GLI STRUMENTI DI GESTIONE DEL RISPARMIO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "GLI STRUMENTI DI GESTIONE DEL RISPARMIO"

Transcript

1 GLI STRUMENTI DI GESTIONE DEL RISPARMIO relatori Alessandro Bianchi, CFA Margonari Francesco, CAIA Corso istituzionale - Neo private banker: una prima formazione tecnico relazionale

2 INDICE 1. Cambiamento del tradizionale approccio dell investitore italiano 2. Soluzione: un asset allocation coerente 3. Utilizzo adeguato dei prodotti di investimento 3.1 I fondi comuni d investimento 3.2 Exchange Traded Product (ETP) 3.3 Hedge Fund 4. Necessità di controllo del rischio

3 1. Cambiamento del tradizionale approccio dell investitore italiano

4 Il risparmio dei clienti HNWIs italiani Una significativa porzione della ricchezza è investita in asset illiquidi Il mercato italiano mostra un alta percentuale di UHNWI con patrimoni complessi, costituiti principalmente da asset illiquidi. Data in mld Le ricerche di mercato evidenziano che la ricchezza illiquida delle famiglie HNWI in Italia ammonta al 56% della ricchezza totale. La tendenza è quella di investire quasi esclusivamente su assets domestici appartenenti al mondo conosciuto (es: immobili, ). Questa caratteristica del mercato è evidente sia nel segmento HNWI sia nel segmento UHNWI.

5 Come sono investiti gli Assets Finanziari? Il Patrimonio finanziario degli HNWI italiani è anch esso di natura domestica Dall attuale Asset Allocation domestica al Portafoglio Globale Attuale Asset Allocation Asset Allocation Globale Attesa Asset Class Globali 25,4% Asset Class Domestich e Asset Class Globali 45,0% 55,0% Asset Class Domestiche 74,6% CONCLUSIONE: l asset allocation spesso non è coerente con le esigenze dei clienti ma principalmente dettata dal compro quello che conosco

6 Come fare per offrire «valore aggiunto»? Al fine di controbilanciare la presenza di assets illiquidi si rende necessario fornire servizi finanziari in grado di soddisfare le seguenti esigenze: Gestione oculata degli assets finanziari per definire un asset allocation coerente con il patrimonio complessivo del singolo individuo Diversificare per cogliere tutte le opportunità a livello globale e migliorare il profilo di rischio/rendimento del patrimonio Necessità di controllare il rischio del portafoglio finanziario dato l investimento in asset class sempre più complesse e «lontane» Utilizzo adeguato dei prodotti di investimento «evoluti» come: fondi, etp, fondi hedge

7 Cosa stiamo facendo in Banca Esperia? Distribuzione per tipologia di strumento degli assets finanziari dei clienti BOT e Cash Fondi Comuni Investimento 1% 28% 40% Obbligazioni Azioni 13% 18% Governativo Italia

8 2. Soluzione: un asset allocation coerente

9 Asset Allocation: competenze necessarie Per un corretto approccio al cliente sono necessarie due componenti: la prima di natura relazionale: per recepirne le esigenze; la seconda di natura tecnica: per fornire le opportune soluzioni di investimento. Competenze relazionali Competenze tecniche BANKER ADVISORY DESK

10 Capire le esigenze del cliente Una relazione di successo si basa sulla corretta individuazione delle esigenze della clientela. Tipicamente all inizio si concretizza, senza però esaurirsi, nella profilazione del livello del rischio, a cui segue una costante attività di aggiornamento delle necessità contingenti che variano nel tempo. Un set informativo utile per la corretta profilazione non può ignorare elementi quali: informazioni personali: famiglia, proprietà... conoscenza ed esperienza generica: istruzione, occupazione... conoscenze ed esperienze specifiche: investimenti precedenti... obiettivi di investimento: orizzonte temporale, finalità situazione finanziaria: fonti entrate, ripartizione patrimonio...

11 Fornire le soluzioni di investimento La lettura del contesto all interno del quale ci si trova a prendere decisioni di investimento è sempre più complessa a causa dei fenomeni di globalizzazione e, paradossalmente, dall eccesso di informazioni di cui disponiamo. Al fine di riordinare tale moltitudine di informazioni e poter prendere decisioni sulla base di elementi razionali e non emozionali riteniamo utile in Banca Esperia, su base periodica, focalizzarci sull analisi di tre aspetti per delineare uno scenario base di riferimento performance dei mercati finanziari livelli valutativi/momentum delle asset class andamento congiunturale SCENARIO BASE Definito lo scenario base si può elaborare un asset allocation e delle tematiche di investimento ad esso appropriate

12 Asset Allocation: il processo BANKER ADVISORY DESK Relazione di lungo termine Comitato investimenti Profilazione cliente: rischio tollerato rendimento atteso ASSET ALLOCATION MODELLO Approccio Top Down in 4 fasi: Analisi macro Analisi cross asset View strategica Asset allocation Informazioni contingenti Personalizzazione: Richieste specifiche Preferenza di singoli temi di investimento,... PORTAFOGLIO CLIENTE IN F&PA Processo selezione fondi Analisi quantitativa e qualitativa: analisi di peer groups top recommandations

13 L approccio «Top Down» di Banca Esperia: il suo «DNA» INPUT 4 FASI DEL PROCESSO OUTPUT CRESCITA, LEADING INDICATORS, POLITICHE MONETARIE VIEW MACROECONOMICA «STATUS» DEL CICLO ECONOMICO GLOBALE DNA VALUTAZIONI E MOMENTUM SULLE ASSET CLASS «ASPETTATIVE» SUGLI ASSETS E DEFINIZIONE RISCHIO SISTEMATICO ANALISI «CROSS» ASSET CLASS VIEW STRATEGICA «STATUS» DEL «CICLO» DEL CREDITO E DELL EQUITY VIEW STRATEGICA QUALITATIVA E TEMI SPECIFICI DI INVESTIMENTO PORTAFOGLI COERENTI CON IL CONTESTO FUTURO IN FUNZIONE DEL RISCHIO ASSUNTO RENDIMENTI «ATTESI» PER IL MODELLO DI BLACK & LITTERMAN ASSET ALLOC. ALLOCAZIONI IN INDICI MERCATO PER PROFILO DI RISCHIO (VaR)

14 1 View Macroeconomica: un esempio

15 2 Analisi cross asset class: un esempio

16 3 View strategica: il rischio sistematico

17 3 View Strategica:la stima dei rendimenti

18 4 Asset Allocation: definizione dei rendimenti attesi per B&L

19 4 Asset Allocation: un esempio di portafoglio modello

20 Portafoglio cliente: un esempio

21 3. Utilizzo adeguato dei prodotti di investimento: fondi comuni di investimento, etp e fondi hedge

22 3.1 I fondi comuni d investimento

23 TIPOLOGIE DI SOLUZIONI I fondi d investimento: Perchè usarli Ampia gamma di mercati e strategie (copertura rischio di cambio, duration, con leverage, ) Investimento diversificato in un one shot Vantaggi operativi (tagli minimi più contenuti, reinvestimento dividendi, ) EFFICIENZA Economie di scala da gestione in monte riduzione dei costi di investimento PROTEZIONE CAPITALE Separazione dei patrimoni investiti senza rischio di credito (emittente) Contesto regolamentato, protetto e controllato a più livelli (comunitario, nazionale, societario) a tutela dell investitore (UCITS, BdI, Consob) UTILIZZO DI INVESTITORI «QUALIFICATI» In grado di generare extra-performance rispetto al parametro di riferimento assegnato (alpha > costi sostenuti) Opportunità di sviluppare un rapporto di lungo termine con per condividere idea generation, research, commento sui flussi nei diversi mercati

24 I fondi d investimento: Classificazione tradizionale su asset class Azionari Obbligazionari Alternativi Bilanciati/ Flessibili Globale Singolo mercato Aggregate Governativi (Dev, Em Mkts) Materie Prime Immobiliari Monostrategia (es.: obb. flex) Stile Settori Corporate (IG-HY) Convertibili FX Volatilità Multi-Strategia (es.: multiasset)

25 I fondi d investimento: classificazione in base all utilizzo Building-blocks Costruzione di portafoglio secondo una determinata Asset Allocation Azionari, Obbligazionari, Alternativi Selezione Titoli quantitativa o attiva Market Timing/Settore/Yield Enhancement Punti di forza: controllo dell Asset Allocation e dei gestori delegati Punti di debolezza: numero di strumenti elevato Delega allocativa Soluzione di portafoglio completa Bilanciati / Flessibili Asset Allocation tra diverse Asset Class Selezione Titoli quantitativa o attiva Punti di forza : max diversificazione possibile anche solo con un fondo Punti di debolezza: l utilizzo «combinato» può «neutralizzare» le scelte dei gestori delegati

26 I fondi d investimento: la gestione attiva per generare extra performance La gestione attiva implica uno scostamento controllato da un parametro di riferimento (indice di mercato/la volatlità) per generare «alpha». Come? Asset allocation: variare nel tempo l'esposizione del portafoglio ai diversi mercati/settori di riferimento, al fine di sfruttarne la differenza di performance Stock/Bond picking: all interno di ciascun mercato, selezionare le attività finanziarie con un maggiore potenziale di rivalutazione Market timing: aumentare o diminuire l'esposizione del portafoglio al rischio di mercato, sulla base di previsioni di scenario/ verificarsi di eventi FACCIAMO UN ESEMPIO: 1. fondo XXX Eurozone sempre full invested su un numero contenuto di titoli, basso turnover e β = 1 stock picking 2. fondo YYY Eurozone esposizione flessibile tra il 100% ed 120% degli AuM attraverso derivati market timing

27 I fondi d investimento Gestione attiva Fondi azionari i diversi processi di investimento «attivi» direzionali GESTIONE ATTIVA: può assumere differenti connotati a seconda del prodotto TOP DOWN analisi di fattori macro/finanziari a livello aggregato per trovare i settori e/o mercati più attraenti da sovra/sottopesare rispetto al benchmark BOTTOM UP analisi di dettaglio dei singoli titoli per selezionare le società più sottovalutate rispetto al «peer» di appartenenza DIVERSIFICAZIONE: un portafoglio ben diversificato massimizza il profilo di rischio/rendimento traendo il massimo beneficio dal processo di investimento selezionato (es: profit warning)

28 I fondi d investimento Gestione attiva Fondi azionari come leggere il posizionamento dei gestori «attivi» A LIVELLO DI SETTORE: 1) capire la sovra/sottoesposizione settoriale per cercare di prevedere i movimenti futuri del fondo (ogni sovraesposizione corrisponde ad una sottoesposizione) 2) Individuare eventuali «bias» settoriali o di stile (small cap, growth, ) A LIVELLO DI SINGOLI TITOLI: 1) la concentrazione sulle prime 10 posizioni spesso rappresenta tra il 35% ed il 45% del portafoglio complessivo 2) Individuare titoli non coerenti con lo stile di gestione dichiarato (ad esempio titoli small caps in un portafoglio large caps)

29 I fondi d investimento Gestione attiva Fondi obbligazionari la gestione attiva del rischio di tasso Attraverso decisioni di incremento/diminuzione di Duration Vs benchmark il gestore prende posizione direzionale per trarre vantaggio dalle variazioni attese dei tassi di interesse sulle varie scadenze I differenti movimenti della curva dei rendimenti quali steepening, flattening e bowing sono un ulteriore driver di rischio da gestire

30 I fondi d investimento Gestione attiva Fondi obbligazionari la gestione attiva del rischio di tasso La DURATION esprime la sensitività lineare di un obbligazione a (piccole) traslazioni parallele della curva dei rendimenti DOMANDA: due fondi che operano sullo stesso mercato, denominati nella stessa valuta e con una duration analoga possono avere rendimenti diversi? La CONVESSITA corregge l approssimazione lineare della duration ed è, ad esempio, un altra leva della gestione attiva. La relazione tra yield e prezzo non è infatti lineare

31 I fondi d investimento Gestione attiva Fondi obbligazionari Esempio: aumento di duration Un gestore ha in portafoglio una obbligazione con scadenza a due anni ma ritiene più attraenti le prospettive di rendimento di titoli a dieci anni

32 I fondi d investimento Come selezionare il gestore di qualità? Sfatiamo alcuni luoghi comuni: i fondi non battono il mercato. Le migliaia di fondi che investono su un determinato mercato sono essi stessi una parte molto importante del mercato e, in media, non possono che ottenere risultati assai simili. Se così non fosse si dovrebbe fortemente sospettare circa l efficienza del mercato stesso Si rende necessario selezionare i fondi migliori Fonte: Citywire Global

33 I fondi d investimento Come selezionare il gestore di qualità? Recenti indagini indicano che mediamente solo il 30% dei gestori batte il benchmark. Come identificare questo 30%? Fonte : Citywire Global

34 Le performance del fondo: il banco di prova che fa la differenza LE PERFORMANCE: FONDIO ED ETF A CONFRONTO

35 Processo Selezione OICR Un esempio: F&PA in Banca Esperia Le fasi della selezione Definizione dell universo dell analisi necessità di investimento vincoli operativi/regolamentari DB - Esterno 1) Regolamento + 2) Classificazione anagrafica fondi & peers DB Interno Analisi quantitativa ƒ (x) screenin g F&PA Due diligence Analisi qualitativa Ranking finale Punteggio quantitativo [ 1, 10 ] RANKING Convictions [A, B, C, D, E] U.I. U.I. OICR U.I. OICR (storicizzato)

36 Processo Selezione OICR Un esempio: F&PA in Banca Esperia La creazione di Peer Groups omogenei Strategie direzionali equity... globale USA... bond... Large caps Small stile

37 Estratto del Database Interno

38 Processo Selezione OICR Un esempio: F&PA in Banca Esperia L analisi quantitativa STEP 1 STEP 2 STEP 3 STEP 4 Ad ogni fondo del Peer viene attribuito un punteggio da 1 a 10 sulle variabili della funzione di analisi L attribuzione di punteggio viene eseguita su diversi orizzonti temporali Ogni punteggio (variabile*orizz onte temporale) viene ponderato con i pesi indicati per determinare lo score quantitativo Il fondo mediano del Peer risulterà con punteggio pari a 5

39 Attribuzione del punteggio quantitativo alle variabili: un esempio

40 Processo Selezione OICR Un esempio: F&PA in Banca Esperia Analisi qualitativa Il processo di selezione degli OICR tiene conto di una serie di aspetti qualitativi che vengono approfonditi nel corso di incontri con i gestori dei fondi o dei product specialists. L analisi qualitativa si concentra in particolare sui seguenti aspetti : Struttura del fondo: caratteristiche strategia, vantaggi competitivi, storia del gestore/team, portfolio positioning & view, risk management; Punti di forza/debolezza della strategia; Eventuali impressioni personali; Al termine del meeting viene redatta una scheda sintetica che si conclude con la conviction che esprime il giudizio qualitativo del team F&PA. SCHEDA DUE-DILIGENCE

41 Processo Selezione OICR Un esempio: F&PA in Banca Esperia Integrazione analisi quantitativa con due diligence qualitativa Analisi Quantitativa i tre pilastri dello screening 1) Rischio rendimento 2) Convessità distribuzione rendimenti 3) Attività fund manager RANKING FINALE [1 10] Analisi Qualitativa La CONVICTION dell analista

42 Universo Investibile OICR storicizzato

43 3.2 Exchange Traded Product (ETP) - ETF - ETN

44 ETP - Tipologie ETP - EXCHANGE TRADED PRODUCTS: ETF - Exchange Traded Funds ETN - Exchange Traded Notes Con l acronimo ETP ci si riferisce alla macrofamiglia dei prodotti ad indice quotati, di cui fanno parte ETF ed ETN. Gli ETF sono una particolare tipologia di fondo d investimento. Gli ETN sono delle note e non dei fondi.

45 ETF Le caratteristiche L ETF ha tre principali caratteristiche: Ha un NAV ufficiale giornaliero ma al contempo è negoziato in borsa come un azione (bid/ask); Ha come unico obiettivo d investimento quello di replicare l indice al quale si riferisce attraverso una gestione totalmente passiva Ha patrimonio segregato come i fondi comuni NEGOZIAZIONE: gestione delle posizioni in modo continuo GESTIONE PASSIVA: l obiettivo è la replica fedele del benchmark. Questo implica che quando uno dei componenti del benchmark viene sostituito, anche la corrispondente attività finanziaria all'interno del fondo viene sostituita, senza porsi problemi di maggior o minor convenienza (eliminando il problema del ribilanciamento o ad esempio della scadenza nel caso di futures) PATRIMONIO SEGREGATO: essendo equiparabili ai Fondi Comuni di Investimento e alle SICAV, il patrimonio degli ETF è autonomo e completamente separato da quello dell'emittente in quanto sono prodotti UCITS.

46 ETF Le diverse strutture Esistono due strutture principali di ETF: quelli che si basano sulla replica di titoli fisici (cash-based) e quelli swap-based. CASH BASED: un ETF che si basa sui titoli fisici (cash-based), generalmente compra i titoli dell indice sottostante e li detiene come attività del fondo. In alcuni casi, quando si ritiene che acquistare tutti i titoli non sia efficiente rispetto al costo (quando per esempio l indice non è molto liquido), si usa un processo conosciuto come ottimizzazione. Il fondo cash-based detiene solo una sotto-serie di titoli che usa per replicare al meglio il rendimento complessivo dell indice minimizzando il TE (esempio tipico ETF su indice MSCI World mediamente con circa 700 titoli rispetto ai 1800 dell indice). Un ETF cash based può pertanto essere: a replica fisica completa (full replication) a replica fisica a campionamento (sampling)

47 ETF Le diverse strutture SWAP-BASED: è un ETF che utilizza gli swap (contratto di scambio) di un indice per replicarne la performance. Anche in questo caso vi sono due tipologie: Replica sintetica unfunded (il collaterale non viene trasferito) Replica sintetica funded (il collaterale viene trasferito)

48 ETF Alcune considerazioni Gli ETF swap based possono rappresentare un buon modo per ottenere un esposizione a mercati a cui non si può accedere tramite i fondi cash-based, quale ad esempio il mercato delle commodities o se l obiettivo è minimizzare il TE. I fondi swap-based sono (comunemente) considerati un investimento leggermente più rischioso. Gli ETF swap-based sono in sostanza fondi comuni, per cui non presentano i rischi associati all emittente ma sono esposti tuttavia al rischio della controparte, in quanto si possono comprare derivati e stipulare accordi di swap per il fondo. Nel caso degli ETF swap-based conformi a UCITS III, l esposizione della controparte nell operazione di swap non può tuttavia superare il 10% del NAV (net asset value) del fondo in qualsiasi momento (alcune controparti hanno ridotto questo limite in maniera prudenziale). Gli ETF a replica fisica spesso, per ridurre i costi, attuano il prestito titoli. Con questa pratica emerge però anche per gli ETF fisici il rischio controparte, tipicamente ridotto attraverso la costituzione di collaterali presso una banca depositaria.

49 ETN - Exchange Traded Notes Gli ETN hanno un comportamento simile agli ETF. Replicano un indice (esempio l'indice di volatilita VIX) o una materia prima (commodity) ed in quest'ultimo caso sono denominati ETC. La struttura sottoforma di nota rende l'etn/etc simile ad un'obbligazione senza cedola a lunghissima scadenza, il cui rendimento è correlato ad un indice (possono essere anche rimborsati dalla controparte emittente). NON sono prodotti UCITS. Gli ETN/ETC sono, a differenza degli ETF, soggetti al rischio controparte, nel caso di fallimento dell'emittente. Per ovviare a questo problema molti emittenti provvedo a collateralizzare gli ETN/ETC, cioe' ad accantonare su un conto separato e indipendente una somma di denaro o un quantitativo di materie prime a garanzia del capitale investito negli ETN.

50 ETC su Commodities: istruzioni per l uso La maggior parte degli ETC sulle commodities investe nei futures sulle commodities e non sulle commodities fisiche. Solo alcuni di essi, legati all oro, investono direttamente nel «fisico». Vediamo tecnicamente come funzionano i futures sulle commodities: Prezzo Forward(t) = (Prezzo Spot + C(t)) * (1+rt) C:costo storage, r: risk free, t: tempo Quindi in assenza di shock di domanda/offerta il Prezzo Forward «tende» al Prezzo Spot dato che t 0 e C 0 con il passare del tempo Per investire sulle materie prime tramite i futures è necessario però tenere presente anche degli shock di domanda/offerta nel breve termine che fanno oscillare il Prezzo Spot (t+n) e modificare la struttura a termine dei futures: Domanda > Offerta Prezzo Spot > Prezzi Forward BACKWARDATION Domanda < Offerta Prezzo Spot < Prezzi Forward CONTANGO

51 ETC su Commodities: istruzioni per l uso Curva dei futures sul WTI oggi (arancio) e 1 anno fa (verde) La produzione di «shale oil» negli USA ha modificato la struttura a termine della curva dei futures; l eccesso di offerta ha spinto il prezzi verso il basso, in particolare lo spot, più reattivo agli shock di domanda ed offerta. Ricordando che: Prezzo Forward Prezzo Spot In caso di BACKWARDATION (curva verde) investendo nel future si ottiene un guadagno (roll yield positivo) In caso di: CONTANGO (curva arancio) investendo nel future si ottiene una perdita (roll yield negativo)

52 ETC a leva: istruzioni per l uso Esistono alcuni ETC che permettono di prendere una esposizione a leva su indici finanziari, su commodities e valute pari ad esempio a 3x, 7x del valore del sottostante di riferimento sia di tipo long che short. Tecnicamente questi strumenti prevedono che vi sia un ribilanciamento su base giornaliera, e quindi la performance può essere descritta come: Montante (t) = Capitale(t-1) * (1+R(t)) * L con L:leva finanziaria Che è differente da impiegare una leva «costante» sul capitale: Performance(t) = (NAV(t) * L) * (1+R(t)) Il ribilanciamento giornaliero genera quindi un «delta» di performance che aumenta con l aumentare di 3 variabili: 1) tempo 2) intensità e direzione delle variazioni percentuali del sottostante 3) grado di leva finanziaria Per questo tali strumenti dovrebbero essere principalmente utilizzati per brevi orizzonti temporali e seguendo una logica «tattica» piuttosto che «strategica»

53 ETC a leva: istruzioni per l uso Il risultato degli ETC long e short 3x su un orizzonte di un anno

54 ETC: consigli per gli acquisti In procinto di acquistare/vendere ETC è sempre bene tenere presente i seguenti aspetti: Se si tratta di ETC sulle commodities cercare di capire come è la struttura a termine dei futures e come «lavorano le diverse strategie» proposte in formato ETC per minimizzare l effetto di roll yield negativo Se si tratta di ETC a leva finanziaria capire il grado di leva appropriato e l orizzonte su cui si vuole investire per non avere sorprese Effettuare operazioni nel pomeriggio dopo le 15:30 quando la liquidità sui mercati è massima al fine di ridurre il costo del bid/ask spread (USA ed Europa sono aperte contemporaneamente) Verificare se lo strumento è quotato a «premio» o a «sconto» rispetto al valore del suo NAV Ricordarsi sempre che si è soggetti a rischio di credito dell emittente dello strumento considerato

55 3.3 Hedge Fund

56 Hedge Definizione Sito Borsa Italiana, Notizie e Finanza Sotto la lente: Cosa è un fondo Hedge? 17 feb: La definizione è molto difficile, vi è una miriade di stili e modalità.... PROVIAMO A SEMPLIFICARE "Qualsiasi fondo che non sia un convenzionale fondo d'investimento"; in altri termini qualsiasi fondo che utilizzi una strategia o una serie di strategie diverse dal semplice acquisto di obbligazioni, azioni e titoli di credito e il cui scopo è il raggiungimento di un rendimento assoluto e non in relazione ad un benchmark. Il termine anglosassone "hedge" significa letteralmente copertura, protezione e, in effetti, questi fondi nascono per gestire portafogli eliminando in gran parte il rischio di mercato. La filosofia degli Hedge Fund è quella di ottenere risultati di gestione positivi indipendentemente dall'andamento dei mercati finanziari in cui operano. Come? Attraverso soprattutto lo short selling

57 Hedge Le origini Alfred Winslow Jones, padre fondatore degli Hedge fund (e della dicitura che oggi li identifica), per primo utilizzò sistematicamente la vendita allo scoperto non con finalità speculativa, ma per proteggere il portafoglio. Jones comprava titoli che riteneva sottovalutati e contemporaneamente vendeva allo scoperto quelli sopravvalutati, in modo da ridurre molto la volatilità del suo fondo. Inoltre, se prevedeva fasi di rialzo nei mercati, aumentava le posizioni lunghe, in caso contrario quelle corte, continuando comunque a proteggere il valore del capitale. Il fondo di Jones nel decennio '55-65 guadagnò al netto di spese, commissioni ed incentivi il 670%, a fronte del 358% messo a segno dal migliore mutual fund e del +225% dello S&P 500. Da allora questi fondi hanno raggiunto un grado di specializzazione molto più elevato.

58 Hedge L evoluzione I Fondi speculativi non possono avere grandi dimensioni, né un universo composto da tanti diversi investitori. Molte strategie vengono attuate con obiettivi di medio/lungo termine ed i gestori hanno bisogno di poter contare sulla costanza e certezza dal patrimonio da loro amministrato (i rimborsi anticipati sono un problema). Per cercare di ovviare a questi problemi sono stati creati i fondi di fondi hedge, ovvero strumenti collettivi di raccolta del pubblico risparmio che investono in fondi hedge selezionati dai professionisti che organizzano i fondi di fondi. E così possibile: liquidare le posizioni: sarà la SGR stessa ad occuparsi di ricollocare la quota oppure ad assumersi il rischio di ricomprarla in proprio; ridurre il rischio: il fondo di fondi scommette su differenti gestori, quindi garantisce la protezione della diversificazione.

59 Hedge Come usarli La decisione di quale fondo inserire in portafoglio dipende sostanzialmente da quattro obiettivi: target return: l unico punto fermo è garantire un rendimento predeterminato (i fondi vengono selezionati in modo da garantire la minor volatilità possibile sato l obiettivo); maximum return: in questo caso si parte da un analisi di scenario macroeconomico per selezionare le tipologie di fondi che performano meglio in determinati contesti; dedicated strategy: in portafoglio vengono inseriti hedge fund con la medesima specializzazione in modo da garantire effetto diversificazione non nell ambito delle strategie utilizzate, ma dei singoli gestori; combination: in questo caso invece viene creato un cocktail di fondi molto aggressivi (che aumentano il rendimento) e fondi estremamente conservativi (che aiutano a ridurre la volatilità del portafoglio).

60 Hedge Le strategie I primi hedge operavano con strategia relative value, effettuavano arbitraggi privi di rischio per sfruttare le inefficienze di mercato (risk free arbitrage). Oggi l integrazione nei mercati, la velocità di circolazione delle informazioni ed i progressi tecnologici tendono a rendere praticamente nulli questi profitti. Una classificazione esaustiva delle strategie risulta difficile data l attuale numerosità. Una prima suddivisione potrebbe partire da hedge fund che adottano strategie non direzionali, cioè non legate a oscillazioni di qualche specifico mercato (arbitraggio, equity market neutral, merger arbitrage...) e gli hedge fund che sono legati ai movimenti dei differenti mercati con strategie direzionali (macro, long/short...). Fonte : Hedge Fund Research (HFR) 4,9 0,11,38 Macro 4,58 19,08 Relative Value 2,84 Equity Hedge Event Driven Fixed Income 15,03 2,03 Distressed Secur. Equity Market Neutral Merger Arbitrage Equity Non-Hedge 1,7 4,71 24,44 Convertible Arbitrage Emerging Markets Sector 2,16 Short Selling 8,13 Altri 8,36

61 Hedge Le strategie Risk arbitrage: prendono posizioni opposte su titoli simili (stessa tipologia di strumento, stesso settore merceologico, stesso mercato servito, dimensioni e struttura societaria simile). Arbitraggio su titoli a reddito fisso: le obbligazioni hanno una forte correlazione, ma possono aversi rendimenti molto diversi fra bond con la medesima rischiosità. Arbitraggio statistico: attraverso un mix di posizioni lunghe e corte viene creato un portafoglio assolutamente insensibile al rischio di mercato. Arbitraggio su convertibili: si cerca qui di sfruttare le differenze tra il valore di mercato ed il valore teorico di conversione azionaria di un titolo obbligazionario o di concambio in caso di acquisizioni (tipo Opa) con pagamento mediante titoli.

62 Hedge Le strategie Event driven: i gestori scommettono sul verificarsi di un determinato evento in grado di cambiare più o meno radicalmente la valorizzazione di una società (tipicamente fusione o riorganizzazione). Opportunistic: tendono a seguire il mercato per cavalcarne i trend. Tra questi molto utilizzate sono le strategie global macro che sfruttano le inefficienze estreme a livello globale generate da distorsioni macroeconomiche. Queste strategie sono il modo migliore per gestire fondi di grosse dimensioni e sono quelli che consentono la maggior discrezionalità ai gestori. La strategia "opportunistica" include anche i fondi long/short equity, che aprono posizioni lunghe o corte sul mercato non anticipandolo, ma seguendo il trend, come faceva Alfred Jones. Altra categoria di fondi che tuttavia si pone a cavallo tra gli hedge fund e i fondi tradizionali è quella specializzata sui mercati emergenti. Generalmente la leva è contenuta e prevedono forti coperture contro i rischi di cambio (hedging nel senso più genuino del termine).

63 Hedge La storia Effetto diversificazione La fiducia tradita: leva e redemptions le principali cause Fonte: Centre for Hedge Fund Research

64 4. Necessità di controllo del rischio

65 Valori di sintesi: parametri di rischio Monetario 13.2% Asset Class Azionario 18.0% Obbligazionario 68.8% Il VaR (Value at Risk) è una misura che aiuta a comprendere la perdita potenziale di un portafoglio in caso avvengano eventi di mercato estremi (ad es. default Lehman Brothers, crisi debito italiano, ecc.). E quindi una misura complementare alla Volatilità, che invece descrive movimenti nella performance di un portafoglio in condizioni di mercato normali. Nel nostro caso, un VaR pari a 12.72% (52,470 Eur) su un orizzonte temporale di 1 anno indica che esiste l 1% di probabilità che la perdita sia maggiore del 12.72% (52,470 Eur) qualora accadano eventi choc sul mercato.var, volatilità e cono di Ibbotson danno una misura del trade-off tra rischio-rendimento che ci si può attendere da un portafoglio. 61.7% Esposizione valutaria 36.8% La diversificazione consiste nella riduzione della rischiosità alla presenza in portafoglio di più attività finanziarie, caratterizzate da rendimenti non perfettamente correlati (positivamente) tra loro. L indice varia tra 0% (nessuna diversificazione) e 100% (massima diversificazione possibile): più l indice è alto, maggiore è la riduzione del rischio e di conseguenza sono maggiori i benefici della diversificazione. 1.6% EUR USD Altro

IL CONTROLLO DEL RISCHIO NELLA VALUTAZIONE DEL PORTAFOGLIO

IL CONTROLLO DEL RISCHIO NELLA VALUTAZIONE DEL PORTAFOGLIO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO La congiuntura Economica IL CONTROLLO DEL RISCHIO NELLA VALUTAZIONE DEL PORTAFOGLIO ALESSANDRO BIANCHI 20 Novembre 2014 Indice Introduzione: cosa intendiamo

Dettagli

Come usare gli ETF. Valerio Baselli e Azzurra Zaglio Morningstar Editor&Analyst team. Rimini, 17 maggio 2012

Come usare gli ETF. Valerio Baselli e Azzurra Zaglio Morningstar Editor&Analyst team. Rimini, 17 maggio 2012 Come usare gli ETF Valerio Baselli e Azzurra Zaglio Morningstar Editor&Analyst team Rimini, 17 maggio 2012 Cosa sono gli Etf? Gli Etf sono una particolare categoria di fondi d investimento mobiliare quotati

Dettagli

28 ottobre 2011. Alberto Luraschi Portfolio Manager Global Strategies & Total Return

28 ottobre 2011. Alberto Luraschi Portfolio Manager Global Strategies & Total Return GESTIONE DI PORTAFOGLI E RISCHIO: IL RUOLO DEGLI ETF. 28 ottobre 2011 Alberto Luraschi Portfolio Manager Global Strategies & Total Return Dai prodotti benchmarked Profili di mercato ai prodotti flessibili

Dettagli

La gestione attiva nei mercati obbligazionari: Conviction è la parola chiave

La gestione attiva nei mercati obbligazionari: Conviction è la parola chiave Active Marzo Management 2015 La gestione attiva nei mercati obbligazionari: Conviction è la parola chiave Mauro Vittorangeli CIO Conviction Fixed Income e Senior Portfolio Manager Le politiche monetarie

Dettagli

INFORMAZIONI CHIAVE PER GLI INVESTITORI

INFORMAZIONI CHIAVE PER GLI INVESTITORI INFORMAZIONI CHIAVE PER GLI INVESTITORI Il presente documento contiene le informazioni chiave per gli investitori di questo Comparto. Non si tratta di un documento promozionale. Le informazioni contenute

Dettagli

L investimento azionario nei portafogli istituzionali: le opportunità offerte da strategie alternative

L investimento azionario nei portafogli istituzionali: le opportunità offerte da strategie alternative L investimento azionario nei portafogli istituzionali: le opportunità offerte da strategie alternative Marzio Zocca Responsabile Clienti Istituzionali Azimut Consulenza Sim Santander 2008 100.0% 100.0%

Dettagli

GUIDA ALLA LETTURA DELLE SCHEDE FONDI

GUIDA ALLA LETTURA DELLE SCHEDE FONDI GUIDA ALLA LETTURA DELLE SCHEDE FONDI Sintesi Descrizione delle caratteristiche qualitative con l indicazione di: categoria Morningstar, categoria Assogestioni, indice Fideuram. Commenti sulla gestione

Dettagli

Fondi aperti Caratteri

Fondi aperti Caratteri Fondi aperti Caratteri Patrimonio variabile Quota valorizzata giornalmente in base al net asset value (Nav) Investimento in valori mobiliari prevalentemente quotati Divieti e limiti all attività d investimento

Dettagli

DOMANDE. Indicare i principali servizi di investimento e fornirne una breve descrizione

DOMANDE. Indicare i principali servizi di investimento e fornirne una breve descrizione DOMANDE Si ricorda che nelle risposte non è richiesta l'indicazione di formule - ad eccezione della formula del CPPI - ma dei soli fattori rilevanti e del relativo impatto Indicare i principali servizi

Dettagli

Fondo AcomeA ETF attivo

Fondo AcomeA ETF attivo Articolo pubblicato su Borsa Italiana il 28 giugno 2012 http://www.borsaitaliana.it/speciali/trading/inside-markets/23/etf-fondoacomeaetfattivo.htm Fondo AcomeA ETF attivo Il fondo AcomeA ETF Attivo è

Dettagli

Gli investimenti alternativi: situazioni e prospettive

Gli investimenti alternativi: situazioni e prospettive S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO La congiuntura economica Gli investimenti alternativi: situazioni e prospettive Stefano Bestetti, director Hedge Invest Sgr 26 settembre 2013, Milano Investimenti

Dettagli

INFORMAZIONI CHIAVE PER GLI INVESTITORI

INFORMAZIONI CHIAVE PER GLI INVESTITORI INFORMAZIONI CHIAVE PER GLI INVESTITORI Il presente documento contiene le informazioni chiave per gli investitori di questo Comparto. Non si tratta di un documento promozionale. Le informazioni contenute

Dettagli

Il futuro ha bisogno di più Anima.

Il futuro ha bisogno di più Anima. Il futuro ha bisogno di una nuova visione. Più attenta all essenza. Più responsabile e rigorosa. Più aperta e positiva. Per questo i migliori consulenti, le migliori banche e reti di promotori finanziari

Dettagli

Utilizzo degli ETF nella costruzione di portafogli diversificati e efficienti

Utilizzo degli ETF nella costruzione di portafogli diversificati e efficienti Utilizzo degli ETF nella costruzione di portafogli diversificati e efficienti Fausto Tenini - Analista Quantitativo presso Ufficio Studi MF-MilanoFinanza - Prof. presso Univ. Statale di Milano, facoltà

Dettagli

info Prodotto Eurizon Soluzione Cedola Più Ottobre 2020 A chi si rivolge

info Prodotto Eurizon Soluzione Cedola Più Ottobre 2020 A chi si rivolge Eurizon Soluzione Cedola Più Ottobre 2020 info Prodotto Eurizon Soluzione Cedola Più Ottobre 2020 è un Fondo comune di diritto italiano, gestito da Eurizon Capital SGR, che mira ad ottimizzare il rendimento

Dettagli

info Prodotto Eurizon Soluzione Cedola Maggio 2020 A chi si rivolge

info Prodotto Eurizon Soluzione Cedola Maggio 2020 A chi si rivolge Eurizon Soluzione Cedola Maggio 2020 info Prodotto Eurizon Soluzione Cedola Maggio 2020 è un Fondo comune di diritto italiano, gestito da Eurizon Capital SGR, che mira ad ottimizzare il rendimento del

Dettagli

ASSET ALLOCATION TATTICA. Adeguamento dinamico e flessibile ai Mercati

ASSET ALLOCATION TATTICA. Adeguamento dinamico e flessibile ai Mercati ASSET ALLOCATION TATTICA Adeguamento dinamico e flessibile ai Mercati Settembre 2015 Caratteristiche e Obiettivi Una strategia d investimento dinamica e flessibile che si adegua costantemente alle condizioni

Dettagli

info Prodotto Eurizon Cedola Attiva Più Luglio 2019 A chi si rivolge

info Prodotto Eurizon Cedola Attiva Più Luglio 2019 A chi si rivolge Eurizon Cedola Attiva Più Luglio 2019 info Prodotto Eurizon Cedola Attiva Più Luglio 2019 è un Fondo comune di diritto italiano, gestito da Eurizon Capital SGR, che mira ad ottimizzare il rendimento del

Dettagli

È evidenziata la crescita (in euro e al lordo della tassazione anche per i fondi italiani) realizzata dal

È evidenziata la crescita (in euro e al lordo della tassazione anche per i fondi italiani) realizzata dal Lettura delle schede Giunta alla sua decima edizione, la Guida permette agli investitori di accedere ad analisi indipendenti e nuovi strumenti per la selezione dei fondi, compresi i Morningstar Analyst

Dettagli

L asset liability management visto da Generali Investments Carlo Cavazzoni, Responsabile Globale Distribuzione

L asset liability management visto da Generali Investments Carlo Cavazzoni, Responsabile Globale Distribuzione L asset liability management visto da Generali Investments Carlo Cavazzoni, Responsabile Globale Distribuzione Contenuti 1. Asset liability management: il contesto e le evoluzioni 2. L approccio di Generali

Dettagli

Processo che consente di identificare la ripartizione ottimale di medio-lungo periodo delle risorse finanziarie tra le diverse classi di attività.

Processo che consente di identificare la ripartizione ottimale di medio-lungo periodo delle risorse finanziarie tra le diverse classi di attività. Glossario finanziario Asset Allocation Consiste nell'individuare classi di attività da inserire in portafoglio al fine di allocare in maniera ottimale le risorse finanziarie, dati l'orizzonte temporale

Dettagli

Hedge e Ucits alternativi: trend, opportunità e rischi Alessandra Manuli, Amministratore Delegato Hedge Invest SGR

Hedge e Ucits alternativi: trend, opportunità e rischi Alessandra Manuli, Amministratore Delegato Hedge Invest SGR Hedge e Ucits alternativi: trend, opportunità e rischi Alessandra Manuli, Amministratore Delegato Hedge Invest SGR Milano, 8 aprile 2014 1 Hedge e Ucits alternativi: trend 2 Hedge e Ucits alternativi:

Dettagli

info Prodotto Eurizon Multiasset Reddito Aprile 2021 A chi si rivolge

info Prodotto Eurizon Multiasset Reddito Aprile 2021 A chi si rivolge info Prodotto Eurizon Multiasset Reddito è un Fondo comune di diritto italiano, gestito da Eurizon Capital SGR, che persegue l'obiettivo di ottimizzare il rendimento del Fondo in un orizzonte temporale

Dettagli

Allianz Reddito Euro. Il punto di riferimento per investire nel mercato obbligazionario euro. Dieci validi motivi per investire

Allianz Reddito Euro. Il punto di riferimento per investire nel mercato obbligazionario euro. Dieci validi motivi per investire Allianz Reddito Euro Dieci validi motivi per investire Il punto di riferimento per investire nel mercato obbligazionario euro Il mercato obbligazionario negli ultimi anni ha registrato profonde trasformazioni:

Dettagli

I vantaggi delle strategie hedge nei portafogli istituzionali

I vantaggi delle strategie hedge nei portafogli istituzionali I vantaggi delle strategie hedge nei portafogli istituzionali Itinerari Previdenziali Michele Pacciana Documento riservato agli investitori istituzionali partecipanti al convegno Itinerari Previdenziali

Dettagli

Gestione finanziaria dei beni conferiti al Trust

Gestione finanziaria dei beni conferiti al Trust Gestione finanziaria dei beni conferiti al Trust Paolo Vicentini 7 Marzo 2005 Avvertenze legali Questa presentazione ha carattere puramente informativo e non costituisce sollecitazione all investimento,

Dettagli

Fondi aperti Caratteri

Fondi aperti Caratteri Fondi aperti Caratteri Patrimonio variabile Quota valorizzata giornalmente in base al net asset value (Nav) Investimento in valori mobiliari prevalentemente quotati Divieti e limiti all attività d investimento

Dettagli

A S S E T D Y N A M I C - S C H E D A S I N T E T I C A

A S S E T D Y N A M I C - S C H E D A S I N T E T I C A A S S E T D Y N A M I C - S C H E D A S I N T E T I C A Fondo di diritto sammarinese di tipo UCITS III, autorizzato il 20 febbraio 2014. Codice Isin SM000A1XFES2. Il presente documento contiene le informazioni

Dettagli

INVESTMENTI ALTERNATIVI. worldview POTENZIA I TUOI PORTAFOGLI PER RAGGIUNGERE NUOVE VETTE CON UN LEADER AFFIDABILE NEGLI INVESTIMENTI ALTERNATIVI

INVESTMENTI ALTERNATIVI. worldview POTENZIA I TUOI PORTAFOGLI PER RAGGIUNGERE NUOVE VETTE CON UN LEADER AFFIDABILE NEGLI INVESTIMENTI ALTERNATIVI INVESTMENTI ALTERNATIVI worldview POTENZIA I TUOI PORTAFOGLI PER RAGGIUNGERE NUOVE VETTE CON UN LEADER AFFIDABILE NEGLI INVESTIMENTI ALTERNATIVI IL NOSTRO VANTAGGIO COMPETITIVO UN LEADER A TUTTO CAMPO

Dettagli

COMUN FONDI. Le modifiche ai Fondi appartenenti al Sistema Valore Aggiunto, al Sistema Etico ed al Sistema Profili & Soluzioni

COMUN FONDI. Le modifiche ai Fondi appartenenti al Sistema Valore Aggiunto, al Sistema Etico ed al Sistema Profili & Soluzioni Eurizon Capital SGR S.p.A. Le modifiche ai Fondi appartenenti al Sistema Valore Aggiunto, al Sistema Etico ed al Sistema Profili & Soluzioni FONDI COMUN INVEST MOBIL COMUNICAZIONE AI PARTECIPANTI DELLE

Dettagli

Allianz Euro Bond Strategy

Allianz Euro Bond Strategy Allianz Euro Bond Strategy Dieci validi motivi per investire Il punto di riferimento per investire nel mercato obbligazionario euro Il mercato obbligazionario negli ultimi anni ha registrato profonde trasformazioni:

Dettagli

ALMA MATER STUDIORUM - UNIVERSITÀ DI BOLOGNA

ALMA MATER STUDIORUM - UNIVERSITÀ DI BOLOGNA ALMA MATER STUDIORUM - UNIVERSITÀ DI BOLOGNA SCUOLA DI ECONOMIA, MANAGEMENT E STATISTICA Corso di Laurea Magistrale in Finanza, Intermediari e Mercati GLI EXCHANGE TRADED PRODUCT: STRATEGIE DI INVESTIMENTO

Dettagli

info Prodotto Eurizon Multiasset Reddito Ottobre 2020 A chi si rivolge

info Prodotto Eurizon Multiasset Reddito Ottobre 2020 A chi si rivolge info Prodotto Eurizon Multiasset Reddito è un Fondo comune di diritto italiano, gestito da Eurizon Capital SGR, che persegue l'obiettivo di ottimizzare il rendimento del Fondo in un orizzonte temporale

Dettagli

THREADNEEDLE (LUX) MULTI ASSET TARGET ALPHA (il "COMPARTO")

THREADNEEDLE (LUX) MULTI ASSET TARGET ALPHA (il COMPARTO) Threadneedle (Lux) Società di Investimento a Capitale Variabile Sede legale: 31, Z.A. Bourmicht, L-8070 Bertrange Granducato di Lussemburgo R.C.S. Lussemburgo B 50 216 (la "SICAV") AVVISO AGLI AZIONISTI

Dettagli

CARATTERISTICHE DELLA GESTIONE

CARATTERISTICHE DELLA GESTIONE CARATTERISTICHE DELLA GESTIONE ALLEGATO B CODICE CONTO NUMERO MANDATO Le caratteristiche della gestione vengono definite, secondo quanto previsto dell art. 38 del Regolamento Consob 16190/07, in funzione

Dettagli

Piano degli investimenti finanziari - 2016 art.3, comma 3, del decreto legislativo 30 giugno 1994, n. 509

Piano degli investimenti finanziari - 2016 art.3, comma 3, del decreto legislativo 30 giugno 1994, n. 509 Piano degli investimenti finanziari - 2016 art.3, comma 3, del decreto legislativo 30 giugno 1994, n. 509 Piano strategico di investimento e di risk budgeting art. 4.3 e art. 7.4 del Regolamento per la

Dettagli

Domanda 1: Valutazione e Analisi di Obbligazioni / Gestione di Portafoglio (33 punti) Peso secondo il valore di mercato

Domanda 1: Valutazione e Analisi di Obbligazioni / Gestione di Portafoglio (33 punti) Peso secondo il valore di mercato Domanda 1: Valutazione e Analisi di Obbligazioni / Gestione di Portafoglio (33 punti) Il Sig. X è un gestore obbligazionario cui è stata assegnata la gestione del comparto obbligazionario internazionale

Dettagli

C come cedola! Allianz Global Investors. III trimestre 2015

C come cedola! Allianz Global Investors. III trimestre 2015 Allianz Global Investors C come cedola! III trimestre Nello scenario di mercato attuale, caratterizzato da crescita economica contenuta, rendimenti nominali bassi e deflazione, l investitore ricerca sempre

Dettagli

etf.deutscheawm.com Deutsche Asset & Wealth Management ETF db X-trackers: indici a portata di mano Come investire in Exchange Traded Funds

etf.deutscheawm.com Deutsche Asset & Wealth Management ETF db X-trackers: indici a portata di mano Come investire in Exchange Traded Funds etf.deutscheawm.com Deutsche Asset & Wealth Management ETF db X-trackers: indici a portata di mano Come investire in Exchange Traded Funds Indice 1. Prefazione 3 2. Utili in ogni situazione 5 3. Come utilizzare

Dettagli

REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO CREDITRAS E OBBLIGAZIONARIO MISTO

REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO CREDITRAS E OBBLIGAZIONARIO MISTO REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO CREDITRAS E OBBLIGAZIONARIO MISTO Il presente Regolamento è composto dall'allegato al Regolamento del Fondo interno e dai seguenti articoli specifici per il Fondo interno

Dettagli

Soluzioni Assicurativo/Finanziarie per Rispondere alle Esigenze di ALM degli Investitori Previdenziali

Soluzioni Assicurativo/Finanziarie per Rispondere alle Esigenze di ALM degli Investitori Previdenziali Soluzioni Assicurativo/Finanziarie per Rispondere alle Esigenze di ALM degli Investitori Previdenziali Contenuti 1. Tendenze nel Settore degli Investitori Previdenziali 2. Soluzioni Assicurativo/Finanziarie

Dettagli

Comunicazione ai Sottoscrittori

Comunicazione ai Sottoscrittori Anno VII - n. 3 di Gennaio 2008 - Semestrale - Prezzo a copia euro 0,635 - Periodico di Edizioni Grafiche Mazzucchelli S.r.l. Registrazione Tribunale di Milano n. 449 del 19/6/2000 Direttore responsabile:

Dettagli

L Asset Allocation Strategica di Inarcassa 2011-2015

L Asset Allocation Strategica di Inarcassa 2011-2015 Presentazione ai nuovi consiglieri 2011-2015 Comitato Nazionale dei Delegati Roma, 14-15 ottobre 2010 Protocollo: DFI/10/267 Indice Asset Allocation Strategica 2010: le deliberazioni del CND del 12-13

Dettagli

DEFENDER. Presentazione comparto

DEFENDER. Presentazione comparto DEFENDER Presentazione comparto Filosofia INVESTIRE NEI MERCATI FINANZIARI PRINCIPALMENTE EUROPEI GENERARE RENDIMENTI ASSOLUTI E STABILI NEL TEMPO ATTRAVERSO UNA GESTIONE STRATEGICA E TATTICA DELL ESPOSIZIONE

Dettagli

Portafoglio Invesco a cedola Profilo "dinamico"

Portafoglio Invesco a cedola Profilo dinamico Portafoglio Invesco a cedola Profilo "dinamico" Questo documento è riservato per i Clienti Professionali/Investitori Qualificati e/o Soggetti Collocatori in Italia e non per i clienti finali. È vietata

Dettagli

Generare valore oggi con gli investimenti obbligazionari

Generare valore oggi con gli investimenti obbligazionari Generare valore oggi con gli investimenti obbligazionari Alessandro Pozzi Responsabile Distribuzione Retail & Wholesale Eurizon Capital Scenario di riferimento Crescita Moderata Politiche monetarie Tassi

Dettagli

Tre motivi per investire in fondi alternativi nel contesto attuale

Tre motivi per investire in fondi alternativi nel contesto attuale Tre motivi per investire in fondi alternativi nel contesto attuale No. 4 - Giugno 2013 Tre motivi per investire in fondi alternativi nel contesto attuale Nelle ultime settimane si sono verificati importanti

Dettagli

SISTEMA EUROMOBILIARE

SISTEMA EUROMOBILIARE GRUPPO CREDEM SISTEMA EUROMOBILIARE Regolamento Unico dei Fondi gestiti da Euromobiliare Asset Management SGR SpA Il presente documento è valido a decorrere dal 20.04.2016 INDICE A) SCHEDA IDENTIFICATIVA

Dettagli

Guardare ai servizi private con occhi nuovi

Guardare ai servizi private con occhi nuovi Guardare ai servizi private con occhi nuovi GESTIONI PATRIMONIALI CASSA LOMBARDA Visione globale, azione personale. La Gestione Patrimoniale Cassa Lombarda è un servizio di investimento altamente specializzato,

Dettagli

Con la giusta strategia ogni mese può essere un mese speciale.

Con la giusta strategia ogni mese può essere un mese speciale. riconoscimento e di distribuzione delle cedole, fai leggere ai tuoi Clienti il Prospetto dei Fondi, Challenge Funds di Mediolanum International Funds e del Sistema Mediolanum Fondi Italia di Mediolanum

Dettagli

Il caso del Gruppo Generali

Il caso del Gruppo Generali Carlo Cavazzoni Direttore Generale Simgenia Gian Luigi Costanzo Amministratore Delegato Generali Asset Management Il caso del Gruppo Generali Sommario Θ Trend del mercato Θ L approccio di Generali al mercato

Dettagli

Documento confidenziale ad uso esclusivo interno. Industria degli Hedge Funds, evoluzione e prospettive

Documento confidenziale ad uso esclusivo interno. Industria degli Hedge Funds, evoluzione e prospettive Industria degli Hedge Funds, evoluzione e prospettive 1 Hedge funds, definizione Fondi che tramite l utilizzo di tecniche e strumenti di gestione avanzati, spesso non adottabili dai fondi comuni, si pongono

Dettagli

Data xx/xx/xxxx. Cliente: ESEMPIO/09/03/1. Piano di Intervento

Data xx/xx/xxxx. Cliente: ESEMPIO/09/03/1. Piano di Intervento Data xx/xx/xxxx Piano di Intervento Cliente: ESEMPIO/09/03/1 Gentile CLIENTE, Il presente elaborato è stato redatto sulla base di quanto emerso durante i nostri precedenti incontri e costituisce uno strumento

Dettagli

Indice Introduzione all economia del mercato mobiliare Il lessico dei mercati mobiliari

Indice Introduzione all economia del mercato mobiliare Il lessico dei mercati mobiliari Indice Pag. 1. Introduzione all economia del mercato mobiliare 1 Antonio Fasano 1.1 Il sistema finanziario e il mercato mobiliare 1 1.1.1 Gli strumenti finanziari 2 1.1.2 Gli intermediari finanziari 4

Dettagli

TIMEO NEUTRAL SICAV. Société d'investissement à capital variable Sede legale: 5, Allée Scheffer L-2520 Lussemburgo R.C.S. Luxembourg B 94351

TIMEO NEUTRAL SICAV. Société d'investissement à capital variable Sede legale: 5, Allée Scheffer L-2520 Lussemburgo R.C.S. Luxembourg B 94351 TIMEO NEUTRAL SICAV Société d'investissement à capital variable Sede legale: 5, Allée Scheffer L-2520 Lussemburgo R.C.S. Luxembourg B 94351 Avviso agli azionisti dei Comparti sotto riportati: 1. Modifica

Dettagli

info Prodotto Eurizon GP Unica A chi si rivolge

info Prodotto Eurizon GP Unica A chi si rivolge Eurizon Eurizon è il Servizio di Gestione di Portafogli di Eurizon Capital SGR che permette di definire personalmente, pur nel rispetto dei limiti e criteri indicati nel Contratto, la composizione del

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO. Corso di Risk Management

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO. Corso di Risk Management UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO Corso di Prof. Filippo Stefanini A.A. Corso 60012 Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Edile Tassi di interesse Per ciascuna divisa, sono regolarmente quotati diversi

Dettagli

Oltre i soliti strumenti Per uno spettacolo fuori dall ordinario

Oltre i soliti strumenti Per uno spettacolo fuori dall ordinario Per Consulenti E Investitori Qualificati Strategic Solutions Schroder Global Diversified Growth Fund Oltre i soliti strumenti Per uno spettacolo fuori dall ordinario Quando gli strumenti classici non bastano

Dettagli

FONDI COMUNI D INVESTIMENTO SISTEMA SYMPHONIA

FONDI COMUNI D INVESTIMENTO SISTEMA SYMPHONIA FONDI COMUNI D INVESTIMENTO SISTEMA SYMPHONIA 15 fondi comuni di investimento mobiliare aperti di diritto italiano armonizzati alla Direttiva 2009/65/CE Symphonia Selezione Italia Symphonia Azionario Euro

Dettagli

Cos è un Fondo Comune d Investimento/SICAV

Cos è un Fondo Comune d Investimento/SICAV Cos è un Fondo Comune d Investimento/SICAV Un Fondo Comune può essere paragonato ad una cassa collettiva dove confluiscono i risparmi di una pluralità di risparmiatori. Il denaro che confluisce in questa

Dettagli

UBI PRAMERICA SGR S.p.A. appartenente al gruppo bancario UNIONE DI BANCHE ITALIANE

UBI PRAMERICA SGR S.p.A. appartenente al gruppo bancario UNIONE DI BANCHE ITALIANE UBI PRAMERICA SGR S.p.A. appartenente al gruppo bancario UNIONE DI BANCHE ITALIANE Offerta pubblica di quote dei Fondi comuni di investimento mobiliare di diritto italiano armonizzati e non armonizzati

Dettagli

Paolo Cappugi Gli investimenti nella previdenza integrativa: filosofia di gestione e orizzonte temporale

Paolo Cappugi Gli investimenti nella previdenza integrativa: filosofia di gestione e orizzonte temporale 1 Paolo Cappugi Gli investimenti nella previdenza integrativa: filosofia di gestione e orizzonte temporale Indice Parte 1 Premessa Parte 2 Quadro generale Parte 3 Struttura degli investimenti e orizzonte

Dettagli

UNIT LINKED AZ STYLE"

UNIT LINKED AZ STYLE UNIT LINKED AZ STYLE" PER UNA CONSULENZA BASATA SU DINAMISMO E DIVERSIFICAZIONE Prima dell adesione leggere le Condizioni di Contratto Aggiornato Sett. 2011 CHE COSA E? Un nuovo prodotto Unit Linked di

Dettagli

Strumenti derivati. Strumenti finanziari il cui valore dipende dall andamento del prezzo di un attività sottostante Attività sottostanti:

Strumenti derivati. Strumenti finanziari il cui valore dipende dall andamento del prezzo di un attività sottostante Attività sottostanti: Strumenti derivati Strumenti finanziari il cui valore dipende dall andamento del prezzo di un attività sottostante Attività sottostanti: attività finanziarie (tassi d interesse, indici azionari, valute,

Dettagli

Offerta al pubblico di LIFE BONUS STARS prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto UL15RV) Regolamento dei Fondi interni

Offerta al pubblico di LIFE BONUS STARS prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto UL15RV) Regolamento dei Fondi interni Offerta al pubblico di LIFE BONUS STARS prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto UL15RV) Regolamento dei Fondi interni REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO CREDITRAS F OBBLIGAZIONARIO

Dettagli

S.A.P. ANALISI DI PORTAFOGLIO

S.A.P. ANALISI DI PORTAFOGLIO S.A.P. ANALISI DI PORTAFOGLIO Milano, 03/11/2015 INDICE 1. PORTAFOGLIO ATTUALE 2. ANALISI DEL PORTAFOGLIO Per macro asset class Per micro asset class Per tipologia di prodotto Per valuta 3. ANALISI DEI

Dettagli

LE MOSSE GIUSTE PER UNA STRATEGIA VINCENTE

LE MOSSE GIUSTE PER UNA STRATEGIA VINCENTE LE MOSSE GIUSTE PER UNA STRATEGIA VINCENTE Sulla SCACCHIERA DEGLI INVESTIMENTI, i titoli obbligazionari e quelli azionari sono il re e la regina; sono le Asset Class nobili, gli investimenti per eccellenza

Dettagli

Risparmio gestito e stili di gestione Dott. Sergio Paris - Università degli Studi di Bergamo

Risparmio gestito e stili di gestione Dott. Sergio Paris - Università degli Studi di Bergamo Economia dei mercati mobiliari e finanziamenti di aziende Risparmio gestito e stili di gestione Dott. Sergio Paris - Università degli Studi di Bergamo Gli stili di gestione Stile di gestione come espressione

Dettagli

Una sola società di gestione, tante soluzioni di investimento. J.P. Morgan Asset Management

Una sola società di gestione, tante soluzioni di investimento. J.P. Morgan Asset Management Una sola società di gestione, tante soluzioni di investimento. J.P. Morgan Asset Management Insight: una storia di tradizione, presente e futuro J.P. Morgan Asset Management è una delle case di gestione

Dettagli

FONDI FLESSIBILI Vegagest Obb. Flessibile Vegagest Rendimento Vegagest Flessibile

FONDI FLESSIBILI Vegagest Obb. Flessibile Vegagest Rendimento Vegagest Flessibile FONDI ARMONIZZATI FONDI LIQUIDITÀ Vegagest Monetario FONDI OBBLIGAZIONARI Vegagest Obb. Euro Breve Termine Vegagest Obb. Euro Vegagest Obb. Euro Lungo Termine Vegagest Obb. Internazionale Vegagest Obb.

Dettagli

PROTEGGERE IL PATRIMONIO DELL ENTE, OTTENERE STABILITÀ DI RITORNI SUL MEDIO- LUNGO PERIODO, POTER CONTARE SU PARTNER FINANZIARI ESPERTI E AFFIDABILI

PROTEGGERE IL PATRIMONIO DELL ENTE, OTTENERE STABILITÀ DI RITORNI SUL MEDIO- LUNGO PERIODO, POTER CONTARE SU PARTNER FINANZIARI ESPERTI E AFFIDABILI PROTEGGERE IL PATRIMONIO DELL ENTE, OTTENERE STABILITÀ DI RITORNI SUL MEDIO- LUNGO PERIODO, POTER CONTARE SU PARTNER FINANZIARI ESPERTI E AFFIDABILI SONO LE ESIGENZE CENTRALI DI UN ATTIVITÀ DI INSTITUTIONAL

Dettagli

SYMPHONIA LUX SICAV Société d investissement à capital variable 33, rue de Gasperich L- 5826 Hesperange R.C.S. Luxembourg B 65.036

SYMPHONIA LUX SICAV Société d investissement à capital variable 33, rue de Gasperich L- 5826 Hesperange R.C.S. Luxembourg B 65.036 Hesperange, 12 settembre 2013 NOTA AGLI AZIONISTI DI Gentili Signori, La presente per informarvi che il Consiglio di Amministrazione di Sicav (di seguito la Sicav ) ha approvato le seguenti modifiche al

Dettagli

Comunicazione ai Sottoscrittori

Comunicazione ai Sottoscrittori Comunicazione ai Sottoscrittori 6 Novembre 2008 Pioneer S.F. Fondo Comune d Investimento di Diritto Lussemburghese (Fonds Commun de Placement) I.P. Indice 1. Cambio di denominazione e delle politiche

Dettagli

info Prodotto Eurizon GP Unica Facile A chi si rivolge

info Prodotto Eurizon GP Unica Facile A chi si rivolge Eurizon Eurizon è il Servizio di Gestione di Portafogli di Eurizon Capital SGR dove l investitore può scegliere tra due Componenti differenziate su tre dimensioni: classi di attività finanziarie (azioni,

Dettagli

Sistema PRIMA. Regolamento di gestione Regolamento di gestione degli OICVM italiani gestiti da Anima SGR S.p.A. appartenenti al Sistema PRIMA

Sistema PRIMA. Regolamento di gestione Regolamento di gestione degli OICVM italiani gestiti da Anima SGR S.p.A. appartenenti al Sistema PRIMA Sistema PRIMA Regolamento di gestione Regolamento di gestione degli OICVM italiani gestiti da Anima SGR S.p.A. appartenenti al Sistema PRIMA Fondi Linea Mercati OICVM: Anima Fix Euro Anima Fix Obbligazionario

Dettagli

Private Wealth Management

Private Wealth Management Private Wealth Management 1 I team Gruppo Fideuram dedicati alla clientela Private 2 Risk Management Key Clients Gestioni Private Private Banker Le migliori professionalità del Gruppo Fideuram si uniscono

Dettagli

CHALLENGE FUNDS Prospetto Semplificato

CHALLENGE FUNDS Prospetto Semplificato CHALLENGE FUNDS Prospetto Semplificato Pubblicato mediante deposito presso l Archivio Prospetti della CONSOB in data 31 gennaio 2012 Società di gestione Collocatore Unico 2/44 Il presente Prospetto Semplificato

Dettagli

Coniugare esigenza e soluzione d investimento: controllare i rischi con l approccio Global Macro. Marco Serventi Senior Relationship Manager AMUNDI

Coniugare esigenza e soluzione d investimento: controllare i rischi con l approccio Global Macro. Marco Serventi Senior Relationship Manager AMUNDI Coniugare esigenza e soluzione d investimento: controllare i rischi con l approccio Global Macro Marco Serventi Senior Relationship Manager AMUNDI EFPA Italia Meeting 2014, 5/6 Giugno Lecce Siamo stati

Dettagli

UBI Unity GP Top Selection

UBI Unity GP Top Selection UBI Unity GP Top Selection Tu scegli la meta Noi costruiamo la squadra per raggiungerla Cos è la gestione patrimoniale gp Top Selection È una gestione patrimoniale contraddistinta dalla possibilità di

Dettagli

Q&A: Raiffeisen Fund Conservative

Q&A: Raiffeisen Fund Conservative La soluzione obbligazionaria flessibile di Raiffeisen Capital Management Pagina 1 di 5 Nel presente documento potrà trovare le risposte alle sue domande relative al nostro fondo obbligazionario flessibile

Dettagli

FONDI COMUNI REGOLAMENTO UNICO DEI FONDI COMUNI DI INVESTIMENTO MOBILIARE APERTI ARMONIZZATI GESTITI DA SELLA GESTIONI

FONDI COMUNI REGOLAMENTO UNICO DEI FONDI COMUNI DI INVESTIMENTO MOBILIARE APERTI ARMONIZZATI GESTITI DA SELLA GESTIONI REGOLAMENTO UNICO DEI FONDI COMUNI DI INVESTIMENTO MOBILIARE APERTI ARMONIZZATI GESTITI DA SELLA GESTIONI (in vigore dal 15 aprile 2015) FONDI COMUNI Il presente Regolamento è stato approvato dall organo

Dettagli

Allianz Flexible Bond Strategy

Allianz Flexible Bond Strategy Allianz Flexible Bond Strategy In un mondo che cambia rapidamente è importante essere flessibili Ottobre 2012 Documento con finalità promozionali destinato al cliente al dettaglio e al potenziale cliente

Dettagli

Gestioni sistematiche trend following Managed Futures

Gestioni sistematiche trend following Managed Futures Padova, 21 Ottobre 2011 Gestioni sistematiche trend following Managed Futures Giulio Faccioni Head of Business Development Agenda Quotidianità e investimenti Le strategie sistematiche Managed Futures Computer

Dettagli

SELEZIONE DEI GESTORI FINANZIARI APRILE 2014. OFFERTA TECNICA QUESTIONARIO - RfP

SELEZIONE DEI GESTORI FINANZIARI APRILE 2014. OFFERTA TECNICA QUESTIONARIO - RfP SELEZIONE DEI GESTORI FINANZIARI APRILE 2014 OFFERTA TECNICA QUESTIONARIO - RfP Sommario Descrizione dei mandati 1. Presentazione della Società di Gestione Struttura Societaria Esperienza Maturata Organizzazione

Dettagli

Alternative Spot. HEDGE INVEST (SUISSE) SA Via Balestra 27, 6900 Lugano (Svizzera) T +41 91 912 57 10

Alternative Spot. HEDGE INVEST (SUISSE) SA Via Balestra 27, 6900 Lugano (Svizzera) T +41 91 912 57 10 Alternative Spot Dic 2013 L outlook di Hedge Invest per il 2014 Scenario macroeconomico: la visione per il 2014 EUROZONA Prevediamo ancora pressioni al ribasso sulla crescita a breve termine, a causa di

Dettagli

SISTEMA EUROMOBILIARE

SISTEMA EUROMOBILIARE GRUPPO CREDEM SISTEMA EUROMOBILIARE Regolamento Unico dei Fondi gestiti da Euromobiliare Asset Management SGR SpA Il presente documento è valido a decorrere dal 01.01.2014 INDICE A) SCHEDA IDENTIFICATIVA

Dettagli

UBI PRAMERICA SGR S.p.A. appartenente al gruppo bancario UNIONE DI BANCHE ITALIANE

UBI PRAMERICA SGR S.p.A. appartenente al gruppo bancario UNIONE DI BANCHE ITALIANE UBI PRAMERICA SGR S.p.A. appartenente al gruppo bancario UNIONE DI BANCHE ITALIANE Offerta pubblica di quote dei Fondi comuni di investimento mobiliare di diritto italiano armonizzati e non armonizzati

Dettagli

La sintesi di tutte le specialità del reddito fisso di casa Raiffeisen in un solo fondo: il Raiffeisen Fund Conservative

La sintesi di tutte le specialità del reddito fisso di casa Raiffeisen in un solo fondo: il Raiffeisen Fund Conservative La soluzione obbligazionaria flessibile di Raiffeisen Capital Management Pagina 1 di 6 La sintesi di tutte le specialità del reddito fisso di casa Raiffeisen in un solo fondo: il Raiffeisen Fund Conservative

Dettagli

Schroder ISF EURO Short Term Bond

Schroder ISF EURO Short Term Bond Pagina 1 Indice Review su mercato e fondo pag. 2 Il mercato Il fondo Cosa ci aspettiamo dal mercato e dal fondo pag. 3 Uno sguardo al mercato Le scelte strategiche I risultati di pag. 4 Descrizione del

Dettagli

Comunicazione per l investitore

Comunicazione per l investitore JPMORGAN FUNDS 16 SETTEMBRE 2015 Comunicazione per l investitore Gentile Investitore, con la presente desideriamo informarla in merito ad alcune modifiche sostanziali apportate a JPMorgan Funds - Global

Dettagli

18 novembre 2014. La costruzione di un portafoglio Fulvio Martina

18 novembre 2014. La costruzione di un portafoglio Fulvio Martina 18 novembre 2014 La costruzione di un portafoglio Fulvio Martina Costruire un portafoglio? REGOLE BASE IDENTIFICARE GLI OBIETTIVI INVESTIMENTO E RISCHIO IDONEO ORIZZONTE TEMPORALE Asset allocation Diversificazione

Dettagli

FONDO PENSIONE APERTO CARIGE

FONDO PENSIONE APERTO CARIGE FONDO PENSIONE APERTO CARIGE INFORMAZIONI SULL ANDAMENTO DELLA GESTIONE I dati e le informazioni riportati sono aggiornati al 31 dicembre 2006. 1 di 8 La SGR è dotata di una funzione di Risk Management

Dettagli

Linea di Investimento A1- Alternativa Prudente

Linea di Investimento A1- Alternativa Prudente A1- Alternativa Prudente Produrre rendimenti superiori ai tassi di interesse a breve termine. Proteggere il capitale nelle fasi di mercato avverso e dal deterioramento inflazionistico. Medio - alto Investitori

Dettagli

AD USO ESCLUSIVO DEGLI INVESTITORI PROFESSIONALI E DEGLI INTERMEDIARI PENSPLAN SICAV LUX

AD USO ESCLUSIVO DEGLI INVESTITORI PROFESSIONALI E DEGLI INTERMEDIARI PENSPLAN SICAV LUX AD USO ESCLUSIVO DEGLI INVESTITORI PROFESSIONALI E DEGLI INTERMEDIARI PENSPLAN SICAV LUX PENSPLAN INVEST SGR La Società è stata costituita nel 2001 a Bolzano, nell ambito del progetto PensPlan, promosso

Dettagli

GLI INVESTITORI ISTITUZIONALI

GLI INVESTITORI ISTITUZIONALI GLI INVESTITORI ISTITUZIONALI ASPETTI GENERALI E IL CASO DEI FONDI COMUNI Lezione 17, CAPITOLO 19 1 SAPRESTE RISPONDERE A QUESTA DOMANDA? Supponete di avere deciso d iniziare a risparmiare per la pensione,

Dettagli

Fondi & Gestioni Gennaio 2014. Rispondiamo in tempo reale alle domande sui fondi e le gestioni di AcomeA SGR su Twitter. Utilizza l hashtag #aad

Fondi & Gestioni Gennaio 2014. Rispondiamo in tempo reale alle domande sui fondi e le gestioni di AcomeA SGR su Twitter. Utilizza l hashtag #aad Fondi & Gestioni Gennaio 2014 Rispondiamo in tempo reale alle domande sui fondi e le gestioni di AcomeA SGR su Twitter. Utilizza l hashtag #aad Indice Classifiche: rassegna stampa fondi...3 AcomeA Classifiche

Dettagli

DOCUMENTO DI INFORMAZIONE PER I PARTECIPANTI DEI FONDI APERTI DI DIRITTO ITALIANO APPARTENENTI AL SISTEMA SYMPHONIA E SYNERGIA

DOCUMENTO DI INFORMAZIONE PER I PARTECIPANTI DEI FONDI APERTI DI DIRITTO ITALIANO APPARTENENTI AL SISTEMA SYMPHONIA E SYNERGIA DOCUMENTO DI INFORMAZIONE PER I PARTECIPANTI DEI FONDI APERTI DI DIRITTO ITALIANO APPARTENENTI AL SISTEMA SYMPHONIA E SYNERGIA Gentile Partecipante, Il Consiglio di Amministrazione di Symphonia SGR ha

Dettagli

IL PROCESSO DI INVESTIMENTO

IL PROCESSO DI INVESTIMENTO IL PROCESSO DI INVESTIMENTO IL PROCESSO DI ALLOCAZIONE DEGLI INVESTIMENTI Definizione dell allocazione strategica Definizione dell allocazione tattica Definizione delle singole forme di investimento Verifica

Dettagli

Portafogli efficienti per ogni profilo

Portafogli efficienti per ogni profilo Portafogli efficienti per ogni profilo di rischio con gli ETF Fausto Tenini -Analista Quantitativo presso Ufficio Studi MF-MilanoFinanza - Prof. presso Univ. Statale di Milano, facoltà di Economia Offerta

Dettagli

Le linee di gestione. Aprile 2014

Le linee di gestione. Aprile 2014 Le linee di gestione Aprile 2014 Obiettivi OBIETTIVO CONSERVAZIONE RENDIMENTO A SCADENZA CORRELAZIONE Protezione del capitale Smoothing downside risk Low volatility Coupon cash flow generation Correlation

Dettagli