Relazione Annuale 2014

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Relazione Annuale 2014"

Transcript

1 Relazione Annuale 204 d Amico International Shipping S.A.

2

3 Relazione Annuale 204 Bilancio d'esercizio e Consolidato Al 3 Dicembre 204 d Amico International Shipping S.A. Sede legale in Lussemburgo, 25C Boulevard Royal Capitale sociale al 3 dicembre 204 US$ ,70 Questo documento è disponibile su Relazione Annuale 204

4 2 d Amico International Shipping S.A.

5 Indice L4 B5 K Lettera Agli Azionisti Organi di Amministrazione e Controllo Dati di Sintesi Resoconto di Gestione Struttura del Gruppo Gruppo d Amico International Shipping Il Settore delle Navi Cisterna Informazioni per gli Azionisti Risorse Umane Gestione delle Navi Responsabilità sociale d impresa Analisi dell andamento Economico, Patrimoniale e Finanziario del Gruppo Risultati Trimestrali Eventi significativi nerificatisi nell Esercizio Fatti di rilievo verificatisi dopo la chiusura dell Esercizio ed Evoluzione Prevedibile della Gestione Corporate Governance e Assetto Proprietari Gruppo d Amico International Shipping Bilancio Consolidato al 3 Dicembre 204 Conto Economico Consolidato Conto Economico Consolidato Complessivo Situazione Patrimoniale e Finanziaria Consolidata Rendiconto Finanziario Consolidato Prospetto Delle Variazioni Del Patrimonio Netto Consolidato Note d Amico International Shipping S.A. Resoconto di Gestione e Bilancio d Esercizio al 3 Dicembre 204 Resoconto di Gestione Eventi Significativi verificatisi nell Esercizio Fatti di Rilievo verificatisi dopo la chiusura dell Esercizio ed Evoluzione Prevedibile della Gestione d Amico International Shipping S.A. Bilancio e Note Esplicative al 3 Dicembre 204 Relazione della Società di Revisione Relazione Annuale 204 3

6 Lettera agli Azionisti Cari Azionisti, e un piacere per me presentarvi i risultati della nostra Società per l anno 204, nel quale dopo un mercato delle navi cisterna più debole delle attese nella prima parte dell anno, lo scenario è completamente cambiato nel corso dell ultimo trimestre, portando così DIS a realizzare un ottima performance operativa nel Q4 4. DIS, infatti, ha realizzato un nolo medio giornaliero sul mercato Spot pari a US$ 3.33 nei nove mesi 204 e pari a US$ nel corso del quarto trimestre dell anno. Il risultato Spot del Q4 4 rappresenta il miglior risultato trimestrale mai realizzato dal Q 09. Questo è principalmente dovuto al calo del prezzo del greggio che ha portato ad un aumento nei margini di raffinazione e ad un conseguente aumento dei volumi di prodotti e quindi della domanda e dei noli. Possiamo già anticipare che anche l inizio del 205 è stato caratterizzato da questa positiva congiuntura di mercato. Guardando all ultima parte dell anno, sono particolarmente soddisfatto riguardo le tredici navi da noi noleggiate tra il terzo e il quarto trimestre del 204. Questi contratti di noleggio sono stati fissati a livelli di nolo storicamente molto buoni e in grado di ridurre il costo medio giornaliero della nostra flotta a noleggio passivo. Allo stesso tempo, il fatto di aver incrementato il volume della nostra flotta a noleggio ci ha permesso di trarre pieno vantaggio dalla forte crescita del mercato nel corso del quarto trimestre dell anno, impiegando più navi sullo spot. Ritengo che, questa operazione, confermi ancora una volta la nostra abilità commerciale ad operare sul mercato nel momento più opportuno. Contemporaneamente, stiamo implentando il nostro piano di investimenti di 490,7 milioni di dollari per la costruzione di 6 nuove navi ECO design che ha portato a 94,8 milioni di dollari di CAPEX solo nel 204, con otto nuove navi già consegnate ad oggi. Tutte le navi di nuova costruzione consegnate sono state già fissate con contratti di noleggio a lungo termine con Oil Majors e primarie compagnie di raffinazione, a livelli di nolo in grado di generare profitto. Un altro evento positivo avvenuto nel corso dell anno riguarda la vendita della Cielo di Parigi che ha generato una plusvalenza di US$ 6,5 milioni. La vendita di alcune delle nostre navi più vecchie fa parte della nostra strategia di rinnovamento della flotta. Questa crescita, sia in termini di tonnellaggio di proprietà che a noleggio ha permesso a DIS di avere, ad oggi, una flotta di 53 navi cisterna, un livello storicamente alto per la nostra Società e che pensiamo porterà grandi benefici ai nostri risultati in un contesto di mercato in forte crescita. Al di là dei picchi di mercato di breve termine, credo nelle positive prospettive di medio/lungo termine del settore delle navi cisterna grazie, in particolare, a fattori quali il crescente ruolo degli Stati Uniti, come esportatori netti di prodotti petroliferi, e lo spostamento della capacità di raffinazione mondiale verso il Medio Oriente e l Asia. Vorrei cogliere l occasione per ringraziare tutti coloro che continuano a dimostrarci il loro sostegno e continueremo a fare del nostro meglio per premiare la vostra fiducia. Paolo d Amico Presidente del Consiglio di Amministrazione 4 d Amico International Shipping S.A.

7 Organi di Amministrazione e Controllo Consiglio di Amministrazione Presidente Paolo d Amico Amministratore delegato Marco Fiori Amministratori Cesare d Amico Massimo Castrogiovanni Stas Andrzej Jozwiak 2 Giovanni Battista Nunziante Heinz Peter Barandun John Joseph Danilovich Direttore finanziario Giovanni Barberis Società di Revisione PricewaterhouseCoopers, Societé Coopérative Amministratore non Esecutivo - Independent Director 2 Amministratore non Esecutivo - Lead Independent Director Relazione Annuale 204 5

8 Dati di Sintesi Dati finanziari US$ migliaia () Ricavi base time charter (TCE) Risultato operativo lordo / EBITDA margine sul TCE in % 5,42% Risultato operativo / EBIT (.980) 2.35 margine sul TCE in % (0,93)% Utile / (perdita) netto (0.565).84 margine sul TCE in % (4,97)% Utile (perdita) per azione (US$) (0,025) 0,032 Flussi di cassa operativi Investimenti lordi (CapEx) (94.8) (8.0) Al 3 Al 3 Dic 204 Dic 203 () Totale attività Indebitamento finanziario netto Patrimonio netto Rettificato per effetto della prima applicazione retrospettiva dei nuovi IFRS, della riclassifica nel capitale della parte non efficace degli utili/(perdite) sugli strumenti di copertura di flussi finanziari ( cash flow hedge ) e la riclassifica tra le riserve del patrimonio netto. Si veda anche la Nota nelle Note alla relazione del Gruppo. Altri dati operativi () Dati operativi giornalieri - Ricavi base time charter per giorno di utilizzo (US$) Sviluppo della flotta - Numero medio di navi - Di proprietà 20,4 7,7 - A noleggio 2,5 9,8 Giorni di off-hire/giorni-nave disponibili 3 (%) 2,2% 2,7% FGiorni di impiego con contratti a tariffa fissa (TF)/giorni nave disponibili 4 (%) 5,0% 46,9% In seguito all applicazione del nuovo principio contabile IFRS e alla riclassificazione nel capitale della parte non efficace degli utili/(perdite) sugli strumenti di copertura di flussi finanziari (cash flow hedge), i dati precedentemente comunicati relativi alla chiusura dell esercizio 203 sono stati rettificati. Rispetto ai dati precedentemente comunicati, l'utile netto è stato ridotto di US$ 7,0 milioni, i flussi di cassa da attività operative sono stati ridotti di US$ 2,9 milioni, il totale attività è stato ridotto di US$ 6,5 milioni e il patrimonio netto è stato aumentato di US$ 5,9 milioni. Si veda anche la Nota nelle Note alla relazione del Gruppo. 2 Rappresenta i ricavi giornalieri su base time charter per le navi impiegate sul mercato spot e per navi impiegate con contratti time charter al netto delle commissioni. I calcoli non includono le navi noleggiate attraverso i pool. 3 Tale valore è uguale al rapporto tra il totale dei giorni di non utilizzo (off-hire days) - inclusi i giorni di fermo nave per interventi di bacino - ed il totale dei giorni-nave disponibili. 4 Giorni di impiego con contratti a tariffa fissa (TF)/giorni nave disponibili (%): questo dato rappresenta il numero di giorni in cui le imbarcazioni sono impiegate con contratti time charter, inclusi i giorni di fermo nave. 6 d Amico International Shipping S.A.

9 Resoconto di gestione Struttura del Gruppo Di seguito viene riportata la struttura del Gruppo d'amico International Shipping: d Amico International Shipping S.A. Lussemburgo 00% d Amico Tankers Ltd Irlanda 00% Glenda International Management Ltd Irlanda 00% High Pool Tankers Ltd Irlanda 5% DM Shipping Ltd Irlanda 99,8% d Amico Tankers Monaco SAM Monaco 00% d Amico Tankers UK Ltd Regno Unito 50% Glenda International Shipping Ltd Irlanda 33% Eco Tankers Ltd Malta Holding Società di Navigazione Consorzio Società di servizi Nota: dal gennaio 204 DM Shipping Ltd.(Irlanda) e Eco Tankers Ltd (Malta) sono consolidate con il metodo del patrimonio netto, in seguito all applicazione del nuovo principio contabile IFRS (si veda la nota n al bilancio). Relazione Annuale 204 7

10 Gruppo d Amico International Shipping d Amico International Shipping S.A. (DIS, il Gruppo o d Amico International Shipping), è una società attiva nel trasporto internazionale matittmo, appartenente al Gruppo d Amico, fondato nel 936. d Amico International Shipping gestisce, tramite la propria controllata d Amico Tankers Limited (Irlanda), una flotta con un età media di circa 7, anni, rispetto ad un età media di settore di 9,96 anni (fonte: Clarkson). Tutte le navi del Gruppo DIS sono a doppio scafo e vengono principalmente impiegate nel trasporto di prodotti petroliferi raffinati, fornendo servizi di trasporto via mare su scala mondiale alle maggiori compagnie petrolifere e società di trading. Tutte le navi sono state costruite in ottemperanza alle norme IMO (International Maritime Organization) e MARPOL (Convenzione internazionale per la prevenzione dell inquinamento causato dalle navi), ai requisiti delle maggiori società petrolifere ed energetiche e agli standard internazionali. In base alle norme MARPOL/IMO, merci quali olio di palma, oli vegetali e una gamma di altri prodotti chimici possono essere trasportati solo da navi cisterna (classificate IMO) che possiedono i suddetti requisiti. Al 3 dicembre 204 il 65% delle navi della flotta d'amico International Shipping era classificata IMO, consentendo al Gruppo di trasportare la vasta gamma deprodotti prima descritti. 8 d Amico International Shipping S.A.

11 Resoconto di gestione Flotta Nelle tabelle seguenti sono riportate alcune informazioni sulla flotta, che al 3 dicembre 204 comprendeva 52 navi (3 dicembre 203: 37,5). Flotta MR Nome della nave Tpl (Dwt) Anno di costruzione Costruttore, paese Classe IMO DI PROPRIETÀ High Voyager Hyundai Mipo, Corea del Sud IMO II/III High Fidelity Hyundai Mipo, Corea del Sud IMO II/III High Sun Hyundai Mipo, Corea del Sud IMO II/III High Discovery Hyundai Mipo, Corea del Sud IMO II/III High Freedom Hyundai Mipo, Corea del Sud IMO II/III High Tide Hyundai Mipo, Corea del Sud IMO II/III High Seas Hyundai Mipo, Corea del Sud IMO II/III GLENDA Melissa Hyundai Mipo, Corea del Sud IMO II/III GLENDA Meryl Hyundai Mipo, Corea del Sud IMO II/III GLENDA Melody Hyundai Mipo, Corea del Sud IMO II/III GLENDA Melanie Hyundai Mipo, Corea del Sud IMO II/III GLENDA Meredith Hyundai Mipo, Corea del Sud IMO II/III GLENDA Megan Hyundai Mipo, Corea del Sud IMO II/III High Prosperity Imabari, Giappone - High Venture STX, Corea del Sud IMO II/III High Presence Imabari, Giappone - High Performance STX, Corea del Sud IMO II/III High Progress STX, Corea del Sud IMO II/III High Valor STX, Corea del Sud IMO II/III High Courage STX, Corea del Sud IMO II/III High Priority Nakai Zosen, Giappone - High Endeavour STX, Corea del Sud IMO II/III High Endurance STX, Corea del Sud IMO II/III A NOLEGGIO CON OPZIONE DI ACQUISTO High Pearl Imabari, Giappone - High Enterprise Shin Kurushima, Giappone - A NOLEGGIO SENZA OPZIONE DI ACQUISTO Carina Iwagi Zosen, Giappone - Future Prosperity Iwagi Zosen, Giappone - High Strength Nakai Zosen, Giappone - High Force Shin Kurushima, Giappone - High Efficiency Nakai Zosen, Giappone - High Current Nakai Zosen, Giappone - High Beam Nakai Zosen, Giappone - High Jupiter STX, Corea del Sud IMO II/III High Mercury STX, Corea del Sud IMO II/III Nave di proprietà di Eco Tankers Limited, in cui DIS detiene una partecipazione del 33% Navi di proprietà di GLENDA International Shipping, in cui DIS detiene una partecipazione del 50% e noleggiate a d Amico Tankers Limited Navi di proprietà di GLENDA International Shipping Limited, in cui DIS detiene una partecipazione del 50% Navi di proprietà di DM Shipping Limited in cui DIS detiene una partecipazione del 5% e noleggiate a d Amico Tankers Limited Relazione Annuale 204 9

12 Flotta MR Nome della nave Tpl (Dwt) Anno di costruzione Costruttore, paese Classe IMO A NOLEGGIO SENZA OPZIONE DI ACQUISTO High Mars STX, Corea del Sud IMO II/III High Saturn STX, Corea del Sud IMO II/III Freja Baltic Onimichi Dockyard, Giappone - High Glow Nakai Zosen, Giappone - Citrus Express Shin Kurushima, Giappone - Freja Hafnia Shin Kurushima, Giappone - Baizo Onimichi Dockyard, Giappone - Port Said STX, Corea del Sud IMO II/III Port Stanley STX, Corea del Sud IMO II/III Port Union STX, Corea del Sud IMO II/III Port Moody STX, Corea del Sud IMO II/III Flotta handysize Nome della nave Tpl (Dwt) Anno dicostruzione Costruttore, paese Classe IMO DI PROPRIETÀ Cielo di New York Hyundai Mipo, Corea del Sud IMO II/III Cielo di Gaeta Hyundai Mipo, Corea del Sud IMO II/III Cielo di Salerno STX, Corea del Sud IMO II/III A NOLEGGIO SENZA OPZIONE DI ACQUISTO 5 Cielo di Guangzhou Guangzhou, Cina IMO II Cielo di Milano Shina Shipbuilding Co., Corea del Sud IMO II/III Port Stewart Guangzhou, Cina - Cielo di Roma Shina Shipbuilding Co., Corea del Sud IMO II/III Port Russel Guangzhou, Cina IMO II/III Port Louis Guangzhou, Cina - Contratto di noleggio a scafo nudo Impiego della flotta e partnership N. di navi di DIS Impiego diretto 42 High Pool (navi MR) 0 TOTALE 52 Al 3 dicembre 204, d Amico International Shipping impiegava direttamente 4,8 navi: 9,8 MR ( Medium Range ) e 2 navi handysize con contratti a tempo determinato, mentre 3 MR e 7 navi handysize sono attualmente impiegate sul mercato spot. Inoltre il Gruppo impiega una parte delle proprie navi tramite accordi di partnership. High Pool Tankers Limited un pool con JX Ocean Co. Limited (Giappone) e Mitsubishi Corporation. Al 3 dicembre 204 il pool gestiva navi cisterna MR. d Amico International Shipping, tramite la propria controllata d Amico Tankers Limited, è responsabile in via esclusiva della sua gestione commerciale, in particolare del noleggio, delle attività navali operative e dell amministrazione. GLENDA International Shipping Limited, una società a controllo congiunto al 50% con Glencore Group. Questasocietà possiede 6 navi MR, costruite tra agosto 2009 e febbraio 20. In seguito al processo di 0 d Amico International Shipping S.A.

13 Resoconto di gestione riorganizzazione effettuato nel 203, l attività svolta in precedenza da GLENDA International Management Limited (un pool con il Gruppo Glencore) è stata integrata direttamente nella suddetta società a controllo congiunto. Per effetto di tale processo, Glenda International Shipping noleggia attualmente tre navi a d Amico Tankers e tre navi al Gruppo Glencore. DM Shipping Limited, una joint venture al 5% - 49% con il Gruppo Mitsubishi. La società è proprietaria di 2 navi MR costruite rispettivamente a luglio e ottobre Eco Tankers Limited, una joint venture con Venice Shipping Logistics S.p.A., della quale d Amico International Shipping SA detiene una partecipazione del 33%. La joint venture ha siglato un contratto con Hyundai Mipo Dockyard Co., Ltd per la costruzione di una nave cisterna MR da dwt Eco design presso la sede vietnamita di quest ultima, Hyundai-Vinashin Shipyard Co., Ltd e la cui consegna è avvenuta a maggio 204. Il Gruppo d Amico è responsabile della gestione commerciale, tecnica e amministrativa della nave. d Amico International Shipping fa parte del Gruppo d Amico, leader mondiale nel trasporto marittimo, con oltre 70 anni di esperienza nel settore e la cui capogruppo è d Amico Società di Navigazione S.p.A., con sede in Italia. Oggi il Gruppo d Amico controlla complessivamente 89,8 navi, parte di proprietà e parte a noleggio; di esse, 5,8 fanno parte della flotta di d Amico International Shipping e operano nel mercato delle navi cisterna, mentre le rimanenti 38 sono prevalentemente navi da carico secco controllate da altre società del Gruppo d Amico. Grazie alla lunga storia del Gruppo, d Amico International Shipping può beneficiare di un marchio conosciuto e di una consolidata reputazione sui mercati internazionali. Inoltre, può contare sulla competenza del Gruppo d Amico, che fornisce a tutte le navi della d Amico International Shipping supporto per i servizi di assistenza tecnica e per tutti i prodotti e i servizi relativi al controllo di qualità, alla sicurezza e alle esigenze tecniche, compresa la gestione degli equipaggi e delle polizze assicurative. d Amico International Shipping opera tramite i propri uffici in Lussemburgo, Irlanda, Regno Unito, Monaco, Singapore e negli Stati Uniti. Al 3 dicembre 204 il Gruppo impiegava 564 dipendenti come personale marittimo e 35 dipendenti come personale di terra. Relazione Annuale 204

14 Il settore delle navi cisterna Le navi del Gruppo sono dotate di cisterne rivestite di una particolare pittura e sono impiegate principalmente nel trasporto di una serie di prodotti petroliferi raffinati, quali benzina, carburanti per aviazione, cherosene, olio combustibile e nafta. Le navi classificare IMO II/III possono anche trasportare prodotti chimici (easy chemicals) e oli alimentari. La movimentazione via mare dei prodotti petroliferi raffinati fra le differenti aree geografiche del mondo è alimentata dagli squilibri fra la relativa domanda e offerta, indotti generalmente dalla mancanza di risorse o di capacità di raffinazione nei paesi consumatori. Esistono, inoltre, fenomeni di arbitraggio, che traggono vantaggio dalle differenze esistenti tra i diversi centri di raffinazione, sia in termini di prezzo che di domanda specifica di prodotti. Nell ambito di questo settore, d'amico International Shipping opera nel segmento Medio Raggio (MR), che include navi di tonnellaggio compreso fra e dwt. Le dimensioni delle navi MR consentono un'estrema flessibilità di impiego sia in termini di rotte commerciali sia come accessibilita a porti preclusi ad altri tipi di imbarcazioni. Classe della nave Breve raggio (SR) Medio raggio (MR) Lungo raggio (LR) cisterna (dwt) Caratteristiche Opera su mercati Accesso a un maggior numero di Migliori economie di scala regionali specializzati porti rispetto a navi di lungo raggio per i viaggi a lungo raggio Si concentra in Migliori economie di scala su particolare sulla distanze medie e lunghe rispetto distribuzione alle navi di piccole dimensioni Viaggi Solo brevi Brevi e lunghi Solo lunghi Flessibilità Bassa Alta Bassa Viaggi di Arbitraggio No Sì No % della flotta complessiva 20% 42% 38% Fonte: Clarksons Research Services Limited, al gennaio 205. Percentuale sul totale delle navi cisterna (4.704 imbarcazioni). Sono escluse le imbarcazioni in acciaio inossidabile. Trend del mercato - Tariffe time charter medie per le navi cisterna MR (US$) dollari/giorno Spot YTD anno 3 anni 5 anni Fonte: Clarkson, Gennaio 5 2 d Amico International Shipping S.A.

15 Resoconto di gestione Informazioni per gli Azionisti Il team Investor Relations di d Amico International Shipping ha condotto un programma strutturato volto a promuovere un dialogo costante con gli investitori istituzionali, gli azionisti e i mercati per garantire la diffusione sistematica di informazioni esaustive, complete e puntuali sulle proprie attività, conformemente ai requisiti di legge e conformemente agli standard di corporate governance e delle raccomandazioni degli organismi competenti, nel rispetto della riservatezza di alcune informazioni. I risultati finanziari sono presentati trimestralmente, utilizzando conference call pubbliche, il cui accesso è possibile anche attraverso il sito internet nella sezione di Investor Relations. Nel corso dell anno vengono costantemente mantenuti contatti con la comunità finanziaria per discutere la performance della Società e i relativi risultati, attraverso incontri, conference call, interventi presso broker conferences, nonché tramite la partecipazione agli eventi rilevanti organizzati da Borsa Italiana S.p.A. (segmento STAR). La partecipazione a roadshow con Azionisti e investitori è focalizzata sui principali mercati finanziari e su nuove potenziali aree di interesse, dove il profilo degli investitori risulta in linea con le caratteristiche strutturali e le prospettive strategiche del Gruppo. Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito web istituzionale del Gruppo: La sezione Investor Relations contiene informazioni sul titolo, dati storici di bilancio, comunicati stampa, presentazioni istituzionali, pubblicazioni periodiche e copertura degli analisti. Gli azionisti d Amico International Shipping possono inoltre comunicare attraverso il seguente indirizzo di posta elettronica: Azionisti Il capitale sociale di d Amico International Shipping S.A. è composto da azioni ordinarie al portatore quotate su Borsa Italiana SpA nel segmento STAR. Sulla base delle ultime comunicazioni effettuate dagli azionisti e in seguito all aumento del capitale sociale avvenuto nel primo trimestre 204, ai sensi delle norme applicabili e dell'art. 6 dello Statuto di d'amico International Shipping, i seguenti investitori privati o istituzionali detengono partecipazioni che superano il 2% del totale delle azioni ordinarie emesse dalla medesima: d'amico International S.A. 58,47 % 2 Oceanic Opportunities Master Fund L.P. 3,59 % 3 Oceanic Hedge Fund 2,02 % 4 Mercato 34,72 % 5 d'amico International Shipping S.A.,20 % Relazione Annuale 204 3

16 Andamento della quotazione del titolo 0,8 0,7 0,6 0,5 0,4 0,3 0,2 0, 0 Dic 3 Gen 4 Feb 4 Mar 4 Apr 4 Mag 4 Giu 4 Lug 4 Ago 4 Set 4 Ott 4 Nov 4 Dic 4 DIS - Andamento del prezzo Dopo un mercato sostanzialmente piatto nei primi nove mesi dell anno, lo scenario è cambiato completamente nel quarto trimestre del 204, in seguito a un brusco calo nei prezzi del petrolio e all aumento dell attività di trading. In tale contesto, nel quarto trimestre del 204 le tariffe spot di DIS hanno raggiunto i livelli più elevati dal Un ambiente di mercato così debole per gran parte dell anno ha influito negativamente sull andamento della quotazione del titolo DIS, analogamente ad altre società di trasporti marittimi. Nel corso del 204 il prezzo delle azioni DIS è calato del 29%, concludendo l anno a euro 0,459 rispetto a euro 0,647 alla fine del 203. La capitalizzazione di mercato delle azioni della Società era pari a euro 93,7 milioni a fine 204. Il volume medio giornaliero trattato durante l anno è stato di, milioni di azioni. Calendario finanziario Il Calendario finanziario della Società per il 205 è il seguente: Bilancio annuale 204 Marzo Giovedì 5 Assemblea annuale degli azionisti Aprile Mercoledì 5 Primo resoconto intermedio di gestione 205 Maggio Mercoledì 6 Relazione finanziaria semestrale 205 Luglio Giovedì 30 Terzo resoconto intermedio di gestione 205 Novembre Mercoledì Risultati sull esercizio dei Warrant d Amico International Shipping ; Primo Periodo di Esercizio chiuso a gennaio 204 A febbraio 204, d Amico International Shipping S.A ha annunciato che il Primo Periodo di Esercizio dei Warrant d Amico International Shipping (codice ISIN LU ) si era concluso il 3 gennaio 204. Sono stati esercitati n Warrant ad un prezzo di EUR 0,36 per ogni nuova azione ordinaria emessa da DIS per un controvalore totale di EUR 22,5 milioni (pari a circa US$ 30,5 milioni). In ottemperanza ai termini e alle condizioni del Regolamento dei Warrant ed in ragione di una () azione di Compendio ogni tre (3) Warrant esercitati sulla base del Warrant Ratio, oggi DIS ha emesso ed assegnato n Azioni di Compendio - con gli stessi diritti (inclusi il diritto ad eventuali dividendi) e peculiarità delle azioni ordinarie esistenti alla data di emissione - ai possessori di Warrant che hanno validamente esercitato i loro Warrant nel Primo Periodo di Esercizio. A seguito dell aumento di capitale verificatosi al termine del Primo Periodo di Esercizio, l ammontare delle azioni di DIS è ora pari a USD ,70 suddivise in n azioni ordinarie senza valore nominale. 4 d Amico International Shipping S.A.

17 Resoconto di gestione Risorse umane Al 3 dicembre 204 il Gruppo impiegava 564 dipendenti come personale marittimo e 35 dipendenti come personale di terra. L attuale scenario commerciale richiede ancora di gestire le sfide rilevanti per d Amico, che interessano tutte le attività concernenti il corso sulla gestione delle persone. Per tale ragione, il Gruppo ha confermato importanti investimenti nel suo capitale umano, in quanto il quadro delle competenze e professionalità è uno dei vantaggi competitivi esclusivi della struttura. A tale proposito, le politiche HR hanno ribadito la propria attenzione allo sviluppo individuale, puntando su diverse iniziative finalizzate a rafforzare il clima organizzativo e con esso il risultato della Società. Nel corso dell anno il Gruppo ha messo a punto tutti i processi HR, mantenendo investimenti piuttosto elevati nei progetti di formazione e apprendimento e sostenendo i rinnovati sforzi per la comunicazione interna al fine di rafforzare l informazione e garantire il coinvolgimento dell intera popolazione nella vita societaria. In tal senso, il Gruppo conferma il proprio obiettivo principale nella prassi di gestione delle persone, implementando le proprie politiche attraverso progetti e iniziative con un orientamento solido e chiaro verso le competenze, la fidelizzazione dei dipendenti e lo sviluppo di talenti e persone chiave in grado di influire in maniera davvero rilevante sul risultato. efficace. Per rispondere pienamente a tale necessità il Gruppo ha sviluppato una strategia di selezione del personale incentrata sulla realizzazione di iniziative come il consolidamento di una base operativa nel mercato indiano, situata a Mumbai. Questo mercato è noto per la sua capacità di fornire equipaggi di qualità con conoscenza della lingua inglese. Il Gruppo può contare inoltre su un ufficio di rappresentanza a Manila, che garantisce l accesso all importante mercato filippino. Per vincere le sfide con la concorrenza è indispensabile aumentare costantemente la produttività e sviluppare il know-how. Il Gruppo garantisce, mediante un adeguato programma di formazione, che gli equipaggi imbarcati sulle proprie navi soddisfino gli elevati standard di professionalità necessari. Inoltre, il Gruppo persegue una politica di collaborazione con vari istituti di istruzione navale al fine di diffondere la conoscenza delle problematiche di sicurezza e ambientali, principali priorità per d'amico. Nell ambito delle iniziative volte a sostenere il sistema educativo, la capogruppo d Amico Società di Navigazione, insieme ad altri importanti partner istituzionali italiani, ha intensificato i propri sforzi nella Fondazione Giovanni Caboto, un istituto di istruzione superiore per la formazione di tecnici specializzati che propone corsi di formazione biennali post-diploma a coloro che intendano intraprendere una carriera internazionale nel settore navale. Nel corso del 204 i primi diplomati hanno ottenuto il loro primo contratto di lavoro come ufficiali di guardia a bordo delle navi del Gruppo. D altro canto, il Gruppo presta grande attenzione alle proprie procedure concernenti l equilibrio tra lavoro e vita privata, cercando di soddisfare le esigenze dei dipendenti anche ove siano interessati aspetti non direttamente correlati alle loro vite lavorative. Il personale di bordo rappresenta uno dei fattori principali per garantire la sicurezza e l utilizzo efficiente della flotta. La politica del Gruppo relativa agli equipaggi, che si avvale di anni di esperienza nel settore, è mirata alla promozione della sicurezza a bordo e alla tutela dell'ambiente, nonché al mantenimento dell'efficienza e dell'affidabilità degli equipaggi. Il Gruppo d'amico fonda il raggiungimento di tali obiettivi su tre pilastri principali: un processo di selezione meticoloso, una formazione approfondita e un sistema permanente di monitoraggio e di valutazione. Per garantire la selezione di personale altamente qualificato è necessario un programma di reclutamento Relazione Annuale 204 5

18 Gestione delle navi Tutte le navi della flotta d Amico vengono sottoposte a costante monitoraggio al fine di garantirne la conformità alle norme IMO (International Maritime Organization) e agli altri standard internazionali che regolano il settore. Le navi cisterna della DIS devono infatti superare ogni anno i seguenti esami eseguiti da enti esterni: Ispezione e monitoraggio di conformità alle norme e ai regolamenti internazionali da parte dello stato di bandiera; Ispezioni delle navi straniere nei porti nazionali (c.d. port state controls ), al fine di verificare che lo stato della nave e delle sue attrezzature sia conforme ai requisiti previsti dalle convenzioni internazionali, e che la nave sia dotata di un equipaggio che la gestisce nel rispetto di tali regole; Ispezioni (c.d. vetting inspections ) effettuate dalle maggiori società operanti nel settore petrolifero ed energetico. Sulla base di uno specifico accordo, d Amico Società di Navigazione S.p.A., holding del Gruppo d Amico, con la collaborazione e supervisione di d Amico Tankers Limited (Irlanda) è responsabile della gestione tecnica delle navi della flotta controllata dal Gruppo d Amico International Shipping. La stessa d Amico Società di Navigazione S.p.A. fornisce la propria assistenza per la stipula delle coperture assicurative della flotta e coordina il Tanker Management and Self-Assessment programme (TMSA) lanciato nel 2004 dalla OCIMF (Oil Companies International Marine Forum), oltre al Safety Quality and Environment (SQE) Management System. La sicurezza a bordo e quella ambientale rappresentano la massima priorità per d Amico International Shipping. La responsabilità della gestione delle navi include gli aspetti di carattere generale relativi alla manutenzione, tali da assicurare la conformità con le regolamentazioni e le classificazioni navali vigenti, assicurando contestualmente il rispetto delle procedure di vetting applicate dalle grandi compagnie petrolifere. Tale rispetto si fonda sulla supervisione dei servizi di manutenzione, promuovendo l efficienza delle navi, pianificando e supervisionando gli interventi in bacino, l acquisto del materiale occorrente a bordo e delle relative parti di ricambio, nonché incaricando consulenti e supervisori tecnici. Il Gruppo è impegnato nella promozione della sicurezza a bordo e del rispetto dell ambiente, con l obiettivo di eliminare incidenti quali incagli, incendi, collisioni, fuoriuscite di prodotti petroliferi. A tale scopo è stato adottato il programma TMSA già a partire dal 2005 e il sistema SQE dal Sebbene non obbligatorio, il programma TMSA è raccomandato dalle maggiori compagnie petrolifere, al fine di spingere gli operatori navali a misurare, valutare e migliorare il loro sistema di gestione della sicurezza rispetto ad alcuni indicatori di riferimento. Lo stesso programma prevede inoltre alcune best practices di riferimento per la soluzione dei problemi e per ottimizzare la sicurezza e le prestazioni inerenti il rispetto dell ambiente. Sotto tale profilo, sono stati anche sviluppati alcuni programmi di controllo e misurazione delle performance per le diverse aree della gestione tecnica e il programma TMSA è analizzato su base semestrale. I risultati delle analisi costituiscono il punto di partenza per il continuo miglioramento, che si propone l obiettivo di raggiungere la garanzia di elevati standard di sicurezza e di rispetto dell ambiente. A partire dalla data d introduzione del programma TMSA, d Amico International Shipping ha promosso al proprio interno procedure in materia di SQE (Safety, Quality and Environment, ovvero Sicurezza, Qualità e Ambiente). Tali procedure sono operative per tutte le navi della flotta, in conformità con gli standard qualitativi ISO 900:2008 a ISO 400:2004 introdotti dall International Organisation for Standardisation, e sono state certificate dal Registro Italiano Navale (RINA S.p.A.) nel In particolare, ai sensi della norma ISO 400 e per dimostrare la conformità delle proprie navi e il proprio impegno al rispetto dell ambiente, d Amico Società di Navigazione persegue con coerenza l obiettivo della protezione delle persone e dell ambiente controllando e analizzando il consumo energetico delle proprie navi sulla base di quanto indicato nelle Linee guida e procedure generali per il miglioramento del risparmio energetico e la contemporanea riduzione delle emissioni di CO 2. Per garantire la sicurezza degli equipaggi, il Sistema di Gestione di d Amico comprende inoltre la certificazione prevista dallo standard internazionale OHSAS 800, al fine di migliorare la sicurezza e la salute dei lavoratori a bordo delle navi e in ogni ambiente di lavoro. Il costante ricorso a un sistema di valutazione particolareggiata dei rischi permette di avere un idea precisa di qualsiasi situazione di pericolo, in modo da poter adottare adeguate misure per prevenirla. 6 d Amico International Shipping S.A.

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 7 maggio 2015 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 Nel 2015 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,7% in termini reali, cui seguirà una crescita dell

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Modulo DATI INFORMATIVI FINANZIARI ANNUALI per gli emittenti industriali LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Data : 03/05/2011 Versione : 1.3 1 Revisioni Data Versione Cap./ Modificati 03/05/2010 1.0-13/05/2010

Dettagli

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali

Dettagli

GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014)

GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014) COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati al 31 marzo 2015 GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014) Il risultato beneficia del positivo contributo

Dettagli

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A.

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A. Comunicato Stampa Methorios Capital S.p.A. Approvata la Relazione Semestrale Consolidata al 30 giugno 2013 Acquistato un ulteriore 16,2% del capitale di Astrim S.p.A. Costituzione della controllata Methorios

Dettagli

Autorizzato frazionamento azioni ordinarie Amplifon S.p.A. nel rapporto di 1:10; il valore nominale passa da Euro 0,20 a Euro 0,02 per azione

Autorizzato frazionamento azioni ordinarie Amplifon S.p.A. nel rapporto di 1:10; il valore nominale passa da Euro 0,20 a Euro 0,02 per azione COMUNICATO STAMPA AMPLIFON S.p.A.: L Assemblea degli azionisti approva il Bilancio al 31.12.2005 e delibera la distribuzione di un dividendo pari a Euro 0,30 per azione (+25% rispetto al 2004) con pagamento

Dettagli

LE PETROLIERE DELL ULTIMA GENERAZIONE

LE PETROLIERE DELL ULTIMA GENERAZIONE MEZZI PETROLIERE LE PETROLIERE DELL ULTIMA GENERAZIONE L evoluzione delle navi cisterna in termini di sicurezza contro i rischi di inquinamento ha subito negli ultimi anni una forte accelerazione che ha

Dettagli

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI SCENARI ENERGETICI AL 24 SINTESI Leggi la versione integrale degli Scenari Energetici o scaricane una copia: exxonmobil.com/energyoutlook Scenari Energetici al 24 Gli Scenari Energetici offrono una visione

Dettagli

Lettera agli azionisti

Lettera agli azionisti Lettera agli azionisti Esercizio 24 2 Messaggio dei dirigenti del gruppo Gentili signore e signori Rolf Dörig e Patrick Frost Il 24 è stato un anno molto positivo per Swiss Life. Anche quest anno la performance

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 5 maggio 2014 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 Nel 2014 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,6% in termini reali, seguito da una crescita dell

Dettagli

42 relazione sono esposti Principali cui Fiat S.p.A. e il Gruppo fiat sono esposti Si evidenziano qui di seguito i fattori di o o incertezze che possono condizionare in misura significativa l attività

Dettagli

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Lezione di Corporate e Investment Banking Università degli Studi di Roma Tre Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Massimo Caratelli, febbraio 2006 ma.caratelli@uniroma3.it

Dettagli

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI)

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) - 1 - LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento

Dettagli

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta isstock Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta 7 PAA Programma generale di azione dell Unione in materia di ambiente fino al 2020 A partire dalla metà degli anni 70 del secolo scorso, la politica

Dettagli

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock Costruirsi una rendita I principi d investimento di BlackRock I p r i n c i p i d i n v e s t i m e n t o d i B l a c k R o c k Ottenere una rendita è stato raramente tanto difficile quanto ai giorni nostri.

Dettagli

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018 IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018 Nel 2013 ingresso in 11 startup, di cui 6 startup innovative, una cessione, una

Dettagli

PROSPETTO INFORMATIVO

PROSPETTO INFORMATIVO Emittente Finaval S.p.A. PROSPETTO INFORMATIVO relativo all Offerta Globale e all ammissione a quotazione sul Mercato Telematico Azionario organizzato e gestito da Borsa Italiana S.p.A. di azioni ordinarie

Dettagli

Operazioni, attività e passività in valuta estera

Operazioni, attività e passività in valuta estera OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Operazioni, attività e passività in valuta estera Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito,

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di Sintesi - Documento adottato con delibera del Consiglio di Amministrazione del 07/07/ 2009 Ai sensi degli artt, 45-46-47-48 del Regolamento

Dettagli

Le nuove fonti di energia

Le nuove fonti di energia Le nuove fonti di energia Da questo numero della Newsletter verranno proposti alcuni approfondimenti sui temi dell energia e dell ambiente e sul loro impatto sul commercio mondiale osservandone, in particolare,

Dettagli

** NOT FOR RELEASE OR DISTRIBUTION OR PUBLICATION IN WHOLE OR IN PART INTO THE UNITED STATES, AUSTRALIA, CANADA OR JAPAN **

** NOT FOR RELEASE OR DISTRIBUTION OR PUBLICATION IN WHOLE OR IN PART INTO THE UNITED STATES, AUSTRALIA, CANADA OR JAPAN ** Il Consiglio di Amministrazione di Aeroporto Guglielmo Marconi di Bologna S.p.A. approva il Bilancio Consolidato Intermedio al 31 marzo 2015: Traffico passeggeri in crescita del 4,5% nel primo trimestre

Dettagli

Documento di sintesi "STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI"

Documento di sintesi STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Documento di sintesi "STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI" Documento del 1 aprile 2011 1 1 INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Fornite ai sensi degli

Dettagli

AIM Italia / Mercato Alternativo del Capitale

AIM Italia / Mercato Alternativo del Capitale AIM Italia / Mercato Alternativo del Capitale Agenda I II III AIM Italia Il ruolo di Banca Finnat Track record di Banca Finnat 2 2 Mercati non regolamentati Mercati regolamentati AIM Italia Mercati di

Dettagli

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Fornite ai sensi degli artt. 46 c. 1 e. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera Consob

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno (delibera CdA 17 Dicembre 2012) LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive

Dettagli

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update MERCATO MONDIALE DEI BENI DI LUSSO: TERZO ANNO CONSECUTIVO DI CRESCITA A DUE CIFRE. SUPERATI I 200 MILIARDI DI EURO NEL 2012 Il mercato del

Dettagli

Prospettive a livello mondiale in materia di energia, tecnologia e politica climatica all'orizzonte 2030 ELEMENTI CHIAVE

Prospettive a livello mondiale in materia di energia, tecnologia e politica climatica all'orizzonte 2030 ELEMENTI CHIAVE Prospettive a livello mondiale in materia di energia, tecnologia e politica climatica all'orizzonte 2030 ELEMENTI CHIAVE Scenario di riferimento Lo studio WETO (World energy, technology and climate policy

Dettagli

Governance e performance nei servizi pubblici locali

Governance e performance nei servizi pubblici locali Governance e performance nei servizi pubblici locali Anna Menozzi Lecce, 26 aprile 2007 Università degli studi del Salento Master PIT 9.4 in Analisi dei mercati e sviluppo locale Modulo M7 Economia dei

Dettagli

Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini ********** Banca del Valdarno Credito Cooperativo 1 1. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID)

Dettagli

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020)

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Enzo De Sanctis Società Italiana di Fisica - Bologna Con questo titolo, all inizio del 2008, la Società Italiana di Fisica (SIF) ha pubblicato un libro

Dettagli

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014 Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano Agosto 2014 Banca Generali in pillole Banca Generali è uno degli assetgathererdi maggior successo e in grande crescita nel mercato italiano, con oltre

Dettagli

Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02

Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02 Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02 Approvata con delibera CdA del 04/09/ 09 Fornite ai sensi dell art. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera Consob 16190/2007. LA NORMATIVA MIFID

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca di Credito Cooperativo San Marco di Calatabiano

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca di Credito Cooperativo San Marco di Calatabiano DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca di Credito Cooperativo San Marco di Calatabiano (Ultimo aggiornamento:10.04.2013) LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial

Dettagli

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori ABC degli investimenti Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori I vantaggi di investire con Fidelity Worldwide Investment Specializzazione Fidelity è una società indipendente e si

Dettagli

SCHEMA DI DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC del Carso

SCHEMA DI DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC del Carso SCHEMA DI DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC del Carso LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento

Dettagli

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A.

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E LA BORSA Ufficio Mercati Alla cortese attenzione del dott. Salini Telefax n. 06 8477 757 Ufficio OPA Alla cortese attenzione della dott.sa Mazzarella Telefax n. 06

Dettagli

CERVED RATING AGENCY. Politica in materia di conflitti di interesse

CERVED RATING AGENCY. Politica in materia di conflitti di interesse CERVED RATING AGENCY Politica in materia di conflitti di interesse maggio 2014 1 Cerved Rating Agency S.p.A. è specializzata nella valutazione del merito creditizio di imprese non finanziarie di grandi,

Dettagli

INTERSCAMBIO USA - Mondo gennaio - marzo Valori in milioni di dollari. INTERSCAMBIO USA - Unione Europea gennaio - marzo Valori in milioni di dollari

INTERSCAMBIO USA - Mondo gennaio - marzo Valori in milioni di dollari. INTERSCAMBIO USA - Unione Europea gennaio - marzo Valori in milioni di dollari INTERSCAMBIO USA - Mondo 2011 2012 Var. IMPORT USA dal Mondo 508.850 552.432 8,56% EXPORT USA verso il Mondo 351.109 381.471 8,65% Saldo Commerciale - 157.741-170.961 INTERSCAMBIO USA - Unione Europea

Dettagli

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT I MINIBOND: nuovi canali di finanziamento alle imprese a supporto della crescita e dello sviluppo 15Luglio 2015 IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT Dr. Gabriele Cappellini Amministratore Delegato Fondo Italiano

Dettagli

Nuova finanza per la green industry

Nuova finanza per la green industry Nuova finanza per la green industry Green Investor Day / Milano, 9 maggio 2013 Barriere di contesto a una nuova stagione di crescita OSTACOLI PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE Fine degli incentivi e dello sviluppo

Dettagli

GAM. I nostri servizi di società di gestione

GAM. I nostri servizi di società di gestione GAM I nostri servizi di società di gestione Una partnership con GAM assicura i seguenti vantaggi: Forniamo sostanza e servizi di società di gestione in Lussemburgo Offriamo servizi di alta qualità abbinati

Dettagli

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI 1 INTRODUZIONE Il Consiglio di Amministrazione di Kairos Julius Baer Sim (di seguito la KJBSIM ) ha approvato il presente documento al fine di formalizzare

Dettagli

MTA. Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni

MTA. Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni MTA Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni L accesso ai mercati dei capitali ha permesso a Campari di percorrere una strategia di successo per l espansione e lo sviluppo del proprio

Dettagli

Progetto MiFID. Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

Progetto MiFID. Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI Aggiornamento del luglio 2013 1 PREMESSA La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal

Dettagli

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni Pagamenti basati su azioni International Financial Reporting Standard 2 Pagamenti basati su azioni FINALITÀ 1 Il presente IRFS ha lo scopo di definire la rappresentazione in bilancio di una entità che

Dettagli

INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA

INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA Noi, i Ministri dell Energia di Canada, Francia, Germania, Italia,

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI DELLA POLICY SU STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DI ORDINI

DOCUMENTO DI SINTESI DELLA POLICY SU STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DI ORDINI DOCUMENTO DI SINTESI DELLA POLICY SU STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DI ORDINI 1. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento

Dettagli

PRESENTARE UN IDEA PROGETTUALE

PRESENTARE UN IDEA PROGETTUALE PRESENTARE UN IDEA PROGETTUALE LINEE GUIDA PER UNA EFFICACE PRESENTAZIONE DI UN BUSINESS PLAN INTRODUZIONE ALLA GUIDA Questa breve guida vuole indicare in maniera chiara ed efficiente gli elementi salienti

Dettagli

Rischio impresa. Rischio di revisione

Rischio impresa. Rischio di revisione Guida alla revisione legale PIANIFICAZIONE del LAVORO di REVISIONE LEGALE dei CONTI Formalizzazione delle attività da svolgere nelle carte di lavoro: determinazione del rischio di revisione, calcolo della

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI LA NORMATIVA MIFID BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO Novembre 2010 La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è

Dettagli

Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione. Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero

Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione. Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero Il profilo della Banca Fondata nel 1871, è una della prime banche popolari italiane ispirate

Dettagli

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014)

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) 1. LA NORMATVA DI RIFERIMENTO. La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento europeo nel 2004

Dettagli

In breve Febbraio 2015

In breve Febbraio 2015 In breve In breve Febbraio 2015 La nostra principale responsabilità è rappresentata dagli interessi dei nostri clienti. Il principio per tutti i soci è essere disponibili ad incontrare i clienti, e farlo

Dettagli

. T. I. P. O. TIP - PRE IPO S.P.A.

. T. I. P. O. TIP - PRE IPO S.P.A. Milano, 4 giugno 2014 Perché TIPO? 1. Esiste un mercato potenziale interessante 2. Le imprese italiane hanno bisogno di equity 3. Attuale disponibilità di liquidità UNA CHIUSURA PROATTIVA DEL CIRCUITO

Dettagli

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10 Indice La Missione 3 La Storia 4 I Valori 5 I Clienti 7 I Numeri 8 I Servizi 10 La Missione REVALO: un partner operativo insostituibile sul territorio. REVALO ha come scopo il mantenimento e l incremento

Dettagli

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali 1 Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali CRISTIANA D AGOSTINI Milano, 17 maggio 2012 Il Gruppo Generali nel mondo 2 Oltre 60 paesi nel mondo in 5 continenti 65

Dettagli

Principi di stewardship degli investitori istituzionali

Principi di stewardship degli investitori istituzionali Corso di diritto commerciale avanzato a/ a/a2014 20152015 Fabio Bonomo (fabio.bonomo@enel.com fabio.bonomo@enel.com) 1 Indice Principi di stewardship degli investitori istituzionali La disciplina dei proxy

Dettagli

Facciamo emergere i vostri valori.

Facciamo emergere i vostri valori. Facciamo emergere i vostri valori. www.arnerbank.ch BANCA ARNER SA Piazza Manzoni 8 6901 Lugano Switzerland P. +41 (0)91 912 62 22 F. +41 (0)91 912 61 20 www.arnerbank.ch Indice Banca: gli obiettivi Clienti:

Dettagli

INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI

INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SOCIETA COOPERATIVA Sede Legale in Viale Umberto I n. 4, 00060 Formello (Rm) Tel. 06/9014301 Fax 06/9089034 Cod.Fiscale 00721840585 Iscrizione Registro Imprese Roma e P.Iva 009260721002 Iscritta all Albo

Dettagli

Strategia di Trasmissione degli Ordini su Strumenti Finanziari. Documento di Sintesi

Strategia di Trasmissione degli Ordini su Strumenti Finanziari. Documento di Sintesi Strategia di Trasmissione degli Ordini su Strumenti Finanziari Documento di Sintesi Documento redatto ai sensi dell art. 48, comma 3, del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Dettagli

Energia Italia 2012. Roberto Meregalli (meregalli.roberto@gmail.com) 10 aprile 2013

Energia Italia 2012. Roberto Meregalli (meregalli.roberto@gmail.com) 10 aprile 2013 Energia Italia 2012 Roberto Meregalli (meregalli.roberto@gmail.com) 10 aprile 2013 Anche il 2012 è stato un anno in caduta verticale per i consumi di prodotti energetici, abbiamo consumato: 3 miliardi

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

AIM Italia. Il mercato di Borsa Italiana per i leader di domani

AIM Italia. Il mercato di Borsa Italiana per i leader di domani AIM Italia Il mercato di Borsa Italiana per i leader di domani Perché AIM Italia I mercati di Borsa Italiana AIM Italia si aggiunge all offerta di mercati regolamentati di Borsa Italiana MTA MTF 3 Perché

Dettagli

Perché AIM Italia? (1/2)

Perché AIM Italia? (1/2) AIM Italia Perché AIM Italia? (1/2) AIM Italia si ispira ad un esperienza di successo già presente sul mercato londinese Numero di società quotate su AIM: 1,597 Di cui internazionali: 329 Quotazioni su

Dettagli

STRATEGIA SINTETICA. Versione n. 4 del 24/05/2011

STRATEGIA SINTETICA. Versione n. 4 del 24/05/2011 STRATEGIA SINTETICA Versione n. 4 del 24/05/2011 Revisione del 24/05/2011 a seguito circolare ICCREA 62/2010 (Execution Policy di Iccrea Banca aggiornamento della Strategia di esecuzione e trasmissione

Dettagli

FUSIONE PROGETTO DI. rispetto al 1Q 2012) ) investimenti in. finanziario. Indebitamento. riconosciuta. decremento milioni di euro.

FUSIONE PROGETTO DI. rispetto al 1Q 2012) ) investimenti in. finanziario. Indebitamento. riconosciuta. decremento milioni di euro. Torino, 10 maggio 2013 COMUNICATO STAMPA RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE DEL GRUPPO SIASS AL 31 MARZO 2013 PROGETTO DI FUSIONE PER INCORPORAZIONE DELLA D SOCIETÀ INTERAMENTE CONTROLLATA HOLDING PIEMONTE

Dettagli

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO 1 AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO Caro Presidente Buzek, Vice Presidenti, colleghi italiani ed europei,

Dettagli

Strategia di trasmissione degli ordini BCC di Buccino

Strategia di trasmissione degli ordini BCC di Buccino Deliberato dal CdA della BCC di Buccino nella seduta del 07/08/2009 Versione n 3 Strategia di trasmissione degli ordini BCC di Buccino Fornite ai sensi dell art. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera

Dettagli

La politica Nestlé per la Salute e la Sicurezza sul Lavoro

La politica Nestlé per la Salute e la Sicurezza sul Lavoro La politica Nestlé per la Salute e la Sicurezza sul Lavoro La sicurezza non è negoziabile Nestlé è convinta che il successo a lungo termine possa essere raggiunto soltanto grazie alle sue persone. Nessun

Dettagli

LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA

LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA I DESTINATION CENTER I Destination Center COS è UN DESTINATION CENTER? SHOPPING SPORT DIVERTIMENTO Un Destination Center e una combinazione di aree tematiche,

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E CONSIGLIO NAZIONALE DEI RAGIONIERI

CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E CONSIGLIO NAZIONALE DEI RAGIONIERI CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E CONSIGLIO NAZIONALE DEI RAGIONIERI COMMISSIONE PARITETICA PER I PRINCIPI DI REVISIONE LA COMPRENSIONE DELL IMPRESA E DEL SUO CONTESTO E LA VALUTAZIONE DEI

Dettagli

Outlook 2014: il rischio più grande è non correre alcun rischio OUTLOOK

Outlook 2014: il rischio più grande è non correre alcun rischio OUTLOOK OUTLOOK Outlook 2014: il rischio più grande è non correre alcun rischio Non è facile assumersi rischi in modo intelligente e calcolato: la soluzione è Smart Risk AUTORE: STEFAN HOFRICHTER 16 Il 2013 è

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI CASSA RURALE RURALE DI TRENTO

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI CASSA RURALE RURALE DI TRENTO DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI LA NORMATIVA MIFID CASSA RURALE RURALE DI TRENTO Marzo 2014 La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

Il nuovo bilancio consolidato IFRS

Il nuovo bilancio consolidato IFRS S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO Il nuovo bilancio consolidato IFRS La nuova informativa secondo IFRS 12 e le modifiche allo IAS 27 (Bilancio separato) e IAS 28 (Valutazione delle partecipazioni

Dettagli

Un'infrastruttura IT inadeguata provoca danni in tre organizzazioni su cinque

Un'infrastruttura IT inadeguata provoca danni in tre organizzazioni su cinque L'attuale ambiente di business è senz'altro maturo e ricco di opportunità, ma anche pieno di rischi. Questa dicotomia si sta facendo sempre più evidente nel mondo dell'it, oltre che in tutte le sale riunioni

Dettagli

Dal kw risorse per la competitività

Dal kw risorse per la competitività Dal kw risorse per la competitività Soluzioni di efficienza e ottimizzazione energetica dalla PMI alla grande impresa Salvatore Pinto AD Presidente Axpo Italia SpA Axpo Italia SpA Da fornitore a partner

Dettagli

Eccellenza nel Credito alle famiglie

Eccellenza nel Credito alle famiglie Credito al Credito Eccellenza nel Credito alle famiglie Innovazione e cambiamento per la ripresa del Sistema Paese Premessa La complessità del mercato e le sfide di forte cambiamento del Paese pongono

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012 STUDIARE SVILUPPO SRL Sede legale: Via Vitorchiano, 123-00189 - Roma Capitale sociale 750.000 interamente versato Registro delle Imprese di Roma e Codice fiscale 07444831007 Partita IVA 07444831007 - R.E.A.

Dettagli

POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI. Versione 9.0 del 09/03/2015. Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015

POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI. Versione 9.0 del 09/03/2015. Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015 POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Versione 9.0 del 09/03/2015 Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015 1 INDICE PREMESSA... 3 1. Significato di Best Execution... 3 2. I Fattori di

Dettagli

www.unicreditprivate.it 800.710.710

www.unicreditprivate.it 800.710.710 www.unicreditprivate.it 800.710.710 Portfolio Life TM è la nuova soluzione finanziario-assicurativa Unit Linked a vita intera, realizzata da CreditRas Vita S.p.A. in esclusiva per UniCredit Private Banking.

Dettagli

ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI

ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI Risorse energetiche e struttura del mercato L Italia produce piccoli volumi di gas naturale

Dettagli

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA Axpo Italia AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA UN GRUPPO A DIMENSIONE EUROPEA Axpo opera direttamente in oltre 20 paesi europei L Italia è uno dei mercati principali del gruppo Axpo in Italia Alla presenza

Dettagli

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ADOTTATA AI SENSI DELL ART. 4 DEL REGOLAMENTO CONSOB 17221 DEL 12 MARZO 2010 (e successive modifiche) Bologna,1 giugno 2014 Indice 1. Premessa...

Dettagli

RILEVAZIONE DEI PREZZI DELL'ENERGIA ELETTRICA - REGIONE LOMBARDIA

RILEVAZIONE DEI PREZZI DELL'ENERGIA ELETTRICA - REGIONE LOMBARDIA RILEVAZIONE DEI PREZZI DELL'ENERGIA ELETTRICA - REGIONE LOMBARDIA Da produttore/grossista a utente non domestico - Prezzo di mercato prevalente della componente energia e della commercializzazione al dettaglio

Dettagli

Q1 2014. Previsioni. Manpower sull Occupazione Italia. Indagine Manpower

Q1 2014. Previsioni. Manpower sull Occupazione Italia. Indagine Manpower Previsioni Q1 14 Manpower sull Occupazione Italia Indagine Manpower Previsioni Manpower sull Occupazione Italia Indice Q1/14 Previsioni Manpower sull Occupazione in Italia 1 Confronto tra aree geografiche

Dettagli

ANALISI DI BILANCIO LA RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA E FUNZIONALE. Dott. Elbano De Nuccio

ANALISI DI BILANCIO LA RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA E FUNZIONALE. Dott. Elbano De Nuccio ANALISI DI BILANCIO LA RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA E FUNZIONALE Dott. Elbano De Nuccio L analisi di bilancio si propone di formulare un giudizio sull EQUILIBRIO ECONOMICO e FINANZIARIO/PATRIMONIALE della

Dettagli

PRESENTAZIONE AGLI ANALISTI

PRESENTAZIONE AGLI ANALISTI PRESENTAZIONE AGLI ANALISTI Milano, 17 Marzo 2010 AGENDA 1. Il Gruppo 2. Il mercato 3. Dati economico-finanziari 4. Il titolo Pag. 2 RELATORI LUIGI LUZZATI Presidente del CDA di Centrale del Latte di Torino

Dettagli

I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo

I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo Le raccomandazioni della CIDSE per la Conferenza delle Nazioni Unite sullo Sviluppo Sostenibile (Rio, 20-22 giugno 2012) Introduzione Il

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

Accademia Beauty and Hair

Accademia Beauty and Hair INDICE CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

Le opportunità economiche dell efficienza energetica

Le opportunità economiche dell efficienza energetica Le opportunità economiche dell efficienza energetica i problemi non possono essere risolti dallo stesso atteggiamento mentale che li ha creati Albert Einstein 2 SOMMARIO 1. Cosa è una ESCO 2. Esco Italia

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

Aspetti salienti delle statistiche internazionali BRI 1

Aspetti salienti delle statistiche internazionali BRI 1 Aspetti salienti delle statistiche internazionali BRI 1 La BRI, in collaborazione con le banche centrali e le autorità monetarie di tutto il mondo, raccoglie e diffonde varie serie di dati sull attività

Dettagli

Maggior Supporto. Enel Produzione SpA

Maggior Supporto. Enel Produzione SpA Enel Produzione SpA Concorso nazionale Le buone pratiche sulla manutnzione sicura Campagna Ambienti di lavoro sani e sicuri 2010-2011 Napoli, 27 Ottobre 2011 Villa Colonna Bandini Stefano Di Pietro Responsabile

Dettagli

IL BUDGET DEGLI INVESTIMENTI E IL BUDGET ECONOMICO. dott.ssa Annaluisa Palma 1

IL BUDGET DEGLI INVESTIMENTI E IL BUDGET ECONOMICO. dott.ssa Annaluisa Palma 1 IL BUDGET DEGLI INVESTIMENTI E IL BUDGET ECONOMICO dott.ssa Annaluisa Palma 1 Indice Il budget: documenti amministrativi in cui si estrinseca; Forma e contenuti del budget degli investimenti; Gli scopi

Dettagli

LA DECOLONIZZAZIONE. Nel 1947 l India diventa indipendente

LA DECOLONIZZAZIONE. Nel 1947 l India diventa indipendente LA DECOLONIZZAZIONE Nel 1939 quasi 4.000.000 km quadrati di terre e 710 milioni di persone (meno di un terzo del totale) erano sottoposti al dominio coloniale di una potenza europea. Nel 1941, in piena

Dettagli

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE BROCHURE INFORMATIVA 2013-2015 L Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE) è un organizzazione inter-governativa e multi-disciplinare

Dettagli

Lussemburgo Lo strumento della cartolarizzazione e il suo regime fiscale

Lussemburgo Lo strumento della cartolarizzazione e il suo regime fiscale Lussemburgo Lo strumento della cartolarizzazione e il suo regime fiscale www.bsp.lu Dicembre 2013 1 Con la Legge 22 marzo 2004, il Lussemburgo si è dotato, di uno strumento legislativo completo che ha

Dettagli

Comunicazione finanziaria: il ruolo del bilancio tra compliance e informazione

Comunicazione finanziaria: il ruolo del bilancio tra compliance e informazione Comunicazione finanziaria: il ruolo del bilancio tra compliance e informazione Un informativa efficace e chiara è il presupposto per impostare su basi solide e durature il rapporto tra impresa e investitori.

Dettagli