Comunicato Operazione di rettifica Comparto Derivati Azionari 28 Marzo 2014

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Comunicato Operazione di rettifica Comparto Derivati Azionari 28 Marzo 2014"

Transcript

1 Comunicato Operazione di rettifica Comparto Derivati Operazione di Aumento di capitale delle azioni ordinarie Banco Popolare (BP): impatto sui contratti di Opzione e sui contratti Futures Premessa A decorrere da lunedì 3 Marzo 204 avrà efficacia in Borsa l operazione di aumento gratuito del capitale sociale delle azioni Banco Popolare (BP) mediante assegnazione di nuove azioni ordinarie. Al fine di mantenere il rispetto della condizione d indifferenza nella gestione, da parte di CC&G, si renderà necessario procedere alla rettifica delle posizioni in derivati Banco Popolare, in essere al termine della sessione di negoziazione odierna, secondo le modalità degli Avvisi di Borsa Italiana n.4862 e n.4863 del 27 Marzo 204 e dell art. B del Regolamento di CC&G. Si segnala che gli interventi di rettifica avranno luogo solo se il fattore di aggiustamento sarà diverso da.. Operazione di rettifica Al termine della sessione venerdì 28 Marzo p.v. e dopo l elaborazione del Batch serale, le posizioni aperte saranno rettificate come di seguito riportato.. Posizioni in opzioni a. I prezzi di esercizio saranno moltiplicati per il coefficiente K - arrotondato alla sesta cifra decimale - diffuso da Borsa Italiana e arrotondati alla quarta cifra decimale: Prezzo di Esercizio Ex = Prezzo di Esercizio Cum x K b. Il numero di azioni sottostanti sarà diviso per il medesimo coefficiente K - arrotondato alla sesta cifra decimale - e arrotondato all unità: Numero Azioni BP Ex K Le posizioni in opzioni esercitate e/o assegnate fino a giovedì 27 Marzo 204 non saranno rettificate. Per tali posizioni l obbligo di consegna rimane pertanto riferito a n. azioni ordinarie BP Cum.

2 .2 Posizioni in futures a. I prezzi di regolamento giornaliero saranno moltiplicati per il coefficiente K - arrotondato alla sesta cifra decimale - diffuso da Borsa Italiana e arrotondati alla quarta cifra decimale: Prezzo Ex = Prezzo Cum x K b. Il numero di azioni sottostanti sarà diviso per il medesimo coefficiente K - arrotondato alla sesta cifra decimale - e arrotondato all unità: Numero Azioni BP Ex K * * * Di seguito si descrivono gli interventi che dovranno essere effettuati nei sistemi di Back Office dai Partecipanti che replicano la metodologia TIMS. 2. Classificazione delle posizioni e parametri dei margini Le posizioni in opzioni e in futures saranno classificate nei reports di Clearing come indicato nella tabella seguente: 2

3 Fino all ultimo giorno di negoziazione ante rettifica Dal primo giorno di negoziazione post rettifica Numero di Azioni Numero di Azioni Classi Prodotti BP Rettificate Prima rettifica Ex/K BP BP BP Prima Rettifica BP Seconda Rettificate Ex/K BP2 BP2 BP BPA E/A* BPA BPA BP Rettificate BPB E/A* BPB BPB BP Serie di nuova introduzione ex BP BP BP *) relativa alle opzioni esercitate/assegnate fino a giovedì 27 Marzo 204 Tutte le nuove serie che si renderanno progressivamente negoziabili da lunedì 3 Marzo 204, faranno parte della classe BP. 3

4 a. Il valore dell attività sottostante della classe BPA e BPB sarà posto pari al prezzo di riferimento delle azioni Ex, diviso per il coefficiente K di cui sopra. b. I parametri necessari ai fini della marginazione sono indicati nella tabella seguente: Multiplier Tipo di Azione Intervallo del Futures Stradle Minimo Unitario Short Option Adjustment di classi di Prodotti BP /K Rett 9% 90 3 BP BP BP BP2 /K Rett 9% 90 3 BP2 BP2 BP BPA Cum 9% 90 3 BPA BPA BP BPB Cum 9% 90 3 BPB BPB BP BP Ex 9% 90 3 BP BP BP 3. Modalità di determinazione dei Margini di variazione delle posizioni futures Lunedì 3 Marzo p.v., il margine di variazione, relativo alle posizioni in futures su azioni Banco Popolare rivenienti dai precedenti giorni di attività (classe BP e BP2), sarà calcolato sulla base del prezzo di regolamento giornaliero odierno, rettificato come descritto al punto sottopunto Deposito di titoli azionari a fronte di posizioni corte call e futures Per il periodo di coesistenza delle classi BP, BP e BP2, per ogni nuovo deposito si dovrà indicare, nel messaggio Monte Titoli, il simbolo della relativa classe. Monte Titoli provvederà, secondo tempi e modalità propri, ad effettuare gli appositi interventi sui titoli oggetto di rettifica. Le azioni Banco Popolare a copertura della classe BP e BP presenti al termine delle negoziazioni odierne nei conti sottorubricati di CC&G presso Monte Titoli, non vincolate per liquidazione 3, verranno trasferite, lunedì 3 Marzo 204 a copertura della classe BP e BP2 2 Il report MT55 Posizioni nette per contratto Futures del giorno 3 Marzo 204, in distribuzione il Aprile p.v indicherà nella colonna Prezzo Prec./Contr il prezzo rettificato (c.d. prezzo apertura). 3 La azioni vincolate per la liquidazione verranno utilizzate per coprire le opzioni esercitate/assegnate della classe BPA e BPB. 4

5 Qualora il numero di azioni Banco Popolare BP in deposito, non vincolate per liquidazione, dovesse risultare un multiplo non intero del numero di azioni sottostanti le nuove classe BP e BP2, CC&G provvederà a restituire i titoli necessari per ottenere un multiplo intero. * * * L esercizio anticipato è sospeso in data 28 Marzo p.v. 5. Impatto sui contratti Banco Popolare stock futures cash Classificazione nei reports di Clearing: Fino all ultimo giorno di negoziazione ante rettifica Dal primo giorno di negoziazione post rettifica Sottostante Numero di Azioni classi prodotti 2BP Rettificate /K ex 2BP BP BP 2BP /K ex 2BP2 BP BP Rettificato Seconda Rettificate Serie di nuova introduzione ex 2BP BP BP 5

Comunicato Operazione di rettifica Comparto Derivati Azionari 21 Maggio 2015

Comunicato Operazione di rettifica Comparto Derivati Azionari 21 Maggio 2015 Comunicato Operazione di rettifica Comparto Derivati Operazione di Aumento a pagamento del capitale sociale su azioni ordinarie Banca Monte dei Paschi di Siena (BMPS): impatto sui contratti di Opzione

Dettagli

Comunicato Operazione di rettifica Comparto Derivati Azionari 30 dicembre 2015

Comunicato Operazione di rettifica Comparto Derivati Azionari 30 dicembre 2015 Comunicato Operazione di rettifica Comparto Derivati Azionari 30 dicembre 2015 Operazione di Assegnazione di azioni ordinarie FERRARI NV e del Rimborso del valore nominale delle azioni FE INTERIM B.V agli

Dettagli

Notice Adjustment of Positions Equity Derivatives Section December 29, 2016

Notice Adjustment of Positions Equity Derivatives Section December 29, 2016 Notice Adjustment of Positions Equity Derivatives Section December 29, 2016 Equity Derivatives Section: Merger of Banco Popolare and Banca Popolare di Milano through the creation of Banco BPM ): impact

Dettagli

Notice Adjustment of Positions Equity Derivatives Section March 14 th, 2016

Notice Adjustment of Positions Equity Derivatives Section March 14 th, 2016 Notice Adjustment of Positions Equity Derivatives Section March 4 th, 206 Derivatives Section Capital Increase on ordinary shares: Impact on (MT) Segue versione in Italiano Foreword On tomorrow 5 th, March

Dettagli

AVVISO DI ERRATA CORRIGE

AVVISO DI ERRATA CORRIGE Milano, 12 dicembre 2014 AVVISO DI ERRATA CORRIGE relativo al PROSPETTO DI BASE relativo al programma di offerta al pubblico e/o quotazione degli investment certificate denominati AUTOCALLABLE BORSA PROTETTA

Dettagli

Notice Adjustment of Positions Equity Derivatives Section 19 January 2017

Notice Adjustment of Positions Equity Derivatives Section 19 January 2017 Notice Adjustment of Positions Equity Derivatives Section 9 January 207 Reverse split on ordinary shares (): Impact on Stock Option contracts and Stock Futures and Dividend Futures contracts Foreword On

Dettagli

Manuale delle Corporate action

Manuale delle Corporate action Manuale delle Corporate action Data di efficacia: 20 maggio 2013 Versione: 3 1 Indice 1. Introduzione 3 2. Definizioni 3 3. Principi generali e convenzioni 3.1 Principio di equivalenza finanziaria 3.2

Dettagli

APPENDICE A REGOLAMENTO

APPENDICE A REGOLAMENTO APPENDICE A REGOLAMENTO Warrant Banca Intesa S.p.A. validi per vendere a Banca Intesa azioni ordinarie o azioni di risparmio Banca Commerciale Italiana S.p.A. o, in forma abbreviata, Warrant Put Intesa-BCI

Dettagli

Metodologia di Rettifica dei contratti di opzione su azioni...

Metodologia di Rettifica dei contratti di opzione su azioni... . NUOVA VERSIONE Borsa Italiana S.p.A. Metodologia di Rettifica dei contratti di opzione su azioni.......... IDEM Mercato Italiano dei Derivati Sommario Sommario 2 Metodologia di rettifica dei contratti

Dettagli

Notice Adjustment of Positions Equity Derivatives Section 4 th May 2017

Notice Adjustment of Positions Equity Derivatives Section 4 th May 2017 Notice Adjustment of Positions Equity Derivatives Section 4 th May 2017 Split on ordinary shares (CPR): Impact on Stock Option contracts and Stock Futures contracts Segue versione in Italiano Foreword

Dettagli

STRUMENTI DERIVATI - CARATTERISTICHE DELLE OPZIONI

STRUMENTI DERIVATI - CARATTERISTICHE DELLE OPZIONI STRUMENTI DERIVATI - CARATTERISTICHE DELLE OPZIONI Le due principali categorie in cui si dividono le opzioni sono: opzioni call, assegna la facoltà di acquistare o non acquistare l'attività sottostante

Dettagli

GUIDA ALLE OPZIONI SU AZIONI SU T3

GUIDA ALLE OPZIONI SU AZIONI SU T3 GUIDA ALLE OPZIONI SU AZIONI SU T3 SERVIZIO SULLE OPZIONI SU AZIONI (ISOALPHA) 1. INTRODUZIONE Con la piattaforma T3 di Webank possono essere negoziate le Opzioni su Azioni (Isoalpha), contratti di opzione

Dettagli

Notice Adjustment of Positions Equity Derivatives Section 3 February 2017

Notice Adjustment of Positions Equity Derivatives Section 3 February 2017 Notice Adjustment of Positions Equity Derivatives Section 3 February 2017 Capital Increase on ordinary shares (): Impact on Stock Option contracts and Stock Futures and Dividend Futures contracts Foreword

Dettagli

Opzione di consegna fisica sul mercato IDEX

Opzione di consegna fisica sul mercato IDEX Opzione di consegna fisica sul mercato IDEX Incontro con gli Operatori Assolombarda Milano Confindustria - Roma Data: 24/11/2009 Fabrizio Plateroti Director of Regulation & Post Trading Ennio Arlandi Energy

Dettagli

Notice Adjustment of Positions Equity Derivatives Section 9 June 2017

Notice Adjustment of Positions Equity Derivatives Section 9 June 2017 Notice Adjustment of Positions Equity Derivatives Section 9 June 2017 Capital Increase on ordinary shares (): Impact on Stock Option and Stock Futures contracts and Dividend Futures contracts Foreword

Dettagli

Art. 1 - Warrant validi per sottoscrivere azioni ordinarie Tamburi Investment Partners

Art. 1 - Warrant validi per sottoscrivere azioni ordinarie Tamburi Investment Partners BOZZA DEL REGOLAMENTO DEI WARRANT TAMBURI INVESTMENT PARTNERS S.P.A. 2015-2020 Art. 1 - Warrant validi per sottoscrivere azioni ordinarie Tamburi Investment Partners S.p.A. L Assemblea straordinaria degli

Dettagli

PREMESSA. Il presente Regolamento definisce i termini e le condizioni del Piano di Stock

PREMESSA. Il presente Regolamento definisce i termini e le condizioni del Piano di Stock REGOLAMENTO DEL PIANO DI STOCK OPTION EXOR 2008-2019 PREMESSA Il presente Regolamento definisce i termini e le condizioni del Piano di Stock Option EXOR 2008-2019. Il Piano è rivolto al Presidente e Amministratore

Dettagli

La modalità di determinazione dei Margini Iniziali

La modalità di determinazione dei Margini Iniziali La modalità di determinazione dei Margini Iniziali Ufficio RM Versione 1.0 Sommario Premessa... 3 1. Tipologie di Margini Iniziali... 3 2. Il Calcolo dei Margini Iniziali Ordinari... 4 3. La Determinazione

Dettagli

Regolamento dei Warrant Prima Vera S.p.A. Nel presente regolamento i seguenti termini hanno il significato ad essi qui attribuito:

Regolamento dei Warrant Prima Vera S.p.A. Nel presente regolamento i seguenti termini hanno il significato ad essi qui attribuito: Regolamento dei Warrant Prima Vera S.p.A. Art. 1 Definizioni Nel presente regolamento i seguenti termini hanno il significato ad essi qui attribuito: Assemblea di Emissione = L assemblea della Società

Dettagli

Istruzioni. 1 novembre 2012

Istruzioni. 1 novembre 2012 Istruzioni 1 novembre 2012 Istruzioni applicative al Regolamento del 23 maggio 2003, da ultimo modificate il 1 novembre 2012 Indice SEZIONE A DISPOSIZIONI GENERALI... 5 Articolo A.1.1.1 Definizioni...

Dettagli

AVVISO n.9959 11 Giugno 2009 Idem

AVVISO n.9959 11 Giugno 2009 Idem AVVISO n.9959 11 Giugno 2009 Idem Mittente del comunicato : Borsa Italiana Societa' oggetto : BANCA POPOLARE DI MILANO dell'avviso Oggetto : IDEM BANCA POPOLARE DI MILANO: IMPACT ON STOCK OPTION CONTRACTS

Dettagli

Cassa di Compensazione e Garanzia

Cassa di Compensazione e Garanzia Cassa di Compensazione e Garanzia Istruzioni al Regolamento 10 novembre 2014 Le disposizioni concernenti il servizio di compensazione e garanzia per il comparto X- COM entreranno in vigore in un momento

Dettagli

02 Maggio 2014. Oggetto : RETTIFICA DI COVERED WARRANT EMESSI DA UNICREDIT S.P.A. A SEGUITO DI EVENTO DI NATURA STRAORDINARIA

02 Maggio 2014. Oggetto : RETTIFICA DI COVERED WARRANT EMESSI DA UNICREDIT S.P.A. A SEGUITO DI EVENTO DI NATURA STRAORDINARIA AVVISO n.7854 02 Maggio 2014 SeDeX - PLAIN VANILLA Mittente del comunicato : UNICREDIT Societa' oggetto dell'avviso : UNICREDIT Oggetto : RETTIFICA DI COVERED WARRANT EMESSI DA UNICREDIT S.P.A. A SEGUITO

Dettagli

Comunicazione della Società : significa quanto descritto nell articolo 3.2.

Comunicazione della Società : significa quanto descritto nell articolo 3.2. REGOLAMENTO DEI SPONSOR WARRANT SPACE S.P.A. 1 DEFINIZIONI 1.1 Nel presente Regolamento i seguenti termini hanno il significato qui attribuito. I termini definiti al singolare si intendono definiti anche

Dettagli

AVVISO n.10612 30 Giugno 2010 Idem

AVVISO n.10612 30 Giugno 2010 Idem AVVISO n.10612 30 Giugno 2010 Idem Mittente del comunicato : Borsa Italiana Societa' oggetto : ANSALDO STS dell'avviso Oggetto : IDEM FREE ATTRIBUTION TO THE EXISTING SHAREHOLDERS OF NEW ORDINARY SHARES:

Dettagli

Contents. La modalità di determinazione dei parametri utilizzati nel calcolo dei Margini Iniziali per MTA/IDEM. Manuale

Contents. La modalità di determinazione dei parametri utilizzati nel calcolo dei Margini Iniziali per MTA/IDEM. Manuale Contents La modalità di determinazione dei parametri utilizzati nel calcolo dei Margini Iniziali per MTA/IDEM Manuale Versione 1.0 del 29 May 2015 1.0 EXECUTIVE SUMMARY... 3 2.0 METODOLOGIA PER LA DETERMINAZIONE

Dettagli

La modalità di determinazione dei Margini Iniziali. Manuale

La modalità di determinazione dei Margini Iniziali. Manuale La modalità di determinazione dei Margini Iniziali Manuale Versione 1.2 del 4 giugno 2015 1.0 Executive summary... 1 2.0 Calcolo dei Margini per il comparto azionario e derivati azionari... 1 2.1. Tipologie

Dettagli

DerIvAties MANagement suite Gestione Prodotti Derivati (Futures e Options)

DerIvAties MANagement suite Gestione Prodotti Derivati (Futures e Options) DIAMANTE software per la gestione dei prodotti derivati (Futures & Options). Brochure Info DerIvAties MANagement suite Gestione Prodotti Derivati (Futures e Options) Premessa In risposta all evoluzione

Dettagli

REGOLAMENTO DEI WARRANT SAFE BAG 2013-2016. allegato "B" all'atto numero 5970 della Raccolta. Articolo 1. Warrant Safe Bag 2013 2016

REGOLAMENTO DEI WARRANT SAFE BAG 2013-2016. allegato B all'atto numero 5970 della Raccolta. Articolo 1. Warrant Safe Bag 2013 2016 REGOLAMENTO DEI WARRANT SAFE BAG 2013-2016 allegato "B" all'atto numero 5970 della Raccolta Articolo 1 Warrant Safe Bag 2013 2016 L Assemblea Straordinaria di Safe Bag S.p.A. (di seguito la Società o Safe

Dettagli

COMUNICATO (30 DICEMBRE 2010)

COMUNICATO (30 DICEMBRE 2010) COMUNICATO (30 DICEMBRE 2010) AI PARTECIPANTI: AL SISTEMA DI GARANZIA A CONTROPARTE CENTRALE AI SISTEMI DI LIQUIDAZIONE E ATTIVITA ACCESSORIE Oggetto: Introduzione del sistema di compensazione e garanzia

Dettagli

Notice Adjustment of Positions Equity Derivatives Section November 3 th, 2016

Notice Adjustment of Positions Equity Derivatives Section November 3 th, 2016 Notice Adjustment of Positions Equity Derivatives Section November 3 th, 2016 Equity Derivatives Section Partial and Proportional De-Merger of ordinary shares (L) to ITALGAS (IG): impact on stock future

Dettagli

RIAPERTURA. Importo dell emissione e taglio delle obbligazioni

RIAPERTURA. Importo dell emissione e taglio delle obbligazioni REGOLAMENTO DEL PRESTITO OBBLIGAZIONARIO BANCA ESPERIA S.P.A. TASSO VARIABILE 2014/2017 V fino ad un ammontare massimo pari ad Euro 50.000.000 Codice ISIN: IT0004998024 RIAPERTURA Art. 1 Importo dell emissione

Dettagli

COMUNICATO STAMPA INFORMATIVA DA REGOLAMENTO CONSOB SU ATTRIBUZIONE DI STRUMENTI FINANZIARI A ESPONENTI AZIENDALI, DIPENDENTI O COLLABORATORI

COMUNICATO STAMPA INFORMATIVA DA REGOLAMENTO CONSOB SU ATTRIBUZIONE DI STRUMENTI FINANZIARI A ESPONENTI AZIENDALI, DIPENDENTI O COLLABORATORI COMUNICATO STAMPA INFORMATIVA DA REGOLAMENTO CONSOB SU ATTRIBUZIONE DI STRUMENTI FINANZIARI A ESPONENTI AZIENDALI, DIPENDENTI O COLLABORATORI Milano, 16 marzo 2010 Con riferimento agli adempimenti previsti

Dettagli

La Cassa Controparte Centrale dei Mercati Cash Azionari La Metodologia di Calcolo dei Margini Iniziali

La Cassa Controparte Centrale dei Mercati Cash Azionari La Metodologia di Calcolo dei Margini Iniziali La Cassa Controparte Centrale dei Mercati Cash Azionari La Metodologia di Calcolo dei Margini Iniziali Ufficio RM Versione 2.1 Indice Premessa... 3 a) Ambito... 3 b) Obiettivi... 3 1. Metodologia di calcolo

Dettagli

Ulteriori informazioni sui servizi di investimento. Corporate action

Ulteriori informazioni sui servizi di investimento. Corporate action Ulteriori informazioni sui servizi di investimento Corporate action Introduzione Nel documento Ulteriori Informazioni sui Servizi di Investimento, DEGIRO fornisce informazioni dettagliate sull interpretazione

Dettagli

Regolamento dei "Warrant azioni ordinarie Bio-On 2014-2017" (di seguito il Regolamento )

Regolamento dei Warrant azioni ordinarie Bio-On 2014-2017 (di seguito il Regolamento ) Regolamento dei "Warrant azioni ordinarie Bio-On 2014-2017" (di seguito il Regolamento ) GLOSSARIO Ai fini del presente Regolamento i termini indicati qui di seguito hanno il seguente significato: Azioni

Dettagli

REGOLAMENTO DEL PIANO DI STOCK OPTION BANCA INTESA S.P.A.

REGOLAMENTO DEL PIANO DI STOCK OPTION BANCA INTESA S.P.A. REGOLAMENTO DEL PIANO DI STOCK OPTION BANCA INTESA S.P.A. (Testo approvato dal Consiglio di Amministrazione con delibera del 17 dicembre 2002 e modificato con delibere del 10 febbraio 2004 e 26 aprile

Dettagli

BANCA ALETTI & C. S.p.A. BONUS CERTIFICATE e BONUS CERTIFICATES DI TIPO QUANTO CONDIZIONI DEFINITIVE D OFFERTA

BANCA ALETTI & C. S.p.A. BONUS CERTIFICATE e BONUS CERTIFICATES DI TIPO QUANTO CONDIZIONI DEFINITIVE D OFFERTA BANCA ALETTI & C. S.p.A. in qualità di emittente e responsabile del collocamento del Programma di offerta al pubblico e/o di quotazione di investment certificates denominati BONUS CERTIFICATE e BONUS CERTIFICATES

Dettagli

Regolamento WARRANT TISCALI S.P.A. 2009 2014. L assemblea straordinaria dell Emittente, in data 30 giugno 2009, ha deliberato tra l altro:

Regolamento WARRANT TISCALI S.P.A. 2009 2014. L assemblea straordinaria dell Emittente, in data 30 giugno 2009, ha deliberato tra l altro: Regolamento WARRANT TISCALI S.P.A. 2009 2014 Premesse L assemblea straordinaria dell Emittente, in data 30 giugno 2009, ha deliberato tra l altro: (a) di aumentare il capitale sociale dell Emittente in

Dettagli

INTERNET CLE@RING WORK STATION (ICWS) MANUALE D USO. Versione 2.3

INTERNET CLE@RING WORK STATION (ICWS) MANUALE D USO. Versione 2.3 INTERNET CLE@RING WORK STATION (ICWS) MANUALE D USO Versione 2.3 Novembre 2002 Cassa di Compensazione e Garanzia S.p.A. Tutti i diritti riservati. I diritti di riproduzione, di adattamento totale o parziale

Dettagli

Contents. Manuale MMeL Marginazione Mercato Elettrico. Manuale

Contents. Manuale MMeL Marginazione Mercato Elettrico. Manuale Contents Manuale MMeL Marginazione Mercato Elettrico Manuale Versione 1.7- Maggio 2015 Indice 1.0 Premessa... 2 2.0 Tipologie di contratti negoziabili... 3 3.0 Struttura delle Classi... 7 4.0 Cascading...

Dettagli

Regolamento del Prestito obbligazionario Banca Carige 1,50%, 2003 2013 subordinato ibrido con premio al rimborso convertibile in azioni ordinarie

Regolamento del Prestito obbligazionario Banca Carige 1,50%, 2003 2013 subordinato ibrido con premio al rimborso convertibile in azioni ordinarie Regolamento del Prestito obbligazionario Banca Carige 1,50%, 2003 2013 subordinato ibrido con premio al rimborso convertibile in azioni ordinarie Art. 1. Importo, titoli e prezzo di emissione Il prestito

Dettagli

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE ALL ASSEMBLEA ORDINARIA DEGLI AZIONISTI Redatta ai sensi dell art. 73 del Regolamento adottato dalla Consob con delibera n. 11971 del 14 maggio 1999 e successive

Dettagli

Articolo 1 Warrant azioni ordinarie Gabetti Property Solutions 2009 / 2013

Articolo 1 Warrant azioni ordinarie Gabetti Property Solutions 2009 / 2013 REGOLAMENTO DEI WARRANT AZIONI ORDINARIE GABETTI PROPERTY SOLUTIONS 2009/2013 Articolo 1 Warrant azioni ordinarie Gabetti Property Solutions 2009 / 2013 1.1 In data 12 maggio 2009 l Assemblea Straordinaria

Dettagli

CC&G T2S Deposito e restituzione delle garanzie in titoli

CC&G T2S Deposito e restituzione delle garanzie in titoli CC&G T2S Deposito e restituzione delle garanzie in titoli delle garanzie in titoli 1.0 Introduzione 3 2.0 Movimentazione in T2S 3 3.0 Criteri di riscontro in T2S 5 3.1 Campi Obbligatori 5 3.2 Campi Addizionali

Dettagli

20160414v01. Manuale Derivati 1

20160414v01. Manuale Derivati 1 Manuale Derivati 1 Manuale Derivati 2 Indice 1. Introduzione... 3 2. Attivazione servizio... 3 3. Borse... 3 4. Rischi dell operatività in opzioni e futures... 3 4.1 Conoscere è importante...3 4.2 Rischi

Dettagli

Informazione Regolamentata n. 0263-162-2015

Informazione Regolamentata n. 0263-162-2015 Informazione Regolamentata n. 0263-162-2015 Data/Ora Ricezione 22 Maggio 2015 17:37:25 MTA Societa' : UNICREDIT Identificativo Informazione Regolamentata : 58863 Nome utilizzatore : UNICREDITN11 - Turconi

Dettagli

MONTE TITOLI. 3.4 Assemblee e Identificazione dei titolari di strumenti finanziari

MONTE TITOLI. 3.4 Assemblee e Identificazione dei titolari di strumenti finanziari MONTE TITOLI ISTRUZIONI AL SERVIZIO DI GESTIONE ACCENTRATA PER INTERMEDIARI ED EMITTENTI STRUMENTI FINANZIARI GESTITI DA MONTE TITOLI DIRETTAMENTE OPERAZIONI DEL SERVIZIO Omissis 3.4 Assemblee e Identificazione

Dettagli

BANCA ALETTI & C. S.p.A. PER DUE CERTIFICATE e PER DUE CERTIFICATES DI TIPO QUANTO CONDIZIONI DEFINITIVE D OFFERTA

BANCA ALETTI & C. S.p.A. PER DUE CERTIFICATE e PER DUE CERTIFICATES DI TIPO QUANTO CONDIZIONI DEFINITIVE D OFFERTA BANCA ALETTI & C. S.p.A. in qualità di emittente e responsabile del collocamento del Programma di offerta al pubblico e/o di quotazione di investment certificates denominati PER DUE CERTIFICATE e PER DUE

Dettagli

del 4 luglio 2014 4) AIFMD: aggiornate le Q&A dell ESMA

del 4 luglio 2014 4) AIFMD: aggiornate le Q&A dell ESMA AGGIORNAMENTO NORMATIVO N. 25/2014 del 4 luglio 2014 1) Nuovo procedimento di sequestro conservativo sui conti bancari: pubblicato nella Gazzetta Ufficiale dell Unione Europea il Regolamento UE n. 665/2014

Dettagli

Gli strumenti derivati

Gli strumenti derivati Gli strumenti derivati EMM A - Lezione 6 Prof. C. Schena Università dell Insubria 1 Gli strumenti derivati Derivati perché il loro valore deriva da quello di altre attività dette beni/attività sottostanti

Dettagli

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE ALL ASSEMBLEA ORDINARIA DEGLI AZIONISTI

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE ALL ASSEMBLEA ORDINARIA DEGLI AZIONISTI RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE ALL ASSEMBLEA ORDINARIA DEGLI AZIONISTI Redatta ai sensi dell art. 73 del Regolamento adottato dalla Consob con delibera n. 11971 del 14 maggio 1999 e successive

Dettagli

COMUNICATO STAMPA OPA ANIMA SGR. RISULTATI E MODALITA DI ADEMPIMENTO DELL OBBLIGO DI ACQUISTO EX ART. 108, co. 2, TUF.

COMUNICATO STAMPA OPA ANIMA SGR. RISULTATI E MODALITA DI ADEMPIMENTO DELL OBBLIGO DI ACQUISTO EX ART. 108, co. 2, TUF. COMUNICATO STAMPA OPA ANIMA SGR RISULTATI E MODALITA DI ADEMPIMENTO DELL OBBLIGO DI ACQUISTO EX ART. 108, co. 2, TUF. RIAPERTURA DEI TERMINI PER ADERIRE ALL'OFFERTA DAL 2 FEBBRAIO AL 20 FEBBRAIO 2009.

Dettagli

BANCA ALETTI & C. S.p.A.

BANCA ALETTI & C. S.p.A. BANCA ALETTI & C. S.p.A. in qualità di Emittente e responsabile del collocamento del Programma di offerta al pubblico e/o quotazione dei certificates BORSA PROTETTA e BORSA PROTETTA con CAP e BORSA PROTETTA

Dettagli

Parleremo di correlazione: che cos è, come calcolarla

Parleremo di correlazione: che cos è, come calcolarla IDEMDJD]LQH 1XPHUR 'LFHPEUH %52 (56 21/,1( 68//,'(0 nel 2002, il numero di brokers che offrono la negoziazione online sul minifib è raddoppiato, passando da 7 nel 2001 a 14. A novembre due nuovi brokers

Dettagli

Relazione del Consiglio di amministrazione sulla parte straordinaria

Relazione del Consiglio di amministrazione sulla parte straordinaria Relazione del Consiglio di amministrazione sulla parte straordinaria Signori Azionisti, siete stati convocati in Assemblea straordinaria per deliberare la conversione in euro del valore nominale delle

Dettagli

UniCredit S.p.A. DOCUMENTO INFORMATIVO

UniCredit S.p.A. DOCUMENTO INFORMATIVO UniCredit S.p.A. DOCUMENTO INFORMATIVO redatto ai sensi dell art. 34-ter, primo comma, lettera l), nonché ai sensi dell art. 57, c.1, lett. e), del Regolamento Consob n.11971 del 14 maggio 1999 come successivamente

Dettagli

AIM Italia/Mercato Alternativo del Capitale. Procedure per le Operazioni sul capitale

AIM Italia/Mercato Alternativo del Capitale. Procedure per le Operazioni sul capitale AIM Italia/Mercato Alternativo del Capitale Procedure per le Operazioni sul capitale 6 ottobre 2014 3 marzo 2014 Procedure per le Operazioni sul capitale Le seguenti procedure sono costituite dal Principio

Dettagli

REGOLAMENTO DEI WARRANT MICROSPORE S.p.A. 2013-2015

REGOLAMENTO DEI WARRANT MICROSPORE S.p.A. 2013-2015 REGOLAMENTO DEI WARRANT MICROSPORE S.p.A. 2013-2015 1. Definizioni Ai fini del presente Regolamento i termini in maiuscolo indicati qui di seguito hanno il seguente significato: AIM Italia significa il

Dettagli

REGOLAMENTO DEI WARRANT AGRONOMIA 2014-2017. Articolo 1. Definizioni

REGOLAMENTO DEI WARRANT AGRONOMIA 2014-2017. Articolo 1. Definizioni REGOLAMENTO DEI WARRANT AGRONOMIA 2014-2017 Articolo 1 Definizioni Ai fini del presente Regolamento i termini in maiuscolo indicati qui di seguito hanno il seguente significato: AIM Italia significa il

Dettagli

Per tutti i profili la prestazione lavorativa dovrà essere resa fra le 7.30 e le 20.00.

Per tutti i profili la prestazione lavorativa dovrà essere resa fra le 7.30 e le 20.00. A far data da marzo 2011 entrerà in funzione il nuovo sistema di gestione presenze che snellirà tutte le procedure ad esso connesse con particolare riguardo alla rilevazione delle timbrature e dei giustificativi.

Dettagli

Piani di compensi Premuda Spa *

Piani di compensi Premuda Spa * Piani di compensi Premuda Spa * 1. Informazioni I soggetti destinatari/beneficiari 1.1. Alcide Rosina Presidente Cda Stefano Rosina Consigliere ed Amministratore Delegato 1.3. a) Marco Tassara Direttore

Dettagli

Fondo Strategico Italiano S.p.A. Direzione Generale Corso Magenta 71 20123 MILANO Roma, 19 dicembre 2012

Fondo Strategico Italiano S.p.A. Direzione Generale Corso Magenta 71 20123 MILANO Roma, 19 dicembre 2012 Banca d Italia Via Nazionale 91 00100 Roma C.C. Fondo Strategico Italiano S.p.A. Direzione Generale Corso Magenta 71 20123 MILANO Roma, 19 dicembre 2012 Egregi Signori, abbiamo ricevuto la Vostra proposta

Dettagli

Regolamento del prestito obbligazionario IT0003853014 BIM 1,50% 2005-2015 subordinato convertibile in azioni ordinarie

Regolamento del prestito obbligazionario IT0003853014 BIM 1,50% 2005-2015 subordinato convertibile in azioni ordinarie Regolamento del prestito obbligazionario IT0003853014 BIM 1,50% 2005-2015 subordinato convertibile in azioni ordinarie Art. 1. Importo, titoli e prezzo di emissione 1.1 Il prestito obbligazionario BIM

Dettagli

Sistema Anima. Regolamento di gestione Regolamento di gestione semplificato dei Fondi comuni di investimento mobiliare gestiti da ANIMA SGR S.p.A.

Sistema Anima. Regolamento di gestione Regolamento di gestione semplificato dei Fondi comuni di investimento mobiliare gestiti da ANIMA SGR S.p.A. Sistema Anima Regolamento di gestione Regolamento di gestione semplificato dei Fondi comuni di investimento mobiliare gestiti da ANIMA SGR S.p.A. Linea Mercati Anima Liquidità Euro Anima Riserva Dollaro

Dettagli

- il grafico di payout alla scadenza e alla data odierna per acquisto/vendita di opzioni call e put;

- il grafico di payout alla scadenza e alla data odierna per acquisto/vendita di opzioni call e put; GUIDA OPTION PRICER SOMMARIO Che cos è 3 Dati e orari di disponibilità 3 Modalità di accesso al tool 4 Sezione Pricer 5 Cronologia utilizzo sezione Pricer 8 Sezione Strategia 9 Cronologia utilizzo sezione

Dettagli

RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE AI SENSI DEGLI ARTICOLI 73 E 93 DEL REGOLAMENTO CONSOB 14 MAGGIO 1999, N.

RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE AI SENSI DEGLI ARTICOLI 73 E 93 DEL REGOLAMENTO CONSOB 14 MAGGIO 1999, N. RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE AI SENSI DEGLI ARTICOLI 73 E 93 DEL REGOLAMENTO CONSOB 14 MAGGIO 1999, N. 11971 (COME SUCCESSIVAMENTE MODIFICATO E INTEGRATO) SULLA PROPOSTA DI AUTORIZZAZIONE

Dettagli

L A B O R S A I T AL I AN A S. P. A. H A D I S P O S T O L AM M I S S I O N E AL L A Q U O T AZ I O N E C O N P R O V V E D I M E N T O N.

L A B O R S A I T AL I AN A S. P. A. H A D I S P O S T O L AM M I S S I O N E AL L A Q U O T AZ I O N E C O N P R O V V E D I M E N T O N. Avviso integrativo di emissione. Il presente Avviso va letto congiuntamente alla Nota integrativa al documento informativo sull Emittente depositato presso la Consob in data 19.06.2003, a seguito di nullaosta

Dettagli

BANCA POPOLARE DI SPOLETO S.P.A. GRUPPO BANCARIO BANCO DI DESIO E DELLA BRIANZA RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE

BANCA POPOLARE DI SPOLETO S.P.A. GRUPPO BANCARIO BANCO DI DESIO E DELLA BRIANZA RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE BANCA POPOLARE DI SPOLETO S.P.A. GRUPPO BANCARIO BANCO DI DESIO E DELLA BRIANZA RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE ai sensi dell art. 2441, sesto comma, c.c. e dell art. 72, del Regolamento

Dettagli

Signori Azionisti, * * * 1) PRINCIPALI MOTIVAZIONI PER LE QUALI È RICHIESTA L AUTORIZZAZIONE ALL ACQUISTO E ALLA DISPOSIZIONE DI AZIONI PROPRIE.

Signori Azionisti, * * * 1) PRINCIPALI MOTIVAZIONI PER LE QUALI È RICHIESTA L AUTORIZZAZIONE ALL ACQUISTO E ALLA DISPOSIZIONE DI AZIONI PROPRIE. RELAZIONE ILLUSTRATIVA DELL ORGANO AMMINISTRATIVO ALL ASSEMBLEA ORDINARIA DEGLI AZIONISTI CONVOCATA PER IL GIORNO 29 APRILE 2015 RELATIVA AL SETTIMO PUNTO ALL ORDINE DEL GIORNO RELAZIONE DEGLI AMMINISTRATORI

Dettagli

Regolamento del Fondo Interno LVA Euro Index Azionario Previdenza

Regolamento del Fondo Interno LVA Euro Index Azionario Previdenza Regolamento del Fondo Interno LVA Euro Index Azionario Previdenza Art. 1 - Aspetti generali Al fine di adempiere agli obblighi assunti nei confronti dell Aderente in base alle Condizioni di Polizza, la

Dettagli

AVVISO n.18579 17 Ottobre 2007 MTA Standard 1

AVVISO n.18579 17 Ottobre 2007 MTA Standard 1 AVVISO n.18579 17 Ottobre 2007 MTA Standard 1 Mittente del comunicato : TARGETTI SANKEY Societa' oggetto : TARGETTI SANKEY dell'avviso Oggetto : OPA con adesioni raccolte in Borsa Disposizioni di Borsa

Dettagli

Strumenti derivati. Strumenti finanziari il cui valore dipende dall andamento del prezzo di un attività sottostante Attività sottostanti:

Strumenti derivati. Strumenti finanziari il cui valore dipende dall andamento del prezzo di un attività sottostante Attività sottostanti: Strumenti derivati Strumenti finanziari il cui valore dipende dall andamento del prezzo di un attività sottostante Attività sottostanti: attività finanziarie (tassi d interesse, indici azionari, valute,

Dettagli

Regolamento dei warrant denominati Warrant azioni ordinarie Creval 2014. Articolo 1 Delibera

Regolamento dei warrant denominati Warrant azioni ordinarie Creval 2014. Articolo 1 Delibera Regolamento dei warrant denominati Warrant azioni ordinarie Creval 2014 Articolo 1 Delibera In data 19 settembre 2009, l Assemblea straordinaria del Credito Valtellinese Società Cooperativa (il Creval

Dettagli

OFFERTA IN OPZIONE DI N. 1.016.741 AZIONI ORDINARIE BIOERA S.P.A.

OFFERTA IN OPZIONE DI N. 1.016.741 AZIONI ORDINARIE BIOERA S.P.A. OFFERTA IN OPZIONE DI N. 1.016.741 AZIONI ORDINARIE BIOERA S.P.A. Ai sensi dell articolo 2437-quater, primo e secondo comma, del codice civile Premesso che: (i) (ii) (iii) (iv) (v) in data 28 maggio 2013

Dettagli

REGOLAMENTO DEL PRESTITO OBBLIGAZIONARIO CONVERTIBILE PITECO CONVERTIBILE 4,50% 2015-2020

REGOLAMENTO DEL PRESTITO OBBLIGAZIONARIO CONVERTIBILE PITECO CONVERTIBILE 4,50% 2015-2020 REGOLAMENTO DEL PRESTITO OBBLIGAZIONARIO CONVERTIBILE PITECO CONVERTIBILE 4,50% 2015-2020 Articolo 1 IMPORTO, TAGLIO, TITOLI E QUOTAZIONE 1.1. Il prestito obbligazionario convertibile denominato Piteco

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO

DOCUMENTO INFORMATIVO DOCUMENTO INFORMATIVO redatto ai sensi dell articolo 114-bis del Decreto Legislativo n. 58 del 24 febbraio 1998 e dell articolo 84-bis del Regolamento Emittenti adottato dalla Consob con delibera n. 11971

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI PARTE II Servizi di CC&G

CONDIZIONI GENERALI PARTE II Servizi di CC&G CONDIZIONI GENERALI PARTE II Servizi di CC&G 1. - Definizioni 1.1 I termini con la lettera iniziale maiuscola impiegati nelle presenti Condizioni Generali Parte II si intendono usati salvo diversa indicazione

Dettagli

COLLOCAMENTO AZIONARIO ITALENTS.TV LTD

COLLOCAMENTO AZIONARIO ITALENTS.TV LTD COLLOCAMENTO AZIONARIO ITALENTS.TV LTD Data del collocamento : dal 31 Gennaio 2015 al 30 Aprile 2015 Valore per azione : 10 GBP (sterline) Capitale sociale : 1.000.000,00 GBP Capitale sociale conferito

Dettagli

IL DIRETTORE DELLA DIREZIONE II DEL DIPARTIMENTO DEL TESORO

IL DIRETTORE DELLA DIREZIONE II DEL DIPARTIMENTO DEL TESORO DECRETO 25 maggio 2012. Riapertura delle operazioni di sottoscrizione dei buoni del Tesoro poliennali 2,10%, indicizzati all inflazione europea, con godimento 15 settembre 2010 e scadenza 15 settembre

Dettagli

Sistema PRIMA. Regolamento di gestione Regolamento di gestione degli OICVM italiani gestiti da Anima SGR S.p.A. appartenenti al Sistema PRIMA

Sistema PRIMA. Regolamento di gestione Regolamento di gestione degli OICVM italiani gestiti da Anima SGR S.p.A. appartenenti al Sistema PRIMA Sistema PRIMA Regolamento di gestione Regolamento di gestione degli OICVM italiani gestiti da Anima SGR S.p.A. appartenenti al Sistema PRIMA Fondi Linea Mercati OICVM: Anima Fix Euro Anima Fix Obbligazionario

Dettagli

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SUL SECONDO PUNTO ALL ORDINE DEL GIORNO DELL ASSEMBLEA

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SUL SECONDO PUNTO ALL ORDINE DEL GIORNO DELL ASSEMBLEA RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SUL SECONDO PUNTO ALL ORDINE DEL GIORNO DELL ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI DEL 21 APRILE 2010 Revoca, per la parte non utilizzata, e contestuale conferimento di nuova

Dettagli

Ai fini del presente Regolamento i termini in maiuscolo indicati qui di seguito hanno il seguente significato:

Ai fini del presente Regolamento i termini in maiuscolo indicati qui di seguito hanno il seguente significato: 1. Definizioni REGOLAMENTO DEI WARRANT PRIMI SUI MOTORI 2012-2016 Ai fini del presente Regolamento i termini in maiuscolo indicati qui di seguito hanno il seguente significato: AIM Italia significa il

Dettagli

ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI DEA CAPITAL

ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI DEA CAPITAL COMUNICATO STAMPA ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI DEA CAPITAL L Assemblea degli Azionisti: ha approvato il bilancio al 31 dicembre 2013 ed ha preso visione del bilancio consolidato del gruppo DeA Capital; ha

Dettagli

PIANO DI STOCK OPTION 2015 2020, E CONSEGUENTE MODIFICA DELL ART. 5 DELLO STATUTO SOCIALE. DELIBERAZIONI INERENTI E CONSEGUENTI.

PIANO DI STOCK OPTION 2015 2020, E CONSEGUENTE MODIFICA DELL ART. 5 DELLO STATUTO SOCIALE. DELIBERAZIONI INERENTI E CONSEGUENTI. OVS S.p.A. Sede legale in Venezia Mestre, Via Terraglio, n. 17 - capitale sociale euro 227.000.000,00 i.v. Registro delle Imprese di Venezia, codice fiscale e partita IVA 04240010274 - REA n VE - 378007

Dettagli

REGOLAMENTO RELATIVO AI CERTIFICATI DENOMINATI PER DUE CERTIFICATES/ PER DUE CERTIFICATES DI TIPO QUANTO AVVERTENZA

REGOLAMENTO RELATIVO AI CERTIFICATI DENOMINATI PER DUE CERTIFICATES/ PER DUE CERTIFICATES DI TIPO QUANTO AVVERTENZA REGOLAMENTO RELATIVO AI CERTIFICATI DENOMINATI PER DUE CERTIFICATES/ PER DUE CERTIFICATES DI TIPO QUANTO AVVERTENZA L Emittente potrà con riferimento a ciascuna Serie di Certificati (i) richiedere direttamente

Dettagli

Ai fini del presente Regolamento i termini in maiuscolo indicati qui di seguito hanno il seguente significato:

Ai fini del presente Regolamento i termini in maiuscolo indicati qui di seguito hanno il seguente significato: 1. Definizioni REGOLAMENTO DEI WARRANT PRIMI SUI MOTORI 2012-2015 Ai fini del presente Regolamento i termini in maiuscolo indicati qui di seguito hanno il seguente significato: AIM Italia significa il

Dettagli

COMUNICATO STAMPA DI EDIZIONE S.R.L. Treviso 26 aprile 2012. Si trasmette per conto di Edizione S.R.L. l allegato comunicato stampa. Cordiali saluti.

COMUNICATO STAMPA DI EDIZIONE S.R.L. Treviso 26 aprile 2012. Si trasmette per conto di Edizione S.R.L. l allegato comunicato stampa. Cordiali saluti. EMITTENTE: OGGETTO: BENETTON GROUP S.P.A. COMUNICATO STAMPA DI EDIZIONE S.R.L. Treviso 26 aprile 2012 Si trasmette per conto di Edizione S.R.L. l allegato comunicato stampa. Cordiali saluti. Comunicato

Dettagli

Sunshine Capital Investments S.p.A. Regolamento dei WARRANT

Sunshine Capital Investments S.p.A. Regolamento dei WARRANT (All 1) Sunshine Capital Investments S.p.A. Regolamento dei WARRANT 1 REGOLAMENTO DEI WARRANT SUNSHINE CAPITAL INVESTMENTS S.P.A. 2014-2016 1. Definizioni Ai fini del presente Regolamento i termini indicati

Dettagli

SCHEMA CONTRATTUALE E NEGOZIAZIONI DEL CONTRATTO FUTURES SU FRUMENTO DURO

SCHEMA CONTRATTUALE E NEGOZIAZIONI DEL CONTRATTO FUTURES SU FRUMENTO DURO MODELLO DI SERVIZIO SU CONTRATTI FUTURES SU FRUMENTO DURO NEGOZIATI SUL SEGMENTO AGREX DEL MERCATO IDEM E GARANTITI DA CASSA DI COMPENSAZIONE E GARANZIA Il presente documento illustra le principali caratteristiche

Dettagli

La metodologia di determinazione dei Margini Futures Straddle

La metodologia di determinazione dei Margini Futures Straddle La metodologia di determinazione dei Margini Futures Straddle Ufficio RM Versione.0 Indice Premessa... 3 Definizione e finalità dei margini Futures Straddle... 3 3 La metodologia di calcolo... 4 Pagina

Dettagli

Signori Azionisti, * * * 1) PRINCIPALI MOTIVAZIONI PER LE QUALI È RICHIESTA L AUTORIZZAZIONE ALL ACQUISTO E ALLA DISPOSIZIONE DI AZIONI PROPRIE.

Signori Azionisti, * * * 1) PRINCIPALI MOTIVAZIONI PER LE QUALI È RICHIESTA L AUTORIZZAZIONE ALL ACQUISTO E ALLA DISPOSIZIONE DI AZIONI PROPRIE. RELAZIONE ILLUSTRATIVA DELL ORGANO AMMINISTRATIVO ALL ASSEMBLEA ORDINARIA DEGLI AZIONISTI CONVOCATA PER IL GIORNO 29 APRILE 2014 RELATIVA AL PUNTO TRE ALL ORDINE DEL GIORNO RELAZIONE DEGLI AMMINISTRATORI

Dettagli

REGOLAMENTO WARRANT VALORE ITALIA HOLDING DI PARTECIPAZIONI S.p.A 2014-2015.

REGOLAMENTO WARRANT VALORE ITALIA HOLDING DI PARTECIPAZIONI S.p.A 2014-2015. REGOLAMENTO WARRANT VALORE ITALIA HOLDING DI PARTECIPAZIONI S.p.A 2014-2015. 1. Definizioni Ai fini del presente Regolamento i termini in maiuscolo indicati qui di seguito hanno il seguente significato:

Dettagli

MODALITA DI DEPOSITO, VALORIZZAZIONE E RESTITUZIONE DELLE GARANZIE

MODALITA DI DEPOSITO, VALORIZZAZIONE E RESTITUZIONE DELLE GARANZIE MODALITA DI DEPOSITO, VALORIZZAZIONE E RESTITUZIONE DELLE GARANZIE 10 Novembre 2014 Versione 3.0 Indice 1. Premessa 2 2. Deposito di contante 2 3. Restituzione di contante 2 4. Deposito titoli 3 5. Valorizzazione

Dettagli

Sistema Anima. Regolamento di gestione Regolamento di gestione semplificato degli OICVM italiani gestiti da Anima SGR S.p.A.

Sistema Anima. Regolamento di gestione Regolamento di gestione semplificato degli OICVM italiani gestiti da Anima SGR S.p.A. Sistema Anima Regolamento di gestione Regolamento di gestione semplificato degli OICVM italiani gestiti da Anima SGR S.p.A. Linea Mercati Anima Liquidità Euro Anima Riserva Dollaro Anima Riserva Globale

Dettagli

CONVENZIONE. per la gestione delle risorse conferite ai sensi della Delibera di Giunta n... del e ripartita ai sensi del relativo bando in forma di

CONVENZIONE. per la gestione delle risorse conferite ai sensi della Delibera di Giunta n... del e ripartita ai sensi del relativo bando in forma di CONVENZIONE per la gestione delle risorse conferite ai sensi della Delibera di Giunta n... del e ripartita ai sensi del relativo bando in forma di STRUMENTO IBRIDO DI PATRIMONIALIZZAZIONE TRA la Camera

Dettagli

Regolamento del Prestito Convertibile TE Wind S.A. 2013-2018. (il Regolamento )

Regolamento del Prestito Convertibile TE Wind S.A. 2013-2018. (il Regolamento ) Regolamento del Prestito Convertibile TE Wind S.A. 2013-2018 (il Regolamento ) 1. Importo e titoli 1.1 Il prestito obbligazionario denominato Convertibile TE Wind S.A. 2013-2018 di Euro 4.365.000,00 (quattromilioni

Dettagli