EVOLUZIONE NORMATIVA DELLA DISCIPLINA URBANISTICA E PRINCIPI GENERALI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "EVOLUZIONE NORMATIVA DELLA DISCIPLINA URBANISTICA E PRINCIPI GENERALI"

Transcript

1 Premessa... V CAPITOLO I EVOLUZIONE NORMATIVA DELLA DISCIPLINA URBANISTICA E PRINCIPI GENERALI 1. Premessa Cenni sull evoluzione normativa Il Testo Unico La legge 443/ Altre disposizioni rilevanti CAPITOLO II LA RIPARTIZIONE DELLE COMPETENZE 1. Il Testo Unico e l articolo 117 Cost Urbanistica e ambiente Urbanistica e governo del territorio La ripartizione delle competenze nella pratica CAPITOLO III ATTIVITÀ EDILIZIA E TITOLI ABILITATIVI 1. I titoli abilitativi in genere La pianificazione (cenni) Attività edilizia in assenza di pianificazione urbanistica Le diverse tipologie di interventi (classificazione generale) Lo sportello unico per l edilizia Il permesso di costruire: soggetti legittimati alla richiesta Il permesso di costruire: presupposti per il rilascio Il permesso di costruire: procedimento per il rilascio Sottoposizione del permesso di costruire a condizioni e prescrizioni Permesso di costruire e silenzio della P.A Diniego del permesso di costruire VII

2 5.3. Validità ed efficacia del permesso di costruire Irrevocabilità del permesso di costruire L efficacia temporale e la decadenza del permesso di costruire L annullamento del permesso di costruire Permesso di costruire e autorizzazione paesaggistica La d.i.a. (deununcia inizio attività) Natura giuridica della d.i.a Disciplina della d.i.a CAPITOLO IV INTERVENTI SOGGETTI A PERMESSO DI COSTRUIRE 1. Gli interventi di nuova costruzione in genere Casistica Campeggi Cimiteri Distributori di carburante Immobili interrati Impianti di itticoltura Impianti sportivi Insegne e tabelle pubblicitarie Palloni pressostatici Parcheggi e autorimesse Piscine Platee in calcestruzzo Pontili galleggianti Porticati Recinzioni, muri di cinta e di contenimento Sbancamenti e scavi di terreno Silos Serre Strade e piste sterrate Tettoie VIII

3 2.20. Verande e balconi Interventi di urbanizzazione Infrastrutture e impianti Impianti ripetitori per servizi di telecomunicazione in genere Impianti di telecomunicazione e disciplina urbanistica Il Codice delle comunicazioni elettroniche Soluzioni interpretative Manufatti prefabbricati ed altre strutture Pertinenze Depositi di merci o materiali e realizzazione di impianti per attività produttive all aperto Interventi di ristrutturazione urbanistica Interventi di ristrutturazione edilizia CAPITOLO V INTERVENTI SOGGETTI A D. I. A. 1. D.i.a. e permesso di costruire Interventi di manutenzione straordinaria Interventi di restauro e risanamento conservativo Demolizioni Scavi e reinterri Interventi di eliminazione e superamento di barriere architettoniche Muri di cinta, recinzioni e cancellate Opere interne Varianti a permessi di costruire Altri interventi soggetti a d.i.a. semplice CAPITOLO VI ATTIVITÀ EDILIZIA LIBERA ED INTERVENTI SOGGETTI A REGIME PARTICOLARE 1. Gli interventi sottratti al regime del permesso di costruire Interventi precari Interventi autonomamente disciplinati IX

4 CAPITOLO VII I REATI URBANISTICO-EDILIZI (art. 44 d.p.r. 380/2001) 1. La struttura dell art. 44 d.p.r. 380/2001 e le condotte sanzionate Il bene giuridico tutelato Rapporti tra i singoli reati Soggetti attivi del reato (in genere) Titolare del permesso di costruire, committente e proprietario dell area Direttore dei lavori Progettista Assuntore dei lavori Altri soggetti Parte offesa e soggetti danneggiati Articolo 44 lettera A) Articolo 44 lettera B). Interventi in assenza di permesso di costruire Illegittimità del permesso di costruire (conseguenze e poteri del giudice penale) Illegittimità del permesso di costruire e abuso d ufficio Articolo 44 lettera B). Interventi in totale difformità Articolo 44 lettera B). Inosservanza dell ordine di sospensione Articolo 44 lettera C). Interventi in zone vincolate Modifica della destinazione d uso e sanzioni penali Momento consumativo e natura permanente del reato Elemento soggettivo Cause di giustificazione e circostanze del reato CAPITOLO VIII LA LOTTIZZAZIONE ABUSIVA (art. 44 lett. C d.p.r. 380/2001) 1. Natura del reato Elemento oggettivo del reato Momento consumativo Elemento soggettivo Soggetti attivi del reato in genere X

5 5.1. Venditore dei lotti Mediatore Acquirente e subacquirente Funzionario comunale Professionista Notaio Confisca CAPITOLO IX ALTRE CONSEGUENZE DELL ILLECITO EDILIZIO (SANZIONI AMMINISTRATIVE CIVILI E FISCALI) 1. Vigilanza sull attività urbanistico edilizia e provvedimenti immediatamente conseguenti Ingiunzione alla demolizione e conseguenze in caso di inottemperanza Lottizzazione abusiva e sanzioni amministrative Interventi in parziale difformità e di ristrutturazione edilizia e sanzioni amministrative Interventi eseguiti in base a permesso annullato e relative sanzioni Interventi soggetti a d.i.a. semplice e sanzioni amministrative Sanzioni amministrative per ritardato od omesso versamento del contributo di costruzione Responsabilità omissive ed esercizio di poteri sostitutivi Sanzioni civili e fiscali CAPITOLO X COSTRUZIONI IN ZONE SISMICHE 1. La disciplina delle zone sismiche in generale Tipologia di interventi Regime autorizzatorio Sanzioni CAPITOLO XI OPERE DI CONGLOMERATO CEMENTIZIO ARMATO, NORMALE E PRECOMPRESSO ED A STRUTTURA METALLICA 1. La disciplina in generale XI

6 2. Adempimenti e regime autorizzatorio Vigilanza Sanzioni CAPITOLO XII ALTRE IPOTESI DI REATO 1. Violazioni previste dal Codice dei beni culturali e del paesaggio Interventi edilizi e beni culturali Interventi edilizi e beni paesaggistici Interventi in aree naturali protette Violazione di sigilli Delitti contro la fede pubblica La truffa edilizia L occupazione abusiva di spazio demaniale Eliminazione o superamento delle barriere architettoniche CAPITOLO XIII ABUSI EDILIZI E CAUSE ESTINTIVE DEL REATO 1. Sanatoria e accertamento di conformità La doppia conformità Sanatoria e varianti Sanatoria e opere soggette a d.i.a. semplice Effetti penali della sanatoria Demolizione dell immobile abusivo ed estinzione del reato Sanatoria e poteri del giudice Condono edilizio (cenni) Sanatoria e interventi in zone vincolate Autodemolizione degli interventi in zona vincolata Il c.d. condono paesaggistico (cenni) CAPITOLO XIV ABUSI EDILIZI E ASPETTI PROCESSUALI 1. Abusi edilizi e sequestro (in genere) Sequestro probatorio XII

7 1.2. Sequestro preventivo L ordine di demolizione impartito dal giudice Esecuzione dell ordine giudiziale di demolizione Demolizione interventi eseguiti in zone sismiche Sospensione condizionale della pena Sospensione dell azione penale Indice analitico XIII

INDICE CAPITOLO I EVOLUZIONE NORMATIVA DELLA DISCIPLINA URBANISTICA E PRINCIPI GENERALI. 1. Premessa Cenni sull evoluzione normativa...

INDICE CAPITOLO I EVOLUZIONE NORMATIVA DELLA DISCIPLINA URBANISTICA E PRINCIPI GENERALI. 1. Premessa Cenni sull evoluzione normativa... Premessa........................................... V CAPITOLO I EVOLUZIONE NORMATIVA DELLA DISCIPLINA URBANISTICA E PRINCIPI GENERALI 1. Premessa........................................ 1 1.1. Cenni sull

Dettagli

INDICE SOMMARIO CAPITOLO 1

INDICE SOMMARIO CAPITOLO 1 SOMMARIO CAPITOLO 1 EVOLUZIONE NORMATIVA DELLA DISCIPLINA UR- BANISTICA E PRINCIPI GENERALI 1. Premessa... 1 2. Cenni sull evoluzione normativa... 2 3. Il testo unico... 3 4. La legge n. 443/2001... 5

Dettagli

IL PROCEDIMENTO SANZIONATORIO

IL PROCEDIMENTO SANZIONATORIO SOMMARIO Introduzione... XV PARTE PRIMA LAVIGILANZA CAPITOLO 1 ISOGGETTI di NICOLA CENTOFANTI 1. Il potere di vigilanza del comune... 3 1.1. I poteri di vigilanza del dirigente o del responsabile del procedimento...

Dettagli

DPR 380/01 E SUE SUCCESSIVE MODIFICHE ED NTEGRAZIONI

DPR 380/01 E SUE SUCCESSIVE MODIFICHE ED NTEGRAZIONI TESTO UNICO PER L EDILIZIA DPR 380/01 E SUE SUCCESSIVE MODIFICHE ED NTEGRAZIONI PARTE I Attività edilizia TITOLO I - Disposizioni generali Capo I - Attività edilizia Art. 1 (L) - Ambito di applicazione

Dettagli

TESTO UNICO DELL EDILIZIA

TESTO UNICO DELL EDILIZIA TESTO UNICO DELL EDILIZIA Decreto del Presidente della Repubblica 6 giugno 2001, n. 380 Testo aggiornato con le modifiche introdotte da: D.L. 12/09/2014, n. 133 (L. 11/11/2014, n. 164) D.L. 28/03/2014,

Dettagli

INDICE - SOMMARIO PARTE PRIMA

INDICE - SOMMARIO PARTE PRIMA INDICE - SOMMARIO Prefazione... pag. VII PARTE PRIMA CAPITOLO I IL DIRITTO DELL AMBIENTE 01. - Il diritto dell ambiente in generale... pag. 3 02. - L evoluzione della normativa ambientale...» 7 03. - Il

Dettagli

TAVOLA DI CORRISPONDENZA DEI RIFERIMENTI NORMATIVI DEL TESTO UNICO DELLE DISPOSIZIONI LEGISLATIVE E REGOLAMENTARI IN MATERIA DI EDILIZIA

TAVOLA DI CORRISPONDENZA DEI RIFERIMENTI NORMATIVI DEL TESTO UNICO DELLE DISPOSIZIONI LEGISLATIVE E REGOLAMENTARI IN MATERIA DI EDILIZIA D.P.R. 6 giugno 2001, n. 380 Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia edilizia ALLEGATO (G.U. n. 245 del 20 ottobre 2001, s.o. n. 239) (ripubblicazione sul S.o. n. 246 alla

Dettagli

TAVOLA DI CORRISPONDENZA DEI RIFERIMENTI NORMATIVI DEL TESTO UNICO DELLE DISPOSIZIONI LEGISLATIVE E REGOLAMENTARI IN MATERIA DI EDILIZIA

TAVOLA DI CORRISPONDENZA DEI RIFERIMENTI NORMATIVI DEL TESTO UNICO DELLE DISPOSIZIONI LEGISLATIVE E REGOLAMENTARI IN MATERIA DI EDILIZIA D.P.R. 6 giugno 2001, n. 380 Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia edilizia ALLEGATO (G.U. n. 245 del 20 ottobre 2001- s.o. n. 239) TAVOLA DI CORRISPONDENZA DEI RIFERIMENTI

Dettagli

INDICE. Capitolo II. Bibliografia...» 147. Wolters Kluwer Italia

INDICE. Capitolo II. Bibliografia...» 147. Wolters Kluwer Italia INDICE Introduzione alla quarta edizione... pag. V Introduzione alla terza edizione...» VII Introduzione alla seconda edizione...» IX Introduzione alla prima edizione................................» XI

Dettagli

INDICE. CASI E APPROFONDIMENTI: Responsabilità del proprietario del fondo per reato edilizio commesso da altri su tale fondo» 37 Bibliografia» 48

INDICE. CASI E APPROFONDIMENTI: Responsabilità del proprietario del fondo per reato edilizio commesso da altri su tale fondo» 37 Bibliografia» 48 INDICE Introduzione alla quarta edizione............................... pag. V Introduzione alla terza edizione................................» VII Introduzione alla seconda edizione..............................»

Dettagli

INDICE. Capitolo II. Bibliografia...» 147. Wolters Kluwer Italia

INDICE. Capitolo II. Bibliografia...» 147. Wolters Kluwer Italia INDICE Introduzione alla quarta edizione... pag. V Introduzione alla terza edizione...» VII Introduzione alla seconda edizione...» IX Introduzione alla prima edizione................................» XI

Dettagli

IL NUOVO CONDONO EDILIZIO: NORMATIVA STATALE E NORMATIVA REGIONALE A CONFRONTO

IL NUOVO CONDONO EDILIZIO: NORMATIVA STATALE E NORMATIVA REGIONALE A CONFRONTO IL NUOVO CONDONO EDILIZIO: NORMATIVA STATALE E NORMATIVA REGIONALE A CONFRONTO ENTRATA IN VIGORE DELL ART. 32 DEL D.L 269/03 CONVERTITO IN LEGGE 326/03: GAZZETTA UFFICIALE 25.11.2003 Recante: misure per

Dettagli

INDICE CAPITOLO I LE SANZIONI PENALI IN MATERIA URBANISTICO-EDILIZIA

INDICE CAPITOLO I LE SANZIONI PENALI IN MATERIA URBANISTICO-EDILIZIA INDICE Presentazione... pag. V Presentazione alla prima edizione...» VII Prefazione del Prof. Mario R. Spasiano...» IX Introduzione...» XI Introduzione alla prima edizione...» XIII CAPITOLO I LE SANZIONI

Dettagli

CHIEDE l autorizzazione edilizia per l esecuzione dei lavori di cui alla seguente categoria: Impianti tecnologici (al servizio di edifici esistenti)

CHIEDE l autorizzazione edilizia per l esecuzione dei lavori di cui alla seguente categoria: Impianti tecnologici (al servizio di edifici esistenti) Marca da Bollo 16,00 Al Sindaco del Comune di Quartu Sant Elena Al Dirigente del Settore Pianificazione e Edilizia Privata OGGETTO: Richiesta di autorizzazione edilizia (art. 39 del Regolamento Edilizio)

Dettagli

Book - Reati Edilizi.book Page V Friday, September 23, :01 AM SOMMARIO

Book - Reati Edilizi.book Page V Friday, September 23, :01 AM SOMMARIO Book - Reati Edilizi.book Page V Friday, September 23, 2005 11:01 AM SOMMARIO Capitolo Primo Gli interventi eseguiti in assenza del permesso di costruire, in totale difformità o con variazioni essenziali

Dettagli

INDICE CAPITOLO I ATTIVITÀ EDILIZIA E SANZIONI PENALI

INDICE CAPITOLO I ATTIVITÀ EDILIZIA E SANZIONI PENALI INDICE Presentazione... pag. V Presentazione alla prima edizione...» VII Prefazione del Prof. Mario R. Spasiano...» IX Introduzione alla prima edizione...» XI Introduzione alla seconda edizione...» XIII

Dettagli

Enrico AMANTE. Claudio BELCARI. Lorenzo PAOLI

Enrico AMANTE. Claudio BELCARI. Lorenzo PAOLI Relatori: Enrico AMANTE Avvocato del Foro di Firenze, consulente A.N.C.I. Toscana e presidente I.N.U. sezione Toscana Claudio BELCARI Funzionario con responsabilità dirigenziali del S.U.E. e S.U.A.P. del

Dettagli

con sede in via/piazza n. che rappresenta in qualità di

con sede in via/piazza n. che rappresenta in qualità di Comune di Villata Provincia di Vercelli Sportello Unico edilizia P.G. Marca da bollo da euro 10,33 DOMANDA DI PERMESSO DI COSTRUIRE (articoli da 11 a 15 del d.p.r. n. 380 del 2001) ordinario per interventi

Dettagli

Comune di Lonate Ceppino Servizi Urbanistici

Comune di Lonate Ceppino Servizi Urbanistici Comune di Lonate Ceppino Servizi Urbanistici RICHIESTA DI PERMESSO DI COSTRUIRE PRATICA EDILIZIA n. INTESTATA A Parte riservata all ufficio I sottoscritt 1) nato/a a prov. il residente in via/p.zza n.

Dettagli

INDICE PARTE PRIMA PRINCIPI, FUNZIONI, SOGGETTI. pag. Prefazione alla Sesta edizione. Prefazioni alle precedenti edizioni. Principali abbreviazioni

INDICE PARTE PRIMA PRINCIPI, FUNZIONI, SOGGETTI. pag. Prefazione alla Sesta edizione. Prefazioni alle precedenti edizioni. Principali abbreviazioni INDICE Prefazione alla Sesta edizione Prefazioni alle precedenti edizioni Principali abbreviazioni XIII XV XXV PARTE PRIMA PRINCIPI, FUNZIONI, SOGGETTI CAPITOLO I NOZIONI GENERALI 1. Cosa si intende per

Dettagli

Adempimenti specifici dell ufficio Edilizia Privata e Urbanistica

Adempimenti specifici dell ufficio Edilizia Privata e Urbanistica UNITA' ORGANIZZATIVA RESPONSABILE ; Servizio Urbanistica, Edilizia Privata e Lavori Pubblici : Geom. Alessandro Salmoiraghi Tel. 0321/996284 E-mail: tecnico@comune.vapriodagogna.no.it Adempimenti specifici

Dettagli

Abusi edilizi. Abusi edilizi. segnalato da: Daniele Rallo. pagine: 2199 = equivalenti a 3738 pagine in formato libro. prezzo pieno : 45,00 1 / 9

Abusi edilizi. Abusi edilizi. segnalato da: Daniele Rallo. pagine: 2199 = equivalenti a 3738 pagine in formato libro. prezzo pieno : 45,00 1 / 9 Abusi edilizi segnalato da: Daniele Rallo Raccolta, organizzata in una dettagliata classificazione tematica, di massime giu pagine: 2199 = equivalenti a 3738 pagine in formato libro prezzo pieno : 45,00

Dettagli

ISBN:

ISBN: Abusi edilizi e titoli abilitativi in sanatoria Contenuti: - Schede operative - Casi e Questioni - Normativa - Riferimenti regionali - Formulario ISBN: 978-88-6219-265-1 Abusi edilizi e titoli abilitativi

Dettagli

PROSPETTO DEI DIRITTI DI SEGRETERIA

PROSPETTO DEI DIRITTI DI SEGRETERIA PROSPETTO DEI DIRITTI DI SEGRETERIA EDILIZIA E TERRITORIO MODULO DESCRIZIONE TIPOLOGIA TE PRECEDENTE TARIFFA NUOVA TARIFFA IMPOSTA DI BOLLO PERMESSO DI COSTRUIRE (ANCHE IN SANATORIA) / F.E.R. - P.A.S.*

Dettagli

L ABUSO EDILIZIO, LE PROCEDURE SANZIONATORIE E LA REGOLARIZZAZIONE DI OPERE EDILIZIE GIA REALIZZATE

L ABUSO EDILIZIO, LE PROCEDURE SANZIONATORIE E LA REGOLARIZZAZIONE DI OPERE EDILIZIE GIA REALIZZATE Data 19/05/2017 Dalle ore 15 alle ore 19 sede di svolgimento: HOTEL MINERVA Via Fiorentina n.4 Arezzo L ABUSO EDILIZIO, LE PROCEDURE SANZIONATORIE E LA REGOLARIZZAZIONE DI OPERE EDILIZIE GIA REALIZZATE

Dettagli

Al Responsabile dell Area tecnica del Comune di Brandico. l sottoscritt nat a il - - residente in via/piazza n. codice fiscale tel.

Al Responsabile dell Area tecnica del Comune di Brandico. l sottoscritt nat a il - - residente in via/piazza n. codice fiscale tel. COMUNE DI BRANDICO Provincia di Brescia Area Tecnica Sportello Unico edilizia Responsabile del procedimento: geom. FEROLDI FEDERICA P.G. Marca da bollo da euro 16,00 DOMANDA DI PERMESSO DI COSTRUIRE (articoli

Dettagli

ABUSI EDILIZI E SANZIONI. Mauro Cavicchini Consulente di urbanistica e di edilizia marzo 2015

ABUSI EDILIZI E SANZIONI. Mauro Cavicchini Consulente di urbanistica e di edilizia marzo 2015 ABUSI EDILIZI E SANZIONI Mauro Cavicchini Consulente di urbanistica e di edilizia marzo 2015 CHE COSA È UN ABUSO EDILIZIO Intervento in assenza di titolo edilizio Intervento in difformità dal titolo edilizio

Dettagli

Comune di Fiorano Modenese. Servizio Urbanistica Sportello Unico Edilizia - Ambiente

Comune di Fiorano Modenese. Servizio Urbanistica Sportello Unico Edilizia - Ambiente Timbro protocollo Marca da Bollo 16,00 Comune di Fiorano Modenese PRATICA EDILIZIA N. Servizio Urbanistica Sportello Unico Edilizia - Ambiente Al Responsabile del DOMANDA PER IL RILASCIO DEL PERMESSO DI

Dettagli

Seminario su. La responsabilità civile e penale del progettista e del direttore lavori

Seminario su. La responsabilità civile e penale del progettista e del direttore lavori Seminario su La responsabilità civile e penale del progettista e del direttore lavori Quali responsabilità? Panoramica normativa e giurisprudenziale Avv. Angelo Schena Sondrio, 14 aprile 2016 PREMESSA

Dettagli

COMUNE DI POGGIO TORRIANA Provincia di Rimini

COMUNE DI POGGIO TORRIANA Provincia di Rimini ORIGINALE Seduta del 06/02/2014 n. 17 (CON POTERI SPETTANTI ALLA GIUNTA) Oggetto: AGGIORNAMENTO DEI DIRITTI DI SEGRETERIA PER PRATICHE, ATTI E CERTIFICAZIONI IN MATERIA DI EDILIZIA PRIVATA E URBANISTICA

Dettagli

DPR 380/2001. Riunione e coordinamento di leggi e regolamenti precedenti

DPR 380/2001. Riunione e coordinamento di leggi e regolamenti precedenti IL NUOVO TESTO UNICO DELL EDILIZIA DPR 380/2001 Riunione e coordinamento di leggi e regolamenti precedenti MISURE DI SALVAGUARDIA Il potere di sospensione Fra l adozione di uno strumento urbanistico da

Dettagli

DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA (D.I.A.)

DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA (D.I.A.) SPAZIO RISERVATO AL PROTOCOLLO Spett.le UFFICIO EDILIZIA PRIVATA COMUNE DI PIEVE DI SOLIGO VIA G. VACCARI 2 31053 PIEVE DI SOLIGO DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA (D.I.A.) La sottoscritta Ditta: (nel caso di

Dettagli

OGGETTO: AGGIORNAMENTO DIRITTI DI SEGRETERIA RELATIVI ALL ATTIVITA DEL SERVIZIO U.E.A. LA GIUNTA COMUNALE

OGGETTO: AGGIORNAMENTO DIRITTI DI SEGRETERIA RELATIVI ALL ATTIVITA DEL SERVIZIO U.E.A. LA GIUNTA COMUNALE Comune di Fiorano Modenese Provincia di Modena 26/04/2012 N.46 OGGETTO: AGGIORNAMENTO DIRITTI DI SEGRETERIA RELATIVI ALL ATTIVITA DEL SERVIZIO U.E.A. LA GIUNTA COMUNALE - VISTA la Delibera di C.C. n. 41/1997

Dettagli

sostitutiva del permesso di costruire per interventi di cui alla successiva tabella A (articolo 22, commi 3 e 4, D.P.R. n 380 del 2001) (2)

sostitutiva del permesso di costruire per interventi di cui alla successiva tabella A (articolo 22, commi 3 e 4, D.P.R. n 380 del 2001) (2) Comune di Villa Literno Provincia di Caserta Servizio Urbanistica / Edilizia Responsabile del procedimento: SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (artt. 22 e 23 del D.P.R. n 380 del 2001 ed art.

Dettagli

COMUNE DI CHIALAMBERTO

COMUNE DI CHIALAMBERTO COMUNE DI CHIALAMBERTO PROVINCIA DI TORINO Via Roma 2, C.A.P. 10070 Chialamberto Tel. (0123) 50.67.01 Fax (0123) 50.63.69 C. F. 83002850010 ----------------- REGOLAMENTO SUL PROCEDIMENTO DI ACCERTAMENTO

Dettagli

Allo Sportello unico per l edilizia del Comune di ARPINO

Allo Sportello unico per l edilizia del Comune di ARPINO Comune di Arpino Provincia di Frosinone PERMESSO DI COSTRUIRE art. 10 del D.P.R. 6 giugno 2001, n.380 e s.m.i. PROTOCOLLO DI SPORTELLO Data di arrivo Marca da bollo 16,00 Num. interno Prot. generale Posizione

Dettagli

sostitutiva del permesso di costruire per interventi di cui alla successiva tabella A (articolo 22, commi 3 e 4, d.p.r. n.

sostitutiva del permesso di costruire per interventi di cui alla successiva tabella A (articolo 22, commi 3 e 4, d.p.r. n. Comune di Provincia di Area Tecnica Sportello Unico edilizia Responsabile del procedimento: P.G. DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA (articoli 22 e 23 del d.p.r. n. 380 del 2001) ordinaria per interventi di cui

Dettagli

P.G. Al Responsabile dello Sportello Unico per l edilizia del Comune di ROVATO

P.G. Al Responsabile dello Sportello Unico per l edilizia del Comune di ROVATO Comune di ROVATO Provincia di BRESCIA Area Tecnica Sportello Unico edilizia Responsabile del procedimento: P.G. Marca da bollo DOMANDA DI PERMESSO DI COSTRUIRE (articoli da 11 a 15 del d.p.r. n. 380 del

Dettagli

con sede in via/piazza n. che rappresenta in qualità di

con sede in via/piazza n. che rappresenta in qualità di COMUNE DI PIANO DI SORRENTO PROV. DI NAPOLI V SETTORE - UFFICIO TECNICO - SEZ. EDILIZIA PRIVATA - LAVORI PUBBLICI MANUTENZIONI - ESPROPRIAZIONI Protocollo Generale Marca da bollo da euro 14,62 DOMANDA

Dettagli

DOMANDA DI PERMESSO DI COSTRUIRE (articoli da 11 a 15 del d.p.r. n. 380 del 2001)

DOMANDA DI PERMESSO DI COSTRUIRE (articoli da 11 a 15 del d.p.r. n. 380 del 2001) COMUNE DI ZANICA Provincia di Bergamo Via Roma, 35-24050 Zanica Settore Urbanistica ed Edilizia Tel 035/4245870-871 - 872 Fax 035/671867 spazio per protocollo pratica edilizia n. / DOMANDA DI PERMESSO

Dettagli

TUTELA PENALE DELL AMBIENTE E I REATI IN MATERIA URBANISTICA

TUTELA PENALE DELL AMBIENTE E I REATI IN MATERIA URBANISTICA CENTRO STUDI GIURIDICI E POLITICI DELLA REGIONE UMBRIA TUTELA PENALE DELL AMBIENTE E I REATI IN MATERIA URBANISTICA a cura di Marco Angelini e Marco Lucio Campiani JOVENE EDITORE 2014 INDICE Prefazione...

Dettagli

Al Responsabile dello Sportello Unico per l edilizia del Comune di

Al Responsabile dello Sportello Unico per l edilizia del Comune di Regione Lombardia Comune di Provincia di Area Tecnica Sportello Unico edilizia Responsabile del procedimento: P.G. DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA (articoli 22 e 23 del d.p.r. n. 380 del 2001) ordinaria per

Dettagli

novembre 2001 Domanda condono edilizio: edificio residenziale novembre 2001 Domanda condono edilizio: edificio residenziale

novembre 2001 Domanda condono edilizio: edificio residenziale novembre 2001 Domanda condono edilizio: edificio residenziale N. DETERMINAZIONE OGGETTO ORD. PROT. N. DATA 1 29.704 28 giugno 2000 Domanda condono edilizio: depositi attrezzi agricoli 2 7.392 1 marzo 2001 Domanda condono edilizio: 2 box 3 7.393 1 marzo 2001 Domanda

Dettagli

P.G. Al Responsabile dell Area tecnica del Comune di

P.G. Al Responsabile dell Area tecnica del Comune di Comune di BORNASCO Provincia di PAVIA Area Tecnica Sportello Unico edilizia Responsabile del procedimento: P.G. DOMANDA DI PERMESSO DI COSTRUIRE (articoli da 11 a 15 del d.p.r. n. 380 del 2001 e L.R 12/2005)

Dettagli

Al Responsabile del Servizio Territorio ed Ambiente del Comune di Oliva Gessi

Al Responsabile del Servizio Territorio ed Ambiente del Comune di Oliva Gessi Comune di Oliva Gessi Provincia di Pavia Spazio riservato per il protocollo Servizio Territorio ed Ambiente Ufficio Edilizia Privata Marca da bollo da euro 14,62 DOMANDA DI PERMESSO DI COSTRUIRE IN SANATORIA

Dettagli

Modello Comune di Caposele

Modello Comune di Caposele Comune di Caposele Provincia di Avellino Area Tecnica Responsabile del procedimento: Prot. DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA (articoli 22 e 23 del d.p.r. n. 380 del 2001) ordinaria per interventi di cui alla

Dettagli

Capitolo Primo VIOLAZIONE DELL OBBLIGO DI COMUNICAZIONE DELLE NOTITIAE CRIMINIS (Elisabetta Calcagno)

Capitolo Primo VIOLAZIONE DELL OBBLIGO DI COMUNICAZIONE DELLE NOTITIAE CRIMINIS (Elisabetta Calcagno) INDICE Capitolo Primo VIOLAZIONE DELL OBBLIGO DI COMUNICAZIONE DELLE NOTITIAE CRIMINIS L OMISSIONE DI DENUNCIA DI SOGGETTI QUALIFICATI E PRIVATI 1. Il contenuto offensivo dei reati di omessa denuncia....

Dettagli

Al Responsabile dello Sportello Unico per l edilizia del Comune di Pontevico

Al Responsabile dello Sportello Unico per l edilizia del Comune di Pontevico Regione Lombardia Comune di PONTEVICO Provincia di Brescia Area Tecnica Sportello Unico edilizia Responsabile del procedimento: P.G. DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA (articoli 22 e 23 del d.p.r. n. 380 del

Dettagli

Seminario di formazione settembre 2012 (orario 09,00-12,30) Hotel Repubblica Marinara -Via Matteucci 81 - PISA

Seminario di formazione settembre 2012 (orario 09,00-12,30) Hotel Repubblica Marinara -Via Matteucci 81 - PISA Seminario di formazione 11-12 settembre 2012 (orario 09,00-12,30) Hotel Repubblica Marinara -Via Matteucci 81 - PISA LA RIFORMA DEI TITOLI EDILIZI NELLA VIGENTE LEGISLAZIONE DELLA REGIONE TOSCANA, ALLA

Dettagli

TABELLA A Interventi previsti dall articolo 10 del d.p.r. n. 380 del 2001 nuova costruzione: costruzione di manufatti edilizi fuori terra ampliamento

TABELLA A Interventi previsti dall articolo 10 del d.p.r. n. 380 del 2001 nuova costruzione: costruzione di manufatti edilizi fuori terra ampliamento Regione Lombardia Comune di Casalmaggiore Provincia di Cremona Settore Urbanistica Responsabile del procedimento: Geom. Pietro Lipreri P.G. DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA (articoli 22 e 23 del d.p.r. n. 380

Dettagli

VERONA CONFCOMMERCIO 22 settembre 2010 DIFFORMITA EDILIZIE. Relatore Geometra Carlo Dall Occhio

VERONA CONFCOMMERCIO 22 settembre 2010 DIFFORMITA EDILIZIE. Relatore Geometra Carlo Dall Occhio VERONA CONFCOMMERCIO 22 settembre 2010 DIFFORMITA EDILIZIE Relatore Geometra Carlo Dall Occhio CAPITOLO 01 INTRODUZIONE NORMATIVA DI RIFERIMENTO: L. n. 47 del 28 febbraio 1985 «Norme in materia di controllo

Dettagli

INDICE SOMMARIO. URBANISTICA, EDILIZIA, GOVERNO DEL TERRITORIO di Rosario Mario Morelli

INDICE SOMMARIO. URBANISTICA, EDILIZIA, GOVERNO DEL TERRITORIO di Rosario Mario Morelli INDICE SOMMARIO Presentazione........................................... V URBANISTICA, EDILIZIA, GOVERNO DEL TERRITORIO di Rosario Mario Morelli 1. Il governo del territorio nel riparto competenziale

Dettagli

Regolamento Edilizio del Comune di Taranto approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 325 del 9/9/1974.

Regolamento Edilizio del Comune di Taranto approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 325 del 9/9/1974. Regolamento Edilizio del Comune di Taranto approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 325 del 9/9/1974. Adeguamento, ai sensi dell art. 251 del D.Lgs. n. 267/2000, delle tariffe dei diritti di

Dettagli

DOMANDA DI PERMESSO DI COSTRUIRE (articolo da 11 a 15 del D.P.R. n. 380 del 2001)

DOMANDA DI PERMESSO DI COSTRUIRE (articolo da 11 a 15 del D.P.R. n. 380 del 2001) Comune di ADRO P.G. Provincia di BRESCIA Marca da Area Tecnica bollo da Sportello Unico edilizia. 16,00 DOMANDA DI PERMESSO DI COSTRUIRE (articolo da 11 a 15 del D.P.R. n. 380 del 2001) ordinario per interventi

Dettagli

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITÀ (S.C.I.A.) SEGNALA

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITÀ (S.C.I.A.) SEGNALA Comune di Cantalice Area Tecnica Edilizia Privata ed Urbanistica Sportello Unico per l Edilizia Piazza della Repubblica 1, 02014 Cantalice SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITÀ (S.C.I.A.) Per interventi

Dettagli

Comune di OSTIGLIA (Prov. Di Mantova) REGOLAMENTO. corrispondere a titolo di oblazione previste in materia di abusi edilizi dal D.P.R.

Comune di OSTIGLIA (Prov. Di Mantova) REGOLAMENTO. corrispondere a titolo di oblazione previste in materia di abusi edilizi dal D.P.R. Comune di OSTIGLIA (Prov. Di Mantova) REGOLAMENTO "Criteri e modalità di calcolo delle sanzioni amministrative pecuniarie e delle somme da corrispondere a titolo di oblazione previste in materia di abusi

Dettagli

INDICE. Parte Prima PROFILI GENERALI. Capitolo I. Il diritto urbanistico: considerazioni introduttive... 3

INDICE. Parte Prima PROFILI GENERALI. Capitolo I. Il diritto urbanistico: considerazioni introduttive... 3 Prefazione alla V edizione................................... VII Parte Prima PROFILI GENERALI Capitolo I. Il diritto urbanistico: considerazioni introduttive............... 3 Capitolo II. Fondamento costituzionale

Dettagli

Data Giovedì 18 Ottobre Firenze (Hotel Londra - Via Jacopo da Diacceto, 16/20 - a 150 mt dalla Stazione S. Maria Novella)

Data Giovedì 18 Ottobre Firenze (Hotel Londra - Via Jacopo da Diacceto, 16/20 - a 150 mt dalla Stazione S. Maria Novella) 1 Data Giovedì 18 Ottobre 2012 Orario 9.15-13.00 / 14.15 16.30 Firenze (Hotel Londra - Via Jacopo da Diacceto, 16/20 - a 150 mt dalla Stazione S. Maria Novella) LA RIFORMA IN TOSCANA, DELLA DISCIPLINA

Dettagli

AL RESPONSABILE DELLO SPORTELLO UNICO EDILIZIA DEL COMUNE DI BARLASSINA

AL RESPONSABILE DELLO SPORTELLO UNICO EDILIZIA DEL COMUNE DI BARLASSINA Comune di Barlassina (Provincia di Monza e Brianza) Protocollo. Settore Tecnico Sportello Unico Edilizia Responsabile del Settore geom. Claudio Sturaro DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA (articoli 22 e 23 del

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Capitolo Primo PREMESSA

INDICE SOMMARIO. Capitolo Primo PREMESSA INDICE SOMMARIO Introduzione... Elenco delle principali abbreviazioni... xiii xvii Capitolo Primo PREMESSA Guida bibliografica... 3 1. Profili introduttivi... 5 2. Brevi cenni storici... 7 3. La distinzione

Dettagli

Al Responsabile dello Sportello Unico per l edilizia del Comune di

Al Responsabile dello Sportello Unico per l edilizia del Comune di Regione Lombardia Comune di Zeme Provincia di Pavia Area Tecnica Sportello Unico edilizia Responsabile del procedimento: P.G. DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA (articoli 22 e 23 del d.p.r. n. 380 del 2001) ordinaria

Dettagli

DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA (articoli 22 e 23 del d.p.r. n. 380 del articoli 41 e 42 della L.R. n. 12 del 2005)

DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA (articoli 22 e 23 del d.p.r. n. 380 del articoli 41 e 42 della L.R. n. 12 del 2005) Regione Lombardia Comune di Rivanazzano Provincia di Pavia Area Tecnica P.G. DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA (articoli 22 e 23 del d.p.r. n. 380 del 2001 - articoli 41 e 42 della L.R. n. 12 del 2005) ordinaria

Dettagli

COMUNE DI ROVIGO. Settore Urbanistica R E G O L A M E N T O

COMUNE DI ROVIGO. Settore Urbanistica R E G O L A M E N T O COMUNE DI ROVIGO Settore Urbanistica R E G O L A M E N T O Criteri e modalità di calcolo delle sanzioni amministrative pecuniarie e delle somme da corrispondere a titolo di oblazione previste in materia

Dettagli

COMUNE DI CRESPINA LORENZANA (Provincia di PISA)

COMUNE DI CRESPINA LORENZANA (Provincia di PISA) COMUNE DI CRESPINA LORENZANA (Provincia di PISA) timbro e data di arrivo AREA 3 PIANIFICAZIONE E ASSETTO DEL TERRITORIO SPORTELLO UNICO PER L EDILIZIA (SUE) SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITA PRODUTTIVE (SUAP)

Dettagli

Prot. Gen. Al Responsabile del Settore Tecnico Manutentivo del Comune di Altavilla Silentina (SA)

Prot. Gen. Al Responsabile del Settore Tecnico Manutentivo del Comune di Altavilla Silentina (SA) Comune di Altavilla Silentina Provincia di Salerno Area Tecnica Sportello Unico edilizia Responsabile del procedimento: Ing. Alessandro Fusco Prot. Gen. Marca da bollo da euro 10,33 DOMANDA DI PERMESSO

Dettagli

ACQUISIRE ELEMENTI SUL SITO

ACQUISIRE ELEMENTI SUL SITO TITOLO CORSO: ACQUISIRE ELEMENTI SUL SITO SEDE: VIA DELLE GRAZIE, PORDENONE SETTORE: APPRENDISTATO DURATA: 32 ORE DOCENTI: geom. EMANUELE CIOT, geom. SANDRO BUZZI, arch. ERICA BALLERINI, dott. DAVIDE PASINI

Dettagli

DIAGRAMMI DEI PROCEDIMENTI PER LA GESTIONE DEGLI ABUSI EDILIZI

DIAGRAMMI DEI PROCEDIMENTI PER LA GESTIONE DEGLI ABUSI EDILIZI DIAGRAMMI DEI PROCEDIMENTI PER LA GESTIONE DEGLI ABU EDILIZI (LR 23 / 2004) 2009 a cura di Massimo Betti Luca Trentini Rossella Ventura QUADRO GENERALE PER TUTTE LE IPOTE DI RILEVAMENTO DI POSBILI ABU

Dettagli

INDICE GENERALE. Introduzione... LIBRO PRIMO I REATI TRIBUTARI

INDICE GENERALE. Introduzione... LIBRO PRIMO I REATI TRIBUTARI Introduzione... XVII LIBRO PRIMO I REATI TRIBUTARI Decreto Legislativo 10 marzo 2000, n. 74 Nuova disciplina dei reati in materia di imposte sui redditi e sul valore aggiunto, a norma dell articolo 9 della

Dettagli

INTERVENTI REALIZZABILI SENZA AUTORIZZAZIONE PAESAGGISTICA

INTERVENTI REALIZZABILI SENZA AUTORIZZAZIONE PAESAGGISTICA INTERVENTI REALIZZABILI SENZA AUTORIZZAZIONE PAESAGGISTICA 1 Opere interne che non alterano l aspetto esterno del fabbricato, anche ove comportino mutazione della destinazione d uso. Interventi sui prospetti

Dettagli

Città di Lecce. Settore Pianificazione e Sviluppo del Territorio REGOLAMENTO PER IL PAGAMENTO DEI DIRITTI DI SEGRETERIA DOVUTI AL COMUNE

Città di Lecce. Settore Pianificazione e Sviluppo del Territorio REGOLAMENTO PER IL PAGAMENTO DEI DIRITTI DI SEGRETERIA DOVUTI AL COMUNE Città di Lecce Settore Pianificazione e Sviluppo del Territorio REGOLAMENTO PER IL PAGAMENTO DEI DIRITTI DI SEGRETERIA DOVUTI AL COMUNE APPROVATO CON DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 79 DEL 21/09/2009

Dettagli

DOMANDA DI PERMESSO DI COSTRUIRE (articoli da 11 a 15 del D.P.R. n. 380 del 2001)

DOMANDA DI PERMESSO DI COSTRUIRE (articoli da 11 a 15 del D.P.R. n. 380 del 2001) Protocollo Da compilare a cura dell ufficio Pratica Edilizia Posiz. Archivio Marca da bollo da euro 14,62 AL COMUNE DI BRUGNERA Area Tecnica Sportello Unico Edilizia DOMANDA DI PERMESSO DI COSTRUIRE (articoli

Dettagli

INTRODUZIONE (Marco Pelissero)

INTRODUZIONE (Marco Pelissero) INDICE Avvertenza............................................ XV INTRODUZIONE (Marco Pelissero) 1. La tutela penale della pubblica amministrazione: dal codice penale Rocco all affermazione dei principi

Dettagli

RELAZIONE TECNICA DI ASSEVERAZIONE

RELAZIONE TECNICA DI ASSEVERAZIONE Prot. Al Comune di Carmignano Ufficio Edilizia e Urbanistica Piazza G. Matteotti n. 1 59015 Carmignano (PO) RELAZIONE TECNICA DI ASSEVERAZIONE DA ALLEGARE ALLA RICHIESTA DI PERMESSO DI COSTRUIRE IN SANATORIA

Dettagli

DICHIARAZIONE DI CONFORMITA DEL PIANO ATTUATIVO (Allegato 1 Suppl. ordinario BUR n. 10 del )

DICHIARAZIONE DI CONFORMITA DEL PIANO ATTUATIVO (Allegato 1 Suppl. ordinario BUR n. 10 del ) DICHIARAZIONE DI CONFORMITA DEL PIANO ATTUATIVO (Allegato 1 Suppl. ordinario BUR n. 10 del 7.3.2012) Il sottoscritto Cognome Nome Volpi Luca Nato a Terni Il 29/07/1967 Codice fiscale/ P.IVA Residente in

Dettagli

INDICE SOMMARIO CAPITOLO PRIMO. I DELITTI DI CONCUSSIONE E CORRUZIONE di Lorena Ciarniello

INDICE SOMMARIO CAPITOLO PRIMO. I DELITTI DI CONCUSSIONE E CORRUZIONE di Lorena Ciarniello INDICE SOMMARIO INTRODUZIONE di Armando Macrillò... 1 CAPITOLO PRIMO I DELITTI DI CONCUSSIONE E CORRUZIONE di Lorena Ciarniello 1. Concussione: soggetto attivo e passivo... 7 1.1. (Segue): elemento soggettivo

Dettagli

APPROVATO CON DELIBERA DI CONSIGLIO COMUNALE N. 29 DEL 21/12/2015

APPROVATO CON DELIBERA DI CONSIGLIO COMUNALE N. 29 DEL 21/12/2015 COMUNE DI BORGO PRIOLO PROVINCIA DI PAVIA C.A.P. 27040 TEL. (0383) 872214 872265 FAX. (0383) 871371 COD. FISC. 00468890181 ****** Ufficio Tecnico Comunale CRITERI E MODALITA DI CALCOLO DELLE SANZIONI AMMINISTRATIVE

Dettagli

COMUNE DI FONTANETTO PO

COMUNE DI FONTANETTO PO REGIONE PIEMONTE PROVINCIA DI VERCELLI COMUNE DI FONTANETTO PO Piazza Garibaldi 5 CAP 13040 Tel 0161 840114 FAX 0161 840564 Email fontanetto.po@reteunitaria.piemonte.it - Pec fontanetto.po@cert.ruparpiemonte.it

Dettagli

Norme in materia di sanatoria edilizia straordinaria.

Norme in materia di sanatoria edilizia straordinaria. Norme in materia di sanatoria edilizia straordinaria. Legge regionale 20 ottobre 2004, n. 53 Pubblicata sul Bollettino ufficiale della Regione Toscana n. 40 del 27 ottobre 2004 Approvata dal Consiglio

Dettagli

Copia per: Comune Denunciante PRATICA EDILIZIA INTESTATA A: ... (ai sensi della L.R. n.1/05)

Copia per: Comune Denunciante PRATICA EDILIZIA INTESTATA A: ... (ai sensi della L.R. n.1/05) Al Comune di... Provincia di... Sportello unico per l Edilizia o Servizio Edilizia Pubblica e Privata (n.1 copia in carta bollata e n.1 copia in carta semplice) Sportello Unico per le Attività Produttive

Dettagli

DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA (articoli 22 e 23 del D.P.R. n. 380 del 2001)

DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA (articoli 22 e 23 del D.P.R. n. 380 del 2001) Comune di ADRO P.G. Provincia di BRESCIA Area Tecnica Sportello Unico edilizia DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA (articoli 22 e 23 del D.P.R. n. 380 del 2001) ordinaria per interventi di cui alla successiva

Dettagli

Cognome e nome nato a.. il. per conto proprio / della ditta.. residente / con sede in.. Codice Fiscale / P. IVA... Tel./Fax.. ..

Cognome e nome nato a.. il. per conto proprio / della ditta.. residente / con sede in.. Codice Fiscale / P. IVA... Tel./Fax..  .. All Ufficio Edilizia Privata del Comune di Caronno Varesino Piazza Mazzini n. 2 21040 CARONNO VARESINO bollo OGGETTO: RICHIESTA PERMESSO DI COSTRUIRE Il sottoscritto P.E. n.. (riservato all U.T. comunale)

Dettagli

ACCERTAMENTO DI CONFORMITA

ACCERTAMENTO DI CONFORMITA COMUNE DI PISA apple apple Allo Sportello unico dell Edilizia Allo Sportello unico delle Attività Produttive ACCERTAMENTO DI CONFORMITA ai sensi dell art. 209 della LRT 10 Novembre 2014 n 65 Dati relativi

Dettagli

COMUNE DI OSTUNI Provincia di Brindisi

COMUNE DI OSTUNI Provincia di Brindisi COMUNE DI OSTUNI Provincia di Brindisi AUTOCERTIFICAZIONE PER ATTESTAZIONE DI AGIBILITA (ai sensi del D.P.R. 380/01; D.L. 301/2002; art. 47 D.P.R. 445/2000 e s.m.i.) Formazione del Silenzio-Assenso su

Dettagli

ALLEGATO ALLA DELIBERA DI CONSIGLIO COMUNALE N. 29 DEL 28/09/2009 REGOLAMENTO

ALLEGATO ALLA DELIBERA DI CONSIGLIO COMUNALE N. 29 DEL 28/09/2009 REGOLAMENTO ALLEGATO ALLA DELIBERA DI CONSIGLIO COMUNALE N. 29 DEL 28/09/2009 REGOLAMENTO Criteri e modalità di calcolo delle sanzioni amministrative pecuniarie e delle somme da corrispondere a titolo di oblazione

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Premessa...

INDICE SOMMARIO. Premessa... INDICE SOMMARIO Premessa... XIII CAPITOLO 1 L OGGETTO DELLA TUTELA PENALE DELL AM- BIENTE. PROTEZIONE DELLE SPECIE, DEGLI HABITAT E DELLE AREE NATURALI PROTETTE 1. L oggetto della tutela penale dell ambiente:

Dettagli

Comune di Saletto Provincia di Padova REGOLAMENTO COMUNALE SANZIONI AMMINISTRATIVE PECUNIARIE E OBLAZIONI PER ABUSI EDILIZI.

Comune di Saletto Provincia di Padova REGOLAMENTO COMUNALE SANZIONI AMMINISTRATIVE PECUNIARIE E OBLAZIONI PER ABUSI EDILIZI. Comune di Saletto Provincia di Padova --ooooo ooooo-- REGOLAMENTO COMUNALE CRITERI E MODALITA DI CALCOLO DELLE SANZIONI AMMINISTRATIVE PECUNIARIE E DELLE SOMME DA CORRISPONDERE A TITOLO DI OBLAZIONE PREVISTE

Dettagli

RICHIESTA PERMESSO DI COSTRUIRE ai sensi degli artt e 36 del D.P.R. 6 giugno 2001, n. 380, modificato dal D.Lgs. 27 dicembre 2002 n.

RICHIESTA PERMESSO DI COSTRUIRE ai sensi degli artt e 36 del D.P.R. 6 giugno 2001, n. 380, modificato dal D.Lgs. 27 dicembre 2002 n. COMUNE DI TORTORETO SETTORE N 7 URBANISTICA ED EDILIZIA SPORTELLO UNICO PER L EDILIZIA Marca da Bollo da 14,62 RICHIESTA PERMESSO DI COSTRUIRE ai sensi degli artt. 10 20 e 36 del D.P.R. 6 giugno 2001,

Dettagli

DEFINIZIONE DEGLI INTERVENTI EDILIZI

DEFINIZIONE DEGLI INTERVENTI EDILIZI DEFINIZIONE DEGLI INTERVENTI EDILIZI MANUTENZIONE ORDINARIA gli interventi edilizi che riguardano le opere di riparazione, rinnovamento e sostituzione delle finiture degli edifici e quelle necessarie ad

Dettagli

Comune di Rapolano Terme

Comune di Rapolano Terme ( P r o vi n c i a d i S i e n a ) TARIFFE DEI DIRITTI DI SEGRETERIA PER ATTI ED ATTESTAZIONI IN MATERIA EDILIZIA, URBANISTICA ED AMBIENTE ( e x. A rt 1 0, D. L. 1 8 / 0 1 / 1 9 9 3, n 8 c o n v e r t

Dettagli

Comune di Modena Settore Trasformazione urbana e qualità edilizia. Il Dirigente Responsabile del Settore

Comune di Modena Settore Trasformazione urbana e qualità edilizia. Il Dirigente Responsabile del Settore 1 Comune di Modena Settore Trasformazione urbana e qualità edilizia Il Dirigente Responsabile del Settore Modena, 15/10/2007 Protocollo generale n. 133038/2007 Protocollo di settore n. 16539/2007 DO/do

Dettagli

COMUNE DI POGGIOMARINO

COMUNE DI POGGIOMARINO COMUNE DI POGGIOMARINO SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI AGIBILITÀ Piazza De Marinis, 3 Tel. 081-8658221/215/255 pec:utc@pec.comune.poggiomarino.na.it Al SETTORE URBANISTICA DEL COMUNE DI POGGIOMARINO Il sottoscritto

Dettagli

COMUNE DI CAVE Sportello Unico per l Edilizia Piazza Garibaldi n Cave (Rm)

COMUNE DI CAVE Sportello Unico per l Edilizia Piazza Garibaldi n Cave (Rm) Protocollo COMUNE DI CAVE Sportello Unico per l Edilizia Piazza Garibaldi n. 6 00033 Cave (Rm) Riservato all Ufficio ALL UFFICIO URBANISTICA DEL COMUNE DI CAVE RIFERIMENTO DI ARCHIVIAZIONE: Pratica Edilizia:

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Abbreviazioni delle Riviste e delle Enciclopedie... CAPITOLO I INTRODUZIONE

INDICE SOMMARIO. Abbreviazioni delle Riviste e delle Enciclopedie... CAPITOLO I INTRODUZIONE Abbreviazioni delle Riviste e delle Enciclopedie... Pag. XIII CAPITOLO I INTRODUZIONE 1. I delitti contro il patrimonio: caratteristiche generali... Pag. 1 2. Le scelte politico-criminali in materia di

Dettagli

COMUNE DI VAGLIA città metropolitana di FIRENZE

COMUNE DI VAGLIA città metropolitana di FIRENZE 2017 domanda acc. conf. in sanatoria COMUNE DI VAGLIA città metropolitana di FIRENZE marca da bollo. 16,00 timbro protocollo n. pratica AL RESPONSABILE DEL SETTORE EDILIZIA PRIVATA del COMUNE DI VAGLIA

Dettagli

ISTANZA DI CONDONO EDILIZIO

ISTANZA DI CONDONO EDILIZIO Comune di S. Maria la Carità Riservato al Protocollo Generale del Comune Prot. n. del Riservato all ufficio ISTANZA DI CONDONO EDILIZIO Pratica: N. prot. n. del / / IV Settore Urbanistica - PROGETTO CONDONO

Dettagli

E dilizia P rivata/servizi U rbanistici RELAZIONE TECNICA DI ASSEVERAZIONE ALLEGATA ALLA D.I.A. PRATICA EDILIZIA n. INTESTATA A.

E dilizia P rivata/servizi U rbanistici RELAZIONE TECNICA DI ASSEVERAZIONE ALLEGATA ALLA D.I.A. PRATICA EDILIZIA n. INTESTATA A. Comune di Tradate E dilizia P rivata/servizi U rbanistici RELAZIONE TECNICA DI ASSEVERAZIONE ALLEGATA ALLA D.I.A. PRATICA EDILIZIA n. INTESTATA A I Sottoscritt nato/a a prov. il con studio a via/p.zza

Dettagli

COMUNE DI CASTELGUGLIELMO UFFICIO TECNICO

COMUNE DI CASTELGUGLIELMO UFFICIO TECNICO COMUNE DI CASTELGUGLIELMO UFFICIO TECNICO R E G O L A M E N T O Criteri e modalità di calcolo delle sanzioni amministrative pecuniarie e delle somme da corrispondere a titolo di oblazione previste in materia

Dettagli

Atto rilasciato dal Comune per regolarizzare opere edilizie eseguite in assenza o in difformità da titolo abilitativo.

Atto rilasciato dal Comune per regolarizzare opere edilizie eseguite in assenza o in difformità da titolo abilitativo. Atto rilasciato dal Comune per regolarizzare opere edilizie eseguite in assenza o in difformità da titolo abilitativo. Come fare la richiesta Per richiedere l'accertamento di conformità è necessario essere

Dettagli

CAPITOLO PRIMO I SOGGETTI ATTIVI DEI REATI DI BANCAROTTA

CAPITOLO PRIMO I SOGGETTI ATTIVI DEI REATI DI BANCAROTTA pag. ABBREVIAZIONI.................................... XV SINTESI ESPOSITIVA DELLA MATERIA TRATTATA........... 1 GIURISPRUDENZA E DOTTRINA......................... 11 CAPITOLO PRIMO I SOGGETTI ATTIVI DEI

Dettagli