Tuccio Rag. Emanuele

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Tuccio Rag. Emanuele"

Transcript

1 Commercialista Consulente del Lavoro Revisore Contabile Via Verga, 16 GELA (CL) Tel

2 CORSO DI FORMAZIONE ENNA BASSA Con il patrocinio di FEMCA CISL SICILIA

3 CONTENUTO DEL CORSO La Retribuzione Le voci che costituiscono la retribuzione Elementi ricorrenti ogni mese Struttura e composizione della Busta Paga Retribuzione Lorda ed Imponibile Contributivo Contributi a carico del dipendente Ritenute Fiscali Tassazione a titolo d imposta dei Premi di Produttività TFR Via Verga, 16 - GELA Commercialista - Consulente del Lavoro - Revisore Contabile

4 CONTENUTO DEL CORSO: ISTITUTI CONTRATTUALI RILEVANTI C.C.N.L. ENERGIA E PETROLIO INDENNITA DI TURNO - (Art. 25 CCNL) - (Art. 26 CCNL) (Art. 27 CCNL) LAVORI IN TURNO INDENNITA USCITA TURNO LAVORO STRAORDINARIO - C.C.N.L. INDUSTRIA CHIMICA MAGGIORAZIONE TURNO MAGGIORAZIONE MEDIA TURNO PREMIO PRESENZA INDENNITA USCITA TURNO - (Art. 9 CCNL) - (Art. 10 CCNL) - (Art. 8 CCNL) - (Art.10 CCNL)

5 LA BUSTA PAGA: Cosa e La busta paga è il prospetto che indica nel dettaglio la somma che il lavoratore percepisce come compenso per un determinato periodo di lavoro. Essa esprime in termini monetari l'insieme dei rapporti del lavoratore con: - il datore di lavoro (la paga vera e propria); - lo Stato (le imposte); - gli Enti Previdenziali e Assicurativi (trattenute INPS, INAIL, ecc ). L'azienda ha l'obbligo di consegnarla con la retribuzione. In essa devono essere chiaramente indicati tutti gli emolumenti che concorrono a determinare la retribuzione lorda. Devono essere, altresì, indicate le ritenute previdenziali e fiscali che determinano la retribuzione netta. E' fondamentale riconoscere e verificare quanto risulta dal prospetto che accompagna la retribuzione (la busta paga) perché documento fondamentale per rivendicare i diritti dei lavoratori. Via Verga, 16 - GELA Commercialista - Consulente del Lavoro - Revisore Contabile

6 Funzione della busta paga La funzione della busta paga é quella di documentare quanto il lavoratore percepisce in un dato periodo lavorativo, da parte del datore di lavoro, in ottemperanza al contratto di lavoro applicato e alle leggi vigenti in materia di previdenza, di fisco, ecc... La busta paga ha validità giuridica e assume il valore di prova determinante, in caso di controversia con il datore di lavoro, davanti all autorità giudiziaria. E il documento fondamentale nella verifica del trattamento di fine rapporto ed ai fini previdenziali e costituisce la prova dell esistenza del rapporto di lavoro intercorso. Quindi è assolutamente necessario conservare sempre tutte le buste paga per tutta la vita lavorativa, anche dopo aver eventualmente cambiato datore di lavoro o aver cessato il rapporto di lavoro. Via Verga, 16 - GELA Commercialista - Consulente del Lavoro - Revisore Contabile

7 EFFICACIA DELLA BUSTA PAGA Ha efficacia nei confronti dei seguenti soggetti: Datore di lavoro Lavoratore Istituti Previdenziali (INPS) Istituti Assicurativi (INAIL) Erario

8 CORSO SULLA BUSTA PAGA LA RETRIBUZIONE Via Verga, 16 - GELA Commercialista - Consulente del Lavoro - Revisore Contabile

9 C.C.N.L. ENERGIA E PETROLIO CORSO SULLA BUSTA PAGA RETRIBUZIONE DIRETTA MINIMO TABELLARE + LIVELLO DI C.R.E.A + SCATTI DI ANZIANITA + EVENTUALI AUMENTI DI MERITO + EVENTUALI ALTRE ECCEDENZE SUL MINIMO TABELLARE = LA RETRIBUZIONE DI RIFERIMENTO (O GLOBALE O RETRIBUZIONE BASE) PAGA GIORNALIERA = GLOBALE / 21 PAGA PAGA ORARIA PAGA GLOBALE /174,5 =

10 C.C.N.L. INDUSTRIA CHIMICA CORSO SULLA BUSTA PAGA RETRIBUZIONE DIRETTA MINIMO CONTRATTUALE + INDENNITA POSIZIONE ORGANIZZATIVA (IPO) + SCATTI DI ANZIANITA + SUPERMINIMI O AUMENTI DI MERITO + ALTRE ECCEDENZE SUL MINIMO CONTRATTUALE = LA RETRIBUZIONE DI RIFERIMENTO (O GLOBALE O RETRIBUZIONE BASE) PAGA GIORNALIERA = GLOBALE / 25 PAGA PAGA ORARIA PAGA GLOBALE /175 =

11 LA RETRIBUZIONE INDIRETTA È quella che il lavoratore percepisce pur non prestando la sua opera Malattia Maternità Infortunio Ferie e Permessi Sindacali Retribuiti Festività Via Verga, 16 - GELA Commercialista - Consulente del Lavoro - Revisore Contabile

12 LA RETRIBUZIONE DIFFERITA È la quota di retribuzione accantonata dal datore di lavoro e percepita dal lavoratore in un momento successivo, rispetto alla esecuzione della prestazione: Trattamento di Fine Rapporto 13^ e 14^ Mensilità Via Verga, 16 - GELA Commercialista - Consulente del Lavoro - Revisore Contabile

13 CORSO SULLA BUSTA PAGA C.C.N.L. ENERGIA E PETROLIO PARAMETRI E COEFFICIENTI CONTRATTUALI Numero Mensilità 14 Coefficiente giornaliero 21 Divisore Giornaliero Festività 25 Divisore Giornaliero Ferie 21 Coefficiente orario 174,5 Orario settimanale 37 h e 40 m

14 CORSO SULLA BUSTA PAGA C.C.N.L. INDUSTRIA CHIMICA PARAMETRI E COEFFICIENTI CONTRATTUALI Numero Mensilità 14 Coefficiente giornaliero 25 Divisore Giornaliero Festività 25 Divisore Giornaliero Ferie 25 Coefficiente orario 175 Orario settimanale 37 h e 45 m

15 CORSO SULLA BUSTA PAGA UTILIZZO VALORE ORARIO DELLA RETRIBUZIONE DETERMINAZIONE DELLA RETRIBUZIONE ORDINARIA CALCOLO DELLE FESTIVITA CALCOLO DELLE MAGGIORAZIONI CALCOLO DEI PERMESSI RETRIBUITI CALCOLO MAGGIORAZIONI PER L INDENNITA DI TURNO CALCOLO DELLE MAGGIORAZIONI PER STRAORDINARIO CALCOLO DELLA MAGGIORAZIONE MEDIA TURNO CALCOLO DEL PREMIO PRESENZA CALCOLO INDENNITA USCITA TURNO

16 LE TRATTENUTE COSA SONO Sono una quota di retribuzione trattenuta dall azienda in forza di legge o di contratto per conto di: Enti Previdenziali (Trattenute sociali in forza di legge) Erario (Ritenute fiscali in forza di legge) Sindacati (Trattenute sindacali in forza di contratto)

17 TIPOLOGIA DELLA TRATTENUTE Previdenziali Fiscali Sindacali Via Verga, 16 - GELA Commercialista - Consulente del Lavoro - Revisore Contabile

18 SUPERMINIMI - AUMENTI DI MERITO Il datore di lavoro può attribuire al singolo dipendente un trattamento economico individuale migliorativo rispetto a quanto previsto dagli accordi collettivi mediante la corresponsione di superminimi individuali. Superminimi e aumenti di merito sono elementi aggiuntivi della retribuzione. Via Verga, 16 - GELA Commercialista - Consulente del Lavoro - Revisore Contabile

19 AUMENTI DI MERITO L'aumento di merito è un aumento del salario riconosciuto al lavoratore in seguito ad una maggiore qualità o efficienza del lavoro. L'aumento di merito si distingue dall'aumento di anzianità in quanto non è legato all'età dell'individuo. E determinato esclusivamente dalla condotta lavorativa del singolo individuo. Rientra nel sistema incentivante o premiante dell azienda. Via Verga, 16 - GELA Commercialista - Consulente del Lavoro - Revisore Contabile

20 LE MAGGIORAZIONI Le maggiorazioni sono elementi aggiuntivi della retribuzione. Sono quote di retribuzione eccedenti il valore ordinario della stessa riconosciute dal datore di lavoro in relazione all esecuzione di particolari prestazioni lavorative collocabili nello spazio (lavoro festivo, lavoro notturno, indennità di turno, ecc ) e nel tempo (straordinario diurno, notturno, festivo, ecc ) della stessa. Avendo le maggiorazioni natura remunerativa ed essendo comunque correlate alla retribuzione seguono il trattamento previdenziale e fiscale della retribuzione. Le maggiorazioni per lavoro notturno, festivo, a turni avvicendati e le indennità fisse di turno rientrano, altresì, nella base di calcolo della Retribuzione Utile ai fini del TFR. Sono invece escluse da ogni calcolo della Retribuzione Utile ai fini del TFR le maggiorazioni percepite a titolo di lavoro straordinario Via Verga, 16 - GELA Commercialista - Consulente del Lavoro - Revisore Contabile

21 STRUTTURA DELLA BUSTA PAGA Intestazione Corpo Assegni Familiari Parte Previdenziale Parte Fiscale Parte T.F.R. Retribuzione Netta

22 BUSTA PAGA CONTRATTO ENERGIA E PETROLIO INDUSTRIA CHIMICA

23 TESTATA DELLA BUSTA PAGA Via Verga, 16 - GELA TESTATA BUSTA PAGA Commercialista - Consulente del Lavoro - Revisore Contabile

24 CONTENUTO ORE LAVORATE FERIE E FESTIVITA GODUTE MALATTIA E INDENNITA INDENNITA CONTRATTUALI STRAORDINARIO E MAGG. Via Verga, 16 - GELA BUSTA PAGA - CORPO CORPO DELLA BUSTA PAGA Commercialista - Consulente del Lavoro - Revisore Contabile

25 IL CORPO DELLA BUSTA PAGA E GOVERNATO DALLE NORME CONTENUTE NEL CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO NEL CORPO DELLA BUSTA PAGA VIENE QUANTIFICATA LA RETRIBUZIONE DOVUTA DAL DATORE DI LAVORO

26 CONTENUTO PARTE FISCALE ASSEGNI FAMILIARI PARTE PREVIDENZIALE PROGRESSIVI DEL TFR RETRIBUZIONE NETTA BUSTA PAGA - PIEDE PIEDE DELLA BUSTA PAGA

27 IL PIEDE DELLA BUSTA PAGA E GOVERNATO: DALLE NORME CONTENUTE NELLA LEGISLAZIONE SOCIALE (PARTE PREVIDENZIALE) DALLE NORME CONTENUTE NELLA LEGISLAZIONE FISCALE (PARTE FISCALE) Via Verga, 16 - GELA Commercialista - Consulente del Lavoro - Revisore Contabile

28 LA RETRIBUZIONE LORDA È la retribuzione complessivamente spettante comprensiva di tasse e contributi di varia natura che le leggi pongono a carico del lavoratore. Retribuzione ordinaria Maggiorazioni Indennità varie Festività, Permessi retribuiti, R.O.L. Ferie, 13^ Mensilità e 14^ Mensilità Integrazioni malattia e infortunio Via Verga, 16 - GELA Commercialista - Consulente del Lavoro - Revisore Contabile

29 DEFINIZIONE DI IMPONIBILE IMPONIBILE PREVIDENZIALE O CONTRIBUTIVO E L AMMONTARE DELLA RETRIBUZIONE SU CUI VERRA CALCOLATA LA RITENUTA PREVIDENZIALE IMPONIBILE FISCALE E L AMMONTARE DELLA RETRIBUZIONE, DIMINUITA DEL CONTRIBUTO PREVIDENZIALE, SU CUI VERRA CALCOLATA LA RITENUTA FISCALE Via Verga, 16 - GELA Commercialista - Consulente del Lavoro - Revisore Contabile

30 LA RETRIBUZIONE LORDA NON SEMPRE COINCIDE CON L IMPONIBILE PREVIDENZIALE Non coincide in presenza di: Indennità di malattia a carico dell INPS Indennità di maternità a carico deli INPS Cassa Integrazione Guadagni Indennità per Congedo matrimoniale Indennità per Donatori di sangue Assegno per il Nucleo Familiare Via Verga, 16 - GELA Commercialista - Consulente del Lavoro - Revisore Contabile

31 CORSO SULLA BUSTA PAGA PARTE PREVIDENZIALE Commercialista - Consulente del Lavoro - Revisore Contabile

32 PARTE PREVIDENZIALE Via Verga, 16 - GELA PIEDE DELLA Commercialista - Consulente del BUSTA PAGA Lavoro - Revisore Contabile

33 CORSO SULLA BUSTA PAGA TRATTENUTE PREVIDENZIALI (INPS) COSA SONO? Sono una quota di retribuzione trattenuta dall azienda per conto degli enti previdenziali; La percentuale di trattenuta e uguale per tutti i lavoratori dipendenti ed e pari al 9,49%. Per gli apprendisti con contratto di Apprendistato la percentuale è pari al 5,84%. Per le retribuzioni mensili eccedenti 3.397,00 (2008) 3.506,00 (2009), 3.530,00 (2010), 3.587,00 (2011) a carico del solo lavoratore è dovuto un contributo aggiuntivo dell 1%. Queste percentuali si applicano sul TOTALE DELLA RETRIBUZIONE LORDA ARROTONDATA. SONO ESCLUSE DALL IMPONIBILE PREVIDENZIALE: tutte le erogazioni che provengono dall INPS ad esempio: Indennità malattia c/inps, Indennità maternità e allattamento c/inps, Cassa integrazione guadagni (*), Indennità donatori sangue c/inps, Congedo matrimoniale c/inps (*), Assegno per il nucleo familiare ed inoltre Indennità infortunio c/inail, Indennità di trasferta entro certi limiti, ecc (*) hanno una trattenuta a parte del 5,84% Via Verga, 16 - GELA Commercialista - Consulente del Lavoro - Revisore Contabile

34 PARTE PREVIDENZIALE CALCOLO RITENUTE PREVIDENZIALI

35 DETERMINAZIONE IMPONIBILE CONTRIBUTO AGGIUNTIVO 1% Imponibile Previdenz ,00 Limite 1^ fascia 3.397, ,00 Contributo Aggiuntivo 1% Sulla Retribuzione Eccedente 3.397,00 (Anno 2008)

36 CORSO SULLA BUSTA PAGA PARTE FISCALE Commercialista - Consulente del Lavoro - Revisore Contabile

37 PARTE FISCALE Imponibile Fiscale Imposta lorda Detrazioni Imposta Netta

38 PARTE FISCALE PIEDE DELLA BUSTA PAGA

39 PARTE FISCALE ESEMPIO DI DETERMINAZIONE O CALCOLO DELL IMPONIBILE FISCALE RETRIBUZIONE LORDA RITENUTE PREVIDENZIALI (9,49%) CONTRIBUTO AGGIUNTIVO 1% = = = 3.281,00 311,37 0,00 IMPONIBILE FISCALE = 2.969,63 CALCOLO IMPOSTA LORDA DETRAZIONI RITENUTE FISCALI

40 CORSO SULLA BUSTA PAGA ART COSTITUZIONE ITALIANA Tutti sono tenuti a concorrere alle spese pubbliche in ragione della loro capacità contributiva. Il sistema tributario è informato a criteri di progressività. PER QUESTI MOTIVI NEL NOSTRO SISTEMA TRIBUTARIO E STATA ATTUATA UNA PROCEDURA DI CALCOLO DELLE IMPOSTE SUL REDDITO DI TIPO PROPORZIONALE E PROGRESSIVO Via Verga, 16 - GELA Commercialista - Consulente del Lavoro - Revisore Contabile

41 CALCOLO IMPOSTA LORDA IMPOSTA LORDA = IMPONIBILE FISCALE x ALIQUOTE IN VIGORE APPLICATE A SCAGLIONI DI REDDITO IMPOSTA LORDA = IMPONIBILE FISCALE x ALIQUOTE IN VIGORE SUGLI SCAGLIONI DI REDDITO

42 LE TRATTENUTE ALIQUOTE E SCAGLIONI I.RE. IN VIGORE CALCOLO ANNUALE Scaglioni di imponibile netto annuale fino a CALCOLO mensile Aliquota Correttivo da detrarre Scaglioni di imponibile netto mensile Aliquota Correttivo da detrarre 23% - fino a % - da a % 600,00 da a 2.333,33 27% 50,00 da a % 3.680,00 da a 4.583,33 38% 306,67 da a % 5.330,00 da a 6.250,00 41% 444,17 43% 6.830,00 oltre 6.250,00 43% 569,17 oltre ESEMPIO ANNUALE: su un reddito imponibile ANNUO di 9.238,50, essendo questo importo all interno del primo scaglione (15.000,00), a questo applico il 23% e ottengo l imposta ANNUA lorda 2.124,86 ; ESEMPIO MENSILE: su un reddito imponibile MENSILE di 624,35, essendo questo all interno del primo scaglione (1.250,00), a questo applico il 23% e ottengo l imposta MENSILE lorda 143,60. Commercialista - Consulente del Via Verga, 16 - GELA Lavoro - Revisore Contabile

43 LE TRATTENUTE ESEMPIO DI CALCOLO DI IMPOSTA LORDA Lavoratore che ha percepito un reddito imponibile mensile di 2.426,57 ed uno stipendio annuo di ,98 CALCOLO ANNUALE Scaglioni di imponibile netto annuale Reddito Imponibile Netto Annuale fino a Per ,00 da a Per ,00 da a Per 5.971,98 TOTALI ,98 Via Verga, 16 - GELA CALCOLO mensile Aliq. Imposta Lorda Annua Dovuta Scaglioni di Reddito Netto Mensile Reddito Netto Mensile Aliq. 23% 3.450,00 fino a fino a % 287, ,00 da a 2.333,33 Per 1.083,33 27% 292, ,35 da a 4.583,33 Per 93,24 38% 35,43 27% 38% 9.229,35 Commercialista - Consulente del Lavoro - Revisore Contabile 2.426,57 Imposta Lorda Mensile Dovuta 615,42

44 CORSO SULLA BUSTA PAGA LE DETRAZIONI D IMPOSTA Dall IMPOSTA LORDA devono essere poi defalcate le DETRAZIONI D IMPOSTA che dipendono dalla situazione individuale del lavoratore. Sono di due tipi: PER REDDITO DI LAVORO DIPENDENTE che spettano in ragione dei giorni di lavoro prestato nell anno PER FAMILIARI A CARICO che spettano in ragione del numero di essi, della loro tipologia e dei mesi di effettivo carico. Via Verga, 16 - GELA Commercialista - Consulente del Lavoro - Revisore Contabile

45 CORSO SULLA BUSTA PAGA LE DETRAZIONI PER REDDITO DI LAVORO DIPENDENTE

46 CORSO SULLA BUSTA PAGA LE DETRAZIONI PER FAMILIARI A CARICO

47 CALCOLO IMPOSTA NETTA IMPOSTA LORDA DETRAZIONI FISCALI 615,42 124,16 = IMPOSTA NETTA (Ritenuta Fiscale) 491,26 IMPOSTA NETTA = IMPOSTA LORDA DETRAZIONI FISCALI

48 LE ADDIZIONALI CORSO SULLA BUSTA PAGA LE TRATTENUTE Allo scopo di avviare il decentramento fiscale sono state istituite due addizionali all IRPEF una regionale (fin dal 1998) e l altra comunale (dal 1999). L addizionale REGIONALE varia in funzione della Regione di residenza del lavoratore. Per la Sicilia è stabilita nella misura dell 1,40%. Quella COMUNALE puo essere incrementata dalla sua istituzione di uno 0,2% all anno attraverso delibera comunale da effettuarsi entro il 31/12 dell anno precedente. Per il comune di Gela e stabilita nella misura dello 0,5%. Le addizionali vengono calcolate dall azienda in sede di conguaglio, in base al reddito imponibile dell anno e alla residenza (quindi con aliquota dell addizionale riferita al comune di residenza del lavoratore), e trattenute in rate mensili (max 11) entro il mese di novembre, o saldate alla data di licenziamento se antecedente. RESPONSABILE della tassazione è sempre IL CONTRIBUENTE. E quindi necessario: Compilare correttamente la dichiarazione annuale delle detrazioni spettanti; Comunicare ogni variazione: composizione del nucleo familiare e superamento limiti reddito per familiari a carico; Verificare in busta la corretta applicazione delle trattenute; In caso di cambio ditta, consegnare alla nuova il CUD di quella precedente, per evitare pesanti versamenti a conguaglio per il cumulo dei due redditi annui. Via Verga, 16 - GELA Commercialista - Consulente del Lavoro - Revisore Contabile

49 CORSO SULLA BUSTA PAGA ASSEGNI PER IL NUCLEO FAMILIARE SULL ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE NON VENGONO PRELEVATE NE RITENUTE PREVIDENZIALI E NE RITENUTE FISCALI CALCOLO ASSEGNI PER IL NUCLEO FAMILIARE

50 CORSO SULLA BUSTA PAGA RETRIBUZIONE NETTA Commercialista - Consulente del Lavoro - Revisore Contabile

51 LA RETRIBUZIONE NETTA E quella che va in tasca al lavoratore. E ciò che resta una volta che sono stati pagati gli oneri previdenziali, assicurativi e le imposte sul reddito. Normalmente è l ultima cifra in basso a destra del prospetto paga. Via Verga, 16 - GELA Commercialista - Consulente del Lavoro - Revisore Contabile

52 RETRIBUZIONE NETTA Via Verga, 16 - GELA PIEDE DELLA Commercialista -PAGA Consulente del BUSTA Lavoro - Revisore Contabile

53 LA RETRIBUZIONE NETTA - = - RETRIBUZIONE LORDA CONTRIBUTI PREVIDENZIALI INDENNITA DI MALATTIA IMPONIBILE FISCALE Imposta Lorda Detrazioni TRATTENUTE IRPEF AL NETTO 2.681,00 254,43 0, ,57 615,42 124,16 - = SALARIO NETTO DA TRATTENUTE - RITENUTE A TITOLO D IMPOSTA + ASSEGNO NUCLEO FAMILIARE - TRATTENUTE SINDACALI - ACCONTI PERCEPITI = SALARIO NETTO IN BUSTA PAGA Via Verga, 16 - GELA Commercialista - Consulente del Lavoro - Revisore Contabile 491, ,31 0,00 44, ,61 0, ,58

54 CORSO SULLA BUSTA PAGA CONGUAGLIO FISCALE Via Verga, 16 - GELA Commercialista - Consulente del Lavoro - Revisore Contabile

55 CONGUAGLIO FISCALE Il conguaglio fiscale di fine anno si pone l'obiettivo di rendere definitive le ritenute di acconto operate dal sostituto d'imposta nei vari periodi di paga sui redditi di lavoro dipendente. Consiste nella ripresa di tutti gli imponibili fiscali dell anno, compresi eventuali compensi erogati da altri datori di lavoro o terzi e la ripresa delle imposte pagate, nel ricalcolo delle detrazioni fiscali e delle detrazioni per carichi familiari. L imposta lorda annua si calcola prendendo a base le tabelle annuali vigenti nell anno di percezione. L imposta lorda viene diminuita delle detrazioni fiscali personali nonché delle detrazioni per carichi familiari (se questultimi percepiscono un reddito annuale inferiore a 2840, 51 ). Via Verga, 16 - GELA Commercialista - Consulente del Lavoro - Revisore Contabile

56 CONGUAGLIO FISCALE ANNUALE

57 CONGUAGLIO FISCALE ANNUALE

58 TASSAZIONE A TITOLO D IMPOSTA PREMI DI PRODUTTIVITA La determinazione dell imposta secca va operata con calcolo separato L importo e soggetto a contribuzione Previdenziale Sullo stesso va operata la trattenuta Previdenziale L importo non va sommato all Imponibile Fiscale mensile Sull importo così depurato va operata la trattenuta fiscale secca del 10% senza riconoscimento di detrazioni d imposta La ritenuta va addebitata al lavoratore e come per tutte le ritenute influenzerà la RETRIBUZIONE NETTA Via Verga, 16 - GELA Commercialista - Consulente del Lavoro - Revisore Contabile

59 TASSAZIONE AGEVOLATA PREMI DI PRODUTTIVITA LIMITI E REQUISITI PER ACCEDERE ALLA TASSAZIONE AGEVOLATA Ambito temporale Beneficiari Soggetti esclusi Limite di reddito per accedere alla Tassazione Agevolata Limite Massimo delle somme Detassabili Imposta sostitutiva D.L. n. 93/2008 luglio - dicembre 2008 Lavoratori settore privato Lavoratori settore pubblico euro Art. 5 D.L. n. 185/2008 gennaio - dicembre 2009 Lavoratori settore privato Lavoratori settore pubblico euro euro euro 10% 10% Circolare Agenzia delle Entrate nr. 59/E del Risoluzione Agenzia delle Entrate nr. 83/E del Circolare Agenzia delle Entrate nr. 47/E del Circolare Agenzia delle Entrate nr. 48/E del

60 CORSO SULLA BUSTA PAGA T.F.R. Via Verga, 16 - GELA Commercialista - Consulente del Lavoro - Revisore Contabile

61 TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO (T.F.R.) Il Trattamento di Fine Rapporto, meglio conosciuto come T.F.R., è la somma in denaro che ogni lavoratore percepisce al termine del rapporto di lavoro. Questo diritto del lavoratore è regolato dalla Legge 297/1982. Ogni anno il datore di lavoro accantona una quota di denaro che dovrà versare al dipendente una volta conclusa l attività lavorativa presso la sua azienda tenendo conto delle previste rivalutazioni. Il T.F.R. si calcola sommando per ciascun anno di servizio una quota pari all importo della RETRIBUZIONE UTILE dovuta per l anno stesso divisa per 13,5. La quota e proporzionalmente ridotta per le frazioni d anno, considerando come mese intero le frazioni di mese uguali o superiori a 15 giorni. La retribuzione da prendere in considerazione per il calcolo del T.F.R. e quella corrisposta a titolo non occasionale con esclusione di quanto corrisposto a titolo di rimborso spese (RETRIBUZIONE UTILE). Via Verga, 16 - GELA Commercialista - Consulente del Lavoro - Revisore Contabile

62 Art. 53 Trattamento Fine Rapporto (CCNL Energia e Petrolio) Il lavoratore, in ogni caso di risoluzione del rapporto, ha diritto ad un trattamento di fine rapporto, secondo le disposizioni di cui alla legge n La retribuzione annua utile per la determinazione dell accantonamento da effettuare ai sensi della suddetta legge è composta esclusivamente da: minimo di categoria livello di C.R.E.A. aumenti periodici di anzianità assegni ad personam indennità di funzione compenso per lavoro discontinuo indennità di turno e le maggiorazioni di cui all art. 25 Compensi per lavoro in turno (anche nell ipotesi di cui all art. 26 Uscita dal turno ) eventuali altri elementi retributivi aziendali per i quali sia prevista espressamente la computabilità ai fini del T.F.R.

63 C.C.N.L. ENERGIA E PETROLIO LAVORATORI ADDETTI A LAVORI IN TURNO - Art. 22 CCNL

64 RINGRAZIAMENTI E SICILIA

65 CORSO SULLA BUSTA PAGA FINE GRAZIE PER L ATTENZIONE

Come leggere la Busta Paga. G.I. G.I. Formazione

Come leggere la Busta Paga. G.I. G.I. Formazione Come leggere la Busta Paga G.I. G.I. Formazione Formazione La Busta Paga Cos è A Cosa Serve Come è Composta COS E La Busta Paga è il prospetto che indica la retribuzione che il lavoratore percepisce per

Dettagli

Come leggere la Busta Paga A cura del Dipartimento Scientifico della Fondazione Studi - Consiglio Nazionale dei Consulenti del Lavoro

Come leggere la Busta Paga A cura del Dipartimento Scientifico della Fondazione Studi - Consiglio Nazionale dei Consulenti del Lavoro Come leggere la Busta Paga A cura del Dipartimento Scientifico della Fondazione Studi - Consiglio Nazionale dei Consulenti del Lavoro * aggiornato al 19.05.2011 CHE COS È è un documento obbligatorio che

Dettagli

Come leggere la Busta Paga. A cura del Dipartimento Scientifico della Fondazione Studi - Consiglio Nazionale dei Consulenti del Lavoro

Come leggere la Busta Paga. A cura del Dipartimento Scientifico della Fondazione Studi - Consiglio Nazionale dei Consulenti del Lavoro Come leggere la Busta Paga A cura del Dipartimento Scientifico della Fondazione Studi - Consiglio Nazionale dei Consulenti del Lavoro CHE COS È E' un documento obbligatorio che indica la retribuzione,

Dettagli

Come leggere la busta paga

Come leggere la busta paga Come leggere la busta paga Indice Che cosa è pag. 3 A cosa serve pag. 4 La struttura della busta paga pag. 5 Intestazione (dati ditta dati anagrafici e contrattuali lavoratore) pag. 6 Corpo della Busta

Dettagli

A cura del Dipartimento Scientifico della Fondazione Studi Consiglio Nazionale dei Consulenti del Lavoro Come leggere la Busta Paga

A cura del Dipartimento Scientifico della Fondazione Studi Consiglio Nazionale dei Consulenti del Lavoro Come leggere la Busta Paga A cura del Dipartimento Scientifico della Fondazione Studi Consiglio Nazionale dei Consulenti del Lavoro Come leggere la Busta Paga * aggiornato al 20 luglio 2009 CHE COS È è un documento obbligatorio

Dettagli

CORSO CONFEDERALE LA BUSTA PAGA A

CORSO CONFEDERALE LA BUSTA PAGA A CGIL CORSO CONFEDERALE LA BUSTA PAGA A cura di: Staff Formazione Ufficio Vertenze Confederale CGIL LIGURIA Versione integrale 1 2 LE LEGGI DELLO STATO ED I CONTRATTI DI LAVORO DETTANO LE NORME CHE DISCIPLINANO

Dettagli

Indice. 1 Definizione di cedolino paga ------------------------------------------------------------------------- 3

Indice. 1 Definizione di cedolino paga ------------------------------------------------------------------------- 3 LEZIONE ANALISI DELLA RETRIBUZIONE DOTT. GIUSEPPE IULIANO Indice 1 Definizione di cedolino paga ------------------------------------------------------------------------- 3 1 Definizione di cedolino paga

Dettagli

CISL FP (A. Roncarolo) Aspetti giuridici Struttura Le voci LA BUSTA PAGA

CISL FP (A. Roncarolo) Aspetti giuridici Struttura Le voci LA BUSTA PAGA Aspetti giuridici Struttura Le voci LA BUSTA PAGA 1 COS È LA BUSTA PAGA è un documento obbligatorio (Legge 5 gennaio 1953, n. 4) che indica la retribuzione, le ritenute fiscali e previdenziali che il lavoratore

Dettagli

LA FATICA NELLE MANI LAVORO, FAMIGLIA e FUTURO. Come leggere la Busta Paga

LA FATICA NELLE MANI LAVORO, FAMIGLIA e FUTURO. Come leggere la Busta Paga LA FATICA NELLE MANI LAVORO, FAMIGLIA e FUTURO Come leggere la Busta Paga ANNO 2016 Le GUIDE della Fondazione Studi A cura del Dipartimento Scientifico della Fondazione Studi - Consiglio Nazionale dei

Dettagli

di Massimo Brisciani Risorse Umane >> Amministrazione del personale

di Massimo Brisciani Risorse Umane >> Amministrazione del personale IL METODO DEL COSTO STANDARD di Massimo Brisciani Risorse Umane >> Amministrazione del personale Il datore di lavoro ha necessità di conoscere in via preventiva quale sarà il costo del personale che occupa

Dettagli

LA BUSTA PAGA. ODPF Istituto Santachiara Centro di Formazione Professionale Stradella

LA BUSTA PAGA. ODPF Istituto Santachiara Centro di Formazione Professionale Stradella ODPF Istituto Santachiara Centro di Formazione Professionale Stradella Corso: 2^ Operatore dei servizi all impresa Materia: Tecnica ed Economia Aziendale LA BUSTA PAGA ANNO FORMATIVO 2012/2013 La busta

Dettagli

IL CALCOLO DELLA BUSTA PAGA

IL CALCOLO DELLA BUSTA PAGA IL CALCOLO DELLA BUSTA PAGA REQUISITI DELLA BUSTA PAGA Corrispettività: deve trattarsi di importi che trovano causa diretta ed indiretta nel rapporto di lavoro; Onerosità: la prestazione di lavoro subordinato

Dettagli

IRPEF, conguaglio 2014 Le procedure da seguire per effettuare correttamente i calcoli

IRPEF, conguaglio 2014 Le procedure da seguire per effettuare correttamente i calcoli IRPEF, conguaglio 2014 Le procedure da seguire per effettuare correttamente i calcoli Ecco qui di seguito, una sintesi della normativa generale che regola le operazioni relative al conguaglio di fine anno.

Dettagli

6. CONTABILITA GENERALE

6. CONTABILITA GENERALE 6. CONTABILITA GENERALE SCRITTURE DI GESTIONE SCRITTURE RELATIVE AL LAVORO DIPENDENTE 1 E. Scritture relative al lavoro dipendente Definizione Il lavoro rappresenta un fattore della produzione che contabilmente

Dettagli

DECESSO DEL LAVORATORE DIPENDENTE

DECESSO DEL LAVORATORE DIPENDENTE DECESSO DEL LAVORATORE DIPENDENTE In caso di decesso del lavoratore dipendente sono previste diverse modalità di tassazione a seconda che si tratti delle somme già corrisposte al lavoratore o di somme

Dettagli

CONTABILITA GENERALE

CONTABILITA GENERALE CONTABILITA GENERALE 6 II) SCRITTURE DI GESTIONE E) SCRITTURE RELATIVE AL LAVORO DIPENDENTE 14 novembre 2010 Ragioneria Generale e Applicata - Parte seconda - La contabilità generale 1 E. Scritture relative

Dettagli

VADEMECUM RETRIBUZIONI LAVORO DIPENDENTE

VADEMECUM RETRIBUZIONI LAVORO DIPENDENTE VADEMECUM RETRIBUZIONI LAVORO DIPENDENTE a1 a2 a3 a4 a5 a6 a7 A Retribuzione: Paga base Indennità contingenza Scatti anzianità Sperminimo individuale Lavoro straordinario Altri elementi imponibili ai fini

Dettagli

ELEMENTI DI PAGHE E CONTRIBUTI Formazione continua individuale

ELEMENTI DI PAGHE E CONTRIBUTI Formazione continua individuale ELEMENTI DI PAGHE E CONTRIBUTI Formazione continua individuale Durata: 60 ore Inizio corso: da definire Sede: Corso Raffaello 17/D - Torino Docente: dottore consulente del lavoro con esperienza consolidata

Dettagli

II) SCRITTURE DI GESTIONE E) SCRITTURE RELATIVE AL LAVORO DIPENDENTE

II) SCRITTURE DI GESTIONE E) SCRITTURE RELATIVE AL LAVORO DIPENDENTE CONTABILITA GENERALE 19 II) SCRITTURE DI GESTIONE E) SCRITTURE RELATIVE AL LAVORO DIPENDENTE 29 novembre 2005 Ragioneria Generale e Applicata - Parte seconda - La contabilità generale 1 E. Scritture relative

Dettagli

N E W S L E T T E R Area Risorse Umane

N E W S L E T T E R Area Risorse Umane N E W S L E T T E R Area Risorse Umane SPECIALE BUSTA PAGA CHIARA Numero 10-29 ottobre 2002 Questo numero speciale della N E W S L E T T E R tratta un tema molto tecnico e da addetti ai lavori, ma che

Dettagli

Guida alla lettura della busta paga

Guida alla lettura della busta paga Guida alla lettura della busta paga La busta paga è un documento che deve essere obbligatoriamente consegnato dal datore di lavoro al lavoratore dipendente al fine di certificare la retribuzione e le ritenute

Dettagli

COME LEGGERE LA BUSTA PAGA

COME LEGGERE LA BUSTA PAGA COME LEGGERE LA BUSTA PAGA Vediamo come si legge in pratica una busta paga, come individuare gli elementi della retribuzione, i vari tipi di trattenute, il loro calcolo e la loro interpretazione fino a

Dettagli

Calcolo della tredicesima Vediamo come si calcola la tredicesima in busta paga.

Calcolo della tredicesima Vediamo come si calcola la tredicesima in busta paga. Calcolo della tredicesima Vediamo come si calcola la tredicesima in busta paga. Obbligo della retribuzione globale di fatto. Come abbiamo detto, la tredicesima si calcola sulla base della retribuzione

Dettagli

COMUNICAZIONE DATI CERTIFICAZIONI LAVORO DIPENDENTE, ASSIMILATI ED ASSISTENZA FISCALE

COMUNICAZIONE DATI CERTIFICAZIONI LAVORO DIPENDENTE, ASSIMILATI ED ASSISTENZA FISCALE COMUNICAZIONE DATI CERTIFICAZIONI LAVORO DIPENDENTE, ASSIMILATI ED ASSISTENZA FISCALE la comunicazione richiede tutti i dati già presenti nelle certificazioni rilasciate ai dipendenti. In particolare i

Dettagli

Mod. 730/2015 quadro C: bonus IRPEF e Certificazione Unica Saverio Cinieri - Dottore commercialista e pubblicista

Mod. 730/2015 quadro C: bonus IRPEF e Certificazione Unica Saverio Cinieri - Dottore commercialista e pubblicista Mod. 730/2015 quadro C: bonus IRPEF e Certificazione Unica Saverio Cinieri - Dottore commercialista e pubblicista ADEMPIMENTO " NOVITA " FISCO I contribuenti che possiedono redditi di lavoro dipendente,

Dettagli

Fatti i conti in... BUSTA PAGA

Fatti i conti in... BUSTA PAGA DIRITTO LAVORO Fatti i conti in... BUSTA PAGA I risultati dell indagine condotta da Jobadvisor qualche mese fa e pubblicati nell edizione di ottobre indicano che per la grande maggioranza dei neolaureati

Dettagli

LE TREDICESIME DEL 2009 * * * effetto degli ammortizzatori sociali attivati dalle aziende a seguito della crisi mondiale.

LE TREDICESIME DEL 2009 * * * effetto degli ammortizzatori sociali attivati dalle aziende a seguito della crisi mondiale. Roma, 21 dicembre 2009 LE TREDICESIME DEL 2009 * * * Nelle famiglie stanno per arrivare le tredicesime, un flusso di danaro che sempre di più verrà utilizzato per soddisfare bisogni primari a discapito

Dettagli

ELEMENTI FISSI: ELEMENTI VARIABILI:

ELEMENTI FISSI: ELEMENTI VARIABILI: LA BUSTA PAGA E' il prospetto che indica la retribuzione che il lavoratore percepisce per un determinato periodo di lavoro. Il datore di Lavoro ha l'obbligo di consegnare (Legge n. 4 del 1953) prospetto

Dettagli

Trattenute contributive

Trattenute contributive 14 RETRIBUZIONE DAL LORDO AL NETTO Q Ed. Ipsoa - Francis Lefebvre SEZIONE 2 Trattenute contributive a. Determinazione della retribuzione imponibile art. 2115 c.c.; art. 47 RDL 1827/35; art. 12 L. 153/69

Dettagli

Note di Rilascio Utente Versione 14.30.10 - PAGHE

Note di Rilascio Utente Versione 14.30.10 - PAGHE Note di Rilascio Utente Versione 14.30.10 - PAGHE INFORMAZIONI AGGIORNAMENTO Eseguire il salvataggio degli archivi prima di procedere con l aggiornamento. La Fix 14.30.10 può essere utilizzata come aggiornamento

Dettagli

Fondo di solidarietà Credito

Fondo di solidarietà Credito BANCA POPOLARE DI MILANO Documenti: conoscere per decidere Fondo di solidarietà Credito Il fondo eroga prestazioni a favore dei lavoratori di aziende facenti parte di gruppi creditizi o che applicano i

Dettagli

FATTORE LAVORO LAVORO DIPENDENTE LAVORO DIPENDENTE. ECONOMIA AZIENDALE e RAGIONERIA APPLICATA ALLE IMPRESE TURISTICHE. Lezione 21

FATTORE LAVORO LAVORO DIPENDENTE LAVORO DIPENDENTE. ECONOMIA AZIENDALE e RAGIONERIA APPLICATA ALLE IMPRESE TURISTICHE. Lezione 21 CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA INTERNAZIONALE DEL TURISMO ECONOMIA AZIENDALE e RAGIONERIA APPLICATA ALLE IMPRESE TURISTICHE Anno Accademico 2011 2012 Lezione 21 FATTORE LAVORO Fonti che regolano il rapporto

Dettagli

LA BUSTA PAGA DELL OPERAIO EDILE

LA BUSTA PAGA DELL OPERAIO EDILE LA BUSTA PAGA DELL OPERAIO EDILE A cura del GRUPPO SULLE PROBLEMATICHE DEL LAVORO dell Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Torino, Ivrea e Pinerolo Relatore dottoressa Luisella

Dettagli

SOMME EROGATE PER PREMI DI PRODUTTIVITA /RISULTATO. A cura dell U.O. Contrattualistica e fiscalità Gennaio 2012

SOMME EROGATE PER PREMI DI PRODUTTIVITA /RISULTATO. A cura dell U.O. Contrattualistica e fiscalità Gennaio 2012 SOMME EROGATE PER PREMI DI PRODUTTIVITA /RISULTATO A cura dell U.O. Contrattualistica e fiscalità Gennaio 2012 1 MANOVRA CORRETTIVA 2011 (ARTICOLO 26 D.L. N. 98/2011 CONVERTITO IN L. N. 111/2011) Per l

Dettagli

Vademecum Imposta Sostitutiva agli elementi retributivi soggetti all agevolazione fiscale per gli anni 2008/09/10 per i delegati

Vademecum Imposta Sostitutiva agli elementi retributivi soggetti all agevolazione fiscale per gli anni 2008/09/10 per i delegati Vademecum Imposta Sostitutiva agli elementi retributivi soggetti all agevolazione fiscale per gli anni 2008/09/10 per i delegati CAAF CGIL CGIL UMBRIA tassazione agevolata al 10% Lavoro Notturno Lavoro

Dettagli

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2015 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2015

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2015 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2015 INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2015 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2015 Di seguito, riepiloghiamo i principali campi della Certificazione Unica (CU) che DEVONO essere inseriti

Dettagli

LEGGERE LA BUSTA PAGA

LEGGERE LA BUSTA PAGA LEGGERE LA BUSTA PAGA Maria Elisa Caldera Consulente del Lavoro Iscritta al n 839 dell'ordine Provinciale di Brescia info@calderaconsulenzalavoro.it Programma di Lavoro Busta paga: Cos'è A cosa serve Le

Dettagli

FORMAZIONE - week end CORSO BASE PAGHE E CONTRIBUTI

FORMAZIONE - week end CORSO BASE PAGHE E CONTRIBUTI FORMAZIONE - week end ROMA 2011 Calendario didattico: sabato 05/marzo - domenica 06/marzo sabato 12/marzo - domenica 13/marzo sabato 19/marzo - domenica 20/marzo sabato 26/marzo - domenica 27/marzo Docenti:

Dettagli

ELENCO MEMORIE PER CUD 2014

ELENCO MEMORIE PER CUD 2014 ELENCO MEMORIE PER CUD 2014 MEMORIE NUMERICHE 1 Redditi lavoro dipendente e assimilati (Cas. 1) 2 Assegni periodici corrisposti dal coniuge (Cas. 5) 3-18 Caselle da 11 a 26 19 Altri datori - Imponibile

Dettagli

IL COSTO DEL LAVORO DIPENDENTE

IL COSTO DEL LAVORO DIPENDENTE CICLO DI LEZIONI SPERIMENTALI PER GLI STUDENTI DEGLI ITC IL COSTO DEL LAVORO DIPENDENTE A cura del prof. Santino Furlan Castellanza, 2 marzo 2001 Il costo del lavoro dipendente Le voci che compongono il

Dettagli

OGGETTO: Bonus Irpef. Le novità

OGGETTO: Bonus Irpef. Le novità OGGETTO: Bonus Irpef. Le novità Premessa Il bonus Irpef, contenuto nell art. 1 del D.L. n. 66/2014 (entrato in vigore il 24 aprile 2014), vale esclusivamente per il 2014, anche se il Governo ha fatto sapere

Dettagli

I PIANI SANITARI UNISALUTE: Le opportunità, i vantaggi e la convenienza Gli aspetti normativi e fiscali

I PIANI SANITARI UNISALUTE: Le opportunità, i vantaggi e la convenienza Gli aspetti normativi e fiscali I PIANI SANITARI UNISALUTE: Le opportunità, i vantaggi e la convenienza Gli aspetti normativi e fiscali UniSalute per l Azienda: un know-how all avanguardia Soluzioni flessibili e innovative in linea con

Dettagli

Il personale dipendente

Il personale dipendente Il personale dipendente Tra i fattori della produzione di una azienda vanno ricompresi i costi sostenuti per le prestazioni lavorative di soggetti dipendenti e di lavoratori autonomi. Il costo del lavoro

Dettagli

Il Trattamento di Fine Rapporto

Il Trattamento di Fine Rapporto Il Trattamento di Fine Rapporto Principi generali La Tassazione 1 Nozione di T.f.r. Riferimenti normativi Soggetti beneficiari Base imponibile Retribuzione Utile Periodi Utili Accantonamento Rivalutazione

Dettagli

Le novità in tema di addizionali IRPEF, recupero versamenti in eccesso e dei rimborsi ai dipendenti, Bonus Renzi, ticket restaurant, TFR in busta paga

Le novità in tema di addizionali IRPEF, recupero versamenti in eccesso e dei rimborsi ai dipendenti, Bonus Renzi, ticket restaurant, TFR in busta paga Le novità in tema di addizionali IRPEF, recupero versamenti in eccesso e dei rimborsi ai dipendenti, Bonus Renzi, ticket restaurant, TFR in busta paga Piergiorgio Mondini 17-18-19 febbraio 2015 Addizionali

Dettagli

L IMPATTO DELLE MISURE SUL TFR CONTENUTE NELLA LEGGE DI STABILITA PER IL 2015 *

L IMPATTO DELLE MISURE SUL TFR CONTENUTE NELLA LEGGE DI STABILITA PER IL 2015 * L IMPATTO DELLE MISURE SUL TFR CONTENUTE NELLA LEGGE DI STABILITA PER IL 2015 * La legge di stabilità per il 2015 interviene pesantemente sulla tassazione del TFR, secondo tre modalità differenti: 1. TFR

Dettagli

5. ANALISI DEI COSTI DETERMINAZIONE DEL COSTO

5. ANALISI DEI COSTI DETERMINAZIONE DEL COSTO DETERMINAZIONE DEL COSTO DETERMINAZIONE DEL COSTO 5. ANALI DEI COSTI DETERMINAZIONE DEL COSTO TIPOLOGIE DI CONTRATTI Al fine di procedere con una comparazione quanto più omogenea, si raffrontano i vari

Dettagli

Sommario Detassazione Per il 2009 premiata l innovazione e la produttività, restano esclusi gli straordinari Il decreto anticrisi Voci detassabili

Sommario Detassazione Per il 2009 premiata l innovazione e la produttività, restano esclusi gli straordinari Il decreto anticrisi Voci detassabili Sommario Detassazione 3 Per il 2009 premiata l innovazione e la produttività, restano esclusi gli 3 straordinari Il decreto anticrisi 4 Voci detassabili 4 Cosa dice la norma 5 Come deve procedere il lavoratore

Dettagli

La busta paga: questa sconosciuta

La busta paga: questa sconosciuta La busta paga: questa sconosciuta Elementi contrattuali, fiscali e previdenziali. Giorgio Cavallero La retribuzione netta si ottiene: a) retribuzione lorda b) contributi previdenziali/assistenziali obbligatori

Dettagli

Corsi, convegni, seminari

Corsi, convegni, seminari Corsi, convegni, seminari Paghe e contributi Corso intensivo Salerno, dal 14 marzo al 22 maggio 2012 (6 pomeriggi) Struttura del Corso Corso intensivo Paghe e contributi Salerno, dal 14 marzo al 22 maggio

Dettagli

ALIQUOTE CONTRIBUTIVE IN VIGORE. - CONTRIBUTI OPERAI Pag. 2 Precisazioni contributi operai Pag. 3

ALIQUOTE CONTRIBUTIVE IN VIGORE. - CONTRIBUTI OPERAI Pag. 2 Precisazioni contributi operai Pag. 3 CASSA EDILE BRESCIA VIA DEI MILLE 18 25122 BRESCIA TEL. 030 289061 FAX 030 3756321 / 030 5030823 www.cassaedilebrescia.it ALIQUOTE CONTRIBUTIVE IN VIGORE - CONTRIBUTI OPERAI Pag. 2 Precisazioni contributi

Dettagli

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2013 IN BASE AL MOD. CUD 2013

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2013 IN BASE AL MOD. CUD 2013 INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2013 IN BASE AL MOD. CUD 2013 Di seguito, riepiloghiamo i principali campi del CUD che DEVONO essere inseriti nel 730: Reddito lavoro dipendente Punto

Dettagli

DETASSAZIONE E INCREMENTO DELLA PRODUTTIVITA DEL LAVORO

DETASSAZIONE E INCREMENTO DELLA PRODUTTIVITA DEL LAVORO DETASSAZIONE E INCREMENTO DELLA PRODUTTIVITA DEL LAVORO 1. QUADRO RMATIVO...2 1.1 Contenuti del D.L. n. 93/08...2 1.2 Contenuti del D.L. n. 185/08... 2 1.3 Contenuti della L. n. 191/09...3 1.4 Contenuti

Dettagli

Guide operative. Le collaborazioni occasionali

Guide operative. Le collaborazioni occasionali Guide operative Schede di sintesi A cura di Stefano Liali - Consulente del lavoro Le collaborazioni occasionali Requisiti principali Differenze con le mini co.co.co. Caratteristiche lavoro autonomo occasionale

Dettagli

UNICO 2011 Quadro RC: premi di rendimento e produttivita`

UNICO 2011 Quadro RC: premi di rendimento e produttivita` UNICO 2011 Quadro RC: premi di rendimento e produttivita` di Cristina Piseroni e Valerio Artina (*) L ADEMPIMENTO I lavoratori dipendenti privati che presentano il Mod. UNICO 2011 e hanno percepito nel

Dettagli

RIDUZIONE DEL CUNEO FISCALE PER LAVORATORI DIPENDENTI BONUS IRPEF DI 80 EURO IN BUSTA PAGA

RIDUZIONE DEL CUNEO FISCALE PER LAVORATORI DIPENDENTI BONUS IRPEF DI 80 EURO IN BUSTA PAGA Tipologia: LAVORO Protocollo: 2007214 Data: 09 giugno 2014 Oggetto: riduzione cuneo fiscale per lavoratori dipendenti bonus IRPEF di 80 euro in busta paga Allegati: 1. Informativa lavoratore bonus ex art.

Dettagli

Circolare n. 7. Del 21 maggio 2014. Bonus 80,00 Euro in busta paga INDICE

Circolare n. 7. Del 21 maggio 2014. Bonus 80,00 Euro in busta paga INDICE Circolare n. 7 Del 21 maggio 2014 Bonus 80,00 Euro in busta paga INDICE 1 Premessa...3 2 Soggetti beneficiari...3 2.1 Possesso di redditi di lavoro dipendente o di alcuni redditi assimilati...3 2.1.1 Beneficiari

Dettagli

CIRCOLARE N. 8/E. OGGETTO: Art. 1 del decreto-legge 24 aprile 2014, n. 66 - Riduzione del cuneo fiscale per lavoratori dipendenti e assimilati

CIRCOLARE N. 8/E. OGGETTO: Art. 1 del decreto-legge 24 aprile 2014, n. 66 - Riduzione del cuneo fiscale per lavoratori dipendenti e assimilati CIRCOLARE N. 8/E Direzione Centrale Normativa Direzione Centrale Servizi ai contribuenti Roma, 28 aprile 2014 OGGETTO: Art. 1 del decreto-legge 24 aprile 2014, n. 66 - Riduzione del cuneo fiscale per lavoratori

Dettagli

Di seguito, riepiloghiamo i campi del CUD che DEVONO essere inseriti nel modello di dichiarazione:

Di seguito, riepiloghiamo i campi del CUD che DEVONO essere inseriti nel modello di dichiarazione: Indicazioni sulla Compilazione dei Quadri del Modello 730/2012 in presenza di CUD 2012 Di seguito, riepiloghiamo i campi del CUD che DEVONO essere inseriti nel modello di dichiarazione: Reddito lavoro

Dettagli

Testata cedolino -Anagrafica azienda -Anagrafica dipendente -Qualifica e livello. Corpo cedolino(parte1) -Assenza, Malattia -Assegni nucleo familiare

Testata cedolino -Anagrafica azienda -Anagrafica dipendente -Qualifica e livello. Corpo cedolino(parte1) -Assenza, Malattia -Assegni nucleo familiare Testata cedolino -Anagrafica azienda -Anagrafica dipendente -Qualifica e livello Corpo cedolino(parte1) -Assenza, Malattia -Assegni nucleo familiare -TFR Corpo cedolino(parte2) -Area previdenziale -Ferie

Dettagli

La busta paga Gli elementi indispensabili per il riconoscimento sono Gli elementi retributivi contrattuali sono

La busta paga Gli elementi indispensabili per il riconoscimento sono Gli elementi retributivi contrattuali sono La busta paga La legge prevede che la busta paga deve contenere tutti gli elementi utili perché diventi comprensibile e identificabile per il lavoratore interessato. Gli elementi indispensabili per il

Dettagli

COME SI LEGGE IL CEDOLINO DELLO STIPENDIO. ProfessionistiScuola.it

COME SI LEGGE IL CEDOLINO DELLO STIPENDIO. ProfessionistiScuola.it COME SI LEGGE IL CEDOLINO DELLO STIPENDIO Numero Partita = è il numero identificativo di Partita di Spesa Fissa del dipendente. È importante indicare tale numero identificativo ogni volta che si debba

Dettagli

INDICE. Sezione Prima ASPETTI CIVILISTICI

INDICE. Sezione Prima ASPETTI CIVILISTICI INDICE Sezione Prima ASPETTI CIVILISTICI Definizione di TFR... pag. 10 Fonti normative...» 10 Soggetti beneficiari... pag. 12 Decesso del dipendente...» 12 Cessione e pignoramento del TFR...» 13 Calcolo

Dettagli

Corso di formazione in PAGHE E CONTRIBUTI

Corso di formazione in PAGHE E CONTRIBUTI Corso di formazione in PAGHE E CONTRIBUTI Obiettivi Obiettivo principale del corso è creare un operatore autonomo nella scelta e nella gestione delle varie tipologie di contratti e soprattutto con una

Dettagli

Il risultato della dichiarazione dei redditi

Il risultato della dichiarazione dei redditi Il risultato della dichiarazione dei redditi Capitolo 12 12.1 CONCETTI GENERALI 12.2 IRPEF : CALCOLO IMPOSTA LORDA 12.3 IRPEF : DALL IMPOSTA LORDA ALL IMPOSTA NETTA : LE DETRAZIONI 12.4 IRPEF : DALL IMPOSTA

Dettagli

INDICE. Sezione Prima - INTRODUZIONE. Sezione Seconda - NOVITÀ DEL MODELLO CUD 2014

INDICE. Sezione Prima - INTRODUZIONE. Sezione Seconda - NOVITÀ DEL MODELLO CUD 2014 INDICE Sezione Prima - INTRODUZIONE Introduzione... pag. 14 Lo schema del CUD 2014 - Certificazione Unica Dipendenti...» 14 Termini di consegna al dipendente...» 15 Il trattamento dei dati personali...»

Dettagli

40 - PREVIDENZA COMPLEMENTARE E INTEGRATIVA

40 - PREVIDENZA COMPLEMENTARE E INTEGRATIVA 40 - PREVIDENZA COMPLEMENTARE E INTEGRATIVA 40.1 NOZIONI GENERALI I numerosi interventi legislativi in materia di previdenza e le varie fusioni aziendali, hanno reso necessaria una continua contrattazione

Dettagli

Circolare n. 7 del 19 maggio 2014

Circolare n. 7 del 19 maggio 2014 Circolare n. 7 del 19 maggio 2014 Bonus IRPEF: chiarimenti dell Agenzia delle Entrate Indice 1. Premessa 2. Soggetti beneficiari 2.1 Possesso di redditi di lavoro dipendente o di alcuni redditi assimilati

Dettagli

Cod. L005 - Assegni per il nucleo familiare Va indicata la spesa complessiva, sostenuta dall Istituzione nel corso dell anno 2007, per l erogazione

Cod. L005 - Assegni per il nucleo familiare Va indicata la spesa complessiva, sostenuta dall Istituzione nel corso dell anno 2007, per l erogazione Cod. L005 - Assegni per il nucleo familiare Va indicata la spesa complessiva, sostenuta dall Istituzione nel corso dell anno 2007, per l erogazione di assegni per il nucleo familiare al personale dipendente

Dettagli

Legge finanziaria per il 2005: novità fiscali in materia di IRPEF

Legge finanziaria per il 2005: novità fiscali in materia di IRPEF di Pietro Ghigini docente di Economia aziendale Legge finanziaria per il 2005: novità fiscali in materia di IRPEF Premessa Approvata sul filo di lana, evitando per un soffio che i lavori parlamentari scivolassero

Dettagli

Studio Tributario e Societario

Studio Tributario e Societario Studio Tributario e Societario Studio Tributario e Societario Convegno Novità Tributarie 2011/2012 Genova, 19 Gennaio 2012 La tassazione delle persone fisiche come stumento di redistribuzione della ricchezza:

Dettagli

A cura della Segreteria di Gruppo

A cura della Segreteria di Gruppo Guida pratica A cura della Segreteria di Gruppo Comprendere la busta paga Le voci più importanti del tuo cedolino, dal lordo al netto AGGIORNAMENTO MARZO 20 14 SOMMARIO LA PRIMA PARTE DEL CEDOLINO... 4

Dettagli

Modello 730 Istruzioni per la compilazione 2014

Modello 730 Istruzioni per la compilazione 2014 CASI DI ESONERO È esonerato dalla presentazione della dichiarazione il contribuente che possiede esclusivamente i redditi indicati nella prima colonna, se si sono verificate le condizioni descritte nella

Dettagli

Diritto Tributario. Anno 2012 Diritto del Lavoro

Diritto Tributario. Anno 2012 Diritto del Lavoro Anno 2012 Diritto del Lavoro - Premesso il concetto di assicurazione sociale, il candidato illustri i principali adempimenti del datore di lavoro nei confronti di I.N.P.S. ed I.N.A.I.L., sia all inizio

Dettagli

Il regime fiscale della previdenza complementare

Il regime fiscale della previdenza complementare Il regime fiscale della previdenza complementare INCA Regime fiscale dei fondi pensione Le fasi di partecipazione alla previdenza complementare Il finanziamento del fondo (contribuzione) la gestione finanziaria

Dettagli

DESCRIZIONE DEL SERVIZIO DI ELABORAZIONE PAGHE

DESCRIZIONE DEL SERVIZIO DI ELABORAZIONE PAGHE DESCRIZIONE DEL SERVIZIO DI ELABORAZIONE PAGHE Il contratto per la fornitura del servizio di elaborazione paghe ha generalmente validità di 12 mesi e comprenderà tutte le elaborazioni mensili ed annuali,

Dettagli

Circolare N. 72 del 14 Maggio 2015. Modello Unico PF/2015: inizia la raccolta documenti

Circolare N. 72 del 14 Maggio 2015. Modello Unico PF/2015: inizia la raccolta documenti Circolare N. 72 del 14 Maggio 2015 Modello Unico PF/2015: inizia la raccolta documenti Soggetti interessati Sono obbligati alla presentazione della dichiarazione dei redditi (Mod. Unico PF 2015) i contribuenti

Dettagli

SE VUOI ASSUMERE UNA ASSISTENTE FAMILIARE PER TE O PER UN FAMILIARE.

SE VUOI ASSUMERE UNA ASSISTENTE FAMILIARE PER TE O PER UN FAMILIARE. IMPEGNATIVA DEL NUOVO DATORE DI LAVORO SE VUOI ASSUMERE UNA ASSISTENTE FAMILIARE PER TE O PER UN FAMILIARE. per mancato perfezionamento procedura di regolarizzazione Il Commissariato del governo per la

Dettagli

REDDITI DI LAVORO DIPENDENTE CORRISPOSTI NEL 2008...pag. 19. REDDITI ASSIMILATI A QUELLI DI LAVORO DIPENDENTE...pag. 24

REDDITI DI LAVORO DIPENDENTE CORRISPOSTI NEL 2008...pag. 19. REDDITI ASSIMILATI A QUELLI DI LAVORO DIPENDENTE...pag. 24 INDICE Sezione Prima - INTRODUZIONE INTRODUZIONE...pag. 14 Lo schema del CUD 2009 - Certificazione Unica Dipendenti...» 14 Termini di consegna al dipendente...» 15 Il trattamento dei dati personali...»

Dettagli

Vademecum. Guida alla lettura della busta paga PRATICA LAVORO 2/2011 - INSERTO. Riferimenti normativi e nozione. Soggetti interessati.

Vademecum. Guida alla lettura della busta paga PRATICA LAVORO 2/2011 - INSERTO. Riferimenti normativi e nozione. Soggetti interessati. Guida alla lettura della busta paga Riferimenti normativi e nozione R.D.L. 10 settembre 1923, n. 1955 R.D.L. 28 agosto 1924, n. 1422 (*) L. 5 gennaio 1953, n. 4, art. 1 D.P.R. 30 maggio 1955, n. 797, artt.

Dettagli

Informativa n. 32 Agevolazioni fiscali per i premi di produttività - Proroga per il 2012 - Pubblicazione del DPCM attuativo INDICE Premessa

Informativa n. 32 Agevolazioni fiscali per i premi di produttività - Proroga per il 2012 - Pubblicazione del DPCM attuativo INDICE Premessa Informativa n. 32 del 29 giugno 2012 Agevolazioni fiscali per i premi di produttività - Proroga per il 2012 - Pubblicazione del DPCM attuativo INDICE 1 Premessa... 2 2 Quadro normativo... 2 3 Regime fiscale

Dettagli

Oggetto: 730 senza sostituto casi particolari e Colf & badanti

Oggetto: 730 senza sostituto casi particolari e Colf & badanti Roma lì 04/05/2014 Prot. 202/2014 A tutti i Centri e Sportelli Circolare n. 52 Oggetto: 730 senza sostituto casi particolari e Colf & badanti L art. 51 bis del DL 69/2013 (Decreto del fare) ha previsto

Dettagli

Paghe e Contributi. Corsi. Padova. Corso Base. Corso Avanzato. Paghe e Contributi. Paghe e Contributi

Paghe e Contributi. Corsi. Padova. Corso Base. Corso Avanzato. Paghe e Contributi. Paghe e Contributi Corsi Centro Paghe...al Servizio del Professionista Corso Base Corso Avanzato Corso Base Paghe e contributi >> Costituzione del rapporto di lavoro e retribuzione Malattia, maternità, infortunio e adempimenti

Dettagli

SOMMARIO PRESENTAZIONE GLI AUTORI

SOMMARIO PRESENTAZIONE GLI AUTORI PRESENTAZIONE SOMMARIO GLI AUTORI Capitolo 1 - IL TFR DEFINIZIONE DI TFR Indennità di anzianità Trattamento di Fine Rapporto BENEFICIARI ANTICIPAZIONI 1. Limiti numerici al numero dei richiedenti 2. Limitazioni

Dettagli

IMPORTO GIORNI x RETRIBUZIONE x COEFFICIENTE x ORE MEDIA RIMBORSO INDENNIZZABILI ORARIA FASCIA GIORNALIERA

IMPORTO GIORNI x RETRIBUZIONE x COEFFICIENTE x ORE MEDIA RIMBORSO INDENNIZZABILI ORARIA FASCIA GIORNALIERA INTEGRAZIONE MALATTIA, INFORTUNIO E MALATTIA PROFESSIONALE CONTROLLI CASSA EDILE, ALIQUOTE PER CALCOLO INTEGRAZIONE E GESTIONE EVENTI NEL MUT IN VIGORE DALLE DENUNCE MUT DEL MESE DI GIUGNO 2012 (INTEGRATIVO

Dettagli

SPAZIO AZIENDE NOVEMBRE 2015

SPAZIO AZIENDE NOVEMBRE 2015 Studio di Consulenza del Lavoro Paola dott.ssa Biondi Via Madonna della Neve 1 42026 Canossa RE SPAZIO AZIENDE NOVEMBRE 2015 LE ULTIME NOVITÀ Stabilità 2016: prime anticipazioni DDL di Stabilità 2016 del

Dettagli

LA DETASSAZIONE DEI PREMI DI PRODUTTIVITA

LA DETASSAZIONE DEI PREMI DI PRODUTTIVITA LA DETASSAZIONE DEI PREMI DI PRODUTTIVITA APPLICABILE ANCHE AL 2010 L articolo 2, co.156 e 157 della Finanziaria 2010 rende operative anche per il 2010 alcune misure finalizzate al sostegno della famiglia,

Dettagli

Filctem Michelin: Formazione Sindacale. La Busta Paga. di Guarino Antonino nino.guarino@alice.it

Filctem Michelin: Formazione Sindacale. La Busta Paga. di Guarino Antonino nino.guarino@alice.it 1 La Busta Paga di Guarino Antonino nino.guarino@alice.it Indice: Che Legge La Regola? Quali Informazioni Contiene? 2 Cos è La Busta Paga? Le Voci Economiche Elementi Fissi e Variabili A Cosa Serve? Contributi

Dettagli

Gli emolumenti del personale della scuola

Gli emolumenti del personale della scuola Gli emolumenti del personale della scuola Di salvatore buonandi La retribuzione complessiva dei dipendenti della scuola è costituita da indennità di varia natura, di cui alcune concorrono con lo stipendio

Dettagli

DICEMBRE 2006. Applicazione dell accordo 1 dicembre 2006 nel Gruppo Sanpaolo Imi FISAC

DICEMBRE 2006. Applicazione dell accordo 1 dicembre 2006 nel Gruppo Sanpaolo Imi FISAC CENTRO INFORMATIVO DICEMBRE 2006 FISAC FONDO DI SOLIDARIETÀ PER IL SOSTEGNO DEL REDDITO Applicazione dell accordo 1 dicembre 2006 nel Gruppo Sanpaolo Imi Internet: http://www.cgil.it/fisac.sanpaolo E-mail:

Dettagli

Compensazione bonus 80,00 euro erogati in busta paga

Compensazione bonus 80,00 euro erogati in busta paga Circolare n. 12 del 17 luglio 2014 Compensazione bonus 80,00 euro erogati in busta paga INDICE 1 Premessa... 2 2 Disciplina prevista dal testo originario del DL 66/2014... 2 2.1 Utilizzo delle ritenute

Dettagli

Il Bonus Renzi diventa operativo e scade il 31 dicembre 2014 Leggere attentamente le avvertenze prima dell uso!

Il Bonus Renzi diventa operativo e scade il 31 dicembre 2014 Leggere attentamente le avvertenze prima dell uso! @bollettinoadapt, 5 maggio 2014 Il Bonus Renzi diventa operativo e scade il 31 dicembre 2014 Leggere attentamente le avvertenze prima dell uso! di Nicola Porelli Tag: #bonus #credito #Renzi #80euroalmese

Dettagli

GUIDA ALLA LETTURA DEL PROSPETTO DI LIQUIDAZIONE DATI IDENTIFICATIVI Sono riportati il codice fiscale, il cognome e il nome o la denominazione del sostituto d'imposta o del CAF o del professionista abilitato

Dettagli

DAL CALCOLO DELL IMPOSTA AL CONGUAGLIO

DAL CALCOLO DELL IMPOSTA AL CONGUAGLIO DAL CALCOLO DELL IMPOSTA AL CONGUAGLIO IL MODELLO 730-3: La STRUTTURA e i DATI IDENTIFICATIVI. Le sezioni del prospetto di liquidazione 730-3 Il risultato dell elaborazione dei dati esposti nel modello

Dettagli

FONDO PENSIONE APERTO AURORA PREVIDENZA. 1. Regime fiscale della forma pensionistica complementare (fondo pensione)

FONDO PENSIONE APERTO AURORA PREVIDENZA. 1. Regime fiscale della forma pensionistica complementare (fondo pensione) Allegato alla Nota Informativa FONDO PENSIONE APERTO AURORA PREVIDENZA DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE 1. Regime fiscale della forma pensionistica complementare (fondo pensione) I fondi pensione, istituiti

Dettagli

TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO, ALTRE INDENNITA E SOMME SOGGETTE A TASSAZIONE SEPARATA

TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO, ALTRE INDENNITA E SOMME SOGGETTE A TASSAZIONE SEPARATA TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO, ALTRE INDENNITA E SOMME SOGGETTE A TASSAZIONE SEPARATA punto 94: ammontare corrisposto nel 2007: - al netto di quanto corrisposto in anni precedenti casella 95; - ridotto

Dettagli

Oggetto: Detassazione straordinari e altri elementi produttività: un opportunità

Oggetto: Detassazione straordinari e altri elementi produttività: un opportunità Lissone, Novembre 2010 Circolare n 22 /2010 Ai signori clienti loro sedi Oggetto: Detassazione straordinari e altri elementi produttività: un opportunità Gentile Cliente, con la presente abbiamo il piacere

Dettagli

Trattamento Economico del personale tecnico amministrativo e calcolo dello stipendio mensile

Trattamento Economico del personale tecnico amministrativo e calcolo dello stipendio mensile Strumento utile alla lettura del Cedolino Stipendi Trattamento Economico Fonti normative Le fonti normative che regolano il trattamento economico del personale in servizio presso le Università si differenziano

Dettagli

INDENNITA DIS-COLL. Articolo 15, Decreto legislativo 4 marzo 2015, n. 22

INDENNITA DIS-COLL. Articolo 15, Decreto legislativo 4 marzo 2015, n. 22 INDENNITA DIS-COLL Articolo 15, Decreto legislativo 4 marzo 2015, n. 22 1 DESTINATARI Dal 1 gennaio 2015 è stata istituita, in via sperimentale, in relazione agli eventi di cessazione dal lavoro verificatisi

Dettagli

CASSA EDILE DI MUTUALITA E DI ASSISTENZA DI NOVARA FASCICOLO TABELLE

CASSA EDILE DI MUTUALITA E DI ASSISTENZA DI NOVARA FASCICOLO TABELLE CASSA EDILE DI MUTUALITA E DI ASSISTENZA DI NOVARA FASCICOLO TABELLE Percentuali contributive - Percentuali accantonamento Coefficienti malattia e infortunio IN VIGORE DAL MESE DI DICEMBRE 2012 2 TABELLE

Dettagli