v.2 (Servizi per Comunità d Affari)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Aff@ri v.2 (Servizi per Comunità d Affari)"

Transcript

1 v.2 (Servizi per Comunità d Affari) Informazioni Generali Ed. 0.4 Giulio Beltrami Architettura dei Sistemi Informativi 20/7/2004..Libertà non è uno spazio libero, Libertà è partecipazione... Giorgio Gaber La Libertà 1973 Sommario: 1 Requisiti e obiettivi di 2 2 Peculiarità di Approccio concettuale Rivoluzione copernicana del sistema informativo Paradigma cognitivo autopoietico d impresa Criteri progettuali Info-struttura organica Tecno-struttura compatta Applicazioni di Vetrina/cruscotto della comunità Ciclo di vita del software per la comunità AFFARI2-GEN-IT-J-04.doc Page 1 of 15 21/07/2004

2 1 Requisiti e obiettivi di è una piattaforma software (Community Business Server), in grado di supportare efficacemente l intero ciclo di vita: Progettazione Sviluppo Avviamento e addestramento all utilizzo Esercizio e utilizzo Manutenzione correttiva ed evolutiva, intesa come riprogettazione continua di servizi di telelavoro a 360 per comunità digitali (e-community) costituite da: Applicazioni Informatiche Altre Comunità Imprese Persone Persone fisiche (singoli e famiglie) Persone giuridiche (organizzazioni pubbliche e private) Applicazioni informatiche (servizi di elaborazione automatica dei dati) Comunità esterne (creabili o assorbibili). a geometria variabile, come ad esempio: Impresa estesa, con i suoi Partner (Agenti, Appaltatori, ecc.) ed i suoi Clienti e Fornitori. Distretto produttivo di piccole e medie Imprese, con il suo Mercato. Bacino territoriale di di micro Imprese, con i loro Clienti. Ente o Enti della Pubblica Amministrazione Locale o Centrale AFFARI2-GEN-IT-J-04.doc Page 2 of 15 21/07/2004

3 e dedite a qualsiasi tipo di affari (e-business), tipicamente a godimento condiviso: e-government e-learning Help-desk e-service e-r&d e-manifacturing e-publishing e-entertainment Addestramento e formazione (e-learning) Assistenza alla soluzione di problemi (help-desk) Ricerca di base ed applicata (e-r&d) Editoria ed intrattenimento (e-publishing, e-entertainment) Progettazione, produzione, confezione, utilizzo e manutenzione di materiali (e-manifacturing) Concezione, sviluppo, avviamento, fruizione, revisione di servizi pubblici (e-government) e privati (e-service) In particolare Gestisce direttamente ogni aspetto della collaborazione/competizione (copetition) fra i soggetti partecipanti alla comunità (persone fisiche e applicazioni informatiche, organizzate in imprese), nell ambito di prassi (organigrammi, norme e procedure) pubbliche e condivisibili. Delega invece gli aspetti inerenti alla comunicazione sincrona/asincrona fra persone ed alla integrazione applicativa a piattaforme e infrastrutture ICT universali e/o standard industriale, come WEB-Server, -Server e WEB-Service. Delega pure le funzioni applicative di back-office e/o specifiche al settore merceologico della comunità di imprese a pacchetti commerciali già disponibili sul mercato (paghe e stipendi, contabilità, business intelligence, gestione produzione, gestione magazzino e quant altro). Da ultimo, ma non meno importante, risolve i problemi di riproduzione e allevamento di quella strana bestia che è il software; approcciando il sistema informativo (hardware & software & dati) come un organismo cognitivo, necessariamente soggetto ad una evoluzione naturale, piuttosto che come un artefatto ingegneristico, tendenzialmente stabile 1. 1 v. memorandum Sofhware la conoscenza/coscienza artificiale emergente dal cyberspazio AFFARI2-GEN-IT-J-04.doc Page 3 of 15 21/07/2004

4 2 Peculiarità di Per peculiarità si intende ogni caratteristica di che, differenziandolo da altre soluzioni, assicuri un vantaggio competitivo alla comunità di imprese che l adotti, come strumento e metodo, per condurre i propri affari. Invero è originale sia nell approccio concettuale e sia per i criteri progettuali adottati, come chiarito nei capitoli che seguono. 2.1 Approccio concettuale L approccio concettuale adottato riguarda sia gli aspetti metodologici e sia quelli paradigmatici di Rivoluzione copernicana del sistema informativo La metodologia di approccio al sistema informativo aziendale, prevede che: Comunità relazioni anagrafe risorse Impresa Invece di partire dalla rilevazione della organizzazione (organigrammi, prodotti, procedure, cespiti, ecc.), per stabilire uno schema preconcetto - esaustivo ma rigido - della base dati dell impresa. Si parta dall analisi delle relazioni d affari nella comunità d appartenenza, per concepire uno schema aperto e dinamico di deposito (anagrafe) per tutti e soli i fattori gestionali (risorse) comuni e/o persistenti, rispetto alla dinamica degli affari passati, correnti e futuri (previsti) dell impresa. Tale approccio, basato sulle relazioni comunitarie (Community Relationship Planning), sostituisce quello tradizionale, basato sulle risorse aziendali (Enterprise Resource Planning) AFFARI2-GEN-IT-J-04.doc Page 4 of 15 21/07/2004

5 2.1.2 Paradigma cognitivo autopoietico d impresa adotta il seguente paradigma cognitivo autopoietico per le imprese della comunità: COSA? Norme RISORSE COME? Procedure Ontologia FA Entità/Relazioni Citazioni Addetti Esecutori Risultati AutoPoiesi Contenuti COSA PRATICHE HA Procedimenti FATTO Fattori/Atti/Effetti Poiesi Le risorse dell impresa (ontologia) sono il personale addetto e le norme e procedure previste, per trattare gli affari di interesse e competenza dell impresa. Le pratiche dell impresa (poiesi) consistono in procedimenti (atti) riguardanti contenuti (fattori ex-ante ed effetti ex-post del procedimento stesso), intesi come istanza-assunzioneesecuzione di procedure e come attuazione di norme, da parte degli addetti. I contenuti possono riguardare (citare) risorse interne o esterne (interlocutori) all impresa. L impresa migliora spontaneamente (autopoiesi), man mano che l espletamento delle pratiche crea nuove risorse e ne valorizza le relazioni alla luce dei risultati conseguiti. Invero il rapporto fra comunità d affari ed affari della comunità sembra problematico, come quello fra l uovo e la gallina; in quanto la comunità esiste in funzione dei suoi affari e gli affari richiedono adeguate risorse delle imprese della comunità. In realtà ogni comunità si sviluppa a partire da una comunità nativa, che comprende almeno una impresa promotrice con un primo imprenditore, autorizzato a coaptare altre imprese ed a creare altre comunità. Per altro concepisce in modo piuttosto originale gli affari della comunità servita: Le relazioni d affari sono intese fra partecipanti alla comunità, piuttosto che fra utenti del sistema informatico (players vs users). Gli affari di ogni impresa si svolgono e hanno effetto in base a norme prescrittive ed a procedure esecutive esplicite (clear business rules), che attestano quindi qualità, servizio, sicurezza, riservatezza, ecc. dell impresa stessa. I profili (cliente, fornitore, ecc.) dei partecipanti non sono precostituiti ma basati sul tipo, numero e valore economico delle relazioni d affari intervenute; rilevate e valutate, in tempo reale, dal modulo integrato BAM (Business Activity Monitoring). L utilizzo del sistema, a partire dalla fase di avviamento, non richiede attività e risorse per l addestramento, al di fuori della comunità e del sistema stesso (self-learning). L accesso al sistema è intrinsecamente sicuro, poiché gli utenti possono espletare solo le pratiche di loro competenza/pertinenza, secondo le norme/procedure vigenti (self-control). La manutenzione correttiva ed evolutiva del software è curata dalla stessa comunità per cui opera, tramite imprese a ciò preposte (self-maintenance). AFFARI2-GEN-IT-J-04.doc Page 5 of 15 21/07/2004

6 2.2 Criteri progettuali I criteri progettuali adottati riguardano sia gli aspetti funzionali/organizzativi (info-struttura) e sia quelli propriamente tecnologici/architettonici (tecno-struttura) di Info-struttura organica. Il modello informativo di consiste in una base comunitaria di conoscenza ed esperienza: Governano le Pratiche ESPERIENZA Risorse Pratiche CONOSCENZA Sviluppano le Risorse Interazioni che prevede la cooperazione virtuosa fra un lobo della conoscenza delle risorse e un lobo dell esperienza delle pratiche; che i partecipanti alla comunità utilizzano, per mandare avanti i loro affari, interagendo con la società ed il mercato, come descritto nel seguito. Invero la base comunitaria conserva le informazioni riguardanti ogni aspetto degli affari passati, correnti e futuribili della comunità servita, entro tali lobi finemente interconnessi, che sono tecnicamente denominati: Anagrafe delle Risorse Giornale delle Pratiche Conserva lo stato e la storia della risorse della comunità, ovverosia dei soggetti (persone e imprese) appartenenti (partecipanti attivi o semplici corrispondenti) e delle norme e procedure adottate dalle imprese della comunità Registra sistematicamente lo stato e la storia degli affari della comunità, in termini di pratiche, ovverosia di procedimenti attivati/correnti/espletati, con i relativi fascicoli dei contenuti prodotti Ciò che permette di: Organizzare le risorse (resources) necessarie (o anche solo utili) per governare (pianificare, abilitare, regolare, controllare, ecc.) gli affari (business) tipici di ogni impresa della comunità. Registrare le pratiche (business) della comunità, tracciando lo stato di avanzamento/esito dei relativi procedimenti (process) e fascicolando i contenuti (dossier) prodotti per attivare, espletare e certificare tali procedimenti. AFFARI2-GEN-IT-J-04.doc Page 6 of 15 21/07/2004

7 secondo una sorta di metabolismo organico d impresa qui illustrato: Anagrafe delle Risorse COSA? NORME ATTUANO COME? PROCEDURE RIGUARDANO CHI? INCARICANO PRESCRIVONO PARTECIPANTI INSTANZIANO RIGUARDANO ESECUTORI ESEGUONO CONTENUTI RISULTATI PRODUCONO Giornale delle Pratiche PROCEDIMENTI ATTIVITA RISORSE Chi fa Cosa e Come nell impresa Partecipanti Personale dell Impresa, per lo più inquadrato in Settori di Impresa Norme Modelli dei Contenuti che l Impresa intende produrre Procedure Modelli dei Procedimenti produttivi i Contenuti, in termini di Settori incaricati, Norme prescrittive, scadenze, ecc. PRATICHE Attività dell impresa con i Risultati conseguiti Procedimenti Produzione di Contenuti secondo le Procedure vigenti Contenuti Risultati dai Procedimenti a Norma, organizzati in Documenti e Fascicoli A cui si aggiunge la capacità di collaborazione fra imprese diverse della stessa comunità, intesa come servizi collaborativi esercitati fra pratiche clienti e pratiche fornitori inter-allacciate (supply chain). AFFARI2-GEN-IT-J-04.doc Page 7 of 15 21/07/2004

8 2.2.2 Tecno-struttura compatta. prevede un architettura software orientata agli oggetti e adotta la piattaforma Cachè 5 di Intersystems (www.intersystems.com), per semplificare il middleware richiesto: Programs Tables Object Scripting WEB Query Forms Object Repository Object Interface Hierarchies Documents EDI BUSINESS STORAGE BUSINESS PROCESSING BUSINESS INTERFACES Infatti, la scelta di varie tecnologie che vanno per la maggiore come: RDBMS (Relational Data Base Management System DMS (Document Management System) DS (Directory Services) OOP (Object Oriented Programming) ASP (Active Service Pages) Ecc.. richiederebbe l integrazione di molteplici paradigmi e componenti tecnologici: 3xBusiness Storage 3xBusiness Processor 3xBusiness Interface table/document/hierarchie query/program/form WEB/ASP, /SMTP-POP-MIME, EDI mentre l utilizzo intensivo ed estensivo del paradigma ad oggetti, tramite uno specifico prodotto, riduce di un terzo il numero di componenti middleware che è necessario integrare: 1xBusiness Storage 1xBusiness Processor 1xBusiness Interface Cachè-Object-Repository Cachè-Methods/Routines Cachè-CSP AFFARI2-GEN-IT-J-04.doc Page 8 of 15 21/07/2004

9 Business storage v.2 implementa la base di conoscenza ed esperienza, per qualsiasi volume di comunità, con la tecnologia Cachè 5 Multidimensional Data Base di Intersystems (www.intersystems.com); per la facilità e l efficienza con cui questa gestisce strutture dati comunque complesse, sebbene tendenzialmente gerarchiche, fornendo automaticamente all applicazione, in ogni circostanza, il contesto informativo richiesto. Peraltro la possibilità di accedere al Data Base anche in modo relazionale standard SQL abilita qualsiasi forma di integrazione applicativa a basso livello (schema dei dati). AFFARI2-GEN-IT-J-04.doc Page 9 of 15 21/07/2004

10 Business processing La logica applicativa è implementata da metodi e routines Cachè/Basic ObjectScript, preferibilmente integrati nel Data Base, piuttosto che nelle Pagine CSP (Cachè Server Page), per ottimizzare le prestazioni generali del sistema e per minimizzare il traffico sulla rete. Inoltre il metodo di creazione dei contenuti nella base di esperienza dell impresa, è accurato nel garantire l integrità transazionale (ACID) ed efficace nel facilitare l integrazione applicativa, tramite l originale tecnologia XIPO (extensible Input Processing Output): LEGGE Base di <Conoscenza/Esperienza< Comunitaria SCRIVE (commit) Adapter Pre-Elaborazione CachèScript CITA Post-Elaborazione CachèScript Adapter INPUT (CSP-FORM) Parte Connesso OUTPUT (CSP-FORM) Annesso Applicazione or Allegato Edit Esecutore In particolare l esecuzione di ogni procedimento prevede: 1. La proposta in input all esecutore di contenuti (CSP-FORM) secondo la norma prevista dalla procedura, istanziata dalla base di conoscenza dell impresa. 2. La registrazione in un colpo solo (commit), nella base di esperienza dell impresa, di tali contenuti (CSP-FORM), una volta che siano stati elaborati e messi in output dall esecutore 3. La possibilità di pre-elaborare l input, con una procedura CachèScript, che può accedere alla base di conoscenza oppure a un applicazione o un WEB Service remoti. 4. La possibilità di post-elaborare l output, con una procedura CachèScript, che può alimentare la base di conoscenza oppure un applicazione o un WEB Service remoti. 5. La possibilità di estendere il contenuto, annettendo un allegato o una applicazione qualsiasi, rispettivamente elaborabile o eseguibile sul posto di lavoro, dall interno del contenuto stesso. 6. La possibilità di estendere il contenuto, connettendo una risorsa della base di conoscenza della comunità, citatabile come parte in causa del contenuto stesso La possibilità che, non specificando l addetto alla procedura, l elaborazione del contenuto sia completamente automatica (job automation). Garantendo la proprietà e la riservatezza del lavoro svolto, in ogni impresa della comunità: I contenuti sono registrati nella base di esperienza dell impresa e l esecutore (e l eventuale procedura di pre-elaborazione) accede solo ai contenuti dei procedimenti di sua competenza. 2 La possibilità di referenziare risorse organizzative nei contenuti generati chiude logicamente il sistema, fornendogli la capacità di autorganizzarsi. AFFARI2-GEN-IT-J-04.doc Page 10 of 15 21/07/2004

11 Business interface Governa l interazione del partecipante (umano o informatico) con la comunità di attraverso protocolli sincroni e asincroni. In particolare l interfaccia umana rende disponibile sul WEB, con la tecnologia Caché Server Page (CSP), una sorta di cruscotto degli affari, con cui il partecipante, dopo essersi identificato e autenticato (chiave) in uno dei ruoli assegnatoli nella comunità e nell impresa d appartenenza, può eseguire tutte e sole le pratiche di sua competenza, con la possibilità di consultare oltre la base di conoscenza & esperienza della propria impresa, secondo i propri gradi d accesso (esecutore, amministratore, ispettore, imprenditore), anche la base di conoscenza delle altre imprese della comunità: Identità/Posizione del Partecipante Lavori del Partecipante Conoscenza Esperienza Chiave di Accesso Selezione Partecipante/Posizione Gradi di Accesso Oltre all interfaccia WEB, di dialogo col, e di presentazione dati al, partecipante, provvede anche un interfaccia asincrona, implementata con le classi SMTP e POP3 di Cachè, per la ricezione di messaggi dal e per la notificazione di avvisi e solleciti allo stesso, tramite un MAIL SERVER esterno. L interfaccia con i partecipanti informatici alla comunità (procedure client) è infine implementata come WEB-Service, sfruttando le apposite classi di Cachè, tramite un MESSAGE BUS esterno. AFFARI2-GEN-IT-J-04.doc Page 11 of 15 21/07/2004

12 3 Applicazioni di gestisce in modo flessibile ed estensibile, quantunque assistito e controllato, le varie attività produttive concomitanti (work-management) dei partecipanti alle imprese della comunità servita: CHI? ORGANIZZAZIONE DEL PERSONALE personale In tempo! work NORME PRESCRITTIVE fa contenuti COSA? COME? PROCEDURE ESECUTIVE allo scopo di raggiungere i risultati voluti al tempo previsto (just in time), indipendentemente dalla natura degli affari trattati e dalla collocazione geografica dei partecipanti. prevede diverse forme di collaborazione cliente/fornitore (filiera), fra imprese della stessa comunità e con imprese esterne, in ordine decrescente di integrazione organizzativa: I. Condivisione di prassi (practice sharing) per cui il cliente sfrutta certe norme e procedure, rese pubbliche dall organizzazione del fornitore, mentre le pratiche restano di proprietà del cliente. II. Incarico al fornitore (supply assignment) di fungere da addetto di un settore funzionale del cliente; per cui le pratiche restano ancora di proprietà del cliente. III. Servizio interno (internal service), fra due imprese della stessa comunità, basato su norme e procedure condivise (concordate e messe a disposizione della comunità stessa), che veicolano richieste del cliente al fornitore e risposte in senso contrario; per cui la pratica fornitore integra la pratica cliente in una logica di servizio reso, restando le proprietà delle pratiche distinte, ma con una certa visibilità reciproca. IV. Servizio esterno (external service), fra un impresa della comunità e un impresa esterna, basato su norme e procedure condivise (concordate e messe a disposizione della comunità stessa), che veicolano richieste del cliente al fornitore e risposte in senso contrario, attraverso un protocollo di corrispondenza con l esterno, manuale ( , fax, lettera) o automatico (EDI); in questo caso non esiste ovviamente alcuna visibilità sulla pratica dell impresa esterna. intende la collaborazione fra imprese in modo flessibile, mettendo a disposizione di ogni comunità i protocolli operativi, i livelli d integrazione organizzativa ed i criteri di riservatezza o trasparenza che più gli aggradano. Nel seguito si descrivono alcuni esempi di applicazioni di tipo orizzontale (cross-industry). AFFARI2-GEN-IT-J-04.doc Page 12 of 15 21/07/2004

13 3.1 Vetrina/cruscotto della comunità è fonte, naturale e immediata, di ogni informazione desiderata (dalla società e dal mercato) e permessa (dalle leggi e dalle consuetudini imprenditoriali), sulla comunità d imprese servite: Qualità Privacy SLA SOGGETTI Sanità Sicurezza PROCEDURE Pagine Verdi (COME?) Pagine Bianche (CHI?) Pagine Gialle (COSA?) NORME Ambiente Paghe Pagine Blu (ATTI!) PROCEDIMENTI Pagine Arancio (FATTI!) CONTENUTI Contollo Gestione Contabilità Archiviazione attraverso il Catalogo delle Risorse organizzative della comunità: Pagine Bianche Soggetti CHI? siano le persone e le imprese della comunità Pagine Gialle Norme COSA? le imprese stiano facendo e intendano fare Pagine Verdi Procedure COME? le imprese stiano operando e intendano operare ed il Giornale delle Pratiche esecutive della comunità: Pagine Blu Procedimenti ATTI! che ogni impresa sta compiendo o ha compiuto, in base alle sue procedure Pagine Arancio Contenuti FATTI! che ogni impresa sta realizzando o ha realizzato, in base alle sue norme Tutto ciò contemperando esigenze di riservatezza e opportunità di collaborazione, attraverso una politica d accesso a tre livelli: INTRANET I partecipanti alla comunità accedono alle pratiche della propria impresa, nei limiti stabiliti dai propri gradi d accesso e ruoli procedurali EXTRANET I partner possono consultare le pratiche di altre imprese, che siano interallacciate a quelle della propria impresa, in termini di servizi chiesti o resi (filiera) INTERNET Chiunque può consultare le risorse di ogni impresa della comunità, per informarsi e valutare a ragion veduta le opportunità di collaborazione o competizione AFFARI2-GEN-IT-J-04.doc Page 13 of 15 21/07/2004

14 In questo modo solleva le imprese della comunità dal carico crescente di incombenze e di adempimenti accessori, pretesi dalla società e dal mercato: Redazione e manutenzione del Manuale di Qualità Redazione e manutenzione della Carta dei Servizi (SLA) Trattamento dei dati sensibili per la sicurezza e privatezza Controlli sanitari Controlli ambientali Ecc. permettendogli di concentrarsi sugli affari di proprio primario interesse e competenza e fornendo nel contempo le informazioni atte ad integrare sistemi/procedure gestionali esterni, come: Paghe e stipendi Fatturazione/bollettazione Contabilità Generale/Tributaria Contabilità Analitica Pianificazione Strategica Controllo della Produzione Controllo di Gestione (Reporting) Supporto Decisionale (OLAP, Data Mining) Archiviazione Documentale di Legge Ecc. AFFARI2-GEN-IT-J-04.doc Page 14 of 15 21/07/2004

15 3.2 Ciclo di vita del software per la comunità. prevede una strategia di implementazione continua del software, che ovviamente si avvale delle prestazioni gestionali dello stesso Le NORME sono l argomento delle PROCEDURE Metodi per produrre/servire Requisiti del prodotto/servizio Specifiche del prodotto /servizio Confezione del prodotto /servizio Fornitura del prodotto /servizio Addestramento al prodotto /servizio Amministrazione del prodotto /servizio Manutenzione del prodotto /servizio Apprendere Mantenere Analizzare Esercire Progettare Addestrare Sviluppare Consegnare Il paradigma adottato è quello della manutenzione evolutiva, intesa come rilevazione sistematica dei requisiti emergenti dalla comunità, per motivare/propiziare gli ulteriori sviluppi In particolare: a) Lo sviluppo e manutenzione, in modalità Open Source, del software di base è effettuato sul sito di sviluppo & test, da una ristretta comunità di analisti, progettisti e tester, che operano senza vincoli geografici. b) Lo sviluppo e la manutenzione del software applicativo che consiste in routine (Cachè o Basic ObjectScript) di pre/post-elaborazione di contenuti e/o di applicazioni esterne annesse a contenuti, sono, in prima istanza, a carico del settore sviluppo software dell impresa, che prevede le norme e procedure che richiamano tali routine/applicazioni. c) Spesso è preferibile coaptare nella comunità una impresa che curi lo sviluppo/integrazione e la manutenzione del software applicativo per le altre imprese, in base a particolari norme & procedure, per la fornitura di tale software e dei relativi servizi accessori (rilevazione requisiti, analisi, ordine, formazione utenti, avviamento, fatturazione, ecc.). Di regola la comunità include almeno una software house, in grado di ascoltare le esigenze e di curare il software applicativo, per le imprese della comunità medesima. N.B. Il software applicativo sviluppato con Cachè può essere realizzato da remoto, in tempo reale e senza interruzioni del servizio, disponendo delle appropriate licenze Cachè. AFFARI2-GEN-IT-J-04.doc Page 15 of 15 21/07/2004

Aff@ri (Servizi per comunità d affari)

Aff@ri (Servizi per comunità d affari) Aff@ri (Servizi per comunità d affari) FAQ Ed.04 1 Marzo 2007..Libertà non è uno spazio libero, Libertà è partecipazione... Giorgio Gaber La Libertà 1973 Questioni affrontate: 1 Cos é?... 2 1.1 Cosa serve

Dettagli

Anno Scolastico: 2014/2015. Indirizzo: Sistemi informativi aziendali. Classe quarta AS. Disciplina: Informatica. prof.

Anno Scolastico: 2014/2015. Indirizzo: Sistemi informativi aziendali. Classe quarta AS. Disciplina: Informatica. prof. Anno Scolastico: 2014/2015 Indirizzo: Sistemi informativi aziendali Classe quarta AS Disciplina: Informatica prof. Competenze disciplinari: Secondo biennio 1. Identificare e applicare le metodologie e

Dettagli

Sistemi gestionali as a Service:

Sistemi gestionali as a Service: Sistemi gestionali as a Service: Una reale opportunità per le imprese? Andrea Gaschi School of Management Politecnico di Milano Agenda Un introduzione ai sistemi gestionali La situazione in Italia Le spinte

Dettagli

IMPI@NTI Gestione Impianti della Comunità di Aff@ri

IMPI@NTI Gestione Impianti della Comunità di Aff@ri IMPI@NTI Gestione Impianti della Comunità di Aff@ri Specifiche Generali Giulio Beltrami 14 Dicembre 2005 Ed.0.1 Sommario: 1 Premessa... 2 2 Struttura logica e fisica dello Impi@nto... 3 3 Configurazione

Dettagli

ERP Commercio e Servizi

ERP Commercio e Servizi ERP Commercio e Servizi Sistema informativo: una scelta strategica In questi ultimi anni hanno avuto grande affermazione nel mercato mondiale i cosiddetti sistemi software ERP. Tali sistemi sono in grado

Dettagli

Microsoft Dynamics NAV 2009 REALIZZARE GLI OBIETTIVI

Microsoft Dynamics NAV 2009 REALIZZARE GLI OBIETTIVI Microsoft Dynamics NAV 2009 REALIZZARE GLI OBIETTIVI Una soluzione ERP integrata CONNETTERE Microsoft Dynamics NAV 2009 SEMPLIFICARE ANALIZZARE Microsoft Dynamics NAV 2009 è un ERP innovativo, flessibile

Dettagli

Microsoft Dynamics NAV 2009 REALIZZARE GLI OBIETTIVI

Microsoft Dynamics NAV 2009 REALIZZARE GLI OBIETTIVI Microsoft Dynamics NAV 2009 REALIZZARE GLI OBIETTIVI Una soluzione ERP ALL AVANGUARDIA CONNETTERE Microsoft Dynamics NAV 2009 SEMPLIFICARE ANALIZZARE Microsoft Dynamics NAV 2009 è una soluzione di gestione

Dettagli

Introduzione ai software gestionali. Corso Gestione dei flussi di informazione

Introduzione ai software gestionali. Corso Gestione dei flussi di informazione Introduzione ai software gestionali Corso Gestione dei flussi di informazione 1 Integrazione informativa nelle aziende Problemi: frammentazione della base informativa aziendale crescente complessità organizzative

Dettagli

MANUALE www.logisticity.it. Copryright 2015 - All rights reserved Email: info@logisticity.it - P.IVA 04183950403

MANUALE www.logisticity.it. Copryright 2015 - All rights reserved Email: info@logisticity.it - P.IVA 04183950403 MANUALE www.logisticity.it Copryright 2015 - All rights reserved Email: info@logisticity.it - P.IVA 04183950403 INDICE Presentazione... pag. 02 Applicativo... pag. 03 Amministrazione...pag. 06 Licenza...pag.

Dettagli

Integrazione dei processi aziendali Sistemi ERP e CRM. Alice Pavarani

Integrazione dei processi aziendali Sistemi ERP e CRM. Alice Pavarani Integrazione dei processi aziendali Sistemi ERP e CRM Alice Pavarani Un ERP rappresenta la maggiore espressione dell inseparabilità tra business ed information technology: è un mega-package di applicazioni

Dettagli

Le attività generatrici di valore nelle e-company: dalla catena alla rete del valore nelle relazioni intersistemiche

Le attività generatrici di valore nelle e-company: dalla catena alla rete del valore nelle relazioni intersistemiche Le attività generatrici di valore nelle e-company: dalla catena alla rete del valore nelle relazioni intersistemiche 1. La e-company: definizione e caratteristiche 2. Le tre direttrici di sviluppo del

Dettagli

SISTEMI INFORMATIVI. Definizione, classificazioni

SISTEMI INFORMATIVI. Definizione, classificazioni SISTEMI INFORMATIVI Definizione, classificazioni IL SISTEMA INFORMATIVO AZIENDALE A cosa serve una definizione? a identificare i confini del SI a identificarne le componenti a chiarire le variabili progettuali

Dettagli

Evoluzione dei sistemi gestionali nelle PMI e nuove modalità di fruizione

Evoluzione dei sistemi gestionali nelle PMI e nuove modalità di fruizione Evoluzione dei sistemi gestionali nelle PMI e nuove modalità di fruizione Fabrizio Amarilli Fondazione Politecnico di Milano amarilli@fondazionepolitecnico.it Brescia, 6 maggio 2009 2009 - Riproduzione

Dettagli

ALLEGATO C STANDARD TECNICI DELLA BORSA CONTINUA NAZIONALE DEL LAVORO

ALLEGATO C STANDARD TECNICI DELLA BORSA CONTINUA NAZIONALE DEL LAVORO ALLEGATO C STANDARD TECNICI DELLA BORSA CONTINUA NAZIONALE DEL LAVORO Standard tecnici Gli standard tecnici di riferimento adottati sono conformi alle specifiche e alle raccomandazioni emanate dai principali

Dettagli

PRESENTAZIONE DI ABLE TECH S.R.L.

PRESENTAZIONE DI ABLE TECH S.R.L. PRESENTAZIONE DI ABLE TECH S.R.L. ABLE TECH S.r.l. è uno dei principali attori di riferimento nel mondo delle soluzioni software per il Document & Process Management. Able Tech rappresenta un polo di sviluppo

Dettagli

UN SALTO DI QUALITA PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

UN SALTO DI QUALITA PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE UN SALTO DI QUALITA PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Snellimento organizzativo, egovernment, servizi ai cittadini: il rinnovamento della PA trova slancio nelle tecnologie e soluzioni per la gestione dei

Dettagli

Ottimizzate i processi IT, massimizzate il ROA (return on assets) e migliorate il livello dei servizi

Ottimizzate i processi IT, massimizzate il ROA (return on assets) e migliorate il livello dei servizi Soluzioni per la gestione di risorse e servizi A supporto dei vostri obiettivi di business Ottimizzate i processi IT, massimizzate il ROA (return on assets) e migliorate il livello dei servizi Utilizzate

Dettagli

Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO FEDERAZIONE DELLE BCC DELL'EMILIA- ROMAGNA

Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO FEDERAZIONE DELLE BCC DELL'EMILIA- ROMAGNA Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bologna 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica IL CASO FEDERAZIONE DELLE BCC DELL'EMILIA- ROMAGNA Innovare e competere con le ICT: casi

Dettagli

Le soluzioni gestionali Microsoft Dynamics

Le soluzioni gestionali Microsoft Dynamics Le soluzioni gestionali Microsoft Dynamics Le soluzioni gestionali Microsoft Dynamics La suite Microsoft Dynamics comprende soluzioni integrate, flessibili e semplici da utilizzare per automatizzare i

Dettagli

EGOVERNMENT ED EGOVERNANCE

EGOVERNMENT ED EGOVERNANCE Prot. 13/2011 del 25/01/2011 Pag. 0 di 11 ADMINISTRA COMUNE DI NAPOLI Il progetto Administra nasce dall esigenza del Comune di Napoli di disporre di un unica infrastruttura tecnologica permanente di servizi

Dettagli

Innovazione. Tecnologia. Know How

Innovazione. Tecnologia. Know How > Presentazione FLAG Consulting S.r.L. Innovazione. Tecnologia. Know How SOMMARIO 01. Profilo aziendale 02. Gestione Documentale 03. Enterprise Document Platform 01. Profilo aziendale Il partner ideale

Dettagli

I N F I N I T Y P R O J E C T PRESENZE WEB

I N F I N I T Y P R O J E C T PRESENZE WEB I N F I N I T Y P R O J E C T PRESENZE WEB PRESENZE WEB Presenze Web èlasoluzione ideale per l azienda che vuole automatizzare i processi di rilevazione, controllo e gestione dei dati di presenza del personale.

Dettagli

elios SOFTWARE SISTEMA GESTIONALE PER LA PMI Helios - Sistema Gestionale Integrato per la PMI

elios SOFTWARE SISTEMA GESTIONALE PER LA PMI Helios - Sistema Gestionale Integrato per la PMI elios GESTIONALE PER LE PMI SISTEMA SOFTWARE GESTIONALE PER LA PMI Helios - Sistema Gestionale Integrato per la PMI L applicativo software per la Gestione delle Attività Aziendali ERP HELIOS GESTIONE PRODUZIONE

Dettagli

Bieffe Stefano Pieri Graphic Design Certified Software Partner Metodo S.p.A. TEN PROGRAM

Bieffe Stefano Pieri Graphic Design Certified Software Partner Metodo S.p.A. TEN PROGRAM LIBERI ED EVOLUTI 2 METODO EVOLUS LIBERI ED EVOLUTI 3 Perché un ERP proattivo Gestire un azienda nel suo evolversi nel tempo e sostenerne la crescita è complesso e difficile: Metodo EVOLUS risponde a questa

Dettagli

La Business Intelligence per competere e governare il cambiamento Vittorio Arighi Practice Leader Netconsulting

La Business Intelligence per competere e governare il cambiamento Vittorio Arighi Practice Leader Netconsulting La Business Intelligence per competere e governare il cambiamento Vittorio Arighi Practice Leader Netconsulting 9 ottobre 2014 L andamento del PIL a livello mondiale: l Italia continua ad arretrare Mondo

Dettagli

L ICT e l innovazione

L ICT e l innovazione Il valore del Project Management nei Progetti di Innovazione nelle Piccole e Medie Imprese L ICT e l innovazione Milano, 15 dicembre 2006 Enrico Masciadra, PMP emasciadra@libero.it Le cinque forze competitive

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bologna 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO FAGIOLI

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bologna 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO FAGIOLI Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bologna 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica IL CASO FAGIOLI Innovare e competere con le ICT: casi di successo - PARTE I Cap.1 Gestire

Dettagli

Stefano Bucci Technology Director Sales Consulting. Roma, 23 Maggio 2007

Stefano Bucci Technology Director Sales Consulting. Roma, 23 Maggio 2007 L Information Technology a supporto delle ALI: Come coniugare un modello di crescita sostenibile con le irrinuciabili caratteristiche di integrazione, sicurezza ed elevata disponibilità di un Centro Servizi

Dettagli

Gestione dell Informazione Aziendale prof. Stefano Pedrini. Sistemi integrati ERP Addendum 2 Giorgio Cocci, Alberto Gelmi, Stefano Martinelli

Gestione dell Informazione Aziendale prof. Stefano Pedrini. Sistemi integrati ERP Addendum 2 Giorgio Cocci, Alberto Gelmi, Stefano Martinelli UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO Gestione dell Informazione Aziendale prof. Stefano Pedrini Sistemi integrati ERP Addendum 2 Giorgio Cocci, Alberto Gelmi, Stefano Martinelli I sistemi informativi Il processo

Dettagli

L iniziativa Cloud DT

L iniziativa Cloud DT L iniziativa Cloud DT Francesco Castanò Dipartimento del Tesoro Ufficio per il Coordinamento Informatico Dipartimentale (UCID) Roma, Luglio 2011 Il Cloud Computing Alcune definizioni Il Cloud Computing

Dettagli

I N F I N I T Y P R O J E C T SAFETY SOLUTION

I N F I N I T Y P R O J E C T SAFETY SOLUTION I N F I N I T Y P R O J E C T SAFETY SOLUTION SAFETY SOLUTION I VANTAGGI GI Base dati unica ed integrata La base dati unica a tutti gli applicativi della suite HR Zucchetti è una caratteristica che nessun

Dettagli

ISIS Giordano Bruno Sistemi Informativi Aziendali. Lezione del Prof. Gianluigi Roveda

ISIS Giordano Bruno Sistemi Informativi Aziendali. Lezione del Prof. Gianluigi Roveda ISIS Giordano Bruno Sistemi Informativi Aziendali Lezione del Prof. Gianluigi Roveda Sommario 1. Sistema Informativo e Sistema Informatico 2. Professionalità 3. Applicazioni aziendali 4. Problemi di sicurezza

Dettagli

TECNICO SUPERIORE PER LO SVILUPPO DEL SOFTWARE

TECNICO SUPERIORE PER LO SVILUPPO DEL SOFTWARE ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE I.C.T. Information and Communication Technology TECNICO SUPERIORE PER LO SVILUPPO DEL SOFTWARE STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI DESCRIZIONE

Dettagli

Istituti Tecnici - Settore tecnologico Indirizzo Informatica e telecomunicazioni Articolazione Informatica

Istituti Tecnici - Settore tecnologico Indirizzo Informatica e telecomunicazioni Articolazione Informatica Linee guida Secondo ciclo di istruzione Istituti Tecnici - Settore tecnologico Indirizzo Informatica e telecomunicazioni Quadro orario generale 1 biennio 2 biennio 5 anno 1^ 2^ 3^ 4^ 5^ Sistemi e reti**

Dettagli

Quando si opera in un mercato

Quando si opera in un mercato Controllo ALLA RICERCA DELL EFFICIENZA: UN SISTEMA INTEGRATO DI PIANIFICAZIONE E CONTROLLO Quando si opera in un mercato competitivo, attraverso un organizzazione complessa, è fondamentale disporre di

Dettagli

IL GESTIONALE A MISURA D AZIENDA. piccola media azienda

IL GESTIONALE A MISURA D AZIENDA. piccola media azienda IL GESTIONALE A MISURA D AZIENDA piccola media azienda 6 ad hoc revolution Zucchetti è il software gestionale su misura per le piccole e medie imprese. Ad Hoc Revolution gestisce in modo integrato tutti

Dettagli

ENTERPRISE SOLUTION CROSS SOLUTION PROFESSIONAL SOLUTION SERVIZI E FORMAZIONE

ENTERPRISE SOLUTION CROSS SOLUTION PROFESSIONAL SOLUTION SERVIZI E FORMAZIONE 1 ENTERPRISE SOLUTION 2 CROSS SOLUTION PROFESSIONAL SOLUTION 3 4 SERVIZI E FORMAZIONE CHI SIAMO Flor Informatica S.r.l. nasce nel 1980 con l obiettivo di fornire soluzioni professionali a Studi e piccole

Dettagli

PIANO DI LAVORO (a.s. 2014/2015) Prof.ssa Andrea Luppichini Prof. Marco Fiorentini DISCIPLINA Informatica

PIANO DI LAVORO (a.s. 2014/2015) Prof.ssa Andrea Luppichini Prof. Marco Fiorentini DISCIPLINA Informatica lllo Istituto Tecnico Commerciale Statale e per Geometri E. Fermi Pontedera (Pi) Via Firenze, 51 - Tel. 0587/213400 - Fax 0587/52742 http://www.itcgfermi.it E-mail: mail@itcgfermi.it PIANO DI LAVORO (a.s.

Dettagli

OT BPM introduce ed automatizza i meccanismi relativi alla gestione del ciclo di vita dei dati e dei documenti.

OT BPM introduce ed automatizza i meccanismi relativi alla gestione del ciclo di vita dei dati e dei documenti. Ottimizzare, Automatizzare e Monitorare i processi aziendali... Migliorare la produttività e la redditività riducendo l investimento Affrontare le sfide del mercato con gli strumenti giusti OT BPM è un

Dettagli

Tecnologie dell informatica per l azienda SISTEMA INFORMATIVO E SISTEMA INFORMATICO NEI PROCESSI AZIENDALI

Tecnologie dell informatica per l azienda SISTEMA INFORMATIVO E SISTEMA INFORMATICO NEI PROCESSI AZIENDALI Tecnologie dell informatica per l azienda SISTEMA INFORMATIVO E SISTEMA INFORMATICO NEI PROCESSI AZIENDALI IL SISTEMA INFORMATIVO AZIENDALE Un azienda è caratterizzata da: 1. Persone legate tra loro da

Dettagli

soluzioni Sviluppo Progetti Informatici Server Based Computing

soluzioni Sviluppo Progetti Informatici Server Based Computing azienda Projest nasce nel 1999 per iniziativa di un gruppo di professionisti con esperienza decennale quali responsabili di funzioni operative in aziende medio-grandi e con solide competenze nell approccio

Dettagli

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I PRESENZE WEB

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I PRESENZE WEB I N F I N I T Y Z U C C H E T T I PRESENZE WEB PRESENZE WEB Presenze Web è la soluzione ideale per l azienda che vuole automatizzare i processi di rilevazione, controllo e gestione dei dati di presenza

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Padova 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO ARTELECTRA

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Padova 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO ARTELECTRA Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Padova 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica IL CASO ARTELECTRA Innovare e competere con le ICT: casi di successo - PARTE II Cap.2 Gestire

Dettagli

GeoSoft BLU. short presentation

GeoSoft BLU. short presentation short presentation 1 short presentation Che cosa è? A cosa serve? Il software BLU è un prodotto software di tipo CRM (Customer Relationship Management) finalizzato alla alla gestione delle funzioni di:

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANUALE DEL DIPARTIMENTO DI INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI ISTITUTO TECNICO a.s. 2015-16

PROGRAMMAZIONE ANUALE DEL DIPARTIMENTO DI INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI ISTITUTO TECNICO a.s. 2015-16 PROGRAMMAZIONE ANUALE DEL DIPARTIMENTO DI INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI ISTITUTO TECNICO a.s. 2015-16 SECONDO BIENNIO Disciplina: INFORMATICA La disciplina Informatica concorre a far conseguire allo

Dettagli

LBINT. http://www.liveboxcloud.com

LBINT. http://www.liveboxcloud.com 2014 LBINT http://www.liveboxcloud.com LiveBox Srl non rilascia dichiarazioni o garanzie in merito al contenuto o uso di questa documentazione e declina qualsiasi garanzia espressa o implicita di commerciabilità

Dettagli

1. SISTEMA INFORMATICO GESTIONALE

1. SISTEMA INFORMATICO GESTIONALE 1. SISTEMA INFORMATICO GESTIONALE 1.1 Introduzione Il sistema informatico gestionale, che dovrà essere fornito insieme ai magazzini automatizzati (d ora in avanti Sistema Informatico o semplicemente Sistema),

Dettagli

Sommario IX. Indice analitico 331

Sommario IX. Indice analitico 331 Sommario Prefazione X CAPITOLO 1 Introduzione ai sistemi informativi 1 1.1 Il prodotto del secolo 1 1.2 Prodotti e servizi divenuti indispensabili 2 1.3 Orientarsi nelle definizioni 4 1.4 Informatica e

Dettagli

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

Informatica Documentale

Informatica Documentale Informatica Documentale Ivan Scagnetto (scagnett@dimi.uniud.it) Stanza 3, Nodo Sud Dipartimento di Matematica e Informatica Via delle Scienze, n. 206 33100 Udine Tel. 0432 558451 Ricevimento: giovedì,

Dettagli

DATAWAREHOUSE DEVELOPER / DATAMINER

DATAWAREHOUSE DEVELOPER / DATAMINER DATAWAREHOUSE DEVELOPER / DATAMINER 2.4 Finalità e motivazioni dell'intervento: Dopo i finanziamenti a sostegno del progetto e attraverso l integrazione e la diversificazione produttiva, il PIT Tavoliere

Dettagli

Var Group Approccio concreto e duraturo Vicinanza al Cliente Professionalità e metodologie certificate In anticipo sui tempi Soluzioni flessibili

Var Group Approccio concreto e duraturo Vicinanza al Cliente Professionalità e metodologie certificate In anticipo sui tempi Soluzioni flessibili Var Group, attraverso la sua società di servizi, fornisce supporto alle Aziende con le sue risorse e competenze nelle aree: Consulenza, Sistemi informativi, Soluzioni applicative, Servizi per le Infrastrutture,

Dettagli

CeBAS. Centrale Bandi e Avvisi Pubblici Regionali (DGR n. 1556 del 11.09.2009)

CeBAS. Centrale Bandi e Avvisi Pubblici Regionali (DGR n. 1556 del 11.09.2009) CeBAS Centrale Bandi e Avvisi Pubblici Regionali (DGR n. 1556 del 11.09.2009) Introduzione Il progetto CEBAS: la finalità è di migliorare l efficienza operativa interna dell Ente rispondere alle aspettative

Dettagli

LIBERA L EFFICIENZA E LA COMPETITIVITÀ DEI TUOI STRUMENTI! Open Solutions, Smart Integration

LIBERA L EFFICIENZA E LA COMPETITIVITÀ DEI TUOI STRUMENTI! Open Solutions, Smart Integration LIBERA L EFFICIENZA E LA COMPETITIVITÀ DEI TUOI STRUMENTI! Open Solutions, Smart Integration COSA FACCIAMO SEMPLIFICHIAMO I PROCESSI DEL TUO BUSINESS CON SOLUZIONI SU MISURA EXTRA supporta lo sviluppo

Dettagli

GIOVANI DOTTORI COMMERCIALISTI

GIOVANI DOTTORI COMMERCIALISTI Gestionale Integrato, tagliato su misura per gli Studi Commerciali e i Consulenti del Lavoro. ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI CIRCOSCRIZIONE DEL TRIBUNALE DI LECCE FONDAZIONE

Dettagli

documenta PLM certificato da Autodesk

documenta PLM certificato da Autodesk documenta PLM documenta PLM certificato da Autodesk Implementare un progetto PLM significa spesso riorganizzare e razionalizzare molti dei processi aziendali legati alla progettazione e produzione. In

Dettagli

ADempiere ERP. Un approccio all'innovazione aperto e partecipativo basato sull'open Source

ADempiere ERP. Un approccio all'innovazione aperto e partecipativo basato sull'open Source ADempiere ERP Un approccio all'innovazione aperto e partecipativo basato sull'open Source Cos è l Open Source Un nuovo modo di creare e distribuire il software che ha tre semplici regole di base: (1)l

Dettagli

PRESENTAZIONE SERVIZI P.M.I.

PRESENTAZIONE SERVIZI P.M.I. PRESENTAZIONE SERVIZI P.M.I. Profilo La Società Hermes nasce nel 2010 per portare sul mercato le esperienze maturate da un team di specialisti e ricercatori informatici che hanno operato per anni come

Dettagli

SISTEMI INFORMATIVI AZIENDALI

SISTEMI INFORMATIVI AZIENDALI SISTEMI INFORMATIVI AZIENDALI Prof. Andrea Borghesan venus.unive.it/borg borg@unive.it Ricevimento: Alla fine di ogni lezione Modalità esame: scritto 1 Sistema informativo. Prima definizione Un sistema

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Roma 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO INSTALLAZIONI IMPIANTI

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Roma 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO INSTALLAZIONI IMPIANTI Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Roma 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica IL CASO INSTALLAZIONI IMPIANTI Innovare e competere con le ICT: casi di successo - PARTE II

Dettagli

SISTEMI E RETI 4(2) 4(2) 4(2) caratteristiche funzionali

SISTEMI E RETI 4(2) 4(2) 4(2) caratteristiche funzionali CL AS SE INFORMATICA 6(3) 6(4) - 6(4) SISTEMI E RETI 4(2) 4(2) 4(2) TECNOLOGIE E PROGETTAZIONE DI SISTEMI INFORMATICI E DI TELECOMUNICAZIONI COMPETENZE 3 Essere in grado di sviluppare semplici applicazioni

Dettagli

Le tecnologie per le imprese

Le tecnologie per le imprese Le tecnologie per le imprese Obiettivi della lezione L evoluzione delle tecnologie dell informazione e della comunicazione Le tre funzioni dell ICT Direttrici e problematiche delle tecnologie disponibili

Dettagli

TECNICO SUPERIORE PER LE APPLICAZIONI INFORMATICHE

TECNICO SUPERIORE PER LE APPLICAZIONI INFORMATICHE ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE I.C.T. Information and Communication Technology TECNICO SUPERIORE PER LE APPLICAZIONI INFORMATICHE STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI

Dettagli

Allegato G): Sistema Informativo-Informatico

Allegato G): Sistema Informativo-Informatico Allegato G): Sistema Informativo-Informatico Impostazione generale La gestione del centro logistico richiede un sistema informativo e informatico capace di gestire il magazzino con elevata produttività,

Dettagli

Università degli Studi di Catania

Università degli Studi di Catania Università degli Studi di Catania APPALTO CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DELL'INFORMATIZZAZIONE DEI PROCESSI AMMINISTRATIVI ALLEGATO TECNICO Università degli Studi di Catania- Allegato Tecnico - p. 1 1

Dettagli

MCloud.Gov l infrastruttura SaaS per la Pubblica Amministrazione locale

MCloud.Gov l infrastruttura SaaS per la Pubblica Amministrazione locale MCloud.Gov l infrastruttura SaaS per la Pubblica Amministrazione locale 1. Livello infrastrutturale Il Cloud, inteso come un ampio insieme di risorse e servizi fruibili da Internet che possono essere dinamicamente

Dettagli

SISTEMA E-LEARNING INeOUT

SISTEMA E-LEARNING INeOUT SISTEMA E-LEARNING INeOUT AMBIENTE OPERATIVO 1 Premesse metodologiche La complessità di un sistema informatico dipende dall aumento esponenziale degli stati possibili della sua architettura. Se è vero

Dettagli

Collaborazione tra enti eterogenei in regime di gestione sicura dei documenti La soluzione as a service su piattaforma Cloud

Collaborazione tra enti eterogenei in regime di gestione sicura dei documenti La soluzione as a service su piattaforma Cloud Business Application Outsourcing & Private Cloud Collaborazione tra enti eterogenei in regime di gestione sicura dei documenti La soluzione as a service su piattaforma Cloud 26 Settembre 2013 Agenda Wiit,

Dettagli

ALLEGATO B PROGETTO SISTEMA AMMINISTRATIVO CONTABILE DYNAMICS NAV

ALLEGATO B PROGETTO SISTEMA AMMINISTRATIVO CONTABILE DYNAMICS NAV ALLEGATO B PROGETTO SISTEMA AMMINISTRATIVO CONTABILE DYNAMICS NAV Indice 1 OGGETTO DELLA REALIZZAZIONE 1 2 ELEMENTI DELLA PROPOSTA TECNICA DEL SISTEMA E DEL PROGETTO DI IMPLEMENTAZIONE 2 3 INFORMAZIONI

Dettagli

Strumenti per la gestione del personale a portata di mano PROFESSIONISTI E ASSOCIAZIONI

Strumenti per la gestione del personale a portata di mano PROFESSIONISTI E ASSOCIAZIONI Strumenti per la gestione del personale a portata di mano PROFESSIONISTI E ASSOCIAZIONI HR Infinity è la suite Zucchetti per la gestione del personale studiata e realizzata specificatamente per permettere

Dettagli

INDICE 22-02-2005 15:25 Pagina V. Indice

INDICE 22-02-2005 15:25 Pagina V. Indice INDICE 22-02-2005 15:25 Pagina V Indice Gli autori XIII XVII Capitolo 1 I sistemi informativi aziendali 1 1.1 INTRODUZIONE 1 1.2 IL MODELLO INFORMATICO 3 1.2.1. Il modello applicativo 3 Lo strato di presentazione

Dettagli

Ottimizzazione dello sviluppo software con Microsoft Visual Studio 2008

Ottimizzazione dello sviluppo software con Microsoft Visual Studio 2008 Ottimizzazione dello sviluppo software con Microsoft Visual Studio 2008 White paper Novembre 2007 Per informazioni aggiornate, visitare l indirizzo www.microsoft.com/italy/vstudio È possibile che a questo

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione Smau Milano 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica. Il caso INCA CGIL

Estratto dell'agenda dell'innovazione Smau Milano 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica. Il caso INCA CGIL Estratto dell'agenda dell'innovazione Smau Milano 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica Il caso INCA CGIL Innovare e competere con le ICT - PARTE I Cap.1 L innovazione nella gestione dei

Dettagli

INFORMATICA. Prof. MARCO CASTIGLIONE ISTITUTO TECNICO STATALE TITO ACERBO - PESCARA

INFORMATICA. Prof. MARCO CASTIGLIONE ISTITUTO TECNICO STATALE TITO ACERBO - PESCARA INFORMATICA Prof. MARCO CASTIGLIONE ISTITUTO TECNICO STATALE TITO ACERBO - PESCARA Informatica per AFM 1. SISTEMA INFORMATIVO AZIENDALE E SISTEMA INFORMATICO ITS Tito Acerbo - PE INFORMATICA Prof. MARCO

Dettagli

Centro Nazionale per l Informatica nella Pubblica Amministrazione. Gara a procedura aperta n. 1/2007. per l appalto dei

Centro Nazionale per l Informatica nella Pubblica Amministrazione. Gara a procedura aperta n. 1/2007. per l appalto dei Centro Nazionale per l Informatica nella Pubblica Amministrazione Gara a procedura aperta n. 1/2007 per l appalto dei Servizi di rilevazione e valutazione sullo stato di attuazione della normativa vigente

Dettagli

La Regione Puglia finanzia il 50% degli investimenti in Hardware e Software

La Regione Puglia finanzia il 50% degli investimenti in Hardware e Software La Regione Puglia finanzia il 50% degli investimenti in Hardware e Software Nuovo bando TIC 2011 (Tecnologie dell Informazione e della Comunicazione) Obiettivi del bando Diffondere le Tecnologie dell Informazione

Dettagli

Le iniziative della Regione del Veneto in tema di dematerializzazione documentale verso un Polo Archivistico Regionale

Le iniziative della Regione del Veneto in tema di dematerializzazione documentale verso un Polo Archivistico Regionale Le iniziative della Regione del Veneto in tema di dematerializzazione documentale verso un Polo Archivistico Regionale Andrea Boer Regione del Veneto Direzione Sistemi Informativi U.C. e-government Treviso,

Dettagli

INDICE. Domande di riepilogo... 28 Esercizi di riepilogo... 28 Domande tematiche... 29. Prefazione... XI

INDICE. Domande di riepilogo... 28 Esercizi di riepilogo... 28 Domande tematiche... 29. Prefazione... XI 1138A_03 Prime pagine 1-03-2004 17:16 Pagina v INDICE Prefazione.......................................................................... XI Capitolo 1 L era dell informazione in cui viviamo. Il nuovo

Dettagli

PIANO DI LAVORO (a.s. 2014/2015) Prof.ssa Adriana Fasulo Prof. Marco Fiorentini DISCIPLINA Informatica

PIANO DI LAVORO (a.s. 2014/2015) Prof.ssa Adriana Fasulo Prof. Marco Fiorentini DISCIPLINA Informatica Istituto Tecnico Commerciale Statale e per Geometri E. Fermi Pontedera (Pi) Via Firenze, 51 - Tel. 0587/213400 - Fax 0587/52742 http://www.itcgfermi.it E-mail: mail@itcgfermi.it PIANO DI LAVORO (a.s. 2014/2015)

Dettagli

TECNICO SUPERIORE PER I SISTEMI E LE TECNOLOGIE INFORMATICHE

TECNICO SUPERIORE PER I SISTEMI E LE TECNOLOGIE INFORMATICHE ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE I.C.T. Information and Communication Technology TECNICO SUPERIORE PER I SISTEMI E LE TECNOLOGIE INFORMATICHE STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI

Dettagli

SAP Business One: la soluzione per la gestione aziendale delle piccole e medie imprese

SAP Business One: la soluzione per la gestione aziendale delle piccole e medie imprese SAP Business One è la soluzione di gestione aziendale completa, accessibile e di facile implementazione. Pensata specificatamente per le piccole e medie imprese, ne assicura la crescita aiutandole a incrementare

Dettagli

Data Warehousing e Data Mining

Data Warehousing e Data Mining Università degli Studi di Firenze Dipartimento di Sistemi e Informatica A.A. 2011-2012 I primi passi Data Warehousing e Data Mining Parte 2 Docente: Alessandro Gori a.gori@unifi.it OLTP vs. OLAP OLTP vs.

Dettagli

JScout ERP modulare per la gestione, pianificazione e controllo dei processi aziendali

JScout ERP modulare per la gestione, pianificazione e controllo dei processi aziendali JScout ERP modulare per la gestione, pianificazione e controllo dei processi aziendali La progettazione di JScout è frutto della esperienza pluriennale di GLOBAL Informatica nell implementazione delle

Dettagli

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo CAPITOLO 8 Tecnologie dell informazione e controllo Agenda Evoluzione dell IT IT, processo decisionale e controllo Sistemi di supporto al processo decisionale Sistemi di controllo a feedback IT e coordinamento

Dettagli

Via S. Leonardo, 120 - loc. Migliaro - 84100 Salerno 089 330254 tel - 089 330443 fax info@jobiz.com - www.jobiz.com

Via S. Leonardo, 120 - loc. Migliaro - 84100 Salerno 089 330254 tel - 089 330443 fax info@jobiz.com - www.jobiz.com Via S. Leonardo, 120 - loc. Migliaro - 84100 Salerno 089 330254 tel - 089 330443 fax @jobiz.com - www.jobiz.com uno strumento dinamico per fare e-business che cos'è e.cube ECMS le quattro aree configurazione

Dettagli

Tecnologie dell informatica per l azienda SISTEMA INFORMATIVO E SISTEMA INFORMATICO NEI PROCESSI AZIENDALI

Tecnologie dell informatica per l azienda SISTEMA INFORMATIVO E SISTEMA INFORMATICO NEI PROCESSI AZIENDALI Tecnologie dell informatica per l azienda SISTEMA INFORMATIVO E SISTEMA INFORMATICO NEI PROCESSI AZIENDALI IL SISTEMA INFORMATIVO AZIENDALE Un azienda è caratterizzata da: 1. Persone legate tra loro da

Dettagli

MES E SOA UN WHITE-PAPER DI SANTIN E ASSOCIATI MASSIMO SANTIN GENNAIO 2007

MES E SOA UN WHITE-PAPER DI SANTIN E ASSOCIATI MASSIMO SANTIN GENNAIO 2007 MES E SOA UN WHITE-PAPER DI SANTIN E ASSOCIATI MASSIMO SANTIN GENNAIO 2007 SOA e MES Un white paper - 2006-2007 Santin e Associati http://www.santineassociati.com 2 MES E SOA SOA (Services Oriented Architecture)

Dettagli

Master sull Interoperabilità nella Pubblica Amministrazione e nelle Imprese

Master sull Interoperabilità nella Pubblica Amministrazione e nelle Imprese Il Master di secondo livello in "Interoperabilità per la Pubblica Amministrazione e le Imprese" mira a formare professionisti di sistemi di e-government in grado di gestirne aspetti tecnologici, normativi,

Dettagli

Basi di dati. Corso di Laurea in Ingegneria Informatica Canale di Ingegneria delle Reti e dei Sistemi Informatici - Polo di Rieti

Basi di dati. Corso di Laurea in Ingegneria Informatica Canale di Ingegneria delle Reti e dei Sistemi Informatici - Polo di Rieti Basi di dati Corso di Laurea in Ingegneria Informatica Canale di Ingegneria delle Reti e dei Sistemi Informatici - Polo di Rieti Anno Accademico 2008/2009 Introduzione alle basi di dati Docente Pierangelo

Dettagli

Novell ZENworks Configuration Management in ambiente Microsoft * Windows *

Novell ZENworks Configuration Management in ambiente Microsoft * Windows * Guida GESTIONE SISTEMI www.novell.com Novell ZENworks Configuration Management in ambiente Microsoft * Windows * Novell ZENworks Configuration Management in ambiente Microsoft Windows Indice: 2..... Benvenuti

Dettagli

Capitolato speciale per la fornitura di

Capitolato speciale per la fornitura di ALLEGATO A Capitolato speciale per la fornitura di Servizi di verifica procedurale e funzionale delle componenti di servizio della Community Network dell'umbria nell'ambito del piano di Semplificazione

Dettagli

PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo

PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo Agenzia del Lavoro Provincia Autonoma di Trento DESCRIZIONE PROFILO PROFESSIONALE PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo DENOMINAZIONE FIGURA PROFESSIONALE - ADDETTO ALLA CONTABILITA

Dettagli

AVVISO n. 09/2012: Procedura comparativa per il conferimento di due incarichi di collaborazione coordinata e continuativa per il profilo junior

AVVISO n. 09/2012: Procedura comparativa per il conferimento di due incarichi di collaborazione coordinata e continuativa per il profilo junior AVVISO n. 09/2012: Procedura comparativa per il conferimento di due incarichi di collaborazione coordinata e continuativa per il profilo junior di Analista programmatore per lo sviluppo di software per

Dettagli

Introduzione alla Business Intelligence. E-mail: infobusiness@zucchetti.it

Introduzione alla Business Intelligence. E-mail: infobusiness@zucchetti.it Introduzione alla Business Intelligence E-mail: infobusiness@zucchetti.it Introduzione alla Business Intelligence Introduzione Definizione di Business Intelligence: insieme di processi per raccogliere

Dettagli

Corso di Sistemi di elaborazione delle informazioni

Corso di Sistemi di elaborazione delle informazioni Corso di Sistemi di elaborazione delle informazioni Biacco Sabrina ENTERPRISE RESOURCE PLANNING Gli ERP sono delle soluzioni applicative in grado di coordinare l'insieme delle attività aziendali automatizzando

Dettagli

COME FARE PER. ARMONIZZARE IL SITO COL SISTEMA DI GESTIONE DOCUMENTALE DELL ENTE

COME FARE PER. ARMONIZZARE IL SITO COL SISTEMA DI GESTIONE DOCUMENTALE DELL ENTE COME FARE PER. ARMONIZZARE IL SITO COL SISTEMA DI GESTIONE DOCUMENTALE DELL ENTE Flavia Marzano marzano@cibernet.it 10/05/2004 ARPA Club Forum PA 2004 Contenuti Cenni normativi Sistema di gestione documentale:

Dettagli

A2 ORGANIZZAZIONE AZIENDALE

A2 ORGANIZZAZIONE AZIENDALE A2 ORGANIZZAZIONE AZIENDALE AZIENDA : Organizzazione di cose e persone che persegue uno scopo economico. (ditte, famiglie, banche, associazioni) IMPRESA : azienda la cui attività produttiva è destinata

Dettagli

Sicuritalia e la soluzione di SAP per la Field Force.

Sicuritalia e la soluzione di SAP per la Field Force. Sicuritalia S.p.A. Utilizzata con concessione dell autore. SAP Customer Success Story Sicurezza e servizi fiduciari Sicuritalia S.p.A Sicuritalia e la soluzione di SAP per la Field Force. Partner Nome

Dettagli

GESTIONE TEMPI ATTIVITÀ LAVORATIVE

GESTIONE TEMPI ATTIVITÀ LAVORATIVE I N F I N I T Y P R O J E C T GESTIONE TEMPI ATTIVITÀ LAVORATIVE centri di costo, commesse, cantieri, ecc. GESTIONE TEMPI E ATTIVITÀ LAVORATIVE La rilevazione ed il controllo dei tempi delle attività lavorative

Dettagli

Via F. Bulgherini 1 25020 FLERO (BS) Tel. 030/2563480 Fax. 030/2563470 Via Verdi, 70-20038 SEREGNO (MI) Tel. 0362/237874 P.IVA 03248470175 Cap. Soc.

Via F. Bulgherini 1 25020 FLERO (BS) Tel. 030/2563480 Fax. 030/2563470 Via Verdi, 70-20038 SEREGNO (MI) Tel. 0362/237874 P.IVA 03248470175 Cap. Soc. AS/400 STAMPANTI SERVER WINDOWS WORKSTATIONS MATERIALI DI CONSUMO SERVER LINUX CORSI DI FORMAZIONE CHI SIAMO Solution Line è una società di consulenza composta da professionisti di pluriennale esperienza,

Dettagli