Azione 2. Asse Obiettivo specifico Categoria di spesa quantificata 1.c) Durata prevista 1

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Azione 2. Asse Obiettivo specifico Categoria di spesa quantificata 1.c) Durata prevista 1"

Transcript

1 Azione 2 Corso di Perfezionamento "Modellazione e Animazione 3D e Visual Effects" quale Corso Regionale di Perfezionamento dell Università degli Studi di Teramo Asse Obiettivo specifico Categoria di spesa quantificata 1.c) n 62: Sviluppare politiche e servizi per Sviluppo di sistemi e strategie di l anticipazione e gestione dei apprendimento permanente cambiamenti, promuovere la all interno delle aziende; Asse 1 competitività e l imprenditorialità. formazione e servizi per i lavoratori per incrementare la loro adattabilità ai cambiamenti; promozione dell imprenditorialità e dell innovazione ,00 DATI DI SINTESI DEL PROGETTO: Sede/i di svolgimento Destinatari previsti Durata prevista 1 Costo Previsto Data Avvio prevista Data conclusione prevista Università degli Studi di Teramo Sede di Giulianova Istituto Gualandi Diplomati della Regione Abruzzo 1 anno ,00 Maggio 2011 Maggio 2012 DATI RELATIVI AI SOGGETTI ATTUATORI Ateneo Referente Indirizzo Recapiti (tel., fax, ) UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TERAMO PROF. MICHELE PISANTE PRORETTORE ALLA RICERCA DELEGATO AL TTC UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TERAMO VIALE F. CRUCIOLI, TERAMO Tel Fax In totale e distinta in: formazione, eventuale FAD, tirocinio. 21

2 Contesto di riferimento, motivazioni e obiettivi dell intervento Risultati di analoghi interventi precedenti L intervento formativo oggetto dell intervento si pone quale efficace sostegno alla ricerca e al trasferimento dei suoi risultati, attraverso un progetto formativo di ricerca e sviluppo sperimentale. Nello specifico, si tratta di un progetto di innovazione di un particolare processo produttivo (la comunicazione delle aziende attraverso il 3D) e dell'organizzazione d'impresa, diretto a rafforzare la capacità delle P.M.I. di accedere all innovazione tecnologica ed organizzativa. L Azione è diretta a sviluppare migliori sinergie fra strutture di ricerca, percorsi formativi e P.M.I. (ivi comprese anche le imprese di spin-off universitario). Pertanto l intervento previsto è stato progettato in modo tale da privilegiare il più possibile l esperienza in azienda. Contesto di riferimento La Facoltà di Scienze della Comunicazione dell Università degli Studi di Teramo ha sottoscritto, in data 24 giugno 2009, con la Dmen S.r.l. di Teramo, un Protocollo di Intesa della durata di sette anni finalizzato alla organizzazione e la gestione di corsi di formazione nell ambito della comunicazione con l impiego di tecnologie di animazione tridimensionale. I corsi sono stati previsti già per l anno accademico e sono diretti da un Coordinatore Universitario, che ne assume la direzione nonché la responsabilità del mantenimento qualitativo e formativo dei corsi stessi e della loro coerenza con gli obiettivi convenzionalmente definiti dalle parti. La figura del Tutor nell ambito organizzativo e gestionale dei tirocini formativi riveste un importanza fondamentale nel supporto all attività del Coordinatore e nell assistenza ai partecipanti. La Dmen S.r.l., dinamica azienda d avanguardia nel settore delle tecnologie multimediali, ha messo a disposizione le proprie competenze professionali specifiche del settore del 3D, oltre alla sua esperienza pluriennale, consolidata, necessarie allo svolgimento delle attività dei corsi. Motivazioni. L intervento nasce dal successo che la prima edizione del Corso ha già riscosso e rientra pienamente in una specifica azione della facoltà di scienza della Comunicazione: investire nella formazione della nuova figura professionale dello Sviluppatore Grafico 3D, considerato che l impiego del 3D nelle aziende, in pubblicità, in TV, nei videogames e nella multimedialità richiede necessariamente queste nuove figure altamente specializzate. Obiettivi dell intervento -Sviluppare politiche e servizi per l anticipazione e gestione dei cambiamenti, promuovere la competitività e l imprenditorialità; - Sviluppo di sistemi e strategie di apprendimento permanente all interno delle aziende; - Formazione e servizi per i lavoratori per incrementare la loro adattabilità ai cambiamenti; promozione dell imprenditorialità e dell innovazione; - Implementare percorsi integrati per lo sviluppo e l innovazione di nuove imprese in settori emergenti, nel settore dell utilizzo dell ICT, finalizzati all acquisizione di elevate 22

3 competenze interdisciplinari tecnico-scientifiche e/o gestionali e/o organizzative, incentrate su conoscenze in materia di R&S, ingegnerizzazione, ICT, management; Attivazione di servizi ed iniziative a favore delle PMI, con particolare riferimento alle strategie nel campo dell innovazione tecnologica. Risultati di analoghi interventi precedenti Attualmente è in corso di svolgimento il corso di specializzazione su "Modellazione e Animazione 3D e Visual Effects" promosso dalla Facoltà di Scienze della Comunicazione dell'università di Teramo e organizzato da Dmen srl intende percorrere la strada dell'alta formazione professionale fornendo ai discenti tutti gli strumenti per il perseguimento di obiettivi dalla connotazione fortemente innovativa. Il corso in corso di svolgimento nell'anno 2010/2011 vede la frequenza di dieci studenti e ha destato l'interesse di Enti ed Aziende presenti sul territorio che hanno stanziato fondi da investire nell'innovazione relativa all'utilizzazione di software e nuova tecnologia inerenti al 3D. Sono pervenute in risposta al bando n. 18 domande da tutta Italia. Il corso prevede 450 ore di didattica, 220 ore di tirocini, seminari per 80 ore e prevede il rilascio del titolo finale di CERTIFICATO RILASCIATO DALL'UNIVERSITA' PER CORSO 3D DI MODELLAZIONE, ANIMAZIONE E VISUAL EFFECTS. Camera di Commercio di Teramo, Istituto Zooprofilattico, Grafiche Martintype ed Ente Porto di Giulianova hanno infatti finanziato altrettante quote di partecipazione destinate alla formazione di un operatore da inserire nel loro organico. Risultati attesi Il risultato atteso è la formazione di una nuova figura professionale: Sviluppatore Grafico 3D. L impiego del 3D nelle aziende, in pubblicità, in TV, nei videogames e nella multimedialità richiede figure altamente specializzate. Lo Sviluppatore Grafico 3D è un innovatore e un propulsore di nuove tendenze, che deve saper utilizzare software e strumenti sempre più complessi per individuare ed elaborare soluzioni multimediali o progettuali nei vari ambiti. La figura professionale dovrà essere in grado di integrarsi all interno di strutture ed aziende, interagire con l esterno, avere autonomia individuale e nel contempo la capacità di operare all interno di un team. Una formazione altamente qualificata in tal senso risponde alla richiesta sempre più alta del mercato occupazionale di operatori depositari di tali requisiti. Destinatari Si intendono destinatari del progetto tutti coloro che abbiano conseguito il diploma di scuola media superiore, che risponderanno al bando pubblico di ammissione al Corso. L'attività di selezione verrà operata da una Commissione composta da 3 membri (n. 2 rappresentanti dell Università di Teramo e da un rappresentante della DMEN srl, partner di progetto) Criteri di valutazione: 23

4 1) conformità/verifica del possesso delle condizioni d accesso previste dalla misura e dei prerequisiti declinati nel bando; 2) motivazione/verifica del grado di corrispondenza/ coerenza tra attese/interesse del candidato e obiettivi dell intervento; 3) skills operative/verifica del possesso di skills individuali/titoli derivanti da precedenti esperienze lavorative/formative. Modalità operative: le modalità di selezione prevedono uno screening delle risultanti delle seguenti azioni: - Verifica dei prerequisiti/valutazione curriculum. - Colloqui individuali rileva/valuta la pertinenza degli obiettivi individuali con quelli progettuali e le aspirazioni. In tale contesto si terrà conto di: - CV - esperienza lavorativa - il processo decisionale che ha determinato la scelta del corso - affidabilità del candidato - livello di coerenza fra esperienza pregressa/attitudini/aspettative e settore prescelto; - qualità comunicazione verbale/abilità relazionali. Descrizione dell intervento Il percorso formativo prevede l erogazione di 60 CFU universitari, - 30 CFU da didattica (totale ore didattica frontale 450 ore - rapporto 15 ore per CFU) - 15 CFU da tirocinio (totale ore tirocinio con tutor dedicato 300 ore -rapporto 20 ore di tirocinio per CFU) - 9 CFU da studio individuale - 6 CFU da relazione e esame finale. Il percorso didattico, articolato in n. 3 aree disciplinari sarà realizzato ricorrendo alla metodologia formativa della lezione d aula teorico/pratica in quanto questa: - valorizza il momento di trasferimento di conoscenze e competenze - permette l utilizzo di tecniche didattiche attive che potenziano l apprendimento quali (esercitazioni, casi reali, role playng, brainstorming, focus group, problem solving, ecc ) - permette di ottenere un feedback immediato attraverso la valutazione. Contenuti didattici Il corso prepara operatori dell'area animazione 3D alla gestione dell'intera pipeline produttiva della grafica 3D avanzata: dall'idea, al concept, alla stesura della sceneggiatura e dello storyboard passando per la modellazione e la definizione dell'illuminazione (lighting), fino alla gestione delle ambientazioni (environment), del rendering e dell'animazione di effetti visivi e personaggi 3D (viso e corpo). Il completamento della formazione comprende nozioni di montaggio, sonorizzazione, editing e compositing. Obiettivi formativi Obiettivo del corso è la formazione di figure professionali di alta specializzazione capaci di utilizzare specifiche tecnologie digitali, con competenze utili ad affrontare e risolvere problematiche che ne consentano l inserimento operativo in numerose aziende del comparto produttivo e in molte di quelle che operano nei servizi, in particolare nel settore video cinematografico. Buone prassi e miglioramento continuo della qualità 24

5 Sono previsti periodici incontri collegiali dei docenti per l'applicazione di una effettiva interdisciplinarità. Il regolare aggiornamento di Hardware e Software è affidato ad un operatore responsabile della gestione delle attrezzature che assicura un livello qualitativo sempre al massimo dell'efficienza. Approccio integrato con le parti interessate L'attività didattica si articola in sessioni di lavoro in aula, compiti assegnati e controllati tramite newsgroup, conseguimento di obiettivi primari (alcuni macro progetti come definizione di una sigla, packaging, architettura di esterni ed interni, oggetti di design, automobile, drago e umani) scelti dai docenti, e di obiettivi secondari (personalizzazione del progetto per l'elaborazione di un demo reel personale). Sono previsti workshop tematici e sessioni di revisione in classe. Articolazione dell intervento Articolazione e piano-sviluppo del corso Le dorsali formative riguardano: Interpretazione del progetto tramite materie fondamentali di Comunicazione Visiva: regia, scultura, disegno e concept per approdare all'esecuzione tramite Photoshop, Body Paint 3D (texture 2D) e Maya. Transcodifica dei formati 3D. Definizione di texture 2D, resa avanzata in mental ray, VRay e Fryrender, territorioe fluidodinamica, vegetazione 3D, controllo estetico ed illuminotecnico, montaggio delle tavole e montaggio video delle animazioni, tecnica HDR e fotomontaggi 2D/3D, scultura digitale in Zbrush. Gestione manageriale, hardware e software di uno studio di produzione grafico, contratti e tariffe di mercato. Gli elaborati verranno realizzati sia in forma statica (tavole) che dinamica (animazioni 3D). L'offerta formativa si articola in tre moduli didattici per complessive 450 ore. Descrizione di ogni singolo modulo: N 1 Titolo: Propedeutica e tecnica della modellazione 3D Durata (ore): 300 CFU riconosciuti: 20 Sede: Istituto Gualandi Giulianova (Sede di Giulianova dell Università degli Studi di Teramo) Via Gramsci 62 Obiettivi: Il modulo si propone come un percorso altamente specializzato nell ambito di: Modellazione, animazione e rendering tridimensionale, attraverso il software professionale Autodesk Maya. Obiettivo finale è acquisire abilità ed esperienza nell ambito emergente della character animation. Acquisizione dei cocetti base sui poligoni nell'applicazione degli stessi alla scultura digitale di modellazione organica. Consolidamento di nozioni relative alla grafica 2D applicata all'animazione 3D Contenuti: Il programma comprende: Elementi base del software Maya, come modellazione, texturing, lighting e rendering; approfondisce l attività di character animation. 25

6 Utilizzo di software di render Fryrender, utilizzo di software Realflow e Zbrush, comunicazione visiva. Utilizzo di software di Grafica 2D Photoshop, Premiere, After Effects Caratteristica della docenza: Roberto Strippoli - Docente certificato Autodesk con diversi anni di insegnamento presso strutture qualificate, autore della ponderosa Guida di Maya, riferimento italiano nella manualistica specializzata Antonio De Lorenzo - Insegna e coordina corsi di grafica 3D da 18 anni presso strutture pubbliche e private. E' direttore responsabile da 17 anni la testata cartacea a tiratura nazionale"computer Grafica Tecniche & Applicazioni" Franceso De Lorenzo - docente certificato Autodesk con esperienza decennale nell'insegnamento presso strutture qualificate; collabora assiduamente con riviste specializzate di settore. Altri docenti Università di Teramo Facoltà di Scienze della Comunicazione N 2 Titolo: Disegno anatomico e concept design Durata (ore): 105 CFU riconosciuti: 7 Sede: Istituto Gualandi Giulianova (Sede di Giulianova dell Università degli Studi di Teramo) Via Gramsci 62 Obiettivi: acquisizione di nozioni sulla riproduzione del reale propedeutiche alla modellazione tridimensionale. Contenuti: Le lezioni sono finalizzate a fornire allo studente gli strumenti per: un approccio consapevole alle tecniche di rappresentazione realistica del corpo umano relativamente allo spazio e dei suoi atteggiamenti dinamici, progettare elementi animati e inanimati che popolano un film o un videogame, che siano ambienti, oggetti o personaggi. Si tratta della progettazione logica del loro aspetto, dei comportamenti e delle caratterizzazioni avanzate. Caratteristica della docenza: Adriano De Vincentiis, noto disegnatore e fumettista teramano, è autore di numerosi libri a fumetti e di illustrazione per il mercato francese: oggi le sue opere sono esposte nelle gallerie d arte del fumetto più importanti di Parigi. Leonardo Spoladore - Principalmente e originariamente illustratore, vignettista e pittore; nel tempo allarga i settori d'interesse e produttivi alla grafica, al fumetto, alla scenografia, muralistica e scultura. Attualmente si occupa di Concept Design, Character Design, Illustrazione, Sculpting nel settore del 2D, del 3D e dell'animazione. Altri docenti Università di Teramo Facoltà di Scienze della Comunicazione N 3 Titolo: Fotografia; Storyboarding, regia e montaggio. Durata (ore): 45 CFU riconosciuti: 3 Sede: Istituto Gualandi Giulianova (Sede di Giulianova dell Università degli Studi di Teramo) Via Gramsci 62 Obiettivi: Il modulo didattico ha i seguenti obiettivi: Corretta valorizzazione ed enfatizzazione delle caratteristiche morfologiche di personaggi e ambienti Scomporre un racconto filmico in immagini 26

7 Formazione al linguaggio cinematografico in ambito 3D con definizione di parte della preproduzione e progettazione, produzione e post produzione. Contenuti: Acquisizione di competenze e consapevolezza sulle problematiche di ripresa e di illuminazione dei soggetti e degli ambienti. Sulle inquadrature e atmosfere ambientali. Corretta lettura degli storyboard e interpretazione delle indicazioni relative i movimenti di macchina e riprese in genere. Nozioni di comunicazione visuale, costruzione di un frame (equilibri, forze, masse e pesi) e creazione di un plot da disegnare, montaggio lineare, montaggio delle attrazioni e montaggio circolare, regia e importanza della forma. Caratteristica della docenza: Maurizio Anselmi - laureato al DAMS di Bologna, fotografo pubblicitario, è autore di mostre e libri fotografici sul territorio abruzzese. Opera a Teramo in uno studio completamente attrezzato con impianti di alta tecnologia digitale e analogica dove organizza personalmente anche stage, mostre e workshop. Luca Di Sabatino - Ha conseguito il diploma di laurea in scenografia all'accademia delle Belle Arti; è attualmente impegnato in una serie di stimolanti collaborazioni che lo vedono realizzare, oltre a numerosi lavori di grafica, illustrazione e design, anche storyboard, regia e direzione creativa di spot e brevi animazioni in Italia e all estero. Altri docenti Università di Teramo Facoltà di Scienze della Comunicazione Totale ore didattica frontale 450 ore Tirocinio Stage Formativo Durata (ore): 300 CFU riconosciuti: 15 Sede: DMEN SRL presso Istituto Gualandi Giulianova Via Gramsci 62 Obiettivi: consolidamento e/o recupero degli obiettivi formativi enunciati nei moduli 1, 2 e 3 con assistenza di tutor altamente qualificato. Contenuti: Verifica e approfondimento delle nozioni acquisite, soluzione in tempo reale delle problematiche da affrontare in sede di realizzazione di una commessa, ottimizzazione delle tempistiche relative alle lavorazioni. Caratteristica del soggetto ospitante: DMEN SRL DMEN srl è una agenzia di comunicazione creativa che impiega figure professionali e risorse tecnologiche di alto profilo dando priorità all'innovazione e alla qualità. Illustrazione e design, modellazione 3D e animazione, post produzione video e programmazione sono i settori in cui DMEN sviluppa e propone idee e progetti all'insegna di una consolidata sinergia all'interno della sua equipe. Durante lo svolgimento del corso sono previste 300 ore di tirocinio, ovvero di stage formativo presso la DMEN srl, la cui sede operativa è situata proprio nell Istituto Gualandi di Giulianova, già sede del corso. sede del corso, Il tutor aziendale propone, segue e controlla elaborati ed esercitazioni al fine di verificare in tempo reale l'apprendimento di quanto esposto dai docenti durante le ore di didattica frontale. Il tutor aziendale avrà il compito di: collaborare nella predisposizione del progetto di tirocinio, accogliere l allievo nell organizzazione ed illustrargli la realtà aziendale in relazione a struttura, tipologie e modalità produttive, mercato di riferimento, quadro normativo specifico, ecc ; predisporre le condizioni per lo svolgimento proficuo del periodo di apprendimento attraverso l accesso alle necessarie fonti informative; pianificare le attività sulla base di quanto previsto dal progetto di tirocinio ed in modo da consentire il 27

8 pieno sviluppo della professionalità e da garantire all allievo un volume costante di impegni in modo da non lasciare vuoti nella operatività quotidiana; fornire il supporto tecnico necessario per lo svolgimento dei compiti assegnati e per il complessivo sviluppo della professionalità; interfacciarsi con il tutor formativo e con lil Resposanbile scientifico del progetto prof. Michelel Pisante, al fine di segnalare eventuali problemi relativi alla permanenza in azienda dell allievo; valutare l attività svolta dall allievo e l esperienza nel suo complesso. Verifiche intermedie e finali Le verifiche vengono effettuate a cadenza settimanale tramite la creazione e l'utilizzo di un newsgroup in cui gli studenti possono costantemente confrontarsi con il docente che controlla regolarmente i compiti assegnati. In itinere da parte del corpo docente della stessa, sarà rilevato il grado di apprendimento intermedio dei discenti, mediante prove appositamente strutturate, al fine di pianificare eventuali lezioni di rinforzo per colmare buchi evidenziatisi nell apprendimento progressivo del gruppo dei discenti. La verifica finale consiste in una sessione d'esame tenuta dai docenti del corso secondo le modalità che sarrano definite secondo la no CFU studio individuale: 9 CFU relazione ed esame finale: 6 Certificazione finale e riconoscimento dei CFU La frequenza del Corso di Modellazione e Animazione 3D e Visual Effects con superamento della prova finale darà diritto all'acquisizione da parte dello studente di 60 CFU. La Facoltà Scienze della Comunicazione dell'università di Teramo riconoscerà n. 36 CFU a favore dei corsisti che hanno conseguito il titolo finale e che, successivamente, si iscriverannoe ad un CdL della facoltà. Il modello di certificazione delle competenze strutturato per questo progetto fa riferimento alle competenze (sia teoriche che pratiche) che verranno acquisite durante la frequenza al percorso. Il processo di rilevazione e certificazione delle competenze verrà strutturato in itinere. Verranno accertate le conoscenze (erogate con i moduli) e le competenze (messe in campo durante la fase di tirocinio) che gli utenti vanno acquisendo. I saperi (le conoscenze) saranno accertati mediante verifiche di fine modulo, predisposte dai docenti; i saper fare (le capacità), le abilità, le competenze strumentali, organizzative e relazionali saranno accertati, con idonei strumenti (prova pratica per le prime e test scritto per quelle organizzative/relazionali), durante la fase di tirocinio da personale esperto (équipe qualificata per la rilevazione delle competenze), unitamente al tutor aziendale di stage; - finale: si procederà ad una sintesi delle competenze rilevate, acquisite complessivamente dall utente con il percorso formativo nelle varie fasi. Il documento di certificazione rilasciato ad ogni utente risponderà all obiettivo della messa in evidenza delle competenze acquisite, validate dal responsabile scientifico del progetto, nella relazione formativa. 28

9 Modalità di sensibilizzazione dell utenza e di pubblicizzazione dell intervento La fase di informazione e pubblicizzazione di un intervento formativo riveste, a monte, un ruolo chiave per il buon esito dell iniziativa, dal momento che, se ben mirata e gestita, consente di raggiungere un alto numero di candidati all interno del quale selezionare i più idonei e motivati alla frequenza in relazione agli obiettivi formativi. Alla luce di ciò si prevede di realizzare: - la pubblicazione del bando su uno dei principali quotidiani a diffusione regionale e sui siti Web istituzionali del proponente e dei partner progettuali; - spot televisivi sull'emittente regionale Rete8; - la distribuzione di locandine nei principali luoghi di aggregazione frequentati dai target di riferimento, compresi le Università, i Centri per l'impiego della Regione e gli sportelli Informagiovani; - un azione di direct mail indirizzata alle categorie di beneficiari preindividuati in possesso dei requisiti richiesti. Tutte le attività e i prodotti previsti saranno realizzati nel pieno rispetto di quanto disposto dal vigente Regolamento Comunitario in tema di informazione e pubblicità degli interventi dei Fondi Strutturali (Reg. CE n. 1828/2006 e s.m.i.) e dalla normativa nazionale e regionale di riferimento. Per cui, tenendo anche da conto il Regolamento per l istituzione e la gestione dei Master universitari dell UNITE., i contenuti del messaggio ed il linguaggio utilizzato non potranno prescindere dall evidenziare con chiarezza: - gli enti finanziatori, l ente gestore e i partner progettuali - gli obiettivi formativi, le finalità e gli sbocchi professionali; - la sede di svolgimento, il monte ore totale, l articolazione delle attività formative e di tirocinio, la suddivisione dei relativi crediti, nonché le modalità di svolgimento delle verifiche periodiche e della prova finale - il numero di allievi ammesso, le categorie e i titoli dei destinatari, le modalità di selezione - il periodo previsto per lo svolgimento del master e il trattamento economico riservato ai partecipanti - il termine di chiusura del bando e gli uffici preposti alle informazioni e raccolta delle iscrizioni. Risorse organizzative e professionali impiegate- Responsabilità, compiti, ruoli L organizzazione dell intervento sarà caratterizzato dalla presenza di un complesso di funzioni con competenze specifiche e preordinate ad assicurare il raggiungimento sia degli obiettivi didattici che gestionali. Le principali sono 1.COORDINATORE DEL PROGETTO: Il ruolo di Coordinatore dell intervento sarà ricoperto dal prof. Michele Pisante, Prorettore UNITE, con consolidata esperienza nel coordinamento e direzione di progetti cofinanziati e che nello specifico svolgerà principalmente le seguenti funzioni e compiti: coordinare le attività occorrenti per l esecuzione delle prestazioni contrattuali e il personale utilizzato nella realizzazione del progetto; curare i rapporti con l Ente appaltante e con le organizzazioni partner; supervisionare lo svolgimento delle attività tecnico-amministrative, in maniera tale da dettare i singoli passaggi necessari alla realizzazione di ciascuna fase dell intervento. 2.COORDINATORE DEI MODULI: Isidoro Vagnozzi della Dmen srl. Compiti: garantire la continuità didattica del corso, procederà, unitamente ai docenti ed al tutor del corso, alla programmazione didattica dei moduli formativi e del tirocinio; dovrà gestire lo staff formatori dei singoli moduli; supervisionare la predisposizione del materiale, delle 29

10 attrezzature e degli strumenti didattici; visionare e firmare i registri di presenza in aula e di tirocinio, al fine di attestarne la corretta tenuta. 3.RAP (RESPONSABILE AMMINISTRATIVO DI PROGETTO) E GESTIONE ECONOMICA E AMMINISTRATIVA DELL INTERVENTO: Dott.ssa Sabrina Saccomandi Responsabile Settore Ricerca, Sviluppo, Innovazione e Internazionalizzazione UNITE, Direttore Sede Operativa Accredita UNITE presso la Regione Abruzzo e componente sottottc Regione Abruzzo Direzione PALFIPS Attuazione, gestione, monitoraggio, rendicontazione e certificazione dell Intervento. Nello svolgimento delle suddette attività il RAP si avvale della collaborazione di altri componenti della Sede Operativa accreditata nonché dei Settori del proprio settore e degli altri Settori coinvolti nell attuazione del progetto. Gestione amministrativa, rendicontazione e certificazione: Sede Operativa Accreditata e Settore Ricerca, Sviluppo, Innovazione e Internazionalizzazione Dott.ssa Miriam Tullii, Responsabile Gestione Economico Amministrativa della Sede Operativa Accreditata UNITE presso la Regione Abruzzo. Dott. Fabio Monteverde, Responsabile Analisi dei Fabbisogni della Sede Operativa Accreditata UNITE presso la Regione Abruzzo. Dott.ssa Rina Cioschi, Responsabile Erogazione Servizi della Sede Operativa Accreditata UNITE presso la Regione Abruzzo. Servizio Gestione attività di ricerca, rendicontazione e audit progetti Dott.ssa Alessandra Torelli - Responsabile Dott. Ugo Profita Servizio Progetti di Ateneo e Sviluppo Dott.ssa Antonella Rosa - Responsabile Pagamenti e riscossioni Settore Risorse economiche e finanziarie Dott. Paolo Melasecchi - Responsabile Servizio Ragioneria e contabilità Dott.ssa Marielena Fabiocchi Responsabile Dott. Marco Di Loreto Servizio Trattamenti economici Dott. Alessandro Santori Dott.ssa Ketti Giancola Dott.ssa Giuseppina Scimeca Servizio Bilancio Dott. Massimo Pirocchi Responsabile: Loredana Massotti 30

11 Procedure economati di acquisto, buoni d ordine, logistica Settore economato, patrimonio e procedimenti contrattuali Servizio Appalti, contratti e attività patrimoniale Dott.ssa Giorgia Bergamante Dott. Cristian Colasacco Wilma Ventura Servizio Economato Massimiliano Spaconi Guido Di Serafino Danilo Del Poeta Sito Web di ateneo Settore Sistemi informatici e multimediali Dott.ssa Daniela Musa - Responsabile Settore Affari Istituzionali Servizio Comunicazione di Ateneo Dott.ssa Monia Alessandrini 4.DOCENTI: Il corpo docente, nominativamente indicato nella descrizione dell Intervento, caratterizzato, principalmente, dal livello di expertise che configura il docente senior, è composto da professionalità proveniente dalle seguenti categorie: docenti universitari, liberi professionisti e lavoratori autonomi con esperienza nel proprio campo di attività e/o nella docenza nella formazione professionale; imprenditori o dirigenti di azienda. Essi avranno il compito di erogare i contenuti formativi secondo quanto previsto dal progetto approvato e saranno gestiti dal punto organizzativo/didattico dal Coordinatore dei Moduli. 5.TUTOR FORMATIVO: Il ruolo di tutor didattico sarà esternalizzato a favore della DMEN srl, che assicurerà un adeguata professionalità per l attività in parola, con consolidata esperienza pregressa nella funzione di tutor. L attività, diretta a supportare la gestione didattica e organizzativa, consisterà principalmente nel: assistere il Coordinatore dei Moduli a organizzare e pianificare l iter formativo; assistere i docenti nella gestione dell'aula; curare i rapporti tra docenti, amministrazione, organizzazione, aziende ed allievi al fine di ottimizzare il processo formativo e di tirocinio; curare la distribuzione del materiale didattico; curare la corretta tenuta dei registri di presenza allievi; procedere al riepilogo mensile delle presenze. 6. TUTOR AZIENDALE: Duilio Mucciconi, amministratore delegato della Dmen srl. Il ruolo del tutor aziendale, durante la fase di TIROCINIO che sarà svolto esclusivamente presso la Dmen srl, sarà ricoperto dall amministratore delegato del soggetto ospitante Strumentazione che si prevede di utilizzare I Corsi necessitano di un aula attrezzata con tanti computer quanti gli iscritti più uno per i docenti, un server, cablaggi adeguati, videoproiettore e tutti i software oggetto della 31

12 didattica (n. 8 licenze diverse, di tipo educational, perciò più economiche delle rispettive versioni di produzione). Per lo svolgimento degli stage con tutor, parte distintiva e indispensabile dei corsi, sono da considerare almeno 8 postazioni sulle quali ruotare gli iscritti configurate con potenza e software adeguati alle necessità degli insegnamenti. Monitoraggio e valutazione Il sistema di monitoraggio (per effettuare una valutazione di processo atta a garantire una reale correzione in corso delle attività didattiche) e valutazione (per effettuare una valutazione dell esito/impatto idonee a verificare gli esiti per i destinatari), coerentemente al Sistema Qualità adottato, verte sul processo di produzione del progetto/intervento formativo. Attraverso il monitoraggio si effettua la verifica in itinere delle azioni previste dal progetto; con la valutazione si verificheranno i risultati del progetto nella sua globalità. Il sistema di monitoraggio verte sul processo di erogazione del servizio formativo (le fasi, le azioni, i tempi, le risorse) al fine di garantire il raggiungimento degli obiettivi prefissati ed apportare modifiche, integrazioni, miglioramenti per la massima qualità, efficacia, efficienza. L articolazione generale del sistema è la seguente: Oggetto del Monitoraggio: azioni, attività sulle quali si centra l osservazione e la raccolta dei dati; Criteri: adeguatezza, pertinenza, conformità, efficacia, efficienza. Indicatori: esplicativi dei criteri che esprimono i risultati delle azioni e ne riassumono l andamento; Fonti dei Dati e Strumenti: documenti di controllo gestionale ed amministrativo del progetto; Attori: soggetti coinvolti nella raccolta dati; Output: prodotti di ogni componente del sistema di monitoraggio. La rilevazione del grado di soddisfazione degli allievi sarà effettuata in 3 momenti distinti: a circa 1/3 del percorso, a 2/3 e al termine, attraverso la somministrazione di un questionario, appositamente strutturato e compilato dagli utenti in forma anonima. In particolare, vengono rilevati: - grado di interesse suscitato da ciascun modulo didattico, - autopercezione del raggiungimento degli obiettivi didattici, - giudizio sulle metodologie, strumenti, materiali e sull organizzazione didattica del corso, sull adeguatezza organizzativa, sulla logistica e sull utilità delle informazioni/comunicazioni fornite, sulla qualità delle docenze erogate, sul clima di gruppo instaurato in aula/laboratorio, - gradimento complessivo del percorso formativo. La valutazione del percorso comprende l insieme delle analisi che consentono di ottenere informazioni sui risultati realizzati, in rapporto agli obiettivi prestabiliti. Verrà effettuata la valutazione in itinere ed ex-post. CRONOGRAMMA DI MASSIMA: 32

13 ATTIVITA' Bando di selezione Ricevimento domande Nomina commissione di valutazione Selezione dei partecipanti Avvio della attività didattica e di tirocinio Monitoraggio trimestrale Attività didattica e di tirocinio Monitoraggio trimestrale Esame finale ATTIVITA' MESI MESI

14 MACROCATEGORIA A RICAVI PIANO ECONOMICO categoria Tipologia di ricavo Euro quantità A1 A2 Contributo pubblico Cofinanziamento privato tot contr. Pubblico ,00 TOTALE VOCE A - RICAVI ,00 tot contr. Privato MACROCATEGORIA B - COSTI DELL'OPERAZIONE O DEL PROGETTO categoria Tipologia costo di Voce di spesa dettaglio spesa ammissibile Euro quantità tot contr. Pubblico B1 Preparazione 5.520,00 Indagine preliminare di mercato Ideazione e progettazione 80,00 preparazione dell'intervento formativo 20h 1.600,00 50,00 elaborazione testi didattici e dispense 2h ,00 Pubblicizzazione e promozione del progetto Selezione e orientamento partecipanti Polizza fideiussoria Spese di preparazione materiale per la formazione a distanza pubblicizzazione di corsi e bandi di concorso colloqui e selezione iniziale ( 50/h* 6h/uomo) costi di fideiussione ( 0,002*60,000* 1 anno come da condiz del Broker) previsionale 50,00 6h 2.500,00 300,00 120,00 tot contr. Privato 34

15 costituzione ATI/ATS Altro B2 Realizzazione ,00 Docenza Coordinamento Retribuzione personale docente interno Retribuzioni e/o corrispettivi docenti esterni spese di viaggio, trasferte, rimborsi Collaborazioni esperti senior e professionisti esterni 57,00 20h 57,00 430h 1.140, ,00 Orientamento Tutoraggio Retribuzione coordinatore interno Collaborazioni professionali coordinatore esterno(n. 2 esterni) DMEN srl orientamento partecipanti 60,00 190h ,00 Materiale didattico Erogazione del servizio Attività di sostegno all'utenza svantaggiata: docenza di supporto, ecc. Attività di sostegno Retribuzione tutor interni Retribuzioni e/o corrispettivi tutor esterni DMEN srl (360h/uomo = 80% di n. 450 ore di didattica) Materiale di consumo collettivo per esercitazioni previsionale Materiale didattico individuale Formazione a distanza Indennità oraria allievi disoccupati 21,00 360h previsionale 7.560, ,00 35

16 B3 Diffusione risultati B4 Direzione e controllo interno all'utenza Azioni di sostegno agli utenti del servizio (mobilità geografica, esiti assunzione, creazione d'impresa, ecc.) Esami retribuzione ed oneri allievi occupati rimborso spese (viaggi vitto e alloggi) Assicurazioni per allievi esami finali e/o colloqui finali Altre funzioni tecniche spese di viaggio, trasferte, rimborsi Spese specifiche per immobile fitto passivo per utilizzo locali specifici Utilizzo attrezzature specifiche per l attività Affitto, leasing attrezzature didattiche Utilizzo materiali di consumo per l'attività programmata Altro Ammortamento attrezzature didattiche Manutenzione ordinaria attrezzature didattiche Altro Incontri e seminari previsionale Elaborazione reports e studi Pubblicazioni finali Altro 50,00 5h 250,00 36

17 Direzione e valutazione finale dell'operazione o del progetto Coordinamento e segreteria tecnica organizzativa Monitoraggio fisico-finanziario, rendicontazione Revisore esterno previsionale come da massimale POR Altro spese varie di gestione (massimale 7% su totale come da Protocollo) 80,00 20h 80,00 50h 1.600, , ,00 TOTALE VOCE B COSTI DELL'OPERAZIONE ,00 MACROCATEGORIA C - COSTI INDIRETTI categoria Tipologia di costo C Costi indiretti Contabilità generale (civilistico, fiscale) Servizi ausiliari Voce di spesa spese tenuta contabilità spese di consulenza fiscale e civile fitti passivi locali ammortamento immobili Manutenzione ordinaria e pulizia locali Assicurazioni Energia, gas e acqua Riscaldamento e condizionamento Spese telefoniche Spese postali Cancelleria e stampati Ammortamento attrezzatura per attività non didattica Spese varie di gestione (massimale 10% come da Protocollo) previsionale 1.020,00 37

18 Pubblicità istituzionale Forniture per ufficio Collegamenti telematici e spese telefoniche formaz. a distanza Spese cariche sociali Retribuzione personale non docente interno Oneri personale non docente interno Retribuzioni/corrispettivi personale non docente esterno Oneri personale non docente esterno Spese di viaggio, trasferte, rimborsi personale amministrativo Altro TOTALE VOCE C COSTI INDIRETTI 1.020,00 TOTALE GENERALE COSTO DELL'OPERAZIONE (B+C) ,00 Data Firma del Legale Rappresentante 38

19 39

corso master HYPERGRAPHICS [HYG]

corso master HYPERGRAPHICS [HYG] corso master HYPERGRAPHICS [HYG] Universi complessi in continua espansione, dove fondere le conoscenze accademiche classiche con i più avanzati strumenti computer aided di scultura, painting, illuminazione,

Dettagli

Allegato A1. ORGANISMO INTERMEDIO R.T.I. Società consortile Ass.For.SEO a.r.l- KPMG Advisory S.p.A. e Metron S.r.l

Allegato A1. ORGANISMO INTERMEDIO R.T.I. Società consortile Ass.For.SEO a.r.l- KPMG Advisory S.p.A. e Metron S.r.l REGIONE ABRUZZO Direzione Politiche Attive del Lavoro, Formazione ed Istruzione, Politiche Sociali ORGANISMO INTERMEDIO R.T.I. Società consortile Ass.For.SEO a.r.l- KPMG Advisory S.p.A. e Metron S.r.l

Dettagli

Avviso Pubblico Più competenze per gli operatori sociali POR Campania FSE 2007-2013 (Asse III) FORMULARIO DI PRESENTAZIONE DEL PROGETTO

Avviso Pubblico Più competenze per gli operatori sociali POR Campania FSE 2007-2013 (Asse III) FORMULARIO DI PRESENTAZIONE DEL PROGETTO Allegato 2 Avviso Pubblico Più competenze per gli operatori sociali POR Campania FSE 2007-2013 (Asse III) FORMULARIO DI PRESENTAZIONE DEL PROGETTO SEZIONE 1 DATI IDENTIFICATIVI DELL INTERVENTO FORMATIVO

Dettagli

SCEGLI CON IL CUORE. HYPERGRAPHICS corso master

SCEGLI CON IL CUORE. HYPERGRAPHICS corso master SCEGLI CON IL CUORE HYPERGRAPHICS pag. 2 HYPERGRAPHICS Master patrocinato dall Ordine degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori di Roma e provincia, con rilascio di crediti formativi professionali

Dettagli

SCEGLI CON IL CUORE. VISUAL EFFECTS, 3D ART & COMPOSITING corso di qualificazione professionale

SCEGLI CON IL CUORE. VISUAL EFFECTS, 3D ART & COMPOSITING corso di qualificazione professionale SCEGLI CON IL CUORE VISUAL EFFECTS, 3D ART & COMPOSITING pag. 2 VISUAL EFFECTS, 3D ART & COMPOSITING Il corso, annuale, fornisce conoscenze e strumenti tecnici utilizzati nelle maggiori produzioni italiane

Dettagli

Delibera del Collegio dei Docenti. Piano annuale di Formazione e Aggiornamento del personale insegnante

Delibera del Collegio dei Docenti. Piano annuale di Formazione e Aggiornamento del personale insegnante Delibera del Collegio dei Docenti Piano annuale di Formazione e Aggiornamento del personale insegnante Anno scolastico 2013/2014 IL COLLEGIO DEI DOCENTI VISTI CONSIDERATO ESAMINATE PRESO ATTO TENUTO CONTO

Dettagli

MANIFESTAZIONE DI INTERESSE

MANIFESTAZIONE DI INTERESSE (ALLEGATO A) MANIFESTAZIONE DI INTERESSE A PARTECIPARE ALLA PROCEDURA DI SELEZIONE PER LA REALIZZAZIONE DI PERCORSI DI ALTA FORMAZIONE RIVOLTO AGLI STUDENTI ISCRITTI AI CORSI DI LAUREA DI INGEGNERIA MECCANICA,

Dettagli

Scheda Attività Corsuale

Scheda Attività Corsuale Scheda Attività Corsuale * Ai sensi della legge 675/96 si comunica che i dati contenuti nel presente formulario verranno utilizzati unicamente per la gestione dei progetti e per le interazioni tra Regione

Dettagli

SCEGLI CON IL CUORE. ARCHITETTURA VIRTUALE corso master

SCEGLI CON IL CUORE. ARCHITETTURA VIRTUALE corso master SCEGLI CON IL CUORE ARCHITETTURA VIRTUALE pag. ARCHITETTURA VIRTUALE Master patrocinato dall Ordine degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori di Roma e provincia, con rilascio di crediti

Dettagli

MASTER I LIVELLO IN MANAGEMENT SANITARIO PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTOPER LE PROFESSIONI SANITARIE A.A. 2012/2013

MASTER I LIVELLO IN MANAGEMENT SANITARIO PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTOPER LE PROFESSIONI SANITARIE A.A. 2012/2013 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA MASTER I LIVELLO IN MANAGEMENT SANITARIO PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTOPER LE PROFESSIONI SANITARIE A.A. 2012/2013 1 MASTER I LIVELLO MANAGEMENT SANITARIO PER LE FUNZIONI

Dettagli

Politica per la Qualità della Formazione

Politica per la Qualità della Formazione Politica per la Qualità della Formazione Valutazione e accreditamento lasciano un segno se intercettano la didattica nel suo farsi, se inducono il docente a rendere il suo rapporto con i discenti aperto,

Dettagli

Anno Accademico 2005/2006. 3 Corso di perfezionamento. Gestione di organizzazioni non profit e Progettazione sociale.

Anno Accademico 2005/2006. 3 Corso di perfezionamento. Gestione di organizzazioni non profit e Progettazione sociale. Università degli Studi di Bergamo Centro Servizi del Volontariato Anno Accademico 2005/2006 3 Corso di perfezionamento Gestione di organizzazioni non profit e Progettazione sociale Presentazione Giunto

Dettagli

REGOLAMENTO SULLE LINEE DI INDIRIZZO PER LA FORMAZIONE E L AGGIORNAMENTO DEL PERSONALE TECNICO AMMINISTRATIVO

REGOLAMENTO SULLE LINEE DI INDIRIZZO PER LA FORMAZIONE E L AGGIORNAMENTO DEL PERSONALE TECNICO AMMINISTRATIVO REGOLAMENTO SULLE LINEE DI INDIRIZZO PER LA FORMAZIONE E L AGGIORNAMENTO DEL PERSONALE TECNICO AMMINISTRATIVO Premessa In base all art. 45 del CCNL del 9/08/2000 la formazione professionale costituisce

Dettagli

Schema della Stampa del formulario di presentazione dei piani formativi aziendali concordati a valere sul Conto Formativo saldo 2009

Schema della Stampa del formulario di presentazione dei piani formativi aziendali concordati a valere sul Conto Formativo saldo 2009 LINEE GUIDA DEL 18 GENNAIO 2011 Schema della Stampa del formulario di presentazione dei piani formativi aziendali concordati a valere sul Conto Formativo saldo 2009 DENOMINAZIONE DEL PIANO: EVENTUALE ACRONIMO:

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA MASTER I LIVELLOIN MANAGEMENT SANITARIO PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTOPER LE PROFESSIONI SANITARIE A.A.

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA MASTER I LIVELLOIN MANAGEMENT SANITARIO PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTOPER LE PROFESSIONI SANITARIE A.A. UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA MASTER I LIVELLOIN MANAGEMENT SANITARIO PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTOPER LE PROFESSIONI SANITARIE A.A. 2009/2010 1 MASTER I LIVELLO MANAGEMENT SANITARIO PER LE FUNZIONI

Dettagli

Descrizione della misura Titolo della misura Misura 1 - Trasferimento di conoscenze e azioni di informazione

Descrizione della misura Titolo della misura Misura 1 - Trasferimento di conoscenze e azioni di informazione Descrizione della misura Titolo della misura Misura 1 - Trasferimento di conoscenze e azioni di informazione Base giuridica Regolamento (UE) n. 1305/2013, Articolo 14 Regolamento (UE) n. 1303/2013 Descrizione

Dettagli

Sezione 1 - Informazioni generali

Sezione 1 - Informazioni generali FORMULARIO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE (IFTS) Sezione 1 - Informazioni generali ANNO 2002 1.1 Titolo del corso: 1.2 Figura professionale oggetto del corso:

Dettagli

Corso di Laurea in Informatica. Manifesto degli Studi A.A. 2015-2016 (Regolamento didattico 2014)

Corso di Laurea in Informatica. Manifesto degli Studi A.A. 2015-2016 (Regolamento didattico 2014) Università degli Studi di Perugia Dipartimento di Matematica e Informatica Corso di Laurea in Informatica CLASSE L-31 (Lauree in Scienze e Tecnologie Informatiche) Manifesto degli Studi A.A. 2015-2016

Dettagli

REGOLAMENTO DEI CORSI PER MASTER UNIVERSITARIO

REGOLAMENTO DEI CORSI PER MASTER UNIVERSITARIO REGOLAMENTO DEI CORSI PER MASTER UNIVERSITARIO Art. 1 Corsi per master universitario 1. L Università promuove, secondo la normativa vigente corsi di alta formazione per il conseguimento di diplomi di master

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DEI CORSI DI MASTER UNIVERSITARI

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DEI CORSI DI MASTER UNIVERSITARI REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DEI CORSI DI MASTER UNIVERSITARI (emanato con Decreto Rettorale N. 645 del 12/03/2003) ART. 1 - Ambito di applicazione... 2 ART. 2 - Titoli per l accesso...

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO IN GRAPHIC DESIGN E COMUNICAZIONE VISIVA

REGOLAMENTO DIDATTICO CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO IN GRAPHIC DESIGN E COMUNICAZIONE VISIVA REGOLAMENTO DIDATTICO CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO IN GRAPHIC DESIGN E COMUNICAZIONE VISIVA ACCADEMIA DELLA MODA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO IN

Dettagli

Corso di Laurea in Informatica. Manifesto degli Studi A.A. 2012-2013 (Regolamento didattico 2011)

Corso di Laurea in Informatica. Manifesto degli Studi A.A. 2012-2013 (Regolamento didattico 2011) Università degli Studi di Perugia Facoltà di Scienze Matematiche Fisiche e Naturali Corso di Laurea in Informatica CLASSE L-31 (Lauree in Scienze e Tecnologie Informatiche) Manifesto degli Studi A.A. 2012-2013

Dettagli

MANAGEMENT PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTO NELL AREA DELLE PROFESSIONI SANITARIE

MANAGEMENT PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTO NELL AREA DELLE PROFESSIONI SANITARIE Master di I livello Anno Accademico 2009/2010 (1500 ore 60 CFU) MANAGEMENT PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTO NELL AREA DELLE PROFESSIONI SANITARIE Master 84 1 Titolo MANAGEMENT PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTO

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO

REGOLAMENTO DIDATTICO REGOLAMENTO DIDATTICO CORSO DI STUDIO: Culture e tecniche del costume e della moda FACOLTÀ: Lettere e Filosofia CLASSE: 23 Art. 1 Coerenza tra crediti delle attività formative e obiettivi formativi programmati

Dettagli

GRAFICA E COMUNICAZIONE VISIVA [GCV]

GRAFICA E COMUNICAZIONE VISIVA [GCV] corso triennale GRAFICA E COMUNICAZIONE VISIVA [GCV] Progetto: Flavia Pellegrini Comunicazione e informazione sono oggi presenze generalizzate e pervasive che caratterizzano ogni aspetto della quotidianità.

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE, L AGGIORNAMENTO ED I CREDITI FORMATIVI DEL PERSONALE TECNICO-AMMINISTRATIVO

REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE, L AGGIORNAMENTO ED I CREDITI FORMATIVI DEL PERSONALE TECNICO-AMMINISTRATIVO REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE, L AGGIORNAMENTO ED I CREDITI FORMATIVI DEL PERSONALE TECNICO-AMMINISTRATIVO Premessa L Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia considera la formazione e l aggiornamento

Dettagli

CORSO DI OPERATORE/TRICE ADDETTO/A ALLE VENDITE

CORSO DI OPERATORE/TRICE ADDETTO/A ALLE VENDITE U Consorzio per la Formazione Professionale e per l Educazione Permanente CORSO DI OPERATORE/TRICE ADDETTO/A ALLE VENDITE Il Consorzio per la Formazione Professionale e per l Educazione Permanente è un

Dettagli

salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, finalizzate anche al conseguimento di una preparazione multidisciplinare in grado di consentire a i

salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, finalizzate anche al conseguimento di una preparazione multidisciplinare in grado di consentire a i CONVENZIONE PER L EROGAZIONE DI 15 BORSE DI STUDIO PER GLI STUDENTI DEL MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN SCIENZA E TECNICHE DELLA PREVENZIONE E DELLA SICUREZZA A.A. 2015-16 TRA L Università Ca Foscari

Dettagli

Management dello sviluppo delle gestioni associate comunali

Management dello sviluppo delle gestioni associate comunali Corso di Alta Formazione Management dello sviluppo delle gestioni associate comunali Corso di Alta Formazione Formazione Permanente Milano, 24 ottobre - 29 novembre 2012 In collaborazione con: Finalità

Dettagli

Linee guida Secondo ciclo di istruzione

Linee guida Secondo ciclo di istruzione Istituti Tecnici - Settore tecnologico Indirizzo Grafica e comunicazione Quadro orario generale 1 biennio 2 biennio 5 anno 1^ 2^ 3^ 4^ 5^ Teoria della comunicazione 60 89 Progettazione multimediale 119

Dettagli

D.R. N. 1002/14 IL RETTORE

D.R. N. 1002/14 IL RETTORE D.R. N. 1002/14 IL RETTORE Vista la Legge 9 maggio 1989, n. 168, istitutiva del Ministero dell'università e della Ricerca Scientifica e Tecnologica; Vista la Legge n. 240 del 30 dicembre 2010; Visto lo

Dettagli

MANAGER DELLA SICUREZZA INTEGRATA

MANAGER DELLA SICUREZZA INTEGRATA Dettaglio corso ID: Titolo corso: Tipologia corso: Costo totale del corso a persona (EURO): Organismo di formazione: Caratteristiche del percorso formativo MANAGER DELLA SICUREZZA INTEGRATA Corsi di specializzazione

Dettagli

C2.1) Carta di Qualità dell offerta formativa

C2.1) Carta di Qualità dell offerta formativa C2.1) Carta di Qualità dell offerta formativa Politica della Qualità L IIS A. Petrocchi adotta un sistema interno di gestione della qualità per garantire l efficacia e il continuo miglioramento dei servizi.

Dettagli

Scuola di Lettere e Beni culturali

Scuola di Lettere e Beni culturali Scuola di Lettere e Beni culturali Titolo: DAMS - DISCIPLINE DELLE ARTI, DELLA MUSICA E DELLO SPETTACOLO Testo: LAUREA IN DAMS Discipline delle arti, della musica e dello spettacolo CLASSE L- 3 REGOLAMENTO

Dettagli

Art. 1 Definizioni Art. 2 Istituzione Art. 3 Obiettivi formativi specifici Art. 4 Risultati di apprendimento attesi

Art. 1 Definizioni Art. 2 Istituzione Art. 3 Obiettivi formativi specifici Art. 4 Risultati di apprendimento attesi UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SIENA DIPARTIMENTO DI SCIENZE POLITICHE E INTERNAZIONALI REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN SCIENZE INTERNAZIONALI INTERNATIONAL STUDIES (Classe LM 52 Relazioni

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DI CORSO DI STUDIO PARTE NORMATIVA -

REGOLAMENTO DIDATTICO DI CORSO DI STUDIO PARTE NORMATIVA - Scuola di Lettere e Beni culturali LAUREA MAGISTRALE IN CINEMA, TELEVISIONE E PRODUZIONE MULTIMEDIALE CLASSE LM-65 REGOLAMENTO DIDATTICO DI CORSO DI STUDIO PARTE NORMATIVA - Art. 1 Requisiti per l'accesso

Dettagli

IL DIRIGENTE SCOLASTICO NELLA SCUOLA DELL AUTONOMIA

IL DIRIGENTE SCOLASTICO NELLA SCUOLA DELL AUTONOMIA Master Universitario annuale di II livello in IL DIRIGENTE SCOLASTICO NELLA SCUOLA DELL AUTONOMIA (1.500 ore 60 Crediti Formativi Universitari) Anno Accademico 2014/2015 Art. 1 FINALITA E OBIETTIVI DEL

Dettagli

REGOLAMENTO DEL MASTER DI PRIMO LIVELLO IN DIRITTO DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA SOCIALE 1

REGOLAMENTO DEL MASTER DI PRIMO LIVELLO IN DIRITTO DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA SOCIALE 1 REGOLAMENTO DEL MASTER DI PRIMO LIVELLO IN DIRITTO DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA SOCIALE 1 Art. 1. FINALITA Presso la Facoltà di Giurisprudenza dell Università di Trieste è istituito il Master Universitario

Dettagli

CORSO DI MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO in TECNOLOGIE FARMACEUTICHE E ATTIVITA REGOLATORIE

CORSO DI MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO in TECNOLOGIE FARMACEUTICHE E ATTIVITA REGOLATORIE CORSO DI MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO in TECNOLOGIE FARMACEUTICHE E ATTIVITA REGOLATORIE UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA IN COLLABORAZIONE CON CONSORZIO INTERUNIVERSITARIO DI TECNOLOGIE FARMACEUTICHE

Dettagli

ARCHITETTURA VIRTUALE [AVR]

ARCHITETTURA VIRTUALE [AVR] corso master ARCHITETTURA VIRTUALE [AVR] Spazio e materia si dispiegano e danno corpo all idea architettonica. La luce diviene sintesi essenziale, i materiali adattati e permutati, il virtuale diviene

Dettagli

Percorsi formativi di alta specializzazione finanziati dalla Regione Lazio

Percorsi formativi di alta specializzazione finanziati dalla Regione Lazio Percorsi formativi di alta specializzazione finanziati dalla Regione Lazio Ente gestore: Formare S.r.l. (Centro di ricerca e formazione della Federlazio) Codice corso 1165 Strategie e strumenti di gestione

Dettagli

Educatore Ludotecario

Educatore Ludotecario Dettaglio corso ID: Titolo corso: Tipologia corso: Costo totale del corso a persona (EURO): Organismo di formazione: Educatore Ludotecario Master universitari Caratteristiche del percorso formativo Area

Dettagli

(Progetto n 2013 1 IT1 LEO02 03685)

(Progetto n 2013 1 IT1 LEO02 03685) Programma d'azione nel campo dell apprendimento permanente (Decisione n. 1720/2006/CE del Parlamento Europeo e del Consiglio del 15 novembre 2006 che istituisce un programma d azione) PROGRAMMA di MOBILITA

Dettagli

NUOVI ORIZZONTI PER L INSEGNAMENTO

NUOVI ORIZZONTI PER L INSEGNAMENTO Corso annuale di Perfezionamento e di Aggiornamento Professionale (Legge 19/11/1990 n. 341 art. 6, co. 2, lett. C ) in NUOVI ORIZZONTI PER L INSEGNAMENTO (500 ore 20 Crediti Formativi Universitari) Anno

Dettagli

SCEGLI CON IL CUORE. GRAFICA E COMUNICAZIONE VISIVA corso triennale post diploma

SCEGLI CON IL CUORE. GRAFICA E COMUNICAZIONE VISIVA corso triennale post diploma SCEGLI CON IL CUORE pag. 2 Il corso, di durata triennale, permette di conseguire un alta formazione nel campo del design della comunicazione visiva. Il percorso formativo è strutturato in modo da trasmettere

Dettagli

SICUREZZA DEL LAVORO NELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

SICUREZZA DEL LAVORO NELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE MASTER DI PRIMO LIVELLO IN: SICUREZZA DEL LAVORO NELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE FACOLTA DI SCIENZE MM.FF.NN. - VARESE Anno accademico 2010-2011 Varese, settembre 2010 PREMESSA Il progresso civile, sociale

Dettagli

UNITA DI APPRENDIMENTO. - Docenti coordinatori del progetto - Docenti di Italiano, Inglese, Disegno e Storia dell Arte, Matematica -Informatica

UNITA DI APPRENDIMENTO. - Docenti coordinatori del progetto - Docenti di Italiano, Inglese, Disegno e Storia dell Arte, Matematica -Informatica UNITA DI APPRENDIMENTO Denominazione IFS in Fiera Compito prodotto - Organizzazione evento (compiti, ruoli, mezzi) - Materiali pubblicitari (sito web, logo dell azienda, video, pieghevole, biglietti da

Dettagli

DGR 784 del 14 Maggio 2015 Aziende in rete nella formazione continua Strumenti per la competitività delle imprese venete

DGR 784 del 14 Maggio 2015 Aziende in rete nella formazione continua Strumenti per la competitività delle imprese venete FONDO SOCIALE EUROPEO IN SINERGIA CON IL FONDO EUROPEO DI SVILUPPO REGIONALE POR 2014 2020 Ob. Investimenti a favore della crescita e dell'occupazione DGR 784 del 14 Maggio 2015 Aziende in rete nella formazione

Dettagli

FORMAZIONE DEI TUTOR AZIENDALI

FORMAZIONE DEI TUTOR AZIENDALI FORMAZIONE DEI TUTOR AZIENDALI L Ebit Ter Lazio offre a tutte le aziende della Regione Lazio la possibilità di formare i propri tutor aziendali, adempiendo così all obbligo di legge e conseguendo la certificazione

Dettagli

REGOLAMENTO MASTER UNIVERSITARI UNIVERSITAS MERCATORUM. Art. 1 Principi generali e scopo del Regolamento

REGOLAMENTO MASTER UNIVERSITARI UNIVERSITAS MERCATORUM. Art. 1 Principi generali e scopo del Regolamento Art. 1 Principi generali e scopo del Regolamento Il presente Regolamento disciplina l istituzione, l attivazione e l organizzazione dei Master nell Università Telematica Universitas Mercatorum. L Ateneo

Dettagli

SCEGLI CON IL CUORE. INDUSTRIAL DESIGN corso master

SCEGLI CON IL CUORE. INDUSTRIAL DESIGN corso master SCEGLI CON IL CUORE INDUSTRIAL DESIGN pag. 2 INDUSTRIAL DESIGN Master patrocinato dall Ordine degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori di Roma e provincia, con rilascio di crediti formativi

Dettagli

CORSO DI SPECIALIZZAZIONE IN AMMINISTRAZIONE FINANZA E CONTROLLO

CORSO DI SPECIALIZZAZIONE IN AMMINISTRAZIONE FINANZA E CONTROLLO Dettaglio corso ID: Titolo corso: Tipologia corso: Costo totale del corso a persona (EURO): Organismo di formazione: CORSO DI SPECIALIZZAZIONE IN AMMINISTRAZIONE FINANZA E CONTROLLO Corsi di specializzazione

Dettagli

CORSO A CATALOGO - 2011 - Corso ID: 9142 - FORMAZIONE PER FORMATORI

CORSO A CATALOGO - 2011 - Corso ID: 9142 - FORMAZIONE PER FORMATORI CORSO A CATALOGO 2011 Corso ID: 9142 FORMAZIONE PER FORMATORI Dati principali Corso ID: 9142 FORMAZIONE PER FORMATORI ID Corso: Titolo corso: logia corso: Link dettaglio Master: Master di 1 livello o 2

Dettagli

SEZIONE III - Corsi di Aggiornamento, Perfezionamento e di Formazione professionale. SEZIONE I Disposizioni generali. Art.

SEZIONE III - Corsi di Aggiornamento, Perfezionamento e di Formazione professionale. SEZIONE I Disposizioni generali. Art. Regolamento per l istituzione e la gestione dei Master universitari di I e di II livello, dei Corsi di aggiornamento, perfezionamento e di formazione professionale SEZIONE I- Disposizioni generali SEZIONE

Dettagli

Scuola di Lettere e Beni culturali

Scuola di Lettere e Beni culturali Scuola di Lettere e Beni culturali Titolo: SCIENZE DELLA COMUNICAZIONE Testo: LAUREA IN SCIENZE DELLA COMUNICAZIONE - CLASSE L- 20 REGOLAMENTO DIDATTICO DI CORSO DI STUDIO PARTE NORMATIVA Art. 1 Requisiti

Dettagli

BANDO DI SELEZIONE STUDENTI LONG LIST PER IL PERCORSO FORMATIVO TECNICO SUPERIORE DI TECNICO SUPERIORE DI PRODUZIONE E GESTIONE DEL SISTEMA MODA

BANDO DI SELEZIONE STUDENTI LONG LIST PER IL PERCORSO FORMATIVO TECNICO SUPERIORE DI TECNICO SUPERIORE DI PRODUZIONE E GESTIONE DEL SISTEMA MODA FONDAZIONE Istituto Tecnico Superiore Nuove Tecnologie per il Made in Italy, Sistema Agroalimentare e Sistema Moda sede principale nella Provincia di Teramo e sede secondaria nella Provincia di Pescara.

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CATANIA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CATANIA D.R. 7675 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CATANIA IL RETTORE - Vista la Legge del 19 novembre 1990, n.341 e in particolare gli articoli 6 e 7, concernenti la riforma degli ordinamenti didattici universitari;

Dettagli

CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA ELETTRICA

CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA ELETTRICA Università degli Studi di Cagliari Regolamento Didattico del Corso di Studi in Ingegneria Elettrica, A.A. 2007/08 CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA ELETTRICA Art. 1. Articolazione del Corso di Laurea in Ingegneria

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO di II livello in Gestione del Lavoro nelle Pubbliche Amministrazioni

MASTER UNIVERSITARIO di II livello in Gestione del Lavoro nelle Pubbliche Amministrazioni dipartimento di scienze politiche MASTER UNIVERSITARIO di II livello in Gestione del Lavoro nelle Pubbliche Amministrazioni VI edizione A.A. 2014/2015 Nota: per le modalità concorsuali, si prega cortesemente

Dettagli

CARTA DI QUALITA' DELL'OFFERTA FORMATIVA

CARTA DI QUALITA' DELL'OFFERTA FORMATIVA CARTA DI QUALITA' DELL'OFFERTA FORMATIVA Destinazione DOCUMENTAZIONE ACCREDITAMENTO ISTITUTO SITO WEB ISTITUTO 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 POLITICA DELLA QUALITA La scelta di dotarsi di un sistema di gestione

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

PERCHÈ ASSUMERE UNA PERSONA DISABILE? PIANO PROVINCIALE DISABILI: SPECIALE FORMAZIONE INDICE DEI CONTENUTI

PERCHÈ ASSUMERE UNA PERSONA DISABILE? PIANO PROVINCIALE DISABILI: SPECIALE FORMAZIONE INDICE DEI CONTENUTI Settembre 2009 PERCHÈ ASSUMERE UNA PERSONA DISABILE? Newsletter n 2 PER MAGGIORI INFORMAZIONI: Per adempiere ad un obbligo di Legge Perché si ha la possibilità di: offrire ad una persona disabile l opportunità

Dettagli

PROGRAMMA ANNUALE - Esercizio Finanziario 2015

PROGRAMMA ANNUALE - Esercizio Finanziario 2015 PROGRAMMA ANNUALE - Esercizio Finanziario 2015 La definizione del Programma Il Programma annuale è elaborato ai sensi del Regolamento concernente le istruzioni generali sulla gestione amministrativo -

Dettagli

Regolamento Didattico del Corso di Laurea in Informatica

Regolamento Didattico del Corso di Laurea in Informatica Regolamento Didattico del Corso di Laurea in Informatica Titolo I - Istituzione ed attivazione Art. 1 - Informazioni generali 1. Il presente Regolamento didattico si riferisce al Corso di Laurea in Informatica,

Dettagli

Bando per il Master Universitario di I livello in TRANSPORTATION DESIGN PER LA MOBILITA SOSTENIBILE

Bando per il Master Universitario di I livello in TRANSPORTATION DESIGN PER LA MOBILITA SOSTENIBILE Bando per il Master Universitario di I livello in TRANSPORTATION DESIGN PER LA MOBILITA SOSTENIBILE Anno accademico 11/ L Università degli Studi di Camerino, VISTO lo Statuto, emanato con Decreto Rettorale

Dettagli

Avviso Master J. Definizione di Master Master universitario di I o II Livello, attivato ai sensi dell'articolo 3, punto 9 del decreto MIUR 270/2004.

Avviso Master J. Definizione di Master Master universitario di I o II Livello, attivato ai sensi dell'articolo 3, punto 9 del decreto MIUR 270/2004. Avviso Master J Allegato 1 Requisiti minimi per l accreditamento Iniziative Accademiche ad elevata occupabilità in favore dei giovani figli e orfani di iscritti e di pensionati dell INPS - Gestione Ex

Dettagli

Master Diritto e Ingegneria delle Imprese Aereo Spaziali D.I.A.S. Master Universitario di primo livello

Master Diritto e Ingegneria delle Imprese Aereo Spaziali D.I.A.S. Master Universitario di primo livello Università degli Studi di Roma "La Sapienza" Facoltà di Economia Sede di Latina Master Diritto e Ingegneria delle Imprese Aereo Spaziali D.I.A.S. Master Universitario di primo livello REGOLAMENTO Anno

Dettagli

CORSO DI FORMAZIONE MANAGERIALE PER I DIRIGENTI DELLE AZIENDE SANITARIE

CORSO DI FORMAZIONE MANAGERIALE PER I DIRIGENTI DELLE AZIENDE SANITARIE UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI PARMA CORSO DI FORMAZIONE MANAGERIALE PER I DIRIGENTI DELLE AZIENDE SANITARIE La certificazione manageriale 29/07/2014 PREMESSA In diverse realtà sono stati attivati corsi di

Dettagli

Regolamento Didattico del Corso di Laurea Magistrale in Scienze Chimiche

Regolamento Didattico del Corso di Laurea Magistrale in Scienze Chimiche Regolamento Didattico del Corso di Laurea Magistrale in Scienze Chimiche Articolo 1 - Denominazione del Corso e Classe di appartenenza È istituito presso l Università degli Studi della Basilicata il Corso

Dettagli

REV. 6 PAG. 1/6 MANUALE INFORMATIVO

REV. 6 PAG. 1/6 MANUALE INFORMATIVO REV. 6 PAG. 1/6 MANUALE INFORMATIVO MANUALE INFORMATIVO REV. 6 PAG. 2/6 1 PRESENTAZIONE DEL CONSORZIO Il Consorzio Multisettoriale Piemontese, nuova denominazione del Consorzio Aziende Metalmeccaniche

Dettagli

CORSO DI FORMAZIONE PER RESPONSABILI DEL SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE DEI LAVORATORI SUI LUOGHI DI LAVORO RSPP - ASPP

CORSO DI FORMAZIONE PER RESPONSABILI DEL SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE DEI LAVORATORI SUI LUOGHI DI LAVORO RSPP - ASPP CORSO DI FORMAZIONE PER RESPONSABILI DEL SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE DEI LAVORATORI SUI LUOGHI DI LAVORO RSPP - ASPP www.gruppomidi.it Sede di svolgimento Ge.Ma Via S. Sonnino 21/A 43126 PARMA

Dettagli

Regolamento didattico del corso di laurea magistrale in Servizio Sociale e Politiche Sociali. Parte generale

Regolamento didattico del corso di laurea magistrale in Servizio Sociale e Politiche Sociali. Parte generale Regolamento didattico del corso di laurea magistrale in Servizio Sociale e Politiche Sociali Capo I. Disposizioni generali Parte generale Art. 1. Ambito di competenza 1. Il presente Regolamento disciplina,

Dettagli

bando per progetti sperimentali di innovazione didattica 2014-2016

bando per progetti sperimentali di innovazione didattica 2014-2016 bando per progetti sperimentali di innovazione didattica 2014-2016 rivolto a soggetti istituzionali rappresentativi del sistema delle scuole dell infanzia della provincia di Trento budget disponibile:

Dettagli

ISTITUTO DI RIFERIMENTO IIS "Alessandrini - Marino" Via S. Marino, 12-64100 Teramo. Codice Fiscale Partita IVA 01778140671

ISTITUTO DI RIFERIMENTO IIS Alessandrini - Marino Via S. Marino, 12-64100 Teramo. Codice Fiscale Partita IVA 01778140671 FONDAZIONE Istituto Tecnico Superiore Nuove Tecnologie per il Made in Italy, Sistema Agroalimentare e Sistema Moda, sede principale nella Provincia di Teramo Via A. De Benedictis, 1 Parco della Scienza

Dettagli

ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. TITOLO DEL PROGETTO: Giovani e Europa: rete a sostegno della mobilità internazionale

ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. TITOLO DEL PROGETTO: Giovani e Europa: rete a sostegno della mobilità internazionale ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO: Giovani e Europa: rete a sostegno della mobilità internazionale SETTORE e Area di Intervento: Settore: Educazione e promozione culturale

Dettagli

BUDGET E CONTROLLO DIGESTIONE. RELAZIONE Diffusione

BUDGET E CONTROLLO DIGESTIONE. RELAZIONE Diffusione Corso BUDGET E CONTROLLO DIGESTIONE Asse I Adattabilità RELAZIONE Diffusione Introduzione 1. Attività specifiche 1.1 Corrispondenza e pertinenza dell analisi dei fabbisogni formativi 1.2 Qualità progettuale

Dettagli

TITOLO I - DISPOSIZIONI GENERALI Articolo 1 (Ambito di applicazione) ALLEGATI: Allegato 1 Proposta di progetto

TITOLO I - DISPOSIZIONI GENERALI Articolo 1 (Ambito di applicazione) ALLEGATI: Allegato 1 Proposta di progetto REGOLAMENTO INTERNO IN MATERIA DI CORSI FORMAZIONE FINALIZZATA E PERMANENTE, DEI CORSI PER MASTER UNIVERSITARI DI PRIMO E SECONDO LIVELLO E DEI MASTER DI ALTO APPRENDISTATO (emanato con decreto rettorale

Dettagli

Carta di Qualità dell offerta formativa

Carta di Qualità dell offerta formativa Carta di Qualità dell offerta formativa Livello strategico Politica della Qualità della HOLLYWOON & FASHION SRL La HOLLYWOON & FASHION SRL definisce la propria politica della Qualità come segue: essere

Dettagli

d) Relazione sull attività svolta

d) Relazione sull attività svolta Allegato 1 alla check list per operazioni in regime concessorio Verifica documentazione relativa ai costi per la realizzazione del progetto Verifica in loco n. Data e Luogo della verifica Titolo progetto

Dettagli

DOCUMENTO DELLA QUALITA

DOCUMENTO DELLA QUALITA DOCUMENTO DELLA QUALITA INTRODUZIONE Il Documento della Qualità di Share Training srl ha come obiettivo quello di rendere note le caratteristiche della propria attività secondo criteri di trasparenza,

Dettagli

MASTER di I Livello. MA297 - Criminologia e studi giuridici forensi 3ª EDIZIONE. 1925 ore 77 CFU Anno Accademico 2014/2015 MA297

MASTER di I Livello. MA297 - Criminologia e studi giuridici forensi 3ª EDIZIONE. 1925 ore 77 CFU Anno Accademico 2014/2015 MA297 MASTER di I Livello 3ª EDIZIONE 1925 ore 77 CFU Anno Accademico 2014/2015 MA297 Pagina 1/7 Titolo Edizione 3ª EDIZIONE Area FORZE ARMATE Categoria MASTER Livello I Livello Anno accademico 2014/2015 Durata

Dettagli

Reggio Emilia 14 e 15 dicembre 2015 ore 9:30 / 18:30

Reggio Emilia 14 e 15 dicembre 2015 ore 9:30 / 18:30 Reggio Emilia 14 e 15 dicembre 2015 ore 9:30 / 18:30 ANALISI, REVISIONE E IMPLEMENTAZIONE DI UN MODELLO ORGANIZZATIVO IN QUALITÀ NELLO STUDIO PROFESSIONALE ACEF Associazione Culturale Economia e Finanza

Dettagli

ALLEGATO A TRA. la Regione Liguria UNIVERSITÀ DI GENOVA ASSOCIAZIONI SINDACALI ASSOCIAZIONI DATORIALI. di seguito denominate Parti.

ALLEGATO A TRA. la Regione Liguria UNIVERSITÀ DI GENOVA ASSOCIAZIONI SINDACALI ASSOCIAZIONI DATORIALI. di seguito denominate Parti. ALLEGATO A Apprendistato 2013 2015 PERCORSI DI ALTA FORMAZIONE (art. 5 D. Lgs. 14 settembre 2011, n. 167 ) (art. 41 della Legge regionale 11 maggio 2009 n. 18) PROTOCOLLO DI INTESA TRA la Regione Liguria

Dettagli

Scuola Sicura formazione alla sicurezza negli istituti scolastici toscani. Livorno, 23 aprile 2013

Scuola Sicura formazione alla sicurezza negli istituti scolastici toscani. Livorno, 23 aprile 2013 formazione alla sicurezza negli istituti scolastici toscani Livorno, 23 aprile 2013 2 TRIO è il Sistema di Web Learning della Regione Toscana che mette a disposizione di cittadini, enti pubblici e organizzazioni

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO di II livello in Gestione del Lavoro nelle Pubbliche Amministrazioni

MASTER UNIVERSITARIO di II livello in Gestione del Lavoro nelle Pubbliche Amministrazioni dipartimento di scienze politiche MASTER UNIVERSITARIO di II livello in Gestione del Lavoro nelle Pubbliche Amministrazioni V edizione A.A. 2013/2014 Nota: per le modalità concorsuali, si prega cortesemente

Dettagli

OPERATORE GRAFICO MULTIMEDIA

OPERATORE GRAFICO MULTIMEDIA CONSORZIO PER LA FORMAZIONE PROFESSIONALE E PER L EDUCAZIONE PERMANENTE Il Consorzio per la Formazione Professionale e per l Educazione Permanente è un Ente Pubblico, che organizza, in diversi settori

Dettagli

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA 1) Ente proponente il progetto: Cooperativa Sociale Studio e Progetto 2 2) Codice di accreditamento: NZ03328, 3) Albo e classe di

Dettagli

COMUNICAZIONE AZIENDALE

COMUNICAZIONE AZIENDALE COMUNICAZIONE AZIENDALE CORSO BASE DI FORMAZIONE PRESENTAZIONE Il corso si propone di entrare nella pratica delle varie tecniche di comunicazione aziendale, fornendo una visione organica del sistema della

Dettagli

CARTA DI QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA

CARTA DI QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA CARTA DI QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA Livello strategico Politica della qualità GENESIS LICEO DEL PARRUCCHIERE si pone come obiettivo quello di raccordare le finalità formative con i bisogni e la realtà

Dettagli

MICROCREDITO D IMPRESA DELLA REGIONE PUGLIA

MICROCREDITO D IMPRESA DELLA REGIONE PUGLIA MICROCREDITO D IMPRESA DELLA REGIONE PUGLIA Bari, 27 ottobre 2014 Lorenzo Minnielli Obiettivi Il Fondo Microcredito d Impresa della Puglia è lo strumento con cui la Regione Puglia offre alle micro imprese

Dettagli

STARTING UP CORSO AVANZATO DI PROMOZIONE DELLO SVILUPPO IMPRENDITORIALE INIZIATIVA APERTA A STUDENTI E LAUREATI DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PARMA

STARTING UP CORSO AVANZATO DI PROMOZIONE DELLO SVILUPPO IMPRENDITORIALE INIZIATIVA APERTA A STUDENTI E LAUREATI DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PARMA STARTING UP CORSO AVANZATO DI PROMOZIONE DELLO SVILUPPO IMPRENDITORIALE INIZIATIVA APERTA A STUDENTI E LAUREATI DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PARMA 10 GIORNATE DI AULA E 3 MESI IN AZIENDE INNOVATIVE 1

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER IL II MODULO DEI CORSI DI FORMAZIONE PER AUDITOR / RESPONSABILI GRUPPO DI AUDIT DI SISTEMI DI GESTIONE PER LA QUALITA

SCHEDA REQUISITI PER IL II MODULO DEI CORSI DI FORMAZIONE PER AUDITOR / RESPONSABILI GRUPPO DI AUDIT DI SISTEMI DI GESTIONE PER LA QUALITA Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373- Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu Pag. 1 di 5 SCHEDA REQUISITI PER IL II MODULO DEI CORSI DI FORMAZIONE PER AUDITOR /

Dettagli

Partecipare all organizzazione di convegni ed eventi

Partecipare all organizzazione di convegni ed eventi Area di Riferimento 1 Gestione POF Riscrittura del POF alla luce delle innovazioni normative e dei bisogni formativi attuali, sia interni che del territorio Monitoraggio in itinere dell attuazione del

Dettagli

\ Emanato con D.R. n. 1292 2006 Prot. n. 20351 del 29.05.2006 Modificato con D.R. n. 889-2007 Prot. n. 11393 del 23.03.2007 REGOLAMENTO MASTER

\ Emanato con D.R. n. 1292 2006 Prot. n. 20351 del 29.05.2006 Modificato con D.R. n. 889-2007 Prot. n. 11393 del 23.03.2007 REGOLAMENTO MASTER \ Emanato con D.R. n. 1292 2006 Prot. n. 20351 del 29.05.2006 Modificato con D.R. n. 889-2007 Prot. n. 11393 del 23.03.2007 Art.1 Master universitari REGOLAMENTO MASTER 1. In attuazione dell articolo 1,

Dettagli

CORSO DI OPERATORE/TRICE ADDETTO/A AI SERVIZI AMMINISTRATIVI D IMPRESA

CORSO DI OPERATORE/TRICE ADDETTO/A AI SERVIZI AMMINISTRATIVI D IMPRESA CORSO DI OPERATORE/TRICE ADDETTO/A AI SERVIZI AMMINISTRATIVI D IMPRESA Il Consorzio per la Formazione Professionale e per l Educazione Permanente è un Ente Pubblico, gestito da un consorzio di Comuni che

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE ATTIVITA DI FORMAZIONE, AGGIORNAMENTO E RIQUALIFICAZIONE DEL PERSONALE DELLA PROVINCIA DELL OGLIASTRA

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE ATTIVITA DI FORMAZIONE, AGGIORNAMENTO E RIQUALIFICAZIONE DEL PERSONALE DELLA PROVINCIA DELL OGLIASTRA REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE ATTIVITA DI FORMAZIONE, AGGIORNAMENTO E RIQUALIFICAZIONE DEL PERSONALE DELLA PROVINCIA DELL OGLIASTRA Approvato con deliberazione della Giunta Provinciale n. 90 del

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DEI MASTER UNIVERSITARI E CORSI DI PERFEZIONAMENTO O DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DEI MASTER UNIVERSITARI E CORSI DI PERFEZIONAMENTO O DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DEI MASTER UNIVERSITARI E CORSI DI PERFEZIONAMENTO O DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE Emanato con decreto rettorale n. 9 del 12 novembre 2013 N.B. - Sostituisce

Dettagli

SIGEA. Via Cesare Battisti, 1-60022 Castelfidardo (AN) Telefono: 071 7823297 - E-mail: sigea@sigeasrl.it - P.IVA: 01285020424.

SIGEA. Via Cesare Battisti, 1-60022 Castelfidardo (AN) Telefono: 071 7823297 - E-mail: sigea@sigeasrl.it - P.IVA: 01285020424. SIGEA Via Cesare Battisti, 1-60022 Castelfidardo (AN) Telefono: 071 7823297 - E-mail: sigea@sigeasrl.it - P.IVA: 01285020424 Sommario 1. Finalità della Carta dei Servizi... 2 2. L Accreditamento da parte

Dettagli

8841 - FASHION CULTURE AND MANAGEMENT / CULTURA E Corso: MANAGEMENT DELLA MODA (LM) Ordinamento: DM270

8841 - FASHION CULTURE AND MANAGEMENT / CULTURA E Corso: MANAGEMENT DELLA MODA (LM) Ordinamento: DM270 Pagina 1 di 6 Facoltà: LETTERE E FILOSOFIA 8841 - FASHION CULTURE AND MANAGEMENT / CULTURA E Corso: MANAGEMENT DELLA MODA (LM) Ordinamento: DM270 Titolo: FASHION CULTURE AND MANAGEMENT / CULTURA E MANAGEMENT

Dettagli

N. 512 FISCAL NEWS. Regione Campania: contributi per dottorati 21.11.2011. La circolare di aggiornamento professionale. A cura di Carlo De Luca

N. 512 FISCAL NEWS. Regione Campania: contributi per dottorati 21.11.2011. La circolare di aggiornamento professionale. A cura di Carlo De Luca a cura di Antonio Gigliotti www.fiscal-focus.it www.fiscal-focus.info N. 512 FISCAL NEWS La circolare di aggiornamento professionale 21.11.2011 Categoria Previdenza e lavoro Sottocategoria Agevolazioni

Dettagli