COMUNE DI CODIGORO PROVINCIA DI FERRARA

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COMUNE DI CODIGORO PROVINCIA DI FERRARA"

Transcript

1 COMUNE DI CODIGORO PROVINCIA DI FERRARA SETTORE SEGRETERIA Servizio Pubblica Istruzione Protocollo generale delle determinazioni dirigenziali DETERMINAZIONE N. 350 DEL 14/07/2014 OGGETTO ISTRUZIONE PUBBLICA - ESENZIONE PAGAMENTO TARIFFA PER MENSA E TRASPORTO SCOLASTICO - A.S. 2013/ ESITO DEI CONTROLLI SULLA VERIDICITA' DELLE DICHIARAZIONE SOSTITUTIVE UNICHE- DETERMINAZIONI IN MERITO IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO Premesso che: con deliberazione di Giunta Comunale n. 194 del 10/12/2013 è stata concessa, tra l altro, l esenzione dal pagamento della tariffa relativa al servizio mensa scolastica per l a.s. 2013/2014 per due figli minori, al cittadino con c.i.a n ; come di consueto, l elenco dei soggetti beneficiari di esenzione e agevolazione tariffaria, relativamente al servizio mensa e trasporto scolastico, è stato trasmesso alla Guardia di Finanza, Brigata di Codigoro, in virtù dei compiti alla stessa attribuiti dal D.Lgs. 19 marzo 2001, n. 68, al fine di appurare la veridicità dei dati contenuti nelle dichiarazioni sostitutive, relativi alla situazione reddituale e patrimoniale del nucleo familiare, presentate dai soggetti richiedenti i benefici in questione; a conclusione del procedimento di controllo, la Guardia di Finanza, Brigata di Codigoro, con nota del 10/03/2014, acquisita al prot. gen. dell Ente al n del 12/03/2014, trasmetteva a questo Ente il processo verbale di accertamento e contestazione, a carico del cittadino con c.i.a n , per indebita percezione dell esenzione tariffaria a danno del bilancio locale, in violazione dell art. 316-ter, comma 2 del C.P., a causa della non veridicità della D.S.U (Dichiarazione Sostitutiva Unica) ISEE, presentata per ottenere l esenzione dal pagamento della tariffa sopra citata, non indicante tutti i redditi percepiti dal nucleo familiare e, in particolare, per l omissione del reddito percepito dal marito della dichiarante;

2 con il suindicato processo verbale di accertamento e contestazione, notificato all interessato ai sensi dell art. 14 della L.689/1981: a) veniva precisato che, pur configurandosi nella condotta del dichiarante la violazione dell art. 316 ter, 2 comma del C.P., trattandosi di una prestazione agevolata inferiore ad ,96, si configura un illecito amministrativo punito ai sensi della L. 689/81; b) il trasgressore veniva edotto della facoltà di. -procedere al pagamento, in forza delle disposizioni dettate dall art. 16, 1 comma della legge n. 689/81, di una somma in misura ridotta entro il termine di 60 giorni dalla notifica degli estremi della violazione; -far pervenire al Sindaco del, ai sensi dell art. 18 della L. n. 689/81, entro 30 giorni dalla data di contestazione della violazione, scritti difensivi e documenti chiedendo altresì di essere sentito dalla medesima autorità; Atteso che: la produzione di dichiarazione non veritiera comporta la decadenza dal beneficio concesso (art. 75 del DPR 445/2000), ed è punita ai sensi del codice penale e delle leggi speciali in materia (art. 76 del DPR 445/2000); l art. 316 ter del C.P. prevede, in deroga al principio di rilevanza penale della dichiarazione non veritiera, che quando la somma indebitamente percepita è pari o inferiore a tremilanovecentonovantanove euro e novantasei centesimi si applica soltanto la sanzione amministrativa del pagamento di una somma di denaro; Considerato che: a seguito della contestazione il soggetto richiedente ha presentato una nuova D.S.U, aggiornata e corretta, da cui si evince che: - il valore Isee relativo ai redditi percepiti nell anno 2012, pari ad ,11, pur risultando leggermente superiore a quello precedentemente dichiarato, pari ad ,02, rimane comunque contenuto entro il limite di ,00, previsto per la concessione dei benefici richiesti; - è stata accertata la veridicità dei dati ulteriormente dichiarati; - sono risultate ampiamente giustificate le omissioni riscontrate in merito al nucleo familiare interessato, come risulta dal processo verbale del 02/01/2013 della locale stazione dei Carabinieri depositato agli atti istruttori; Considerato altresì che: con deliberazione di Giunta comunale n. 288 del sono state individuate le misure organizzative per l effettuazione dei controlli sui contenuti delle dichiarazioni sostitutive di certificazione e di atto di notorietà, prevedendo che: - qualora nel corso dei controlli siano rilevati nelle DSC e DSAN prese in esame dal servizio procedente errori e/o imprecisioni sanabili, i soggetti interessati devono essere invitati ad integrare le dichiarazioni entro adeguato termine; - al fine di poter realizzare l integrazione dell elemento informativo errato od impreciso, se sanabile, il responsabile del servizio procedente dovrà verificare: - a) l evidenza dell errore; - b)la sua non incidenza affettiva sul procedimento in corso;

3 - c)la possibilità di essere sanato dall interessato con una dichiarazione integrativa. Valutato, anche alla luce delle disposizioni di cui alle misure organizzative individuate con la deliberazione sopra richiamata, che per il caso di specie sussistono le condizioni per: - la conferma del contributo concesso in forma di esenzione; - l archiviazione del verbale di contestazione per le seguenti motivazioni: - dalla nuova D.S.U. (Dichiarazione Sostitutiva Unica) ISEE presentata dal dichiarante si evince che a seguito dell inclusione del reddito percepito dal coniuge del dichiarante medesimo, il valore Isee relativo ai redditi percepiti nell anno 2012, pari ad ,11, pur risultando leggermente superiore a quello precedentemente dichiarato, pari ad ,02, rimane comunque contenuto entro il limite di ,00, previsto per la concessione dei benefici richiesti; - il reddito del coniuge del dichiarante non era stato incluso nella D.S.U. inizialmente presentata per le ragioni rinvenibili nel processo verbale del 02/01/2013 della locale stazione dei Carabinieri depositato agli atti istruttori; Vista la L. 24 novembre 1981, n. 689, art. 18, co. 2; Riconosciuta la propria competenza in virtù della determinazione Dirigenziale n. 154 del 01/04/2014 di nomina del responsabile del procedimento; Accertata, relativamente al presente procedimento, l insussistenza di conflitto di interessi anche potenziale nei confronti del responsabile del procedimento; PROPONE Relativamente al procedimento avviato con processo verbale di accertamento e contestazione, a carico del cittadino con c.i.a n , emesso dalla Guardia di Finanza, Brigata di Codigoro, trasmesso a questo Ente per i provvedimenti di competenza, di prendere atto che: - dalla nuova D.S.U. (Dichiarazione Sostitutiva Unica) ISEE presentata dal dichiarante si evince che a seguito dell inclusione del reddito percepito dal coniuge del dichiarante medesimo (prima non incluso per le ragioni rinvenibili nel processo verbale del 02/01/2013 della locale stazione dei Carabinieri depositato agli atti istruttori), il valore Isee relativo ai redditi percepiti nell anno 2012, pari ad ,11, pur risultando leggermente superiore a quello precedentemente dichiarato, pari ad ,02, rimane comunque contenuto entro il limite di ,00, previsto per la concessione dei benefici richiesti; Di confermare pertanto il beneficio concesso con deliberazione di Giunta Comunale n. 194 del 10/12/2013, consistente nell esenzione dal pagamento della tariffa relativa al servizio mensa scolastica per l a.s. 2013/2014 per i due figli minori, in favore del nucleo familiare del cittadino con c.i.a. n , stante l ininfluenza dell omissione accertata ai fini della concessione medesima; Di archiviare, per le motivazioni prima esposte, il verbale di contestazione emesso dalla Guardia di Finanza in data , trasmesso a questo ente per i conseguenti provvedimenti di competenza con nota acquisita al prot. N 4971 del ;

4 Di notificare il presente atto al cittadino con c.i.a n interessato al procedimento in argomento; Di trasmettere copia del presente atto alla Guardia di Finanza, Brigata di Codigoro, per i provvedimenti di competenza. Il Responsabile del Procedimento Farinella Paola IL RESPONSABILE DEL SETTORE Vista la su estesa proposta di determinazione redatta dal Responsabile del procedimento; Valutata la regolarità della procedura; Riconosciuta la propria competenza in virtù del decreto sindacale n. 48/2010; Accertata, relativamente al presente procedimento, l insussistenza di conflitto di interesse anche potenziale nei confronti del dirigente responsabile; DETERMINA di approvare la su estesa proposta con la premessa narrativa e dispositivo che vengono qui integralmente richiamati anche se non materialmente riportati.

5 Il Responsabile del Procedimento. (FARINELLA PAOLA) Il Responsabile del Settore. (DI PAOLA ROSARIA) Il Responsabile del Servizio Finanziario Vista la suestesa determinazione APPONE Il visto di regolarità contabile attestante la copertura finanziaria della spesa, ai sensi e per gli effetti dell art. 151, c. 4 DLgs 267/2000 Il Responsabile del Servizio Finanziario Codigoro,.. (data).. (LECCIOLI GIORGIO) Si manda alla pubblicazione all Albo Pretorio Comunale per 15 giorni dal (spazio pubblicazione)

Unità organizzativa: Comune di Castellina in Chianti\\Ufficio Personale\\Servizi sociali

Unità organizzativa: Comune di Castellina in Chianti\\Ufficio Personale\\Servizi sociali COMUNE DI CASTELLINA IN CHIANTI PROVINCIA DI SIENA ORIGINALE Determinazione n. 528 del 20/09/2016 Unità organizzativa: Comune di Castellina in Chianti\\Ufficio Personale\\Servizi sociali N.ro di settore:

Dettagli

COMUNE DI OFFANENGO REGOLAMENTO SULLA DEFINIZIONE DEI CRITERI PER L ACCERTAMENTO DELLA VERIDICITA DELLE DICHIARAZIONI ISEE

COMUNE DI OFFANENGO REGOLAMENTO SULLA DEFINIZIONE DEI CRITERI PER L ACCERTAMENTO DELLA VERIDICITA DELLE DICHIARAZIONI ISEE COMUNE DI OFFANENGO REGOLAMENTO SULLA DEFINIZIONE DEI CRITERI PER L ACCERTAMENTO DELLA VERIDICITA DELLE DICHIARAZIONI ISEE Approvato dal Consiglio Comunale con atto n. 58 del 29.11.2012 INDICE Art. 1 Oggetto

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER L INDIVIDUAZIONE DELLA SITUAZIONE ECONOMICA DI COLORO CHE RICHIEDONO PRESTAZIONI SOCIALI AGEVOLATE

REGOLAMENTO COMUNALE PER L INDIVIDUAZIONE DELLA SITUAZIONE ECONOMICA DI COLORO CHE RICHIEDONO PRESTAZIONI SOCIALI AGEVOLATE REGOLAMENTO COMUNALE PER L INDIVIDUAZIONE DELLA SITUAZIONE ECONOMICA DI COLORO CHE RICHIEDONO PRESTAZIONI SOCIALI AGEVOLATE Approvato con deliberazione C.C. n 15 del 18/03/2008 ART.1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO

Dettagli

REGOLAMENTO DI APPLICAZIONE DELL INDICATORE DELLA SITUAZIONE ECONOMICA EQUIVALENTE (I.S.E.E.)

REGOLAMENTO DI APPLICAZIONE DELL INDICATORE DELLA SITUAZIONE ECONOMICA EQUIVALENTE (I.S.E.E.) COMUNE DI ORIO CANAVESE Sede: Piazza G. Tapparo, 1 10010 Orio Canavese (TO) REGOLAMENTO DI APPLICAZIONE DELL INDICATORE DELLA SITUAZIONE ECONOMICA EQUIVALENTE (I.S.E.E.) Approvato con deliberazione C.C.

Dettagli

Determina Personale Organizzazione/ del 16/03/2016

Determina Personale Organizzazione/ del 16/03/2016 Comune di Novara Determina Personale Organizzazione/0000047 del 16/03/2016 Area / Servizio Area Organizzativa (05.UdO) Proposta Istruttoria Unità Area Organizzativa (05.UdO) Proponente Monzani / Battaini

Dettagli

Piazza Castello, n GONZAGA (MN) Tel. 0376/ Fax 0376/ P.IVA

Piazza Castello, n GONZAGA (MN) Tel. 0376/ Fax 0376/ P.IVA B A N D O PER LA CONCESSIONE DI AGEVOLAZIONI TARIFFARIE PER IL SERVIZIO DI FOGNATURA E DEPURAZIONE ANNO 2009 E indetto il bando per la concessione di agevolazioni tariffarie per il Servizio di Fognatura

Dettagli

IL RESPONSABILE SETTORE AMMINISTRATIVO - TRIBUTI

IL RESPONSABILE SETTORE AMMINISTRATIVO - TRIBUTI Comune di Caraffa di Catanzaro Servizio Area Amministrativa -Tributi Prov. Di Catanzaro ed Affari Generali DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO Nr 130 Reg. Gen 393 del 17.10.2014 Oggetto: Approvazione

Dettagli

Determinazione dirigenziale

Determinazione dirigenziale SETTORE SERVIZI SOCIALI --- AREA MINORI E FAMIGLIE Determinazione dirigenziale Registro Generale N. 343 del 31/05/2016 Registro del Settore N. 119 del 31/05/2016 Oggetto: CONCESSIONE ASSEGNI PER IL NUCLEO

Dettagli

COMUNE DI CODIGORO PROVINCIA DI FERRARA

COMUNE DI CODIGORO PROVINCIA DI FERRARA COMUNE DI CODIGORO PROVINCIA DI FERRARA SETTORE SERVIZI TECNICI Servizio Lavori Pubblici Protocollo generale delle determinazioni dirigenziali DETERMINAZIONE N. 104 DEL 11/03/2013 OGGETTO LL.PP. - INTERVENTI

Dettagli

Approvato con Provvedimento del Direttore n. 120 del 9/05/2016 AZIENDA REGIONALE PER IL DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO

Approvato con Provvedimento del Direttore n. 120 del 9/05/2016 AZIENDA REGIONALE PER IL DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO Approvato con Provvedimento del Direttore n. 120 del 9/05/2016 DISCIPLINARE PER L APPLICAZIONE DELLE SANZIONI AMMINISTRATIVE PREVISTE DAL REGOLAMENTO AZIENDALE PER L EFFETTUAZIONE DEGLI ACCERTAMENTI DI

Dettagli

REGOLAMENTO PER L EFFETTUAZIONE DEI CONTROLLI SULLE AUTOCERTIFICAZIONI (Approvato con Deliberazione di Consiglio Unione n. 43 del 06/10/2015)

REGOLAMENTO PER L EFFETTUAZIONE DEI CONTROLLI SULLE AUTOCERTIFICAZIONI (Approvato con Deliberazione di Consiglio Unione n. 43 del 06/10/2015) REGOLAMENTO PER L EFFETTUAZIONE DEI CONTROLLI SULLE AUTOCERTIFICAZIONI (Approvato con Deliberazione di Consiglio Unione n. 43 del 06/10/2015) 1 INDICE ART. 1 - OGGETTO E FINALITÀ ART. 2 AUTOCERTIFICAZIONI

Dettagli

- REGOLAMENTO COMUNALE - approvato con delibera del Consiglio Comunale n.3 del

- REGOLAMENTO COMUNALE - approvato con delibera del Consiglio Comunale n.3 del - REGOLAMENTO COMUNALE - approvato con delibera del Consiglio Comunale n.3 del 23.2.2016 APPLICAZIONE DEL DPCM N. 159/2013 E DEL DM 07/11/2014 SUI SERVIZI SOCIALI E SCOLASTICI ARTICOLO 1 Oggetto del regolamento

Dettagli

PROVINCIA DI FERRARA UOC INFANZIA DIRITTO ALLO STUDIO E INTEGRAZIONE SCOLASTICA

PROVINCIA DI FERRARA UOC INFANZIA DIRITTO ALLO STUDIO E INTEGRAZIONE SCOLASTICA PROVINCIA DI FERRARA UOC INFANZIA DIRITTO ALLO STUDIO E INTEGRAZIONE SCOLASTICA Determ. n. 1184 del 12/07/2017 DETERMINAZIONE Oggetto:BORSE DI STUDIO A.S. 2016-2017 (L.R. 26/2001). APPROVAZIONE ELENCHI

Dettagli

Comune di Serravalle Scrivia Provincia di Alessandria

Comune di Serravalle Scrivia Provincia di Alessandria Comune di Serravalle Scrivia Provincia di Alessandria REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL INDICATORE DELLA SITUAZIONE ECONOMICA (I.S.E.E.) E DETERMINAZIONE DELLE FASCE DI REDDITO PER I DIVERSI SERVIZI

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Originale Nr. GENERALE 91 SETTORE Settore Welfare Cittadino NR. SETTORIALE 24 DEL 12/02/2015 OGGETTO: CONCESSIONE ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE E DI MATERNITÀ A DIVERSI RICHIEDENTI

Dettagli

Determinazione dirigenziale

Determinazione dirigenziale Determinazione dirigenziale n. 5 del 17.2.2014 Atto di citazione avanti il Tribunale di Monza per ottenere l accertamento di qualsiasi responsabilità in merito all inadempimento contrattuale in capo alla

Dettagli

Determina Personale/ del 27/06/2013

Determina Personale/ del 27/06/2013 Comune di Novara Determina Personale/0000101 del 27/06/2013 Area / Servizio Area Organizzativa (05.UdO) Proposta Istruttoria Unità Area Organizzativa (05.UdO) Proponente Monzani/Battaini Nuovo Affare Affare

Dettagli

COMUNE DI BAREGGIO Provincia di Milano

COMUNE DI BAREGGIO Provincia di Milano COMUNE DI BAREGGIO Provincia di Milano Determinazione Numero Data Data esecutività SETTORE TERRITORIO, AMBIENTE E SUAP 29 29/10/2014 03/11/2014 Oggetto: IMPEGNO DI SPESA PER STIPULA ATTI TRASFERIMENTO

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ATTUAZIONE DEI CONTROLLI SULLE DOMANDE PER L OTTENIMENTO DEI BENEFICI DEL DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO

REGOLAMENTO PER L ATTUAZIONE DEI CONTROLLI SULLE DOMANDE PER L OTTENIMENTO DEI BENEFICI DEL DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO REGOLAMENTO PER L ATTUAZIONE DEI CONTROLLI SULLE DOMANDE PER L OTTENIMENTO DEI BENEFICI DEL DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO Art. 1 Oggetto 1. Il presente Regolamento disciplina i controlli sulla veridicità

Dettagli

DELIBERAZIONE N. _375_ DEL _10/04/2014_

DELIBERAZIONE N. _375_ DEL _10/04/2014_ cod. az. 01193MOD12_rev3_21/08/2013 Pag. 1 di 5 Centro Direzionale Piazza Ospedale, 5 59100 - PRATO C.F. e P.IVA 01683070971 DELIBERAZIONE N. _375_ DEL _10/04/2014_ OGGETTO: Ordinanza - Ingiunzione Signora

Dettagli

REGOLAMENTO APLLICAZIONE SANZIONI AMMINISTRATIVE. Art. 2 - PRINCIPI E MISURE DELLE SANZIONI AMMINISTRATIVE PECUNIARIE

REGOLAMENTO APLLICAZIONE SANZIONI AMMINISTRATIVE. Art. 2 - PRINCIPI E MISURE DELLE SANZIONI AMMINISTRATIVE PECUNIARIE REGOLAMENTO APLLICAZIONE SANZIONI AMMINISTRATIVE Art. 1 - AMBITO DI APPLICAZIONE Art. 2 - PRINCIPI E MISURE DELLE SANZIONI AMMINISTRATIVE PECUNIARIE Art. 3 - AUTORITA COMPETENTE Art. 4 - SOGGETTI ACCERTATORI

Dettagli

Determina Servizi Sociali/ del 28/04/2016

Determina Servizi Sociali/ del 28/04/2016 Comune di Novara Determina Servizi Sociali/0000103 del 28/04/2016 Area / Servizio Servizi Sociali Educativi (23.UdO) Proposta Istruttoria Unità Servizi Sociali Educativi (23.UdO) Proponente A.M. Nuovo

Dettagli

DISCIPLINARE PER LE ULTERIORI AGEVOLAZIONI SULLA TARIFFA PER L APPLICAZIONE DELLA TARI

DISCIPLINARE PER LE ULTERIORI AGEVOLAZIONI SULLA TARIFFA PER L APPLICAZIONE DELLA TARI ALLEGATO A1 DISCIPLINARE PER LE ULTERIORI AGEVOLAZIONI SULLA TARIFFA PER L APPLICAZIONE DELLA TARI INDICE ART. 1 : Oggetto ART. 2 : Requisiti per le agevolazioni ART. 3 : Domande ART. 4 : Attestazione

Dettagli

PIANO DI ZONA PROGRAMMA REGIONALE DI ASSEGNI DI CURA PER DISABILI GRAVISSIMI E GRAVI. LIQUIDAZIONE SOMME ASSEGNI DI CURA PER PERSONE AFFETTE DA SLA

PIANO DI ZONA PROGRAMMA REGIONALE DI ASSEGNI DI CURA PER DISABILI GRAVISSIMI E GRAVI. LIQUIDAZIONE SOMME ASSEGNI DI CURA PER PERSONE AFFETTE DA SLA REGISTRO GENERALE N 770 del 24/04/2017 PIANO DI ZONA REGISTRO SETTORE N 54 DEL 24/04/2017 PROGRAMMA REGIONALE DI ASSEGNI DI CURA PER DISABILI GRAVISSIMI E GRAVI. LIQUIDAZIONE SOMME ASSEGNI DI CURA PER

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Copia per: Sindaco Segretario Generale Albo Pretorio Ragioneria Dirigente Staff Dirigente Organizzazione e Sviluppo Risorse Umane Altri: CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile

Dettagli

COMUNE DI FOLIGNO Provincia di Perugia

COMUNE DI FOLIGNO Provincia di Perugia COMUNE DI FOLIGNO Provincia di Perugia Determinazione Dirigenziale n. 252 del 12/03/2015 Proposta di Determinazione Dirigenziale n. 1 del 11/03/2015 9.17 PO - ATTIVITA SERVIZI SOCIALI OGGETTO: Avviso Pubblico

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DETERMINAZIONE E L APPLICAZIONE DELLE SANZIONI AMMINISTRATIVE

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DETERMINAZIONE E L APPLICAZIONE DELLE SANZIONI AMMINISTRATIVE Comune di Cerveteri (Provincia di Roma) REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DETERMINAZIONE E L APPLICAZIONE DELLE SANZIONI AMMINISTRATIVE Approvato con Deliberazione del Consiglio comunale n. 85 del 16 novembre

Dettagli

COMUNE DI CASALNUOVO DI NAPOLI Provincia di Napoli

COMUNE DI CASALNUOVO DI NAPOLI Provincia di Napoli COMUNE DI CASALNUOVO DI NAPOLI Provincia di Napoli COPIA CONFORME ALL ORIGINALE Registro Generale n. 773 DETERMINAZIONE ll SETTORE - POLITICHE SOCIALI N. 122 DEL 19-04-2016 Oggetto: FONDO PER IL SOSTEGNO

Dettagli

COMUNE DI VILLACIDRO Provincia del Medio Campidano

COMUNE DI VILLACIDRO Provincia del Medio Campidano COMUNE DI VILLACIDRO Provincia del Medio Campidano DETERMINAZIONE SERVIZIO Economico-Finanziario e Tributi Numero 35 del 10-05-2016 Registro generale n. 566 del 10-05-2016 OGGETTO: Approvazione graduatoria

Dettagli

Determinazione dirigenziale

Determinazione dirigenziale SETTORE SERVIZI SOCIALI --- AREA MINORI E FAMIGLIE Determinazione dirigenziale Registro Generale N. 13 del 16/01/2017 Registro del Settore N. 6 del 16/01/2017 Oggetto: Concessione assegni per il nucleo

Dettagli

Alla Segreteria del Servizio di Conciliazione della Camera di Commercio di Torino

Alla Segreteria del Servizio di Conciliazione della Camera di Commercio di Torino Alla Segreteria del Servizio di Conciliazione della Camera di Commercio di Torino Organismo iscritto al n. 122 del Registro degli organismi di mediazione Il/ La sottoscritt nat a prov./naz. il codice fiscale

Dettagli

Ordinanza - Ingiunzione n. O.I. 61/08

Ordinanza - Ingiunzione n. O.I. 61/08 A. P. DAL 31-03-2008 AL 15-04-2008 COPIA REG. GEN. N. 443 Data 31-03-2008 PRATICA N. DBDIR - 357-2008 PROVINCIA DI CROTONE DIPARTIMENTO III SETTORE 2 AMBIENTE, DEMANIO IDRICO, ENERGIA, RIS. IDRICHE DETERMINAZIONE

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE. Nr. GENERALE 534 SETTORE Settore Programmazione Economico Finanziario e Fiscalità NR. SETTORIALE 57 DEL 11/05/2015

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE. Nr. GENERALE 534 SETTORE Settore Programmazione Economico Finanziario e Fiscalità NR. SETTORIALE 57 DEL 11/05/2015 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Originale Nr. GENERALE 534 SETTORE Settore Programmazione Economico Finanziario e Fiscalità NR. SETTORIALE 57 DEL 11/05/2015 OGGETTO: COLLOCAMENTO IN ASPETTATIVA NON RETRIBUITA

Dettagli

Comune di Pontecagnano Faiano PROVINCIA DI SALERNO SETTORE AMMINISTRAZIONE GENERALE RISORSE UMANE

Comune di Pontecagnano Faiano PROVINCIA DI SALERNO SETTORE AMMINISTRAZIONE GENERALE RISORSE UMANE Comune di Pontecagnano Faiano PROVINCIA DI SALERNO DETERMINAZIONE N. 675 Data di registrazione 01/06/2017 SETTORE AMMINISTRAZIONE GENERALE RISORSE UMANE OGGETTO: CONFERMA IN SERVIZIO DI N.2 UNITA' DI PERSONALE

Dettagli

REGOLAMENTO I.S.E.E.

REGOLAMENTO I.S.E.E. Comune di Sant Ilario d Enza (Provincia di Reggio Emilia) REGOLAMENTO I.S.E.E. (Indicatore situazione economica equivalente) Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 67 del 28.10.02 CAPO I

Dettagli

COMUNE DI TALLA PROVINCIA DI AREZZO

COMUNE DI TALLA PROVINCIA DI AREZZO COMUNE DI TALLA PROVINCIA DI AREZZO AREA AMMINISTRATIVA Servizio Amministrativo Cultura - Assistenza DETERMINA N. 289 289 DEL REGISTRO GENERALE del 8 agosto 2011 OGGETTO: DECRETO DIRIGENZIALE DELLA REGIONE

Dettagli

COMUNE DI BORGOMANERO REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL INDICATORE DELLA SITUAZIONE ECONOMICA EQUIVALENTE (ISEE)

COMUNE DI BORGOMANERO REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL INDICATORE DELLA SITUAZIONE ECONOMICA EQUIVALENTE (ISEE) COMUNE DI BORGOMANERO REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL INDICATORE DELLA SITUAZIONE ECONOMICA EQUIVALENTE (ISEE) APPROVATO CON ATTO N. 29 DEL 9 APRILE 2002 Il presente Regolamento è entrato in vigore

Dettagli

COMUNE DI FOLIGNO Provincia di Perugia

COMUNE DI FOLIGNO Provincia di Perugia COMUNE DI FOLIGNO Provincia di Perugia Determinazione Dirigenziale n. 1228 del 10/10/2016 Proposta di Determinazione Dirigenziale n. 108 del 06/10/2016 10.2 SERVIZIO - TRIBUTI E RISCOSSIONE OGGETTO: Rateazione

Dettagli

All Organismo di Conciliazione dell Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Vicenza

All Organismo di Conciliazione dell Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Vicenza All Organismo di Conciliazione dell Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Vicenza Organismo iscritto al n. 107 del registro degli organismi abilitati a svolgere la mediazione tenuto

Dettagli

COMUNE DI GRAVINA IN PUGLIA DIREZIONE CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE Registro di Servizio: 49 del 15/07/2013 A CURA DELL UFFICIO SEGRETERIA:

COMUNE DI GRAVINA IN PUGLIA DIREZIONE CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE Registro di Servizio: 49 del 15/07/2013 A CURA DELL UFFICIO SEGRETERIA: COMUNE DI GRAVINA IN PUGLIA DIREZIONE 05 0500 - CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE Registro di Servizio: 49 del 15/07/2013 OGGETTO: Trasporto pubblico locale. Rimborso agevolazioni tariffarie per categorie individuate

Dettagli

TOVO SAN GIACOMO Provincia di Savona

TOVO SAN GIACOMO Provincia di Savona COMUNE DI TOVO SAN GIACOMO Provincia di Savona REGOLAMENTO SULLE SANZIONI AMMINISTRATIVE E PECUNIARIE PER LA VIOLAZIONE DEI REGOLAMENTI E DELLE ORDINANZE Approvato con D.C.C. n. 17 del 30.09.2003-1 - Articolo

Dettagli

REGOLAMENTO SULLE SANZIONI AMMINISTRATIVE PECUNIARIE PER LA VIOLAZIONE DEI REGOLAMENTI E DELLE ORDINANZE

REGOLAMENTO SULLE SANZIONI AMMINISTRATIVE PECUNIARIE PER LA VIOLAZIONE DEI REGOLAMENTI E DELLE ORDINANZE REGOLAMENTO SULLE SANZIONI AMMINISTRATIVE PECUNIARIE PER LA VIOLAZIONE DEI REGOLAMENTI E DELLE ORDINANZE Approvato con delibera Consiglio Comunale n. 65 / 06.10.2003 Articolo 1 Oggetto del regolamento

Dettagli

COMUNE DI SUELLI. Settore Amministrativo SETTORE : Pompei Daniela. Responsabile: 586 NUMERAZIONE SETTORIALE N. 355 NUMERAZIONE GENERALE N.

COMUNE DI SUELLI. Settore Amministrativo SETTORE : Pompei Daniela. Responsabile: 586 NUMERAZIONE SETTORIALE N. 355 NUMERAZIONE GENERALE N. COMUNE DI SUELLI SETTORE : Responsabile: Settore Amministrativo Pompei Daniela NUMERAZIONE GENERALE N. 586 NUMERAZIONE SETTORIALE N. 355 in data 11/09/2013 OGGETTO: L.R. 3/2008 art.4 c.1 lett.l. Attribuzione

Dettagli

Comune di Fossato di Vico Provincia di Perugia

Comune di Fossato di Vico Provincia di Perugia C O P I A AREA AFFARI GENERALI SPECIALISTA AMMINISTRATIVO BAGNARELLI Claudia DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DELL AREA Numero 57 del Reg. Data 31-03-16 Numero 198 del Registro Generale Oggetto: SERVIZI

Dettagli

Città di Alghero Provincia di Sassari

Città di Alghero Provincia di Sassari Allegato A Città di Alghero Provincia di Sassari SETTORE V QUALITA DELLA VITA INTERVENTI PER LE POLITICHE ABITATIVE DOMANDA PER LA CONCESSIONE DEL CONTRIBUTO PER MOROSITA INCOLPEVOLE CON SFRATTO ESECUTIVO

Dettagli

COMMUNE DE ROISAN VALLE D AOSTA

COMMUNE DE ROISAN VALLE D AOSTA COMUNE DI ROISAN VALLE D AOSTA COMMUNE DE ROISAN VALLEE D AOSTE REGOLAMENTO PER LA DETERMINAZIONE E L APPLICAZIONE DELL INDICATORE REGIONALE DELLA SITUAZIONE ECONOMICA EQUIVALENTE (I. R. S. E. E.), AI

Dettagli

COMUNE DI CASALNUOVO DI NAPOLI Provincia di Napoli

COMUNE DI CASALNUOVO DI NAPOLI Provincia di Napoli COMUNE DI CASALNUOVO DI NAPOLI Provincia di Napoli COPIA CONFORME ALL ORIGINALE Registro Generale n. 960 DETERMINAZIONE X SETTORE - POLITICHE SOCIALI N. 51 DEL 28-04-2015 Oggetto: RIMBORSO SPESA PARZIALE

Dettagli

Città di Giugliano in Campania

Città di Giugliano in Campania Città di Giugliano in Campania Provincia di Napoli SETTORE SERVIZI FINANZIARI REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLE SANZIONI AMMINISTRATIVE ALLE VIOLAZIONI DEI REGOLAMENTI E DELLE ORDINANZE COMUNALI Approvato

Dettagli

COMUNE DI NERVIANO. Regolamento per l applicazione delle sanzioni amministrative relative alle violazioni di: Regolamenti ed Ordinanze Comunali.

COMUNE DI NERVIANO. Regolamento per l applicazione delle sanzioni amministrative relative alle violazioni di: Regolamenti ed Ordinanze Comunali. COMUNE DI NERVIANO Regolamento per l applicazione delle sanzioni amministrative relative alle violazioni di: Regolamenti ed Ordinanze Comunali. INDICE Art. 1 Art. 2 Art. 3 Art. 4 Art. 5 Art. 6 Art. 7 Art.

Dettagli

C O M U N E D I B R U I N O

C O M U N E D I B R U I N O C O M U N E D I B R U I N O PROVINCIA DI TORINO - C. A. P. 10090 REGOLAMENTO DI APPLICAZIONE DELL INDICATORE DELLA SITUAZIONE ECONOMICA EQUIVALENTE ALLE PRESTAZIONI SOCIALI AGEVOLATE Approvato con deliberazione

Dettagli

COMUNE DI FOLIGNO Provincia di Perugia

COMUNE DI FOLIGNO Provincia di Perugia COMUNE DI FOLIGNO Provincia di Perugia Determinazione Dirigenziale n. 1013 del 25/08/2016 Proposta di Determinazione Dirigenziale n. 68 del 23/08/2016 5.7 SERVIZIO - GESTIONE ECONOMICA RISORSE UMANE OGGETTO:

Dettagli

REGIONE AUTONOMA VALLE D AOSTA COMUNE DI ARVIER

REGIONE AUTONOMA VALLE D AOSTA COMUNE DI ARVIER REGIONE AUTONOMA VALLE D AOSTA COMUNE DI ARVIER REGOLAMENTO PER LA DETERMINAZIONE E L APPLICAZIONE DELL INDICATORE REGIONALE DELLA SITUAZIONE ECONOMICA EQUIVALENTE (I. R. S. E. E.), AI FINI DELL ACCESSO

Dettagli

COMUNE DI NAVE. Provincia di Brescia. Regolamento Comunale per l applicazione dell ISEE indicatore della situazione economica equivalente

COMUNE DI NAVE. Provincia di Brescia. Regolamento Comunale per l applicazione dell ISEE indicatore della situazione economica equivalente COMUNE DI NAVE Provincia di Brescia Regolamento Comunale per l applicazione dell ISEE indicatore della situazione economica equivalente Approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n.53 del 30/11/2015

Dettagli

COMUNE DI FOLIGNO Provincia di Perugia

COMUNE DI FOLIGNO Provincia di Perugia COMUNE DI FOLIGNO Provincia di Perugia Determinazione Dirigenziale n. 649 del 10/06/2011 Proposta di Determinazione Dirigenziale n. 9 del 19/05/2011 10.6.1 U.O - SERVIZIO UNICO DELLA RISCOSSIONE OGGETTO:

Dettagli

COMUNE DI BOVEZZO Provincia di Brescia

COMUNE DI BOVEZZO Provincia di Brescia COMUNE DI BOVEZZO Provincia di Brescia Prot. n. 8784 del 21/08/2017 BANDO DI CONCORSO PER L ESONERO PARZIALE DAL PAGAMENTO DELLE TARIFFE SERVIZI SCOLASTICI (SCUOLA INFANZIA E MENSA SCUOLA PRIMARIA) A FAVORE

Dettagli

CITTÀ DI POTENZA UNITA DI DIREZIONE SERVIZI ALLA PERSONA UFFICIO SPORT ASSUNZIONE DI IMPEGNO CONTABILE

CITTÀ DI POTENZA UNITA DI DIREZIONE SERVIZI ALLA PERSONA UFFICIO SPORT ASSUNZIONE DI IMPEGNO CONTABILE CITTÀ DI POTENZA UNITA DI DIREZIONE SERVIZI ALLA PERSONA UFFICIO SPORT Repertorio delle determinazioni N di Rep. 1 del 11/01/2017 Riservato al Servizio Finanziario Pervenuta in data Restituita in data

Dettagli

COMUNE DI ROSSANO VENETO PROVINCIA DI VICENZA Verbale di Deliberazione della Giunta Comunale

COMUNE DI ROSSANO VENETO PROVINCIA DI VICENZA Verbale di Deliberazione della Giunta Comunale Comunicazione Prefettura ex art. 135 D.Lgs. 267/2000 COPIA WEB Deliberazione N. 128 in data 23/09/2014 Prot. N. 13691 COMUNE DI ROSSANO VENETO PROVINCIA DI VICENZA -------------------- Verbale di Deliberazione

Dettagli

Regolamento sulle sanzioni amministrative pecuniarie per la violazione dei regolamenti e delle ordinanze

Regolamento sulle sanzioni amministrative pecuniarie per la violazione dei regolamenti e delle ordinanze Comune di Bagnolo Mella Provincia di Brescia Regolamento sulle sanzioni amministrative pecuniarie per la violazione dei regolamenti e delle ordinanze approvato con deliberazione del Consiglio Comunale

Dettagli

Comune di Fossato di Vico Provincia di Perugia

Comune di Fossato di Vico Provincia di Perugia C O P I A AREA AFFARI GENERALI SPECIALISTA AMMINISTRATIVO BAGNARELLI Claudia DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DELL AREA Numero 65 del Reg. Data 26-04-16 Numero 245 del Registro Generale Oggetto: SERVIZI

Dettagli

Comune di Ponte San Pietro Cümü de Pùt San Piero Provincia di Bergamo Bèrghem

Comune di Ponte San Pietro Cümü de Pùt San Piero Provincia di Bergamo Bèrghem DIRETTIVA IN MERITO AI CONTROLLI SULLE DICHIARAZIONI ISEE PRESENTATE AL COMUNE DI PONTE SAN PIETRO Articolo 1 Oggetto Sono oggetto di verifica e controllo: - le dichiarazioni ISEE presentate dall utente

Dettagli

COMUNE DI SANT'AGATA BOLOGNESE

COMUNE DI SANT'AGATA BOLOGNESE C O P I A COMUNE DI SANT'AGATA BOLOGNESE Provincia di Bologna DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DELL'AREA Area: Servizio: AREA SERVIZI ALLA PERSONA SERVIZIO SOCIALE NR. Progr. 34 Data 26/02/2016 APPROVAZIONE

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE GENERALE PER L APPLICAZIONE DELL I.S.E.E.

REGOLAMENTO COMUNALE GENERALE PER L APPLICAZIONE DELL I.S.E.E. REGOLAMENTO COMUNALE GENERALE PER L APPLICAZIONE DELL I.S.E.E. Approvato con Deliberazione C.C. n.36 del 19/07/2002 INDICE ART.1 ART.2 RIFERIMENTI NORMATIVI AMBITO DI APPLICAZIONE ART. 3 SITUAZIONE ECONOMICA

Dettagli

CONTROLLI ISEE EFFETTUATI SERVIZI: REFEZIONE SCOLASTICA - NIDI - BONUS FAMIGLIA - BORSE REGIONALI ANNI SCOLASTICI 2009/ /2011

CONTROLLI ISEE EFFETTUATI SERVIZI: REFEZIONE SCOLASTICA - NIDI - BONUS FAMIGLIA - BORSE REGIONALI ANNI SCOLASTICI 2009/ /2011 CONTROLLI ISEE EFFETTUATI SERVIZI: REFEZIONE SCOLASTICA - NIDI - BONUS FAMIGLIA - BORSE REGIONALI ANNI SCOLASTICI 2009/2010-2010/2011 NR. DOMANDE SOTTOPOSTE A CONTROLLO NR. DOMANDE SOTTOPOSTE A CONTROLLO

Dettagli

Comune di Udine. Servizio Sociale dei Comuni dell'ambito Distrettuale 4.5 dell'udinese DETERMINAZIONE SENZA IMPEGNO DI SPESA

Comune di Udine. Servizio Sociale dei Comuni dell'ambito Distrettuale 4.5 dell'udinese DETERMINAZIONE SENZA IMPEGNO DI SPESA Comune di Udine Servizio Sociale dei Comuni dell'ambito Distrettuale 4.5 dell'udinese DETERMINAZIONE SENZA IMPEGNO DI SPESA Oggetto: Misura attiva di sostegno al reddito, di cui all'articolo 2 della legge

Dettagli

Il /La sottoscritto / a Nato/a a il Provincia Residente in Via Comune Prov. CAP Tel. Cell. D I C H I A R A

Il /La sottoscritto / a Nato/a a il Provincia Residente in Via Comune Prov. CAP Tel. Cell. D I C H I A R A Il /La sottoscritto / a Nato/a a il Provincia Residente in Via Comune Prov. CAP Tel. Cell. D I C H I A R A Di trovarsi nelle condizioni per l ammissione al Patrocinio a spese dello Stato, ai sensi dell

Dettagli

Disciplina per l effettuazione di controlli sui contenuti delle dichiarazioni sostitutive di certificazione, di atto di notorietà e sostitutive ISEE

Disciplina per l effettuazione di controlli sui contenuti delle dichiarazioni sostitutive di certificazione, di atto di notorietà e sostitutive ISEE Disciplina per l effettuazione di controlli sui contenuti delle dichiarazioni sostitutive di certificazione, di atto di notorietà e sostitutive ISEE ART. 1 (DEFINIZIONI) 1. Ai fini della presente disciplina,

Dettagli

Settore Formazione e Lavoro. Servizi alla persona e alla comunità ********* DETERMINAZIONE

Settore Formazione e Lavoro. Servizi alla persona e alla comunità ********* DETERMINAZIONE FIN. ********* DETERMINAZIONE Proposta n. STFORMLA 528/2014 Determ. n. 450 del 10/03/2014 Oggetto: L. 12.03.99 N. 68 ART. 13 COSI COME MODIFICATO DALL ART. 1 COMMA 37 LETTERA C DELLA LEGGE 24.12.2007 N.

Dettagli

COMUNE DI FOLIGNO Provincia di Perugia

COMUNE DI FOLIGNO Provincia di Perugia COMUNE DI FOLIGNO Provincia di Perugia Determinazione Dirigenziale n. 617 del 19/05/2016 Proposta di Determinazione Dirigenziale n. 53 del 19/05/2016 5.7 SERVIZIO - GESTIONE ECONOMICA RISORSE UMANE OGGETTO:

Dettagli

ARTICOLO 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO

ARTICOLO 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO ARTICOLO 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO Il presente regolamento è diretto ad individuare le condizioni economiche richieste per l accesso alle prestazioni o ai servizi comunali agevolati, così come previsto

Dettagli

COMUNE DI BOSCOREALE Città Metropolitana di Napoli

COMUNE DI BOSCOREALE Città Metropolitana di Napoli DETERMINAZIONE SENZA EFFETTI FINANZIARIO-CONTABILI COPIA Cronologico n 1201 del 03/07/2017. DETERMINAZIONE N 104 DEL 28/06/2017. OGGETTO: Concessione Assegno Nucleo Familiare anno 2017,ai sensi dell art.65

Dettagli

CITTA DI GIAVENO Provincia di Torino Via Francesco Marchini n. 1 COD. AVV. POST

CITTA DI GIAVENO Provincia di Torino Via Francesco Marchini n. 1 COD. AVV. POST CITTA DI GIAVENO Provincia di Torino Via Francesco Marchini n. 1 COD. AVV. POST. 10094 AREA SERVIZI SCOLASTICI ED ALLA PERSONA, SPORT E CULTURA REGOLAMENTO DI APPLICAZIONE DELL INDICATORE DELLA SITUAZIONE

Dettagli

UNIONE LOMBARDA DEI COMUNI CORTE DE FRATI OLMENETA (Provincia di Cremona)

UNIONE LOMBARDA DEI COMUNI CORTE DE FRATI OLMENETA (Provincia di Cremona) Deliberazione n 29 Adunanza del 07/04/2011 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA DELL UNIONE OGGETTO: INTEGRAZIONE RETTA RSA DI ROBECCO D'OGLIO PER PERSONA L'anno duemilaundici, addì sette del mese di

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE N. 342 DEL 18/02/2011

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE N. 342 DEL 18/02/2011 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE N. 342 DEL 18/02/2011 OGGETTO: APPROVAZIONE DELLE MODALITA DI ATTUAZIONE DELL ART. 6, COMMA 1, INTERVENTI A SOSTEGNO DELLE FAMIGLIE MENO ABBIENTI. BONUS ENERGIA ED

Dettagli

COMUNE DI CODIGORO PROVINCIA DI FERRARA

COMUNE DI CODIGORO PROVINCIA DI FERRARA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Deliberazione n. 151 del 24/10/2017 OGGETTO: SERVIZI SOCIALI CONCESSIONE SUSSIDIO STRAORDINARIO ALL'UTENTE AVENTE MATRICOLA ANAGRAFICA N. 2924. L anno duemiladiciassette

Dettagli

Comune di Quartu S.Elena Settore Servizi Sociali

Comune di Quartu S.Elena Settore Servizi Sociali ALLEGATO A Comune di Quartu S.Elena Settore Servizi Sociali BANDO PUBBLICO AMMISSIONE AL PROGRAMMA COMUNALE PER LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI DI CONTRASTO DELLE POVERTÀ ESTREME - LINEA DI INTERVENTO 1

Dettagli

Autorità Idrica Toscana

Autorità Idrica Toscana DECRETO DEL DIRETTORE GENERALE N. 53 del 11/08/2017 OGGETTO: DPGR N.91 DEL 13 LUGLIO 2017 - PIANO DEGLI INTERVENTI SUUL EMERGENZA IDRICA E IDRO-POTABILE 2017. APPROVAZIONE PROGETTO DEFINITIVO DENOMINATO

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO CON I POTERI DELLA GIUNTA PROVINCIALE N. 132 del

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO CON I POTERI DELLA GIUNTA PROVINCIALE N. 132 del REPUBBLICA ITALIANA Provincia di Pordenone VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO CON I POTERI DELLA GIUNTA PROVINCIALE N. 132 del 29-11-2016 OGGETTO: L.R. 2/4/1991 n. 14 Norme integrative

Dettagli

COMUNE Di VALGUARNERA CAROPEPE ( Provincia di Enna }

COMUNE Di VALGUARNERA CAROPEPE ( Provincia di Enna } COMUNE Di VALGUARNERA CAROPEPE ( Provincia di Enna } Determina n. I l ) del [ L "- li ~~ OGGETTO: Direttive per il controllo delle autodichiarazioni relative ai benefici dell'assegno per maternità (ex

Dettagli

Servizio Agricoltura ********* DETERMINAZIONE

Servizio Agricoltura ********* DETERMINAZIONE P R OVI N C I A DI PIACE N ZA Servizio Agricoltura ********* DETERMINAZIONE Proposta n. SAG2010/146 Determ. n. 856 del 30/04/2010 Oggetto: REG. (CE) N. 1698/2005 - PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2007-2013,

Dettagli

COMUNE DI BIANDRATE REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL INDICATORE DELLA SITUAZIONE ECONOMICA EQUIVALENTE (ISEE)

COMUNE DI BIANDRATE REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL INDICATORE DELLA SITUAZIONE ECONOMICA EQUIVALENTE (ISEE) COMUNE DI BIANDRATE REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL INDICATORE DELLA SITUAZIONE ECONOMICA EQUIVALENTE (ISEE) Approvato dal Consiglio Comunale con atto n. 5 del 31 marzo 2008 ART. 1 OGGETTO E RIFERIMENTI

Dettagli

PROVINCIA DI SALERNO Da inviare o consegnare a: PROVINCIA DI SALERNO Settore Politiche Scolastiche Via Roma, 104 84121 - SALERNO AVVISO PUBBLICO PER LA RILEVAZIONE DEL FABBISOGNO RELATIVO AL TRASPORTO

Dettagli

BANDO ASSEGNAZIONE CONTRIBUTI A FAVORE DI FAMIGLIE NUMEROSE PREMESSA

BANDO ASSEGNAZIONE CONTRIBUTI A FAVORE DI FAMIGLIE NUMEROSE PREMESSA BANDO ASSEGNAZIONE CONTRIBUTI A FAVORE DI FAMIGLIE NUMEROSE PREMESSA La Giunta Regionale, con propria deliberazione n. 1872 del 30/12/2008, ha deciso di dare prosecuzione al piano regionale di interventi

Dettagli

Comune di Cattolica Provincia di Rimini

Comune di Cattolica Provincia di Rimini Comune di Cattolica Provincia di Rimini ADEMPIMENTI CERTIFICATO DI PUBBLICAZIONE (art 124 D.Lgs 267/2000 ss.mm.) La presente determinazione dirigenziale è stata pubblicata in data odierna all'albo pretorio

Dettagli

COMUNE DI MELITO DI NAPOLI (Provincia di Napoli) ANNO 2014

COMUNE DI MELITO DI NAPOLI (Provincia di Napoli) ANNO 2014 COMUNE DI MELITO DI NAPOLI (Provincia di Napoli) Spett.le Comune di MELITO DI NAPOLI UFFICIO PROTOCOLLO VIA SALVATORE DI GIACOMO 7 80017 MELITO DI NAPOLI DOMANDA DI PARTECIPAZIONE AL BANDO DI CONCORSO

Dettagli

COMUNE DI SUELLI. Settore Amministrativo SETTORE : Frau Andreina. Responsabile: 240 NUMERAZIONE SETTORIALE N. 54 NUMERAZIONE GENERALE N.

COMUNE DI SUELLI. Settore Amministrativo SETTORE : Frau Andreina. Responsabile: 240 NUMERAZIONE SETTORIALE N. 54 NUMERAZIONE GENERALE N. COMUNE DI SUELLI SETTORE : Responsabile: Settore Amministrativo Frau Andreina NUMERAZIONE GENERALE N. 240 NUMERAZIONE SETTORIALE N. 54 in data 23/05/2016 OGGETTO: Procedura di acquisto mediante ordine

Dettagli

Il/la sottoscritto/a nato/a a (Prov. ) il / / residente a Bonnanaro in via n. Codice fiscale tel In qualità di DESTINATARIO DEL BENEFICIO

Il/la sottoscritto/a nato/a a (Prov. ) il / / residente a Bonnanaro in via n. Codice fiscale tel In qualità di DESTINATARIO DEL BENEFICIO Al Comune di Bonnanaro Servizi Sociali Via Garibaldi N 6 07043 Bonnanaro Oggetto: DOMANDA DI PARTECIPAZIONE AL PROGRAMMA DI INTERVENTI DI CONTRASTO DELLE POVERTA ESTREME LINEA 2) Contributi relativi all

Dettagli

CITTA DI SAN NICANDRO GARGANICO Provincia di FOGGIA

CITTA DI SAN NICANDRO GARGANICO Provincia di FOGGIA NUMERO 112 DEL REG. GEN. C O P I A CITTA DI SAN NICANDRO GARGANICO Provincia di FOGGIA I SETTORE - AFFARI GENERALI SOCIO CULTURALE - DEMOGRAFICI UFFICIO PUBBLICA ISTRUZ. DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE

Dettagli

COMUNE DI SURANO (PROVINCIA DI LECCE)

COMUNE DI SURANO (PROVINCIA DI LECCE) COMUNE DI SURANO (PROVINCIA DI LECCE) REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL I.S.E.E. AI FINI DELL EROGAZIONE DI PRESTAZIONI O SERVIZI COMUNALI AGEVOLATI AI SENSI DEL D.P.C.M. 05.12.2013, N. 159 approvato

Dettagli

COMUNE DI BOTTANUCO CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DELLE BORSE DI STUDIO

COMUNE DI BOTTANUCO CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DELLE BORSE DI STUDIO COMUNE DI BOTTANUCO PROVINCIA DI BERGAMO Assessorato per i Servizi alla Comunità - Pubblica Istruzione e Cultura CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DELLE BORSE DI STUDIO Anno Scolastico 2015/2016 Approvato con

Dettagli

RICHIESTA DI AGEVOLAZIONI SERVIZI SCOLASTICI A.S. 2015/2016. Genitore o legale rappresentante: Residente/domiciliato a in via n. Codice Fiscale Tel.

RICHIESTA DI AGEVOLAZIONI SERVIZI SCOLASTICI A.S. 2015/2016. Genitore o legale rappresentante: Residente/domiciliato a in via n. Codice Fiscale Tel. COMUNE DI FONTE NUOVA Provincia di Roma RICHIESTA DI AGEVOLAZIONI SERVIZI SCOLASTICI A.S. 2015/2016 (da consegnare all Ufficio Protocollo entro il ) ESENZIONE TOTALE Genitore o legale rappresentante: Residente/domiciliato

Dettagli

Domanda in carta semplice, da dattiloscrivere o scrivere in stampatello

Domanda in carta semplice, da dattiloscrivere o scrivere in stampatello ISTANZA PER L AMMISSIONE AL PATROCINIO A SPESE DELLO STATO Domanda in carta semplice, da dattiloscrivere o scrivere in stampatello Prot. n. / del AL CONSIGLIO DELL'ORDINE DEGLI AVVOCATI DI Sezione a cura

Dettagli

COMUNE DI FOLIGNO Provincia di Perugia

COMUNE DI FOLIGNO Provincia di Perugia COMUNE DI FOLIGNO Provincia di Perugia Determinazione Dirigenziale n. 1118 del 15/09/2016 Proposta di Determinazione Dirigenziale n. 154 del 15/09/2016 9.9 SERVIZIO - RESIDENZIALE E SEMI-RESIDENZIALE OGGETTO:

Dettagli

AREA AMMINISTRATIVA, ECONOMICA E FINANZIARIA DETERMINAZIONE N. 03 DEL 28 FEBBRAIO 2017

AREA AMMINISTRATIVA, ECONOMICA E FINANZIARIA DETERMINAZIONE N. 03 DEL 28 FEBBRAIO 2017 Comune di Gorgoglione Provincia di Matera AREA AMMINISTRATIVA, ECONOMICA E FINANZIARIA DETERMINAZIONE N. 03 DEL 28 FEBBRAIO 2017 OGGETTO: Art. 24 Legge regionale Basilicata del 27 luglio 1998 n. 22. Attivazione

Dettagli

Approvato con DCC n.39 del 25/7/2003

Approvato con DCC n.39 del 25/7/2003 REGOLAMENTO PER LA DETERMINAZIONE E L APPLICAZIONE DELLE SANZIONI AMMINISTRATIVE PER VIOLAZIONE DI REGOLAMENTI COMUNALI E DI ORDINANZE DEL SINDACO E DEI DIRIGENTI Approvato con DCC n.39 del 25/7/2003 Art.

Dettagli

LINEE - GUIDA PER L EFFETTUAZIONE DEI CONTROLLI SULLE AUTOCERTIFICAZIONI

LINEE - GUIDA PER L EFFETTUAZIONE DEI CONTROLLI SULLE AUTOCERTIFICAZIONI LINEE - GUIDA PER L EFFETTUAZIONE DEI CONTROLLI SULLE AUTOCERTIFICAZIONI Foglio notizie: APPROVATO con deliberazione di Giunta Comunale n. 115 del 12.04.2001 PUBBLICATO All Albo Pretorio per 15 giorni:

Dettagli

SETTORE I - SERVIZI ALLA PERSONA DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE

SETTORE I - SERVIZI ALLA PERSONA DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE SETTORE I - SERVIZI ALLA PERSONA. Num. Prop. 611 NUMERO DI REGISTRO DI RIPARTIZIONE 73 DEL 06/04/2017 DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE OGGETTO : Approvazione Bando per l'erogazione di contributi a sostegno

Dettagli

Comune di Mentana Provincia di Roma

Comune di Mentana Provincia di Roma BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI INTEGRATIVI A SOSTEGNO DEL PAGAMENTO DEI CANONI DI LOCAZIONE ANNUALITA FINANZIARIA 2015 IL RESPONSABILE DEL SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA - VISTO l articolo 11 della

Dettagli

COMUNE DI FOLIGNO Provincia di Perugia

COMUNE DI FOLIGNO Provincia di Perugia COMUNE DI FOLIGNO Provincia di Perugia Determinazione Dirigenziale n. 72 del 25/01/2016 Proposta di Determinazione Dirigenziale n. 9 del 22/01/2016 12.4 SERVIZIO - EDILIZIA OGGETTO: Edificio 39 - Priorità:

Dettagli

COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 190 del Registro Deliberazioni

COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 190 del Registro Deliberazioni COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 190 del Registro Deliberazioni OGGETTO: TARIFFE PER SERVIZI A DOMANDA INDIVIDUALE MENSA E TRASPORTO SCOLASTICI DETERMINAZIONE ESENZIONE TOTALE E PARZIALE

Dettagli

C O M U N E D I C A S A L N U O V O D I N A P O L I Provincia di Napoli

C O M U N E D I C A S A L N U O V O D I N A P O L I Provincia di Napoli C O M U N E D I C A S A L N U O V O D I N A P O L I Provincia di Napoli Registro Generale n. 2423 ORIGINALE DETERMINAZIONE UFFICIO SEGRETERIA N. 42 DEL 20-12-2016 ASSEGNAZIONE AVENTI DIRITTO - LIQUIDAZIONE

Dettagli