Document Management. Modulistica on line, Modulistica, Pratiche, Guide normative, Servizi.

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Document Management. Modulistica on line, Modulistica, Pratiche, Guide normative, Servizi."

Transcript

1 Document Management Modulistica on line, Modulistica, Pratiche, Guide normative, Servizi. azienda con sistema qualità certificato ISO 9001:2000 Maggioli Modulgrafica via Emilia, Santarcangelo di Romagna (RN) tel fax

2 Amministrazione e Personale WWW modulisticaonline.it pratiche complete guide operative regolamenti formulari in un click! IL PRIMO SERVIZIO DI MODULISTICA ON LINE ACQUISTABILE IN ABBONAMENTO! L abbonamento può essere annuale o triennale. Cosa offre Modulistica, pratiche complete, guide operative, regolamenti e formulari per le singole aree tematiche, suddivisi per procedimenti amministrativi. Come si accede al servizio: in un click! Basta collegarsi al sito cliccando sul bottone corrispondente all area di interesse e digitare il proprio codice di abilitazione. Il sito ha un interfaccia semplice e intuitiva e non richiede alcuna installazione software. Caratteristiche dei singoli prodotti ogni prodotto è funzionale, affidabile e conveniente ogni prodotto viene tempestivamente aggiornato ad ogni modifica legislativa ogni prodotto è acquistabile in abbonamento annuale o triennale ogni prodotto è personalizzabile e stampabile senza limitazione 47

3 le principali funzioni del servizio Dati generali dell Ente Questa funzione consente di digitare solo una volta tutti i dati generali dell Ente, che vengono inseriti automaticamente nei moduli, in tutti i campi in cui questi sono richiesti: Sindaco, Segretario Comunale, Responsabile del Servizio. Avvisi Il prodotto viene tempestivamente aggiornato ad ogni modifica normativa. La Funzione avvisi elenca i moduli aggiornati e quelli aggiunti a implementazione del prodotto. Riferimenti normativi Ogni prodotto riporta integralmente la normativa di riferimento. newsletter Un pratico servizio di newsletter allerta sulle modifiche e i cambiamenti normativi intervenuti. Ricerca rapida del prodotto per parola chiave Digitando una o più parole chiave è possibile ricercare i prodotti presenti in tutte le aree tematiche del servizio che contengono quella/e parola/e. All interno di ogni modulo è possibile ricercare i contenuti per parola chiave tramite la funzione trova. 48

4 A2751INF NOVITÀ A2755INF Maggioli Modulgrafica Amministrazione generale CODICE DELL AMMINISTRAZIONE DIGITALE Guida al digitale Strumenti per la gestione informatica e la dematerializzazione dei documenti Raccolta di guide, a cura di Stefano Pigliapoco L opera si compone di n. 5 manuali disponibili anche singolarmente: Il manuale di gestione dei documenti: guida alla regolamentazione delle attività di gestione dei documenti dell Ente locale Guida con Cd-Rom - (pag. 45) Contiene lo schema tipo di regolamento delle attività di produzione, gestione, archiviazione e conservazione dei documenti cartacei ed informatici, nel quale si evidenziano anche le relazioni tra le disposizioni elaborate, le regole tecniche di gestione del protocollo informatico e la normativa vigente in materia D.P.R , n. 445, recante le disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa e D.P.C.M Il Cd-Rom allegato contiene i testi in formato modificabile per accogliere le personalizzazioni e la stampa dei contenuti senza limitazioni. A2751/01 Posta elettronica, posta elettronica sicura e posta elettronica certificata NOVITÀ Guida operativa- (pag. 39) Affronta le tematiche e gli adempimenti relativi all attivazione di uno o più indirizzi di posta elettronica certificata (PEC) per la trasmissione e la ricezione dei documenti per via telematica. In particolare sono riprese ed ampliate le disposizioni riportate nel Manuale di gestione dei documenti (cod. A2755INF) di cui sopra al fine di produrre una regolamentazione dettagliata delle attività connesse alla spedizione e all acquisizione dei documenti per posta elettronica o posta elettronica certificata. Oltre ad illustrare le peculiarità del servizio di posta elettronica certificata, la guida fornisce anche le indicazioni per l integrazione delle caselle di PEC nel sistema di gestione informatica dei documenti. A2751/02 Firma elettronica, firma digitale e documento informatico Guida operativa - (pag. 30) NOVITÀ Contiene un approfondimento degli aspetti tecnologici e giuridici relativi alla sottoscrizione dei documenti informatici con firme elettroniche o digitali. Dopo aver illustrato il processo di generazione delle firme digitali e descritto le peculiarità della Carta d Identità Elettronica (CIE) e della Carta Nazionale dei Servizi (CNS), la guida riprende ed amplia le 49 segue

5 disposizioni riportate nel Manuale di gestione dei documenti (cod. A2755INF) al fine di produrre una regolamentazione dettagliata delle attività connesse alla produzione dei documenti informatici, alla loro riproduzione su altro tipo di supporto, al mantenimento della loro validità giuridica oltre alla data di scadenza del certificato di sottoscrizione. A2751/03 Archiviazione sostitutiva e conservazione digitale NOVITÀ Guida operativa - (pag. 30) Contiene un approfondimento, sotto il profilo normativo, archivistico e tecnologico dei processi di archiviazione sostitutiva e conservazione digitale. L obiettivo è analizzare le diverse problematiche e fornire le indicazioni utili all attuazione di soluzioni capaci di mantenere inalterate nel tempo le caratteristiche di integrità, accessibilità e intelligibilità dei documenti informatici, indipendentemente dall evoluzione delle tecnologie, dai cambiamenti a cui l informatica ci ha abituati, dal deterioramento (obsolescenza) dei materiali che costituiscono le memorie elettroniche e gli altri dispositivi del computer. In questa guida operativa, inoltre, sono riprese ed ampliate le disposizioni riportate nel Manuale di gestione dei documenti (cod. A2755INF) allo scopo di produrre una regolamentazione dettagliata dei processi inerenti alla conservazione a lungo termine dei documenti e degli archivi digitali. A2751/04INF NOVITÀ La modulistica elettronica e le fasi del procedimento amministrativo informatico Guida operativa con Cd-Rom - (pag. 30) Contiene un piano operativo per la dematerializzazione dei procedimenti amministrativi, che coniuga l esigenza di una corretta gestione e archiviazione dei documenti informatici con l interesse delle pubbliche amministrazioni verso un più alto livello di automazione e minor duplicazione delle attività. Questa guida delinea la corretta metodologia per la rilevazione dei procedimenti amministrativi e la loro riprogettazione finalizzata alla dematerializzazione dell azione amministrativa, attraverso l uso della firma digitale, della posta elettronica certificata, della modulistica elettronica e degli strumenti informatici richiesti per l interoperabilità e la cooperazione applicativa tra i sistemi informatici (reengineering digitale). In particolare, la guida approfondisce le modalità di disegno e produzione della modulistica elettronica da utilizzare per guidare l utente nella compilazione delle istanze via WEB e valorizzare un insieme di metadati opportunamente predefinito allo scopo di automatizzare la gestione dei flussi di lavoro e assicurare la corretta archiviazione dei documenti digitali. IN OMAGGIO CON L'ACQUISTO DELLA GUIDA DIGITALE (cod. A2751INF) LA CHIAVE USB MAGGIOLI MODULGRAFICA 50

6 Moduli e formulari per le istanze del cittadino da pubblicare SUL sito internet istituzionale dell ente Formulari on line disponibili sul sito in abbonamento sempre aggiornati. L art. 57 del della P.A. Digitale stabilisce che le pubbliche amministrazioni devono rendere disponibili per via telematica i moduli e i formulari richiesti per i singoli procedimenti amministrativi. I moduli e i formulari che non sono stati pubblicati sul sito del Comune non possono essere richiesti ai cittadini. A7000WEB C7000WEB M7000WEB L7000WEB N7000WEB E7000WEB B7000WEB A7001WEB A2772INF A2775INF Maggioli Modulgrafica ha predisposto la serie di moduli e formulari per i seguenti servizi comunali: Amministrazione e Personale Polizia Locale e Pubblica Sicurezza Attività Economiche e Polizia Amministrativa Appalti Pubblici ed Edilizia Privata Servizi Demografici Contabilità e Tributi Servizi sociali e Scolastici Pacchetto completo dei servizi internet Il DPCM 6 maggio 2009 all art. 4, comma 2, richiama l obbligo per l Ente Locale di rendere disponibili moduli e formulari per ogni possibile istanza del cittadino. Sviluppo e aggiornamento del sito internet dell Ente locale Guida con Cd-Rom Il Cd-Rom allegato alla guida contiene un sito internet virtuale che simula la navigazione all interno di un sito ideale, perfettamente aderente alle specifiche tecniche indicate dalla normativa. Gli articoli 53 e 54 del della P.A. Digitale fissano le caratteristiche e i contenuti che devono obbligatoriamente essere presenti nei siti web della P.A. Gli enti che già dispongono di un proprio sito internet sono obbligati ad adeguarlo alle nuove prescrizioni; gli enti che ancora non hanno alcun sito, devono predisporlo ex-novo. La guida contiene un prontuario dei siti istituzionali della P.A., dagli organi parlamentari a quelli del Governo, delle Autorità, alle Agenzie, agli Istituti nazionali, nonché la rubrica dei siti web regionali. La guida consente la corretta progettazione del sito internet istituzionale in base ai requisiti di legge, con istruzioni precise per il web designer, dalla home page, all analisi delle singole pagine web. Le comunicazioni in rete: sicurezza & privacy a cura di A. Sensoli Guida pratica con CD-Rom per la gestione delle procedure di sicurezza per l uso corretto della posta elettronica, della navigazione in internet e delle attrezzature informatiche del datore di lavoro, in conformità alle misure di sicurezza richieste dal sulla Privacy. Contiene casi pratici, suggerimenti e modulistica utile per elaborare il proprio regolamento disciplinare interno, conforme al sulla Privacy e alle normative in materia di diritto del lavoro. 51

7 A2773WEB A2073WEB Iscrizione all elenco pubblico dei certificatori di posta elettronica Pratica on line disponibile in abbonamento su Contiene tutta la modulistica necessaria per richiedere l autorizzazione all esercizio dell attività di gestore della posta elettronica certificata (PEC). I gestori assicurano lo scambio di e rilasciano una ricevuta (elettronica) di presa in carico del messaggio e una di avvenuto recapito. Accreditamento all Indice della p.a. e al servizio p.e.c. (Posta Elettronica Certificata) Pratica on line disponibile in abbonamento su Contiene la modulistica necessaria per presentare la domanda di accreditamento finalizzata all iscrizione all Indice delle Amministrazioni Pubbliche e al servizio di PEC. Internet e posta elettronica Il Ministro per la Pubblica Amministrazione e l Innovazione, Renato Brunetta, il 27 maggio scorso ha emesso la Direttiva n. 2, riguardante l utilizzo sul luogo di lavoro, di internet e della casella di posta elettronica istituzionale. La direttiva richiama le regole per l esercizio del potere di controllo ed i doveri di comportamento dei dipendenti pubblici nell utilizzo di strumenti informatici. Le Pubbliche Amministrazioni, in quanto datori di lavoro, sono tenute ad assicurare la funzionalità ed il corretto impiego degli strumenti informatici da parte dei propri dipendenti, definendone le modalità di utilizzo nell organizzazione dell attività lavorativa ed adottando le misure necessarie a garantire la sicurezza, la disponibilità e l integrazione dei sistemi informativi. A2074WEB Utilizzo di internet e della casella di posta elettronica sul luogo di lavoro Pratica on line disponibile in abbonamento su Contiene: raccolta normativa scheda tecnica informativa alle organizzazioni sindacali e sui controlli attivati circolare ai dipendenti disciplinare interno ecc. 52

8 G1000 Posta elettronica certificata (P.E.C.) e Firma Digitale Legalmail (*) permette di sostituire raccomandate A/R, fax, corriere, con un notevole vantaggio in termini di velocità, prezzo, facilità d uso, sicurezza, integrazione con gli strumenti informatici di uso quotidiano, certificazione dell invio, della consegna, del contenuto della trasmissione, di data e ora esatta. Si può utilizzare pertanto per diverse finalità: per convocare consigli - giunte - assemblee, per gestire comunicazioni ufficiali all interno di reti di aziende o di reti commerciali, per i rapporti con la PA, per lo scambio di offerte - ordini - contratti e per molto altro ancora. Legalmail offre numerose funzionalità avanzate: Archivio di Sicurezza di 1 GigaByte, per il salvataggio automatico dei messaggi e delle ricevute Notifica SMS se ci sono nuovi messaggi certificati entrati in casella Antivirus e antispam ad alte prestazioni Accesso alla webmail attraverso canale sicuro Completa aderenza alla normativa vigente Call center dedicato Integrazione con i più diffusi client di posta elettronica Possibilità di ottenere domini di posta personalizzabili Con la Posta Elettronica Certificata, la comunicazione è più efficiente, sicura ed economica rispetto ai mezzi tradizionali. Naturalmente, con pieno valore legale. G2003L La Firma Digitale con Business Key Lite Business Key Lite (*) permette di firmare digitalmente e memorizzare le user e le password, senza dover installare alcun software. Business Key Lite è veramente innovativa e utile: non necessita di alcuna installazione, è portatile e permette di apporre la firma digitale su tutti i documenti, con lo stesso valore di una firma autografa su carta. In più, permette di custodire tutte le password utilizzate per accedere ai diversi servizi su Internet con un unico PIN. Vantaggi: Valore legale - La firma digitale consente di firmare i documenti con lo stesso valore legale di una firma autografa su carta. Semplicità - Business Key Lite si può utilizzare senza alcuna installazione. Sempre aggiornata - Update automatici del software incluso. Versatile - Personalizzabile secondo le proprie esigenze. Firma PDF - Operazione per la firma integrata su file.pdf, secondo lo standard Adobe. (*) Servizi offerti in partnership con la Certification Authority di Infocert. Infocert è il più importante Ente Certificatore in Italia e l azienda leader nell offerta di firma digitale e posta elettronica certificata 53

9 G2003L METTIAMOCI LA FACCIA Kit per la rilevazione della soddisfazione degli utenti della P.A. tramite Emoticons : la soluzione chiavi in mano per aderire all iniziativa promossa dal Ministero per la Pubblica Amministrazione e l'innovazione autoinstallante assistenza diretta facile da utilizzare Il Ministero per la Pubblica Amministrazione e l Innovazione promuove da alcuni mesi il progetto Mettiamoci la Faccia che si prefigge di valutare la soddisfazione del cittadino/utente per i servizi erogati dalla P.A. attraverso le cosiddette faccine (emoticons). Tenendo conto delle linee guida definite dal Ministero presentiamo il nuovo sistema per rilevare la customer satisfaction dei servizi erogati dagli enti locali tramite Monitor Touchscreen. grazie al monitor touchscreen, al software dedicato Emoticon e alla periferica di controllo, l Ente può rilevare il grado di soddisfazione dei propri cittadini per il servizio offerto presso ciascun sportello di front-office. La soluzione Maggioli consente infatti al cittadino di esprimere il proprio giudizio al termine dell erogazione del servizio. Sempre grazie al software installato l Ente è in grado di conoscere in tempo reale i risultati delle valutazioni dei cittadini. Il monitor touchscreen, con una dimensione di 7 pollici, occupa poco spazio, ha un design attuale e si collega facilmente al PC dell operatore attraverso la porta USB. Sul computer dell operatore non occorre installare alcun software. Il sistema di rilevazione di Maggioli comprende: software emoticon, in grado di raccogliere i giudizi espressi, memorizzarli in un database, effettuare interrogazioni ed aggregazioni sui dati memorizzati ed infine comporre file di sintesi per le attività di comunicazione esterna e per la reportistica al Dipartimento per la Funzione Pubblica; periferica di controllo (tipo black box), il server che ospita il database con i giudizi raccolti monitor touchscreen con display da 7 con le seguenti caratteristiche. 54

10 IL PACCHETTO SICUREZZA A1938INF A1938WEB A2851 A2850INF NUOVA EDIZIONE! Le principali ordinanze emanate dal Sindaco o dai dirigenti Disponibile in duplice versione: raccolta elettronica + kit modulistica raccolta on line in abbonamento su testo Unico degli Enti Locali Guida corredata di indice analitico per la ricerca rapida degli argomenti in f.to tascabile in f.to A4 con Cd-Rom È annotata e coordinata con i postulati e i principi contabili dell Osservatorio per la Finanza e la Contabilità degli Enti Locali e alcune decisioni della Corte dei Conti. a) Tutela del decoro pubblico Il fenomeno del Writing è ormai diffuso su tutto il territorio nazionale e interessa tutte le città indipendentemente dalla dimensione demografica. Vengono presi di mira non solo i muri, ma anche autobus, metrò e spesso anche opere d arte e monumenti. Nella stragrande maggioranza dei casi non si tratta di espressioni artistiche ma di veri e propri deturpamenti di proprietà pubbliche e private. Le modifiche intervenute all art. n. 639 del Penale da parte del cosiddetto pacchetto sicurezza, hanno inasprito in maniera considerevole le pene previste con lo scopo di contrastare questo fenomeno in ascesa. C1820 NOVITÀ C1821NF NOVITÀ Manifesto informativo per la cittadinanza inerenti le nuove norme a tutela del decoro pubblico (f.to 50x70-2 colori - conf. da 10) Il Writing : metodi di contrasto e aspetti operativi Guida operativa con Cd-Rom a cura di Marco Luciani, Comandante aggiunto Polizia Locale di Milano Arricchita da: schemi di verbali di sequestro, querela, perquisizione personale ecc. Questo utilissimo manuale propone efficaci metodi di contrasto del fenomeno del writing. I comuni sono i primi ad essere chiamati in causa da questo fenomeno e vi è la necessità di porre un freno a tali fatti, sia destinando zone in cui tale attività è resa possibile, sia organizzando sistemi di controllo e di repressione. 55

11 A2200INF a2200web NOVITÀ b) Videosorveglianza e controllo del territorio Sicurezza urbana: videosorveglianza, controllo del territorio e privacy normativa e procedimenti Guida disponibile in duplice versione: con Cd-Rom on line in abbonamento su La guida analizza gli elementi di base di un sistema di videosorveglianza, le telecamere, le centrali operative, i sistemi di registrazione. Contiene uno schema tipo di Regolamento per l installazione e l utilizzo di impianti di videosorveglianza del territorio comunale ed il provvedimento del Garante in materia. c) Immigrazione Q0129INF NUOVA EDIZIONE! Prontuario delle violazioni in materia di immigrazione - Guida operativa tascabile con Cd-Rom - (f.to 14,5 x 20,5 cm - pag. 140) Il prontuario affronta, in maniera schematica e completa, ogni aspetto della normativa in materia di immigrazione di interesse delle Forze di Polizia e di tutti gli Uffici Comunali: Polizia Municipale, Uffici Anagrafe e Stato Civile, Servizi Sociali, servizio alloggi comunali, etc. Vengono affrontate le tematiche relative alla immigrazione, sia regolare che clandestina da paesi extracomunitari e quella relativa alla immigrazione da paesi facenti parte della Comunità Europea. d) Detenzione cani e incolumità pubblica D0563 C0631 Manifesto informativo per la cittadinanza per la tutela dell incolumità pubblica dall aggressione di cani (f.to cm. 70x100 - a 2 colori - conf. da 10) Manifesto per rendere note ai cittadini le nuove regole per l identificazione e la registrazione della popolazione canina - Ordinanza Ministro della Salute del 06/08/2008 (f.to 50x70 - a 2 colori - conf. da 10) 56

12 Detenzione di cani e aspetti connessi alla gestione Regolamento disponibile in duplice versione: C0587/99FD con Cd-Rom C0587/99WEB on line in abbonamento su C0624 Manifesto informativo sul divieto di utilizzo e di detenzione di esche o bocconi avvelenati (f.to cm. 50x70 - a 2 colori - conf. da 10) L ordinanza del Ministro della Salute del ha introdotto il divieto di utilizzo e di detenzione di esche e di bocconi avvelenati per gli animali e ha affidato ai Sindaci e ai comuni, compiti specifici in seguito a segnalazione ricevuta da parte di cittadini, veterinari e produttori. Per portare i cittadini a conoscenza di queste nuove norme, è necessario effettuare una adeguata attività di comunicazione. e) Il dispositivo di lettura di microchip L ordinanza del Ministero della Salute del al 3 comma articolo 4 recita: I comuni dotano la propria Polizia Locale di almeno un dispositivo di lettura di microchip ISO compatibile, al fine dell effettuazione dei controlli di prevenzione del randagismo. C0632 Lettore portatile petscan full ISO per trasponder (microchip) FDX B, FDX A, HDX Il lettore è facile da usare, non infastidisce l animale, consente di scaricare i dati letti nel PC evitando qualsiasi errore nella trascrizione del numero di identificazione letto. Caratteristiche: - lunghezza 155 mm - larghezza 80 mm - spessore 33 mm - Peso 140 gr. Prestazioni: - Compatibilità FDX B, FDX A, HDX (Destron, Avid, FECAVA, microchip in commercio prima del 1996), HDX (Tris), EM H Distanza di lettura: trasponder FDX A da 5,5/6,5 cm di distanza trasponder FDX B da 8/10 cm di distanza trasponder HDX da 20/25 cm di distanza 57

13 CINQUE OPPORTUNITÀ PER VALORIZZARE IL TUO COMUNE Lo sviluppo delle comunità locali si fonda sulla capacità di riconoscere, condividere e valorizzare le proprie specificità, rendendo la propria identità visibile anche all esterno. Si va infatti sempre più diffondendo l adozione di nuove strategie per la ricerca e l esaltazione delle differenze e delle eccellenze, come fatto culturale e importante occasione di sviluppo economico e sociale. Maggioli Modulgrafica ha realizzato un manuale che illustra alcune valide modalità per valorizzare qualità ed eccellenze. Cinque importanti opportunità di marketing e di sviluppo territoriale che hanno l obiettivo di qualificare la propria offerta in campo turistico, enogastronomico, agricoloproduttivo e ambientale. A2833INF UN COMUNE DOC - 5 opportunità per valorizzare qualità ed eccellenze città Slow, Bandiera Arancione - I borghi più belli d Italia, Denominazione comunale di origine (DE.CO.) - Il mercato del contadino. Guida con Cd-Rom La guida illustra il percorso operativo da seguire per ottenere i seguenti riconoscimenti: 1. CITTÀ SLOW - Le Città Slow costituiscono una rete internazionale con esperienze comuni, un codice condiviso di comportamenti concreti, attenzione alla buona tavola, alla qualità dell accoglienza, ai servizi e al tessuto urbano, avvalendosi, nel campo dei prodotti enogastronomici, delle specifiche competenze di Slow Food. È un modello che tocca non solo il cibo, la cultura e il sociale, ma anche l urbanistica, l ambiente, l energia, i trasporti, il turismo, il mondo agricolo, la formazione dei giovani, la comunità ed i suoi abitanti. 2. LA BANDIERA ARANCIONE - è marchio destinato alle località dell entroterra, attribuito ai territori che soddisfano requisiti connessi allo sviluppo di un turismo di qualità che tende a valorizzare il patrimonio culturale e ambientale, la cultura dell ospitalità, la qualità della ricettività, della ristorazione e dei prodotti tipici. È uno degli strumenti con il quale il Touring Club offre ai turisti una garanzia di qualità e contemporaneamente uno strumento prezioso di valorizzazione delle località più piccole o lontane dai circuiti più noti. 3. I BORGHI PIU BELLI d ITALIA - Questo club raccoglie piccoli centri italiani di spiccato interesse artistico e storico. È nato su impulso dell ANCI con l intento di contribuire a salvaguardare e rivitalizzare piccoli centri urbani di grande interesse e valore turistico. 4. DE.C.O. - Le DE.C.O. sono dei certificati notarili contrassegnati dal Sindaco a seguito di una delibera Comunale, che legano in maniera anagrafica la derivazione di un prodotto/produzione al luogo storico d origine. Sono strumenti utili per valorizzare le risorse della propria terra, traendone vantaggi anche sul piano turistico ed economico. 5. IL MERCATO DEL CONTADINO - chiamato anche Farmer Market, è spesa dal contadino a Km 0. Il successo dei mercati degli agricoltori è dovuto in primo luogo ad un prezzo più basso rispetto alla grande distribuzione ed alla possibilità di verificare la qualità e la genuinità grazie al contatto diretto con il produttore. 58

14 ATTI DI AMMINISTRAZIONE GENERALE A1974INF Statuto Comunale Guida alle modifiche con Cd-Rom testo Unico delle Leggi sull ordinamento degli Enti Locali (Decreto Legislativo n. 267/2000) Guida disponibile in duplice versione: A2851 tascabile (f.to 19x14) A2850INF con CD-Rom NUOVA EDIZIONE! Contiene un utilissimo indice analitico che consente con facilità di individuare la norma desiderata. A1938INF A1938WEB A1949INF A1949WEB Le ordinanze emanate dal Sindaco e dai Dirigenti Disponibile in duplice versione: raccolta elettronica + kit modulistica raccolta on line in abbonamento su La Raccolta, preceduta dalla guida normativa e dal commento alle modifiche all art 54 del TUEL, contiene schemi tipo di ordinanze per Sindaci e Dirigenti. Selezione di alcune ordinanze contenute nella raccolta: ricovero per trattamento sanitario obbligatorio rimozione rifiuti riduzione in pristino di opere pubbliche comunali sgombero di casa dichiarata inabitabile sospensione di lavori edilizi demolizione di costruzione edilizia eseguita in assenza o in totale difformità o con variazioni essenziali dalla concessione edilizia sospensione temporanea dell attività di vendita occupazione d urgenza determinazione dei programmi di apertura per turno degli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande contro le malattie infettive e diffusive degli animali. Per la disciplina della circolazione stradale: sospensione temporanea della circolazione di tutte o di alcune categorie di utenti su tutte le strade o tratti di esse divieto temporaneo di sosta su strade o tratti per esigenze di carattere tecnico o di pulizia istituzione di aree destinate a parcheggio di veicoli ordinanza per l istituzione e la disciplina di spazi riservati alla sosta di veicoli per carico e scarico di merci o cose istituzione di spazi riservati alla sosta di veicoli al servizio di persone con limitata o impedita capacità motoria per la sospensione della circolazione stradale in occasione di competizioni sportive. Comunicazioni e pubblicità. La partecipazione del comune a consorzi e società Disponibile in duplice versione: pratica elettronica + kit modulistica pratica on line in abbonamento su Consente la gestione dei seguenti procedimenti: Comunicazione delle partecipazioni pubbliche dell Ente 59 segue

15 E0154INF E0154WEB NUOVA EDIZIONE! A1956INF A0840INF E0296INF Entro il 30 aprile di ogni anno devono essere comunicati alla Funzione Pubblica, per via telematica o su supporto magnetico, l elenco dei consorzi e delle società a totale o parziale partecipazione del comune. Pubblicazione degli incarichi di amministratore delle società partecipate Con cadenza semestrale, l elenco degli incarichi di amministratore di società partecipate dai comuni e i relativi compensi, devono essere pubblicati all albo pretorio o sul sito internet dei soci pubblici. Incarichi di consulenza e studio conferiti a soggetti estranei all amministrazione quadro normativo di riferimento aspetti fiscali e previdenziali esempi, modulistica e regolamenti Guida con Cd-Rom Guida on line disponibile in abbonamento su La Guida è suddivisa in tre parti: la Iª riporta il quadro normativo di riferimento, la legislazione generale e specifica; la IIª tratta gli aspetti contrattuali e contabili dove viene approfonditamente trattata la disciplina nella contrattualistica con esempi di statuto, regolamento degli uffici e dei servizi, regolamento di contabilità, regolamento per la disciplina dei contratti, regolamento di organizzazione, schema di programma annuale di affidamento incarico da parte del consiglio con collegamento con R.P.P. e con il bilancio annuale e pluriennale, schema di conferimento di incarico, glossario e modulistica; la IIIª analizza gli aspetti fiscali e previdenziali della gestione degli affidamenti. Il Cd-Rom contiene una selezione dei pareri della Corte dei Conti e della principale normativa in materia. Anagrafe delle collaborazioni esterne e degli incarichi di consulenza Pratica elettronica + kit modulistica Collaborazioni coordinate e continuative - Pratica elettronica + kit modulistica Collaborazioni coordinate e continuative. Presupposti e limiti per la P.A. Guida con Cd-Rom e) Il segretario comunale e il vice segretario A0205INF A0205WEB Nomina del segretario e costituzione della convenzione per l ufficio del segretario comunale Disponibile in duplice versione: pratica elettronica + kit modulistica pratica on line disponibile in abbonamento su Raccoglie tutta la modulistica necessaria per il procedimento di nomina del Segretario comunale o per la costituzione dell ufficio per il servizio congiunto delle funzioni di Segretario. 60

16 A0221WEB NUOVA EDIZIONE! E0623 A0662INF A0662WEB Diritti di segreteria, ripartizione e liquidazione al segretario, al vicesegretario comunale e all agenzia Pratica on line disponibile in abbonamento su I rinnovi contrattuali del personale e dei dirigenti degli Enti locali hanno introdotto disposizioni che regolano le modalità di erogazione dei diritti ai Segretari e ai vice Segretari, quando questi operano in sostituzione del titolare d ufficio. Prontuario dei diritti dei protesti e dei diritti di segreteria sul valore delle stipulazioni Contiene lo sviluppo delle tabelle di calcolo del diritto da applicare sia in caso di rogito di atti che di levata dei protesti cambiari. La guida con Cd-Rom si compone di due sezioni: per il calcolo dei diritti dei protesti per il calcolo dei diritti di segreteria La riorganizzazione dei vertici dell ente Disponibile in duplice versione: pratica elettronica + kit modulistica pratica on line disponibile in abbonamento su Contiene la modulistica relativa agli atti da adottare per adempiere agli obblighi imposti dal T.U.E.L. per la nomina dei vertici della struttura. CERIMONIALE E RAPPRESENTANZA A0048 A0015 Costituzione della Repubblica Italiana (Tascabile f.to cm. 17 x 24 - conf. da 5) Contiene la legge fondamentale dello Stato Italiano e le disposizioni transitorie e finali. Ideale per essere consegnato a tutti coloro che annualmente diventano cittadini italiani. Costituzione della Repubblica Italiana e Carta dei diritti fondamentali dell Unione Europea (Tascabile f.to cm. 17 x 24 - conf. da 5) Oltre alla Costituzione Italiana, questa pubblicazione comprende anche la Carta dei diritti fondamentali dell Unione Europea. 61

17 MODULGRAFICA Maggioli Modulgrafica A0167 A0168 La Costituzione Italiana in pillole Depliant 3 ante (f.to cm. 21 x 29,7 - colori - conf. da 50) I principi fondamentali della Carta Costituzionale spiegata ai ragazzi: della Scuola Primaria della Scuola Secondaria di I grado I principi fondamentali della nostra COSTITUZIONE Nei principi fondamentali sono fissate le fondamenta del nostro Stato: la sovranità popolare e l ordinamento democratico, l uguaglianza di tutti di fronte alla legge, l affermazione delle libertà degli individui e il riconoscimento dell importanza del lavoro come mezzo di realizzazione dei singoli e di progresso per l intero Stato. Cari ragazzi La Costituzione è un documento prezioso, perché contiene i principi sui quali si fonda la nostra Repubblica democratica. Un documento del quale è importante che voi ragazzi conosciate l origine e la storia, affinché possiate compiutamente apprezzare il valore delle conquiste politiche e sociali che ha consentito e garantito in sessant anni di vita costituzionale. La Costituzione va letta, va studiata e va praticata, prendendo spunto dai principi fondamentali che costituiscono la sua ragione d essere. Dare concretezza a questi principi è un compito difficile che richiede la cooperazione di tutti, cittadini, pubblici poteri e istituzioni democratiche, in un consapevole e incessante sforzo comune fondato sul rispetto delle regole e fortemente ancorato ai valori di libertà e di dignità umana consacrati nella Costituzione. La Carta fondamentale della Repubblica compie 60 anni È entrata in vigore il 1 gennaio 1948 La Costituzione Italiana in pillole A 0168 A0102 A0056 Costituzione per l Europa La nuova Costituzione Europea è stata approvata e ratificata in Italia. Ora il testo normativo dovrà essere ratificato da tutti gli altri Stati che compongono l Unione Europea, dopodiché entrerà in vigore su tutto il territorio europeo. È quindi utile familiarizzare con il corposo dettato normativo (ben 448 articoli!) per farsi trovare pronti all ennesimo appuntamento con l Europa. Europeo di comportamento degli amministratori locali Fascicolo modulistica Il Consiglio d Europa ha varato il Europeo di comportamento per gli eletti locali e regionali. In questo documento sono fissati gli standard comportamentali a cui gli amministratori locali devono ispirare la loro condotta nei rapporti con i cittadini, l ente di appartenenza ed i mezzi di informazione. La pratica consente ai Sindaci di dare ampia diffusione del agli amministratori della propria città. Contiene: A0056/02 Il Europeo di Comportamento Prontuario tascabile (f.to cm 19 x 14) disponibile anche singolamente. A2821WEB Istituzione del consiglio dei ragazzi Pratica on line disponibile in abbonamento su ww.modulisticaonline.it Contiene: documenti, modulistica, regolamenti per la costituzione del Consiglio dei Ragazzi, le possibili tappe di un ipotetico percorso d avvio e di funzionamento. 62

18 N1400 A2824 A2829 Io cittadino Guida a fumetti con disegni da colorare, dedicata ai ragazzi dai 6 ai 10 anni, per apprendere e conoscere di quali diritti si diventa titolari alla nascita, fino alla maggiore età. Realizzata con il patrocinio del Dipartimento della Funzione Pubblica e del Presidente del Consiglio dei Ministri. Il mio comune: educare alla cittadinanza e alla democrazia Guida tascabile fumettata dedicata ai ragazzi dai 6 ai 10 anni. Attraverso un percorso di educazione civica, illustra il funzionamento del comune e dei suoi organi Comuni animati: manuale di educazione civica Manuale di educazione civica a fumetti, dedicato ai bambini dai 7 ai 10 anni, che spiega in modo simpatico e coinvolgente le regole di funzionamento degli enti locali: Regione, Provincia e Comune. Grazie alle avventure dei due protagonisti del fumetto, Nico e Galileo, il manuale illustra ai ragazzi della scuola primaria lo Stemma del Comune, la suddivision dell Italia in Regioni, Province e Comuni, le elezioni, il voto, la campagna elettorale, il significato politico di maggioranza e opposizione, gli organi dell amministrazione comunale, i servizi e gli uffici del Comune, le funzioni del Sindaco, del Presidente della Provincia e della Regione. A1601 A1601C La fotografia ufficiale del Presidente della Repubblica f.to 25x35 cm senza cornice f.to 25x35 cm con cornice - in noce e filo color oro da 2 cm, completa di vetro, pannello posteriore e gancio Per il sindaco A0035 A2071WEB Fascia tricolore personalizzata con stemma del Comune per il Sindaco La concessione della cittadinanza onoraria Pratica on line disponibile in abbonamento su Tipo A Tipo A Tipo B Tipo B Biglietti da visita COMUNE COMUNE DI... DI... CITTæ CITTæ DI... DI... R0090 A) Tipo A Tipo A COMUNE COMUNE DI DI... Via XX Settembre, Via XX 34 Settembre, 34 Biglietti da visita stampa 4 colori, con stemma XXXXXXXX XXXXXXXX (XX) (XX) del Comune in cartoncino bianco-flash Via Aurelia Ponente, Via Aurelia 10 Ponente, 10 Tel Tel XXXXXXXX XXXXXXXX (XX) (XX) Palazzo dei Palazzo Giganti dei - Giganti Piazza Pirandello - Piazza Pirandello cent cent. Tel Tel (formato 9 x 5 cm - conf. da 100) Alcuni esempi: 0000 fax fax Xxxxxxxx Xxxxxxxx - Tel. 0000/ Tel. 0000/ Fax 2222/ Fax 2222/ Tipo B Tipo B B) CITTæ CITTæ DI DI... C) Tipo C Tipo C Sindaco Sindaco COMUNE COMUNE DI... DI... POLIZIA POLIZIA MUNICIPALE MUNICIPALE PRESIDENTE PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEL CONSIGLIO COMUNALE COMUNALE Tipo D Tipo D D) COMUNE COMUNE DI... DI... SETTORE SETTORE SERVIZI SERVIZI DEMOGRAFICI DEMOGRAFICI Sindaco Sindaco Via XX Settembre, Via XX Settembre, XXXXXXXX XXXXXXXX (XX) (XX) Via Aurelia Via Ponente, Aurelia 10Ponente, 10 Tel Tel XXXXXXXX XXXXXXXX (XX) (XX) cent cent. Tel Tel fax fax PRESIDENTE PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEL CONSIGLIO COMUNALE COMUNALE Palazzo Palazzo dei Giganti dei Giganti - Piazza - Pirandello Piazza Pirandello Xxxxxxxx Xxxxxxxx - Tel. 0000/ Tel. 0000/ Fax 2222/ Fax 2222/ Tel. 000/ Tel. 000/ Fax 00000/ Fax 00000/ Dott. Dott. Mario Mario Rossi Rossi Funzionario Funzionario - Capo Settore - Capo Settore Tel Tel int int. 222 Tipo C Tipo C Tipo DTipo D COMUNE COMUNE DI... DI... POLIZIA POLIZIA MUNICIPALE MUNICIPALE 63 COMUNE COMUNE DI DI... SETTORE SETTORE SERVIZI SERVIZI DEMOGRAFICI DEMOGRAFICI Dott. Dott. Mario Mario Rossi Rossi Tel. 000/ Tel. 000/ Funzionario Funzionario - Capo Settore - Capo Settore Fax 00000/ Fax 00000/

19 NOVITÀ R0032 R I calendari Strumenti di comunicazione ed informazione del Comune Calendario personalizzabile Disponibile in duplice versione: Versione A - Calendario su unico foglio (f.to 32 x 48 cm) Versione B - Calendario su 12 pagine con spirale (f.to 32 x 48 cm) esempio di utilizzo versione A Campagna di sensibilizzazione in materia di: Educazione stradale, rivolta ai giovani ed ai genitori Sport, per invitare i cittadini alla pratica sportiva Raccolta differenziata, inserendo le indicazioni utili per il riciclo dei rifiuti Cultura, indicando gli orari di apertura di musei, biblioteche, ecc. Servizi sociali, presentando tutti i servizi offerti alla comunità da parte del comune ecc. Comune di Maggioli Campagna di Educazione Stradale PRIMA AREA PERSONALIZZABILE intestazione della Campagna. Qui viene inserita l immagine (foto, disegno, ecc.) ed il titolo dell iniziativa Campagna di Educazione Stradale promossa dal Comune di Maggioli CALENDARIO 2011 GENNAIO FEBBRAIO MARZO APRILE L M M G V S D L M M G V S D L M M G V S D L M M G V S D MAGGIO GIUGNO LUGLIO AGOSTO L M M G V S D L M M G V S D L M M G V S D L M M G V S D SETTEMBRE OTTOBRE NOVEMBRE DICEMBRE L M M G V S D L M M G V S D L M M G V S D L M M G V S D Per ulteriori informazioni contattare il comando di polizia del comune di maggioli Telefono (da lunedì a venerdì dalle 8,30 alle 14,00) PEC: SECONDA AREA PERSONALIZZABILE Le coordinate dell iniziativa. Qui vengono inseriti numeri di telefono, indirizzi , siti internet, ecc. 64

20 ESEMPIo di utilizzo versione B Comunicazione istituzionale con i numeri utili degli uffici comunali e gli orari di apertura Comune di Maggioli gennaio 2011 PRIMA AREA PERSONALIZZABILE Le immagini del Comune. Qui per ogni mese viene inserita una fotografia diversa con l intestazione personalizzata sabato domenica lunedì martedì mercoledì giovedì venerdì sabato domenica lunedì martedì mercoledì giovedì venerdì sabato domenica lunedì martedì mercoledì giovedì venerdì sabato domenica lunedì martedì mercoledì giovedì venerdì sabato domenica lunedì Filo diretto con il tuo Comune Centralino (da lunedì a venerdì dalle 8,30 alle 14,00) PEC: SECONDA AREA PERSONALIZZABILE I numeri utili degli uffici comunali. Qui vengono indicati i recapiti (numero di telefono, indirizzi , siti internet, ecc.) e gli orari di apertura al pubblico Comunicazioni ai cittadini Progetto cicogna Pieghevole con busta personalizzata da inviare ai genitori per la nascita del figlio (quantità minima 200 pz.) N1500/F N1500/M di colore rosa di colore azzurro interno esterno 65

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ 1. PREMESSA

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ 1. PREMESSA PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ ANNI 2013-2015 1. PREMESSA Il principio della trasparenza, inteso come accessibilità totale a tutti gli aspetti dell organizzazione, è un elemento essenziale

Dettagli

CONSULTA PROVINCIALE DELLE ASSOCIAZIONI DI PROTEZIONE CIVILE

CONSULTA PROVINCIALE DELLE ASSOCIAZIONI DI PROTEZIONE CIVILE CONSULTA PROVINCIALE DELLE ASSOCIAZIONI DI PROTEZIONE CIVILE Art.1- Costituzione E istituito, ai sensi dell art. 3 lettera J dello Statuto della Provincia, un Comitato di Coordinamento denominato CONSULTA

Dettagli

COMUNE DI MONTICHIARI Provincia di Brescia

COMUNE DI MONTICHIARI Provincia di Brescia COMUNE DI MONTICHIARI Provincia di Brescia Programma triennale per la trasparenza e l integrità (Decreto Legislativo n. 33 del 14 marzo 2013) Approvato con deliberazione di Giunta Comunale n. del PREMESSA

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri

Presidenza del Consiglio dei Ministri Presidenza del Consiglio dei Ministri DIPARTIMENTO PER LA DIGITALIZZAZIONE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE E L INNOVAZIONE TECNOLOGICA Alle amministrazioni pubbliche di cui all art. 1, comma 2, del d.lgs.

Dettagli

PER IL RILASCIO E L UTILIZZO DEL SERVIZIO DI POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA DELL AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA FEDERICO II PER FINI ISTITUZIONALI

PER IL RILASCIO E L UTILIZZO DEL SERVIZIO DI POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA DELL AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA FEDERICO II PER FINI ISTITUZIONALI REGOLAMENTO PER IL RILASCIO E L UTILIZZO DEL SERVIZIO DI POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA DELL AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA FEDERICO II PER FINI ISTITUZIONALI Approvato con deliberazione n. 463 del 10.08.2015

Dettagli

Comune di Castiglione del Lago (Provincia di Perugia) REGOLAMENTO PER L ALBO COMUNALE DELLE ASSOCIAZIONI ED ISTITUZIONE DELLE CONSULTE.

Comune di Castiglione del Lago (Provincia di Perugia) REGOLAMENTO PER L ALBO COMUNALE DELLE ASSOCIAZIONI ED ISTITUZIONE DELLE CONSULTE. Comune di Castiglione del Lago (Provincia di Perugia) REGOLAMENTO PER L ALBO COMUNALE DELLE ASSOCIAZIONI ED ISTITUZIONE DELLE CONSULTE. INDICE TITOLO I ALBO COMUNALE DELLE ASSOCIAZIONI art. 1 Finalità

Dettagli

Scheda Prodotto Direzione Marketing pag 1 vers. 3 - Giugno 2008

Scheda Prodotto Direzione Marketing pag 1 vers. 3 - Giugno 2008 Scheda Prodotto Direzione Marketing pag 1 vers. 3 - Giugno 2008 Legalmail La Posta Elettronica Certificata a valore legale Che cosa è la Posta Elettronica Certificata La posta elettronica è diventata sempre

Dettagli

Dematerializzazione: definizioni e riferimenti normativi

Dematerializzazione: definizioni e riferimenti normativi Dematerializzazione: definizioni e riferimenti normativi CNIPA massella@cnipa.it Workshop per dirigenti responsabili dei servizi di protocollo e flussi documentali CNIPA 9 novembre 2007 1 Alcuni numeri

Dettagli

REGOLAMENTO DEL REGISTRO PROVINCIALE E DELLA CONSULTA DEI SERVIZI SOCIALI E DEL TERZO SETTORE. TITOLO I (Registro Provinciale del Terzo Settore)

REGOLAMENTO DEL REGISTRO PROVINCIALE E DELLA CONSULTA DEI SERVIZI SOCIALI E DEL TERZO SETTORE. TITOLO I (Registro Provinciale del Terzo Settore) REGOLAMENTO DEL REGISTRO PROVINCIALE E DELLA CONSULTA DEI SERVIZI SOCIALI E DEL TERZO SETTORE TITOLO I (Registro Provinciale del Terzo Settore) ART. 1 (Principi fondamentali) La Provincia Regionale di

Dettagli

Programma triennale per la trasparenza e l integrità

Programma triennale per la trasparenza e l integrità Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo Statale G. Falcone e P. Borsellino Via G. Giolitti, 11 20022 Castano Primo (MI) Tel. 0331 880344 fax 0331 877311 C.M. MIIC837002

Dettagli

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Prot. n. 02/ALBO/CN 11 SETTEMBRE 2013 Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare ALBO NAZIONALE GESTORI AMBIENTALI Deliberazione 11 settembre 2013 Regolamento per la gestione telematica

Dettagli

STATUTO DELLA FONDAZIONE TEATRO BESOSTRI. 1) Per iniziativa del Comune di Mede, è costituita la Fondazione Teatro Besostri.

STATUTO DELLA FONDAZIONE TEATRO BESOSTRI. 1) Per iniziativa del Comune di Mede, è costituita la Fondazione Teatro Besostri. Articolo 1 COSTITUZIONE SEDE STATUTO DELLA FONDAZIONE TEATRO BESOSTRI 1) Per iniziativa del Comune di Mede, è costituita la Fondazione Teatro Besostri. 2) La Fondazione ha sede in Mede, Piazza della Repubblica

Dettagli

COMUNE DI VALLE MOSSO Provincia di Biella REGOLAMENTO

COMUNE DI VALLE MOSSO Provincia di Biella REGOLAMENTO REGOLAMENTO COMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE (L.R. 14/4/2003, N. 7 D.P.G.R. 18/10/2004, nn. 7R e 8R) ART. 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO Il presente regolamento disciplina, nel rispetto dei principi fondamentali

Dettagli

REGOLAMENTO SULLE ATTIVITA DI COMUNICAZIONE DEL COMUNE DI BORGO A MOZZANO

REGOLAMENTO SULLE ATTIVITA DI COMUNICAZIONE DEL COMUNE DI BORGO A MOZZANO REGOLAMENTO SULLE ATTIVITA DI COMUNICAZIONE DEL COMUNE DI BORGO A MOZZANO (Approvato con Delibera del C.C. n. 80 del 30/11/2005) 1 REGOLAMENTO SULLE ATTIVITA DI COMUNICAZIONE... 1 DEL COMUNE DI BORGO A

Dettagli

Esemplificazione delle due tipologie di prodotti (metaprodotti) presenti sul Mercato elettronico della P.A. (MePA)

Esemplificazione delle due tipologie di prodotti (metaprodotti) presenti sul Mercato elettronico della P.A. (MePA) Allegato 1 Esemplificazione delle due tipologie di prodotti (metaprodotti) presenti sul Mercato elettronico della P.A. (MePA) L iniziativa Mettiamoci la faccia promuove la rilevazione della customer satisfaction

Dettagli

PROGRAMMA triennale per la trasparenza e l integrita

PROGRAMMA triennale per la trasparenza e l integrita ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI I GRADO VIA AMENDOLA, 18 TEL E FAX 0985/81036 CSIC836001@istruzione.it Sito web : www.icdiamantebuonvicino.gov.it 87023 DIAMANTE

Dettagli

Firma Digitale, Posta Elettronica Certificata, Conservazione Sostitutiva: gli strumenti per la dematerializzazione

Firma Digitale, Posta Elettronica Certificata, Conservazione Sostitutiva: gli strumenti per la dematerializzazione 1 Firma Digitale, Posta Elettronica Certificata, Conservazione Sostitutiva: gli strumenti per la dematerializzazione Pisa, 25 ottobre 2010 2 Visione d insieme FIRMA DIGITALE POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA

Dettagli

AVVISO PUBBLICO IL DIRETTORE GENERALE

AVVISO PUBBLICO IL DIRETTORE GENERALE Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e formazione Direzione generale per gli ordinamenti scolastici e la valutazione del sistema

Dettagli

ART. 1 OGGETTO ART. 2 FINALITA ART. 3 DEFINIZIONI DI RIFERIMENTO

ART. 1 OGGETTO ART. 2 FINALITA ART. 3 DEFINIZIONI DI RIFERIMENTO S O M M A R I O Art. 1 - Oggetto Art. 2 - Finalità Art. 3 Definizioni di riferimento Art. 4 - Individuazione delle banche dati Art. 5 Titolarità e responsabilità della banca dati Art. 6 Soggetti incaricati

Dettagli

Legge Regionale 13 novembre 2009 n. 40 Disciplina delle Associazioni di Promozione Sociale ( B. U. REGIONE BASILICATA N. 51 bis del 16 novembre 2009)

Legge Regionale 13 novembre 2009 n. 40 Disciplina delle Associazioni di Promozione Sociale ( B. U. REGIONE BASILICATA N. 51 bis del 16 novembre 2009) Legge Regionale 13 novembre 2009 n. 40 Disciplina delle Associazioni di Promozione Sociale ( B. U. REGIONE BASILICATA N. 51 bis del 16 novembre 2009) Articolo 1 Finalità e oggetto della legge 1. La Regione,

Dettagli

Cosa e la firma digitale

Cosa e la firma digitale Caro Collega, ti informiamo che a partire dal 23 marzo 2011 abbiamo aderito alla convenzione del Consiglio Nazionale degli Architetti PPC attivando la convenzione con ArubaPec per l acquisto del KIT di

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE PER IL FUNZIONAMENTO DELL UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO DEL COMUNE DELLA SPEZIA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE PER IL FUNZIONAMENTO DELL UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO DEL COMUNE DELLA SPEZIA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE PER IL FUNZIONAMENTO DELL UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO DEL COMUNE DELLA SPEZIA Deliberato dalla Giunta Comunale con atto n. 177 del 11.05.2001 Modificato ed integrato

Dettagli

PROVINCIA DI NOVARA VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO IL COMMISSARIO STRAORDINARIO

PROVINCIA DI NOVARA VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO IL COMMISSARIO STRAORDINARIO copia Deliberazione N. 079 C I T T À DI T R E C A T E PROVINCIA DI NOVARA VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO OGGETTO: PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L'INTEGRITA' DEL COMUNE

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ DELLA PROVINCIA DI ANCONA. Anni 2011-2013

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ DELLA PROVINCIA DI ANCONA. Anni 2011-2013 PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ DELLA PROVINCIA DI ANCONA Anni 2011-2013 (approvato con deliberazione di giunta provinciale n. 440 del 22/11/2011) 1 SOMMARIO ART. 1- PRINCIPI 3 ART.

Dettagli

Roma, 18/07/2013. e, per conoscenza, Circolare n. 110

Roma, 18/07/2013. e, per conoscenza, Circolare n. 110 Direzione Centrale Organizzazione Direzione Centrale Risorse Umane Direzione Centrale Pianificazione e Controllo di Gestione Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Roma, 18/07/2013 Circolare

Dettagli

IL RAGIONIERE GENERALE DELLO STATO

IL RAGIONIERE GENERALE DELLO STATO Determina del Ragioniere generale dello Stato concernente le modalità di trasmissione e gestione di dati e comunicazioni ai Registri di cui al decreto legislativo 27 gennaio 2010, n. 39, concernente la

Dettagli

Comune di Marliana (Provincia di Pistoia)

Comune di Marliana (Provincia di Pistoia) Per copia conforme all'originale - Comune di Marliana (Provincia di Pistoia) COPIA DELLA DELIBERA DI GIUNTA COMUNALE NUMERO 87 DEL 07 ottobre 2015 OGGETTO: NOMINA RESPONSABILI E REFERENTE UNICO DELLA CONSERVAZIONE

Dettagli

COMUNE DI CASTELPIZZUTO Provincia di Isernia

COMUNE DI CASTELPIZZUTO Provincia di Isernia Repubblica Italiana COMUNE DI CASTELPIZZUTO Provincia di Isernia DELIBERAZIONE di GIUNTA MUNICIPALE COPIA n. 49 del 08-10-2015 OGGETTO: INDIVIDUAZIONE DELL'AREA ORGANIZZATIVA OMOGENEA (AOO) E NOMINA DEL

Dettagli

Istruzioni per l uso nei piccoli Comuni

Istruzioni per l uso nei piccoli Comuni Istruzioni per l uso nei piccoli Comuni La rilevazione della customer satisfaction (CS) è utilizzata da molte amministrazioni per misurare la qualità percepita, cioè per conoscere il punto di vista dei

Dettagli

COMUNE DI SAN MANGO D AQUINO Provincia di Catanzaro

COMUNE DI SAN MANGO D AQUINO Provincia di Catanzaro COMUNE DI SAN MANGO D AQUINO Provincia di Catanzaro Regolamento per l istituzione e la tenuta dell Albo Comunale delle Associazioni e del Volontariato approvato con Delibera del Consiglio Comunale n. 30

Dettagli

Albo Comunale delle Associazioni e del Volontariato: Regolamento per l istituzione e la tenuta

Albo Comunale delle Associazioni e del Volontariato: Regolamento per l istituzione e la tenuta Albo Comunale delle Associazioni e del Volontariato: Regolamento per l istituzione e la tenuta Approvato con delibera C.C. n. 61 del 17.12.2004 Art. 1 - Finalità 1. Il presente regolamento disciplina la

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E INTEGRITÀ ANNI 2012-13-14

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E INTEGRITÀ ANNI 2012-13-14 PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E INTEGRITÀ ANNI 2012-13-14 Le modifiche normative intervenute, nell ambito dell ampio programma di riforma della Pubblica Amministrazione, impongono agli Enti Locali

Dettagli

SCHEMA DI REGOLAMENTO SULLE MODALITA DI ADESIONE ALLE FORME PENSIONISTICHE COMPLEMENTARI

SCHEMA DI REGOLAMENTO SULLE MODALITA DI ADESIONE ALLE FORME PENSIONISTICHE COMPLEMENTARI SCHEMA DI REGOLAMENTO SULLE MODALITA DI ADESIONE ALLE FORME PENSIONISTICHE COMPLEMENTARI Il presente documento, recante lo schema di Regolamento sulle modalità di adesione alle forme pensionistiche complementari,

Dettagli

REGOLAMENTO DI GESTIONE DEL COMITATO ESECUTIVO. Art. 1 Finalità

REGOLAMENTO DI GESTIONE DEL COMITATO ESECUTIVO. Art. 1 Finalità REGOLAMENTO DI GESTIONE DEL COMITATO ESECUTIVO Art. 1 Finalità Il presente Regolamento ha per oggetto le norme di funzionamento del Comitato Esecutivo di Slow Food Italia. Art. 2 Il Comitato Esecutivo.

Dettagli

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI dalla G.U. n. 59 del 12 marzo 2014 (s.o. n. 20) DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 3 dicembre 2013 Regole tecniche in materia di sistema di conservazione ai sensi degli articoli 20, commi

Dettagli

LA FIRMA DIGITALE @PEC

LA FIRMA DIGITALE @PEC LA FIRMA DIGITALE @PEC Che cos è la Firma Digitale concetti La Firma Digitale o firma elettronica qualificata è un particolare tipo di firma elettronica che, nell'ordinamento giuridico italiano, ha lo

Dettagli

Provincia Regionale di Catania. Carta dei servizi. Ufficio U.R.P.

Provincia Regionale di Catania. Carta dei servizi. Ufficio U.R.P. Provincia Regionale di Catania denominata Libero Consorzio Comunale ai sensi della L.R. n. 8/2014 Carta dei servizi Ufficio U.R.P. Palazzo Minoriti Via Etnea, 67 95124 Catania Come si accede ai servizi

Dettagli

REGOLAMENTO CONSULTA DELLE PERSONE CON DISABILITA

REGOLAMENTO CONSULTA DELLE PERSONE CON DISABILITA COMUNE DI CARRARA Decorato di Medaglia d Oro al Merito Civile REGOLAMENTO CONSULTA DELLE PERSONE CON DISABILITA Approvato in data con deliberazione consiliare n. Premesso che la Legge 5 Febbraio 1992 n.

Dettagli

COMUNE DI VIGNOLA FALESINA PROVINCIA DI TRENTO REGOLAMENTO DELL INFORMAZIONE E DI GESTIONE DELL'ALBO PRETORIO ELETTRONICO

COMUNE DI VIGNOLA FALESINA PROVINCIA DI TRENTO REGOLAMENTO DELL INFORMAZIONE E DI GESTIONE DELL'ALBO PRETORIO ELETTRONICO COMUNE DI VIGNOLA FALESINA PROVINCIA DI TRENTO REGOLAMENTO DELL INFORMAZIONE E DI GESTIONE DELL'ALBO PRETORIO ELETTRONICO Approvato con delibera del Consiglio n. 14 del 29/04/2015 IL SEGRETARIO COMUNALE

Dettagli

Roma, 08/04/2015. e, per conoscenza, Circolare n. 71

Roma, 08/04/2015. e, per conoscenza, Circolare n. 71 Direzione Centrale Organizzazione Direzione Centrale Pensioni Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Comunicazione Direzione Centrale Bilanci e Servizi Fiscali Direzione

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE E DICHIARAZIONI PER VIA TELEMATICA

REGOLAMENTO PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE E DICHIARAZIONI PER VIA TELEMATICA COMMUNE DE GRESSAN REGOLAMENTO PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE E DICHIARAZIONI PER VIA TELEMATICA Approvazione deliberazione del Consiglio comunale n. 10 del 13/01/2012 del Consiglio comunale n. del Art.

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2015-2017. (Ai sensi del decreto legislativo n. 33/2013) Prot. n. 521/U/2014

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2015-2017. (Ai sensi del decreto legislativo n. 33/2013) Prot. n. 521/U/2014 Prot. n. 521/U/2014 Ferrara, 18 dicembre 2014 PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2015-2017 (Ai sensi del decreto legislativo n. 33/2013) Documento approvato con delibera del Consiglio

Dettagli

Comune di Viagrande (Provincia di Catania) SITO INTERNET ISTITUZIONALE

Comune di Viagrande (Provincia di Catania) SITO INTERNET ISTITUZIONALE Comune di Viagrande (Provincia di Catania) REGOLAMENTO SITO INTERNET ISTITUZIONALE Approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 2 del 28/01/2010 INDICE Art. 1 Scopo ed oggetto Art. 2 - Principi

Dettagli

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Prot. n. 01/ALBO/CN 23 LUGLIO 2014 Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare ALBO NAZIONALE GESTORI AMBIENTALI Deliberazione 23 Luglio 2014 Modalità per la fruizione telematica dei

Dettagli

PIANO DI INFORMATIZZAZIONE

PIANO DI INFORMATIZZAZIONE Comune di Rocca San Giovanni PIANO DI INFORMATIZZAZIONE delle procedure per la presentazione e compilazione on-line da parte di cittadini ed imprese delle istanze, dichiarazioni e segnalazioni al comune

Dettagli

(Finalità e ambito di applicazione)

(Finalità e ambito di applicazione) 6 15.1.2003 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 3 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE 7 gennaio 2003, n. 3/R Regolamento per lo svolgimento delle procedure telematiche di acquisto

Dettagli

Premesso. Ritenuta. Visti

Premesso. Ritenuta. Visti PROTOCOLLO D INTESA tra LA SEDE I.N.P.S DI TRAPANI e L Ordine dei Consulenti del Lavoro il sindacato ANCL L Ordine dei commercialisti ed esperti contabili di Trapani e Marsala In data presso la Direzione

Dettagli

Istituto Nazionale Previdenza Sociale AVVISO. per la formazione di liste di Avvocati domiciliatari e/o sostituti di udienza per contenzioso INPS

Istituto Nazionale Previdenza Sociale AVVISO. per la formazione di liste di Avvocati domiciliatari e/o sostituti di udienza per contenzioso INPS Istituto Nazionale Previdenza Sociale AVVISO per la formazione di liste di Avvocati domiciliatari e/o sostituti di udienza per contenzioso INPS L Istituto Nazionale Previdenza Sociale - I.N.P.S. pubblica

Dettagli

InfoCert progetta e sviluppa servizi e soluzioni di alto livello per la dematerializzazione, gestione e trasmissione dei documenti.

InfoCert progetta e sviluppa servizi e soluzioni di alto livello per la dematerializzazione, gestione e trasmissione dei documenti. InfoCert progetta e sviluppa servizi e soluzioni di alto livello per la dematerializzazione, gestione e trasmissione dei documenti. Con pieno valore legale. 2 InfoCert InfoCert. Garanzia di soluzioni.

Dettagli

PROGRAMMA per la Trasparenza e l Integrità AA.SS. 2013-2016

PROGRAMMA per la Trasparenza e l Integrità AA.SS. 2013-2016 PROGRAMMA per la Trasparenza e l Integrità AA.SS. 2013-2016 Il Consiglio d Istituto, in data 10 febbraio 2015 VISTO l articolo 97 della Costituzione; VISTA la Legge 241 del 90 e successive modifiche/integrazioni;

Dettagli

INTRODUZIONE. I cittadini infatti possono recarsi alla Direzione Urbanistica per:

INTRODUZIONE. I cittadini infatti possono recarsi alla Direzione Urbanistica per: CARTA DEI SERVIZI DELLO SPORTELLO AL PUBBLICO DELLA DIREZIONE URBANISTICA a cura di: Servizio supporto giuridico amministrativo P.O. Archivio e protocollo: d.ssa Isabella Anna Leonesi Rev. 1 del 30 dicembre

Dettagli

COMUNE DI DECIMOMANNU

COMUNE DI DECIMOMANNU COMUNE DI DECIMOMANNU REGOLAMENTO PER L ALBO COMUNALE DELLE ASSOCIAZIONI ED ISTITUZIONE DELLE CONSULTE DELLE ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO E CULTURALI. (Approvato con Deliberazione di C.C. n. del ) 1 INDICE

Dettagli

COMUNE DI TORRECUSO. Provincia di Benevento VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

COMUNE DI TORRECUSO. Provincia di Benevento VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COMUNE DI TORRECUSO Provincia di Benevento COPIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Delibera n. 96 Adunanza del 09.10.2015 OGGETTO: D.P.C.M. 3 DICEMBRE 2013. INDIVIDUAZIONE A.O.O.. NOMINA RESPONSABILE

Dettagli

POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA

POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA Questo vademecum ha lo scopo di riassumere i concetti relativi alla PEC. Per approfondimenti e verifiche, si rimanda alla legislazione vigente. 1 COS E ED A COSA SERVE PEC

Dettagli

Gestione del protocollo informatico con OrdineP-NET

Gestione del protocollo informatico con OrdineP-NET Ordine dei Farmacisti della Provincia di Ferrara Gestione del protocollo informatico con OrdineP-NET Manuale gestore DT-Manuale gestore (per utenti servizio CDI) VERSIONE 2.0 del 09/10/2015 1. Premesse

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE GIUNTA COMUNALE del 08-02-2011 n. 10

VERBALE DI DELIBERAZIONE GIUNTA COMUNALE del 08-02-2011 n. 10 VERBALE DI DELIBERAZIONE GIUNTA COMUNALE del 08-02-2011 n. 10 COPIA Oggetto: Consultazione on line della banca dati anagrafica da parte di pubbliche amministrazione e di enti che volgono servizi di pubblica

Dettagli

Roma, 28/03/2014. e, per conoscenza, Circolare n. 45

Roma, 28/03/2014. e, per conoscenza, Circolare n. 45 Direzione Centrale Organizzazione Direzione Centrale Pensioni Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Comunicazione Direzione Centrale Bilanci e Servizi Fiscali Direzione

Dettagli

L esperienza di San Giuliano Milanese

L esperienza di San Giuliano Milanese Sistema di Gestione Flussi Documentali COMUNE DI SAN GIULIANO MILANESE L esperienza di San Giuliano Milanese Dott.ssa Laura Garavello Responsabile dei servizi di supporto gestionale OBIETTIVI DELL AMMINISTRAZIONE

Dettagli

COMUNE DI BAGHERIA (provincia di PALERMO) Regolamento ENTI NON PROFIT

COMUNE DI BAGHERIA (provincia di PALERMO) Regolamento ENTI NON PROFIT COMUNE DI BAGHERIA (provincia di PALERMO) Regolamento ENTI NON PROFIT Approvato con deliberazione del Consiglio comunale n. 64 del 20 nov. 2014 Articolo 1 Articolo 2 Articolo 3 Articolo 4 Articolo 5 Articolo

Dettagli

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE Ministero per la pubblica amministrazione e l innovazione Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE - 1 - PREMESSA Il documento di partecipazione ha come oggetto la progettazione esecutiva

Dettagli

PROGRAMMA triennale per la trasparenza e l integrita

PROGRAMMA triennale per la trasparenza e l integrita istituto d'istruzione superiore liceo classico e scientifico v. julia ACRI (CS) PROGRAMMA triennale per la trasparenza e l integrita Anni 2014-2016 Deliberato dal Consiglio d Istituto in data 04/06/2014

Dettagli

Città di Portogruaro Provincia di Venezia REGOLAMENTO REGISTRO COMUNALE DELLE LIBERE FORME ASSOCIATIVE

Città di Portogruaro Provincia di Venezia REGOLAMENTO REGISTRO COMUNALE DELLE LIBERE FORME ASSOCIATIVE Città di Portogruaro Provincia di Venezia REGOLAMENTO REGISTRO COMUNALE DELLE LIBERE FORME ASSOCIATIVE Approvato con deliberazione del C.C. n. 120 del 28.11.2005 1 INDICE Titolo I - Registro delle associazioni

Dettagli

Il Responsabile dell Area amministrativo-contabile. Avvisa. che con deliberazione consiliare n. 22 del 31 luglio 2007 è stato approvato il REGOLAMENTO

Il Responsabile dell Area amministrativo-contabile. Avvisa. che con deliberazione consiliare n. 22 del 31 luglio 2007 è stato approvato il REGOLAMENTO COMUNE DI S. STEFANO IN ASPROMONTE 89057 PROVINCIA DI REGGIO CALABRIA Il Responsabile dell Area amministrativo-contabile Avvisa che con deliberazione consiliare n. 22 del 31 luglio 2007 è stato approvato

Dettagli

IL CONSIGLIO REGIONALE

IL CONSIGLIO REGIONALE 16 LEGGE REGIONALE 18 dicembre 2007, n. 39 Norme di attuazione della legge 7 dicembre 2007, n. 383 (Disciplina delle associazioni di promozione sociale). IL CONSIGLIO REGIONALE HA APPROVATO IL PRESIDENTE

Dettagli

L AMMINISTRAZIONE PUBBLICA DIGITALE: OPPORTUNITÀ E OBBLIGHI PER GLI ENTI ERP

L AMMINISTRAZIONE PUBBLICA DIGITALE: OPPORTUNITÀ E OBBLIGHI PER GLI ENTI ERP Prof. Stefano Pigliapoco L AMMINISTRAZIONE PUBBLICA DIGITALE: OPPORTUNITÀ E OBBLIGHI PER GLI ENTI ERP s.pigliapoco@unimc.it La società dell informazione e della conoscenza La digitalizzazione delle comunicazioni,

Dettagli

CITTA DI TORREMAGGIORE SETTORE SERVIZI SOCIALI CULTURALI SCOLASTICI TURIMO REGOLAMENTO DELLA CONSULTA DELLE ASSOCIAZIONI

CITTA DI TORREMAGGIORE SETTORE SERVIZI SOCIALI CULTURALI SCOLASTICI TURIMO REGOLAMENTO DELLA CONSULTA DELLE ASSOCIAZIONI CITTA DI TORREMAGGIORE SETTORE SERVIZI SOCIALI CULTURALI SCOLASTICI TURIMO REGOLAMENTO DELLA CONSULTA DELLE ASSOCIAZIONI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 19 del 17.09.2012 INDICE Art.

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA TUTELA DELLA RISERVATEZZA RISPETTO AL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI

REGOLAMENTO PER LA TUTELA DELLA RISERVATEZZA RISPETTO AL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI COMUNE DI BRESCIA REGOLAMENTO PER LA TUTELA DELLA RISERVATEZZA RISPETTO AL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI Adottato dalla Giunta Comunale nella seduta del 26.3.2003 con provvedimento n. 330/11512 P.G. Modificato

Dettagli

TESTO COORDINATO. Indice

TESTO COORDINATO. Indice TESTO COORDINATO DIRETTIVE TECNICHE PER L ACCREDITAMENTO DEI SOGGETTI FORMATORI CHE GESTISCONO I CORSI DI FORMAZIONE PER LO SVOLGIMENTO DIRETTO DA PARTE DEL DATORE DI LAVORO DEI COMPITI DI PREVENZIONE

Dettagli

REGOLAMENTO DEL COMITATO CONSULTIVO MISTO DEGLI UTENTI DELL AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA DI BOLOGNA

REGOLAMENTO DEL COMITATO CONSULTIVO MISTO DEGLI UTENTI DELL AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA DI BOLOGNA REGOLAMENTO DEL COMITATO CONSULTIVO MISTO DEGLI UTENTI DELL AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA DI BOLOGNA Art. 1 - FUNZIONI e ATTIVITA del COMITATO Il Comitato Consultivo Misto (in sigla CCM), dell Azienda

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA COMUNE DI VERTOVA Provincia di Bergamo Via Roma, 12 - Tel. Uffici Amm.vi 035 711562 Ufficio Tecnico 035 712528 Fax 035 720496 P. IVA 00238520167 PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2012

Dettagli

Comune di Nogarole Vicentino

Comune di Nogarole Vicentino Comune di Nogarole Vicentino (Provincia di Vicenza) SETTORE 1 Amministrativo Economico-finanziario Programma triennale per la trasparenza e l integrità 2014-2016 Introduzione: organizzazione e funzioni

Dettagli

L anno 2015, il giorno del mese di negli Uffici del Comune di.., siti in..., TRA

L anno 2015, il giorno del mese di negli Uffici del Comune di.., siti in..., TRA CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI E IL CENTRO AUTORIZZATO DI ASSISTENZA FISCALE PER LA RACCOLTA DELLE DOMANDE DEI BENEFICIARI DEL CONTRIBUTO PER L INIZIATIVA STRAORDINARIA INERENTE IL SOSTEGNO ALLE FAMIGLIE

Dettagli

2. Oggetto del contratto

2. Oggetto del contratto S o c i e t à I t a l i a n a V i s u r e T e l e m a t i c h e Spett.le Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Milano Roma,20/05/2010 Con la presente abbiamo

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 109 DEL 21 OTTOBRE 2015 O G G E T T O

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 109 DEL 21 OTTOBRE 2015 O G G E T T O DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 109 DEL 21 OTTOBRE 2015 O G G E T T O NOMINA DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO DI CONSERVAZIONE SOSTITUTIVA (D.LGS. N.8272005). L anno duemilaquindici il giorno ventuno

Dettagli

TABELLE DEGLI STANDARD

TABELLE DEGLI STANDARD TABELLE DEGLI STANDARD Accessibilità ai servizi capillarità 106 Uffici Territoriali, oltre 5500 sportelli telematici collegati al PRA Utilizzo effettivo Accessibilità virtuale ed interattività Con l adozione

Dettagli

Spett.le. Via. Egregi Signori, facciamo seguito alle intese intercorse per confermarvi quanto segue. Premesso che:

Spett.le. Via. Egregi Signori, facciamo seguito alle intese intercorse per confermarvi quanto segue. Premesso che: Spett.le. Via Oggetto: Designazione a Responsabile Esterno del trattamento dei Dati Personali ai sensi dell art. 29 D. Lgs. 30 giugno 2003 n. 196 (di seguito Codice Privacy ) Egregi Signori, facciamo seguito

Dettagli

Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici. Roma, 28/10/2013

Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici. Roma, 28/10/2013 Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Roma, 28/10/2013 Circolare n. 154 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie

Dettagli

Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici. Roma, 28/10/2013

Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici. Roma, 28/10/2013 Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Roma, 28/10/2013 Circolare n. 154 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie

Dettagli

GUIDA ALLA PRESENTAZIONE DELLE PRATICHE ONLINE ALLO SPORTELLO UNICO ATTIVITA PRODUTTIVE

GUIDA ALLA PRESENTAZIONE DELLE PRATICHE ONLINE ALLO SPORTELLO UNICO ATTIVITA PRODUTTIVE COMUNE DI BARI GUIDA ALLA PRESENTAZIONE DELLE PRATICHE ONLINE ALLO SPORTELLO UNICO ATTIVITA PRODUTTIVE aprile 2013 RIPARTIZIONE SVILUPPO ECONOMICO SUAP Sportello Unico per le Attività Produttive SOMMARIO

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI DELL'ORDINE DEI FARMACISTI DI VENEZIA

CARTA DEI SERVIZI DELL'ORDINE DEI FARMACISTI DI VENEZIA CARTA DEI SERVIZI DELL'ORDINE DEI FARMACISTI DI VENEZIA L Ordine dei farmacisti è un Ente pubblico non economico ausiliario dello Stato, sotto la vigilanza di alcuni Ministeri. Rappresenta tutti i farmacisti

Dettagli

COMUNE DI SENNARIOLO PROVINCIA DI ORISTANO

COMUNE DI SENNARIOLO PROVINCIA DI ORISTANO COMUNE DI SENNARIOLO PROVINCIA DI ORISTANO VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE n 54 del 09/10/2015 OGGETTO ATTIVAZIONE SISTEMA DI CONSERVAZIONE DEI DOCUMENTI INFORMATICI-INDIVIDUAZIONE DEL RESPONSABILE

Dettagli

DOCUMENTI INFORMATICI, POSTA CERTIFICATA E DEMATERIALIZZAZIONE

DOCUMENTI INFORMATICI, POSTA CERTIFICATA E DEMATERIALIZZAZIONE Prof. Stefano Pigliapoco DOCUMENTI INFORMATICI, POSTA CERTIFICATA E DEMATERIALIZZAZIONE s.pigliapoco@unimc.it Codice dell amministrazione digitale Il codice dell amministrazione digitale (Co.A.Di.) è contenuto

Dettagli

Regolamento nazionale ANPI (in attuazione dell art. 5 comma 2 lettera f dello Statuto associativo)

Regolamento nazionale ANPI (in attuazione dell art. 5 comma 2 lettera f dello Statuto associativo) Regolamento nazionale ANPI (in attuazione dell art. 5 comma 2 lettera f dello Statuto associativo) Art. 1 L iscrizione 1. Tutti possono chiedere l iscrizione all ANPI, alle condizioni previste dallo Statuto

Dettagli

COMUNE DI TREVISO BRESCIANO Provincia di Brescia STATUTO DELLA CONSULTA GIOVANILE DEL COMUNE DI TREVISO BRESCIANO

COMUNE DI TREVISO BRESCIANO Provincia di Brescia STATUTO DELLA CONSULTA GIOVANILE DEL COMUNE DI TREVISO BRESCIANO COMUNE DI TREVISO BRESCIANO Provincia di Brescia STATUTO DELLA CONSULTA GIOVANILE DEL COMUNE DI TREVISO BRESCIANO 1 STATUTO DELLA CONSULTA GIOVANILE COMUNALE DEL COMUNE DI TREVISO BRESCIANO Art. 1 Istituzione

Dettagli

R E G I O N E U M B R I A GIUNTA REGIONALE. Direzione Affari Generali della Presidenza e della Giunta regionale. Servizio Segreteria della Giunta

R E G I O N E U M B R I A GIUNTA REGIONALE. Direzione Affari Generali della Presidenza e della Giunta regionale. Servizio Segreteria della Giunta R E G I O N E U M B R I A GIUNTA REGIONALE Direzione Affari Generali della Presidenza e della Giunta regionale Servizio Segreteria della Giunta Disciplinare sull utilizzo della posta elettronica certificata

Dettagli

Agenzia Regionale per la Prevenzione e Protezione Ambientale del Veneto Regolamento per la gestione delle procedure di pubblicazione all albo online

Agenzia Regionale per la Prevenzione e Protezione Ambientale del Veneto Regolamento per la gestione delle procedure di pubblicazione all albo online Raccolta Regolamenti ARPAV n. 35 Agenzia Regionale per la Prevenzione e Protezione Ambientale del Veneto Regolamento per la gestione delle procedure di pubblicazione all albo online Approvato con deliberazione

Dettagli

Istituto per l'innovazione e trasparenza degli appalti e la compatibilità ambientale REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO INTERNO

Istituto per l'innovazione e trasparenza degli appalti e la compatibilità ambientale REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO INTERNO Istituto per l'innovazione e trasparenza degli appalti e la compatibilità ambientale REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO INTERNO Approvato dal CONSIGLIO DIRETTIVO nella seduta del 3 marzo 2009,

Dettagli

STATUTO ASSOCIAZIONE AMICI DEI MUSEI D ATENEO

STATUTO ASSOCIAZIONE AMICI DEI MUSEI D ATENEO STATUTO ASSOCIAZIONE AMICI DEI MUSEI D ATENEO TITOLO I Denominazione - durata - sede - scopi ART 1. Per iniziativa dello Sma (Sistema Museale d'ateneo) e del Museo di Palazzo Poggi, è costituita l Associazione

Dettagli

PROGETTI DI LEGGE REGIONALI DI PARTICOLARE INTERESSE

PROGETTI DI LEGGE REGIONALI DI PARTICOLARE INTERESSE PROGETTI DI LEGGE REGIONALI DI PARTICOLARE INTERESSE Regione Piemonte Proposta di legge regionale d iniziativa consiliare Oggetto n. 248 Istituzione dell anagrafe degli eletti Con il presente progetto

Dettagli

IfinConsulting News - FOCUS FATTURA ELETTRONICA

IfinConsulting News - FOCUS FATTURA ELETTRONICA GIUGNO 2014 IfinConsulting News - FOCUS FATTURA ELETTRONICA Stop alle fatture su carta! A decorrere dal 6 giugno scatta l obbligo per i fornitori della PA Centrale di fatturare con modalità elettroniche.

Dettagli

Mettiamoci la Faccia DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA UFFICIO PER LA MODERNIZZAZIONE DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI

Mettiamoci la Faccia DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA UFFICIO PER LA MODERNIZZAZIONE DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI Mettiamoci la Faccia DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA UFFICIO PER LA MODERNIZZAZIONE DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI 1 PARTE I CARATTERISTICHE E OBIETTIVI DI METTIAMOCI LA FACCIA 2 OBIETTIVI DELL INIZIATIVA

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA CONSULTA DELLE ASSOCIAZIONI

REGOLAMENTO DELLA CONSULTA DELLE ASSOCIAZIONI REGOLAMENTO DELLA CONSULTA DELLE ASSOCIAZIONI Elaborazione Ufficio Servizi Culturali Ottobre 2007 INDICE Art. 1 Principi ispiratori Art. 2 Consulta delle Associazioni Art. 3 Finalità ed attività Art. 4

Dettagli

COMUNITA DELLA VAL DI NON con sede in CLES. Verbale di deliberazione N. 13. del Comitato Esecutivo della Comunità della Val di Non

COMUNITA DELLA VAL DI NON con sede in CLES. Verbale di deliberazione N. 13. del Comitato Esecutivo della Comunità della Val di Non COMUNITA DELLA VAL DI NON con sede in CLES Verbale di deliberazione N. 13 del Comitato Esecutivo della Comunità della Val di Non OGGETTO: Adozione del Manuale di conservazione della Comunità della Val

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA RICHIESTA DI PATROCINIO. La procedura on- line è molto semplice e non richiede particolari conoscenze informatiche.

ISTRUZIONI PER LA RICHIESTA DI PATROCINIO. La procedura on- line è molto semplice e non richiede particolari conoscenze informatiche. ISTRUZIONI PER LA RICHIESTA DI PATROCINIO Informazioni generali e modalità d invio della domanda La procedura on- line è molto semplice e non richiede particolari conoscenze informatiche. Avvertenze La

Dettagli

ALLEGATO ALLA DELIBERA N. 1898 DEL 17 OTTOBRE 2014

ALLEGATO ALLA DELIBERA N. 1898 DEL 17 OTTOBRE 2014 Attenzione: la copertina del decreto presidenziale va stampata su carta intestata della presidenza, che ha già il cartiglio ALLEGATO ALLA DELIBERA N. 1898 DEL 17 OTTOBRE 2014 Regolamento per la disciplina

Dettagli

COMUNE DI MOLVENA PROVINCIA DI VICENZA

COMUNE DI MOLVENA PROVINCIA DI VICENZA COMUNE DI MOLVENA PROVINCIA DI VICENZA PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2012/2014 Approvato con delibera di G.C. n. 40 del 03/08/2012 SOMMARIO ART. 1 INTRODUZIONE: ORGANIZZAZIONE E

Dettagli

PROVINCIA DI CROTONE REGOLAMENTO

PROVINCIA DI CROTONE REGOLAMENTO PROVINCIA DI CROTONE REGOLAMENTO DEL REGISTRO DELLE ASSOCIAZIONI E DELLE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO AVENTI SEDE NEL TERRITORIO DELLA PROVINCIA DI CROTONE Articolo 1 Finalità ed Istituzione dell Albo

Dettagli

Approvato con Delibera di Consiglio Comunale n. 40 del 29/10/2012 (sostituisce il regolamento approvato con delibera n.

Approvato con Delibera di Consiglio Comunale n. 40 del 29/10/2012 (sostituisce il regolamento approvato con delibera n. REGOLAMENTO PER LA TENUTA DELL ALBO COMUNALE DEGLI ENTI NO-PROFIT Approvato con Delibera di Consiglio Comunale n. 40 del 29/10/2012 (sostituisce il regolamento approvato con delibera n. 23 del 19/4/2007)

Dettagli

REGOLAMENTO ALBO E CONSULTA DEGLI ORGANISMI ASSOCIATIVI E DI VOLONTARIATO SOCIALE

REGOLAMENTO ALBO E CONSULTA DEGLI ORGANISMI ASSOCIATIVI E DI VOLONTARIATO SOCIALE REGOLAMENTO ALBO E CONSULTA DEGLI ORGANISMI ASSOCIATIVI E DI ART. 1 OGGETTO E FINALITA DEL REGOLAMENTO L Amministrazione Comunale di Trapani - ai sensi della L.r. n 10/91, della L.r. n 22/94 e del vigente

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER LA PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA DI ACCESSO ALL ASSEGNO DI CURA PER PERSONE ANZIANE NON-AUTOSUFFICIENTI ASSISTITE IN FAMIGLIA.

AVVISO PUBBLICO PER LA PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA DI ACCESSO ALL ASSEGNO DI CURA PER PERSONE ANZIANE NON-AUTOSUFFICIENTI ASSISTITE IN FAMIGLIA. , AVVISO PUBBLICO PER LA PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA DI ACCESSO ALL ASSEGNO DI CURA PER PERSONE ANZIANE NON-AUTOSUFFICIENTI ASSISTITE IN FAMIGLIA. (Delibera di Giunta Regionale n 6 del 09.01.2012) ANNO

Dettagli