ALESSIO BERTAGNIN & ASSOCIATI s.a.s. Società tra Professionisti

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ALESSIO BERTAGNIN & ASSOCIATI s.a.s. Società tra Professionisti"

Transcript

1 Padova, 3 febbraio 2015 Circolare n 6/2015 Alla Spett.le Clientela IMPORTANTE!!! Oggetto: Esonero contributivo per le nuove assunzioni con contratto a tempo indeterminato nel Gentili Clienti, la Legge di Stabilità 2015 ha introdotto, al fine di promuovere una stabile occupazione, un esonero contributivo triennale per le assunzioni con contratto a tempo indeterminato avvenute nel corso del 2015 (vedi nostra circolare n 1/2015). L INPS, con la Circolare n. 17 del 29 gennaio 2015, fornisce le prime indicazioni per la gestione di tale esonero contributivo triennale. DATORI DI LAVORO INTERESSATI Possono beneficiare dell esonero contributivo introdotto dalla Legge di Stabilità 2015 i datori di lavoro privati, indipendentemente dal settore di appartenenza, e, con misure e condizioni diverse, i datori di lavoro del settore agricolo. Possono quindi beneficiare nel nuovo esonero contributivo tutti i datori di lavoro privati, compresi i soggetti non imprenditori (studi professionali, associazioni di volontariato, etc.). L esonero contributivo triennale non si applica nei confronti della pubblica amministrazione (di cui all art. 1, comma 2, D.Lgs n. 165/2001). Gli organismi pubblici che sono stati interessati da processi di privatizzazione (trasformazione in società di capitali) rientrano, invece, tra i datori di lavoro che possono beneficiare dell esonero contributivo, indipendentemente dalla proprietà pubblica o privata del capitale. Datori di lavoro agricoli Come già evidenziato, i datori di lavoro del settore agricolo possono beneficiare dell esonero contributivo introdotto dalla Legge di Stabilità 2015 con misure e condizioni diverse rispetto alla generalità dei datori di lavoro. A riguardo l INPS, nella circolare in oggetto, precisa che per beneficiare dell esonero contributivo le assunzioni a tempo indeterminato (con esclusione dei contratti di apprendistato) devono riguardare lavoratori agricoli che si trovino in una delle seguenti condizioni: - Che non risultino occupati nel corso dell anno 2014, in forza di un contratto di lavoro a tempo indeterminato, presso qualsiasi datore di lavoro agricolo; In particolare l INPS precisa che l esonero contributivo non spetta in relazione alle assunzioni di lavoratori che nel corso del 2014 abbiano avuto un rapporto di lavoro agricolo regolato sulla base di: - Contratto di apprendistato; - Contratto a tempo indeterminato a scopo di somministrazione; Spetta in relazione alle assunzioni di lavoratori che nel corso del 2014 abbiano avuto: - un rapporto di lavoro intermittente. - che non risultino iscritti negli elenchi nominativi dell anno 2014 per un numero di giornate di lavoro pari o superiore a 250 giornate, in qualità di lavoratori a tempo determinato presso qualsiasi datore di lavoro agricolo. Relativamente alla nozione di rapporto di lavoro agricolo, l INPS ribadisce che vi rientrano esclusivamente i rapporti di lavoro instaurati dai datori di lavoro con gli operai del settore agricolo. Pertanto per le assunzioni di lavoratori con qualifica di dirigente, quadro e impiegato, ancorché del settore agricolo, si applica la disciplina prevista per la generalità dei datori di lavoro (comma 118 della Legge di stabilità 2015). L INPS, infine, ricorda che essendo l esonero contributivo riconosciuto, con specifico riferimento al settore

2 agricolo, nel limite delle risorse indicate dal comma 120 della Legge di Stabilità (ad esempio, 2 milioni di euro per l anno 2015), la fruizione dello stesso risulta subordinata, come previsto dallo stesso comma, all ordine cronologico di presentazione delle relative istanze: in caso di insufficienza delle risorse, valutata anche su base pluriennale con riferimento alla durata dell incentivo, l Istituto non prenderà in considerazione ulteriori domande, fornendo immediata comunicazione. RAPPORTI DI LAVORO INCENTIVATI L esonero contributivo si applica alle nuove assunzioni con contratto di lavoro a tempo indeterminato, sia a tempo pieno che part-time, con decorrenza nel corso del 2015 (dal 1 gennaio al 31 dicembre 2015). Non spetta in relazione alle assunzioni effettuate con contratto di apprendistato (che, pur essendo a tempo indeterminato, gode di una particolare agevolazione in quanto si tratta di un contratto di natura formativa) e di lavoro domestico. Contratto intermittente a tempo indeterminato L esonero contributivo non trova applicazione in relazione alle assunzioni a tempo indeterminato con contratto di lavoro intermittente, in quanto tale forma contrattuale, concepita allo scopo di far fronte ad attività lavorative di natura discontinua, non soddisfa la finalità della norma di promuovere forme di occupazione stabile. Lavoro ripartito (o job sharing) a tempo indeterminato Il nuovo esonero contributivo si applica anche alle assunzioni a tempo indeterminato con contratto di lavoro ripartito (job sharing). In tal caso, poiché due lavoratori assumono in solido l adempimento di un unica e identica obbligazione lavorativa, le condizioni per l applicazione dell esonero devono essere possedute da entrambi i lavoratori coobbligati. Dirigenti Nella circolare in esame l INPS precisa che non si ravvisano motivi ostativi all applicazione, ove ne ricorrano le condizioni, del nuovo esonero contributivo alle assunzione a tempo indeterminato di personale con qualifica dirigenziale. Cooperativa di lavoro e somministrazione Da ultimo, l Istituto previdenziale chiarisce che l esonero contributivo spetta in relazione ai rapporti di lavoro subordinato a tempo indeterminato instaurati in attuazione del vincolo associativo stretto con una cooperativa di lavoro ai sensi della Legge n. 142/2001 e anche per le assunzioni a tempo indeterminato a scopo di somministrazione, ancorché la somministrazione sia resa verso l utilizzatore nella forma a tempo determinato. In riferimento a quest ultimo punto, l INPS precisa che l assunzione a tempo indeterminato di un lavoratore che ha già prestato la sua attività presso il datore di lavoro in qualità di lavoratore somministrato, godendo dell esonero contributivo in esame, fruisce dell esonero contributivo triennale a condizione che il lavoratore medesimo non sia stato occupato a tempo indeterminato, nel corso degli ultimi sei mesi presso qualsiasi datore di lavoro (incluso il somministratore) per il periodo residuo di utilizzo dell esonero. Esempio Si consideri la seguente situazione: - il somministratore A assume a tempo indeterminato, con decorrenza 1 febbraio 2015, il lavoratore per somministrarlo, con la medesima decorrenza, presso l azienda B, fruendo dell esonero contributivo; - il rapporto di lavoro tra A e il lavoratore si risolve il 31 marzo 2015 (durata dell esonero contributivo pari a 2 mesi). Qualora l azienda B assuma a tempo indeterminato lo stesso lavoratore potrà godere dell esonero contributivo, per la durata residua del periodo massimo di fruizione (pari a 34 mesi, in quanto 2 mesi sono

3 già stati fruiti), a condizione che l assunzione decorra dopo almeno 6 mesi dalla cessazione della somministrazione e che nel corso di questi 6 mesi il lavoratore non abbia avuto rapporti di lavoro subordinato a tempo indeterminato con qualsiasi datore di lavoro. NATURA DELL ESONERO L INPS chiarisce che il nuovo esonero contributivo assume la natura tipica di incentivo all occupazione e si caratterizza come intervento generalizzato, ovvero potenzialmente rivolto a tutti i datori di lavoro privati che operano in ogni settore economico del Paese, le cui unità produttive siano localizzate in qualsiasi area del territorio nazionale. La sua applicazione, infine, prescinde da criteri di discrezionalità amministrativa. Ne consegue, pertanto, che l esonero contributivo non è da considerarsi aiuto di Stato secondo la disciplina comunitaria (art. 107 del Trattato sul funzionamento dell Unione europea), in quanto è una misura generalizzata che non determina un vantaggio a favore di alcune imprese, settori produttivi o aree geografiche del territorio nazionale. Ciò comporta che non trova applicazione il regime de minimis. MODALITÀ DI UTILIZZO Come sopra anticipato, le modalità operative per usufruire dell esonero contributivo e le modalità di compilazione della denuncia mensile Uniemens saranno definite dall INPS, con apposita circolare. Preme evidenziare tuttavia che, per accedere al beneficio, non è necessario effettuare alcuna richiesta preventiva all INPS. MISURA DELL AGEVOLAZIONE L agevolazione in esame consiste nell esonero dal versamento dei contributi previdenziali a carico dei datori di lavoro, ad eccezione delle seguenti forme di contribuzione: 1) premi e contributi dovuti all INAIL; 2) contributo, se dovuto, al Fondo per l erogazione ai lavoratori dipendenti del settore privato dei trattamenti di fine rapporto di cui all art del c.c., ossia il Fondo di Tesoreria INPS istituto dal 1 gennaio 2007 per le aziende con almeno 50 dipendenti; 3) contributo, se dovuto, ai Fondi di cui all art. 3, commi 3, 14 e 19, della Legge n. 92/2012, ossia i Fondi di solidarietà bilaterali/fondo di solidarietà residuale. L agevolazione si applica nel limite massimo di euro annui e spetta per un periodo massimo di 36 mesi a decorrere dalla data di assunzione del lavoratore, che deve essere compresa tra il 1 gennaio 2015 ed il 31 dicembre LAVORATORI PART-TIME E JOB SHARING Per i rapporti di lavoro part-time (orizzontale, verticale o misto), l importo di euro annui deve essere proporzionalmente ridotto in base alla percentuale part-time. Analogamente, per i contratti di lavoro ripartito l importo di euro annui deve essere proporzionalmente ridotto in base alla durata effettiva delle prestazioni rese da ognuno dei due lavoratori coobbligati. IMPORTO MENSILE DELL ESONERO E ASSUNZIONI/CESSAZIONI IN CORSO MESE L importo massimo mensile dell esonero contributivo è pari a euro 671,66 (euro 8.060,00/12 mesi). Per rapporti di lavoro instaurati ovvero risolti nel corso del mese, tale importo va riproporzionato prendendo a riferimento la misura di euro 22,08 ( 8.060,00/365 gg.) per ogni giorno di fruizione dell esonero contributivo. Il nuovo esonero contributivo si applica, pertanto, ai contributi a carico del datore di lavoro

4 (fatte salve le suddette contribuzioni), fino al limite di 671,66 euro mensili, opportunamente adeguato in caso di rapporti di lavoro part-time o ripartito. La contribuzione eccedente il predetto limite potrà formare comunque oggetto di esonero nel corso di ogni anno solare del rapporto agevolato, nel rispetto del limite massimo di euro 8.060,00 annui. Se, invece, i contributi a carico del datore di lavoro sono inferiori, nel mese, al limite di 671,66 euro, l importo dell esonero non fruito viene accantonato e può essere goduto nei mesi successivi in cui viene superato il predetto limite. CUMULABILITÀ DELL ESONERO CONTRIBUTIVO L INPS precisa che l esonero contributivo triennale introdotto dalla Legge di Stabilità 2015: - non è cumulabile con altri esoneri o riduzioni delle aliquote di finanziamento previsti dalla normativa vigente. Ad esempio, il nuovo esonero contributivo non è cumulabile con la riduzione del 50% dei contributi a carico del datore di lavoro a seguito dell assunzione di over 50 e donne ; - è cumulabile con gli incentivi che assumono natura economica, fra i quali rientrano: Il contributo concesso dalle Regioni/Province autonome per l assunzione di soggetti disabili, calcolato sul costo salariale del lavoratore, disciplinato dall art. 13 della Legge n. 68/1999; L incentivo pari a euro 5.000,00 una tantum per ogni assunzione di giovani genitori, fruibile dal datore di lavoro per un massimo di cinque lavoratori, di cui al DM 19 novembre 2010; L incentivo per l assunzione di lavoratori che beneficiano dell indennità Aspi, pari al 50% dell indennità mensile residua che sarebbe spettata al lavoratore, disciplinato dall art. 2, comma 10-bis, della Legge n. 92/2012; L incentivo inerente il Programma Garanzia Giovani, di cui al Decreto direttoriale n. 1709/2014 come modificato dal Decreto direttoriale n. 11 del 23 gennaio 2015 (in corso di registrazione da parte della Corte dei Conti); L incentivo per l assunzione di giovani lavoratori agricoli di cui all art. 5 del DL 91/2014, limitatamente agli operai agricoli. ASSUNZIONE UNDER 30 La cumulabilità del nuovo esonero contributivo triennale, con l incentivo per l assunzione a tempo indeterminato di giovani under 30, di cui all art. 1 del DL n. 76/2013, pari a 1/3 dell imponibile previdenziale mensile (fino ad un massimo di 650,00 euro mensili per lavoratore finora poco utilizzata visto che l apprendistato godeva di maggiori sgravi), è ammessa in misura limitata. Più precisamente, l INPS chiarisce che l incentivo per l assunzione di giovani under 30 di cui al DL n. 76/2013, poiché non può superare l importo dei contributi previdenziali a carico del datore di lavoro, qualora venga goduto, per il medesimo lavoratore, unitamente al nuovo esonero contributivo triennale, opera solo con riferimento all eventuale quota di contribuzione a carico del datore di lavoro superiore alla soglia mensile di euro 671,66 (ottenuta dividendo per 12 mensilità l importo massimo annuale dell esonero contributivo = euro 8.060,00/12). Esempio Si ipotizzi che, per la medesima assunzione, sia possibile fruire di entrambi i predetti incentivi (esonero contributivo triennale e incentivo under 30 ). Si ipotizzi inoltre che, in relazione a tale assunzione, i contributi previdenziali a carico del datore di lavoro siano pari, nel mese, a euro 800,00. In tal caso, il datore di lavoro beneficia: - Dell esonero contributivo per un importo pari a euro 671,66 e - Dell incentivo under 30 per un importo pari a euro 128,34 (800,00-671,66).

5 ASSUNZIONE DALLE LISTE DI MOBILITÀ Come noto, l art. 8, comma 4 della Legge n. 223/1991 prevede un contributo mensile a favore delle aziende che, senza esservi tenute in base al diritto di precedenza, assumono a tempo pieno ed indeterminato lavoratori iscritti nelle liste di mobilità, trasformano a tempo pieno e indeterminato un rapporto di lavoro a termine di durata non superiore a 12 mesi instaurato con detti lavoratori; che tale contributo è pari al 50% dell indennità di mobilità di cui avrebbe beneficiato il lavoratore qualora non fosse stato assunto. Nella circolare in esame l INPS precisa che tale contributo, per la sua natura di incentivo economico finalizzato all occupazione di lavoratori in condizioni di particolare svantaggio, non rientra nella nozione di beneficio di natura contributiva e, pertanto, risulta l unico incentivo cumulabile con il nuovo esonero contributivo triennale. Di conseguenza, i datori di lavoro che, dal 1 gennaio 2015, effettuano nuove assunzioni con contratto a tempo indeterminato di lavoratori iscritti nelle liste di mobilità, possono usufruire, ove ricorrano tutte le restanti condizioni, sia dell esonero contributivo di cui alla Legge di Stabilità 2015, che dell incentivo di natura economica di cui all art. 8, comma 4, della Legge n. 223/1991, pari al 50% dell indennità mensile che sarebbe spettata al lavoratore per il residuo periodo di diritto alla medesima indennità (fino ad un massimo di 12/24/36 mesi). Il cumulo tra incentivi è ammesso anche nei casi di trasformazione a tempo indeterminato di rapporti instaurati con lavoratori iscritti nelle liste di mobilità. SOPPRESSIONE DELL ART. 8, COMMA 9, DELLA LEGGE N. 407/1990 L INPS ricorda che, dal 1 gennaio 2015, le assunzioni/trasformazioni a tempo indeterminato di lavoratori disoccupati da almeno 24 mesi o sospesi dal lavoro e beneficiari di trattamento straordinario di integrazione salariale da almeno 24, non potranno più fruire degli incentivi previsti dall abrogato art. 8, comma 9, della Legge n. 407/1990. Per le assunzioni e le trasformazioni a tempo indeterminato effettuate entro il 31 dicembre 2014, il datore di lavoro continuerà invece a fruire del beneficio contributivo disciplinato dal citato art. 8, comma 9, fino alla naturale scadenza. CONDIZIONI PER LA FRUIZIONE DELL ESONERO CONTRIBUTIVO L Istituto, nella Circolare n. 17, fornisce importanti chiarimenti anche in relazione alle condizioni richieste perché sussista il diritto alla fruizione dell esonero contributivo. In particolare, tale diritto è subordinato al rispetto di alcuni >>> PRINCIPI GENERALI (ART. 4, CO. 12, LETT. B), C) E D) E CO. 15, LEGGE N. 92/2012) Pertanto, l esonero contributivo triennale non spetta nelle seguenti ipotesi: VIOLAZIONE DEL DIRITTO DI PRECEDENZA (ART. 4, COMMA 12, LETT. B) Quando l assunzione a tempo indeterminato è effettuata in violazione del diritto di precedenza (fissato dalla legge o dal contratto collettivo) alla riassunzione di un altro lavoratore licenziato nell ambito di un rapporto a tempo indeterminato ovvero cessato da un rapporto a termine. Con riferimento al diritto di precedenza riconosciuto al lavoratore licenziato nell ambito di un rapporto a tempo indeterminato, si ricorda che: - i lavoratori in mobilità e quelli licenziati per riduzione del personale hanno diritto di precedenza in caso di riassunzione presso la medesima azienda entro 6 mesi dalla data di risoluzione del rapporto di lavoro (art. 15, Legge n. 264/1949 e art. 8, Legge n. 223/1991). Tale diritto spetta anche ai licenziati per cessazione di attività; - nell ambito dei trasferimenti d azienda, i lavoratori che non passano alle dipendenze dell acquirente, dell affittuario o del subentrante hanno diritto di precedenza nelle assunzioni che

6 questi ultimi effettuino entro 1 anno dalla data del trasferimento ovvero entro il maggior periodo stabilito dagli accordi collettivi. In tali ipotesi, il diritto di precedenza è automatico nel senso che, ai fini dell esplicazione dei suoi effetti (la riassunzione a tempo indeterminato), non è richiesta alcuna manifestazione di volontà di esercizio da parte del lavoratore. Pertanto, se il datore di lavoro assume a tempo indeterminato un lavoratore violando il diritto di precedenza alla riassunzione di un altro lavoratore precedentemente licenziato nell ambito di un rapporto di lavoro a tempo indeterminato, non potrà beneficiare, in relazione alla predetta assunzione, dell esonero contributivo triennale. Con riferimento al diritto di precedenza riconosciuto al lavoratore cessato da un rapporto a termine, si ricorda che, fatte salve diverse disposizioni di contratti collettivi stipulati a livello nazionale, territoriale o aziendale, il dipendente che, nel corso di uno o più contratti a termine presso la stessa azienda, abbia lavorato per un periodo superiore a 6 mesi, ha diritto di precedenza nelle assunzioni a tempo indeterminato effettuate dal datore di lavoro entro i successivi 12 mesi con riferimento alle mansioni già espletate in esecuzione dei rapporti a termine (art. 5, comma 4- quater, D.Lgs n. 368/2001). In tali ipotesi, affinché il diritto di precedenza possa esplicare i suoi effetti (la riassunzione a tempo indeterminato), è necessario che il lavoratore dichiari al datore di lavoro di volersene avvalere entro 6 mesi dalla cessazione del rapporto. Il diritto, si ricorda, si estingue entro 1 anno dalla data di cessazione del rapporto di lavoro. Pertanto, se il datore di lavoro assume a tempo indeterminato un lavoratore violando il diritto di precedenza alla riassunzione di un altro lavoratore precedentemente cessato da un rapporto a termine, non potrà beneficiare, in relazione alla predetta assunzione, dell esonero contributivo triennale. L Istituto puntualizza, infine, che, poiché la fruizione all esonero contributivo è ammessa anche laddove il lavoratore venga utilizzato mediante contratto di somministrazione, la violazione del diritto di precedenza sussiste anche nel caso di utilizzazione con contratto di somministrazione senza la preventiva offerta di riassunzione al lavoratore licenziato in relazione ad un rapporto a tempo indeterminato ovvero cessato da un rapporto a termine. ASSUNZIONE DA PARTE DI DATORE DI LAVORO CHE ABBIA IN ATTO SOSPENSIONI DAL LAVORO CONNESSE AD UNA CRISI O RIORGANIZZAZIONE AZIENDALE (ART. 4, COMMA 12, LETT. C) Quando l assunzione a tempo indeterminato è effettuata da un datore di lavoro interessato (ovvero l utilizzatore con contratto di somministrazione sia interessato) da sospensioni dal lavoro con interventi di integrazione salariale straordinaria e/o in deroga, l esonero contributivo triennale non spetta. Ai predetti fini, sono fatti salvi i casi in cui l assunzione o la somministrazione siano finalizzate all acquisizione di professionalità diverse rispetto a quelle in possesso dei lavoratori interessati dai predetti provvedimenti. Al riguardo, l INPS ricorda che il rispetto della presente condizione interessa esclusivamente le assunzioni riferite all unità produttiva coinvolta dai sopra citati interventi di integrazione salariale. ASSUNZIONE DA PARTE DI DATORE DI LAVORO CHE ABBIA IN ATTO SOSPENSIONI DAL LAVORO CONNESSE AD UNA CRISI O RIORGANIZZAZIONE AZIENDALE (ART. 4, COMMA 12, LETT. D) Quando l assunzione a tempo indeterminato riguarda lavoratori licenziati, nei sei mesi precedenti, da parte di un datore di lavoro che, alla data del licenziamento, presentava elementi di relazione con il datore di lavoro che assume, sotto il profilo della sostanziale coincidenza degli assetti proprietari ovvero della sussistenza di rapporti di controllo o collegamento, l esonero contributivo triennale non spetta. Ciò vale anche nei confronti dell utilizzatore del lavoratore somministrato. Pertanto, nel caso in cui il lavoratore somministrato, nell arco dei sei mesi precedenti la decorrenza della somministrazione, abbia avuto un rapporto di lavoro a tempo indeterminato ovvero una precedente somministrazione con l utilizzatore, per la nuova assunzione il datore di lavoro (agenzia di somministrazione) non può fruire dell esonero contributivo triennale. Anche in questo caso, la nozione di datore di lavoro va intesa tenendo in considerazione gli elementi di relazione, controllo e collegamento sopra illustrati, che vanno opportunamente riferiti al datore di lavoro effettivo, coincidente con l utilizzatore.

7 INVIO TARDIVO DELL UNILAV (ART. 4, COMMA 15) Quando l inoltro dell Unilav inerente l assunzione a tempo indeterminato risulta effettuato decorsi i termini di legge, l esonero contributivo triennale, per il periodo compreso fra la data di decorrenza del rapporto di lavoro agevolato e quella dell inoltro tardivo della comunicazione obbligatoria, non spetta. Tale penalizzazione è espressamente prevista all art. 4, comma 15 della Legge n. 92/2012. ECCEZIONE!!!: NON APPLICAZIONE, AI FINI DELLA FRUIZIONE DELL ESONERO CONTRIBUTIVO TRIENNALE, DEL PRINCIPIO PREVISTO DALL ART. 4, COMMA 12, LETT. A), LEGGE N. 92/2012 Fra i principi individuati dalla Riforma Fornero, il cui mancato rispetto comporta, in generale, il non riconoscimento degli incentivi alle assunzioni, vi è anche quello contemplato all art. 4, comma 12, lettera a), in base al quale l incentivo all assunzione non spetta laddove l assunzione medesima costituisca attuazione di un obbligo che scaturisce da norme di legge o del contratto collettivo di lavoro. Ciò si verifica, ad esempio, quando l assunzione agevolata riguarda un lavoratore che gode di un diritto di precedenza alla riassunzione. In sostanza, il datore di lavoro, poiché assume il lavoratore che in ogni caso avrebbe dovuto assumere, non può godere delle agevolazioni connesse alla predetta assunzione. Tuttavia, con specifico riferimento al predetto principio, l INPS, nella Circolare n. 17/2015, afferma che non trova applicazione ai fini del riconoscimento dell esonero contributivo triennale. In estrema sintesi, a parere dell Istituto, l esonero contributivo triennale e la relativa disciplina introdotti con la Legge di Stabilità 2015 costituiscono disposizioni speciali che prevalgono sui principi generali del citato art. 4, comma 12, Legge n. 92/2012 con specifico riferimento alle condizioni ostative previste dalla lettera a), della citata norma. Ne consegue che, le assunzioni con contratto di lavoro a tempo indeterminato danno diritto all esonero contributivo triennale a prescindere dalla circostanza che costituiscano attuazione di un obbligo stabilito da norme di legge o di contratto collettivo di lavoro. Ciò implica che può fruire dell esonero contributivo triennale il datore di lavoro privato che - in attuazione dell obbligo previsto dall art. 5, comma 4-quater, D.Lgs n. 368/2001, assuma a tempo indeterminato il lavoratore con il quale, nel corso dei 12 mesi precedenti, ha avuto uno o più rapporti di lavoro a termine per un periodo complessivo di attività lavorativa superiore a 6 mesi (maturando, dunque, il diritto di precedenza alla riassunzione a tempo indeterminato). Analogamente, l esonero contributivo spetta anche per i casi di trasformazione di un rapporto di lavoro a termine in un rapporto a tempo indeterminato; - nella sua qualità di acquirente o affittuario di azienda o di ramo aziendale, in attuazione dell obbligo previsto dall art. 47, comma 6, Legge n. 428/1990, entro un anno dalla data del trasferimento aziendale, assuma a tempo indeterminato lavoratori a termine che non siano passati alla sue dipendenze. L Istituto ricorda, infine, che il principio contenuto nell art. 4, comma 12, lett. a), Legge n. 92/2012, non si applica alle norme speciali che regolano l assunzione dei lavoratori disabili ai sensi dell art. 3, Legge n. 68/1999. Ne consegue che, nei limiti delle condizioni fissate dallo specifico quadro normativo che riguarda dette assunzioni, l esonero contributivo triennale può ritenersi valido anche in queste fattispecie. NORME POSTE A TUTELA DELLE CONDIZIONI DI LAVORO E DELL ASSICURAZIONE OBBLIGATORIA DEI LAVORATORI (ART. 1, CO E 1176, LEGGE N. 296/2006) La fruizione dell esonero contributivo triennale è subordinata anche al rispetto delle norme poste a tutela delle condizioni di lavoro e dell assicurazione obbligatoria dei lavoratori ed in particolare: a) Al rispetto, da parte del datore di lavoro che assume, delle condizioni fissate dall art. 1, commi 1175 e 1176, Legge n. 296/2006. Si tratta nello specifico della regolarità degli obblighi di contribuzione

8 previdenziale e assenza delle violazioni delle norme fondamentali a tutela delle condizioni di lavoro. A tale riguardo, l INPS ricorda che si tratta delle condizioni alle quali è subordinato il rilascio del DURC; b) Del rispetto degli accordi e contratti collettivi nazionali nonché di quelli regionali, territoriali o aziendali, laddove sottoscritti, stipulati dalle organizzazioni sindacali dei datori di lavoro e dei lavoratori comparativamente più rappresentative sul piano nazionale. VINCOLI INTRODOTTI DALLA LEGGE DI STABILITÀ (ART. 1 comma 118, LEGGE N. 190/2014) Il diritto all esonero contributivo triennale è subordinato, infine, al rispetto di taluni presupposti introdotti ad hoc dall art. 1, comma 118, della Legge di Stabilità In particolare, la fruizione di tale diritto è subordinata alla sussistenza, alla data dell assunzione, in capo al lavoratore, delle condizioni di seguito indicate: a) Il lavoratore, nel corso dei 6 mesi precedenti l assunzione, non deve risultare occupato, presso qualsiasi datore di lavoro, in forza di un contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato. A tale riguardo, l Istituto ricorda che il contratto di apprendistato, seppur soggetto a disciplina speciale, costituisce un rapporto a tempo indeterminato. Pertanto, qualora il lavoratore assunto abbia avuto, nel corso dei 6 mesi precedenti l assunzione, un rapporto di apprendistato, il datore di lavoro non può fruire dell esonero contributivo triennale. Ad analoga conclusione, si giunge nell ipotesi in cui l assunzione riguardi un lavoratore che, nei 6 mesi precedenti, abbia avuto un rapporto di lavoro a tempo indeterminato a scopo di somministrazione ovvero un rapporto di lavoro domestico a tempo indeterminato. Diversamente, l Istituto afferma che la sussistenza di un rapporto di lavoro intermittente a tempo indeterminato nell arco dei 6 mesi precedenti la data di assunzione non costituisce condizione ostativa per il diritto all esonero contributivo triennale. b) Il lavoratore, nel corso dei 3 mesi antecedenti la data di entrata in vigore della Legge di Stabilità 2015 (pertanto nel periodo compreso tra il 1 ottobre 2014 e il 31 dicembre 2014), non deve aver avuto rapporti di lavoro a tempo indeterminato con il datore di lavoro richiedente l incentivo ovvero con società da questi controllate o a questi collegate, ai sensi dell art c.c., nonché facenti capo, ancorché per interposta persona, al datore di lavoro medesimo. c) Il lavoratore non deve avere avuto un precedente rapporto di lavoro agevolato, con fruizione dell esonero contributivo triennale, con lo stesso datore di lavoro che assume. A conferma di tale condizione ostativa, il secondo periodo del comma 118, dispone che L esonero ( ) non spetta con riferimento a lavoratori per i quali il beneficio ( ) sia già stato usufruito in relazione a precedente assunzione a tempo indeterminato. Rimaniamo a Vostra disposizione per fornirvi il supporto che riterrete necessario e porgiamo. Cordiali Saluti Il Cdl Alessio Bertagnin

L ESONERO CONTRIBUTIVO PER LE ASSUNZIONI A TEMPO INDETERMINATO NEL 2015

L ESONERO CONTRIBUTIVO PER LE ASSUNZIONI A TEMPO INDETERMINATO NEL 2015 L ESONERO CONTRIBUTIVO PER LE ASSUNZIONI A TEMPO INDETERMINATO NEL 2015 di 1 Con il comma 118 e ss. della Legge di Stabilità 2015 2, al fine di promuovere forme di occupazione stabile, viene introdotto

Dettagli

Esonero contributivo triennale assunti a tempo indeterminato

Esonero contributivo triennale assunti a tempo indeterminato OBIETTIVO: Al fine di promuovere forme di occupazione stabile Incentivo all occupazione DESTINATARI: Datori di lavoro privati e, sub condicione, agricoli. imprenditori, non imprenditori (Associazioni,

Dettagli

TRIENNALE PER NEOASSUNTI A

TRIENNALE PER NEOASSUNTI A ESONERO CONTRIBUTIVO TRIENNALE PER NEOASSUNTI A TEMPO INDETERMINATO NEL 2015 (legge di stabilità 2015 Circ. Inps 17/2015) DEFINIZIONE - Incentivo all occupazione per i contratti indeterminati - Non costituisce

Dettagli

Esonero contributivo per le assunzioni a tempo indeterminato nel 2015

Esonero contributivo per le assunzioni a tempo indeterminato nel 2015 STUDIO DUCOLI - BRENO (BS) DOTTORI COMMERCIALISTI REVISORI LEGALI DEI CONTI Dott.Giacomo Ducoli Via Aldo Moro n.5-25043 Breno (Bs) - Telefono 0364/21265-320487 - Fax 0364320487 Internet Email: infostudio@studioducoli.it

Dettagli

L'esonero contributivo triennale per l'assunzione. a tempo indeterminato;

L'esonero contributivo triennale per l'assunzione. a tempo indeterminato; MAP L'esonero contributivo triennale per l'assunzione A cura di Luca Furfaro Consulente del lavoro in Torino Analizzeremo l esonero contributivo triennale per le assunzioni a tempo indeterminato, effettuate

Dettagli

ESONERO CONTRIBUTIVO PER LE NUOVE ASSUNZIONI A TEMPO INDETERMINATO EFFETTUATE NEL 2015. Raggruppamento Schio-Thiene 11 febbraio 2015

ESONERO CONTRIBUTIVO PER LE NUOVE ASSUNZIONI A TEMPO INDETERMINATO EFFETTUATE NEL 2015. Raggruppamento Schio-Thiene 11 febbraio 2015 ESONERO CONTRIBUTIVO PER LE NUOVE ASSUNZIONI A TEMPO INDETERMINATO EFFETTUATE NEL 2015 Raggruppamento Schio-Thiene 11 febbraio 2015 LE FONTI NORMATIVE ED AMMINISTRATIVE Legge 23 dicembre 2014 n.190 (Legge

Dettagli

LEGGE DI STABILITA 2015 E JOBS ACT: quali opportunità per il lavoro.

LEGGE DI STABILITA 2015 E JOBS ACT: quali opportunità per il lavoro. LEGGE DI STABILITA 2015 E JOBS ACT: quali opportunità per il lavoro. Principali novità per i datori di lavoro. Stabilizzazione bonus 80 euro. Aumento soglia esenzione buoni pasto elettronici Deduzione

Dettagli

Per accedere al beneficio contributivo inserire il codice INPS 6Y accedendo al Cassetto previdenziale aziende.

Per accedere al beneficio contributivo inserire il codice INPS 6Y accedendo al Cassetto previdenziale aziende. ESONERO CONTRIBUTIVO PER LE NUOVE ASSUNZIONI CON CONTRATTO A TEMPO INDETERMINATO NEL 2015 (legge 190/2014 - Legge di Stabilità 2015; Circ. Inps n.17/2015) Per accedere al beneficio contributivo inserire

Dettagli

Incentivi alle assunzioni

Incentivi alle assunzioni Incentivi alle assunzioni Principali incentivi alle assunzioni Esonero contributivo Legge Stabilità 2015 Bonus Garanzia Giovani Incentivo donne e over 50 Incentivo iscritti liste mobilità indennizzata

Dettagli

Direzione Centrale Entrate. Roma, 29/01/2015

Direzione Centrale Entrate. Roma, 29/01/2015 Direzione Centrale Entrate Roma, 29/01/2015 Circolare n. 17 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici dei Rami professionali Al Coordinatore

Dettagli

Esonero contributivo per assunzioni a tempo indeterminato

Esonero contributivo per assunzioni a tempo indeterminato Al fine di promuovere una stabile occupazione, la Legge di Stabilità 2015 introduce un esonero contributivo per le assunzioni con contratto a tempo effettuate nel 2015. L introduzione del beneficio in

Dettagli

Esonero contributivo triennale. Nuova Assicurazione Sociale per l Impiego - NASPI

Esonero contributivo triennale. Nuova Assicurazione Sociale per l Impiego - NASPI Esonero contributivo triennale Nuova Assicurazione Sociale per l Impiego - NASPI API Torino 5 marzo 2015 Beniamino Gallo Esonero triennale per le assunzioni a tempo indeterminato Il legislatore si è posto

Dettagli

ASSUNZIONI AGEVOLATE 2015: sgravi contributivi per chi assume a tempo indeterminato (Legge n. 190 del 23.12.2014)

ASSUNZIONI AGEVOLATE 2015: sgravi contributivi per chi assume a tempo indeterminato (Legge n. 190 del 23.12.2014) CIRCOLARE INFORMATIVA N. 2 FEBBRAIO 2015 ASSUNZIONI AGEVOLATE 2015: sgravi contributivi per chi assume a tempo indeterminato (Legge n. 190 del 23.12.2014) Gentile Cliente, con la presente desideriamo informarla

Dettagli

COME CAMBIA IL DIRITTO DEL LAVORO

COME CAMBIA IL DIRITTO DEL LAVORO COME CAMBIA IL DIRITTO DEL LAVORO DALLA LEGGE FORNERO ALLE TUTELE CRESCENTI Redatto da Ufficio Legale Dopo la Riforma del Lavoro del Governo Monti (elaborata dal Ministro Fornero) e le successive modifiche

Dettagli

L art. 1 del Decreto Legislativo n. 181 del 2000 definisce lo stato di disoccupazione come la condizione del soggetto:

L art. 1 del Decreto Legislativo n. 181 del 2000 definisce lo stato di disoccupazione come la condizione del soggetto: INCENTIVI DONNE E OVER 50: REQUISITI E PROCEDURE OPERATIVE INPS Stante l abrogazione del contratto di inserimento lavorativo, a partire dal 1 gennaio 2013 non è più possibile stipulare questo contratto

Dettagli

ESONERO CONTRIBUTIVO 2016. A cura del Sito Web Servizio Coordinamento Centri per l Impiego Città Metropolitana di Torino 1 gennaio 2016

ESONERO CONTRIBUTIVO 2016. A cura del Sito Web Servizio Coordinamento Centri per l Impiego Città Metropolitana di Torino 1 gennaio 2016 ESONERO CONTRIBUTIVO 2016 A cura del Sito Web Servizio Coordinamento Centri per l Impiego Città Metropolitana di Torino 1 gennaio 2016 INTRODUZIONE Il Servizio Coordinamento Centri per l'impiego pubblica

Dettagli

Legge di stabilità 2015 Esonero contributivo e Bonus 80 euro

Legge di stabilità 2015 Esonero contributivo e Bonus 80 euro Legge di stabilità 2015 Esonero contributivo e Bonus 80 euro Legge di stabilità Dal 2009 la legge finanziaria è stata sostituita dalla legge di stabilità a seguito dell introduzione di elementi di federalismo

Dettagli

Prime riflessioni in materia di Jobs Act. Lomazzo, 4 Giugno 2015

Prime riflessioni in materia di Jobs Act. Lomazzo, 4 Giugno 2015 Prime riflessioni in materia di Jobs Act Lomazzo, 4 Giugno 2015 L incentivo a stipulare contratti di lavoro subordinato a tempo indeterminato La teoria delle tre leve La leva fiscale (deducibilità ai fini

Dettagli

Piacenza, 2 febbraio 2015 Alle Cooperative in indirizzo. Oggetto: Incentivi alle assunzioni 2015: Circolare INPS n. 17 del 29 gennaio 2015

Piacenza, 2 febbraio 2015 Alle Cooperative in indirizzo. Oggetto: Incentivi alle assunzioni 2015: Circolare INPS n. 17 del 29 gennaio 2015 SERVIZIO SINDACALE Piacenza, 2 febbraio 2015 Alle Cooperative in indirizzo Prot. n. 20 Oggetto: Incentivi alle assunzioni 2015: Circolare INPS n. 17 del 29 gennaio 2015 Con la circolare in oggetto, l INPS

Dettagli

UFFICIO PAGHE s.r.l.

UFFICIO PAGHE s.r.l. Con la collaborazione del Centro Studi SEAC siamo lieti di inviarle il n. 02 di SPAZIO AZIENDE FEBBRAIO 2015 TFR non soggetto a compensazioni con i danni dovuti al datore Corte di Cassazione, sentenza

Dettagli

Il sistema incentivante previsto dalla normativa e da specifici programmi a livello nazionale

Il sistema incentivante previsto dalla normativa e da specifici programmi a livello nazionale Azione di Sistema Welfare to Work per le politiche di reimpiego 2015-2016 Il sistema incentivante previsto dalla normativa e da specifici programmi a livello nazionale SOMMARIO Introduzione... 4 1. INCENTIVI

Dettagli

INPS Apprendistato: chiarimenti sui profili contributivi

INPS Apprendistato: chiarimenti sui profili contributivi n 43 del 16 novembre 2012 circolare n 695 del 15 novembre 2012 referente GRANDI/af INPS Apprendistato: chiarimenti sui profili contributivi L INPS, con circolare n.128 del 2 novembre 2012 (allegata alla

Dettagli

News per i Clienti dello studio

News per i Clienti dello studio del 8 Ottobre 2015 News per i Clienti dello studio Ai gentili clienti Loro sedi Sgravio contributivo sulle assunzioni: continuano le verifiche del Ministero nel settore appalti Gentile cliente, con la

Dettagli

Incentivi all occupazione

Incentivi all occupazione Incentivi all occupazione a cura di Michelino De Carlo [*] Organizzato dalla Consigliera Regionale di Parità del Friuli-Venezia Giulia, si è tenuto a Udine il 7 aprile 2014 un seminario formativo dal titolo

Dettagli

Gli Approfondimenti della Fondazione Studi

Gli Approfondimenti della Fondazione Studi ANNO 2015 Gli Approfondimenti della Fondazione Studi Approfondimento del 21.01.2015 ESONERO CONTRIBUTIVO TRIENNALE Per le nuove assunzioni con contratto di lavoro a tempo indeterminato effettuate dal 1

Dettagli

I PRINCIPALI INCENTIVI ALL'ASSUNZIONE

I PRINCIPALI INCENTIVI ALL'ASSUNZIONE PERSONE NON OCCUPATE NEI 6 MESI PRECEDENTI CON CONTRATTO A TEMPO INDETERMINATO Tutti i datori di lavoro privati Tempo (a tutele crescenti) Riduzione del 40% dei contributi previdenziali a carico del datore

Dettagli

Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Bilanci e Servizi Fiscali Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici.

Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Bilanci e Servizi Fiscali Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici. Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Bilanci e Servizi Fiscali Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Roma, 13-02-2015 Messaggio n. 1144 Allegati n.2 OGGETTO: Circolare n. 17/2015

Dettagli

La circolare INPS n.17 del 2015 sull esonero contributivo

La circolare INPS n.17 del 2015 sull esonero contributivo La circolare INPS n.17 del 2015 sull esonero contributivo CENTRO STUDI Circolare n.1 del 2015 Carissimi amici e amiche, Ancora una volta nasce il diritto circolatorio. Commentiamo la circolare n.17 del

Dettagli

Circolare N.124 del 21 settembre. Banca dati per l occupazione dei giovani genitori. Via agli incentivi per le imprese che assumono

Circolare N.124 del 21 settembre. Banca dati per l occupazione dei giovani genitori. Via agli incentivi per le imprese che assumono Circolare N.124 del 21 settembre Banca dati per l occupazione dei giovani genitori. Via agli incentivi per le imprese che assumono Banca dati per l occupazione dei giovani genitori: via agli incentivi

Dettagli

Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Bilanci e Servizi Fiscali.

Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Bilanci e Servizi Fiscali. Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Bilanci e Servizi Fiscali Roma, 05/11/2014 Circolare n. 137 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili

Dettagli

CIRCOLARE N. 104 Jobs Act : agevolazioni per l assunzione di lavoratori, nuova disciplina del licenziamento e TFR in busta paga.

CIRCOLARE N. 104 Jobs Act : agevolazioni per l assunzione di lavoratori, nuova disciplina del licenziamento e TFR in busta paga. CIRCOLARE N. 104 Jobs Act : agevolazioni per l assunzione di lavoratori, nuova disciplina del licenziamento e TFR in busta paga. Con l approvazione della legge di Stabilità 2015, L. 183/2014, che prevede

Dettagli

Gli Approfondimenti della Fondazione Studi

Gli Approfondimenti della Fondazione Studi ANNO 2015 Gli Approfondimenti della Fondazione Studi Approfondimento del 04.06.2015 ESONERO CONTRIBUTIVO E CUMULABILITÀ CON IL PROGRAMMA GARANZIA GIOVANI La Legge di Stabilità, per l anno 2015, ha introdotto,

Dettagli

WWW.SARDEGNAIMPRESA.EU GUIDA DI APPROFONDIMENTO GLI INCENTIVI PER L OCCUPAZIONE A CURA DEL BIC SARDEGNA SPA

WWW.SARDEGNAIMPRESA.EU GUIDA DI APPROFONDIMENTO GLI INCENTIVI PER L OCCUPAZIONE A CURA DEL BIC SARDEGNA SPA WWW.SARDEGNAIMPRESA.EU GUIDA DI APPROFONDIMENTO GLI INCENTIVI PER L OCCUPAZIONE A CURA DEL BIC SARDEGNA SPA 1 SOMMARIO PREMESSA... 3 INCENTIVI PER I LAVORATORI IN CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI ORDINARIA

Dettagli

Confprofessionilavoro pubblica una tabella con gli incentivi - attualmente in vigore - in materia di assunzione.

Confprofessionilavoro pubblica una tabella con gli incentivi - attualmente in vigore - in materia di assunzione. Confprofessionilavoro pubblica una tabella con gli incentivi - attualmente in vigore - in materia di assunzione. INCENTIVO DESTINATARI Giovani (l.99/2013) L incentivo è pari: -ad 1/3 della retribuzione

Dettagli

Incentivi alle assunzioni, politiche attive e NASpI

Incentivi alle assunzioni, politiche attive e NASpI Incentivi alle assunzioni, politiche attive e NASpI Dott. Salvatore Vitiello Consulente del lavoro Convegno «La riforma del lavoro - Jobs Act. COSA CAMBIA DAVVERO» Milano, 24 marzo 2015 www.hrcapital.it

Dettagli

Circolare Informativa n 20/2014. Bonus piccola mobilità Al via le istanze all INPS per la fruizione del beneficio

Circolare Informativa n 20/2014. Bonus piccola mobilità Al via le istanze all INPS per la fruizione del beneficio Circolare Informativa n 20/2014 Bonus piccola mobilità Al via le istanze all INPS per la fruizione del beneficio Pagina 1 di 5 INDICE 1) Premessa pag. 3 2) La disciplina del beneficio pag. 3 3) Durata

Dettagli

News Lavoro STUDIO MEGGIORINI CONSULENZA DEL LAVORO 1- INCENTIVI ASSUNZIONI A TEMPO INDETERMINATO DEI GIOVANI

News Lavoro STUDIO MEGGIORINI CONSULENZA DEL LAVORO 1- INCENTIVI ASSUNZIONI A TEMPO INDETERMINATO DEI GIOVANI News Lavoro STUDIO MEGGIORINI CONSULENZA DEL LAVORO PRINCIPALI NOVITÀ DECRETO LAVORO 03 Luglio 2013 1- INCENTIVI ASSUNZIONI A TEMPO INDETERMINATO DEI GIOVANI Tra gli obiettivi prefissati dal decreto legge

Dettagli

ESONERO CONTRIBUTIVO PER LE NUOVE ASSUNZIONI A TEMPO INDETERMINATO (L. 190 23.12.2014 G.U. 300 29.12.2014 INPS,

ESONERO CONTRIBUTIVO PER LE NUOVE ASSUNZIONI A TEMPO INDETERMINATO (L. 190 23.12.2014 G.U. 300 29.12.2014 INPS, ESONERO CONTRIBUTIVO PER LE NUOVE ASSUNZIONI A TEMPO INDETERMINATO (L. 190 del 23.12.2014 G.U. 300 del 29.12.2014 INPS, Circolare n. 17 del 29.01.2015) L INPS è intervenuta fornendo i primi chiarimenti

Dettagli

Servizio circolari per la clientela Circolare n. 02 del 4 MARZO 2015 INDICE

Servizio circolari per la clientela Circolare n. 02 del 4 MARZO 2015 INDICE Servizio circolari per la clientela Circolare n. 02 del 4 MARZO 2015 INDICE 1 ESONERO CONTRIBUTIVO LEGGE STABILITA 2015 1.1 Esonero triennale contributi Inps; 1.2 Abrogazione agevolazione ex art.8, co.9,

Dettagli

www.asarva.org guida pratica alle agevolazioni alle assunzioni In vigore al gennaio 2015 CONFARTIGIANATO IMPRESE VARESE

www.asarva.org guida pratica alle agevolazioni alle assunzioni In vigore al gennaio 2015 CONFARTIGIANATO IMPRESE VARESE www.asarva.org guida pratica alle agevolazioni alle assunzioni In vigore al gennaio 2015 In appendice al Convegno: Jobs Act del 4 marzo 2015 Gli incentivi alle assunzioni» INCENTIVO: Esonero Triennale

Dettagli

SPAZIO AZIENDE NOVEMBRE 2015

SPAZIO AZIENDE NOVEMBRE 2015 Studio di Consulenza del Lavoro Paola dott.ssa Biondi Via Madonna della Neve 1 42026 Canossa RE SPAZIO AZIENDE NOVEMBRE 2015 LE ULTIME NOVITÀ Stabilità 2016: prime anticipazioni DDL di Stabilità 2016 del

Dettagli

LICENZIAMENTO COLLETTIVO E PROCEDURA DI MOBILITA

LICENZIAMENTO COLLETTIVO E PROCEDURA DI MOBILITA LICENZIAMENTO COLLETTIVO E PROCEDURA DI MOBILITA Uno degli aspetti più problematici connessi alla crisi dell impresa riguarda la gestione dei rapporti di lavoro. L imprenditore in crisi dispone di diversi

Dettagli

Le assunzioni agevolate dalla Legge di Stabilità. alla luce della Circolare Inps 29 gennaio 2015, n. 17

Le assunzioni agevolate dalla Legge di Stabilità. alla luce della Circolare Inps 29 gennaio 2015, n. 17 Le assunzioni agevolate dalla Legge di Stabilità alla luce della Circolare Inps 29 gennaio 2015, n. 17 Agevolazioni: da quando? la legge 23 dicembre 2014, n. 190, recante «Disposizioni per la formazione

Dettagli

Il nuovo Ispettorato Nazionale del Lavoro. Legge di Stabilità 2016: anticipazioni in materia di lavoro

Il nuovo Ispettorato Nazionale del Lavoro. Legge di Stabilità 2016: anticipazioni in materia di lavoro 1 Esonero Contributivo I nuovi chiarimenti INPS e le modifiche per il 2016 Congedi Parentali Disabili Il nuovo Ispettorato Nazionale del Lavoro Legge di Stabilità 2016: anticipazioni in materia di lavoro

Dettagli

Circolare N. 103 del 14 Luglio 2015

Circolare N. 103 del 14 Luglio 2015 Circolare N. 103 del 14 Luglio 2015 Da ASPI a NASPI: come cambiano contributi e incentivi per il datore di lavoro? Gentile cliente con la presente intendiamo informarla che l INPS, con il messaggio n.

Dettagli

Oggetto: Previdenza Incentivi per l assunzione di giovani e donne Istruzioni operative Circolare INPS n. 122 del 17.10.2012.

Oggetto: Previdenza Incentivi per l assunzione di giovani e donne Istruzioni operative Circolare INPS n. 122 del 17.10.2012. Confederazione Generale Italiana dei Trasporti e della Logistica 00198 Roma - via Panama 62 tel.068559151-3337909556 - fax 068415576 e-mail: confetra@confetra.com - http://www.confetra.com Roma, 18 ottobre

Dettagli

Incentivi e assunzioni: quali agevolazioni posso applicare nel 2015?

Incentivi e assunzioni: quali agevolazioni posso applicare nel 2015? Milano, 3 febbraio 2015 Ai gentili clienti Loro sedi Incentivi e assunzioni: quali agevolazioni posso applicare nel 2015? Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che per favorire l occupazione

Dettagli

Circolare Informativa n 3/2014

Circolare Informativa n 3/2014 Circolare Informativa n 3/2014 Incentivi per assunzioni: - donne - over 50 - assunzioni a tempo indeterminato di giovani lavoratori Pagina 1 di 13 INDICE Premessa pag. 3 1) Assunzione lavoratori over 50

Dettagli

Circolare N. 17 del 3 Febbraio 2015

Circolare N. 17 del 3 Febbraio 2015 Circolare N. 17 del 3 Febbraio 2015 Incentivi e assunzioni - quali agevolazioni posso applicare nel 2015? Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che per favorire l occupazione e, contemporaneamente,

Dettagli

Assunzione donne e assunzione giovani: quali sono gli incentivi

Assunzione donne e assunzione giovani: quali sono gli incentivi Roma, 18 ottobre 2012 E stato pubblicato sulla Gazzetta ufficiale del 17 ottobre 2012, il Decreto del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali con cui si stanziano circa 230milioni di euro per l

Dettagli

Apprendistato di alta formazione e ricerca. Scheda tecnica

Apprendistato di alta formazione e ricerca. Scheda tecnica Apprendistato di alta formazione e ricerca Scheda tecnica L apprendistato di alta formazione e ricerca è un contratto di lavoro a tempo indeterminato, finalizzato alla formazione e all occupazione dei

Dettagli

LA RIFORMA DEL LAVORO. GLI AMMORTIZZATORI SOCIALI A cura di Provincia di Torino Servizio Coordinamento Centri per l Impiego 21/01/2013

LA RIFORMA DEL LAVORO. GLI AMMORTIZZATORI SOCIALI A cura di Provincia di Torino Servizio Coordinamento Centri per l Impiego 21/01/2013 LA RIFORMA DEL LAVORO GLI AMMORTIZZATORI SOCIALI A cura di Provincia di Torino Servizio Coordinamento Centri per l Impiego 21/01/2013 Fonti normative: RIFORMA DEL LAVORO: AMMORTIZZATORI SOCIALI Legge 28

Dettagli

Sgravio contributivo triennale L. 190/2014

Sgravio contributivo triennale L. 190/2014 Sgravio contributivo triennale L. 190/2014 Nuoro 2 aprile 2015 Premessa Con la circolare n. 17 del 29-01-2015 l'inps ha fornito le istruzioni per gestire l'esonero contributivo triennale per le nuove assunzioni

Dettagli

CIRCOLARE INFORMATIVA DEL 24.03.2015. Area Consulenza del Lavoro

CIRCOLARE INFORMATIVA DEL 24.03.2015. Area Consulenza del Lavoro CIRCOLARE INFORMATIVA DEL 24.03.2015 Area Consulenza del Lavoro SOMMARIO: Esonero contributivo per le nuove assunzioni con contratto di lavoro a tempo indeterminato nel corso del 2015 (Pag.2) Contratto

Dettagli

Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giurislavoristici

Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giurislavoristici Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giurislavoristici N. 27 10.02.2014 Contributi: gli effetti per il 2014 Riepilogate le disposizioni aventi riflesso sulla contribuzione dovuta dai

Dettagli

Camera dei deputati. Agevolazioni fiscali e contributive per l assunzione di determinate categorie di lavoratori

Camera dei deputati. Agevolazioni fiscali e contributive per l assunzione di determinate categorie di lavoratori Camera dei deputati XVII LEGISLATURA Agevolazioni fiscali e contributive per l assunzione di determinate categorie di lavoratori Servizio studi Dipartimenti Lavoro e Finanze 17 Giugno 2014 1 AGEVOLAZIONI

Dettagli

La NASpI è riconosciuta ai lavoratori che hanno perduto involontariamente l occupazione e che presentano congiuntamente i seguenti requisiti:

La NASpI è riconosciuta ai lavoratori che hanno perduto involontariamente l occupazione e che presentano congiuntamente i seguenti requisiti: Schema di decreto legislativo recante Disposizioni per il riordino della normativa in materia di ammortizzatori sociali in caso di disoccupazione involontaria e di ricollocazione dei lavoratori disoccupati

Dettagli

I CONTRATTI DI LAVORO. A cura di Emanuela De Palma Consulente del Lavoro

I CONTRATTI DI LAVORO. A cura di Emanuela De Palma Consulente del Lavoro I CONTRATTI DI LAVORO A cura di Emanuela De Palma Consulente del Lavoro JOB ACT NOVITA GIA IN VIGORE Recenti modifiche in materia di contratti di lavoro finalizzate a SEMPLIFICAZIONE + STABILIZZAZIONE

Dettagli

JOBS ACT. 9 febbraio 2015, Ancona. Dott. Stefano Carotti Consulente del Lavoro I PRIMI DECRETI. LE NOVITA PRINCIPALI. www.an.camcom.gov.

JOBS ACT. 9 febbraio 2015, Ancona. Dott. Stefano Carotti Consulente del Lavoro I PRIMI DECRETI. LE NOVITA PRINCIPALI. www.an.camcom.gov. JOBS ACT I PRIMI DECRETI. LE NOVITA PRINCIPALI 9 febbraio 2015, Ancona Dott. Stefano Carotti Consulente del Lavoro www.an.camcom.gov.it 1 IL CONTRATTO A TEMPO INDETERMINATO A TUTELE CRESCENTI Nonostante

Dettagli

Apprendistato di alta formazione e ricerca. Scheda tecnica

Apprendistato di alta formazione e ricerca. Scheda tecnica Apprendistato di alta formazione e ricerca Scheda tecnica L apprendistato è un contratto di lavoro a tempo indeterminato, finalizzato alla formazione e all occupazione dei giovani, pertanto la formazione

Dettagli

Istituto Nazionale della Previdenza Sociale

Istituto Nazionale della Previdenza Sociale Istituto Nazionale della Previdenza Sociale Messaggio numero 8881 del 19-11-2014 Direzione Centrale Pensioni Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Entrate Roma, 19-11-2014

Dettagli

All indennità si applica una riduzione del 15% dopo i primi sei mesi di fruizione e di un ulteriore 15% dopo il dodicesimo mese di fruizione.

All indennità si applica una riduzione del 15% dopo i primi sei mesi di fruizione e di un ulteriore 15% dopo il dodicesimo mese di fruizione. CIRCOLARE SETTIMANALE N. 3 FEBBRAIO 2013 INDENNITA DI DISOCCUPAZIONE ASPI E MINI ASPI A decorrere dal 1 gennaio 2013 a tutti i lavoratori dipendenti (compresi gli apprendisti; i soci lavoratori di cooperativa

Dettagli

Legge 10 ottobre 2014, n. 147: nuove disposizioni in materia di salvaguardia pensionistica (cd. sesta salvaguardia).

Legge 10 ottobre 2014, n. 147: nuove disposizioni in materia di salvaguardia pensionistica (cd. sesta salvaguardia). Direzione Centrale Pensioni Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Entrate Roma, 19-11-2014 Messaggio n. 8881 Allegati n.2 OGGETTO: Legge 10 ottobre 2014, n. 147: nuove

Dettagli

Breve guida alle assunzioni e agli incentivi.

Breve guida alle assunzioni e agli incentivi. Breve guida alle assunzioni e agli incentivi. Giovani Under 30 svantaggiati L. 99/13 Aziende Interessate Possono accedere al beneficio tutti i datori di lavoro che : -Risultano in regola con obblighi contributivi

Dettagli

Pomara Scibetta & Partners Commercialisti Revisori dei Conti

Pomara Scibetta & Partners Commercialisti Revisori dei Conti Pomara Scibetta & Partners Commercialisti Revisori dei Conti Luciana Pomara Giuseppe Scibetta Onorina Zilioli Alessia Carla Vinci Roberto Scibetta Stefania Zilioli Rosaria Marano Sabrina Iannuzzi Your

Dettagli

1. Esclusione dei benefici contributivi nel caso di assunzioni effettuate in attuazione, o in violazione, di preesistenti obblighi normativi.

1. Esclusione dei benefici contributivi nel caso di assunzioni effettuate in attuazione, o in violazione, di preesistenti obblighi normativi. ALL ASSUNZIONE PREVISTI DALLA NORMATIVA NAZIONALE Con la Riforma del mercato del lavoro, Legge 28.6.2012, n. 92 art. 4 commi 12-15, il legislatore ha definito una disciplina omogenea delle condizioni di

Dettagli

JOBS ACT. Riforma del diritto del lavoro promossa ed attuata dal governo Renzi e identificata con una serie di norme approvate tra il 2014 e il 2015.

JOBS ACT. Riforma del diritto del lavoro promossa ed attuata dal governo Renzi e identificata con una serie di norme approvate tra il 2014 e il 2015. JOBS ACT Riforma del diritto del lavoro promossa ed attuata dal governo Renzi e identificata con una serie di norme approvate tra il 2014 e il 2015. STUDIO LEGALE FERRIERI Greta Ramella Alessandra Napetti

Dettagli

ALESSIO BERTAGNIN & ASSOCIATI s.a.s. Società tra Professionisti

ALESSIO BERTAGNIN & ASSOCIATI s.a.s. Società tra Professionisti Padova, 3 gennaio 2015 Circolare n 1/2015 Alla Spett.le Clientela Oggetto: Legge di Stabilità 2015. Gentili Clienti, è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 300 del 29 dicembre 2014 la Legge n.

Dettagli

Studio Campasso Associati Corso Marconi 38, 10125 Torino Telefono 0116698083 Fax 0116698132 e-mail

Studio Campasso Associati Corso Marconi 38, 10125 Torino Telefono 0116698083 Fax 0116698132 e-mail Studio Campasso Associati Corso Marconi 38, 10125 Torino Telefono 0116698083 Fax 0116698132 e-mail info@studiocampasso.it www.studiocampasso.it Informativa n. 5 del 12 gennaio 2010 Legge Finanziaria 2010

Dettagli

INCENTIVI ALLE ASSUNZIONI In Pillole

INCENTIVI ALLE ASSUNZIONI In Pillole INCENTIVI ALLE ASSUNZIONI In Pillole Clicca sull incentivo di tuo interesse: Giovani 18-29 anni; Apprendistato; Fruitori di ASPI; Lavoratori disoccupati o sospesi da almeno 24 mesi; Donne e over 50; Ricercatori

Dettagli

Marzo 2015. Le informative per l azienda. Scadenze contrattuali

Marzo 2015. Le informative per l azienda. Scadenze contrattuali Marzo 2015 Le informative per l azienda Le news di marzo pag. 2 Esonero contributivo per nuove assunzioni 2015 pag. 3 Asseverazione conformità dei rapporti di lavoro pag. 7 Proroga 2014 per ammortizzatori

Dettagli

La deduzione IRAP. DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 Art. 11 D.Lgs. 446/1997, come modificato dall art. 1, commi 484 e 485, L. 228/2012

La deduzione IRAP. DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 Art. 11 D.Lgs. 446/1997, come modificato dall art. 1, commi 484 e 485, L. 228/2012 DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 Art. 11 D.Lgs. 446/1997, come modificato dall art. 1, commi 484 e 485, L. 228/2012 LE DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 La quota forfetaria deducibile per ogni singolo lavoratore subordinato

Dettagli

FONDO DI SOLIDARIETÀ PER LE IMPRESE DEL CREDITO: I CHIARIMENTI DELL INPS

FONDO DI SOLIDARIETÀ PER LE IMPRESE DEL CREDITO: I CHIARIMENTI DELL INPS INFORMATIVA N. 187 13 MAGGIO 2015 Previdenziale FONDO DI SOLIDARIETÀ PER LE IMPRESE DEL CREDITO: I CHIARIMENTI DELL INPS INPS, Circolare n. 90 del 6 maggio 2015 Con Decreto interministeriale n. 83486 del

Dettagli

Jobs Act : Atto II Dallo sgravio contributivo alle tutele crescenti

Jobs Act : Atto II Dallo sgravio contributivo alle tutele crescenti www.consulentelavoropaghe.com Jobs Act : Atto II Dallo sgravio contributivo alle tutele crescenti DL. 34/2014 I ATTO del JOBS ACT con la modifica dei contratti a tempo determinato e modifiche al contratto

Dettagli

CIRCOLARE DI STUDIO 5/2015. Parma, 22 gennaio 2015

CIRCOLARE DI STUDIO 5/2015. Parma, 22 gennaio 2015 OGGETTO: Legge di stabilità Parte III CIRCOLARE DI STUDIO 5/2015 Parma, 22 gennaio 2015 Si fornisce di seguito una breve scheda di sintesi delle principali novità introdotte per il 2015 dalla L n. 190

Dettagli

JOBS ACT. Norme in materia di lavoro. Milano, 24 marzo 2015. Relatore: Pierluigi Brigante. Studio Brigante

JOBS ACT. Norme in materia di lavoro. Milano, 24 marzo 2015. Relatore: Pierluigi Brigante. Studio Brigante JOBS ACT Norme in materia di lavoro Milano, 24 marzo 2015 Relatore: Pierluigi Brigante Finalità Jobs Act Incremento occupazionale Riduzione tipologie contrattuali Eliminazione precariato Regole di entrata

Dettagli

NEWSLETTER LAVORO 06 2014

NEWSLETTER LAVORO 06 2014 AVVOCATI COMMERCIALISTI CONSULENTI del LAVORO NEWSLETTER LAVORO 06 2014 Normativa lavoro 1. Legge di Stabilità 2. Jobs Act 3. Reminder: tempi determinati 4. Lavoro intermittente: verifica e nuova applicazione

Dettagli

TABELLA RIEPILOGATIVA DELLE OPERAZIONI DI SALVAGUARDIA CERTIFICAZIONI INVIATE AI BENEFICIARI E PENSIONI LIQUIDATE AL 31.01.2014

TABELLA RIEPILOGATIVA DELLE OPERAZIONI DI SALVAGUARDIA CERTIFICAZIONI INVIATE AI BENEFICIARI E PENSIONI LIQUIDATE AL 31.01.2014 TABELLA RIEPILOGATIVA DELLE OPERAZIONI DI SALVAGUARDIA CERTIFICAZIONI INVIATE AI BENEFICIARI E PENSIONI LIQUIDATE AL 31.01.2014 OPERAZIONI DI SALVAGUARDIA CERTIFICAZIONI ** PENSIONI LIQUIDATE* 1^ SALVAGUARDIA

Dettagli

1) Contributi volontari dovuti dai lavoratori dipendenti non agricoli, da versare per l anno 2009

1) Contributi volontari dovuti dai lavoratori dipendenti non agricoli, da versare per l anno 2009 Direzione centrale Entrate Roma, 25 Marzo 2009 Circolare n. 45 Allegati 1 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Direttori delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici dei Rami professionali

Dettagli

1 - TIPOLOGIE DI LAVORATORI E CRITERI DI AMMISSIONE ALLA SALVAGUARDIA

1 - TIPOLOGIE DI LAVORATORI E CRITERI DI AMMISSIONE ALLA SALVAGUARDIA ISTITUTO TUTELA ASSISTENZA COMMERCIO TURISMO E SERVIZI CONFESERCENTI 1 - TIPOLOGIE DI LAVORATORI E CRITERI DI AMMISSIONE ALLA SALVAGUARDIA Lavoratori di cui all art. 1, comma 194, Legge 147/13 a) Lavoratori

Dettagli

Circolare n. 2, Marzo 2015. Incentivi all assunzione previsti dalla normativa nazionale

Circolare n. 2, Marzo 2015. Incentivi all assunzione previsti dalla normativa nazionale STUDIO D ELIA RAG. CINZIA CONSULENTE DEL LAVORO Via A. Angiolini n. 23 59100 Prato Tel 0574/603765 Fax 0574/603765 www.studiodeliaprato.it info@studiodeliaprato.it Circolare n. 2, Marzo 2015 Incentivi

Dettagli

INCENTIVI OCCUPAZIONALI. - Jobs Act - Garanzia Giovani - Apprendistato - Stage /Tirocini/ Borse Lavoro

INCENTIVI OCCUPAZIONALI. - Jobs Act - Garanzia Giovani - Apprendistato - Stage /Tirocini/ Borse Lavoro INCENTIVI OCCUPAZIONALI - Jobs Act - Garanzia Giovani - Apprendistato - Stage /Tirocini/ Borse Lavoro JOBS ACT Nuove assunzioni a tempo indeterminato con CONTRATTO A TUTELE CRESCENTI: - sgravio contributivo

Dettagli

IL FONDO DI SOLIDARIETÀ PER IL PERSONALE DEL CREDITO

IL FONDO DI SOLIDARIETÀ PER IL PERSONALE DEL CREDITO Federazione Italiana Sindacale Lavoratori Assicurazioni e Credito Comprensorio di Alessandria Via Cavour, 27-15121 Alessandria - Tel. 0131 308254 e-mail: fisacal@libero.it - Sito Internet www.fisacalessandria.it

Dettagli

Il punto di pratica professionale. Le assunzioni con benefici delle donne e degli over 50

Il punto di pratica professionale. Le assunzioni con benefici delle donne e degli over 50 Il punto di pratica professionale Le assunzioni con benefici delle donne e degli over 50 a cura di Eufranio Massi Direttore della Direzione territoriale del Lavoro di Modena * Nel vasto panorama delle

Dettagli

NOTA INFORMATIVA N. 04/2010. Legge Finanziaria 2010 (L. 23.12.2009 n. 191) - Principali novità in materia di lavoro e previdenza.

NOTA INFORMATIVA N. 04/2010. Legge Finanziaria 2010 (L. 23.12.2009 n. 191) - Principali novità in materia di lavoro e previdenza. Dottori Commercialisti Associati ASSOCIATI: GIOVANNI ALBERTI Professore Ordinario di Economia Aziendale all Università di Verona CLAUDIO UBINI ALBERTO CASTAGNETTI COLLABORATORI: ELISABETTA UBINI RITA MAGGI

Dettagli

Direzione centrale Entrate FAQ incentivi all assunzione Legenda: 92-2012 sgravi edilizia DON-GIOV 223/1991 407/1990 GIOV-GE

Direzione centrale Entrate FAQ incentivi all assunzione Legenda: 92-2012 sgravi edilizia DON-GIOV 223/1991 407/1990 GIOV-GE Direzione centrale Entrate FAQ incentivi all assunzione Legenda: Incentivi in genere: faq valide per lo più per ogni incentivo incentivo 92-: incentivo per uomini over50 e donne prive di impiego regolarmente

Dettagli

DOTE IMPRESA INCENTIVI ALL ASSUNZIONE DI PERSONE CON DISABILITA. Domande e risposte (FAQ)

DOTE IMPRESA INCENTIVI ALL ASSUNZIONE DI PERSONE CON DISABILITA. Domande e risposte (FAQ) DOTE IMPRESA INCENTIVI ALL ASSUNZIONE DI PERSONE CON DISABILITA Domande e risposte (FAQ) Ultimo aggiornamento 17/06/2015 IMPRESE BENEFICIARIE D Quali sono le imprese che possono beneficiare degli incentivi?

Dettagli

pari o inferiori a tre volte il T.M. Inps superiori a tre volte il T.M Inps e pari o inferiori a quattro volte il trattamento minimo Inps

pari o inferiori a tre volte il T.M. Inps superiori a tre volte il T.M Inps e pari o inferiori a quattro volte il trattamento minimo Inps Novità introdotte dalla Legge n 147/13 in materia previdenziale e assistenziale Per il triennio 2014-2016 la rivalutazione automatica dei trattamenti pensionistici, secondo il meccanismo stabilito dall

Dettagli

Legge di stabilità 2014 (L. 27.12.2013 n. 147) - Principali novità in materia di lavoro e previdenza

Legge di stabilità 2014 (L. 27.12.2013 n. 147) - Principali novità in materia di lavoro e previdenza CIRCOLARE Febbraio 2014 Legge di stabilità 2014 (L. 27.12.2013 n. 147) - Principali novità in materia di lavoro e previdenza Gentili clienti! Con la presente circolare vorremmo portarla a conoscenza delle

Dettagli

SCHEMA DI SINTESI. Requisiti del lavoratore

SCHEMA DI SINTESI. Requisiti del lavoratore SCHEMA DI SINTESI L intervento (articolo 4, commi da 1 a 7-ter, della legge n. 92 del 28 giugno 2012, così come modificata dalla legge n. 221 del 17 dicembre 2012, di conversione del decreto legge n. 179

Dettagli

[CIRCOLARE MENSILE ] PICCOLA MOBILITA. [Dicembre 2013] (INPS, Messaggio n. 18639 del 18.11.2013)

[CIRCOLARE MENSILE ] PICCOLA MOBILITA. [Dicembre 2013] (INPS, Messaggio n. 18639 del 18.11.2013) [CIRCOLARE MENSILE ] [Dicembre 2013] PICCOLA MOBILITA (INPS, Messaggio n. 18639 del 18.11.2013) Ad integrazione delle indicazioni già fornite con la circolare n. 150 del 25 ottobre 2013 (vedasi precedente

Dettagli

Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Bilanci e Servizi Fiscali Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici.

Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Bilanci e Servizi Fiscali Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici. Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Bilanci e Servizi Fiscali Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Roma, 03/11/2015 Circolare n. 178 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili

Dettagli

Sommario. Sgravio totale per apprendisti 3

Sommario. Sgravio totale per apprendisti 3 Sommario Sgravio totale per apprendisti 3 Dichiarazione «de minimis» 4 Cosa fare quando si assume un nuovo apprendista 6 Cosa fare per gli apprendisti già assunti nel 2012 7 Come compilare la dichiarazione

Dettagli

A.S.P.I. : QUESTA SCONOSCIUTA?

A.S.P.I. : QUESTA SCONOSCIUTA? A.S.P.I. : QUESTA SCONOSCIUTA? A C U R A D I F R A N C E S C O G E R I A C O N S U L E N T E D E L L A V O RO W W W. L A B O R T R E. W O R D P RE S S. C O M In queste pagine potete trovare una breve sintesi

Dettagli

CONTRIBUZIONE PREVIDENZIALE ED ASSICURATIVA

CONTRIBUZIONE PREVIDENZIALE ED ASSICURATIVA CONTRIBUZIONE PREVIDENZIALE ED ASSICURATIVA Suggerimento n. 202/29 del 19 aprile 2013 AZ/GA INPS - MINIMALI DI RETRIBUZIONE E ALTRI ELEMENTI UTILI PER CALCOLO DEI CONTRIBUTI PER L ANNO 2013 - NUOVA CONTRIBUZIONE

Dettagli

Pensione di Vecchiaia. Requisiti per soggetti che possono far valere contribuzione al 31.12-1995

Pensione di Vecchiaia. Requisiti per soggetti che possono far valere contribuzione al 31.12-1995 Circ INPS 35-2012 Pensione di Vecchiaia (art. 24, commi 6 e 7) P.1 circ 35 Requisiti per soggetti che possono far valere contribuzione al 31.12-1995 ETA :Si confermano i requisiti di età indicati nelle

Dettagli

INCENTIVI PER L OCCUPAZIONE DEI GIOVANI

INCENTIVI PER L OCCUPAZIONE DEI GIOVANI Area Welfare to Work INCENTIVI PER L OCCUPAZIONE DEI GIOVANI Aggiornati al 28/02/2015 INCENTIVO PER L ASSUNZIONE DI GIOVANI AMMESSI AL PROGRAMMA GARANZIA GIOVANI LAVORATORE DATORE DI LAVORO CONTRATTO GIOVANI

Dettagli

ASSICURAZIONE SOCIALE PER L IMPIEGO (ASPI)

ASSICURAZIONE SOCIALE PER L IMPIEGO (ASPI) ASSICURAZIONE SOCIALE PER L IMPIEGO (ASPI) L Assicurazione Sociale per l Impiego (ASPI) costituisce il nuovo trattamento contro la disoccupazione ed entrerà in vigore il 1 gennaio 2013, sostituendo quindi:

Dettagli

Scopo della presente nota è quello di individuare le principali novità introdotte.

Scopo della presente nota è quello di individuare le principali novità introdotte. Nota informativa Negri-Clementi Studio Legale Associato Milano, 20 settembre 2013 LE NOVITÀ INTRODOTTE DAL DECRETO LAVORO Il D.L. 28 giugno 2013 n. 76 (c.d. Decreto lavoro ) recante Primi interventi urgenti

Dettagli

Direzione centrale Entrate FAQ incentivi all assunzione Legenda: 76-2013 92-2012 sgravi edilizia DON-GIOV 223/1991 407/1990 GIOV-GE

Direzione centrale Entrate FAQ incentivi all assunzione Legenda: 76-2013 92-2012 sgravi edilizia DON-GIOV 223/1991 407/1990 GIOV-GE Direzione centrale Entrate FAQ incentivi all assunzione Legenda: Incentivi in genere: faq valide per lo più per ogni incentivo Incentivo dl 76-2013: incentivo per under 30 (decreto legge 76/2013, art.

Dettagli