COMMERCIO ELETTRONICO Integrazione server to server

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COMMERCIO ELETTRONICO Integrazione server to server"

Transcript

1 Procedura di adesione e utilizzo del servizio X-Pay - Specifiche Tecniche - COMMERCIO ELETTRONICO Integrazione server to server Versione 1 Data Pag. 1/26

2 INDICE 1. GLOSSARIO SCOPO INTRODUZIONE PROCESSO DI PAGAMENTO MODALITÀ OPERATIVE E SICUREZZA MESSAGGI MESSAGGIO RICHIESTA AUTORIZZAZIONE MESSAGGIO AUTHRES RICHIESTA AUTENTICAZIONE 3D-SECURE MESSAGGIO NOTIFICA ESITO (XML) MESSAGGIO HTTP GET NOTIFICA ESITO MESSAGGIO ESITO TRAMITE REPORT GIORNALIERO IN FORMATO XML O TXT UTILIZZO DEL MAC (MESSAGE AUTHENTICATION CODE) MAC MESSAGGIO DI AVVIO PAGAMENTO MAC MESSAGGIO AUTHRES MAC MESSAGGIO ESITO PAGAMENTO(XML E HTTP) ATTIVAZIONE POS VIRTUALE APPENDICE A FUNZIONAMENTO DEL SERVIZIO 3D SECURE Pag. 2/26

3 1. Glossario 3D-Secure È il nome convenzionale con cui si definiscono i sistemi di protezione anti-frode studiati dai Circuiti Internazionali Visa (Verified by Visa) e MasterCard (MasterCard SecureCode). Acquirer Back office Contabilizzazione GET Hash http Issuer mac Merchant POST Secure code SHA-1 SSL Storno URL VBV Istituzione finanziaria che convenziona esercenti per l accettazione di carte di pagamento e/o offre servizi di cash advance (anticipo di contante). Utilizzato per le funzioni di gestione di un negozio: resoconti, elenchi, interrogazioni, disposizioni etc. Operazione che genera gli effetti contabili per una transazione precedentemente autorizzata. Operazione di comunicazione del protocollo http. Insieme di N bit (es. 128, 160) ricavato da una stringa con un procedimento matematico, in modo che a partire da stringhe diverse non si abbia mai lo stesso risultato. Protocollo applicativo utilizzato per trasmettere le pagine web. Istituto o banca emittente carte di credito. Codice di autenticazione del messaggio. In questo documento il termine viene utilizzato per indicare il sistema software di gestione di un negozio virtuale. Più in generale, indica il sito dell esercente/ente interessato nell integrazione del servizio di pagamenti on-line. Operazione di comunicazione del protocollo HTTP Protocollo per pagamenti sicuri definito da MasterCard Secure Hash Algorithm. Algoritmo per la generazione di hash. (Secure Socket Layer) Protocollo di trasporto standard dei dati ideato da Netscape Communication Operazione di annullamento di un autorizzazione concessa con la restituzione del denaro e/o della disponibilità di spesa al titolare della carta Universal resource locator Verified by Visa - Protocollo per pagamenti sicuri definito da Visa Pag. 3/26

4 2. Scopo Il presente documento è destinato a chi sviluppa negozi virtuali e contiene le informazioni tecniche necessarie per effettuare l'integrazione fra il proprio canale di vendita e il POS VIRTUALE X-Pay di CartaSi in modalità detta Server to Server, gestito tecnicamente da KeyClient SpA. Destinatari del documento sono quindi figure prettamente tecniche. 3. Introduzione Il POS VIRTUALE con la modalità di integrazione Server to Server prevede che l esercente gestisca tramite il proprio negozio virtuale la comunicazione con il titolare, quindi sia la richiesta dei dati della carta di credito che la comunicazione dell esito del pagamento. Il negozio virtuale dell esercente anche con la modalità server to server in presenza di carte abilitate al 3D-Secure deve cedere la navigazione dell utente per la fase d autenticazione del titolare in quanto è gestita interamente dall Issuer che ha emesso la carta di credito. L utilizzo di questa modalità operativa è subordinata all ottenimento della certificazione PCI (Payment Card Industry) DSS (Data Security Standard) da parte dell esercente, questa certificazione è richiesta dai circuiti internazionali per favorire e migliorare la protezione dei dati di titolari di carta. Per ulteriori informazioni si rimanda al sito: https://www.pcisecuritystandards.org 4. Processo di Pagamento Il seguente diagramma riassume le varie fasi in cui è suddiviso il processo di pagamento se l esercente opta per l integrazione tramite messaggi server to server; il processo di pagamento segue fasi differenti se il titolare aderisce o meno al Verified by Visa/SecureCode. Infatti se il titolare ha aderito al protocollo di sicurezza il processo di pagamento comprende la fase d autenticazione (steps da 4 a 7) svolta dall ente emittente della carta di credito (Issuer). Pag. 4/26

5 1 Acquirente 5 Server esercente Issuer 7 POS VIRTUALE 8 Sistemi autorizzativi 1. Definizione dell ordine: l acquirente navigando nel negozio virtuale dell Esercente sceglie il/i prodotto/i da acquistare (riempendo il carrello ), definisce l ordine di acquisto e fornisce all esercente i dati della carta di credito che intende utilizzare per il pagamento. 2. Richiesta di pagamento: l applicazione dell esercente spedisce i dati del pagamento che intende richiedere alla piattaforma POS VIRTUALE inviando tramite una chiamata server to server il messaggio avvio pagamento (cap.6.1.). Il messaggio contiene anche un campo CodTrans che identifica univocamente l ordine. 3. Verifica dell adesione al servizio Verified by Visa/SecureCode: il sistema POS VIRTUALE contatta i circuiti internazionali per verificare se la carta di credito dell acquirente ha aderito o meno ai protocolli di sicurezza. Se l acquirente non si è registrato al servizio, POS VIRTUALE effettua immediatamente il pagamento, quindi il passo successivo sarà lo step 8. Se invece l acquirente aderisce al servizio Verified by Visa/SecureCode, vengono eseguiti gli steps dal 4 al 7. Solo per acquirenti aderenti al Verified by Visa/SecureCode: Pag. 5/26

6 4. Restituzione della pagina di redirezione: POS VIRTUALE non inoltra il pagamento in quanto è subordinato all autenticazione dell acquirente, ma restituisce all esercente il messaggio AuthRes (cap. 6.2.) contenente il codice di una pagina html che, eseguita dal browser dell acquirente, lo redireziona verso l applicazione dell Issuer che deve verificarne l identità. Il processo di pagamento si interrompe quindi per consentire l autenticazione del titolare. 5. Redirezione dell acquirente: l applicazione dell esercente restituisce al browser dell acquirente l html ricevuto da POS VIRTUALE nel messaggio AuthRes. 6. Autenticazione: l acquirente visualizza la pagina dell Issuer in cui gli viene richiesto il dato necessario per la sua autenticazione(es. password). La fase d autenticazione del titolare è gestita interamente dall Issuer che ha emesso la carta di credito. 7. Notifica dell esito dell autenticazione: l applicazione dell Issuer restituisce alla piattaforma POS VIRTUALE l esito della fase d autenticazione. Se l acquirente non è stato in grado d autenticarsi il pagamento non può essere inoltrato, quindi il passo successivo sarà lo step 9; viceversa se l autenticazione si è conclusa positivamente POS VIRTUALE effettuerà il pagamento, quindi il passo successivo sarà lo step Pagamento : POS VIRTUALE effettua il pagamento della transazione inviando la richiesta ai sistemi autorizzativi ed ottenendone la relativa risposta. 9. Notifica dell esito all esercente: POS VIRTUALE comunica l esito della richiesta di pagamento all esercente tramite il messaggio di esito pagamento (Cap e 6.4.). Se la fase di autenticazione non è avvenuta, il messaggio di esito viene inviato in risposta al messaggio di avvio pagamento (transazione sincrona), sulla stessa connessione in cui POS VIRTUALE ha ricevuto la richiesta di pagamento. Viceversa se è avvenuta la fase d autenticazione e quindi il pagamento si è interrotto per attendere l esito di tale fase, il messaggio di esito sarà inviato al termine del pagamento (step8) su iniziativa del POS VIRTUALE tramite una chiamata server to server all URL (urlpost) comunicato dall esercente nel messaggio di apertura ordine. Inoltre in tal caso, al termine del pagamento il POS VIRTUALE redirige il browser del titolare verso il sito dell esercente, all URL (url) comunicato dall esercente nel messaggio di apertura ordine. 10. Notifica dell esito al titolare: l applicativo dell esercente comunica l esito del pagamento all acquirente. Pag. 6/26

7 5. Modalità operative e sicurezza L interazione con il merchant, come già precedentemente accennato, si basa su chiamate server tu server. La sicurezza dei messaggi scambiati è garantita dal Protocollo SSL 128 bit utilizzando certificati Server-side. Il POS VIRTUALE utilizzerà infatti per i propri URL un certificato SSL Server che garantirà la cifratura dei dati; l esercente dovrà a sua volta utilizzare un certificato Server in quanto acquisisce e invia al POS VIRTUALE dai sensibili. Il certificato utilizzato dall esercente deve essere emesso da una delle Certification Authority riconosciute. L esercente è responsabile della custodia del proprio certificato, dei suoi rinnovi e dell inoltro a Key Client entro tempi ragionevoli di eventuali certificati intermedi per consentire l installazione dei certificati rinnovati in sostituzione di quelli scaduti. Il POS VIRTUALE gestisce, con gli acquirer abilitati (VISA, MASTERCARD e MAESTRO), le transazioni con i protocolli 3D Secure (3-Domain Secure) Verified by Visa e MasterCard Secure-Code, che assicurano una maggiore tutela sugli acquisti in Internet in quanto, per poter concludere un pagamento, richiedono l autenticazione del titolare della carta di credito (per i dettagli cfr Appendice A). Per autenticare i messaggi che il POS VIRTUALE e il sito dell esercente si scambiano (avvio ed esito), viene utilizzato un semplice meccanismo di mac (message authentication code). L adozione del mac è obbligatoria in quanto consente, al POS VIRTUALE e al merchant, di verificare che non siano stati manipolati i dati scambiati. Il metodo per calcolare il mac relativo alle richieste di pagamento e agli esiti è indicato nel capitolo 8 di questo documento. L elaborazione dei pagamenti autorizzati ai fini dell accredito del corrispettivo viene, di norma, compiuto nel giorno lavorativo successivo a quello in cui il pagamento è avvenuto. E' facoltà del merchant posticipare la data dell accredito dei movimenti, oppure stornare la transazione di pagamento qualora intervenissero ad esempio problemi logistici. Per facilitare la gestione degli ordini, il POS VIRTUALE mette a disposizione dell esercente lo strumento di Amministrazione on-line, che permette di gestire le attività amministrative/controllo inerenti il negozio virtuale. Amministrazione on-line è infatti un Area Riservata al merchant, all'interno della quale, in modo semplice e rapido, è possibile consultare l'archivio dei pagamenti e-commerce oltre a poterne disporre la contabilizzazione o lo storno. I codici di accesso al back office vengono forniti al merchant in fase di attivazione del servizio. 6. Messaggi Pag. 7/26

8 6.1. Messaggio richiesta autorizzazione Rappresenta il messaggio di richiesta di un nuovo pagamento che l applicativo dell esercente deve inviare al POS VIRTUALE tramite una chiamata https in GET o POST server to server e deve contenere i campi descritti nella tabella della pagina seguente. L URL da chiamare è: https://ecommerce.keyclient.it/ecomm/ecomm/servlet3ds2s Pag. 8/26

9 NOME Obb. Descrizione Formato alias SI Codice identificativo del negozio (valore fisso comunicato da Key Client spa nella fase di attivazione definitiva) importo SI importo da autorizzare espresso in centesimi di euro senza sparatore, i primi 2 numeri a destra rappresentano gli euro cent, es.: 5000 corrisponde a 50,00 Da 1 a 30 caratteri Da 1 a 7 caratteri. divisa SI Il codice della divisa in cui l importo è espresso (EUR = Euro) 3 caratteri codtrans SI codice di identificazione del pagamento composto da caratteri alfanumerici. Il codice dev essere univoco per ogni richiesta di autorizzazione, solo in caso di esito negativo dell autorizzazione il merchant può riproporre la stessa richiesta con medesimo codtrans per altre 2 volte, in fase di configurazione l esercente può scegliere di diminuire i 3 tentativi. Non sono ammessi caratteri speciali o riservati e in generale quelli superiori al codice ASCII 127 Da 1 a 30 caratteri mail NO l indirizzo dell acquirente al quale inviare l esito del pagamento fino a 150 caratteri url SI url del merchant verso la quale il POS VIRTUALE indirizza l utente al completamento della transazione passando,in GET, i parametri di risposta con il risultato della transazione. Si veda il capitolo 6.4 Fino a 500 caratteri pan SI Numero della carta di credito Da 14 a 19 caratteri scadenza SI Data di scadenza della carta di credito aaaamm toto o in parte senza il permesso scritto da parte di Keyclient S.p.A. Pag. 9/26

10 NOME Obb. Descrizione Formato cv2 SI Codice CVV2/CVC2 composto da 3 numeri riportato sul retro delle carte di credito VISA, MASTERCARD, MAESTRO, DINERS e JCB. 4DBC composto da 4 numeri riportato sul fronte delle carte AMERICAN EXPRESS. Parametri aggiuntivi NO Possono essere specificati n parametri aggiuntivi che verranno restituiti nei messaggi di esito. Non c è un limite al numero di parametri aggiuntivi ma la lunghezza complessiva della stringa composta dai nomi dei parametri e il loro valore complessivamente non deve superare i 4000 caratteri. urlpost SI url del merchant verso la quale il POS VIRTUALE invia l XML di notifica al completamento della transazione passando, in modalità server to server con metodo POST, i parametri di risposta con l esito della transazione. La notifica a tale url verrà effettuata soltanto in presenza di una procedura asincrona ovvero transazione con carta 3D-Secure. Per quanto riguarda invece le transazioni con carte NO 3D-Secure l XML con l esito del pagamento viene restituito direttamente al chiamante (procedura sincrona). Si veda il capitolo 6.3. Messaggio Notifica esito (XML) 3 o 4 caratteri Fino a 4000 caratteri complessivamente Fino a 500 caratteri mac SI Message Code Authentication (vedi capitolo 7.1.) 40 caratteri NB: i valori ei campi: url e urlpost devono cominciare con o https// ; le porte utilizzate non possono essere diverse da quelle standard: 80 o 443. Per una corretta gestione delle chiamate si ricorda di attenersi agli standard RFC 2396 e RFC 3986 Inoltre, se si indica l urlpost su un indirizzo https, si richieda al servizio di attivazione ) l elenco delle CA supportate. toto o in parte senza il permesso scritto da parte di Keyclient S.p.A. Pag. 10/26

11 Si vedano gli esempi che seguono (riportati per semplicità con metodo GET): richiesta autorizzazione di 1,00 Euro: d7fcbeee2686 richiesta autorizzazione di 12,45 Euro con parametro aggiuntivo: 8acaaea85b0bb029bd74bec963c5452 Dopo aver inviato la richiesta a tale URL, il merchant resta in attesa dell esito di pagamento(cap. 6.3.), che riceverà in modalità sincrona quindi sulla stessa connessione in presenza di carte non aderenti al 3D-secure. Con carte iscritte riceverà in risposta, sempre sulla stessa connessione il messaggio AUTHRES (cap. 6.2.) contenete il codice HTML da stampare sul browser dell utente. toto o in parte senza il permesso scritto da parte di Keyclient S.p.A. Pag. 11/26

12 6.2. Messaggio AUTHRES richiesta autenticazione 3D-Secure Questo messaggio XML viene restituito dal POS VIRTUALE in risposta al messaggio di avvio transazione se il pagamento non può essere inoltrato in quanto deve essere preceduto dalla fase d autenticazione della carta di credito del titolare prevista dai protocolli 3D-Secure. Il messaggio viene inoltrato usando la stessa connessione con cui è stato ricevuto il messaggio avvio transazione, i parametri presenti nel messaggio sono descritti nella seguente tabella. NOME Descrizione Formato TERMINAL_ID Codice identificativo del negozio (valore fisso comunicato da Key Client spa nella fase di attivazione definitiva) an max 8 TRANSACTION_ID codice di identificazione del pagamento passato nel messaggio di avvio transazione. Da 1 a 30 caratteri HTML_CODE Codice HTML da restituire al browser dell utente per reindirizzarlo verso la pagina di autenticazione dell issuer. mac Message Code Authentication (vedi capitolo 7.2.) 40 caratteri -- NB: Il parsing delle risposte XML effettuato non deve essere validante: grazie alla evoluzione del sistema in futuro potranno essere aggiunti ulteriori elementi ai messaggi. Le applicazioni devono ignorare gli elementi sconosciuti senza provocare malfunzionamenti. toto o in parte senza il permesso scritto da parte di Keyclient S.p.A. Pag. 12/26

13 Esempio di XML restituito: <?xml version="1.0" encoding="iso "?> <VPOSRES> <TERMINAL_ID> </TERMINAL_ID> <AUTHRES> <TRANSACTION_ID>ID A</TRANSACTION_ID> <HTML_CODE> <![CDATA[ <!DOCTYPE HTML PUBLIC "-//W3C//DTD HTML 4.01//EN" "http://www.w3.org/tr/html4/strict.dtd"> <html> <head> <title>mdpay default response template for web</title> </head> <body bgcolor="#02014e" OnLoad="OnLoadEvent();" > <form name="downloadform" action="https://acscartasi.ssb.it:443/pareq/3c39e /3ds/vereqauthid= E6B684F C56644F513D3D" method="post"> <input type="hidden" name="pareq" value="ejxvum1pwjaq/iue79lry9qnhe3qyvxuqtcp38zcglgiy3sdwl+3huo06yd77qx PPXfF17U1Jn4x+d4ajc+mabKVGZTFZCiUlMBhqHExXZqdxoOxTbmtNB3BiCG5QFdk83V WtRqzfHebzLWIeACApIe4MTaJNfQnUAGTCm4EBxUC5UjOcayyjdGKhiykAZIOYb7dV6 09aR669y4A9/Zbr9u2HhOCxAMk1yYWe281rvhYFvqjivm8uF+9J7Onr+Uhjsu0rN/SNnpMJ0 h8bhzzazqd2t0bdcagxsij7pyybtyrnqxlgrpuvz0dwhue6rlqh/jrqddpa6r8pcmvus4v CM2x3lbGZTiCXxsL0+Q6ieH3sECEcvpJOVMgQyFZxIXryKchuSq8e/BDz1s3PsalDKWKJA UKgkkplN9AF/OspRscDUB2tB4g8dWkXy7pV++sf1/iB2NMqeE="> <input type="hidden" name="termurl" value="https://svilecommerce.keyclient.it:443/mdpaympi/merchantserver?msgid= "> <input type="hidden" name="md" value="d6a7882acb6d8d32645da85b381fd3ad.ecdvas"> <!-- To support javascript unaware/disabled browsers --> <noscript> <center>please click the submit button below.<br> <input type="submit" name="submit" value="submit"></center> Pag. 13/26

14 </noscript> </form> <SCRIPT LANGUAGE="Javascript" > <!-- about:blank --> <!-- function OnLoadEvent() { document.downloadform.submit(); } //--> </SCRIPT> </body> </html> ]]> </HTML_CODE> </AUTHRES> <MAC>8617a62856c5e738aaa33427cad26231c </MAC> </VPOSRES> n.b. gli elementi in italico non fanno parte dell html da restituire al browser del titolare, indicano al parser xml di ignorare il contenuto del tag in quanto contiene caratteri specifici del protocollo xml Messaggio Notifica esito (XML) Il POS VIRTUALE fornirà all esercente il risultato del pagamento in 2 modalità differenti a seconda che sia avvenuta o meno la fase d autenticazione precedentemente descritta: Pag. 14/26

15 Fase d autenticazione non avvenuta (carte non aderenti al 3D-secure) Il messaggio XML di esito viene inoltrato usando la stessa connessione con cui è stato ricevuto il messaggio di avvio transazione. Fase d autenticazione avvenuta Il messaggio di esito viene inoltrato dal POS VIRTUALE tramite una chiamata server to server all indirizzo riportato nel campo: urlpost indicato dall esercente nel messaggio di avvio transazione, al termine della fase d autenticazione e del successivo pagamento. Inoltre, quando redirige il browser dell acquirente verso l indirizzo riportato nel campo url (comunicato dall esercente nel messaggio di apertura dell ordine) il POS VIRTUALE inoltra copia dell esito pagamento con un messaggio http GET descritto nel capitolo: 9. L XML contenente l esito del pagamento è composto da due sezioni: - StoreRequest - StoreResponse In StoreRequest sono replicati i campi del messaggio di avvio transazione, con eccezione del campo pan che sarà valorizzato con le sole ultime 4 cifre e del campo cvv2 che sarà sostituito con il carattere: *. In StoreResponse sono presenti i tag descritti nella seguente tabella: Nome campo Descrizione Formato Valori dataora Data e ora della transazione aaaammggthhm mss codiceesito Esito della transazione Da 1 a 3 caratteri Vedi tabella 1 codiceautorizzazion e Codice dell autorizzazione assegnato Da 2 a 6 caratteri tipocarta tipo di carta utilizzato Da 3 a 10 caratteri VISA, MasterCard, Amex, Diners, Jcb descrizioneesito Descrizione esito ottenuto Da 1 a 30 caratteri Vedi tabella 1 ParametriAggiuntivi Possono essere specificati n parametri aggiuntivi che verranno restituiti nei messaggi di esito. Non c è un limite al numero di parametri aggiuntivi ma la lunghezza complessiva della stringa composta Fino a 4000 caratteri complessivament e Pag. 15/26

16 mac dai nomi dei parametri e il loro valore complessivamente non deve superare i 4000 caratteri. Message Code Authentication (vedi capitolo 7.3.) 40 caratteri NB: Il parsing delle risposte XML effettuato non deve essere validante: grazie alla evoluzione del sistema in futuro potranno essere aggiunti ulteriori elementi ai messaggi. Le applicazioni devono ignorare gli elementi sconosciuti senza provocare malfunzionamenti. Tabella codici esito: codiceesito Descrizione Esito 0 Autorizzazione concessa 20 Ordine non presente 103 Autorizzazione negata dall'emittente della carta 104 Errore generico 108 Ordine già registrato 109 Errore tecnico Tabella 1 Di seguito un esempio di XML di risposta per esito positivo: <?xml version="1.0" encoding="utf-8"?> <RootResponse> <StoreRequest> <alias>payment_test-soft</alias> <codtrans>id a</codtrans> <divisa>eur</divisa> <importo>1245</importo> <scadenza>201506</scadenza> <pan>9992</pan> <cv2>***</cv2> </StoreRequest> <StoreResponse> <tipocarta>mastercard</tipocarta> <codiceautorizzazione>005400</codiceautorizzazione> Pag. 16/26

17 <dataora> t120257</dataora> <codiceesito>0</codiceesito> <descrizioneesito>autorizzazione concessa</descrizioneesito> <ParametriAggiuntivi> <url>http://www.test-shoponline.aa/esito_url</url> <urlpost>http://www.test-shoponline.aa/esito_urlpost</urlpost> <parametro1>valore1</parametro1> </ParametriAggiuntivi> <mac>d01e9a394d331cb427cc8358b1125afdc94ab12d</mac> </StoreResponse> </RootResponse> Di seguito un XML di risposta per esito negativo: <?xml version="1.0" encoding="utf-8"?> <RootResponse> <StoreRequest> <alias>payment_test-soft</alias> <codtrans>id a</codtrans> <divisa>eur</divisa> <importo>1000</importo> <scadenza>201506</scadenza> <pan>9992</pan> <cv2>***</cv2> </StoreRequest> <StoreResponse> <tipocarta/> <codiceautorizzazione/> <dataora/> <codiceesito>103</codiceesito> <descrizioneesito>autorizzazione negata dall'emittente della carta</descrizioneesito> <ParametriAggiuntivi> <url>http://www.keyclient.it</url> <urlpost>http://www.keyclient.it</urlpost> <parametro1>uno</parametro1> </ParametriAggiuntivi> <mac>3bd2fe91ce63e795b534b4b7123bf91fbeee0e72</mac> </StoreResponse> </RootResponse> Pag. 17/26

18 6.4. Messaggio http GET notifica esito effettuata l autenticazione sul sito dell issuer il browser dell utente viene reindirizzato verso l indirizzo riportato nel campo url, ritornando sul sito del merchant viene notificato l esito del pagamento passando in GET i parametri descritti nella seguente tabella. Nome campo Descrizione Formato Valori importo Importo preso dal messaggio di Da 1 a 9 caratteri richiesta divisa Divisa 3 caratteri EUR session_id identificativo della sessione Fino a 200 caratteri codtrans Codice transazione preso dal Da 2 a 30 caratteri messaggio di richiesta data Data della transazione aaaammgg orario Ora della transazione hhmmss esito Esito della transazione 2 caratteri OK o KO codaut Codice dell autorizzazione Da 2 a 6 caratteri assegnato dall emittente della carta di credito $BRAND tipo di carta utilizzato per effettuare il pagamento nome nome di chi ha effettuato il pagamento cognome cognome di chi ha effettuato il pagamento indirizzo di chi ha effettuato il pagamento mac Message Code Authentication (vedi capitolo 7.3.) Da 3 a 10 caratteri Da 1 a 30 caratteri Da 1 a 30 caratteri Da 1 a 150 caratteri 40 caratteri VISA, MasterCard, Amex, Diners, Jcb Pag. 18/26

19 nazionalità Dato opzionale, riporta la nazionalità della carta che ha eseguito il pagamento. pan Dato opzionale, riporta il numero della carta di credito che ha eseguito l acquisto mostrando solo i primi 6 e ultimi 4 digit scadenza_pan Dato opzionale, riporta la data di scadenza della carta che ha eseguito il pagamento. 3 caratteri sono usati i valori della codifica ISO alpha-3 Fino a 19 caratteri YYYYMM NB: Nello sviluppo della integrazione si tenga presente che i messaggio HTTP potrà in futuro, grazie all evoluzione del sistema, presentare parametri aggiuntivi non inizialmente presenti. Le applicazioni devono quindi ignorare eventuali parametri da loro non riconosciuti senza presentare malfunzionamenti. Pag. 19/26

20 6.5. Messaggio esito tramite Il merchant riceve una mail con il riferimento dell insegna del suo negozio e i seguenti parametri: importo, divisa, codice transazione, nome, cognome e indirizzo di chi ha effettuato il pagamento, tipo di carta utilizzato, esito del pagamento (positivo o negativo), data della transazione, ora della transazione e codice di autorizzazione (quest ultimo solo se il pagamento ha avuto esito positivo). Il merchant deve comunicare a Key Client l indirizzo a cui inviare gli esiti dei pagamenti Report giornaliero in formato XML o TXT Il POS VIRTUALE, su richiesta dell esercente, può inviare giornalmente ad uno o più indirizzi di posta elettronica un file in formato XML o TXT contenente tutte le transazioni di pagamento effettuate sino alla mezzanotte della giornata precedente all invio. Di seguito si riportano i campi presenti nel report: NumeroOrdine DataUltimaOperazione OraUltimaOperazione Operazione Importo Valuta CodiceAutorizzazione Circuito TipoPagamento L indirizzo viene comunicato a in fase di attivazione. 7. Utilizzo del mac (Message Authentication Code) Il mac (Message Authentication Code) viene utilizzato per rendere non modificabili i parametri passati tra i due sistemi interessati dal colloquio, Key Client e il merchant. Il metodo seguito per generare il mac è il seguente: viene calcolato un hash SHA-1 della stringa risultante dal concatenamento dei parametri indicati per ciascun messaggio, e una stringa segreta (stringa di N byte, condivisa dal POS VIRTUALE e dal singolo merchant). Pag. 20/26

21 Il destinatario, possedendo la stessa stringa segreta, può verificare il mac e quindi l autenticità dei parametri ricevuti. Il mac, essendo il risultato di un hash, per essere trasmesso in HTTP deve essere codificato opportunamente. A tale scopo si deve utilizzare una conversione in esadecimale. Il risultato di tale conversione e una stringa di 40 caratteri. E precisa responsabilità del destinatario del messaggio verificare la correttezza del MAC e quindi l autenticità e l integrità dei dati ricevuti. Alla ricezione del messaggio il destinatario deve calcolare il MAC, utilizzando la chiave segreta di cui è in possesso e i parametri che sono necessari a seconda del tipo di messaggio e verificare che coincida con il MAC ricevuto dal mittente. Solo se i 2 valori coincidono il destinatario deve proseguire con l elaborazione del messaggio ricevuto mac messaggio di avvio pagamento Per il messaggio di avvio transazione, il testo da firmare deve contenere i campi: codtrans divisa importo stringa segreta Il mac sarà calcolato nel seguente modo: mac= HASH SHA(codTrans=<valore codtrans>divisa=<valore divisa>importo=<valore importo><chiave segreta ) Un esempio di tale stringa potrebbe essere: codtrans=id adivisa=eurimporto=100esempiodicalcolomac allora il campo mac sarà: mac= HASH SHA( codtrans=id adivisa=eurimporto=100esempiodicalcolomac ) Il valore ottenuto sarà: "b1b46a7f201dc30c6ce40b552bd9042be8d39a44" Pag. 21/26

22 7.2. mac messaggio AUTHRES Per il messaggio AUTHRES, il testo da firmare deve contenere i tag e relativo valore per i seguenti campi: TERMINAL_ID TRANSACTION_ID HTML_CODE stringa segreta Il mac sarà calcolato nel seguente modo: mac= HASH SHA(<TERMINAL_ID>valore</TERMINAL_ID><TRANSACTION_ID>valore</TRA NSACTION_ID><HTML_CODE>valore</HTML_CODE>stringa segreta) Un esempio di calolo mac per un messaggio AUTHRES sarà: mac= HASH SHA('<TERMINAL_ID> </TERMINAL_ID> <TRANSACTION_ID>ID A</TRANSACTION_ID> <HTML_CODE> <![CDATA[ <!DOCTYPE HTML PUBLIC "-//W3C//DTD HTML 4.01//EN" "http://www.w3.org/tr/html4/strict.dtd"> <html> <head> <title>mdpay default response template for web</title> </head> <body bgcolor="#02014e" OnLoad="OnLoadEvent();" > <form name="downloadform" action="https://acscartasi.ssb.it:443/pareq/3c63af6a /3ds/vereqauthid= F4D48656B D D3D" method="post"> <input type="hidden" name="pareq" value="ejxvuttoajeq/rxcq5hetu2wde0qtobbggij+mi23czdlqw6rcgvt10w1k YPc+bSOXOmsCycteMHa/bOarizdZ292k6ZD7qJFAIz1tUwHy7sTsOndXW5qTTp4R 4FdIahyJkiq7yGzOxupjOdKMYxBtRCWFs3HWvcHi45FRJfJwzLFBMG6BSHKltbLUl KU8IBNQjMZl95d9QsDe+dAezdhy683/YRAhQBoF8S83206lB8KHO9eptMlth+PS9oY RS5vyoen/xMjPz3+wBQzIA881ZTTJrbIaLPcT8JtBo/ZOvYVd+uFp0weJzq5IBt7DM8A RIDfx0Q9HS2MketZBqYnxHYw3ZT2ZARFLzYkNva6OkYXw7liVDDF8KoxDIRCW Pag. 22/26

23 NYBUYxDdDvhKNJFN34IB9lQiilpCRBUyK4Ys0GmljsWgbhwny8aRsBoFiN2uWidv XB+vclfgA8Gam7"> <input type="hidden" name="termurl" value="https://svilecommerce.keyclient.it:443/mdpaympi/merchantserver?msgid= "> <input type="hidden" name="md" value="4e7311c0eef2f0c861d81963b419c637.ecdvas"> <!-- To support javascript unaware/disabled browsers --> <noscript> <center>please click the submit button below.<br> <input type="submit" name="submit" value="submit"></center> </noscript> </form> <SCRIPT LANGUAGE="Javascript" > <!-- about:blank --> <!-- function OnLoadEvent() { document.downloadform.submit(); } //--> </SCRIPT> </body> </html> ]]> </HTML_CODE> esempiodicalcolomac'); Il valore ottenuto sarà: "dc5eb0846af2e77dcca30be5b158a b70" 7.3. mac messaggio esito pagamento(xml e http) Per il messaggio di esito transazione, il testo da firmare deve contenere i campi: codtrans divisa importo codaut (nel esito in XML corrisponde al campo: codiceautorizzazione) Pag. 23/26

QUIPAGO - MODALITÀ PAYMENT

QUIPAGO - MODALITÀ PAYMENT E-Commerce Qui Pago è l offerta di Key Client per il Commercio Elettronico: un Pos virtuale altamente affidabile ed efficiente che prevede diverse modalità d utilizzo: Payment (integrazione col sito del

Dettagli

Il pos virtuale di CartaSi per le vendite a distanza

Il pos virtuale di CartaSi per le vendite a distanza X-Pay Il pos virtuale di CartaSi per le vendite a distanza Agenda CartaSi e l e-commerce Chi è CartaSi CartaSi nel mercato Card Not Present I vantaggi I vantaggi offerti da X-Pay I vantaggi offerti da

Dettagli

SERVIZIO P.O.S. POINT OF SALE

SERVIZIO P.O.S. POINT OF SALE Pag. 1 / 6 SERVIZIO P.O.S. POINT OF SALE Foglio Informativo INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Monte dei Paschi di Siena S.p.A. Piazza Salimbeni 3-53100 - Siena Numero verde. 800.41.41.41 (e-mail info@banca.mps.it

Dettagli

INDICE. 1. Cos è la carta prepagata Pag. 3. 2. Sito carteprepagate.cc Pag. 10. 3. Come acquistare on line Pag. 14

INDICE. 1. Cos è la carta prepagata Pag. 3. 2. Sito carteprepagate.cc Pag. 10. 3. Come acquistare on line Pag. 14 INDICE Carte Prepagate istruzioni per l uso 1. Cos è la carta prepagata Pag. 3 2. Sito carteprepagate.cc Pag. 10 3. Come acquistare on line Pag. 14 4. Come creare il 3D security Pag. 16 5. Collegamento

Dettagli

Deutsche Bank Easy. db contocarta. Guida all uso.

Deutsche Bank Easy. db contocarta. Guida all uso. Deutsche Bank Easy. Guida all uso. . Le caratteristiche. è il prodotto di Deutsche Bank che si adatta al tuo stile di vita: ti permette di accedere con facilità all operatività tipica di un conto, con

Dettagli

Protocollo HTTP. Alessandro Sorato

Protocollo HTTP. Alessandro Sorato Un protocollo è un insieme di regole che permettono di trovare uno standard di comunicazione tra diversi computer attraverso la rete. Quando due o più computer comunicano tra di loro si scambiano una serie

Dettagli

BANCO DI SARDEGNA S.p.A. - FOGLIO INFORMATIVO (D. LGS. 385/93 ART. 116) Sezione 1.130.10 P.O.S. (POINT OF SALE) - AGGIORNAMENTO AL 23.04.

BANCO DI SARDEGNA S.p.A. - FOGLIO INFORMATIVO (D. LGS. 385/93 ART. 116) Sezione 1.130.10 P.O.S. (POINT OF SALE) - AGGIORNAMENTO AL 23.04. P.O.S. (POINT OF SALE) INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCO DI SARDEGNA S.p.A. Società per Azioni con sede legale in Cagliari, viale Bonaria, 33 Sede Amministrativa, Domicilio Fiscale e Direzione Generale in

Dettagli

Rischi e Opportunità nella gestione della sicurezza ecommerce

Rischi e Opportunità nella gestione della sicurezza ecommerce Rischi e Opportunità nella gestione della sicurezza ecommerce Andrea Gambelli Head of Functional Analysis, Fraud, Test and Client Service Management Financial Services Division Roma, 3 Novembre 2011 AGENDA

Dettagli

P.O.S. (POINT OF SALE)

P.O.S. (POINT OF SALE) P.O.S. (POINT OF SALE) INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare dell Emilia Romagna società cooperativa Sede legale e amministrativa in Via San Carlo 8/20 41121 Modena Telefono 059/2021111 (centralino)

Dettagli

SMS API. Documentazione Tecnica YouSMS SOAP API. YouSMS Evet Limited 2015 http://www.yousms.it

SMS API. Documentazione Tecnica YouSMS SOAP API. YouSMS Evet Limited 2015 http://www.yousms.it SMS API Documentazione Tecnica YouSMS SOAP API YouSMS Evet Limited 2015 http://www.yousms.it INDICE DEI CONTENUTI Introduzione... 2 Autenticazione & Sicurezza... 2 Username e Password... 2 Connessione

Dettagli

MobilePOS di CartaSi. Un nuovo strumento per il business in mobilità. Guida all utilizzo. www.cartasi.it. Assistenza Clienti CartaSi: 02 3498.

MobilePOS di CartaSi. Un nuovo strumento per il business in mobilità. Guida all utilizzo. www.cartasi.it. Assistenza Clienti CartaSi: 02 3498. 1000005802-02/14 MobilePOS di CartaSi www.cartasi.it Assistenza Clienti CartaSi: 02 3498.0519 Un nuovo strumento per il business in mobilità. Guida all utilizzo. MobilePOS, un nuovo modo di accettare i

Dettagli

INVIO SMS CON CHIAMATA DIRETTA ALLO SCRIPT

INVIO SMS CON CHIAMATA DIRETTA ALLO SCRIPT INVIO SMS CON CHIAMATA DIRETTA ALLO SCRIPT La chiamata diretta allo script può essere effettuata in modo GET o POST. Il metodo POST è il più sicuro dal punto di vista della sicurezza. Invio sms a un numero

Dettagli

ARP (Address Resolution Protocol)

ARP (Address Resolution Protocol) ARP (Address Resolution Protocol) Il routing Indirizzo IP della stazione mittente conosce: - il proprio indirizzo (IP e MAC) - la netmask (cioè la subnet) - l indirizzo IP del default gateway, il router

Dettagli

Fattura elettronica Vs Pa

Fattura elettronica Vs Pa Fattura elettronica Vs Pa Manuale Utente A cura di : VERS. 528 DEL 30/05/2014 11:10:00 (T. MICELI) Assist. Clienti Ft. El. Vs Pa SOMMARIO pag. I Sommario NORMATIVA... 1 Il formato della FatturaPA... 1

Dettagli

Windows Mail Outlook Express 6 Microsoft Outlook 2003 Microsoft Outlook 2007 Thunderbird Opera Mail Mac Mail

Windows Mail Outlook Express 6 Microsoft Outlook 2003 Microsoft Outlook 2007 Thunderbird Opera Mail Mac Mail Configurare un programma di posta con l account PEC di Il Titolare di una nuova casella PEC può accedere al sistema sia tramite Web (Webmail i ), sia configurando il proprio account ii nel programma di

Dettagli

Ultimo aggiornamento sett13

Ultimo aggiornamento sett13 Ultimo aggiornamento sett13 INDICE 1. Invio singolo SMS tramite richiesta POST/GET HTTP...3 1.1 - Messaggi singoli concatenati...4 2. Invio multiplo SMS tramite richiesta POST/GET HTTP...4 2.1 - Messaggi

Dettagli

Principali caratteristiche piattaforma web smsmobile.it

Principali caratteristiche piattaforma web smsmobile.it SmsMobile.it Principali caratteristiche piattaforma web smsmobile.it Istruzioni Backoffice Post get http VERSION 2.1 Smsmobile by Cinevision srl Via Paisiello 15/ a 70015 Noci ( Bari ) tel.080 497 30 66

Dettagli

Analisi dei requisiti e casi d uso

Analisi dei requisiti e casi d uso Analisi dei requisiti e casi d uso Indice 1 Introduzione 2 1.1 Terminologia........................... 2 2 Modello della Web Application 5 3 Struttura della web Application 6 4 Casi di utilizzo della Web

Dettagli

Ministero dell Interno Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali Direzione Centrale per i Servizi Demografici

Ministero dell Interno Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali Direzione Centrale per i Servizi Demografici ALLEGATO TECNICO ALLA CIRCOLARE N. 23/05 Ai sensi del presente allegato tecnico si intende: a) per "S.S.C.E. il sistema di sicurezza del circuito di emissione dei documenti di identità elettronica; b)

Dettagli

Le Reti Informatiche

Le Reti Informatiche Le Reti Informatiche modulo 10 Prof. Salvatore Rosta www.byteman.it s.rosta@byteman.it 1 Nomenclatura: 1 La rappresentazione di uno schema richiede una serie di abbreviazioni per i vari componenti. Seguiremo

Dettagli

PAGAMENTO ELETTRONICO DELLA MARCA

PAGAMENTO ELETTRONICO DELLA MARCA PAGAMENTO ELETTRONICO DELLA MARCA DA BOLLO DIGITALE Allineato alla versione 1.7 delle Specifiche Attuative del Nodo dei Pagamenti-SPC Versione 1.0 - febbraio 2015 STATO DEL DOCUMENTO revisione data note

Dettagli

Come configurare un programma di posta con l account PEC di GLOBALCERT.IT

Come configurare un programma di posta con l account PEC di GLOBALCERT.IT Come configurare un programma di posta con l account PEC di GLOBALCERT.IT Il Titolare di una nuova casella PEC può accedere al sistema sia tramite Web (Webmail i ), sia configurando il proprio account

Dettagli

12.5 UDP (User Datagram Protocol)

12.5 UDP (User Datagram Protocol) CAPITOLO 12. SUITE DI PROTOCOLLI TCP/IP 88 12.5 UDP (User Datagram Protocol) L UDP (User Datagram Protocol) é uno dei due protocolli del livello di trasporto. Come l IP, é un protocollo inaffidabile, che

Dettagli

MODALITÀ DI QUALIFICAZIONE DELLA PORTA DI DOMINIO

MODALITÀ DI QUALIFICAZIONE DELLA PORTA DI DOMINIO MODALITÀ DI QUALIFICAZIONE DELLA PORTA DI DOMINIO Versione 1.1 INDICE 1. PREFAZIONE 3 1.1 Autori 3 1.2 Modifiche Documento 3 1.3 Riferimenti 4 1.4 Acronimi e Definizioni 4 2. OBIETTIVI E CONTESTO DI RIFERIMENTO

Dettagli

Interfaccia HTTP enduser Specifiche tecniche 03.10.2013

Interfaccia HTTP enduser Specifiche tecniche 03.10.2013 i-contact srl via Simonetti 48 32100 Belluno info@i-contact.it tel. 0437 30419 fax 0437 1900 125 p.i./c.f. 0101939025 Interfaccia HTTP enduser Specifiche tecniche 03.10.2013 1. Introduzione Il seguente

Dettagli

Decreto 2 novembre 2005 Regole tecniche per la formazione, la trasmissione e la validazione, anche temporale, della posta elettronica certificata

Decreto 2 novembre 2005 Regole tecniche per la formazione, la trasmissione e la validazione, anche temporale, della posta elettronica certificata Decreto 2 novembre 2005 Regole tecniche per la formazione, la trasmissione e la validazione, anche temporale, della posta elettronica IL MINISTRO PER L'INNOVAZIONE E LE TECNOLOGIE - Visto l articolo 17

Dettagli

Progetto Istanze On Line

Progetto Istanze On Line 2014 Progetto Istanze On Line 09 aprile 2014 INDICE 1 INTRODUZIONE ALL USO DELLA GUIDA... 3 1.1 SIMBOLI USATI E DESCRIZIONI... 3 2 GESTIONE DELL UTENZA... 4 2.1 COS È E A CHI È RIVOLTO... 4 2.2 NORMATIVA

Dettagli

La procedura di registrazione prevede cinque fasi: Fase 4 Conferma

La procedura di registrazione prevede cinque fasi: Fase 4 Conferma Guida Categoria alla registrazione StockPlan Connect Il sito web StockPlan Connect di Morgan Stanley consente di accedere e di gestire online i piani di investimento azionario. Questa guida offre istruzioni

Dettagli

Mobile Messaging SMS. Copyright 2015 VOLA S.p.A.

Mobile Messaging SMS. Copyright 2015 VOLA S.p.A. Mobile Messaging SMS Copyright 2015 VOLA S.p.A. INDICE Mobile Messaging SMS. 2 SMS e sistemi aziendali.. 2 Creare campagne di mobile marketing con i servizi Vola SMS.. 3 VOLASMS per inviare SMS da web..

Dettagli

GESTIONE DELLA E-MAIL

GESTIONE DELLA E-MAIL GESTIONE DELLA E-MAIL Esistono due metodologie, completamente diverse tra loro, in grado di consentire la gestione di più caselle di Posta Elettronica: 1. tramite un'interfaccia Web Mail; 2. tramite alcuni

Dettagli

Documentazione tecnica

Documentazione tecnica Documentazione tecnica Come spedire via Post 1.1) Invio di Loghi operatore 1.2) Invio delle Suonerie (ringtone) 1.3) Invio di SMS con testo in formato UNICODE UCS-2 1.4) Invio di SMS multipli 1.5) Simulazione

Dettagli

SOGEAS - Manuale operatore

SOGEAS - Manuale operatore SOGEAS - Manuale operatore Accesso La home page del programma si trova all indirizzo: http://www.sogeas.net Per accedere, l operatore dovrà cliccare sulla voce Accedi in alto a destra ed apparirà la seguente

Dettagli

Programma Servizi Centralizzati s.r.l.

Programma Servizi Centralizzati s.r.l. Via Privata Maria Teresa, 11-20123 Milano Partita IVA 09986990159 Casella di Posta Certificata pecplus.it N.B. si consiglia di cambiare la password iniziale assegnata dal sistema alla creazione della casella

Dettagli

Manuale di installazione e d uso

Manuale di installazione e d uso Manuale di installazione e d uso 1 Indice Installazione del POS pag. 2 Funzionalità di Base - POS Sagem - Accesso Operatore pag. 2 - Leggere una Card/braccialetto Cliente con il lettore di prossimità TeliumPass

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TRENTO DOCUMENTO ELETTRONICO, FIRMA DIGITALE E SICUREZZA IN RETE.

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TRENTO DOCUMENTO ELETTRONICO, FIRMA DIGITALE E SICUREZZA IN RETE. UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TRENTO DOCUMENTO ELETTRONICO, FIRMA DIGITALE E SICUREZZA IN RETE. INTRODUZIONE ALL ARGOMENTO. A cura di: Eleonora Brioni, Direzione Informatica e Telecomunicazioni ATI NETWORK.

Dettagli

Specifiche API. Gestione utenti multipli

Specifiche API. Gestione utenti multipli Specifiche API Gestione utenti multipli v1.3.73 Last update: Ludovico 28/12/2009 Sommario Descrizione del servizio... 3 Come diventare partner... 3 Modalità di accesso al servizio con gestione utenti multipli...

Dettagli

Di seguito sono descritti i prerequisiti Hardware e Software che deve possedere la postazione a cui viene collegata l Aruba Key.

Di seguito sono descritti i prerequisiti Hardware e Software che deve possedere la postazione a cui viene collegata l Aruba Key. 1 Indice 1 Indice... 2 2 Informazioni sul documento... 3 2.1 Scopo del documento... 3 3 Caratteristiche del dispositivo... 3 3.1 Prerequisiti... 3 4 Installazione della smart card... 4 5 Avvio di Aruba

Dettagli

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi.

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet: la rete delle reti Alberto Ferrari Connessioni

Dettagli

Alimentazione 1. INFORMAZIONI GENERALI

Alimentazione 1. INFORMAZIONI GENERALI Alimentazione 1. INFORMAZIONI GENERALI Il cavo di alimentazione è rigidamente fissato nella parte inferiore del terminale (fig.1), tale cavo deve essere connesso al trasformatore esterno (fig. ) e, questi,

Dettagli

Luca Mari, Sistemi informativi applicati (reti di calcolatori) appunti delle lezioni. Architetture client/server: applicazioni client

Luca Mari, Sistemi informativi applicati (reti di calcolatori) appunti delle lezioni. Architetture client/server: applicazioni client Versione 25.4.05 Sistemi informativi applicati (reti di calcolatori): appunti delle lezioni Architetture client/server: applicazioni client 1 Architetture client/server: un esempio World wide web è un

Dettagli

ESEMPI DI FORM (da www.html.it)

ESEMPI DI FORM (da www.html.it) ESEMPI DI FORM (da www.html.it) Vediamo, nel particolare, tutti i tag che HTML 4.0 prevede per la creazione di form. Questo tag apre e chiude il modulo e raccoglie il contenuto dello stesso,

Dettagli

Di seguito due profili carta realizzabili combinando le diverse modalità di addebito, esemplificativi della versatilità che caratterizza YouCard.

Di seguito due profili carta realizzabili combinando le diverse modalità di addebito, esemplificativi della versatilità che caratterizza YouCard. YouCard, la prima carta in Italia che consente di personalizzare il codice PIN, è anche l unica carta al mondo che unisce la sicurezza delle carte prepagate, la semplicità delle carte di debito e la flessibilità

Dettagli

Regole tecniche del servizio di trasmissione di documenti informatici mediante posta elettronica certificata

Regole tecniche del servizio di trasmissione di documenti informatici mediante posta elettronica certificata Regole tecniche del servizio di trasmissione di documenti informatici mediante posta elettronica certificata Pagina 1 di 48 INDICE 1 MODIFICHE DOCUMENTO...4 2 RIFERIMENTI...4 3 TERMINI E DEFINIZIONI...4

Dettagli

Procedura accesso e gestione Posta Certificata OlimonTel PEC

Procedura accesso e gestione Posta Certificata OlimonTel PEC Procedura accesso e gestione Posta Certificata OlimonTel PEC Informazioni sul documento Revisioni 06/06/2011 Andrea De Bruno V 1.0 1 Scopo del documento Scopo del presente documento è quello di illustrare

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

Deutsche Bank. db Corporate Banking Web Guida al servizio

Deutsche Bank. db Corporate Banking Web Guida al servizio Deutsche Bank db Corporate Banking Web Guida al servizio INDICE 1. INTRODUZIONE... 3 2. SPECIFICHE DI SISTEMA... 4 3 MODALITÀ DI ATTIVAZIONE E DI PRIMO COLLEGAMENTO... 4 3. SICUREZZA... 5 4. AUTORIZZAZIONE

Dettagli

Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB

Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB 30/04/2013 Sommario - Limitazioni di responsabilità e uso del manuale... 3 1 Glossario... 3 2 Presentazione... 4 3 Quando procedere al ripristino

Dettagli

Sicurezza delle reti wireless. Alberto Gianoli alberto.gianoli@fe.infn.it

Sicurezza delle reti wireless. Alberto Gianoli alberto.gianoli@fe.infn.it Sicurezza delle reti wireless Alberto Gianoli alberto.gianoli@fe.infn.it Concetti di base IEEE 802.11: famiglia di standard tra cui: 802.11a, b, g: physical e max data rate spec. 802.11e: QoS (traffic

Dettagli

Dipartimento Comunicazione. Guida all Identificazione al Portale di Roma Capitale

Dipartimento Comunicazione. Guida all Identificazione al Portale di Roma Capitale Dipartimento Comunicazione Guida all Identificazione al Portale di Roma Capitale Sommario 1. Premessa... 3 2. Identificazione al Portale di Roma Capitale tramite documento d identità... 4 2.1 Registrazione

Dettagli

SERVIZIO P.O.S. Sezione I: Informazioni sulla banca. Sezione II: Caratteristiche e rischi tipici

SERVIZIO P.O.S. Sezione I: Informazioni sulla banca. Sezione II: Caratteristiche e rischi tipici FOGLIO INFORMATIVO SERVIZIO P.O.S. Sezione I: Informazioni sulla banca Denominazione e forma giuridica: Banca Centro Emilia-Credito Cooperativo Società Cooperativa Sede legale e amministrativa: Via Statale.

Dettagli

DIRETTIVE. Istruzioni d uso per l elaborazione dei pagamenti con carte

DIRETTIVE. Istruzioni d uso per l elaborazione dei pagamenti con carte DIRETTIVE Istruzioni d uso per l elaborazione dei pagamenti con carte Version: 3.0, 10. Dezember 2013 INDICE INDICE 1 Carte di debito: Maestro e VPAY 3-6 1.1 Segni distintivi di sicurezza 3-4 1.1.1 Maestro

Dettagli

COPERTURA WI-FI (aree chiamate HOT SPOT)

COPERTURA WI-FI (aree chiamate HOT SPOT) Wi-Fi Amantea Il Comune di Amantea offre a cittadini e turisti la connessione gratuita tramite tecnologia wi-fi. Il progetto inserisce Amantea nella rete wi-fi Guglielmo ( www.guglielmo.biz), già attivo

Dettagli

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 -

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 - Progetto SINTESI Comunicazioni Obbligatorie Modulo Applicativo COB - Versione Giugno 2013-1 Versione Giugno 2013 INDICE 1 Introduzione 3 1.1 Generalità 3 1.2 Descrizione e struttura del manuale 3 1.3 Requisiti

Dettagli

Linee guida invio pratica telematica sportello cerc - anno 2013

Linee guida invio pratica telematica sportello cerc - anno 2013 LINEE GUIDA INVIO PRATICA TELEMATICA SPORTELLO CERC - ANNO 2013 1 INDICE 1. FASE PRELIMINARE pag.3 2. PREDISPOSIZIONE DELLA DOCUMENTAZIONE pag.4 3. INVIO DELLA DOMANDA DI CONTRIBUTO pag.4 4. CREA MODELLO

Dettagli

FileMaker Server 12. Guida introduttiva

FileMaker Server 12. Guida introduttiva FileMaker Server 12 Guida introduttiva 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento sono marchi di FileMaker,

Dettagli

Guida alla scansione su FTP

Guida alla scansione su FTP Guida alla scansione su FTP Per ottenere informazioni di base sulla rete e sulle funzionalità di rete avanzate della macchina Brother, consultare la uu Guida dell'utente in rete. Per ottenere informazioni

Dettagli

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Indice Indice Introduzione...3 Guida al primo accesso...3 Accessi successivi...5 Amministrazione dei servizi avanzati (VAS)...6 Attivazione dei VAS...7

Dettagli

Attività relative al primo anno

Attività relative al primo anno PIANO OPERATIVO L obiettivo delle attività oggetto di convenzione è il perfezionamento dei sistemi software, l allineamento dei dati pregressi e il costante aggiornamento dei report delle partecipazioni

Dettagli

Approvazione delle modifiche al modello di versamento F24 enti pubblici ed alle relative specifiche tecniche Introduzione del secondo codice fiscale

Approvazione delle modifiche al modello di versamento F24 enti pubblici ed alle relative specifiche tecniche Introduzione del secondo codice fiscale Prot. n. 2012/140335 Approvazione delle modifiche al modello di versamento F24 enti pubblici ed alle relative specifiche tecniche Introduzione del secondo codice fiscale IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base

Dettagli

MANUALE DI UTILIZZO WEB SMS

MANUALE DI UTILIZZO WEB SMS MANUALE DI UTILIZZO WEB SMS (Ultimo aggiornamento 24/08/2011) 2011 Skebby. Tutti i diritti riservati. INDICE INTRODUZIONE... 8 1.1. Cos è un SMS?... 8 1.2. Qual è la lunghezza di un SMS?... 8 1.3. Chi

Dettagli

Informatica per la comunicazione" - lezione 9 -

Informatica per la comunicazione - lezione 9 - Informatica per la comunicazione" - lezione 9 - Protocolli di livello intermedio:" TCP/IP" IP: Internet Protocol" E il protocollo che viene seguito per trasmettere un pacchetto da un host a un altro, in

Dettagli

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone Paragrafo 1 Prerequisiti Definizione di applicazione server Essa è un servizio che è in esecuzione su un server 1 al fine di essere disponibile per tutti gli host che lo richiedono. Esempi sono: il servizio

Dettagli

www.sms2biz.it Soluzioni professionali per la gestione e l invio di SMS

www.sms2biz.it Soluzioni professionali per la gestione e l invio di SMS www.sms2biz.it Soluzioni professionali per la gestione e l invio di SMS Introduzione La nostra soluzione sms2biz.it, Vi mette a disposizione un ambiente web per una gestione professionale dell invio di

Dettagli

Servizio Fatt-PA PASSIVA

Servizio Fatt-PA PASSIVA Sei una Pubblica Amministrazione e sei obbligata a gestire la ricezione delle fatture elettroniche PA? Attivate il servizio di ricezione al resto ci pensiamo noi Servizio Fatt-PA PASSIVA di Namirial S.p.A.

Dettagli

Guida all utilizzo del dispositivo USB

Guida all utilizzo del dispositivo USB Guida all utilizzo del dispositivo USB 30/04/2013 Sommario - Limitazioni di responsabilità e uso del manuale... 3 1. Glossario... 3 2. Guida all utilizzo del dispositivo USB... 4 2.1 Funzionamento del

Dettagli

INTRODUZIONE AL PROGETTO

INTRODUZIONE AL PROGETTO SETEFI INTRODUZIONE AL PROGETTO Il nostro obiettivo è quello di illustrare la struttura e le caratteristiche di fondo che stanno alla base delle transazioni online operate tramite Setefi, società del gruppo

Dettagli

GESTIONE DELLA PROCEDURA

GESTIONE DELLA PROCEDURA Manuale di supporto all utilizzo di Sintel per Stazione Appaltante GESTIONE DELLA PROCEDURA Data pubblicazione: 17/06/2015 Pagina 1 di 41 INDICE 1. Introduzione... 3 1.1 Obiettivo e campo di applicazione...

Dettagli

LISTA TITOLI ACCESSI

LISTA TITOLI ACCESSI LISTA TITOLI ACCESSI La Lista Unica Titoli di Accesso, così come definita dal Provvedimento al punto 1.1.2, è memorizzata, come raggruppamento degli eventi del giorno, secondo tracciati ASCII a campi fissi

Dettagli

Guida all iscrizione al TOLC Test On Line CISIA

Guida all iscrizione al TOLC Test On Line CISIA Guida all iscrizione al TOLC Test On Line CISIA Modalità di iscrizione al TOLC Per iscriversi al TOLC è necessario compiere le seguenti operazioni: 1. Registrazione nella sezione TOLC del portale CISIA

Dettagli

APPLICAZIONE WEB PER LA GESTIONE DELLE RICHIESTE DI ACQUISTO DEL MATERIALE INFORMATICO. Francesco Marchione e Dario Richichi

APPLICAZIONE WEB PER LA GESTIONE DELLE RICHIESTE DI ACQUISTO DEL MATERIALE INFORMATICO. Francesco Marchione e Dario Richichi APPLICAZIONE WEB PER LA GESTIONE DELLE RICHIESTE DI ACQUISTO DEL MATERIALE INFORMATICO Francesco Marchione e Dario Richichi Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia Sezione di Palermo Indice Introduzione...

Dettagli

Guida alla compilazione

Guida alla compilazione Guida alla compilazione 1 Guida alla compilazione... 1 PARTE I REGISTRAZIONE ORGANIZZAZIONE... 5 LA PRIMA REGISTRAZIONE... 5 ACCESSO AREA RISERVATA (LOGIN)...11 ANAGRAFICA ORGANIZZAZIONE...12 ANAGRAFICA

Dettagli

Servizi DNS - SMTP FTP - TELNET. Programmi. Outlook Express Internet Explorer

Servizi DNS - SMTP FTP - TELNET. Programmi. Outlook Express Internet Explorer Servizi DNS - SMTP FTP - TELNET Programmi Outlook Express Internet Explorer 72 DNS Poiché riferirsi a una risorsa (sia essa un host oppure l'indirizzo di posta elettronica di un utente) utilizzando un

Dettagli

Corso SOL Gestione catalogo libro moderno 21-22 settembre 2009

Corso SOL Gestione catalogo libro moderno 21-22 settembre 2009 Corso SOL Gestione catalogo libro moderno 21-22 settembre 2009 Introduzione generale Autenticazione dell operatore https://sebina1.unife.it/sebinatest Al primo accesso ai servizi di Back Office, utilizzando

Dettagli

RICEZIONE AUTOMATICA DEI CERTIFICATI DI MALATTIA 1.1. MALATTIE GESTIONE IMPORT AUTOMATICO 1.2. ATTIVAZIONE DELLA RICEZIONE DEL FILE CON L INPS

RICEZIONE AUTOMATICA DEI CERTIFICATI DI MALATTIA 1.1. MALATTIE GESTIONE IMPORT AUTOMATICO 1.2. ATTIVAZIONE DELLA RICEZIONE DEL FILE CON L INPS RICEZIONE AUTOMATICA DEI CERTIFICATI DI MALATTIA 1.1. MALATTIE GESTIONE IMPORT AUTOMATICO Abbiamo predisposto il programma di studio Web per la ricezione automatica dei certificati di malattia direttamente

Dettagli

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC Introduzione a emagister-agora Interfaccia di emagister-agora Configurazione dell offerta didattica Richieste d informazioni Gestione delle richieste d informazioni

Dettagli

Posta Elettronica Certificata

Posta Elettronica Certificata Posta Elettronica Certificata Manuale di utilizzo del servizio Webmail di Telecom Italia Trust Technologies Documento ad uso pubblico Pag. 1 di 33 Indice degli argomenti 1 INTRODUZIONE... 3 1.1 Obiettivi...

Dettagli

SPECIFICHE TECNICHE OPERATIVE DELLE REGOLE TECNICHE DI CUI ALL ALLEGATO B DEL DM 55 DEL 3 APRILE 2013. Versione 1.1

SPECIFICHE TECNICHE OPERATIVE DELLE REGOLE TECNICHE DI CUI ALL ALLEGATO B DEL DM 55 DEL 3 APRILE 2013. Versione 1.1 SPECIFICHE TECNICHE OPERATIVE DELLE REGOLE TECNICHE DI CUI ALL ALLEGATO B DEL DM 55 DEL 3 APRILE 2013 Versione 1.1 INDICE 1. INTRODUZIONE 4 1.1 DEFINIZIONI 4 2. MODALITÀ DI EMISSIONE DELLE FATTURE ELETTRONICHE

Dettagli

G e s t i o n e U t e n z e C N R

G e s t i o n e U t e n z e C N R u t e n t i. c n r. i t G e s t i o n e U t e n z e C N R G U I D A U T E N T E Versione 1.1 Aurelio D Amico (Marzo 2013) Consiglio Nazionale delle Ricerche - Sistemi informativi - Roma utenti.cnr.it -

Dettagli

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB...

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 1. CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 5 1.3.1 CREAZIONE GUIDATA DELLA FATTURA IN FORMATO XML

Dettagli

Manuale di Remote Desktop Connection. Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci

Manuale di Remote Desktop Connection. Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci Manuale di Remote Desktop Connection Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci 2 Indice 1 Introduzione 5 2 Il protocollo Remote Frame Buffer 6 3 Uso di Remote Desktop

Dettagli

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6 Manualino OE6 Microsoft Outlook Express 6 Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito,

Dettagli

INTERPUMP GROUP SPA-VIA E. FERMI 25 42040 S.ILARIO (RE) http: //www.interpumpgroup.it

INTERPUMP GROUP SPA-VIA E. FERMI 25 42040 S.ILARIO (RE) http: //www.interpumpgroup.it PROCEDURA E-COMMERCE BUSINESS TO BUSINESS Guida alla Compilazione di un ordine INTERPUMP GROUP SPA-VIA E. FERMI 25 42040 S.ILARIO (RE) http: //www.interpumpgroup.it INDICE 1. Autenticazione del nome utente

Dettagli

WEB Conference, mini howto

WEB Conference, mini howto Prerequisiti: WEB Conference, mini howto Per potersi collegare o creare una web conference è necessario: 1) Avere un pc con sistema operativo Windows XP o vista (windows 7 non e' ancora certificato ma

Dettagli

ALLEGATO N. 2 STANDARD TECNICI DELL ARCHIVIO UNICO INFORMATICO

ALLEGATO N. 2 STANDARD TECNICI DELL ARCHIVIO UNICO INFORMATICO ALLEGATO N. 2 STANDARD TECNICI DELL ARCHIVIO UNICO INFORMATICO 1 INDICE 1) ASPETTI GENERALI 2) CONTENUTO DELL ARCHIVIO UNICO INFORMATICO 2.1) OPERAZIONI 2.2) RAPPORTI 2.3) LEGAMI TRA SOGGETTI 3) CRITERI

Dettagli

Elementi di Informatica e Programmazione

Elementi di Informatica e Programmazione Elementi di Informatica e Programmazione Le Reti di Calcolatori (parte 2) Corsi di Laurea in: Ingegneria Civile Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Università degli Studi di Brescia Docente: Daniela

Dettagli

RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO

RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO Mod. NAM FATT-PA Rev.7.0 RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO PREMESSE La presente Richiesta di attivazione del Servizio sottoscritta dal, Operatore Economico

Dettagli

Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE. Versione 1.0 24 Giugno 2014

Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE. Versione 1.0 24 Giugno 2014 Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE Versione 1.0 24 Giugno 2014 1 Indice Indice... 2 Indice delle figure... 3 Indice delle tabelle... 4 Obiettivi del documento...

Dettagli

MIB PER IL CONTROLLO DELLO STATO DI UN SERVER FTP

MIB PER IL CONTROLLO DELLO STATO DI UN SERVER FTP Università degli Studi di Pisa Facoltà di Scienze Matematiche,Fisiche e Naturali Corso di Laurea in Informatica Michela Chiucini MIB PER IL CONTROLLO DELLO STATO DI UN SERVER

Dettagli

Marco Giorgi. Palazzo di Giustizia di Torino 30 marzo 2012

Marco Giorgi. Palazzo di Giustizia di Torino 30 marzo 2012 Marco Giorgi Palazzo di Giustizia di Torino 30 marzo 2012 Post mortem (Dopo lo spegnimento del sistema) Si smonta il dispositivo e lo si collega ad un PC dedicato all'acquisizione Live forensics (Direttamente

Dettagli

Lezione n 1! Introduzione"

Lezione n 1! Introduzione Lezione n 1! Introduzione" Corso sui linguaggi del web" Fondamentali del web" Fondamentali di una gestione FTP" Nomenclatura di base del linguaggio del web" Come funziona la rete internet?" Connessione"

Dettagli

Funzioni nuove e modificate

Funzioni nuove e modificate Gigaset S675 IP, S685 IP, C470 IP, C475 IP: Funzioni nuove e modificate Questo documento integra il manuale di istruzioni dei telefoni VoIP Gigaset: Gigaset C470 IP, Gigaset C475 IP, Gigaset S675 IP e

Dettagli

Portale Unico dei Servizi NoiPA

Portale Unico dei Servizi NoiPA Portale Unico dei Servizi NoiPA Guida all accesso al portale e ai servizi self service Versione del 10/12/14 INDICE pag. 1 INTRODUZIONE... 3 2 MODALITÀ DI PRIMO ACCESSO... 3 2.1 LA CONVALIDA DELL INDIRIZZO

Dettagli

Guida all'installazione di SLPct. Manuale utente. Evoluzioni Software www.evoluzionisoftware.it info@evoluzionisoftware.it

Guida all'installazione di SLPct. Manuale utente. Evoluzioni Software www.evoluzionisoftware.it info@evoluzionisoftware.it Guida all'installazione di SLPct Manuale utente Evoluzioni Software www.evoluzionisoftware.it info@evoluzionisoftware.it Premessa Il redattore di atti giuridici esterno SLpct è stato implementato da Regione

Dettagli

Reti di Telecomunicazione Lezione 7

Reti di Telecomunicazione Lezione 7 Reti di Telecomunicazione Lezione 7 Marco Benini Corso di Laurea in Informatica marco.benini@uninsubria.it Il protocollo Programma della lezione file transfer protocol descrizione architetturale descrizione

Dettagli

Gestione Nuova Casella email

Gestione Nuova Casella email Gestione Nuova Casella email Per accedere alla vecchia casella questo l indirizzo web: http://62.149.157.9/ Potrà essere utile accedere alla vecchia gestione per esportare la rubrica e reimportala come

Dettagli

Uso del conto NETELLER

Uso del conto NETELLER Uso del conto NETELLER Grazie per l'interesse dimostrato nel nostro conto NETELLER. Questa guida contiene le istruzioni relative alle funzioni più utili e più utilizzate del conto NETELLER. Abbiamo cercato

Dettagli

Guida alla configurazione della posta elettronica. bassanonet.com

Guida alla configurazione della posta elettronica. bassanonet.com Guida alla configurazione della posta elettronica bassanonet.com 02 Guida alla configurazione della posta elettronica I programmi di posta elettronica consentono di gestire una o più caselle e-mail in

Dettagli

PRESENTAZIONE DI UN SMS AL GATEWAY

PRESENTAZIONE DI UN SMS AL GATEWAY Interfaccia Full Ascii Con questa interfaccia è possibile inviare i dati al Server utilizzando solo caratteri Ascii rappresentabili e solo i valori che cambiano tra un sms e l altro, mantenendo la connessione

Dettagli

Sistemi Web-Based - Terminologia. Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011

Sistemi Web-Based - Terminologia. Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011 Sistemi Web-Based - Terminologia Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011 CLIENT: il client è il programma che richiede un servizio a un computer collegato in

Dettagli

Manuale Operativo IL SOFTWARE PER LA GESTIONE CENTRALIZZATA DEL SISTEMA DELLE SEGNALAZIONI E DEI RECLAMI DELL ENTE

Manuale Operativo IL SOFTWARE PER LA GESTIONE CENTRALIZZATA DEL SISTEMA DELLE SEGNALAZIONI E DEI RECLAMI DELL ENTE Manuale Operativo IL SOFTWARE PER LA GESTIONE CENTRALIZZATA DEL SISTEMA DELLE SEGNALAZIONI E DEI RECLAMI DELL ENTE Il presente documento applica il Regolamento sulla gestione delle segnalazioni e dei reclami

Dettagli