Modellazione di una parte mediante le Superfici

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Modellazione di una parte mediante le Superfici"

Transcript

1 Modellazione di una parte mediante le Superfici Numero di pubblicazione spse01560

2 Informativa sui diritti di proprietà esclusiva e sulle limitazioni d uso Questo prodotto software e la relativa documentazione sono di proprietà di Siemens Product Lifecycle Management Software Inc Siemens Product Lifecycle Management Software Inc. Tutti i diritti riservati. Tutti i marchi appartengono ai rispettivi proprietari. 2 Modellazione di una parte mediante le Superfici spse01560

3 Sommario Introduzione Modellazione di superfici Che cos è la modellazione di superfici e perché utilizzarla? Flusso di lavoro generale della modellazione di superfici Riesame della lezione Sommario della lezione Creazione e modifica delle curve Modellazione delle superfici Panoramica delle spline Creazione di curve Definizione di curva Modifica delle curve Semplifica Comando Converti come curva Attività: Disegno e modifica di una curva BlueDot (modellazione ordinata) Attività: Creazione e modifica di BlueDot Riesame della lezione Sommario della lezione Tecniche per la creazione di curve indirette Altri metodi per la creazione di curve Punti di attraversamento Punti silhouette Immagine Punti, curve (e superfici) come elementi di costruzione Riesame della lezione Sommario della lezione Creazione di una superficie Panoramica delle superfici Creazione di una superficie semplice Attività: Creazione e modifica di superfici semplici Utilizzo di semplici superfici come superfici di costruzione Copia dello schizzo Creazione di una superficie di scorrimento Attività: Creazione di una superficie di scorrimento Creazione di una superficie di loft (modellazione ordinata) Superficie di contorno BlueSurf Riesame della lezione Sommario della lezione spse01560 Modellazione di una parte mediante le Superfici 3

4 Sommario Strumenti per la manipolazione delle superfici Estendi superficie Superficie di offset Copia superficie Ritaglia superficie Elimina facce Superficie cucita Raccordo Sostituisci faccia Attività: Manipolazione delle superfici Divisione Faccia Divisione di separazione Superficie di divisione Attività: Divisione di separazione e superficie di divisione Attività: Creazione del corpo di un rasoio rotante Attività: Assemblaggio Riesame della lezione Sommario della lezione Strumenti di ispezione delle superfici e delle curve Grafici di curvatura Strumenti di ispezione delle superfici Riesame della lezione Sommario della lezione Attività: Disegno e modifica di una curva A-1 Disegnare una curva A-1 Nascondere lo schizzo contenente i punti di modifica A-2 Modificare la forma della curva A-3 Aggiungere ulteriore controllo alla curva A-5 Ispezionare la curva usando Grafici di curvatura A-9 Disegnare una curva collegata a elementi A-11 Vincolare la curva A-12 Sommario A-18 Attività: Creazione e modifica di BlueDot B-1 Usare BlueDot per collegare due curve B-2 Collegare le quattro curve ai punti finali B-3 Modificare un BlueDot B-4 Sommario B-9 Attività: Creazione di curve per punti chiave C-1 Creare una curva per punti chiave C-1 Creare curve per punti chiave tra gli schizzi C-4 Collegare le curve per punti chiave con BlueDot C-5 Modificare un BlueDot C-6 Includere la tangenza nelle curve per punti chiave C-8 Sommario C-10 Attività: Altri metodi per la creazione di curve D-1 Creare una curva di intersezione D-1 4 Modellazione di una parte mediante le Superfici spse01560

5 Sommario Creare una curva trasversale D-2 Usare la curva di proiezione D-4 Creare una curva di contorno D-8 Modificare la forma della curva di contorno D-9 Usare i metodi di creazione Curva derivata e Dividi curva D-11 Sommario D-14 Attività: Creazione e modifica di superfici semplici E-1 Creare una superficie estrusa E-1 Modificare la forma della superficie estrusa E-2 Creare una superficie di rivoluzione E-3 Modificare la forma della superficie di rivoluzione E-4 Sommario E-5 Attività: Creazione di una superficie di scorrimento F-1 Creare una superficie di scorrimento F-1 Modificare la forma della superficie F-3 Modificare dinamicamente la curva del percorso F-4 Sommario F-6 Attività: Creazione di una feature BlueSurf mediante analitica G-1 Creare più feature BlueSurf G-1 Creare un altra BlueSurf G-2 Creare una terza BlueSurf G-5 Aggiungere sezioni trasversali alla BlueSurf G-7 Sommario G-9 Attività: Creazione e modifica di una feature BlueSurf H-1 Creare una BlueSurf con guide H-1 Inserire schizzi sulla BlueSurf H-2 Eseguire modifiche BlueDot per cambiare la forma della superficie H-6 Sommario H-9 Attività: Manipolazione delle superfici I-1 Estensione di una superficie I-1 Applicare un offset a una superficie I-3 Proiettare una curva su una superficie I-5 Ritagliare una superficie I-7 Copiare una superficie I-9 Eliminare facce I-10 Cucire le superfici I-14 Sostituire una faccia I-18 Sommario I-20 Attività: Divisione di separazione e superficie di divisione J-1 Creazione di uno sketch J-1 Creare la parte anima J-2 Creare la cavità J-3 Creare una curva divisione di separazione sulla cavità J-5 Creare una superficie di divisione J-6 Dividere la parte J-8 spse01560 Modellazione di una parte mediante le Superfici 5

6 Sommario Aprire ciascuna delle due metà stampo J-11 Sommario J-13 Attività: Creazione del corpo di un rasoio rotante K-1 Creare una superficie estrusa K-2 Creare una curva K-3 Eseguire lo schizzo di una sezione trasversale K-4 Creare curve aggiuntive K-5 Creare una superficie BlueSurf K-11 Creare una superficie di contorno K-13 Cucire insieme le superfici K-14 Creare un piano di riferimento K-15 Creare un apertura per il pulsante di accensione K-16 Creare un apertura per il cavo di alimentazione K-17 Dividere in due il corpo solido K-19 Eseguire l offset della superficie posteriore K-21 Creare uno spazio per altri componenti del rasoio K-22 Applicare una parete sottile alla parte K-25 Spigoli del raccordo K-26 Sommario K-27 Attività: Assemblaggio L-1 Costruire la superficie superiore L-2 Creare curve di intersezione per sviluppare la superficie anteriore L-6 Creare curve di intersezione per sviluppare le superfici laterali L-9 Creare la superficie inferiore L-13 Aggiungere un altra superficie L-19 Creare la superficie finale L-21 Chiudere gli estremi L-24 Cucire insieme le superfici L-24 Sommario L-25 6 Modellazione di una parte mediante le Superfici spse01560

7 Capitolo 1 Introduzione Corso personalizzato per Solid Edge. Questo corso è progettato per insegnare all utente ad utilizzare Solid Edge. Il corso è personalizzato e contiene istruzioni seguite da attività. Corsi personalizzati di Solid Edge spse01510 Sketch spse01515 Creazione delle feature di base spse01520 Spostamento e rotazione delle facce spse01525 Utilizzo delle relazioni geometriche spse01530 Creazione delle feature per il trattamento spse01535 Costruzione di feature procedurali spse01536 Modellazione delle feature sincrone e ordinate spse01540 Modellazione degli assiemi spse01541 Esplodi-Rendering-Anima spse01545 Creazione di disegni dettagliati spse01546 Progetto Sheet Metal spse01550 Migliorare le abilità con i progetti spse01560 Modellazione di una parte mediante le superfici spse01610 Strutture di Solid Edge spse01640 Creazione di pattern dell assieme spse01645librerie dei sistemi di assiemi spse01650 Utilizzo di assiemi di grandi dimensioni spse01655 Revisione degli assiemi spse01660 Rapporti sugli assiemi spse01665 Sostituzione di parti di un assieme spse01560 Modellazione di una parte mediante le Superfici 1-1

8 Capitolo 1 Introduzione spse01670 Progettazione nel contesto di un assieme spse01675 Feature di assieme spse01680 Ispezione degli assiemi spse01685 Assiemi alternativi spse01690 Componenti virtuali degli assiemi spse01695 XpresRoute (tubature) spse01696 Creazione di un cablaggio preassemblato con Cavi e cablaggi spse01424 Utilizzo di Solid Edge Embedded Client Moduli personalizzati di Solid Edge spse01510 Sketch spse01515 Creazione delle feature di base spse01520 Spostamento e rotazione delle facce spse01525 Utilizzo delle relazioni geometriche spse01530 Creazione delle feature per il trattamento spse01535 Costruzione di feature procedurali spse01536 Modellazione delle feature sincrone e ordinate spse01540 Modellazione degli assiemi spse01545 Creazione di disegni dettagliati spse01546 Progetto Sheet Metal spse01550 Migliorare le abilità con i progetti Iniziare con le esercitazioni La formazione personalizzata inizia dove terminano le esercitazioni. Le esercitazioni rappresentano il modo più rapido per familiarizzare con le funzioni di base di Solid Edge. Se non si ha alcuna esperienza con Solid Edge, iniziare con le esercitazioni per la modifica e la modellazione della parte di base prima di iniziare questo corso personalizzato. 1-2 Modellazione di una parte mediante le Superfici spse01560

9 Capitolo 2 Modellazione di superfici Solid Edge fornisce due diversi stili di modellazione 3D: modellazione solidi e modellazione superfici. Il metodo modellazione di solidi 1. La funzionalità del prodotto è l aspetto principale e l estetica è meramente accessoria. 2. Solid Edge è un leader di settore per questo stile di modellazione e offre le seguenti caratteristiche aggiuntive: Le diverse operazioni di modellazione sono identificate come feature. Viene conservata una struttura cronologica di feature. Tutte le proprietà utilizzate per definire una feature possono essere modificate in qualsiasi momento. spse01560 Modellazione di una parte mediante le Superfici 2-1

10 Capitolo 2 Modellazione di superfici Il metodo modellazione di superfici 1. Molti prodotti di consumo vengono progettati mediante tecniche di modellazione di superfici a causa dell enfasi che il mercato pone sullo stile e sull ergonomia, pertanto l estetica di un modello ha la priorità assoluta ed è l elemento principale del processo di progettazione. La funzionalità del prodotto è solo seconda in termini di importanza. 2. Al pari delle feature di modellazione di solidi, Solid Edge amplia questo stile rendendo ciascun punto, curva e superficie un entità che sa come è stata creata e che può essere modificata in qualsiasi momento. 2-2 Modellazione di una parte mediante le Superfici spse01560

11 Modellazione di superfici Che cos è la modellazione di superfici e perché utilizzarla? Il metodo modellazione di solidi viene generalmente utilizzato per la modellazione di feature solide. Di seguito sono riportate le caratteristiche chiave dell approccio della modellazione di solidi: È caratterizzata da schizzi/profili 2D utilizzati per la creazione di estrusioni, rivoluzioni e loft per formare solidi e pieghe sui bordi dei solidi. Comporta principalmente l aggiunta o la rimozione di materiale mediante forme analitiche. La topologia del modello è determinata dalle facce. I fori vengono utilizzati per l allineamento. Le facce delle feature vengono utilizzate per l allineamento e per l accoppiamento con altre feature. I bordi vengono arrotondati per motivi di sicurezza e rafforzamento. I bordi e le facce sono principalmente basati su elementi analitici. spse01560 Modellazione di una parte mediante le Superfici 2-3

12 Capitolo 2 Modellazione di superfici La modellazione con feature basate su superfici inizia generalmente con un wireframe, da qui vengono generate le superfici. Di seguito sono riportate le caratteristiche chiave della modellazione di superfici: È caratterizzata da punti di controllo utilizzati per definire curve 2D e 3D. La topologia del modello è determinata da bordi e curve. I bordi e le facce sono principalmente basati su spline. Le forme delle superfici sono molto importanti, pertanto la possibilità di modificare direttamente le curve e i bordi che ne costituiscono la base è fondamentale. Le linee di evidenziazione, i bordi silhouette e le linee di flusso di un modello sono importanti. 2-4 Modellazione di una parte mediante le Superfici spse01560

13 Modellazione di superfici Flusso di lavoro generale della modellazione di superfici 1. Creare disegni di controllo. Definizione: I disegni di controllo sono viste di disegno 2D che definiscono le viste superiore, laterale e inferiore. Di solito, una o due viste prevalgono (definiscono gran parte della forma). Ambiente Part: è possibile creare disegni di controllo disegnando direttamente sui piani di riferimento. I punti di attraversamento sono utili per il collegamento delle curve. Ambiente Draft: è possibile creare disegni di controllo in 2D, quindi utilizzare il comando Copia e incolla per trasferire gli elementi 2D dall ambiente Draft a Part. Inoltre, è possibile utilizzare l opzione Crea 3D oppure importare schizzi. Suggerimento Quando si disegna un elemento di schizzo nell ambiente Part o Draft, utilizzare il comando Colore linea per agevolare la distinzione dei bordi e dei bordi di costruzione nel disegno di controllo. Disegnare tutte le curve di caratteri. Non eseguire disegni in sovrapposizione. Non eseguire la modellazione di raccordi, nervature o feature per cui si potrebbero ottenere risultati migliori utilizzando feature solide. Acquisizione dell intento di progettazione. Aggiungere quote e vincoli. Creare B-spline semplici con pochi punti di modifica. Assicurarsi che gli schizzi delle viste vengano salvati. Creare continuità dei bordi negli schizzi. spse01560 Modellazione di una parte mediante le Superfici 2-5

14 Capitolo 2 Modellazione di superfici 2. Utilizzare geometria 2D per sviluppare curve 3D. Proiettare curve dai disegni di controllo. Potrebbero essere necessarie alcune superfici di costruzione per generare curve 3D. Questo è molto importante per ridurre i passaggi della modellazione. Le curve 3D offrono un controllo più semplice dei bordi. Acquisire l intento di progettazione utilizzando i disegni di controllo. Senza le curve 3D, i bordi di caratteri potrebbero non essere acquisiti. La mancanza di bordi 3D elimina l intento di progettazione e aggiunge ulteriori passaggi di modellazione. 2-6 Modellazione di una parte mediante le Superfici spse01560

15 Modellazione di superfici Con le curve 3D, l intento di progettazione viene conservato e il processo di modellazione viene abbreviato. È possibile modificare la forma in modo semplice, modificando le curve di caratteri della relativa vista. La creazione di bordi 3D garantisce un progetto accurato e riduce i passaggi di modellazione. Apportare modifiche alle curve 3D è semplice. Basta modificare la curva di caratteri nel disegno di controllo. Ripetere il processo finché tutte le curve 3D non sono state create. Dovrebbe risultare una rappresentazione "wireframe" del modello. Tutte le curve 3D dovrebbero toccarsi. spse01560 Modellazione di una parte mediante le Superfici 2-7

16 Capitolo 2 Modellazione di superfici 3. Utilizzare le curve 3D per sviluppare le superfici. Comando BlueSurf. Gli input sono costituiti da guide e sezioni. Comando Scorrimento. Gli input sono costituiti da guide e sezioni. Comando Superficie di contorno. Patch di n lati. 2-8 Modellazione di una parte mediante le Superfici spse01560

17 Modellazione di superfici 4. Creare un solido e aggiungere feature basate su solidi appropriate. Cucire insieme le superfici Aggiungere feature basate su solidi Parete sottile Nervatura di rinforzo Foro Raccordo Web network Lip 5. Finalizzare. Analizzare la continuità dei bordi utilizzando quanto segue: Grafico di curvatura Strisce di zebra Modificare le curve di caratteri Modificare i vettori tangenti Modificare la mappatura dei vertici spse01560 Modellazione di una parte mediante le Superfici 2-9

18 Capitolo 2 Modellazione di superfici Riesame della lezione Se la funzionalità di un prodotto ha la priorità rispetto alle considerazioni ergonomiche, la parte dovrebbe essere progettata mediante un approccio di modellazione di solidi o superfici? A quale stile di modellazione (di solidi o superfici) si riferiscono le seguenti affermazioni? Comporta principalmente la rimozione o l aggiunta di materiale per formare il modello. Per definire le curve 2D e 3D, vengono utilizzati i punti di controllo. I bordi e le facce sono principalmente basati su spline. Le facce delle feature vengono utilizzate per l allineamento con altre feature. Sommario della lezione Dovrebbero essere state comprese le differenze tra la modellazione di solidi e di superfici. Dovrebbe essere chiaro quando utilizzare un approccio di modellazione di superfici o solidi. Nella modellazione di superfici, il modello è controllato dalle curve. Nella modellazione di solidi, il modello è controllato dalle facce. Comprendere il flusso di lavoro di modellazione delle superfici è importante per creare e modificare correttamente le superfici. La procedura generale per la creazione di superfici è la seguente: Creare disegni di controllo Utilizzare geometria 2D per sviluppare curve 3D Utilizzare curve 3D per sviluppare superfici Creare un solido e aggiungere feature basate su solidi appropriate Finalizzare 2-10 Modellazione di una parte mediante le Superfici spse01560

19 Capitolo 3 Creazione e modifica delle curve Obiettivo Al termine di questa lezione, lo studente sarà in grado di: Creare curve Modificare curve Analizzare curve Creare BlueDot Modificare BlueDots spse01560 Modellazione di una parte mediante le Superfici 3-1

20 Capitolo 3 Creazione e modifica delle curve Modellazione delle superfici La base della modellazione delle superfici è data dalle sezioni trasversali e dalle guide. Le sezioni trasversali e le guide possono essere entità di tipo analitico o spline. Il tipo di entità analitico consiste di: 2D: Linee, archi, cerchi, ellissi, parabole e iperboli. Intersezione di un piano e un cono. 3D: Cubi, sfere, cilindri, coni e tori. Un entità di tipo spline consiste di: 2D: curve spline costruite, curve derivate. 3D: curve spline derivate. Un metodo di modellazione dei solidi che utilizza feature di rivoluzione offre come risultato nessun controllo dei bordi e difficoltà nell apportare modifiche. Il bordo (A) è l esito dell intersezione di due superfici ruotate. L utente non ha controllo diretto sul risultato. 3-2 Modellazione di una parte mediante le Superfici spse01560

21 Creazione e modifica delle curve Un metodo di modellazione della superficie offre il perfetto controllo dei bordi, che sono basati su curve carattere. L utente ha il controllo diretto su bordi come (A). Panoramica delle spline Una spline corrisponde ad una curva standard nella maggior parte dei sistemi CAD. A differenza delle linee e delle curve coniche, in genere categorizzate come analitiche, la spline può essere modellata e può assumere la forma bidimensionale o tridimensionale desiderata. La loro natura flessibile fa delle spline la base della modellazione delle superfici. Un tipo di entità spline consiste di: 2D: curve spline costruite, curve derivate. 3D: curve spline derivate. Nota In origine, una spline era uno strumento in legno o metallo sottile utilizzato per tracciare una curva attraverso dei punti. spse01560 Modellazione di una parte mediante le Superfici 3-3

22 Capitolo 3 Creazione e modifica delle curve Di seguito è illustrata una spline 2D. Di seguito è illustrata una superficie 3D basata su una spline. Per il resto del corso, il termine curva verrà utilizzato in luogo di spline. Ricordare quindi che le curve sono spline. Verranno esaminati due tipi di curva: costruite L utente ha il controllo diretto delle curve costruite. derivate Le curve derivate sono controllate dal metodo utilizzato per crearle. Le curve derivate non possono essere modificate direttamente. 3-4 Modellazione di una parte mediante le Superfici spse01560

23 Creazione e modifica delle curve Creazione di curve Utilizzare il comando Curve per disegnare una curva dolce mediante punti. Si può fare clic e trascinare, o fare clic su diversi punti di modifica per definire la curva. Se si fa clic per creare dei punti di modifica, definire almeno tre punti con la creazione della curva. Quando si fa clic e si trascina per creare la curva, questa dispone di due punti di modifica. Quando si crea la curva, i punti di modifica (A) e i punti del vertice di controllo della curva (B) vengono creati per assistere al processo di modifica e di gestione della forma della curva. spse01560 Modellazione di una parte mediante le Superfici 3-5

24 Capitolo 3 Creazione e modifica delle curve Definizione di curva Il controllo della forma di una curva dipende dal numero di punti di controllo e modifica. Questi elementi sono determinati da espressioni polinomiali standard. Ordine delle curve L ordine delle curve è uguale al grado della curva più 1 (Ordine = Grado +1). Una curva polinomiale è definita come: x(t) = x0 +x1(t1) + x2(t2) + x3(t3) y(t) = y0 +y1(t1) + y2(t2) + y3(t3) 3-6 Modellazione di una parte mediante le Superfici spse01560

25 Creazione e modifica delle curve Determinazione dei vertici di controllo Se il numero di punti di modifica è pari a due o tre, il numero di Vertici di controllo = Ordine. Esempio: Punti di modifica = 3 Gradi = 8 Ordine = 9 (gradi + 1) Vertici di controllo = 9 Se il numero dei punti di modifica è >=4, il numero dei vertici di controllo (n+2) + {(n-1) x (k-4). Dove n = Punti di modifica e k = Ordine. Esempio: Punti di modifica = 7 Grado = 5 Ordine = 6 (gradi + 1) Vertici di controllo = 21 spse01560 Modellazione di una parte mediante le Superfici 3-7

26 Capitolo 3 Creazione e modifica delle curve 3-8 Modellazione di una parte mediante le Superfici spse01560

27 Creazione e modifica delle curve Modifica delle curve È possibile modificare le curve in qualsiasi momento tramite due metodi per la modifica delle curve. 1. Modalità di modifica del profilo: Come modificare uno schizzo. 2. Modalità di modifica dinamica: Mostra tutti i punti di controllo e modifica. Quando si sposta un punto di controllo o di modifica, la curva si aggiorna automaticamente; qualsiasi superficie avente la curva come entità di definizione verrà aggiornata automaticamente. I pulsanti Aggiungi/Rimuovi punti e Opzioni curva sono disattivati in modalità di modifica dinamica. Queste opzioni sono disponibili solo nella modalità di modifica del profilo. Aggiungi/Rimuovi punti Mostra poligono Mostra Grafico di curvatura Modifica forma Modifica locale Opzioni curva spse01560 Modellazione di una parte mediante le Superfici 3-9

28 Capitolo 3 Creazione e modifica delle curve Modifica delle curve Il dialogo Curva consente di gestire le modifiche della forma della curva quando si apportano dei cambiamenti ai punti di modifica e ai punti del vertice di controllo. I pulsanti Modifica forma e Modifica locale consentono di gestire la forma della curva con lo spostamento di un punto sulla curva. Quando si seleziona il pulsante Modifica forma, si effeziona la forma dell intera curva spostandone uno dei punti. Quando si seleziona il pulsante Modifica locale, si effeziona la forma della curva attorno al punto di editazione. Con Modifica locale, se si trascina un punto del vertice su una curva non vincolata, non si sposta nessun altro punto del vertice. Tuttavia, se si trascina un punto del vertice o una curva che presenta alcune relazioni, gli altri punti del vertice possono spostarsi allo stesso modo, per adattarsi nella nuova posizione del punto del vertice spostata mentre si conservano le relazioni. Nota Non è possibile trascinare un punto di modifica completamente vincolato. È possibile selezionare il pulsante Opzioni curva per visualizzare la finestra di dialogo Opzioni curva. Questa finestra di dialogo consente di modificare il numero di gradi per la curva e specificare la modalità di relazione per la curva. Impostare il nodo della relazione come: Flessibile Rigida 3-10 Modellazione di una parte mediante le Superfici spse01560

29 Creazione e modifica delle curve La modalità Flessibile consente di utilizzare le relazioni esterne per gestire la forma della curva. Per esempio, applicare una relazione di quotatura sulla curva. Modificando la quota, la forma verrà modificata di conseguenza. La modalità Rigida non consente di utilizzare le relazioni esterne per gestire la forma della curva. La forma rimane identica, e la curva viene ruotata. Opzioni Curva Le opzioni curva sono illustrate di seguito. spse01560 Modellazione di una parte mediante le Superfici 3-11

30 Capitolo 3 Creazione e modifica delle curve Modalità di relazione La flessibilità consente di modificare la forma della curva durante le modifiche BlueDot o una modifica a una curva collegata a un altra curva tramite una relazione di collegamento. La rigidità blocca la forma delle curve. La forma della curva non cambierà durante le modifiche BlueDots o una modifica a una curva collegata a un altra curva tramite una relazione di collegamento. Grado Nota Queste relazioni vengono applicate a modifiche esterne (BlueDot o modifica dinamica). In modalità di modifica profilo, una curva rigida può essere modificata nella forma. La finestra di dialogo Opzioni curva consente di controllare il grado delle curve e la modalità di relazione. Il grado predefinito è tre. Più elevato è il grado, maggiore è il controllo esercitabile sulla modifica della curva locale. Nell illustrazione in basso la curva (A) è del grado predefinito 3. Il grado della curva (B) è stato incrementato a 4. Più elevato è il grado, maggiore è il controllo esercitabile sulla modifica della curva Modellazione di una parte mediante le Superfici spse01560

Animazione di assiemi

Animazione di assiemi Animazione di assiemi Numero di pubblicazione spse01693 Animazione di assiemi Numero di pubblicazione spse01693 Informativa sui diritti di proprietà esclusiva e sulle limitazioni d uso Questo prodotto

Dettagli

Creazione di disegni dettagliati

Creazione di disegni dettagliati Creazione di disegni dettagliati Numero di pubblicazione spse01545 Creazione di disegni dettagliati Numero di pubblicazione spse01545 Informativa sui diritti di proprietà esclusiva e sulle limitazioni

Dettagli

Revisione di assiemi

Revisione di assiemi Revisione di assiemi Numero di pubblicazione spse01655 Revisione di assiemi Numero di pubblicazione spse01655 Informativa sui diritti di proprietà esclusiva e sulle limitazioni d uso Questo prodotto software

Dettagli

CORSO DI ALLINEAMENTO DA SOLID EDGE XX A SOLID EDGE ST5

CORSO DI ALLINEAMENTO DA SOLID EDGE XX A SOLID EDGE ST5 CORSO DI ALLINEAMENTO DA SOLID EDGE XX A SOLID EDGE ST5 Piano di formazione per il riallineamento delle versioni precedenti a Solid Edge with Synchronous Technology 5 LA PROGRESSIONE DELL INNOVAZIONE E

Dettagli

GeoGebra vers.5 - vista Grafici 3D

GeoGebra vers.5 - vista Grafici 3D GeoGebra vers.5 - vista Grafici 3D Marzo 2015 (manuale on-line, con aggiunte a cura di L. Tomasi) Questo articolo si riferisce a un componente della interfaccia utente di GeoGebra. Viste Menu Vista Algebra

Dettagli

UN USO DIVERSO DEL COMANDO RACCORDA

UN USO DIVERSO DEL COMANDO RACCORDA UN USO DIVERSO DEL COMANDO RACCORDA Il comando raccorda ha anche un uso diverso da quello di smussare gli angoli di polinee o di poligoni.. Può servire per ottenere un tipo molto particolare di ESTENDI.

Dettagli

Introduzione al 3D con Autocad

Introduzione al 3D con Autocad 2 Introduzione al 3D con Autocad Coso di CAD B condotto da Daniela Sidari a.a. 2012/2013 19.02.2013 Modellazione geometrica 3D wireframe superfici solidi Si distinguono tre tecniche principali di modellazione:

Dettagli

Applicazione Esplodi Rendering Anima

Applicazione Esplodi Rendering Anima Applicazione Esplodi Rendering Anima Numero di pubblicazione spse01541 Applicazione Esplodi Rendering Anima Numero di pubblicazione spse01541 Informativa sui diritti di proprietà esclusiva e sulle limitazioni

Dettagli

ITIS Q. SELLA Biella Classi 3A 4A 5A Meccanici Prof. Antonio Gareri Pagina 2 di 17

ITIS Q. SELLA Biella Classi 3A 4A 5A Meccanici Prof. Antonio Gareri Pagina 2 di 17 LAVORAZIONI CON INSERIMENTO TESTO... 3 CREARE UN RACCIRDO ATTRAVERSO UNA CURVA... 4 BLEND... 5 BLEND PARALLELA SITUAZIONE DI DEFOLT... 5 BLEND RUOTATA... 6 BLEND GENERALE... 6 BLEND CON SWEEP (SEZIONI

Dettagli

Rendering di assiemi

Rendering di assiemi Rendering di assiemi Numero di pubblicazione spse01692 Rendering di assiemi Numero di pubblicazione spse01692 Informativa sui diritti di proprietà esclusiva e sulle limitazioni d uso Questo prodotto software

Dettagli

Progettare la gioielleria

Progettare la gioielleria Sergio Petronilli Giovanna Migliorelli ANTEPRIMA Progettare la gioielleria in 3D con Rhinoceros il nuovo libro per i designer orafi che usano il CAD Tutorial 16 ANELLO BOMBATO SWEEP 2 CON TRAFORO www.logis3d.it

Dettagli

Indice III. Indice. Unità 1 Il personal computer, 1. Unità 2 AutoCAD, 9

Indice III. Indice. Unità 1 Il personal computer, 1. Unità 2 AutoCAD, 9 Indice III Indice Unità 1 Il personal computer, 1 1.1 Struttura del personal computer, 2 1.2 Il software, 5 1.3 I dispositivi informatici di stampa, 6 1.4 Il disegno al computer, 7 1.5 La fotografia digitale,

Dettagli

Sommario Indietro >> Aggiungi Rimuovi Lingua? Informazioni su questa Guida... Navigazione nella Guida

Sommario Indietro >> Aggiungi Rimuovi Lingua? Informazioni su questa Guida... Navigazione nella Guida Sommario Indietro >> Informazioni su questa Guida... Navigazione nella Guida Personalizzazione Apertura del pannello di controllo Funzioni del pannello di controllo Schede Elenchi del pannello di controllo

Dettagli

AutoCAD 2D. Corso di base. Roberta Virili

AutoCAD 2D. Corso di base. Roberta Virili AutoCAD 2D Corso di base Roberta Virili Introduzione C.A.D. (Computer Aided Design) Permette di disegnare con l aiuto del computer. Le più diffuse applicazioni di AutoCAD sono: disegni architettonici ;

Dettagli

sommario 01 I fondamentali e l interfaccia di base 1 03 Apertura, creazione e salvataggio di disegni 27 04 Strumenti di ausilio al disegno 43

sommario 01 I fondamentali e l interfaccia di base 1 03 Apertura, creazione e salvataggio di disegni 27 04 Strumenti di ausilio al disegno 43 sommario 01 I fondamentali e l interfaccia di base 1 AutoCAD, AutoCAD per Mac, e 1 L avvio di AutoCAD 2 I primi cenni sull interfaccia 2 L area di disegno 5 Il cursore grafico 5 L icona del sistema di

Dettagli

Corso di disegno C.A.D. 3D. sull uso di SolidDEdge

Corso di disegno C.A.D. 3D. sull uso di SolidDEdge Corso di disegno C.A.D. 3D sull uso di SolidDEdge Solid Edge è un sistema di computer-aided design (CAD) per assiemi meccanici, modellazione di parti e produzione di disegni. Sviluppato con la tecnologia

Dettagli

MICROSOFT EXCEL INTRODUZIONE PRIMI PASSI

MICROSOFT EXCEL INTRODUZIONE PRIMI PASSI MICROSOFT EXCEL INTRODUZIONE Si tratta di un software appartenente alla categoria dei fogli di calcolo: con essi si intendono veri e propri fogli elettronici, ciascuno dei quali è diviso in righe e colonne,

Dettagli

Creare primitive solide

Creare primitive solide Creare primitive solide I solidi sono caratterizzati dal fatto di avere una massa oltre alle superfici e agli spigoli. Rappresentano l intero volume dell oggetto. Caratteristiche Il solido viene creato:

Dettagli

Guida rapida - versione Web e Tablet

Guida rapida - versione Web e Tablet Guida rapida - versione Web e Tablet Cos è GeoGebra? Un pacchetto completo di software di matematica dinamica Dedicato all apprendimento e all insegnamento a qualsiasi livello scolastico Gestisce interattivamente

Dettagli

Lavorare con Solid Edge Embedded Client

Lavorare con Solid Edge Embedded Client Lavorare con Solid Edge Embedded Client Numero di pubblicazione spse01424 103 Informativa sui diritti di proprietà esclusiva e sulle limitazioni d uso Questo prodotto software e la relativa documentazione

Dettagli

Claudio Gussini Programma dei Corsi I e II Livello

Claudio Gussini Programma dei Corsi I e II Livello Claudio Gussini Programma dei Corsi I e II Livello Livello I - Modellazione Base - In questi primi tre giorni di corso, gli allievi impareranno a disegnare e modificare accuratamente modelli in NURBS-3D.

Dettagli

La carta intelligente: l ambiente layout

La carta intelligente: l ambiente layout La carta intelligente: l ambiente layout Un layout di AutoCAD è paragonabile a un foglio di carta e vi consente di impostare alcune opzioni tra cui quelle di stampa. In un disegno avete la possibilità

Dettagli

Creo TM Elements/Direct Modeling 18.0

Creo TM Elements/Direct Modeling 18.0 Creo TM Elements/Direct Modeling 18.0 Cronologia delle versioni Precedentemente CoCreate Creo Elements/Direct Modeling è il sistema CAD 3D diretto numero 1 al mondo. In questa tabella sono elencate le

Dettagli

La modellazione con le superfici

La modellazione con le superfici Alla fine del capitolo saremo in grado di: Comprendere il significato di B-Spline Rappresentare i diversi tipi di curve piane e nello spazio Creare superfici con metodi differenti Modificare le superfici

Dettagli

I file raster gestione e stampa

I file raster gestione e stampa Alla fine del capitolo saremo in grado di: Conoscere il significato dei file di raster Saper distinguere il file raster da quello vettoriale. Saper gestire i file Raster Saper vettorializzare manualmente

Dettagli

Solidi comunque inclinati nello spazio e i sistemi di riferimento ausiliari

Solidi comunque inclinati nello spazio e i sistemi di riferimento ausiliari Solidi comunque inclinati nello spazio e i sistemi di riferimento ausiliari Alla fine del capitolo saremo in grado di: Operare su forme tridimensionali comunque inclinate nello spazio rispetto ai piani

Dettagli

SOMMARIO: NOVITÀ DI PAINT SHOP PRO 7...3 CARATTERISTICHE DI PAINT SHOP PRO...5 CARATTERISTICHE DELLE FINESTRE...17 CREAZIONI DI IMMAGINI...

SOMMARIO: NOVITÀ DI PAINT SHOP PRO 7...3 CARATTERISTICHE DI PAINT SHOP PRO...5 CARATTERISTICHE DELLE FINESTRE...17 CREAZIONI DI IMMAGINI... SOMMARIO: NOVITÀ DI PAINT SHOP PRO 7...3 CARATTERISTICHE DI PAINT SHOP PRO...5 CARATTERISTICHE DELLE FINESTRE...17 CREAZIONI DI IMMAGINI...20 CREAZIONI DI FILE DI IMMAGINI...20 APERTURA DI FILE DI IMMAGINI...21

Dettagli

Nozioni preliminari. di Solid Edge Versione 16. Numero di pubblicazione MU29000-I 160

Nozioni preliminari. di Solid Edge Versione 16. Numero di pubblicazione MU29000-I 160 Nozioni preliminari di Solid Edge Versione 16 Numero di pubblicazione MU29000-I 160 Nozioni preliminari di Solid Edge Versione 16 Numero di pubblicazione MU29000-I 160 Diritti di restrizione e proprietari

Dettagli

Foglio di calcolo. Numero Valuta Testo Data e Ora Percentuale

Foglio di calcolo. Numero Valuta Testo Data e Ora Percentuale Foglio di calcolo Foglio di calcolo Foglio organizzato in forma matriciale: migliaia di righe e centinaia di colonne In corrispondenza di ciascuna intersezione tra riga e colonna vi è una CELLA Una cella

Dettagli

MODELLAZIONE SOLIDA. Scheda Solidi. Disegno di un parallelepipedo

MODELLAZIONE SOLIDA. Scheda Solidi. Disegno di un parallelepipedo MODELLAZIONE SOLIDA Cliccando con il tasto destro sulla barra grigia in alto attiviamo la scheda dei Solidi > Gruppo di schede > Solidi. Tale scheda si compone di diversi gruppi: il gruppo di Modellazione

Dettagli

attraverso l impiego convenzionale di linee, numeri e simboli Il disegno rappresenta un elemento chiave del ciclo di vita di un prodotto CAM CAM

attraverso l impiego convenzionale di linee, numeri e simboli Il disegno rappresenta un elemento chiave del ciclo di vita di un prodotto CAM CAM Il disegno tecnico di un oggetto è in grado di spiegarne: - la forma, - le dimensioni, - la funzione, - la lavorazione necessaria per ottenerlo, - ed il materiale in cui è realizzato. attraverso l impiego

Dettagli

Novità di Solid Edge with SynchronousTechnology 2

Novità di Solid Edge with SynchronousTechnology 2 Novità di Solid Edge with SynchronousTechnology 2 Fact sheet Siemens PLM Software www.solidege.it Sommario Solid Edge with Synchronous Technology 2 continua a sfruttare l innovativa tecnologia di progettazione

Dettagli

UTILIZZO DI WORD PROCESSOR

UTILIZZO DI WORD PROCESSOR UTILIZZO DI WORD PROCESSOR (ELABORAZIONE TESTI) Laboratorio Informatico di base A.A. 2013/2014 Dipartimento di Scienze Aziendali e Giuridiche Università della Calabria Dott. Pierluigi Muoio (pierluigi.muoio@unical.it)

Dettagli

Gli oggetti 3D di base

Gli oggetti 3D di base Gli oggetti 3D di base 04 Attraverso gli oggetti 3D di base, AutoCAD dispiega la sua capacità di modellazione per volumi e per superfici per quei modelli che si possono pensare come composizioni di oggetti

Dettagli

Suite di produttività office automation

Suite di produttività office automation Suite di produttività office automation Cosa è una SUITE Una suite è una collezione di applicativi software ciascuno dei quali svolge un ruolo specifico all interno di un medesimo ambito (es: sicurezza,

Dettagli

SOMMARIO 1 Premessa:... 2 2 Costruzione dei pezzi componenti il Ferro da stiro... 3 2.1 Cover esterna... 4 2.2 Serbatoio d acqua... 17 2.

SOMMARIO 1 Premessa:... 2 2 Costruzione dei pezzi componenti il Ferro da stiro... 3 2.1 Cover esterna... 4 2.2 Serbatoio d acqua... 17 2. SOMMARIO 1 Premessa:... 2 2 Costruzione dei pezzi componenti il Ferro da stiro.... 3 2.1 Cover esterna... 4 2.2 Serbatoio d acqua... 17 2.3 Cover interna a copertura della piastra forata... 25 2.4 Piastra

Dettagli

AutoCAD 3D. Lavorare nello spazio 3D

AutoCAD 3D. Lavorare nello spazio 3D AutoCAD 3D Lavorare nello spazio 3D Differenze tra 2D e 3 D La modalità 3D include una direzione in più: la profondità (oltre l altezza e la larghezza) Diversi modi di osservazione Maggiore concentrazione

Dettagli

Il controllo della visualizzazione

Il controllo della visualizzazione Capitolo 3 Il controllo della visualizzazione Per disegnare in modo preciso è necessario regolare continuamente l inquadratura in modo da vedere la parte di disegno che interessa. Saper utilizzare gli

Dettagli

La verità sul 3D: il 2D è ancora necessario.

La verità sul 3D: il 2D è ancora necessario. La verità sul 3D: il 2D è ancora necessario. Autodesk Inventor Series è il software di progettazione meccanica 3D più venduto nel mondo: non per caso. Si tratta di un prodotto all avanguardia, versatile,

Dettagli

G. Pettarin ECDL Modulo 3: Word 84

G. Pettarin ECDL Modulo 3: Word 84 G. Pettarin ECDL Modulo 3: Word 84 La scheda vai a La scheda Vai è probabilmente la meno utilizzata delle tre: permette di spostarsi in un certo punto del documento, ad esempio su una determinata pagina

Dettagli

per immagini guida avanzata Tecniche di grafica professionale Geometra Luigi Amato Guida Avanzata per immagini excel 2000 1

per immagini guida avanzata Tecniche di grafica professionale Geometra Luigi Amato Guida Avanzata per immagini excel 2000 1 Tecniche di grafica professionale Geometra Luigi Amato Guida Avanzata per immagini excel 2000 1 Elementi chiave della formattazione professionale per immagini guida avanzata GRAFICO PIRAMIDI 35 30 25 20

Dettagli

Microsoft Paint. Per far partire il programma occorre cliccare su START \ PROGRAMMI \ ACCESSORI \ PAINT

Microsoft Paint. Per far partire il programma occorre cliccare su START \ PROGRAMMI \ ACCESSORI \ PAINT Microsoft Paint Paint è uno strumento di disegno che consente di creare disegni sia semplici che elaborati. È possibile creare disegni in bianco e nero o a colori e salvarli come file bitmap. I disegni

Dettagli

Una caffettiera napoletana. Tutorial2. Materiale di proprietà di 4m group www.4mgroup.it Tutti i diritti riservati.

Una caffettiera napoletana. Tutorial2. Materiale di proprietà di 4m group www.4mgroup.it Tutti i diritti riservati. Una caffettiera napoletana Tutorial2 Esercitazione guidata Una caffettiera napoletana Dopo tante teiere, concedetevi, finalmente, il piacere di un buon caffè napoletano! Preparate tutto l occorrente: aprite

Dettagli

Prof. Antonio Sestini

Prof. Antonio Sestini Prof. Antonio Sestini 1 - Formattazione Disposizione del testo intorno ad una tabella Selezionare la tabella Dal menù contestuale scegliere il comando «proprietà» Selezionare lo stile di disposizione del

Dettagli

Breve guida a WORD per Windows

Breve guida a WORD per Windows 1. COSA È Il Word della Microsoft è pacchetto applicativo commerciale che rientra nella categoria dei word processor (elaboratori di testi). Il Word consente il trattamento avanzato di testi e grafica,

Dettagli

Laboratorio CAD - Supporto didattico n. 5 - Giuseppe Modica - A.A. 2010-2011. AutoCAD. Laboratorio CAD. A.A. 2010-2011 docente: Giuseppe 1 Modica

Laboratorio CAD - Supporto didattico n. 5 - Giuseppe Modica - A.A. 2010-2011. AutoCAD. Laboratorio CAD. A.A. 2010-2011 docente: Giuseppe 1 Modica AutoCAD DISEGNO e MODIFICA di OGGETTI Everyday drafting will never be the same Laboratorio CAD A.A. 2010-2011 docente: Giuseppe 1 Modica Disegno di oggetti Le proprietà degli oggetti Premessa Il materiale

Dettagli

APPUNTI WORD PER WINDOWS

APPUNTI WORD PER WINDOWS COBASLID Accedemia Ligustica di Belle Arti Laboratorio d informatica a.a 2005/06 prof Spaccini Gianfranco APPUNTI WORD PER WINDOWS 1. COSA È 2. NOZIONI DI BASE 2.1 COME AVVIARE WORD 2.2 LA FINESTRA DI

Dettagli

4. Strumenti di aiuto al lavoro

4. Strumenti di aiuto al lavoro 4. Strumenti di aiuto al lavoro GRIGLIA E SNAP La GRIGLIA è una matrice rettangolare di punti o linee (a seconda dello stile di visualizzazione) disposti secondo un intervallo X e Y che si estende sull'area

Dettagli

Capitolo 11. Il disegno in 3D

Capitolo 11. Il disegno in 3D Capitolo 11 Il disegno in 3D o 11.1 Uso delle coordinate nello spazio o 11.2 Creazione di oggetti in 3D o 11.3 Uso dei piani di disegno in 3D (UCS) o 11.4 Creazione delle finestre di vista o 11.5 Definizione

Dettagli

CORSO PRATICO WinWord

CORSO PRATICO WinWord CORSO PRATICO WinWord AUTORE: Renato Avato 1. Strumenti Principali di Word Il piano di lavoro di Word comprende: La Barra del Titolo, dove sono posizionate le icone di ridimensionamento: riduci finestra

Dettagli

Lezione 6 Introduzione a Microsoft Excel Parte Terza

Lezione 6 Introduzione a Microsoft Excel Parte Terza Lezione 6 Introduzione a Microsoft Excel Parte Terza I grafici in Excel... 1 Creazione di grafici con i dati di un foglio di lavoro... 1 Ricerca del tipo di grafico più adatto... 3 Modifica del grafico...

Dettagli

FINSON EXTRACAD 6 Manuale d uso minimo

FINSON EXTRACAD 6 Manuale d uso minimo FINSON EXTRACAD 6 minimo AVVIO Attraverso l icona ExtraCAD 2D presente sul desktop o tra i programmi del menù Start. In alcuni casi il software potrebbe non essere stato installato nella cartella Programmi,

Dettagli

Barre di scorrimento

Barre di scorrimento Barre di scorrimento La finestra della cartella è come un apertura dalla quale si può vedere una parte del foglio di lavoro Le frecce di scorrimmento permettono di spostarsi di una cella alla volta Le

Dettagli

Ipsia Monza via Monte Grappa 1 20052 Monza (MI) tel. 039-2003476 fax 039-2003475. Corsi CAD 2D Base. Struttura modulare

Ipsia Monza via Monte Grappa 1 20052 Monza (MI) tel. 039-2003476 fax 039-2003475. Corsi CAD 2D Base. Struttura modulare Corsi CAD 2D Base Struttura modulare Struttura della Parte I Concetti di base 1.a introduzione al Cad 2 1.b definizione delle viste 2 1.c interscambio dei disegni 2 1.d visualizzazione dei disegni 2 Tot.

Dettagli

Solid Edge 2D Drafting Domande frequenti (FAQ)

Solid Edge 2D Drafting Domande frequenti (FAQ) Solid Edge 2D Drafting Domande frequenti (FAQ) Siemens PLM Software www.siemens.it/plm Domande frequenti Cos è Solid Edge 2D Drafting? Solid Edge 2D Drafting è un pacchetto software per la creazione di

Dettagli

FONDAMENTI DI INFORMATICA. 3 Elaborazione testi

FONDAMENTI DI INFORMATICA. 3 Elaborazione testi FONDAMENTI DI INFORMATICA 3 Elaborazione testi Microsoft office word Concetti generali Operazioni principali Formattazione Oggetti Stampa unione Preparazione della stampa Schermata iniziale di Word Come

Dettagli

MICROSOFT WORD. Funzioni ed ambiente di lavoro

MICROSOFT WORD. Funzioni ed ambiente di lavoro INFORMATICA MICROSOFT WORD Prof. D Agostino Funzioni ed ambiente di lavoro...1 Interfaccia di Word...1 Stesso discorso per i menu a disposizione sulla barra dei menu: posizionando il puntatore del mouse

Dettagli

INDICE L ambiente di lavoro... 2 Interfaccia di Word... 2 Le visualizzazioni... 5 Digitazione e revisione del testo...6 Modalità di selezione del

INDICE L ambiente di lavoro... 2 Interfaccia di Word... 2 Le visualizzazioni... 5 Digitazione e revisione del testo...6 Modalità di selezione del INDICE L ambiente di lavoro... 2 Interfaccia di Word... 2 Le visualizzazioni... 5 Digitazione e revisione del testo...6 Modalità di selezione del testo... 6 Selezione attraverso il mouse... 6 Selezione

Dettagli

INTRODUZIONE AI SISTEMI CAD

INTRODUZIONE AI SISTEMI CAD INTRODUZIONE AI SISTEMI CAD 407 Introduzione Il termine CAD sta per Computer-aided Design. L interpretazione corretta del termine è quella di progettazione assistita dal calcolatore (e non di disegno assistito

Dettagli

MODULO 4: FOGLIO ELETTRONICO (EXCEL)

MODULO 4: FOGLIO ELETTRONICO (EXCEL) MODULO 4: FOGLIO ELETTRONICO (EXCEL) 1. Introduzione ai fogli elettronici I fogli elettronici sono delle applicazioni che permettono di sfruttare le potenzialità di calcolo dei Personal computer. Essi

Dettagli

3.3 Formattazione. Formattare un testo. Copyright 2008 Apogeo. Formattazione del carattere

3.3 Formattazione. Formattare un testo. Copyright 2008 Apogeo. Formattazione del carattere 3.3 Formattazione Formattare un testo Modificare la formattazione del carattere Cambiare il font di un testo selezionato Modificare la dimensione e il tipo di carattere Formattazione del carattere In Word,

Dettagli

Manuale LIM Hitachi FX77- PARTE 1

Manuale LIM Hitachi FX77- PARTE 1 Manuale LIM Hitachi FX77- PARTE 1 Sommario Che cos'è StarBoard Software?... 2 Elementi dello schermo... 2 Guida rapida all'avvio... 3 Selezione di una modalità... 5 Disegno... 6 Disegno con gli strumenti

Dettagli

Organizzare il proprio lavoro

Organizzare il proprio lavoro Utilizzo di ADOBE PHOTOSHOP ELEMENTS 7 Organizzare il proprio lavoro Inserire le parole chiave Ricercare le immagini 69 Capitolo 5: Applicazione dei tag e organizzazione delle foto Potete usare i tag parole

Dettagli

Modellazione 3D con elementi solidi. Esempio guidato 10 Pag. 1

Modellazione 3D con elementi solidi. Esempio guidato 10 Pag. 1 Esempio guidato 10 Modellazione 3D con elementi solidi Esempio guidato 10 Pag. 1 Esempio guidato 10 Modellazione 3D con elementi solidi In questo Tutorial si illustra la procedura per la modellazione 3D

Dettagli

Adobe Photoshop Prof. Filippo Stanco

Adobe Photoshop Prof. Filippo Stanco Adobe Photoshop 1 Introduzione Adobe Photoshop è uno strumento software standard di elaborazione delle immagini. Photoshop permette di operare su immagini bitmap digitalizzate (ovvero immagini a tono continuo

Dettagli

Spline Nurbs. IUAV Disegno Digitale. Camillo Trevisan

Spline Nurbs. IUAV Disegno Digitale. Camillo Trevisan Spline Nurbs IUAV Disegno Digitale Camillo Trevisan Spline e Nurbs Negli anni 70 e 80 del secolo scorso nelle aziende si è iniziata a sentire l esigenza di concentrare in un unica rappresentazione gestita

Dettagli

2 - Modifica. 2.1 - Annulla. 2.2 - Selezione finestra. S.C.S. - survey CAD system FIGURA 2.1

2 - Modifica. 2.1 - Annulla. 2.2 - Selezione finestra. S.C.S. - survey CAD system FIGURA 2.1 2 - Modifica FIGURA 2.1 Il menu a tendina Modifica contiene il gruppo di comandi relativi alla selezione delle entità del disegno, alla gestione dei layer, alla gestione delle proprietà delle varie entità

Dettagli

EUROPEAN COMPUTER DRIVING LICENCE. 3D Computer Aided Design. Syllabus

EUROPEAN COMPUTER DRIVING LICENCE. 3D Computer Aided Design. Syllabus EUROPEAN COMPUTER DRIVING LICENCE 3D Computer Aided Design Syllabus Scopo Questo documento presenta il syllabus di ECDL Modulo specialistico CAD 3D. Il syllabus descrive, attraverso i risultati del processo

Dettagli

2012 Alberto Broggian albertobroggian.it 1 Page. Buongiorno a tutti. Oggi andremo a eseguire un cerchio in lega della nostra Bugatti.

2012 Alberto Broggian albertobroggian.it 1 Page. Buongiorno a tutti. Oggi andremo a eseguire un cerchio in lega della nostra Bugatti. Buongiorno a tutti Oggi andremo a eseguire un cerchio in lega della nostra Bugatti. Questo è il primo tutorial Iniziamo con il definire le Unità all interno di proprietà del documento : Unità di sistema:

Dettagli

CONI, CILINDRI, SUPERFICI DI ROTAZIONE

CONI, CILINDRI, SUPERFICI DI ROTAZIONE CONI, CILINDRI, SUPERFICI DI ROTAZIONE. Esercizi x + z = Esercizio. Data la curva x, calcolare l equazione del cilindro avente γ y = 0 come direttrice e con generatrici parallele al vettore v = (, 0, ).

Dettagli

MICROSOFT WORD INTRODUZIONE

MICROSOFT WORD INTRODUZIONE 1 MICROSOFT WORD INTRODUZIONE Word è il programma più diffuso per elaborazione di testi, il cui scopo fondamentale è assistere l utente nelle operazioni di digitazione, revisione e formattazione di testi.

Dettagli

Dipartimento di Storia, Società e Studi sull Uomo Università del Salento Ing. Maria Grazia Celentano Mariagrazia.celentano@gmail.

Dipartimento di Storia, Società e Studi sull Uomo Università del Salento Ing. Maria Grazia Celentano Mariagrazia.celentano@gmail. Dipartimento di Storia, Società e Studi sull Uomo Università del Salento Ing. Maria Grazia Celentano Mariagrazia.celentano@gmail.com Indice: La finestra di Word Barra del titolo Barra dei menu Barra degli

Dettagli

Tabella 1 Figura 1 Figura 2 Figura 3 Figura 4

Tabella 1 Figura 1 Figura 2 Figura 3 Figura 4 Tabella 1 La costruzione dei grafici in EXCEL 2007 privilegia l uso del mouse come d uso in tutto Office 2007. Rivedi nel testo 1 le motivazioni della scelta del tipo di un grafico; mentre in queste brevi

Dettagli

modellare una lampada con DCAD Vector Space

modellare una lampada con DCAD Vector Space Un tutorial passo passo per ripercorrere la modellazione di un mitico oggetto di design degli anni 60: la Taccia di Achille e Piergiacomo Castiglioni modellare una lampada con DCAD Vector Space Francesco

Dettagli

Guida rapida dei comandi

Guida rapida dei comandi Guida rapida dei comandi Guida rapida dei comandi Questo capitolo presenta una rapida panoramica dei comandi di PRO_SAP con le relative modalità di accesso. Le informazioni presentate per ogni comando

Dettagli

Lezione 1: Introduzione Struttura e aspetto di PowerPoint Sviluppare una presentazione. Patente Europea di Informatica ECDL Modulo 6

Lezione 1: Introduzione Struttura e aspetto di PowerPoint Sviluppare una presentazione. Patente Europea di Informatica ECDL Modulo 6 Patente Europea di Informatica ECDL Modulo 6 Lezione 1: Introduzione Struttura e aspetto di PowerPoint Sviluppare una presentazione Anno 2009/2010 Syllabus 5.0 Microsoft PowerPoint è un software progettato

Dettagli

11.2 Uso di strumenti informatici nella didattica di tecnologia e informatica

11.2 Uso di strumenti informatici nella didattica di tecnologia e informatica 11.2 Uso di strumenti informatici nella didattica di tecnologia e informatica a cura di Gian Piero Benente Le competenze necessarie al docente di tecnologia e informatica della scuola elementare e della

Dettagli

Guida rapida. Cos è GeoGebra? Notizie in pillole

Guida rapida. Cos è GeoGebra? Notizie in pillole Guida rapida Cos è GeoGebra? Un pacchetto completo di software di matematica dinamica Dedicato all apprendimento e all insegnamento a qualsiasi livello scolastico Riunisce geometria, algebra, tabelle,

Dettagli

DISPENSA PER MICROSOFT WORD 2010

DISPENSA PER MICROSOFT WORD 2010 DISPENSA PER MICROSOFT WORD 2010 Esistono molte versioni di Microsoft Word, dalle più vecchie ( Word 97, Word 2000, Word 2003 e infine Word 2010 ). Creazione di documenti Avvio di Word 1. Fare clic sul

Dettagli

COSTRUIAMO UN AEROMODELLO 3D 4

COSTRUIAMO UN AEROMODELLO 3D 4 COSTRUIAMO UN AEROMODELLO 3D 4 Con i comandi che abbiamo visto fina ad ora dovreste essere in grado di costruire da soli le ali del modello (ovviamente fatene una sola e poi specchiatela), basta trasformare

Dettagli

Corso di introduzione all informatica. Microsoft Excel. Tutorial. Prof. Elena Spera

Corso di introduzione all informatica. Microsoft Excel. Tutorial. Prof. Elena Spera Corso di introduzione all informatica Microsoft Excel Tutorial Prof. Elena Spera Sommario Introduzione Formattazione del foglio di lavoro Formule e funzioni Grafici e cartine Manipolazione dei dati Integrazione

Dettagli

Time Line: File=>Nuova Chiave Scorciatoia: Nessuna

Time Line: File=>Nuova Chiave Scorciatoia: Nessuna 356 Animare il Progetto del Logo 3D Si aprirà il dialogo della Sequenza. Cambiare la sequenza per farla iniziare al Fotogramma 91 e terminare al Fotogramma 160. Clic su OK. Passo 6. Rotazione Sequenza

Dettagli

DISEGNO DI MACCHINE APPUNTI DELLE LEZIONI

DISEGNO DI MACCHINE APPUNTI DELLE LEZIONI DISEGNO DI MACCHINE APPUNTI DELLE LEZIONI Lezione 3: Proiezioni Ortogonali con il metodo europeo Francesca Campana Le proiezioni ortogonali Le proiezioni ortogonali descrivono bi-dimensionalmente un oggetto

Dettagli

Sono uno strumento di composizione efficace per combinare più foto in una sola immagine e per effettuare correzioni locali di colori e toni.

Sono uno strumento di composizione efficace per combinare più foto in una sola immagine e per effettuare correzioni locali di colori e toni. Maschere di Livello Maschere di livello Le maschere di livello sono utili per nascondere porzioni del livello a cui vengono applicate e rivelare i livelli sottostanti. Sono uno strumento di composizione

Dettagli

Manuale elettronico Selection CAD

Manuale elettronico Selection CAD Manuale elettronico Selection CAD Versione: 1.0 Nome: IT_AutoCAD_V1.PDF Argomenti: 1 Nozioni generali su Selection CAD (AutoCAD)...2 2 Interfaccia AutoCAD...2 2.1 Funzioni di menu...2 2.2 Funzioni delle

Dettagli

SEZIONI. Introduzione

SEZIONI. Introduzione SEIONI 128 Introduzione Sezionare un solido significa tagliarlo secondo una superficie ideale in modo da mostrare il volume interno del solido stesso. Nella maggior parte dei casi l elemento secante è

Dettagli

Manuale Leica DISTO photo Pagina 1 di 30. Benvenuti

Manuale Leica DISTO photo Pagina 1 di 30. Benvenuti Manuale Leica DISTO photo Pagina 1 di 30 Benvenuti Vi ringraziamo per l interesse mostrato per Leica DISTO photo e ci congratuliamo per l acquisto di questo prodotto straordinario. Leica DISTO photo è

Dettagli

Modulo AM3 Elaborazione Testi

Modulo AM3 Elaborazione Testi Edizione 2011 Silvana Lombardi Piero Del Gamba Modulo AM3 Elaborazione Testi Guida introduttiva Syllabus 2.0 Livello Avanzato Software di Riferimento: Microsoft Word XP/2007 Silvana Lombardi Piero Del

Dettagli

Tabelle 3.4. Unità didattica. Copyright 2009 Apogeo. Obiettivi. Prerequisiti

Tabelle 3.4. Unità didattica. Copyright 2009 Apogeo. Obiettivi. Prerequisiti Unità didattica 3.4 In questa unità realizzerai un annuncio da appendere in una bacheca per la vendita del tuo lettore MP3. Il tuo annuncio deve essere gradevole e armonioso in modo che, tra tanti altri

Dettagli

per immagini guida avanzata Uso delle tabelle e dei grafici Pivot Geometra Luigi Amato Guida Avanzata per immagini excel 2000 1

per immagini guida avanzata Uso delle tabelle e dei grafici Pivot Geometra Luigi Amato Guida Avanzata per immagini excel 2000 1 Uso delle tabelle e dei grafici Pivot Geometra Luigi Amato Guida Avanzata per immagini excel 2000 1 Una tabella Pivot usa dati a due dimensioni per creare una tabella a tre dimensioni, cioè una tabella

Dettagli

paragrafo. Testo Incorniciato Con bordo completo Testo Incorniciato Con bordo incompleto

paragrafo. Testo Incorniciato Con bordo completo Testo Incorniciato Con bordo incompleto Applicare bordi e sfondi ai paragrafi Word permette di creare un bordo attorno ad un intera pagina o solo attorno a paragrafi selezionati. Il testo risulta incorniciato in un rettangolo completo dei quattro

Dettagli

WINDOWS: uso della tastiera e del mouse

WINDOWS: uso della tastiera e del mouse WINDOWS: uso della tastiera e del mouse a cura di: Francesca Chiarelli ultimo aggiornamento: settembre 2015 http://internet.fchiarelli.it La tastiera FUNZIONE DI EDIZIONE TAST. NUMERICO Tasti principali

Dettagli

Grafica vettoriale. Al contrario la grafica vettoriale si basa sull'idea di dare una descrizione geometrica dell'immagine

Grafica vettoriale. Al contrario la grafica vettoriale si basa sull'idea di dare una descrizione geometrica dell'immagine Grafica vettoriale Come abbiamo visto in un certo dettaglio, la grafica raster si basa sull'idea di definire certe proprietà (colore, trasparenza, ecc.) di ogni pixel applicazioni di tipo fotografico Al

Dettagli

Università degli studi di Verona. Corso di Informatica di Base. Lezione 4 - Parte 3. Controllo ortografico e stampa

Università degli studi di Verona. Corso di Informatica di Base. Lezione 4 - Parte 3. Controllo ortografico e stampa Università degli studi di Verona Corso di Informatica di Base Lezione 4 - Parte 3 Controllo ortografico e stampa In questa terza vedremo l'uso del vocabolario e le impostazioni di stampa. In particolare:

Dettagli

Introduzione alla realizzazione di pubblicazioni personalizzate professionali

Introduzione alla realizzazione di pubblicazioni personalizzate professionali Introduzione alla realizzazione di pubblicazioni personalizzate professionali Vantaggi di Publisher Publisher non consente solo di creare notiziari o brochure, ma fornisce anche modelli predefiniti per

Dettagli

Patente Europea di Informatica ECDL Modulo 4. Lezione 3: Grafici Impostazione e verifica del foglio Opzioni di stampa. Anno 2011/2012 Syllabus 5.

Patente Europea di Informatica ECDL Modulo 4. Lezione 3: Grafici Impostazione e verifica del foglio Opzioni di stampa. Anno 2011/2012 Syllabus 5. Patente Europea di Informatica ECDL Modulo 4 Lezione 3: Grafici Impostazione e verifica del foglio Opzioni di stampa Anno 2011/2012 Syllabus 5.0 Una delle funzioni più importanti di un foglio elettronico

Dettagli

Excel Guida introduttiva

Excel Guida introduttiva Excel Guida introduttiva Informativa Questa guida nasce con l intento di spiegare in modo chiaro e preciso come usare il software Microsoft Excel. Questa è una guida completa creata dal sito http://pcalmeglio.altervista.org

Dettagli

Prof.ssa Paola Vicard

Prof.ssa Paola Vicard Questa nota consiste perlopiù nella traduzione da Descriptive statistics di J. Shalliker e C. Ricketts, 2000, University of Plymouth Consideriamo come esempio il data set contenuto nel foglio excel esercizio2_dati.xls.

Dettagli

Sommario SELEZIONARE UN OGGETTO UTILIZZANDO LA BARRA DEGLI OGGETTI 10 NAVIGARE ATTRAVERSO I RECORD IN UNA TABELLA, IN UNA QUERY, IN UNA MASCHERA 12

Sommario SELEZIONARE UN OGGETTO UTILIZZANDO LA BARRA DEGLI OGGETTI 10 NAVIGARE ATTRAVERSO I RECORD IN UNA TABELLA, IN UNA QUERY, IN UNA MASCHERA 12 $FFHVV;3 A Sommario cura di Ninni Terranova Marco Alessi DETERMINARE L INPUT APPROPRIATO PER IL DATABASE 3 DETERMINARE L OUTPUT APPROPRIATO PER IL DATABASE 3 CREARE LA STRUTTURA DI UNA TABELLA 3 STABILIRE

Dettagli

Quickstart. Cos è GeoGebra? Notizie in pillole

Quickstart. Cos è GeoGebra? Notizie in pillole Quickstart Cos è GeoGebra? Un software di Matematica Dinamica in un pacchetto semplice da usare Per l apprendimento e la didattica a tutti i livelli scolastici Comprende geometria, algebra, tabelle, grafici,

Dettagli