3D PRINTERS. ottimizzazione del processo di stampa dalla modellazione all oggetto

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "3D PRINTERS. ottimizzazione del processo di stampa dalla modellazione all oggetto"

Transcript

1 3D PRINTERS ottimizzazione del processo di stampa dalla modellazione all oggetto Università di Roma La Sapienza Laboratorio Ce.S.M.A. - Stampa 3D Relatore Graziano Mario Valenti Tirocinante Cecilia lalatta Costerbosa

2 Indice Capitolo 1 Il mondo RepRap Chi, Come, Quando, Dove Modelli caratteristiche confronto Materiali utilizzabili Capitolo 2 Introduzione ai Softwares Modellazione 3d Correzione e verifica file Repetier, Slicer, Pronterface: introduzione Capitolo 3 Procedimento: dalla modellazione al prodotto 3D Modellazione: esportazione file.stl Netfabb - come correggere file errati Slic3r Repetier/Pronterface Capitolo 4 Tips

3 Capitolo 1 Il mondo RepRap Chi, Come, Quando, Dove Modelli: caratteristiche confronto Materiali utilizzabili

4 Chi, Come, Quando, Dove RepRap è l abbreviazione di Replicating rapid prototyper: la filosofia è quella di creare macchine autoreplicanti a basso costo, in grado quindi di stampare i pezzi per assemblare un altra stampante. Questo processo, partito in Inghilterra nel 2005, ha iniziato il mondo della stampa 3D Open-Source ed a capo del progetto è Adrien Bowyer. Collegando la stampante a un computer, tramite l utilizzo di alcuni semplici software, sarà possibile vedere realizzato fisicamente un proprio prodotto. Questo link per accedere alla pagina ufficiale e completa del mondo RepRap. Un altra realtà che ha contribuito fortemente alla diffusione di questa generazione di stampanti 3D è la Makerbot con la Thing-o-Matic. Qui il link alla pagina.

5 Modelli: caratteristiche Darwin (2007) Mendel (2009) Per la parte Hardware: -un estrusore termoplastico montato su un computer che utilizza un sistema di riferimento cartesiano XYZ. -una piattaforma, costruita da barre in acciaio e borchie collegate da parti in plastica stampata. motori passo-passo che guidano gli assi, in X e Y attraverso una catena di distribuzione, e in Z attraverso una vite. Parte Elettronica: -Processore open-source Arduino o scheda madre derivata da Arduino Sanguino, associate entrambe a schede aggiuntive che si occupano di controllare i motori passo passo (così da rendere indipendenti e controllobaili singolarmente gli estrusori della stampante). Trattandosi di un progetto open-source e quindi soggetto a modifiche ed innovazioni da qualsiasi progettista, esistono molte varianti.

6 Modelli presenti in laboratorio Ce.S.M.A.: MendelMax e Prusa I3. MendelMax: caratteristiche tecniche Testa di estrusione: 0.35 mm Ø motori: 5 Nema-17 Bipolar stepper motor processore: Arduino 1

7 Modelli presenti in laboratorio Ce.S.M.A.: MendelMax e Prusa I3. Prusa I3: caratteristiche tecniche Testa di estrusione: 0.5 mm Ø motori: 5 Nema-17 Bipolar stepper motor processore: Arduino 1

8 Modelli: confronto tra MendelMax e Prusa I3 lla principale differenza tra le due macchine è data dalla differenza di diametro della testa di estrusione: la mendelmax, avendo una testa di estrusione con diametro minore è più indicata per stampare oggetti con poco spessore ma molti layer (asse Z) mentre la Prusa I3 è ottima per oggetti con riempimento e a pochi layer. Per entrambi saranno mostrati in seguito i parametri da configurare per l ottimizzazione della stampa.

9 Materiali PLA (acido polilattico) prodotto derivato mais, riciclabile e utilizzabile per alimenti. ABS (acrilonitrilebutadiene-stirene) derivato dal petrolio PLA e ABS son oi materiali più utilizzati e possono essere pigmentati di svariati colori. Un nuovo materiale sperimentato interessante è il LAYWOO-D3 è un materiale composito di legno e polimero. Il filamento contiene legno riciclato e polimero non associato

10 Capitolo 2 Introduzione ai Softwares Modellazione 3d Correzione e verifica file Repetier, Slicer, Pronterface: introduzione

11 Per poter stampare il proprio prodotto è necessario ovviamente averlo prima modellato in 3D. In teoria qualsiasi software CAD è adeguato, basta che sia in grado di esportare file in.stl (Stereo Lithography format). *In questa rubrica si concentrerà l attenzione su due software in particolare: Rhinoceros v.4 e SketchUp v.8. Nel capitolo successivo sono spiegate le procedure dalla modellazione al prodotto stampato. Lo step successivo è la verifica del file.stl : è possibile, infatti che passando il file da un software all altro le mesh dell oggetto vengano calcolate con un range differente, generando quindi degli holes nella sua costruzione. Affinchè la stampante sia in grado di stampare perfettamente l oggetto è necessario che il file sia totalmente corretto e non presenti quindi nessun buco. Per verificare ciò esistono software dedicati quali netfabb o meshlab: essi permettono la verifica e correzione del file, garantendo più accuracy nella lettura del file da parte dei programmi della stampante. Finalmente, una volta che il file è stato anche verificato e si è certi della sua correttezza, si può passare alla lettura del file da parte della stampante: Repetier e/o Pronterface sono i due software specifi che si occupano di monitorare l andamento del file in fase di

12 stampa. Vi è infine un ulteriore software, Slic3r, che permette di suddividere il modello in slices, ovvero in layers, e che permette la configurazione di tutti i parametri della stampante. *In Repetier, Slic3r è inserito all interno dell interfaccia. Repetier è in grado autonomamente di tradurre i file.stl in Gcode (il linguaggio letto dal processore della stampante 3D) mentre in Pronterface non è previsto: utilizzando, infatti, quest ultimo i file di lettura sono in Gcode. Sarà quindi opportuno avere anche scaricato Slic3r individualmente. Il vantaggio di Pronterface è nell interfaccia stessa: molto più semplice ed intuitivo ed anche più leggero di Repetier. Slic3r è un software sviluppato da Alessandro Ranellucci e permette la gestione di numerosi parametri al fine di ottimizzare la stampa del proprio modello. Nel seguente capitolo sono descritte le impostazioni per la gestione dei parametri di configurazione.

13 Capitolo 3 Procedimento: dalla modellazione al prodotto 3D Modellazione: esportazione file.stl Netfabb - come correggere file errati Slic3r Repetier/Pronterface

14 Modellazione: esportazinoe file.stl -preparazione file.stl direttamente dalla propria postazione pc/mac. programmi da utilizzare per la creazione di un file.stl corretto e pronto per la stampa 3D: 1) modellazione 3D (entrambi opensource): rhino (download //// PC //// MAC rhino3d.com) sketchup 8 o MR2 ( download //// PC & MAC ) 2) Esportazione file.stl in Rhino e SketchUp *La versione gratuita di Sketchup non prevede l esportazione dei file in.stl scarica il plug in x convertire in.stl a questo sito

15 2.1) Esportazione file.stl in Rhino

16 File>Export Salva con nome> menu a tendina: STL.

17 2.2) Esportazione file.stl in SketchUp (dopo aver installato il tool)

18 Tools>Export to DXF or STL Window> :select parts/entire model:>yes 2.2) Esportazione file.stl in SketchUp (dopo aver installato il tool)

19 Export units>millimeters Choose wich entites to export>stl 2.2) Esportazione file.stl in SketchUp (dopo aver installato il tool)

20 STL file location>save Ottenuto un file.stl non è però ancora finita. Prima di inviare alla stampa: verifica del file.stl Uno dei software utilizzabili, e di seguito decritto, è Netfabb, download qui. Altri software disponibili: Meshlab ( ) 2.2) Esportazione file.stl in SketchUp (dopo aver installato il tool)

21 Netfabb - come correggere file errati ( prima della stampa )

22 Schermata dell interfaccia di Netfabb File caricato: triangolo rosso>errori nel file Netfabb

23 Clicco sulla croce rossa ( repair ) Zoom della finestra in basso a destra nell interfaccia Netfabb. Cliccando su Actions> Close all holes>apply repair, il modello viene corretto. Per esportare cliccare col tasto destro sul modello selezionato ( quando è selezionato e corretto, il modello è verde ) Netfabb

24 Slic3r: impostazioni configurazione parametri per la stampa

25 Interfaccia di Slic3r Slic3r ha quattro sezioni: Plater, Print settingd, Filament settings, Printer settings. L interfaccia si apre sempre sulla sezione Plater, che offre una vista dall alto del posizionamento dell oggetto sul piatto di stampa (assi x,y) nel quadrato di sinistra. Slic3r: impostazioni configurazione parametri per la stampa

26 Aggiungere oggetto>add... Eliminare oggetto>delete Eliminare ogni oggetto caricato> Delete All Esportare in G-Code>Export G-Code Esportare STL>Export Stl Prima di esportare l oggetto (in G-code o STL) bisogna effettuare il settaggio e salvataggio di alcuni parametri contenuti nelle successive sezioni: Print settings, Filament Settings, Printer Settings. Slic3r: impostazioni configurazione parametri per la stampa

27 Sezione 2 - Print Settings: Layers and perimeters - Layer height: è l altezza dello strato di filamento nel movimento dell asse Z da uno strato allo strato svrastante. Un buon parametro di media sta tra 0.3 mm e 0.35 mm se si utilizza una testa di estrusione da 0.5 di diametro. First layer height: 100% indica lo stesso valore, in percentuale del Layer height. è consigliabile lasciarlo sempre dello stesso valore del layer hieght o al messimo diminuirlo (25% è una buona percentuale per lavori più precisi) Perimeters (minimum): Definisce il numero minimo di contorni solidi come perimetro dell oggetto. Per oggetti sottili potrebbe essere in grado di generare solo uno o due contorni. In base all oggetto puo` convenire averne di meno ed aumentare la densita` del riempimento. Randomize startin point: imposta casualmente il punto di partenza. Generate extra perimeters when needed: se spuntato genera dei perimetri supplementari ove reputa necessario. Solid layers: Imposta il numero dei layer pieni che vengono realizzati sulle superfici superiori piatte. Un buon valore `e 3; si sconsigliano valori maggiore a 6. Slic3r: impostazioni configurazione parametri per la stampa

28 Infill: impostazione dei parametri di riempimento Fill density: Imposta la quantita` di riempimento che verr`a usata nella stampa dell oggetto, per colmare lo spazio interno. Es: 0.4 significa riempimento al 40%. In base all oggetto che si vuole stampare si consiglia di variare il valore solitamente tra 0.25 e 0.5. Fill pattern: imposta la geometria del riempimento. Le geometri disponibili sono: * Rectilinear * Line * Conventric * Honeycomb (a nido d ape) Hilbertcurve (slow) * Archimedeanchord (slow) * Octagramspiral (slow) Slic3r: impostazioni configurazione parametri per la stampa

29 Top/bottom fill pattern: come la voce precedente ma solo per il primo e l ultimo layer. Le geometrie disponibili solo: Rectilinear * Line * Conventric * Hilbertcurve (slow) * Archimedeanchord (slow) Octagramspiral (slow) Infilli every: Permette di variare l altezza di stampa del riempimento rispetto a quella del perimetro. Es: Layer Height 0.2, Infill every Layer 2, la RepRap stampera` il perimetro con altezza 0.2 mentre il riempimento ad altezza 0.4. Serve a risparmiare tempi di stampa e di materiale senza compromettere la qualita` del perimetro. - Fill angle: imposta l angolo tra l asse Y e X, con cui sarà fatto il riempimento dell oggetto. Slic3r: impostazioni configurazione parametri per la stampa

30 Speed: impostazione velocità Perimeters: velocità con cui viene stampato il perimetro dell oggetto. Conviene tenerlo ad un valore basso per avere un alta qualità. parametri tra 30 e 35 sono ottimali Small perimeters: velocità con cui vengono stampati i perimetri di piccole dimensioni. Conviene tenerlo ad una velocita` molto bassa cos`ı si evitano deformazioni causate dal passaggio in breve tempo dell HotEnd su uno stesso punto. External perimeters: velocit`a con cui viene realizzato il perimetro piu` esterno. Conviene lasciarlo alla velocit`a imposta per Perimeters o inferiore. Infill: velocita` con cui viene fatto il riempimento. Solid infill: velocita` con cui vengono realizzati i riempimenti solidi, come ad esempio quelli prima dell ultimo layer. Top solid infill: velocita` con cui viene realizzato il riempimento solido dell ultimo layer. Bridges: velocita` con cui vengono realizzati i Bridges ovvero le estrusioni nel vuoto con o senza supporto. Travel: velocia` di spostamento del carrello da un punto all altro quando non c `e un estrusione in corso. First layer speed: velocità con cui viene realizzato il primo layer. Per un ottimale adesione della plastica al letto di stampa, conviene mantenere velocità molto basse. Slic3r: impostazioni configurazione parametri per la stampa

31 Skirt and Brim: perimetri di sicurezza Skirt and Brim: utile per capire se l estrusore è regolato alla giusta altezza rispetto al piatto. Il Brim aumenta il perimetro del primo layer Loops: numero delle linee di perimetro dell area di lavoro che si vogliono generare, sono linee di sicurezza che circoscrivono l area di lavoro. Sono utili per verificare il first layer e l altezza dell ustrore dal piano Distance from object: la distanza dall oggetto ai loops di perimetro dell oggetto Skirt height: numero dei layer per i loops Slic3r: impostazioni configurazione parametri per la stampa

32 Support material: materiale di supporto Support material: materiale di supporto da utilizzare quando lo shape dell oggetto ha elementi sospesi che necessitano di una sottostruttura per essere correttamente stampati Generate support material: spuntando la casella si abilita la generazione di materiale di supporto Overhang threshold: consigliabile lasciarlo a 0, indica l inclinazione del materiale di supporto tra un layer e l altro Pattern: retino del materiale di supporto. Può essere rectilinear o honeycomb. Se si stampa tutto con lo stesso materiale conviene utilizzare rectilinear in quanto più sempre da asportare una volta ocnclusa la stampa. Pattern spacing: spazio tra un layer e l altro rispetto all asse x Pattern angle: angolo di stesura del riempimento del materiale di supporto. Le impostazioni seguenti nella sezione 2 sono parametri preimpostati che non sono stati modificati nè verificati in questa rubrica. Slic3r: impostazioni configurazione parametri per la stampa

33 Sezione 3: Filament settings Filament settings: gestione del filamento di materiale e delle temperature di estrusione dall ugello e del piatto di stampa. Per Filament: Diameter: impostazinoe per il diametro del filo (della bobina, quindi non ancora estruso dall ugello) Extrusion multipler: per definire la quantità delle teste di estrusione. Extruder: Temperatura testa di estrusione per il First layer una temperatura compresa tra 190 e 205 è ottimale per il PLA, meglio poi scendere almeno di 5 (sino a un minimo di 180 circa) per Other layers Bed: temperatura del piatto (detto anche HotBed) per il First layer t=90 è un buon compromesso. Per Other layers stessa regola della temperatura Extruder. Slic3r: impostazioni configurazione parametri per la stampa

34 Cooling: pannello di gestione del sistema di raffreddamento. -Enable cooling se spuntato attiva il sistema di raffreddamento. Consiglio lasciare i parametri preimpostati. Slic3r: impostazioni configurazione parametri per la stampa

35 Sezione 4: Printer settings Pannello General: per gestire l area di stampa, il numero degli estrusori ed il firmware. Consiglio lasciare le impostazioni pre settate. *Per le stampanti Mendelmax l aria di stampa è 20x20x15cm (x,y,z), per la Prusa I3 20x20x20cm Alcune sorgenti utili e da cui sono state ricavate infos: RepRap: Slic3r: RichRap: Printrun: Kent s Strapper: Ivan Bortolin: Slic3r: impostazioni configurazione parametri per la stampa

36 Parametri per l esportazione A questo punto, dopo aver gestito il settaggio delle varie sezioni si può ritornare alla prima sezione per salvare ed esportare il file. Nella parte bassa dell interfaccia (evidenziata in rosso) si visualizzeranno per ogni sezioni le impostazioni salvate durante il settaggio per ogni sezione. Quando si esporta il file, sia in G-code che in STL l oggetto acquisirà l identità definita da Print settings + Filament + Printer (evidenziati in rosso nella figura) Slic3r: impostazioni configurazione parametri per la stampa

37 Primo passo è far riconoscere al computer la stampante. I due parametri da impostare sono: Port: indica l uscita usb cui la stampante è collegata al computer. Baud Rate: per Mendelmax per Prusa I Il resto non è da modificare. Attenzione a fare aggiorna ogni volta che si passa da Mendel a Prusa Se si lavora sempre con la stessa è sufficiente impostarlo la prima volta e basta. A questo punto si clicca su Slic3r. In Repetier, come precedentemente enunciato, slic3r è incorporato nell interfaccia di Repetier. è possibile quindi effettuare i settaggi direttamente aprendo Slic3r da Repetier. I passaggi e le modalità sono quelle spiegate precedentemente. Per concludere si può monitorare il lavoro dal Print Panel che da una diagnosi costante delle temperature e del posizionamento dell oggetto. Quando non si è in fase di stampa il pannello delle coordinate è utilizzabile come joystick per muovere l ugello lungo gli assi.

38 Dscrizione ed utilizzo di Pronterface In giallo la sezione di ocnfigurazione della stampante con il computer. Stessi parametri descritti per Repetier. In azzurro stazione di monitoraggio della posizione sugli assi e delle temperature. In rosso descrizione dell andamento dei layer. In verde descrizione in G-code dell andamento dei layer. Per caricare un file, dopo aver settato la stampante e dopo averla connessa al computer ( Connect ), bisogna caricare il file da: Load file> Print. Pause permette di sospendere la stampa (utile nel caso si debbano risolvere problemi o sostituire la bobina. L opzione Pause diventa Resume quando la stampa viene iniziata e successivamente fermata.

39 Capitolo 4 Tips

40 Oltre a tutte le informazioni sino qui fornite, quest ultimo capitolo vuole aprire una piccola parentesi sul lato prettamente pratico dell utilizzo delle stampanti 3D. Come sarà possibile accorgersi sin dalla prima stampa, infatti, non sarà sufficiente seguire solamente una guida, ma sarà necessaria pazienza, perseveranza ed anche un po di ingegno, prima di arrivare ad un risultato ottimale dell oggetto stampato. Di seguito, quindi, alcuni consigli collezionati nel corso del tirocinio che potranno essere utili per cominciare, e che, in seguito, si aggiungeranno alle vostre considerazioni ed elaborazioni. I seguenti consigli riguardano alcuni problemi ricorrenti riscontrati sulle stampanti del laboratorio, e in fase di studio dei file e in fase di stampa. Per questo motivo, il capitolo sarà suddiviso in due sezioni: Tips Prima della stampa e Tips: Fase di Stampa.

41 Tips Prima della stampa: shapes -Aprire il file in Repetier o Pronterface solo dopo aver studiato a fondo la sagoma del modello: spesso non è possibile mandar ein stampa il modello direttamente così com è bensì è possibile che sia necessario: - scalarlo, se il modello è superiore alle misure del piatto di stampa, ricordando che scalando si rischia di perdere il dettaglio e di rendere il lavoro meno preciso (specialmente utilizzando la prusa I3 che ha ugello di diametro maggiore). - sezionarlo, laddove la sagoma sia troppo complessa ( Nel caso 1:1 entri nel volume di stampa è consiglibile comunque sezionare il modello se presenta tratti sospesi o elementi difficile da stampare ) softwares -Pronterface e Repetier se aperti insieme crashano o comunque uno dei due non

42 risponde alla stampante. - [ in Repetier ]: con stampa attiva, si rischia di avere degli slittamenti del piano y se si muove la vista nella schermata del posizionamento dell oggetto. filamenti e bobine -Se si deve/vuole cambiare il filo, utilizzare prima Repetier per far spurgare l ugello, altrimenti i primi layer stampati verranno di colore misto. -Per pulire l ugello attivare, in Repetier, la temperatura dell estrusore e cliccare su +20. Lasciarlo quindi spurgare. -Per togliere il filo effettuare l operazione indicata al punto precedente quindi allentare le due viti(mendelmax) o la vite(prusa) che si trova sull attacco dell ugello e, mentre il materiale spurga tirare il filo verso l alto. -Per inserire un nuovo filo effettuare l operazione contraria al punto precedente. -Quando si cambia bobina effettuare accertamenti sulle configurazioni delle impostazioni di stampa: anche se sempre PLA, ogni bobina (ed ogni colore!) ha proprie caratteristiche

43 Tips: Fase di stampa Preferenze stampante -Se si vogliono stampare pareti o elementi a molti layer con poco movimento sugli assi x e y, utilizzare le mendelmax. -Se si vogliono stampare oggetti piatti e larghi, massicci, utilizzare le Prusa I3. -Verificare lo stato del piatto di stampa: è fondamentale che sia sempre in bolla! -Per regolare manualmente il piatto, in fase di stampa, è possibile servirsi delle bacchette verticali alle estremità della stampante: ruotarle entrambe insieme o tenerne ferma una se si ne vuole ruotare solo l altra. -Mandare sempre a casa l ugello prima di avviare una stampa (cliccare sul simbolo casa in Pronterface o Repetier. -Controllare sempre i primi due o tre layers (dopo le skirt) perchè sono i layer di avvio della stampa dell oggetto. Se i primi non vanno a buon fine, sarà difficile ottenere un buon risultato completo di stampa. -Evitare di puntare la ventola direttamente sull oggetto, piuttosto lasciarla al minimo. -Per una maggiore aderenza al piatto è possibile piazzare dello scotch di carta sul piatto come base per i primi layers; il piatto può anche essere caldo. A piatto freddo invece è possibile spalmare uno strato leggero di colla vinilica.

44 Manutenzione e pulizia -Se avete intenzione di smontare la stampante fornitevi degli attrezzi adeguati! -Pulire sempre l ugello se rimangono residui di filamento sciolto. -Pulire le stecche ogni tot stampe; sarà possibile notare uno strato di sporcizia e sedimenti sull unto delles tecche. -Controllare lo stato dei meccanismi e la quantità di grasso presente su di essi.

Guida a Slic3r. A cura di Lorenzo Cantini di Kent s Strapper e di Ivan Bortolin 10/08/2012

Guida a Slic3r. A cura di Lorenzo Cantini di Kent s Strapper e di Ivan Bortolin 10/08/2012 Guida a Slic3r A cura di Lorenzo Cantini di Kent s Strapper e di Ivan Bortolin 10/08/2012 2 Indice Preambolo i 1 Installazione e primo avvio 1 1.1 Installazione........................................

Dettagli

Witbox. Manuale Slic3r. Witbox

Witbox. Manuale Slic3r. Witbox Manuale Slic3r Manuale di Slic3r Italiano SOMMARIO 3 Creazione di un file per la stampa 6 Selezione dei parametri in Slic3r 2 Italiano Manuale di Slic3r CREAZIONE DI UN FILE PER LA STAMPA Per stampare

Dettagli

Simplyfy3D è un software in grado di supportare più sistemi operativi? 3

Simplyfy3D è un software in grado di supportare più sistemi operativi? 3 INDICE Simplyfy3D è un software in grado di supportare più sistemi operativi? 3 C'è qualche attenzione particolare che devo avere se installo il software su Mac OS X? 3 Che tipo di formati supporta Simplyfy3D?

Dettagli

SCUOLA, COOPERAZIONE & STAMPA 3D FARE INNOVAZIONE A SCUOLA E IMMAGINARE L IMPRESA DI DOMANi GUIDA AL SOFTWARE CURA PER LA STAMPA 3D CURA 14.

SCUOLA, COOPERAZIONE & STAMPA 3D FARE INNOVAZIONE A SCUOLA E IMMAGINARE L IMPRESA DI DOMANi GUIDA AL SOFTWARE CURA PER LA STAMPA 3D CURA 14. SCUOLA, COOPERAZIONE & STAMPA 3D FARE INNOVAZIONE A SCUOLA E IMMAGINARE L IMPRESA DI DOMANi GUIDA AL SOFTWARE CURA PER LA STAMPA 3D CURA 14.01 COS È? DOVE TROVARLO? GUIDA AL SOFTWARE CURA PER LA STAMPA

Dettagli

Cura 13.11. Dall installazione alla configurazione avanzata

Cura 13.11. Dall installazione alla configurazione avanzata Cura 13.11 Dall installazione alla configurazione avanzata 1. Cura: a. b. c. Cos è? Dov è? Installazione 2. Interfaccia a. b. c. d. File > Preferences Basic Advanced Start/end gcode 3. Expert a. b. Menù

Dettagli

LINEE GUIDA WORKSHOP MY FIRST 3D PRINT

LINEE GUIDA WORKSHOP MY FIRST 3D PRINT LINEE GUIDA WORKSHOP MY FIRST 3D PRINT LINEE GUIDA WORKSHOP MY FIRST 3D PRINT Autori: Marinella Levi Francesca Ostuzzi Francesco Pacelli Tiziano Berti Illustrazioni e layout: Francesco Pacelli Tiziano

Dettagli

Sharebot NG. Guida rapida d'uso di Repetier Host

Sharebot NG. Guida rapida d'uso di Repetier Host Sharebot NG Guida rapida d'uso di Repetier Host PRINCIPIO DI FUNZIONAMENTO La stampante 3d SHAREBOT NG stampa oggetti fondendo filamenti in pla, abs, nylon, gomma, tpu, polistirene e molto altro ancora.

Dettagli

ERA3dPrinter USER GUIDE

ERA3dPrinter USER GUIDE ERA3dPrinter Contenuto della confezione ERA 3D PRINTER UGELLO ALIMENTATORE WI FI UP-GRADE basic version dual extruder 0.50 0.35 eu usa wi fi cmos camera PIATTO IN VETRO FILO PLA DI PROVA FILO PULIZIA UGELLO

Dettagli

Guida rapida a ReplicatorG

Guida rapida a ReplicatorG Guida rapida a ReplicatorG 2013 Sharebot S.r.l. Indice Impostazioni iniziali...2 Usare PyPy per velocizzare la generazione del gcode...3 La barra degli strumenti...5 Stampare un oggetto...5 Impostazioni

Dettagli

Riccardo Pietro Visentin Fare didattica ed esperimenti con la stampante 3D

Riccardo Pietro Visentin Fare didattica ed esperimenti con la stampante 3D Riccardo Pietro Visentin Fare didattica ed esperimenti con la stampante 3D Workshop di Alta Formazione Docenti Varese, 20/11/2015 un esempio in 90 secondi https://www.youtube.com/watch?v=7gz2z1q2kme cosa

Dettagli

Witbox. Manuale di Repetier-Host. Witbox

Witbox. Manuale di Repetier-Host. Witbox Manuale di Repetier-Host Manuale di Repetier-Host Italiano SOMMARIO 3 Installazione e Configurazione di Repetier-Host 4 Installazione 4 Installazione su Linux 5 Installazione in MacOS 5 Installazione in

Dettagli

AUTOCOSTRUIRSI UNA STAMPANTE 3D

AUTOCOSTRUIRSI UNA STAMPANTE 3D AUTOCOSTRUIRSI UNA STAMPANTE 3D Da Dove Iniziare? Quale sarà la 3D Printer più adatta al mio uso? Quale stampante funzionerà meglio? Quali sono le mie disponibilità finanziarie? Quale progetto mi costerà

Dettagli

Filament Extruder. how it works

Filament Extruder. how it works Filament Extruder how it works FAQ Cosa è un estrusore? È uno strumento che trasforma la materia prima plastica (pellet) in filamento adatto alla stampante 3d o alle penne 3d. Come funziona un estrusore?

Dettagli

Test: cinque stampanti 3D per la scuola

Test: cinque stampanti 3D per la scuola Test: cinque stampanti 3D per la scuola Lorenzo Guasti, Jessica Niewint, Luca Bassani (Area tecnologica Indire) Introduzione I ricercatori dell area tecnologica dell Indire stanno conducendo una ricerca

Dettagli

WORK LINE LASER MACHINE: DAL FILE 2D AL TAGLIO

WORK LINE LASER MACHINE: DAL FILE 2D AL TAGLIO WORK LINE LASER MACHINE: DAL FILE 2D AL TAGLIO PRIMO PASSO: CREARE IL FILE 2D Il pezzo che si vuole realizzare va modellato con un software che permetta di ottenere un file vettoriale. In figura 1 viene

Dettagli

I Primi Passi Con La Stampante 3D Volta Smart. Premessa

I Primi Passi Con La Stampante 3D Volta Smart. Premessa I Primi Passi Con La Stampante 3D Volta Smart Premessa Questo documento si presenta come una guida all'utilizzo delle stampanti 3d Kentstrapper. Qualora doveste riscontrare errori nella guida vi chiediamo

Dettagli

Capitolo 26: schemi di installazione

Capitolo 26: schemi di installazione Capitolo 26: schemi di installazione Avviate MasterChef dall icona presente sul vostro Desktop. Nota: Se state utilizzando una versione dimostrativa, una volta caricato il programma, un messaggio vi comunicherà

Dettagli

IRSplit. Istruzioni d uso 07/10-01 PC

IRSplit. Istruzioni d uso 07/10-01 PC 3456 IRSplit Istruzioni d uso 07/10-01 PC 2 IRSplit Istruzioni d uso Indice 1. Requisiti Hardware e Software 4 1.1 Requisiti Hardware 4 1.2 Requisiti Software 4 2. Installazione 4 3. Concetti fondamentali

Dettagli

: DALL IDEA ALL OGGETTO

: DALL IDEA ALL OGGETTO Prototyping : DALL IDEA ALL OGGETTO Il terzo episodio della nostra serie di articoli sulle stampanti 3D si concentra sul processo che permette di partire da un idea per arrivare all oggetto finito, analizzando

Dettagli

Prefazione...IX. 1. Introduzione alle stampanti 3D...1

Prefazione...IX. 1. Introduzione alle stampanti 3D...1 Sommario Prefazione...IX 1. Introduzione alle stampanti 3D...1 Scegliere una stampante 1 Opzioni per l acquisto: soluzione pronta all uso, kit o DIY 2 Software 4 Generare i file STL 4 Eseguire lo slicing

Dettagli

Utilizzo Software Bob-Cad Lavorazione pezzi in 3D

Utilizzo Software Bob-Cad Lavorazione pezzi in 3D Utilizzo Software Bob-Cad Lavorazione pezzi in 3D Esempio Superficie Sculturata Si costruisca una superficie 3D tabulando una curva ottenuta mediante un fillet dei due archi di circonferenza di centro

Dettagli

GUIDA RAPIDA INSTALLAZIONE E PRIMO UTILIZZO

GUIDA RAPIDA INSTALLAZIONE E PRIMO UTILIZZO GUIDA RAPIDA INSTALLAZIONE E PRIMO UTILIZZO - Settembre 2010 supporto@myphoto.it N. ASSISTENZA CLIENTI - LINEA DIRETTA 800-130 866 Pagina 1 di 7 Gentile Utente, questa breve guida può aiutarla nella prima

Dettagli

CONTROLLER PER STAMPANTE 3DRAG

CONTROLLER PER STAMPANTE 3DRAG ISTRUZIONI D USO CONTROLLER PER STAMPANTE 3DRAG (con driver cod. 3DCONTR-DRIVER, senza driver cod. 3DCONTROLLER) 1. Descrizione Realizzata completamente in SMD (eccetto i connettori) e basata sul microcontrollore

Dettagli

Guida per l utente. Versione 2.5.4 - gennaio 2011 info@fotostampadiscount.it. FotoMax editor è il software gratuito di

Guida per l utente. Versione 2.5.4 - gennaio 2011 info@fotostampadiscount.it. FotoMax editor è il software gratuito di Guida per l utente Versione 2.5.4 - gennaio 2011 info@fotostampadiscount.it FotoMax editor è il software gratuito di Indice Contenuti Introduzione... pag. 1 Copyright e contenuti... 2 Privacy... 2 Download

Dettagli

MACH3: UN CNC CONTROLLER

MACH3: UN CNC CONTROLLER GESTIONE DELLA CNC I SOFTWARE Costruita la macchina serve uno strumento software che sia in grado di gestirla. Ecco alcune soluzioni comunemente usate MACH3: UN CNC CONTROLLER Come è già stato accennato

Dettagli

MANUALE D USO SHAREBOT Next Generation

MANUALE D USO SHAREBOT Next Generation Questo manuale è stato scritto da Aquarius Edizioni Srl per Sharebot Srl. Copyright 2013 Il manuale può essere riprodotto e distribuito con mezzi elettronici purché non sia alterato in alcun suo contenuto

Dettagli

MANUALE D USO. SHAREBOT Next Generation

MANUALE D USO. SHAREBOT Next Generation Copyright 2013 Il manuale può essere riprodotto e distribuito con mezzi elettronici purché non sia alterato in alcun suo contenuto e venga fornito nella sua interezza, senza rimuovere alcun testo o immagine.

Dettagli

THINKING3D. GUIDA AL DESIGN PER LA STAMPA IN FDM Fused deposition modeling

THINKING3D. GUIDA AL DESIGN PER LA STAMPA IN FDM Fused deposition modeling GUIDA AL DESIGN PER LA STAMPA IN FDM Fused deposition modeling GUIDA AL DESIGN PER LA STAMPA IN FDM Le nostre stampanti FDM utilizzano principalmente filamenti in PLA. Il PLA (acido polilattico) è un polimero

Dettagli

Modellazione di una villetta partendo da una pianta in DWG. Tutorial 1. Materiale di proprietà di 4m group www.4mgroup.it Tutti i diritti riservati.

Modellazione di una villetta partendo da una pianta in DWG. Tutorial 1. Materiale di proprietà di 4m group www.4mgroup.it Tutti i diritti riservati. Modellazione di una villetta partendo da una pianta in DWG Tutorial 1 Modellazione di una villetta partendo da una pianta in DWG Esercitazione guidata Modellazione di una villetta partendo da una pianta

Dettagli

Witbox. Manuale dell utente. Witbox

Witbox. Manuale dell utente. Witbox Manuale dell utente Presentazione Grazie per aver scelto bq. Questo manuale vi aiuterà a utilizzare correttamente la vostra nuova stampante 3D. Benvenuti nel mondo di. Guida all uso del manuale Per garantire

Dettagli

MANUALE DI UTILIZZO 3DPRN

MANUALE DI UTILIZZO 3DPRN MANUALE DI UTILIZZO 3DPRN INFORMAZIONI IMPORTATNTI SULLA SICUREZZA ATTENZIONE QUESTA MACCHINA NON DEVE ESSERE UTILIZZATA DA INDIVIDUI CON UN'ETA' INFERIORE AI 14 ANNI ATTENZIONE QUESTA MACHINA HA PARTI

Dettagli

MANUALE D USO ARDUINO MATERIA 101

MANUALE D USO ARDUINO MATERIA 101 MANUALE D USO ARDUINO MATERIA 101 REVISIONE 03 13 OTTOBRE 2014 2 Manuale d uso WELCOME TO 3D PRINTING ARDUINO.CC/MATERIA101 2011-2015 Arduino LLC. All rights reserved. The Arduino name and logo are trademarks

Dettagli

no limits... Just MORE

no limits... Just MORE no limits... Just MORE IRA3D si impegna a produrre sofisticati e innovativi utensili, strumenti per la mente, strumenti per creare. Crediamo nel nostro operato e siamo entusiasti di creare potenti strumenti

Dettagli

Grazie per aver scelto bq. Questo manuale vi aiuterà a utilizzare correttamente la vostra nuova stampante 3D. Benvenuti nel mondo di Witbox.

Grazie per aver scelto bq. Questo manuale vi aiuterà a utilizzare correttamente la vostra nuova stampante 3D. Benvenuti nel mondo di Witbox. Guida rapida Firmware 1.1 INTRODUZIONE Grazie per aver scelto bq. Questo manuale vi aiuterà a utilizzare correttamente la vostra nuova stampante 3D. Benvenuti nel mondo di Witbox. Come usare questo manuale?

Dettagli

Guida all opera STAMPANTE 3D. Tutto quello che puoi immaginare, lo puoi fare! La tecnologia 3D è finalmente disponibile per tutti!

Guida all opera STAMPANTE 3D. Tutto quello che puoi immaginare, lo puoi fare! La tecnologia 3D è finalmente disponibile per tutti! Compatibile con Windows 7 & 8 Mac OS X COSTRUISCI LA TUA STAMPANTE 3D Guida all opera Tutto quello che puoi immaginare, lo puoi fare! La tecnologia 3D è finalmente disponibile per tutti! TM La mia stampante

Dettagli

Punto Print Il programma per stampare. Documentazione Tecnica

Punto Print Il programma per stampare. Documentazione Tecnica Punto Print Il programma per stampare Documentazione Tecnica 1 Punto Software di Iselle Mirko Documentazione tecnica PuntoPrint 1. Installazione Per effettuare l installazione del programma, decomprimere

Dettagli

Guida introduttiva all uso di ONYX

Guida introduttiva all uso di ONYX Guida introduttiva all uso di ONYX Questo documento spiega come installare e preparare ONYX Thrive per iniziare a stampare. I. Installazione del software II. Uso del Printer & Profile Download Manager

Dettagli

Servizio di Prototipazione Rapida 3D Printer

Servizio di Prototipazione Rapida 3D Printer Servizio di Prototipazione Rapida 3D Printer La Prototipazione Rapida (RP) è una tecnologia innovativa che rende possibile la produzione, in poche ore e senza l'uso di utensili, di oggetti di geometria

Dettagli

Il sistema di scambio dati con dispositivo palmare pocket PC necessita dei seguenti requisiti hardware:

Il sistema di scambio dati con dispositivo palmare pocket PC necessita dei seguenti requisiti hardware: Ultima modifica 9 novembre 2009 Requisiti...1 Procedura di installazione su PC...1 Procedura di installazione su Palmare...1 Panoramica dei tasti e funzionamento...2 Procedura operativa:...3 Scenari particolari:

Dettagli

ISTRUZIONI PER L UTILIZZO DI PuTTY

ISTRUZIONI PER L UTILIZZO DI PuTTY ISTRUZIONI PER L UTILIZZO DI PuTTY Per collegarsi a Sebina bisogna utilizzare PuTTY. PuTTY è un client SSH, Telnet e Rlogin per sistemi operativi Windows. È un programma open-source ed è completamente

Dettagli

2014 Simplify3D. Quick Start Guide

2014 Simplify3D. Quick Start Guide 2014 Simplify3D Quick Start Guide Preparazione Installare il software Simplify3D 3-4 Configurazione 5 Interfaccia di Layout 6-8 Flusso di Lavoro Import Process Settings Preview Print! Importare 9-10 Settaggi

Dettagli

Sharebot KIWI-3D manuale d'uso. SHAREBOT Kiwi-3D

Sharebot KIWI-3D manuale d'uso. SHAREBOT Kiwi-3D SHAREBOT Kiwi-3D PERSONAL 3D PRINTER REV1.3 17/11/2014 pagina 1 Indice generale ATTENZIONE - ESTRUSORE... 4 Politiche di assistenza... 5 Caratteristiche tecniche... 6 Capitolo 1 Operazioni preliminari...

Dettagli

MANUALE D USO. SHAREBOT Kiwi-3D

MANUALE D USO. SHAREBOT Kiwi-3D Copyright 2013 Il manuale può essere riprodotto e distribuito con mezzi elettronici purché non sia alterato in alcun suo contenuto e venga fornito nella sua interezza, senza rimuovere alcun testo o immagine.

Dettagli

Sharebot Next Generation manuale d'uso

Sharebot Next Generation manuale d'uso Versione del 17/11/2014 numero 1.3 pagina 1 Attenzione estrusore Sharebot Next Generation Il sistema di fusione ed estrusione del filamento termoplastico richiede la presenza di una testina riscaldata

Dettagli

S.C.S. - survey CAD system Tel. 045 / 7971883. Il menu file contiene tutti i comandi predisposti per:

S.C.S. - survey CAD system Tel. 045 / 7971883. Il menu file contiene tutti i comandi predisposti per: 1 - File Il menu file contiene tutti i comandi predisposti per: - l apertura e salvataggio di disegni nuovi e esistenti; - al collegamento con altri programmi, in particolare AutoCAD; - le opzioni di importazione

Dettagli

STRUMENTI PER L ACCESSIBILITÀ DEL COMPUTER.

STRUMENTI PER L ACCESSIBILITÀ DEL COMPUTER. STRUMENTI PER L ACCESSIBILITÀ DEL COMPUTER. Windows 7 e 8 strumenti per l ipovisione. Windows Seven/8 offrono ottimi strumenti per personalizzare la visualizzazione in caso di ipovisione: - una lente di

Dettagli

GUIDA UTENTE INTERNET CAFE MANAGER (Vers. 5.2.0)

GUIDA UTENTE INTERNET CAFE MANAGER (Vers. 5.2.0) GUIDA UTENTE INTERNET CAFE MANAGER (Vers. 5.2.0) GUIDA UTENTE INTERNET CAFE MANAGER (Vers. 5.2.0)...1 Installazione e configurazione...2 Installazione ICM Server...3 Primo avvio e configurazione di ICM

Dettagli

Manuale Progetto Placement

Manuale Progetto Placement Manuale Progetto Placement V. 5 del 20/06/2013 FUNZIONI PRINCIPALI: Fornire uno strumento per la gestione centralizzata di stage, alternanze e placement. Costruire un database contenente i curriculum degli

Dettagli

41126 Cognento (MODENA) Italy Via Bottego 33/A Tel: +39-(0)59 346441 Internet: http://www.aep.it E-mail: aep@aep.it Fax: +39-(0)59-346437

41126 Cognento (MODENA) Italy Via Bottego 33/A Tel: +39-(0)59 346441 Internet: http://www.aep.it E-mail: aep@aep.it Fax: +39-(0)59-346437 QUICK ANALYZER Manuale Operativo Versione 5.3 Sommario 1.0 Generalità... 2 CONTRATTO DI LICENZA... 3 2.0 Configurazione dei Canali... 4 2.1 Gestione DataLogger IdroScan... 7 3.0 Risultati di Prova... 9

Dettagli

Employee Letter. Manuale DatabICS

Employee Letter. Manuale DatabICS Employee Letter Manuale DatabICS Manuale DatabICS 22023799 Versione 1.0 12.10.2012 Andreas Merz 1.1 29.10.2012 Andreas Merz 1.2 06.11.2012 Andreas Merz 1.3 08.11.2012 Andreas Merz 1.4 19.02.2013 Andreas

Dettagli

Apros s.r.l. è lieta di presentarvi

Apros s.r.l. è lieta di presentarvi Apros s.r.l. è lieta di presentarvi Apros Configurator è uno strumento facile ed intuitivo nel suo utilizzo, che vi permetterà di realizzare in breve tempo il dimensionamento di canne fumarie e renderà

Dettagli

YOU HAVE A DREAM. ZERO

YOU HAVE A DREAM. ZERO SCHEDA TECNICA YOU HAVE A DREAM. ZERO ZERO è una stampante 3D che fonde tecnologia avanzata altamente performante alla semplicità d utilizzo. Nella nostra esperienza e con la voglia di venire incontro

Dettagli

RUDIMENTI DI CAMBAM. VERSIONE 0.8 rel. 2 FREE. Aragon

RUDIMENTI DI CAMBAM. VERSIONE 0.8 rel. 2 FREE. Aragon RUDIMENTI DI CAMBAM VERSIONE 0.8 rel. 2 FREE by Aragon INDICE PREMESSA pag. 3 1 LAVORARE CON I DXF pag. 4 1.1 Layer pag. 5 1.2 Polilinee pag. 6 1.3 Regioni pag. 7 2 PERCORSI UTENSILE pag.8 2.1 Profilature

Dettagli

Strumenti per lo sviluppo del software

Strumenti per lo sviluppo del software Lo sviluppo del software Strumenti per lo sviluppo del software Lo sviluppo del software è l attività centrale del progetto e ha lo scopo di produrre il codice sorgente che, una volta compilato e messo

Dettagli

La creazione e l apertura dei disegni

La creazione e l apertura dei disegni Capitolo 3 La creazione e l apertura dei disegni Per lavorare con efficienza è importante memorizzare i documenti in modo da poterli ritrovare facilmente. È indispensabile, inoltre, disporre di modelli

Dettagli

Il menu File contiene tutti i comandi relativi alle seguenti operazioni:

Il menu File contiene tutti i comandi relativi alle seguenti operazioni: 1 - FILE FIGURA 1.1 Il menu File contiene tutti i comandi relativi alle seguenti operazioni: - apertura e salvataggio di disegni nuovi ed esistenti; - spedizione di disegni tramite email; - collegamento

Dettagli

Manuale riferito alla versione 1.2.0

Manuale riferito alla versione 1.2.0 Manuale riferito alla versione 1.2.0 1 INDICE Pag. 1 INSTALLAZIONE DI XSTREAMING 3 1.1 AZIONI PRELIMINARI 3 1.1.1 OTTENERE UN FILE DI LICENZA 3 1.2 INSTALLAZIONE 3 1.3 VERSIONI 3 1.4 CONFIGURAZIONE HARDWARE

Dettagli

Manuale Utente per le aziende

Manuale Utente per le aziende Pilotaggio dell'irrigazione a Scala Aziendale e Consortile Assistito da Satellite-IRRISAT PSR Campania 2007/2013 MISURA 124 Manuale Utente per le aziende www.irrisat.it progetto realizzato con il co-finanziamento

Dettagli

Manuale elettronico Selection CAD

Manuale elettronico Selection CAD Manuale elettronico Selection CAD Versione: 1.0 Nome: IT_AutoCAD_V1.PDF Argomenti: 1 Nozioni generali su Selection CAD (AutoCAD)...2 2 Interfaccia AutoCAD...2 2.1 Funzioni di menu...2 2.2 Funzioni delle

Dettagli

Computare i locali. Materiale di proprietà di 4m group www.4mgroup.it Tutti i diritti riservati.

Computare i locali. Materiale di proprietà di 4m group www.4mgroup.it Tutti i diritti riservati. Computare i locali Il nostro sistema BIM è stato proprio pensato per ridurre tutte le attività noiose del progettista: pensate solo a quanto sia antipatico aggiornare il calcolo della metratura delle stanze

Dettagli

INSERIMENTO DI IMMAGINI,DOCUMENTI,SFONDI E OGGETTI FLASH

INSERIMENTO DI IMMAGINI,DOCUMENTI,SFONDI E OGGETTI FLASH INSERIMENTO DI IMMAGINI,DOCUMENTI,SFONDI E OGGETTI FLASH IMPOSTAZIONE DI UNA IMMAGINE ALL INTERNO DI UNA PAGINA WEB: In questo capitolo è spiegata la procedura di inserimento e modifica di una immagine

Dettagli

Indice III. Indice. Unità 1 Il personal computer, 1. Unità 2 AutoCAD, 9

Indice III. Indice. Unità 1 Il personal computer, 1. Unità 2 AutoCAD, 9 Indice III Indice Unità 1 Il personal computer, 1 1.1 Struttura del personal computer, 2 1.2 Il software, 5 1.3 I dispositivi informatici di stampa, 6 1.4 Il disegno al computer, 7 1.5 La fotografia digitale,

Dettagli

Caratteristiche principali

Caratteristiche principali Caratteristiche principali Telefono piccolo e leggero con interfaccia USB per la telefonia VoIP via internet. Compatibile con il programma Skype. Alta qualità audio a 16-bit. Design compatto con tastiera

Dettagli

1 D MANUALE UTENTE. Windows 8. v20140117

1 D MANUALE UTENTE. Windows 8. v20140117 SG 31 SG 1 D 3110DN MANUALE UTENTE Windows 8 v20140117 Ricoh SG 3110DN PowerDriver V4 Manuale Utente PowerDriver-v4 è dotato di un interfaccia software facile da usare che consente agli utenti di accedere

Dettagli

MANUALE UTILIZZO XRPD THERMO

MANUALE UTILIZZO XRPD THERMO NOTE GENERALI MANUALE UTILIZZO XRPD THERMO Condizioni operative del tubo a RAGGI X: 45 ev 40mA A fine giornata bisogna ricordarsi sempre di riportare il tubo in standby a 20 ev e 20 ma utilizzando la procedura

Dettagli

SOLUZIONI PER LA CODIFICA

SOLUZIONI PER LA CODIFICA SOLUZIONI PER LA CODIFICA .CORE Elementi.CORE Controllo Le teste integrate.core sono l essenza di ciò che assicura il grande successo delle soluzioni di stampa inc.jet : un design robust, connessioni solide

Dettagli

02-Dati Territoriali.

02-Dati Territoriali. 02-Dati Territoriali. Kosmo SAIG, AutoCAD Giovanni Astengo (1915-1990) Rieccoci! In questa parte del tutorial vedremo come esportare ed impaginare i risultati ottenuti in precedenza. Gli urbanisti infatti

Dettagli

MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale

MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale InterWrite SchoolBoard è un software per lavagna elettronica di facile utilizzo. Può essere adoperata anche da studenti diversamente

Dettagli

Tutorial 3DRoom. 3DRoom

Tutorial 3DRoom. 3DRoom Il presente paragrafo tratta il rilievo di interni ed esterni eseguito con. L utilizzo del software è molto semplice ed immediato. Dopo aver fatto uno schizzo del vano si passa all inserimento delle diagonali

Dettagli

a cura di SIMONE MAJOCCHI 42 Settembre 2012 ~ Elettronica In

a cura di SIMONE MAJOCCHI 42 Settembre 2012 ~ Elettronica In a cura di SIMONE MAJOCCHI 42 Settembre 2012 ~ Elettronica In Top Project Dopo mesi di sperimentazioni e prove, montaggi e smontaggi, stampe di prova e notti insonni ad immaginare modifiche, abbiamo finalmente

Dettagli

Sharebot Next Generation manuale d'uso

Sharebot Next Generation manuale d'uso Sharebot Next Generation manuale d'uso Versione del 27/03/2015 numero 1.4 Sharebot srl Nibionno Italia Il presente manuale non e' riproducibile né in parte o totale. Tutti i diritti riservati pagina 1

Dettagli

SOFFITTI SOLUZIONI MANUALE DI UTILIZZO. [Insieme a noi, le idee prendono forma.] - 1 -

SOFFITTI SOLUZIONI MANUALE DI UTILIZZO. [Insieme a noi, le idee prendono forma.] - 1 - SOFFITTI SOLUZIONI [Insieme a noi, le idee prendono forma.] MANUALE DI UTILIZZO - 1 - A. Come installare il programma Pagine 1. Scaricare il programma via Internet........ 3 B. Selezionare il Mercato &

Dettagli

I Grafici. La creazione di un grafico

I Grafici. La creazione di un grafico I Grafici I grafici servono per illustrare meglio un concetto o per visualizzare una situazione di fatto e pertanto la scelta del tipo di grafico assume notevole importanza. Creare grafici con Excel è

Dettagli

Informazioni Tecniche su TachyCAD

Informazioni Tecniche su TachyCAD Informazioni Tecniche su TachyCAD Le seguenti pagine danno una panoramica dettagliata dei possibili utilizzi di TachyCAD. Per ulteriori domande o commenti, contattateci direttamente. Kubit Italia Topotek

Dettagli

La creazione e l apertura dei disegni

La creazione e l apertura dei disegni Capitolo 3 La creazione e l apertura dei disegni Per lavorare con efficienza è importante memorizzare i documenti in modo da poterli ritrovare facilmente. È indispensabile, inoltre, disporre di modelli

Dettagli

DUPLIKO! Manuale Utente

DUPLIKO! Manuale Utente DUPLIKO Manuale Utente Indice 1. Introduzione 1.1 Scopo 1.2 Generalità 2. Menu Principale 2.1 Interfaccia 2.2 Il Menu Principale 3. Archivi 3.1 Tabelle Generiche 4. Gestione 4.1 Caricare un anagrafica

Dettagli

GENIUSPRO. Installazione del software Installazione del driver Configurazione del software Registrazione Attivazione

GENIUSPRO. Installazione del software Installazione del driver Configurazione del software Registrazione Attivazione 1 GENIUSPRO REQUISITI DI SISTEMA PC con Processore Pentium Dual-Core inside 2 Gb di memoria RAM Porta USB 2 Gb di spazio disponibile su HD Scheda video e monitor da 1280x1024 Sistema operativo: Windows

Dettagli

UTILIZZO DI WORD PROCESSOR

UTILIZZO DI WORD PROCESSOR UTILIZZO DI WORD PROCESSOR (ELABORAZIONE TESTI) Laboratorio Informatico di base A.A. 2013/2014 Dipartimento di Scienze Aziendali e Giuridiche Università della Calabria Dott. Pierluigi Muoio (pierluigi.muoio@unical.it)

Dettagli

NUOVO PORTALE ANCE. MANUALE per la GESTIONE della HOME PAGE VAI ALL INDICE DEI CONTENUTI

NUOVO PORTALE ANCE. MANUALE per la GESTIONE della HOME PAGE VAI ALL INDICE DEI CONTENUTI NUOVO PORTALE ANCE MANUALE per la GESTIONE della HOME PAGE VAI ALL INDICE DEI CONTENUTI DEI CONTENUTI ACCESSO AL MENU PRINCIPALE PAG. 3 CREAZIONE DI UNA NUOVA HOME PAGE 4 SELEZIONE TIPO HOME PAGE 5 DATA

Dettagli

GUIDA RAPIDA INSTALLAZIONE E PRIMO UTILIZZO

GUIDA RAPIDA INSTALLAZIONE E PRIMO UTILIZZO GUIDA RAPIDA INSTALLAZIONE E PRIMO UTILIZZO Ottobre 2015 N. ASSISTENZA CLIENTI - LINEA DIRETTA 800-130 866 Email: assistenza@loretophoto.it Pag. 1 di 7 Gentile Utente, questa breve guida può aiutarla nella

Dettagli

MANUALE DI PROGRAMMAZIONE

MANUALE DI PROGRAMMAZIONE H I07 High Performance Injection system MANUALE DI PROGRAMMAZIONE MP0010it Rel03 Copyright Emmegas 06/03/2009 1 / 14 INTRODUZIONE All avvio del programma sono visualizzati il nome del software e relativa

Dettagli

Rivoluzione. nello stampaggio ad iniezione. Un approccio scientifico nella creazione di programmi di stampaggio

Rivoluzione. nello stampaggio ad iniezione. Un approccio scientifico nella creazione di programmi di stampaggio Rivoluzione nello stampaggio ad iniezione Un approccio scientifico nella creazione di programmi di stampaggio Indice - Introduzione 2 - Lo Stampaggio e i dati che influenzano qualità e profitto 3 - Le

Dettagli

MANUALE SOFTWARE F24 ISTRUZIONI PER L UTENTE

MANUALE SOFTWARE F24 ISTRUZIONI PER L UTENTE MANUALE SOFTWARE F24 ISTRUZIONI PER L UTENTE PAGINA 2 MODELLO F24 Indice Capitolo 1: Come muoversi all interno del programma 3 1.1 Importazione dati da anno precedente 3 1.2 Inserimento di una nuova anagrafica

Dettagli

Capitolo 27: Quotatura di un disegno

Capitolo 27: Quotatura di un disegno Capitolo 27: Quotatura di un disegno Avviate MasterChef dall icona presente sul vostro Desktop. Nota: Se state utilizzando una versione dimostrativa, una volta caricato il programma, un messaggio vi comunicherà

Dettagli

istruzioni per l uso 1. Che cos è Google Earth

istruzioni per l uso 1. Che cos è Google Earth istruzioni per l uso 1. Che cos è Google Earth Google Earth è un software che permette una navigazione virtuale della Terra. Il programma deve essere installato sul proprio computer e, per poterlo utilizzare

Dettagli

MyDiagnostick Management Studio

MyDiagnostick Management Studio MyDiagnostick Management Studio Manuale d uso MyDiagnostick Medical All Rights Reserved 1 Indice MANUALE D'USO... 1 FABBRICANTE... 3 VENDITA E ASSISTENZA... 3 REQUISITI DEL SISTEMA... 3 1. PRIMO UTILIZZO

Dettagli

DeeControl Manuale dell'utente

DeeControl Manuale dell'utente Impostazione, manutenzione e funzionalità del software di taglio DeeControl DeeControl Manuale dell'utente Versione 1.1 - 2 - Contenuto Introduzione... - 4 - Requisiti minimi... - 4 - Installazione...

Dettagli

3.2. Passo 2: Navigazione per individuare l articolo richiesto

3.2. Passo 2: Navigazione per individuare l articolo richiesto 1. Tec-Service CAD Häfele Tec-Service CAD è una banca dati di articoli Häfele, dalla quale scaricare disegni e modelli da trasferire nei propri software CAD, ad es. AutoCAD. Tec-Service CAD permette di

Dettagli

Esempio guida n. 4: Modellazione con l ausilio di un disegno architettonico (CAD)

Esempio guida n. 4: Modellazione con l ausilio di un disegno architettonico (CAD) Esempio guida n. 4: Modellazione con l ausilio di un disegno architettonico (CAD) In questa semplice esercitazione di progettazione viene eseguita la modellazione di parti di struttura partendo da un disegno

Dettagli

All. B al capitolato speciale di appalto

All. B al capitolato speciale di appalto G289 PROCEDURA APERTA, SUDDIVISA IN LOTTI, PER LA FORNITURA DI ATTREZZATURE PER LA MESSA IN FUNZIONE DI DUE LABORATORI MODELLI PRESSO IL DIPARTIMENTO DI ARCHITETTURA. All. B al capitolato speciale di appalto

Dettagli

Un quarto di secolo di simulazione

Un quarto di secolo di simulazione Un quarto di secolo di simulazione La simulazione dello stampaggio ad iniezione di materie plastiche ha raggiunto la maturità: si può infatti far risalire l adozione generalizzata della simulazione al

Dettagli

Office 2007 Lezione 04. Esportare in PDF

Office 2007 Lezione 04. Esportare in PDF Esportare in PDF o XPS Esportare in PDF Una delle novità più interessanti di Office 2007 è la possibilità di salvare i propri documenti in formato PDF. Questo anche se sul vostro PC non è installato Acrobat.

Dettagli

Printer Driver UP-GR700. Guida all installazione. Questa guida descrive l installazione dei driver stampante per Windows Vista e Windows XP.

Printer Driver UP-GR700. Guida all installazione. Questa guida descrive l installazione dei driver stampante per Windows Vista e Windows XP. 3-197-623-32 (1) Printer Driver Guida all installazione Questa guida descrive l installazione dei driver stampante per Windows Vista e Windows XP. Prima di usare questo software Prima di usare il driver

Dettagli

Sharebot Next Generation XXL manuale d'uso

Sharebot Next Generation XXL manuale d'uso Versione del 27/03/2015 numero 0.2 pagina 1 Attenzione estrusore Il sistema di fusione ed estrusione del filamento termoplastico richiede la presenza di una testina riscaldata fino a temperature di 250

Dettagli

LE STAMPANTI 3D: IL PIANETA RepRap

LE STAMPANTI 3D: IL PIANETA RepRap Prototyping LE STAMPANTI 3D: IL PIANETA RepRap di SIMONE MAJOCCHI U na Self Replicating Rapid Prototyping Printer per gli amici RepRap - è oggi l oggetto del desiderio dei più arditi maker, motivo d invidia

Dettagli

eascom MANUALE per UTENTI A cura di eascom 2012 www.eascom.it

eascom MANUALE per UTENTI A cura di eascom 2012 www.eascom.it MANUALE per UTENTI A cura di eascom 2012 www.eascom.it Indice Introduzione... 3 Perchè Wordpress... 3 Pagina di accesso all amministrazione... 3 Bacheca... 4 Home... 4 Aggiornamenti... 5 Articoli... 6

Dettagli

Analisi Grafica Manuale d uso

Analisi Grafica Manuale d uso Analisi Grafica Manuale d uso S.r.l. P.zza L. da Vinci, 7 20133 Milano tel: +39 2 2367490 e-mail: info@maind.it web: www.maind.it 1 Sommario 1. Introduzione... 3 1.1. Uso del programma... 3 1.2. Il menù

Dettagli

Manuale Utente. WebGis Comune di Regalbuto

Manuale Utente. WebGis Comune di Regalbuto Manuale Utente WebGis Comune di Regalbuto MANUALE UTENTE All avvio dell applicazione si apre una finestra suddivisa in diverse aree. Di seguito si riporta la schermata iniziale con evidenziate e numerate

Dettagli

sistema CAD/CAM Come aumentare le prestazioni del Software

sistema CAD/CAM Come aumentare le prestazioni del Software Articolo vero SX:Layout 1 22/01/14 12:51 Pagina 76 11 TEMPO DI LETTURA: minuti Come aumentare le prestazioni del sistema Software CAD/CAM Il rilascio dell upgrade relativo alla versione 20 di VISI è avvenuto

Dettagli

345020-345021. TiIrydeTouchPhone. Istruzioni d uso 10/11-01 PC

345020-345021. TiIrydeTouchPhone. Istruzioni d uso 10/11-01 PC 345020-345021 TiIrydeTouchPhone Istruzioni d uso 10/11-01 PC 2 TiIrydeTouchPhone Istruzioni d uso Indice 1. Requisiti Hardware e Software 4 1.1 Requisiti minimi Hardware 4 1.2 Requisiti minimi Software

Dettagli