VALUTAZIONE DEI TITOLI E DELLE PUBBLICAZIONI SCIENTIFICHE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "VALUTAZIONE DEI TITOLI E DELLE PUBBLICAZIONI SCIENTIFICHE"

Transcript

1 VALUTAZIONE COMPARATIVA PER LA COPERTURA DI N. 1 POSTO DI RICERCATORE UNIVERSITARIO DI RUOLO PER IL SETTORE SCIENTIFICO- DISCIPLINARE SECS-P/11 DELLA FACOLTA' DI ECONOMIA DELL'UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI FIRENZE (D.R. n del 26/11/2010, il cui avviso è stato pubblicato nel supplemento ordinario alla G.U. - 4 serie speciale - n. 99 del 14/12/2010) VALUTAZIONE DEI TITOLI E DELLE PUBBLICAZIONI SCIENTIFICHE GIUDIZI INDIVIDUALI CANDIDATO: CATELANI EDOARDO Commissario prof. Sergio Paci Titoli a. Dottorato di ricerca Si, congruente con il raggruppamento scientifico disciplinare SECS-P/11 b. Attività didattica universitaria Si, con continuità da alcuni anni c. Servizi di Formazione e ricerca d. Attività di ricerca formalizzata Si, lezioni in Master post universitari Assegnista, ricercatore a tempo determinato SECS-P/11 e. Organizzazione e coordinamento Nessuna ricerca f. Relazioni a convegni Si, alcuni convegni internazionali g. Premi e riconoscimenti Assenti Titolo 1) Il futuro delle Fondazioni bancarie tra holding di partecipazioni creditizie ed elargizioni al terzo settore 2) Alcune considerazioni in merito alla sterilizzazione dei voti delle Fondazioni nelle assemblee delle banche conferitarie 3) I finanziamenti dei soci alle proprie società all interno dei gruppi aziendali Pubblicazioni Originalità (a 1) Innovatività (a 2) Importanza (a 3) Congruenza con settore (b) Rilevanza editoriale (c) Buona Discreta Discreta Buona buona Discreta Scarsa Scarsa Discreta Buona Scarsa Scarsa Scarsa Scarsa Scarsa 1

2 4) Il muto-casa quale protagonista sulla scena del family banking. La seconda giovinezza di un tradizionale prodotto finanziario Sufficiente Sufficiente Sufficiente Elevata Tesi dottorato 5) Mutui, credito al consumo, indebitamento delle famiglie: il caso italiano e la recente crisi del mercato dei crediti statunitense 6) La raccolta a medio-lungo termine e La gestione della liquidità e della tesoreria Sufficiente Sufficiente Sufficiente Elevata Buona Sufficiente Scarsa Scarsa Elevata Buona 7) Tremonti bonds and their impact on banking control rules 8) Alternative investment funds: the case of hedge funds, private equity funds and real estate funds in the Italian context Buona Discreta Discreta Buona Buona 9) Public policies and venture capital in supporting SMEs: an economic comparison of available instruments 10) Home loans, securitization, subprime mortgage crisis. A critical essay in retrospection Buona Discreta Sufficiente Buona Buona I contributi contrassegnati (come sopra) dai numeri progressivi n. 7 e 9 non sono stati considerati perché non è possibile identificare la parte attribuibile al candidato. I restanti contributi contenuti nella tabella precedente sono stati tutti pubblicati entro il 13 gennaio I medesimi contributi sono stati riportati nell elenco delle pubblicazioni e nel curriculum inviati per la valutazione comparativa. Commissario prof. Lorenzo Gai Titoli a. Dottorato di ricerca Si, congruente con il raggruppamento scientifico disciplinare SECS-P/11 b. Attività didattica universitaria Si, svolta con continuità e su vari insegnamenti c. Servizi di Formazione e ricerca Attività intensa svolta presso istituzioni universitarie Continuativa, con progressione di carriera da assegnista di d. Attività di ricerca formalizzata ricerca a ricercatore a tempo determinato SECS-P/11 e. Organizzazione e coordinamento Nessuna ricerca f. Relazioni a convegni 3 in Italia e all estero 2

3 g. Premi e riconoscimenti Assenti Titolo 1) Il futuro delle Fondazioni bancarie tra holding di partecipazioni creditizie ed elargizioni al terzo settore 2) Alcune considerazioni in merito alla sterilizzazione dei voti delle Fondazioni nelle assemblee delle banche conferitarie 3) I finanziamenti dei soci alle proprie società all interno dei gruppi aziendali Pubblicazioni Originalità (a 1) Innovatività (a 2) Importanza (a 3) Congruenza con settore (b) Rilevanza editoriale (c) Buona Buona Discreta Elevata Buona Buona Discreta Sufficiente Discreta Buona Sufficiente Sufficiente Sufficiente Sufficiente Sufficiente 4) Il muto-casa quale protagonista sulla scena del family banking. La seconda giovinezza di un tradizionale prodotto finanziario Sufficiente Discreta Sufficiente Elevata Tesi dottorato 5) Mutui, credito al consumo, indebitamento delle famiglie: il caso italiano e la recente crisi del mercato dei crediti statunitense 6) La raccolta a medio-lungo termine e La gestione della liquidità e della tesoreria Sufficiente Discreta Sufficiente Elevata Buona Sufficiente Sufficiente Discreta Elevata Buona 7) Tremonti bonds and their impact on banking control rules 8) Alternative investment funds: the case of hedge funds, private equity funds and real estate funds in the Italian context Buona Discreta Discreta Buona Buona 9) Public policies and venture capital in supporting SMEs: an economic comparison of available instruments 10) Home loans, securitization, subprime mortgage crisis. A critical essay in retrospection Buona Buona Discreta Buona Buona 3

4 I contributi contrassegnati (come sopra) dai numeri progressivi n. 7 e 9 non sono stati considerati perché non è possibile identificare la parte attribuibile al candidato. I restanti contributi contenuti nella tabella precedente sono stati tutti pubblicati entro il 13 gennaio I medesimi contributi sono stati riportati nell elenco delle pubblicazioni e nel curriculum inviati per la valutazione comparativa. Commissario prof. Gino Gandolfi Titoli a. Dottorato di ricerca Si, congruente con il raggruppamento scientifico disciplinare SECS-P/11 Si, in materie afferenti al settore scientifico disciplinare SECSb. Attività didattica universitaria P/11 per diversi anni Disciplinare Lezioni in Master e corsi di formazione c. Servizi di Formazione e ricerca d. Attività di ricerca formalizzata Continuativa con progressione di carriera e. Organizzazione e coordinamento Nessuna ricerca f. Relazioni a convegni Si, 3 nel biennio g. Premi e riconoscimenti Assenti Titolo 1) Il futuro delle Fondazioni bancarie tra holding di partecipazioni creditizie ed elargizioni al terzo settore 2) Alcune considerazioni in merito alla sterilizzazione dei voti delle Fondazioni nelle assemblee delle banche conferitarie 3) I finanziamenti dei soci alle proprie società all interno dei gruppi aziendali 4) Il muto-casa quale protagonista sulla scena del family banking. La seconda giovinezza di un tradizionale prodotto finanziario Pubblicazioni Originalità (a 1) Innovatività (a 2) Importanza (a 3) Congruenza con settore (b) Rilevanza editoriale (c) Discreta Buona Discreta Elevata Discreta Sufficiente Scarsa Scarsa Discreta Buona Scarsa Scarsa Scarsa Scarsa Scarsa Sufficiente Sufficiente Sufficiente Elevata Tesi dottorato 5) Mutui, credito al consumo, indebitamento delle famiglie: il caso italiano e la recente crisi del mercato dei crediti statunitense Sufficiente Sufficiente Sufficiente Elevata Buona 4

5 6) La raccolta a medio-lungo termine e La gestione della liquidità e della tesoreria Sufficiente Scarsa Discreta Elevata Buona 7) Tremonti bonds and their impact on banking control rules 8) Alternative investment funds: the case of hedge funds, private equity funds and real estate funds in the Italian context Buona Discreta Discreta Buona Buona 9) Public policies and venture capital in supporting SMEs: an economic comparison of available instruments 10) Home loans, securitization, subprime mortgage crisis. A critical essay in retrospection Buona Discreta Discreta Buona Buona I contributi contrassegnati (come sopra) dai numeri progressivi n. 7 e 9 non sono stati considerati perché non è possibile identificare la parte attribuibile al candidato. I restanti contributi contenuti nella tabella precedente sono stati tutti pubblicati entro il 13 gennaio I medesimi contributi sono stati riportati nell elenco delle pubblicazioni e nel curriculum inviati per la valutazione comparativa. CANDIDATO: DELL ACQUA ALBERTO Commissario prof. Sergio Paci a. Dottorato di ricerca Si Titoli b. Attività didattica universitaria c. Servizi di Formazione e ricerca d. Attività di ricerca formalizzata Professore a contratto dal 2009 in materie coerenti con il settore scientifico disciplinare e visiting professor presso la GARYOUNIS UNIVERSITY, BENGHAZI (LIBIA) nel 2010 Significativa attività di formazione VISITING RESEARCH FELLOW PRESSO IL QUANTITATIVE FINANCE RESEARCH CENTRE, SCHOOL OF FINANCE AND ECONOMICS, UNIVERSITY OF TECHNOLOGY, SYDNEY (AUSTRALIA) e. Organizzazione e coordinamento ricerca f. Relazioni a convegni Si, numerosi Membro dell Organizing Commitee nell Annual Conference EFMA (2009) 5

6 g. Premi e riconoscimenti Miglior articolo E&M 2006, Economia & Management, Sda Bocconi School of Management Titolo 1) "Conference calls and volatility in the Post Reg-FD Era", (con Caselli S., Perrini F), European Financial Management, Vol. 16, Issue. 2, pp , March 2010, Ed. WileyBlackwell, Hoboken, NJ, USA, 2) "Finanza straordinaria e PMI"(con Etro L.L., Lombardi M.), in Gestione delle PMI (a cura di Preti P., Puricelli M.), Il Sole 24 Ore Edizioni, Milan, Italy, 2008 Pubblicazioni Originalità (a 1) Innovatività (a 2) Importanza (a 3) Congruenza con settore (b) Rilevanza editoriale (c) 3) I Venture capitalist italiani: chi sono, cosa fanno e cosa vogliono? (con Previtero A.) in Economia & Management, 2, ) Un ponte per la crescita, Imprese, banche e finanza per il futuro del sistema Italia (con Cenciarini, Dallocchio, Etro), Gangemi Editore, Rome, Italy, 2006 Sufficiente Sufficiente Sufficiente Buona Discreta 5) Brand Italiani (con Dallocchio M., Etro L.L., Ligresti G., Rovetta B.), Egea, Milan, Italy, ) Mercati finanziari e nuove tecnologie ICT Siamo fuori dal tunnel? (con Perrini F.), in Organizzazione e Information Technology, (a cura di Pennarola F. ), Egea, Milan, Italy,

7 7) "Informazione non finanziaria e valore delle imprese Internet: evidenze empiriche nel contesto italiano", in Contabilità, Finanza e Controllo, n. 8/9, Agosto Settembre 2003 Buona Discreta Discreta Buona Buona 8) "Public utilities e dinamiche evolutive", in Public utilities, creazione del valore e nuove strategie, (a cura di Dallocchio M., Romiti S., Vesin G.), Egea, Milan, Italy, Discreta Discreta Sufficiente Sufficiente Buona 9) Processi innovativi di creazione del valore nelle network industries" (con Gianfrate G.), in Public utilities, creazione del valore e nuove strategie, (a cura di Dallocchio M., Romiti S., Vesin G.), Egea, Milan, Italy, ) "Valutare le public utilities", in Public utilities, creazione del valore e nuove strategie, (a cura di Dallocchio M., Romiti S., Vesin G.), Egea, Milan, Italy, 2001 Sufficiente Sufficiente Sufficiente Sufficiente Buona I contributi contrassegnati (come sopra) dai numeri progressivi n. 1, 2, 3, 5, 6, e 9 non sono stati considerati perché non è possibile identificare la parte attribuibile al candidato. I restanti contributi contenuti nella tabella precedente sono stati tutti pubblicati entro il 13 gennaio I medesimi contributi sono stati riportati nell elenco delle pubblicazioni e nel curriculum inviati per la valutazione comparativa. La tesi di dottorato non è stata valutata perché non inviata. Commissario prof. Lorenzo Gai a. Dottorato di ricerca Si Titoli b. Attività didattica universitaria Si dall anno 2009 c. Servizi di Formazione e ricerca Buona e svolta con continuità 7

8 d. Attività di ricerca formalizzata VISITING RESEARCH FELLOW PRESSO IL QUANTITATIVE FINANCE RESEARCH CENTRE, SCHOOL OF FINANCE AND ECONOMICS, UNIVERSITY OF TECHNOLOGY, SYDNEY (AUSTRALIA) e. Organizzazione e coordinamento ricerca f. Relazioni a convegni 5 in Italia e all estero g. Premi e riconoscimenti Membro dell Organizing Commitee nell Annual Conference EFMA (2009) Miglior articolo E&M 2006, Economia & Management, Sda Bocconi School of Management Titolo 1) "Conference calls and volatility in the Post Reg-FD Era", (con Caselli S., Perrini F), European Financial Management, Vol. 16, Issue. 2, pp , March 2010, Ed. WileyBlackwell, Hoboken, NJ, USA, 2) "Finanza straordinaria e PMI"(con Etro L.L., Lombardi M.), in Gestione delle PMI (a cura di Preti P., Puricelli M.), Il Sole 24 Ore Edizioni, Milan, Italy, 2008 Pubblicazioni Originalità (a 1) Innovatività (a 2) Importanza (a 3) Congruenza con settore (b) Rilevanza editoriale (c) 3) I Venture capitalist italiani: chi sono, cosa fanno e cosa vogliono? (con Previtero A.) in Economia & Management, 2, ) Un ponte per la crescita, Imprese, banche e finanza per il futuro del sistema Italia (con Cenciarini, Dallocchio, Etro), Gangemi Editore, Rome, Italy, 2006 Sufficiente Sufficiente Scarsa Buona Discreta 5) Brand Italiani (con Dallocchio M., Etro L.L., Ligresti G., Rovetta B.), Egea, Milan, Italy,

9 6) Mercati finanziari e nuove tecnologie ICT Siamo fuori dal tunnel? (con Perrini F.), in Organizzazione e Information Technology, (a cura di Pennarola F. ), Egea, Milan, Italy, ) "Informazione non finanziaria e valore delle imprese Internet: evidenze empiriche nel contesto italiano", in Contabilità, Finanza e Controllo, n. 8/9, Agosto Settembre 2003 Discreta Sufficiente Discreta Discreta Discreta 8) "Public utilities e dinamiche evolutive", in Public utilities, creazione del valore e nuove strategie, Egea, Milan, Italy, Discreta Sufficiente Sufficiente Scarsa Buona 9) Processi innovativi di creazione del valore nelle network industries" (con Gianfrate G.), in Public utilities, creazione del valore e nuove strategie, (a cura di Dallocchío M., Romiti S., Vesin G.), Egea, Milan, Italy, ) "Valutare le public utilities", in Public utilities, creazione del valore e nuove strategie, (a cura di Dallocchio M., Romiti S., Vesin G.), Egea, Milan, Italy, 2001 Discreto Sufficiente Sufficiente Discreto Buona I contributi contrassegnati (come sopra) dai numeri progressivi n. 1, 2, 3, 5, 6 e 9 non sono stati considerati perché non è possibile identificare la parte attribuibile al candidato. I restanti contributi contenuti nella tabella precedente sono stati tutti pubblicati entro il 13 gennaio I medesimi contributi sono stati riportati nell elenco delle pubblicazioni e nel curriculum inviati per la valutazione comparativa. La tesi di dottorato non è stata valutata perché non inviata. Commissario prof. Gino Gandolfi Titoli 9

10 a. Dottorato di ricerca b. Attività didattica universitaria c. Servizi di Formazione e ricerca Si Significativa esperienza in Italia e all estero in qualità di professore a contratto presso la Bocconi dal 2009 e visiting professor presso la GARYOUNIS UNIVERSITY, BENGHAZI (LIBIA) nel 2010 Significativa e intensa attività di formazione su differenti tematiche congruenti al settore scientifico disciplinare SECS-P/11presso prestigioso centro di formazione universitario (SDA Bocconi School of Management) a partire dal d. Attività di ricerca formalizzata e. Organizzazione e coordinamento ricerca VISITING RESEARCH FELLOW PRESSO IL QUANTITATIVE FINANCE RESEARCH CENTRE, SCHOOL OF FINANCE AND ECONOMICS, UNIVERSITY OF TECHNOLOGY, SYDNEY (AUSTRALIA) Membro dell Organizing Commitee nell Annual Conference EFMA (2009) f. Relazioni a convegni Si, numerosi e prestigiosi in Italia e all estero g. Premi e riconoscimenti Miglior articolo E&M 2006, Economia & Management, Sda Bocconi School of Management Titolo 1) "Conference calls and volatility in the Post Reg-FD Era", (con Caselli S., Perrini F), European Financial Management, Vol. 16, Issue. 2, pp , March 2010, Ed. WileyBlackwell, Hoboken, NJ, USA, 2) "Finanza straordinaria e PMI"(con Etro L.L., Lombardi M.), in Gestione delle PMI (a cura di Preti P., Puricelli M.), Il Sole 24 Ore Edizioni, Milan, Italy, 2008 Pubblicazioni Originalità (a 1) Innovatività (a 2) Importanza (a 3) Congruenza con settore (b) Rilevanza editoriale (c) 3) I Venture capitalist italiani: chi sono, cosa fanno e cosa vogliono? (con Previtero A.) in Economia & Management, 2,

11 4) Un ponte per la crescita, Imprese, banche e finanza per il futuro del sistema Italia (con Cenciarini, Dallocchio, Etro), Gangemi Editore, Rome, Italy, 2006 Sufficiente Sufficiente Scarsa Buona Discreta 5) Brand Italiani (con Dallocchio M., Etro L.L., Ligresti G., Rovetta B.), Egea, Milan, Italy, ) Mercati finanziari e nuove tecnologie ICT Siamo fuori dal tunnel? (con Perrini F.), in Organizzazione e Information Technology, (a cura di Pennarola F. ), Egea, Milan, Italy, ) "Informazione non finanziaria e valore delle imprese Internet: evidenze empiriche nel contesto italiano", in Contabilità, Finanza e Controllo, n. 8/9, Agosto Settembre 2003 Buona Buona Discreta Buona Buona 8) "Public utilities e dinamiche evolutive", in Public utilities, creazione del valore e nuove strategie, (a cura di Dallocchio M., Romiti S., Vesin G.), Egea, Milan, Italy, Discreta Discreta Sufficiente Scarsa Buona 9) Processi innovativi di creazione del valore nelle network industries" (con Gianfrate G.), in Public utilities, creazione del valore e nuove strategie, (a cura di Dallocchio M., Romiti S., Vesin G.), Egea, Milan, Italy, ) "Valutare le public utilities", in Public utilities, creazione del valore e nuove strategie, (a cura di Dallocchio M., Romiti S., Vesin G.), Egea, Milan, Italy, 2001 Discreto Sufficiente Sufficiente Discreta Buona I contributi contrassegnati (come sopra) dai numeri progressivi n. 1, 2, 3, 5, 6 e 9 non sono stati considerati perché non è possibile identificare la parte attribuibile al candidato. 11

12 I restanti contributi contenuti nella tabella precedente sono stati tutti pubblicati entro il 13 gennaio I medesimi contributi sono stati riportati nell elenco delle pubblicazioni e nel curriculum inviati per la valutazione comparativa. La tesi di dottorato non è stata valutata perché non inviata. CANDIDATO: GIANNOZZI ALESSANDRO Commissario prof. Sergio Paci a. Dottorato di ricerca No Titoli b. Attività didattica universitaria Contenuta attività didattica c. Servizi di Formazione e ricerca Limitata attività di formazione d. Attività di ricerca formalizzata Assegnista di ricerca e. Organizzazione e coordinamento ricerca Assente f. Relazioni a convegni Ridotta partecipazione a convegni g. Premi e riconoscimenti No Titolo Pubblicazioni Originalità (a 1) Innovatività (a 2) Importanza (a 3) Congruenza con settore (b) Rilevanza editoriale (c) 1) GIANNOZZI A., ROGGI 0. (2009), Predicting SME default risk. Do Regionai Models Make sense?; International Journal on Business and Economics, Fall 2009, Vol. 8, n. 1 12

13 2) GIANNOZZI A., ROGGI O., ALTMAN E.I., SABATO G. (2010), Building SME rating. Is it necessary for lenders to monitoring financial statements of the borrowers?; submitted for publication a Joumal of Business Fínance and Accounting 3) GIANNOZZI A.; ROGGI 0. (2009), Company distress in the fashion/textile industry in Italy. Questing for discriminant variables, Proceedings AEDEM-AIDEA Conference - Creativity and survival of the finir under uncertainty, Roma, 11 settembre ) GIANNOZZI A.; ROGGI O.; SABATO G. (2009), Building SME rating. A comparison between accounting and non-accounting models in the Italian Market, Conference paper Intemational Rísk Management Conference 2009, 24 giugno ) GIANNOZZI A., ROGGI 0. (2007), Basel Il and Default risk estimation, Proceedings Small Business Banking and Financing: a global perspective, Intemational Conference, Cagliari, Maggio ) GIANNOZZI A.; ROGGI 0. (2009), Il rischio d'impresa in ROGGI O. (a cura di) (2009); Finanza Aziendale. La gestione del rischio d'impresa, la finanza evoluta e la crisi dei mercati finanziari. Letture critiche, Franco Angeli, Milano 7) GIANNOZZI A. (2008), I modelli di scoring basati sull'analisi discriminante lineare, univariata o multivariata" pp in ROGGI 0. (2008), Rischio d'impresa, valore e insolvenza, Franco Angeli, Milano Sufficiente Sufficiente Scarso Discreto Buona 13

14 8) GIANNOZZI A. (2008), "L'analisi esplorativa" p in ROGGI O. (2008), Rischio d'impresa, valore e insolvenza, Franco Angeli, Milano. Scarsa Scarsa Scarsa Sufficiente Buona 9) GIANNOZZI A. (2010) Fair value disclosure, rischio di liquidità e rendimenti azionari. Un'analisi empirica sulle imprese europee finanziarie e non finanziarie, tesi di dottorato. Discreta Discreta Discreta Discreta Tesi di dottorato 10) GIANNOZZI A. (2007), Gli strumenti finanziari per il Terzo settore, quaderno elaborato per conto di CCIAA di Firenze, in corso di pubblicazione 11) GIANNOZZI A. (2010), Gli strumenti di Finanza innovativa per il Terzo Settore. Analisi di pre-fattibilità per la creazione di un fondo chiuso filantropico provinciale, in corso di pubblicazione I contributi contrassegnati (come sopra) dai numeri progressivi n. 1, 2, 3, 4, 5, 6, 10 e 11 non sono stati considerati perché non è possibile identificare la parte attribuibile al candidato. I restanti contributi contenuti nella tabella precedente sono stati tutti pubblicati entro il 13 gennaio I medesimi contributi sono stati riportati nell elenco delle pubblicazioni e nel curriculum inviati per la valutazione comparativa. Commissario prof. Lorenzo Gai a. Dottorato di ricerca No Titoli b. Attività didattica universitaria Si dal 2008 al 2010 c. Servizi di Formazione e ricerca Contenuta attività di formazione 14

15 d. Attività di ricerca formalizzata Assegnista di ricerca dal 2005 al 2007 e. Organizzazione e coordinamento ricerca Assente f. Relazioni a convegni Si, limitata g. Premi e riconoscimenti no Titolo Pubblicazioni Originalità (a 1) Innovatività (a 2) Importanza (a 3) Congruenza con settore (b) Rilevanza editoriale (c) 1) GIANNOZZI A., ROGGI 0. (2009), Predicting SME default risk. Do Regionai Models Make sense?; International Journal on Business and Economics, Fall 2009, Vol. 8, n. 1 2) GIANNOZZI A., ROGGI O., ALTMAN E.I., SABATO G. (2010), Building SME rating. Is it necessary for lenders to monitoring financial statements of the borrowers; submitted for publication a Joumal of Business Fínance and Accounting 3) GIANNOZZI A.; ROGGI 0. (2009), Company distress in the fashion/textile industry in Italy. Questing for discriminant variables, Proceedings AEDEM-AIDEA Conference - Creativity and survival of the finir under uncertainty, Roma, 11 settembre ) GIANNOZZI A.; ROGGI O.; SABATO G. (2009), Building SME rating. A comparison between accounting and non-accounting models in the Italian Market, Conference paper Intemational Rísk Management Conference 2009, 24 giugno

16 5) GIANNOZZI A., ROGGI 0. (2007), Basel Il and Default risk estimation, Proceedings Small Business Banking and Financing: a global perspective, Intemational Conference, Cagliari, Maggio ) GIANNOZZI A.; ROGGI 0. (2009), Il rischio d'impresa in ROGGI O. (a cura di) (2009); Finanza Aziendale. La gestione del rischio d'impresa, la finanza evoluta e la crisi dei mercati finanziari. Letture critiche, Franco Angeli, Milano 7) GIANNOZZI A. (2008), I modelli di scoring basati sull'analisi discriminante lineare, univariata o multivariata" pp in ROGGI 0. (2008), Rischio d'impresa, valore e insolvenza, Franco Angeli, Milano Sufficiente Sufficiente Sufficiente Buona Buona 8) GIANNOZZI A. (2008), "L'analisi esplorativa" p in ROGGI O. (2008), Rischio d'impresa, valore e insolvenza, Franco Angeli, Milano. Sufficiente Sufficiente Sufficiente Buona Buona 9) GIANNOZZI A. (2010) Fair value disclosure, rischio di liquidità e rendimenti azionari. Un'analisi empirica sulle imprese europee finanziarie e non finanziarie, tesi di dottorato. Discreta Discreta Discreta Discreta Tesi di dottorato 10) GIANNOZZI A. (2007), Gli strumenti finanziari per il Terzo settore, quaderno elaborato per conto di CCIAA di Firenze, in corso di pubblicazione 11) GIANNOZZI A. (2010), Gli strumenti di Finanza innovativa per il Terzo Settore. Analisi di pre-fattibilità per la creazione di un fondo chiuso filantropico provinciale, in corso di pubblicazione 16

17 I contributi contrassegnati (come sopra) dai numeri progressivi n. 1, 2, 3, 4, 5, 6, 10 e 11 non sono stati considerati perché non è possibile identificare la parte attribuibile al candidato. I restanti contributi contenuti nella tabella precedente sono stati tutti pubblicati entro il 13 gennaio I medesimi contributi sono stati riportati nell elenco delle pubblicazioni e nel curriculum inviati per la valutazione comparativa. Commissario prof. Gino Gandolfi a. Dottorato di ricerca No Titoli b. Attività didattica universitaria Si, non particolarmente intensa c. Servizi di Formazione e ricerca Attività di formazione non particolarmente significativa d. Attività di ricerca formalizzata Assegnista di ricerca per un biennio e. Organizzazione e coordinamento ricerca Assente f. Relazioni a convegni Partecipazione a convegni non particolarmente significativa g. Premi e riconoscimenti No Titolo Pubblicazioni Originalità (a 1) Innovatività (a 2) Importanza (a 3) Congruenza con settore (b) Rilevanza editoriale (c) 1) GIANNOZZI A., ROGGI 0. (2009), Predicting SME default risk. Do Regionai Models Make sense?; International Journal on Business and Economics, Fall 2009, Vol. 8, n. 1 17

18 2) GIANNOZZI A., ROGGI O., ALTMAN E.I., SABATO G. (2010), Building SME rating. Is it necessary for lenders to monitoring financial statements of the borrowers?; submitted for publication a Joumal of Business Fínance and Accounting 3) GIANNOZZI A.; ROGGI 0. (2009), Company distress in the fashion/textile industry in Italy. Questing for discriminant variables, Proceedings AEDEM-AIDEA Conference - Creativity and survival of the finir under uncertainty, Roma, 11 settembre ) GIANNOZZI A.; ROGGI O.; SABATO G. (2009), Building SME rating. A comparison between accounting and non-accounting models in the Italian Market, Conference paper Intemational Rísk Management Conference 2009, 24 giugno ) GIANNOZZI A., ROGGI 0. (2007), Basel Il and Default risk estimation, Proceedings Small Business Banking and Financing: a global perspective, Intemational Conference, Cagliari, Maggio ) GIANNOZZI A.; ROGGI 0. (2009), Il rischio d'impresa in ROGGI O. (a cura di) (2009); Finanza Aziendale. La gestione del rischio d'impresa, la finanza evoluta e la crisi dei mercati finanziari. Letture critiche, Franco Angeli, Milano 7) GIANNOZZI A. (2008), I modelli di scoring basati sull'analisi discriminante lineare, univariata o multivariata" pp in ROGGI 0. (2008), Rischio d'impresa, valore e insolvenza, Franco Angeli, Milano Sufficiente Sufficiente Scarso Discreto Buona 18

19 8) GIANNOZZI A. (2008), "L'analisi esplorativa" p in ROGGI O. (2008), Rischio d'impresa, valore e insolvenza, Franco Angeli, Milano. Scarsa Scarsa Scarsa Sufficiente Buona 9) GIANNOZZI A. (2010) Fair value disclosure, rischio di liquidità e rendimenti azionari. Un'analisi empirica sulle imprese europee finanziarie e non finanziarie, tesi di dottorato. Discreta Discreta Discreta Discreta Tesi di dottorato 10) GIANNOZZI A. (2007), Gli strumenti finanziari per il Terzo settore, quaderno elaborato per conto di CCIAA di Firenze, in corso di pubblicazione 11) GIANNOZZI A. (2010), Gli strumenti di Finanza innovativa per il Terzo Settore. Analisi di pre-fattibilità per la creazione di un fondo chiuso filantropico provinciale, in corso di pubblicazione I contributi contrassegnati (come sopra) dai numeri progressivi n. 1, 2, 3, 4, 5, 6, 10 e 11 non sono stati considerati perché non è possibile identificare la parte attribuibile al candidato. I restanti contributi contenuti nella tabella precedente sono stati tutti pubblicati entro il 13 gennaio I medesimi contributi sono stati riportati nell elenco delle pubblicazioni e nel curriculum inviati per la valutazione comparativa. CANDIDATO: IELASI FEDERICA Commissario prof. Sergio Paci Titoli a. Dottorato di ricerca Si, coerente con il settore scientifico disciplinare SECS p 11 b. Attività didattica universitaria Si, presso l Università di Parma in materie congruenti al settore scientifico disciplinare SECS-P/11 c. Servizi di Formazione e ricerca Si, ampia e continua presso la Sda Bocconi 19

20 d. Attività di ricerca formalizzata e. Organizzazione e coordinamento nessuna ricerca f. Relazioni a convegni Numerosi in Italia e all estero g. Premi e riconoscimenti No Si, assegno di ricerca biennale erogato dall Università di Parma nel 2006 e rinnovato per gli anni 2008 e Titolo 1) La valutazione dei rischi immobiliari: il modello RER, in Claudio Cacciamani (a cura di), Il rischio immobiliare. Una soluzione di rating dell investimento immobiliare, Egea, ) Le esperienze internazionali in tema di incentivazione del personale. Il ruolo assegnato alle stock option, in Massimo Regalli (a cura di), Stock Option e incentivazione del management, Il Sole 24 Ore, 2003 Pubblicazioni Originalità (a 1) Innovatività (a 2) Importanza (a 3) Congruenza con settore (b) Rilevanza editoriale (c) Discreta Discreta Sufficiente Elevata Buona Buona Buona Discreta Buona Buona 3) La comunicazione dell innovazione finanziaria nella relazione di bilancio, (coautore Beatrice Ronchini), in Luisa Anderloni (a cura di), L innovazione finanziaria - Osservatorio Newfin 2004, Bancaria Editrice, ) La valutazione dei veicoli di investimento immobiliare: il modello REVV, in Claudio Cacciamani (a cura di), Gli investimenti immobiliari. Un modello di decisione e valutazione dei veicoli giuridici, Egea, ) Gli strumenti e le tecniche di CRM, in Luciano Munari (a cura di), Il CRM nella banca. Strategie competitive, strumenti e sistemi informativi, Bancaria Editrice, 2005; Discreta Discreta Sufficiente Buona Buona Buona Buona Discreto Elevata Buona Buona Buona Discreta Elevata Buona 20

21 6) L analisi empirica: le scelte di metodologia, campione, modelli di elaborazione dei risultati, (coautore Michele Rabaiotti), in Umberto Filotto (a cura di), Una vita da bancario. Viaggio nei rapporti filiale-direzione centrale (senza dimenticare i clienti), Bancaria Editrice, ) Le motivazioni: le famiglie professionali di filiale, in Umberto Filotto (a cura di), Una vita da bancario. Viaggio nei rapporti filiale-direzione centrale (senza dimenticare i clienti), Bancaria Editrice, ) La parola alla banca: comunicazione istituzionale ed organizzativa, in Umberto Filotto (a cura di), Una vita da bancario. Viaggio nei rapporti filialedirezione centrale (senza dimenticare i clienti), Bancaria Editrice, 2005 Discreta Discreta Sufficiente Elevata Buona Discreta Discreta Sufficiente Elevata Buona 9) La misurazione e la gestione dei rischi competitivi nelle banche Buona Buona Discreta elevata tesi di dottorato 10) I modelli di scoring per la customer attrition: costruzione e applicazione, in Finanza, Marketing e Produzione, n. 1, marzo ) I fondi immobiliari quotati: andamento e prospettive, (coautore Claudio Cacciamani), in Claudio Giannotti (a cura di), La gestione del fondo immobiliare. Rischio, diversificazione e pianificazione, Egea, ) I fondi immobiliari specializzati ad apporto privato: quale equilibrio tra specializzazione e diversificazione, in Munari L. (a cura di), Attualità e prospettive negli studi di Economia dei Mercati e degli Intermediari Finanziari, MUP Editore, 2006 Buona Buona Buona Elevata buona Discreta Discreta Sufficiente Elevata Buona Discreta Discreta Sufficiente Elevata Buona 21

CURRICULUM VITAE MARIA CRISTINA ARCURI

CURRICULUM VITAE MARIA CRISTINA ARCURI CURRICULUM VITAE MARIA CRISTINA ARCURI DATI PERSONALI Luogo e data di nascita: Catanzaro 29/03/1984 Residenza/Domicilio: Viale G. Rustici, 52 43123 Parma (PR) Stato civile: Nubile POSIZIONE ATTUALE Assegnista

Dettagli

Nicola Romito. Esperienza. Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it

Nicola Romito. Esperienza. Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it Nicola Romito Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it Esperienza Presidente at Power Capital aprile 2013 - Presente (1 anno 4 mesi) * Consulenza per gli investimenti, gestione di portafoglio

Dettagli

Gianluca Nardone curriculum vitae 12 luglio 2013. 0. Profilo Sintetico... 2. I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)...

Gianluca Nardone curriculum vitae 12 luglio 2013. 0. Profilo Sintetico... 2. I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)... INDICE 0. Profilo Sintetico... 2 I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)... 3 II. Titoli scientifici o di progettazione (ultimi 5 anni)... 4 III. Titoli di formazione post- laurea... 6 IV.

Dettagli

Evoluzione Risk Management in Intesa

Evoluzione Risk Management in Intesa RISCHIO DI CREDITO IN BANCA INTESA Marco Bee, Mauro Senati NEWFIN - FITD Rating interni e controllo del rischio di credito Milano, 31 Marzo 2004 Evoluzione Risk Management in Intesa 1994: focus iniziale

Dettagli

Nuova finanza per la green industry

Nuova finanza per la green industry Nuova finanza per la green industry Green Investor Day / Milano, 9 maggio 2013 Barriere di contesto a una nuova stagione di crescita OSTACOLI PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE Fine degli incentivi e dello sviluppo

Dettagli

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Lezione di Corporate e Investment Banking Università degli Studi di Roma Tre Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Massimo Caratelli, febbraio 2006 ma.caratelli@uniroma3.it

Dettagli

Presentazione societaria

Presentazione societaria Eurizon Capital Eurizon Capital Presentazione societaria Eurizon Capital e il Gruppo Intesa Sanpaolo Banca dei Territori Asset Management Corporate & Investment Banking Banche Estere 1/12 Eurizon Capital

Dettagli

Non solo benchmark: le prospettive nei modelli gestionali. Stefania Luzi Mefop Roma, 3 luglio 2013

Non solo benchmark: le prospettive nei modelli gestionali. Stefania Luzi Mefop Roma, 3 luglio 2013 Non solo benchmark: le prospettive nei modelli gestionali Stefania Luzi Mefop Roma, 3 luglio 2013 La cronistoria Pre 2009 Modello a benchmark basato su: Pesi delle asset class Benchmark costituito da indici

Dettagli

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI ALBERTO AGAZZI GENERALI IMMOBILIARE ITALIA Alberto Agazzi è nato a Milano il 18/06/1977 ed laureato in Ingegneria Edile presso il Politecnico

Dettagli

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School.

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. Avviso 2014C-01 del 30/12/2014 Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. La Fondazione Bologna University Business School (d ora in poi

Dettagli

LUSSEMBURGO, UN CENTRO DI ECCELLENZA PER IL WEALTH MANAGEMENT INTERNAZIONALE

LUSSEMBURGO, UN CENTRO DI ECCELLENZA PER IL WEALTH MANAGEMENT INTERNAZIONALE LUSSEMBURGO, UN CENTRO DI ECCELLENZA PER IL WEALTH MANAGEMENT INTERNAZIONALE Moderatore: Giuliano Bidoli Head of Tax, Experta Corporate and Trust Services S.A. Relatori: Massimo Contini Senior Relationship

Dettagli

Pronti per la Voluntary Disclosure?

Pronti per la Voluntary Disclosure? Best Vision GROUP The Swiss hub in the financial business network Pronti per la Voluntary Disclosure? Hotel de la Paix, 21 aprile 2015, ore 18:00 Hotel Lugano Dante, 22 aprile 2015, ore 17:00 Best Vision

Dettagli

IL TRATTAMENTO DEL RISCHIO NELL ANALISI DEGLI INVESTIMENTI IN BENI STRUMENTALI

IL TRATTAMENTO DEL RISCHIO NELL ANALISI DEGLI INVESTIMENTI IN BENI STRUMENTALI IL TRATTAMENTO DEL RISCHIO NELL ANALISI DEGLI INVESTIMENTI IN BENI STRUMENTALI Testo di riferimento: Analisi finanziaria (a cura di E. Pavarani) McGraw-Hill 2001 cap. 11 (dottor Alberto Lanzavecchia) Indice

Dettagli

Corso di Asset and liability management (profili economico-aziendali) Il patrimonio di vigilanza e la misurazione del rischio di credito

Corso di Asset and liability management (profili economico-aziendali) Il patrimonio di vigilanza e la misurazione del rischio di credito Università degli Studi di Parma Corso di Asset and liability management (profili economico-aziendali) Il patrimonio di vigilanza e la misurazione del rischio di credito Prof.ssa Paola Schwizer Anno accademico

Dettagli

Cartella stampa 2014. Mangusta Risk Limited 132-134 Lots Road Chelsea, London, SW10 0RJ [UK] Tel. +44 20 7349 7013 www.mangustarisk.

Cartella stampa 2014. Mangusta Risk Limited 132-134 Lots Road Chelsea, London, SW10 0RJ [UK] Tel. +44 20 7349 7013 www.mangustarisk. Mangusta Risk Limited 132-134 Lots Road Chelsea, London, SW10 0RJ [UK] Tel. +44 20 7349 7013 www.mangustarisk.com Mangustarisk Italia s.r.l. Via Giulia, 4 00186, Roma (Italia) Tel. +39 06 45439400 Fax.

Dettagli

Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia

Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia NetworkNetwor erpreneurship Enterpreneu Network L Enterpreneurship Passion Leadership Istituzione indipendente per la formazione

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

AIM Italia. Il mercato di Borsa Italiana per i leader di domani

AIM Italia. Il mercato di Borsa Italiana per i leader di domani AIM Italia Il mercato di Borsa Italiana per i leader di domani Perché AIM Italia I mercati di Borsa Italiana AIM Italia si aggiunge all offerta di mercati regolamentati di Borsa Italiana MTA MTF 3 Perché

Dettagli

MASTER di I livello in Banking and Financial Services Management

MASTER di I livello in Banking and Financial Services Management MASTER di I livello in Banking and Financial Services Management Il Master universitario di 1 livello Banking and Financial Services Management è nato dall accordo tra la Scuola di Amministrazione Aziendale

Dettagli

R I S K M A N A G E M E N T & F I N A N C E

R I S K M A N A G E M E N T & F I N A N C E R I S K M A N A G E M E N T & F I N A N C E 2010 Redexe S.u.r.l., Tutti i diritti sono riservati REDEXE S.r.l., Società a Socio Unico Sede Legale: 36100 Vicenza, Viale Riviera Berica 31 ISCRITTA ALLA CCIAA

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

Corso di Alta Formazione in Finanza Quantitativa

Corso di Alta Formazione in Finanza Quantitativa Corso di Alta Formazione in Finanza Quantitativa 2 a EDIZIONE MILANO NOVEMBRE 2011 - MAGGIO 2012 In collaborazione con Corso di Alta Formazione in Finanza Quantitativa NOVEMBRE 2011 - MAGGIO 2012 orso

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock Costruirsi una rendita I principi d investimento di BlackRock I p r i n c i p i d i n v e s t i m e n t o d i B l a c k R o c k Ottenere una rendita è stato raramente tanto difficile quanto ai giorni nostri.

Dettagli

Caratteristiche del Fondo

Caratteristiche del Fondo Caratteristiche del Fondo EQUI MEDITERRANEO FUND e un fondo costituito sotto forma di SICAV SIF ed è un comparto dedicato della piattaforma EQUI SICAV - SIF, una Società a capitale Variabile Lussemburghese

Dettagli

Perché AIM Italia? (1/2)

Perché AIM Italia? (1/2) AIM Italia Perché AIM Italia? (1/2) AIM Italia si ispira ad un esperienza di successo già presente sul mercato londinese Numero di società quotate su AIM: 1,597 Di cui internazionali: 329 Quotazioni su

Dettagli

Mantenere la prospettiva con una soluzione multi-asset flessibile

Mantenere la prospettiva con una soluzione multi-asset flessibile Mantenere la prospettiva con una soluzione multi-asset flessibile UBS (Lux) KSS Global Allocation Fund Gennaio 2010 Informazione Pubblicitaria Disclaimer Il presente documento è consegnato unicamente a

Dettagli

MTA. Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni

MTA. Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni MTA Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni L accesso ai mercati dei capitali ha permesso a Campari di percorrere una strategia di successo per l espansione e lo sviluppo del proprio

Dettagli

Gentili clienti, abbiamo il piacere di presentarvi i nuovi studi di retribuzione relativi all anno 2012.

Gentili clienti, abbiamo il piacere di presentarvi i nuovi studi di retribuzione relativi all anno 2012. 3 Michael Page Salary Survey 2012 - Banking 4 Gentili clienti, abbiamo il piacere di presentarvi i nuovi studi di retribuzione relativi all anno 2012. Michael Page, quale leader nella ricerca e selezione

Dettagli

SALARY SURVEY 2015. Banking & Insurance. Specialists in banking & insurance recruitment www.michaelpage.it. Banking & Insurance

SALARY SURVEY 2015. Banking & Insurance. Specialists in banking & insurance recruitment www.michaelpage.it. Banking & Insurance SALARY SURVEY 2015 Banking & Insurance Banking & Insurance Specialists in banking & insurance recruitment www.michaelpage.it Banking & Insurance Salary Survey 2015 Gentili clienti, abbiamo il piacere di

Dettagli

Qual è il fine dell azienda?

Qual è il fine dell azienda? CORSO DI FINANZA AZIENDALE SVILUPPO DELL IMPRESA E CREAZIONE DI VALORE Testo di riferimento: Analisi Finanziaria (a cura di E. Pavarani) - McGraw-Hill - 2001 Cap. 9 1 Qual è il fine dell azienda? Massimizzare

Dettagli

R E A L E S T A T E G R U P P O R I G A M O N T I. C O M

R E A L E S T A T E G R U P P O R I G A M O N T I. C O M REAL ESTATE GRUPPORIGAMONTI.COM 2 Rigamonti Real Estate La scelta giusta è l inizio di un buon risultato Rigamonti Founders Rigamonti REAL ESTATE Società consolidata nel mercato immobiliare, con più di

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di

Dettagli

Governance e performance nei servizi pubblici locali

Governance e performance nei servizi pubblici locali Governance e performance nei servizi pubblici locali Anna Menozzi Lecce, 26 aprile 2007 Università degli studi del Salento Master PIT 9.4 in Analisi dei mercati e sviluppo locale Modulo M7 Economia dei

Dettagli

11/11. Anthilia Capital Partners SGR. Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia. Maggio 2011.

11/11. Anthilia Capital Partners SGR. Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia. Maggio 2011. 11/11 Anthilia Capital Partners SGR Maggio 2011 Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia Eugenio Namor Anthilia Capital Partners Lugano Fund Forum 22 novembre 2011 Industria

Dettagli

CISITA. Executive TOOLS PARMA IMPRESE. sviluppo risorse per l azienda STRUMENTI AVANZATI PER LO SVILUPPO MANAGERIALE 17 OTTOBRE 28 NOVEMBRE 2014

CISITA. Executive TOOLS PARMA IMPRESE. sviluppo risorse per l azienda STRUMENTI AVANZATI PER LO SVILUPPO MANAGERIALE 17 OTTOBRE 28 NOVEMBRE 2014 sviluppo risorse per l azienda CISITA PARMA IMPRESE Executive TOOLS STRUMENTI AVANZATI PER LO SVILUPPO MANAGERIALE 17 OTTOBRE 28 NOVEMBRE 2014 IN COLLABORAZIONE CON Executive TOOLS Executive Tools - Strumenti

Dettagli

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Livello: I CFU: 60 MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Direttore del corso: Comitato Scientifico: Cognome Nome Qualifica SSD Università/Facoltà/ Dipartimento Roveda Alberto Ric.

Dettagli

IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER

IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER Alessio Cuppari Presidente itsmf Italia itsmf International 6000 Aziende - 40000 Individui itsmf Italia Comunità di Soci Base di conoscenze e di risorse Forum

Dettagli

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori ABC degli investimenti Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori I vantaggi di investire con Fidelity Worldwide Investment Specializzazione Fidelity è una società indipendente e si

Dettagli

Lettera agli azionisti

Lettera agli azionisti Lettera agli azionisti Esercizio 24 2 Messaggio dei dirigenti del gruppo Gentili signore e signori Rolf Dörig e Patrick Frost Il 24 è stato un anno molto positivo per Swiss Life. Anche quest anno la performance

Dettagli

Real Consultant Srl Company Profile

Real Consultant Srl Company Profile Ooooo Real Consultant Srl Company Profile a company Regulated by RICS (The Royal Institution of Chartered Surveyors) Aprile, 2013 Indice REAL CONSULTANT - COMPANY PROFILE REAL CONSULTANT IL NOSTRO PROFILO

Dettagli

Costruire uno Spin-Off di Successo. Non fidarsi mai dei professori

Costruire uno Spin-Off di Successo. Non fidarsi mai dei professori Costruire uno Spin-Off di Successo Non fidarsi mai dei professori Spin-Off da Università: Definizione Lo Spin-Off da Università è in generale un processo che, partendo da una tecnologia disruptiva sviluppata

Dettagli

LA VALUTAZIONE ECONOMICA DEL PORTAFOGLIO BREVETTUALE

LA VALUTAZIONE ECONOMICA DEL PORTAFOGLIO BREVETTUALE LA VALUTAZIONE ECONOMICA DEL PORTAFOGLIO BREVETTUALE Prof. MARCO GIULIANI Docente di Economia Aziendale Università Politecnica delle Marche Socio LIVE m.giuliani@univpm.it Jesi, 11 ottobre 2013 1 Prime

Dettagli

CURRICULUM VITAE DI FRANCESCA MARIA CESARONI

CURRICULUM VITAE DI FRANCESCA MARIA CESARONI CURRICULUM VITAE DI FRANCESCA MARIA CESARONI PERSONAL Francesca Maria Cesaroni - Urbino, 8 Marzo 1964 Personal Address: Via del Domenichino, 17A, Fano (PU), 61032, Italy Cod.Fisc. CSR FNC 64C48 L500A EDUCATION

Dettagli

Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30

Iniziativa : Sessione di Studio a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30 Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza Gentili Associati, Il Consiglio Direttivo è lieto di informarvi che, proseguendo nell attuazione delle iniziative promosse dall' volte al processo di miglioramento,

Dettagli

I laureati magistrali in Scienze Statistiche

I laureati magistrali in Scienze Statistiche http://www.safs.unifi.it I laureati magistrali in Scienze Statistiche I nostri testimonial Nota: la Laurea Magistrale in Statistica, Scienze Attuariali e Finanziarie è stata attivata nell a.a. 2012/2013

Dettagli

In breve Febbraio 2015

In breve Febbraio 2015 In breve In breve Febbraio 2015 La nostra principale responsabilità è rappresentata dagli interessi dei nostri clienti. Il principio per tutti i soci è essere disponibili ad incontrare i clienti, e farlo

Dettagli

Il nuovo bilancio consolidato IFRS

Il nuovo bilancio consolidato IFRS S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO Il nuovo bilancio consolidato IFRS La nuova informativa secondo IFRS 12 e le modifiche allo IAS 27 (Bilancio separato) e IAS 28 (Valutazione delle partecipazioni

Dettagli

SEB Asset Management. Il processo di investimento e la selezione degli asset: come creare un percorso ottimale

SEB Asset Management. Il processo di investimento e la selezione degli asset: come creare un percorso ottimale SEB Asset Management Il processo di investimento e la selezione degli asset: come creare un percorso ottimale Fabio Agosta, Responsabile Commerciale Europa Meridionale & Medio Oriente SEB Stockholm Enskilda

Dettagli

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015 THE FUND RAISING SCHOOL Calendario Corsi 2015 www.fundraisingschool.it LA PRIMA SCUOLA ITALIANA DI RACCOLTA FONDI Nata nel 1999 The Fund Raising School è la prima scuola di formazione italiana dedicata

Dettagli

Venture Capitalist: chi sono, cosa fanno e a cosa servono

Venture Capitalist: chi sono, cosa fanno e a cosa servono Venture Capitalist: chi sono, cosa fanno e a cosa servono Ing. Stefano Molino Investment Manager Innogest SGR SpA Torino, 31 Marzo 2011 Venture Capital: che cos è? L attività di investimento istituzionale

Dettagli

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità Armundia Group è un azienda specializzata nella progettazione e fornitura di soluzioni software e consulenza specialistica per i settori dell ICT bancario, finanziario ed assicurativo. Presente in Italia

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014 Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano Agosto 2014 Banca Generali in pillole Banca Generali è uno degli assetgathererdi maggior successo e in grande crescita nel mercato italiano, con oltre

Dettagli

Facciamo emergere i vostri valori.

Facciamo emergere i vostri valori. Facciamo emergere i vostri valori. www.arnerbank.ch BANCA ARNER SA Piazza Manzoni 8 6901 Lugano Switzerland P. +41 (0)91 912 62 22 F. +41 (0)91 912 61 20 www.arnerbank.ch Indice Banca: gli obiettivi Clienti:

Dettagli

Valutazione di intangibili e impairment

Valutazione di intangibili e impairment IMPAIRMENT EVIDENZE DAI MEDIA ITALIANI Valutazione di intangibili e impairment -Valutazione di attività immateriali in aziende editoriali -Valutazioni per impairment test 1 La valutazione di asset si ha

Dettagli

Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT. (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione

Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT. (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione Art. 1 ATTIVAZIONE L Università degli Studi Niccolò Cusano Telematica Roma attiva il Master di

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria di UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria Master di I livello in Manager delle imprese sociali e delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale Indirizzi: - Manager delle Imprese

Dettagli

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO CenTer - SCHEDA DOCUMENTO N 2467 TIPO DI DOCUMENTO: PROGRAMMA CORSO DI FORMAZIONE TIPOLOGIA CORSO: Corso universitario TIPO DI CORSO: Master di 1 Livello TITOLO: Gestione Integrata dei Patrimoni Immobiliari

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Il Framework ITIL e gli Standard di PMI : : possibili sinergie Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008 IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Maxime Sottini Slide 1 Agenda Introduzione

Dettagli

1 BI Business Intelligence

1 BI Business Intelligence K Venture Corporate Finance Srl Via Papa Giovanni XXIII, 40F - 56025 Pontedera (PI) Tel/Fax 0587 482164 - Mail: info@kventure.it www.kventure.it 1 BI Business Intelligence Il futuro che vuoi. Sotto controllo!

Dettagli

Ottimizzazione del portafoglio di liquidità nell ottica dell LCR: la prospettiva di un asset manager

Ottimizzazione del portafoglio di liquidità nell ottica dell LCR: la prospettiva di un asset manager Featured Solution Marzo 2015 Your Global Investment Authority Ottimizzazione del portafoglio di liquidità nell ottica dell LCR: la prospettiva di un asset manager Lo scorso ottobre la Commissione europea

Dettagli

Presentazione Istituzionale Ottobre 2012

Presentazione Istituzionale Ottobre 2012 Società e Servizi di IR Presentazione Istituzionale Ottobre 2012 Noi Siamo una società indipendente di consulenza specializzata in Investor Relations e Comunicazione d Impresa. Siamo una giovane realtà,

Dettagli

UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL SACRO CUORE FACOLTÀ DI ECONOMIA REGOLAMENTO SUI REQUISITI E SULLA PROCEDURA DI (IL REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO )

UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL SACRO CUORE FACOLTÀ DI ECONOMIA REGOLAMENTO SUI REQUISITI E SULLA PROCEDURA DI (IL REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO ) UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL SACRO CUORE FACOLTÀ DI ECONOMIA ESTRATTO DA REGOLAMENTO SUI REQUISITI E SULLA PROCEDURA DI RECLUTAMENTO DI RICERCATORI E DOCENTI (IL REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO ) 1 Requisiti

Dettagli

LETTERA AGLI AZIONISTI E AI PARTNER DI DIGITAL MAGICS

LETTERA AGLI AZIONISTI E AI PARTNER DI DIGITAL MAGICS Milano, 29 gennaio 2014 LETTERA AGLI AZIONISTI E AI PARTNER DI DIGITAL MAGICS Carissimi Azionisti e Partner, Il 2013 per noi è stato un anno entusiasmante. Abbiamo completato con successo il nostro progetto

Dettagli

Garnell Garnell Garnell

Garnell Garnell Garnell Il veliero Garnell è un grande esempio di capacità di uscire dagli schemi, saper valutare il cambio di rotta per arrivare serenamente a destinazione, anche nei contesti più turbolenti Il 14 agosto 1919

Dettagli

Gli immobili sono nel nostro DNA.

Gli immobili sono nel nostro DNA. Gli immobili sono nel nostro DNA. FBS Real Estate. Valutare gli immobili per rivalutarli. FBS Real Estate nasce nel 2006 a Milano, dove tuttora conserva la sede legale e direzionale. Nelle prime fasi,

Dettagli

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A.

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A. Comunicato Stampa Methorios Capital S.p.A. Approvata la Relazione Semestrale Consolidata al 30 giugno 2013 Acquistato un ulteriore 16,2% del capitale di Astrim S.p.A. Costituzione della controllata Methorios

Dettagli

Fabio Ciarapica Director PRAXI ALLIANCE Ltd

Fabio Ciarapica Director PRAXI ALLIANCE Ltd Workshop Career Management: essere protagonisti della propria storia professionale Torino, 27 febbraio 2013 L evoluzione del mercato del lavoro L evoluzione del ruolo del CFO e le competenze del futuro

Dettagli

Una holding per sviluppare sinergie Pag. 1. Il Gruppo e le sue attività Pag. 2. La filosofia della holding Pag. 4

Una holding per sviluppare sinergie Pag. 1. Il Gruppo e le sue attività Pag. 2. La filosofia della holding Pag. 4 DOCUMENTAZIONE CONTENUTA NELLA CARTELLA Una holding per sviluppare sinergie Pag. 1 Il Gruppo e le sue attività Pag. 2 La filosofia della holding Pag. 4 Contact: Barabino & Partners Claudio Cosetti c.cosetti@barabino.it

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA Bando di ammissione al Master di II livello in BIM-BASED CONSTRUCTION PROJECT MANAGEMENT (VISUAL PM) ANNO ACCADEMICO 2014/2015 Ai sensi del comma 9 dell art. 7 del D.M. 270/99 e del Regolamento d Ateneo

Dettagli

Gli Investitori Globali Ritengono che le Azioni Saranno La Migliore Asset Class Nei Prossimi 10 Anni

Gli Investitori Globali Ritengono che le Azioni Saranno La Migliore Asset Class Nei Prossimi 10 Anni é Tempo di BILANCI Gli Investitori Hanno Sentimenti Diversi Verso le Azioni In tutto il mondo c è ottimismo sul potenziale di lungo periodo delle azioni. In effetti, i risultati dell ultimo sondaggio di

Dettagli

AIM Italia / Mercato Alternativo del Capitale

AIM Italia / Mercato Alternativo del Capitale AIM Italia / Mercato Alternativo del Capitale Agenda I II III AIM Italia Il ruolo di Banca Finnat Track record di Banca Finnat 2 2 Mercati non regolamentati Mercati regolamentati AIM Italia Mercati di

Dettagli

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & 2013 GENNAIO-MARZO 9 CORSI: MARKETING STRATEGY BRANDING & VIRAL-DNA CONTENT STRATEGY DESIGN & USABILITY WEB MARKETING CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT SOCIAL

Dettagli

La valutazione della ricerca nell area dell Economia Aziendale. Alcune proposte.

La valutazione della ricerca nell area dell Economia Aziendale. Alcune proposte. 1. Premessa. La valutazione della ricerca nell area dell Economia Aziendale. Alcune proposte. La comunità dei docenti e ricercatori dell area di Economia Aziendale, rappresentata dalle società scientifiche

Dettagli

1. Che cos è. 2. A che cosa serve

1. Che cos è. 2. A che cosa serve 1. Che cos è Il Supplemento al diploma è una certificazione integrativa del titolo ufficiale conseguito al termine di un corso di studi in una università o in un istituto di istruzione superiore corrisponde

Dettagli

Il monitoraggio della gestione finanziaria dei fondi pensione

Il monitoraggio della gestione finanziaria dei fondi pensione Il monitoraggio della gestione finanziaria nei fondi pensione Prof. Università di Cagliari micocci@unica.it Roma, 4 maggio 2004 1 Caratteristiche tecnico - attuariali dei fondi pensione Sistema finanziario

Dettagli

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT I MINIBOND: nuovi canali di finanziamento alle imprese a supporto della crescita e dello sviluppo 15Luglio 2015 IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT Dr. Gabriele Cappellini Amministratore Delegato Fondo Italiano

Dettagli

Dr. Maurizio Apicella

Dr. Maurizio Apicella Dr. Maurizio Apicella Nato a Campagna (SA) il 2.2.1962 Residente in Roma Coniugato con 2 figli FORMAZIONE 1985 Laurea in Giurisprudenza, Università di Salerno 1987 Master Formez per Consulenti di Direzione

Dettagli

Gestione Separata Sovrana

Gestione Separata Sovrana Gestione Separata Sovrana Investment pack Aggiornamento al 31/01/2015 Composizione degli asset per classi di attivo DURATION DI PORTAFOGLIO 6,33 AUM (in mln ) 651,48 805,61 848,22 821,06 2 Dettaglio delle

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

S.A.S. Principe Max von und zu Liechtenstein, CEO di LGT

S.A.S. Principe Max von und zu Liechtenstein, CEO di LGT Breve ritratto «Focalizzazione, continuità, prospettiva globale e l opportunità per i clienti di coinvestire con la proprietaria e i collaboratori ci hanno aiutato a sviluppare ulteriormente la nostra

Dettagli

IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE

IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE ALCUNE CONSIDERAZIONI A MARGINE DELLA REVISIONE DELLE NORME SUGLI INVESTIMENTI A COPERTURA DELLE RISERVE TECNICHE CONVEGNO SOLVENCY II 1 PUNTI PRINCIPALI

Dettagli

Circolare N.175 del 27 Novembre 2013

Circolare N.175 del 27 Novembre 2013 Circolare N.175 del 27 Novembre 2013 PMI. Tutte le informazioni per la quotazione in borsa online Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che ABI, AIFI, ASSIREVI, ASSOGESTIONI, ASSOSIM,

Dettagli

La Valutazione degli Asset Intangibili

La Valutazione degli Asset Intangibili La Valutazione degli Asset Intangibili Chiara Fratini Gli asset intangibili rappresentano il patrimonio di conoscenza di un organizzazione. In un accezione ampia del concetto di conoscenza, questo patrimonio

Dettagli

Modelli organizzativi dei General Partner nel Private Equity

Modelli organizzativi dei General Partner nel Private Equity Con il patrocinio di: Modelli organizzativi dei General Partner nel Private Equity O.M.Baione, V.Conca, V. Riccardi 5 luglio 2012 Sponsor: Tipologia d indagine Interviste dirette e questionari inviati

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 SALES & MARKETING Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel

Dettagli

Corso di Studio in (Classe L-18) (Classe LM-77) Guida dello studente A.A. 2014/2015. Agli Studenti del Dipartimento di Economia Aziendale

Corso di Studio in (Classe L-18) (Classe LM-77) Guida dello studente A.A. 2014/2015. Agli Studenti del Dipartimento di Economia Aziendale Guida dello studente A.A. 2014/2015 Agli Studenti del Dipartimento di Economia Aziendale UNIVERSITÀ DEGLI STUDI G. d ANNUNZIO CHIETI-PESCARA GUIDA DELLO STUDENTEE OFFERTA FORMATIVAA e PROGRAMMI di INSEGNAMENTO

Dettagli

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy IT Service Management: il Framework ITIL Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy Quint Wellington Redwood 2007 Agenda Quint Wellington Redwood Italia IT Service Management

Dettagli

40229 Governo dell impresa a.a. 2014/2015. Prof. Alessandro Minichilli. Via Röntgen 1, Room 4 B1 10, 02 5836.2543, alessandro.minichilli@unibocconi.

40229 Governo dell impresa a.a. 2014/2015. Prof. Alessandro Minichilli. Via Röntgen 1, Room 4 B1 10, 02 5836.2543, alessandro.minichilli@unibocconi. 40229 Governo dell impresa a.a. 2014/2015 Prof. Alessandro Minichilli Via Röntgen 1, Room 4 B1 10, 02 5836.2543, alessandro.minichilli@unibocconi.it Descrizione del corso. Obiettivi: il corso intende fornire

Dettagli

Master 2009. Executive Master PMI e Competitività. Sviluppo, Internazionalizzazione, Transizione generazionale delle Piccole e Medie Imprese

Master 2009. Executive Master PMI e Competitività. Sviluppo, Internazionalizzazione, Transizione generazionale delle Piccole e Medie Imprese Master 2009 Executive Master PMI e Competitività Sviluppo, Internazionalizzazione, Transizione generazionale delle Piccole e Medie Imprese Master Universitario di primo livello, III edizione Marzo 2009

Dettagli

Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica. Il Rettore

Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica. Il Rettore Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica Il Rettore Decreto n. 122549 (1147) Anno _2012 VISTO l art. 3, comma 9, del D.M. 22 ottobre 2004, n. 270

Dettagli

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Master in 2013 10a edizione 18 febbraio 2013 MANAGEMENT internazionale Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Durata

Dettagli

Programma. Massimo Scolari, General Secretary, ASCOSIM and Member of Consultative Working Group - Investor Protection and Intermediaries, ESMA

Programma. Massimo Scolari, General Secretary, ASCOSIM and Member of Consultative Working Group - Investor Protection and Intermediaries, ESMA Programma 08:30 Registrazione e caffè di benvenuto 08:50 Osservazioni preliminari del presidente: Mauro Cesa, Technical Editor, RISK 09:10 DISCORSO DI APERTURA: Valutazione delle problematiche nazionali

Dettagli

STS. Profilo della società

STS. Profilo della società STS Profilo della società STS, Your ICT Partner Con un solido background accademico, regolari confronti con il mondo della ricerca ed esperienza sia nel settore pubblico che privato, STS è da oltre 20

Dettagli

Risparmiatori italiani combattuti tra ricerca del rendimento e protezione del capitale.

Risparmiatori italiani combattuti tra ricerca del rendimento e protezione del capitale. Risparmiatori italiani combattuti tra ricerca del rendimento e protezione del capitale. Questo il risultato di una ricerca di Natixis Global Asset Management, secondo cui di fronte a questo dilemma si

Dettagli

ARTICOLO 61 MARZO/APRILE 2013 LA BUSINESS INTELLIGENCE 1. http://www.sinedi.com

ARTICOLO 61 MARZO/APRILE 2013 LA BUSINESS INTELLIGENCE 1. http://www.sinedi.com http://www.sinedi.com ARTICOLO 61 MARZO/APRILE 2013 LA BUSINESS INTELLIGENCE 1 L estrema competitività dei mercati e i rapidi e continui cambiamenti degli scenari in cui operano le imprese impongono ai

Dettagli