP NAV - Guida tecnica FTP NAV - Technical Guide

FTP NAV - Guida tecnica FTP NAV - Technical Guide 12 MAR 2009 FTP NAV - Guida tecnica FTP NAV - Technical Guide 1 FTP NAV Borsa Italiana Lodon Stock Exchange Group Sommario - Contents Introduzione - Introduction... 3 Specifiche Tecniche Technical Specifications...

Dettagli

L NFORMATICA APPLICATA ALLA RADIOLOGIA. Anna Angeloni

L NFORMATICA APPLICATA ALLA RADIOLOGIA. Anna Angeloni L NFORMATICA APPLICATA ALLA RADIOLOGIA Anna Angeloni Gli strumenti utilizzati in radiologia digitale Modalità digitali Rete telematica ( LAN) Applicativo per la gestione della cartella radiologica (RIS)

Dettagli

Clinical Document Architecture (CDA)

Clinical Document Architecture (CDA) Clinical Document Architecture (CDA) Occorre strutturare un referto? interoperabilità!!! i sistemi di laboratorio sono sempre più calati in contesti integrati, la parola d ordine d è INTEROPERABILITÀ...

Dettagli

TNCguide OEM Informativa sull introduzione di documentazione aggiuntiva nella TNCguide

TNCguide OEM Informativa sull introduzione di documentazione aggiuntiva nella TNCguide Newsletter Application 4/2007 OEM Informativa sull introduzione di documentazione aggiuntiva nella APPLICABILITÀ: CONTROLLO NUMERICO itnc 530 DA VERSIONE SOFTWARE 340 49x-03 REQUISITI HARDWARE: MC 420

Dettagli

Contratto ad esecuzione periodica e continuativa. Contratto di fornitura di beni e servizi

Contratto ad esecuzione periodica e continuativa. Contratto di fornitura di beni e servizi AZIENDA OSPEDALIERA REGIONALE SAN CARLO Via Potito Petrone 85100 Potenza Telefono 0971612677 Fax 0971612551 e-mail: provveditore@ospedalesancarlo.it Codice Fiscale e Partita IVA 01186830764 Contratto ad

Dettagli

Posta elettronica DEFINIZIONE

Posta elettronica DEFINIZIONE DEFINIZIONE E-mail o posta elettronica è un servizio Internet di comunicazione bidirezionale che permette lo scambio uno a uno oppure uno a molti di messaggi attraverso la rete Un messaggio di posta elettronica

Dettagli

Protocolli applicativi: FTP

Protocolli applicativi: FTP Protocolli applicativi: FTP FTP: File Transfer Protocol. Implementa un meccanismo per il trasferimento di file tra due host. Prevede l accesso interattivo al file system remoto; Prevede un autenticazione

Dettagli

INFORMATICA DISTRIBUITA. prof. Carlo Bellettini. lez7 email (cont)

INFORMATICA DISTRIBUITA. prof. Carlo Bellettini. lez7 email (cont) INFORMATICA DISTRIBUITA prof. lez7 email (cont) Università degli Studi di Milano Scienze e Tecnologie della Comunicazione Musicale a.a. 2009-2010 Header settabili dall utente From Sender Reply-to To Cc

Dettagli

Email. E-mail: SMTP, POP, IMAP. E-Mail: mail server. E-Mail: smtp [RFC 821] Tre componenti: user agent mail server simple mail transfer protocol: smtp

Email. E-mail: SMTP, POP, IMAP. E-Mail: mail server. E-Mail: smtp [RFC 821] Tre componenti: user agent mail server simple mail transfer protocol: smtp E-:, POP, IMAP E Tre componenti: simple transfer protocol: smtp User Agent Funzionalità: per leggere, editare ed inviare Eudora, Outlook, Pine, MacMail Messaggi sono memorizzati nel outgoing message queue

Dettagli

Request for Transfer MT101 (SWIFT) Manuale e guida alla formattazione

Request for Transfer MT101 (SWIFT) Manuale e guida alla formattazione Request for Transfer MT101 (SWIFT) Manuale e guida alla formattazione 460.47 it (pf.ch/dok.pf/) 11.2014 PF Manuale Request for Transfer MT101 (SWIFT) Versione novembre 2014 1/10 Assistenza alla clientela

Dettagli

13-03-2013. Introduzione al Semantic Web Linguaggi per la rappresentazione di ontologie. L idea del Semantic Web.

13-03-2013. Introduzione al Semantic Web Linguaggi per la rappresentazione di ontologie. L idea del Semantic Web. Corso di Ontologie e Semantic Web Linguaggi per la rappresentazione di ontologie Prof. Alfio Ferrara, Prof. Stefano Montanelli Definizioni di Semantic Web Rilievi critici Un esempio Tecnologie e linguaggi

Dettagli

Corsi di Laurea Magistrale/ Master Degree Programs

Corsi di Laurea Magistrale/ Master Degree Programs Corsi di Laurea Magistrale/ Master Degree Programs Studenti iscritti al I anno (immatricolati nell a.a. 2014-2015 / Students enrolled A. Y. 2014-2015) Piano di studi 17-27 Novembre 2014 (tramite web self-service)

Dettagli

Reti di Calcolatori:

Reti di Calcolatori: Reti di Calcolatori: Internet, Intranet e Mobile Computing a.a. 2007/2008 http://www.di.uniba.it/~lisi/courses/reti/reti0708.htm dott.ssa Francesca A. Lisi lisi@di.uniba.it Orario di ricevimento: mercoledì

Dettagli

Sezione 1 / Section 1. Elementi d identità: il marchio Elements of identity: the logo

Sezione 1 / Section 1. Elementi d identità: il marchio Elements of identity: the logo Sezione 1 / Section 1 2 Elementi d identità: il marchio Elements of identity: the logo Elements of identity: the logo Indice 2.01 Elementi d identità 2.02 Versioni declinabili 2.03 Versioni A e A1, a colori

Dettagli

Universal Resource Identifier (URI) Autore slide: Fabio Vitali

Universal Resource Identifier (URI) Autore slide: Fabio Vitali Universal Resource Identifier (URI) Autore slide: Fabio Vitali 1 Introduzione Esaminiamo: Gli Universal Resource Identifier (URI) 2 URI Gli URI (Universal Resource Identifier) sono una sintassi usata in

Dettagli

FSE SPECIFICA DEI REQUISITI DEL PROTOCOLLO DI INTEROPERABILITÀ FRA LA COMPONENTE LOCALE E I DIPARTIMENTALI - XML

FSE SPECIFICA DEI REQUISITI DEL PROTOCOLLO DI INTEROPERABILITÀ FRA LA COMPONENTE LOCALE E I DIPARTIMENTALI - XML FSE Componente Locale Specifica dei Requisiti del protocollo di interoperabilità fra la Componente Locale e i dipartimentali per l interscambio dati in XML (modalità XML senza invio dei documenti clinici)

Dettagli

SMS Gateway interfaccia HTTP

SMS Gateway interfaccia HTTP SMS Gateway interfaccia HTTP Versione 2.3.0 2001, 2002, 2003, 2004 GlobalSms.it www.globalsms.it 1 1 Introduzione 1.1 Sommario Solo gli utenti autorizzati hanno accesso al nostro SMS Gateway e possono

Dettagli

Esempi di applicazioni internet. WEB Trasferimento File Posta Elettronica Sistema dei nomi di dominio (DNS)

Esempi di applicazioni internet. WEB Trasferimento File Posta Elettronica Sistema dei nomi di dominio (DNS) Esempi di applicazioni internet WEB Trasferimento File Posta Elettronica Sistema dei nomi di dominio (DNS) 17 Il Web: terminologia Pagina Web: consiste di oggetti indirizzati da un URL (Uniform Resource

Dettagli

MANUALE UTENTE MODULO ESPANSIONE TASTI MANUALE UTENTE MANUALE UTENTE Descrizione Il modulo fornisce al telefono VOIspeed V-605 flessibilità e adattabilità, mediante l aggiunta di trenta tasti memoria facilmente

Dettagli

OFFICE PRODUCTS CRF 4050

OFFICE PRODUCTS CRF 4050 DIVISIONE PRODOTTI / PIANIFICAZIONE E LOGISTICA OFFICE PRODUCTS CRF 4050 (VERSIONE OLIVETTI) (VERSIONE UNDERWOOD) PROGETTO DI GESTIONE ` CHECKED by : M.T. BERTOLINO APPROVED by : S.GIORDANO TEL. 529416

Dettagli

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011]

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] 2 Esegui il login: ecco la nuova Home page per il portale servizi. Log in: welcome to the new Peg Perego Service site. Scegli il servizio selezionando

Dettagli

ProgettoSMS. Manuale Gateway Web Services

ProgettoSMS. Manuale Gateway Web Services ProgettoSMS Manuale Gateway Web Services Indice Indice... 2 Introduzione... 3 http Web Services... 4 Risposta... 4 Descrizione delle costanti... 5 AnswerRecipientType... 5 ErrorID... 5 ProtocolType...

Dettagli

OFFICE PRODUCTS RCF 150 T

OFFICE PRODUCTS RCF 150 T DIVISIONE PRODOTTI / PIANIFICAZIONE E LOGISTICA OFFICE PRODUCTS RCF 150 T (CRF 4050 TERMICO versione T.A.) (CRF 4050 TERMICO versione ROYAL) PROGETTO DI GESTIONE ` CHECKED by : M.T. BERTOLINO APPROVED

Dettagli

HTTP. Hyper Text Transfer Protocol HTTP

HTTP. Hyper Text Transfer Protocol HTTP Hyper Text Transfer Protocol Protocollo di livello applicativo per sistemi di informazione distribuiti, collaborativi ed ipermediali. Viene utilizzato dal web server e dal client per comunicare Si colloca

Dettagli

Il Fascicolo Sanitario Elettronico della Regione Autonoma della Sardegna: stato dell arte ed evoluzione

Il Fascicolo Sanitario Elettronico della Regione Autonoma della Sardegna: stato dell arte ed evoluzione Verso la cartella clinica elettronica: standard internazionali e piattaforme aperte in informatica sanitaria Il Fascicolo Sanitario Elettronico della Regione Autonoma della Sardegna: stato dell arte ed

Dettagli

EDI Manuale Sistemista. EDI Manuale Sistemista

EDI Manuale Sistemista. EDI Manuale Sistemista EDI Manuale Sistemista Paragrafo-Pagina di Pagine 1-1 di 12 Versione 44 del 11/11/2011 SOMMARIO 1 A Chi è destinato... 1-3 2 Pre requisiti... 2-3 3 Obiettivi... 3-3 4 Durata della formazione... 4-3 5 Introduzione

Dettagli

Health Level Seven (HL7)

Health Level Seven (HL7) Health Level Seven () (http://www.hl7.org/, http://www.hl7italia.it/) 1 Perché nasce? 1 Reparto come avviene lo scambio di informazioni tra reparti? 2 Reparto documentazione storia clinica pregressa Lettera

Dettagli

PROGRAMMA BBARIANNADISTR (BLACK BOX PER I DISTRIBUTORI)

PROGRAMMA BBARIANNADISTR (BLACK BOX PER I DISTRIBUTORI) ARIANNA PROGRAMMA BBARIANNADISTR (BLACK BOX PER I DISTRIBUTORI) VERSIONE 1.03 GUIDA DI RIFERIMENTO Primo rilascio documento: aprile 2005 Ultima revisione documento: maggio 2006 ELENCO DELLE PRINCIPALI

Dettagli

Inserttags. Inserimento di contenuti dinamici nello sviluppo di siti web

Inserttags. Inserimento di contenuti dinamici nello sviluppo di siti web Inserimento di contenuti dinamici nello sviluppo di siti web Dov'è possibile utilizzare i tags? Elemento Testo Elemento Hyperlink Elemento Html Nei form All'interno dei moduli All'interno dei template

Dettagli

RAPPORTO DI PROVA TEST REPORT. KONTROLDRY mod. 20. KONTROLDRY mod. 20

RAPPORTO DI PROVA TEST REPORT. KONTROLDRY mod. 20. KONTROLDRY mod. 20 RAPPORTO DI PROVA TEST REPORT Verifica dei campi magnetici ed elettrici non ionizzanti su KONTROLDRY mod. 20 EMF tests on KONTROLDRY mod. 20 Richiedente (Customer): - Ente/Società (Dept./Firm): S.K.M.

Dettagli

UDP. Livello di Trasporto. Demultiplexing dei Messaggi. Esempio di Demultiplexing

UDP. Livello di Trasporto. Demultiplexing dei Messaggi. Esempio di Demultiplexing a.a. 2002/03 Livello di Trasporto UDP Descrive la comunicazione tra due dispositivi Fornisce un meccanismo per il trasferimento di dati tra sistemi terminali (end user) Prof. Vincenzo Auletta auletta@dia.unisa.it

Dettagli

L accesso alla Cochrane è consentito solo dal PC collegati alla rete della struttura tramite controllo dell indirizzo IP.

L accesso alla Cochrane è consentito solo dal PC collegati alla rete della struttura tramite controllo dell indirizzo IP. La Cochrane Library è il principale prodotto della Cochrane Collaboration. Si tratta di un Database che raccoglie tutte le revisioni sitematiche (RS) prodotte dalla Cochrane Collaboration ed i protocolli

Dettagli

BOZZA. Protocollo di comunicazione tra il Sistema informatico integrato della Sala Bingo ed il Sistema centrale di AAMS per il Bingo di Sala (PBDS)

BOZZA. Protocollo di comunicazione tra il Sistema informatico integrato della Sala Bingo ed il Sistema centrale di AAMS per il Bingo di Sala (PBDS) BOZZA Protocollo di comunicazione tra il Sistema informatico integrato della Sala Bingo ed il Sistema centrale di AAMS per il Bingo di Sala (PBDS) PBDS (BOZZA) del 28 settembre 2012 Pag. 2 di 34 Indice

Dettagli

Reti e Sistemi per l Automazione MODBUS. Stefano Panzieri Modbus - 1

Reti e Sistemi per l Automazione MODBUS. Stefano Panzieri Modbus - 1 MODBUS Stefano Panzieri Modbus - 1 La Storia Diventa uno STANDARD nel 1979 Nato come protocollo di comunicazione SERIALE si è successivamente adattato alle specifiche TCP/IP Permette una comunicazione

Dettagli

Classification of Financial Instrument(CFI)] quotazione si /no indicatore eventuale della quotazione

Classification of Financial Instrument(CFI)] quotazione si /no indicatore eventuale della quotazione Allegato 2 TRACCIATO DATI PER ANAGRAFICHE TITOLI INTERMEDIARI Per uniformare l invio delle informazioni sui titoli trattati presso gli internalizzatori sistematici si propone l invio di un file in formato

Dettagli

Parte II: Reti di calcolatori Lezione 9

Parte II: Reti di calcolatori Lezione 9 Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2014-15 Parte II: Reti di calcolatori Lezione 9 Giovedì 2-04-2015 1 Come per una pagina Web, anche

Dettagli

Architettura Connettore Alfresco Share

Architettura Connettore Alfresco Share Direzione Sistemi Informativi Portale e Orientamento Allegato n. 2 al Capitolato Tecnico Indice Architettura Connettore Alfresco Share 1. Architettura del Connettore... 3 1.1 Componente ESB... 4 1.2 COMPONENTE

Dettagli

Livello Applicazione. Davide Quaglia. Motivazione

Livello Applicazione. Davide Quaglia. Motivazione Livello Applicazione Davide Quaglia 1 Motivazione Nell'architettura ibrida TCP/IP sopra il livello trasporto esiste un unico livello che si occupa di: Gestire il concetto di sessione di lavoro Autenticazione

Dettagli

SMS-Bulk Gateway interfaccia HTTP

SMS-Bulk Gateway interfaccia HTTP SMS-Bulk Gateway interfaccia HTTP Versione 2.3.1 2001-2014 SmsItaly.Com 1 1 Introduzione 1.1 Sommario Solo gli utenti autorizzati hanno accesso al nostro SMS Gateway e possono trasmettere messaggi SMS

Dettagli

Specifiche Tecniche di trasmissione fattura al Portale Amministrativo Fornitori Eni

Specifiche Tecniche di trasmissione fattura al Portale Amministrativo Fornitori Eni di trasmissione fattura al Portale di trasmissione fattura al Portale Revisione : 00 Data creazione : 29/02/2016 Data revisione : Revisioni : Rev. Riferimento Descrizione Data Autore 00 Specifiche Tecniche

Dettagli

Definizione delle interfacce di colloquio fra le componenti

Definizione delle interfacce di colloquio fra le componenti Definizione delle interfacce di colloquio fra le componenti (integrazione documento) 1 DOCUMENTO:. 1.2 Emesso da: EMISSIONE VERIFICA APPROVAZIONE Nome firma Verificato da: Approvato da: Area ISIC LISTA

Dettagli

Integrazione delle tecniche di imaging in ambiente ospedaliero Intranet

Integrazione delle tecniche di imaging in ambiente ospedaliero Intranet UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali Corso di Laurea in Scienze dell Informazione Integrazione delle tecniche di imaging in ambiente ospedaliero Intranet

Dettagli

SMSPortal. SMS-Gateway interfaccia SMTP. Versione 1.0.0. 2004, 2005, 2006 SMSPortal. Digitel Mobile Srl Via Raffaello, 77 65124 Pescara (Italy)

SMSPortal. SMS-Gateway interfaccia SMTP. Versione 1.0.0. 2004, 2005, 2006 SMSPortal. Digitel Mobile Srl Via Raffaello, 77 65124 Pescara (Italy) SMS-Gateway interfaccia SMTP Versione 1.0.0 2004, 2005, 2006 SMSPortal 1 1 Introduzione 1.1 Sommario Solo gli utenti autorizzati hanno accesso al nostro SMS Gateway e possono trasmettere messaggi SMS attraverso

Dettagli

REGISTRATION GUIDE TO RESHELL SOFTWARE

REGISTRATION GUIDE TO RESHELL SOFTWARE REGISTRATION GUIDE TO RESHELL SOFTWARE INDEX: 1. GENERAL INFORMATION 2. REGISTRATION GUIDE 1. GENERAL INFORMATION This guide contains the correct procedure for entering the software page http://software.roenest.com/

Dettagli

4 - Il livello di trasporto

4 - Il livello di trasporto Università di Bergamo Dipartimento di Ingegneria Gestionale e dell Informazione 4 - Il livello di trasporto Architetture e Protocolli per Internet Servizio di trasporto il livello di trasporto ha il compito

Dettagli

Il protocollo IP (Internet Protocol)

Il protocollo IP (Internet Protocol) Politecnico di Milano Advanced Network Technologies Laboratory Il protocollo IP (Internet Protocol) -Servizi offerti da IP -Formato del pacchetto IP 1 Il servizio di comunicazione offerto da IP Connectionless

Dettagli

UNIVERSITÀ - OSPEDALE di PADOVA MEDICINA NUCLEARE 1. Lezione 10: Grafica Vettoriale - Interfile. D. Cecchin, F. Bui. Vettoriale definizione

UNIVERSITÀ - OSPEDALE di PADOVA MEDICINA NUCLEARE 1. Lezione 10: Grafica Vettoriale - Interfile. D. Cecchin, F. Bui. Vettoriale definizione UNIVERSITÀ - OSPEDALE di PADOVA MEDICINA NUCLEARE 1 Lezione 10: Grafica Vettoriale - Interfile D. Cecchin, F. Bui Vettoriale definizione Il formato vettoriale sfrutta formule matematiche per rappresentare

Dettagli

Introduzione. Dicom in Oracle 11g: gestione e vantaggi

Introduzione. Dicom in Oracle 11g: gestione e vantaggi Introduzione Dicom in Oracle 11g: gestione e vantaggi Agenda Lo scenario del sistema sanitario moderno Cosa è DICOM? Gestione in Oracle dei dati DICOM Vantaggi Lo scenario Per molti anni utilizzo di carta

Dettagli

UNIVERSITÀ - OSPEDALE di PADOVA MEDICINA NUCLEARE 1. Lezione 12: Nozioni su IHE. D. Cecchin, F. Bui DEFINIZIONI : IHE

UNIVERSITÀ - OSPEDALE di PADOVA MEDICINA NUCLEARE 1. Lezione 12: Nozioni su IHE. D. Cecchin, F. Bui DEFINIZIONI : IHE UNIVERSITÀ - OSPEDALE di PADOVA MEDICINA NUCLEARE 1 Lezione 12: Nozioni su IHE D. Cecchin, F. Bui DEFINIZIONI : IHE IHE (Integrating the Healthcare Enterprise) e un progetto internazionale che ha lo scopo

Dettagli

RELAZIONE SCRITTA RELATIVA AL PROGRAMMA DI GESTIONE TABELLA ATTORI

RELAZIONE SCRITTA RELATIVA AL PROGRAMMA DI GESTIONE TABELLA ATTORI Nicoletta Barbaro 4C Mercurio TRACCIA DEL PROBLEMA: RELAZIONE SCRITTA RELATIVA AL PROGRAMMA DI GESTIONE TABELLA ATTORI Un'azienda che distribuisce film in formato dvd chiede ad una software house(4c mercurio)

Dettagli

Richiesta di licenza di matrimonio (Marriage License Request)

Richiesta di licenza di matrimonio (Marriage License Request) Richiesta di licenza di matrimonio (Marriage License Request) Il presente documento contiene la traduzione della domanda online per la licenza o permesso di matrimonio. Per ricevere assistenza tecnica,

Dettagli

CAMBIO DATI PERSONALI - Italy

CAMBIO DATI PERSONALI - Italy CAMBIO DATI PERSONALI - Italy Istruzioni Per La Compilazione Del Modulo / Instructions: : Questo modulo è utilizzato per modificare i dati personali. ATTENZIONE! Si prega di compilare esclusivamente la

Dettagli

User Guide Guglielmo SmartClient

User Guide Guglielmo SmartClient User Guide Guglielmo SmartClient User Guide - Guglielmo SmartClient Version: 1.0 Guglielmo All rights reserved. All trademarks and logos referenced herein belong to their respective companies. -2- 1. Introduction

Dettagli

Provider e Mail server

Provider e Mail server Il servizio di elettronica Provider e Mail server Il servizio di elettronica o e-mail nasce per scambiarsi messaggi di puro testo o altri tipi di informazioni (file di immagini, video, ecc.) fra utenti

Dettagli

Manuale utente del servizio di Posta Elettronica Certificata

Manuale utente del servizio di Posta Elettronica Certificata 27 Ottobre 26 Manuale utente del servizio di Posta Elettronica Certificata Pagina 1 di 5 27 Ottobre 26 TABELLA DELLE VERSIONI Versione Data Paragrafo Descrizione delle modifiche apportate 1A 7-8-22 Tutti

Dettagli

Introduzione Kerberos. Orazio Battaglia

Introduzione Kerberos. Orazio Battaglia Orazio Battaglia Il protocollo Kerberos è stato sviluppato dal MIT (Massachusetts Institute of Tecnology) Iniziato a sviluppare negli anni 80 è stato rilasciato come Open Source nel 1987 ed è diventato

Dettagli

a cura di Maria Finazzi

a cura di Maria Finazzi Esercitazioni di XML a cura di Maria Finazzi (11-19 gennaio 2007) e-mail: maria.finazzi@unipv.it pagine web: Il trattamento dell'informazione Testo a stampa: Come

Dettagli

CIRCOLARE 7 maggio 2001, n. AIPA/CR/28

CIRCOLARE 7 maggio 2001, n. AIPA/CR/28 CIRCOLARE 7 maggio 2001, n. AIPA/CR/28 Articolo 18, comma 2, del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 31 ottobre 2000, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale 21 novembre 2000, n. 272, recante

Dettagli

Reti di Calcolatori. Master "Bio Info" Reti e Basi di Dati Lezione 2

Reti di Calcolatori. Master Bio Info Reti e Basi di Dati Lezione 2 Reti di Calcolatori Sommario Software di rete TCP/IP Livello Applicazione Http Livello Trasporto (TCP) Livello Rete (IP, Routing, ICMP) Livello di Collegamento (Data-Link) I Protocolli di comunicazione

Dettagli

Allegato A (PGDA) Versione 2

Allegato A (PGDA) Versione 2 Allegato A Protocollo di comunicazione tra Sistema di elaborazione dei Concessionari e il Sistema centrale di Aams da adottarsi per l esercizio dei giochi di abilità, nonché dei giochi di sorte a quota

Dettagli

Sistemi Digitali per le Radiologie RIS & PACS

Sistemi Digitali per le Radiologie RIS & PACS Sistemi Digitali per le Radiologie RIS & PACS dr.ssa Michelina Graziano Responsabile Tecnologico di Sistema ASP di Cosenza Sistemi Digitali per le Radiologie RIS &PACS L avvento dell imaging diagnostico

Dettagli

Parte II: Reti di calcolatori Lezione 7

Parte II: Reti di calcolatori Lezione 7 Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2013-14 Pietro Frasca Parte II: Reti di calcolatori Lezione 7 Martedì 25-03-2014 1 Il protocollo FTP

Dettagli

PRESENTAZIONE DI UN SMS AL GATEWAY

PRESENTAZIONE DI UN SMS AL GATEWAY Interfaccia Full Ascii Con questa interfaccia è possibile inviare i dati al Server utilizzando solo caratteri Ascii rappresentabili e solo i valori che cambiano tra un sms e l altro, mantenendo la connessione

Dettagli

SERVIZIO FIPH CLOUD FAX

SERVIZIO FIPH CLOUD FAX SERVIZIO FIPH CLOUD FAX Numero documento: 119/a versione 1.1 Data : 03/11/2011 Oggetto: Redattore documento: VIS 2.0 GoFax Bagnara Massimiliano Sommario Ricezione fax... 2 Invio di un FAX... 3 Invio di

Dettagli

TITOLO DIGITALE. Come da Unico16042008.dtd nel plico XML potrà essere inserito il titolo digitale:

TITOLO DIGITALE. Come da Unico16042008.dtd nel plico XML potrà essere inserito il titolo digitale: TITOLO DIGITALE Come da Unico16042008.dtd nel plico XML potrà essere inserito il titolo digitale:

Dettagli

Copyright 2012 Binary System srl 29122 Piacenza ITALIA Via Coppalati, 6 P.IVA 01614510335 - info@binarysystem.eu http://www.binarysystem.

Copyright 2012 Binary System srl 29122 Piacenza ITALIA Via Coppalati, 6 P.IVA 01614510335 - info@binarysystem.eu http://www.binarysystem. CRWM CRWM (Web Content Relationship Management) has the main features for managing customer relationships from the first contact to after sales. The main functions of the application include: managing

Dettagli

INTEGRAZIONE FRA SISTEMI INFORMATICI AZIENDALI ED eris Integration Platform di EXPRIVIA

INTEGRAZIONE FRA SISTEMI INFORMATICI AZIENDALI ED eris Integration Platform di EXPRIVIA INTEGRAZIONE FRA SISTEMI INFORMATICI AZIENDALI ED eris Integration Platform di EXPRIVIA 1 1. Note... 5 1.1. Revisioni documento... 5 1.2. Finalità del documento... 7 1.3. Modalità di comunicazione... 7

Dettagli

MANUALE UTENTE FORMULA PEC

MANUALE UTENTE FORMULA PEC MANUALE UTENTE FORMULA PEC Stampato il 03/12/10 16.22 Pagina 1 di 22 REVISIONI Revisione n : 00 Data Revisione: 01/04/2010 Descrizione modifiche: Nessuna modifica Motivazioni: Prima stesura Stampato il

Dettagli

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Under the Patronage of Comune di Portofino Regione Liguria 1ST INTERNATIONAL OPERA SINGING COMPETITION OF PORTOFINO from 27th to 31st July 2015 MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Direzione artistica

Dettagli

Allegato A. Specifiche tecniche per la trasmissione telematica Modello 770/2010 Semplificato

Allegato A. Specifiche tecniche per la trasmissione telematica Modello 770/2010 Semplificato Allegato A Specifiche tecniche per la trasmissione telematica Modello 770/2010 Semplificato Specifiche tecniche modello 770 semplificato 2010 Allegato A CONTENUTO E CARATTERISTICHE TECNICHE DEI DATI DELLE

Dettagli

La prima applicazione Java. Creazione di oggetti - 1. La prima applicazione Java: schema di esecuzione. Gianpaolo Cugola - Sistemi Informativi in Rete

La prima applicazione Java. Creazione di oggetti - 1. La prima applicazione Java: schema di esecuzione. Gianpaolo Cugola - Sistemi Informativi in Rete La prima applicazione Java Programma MyFirstApplication Il programma visualizza una finestra vuota sullo schermo. Importo il package delle classi usate nel seguito. Dichiaro la classe MyFirstApplication

Dettagli

P03_S50AT01_Manuale Fax2Mail Rev 02 del 11/04/2013. Manuale Fax2Mail-Guida all uso

P03_S50AT01_Manuale Fax2Mail Rev 02 del 11/04/2013. Manuale Fax2Mail-Guida all uso -Guida all uso PREMESSA La soluzione Fax2Mail di TWT è un servizio che permette di inviare e ricevere fax via email, attraverso l associazione di un indirizzo di posta elettronica e un numero di fax. Esistono

Dettagli

DICHIARAZIONE DI RESPONSABILITÀ

DICHIARAZIONE DI RESPONSABILITÀ - 0MNSWK0082LUA - - ITALIANO - DICHIARAZIONE DI RESPONSABILITÀ Il produttore non accetta responsabilità per la perdita di dati, produttività, dispositivi o qualunque altro danno o costo associato (diretto

Dettagli

INDICE. DATEX il manuale edizione aprile 2011

INDICE. DATEX il manuale edizione aprile 2011 DATEX MANUALE INDICE INDICE... 1 INTRODUZIONE... 2 PRINCIPALI CARATTERISTICHE... 3 IL PRIMO COLLEGAMENTO... 4 INTERFACCIA... 5 DEFINIZIONE DELLE OPERAZIONI E DEI PROFILI... 6 INGRESSO CON PASSWORD NEL

Dettagli

Portale Materiali Grafiche Tamburini. Grafiche Tamburini Materials Portal

Portale Materiali Grafiche Tamburini. Grafiche Tamburini Materials Portal Portale Materiali Grafiche Tamburini Documentazione utente italiano pag. 2 Grafiche Tamburini Materials Portal English user guide page 6 pag. 1 Introduzione Il Portale Materiali è il Sistema Web di Grafiche

Dettagli

Scenario reale di integrazione anagrafica in un Sistema Informativo Ospedaliero, tra contraddizioni e criticità, fra i sistemi CUP -RIS e

Scenario reale di integrazione anagrafica in un Sistema Informativo Ospedaliero, tra contraddizioni e criticità, fra i sistemi CUP -RIS e Scenario reale di integrazione anagrafica in un Sistema Informativo Ospedaliero, tra contraddizioni e criticità, fra i sistemi CUP -RIS e l'anagrafica centrale. Con le tecnologie Hardware e Software attualmente

Dettagli

EHR e Cambiamento in Sanità (1) dei rete dei servizi

EHR e Cambiamento in Sanità (1) dei rete dei servizi EHR e Cambiamento in Sanità (1) A livello internazionale viene confermato un trend nella riorganizzazione dei sistemi sanitari secondo logiche di creazione di reti di servizi nelle quali un insieme di

Dettagli

Web Service medra per la gestione DOI

Web Service medra per la gestione DOI Web Service medra per la gestione DOI Versione documento: 1.0 Data creazione: 23 dicembre 2010 Data ultima modifica: 14 maggio 2012 1. Introduzione...2 2. medra WS...2 2.1. Operation UPLOAD...2 2.2. Operation

Dettagli

FSE Fascicolo Sanitario Elettronico

FSE Fascicolo Sanitario Elettronico FSE Fascicolo Sanitario Elettronico Pagina 1 di 19 STATO DELLE VARIAZIONI VERSIONE PARAGRAFO O DESCRIZIONE DELLA VARIAZIONE PAGINA 1 Tutto il documento Versione iniziale del documento Pagina 2 di 19 Sommario

Dettagli

ENPCOM European network for the promotion of the Covenant of Mayors

ENPCOM European network for the promotion of the Covenant of Mayors ENPCOM European network for the promotion of the Covenant of Mayors Censimento e monitoraggio dei consumi energetici e comportamento dei cittadini Controllo Energetico dei Consumi degli Edifici Monitoraggio

Dettagli

AccuRead OCR. Guida dell'amministratore

AccuRead OCR. Guida dell'amministratore AccuRead OCR Guida dell'amministratore Aprile 2015 www.lexmark.com Sommario 2 Sommario Panoramica...3 Applicazioni supportate...3 Formati e lingue supportate...4 Prestazioni dell'ocr...4 Documenti di esempio...6

Dettagli

Sistemi informativi in sanità. Dai dati alla gestione dei processi

Sistemi informativi in sanità. Dai dati alla gestione dei processi Sistemi informativi in sanità Dai dati alla gestione dei processi Il ciclo diagnostico/terapeutico Dati Osservazione Informazione Paziente Decisione Terapia Piano Diagnosi Sanità in Lombardia La ASL riceve

Dettagli

Laboratorio di Amministrazione di Sistema (CT0157) parte A : domande a risposta multipla

Laboratorio di Amministrazione di Sistema (CT0157) parte A : domande a risposta multipla Laboratorio di Amministrazione di Sistema (CT0157) parte A : domande a risposta multipla 1. Which are three reasons a company may choose Linux over Windows as an operating system? (Choose three.)? a) It

Dettagli

Interfaccia Web per customizzare l interfaccia dei terminali e

Interfaccia Web per customizzare l interfaccia dei terminali e SIP - Session Initiation Protocol Il protocollo SIP (RFC 2543) è un protocollo di segnalazione e controllo in architettura peer-to-peer che opera al livello delle applicazioni e quindi sviluppato per stabilire

Dettagli