IL CONOTACHIGRAFO DIGITALE REGOLAMENTO CEE 561/2006

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "IL CONOTACHIGRAFO DIGITALE REGOLAMENTO CEE 561/2006"

Transcript

1 2009 Segreteria Regione Lombardia IL CONOTACHIGRAFO DIGITALE REGOLAMENTO CEE 561/2006 CARTA TACHIGRAFICA; CAMPO DI APPLICAZIONE DEL REGOLAMENTO 561/06; DEFINIZIONI; TEMPI DI GUIDA E DI RIPOSO; CRONOTACHIGRAFO ANALOGICO; CONFRONTO ANALOGICO/DIGITALE; IN CASO DI GUASTO DISPOSITIVI DI REGISTRAZIONE ANALOGICO/DIGITALE, COSA DEVE FARE L AUTISTA?; TOLLERANZE STRUMENTALE; LIMITATORE DI VELOCITA ; ORA U.T.C; POSIZIONE DEI SIGILLI; MISURE E MARCATURE DEI PNEUMATICI; VEICOLI ESENTATI DEL REG. 561/06 PRONTUARIO A cura dell Agente di Polizia Locale CORALLO Filippo A cura di Filippo Corallo Pagina 1/30 22/05/2009

2 LE CARTE TACHIGRAFICHE DEL CONDUCENTE. Colore bianco. Validità anni 5. E personale riporta nome e cognome del conducente la sua fotografia, la firma la data di nascita e il numero della sua patente di guida. Non può essere ceduta a terzi. La carta tachigrafica delle officine Colore rosso A cura di Filippo Corallo Pagina 2/30 22/05/2009

3 Validità anni 1. Viene utilizzata per la calibratura e la programmazione del cronotachigrafo. L officina può richiedere più carte da attribuire singolarmente ad un tecnico specializzato in possesso di uno specifico attestato di formazione LE CARTE TACHIGRAFICHE DELL AZIENDA Colore giallo A cura di Filippo Corallo Pagina 3/30 22/05/2009

4 Validità anni 5 viene rilasciata al proprietario di veicolo munito di cronotachigrafo. Identifica l azienda e consente la visualizzazione, il trasferimento e la stampa dei dati memorizzati nell apparecchio di controllo. LE CARTE TACHIGRAFICHECARTA DI CONTROLLO Colore azzurro Validità 5 anni. Consente di esercitare il controllo su tempi di guida e velocità attraverso le informazioni registrate nel A cura di Filippo Corallo Pagina 4/30 22/05/2009

5 cronotachigrafo, attraverso la loro stampa o tramite lo scarico dei dati su supporti informatici. Permette l ispezione dei dati della carta del conducente degli ultimi otto giorni. Consente la conservazione di almeno 230 fili di controllo. E rilasciata esclusivamente alle autorità di controllo in materia di sicurezza sul lavoro e alle autorità di Polizia addette ai controlli di Polizia Stradale, riportando l indirizzo delle suddette autorità. REGOLAMENTO DEL A cura di Filippo Corallo Pagina 5/30 22/05/2009

6 PARLAMENTO EUROPEO DEL CONSIGLIO 15 MARZO 2006 n. 561/2006 CE ARMONIZZAZIONE DI DISPOSIZIONI IN MATERIA SOCIALE NEL SETTORE DEI TRASPORTI SU STRADA. MODIFICA DEL REGOLAMENTO CEE n. 3821/85 n. 2135/98 CE. ABROGAZIONE REGOLAMENTO CEE n. 3820/85. Con la pubblicazione sulla gazzetta ufficiale delle comunità pee del nuovo regolamento CEE 561/2006, avvenuta in data 11 aprile 2006, il legislatore comunitario ha voluto dare un nuovo A cura di Filippo Corallo Pagina 6/30 22/05/2009

7 assetto alla materia del trasporto di passeggeri e merci su strada, regolamentata da oltre 20 anni dai regolamenti CEE 3820 e 3821/85. L entrata in vigore del nuovo regolamento infatti ha portato alla abrogazione del regolamento CEE 3820/85, sostituito dal nuovo, ha introdotto modifiche ai regolamenti CEE 3821/85 e CE 2135/98 regolamenti che disciplinavano la materia relativa ai cronotachigrafi. La finalità è stata quella di mettere in atto i progressi compiuti nel settore trasporti su strada durante il ventennio, mediante l introduzione di nuove tecnologie che consentissero un più efficace controllo su strada dei periodi di riposo e di guida dei conducenti e maggiore uniformità nei controlli, ciò che si è verificato con l introduzione del cronotachigrafo digitale di cui debbono essere muniti tutti i veicoli immessi in circolazione per la prima volta dal 1 maggio La mancanza nel nostro paese delle officine attrezzate per la calibratura dei dispositivi digitali, ha fatto posticipare l entrata in vigore dell utilizzo del nuovo dispositivo, periodo transitorio che si è concluso il 15 gennaio 2007 data in cui dispositivi digitali dovevano essere efficienti e funzionanti. REGOLAMENTO CEE 561/2006 Sono soggetti al presente regolamento tutti coloro che eseguono trasporto su strada: A cura di Filippo Corallo Pagina 7/30 22/05/2009

8 di merci effettuato con veicoli di massa complessiva a pieno carico superiore a 3,5 t., di passeggeri effettuato con veicoli atti a trasportare più di nove persone compreso il conducente. Il presente regolamento si applica al trasporto su strada effettuato: esclusivamente all interno della Comunità. fra la Comunità, e i paesi aderenti allo spazio economico peo; Liechtenstein, Norvegia, Islanda oltre che alla Svizzera L AETR accordo del 1 luglio 1970, paesi che rientrano nella CE si applica, in luogo del presente regolamento, alle operazioni di trasporto internazionale su strada che si svolgono in parte al di fuori della Comunità o dei paesi aderenti allo spazio economico peo, ai veicoli immatricolati nella Comunità o in Stati che sono parte dell AETR, per tutto il tragitto. ai veicoli immatricolati in un paese terzo che non ha sottoscritto l AETR, unicamente per la parte di tragitto effettuato sul territorio della Comunità o dei paesi che sono parte dell AETR. Le nuove disposizioni del regolamento CE 561/2006 sono entrate in vigore: Il 1 maggio 2006 per quanto concerne l obbligo di munire i veicoli di nuova immatricolazione del dispositivo digitale; L 11 aprile 2007 per quanto riguarda le nuove disposizioni sui tempi di guida e di riposo. A cura di Filippo Corallo Pagina 8/30 22/05/2009

9 Dal 1 gennaio 2008 i conducenti dei veicoli soggetti all uso del cronotachigrafo debbono essere in grado di presentare, in caso di controllo: la carta del conducente, se ne è titolare, ogni registrazione manuale e tabulato della giornata in corso e dei 28 giorni precedenti, (cronotachigrafo analogico); la carta del conducente e ogni registrazione manuale e tabulato completi nella giornata in corso e nei 28 giorni precedenti. (cronotachigrafo digitale). DEFINIZIONI Conducente: Chiunque sia addetto alla guida del veicolo, anche per un breve periodo, o che si trovi a bordo di un veicolo con la mansione, di guidarlo in caso di necessità. Interruzione: Ogni periodo in cui il conducente non può guidare o svolgere altre mansioni e che serve unicamente al suo riposo. Riposo: Ogni periodo ininterrotto durante il quale il conducente può disporre liberamente del suo tempo. Periodo di riposo giornaliero: Il periodo giornaliero durante il quale il conducente può disporre liberamente del suo Tempo. A cura di Filippo Corallo Pagina 9/30 22/05/2009

10 TEMPI DI GUIDA E DI RIPOSO. Segreteria Regione Lombardia Periodo di riposo giornaliero regolare: ogni tempo ininterrotto di almeno 11 ore. In alternativa può essere preso in due periodi il primo di 3 ore e il secondo di 9 ore Periodo di riposo giornaliero ridotto: Ogni tempo ininterrotto di almeno 9 ore ma inferiore a 11. Non si possono effettuare più di tre periodi di riposo giornaliero ridotto tra due periodi di riposo settimanale. Periodi di riposo in presenza di due conducenti che si alternano nella guida. Dopo un periodo di 30 ore ciascuno deve avere un riposo giornaliero di almeno 9 ore. Periodo di guida giornaliero. Non deve superare le 9 ore. Può essere esteso sino a 10 ore per non più di due volte nell arco della settimana. Interruzioni nella guida: Dopo un periodo di 4 ore e mezza di guida consecutive il conducente deve effettuare una interruzione scegliendo tra una pausa di 45 minuti oppure una pausa di almeno 15 minuti seguita da una di 30 minuti per un totale di 45 minuti. Settimana : periodo compreso tra le 00:00 del lunedì e le 24,00 della domenica. Periodo di guida settimanale: Il periodo di guida settimanale non deve superare 56 ore. Il periodo di guida nell arco di due settimane consecutive non deve superare 90 ore. A cura di Filippo Corallo Pagina 10/30 22/05/2009

11 Periodo di riposo settimanale regolare: ogni tempo di riposo di almeno 45 ore. Periodo di riposo settimanale ridotto: ogni tempo inferiore a 45 ore che può essere ridotto ad una durata minima di 24 ore continuative nel rispetto di quanto previsto dall articolo 8 paragrafo 6 reg. 561/06. Altre mansioni: ved. D.Gls 234/2007 sul lavoro Attività comprese nella definizione di orario di lavoro diverse dalla guida (es. carico scarico merci, pulizia e manutenzione veicolo) periodo in cui il lavoratore non può disporre del suo tempo e deve rimanere sul posto di lavoro. A cura di Filippo Corallo Pagina 11/30 22/05/2009

12 DISCO ANALOGICO Segreteria Regione Lombardia A cura di Filippo Corallo Pagina 12/30 22/05/2009

13 REGISTRAZIONE MANUALE Se il conducente cambia veicolo nello stesso giorno, utilizzerà il medesimo foglio, annotando manualmente i dati del cambio veicolo sul retro del foglio, ora di salita sul nuovo veicolo, targa, contachilometri iniziali e finale e totale dei chilometri. Normalmente i fogli permettono al massimo l annotazionedi tre cambi di veicolo. Inoltre verrà utilizzata la parte posteriore del disco in caso di guasto dell apparecchio. Velocità max del veicolo registrabile con questo disco Registrare dati (distanza, tempo, velocità) A cura di Filippo Corallo Pagina 13/30 22/05/2009

14 Display di visualizzazione funzioni e messaggi 2 - Slot per inserimento carte 3 - per accedere all attività del conducente per accedere all attività del conducente Comandi per accedere ai menù di funzione 6 Stampante FUNZIONI DEL TACHIGRAFO DIGITALE Controllo inserimento ed estrazione delle carte Lettura dati del conducente riprodotti sulle carte tachigrafiche Registrazione e memorizzazione dei dati sulle carte tachigrafiche Visualizzazione e stampa dei dati contenuti nelle carte e nell apparecchio A cura di Filippo Corallo Pagina 14/30 22/05/2009

15 Verifica delle attività di controllo e delle prove automatiche di funzionalità Trasferimento dati su dispositivi esterni. REGISTRAZIONI L apparecchio è in grado di registrare nella sua memoria o in quella della carta: Velocità e distanza percorsa Tempo ( inizio e fine viaggio ) e attività del conducente Condizioni di guida Luogo di inizio e fine viaggio Anomalie e guasti dell apparecchio L apparecchio funziona automaticamente sia a veicolo fermo sia in movimento. Il conducente deve solo inserire la sua carta, agire sul commutatore per selezionare l attività che sta svolgendo. A cura di Filippo Corallo Pagina 15/30 22/05/2009

16 Confronto: registrazioni più semplificate e dettagliate Confronto cartaceo tachigrafo analogico stampa giornaliera tachigrafo digitale A cura di Filippo Corallo Pagina 16/30 22/05/2009

17 COMPONENTI DEL SISTEMA Unità elettronica di bordo che identifica l apparecchio. Card di memorizzazione dei dati sulla quale sono registrati i dati di identificazione e quelli relativi all attività del conducente. Trasmettitore che ha il compito di inviare il segnale rilevato all uscita dell albero motore direttamente al tachigrafo. DISPOSITIVI COMPLEMENTARI Completano l apparecchio: Due interfacce per carte tachigrafiche relative al primo e secondo conducente; Stampante in grado di riprodurre il contenuto della memoria dell apparecchi e delle carte tachigrafiche; Dispositivo di visualizzazione dati che consentono di accedere ai dati relativi al funzionamento dell apparecchio. ( velocità, tempo di guida, contenuto della memoria e della carta tachigrafica; Avvisatore acustico. (avvisa il conducente dopo 4 ore e 15 minuti per la prescritta interruzione. A cura di Filippo Corallo Pagina 17/30 22/05/2009

18 Stampare a vuoto e da utilizzarsi in caso di guasto dell apparecchio stabilito dalla Legge 727/78 Nella stampante e' presente un rotolino di carta termica omologata di circa 8 metri e Omologazione DTCO e Omologazione della carta A cura di Filippo Corallo Pagina 18/30 22/05/2009

19 TOLLERANZE STRUMENTALI Segreteria Regione Lombardia Velocità al banco di prova: 3 Km/h in più o in meno rispetto alla velocità reale; all atto del montaggio 4 Km/h in più o in meno; in uso 6 Km/h in più o in meno; Tempi: 2 minuti in più o in meno al giorno con un massimo di 10 minuti in sette giorni; Distanze: Al banco di prova 1% della distanza reale; 2% all atto del montaggio; 4% in uso; Art. 142 comma 6: Per la determinazione dell osservanza dei limiti di velocità sono considerate fonti di prova le registrazioni del cronotachigrafo. (dalla velocità reale decurtare 6 Km/h.); Art. 142 comma 11: L eccesso di velocità oltre il limite al quale è tarato il limitatore di velocità di cui all articolo 179 comporta, nei veicoli obbligati a montare tale apparecchio l applicazione delle sanzioni amministrative pecuniarie previste dai commi 2- bis e 3 art. 179 per il caso di limitatore non funzionante o alterato. E sempre disposto l accompagnamento del mezzo presso un officina autorizzata per i fini di cui al comma 6-bis del citato articolo 179. A cura di Filippo Corallo Pagina 19/30 22/05/2009

20 SCHEMA LIMITATORE VELOCITA Si applica agli autoveicoli delle categorie: M2 M3, veicoli adibiti al trasporto di persone, velocità limitata a 100 Km/h; N2 N 3, veicoli di m.c.p.c. superiore a 3,5 t. adibiti al trasporto di merci, velocità limitata a 90 Km/h; Sono esentati i veicoli che non superano la velocità di 100 Km/h ovvero che non superano la velocità di 90 Km/h. ( es.mezzi d opera trasporti veicoli speciali). A cura di Filippo Corallo Pagina 20/30 22/05/2009

21 IL CRONOTACHIGRAFO DIGITALE E REGOLATO CON FUSI ORARI E TEMPO UTC. UTC tempo coordinato universale. Nel fuso orario 0 è compreso il meridiano zero che attraversa Greenwich questa è l ora UTC. Vige: in Inghilterra, Islanda, Irlanda, Portogallo; L ora UTC viene utilizzata per : memorizzazione dei dati in apparecchi di controllo digitali, voci sulle carte per tachigrafo. orari sui documenti stampati; Tutti gli orari debbono comparire nell ora UTC., ciò significa che l ora deve essere rimessa sempre nel tempo UTC, tenendo ben presente il fuso orario; L ora locale è sempre più in avanti dell ora UTC. Per ogni immissione di ora esatta nell apparecchio digitale bisogna convertire le ore locali in ore UTC, quindi in Italia un ora più indietro che diventano due nel periodo in cui vale l ora legale, quindi da primavera all autunno. A cura di Filippo Corallo Pagina 21/30 22/05/2009

22 POSIZIONE DEI SIGILLI. I sigilli o le piombature sono apposti dal centro tecnico autorizzato e devono riportare il numero di riferimento della piombatura. Lo stesso numero deve corrispondere sull apposito registro, tenuto dalle medesime officine. A cura di Filippo Corallo Pagina 22/30 22/05/2009

23 OMOLOGAZIONE DEI TACHIGRAFI Segreteria Regione Lombardia Targhetta riportanti i dati di omologazione: Deve essere inamovibile e sempre leggibile Deve essere sostituita se sono state apportate modifiche o adattamenti successivi E costruita con materiale tale da non poter essere rimossa. E alloggiata all interno del dispositivo ove viene inserito il rullino della carta della stampante. 1-DENOMINAZIONE DEL TIPO 2-CODICE DI OMOLOGAZIONE A cura di Filippo Corallo Pagina 23/30 22/05/2009

24 1- CENTRO TECNICO AUTORIZZATO. 2- DATA DELLA CALIBRAZIONE. 3- NUMERO DI TELAIO DEL VEICOLO. 4- NUMERO DI SERIE DEL DISPOSITIVO DI CONTROLLO. 5- DIMENSIONI E CARATTERISTICHE DEI PNEUMATICI, VIENE RIPORTATA LA DICITURA DELLA GOMMA 6- IMPULSI PER CHILOMETRO PERCORSO. 7- COSTANTE DELL APPARECCHIO. 8- SVILUPPOLINEARE DEI PNEUMATICI. 9- VALORE DELLA COSTANTE DELLA COSTANTE DELL APPARECCHIO DOPO LA CALIBRATURA. A cura di Filippo Corallo Pagina 24/30 22/05/2009

25 MISURE E MARCATURA DEI PNEUMATICI Al fine della prova metrica, è fondamentale la caratteristica del pneumatico ed il suo stato. In caso di pneumatici con dimensioni diverse da quelle indicate dalla carta di circolazione del veicolo si configura l alterazione del cronotachigrafo. A cura di Filippo Corallo Pagina 25/30 22/05/2009

26 IL REGOLAMENTO 561/2006 ESENTA I SOTTOINDICATI VEICOLI: Veicoli adibiti al trasporto di passeggeri in servizio regolare di linea, il cui percorso non supera i 50 chilometri. Scuolabus e miniscuolabus in base al decreto Mini-steriale 31/01/97 che hanno percorso prestabilito. Veicoli la cui velocità massima autorizzata non supera 40 chilometri orari. Veicoli di proprietà delle forze armate della protezione civile, dei vigili del fuoco delle forze responsabili del mantenimento dell ordine pubblico o da questi noleggiati senza conducente. Veicoli speciali adibiti ad usi medici Carri attrezzi specializzati che operano entro un raggio di 100 chilometri dalla propria base. Veicoli sottoposti a prove su strada a fini di miglioramento tecnico, riparazione o manutenzione, veicoli nuovi o trasformati non ancora messi in circolazione. Veicoli o combinazione di veicoli di massa massima ammissibile non superiore a 7,5 t. adibiti al trasporto non commerciale di merci. Veicoli commerciali che rientrano nella categoria dei veicoli storici a norma della legislazione dello stato membro nel quale circolano o sono utilizzati per il trasporto non commerciale di passeggeri o di merci. Sono altresì esentati dall obbligo del rispetto dei tempi di guida e di riposo nel settore trasporti stradali e dall obbligo di dotazione ed uso dell apparecchio di controllo previsto dal regolamento CEE 3821/85 e successive modificazioni, i seguenti veicoli. A cura di Filippo Corallo Pagina 26/30 22/05/2009

27 Veicoli o combinazione di veicoli di massa massima autorizzata non superiore a 7,5 t., impiegati da un organismo pubblico o privato che fornisce un servizio postale. Veicoli impiegati nell ambito dei servizi fognari, di protezione contro le inondazioni, di manutenzione della rete idrica, elettrica e del gas, di manutenzione e controllo della rete stradale, di nettezza urbana, dei telegrafi, dei telefoni,della radiodiffusione, della televisione e della rilevazione di emittenti e riceventi di televisione o radio. Veicoli speciali che trasportano materiale per circhi e parchi divertimenti. Veicoli impiegati per la raccolta del latte nelle fattorie e la restituzione alle medesime dei contenitori di latte o di prodotti lattieri destinati all alimentazione animale. Veicoli adibiti a scuola guida per l ottenimento della patente di guida o dell attestato di idoneità professionale e per il relativo esame, purché non utilizzati per il trasporto di persone o di merci a fini di lucro. A cura di Filippo Corallo Pagina 27/30 22/05/2009

28 PRONTUARIO Segreteria Regione Lombardia NORMA MOTIVAZIONE P.M. R ART. Il conducente di un veicolo per 150 il trasporto di cose o persone 174.C4 superava i prescritti periodi EURO ART. 174.C4 ART. 174.C4 ART. 174.C4 ART. 174.C4 ART. 174.C4 ART. 174.C6 ART. 174.C6 ART. 174.C6 ART. 174.C7 ART. 174.C7 ART. 174.C7bis ART. 174.C9 di guida Il conducente di un veicolo per il trasporto di cose o persone non osservava le prescritte interruzioni Il conducente di un veicolo per il trasporto di cose o persone non osservava il periodo di riposo giornaliero Il conducente di un veicolo per il trasporto di cose o persone non osservava il periodo di riposo settimanale Il conducente sprovvisto dell estratto del registro di servizio Il conducente sprovvisto della copia dell orario di servizio Quale membro dell equipaggio non osservava i periodi di riposo Quale membro dell equipaggio era sprovvisto di copia dell orario di servizio Quale membro dell equipaggio era sprovvisto di copia dell orario di servizio Mancanza momentanea dei documenti di servizio Documenti di servizio incompleti o alterati Circolava durante il periodo in cui gli era stato intimato di non proseguire il viaggio Impresa di autotrasporti che non osserva le disposizioni del regolamento CE 561/ C2 Circolava con cronotachigrafo alterato 150 EURO 150 EURO 150 EURO 150 EURO 150 EURO MISURE CAUTELARI Intimazione a effettuare i prescritti periodi di pausa prima di proseguire PUNTI 2 PUNTI v. sopra 2 PUNTI v. sopra 2 PUNTI v. sopra 2 PUNTI v. sopra 2 v. sopra 2 PUNTI PUNTI 1 punto 1 punto Ritiro patente e carta di circolazione fino a ultimazione del periodo del periodo di riposo omesso Sosp.della patente diffida a provvedere al ripristino entro 10 gg 10 punti A cura di Filippo Corallo Pagina 28/30 22/05/2009

29 179.C2 Circolava con sigilli del cronotachigrafo manomessi 179.C2bis 179.C2bis Circolazione con veicolo sprovvisto di limitatore di velocità, non funzionante o con caratteristiche difformi Circolazione con limitatore alterato 179.C3 Titolare della licenza o dell autorizzazione che mette in circolazione un veicolo privo di cronotachigrafo, o non conforme o alterato o non funzionante ovvero sprovvisto dei fogli di registrazione 179.C8 Circolazione oltre i 10 giorni dalla diffida senza aver provveduto a regolarizzare i dispositivi Sosp.della patente diffida a provvedere al ripristino dei sigilli entro 10 gg Segreteria Regione Lombardia 10 punti Revoca della patente 10 punti Revoca della patente 10 punti Sospensione della licenza per 3 violazioni in 1 anno Fermo amministrativo NORMA 727/1978 MOTIVAZIONE P.M. R Misure cautelari PUNTI ART. 13 ART. 14 ART. 17 Effettuava montaggi o riparazioni cronotachigrafi senza la prescritta autorizzazione o con carta dell officina scaduta Effettuava verificazioni o controlli su cronotachigrafi senza essere abilitato o senza attenersi alle disposizioni del regolamento CEE 1463/70 Omettere di far riparare il cronotachigrafo nei termini prescritti da parte del datore di lavoro ART. 18 Art. 19 Omettere di riportare manualmente le indicazioni relative ai tempi di guida sul retro dei fogli di registrazioni o su foglio dedicati in caso di mancato funzionamento del cronotachigrafo da parte del conducente o menbri dell equipaggio Utilizza fogli di registrazione sporchi o deteriorati Art. 19 Mancanza dei fogli di registrazione o risultanze del cronotachigrafo digitale relativi ai 28 gg precedenti 47 A cura di Filippo Corallo Pagina 29/30 22/05/2009

30 Art. 19 Mancanza o incompleta compilazione del foglio di registrazione 47 Art. 19 Inserimento dei fogli di 47 registrazione per più di 24 ore Art. 19 Senza annotare sul foglio il cambio del veicolo 47 Art. 19 Mancata esibizione da parte del conducente della carta tachigrafica 47 Art. 19 Mancata richiesta entro 7 giorni della sostituzione della carta tachigrafica 47 Art. 19 Circolazione sprovvisto della carta tachigrafica per più di 15 gg in caso di smarrimento 47 Art. 19 Circolazione senza sufficiente carta per la stampa dei dati in caso di controllo 47 A cura di Filippo Corallo A cura di Filippo Corallo Pagina 30/30 22/05/2009

PERIODI DI GUIDA E DI RIPOSO DEI CONDUCENTI

PERIODI DI GUIDA E DI RIPOSO DEI CONDUCENTI PERIODI DI GUIDA E DI RIPOSO DEI CONDUCENTI Il Regolamento CE n. 561/2006 relativo ai periodi di guida e di riposo dei conducenti non si applica ai trasporti stradali effettuati a mezzo di: veicoli adibiti

Dettagli

8- IMPIEGO DEL CRONOTACHIGRAFO. Il Regolamento CE n. 561/2006 non si applica ai trasporti stradali effettuati a mezzo di:

8- IMPIEGO DEL CRONOTACHIGRAFO. Il Regolamento CE n. 561/2006 non si applica ai trasporti stradali effettuati a mezzo di: 8- IMPIEGO DEL CRONOTACHIGRAFO ESENZIONI RELATIVE ALL UTILIZZO DEL CRONOTACHIGRAFO Il Regolamento CE n. 561/2006 non si applica ai trasporti stradali effettuati a mezzo di: veicoli adibiti al trasporto

Dettagli

APPROFONDIMENTO I TEMPI DI GUIDA

APPROFONDIMENTO I TEMPI DI GUIDA APPROFONDIMENTO I TEMPI DI GUIDA NORMATIVA E SANZIONI MAGGIO 2013 A cura dell Ufficio Relazioni Industriali Faccioli Chiara - Padovani Carlo 6 SOMMARIO 1. Ambito di applicazione 2. Il tempo di guida 3.

Dettagli

<< {loadposition pos1} >>

<< {loadposition pos1} >> > Il tachigrafo, detto per la precisione cronotachigrafo, è un dispositivo di controllo dei tempi di guida, delle distanze percorse e della velocità sostenuta. Viene installato

Dettagli

Autotrasporto SCHEDA PERIODI DI GUIDA E DI RIPOSO DEI CONDUCENTI

Autotrasporto SCHEDA PERIODI DI GUIDA E DI RIPOSO DEI CONDUCENTI Autotrasporto SCHEDA PERIODI DI GUIDA E DI RIPOSO DEI CONDUCENTI A cura di Franco Medri* Il regolamento CE n. 561 del 15 marzo 2006 (modifica i regolamenti del Consiglio CEE n. 3821/85 e CE n. 2135/98

Dettagli

06 Ottobre 2007 Isp. Sup. Franco Medri. Graphics by M.G.

06 Ottobre 2007 Isp. Sup. Franco Medri. Graphics by M.G. 06 Ottobre 2007 Isp. Sup. Franco Medri Il regolamento CE n.561/2006 del 15 marzo 2006 modifica i regolamenti del Consiglio CEE n.3821/85 e CE n.2135/98 e abroga il regolamento CEE n.3820/85 del Consiglio

Dettagli

Unioncamere Area Formalità per il Commercio Internazionale

Unioncamere Area Formalità per il Commercio Internazionale CRONOTACHIGRAFO DIGITALE Unioncamere Area Formalità per il Commercio Internazionale La normativa di riferimento Regolamento CEE 3820/85, relativo all armonizzazione di alcune disposizioni in materia sociale

Dettagli

DECRETO LEGISLATIVO 23 dicembre 2010, n. 245 (G.U. n. 15 del 20.1.2011)

DECRETO LEGISLATIVO 23 dicembre 2010, n. 245 (G.U. n. 15 del 20.1.2011) DECRETO LEGISLATIVO 23 dicembre 2010, n. 245 (G.U. n. 15 del 20.1.2011) Attuazione delle direttive 2009/4/CE e 2009/5/CE, che modificano la direttiva 2006/22/CE, sulle norme minime per l applicazione dei

Dettagli

CITTÀ DI TORINO DIREZIONE CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE SERVIZIO TERRITORIO E SICUREZZA URBANA NORD Ufficio Studi e Formazione Ufficio Studi

CITTÀ DI TORINO DIREZIONE CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE SERVIZIO TERRITORIO E SICUREZZA URBANA NORD Ufficio Studi e Formazione Ufficio Studi CITTÀ DI TORINO DIREZIONE CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE SERVIZIO TERRITORIO E SICUREZZA URBANA NORD Ufficio Studi e Formazione Ufficio Studi CIRCOLARE N. 34 Informativa OGGETTO: Circolazione Stradale. Cronotachigrafo.

Dettagli

Sarà nostra cura tenervi tempestivamente aggiornati non appena la Decisione sarà pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale dell Unione Europea.

Sarà nostra cura tenervi tempestivamente aggiornati non appena la Decisione sarà pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale dell Unione Europea. INDIRIZZI INTERPRETATIVI IN MATERIA DI AUTOTRASPORTO: CIRCOLARI MINISTERO DELL INTERNO E MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE Il Ministero dell Interno congiuntamente al Ministero delle Infrastrutture e dei

Dettagli

D.Lgvo 4.8.2008, n.144 su G.U. n.218 del 17.9.2008.

D.Lgvo 4.8.2008, n.144 su G.U. n.218 del 17.9.2008. ORARIO DI LAVORO DELLE PERSONE CHE EFFETTUANO OPERAZIONI MOBILI DI AUTOTRASPORTO PERIODI DI GUIDA E DI RIPOSO DEI CONDUCENTI ATTUAZIONE DIRETTIVA 2002/15/CE ATTESTAZIONE DI ATTIVITA PER LE ASSENZE DEGLI

Dettagli

TEMPI DI GUIDA E DI RIPOSO

TEMPI DI GUIDA E DI RIPOSO TEMPI DI GUIDA E DI RIPOSO L art. 174 del CDS disciplina, come ben sappiamo, la durata della guida degli autoveicoli adibiti al trasporto di persone o cose. Tale articolo, completamente rinnovato dalla

Dettagli

IL TACHIGRAFO DIGITALE

IL TACHIGRAFO DIGITALE IL TACHIGRAFO DIGITALE Treviso 13 aprile 2006 Normativa Regolamento (CEE) 3821/85 Regolamento (CE) 2135/98 Regolamento (CE) 1360/2002 Regolamento (CE) n.../2006 di modifica dei regolamenti 3821/85 e 2135/98

Dettagli

Autotrasporto Controlli su strada dell attività del conducente professionale. Rovigo, 15 marzo 2012

Autotrasporto Controlli su strada dell attività del conducente professionale. Rovigo, 15 marzo 2012 Autotrasporto Controlli su strada dell attività del conducente professionale Rovigo, 15 marzo 2012 Andrea Camata Comandante di Polizia Locale www.plnews.it info@plnews.it Campo di applicazione del cronotachigrafo

Dettagli

PRONTUARIO PER MINI CORSO

PRONTUARIO PER MINI CORSO PRONTUARIO PER MINI CORSO TEMPI DI GUIDA E DI RIPOSO CON ALLEGATA RELATIVA TABELLA SIA PER TEMPI CHE PER INFRAZIONI Art. 174 del Codice della Strada modificato dalla Legge 120 del 29/07/2010 in vigore

Dettagli

Comitato Unitario dell Autotrasporto della Provincia di Ravenna

Comitato Unitario dell Autotrasporto della Provincia di Ravenna PREMESSA Con la pubblicazione del Regolamento CE n. 561/2006 sono state introdotte importanti novità. A questo si aggiunge la direttiva 2002/15/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, dell 11 marzo

Dettagli

PERIODO DI GUIDA. COMPRESO Guida Da A 9 ore 9 ore e 1 min. 9 ore e 54 min. 10 ore e 1 min. 11 ore

PERIODO DI GUIDA. COMPRESO Guida Da A 9 ore 9 ore e 1 min. 9 ore e 54 min. 10 ore e 1 min. 11 ore ART. 174 COMMA 4 SUPERAMENTO Violazione protratta entro il 10 % del limite consentito ART. 174 COMMA 5 SUPERAMENTO Violazione protratta oltre il 10 % ma entro il 20 % del limite consentito ART. 174 COMMA

Dettagli

USO DI CRONOTACHIGRAFO E TACHIGRAFO DIGITALE DA PARTE DEL CONDUCENTE

USO DI CRONOTACHIGRAFO E TACHIGRAFO DIGITALE DA PARTE DEL CONDUCENTE USO DI CRONOTACHIGRAFO E TACHIGRAFO DIGITALE DA PARTE DEL CONDUCENTE Sommario: 5075.0 QUADRO GENERALE 5075.1 USO CRONOTACHIGRAFO ANALOGICO IN MODALITÀ CONDUCENTE 5075.1.1 Verifica dell'ora registrata 5075.1.2

Dettagli

,1',&( Premessa. La carta cronotachigrafica: definizione tipologia

,1',&( Premessa. La carta cronotachigrafica: definizione tipologia ,1',&( Premessa La carta cronotachigrafica: definizione tipologia La carta conducente: definizione e funzione requisiti competenza modulistica allegati La carta azienda : definizione e funzione requisiti

Dettagli

L attività lavorativa degli autotrasportatori

L attività lavorativa degli autotrasportatori L attività lavorativa degli autotrasportatori a cura di Franco Medri cronotachigrafo tempi e di riposo PERIODO DI GUIDA GIORNALIERO Si definisce con il termine : «Il complessivo di guida tra il termine

Dettagli

TEMPI DI GUIDA E DI RIPOSO

TEMPI DI GUIDA E DI RIPOSO V.le della libertà, 79 33170 PORDENONE TEMPI DI GUIDA E DI RIPOSO Normativa di riferimento: Regolamento CEE 561/06 del 15/03/2006 (sostituisce il precedente Regolamento CEE 3820/85) REGOLAMENTO CEE 561/2006

Dettagli

Le nuove sanzioni per la durata della guida e dei riposi degli autoveicoli adibiti al trasporto di persone o cose (aggiornate biennio 2013 2014)

Le nuove sanzioni per la durata della guida e dei riposi degli autoveicoli adibiti al trasporto di persone o cose (aggiornate biennio 2013 2014) Le nuove sanzioni per la durata della guida e dei riposi degli autoveicoli adibiti al trasporto di persone o cose (aggiornate biennio 2013 2014) Tabelle di sintesi con i calcoli delle percentuali e delle

Dettagli

www.italy-ontheroad.it

www.italy-ontheroad.it www.italy-ontheroad.it Breve glossario per la lettura dei pittogrammi nella stampa del cronotachigrafo digitale. Con il Regolamento CE n 561/2006, in vigore in Italia dall 11 aprile 2007, sono state introdotte

Dettagli

Tachigrafo Digitale Aldo VORANO Maurizio PIRAINO SIEMENS VDO

Tachigrafo Digitale Aldo VORANO Maurizio PIRAINO SIEMENS VDO Tachigrafo Digitale Presentazione a cura di: Aldo VORANO Servizio Polizia Stradale Ministero dell Interno Maurizio PIRAINO Sezione Polizia Stradale Genova Si ringrazia la SIEMENS VDO per il materiale fornito.

Dettagli

Il cronotachigrafo digitale, che occorre per registrare i tempi di guida dei conducenti di camion, pullman ed autocarri, nasce dall esigenza di

Il cronotachigrafo digitale, che occorre per registrare i tempi di guida dei conducenti di camion, pullman ed autocarri, nasce dall esigenza di Il cronotachigrafo digitale, che occorre per registrare i tempi di guida dei conducenti di camion, pullman ed autocarri, nasce dall esigenza di sostituire il precedente apparato analogico, nel tempo risultato

Dettagli

I CONTROLLI SU STRADA: COME ESSERE PREPARATI E IN REGOLA

I CONTROLLI SU STRADA: COME ESSERE PREPARATI E IN REGOLA I CONTROLLI SU STRADA: COME ESSERE PREPARATI E IN REGOLA IL CRONOTACHIGRAFO DIGITALE È un apparecchio di registrazione dati, installato su tutti i veicoli adibiti al trasporto di cose di MCPC superiore

Dettagli

Il lavoro nell autotrasporto: illeciti e sanzioni

Il lavoro nell autotrasporto: illeciti e sanzioni Working Paper A s s o c i a z i o n e p e r g l i S t u d i I n t e r n a z i o n a l i e C o m p a r a t i s u l D i r i t t o d e l l a v o r o e s u l l e R e l a z i o n i i n d u s t r i a l i In

Dettagli

Circolare N.53 del 11 Aprile 2012. Imprese di autotrasporto. I controlli correlati al numero di infrazioni commesse

Circolare N.53 del 11 Aprile 2012. Imprese di autotrasporto. I controlli correlati al numero di infrazioni commesse Circolare N.53 del 11 Aprile 2012 Imprese di autotrasporto. I controlli correlati al numero di infrazioni commesse Imprese di autotrasporto: i controlli correlati al numero di infrazioni commesse Gentile

Dettagli

Sanzione 38 ( 50,67 notturna )

Sanzione 38 ( 50,67 notturna ) Rispetto della normativa CEE in materia di orari di lavoro, tempi di, interruzioni e riposi. Norme precettive ed ipotesi di violazioni ai sensi dell art. 174 c.d.s. modificato con Legge 29 luglio 2010,

Dettagli

Ordinanza sulla durata del lavoro e di riposo dei conducenti professionali di veicoli a motore

Ordinanza sulla durata del lavoro e di riposo dei conducenti professionali di veicoli a motore Ordinanza sulla durata del lavoro e di riposo dei conducenti professionali di veicoli a motore (Ordinanza per gli autisti, OLR 1) Modifica del Il Consiglio federale svizzero ordina: I L ordinanza del 19

Dettagli

IL CONTROLLO DI POLIZIA STRADALE NELL AUTOTRASPORTO

IL CONTROLLO DI POLIZIA STRADALE NELL AUTOTRASPORTO IL CONTROLLO DI POLIZIA STRADALE NELL AUTOTRASPORTO TRASPORTO PER CONTO TERZI NAZIONALE Documenti conducente: Documento di identità; Patente di guida; Cqc; Documento rapporto di lavoro; Fogli di registrazione;

Dettagli

REGOLAMENTO RELATIVO AI CRITERI PER L APPLICAZIONE DELE SANZIONI DISCIPLINARI ALLE IMPRESE DI AUTOTRASPORTO (ART. 21 LEGGE 298/74)

REGOLAMENTO RELATIVO AI CRITERI PER L APPLICAZIONE DELE SANZIONI DISCIPLINARI ALLE IMPRESE DI AUTOTRASPORTO (ART. 21 LEGGE 298/74) Servizio Protezione Civile, Trasporti e Mobilità REGOLAMENTO RELATIVO AI CRITERI PER L APPLICAZIONE DELE SANZIONI DISCIPLINARI ALLE IMPRESE DI AUTOTRASPORTO (ART. 21 LEGGE 298/74) Con il decreto legislativo

Dettagli

Modifiche la CdS. Sanzione 38 conducente che supera la durata dei periodi di guida prescritti dal Regolamento CE 561/2006.

Modifiche la CdS. Sanzione 38 conducente che supera la durata dei periodi di guida prescritti dal Regolamento CE 561/2006. Modifiche la CdS Tempi di guida e di riposo dei conducenti nuove sanzioni previste dall art. 174 c.d.s. Tutti i calcoli e le percentuali delle eccedenze Scheda riassuntiva Comma 4 38 conducente che supera

Dettagli

DURATA DELLA GUIDA E DEI RIPOSI DEI CONDUCENTI PROFESSIONALI

DURATA DELLA GUIDA E DEI RIPOSI DEI CONDUCENTI PROFESSIONALI DURATA DELLA GUIDA E DEI RIPOSI DEI CONDUCENTI PROFESSIONALI Sommario: 5071.0 QUADRO GENERALE 5071.1 AMBITO DI APPLICAZIONE DELLE NORME COMUNITARIE IN MATERIA SOCIALE 5071.1.1 Conducenti dei veicoli cui

Dettagli

Autoscuola Marche - http://www.autoscuolamarche.com/ DIRETTIVA 2009/5/CE DELLA COMMISSIONE del 30 gennaio 2009

Autoscuola Marche - http://www.autoscuolamarche.com/ DIRETTIVA 2009/5/CE DELLA COMMISSIONE del 30 gennaio 2009 DIRETTIVA 2009/5/CE DELLA COMMISSIONE del 30 gennaio 2009 che modifica l'allegato III della direttiva 2006/22/CE del Parlamento europeo e del Consiglio sulle norme minime per l'applicazione dei regolamenti

Dettagli

NOLEGGIO CON CONDUCENTE (NCC) Tutte le regole per autovetture, autobus e taxi a cura di Franco Medri*

NOLEGGIO CON CONDUCENTE (NCC) Tutte le regole per autovetture, autobus e taxi a cura di Franco Medri* NOLEGGIO CON CONDUCENTE (NCC) Tutte le regole per autovetture, autobus e taxi a cura di Franco Medri* Premessa: le parti evidenziate in rosso non sono ancora entrate in vigore se non dopo la pubblicazione

Dettagli

Il tachigrafo digitale

Il tachigrafo digitale Il tachigrafo digitale Il cronotachigrafo digitale, che occorre per registrare i tempi di guida dei conducenti di camion, pullman ed autocarri, nasce dall esigenza di sostituire il precedente apparato

Dettagli

CHIEDE. l'iscrizione all albo degli autotrasportatori di cose per conto di terzi di Verona.

CHIEDE. l'iscrizione all albo degli autotrasportatori di cose per conto di terzi di Verona. Timbro dello studio di consulenza automobilistica o dell associazione di categoria Marca da bollo 16,00 Marca da bollo 16,00 Alla Provincia di Verona Settore trasporti traffico mobilità Unità operativa

Dettagli

Ministero del Trasporti, circolare 10 agosto 2007, n. prot. 77898/8.3

Ministero del Trasporti, circolare 10 agosto 2007, n. prot. 77898/8.3 Ministero del Trasporti, circolare 10 agosto 2007, n. prot. 77898/8.3 Oggetto: Obbligo del possesso e rilascio della carta di qualificazione del conducente. Con circolare prot. 29092/23.18.03 del 27 marzo

Dettagli

Sanzioni per violazioni del Codice della Strada Art. 174

Sanzioni per violazioni del Codice della Strada Art. 174 Sanzioni per violazioni del Codice della Strada Art. 174 ART. 174 COMMA 4 Conducente che supera la durata dei periodi di guida prescritti dal Regolamento CE 561/2006 per eccedenze fino al 10% 9 ore (540

Dettagli

Presentazione Milano Novembre 2006. I CENTRI TECNICI PER IL TACHIGRAFO DIGITALE Milano, 15-16 novembre 2006

Presentazione Milano Novembre 2006. I CENTRI TECNICI PER IL TACHIGRAFO DIGITALE Milano, 15-16 novembre 2006 I CENTRI TECNICI PER IL TACHIGRAFO DIGITALE Milano, 15-16 novembre 2006 AGENDA RICHIAMI DEL DECRETO MINISTERIALE 11 Marzo 2005 LAYOUT DI UN CENTRO TECNICO LE ATTREZZATURE ATTIVITA METROLOGICHE DEL CENTRO

Dettagli

Il tachigrafo digitale Obblighi dell'officina Elenco delle attrezzature La verifica metrica

Il tachigrafo digitale Obblighi dell'officina Elenco delle attrezzature La verifica metrica Il tachigrafo digitale Obblighi dell'officina Elenco delle attrezzature La verifica metrica Funzioni del DTCO In accordo con la direttiva: Tutti i Tachigrafi Digitali hanno Stesso tipo di funzioni, Struttura

Dettagli

Disciplina dell orario di lavoro e dei tempi di guida nell autotrasporto

Disciplina dell orario di lavoro e dei tempi di guida nell autotrasporto Disciplina dell orario di lavoro e dei tempi di guida nell autotrasporto CRONOLOGIA DELLE NORME EUROPEE Regolamento n. 543/69/CE (G.U.C.E. n. L 77 del 29 marzo 1969); Accordo Europeo 1 luglio 1970 (AETR);

Dettagli

POLIZIA LOCALE IL CONTROLLO SU STRADA DEL TRASPORTO MERCI e IL CONTROLLO DEL TACHIGRAFO DIGITALE. Relatore: Saverio ROSSI

POLIZIA LOCALE IL CONTROLLO SU STRADA DEL TRASPORTO MERCI e IL CONTROLLO DEL TACHIGRAFO DIGITALE. Relatore: Saverio ROSSI POLIZIA LOCALE IL CONTROLLO SU STRADA DEL TRASPORTO MERCI e IL CONTROLLO DEL TACHIGRAFO DIGITALE Relatore: Saverio ROSSI Questo documento rappresenta una guida d uso per gli Operatori di Polizia Locale

Dettagli

ORARIO DI LAVORO DEI LAVORATORI MOBILI NEL SETTORE TRASPORTI

ORARIO DI LAVORO DEI LAVORATORI MOBILI NEL SETTORE TRASPORTI ORARIO DI LAVORO DEI LAVORATORI MOBILI NEL SETTORE TRASPORTI Sommario: 5064.0 QUADRO GENERALE 5064.1 ORARIO DI LAVORO 5064.1.1 Durata dell'orario di lavoro settimanale 5064.1.2 Riposi intermedi 5064.1.3

Dettagli

Roma 21 giugno 2007 L ORARIO DI LAVORO E LE NUOVE NORME IN MATERIA DI TEMPI DI GUIDA, INTERRUZIONI E PERIODI DI RIPOSO PER IL PERSONALE VIAGGIANTE

Roma 21 giugno 2007 L ORARIO DI LAVORO E LE NUOVE NORME IN MATERIA DI TEMPI DI GUIDA, INTERRUZIONI E PERIODI DI RIPOSO PER IL PERSONALE VIAGGIANTE Roma 21 giugno 2007 L ORARIO DI LAVORO E LE NUOVE NORME IN MATERIA DI TEMPI DI GUIDA, INTERRUZIONI E PERIODI DI RIPOSO PER IL PERSONALE VIAGGIANTE 1 IL QUADRO NORMATIVO Orario di lavoro, guida, interruzioni

Dettagli

REVISIONE AUTO. Che cos è. Il Codice della Strada (art. 80) prevede che i veicoli a motore (ed i loro rimorchi)

REVISIONE AUTO. Che cos è. Il Codice della Strada (art. 80) prevede che i veicoli a motore (ed i loro rimorchi) REVISIONE AUTO Che cos è Il Codice della Strada (art. 80) prevede che i veicoli a motore (ed i loro rimorchi) durante la circolazione siano tenuti in condizioni di massima efficienza, in modo da garantire

Dettagli

Uso di prodotti fitosanitari e tutela della salute

Uso di prodotti fitosanitari e tutela della salute SERVIZIO INTERCOMUNALE POLIZIA LOCALE MEDIA PIANURA VERONESE - DISTRETTO VR 5 C (Provincia di Verona) Bovolone - Angiari - Concamarise - Isola Rizza Oppeano - Palù Roverchiara Salizzole - San Pietro di

Dettagli

La scheda di trasporto : le istruzioni rese con la circolare dei Ministeri dei Trasporti e dell Interno del 17 luglio 2009

La scheda di trasporto : le istruzioni rese con la circolare dei Ministeri dei Trasporti e dell Interno del 17 luglio 2009 ACERBI & ASSOCIATI CONSULENZA TRIBUTARIA, AZIENDALE, SOCIETARIA E LEGALE NAZIONALE E INTERNAZIONALE CIRCOLARE N. 11 6 AGOSTO 2009 La scheda di trasporto : le istruzioni rese con la circolare dei Ministeri

Dettagli

Vigilanza e sanzioni nell autotrasporto

Vigilanza e sanzioni nell autotrasporto Vigilanza e sanzioni nell autotrasporto 1 Principali riferimenti normativi D.lgs. 4 agosto 2008 n. 144 sulle norme minime per l applicazione dei regolamenti nn. 3820/1985/CEE e 3821/1985/CEE (attuazione

Dettagli

CITTA DI SAN DANIELE DEL FRIULI. Regolamento Comunale per l esercizio del servizio di noleggio con conducente con autobus da rimessa

CITTA DI SAN DANIELE DEL FRIULI. Regolamento Comunale per l esercizio del servizio di noleggio con conducente con autobus da rimessa CITTA DI SAN DANIELE DEL FRIULI Regolamento Comunale per l esercizio del servizio di noleggio con conducente con autobus da rimessa Approvato con delibera del Consiglio Comunale n. 99 del 26.10.2001 ART.

Dettagli

LE NUOVE REGOLE DELLA CARTA DI QUALIFICAZIONE DEL CONDUCENTE E SISTEMA SANZIONATORIO

LE NUOVE REGOLE DELLA CARTA DI QUALIFICAZIONE DEL CONDUCENTE E SISTEMA SANZIONATORIO LE NUOVE REGOLE DELLA CARTA DI QUALIFICAZIONE DEL CONDUCENTE E SISTEMA SANZIONATORIO di Franco MEDRI * Con la sostanziale modifica del Decreto Legislativo 21 novembre 2005, n. 286 (vedasi D. Lgs. 16 gennaio

Dettagli

Documento di sintesi della nota ministeriale sull accesso alla professione ed accesso al mercato

Documento di sintesi della nota ministeriale sull accesso alla professione ed accesso al mercato Documento di sintesi della nota ministeriale sull accesso alla professione ed accesso al mercato I ) Accesso alla professione con applicazione delle disposizioni del DL 5/2012, convertito dalla Legge 35/2012

Dettagli

COMUNE DI MENDICINO (Provincia di Cosenza) REGOLAMENTO AUTOMEZZI COMUNALI

COMUNE DI MENDICINO (Provincia di Cosenza) REGOLAMENTO AUTOMEZZI COMUNALI COMUNE DI MENDICINO (Provincia di Cosenza) REGOLAMENTO AUTOMEZZI COMUNALI Art. 1 Scopo del regolamento e disposizioni generali. Il seguente regolamento disciplina limiti, criteri e modalità per l acquisizione,

Dettagli

TEMPI DI GUIDA, INTERRUZIONE E RIPOSO ASPETTI RELATIVI AI NUOVI REGOLAMENTI EUROPEI

TEMPI DI GUIDA, INTERRUZIONE E RIPOSO ASPETTI RELATIVI AI NUOVI REGOLAMENTI EUROPEI 7 febbraio 2015: ACALCINATE ACALCINATE BENVENUTI BENVENUTI reg. reg. CE CE 561/2006 Il Il NUOVO NUOVO REGOLAMENTO REGOLAMENTO SUI SUI TEMPI TEMPI DI DI GUIDA GUIDA TEMPI DI GUIDA, INTERRUZIONE E ASPETTI

Dettagli

COMUNE DI ANACAPRI. (Provincia di Napoli) REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI NOLEGGIO DI VEICOLI SENZA CONDUCENTE

COMUNE DI ANACAPRI. (Provincia di Napoli) REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI NOLEGGIO DI VEICOLI SENZA CONDUCENTE COMUNE DI ANACAPRI (Provincia di Napoli) REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI NOLEGGIO DI VEICOLI SENZA CONDUCENTE Approvato con delibera di C.C. n. 23 del 21.04.2010 Art. 1 - Esercizio di noleggio

Dettagli

dei cittadini di un paese terzo dipendenti di un impresa stabilità in uno Stato membro o impiegati presso la stessa.

dei cittadini di un paese terzo dipendenti di un impresa stabilità in uno Stato membro o impiegati presso la stessa. LA CARTA DI QUALIFICAZIONE DEL CONDUCENTE Campi di applicazione, esenzioni, obblighi, corsi di formazione, decorrenze e tutto quello che c è da sapere sulla CQC *Di Franco Medri Con la pubblicazione della

Dettagli

Revisione delle macchine agricole e delle macchine operatrici, ora è operativa Di Girolamo Simonato

Revisione delle macchine agricole e delle macchine operatrici, ora è operativa Di Girolamo Simonato Revisione delle macchine agricole e delle macchine operatrici, ora è operativa Di Girolamo Simonato Con il d.lgs. 285/92 (Nuovo Codice della Strada) all art. 111 era stata disciplinata la revisione della

Dettagli

Cna Padova Via Croce Rossa, 56 Tel. 049-8062235 www.pd.cna.it/fita fita@pd.cna.it

Cna Padova Via Croce Rossa, 56 Tel. 049-8062235 www.pd.cna.it/fita fita@pd.cna.it DECRETO LEGISLATIVO 19 novembre 2007, n. 234 Attuazione della direttiva 2002/15/CE concernente l'organizzazione dell'orario di lavoro delle persone che effettuano operazioni mobili di autotrasporti. Vigente

Dettagli

* Girolamo Simonato. Premessa

* Girolamo Simonato. Premessa Premessa * Girolamo Simonato Nel settore dei trasporti su strada, il regolamento (CEE) n. 3820/85 del Consiglio, del 20 dicembre 1985, relativo all'armonizzazione di alcune disposizioni in materia sociale

Dettagli

Vuoi imparare come evitare le multe?

Vuoi imparare come evitare le multe? Page 1 of 20 Manuale per chi opera con il Tachigrafo Digitale Vuoi imparare come evitare le multe? Informati e informa i tuoi colleghi e datore di lavoro su: Ore di guida e di riposo. Obblighi relativi

Dettagli

Pensando di fare cosa gradita, riportiamo di seguito le disposizioni contenute nel decreto.

Pensando di fare cosa gradita, riportiamo di seguito le disposizioni contenute nel decreto. AUTOTRASPORTO Suggerimento n. 278/62 del 30 maggio 2013 RC/AZA CARTA DI QUALIFICAZIONE DEL CONDUCENTE (CQC): NUOVO DECRETO È stato pubblicato il decreto 17 aprile 2013 che ridefinisce la disciplina sulla

Dettagli

Tachigrafo Digitale: Il controllo. Presentazione CCIAA 13 aprile 2006 PRD060413_001A0LOYD

Tachigrafo Digitale: Il controllo. Presentazione CCIAA 13 aprile 2006 PRD060413_001A0LOYD Tachigrafo Digitale: Il controllo LE ATTIVITA DEL CONTROLLORE Controllare in base alla legislazione sociale europea: Verifica dei tempi di riposo: 4h30, riposo giornaliero riposo settimanale Controllo:

Dettagli

Scheda di trasporto. La scheda dovrà essere compilata dal committente e conservata a bordo del veicolo, a cura del vettore.

Scheda di trasporto. La scheda dovrà essere compilata dal committente e conservata a bordo del veicolo, a cura del vettore. Scheda di trasporto CNA Fita Trasporto Dal 19 Luglio le imprese di autotrasporto sono tenute alla compilazione della scheda di trasporto. L istituzione del nuovo documento si inserisce all interno del

Dettagli

OGGETTO: Disposizioni relative al settore dell autotrasporto merci su

OGGETTO: Disposizioni relative al settore dell autotrasporto merci su Prot. n. F69/RNS Bologna, 24 Aprile 2012 OGGETTO: Disposizioni relative al settore dell autotrasporto merci su strada. Decreto Legge n. 5 /2012 Disposizioni urgenti in materia di semplificazione e di sviluppo

Dettagli

Tachigrafo digitale e tolleranze con prospetto esplicativo di *Giorgio BACILIERI e **Franco MEDRI

Tachigrafo digitale e tolleranze con prospetto esplicativo di *Giorgio BACILIERI e **Franco MEDRI Tachigrafo digitale e tolleranze con prospetto esplicativo di *Giorgio BACILIERI e **Franco MEDRI La Commissione UE con la nota di orientamento n. 4 relativa alle registrazione dei periodi di guida con

Dettagli

Autoscuola Marche - http://www.autoscuolamarche.com/ REGOLAMENTO (CE) N. 2135/98 DEL CONSIGLIO del 24 settembre 1998

Autoscuola Marche - http://www.autoscuolamarche.com/ REGOLAMENTO (CE) N. 2135/98 DEL CONSIGLIO del 24 settembre 1998 REGOLAMENTO (CE) N. 2135/98 DEL CONSIGLIO del 24 settembre 1998 che modifica il regolamento (CEE) n. 3821/85 relativo all apparecchio di controllo nel settore dei trasporti su strada e la direttiva 88/599/CEE

Dettagli

Convenzione del 4 gennaio 1960 istitutiva dell Associazione europea di libero scambio (AELS)

Convenzione del 4 gennaio 1960 istitutiva dell Associazione europea di libero scambio (AELS) Convenzione del 4 gennaio 1960 istitutiva dell Associazione europea di libero scambio (AELS) Decisione n. 6/2011 del Consiglio recante modifica dell Appendice 1 dell Allegato P (Trasporti terrestri) Adottata

Dettagli

CARTA DI QUALIFICAZIONE DEL CONDUCENTE (CQC) D.lgs. 286/2005 in recepimento della Direttiva Comunitaria 2003/59/CE

CARTA DI QUALIFICAZIONE DEL CONDUCENTE (CQC) D.lgs. 286/2005 in recepimento della Direttiva Comunitaria 2003/59/CE POLIZIA LOCALE MILANO SERVIZIO RADIOMOBIE Commissario Agg. Massimo Cuzzoni FOXPOL LOMBARDIA Associazione di Polizia Locale CARTA DI QUALIFICAZIONE DEL CONDUCENTE (CQC) D.lgs. 286/2005 in recepimento della

Dettagli

Visione d'insieme dei singoli pittogrammi

Visione d'insieme dei singoli pittogrammi Visione d'insieme dei singoli pittogrammi Digital Tachograph Training Tipi di esercizio / Persone Azienda / Management del parco macchine Controllo / Controllore Esercizio di guida / Conducente Calibratura

Dettagli

Incidente con auto non assicurata: cosa fare? Giovedì 28 Giugno 2012 20:20

Incidente con auto non assicurata: cosa fare? Giovedì 28 Giugno 2012 20:20 In Italia circolano circa quattro milioni di vetture senza polizza assicurativa (cioè l'8% del parco auto circolante nel Bel Paese). Questo significa che, se si rimane coinvolti in un incidente stradale

Dettagli

Articolo 2 Ai fini del regolamento (CE) n. 484/2002 del Parlamento europeo e del Consiglio ( 1 ),

Articolo 2 Ai fini del regolamento (CE) n. 484/2002 del Parlamento europeo e del Consiglio ( 1 ), L 75/60 Gazzetta ufficiale dell Unione europea 22.3.2005 DECISIONE N. 2/2004 DEL COMITATO DEI TRASPORTI TERRESTRI COMUNITÀ/SVIZZERA del 22 giugno 2004 che modifica l allegato 1 dell accordo fra la Comunità

Dettagli

DTCO 2.1 Active: il nuovo tachigrafo, ancora più performante e con caratteristiche tutte nuove

DTCO 2.1 Active: il nuovo tachigrafo, ancora più performante e con caratteristiche tutte nuove DTCO 2.1 Active: il nuovo tachigrafo, ancora più performante e con caratteristiche tutte nuove VDO sviluppa sempre nuove idee ed è alla costante ricerca di soluzioni innovative sia per far aumentare l'efficienza

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni di CONDUCENTE Cognome Nome 1 a EMISSIONE RINNOVO Per scadenza

Dettagli

GITE SCOLASTICHE ORGANIZZAZIONE DELLA GITA IN VIAGGIO

GITE SCOLASTICHE ORGANIZZAZIONE DELLA GITA IN VIAGGIO ORGANIZZAZIONE DELLA GITA IN VIAGGIO Nella scelta della Ditta ossia della società che ha la disponibilità degli autobus, i Dirigenti Scolastici devono accertare con la massima diligenza, eventualmente

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI NOLEGGIO AUTOBUS CON CONDUCENTE

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI NOLEGGIO AUTOBUS CON CONDUCENTE SERVIZIO ANNONA AGRICOLTURA REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI NOLEGGIO AUTOBUS CON CONDUCENTE Approvato dal Consiglio Comunale con deliberazione n.45742/261 del 23 ottobre 1997, controllata senza rilievi

Dettagli

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (S.C.I.A.)

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (S.C.I.A.) AL COMUNE DI MONTE SAN SAVINO U Sportello Unico per le Attività Produttive - Corso Sangallo, 38 52048 Monte San Savino (Arezzo) Da inoltrare utilizzando il Portale Regionale accessibile dal sito web del

Dettagli

Corpo di Polizia Locale di Viterbo Di MAZZI Giorgio

Corpo di Polizia Locale di Viterbo Di MAZZI Giorgio 1 Corpo di Polizia Locale di Viterbo Di MAZZI Giorgio Studio sul Trasporto Merci Il trasporto merci su strada è una materia molto complessa, che fa riferimento alla Legge numero 298 del 06.06.1974 ancora

Dettagli

Stoneridge Electronics Ltd

Stoneridge Electronics Ltd Stoneridge Electronics Ltd Il Tachigrafo Digitale Roma 23-24 Novembre Sezione 1 Il Sistema del Tachigrafo Digitale Sistema di Tachigrafo Digitale Unita del Veicolo Sensore di movimento Smartcard dell autista

Dettagli

STRALCIO N. 259-01. <>

STRALCIO N. 259-01. <<Disposizioni concernenti le revisioni periodiche dei veicoli a motore >> Consiglio regionale Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia IX LEGISLATURA - ATTI CONSILIARI - PROGETTI DI LEGGE E RELAZIONI STRALCIO N. 259-01

Dettagli

TRASPORTI DI CABOTAGGIO REGIME SANZIONATORIO di Franco Medri* e Maurizio Piraino

TRASPORTI DI CABOTAGGIO REGIME SANZIONATORIO di Franco Medri* e Maurizio Piraino TRASPORTI DI CABOTAGGIO REGIME SANZIONATORIO di Franco Medri* e Maurizio Piraino La licenza comunitaria (al pari della analoga licenza SEE) consente anche l effettuazione dei trasporti di cabotaggio. L

Dettagli

Oggetto: Compendio di normativa sull autotrasporto. Edizione num. 3 anno 2014.

Oggetto: Compendio di normativa sull autotrasporto. Edizione num. 3 anno 2014. CIRCOLARE N. 056 Bergamo, 28 febbraio 2014 ALLE IMPRESE ASSOCIATE LORO SEDI Oggetto: Compendio di normativa sull autotrasporto. Edizione num. 3 anno 2014. Richiamiamo la nostra circolare n. 079 del 15

Dettagli

REGIONE SICILIANA ASSESSORATO DEL TURISMO,DELLE COMUNICAZIONI E DEI TRASPORTI DIPARTIMENTO TRASPORTI E COMUNICAZIONI

REGIONE SICILIANA ASSESSORATO DEL TURISMO,DELLE COMUNICAZIONI E DEI TRASPORTI DIPARTIMENTO TRASPORTI E COMUNICAZIONI D.A. n.152/gab REPUBBLICA ITALIANA REGIONE SICILIANA ASSESSORATO DEL TURISMO,DELLE COMUNICAZIONI E DEI TRASPORTI DIPARTIMENTO TRASPORTI E COMUNICAZIONI * * * * Modalità e requisiti per il rilascio delle

Dettagli

MODIFICHE ALL ART. 202 DEL CODICE DELLA STRADA

MODIFICHE ALL ART. 202 DEL CODICE DELLA STRADA MODIFICHE ALL ART. 202 DEL CODICE DELLA STRADA Testo vigente dell art. 202, D.Lgs. 4 luglio 2006, n. 223 (Codice della Strada) (a seguito delle modifiche apportate dal D.L. 21 giugno 2013, n. 69, convertito

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Presentazione... pag. 7 Avvertenza...» 8 Premessa alla quinta edizione...» 9 Abbreviazioni...» 13 Enti e sigle...

INDICE SOMMARIO. Presentazione... pag. 7 Avvertenza...» 8 Premessa alla quinta edizione...» 9 Abbreviazioni...» 13 Enti e sigle... INDICE SOMMARIO Presentazione...................... pag. 7 Avvertenza........................» 8 Premessa alla quinta edizione..........» 9 Abbreviazioni......................» 13 Enti e sigle........................»

Dettagli

UTILIZZAZIONE DI AUTOCARRI PRESI IN COMODATO D USO GRATUITO SENZA CONDUCENTE di Maurizio PIRAINO *

UTILIZZAZIONE DI AUTOCARRI PRESI IN COMODATO D USO GRATUITO SENZA CONDUCENTE di Maurizio PIRAINO * UTILIZZAZIONE DI AUTOCARRI PRESI IN COMODATO D USO GRATUITO SENZA CONDUCENTE di Maurizio PIRAINO * Ai sensi dell art. 1803 del codice civile, approvato con R.D. 16 marzo 1942, n. 262, «il comodato è il

Dettagli

(Atti legislativi) REGOLAMENTI

(Atti legislativi) REGOLAMENTI 28.2.2014 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 60/1 I (Atti legislativi) REGOLAMENTI REGOLAMENTO (UE) N. 165/2014 DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO del 4 febbraio 2014 relativo ai tachigrafi nel

Dettagli

COMUNE DI SPILIMBERGO

COMUNE DI SPILIMBERGO COMUNE DI SPILIMBERGO PROVINCIA DI PORDENONE REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DEL SERVIZIO DI NOLEGGIO CON CONDUDCENTE CON AUTOBUS DA RIMESSA E PER LE MODALITA DI RILASCIO E DI RINNOVO DELLE RELATIVE

Dettagli

LINEE GUIDA ICBI 2012

LINEE GUIDA ICBI 2012 Allegato al Regolamento per la costituzione ed il funzionamento dell Ufficio operativo della Convenzione di Comuni Iniziativa Carburanti a Basso Impatto REQUISITI E MODALITA OPERATIVE PER L EROGAZIONE

Dettagli

Il DS dovrà accertarsi che la Ditta che si aggiudica il servizio

Il DS dovrà accertarsi che la Ditta che si aggiudica il servizio Dirigente Scolastico Salvatore Amato IC D. Alighieri Venezia ITIS G. Galilei Conegliano VADEMECUM PER VIAGGIARE IN SICUREZZA Alcune regole importanti per organizzare in sicurezza i viaggi di istruzione

Dettagli

OGGETTO: Procedure di riconoscimento delle officine installatrici di limitatori di velocità.

OGGETTO: Procedure di riconoscimento delle officine installatrici di limitatori di velocità. DIPARTIMENTO PER I TRASPORTI TERRESTRI Direzione generale per la Motorizzazione Prot. n. 2580M368 Allegati n. 4 Roma, 23.05.2005 OGGETTO: Procedure di riconoscimento delle officine installatrici di limitatori

Dettagli

Azienda / Management del parco macchine

Azienda / Management del parco macchine Visione d'insieme dei singoli pittogrammi Digital Tachograph - Training Riva car parts Tipi di esercizio / Persone Azienda / Management del parco macchine Controllo / Controllore Esercizio di guida / Conducente

Dettagli

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Dipartimento per i trasporti, la navigazione ed i sistemi informativi e statistici Direzione Generale per il trasporto stradale e per l intermodalità DECRETO

Dettagli

Provincia di Treviso TEL 0422.871162 FAX 0422.871116 UFFICIO POLIZIA LOCALE. Le patenti di guida

Provincia di Treviso TEL 0422.871162 FAX 0422.871116 UFFICIO POLIZIA LOCALE. Le patenti di guida COMUNE DI POVEGLIANO Provincia di Treviso Borgo San Daniele n. 26 cap 31050 C.F. 80008450266 P. IVA 00254880263 E-MAIL: vigilanza@comune.povegliano.tv.it TEL 0422.871162 FAX 0422.871116 UFFICIO POLIZIA

Dettagli

MANUALE DI GESTIONE DEL PROTOCOLLO INFORMATICO

MANUALE DI GESTIONE DEL PROTOCOLLO INFORMATICO Prot. n. 4519 del 12/10/2015 MANUALE DI GESTIONE DEL PROTOCOLLO INFORMATICO PREMESSA II presente manuale, previsto dall'art. 5 del DPCM 3 dicembre 2013, descrive il sistema di gestione e di conservazione

Dettagli

REGOLAMENTO (UE) N. 1266/2009 DELLA COMMISSIONE

REGOLAMENTO (UE) N. 1266/2009 DELLA COMMISSIONE 22.12.2009 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 339/3 REGOLAMENTO (UE) N. 1266/2009 DELLA COMMISSIONE del 16 dicembre 2009 che adegua per la decima volta al progresso tecnico il regolamento (CEE) n.

Dettagli

POSIZIONE (UE) N. 13/2013 DEL CONSIGLIO IN PRIMA LETTURA

POSIZIONE (UE) N. 13/2013 DEL CONSIGLIO IN PRIMA LETTURA C 360 E/66 Gazzetta ufficiale dell Unione europea 10.12.2013 POSIZIONE (UE) N. 13/2013 DEL CONSIGLIO IN PRIMA LETTURA in vista dell adozione del regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio relativo

Dettagli

5 da 84,00 a 335,00. 3 da 168,00 a 674,00. 6 da 527,00 a 2.108,00. 10 da 821,00 a 3.287,00. 10 da 318,00 a 1.272,00. 4 da 41,00 a 168,00

5 da 84,00 a 335,00. 3 da 168,00 a 674,00. 6 da 527,00 a 2.108,00. 10 da 821,00 a 3.287,00. 10 da 318,00 a 1.272,00. 4 da 41,00 a 168,00 Art. 141 Comma 9, 3 periodo Articolo Norma violata Punti Velocità non regolata in relazione alle condizioni ambientali Non più operativo abrogato dalla Legge 214/2003 Sanzione amministrava 5 da 84,00 a

Dettagli

REGOLAMENTO SERVIZIO NOLEGGIO AUTOBUS CON CONDUCENTE

REGOLAMENTO SERVIZIO NOLEGGIO AUTOBUS CON CONDUCENTE REGOLAMENTO SERVIZIO NOLEGGIO AUTOBUS CON CONDUCENTE Art.1 Il presente regolamento disciplina le funzioni amministrative relative agli autoservizi pubblici non di linea, ed in particolare il servizio di

Dettagli

Novara, 9 febbraio 2007 Obblighi Doveri e Soluzioni

Novara, 9 febbraio 2007 Obblighi Doveri e Soluzioni Novara, 9 febbraio 2007 Obblighi Doveri e Soluzioni Siemens: 90 bn, 480.000 dipendenti Siemens AG Board Information & Communication Information and Communication Mobile (ICM) Information and Communication

Dettagli