Un esperienza pluriennale di screening della dislessia nella classe prima scuola primaria

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Un esperienza pluriennale di screening della dislessia nella classe prima scuola primaria"

Transcript

1 s p r i n z Un sprinza plurinnal di scrning dlla dislssia nlla class prima scuola primaria Progtto A.I.D. di rt «Tutti i bambini vanno bn a scuola» Mario Marchiori, Maria Angla Brton, Maria Rita Corts, Maristlla Craighro, Elisabtta Lornzi Catrina Scapin Qusto lavoro prsnta alcuni risultati dlla ralizzazion plurinnal di un progtto scintifico dll A.I.D. ch ha lo scopo di promuovr la collaborazion fra la scuola il srvizio sanitario in un intrvnto didattico spcifico prcoc in un individuazion attndibil di soggtti a maggior rischio dislssico.. L sprinza dscritta in qusto articolo si avval dll sprinza di scrning dscritta in un altro lavoro (Stlla t al., 2004) n assum lo strumnto introducndolo in un progtto pratico ch n aumnta l fficacia. Il progtto scintifico prvd inoltr l insrimnto di uno spcifico intrvnto didattico, cntrato sull laborazion fonologica dll parol, ch faciliti il procsso di alfabtizzazion dl bambino. Il progtto promuov in qusto modo nll insgnant un sprinza di formazion didattica dov il mondo torico si avvicina alla pratica favorisc un intrazion oprativa costruttiva tra i du sistmi «abilitativi», 1 sanità scuola. Introduzion Il prsnt articolo rifrisc su un sprinza di scrning di collaborazion fra la scuola i srvizi sanitari pr un intrvnto didattico, diagnostico riabilitativo ni bambini ch prsntano difficoltà di ltto-scrittura. 2 1 Entrambi i sistmi oprano nll tà volutiva pr far acquisir sviluppar nl bambino comptnz abilità, alcun dll quali sono condivis. 2 Si ringraziano vivamnt l Istituzioni Scolastich, l ULSS d i Comuni pr avr rso possibil la costituzion di qusta important rt di collaborazion. Si ringraziano inoltr l insgnanti, i nuropsichiatri infantili, i psicologi l logopdist pr avr rso oprativo il progtto. Edizioni Erickson Trnto Vol. 2, n. 2, maggio 2005 (pp ) 229

2 Vol. 2, n. 2, maggio 2005 Nl corso di qusti ultimi anni vari sprinz ricrch si sono occupat dlla ralizzazion di un intrvnto spcifico ni bambini dislssici nll ambito dlla scuola dl loro tmpstivo riconoscimnto. Alcun sprinz rifriscono di intrvnti di scrning in tà prscolar, snza tuttavia ralizzar un accttabil crtzza nll individuazion di soggtti a rischio. È stata infatti dimostrata ch l vidnza dlla patologia si prsnta solo in prsnza dllo stimolo spcifico (lttura o scrittura). Qusto lavoro prsnta alcuni risultati dlla ralizzazion plurinnal di un progtto scintifico dll A.I.D. ch ha lo scopo di promuovr la collaborazion fra la scuola il srvizio sanitario in un intrvnto didattico spcifico prcoc in un individuazion attndibil di soggtti a maggior rischio dislssico. L sprinza dscritta in qusto articolo si avval dll sprinza di scrning dscritta in un altro lavoro (Stlla t al., 2004) n assum lo strumnto, introducndolo in un progtto pratico ch n aumnta l fficacia. Il progtto scintifico prvd inoltr l insrimnto di uno spcifico intrvnto didattico, cntrato sulla laborazion fonologica dll parol, ch facili il procsso di alfabtizzazion dl bambino. Il progtto si carattrizza in scondo luogo pr l assunzion di uno strumnto mtodologico qual la ricrca-azion. Essa è stata dfinita com uno «studio sistmatico di tntativi intraprsi da gruppi di partcipanti di cambiar migliorar la prassi ducativa sia attravrso l loro azioni pratich sia attravrso la loro riflssion sugli fftti di qust azioni» (Ebbutt, 1985). In qusta sd ci si avval inoltr di una mtodologia ch principalmnt aiuti l insgnant ad acquisir la capacità di gstir in manira appropriata d fficac gli strumnti stssi dlla ricrca-azion. Gli strumnti la procdura dlla ricrca-azion adottati offrono all insgnant la possibilità di splorar la raltà nlla qual opra di analizzar com lavora, di introdurr di cambiamnti di sprimntar novità. Il tutto criticamnt, di modo ch, al trmin dl proprio lavoro, possa spigar giustificar il suo oprato con argomntazioni torich ragionat. Il progtto promuov in qusto modo nll insgnant un sprinza di formazion didattica dov il mondo torico si avvicina alla pratica favorisc un intrazion oprativa costruttiva tra i du sistmi «abilitativi», 3 sanità scuola. Il progtto A.I.D. di rt: «Tutti i bambini vanno bn a scuola» Carattristich dl progtto L AID 4 propon un progtto scintifico, nl paradigma dlla «ricrca-azion», ch mtt in rt di collaborazion la componnt sanitaria pubblica la componnt scola- 3 Entrambi i sistmi oprano nll tà volutiva pr far acquisir sviluppar nl bambino comptnz abilità, alcun dll quali sono condivis. 4 Il Rfrnt Scintifico pr l AID è il prof. Giacomo Stlla. Il Coordinamnto gnral di progtti pr l AID è affidato alla sig.ra Maristlla Craighro. 230

3 M. MARCHIORI ET AL. Un sprinza plurinnal di scrning dlla dislssia nlla class prima scuola primaria stica in una succssion di azioni ch concatnano lo scrning a un intrvnto spcifico a una vrifica dll intrvnto nll ambito dll apprndimnto dlla scrittura durant il primo anno di scolarizzazion. 5 Il progtto scintifico si articola in una prima slzion di soggtti a rischio, ch prsntano un ritardo nl procsso di apprndimnto dlla scrittura, poi in un intrvnto didattico cntrato sulla fonologia infin in un invio ai srvizi sociosanitari di soggtti ancora a rischio, nlla sconda prova, nonostant il lavoro di potnziamnto scolastico attuato. Si può schmatizzar il progtto in qusto modo: 1. costituzion dlla rt di soggtti coinvolti; 2. ralizzazion dl progtto nlla scuola (dal ms di gnnaio al ms di maggio); 3. valutazion di soggtti a rischio nll ASL (dal ms di giugno). Il primo principal procsso ch vin attivato è la costruzion dlla rt di soggtti ch sono gli attori dl progtto. La costruzion si fonda sulla concordanza sostanzial dgli obittivi dll procdur scintifich 6 com sono propost dall Associazion AID, concordanza siglata in un protocollo di accordo ch vin quindi a dfinir anch i ruoli di vari attori. I soggtti sono tr: l AID (com fornitor rsponsabil scintifico dl progtto), l ASL (com fornitori dll mdiazion scintifica oprativa dl progtto com dstinatari dll invio di soggtti risultati a rischio) la Scuola (com dstinatario dl progtto). Gli alunni sono coinvolti con l assnso di propri gnitori. La sconda fas dl progtto inizia con una formazion dll insgnanti con un aggiornamnto all logopdist 7 ralizzati da una logopdista AID. Logopdist insgnanti sono inoltr prparat alla mtodologia dlla somministrazion dlla prova scondo lo standard prdisposto. L individuazion dgli alunni oggtto dll attività di potnziamnto didattico spcifico avvin attravrso la prima prova (prova di dttato). Gli alunni risultanti a rischio saranno oggtto di una spcifica attività di potnziamnto nl corso di tr msi succssivi. L attività è svolta dall insgnant (di lingua, prfribilmnt) ch si avval dlla consulnza dlla logopdista dll ASL. La consulnza avvin scondo una scadnza mnsil prordinata con una modalità di piccolo gruppo. Il rinforzo didattico avvin mdiamnt pr circa mzz ora ora al giorno d è cntrato nllo sviluppo dlla comptnza fonologica (si vda la part dll logopdist). 5 L AID propon du progtti nll ambito dllo scrning in class prima. I du progtti, simili pr l azioni prvist, si diffrnziano nlla composizion dgli attori dlla rt: da una part ci si avval dll logopdist di srvizi sanitari di zona (progtto «Tutti i bambini vanno bn a scuola»), dall altra di logopdist assunt allo scopo (progtto «La scuola fa bn a tutti»). L altr condizioni sprimntali sono idntich. Il progtto «La scuola fa bn a tutti» articola inoltr l su propost anch pr altri ordini di scuola. 6 L procdur sono att a garantir uno standard di somministrazion di valutazion insim ad una indipndnza (chi somministra vs chi valuta) nlla valutazion di dati. 7 La formazion l aggiornamnto vin attuato da una Logopdista AID, ch è il Rfrnt Tcnico local dl progtto pr l AID con il compito anch di controllar la rgolarità dlla sua ralizzazion. 231

4 Vol. 2, n. 2, maggio 2005 Infin, nl ms di maggio, vin somministrata una sconda prova ch prmtt di individuar i bambini ch continuano a prsntar significativ difficoltà nll apprndimnto dlla scrittura. 8 I bambini individuati nlla sconda prova sono inviati ai srvizi sanitari di zona pr una valutazion diagnostica pr gli vntuali intrvnti riabilitativi sanitari ncssari. I srvizi d altra part sono gli stssi già coinvolti nlla fas prcdnt. Si favorisc in qusto modo un intgrazion di dati lo sviluppo dlla collaborazion fra Srvizio Sanitario Scuola anch pr l vntuali succssiv difficoltà nll apprndimnto scolastico dl bambino. Lo schma complssivo dl progtto è illustrato nlla tablla 1. Tablla 1 Schma dl progtto «Tutti i bambini vanno bn a scuola» FASI ATTORI AZIONI TEMPI COSTITUZIONE DELLA RETE REALIZZAZIONE DEL PRO- GETTO AID SCUOLA ASL: DEFINIZIONE DELLA COLLABORAZIONE FORMAZIONE AGGIORNAMENTO SOMMINISTRAZIONE DELLA PRIMA PROVA 1. INCONTRO LOGOPEDITE E INSEGNANTI 2. ATTIVITÀ DIDATTICA DI POTENZIAMENTO SPECIFICO 3. INCONTRO LOGOPEDITE E INSEGNANTI 4. ATTIVITÀ DIDATTICA DI POTENZIAMENTO SPECIFICO 5. INCONTRO LOGOPEDITE E INSEGNANTI 6. ATTIVITÀ DIDATTICA DI POTENZIAMENTO SPECIFICO SOMMINISTRAZIONE DELLA SECONDA PROVA SETTEMBRE DICEMBRE GENNAIO FEBBRAIO MARZO APRILE MAGGIO VALUTAZIONE DEI BAMBINI A RISCHIO SCUOLA: INVIO SOGGETTI A RISCHIO AZIENDA SANITARIA LOCALE: VALUTAZIONE DIAGNOSTICA GIUGNO SETTEMBRE 8 Al fin di prfzionar l individuazion di soggtti a rischio di disturbo spcifico di ltto-scrittura è stata prvista nlla fas attual (riguarda circa alunni) dl progtto l introduzion nlla prova di maggio di un tst aggiuntivo di scrning con lmnti ch attivino alcun componnti spcifich dl procsso di lttura. 232

5 M. MARCHIORI ET AL. Un sprinza plurinnal di scrning dlla dislssia nlla class prima scuola primaria La collaborazion fra logopdista insgnant Nll ambito dll sprinza ffttuata assum un ruolo crucial l intrazion fra insgnant logopdista, sia pr il buon funzionamnto dlla collaborazion sia pr l fficacia dll intrvnto. Sono stati individuati du prsupposti fondamntali, du binari all intrno di quali si muov l intro procsso. Il primo prsupposto è ch i du attori principali, insgnanti logopdist, sviluppino la loro intrazion scondo un rciproco riconoscimnto di comptnza, stimando nll altro una capacità profssional propria spcifica. Prtanto, una figura profssional non ricv dall altra figura dirttiv /o rictt smplicmnt da applicar, ma ciascuna propon la propria riflssion sull sprinza sui dati in un contsto collaborativo. L indicazioni l propost fonologich dlla logopdista sono dat nl prsupposto positivo ch l insgnant sappia intgrarl nlla didattica ordinaria quotidiana. Il scondo prsupposto, prsupposto di normalità, fa rifrimnto al contnuto dlla collaborazion fra insgnant logopdista: l alunno vin visto nlla sua normalità, la sua difficoltà saminata nll ambito di un ritardo dll apprndimnto il modllo di rifrimnto è lo sviluppo rgolar dll apprndimnto dlla scrittura. In qusta ottica i ruoli dll insgnant dlla logopdista sono carattrizzati da una prvalnza dcisional dll insgnant sulla sclta oprativa concrta dll attività didattica (nl risptto di alcun rgol gnrali condivis nlla prima fas dl progtto) da un ruolo di consulnza da part dlla logopdista in quanto sprta di fonologia. L insgnant intgra l indicazioni dlla logopdista alla propria comptnza, all sprinza all carattristich dll alunno dlla class. L condizioni di fficacia dlla collaborazion sono costituit mdiant un procsso di tr incontri in succssion (con cadnza mnsil) fra logopdist i insgnanti dov si laborano l propost spcifich si vrificano voluzioni risultati nll ambito dll difficoltà di acquisizion dlla scrittura da part di soggtti a rischio. 9 I risultati dl progtto L individuazion di bambini a rischio avvin mdiant una prova di dttato somministrata dall insgnant in prsnza di una logopdista scondo dll modalità standard ch garantiscono una nutralità una imparzialità dlla somministrazion dlla valutazion. La modalità di somministrazion è idntica fra l du prov. L laborazion di dati la valutazion quantitativa qualitativa dgli rrori è oprata dalla logopdista ch in sguito comunica i risultati propon dll squnz di attività 9 I tr incontri in succssion prmttono di avviar un sam sistmatico dll voluzion dll acquisizion dlla scrittura da part dl bambino di vrificar gli fftti dll attività di potnziamnto, consntndo di modificar l azioni di potnziamnto didattico. La succssion dgli incontri, tr, sono il prcorso proposto di un procsso informativo formativo ch tnga conto dlla ncssaria succssion tmporal dll acquisizion dlla scrittura dll pculiarità contstuali (insgnant class). Si ralizza cioè un procsso formativo d informativo in itinr. 233

6 Vol. 2, n. 2, maggio 2005 conformi allo scopo di favorir nll insgnant l apprndimnto di strumnti mtodi ch l prmttano di aiutar l alunno a crscr nlla comptnza fonologica. L azioni dlla ricrca sono organizzat sgundo alcun mtodologi standard sia riguardo alla somministrazion alla valutazion dlla prova sia riguardo agli obittivi all procdur di attività di rcupro potnziamnto dll comptnz dl bambino. Prima dll inizio di qusto progtto sono stat somministrat l prov a un gruppo di controllo pr il qual non è stato attivato alcun intrvnto didattico spcifico nll intrvallo di tmpo fra l du prov. Il gruppo campion ra costituito da 5200 bambini (Ricrca AID Cntro Rgional Disabilità Linguistich Cognitiv di Bologna; alunni di ASL Bologna Provincia) la tablla 2 riporta i risultati consguiti. Tablla 2 Tablla dati dl gruppo di controllo (nssuna attività spcifica fra l du prov) Anno scolastico Numro alunni Prcntual di alunni a rischio Prima prova Sconda prova Il campion dlla ricrca risulta costituito dalla popolazion scolastica dlla prima lmntar (o dlla prima class dlla scuola primaria, com si dic adsso) di nazionalità italiana scludndo sia gli straniri ch gli alunni ch usufruiscono dl sostgno scolastico ai snsi dlla lgg 104/92. Un annotazion particolar va offrta pr l sclusion dlla popolazion stranira. Pur partcipando all prov di scrning all attività di potnziamnto didattico, i risultati dll prov di scrning dgli alunni straniri sono sclusi nlla raccolta di dati pr mantnr una cornza dl campion 10 in corrlazion agli obittivi ch il progtto si propon di vrificar scintificamnt. I risultati Nll tabll sgunti vngono prsntati in sintsi i dati quantitativi suddividndoli scondo l annualità. La tablla 3 dscriv il numro di provinc di Dirzioni Didattich coinvolt in ogni annualità. La tablla 4 la tablla 5 riportano i dati suddivisi pr annualità rispttivamnt dlla somministrazion dlla prima dlla sconda prova. 10 L introduzion nlla ricrca di bambini straniri avrbb rso imprciso l sam di risultati data l introduzion di molt altr variabili nl procsso di acquisizion dlla lingua scritta (trognità dll lingu di origin, lingua parlata in ambint familiar, durata dlla prmannza in Italia, durata dlla scolarizzazion prcdnt all ingrsso dlla scuola lmntar). 234

7 M. MARCHIORI ET AL. Un sprinza plurinnal di scrning dlla dislssia nlla class prima scuola primaria Infin l tabll 6 7 riassumono confrontano i dati tra l du prov nl gruppo di ricrca nl gruppo di controllo. Sono stat inoltr calcolat l prcntuali rlativ al ssso alla latralità manual di scrittura sia nlla popolazion normal ch in qulla a rischio (tablla 8 tablla 9). Commnto I risultati vidnziano una significativa diminuzion dl numro di soggtti a rischio nlla sconda prova nl gruppo di ricrca risptto al gruppo campion (vdi tablla 7). Il risultato inoltr si prsnta rgolarmnt nl corso dll tr annualità dlla ricrca. 11 Si vidnzia inoltr una significativa vicinanza di valori rilvati alla sconda prova pur partndo da valori dlla prima prova significativamnt divrsi. Si può prtanto pnsar ch il lavoro fonologico attuato dall insgnanti indirizzato dall logopdist incida nl migliorar fficacmnt rapidamnt l acquisizion dlla scrittura ni soggtti normali. 12 Si ottin inoltr un prcoc mirato invio ai srvizi sanitari di diagnosi cura con una significativa riduzion di falsi positivi, cioè di bambini ch risultano a rischio nlla sconda prova snza vidnziar in sguito un disturbo spcifico di ltto-scrittura. Il valor final ottnuto risulta oltrtutto sostanzialmnt vicino al valor attso pr i disturbi spcifici di lttura scrittura. Ni dati in posssso non si vidnzia ancora l ampizza dlla prvalnza attsa di soggtti di ssso maschil risptto ai soggtti di ssso fmminil (1,6 maschi, 1 fmmina), anch s la tndnza fra la prima la sconda prova è nlla dirzion dll proporzioni atts. I dati riguardanti la latralità manual nlla scrittura sono conformi all atts non vidnziano alcuna diffrnza fra la popolazion a rischio la popolazion gnral. Tablla 3 Annualità di attuazion dl progtto scuol coinvolt Anno scolastico Numro di classi Provinc 2001/ Vicnza 2002/ Vicnza 11 Il campion dll anno scolastico 2001/2002 prsnta una prcntual infrior di bambini a rischio nlla prima prova risptto ai campioni succssivi. L classi partcipanti nll anno 2002 rano insrit in un progtto scolastico sprimntal pr la class prima attivato da tmpo dalla scuola stssa in collaborazion con una logopdista dll ASL local. 12 Il lavoro fonologico attuato risulta inoltr fficac anch ni bambini straniri. In un gruppo campion di 877 bambini (2004, ULSS n. 3 Bassano dl Grappa) i bambini straniri risultarono il 7,5 % dlla popolazion saminata. Nlla prima prova il 52% di bambini straniri risultarono a rischio, nlla sconda la prcntual scs al 14%. 235

8 Vol. 2, n. 2, maggio 2005 Tablla 4 Risultati alla somministrazion dlla prima prova nll divrs annualità (Prova 1) Anno scolastico Alunni dl campion Numro Alunni a rischio Prcntual 2001/ / ,8 2003/ ,9 Tablla 5 Risultati alla somministrazion dlla sconda prova nll divrs annualità (Prova 2) Anno scolastico Alunni dl campion Numro Alunni a rischio Prcntual 2001/ / ,6 2003/ ,7 Tablla 6 Confronto fra la prima la sconda somministrazion nl gruppo di ricrca Anno scolastico Prcntual di alunni a rischio Prima prova Sconda prova Diffrnza 2001/ / ,8 5,6 15,2 2003/ ,9 5,7 19,2 Tablla 7 Tablla di confronto (punti prcntual) fra il gruppo di controllo il gruppo di ricrca Prima prova Sconda prova Diffrnza fra l du prov Gruppo di controllo Gruppo di Ricrca 13 23,1 5,6 17,5 13 L tabll 7, 8 9 prsntano una mdia bilanciata dll prcntuali, proporzional al numro di soggtti dl campion nll divrs annualità. 236

9 M. MARCHIORI ET AL. Un sprinza plurinnal di scrning dlla dislssia nlla class prima scuola primaria Tablla 8 Suddivision pr ssso (prcntual) Tutti Prima prova Alunni a rischio* Sconda prova Fmmin Maschi * La prcntual è calcolata sulla sola popolazion a rischio Tablla 9 Suddivision pr prvalnza manual (prcntual) Tutti Prima prova Alunni a rischio* Sconda prova Dstriman Mancino * La prcntual è calcolata sulla sola popolazion a rischio Rapporto intrattivo tra sistma alfabtico consapvolzza fonologica I bambini in prima lmntar vngono istruiti nl codic alfabtico quindi dvono scoprir la dimnsion fonologica dl linguaggio: dvono comprndr ch l lttr dll alfabto rapprsntano i suoni dl linguaggio. In una lingua di tipo alfabtico, la capacità di ltto-scrittura, almno pr quanto riguarda l prim fasi di apprndimnto (idntificazion dlla parola pr via fonologica), sono sicuramnt influnzat dalla consapvolzza fonologica, dall abilità di sgmntazion fusion fonmica. Pr consapvolzza fonologica si intnd la capacità di riflttr in modo splicito sulla struttura sonora dlla parola di manipolarla consapvolmnt. Lo sviluppo di qust comptnz è gradual: alcun sono acquisit spontanamnt (comptnz fonologich di tipo global), altr si organizzano soltanto con l sposizion al codic alfabtico (comptnz fonologich di tipo analitico). Pr parlar, il bambino non ha bisogno di avr consapvolzza fonologica ma pr lggr scrivr in un sistma alfabtico sì, prché l ortografia alfabtica è basata su struttur fonmich, sulla corrispondnza suono-sgno. Considrando ch l apprndimnto dlla ltto-scrittura di bambini in prima lmntar è lgato alla consapvolzza fonologica nl progtto di ricrca-azion è prvisto 237

10 Vol. 2, n. 2, maggio 2005 nlla trza sttimana di gnnaio, la somministrazion ai bambini di una prova collttiva di dttato assum valor di filtro risptto all vntuali difficoltà di apprndimnto dlla lingua scritta. Il dttato si compon di sdici parol bi trisillab pian complss, dttat dall insgnant in prsnza dlla logopdista. La prova è fatta snza dar nssun aiuto al bambino, l parol non dvono ssr sillabat né riptut, si rispttano i tmpi di ciascun bambino ch dv prò lavorar in modo autonomo. La prova di dttato sguita con qust modalità consnt di rilvar nl bambino il punto di acquisizion di concttualizzazion dlla lingua scritta. Con i bambini rilvati a rischio di DSA vngono poi formati di piccoli gruppi di potnziamnto gstiti dall insgnanti, con la consulnza dlla logopdista. Ogni piccolo gruppo dv ssr possibilmnt omogno pr livllo di acquisizion dlla scrittura il prcorso fonologico dv ssr strutturato in modo tal da prmttr al bambino di lavorar pr raggiungr il livllo di acquisizion succssivo. Il prcorso di acquisizion dlla scrittura scondo Frriro Tbrosky passa attravrso quattro livlli: 1. prconvnzional; 2. convnzional sillabico; 3. sillabico alfabtico; 4. alfabtico. Durant l attività fonologich propost nl priodo di potnziamnto, l insgnant dv ossrvar una progrssion ch tnga conto dl punto di partnza di ciascun bambino dgli obittivi propri di ogni livllo. Qusti obittivi si possono raggiungr attravrso un prcorso ch prvda una proposta inizial con parol bisillab pian ad alta frqunza d uso pr poi arrivar a proporr srcizi con parol dov sia aumntata la lunghzza la complssità diminuita la frqunza d uso dll parol stss. Ogni srcizio è prima sostnuto da immagini nll analisi sintsi dll parol partirà analizzando prima la sillaba poi il fonma. Dopo tr msi di lavoro, suddiviso sttimanalmnt in tr incontri dlla durata di 45 minuti ognuno (oppur mzz ora al giorno), nlla trza sttimana di maggio, vin ffttuata una nuova prova di dttato, con consgunti individuazion di bambini a rischio. Cambiano l parol ma non la progrssion dll stss. I bambini ch risultano ancora a rischio sono sgnalati ai srvizi trritoriali pr gli approfondimnti dl caso. Pr la ralizzazion di qusto progtto di lavoro con i bambini in ambito scolastico è indispnsabil ch pdagogia nuropsicologia si intgrino. È ncssario stabilir una conoscnza di bas, comun condivisibil, ch si ralizza ngli incontri programmati dscritti nlla part prcdnt dll articolo. Esprinza, valutazion significato dl progtto pr la scuola Ogni anno arrivano molti progtti in vision alla scuola sptta al Collgio di Docnti scglir, scondo critri di qualità di conomicità, qulli da attuar proporr 238

11 M. MARCHIORI ET AL. Un sprinza plurinnal di scrning dlla dislssia nlla class prima scuola primaria pr l approvazion al Consiglio d Istituto (organo scolastico dov sono prsnti anch i rapprsntanti di gnitori). Dunqu, prché scglir qusto progtto? All inizio, sulla carta, già si possono intuir alcuni bnfici: il docnt la logopdista lavorano insim tutto l anno scolastico l azioni sono programmat in modo gradual flssibil, ralizzando, in tal modo, una rlazion collaborativa partcipata. Pr quanto riguarda qusta prima ossrvazion, è fondamntal sapr, pr un docnt, ch qusto non è il solito momnto di formazion in cui l sprto, quando non sia on-lin, dopo gli incontri ti lascia da solo a risolvr i problmi quotidiani dlla class. In qusto progtto, l sprto è fisicamnt accanto pr un anno intro fornisc la sua consulnza anch in sguito, rivlandosi una prziosa risorsa. Inoltr, l azioni sono adattabili all conoscnz dl docnt, rispttano l sclt didattich di mtodo. La scansion mnsil prmtt di intriorizzar mttr in pratica, snza la frnsia di tmpi, ciò ch si è concordato con la logopdista, frutto di un lavoro di condivision di attività didattich stratgi mtodologich rivolt a cosa, com prché far insim. Un ultrior riflssion riguarda la tipologia dl progtto: è una ricrca-azion, ch garantisc l apporto di applicazion dirtta nlla scuola (obittivo fondamntal dl rinnovamnto voluto dal ministro Moratti nlla riforma ch coinvolg univrsità mondo scolastico). Qust prmss prmttono di crar dll aspttativ ch nl corso dl progtto non vngono di crto disillus. S volssimo figurar qusto prcorso lo potrmmo immaginar com di compagni di viaggio, ch partono con uno zaino vuoto, pr trovarslo rimpito di oggtti intrssanti trovati lungo il prcorso. Quali sono, dunqu, qusti oggtti? Com in tutti i viaggi, i partcipanti parlano tra loro, scambiando id, propost, proccupazioni: tra logopdista, insgnanti, alunni gnitori si cra un linguaggio comun, si comprndono i punti di vista, si ntra nl mondo di ciascuno, nl risptto di rciproci ruoli. Il dialogo tra docnt logopdista prmtt di conoscr ntramb l raltà nl concrto dl quotidiano, di far uscir dall isolamnto profssional l insgnant ch spsso si trova «da solo» ad affrontar difficili sclt didattich, ch sono invc qui condivis. Nl dialogo tra il docnt l alunno, qust ultimo vd comprs accttat l propri difficoltà. Inoltr, ss vngono affrontat con un prcorso prsonalizzato, attravrso attività (prttamnt orali) di giochi linguistici ch favoriscono la partcipazion attiva d motiva dl bambino, stimolando in lui attnzion, motivazion all apprndimnto, dunqu, una risposta positiva alla proposta. Infin, la famiglia non viv più da sola il pso di un bambino «inadguato», ma riconosc il ruolo attivo dll prson ch lo circondano dl figlio stsso nl suo procsso d apprndimnto. Dal punto di vista contnutistico, i momnti dl potnziamnto (l frmat dl nostro viaggio) sono momnti ssnziali dov l insgnant acquisisc ultrior formazion 239

12 Vol. 2, n. 2, maggio 2005 spcifica attravrso mtodologi stratgi didattich ch risultano subito trasfribili rplicabili nl quotidiano lavoro in class adattabili ai divrsi livlli di acquisizion dlla lingua scritta di bambini. Ciò prmtt all insgnant di ssr un «chirurgo dll intrvnto di potnziamnto», in quanto sso divnta fficac d fficint, conomizzando sia i tmpi ch l nrgi non solo di s stsso ma anch dll alunno, ch si trova così immrso in attività di potnziamnto motivo cognitivo. Alla fin dl viaggio, il progtto prmtt di capir anch altri asptti non subito visibili, ma altrttanto significativi: l apporto fonologico mtodologico non dv ssr pr pochi, ma un opportunità data a tutta la class (una didattica spcial può divntar una didattica dlla class); gli insgnanti coinvolti dvono potr ssr tutti qulli dl modulo (équip pdagogica), prché dv ssr garantita a tutti l opportunità di formazion spcifica pr ragioni di continuità d intrvnto; la prsa in carico dl bambino, da part dl Srvizio, avvin con la consapvolzza il riconoscimnto ch si è fatto un prcorso spcifico, snza attggiamnti di dlga, coinvolgndo, piuttosto, tutt l figur ch ruotano attorno al bambino. È dunqu important ora porci una domanda divrsa da qulla prcdnt: «Prchè non far qusto progtto?» Conclusioni La ricrca-azion rifrita in qusto articolo opra un tntativo, pr lo più bn riuscito, di calar la ricrca la toria nlla raltà dlla scuola, in particolar nlla class, attravrso il dirtto coinvolgimnto dgli insgnanti. Nllo stsso tmpo, sistmatizza un procsso finalizzato di collaborazion fra logopdista insgnant su obittivi chiari concrti, dov il risultato principal non è solo l individuazion di soggtti più a rischio ma anch l acquisizion, sprimntata sul campo, di una conoscnza util nlla didattica ordinaria nlla didattica pr i bambini dislssici. Lo studio prsntato, s da una part non ha tutt l carattristich di un sprimnto scintifico nl snso classico dlla ricrca sprimntal, prmtt di ritnr, sulla bas dl grand volum di soggtti coinvolti dlla rplica dlla ricrca in divrsi anni scolastici, ch i risultati consguiti non siano frutto dlla casualità o dlla quotidianità scolastica ma di un lavoro spcifico corrttamnt individuato insrito. D altra part, oltr al gruppo di controllo, proprio la comparazion dl valor inizial dlla prima prova nll vari annualità vidnzia ch il procsso non è natural spontano ch la condizion di partnza risulta abbastanza stabil nl corso dgli anni. Il potnziamnto dll attività fonologica nll attività didattica ordinaria risulta praltro indispnsabil ni bambini dislssici. Prtanto si vin prcocmnt ad attuar vrso qusti bambini un lavoro didattico più adguato all carattristich dl loro disturbo. Lo scrning oprato scondo la mtodologia di qusto progtto, ch intrvalla l du prov con un attività didattica di potnziamnto spcifico, fa mrgr qulli ch più vrosimilmnt sono i soggtti a rischio. 240

13 M. MARCHIORI ET AL. Un sprinza plurinnal di scrning dlla dislssia nlla class prima scuola primaria Nota: Pr informazioni rivolgrsi a o alla Sd Nazional AID, Via Tstoni 1, 40123, Bologna, tl. 051/270578, fax 051/ MARIO MARCHIORI, psicologo psicotraputa, mmbro Comitato Profssional AID, rsponsabil Ambul. Spc. Disturbi Apprndimnto in SCNPI ULSS n.3 Bassano dl Grappa (VI). MARIA ANGELA BERTON, logopdista, A.I.D. Szion Vi. Pd. MARIA RITA CORTESE, psicopdagogista, insgnant scuola primaria, AID Vi. Pd., rfrnt pdagogico dl progtto «Tutti i bambini vanno bn a scuola» pr CTI Bassano dl Grappa-Asiago (Vi). MARISTELLA CRAIGHERO, Dirttivo Nazional AID, Rsponsabil Coordinatric nazional dl Progtto «Tutti i bambini vanno bn a scuola». ELISABETTA LORENZI, logopdista; U.O. Psicologia riabilitazion dll tà volutiva, ULSS n. 4 Thin (VI); A.I.D. Szion Vi. Pd. CATERINA SCAPIN, insgnant, Scinz dll ducazion, A.I.D. Szion Vi. Pd. Bibliografia Frith U. t al. (2003), Thoris of dvlopmntal dyslxia: insights from a multipl cas study of dyslxia adults, «Brain», n.126, pp Frriro E. Tbrosky A. (1985), La costruzion dlla lingua scritta nl bambino, Firnz, Giunti- Barbra. Orsolini M. t al. (2003), Primi progrssi nll apprndimnto dlla lttura: una riconsidrazion dl ruolo dlla consapvolzza fonologica, «Psicologia clinica dllo sviluppo», n.3, pp Stlla G. Apolito A. (2004), Lo scrning prcoc nlla scuola lmntar, «Dislssia», vol. 1, n. 1, pp Riccardi Ripamonti I. t al. (2004), Analisi di fficacia dll approccio fonologico-lssical nl trattamnto dll difficoltà di ltto-scrittura, «Dislssia», vol.1, n. 3, pp Librman I. Y. Librman A. M. (2004), Mtodo global vs mtodo alfabtico: l assunzioni sottostanti l implicazioni pr l insgnamnto dlla lttura, «Dislssia», vol. 1, n. 1, pp

TEMPI SOGGETTI AZIONI Gennaio- Docenti dei due ordini di scuola e Pianificazione del progetto ponte per gli Anno

TEMPI SOGGETTI AZIONI Gennaio- Docenti dei due ordini di scuola e Pianificazione del progetto ponte per gli Anno PROGETTO PONTE TRA ORDINI DI SCUOLA Pr favorir la continuità ducativo didattica nl momnto dl passaggio da un ordin di scuola ad un altro, si labora un pont, sul modllo di qullo sottolncato. TEMPI SOGGETTI

Dettagli

ALLEGATO N.3 STRATEGIE PER IL RECUPERO-POTENZIAMENTO E VALORIZZAZIONE ECCELLENZE

ALLEGATO N.3 STRATEGIE PER IL RECUPERO-POTENZIAMENTO E VALORIZZAZIONE ECCELLENZE ALLEGATO N.3 STRATEGIE PER IL RECUPERO-POTENZIAMENTO E VALORIZZAZIONE ECCELLENZE a. STRATEGIE PER IL RECUPERO DESTINATARI Il Rcupro sarà rivolto agli alunni ch prsntano ancora difficoltà nll adozion di

Dettagli

La Formazione in Bilancio delle Unità Previsionali di Base

La Formazione in Bilancio delle Unità Previsionali di Base La Formazion in Bilancio dll Unità Prvisionali di Bas Con la Lgg 3 april 1997, n. 94 sono stat introdott l Unità Prvisionali di Bas (di sguito anch solo UPB), ch rapprsntano un di aggrgazion di capitoli

Dettagli

Prot. n. AOODGEFID/7724 Roma, 12/05/2016. Al Dirigente Scolastico I.C. 1^ CASSINO VIA BELLINI, 1 03043 CASSINO FROSINONE LAZIO

Prot. n. AOODGEFID/7724 Roma, 12/05/2016. Al Dirigente Scolastico I.C. 1^ CASSINO VIA BELLINI, 1 03043 CASSINO FROSINONE LAZIO Ministro dll Istruzion, dll Univrsità dlla Ricrca Dipartimnto pr la Programmazion la gstion dll risors uman, finanziari strumntali Dirzion Gnral pr intrvnti in matria di dilizia scolastica, pr la gstion

Dettagli

SCHEMA PER LA STESURA DEL PIANO DI MIGLIORAMENTO INTRODUZIONE. Per la predisposizione del piano, è necessario fare riferimento alle Linee Guida.

SCHEMA PER LA STESURA DEL PIANO DI MIGLIORAMENTO INTRODUZIONE. Per la predisposizione del piano, è necessario fare riferimento alle Linee Guida. INTRODUZIONE Pr la prdisposizion dl piano, è ncssario far rifrimnto all Lin Guida. Lo schma proposto di sguito è stato sviluppato nll ambito dl progtto Miglioramnto dll prformanc dll istituzioni scolastich

Dettagli

ASSESSORATO DELLA PROGRAMMAZIONE, BILANCIO, CREDITO E ASSETTO DEL TERRITORIO Centro Regionale di Programmazione

ASSESSORATO DELLA PROGRAMMAZIONE, BILANCIO, CREDITO E ASSETTO DEL TERRITORIO Centro Regionale di Programmazione ASSESSORATO DELLA PROGRAMMAZIONE, BILANCIO, CREDITO E ASSETTO DEL TERRITORIO Cntro Rgional di Programmazion I n t r POR Sardgna FESR 2007/2013 - ASSE VI COMPETITIVITÀ Lina di attività 6.1.1.A Promozion

Dettagli

MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÁ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE DI SALERNO PIANO EDUCATIVO INDIVIDUALIZZATO

MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÁ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE DI SALERNO PIANO EDUCATIVO INDIVIDUALIZZATO Distrtto Scolastico N 53 Nocra Infrior (SA) SCUOLA MEDIA STATALE Frsa- Pascoli Vial Europa ~ 84015 NOCERA SUPERIORE (SA) Tl. 081 933111-081 931395- fax: 081 936230 C.F.: 94041550651 Cod: Mcc.: SAMM28800N

Dettagli

IPOTESI ESEMPLIFICATIVA DI ORGANIZZAZIONE DEI CONTENUTI DELLA PROGRAMMAZIONE DI DIPARTIMENTO. PRIMO BIENNIO/SECONDO BIENNIO e ULTIMO ANNO

IPOTESI ESEMPLIFICATIVA DI ORGANIZZAZIONE DEI CONTENUTI DELLA PROGRAMMAZIONE DI DIPARTIMENTO. PRIMO BIENNIO/SECONDO BIENNIO e ULTIMO ANNO IPOTESI ESEMPLIFICATIVA DI ORGANIZZAZIONE DEI CONTENUTI DELLA PROGRAMMAZIONE DI DIPARTIMENTO PRIMO BIENNIO/SECONDO BIENNIO ULTIMO ANNO In cornza con i critri di validazion dlla programmazion di ass (o

Dettagli

VILLEVENET E AS S O C IAZ IO NE

VILLEVENET E AS S O C IAZ IO NE MINISTERO DELL'ISTRUZIONE DELL'UN IVERSITÀ E DELLA RICERCA Istituto Rgional Vill Vnt VILLEVENET E AS S O C IAZ IO NE PROTOCOLLO D'INTESA TRA l'ufficio Scolastico Rgional pr il Vnto l' A~sociazion pr l

Dettagli

ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI

ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI COMUNICATO STAMPA Informazioni rlativ ai piani di stock option di ITALMOBILIARE S.p.A. ITALCEMENTI S.p.A. già sottoposti alla dcision di rispttivi organi comptnti antcdntmnt

Dettagli

SERVIZIO LUCE 3 - Criteri di sostenibilità

SERVIZIO LUCE 3 - Criteri di sostenibilità SERVIZIO LUCE 3 - Critri sostnibilità 1. Oggtto dll iniziativa La Convnzion ha com oggtto l attività acquisto dll nrgia lttrica, srcizio manutnzion dgli impianti illuminazion pubblica, nonché gli intrvnti

Dettagli

Casi clinici Una Esperienza di Trattamento ACUDETOX Antifumo in Fabbrica

Casi clinici Una Esperienza di Trattamento ACUDETOX Antifumo in Fabbrica Una Esprinza di Trattamnto ACUDETOX Antifumo in Fabbrica Rmo ANGELINO Dirttor SC Dipndnz Patologich - ASL 10 Pinrolo TO, Antonio POTOSNJAK I.P. SC Dipndnz Patologich - ASL 10 Pinrolo TO Prmssa La rlazion

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA. tra. Prefettura di Roma. Università di Roma La Sapienza. Università degli Studi di Roma Tor Vergata

PROTOCOLLO D INTESA. tra. Prefettura di Roma. Università di Roma La Sapienza. Università degli Studi di Roma Tor Vergata PROTOCOLLO D INTESA tra Prfttura di Roma Univrsità di Roma La Sapinza Univrsità dgli Studi di Roma Tor Vrgata Univrsità dgli Studi Roma Tr 1 PREMESSO ch con dcrto dl Prsidnt dl Consiglio di Ministri dl

Dettagli

COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO. Provincia di Bologna REP. 16820 CONVENZIONE PER LA REALIZZAZIONE DEL SISTEMA MUSEALE DI TERRED ACQUA

COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO. Provincia di Bologna REP. 16820 CONVENZIONE PER LA REALIZZAZIONE DEL SISTEMA MUSEALE DI TERRED ACQUA Esnt dall imposta di bollo ai snsi dll art. 16 dlla tablla allgato B) al D.P.R. 26/10/1972 N. 642 succ. modif. COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO Provincia di Bologna REP. 16820 CONVENZIONE PER LA REALIZZAZIONE

Dettagli

SCUOLE PRIMARIE CLASSI QUINTE

SCUOLE PRIMARIE CLASSI QUINTE ISTITUTO COMPRENSIVO N 5 SANTA LUCIA UNITÀ DI APPRENDIMENTO 1 o QUADRIMESTRE SCUOLE PRIMARIE CLASSI QUINTE UNITA DI APPRENDIMENTO Dnominazion Compito-prodotto Comptnz mirat Comuni /cittadinanza LA CIVILTA

Dettagli

PIANO DI MIGLIORAMENTO PROMUOVERE COMPETENZE PER UNA SCUOLA DI QUALITA. Anno scolastico 2015/2016. Allegato al Piano dell Offerta Formativa

PIANO DI MIGLIORAMENTO PROMUOVERE COMPETENZE PER UNA SCUOLA DI QUALITA. Anno scolastico 2015/2016. Allegato al Piano dell Offerta Formativa PIANO DI MIGLIORAMENTO PROMUOVERE COMPETENZE PER UNA SCUOLA DI QUALITA Anno scolastico 2015/ Allgato al Piano dll Offrta Formativa Dlibra dl Consiglio di Istituto n.4 dl 14/10/2015 PRIMA SEZIONE ANAGRAFICA

Dettagli

04/11/2014. Coordinatore per la progettazione. Coordinatore per l esecuzione

04/11/2014. Coordinatore per la progettazione. Coordinatore per l esecuzione Committnt /o Rsponsabil di lavori Imprsa affidataria, Imprs scutrici Lavoratori autonomi 1 Committnt CHI E : soggtto pr conto dl qual l intra opra vin ralizzata, indipndntmnt da vntuali frazionamnti dlla

Dettagli

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE. Progetto di RACCOMANDAZIONE DELLA COMMISSIONE. del (...)

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE. Progetto di RACCOMANDAZIONE DELLA COMMISSIONE. del (...) COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE Bruxlls, xxx COM (2001) yyy final Progtto di RACCOMANDAZIONE DELLA COMMISSIONE dl (...) modificando la raccomandazion 96/280/CE rlativa alla dfinizion dll piccol mdi

Dettagli

1 Scheda di Adesione scaricabile sul sito www.fondazionecariplo.it/scuola21. ione relativo a una ipotetica. consapevoli.

1 Scheda di Adesione scaricabile sul sito www.fondazionecariplo.it/scuola21. ione relativo a una ipotetica. consapevoli. VERSO LA COSTRUZIONE CONDIVISA DEL PIANO DIDATTICO DI SCUOLA 21 s. Istituto Tcnico Commrcial L'obittivo dl prsnt documnto è qullo di smplificar la compilazion dl Piano Didattico di Scuola 21 ch è riportato

Dettagli

Classe di abilitazione (o classe di concorso) Reclutamento docenti e Graduatorie http://www.istruzione.it/urp/reclutamento.shtml

Classe di abilitazione (o classe di concorso) Reclutamento docenti e Graduatorie http://www.istruzione.it/urp/reclutamento.shtml Class di abilitazion (o class di concorso) La class di concorso è una sigla alfa numrica con la qual si indica l insim di matri ch possono ssr insgnat da un docnt. Indica una particolar cattdra di insgnamnto,

Dettagli

EUCENTRE. European Centre for Training and Research in Earthquake Engineering

EUCENTRE. European Centre for Training and Research in Earthquake Engineering Europan Cntr for Rsarch in Earthquak Enginring Parr sulla vntual obbligatorità di un intrvnto di adguamnto sismico nll ambito dll intrvnto di ristrutturazion, adguamnto ampliamnto dlla Casa Albrgo pr Anziani

Dettagli

Progetto I CARE Progetto CO.L.O.R.

Progetto I CARE Progetto CO.L.O.R. Attori in rt pr la mobilità di risultati dll apprndimnto Dirtta WEB, 6 dicmbr 2011 Progtto I CARE Progtto CO.L.O.R. Elmnti distintivi complmntarità Michla Vcchia Fondazion CEFASS gli obittivi Facilitar

Dettagli

PROGETTAZIONE DIDATTICA PER COMPETENZE

PROGETTAZIONE DIDATTICA PER COMPETENZE ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE G. M. MONTANI CONVITTO ANNESSO AZIENDA AGRARIA 63900 FERMO Via Montani n. 7 - Tl. 0734-622632 Fax 0734-622912 www.istitutomontani.it -mail aptf010002@istruzion.it Coc

Dettagli

Università degli Studi di Milano Bicocca. Laurea Magistrale in PSICOLOGIA DELLO SVILUPPO E DEI PROCESSI

Università degli Studi di Milano Bicocca. Laurea Magistrale in PSICOLOGIA DELLO SVILUPPO E DEI PROCESSI Univrsità dgli Studi di Milano Bicocca Laura Magistral in PSICOLOGIA DELLO SVILUPPO E DEI PROCESSI EDUCATIVI D.M. 22/10/2004, n. 270 Rgolamnto didattico - anno accadmico 2014/2015 1 Prmssa Dnominazion

Dettagli

SCHEDA VALUTAZIONE ANNUALE PERSONALE SCHEDA VALUTAZIONE NEOASSUNTO

SCHEDA VALUTAZIONE ANNUALE PERSONALE SCHEDA VALUTAZIONE NEOASSUNTO Rvision n 3 25/06/2012 SCHEDA VALUTAZIONE ANNUALE SCHEDA VALUTAZIONE NEOASSUNTO Cognom Nom Unità Oprativa Valutator Data valutazion Da compilar s noassunto: Data inizio priodo di prova Data valutazion

Dettagli

ACCORDO DI COLLABORAZIONE

ACCORDO DI COLLABORAZIONE ACCORDO DI COLLABORAZIONE TRA EXPO 2015 S.p.A. Rgion Lombardia il Ministro dll Istruzion, dll Univrsità dlla Ricrca Ufficio Scolastico Rgional pr la Lombardia in accordo con ANCI Lombardia Rgion Ecclsiastica

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO M. ANZI DI BORMIO Scuola Primaria di Cepina Valdisotto PROGETTO IMPARA L ARTE E FAI DA TE

ISTITUTO COMPRENSIVO M. ANZI DI BORMIO Scuola Primaria di Cepina Valdisotto PROGETTO IMPARA L ARTE E FAI DA TE ISTITUTO COMPRENSIVO M. ANZI DI BORMIO Scuola Primaria di Cpina Valdisotto PROGETTO IMPARA L ARTE E FAI DA TE Classi coinvolt: prima A B Tmpi di ffttuazion: 19-20-21 novmbr 2015 Obittivi trasvrsali gnrali:

Dettagli

Corso di Alta Formazione/Specialist. Lead Auditor Sistemi di Gestione per la Sicurezza. (ISO 19011:2012 - OHSAS 18001:2007) (40 ore) ISTUM

Corso di Alta Formazione/Specialist. Lead Auditor Sistemi di Gestione per la Sicurezza. (ISO 19011:2012 - OHSAS 18001:2007) (40 ore) ISTUM Corso di Alta Formazion/Spcialist Lad Auditor Sistmi di Gstion pr la Sicurzza (ISO 19011:2012 - ) (40 or) ISTUM ISTITUTO DI STUDI DI MANAGEMENT Corso riconosciuto 40 or Augusto di Prima Porta (particolar

Dettagli

le Segreterie degli Organi di Coordinamento delle rr.ss.aa. FABI DIRCREDITO SINFUB

le Segreterie degli Organi di Coordinamento delle rr.ss.aa. FABI DIRCREDITO SINFUB In rlazion a quanto prvisto dall art.2120 C.C., dall norm di lgg dagli accordi collttivi vignti, convngono ch, in aggiunta alla casistica sprssamnt prvista, il dipndnt possa chidr la anticipazion dl proprio

Dettagli

Generali operative. Ausiliario Sui compiti Semplice Interne con pochi soggetti. Di tipo indiretto. Discreta ampiezza delle soluzioni.

Generali operative. Ausiliario Sui compiti Semplice Interne con pochi soggetti. Di tipo indiretto. Discreta ampiezza delle soluzioni. ,352),/,352)(66,21$/,1(*/,(17,/2&$/,813266,%,/(02'(//2', '(6&5,=,21('(//$9252 GL5LFFDUGR*LRYDQQHWWL&H3$±/,8& A distanza di circa quattro anni dalla introduzion dl nuovo sistma di inquadramnto dl prsonal

Dettagli

Circolare n. 1 Prot. n. 758 Roma 29/01/2015

Circolare n. 1 Prot. n. 758 Roma 29/01/2015 Ministro dll Istruzion, dll Univrsità dlla Ricrca Dipartimnto pr il sistma ducativo di istruzion formazion Dirzion Gnral pr gli ordinamnti scolastici la valutazion dl sistma nazional di istruzion Circolar

Dettagli

Il punto sulla liberalizzazione del mercato postale

Il punto sulla liberalizzazione del mercato postale Il punto sulla libralizzazion dl mrcato postal Andra Grillo Il punto di vista di Post Italian sul procsso di libralizzazion l implicazioni concorrnziali; l carattristich dl srvizio univrsal nll ambito

Dettagli

INTERNAZIONALIZZ. E MARKETING TERRITORIALE DETERMINAZIONE. Estensore TENNENINI MASSIMO. Responsabile del procedimento TENNENINI MASSIMO

INTERNAZIONALIZZ. E MARKETING TERRITORIALE DETERMINAZIONE. Estensore TENNENINI MASSIMO. Responsabile del procedimento TENNENINI MASSIMO REGIONE LAZIO Dirzion Rgional: Ara: SVILUPPO ECONOMICO E ATTIVITA PRODUTTIVE INTERNAZIONALIZZ. E MARKETING TERRITORIALE DETERMINAZIONE N. G09834 dl 08/07/2014 Proposta n. 11437 dl 01/07/2014 Oggtto: Attuazion

Dettagli

Tra. di seguito le Parti

Tra. di seguito le Parti Protocollo di intsa SERVIRE CON LODE Tra il Politcnico di Torino C.F. n. 00518460019, con sd lgal in Torino, Corso Duca dgli Abruzzi, 24, rapprsntato dal Vic Rttor pr la Didattica Prof.ssa Anita Tabacco

Dettagli

Procedura Operativa Standard. Internal Dealing. Rev. 0 In vigore dal 28 marzo 2012 COMITATO DI CONTROLLO INTERNO. Luogo Data Per ricevuta

Procedura Operativa Standard. Internal Dealing. Rev. 0 In vigore dal 28 marzo 2012 COMITATO DI CONTROLLO INTERNO. Luogo Data Per ricevuta REDATTO: APPROVATO: APPROVATO: INTERNAL AUDITOR COMITATO DI CONTROLLO INTERNO C.D.A. Luogo Data Pr ricvuta INDICE 1.0 SCOPO E AMBITO DI APPLICAZIONE 2.0 RIFERIMENTI NORMATIVI 3.0 DEFINIZIONI 4.0 RUOLI

Dettagli

DOSSIER DELL INSEGNANTE PER LA VALORIZZAZIONE DEL MERITO

DOSSIER DELL INSEGNANTE PER LA VALORIZZAZIONE DEL MERITO DOSSIER DELL INSEGNANTE PER LA VALORIZZAZIONE DEL MERITO NOME COGNOME ANNO SCOLASTICO 05/06 a) PRIMO AMBITO QUALITA DELL INSEGNAMENTO E DEL CONTRIBUTO AL MIGLIORAMENTO DELL ISTITUZIONE SCOLASTICA, NONCHÉ

Dettagli

Alcune definizioni correnti di curricolo. Umberto Margiotta

Alcune definizioni correnti di curricolo. Umberto Margiotta Alcun dfinizioni corrnti Umbrto Margiotta Di cosa è fatto intanto un? Di una squnza apparntmnt smplic linar lmnti ch, anch s vrsamnt dfiniti d splicitati, ricorrono in ogni contsto istruzion o progtto

Dettagli

ISTITUTO TECNICO TECNOLOGICO Giacomo Chilesotti. Elettronica ed Elettrotecnica-Informatica e Telecomunicazioni-Trasporti e Logistica PIANO DI MATERIA

ISTITUTO TECNICO TECNOLOGICO Giacomo Chilesotti. Elettronica ed Elettrotecnica-Informatica e Telecomunicazioni-Trasporti e Logistica PIANO DI MATERIA 1. Dati gnrali ISTITUTO TECNICO TECNOLOGICO Giacomo Chsotti PIANO DI MATERIA Indirizzo lttronica Matria Rligion Cattolica o att. alt. Class quinta Anno scolastico: 2015/2016 2. : Sulla bas dll Indicazioni

Dettagli

Corso di Laurea Magistrale in SCIENZE RIABILITATIVE DELLE PROFESSIONI SANITARIE

Corso di Laurea Magistrale in SCIENZE RIABILITATIVE DELLE PROFESSIONI SANITARIE Corso di Laura Magistral in SCIEZE RIABILITATIVE DELLE PROFESSIOI SAITARIE CAPO I Disposizioni gnrali Art. 1 Prmssa ambito di comptnza 1. Il prsnt Rgolamnto, in conformità allo Statuto al Rgolamnto Didattico

Dettagli

RELAZIONE FINALE E MONITORAGGIO DEL PIANO DI MIGLIORAMENTO

RELAZIONE FINALE E MONITORAGGIO DEL PIANO DI MIGLIORAMENTO Istituto Comprnsivo Giovanni Calò Ginosa RELAZIONE FINALE E MONITORAGGIO DEL PIANO DI MIGLIORAMENTO LA COMUNICAZIONE SENZA FRONTIERE a.s. 2014-2015 A cura dlla Prof.ssa 1 Maria Rosaria Castria F.S. Coordinamnto

Dettagli

Provvedimento di Predisposizione del Programma Annuale dell'esercizio finanziario 2014. Il Dsga

Provvedimento di Predisposizione del Programma Annuale dell'esercizio finanziario 2014. Il Dsga Provvdimnto di Prdisposizion dl Programma Annual dll'srcizio finanziario 2014 Il Dsga Visto Il Rgolamnto crnnt l istruzioni gnrali sulla gstion amministrativotabil dll Istituzioni scolastich Dcrto 01 Fbbraio

Dettagli

Tecniche per la ricerca delle primitive delle funzioni continue

Tecniche per la ricerca delle primitive delle funzioni continue Capitolo 4 Tcnich pr la ricrca dll primitiv dll funzioni continu Nl paragrafo.7 abbiamo dato la dfinizion di primitiva di una funzion f avnt pr dominio un intrvallo I; abbiamo visto ch s F 0 è una primitiva

Dettagli

Sicurezza informativa: verso l integrazione dei sistemi di gestione per la sicurezza

Sicurezza informativa: verso l integrazione dei sistemi di gestione per la sicurezza Sicurzza informativa: vrso l intgrazion di sistmi di gstion pr la sicurzza Convgno ABI Banch Sicurzza 2006 Roma, 7 Giugno 2006 Raoul Savastano, Rsponsabil Srvizi Sicurzza KPMG Irm Advisory Agnda Il problma

Dettagli

ANALISI PROGRAMMA ANNUALE

ANALISI PROGRAMMA ANNUALE ANALISI PROGRAMMA ANNUALE VERBALE N. 2015/001 Prsso l'istituto I.I.S. "CASSATA - GATTAPONE" di GUBBIO, l'anno 2015 il giorno 12, dl ms di marzo, all or 11:00, si sono riuniti i Rvisori di Conti dll'ambito

Dettagli

ACCORDO DI COLLABORAZIONE TRA LA REGIONE VENETO E L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PADOVA, L UNIVERSITA DEGLI

ACCORDO DI COLLABORAZIONE TRA LA REGIONE VENETO E L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PADOVA, L UNIVERSITA DEGLI ACCORDO DI COLLABORAZIONE TRA LA REGIONE VENETO E L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PADOVA, L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI VERONA, L UNIVERSITA IUAV DI VENEZIA, L UNIVERSITA CA FOSCARI E L AZIENDA REGIONALE PER

Dettagli

Corso di Laurea in TECNICA DELLA RIABILITAZIONE PSICHIATRICA

Corso di Laurea in TECNICA DELLA RIABILITAZIONE PSICHIATRICA Corso di Laura in TECICA DELLA RIABILITAZIOE PSICHIATRICA CAPO I Disposizioni gnrali Art. 1 Prmssa ambito di comptnza 1. Il prsnt Rgolamnto, in conformità allo Statuto al Rgolamnto Didattico di Atno, disciplina

Dettagli

isrrrutc COS/JPRENSÌVG DJ SCUOLA

isrrrutc COS/JPRENSÌVG DJ SCUOLA prot2581_14.pdf http://www.istruzion.it/allgatì/2014/prot2581 M1URAOODGOS prot. 2581 Roma, 09/04/2014 isrrrutc COS/JPRENSÌVG DJ SCUOLA MATERNA ELftfctfTArtE H MEDIA «WALETTO (CTl Ai Dirttori Gnrali dgli

Dettagli

Laboratori Laurea Scienze Pedagogiche e dell Educazione e Laurea Magistrale in Scienze Pedagogiche a.a. 2015/16

Laboratori Laurea Scienze Pedagogiche e dell Educazione e Laurea Magistrale in Scienze Pedagogiche a.a. 2015/16 Laboratori Scinz Pdagogich dll Educazion in Scinz Pdagogich a.a. 2015/16 L'organizzazion didattica di laboratori pr l'aa 2015-2016 è qulla indicata nll tabll sottostanti. iscrizioni (salvo divrsa indicazion)

Dettagli

Teoria dell integrazione secondo Riemann per funzioni. reali di una variabile reale.

Teoria dell integrazione secondo Riemann per funzioni. reali di una variabile reale. Capitolo 2 Toria dll intgrazion scondo Rimann pr funzioni rali di una variabil ral Esistono vari tori dll intgrazion; tutt hanno com comun antnato il mtodo di saustion utilizzato dai Grci pr calcolar l

Dettagli

REPORT DELLA VALUTAZIONE COLLETTIVA

REPORT DELLA VALUTAZIONE COLLETTIVA CONCORSO DI PROGETTAZIONE UNA NUOVA VIVIBILITA PER IL CENTRO DI NONANTOLA PROCESSO PARTECIPATIVO INTEGRATO CENTRO ANCH IO! REPORT DELLA VALUTAZIONE COLLETTIVA ESITO DELLE VOTAZIONI RACCOLTE DURANTE LE

Dettagli

Le evoluzioni del Corporate Banking interbancario in Italia e in Europa

Le evoluzioni del Corporate Banking interbancario in Italia e in Europa Convgno ABI Tavola rotonda L voluzioni dl Corporat Banking intrbancario in Italia in Europa 11 cmbr 2009 Luigi Prissich DG Confindustria Srvizi innovativi Tcnologici Il Progtto Italia Digital Costruir

Dettagli

La popolazione in età da 0 a 2 anni residente nel comune di Bologna

La popolazione in età da 0 a 2 anni residente nel comune di Bologna Sttor Programmazion, Controlli La popolazion in tà da 0 a 2 anni rsidnt nl comun di Bologna Maggio 2007 La prsnt nota è stata ralizzata da un gruppo di dirignti funzionari dl Sttor Programmazion, Controlli

Dettagli

Le Reti di Impresa: aspetti operativi e commerciali

Le Reti di Impresa: aspetti operativi e commerciali L Rti Imprsa: asptti oprativi commrciali Stfano COCCHIERI Had of Soft Loans Contributions & Subsis Prugia, 21 Novmbr 2012 IL CONTRATTO DI RETE ll Contratto rapprsnta una forma aggrgativa ibrida aggiuntiva

Dettagli

Big Switch: prospettive nel mercato elettrico italiano

Big Switch: prospettive nel mercato elettrico italiano Big Switch: prospttiv nl mrcato lttrico italiano Ottavio Slavio I mrcati lttrici libralizzati non smpr consntono ai consumatori finali di trarr vantaggio dalla concorrnza tra i produttori. Il caso ingls

Dettagli

Cod. 01. Laboratorio di Didattica Museale Museo Civico di Rieti a cura del Museo Civico di Rieti e dell Associazione Culturale ReArte

Cod. 01. Laboratorio di Didattica Museale Museo Civico di Rieti a cura del Museo Civico di Rieti e dell Associazione Culturale ReArte Cod. 01 Laboratorio di Didattica Musal a cura dl dll Associazion Cultural RArt La musica di Orfo ATTIVITÀ: Visita guidata laboratorio didattico. FASCIA DI ETÀ: 5/10 anni N. BAMBINI: Da dfinir in bas alla

Dettagli

UFFICIO EUROPEO DI SELEZIONE DEL PERSONALE (EPSO)

UFFICIO EUROPEO DI SELEZIONE DEL PERSONALE (EPSO) 10.11.2010 IT Gazztta ufficial dll'union uropa C 304 A/1 V (Avvisi) PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI UFFICIO EUROPEO DI SELEZIONE DEL PERSONALE (EPSO) BANDO DI CONCORSI GENERALI EPSO/AST/109-110/10 CORRETTORI

Dettagli

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA SETTORE ECONOMICO PROFESSIONALE 1 SETTORE EDILIZIA Procsso Costruzion di difici di opr di inggnria civil/industrial Squnza di procsso

Dettagli

ANALISI PROGRAMMA ANNUALE

ANALISI PROGRAMMA ANNUALE ANALISI PROGRAMMA ANNUALE VERBALE N. 2014/002 Prsso l'istituto I.I.S. "CASSATA - GATTAPONE" di GUBBIO, l'anno 2014 il giorno 16, dl ms di ottobr, all or 10:00, si sono riuniti i Rvisori di Conti dll'ambito

Dettagli

COMUNE DI BOLOGNA Dipartimento Economia e Promozione della Città

COMUNE DI BOLOGNA Dipartimento Economia e Promozione della Città COMUNE DI BOLOGNA Dipartimnto Economia Promozion dlla Città Allgato C all Avviso pubblico pr la prsntazion di progtti di sviluppo alla Agnda Digital di Bologna Modllo di dichiarazion sul posssso di rquisiti

Dettagli

17 settembre 2008 Palazzo della Cultura e dei Congressi di Bologna Dott. Fabrizio Zecchin SCS Azioninnova S.p.A.

17 settembre 2008 Palazzo della Cultura e dei Congressi di Bologna Dott. Fabrizio Zecchin SCS Azioninnova S.p.A. I SGSL il Modllo Organizzativo L lin guida INAIL la OHSAS 18001: carattristich spcificità 17 sttmbr 2008 Palazzo dlla Cultura di Congrssi di Bologna Dott. Fabrizio Zcchin SCS Azioninnova S.p.A. OBIETTIVO

Dettagli

Approvato con Det. Dir. N. 541 del 21/04/2009 pubblicato sul BURPuglia n. 62 suppl. del 23/4/2009

Approvato con Det. Dir. N. 541 del 21/04/2009 pubblicato sul BURPuglia n. 62 suppl. del 23/4/2009 C.I.F.I.R. Istituto Antoniano Maschil Via A. Manzoni, 3-72024 ORIA (BR) 0831 848178 0831 846252 E-mail: cfp.oria@cifir.it C.F. / P.Iva: 02486990720 Schda Progtto Corso Oprator Socio Sanitario Cod. Corso

Dettagli

b) promuovere e diffondere la cultura della legalità e della cittadinanza responsabile fra i giovani;

b) promuovere e diffondere la cultura della legalità e della cittadinanza responsabile fra i giovani; CONVENZIONE FRA IL COMUNE DI CASTEL MAGGIORE, L UNIONE RENO GALLIERA E I COMUNI DI ARGELATO, BENTIVOGLIO, SAN GIORGIO DI PIANO, SAN PIETRO IN CASALE, CASTELLO D ARGILE, PIEVE DI CENTO, GALLIERA, PER LA

Dettagli

Nazionale Regionale Provinciale. Nazionale Regionale Provinciale

Nazionale Regionale Provinciale. Nazionale Regionale Provinciale Progtto dll Provinc (PSU-00003) maggio 203, abstract Istruzion formazion/ istruzion comptnz TEMA Rl Con il Comptnz + Livllo di comptnza numrica dgli studnti Nom indicator Formula Livllo Trritorial disponibil

Dettagli

Marketing e Finanza. Strategie, marketing e innovazione finanziaria

Marketing e Finanza. Strategie, marketing e innovazione finanziaria Markting Finanza Stratgi, markting innovazion finanziaria Innovazion finanziaria La social businss transformation nl sttor bancario, assicurativo finanziario. L innovazion nll ra social. 6 Srgio Spaccavnto,

Dettagli

\# t.u3gra '''- PrgFf,.2il.-a.//9"-* "/4

\# t.u3gra '''- PrgFf,.2il.-a.//9-* /4 UNIONE EUROPEA lnlzìitlrva n J:ì\,)ra dr 1 ()al::tii,..ìtìrì,rf iì,{ìy,ì,r,lrì! 0rltJ(ì Sr)(jrilÌr ì)jlrír..) # A.N.AC. Autó.it! N.rrronalr tutlcorrurron. Ona-*,*,1*". **-,a; ",1,/9",*,*o-'6*,Jàr*Z w,r#h.'úr*h,*,

Dettagli

13 - LA PROGRAMMAZIONE DELL'ALLENAMENTO

13 - LA PROGRAMMAZIONE DELL'ALLENAMENTO 132 13 - LA PROGRAMMAZIONE DELL'ALLENAMENTO La prparazion complta dl calciator si ralizza sottoponndo il suo organismo, la sua prsonalità la sua potnzialità motoria, ad una gran quantità di stimoli ch

Dettagli

AGE.AGEDREMR.REGISTRO UFFICIALE.0056784.20-12-2013-I

AGE.AGEDREMR.REGISTRO UFFICIALE.0056784.20-12-2013-I AGE.AGEDREMR.REGISTRO UFFICIALE.0056784.20-12-2013-I Comun di Forlì COMUNE DI RAVENNA Convnzion pr la promozion dlla lgalità fiscal abitativa dgli studnti dll Univrsità di Bologna Poli Romagna pr il rilascio

Dettagli

qualifica cognome e nome presenze Rettore Presidente Luigi Lacchè P Componenti interni Laura Marchegiani P Roberto Perna

qualifica cognome e nome presenze Rettore Presidente Luigi Lacchè P Componenti interni Laura Marchegiani P Roberto Perna Oggtto: Convnzion intratno pr la ralizzazion dl mastr di I livllo in Global managmnt for China (GMC) dizion anno accadmico 2015/2016 N. o.d.g.: 05.1 C.d.A. 30.10.2015 Vrbal n. 9/2015 UOR: Ara affari gnrali

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DEL GRUPPO DISCIPLINARE DI EDUCAZIONE FISICA a.s. 2013-2014

PROGRAMMAZIONE DEL GRUPPO DISCIPLINARE DI EDUCAZIONE FISICA a.s. 2013-2014 .2 PAG.1 DI 8 PROGRAMMAZIONE DEL GRUPPO DISCIPLINARE DI EDUCAZIONE FISICA a.s. 2013-2014 1. FINALITÀ BIENNIO: armonico sviluppo corporo motorio dll adolscnt attravrso il miglioramnto dll qualit fisich

Dettagli

1 Il concetto di funzione 1. 2 Funzione composta 4. 3 Funzione inversa 6. 4 Restrizione e prolungamento di una funzione 8

1 Il concetto di funzione 1. 2 Funzione composta 4. 3 Funzione inversa 6. 4 Restrizione e prolungamento di una funzione 8 UNIVR Facoltà di Economia Sd di Vicnza Corso di Matmatica 1 Funzioni Indic 1 Il conctto di funzion 1 Funzion composta 4 3 Funzion invrsa 6 4 Rstrizion prolungamnto di una funzion 8 5 Soluzioni dgli srcizi

Dettagli

CRITERI DI VALUTAZIONE

CRITERI DI VALUTAZIONE CRITERI DI VALUTAZIONE Poiché nl nostro prcorso si darà ampio spazio all mtodologi finalizzat a sviluppar l comptnz dgli allivi ( attravrso la dattica laboratorio, l sprinz in contsti applicativi, l analisi

Dettagli

POR Calabria 2014-2020

POR Calabria 2014-2020 POR Calabria 20142020 Obittivo Tmatico 9 PROMUOVERE L INCLUSIONE SOCIALE, COMBATTERE LA POVERTÀ E OGNI FORMA DI DISCRIMINAZIONE Priorità 9 PROMUOVERE L INCLUSIONE SOCIALE, COMBATTERE LA POVERTÀ E OGNI

Dettagli

2.2 L analisi dei dati: valutazioni generali

2.2 L analisi dei dati: valutazioni generali 2.2 L analisi di dati: valutazioni gnrali Di sguito (figur 7-) vngono riportat l informazioni più intrssanti rilvat analizzando globalmnt la banca dati dll tichtt raccolt. Considrando ch l tichtta nutrizional

Dettagli

SIMT-POS 042 GESTIONE INDICATORI E MIGLIORAMENTO CONTINUO SIMT

SIMT-POS 042 GESTIONE INDICATORI E MIGLIORAMENTO CONTINUO SIMT 1 Prima Stsura Data: 14-08-2014 Rdattori: Gasbarri, Rizzo SIMT-POS 042 GESTIONE INDICATORI E MIGLIORAMENTO CONTINUO SIMT Indic 1 SCOPO... 2 2 CAMPO D APPLICAZIONE... 2 3 DOCUMENTI DI RIFERIMENTO... 2 4

Dettagli

ISTITUTO STATALE DI ISTRUZIONE SUPERIORE EDITH STEIN

ISTITUTO STATALE DI ISTRUZIONE SUPERIORE EDITH STEIN PIANO DI LAVORO DELLA DISCIPLINA: ESTIMO SPECIALE CLASSI: V, sz A CORSO: Costruzioni, Ambint, Trritorio AS 2015-2016 Moduli Libro Di Tsto Comptnz bas Abilità Conoscnz Disciplina Concorrnti Tmpi Critri,

Dettagli

Corso di Laurea in TERAPIA DELLA NEURO E PSICOMOTRICITÀ DELL ETÀ EVOLUTIVA

Corso di Laurea in TERAPIA DELLA NEURO E PSICOMOTRICITÀ DELL ETÀ EVOLUTIVA Corso di Laura in TERAPIA DELLA EURO E PSICOMOTRICITÀ DELL ETÀ EVOLUTIVA CAPO I Disposizioni gnrali Art. 1 Prmssa ambito di comptnza 1. Il prsnt Rgolamnto, in conformità allo Statuto al Rgolamnto Didattico

Dettagli

Grazie per aver scelto un telecomando Meliconi.

Grazie per aver scelto un telecomando Meliconi. IT I Grazi pr avr sclto un tlcomando Mliconi. Consrvar il prsnt librtto pr futur consultazioni. Il tlcomando Facil 1 è stato studiato pr comandar un tlvisor. Grazi alla sua ampia banca dati è in grado

Dettagli

MATER NITÀ. La legge recentemente approvata non si limita ad emanare. eciale. congedi parentali. Legge sui congedi parentali. Legge 8 marzo2000 n.

MATER NITÀ. La legge recentemente approvata non si limita ad emanare. eciale. congedi parentali. Legge sui congedi parentali. Legge 8 marzo2000 n. Lcco Sp ciale congdi parntali Lgg 8 marzo2000 n. 53 Lgg sui congdi parntali La lgg rcntmnt approvata non si limita ad manar disposizioni spcifich pr il sostgno dlla matrnità dlla patrnità, pr il diritto

Dettagli

PRAMAC S.P.A. in liquidazione

PRAMAC S.P.A. in liquidazione PRAMAC S.P.A. in liquidazion RELAZIONE SULLA REMUNERAZIONE 2012 Rdatta ai snsi dll art. 123-tr dl D. Lgs. 24 fbbraio 1998 n. 58 (TUF), dll art. 84 quatr dl Rgolamnto Emittnti d in conformità allo schma

Dettagli

Unità didattica: Grafici deducibili

Unità didattica: Grafici deducibili Unità didattica: Grafici dducibili Dstinatari: Allivi di una quarta lico scintifico PNI tal ud è insrita nllo studio dll funzioni rali di variabil ral. Programmi ministriali dl PNI: Dal Tma n 3 funzioni

Dettagli

Ulteriori esercizi svolti

Ulteriori esercizi svolti Ultriori srcizi svolti Effttuar uno studio qualitativo dll sgunti funzioni ) 4 f ( ) ) ( + ) f ( ) + 3) f ( ) con particolar rifrimnto ai sgunti asptti: a) trova il dominio di f b) indica quali sono gli

Dettagli

AZIONE DI SISTEMA 2 MOBILITAZIONE DEGLI OPERATORI E DELLA POPOLAZIONE LOCALE ATTRAVERSO EVENTI SINTESI DEL PROGETTO 1

AZIONE DI SISTEMA 2 MOBILITAZIONE DEGLI OPERATORI E DELLA POPOLAZIONE LOCALE ATTRAVERSO EVENTI SINTESI DEL PROGETTO 1 AZIONE DI SISTEMA 2 MOBILITAZIONE DEGLI OPERATORI E DELLA POPOLAZIONE LOCALE ATTRAVERSO EVENTI SINTESI DEL PROGETTO 1 Il Programma di Sviluppo Rural (PSR) 2007-2013 dlla Sardgna prvd ch i Gruppi di Azion

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA. fra. Il Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l Istruzione (di seguito MIUR)

PROTOCOLLO D INTESA. fra. Il Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l Istruzione (di seguito MIUR) PROTOCOLLO D INTESA fra Il Ministro dll Istruzion, dll Univrsità dlla Ricrca Dipartimnto pr l Istruzion (di sguito MIUR) Il Ministro pr i Bni l Attività Culturali Dirzion Gnral pr lo Spttacolo dal Vivo

Dettagli

ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE G. CIGNA - G. BARUFFI - F. GARELLI

ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE G. CIGNA - G. BARUFFI - F. GARELLI ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE G. CIGNA - G. BARUFFI - F. GARELLI PROGRAMMAZIONE INDIVIDUALE PIANO DIDATTICO ANNUALE A.S. 2015/2016 Matria: Tcnologi Informatich Class (docnt) 1^ACH - Prof. Musumci

Dettagli

Si comunica che verrà attivato un corso coni figc, al raggiungimento del numero minimo di 35 iscritti, presso la delegazione di Milano.

Si comunica che verrà attivato un corso coni figc, al raggiungimento del numero minimo di 35 iscritti, presso la delegazione di Milano. 1) CORSI CONI FIGC STAGIONE 2011 2012 Bando Corso CONI FIGC MILANO Si comunica ch vrrà attivato un corso coni figc, al raggiungimnto dl numro minimo di 35 iscritti, prsso la dlgazion di Milano. Potranno

Dettagli

ISTITUTO SUPERIORE DON LORENZO MILANI. Romano di Lombardia. Progetto Generazione Web Lombardia

ISTITUTO SUPERIORE DON LORENZO MILANI. Romano di Lombardia. Progetto Generazione Web Lombardia Romano Lombara Progtto Gnrazion Wb Lombara FINALITA. Espandr al massimo l possibilità sprinz multisnsoriali nll apprnmnto, collgando tal itinrario al paragma l intllignz multipl (Gardnr),-crar un ambint

Dettagli

LA NOSTRA AVVENTURA NEL CREARE UN LIBRO

LA NOSTRA AVVENTURA NEL CREARE UN LIBRO LA NOSTRA AVVENTURA NEL CREARE UN LIBRO Abbiamo iniziato a lggr in class Nonno Tano la casa dll strgh. Lo scopo ra ascoltar comprndr. Sguir la mastra ch dava sprssività alla lttura imparar da lla a lggr.

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI GENOVA MANIFESTO DEGLI STUDI DELLA SCUOLA POLITECNICA AREA ARCHITETTURA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI GENOVA MANIFESTO DEGLI STUDI DELLA SCUOLA POLITECNICA AREA ARCHITETTURA IVRSITÀ DGLI STUDI DI GNOVA MANIFSTO DGLI STUDI DLLA SCUOLA POLITCNICA ARA ARCHITTTURA Anno Accadmico 204/205 CORSI DI LAURA MAGISTRAL (D.M. 270/2004) Corso di studi in DSIGN NAVAL - class LM-2 - Sd didattica

Dettagli

Il Mago di Oz - Laboratorio di teatro in inglese

Il Mago di Oz - Laboratorio di teatro in inglese Il Mago Oz - Laboratorio tatro in ingls Inviato da Raffal martdì 06 ottobr 2015 Ultimo aggiornamnto martdì 06 ottobr 2015 TAURIANO - Il Pas, la storia, l nws la sua gnt Con po ritardo pubblichiamo con

Dettagli

Matrice storica delle emissioni del documento

Matrice storica delle emissioni del documento (Rdatto dal Consiglio Dirttivo ai snsi pr gli fftti dll articolo 23. punto 6) dllo STATUTO dll Associazion ONLUS IL BRUCO, approvato dall Assmbla di Soci firmato dal Prsidnt dlla stssa. Ragion Social Sd

Dettagli

DISFOR - DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE

DISFOR - DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE DISFOR - DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE PSICOLOGIA DELLE DISABILITÀ 67727: disciplina 67728; laboratorio 67730 Corso di Laura SCIENZE DELLA FORMAZIONE PRIMARIA A.A. 2015/2016 DOCENTE Mirlla Zanobini

Dettagli

All Albo dell Istituto Tutte le sedi Al sito www.iisdirocco.org

All Albo dell Istituto Tutte le sedi Al sito www.iisdirocco.org ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE Sn. Anglo Di Rocco Ist. Tcnico Agrario Sn. A. Di Rocco - Caltanisstta Ist. Prof.l di Stato pr i Srvizi Albrghiri di Ristorazion - Caltanisstta Ist. Prof.l di Stato pr l

Dettagli

Regimi di cambio. In questa lezione: Studiamo l economia aperta nel breve e nel medio periodo. Studiamo le crisi valutarie.

Regimi di cambio. In questa lezione: Studiamo l economia aperta nel breve e nel medio periodo. Studiamo le crisi valutarie. Rgimi di cambio In qusta lzion: Studiamo l conomia aprta nl brv nl mdio priodo. Studiamo l crisi valutari. Analizziamo brvmnt l Ar Valutari Ottimali. 279 Il mdio priodo Abbiamo visto ch gli fftti di politica

Dettagli

Task Force deleghe al territorio Secondo incontro

Task Force deleghe al territorio Secondo incontro 1 Task Forc dlgh al trritorio Scondo incontro Roma 03 novmbr 2008 2 Immobili acquisti Esignz rilvat Strumnti gstionali Stratgia intrvnto Attività di gruppi lavoro trritoriali Prossimi Ambiti Analisi: S&S

Dettagli

CONTRATTO DI FORNITURA DI SERVIZIO. tra

CONTRATTO DI FORNITURA DI SERVIZIO. tra CONTRATTO DI FORNITURA DI SERVIZIO tra L Ent Circolo Didattico Statal con sd in Campi Bisnzio, Cod. Fisc. n. 80045390483, nlla prsona dl suo lgal rapprsntant pro-tmpor dott.ssa Ornlla Mrcuri l A.S.D. Polisportiva

Dettagli

Tariffe delle prestazioni sanitarie nelle diverse regioni italiane. Laura Filippucci

Tariffe delle prestazioni sanitarie nelle diverse regioni italiane. Laura Filippucci Consumatori in cifr Tariff dll prstazioni sanitari nll divrs rgioni italian Laura Filippucci La rcnt proposta dl Govrno di aggiornar il tariffario dll prstazioni sanitari di laboratorio ha sollvato un

Dettagli

IL RUOLO DELLA SPENDING REVIEW

IL RUOLO DELLA SPENDING REVIEW IL RUOLO DELLA SPENDING REVIEW PREMESSA 1. La spnding rviw, ch trova appoggio su numros sprinz intrnazionali, è una procdura di govrno lgata all dcisioni, alla gstion al controllo dlla spsa pubblica ch

Dettagli

Il DIPARTIMENTO DI ECONOMIA SCIENZE E DIRITTO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI EMANA

Il DIPARTIMENTO DI ECONOMIA SCIENZE E DIRITTO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI EMANA Il DIPARTIMENTO DI ECONOMIA SCIENZE E DIRITTO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI EMANA il sgunt bando pr la coprtura di insgnamnti dl Dipartimnto di ECONOMIA, SCIENZE E DIRITTO mdiant contratti di diritto privato

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI 1 GRADO BORGATA PARADISO SCUOLA DELL INFANZIA STATALE A.

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI 1 GRADO BORGATA PARADISO SCUOLA DELL INFANZIA STATALE A. ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI 1 GRADO Martin Luthr King Dirignt Scolastico Prof. Giuspp ASSANDRI PRESIDENZA E SEGRETERIA Vial Radich, 3 10095 GRUGLIASCO (TO) Tl.:

Dettagli

LICEO CLASSICO TITO LIVIO - PADOVA PROGRAMMAZIONE DIPARTIMENTALE FILOSOFIA E STORIA. Anno scolastico 2014/2015 COMPETENZE CHIAVE

LICEO CLASSICO TITO LIVIO - PADOVA PROGRAMMAZIONE DIPARTIMENTALE FILOSOFIA E STORIA. Anno scolastico 2014/2015 COMPETENZE CHIAVE LICEO CLASSICO TITO LIVIO - PADOVA PROGRAMMAZIONE DIPARTIMENTALE DI FILOSOFIA E STORIA Anno scolastico 2014/2015 COMPETENZE CHIAVE 1) Comunicazion nlla madrlingua, 2) comunicazion in lingu stranir, 3)

Dettagli