PIANO DI EVACUAZIONE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PIANO DI EVACUAZIONE"

Transcript

1 EVACUAZIONE Direzione Didattica Statale di II Circolo C. Collodi Via Sforza, (Li) Tel. (0586) Fax (0586) sito: FUNZIONE Datore di lavoro Preposto Referente alla sicurezza RSL NOME E COGNOME Dottoressa Teresa Scognamiglio Insegnante Patrizia Di Sacco Insegnante Patrizia Paoletti Il piano di evacuazione comprende l insieme delle norme di comportamento da adottare qualora si verifichi una situazione di emergenza che renda necessario l abbandono dell edificio scolastico, al fine di consentire un esodo ordinato e sicuro di tutti gli occupanti dell edificio. Un piano di evacuazione contribuisce a: essere preparati a situazioni di pericolo controllare comportamenti irrazionali infondere fiducia indurre un sufficiente autocontrollo per evitare confusione e sbandamenti 1

2 PROCEDURA DI EVACUAZIONE COME INTERVENIRE : Mantenere la calma Seguire le istruzioni eventualmente impartite con l'ordine di evacuazione Aiutare le persone con ridotta capacità di movimento, quelle che sembrano aver bisogno di assistenza o che sono in difficoltà Accompagnare le persone presenti, visibilmente disorientate, lungo le vie di fuga nella direzione dell'uscita di emergenza più vicina Controllare rapidamente gli ambienti più vicini (servizi igienici, ripostigli, ecc...) per assicurarsi che non vi rimangano persone Radunarsi nel luogo di raccolta (o in ambiente lontano dal pericolo e direttamente comunicante con l'esterno) aspettando l ordine di rientrare Offrire assistenza e rassicurazione alle persone che appaiono ansiose e preoccupate Eseguire il controllo dei presenti nel luogo di raccolta per verificare che non siano rimaste persone bloccate all'interno degli ambienti COMPORTAMENTI DA EVITARE Non usare mai gli ascensori durante l'evacuazione, ma sempre le scale Non correre, non gridare e non spingere gli altri e soprattutto non creare situazioni di panico Non sostare nei luoghi di transito Non portare con se oggetti pesanti o ingombranti 2

3 Non perdere tempo cercando di portare via oggetti personali, a rischio di rallentare l'evacuazione Non rientrare nell'area evacuata sino a quando il rientro verrà autorizzato dagli addetti o dai soccorsi esterni Misure di protezione generali Controllare periodicamente tutte quelle parti del luogo di lavoro destinate a via d uscita quali passaggi, corridoi, scale per assicurare che siano libere da ostruzioni e da pericoli; controllare periodicamente che tutte le porte sulle vie d uscita si aprano facilmente; Controllare periodicamente che ogni arredo e materiale scolastico (banchi, cattedra, zaini... ) siano disposti in modo da non ostacolare l uscita veloce dai locali; Se queste condizioni non sono garantite o si riscontrano altre carenze ritenute importanti, segnalarle immediatamente al Preposto Nelle aule e nei corridoi dovrà essere appesa la planimetria di sicurezza predisposta dal RSPP con tutte le indicazioni per raggiungere la più vicina uscita di sicurezza; Il plesso registra un massimo di circa 280 presenze. La scuola ospita 10 classi :5 con un orario settimanale di 40 ore,2 con orario di 28 ore, su 6 giorni, 3 con orario di 28 ore su 5 giorni, con un totale di 218 alunni circa, 28 insegnanti 3

4 ( 2 dei quali utilizzati in altri compiti), 4 collaboratori amministrativi, 2 dirigenti (DS e DSGA),3 collaboratori scolastici, 4 sporzionatrici della ditta Serenissima che fornisce il pasto (orario 11,30-14 ) Dopo le ore 12,30 oltre a 5 classi a tempo pieno sono presenti 1 il lunedì 1 TN 2 il martedì, 2 TN 3 TN 2 il mercoledì 1 TN 5 TN 2 il giovedì 3 TN 4 TN 1 il venerdì 2 TN La scuola C.Collodi è disposta su due piani: al piano terra nella zona lato est sono allineate 2 aule, 3 A e 2 A, una stanza adibita a palestra, 2 sale mensa,una cucina,i bagni. Al primo piano,nella zona ovest, 4 aule, occupate dalle classi 3 A,5 B,1 A,5 B, un ambulatorio e 2 bagni ( vedi allegato 1 ). Al piano terra si trovano l uscita centrale, fornita di portone antipanico Il piano terra e il primo piano sono collegati anche da un ascensore. Le uscite di sicurezza sono localizzate nei seguenti locali: Biblioteca I sala mensa n 2 uscite di sicurezza II sala mensa n 1 uscite di sicurezza Il primo piano si affaccia su una rampa di scale che porta al piano terra. E presente, anche al lato nord della scuola, una scala antincendio. 4

5 La scuola è circondata da un grande cortile, a cui si accede tramite tre cancelli ( 2 lato ovest, 1 lato sud ) Considerata la superficie di spazio a disposizione sono stati stabiliti 2 punti di raccolta : nel giardino lato est (campo da basket), nel cortile davanti la scuola (lato ovest). Gli insegnanti e gli alunni delle classi al piano terra (3 A e 2 A) hanno il punto di raccolta nel giardino lato ovest, tutte le classi situate al primo piano,lato est (2 B,1 B,3 B,4 B) e lato ovest (4 A,5 B, 1 A,5 A) hanno il punto di raccolta nel campo di basket. Si precisa che vale la seguente regola: LA CLASSE CHE PER PRIMA IMPEGNA LA VIA DI FUGA LA PERCORRE. Solo nel caso di contemporaneità sulla via di fuga si applica il seguente ordine : piano terra a) aula 1 3 tn, b) aula 2 2 tn, c) alunni e insegnanti che si trovano al momento in palestra Gli alunni,gli insegnanti,il personale della Serenissima che si trovano al momento nella mensa usciranno dall uscita di sicurezza raggiungeranno la propria area di raccolta nel cortile. Gli alunni e gli insegnanti eventualmente presenti in biblioteca usciranno dall uscita di sicurezza raggiungeranno la propria area di raccolta nel cortile. Primo piano aula 32 2 tp

6 aula 33 1 tp aula 34 3 tp aula 35 4 tp alunni eventualmente presenti nel laboratorio di informatica alunni eventualmente presenti nell'aula di recupero, Tutti gli alunni raggiungeranno l'area di raccolta della loro classe. primo piano aula 31 4 tn, aula 30 5 tp aula 29 1 tn aula 28 5 tn 5 I normali percorsi di esodo sono così definiti: PIANO AULE USCITA PUNTO RACCOLTA terra Aule 2 e 3,palestra, bagni, accesso ascensore,segreteria,direzione, Porta principale Giardino lato ovest terra Biblioteca Mensa1 mensa 2 Uscita sicurezza Giardino lato ovest primo Aule bagni,laboratorio informatica,archivio,aula recupero, uscita,ascensore Scala principale Giardino lato est (Campo basket) primo Aule bagni-ambulatorio Scala antincendio Giardino lato est (campo basket)

7 In caso di necessità e/o indisponibilità di uno dei percorsi indicati si procederà all abbondono dell edificio attraverso l uscita d emergenza disponibile più vicina. Al verificarsi di una situazione di pericolo,nell ordine: il D.S., il Preposto,i sostituti del Preposto valuteranno l opportunità di emanare l ordine di evacuazione. 6 1) In caso di evacuazione dalla scuola emanazione dato nel l ordine dal DS,Preposto, sostituti del Preposto, le persone designate attiveranno segnale acustico continuativo (collaboratori scolastici), quindi provvederanno a chiamare i soccorsi, aprire le vie di uscita ed ad interrompere l erogazione di energia elettrica, il DSGA e i collaboratori amministrativi provvederanno a chiamare i soccorsi(vedi prospetto assegnazione incarichi Allegato 3 ). 2) Le insegnanti, ciascuna nella propria aula, raccoglieranno il registro delle presenze,raggrupperanno la scolaresca e si avvieranno verso la porta dell uscita della classe per coordinare le fasi dell evacuazione. Gli ASPP controlleranno le operazioni di evacuazione (vedi prospetto assegnazione incarichi Allegato 3 ). Nell accedere ai corridoi occorre mantenere la destra; nello scendere le scale è opportuno mantenersi dalla parte del muro per lasciare via libera al personale che dovrà operare in senso contrario.

8 Ogni insegnante si occuperà esclusivamente della propria classe. 7 Gli insegnanti di lingua straniera, religione, sostegno, si prenderanno cura degli alunni loro assegnati e dal momento dell allarme raggiungeranno i centri di raccolta. Gli insegnanti di sostegno che si trovano in aule diverse dalla classe, dovranno raggiungere la zona di sicurezza e non riaccompagnare gli alunni nelle rispettive aule. Gli alunni diversamente abili inseriti nelle classi 1 B, 1 A, 5 B, con copertura totale di permanenza scolastica, si recheranno insieme agli insegnanti di sostegno e/o l educatore e/o l operatore OSS verso la scala di sicurezza e sul pianerottolo esterno attenderanno i soccorsi. Al primo piano si trovano le classi 1 B, 1 A,5 B nelle quali sono inseriti alunni diversamente abili. Tali classi sono state collocate al primo piano poiché qui si trovano gli spazi (aula di recupero, stanza di riposo, aula multimediale) necessari ai bambini. Inoltre,nell ambulatorio, individuato come locale idoneo dal RSPP e adeguato a norma di legge dall ingegner Ficarelli dell Ufficio Tecnico Comune di Cecina, è stato collocato il presidio medico sanitario (bombola di ossigeno), indispensabile ad uno dei bambini. 3)Lo studente aprifila (precedentemente designato) inizierà ad uscire dalla classe tenendo per mano il secondo studente (o facendosi toccare la spalla) e così via fino all uscita dello studente chiudifila (precedentemente individuato), il quale

9 provvederà a chiudere la porta indicando in tal modo l uscita di tutti gli studenti dalla classe. 8 4)Nel caso qualcuno necessiti di cure all interno della classe occorrerà fare intervenire gli addetti al primo soccorso che presteranno le prime cure e, se il caso, provvederanno a stare insieme all infortunato fino all arrivo delle squadre di soccorso esterne. 5)Le scolaresche confluiranno ordinatamente seguendo il tragitto predisposto verso il punto di raccolta individuato nel giardino ed evidenziato sulla carta in base al colore. 6)Gli alunni diversamente abili (ad eccezione degli alunni delle classi 1 B, 1 A, 5 B che hanno copertura per tutto la durata di permanenza scolastica) dovranno essere aiutati da due compagni preventivamente individuati, nonché dall insegnante di sostegno, se presente. 7)Il controllo delle operazioni di evacuazione verrà effettuato dal D.S. o suo sostituto ( vedi allegato 3). 8)Una volta terminata l evacuazione dell edificio scolastico, il personale docente verificherà che tutti gli alunni siano presenti, li disporrà ordinatamente nel punto di raccolta e si adopererà per mantenere la calma in attesa dei soccorsi. N.B. Cessata l'emergenza tutte le classi rientreranno nell'edificio utilizzando l'ingresso principale. Le istruzioni di sicurezza saranno affisse dietro la porta di ciascuna aula ( vedi allegato 4 ). 9

10 CONSIGLI UTILI Considerata l obbligatorietà di effettuare almeno due volte nell arco dell anno scolastico le esercitazioni di abbandono del plesso scolastico ( 1 prova concordata, 1 prova a sorpresa), si rende necessario: redigere in duplice copia un verbale (1 copia allegata al registro di classe, 1 al registro della sicurezza),per ogni esercitazione effettuata (vedi allegato 5) ; annotare i problemi riscontrati nel corso dell esercitazione; verificare se è necessario modificare il piano sulla base delle esperienze. Il Piano di evacuazione affisso,nei locali di comune utilizzo e in tutte le aule è a disposizione per la consultazione di tutte le persone, che operano all interno della scuola. 10

11 POPOLAZIONE PRESENTE Anno Scolastico 2014/2015 Pe Personale docente 28 (2 utilizzati in altri compiti) Personale non docente Collaboratori scolastici Collaboratori amministrativi Dirigenti Addetti sporzionam Alunni 22 1A 23 1B 24 2A 24 2B 21 3A 25 3B 17 4A 22 4B 18 5A 22 5B 218 Altre persone:possibili visitatori esterni Alunni portatori di Handicap 20 8 Educatori per Handicap 1 Totale esposto a rischio 280 circa 11

12 Il massimo affollamento per piano è il seguente dalle 8,30 alle 12,30 Piano terra 45 alunni 4 insegnanti 4 col.am.+2 2 col.scol. 2 dirigenti 20 visitatori possibili 4 addetti mensa TOT 83 circa Primo piano 173 alunni 22 insegnanti 1 col.scol. 1 EDUCATORE TOT 197 circa 12

PIANO DI.EVACUAZIONE ai sensi della D.Lgs. n 81/2008

PIANO DI.EVACUAZIONE ai sensi della D.Lgs. n 81/2008 Direzione Didattica Statale di II Circolo C. Collodi Scuola elementare G.Marconi Via Val Di Cecina (Li) Tel. (0586) 660133 e-mail : marconi@circolodidattico-cecinamare.it FUNZIONE Datore di lavoro Preposto

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO 18 BOLOGNA. SCUOLA SECONDARIA 1 grado F. DE ANDRÉ. Piano di emergenza Anno scolastico 2015 / 2016

ISTITUTO COMPRENSIVO 18 BOLOGNA. SCUOLA SECONDARIA 1 grado F. DE ANDRÉ. Piano di emergenza Anno scolastico 2015 / 2016 ISTITUTO COMPRENSIVO 18 BOLOGNA SCUOLA SECONDARIA 1 grado F. DE ANDRÉ Prot. 4409 del 17 settembre 2015 Piano di emergenza Anno scolastico 2015 / 2016 Per assicurare lo svolgimento dell abbandono dell edificio

Dettagli

MODULO DI EVACUAZIONE (da tenere nel registro di classe)

MODULO DI EVACUAZIONE (da tenere nel registro di classe) MODULO N 1 MODULO DI EVACUAZIONE (da tenere nel registro di classe) Scuola data CLASSE PIANO ALLIEVI PRESENTI n EVACUATI n DISPERSI FERITI n.b. segnalazione nominativa Annotazioni: FIRMA DEL DOCENTE MODULO

Dettagli

PIANO DI EVACUAZIONE I.C. ALBERTELLI - NEWTON (da esporre nelle aule e da inserire nella busta di plastica nel registro di classe)

PIANO DI EVACUAZIONE I.C. ALBERTELLI - NEWTON (da esporre nelle aule e da inserire nella busta di plastica nel registro di classe) PIANO DI EVACUAZIONE I.C. ALBERTELLI - NEWTON (da esporre nelle aule e da inserire nella busta di plastica nel registro di classe) ISTRUZIONI PER L EVACUAZIONE DELL EDIFICIO SCOLASTICO Valide per studenti,

Dettagli

NORME DI COMPORTAMENTO IN SITUAZIONI DI EMERGENZA Procedura Di Evacuazione

NORME DI COMPORTAMENTO IN SITUAZIONI DI EMERGENZA Procedura Di Evacuazione NORME DI COMPORTAMENTO IN SITUAZIONI DI EMERGENZA Procedura Di Evacuazione ANNO SCOLASTICO 2013/2014 PER TUTTO IL PERSONALE Via Vulcano, 12-95047 Paternò (CT) Tel./Fax 095841054 e-mail ctee06800n@istruzione.it

Dettagli

COORDINATORI: ATTIVITA DA SVOLGERE

COORDINATORI: ATTIVITA DA SVOLGERE COORDINATORI: ATTIVITA DA SVOLGERE Allo scopo di ottenere una più adeguata conoscenza dell ambiente di lavoro/studio, soprattutto per i nuovi allievi, e di attivare i necessari automatismi nelle operazioni

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO di San Michele al Tagliamento www.iscsanmichele.it

ISTITUTO COMPRENSIVO di San Michele al Tagliamento www.iscsanmichele.it ISTITUTO COMPRENSIVO di San Michele al Tagliamento www.iscsanmichele.it Indicazioni e norme di comportamento per l evacuazione dall edificio scolastico in caso di INCENDIO o TERREMOTO (D.Lgs. 81/2008,

Dettagli

ESTRATTO DAL PIANO DI EMERGENZA

ESTRATTO DAL PIANO DI EMERGENZA ESTRATTO PIANO DI EMERGENZA ISIS CIPRIANO FACCHINETTI COMUNE DI CASTELLANZA VIA AZIMONTI N 5 TEL.0331-635718 FAX 0331679586 ESTRATTO DAL PIANO DI EMERGENZA (Copia per il personale docente) Pagina 1 di

Dettagli

PROCEDURE DI EVACUAZIONE MANTENERE LA CALMA, NON SPINGERSI, NON CORRERE, NON URLARE.

PROCEDURE DI EVACUAZIONE MANTENERE LA CALMA, NON SPINGERSI, NON CORRERE, NON URLARE. SCUOLA MEDIA STATALE Rosa Bianca SALUZZO Via C. Segre 14-12037 SALUZZO 0175 211427/428/429 Area Personale 0175 211430 Area Alunni 0175 211432 0175 211431 - Capo Segreteria Fax 0175 211437 SEZIONE STACCATA

Dettagli

opuscolo informativo per gli insegnanti e alunni EMERGENZA TERREMOTO

opuscolo informativo per gli insegnanti e alunni EMERGENZA TERREMOTO INDICE 1. DEFINIZIONE DI EMERGENZA...2 1.1....2 2. ADDETTI GESTIONE EMERGENZA...3 3. SEGNALETICA...4 4. COMPITI DEL PERSONALE NELL EMERGENZA...5 4.1. COLLABOTORI SCOLASTICI E A.T.A....5 4.2. INSEGNANTI..

Dettagli

MINISTERO DELL ISTRUZIONE DELL UNIVERSITA E DELLA RI ER A UFFI IO S OLASTI O REGIONALE PER IL LAZIO ISTITUTO OMPRENSIVO DANTE ALIGHIERI

MINISTERO DELL ISTRUZIONE DELL UNIVERSITA E DELLA RI ER A UFFI IO S OLASTI O REGIONALE PER IL LAZIO ISTITUTO OMPRENSIVO DANTE ALIGHIERI MINISTERO DELL ISTRUZIONE DELL UNIVERSITA E DELLA RI ER A UFFI IO S OLASTI O REGIONALE PER IL LAZIO ISTITUTO OMPRENSIVO DANTE ALIGHIERI Via P. TOGLIATTI N 1-01033 IVITA ASTELLANA (0761 513390 fax 0761

Dettagli

Disposizioni comportamentali in caso di emergenza.

Disposizioni comportamentali in caso di emergenza. TUTTI I PRESENTI NELLA SCUOLA in caso di sisma, porsi al riparo sotto i banchi o comunque ALLONTANARSI DAL CENTRO DELL AULA disponendosi lungo i muri portanti o vicino a pilastri e sotto le travi. 2) Al

Dettagli

due squilli brevi seguiti da uno squillo prolungato due squilli brevi seguiti da uno squillo prolungato

due squilli brevi seguiti da uno squillo prolungato due squilli brevi seguiti da uno squillo prolungato 1. MODALITA DI RILEVAZIONE E DI COMUNICAZIONE DELLA SITUAZIONE DI ALLARME Si prevedono sostanzialmente due situazioni nelle quali si presenti la necessità di emanare un allarme generalizzato che comporti

Dettagli

Informazioni sulla sicurezza nella Scuola

Informazioni sulla sicurezza nella Scuola Istituto di Istruzione Superiore Cavour Marconi Pascal Sede centrale: loc. Piscille, Via Assisana 40/d 06154 - PERUGIA Tel. 0755838322 Fax 07532371 Sede coordinata loc. Olmo, Via Trasimeno Ovest PG Tel.

Dettagli

Liceo Statale F. Corradini

Liceo Statale F. Corradini PROCEDURA DI EVACUAZIONE NUCLEO OPERATIVO Allegato n. 5 Quando viene attivata la procedura di evacuazione, tutti i componenti del nucleo operativo devono mettersi a disposizione del capo squadra, in caso

Dettagli

Ottemperare ad un obbligo di legge

Ottemperare ad un obbligo di legge Ottemperare ad un obbligo di legge Cultura della sicurezza (le prove di evacuazione iniziano a scuola e continuano nel mondo del lavoro) Il comportamento del docente deve essere da esempio per i ragazzi

Dettagli

Piano di evacuazione di Istituto A.S.2012/2013 CHIAMATA DEI SOCCORSI

Piano di evacuazione di Istituto A.S.2012/2013 CHIAMATA DEI SOCCORSI CHIAMATA DEI SOCCORSI Telefono Dirigenza scolastica: 091 6143265 Telefono plesso di via De Gasperi 091 490249 Telefono plesso di via Tomasi di Lampedusa 091 6142456 Piano di evacuazione di Istituto A.S.2012/2013

Dettagli

PROCEDURE DI EMERGENZA E DI EVACUAZIONE

PROCEDURE DI EMERGENZA E DI EVACUAZIONE PROCEDURE DI EMERGENZA E DI EVACUAZIONE C 1 - Compiti della Squadra di Evacuazione per funzione SCHEDA 1 - COMPITI DEL COORDINATORE DELLE EMERGENZE Ricevuta la segnalazione di "inizio emergenza" il Coordinatore

Dettagli

Istituto Comprensivo Gherardi

Istituto Comprensivo Gherardi Informazione sulla sicurezza nella scuola Istituto Comprensivo Gherardi Via Taroni, 4-48022 Lugo (RA) Tel. 0545/22112 - Fax 0545/25674 PROCEDURE PER L ATTUAZIONE DEL PIANO DI EMERGENZA (per tutto il personale

Dettagli

Ai docenti Al DSGA Al personale ATA Al sito web Atti

Ai docenti Al DSGA Al personale ATA Al sito web Atti prot. n. 6329/D9 Foggia 10/10/2015 Ai docenti Al DSGA Al personale ATA Al sito web Atti Circolare n.17 a.s. 2015-16 Oggetto: D.L.vo 81/2008 prove evacuazione In relazione all oggetto, a quanto previsto

Dettagli

PIANO DI EMERGENZA E DI EVACUAZIONE Scuola primaria G.Leopardi Via Crivelli a.s. 2012/13

PIANO DI EMERGENZA E DI EVACUAZIONE Scuola primaria G.Leopardi Via Crivelli a.s. 2012/13 PIANO DI EMERGENZA E DI EVACUAZIONE Scuola primaria G.Leopardi Via Crivelli a.s. 2012/13 IL REFERENTE DEL S.P.P. Corato Patrizia Assegnazione incarichi per emergenza Emanazione ordine di evacuazione e

Dettagli

LIBERA UNIVERSITA MARIA Ss. ASSUNTA MANUALE PER STUDENTI PROCEDURE DI EMERGENZA ED EVACUAZIONE SOMMARIO 1. PROCEDURE DI EVACUAZIONE - INCENDIO

LIBERA UNIVERSITA MARIA Ss. ASSUNTA MANUALE PER STUDENTI PROCEDURE DI EMERGENZA ED EVACUAZIONE SOMMARIO 1. PROCEDURE DI EVACUAZIONE - INCENDIO PROCEDURE DI EMERGENZA ED EVACUAZIONE SOMMARIO 1. PROCEDURE DI EVACUAZIONE - INCENDIO 2. EMERGENZA SANITARIA 3. ALLAGAMENTO 4. TERREMOTO 1. PROCEDURE DI EVACUAZIONE (per qualsiasi tipo di emergenza, come

Dettagli

Dirigente Scolastico / Collaboratore D.S.

Dirigente Scolastico / Collaboratore D.S. 7/a Dirigente Scolastico / Collaboratore D.S. 1. Il Dirigente Scolastico (o in sua vece il collaboratore del Dirigente Scolastico), una volta valutata la necessità di abbandonare rapidamente l edificio:

Dettagli

doc 05 PIANO DI EMERGENZA (Pianificazione dell esodo) SCUOLA PRIMARIA SANTA MARIA BAMBINA 1 di 23

doc 05 PIANO DI EMERGENZA (Pianificazione dell esodo) SCUOLA PRIMARIA SANTA MARIA BAMBINA 1 di 23 PIANO DI EMERGENZA (Pianificazione dell esodo) I S T I T U T O C O M P R E N S I V O E S T 1 V I A A. D E L V E R R O C C H I O, 3 2 8 B r e s c i a SCUOLA PRIMARIA SANTA MARIA BAMBINA 1 di 23 PREMESSA

Dettagli

A TUTTO IL PERSONALE SCOLASTICO

A TUTTO IL PERSONALE SCOLASTICO A TUTTO IL PERSONALE SCOLASTICO PROCEDURE OPERATIVE DA SEGUIRE DURANTE IL TERREMOTO Il terremoto è un evento naturale chiaramente avvertibile, che non ha bisogno di un particolare tipo di allertamento

Dettagli

PIANO EMERGENZA (Pianificazione dell esodo)

PIANO EMERGENZA (Pianificazione dell esodo) Liceo Scientifico C. Cavalleri - Parabiago SEDE STACCATA Via dei Partigiani,1 - Canegrate PIANO EMERGENZA (Pianificazione dell esodo) Il Datore di Lavoro Prof. Luciano Bagnato.. data / /.. Rev. 06 del

Dettagli

CONVITTO NAZIONALE MARIA LUIGIA CIRCOLARE N.

CONVITTO NAZIONALE MARIA LUIGIA CIRCOLARE N. CONVITTO NAZIONALE MARIA LUIGIA Oggetto: Prova di evacuazione, procedure. CIRCOLARE N. 46 Oggetto: Procedure operative in caso di emergenza. Ai Docenti Agli Educatori Al Personale ATA Agli RLS Rondinelli

Dettagli

cod edificio 00280 DII / DEI via Gradenigo 6/a FASI OPERATIVE

cod edificio 00280 DII / DEI via Gradenigo 6/a FASI OPERATIVE DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA INDUSTRIALE DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA DELL INFORMAZIONE DISPOSIZIONI GENERALI IN CASO DI EMERGENZA O PROVA DI EVACUAZIONE cod edificio 00280 DII / DEI via Gradenigo 6/a Avvio

Dettagli

PIANO DI EVACUAZIONE Premessa

PIANO DI EVACUAZIONE Premessa PIANO DI EVACUAZIONE Premessa In caso di emergenza la struttura organizzativa deve essere in grado di reagire rapidamente e nel modo più uniforme possibile per fronteggiare il pericolo. Il Piano di Emergenza

Dettagli

Guida all Emergenza Consigli pratici e norme di comportamento per gestire un emergenza terremoto o incendio nelle scuole

Guida all Emergenza Consigli pratici e norme di comportamento per gestire un emergenza terremoto o incendio nelle scuole Guida all Emergenza Consigli pratici e norme di comportamento per gestire un emergenza terremoto o incendio nelle scuole Redatto il 05. 10. 2011 dal Servizio di Prevenzione e Protezione della Scuola Definizione

Dettagli

TUTTI SONO TENUTI A PRENDERE VISIONE DI TALI PLANIMETRIE.

TUTTI SONO TENUTI A PRENDERE VISIONE DI TALI PLANIMETRIE. SICUREZZA 1 RACCOMANDAZIONI IN CASO D INFORTUNIO ALUNNI/E: 2 COMPLESSO DI NORME DA SEGUIRE PER L EVACUAZIONE DELL EDIFICIO SCOLASTICO INDICAZIONI GENERALI: nel corridoio di ogni piano sono affisse planimetrie

Dettagli

PROCEDURE GENERALI DA SEGUIRE IN CASO DI EMERGENZA PER IL PERSONALE NON DOCENTE Tra il personale non docente sono inclusi anche gli Addetti alle emergenze, i quali sono formati in modo specifico sul comportamento

Dettagli

PIANO DI EMERGENZA ANNO SCOLASTICO 2014/2015

PIANO DI EMERGENZA ANNO SCOLASTICO 2014/2015 SCUOLA ELEMENTARE DANTE ALIGHIERI TORREBELVICINO PIANO DI EMERGENZA ANNO SCOLASTICO 2014/2015 1- Introduzione 2- L edificio scolastico 3- Disposizione dei locali 4- Mensa scolastica 5- Emanazione ordine

Dettagli

LE PROVE DI EVACUAZIONE

LE PROVE DI EVACUAZIONE SIMULAZIONE TERREMOTO Il D.M. 26 AGOSTO 1992 dispone la realizzazione di due prove di evacuazione. La prima prova di evacuazione dell anno verrà condotta simulando un terremoto. L esercitazione si svilupperà

Dettagli

SEDE di Via Massaua. Scuola Primaria.

SEDE di Via Massaua. Scuola Primaria. Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca I.C.S. CARDARELLI - MASSAUA Via Scrosati, 4-20146 Milano Centralino 02.884.41534 - Fax 02.884.44514 - Didattica 02.884.44511 Amministrazione 02.884.41541-

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto d Istruzione Superiore Statale "Giuseppe Parini"

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto d Istruzione Superiore Statale Giuseppe Parini Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto d Istruzione Superiore Statale "Giuseppe Parini" Sede : Via Badoni, 2-23900 LECCO - Tel. (0341) 362430 / 362460 -Fax (0341) 365101 Cod.fisc.

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2014/2015

ANNO SCOLASTICO 2014/2015 ANNO SCOLASTICO 2014/2015 SCUOLA PRIMARIA E. DE AMICIS VIA GRAMSCI, 4 MASSA FISCAGLIA (FE) PIANO DI EMERGENZA ALUNNI E PERSONALE RELATIVAMENTE ALL'ANNO SCOLASTICO 2014/2015 Classi: 2a 3a 4a 5a Alunni:

Dettagli

NORME GENERALI DI EMERGENZA - IN CASO DI INCENDIO (contenute nel piano di evacuazione)

NORME GENERALI DI EMERGENZA - IN CASO DI INCENDIO (contenute nel piano di evacuazione) NORME GENERALI DI EMERGENZA - IN CASO DI INCENDIO (contenute nel piano di evacuazione) FASE DI INDIVIDUAZIONE DI UN PERICOLO Chi si avvede dell incendio, nel limite del possibile ed in funzione delle proprie

Dettagli

A tal fine si propone il giorno 10.12.2015 dalle ore 15:00 alle ore 17:00 (2 ore);

A tal fine si propone il giorno 10.12.2015 dalle ore 15:00 alle ore 17:00 (2 ore); Agrigento Prot. Int. n. 069/2015 del 20/11/2015 Email: agic813002@istruzione.it 69012015RSPPinfPeMLPANEPINTO Spazio protocollo ingresso Ente/Istituzione/Società Gestione Integrale della Sicurezza Dott.

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO SABIN VADEMECUM SICUREZZA [CATEGORIA] (STUDENTI, DOCENTI, PERSONALE ATA)

LICEO SCIENTIFICO SABIN VADEMECUM SICUREZZA [CATEGORIA] (STUDENTI, DOCENTI, PERSONALE ATA) LICEO SCIENTIFICO SABIN VADEMECUM SICUREZZA [CATEGORIA] (STUDENTI, DOCENTI, PERSONALE ATA) PREMESSA Il tema della sicurezza sta finalmente acquistando rilevanza sempre crescente, e la scuola è l ambito

Dettagli

LA SICUREZZA NELL AMBIENTE SCOLASTICO

LA SICUREZZA NELL AMBIENTE SCOLASTICO LA SICUREZZA NELL AMBIENTE SCOLASTICO dispensa informativa per docenti e non docenti A CURA DEL SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE PREMESSA Le informazioni contenute nella presente dispensa sono nozioni

Dettagli

PIANO DI EVACUAZIONE FASI

PIANO DI EVACUAZIONE FASI PIANO DI EVACUAZIONE Lo scopo principale del piano di evacuazione è quello di attivare comportamenti corretti di autodifesa singoli e collettivi in caso di emergenza a scuola e nel territorio, contribuendo

Dettagli

INDICAZIONI ESTRATTE DAL PIANO DI EVACUAZIONE aggiornamento 2015

INDICAZIONI ESTRATTE DAL PIANO DI EVACUAZIONE aggiornamento 2015 ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE PAOLO BOSELLI ISTITUTO TECNICO PER IL TURISMO ISTITUTO PROFESSIONALE PER I SERVIZI COMMERCIALI E SOCIO-SANITARI INDICAZIONI ESTRATTE DAL PIANO DI EVACUAZIONE aggiornamento

Dettagli

Comunicazione n. 070 Chiari 04-10-2014

Comunicazione n. 070 Chiari 04-10-2014 Comunicazione n. 070 Chiari 04-10-2014 AI DOCENTI AGLI STUDENTI AI GENITORI AL PERSONALE ATA Oggetto: Sintesi del PIANO DI EMERGENZA / EVACUAZIONE Il presente opuscolo costituisce una sintesi del Piano

Dettagli

COMPLESSO DI NORME DA SEGUIRE PER L EVACUAZIONE DELL EDIFICIO SCOLASTICO

COMPLESSO DI NORME DA SEGUIRE PER L EVACUAZIONE DELL EDIFICIO SCOLASTICO COMPLESSO DI NORME DA SEGUIRE PER L EVACUAZIONE DELL EDIFICIO SCOLASTICO INDICAZIONI GENERALI per l anno scolastico 2012-2013 Nel corridoio di ogni piano sono affisse planimetrie in cui sono evidenziate

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO G. VAILATI ALLEGATO 6. Guida all Emergenza. per il personale della scuola

LICEO SCIENTIFICO G. VAILATI ALLEGATO 6. Guida all Emergenza. per il personale della scuola LICEO SCIENTIFICO G. VAILATI ALLEGATO 6 Guida all Emergenza per il personale della scuola Consigli pratici e norme di comportamento per gestire un emergenza terremoto o incendio nelle scuole 1 Definizione

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO IGINO COCCHI Scuole: Infanzia, Primaria, Secondaria di Primo Grado

ISTITUTO COMPRENSIVO IGINO COCCHI Scuole: Infanzia, Primaria, Secondaria di Primo Grado ISTITUTO COMPRENSIVO IGINO COCCHI Scuole: Infanzia, Primaria, Secondaria di Primo Grado (Codice Ministeriale MSIC81000T) Via Roma, 34 54016 Licciana Nardi (MS) Tel. e Fax: 0187-474011 www.iccocchilicciananardi.org

Dettagli

Oggetto : informazione sul piano di evacuazione.

Oggetto : informazione sul piano di evacuazione. Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Istituto Comprensivo Statale "G.Parini" Via Roma - 21055 Gorla Minore (VA) Tel. e fax : 0331 601650 e-mail uffici: comprensivogorla@libero.it

Dettagli

PROCEDURA DI EMERGENZA IN CASO DI TERREMOTO

PROCEDURA DI EMERGENZA IN CASO DI TERREMOTO PROCEDURA DI EMERGENZA IN CASO DI TERREMOTO IL TERREMOTO I terremoti non danno alcun preavviso e avvertimento e, anche dopo una prima scossa, non si può sapere se ve ne saranno altre e di quale entità.

Dettagli

Istituto Comprensivo Cena Latina

Istituto Comprensivo Cena Latina MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE Istituto Comprensivo Cena Latina Centro Risorse Territoriale Via Lepanto 2 04100 Latina ( 0773 695393 fax 0773 471618 Sito: www.scuolacenalt.eu * ltic847002@istruzione.it

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO RIVAROLO Scuola e Sicurezza Semplici norme di comportamento in caso di emergenze Glossario emergenze e figure di riferimento 1 Piano di Emergenza: insieme di norme e di istruzioni

Dettagli

PIANIFICAZIONE E GESTIONE DELLE EMERGENZE E DELL EVACUAZIONE SUCCURSALE (documento predisposto dall Ing. Scarlatti, addetto SPP del Liceo Fermi)

PIANIFICAZIONE E GESTIONE DELLE EMERGENZE E DELL EVACUAZIONE SUCCURSALE (documento predisposto dall Ing. Scarlatti, addetto SPP del Liceo Fermi) PIANIFICAZIONE E GESTIONE DELLE EMERGENZE E DELL EVACUAZIONE SUCCURSALE (documento predisposto dall Ing. Scarlatti, addetto SPP del Liceo Fermi) DISPOSITIVI DI ALLARME E presente un sistema automatico

Dettagli

Guida all Emergenza. ( per il personale docente) Consigli pratici e norme di comportamento per gestire un emergenza terremoto o incendio nelle scuole

Guida all Emergenza. ( per il personale docente) Consigli pratici e norme di comportamento per gestire un emergenza terremoto o incendio nelle scuole Guida all Emergenza ( per il personale docente) Consigli pratici e norme di comportamento per gestire un emergenza terremoto o incendio nelle scuole (Agg. Novembre 2012) A cura dello Studio Tecnico Si.En.A.

Dettagli

Informativa per la gestione delle emergenze (Si raccomanda di tenere una copia cartacea di questa informativa in luogo accessibile)

Informativa per la gestione delle emergenze (Si raccomanda di tenere una copia cartacea di questa informativa in luogo accessibile) Informativa per la gestione delle emergenze (Si raccomanda di tenere una copia cartacea di questa informativa in luogo accessibile) Norme di comportamento per tutto il personale in caso di Emergenza: Tutto

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DANTE ALIGHIERI 54100 AULLA (MS) Tel. 0187/420037 Fax 0187/421369. Piano di emergenza ANNO SCOLASTICO 2014/2015

ISTITUTO COMPRENSIVO DANTE ALIGHIERI 54100 AULLA (MS) Tel. 0187/420037 Fax 0187/421369. Piano di emergenza ANNO SCOLASTICO 2014/2015 ISTITUTO COMPRENSIVO DANTE ALIGHIERI 54100 AULLA (MS) Tel. 0187/420037 Fax 0187/421369 Piano di emergenza ANNO SCOLASTICO 2014/2015 SEDE DI BARBARASCO Scuola dell Infanzia PIANO DI EVACUAZIONE DI EMERGENZA

Dettagli

ISTRUZIONI PER L EVACUAZIONE IN CASO DI INCENDIO o TERREMOTO

ISTRUZIONI PER L EVACUAZIONE IN CASO DI INCENDIO o TERREMOTO ISTRUZIONI PER L EVACUAZIONE IN CASO DI INCENDIO o TERREMOTO SEGNALAZIONI DI EMERGENZA ALLARME: Serie di almeno 10 suoni intermittenti ttenti EVACUAZIONE: Un suono continuo e prolungato CESSATO ALLARME:

Dettagli

SEGNALAZIONI A. sicurezzapovi@gmail.com

SEGNALAZIONI A. sicurezzapovi@gmail.com SEGNALAZIONI A sicurezzapovi@gmail.com Sicurezza: Formazione Generale degli Insegnanti FORMAZIONE DEI LAVORATORI EX D.Lgs. 81/08 (art. 37) E ACCORDO STATO-REGIONI 21/12/2011 Parte II In caso di emergenza

Dettagli

PIANO DI EMERGENZA LICEO C. RINALDINI ALLEGATO N. 3 PROCEDURA DI EMERGENZA STUDENTI AGG. 01 DEL 13/10/2014

PIANO DI EMERGENZA LICEO C. RINALDINI ALLEGATO N. 3 PROCEDURA DI EMERGENZA STUDENTI AGG. 01 DEL 13/10/2014 ALLEGATO N. 3 PROCEDURA DI EMERGENZA STUDENTI AGG. 01 DEL 13/10/2014 FASE OPERATIVA DI EVACUAZIONE GENERALE Quando si avverte il segnale acustico (sonoro e vocale) di evacuazione dell edificio si deve:

Dettagli

ESTRATTO DAL PIANO DI ESODO IN EMERGENZA. Redatto ai sensi degli art. 15) e 36) del D.LGS. 81/08 T. U. Sicurezza. Liceo Morgagni

ESTRATTO DAL PIANO DI ESODO IN EMERGENZA. Redatto ai sensi degli art. 15) e 36) del D.LGS. 81/08 T. U. Sicurezza. Liceo Morgagni ESTRATTO DAL PIANO DI ESODO IN EMERGENZA Redatto ai sensi degli art. 15) e 36) del D.LGS. 81/08 T. U. Sicurezza Liceo Morgagni ll presente documento è da considerarsi integrazione e aggiornamento del Documento

Dettagli

ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE ENRICO CARUSO - NAPOLI AMMINISTRAZIONE, FINANZA E MARKETING - SISTEMI INFORMATIVI AZIENDALI - TURISMO

ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE ENRICO CARUSO - NAPOLI AMMINISTRAZIONE, FINANZA E MARKETING - SISTEMI INFORMATIVI AZIENDALI - TURISMO ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE ENRICO CARUSO - NAPOLI AMMINISTRAZIONE, FINANZA E MARKETING - SISTEMI INFORMATIVI AZIENDALI - TURISMO PROT. N. 00001341/A.5.0. NAPOLI, 26 MARZO 2015 Docenti SEDE Personale

Dettagli

SCHEDA C1. 6 STUDENTI APRI-FILA / CHIUDI-FILA / SOCCORSO. All ordine di evacuazione dell edificio:

SCHEDA C1. 6 STUDENTI APRI-FILA / CHIUDI-FILA / SOCCORSO. All ordine di evacuazione dell edificio: SCHEDA C1. 6 STUDENTI APRI-FILA / CHIUDI-FILA / SOCCORSO All ordine di evacuazione dell edificio: - mantengono la calma, seguono le procedure stabilite e le istruzioni del docente; - gli apri-fila devono

Dettagli

Prot. n. 4107 /a32 Catania, 15 settembre 2015

Prot. n. 4107 /a32 Catania, 15 settembre 2015 Prot. n. 4107 /a32 Catania, 15 settembre 2015 Al docente collaboratore vicario Al DSGA Al personale docente Al personale ATA Sede Al RSPP Al RLS All Albo sicurezza Oggetto: Direttiva in materia di sicurezza

Dettagli

DM 10.3.1998 CRITERI GENERALI DI SICUREZZA ANTINCENDIO E PER LA GESTIONE DELL EMERGENZA NEI LUOGHI DI LAVORO

DM 10.3.1998 CRITERI GENERALI DI SICUREZZA ANTINCENDIO E PER LA GESTIONE DELL EMERGENZA NEI LUOGHI DI LAVORO D.Lgs 9 aprile 2008, n. 81 e S.M.I. ATTUAZIONE DELL ARTICOLO 1 DELLA LEGGE 3 AGOSTO 2007, N.123, IN MATERIA DI TUTELA DELLA SALUTE E DELLA SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO. DM 10.3.1998 CRITERI GENERALI

Dettagli

PIANO EMERGENZA SCUOLA PRIMARIA XII OTTOBRE SCUOLA INFANZIA LA NUVOLA OLGA

PIANO EMERGENZA SCUOLA PRIMARIA XII OTTOBRE SCUOLA INFANZIA LA NUVOLA OLGA PIANO EMERGENZA SCUOLA PRIMARIA XII OTTOBRE SCUOLA INFANZIA LA NUVOLA OLGA DOCENTI 1. ADEMPIMENTI PREPARATORI AL PIANO DI EVACUAZIONE A CUI TUTTI I DOCENTI SONO TENUTI AD ATTENERSI Tutti devono conoscere

Dettagli

PIANO DI EMERGENZA E DI EVACUAZIONE

PIANO DI EMERGENZA E DI EVACUAZIONE Istituto di Istruzione Superiore Piero Sraffa PIANO DI EMERGENZA E DI EVACUAZIONE Documento redatto ai sensi dell art. 18, comma 1del D. Lgs. 9 aprile 2008, n. 81 coordinato al D.Lgs. 3 agosto 2009, n.

Dettagli

4) Controllare che gli allievi apri fila e serra fila eseguano correttamente i compiti;

4) Controllare che gli allievi apri fila e serra fila eseguano correttamente i compiti; COMPITI DEGLI APRI-FILA E CHIUDI-FILA - Ogni aprifila, in caso di emergenza, ha il compito di aprire le porte e guidare i compagni verso le zone di raccolta; - I serra-fila hanno il compito di assistere

Dettagli

TARIFFE LOCAZIONE AULE FORMATIVE

TARIFFE LOCAZIONE AULE FORMATIVE TARIFFE LOCAZIONE AULE FORMATIVE I.P.A. Ingegneria per l Ambiente AULA 1 ½ dalle 9.00 13.00 o dalle 14.00 18.00 INTERA dalle 9.00 13.00 e dalle 14.00 18.00 SERALE dalle 18.00 alle 22.00 AULA 2 ½ dalle

Dettagli

prot.n. 2415/A22 GENOVA, 12/11/2015 PIANO EMERGENZA SCUOLA PRIMARIA CESARE BATTISTI E SCUOLA INFANZIA PICCOLO PRINCIPE DOCENTI

prot.n. 2415/A22 GENOVA, 12/11/2015 PIANO EMERGENZA SCUOLA PRIMARIA CESARE BATTISTI E SCUOLA INFANZIA PICCOLO PRINCIPE DOCENTI ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE SAN FRUTTUOSO ad indirizzo musicale Via Berghini, 1-16132 Genova Tel. 010352712 fax 0105220210 e-mail: geic808008@istruzione.it - www.icsanfruttuoso.it prot.n. 2415/A22 GENOVA,

Dettagli

Registrazione avvenuta EVACUAZIONE dall edificio in Emergenza

Registrazione avvenuta EVACUAZIONE dall edificio in Emergenza MODULO 1a Registrazione avvenuta EVACUAZIONE dall edificio in Emergenza (da inserire all interno del registro di classe) Da consegnare immediatamente al Responsabile Emergenza una volta raggiunto il Punto

Dettagli

ORGANIGRAMMA SICUREZZA a.a. 2014/2015 sede Piazza Mazzini n. 2

ORGANIGRAMMA SICUREZZA a.a. 2014/2015 sede Piazza Mazzini n. 2 ORGANIGRAMMA SICUREZZA a.a. 2014/2015 sede Piazza Mazzini n. 2 INCARICO PERSONALE INCARICATO COMPITI e RESPONSABILITA Datore di lavoro Dirigente scolastico Prof.ssa Girardina Volpe Il Datore di lavoro,

Dettagli

Parte IV Area personale ATA

Parte IV Area personale ATA Sommario PARTE IV AREA PERSONALE ATA... 1 Art. 29 Norme di comportamento comuni a tutto il Personale A.T.A.... 1 Art. 30 - Norme di comportamento specifiche del Personale amministrativo agli sportelli

Dettagli

Organigramma della sicurezza

Organigramma della sicurezza Dati di riferimento della scuola Organigramma della sicurezza Denominazione: Istituto Prof.le di Stato Servizi per l Enogastronomia e l Ospitalità Alberghiera B. Buontalenti (Firenze) Sede Amministrativa:

Dettagli

In tuo aiuto è arrivata una nuova legge, il D.Lgs. 81/08, che si preoccupa di tutelarti nella tua attività lavorativa, che per te è rappresentata

In tuo aiuto è arrivata una nuova legge, il D.Lgs. 81/08, che si preoccupa di tutelarti nella tua attività lavorativa, che per te è rappresentata In tuo aiuto è arrivata una nuova legge, il D.Lgs. 81/08, che si preoccupa di tutelarti nella tua attività lavorativa, che per te è rappresentata dallo studio. Eh sì, perché per la legge sei un lavoratore.

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO STATALE G. MERCALLI SEDE CENTRALE VIA ANDREA D ISERNIA n 34 80122 Napoli PIANO DI EVACUAZIONE. a.s. 2014/2015

LICEO SCIENTIFICO STATALE G. MERCALLI SEDE CENTRALE VIA ANDREA D ISERNIA n 34 80122 Napoli PIANO DI EVACUAZIONE. a.s. 2014/2015 LICEO SCIENTIFICO STATALE G. MERCALLI SEDE CENTRALE VIA ANDREA D ISERNIA n 34 80122 Napoli PIANO DI EVACUAZIONE a.s. 2014/2015 PREMESSA Nel rispetto del DMI del D.Lgs 81/2008 è stato predisposto per l'anno

Dettagli

Prot.n. 2705 A 35 Circ.n. 27 Cuorgnè, 24.10.2014 Agli insegnanti coordinatori dei plessi di scuola elementare e materna LORO SEDI

Prot.n. 2705 A 35 Circ.n. 27 Cuorgnè, 24.10.2014 Agli insegnanti coordinatori dei plessi di scuola elementare e materna LORO SEDI DIREZIONE DIDATTICA DI CUORGNÈ Via XXIV Maggio, 3 Tel.: 0124/65 72 59 Fax: 0124/65 16 98 e-mail: ddcuorgn@eurexnet.it - toee108001@istruzione.it 10082 - CUORGNÈ (TO) Prot.n. 2705 A 35 Circ.n. 27 Cuorgnè,

Dettagli

Informazioni base per la sicurezza nell ambiente scolastico. Liceo Statale Vito Capialbi

Informazioni base per la sicurezza nell ambiente scolastico. Liceo Statale Vito Capialbi Liceo Statale Vito Capialbi Liceo Musicale - Liceo Linguistico - Liceo Scienze Umane - opz. Economico Sociale Via S. Ruba snc * 89900 VIBO VALENTIA * Cod.Mecc. VVPM01000T 0963/592415 * Fax 0963/991310

Dettagli

Pag. n. 2 di 5. Il Dirigente Scolastico, o suo sostituto, emana l ordine di evacuazione:

Pag. n. 2 di 5. Il Dirigente Scolastico, o suo sostituto, emana l ordine di evacuazione: Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca I.C.S. CARDARELLI - MASSAUA Via Scrosati, 4-20146 Milano Centralino 02.884.41534 - Fax 02.884.44514 - Didattica 02.884.44511 Amministrazione 02.884.41541-

Dettagli

Corso per A.S.P.P. - Modulo B 6

Corso per A.S.P.P. - Modulo B 6 Corso per A.S.P.P. - Modulo B 6 Corsi di specializzazione per ASPP macro settore di attività 8 Modulo B Valutazione Rischi Istituto ISIS Ponti piazza Giovine Italia n. 3 - Gallarate Lezione del 10.01.2012

Dettagli

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO "E. PANZACCHI"

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO E. PANZACCHI Note Comune di Ozzano dell Emilia - Bologna ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO "E. PANZACCHI" http://icozzano.scuole.bo.it

Dettagli

Alunni Dott.Ing. Domenico PANARELLO

Alunni Dott.Ing. Domenico PANARELLO IL PIANO DI EMERGENZA Alunni Dott.Ing. Domenico PANARELLO Il Piano di Emergenza E una procedura di mobilitazione di mezzi e persone in grado di fronteggiare una determinata condizione di emergenza. Le

Dettagli

Guida all Emergenza. ( per tutto il personale interno alla scuola)

Guida all Emergenza. ( per tutto il personale interno alla scuola) Guida all Emergenza ( per tutto il personale interno alla scuola) Consigli pratici e norme di comportamento per gestire un emergenza terremoto o incendio nelle scuole (Agg. Novembre 2012) A cura dello

Dettagli

LIBRETTO INFORMATIVO - SCUOLA SICURA D.Lgs. 81/08 e D.Lgs.106/09

LIBRETTO INFORMATIVO - SCUOLA SICURA D.Lgs. 81/08 e D.Lgs.106/09 LIBRETTO INFORMATIVO - SCUOLA SICURA D.Lgs. 81/08 e D.Lgs.106/09 Approvato Dirigente Scolastico Rielaborazione degli Opuscoli Informativi dei Vigili del Fuoco a cura del RSPP Pag. 1 ISTRUZIONI SEMPLICI

Dettagli

Circ. n. 107 Villa Carcina, 30/03/15 Agli/Alle Insegnanti Dell IC T.Olivelli Villa Carcina ATTI

Circ. n. 107 Villa Carcina, 30/03/15 Agli/Alle Insegnanti Dell IC T.Olivelli Villa Carcina ATTI MINISTERO dell ISTRUZIONE, dell UNIVERSITÀ e della RICERCA ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE T. OLIVELLI Via Roma 9/11 25069 Villa Carcina (BS) 030/881023 - FAX 030/8982701 - C.F. 92008620178 - C.M. BSIC82600D

Dettagli

La sicurezza. Informativa art. 36 TU 81/08 Lunedì 7 e mercoledì 9 settembre 2015

La sicurezza. Informativa art. 36 TU 81/08 Lunedì 7 e mercoledì 9 settembre 2015 La sicurezza Informativa art. 36 TU 81/08 Lunedì 7 e mercoledì 9 settembre 2015 La gestione delle situazioni di emergenza nella scuola, che possono nascere da un incendio, da un terremoto, o da altri pericoli

Dettagli

INFORMATIVA SULLA SICUREZZA AI SENSI DEL D. Lgs. 81/2008 e s.m.i. Anno scolastico 2013/2014

INFORMATIVA SULLA SICUREZZA AI SENSI DEL D. Lgs. 81/2008 e s.m.i. Anno scolastico 2013/2014 Piano di esodo INFORMATIVA SULLA SICUREZZA AI SENSI DEL D. Lgs. 81/2008 e s.m.i. Anno scolastico 2013/2014 Il piano di emergenza deve essere predisposto per ogni luogo di lavoro. Per luoghi di lavoro di

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI PREGANZIOL VERBALE RELATIVO ALLE PROVE DI EVACUAZIONE IN CASO DI EMERGENZA INCENDIO ESEGUITE SUI PLESSI

ISTITUTO COMPRENSIVO DI PREGANZIOL VERBALE RELATIVO ALLE PROVE DI EVACUAZIONE IN CASO DI EMERGENZA INCENDIO ESEGUITE SUI PLESSI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PREGANZIOL VERBALE RELATIVO ALLE PROVE DI EVACUAZIONE IN CASO DI EMERGENZA INCENDIO ESEGUITE SUI PLESSI ai sensi del D. Lgs. 81/2008 e s.m.i. e del D.M. 26-08-1992 Il giorno 16

Dettagli

NORME DI COMPORTAMENTO Da affiggere nelle aule e nei corridoi

NORME DI COMPORTAMENTO Da affiggere nelle aule e nei corridoi NORME DI COMPORTAMENTO Da affiggere nelle aule e nei corridoi NORME DI COMPORTAMENTO I - NORME DI COMPORTAMENTO Di Carattere Generale Al fine di tutelare la sicurezza e la salute di tutti; gli operatori

Dettagli

I POSSIBILI PERICOLI NELL'AMBIENTE SCOLASTICO

I POSSIBILI PERICOLI NELL'AMBIENTE SCOLASTICO I POSSIBILI PERICOLI NELL'AMBIENTE SCOLASTICO Finestre, pavimenti, porte, termosifoni, costituiscono il rischio maggiore all interno della classe. Le ante delle finestre in particolare causano un infinità

Dettagli

Informazione prevista dall art.36 del DLgs 81/2008

Informazione prevista dall art.36 del DLgs 81/2008 a.s. 2013/2014 Informazione prevista dall art.36 del DLgs 81/2008 Gli istituti scolastici di ogni ordine e grado sono AMBIENTI DI LAVORO I lavoratori della scuola sono il personale docente e ATA e gli

Dettagli

LA SICUREZZA IN ISTITUTO

LA SICUREZZA IN ISTITUTO LA SICUREZZA IN ISTITUTO IL PIANO DI EMERGENZA Il D.Lgs. 81/2008 prevede che, in caso di emergenza, in tutte le attività pubbliche o private nelle quali fossero presenti lavoratori, siano attuate apposite

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale G. Galilei SCUOLA SICURA

Istituto Comprensivo Statale G. Galilei SCUOLA SICURA SCUOLA SICURA a.s. 2014-2015 Non correre Non spingere i compagni Non mangiare o bere: potresti distrarti, inoltre le briciole ti faranno scivolare Guarda bene i gradini nel salire e nello scendere Non

Dettagli

ESTRATTO DEL DOCUMENTO DI CUI ALL ART. 28 COMMA 2 D.LGS. N 81/2008 RELATIVO AL SISTEMA DI GESTIONE DELLA SICUREZZA SUL LAVORO

ESTRATTO DEL DOCUMENTO DI CUI ALL ART. 28 COMMA 2 D.LGS. N 81/2008 RELATIVO AL SISTEMA DI GESTIONE DELLA SICUREZZA SUL LAVORO ESTRATTO DEL DOCUMENTO DI CUI ALL ART. 28 COMMA 2 D.LGS. N 81/2008 RELATIVO AL SISTEMA DI GESTIONE DELLA SICUREZZA SUL LAVORO GLI ASPETTI ORGANIZZATIVI NEL LICEO Si riportano, quale esempio e non esaustivi,

Dettagli

LIBRETTO INFORMATIVO - SCUOLA SICURA D.Lgs. 81/08 e D.Lgs.106/09

LIBRETTO INFORMATIVO - SCUOLA SICURA D.Lgs. 81/08 e D.Lgs.106/09 MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA ISTITUTO COMPRENSIVO SENIGALLIA SUD - BELARDI Via Marche, 42-60019 Senigallia C.F. 83004490427 Tel. 071/7924522 Fax 071/7912480 WEB: www.senigalliasud.it

Dettagli

Si citano, a titolo esemplificativo, alcune situazioni di emergenza:

Si citano, a titolo esemplificativo, alcune situazioni di emergenza: 1. Probabili cause di pericolo Si citano, a titolo esemplificativo, alcune situazioni di emergenza: incendio all interno dell edificio incendio esterno all edificio o nelle vicinanze crolli dovuti a cedimenti

Dettagli

PIANO DI EVACUAZIONE

PIANO DI EVACUAZIONE PIANO DI EVACUAZIONE Il presente piano di evacuazione, inserito nel Documento di Valutazione dei rischi (affisso all'albo dell'istituto) è stato compilato a cura del D.S. Dott.ssa Cristina Grieco con la

Dettagli

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO PREVENZIONE E PROTEZIONE Ing. G. Corsi. IL RAPPRESENTANTE DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZA Sig. G.

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO PREVENZIONE E PROTEZIONE Ing. G. Corsi. IL RAPPRESENTANTE DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZA Sig. G. 2013 2014 ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE E. Fermi L. da Vinci Via Bonistallo 73 50053 Empoli ALLEGATO 13 Informativa agli studenti Procedure e norme in caso di emergenza data firma IL DATORE DI LAVORO

Dettagli

STUDIO TECNICO PAGLIARONE ing. DARIO

STUDIO TECNICO PAGLIARONE ing. DARIO STUDIO TECNICO PAGLIARONE ing. DARIO VERBALE DI PROVA DI EVACUAZIONE (allegato I punto 7.4 del D.M. 10 marzo 1998) In merito alla necessità di testare il piano di emergenza della sede succursale lavorativa

Dettagli

PIANO DI EMERGENZA. (Pianificazione dell esodo) Scuola IIS IRIS VERSARI. Via Calabria, 24 20811 Cesano Maderno. Documento aggiornato al 27/10/2014

PIANO DI EMERGENZA. (Pianificazione dell esodo) Scuola IIS IRIS VERSARI. Via Calabria, 24 20811 Cesano Maderno. Documento aggiornato al 27/10/2014 PIANO DI EMERGENZA (Pianificazione dell esodo) Scuola IIS IRIS VERSARI Via Calabria, 24 20811 Cesano Maderno Documento aggiornato al 27/10/2014 IL DATORE DI LAVORO Prof.ssa Lucia Castellana Mod Sic 01/0

Dettagli

Istituto Comprensivo Via Sauro Via N. Sauro,30 tel. 0362.903319 fax 0362.975329 20843 VERANO BRIANZA (MB)

Istituto Comprensivo Via Sauro Via N. Sauro,30 tel. 0362.903319 fax 0362.975329 20843 VERANO BRIANZA (MB) Istituto Comprensivo Via Sauro Via N. Sauro,30 tel. 0362.903319 fax 0362.975329 20843 VERANO BRIANZA (MB) PIANO DI EMERGENZA SCUOLA DELL INFANZIA IL MELOGRANO STRALCIO DEL COMPORTAMENTO DEI COLLABORATORI

Dettagli

Al DSGA. Ai docenti Al personale ATA. Oggetto: Direttiva in materia di sicurezza uscita e vigilanza alunni.

Al DSGA. Ai docenti Al personale ATA. Oggetto: Direttiva in materia di sicurezza uscita e vigilanza alunni. Prot n.. 6540/B10 Al DSGA Ai docenti collaboratori Ai docenti Al personale ATA Oggetto: Direttiva in materia di sicurezza uscita e vigilanza alunni. Si invita il personale in indirizzo all osservanza della

Dettagli