INFORMATIVA AI PASSEGGERI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "INFORMATIVA AI PASSEGGERI"

Transcript

1 Trasporto sostanze liquide nel bagaglio a mano INFORMATIVA AI PASSEGGERI Nuove Regole di Sicurezza negli Aeroporti dell'unione Europea Al fine di proteggere i passeggeri dalla nuova minaccia terroristica costituita dagli esplosivi in forma liquida, l Unione Europea (UE) ha adottato nuove regole di sicurezza che limitano la quantità di sostanze liquide che è possibile portare attraverso ed oltre i punti di controllo di sicurezza aeroportuale. Alle nuove regole sono soggetti tutti i passeggeri in partenza dagli Aeroporti dell Unione Europea, compresi i voli nazionali, qualunque sia la loro destinazione. Ciò significa che ai punti di controllo di sicurezza aeroportuale ciascun passeggero ed il relativo bagaglio a mano saranno controllati per individuare, oltre agli altri articoli già proibiti dalla normativa vigente, anche eventuali sostanze liquide. Le nuove regole non pongono alcun limite alle sostanze liquide che si possono acquistare presso i negozi situati nelle aree poste oltre i punti di controllo o a bordo degli aeromobili utilizzati da Compagnie Aeree appartenenti all Unione Europea. Le nuove misure si applicano a partire da lunedì 6 novembre 2006 in tutti gli Aeroporti dell Unione Europea, nonché in Norvegia, Islanda e Svizzera. COSA C'È DI NUOVO? Il 29 aprile 2011 entrerà in vigore il Regolamento Europeo 297/2010 che prevede la possibilità di introdurre liquidi, aerosol e gel nelle aree sterili a bordo degli aeromobili a condizione che i prodotti siano stati sottoposti a controllo o che ne siano stati dispensati in conformità ai requisiti delle disposizioni di attuazione adottate ai sensi dell'art.4 paragrafo 3 del Regolamento CE 300/2008. L'Enac, in qualità di Autorità competente nel settore della sicurezza dell'aviazione Civile, come stabilito dal Decreto Ministeriale del 21 luglio 2009, intende ricorrere alle previsioni dell'art.6 del Regolamento EU 300/2008, che stabilisce la possibilità per uno Stato Membro di adottare delle misure più severe rispetto alle norma fondamentali comuni. Considerato, infatti, l'attuale quadro di destabilizzazione dell'area nordafricana e di alcuni paesi del medio oriente, e visto che le tipologie di apparati testati ufficialmente dai laboratori europei, salvo alcune isolate sperimentazioni, non hanno beneficiato di consistenti prove operative ufficiali in ambienti reali, e che, come dichiarato da alcuni Stati membri e dalle associazioni di aeroporti (ACI Europe), tali apparecchiature non sarebbero perfettamente efficaci nell'individuazione di materiale esplosivo, si comunica che l'enac continuerà a mantenere vigenti le attuali restrizioni sui liquidi, gel ed aerosol trasportabili in cabina a bordo degli aeromobili. Anche altri Stati Membri, quali Francia, Paesi Bassi, Regno Unito, sarebbero intenzionati ad adottare analoghe misure restrittive, ma il quadro di disapplicazione del Regolamento CE 297/2010 è suscettibile di ulteriore allargamento ad altri Paesi EU.

2 All atto della preparazione del proprio bagaglio Mentre non vi sono limitazioni per i liquidi inseriti nel bagaglio da stiva (quello consegnato al check-in per essere ritirato nell aeroporto di destinazione), nel bagaglio a mano, ossia quello che viene presentato ai punti di controlli di sicurezza aeroportuale, i liquidi consentiti sono invece in piccola quantità. Essi dovranno infatti essere contenuti in recipienti aventi ciascuno la capacità massima di 100 millilitri (1/10 di litro) od equivalenti (es: 100 grammi) ed i recipienti in questione dovranno poi essere inseriti in un sacchetto di plastica trasparente e richiudibile, di capacità non superiore ad 1 litro (ovvero con dimensioni pari ad esempio a circa cm 18 x 20). Dovrà essere possibile chiudere il sacchetto con il rispettivo contenuto (cioè i recipienti dovranno poter entrare comodamente in esso). Per ogni passeggero (infanti compresi) sarà permesso il trasporto di uno ed un solo sacchetto di plastica delle dimensioni suddette (ved. illustrazione). Possono essere trasportati al di fuori del sacchetto, e non sono soggetti a limitazione di volume, le medicine ed i liquidi prescritti a fini dietetici, come gli alimenti per bambini. In Aeroporto Al fine di agevolare i controlli è obbligatorio: presentare agli addetti ai controlli di sicurezza tutti i liquidi trasportati come bagaglio a mano, affinché siano esaminati; togliersi giacca e soprabito: essi verranno sottoposti separatamente ad ispezione; estrarre dal bagaglio a mano i computer portatili e gli altri dispositivi elettrici ed elettronici di grande dimensione. Essi verranno ispezionati separatamente rispetto al bagaglio a mano.

3 I liquidi comprendono: acqua ed altre bevande, minestre, sciroppi creme, lozioni ed olii profumi sprays gel, inclusi quelli per i capelli e per la doccia contenuto di recipienti sotto pressione, incluse schiume da barba, altre schiume e deodoranti sostanze in pasta, incluso dentifricio miscele di liquidi e solidi mascara ogni altro prodotto di analoga consistenza* * *Prodotti di analoga consistenza: Esempi di prodotti assimilabili ai liquidi Esempi di prodotti non assimilabili ai liquidi Crema di cioccolata Burro di arachidi Mascara liquido Lucida labbra liquido Yougurt, formaggio fresco Formaggio squagliato (es. camembert) Sandwich preparati con crema di cioccolato Sandwich preparati con burro di arachidi Cipria, fard Rossetto solido Deodoranti aerosol, roll on Talco in polvere Lista suscettibile di ulteriori aggiornamenti Formaggi in forma solida (es. edam, parmigiano) COSA NON CAMBIA? E ancora possibile: a. trasportare liquidi all interno del bagaglio da stiva (come già accennato, le nuove regole riguardano solo il bagaglio a mano); b. trasportare, all interno del bagaglio a mano, possibilmente limitandoli a quanto necessario per il viaggio aereo, medicinali e prodotti dietetici, come gli alimenti per bambini. Potrebbe essere necessario fornire prova dell effettiva necessità ed autenticità di tali articoli; c. comprare liquidi come bevande e profumi, conservandone la prova d acquisto, nei negozi e nei Duty Free situati oltre i punti di controllo di sicurezza degli aeroporti dell Unione Europea (nonché in quelli di Norvegia, Svizzera e Islanda), ed a bordo degli aeromobili utilizzati dalle Compagnie Aeree degli stessi Paesi. I prodotti acquistati presso i Duty Free ed a bordo dei suddetti aeromobili saranno consegnati in sacchetti sigillati che si consiglia di non aprire prima di essere arrivati alla destinazione finale. In caso contrario, transitando presso gli eventuali aeroporti intermedi, i liquidi acquistati potrebbero essere sequestrati ai controlli di sicurezza.

4 Nota Transito negli aeroporti comunitari per i passeggeri provenienti da scali extracomunitari I prodotti liquidi acquistati presso duty-free shops di aeroporti extracomunitari (ossia situati al di fuori dell Unione Europea ed al di fuori di Norvegia, Svizzera e Islanda) possono essere confiscati negli eventuali scali di transito comunitari. In caso di voli diretti, invece, i liquidi possono essere regolarmente trasportati a bordo. Il Regolamento Europeo 915/2007, del 31 luglio 2007, prevede l'equiparazione degli acquisti di sostanze liquide effettuati nei duty free shops di taluni scali extracomunitari a quelli dell'unione Europea, purché le misure di sicurezza adottate da tali scali siano equiparabili a quelle comunitarie, e sia stata conseguentemente raggiunta un'intesa fra l'unione Europea ed il Paese interessato, in seguito ad attente verifiche da parte della commissione delle Comunità Europee. In attuazione di questa previsione, sono stati equiparati agli scali europei, l'aeroporto di Singapore e gli aeroporti della Croazia (Ragusa, Fiume, Pola, Spalato, Zara, Zagabria). È quindi possibile, nei duty-free shops dei citati aeroporti acquistare prodotti liquidi anche se sono previsti scali di transito in aeroporti comunitari prima della destinazione finale. Verifiche di equiparabilità sono in corso su numerosi altri scali.tutti questi liquidi sono in aggiunta alle quantità che devono essere contenute nel sacchetto di plastica trasparente e richiudibile precedentemente menzionato.in caso di dubbi, prima di intraprendere il viaggio è bene rivolgersi alla propria compagnia aerea o agente di viaggio. Si prega di essere cortesi e di collaborare con gli addetti alla sicurezza ed il personale della compagnia aerea.

5 Regole di Sicurezza negli Aeroporti dell'unione Europea BAGAGLIO IN CABINA E CONSENTITO il trasporto in cabina dei seguenti articoli: un bagaglio a mano la cui somma delle dimensioni non superi complessivamente i 115 cm (come previsto dal DM 001/36 del 28 gennaio 1987) (Nota: Dal 6 maggio 2008 le dimensioni del bagaglio a mano non dovranno essere superiori a 56 cm x 45 cm. x 25 cm. Le dimensioni includono le maniglie, cinghie, fasce, tasche, ruote ed ogni altro oggetto sporgente, incluso il contenuto sporgente della borsa medesima). 30 aprile 2008: con il Regolamento Comunitario 358/2008 del 22 aprile 2008 è stata soppressa l'applicazione della regolamentazione sulle dimensioni del bagaglio a mano che avrebbe dovuto entrare in vigore il 6 maggio 2008 come riportato nella suddetta nota. una borsetta o borsa portadocumenti o personal computer portatile un apparecchio fotografico, videocamera o lettore di CD un soprabito o impermeabile un ombrello o bastone da passeggio un paio di stampelle o altro mezzo per deambulare articoli da lettura per il viaggio culla portatile/passeggino e latte/cibo per bambini, necessario per il viaggio articoli acquistati presso i duty free ed esercizi commerciali all interno dell aeroporto e sugli aeromobili medicinali liquidi/solidi indispensabili per scopi medico-terapeutici e dietetici strettamente personali e necessari per la durata del viaggio. Per quanto riguarda i predetti medicinali liquidi è necessaria apposita prescrizione medica liquidi, contenuti in recipienti individuali di capacità non superiore a 100 millilitri o equivalente (es. 100 grammi), da trasportare in una busta/sacchetto/borsa di plastica trasparente, richiudibile, completamente chiusa, di capacità non eccedente 1 litro (ovvero di dimensioni pari, ad esempio, a circa cm 18 x 20) separatamente dall altro bagaglio a mano. Nota: I liquidi in questione comprendono: acqua ed altre bevande, minestre, sciroppi, creme, lozioni ed olii, profumi, sprays, gel, inclusi quelli per i capelli e per la doccia, contenuto di

6 recipienti sotto pressione, incluse schiume da barba, altre schiume e deodoranti, sostanze in pasta, incluso dentifricio, miscele di liquidi e solidi, mascara, ogni altro prodotto di analoga consistenza. Per busta di plastica/sacchetto trasparente richiudibile deve intendersi un contenitore che consente di vedere facilmente il contenuto, senza che sia necessario aprirlo e che sia dotato di un sistema integralmente sigillante, come zip oppure chiusure a pressione o comunque una chiusura che dopo essere stata aperta possa essere richiusa. E' VIETATO il trasporto in cabina dei seguenti articoli: a) Pistole, armi da fuoco e altre armi tutte le armi da fuoco (pistole, rivoltelle, carabine, fucili, ecc.) repliche e imitazioni di armi da fuoco componenti di armi da fuoco (eccetto dispositivi di visione telescopica e alzi) pistole e carabine ad aria e fucili a pallini pistole lanciarazzi pistole per starter armi giocattolo di ogni tipo pistole a sfere (ball bearing gun) pistole industriali con dardi e pistole fissachiodi balestre fionde lanciarpioni e fucili subacquei strumenti per uccidere gli animali senza dolore (humane killer) dispositivi per stordire o scioccare, quali fruste elettriche per vaccai, armi balistiche ad energia proiettata (laser) accendini in forma di arma da fuoco b) Armi appuntite o con spigoli e oggetti taglienti asce e accette frecce e dardi ramponi

7 arpioni e fiocine piccozze da ghiaccio e rompighiaccio (arnesi a punta) pattini su ghiaccio temperini e coltelli a serramanico con lame di qualsiasi lunghezza coltelli, fra cui coltelli cerimoniali, con lame pari o superiori a 6 cm., di metallo o di qualsiasi altro materiale sufficientemente robusto da farne armi potenziali mannaie da macellaio machete rasoi aperti e lamette (eccetto rasoi di sicurezza o usa e getta con lame incorporate nella cartuccia) sciabole, spade e bastoni da stocco bisturi forbici con lame pari o superiori a 6 cm di lunghezza racchette da sci e bastoni da passeggio e per escursionismo stelle da lancio attrezzi che possono essere usati come armi a punta o a spigolo, p.es. trapani e punte di trapano, cutter, coltelli utensili, tutte le seghe, cacciaviti, piedi di porco, martelli, pinze, chiavi inglesi, lanciafiamme c) Strumenti smussati mazze da baseball e da softball mazze o bastoni (rigidi o flessibili), p. es: manganelli, sfollagente e affini mazze da cricket mazze da golf mazze da hockey mazze da lacrosse pagaie per kayak e canoe skate-board stecche da biliardo e affini canne da pesca equipaggiamenti per arti marziali, p.es. tirapugni, mazze, corpi contundenti, rice flail, num chuck, kubaton, kubasaunt

8 d) Esplosivi e sostanze infiammabili munizioni detonatori detonatori e micce esplosivi e dispositivi esplosivi repliche o imitazioni di materiali o dispositivi esplosivi mine ed altri rifornimenti militari esplosivi granate di tutti i tipi gas e contenitori di gas, p.es. butano, propano, acetilene, ossigeno (in grosse quantità) fuochi d artificio, razzi di qualsiasi tipo ed altri articoli pirotecnici (fra cui petardi e cartucce giocattolo) fiammiferi non di sicurezza candelotti o cartucce da fumo combustibili liquidi infiammabili, p.es. benzina, gasolio, combustibile per accendini, alcool, etanolo vernice a spruzzo con aerosol acquaragia e solvente di vernice bevande alcoliche con contenuto di alcool superiore a 70 gradi e) Sostanze chimiche e tossiche acidi e alcali, p.es. batterie bagnate versabili sostanze corrosive o candeggianti, p.es. mercurio, candeggina spray disabilitanti o immobilizzanti, p.es. mace, pepper spray, gas lacrimogeno materiale radioattivo, p.es. isotopi medici o commerciali veleni materiali infettivi o pericolosi, p.es. sangue infettato, batteri e virus materiali ad accensione o combustione spontanea estintori f) Liquidi acqua ed altre bevande, minestre, sciroppi creme, lozioni ed olii profumi

9 sprays gel, inclusi quelli per i capelli e per la doccia contenuto di recipienti sotto pressione, incluse schiume da barba, altre schiume e deodoranti sostanze in pasta, incluso dentifricio miscele di liquidi e solidi mascara ogni altro prodotto di analoga consistenza a meno che tali liquidi non siano contenuti in recipienti individuali di capacità non superiore a 100 millilitri o equivalente (es. 100 grammi), da trasportare in una busta/sacchetto/borsa di plastica trasparente, richiudibile, completamente chiusa, di capacità non eccedente 1 litro (ovvero di dimensioni pari, ad esempio, a circa cm 18 x 20) separatamente dall altro bagaglio a mano. Per busta/sacchetto/busta di plastica trasparente richiudibile deve intendersi un contenitore che consente di vedere facilmente il contenuto, senza che sia necessario aprirlo e che sia dotato di un sistema integralmente sigillante, come zip oppure chiusure a pressione o comunque una chiusura che dopo essere stata aperta possa essere richiusa.

10 BAGAGLIO IN STIVA E' VIETATO il trasporto nella stiva dei seguenti articoli: esplosivi, fra cui detonatori, micce, granate, mine ed esplosivi gas compressi (infiammabili, non infiammabili, refrigeranti, irritanti e velenosi) come i gas da campeggio, bombolette spray per difesa personale, pistole lanciarazzi e pistole per starter sostanze infiammabili (liquide e solide) compreso alcool superiore a 70 gradi; sostanze infettive e velenose sostanze corrosive sostanze radioattive sostanze ossidanti sostanze magnetizzanti congegni di allarme torcia subacquea con batterie inserite

ENAC. Sito Ufficiale dell'ente Nazionale dell'aviazione Civile. Stampa della sezione: Home I Diritti dei Passeggeri Cosa portare a bordo

ENAC. Sito Ufficiale dell'ente Nazionale dell'aviazione Civile. Stampa della sezione: Home I Diritti dei Passeggeri Cosa portare a bordo ENAC Sito Ufficiale dell'ente Nazionale dell'aviazione Civile Stampa della sezione: Home I Diritti dei Passeggeri Cosa portare a bordo COSA PORTARE A BORDO Al fine di proteggere i passeggeri dalla minaccia

Dettagli

Enac: Linee guida nuova normativa sicurezza:

Enac: Linee guida nuova normativa sicurezza: NUOVE REGOLE DI SICUREZZA NEGLI AEROPORTI Nuove regole di sicurezza negli aeroporti e per l accettazione del bagaglio. L armonizzazione alle nuove norme di sicurezza da parte di vettori e enti aeroportuali,

Dettagli

Vademecum Stage Bratislava

Vademecum Stage Bratislava Istituto Superiore Istruzione Secondaria G.TASSINARI Codice Nazionale C-5-FSE04-POR-Campania 2012-362 Esperienze a confronto: la Meccanica in Europa Vademecum Stage Bratislava DOCENTE TUTOR TELEFONO Ricci

Dettagli

DOMANDE FREQUENTI La dei Carta Diritti del Passeggero

DOMANDE FREQUENTI La dei Carta Diritti del Passeggero DOMANDE FREQUENTI La dei Carta Diritti del Passeggero 1. Che cos è la Carta dei Diritti del Passeggero? La Carta dei Diritti del Passeggero è un opuscolo informativo sulle tutele del passeggero in caso

Dettagli

LA CARTA DEI DIRITTI DEL PASSEGGERO

LA CARTA DEI DIRITTI DEL PASSEGGERO DOMANDE FREQUENTI LA CARTA DEI DIRITTI DEL PASSEGGERO 1. Che cos è la Carta dei Diritti del Passeggero? La Carta dei Diritti del Passeggero è un opuscolo informativo sulle tutele del passeggero in caso

Dettagli

REQUISITI DEI BAGAGLI PRESENTATI AL CHECK-IN E BAGAGLI A MANO (voli RYANAIR):

REQUISITI DEI BAGAGLI PRESENTATI AL CHECK-IN E BAGAGLI A MANO (voli RYANAIR): S.R.L. Via San Lazzaro 6-34121 TRIESTE - Tel. 040/367886 367636 Fax. 367924 e-mail: info@juliaviaggi.it - Internet : www.juliaviaggi.it Orario : lun/ven 9.00-13.30 / 15.30-19.00 - sabato 9.00-12.30 REQUISITI

Dettagli

INFORMATIVA PER I PASSEGGERI

INFORMATIVA PER I PASSEGGERI INFORMATIVA PER I PASSEGGERI Aggiornata al 7 maggio 2007 Nuove Regole di Sicurezza negli Aeroporti dell'unione Europea Al fine di proteggere i passeggeri dalla nuova minaccia terroristica costituita dagli

Dettagli

INFORMATIVA AI PASSEGGERI

INFORMATIVA AI PASSEGGERI Trasporto sostanze liquide nel bagaglio a mano INFORMATIVA AI PASSEGGERI Aggiornata al 30 aprile 2008 Nuove Regole di Sicurezza negli Aeroporti dell'unione Europea Al fine di proteggere i passeggeri dalla

Dettagli

4 LUGLIO 2014: GIORNATA EUROPEA DEI DIRITTI DEI PASSEGGERI AEREI

4 LUGLIO 2014: GIORNATA EUROPEA DEI DIRITTI DEI PASSEGGERI AEREI 4 LUGLIO 2014: GIORNATA EUROPEA DEI DIRITTI DEI PASSEGGERI AEREI Di Francesca D'Antuono (stagista presso Europe Direct e Eurodesk - Provincia di Pordenone) È giunta alla sua sesta edizione la Giornata

Dettagli

Articoli consentiti in cabina

Articoli consentiti in cabina NOTA BENE: Il Passeggero deve presentarsi in aeroporto in tempo utile per l espletamento delle operazioni di check-in. Le operazioni di check-in iniziano 2 ore prima dell orario di partenza previsto per

Dettagli

Gent.mi Sigg.ri MS.CORRIERI SUSANNA MS.MONTAIGU JULIETTE

Gent.mi Sigg.ri MS.CORRIERI SUSANNA MS.MONTAIGU JULIETTE as agent of carrier Programma di viaggio Sigg. CORRIERI DOCUMENTO DI TRASPORTO AEREO PASSEGGERI EQUIVALENTE AL BIGLIETTO PASSENGER AIR TRANSPORTATION ISSUED AS AIR TICKET QUESTO DOCUMENTO-PERSONALE E NON

Dettagli

REGOLAMENTO (CE) N. 820/2008 DELLA COMMISSIONE

REGOLAMENTO (CE) N. 820/2008 DELLA COMMISSIONE L 221/8 Gazzetta ufficiale dell Unione europea 19.8.2008 REGOLAMENTO (CE) N. 820/2008 DELLA COMMISSIONE dell 8 agosto 2008 che stabilisce talune misure di applicazione delle norme di base comuni sulla

Dettagli

AIR EUROPA CORTO E MEDIO RAGGIO LUNGO RAGGIO

AIR EUROPA CORTO E MEDIO RAGGIO LUNGO RAGGIO AIR EUROPA In riferimento alla politica bagagli di Air Europa, si stabiliscono le seguenti franchigie bagagli. In queste tabelle potrete visualizzare il bagaglio consentito che verrà registrato (bagaglio

Dettagli

Gent.mi Sigg.ri MS.VILLAREAL COLL ANIUSKA DEL LOURDES

Gent.mi Sigg.ri MS.VILLAREAL COLL ANIUSKA DEL LOURDES as agent of carrier Programma di viaggio Sigg. VILLAREAL COLL DOCUMENTO DI TRASPORTO AEREO PASSEGGERI EQUIVALENTE AL BIGLIETTO PASSENGER AIR TRANSPORTATION ISSUED AS AIR TICKET QUESTO DOCUMENTO-PERSONALE

Dettagli

PROGRAMMA DI VIAGGIO DEFINITIVO

PROGRAMMA DI VIAGGIO DEFINITIVO Gentilissimo Dirigente Scolastico Istituto d istruzione Superiore M.T.VARRONE Via Palmiro Togliatti, snc 02100 RIETI ---------------------------------------- Destinazione: Contingente Periodo CIG NS REF

Dettagli

Regolamento Europeo n. 2004/261/CE del 11/2/2004, in vigore dal 17/2/2005

Regolamento Europeo n. 2004/261/CE del 11/2/2004, in vigore dal 17/2/2005 Spesso, nel corso del lavoro quotidiano, ci imbattiamo in situazioni che richiedono la conoscenza di alcune norme a tutela del viaggiatore e, per estensione, di noi stessi in quanto professionisti del

Dettagli

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI 5.3.2010 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 55/1 II (Atti non legislativi) REGOLAMENTI REGOLAMENTO (UE) N. 185/2010 DELLA COMMISSIONE del 4 marzo 2010 che stabilisce disposizioni particolareggiate

Dettagli

ALCUNE IMPORTANTI INFORMAZIONI PER L INGRESSO NEGLI U.S.A. PER I CITTADINI ITALIANI. ESTA (Electronic System for Travel Authorization)

ALCUNE IMPORTANTI INFORMAZIONI PER L INGRESSO NEGLI U.S.A. PER I CITTADINI ITALIANI. ESTA (Electronic System for Travel Authorization) ALCUNE IMPORTANTI INFORMAZIONI PER L INGRESSO NEGLI U.S.A. PER I CITTADINI ITALIANI ESTA (Electronic System for Travel Authorization) I cittadini italiani che si recano negli Stati Uniti devono ottenere

Dettagli

Contatti: 0289356408 800 00 33 00 Confermare la partenza:

Contatti: 0289356408 800 00 33 00 Confermare la partenza: Contatti: Per qualsiasi informazione o dubbio potrete contattare ITALTURIST dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 18.00 ai seguenti riferimenti: via fax al seguente numero: 0289356408 al numero verde:

Dettagli

Soggiorno/studio a LONDRA Dal 12 novembre al 10 dicembre 2014

Soggiorno/studio a LONDRA Dal 12 novembre al 10 dicembre 2014 ISTITUTO D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE S. PERTINI SETTORI PROFESSIONALI NUOVO ORDINAMENTO : PROFESSIONALE DEI SERVIZI - TECNICO ECONOMICO Indirizzi di studio: - Professionale per i Servizi - Tecnico

Dettagli

MAI PIÙ TURISTI PER CASO

MAI PIÙ TURISTI PER CASO MAI PIÙ TURISTI PER CASO MAI PIÙ TURISTI PER CASO Pubblicazione a cura del Movimento Consumatori Palermo Via Montepellegrino n. 108-90142 Palermo Tel. 0916373538 Fax 0919772050 Redazione dei testi Alessandro

Dettagli

LA CARTA DEI SERVIZI

LA CARTA DEI SERVIZI LA CARTA DEI SERVIZI Gentile cliente, SEAF è lieta di presentarle la Carta dei Servizi per l anno 2008. La Carta dei Servizi viene proposta come uno strumento trasparente di comunicazione ed una guida

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO ALIPARMA SRL

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO ALIPARMA SRL CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO ALIPARMA SRL DEFINIZIONI Ai fini del presente contratto: I. col termine Aliparma si intende la Aliparma srl, con sede legale in Parma, Via Adorni, n.1; II. col termine

Dettagli

EXPO 2015 con il Centro Culturale Paolo VI 12-13 settembre 2015

EXPO 2015 con il Centro Culturale Paolo VI 12-13 settembre 2015 EXPO 2015 con il Centro Culturale Paolo VI 12-13 settembre 2015 Expo Milano 2015 è l Esposizione Universale ed è il più grande evento mai realizzato sull alimentazione e la nutrizione. Una vetrina mondiale

Dettagli

Disciplinamento previsto dal P-LArm: Tipo di arma Spiegazioni sul tipo di arma. in vigore:

Disciplinamento previsto dal P-LArm: Tipo di arma Spiegazioni sul tipo di arma. in vigore: Armi antiche Armi da fuoco portatili fabbricate prima del 1890; armi da taglio, da punta e altre armi fabbricate prima del 1900. Armi ad aria compressa/ armi a CO 2 Pugnali Dispositivi che producono un

Dettagli

Carta dei Servizi 2011. Welcome

Carta dei Servizi 2011. Welcome Carta dei Servizi 2011 Aeroporto S.Anna Crotone Indice L Aeroporto di Crotone La società di gestione I nostri servizi Informazioni utili Noi e il territorio Traffico passeggeri Il Sistema di Qualità Indicatori

Dettagli

FAQ relative al trasporto come bagaglio a mano di Liquidi, Aerosol e Gel (LAG)

FAQ relative al trasporto come bagaglio a mano di Liquidi, Aerosol e Gel (LAG) FAQ relative al trasporto come bagaglio a mano di Liquidi, Aerosol e Gel (LAG) Con l entrata in vigore delle nuove norme dal 31 gennaio 2014, cosa rimane invariato per il trasporto dei liquidi come bagaglio

Dettagli

PROGRAMMA DI VIAGGIO A *BERLINO*

PROGRAMMA DI VIAGGIO A *BERLINO* 00125 Roma Via Emilio Costanzi, n.30 Tel. 06 5257178 06 5257495 Fax 06 5258980 PROGRAMMA DI VIAGGIO A *BERLINO* 1. Giorno ROMA/BERLINO - 21 gennaio H. 05.10 Appuntamento dei partecipanti all'aeroporto

Dettagli

Termini e Condizioni di viaggio RYANAIR

Termini e Condizioni di viaggio RYANAIR Pagina 1 di 6 Termini e Condizioni di viaggio RYANAIR Cambi e Cancellazioni Non è possibile apportare modifiche a una prenotazione una volta che il passeggero ha effettuato il check-in per il volo. È possibile

Dettagli

Pomeriggio informativo Modalità di consegna dei rifiuti all ICTR

Pomeriggio informativo Modalità di consegna dei rifiuti all ICTR Pomeriggio informativo Modalità di consegna dei rifiuti all ICTR Giubiasco, autunno 2013 Giornata informativa Modalità di consegna dei rifiuti all ICTR Presentata da: Pietro Casari, Consulente tecnico

Dettagli

SECURITY AWARENESS TRAINING

SECURITY AWARENESS TRAINING SECURITY AWARENESS TRAINING QUICK REMINDER Rev 12 aprile 2015 Formazione Professionale e Addestramento SECURITY AWARENESS TRAINING Il presente estratto a supporto del corso Security Awareness Training

Dettagli

Contatti: Per qualsiasi informazione o dubbio potrete contattare ITALTURIST dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 18.00 ai seguenti riferimenti:

Contatti: Per qualsiasi informazione o dubbio potrete contattare ITALTURIST dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 18.00 ai seguenti riferimenti: Contatti: Per qualsiasi informazione o dubbio potrete contattare ITALTURIST dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 18.00 ai seguenti riferimenti: via fax al seguente numero: 0289356408 al numero verde:

Dettagli

IL TUO VIAGGIO CIASPOLE E SCI DI FONDO IN ENGADINA SVIZZERA

IL TUO VIAGGIO CIASPOLE E SCI DI FONDO IN ENGADINA SVIZZERA IL TUO VIAGGIO CIASPOLE E SCI DI FONDO IN ENGADINA SVIZZERA IL TUO VIAGGIO CIASPOLE E SCI DI FONDO IN ENGADINA SVIZZERA L Engadina è famosa per le belle montagne del gruppo del Bernina, per i grandi laghi

Dettagli

Termini e Condizioni Generali di Trasporto

Termini e Condizioni Generali di Trasporto YANAIR Termini e Condizioni Generali di Trasporto Pubblicato da: RYANAIR LIMITED Airside Business Park Swords Co Dublin Ireland Data di entrata in vigore: 27 Gennaio 2014 ARTICOLO 1 DEFINIZIONI Con le

Dettagli

GRAZIE PER AVER VISITATO IL NOSTRO SISTEMA DI ACQUISTO DI BIGLIETTI ONLINE.

GRAZIE PER AVER VISITATO IL NOSTRO SISTEMA DI ACQUISTO DI BIGLIETTI ONLINE. Regolamento generale Generale GRAZIE PER AVER VISITATO IL NOSTRO SISTEMA DI ACQUISTO DI BIGLIETTI ONLINE. L'accesso e l'utilizzo del presente sito Web implicano che l'utente accetti i seguenti Termini

Dettagli

Carta dei Servizi 2014. Welcome

Carta dei Servizi 2014. Welcome Carta dei Servizi 2014 Aeroporto S.Anna Crotone Indice L Aeroporto di Crotone La società di gestione I nostri servizi Informazioni utili Noi e il territorio Traffico passeggeri Il Sistema di Qualità Indicatori

Dettagli

ANDALUSIA CLASSICA DAL 22 AL 26 MARZO 2014

ANDALUSIA CLASSICA DAL 22 AL 26 MARZO 2014 Primatour Italia s.r.l. Via Anagnina, 322 00118 Roma Tel. 06/25209101 Fax. 06/25209105 06/25213568 e-mail:info@primatour.it www.primatour.it ANDALUSIA CLASSICA DAL 22 AL 26 MARZO 2014 CLASSI 1B (23 alunni

Dettagli

IL TUO VIAGGIO SCIALPINISMO IN SICILIA: IL VULCANO ETNA ITALIA

IL TUO VIAGGIO SCIALPINISMO IN SICILIA: IL VULCANO ETNA ITALIA IL TUO VIAGGIO SCIALPINISMO IN SICILIA: IL VULCANO ETNA ITALIA IL TUO VIAGGIO SCIALPINISMO IN SICILIA: IL VULCANO ETNA ITALIA Un salto nella bellissima Sicilia per salire il vulcano attivo più alto d'europa:

Dettagli

VADEMECUM DI VIAGGIO

VADEMECUM DI VIAGGIO Gentile Cliente, VADEMECUM DI VIAGGIO nel ringraziarla per la fiducia accordata nell'acquisto del suo titolo di viaggio presso la nostra Agenzia Viaggi, La invitiamo a leggere attentamente le istruzioni

Dettagli

SICUREZZA DELLE VIE DI FUGA NEI PICCOLI LUOGHI DI LAVORO

SICUREZZA DELLE VIE DI FUGA NEI PICCOLI LUOGHI DI LAVORO SICUREZZA DELLE VIE DI FUGA NEI PICCOLI LUOGHI DI LAVORO Le vie di esodo costituiscono il primo problema da affrontare quando si progetta la sicurezza di un edificio. Infatti, la sicurezza delle persone

Dettagli

RID. ristrutturato in vigore dal 1 luglio 2001. Regolamento concernente il trasporto internazionale ferroviario di merci pericolose (RID)

RID. ristrutturato in vigore dal 1 luglio 2001. Regolamento concernente il trasporto internazionale ferroviario di merci pericolose (RID) RID ristrutturato in vigore dal 1 luglio 2001 Regolamento concernente il trasporto internazionale ferroviario di merci pericolose (RID) Traduzione italiana a cura dell ANPA Agenzia Nazionale per la Protezione

Dettagli

Gent.mi Sigg.ri MS.MASSIMO ANNA MORENA MR.SCALVINI LUCA

Gent.mi Sigg.ri MS.MASSIMO ANNA MORENA MR.SCALVINI LUCA as agent of carrier Programma di viaggio Sigg. MASSIMO DOCUMENTO DI TRASPORTO AEREO PASSEGGERI EQUIVALENTE AL BIGLIETTO PASSENGER AIR TRANSPORTATION ISSUED AS AIR TICKET QUESTO DOCUMENTO-PERSONALE E NON

Dettagli

Art. 1 NORME INTERNE DELLO STADIO BRIAMASCO DURANTE LE PARTITE DEL GIOCO DEL CALCIO PROFESSIONISTICO

Art. 1 NORME INTERNE DELLO STADIO BRIAMASCO DURANTE LE PARTITE DEL GIOCO DEL CALCIO PROFESSIONISTICO Allegato H) REGOLAMENTO DELLO STADIO BRIAMASCO DI TRENTO E DEI SUOI ESERCIZI DI SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE INTERNI DA APPLICARSI DURANTE LE PARTITE DEL GIOCO DEL CALCIO PROFESSIONISTICO 1 Art.

Dettagli

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI. DECRETO 23 settembre 2005

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI. DECRETO 23 settembre 2005 MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI DECRETO 23 settembre 2005 Pubblicazione della traduzione in lingua italiana del testo consolidato della versione 2005 delle disposizioni degli allegati A

Dettagli

Pellegrinaggio in Terra Santa 18-26 Luglio 2012

Pellegrinaggio in Terra Santa 18-26 Luglio 2012 Parrocchia S. Maria Regina Mundi PP. Carmelitani della Provincia Italiana Via Alessandro Barbosi 6-00169 - Torre Spaccata Roma Tel. (39) 06 263798 - Fax (39) 06 23269025 - parrocchia@mariareginamundi.org

Dettagli

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI. DECRETO 23 settembre 2005

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI. DECRETO 23 settembre 2005 MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI DECRETO 23 settembre 2005 Pubblicazione della traduzione in lingua italiana del testo consolidato della versione 2005 delle disposizioni degli allegati A

Dettagli

RICICLABOLARIO - DOVE DEVONO ESSERE CONFERITI I RIFIUTI - TIPOLOGIA X X X X X X X X

RICICLABOLARIO - DOVE DEVONO ESSERE CONFERITI I RIFIUTI - TIPOLOGIA X X X X X X X X AGENDE IN PELLE ARTICOLI USA E GETTA (ES. RASOI, ACCENDINI, POSATE) AURICOLARI RICICLABOLARIO - DOVE DEVONO ESSERE CONFERITI I RIFIUTI - TIPOLOGIA I fogli di carta dell'agenda: CARTA RACCOLTA BATTERIE

Dettagli

LE SOSTANZE INCENDIARIE

LE SOSTANZE INCENDIARIE LE SOSTANZE INCENDIARIE Le sostanze incendiarie generano una reazione fortemente esotermica e, per alcune di esse, la reazione può avvenire anche in assenza di ossigeno (metalli incendiari). Per i lanciafiamme

Dettagli

Decreta. gli aeroporti di aviazione generale e le aviosuperfici del 2 febbraio 2011; Services Manual (Doc 9137- AN/898 parti) (I.C.A.O.

Decreta. gli aeroporti di aviazione generale e le aviosuperfici del 2 febbraio 2011; Services Manual (Doc 9137- AN/898 parti) (I.C.A.O. VISTO l'articolo 26 del decreto legislativo 8 marzo 2006, n. 139; VISTO l'articolo 3 della legge 23 dicembre 1980. n. 930; ATTESO che, ai sensi delle richiamate norme, il servizio di soccorso pubblico

Dettagli

TERMINI E CONDIZIONI DEI BIGLIETTI DI INGRESSO REGOLE PER I VISITATORI

TERMINI E CONDIZIONI DEI BIGLIETTI DI INGRESSO REGOLE PER I VISITATORI TERMINI E CONDIZIONI DEI BIGLIETTI DI INGRESSO REGOLE PER I VISITATORI 1. DEFINIZIONI Acquirente del Biglietto significa la persona che acquista il Biglietto da Expo o da un Rivenditore Autorizzato. Biglietto

Dettagli

CLASSIFICAZIONE INCENDI

CLASSIFICAZIONE INCENDI Lucidi lezione "Normativa Antincendio" Conformità edifici civili ed industriali alle norme di prevenzione incendi. Fase progettuale: - Vie di esodo - Autorimesse - Locali per impianti tecnologici (CT,

Dettagli

CAMPAGNA PROMOZIONALE PER L UTILIZZO IN SICUREZZA DEL GAS METANO

CAMPAGNA PROMOZIONALE PER L UTILIZZO IN SICUREZZA DEL GAS METANO CAMPAGNA PROMOZIONALE PER L UTILIZZO IN SICUREZZA DEL GAS METANO 1 IMPIANTI GAS: LE REGOLE GENERALI A chi mi devo rivolgere? Quando fate realizzare, revisionare o riparare i vostri impianti dovete rivolgervi,

Dettagli

PERICOLO. ARTEC srl PERICOLO

PERICOLO. ARTEC srl PERICOLO ANTINFORTUNISTICA 2014 SEGNALE DI SICUREZZA PRESCRITTO DAL D. LGS. 81/08 SEGNALE DI SICUREZZA NORMATO UNI I CARTELLI CHE SEGNALANO HANNO LE SEGUENTI CARATTERISTICHE: fondo giallo, pittogramma nero, bordo

Dettagli

Alcune Norme Applicabili. Dott. Ing. Valter Melotti 1

Alcune Norme Applicabili. Dott. Ing. Valter Melotti 1 Alcune Norme Applicabili Dott. Ing. Valter Melotti 1 1 Recipienti Portatili di G.P.L. Non è difficile riscontrare nei cantieri la presenza di recipienti portatili di gas. Questi tipicamente possono essere:

Dettagli

IL MINISTRO DEI TRASPORTI E DELLA NAVIGAZIONE

IL MINISTRO DEI TRASPORTI E DELLA NAVIGAZIONE D.M. 4 settembre 1996 - Attuazione della direttiva 94/55/CE del Consiglio concernente il ravvicinamento delle legislazioni degli Stati membri relative al trasporto di merci pericolose su strada. IL MINISTRO

Dettagli

Un cordiale benvenuto

Un cordiale benvenuto Trasporto di merci pericolose ADR/SDR 29 marzo 2011 SSIC - Gordola Un cordiale benvenuto 11 MMV SA, 6925 Gentilino - 6370 Stans Markus Maria Vonlaufen Merci pericolose & Sostanze pericolose Le merci percolose

Dettagli

"VIAGGI CON L'ESPERTO" Inghilterra. Londra Contemporanea: il fascino dell'arte e dell'architettura - I Viaggi degli Amici di Brera

VIAGGI CON L'ESPERTO Inghilterra. Londra Contemporanea: il fascino dell'arte e dell'architettura - I Viaggi degli Amici di Brera "VIAGGI CON L'ESPERTO" Inghilterra Londra Contemporanea: il fascino dell'arte e dell'architettura - I Viaggi degli Amici di Brera Viaggio di 4 giorni / 3 notti Assistenza culturale a cura della Dott.ssa

Dettagli

Spedizioni di merci pericolose nel canale postale Factsheet

Spedizioni di merci pericolose nel canale postale Factsheet Spedizioni di merci pericolose nel canale postale Factsheet Ultimo adattamento: 01.01.2008 Principio: senza autorizzazione speciale => nessuna spedizione di merci pericolose all estero Tutte le sostanze

Dettagli

Pomeriggio informativo Presentazione sui rifiuti speciali Giubiasco, autunno 2013

Pomeriggio informativo Presentazione sui rifiuti speciali Giubiasco, autunno 2013 Pomeriggio informativo Presentazione sui rifiuti speciali Giubiasco, autunno 2013 Giornata informativa I rifiuti speciali da economie domestiche negli ecocentri comunali Presentata da: Paolo Arcioni, caposettore

Dettagli

Condizioni di contratto ed al tre informazioni importanti

Condizioni di contratto ed al tre informazioni importanti Condizioni di contratto ed al tre informazioni importanti CONDIZIONI DI CONTRATTO ED ALTRE INFORMAZIONI IMPORTANTI SI INFORMANO I PASSEGGERI CHE EFFETTUANO UN VIAGGIO CON DESTINAZIONE FINALE O UNO STOP

Dettagli

Introduzione al Paese IRAN

Introduzione al Paese IRAN Introduzione al Paese IRAN info@viaggidellelefante.it - www.viaggidellelefante.it Pagina 1 Nel ringraziare la Gentile Clientela per la preferenza accordataci, forniamo alcune informazioni utili in merito

Dettagli

T.d.P. Fabozzi Marco ASS 4 "Medio Friuli"

T.d.P. Fabozzi Marco ASS 4 Medio Friuli ANTINCENDIO Cos è il fuoco? Cosa si può fare in caso di incendio? Come ci si deve comportare in caso di incendio? Cosa ci serve per fare il fuoco?? COMBUSTIBILE: carta, legno, vari gas, benzina, olii,

Dettagli

REGOLAMENTO (UE) N. 744/2010 DELLA COMMISSIONE

REGOLAMENTO (UE) N. 744/2010 DELLA COMMISSIONE L 218/2 Gazzetta ufficiale dell Unione europea 19.8.2010 REGOLAMENTI REGOLAMENTO (UE) N. 744/2010 DELLA COMMISSIONE del 18 agosto 2010 che modifica il regolamento (CE) n. 1005/2009 del Parlamento europeo

Dettagli

L obbiettivo vuole essere quello di

L obbiettivo vuole essere quello di ADDETTI ANTINCENDIO CORSO BASE OBIETTIVO L obbiettivo vuole essere quello di informare e formare, tutti coloro che per la prima volta devono conoscere le basi per la lotta antincendio nell emergenza. Imparando

Dettagli

NORME DI COMPORTAMENTO DEGLI UTENTI PER IL SERVIZIO PUBBLICO DI TRASPORTO LINEA LECCE-NAPOLI

NORME DI COMPORTAMENTO DEGLI UTENTI PER IL SERVIZIO PUBBLICO DI TRASPORTO LINEA LECCE-NAPOLI NORME DI COMPORTAMENTO DEGLI UTENTI PER IL SERVIZIO PUBBLICO DI TRASPORTO LINEA LECCE-NAPOLI Le presenti CONDIZIONI GENERALI DI TRASPORTO si applicano ai servizi di trasporto di concessione Ministeriale

Dettagli

GUIDA DELLO STUDENTE

GUIDA DELLO STUDENTE GUIDA DELLO STUDENTE DOCUMENTI D ESPATRIO I partecipanti dovranno presentarsi alla partenza muniti di un valido documento per l espatrio che non va messo in valigia! CARTA D IDENTITÀ nei Paesi aderenti

Dettagli

TERMINI E CONDIZIONI DEI BIGLIETTI DI INGRESSO REGOLE PER I VISITATORI

TERMINI E CONDIZIONI DEI BIGLIETTI DI INGRESSO REGOLE PER I VISITATORI TERMINI E CONDIZIONI DEI BIGLIETTI DI INGRESSO REGOLE PER I VISITATORI 1. DEFINIZIONI Acquirente del Biglietto significa la persona che acquista il Biglietto da Expo o da un Rivenditore Autorizzato. Biglietto

Dettagli

Manuale pratico sull'uso dell'estintore portatile

Manuale pratico sull'uso dell'estintore portatile Manuale pratico sull'uso dell'estintore portatile L'ESTINTORE Premessa Questa semplice guida ha come obiettivo quello di fornire tutte le delucidazioni necessarie ai soggetti tenuti ad avere uno o più

Dettagli

L incendio è una combustione della quale si è perso il controllo con i mezzi ordinari e bisogna fronteggiarlo con mezzi straordinari.

L incendio è una combustione della quale si è perso il controllo con i mezzi ordinari e bisogna fronteggiarlo con mezzi straordinari. Corso Per Addetto Antincendio pag. 15 CAPITOLO 3 LA COMBUSTIONE e L INCENDIO Per combustione si intende una reazione chimica di una sostanza combustibile con un comburente che da luogo allo sviluppo di

Dettagli

Manuale informativo realizzato per la gestione delle emergenze derivanti da incendio nei luoghi di lavoro

Manuale informativo realizzato per la gestione delle emergenze derivanti da incendio nei luoghi di lavoro Manuale informativo realizzato per la gestione delle emergenze derivanti da incendio nei luoghi di lavoro SOMMARIO Premessa pag. 7 SEZIONE 1 - FONDAMENTI Che cosa è un incendio? pag. 9 Il triangolo del

Dettagli

Ciò che spegne un incendio uccide anche l uomo

Ciò che spegne un incendio uccide anche l uomo 2 Ciò che spegne un incendio uccide anche l uomo 3 ESTINZIONE DI UN INCENDIO Ciò che spegne un incendio uccide anche l uomo 4 5 6 Come si spegne un incendio 7 8 9 ESTINZIONE DI UN INCENDIO Come si spegne

Dettagli

ISTRUZIONI PREVENTIVE ANTINCENDIO A TUTTO IL PERSONALE

ISTRUZIONI PREVENTIVE ANTINCENDIO A TUTTO IL PERSONALE ISTRUZIONI PREVENTIVE ANTINCENDIO A TUTTO IL PERSONALE MISURE PREVENTIVE PER TUTTI I LAVORATORI E vietato depositare e manipolare sostanze infiammabili in quantità superiori alla normale dotazione prevista.

Dettagli

INFORMAZIONI FORNITE DALLA EASYJET

INFORMAZIONI FORNITE DALLA EASYJET INFORMAZIONI FORNITE DALLA EASYJET Condizioni di contratto per i gruppi: I) le tasse aeroportuali e le spese della carta di credito sono incluse; II) condizioni di viaggio: https://www.easyjet.com/it/prenota/conditions.html

Dettagli

Corso Operatore C.R.I. nel Settore Emergenza Antincendio e sostanze pericolose

Corso Operatore C.R.I. nel Settore Emergenza Antincendio e sostanze pericolose Corso Operatore C.R.I. nel Settore Emergenza Antincendio e sostanze pericolose Sicurezza Antincendio La combustione è la reazione chimica tra due sostanze diverse: il COMBUSTIBILE (materiale capace di

Dettagli

REGOLAMENTO DI PARCHEGGIO NON CUSTODITO CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO (ART. 1341 C.C.)

REGOLAMENTO DI PARCHEGGIO NON CUSTODITO CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO (ART. 1341 C.C.) REGOLAMENTO DI PARCHEGGIO NON CUSTODITO CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO (ART. 1341 C.C.) Art. 1 Arriva for Expo offre al pubblico, ai sensi dell art. 1336 c.c., parcheggi con ingressi ed uscite controllate

Dettagli

Carta dei Servizi 2015. Welcome

Carta dei Servizi 2015. Welcome Carta dei Servizi 2015 Aeroporto S.Anna Crotone Indice L Aeroporto di Crotone La società di gestione I nostri servizi Informazioni utili Noi e il territorio Traffico passeggeri Il Sistema di Qualità Indicatori

Dettagli

ESTINTORI CARRELLATI OMOLOGATI M.I. UNI 9492

ESTINTORI CARRELLATI OMOLOGATI M.I. UNI 9492 Estintori carrellati a pressione permanente, con manometro di controllo, serbatoio separato dalla struttura portante. Ogni serbatoio viene collaudato idraulicamente secondo la normativa europea PED 97/23.

Dettagli

Economy Class: una borsa delle dimensioni di 55 x 38 x 20 cm e di peso non superiore ai 7 kg.

Economy Class: una borsa delle dimensioni di 55 x 38 x 20 cm e di peso non superiore ai 7 kg. ORARI DEL CHECK-IN Gli sportelli del check-in di Emirates aprono ovunque almeno 3 ore prima I passeggeri delle classi First e Business devono presentarsi agli sportelli del check-in non più tardi di un'ora

Dettagli

L incendio. Caratteristiche fisiche dell incendio Parte 1

L incendio. Caratteristiche fisiche dell incendio Parte 1 L incendio Caratteristiche fisiche dell incendio Parte 1 Generalità sugli incendi La combustione Le principali cause di incendio Sostanze estinguenti Dinamica dell'incendio I rischi per le persone e l'ambiente

Dettagli

È assolutamente vietato utilizzare apparecchiature elettriche non a norma. Evitare l uso di prese multiple. Non utilizzare apparecchiature

È assolutamente vietato utilizzare apparecchiature elettriche non a norma. Evitare l uso di prese multiple. Non utilizzare apparecchiature LAVORO ELETTRICO In Italia la norma CEI 11-48 del 1998 stabilisce le prescrizioni generali per l esercizio sicuro degli impianti elettrici e per l esecuzione dei lavori su od in prossimità di tali impianti.

Dettagli

Corso Operatore C.R.I. nel Settore Emergenza

Corso Operatore C.R.I. nel Settore Emergenza Croce Rossa Italiana Corso Operatore C.R.I. nel Settore Emergenza Antincendio e sostanze pericolose Rovereto, 24 maggio 2012 Istruttore PC Massimiliano (Max) Morari Sommario I Vigili del Fuoco Sicurezza

Dettagli

Articolo 1. Ai fini del presente regolamento si intende per:

Articolo 1. Ai fini del presente regolamento si intende per: MYANMAR/BIRMANIA - REGOLAMENTO (UE) N. 401/2013 del 2 maggio 2013 concernente misure restrittive nei confronti del Myanmar/Birmania e che abroga il regolamento (CE) n. 194/2008 Ai fini del presente regolamento

Dettagli

SCHEDA DI SICUREZZA DEL PREPARATO SALVANS OXYD - EMULSIONE OSSIDANTE PROFUMATA 40 VOL.

SCHEDA DI SICUREZZA DEL PREPARATO SALVANS OXYD - EMULSIONE OSSIDANTE PROFUMATA 40 VOL. SCHEDA DI SICUREZZA DEL PREPARATO SALVANS OXYD - EMULSIONE OSSIDANTE PROFUMATA 40 VOL. Data di emissione della scheda : 08/06/2012 1. IDENTIFICAZIONE DEL PREPARATO E DELLA SOCIETA 1.1 Identificazione del

Dettagli

GUIDA RAPIDA ALL USO Depuratore-Disoleatore MIXI D

GUIDA RAPIDA ALL USO Depuratore-Disoleatore MIXI D GUIDA RAPIDA ALL USO Depuratore-Disoleatore MIXI D INFORMAZIONI GENERALI Questo manuale e parte integrante del depuratore-disoleatore per lubrorefrigeranti e liquidi di macchine lavaggio sgrassaggio pezzi

Dettagli

Commento alle modifiche dell ADR

Commento alle modifiche dell ADR Commento alle modifiche dell ADR Il presente commento fa riferimento agli aspetti più importanti contenuti nel documento «Modifications de l ADR» (documento 1.1). Definizioni Nel capitolo vengono inserite

Dettagli

SCHEDA TECNICA COMPAGNIA AEREA NEW LIVINGSTON. New Livingston SpA INFORMAZIONI PER ASSISTENZE SPECIALI, IMBARCHI SPECIALI E RELATIVI TARIFFARI

SCHEDA TECNICA COMPAGNIA AEREA NEW LIVINGSTON. New Livingston SpA INFORMAZIONI PER ASSISTENZE SPECIALI, IMBARCHI SPECIALI E RELATIVI TARIFFARI New Livingston SpA Compagnia aerea Profilo Compagnia Compagnia aerea charter a capitale privato, acquisita nel Dicembre 2011 Numero Aeromobili (attuale n. 3 Airbus A320-200 180Y flotta) Casa costruttrice

Dettagli

L'allegato I stabilisce, per tali prodotti, le gamme dei valori delle quantità nominali del contenuto degli imballaggi preconfezionati; b) i prodotti

L'allegato I stabilisce, per tali prodotti, le gamme dei valori delle quantità nominali del contenuto degli imballaggi preconfezionati; b) i prodotti 31980L0232 Direttiva 80/232/CEE del Consiglio, del 15 gennaio 1980, per il ravvicinamento delle legislazioni degli Stati Membri relative alle gamme di quantità nominali e capacità nominali ammesse per

Dettagli

NORME DI PRONTO INTERVENTO IN CASO DI INCENDIO DPR 577/82

NORME DI PRONTO INTERVENTO IN CASO DI INCENDIO DPR 577/82 ALLEGATO 5 PIANO DI SICUREZZA E COORDINAMENTO ART. 91 DEL D.LGS. 81/08 ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DELLA LOMBARDIA E DELL EMILIA ROMAGNA Via Bianchi n. 7/9 BRESCIA TERZO LOTTO APPALTO RIMOZIONE

Dettagli

Viaggiare in aereo con i bambini

Viaggiare in aereo con i bambini Domande frequenti Viaggiare in aereo con i bambini easyjet desidera rendere il viaggio con la famiglia il più semplice possibile. Per questo motivo abbiamo raggruppato le risposte alle domande più frequenti

Dettagli

AMOR. Associazione Milanese Ossigenoterapia Riabilitativa a lungo termine CON IL CONTRIBUTO E IL PATROCINIO DI ASSOGASTECNICI GRUPPO GAS MEDICINALI

AMOR. Associazione Milanese Ossigenoterapia Riabilitativa a lungo termine CON IL CONTRIBUTO E IL PATROCINIO DI ASSOGASTECNICI GRUPPO GAS MEDICINALI AMOR Associazione Milanese Ossigenoterapia Riabilitativa a lungo termine CON IL CONTRIBUTO E IL PATROCINIO DI Assessorato alla Salute FEDERCHIMICA ASSOGASTECNICI GRUPPO GAS MEDICINALI INTRODUZIONE L Ossigenoterapia

Dettagli

L'ACQUISTO DELLE ''ARMI COMUNI DA SPARO''

L'ACQUISTO DELLE ''ARMI COMUNI DA SPARO'' PER IL CONTENUTO DI QUESTA SEZIONE SI RINGRAZIA LA RIVISTA ARMI MAGAZINE CHE HA MESSO A DISPOSIZIONE LE INFORMAZIONI CONTENUTE NELL'ARTICOLO ''COMPRARE UN'ARMA'' AGGIORNATO A OTTOBRE 2004 L'ACQUISTO DELLE

Dettagli

INDIFFERENZIATO. Materiale si no

INDIFFERENZIATO. Materiale si no INDIFFERENZIAT Contenitori da utilizzare Il contenitore da utilizzare è quello di colore VERDE Cosa DIFFERENZIARE e Cosa NN DIFFERENZIARE Materiale si no Accendini Assorbenti igienici pannolini per bambini/adulti

Dettagli

Prevenzione incendi nei condomini

Prevenzione incendi nei condomini Prevenzione incendi nei condomini Perché la prevenzione incendi nei condomini? per la nostra incolumità, dei nostri familiari e dei nostri beni perché lo prevede la legge D.P.R. 151/11 - Attività soggette

Dettagli

Comune di Padova DISCIPLINARE PER L'ACCESSO E LA GESTIONE DEI CENTRI DI RACCOLTA DEI RIFIUTI URBANI RACCOLTI IN MODO DIFFERENZIATO

Comune di Padova DISCIPLINARE PER L'ACCESSO E LA GESTIONE DEI CENTRI DI RACCOLTA DEI RIFIUTI URBANI RACCOLTI IN MODO DIFFERENZIATO Comune di Padova DISCIPLINARE PER L'ACCESSO E LA GESTIONE DEI CENTRI DI RACCOLTA DEI RIFIUTI URBANI RACCOLTI IN MODO DIFFERENZIATO 1. OGGETTO DEL DISCIPLINARE Il presente disciplinare determina i criteri

Dettagli

PRESENZA DI GAS NELL ABITAZIONE?

PRESENZA DI GAS NELL ABITAZIONE? a cura di: PRESENZA DI GAS NELL ABITAZIONE? I gas che possiamo trovare all interno delle nostre abitazioni, a causa di guasti, mancata manutenzione, malfunzionamenti, errata installazione, errato utilizzo,

Dettagli

PROGRAMMA OPERATIVO. Livorno, 5 Febbraio ( primi elementi di base ).

PROGRAMMA OPERATIVO. Livorno, 5 Febbraio ( primi elementi di base ). Bruxelles; 17-18 - 19 Febbraio 2009; missione di una delegazione della componentistica auto dell area livornese e pisana presso il Parlamento europeo. PROGRAMMA OPERATIVO ( primi elementi di base ). Livorno,

Dettagli

LA SICUREZZA IN LABORATORIO. di F. Luca

LA SICUREZZA IN LABORATORIO. di F. Luca LA SICUREZZA IN LABORATORIO di F. Luca IN LABORATORIO NORME DI COMPORTAMENTO X. NON correre. NON ingombrare con gli zaini lo spazio intorno ai banconi di lavoro o in prossimità delle uscite X. NON mangiare

Dettagli

27 dicembre 2013 SECO Direzione del lavoro Sicurezza dei prodotti Adriana Bertini. Numero Titolo Riferimento alla Gazzetta uff. CE

27 dicembre 2013 SECO Direzione del lavoro Sicurezza dei prodotti Adriana Bertini. Numero Titolo Riferimento alla Gazzetta uff. CE Legge federale sulla sicurezza dei prodotti (LSPro) Norme tecniche per macchinari 1 Visto l articolo 6 della legge federale del 12 giugno 2009 sulla sicurezza dei prodotti (LSPro; RS 930.11), le norme

Dettagli

Materiale didattico validato da: Gestione emergenze

Materiale didattico validato da: Gestione emergenze Gestione emergenze 1. Piano di emergenza 2. Misure di prevenzione 3. Misure di Protezione 4. Estintori e fuochi 5. Evacuazione dai locali 6. Controlli periodici Rev. 1 ott. 2009 Situazioni di emergenza

Dettagli

(Pubblicazione di titoli e riferimenti di norme armonizzate ai sensi della direttiva)

(Pubblicazione di titoli e riferimenti di norme armonizzate ai sensi della direttiva) (Pubblicazione di titoli e riferimenti di norme armonizzate ai sensi della direttiva) OEN ( 1 ) CEN EN 1010-1:2004 Sicurezza del macchinario Requisiti di sicurezza per la progettazione e la costruzione

Dettagli