SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA E ALLA COMUNITA' SERVIZIO SCUOLA E FORMAZIONE DETERMINAZIONE CON IMPEGNO DI SPESA

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA E ALLA COMUNITA' SERVIZIO SCUOLA E FORMAZIONE DETERMINAZIONE CON IMPEGNO DI SPESA"

Transcript

1 SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA E ALLA COMUNITA' SERVIZIO SCUOLA E FORMAZIONE DETERMINAZIONE CON IMPEGNO DI SPESA Oggetto: Interventi per il miglioramento delle scuole dell infanzia (progetti 3-5 anni) ai sensi della L.R. n.26/01 e sostegno al coordinamento pedagogico ai sensi della L.R. 12/03. Esercizio finanziario IL DIRIGENTE DEL SERVIZIO SCUOLA E FORMAZIONE Decisione. 1) approva gli esiti dell istruttoria compiuta dall U.O. Diritto allo Studio ed Interculturalità; 2) impegna 1 : ,14, Cdc 00089, Codice Bilancio , Intervento 'trasferimenti' del Capitolo PEG , Descr. Capitolo 'Trasferimenti per funzioni delegate - Scuola e formazione', Imp. N. ' ', Programma 05 - 'ISTRUZIONE EDILIZIA SCOLASTICA FORMAZIONE E LAVORO', Progetto 'Istruzione e formazione professionale', Qual. Rag , (Fondi regionali) att.7 a favore di F.I.S.M. codice fornitore 1232; ,18, Cdc 00089, Codice Bilancio , Intervento 'trasferimenti' del Capitolo PEG , Descr. Capitolo 'Trasferimenti per funzioni delegate - Scuola e formazione', Imp. N. ' ', Programma 05 - 'ISTRUZIONE EDILIZIA SCOLASTICA FORMAZIONE E LAVORO', Progetto 'Istruzione e formazione professionale', Qual. Rag , (Fondi regionali) att.7 a favore di F.I.S.M. codice fornitore 1232; 3) approva l erogazione alla F.I.S.M. di Bologna di ,30 pari al 70% del finanziamento destinato alla realizzazione del progetto di miglioramento del contesto e della proposta educativa sopradescritto e di ,18 per il sostegno a 1 Ai sensi dell art. 183 comma 9 e dell art.191 del T.U. del 18/8/25000 n. 267.

2 figure di coordinamento pedagogico che operano prevalentemente su scuole dell infanzia; 4) dà atto che, alla conclusione del progetto di miglioramento, con successiva determinazione dirigenziale si provvederà a trasferire il saldo del finanziamento complessivo alla F.I.S.M., previa comunicazione di termine attività da parte della stessa, nonché presentazione della rendicontazione e relazione finale dell attività; 5) dà atto che avverso il presente provvedimento è esperibile ricorso al TAR di Bologna nel termine di 60 giorni o in alternativa ricorso straordinario al Capo dello Stato nel termine di 120 giorni, entrambi decorrenti dalla data di notifica o comunicazione dell atto o dalla piena conoscenza di esso. Motivazione. La legge regionale 8 agosto 2001 n. 26 2, ed in particolare l art. 3, comma 4 lett. c, attribuisce alle Province un ruolo di coordinamento generale e di programmazione degli interventi nell ambito delle scuole dell infanzia. La legge regionale 30 giugno 2003 n. 12 3, ed in particolare l art. 18, prevede il sostegno della Regione a progetti di continuità educativa e di raccordo fra i servizi educativi e la scuole dell infanzia realizzati dai soggetti gestori, mentre all art. 19 comma 2, stabilisce che nel rispetto dell autonomia delle istituzioni scolastiche, la Regione e gli Enti locali sostengono l adozione di modelli organizzativi flessibili, la compresenza nelle ore programmate per le attività didattiche, l inserimento di figure di coordinamento pedagogico. Con la delibera del Consiglio Regionale n. 201/2008 la Regione Emilia Romagna ha approvato gli Indirizzi triennali per gli interventi di qualificazione e miglioramento delle scuole dell infanzia (L.R. 8 agosto 2001 n. 26 e L.R. 30 giugno 2003 n. 12). La Provincia di Bologna, con la delibera di Consiglio n. 41/2009 4, in coerenza con quanto previsto dagli Indirizzi regionali per l infanzia, ha inteso promuovere anche per il triennio 2009/2011 sia la qualificazione ed il miglioramento del sistema integrato delle scuole dell infanzia, che la generalizzazione dell offerta formativa, prevedendo 2 Diritto allo studio e all apprendimento per tutta la vita. Abrogazione delle L.R. 25 maggio 1999 n Norme per l uguaglianza delle opportunità di accesso al sapere, per ognuno e per tutto l arco della vita, attraverso il rafforzamento dell istruzione e della formazione professionale, anche in integrazione tra loro. 4 Indirizzi triennali 2009/2011 per interventi di qualificazione delle scuole dell infanzia del sistema nazionale d istruzione e degli enti locali nonché per le azioni di miglioramento della proposta educativa e del relativo contesto e per gli interventi di rilevanza regionale (L.R. 8 agosto 2001n.26 e L.R. 30 giugno n.12)

3 finanziamenti nella aree della qualificazione dell offerta educativa delle scuole dell infanzia; del miglioramento del contesto e della proposta educativa; della dotazione di figure di coordinamento pedagogico. Con delibera della Giunta regionale n. 2335/2009 la Regione Emilia Romagna ha provveduto ad approvare la ripartizione e l assegnazione dei fondi riferiti all esercizio 2009 a favore delle Province richiamando quanto previsto dagli Indirizzi triennali regionali e in relazione alle intese fra Regione, Enti locali e Associazioni regionali dei gestori delle scuole dell infanzia paritarie private siglate dalle parti interessate in data 30/10/ Per l esercizio finanziario 2009 la Regione Emilia Romagna ha assegnato alla Provincia di Bologna la somma di ,14 per progetti di miglioramento del contesto e della proposta educativa e la somma di ,18 per il sostegno a figure di coordinamento pedagogico, interventi entrambi oggetto del presente atto. La Delibera della Giunta provinciale n. 84/2010 ha approvato il Programma provinciale per gli interventi di qualificazione delle scuole dell infanzia del sistema nazionale d istruzione e degli enti locali nonché per le azioni di miglioramento della proposta educativa e del relativo contesto e per gli interventi di rilevanza regionale (L.R. n.26/2001 e L.R. n.12/2003) - (progetti 3/5 anni) Esercizio finanziario 2009, individuando le priorità d azione e gli interventi finanziabili. La Provincia di Bologna ha inviato in data 18/03/2010 una circolare 6 invitando alla presentazione di progetti per il miglioramento delle scuole dell infanzia (progetti 3-5 anni) e per il sostegno al coordinamento pedagogico, con scadenza 28/04/2010. L istruttoria condotta dall U.O. Diritto allo Studio e Interculturalità ha portato ai seguenti esiti: 1. per quanto concerne i progetti di miglioramento del contesto e della proposta educativa è stato presentato all Ufficio Diritto allo studio un unico progetto complesso dalla Federazione Italiana Scuole Materne (F.I.S.M.) di Bologna, dal titolo Il contesto, la progettazione, la rete: elementi di qualità delle scuole paritarie nel sistema integrato, in rappresentanza di tutte le 92 scuole dell infanzia private paritarie della provincia di Bologna, per un importo di ,00 comprensivo del 20% di contributo a carico dei soggetti coinvolti. Considerato che la richiesta di contributo può essere soddisfatta per un importo di ,14 corrispondente al budget totale disponibile, con il presente atto si impegna tale somma e si liquida il 5 Delibera di Giunta Regionale n. 1335/2006 avente ad oggetto Approvazione degli schemi di intesa, art. 7 co.3 L.R n P.G del 18/03/2010.

4 70% del contributo riconosciuto pari ad ,30. Il saldo del 30% (pari ad ,84) verrà erogato con successiva determinazione dirigenziale, previa comunicazione dell avvenuto completamento del progetto, che dovrà essere realizzato entro dicembre 2010, e sulla base di quanto indicato nella rendicontazione e relazione finale la cui consegna è prevista entro settembre per quanto riguarda il sostegno a figure di coordinamento pedagogico che operano prevalentemente su scuole dell infanzia, l Ufficio Diritto allo studio ha ricevuto due richieste di contributo da parte: - del Comune di Casalfiumanese per il coordinamento pedagogico dei Comuni di Borgo Tossignano, Casalfiumanese, Castel del Rio, Fontanelice e Monterenzio: la domanda non è risultata ammissibile perché non soddisfa i requisiti formali previsti dal Programma provinciale. L U.O. Diritto allo Studio ha inviato al Comune di Casalfiumanese una comunicazione 7 contenente i motivi ostativi all accoglimento della richiesta del contributo, assegnando il termine di dieci giorni per presentare osservazioni, eventualmente corredate da documenti. Alla scadenza del termine, non è pervenuto nulla. - da parte della F.I.S.M.di Bologna relativa al sostegno di n. 5 coordinatori pedagogici che operano complessivamente su n. 79 scuole dell infanzia private paritarie: la domanda di finanziamento, pari ad ,00, è risultata ammissibile e finanziabile per l importo complessivo a disposizione pari ad ,18; tenuto conto della comunicazione della F.I.S.M. pervenuta all ufficio Diritto allo Studio il 14/06/2010 (prot /2010) di conclusione dell attività e in cui si dichiara, inoltre, di aver sostenuto la spesa preventivata ( ,00), con il presente atto si provvederà ad impegnare e a liquidare il contributo riconosciuto. Si dà atto di avere rispettato il termine della durata del procedimento, pari a 150 giorni (termine in vigore al momento dell avvio del procedimento). Si richiamano: la delibera del Consiglio Provinciale n. 103 del 21/12/2009 'Approvazione del Bilancio di Previsione per l'esercizio finanziario 2010, della Relazione Previsionale e Programmatica 2010/2012, del Bilancio Pluriennale , del Programma Triennale delle Opere Pubbliche e dell'elenco Annuale dei Lavori anno 2010, del Bilancio di 7 P.G del 14/06/2010, ricevuta dal Comune in data 15/06/2010.

5 Previsione per Programmi e del Piano delle alienazioni e valorizzazioni immobiliari anno ' e successive variazioni; la delibera della Giunta provinciale n. 613 del 29/12/2009 'Approvazione del Piano Esecutivo di Gestione anno Attribuzione ai dirigenti degli obiettivi, delle risorse e delle responsabilità gestionali.' e successive variazioni. Bologna, 12/07/2010 Il Dirigente responsabile CLAUDIO MAGAGNOLI Documento prodotto e conservato in originale informatico e firmato digitalmente ai sensi dell'art. 20 del 'Codice dell'amministrazione Digitale'

DETERMINAZIONE. Determ. n del 20/10/2015

DETERMINAZIONE. Determ. n del 20/10/2015 PROVINCIA DI FERRARA SETTORE POLITICHE DEL LAVORO, FORMAZIONE PROFESSIONALE, ATTIVITA' PRODUTTIVE, INFANZIA E PUBBLICA ISTRUZIONE, POLITICHE SOCIALI E SANITA', POLITICHE CULTURALI DETERMINAZIONE Determ.

Dettagli

COMUNE DI SAN GIORGIO DI PIANO PROVINCIA DI BOLOGNA

COMUNE DI SAN GIORGIO DI PIANO PROVINCIA DI BOLOGNA COMUNE DI SAN GIORGIO DI PIANO PROVINCIA DI BOLOGNA AREA SERVIZI ALLA PERSONA DETERMINAZIONE N. 192 del 05/11/2009 OGGETTO AFFIDAMENTO INCARICHI PER PROGETTO DI QUALIFICAZIONE DELL'OFFERTA EDUCATIVA SCUOLA

Dettagli

Gli interventi rientranti nel presente Programma riguardano i seguenti ambiti:

Gli interventi rientranti nel presente Programma riguardano i seguenti ambiti: Programma provinciale annuale AS 2008/2009 per gli interventi di qualificazione delle scuole dell'infanzia del sistema nazionale di istruzione e degli enti locali nonché per le azioni di miglioramento

Dettagli

PROVINCIA DI BOLOGNA

PROVINCIA DI BOLOGNA 1 I.P. 4773/2009 Tit./Fasc./Anno 14.3.3.1.0.0/1/2009 PROVINCIA DI BOLOGNA Prot. n 356684/2009 del 14/10/2009 SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA E ALLA COMUNITA' DETERMINAZIONE SENZA IMPEGNO DI SPESA N. 23/2009

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE PROPONENTE Settore Politiche Educative, Piano Locale Giovani, Istruzione e Sport DIRETTORE TONINELLI DOTT.SSA SILVIA Numero di registro Data dell'atto 26 18/01/2016 Oggetto

Dettagli

SERVIZIO LAVORO, FORMAZIONE PROFESSIONALE E RISORSE UMANE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

SERVIZIO LAVORO, FORMAZIONE PROFESSIONALE E RISORSE UMANE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE SERVIZIO LAVORO, FORMAZIONE PROFESSIONALE E RISORSE UMANE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 1210 DEL 18/12/2012 OGGETTO APPROVAZIONE DELL'"AVVISO PUBBLICO PER L'ASSEGNAZIONE, AI SENSI DELL'ART. 14 DELLA L.

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N DD/ DEL 20/03/2012. Comune di Parma

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N DD/ DEL 20/03/2012. Comune di Parma DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N DD/2012-249 DEL 20/03/2012 Comune di Parma Centro di Responsabilità: Centro di Costo: 62000 - SETTORE EDUCATIVO F2000 - SETTORE EDUCATIVO Determinazione n. proposta PD\2012-683

Dettagli

Qualificazione delle Scuole dell Infanzia del Sistema nazionale di istruzione e degli Enti locali risorse ,77

Qualificazione delle Scuole dell Infanzia del Sistema nazionale di istruzione e degli Enti locali risorse ,77 ALLEGATO Programma provinciale anno 2015 per interventi di qualificazione e di miglioramento delle scuole dell'infanzia ed a sostegno delle figure di coordinamento pedagogico (L.R. n.26-8 agosto 2001 e

Dettagli

PROVINCIA DI PRATO DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DELL AREA: Area Istruzione, Formazione e Lavoro. Servizio Lavoro

PROVINCIA DI PRATO DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DELL AREA: Area Istruzione, Formazione e Lavoro. Servizio Lavoro Registro generale n. 4632 del 2011 Determina senza Impegno di spesa DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DELL AREA: Area Istruzione, Formazione e Lavoro Servizio Lavoro Oggetto P.O.R. Toscana Ob. 2 2007/2013

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 528 DEL

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 528 DEL DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 528 DEL 04-10-2013 OGGETTO: ASSUNZIONE IMPEGNO DI SPESA PER ADESIONE DEL COMUNE DI IMOLA, IN QUALITA DI SOCIO FONDATORE, ALLA FONDAZIONE ISTITUTO TECNICO SUPERIORE MECCANICA,

Dettagli

REGIONE PIEMONTE BU28 13/07/2017

REGIONE PIEMONTE BU28 13/07/2017 REGIONE PIEMONTE BU28 13/07/2017 Codice A1902A D.D. 5 luglio 2017, n. 312 Progetto Bottega scuola (D.G.R n. 23-4944 del 02/05/2017) - IV edizione. Elenco delle imprese ammesse, elenco delle imprese ammesse

Dettagli

Regione Umbria. Giunta Regionale DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE N SEDUTA DEL 21/11/2016

Regione Umbria. Giunta Regionale DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE N SEDUTA DEL 21/11/2016 Regione Umbria Giunta Regionale DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE N. 1334 SEDUTA DEL 21/11/2016 OGGETTO: DGR N. 444 del 26/04/2016 Programma attuativo del D.P.C.M. 7 agosto 2015, recante riparto di

Dettagli

SERVIZIO LAVORO, FORMAZIONE PROFESSIONALE E RISORSE UMANE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

SERVIZIO LAVORO, FORMAZIONE PROFESSIONALE E RISORSE UMANE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE PROVINCIA DI REGGIO EMILIA SERVIZIO LAVORO, FORMAZIONE PROFESSIONALE E RISORSE UMANE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 728 DEL 09/09/2011 OGGETTO AVVIO DI PERCORSI INDIVIDUALIZZATI ALL'AUTO IMPIEGO RICOMPRESI

Dettagli

Comune di Lecco. DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Numero 1005 Data:

Comune di Lecco. DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Numero 1005 Data: Comune di Lecco Piazza Diaz, 1 - (LC) - Tel. 0341/ 481111 - Fax 286874 - C.F. 00623530136 N. 1005-2012 Reg. DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Numero 1005 Data: 20-12-2012 SETTORE : EDUCAZIONE, CULTURA E SPORT

Dettagli

Le risorse disponibili sull esercizio finanziario 2017 per le finalità di cui al presente atto ammontano complessivamente ad euro ,00.

Le risorse disponibili sull esercizio finanziario 2017 per le finalità di cui al presente atto ammontano complessivamente ad euro ,00. ALLEGATO 1) Programma annuale degli interventi di qualificazione delle scuole dell infanzia del sistema nazionale di istruzione e degli Enti locali nonché per le azioni di miglioramento della proposta

Dettagli

( L.R. 8 agosto 2001, n. 26 e L.R. 30 giugno 2003, n. 12) Allegato A al Decreto del Presidente della Provincia di Rimini n. 73 del 16/09/2016. Pag.

( L.R. 8 agosto 2001, n. 26 e L.R. 30 giugno 2003, n. 12) Allegato A al Decreto del Presidente della Provincia di Rimini n. 73 del 16/09/2016. Pag. PROGRAMMA PROVINCIALE PER GLI INTERVENTI DI QUALIFICAZIONE DELLE SCUOLE DELL'INFANZIA DEL SISTEMA NAZIONALE DI ISTRUZIONE E DEGLI ENTI LOCALI NONCHÉ PER LE AZIONI DI MIGLIORAMENTO DELLA PROPOSTA EDUCATIVA

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO SERVIZIO EMIGRAZIONE E SOLIDARIETA' INTERNAZIONALE Prot. n. DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE N. 18 DI DATA 01 Febbraio 2016 O G G E T T O: L.P. 10/88 "Sostegno alla cooperazione

Dettagli

AREA SERVIZI AL CITTADINO U.O. CENTRO PER L'IMPIEGO

AREA SERVIZI AL CITTADINO U.O. CENTRO PER L'IMPIEGO AREA SERVIZI AL CITTADINO U.O. CENTRO PER L'IMPIEGO Determinazione nr. 1762 Trieste 16/07/2013 Proposta nr. 349 Del 24/05/2013 Oggetto: Avviso pubblico per la presentazione di domande di contributo destinate

Dettagli

PROVINCIA DI PIACENZA. Provv. N. 89 del 01/09/2017. Proposta n. 2017/962

PROVINCIA DI PIACENZA. Provv. N. 89 del 01/09/2017. Proposta n. 2017/962 PROVINCIA DI PIACENZA Provv. N. 89 del 01/09/2017 Proposta n. 2017/962 OGGETTO: PROGRAMMA ANNUALE DEGLI INTERVENTI DI QUALIFICAZIONE E MIGLIORAMENTO DELLE SCUOLE DELL'INFANZIA DEL SISTEMA NAZIONALE DI

Dettagli

SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA E ALLA COMUNITA' U.O. PROGRAMMAZIONE GESTIONE E CONTROLLO. DETERMINAZIONE N. 531 SENZA IMPEGNO DI SPESA del 23/9/2010

SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA E ALLA COMUNITA' U.O. PROGRAMMAZIONE GESTIONE E CONTROLLO. DETERMINAZIONE N. 531 SENZA IMPEGNO DI SPESA del 23/9/2010 Prot. n. 155487/2010 Registro n. 2006/2010 IP 4603/2010 SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA E ALLA COMUNITA' U.O. PROGRAMMAZIONE GESTIONE E CONTROLLO DETERMINAZIONE N. 531 SENZA IMPEGNO DI SPESA del 23/9/2010

Dettagli

DECRETO N Del 05/10/2017

DECRETO N Del 05/10/2017 DECRETO N. 12047 Del 05/10/2017 Identificativo Atto n. 609 DIREZIONE GENERALE ISTRUZIONE, FORMAZIONE E LAVORO Oggetto APPROVAZIONE AI SENSI DELLA D.G.R. N. X/6426 DEL 03/04/2017 DELLE MODALITA DI ATTUAZIONE

Dettagli

AREA SERVIZI AL CITTADINO U.O. LAVORO POLITICHE GIOVANILI E SOCIALI

AREA SERVIZI AL CITTADINO U.O. LAVORO POLITICHE GIOVANILI E SOCIALI AREA SERVIZI AL CITTADINO U.O. LAVORO POLITICHE GIOVANILI E SOCIALI Determinazione nr. 3298 Trieste 08/11/2012 Proposta nr. 1178 Del 07/11/2012 Oggetto: Progetto Imparare ad abitare : da Casa "scuola"

Dettagli

DECRETO N Del 07/04/2017

DECRETO N Del 07/04/2017 DECRETO N. 4005 Del 07/04/2017 Identificativo Atto n. 240 DIREZIONE GENERALE ISTRUZIONE, FORMAZIONE E LAVORO Oggetto APPROVAZIONE DELLE MODALITA PER LA PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA DOTE SCUOLA 2017/2018

Dettagli

Unione di Comuni Terre di Castelli (Provincia di Modena)

Unione di Comuni Terre di Castelli (Provincia di Modena) Unione di Comuni Terre di Castelli (Provincia di Modena) Determinazione nr. 998 Del 20/10/ Welfare Locale OGGETTO: INTERVENTI PER LA QUALIFICAZIONE E IL CONSOLIDAMENTO DEL SISTEMA INTEGRATO DEI SERVIZI

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE PROPONENTE Settore Politiche Educative, Piano Locale Giovani, Istruzione e Sport DIRETTORE TONINELLI DOTT.SSA SILVIA Numero di registro Data dell'atto 1945 03/12/2015 Oggetto

Dettagli

( L.R. 8 agosto 2001, n. 26 e L.R. 30 giugno 2003, n. 12) Allegato A al Decreto del Presidente della Provincia di Rimini n. 71 del 18/09/2017. Pag.

( L.R. 8 agosto 2001, n. 26 e L.R. 30 giugno 2003, n. 12) Allegato A al Decreto del Presidente della Provincia di Rimini n. 71 del 18/09/2017. Pag. PROGRAMMA PROVINCIALE PER GLI INTERVENTI DI QUALIFICAZIONE DELLE SCUOLE DELL'INFANZIA DEL SISTEMA NAZIONALE DI ISTRUZIONE E DEGLI ENTI LOCALI NONCHÉ PER LE AZIONI DI MIGLIORAMENTO DELLA PROPOSTA EDUCATIVA

Dettagli

AREA SERVIZI AL CITTADINO U.O. CENTRO PER L'IMPIEGO

AREA SERVIZI AL CITTADINO U.O. CENTRO PER L'IMPIEGO AREA SERVIZI AL CITTADINO U.O. CENTRO PER L'IMPIEGO Determinazione nr. 2246 Trieste 05/09/2013 Proposta nr. 671 Del 02/09/2013 Oggetto: Avviso pubblico per la presentazione di domande di contributo destinate

Dettagli

Il Responsabile delegato di Posizione Organizzativa

Il Responsabile delegato di Posizione Organizzativa P.O. Coordinamento degli interventi regionali a sostegno delle attività culturali in materia di teatro e cinema, delle manifestazioni culturali di spettacolo dal vivo di rilievo regionale, nazionale, e

Dettagli

REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi

REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi GIUNTA REGIONALE Atto del Dirigente a firma unica: DETERMINAZIONE n 3474/2016 Proposta: DPG/2016/1324 del 28/01/2016 Struttura proponente: Oggetto: Autorità emanante:

Dettagli

Provincia di Ravenna Piazza dei Caduti per la Libertà, 2 / 4

Provincia di Ravenna Piazza dei Caduti per la Libertà, 2 / 4 Provincia di Ravenna Piazza dei Caduti per la Libertà, 2 / 4 Provvedimento n. 4306 Proponente: Formazione Classificazione: 14-05-02 2010/15 del 03/12/2010 Oggetto: APPROVAZIONE DEL 5 AVVISO PUBBLICO DI

Dettagli

Comune di Piacenza Direzione Operativa Servizi alla Persona e al Cittadino Servizio Servizi educativi, Formazione e Giovani A.P.

Comune di Piacenza Direzione Operativa Servizi alla Persona e al Cittadino Servizio Servizi educativi, Formazione e Giovani A.P. Comune di Piacenza Direzione Operativa Servizi alla Persona e al Cittadino Servizio Servizi educativi, Formazione e Giovani A.P. Formazione DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE n. 1285 del 02/10/2015 DETERMINAZIONE

Dettagli

Frontino DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N DEL

Frontino DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N DEL Frontino DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 1022 DEL 31-12-2015 OGGETTO: APPROVAZIONE ELENCHI RELATIVI ALL EROGAZIONE DI CONTRIBUTI A FAVORE DI CITTADINI/E ECONOMICAMENTE DISAGIATI/E RELATIVI ALL ADDIZIONALE

Dettagli

REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi GIUNTA REGIONALE Delibera Num. 862 del 16/06/2017 Seduta Num. 23

REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi GIUNTA REGIONALE Delibera Num. 862 del 16/06/2017 Seduta Num. 23 REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi GIUNTA REGIONALE Delibera Num. 862 del 16/06/2017 Seduta Num. 23 Questo venerdì 16 del mese di giugno dell' anno 2017 si è riunita nella residenza di via Aldo

Dettagli

74AG.2013/D.01009 15/11/2013

74AG.2013/D.01009 15/11/2013 DIPARTIMENTO FORMAZIONE, LAVORO, CULTURA E SPORT UFFICIO GESTIONE INTERVENTI FORMATIVI - MATERA 74AG 74AG.2013/D.01009 15/11/2013 PO FSE BASILICATA 2007-2013- ASSE II OCCUPABILITA AVVISO PUBBLICO ATTIVAZIONE

Dettagli

REGIONE TOSCANA-GIUNTA REGIONALE DIREZIONE GENERALE PRESIDENZA AREA DI COORDINAMENTO CULTURA SETTORE BENI CULTURALI

REGIONE TOSCANA-GIUNTA REGIONALE DIREZIONE GENERALE PRESIDENZA AREA DI COORDINAMENTO CULTURA SETTORE BENI CULTURALI REGIONE TOSCANA-GIUNTA REGIONALE DIREZIONE GENERALE PRESIDENZA AREA DI COORDINAMENTO CULTURA SETTORE BENI CULTURALI. Il Dirigente Responsabile/ Il Responsabile di P.O. delegato: Sandra Logli Decreto N

Dettagli

SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA E ALLA COMUNITA' U.O. PROGRAMMAZIONE GESTIONE E CONTROLLO. DETERMINAZIONE N del SENZA IMPEGNO DI SPESA

SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA E ALLA COMUNITA' U.O. PROGRAMMAZIONE GESTIONE E CONTROLLO. DETERMINAZIONE N del SENZA IMPEGNO DI SPESA Prot. n. 168711 del 27/11/2014 Fasc. 14.3.3.1/1/2014 IP/ANNO 6771/2014 SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA E ALLA COMUNITA' U.O. PROGRAMMAZIONE GESTIONE E CONTROLLO DETERMINAZIONE N. 3319 del 27.11.2014 SENZA

Dettagli

Comune di Parma DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N DD DEL 30/03/2015

Comune di Parma DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N DD DEL 30/03/2015 Comune di Parma DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N DD-2015-614 DEL 30/03/2015 Inserita nel fascicolo: 2015.VII/12/3.6/1 Centro di Responsabilità: 65 6 2 0 - SETTORE SOCIALE E SERVIZI EDUCATIVI - SERVIZIO SOCIALE

Dettagli

COMUNE DI SPILAMBERTO

COMUNE DI SPILAMBERTO COMUNE DI SPILAMBERTO PROVINCIA DI MODENA DETERMINAZIONE STRUTTURA FINANZE, RAGIONERIA E BILANCIO SERVIZIO STRUTTURA FINANZE, RAGIONERIA E BILANCIO CONTRIBUTI PER IL MANCATO UTILIZZO ALTERNATIVO DEL TERRITORIO

Dettagli

COMUNE DI PISA. TIPO ATTO DETERMINA CON IMPEGNO con FD N. atto DN-09 / 456 del 13/04/2012 Codice identificativo

COMUNE DI PISA. TIPO ATTO DETERMINA CON IMPEGNO con FD N. atto DN-09 / 456 del 13/04/2012 Codice identificativo COMUNE DI PISA TIPO ATTO DETERMINA CON IMPEGNO con FD N. atto DN-09 / 456 del 13/04/2012 Codice identificativo 797457 PROPONENTE Servizi educativi - Sociale OGGETTO CONVENZIONE TRA I COMUNI DI PISA, CASCINA,

Dettagli

SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA E ALLA COMUNITA' U.O. PROGRAMMAZIONE GESTIONE E CONTROLLO. DETERMINAZIONE N. 976 del SENZA IMPEGNO DI SPESA

SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA E ALLA COMUNITA' U.O. PROGRAMMAZIONE GESTIONE E CONTROLLO. DETERMINAZIONE N. 976 del SENZA IMPEGNO DI SPESA Prot. n. 54052 del 23/04/2015 Fasc. 14.3.3.1/1/2015 IP/ANNO 1761/2015 SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA E ALLA COMUNITA' U.O. PROGRAMMAZIONE GESTIONE E CONTROLLO DETERMINAZIONE N. 976 del 23.04.2015 SENZA IMPEGNO

Dettagli

PROVINCIA DI MANTOVA

PROVINCIA DI MANTOVA PROVINCIA DI MANTOVA Determinazione n 1181 del 16/11/2012 DELLE COMUNITA' RISORSE CULTURALI E TURISTICHE, LAVORO, SVILUPPO DELLA PERSONA E ISTRUZIONE FORMAZIONE LAVORO E GIOVANI ISTRUTTORE: PICCININI ROBERTO

Dettagli

Regione Umbria. Giunta Regionale DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE N SEDUTA DEL 21/11/2016

Regione Umbria. Giunta Regionale DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE N SEDUTA DEL 21/11/2016 Regione Umbria Giunta Regionale DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE N. 1348 SEDUTA DEL 21/11/2016 OGGETTO: Programma annuale del sistema integrato dei servizi socio-educativi per la prima infanzia per

Dettagli

Mod. B - copia DECRETO N. 381 DEL 13/07/2017

Mod. B - copia DECRETO N. 381 DEL 13/07/2017 DECRETO N. 381 DEL 13/07/2017 OGGETTO: POR FSE Regione Veneto 2014/2020 Reg.to UE n. 1303/2013 e 1304/2013. Asse II Inclusione sociale - Obiettivo Tematico 9 Priorità d investimento 9.i Obiettivo Specifico

Dettagli

DECRETO n. 122 del 20 gennaio 2017

DECRETO n. 122 del 20 gennaio 2017 IL PRESIDENTE IN QUALITA DI COMMISSARIO DELEGATO AI SENSI DELL ART. 1 COMMA 2 DEL D.L.N. 74/2012 CONVERTITO CON MODIFICAZIONI DALLA LEGGE N. 122/2012 DECRETO n. 122 del 20 gennaio 2017 Oggetto: Liquidazione

Dettagli

COMUNE DI SASSO MARCONI Città Metropolitana di Bologna. Area Servizi alla Persona Servizi educativi, scolastici e sociali

COMUNE DI SASSO MARCONI Città Metropolitana di Bologna. Area Servizi alla Persona Servizi educativi, scolastici e sociali Area Servizi alla Persona DETERMINAZIONE N. 205 DEL 30/06/2016 OGGETTO: CONVENZIONE CANILE COMUNALE - CONTRIBUTO PER LA GESTIONE ANNO 2016 Premessa Il Comune di Sasso Marconi con delibera di Giunta Comunale

Dettagli

Regione Siciliana Assessorato dell'istruzione e della formazione professionale Dipartimento dell'istruzione e della formazione professionale

Regione Siciliana Assessorato dell'istruzione e della formazione professionale Dipartimento dell'istruzione e della formazione professionale Il Dirigente Generale Servizio II Programmazione per gli interventi in materia di istruzione scolastica, universitaria e post universitaria Oggetto: impegno della somma complessiva di euro 1.371.705,73

Dettagli

REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi GIUNTA REGIONALE

REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi GIUNTA REGIONALE REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi GIUNTA REGIONALE Atto del Dirigente a firma unica DETERMINAZIONE Num. 7561 del 18/05/2017 BOLOGNA Proposta: DPG/2017/7963 del 18/05/2017 Struttura proponente:

Dettagli

Regione Siciliana Assessorato dell'istruzione e della formazione professionale Dipartimento dell'istruzione e della formazione professionale

Regione Siciliana Assessorato dell'istruzione e della formazione professionale Dipartimento dell'istruzione e della formazione professionale Il Dirigente Generale Servizio I Programmazione per gli interventi in materia di formazione professionale Oggetto: impegno della somma di euro 3.217.009,61 per l erogazione del saldo, sul capitolo di spesa

Dettagli

Comune di Rapallo Provincia di Genova

Comune di Rapallo Provincia di Genova Comune di Rapallo Provincia di Genova AREA V - SERVIZI SOCIALI E SCOLASTICI Determina n. 00874 del 25/09/2013 Oggetto: ASSUNZIONE DI IMPEGNO DI SPESA PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI IN FAVORE DEGLI ISTITUTI

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO CON I POTERI DELLA GIUNTA PROVINCIALE N. 132 del

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO CON I POTERI DELLA GIUNTA PROVINCIALE N. 132 del REPUBBLICA ITALIANA Provincia di Pordenone VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO CON I POTERI DELLA GIUNTA PROVINCIALE N. 132 del 29-11-2016 OGGETTO: L.R. 2/4/1991 n. 14 Norme integrative

Dettagli

PROVINCIA DI PRATO DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DELL AREA: Area Istruzione, Formazione, Lavoro, Sviluppo Economico e Servizi.

PROVINCIA DI PRATO DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DELL AREA: Area Istruzione, Formazione, Lavoro, Sviluppo Economico e Servizi. Registro generale n. 3544 del 15/12/2015 Determina con Impegno di spesa DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DELL AREA: Area Istruzione, Formazione, Lavoro, Sviluppo Economico e Servizi Servizio Turismo Oggetto

Dettagli

SETTORE III SERVIZI ALLA PERSONA E ALLA COMUNITA' UNITA OPERATIVA SERVIZIO SOCIALE DEI COMUNI AMBITO DISTR. URBANO 65 DETERMINAZIONE

SETTORE III SERVIZI ALLA PERSONA E ALLA COMUNITA' UNITA OPERATIVA SERVIZIO SOCIALE DEI COMUNI AMBITO DISTR. URBANO 65 DETERMINAZIONE SETTORE III SERVIZI ALLA PERSONA E ALLA COMUNITA' UNITA OPERATIVA SERVIZIO SOCIALE DEI COMUNI AMBITO DISTR. URBANO 65 DETERMINAZIONE Oggetto: Ambito San Quirino. Contributi economici a favore di adulti.

Dettagli

SETTORE DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO E SOSTEGNO ALLA RICERCA

SETTORE DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO E SOSTEGNO ALLA RICERCA REGIONE TOSCANA DIREZIONE CULTURA E RICERCA SETTORE DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO E SOSTEGNO ALLA RICERCA Responsabile di settore: BACCI LORENZO Decreto soggetto a controllo di regolarità amministrativa

Dettagli

n del 25 ottobre 2006 concernente Approvazione della costituzione di un gruppo di lavoro interistituzionale concernente politiche regionali in

n del 25 ottobre 2006 concernente Approvazione della costituzione di un gruppo di lavoro interistituzionale concernente politiche regionali in LA GIUNTA REGIONALE - vista la legge 15 febbraio 1996, n. 66 Norme contro la violenza sessuale ; - vista la legge 8 novembre 2000, n. 328 Legge quadro per la realizzazione del sistema integrato di interventi

Dettagli

Regione Siciliana Assessorato dell'istruzione e della formazione professionale Dipartimento dell'istruzione e della formazione professionale

Regione Siciliana Assessorato dell'istruzione e della formazione professionale Dipartimento dell'istruzione e della formazione professionale Il Dirigente Generale Servizio II Programmazione per gli interventi in materia di istruzione scolastica, universitaria e post universitaria Oggetto: Impegno della somma complessiva di euro 1.365.142,82

Dettagli

SERVIZIO SVILUPPO ECONOMICO, AGRICOLTURA E PROMOZIONE DEL TERRITORIO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

SERVIZIO SVILUPPO ECONOMICO, AGRICOLTURA E PROMOZIONE DEL TERRITORIO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE SERVIZIO SVILUPPO ECONOMICO, AGRICOLTURA E PROMOZIONE DEL TERRITORIO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 239 DEL 08/04/2013 OGGETTO LEGGE 24.12.2004, N. 313 "DISCIPLINA DELL'APICOLTURA". AVVISO PUBBLICO REGIONALE

Dettagli

Unione di Comuni Terre di Castelli (Provincia di Modena)

Unione di Comuni Terre di Castelli (Provincia di Modena) Determinazione nr. 1284 Del 16/12/2016 Welfare Locale CIG: CUP: IL RESPONSABILE/DIRIGENTE DEL SERVIZIO Viste: La L 328/2000 Legge quadro per la realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi

Dettagli

REGIONE PIEMONTE BU19 08/05/2014

REGIONE PIEMONTE BU19 08/05/2014 REGIONE PIEMONTE BU19 08/05/2014 Codice DB1801 D.D. 24 febbraio 2014, n. 55 L.r. n. 18/2008 (art. 3). Accesso ai contributi in conto interessi per mutui bancari a tasso agevolato a sostegno di investimenti

Dettagli

ART A. Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60) Settore Sostegno allo Sviluppo Rurale e Interventi Strutturali

ART A. Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60) Settore Sostegno allo Sviluppo Rurale e Interventi Strutturali ART A Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60) Settore Sostegno allo Sviluppo Rurale e Interventi Strutturali Decreto n. 445 del 13/04/2016 Oggetto: Reg. UE n. 1308/2013

Dettagli

REGIONE PIEMONTE BU20 15/05/2014

REGIONE PIEMONTE BU20 15/05/2014 REGIONE PIEMONTE BU20 15/05/2014 Codice DB1514 D.D. 2 aprile 2014, n. 179 DD.GG.RR. n. 6-4529 del 10/09/2012, n. 6-5303 del 05/02/2013 - Bando 2013 Scuola Digitale - Azione cl@ssi 2.0. Assegnazione contributo

Dettagli

SPORT REGIONE LOMBARDIA - LIQUIDAZIONE CONTRIBUTI ASSEGNATI

SPORT REGIONE LOMBARDIA - LIQUIDAZIONE CONTRIBUTI ASSEGNATI COMUNE DI BAREGGIO Determinazione SETTORE EDUCAZIONE BIBLIOTECA E SPORT Numero 10 Data Oggetto: DOTE SPORT REGIONE LOMBARDIA - LIQUIDAZIONE CONTRIBUTI ASSEGNATI FIRMATO IL RESPONSABILE DEL SETTORE CASSANI

Dettagli

Autovalutazione di Istituto a.s. 2014/2015

Autovalutazione di Istituto a.s. 2014/2015 VARIE FASI Fase 1-1 anno Autovalutazione di Istituto a.s. 2014/2015 Fase 2-2 anno Miglioramento a.s. 2015/2016 Fase 3-3 anno Rendicontazione sociale a.s. 2016/2017 Fase di valutazione esterna, su un primo

Dettagli

REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi

REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi GIUNTA REGIONALE Atto del Dirigente: DETERMINAZIONE n 11839 del 02/09/2014 Proposta: DPG/2014/10981 del 28/07/2014 Struttura proponente: Oggetto: Autorità emanante:

Dettagli

AREA SERVIZI AL CITTADINO U.O. POLITICHE ATTIVE DEL LAVORO LA RESPONSABILE DI P.O.

AREA SERVIZI AL CITTADINO U.O. POLITICHE ATTIVE DEL LAVORO LA RESPONSABILE DI P.O. AREA SERVIZI AL CITTADINO U.O. POLITICHE ATTIVE DEL LAVORO Determinazione nr. 3370 Trieste 05/12/2013 Proposta nr. 1188 Del 05/12/2013 Oggetto: Regolamento di cui agli artt. 29, 30, 31, 32, 33 e 48 L.

Dettagli

Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 74 del

Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 74 del 36628 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 74 del 26-6-2017 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 07 giugno 2017, n. 902 L.R. n. 33/2006 e s.m.i. Norme per lo Sviluppo dello Sport per Tutte e

Dettagli

CITTA DI RHO DETERMINAZIONE

CITTA DI RHO DETERMINAZIONE Copia Conforme CITTA DI RHO Provincia di Milano AREA 2 Ufficio: Pubblica Istruzione DETERMINAZIONE N. 94 del 06/03/2017 Oggetto: APPROVAZIONE GRADUATORIA E CONSEGUENTE EROGAZIONE BORSE DI STUDIO AGLI ALUNNI

Dettagli

COMUNE DI SOLAROLO Provincia di Ravenna ****** SETTORE SVILUPPO ECONOMICO E GESTIONE DEL TERRITORIO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N.

COMUNE DI SOLAROLO Provincia di Ravenna ****** SETTORE SVILUPPO ECONOMICO E GESTIONE DEL TERRITORIO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. COMUNE DI SOLAROLO Provincia di Ravenna ****** SETTORE SVILUPPO ECONOMICO E GESTIONE DEL TERRITORIO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 24 / 2015 OGGETTO: RIPARTIZIONE CONTRIBUTI AI CONFIDI ANNO 2014 IL DIRIGENTE/IL

Dettagli

DECRETO N Del 16/09/2015

DECRETO N Del 16/09/2015 DECRETO N. 7439 Del 16/09/2015 Identificativo Atto n. 834 DIREZIONE GENERALE ISTRUZIONE, FORMAZIONE E LAVORO Oggetto MODIFICA DEI TERMINI DEGLI AVVISI PUBBLICI PER LA FRUIZIONE DELL OFFERTA FORMATIVA DEI

Dettagli

26/2001. DIRITTO ALLO STUDIO. AUTORIZZAZIONE ALL'EROGAZIONE DELLE RISORSE REGIONALI PER IL TRASPORTO SCOLASTICO (A.S. 2014/2015).

26/2001. DIRITTO ALLO STUDIO. AUTORIZZAZIONE ALL'EROGAZIONE DELLE RISORSE REGIONALI PER IL TRASPORTO SCOLASTICO (A.S. 2014/2015). PROVINCIA DI FERRARA Settore Politiche del Lavoro, Formazione Professionale, Attività Produttive, Infanzia e Pubblica Istruzione, Politiche Sociali e Sanità, Politiche Culturali U.O.C. Infanzia, Diritto

Dettagli

PROVINCIA DI FERRARA FORMAZIONE PROFESSIONALE

PROVINCIA DI FERRARA FORMAZIONE PROFESSIONALE PROVINCIA DI FERRARA FORMAZIONE PROFESSIONALE DETERMINAZIONE Determ. n. 3734 del 12/06/2014 Oggetto: PIANO DELLE ATTIVITÀ DI FORMAZIONE PROFESSIONALE APPROVAZIONE OPERAZIONE RIF.PA 1538/14 (CENTRO STUDI

Dettagli

COMUNE DI BRUGHERIO (PROVINCIA DI MONZA E DELLA BRIANZA)

COMUNE DI BRUGHERIO (PROVINCIA DI MONZA E DELLA BRIANZA) Settore Servizi alla Persona Sezione Istruzione ed Integrazione proposta n. 1527 / 2015 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 996 / 2015 OGGETTO: TRASFERIMENTO AGLI ISTITUTI COMPRENSIVI SCOLASTICI DI FONDI PER

Dettagli

AREA SERVIZI AL CITTADINO U.O. SCUOLA E SPORT

AREA SERVIZI AL CITTADINO U.O. SCUOLA E SPORT AREA SERVIZI AL CITTADINO U.O. SCUOLA E SPORT Determinazione nr. 3538 Trieste 25/11/2014 Proposta nr. 1245 Del 25/11/2014 Oggetto: Istituti secondari superiori di 2 grado di pertinenza provinciale - Utilizzo

Dettagli

COMUNE DI VENEZIA

COMUNE DI VENEZIA COMUNE DI VENEZIA DIREZIONE: DIREZIONE RISORSE UMANE DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE (Decreto legislativo 18 Agosto 2000, n. 267 Regolamento di contabilità art. 33) OGGETTO: Anno 2014-"Contributi per attività

Dettagli

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO ISTRUZIONE, FORMAZIONE PROFESSIONALE E ORIENTAMENTO

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO ISTRUZIONE, FORMAZIONE PROFESSIONALE E ORIENTAMENTO Cremona, lì 13/01/2014 DECRETO N. 13 / SETTORE LAVORO, FORMAZIONE E POLITICHE SOCIALI Formazione Professionale Oggetto:CATALOGO PROVINCIALE DELL'OFFERTA DEI SERVIZI INTEGRATI PER L'APPRENDISTATO PERIODO

Dettagli

COMUNE DI REGGIO NELL EMILIA

COMUNE DI REGGIO NELL EMILIA PG N 2252 Titolazione: del 24/01/2013 COMUNE DI REGGIO NELL EMILIA R.U.D. 61 del 01/02/2013 INGEGNERIA E GESTIONE DELLE INFRASTRUTTURE GESTIONE DEL PATRIMONIO IMMOBILIARE Dirigente: GROTTI Dr.ssa Mara

Dettagli

D E T E R M I N A ZI ONE DEL DIRIGENTE

D E T E R M I N A ZI ONE DEL DIRIGENTE D E T E R M I N A ZI ONE DEL DIRIGENTE Del 11/06/2014 n. 79 IV SETTORE ISTRUZIONE FORMAZIONE RENDICONTAZIONE E LAVORO Centro per l Impiego, l Orientamento e la Formazione di Fabriano Oggetto: F.P. PROGRAMMA

Dettagli

Piano di Zona distrettuale per la salute e il benessere sociale Programma Attuativo 2011

Piano di Zona distrettuale per la salute e il benessere sociale Programma Attuativo 2011 Nuovi strumenti integrati di programmazione territoriale, monitoraggio e valutazione Piano di Zona distrettuale per la salute e il benessere sociale 2009-2011 Programma Attuativo 2011 Assessorato Politiche

Dettagli

Bollettino ufficiale della Regione Puglia n. 74 del 28/05/2015

Bollettino ufficiale della Regione Puglia n. 74 del 28/05/2015 Bollettino ufficiale della Regione Puglia n. 74 del 28/05/2015 DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE SERVIZIO POLITICHE DI BENESSERE SOCIALE E PARI OPPORTUNITA 21 maggio 2015, n. 399 A.D. n. 109/2015. Approvazione

Dettagli

OGGETTO: UNIVERSITA' DELLA TERZA ETA' E DEL TEMPO DISPONIBILE - ANNO ACCADEMICO : ATTIVAZIONE INIZIATIVA - CON IMPEGNO DI SPESA

OGGETTO: UNIVERSITA' DELLA TERZA ETA' E DEL TEMPO DISPONIBILE - ANNO ACCADEMICO : ATTIVAZIONE INIZIATIVA - CON IMPEGNO DI SPESA Determinazione n. 2011-657 di data 23/09/2011 protocollo n. 2011-0027888 / DETRS201100686 Pratica principale: ISTEPUT2010 PRESSO ISTRUZIONE COMUNE DI RIVA DEL GARDA Provincia di Trento Impegno su più capitoli

Dettagli

DECRETO N. 642 Del 25/01/2017

DECRETO N. 642 Del 25/01/2017 DECRETO N. 642 Del 25/01/2017 Identificativo Atto n. 421 PRESIDENZA Oggetto PROGRAMMA OPERATIVO DI COOPERAZIONE TRANSFRONTALIERA ITALIA-SVIZZERA 2007-2013. IMPEGNO E LIQUIDAZIONE DELLA QUOTA NAZIONALE

Dettagli

GURI n. 284 del periodico (Parte Seconda) Regione Emilia-Romagna DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 19 NOVEMBRE 2012, N.

GURI n. 284 del periodico (Parte Seconda) Regione Emilia-Romagna DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 19 NOVEMBRE 2012, N. GURI n. 284 del 19.12.2012 periodico (Parte Seconda) Regione Emilia-Romagna DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 19 NOVEMBRE 2012, N. 1716 Approvazione dell'"avviso per la presentazione e la presa d'atto

Dettagli

SERVIZIO SVILUPPO ECONOMICO, AGRICOLTURA E PROMOZIONE DEL TERRITORIO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

SERVIZIO SVILUPPO ECONOMICO, AGRICOLTURA E PROMOZIONE DEL TERRITORIO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE SERVIZIO SVILUPPO ECONOMICO, AGRICOLTURA E PROMOZIONE DEL TERRITORIO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 627 DEL 31/07/2013 OGGETTO PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2007-2013. ASSE 3 - MISURA 311 "DIVERSIFICAZIONE

Dettagli

Provincia di Ferrara ****** AREA WELFARE E SERVIZI ALLA PERSONA DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 231 / 2016

Provincia di Ferrara ****** AREA WELFARE E SERVIZI ALLA PERSONA DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 231 / 2016 Provincia di Ferrara ****** AREA WELFARE E SERVIZI ALLA PERSONA DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 231 / 2016 OGGETTO: APPROVAZIONE PRIMA GRADUATORIA E.R.P. MESE DI SETTEMBRE 2016 DELL'UNIONE DEI COMUNI TERRE

Dettagli

PROVINCIA DI MANTOVA

PROVINCIA DI MANTOVA PROVINCIA DI MANTOVA Deliberazione della Giunta Provinciale Seduta n.1 del 02/12/2013 ore 12:30 delibera n. 154 OGGETTO: APPROVAZIONE PIANO PROVINCIALE DEI SERVIZI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PER L'ANNO

Dettagli

Comune di Parma DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N DD DEL 11/08/2015

Comune di Parma DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N DD DEL 11/08/2015 Comune di Parma DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N DD-2015-1740 DEL 11/08/2015 Inserita nel fascicolo: 2015.VII/12/1.11 Centro di Responsabilità: 65 3 1 0 - SETTORE SOCIALE - SERVIZIO SERVIZI AMMINISTRATIVI

Dettagli

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CAMPANIA - N. 1 DEL 2 GENNAIO 2006

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CAMPANIA - N. 1 DEL 2 GENNAIO 2006 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CAMPANIA - N. 1 DEL 2 GENNAIO 2006 DECRETI DIRIGENZIALI A.G.C. N. 11 SVILUPPO ATTIVITÀ SETTORE PRIMARIO DECRETO DIRIGENZIALE N. 490 del 28 ottobre 2005 AREA GENERALE

Dettagli

DECRETO N Del 02/08/2017

DECRETO N Del 02/08/2017 DECRETO N. 9603 Del 02/08/2017 Identificativo Atto n. 498 DIREZIONE GENERALE ISTRUZIONE, FORMAZIONE E LAVORO Oggetto APPROVAZIONE DELL AVVISO PUBBLICO PER LA PRESENTAZIONE DI PROGETTI DI APPRENDIMENTO

Dettagli

COMUNE DI FOLIGNO Provincia di Perugia

COMUNE DI FOLIGNO Provincia di Perugia COMUNE DI FOLIGNO Provincia di Perugia Determinazione Dirigenziale n. 1653 del 16/12/2016 Proposta di Determinazione Dirigenziale n. 167 del 05/12/2016 10.15 SERVIZIO GESTIONE AMMINISTRATIVA DEL PATRIMONIO

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 165 DEL 14/03/2017 OGGETTO

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 165 DEL 14/03/2017 OGGETTO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 165 DEL 14/03/2017 OGGETTO CONTRIBUTO PER CONSEGUIMENTO PATENTE DI GUIDA - INTERVENTO N 1) DELL' AVVISO PUBBLICO PER L'EROGAZIONE A PERSONE DISABILI AI SENSI DELLA L. 68/99

Dettagli

Città Metropolitana di Bologna ATTO DEL SINDACO METROPOLITANO

Città Metropolitana di Bologna ATTO DEL SINDACO METROPOLITANO Città Metropolitana di Bologna ATTO DEL SINDACO METROPOLITANO L'anno 2015, il giorno ventidue Luglio, alle ore 12:00 presso gli uffici della Città Metropolitana, il Vicesindaco DANIELE MANCA in sostituzione

Dettagli

ACCORDO DI PROGRAMMA

ACCORDO DI PROGRAMMA ACCORDO DI PROGRAMMA PER LA QUALIFICAZIONE E L INNOVAZIONE DELL OFFERTA FORMATIVA E DEL RAPPORTO SCUOLA-TERRITORIO NEL CIRCONDARIO IMOLESE C:\tmp\IrideWeb_90297.doc 1 I seguenti Soggetti : Nuovo Circondario

Dettagli

D E T E R M I N A Z I O N E (art. 107, D.Leg.vo , n 267)

D E T E R M I N A Z I O N E (art. 107, D.Leg.vo , n 267) GESTIONE COMMISSARIALE (L.R. 15/2013) EX PROVINCIA OLBIA TEMPIO Legge Regionale 28.06.2013, n. 15 Disposizioni in materia di riordino delle province Decreto Presidente Giunta Regionale n. 49 del 30/05/2014

Dettagli

UNITA OPERATIVA SERVIZIO SOCIALE DEI COMUNI - MINORI E FAMIGLIA SETTORE III SERVIZI ALLA PERSONA E ALLA COMUNITA'

UNITA OPERATIVA SERVIZIO SOCIALE DEI COMUNI - MINORI E FAMIGLIA SETTORE III SERVIZI ALLA PERSONA E ALLA COMUNITA' UNITA OPERATIVA SERVIZIO SOCIALE DEI COMUNI - MINORI E FAMIGLIA SETTORE III SERVIZI ALLA PERSONA E ALLA COMUNITA' DETERMINAZIONE Oggetto: L.R. 11/2006 art. 13 comma 3 lettera b) - Interventi regionali

Dettagli

Determinazione del Dirigente del Servizio Istruzione e Orientamento

Determinazione del Dirigente del Servizio Istruzione e Orientamento Determinazione del Dirigente del Servizio Istruzione e Orientamento N. 3-6258 / 2016 Oggetto: Piano annuale per il diritto allo studio di cui alla L.R. 28/2007. Interventi straordinari rivolti a studenti

Dettagli

DIREZIONE GENERALE COMPETITIVITA' DEL SISTEMA REGIONALE E SVILUPPO DELLE COMPETENZE AREA DI COORDINAMENTO TURISMO, COMMERCIO E TERZIARIO

DIREZIONE GENERALE COMPETITIVITA' DEL SISTEMA REGIONALE E SVILUPPO DELLE COMPETENZE AREA DI COORDINAMENTO TURISMO, COMMERCIO E TERZIARIO REGIONE TOSCANA DIREZIONE GENERALE COMPETITIVITA' DEL SISTEMA REGIONALE E SVILUPPO DELLE COMPETENZE AREA DI COORDINAMENTO TURISMO, COMMERCIO E TERZIARIO SETTORE DISCIPLINA, POLITICHE E INCENTIVI DEL COMMERCIO

Dettagli

Comune di Parma DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N DD DEL 16/01/2014. Centro di Responsabilità: SETTORE SVILUPPO ORGANIZZATIVO

Comune di Parma DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N DD DEL 16/01/2014. Centro di Responsabilità: SETTORE SVILUPPO ORGANIZZATIVO Comune di Parma DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N DD-2014-28 DEL 16/01/2014 Inserita nel fascicolo: 2014.III/5.2 Centro di Responsabilità: 15 0 0 0 - SETTORE SVILUPPO ORGANIZZATIVO Determinazione n. proposta

Dettagli

DECRETO N Del 07/10/2016

DECRETO N Del 07/10/2016 DECRETO N. 9870 Del 07/10/2016 Identificativo Atto n. 785 DIREZIONE GENERALE ISTRUZIONE, FORMAZIONE E LAVORO Oggetto AVVIO DI PERCORSI SPERIMENTALI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE PER LA LOTTA

Dettagli

DIREZIONE GENERALE DIRITTI DI CITTADINANZA E COESIONE SOCIALE AREA DI COORDINAMENTO SISTEMA SOCIO-SANITARIO REGIONALE

DIREZIONE GENERALE DIRITTI DI CITTADINANZA E COESIONE SOCIALE AREA DI COORDINAMENTO SISTEMA SOCIO-SANITARIO REGIONALE REGIONE TOSCANA DIREZIONE GENERALE DIRITTI DI CITTADINANZA E COESIONE SOCIALE AREA DI COORDINAMENTO SISTEMA SOCIO-SANITARIO REGIONALE SETTORE POLITICHE PER L'INTEGRAZIONE SOCIO-SANITARIA E LA SALUTE IN

Dettagli

DIREZIONE GENERALE ISTRUZIONE, FORMAZIONE E LAVORO

DIREZIONE GENERALE ISTRUZIONE, FORMAZIONE E LAVORO Identificativo Atto n. 211 2140 13/03/2014 DIREZIONE GENERALE ISTRUZIONE, FORMAZIONE E LAVORO APPROVAZIONE DELLA GRADUATORIA RELATIVA AI PROGETTI DI CUI ALL AVVISO PUBBLICO PER LA DIFFUSIONE NELLE ISTITUZIONI

Dettagli

DECRETO N Del 21/06/2016

DECRETO N Del 21/06/2016 DECRETO N. 5785 Del 21/06/2016 Identificativo Atto n. 473 DIREZIONE GENERALE ISTRUZIONE, FORMAZIONE E LAVORO Oggetto APPROVAZIONE, AI SENSI DELLA DGR 3862/2015, DELL AVVISO PUBBLICO PER LA REALIZZAZIONE

Dettagli